Sei sulla pagina 1di 40

Lunedì 15 agosto 2022 ANNO 98 - N.

224 - € 1,50* IN ITALIA


massigen.it
EDIZIONE NAZIONALE www.corrieredellosport.it

1ª Sabato Lecce-Inter 1-2 Sabato Monza-Torino 1-2 Ieri Fiorentina-Cremonese 3-2 Ieri Salernitana-Roma 0-1 Oggi 18.30 H. Verona-Napoli
GIORNATA Sabato Milan-Udinese 4-2 Sabato Sampdoria-Atalanta 0-2 Ieri Lazio-Bologna 2-1 Ieri Spezia-Empoli 1-0 Oggi 20.45 Juventus-Sassuolo

LA CLASSIFICA MILAN 3 FIORENTINA 3 LAZIO 3 ROMA 3 H. VERONA 0 NAPOLI 0 CREMONESE 0 LECCE 0 EMPOLI 0 UDINESE 0
ATALANTA 3 INTER 3 TORINO 3 SPEZIA 3 JUVENTUS 0 SASSUOLO 0 BOLOGNA 0 MONZA 0 SALERNITANA 0 SAMPDORIA 0

LA SERIE A PARTE ALLA GRANDE: LE ROMANE REGGONO IL PASSO DI MILAN E INTER

C’È TUTTO MOU


La Roma vince a Salerno e lo Special lancia segnali ai Friedkin
Sempre Ciro, rimonta Lazio. Radu, nuovo regalo: Firenze ringrazia
All’Arechi decide ALLE 20.45 IL SASSUOLO
Cristante, Dybala
colpisce un palo: 0-1 Allegri
Mourinho chiude
la gara senza punte alla Juve
All’Olimpico solito
Immobile: battuto «Siamo
il Bologna (2-1)
Burreddu, D’Ubaldo, Gensini, Giannattasio
sotto esame
Balice e Boccucci
Giordano, Maida, Patania, Pinna, Polverosi 20-21
e i commenti di Cucci e Jacobelli 2-16

I messaggi di José A VERONA, ORE 18.30


di Ivan Zazzaroni
Osimhen
C
i sono gli sms, quasi in disuso, c’è
whatsapp e poi ci sono gli mdM, i
messaggi di Mou. Da interpretare. guida
l’assalto
A Salerno ne ha inviati addirittura tre,
e tutti alla società: il primo al 68’ quan-
do ha sostituito Abraham con Matic; il
secondo al 79’ quando ha messo Wij-
naldum al posto dell’altra punta, Zanio- Napoli
lo, e tenuto in campo Dybala che non Giordano
ne aveva più da un pezzo. 3 18-19

PREMIER, UN 2-2 IPNOTICO TRA CHELSEA E TOTTENHAM NUOTO, AZZURRI PADRONI. E IL CICLISMO APPLAUDE VIVIANI BUON FERRAGOSTO

Capolavoro Koulibaly Europei, ancora oro


In occasione del Ferragosto
il Corriere dello Sport-Stadio,
come tutti gli altri quotidiani,

Rissa Conte-Tuchel è un festival italiano Coluccia


domani non sarà in edicola.
Ai lettori appuntamento a mercoledì:
tenetevi aggiornati sul nostro sito
ISSN CARTA 2531-3266

Spettacolare rete di Kalidou Marcotti A Roma 4x100 sl e sincro da favola de Laurentiis www.corrieredellosport.it
DIGITALE 2499-5541

Harry Kane firma il pari al 96’ 25 Elia domina sulla pista di Monaco e Spada 34-35 e 39
20815

9 772531 326409
2 SERIE A SERIE A 3
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
SALERNITANA-ROMA 0-1 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO SALERNITANA-ROMA 0-1

IL COMMENTO

I messaggi
La Roma parte
di José
con il piede giusto di Ivan Zazzaroni

sul difficile
C
i sono gli sms, quasi in piaciuto assai Vilhena).

campo di Salerno disuso, c’è whatsapp e


poi ci sono gli mdM, i
Dalle gambe incrociate davan-
ti al computer spento di Londra

Un gol, tante altre messaggi di Mou. Da in-


terpretare. A Salerno ne ha in-
al rumoroso silenzio di Fiumici-
no, da “sono un pochino frustra-

occasioni da rete viati addirittura tre, e tutti alla


società: il primo al 68’ quan-
to” all’invito di Salerno: Mou ri-
corda così a chi di dovere che nel

e una vittoria do ha sostituito Abraham con


Matic; il secondo al 79’ quando
secondo anno l’asticella si alza
non solo per lui, ma per tutti.

in pieno stile Mou ha messo Wijnaldum al posto


dell’altra punta, Zaniolo, e te- Il crash test di Dazn

Dybala (palo) nuto in campo Dybala che non


ne aveva più da un pezzo. Il ter- Pronti-via, prima di campionato

più dieci titolari zo a un minuto dal novantesi-


mo quando l’argentino ha po-
a ferragosto e inatteso, spiazzan-
te crash di Dazn che si è subito

dell’anno scorso tuto finalmente lasciare il po-


sto a El Shaarawy.
scusata confermando di aver re-
gistrato notevoli problemi di ac-

poi gli altri debutti Elementare, a mio avviso, la


lettura: caro Tiago Pinto e cari
cesso alla app e al sito. Le spie-
gazioni e la cortesia della piat-
Friedkin, Felix e Shomurodov taforma di streaming non sono
non li considero più impiega- però bastate a placare la rabbia
bili nella Roma, pertanto nel- degli abbonati che si sono sfoga-
le prossime due settimane de- ti per molte ore sui social e con
sidererei ricevere Belotti (o chi le redazioni dei giornali. Intor-
per lui), un attaccante di livel- no alle 21 Dazn ha peraltro pro-
lo superiore in grado di garan- vato a rimediare con un link di
tire una discreta quota di peri- emergenza.
colosità e di gol. Anche all’inizio del campio-
Il sinistro MdM a parte, all’Arechi la nato scorso si erano verifica-
vincente Roma ha vinto bene mostran- ti dei disservizi (il nostro sem-
di Bryan do qualcosa di diverso rispet- bra non essere ancora un Pae-
Cristante to al campionato scorso: come se per streaming, purtroppo)
e accanto se Dybala avesse aggiunto alla ma in seguito Dazn era riusci-
Paulo Dybala squadra maggiore ottimismo e ta a fornire un prodotto più che
che prova fiducia. Buone cose ha fatto an- accettabile.
a superare che Zaniolo: più di gamba che Il calcio in tv ha un costo
Sepe, portiere di testa, ha messo spesso in crisi alto e nonostante gli sforzi dei
della la difesa della Salernitana (mi è produttori di immagini la frui-
Salernitana zione risulta spesso complica-

QUELLI DELLO SPECIAL


GETTY, LAPRESSE ta: l’augurio che formulo agli
amici di Dazn e alla Lega cal-
cio (il garante) è di trovare la
via per rendere il pallone tec-
di Guido nologicamente più accessibile,
D’Ubaldo oltre che meno caro.
INVIATO A
SALERNO Tuchel-Conte

L
come Clough-Revie
a Roma non sbaglia la
prima e con il minimo Quando non sai come metterla
sforzo conquista i tre giù: critichi pesantemente certi
punti contro la Saler- comportamenti o ti godi la ve-
nitana. Chi si aspettava l’acuto rità più sincera e ipnotica del
di uno dei campioni che fanno calcio, gli effetti della tensione
sognare i tifosi è rimasto delu-
so. La partita di esordio l’ha de-
Zaniolo pericoloso, ma la risolve il sinistro di Cristante. Nella ripresa ricentro, Nicola ha inserito Ri-
bery, che è andato a fare il tre-
LA MOVIOLA
di Edmondo Pinna
fra Karsdorp e Mazzocchi
che finisce giù e chiede il
SALERNITANA
0 ROMA
1
che una partita come il derby
di Londra può produrre?
3-5-2 3-4-2-1
cisa Cristante, che con l’arrivo
di Matic e Wijnaldum rischia
ecco Wijnaldum (gol annullato) e Matic. E il meglio deve ancora venire quartista, ma non è riuscito a
rendersi pericoloso giocando
edmondo_pinna calcio di rigore: Sozza,
invee, fa continuare, non a
Dal primo pareggio del Tot-
tenham al secondo, ottenuto ben
Sozza, inizia
30 2
di giocare poco. Ieri intanto è tra le linee. Karsdorp ha sof- torto. I due infatti si 17 Mazzocchi Karsdorp oltre il novantacinquesimo da
stato il migliore, non solo per Salernitana, stadio le azioni più importanti. Prima ferto sulla fascia Mazzocchi, si tengono la maglia 23 Kane, i protagonisti sono sta-
bene il piano
Fazio 21
10
il gol. Ha giocato più palloni di quasi tutto esauri- andando via in contropiede su è avvicinato alla panchina e ha reciprocamente, poi è il Dybala 4 Mancini ti Tuchel e Conte, due che non
Vilhena
tutti, ha vinto tanti contrasti, ha to, Nicola ha butta- un erroraccio di Coulibaly, ma chiesto aiuto a Mourinho, che difensore giallorosso ad si amano. Durissimo il gioco di
Fifa... 2023
11 Cristante
23
messo quantità e qualità. Mou- to subito nella mi- l’azzurro ha scelto la soluzione ha invertito i trequartisti, por- anticipare l’avversario con il Botheim 9 1 provocazioni, reazioni, ostilità,
33 Gyomber 18 6 Rui Patricio
Abraham
rinho ha confermato la sua tra- schia Bronn, Candre- peggiore calciando debolmente tando Zaniolo, più fisico, dal- piede destro sul pallone. Sepe L. Coulibaly 9 Smalling sfoghi, atteggiamenti a tratti im-
dizione favorevole all’esordio, va e Vilhena, appena fuori anzichè servire Abraham, la sua parte. La Roma ha con- Allora, il piano è: 7 barazzanti, eppure - perdonate-
20 Bonazzoli
ma solo ha sprazzi si è vista la arrivati e con pochi alle- che si è lamentato platealmen- trollato la situazione, Dybala anticipare la voto IRREGOLARE 2 Kastanos
22 Lo. Pellegrini
Zaniolo 3 mi - estremamente coinvolgen-
Roma che ha in testa. La Sa- namenti con i compagni. te. Poi è andato ancora al tiro, è andato ancora vicino al gol, pensione da 6,5 Annullato un gol a Bronn
87 37
Ibanez te. Alla fine sono stati espulsi en-
lernitana è un cantiere aper- Mourinho aveva detto che ha perso l’attimo su un assist Zaniolo è stato ancora troppo internazionale ad Wijnaldum, l’ottimo Cecconi trambi: in precedenza se l’erano
Candreva Spinazzola
to, con giocatori appena arri- sarebbe stata una partita diffi- delizioso di Dybala. Anche sul egoista, ma è stato sempre in Irrati a gennaio (buona la prestazione dei cavata con un’ammonizione. Ri-
vati e altri che stanno arrivan- cile e non era pretattica. La Sa- gol che al 34' ha sbloccato il ri- agguato. Nel cuore del secon- 2023 per promuovere il due assistenti, entrambi ALLENATORE: Nicola ALLENATORE: Mourinho cordo a fatica un precedente in
do. Il presidente Iervolino sta lernitana è stata subito aggres- sultato Nicolò ha vinto un con- do tempo Mourinho ha tolto giovane che Rocchi sta toscani, il numero 2 era SOSTITUZIONI: 9’ st Ribery per SOSTITUZIONI: 23’ st Matic per cui nella stessa partita l’arbitro
completando la rivoluzione, la siva, la Roma per qualche mi- trasto con Bronn e il pallone Abraham (non brillantissimo, tirando su (e che sembra Bercigli) segnala dopo la Kastanos, 17’ st Valencia per Botheim, Abraham, 33’ st Wijnaldum per ha mostrato 4 cartellini agli al-
fisionomia non è ancora quel- nuto ha aspettato, Kastanos è è finito a Cristante, il cui tiro ma utile e generoso in fase di- l’unico ad avere qualcosa conclusione dell’azione. Sambia per Mazzocchi, 28’ st Kri- Zaniolo, 44’ st El Shaarawy per lenatori.
la definitiva, ma già si vede lo stato tra i più attivi, la buona sporcato prima da Coulibaly e fensiva) per Matic. Dybala è an- rispetto a tutti gli altri, Resta da capire quale: dal stoffersen per Coulibaly Dybala José Tuchel e Conte i nuovi Brian
spirito di Nicola, che nello scor- partenza dei campani ha pro- poi da Gyomber è diventato im- dato a fare il centravanti, con basta vedere questa prima VAR mandano il fuorigioco A DISPOSIZIONE: Micai, Sorrenti- A DISP O SIZIONE: S vilar, Boer, Clough e Don Revie del calcio in-
so campionato ha permesso di dotto solo un tiro di Bonazzoli, prendibile per Sepe. Appena la Pellegrini sulla trequarti. giornata). Simone Sozza di Dybala (che da una no, Bradaric, Veseli, Radovanovic, Kumbulla, Tripi, Viña, Celik, Bove, glese? Negli anni Settanta i due
guadagnare una clamorosa sal- che Rui Patricio ha parato con Roma ha spinto sull’accelerato- La Roma ha continuato a sba- non sbaglia la prima, fischia inquadratura sembrerebbe Kechrida, Capezzi, Motoc, A.Ier- Zalewski, El Shaarawy, Felix, Sho- tecnici cambiarono il volto del
vezza, che può essere raggiun- qualche difficoltà. Ma la Roma re ha messo la Salernitana alle gliare tanto sotto porta, ma è 27 falli, 5 gli ammoniti, gara in linea con Bronn), live volino, Pirola murodov Mourinho Football anche attraverso conti-
ta anche quest’anno. ha controllato la partita senza corde. Ancora Zaniolo, con una sempre rimasta in controllo. C’è sotto controllo e sembrava punibile quello di AMMONITI: 28’ pt Coulibaly, 39’ AMMONITI: 3’ st Smalling, 27’ st anche nue accuse incrociate. Tuchel e
affanni e nelle ripartenze letali grandissima giocata, ha manda- stato il tempo nel finale per l’e- accettazione da parte dei Wijnaldum (di poco oltre il pt Gyomber, 40’ pt Kastanos per Matic per gioco falloso un anno fa Conte non potranno cambiare i
IL GRAFFIO DI CRISTANTE. ha messo sette volte un gioca- to in porta Dybala, ma il tiro è sordio in Serie A di Wijnaldum giocatori. Se continua così, pallone). gioco falloso aveva vinto la destini del torneo più importan-
Mourinho ha scelto per dieci tore davanti al portiere. finito sul palo. Si sono intravi- (gol annullato per fuorigioco), il piano è tracciato. prima partita te e spettacolare del mondo, ri-
undicesimi i giocatori della pas- Il più pericoloso in tutto il sti numeri da grande squadra. con la conferma che questa VAR: Aureliano 6 MARCATORI: 34’ pt Cristante. GETTY schiano tuttavia di rubare la sce-
sata stagione, con la sola novi- primo tempo è stato Zaniolo. squadra ha enormi potenzia- NON È RIGORE Esordio in A senza problemi ARBITRO: Sozza di Seregno. Guardalinee: Cecconi e Bercigli. Quarto na ai più misurati (o volutamen-
tà di Dybala dal primo minuto. Con i suoi errori, la sua testar- POCO RIBERY. Nella ripresa lità, ancora tutte da esprimere. In area della Roma, nella per il VMO della Fifa. uomo: Baroni. Var: Aureliano. Avar: Vivenzi. NOTE: Spettatori 26.006, te trattenuti) Guardiola e Klopp.
Grande entusiasmo intorno alla daggine, ma è entrato in tutte la Salernitana ha alzato il ba- ©RIPRODUZIONE RISERVATA ripresa: c’è un corpo a corpo ©RIPRODUZIONE RISERVATA 7.870 abbonati.Angoli: 4-2 per la Salernitana. Recupero: pt 1’, st 4’. ©RIPRODUZIONE RISERVATA
2 SERIE A SERIE A 3
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
SALERNITANA-ROMA 0-1 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO SALERNITANA-ROMA 0-1

IL COMMENTO

I messaggi
La Roma parte
di José
con il piede giusto di Ivan Zazzaroni

sul difficile
C
i sono gli sms, quasi in piaciuto assai Vilhena).

campo di Salerno disuso, c’è whatsapp e


poi ci sono gli mdM, i
Dalle gambe incrociate davan-
ti al computer spento di Londra

Un gol, tante altre messaggi di Mou. Da in-


terpretare. A Salerno ne ha in-
al rumoroso silenzio di Fiumici-
no, da “sono un pochino frustra-

occasioni da rete viati addirittura tre, e tutti alla


società: il primo al 68’ quan-
to” all’invito di Salerno: Mou ri-
corda così a chi di dovere che nel

e una vittoria do ha sostituito Abraham con


Matic; il secondo al 79’ quando
secondo anno l’asticella si alza
non solo per lui, ma per tutti.

in pieno stile Mou ha messo Wijnaldum al posto


dell’altra punta, Zaniolo, e te- Il crash test di Dazn

Dybala (palo) nuto in campo Dybala che non


ne aveva più da un pezzo. Il ter- Pronti-via, prima di campionato

più dieci titolari zo a un minuto dal novantesi-


mo quando l’argentino ha po-
a ferragosto e inatteso, spiazzan-
te crash di Dazn che si è subito

dell’anno scorso tuto finalmente lasciare il po-


sto a El Shaarawy.
scusata confermando di aver re-
gistrato notevoli problemi di ac-

poi gli altri debutti Elementare, a mio avviso, la


lettura: caro Tiago Pinto e cari
cesso alla app e al sito. Le spie-
gazioni e la cortesia della piat-
Friedkin, Felix e Shomurodov taforma di streaming non sono
non li considero più impiega- però bastate a placare la rabbia
bili nella Roma, pertanto nel- degli abbonati che si sono sfoga-
le prossime due settimane de- ti per molte ore sui social e con
sidererei ricevere Belotti (o chi le redazioni dei giornali. Intor-
per lui), un attaccante di livel- no alle 21 Dazn ha peraltro pro-
lo superiore in grado di garan- vato a rimediare con un link di
tire una discreta quota di peri- emergenza.
colosità e di gol. Anche all’inizio del campio-
Il sinistro MdM a parte, all’Arechi la nato scorso si erano verifica-
vincente Roma ha vinto bene mostran- ti dei disservizi (il nostro sem-
di Bryan do qualcosa di diverso rispet- bra non essere ancora un Pae-
Cristante to al campionato scorso: come se per streaming, purtroppo)
e accanto se Dybala avesse aggiunto alla ma in seguito Dazn era riusci-
Paulo Dybala squadra maggiore ottimismo e ta a fornire un prodotto più che
che prova fiducia. Buone cose ha fatto an- accettabile.
a superare che Zaniolo: più di gamba che Il calcio in tv ha un costo
Sepe, portiere di testa, ha messo spesso in crisi alto e nonostante gli sforzi dei
della la difesa della Salernitana (mi è produttori di immagini la frui-
Salernitana zione risulta spesso complica-

QUELLI DELLO SPECIAL


GETTY, LAPRESSE ta: l’augurio che formulo agli
amici di Dazn e alla Lega cal-
cio (il garante) è di trovare la
via per rendere il pallone tec-
di Guido nologicamente più accessibile,
D’Ubaldo oltre che meno caro.
INVIATO A
SALERNO Tuchel-Conte

L
come Clough-Revie
a Roma non sbaglia la
prima e con il minimo Quando non sai come metterla
sforzo conquista i tre giù: critichi pesantemente certi
punti contro la Saler- comportamenti o ti godi la ve-
nitana. Chi si aspettava l’acuto rità più sincera e ipnotica del
di uno dei campioni che fanno calcio, gli effetti della tensione
sognare i tifosi è rimasto delu-
so. La partita di esordio l’ha de-
Zaniolo pericoloso, ma la risolve il sinistro di Cristante. Nella ripresa ricentro, Nicola ha inserito Ri-
bery, che è andato a fare il tre-
LA MOVIOLA
di Edmondo Pinna
fra Karsdorp e Mazzocchi
che finisce giù e chiede il
SALERNITANA
0 ROMA
1
che una partita come il derby
di Londra può produrre?
3-5-2 3-4-2-1
cisa Cristante, che con l’arrivo
di Matic e Wijnaldum rischia
ecco Wijnaldum (gol annullato) e Matic. E il meglio deve ancora venire quartista, ma non è riuscito a
rendersi pericoloso giocando
edmondo_pinna calcio di rigore: Sozza,
invee, fa continuare, non a
Dal primo pareggio del Tot-
tenham al secondo, ottenuto ben
Sozza, inizia
30 2
di giocare poco. Ieri intanto è tra le linee. Karsdorp ha sof- torto. I due infatti si 17 Mazzocchi Karsdorp oltre il novantacinquesimo da
stato il migliore, non solo per Salernitana, stadio le azioni più importanti. Prima ferto sulla fascia Mazzocchi, si tengono la maglia 23 Kane, i protagonisti sono sta-
bene il piano
Fazio 21
10
il gol. Ha giocato più palloni di quasi tutto esauri- andando via in contropiede su è avvicinato alla panchina e ha reciprocamente, poi è il Dybala 4 Mancini ti Tuchel e Conte, due che non
Vilhena
tutti, ha vinto tanti contrasti, ha to, Nicola ha butta- un erroraccio di Coulibaly, ma chiesto aiuto a Mourinho, che difensore giallorosso ad si amano. Durissimo il gioco di
Fifa... 2023
11 Cristante
23
messo quantità e qualità. Mou- to subito nella mi- l’azzurro ha scelto la soluzione ha invertito i trequartisti, por- anticipare l’avversario con il Botheim 9 1 provocazioni, reazioni, ostilità,
33 Gyomber 18 6 Rui Patricio
Abraham
rinho ha confermato la sua tra- schia Bronn, Candre- peggiore calciando debolmente tando Zaniolo, più fisico, dal- piede destro sul pallone. Sepe L. Coulibaly 9 Smalling sfoghi, atteggiamenti a tratti im-
dizione favorevole all’esordio, va e Vilhena, appena fuori anzichè servire Abraham, la sua parte. La Roma ha con- Allora, il piano è: 7 barazzanti, eppure - perdonate-
20 Bonazzoli
ma solo ha sprazzi si è vista la arrivati e con pochi alle- che si è lamentato platealmen- trollato la situazione, Dybala anticipare la voto IRREGOLARE 2 Kastanos
22 Lo. Pellegrini
Zaniolo 3 mi - estremamente coinvolgen-
Roma che ha in testa. La Sa- namenti con i compagni. te. Poi è andato ancora al tiro, è andato ancora vicino al gol, pensione da 6,5 Annullato un gol a Bronn
87 37
Ibanez te. Alla fine sono stati espulsi en-
lernitana è un cantiere aper- Mourinho aveva detto che ha perso l’attimo su un assist Zaniolo è stato ancora troppo internazionale ad Wijnaldum, l’ottimo Cecconi trambi: in precedenza se l’erano
Candreva Spinazzola
to, con giocatori appena arri- sarebbe stata una partita diffi- delizioso di Dybala. Anche sul egoista, ma è stato sempre in Irrati a gennaio (buona la prestazione dei cavata con un’ammonizione. Ri-
vati e altri che stanno arrivan- cile e non era pretattica. La Sa- gol che al 34' ha sbloccato il ri- agguato. Nel cuore del secon- 2023 per promuovere il due assistenti, entrambi ALLENATORE: Nicola ALLENATORE: Mourinho cordo a fatica un precedente in
do. Il presidente Iervolino sta lernitana è stata subito aggres- sultato Nicolò ha vinto un con- do tempo Mourinho ha tolto giovane che Rocchi sta toscani, il numero 2 era SOSTITUZIONI: 9’ st Ribery per SOSTITUZIONI: 23’ st Matic per cui nella stessa partita l’arbitro
completando la rivoluzione, la siva, la Roma per qualche mi- trasto con Bronn e il pallone Abraham (non brillantissimo, tirando su (e che sembra Bercigli) segnala dopo la Kastanos, 17’ st Valencia per Botheim, Abraham, 33’ st Wijnaldum per ha mostrato 4 cartellini agli al-
fisionomia non è ancora quel- nuto ha aspettato, Kastanos è è finito a Cristante, il cui tiro ma utile e generoso in fase di- l’unico ad avere qualcosa conclusione dell’azione. Sambia per Mazzocchi, 28’ st Kri- Zaniolo, 44’ st El Shaarawy per lenatori.
la definitiva, ma già si vede lo stato tra i più attivi, la buona sporcato prima da Coulibaly e fensiva) per Matic. Dybala è an- rispetto a tutti gli altri, Resta da capire quale: dal stoffersen per Coulibaly Dybala José Tuchel e Conte i nuovi Brian
spirito di Nicola, che nello scor- partenza dei campani ha pro- poi da Gyomber è diventato im- dato a fare il centravanti, con basta vedere questa prima VAR mandano il fuorigioco A DISPOSIZIONE: Micai, Sorrenti- A DISP O SIZIONE: S vilar, Boer, Clough e Don Revie del calcio in-
so campionato ha permesso di dotto solo un tiro di Bonazzoli, prendibile per Sepe. Appena la Pellegrini sulla trequarti. giornata). Simone Sozza di Dybala (che da una no, Bradaric, Veseli, Radovanovic, Kumbulla, Tripi, Viña, Celik, Bove, glese? Negli anni Settanta i due
guadagnare una clamorosa sal- che Rui Patricio ha parato con Roma ha spinto sull’accelerato- La Roma ha continuato a sba- non sbaglia la prima, fischia inquadratura sembrerebbe Kechrida, Capezzi, Motoc, A.Ier- Zalewski, El Shaarawy, Felix, Sho- tecnici cambiarono il volto del
vezza, che può essere raggiun- qualche difficoltà. Ma la Roma re ha messo la Salernitana alle gliare tanto sotto porta, ma è 27 falli, 5 gli ammoniti, gara in linea con Bronn), live volino, Pirola murodov Mourinho Football anche attraverso conti-
ta anche quest’anno. ha controllato la partita senza corde. Ancora Zaniolo, con una sempre rimasta in controllo. C’è sotto controllo e sembrava punibile quello di AMMONITI: 28’ pt Coulibaly, 39’ AMMONITI: 3’ st Smalling, 27’ st anche nue accuse incrociate. Tuchel e
affanni e nelle ripartenze letali grandissima giocata, ha manda- stato il tempo nel finale per l’e- accettazione da parte dei Wijnaldum (di poco oltre il pt Gyomber, 40’ pt Kastanos per Matic per gioco falloso un anno fa Conte non potranno cambiare i
IL GRAFFIO DI CRISTANTE. ha messo sette volte un gioca- to in porta Dybala, ma il tiro è sordio in Serie A di Wijnaldum giocatori. Se continua così, pallone). gioco falloso aveva vinto la destini del torneo più importan-
Mourinho ha scelto per dieci tore davanti al portiere. finito sul palo. Si sono intravi- (gol annullato per fuorigioco), il piano è tracciato. prima partita te e spettacolare del mondo, ri-
undicesimi i giocatori della pas- Il più pericoloso in tutto il sti numeri da grande squadra. con la conferma che questa VAR: Aureliano 6 MARCATORI: 34’ pt Cristante. GETTY schiano tuttavia di rubare la sce-
sata stagione, con la sola novi- primo tempo è stato Zaniolo. squadra ha enormi potenzia- NON È RIGORE Esordio in A senza problemi ARBITRO: Sozza di Seregno. Guardalinee: Cecconi e Bercigli. Quarto na ai più misurati (o volutamen-
tà di Dybala dal primo minuto. Con i suoi errori, la sua testar- POCO RIBERY. Nella ripresa lità, ancora tutte da esprimere. In area della Roma, nella per il VMO della Fifa. uomo: Baroni. Var: Aureliano. Avar: Vivenzi. NOTE: Spettatori 26.006, te trattenuti) Guardiola e Klopp.
Grande entusiasmo intorno alla daggine, ma è entrato in tutte la Salernitana ha alzato il ba- ©RIPRODUZIONE RISERVATA ripresa: c’è un corpo a corpo ©RIPRODUZIONE RISERVATA 7.870 abbonati.Angoli: 4-2 per la Salernitana. Recupero: pt 1’, st 4’. ©RIPRODUZIONE RISERVATA
4 SERIE A SERIE A 5
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
SALERNITANA-ROMA 0-1 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO SALERNITANA-ROMA 0-1

La prima attesa dell’argentino

Joya a sprazzi
e quel palo
che emoziona
di Massimiliano Gallo La cura Mourinho funzionerà

È
al minuto 35 del primo
tempo che immaginia-
anche per lui: all’Arechi subito
L’allenatore mo Mourinho abboz-
zare un sorriso dietro
tocchi e visione di gioco. Alla fine
giallorosso si gode l'apparente maschera di cera.
Proprio di fronte alle panchine, sono stati 46 i palloni toccati
il primo successo L’esultanza
Paulo Dybala rincorre e scalcia
un avversario pur di non farlo Ora dategli soltanto il tempo
e sottolinea della Roma
e, a destra,
passare sulla trequarti. Riuscen-
doci peraltro. Se conosciamo un to. Lui lo interpreta come sa. sua mattonella: calcia di poco

una caratteristica un duello tra


Zaniolo e
minimo il tecnico di Setubal, è
quello il momento in cui avrà
È sempre nel vivo della mano-
vra. A fine primo tempo è l'uo-
alto. Si vede che ha il passo lun-
go di chi ragiona in termini di

già ben delineata Coulibaly


GETTY, LAPRESSE
pensato che la cura portoghe-
se riuscirà anche con l'argenti-
mo d'attacco che ha toccato più
palloni: trenta (saranno qua-
stagione e non di partita.
Quando quei tre là davanti si

Mourinho promuove tutti


no. Non a caso gli ha fatto gio- rantasei a fine match). Nella accendono, il cuore dei romani-
di Roberto Maida servando che Paulo e Nico non care 88 minuti. ripresa forse cala un po' ma lo sti si allarga. Come al 25esimo:
INVIATO A SALERNO hanno centrato la porta e che Quello di Dybala è stato un spirito di sacrificio resta intat- Abraham serve Dybala che di

E’
avrebbero potuto fare due o tre esordio all'altezza delle aspet- to: spesso e volentieri lo si ri- prima apparecchia Zaniolo con
un’idea, un program- gol a testa. Ma per me hanno tative. Tocchi, visione, idee, trova davanti alla propria area la porta spalancata: Nicolò cal-
ma. La Roma ancora fatto entrambi una partita stra- squarci di gioco, e quell'intesa quando c'è da fare massa con- cia fuori ma quasi quasi poco

«La mia Roma è matura»


non demolisce gli av- ordinaria. Paulo ha sicurezza con Abraham e Zaniolo che può tro gli attacchi della Salernita- importa. L'argentino si aggira
versari, semmai li cu- con la palla, detta i tempi per scatenare i desideri più proibiti. na. per il campo con l'aria di chi sta
cina a fuoco lento stordendo- unire le linee, è stato bravis- La prima dell'argentino in Se- Il Dybala romanista gioca fiutando la preda. Aspetta solo
li e annichilenendone gli slan- simo. Quanto a Zaniolo, beh, rie A con la maglia della Roma con la sicurezza di chi è con- il momento buono. Persino l'A-
ci. Ma è una squadra che ha l’ho visto cattivo e determina- è un concentrato di attesa ed sapevole. È un emotivo, come rechi trattiene a stento un ohh
un progetto molto intrigante. to. Andava negli spazi, strappa- emozioni. Gli occhi sono tutti ha rivelato Tiago Pinto. Ma non di meraviglia quando si libera
La vittoria di Salerno confer- va, sono contentissimo di come per lui. O quasi. È la ciliegina al punto da avere la fregola di di un granata con un tocco di
ma i segnali emersi nelle ulti- ha giocato». Abraham ha delu- sulla torta di una squadra dei dover dimostrare. Fa scaldare esterno. Sembra tutto pronto
me amichevoli: la granitica so- so e per la prima volta nella ge- sogni, anche se Mourinho gio- i motori. Uno dei primi palloni per il gol. Siamo al 44esimo.
lidità difensiva, le immense po-
tenzialità offensive. I duemila
Per adesso José Mourinho af-
ferra gli indizi che ritiene pro-
«Non abbiamo fatto i gol che avremmo meritato, versario: «La Salernitana è mol-
to cresciuta rispetto all’ultima
stione Mourinho è stato sosti-
tuito per primo: «A me Tammy
ca comprensibilmente a fare il
pompiere. E lui, Paulo, non tra-
che arriva dalla sue parti, lo la-
scia scorrere. Poi si esibisce in
Zaniolo va via in verticale con
la prepotenza di un giocatore
tifosi arrivati a Salerno posso-
no festeggiare, non solo per-
banti per il futuro: «Mi è pia-
ciuto tutto. Ovviamente avrei
ma abbiamo saputo gestire senza sofferenze volta in cui siamo venuti qui,
ha molto talento e ha aggiunto
sembra perfettamente integra-
to con gli altri. Nel test contro
disce. Si ritrova in divisa bian-
ca dopo sette anni in biancone-
una scivolata, giusto per capi-
re che fa sul serio. Viene trat-
di football americano, e ricam-
bia la cortesia: Dybala taglia, lui
ché vincere in trasferta è sem-
pre un merito ma anche per-
preferito stare più tranquillo,
vincendo 3 o 4 a zero. Ma ho Zaniolo e Dybala a secco? Entrambi straordinari» calciatori da pochi giorni. Con il
lavoro crescerà, perché ha una
lo Shakhtar ha fatto quattro as-
sist. L’ho sostituito perché ave-
ro. Piazze completamente di-
verse. A Torino una presenta-
tenuto per la maglia da Couli-
baly. Ha una punizione dalla
lo serve, e la Joya con Sepe in
uscita tocca piano piano come
ché il risultato è venuto senza apprezzato che la squadra ab- rosa importante». vo Matic in panchina. Quan- zione come quella al Colosseo si fa a biliardo. Palo. A inizio se-
alcuna difficoltà. Il problema bia avuto la maturità di gesti- tensità per novanta minuti, an- e Wijnaldum, poi, la Roma ha tica. Certo vorrei avere dei ri- do hai un saltatore come Ne- quadrato non gliel'hanno mai condo tempo, ha un'occasione
della Roma, all’Arechi, è sta- re il risultato. Di solito in questi che perché faceva tanto caldo. congelato il gioco impedendo cambi in attacco in stile Man- I QUATTRO. Con i quattro me- manja in fase difensiva puoi fatta. Ancora deve giocare una simile, da posizione più defi-
ta la scarsa lucidità sotto por- tipi di partite, quando hai tante E poi siamo solo alla prima di alla Salernitana di avvicinarsi a chester City. Nel Liverpool esce ravigliosi davanti la Roma non decidere di rinunciare alla fi- partita e tanti tifosi bianconeri In divisa bianca lata: il tiro è largo. Le occasio-
ta, con Abraham ancora lon-
tano dalla migliore condizio-
occasioni da gol, finisce male,
o comunque rischi di soffrire.
campionato». Rui Patricio: «Sì, abbiamo gen-
te pronta a gestire le situazio-
Luis Diaz ed entra Diogo Jota.
Noi siamo in un’altra dimen-
ha mai perso stabilità. Certo,
avrebbe dovuto segnare di più.
sicità di Abraham. In quel mo-
mento preferivo usare Dybala
già lo rimpiangono.
Si sistema a destra, da lì può dopo 7 anni ni non mancheranno. Ieri sera
da Dybala i romanisti volevano
ne e il duo Zaniolo-Dybala im-
preciso. Però è un difetto che
Invece non è successo: signifi-
ca che siamo stati bravi. Non
CALMA. Rispetto all’anno scor-
so le alternative lo rasserenano.
ni, come Matic o Wijnaldum.
Anche il finale di partita è sta-
sione. Ma dobbiamo ragiona-
re secondo le nostre possibili-
Mourinho va diretto su Dyba-
la e Zaniolo: «Sono sicuro che
come centravanti perché Paulo
è uno che non perde mai palla».
aprire il gioco o la difesa della
Salernitana. Mourinho gli af-
di bianconero solo la conferma di poter sogna-
re. Possono dirsi soddisfatti.
il gruppo, da solo, correggerà. potevamo avere la stessa in- Con gli esordi di Matic, prima, to tranquillo, senza grande fa- tà». Anche in relazione all’av- tutti noteranno i numeri, os- ©RIPRODUZIONE RISERVATA fida il ruolo di regista avanza- Dybala conquista ©RIPRODUZIONE RISERVATA

LE PAGELLE: SALERNITANA LE PAGELLE: ROMA

Bonazzoli crea pericoli Mancini, attento e utile


SALERNITANA di Roberto Maida
Nicola (all.) 6 INVIATO A SALERNO
Con tante assenze e quattro

Coulibaly sbaglia troppo Zaniolo nel posto giusto


ROMA
debuttanti, un paio appena
recuperati sotto alle scalette 6 4,5 Mourinho (all.) 6,5 7 5,5
dell’aereo, resta in partita fino Punta sul blocco di Tirana più
alla fine. E’ un merito. Non IL MIGLIORE IL PEGGIORE Dybala e Spinazzola. E viene IL MIGLIORE IL PEGGIORE
sono queste le partite su cui Bonazzoli Coulibaly premiato dal risultato. Alla Cristante Abraham
edificare la salvezza. Peraltro fine si dirà soddisfatto della
la Salernitana è messa bene in non commette errori dram- Si muove molto, alternando Vilhena 7 Il più pericoloso della Saler- prestazione. Quante occasio- Prende un giallo: è una noti- di disattenzioni. Conferma di so dietro non concede nulla. ta Dybala. Cala nella ripresa.
campo e ha giocatori interes- matici. cose buone ad altre situazio- Non è Ederson, ma ha qualità nitana. Stuzzica Rui Patricio ni buttate via, però: non sem- zia. Per il resto tutto ok, an- essere uno di quei calciatori ai Dybala 6 Wijnaldum (33’ st) sv
santi che lasciano immagina- Fazio 6 ni confuse. e personalità. Con il piede si- da lontano, muove i difensori pre puoi difendere con questa che perché la Salernitana crea quali gli allenatori non rinun- Nel tocco di palla, nelle scel- Esordisce in A e segna. Ma è
re un futuro roseo. Sulla velocità soffre gli ex Ribery (9’ st) 5,5 nistro smista palloni anche a avversari. Nel secondo tempo facilità un vantaggio minimo. poco. ciano volentieri. te, è già padrone della scena. in fuorigioco.
Sepe 6 compagni. Ma non dispiace Gli anni passano, Franck. Trot- lunga distanza. Occorre dar- sbatte troppo contro i difen- Rui Patricio 6 Ibañez 6 Pellegrini 6 Sotto porta però non è affila- Abraham 5,5
Benedice la spalla per il prodi- per partecipazione alla ma- terella sul campo senza garan- gli il tempo di ambientarsi ma sori e per questo gira al largo. Evita la brutta figura su Bo- Vivace ma non sempre con- Nel mezzo cerca di tenere l’as- to, incluso il palo. Conclude E’ sempre utile nei duelli, nel-
gio su Zaniolo. Sul gol di Cri- novra. Cerca addirittura un tire quel plus di talento che l’inizio è molto incoraggian- Botheim 5 nazzoli grazie a un balzo qua- centrato: nella ripresa sban- setto in equilibrio. Nel fina- la partita da centravanti tat- le respinte in area. Ma davan-
stante viene ingannato dal- gol di tacco nell’area romani- compenserebbe le difficoltà te. Sembra un ottimo acqui- Bodø-Roma è finita da un pez- si fuori tempo massimo. E’ l’u- da un po’. le sale sulla trequarti, ma la tico, sfinito. ti non combina niente di pro-
la deviazione. Dybala invece sta. E’ una garanzia per que- dinamiche. sto per la Salernitana. zo. Il ricordo dei fasti norve- nico brivido della notte cam- Karsdorp 6 Roma ormai è protesa al con- El Shaarawy (44’ st) sv duttivo. Tanto è vero che Mou-
lo grazia. sta squadra. Coulibaly 4,5 Mazzocchi 6,5 gesi stavolta non lo sostiene. pana. Fatica contro Mazzocchi, chiu- trollo del risultato. Entra nel finale. rinho, udite udite, sostituisce
Bronn 6 Candreva 6 Comincia con un erroraccio Punge e salta. Esce perché non Va rivisto in altri contesti, per- Mancini 7 de in crescendo. E a tempo Spinazzola 6 Zaniolo 6 lui per primo.
Approccio timido alla Serie A: Debutta a poche ore dallo nel palleggio che libera Zanio- ne ha più, non certo per deme- ché il suo unico spunto è una Ammansisce Botheim, di cui scaduto in contropiede per Preferito a Zalewski, ha biso- Spreca tre occasioni nei pri- Matic (23’ st) 6
dalle sue parti Zaniolo picchia sbarco, non puoi chiedergli lo, rischia il giallo su Dybala rito. Era stato uno dei migliori. punizione procurata al limi- non ha dimenticato le beffe poco non segna il 2-0. gno di tempo per tornare a re- mi 24 minuti. Però è sempre La sua prima in A serve a rin-
duro. Ma alla lunga la situa- chissà cosa. Tiene botta, cer- e lo prende su Pellegrini, cor- Sambia (17’ st) 6 te dell’area. norvegesi, e costruisce gioco Cristante 7 gime. Ma il suo secondo tem- nel posto giusto, quando ser- forzare gli argini. E a riparti-
zione migliora. cando di distribuire palloni e regge nella sua porta il tiro di Aiuta la spinta. Ha una forza Valencia (17’ st) 5,5 con cura. Tra i più bravi, an- Riserva a chi? Vince il duello po è confortante, soprattutto ve: anche sul gol di Cristante, re. Avere un cambio così è un
Gyomber 5,5 trasmettere serenità. Miglio- Cristante. Il peggior inizio di fisica che servirà a Nicola an- Quasi invisibile. che nella continuità. E tiene a con Matic e risolve il problema sul piano atletico. Gli manca il suo strapotere fisico risul- arricchimento enorme per la
La Roma buca spesso central- rerà velocemente. campionato possibile. che a partita iniziata. rob.mai. freno i nervi. più grande: segnare. Difende qualcosa nello spunto negli ta decisivo. Con una progres- Roma.
mente. E’ anche colpa sua. Ma Kastanos 6 Kristoffersen (28’ st) sv Davide Nicola, 49 anni GETTY Bonazzoli 6 ©RIPRODUZIONE RISERVATA Smalling 6,5 anche benino, a parte un paio ultimi 20 metri. In compen- Gianluca Mancini GETTY sione superba manda in por- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
4 SERIE A SERIE A 5
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
SALERNITANA-ROMA 0-1 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO SALERNITANA-ROMA 0-1

La prima attesa dell’argentino

Joya a sprazzi
e quel palo
che emoziona
di Massimiliano Gallo La cura Mourinho funzionerà

È
al minuto 35 del primo
tempo che immaginia-
anche per lui: all’Arechi subito
L’allenatore mo Mourinho abboz-
zare un sorriso dietro
tocchi e visione di gioco. Alla fine
giallorosso si gode l'apparente maschera di cera.
Proprio di fronte alle panchine, sono stati 46 i palloni toccati
il primo successo L’esultanza
Paulo Dybala rincorre e scalcia
un avversario pur di non farlo Ora dategli soltanto il tempo
e sottolinea della Roma
e, a destra,
passare sulla trequarti. Riuscen-
doci peraltro. Se conosciamo un to. Lui lo interpreta come sa. sua mattonella: calcia di poco

una caratteristica un duello tra


Zaniolo e
minimo il tecnico di Setubal, è
quello il momento in cui avrà
È sempre nel vivo della mano-
vra. A fine primo tempo è l'uo-
alto. Si vede che ha il passo lun-
go di chi ragiona in termini di

già ben delineata Coulibaly


GETTY, LAPRESSE
pensato che la cura portoghe-
se riuscirà anche con l'argenti-
mo d'attacco che ha toccato più
palloni: trenta (saranno qua-
stagione e non di partita.
Quando quei tre là davanti si

Mourinho promuove tutti


no. Non a caso gli ha fatto gio- rantasei a fine match). Nella accendono, il cuore dei romani-
di Roberto Maida servando che Paulo e Nico non care 88 minuti. ripresa forse cala un po' ma lo sti si allarga. Come al 25esimo:
INVIATO A SALERNO hanno centrato la porta e che Quello di Dybala è stato un spirito di sacrificio resta intat- Abraham serve Dybala che di

E’
avrebbero potuto fare due o tre esordio all'altezza delle aspet- to: spesso e volentieri lo si ri- prima apparecchia Zaniolo con
un’idea, un program- gol a testa. Ma per me hanno tative. Tocchi, visione, idee, trova davanti alla propria area la porta spalancata: Nicolò cal-
ma. La Roma ancora fatto entrambi una partita stra- squarci di gioco, e quell'intesa quando c'è da fare massa con- cia fuori ma quasi quasi poco

«La mia Roma è matura»


non demolisce gli av- ordinaria. Paulo ha sicurezza con Abraham e Zaniolo che può tro gli attacchi della Salernita- importa. L'argentino si aggira
versari, semmai li cu- con la palla, detta i tempi per scatenare i desideri più proibiti. na. per il campo con l'aria di chi sta
cina a fuoco lento stordendo- unire le linee, è stato bravis- La prima dell'argentino in Se- Il Dybala romanista gioca fiutando la preda. Aspetta solo
li e annichilenendone gli slan- simo. Quanto a Zaniolo, beh, rie A con la maglia della Roma con la sicurezza di chi è con- il momento buono. Persino l'A-
ci. Ma è una squadra che ha l’ho visto cattivo e determina- è un concentrato di attesa ed sapevole. È un emotivo, come rechi trattiene a stento un ohh
un progetto molto intrigante. to. Andava negli spazi, strappa- emozioni. Gli occhi sono tutti ha rivelato Tiago Pinto. Ma non di meraviglia quando si libera
La vittoria di Salerno confer- va, sono contentissimo di come per lui. O quasi. È la ciliegina al punto da avere la fregola di di un granata con un tocco di
ma i segnali emersi nelle ulti- ha giocato». Abraham ha delu- sulla torta di una squadra dei dover dimostrare. Fa scaldare esterno. Sembra tutto pronto
me amichevoli: la granitica so- so e per la prima volta nella ge- sogni, anche se Mourinho gio- i motori. Uno dei primi palloni per il gol. Siamo al 44esimo.
lidità difensiva, le immense po-
tenzialità offensive. I duemila
Per adesso José Mourinho af-
ferra gli indizi che ritiene pro-
«Non abbiamo fatto i gol che avremmo meritato, versario: «La Salernitana è mol-
to cresciuta rispetto all’ultima
stione Mourinho è stato sosti-
tuito per primo: «A me Tammy
ca comprensibilmente a fare il
pompiere. E lui, Paulo, non tra-
che arriva dalla sue parti, lo la-
scia scorrere. Poi si esibisce in
Zaniolo va via in verticale con
la prepotenza di un giocatore
tifosi arrivati a Salerno posso-
no festeggiare, non solo per-
banti per il futuro: «Mi è pia-
ciuto tutto. Ovviamente avrei
ma abbiamo saputo gestire senza sofferenze volta in cui siamo venuti qui,
ha molto talento e ha aggiunto
sembra perfettamente integra-
to con gli altri. Nel test contro
disce. Si ritrova in divisa bian-
ca dopo sette anni in biancone-
una scivolata, giusto per capi-
re che fa sul serio. Viene trat-
di football americano, e ricam-
bia la cortesia: Dybala taglia, lui
ché vincere in trasferta è sem-
pre un merito ma anche per-
preferito stare più tranquillo,
vincendo 3 o 4 a zero. Ma ho Zaniolo e Dybala a secco? Entrambi straordinari» calciatori da pochi giorni. Con il
lavoro crescerà, perché ha una
lo Shakhtar ha fatto quattro as-
sist. L’ho sostituito perché ave-
ro. Piazze completamente di-
verse. A Torino una presenta-
tenuto per la maglia da Couli-
baly. Ha una punizione dalla
lo serve, e la Joya con Sepe in
uscita tocca piano piano come
ché il risultato è venuto senza apprezzato che la squadra ab- rosa importante». vo Matic in panchina. Quan- zione come quella al Colosseo si fa a biliardo. Palo. A inizio se-
alcuna difficoltà. Il problema bia avuto la maturità di gesti- tensità per novanta minuti, an- e Wijnaldum, poi, la Roma ha tica. Certo vorrei avere dei ri- do hai un saltatore come Ne- quadrato non gliel'hanno mai condo tempo, ha un'occasione
della Roma, all’Arechi, è sta- re il risultato. Di solito in questi che perché faceva tanto caldo. congelato il gioco impedendo cambi in attacco in stile Man- I QUATTRO. Con i quattro me- manja in fase difensiva puoi fatta. Ancora deve giocare una simile, da posizione più defi-
ta la scarsa lucidità sotto por- tipi di partite, quando hai tante E poi siamo solo alla prima di alla Salernitana di avvicinarsi a chester City. Nel Liverpool esce ravigliosi davanti la Roma non decidere di rinunciare alla fi- partita e tanti tifosi bianconeri In divisa bianca lata: il tiro è largo. Le occasio-
ta, con Abraham ancora lon-
tano dalla migliore condizio-
occasioni da gol, finisce male,
o comunque rischi di soffrire.
campionato». Rui Patricio: «Sì, abbiamo gen-
te pronta a gestire le situazio-
Luis Diaz ed entra Diogo Jota.
Noi siamo in un’altra dimen-
ha mai perso stabilità. Certo,
avrebbe dovuto segnare di più.
sicità di Abraham. In quel mo-
mento preferivo usare Dybala
già lo rimpiangono.
Si sistema a destra, da lì può dopo 7 anni ni non mancheranno. Ieri sera
da Dybala i romanisti volevano
ne e il duo Zaniolo-Dybala im-
preciso. Però è un difetto che
Invece non è successo: signifi-
ca che siamo stati bravi. Non
CALMA. Rispetto all’anno scor-
so le alternative lo rasserenano.
ni, come Matic o Wijnaldum.
Anche il finale di partita è sta-
sione. Ma dobbiamo ragiona-
re secondo le nostre possibili-
Mourinho va diretto su Dyba-
la e Zaniolo: «Sono sicuro che
come centravanti perché Paulo
è uno che non perde mai palla».
aprire il gioco o la difesa della
Salernitana. Mourinho gli af-
di bianconero solo la conferma di poter sogna-
re. Possono dirsi soddisfatti.
il gruppo, da solo, correggerà. potevamo avere la stessa in- Con gli esordi di Matic, prima, to tranquillo, senza grande fa- tà». Anche in relazione all’av- tutti noteranno i numeri, os- ©RIPRODUZIONE RISERVATA fida il ruolo di regista avanza- Dybala conquista ©RIPRODUZIONE RISERVATA

LE PAGELLE: SALERNITANA LE PAGELLE: ROMA

Bonazzoli crea pericoli Mancini, attento e utile


SALERNITANA di Roberto Maida
Nicola (all.) 6 INVIATO A SALERNO
Con tante assenze e quattro

Coulibaly sbaglia troppo Zaniolo nel posto giusto


ROMA
debuttanti, un paio appena
recuperati sotto alle scalette 6 4,5 Mourinho (all.) 6,5 7 5,5
dell’aereo, resta in partita fino Punta sul blocco di Tirana più
alla fine. E’ un merito. Non IL MIGLIORE IL PEGGIORE Dybala e Spinazzola. E viene IL MIGLIORE IL PEGGIORE
sono queste le partite su cui Bonazzoli Coulibaly premiato dal risultato. Alla Cristante Abraham
edificare la salvezza. Peraltro fine si dirà soddisfatto della
la Salernitana è messa bene in non commette errori dram- Si muove molto, alternando Vilhena 7 Il più pericoloso della Saler- prestazione. Quante occasio- Prende un giallo: è una noti- di disattenzioni. Conferma di so dietro non concede nulla. ta Dybala. Cala nella ripresa.
campo e ha giocatori interes- matici. cose buone ad altre situazio- Non è Ederson, ma ha qualità nitana. Stuzzica Rui Patricio ni buttate via, però: non sem- zia. Per il resto tutto ok, an- essere uno di quei calciatori ai Dybala 6 Wijnaldum (33’ st) sv
santi che lasciano immagina- Fazio 6 ni confuse. e personalità. Con il piede si- da lontano, muove i difensori pre puoi difendere con questa che perché la Salernitana crea quali gli allenatori non rinun- Nel tocco di palla, nelle scel- Esordisce in A e segna. Ma è
re un futuro roseo. Sulla velocità soffre gli ex Ribery (9’ st) 5,5 nistro smista palloni anche a avversari. Nel secondo tempo facilità un vantaggio minimo. poco. ciano volentieri. te, è già padrone della scena. in fuorigioco.
Sepe 6 compagni. Ma non dispiace Gli anni passano, Franck. Trot- lunga distanza. Occorre dar- sbatte troppo contro i difen- Rui Patricio 6 Ibañez 6 Pellegrini 6 Sotto porta però non è affila- Abraham 5,5
Benedice la spalla per il prodi- per partecipazione alla ma- terella sul campo senza garan- gli il tempo di ambientarsi ma sori e per questo gira al largo. Evita la brutta figura su Bo- Vivace ma non sempre con- Nel mezzo cerca di tenere l’as- to, incluso il palo. Conclude E’ sempre utile nei duelli, nel-
gio su Zaniolo. Sul gol di Cri- novra. Cerca addirittura un tire quel plus di talento che l’inizio è molto incoraggian- Botheim 5 nazzoli grazie a un balzo qua- centrato: nella ripresa sban- setto in equilibrio. Nel fina- la partita da centravanti tat- le respinte in area. Ma davan-
stante viene ingannato dal- gol di tacco nell’area romani- compenserebbe le difficoltà te. Sembra un ottimo acqui- Bodø-Roma è finita da un pez- si fuori tempo massimo. E’ l’u- da un po’. le sale sulla trequarti, ma la tico, sfinito. ti non combina niente di pro-
la deviazione. Dybala invece sta. E’ una garanzia per que- dinamiche. sto per la Salernitana. zo. Il ricordo dei fasti norve- nico brivido della notte cam- Karsdorp 6 Roma ormai è protesa al con- El Shaarawy (44’ st) sv duttivo. Tanto è vero che Mou-
lo grazia. sta squadra. Coulibaly 4,5 Mazzocchi 6,5 gesi stavolta non lo sostiene. pana. Fatica contro Mazzocchi, chiu- trollo del risultato. Entra nel finale. rinho, udite udite, sostituisce
Bronn 6 Candreva 6 Comincia con un erroraccio Punge e salta. Esce perché non Va rivisto in altri contesti, per- Mancini 7 de in crescendo. E a tempo Spinazzola 6 Zaniolo 6 lui per primo.
Approccio timido alla Serie A: Debutta a poche ore dallo nel palleggio che libera Zanio- ne ha più, non certo per deme- ché il suo unico spunto è una Ammansisce Botheim, di cui scaduto in contropiede per Preferito a Zalewski, ha biso- Spreca tre occasioni nei pri- Matic (23’ st) 6
dalle sue parti Zaniolo picchia sbarco, non puoi chiedergli lo, rischia il giallo su Dybala rito. Era stato uno dei migliori. punizione procurata al limi- non ha dimenticato le beffe poco non segna il 2-0. gno di tempo per tornare a re- mi 24 minuti. Però è sempre La sua prima in A serve a rin-
duro. Ma alla lunga la situa- chissà cosa. Tiene botta, cer- e lo prende su Pellegrini, cor- Sambia (17’ st) 6 te dell’area. norvegesi, e costruisce gioco Cristante 7 gime. Ma il suo secondo tem- nel posto giusto, quando ser- forzare gli argini. E a riparti-
zione migliora. cando di distribuire palloni e regge nella sua porta il tiro di Aiuta la spinta. Ha una forza Valencia (17’ st) 5,5 con cura. Tra i più bravi, an- Riserva a chi? Vince il duello po è confortante, soprattutto ve: anche sul gol di Cristante, re. Avere un cambio così è un
Gyomber 5,5 trasmettere serenità. Miglio- Cristante. Il peggior inizio di fisica che servirà a Nicola an- Quasi invisibile. che nella continuità. E tiene a con Matic e risolve il problema sul piano atletico. Gli manca il suo strapotere fisico risul- arricchimento enorme per la
La Roma buca spesso central- rerà velocemente. campionato possibile. che a partita iniziata. rob.mai. freno i nervi. più grande: segnare. Difende qualcosa nello spunto negli ta decisivo. Con una progres- Roma.
mente. E’ anche colpa sua. Ma Kastanos 6 Kristoffersen (28’ st) sv Davide Nicola, 49 anni GETTY Bonazzoli 6 ©RIPRODUZIONE RISERVATA Smalling 6,5 anche benino, a parte un paio ultimi 20 metri. In compen- Gianluca Mancini GETTY sione superba manda in por- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
ISCRIVITI FINO AL 15.8

*
Contratto promozionale McFIT Forever Active | Per i contratti conclusi dal 27.7 al 15.8.2022 inclusi, durata minima contrattuale 15 mesi | La quota mensile per i primi 12 mesi è pari a 29,90 € o 34,90 € a seconda del prezzo mensile a regime in vigore nel
centro di sottoscrizione del contratto | Dal 13° fino al 15° mese inclusi, ovvero per 3 mesi, la quota mensile è pari a 0 € | Il contratto di abbonamento in offerta può essere stipulato nei centri fitness McFIT in Italia o online attraverso il sito mcfit.com | Quota di
attivazione Membercard 0 € | In assenza di disdetta tramite area riservata sul sito internet almeno 15 giorni prima della scadenza, il contratto si rinnoverà automaticamente di 6 mesi in 6 mesi, e così via, ai prezzi mensili sopra indicati | L’abbonamento
consente l’accesso alle palestre McFIT che abbiano un prezzo uguale o inferiore a quello del proprio contratto | L’offerta è valida solo per chi ha già compiuto 15 anni, per chi non è già un Abbonato di RSG Group Italia S.r.l. e per i precedenti Abbonati
che, in passato, abbiano regolarmente versato le proprie quote di abbonamento | Diritto di recesso entro 14 giorni dalla sottoscrizione/conclusione del contratto | Offerente: RSG Group Italia S.r.l., Viale Fulvio Testi 29, 20162 Milano
SERIE A 7
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
CORRIERE DELLO SPORT - STADIO SALERNITANA-ROMA 0-1

Un’azione
d’attacco granata
con Dylan Bronn

L’allenatore
granata
soddisfatto
nonostante
la sconfitta
di misura:
«Ho visto
dei progressi
rispetto
alla gara
con il Parma»

Nicola: Serve tempo


di Franco Esposito
SALERNO

N
icola e Mourinho si
abbracciano in sala
stampa, scambian-

La Salernitana crescerà
dosi reciproci com-
plimenti. «Sono contento della
crescita rispetto alla gara con-
tro il Parma - esordisce Davide
Nicola – considerando che c’e-
rano tre giocatori nuovi come
Vilhena, Bronn e Candreva,
che possono sicuramente mi-
gliorare. Bronn ha aggressivi-
tà, deve integrarsi bene in al- «Abbiamo disputato una partita ordinata contro una squadra forte baricentro, ad un certo pun-
to abbiamo cercato di aggirar-
cune letture difensive. Non c’è
ancora il livello di aggressivi- Non c’è ancora l’aggressività. Bisogna completare il nostro progetto» li in ampiezza, ma non c’era
quella caratteristica utile per
tà che piace a me, non siamo arrivare fino in fondo. E sul-
ancora così lucidi e qualitativi gruppo. Ha fatto bene, il pub- ro – sottolinea Nicola - che la pretate meglio. Gyomber è ri- il quale avremmo potuto fare la riconquista della palla loro
come vorrei, ma vedendo lo blico lo ha applaudito. Ed è gara di stasera dimostra che entrato dopo due mesi ed ha meglio. Sono contento che il avevano capito che avrebbe-
spirito ovviamente sono sod- stata l’occasione per vedere la qualità della Roma è supe- fatto una prestazione impor- nostro pubblico ha visto una ro potuto metterci in grande
disfatto per il momento. Dob- all’opera Sambia, che è ancora riore. La nostra umiltà è sta- tante. Io so che, mantenendo squadra diversa rispetto alla difficoltà. Riempire l’area di
biamo completarci, integrare in ritardo di condizione. Ripe- ta quella di averla riconosciu- questa aggressività, possiamo gara di Coppa Italia. Perché rigore resta un principio fon-
subito Radovanovic e Brada- to: nel complesso mi è piaciu- ta e aver tenuto la partita in valere molto di più». pochi giocatori in area avver- damentale del nostro lavoro e
ric e portare tutti alla massima to lo spirito e se c’è lo spirito piedi, anche se alcune ripar- saria? L’umiltà della Roma ha dobbiamo completarci. Ogni
espressione fisica e tecnica». si può lavorare alla grande». tenze potevano essere inter- PROGRESSI. «Non c’è una portato a far abbassare il loro squadra ha il suo percorso,
cosa che non mi è piaciuta – stiamo cercando di avere una
SAMBIA-MAZZOCCHI. Uno PROSPETTIVE. La Salernita- aggiunge Nicola - ma ci sono formazione che abbia un cri-
dei cambi che ha fatto discu- na può crescere molto. A Udi- molte cose da migliorare: la terio. Poi quando vengono a
tere sugli spalti è stato quel- ne ci sarà Maggiore, ma la so- «Vilhena, Candreva scelta delle giocate, l’impo- «Si potevamo giocare qui si entusiasmano
lo di Mazzocchi con Sambia.
Ma Nicola spiega tutto: «Maz-
cietà sta lavorando per pren-
dere anche un attaccante e e Bronn di sicuro stazione da dietro, la rotazio-
ne dei centrocampisti, i movi- sfruttare alcune e capiscono dove sono venu-
ti. Il mercato resta aperto e
zocchi è uscito perché in que-
ste ultime settimane non ave-
forse anche un altro giocatore.
«Cerco sempre di essere am-
miglioreranno menti delle punte. Ho messo
le mani nei capelli a un certo
ripartenze. Occorre quindi vedremo cosa riusci-
remo a fare».
va fatto tutto il lavoro con il bizioso ma obiettivo. È chia- Bravo Gyomber» punto per un passaggio con lavorare sodo» ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Anche Maggiore SALERNO – E ieri sera in


Tribuna all’Arechi c’era
recato in sede per la firma
del contratto. Come
Iervolino, che in meno di
una settimana ha portato
quelle le ha già fatte) e
sarà a disposizione di
ieri in tribuna: anche Giulio Maggiore, da
poco diventato un nuovo
anticipato venerdì dal
Corriere dello Sport-
in dote a Nicola ben
quattro calciatori:
Nicola in vista del match
di Udine. Ha esordito nello
oggi le visite, calciatore della
Salernitana. L’ormai ex
Stadio, il ventiquattrenne
centrocampista si è legato
Vilhena, Bronn, Candreva
e Maggiore. Prezioso il
Spezia a soli 18 anni. In sei
stagioni è diventato una
poi firmerà Spezia era arrivato in
tarda mattinata al Grand
al club campano fino al
2026 con un ingaggio di
lavoro strategico e
silenzioso
bandiera e poi il capitano
del club ligure (175
fino al 2026 Hotel Salerno
accompagnato dagli
circa 1 milione di euro. Allo
Spezia vanno 4 milioni,
dell’amministratore
delegato Maurizio Milan.
presenze e 14 gol),
contribuendo alla storica
Guadagnerà agenti Lucci e
Manfredonia, poi nel
bonus compresi. Decisivo
anche in questo caso
Oggi Maggiore sosterrà le
visite mediche (non di
promozione in A.
fr.esp.
1 milione l’anno Giulio Maggiore, ex Spezia primo pomeriggio si era l’intervento del presidente idoneità agonistica perché ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Redazione ROMA STAMPA - MONZA (MB) Monza Stampa S.r.l. PREZZI DI VEN DITA servizio postale. Una copia fornita separatamente, ai sensi
00185 - Piazza Indipendenza 11/b. - ROMA Via Buonarroti, 153 ALL’ESTERO: arretrata € 3,00 c/c postale n. dell’art. 13 del Regolamento UE
Tel. 06 49921 - Fax 06 4992690 Società Tipografico Editrice Capitolina S.r.l. Londra £ 2,00; Malta € 2,50; 29367000. Sped. abb. post. D.L. 2016/679 nonché del D.lgs. 196 del
Via dei Mille, 1; Via Giacomo Peroni, 280 - TREVIGLIO (BG) Sigraf S.r.l. Via Redipuglia, 77
Redazione MILANO Monaco Pr. € 2,50; Slovenia € 2,50; 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 2003, come modificato dal D.lgs.
Via Buonarroti 153 - Monza - CAGLIARI L’Unione Sarda S.p.A. - Centro DIFFUSIONE: tel. 064992491 Svizzera Fr. S. 3,50; Svizzera n. 46 art. 1, comma 1, DCB) Roma 101/2018. Per l’esercizio dei diritti di
Direttore Responsabile Tel. 039 2029895 Stampa Via Omodeo 5 - 09030 Elmas DISTRIBUZIONE: distributore per l’Italia Tedesca Fr. S. 3,50; Svizzera Tic. Fr. Informativa Privacy: La cui al Capo III del Regolamento UE
IVAN ZAZZARONI Fax 039 833459 - GRISIGNANO DI ZOCCO (VI) Centro Servizi Pressdi - Distribuzione Stampa e Multimedia S. 3,50. informiamo che i Suoi dati personali
2016/679, nonché del D.lgs.
Redazione NAPOLI Editoriali S.r.l. - Via del Lavoro, 18 S.r.l. - Segrate ABBONAMENTI: ufficio saranno trattati con modalità
Condirettore 196/2003, come modificato dal
80133 - Vico San Nicola della abbonamenti, tel. 06 4992312. informatiche o manuali per l’invio
- IMOLA Centro Servizi Editoriali S.r.l. PUBBLICITÀ: Concessionaria esclusiva D.lgs. 101/2018, si prega di rivolgersi
Alessandro Barbano Dogana 9 Tel. 081 7643944 Via Selice, 187/189 per l’Italia e per l’estero: SPORT NETWORK s.r.l.
Costo abbonamento ITALIA, del Corriere dello Sport - Stadio,
7 numeri, annuo € 410,00, esclusivamente ove vi sia una al Titolare del trattamento,
Caporedattori P.za Indipendenza 11/b Roma 00185 - MESSINA Società Editrice Sud S.p.A. Uffici: Milano 20134, via Messina, 38 semestrale € 205,00; 6 numeri, idonea base giuridica e nei limiti in scrivendo al Corriere dello Sport
Alberto Dalla Palma, Giuliano Riva - Reg. e Trib. Roma n. 210 dell’8 Via Uberto Bonino, 15/C tel. 02 349621 - fax 02 34962450. Roma 00185 annuo € 354,00, semestrale € cui questo sia necessario. Una Piazza Indipendenza 11/b 00185
ottobre 1948 - Certificati ADS - MODUGNO (BA) SE.STA S.r.l. P.zza Indipendenza, 11/B 174,00; annuale 1 giorno € 64,00, informativa dettagliata Roma o al seguente indirizzo
n. 9030 e n. 9031 del 6-04-2022 Viale delle Magnolie, 23 tel. 06 492461 - fax 06 49246401. semestrale € 31,00. Spedizione con sul trattamento dei dati personali è abbonamenti@corrieredellosport.it
TITOLARE DEL TRATTAMENTO DATI PERSONALI
CORRIERE DELLO SPORT s.r.l.
Il prezzo del quotidiano è € 1,50 - In abbinamento obbligatorio: con il Messaggero in Abruzzo a € 1,40; con il Nuovo Quotidiano di Puglia + il con DVD Chips prima uscita € 3,99
RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO
Corriere dello Sport (ediz. verde) con: Il Giornale in Veneto a € 1,50; Messaggero a Bari e Foggia a € 1,50; con Il Giornale a Genova e comuni limitrofi, con DVD Chips dalla seconda uscita € 7,99 ad ogni prodotto collaterale
IVAN ZAZZARONI Corriere dello Sport (ediz. rossa) con: Il Giornale in Friuli a Lecce, Taranto e Brindisi e rispettive province a € 1,50; con il Corriere di Siena e va aggiunto il costo del giornale.
con Collana Brividi d’estate € 8,90
(Regolamento UE 2016/679, D.lgs. 196/2003, come ed in Trentino Alto Adige a € 1,50; Arezzo a € 1,40; con La Città a Salerno e provincia a € 1,50.
modificato dal D.lgs. 101/2018) con la T-shirt “Pazzo di Joya” € 12,90
8 SERIE A SERIE A 9
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
LAZIO-BOLOGNA 2-1 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO LAZIO-BOLOGNA 2-1

IL COMMENTO IL COMMENTO

Un colpo Il Bologna
e Mau chiude soffre
il cerchio in punta
di Xavier Jacobelli di Italo Cucci

O D
rgogliosa, irriduci- ivagazioni ferragostane
bile, mai doma, la con stornellata sanre-
Lazio ha vinto una mese. Non è - potrebbe
partita che aveva ri- essere - un sereno ricor-
schiato di perdere dopo l’er- do dell’amico Garellik , è sempli-
rore di Maximiano, inopina- cemente la cronaca (musicata)
tamente capace di lasciar- di Lazio-Bologna 2-1. Una par-
Immobile (32) la in dieci quand’erano tra- tita poco seria. Con Immobile
esulta insieme scorsi soltanto 300 secondi in più. Ciro è l’unico che gioca
a Marcos dall’inizio. senza distrarsi, senza fantasti-
Antonio (22); Se la prima impressione è care, con i piedi, con i piedi, e
più a destra quella che conta, la squadra segna gol come Nordahl - giu-
il gol decisivo di Sarri andrà molto lonta- sto per i curiosi - mentre il Bolo-
ANSA, ROSI no. gna non ha nessuno che segni i
1) Non si è disunita né dopo gol come Schiavio. Anche meno:
l’espulsione del portiere, su- come Nielsen, come Signori... E

All’Olimpico bito brillantemente sostituito


da Provedel né dopo il rigo-
dice bene Sinisa, alla fine, dopo
aver rischiato di battere la Lazio,

gara vibrante re di Arnautovic né quando il


nervosismo per l’andazzo che
e invece ha perso, che il dolore
rossoblù è sempre lo stesso: sof-

dalle mille stava prendendo l’incontro


sembrava potesse tradirla;
fre in punta. Con tutto che Ar-
nautovic ci mette del suo.

emozioni: 2) Lazzari è stato il trascina-


tore, l’uomo che ha letteral-
Ecco, con le mani comincia
Lazio-Bologna, perché il bello

nel finale, mente ribaltato la partita e


non soltanto perché ha cau-
del calcio è anche una partita
decisa dal fallo di mano fuori

quando ormai sato l’espulsione di Souma-


oro ed è stato determinan-
area di rigore di un portiere,
il povero Maximiano (mi vie-

il pari sembra te nell’azione del pareggio.


La prova dell’esterno è stata
ne in mente quello dell’Inter,
Radu, che proprio a Bologna

inevitabile, magistrale dal primo all’ul-


timo istante cui è rimasto in
con una follìa ha fatto perdere
lo scudetto ai nerazzurri azzur-

spunta Immobile campo.


3) Immobile ha immediata-
ri e che ieri si è ripetuto, pove-
ro lui) evento fra i più rari nel

che regala mente onorato la sua fama,


guadagnata diventando uno
calcio. Lazio in dieci, segna Ar-
nautovic su rigore e festeggia

i primi tre punti dei più grandi cannonieri a li-


vello internazionale: è il caso
troppo. Giallo. Il vantaggio dà
alla testa a Soumaoro che si fa

ai biancocelesti di ribadirlo sempre perché


tale è l’attaccante che ieri ha
cacciare prendendo due gialli
in quattro minuti. Parità nume-

INTRAMONTABILE CIRO
segnato il gol numero 183 in rica.
maglia laziale, il numero 151 Partitaccia piena di passio-
in Serie A, per quattro volte naccia. Calcio agostano, squadre
ha vinto la classifica dei mar- ancora da fare, idee da limare.
catori e nelle ultime tre sta- Corpi da strutturare. Polmoni da
gioni ha viaggiato alla media carburare. Calciatori con la scu-
siderale di 32 reti fra campio- sa. L’arbitro Massimi è quello che
nato e coppe. lavora di più, con il Var. Finché
4) Forse sarà stato un caso, arriva il pareggio laziale su auto-
ma, inserito Luis Alberto, il rete di De Silvestri su rimpallo in-
centrocampo ha funziona- felice di Skorupski. Con le mani,
to ancora meglio. Tant’è con il petto, con la gam-
vero che l’azione deci- ba, con la testa ciao
siva è stata firmata Luis ciao. Una farsa? No,
Alberto, Milinkovic Sa- è il calcio che pas-
LA MOVIOLA
di Fabrizio Patania
ROMA
Maximiano espulso subito, il Bologna gioca e segna po di testa di Romagnoli, poi
solo Bologna, capace un po’ di Edmondo Pinna
Maximiano esce e con la
mano destra prende il
calcio al ginocchio destro
dell’avversario. Bel caso,
LAZIO
2 BOLOGNA
1
vic, Immobile.
Se entro il pri-
sa il convento. Non
puoi enuncia-
4-3-3 3-5-2
Arnautovic fa 1-0 su rigore ma poi cresce la Lazio
U
alla volta di prendere campo edmondo_pinna pallone fuori dall’area. Per come detto, accese mo settembre, te moduli,
n italiano, un ser- e avvolgere l’area. Schouten arbitro e soprattutto proteste, anche sopra i 29 Lotito e Tare mosse tat-
Massimi non
77
bo e uno spagnolo.
Non è una barzellet- Rosso a Soumaoro, De Silvestri autogol, infine il 2-1 impostava, bravo Arnautovic
a muoversi da pivot, De Sil-
assistente numero due,
Scarpa, tutto regolare, ma
limiti, da parte di
Immobile, che se la cava
Marusic
88
De Silvestri
5
prendono
anche un
tiche più
o meno
ta. Dentro ci sono il
talento e la furbizia dei tre lebrati, Immobile è l’eccezio- ro dall’intervallo. Il francese distanza sotto la pressione di
vestri e Sansone si inseriva-
no a destra, dove Marusic e
al top ma ok non è così. Un errore grave.
Ghersini al VAR richiama
con un rimbrotto. Anche
quando va a spingere
13
Romagnoli
Basic 20
Zaccagni 9
21
Soriano
Soumaoro
terzino
sinistro
astute,
pensa al
rossi e il rigore
17
1 Cataldi 17 Arnautovic
campioni della Lazio. Altro ne: segna più di tutti, è l’uni- di origini maliane, perdona- Felipe e soprattutto Lazzari, Zaccagni erano in sofferenza. l’arbitro all’OFR anche Arnautovic per l’esultanza 32
30 Medel 28 capace di maestro
Maximiano Immobile Schouten
che schemi, conta la differen- co vero centravanti italiano e to nella prima mezz’ora da il migliore in campo e il più perché si tratta di Dogso dopo il gol. 10 Skorupski fare le so- Sarri
za tecnica. Loro hanno co- non esistono concorrenti in Massimi per alcuni interven- in forma della Lazio. SORPASSO. Nella ripresa, Partita molto chiaro: Arnautovic è nella 4 7 Sansone 8 vrapposizio- che ìs-
struito il gol decisivo, beffan- Nazionale, per cui il ct Man- ti ai limiti, era già ammonito dieci contro dieci, la Lazio complicata per voto «probabilità di (...) INGENUITÀ Patric
21 Felipe Anderson Dominguez 22
Lykogiannis
ni, Sarri chiu- tudia e
do il Bologna dopo ottanta cini a settembre continuerà a e ha steso Lazzari al quarto IN SALITA. Sarri lo aveva ha ripreso ad attaccare. Sarri Massimi, forse 6 guadagnare il controllo del Estremamente ingenuo 29
S. Milinkovic
50
de il cerchio. insegna
minuti di tensione e di sudo- chiamarlo. Basterebbe il suo minuto di recupero del pri- spiegato. I carichi di lavoro quest’anno ha una panchina anche sopra le sue pallone», oltre ad avere Soumaoro, subito falloso Lazzari Cambiaso Con Cancellieri, tutto;
re, nella fornace dell’Olimpi- nome per considerare la La- mo tempo. Una follia inspie- estivi non sono ancora stati lunga. Ha inserito Luis Alber- possibilità: ha distanza dalla porta, (4 falli commessi in 47 sulla carta ingag- non puoi
co. Luis Alberto, separato in zio da Champions. gabile, capace di ristabilire la assorbiti. Si è aggiunto il rap- to in regia e ha cominciato a provato a tenerla (per direzione del gioco e minuti): già ammonito, ALLENATORE: Sarri ALLENATORE: Mihajlovic giato per fare il commen-
casa sino a pochi giorni fa, ci parità numerica e di riporta- tus di Maximiano. Un esor- spingere con forza sulla fascia questo 6), ma è caduto in posizione e numero di entra con la gamba destra SOSTITUZIONI: 8’ pt Provedel per SOSTITUZIONI: 1’ st Bonifazi per San- vice Immobile, ma tare seria-
Basic; 20’ st Luis Alberto per Cataldi; sone; 20’ st Kasius per Lykogiannis,
ha messo il piede, sorpren- SVOLTA. Sarri l’ha vinta e re l’inerzia dalla parte del- dio da incubo per l’erede di destra. Lazzari, imprendibile tanti piccoli errori tecnici difendenti. In quest’ultimo direttamente su Lazzari, 38’ st Cancellieri per Felipe Anderson, Aebischer per Soriano; 29’ st Barrow a sette minuti dal- mente quel
dendo Arnautovic. Milinko- portata a casa con la pazien- la Lazio nella ripresa. I ros- Reina e Strakosha. Invece di per Bonifazi e Cambiaso, ha (falli, un angolo e rimesse caso, Patric - che è lì nei senza possibilità di Vecino per S. Milinkovic, Hysaj per per Dominguez; 41 st E. Vignato per la fine è entrato e ch’è succes-
vic, di prima e di piatto, ha za, la classe superiore di cui soblù erano riusciti a sbloc- rinviare il pallone con i pie- costruito più di un’occasione invertite) e disciplinari pressi - si tiene lontano prendere il pallone. Lazzari Cambiaso A DISPOSIZIONE: Bardi, ha fatto benissimo so, no, solo
servito un assist al bacio. Il dispone in campo e in pan- carla su rigore (fallo di Zac- di, lo ha preso con le mani e lo slalom da cui è nato l’au- (scusate, ma Rocchi non dalle operazioni per A DISPOSIZIONE: Adamonis, Gila, S. Bagnolini, Angeli, Motolese, Amey, l’esterno, pur sen- amareggiar-
Radu, Kamenovic, Marcos Antonio, Mbaye, Urbanski, Orsolini, Raimondo
solito e immenso Ciro si è av- china, oltre a una buona or- cagni su Sansone) realizzato fuori area in tuffo e se lo è togol di De Silvestri. Manca- aveva detto basta agevolare l’uscita del suo REGOLARE Bertini, Romero, Raul Moro ESPULSI: 49’ pt Soumaoro per doppia za aver mai soste- ti perché una
ventato come un falco sul pal- ganizzazione difensiva. La La- da Arnautovic e avevano dato riportato dentro. Inevitabile vano altri venti minuti. Sini- sceneggiate?). Più portiere. Ok il 2-1 di Immobile: lo ESPULSI: 7’ pt Maximiano (L) per ammonizione. AMMONITI: 23’ pt nuto un allena- botta... di for-
lone e ha firmato il sorpasso, zio, in dieci per l’espulsione la sensazione, con l’uomo in l’intervento del Var a sanare sa ha messo dentro Barrow, dell’assistete che suo tiene in gioco Bonifazi comportamento non regolamentare; Sansone, 40’ pt Soumoro, 8’ st Cam- mento in quel tuna ci stava
infilando Skorupski. Bonifazi di Maximiano, non si è disu- più, di poterla controllare e la distrazione di Massimi e ma Ciro ha trovato il guiz- l’errore sul rosso a RIGORE NETTO sull’assist di Milinkovic AMMONITI: 13’ st Sarri, 45’ st Im- biaso per gioco falloso; 39’ pt Arnau- ruolo dall’ini- per comincia-
mobile per proteste; 26’ st Lazzari tovic per comportamento non rego-
lo teneva in posizione rego- nita e ha rischiato poco, re- cercare il raddoppio. Diago- del guardalinee. Mau, in die- zo del sorpasso. Sono entra- Maximiano, bene sul rigore Netto il rigore assegnato al Savic. per proteste lamentare
zio della pre- re un campio-
lare. Perla numero 183 della stando in partita. Mihajlovic, nale fuori misura di Sanso- ci dopo 7 minuti, ha tolto Ba- ti anche Vecino, Hysaj e Can- e il rosso a Soumaoro, la Bologna: Zaccagni non si parazione. Vai nato difficile. E
collezione con la Lazio, stes- vecchio cuore laziale a cui di- ne, sacrificato nell’interval- sic e inserito Provedel, chie- cellieri. Pura resistenza con chiude con 29 falli, 2 rossi e accorge che dietro di lui VAR: Ghersini 6,5 MARCATORI: 38’ pt Arnautovic (B, rigore); 23’ st De Silvestri (B, autogol); così, Lazio. Il invece con Im-
so bottino in carriera in Se- spiace un po’ meno perdere lo per motivi tattici. Sinisa dendo a Felipe e Zaccagni di i 40 mila dell’Olimpico per 6 ammoniti. sansone ha anticipato il Molto bravo a riparare 34’ st Immobile (L) ASSIST: Milinkovic (L) ARBITRO: Massimi di Termoli. bello deve an- mobilgold ciao
Guardalinee: De Meo-Scarpa. Quarto uomo: Pezzuto. Var: Ghersini. Avar:
rie A, a meno uno da Batistu- all’Olimpico, ha pagato l’in- ha inserito Bonifazi, mante- partire da una posizione più centrare il primo pesantissi- movimento, va per colpire all’errore commesso Lo Cicero NOTE: Spettatori 42 mila di cui 23.600 abbonati e 18.400 pagan- cora venire. ciao...
ta. Decisivo e puntuale. Tra genuità di Soumaoro. Imper- nendo l’architettura della di- arretrata: 4-4-1. Un contro- mo successo della stagione. ERRORE E ROSSO il pallone con il destro, dall’assistente Scarpa. ti. Incasso non comunicato. Cooling break al 25’ pt e al 27’ st Angoli: 3-2 ©RIPRODUZIONE ©RIPRODUZIONE
tanti bomber stranieri e ce- donabile il rosso a un sospi- fesa a tre, entrata in crisi alla piede di Immobile e un col- ©RIPRODUZIONE RISERVATA Andiamo in ordine: finisce per assestare un ©RIPRODUZIONE RISERVATA per la Lazio. Recupero: 5’ pt, 6’ st RISERVATA RISERVATA
8 SERIE A SERIE A 9
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
LAZIO-BOLOGNA 2-1 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO LAZIO-BOLOGNA 2-1

IL COMMENTO IL COMMENTO

Un colpo Il Bologna
e Mau chiude soffre
il cerchio in punta
di Xavier Jacobelli di Italo Cucci

O D
rgogliosa, irriduci- ivagazioni ferragostane
bile, mai doma, la con stornellata sanre-
Lazio ha vinto una mese. Non è - potrebbe
partita che aveva ri- essere - un sereno ricor-
schiato di perdere dopo l’er- do dell’amico Garellik , è sempli-
rore di Maximiano, inopina- cemente la cronaca (musicata)
tamente capace di lasciar- di Lazio-Bologna 2-1. Una par-
Immobile (32) la in dieci quand’erano tra- tita poco seria. Con Immobile
esulta insieme scorsi soltanto 300 secondi in più. Ciro è l’unico che gioca
a Marcos dall’inizio. senza distrarsi, senza fantasti-
Antonio (22); Se la prima impressione è care, con i piedi, con i piedi, e
più a destra quella che conta, la squadra segna gol come Nordahl - giu-
il gol decisivo di Sarri andrà molto lonta- sto per i curiosi - mentre il Bolo-
ANSA, ROSI no. gna non ha nessuno che segni i
1) Non si è disunita né dopo gol come Schiavio. Anche meno:
l’espulsione del portiere, su- come Nielsen, come Signori... E

All’Olimpico bito brillantemente sostituito


da Provedel né dopo il rigo-
dice bene Sinisa, alla fine, dopo
aver rischiato di battere la Lazio,

gara vibrante re di Arnautovic né quando il


nervosismo per l’andazzo che
e invece ha perso, che il dolore
rossoblù è sempre lo stesso: sof-

dalle mille stava prendendo l’incontro


sembrava potesse tradirla;
fre in punta. Con tutto che Ar-
nautovic ci mette del suo.

emozioni: 2) Lazzari è stato il trascina-


tore, l’uomo che ha letteral-
Ecco, con le mani comincia
Lazio-Bologna, perché il bello

nel finale, mente ribaltato la partita e


non soltanto perché ha cau-
del calcio è anche una partita
decisa dal fallo di mano fuori

quando ormai sato l’espulsione di Souma-


oro ed è stato determinan-
area di rigore di un portiere,
il povero Maximiano (mi vie-

il pari sembra te nell’azione del pareggio.


La prova dell’esterno è stata
ne in mente quello dell’Inter,
Radu, che proprio a Bologna

inevitabile, magistrale dal primo all’ul-


timo istante cui è rimasto in
con una follìa ha fatto perdere
lo scudetto ai nerazzurri azzur-

spunta Immobile campo.


3) Immobile ha immediata-
ri e che ieri si è ripetuto, pove-
ro lui) evento fra i più rari nel

che regala mente onorato la sua fama,


guadagnata diventando uno
calcio. Lazio in dieci, segna Ar-
nautovic su rigore e festeggia

i primi tre punti dei più grandi cannonieri a li-


vello internazionale: è il caso
troppo. Giallo. Il vantaggio dà
alla testa a Soumaoro che si fa

ai biancocelesti di ribadirlo sempre perché


tale è l’attaccante che ieri ha
cacciare prendendo due gialli
in quattro minuti. Parità nume-

INTRAMONTABILE CIRO
segnato il gol numero 183 in rica.
maglia laziale, il numero 151 Partitaccia piena di passio-
in Serie A, per quattro volte naccia. Calcio agostano, squadre
ha vinto la classifica dei mar- ancora da fare, idee da limare.
catori e nelle ultime tre sta- Corpi da strutturare. Polmoni da
gioni ha viaggiato alla media carburare. Calciatori con la scu-
siderale di 32 reti fra campio- sa. L’arbitro Massimi è quello che
nato e coppe. lavora di più, con il Var. Finché
4) Forse sarà stato un caso, arriva il pareggio laziale su auto-
ma, inserito Luis Alberto, il rete di De Silvestri su rimpallo in-
centrocampo ha funziona- felice di Skorupski. Con le mani,
to ancora meglio. Tant’è con il petto, con la gam-
vero che l’azione deci- ba, con la testa ciao
siva è stata firmata Luis ciao. Una farsa? No,
Alberto, Milinkovic Sa- è il calcio che pas-
LA MOVIOLA
di Fabrizio Patania
ROMA
Maximiano espulso subito, il Bologna gioca e segna po di testa di Romagnoli, poi
solo Bologna, capace un po’ di Edmondo Pinna
Maximiano esce e con la
mano destra prende il
calcio al ginocchio destro
dell’avversario. Bel caso,
LAZIO
2 BOLOGNA
1
vic, Immobile.
Se entro il pri-
sa il convento. Non
puoi enuncia-
4-3-3 3-5-2
Arnautovic fa 1-0 su rigore ma poi cresce la Lazio
U
alla volta di prendere campo edmondo_pinna pallone fuori dall’area. Per come detto, accese mo settembre, te moduli,
n italiano, un ser- e avvolgere l’area. Schouten arbitro e soprattutto proteste, anche sopra i 29 Lotito e Tare mosse tat-
Massimi non
77
bo e uno spagnolo.
Non è una barzellet- Rosso a Soumaoro, De Silvestri autogol, infine il 2-1 impostava, bravo Arnautovic
a muoversi da pivot, De Sil-
assistente numero due,
Scarpa, tutto regolare, ma
limiti, da parte di
Immobile, che se la cava
Marusic
88
De Silvestri
5
prendono
anche un
tiche più
o meno
ta. Dentro ci sono il
talento e la furbizia dei tre lebrati, Immobile è l’eccezio- ro dall’intervallo. Il francese distanza sotto la pressione di
vestri e Sansone si inseriva-
no a destra, dove Marusic e
al top ma ok non è così. Un errore grave.
Ghersini al VAR richiama
con un rimbrotto. Anche
quando va a spingere
13
Romagnoli
Basic 20
Zaccagni 9
21
Soriano
Soumaoro
terzino
sinistro
astute,
pensa al
rossi e il rigore
17
1 Cataldi 17 Arnautovic
campioni della Lazio. Altro ne: segna più di tutti, è l’uni- di origini maliane, perdona- Felipe e soprattutto Lazzari, Zaccagni erano in sofferenza. l’arbitro all’OFR anche Arnautovic per l’esultanza 32
30 Medel 28 capace di maestro
Maximiano Immobile Schouten
che schemi, conta la differen- co vero centravanti italiano e to nella prima mezz’ora da il migliore in campo e il più perché si tratta di Dogso dopo il gol. 10 Skorupski fare le so- Sarri
za tecnica. Loro hanno co- non esistono concorrenti in Massimi per alcuni interven- in forma della Lazio. SORPASSO. Nella ripresa, Partita molto chiaro: Arnautovic è nella 4 7 Sansone 8 vrapposizio- che ìs-
struito il gol decisivo, beffan- Nazionale, per cui il ct Man- ti ai limiti, era già ammonito dieci contro dieci, la Lazio complicata per voto «probabilità di (...) INGENUITÀ Patric
21 Felipe Anderson Dominguez 22
Lykogiannis
ni, Sarri chiu- tudia e
do il Bologna dopo ottanta cini a settembre continuerà a e ha steso Lazzari al quarto IN SALITA. Sarri lo aveva ha ripreso ad attaccare. Sarri Massimi, forse 6 guadagnare il controllo del Estremamente ingenuo 29
S. Milinkovic
50
de il cerchio. insegna
minuti di tensione e di sudo- chiamarlo. Basterebbe il suo minuto di recupero del pri- spiegato. I carichi di lavoro quest’anno ha una panchina anche sopra le sue pallone», oltre ad avere Soumaoro, subito falloso Lazzari Cambiaso Con Cancellieri, tutto;
re, nella fornace dell’Olimpi- nome per considerare la La- mo tempo. Una follia inspie- estivi non sono ancora stati lunga. Ha inserito Luis Alber- possibilità: ha distanza dalla porta, (4 falli commessi in 47 sulla carta ingag- non puoi
co. Luis Alberto, separato in zio da Champions. gabile, capace di ristabilire la assorbiti. Si è aggiunto il rap- to in regia e ha cominciato a provato a tenerla (per direzione del gioco e minuti): già ammonito, ALLENATORE: Sarri ALLENATORE: Mihajlovic giato per fare il commen-
casa sino a pochi giorni fa, ci parità numerica e di riporta- tus di Maximiano. Un esor- spingere con forza sulla fascia questo 6), ma è caduto in posizione e numero di entra con la gamba destra SOSTITUZIONI: 8’ pt Provedel per SOSTITUZIONI: 1’ st Bonifazi per San- vice Immobile, ma tare seria-
Basic; 20’ st Luis Alberto per Cataldi; sone; 20’ st Kasius per Lykogiannis,
ha messo il piede, sorpren- SVOLTA. Sarri l’ha vinta e re l’inerzia dalla parte del- dio da incubo per l’erede di destra. Lazzari, imprendibile tanti piccoli errori tecnici difendenti. In quest’ultimo direttamente su Lazzari, 38’ st Cancellieri per Felipe Anderson, Aebischer per Soriano; 29’ st Barrow a sette minuti dal- mente quel
dendo Arnautovic. Milinko- portata a casa con la pazien- la Lazio nella ripresa. I ros- Reina e Strakosha. Invece di per Bonifazi e Cambiaso, ha (falli, un angolo e rimesse caso, Patric - che è lì nei senza possibilità di Vecino per S. Milinkovic, Hysaj per per Dominguez; 41 st E. Vignato per la fine è entrato e ch’è succes-
vic, di prima e di piatto, ha za, la classe superiore di cui soblù erano riusciti a sbloc- rinviare il pallone con i pie- costruito più di un’occasione invertite) e disciplinari pressi - si tiene lontano prendere il pallone. Lazzari Cambiaso A DISPOSIZIONE: Bardi, ha fatto benissimo so, no, solo
servito un assist al bacio. Il dispone in campo e in pan- carla su rigore (fallo di Zac- di, lo ha preso con le mani e lo slalom da cui è nato l’au- (scusate, ma Rocchi non dalle operazioni per A DISPOSIZIONE: Adamonis, Gila, S. Bagnolini, Angeli, Motolese, Amey, l’esterno, pur sen- amareggiar-
Radu, Kamenovic, Marcos Antonio, Mbaye, Urbanski, Orsolini, Raimondo
solito e immenso Ciro si è av- china, oltre a una buona or- cagni su Sansone) realizzato fuori area in tuffo e se lo è togol di De Silvestri. Manca- aveva detto basta agevolare l’uscita del suo REGOLARE Bertini, Romero, Raul Moro ESPULSI: 49’ pt Soumaoro per doppia za aver mai soste- ti perché una
ventato come un falco sul pal- ganizzazione difensiva. La La- da Arnautovic e avevano dato riportato dentro. Inevitabile vano altri venti minuti. Sini- sceneggiate?). Più portiere. Ok il 2-1 di Immobile: lo ESPULSI: 7’ pt Maximiano (L) per ammonizione. AMMONITI: 23’ pt nuto un allena- botta... di for-
lone e ha firmato il sorpasso, zio, in dieci per l’espulsione la sensazione, con l’uomo in l’intervento del Var a sanare sa ha messo dentro Barrow, dell’assistete che suo tiene in gioco Bonifazi comportamento non regolamentare; Sansone, 40’ pt Soumoro, 8’ st Cam- mento in quel tuna ci stava
infilando Skorupski. Bonifazi di Maximiano, non si è disu- più, di poterla controllare e la distrazione di Massimi e ma Ciro ha trovato il guiz- l’errore sul rosso a RIGORE NETTO sull’assist di Milinkovic AMMONITI: 13’ st Sarri, 45’ st Im- biaso per gioco falloso; 39’ pt Arnau- ruolo dall’ini- per comincia-
mobile per proteste; 26’ st Lazzari tovic per comportamento non rego-
lo teneva in posizione rego- nita e ha rischiato poco, re- cercare il raddoppio. Diago- del guardalinee. Mau, in die- zo del sorpasso. Sono entra- Maximiano, bene sul rigore Netto il rigore assegnato al Savic. per proteste lamentare
zio della pre- re un campio-
lare. Perla numero 183 della stando in partita. Mihajlovic, nale fuori misura di Sanso- ci dopo 7 minuti, ha tolto Ba- ti anche Vecino, Hysaj e Can- e il rosso a Soumaoro, la Bologna: Zaccagni non si parazione. Vai nato difficile. E
collezione con la Lazio, stes- vecchio cuore laziale a cui di- ne, sacrificato nell’interval- sic e inserito Provedel, chie- cellieri. Pura resistenza con chiude con 29 falli, 2 rossi e accorge che dietro di lui VAR: Ghersini 6,5 MARCATORI: 38’ pt Arnautovic (B, rigore); 23’ st De Silvestri (B, autogol); così, Lazio. Il invece con Im-
so bottino in carriera in Se- spiace un po’ meno perdere lo per motivi tattici. Sinisa dendo a Felipe e Zaccagni di i 40 mila dell’Olimpico per 6 ammoniti. sansone ha anticipato il Molto bravo a riparare 34’ st Immobile (L) ASSIST: Milinkovic (L) ARBITRO: Massimi di Termoli. bello deve an- mobilgold ciao
Guardalinee: De Meo-Scarpa. Quarto uomo: Pezzuto. Var: Ghersini. Avar:
rie A, a meno uno da Batistu- all’Olimpico, ha pagato l’in- ha inserito Bonifazi, mante- partire da una posizione più centrare il primo pesantissi- movimento, va per colpire all’errore commesso Lo Cicero NOTE: Spettatori 42 mila di cui 23.600 abbonati e 18.400 pagan- cora venire. ciao...
ta. Decisivo e puntuale. Tra genuità di Soumaoro. Imper- nendo l’architettura della di- arretrata: 4-4-1. Un contro- mo successo della stagione. ERRORE E ROSSO il pallone con il destro, dall’assistente Scarpa. ti. Incasso non comunicato. Cooling break al 25’ pt e al 27’ st Angoli: 3-2 ©RIPRODUZIONE ©RIPRODUZIONE
tanti bomber stranieri e ce- donabile il rosso a un sospi- fesa a tre, entrata in crisi alla piede di Immobile e un col- ©RIPRODUZIONE RISERVATA Andiamo in ordine: finisce per assestare un ©RIPRODUZIONE RISERVATA per la Lazio. Recupero: 5’ pt, 6’ st RISERVATA RISERVATA
SERIE A 11
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
CORRIERE DELLO SPORT - STADIO LAZIO-BOLOGNA 2-1

Sono 7 anni
di fila che
finisce
nel tabellino
alla prima
stagionale
Ciro unico:
l’ha decisa
lui ed è
a quota 183
di Carlo Roscito
ROMA

D
ica centoottantatré. Mal
di risultato? Ci pensa
Immobile, sempre e
comunque il miglior Ciro
rimedio possibile. Capocanno- Immobile
niere plurilaureato, master in festeggia
leadership. Indossa la corona e a fine
porta la croce. Anima della La- partita
zio, trascinatore assoluto. Sareb- ANSA
be quasi riduttivo, se non fosse-

Un Immobile extralusso
ro così tanti, contare i gol realiz-
zati. Ma di fronte a certi numeri
c’è solo da inchinarsi. «Questo
pesava tantissimo, è per tutto il
popolo laziale. Lo meritava», ha
detto con la faccia stremata. La
squadra è rimasta in dieci e lui

«È per il popolo laziale»


ha corso per quattro. Sono 183
reti in biancoceleste, le stesse
segnati in Serie A sommando
quelle con le maglie di Genoa
(5) e Torino (27). Con la Lazio
ora sono 151 in 209 presenze di
campionato. In un colpo unico
s'è tolto una doppia soddisfazio-
ne: battere il Bologna e avvicina-
re Batistuta nella classifica all-ti-
tano e spirito guida, l’ultimo a
mollare, il primo a suonare la
«Questo gol pesava tantissimo, tutto meritato d'abitudine, sono 7 anni di fila
che finisce nel tabellino dei
me, ora è a 183 e l’argentino a
184. La scalata continua: la top
carica nei momenti complicati.
«La vittoria è giusta. Non per il Risultato giusto, abbiamo dimostrato carattere» marcatori nella prima stagiona-
le con la Lazio: 6 volte in cam-
ten è un passo, tremano i miti gioco espresso, ma per le diffi- pionato, 1 in Supercoppa Ita-
del passato, gli bastano 6 tim- coltà che ci sono state. Abbia- AMBIZIONE. La liberazione progetto. Li abbiamo fatti sen- terò…». Il secondo anno di Sar- liana nel 2017 perché era sta-
bri per diventare il nono in so- mo dimostrato carattere, quel- è arrivata al 79’: «Il gol serve tire subito a casa. Ci sono tutte ri è iniziato col piede giusto: «Il to "costretto" ad affrontare la
litaria mettendosi alle spalle il lo che ci chiede il mister e che per crescere, nel primo tem- le condizioni, basta solo fare lo lavoro è stato assimilato più fa- Juventus ad agosto (doppiet-
terzetto formato da Signori, Del a volte ci è mancato per fare il po ci siamo detti di stare cal- step di cui parlavo prima». Si è cilmente, c’è ancora più unione ta e trofeo in bacheca). Sbra-
Piero e Gilardino, tutti a 188. salto qualità», il commento a mi e continuare a giocare. Zero donato alla causa fino all’ulti- con il mister e lo staff». na avversari e record: il 2-1 di
caldo a Sky. Il sinistro incrocia- alibi, sono stati acquistati tanti ma goccia di sudore, in estate ieri gli ha permesso di diventa-
CARISMA. Chi può fermare un to ha bucato Skorupski e fatto giocatori, tutti forti e dentro il s’è speso anche nelle vesti da COSTANZA. Famelico come re il quarto giocatore capace di
furore simile? Il Bologna, alla esplodere un Olimpico furente: “dirigente” contattando i calcia- andare in gol all'esordio stagio-
lunga, non c’è riuscito. Immobi- «Il pubblico meritava una parti- tori in fase di trattativa: «Fac- nale in Serie A per 5 campio-
le ha preso parte a 7 gol (5 reti e ta del genere, di cuore e carat- cio il mio lavoro nello spoglia- nati consecutivi (nell'era dei 3
2 assist) nelle ultime 7 presenze tere. Dobbiamo rimanere lucidi «Non bisogna toio e in campo, poi è normale «Zero alibi, siamo punti a vittoria). Gli altri sono
di campionato contro i rossoblù.
Si è confermato il loro incubo,
senza innervosirci. La scorsa sta-
gione probabilmente ne avrem- innervosirsi che uno voglia sempre giocatori
forti nella propria squadra. Non tutti forti e dentro Muzzi, Shevchenko e Muriel.
È un Immobile di lusso. Chi di-
possono consolarsi pensando
di non essere gli unici. Compa-
mo subiti due, invece l’abbiamo
tenuta in piedi e ribaltata», ha
Serve lucidità voglio intromettermi in cose
che non mi competono ancora,
il progetto: pronti sprezza è solo perché non lo
può comprare.
gnia allargata di vittime. Capi- aggiunto a Dazn. per vincere» non so cosa farò quando smet- al salto di qualità» ©RIPRODUZIONE RISERVATA

LE PAGELLE: LAZIO

di Fabrizio Patania

LAZIO
Patric, una sicurezza 8 4
Lazzari è imprendibile
Sarri (all.) 6,5
Calma, pragmatico, cambi giu-
sti. Non ha timore di sistema- IL MIGLIORE IL PEGGIORE
re Luis Alberto regista accan- Lazzari Maximiano
to a Milinkovic. Lazio ancora
poco brillante, ma si comincia nasce l’autogol di De Silvestri. Marusic 5,5 astuzia, creando l’azione del si da vice Ciro. Sarri farà benis-
a vedere il lavoro sulla fase di- Tanto altro ancora, compreso Dietro non chiude, non c’è nep- sorpasso. Decisivo. simo a impiegarlo e anche e so-
fensiva. un recupero sul blitz di Kasius. pure quando Sansone guadagna Basic sv prattutto da esterno.
Maximiano 4 Esce per i crampi. il rigore. Non attacca. Cambio tattico, con un uomo in Immobile 7,5
L’errore, poco comprensibile, Hysaj (38’ st) sv S. Milinkovic 6,5 meno esce il croato e la Lazio si Monumentale. Corse e rincor-
non si può giustificare con la Pochi minuti finali. Il gigante serbo non può essere dispone con il 4-4-1. se, gioca da solo in attacco e ri-
tensione dell’esordio. Se è bra- Patric 7 al top ma anche con il fiato cor- Provedel (8’ pt) 6,5 entra ad aiutare in difesa, qua-
vo con i piedi, bastava tirare una Bisogna cominciare a chiedersi to si vede il talento e dal cilindro Si presenta alla grande, muran- si fosse un terzino. Al momen-
pallonata in fallo laterale. Così se sbagliavano a concedergli fi- estrae l’assist per Immobile. Pal- do in uscita De Silvestri: gol evi- to giusto, timbra il sorpasso con
il portoghese ha risolto subito il ducia Inzaghi e ora Sarri oppure lone al bacio. tato. Altro discreto intervento su un altro gol decisivo all’esordio
dualismo. Sarri era già indeciso la critica e i tifosi a massacrarlo. Vecino (38’ st) sv Arnautovic. Tiene bene la porta, stagionale, rispettando la tradi-
se farlo esordire. Ora, è ovvio, lo Velocità, sicurezza, palleggio. Entra nel finale. sfoggia sicurezza con i piedi. È il zione. Numero 183 della colle-
riproporrà a settembre in Euro- Romagnoli 6 Cataldi 6 nuovo titolare della Lazio. zione laziale. Chapeau.
pa League. Gioca con intelligenza. Lo tradi- Nervoso e impreciso. Si disten- Felipe Anderson 6 Zaccagni 5,5
Lazzari 8 sce Zaccagni (passivo) in occasio- de nei venti minuti iniziali del- Alterno, non decisivo. Allunga Fermo ai blocchi di partenza,
Imprendibile, semina tutto il ne del rigore, ma è giusto colpire la ripresa. meglio dopo l’intervallo. stende Sansone e provoca il ri-
Bologna. Se ne va in slalom e di testa verso l’esterno e non al Luis Alberto (20’ st) 6,5 Cancellieri (38’ st) sv gore. Timidi segnali di risveglio
guadagna il rosso di Soumao- centro. Nel finale è stanco e sof- Fa le cose giuste da regista. Ci Entra benissimo, nel suo vero nella ripresa.
ro. Doppio slalom e cross da cui fre la velocità in campo aperto. mette il piedino, con voglia e Milinkovic abbraccia Ciro ANSA ruolo, dopo un’estate ad allenar- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
12    le classifiche     
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
CORRIERE DELLO SPORT - STADIO

A
Marcatori totale caSa Fuori riGori Punti
2021-2022

Favore contro e differenza

Punti G v n P GF GS G v n P GF GS G v n P GF GS tot rea tot rea

Milan 3 1 1 0 0 4 2 1 1 0 0 4 2 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 3 (=)
atalanta 3 1 1 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 2 0 0 0 0 0 3 (=)

1a Giornata Fiorentina 3 1 1 0 0 3 2 1 1 0 0 3 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 (+3) 1a Giornata


riSultati inter 3 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0 3 (=) riSultati (g. ieri)
Fiorentina-creMoneSe 3-2 lazio 3 1 1 0 0 2 1 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 3 (=)
aScoli-ternana  2-1
Arbitro: Sacchi torino 3 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0 0 (+3) Benevento-coSenza  0-1
Marcatori: Bonaventura (F), Oke- roMa 3 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0 3 (=) BreScia-Südtirol  2-0
reke (C), Jovic (F), Buonaiuto (C), cittadella-PiSa (g. sabato) 4-3
SPezia 3 1 1 0 0 1 0 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 (+2)
Mandragora (F) coMo-caGliari (g. sabato) 1-1
H. verona 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 (=)
lazio-BoloGna 2-1 Modena-FroSinone  0-1
Arbitro: Massimi JuventuS 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 (-1) PalerMo-PeruGia (g. sabato) 2-0
Marcatori: Arnautovic (B, rigore), naPoli 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 (-3) ParMa-Bari (g. venerdì) 2-2
De Silvestri (B, autorete), Immobile SaSSuolo 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 (-3) SPal-reGGina  1-3
(L) creMoneSe 0 1 0 0 1 2 3 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 2 3 0 0 0 0 in B venezia-Genoa  1-2
lecce-inter (g. sabato) 1-2 BoloGna 0 1 0 0 1 1 2 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 1 2 1 1 0 0 3 (-3) 2a Giornata
Arbitro: Prontera ProGraMMa
lecce 0 1 0 0 1 1 2 1 0 0 1 1 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 in B
Marcatori: Lukaku (I), Ceesay (L),
Monza 0 1 0 0 1 1 2 1 0 0 1 1 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 in B venerdì 19 agosto
Dumfries (I) Bari-PalerMo ore 20.45
Milan-udineSe (g. sabato) 4-2 eMPoli 0 1 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 (=) Sabato 20 agosto
Arbitro: Marinelli Salernitana 0 1 0 0 1 0 1 1 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 (=) aScoli-SPal ore 20.45
Genoa-Benevento ore 20.45
Marcatori: Becao (U), Hernandez udineSe 0 1 0 0 1 2 4 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 2 4 0 0 1 1 1 (-1)
PeruGia-ParMa ore 20.45
(M, rigore), Rebic (M), Masina (U), SaMPdoria 0 1 0 0 1 0 2 1 0 0 1 0 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 (=) domenica 21 agosto
Diaz (M), Rebic (M) caGliari-cittadella ore 20.45
reGolaMento: 3 retrocessioni; le prime 4 in Champions League; la quinta in Europa League con la vincente della Coppa Italia, sesta coSenza-Modena ore 20.45
Monza-torino (g. sabato) 1-2
in Conference. Se la vincente della Coppa Italia è tra le prime 6, in Conference va la settima.In caso di parità di punti tra le prime due, FroSinone-BreScia ore 20.45
Arbitro: Mariani scudetto assegnato tramite spareggio con gara secca su campo neutro (con eventuali rigori, senza supplementari). In caso di parità di PiSa-coMo ore 20.45
Marcatori: Miranchuk (T), Sanabria punti tra la 17a e la 18a, spareggio salvezza con gara secca su campo neutro (con eventuali rigori, senza supplementari). Per determi- Südtirol-venezia ore 20.45
(T), Dany Mota (M) Rebic (Milan): due gol GETTY nare tutte le altre posizioni si terrà conto degli scontri diretti (classifica «avulsa») seguendo nell’ordine questi criteri: punti scontri di- ternana-reGGina ore 20.45
Salernitana-roMa 0-1 retti; differenza reti scontri diretti; differenza reti generale; maggior numero di reti segnate in generale; sorteggio. 3a Giornata
Arbitro: Sozza le claSSiFicHe Sono Stilate SeGuendo, nell’ordine: a) Punti; B) Partite Giocate; c) diFFerenza reti; d) Gol realizzati; e) ordine alFaBetico ProGraMMa
2 reti: Rebic (Milan);

B
Marcatore: Cristante Sabato 27 agosto
1 rete: Lookman, Toloi (Atalanta); totale caSa Fuori riGori
SaMPdoria-atalanta (g. sab.) 0-2 Arnautovic (1 rig.) (Bologna); Buo- Modena-ternana ore 20.45
Arbitro: Dionisi PalerMo-aScoli ore 20.45
naiuto, Okereke (Cremonese); Bo- Favore contro
Marcatori: Toloi, Lookman SPal-caGliari ore 20.45
naventura, Jovic, Mandragora domenica 28 agosto
Punti G v n P GF GS G v n P GF GS G v n P GF GS tot rea tot rea
SPezia-eMPoli 1-0 (Fiorentina); Dumfries, Lukaku Benevento-FroSinone ore 20.45
Arbitro: Chiffi (Inter); Immobile (Lazio); Ceesay reGGina 3 1 1 0 0 3 1 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 3 1 0 0 0 0 cittadella-venezia ore 20.45
Marcatore: Nzola (Lecce); Diaz, Hernandez (1 rig.) BreScia 3 1 1 0 0 2 0 1 1 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 ParMa-coSenza ore 20.45
(Milan); Dany Mota (Monza); Cri- PalerMo 3 1 1 0 0 2 0 1 1 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 PeruGia-Bari ore 20.45
H. verona-naPoli PiSa-Genoa ore 20.45
Arbitro: Fabbri oggi ore 18.30 stante (Roma); Nzola (Spezia); Mi- cittadella 3 1 1 0 0 4 3 1 1 0 0 4 3 0 0 0 0 0 0 3 2 0 0 reGGina-Südtirol ore 20.45
ranchuk, Sanabria (Torino); Becao, aScoli 3 1 1 0 0 2 1 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 lunedì 29 agosto
JuventuS-SaSSuolo
Masina (Udinese). coMo-BreScia ore 20.45
Arbitro: Rapuano oggi ore 20.45 Genoa 3 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 2 1 0 0 0 0
1 autorete: De Silvestri (Bologna,
2a Giornata pro Lazio).
coSenza 3 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0 Marcatori
ProGraMMa FroSinone 3 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0
2 reti: Baldini (1 rig.) (Cittadella);
Sabato 20 agosto
torino-lazio ore 18.30
alBo d’oro Bari 1 1 0 1 0 2 2 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 2 2 1 1 0 0
1 rete: Botteghin, Collocolo
ParMa 1 1 0 1 0 2 2 1 0 1 0 2 2 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1
udineSe-Salernitana ore 18.30 (Ascoli); Antenucci (1 rig.), Folorun-
inter-SPezia ore 20.45 JuventuS 36 caGliari 1 1 0 1 0 1 1 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 1 1 0 0 0 0
sho (Bari); Bianchi, Ndoj (Brescia);
SaSSuolo-lecce ore 20.45 coMo 1 1 0 1 0 1 1 1 0 1 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
domenica 21 agosto
inter  19 Pereiro (Cagliari); Asencio (1 rig.)
PiSa 0 1 0 0 1 3 4 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 3 4 0 0 3 2 (Cittadella); Mancuso (Como); Lar-
eMPoli-Fiorentina ore 18.30 Milan 19
naPoli-Monza ore 18.30 ternana 0 1 0 0 1 1 2 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 1 2 0 0 0 0 rivey (Cosenza); Rohden (Frosi-
atalanta-Milan ore 20.45 Genoa 9 venezia 0 1 0 0 1 1 2 1 0 0 1 1 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 none); Portanova, Yeboah (Genoa);
BoloGna-H. verona ore 20.45
lunedì 22 agosto BoloGna 7 Benevento 0 1 0 0 1 0 1 1 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Brunori (1 rig.), Elia (Palermo); Man,
roMa-creMoneSe ore 18.30 Modena 0 1 0 0 1 0 1 1 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Mihaila (Parma); Canestrelli, Ma-
Pro vercelli  7
SaMPdoria-JuventuS ore 20.45 SPal 0 1 0 0 1 1 3 1 0 0 1 1 3 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 succi, Sibilli (Pisa); Crisetig, Menez,
3a Giornata torino  7 Rivas (Reggina); La Mantia (Spal);
PeruGia 0 1 0 0 1 0 2 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 2 0 0 1 1
ProGraMMa roMa  3 Favilli (Ternana); Johnsen (Venezia);
Südtirol 0 1 0 0 1 0 2 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 2 0 0 0 0
venerdì 26 agosto 1 autorete: Hermannsson (Pisa,
Fiorentina  2
Monza-udineSe ore 18.30 pro Cittadella).
lazio-inter ore 20.45 lazio 2 reGolaMento 6ª-7ª (in caso di parità, supple- di punti e gol nei 180’, supple- Supplementari ed eventuali rigori
Sabato 27 agosto 3 ProMozioni - Le prime 2 mentari; se sussiste parità mentari ed eventuali rigori. solo se le 2 squadre hanno chiuso
creMoneSe-torino ore 18.30 naPoli  2 classificate direttamente in A. passa la meglio piazzata).Semi- il campionato a pari punti.
JuventuS-roMa ore 18.30 Anche la 3ª direttamente pro- finali: 3ª-vincente 6ª/7ª e 4ª- 4 retroceSSioni - Le ultime 3
caGliari 1 mossa se il suo distacco dalla 4ª vincente 5ª/8ª. Andata in casa direttamente in Serie C. La quar- niente SPareGGi - Per classi-
Milan-BoloGna ore 20.45
supera i 14 punti. Se non li su- della peggio classificata; in caso tultima subito giù se il distacco fica finale, in caso di parità di
SPezia-SaSSuolo ore 20.45 caSale  1 pera, play off che coinvolgono le di parità di punti e di gol nei 180’ dalla quintultima supera i 4 punti si tiene conto, nell’ordine,
domenica 28 agosto
H. verona 1 squadre classificate dal 3° all’8° passa la meglio piazzata). punti; se non li supera, spareggio di: punti scontri diretti; diffe-
H. verona-atalanta ore 18.30 posto. Stesso regolamento per la finale fra le 2 con andata sul campo renza reti scontri diretti; diffe-
Salernitana-SaMPdoria ore 18.30 noveSe 1 a meno che non si sfidino squa- della quartultima. In caso di pa- renza reti generale; maggior
Fiorentina-naPoli ore 20.45 ForMula PlaY oFF  dre con gli stessi punti in cam- rità di punti e di gol nei 180’, re- numero di reti segnate in gene-
lecce-eMPoli ore 20.45 SaMPdoria 1 Primo turno: gara secca 5ª-8ª e pionato: in questo caso, a parità trocede la quartultima. rale; sorteggio.

TECNOLOGIE
Solare, Eolico
Idroelettrico
Geotermico
Biomasse
SERIE A 13
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
CORRIERE DELLO SPORT - STADIO LAZIO-BOLOGNA 2-1

Sinisa sconsolato: «Storia vecchia, dovevamo chiuderla prima» IL TIFOSO AGGREDITO

Mihajlovic: Bologna
Il messaggio a Davide
intubato in ospedale

abbiamo fatto tutto noi


di Giorgio Burreddu

«P
eccato perché
abbiamo fatto Sinisa Mihajlovic, 53 anni SCHICCHI
tutto noi». Scuo-
te la testa Sinisa di Dario Cervellati
Mihajlovic, non è così che do-
veva andare. Tutti si aspettava- Per tutto il giorno la sua mamma gli
no un esordio diverso per il suo ha cantano “Le tue ali Bologna”,
Bologna contro la Lazio. Inve- sperando che si risvegliasse sentendo
ce eccoci con i soliti problemi. l’inno della sua squadra del cuore.
Qualche ingenuità (vedi il ros- Davide Ferrerio, tifosissimo rossoblù,
so di Soumaoro) e soprattutto è intubato e in prognosi riservata
i gol, i gol che mancano a que- nella terapia intensiva dell’ospedale
sta squadra. Insomma, Arnau- Pugliese Ciaccio di Catanzaro dopo
tovic da solo non basta. «Abbia- che un ventiduenne, già fermato
mo questo problema: possiamo dalla polizia, l’ha picchiato con calci e
giocare bene e creare ma faccia- pugni riducendolo in fin di vita.
mo pochi gol, è tutto lì. Se nel Davide era in vacanza con la famiglia
primo tempo fosse finito due a a Crotone in Calabria, ma non vedeva
zero, difficilmente sarebbe an- l’ora di tornare allo stadio Dall’Ara per
data così. In Coppa Italia abbia- il primo impegno casalingo della
mo avuto dieci occasioni ma ab-
biamo fatto solo un gol. Dob-
«C’è sempre il solito problema «la Lazio ha una rosa migliore
di quella del Bologna» ma «è
Sembrava
una giornata
stagione contro il Verona. Bologna e il
Bologna lo aspettano a braccia
biamo imparare che con certe
squadre hai poche occasioni e
dei gol che non riusciamo a fare stata partita vera» e «doveva-
mo chiuderla nel primo tempo».
perfetta
per i colori
aperte. «Cerca di svegliarti il prima
possibile, così - ha spiegato
le devi sfruttare. È una storia
vecchia». La Lazio poteva an- Sul 2-0 non sarebbe andata così» OBIETTIVI. Un ringraziamen-
rossoblù:
Arnautovic
Mihajlovic in un video messaggio
diffuso online - hai modo di
dare al tappeto, ko. I rossoblù to all’Olimpico: «Il pubblico è su calcio conoscere presto i ragazzi per cui fai
avrebbero dovuto dare sfogo gio. Spronare la squadra, dare tre non potevo cambiarli. Man- sempre meraviglioso, li ringra- di rigore il tifo: ci divertiremo tutti insieme».
al cinismo, ma così non è an- un po’ di forza. «Negli spoglia- cavano pochi minuti alla fine zio». Non manca la fiducia a Si- porta Sinisa ha voluto invitare Davide a
data. «Le partite - dice ancora toi sembrava che avessimo per- del primo tempo, avevo pen- nisa che guarda avanti, verso in vantaggio «Casteldebole e allo stadio quando
Mihajlovic - le devi chiudere. A so la partita. Invece vincevamo sato di arrivare al fischio e fare il campionato del suo Bologna il Bologna starai meglio». L’allenatore del
me è questo che mi dispiace». noi, e comunque stavamo in pa- due sostituzioni, poi è succes- e soprattutto con un mercato allo stadio Bologna gli ha manifestato tutto il
rità numerica. Allora ho detto so quello che è successo». Ros- ancora da fare: «Penso che fa- Olimpico suo affetto. «Ciao Davide, so
OCCASIONI. Zero punti, i soli- alla squadra: “Usate la testa”. so al franco-maliano, e lì la par- remo un buon campionato, la contro purtroppo quello che ti è successo e
ti problemi. Ma anche un esor- Nel secondo tempo abbiamo tita del Bologna è cambiata. Da società sa quello che ci manca, la Lazio mi dispiace molto, ma nella vita trovi
dio che lascia intravedere al- fatto quello che abbiamo po- quel momento in poi la gara è ci vuole tempo e pazienza ma Poi è finita spesso persone stupide e violente
meno la grinta del gruppo, la tuto. Però la partita la doveva- stata diversa, anche se il Bolo- farà tutto quello che è possibi- in modo che pensano di risolvere tutto con la
forza della squadra, la reazio- mo chiudere nel primo tempo, gna ha dato tutto quello che le. Cercheremo di fare meglio diverso forza. La vita non funziona così. So
ne nei momenti complicati. Il le occasioni le abbiamo avute: aveva per restare in partita e dell’anno scorso». Non si lamen- e Miha che sei in ospedale e che sei un
cartellino rosso di Soumaoro, due volte con Sansone e una provare anche a vincerla ma- ta mai, Sinisa. Nemmeno del recrimina grande tifoso del Bologna, perciò ti
però, ha rovinato tutto. «Ab- con De Silvestri». gari: «Nel secondo tempo ab- caldo. «Non mi piace lamen- BARTOLETTI dico che noi tutti tifiamo per te.
biamo preso tre ammonizio- biamo fatto la nostra gara, ab- tarmi. Io sono già stato in pan- Speriamo che ti svegli il prima
ni per stupidaggini - va avan- SFORTUNA. Come dice lui, «è biamo avuto due occasioni per china con la squadra, in Cop- possibile e che questo messaggio tu
ti ancora l’allenatore - alla fine anche sfiga». Perché almeno un chiuderla e non ci siamo riusci- pa Italia. Sono tornato e sto qui, possa ascoltarlo mentre stai
del primo tempo volevo cam- briciolo di sfortuna in questa ti. Abbiamo perso un po’ di fi- non è una novità. Sicuramen- dormendo. Sono convinto che andrà
biarne almeno due, poi sono ri- storia, in questa prima partita ducia, giochi a Roma contro la te trentasette gradi non aiuta- tutto bene. In bocca al lupo».
uscito a cambiare solo Sanso- di campionato, c’entra. Basta Lazio: è normale. Però se non no neanche me in questo perio- Tantissimi i messaggi d’affetto per
ne». Le cose diventano chiare guardare i cartellini gialli arri- sfrutti le occasioni poi le grandi do, ma cerco di fare quello che Davide sotto al video pubblicato sui
nell’intervallo, quando Mihajlo- vati nei primi 45 minuti di gio- ti puniscono. Andiamo a casa sono abituato a fare cercando social dal Bologna.
vic ha dovuto mettere in cam- co. Dice Mihajlovic: «Soumao- con zero punti, e questo mi di- di migliorarmi». ©RIPRODUZIONE RISERVATA
po la sua grinta, il suo corag- ro, Arnautovic, Sansone: tutti e spiace». Mihajlovic spiega che ©RIPRODUZIONE RISERVATA

LE PAGELLE: BOLOGNA

di Fabrizio Patania

BOLOGNA
Schouten, l’uomo in più 4
Medel è un combattente
Mihajlovic (all.) 6 7
Forse poteva togliere Souma-
oro (su di giri) dopo il primo IL MIGLIORE IL PEGGIORE
giallo, ma aveva altri due am- Arnautovic Soumaoro
moniti e aspettava l’interval-
lo: chi poteva immaginare non ticipo. Non contento, stende De Silvestri 6 suo piacimento e senza distur- Arnautovic 7
si trattenesse in pieno recupe- Lazzari e si fa cacciare a un so- Discreta prova, macchiata sen- bo. Bene anche nella ripresa. È Pieno di classe e di personalità,
ro e dopo appena 9 minuti? spiro dall’intervallo. Al suo po- za colpe con l’autogol che rimet- il più lucido. non solo irridente. Viene fuori
Una partita in controllo così sto, avremmo evitato il confron- te in pista la Lazio. La palla gli Cambiaso 5 a giocare la palla, consenten-
si è riaperta e alla fine Sini- to con Sinisa nello spogliatoio. sbatte addosso. Soffre a lungo Lazzari, viene do al Bologna di avvolgere l’a-
sa ha pagato il conto. Il Bolo- Medel 6 Dominguez 6,5 “scherzato” con un doppio sla- rea laziale. Va a segno su rigo-
gna, però, è vivo. Buona con- Garra, combattimento e atten- Per oltre un’ora riesce a non far lom nell’azione che porta al pa- re, spiazzando Provedel. Livel-
dizione fisica. zione. Il cileno non molla di un muovere Milinkovic e garantisce reggio. lo superiore, si vede.
Skorupski 6 centimetro. raziocinio alla linea mediana. E. Vignato (41’ st) sv Sansone 6,5
Si fa trovare pronto sul raid di Lykogiannis 5,5 Barrow (29’ st) 6 Entra nel finale. Pungente e sgusciante, crea i
Immobile e sul colpo di testa Il greco, da terzo difensore cen- Meriterebbe più spazio e garan- Soriano 6 presupposti ma non trova il rad-
di Romagnoli, smanaccia un trale, non sfigura nell’imposta- tirebbe sostegno ad Arnautovic. Galleggia sulla trequarti sen- doppio. Paga nell’intervallo il
cross pericolosissimo di Lazza- zione, ma gli allunghi di Lazza- Sinisa ci riproverà, ma il proble- za trovare l’acuto o la giocata rosso di Soumaoro.
ri. È sfortunato, non responsa- ri e la pressione di Felipe sono ma è dietro. Non si può permet- decisiva. Bonifazi (1’ st) 5
bile, sull’autogol di De Silvestri. un costante disturbo. tere un difensore in meno. Co- Aebischer (20’ st) 5,5 Lento e macchinoso, va in diffi-
Soumaoro 4 Kasius (20’ st) 6 perta corta. Entra senza lasciare il segno, coltà sugli scatti ripetuti di Fe-
È ingenuo, non solo irruento. Uno strappo, subito dopo il 2-1 Schouten 7 ma ristabilita la parità nume- lipe e Lazzari. Tiene in gioco
Picchia duro e meriterebbe il di Ciro, fa venire i brividi alla L’uomo in più, nel primo tem- rica non è semplice di fronte a Immobile.
primo cartellino giallo in an- discesa biancoceleste. po, gli consente di giostrare a Basic e Soriano BARTOLETTI Milinkovic e Luis Alberto. ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14 SERIE A SERIE A 15
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
FIORENTINA-CREMONESE 3-2 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO FIORENTINA-CREMONESE 3-2

ESULTA PER IL COLPO | ERA ENTRATO AL 77’ IL CASO


A Bonaventura e Jovic
replicano Okereke e Buonaiuto
Cremonese un tempo in dieci
Mandragora: Salvate

Serviva vincere il soldato

FIORENTINA
Radu
«Bisogna ammetterlo, sono
stato fortunato, non potevamo di Alberto Polverosi

CAPITA
L
però pareggiare questa partita» e aveva prese tutte.
Dal 2-2 in poi, l’as-
sedio della Fioren-
di Francesco Gensini emozioni e occasioni, di punteg- tina alla porta del-
FIRENZE gio e di rimpianti da trasformare la Cremonese era stato re-

E
in gioia che la Fiorentina ha vissu- spinto solo da Ionut Radu,
ccolo qui il match win- to contro i neopromossi grigioros- il portiere a cui gli interisti
Una vittoria ner della prima Fioren- si del toscano Alvini servirà subi- continuano ad addebita-
molto tina 2022-23: Rolando to per far capire alla squadra vio- re lo scudetto perso, il ra-

DI RADU
sofferta Mandragora, entrato a un la che cosa l’aspetterà in stagio- gazzo inchiodato all’erro-
quella della quarto d’ora dalla fine, per segna- ne. «E’ stata una vittoria sofferta, re imperdonabile di Bolo-
Fiorentina, re un gol così non bisogna avere ma sappiamo che il campionato gna. Al 94'30", pensando
ma anche una le stimmate del cannoniere. Ba- ci proporrà partite difficili e com- ai voti delle pagelle, per
significativa sta provarci e sperare che ti vada plicate ogni volta contro ogni av- Radu era previsto almeno
rete di Jovic, bene come in questo caso, grazie versario e noi dovremo affrontar- un 7,5. E il solito sintetico
titolare a Radu che il pallone praticamen- le sempre nel migliore dei modi giudizio: decisivo. Già, de-
e subito te se l’è portato in fondo alla rete. che sia possibile. Intanto, ci pren- cisivo. Alla fine lo è stato
protagonista Logica la corsa sfrenata di Man- diamo questi tre punti che ci ri- davvero, ma per la ragio-
all’esordio dragora sotto la Curva Fiesole per empiono di gioia». ne opposta ai suoi deside-
festeggiare, con tutti i compagni ri. Col cross-campanile di
a rincorrerlo come si fa quando STAGIONE DI LIVELLO. E sì, c’è Mandragora la palla è ri-
t’arriva un regalo dal Cielo. il Twente giovedì che vale davve- masta in aria minuti inte-
di Alberto Polverosi
FIRENZE Le grandi parate del portiere inchiodano Italiano tina era stanca, l’allenatore do-
veva intervenire prima. Lo ha
LA MOVIOLA Kouame è brutto, ne mette
a repentaglio l’incolumità
FIORENTINA
3 CREMONESE
2 CONTAVA VINCERE. «Sono stato
ro un pezzo di stagione, quindi
la concentrazione va subito agli
ri e lui senza indugi, senza
tentennamenti, l’ha afferra-
di Edmondo Pinna 4-3-3 3-4-1-2
sul 2-2, ma nel finale il romeno è ancora decisivo
S
fatto solo quando Buonaiuto ha con vigoria sproporzionata, fortunato, inutile negarlo». Tanto olandesi e ai playoff di Conferen- ta prima della linea di por-
tava per buttarla via. Poi pareggiato direttamente dalla edmondo_pinna intervento frontale e in irrefrenabile qualche minuto pri- ce League, ma ciò non impedi- ta, senza però fare i conti
3 18
un cross di Mandrago- bandierina del calcio d’angolo. salto, con i piedi uniti. ma, quanto lucido e chiaramen- sce a Mandragora di immagina- con la sua statura, con lo
ra, al 5’ di recupero del e trascina in porta un tiro-cross di Mandragora Sacchi vede Nessun dubbio. Rispetto al
Biraghi
14
77
Ghiglione
15 te consapevole a bordo campo re quale stagione può fare la Fio- sbilanciamento del corpo
secondo tempo, unito al IL DEBUTTO DI JOVIC. Sul 2-2 giallo a Baschirotto del Maleh 33 Bianchetti quando intorno a lui il “Franchi” rentina. Meglio: sperare. Adesso che lo ha spinto in fondo
bene: rosso ok
28 Okereke 6
patatrac di Radu, ha ristabilito in questo caso con la complicità se è stata costretta a inchinarsi sono entrati Zurkowski, Dodo, Lecce (su Lautaro, sabato M. Quarta
Sottil Pickel sta dando sfogo a tutto l’entusia- è normale così. «Mi aspetto una al sacco prima di liberarsi
97
una giustizia tecnica alla parti- (solo meno clamorosa rispetto alla maggiore qualità dei viola Saponara e Mandragora, è ri- sera), questo è più duro e 95 Amrabat 7 98 smo represso dal gol realizzato stagione all’altezza delle aspetta- del pallone. Così la Cremo-
ta, concedendo i tre punti alla
Fiorentina. Che li ha pienamen-
al collega) di Gollini. Soltanto
a quel punto la Fiorentina si è
che arrivavano abbastanza fa-
cilmente al tiro.
masto in campo Jovic, che ave-
va segnato il suo primo gol ita-
per Escalante più pericoloso, l’altro (solo
giallo per Prontera) fatto a
Gollini
4
34 Jovic Zanimacchia
32
21
Chiriches
Radu
dalla bandierina da Buonaiuto
che aveva dato il 2-2 alla Cremo-
tive, perché lo meritano Firenze
e i tifosi viola, lo merita tutta la
nese ha perso una partita
che avrebbe perso già pri-
99 90 Escalante
Milenkovic
te meritati per quanto prodot- data una mossa ed è arrivata al liano, da autentico centravanti, Esordio gambe larghe e non a piedi 5 Kouamé Dessers 5 nese. «Era troppo importante vin- squadra e credo di meritarlo an- ma, se in porta non ci fos-
to in fatto di occasioni da gol, successo, un 3-2 come nell’ul- TROPPO BUONI. Fra i due gol pur mostrando una condizione stagionale voto uniti. 24
Bonaventura
17
Vasquez cere - ha aggiunto il numero 38 che io». Sic et simpliciter, con il se stato Radu.
ma che ha rischiato di lasciar-
ne uno alla Cremonese per una
tima gara della Cremonese al
Franchi, 26 anni fa. Ma se una
della Fiorentina c’era stato
quello del momentaneo 1-1 di
ancora lontana dal top. E’ ini-
ziato così l’assedio, ma col cen-
convincente per
Sacchi, forse
6,5 OK GIALLO
Benassi Sernicola arrivato in estate dal Torino (via
Juventus) - e quindi sono dop-
dono della sintesi e della misu-
ra, senza volare troppo in alto ma
Il destino del portiere è
infame, quello di Ionut di
gestione sbagliata del vantaggio squadra è capace di arrivare al Okereke, così al 44’, quando è travanti lento e troppo fermo in dovrebbe gestire La Fiorentina si era ALLENATORE: Italiano ALLENATORE: Alvini piamente felice che la mia rete senza nemmeno abortire ambi- più. Non bastava l’errore
numerico (espulso Escalante tiro per 28 volte in 102 minuti stato espulso, la squadra di Ita- area e dintorni la Fiorentina è meglio i rapporti con i lamentata per un fallo di SOSTITUZIONI: 26’ st Zurkowski SOSTITUZIONI: 1’ st Quagliata per sia servita per portare a casa i tre zioni personali e di gruppo. Non di Bologna, ci voleva an-
nel finale del primo tempo sul (recuperi compresi) e riesce a liano si è trovata in vantaggio arrivata al tiro solo con gli in- giocatori (urla troppo, Chiriches, che ha abbattuto per Maleh, Dodo per Benassi; 32’ Sernicola, Ascacibar per Chiriches; punti. E poi, avevamo disputato sarebbe ugualmente giusto. E in- che questo che sa ancora
Saponara per Kouamé, Mandra- 20’ Buonaiuto per Pickel; 36’ Aiwu
2-1 per i viola), per il ritardo nei vincere solo grazie a quel pate- nel punteggio e negli uomini e serimenti di Bonaventura, con faccia a faccia, come nelle Jovic lanciato verso l’area: i gora per Amrabat; 41’ Gonzalez per Ghiglione; 42’ Di Carmine per un’ottima gara e sarebbe stato fine spazio alle “celebrazioni”: un più di beffa perché era stato
cambi di Italiano, per la man- racchio finale qualche doman- Mandragora esulta al 3-2 a quel punto ha commesso un una punizione di Biraghi e poi gazzarre di piazza), ma viola volevano il rosso, per Sottil.A DISPOSIZIONE: Ter- Okereke.A DISPOSIZIONE: Sarr, davvero un peccato non vincere». gol al debutto in maglia viola alla davvero il migliore in cam-
canza di cattiveria, per gli errori da deve farsela. errore da squadra non di prima con Gonzalez entrato negli ulti- nelle decisioni chiave non corretto il giallo, c’è racciano, Venuti, Nastasic, Terzic, Acella, Milanese, Ndaiaye, Baez, prima giornata di campionato per po. I suoi compagni sono
della difesa (Milenkovic esclu- luto più forti dei loro diretti ri- fascia, da squadra che si accon- mi minuti. Il Franchi stava spin- sbaglia. E’ la GLT (Gol Line Vasquez in recupero netto, Bianco, Duncan, Ikoné, Cabral, Tsadjout, D.Ciofani, SaroAMMO- TRE PUNTI DI GIOIA. Forse non prendere tre punti li meritano tut- andati a consolarlo, qual-
Cerofolini.AMMONITI: nessuno NITI: 9’ pt Chiriches, 17’ st Ghi-
so) e anche, e soprattutto, per L’ENERGIA VIOLA. Al tempo vali Bianchetti (mai visto Sot- tenta. E’ iniziato un palleggio gendo con i suoi 35.000 (alla Tech) che assegna la rete non c’è Dogso. ESPULSI: nessuno glione e 37’ Okerke per gioco fal-
ci voleva questa “riprova” o for- te. Sempre nei modi che appar- che carezza, qualche pac-
le straordinarie parate di Radu, stesso però può rallegrarsi per til) e Vasquez (stessa storia con lento e barocco, senza infieri- vigilia di Ferragosto è un dato del 2-2, non sul loso 9’ pt Chiriches, 17’ st se sì, ma di sicuro il saliscendi di tengono a lord Mandragora: «Il ca sulla spalla. Il rumeno
proprio l’uomo della sconfitta. gli aspetti positivi, che non sono Kouamé). I due gol che hanno re sull’avversario in crisi, anzi, non proprio da sottovalutare) miracoloso recupero di NO RIGORE Ghiglione e 37’ st Okereke per gioco gol è stato davvero una grande si è nascosto la faccia sot-
A metà del secondo tempo, la mancati sul fronte viola, anzi. portato i viola in vantaggio alla lasciandogli la possibilità di di- ed è esploso al gol di Mandra- Gollini ma sul tocco di Ascacibar su Nico Gonzalez fallosoESPULSI: 44’ pt Escalante emozione. Avevo chiesto di esul- to la maglia, aveva la stes-
squadra del debuttante Alvini Le ali, ecco la forza della Fio- fine del primo tempo sono nati fendersi con ordine e ripartire gora/autogol di Radu. Un re- Bianchetti. che era entrato in slalom in per gioco violento tare sotto la Curva Fiesole e in- sa espressione di Bologna.
aveva approfittato della lentez- rentina. L’inatteso, ma provvi- democraticamente uno di qua quando possibile. Troppo te- galo ha salvato la Fiorentina, area, rischia ma tocca il MARCATORI: 16’ pt Bonaventura (F), 19’ pt Okereke (C), 34’ pt Jovic (F), «Una gara sofferta credibilmente è successo subito Ora però deve reagire, ha
za e dell’appannamento della
Fiorentina ed era arrivata al 2-2
denziale, Kouamé a destra, l’im-
prendibile Sottil a sinistra. Per
(assist di Kouamé per Bonaven-
tura) e uno di là (assist di Sottil
neri i viola. Alvini aveva siste-
mato bene la sua squadra con
ma nella settimana che porta
alla sfida decisiva dei play-off
ROSSO FUOCO
Molto bene Sacchi
pallone: non è rigore. 25’ st Buonaiuto (C), 50’ Mandragora (F). ARBITRO: Sacchi di Mace-
rata. Guardalinee: Morgani e De Giudici. Quarto uomo: Volpi. Var: Nasca. Il campionato ce all’esordio. Sono davvero felice.
Quanti ne segnerò? Intanto, mi
doti vere, la jella prima o
poi finirà. Arriverà il gior-
(con un uomo in meno), grazie
a un gol direttamente da calcio
un’ora hanno messo in croce la
difesa della Cremonese, troppo
per Jovic). Se sui lati la diffe-
renza è stata fin troppo eviden-
10 uomini, i cambi erano logi-
ci. Italiano, sull’altra panchina,
col Twente qualcosa va rimes-
so a posto.
nell’occasione
dell’espulsione di
VAR: Nasca
Gli basta fare il compitino.
6 Avar: Longo. ASSIST: Kouamé (F), Ghiglione (C), Sottil (F). NOTE:
Spettatori totali 34.461, abbonati 21.325, paganti 13.136. Incasso ne proporrà tante prendo questo, poi spero che ce
ne saranno molti altri».
no che parerà un rigore col
fondoschiena.
d’angolo di Buonaiuto, anche più veloci, più tecnici, in asso- te, anche al centro la Cremone- ha aspettato troppo. La Fioren- ©RIPRODUZIONE RISERVATA Escalante: il fallo su ©RIPRODUZIONE RISERVATA
totale 612.931 euro. Quota abbonati 304.354 euro. Angoli: 11-4 per la
Fiorentina. Recupero. 4’ nel pt, 8’ nel st. Dovremo abituarci» ©RIPRODUZIONE RISERVATA ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14 SERIE A SERIE A 15
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
FIORENTINA-CREMONESE 3-2 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO FIORENTINA-CREMONESE 3-2

ESULTA PER IL COLPO | ERA ENTRATO AL 77’ IL CASO


A Bonaventura e Jovic
replicano Okereke e Buonaiuto
Cremonese un tempo in dieci
Mandragora: Salvate

Serviva vincere il soldato

FIORENTINA
Radu
«Bisogna ammetterlo, sono
stato fortunato, non potevamo di Alberto Polverosi

CAPITA
L
però pareggiare questa partita» e aveva prese tutte.
Dal 2-2 in poi, l’as-
sedio della Fioren-
di Francesco Gensini emozioni e occasioni, di punteg- tina alla porta del-
FIRENZE gio e di rimpianti da trasformare la Cremonese era stato re-

E
in gioia che la Fiorentina ha vissu- spinto solo da Ionut Radu,
ccolo qui il match win- to contro i neopromossi grigioros- il portiere a cui gli interisti
Una vittoria ner della prima Fioren- si del toscano Alvini servirà subi- continuano ad addebita-
molto tina 2022-23: Rolando to per far capire alla squadra vio- re lo scudetto perso, il ra-

DI RADU
sofferta Mandragora, entrato a un la che cosa l’aspetterà in stagio- gazzo inchiodato all’erro-
quella della quarto d’ora dalla fine, per segna- ne. «E’ stata una vittoria sofferta, re imperdonabile di Bolo-
Fiorentina, re un gol così non bisogna avere ma sappiamo che il campionato gna. Al 94'30", pensando
ma anche una le stimmate del cannoniere. Ba- ci proporrà partite difficili e com- ai voti delle pagelle, per
significativa sta provarci e sperare che ti vada plicate ogni volta contro ogni av- Radu era previsto almeno
rete di Jovic, bene come in questo caso, grazie versario e noi dovremo affrontar- un 7,5. E il solito sintetico
titolare a Radu che il pallone praticamen- le sempre nel migliore dei modi giudizio: decisivo. Già, de-
e subito te se l’è portato in fondo alla rete. che sia possibile. Intanto, ci pren- cisivo. Alla fine lo è stato
protagonista Logica la corsa sfrenata di Man- diamo questi tre punti che ci ri- davvero, ma per la ragio-
all’esordio dragora sotto la Curva Fiesole per empiono di gioia». ne opposta ai suoi deside-
festeggiare, con tutti i compagni ri. Col cross-campanile di
a rincorrerlo come si fa quando STAGIONE DI LIVELLO. E sì, c’è Mandragora la palla è ri-
t’arriva un regalo dal Cielo. il Twente giovedì che vale davve- masta in aria minuti inte-
di Alberto Polverosi
FIRENZE Le grandi parate del portiere inchiodano Italiano tina era stanca, l’allenatore do-
veva intervenire prima. Lo ha
LA MOVIOLA Kouame è brutto, ne mette
a repentaglio l’incolumità
FIORENTINA
3 CREMONESE
2 CONTAVA VINCERE. «Sono stato
ro un pezzo di stagione, quindi
la concentrazione va subito agli
ri e lui senza indugi, senza
tentennamenti, l’ha afferra-
di Edmondo Pinna 4-3-3 3-4-1-2
sul 2-2, ma nel finale il romeno è ancora decisivo
S
fatto solo quando Buonaiuto ha con vigoria sproporzionata, fortunato, inutile negarlo». Tanto olandesi e ai playoff di Conferen- ta prima della linea di por-
tava per buttarla via. Poi pareggiato direttamente dalla edmondo_pinna intervento frontale e in irrefrenabile qualche minuto pri- ce League, ma ciò non impedi- ta, senza però fare i conti
3 18
un cross di Mandrago- bandierina del calcio d’angolo. salto, con i piedi uniti. ma, quanto lucido e chiaramen- sce a Mandragora di immagina- con la sua statura, con lo
ra, al 5’ di recupero del e trascina in porta un tiro-cross di Mandragora Sacchi vede Nessun dubbio. Rispetto al
Biraghi
14
77
Ghiglione
15 te consapevole a bordo campo re quale stagione può fare la Fio- sbilanciamento del corpo
secondo tempo, unito al IL DEBUTTO DI JOVIC. Sul 2-2 giallo a Baschirotto del Maleh 33 Bianchetti quando intorno a lui il “Franchi” rentina. Meglio: sperare. Adesso che lo ha spinto in fondo
bene: rosso ok
28 Okereke 6
patatrac di Radu, ha ristabilito in questo caso con la complicità se è stata costretta a inchinarsi sono entrati Zurkowski, Dodo, Lecce (su Lautaro, sabato M. Quarta
Sottil Pickel sta dando sfogo a tutto l’entusia- è normale così. «Mi aspetto una al sacco prima di liberarsi
97
una giustizia tecnica alla parti- (solo meno clamorosa rispetto alla maggiore qualità dei viola Saponara e Mandragora, è ri- sera), questo è più duro e 95 Amrabat 7 98 smo represso dal gol realizzato stagione all’altezza delle aspetta- del pallone. Così la Cremo-
ta, concedendo i tre punti alla
Fiorentina. Che li ha pienamen-
al collega) di Gollini. Soltanto
a quel punto la Fiorentina si è
che arrivavano abbastanza fa-
cilmente al tiro.
masto in campo Jovic, che ave-
va segnato il suo primo gol ita-
per Escalante più pericoloso, l’altro (solo
giallo per Prontera) fatto a
Gollini
4
34 Jovic Zanimacchia
32
21
Chiriches
Radu
dalla bandierina da Buonaiuto
che aveva dato il 2-2 alla Cremo-
tive, perché lo meritano Firenze
e i tifosi viola, lo merita tutta la
nese ha perso una partita
che avrebbe perso già pri-
99 90 Escalante
Milenkovic
te meritati per quanto prodot- data una mossa ed è arrivata al liano, da autentico centravanti, Esordio gambe larghe e non a piedi 5 Kouamé Dessers 5 nese. «Era troppo importante vin- squadra e credo di meritarlo an- ma, se in porta non ci fos-
to in fatto di occasioni da gol, successo, un 3-2 come nell’ul- TROPPO BUONI. Fra i due gol pur mostrando una condizione stagionale voto uniti. 24
Bonaventura
17
Vasquez cere - ha aggiunto il numero 38 che io». Sic et simpliciter, con il se stato Radu.
ma che ha rischiato di lasciar-
ne uno alla Cremonese per una
tima gara della Cremonese al
Franchi, 26 anni fa. Ma se una
della Fiorentina c’era stato
quello del momentaneo 1-1 di
ancora lontana dal top. E’ ini-
ziato così l’assedio, ma col cen-
convincente per
Sacchi, forse
6,5 OK GIALLO
Benassi Sernicola arrivato in estate dal Torino (via
Juventus) - e quindi sono dop-
dono della sintesi e della misu-
ra, senza volare troppo in alto ma
Il destino del portiere è
infame, quello di Ionut di
gestione sbagliata del vantaggio squadra è capace di arrivare al Okereke, così al 44’, quando è travanti lento e troppo fermo in dovrebbe gestire La Fiorentina si era ALLENATORE: Italiano ALLENATORE: Alvini piamente felice che la mia rete senza nemmeno abortire ambi- più. Non bastava l’errore
numerico (espulso Escalante tiro per 28 volte in 102 minuti stato espulso, la squadra di Ita- area e dintorni la Fiorentina è meglio i rapporti con i lamentata per un fallo di SOSTITUZIONI: 26’ st Zurkowski SOSTITUZIONI: 1’ st Quagliata per sia servita per portare a casa i tre zioni personali e di gruppo. Non di Bologna, ci voleva an-
nel finale del primo tempo sul (recuperi compresi) e riesce a liano si è trovata in vantaggio arrivata al tiro solo con gli in- giocatori (urla troppo, Chiriches, che ha abbattuto per Maleh, Dodo per Benassi; 32’ Sernicola, Ascacibar per Chiriches; punti. E poi, avevamo disputato sarebbe ugualmente giusto. E in- che questo che sa ancora
Saponara per Kouamé, Mandra- 20’ Buonaiuto per Pickel; 36’ Aiwu
2-1 per i viola), per il ritardo nei vincere solo grazie a quel pate- nel punteggio e negli uomini e serimenti di Bonaventura, con faccia a faccia, come nelle Jovic lanciato verso l’area: i gora per Amrabat; 41’ Gonzalez per Ghiglione; 42’ Di Carmine per un’ottima gara e sarebbe stato fine spazio alle “celebrazioni”: un più di beffa perché era stato
cambi di Italiano, per la man- racchio finale qualche doman- Mandragora esulta al 3-2 a quel punto ha commesso un una punizione di Biraghi e poi gazzarre di piazza), ma viola volevano il rosso, per Sottil.A DISPOSIZIONE: Ter- Okereke.A DISPOSIZIONE: Sarr, davvero un peccato non vincere». gol al debutto in maglia viola alla davvero il migliore in cam-
canza di cattiveria, per gli errori da deve farsela. errore da squadra non di prima con Gonzalez entrato negli ulti- nelle decisioni chiave non corretto il giallo, c’è racciano, Venuti, Nastasic, Terzic, Acella, Milanese, Ndaiaye, Baez, prima giornata di campionato per po. I suoi compagni sono
della difesa (Milenkovic esclu- luto più forti dei loro diretti ri- fascia, da squadra che si accon- mi minuti. Il Franchi stava spin- sbaglia. E’ la GLT (Gol Line Vasquez in recupero netto, Bianco, Duncan, Ikoné, Cabral, Tsadjout, D.Ciofani, SaroAMMO- TRE PUNTI DI GIOIA. Forse non prendere tre punti li meritano tut- andati a consolarlo, qual-
Cerofolini.AMMONITI: nessuno NITI: 9’ pt Chiriches, 17’ st Ghi-
so) e anche, e soprattutto, per L’ENERGIA VIOLA. Al tempo vali Bianchetti (mai visto Sot- tenta. E’ iniziato un palleggio gendo con i suoi 35.000 (alla Tech) che assegna la rete non c’è Dogso. ESPULSI: nessuno glione e 37’ Okerke per gioco fal-
ci voleva questa “riprova” o for- te. Sempre nei modi che appar- che carezza, qualche pac-
le straordinarie parate di Radu, stesso però può rallegrarsi per til) e Vasquez (stessa storia con lento e barocco, senza infieri- vigilia di Ferragosto è un dato del 2-2, non sul loso 9’ pt Chiriches, 17’ st se sì, ma di sicuro il saliscendi di tengono a lord Mandragora: «Il ca sulla spalla. Il rumeno
proprio l’uomo della sconfitta. gli aspetti positivi, che non sono Kouamé). I due gol che hanno re sull’avversario in crisi, anzi, non proprio da sottovalutare) miracoloso recupero di NO RIGORE Ghiglione e 37’ st Okereke per gioco gol è stato davvero una grande si è nascosto la faccia sot-
A metà del secondo tempo, la mancati sul fronte viola, anzi. portato i viola in vantaggio alla lasciandogli la possibilità di di- ed è esploso al gol di Mandra- Gollini ma sul tocco di Ascacibar su Nico Gonzalez fallosoESPULSI: 44’ pt Escalante emozione. Avevo chiesto di esul- to la maglia, aveva la stes-
squadra del debuttante Alvini Le ali, ecco la forza della Fio- fine del primo tempo sono nati fendersi con ordine e ripartire gora/autogol di Radu. Un re- Bianchetti. che era entrato in slalom in per gioco violento tare sotto la Curva Fiesole e in- sa espressione di Bologna.
aveva approfittato della lentez- rentina. L’inatteso, ma provvi- democraticamente uno di qua quando possibile. Troppo te- galo ha salvato la Fiorentina, area, rischia ma tocca il MARCATORI: 16’ pt Bonaventura (F), 19’ pt Okereke (C), 34’ pt Jovic (F), «Una gara sofferta credibilmente è successo subito Ora però deve reagire, ha
za e dell’appannamento della
Fiorentina ed era arrivata al 2-2
denziale, Kouamé a destra, l’im-
prendibile Sottil a sinistra. Per
(assist di Kouamé per Bonaven-
tura) e uno di là (assist di Sottil
neri i viola. Alvini aveva siste-
mato bene la sua squadra con
ma nella settimana che porta
alla sfida decisiva dei play-off
ROSSO FUOCO
Molto bene Sacchi
pallone: non è rigore. 25’ st Buonaiuto (C), 50’ Mandragora (F). ARBITRO: Sacchi di Mace-
rata. Guardalinee: Morgani e De Giudici. Quarto uomo: Volpi. Var: Nasca. Il campionato ce all’esordio. Sono davvero felice.
Quanti ne segnerò? Intanto, mi
doti vere, la jella prima o
poi finirà. Arriverà il gior-
(con un uomo in meno), grazie
a un gol direttamente da calcio
un’ora hanno messo in croce la
difesa della Cremonese, troppo
per Jovic). Se sui lati la diffe-
renza è stata fin troppo eviden-
10 uomini, i cambi erano logi-
ci. Italiano, sull’altra panchina,
col Twente qualcosa va rimes-
so a posto.
nell’occasione
dell’espulsione di
VAR: Nasca
Gli basta fare il compitino.
6 Avar: Longo. ASSIST: Kouamé (F), Ghiglione (C), Sottil (F). NOTE:
Spettatori totali 34.461, abbonati 21.325, paganti 13.136. Incasso ne proporrà tante prendo questo, poi spero che ce
ne saranno molti altri».
no che parerà un rigore col
fondoschiena.
d’angolo di Buonaiuto, anche più veloci, più tecnici, in asso- te, anche al centro la Cremone- ha aspettato troppo. La Fioren- ©RIPRODUZIONE RISERVATA Escalante: il fallo su ©RIPRODUZIONE RISERVATA
totale 612.931 euro. Quota abbonati 304.354 euro. Angoli: 11-4 per la
Fiorentina. Recupero. 4’ nel pt, 8’ nel st. Dovremo abituarci» ©RIPRODUZIONE RISERVATA ©RIPRODUZIONE RISERVATA
16 SERIE A
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
FIORENTINA-CREMONESE 3-2 CORRIERE DELLO SPORT - STADIO

Jovic esulta LE PAGELLE


con Bonaventura
LAPRESSE

Il tecnico
soddisfatto
Milenkovic c’è
soprattutto
per il risultato
Kouame super
Spiega le scelte
di formazione
Sottil illumina
che hanno di Alberto Polverosi

considerato FIORENTINA

i tanti impegni Italiano (all.)


Quando c’è da impostare la par-
6

ravvicinati tita, sbaglia poco. Quando c’è da


sistemarla durante, si fa aspet-
7

Felicità Italiano
tare troppo. I cambi arrivano
in ritardo.
Gollini 5,5 IL MIGLIORE
Una sola parata difficile (e ben Sottil
fatta) su Zanimacchia, ma il gol
dalla bandierina sul primo palo
pesa tanto.

«Non era facile»


Benassi 5,5
Per Italiano ormai è un terzino
destro. Nella sua partita c’è il
grave errore (palla facile persa
a metà campo) che porta all’an-
golo del 2-2.
4
Dodo (26’ st) 5,5
Ancora deve entrare nel sistema IL PEGGIORE
di Andrea Giannattasio
FIRENZE
Elogi a Jovic: «Bravo, poteva segnarne altri due» dei viola, avrà tempo e modo di
farsi valere.
Escalante

Il terzo portiere Rosati smette ed entra nello staff

T
Milenkovic 6,5
ra un brivido e l’altro, Sicurezza sparsa ovunque. stituzioni azzeccate, spera fino
ma era proprio l’esor- Quando marca Dessers, lo met- in fondo di strappare un punto
dio che si aspettava. renze, e il 31, quando è in ca- una bella notizia ma poteva squadra per quanto era stan- te fuori partita. al suo debutto.
Ovvero quello che - in lendario la trasferta di Udi- farne anche altri due». Paro- co. Ma è un uomo, come Joe Martinez Quarta 4,5 Radu 5
un mix di errori ed episodi, al- ne, sono previste altre cinque le d’elogio non sono mancate Barone, molto ambizioso: per Insicurezza sparsa ovunque. Sul Meno di 5 no, perché la partita
lora avversi - Vincenzo Italia- partite - l’umore sia già alto: nemmeno per Kouame («È sta- questo vogliamo vincere più gol di Okereke resta a guardar- non può essere tutta in quell’er-
no non si era potuto godere «Sono felicissimo per la vitto- ta una scelta ponderata schie- partite possibili». Raggiante lo, poi commette altri errori nel- rore spaventoso, perché sono
un anno fa all’Olimpico con- ria, non è mai semplice fare rarlo») e per Benassi, adatta- anche Sottil, autore dell'assist la marcatura, che dovrebbe es- spaventose, in senso opposto,
tro la Roma, quando andò ko prestazioni così, specie alla to a fare il terzino destro («Ha che ha regalato la prima gioia sere la sua specialità. anche le sue parate.
alla prima in stagione suben- prima giornata» ha confessa- tutte le qualità per fare quel in Serie A a Jovic: «Potevamo Biraghi 6 Bianchetti 5
do tre gol tutti sul filo del fuo- to l’allenatore: «Abbiamo fatto ruolo»), mentre sulla prova di chiudere la gara con più gol, Qualche cross sbagliato, ma an- Vede passare Sottil come un
rigioco. Stavolta però, dodici delle scelte di formazione an- Martinez Quarta, tra i peggio- visto che abbiamo avuto tan- che la punizione con la prodez- Frecciarossa.
mesi dopo, la Dea bendata ha che in ottica Conference Lea- ri, resta più di qualche dubbio: te occasioni nitide. Sono feli- za di Radu. Chiriches 5
puntato il suo dito sul tecnico gue per tenere alcuni giocato- «Sotto tanti punti di vista l'ho ce per Luka, spero che possa Bonaventura 7 Spalanca la porta a Jovic sul 2-1,
viola, che può sorridere a den- ri freschi e abbiamo rischiato visto diverso: si deve sentire fare molte reti con noi: ora te- Il gol e altre occasioni che nasco- cercando la palla senza trovarla.
ti stretti per il primo succes- mandando in campo qualche tranquillo, usare più attenzio- sta all'Europa, per Firenze è un no con i suoi inserimenti. Esce perchè ammonito.
so della Fiorentina, che dopo ragazzo adattato». ne e mostrare le sue qualità». obiettivo importante». Amrabat 6,5 Ascacibar (1’ st) 5,5
una coda di calcio estivo in cui Almeno tre interventi decisivi Alza un piccolo argine a metà
erano emerse più perplessità PRIMO SQUILLO. L’attenzione ROCCO SFINITO. Dello stesso MISTER ROSATI. Curiosità a nella sua area di rigore. E’ vero campo.
del previsto contro la Cremo- poi si è così spostata suoi sin- tenore anche il ds viola Pradè, margine: da oggi Antonio Ro- che in qualche momento sem- Vasquez 5
nese ha fatto rivedere sprazzi goli, con Jovic che ci ha messo che oltre a svelare che Ikoné sati, classe '83, svestirà (a sor- bra che rallenti la manovra, ma Perde quasi tutti i duelli con
dei suoi tipici concetti di gioco. poco più di mezz’ora per im- è rimasto in panchina per un presa) i panni del terzo portie- la posizione è perfetta. Kouamé, ma soprattutto perde
primere il suo primo graffio affaticamento dell’ultim’ora, re per entrare nello staff di Ita- Mandragora (32’ st) 7 quello decisivo dell’1-0.
SCELTE AZZECCATE. Norma- al campionato italiano: «Luka ha parlato anche della reazio- liano. Sarà il vice del prepara- Entra bene in partita, giocando Ghiglione 5,5
le, dunque, che in vista dei ha fatto molto bene nel primo ne in tribuna di Rocco Com- tore dei portieri, Porracchio. Il in modo preciso ed essenziale. Dovrebbe aiutare Bianchetti, in
prossimi appuntamenti - tra tempo: ho scelto di tenerlo in misso: «A fine partita il presi- nuovo terzo portiere viola sarà In più fa partire il cross della vit- perenne difficoltà. Si limita inve-
il 18 agosto, giorno del playoff campo per 90' per farlo cresce- dente era distrutto: non è riu- il giovane Cerofolini. toria. Per la Lega, il gol è suo. ce a spingere e lo fa con un buon
d’andata contro il Twente a Fi- re di condizione fisica. Il gol è scito neanche ad andare dalla ©RIPRODUZIONE RISERVATA Maleh 5,5 risultato, l’assist per Okereke.
Non brillantissimo nel primo Aiwu (36’ st) sv
tempo, si accende un po’ nel- Pickel 5,5
PROBLEMI DI ACCESSO | DISSERVIZI NELLE PARTITE DEL POMERIGGIO E DELLA SERA la ripresa. Combatte finché ha le energie.
Zurkowski (26’ st) 5,5 Bonaiuto (20’ st) 6,5

Dazn, rabbia dei tifosi: scuse e link


Da un giocatore di questo livel- Gol da angolo, lo ricorderà per
lo c’è da aspettarsi molto di più. un pezzo.
Kouame 7 Escalante 4
Spunta a sorpresa fra i titolari Chiude il suo ritorno in Serie A
e sfrutta in pieno l’occasione. con largo e colpevole anticipo
ROMA - “Qualcosa non ha funzio- gare di Milan e Inter, ma si era ri- taforma. Gli abbonati, in prati- Corsa, scatti, l’assist dell’1-0 e per il rosso che merita nel finale
nato, siamo spiacenti, si è verifi- solto abbastanza in fretta. Invece ca, si sono visiti negare l’accesso una lunga serie di falli subiti, a del primo tempo. Il fallaccio su
cato un errore su Dazn”. La rab- ieri i disservizi sono stati maggio- alla app o sono stati buttati fuo- cominciare da quello che por- Koumé è privo di senso, a metà
bia dei tifosi esplode sui social so- ri, amplificati di sicuro dalle pro- ri dall’account. E ieri era anche ta all’espulsione di Escalante. campo, violento, a piedi uniti e
prattutto durante il primo tempo teste su Twitter, ma reali: c’è chi un giorno di prova in esterno ol- Saponara (32’ st) sv davanti all’arbitro.
delle partite di ieri, Lazio-Bologna non è riuscito a vedere le partite. tre a essere la prima di campio- Qualche tentativo a vuoto. Sernicola 5,5
e Fiorentina-Cremonese, ma si ri- E non solo in Italia, anche all’e- nato, la stragrande maggioran- Jovic 6 Solo sofferenza.
propone in serata più con Saler- stero app e sito hanno crashato za degli abbonati ha utilizzato Gol da centravanti puro, spalle Quagliata (1’ st) 6
nitana-Roma che con Spezia-Em- per brevi periodi. telefonini o tablet o pc per ac- alla porta e palla sul palo oppo- Ha un merito: salva un gol già
poli. Così arrivano prima le scuse A Dazn sono corsi ai ripari per cedere, magari dalla spiaggia o sto. E’ un gol che ricorda quelli fatto.
e poi in soccorso i link dedicati ai capire cosa fosse successo, pro- dalle località di vacanza. Dazn - di Luca Toni. Ma il serbo non è Zanimacchia 5,5
singoli match con cui si accede e blemi diversi da quelli che si era- dicevamo - ha cercato di risolve- ancora in condizione. Marca Amrabat e arriva una sola
(finalmente) si vede. Ma la fritta- no verificati in passato in cui c’e- re il problema e si è scusata con i Sottil 7 volta al tiro.
ta è fatta e ha scatenato proteste Diletta Leotta a Milano LAPRESSE ra stato il cosidetto “buffering”, propri clienti: «Confermiamo che Una partita da giocatore matu- Okereke 6,5
di chi è stato penalizzato. Mauro con il segnale della partita bloc- un numero circoscritto di utenti ro, degna del suo eccellente li- Gol di testa da applausi, una
Berruto, responsabile sport del cato e la rotellina che girava. Sta- - si legge in una nota pubblicata vello tecnico. Un anno fa si intu- frustata di fronte all’immobile
Pd, ha annunciato una segnala- volta è stato randomico e, forse, su sito e app - sta riscontrando ivano le sue doti che ora si sono Quarta.
zione urgente all’Agcom. La piattaforma: causato anche dalla contempo- problemi di accesso alla piatta- materializzate. Di Carmine (42’ st) sv
Tutto inizia nel pomeriggio: il
messaggio che compare al mo- «Stiamo lavorando ranea presenza di più tentativi
di accesso a distanza ravvicina-
forma. Stiamo lavorando dura-
mente per trovare una soluzio-
Gonzalez (41’ st) sv Dessers
Pochi allenamenti e subito in
5,5

mento dell’accesso fa scatenare


la polemica. Qualche problema
per trovare ta. Pare infatti che i disservizi non
siano legati allo streaming in sé,
ne e ci scusiamo per l’inconve-
niente».
CREMONESE
Alvini (all.) 6
campo. Sbaglia il pallonetto
del 3-2
c’era stato anche sabato con le una soluzione» ma proprio all’accesso alla piat- ©RIPRODUZIONE RISERVATA Gestione attenta della gara, so- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
SERIE A 17
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
CORRIERE DELLO SPORT - STADIO SPEZIA-EMPOLI 1-0

SPEZIA-EMPOLI 1-0 | GOTTI HA GIÀ UNA SQUADRA ORGANIZZATA SPEZIA EMPOLI


1 0

Nzola, la marcia in più


3-5-2 4-3-1-2

13 30
43 Reca Stojanovic

L’Empoli è un cantiere
8
Nikolaou
20 Lammers Henderson 34
S. Bastoni 7 Ismajli
18
14 Bajrami
Nzola 13
I VOTI 69 Kiwior 6 10 18
I VOTI
Dragowski Bourabia Vicario
Dragowski 7 10 Marin Vicario 6
Verde 23
Caldara 6,5 33 33
Per il bomber tre gol in due gare
Stojanovic 5,5
di Federico Gennarelli 29 Agudelo
Destro
25 Luperto
Kiwior 6 Ismajli 6
LA SPEZIA Caldara Bandinelli
Nikolaou 6,5
Prove di intesa Lammers-Destro
È
11 65 Luperto 5
Gyasi 5,5 Gyasi Parisi
solo la prima giornata, Strelec (31’st) sv
Parisi 6
ma quando ci sono in
palio tre punti pesanti ma Zanetti ha tanto da fare Agudelo 5.5
Ellertsson (45’st) sv
ALLENATORE: Gotti.
SOSTITUZIONI: 16’ st Ekdal per
ALLENATORE: Zanetti.
SOSTITUZIONI: 9’ st Cambiaghi per
Henderson
Cambiaghi (9’st)
6.5
6
in ottica campionato fu- Bourabia 6.5 Marin 5
Verde, 31’ st Strelec per Gyasi e Henderson, 18’ st Satriano per
turo è tutto più difficile. Eppu- UN PO' INDIETRO. Va detto che Sala (45’st) sv Holm per Reca, 45’ st Sala per Destro, 42’ st Fazzini per Bandi- Bandinelli 5,5
re lo Spezia è sembrato matu- l’Empoli alla distanza non è sta- S.Bastoni 6.5 Bourabia e Ellertsson per Agudelo. nelli. Fazzini (42’st) sv
ro: seppur sia soltanto Ferrago- to indifferente alla contesa Reca 6.5 A DISPOSIZIONE: Zoet, Zovko, Hri- A DISPOSIZIONE: Perisan, Fantoni, Bajrami 6,5
sto, la squadra di Gotti ha dato e con Lammers e Destro ha Holm (31’st) 6 stov, Podgoreanu, Kornvig, Capra- Cacace, Stulac, Crociata, Ekong,
l’impressione di giocare insie- fatto intravedere prove d’inte- Lammers 6
Verde 5,5 dossi, Maldini, Bertola. Degli Innocenti, Baldanzi, Guarino,
me da tempo, di avere mecca- sa interessanti, ma c’è ancora Ekdal (16’st) 5,5 AMMONITI: 4’ pt Gyasi per gioco Indragoli, Merola.
Destro 6
nismi già ben rodati e di non da lavorare. Dragowski (ex di Nzola 7 falloso; 15’ st Reca per gioco fal- AMMONITI: 14’ pt Henderson per Satriano (18’st) 6
soffrire di "mal d’estate". Un bel giornata insieme a Nikolaou e Gotti (all.) 7 loso. gioco falloso. Zanetti (all.) 6
vantaggio, visto che i primi tre Ismajli) disinnesca almeno due
punti conquistati vanno inca- nitide occasioni, ma il cambio di MARCATORE: 36’ pt Nzola. ASSIST: Bourabia.
stonarsi in un inizio di campio- allenatore e le assenze di Ricci, ARBITRO: Chiffi di Padova. Guardalinee: Del Giovane e Yoshikawa. Quarto uomo: Colombo. Var: Abisso.
nato che fin qui ha visto soltan- Asllani, Pinamonti e Viti (solo Avar: Meli. NOTE: spettatori 8.360, incasso 73.647 euro. Angoli 6-4 per lo Spezia. Recupero: pt 1’, st 4’.
to vittorie o sconfitte. Qualche per citarne alcuni) non sono
dubbio sull'Empoli che dopo la da poco. Servirà un’immedia-
bocciatura di Coppa Italia non ta inversione di tendenza, per- LA MOVIOLA almeno non si complica la netto, la linea mandata da
è sembrato anima, testa e cuo- La festa di Nzola, 25 anni GETTY ché con l’eliminazione in Coppa vita, limitandosi a fare il suo Lissone ha dimostrato come
re sul pezzo. (per opera della Spal, ieri sera di Edmondo Pinna senza stra fare (e stra- in realtà sia stato bravo
saputo riabilitarlo: in poche travolta dalla Reggina nella pri- edmondo_pinna sbagliare, come gli capitava l’assistente numero uno, Del
FATTORE NZOLA. In casa Spe- settimane quello che Thiago ma giornata di Serie B) c’è qual- lo scorso anno). La chiude Giovane.
zia forza del gruppo, ma an-
che di Mbala Nzola. Contando
Motta non è riuscito in una sta-
gione intera.
cosa da sistemare. Partita semplice con 3 ammoniti (corretti i
provvedimenti disciplinari) DISCIPLINARE
anche la Coppa Italia, il cen-
travanti è ora a quota tre reti I NUOVI. Subito in campo l’ulti-
CALENDARIO. Chiusa la prima
giornata c'è da pensare anima e
per Chiffi, ok e 23 falli fischiati. Nessun
problema nelle due aree,
Gestione lineare dal punto di
vista disciplinare: parte
in due partite e contro gli az-
zurri risulta davvero inconte-
mo arrivato Dragowski (aveva
ragione Gotti a dire che era già
corpo al prossimo turno. Lo Spe-
zia dovrà vedersela contro l'In-
il gol-partita partita senza eccessi
comportamentali.
subito forte con i cartellini,
due nei primi 14’ (Gyasi su
nibile, prezioso fisicamente e in forma), oltre a Caldara, ap- ter in un turno che sulla carta la- Partita Parisi e Henderson su
finalmente determinante. Se parsi subito in palla. Più indietro scia poco spazio alla fantasia. Per estremamente voto REGOLARE Bastoni), poi gestisce.
poi segna anche di destro, con
il suo piede "debole", significa
Ekdal, all’esordio ma con margi-
ni di crescita, bene Holm. E per
l'Empoli derby toscano contro la
Fiorentina al Castellani per una
semplice per
l’internazionale
6 Un dubbio sulla rete dell’1-0,
realizzata da Nzola: la VAR: Abisso 6
che è davvero un lontano pa- la prima volta in tre anni di per- partita che nel passato è stata ric- Chiffi (c’era posizione di quest’ultimo è Coppia da brividi con Chiffi,
rente in positivo rispetto alla manenza in A, lo Spezia inizia ca di soddisfazioni per gli azzurri. bisogno di mandare uno sanata da Ismajli, live non deve intervenire.
scorsa stagione. Gotti ha già con una vittoria. ATC col badge della Fifa?) che sembrava abbastanza ©RIPRODUZIONE RISERVATA

DA 110 ANNI IL MENSILE PIÙ AMATO,


IL PIÙ LETTO, IL PIÙ ATTUALE, IL PIÙ CALCIO
Solo con il Guerin Sportivo puoi vivere il calcio anche fuori dal campo.
*Prezzo di vendita 4,50 €

Dal 1912 ti accompagna tra approfondimenti, cultura e attualità:


nessuna notizia è un mistero. Guerin Sportivo, la storia tra le tue mani.

..
IN EDICOLA* 2 REGA
LI

..
• LA GR
Campionato con l’effetto Lukaku ANDE S
TORIA
DEL CAL
Milan, il talento di CDK CIO

..
• I CALE
NDARI
Dybala, magia romana D’EURO
PA
Di Maria, re degli assist
Formula Spalletti: quatto-tiè-tiè
Le novità di Premier,
Bundesliga, Ligue 1 e Liga
18 SERIE A SERIE A 19
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
H. VERONA-NAPOLI (ORE 18.30) CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO H. VERONA-NAPOLI (ORE 18.30)

Centrocampista, portiere e attaccante hanno già detto sì


La prima Il trio del gol:

Ndombele è vicino
da sinistra

degli azzurri Khvicha


Kvaratskhelia

al Bentegodi Victor
Osimhen

mentre e Hirving
Lozano

Per Navas si tratta


è ancora
in corso
il cambio

Raspadori a oltranza
del look
della formazione
di Spalletti
Giuntoli al lavoro con Tottenham
Psg (nell’affare rientra anche
la cessione di Fabian) e Sassuolo
di Antonio Giordano tersi di pagare quello stipendio
INVIATO A CASTEL VOLTURNO sontuoso: il dialogo procede, la

C
soluzione sembra possibile e il
om’era quella storia: sospetto che si si chiuda, persi-
chi trova un amico tro- no in breve, è palpabile.
va un tesoro? E dev’es-

OSI GUIDA IL NUOVO NAPOLI


sere vero se Cristiano E DUE. Ma il Napoli vuole an-
Giuntoli e Fabio Paratici, per te- che Giacomo Raspadori, nono-
ner fede ad un sodalizio di una stante le resistenze del Sassuo-
trentina d’anni, se ne stanno a lo, che sa far cassa e non inten-
chiacchierare con disinvoltura de rinunciare a questa straor-
del prestito d’un uomo che vale dinaria occasione: i trentatré
tanto oro quanto pesa: Tanguy milioni (ventotto più cinque di
Ndombele, venticinque anni, bonus) ancora non bastano, ce
un metro e ottanta di muscoli, ne vogliono altri due di base fis-
è stato pagato dal Tottenham sa e benefit non complicatis-
soltanto tre estati fa, la bellez- simi. La pazienza è un’alleata
di Antonio Giordano limpo degli dei, qualcosa gli ha nitore nell’indicargli la via giu- ci andrà Lozano, il più pagato za di 62 milioni ma adesso ch’è per chiunque, per chi vende e
INVIATO A CASTEL VOLTURNO sottratto: nel suo biennio napo- sta: «Victor deve essere per noi di sempre prima che arrivasse entrato nel vivo (e da un po’) il per chi compra, ma Raspado-

G
letano, per cominciare, (quasi) un leader e non deve andare Osimhen, e a sinistra si sistemerà ciclo modellato da Antonio Con- ri l’ha detto e ha lasciato che
ià avere cento milioni di più le sfide che ha dovuto guar- Sport-Stadio, si è portato avan- la spregiudicatezza in over, come successo in alle- Kvaratskhelia, il più atteso, con te, nella Londra degli Spurs non poi quei concetti venissero ri-
euro, facciamo pure cen- dare dalla tribuna o da una stan- ti, ha lasciato che il passato re- ritenuta appagante - namento: se reagisce così in si- quella sua fresca genialità che fa c’è più posto per il centrocam- petuti anche dal proprio ma-
todieci è una ricchezza: za d’ospedale, che quelle che ha stasse avvolto in ciò che la sorte dovrà pensarci Osimhen, mulazioni di partite, figuriamo- tanto scugnizzo, con la leggerez- pista francese. Il caso ha voluto nager, Tullio Tinti: Napoli è nei
ma visto che almeno nel giocato. Di fronte alle sue 62 pre- gli ha lasciato, ed ha cominciato dodici reti in trasferta e una ci poi in gara». za dei ventuno anni, con l’«inco- che al Napoli stia per aprirsi un suoi pensieri, è un regalo che Tanguy Ndombele del Tottenham e Mason Mount del Chelsea
calcio il soldi non sono tutto, il
Napoli chiede a Victor Osimhen
senze (e si chiamano presenze),
ci sono 36 assenze (e queste val-
a duellare allegramente con Kh-
vicha Kvaratskhelia, il socio che
esuberanza fisica ma anche dia-
lettica che fa da sottofondo alle
Tocca all’attaccante MESSICO E NUVOLE. Si ricomin-
scienza» nell’andarsi a prende-
re le responsabilità consegna-
vuoto in mezzo al campo, con
Fabian Ruiz promessosi al Psg,
gli va concesso, è ciò che chie-
de a questa fase della sua vita. bruciato così. Qualcosa dipen- cano (roba da nove milioni netti
pure altro. Primo: che annusi l’a-
ria e semmai la tempesta, che
gono per intero) nel corso delle
quali ha dovuto sistemarsi dietro
arriva dalla Georgia, che con lui
dovrà garantire i (nuovi) gol per
proprie ambizioni: «Ho dovuto
superare i miei limiti, per vive-
nigeriano indossare cia dal 4-3-3, qualcosa di vaga-
mente diverso rispetto alle ten-
tagli da una corsia che è appar-
tenuta per dieci anni a Insigne
e le coincidenze - diceva Zafon
- sono le cicatrici del destino: E TRE. Il mercato vibra e, se-
derà da Fabian Ruiz, ovvio, ma
non più di tanto, perché le ces-
all’anno e per il prossimo bien-
nio; più del 25% Adl non rico-
scappi via da contatti pericoli -
come quello fortuito con Skriniar
una finestra e sul cortile per rim-
piangere il tempo perduto. Ma
una squadra in via di completa-
mento: Verona-Napoli dà il via
re. Ho vissuto momenti anche
privati difficili e il Napoli mi è
i panni di leader denze di Spalletti, alla sua na-
tura, ma ciò ch’è possibile con
o anche a Mertens, i due idoli
che rischieranno di fargli un po’
Ndombele al Napoli è un’op-
zione concreta oltreché seria,
condo abitudine, nel finale
provvederà a scatenarsi: sul
sione del centrocampista spa-
gnolo (per 26 milioni di euro)
noscerebbe) viaggiano paralle-
lamente, come binari, e quindi
- e che si prenda tutto il tempo
possibile, il maggior numero di
l’età è dalla sua parte, a ventitré
anni si ha il dovere di guardare
ad una stagione non ancora de-
cifrabile, c’è un tessuto che ap-
sempre stato vicino. Per il resto,
credo di meritare il clamore e le
Al suo fianco avrà il Napoli di adesso: a destra velo mentre lui andrà incontro
ad Osimhen, «mister 100 milio-
è una trattativa che si è dovu-
to congelare per un giorno (es-
portiere, il Napoli ha un’idea
un po’ naif e se non riuscisse
e l’acquisto del portiere costari- non si toccano, ma neanche si
sfiorano. Però, intanto, si pro-
partite, per dimostrare che quello
è veramente un assegno da de-
con fiducia al futuro, inseguen-
do spazio e gloria in quelle pra-
partiene allo Spalletti-1 ma an-
che una rivoluzione che qual-
cose buone che si dicono di me,
pur se penso di poter migliora-
Lozano e Kvaratskhelia ni», il bomber che per settima-
ne è finito nei radar del Bayern
sendoci Chelsea-Tottenham) o
forse per due (visto che oggi c’è
ad arrivare a Keylor Navas, il
preferito, o a Kepa, che nean-
cede, con il Napoli che messo
le mani avanti ed ha spiegato:
Luciano: Victor Per il francese
positare sul destino d’un cam- terie che il Napoli cerca di spa- che crepa identitaria finirà per re ancora in tanti aspetti». Carat-
che con i suoi dribbling e che adesso ha il peso dei gol. l’appuntamento al Bentegodi) che guadagna poco, allora pro- c’è un budget da rispettare. Al
pionato che deve appartener- lancargli, affinché vada (ben) ol- aprirla. Al resto, e in attesa che teriali, ad esempio, domando se
è un top player Lui più degli altri: ma potrà mai ma che ripartirà, con sensazio- verà a concedere un’altra chan-
e il costaricano Psg ne sono consapevoli, han-
gli. La vita non è mai stata te-
nera con Osimhen e pure quan-
tre i suoi ventotto gol. «Questa
squadra vi stupirà». Il testimo-
succeda qualcosa - che Simeone
possa immediatamente entrare
stesso e quell’indole un po’ ribel-
le che gli è costato qualche ros- è pronto a far esplodere Deve stare sereno
spaventarsi un uomo che ha vis-
suto la sua vita nelle difficoltà di
ni che sembrano più che posi-
tive. Il Napoli vuole Ndombe-
ce a Meret, con la speranza che
la presenza di Sirigu possa of- il problema è legato
no ricevuto l’ok da Keylor Na-
vas, ora decideranno al Parco
do sembra avergli spalancato le
braccia, per accoglierlo nell’O-
nial dell’ottimismo, nella recen-
te confessione al Corriere dello
in forma; che Raspadori conce-
da tra le linee quel brio e quel-
so e pure l’espulsione di Spalletti
in ritiro, amorevole come un ge- la passione dei tifosi e dare il massimo
Lagos dinnanzi alla prova del 9?
©RIPRODUZIONE RISERVATA
le, Giuntoli l’ha spiegato a Pa-
ratici, e però non può permet-
frire serenità (e personalità) ad
un talento che non può essersi ai loro mega ingaggi
dei Principi.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

VERONA | IL TECNICO GIALLOBLÙ PENSA AL NAPOLI E AL FUTURO LE SCELTE | ANCHE FABIAN È RIMASTO A CASTEL VOLTURNO. KIM E KVARA: ESORDIO
H. VERONA 3-5-2 NAPOLI 4-3-3

Cioffi: Occorrono rinforzi 8


Lazovic 99
22
Di Lorenzo
OGGI A VERONA
Stadio Bentegodi
Gioca Meret. Simeone resta a casa
27 ore 18.30
VERONA - Non trovarsi subito certe pressioni. Affrontiamo 11 Anguissa IN TV: Dazn INVIATO A CASTEL VOLTUR- a Castel Volturno per un dif- NIENTE CHOLITO. A fargli terrà al passato, ovviamente
Dawidowicz 7 13
il Cholito Simeone da avver- un Napoli frizzante, una squa- Lozano ARBITRO: Fabbri NO - Il pericolo non può esse- ferenziato o qualcosa del ge- compagnia, ci sarà Giovan- senza Ospina e né Koulibaly,
Barak 9 Rrahmani
sario, è il sollievo – quel mi- dra di palleggio: non credo sia Gunter di Ravenna. re il mestiere di chiunque e nere, aspettando segnali dal- ni «el Cholito» Simeone, che senza Insigne e senza Mertens
Henry 9 68 1
nimo – della vigilia. Al con- in costruzione, ha una media 1 21
14 Guardalinee: mentre Napoli e Psg stanno la Francia. Il centrocampo ha in ritardo di preparazione ha e né Ghoulam. Il nuovo Napo-
trario, la situazione di scetti- realizzativa altissima e vor- Ilic Osimhen Lobotka Meret Lombardo discutendo seriamente del suo meno opzioni, perché anche dovuto ripartire da dove si era li ripartirà con Meret in por-
Montipò 11
cismo dopo un mercato da se- rà chiudere la partita subito». 3 e Lombardi. trasferimento, Fabian Ruiz ha Gaetano ha dovuto rinuncia- fermato: inutile andare nella ta, in attesa del giudizio defi-
Magnani 61 Lasagna
mi-esodo (ceduti anche Casale 77 Kim Quarto uomo: preferito evitare che l’affatica- re alla trasferta (e lo sapeva): sua Verona, ci sarà modo per nitivo del mercato; con la fa-
23 Tameze
e Caprari) sarebbe alquanto DIFESA. Sull’assetto tattico Kvaratskhelia 20 Meraviglia. mento - a volte si dice così - di- la squalifica di due giornate, fare il trasloco, e meglio ri- scia di capitano al braccio di
peggiore attorno al Verona. del Verona, invece, qualche Zielinski 6 Var: Di Paolo. ventasse un problema: era già frutto di un whatsapp inop- sparmiarsi un volo e comin- Giovanni Di Lorenzo; con un
5
Simeone invece sarà un gio- dubbio resta. Tradotto nella Mario Rui Avar: Bindoni. successo nell’amichevole con portuno ancorché goliardico, ciare ad entrare in condizio- 4-3-3 che sembra inevitabile,
Faraoni
catore del Napoli soltanto nei Gabriele Cioffi, 46 anni, tecnico possibilità di uno spostamen- l’Espanyol, era capitato pure sottrae a Spalletti la possibili- ne, per presentarsi pronto con con gli uomini a disposizione.
prossimi giorni, il problema dell’Hellas Verona LAPRESSE to di Tameze sulla linea difen- nel corso della settimana, ed tà di scegliere, eventualmen- il Monza. A sinistra, in basso, c’è sem-
semmai è consegnare a Ciof- siva, dove manca Ceccherini Allenatore: Chioffi. Allenatore: Spalletti. essendo Verona gara «vera», te, in maniera diversa. pre Mario Rui in vantaggio su
fi una squadra pronta: in que- li in difesa», chiarisce Cioffi, che è al tempo stesso squali- A disposizione: 16 Chiesa, 22 Berardi, A disposizione: 30 Sirigu, 12 Marfella, con tackle da mettere in pre- SONO IN DUE. C’è un Napoli Olivera, che sta inserendosi
sto, l’allenatore dell’Hellas – che rispetto allo scorso anno ficato e – per altre due setti- 2 Amione, 42 Coppola, 45 Retsos, 5 Juan Jesus, 55 Ostigard, 17 Olivera, 59 Zanoli, ventivo, lo spagnolo e il Na- che somiglia molto a quello gradualmente e ha dimenti-
partito con una pesante bato- ha convertito il modulo in 3-5- mane – infortunato. Per i su- 18 Hongla, 72 Cortinovis, 77 Sulemana, 4 Demme, 7 Elmas, 21 Politano, 23 Zerbin, poli hanno lasciato che quei dell’anno scorso, perché per cato il bruttissimo infortunio
sta in Coppa Italia otto giorni 2. «Certe caratteristiche non perstiziosi, il Verona apriva il 20 Piccoli, 21 Djuric, 24 Terracciano. 33 Ounas. «dolorini» sparsi diventassero nove-undicesimi i volti di chi subito in Nazionale: poi, re-
fa contro il Bari – ha le idee sono replicabili: gente come campionato ospitando il Na- Indisponibili: Doig. Indisponibili: Fabian Ruiz. l’indizio dell’epilogo di un feu- A sinistra Mario Rui darà il via alle danze al cam- gia affidata a Lobotka, chia-
abbastanza chiare. Caprari, Simeone o gli stessi
Juric e Tudor non ci sono più.
poli anche nel 2017: sconfit-
ta e preludio all’ultima retro-
Squalificati: Ceccherini, Veloso.
Diffidati: -.
Squalificati: Gaetano (2).
Diffidati: -.
illeton del quale s’ignora il fi-
nale. I fatti separati dalle opi- favorito su Olivera pionato sono già noti a Spal-
letti: il debutto, a meno del-
ramente, e Anguissa da una
parte con Zielinski dall’altra,
CIOFFI. «Mancano tre-quat-
tro giocatori all’appello del
Quindi a Verona bisogna reset-
tare tutto. E tutelare giocatori
cessione in B. Un ricordo che
non fa ben sperare.
nioni raccontano che Fabian
Ruiz non rientra nell’elenco
In mediana Lobotka le classiche cosiddette sorpre-
se, verrà riservato a Kim e a
per ripetere ciò che sanno da
almeno un anno.
nostro mercato, due dei qua- che non sono pronti a gestire ASS dei convocati, dunque resta Zielinski e Anguissa Kvaratskhelia, il resto appar- ©RIPRODUZIONE RISERVATA Alex Meret, portiere del Napoli, e il centrocampista Anguissa MOSCA
18 SERIE A SERIE A 19
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
H. VERONA-NAPOLI (ORE 18.30) CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO H. VERONA-NAPOLI (ORE 18.30)

Centrocampista, portiere e attaccante hanno già detto sì


La prima Il trio del gol:

Ndombele è vicino
da sinistra

degli azzurri Khvicha


Kvaratskhelia

al Bentegodi Victor
Osimhen

mentre e Hirving
Lozano

Per Navas si tratta


è ancora
in corso
il cambio

Raspadori a oltranza
del look
della formazione
di Spalletti
Giuntoli al lavoro con Tottenham
Psg (nell’affare rientra anche
la cessione di Fabian) e Sassuolo
di Antonio Giordano tersi di pagare quello stipendio
INVIATO A CASTEL VOLTURNO sontuoso: il dialogo procede, la

C
soluzione sembra possibile e il
om’era quella storia: sospetto che si si chiuda, persi-
chi trova un amico tro- no in breve, è palpabile.
va un tesoro? E dev’es-

OSI GUIDA IL NUOVO NAPOLI


sere vero se Cristiano E DUE. Ma il Napoli vuole an-
Giuntoli e Fabio Paratici, per te- che Giacomo Raspadori, nono-
ner fede ad un sodalizio di una stante le resistenze del Sassuo-
trentina d’anni, se ne stanno a lo, che sa far cassa e non inten-
chiacchierare con disinvoltura de rinunciare a questa straor-
del prestito d’un uomo che vale dinaria occasione: i trentatré
tanto oro quanto pesa: Tanguy milioni (ventotto più cinque di
Ndombele, venticinque anni, bonus) ancora non bastano, ce
un metro e ottanta di muscoli, ne vogliono altri due di base fis-
è stato pagato dal Tottenham sa e benefit non complicatis-
soltanto tre estati fa, la bellez- simi. La pazienza è un’alleata
di Antonio Giordano limpo degli dei, qualcosa gli ha nitore nell’indicargli la via giu- ci andrà Lozano, il più pagato za di 62 milioni ma adesso ch’è per chiunque, per chi vende e
INVIATO A CASTEL VOLTURNO sottratto: nel suo biennio napo- sta: «Victor deve essere per noi di sempre prima che arrivasse entrato nel vivo (e da un po’) il per chi compra, ma Raspado-

G
letano, per cominciare, (quasi) un leader e non deve andare Osimhen, e a sinistra si sistemerà ciclo modellato da Antonio Con- ri l’ha detto e ha lasciato che
ià avere cento milioni di più le sfide che ha dovuto guar- Sport-Stadio, si è portato avan- la spregiudicatezza in over, come successo in alle- Kvaratskhelia, il più atteso, con te, nella Londra degli Spurs non poi quei concetti venissero ri-
euro, facciamo pure cen- dare dalla tribuna o da una stan- ti, ha lasciato che il passato re- ritenuta appagante - namento: se reagisce così in si- quella sua fresca genialità che fa c’è più posto per il centrocam- petuti anche dal proprio ma-
todieci è una ricchezza: za d’ospedale, che quelle che ha stasse avvolto in ciò che la sorte dovrà pensarci Osimhen, mulazioni di partite, figuriamo- tanto scugnizzo, con la leggerez- pista francese. Il caso ha voluto nager, Tullio Tinti: Napoli è nei
ma visto che almeno nel giocato. Di fronte alle sue 62 pre- gli ha lasciato, ed ha cominciato dodici reti in trasferta e una ci poi in gara». za dei ventuno anni, con l’«inco- che al Napoli stia per aprirsi un suoi pensieri, è un regalo che Tanguy Ndombele del Tottenham e Mason Mount del Chelsea
calcio il soldi non sono tutto, il
Napoli chiede a Victor Osimhen
senze (e si chiamano presenze),
ci sono 36 assenze (e queste val-
a duellare allegramente con Kh-
vicha Kvaratskhelia, il socio che
esuberanza fisica ma anche dia-
lettica che fa da sottofondo alle
Tocca all’attaccante MESSICO E NUVOLE. Si ricomin-
scienza» nell’andarsi a prende-
re le responsabilità consegna-
vuoto in mezzo al campo, con
Fabian Ruiz promessosi al Psg,
gli va concesso, è ciò che chie-
de a questa fase della sua vita. bruciato così. Qualcosa dipen- cano (roba da nove milioni netti
pure altro. Primo: che annusi l’a-
ria e semmai la tempesta, che
gono per intero) nel corso delle
quali ha dovuto sistemarsi dietro
arriva dalla Georgia, che con lui
dovrà garantire i (nuovi) gol per
proprie ambizioni: «Ho dovuto
superare i miei limiti, per vive-
nigeriano indossare cia dal 4-3-3, qualcosa di vaga-
mente diverso rispetto alle ten-
tagli da una corsia che è appar-
tenuta per dieci anni a Insigne
e le coincidenze - diceva Zafon
- sono le cicatrici del destino: E TRE. Il mercato vibra e, se-
derà da Fabian Ruiz, ovvio, ma
non più di tanto, perché le ces-
all’anno e per il prossimo bien-
nio; più del 25% Adl non rico-
scappi via da contatti pericoli -
come quello fortuito con Skriniar
una finestra e sul cortile per rim-
piangere il tempo perduto. Ma
una squadra in via di completa-
mento: Verona-Napoli dà il via
re. Ho vissuto momenti anche
privati difficili e il Napoli mi è
i panni di leader denze di Spalletti, alla sua na-
tura, ma ciò ch’è possibile con
o anche a Mertens, i due idoli
che rischieranno di fargli un po’
Ndombele al Napoli è un’op-
zione concreta oltreché seria,
condo abitudine, nel finale
provvederà a scatenarsi: sul
sione del centrocampista spa-
gnolo (per 26 milioni di euro)
noscerebbe) viaggiano paralle-
lamente, come binari, e quindi
- e che si prenda tutto il tempo
possibile, il maggior numero di
l’età è dalla sua parte, a ventitré
anni si ha il dovere di guardare
ad una stagione non ancora de-
cifrabile, c’è un tessuto che ap-
sempre stato vicino. Per il resto,
credo di meritare il clamore e le
Al suo fianco avrà il Napoli di adesso: a destra velo mentre lui andrà incontro
ad Osimhen, «mister 100 milio-
è una trattativa che si è dovu-
to congelare per un giorno (es-
portiere, il Napoli ha un’idea
un po’ naif e se non riuscisse
e l’acquisto del portiere costari- non si toccano, ma neanche si
sfiorano. Però, intanto, si pro-
partite, per dimostrare che quello
è veramente un assegno da de-
con fiducia al futuro, inseguen-
do spazio e gloria in quelle pra-
partiene allo Spalletti-1 ma an-
che una rivoluzione che qual-
cose buone che si dicono di me,
pur se penso di poter migliora-
Lozano e Kvaratskhelia ni», il bomber che per settima-
ne è finito nei radar del Bayern
sendoci Chelsea-Tottenham) o
forse per due (visto che oggi c’è
ad arrivare a Keylor Navas, il
preferito, o a Kepa, che nean-
cede, con il Napoli che messo
le mani avanti ed ha spiegato:
Luciano: Victor Per il francese
positare sul destino d’un cam- terie che il Napoli cerca di spa- che crepa identitaria finirà per re ancora in tanti aspetti». Carat-
che con i suoi dribbling e che adesso ha il peso dei gol. l’appuntamento al Bentegodi) che guadagna poco, allora pro- c’è un budget da rispettare. Al
pionato che deve appartener- lancargli, affinché vada (ben) ol- aprirla. Al resto, e in attesa che teriali, ad esempio, domando se
è un top player Lui più degli altri: ma potrà mai ma che ripartirà, con sensazio- verà a concedere un’altra chan-
e il costaricano Psg ne sono consapevoli, han-
gli. La vita non è mai stata te-
nera con Osimhen e pure quan-
tre i suoi ventotto gol. «Questa
squadra vi stupirà». Il testimo-
succeda qualcosa - che Simeone
possa immediatamente entrare
stesso e quell’indole un po’ ribel-
le che gli è costato qualche ros- è pronto a far esplodere Deve stare sereno
spaventarsi un uomo che ha vis-
suto la sua vita nelle difficoltà di
ni che sembrano più che posi-
tive. Il Napoli vuole Ndombe-
ce a Meret, con la speranza che
la presenza di Sirigu possa of- il problema è legato
no ricevuto l’ok da Keylor Na-
vas, ora decideranno al Parco
do sembra avergli spalancato le
braccia, per accoglierlo nell’O-
nial dell’ottimismo, nella recen-
te confessione al Corriere dello
in forma; che Raspadori conce-
da tra le linee quel brio e quel-
so e pure l’espulsione di Spalletti
in ritiro, amorevole come un ge- la passione dei tifosi e dare il massimo
Lagos dinnanzi alla prova del 9?
©RIPRODUZIONE RISERVATA
le, Giuntoli l’ha spiegato a Pa-
ratici, e però non può permet-
frire serenità (e personalità) ad
un talento che non può essersi ai loro mega ingaggi
dei Principi.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

VERONA | IL TECNICO GIALLOBLÙ PENSA AL NAPOLI E AL FUTURO LE SCELTE | ANCHE FABIAN È RIMASTO A CASTEL VOLTURNO. KIM E KVARA: ESORDIO
H. VERONA 3-5-2 NAPOLI 4-3-3

Cioffi: Occorrono rinforzi 8


Lazovic 99
22
Di Lorenzo
OGGI A VERONA
Stadio Bentegodi
Gioca Meret. Simeone resta a casa
27 ore 18.30
VERONA - Non trovarsi subito certe pressioni. Affrontiamo 11 Anguissa IN TV: Dazn INVIATO A CASTEL VOLTUR- a Castel Volturno per un dif- NIENTE CHOLITO. A fargli terrà al passato, ovviamente
Dawidowicz 7 13
il Cholito Simeone da avver- un Napoli frizzante, una squa- Lozano ARBITRO: Fabbri NO - Il pericolo non può esse- ferenziato o qualcosa del ge- compagnia, ci sarà Giovan- senza Ospina e né Koulibaly,
Barak 9 Rrahmani
sario, è il sollievo – quel mi- dra di palleggio: non credo sia Gunter di Ravenna. re il mestiere di chiunque e nere, aspettando segnali dal- ni «el Cholito» Simeone, che senza Insigne e senza Mertens
Henry 9 68 1
nimo – della vigilia. Al con- in costruzione, ha una media 1 21
14 Guardalinee: mentre Napoli e Psg stanno la Francia. Il centrocampo ha in ritardo di preparazione ha e né Ghoulam. Il nuovo Napo-
trario, la situazione di scetti- realizzativa altissima e vor- Ilic Osimhen Lobotka Meret Lombardo discutendo seriamente del suo meno opzioni, perché anche dovuto ripartire da dove si era li ripartirà con Meret in por-
Montipò 11
cismo dopo un mercato da se- rà chiudere la partita subito». 3 e Lombardi. trasferimento, Fabian Ruiz ha Gaetano ha dovuto rinuncia- fermato: inutile andare nella ta, in attesa del giudizio defi-
Magnani 61 Lasagna
mi-esodo (ceduti anche Casale 77 Kim Quarto uomo: preferito evitare che l’affatica- re alla trasferta (e lo sapeva): sua Verona, ci sarà modo per nitivo del mercato; con la fa-
23 Tameze
e Caprari) sarebbe alquanto DIFESA. Sull’assetto tattico Kvaratskhelia 20 Meraviglia. mento - a volte si dice così - di- la squalifica di due giornate, fare il trasloco, e meglio ri- scia di capitano al braccio di
peggiore attorno al Verona. del Verona, invece, qualche Zielinski 6 Var: Di Paolo. ventasse un problema: era già frutto di un whatsapp inop- sparmiarsi un volo e comin- Giovanni Di Lorenzo; con un
5
Simeone invece sarà un gio- dubbio resta. Tradotto nella Mario Rui Avar: Bindoni. successo nell’amichevole con portuno ancorché goliardico, ciare ad entrare in condizio- 4-3-3 che sembra inevitabile,
Faraoni
catore del Napoli soltanto nei Gabriele Cioffi, 46 anni, tecnico possibilità di uno spostamen- l’Espanyol, era capitato pure sottrae a Spalletti la possibili- ne, per presentarsi pronto con con gli uomini a disposizione.
prossimi giorni, il problema dell’Hellas Verona LAPRESSE to di Tameze sulla linea difen- nel corso della settimana, ed tà di scegliere, eventualmen- il Monza. A sinistra, in basso, c’è sem-
semmai è consegnare a Ciof- siva, dove manca Ceccherini Allenatore: Chioffi. Allenatore: Spalletti. essendo Verona gara «vera», te, in maniera diversa. pre Mario Rui in vantaggio su
fi una squadra pronta: in que- li in difesa», chiarisce Cioffi, che è al tempo stesso squali- A disposizione: 16 Chiesa, 22 Berardi, A disposizione: 30 Sirigu, 12 Marfella, con tackle da mettere in pre- SONO IN DUE. C’è un Napoli Olivera, che sta inserendosi
sto, l’allenatore dell’Hellas – che rispetto allo scorso anno ficato e – per altre due setti- 2 Amione, 42 Coppola, 45 Retsos, 5 Juan Jesus, 55 Ostigard, 17 Olivera, 59 Zanoli, ventivo, lo spagnolo e il Na- che somiglia molto a quello gradualmente e ha dimenti-
partito con una pesante bato- ha convertito il modulo in 3-5- mane – infortunato. Per i su- 18 Hongla, 72 Cortinovis, 77 Sulemana, 4 Demme, 7 Elmas, 21 Politano, 23 Zerbin, poli hanno lasciato che quei dell’anno scorso, perché per cato il bruttissimo infortunio
sta in Coppa Italia otto giorni 2. «Certe caratteristiche non perstiziosi, il Verona apriva il 20 Piccoli, 21 Djuric, 24 Terracciano. 33 Ounas. «dolorini» sparsi diventassero nove-undicesimi i volti di chi subito in Nazionale: poi, re-
fa contro il Bari – ha le idee sono replicabili: gente come campionato ospitando il Na- Indisponibili: Doig. Indisponibili: Fabian Ruiz. l’indizio dell’epilogo di un feu- A sinistra Mario Rui darà il via alle danze al cam- gia affidata a Lobotka, chia-
abbastanza chiare. Caprari, Simeone o gli stessi
Juric e Tudor non ci sono più.
poli anche nel 2017: sconfit-
ta e preludio all’ultima retro-
Squalificati: Ceccherini, Veloso.
Diffidati: -.
Squalificati: Gaetano (2).
Diffidati: -.
illeton del quale s’ignora il fi-
nale. I fatti separati dalle opi- favorito su Olivera pionato sono già noti a Spal-
letti: il debutto, a meno del-
ramente, e Anguissa da una
parte con Zielinski dall’altra,
CIOFFI. «Mancano tre-quat-
tro giocatori all’appello del
Quindi a Verona bisogna reset-
tare tutto. E tutelare giocatori
cessione in B. Un ricordo che
non fa ben sperare.
nioni raccontano che Fabian
Ruiz non rientra nell’elenco
In mediana Lobotka le classiche cosiddette sorpre-
se, verrà riservato a Kim e a
per ripetere ciò che sanno da
almeno un anno.
nostro mercato, due dei qua- che non sono pronti a gestire ASS dei convocati, dunque resta Zielinski e Anguissa Kvaratskhelia, il resto appar- ©RIPRODUZIONE RISERVATA Alex Meret, portiere del Napoli, e il centrocampista Anguissa MOSCA
20 SERIE A SERIE A 21
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
JUVENTUS-SASSUOLO (ORE 20.45) CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO JUVENTUS-SASSUOLO (ORE 20.45)

Alla vigilia del debutto il tecnico sprona i suoi Esordio in A per il fuoriclasse argentino AFFARI E TRATTATIVE |

Empoli: Ampadu
Juve subito al Max L’ennesima più di Vogliacco
«Siamo tutti prima volta Dia per Salerno
di Eleonora Trotta

in discussione» di super ADM


Destiny Udogie (19) ha scelto
da tempo il Tottenham e ieri,
accompagnato dai suoi agenti,
è partito per Londra. Ora le vi-
site mediche, prima della firma
sul contratto quinquennale che
gli permetterà di aggregarsi tra
un anno alla formazione ingle-
di Nicola Balice
TORINO
Allegri: «Niente trionfalismi di Nicola Balice
TORINO
Di Maria è arrivato alla Juventus se. L’accordo tra i due club, sui
25 milioni di euro complessi-
Dobbiamo vincere gara dopo gara con 32 trofei in carriera: ha vinto

I U
vi, prevede infatti il prestito del
nizia la stagione. «E il diver- na prima vol- terzino di una stagione Friu-
timento»: così Max Allegri
Per recuperare 10 punti al Milan...» ta, ancora una
ovunque e vuole ripetersi qui li. Così, il duttile esterno po-

680
si presenta alla vigilia del volta. In car- trà proseguire il suo percorso
debutto in campionato del- riera Angel Di prima di trasferirsi a Londra,
la sua Juve, con queste parole ti? Non lo so, ma sono contento in casa con lo stadio Maria ne ha viste tante, LA STELLA. D'altronde gran IN CAMPO. Anche Allegri ha nel 2023. «Voglio crescere il
tipiche di chi non vede l’ora di degli ottimi giocatori che hanno pieno, servirà entu- partite vincendo praticamen- parte della prima fase di mer- fatto capire come la Juve do- più possibile e dare il massimo
cominciare. Anche o soprattut- preso il posto di altri ottimi gio- siasmo». Di mercato, Sono quelle te tutto in ogni parte cato della Juve è ruotata at- vrà ruotare attorno al genio di per la squadra», le sue parole
to per capire a che punto sia re- catori». Nell’immediato c’è una però, non va oltre com- collezionate del mondo. Sono 32 i torno a lui. Da quando il suo Di Maria. Sarà quindi l'argenti- a Sky. La società di Pozzo, in-
almente la sua squadra, tra un prima metà di stagione intensa menti sommari: «Inutile parlar- in carriera da trofei conquistati tra entourage ha bussato (anche) no a dover inventare per Dusan tanto, aspetta l’ultimo via libe-
messaggio e l’altro ce n’è uno come mai prima d’ora: «Prima ne, ci pensa la società. Dobbia- Di Maria tra Seleccion e squa- alla porta della Continassa per Vlahovic, con il tecnico bianco- ra dello Sporting Lisbona per il
in particolare che deve arri- si lavorava pensando ad arriva- mo pensare solo al campo e a Rosario Central, dre di club: comunicare la sua disponibili- nero che lascerà El Fideo la li- giovane attaccante Vivaldo Se-
vare a destinazione: «Da do- re a marzo in corsa su tutto, ora non farci distrarre dalle notizie Benfica, Real, ha vinto tà sul mercato dei parametri bertà di cui necessita per espri- medo (17).
mani (oggi, ndr) siamo tutti sappiamo che a novembre do- di mercato perché sono delete- Utd e Psg con la ma- zero, infatti, Allegri non ha mai mersi al meglio. In un assetto
in discussione». Tutti, dal primo vremo riuscire a essere nelle pri- rie, diventano alibi e noi dob- glia dell'Ar- avuto dubbi: voleva Di Maria, tattico che contro il Sassuolo do- TRIS EMPOLI. La Sampdo- Ampadu, ex Venezia GETTY
all’ultimo, Allegri compreso. Per- me quattro per restare nella lot- biamo essere concentrati. Ter- genti- na, del Benfi- a ogni costo. Una corte dura- vrebbe riportare la Juve al 4-2- ria ancora non rilancia, allo-
ché al netto degli obiettivi reali ta scudetto, riuscendo anche a zini? Ne abbiamo quattro, ba- ca, del Real Madrid, del ta settimane, mesi. Un'attesa 3-1, asimettrico ma non trop- ra l’Empoli continua ad avere
e di quelli da poter svelare, dei
lavori in corso sul mercato e di
quelli sul campo, da questa sera
passare il turno in Champions».
Il tutto sapendo di dover ridurre
un gap notevole, secondo Alle-
stano. I giovani? Con la società
siamo d’accordo su tutto, non
abbiamo ancora deciso chi re-
153 Psg, fallendo l'appunta-
mento con almeno un
trofeo solo tra Rosario
che sembrava non terminare
mai, mentre Di Maria aspet-
tava una mossa dal Barcello-
po. In porta spazio a Perin, in
difesa Danilo, Bonucci, Bremer
e De Sciglio (favorito su Alex
la strada spianata per chiude-
re Alberto Grassi (27) con il
Parma. Il giocatore del resto ha
ha ragione solo chi ottiene i tre gri ci sono ancora almeno die- sterà e chi andrà in prestito, di Gol Central e Manchester na che non sarebbe arrivata, Sandro), con Zakaria e Loca- già un’intesa con i toscani e la
punti turno dopo turno: «Conta ci punti di differenza col Milan sicuro sono tutti molto bravi». Sono quelli United. E ora ci ripro- alla fine ha vinto la determi- telli a dare sostanza in media- partenza programmata di Leo
solo il rettangolo verde, c’è da da colmare: «L’anno scorso ab- realizzati tra va, questa sera ci sarà nazione della Juve a metterlo na, mentre Cuadrado a destra e Stulac (27) verso il Palermo è
vincere le partite e non da man- biamo fatto 16 punti meno del I SINGOLI. Non vuole distrazio- il 2006 e la spazio per un'altra pri- al centro di tutto. Anche se per McKennie a sinistra sono in van- un ulteriore indizio sull’arrivo
dare missili sulla luna. Con en- Milan, ragioniamo su 10 per- ni Allegri, il copione è chiaro. stagione scorsa ma volta, l'esordio uffi- un solo anno di contratto, an- taggio sull'ultimo arrivato Kostic del centrocampista a Empoli. E
tusiasmo, voglia, tenendo il pro- ché dopo la certezza del quarto A livello di singoli, poi, questa dal Fideo con i ciale con la maglia della che con il rischio di un'atten- per completare il pacchetto of- non finisce qui, perché questa
filo molto basso. Ho visto troppi posto abbiamo mollato. Quindi dovrà essere da subito la squa- suoi cinque club Juve in serie A. Appunta- zione troppo Mondiale-centri- fensivo. A proposito di Kostic, i settimana il presidente Fabrizio
trionfalismi e non mi piacciono». dobbiamo recuperare 10 punti dra di Dusan Vlahovic e Angel mento che lo vedrà forse ca: in estate è stato comunque ritardi burocratici che lo hanno Corsi vuole accelerare anche
al Milan, con pazienza e lavoro Di Maria: «Vlahovic sta bene, per la prima volta, ci risia- già Di Maria a rappresentare reso disponibile solo a partire da per il difensore. Due i nomi:
GLI OBIETTIVI. Dal Sassuolo co- ci arriveremo». è rientrato dopo il problema di mo, a 34 anni suonati an- uno degli uomini più motiva- sabato sembrano aver convin- Ethan Ampadu (21) del Chel-
mincia quindi tutta un’altra sto- fine campionato, è normale che che interpretare il ruolo di ti e in palla, classe superiore to Allegri ad aspettare ancora sea, richiesto dal tecnico Paolo
ria. Gli obiettivi a lungo raggio
sono sempre gli stessi: «La Ju-
ventus ha il dovere di puntare a
IL MOMENTO. Al via quindi ar-
riva una Juve ancora in via di
definizione, per di più con gli
ci voglia un po’ di pazienza per
ritrovarlo al massimo della con-
dizione. Ha tutta la possibili-
122 prima stella assoluta e non
solo di co-protagonista
o comprimario di lus-
alla media, motivato il giusto
in questo ruolo di leader subi-
to pronto a diventare punto di
prima di gettarlo nella mischia
da titolare: «È un giocatore che
crossa molto bene, con un otti-
Zanetti (39), e Alessandro Vo-
gliacco (23). Il primo ha lavo-
rato insieme all’allenatore dei
vincere come è sempre stato, an- uomini contati da centrocam- tà per fare una grande stagio- Presenze so: aspettando Paul riferimento per tutti. mo controllo di palla, è arriva- biancoblu a Venezia. ll secon-
che l’anno scorso. Ma riuscirci è po in su. Una Juve che dovrà di- ne. Di Maria? Va sfruttato per Sono quelle Pogba e Federi- to solo da due giorni facendo do, invece, è stato richiesto uf-
difficile, ci sono squadre attrez- mostrare di aver reagito al me- le sue caratteristiche tecniche inanellate da co Chiesa, infatti, avanti e indietro da Francofor- ficialmente ma non sarà faci-
zate come Inter, Milan, Roma, glio dopo la scoppola con l’At- che sono di livello superiore alla Di Maria con tocca a Di Maria te. Devo ancora decidere, tra lui, le strapparlo al Genoa, che lo
è un campionato con cinque-sei letico Madrid: «Quella sconfitta media. Dovremo metterlo nelle l’Argentina, (insieme a Dusan Aspettando Pogba McKennie e Cuadrado ne gio- considera importante. Nel frat-
pretendenti e noi siamo in mez-
zo a quelle. Bisogna lavorare
ci ha fatto bene per farci alzare
le antenne. Non abbiamo ora
condizioni di fare assist e cucire
il gioco». Max ha parlato, oggi
a iniziare dal
2008: 25 i gol,
Vlahovic) prende-
re per mano una squadra che e Chiesa tocca cheranno due. Sono molto con-
tento, è un calciante, ne trarrà
tempo proseguono in un clima
di ottimismo i dialoghi con la
in silenzio, la società è sta-
ta brava a sostituire chi è
una condizione massimale, col
Sassuolo dobbiamo giocare da
si comincia. E sono tutti in di-
scussione.
l’ultimo all’Italia sta cambiando pelle nel ten-
tativo di tornare a vincere nel
al Fideo (e a Dusan) beneficio Vlahovic» ha spiega-
to il tecnico bianconero.
Fiorentina per lo scambio Ne-
dim Bajrami (23)-Szymon
partito. Se siamo più for- squadra, giocheremo la prima ©RIPRODUZIONE RISERVATA minor tempo possibile. esaltare la squadra ©RIPRODUZIONE RISERVATA Zurkowski (24).
Dia del Villarreal ANSA
INTRIGO ATTACCO. Accolto
SASSUOLO | OBIETTIVO EUROPA NEL 10° ANNO DI A MERCATO | L’USCITA DEL FRANCESE CONDIZIONA L’ARRIVO DELL’ARGENTINO Giulio Maggiore (24), ope- na e alla Sampdoria, ma i gra-
JUVENTUS 4-2-3-1 SASSUOLO 4-3-3 razione a titolo definitivo sui nata si confermano i più deter-

Ora Dionisi guarda in alto Rabiot-Paredes, porte girevoli


4 milioni di euro, la Salernita- minati a riportarlo in Italia.
na lavora senza fretta al pros-
OGGI A TORINO simo attaccante. Almeno tre le ASTA. Mauro Icardi (29) sa-
De Sciglio 17
Allianz Stadium piste seguite dal presidente Da- bato è tornato a Milano: è in
2 8 16 Muldur
ore 20,45 nilo Iervolino, sempre più de- programma un vertice allar-
McKennie 10 Frattesi
di Massimo Boccucci pa nel 10° anno di A. Per ri- IN TV: TORINO - Oggi inizia il cam- del mercato. So che vuole gio- gelatasi la pista Valencia si tor- terminato a consegnare a Davi- gato tra Wanda Nara, i rappre-
Bremer 5 Berardi 28
uscirci il Sassuolo ha fin qui Dazn pionato anche della Juve, ma il care, ma ha uno stato d'animo na a sondare con insistenza il de Nicola un goleador di spes- sentanti del calciatore e il Psg
3 Locatelli Erlic
La certezza è il 4-3-3, alme- cambiato poco viste le par- ARBITRO: mercato continua a tenere ban- tranquillo», ha dichiarato il tec- mercato in Premier sore internazionale. Uno dei dopo l’esclusione ufficiale co-
36 22 Vlahovic 9 7 47
no come base di partenza vi- tenze di Scamacca, Chiriches Rapuano di Rimini co. Con alcune piste in partico- nico del Psg. La Juve intanto, preferiti resta sicuramente municata dai francesi. Speran-
Perin Di Maria 9 Pinamonti Henrique Consigli
ste le scelte tattiche durante e Djuricic (Raspadori sembra Guardalinee: lare su cui si lavora per arriva- raggiunta l'intesa col giocatore, TOCCA A DEPAY. C'è poi da Boulaye Dia (25), ma il do di accendere il mercato, il
il rodaggio, anche se Alessio avere la valigia pronta) e gli 28 13 Di Vuolo e Di Gioia re a una conclusione nel minor spinge col club parigino per ot- completare l'attacco, con Mem- classe ‘96 del Villarreal sta club transalpino lo ha offerto
Dionisi può passare tranquil- arrivi di Erlic (un ritorno), 19 Zakaria 15 Ferrari Quarto uomo: Giua tempo possibile. Come quella le- tenere un prestito con diritto di phis Depay ormai saldamente trattando con tre squadre. così la scorsa settimana al Ga-
lamente al 4-2-3-1 (il modu- Thorstvedt e Alvarez. Stase- Bonucci 11 Ceide 42 Var: Guida gata alla cessione di Adrien Ra- riscatto. Sempre a centrocam- in pole position. Sempre posi- Per questo, si è preso una setti- latasaray e allo United. E in-
lo dell'anno scorso), al 4-3- ra mancherà lo squalificato 6 Cuadrado Thorstvedt 77 Avar: Muto biot, sempre più vicino al Man- po proseguono i lavori in cor- tivi anche gli ultimi contatti tra mana di tempo prima di scio- vece il Monza? A spegnere le
2-1 o 4-3-1-2 come fa pure Maxime Lopez, l'eroe di otto- Danilo Kyriakopoulos chester United: ieri si è tenuto so anche per la cessione di Ar- il suo entourage e la Juve, re- gliere le riserve. voci ci ha pensato sabato Adria-
in corsa. La macchia estiva Alessio Dionisi, 42 anni, 2° bre per aver castigato i bian- un altro colloquio tra la dirigen- thur («Ha ancora un problema stano da definire ancora i bo- Torino pronto al doppio col- no Galliani prima della partita
è stata la cocente elimina- anno di serie A LAPRESSE coneri, con i dubbi grossi su za dei Red Devils e l'entourage alla caviglia, poi ci sono voci di nus e da sciogliere il nodo sul- po in difesa. Per l’olandese Per con il Torino.
zione dalla Coppa Italia, per chi affiancherà Berardi in at- Allenatore: Allegri Allenatore: Dionisi del giocatore, la distanza dalla mercato e non è disponibile», la durata definitiva (proposto Schuurs (22) c’è un accor- Si infiamma il mercato per
mano del Modena nel der- tacco perché Pinamonti è ap- A disposizione: 23 Pinsoglio, 41 Garofani, 15 A disposizione: 30 Zacchi, 64 Russo, 3 richiesta di mamma Veronique ha dichiarato Max Allegri): con- un biennale con opzione per il do con l’Ajax sui 12 milioni di Stipe Biuk (19). Il talento cro-
by al Braglia, dopo un buo- Serie A per la conferma alla pena arrivato e già scalpita Gatti, 24 Rugani, 44 Fagioli, 12 Alex Sandro, 17 Marchizza, 5 Ayhan, 6 Rogerio, 44 Tressoldi, 8 va limata. A sperare in una pron- terzo anno, che Depay vorreb- euro bonus inclusi. Anche Isak ato, che tanto piace alla Sam-
na serie di amichevoli con guida degli emiliani che ora (potrebbe partire) tra Ceide Kostic, 42 Barbieri, 20 Miretti, 13 Rovella, 40 Harroui, 14 Obiang, 35 D’Andrea, 11 Alvarez, 18 ta fumata bianca non c'è solo lo be garantito). Aspettando sem- Hien (23) del Djurgardens è pdoria, ha ricevuto offerte an-
4 vittorie e il 2-2 in Francia vuole riportare almeno ai 50 (favorito per l'altra maglia), Da Graca, 30 Soulé Raspadori, 92 Defrel United ma anche o soprattutto pre la risoluzione del contratto quasi fatto: sul piatto circa 4 che dall’Augsburg e dal Mainz.
col Rems. Il tecnico nerove- punti e all'11° posto dell'ulti- Alvarez, Defrel e lo stesso Ra- Indisponibili: Aké, Arthur, Chiesa, Kaio Jorge, Indisponibili: Traore, Romagna, Pegolo, Toljan la Juve, che attende questa par- Per completare dell'olandese con il Barcellona, milioni di euro. Non tramon- L’Hajduk Spalato in ogni caso
de apre all'Allianz - che gli
ha dato un'emozione unica
ma avventura. spadori a disposizione, con-
siderando che Traore è fuori
Pogba, Szczesny
Squalificati: Kean, Rabiot
Squalificati: Maxime Lopez
Diffidati: -
tenza per affondare il colpo sul
fronte Leandro Paredes, di cui l’attacco si lavora una priorità per il club blaugra-
na per cui sembra ormai solo
ta, poi, Dennis Praet (28), ri-
entrato al Leicester dopo il pre-
non fa sconti: la richiesta resta
6-8 milioni di euro. Ufficiale la
il 27 ottobre 2021 con lo sto-
rico colpo per 2-1 nel finale
SOGNO EUROPA. C'è un so-
gno che parte proprio davan-
per infortunio e ne avrà per
diverso tempo.
Diffidati: - ha parlato anche Cristophe Gal-
tier: «Ha molte richieste e non
per chiudere questione di tempo.
n.b.
stito della passata stagione. In
questa sessione il trequartista
cessione di Remo Freuler (30)
al Nottingham Forest.
- la sua seconda stagione in ti alla Juve: cercare l'Euro- INFOPRESS so cosa accadrà da qui alla fine la trattativa Depay ©RIPRODUZIONE RISERVATA Leandro Paredes, 28 anni GETTY è stato accostato alla Fiorenti- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
20 SERIE A SERIE A 21
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022 LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
JUVENTUS-SASSUOLO (ORE 20.45) CORRIERE DELLO SPORT - STADIO CORRIERE DELLO SPORT - STADIO JUVENTUS-SASSUOLO (ORE 20.45)

Alla vigilia del debutto il tecnico sprona i suoi Esordio in A per il fuoriclasse argentino AFFARI E TRATTATIVE |

Empoli: Ampadu
Juve subito al Max L’ennesima più di Vogliacco
«Siamo tutti prima volta Dia per Salerno
di Eleonora Trotta

in discussione» di super ADM


Destiny Udogie (19) ha scelto
da tempo il Tottenham e ieri,
accompagnato dai suoi agenti,
è partito per Londra. Ora le vi-
site mediche, prima della firma
sul contratto quinquennale che
gli permetterà di aggregarsi tra
un anno alla formazione ingle-
di Nicola Balice
TORINO
Allegri: «Niente trionfalismi di Nicola Balice
TORINO
Di Maria è arrivato alla Juventus se. L’accordo tra i due club, sui
25 milioni di euro complessi-
Dobbiamo vincere gara dopo gara con 32 trofei in carriera: ha vinto

I U
vi, prevede infatti il prestito del
nizia la stagione. «E il diver- na prima vol- terzino di una stagione Friu-
timento»: così Max Allegri
Per recuperare 10 punti al Milan...» ta, ancora una
ovunque e vuole ripetersi qui li. Così, il duttile esterno po-

680
si presenta alla vigilia del volta. In car- trà proseguire il suo percorso
debutto in campionato del- riera Angel Di prima di trasferirsi a Londra,
la sua Juve, con queste parole ti? Non lo so, ma sono contento in casa con lo stadio Maria ne ha viste tante, LA STELLA. D'altronde gran IN CAMPO. Anche Allegri ha nel 2023. «Voglio crescere il
tipiche di chi non vede l’ora di degli ottimi giocatori che hanno pieno, servirà entu- partite vincendo praticamen- parte della prima fase di mer- fatto capire come la Juve do- più possibile e dare il massimo
cominciare. Anche o soprattut- preso il posto di altri ottimi gio- siasmo». Di mercato, Sono quelle te tutto in ogni parte cato della Juve è ruotata at- vrà ruotare attorno al genio di per la squadra», le sue parole
to per capire a che punto sia re- catori». Nell’immediato c’è una però, non va oltre com- collezionate del mondo. Sono 32 i torno a lui. Da quando il suo Di Maria. Sarà quindi l'argenti- a Sky. La società di Pozzo, in-
almente la sua squadra, tra un prima metà di stagione intensa menti sommari: «Inutile parlar- in carriera da trofei conquistati tra entourage ha bussato (anche) no a dover inventare per Dusan tanto, aspetta l’ultimo via libe-
messaggio e l’altro ce n’è uno come mai prima d’ora: «Prima ne, ci pensa la società. Dobbia- Di Maria tra Seleccion e squa- alla porta della Continassa per Vlahovic, con il tecnico bianco- ra dello Sporting Lisbona per il
in particolare che deve arri- si lavorava pensando ad arriva- mo pensare solo al campo e a Rosario Central, dre di club: comunicare la sua disponibili- nero che lascerà El Fideo la li- giovane attaccante Vivaldo Se-
vare a destinazione: «Da do- re a marzo in corsa su tutto, ora non farci distrarre dalle notizie Benfica, Real, ha vinto tà sul mercato dei parametri bertà di cui necessita per espri- medo (17).
mani (oggi, ndr) siamo tutti sappiamo che a novembre do- di mercato perché sono delete- Utd e Psg con la ma- zero, infatti, Allegri non ha mai mersi al meglio. In un assetto
in discussione». Tutti, dal primo vremo riuscire a essere nelle pri- rie, diventano alibi e noi dob- glia dell'Ar- avuto dubbi: voleva Di Maria, tattico che contro il Sassuolo do- TRIS EMPOLI. La Sampdo- Ampadu, ex Venezia GETTY
all’ultimo, Allegri compreso. Per- me quattro per restare nella lot- biamo essere concentrati. Ter- genti- na, del Benfi- a ogni costo. Una corte dura- vrebbe riportare la Juve al 4-2- ria ancora non rilancia, allo-
ché al netto degli obiettivi reali ta scudetto, riuscendo anche a zini? Ne abbiamo quattro, ba- ca, del Real Madrid, del ta settimane, mesi. Un'attesa 3-1, asimettrico ma non trop- ra l’Empoli continua ad avere
e di quelli da poter svelare, dei
lavori in corso sul mercato e di
quelli sul campo, da questa sera
passare il turno in Champions».
Il tutto sapendo di dover ridurre
un gap notevole, secondo Alle-
stano. I giovani? Con la società
siamo d’accordo su tutto, non
abbiamo ancora deciso chi re-
153 Psg, fallendo l'appunta-
mento con almeno un
trofeo solo tra Rosario
che sembrava non terminare
mai, mentre Di Maria aspet-
tava una mossa dal Barcello-
po. In porta spazio a Perin, in
difesa Danilo, Bonucci, Bremer
e De Sciglio (favorito su Alex
la strada spianata per chiude-
re Alberto Grassi (27) con il
Parma. Il giocatore del resto ha
ha ragione solo chi ottiene i tre gri ci sono ancora almeno die- sterà e chi andrà in prestito, di Gol Central e Manchester na che non sarebbe arrivata, Sandro), con Zakaria e Loca- già un’intesa con i toscani e la
punti turno dopo turno: «Conta ci punti di differenza col Milan sicuro sono tutti molto bravi». Sono quelli United. E ora ci ripro- alla fine ha vinto la determi- telli a dare sostanza in media- partenza programmata di Leo
solo il rettangolo verde, c’è da da colmare: «L’anno scorso ab- realizzati tra va, questa sera ci sarà nazione della Juve a metterlo na, mentre Cuadrado a destra e Stulac (27) verso il Palermo è
vincere le partite e non da man- biamo fatto 16 punti meno del I SINGOLI. Non vuole distrazio- il 2006 e la spazio per un'altra pri- al centro di tutto. Anche se per McKennie a sinistra sono in van- un ulteriore indizio sull’arrivo
dare missili sulla luna. Con en- Milan, ragioniamo su 10 per- ni Allegri, il copione è chiaro. stagione scorsa ma volta, l'esordio uffi- un solo anno di contratto, an- taggio sull'ultimo arrivato Kostic del centrocampista a Empoli. E
tusiasmo, voglia, tenendo il pro- ché dopo la certezza del quarto A livello di singoli, poi, questa dal Fideo con i ciale con la maglia della che con il rischio di un'atten- per completare il pacchetto of- non finisce qui, perché questa
filo molto basso. Ho visto troppi posto abbiamo mollato. Quindi dovrà essere da subito la squa- suoi cinque club Juve in serie A. Appunta- zione troppo Mondiale-centri- fensivo. A proposito di Kostic, i settimana il presidente Fabrizio
trionfalismi e non mi piacciono». dobbiamo recuperare 10 punti dra di Dusan Vlahovic e Angel mento che lo vedrà forse ca: in estate è stato comunque ritardi burocratici che lo hanno Corsi vuole accelerare anche
al Milan, con pazienza e lavoro Di Maria: «Vlahovic sta bene, per la prima volta, ci risia- già Di Maria a rappresentare reso disponibile solo a partire da per il difensore. Due i nomi:
GLI OBIETTIVI. Dal Sassuolo co- ci arriveremo». è rientrato dopo il problema di mo, a 34 anni suonati an- uno degli uomini più motiva- sabato sembrano aver convin- Ethan Ampadu (21) del Chel-
mincia quindi tutta un’altra sto- fine campionato, è normale che che interpretare il ruolo di ti e in palla, classe superiore to Allegri ad aspettare ancora sea, richiesto dal tecnico Paolo
ria. Gli obiettivi a lungo raggio
sono sempre gli stessi: «La Ju-
ventus ha il dovere di puntare a
IL MOMENTO. Al via quindi ar-
riva una Juve ancora in via di
definizione, per di più con gli
ci voglia un po’ di pazienza per
ritrovarlo al massimo della con-
dizione. Ha tutta la possibili-
122 prima stella assoluta e non
solo di co-protagonista
o comprimario di lus-
alla media, motivato il giusto
in questo ruolo di leader subi-
to pronto a diventare punto di
prima di gettarlo nella mischia
da titolare: «È un giocatore che
crossa molto bene, con un otti-
Zanetti (39), e Alessandro Vo-
gliacco (23). Il primo ha lavo-
rato insieme all’allenatore dei
vincere come è sempre stato, an- uomini contati da centrocam- tà per fare una grande stagio- Presenze so: aspettando Paul riferimento per tutti. mo controllo di palla, è arriva- biancoblu a Venezia. ll secon-
che l’anno scorso. Ma riuscirci è po in su. Una Juve che dovrà di- ne. Di Maria? Va sfruttato per Sono quelle Pogba e Federi- to solo da due giorni facendo do, invece, è stato richiesto uf-
difficile, ci sono squadre attrez- mostrare di aver reagito al me- le sue caratteristiche tecniche inanellate da co Chiesa, infatti, avanti e indietro da Francofor- ficialmente ma non sarà faci-
zate come Inter, Milan, Roma, glio dopo la scoppola con l’At- che sono di livello superiore alla Di Maria con tocca a Di Maria te. Devo ancora decidere, tra lui, le strapparlo al Genoa, che lo
è un campionato con cinque-sei letico Madrid: «Quella sconfitta media. Dovremo metterlo nelle l’Argentina, (insieme a Dusan Aspettando Pogba McKennie e Cuadrado ne gio- considera importante. Nel frat-
pretendenti e noi siamo in mez-
zo a quelle. Bisogna lavorare
ci ha fatto bene per farci alzare
le antenne. Non abbiamo ora
condizioni di fare assist e cucire
il gioco». Max ha parlato, oggi
a iniziare dal
2008: 25 i gol,
Vlahovic) prende-
re per mano una squadra che e Chiesa tocca cheranno due. Sono molto con-
tento, è un calciante, ne trarrà
tempo proseguono in un clima
di ottimismo i dialoghi con la
in silenzio, la società è sta-
ta brava a sostituire chi è
una condizione massimale, col
Sassuolo dobbiamo giocare da
si comincia. E sono tutti in di-
scussione.
l’ultimo all’Italia sta cambiando pelle nel ten-
tativo di tornare a vincere nel
al Fideo (e a Dusan) beneficio Vlahovic» ha spiega-
to il tecnico bianconero.
Fiorentina per lo scambio Ne-
dim Bajrami (23)-Szymon
partito. Se siamo più for- squadra, giocheremo la prima ©RIPRODUZIONE RISERVATA minor tempo possibile. esaltare la squadra ©RIPRODUZIONE RISERVATA Zurkowski (24).
Dia del Villarreal ANSA
INTRIGO ATTACCO. Accolto
SASSUOLO | OBIETTIVO EUROPA NEL 10° ANNO DI A MERCATO | L’USCITA DEL FRANCESE CONDIZIONA L’ARRIVO DELL’ARGENTINO Giulio Maggiore (24), ope- na e alla Sampdoria, ma i gra-
JUVENTUS 4-2-3-1 SASSUOLO 4-3-3 razione a titolo definitivo sui nata si confermano i più deter-

Ora Dionisi guarda in alto Rabiot-Paredes, porte girevoli


4 milioni di euro, la Salernita- minati a riportarlo in Italia.
na lavora senza fretta al pros-
OGGI A TORINO simo attaccante. Almeno tre le ASTA. Mauro Icardi (29) sa-
De Sciglio 17
Allianz Stadium piste seguite dal presidente Da- bato è tornato a Milano: è in
2 8 16 Muldur
ore 20,45 nilo Iervolino, sempre più de- programma un vertice allar-
McKennie 10 Frattesi
di Massimo Boccucci pa nel 10° anno di A. Per ri- IN TV: TORINO - Oggi inizia il cam- del mercato. So che vuole gio- gelatasi la pista Valencia si tor- terminato a consegnare a Davi- gato tra Wanda Nara, i rappre-
Bremer 5 Berardi 28
uscirci il Sassuolo ha fin qui Dazn pionato anche della Juve, ma il care, ma ha uno stato d'animo na a sondare con insistenza il de Nicola un goleador di spes- sentanti del calciatore e il Psg
3 Locatelli Erlic
La certezza è il 4-3-3, alme- cambiato poco viste le par- ARBITRO: mercato continua a tenere ban- tranquillo», ha dichiarato il tec- mercato in Premier sore internazionale. Uno dei dopo l’esclusione ufficiale co-
36 22 Vlahovic 9 7 47
no come base di partenza vi- tenze di Scamacca, Chiriches Rapuano di Rimini co. Con alcune piste in partico- nico del Psg. La Juve intanto, preferiti resta sicuramente municata dai francesi. Speran-
Perin Di Maria 9 Pinamonti Henrique Consigli
ste le scelte tattiche durante e Djuricic (Raspadori sembra Guardalinee: lare su cui si lavora per arriva- raggiunta l'intesa col giocatore, TOCCA A DEPAY. C'è poi da Boulaye Dia (25), ma il do di accendere il mercato, il
il rodaggio, anche se Alessio avere la valigia pronta) e gli 28 13 Di Vuolo e Di Gioia re a una conclusione nel minor spinge col club parigino per ot- completare l'attacco, con Mem- classe ‘96 del Villarreal sta club transalpino lo ha offerto
Dionisi può passare tranquil- arrivi di Erlic (un ritorno), 19 Zakaria 15 Ferrari Quarto uomo: Giua tempo possibile. Come quella le- tenere un prestito con diritto di phis Depay ormai saldamente trattando con tre squadre. così la scorsa settimana al Ga-
lamente al 4-2-3-1 (il modu- Thorstvedt e Alvarez. Stase- Bonucci 11 Ceide 42 Var: Guida gata alla cessione di Adrien Ra- riscatto. Sempre a centrocam- in pole position. Sempre posi- Per questo, si è preso una setti- latasaray e allo United. E in-
lo dell'anno scorso), al 4-3- ra mancherà lo squalificato 6 Cuadrado Thorstvedt 77 Avar: Muto biot, sempre più vicino al Man- po proseguono i lavori in cor- tivi anche gli ultimi contatti tra mana di tempo prima di scio- vece il Monza? A spegnere le
2-1 o 4-3-1-2 come fa pure Maxime Lopez, l'eroe di otto- Danilo Kyriakopoulos chester United: ieri si è tenuto so anche per la cessione di Ar- il suo entourage e la Juve, re- gliere le riserve. voci ci ha pensato sabato Adria-
in corsa. La macchia estiva Alessio Dionisi, 42 anni, 2° bre per aver castigato i bian- un altro colloquio tra la dirigen- thur («Ha ancora un problema stano da definire ancora i bo- Torino pronto al doppio col- no Galliani prima della partita
è stata la cocente elimina- anno di serie A LAPRESSE coneri, con i dubbi grossi su za dei Red Devils e l'entourage alla caviglia, poi ci sono voci di nus e da sciogliere il nodo sul- po in difesa. Per l’olandese Per con il Torino.
zione dalla Coppa Italia, per chi affiancherà Berardi in at- Allenatore: Allegri Allenatore: Dionisi del giocatore, la distanza dalla mercato e non è disponibile», la durata definitiva (proposto Schuurs (22) c’è un accor- Si infiamma il mercato per
mano del Modena nel der- tacco perché Pinamonti è ap- A disposizione: 23 Pinsoglio, 41 Garofani, 15 A disposizione: 30 Zacchi, 64 Russo, 3 richiesta di mamma Veronique ha dichiarato Max Allegri): con- un biennale con opzione per il do con l’Ajax sui 12 milioni di Stipe Biuk (19). Il talento cro-
by al Braglia, dopo un buo- Serie A per la conferma alla pena arrivato e già scalpita Gatti, 24 Rugani, 44 Fagioli, 12 Alex Sandro, 17 Marchizza, 5 Ayhan, 6 Rogerio, 44 Tressoldi, 8 va limata. A sperare in una pron- terzo anno, che Depay vorreb- euro bonus inclusi. Anche Isak ato, che tanto piace alla Sam-
na serie di amichevoli con guida degli emiliani che ora (potrebbe partire) tra Ceide Kostic, 42 Barbieri, 20 Miretti, 13 Rovella, 40 Harroui, 14 Obiang, 35 D’Andrea, 11 Alvarez, 18 ta fumata bianca non c'è solo lo be garantito). Aspettando sem- Hien (23) del Djurgardens è pdoria, ha ricevuto offerte an-
4 vittorie e il 2-2 in Francia vuole riportare almeno ai 50 (favorito per l'altra maglia), Da Graca, 30 Soulé Raspadori, 92 Defrel United ma anche o soprattutto pre la risoluzione del contratto quasi fatto: sul piatto circa 4 che dall’Augsburg e dal Mainz.
col Rems. Il tecnico nerove- punti e all'11° posto dell'ulti- Alvarez, Defrel e lo stesso Ra- Indisponibili: Aké, Arthur, Chiesa, Kaio Jorge, Indisponibili: Traore, Romagna, Pegolo, Toljan la Juve, che attende questa par- Per completare dell'olandese con il Barcellona, milioni di euro. Non tramon- L’Hajduk Spalato in ogni caso
de apre all'Allianz - che gli
ha dato un'emozione unica
ma avventura. spadori a disposizione, con-
siderando che Traore è fuori
Pogba, Szczesny
Squalificati: Kean, Rabiot
Squalificati: Maxime Lopez
Diffidati: -
tenza per affondare il colpo sul
fronte Leandro Paredes, di cui l’attacco si lavora una priorità per il club blaugra-
na per cui sembra ormai solo
ta, poi, Dennis Praet (28), ri-
entrato al Leicester dopo il pre-
non fa sconti: la richiesta resta
6-8 milioni di euro. Ufficiale la
il 27 ottobre 2021 con lo sto-
rico colpo per 2-1 nel finale
SOGNO EUROPA. C'è un so-
gno che parte proprio davan-
per infortunio e ne avrà per
diverso tempo.
Diffidati: - ha parlato anche Cristophe Gal-
tier: «Ha molte richieste e non
per chiudere questione di tempo.
n.b.
stito della passata stagione. In
questa sessione il trequartista
cessione di Remo Freuler (30)
al Nottingham Forest.
- la sua seconda stagione in ti alla Juve: cercare l'Euro- INFOPRESS so cosa accadrà da qui alla fine la trattativa Depay ©RIPRODUZIONE RISERVATA Leandro Paredes, 28 anni GETTY è stato accostato alla Fiorenti- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
22 MILAN
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
L'ANALISI CORRIERE DELLO SPORT - STADIO

I campioni d’Italia rossoneri


sono ripartiti all’attacco

Gol su gol PRELIMINARI


CHAMPIONS

ora il Milan
Domani via
all’andata per
gli ultimi 6 posti

fa vedere
di Andrea De Pauli

Domani sera
partono le gare
valide per l’andata
dei playoff di

le stelle
Champions League
(ritorno il 23 e 24 agosto).
Già prenotati 26 posti, ne
rimangono da assegnare 6
prima del sorteggio della
fase a gironi, il 25 agosto
a Istanbul, sede della
finale fissata il 10.6.2023.
Chiusa la stagione dei tanti 1-0 Questo martedì da
pre-Campioni vedrà il
il Diavolo punta al 20° scudetto Bodo Glimt, dopo gli
exploit di Conference

grazie alle reti delle punte League della scorsa


stagione, cercare la prima
partecipazione alla
di Adriano Ancona giocatori come Brahim Diaz, massima competizione
MILANO che pure l’anno scorso aveva Brahim continentale contro la
Dinamo Zagabria di Bruno

T
cominciato sgasando. Gol e as- Diaz
utti dentro il me- sist incorporati, nel battesimo e Theo Petkovic e Bosko Sutalo.
ga-progetto di con- della sua seconda stagione da Hernandez Sarà, invece, sfida del
volare alla seconda numero dieci rossonero. L’im- entrambi cuore per l’ex Parma e
stella. Coi gol come portante è che lo spagnolo non in gol con Atalanta Andreas
specialità della casa. Quasi entri in letargo com’è successo l’Udinese Cornelius, che guida
a dimenticarsi che lo scorso lo scorso anno, dopo un mese GETTY l’attacco del Trabzonspor
anno il Milan ha ottenuto lo folgorante. E' una sinfonia che nella tana del
scudetto fortificato dagli 1-0, segna e diverte, quella di Pio- Copenahgen, la squadra in
risultato ripetuto sette volte. li. Col piacere dell’inedito: nel cui si è formato. A Ibrox,
Quella, per certi versi, è già 2022 non era ancora capita- poi, i Rangers di Giovanni
un’immagine sbiadita. Ap- to al Milan di segnare quattro trequartisti: due novità che in- chio di partita come Giroud. zioni della prima vittoria in van Bronckhorst, dopo la
partiene al passato, anche se volte nella stessa gara, in cam- trigano fin d’ora – soprattutto A parte Ibrahimovic (che pure campionato almeno quanto il sconfitta nella finalissima
è proprio ai “vecchi” che Ste- pionato. L’ultima volta, storia il belga, uomo-gol designato ieri si è fatto sentire su Insta- croato che ha fatto due gol. Se- di Europa League con
fano Pioli ha deciso di affidar- della partita di fine girone lo assieme al materiale già pre- gram: «Il futuro è luminoso»), gnali di continuità, dopo il ri- l’Eintracht Francoforte
si per picconare l’Udinese. E’ scorso anno – quella pre-na- sente – ma ancora da inserire l’attacco è al gran completo. sveglio estivo. Abbinati a una della passata stagione,
un Milan che ha messo radi- talizia a Empoli – era stata an- nei meccanismi rossoneri. In- E ha dato una dimostrazione partita al di sotto degli stan- proveranno a rifarsi
ci, in ogni caso. Il consunti- che quella di cambiamenti effi- tanto anche Origi ha lasciato pratica del suo potenziale, al dard di Leao e Messias, che ne- contro il Psv di Ruud Van
vo dell'estate, tra amichevo- caci. Con lo stesso Diaz, per la tracce di sé davanti al pubblico decollo della stagione. gli ultimi test avevano invece Nistelrooy. Mercoledì
li attendibili e questo poker prima volta “panchinato” per di San Siro, giocando uno spic- mostrato la dovuta sintonia. pomeriggio poi si riparte
di campionato, porta a 21 gol scelta tecnica e l’intenzione di VOGLIA DI RISCATTO. L’im- La prima giornata non è ingan- con gli azeri del Qarabag
segnati nell’arco di sei partite. puntare su un Kessie avanza- pronta del Milan è senza dub- nevole, o fonte di contraddi- contro i cechi del Viktoria
to. La svolta, a San Siro con- bio quella di una squadra of- zioni, nel caso del Milan. Ser- Plzen. In serata, la Stella
L’INEDITO PIACE. Ne ha fatti tro l’Udinese, in qualche modo Già 21 centri in sei fensiva. Trascinata dalla ne- ve soltanto a riannodare il filo Rossa di Dejan Stankovic
un paio per tempo, due sere fa
a San Siro, un Milan che come
l’ha data proprio lo spagnolo.
Uno di quelli consolidati, al partite, col primo cessità che ha uno come Re-
bic – per esempio – di dare una
col passato. E a riprendere un
piacevole cammino nel proget-
sarà di scena sul campo
del Maccabi Haifa. Si
biglietto da visita ha il trico-
lore cucito sulla maglia. Un’i-
suo terzo anno di Milan. Nel
senso che le alternative si chia-
poker in campionato passata di cancellino ai recenti
alti e bassi. Lo stesso vale per
to tricolore, stavolta senza sot-
trarsi all'etichetta di favoriti.
chiude con la supersfida
tra Dinamo Kiev e Benfica.
deale carica trasferita anche a mano Adli e De Ketelaere, da dell’intero 2022 Diaz, finito dentro le celebra- (ASS) Morale a mille per i
portoghesi, che
nonostante la partenza di
MERCATO | MALDINI E MASSARA SEMPRE AL LAVORO Darwin Nuñez, hanno
liquidato con un 7-1

Diallo più Onyedika per chiudere


complessivo i danesi del
Midtjlland nel turno
precedente. Ma c’è da
scommetterci che la
vecchia volpe Mircea
MILANO – Non c’è un attimo totalizzato un minuto. Il Milan tarla a condizioni differenti. so quattro giocatori a parame- Lucescu (foto in alto) avrà
di sosta, dalle partite - col fit- è sempre alla finestra, perché tro zero – tre titolari e il pro- istruito a dovere
to calendario agostano - come poi potrà dare parallelamente OPERAZIONE RINNOVI. Inevi- prio capitano – sono equipa- Shaparenko e compagni
su un mercato che deve chiude- il via-libera all’uscita di Gabbia tabile anche l’intreccio tra mer- rabili a veri colpi di mercato. per rendere
re il cerchio rossonero. I cam- con destinazione Sampdoria. cato e rinnovi, in questo mo- complicatissima la vita
pioni d’Italia completeranno Diallo andrebbe quindi a col- mento: il Milan ha scelto la TONALI IN RECUPERO. Saltata, agli encarnados.
il quadro con l'arrivo di un al- mare, numericamente, il vuo- settimana dell’inizio di cam- come da programma, la prima
tro centrale difensivo e di un to della partenza di Romagnoli. pionato per annunciare il pro- di campionato per non scherza- CHAMPIONS LEAGUE
rinforzo in mezzo al campo: il Ben rodato è invece Onyedika, lungamento di Tomori (imme- re col fuoco dopo i problemi al (playoff, andata)
Milan ha inaugurato il mese di che nell’ultimo mese ha giocato diatamente dopo quello di Po- flessore, Tonali da ieri ha mes- Domani - Ore 21 Bodo Glimt-Dina-
agosto ufficializzando De Ke- già otto partite con il Midtjyl- bega) e ora dovrebbe toccare a so nel mirino l’Atalanta per un mo Zagabria ore 21 (Sky Sport Fo-
telaere, ma il “tour” di Maldi- land: la richiesta dei danesi Krunic. Il bosniaco ha giocato suo rientro in campo. Il regista otball, Sky Sport 252 e Now), Cope-
ni e Massara per l'Europa non è di circa sette milioni, ma il al posto di Tonali contro l’Udi- viaggia verso il recupero, si sta naghen-Trabzonspor (SkySport 254,
è terminato. Si lavora sui pre- club rossonero vorrebbe spun- nese: è l’alternativa ideale per gestendo e tra sei giorni sarà in Now) Rangers Glasgow-Psv Ein-
stiti, dopo l’investimento fat- Pioli, che ne ha fatto anche un campo a Bergamo dove l’anno dhoven (Sky Sport 253 e Now)
to col Bruges. Diallo è il nome trequartista efficace lungo que- scorso è andato anche in gol. I Mercoledì - Ore 18.45 Qara-
più caldo per la difesa. Anche sti anni di Milan. Krunic ha un giocatori che non sono stati im- bag-Viktoria Plzen (Sky Sport Fo-
sabato è andato in panchina Fronte rinnovi: contratto fino al 2024, la stes- piegati dall’inizio in Milan-Udi- otball, Sky Sport 251 e NOW). Ore 21
nella partita – la terza stagio-
nale – del Paris Saint Germain tocca a Krunic sa scadenza di due big come
Leao e Bennacer. Per entram-
nese, hanno svolto una partitel-
la contro la Primavera. Giorna-
Maccabi Haifa-Stella Rossa (Sky
Sport Football, Sky Sport Uno e
contro il Montpellier: il sene-
galese rischia di arrivare a fi-
Intanto Tonali bi, però, occorrerà più tempo.
Ma i rinnovi, per una società
ta di riposo, oggi: la ripresa è
fissata per domani.
Now), Dinamo Kiev-Benfica (Prime
Video)
Abdou Diallo del Psg GETTY ne-mercato senza aver ancora “vede” l’Atalanta che nell’ultimo biennio ha per- ad.anc./ass ©RIPRODUZIONE RISERVATA
INTER 23
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
CORRIERE DELLO SPORT - STADIO L'ANALISI

Una tendenza emersa già con la sua Lazio

Mai troppo tardi


è la zona Inzaghi
di Andrea Ramazzotti
MILANO
Con l’Inter 10 gol siglati dopo l’85’
che valgono 5 punti in più in A

È
tornata la zona Inza-
ghi e l’Inter può sor-
ridere. Come era suc-
Questione di carattere e idee
cesso nello scorso cam-
pionato contro il Venezia (2-1, lavora sull’intensità e spinge i cuni difensori. Se la voglia di
gol di Dzeko) e contro il Tori- suoi a crederci fino alla fine, a vincere a tutti i costi é da scu-
no (1-1, rete di Sanchez), ma costo di adottare moduli spre- detto, molte altre cose sono
anche in Coppa Italia contro giudicati come il 4-2-4 grazie da migliorare per puntare al
l’Empoli (2-2, a segno Ranoc- al quale ha espugnato Lecce. tricolore.
chia) o in Supercoppa Italiana Non è casuale neppure che Esempi? La mira degli at-
(2-1, gol di Sanchez allo sca- la rete di Dumfries sia arriva- taccanti, da Lukaku (autore
dere dei supplementari), l’In- ta sugli sviluppi di un calcio dell'1-0 ma 2 volte incapace
ter è di nuovo letale negli ul- d’angolo, con la "spizzata" di di firmare la doppietta perso-
timi minuti. Stavolta il tecni- testa di Martinez e l’irruzio- nale) a Lautaro, che di testa si
co di Piacenza può ringraziare ne dell’olandese sul secondo è divorato il 2-1 da due pas-
Dumfries, che gli ha consenti- palo: schema più volte pro- si. Ad Appiano non è passato
to con il suo tocco ravvicina- vato alla Pinetina e diventa- in secondo piano il fischio di
to di far saltare in aria il for- to letale perché messo in pra- Prontera che ha fermato Big
tino di Falcone e di conquista- tica nel modo giusto quando Rom lanciato a rete per un fal-
re i tre punti. Il successo dei gli avversari erano ormai stre- lo inesistente del Toro, ma in
nerazzurri, pur maturato al mati. questo momento, più che sulle
95’, non è frutto del caso ma recriminazioni, Inzaghi è con-
è un risultato fortemente cer- DZEKO ED ERRORI. Il guizzo centrato soprattutto sulla cat-
cato anche attraverso le mosse
tattiche dell’ex allenatore del-
finale, grazie il quale l’Inter ha
tenuto il passo del Milan, ha
tiveria sotto rete che manca ai
suoi. Un problema da risolve- I gol
dopo
la Lazio. Simone, infatti, ha scatenato un’esultanza in sti- re in fretta sperando che an-
concluso la sfida del Via del le vittoria della Champions da che Dzeko e Correa, entram-
Mare con quattro attaccan- parte di Inzaghi e della pan- bi lontani dalla migliore con-
ti contemporaneamente sul
terreno di gioco. Una mossa
china ma non deve far dimen-
ticare le difficoltà riscontrate
dizione, diano una mano. E
poi c’è la questione gioco: a
l’85’
che agli interisti ha ricordato nello stadio di una neopro- Lecce Brozovic ha recupera- Data Partita da…a
gli assalti all’arma bianca di mossa, per di più priva di al- to a tempo di record, ma non
José Mourinho. aveva il giusto ritmo in cabi- 21/8/2021 Inter-Genoa da 3-0 a 4-0
na di regia. Avrebbe potuto es-
GIOA LAST MINUTE. L’affer- sere sostituto con Asllani? Sì, 27/8/2021 Verona-Inter da 1-2 a 1-3
mazione di sabato ha con- L’assalto di Lecce ma l'albanese a Pescara non 21/9/2021 Fiorentina-Inter da 1-2 a 1-3
fermato che l’Inter, proprio
come lo scorso anno, ha ca- non è nato per caso aveva fatto bene e probabil-
mente quella giornata no ha 27/11/2021 Venezia-Inter da 0-1 a 0-2
rattere e non molla mai. Nel
campionato 2021-22 le reti
Quattro punte pesato. Male a livello di in-
tensità anche Calhanoglu e 17/12/2021 Salernitana-Inter da 0-4 a 0-5
segnate dopo 85’ erano state e finale alla Mou Mkhitaryan, mentre a sinistra
22/1/2022 Inter-Venezia da 1-1 a 2-1 +2
9: troppe per definirle frutto Gosens è durato troppo poco.
del caso. Anche nelle stagioni Colpa di una condizione atleti- 13/3/2022 Torino-Inter da 1-0 a 1-1 +1
alla Lazio, però, i biancocele- ca che non può essere ottima-
sti di Inzaghi erano soliti bat- Ma il tecnico vuole le, ma che soprattutto i cen- 15/4/2022 Spezia-Inter da 1-2 a 1-3
tere il portiere avversario ne-
gli ultimi 5 minuti più recu- qualità in mediana trocampisti devono trovare in
fretta. Non sempre sarà pos- 6/5/2022 Inter-Empoli da 3-2 a 4-2
pero: é successo ben 45 volte.
A dimostrazione che il tecni-
e più concretezza sibile conquistare i 3 punti in
zona Inzaghi.
13/8/2022 Lecce-Inter da 1-1 a 1-2 +2
co piacentino in allenamento dai suoi attaccanti ©RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI SCENARI | SCHIERANDO L’OLANDESE SOLO NELLA RIPRESA IL TECNICO HA CONFERMATO CHE L’ESTERNO È INCEDIBILE

La mossa Dumfries, un forte segnale sul mercato


MILANO - Rileggendo a poste- ha commentato il blitz di Lec- rola chiaramente spetta a Zhang, to all’ex Psv sarebbe un danno
riori la conferenza stampa di ve- ce con una emoticon carica di sollevato per la sofferta vittoria difficile da riparare.
nerdì, forse Inzaghi sapeva già sollievo e con una foto dei gio- di Lecce e al tempo stesso con-
come sarebbe finita a Lecce. È catori esultanti, ha ascoltato e sapevole che questa squadra per CASADEI E RIPRESA. Da doma-
vero che ha tenuto inizialmen- annotato le parole pronunciate puntare allo scudetto ha biso- ni in poi Marotta, Ausilio e Bac-
te in panchina quel Dumfries da Inzaghi sia venerdì sia saba- gno di stabilità, non di una ri- cin proverranno a concludere
che, insieme a Skriniar, fa parte to sera. Il nuovo corso comuni- nunci importante. Un concetto la vendita di Casadei al Chel-
per lui della categoria incedibi- cativo di Simone, in conferen- ribadito da Marotta, obbligato sea. Con i 35 milioni garantiti
li a qualsiasi costo, ma l'allena- za molto più diretto e incisivo però a coniugare la sostenibili- dai sacrifici di Pinanonti e del
tore emiliano ha rivisto la sua rispetto al passato, ha chiarito tà economica con i risultati spor- centrocampista della Primavera,
«scelta tecnica» gettando nella al numero uno nerazzurro che tivi. Ecco perché, se da un lato forse, sarà possibile rimandare
mischia l’olandese al momento non è questo il momento di ce- Inzaghi non “accetta" partenze a giugno l’addio di uno dei top
giusto. E siccome proprio lui ha dere uno dei top player per si- («Le altre comprano, da noi si player tanto necessari per pun-
deciso il match, il teorema del- stemare il bilancio. L’ultima pa- parla solo di cessioni»), il presi- tare alla seconda stella. Handa-
la «squadra che non deve esse- dente deve guardare ai nume- novic e compagni sono rientrati
re toccata» regge ancora di più. ri. E i tifosi? Loro sperano che da Lecce sabato notte alle 2.45 e
Immaginare un’Inter senza Skri- non arrivi una proposta inde- hanno dormito ad Appiano dove
niar, pur adesso non al top, o Du- Il presidente Zhang cente per Dumfries («Bello ini- ieri mattina si sono allenati (pre-
mfries è complicato se, come ha
ribadito l’ad Marotta, «l’obietti- esulta via social ziare la stagione con i tre punti
e un gol» ha scritto sui social l'e-
sente anche D'Ambrosio). Oggi
giornata di riposo e ritrovo fis-
@stevenzhang91
La storia pubblicata su Instagram dal presidente Zhang
vo è vincere». Casadei-Chelsea: sterno), anche perché dopo aver
perso sulla fascia sinistra Perisic,
sato per domani ad Appiano.
and.ram.
per celebrare la vittoria di Lecce all’ultimo secondo GIOIA ZHANG. Il presidente, che si prova a chiudere rinunciare a campionato inizia- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
ESTERO 25
LUNEDÌ 15 AGOSTO 2022
CORRIERE DELLO SPORT - STADIO I CAMPIONATI

FRANCIA GERMANIA
Chelsea e Tottenham, derby accesissimo in panchina

Tra Conte e Tuchel


Neymar critica Bayern, ancora
Mbappé, al Psg Musiala in gol
scoppia il caso È l’ora dei baby

pari, rissa e rossi


di Davide Palliggiano
BAYERN 2
Tutto filava liscio, ma WOLFSBURG 0
bastano un paio di like su
Twitter per rovinare un BAYERN (4-4-2): Neuer 6; Pavard
ambiente apparentemente 6 Upamecano 6 Hernandez 6 Davies
sereno. Neymar e Mbappé 6; Müller 6,5 Kimmich 6 Sabitzer 6
erano in sintonia perfetta, Musiala 7 (38’st Gravenberch sv);
ma ancora una volta il Gnabry 5,5 (1’st Sanè 6) Manè 6
CHELSEA 2
brasiliano - via social - è (35’st Tel sv).
TOTTENHAM 2 riuscito a creare un caso. All.: Nagelsmann 6,5.
Nella vittoria di sabato sul WOLFSBURG (4-3-3): Casteels
CHELSEA (3-4-2-1): Mendy 5.5; Montpellier è successo di 5,5; Baku 5,5 Bornauw 5,5 Lacroix
James 7, Thiago Silva 6, Koulibaly 7; tutto. C’era il ritorno in 5,5 Van de Ven 5,5; Arnold 6 (38’st
Loftus-Cheek 5.5, Kanté 6 (40’st Gal- campo del francese, alla Vranckx sv) Guilavogui 6 Svanberg
lagher sv), Jorginho 6 (28’st Azpilicue- prima stagionale. C’erano