Sei sulla pagina 1di 30

Analisi linguistica dei

testi
Un approccio testuale alla
correzione degli elaborati

Marisa Oglio
SILSISPV- Corsi

Problema
La correzione degli
elaborati
Come la dimensione testuale
pu integrare i criteri di
correzione?

Obiettivo del laboratorio


Fornire uno strumento in
pi per la correzione e
possibili strategie di
intervento

Programma del
laboratorio didattico
Nozione di testo e criteri di testualit
( princpi costitutivi, princpi pragmatici, princpi
regolativi)
Strumenti di coerenza e coesione
Tipologie testuali:caratteristiche e fruibilit
didattica
Analisi di elaborati
Possibili percorsi di recupero
Testo argomentativo: matrice cognitiva, struttura,
processi, strumenti di analisi
Analisi di elaborati

TESTO
Unit comunicativa dotata di senso compiuto,
organizzate in modo organico (ordinato e coerente)
intorno ad un contenuto unitario secondo le regole
di un codice ( dal lat. textum= intessuto,
intrecciato). Il testo infatti costituito da una
serie di elementi intrecciati con ordine e regolarit
attraverso varie relazioni .
La comunicazione avviene attraverso i testi.
La dimensione del testo sempre interattiva

Linguistica del testo e


didattica
Ampliamento del concetto di testo
Individuazione di diverse tipologie
Analisi degli elementi che
costituiscono la tessitura testuale
Testo come oggetto della grammatica

Criteri di testualit
Coesione
Coerenza
Completezza
Intenzionalit
Situazionalit
Informativit
Intertestualit

princpi
costitutivi
princpi
pragmatici

Coesione
Testo n. 1

E difficile dare una definizione cronologica della preistoria. Di


solito la preistoria si fa terminare con linizio di forme organizzate
di vita e con la nascita della scrittura. E comunque certo che
anche luomo di decine di millenni di anni prima di Cristo ha avuto
lesigenza di esprimere con disegni, prima ancora che con la
scrittura, le proprie esperienze di vita. Le prime testimonianze
artistiche risalgono alla fine del paleolitico e sono dipinte o
graffite sulle pareti delle grotte in cui luomo cacciatore trovava
rifugio;le immagini rappresentano animali ....sono estremamente
espressive: per lo pi esse sono tracciate con il carbone
(

adattato da Gentile, Ronga, Salasso ,Panorama di Storia antica e medievale, La Scuola)

Coesione
Sistema di legami di tipo grammaticale e
lessicale i quali,attraverso una serie di
rimandi interni, uniscono tra loro le parti
componenti di un testo (parole, frasi,
periodi, capoversi) in un tutto unitario.
I legami di coesione sono legami di tipo
linguistico

Come si realizza
Accordo morfologico
Punteggiatura :
a) segnala le funzioni discorsive
b)articola il discorso secondo blocchi di significato
c)inserisce parti accessorie
d)segnala un particolare elemento
e)mette in evidenza elementi diversi
Tempi verbali
Anafora/catafora (forme sostituenti)
Connettivi o segnali discorsivi ( deissi testuale)

Teston.2

Nebbia assassina: ragazzo muore travolto da unauto pirata


S.T., un ragazzo di sedici anni, di Como , stato investito ieri notte da un
automobilista pirata che, dopo averlo travolto, lo ha trascinato sullasfalto per una
trentina di metri,abbandonandolo senza prestargli soccorso; morto poco dopo..
Lincidente avvenuto verso le 22.30 sulla via Emilia allaltezza del Km 25.A
quellora, nella zona, la visibilit 5 era quasi azzerata da una fitta nebbia. Insieme
ad una decina di amici, tutti in ciclomotore, il
giovane si stava recando a
trascorrere la serata in un pub, ritrovo abituale del gruppo. Per lui, molto riservato,
luscita del sabato era lunico svago settimanale. In sella al suo ciclomotore faceva
parte del primo gruppetto, composto da quattro ragazzi. Allaltezza del km 25
unauto di grossa cilindrata, guidata da N.O. ha sorpassato i ragazzi e ha
successivamente urtato il motorino di S.T. Non ancora chiaro se lautomobile
abbia toccato il motociclo durante la manovra o se sia stato il ciclomotore a urtare
lauto. Limpatto ha scaraventato sullasfalto S.T .,che non ha neppure avuto il
tempo di rialzarsi da terra. Alle sue spalle, infatti, stava arrivando unaltra auto.
che ha travolto il ragazzo, lha trascinato per quasi trenta metri e poi scomparsa
nella notte. Un amico ha cercato di portargli aiuto fino allarrivo di unautoambulanza
della Croce Rossa.: ST.. stato trasportato immediatamente allospedale, ma l
spirato subito dopo il ricovero.Purtroppo gli amici che erano con lui non hanno
saputo fornire ai carabinieri indicazioni sullidentit dellinvestitore, n tanto meno
sul tipo e sulla targa dellauto pirata. Questo comunque chiaro: lauto procedeva a
una velocit molto elevata. Gli inquirenti che stanno indagando sullincidente, hanno
tuttavia recuperato sul luogo alcuni frammenti dellauto investitrice

Strumenti per la
realizzazione dellanafora
Ripetizione dellantecedente
Sostituzione attraverso:
a) pronomi
b)elementi lessicali(sinonimi,
iperonimi-iponimi,perifrasi,avverbi,
parole- capsula)
Ellissi

Connettivi
o segnali discorsivi
Elementi che appartengono a varie
categorie grammaticali e che hanno il
compito di indicare larticolazione del
testo,i rapporti tra le sue parti.
Costituiscono una classe aperta

Funzioni dei connettivi


1.Tengono insieme le varie parti del
testo
2. Introducono rapporti logici e quindi
aiutano il destinatario a interpretare
lorganizzazione stessa del testo

Testo 3

Con la maggiore et, che si raggiunge a 18 anni, in figli


possono vivere per proprio conto.Fino alla maggiore et i
genitori esercitano sul minore la potest In pratica i
genitori hanno il potere di decidere ci che utile allo
sviluppo e alleducazione del figlio.. Il figlio ha il diritto che
siano rispettate le sue capacit, le sue vocazioni, le sue
scelte; daltra parte, il minore deve rispettare i genitori.Si
tratta ,come si vede, di un rapporto basato sulla reciproca
stima, sullaffetto, sulla comprensione.Nel caso in cui questo
tipo di rapporto venga meno pu intervenire il giudice. Se
infatti il genitore abusa del suo potere di correzione, il
giudice pu dichiarare la decadenza della sua potest sui
figli.
(adattato da Detti, Ghionda, Golzio,Il primo libro del cittadino, La Nuova Italia)

Funzione di connettivi
Congiunzioni e locuzioni congiuntive

(infatti, che , quindi, quando, perch, prima, sebbene, quantunque.)


Avverbi e locuzioni avverbiali
(in pratica, daltra parte, una volta, al contrario, in seguito, di
conseguenza, l, inoltre, invece..)

Preposizioni semplici
Intere frasi

( come si vede, come abbiamo visto prima, riprendendo quanto detto, per
concludere, questa la ragione per cui, per prima cosa ci occuperemo di,
aperta parentesi, chiusa parentesi)

Verbi
(

concludendo,esplicitando, parafrasando, osservando

Espressioni complesse

(ad esempio, in altre parole, a causa di ci, per questa ragione)

SUDDIVISIONE
CONNETTIVI
Funzione:
Temporale
Testuale (deissi testuale)
Additiva
Avversativa
Esplicativa, corettiva,esemplificativa, riassuntiva,
argomentativa
Consecutiva
Comparativa
Pragmatica( demarcativi, fatici)

Coerenza
Continuit di senso di un testo, il
fatto che i suoi contenuti si collegano
tra loro in modo logico attraverso una
rete di relazioni tali da costruire il
significato, unitario, costante, globale

Modi di realizzazione
della coerenza
Coerenza tematica
Coerenza logica o semantica
Coerenza di forma linguistica

Coerenza tematica
Presenza nel testo di un argomento
centrale , unitario, intorno a cui si
sviluppano le informazioni che devono
essere tra loro in realazione

Coerenza logica
I
contenuti
sono
non
contraddittori,ma sequenziali, cio
articolati secondo relazioni logiche di
vario tipo ( causa- effetto,temporali,
di fine, di conseguenza )

Coerenza di forma
linguistica
a) coerenza semantica
b) scelte linguistiche

PRINCIPI PRAGMATICI

Intenzionalit
Informativit
Situazionalit
Accettabilit
Intertestualit

Princpi regolativi
Servono NON per produrre testi,ma
per controllare la comunicazione
testuale
Efficienza
Efficacia
Appropriatezza

TIPOLOGIE TESTUALI

COMPETENZA
COMUNICATIVA
Capacit del parlante di utilizzare
adeguatamente il linguaggio nelle
diverse situazioni per produrre testi
adatti

Tipologia di
De Beaugrande , Dressler e
Werlich
Criterio funzionale- pragmatico
Testi descrittivi
Testi narrativi
Testi argomentativi
Testi espositivi
Testi regolativi
Testi scenici

Criteri per lattribuzione di una


forma /genere testuale ad un tipo
Tema o argomento(piano del contenuto)
Modo di trattarlo(piano dellespressione)
Situazione comunicativa - pragmatica

la realizzazione di

consentito da

si realizza in

Macroatto/Scopo

Matrice cognitiva

Generi

Descrittivo

Descrivere

Capacit cognitiva di cogliere differenze e


interrelazioni di percezioni relative a
fenomeni,oggetti, stati di cose o situazioni visti
nel contesto spaziale

Non si realizza in generi definiti,


ma pu partecipare a diversi
generi ( opuscolo informativo,
catalogo,presentazioni)

Narrativo

Narrare

Capacit cognitiva di cogliere le differenze e


le interrelazioni di percezioni relative a eventi
e azioni situati in un contesto temporale

Articolo di cronaca,
barzelletta,biografia, favola,
notiziario radiofonico o
televisivo,poema epico,
diario,novella,fiaba,autobiografia
,romanzo, racconto.
(sottogeneri:romanzo di
fantascienza, romanzo storco.)

Argomentativo

Argomentare per dimostrare o


sostenere
( con lo scopo di
convincere linterlocutore) la
validit di una tesi

Capacit cognitiva di selezionare / giudicare i


concetti ( gli argomenti) pi pertinenti rispetto
allo scopo,istituendo relazioni tra tali concetti
e accostandoli gli uni agli altri per similarit o
per contrasti

Saggi scientifici,recensioni
critiche,interventi a un dibattito,
discorsi politici, arringhe degli
avvocati, articoli di fondo dei
giornali.

Espositivo

Organizzare e trasmettere
concetti e conoscenze attraverso
procedimenti di analisi e sintesi

Comprensione, rivelata dalla scomposizione


(nellanalisi) o dalla composizione ( nella
sintesi) degli elementi costitutivi dei concetti

Lezioni, manuali scolastici,saggi


di divulgazionee,relazioni,,voci
enciclopediche,poesia didattica

Regolativo

Indicare regole,istruzioni per


indirizzare il comportamento
del destinatario

Pianificazione del comportamento

Leggi, regolamenti, statuti,ricette


di cucina, regole dei giochi.

Percezione della durata temporale dei


discorsi,azioni o sequenze di azioni

Tragedia, commedia, dramma

Tipo testuale

Scenico
( Lavinio)

TIPO TESTUALE

CAMPO DI REFERENZA

RAPPRESENTAZIONI
MENTALI (SCHEMI)

TRANSCODIFICAZIONE

Descrittivo

statico- spaziale

Frames- schemata

fotografia

Narrativo

dinamico

Scripts
Plans
MOPs

film

Scenico

Espositivo

temporale

concettuale

Argomentativo
Regolativo

rappresentazione teatrale

schemata
plans

dinamico- comportamentale

plans

Schema
grafico

Sequenza di azioni e
comportamenti reali