Sei sulla pagina 1di 2

Gioconda di Leonardo Da Vinci

Composizione: olio su tavola, 77cm x Annunziata di Antonio da Messina


53cm.
Disegno: Nel quadro, un olio su tavola, si Composizione: olio su tavola, 45 x 34,5 cm
vede la figura di una giovane donna in
abito scuro, ritratta a metà figura, con Disegno: Maria è colta nell'attimo in cui
lunghi capelli scuri coperti da un velo l'immaginario interlocutore le è davanti, e
trasparente che ricade sulle spalle. La la sua mano destra sembra volerlo
Mona Lisa è inquadrata di tre quarti, col infrenare;
busto leggermente girato verso la sua
destra. Le mani sono incrociate in primo Colori: colori chiari
piano e con le braccia si appoggia a quello Figure: dalla sagoma dalla geometria
che sembra il bracciolo di una sedia. Gli essenziale del manto emerge il perfetto
occhi osservano lo spettatore con ovale del volto della Vergine. Un asse,
un’espressione serena e le labbra forse casuale, della composizione è dato
accennano un sorriso. dalla piega del manto sulla fronte, giù fino
Alle sue spalle si vede la linea orizzontale all'angolo del leggio; al contrario, il lento
di una balaustra mentre sullo sfondo a girare della figura e il gesto della mano
sinistra si vedono delle montagne danno naturalezza alla composizione.
frastagliate e una strada tortuosa. Sul lato Un'interpretazione intravede i diversi
destro, invece, s'intravede un fiume con un momenti di un racconto presenti
ponte a tre arcate, un lago e altre montagne nell'espressività delle mani, dello sguardo e
lontane. delle labbra.
Colore: colori scuri Prospettiva: La posa devia appena dalla
Figure: bocca e occhi indefiniti. perfetta frontalità, lo sfondo scuro e la
L’espressione della donna sembra rappresentazione essenziale derivano dai
sfuggente. modelli fiamminghi, in particolare da
Petrus Christus che forse Antonello
Prospettiva: Leonardo usa la tecnica del conobbe direttamente in Italia.
contrapposto, della prospettiva aere e dello
sfumato.
Cenacolo di Leonardo

Composizione: tempera e olio su intonaco, Primavera di Botticelli


460 x 880 cm
Disegno: Leonardo sceglie, per l’opera
milanese, il momento più drammatico Composizione: La Primavera è una
dell’Ultima Cena, analizzando la reazione tempera dipinta su una tavola di pioppo di
degli apostoli alla pronuncia della terribile 203 x 314 cm.
frase del tradimento  previsto. Vangelo Disegno:
di Giovanni, 13 – “21 Dette queste cose,
Gesù si commosse profondamente e Colore: Il colore scuro della vegetazione è
dichiarò: «In verità, in verità vi dico: uno dovuto alla modificazione del pigmento
di voi mi tradirà». 22 I discepoli si durante il tempo.
guardarono gli uni gli altri, non sapendo di
Figure:
chi parlasse”. E’ un annuncio che erompe
nella stanza come un’esplosione che flette i Prospettiva:
corpi, come un immane boato.
Colore:
Figure: Le figure sono percorse da un
chiaroscuro nitido, ma al tempo stesso
morbido e sfumato. La luce proviene anche
dalle finestre in fondo alla sala. Ciò
determina un particolare effetto di
“controluce”.
Prospettiva: Lo spazio è rappresentato
attraverso la prospettiva lineare. Il punto di
fuga è posto in corrispondenza al volto di
Cristo, mentre le linee di profondità sono
individuabili negli spigoli della tavola, nel
disegno a cassettoni del soffitto, nella
successione degli arazzi appesi alle pareti
laterali. Al di là della parete di fondo, oltre
le finestre, si apre uno spazio naturale,
modulato e disteso.