Sei sulla pagina 1di 3

Abebe Bikila

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Questa voce o sezione sull'argomento atleti non cita le fonti
necessarie o quelle presenti sono insufficienti.
Abebe Bikila (propriamente Bikila Abebe o Bichila
Abebe Bikila
Abbebe; Jato, 7 agosto 1932 – Addis Abeba, 25 ottobre
1973) è stato un maratoneta etiope, campione olimpico ai
Giochi di Roma 1960 e Tokyo 1964.

Indice
Biografia
Intitolazioni
Palmarès
Note
Voci correlate
Altri progetti
Collegamenti esterni

Abebe Bikila nel 1968.

Biografia Nazionalità Etiopia


Altezza 177 cm
Agente di polizia e guardia del corpo personale
dell'imperatore Hailé Selassié, Abebe Bikila era nato nel Peso 57 kg
villaggio di Jato in Etiopia. Divenne un eroe nazionale Atletica leggera
dopo aver vinto la medaglia d'oro nella maratona olimpica
Specialità Maratona
del 1960.
Record
Maratona 2h12'12" (1964)
Ritirato 1969
Hall of IAAF Hall of Fame (2012)
fame
Carriera
Nazionale
1960-1968 Etiopia
Palmarès
L'arrivo vittorioso di Abebe Bikila a
Giochi olimpici 2 0 0
Roma 1960.
Ai Giochi della XVII Olimpiade, svoltisi a Roma, Bikila vinse la maratona correndo l'intera distanza senza scarpe per una precisa
scelta tecnica concordata con il suo allenatore, lo svedese (di origine finlandese) Onni Niskanen. Bikila divenne il simbolo dell'Africa
che si liberava dal colonialismo europeo, conquistando la prima medaglia d'oro olimpica del continente africano.

Quattro anni dopo Bikila si presentò alle Olimpiadi di Tokyo 1964 in condizioni di forma peggiori. Era stato operato di appendicite
sei settimane prima della gara e non ebbe tempo sufficiente da dedicare agli allenamenti. Tuttavia, vinse nuovamente (gareggiando
con le scarpe), stabilendo anche il miglior tempo mondiale sulla distanza. Bikila divenne il primo campione olimpico a bissare la
vittoria nella maratona, impresa riuscita oltre a lui solo al tedesco orientaleWaldemar Cierpinski.

Ai Giochi olimpici estivi del 1968, tenutisi a Città del Messico, Bikila subì le conseguenze dell'altitudine, degli infortuni e dell'età. Fu
costretto a ritirarsi dalla gara prima della fine.

Nel 1969, Bikila stava guidando nei pressi di Addis Abeba quando ebbe un incidente, rimanendo paralizzato dalla vita in giù.
Nonostante le cure e l'interesse internazionale non riuscì più a camminare. Pur impossibilitato nell'uso degli arti inferiori non perse la
forza di continuare a gareggiare: nel tiro con l'arco, nel tennistavolo e perfino in una gara di corsa di slitte (in Norvegia). Partecipò
inoltre alle paralimpiadi di Heidelberg nel 1972 nel tiro con l'arco.

Morì l'anno successivo, all'età di 41 anni, per un'emorragia cerebrale.

Intitolazioni
In suo onore è stato dedicato lo stadio nazionale di Addis Abeba. A testimonianza
del grande significato simbolico delle imprese di Abebe Bikila, sulla sua lapide nel
cimitero di Addis Abeba, dove è sepolto, le incisioni sono in tre lingue, amarico,
italiano e giapponese.

In diverse scene del film Il maratoneta (The Marathon Man), di John Schlesinger,
Dustin Hoffman osserva il video di Bikila che corre e taglia il traguardo dello stadio
olimpico, mentre sue foto sono appese alla parete.

Nel 2009 è stato prodotto il film biografico L'atleta - Abebe Bikila diretto da
Rasselas Lakew e Davey Frankel e lo stesso Rasselas Lakew nei panni di Bikila.

In suo onore si è costituito il comitato "Bikila 2010" per i festeggiamenti del


cinquantenario dalla vittoria olimpica di Bikila a Roma 1960 mentre a Ladispoli, il
19 marzo 2010, è stato intitolato all'atleta un ponte pedonale. La città di Roma, il 10
settembre 2010, gli ha dedicato una targa in memoria del cinquantenario della
vittoria, lungo il percorso olimpico di fronte all'ingresso delPalatino.
Abebe Bikila nel 1968.
Il vincitore della maratona di Roma 2010, Siraj Gena, per onorare i 50 anni dalla
vittoria delle Olimpiadi del 1960, ha tagliato il traguardo senza scarpe (ottenendo
[1]
peraltro un compenso di 5.000 € da parte di uno sponsor per questo gesto).

Palmarès
Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note

1960 Giochi olimpici Roma Maratona Oro 2h15'16"2

1964 Giochi olimpici Tokyo Maratona Oro 2h12'11"2

1968 Giochi olimpici Città del Messico Maratona NF


Note
1. ^ (EN ) Ethiopian double as Rome celebrates Bikila – Rome Marathon
report, su iaaf.org, IAAF, 21 marzo 2010. URL consultato il 13 marzo 2018.

Voci correlate
IAAF Hall of Fame

Roma, targa in memoria di Abebe


Altri progetti Bikila in via di San Gregorio, di fronte
all'ingresso al Palatino.
Wikiquote contiene citazioni di o suAbebe Bikila

Wikimedia Commons contiene immagini o altri file suAbebe Bikila

Collegamenti esterni

(EN ) Abebe Bikila, su iaaf.org, IAAF.


(EN ) Abebe Bikila, su trackfield.brinkster.net.
(EN ) Abebe Bikila, su sports-reference.com, Sports Reference LLC.
(EN, FR ) Abebe Bikila, su olympic.org, Comitato Olimpico Internazionale.
(EN ) Abebe Bikila, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN ) Abebe Bikila, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.
(EN ) Abebe Bikila, su Find a Grave.
VIAF (EN ) 6124764 · ISNI (EN ) 0000 0000 2410 0373· LCCN (EN ) n85190428 · GND
Controllo di autorità
(DE ) 133512053 · BNF (FR ) cb145703256 (data)

Estratto da "https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Abebe_Bikila&oldid=96913411
"

Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 10 mag 2018 alle 11:24.

Il testo è disponibile secondo lalicenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo
; possono applicarsi
condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli.