Sei sulla pagina 1di 10

La comunicazione verbale e non verbale

Prima parte
Guido Gili
gili@unimol.it

Premessa
Gli uomini sono essere multimediali che si servono di una pluralit di canali e codici. Utilizzano due grandi sistemi di comunicazione che dipendono dalla loro natura biologica e si sviluppano con la storia e la civilt umana:
La comunicazione verbale o linguistica La comunicazione non verbale

La comunicazione verbale

La comunicazione verbale
Utilizza il canale vocale-uditivo. Tre livelli:
Linguaggio Lingua (le diverse variet linguistiche) Uso linguistico

Caratteristiche dei linguaggi


Insieme di segni Intersoggetivi, comuni a una pluralit di interpreti Producibili e riproducibili dagli interpreti Plurisituazionali Sistemi di segni

Campi di analisi della lingua


Sintattica
studia i rapporti tra i segni linguistici

Semantica
studia il rapporto tra i segni linguistici e i loro referenti

Pragmatica
studia il rapporto tra i segni linguistici e i loro utilizzatori e interpreti

Tre tipi di regole per facilitare la comunicazione verbale


Regole relative al contenuto
Chiarezza ed efficacia del discorso

Regole della cortesia linguistica Regole sociali della comunicazione

Regole relative al contenuto della comunicazione


Classificazione di P. Grice Completezza dellinformazione (massima della quantit) Veridicit e attendibilit dellinformazione (massima della qualit) Pertinenza (massima della relazione) Chiarezza ed esplicitezza (massima del modo)

Regole di cortesia linguistica


Classificazione di R. Lakoff
Sono regole volte a facilitare linterazione e a ridurre le potenziali cause di incomprensione e conflitto

Non ti imporre Offri delle alternative al tuo interlocutore Metti il tuo interlocutore a suo agio, sii amichevole

Le regole sociali della comunicazione:

il caso degli allocutivi

Gli allocutivi sono i pronomi personali e le formule con cui ci rivolgiamo agli altri. Gli allocutivi seguono e si adattano alla struttura delle relazioni sociali: Rapporti di status o verticali: asimmetria degli allocutivi Rapporti orizzontali tra pari: reciprocit degli allocutivi Rapporti di intimit: allocutivi confidenziali
Il linguaggio si adatta dunque alle situazioni sociali ma anche le ridefinisce e le modifica, in relazione agli scopi e alle norme che orientano la relazione comunicativa