Sei sulla pagina 1di 7

I giochi olimpici

LA NASCITA DEI GIOCHI OLIMPICI

Nell'antichità le Olimpiadi si tenevano nella città di Olimpia, nella parte meridionale della Grecia, e si tenevano ogni
quattro anni. A questi giochi, la cui data inaugurale era quella del 776 a. C., partecipavano atleti provenienti dalla Grecia
continentale, insulare e anche dalla Magna Grecia.
Dal 1896 le Olimpiadi vengono disputate regolarmente ogni quattro anni con un continuo crescendo d'interesse e di
partecipazione. Ritornarono a Parigi nel 1920 dando inizio a un periodo intermedio fino al 1936 a Berlino sotto il regime
nazista di Hitler, per poi fermarsi di nuovo a causa della seconda guerra mondiale. In quest’occasione parteciparono
anche atleti ebrei. Uno dei protagonisti delle olimpiadi di Berlino fu Jesse Owens, un nero americano che vinse quattro
ori nei 100mt, 200mt, la staffetta nei 400mt e stabilì un nuovo record olimpico nel salto in lungo. Hitler si rifiutò di
congratularsi con l’atleta, comunque i tedeschi furono primi con 36 medaglie. Dal 1936 inizia un periodo politico e dopo
la seconda guerra mondiale, solo nel 1960 a Roma le nazioni si riuniscono. Il numero delle Nazioni e degli atleti iscritti è
aumentato notevolmente di Olimpiade in Olimpiade.
Le olimpiadi moderne
• Le olimpiadi si svolgono ogni quattro anni in un paese sempre diverso. Nel 1896 la prima Olimpiade moderna ad
Atene decreta un successo senza precedenti. Torna a vivere lo spirito degli antichi Greci, si gareggia fra nazione e
nazione con spirito agonistico, senza odi, senza rancori. La frase del barone De Coubertin: " Quello che importa nei 
Giochi olimpici non è il vincere ma il partecipare.»
• Nonostante le Olimpiadi moderne si svolgano con cadenza quadriennale come le Olimpiadi classiche e alcuni sport
siano gli stessi di una volta, molti degli sport che sono stati aggiunti come discipline moderne sono completamente
differenti da quelli antiche. Tra gli sport derivanti dalle discipline antiche per esempio si possono citare il pugilato
che trae spunto dalle antiche pratiche di lotta, il lancio del disco, il lancio del giavellotto, il salto in lungo, la corsa.
• Altra differenza tra Olimpiadi antiche e Olimpiadi Moderne sta nel fatto che gli atleti delle Olimpiadi antiche erano
dei veri e propri dilettanti che non ricevevano alcun compenso per la loro partecipazione o per le loro vittorie,
mentre gli atleti delle Olimpiadi moderne ricevono un rimborso per le loro vittorie. Gli atleti nell'antichità venivano
premiati con una semplice corona d'alloro; l'unica cosa che ottenevano era la fama per l'impresa raggiunta.
• Nelle Olimpiadi classiche inoltre erano escluse le donne, le quali non potevano nemmeno assistere alle gare, in cui
gli atleti erano soltanto uomini . La differenza consiste nel fatto che le donne vengono ammesse sia alla visione
delle gare sia alla partecipazione come atlete.
1924: OLIMPIADI INVERNALI
 I Giochi olimpici invernali, o Olimpiadi invernali, sono un
evento sportivo che raccoglie gare di sport invernali, ovvero
che si svolgono su ghiaccio o neve. Le Olimpiadi invernali si
disputano ogni quattro anni. Dal 1924 vengono disputate le
Olimpiadi invernali; dal 1994 non si tengono più lo stesso
anno di quelle estive, ma si alternano a queste ogni due
anni. Il regolamento delle Olimpiadi vieta che si stabilisca
una classifica tra le Nazioni partecipanti; ciò nonostante i
tecnici sportivi e i giornali, alla conclusione dei Giuochi, ne
pubblicano parecchie, basandosi sul numero delle medaglie
conquistate nelle diverse specialità (d'oro al primo, d'argento
al secondo, di bronzo al terzo) oppure sui primi cinque atleti
piazzati, o sui primi dieci, o sui tempi e sulle misure.
OLIMPIADI ESTIVE
I Giochi olimpici estivi, o Olimpiadi estive, sono una manifestazione
sportiva multidisciplinare, internazionale, a cadenza quadriennale,
organizzata dal Comitato Olimpico Internazionale. Le Olimpiadi sono il
più prestigioso al mondo tra gli eventi di questo tipo, e presentano una
varietà di sport superiore a quella di altre manifestazioni simili.La
vittoria olimpica viene generalmente considerata come il risultato più
prestigioso conseguibile in qualsiasi sport, ad eccezione del calcio e di
pochi altri sport prevalentemente di squadra, per i quali vengono
disputati anche campionati mondiali che riscuotono grande successo e
la cui conquista del titolo mondiale risulta essere ben più importante
della medaglia d'oro alle olimpiadi. Generalmente i partecipanti
rappresentano la loro nazione di origine, in ogni caso quella di cui
possiedono la cittadinanza.I vincitori vengono premiati con una
medaglia d'oro, ai secondi ne va una d'argento e ai terzi una di bronzo.
Questa tradizione ebbe inizio nel 1904.
PARAOLIMPIADI
• L’importanza dell’esercizio fisico per le persone portatrici di handicap è stata notata per la prima volta negli anni della
seconda guerra mondiale, quando nacquero la Paraolimpiadi. Esse sono l’equivalente dei Giochi Olimpici per atleti
con disabilità fisiche, visive o intellettive.
• Devono la loro origine al medico britannico Ludwig Guttmann che nel 1948 organizzò del “giochi” per i disabili
veterani della seconda guerra mondiale con danni alla colonna vertebrale. La competizione sportiva si tenne nella
cittadina inglese di Stroke Mandeville e prese il nome di “Stroke Madeville Games”. L’iniziativa ebbe molto successo e
da allora le gare furono organizzate annualmente. Grazie allo sport i paraplegici di Guttman cominciarono
rapidamente a sviluppare la muscolatura delle braccia e delle spalle e acquisirono degli equilibri e delle abilità che
derivano dall’uso della sedia a rotelle nello sport, permettendo loro di servirsi più efficacemente di questo mezzo
anche nella normale vita. I miglioramenti ottenuti attraverso la rieducazione fisica e lo sport erano così evidenti da
suscitare l’interesse dei medici di tutto il mondo.
• Nel 1958 il medico italiano Antonio Maglio, direttore del centro paraplegici dell’Istituto nazionale per l’assicurazione
contro gli infortuni sul lavoro (INAIL), propose a Guttman di disputare le gare del 1960 a Roma, che nello stesso anno
sarebbe stata sede delle Olimpiadi. La IX edizione internazionale degli “Stroke Mandeville Games” del 1960 di Roma
fu in seguito riconosciuta dal CIO come l’edizione dei primi giochi paralimpici estivi. La federazione internazionale dei
giochi di Stroke Mandeville comprendeva sport come nuoto, corse, lanci, tiro con l’arco, pallacanestro, scherma,
tennistavolo, tiro a segno e bocce.
FINE
Costanzo Imma, Grammatico Roberta, Santagata Adelaide, Cirillo Carlo, Garofalo Eugenio, Marino Aldo