Sei sulla pagina 1di 23

1 I MATERIALI POLIMERICI 2 Un po’ di storia… I materiali polimerici, comunemente

indicati come materie plastiche, sono materiali relativamente recenti che devono la
loro comparsa allo sviluppo della moderna chimica organica di sintesi a partire dal
XVIII secolo. I primi materiali polimerici furono ottenuti per modificazione dei prodotti
naturali… - 1839 → Charles Goodyear scopre casualmente che l’aggiunta di zolfo al
lattice della gomma, seguita da riscaldamento, rende la gomma più elastica e
resistente ai solventi (vulcanizzazione della gomma); - 1844 → Frederick Walton
produce il linoleum a partire da olio di lino ed estratti di resine vegetali; - 1851 →
Charles Goodyear e Charles Macintosh ottengono l’ebanite dalla vulcanizzazione
prolungata della gomma. 5 LA STRUTTURA  I polimeri sono normalmente ottenuti
per sintesi chimica a partire dal petrolio.  I materiali polimerici sono formati da
catene organiche costituite da atomi di carbonio e idrogeno, con possibile presenza di
ossigeno, azoto o altri elementi quali cloro o bromo.  Le catene polimeriche si
originano dall’unione di unità più semplici (MONOMERI) attraverso la formazione di
legami covalenti.  Si parla di: OMOPOLIMERO se i monomeri sono identici tra loro
COPOLIMERO se i monomeri sono diversi tra loro omopolimero copolimero alternato
copolimero random copolimero a blocchi copolimero a innesto 6 “ARCHITETTURA” DEI
POLIMERI 1) Polimeri lineari = catena senza ramificazioni 2) Polimeri ramificati =
catena con segmenti che si dipartono da essa 3) Polimeri reticolati = catene non
separabili a causa dei legami covalenti che fanno da ponte POLIMERI TERMOPLASTICI
7 STATO FISICO I polimeri possono presentare nello stato solido una struttura
AMORFA o SEMICRISTALLINA. Nei polimeri amorfi le catene si dispongono nello spazio
in modo casuale e disordinato; nei polimeri semicristallini, oltre a zone amorfe, vi
sono zone in cui è presente un certo ordine nella disposizione delle catene nello
spazio. AMORFI: PVC, PS, PMMA, PC SEMICRISTALLINI: PE, PP, PA, PET, PTFE 10 COME
AVVIENE LA REAZIONE? POLIMERIZZAZIONE IN MASSA: il monomero è agitato senza
solvente in presenza di un catalizzatore IN SOLUZIONE: il monomero è sciolto in un
solvente organico e agitato con il catalizzatore IN SOSPENSIONE: il monomero è
sospeso in acqua e agitato con il catalizzatore IN EMULSIONE: il monomero è messo in
acqua con il catalizzatore, in presenza di tensioattivi 11 GLI ADDITIVI Il polimero non
sempre è utilizzabile allo stato puro. Per migliorare o aumentare le sue proprietà e
per abbassarne i costi, prima della commercializzazione, viene sottoposto ad
un’operazione di modifica per miscelazione di opportune sostanze dette additivi che
possono essere: - Riempitivi o cariche (farina di legno, silice…) = migliorano la
resistenza meccanica; - Plastificanti = rendono il materiale più flessibile; - Stabilizzanti
= proteggono dal degrado dovuto soprattutto agli agenti atmosferici; - Coloranti (si
sciolgono) e pigmenti (si mescolano) = conferiscono le varie tinte al materiale. SI
OTTIENE LA MATERIA PLASTICA O PLASTOMERO 12 PROCESSI DI LAVORAZIONE
Stampaggio a iniezione Estrusione Stampaggio a compressione Formatura sotto vuoto
power point materiali polimerici,
Appunti di Chimica dei materiali
Chimica dei materiali

1
I
MATE
RIALI
POLIM
ERICI
2

Un po’ di
storia…
I materiali
polimerici,
comunemente
indicati come
materie
plastiche, sono
materiali
relativamente
recenti che
devono la loro
comparsa allo
sviluppo
della moderna
chimica
organica di
sintesi a partire
dal XVIII
secolo. I primi
materiali
polimerici
furono
ottenuti per
modificazione
dei prodotti
naturali…
- 1839 → Charles
Goodyear scopre
casualmente che
l’aggiunta di zolfo al
lattice della gomma,
seguita da
riscaldamento, rende
la gomma più elastica
e
resistente ai solventi
(vulcanizzazione della
gomma);
- 1844 → Frederick
Walton produce il
linoleum a partire da
olio di lino ed
estratti di resine
vegetali;
- 1851 → Charles
Goodyear e Charles
Macintosh ottengono
l’ebanite dalla
vulcanizzazione
prolungata della
gomma. Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA
Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA

5
LA
STRUTT
URA
 I polimeri sono
normalmente
ottenuti per sintesi
chimica a
partire dal petrolio.
 I materiali

polimerici sono
formati da catene
organiche
costituite da atomi
di carbonio e
idrogeno, con
possibile
presenza di
ossigeno, azoto o
altri elementi quali
cloro o
bromo.
 Le catene

polimeriche si
originano
dall’unione di unità
più
semplici
(MONOMERI)
attraverso la
formazione di
legami
covalenti.
 Si parla di:
OMOPOLIMERO
se i monomeri sono
identici tra loro
COPOLIMERO se
i monomeri sono
diversi tra loro
omopolimero
copolimero alternato
copolimero random
copolimero a blocchi
copolimero a innesto
5
LA
STRUTT
URA
 I polimeri sono
normalmente
ottenuti per sintesi
chimica a
partire dal petrolio.
 I materiali

polimerici sono
formati da catene
organiche
costituite da atomi
di carbonio e
idrogeno, con
possibile
presenza di
ossigeno, azoto o
altri elementi quali
cloro o
bromo.
 Le catene

polimeriche si
originano
dall’unione di unità
più
semplici
(MONOMERI)
attraverso la
formazione di
legami
covalenti.
 Si parla di:
OMOPOLIMERO
se i monomeri sono
identici tra loro
COPOLIMERO se
i monomeri sono
diversi tra loro
omopolimero
copolimero alternato
copolimero random
copolimero a blocchi
copolimero a innesto
Questa pagina non è visibile nell’anteprima
Non perderti parti importanti!
SCARICA
1 / 13
INGRANDISCI
Prepara al meglio i tuoi esami
Registrati a Docsity per scaricare i documenti e allenarti con i Quiz
REGISTRATI
e ottieni 20 punti download
Recensisci per primo questo documento