Sei sulla pagina 1di 36

il

www.ilpiccologiornale.it

PICCOLO
LE SCELTE DEL GOVERNO SUL COMMERCIO

Giornale

Direzione e redazione: Via S. Bernardo, 37/A Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60 Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it E-mail: ilpiccolocremona@fastpiu.it redazione@ilpiccologiornale.it Pubblicit: Immagina srl - Via S. Bernardo, 37 - Cremona Tel. 0372 45.39.67 - 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona

Anno XII n 2 VENERD 13 GENNAIO 2012

Settimanale 0,02 copia omaggio

LIBERALIZZAZIONI: I CONSUMATORI DICONO SI


S
ono tutti daccordo che lo Stato debba colpire gli evasori, ma la domanda che gli italiani sempre pi spesso si pongono la seguente: lo Stato come usa i soldi delle tasse? Perch come gi detto, non si possono pagare imposte svedesi e ricevere in cambio servizi di bassa e infima qualit. Che cosa si chiede, quindi, allo Stato perch si metta anche lui in regola con i cittadini dai quali pretende, giustamente, le tasse? Ecco alcune priorit: nessuna auto blu in circolazione, via i politici che si fanno pagare i conti dellhotel o si fanno regalare le case con vista sul Colosseo e a Montecarlo, basta con i vitalizi ai parlamentari, taglio netto agli stipendi esorbitanti di onorevoli, senatori e dirigenti pubblici, rottamare le Province, dare un colpo di spugna alle migliaia di municipalizzate, pareggiare i bilanci degli enti pubblici (a cominciare dallo Stato). Lo Stato, quindi, dimostri ai cittadini di essere virtuoso, e vedr che gli italiani pagheranno le tasse. Ma tasse eque. Come negli Usa dove il fisco preleva il 35% e non il 50% e oltre come in Italia. Dove la Pubblica amministrazione non paga a 180 giorni. Dove i parlamentari non sono 945 come nel nostro Paese, ma solo 435 e per una nazione di 281 milioni di abitanti. Dove i servizi sono eccellenti. Dove si scaricano tutte le spese. Detto questo, evidente che negli Stati Uniti viene messo giustamente in galera chi non paga le tasse perch, al di l delle questioni morali, deve lavorare solo 3 mesi per lo Stato e non 6 come in Italia. Bisogna, in poche parole, capovolgere il concetto che da troppi anni ha dominato la filosofia di questo Paese: lo Stato pretenda giustamente le tasse, ma ne pretenda sempre di meno perch nel frattempo diventato pi virtuoso e risparmioso. E allora vedr che anche gli italiani, pur soffrendo sempre, pagheranno il giusto tributo al fisco. r.a.

alle pagine 4-5

La manovra di Monti prevede la possibilit che gli esercizi restino aperti oltre lorario di chiusura canonico e nei festivi. Una scelta che i cittadini approvano, ma che trova resistenza nei negozianti e nei sindacati: In questo modo si agevola solo la grande distribuzione
Tasse: dove vanno a finire i soldi?
LOSPITE

SULLE STRADE

Troppi incidenti mortali, la colpa di alcol e velocit


a pagina 3

Un esperimento tenta di mettere in dubbio leccellenza dellantica tradizione cremonese


CALCIO - INTERVISTA BASKET LEGA A

I LIUTAI DIFENDONO GLI STRADIVARI


a pagina 6
SPORT WEEK

Torchio: Ora i Comuni si devono imporre con forza


a pagina 7

SISTEMA IDRICO

DOPO LA SCOMPARSA

In ricordo di don Luisito Bianchi, il prete operaio


a pagina 9

Dopo cinque anni in grigiorosso Fietta vuole la B


a pagina 31

Vanoli Braga, indispensabile battere Treviso


a pagina 33

Derby di Milano: ultima chiamata per i nerazzurri


A pagina 34

Le dichiarazioni di Doni fanno tremare il mondo del calcio


a pagina 8

CALCIOSCOMMESSE

Strade di sangue, la colpa di alcol e velocit


Dallinizio dellanno gi 4 incidenti mortali. Le cause: comportamenti sbagliati dei conducenti e le condizioni climatiche avverse
di Laura Bosio

CREMONA
INCIDENTI ANNO 2011 POLIZIA STRADALE CARABINIERI POLIZIA MUNICIPALE TOTALE INCIDENTI ANNO 2010 POLIZIA STRADALE CARABINIERI POLIZIA MUNICIPALE TOTALE
vano con maggior frequenza sono lalta velocit e l'ebbrezza - continua Deledda - bisogna ricordare, del resto, che un urto fatto a 60 chilometri orari ha conseguenze ben diverse dello stesso incidente fatto a 130 chilometri orari. Se chi ha realizzato una strada ha fissato determinati limiti, perch quelle velocit garantiscono una certa sicurezza. Purtroppo, invece, molte persone li ignorano, provocando cos incidenti dalle conseguenze tragiche. Molti sono anche gli incidenti per guida in stato di ebbrezza o sotto leffetto stupefacenti: del totale degli incidenti del 2011, ben 91 sono stati quelli legati a questo tipo di problema. Altra inosservanza delle norme che nei nostri controlli rileviamo frequentemente e che risulta addirittura in aumento del 30% (da 885 a 1167), quella del non allacciare le cinture di sicurezza: troppe persone non si rendono conto che possono salvare la vita, in caso di incidente. La cosa mi ha un po' stupito, perch ero convinta che fosse ormai un'abitudine acquisita. Anche le patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza sono in aumento. Ma per il comandante Deledda, dipende dal

Venerd 13 Gennaio 2012

I 2012 non iniziato certo sotto i migliori auspici per gli automobilisti cremonesi: dall'inizio dell'anno ben quattro incidenti mortali nel giro di pochi giorni. Gi a partire da Capodanno, quando una ragazza 25enne - il cui tasso alcolemico era di poco superiore al limite di legge - ha investito la 59enne Marinella Guarneri in via Massarotti. Altro schianto il 6 gennaio, a Castelleone, con la morte di un 53enne, Pietro Donati, travolto da unauto. Il terzo tragico schianto si verificato l8 gennaio tra Pieve dOlmi e Malagnino, quando un ciclista stato investito da unauto. Adriano Spotti, classe 48, deceduto dopo essere giunto al Pronto soccorso. Drammatico, infine, anche il bilancio dell'incidente dell'8 gennaio a Formigara: nello schianto morto un padre di famiglia, mentre i due figlioletti e la madre sono stati ricoverati i gravi condizioni. Tregedie della strada che portano a fare qualche riflessione sulle cattive abitudini degli automobilisti, dallo stato di ebbrezza allelevata velocit. Gli incidenti, nel 90% dei casi, sono da attribuire all'errore umano - dice Federica Deledda, comandante della Polizia stradale di Cremona - certo, un periodo come questo di particolare recrudescenza del fenomeno sicuramente casuale, ma la mancata os-

Forze dellordine allopera per prevenire. Grande sforzo per evitare le stragi del sabato sera
MORTALI 26 7 2 CON FERITI 536 48 311 SENZA FERITI 485 231 355 TOT 1047 286 668 2001 MORTALI 25 13 3 CON FERITI 776 63 361 SENZA FERITI 199 232 286 TOT 1000 308 650 1958
fatto che sono aumentati i controlli. Da 489 del 2010 siamo passati a 607 nel 2011. Per quanto riguarda le sanzioni per eccesso di velocit, sono aumentate da 2.781 a 2.906. Crescono anche le patenti ritirate: da 665 nel 2010 a 803 nel 2011. Anche secondo i carabinieri, le cause principali dei sinistri sono legate allimperizia e alle negligenza rispetto alle norme di circolazione - afferma il luogotenente Andrea Foglia, responsabile del nucleo radiomobile dei carabinieri di Cremona, Crema e Casalmaggiore - lalcol, l'abuso di sostanze stupefacenti e lelevata velocit sono tra le principali cause di incidenti. Soprattutto tra i giovanissimi, tra i quali si diffonde sempre di pi il consumo dei superalcolici. Velocit, distrazione, manovre avventate e guida in scarse condizioni di lucidit sono tra le principali cause degli incidenti - conferma il comandante della Polizia municipale, Fabio German Ballarino guardando alla citt, in cui noi rileviamo

servanza delle norme di guida sempre la causa principale. Inoltre, il periodo dell'anno non particolarmente favorevole a una guida sicura: il gelo e le nebbie possono creare non pochi problemi, cos come la scarsa visibilit e la poca luce che caratterizzano le giornate invernali. Per questo raccomandiamo sempre a tutti gli automobilisti di rispettare le principali norme di sicurezza, a partire dallutilizzo degli pneumatici invernali, che hanno unaderenza allasfalto decisamente superiore rispetto alle gomme tradizionali, specialmente quando le temperature sono inferiori ai 10 gradi. In ogni caso la tendenza, osservando i dati, risulta pi o meno stabile: dai 1958 incidenti del 2010 si passati ai 2001 dell'anno appena concluso. Un incremento abbastanza risibile, a fronte di una diminuzione del numero dei morti. Ma la strada ancora lunga e la sicurezza deve passare da una presa di coscienza da parte degli automobilisti. Tra i consigli dati dalla Polstrada per guidare in sicurezza, vi quello di mantenere le distanze di sicurezza in modo da avere un maggior spazio di frenata e di informarsi sulle condizioni metereologiche prima di affrontare viaggi lunghi. I comportamenti scorretti che si rile-

Cresce il consumo di alcolici tra i giovanissimi

Federica Deledda Polizia Stradale

Andrea Foglia Carabinieri

Fabio German Ballarino Polizia Municipale

circa l'80% dei sinistri, notiamo che spesso l'unica azione possibile l'educazione. Il tema della prevenzione quindi di primaria importanza e tutte le forze dellordine territoriali vi fanno grande affidamento. Specialmente nelle notti del fine settimana - sottolinea Foglia - sono ancora molte le persone beccate alla guida in stato di ebbrezza, ma il fatto che vi siano controlli frequenti, diminuisce il rischio di incidenti. Anche la Polizia stradale lavora molto su questo fronte. La prevenzione oggi la cosa pi importante e quando fermiamo gli automobilisti per i controlli, il nostro intento proprio quello di prevenire eventuali incidenti - spiega Deledda - la sanzione solo una conseguenza del comportamento scorretto. Il nostro scopo presidiare le principali arterie di scorrimento con un servizio 24 ore su 24 e 365 giorni lanno. Ci sono poi i controlli organizzati con il coordinamento della prefettura, che riguardano tutte le forze dellordine e che si svolgono mensilmente. Tra le altre cose, importante anche lintervento nelle scuole e tra i giovani, nelleducazione al non abuso di sostanze stupefacenti o alla sicurezza nella circolazione. A questo proposito molto impegnata anche la Polizia municipale, come conferma il comandante. Quest'anno portiamo avanti una campagna di promozione della sicurezza. Sabato pomeriggio invece ci sar la premiazione dell'iniziativa Una vignetta per la sicurezza con la partecipazione delle scuole medie. Grande limpegno della municipale anche nei controlli sulla guida in stato di ebbrezza (con 500 auto controllate in una sola nottata), specialmente al sabato sera.

Cremona

Concorrenza nei servizi pubblici i Cremonesi diCono s


Carburanti, energia, farmaci, taxi, mutui, notai, ma anche posta, trasporti e acqua. Il Governo, intervenendo su questioni e servizi fondamentali nella vita del paese e dei cittadini, intende aprire un percorso in cui maggiore concorrenza significa prezzi pi bassi,

La manovra Monti e il tema delle liberalizzazioni

I possibili vantaggi per i consumatori, i dubbi delle categorie


maggiori risorse disponibili e, quindi, pi investimenti. Un modo virtuoso di rilanciare economia, produzione, consumi. Il percorso non e non sar indolore e scontato: le categorie interessate dai provvedimenti annunciati sono in allarme. I fautori della riforma parlano

di sacche di privilegio da eliminare e di incrostazioni burocratiche da smaltire, in nome del bene comune; i diretti interessati esprimono forti perplessit e preoccupazioni per una deregulation che non si sa quali esiti possa avere. La partita aperta, compreso il nodo delicaprecisi. Che senso ha obbligare un negozio a stare aperto dalle nove di mattina quando magari prima delle 11 non c' in giro nessuno? si chiede Maria, casalinga 36enne. E non sarebbe meglio poter invece tenere aperto fino a tardi la sera, visto che molta gente al giorno d'oggi finisce di lavorare piuttosto tardi? E' ridicolo che gli esercizi commerciali abbiano degli orari da rispettare, cosa che in certi casi significa anche perdita d'introiti per l'esercente aggiunge Giada, impiegata 32enne. La libert degli orari permette ai cittadini una maggiore elasticit: mentre ora spesso gli orari di apertura dei negozi corrispondono agli orari d'ufficio, d'ora in poi si potr fare shopping in pausa pranzo, o andare dall'estetista la sera dopo cena. Mi sembra assurdo non poter andare dal parrucchiere al luned perch sono tutti chiusi dice Fabio. Gli orari degli esercizi com-

l parere dei cittadini sulle liberalizzazioni? Per la maggior parte, pare che si accolga con favore l'idea di un cambio di rotta nell'organizzazione degli orari del commercio. Pareri divergenti, invece, tra i commercianti, divisi tra chi vede questa norma come una risorsa e

di Laura Bosio

chi la considera invece penalizzante. Sono preoccupati i dipendenti: a questo proposito, le segreterie di settore di Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto un tavolo cittadino per trovare delle regole condivise. Secondo loro il provvedimento porter al peggioramento delle condizioni di chi lavora nei centri commerciali, negli ipermercati e nel terziario.

Liberalizzazioni? Era ora. Questo pensano i cremonesi, che per la maggior parte salutano con favore l'articolo 31 della manovra del Governo Monti, quello legato, appunto, alle liberalizzazioni del commercio, in merito a giorni e orari: d'ora in poi, gli esercizi commerciali potranno tenere aperto scegliendo a piacere gli orari, anche fino a mezzanotte e anche le domeniche. Una comodit per la gente, a detta di molti cittadini, e soprattutto per chi rientra sempre tardi dal lavoro e spesso non ha tempo neppure per fare la spesa. Togliere le limitazioni di orario geniale sostiene Andrea, libero professionista 30enne. L'idea di poter uscire a fare shopping alle 10 di sera, perch durante il giorno non ho tempo, mi alletta. Al giorno d'oggi il tempo uno dei beni pi rari. Molti trovano assurdo che gli esercizi commerciali debbano rispettare sempre degli orari ben

Allettante lidea di fare shopping alle 10 di sera

merciali dovrebbero seguire le esigenze dei cittadini. Questo per molti potrebbe portare ai negozi stessi un maggiore introito: Se so che il mio negozio di fiducia aperto dopo cena, mi sar pi agevole recarmici dice Adelaide, impiegata 45enne. Allo stesso modo, se ho il frigorifero vuoto quando torno dal lavoro alle 8.30 di sera, potr andare a fare la spesa senza troppi problemi e senza dover fare le corse. Del resto, con il trascorrere degli anni le abitudini stanno cambiando con grande velocit, e sarebbe assurdo, secondo molti, restare fermi in una logica di orari che si basava su consuetudini di 50 anni fa. Oggi si lavora fino a tardi, si cena tardi, spesso in pausa pranzo si sta fuori casa racconta Katiusha. Abbiamo bisogno che anche il mondo dei servizi e del commercio sia al pas-

so con le nostre esigenze. E questa legge lo permetter. Cos non dovr pi aspettare mesi per andare dalla parrucchiera perch durante il giorno non ho tempo: trover sempre qualcuno che lavora anche la sera. E credo che il beneficio sia anche dei negozianti: un negozio alimentare con turno di chiusura imposto al mercoled pomeriggio preferirebbe magari tenere aperto e chiudere il sabato mattina perch sa bene che in quella zona, il sabato mattino, non c' gente in giro. Molto apprezzate le liberalizzazioni anche per chi lavora con i turni. Sarebbe l'ideale per noi operai racconta Federico, 38 anni. Quando faccio il pomeriggio mi trovo praticamente a vivere di notte, e fare la spesa diventa spesso un problema. Sapere che trover i negozi aperti anche alle 10, quando finisco il turno, per me un sollievo.

Finora abbiamo vissuto in una societ che basava i suoi orari su quelli del lavoro impiegatizio, ma sono tantissime le persone che hanno esigenze differenti. Sono favorevole all'idea di un orario flessibile aggiunge Nicoletta. In Spagna pi o meno si apre dalle 10 alle 22 (o dalle 9 alle 21), orario continuato, da luned a sabato con qualche eccezione la domenica. E cos in molte altre zone europee. Solo noi siamo rimasti cos indietro. Tuttavia c' anche chi non molto convinto che questa riforma migliorer la situazione del commercio. Se non ho i soldi per fare acquisti, non li ho neppure alle 10 di sera dice Loris, operaio 22enne. Fatico gi ad arrivare a fine mese, e che il negozio sia aperto al mattino, al pomeriggio o alla notte non cambia la mia situazione finanziaria. Insomma, se i soldi non ci sono non arrivano per miracolo.

l progetto di liberalizzazione incontra sicuramente il favore delle persone, ma anche alcuni negozianti sono favorevoli, nonostante le proteste delle associazioni di categoria. E' una scelta giusta dice la titolare di Monica Outlet. E' giusto che il negoziante possa decidere di aprire quando meglio crede e con gli orari che pi gli convengono. Ad esempio, in estate per un negozio ha pi senso tenere aperto dalle 17 alle 22 piuttosto che dalle 15.30 alle 19.30. Con la crisi che stiamo vivendo ogni opportunit per incrementare gli incassi ben vista. Pu essere utile potersi scegliere autonomamente gli orari di apertura, sia per quanto riguarda i giorni che per gli orari sottolinea il titolare di Nice. Noi alla domenica, ad esempio, gi teniamo aperto perch ci fa comodo, e perch qualche turista entra sempre in negozio. Ricordo che, nei miei primi anni di lavoro (all'epoca ero commessa alla Casa del Bianco), si lavorava sempre la domenica, e noi commesse lottavamo per avere il giorno di riposo. Ma del resto, con la crisi sono cambiate le esigenze, e per noi negozianti la necessit di fatturare quanto pi possibile. Invece trovo abbastanza inutile pensare alle aperture notturne, specialmente in una citt come Cremona, dove dopo le 20 non c' pi in giro nessuno. Avere la libert di scegliere pu essere utile ai negozianti spiega la titolare del Lavasecco S. Agata. Tuttavia dubito che tenere aperto la sera possa avere un senso, in una citt come Cremona. Sicuramente invece potrebbe essere positiva un'apertura anche in pausa pranzo: a molti potrebbe tornare utile. Ma, da parte di qualcuno, c' disinteresse nei confronti del-

Venerd 13 Gennaio 2012

Negozi aperti la sera tardi e la domenica?


QUALCHE NEGOZIANTE ESPRIME INTERESSE
lare di storici negozi cremonesi. Queste aperture sono un vantaggio solo per i supermercati. Per noi negozianti tenere aperto la notte sarebbe un'assurdit, anche perch in quegli orari non avremmo clienti. E tenere aperto inutilmente non ha senso, sono solo costi. La conclusione, quindi, per molti, che ci guadagneranno solo ipermercati e centri commerciali. Ne convinto anche il titolare della farmacia Leggeri, secondo cui in questo modo si fa solo un favore alla grande distribuzione. Il negozio di piccole dimensioni non sar mai nella condizione di sostenere orari differenti da quelli attuali. Le ripercussioni saranno pesanti per tutti noi piccoli. Per quanto mi riguarda non cambier gli orari, anche perch incrementare non avrebbe senso. Purtroppo qualcuno non ha ancora capito che il farmaco non un

E un provvedimento che avvantagger solo la grande distribuzione


bene commerciale, ma di salute, e non il caso di liberalizzarlo per incrementare le vendite. Rabbia e amarezza soprattutto da parte di chi, anche per collocazione geografica, non avrebbe alcun beneficio da un aumento dell'orario di apertura. Una piccola impresa artigianale fa gi fatica a sostenere gli orari normali, non riuscirebbe ad affrontare i costi di aperture serali o festive>>, dice la titolare della Panetteria Merlini di San Savino. Il ricavo non coprirebbe tali costi. Senza contare che per la grande distribuzione, con le nuove normative, le domeniche non saranno pi pagate come festive, mentre per noi negozi s, e costi sarebbero quindi pi alti. Per me poi, che lavoro in una zona abbastanza isolata, come San Savino, ancora pi difficile. Forse tutto ci avr pi senso nelle grandi citt, ma a Cremona proprio no.

Un tempo mi battevo per avere il riposo alla domenica

la normativa. Secondo uno dei soci del salone di parrucchieri Bertoletti, gli orari attuali sono gi pi che sufficienti. Liberalizzazioni? Un argomento che sinceramente non mi interessa. Noi andremo avanti a fare i nostri orari di sempre. C' chi invece decisamente contrario a questa riforma. Quando ero ragazza ho combattuto tanto perch ci fosse il giorno festivo ricorda la titolare del negozio Bim Bum Bam. Tra l'altro in un negozio come il mio, a gestione familiare, per tenere aperto con orario prolungato dovrei assumere una commessa. Credo che poi ognuno abbia diritto a poter mantenere la propria vita privata. Negli anni '50 abbiamo combattuto per questi diritti: ora con questa normativa sar come tornare indietro nel

tempo, e annullare quanto avevamo conquistato. Dal punto di vista strettamente economico, gli unici che ci guadagneranno saranno i supermercati e i centri commerciali. Per i piccoli negozi saranno solo disagi. Sono decisamente contrario afferma Amedeo Bassi, tito-

LA NORMATIVA DI MONTI

Articolo 31. (Esercizi commerciali). 1. In materia di esercizi commerciali, allarticolo 3, comma 1, lettera d-bis, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, sono soppresse le parole: in via sperimentale e dopo le parole dellesercizio sono soppresse le seguenti ubicato nei comuni inclusi negli elenchi regionali delle localit turistiche o citt darte. 2. Secondo la disciplina dellUnione Europea e nazionale in materia di concorrenza, libert di stabilimento e libera prestazione di servizi, costituisce principio generale dellordinamento nazionale la libert di apertura di nuovi esercizi commerciali sul territorio senza contingenti, limiti territoriali o altri vincoli di qualsiasi altra natura, esclusi quelli connessi alla tutela della salute, dei lavoratori, dellambiente, ivi incluso lambiente urbano, e dei beni culturali. Le Regioni e gli enti locali adeguano i propri ordinamenti alle prescrizioni del presente comma entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto.

Un esperimento mette in forse leccellenza dellantica liuteria cremonese. Una notizia gonfiata: dimostra solo che anche la liuteria moderna pu essere ottima

Venerd 13 Gennaio 2012

Cremona

Stradivari e Guarneri del Ges, un falso mito?


Fa il giro del mondo lesperimento che ha messo a confronto i preziosi violini cremonesi. Dallo studio emerge che gli archi moderni sarebbero pi apprezzati

Secondo i maestri cremonesi, si tratta di una generalizzazione che non ha senso. In ogni caso la liuteria cremonese ne esce rafforzata
di Martina Pugno chiali, senza possibilit di distinguere gli strumenti. Alla domanda sulla migliore acustica e su quale strumento i vari musicisti preferissero portare a casa, gli Stradivari sono arrivati ultimi, i violini moderni primi. Segno che attorno alla figura di Antonio Stradivari si gonfiato un mito senza basi reali? La querelle non interessa solamente il valore degli strumenti antichi presi in esame e dei relativi illustri costruttori, ma anche i liutai moderni: la tradizione cremonese fonda davvero le basi su uneccellenza unica al mondo? Secondo Claudia Fritz e Joseph Curtin, il risultato del test facilmente interpretabile: i violini prodotti dai liutai moderni non hanno nulla da invidiare agli antichi strumenti cremonesi e posseggono dunque, potenzialmente, maggior valore, nonch un livello qualitativo perfino pi elevato. Non la pensano allo stesso modo per i costruttori locali, che pongono laccento sullimpossibilit di compiere tali generalizzazioni sulla base dellesperimento svolto, come spiega Stefano Conia: E vero che molti violini moderni non hanno niente da invidiare agli strumenti antichi, ma il test non sufficiente per scalfire la consolidata tradizione cremonese spiega il celebre liutaio cremonese. Si tratta di una notizia che a mio avviso stata un po gonfiata: occorre tenere presente che gli stessi strumenti presi in considerazione avrebbero avuto suono diverso allinterno di un auditorium; il suono andrebbe poi valutato anche a distanza, perch deve soddisfare lascoltatore, non lesecutore. Senza contare che il giudizio non semplice quando si ha a che fare con pi strumenti a confronto. Lesperimento, comunque, non ha posto laccento solamente su elementi negativi per i liutai locali: Quella cremonese una tradizione plurisecolare, che di certo non verr scalfita. Anzi, lesperimento mette in luce come anche i liutai di oggi producano strumenti molto validi. Del resto, anche il gusto moderno pu avere influenzato i risultati: oggi si

eccellenza stradivariana, e dunque quella della tradizione liutaria cremonese, soltanto un mito alimentato nel tempo? Pare di s, quantomeno secondo il pi recente esperimento condotto da Claudia Fritz, esperta di acustica dell'Universit di Parigi, e dal produttore di violini Joseph Curtin. Una notizia che sta facendo il giro del mondo e che sta agitando in questi giorni il settore della liuteria, ma che mostra di non preoccupare pi di tanto i costruttori cremonesi. Eppure, sulla carta avrebbero di che temere: 21 musicisti professionisti sono stati invitati a suonare sei violini, tre moderni e tre antichi, tra cui uno Stradivari e un Guarneri del Ges, in una stanza buia e con appositi oc-

decisamente gonfiata per fare clamore

Una notizia

stefano conia

La tradizione cremonese plurisecolare e non verr certo scalfita da questo esperimento

prediligono la potenza e la ricchezza sonora. Ad ogni modo, naturale che gli Stradivari abbiano costi estremamente pi elevati: si tratta di strumenti rari, da collezionismo. Prosegue Conia: Insomma, non niente di tragico. E come per i campionati di calcio, anche alle squadre pi forti pu capitare di perdere qualche partita. Conferma la parzialit dellesperimento svolto anche Robert Gasser, liutaio e presidente del gruppo liutai Cna: Non possibile generalizzare i risultati dellesperimento: bisogna valutare anche quali violini sono stati presi in considerazione. Anche tra gli Stradivari e di Guarneri del Ges ci sono differenze; alcuni sono di ottima qualit, altri meno. Non va neppure dimenticato lo stato di conservazione dello strumento stesso. Lesperimento non stupisce anche per altre ragioni: Non si tratta certo della prima volta che vengono effet-

tuati confronti simili: anche in Belgio, a inizio Novecento, questo tipo di sfide erano pratiche frequenti, poi sospese proprio per via del risultato: molto spesso erano gli strumenti moderni ad uscirne vincitori.

Lontano dallintaccare la tradizione liutaria cremonese, dunque, lesperimento condotto recentemente porta invece alla luce la qualit dei violini moderni, a tutto vantaggio dei costruttori: Anche tra gli strumenti contemporanei esistono creazioni deccellenza ed altre mediocri. Del resto, tra i violini di oggi si celano gli Stradivari di domani, i violini che tra anni o secoli costituiranno leccellenza. I prezzi degli Stradivari, dunque, sono frutto di pura speculazione? Non bisogna fare confronti solo dal punto di vista qualitativo. Certamente uno Stradivari ha un fascino unico, dato dallantichit, dal passaggio di generazioni di musicisti, uno strumento che costituisce unopera darte di ormai rara diffusione e di indubbio fascino. Ma lesperimento ha un risvolto interessante, evidenziando il fatto che anche gli strumenti moderni possono essere di alta qualit.

robert gasser

Tra i violini costruiti oggi potrebbero celarsi gli Stradivari di domani

Cremona
E' stato arrestato a Orio al Serio l'egiziano accusato dalla procura di Cremona di maltrattamenti e lesioni gravissime sulla figlia di due anni, ora ricoverata in coma all'ospedale di Brescia. L'uomo, A.S., 29 anni, residente a Soresina, stato fermato poco prima di salire sul volo di sola andata delle 5,20 della mattina con destinazione Alessandria dEgitto. A mettergli le manette ai polsi sono stati gli agenti della squadra mobile della questura di Cremona insieme ai colleghi del commissariato di Crema. Legiziano era pedinato. Gli inquirenti, infatti, temevano il rischio di fuga. Nella notte tra venerd e

Venerd 13 Gennaio 2012

Accusato di aver maltrattato la figlia, tenta la fuga in Egitto


sabato scorsi gli uomini della mobile lo hanno visto uscire dalla sua casa di Soresina con una grossa borsa e lo hanno seguito fino allaeroporto. E l che lo hanno arrestato. Luomo in carcere a Bergamo. Ludienza di convalida si gi svolta. Tra pochi giorni gli atti torneranno nelle mani del sostituto procuratore della Repubblica di Cremona Francesco Messina, titolare delle indagini. Gli inquirenti cremonesi stanno cercando di sciogliere i dubbi sulla versione fornita dall'egiziano e dalla moglie, entrambi indagati, secondo i quali la figlia e' caduta dalle scale dell'appartamento di Soresina. Il racconto, pero', non ha convinto il personale sanitario, che avrebbe riscontrato un'incompatibilita' tra una potenziale caduta e

i lividi che la bambina ha sul corpo. La bimba, che presenterebbe ematomi antecedenti alla caduta, e' stata poi trasferita nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Brescia ed e' in pericolo di vita. Il padre lavora da due anni come mulettista in un'azienda. Nei giorni scorsi il tribunale dei minori di Brescia si e' riservato di decidere sull'allontanamento degli altri due figli della coppia, due bambini di 4 anni e nove mesi che ora si trovano ospitati insieme alla madre in una struttura protetta. Sull'arresto, il legale degli indagati, l'avvocato Clara Carletti, non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

Il consigliere provinciale Giuseppe Torchio lancia un appello ai sindaci: Devono iniziare a imporsi, prima di trovarsi estromessi
ovit importanti sul fronte della questione acqua cremonese: dal vertice del Pdl, che ha aperto le porte al coinvolgimento delle municipalizzate del territorio, alla posizione espressa dalla Lega nord, con il segretario nazionale Giorgetti, secondo cui, pur nel quadro del mantenimento pubblico del servizio idrico, occorre attendere le novit annunciate dal Governo in tema di liberalizzazioni, che riguarderanno anche lacqua e le reti. Ed stata anche rinviata la discussione dellordine del giorno presentato dal Pd, in cui il partito chiede la revoca della delibera del 22 dicembre, in cui la Giunta provinciale esprime parere preventivo favorevole in ordine alla proposta di aggiornamento del Piano dAmbito ed alla proposta di definizione del modello gestionale presentato dallUfficio dAmbito della Provincia di Cremona. Questo si legge nel documento, a firma di Andrea Virgilio e Maria Rosa Zanacchi, che prosegue chiedendo quindi di revocare la delibera e di favorire piena sintonia e coerenza con il documento di indirizzo votato in data 21 dicembre da tutto il Consiglio Provinciale. Documento, quest'ultimo, votato allunanimit da tutto il Consiglio provinciale, e a cui si chiede di porre in essere ulteriori attivit di approfondimento destinate ai Sindaci, per consentire loro di arrivare, in tempi brevi, ad una decisione consapevole sul tema della gestione dell'acqua e in cui si ribadiva il proprio s alla gestione pubblica, preferendo la gestione in house alla partecipazione dei privati o delle multinazionali europee. Si aspetta di valutare le decisioni del Governo, anche se la speranza, da parte dei sostenitori del servizio pubblico che il Governo stesso rispetti la volont popolare espressa con il referendum. Hanno assicurato che la legge sar coerente con il risultato del referendum, speriamo sia davvero cos afferma Andrea Virgilio, che non si dice particolarmente preoccupato rispetto alla proroga della discus-

Gestione dellacqua, si apre unaltra fase?


Le annunciate misure del Governo sulle liberalizzazioni potrebbero coinvolgere anche il sistema idrico

di Laura Bosio

La gestione deve restare al territorio


La Lega conferma il sostegno all'ipotesi di gestione in house. Condivido la linea proposta dal segretario Giorgetti, che poi la stessa che da sempre portiamo avanti noi dice Angelo Barbati, segretario provinciale della Lega di Crema. Vogliamo che la societ che gestisce il servizio idrico sia pubblica, lo sosteniamo da sempre. Tuttavia, se proprio si deve scegliere un privato tramite gara, vogliamo che sia un'azienda del nostro territorio. Da sempre il nostro movimento punta a tutelare i cremonesi e la territorialit. Non possiamo permetterci che dei posti di lavoro vengano dispersi o finiscano appannaggio di qualche multinazionale straniera. Con la crisi che c' bisogna pensare prima di tutto a far lavorare la nostra gente. Tra l'altro ora sembra che anche il Pdl si stia convincendo della, necessit di una gestione pubblica, quindi sono ottimista, e confido che si arrivi al pi presto a una soluzione del problema.

BARBATI - legA

Andrea Virgilio: Il nostro obiettivo il ritiro della delibera di Giunta


sione. Avevamo chiesto l'urgenza, ma ci hanno chiesto di spostare la discussione al 31 gennaio. Magari allora ci sar un po' di chiarezza normativa. Il nostro obiettivo, in ogni caso, non era di spaccare in due il Consiglio, ma di chiedere il ritiro della delibera di Giunta. Ora prioritario lavorare sulle societ pubbliche. Abbiamo la necessit di avere un settore pubblico forte e coeso, che dovr poi concorrere alla gestione del servizio idrico continua Virgilio, che per accusa l'Amministrazione provinciale di inattivit: Salini non ha gestito la partita, e ora le difficolt sono notevoli. Un altro dei problemi sul tavolo della discussione appunto la questione delle societ municipalizzate, che non riescono ad avere una linea comune. Su questo punto il consigliere provinciale Giuseppe Torchio: Sono pessimista rispetto alla volont delle "sette sorelle" di mettersi d'accordo. Realizzare un'unica azienda pubblica comporterebbe infatti un unico consiglio di amministrazione e un'unica presidenza, e questo ovviamente porta a discussioni e litigi. D'altra parte i Comuni, che sono i principali azionisti di queste aziende pubbliche, restano un po' con le mani in mano, lasciandole un po' allo sbando. E' ora che i Sindaci si sveglino e inizino a imporsi, prima di trovarsi completamente estromessi dalla partita. A questo punto, mi chiedo se vi sar la volont di chiudere l'operazione, avallata da tutti nel 2008 e rimasta sulla carta dopo l'avvicendamento delle Giunte di Comune e Provincia nel 2009. La mancanza di volont di chiudere la partita, secondo Torchio, potrebbe portare infatti i Comuni a non aver pi potere decisionale. Rischiamo che accada quello che avvenuto, di recente, a livello bancario. Sono finite le nomine di consigli d'amministrazione ed esecutivi locali e si sono concentrate altrove tutte le scelte strategiche. Se, infatti, dal Ministero passasse alla fine l'ipotesi della gestione mista, un pubblico con un 60% completamente frammentato finirebbe con aver meno forza di un privato al 40% ma compatto. L'unione l'unico sistema per garantire il perdurare un potere decisionale ai Comuni. Torchio parla anche di ridimensionare il Piano d'ambito. Pensare di investire 450 milioni spalmati su 20 anni, con 50 milioni di capitali da cercare sul mercato anacronistico, perch traguardato ad anni di crescita economica e di disponibilit di finanziamenti pubblici e di forte intraprendenza da parte delle banche dice il consigliere. Bisogna, quindi, realisticamente ridimensionare il piano alle mutate condizioni portandolo a circa la met, comprese le capitalizzazioni da parte delle aziende pubbliche che, come noto, non potranno essere remunerate dalla tariffa di erogazione dell'acqua che, invece, potr remunerare il tasso di interesse per i mutui contratti con il sistema bancario.

Si rispetti la volont referendaria


Anche l'Udc interviene sullacqua, sul cui tema il partito si confronter venerd 13 gennaio nell'ambito della direzione provinciale. Il servizio idrico integrato necessita di una soluzione adeguata, condivisa e sostenuta dalla stragrande maggioranza dei Sindaci del territorio. La politica del nostro territorio necessita di un cambio di passo, di una modalit diversa di approccio ai problemi soprattutto quando riguardano luniversalit dei cittadini del territorio. Politica che non pu ignorare i deliberati delle Assemblee dei Comuni e del Consiglio provinciale. Occorre uscire dalle logiche di destra, sinistra, centro, maggioranza e opposizione. Non possiamo rischiare di far diventare la scelta del modello di gestione dellacqua lennesimo tormentone. Allo stato attuale delle cose non mi sembra che Salini e la sua Giunta si stiano muovendo per evitarlo. Pur non essendo contraria ad una societ mista con capitale a maggioranza pubblica, lUdc cremonese da tempo sostiene che il referendum ha fatto chiarezza sulle modalit di affidamento del servizio idrico. Condividiamo in particolar modo il modello in house con una societ formata dai soli comuni della Provincia di Cremona. Ed questo il modello che riteniamo dovrebbe essere meglio esplorato come soluzione unitaria per il territorio valutando come coinvolgere anche le nostre societ pubbliche che operano nel settore dellacqua. La societ mista, sempre composta dai 115 Comuni pi da un socio privato scelto con gara pubblica dovrebbe diventare la soluzione di ripiego e non la prima come sostenuto dal Pdl e dallUfficio dambito. Ora necessario esplorare entrambe le soluzioni con il mondo finanziario e bancario per valutare quali potrebbero essere le difficolt di finanziamento tra i due modelli e poi scegliamo unitariamente quella che si ritiene pi adeguata a fornire un servizio pubblico che dia garanzie di efficienza e di minor costo per i cittadini. in questo modo che possiamo aiutare i Sindaci a scegliere un modello che dia risultati postivi per i cittadini. Ora la palla passa al Governo, che deve decidere sulle liberalizzazioni. Credo che lesito del referendum anche in questo caso sia fin troppo chiaro: si pu proporre qualsiasi tipo di liberalizzazione e di gestione ma non per l'acqua conclude il segretario provinciale Udc. Il referendum rende impossibile sia la sua privatizzazione sia la sua liberalizzazione. La politica cremonese chiamata a dare un messaggio positivo ai cittadini del territorio dimostrando che sa affrontare con determinazione le situazioni di difficolt salvaguardando la parte pi debole della societ. Naturalmente con i fatti e non con gli annunci.

TRespIdI - udc

LeditoriaLe

Daniele Tamburini daniele.tamburini@fastpiu.it

Ci sono delle tragedie che non sono frutto di fatalit o del destino cinico e baro: per esempio, gli incidenti sulla strada. Lanno iniziato malissimo, qui a Cremona, con quattro decessi. Occorre rispettare le regole, nella vita, sul lavoro e sulla strada. In tempi difficili, gli hard times, pu crescere la tentazione della deregulation anche nel seguire le norme che governano la convivenza tra le persone: bisogna contrastarla. Non fatalit neppure il continuo sforamento della soglia della presenza di polveri sottili nellaria che

respiriamo. Dice il Comune che occorrono politiche di area vasta, ma qui, di vasto, c solo il pericolo che cresce, giorno dopo giorno, per i nostri polmoni. vero, complici della situazione sono le condizioni atmosferiche, ma, appunto, certe condizioni sono, qua da noi, una costante a memoria duomo. Ci vorranno sicuramente politiche di area vasta, ma qualche provvedimento serio potrebbe essere preso, o no? Ma torniamo alle regole. Il Governo ritie-

I nomi a volte sono presagi

ne necessario dare il via ad un pacchetto di liberalizzazioni: alcuni sono favorevoli, altri contrari, in una inevitabile e democratica dialettica tra posizioni ed interessi diversi. Ma, nel pacchetto di misure annunciato, ecco che esce fuori nuovamente il tema dellacqua. Ma non avevamo votato ad un referendum? Ma, anche qui da noi, nella Provincia di Cremona, non si svolta una battaglia durissima tra la giunta Salini, la minoranza del suo Consiglio

e la maggioranza dei Sindaci del territorio, perch la Provincia aveva deliberato in senso contrario agli esiti del referendum? E ora, che accadr? Altra musica, altro giro di valzer? Ripeto: ma non avevamo votato? Sembra che votare e decidere non vada per la maggiore: sar questo latteggiamento che sta dietro alla bocciatura, da parte della Consulta, dei referendum sulla legge elettorale? E intanto, per ora, dobbiamo tenerci il porcellum: una porcata, appunto. Nomina sunt omina, i nomi a volte sono presagi!

Venerd 13 Gennaio 2012

Cremona

I soldi trovati nell'abitazione di Franco Nicoli Cristiani, ormai ex vicepresidente del consiglio regionale lombardo, non erano quelli consegnati dall'imprenditore Gianluca Locatelli. Una svolta notevole nelle indagini sui presunti casi di corruzione in cui il politico bresciano sarebbe coinvolto. La domanda ora sorge spontanea: se non sono questi i soldi di Locatelli, di chi sono? La busta contenente i 100mila euro era stata trovata dalla polizia durante la perquisizione della libreria dell'allora vicepresidente del Consiglio Regionale lombardo, tuttora in carcere, per decisione degli inquirenti milanesi. Si tratta di denaro di provenienza lecita e il mio assistito lo ribadisce sin dal primo interrogatorio, ha commentato ieri l'avvocato Piergiorgio Vittorini. Locatelli, anch'egli in carcere, aveva detto chiaramente, sin dal primo interro-

gatorio, di aver dato 100 mila euro a Nicoli Cristiani, per accelerare l'iter d'approvazione dell'autorizzazione integrata ambientale relativa alla discarica d'amianto di Cappella Cantone. Intanto le sorti della discarica sembrano affondare sempre pi. E' dei giorni scorsi, infatti, la decisione della Locatelli di mettere in liquidazione le quattro societ del gruppo (Locatelli geom. Gabriele spa, Locatelli Lavori, Locatelli Trasporti, Locatelli Asfalti). Questa decisione stata assunta in seguito al congelamento dei conti di queste societ da parte delle banche e a

Cappella Cantone: i soldi trovati a casa di Nicoli Cristiani non sarebbero di Locatelli
seguito del blocco dei contratti con il "consorzio Bbm" che si occupa della costruzione dell'autostrada Brebemi. Grande soddisfazione da parte del comitato Cittadini contro l'amianto. Lla posizione di Nicoli Cristiani si va aggravando, poich si ipotizza che i soldi trovati a casa di Nicoli Cristiani potrebbero provenire da altra fonte. Questo nuovo dato vede l'estendersi dell'inchiesta, con un intreccio sempre pi vasto ed evidente tra malaffare e politica. Il comitato si pone quindi alcune domande, che diventano ancora pi inquietanti alla luce degli ultimi risvolti

della vicenda. Come poteva Nicoli Cristiani, che non ha mai fatto parte della giunta e quindi non titolato a prendere alcuna decisione, a garantire con certezza che alcuni atti autorizzativi sarebbero stati comunque approvati negli uffici e ambiti competenti? si chiedono Mariella Megna e Giorgio Riboldi, portavoce del comitato. Chi copriva e garantiva Nicoli Cristiani in giunta? Quale era, o meglio, chi era il trait-dunion?. Il comitato si chiede anche perch la Regione abbia approvato pi volte delibere tendenti a rendere possibile la realizzazione della discarica. Che ci fosse

un intreccio pericoloso, esteso e ramificato in Lombardia tra malaffare e politica noi lo sosteniamo fin dall'inizio della vicenda della discarica di Cappella Cantone, e l'abbiamo concretizzato con un esposto alla Magistratura sottolinea il Comitato. delle combine, Santoni ha detto che non erano soldi di Doni, ma che erano soldi suoi dati in prestito allex giocatore Gianfranco Parlato che gli disse che potevano anche servire per pagare i giocatori. Il prossimo interrogatorio che il procuratore di Martino ha fissato con Filippo Carobbio, bergamasco in forza allo Spezia. Verr sentito il 19 gennaio. Carobbio accusato di essersi messo a disposizione del cosiddetto gruppo degli zingari quando giocava nel Grosseto e avrebbe cercato di influire sulle partite Ancona-Grosseto del 30 aprile 2010, Grosseto-Reggina del 23 maggio dello scorso anno, Grosseto-Empoli del 30 maggio 2010, Grosseto-Mantova del 15 marzo dello stesso anno e Siena-Piacenza del 19 febbraio 2011. La prossima settimana, invece, il gip Salvini dovrebbe sentire il macedone Rade Trajkovski, appena estradato in Italia. Era stato fermato allaeroporto di Atene mentre era in transito proveniente da Singapore. Gli inquirenti sospettano che sia uno dei membri, insieme ai ricercati Hristyan Ilievski e Almir Gegic, del gruppo degli zingari che avrebbe cercato di manipolare alcune partite secondo le direttive impartite dallorganizzazione di Singapore. Tra pochi giorni, quindi, il macedone potrebbe essere a disposizione del gip Guido Salvini. Nello stato macedone Trajkovski ha alle spalle precedenti penali per omicidio, rissa, lesioni gravi, rapina e banda armata.

ono ripresi, dopo le festivit, gli interrogatori della seconda tranche dellinchiesta sul calcio scommesse. Tre ore durato linterrogatorio dellex capitano dellAtalanta, Cristiano Doni, arrivato negli uffici della procura accompagnato dal suo legale, lavvocato Salvatore Pino. Al procuratore Roberto di Martino, Doni ha confermato l'episodio del rigore calciato durante Atalanta-Piacenza, ammettendo di aver tirato il rigore al centro come concordato sul campo con il portiere Mario Cassano. La partita fin 3-0 per la squadra bergamasca. Il calciatore ha anche ribadito di non essere corrotto. Ritiene di non avere mai fatto nulla contro la sua squadra, non un giocatore corrotto, non uno che si venduto le partite, ma ha sempre giocato per vincere, ha detto il suo legale. Il calciatore ha confermato gran parte di quanto aveva gi dichiarato al gip Guido Salvini. Ha detto che avrebbe collaborato e lha fatto, ha proseguito lavvocato Pino, specificando anche che il procuratore si detto soddisfatto e che non ci sono ulteriori accordi per nuovi interrogatori. A proposito dellincontro Atalanta-Piacenza, il legale ha spiegato che Doni ha saputo che cera la combine dopo che gli accordi erano gi stati presi. Non lha organizzata lui. Il fatto di poter portare punti alla sua squadra l'ha indotto a

di Sara Pizzorni

Le dichiarazioni di Doni fanno tremare il mondo del calcio

Il procuratore Di Martino: Presto ci saranno nuovi nomi iscritti nel registro degli indagati

Cristiano Doni, ex capitano dell'Atalanta

Marco Paoloni al momento dell'arresto

Roberto Di Martino

commettere un passo falso. Resta la domanda se l'Atalanta fosse coinvolta direttamente o meno, ma l'avvocato di Doni ha spiegato che la societ nerazzurra era il suo mondo, non aveva vita sociale che non fosse legata alla squadra, alla societ e alla citt e ora avverte un gelo molto forte che lo amareggia. Dagli inquirenti, intanto, si saputo che alcuni degli accertamenti tecnici effettuati nellinchiesta sul calcioscommesse confermano che, nelle intercet-

tazioni, le parole dellex portiere della Cremonese e del Benevento, Marco Paoloni non erano delle millanterie, n in riferimento a Lazio-Genoa, n sul ruolo del leccese Daniele Corvia nella vicenda. Gli accertamenti che gli investigatori della polizia continuano a svolgere stanno poi confermando le combine anche di altri incontri di serie A, oltre a quelli gi indicati nellordinanza di custodia cautelare del 19 dicembre 2011. Presto ci saranno anche nuovi indagati - ha ag-

giunto il procuratore di Martino - non ho ancora avuto il tempo di iscrivere nessuno sul registro degli indagati, ma sicuramente lo far presto. Ci sono tempi tecnici da rispettare, ha proseguito il procuratore, riferendosi ai nuovi nomi tirati in ballo dall'ex calciatore della Cremonese e del Piacen -ha concluso di Martino, rispondendo alla domanda di un cronista - ma quaranta mi sembrano un po troppi. Dopo linterrogatorio di Doni, il procuratore ha sentito Nicola

Santoni, ex preparatore del Ravenna. Sui contenuti dellinterrogatorio, durato circa due ore, lavvocato Lorenzo Tomassini ha voluto mantenere il massimo riserbo. Da quanto si appreso, Santoni ha detto agli inquirenti il minimo sindacale, nel senso che ha ammesso quello che non poteva non ammettere, cio i suoi contatti con Doni. Quando si trattato di chiarire lorigine e la destinazione dei 40mila euro che, secondo lipotesi accusatoria, sarebbero serviti a pagare i giocatori complici

E stato condannato ad un anno e otto mesi di reclusione, Francesco I., il 25enne di Brugherio arrestato per il furto aggravato di 300 gratta e vinci del valore di un euro ciascuno alla tabaccheria di via Giordano. Per il giovane, che sconter la pena agli arresti domiciliari a casa della convivente, il pm onorario Silvia Manfredi aveva chiesto dieci mesi di reclusione. In tabaccheria, Francesco, che ha precedenti penali alle spalle, era entrato con la scusa di comprare una stecca di sigarette. Approfittando di un momento di distrazione del tabaccaio, si era intascato 300 Gratta e vinci che aveva grattato in mezzo

Rub 300 Gratta e vinci in tabaccheria, condannato a un anno e otto mesi

alla strada, gettando via i biglietti senza valore e tenendosi quelli vincenti, 61 in tutto, per una vincita di 134 euro, incassata in unaltra tabaccheria di Cremona. Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, che avevano notato il 25enne gettare via i biglietti, e alla denuncia del tabaccaio derubato, gli uomini della questura sono riusciti ad intercettare il ladro, finito in manette per furto aggravato. Davanti al giudice Pierpaolo Beluzzi si svolto il processo per direttissima. Il giovane sarebbe anche lautore di un altro furto di denaro messo a segno lo scorso mese di dicembre in unaltra tabaccheria.

Rimborsare il canone Rai non e reato. Lo ha stabilito la Corte dei Conti che ha assolto lex sindaco di Castelvisconti Giacomo Ori, 60 anni. on questa sentenza lex primo cittadino ha dimostrato che il rimborso dellabbonamento Rai non illegale. Nel 2008 Ori, che alle elezioni si era presentato con una lista civica unica, aveva approvato una delibera che stabiliva il rimborso totale del canone Rai per chi aveva un reddito inferiore ai 22 mila euro lanno e parziale per gli altri cittadini. In seguito a questa legge, la procura regionale della Corti dei Conti aveva condannato sindaco, assessori e il segretario comunale a restituire 6.700 euro elargiti dalle casse del municipio, anche per evitare che si attuasse un rischioso precedente legislativo sui tributi statali. Cambio di rotta il 2 gen-

Canone Rai: assolto lex sindaco

naio scorso, quando la stessa Corti dei Conti lombarda ha assolto lex-giunta, che ora in Comune siede allopposizione. Non abbiamo fatto alcun danno allo Stato, ha detto Ori. Anzi. Semmai abbiamo evitato che molti nostri cittadini smettessero di pagare il canone Rai. Ora, per, lex sindaco Ori deve affrontare unaltra accusa: quella di occultamento di documenti elettorali, reato per il quale attualmente a processo penale a Cremona. Parte civile si costituita la nuova amministrazione del sindaco Alberto Sisti. I fatti risalgono al giugno del 2009, durante il periodo elettorale. Ori, per dieci anni sindaco di Castelvisconti, avrebbe occultato atti pubblici del Comune da lui amministrato riguardanti il voto assistito e sottratto la documentazione dagli uffici comunali.

Appuntamento a Torricella del Pizzo (21 e 22 gennaio) la due giorni dedicata alla 7 edizione della Festa dal Pipen (ossia la festa del piedino di maiale lessato) dove le prelibatezze del maiale si incontrano con storia e tradizione. Un evento che nel corso degli anni cresciuto notevolmente, portando avanti il recupero delle tradizioni legate alla lavorazione delle carni del maiale e lesaltazione del prodotto tipico locale, vale a dire il salame

Il Burlesque approda a Torricella del Pizzo in occasione della festa del Pipen
con filetto. Un prodotto importante recuperato dalla storia e riproposto in forma rinnovata ed esaltata con il marchio Il Pizzetto. La manifestazione alterner il gusto alla cultura: ci saranno infatti bancarelle di prodotti tipici, mostre, degustazioni, convegni. Domenica (dalle ore 11) apriranno le cucine, con distribuzione del piedino lessato con contorno di salse e mostarde, cotechini, salsicce con polenta, cotiche con fagioli, marubini in brodo. Un'iniziativa realizzata grazie alla collaborazione della Scuola di cucina di Cremona (Istituto Einaudi). Dalle ore 16 verr distribuita polenta pasticciata gratis per tutti. Durante la manifestazione sar possibile visitare il Museo di strumenti musicali meccanici dove si potranno ascoltare anche musica legata al Risorgimento Italiano e il Museo di Storia Naturale con fossili, conchiglie e minerali da tutto il mondo. Grande spazio anche allo spettacolo: la serata di sabato 21 sar infatti animata da uno spettacolo di Burlesque, che si svolger presso il palatenda eretto per l'occasione, durante la cens curata dall'Einaudi. Domenica si alterneranno invece diversi artisti di strada. Gli organizzatori, tra cui Ernesto Marchetti, quest'anno puntano a fare un salto di qualit anche dal punto di vista delle presenze. I coperti, infatti, sono stati ampliati, passando da 220 a 500.

Cremona
Domenica 15 gennaio si celebra la 98esima giornata del migrante e del rifugiato sul tema Migrazioni e nuova evangelizzazione. Tale ricorrenza in diocesi di Cremona sar vissuta in due diversi momenti: alle 16 nella chiesa di S. Lucia, a Cremona, il vescovo Dante Lafranconi presieder la Messa per le comunit straniere cattoliche presenti sul territorio; alle 17.30 presso la Casa dellAccoglienza di Cremona il coro lirico cremonese Ponchielli-Vertova, diretto da Patrizia Bernelich, offrir un piccolo concerto, cui seguir, nella sala mensa della struttura caritativa di viale Trento e Trieste, un buffet multietnico. Secondo le ultime stime in provincia di Cremona gli immigrati regolari sono 39.750, ai quali occorre aggiungere un 10% di irregolari, per un totale di poco meno di 45mila unit.

Venerd 13 Gennaio 2012

Giornata del migrante e del rifugiato, domenica le celebrazioni LA VOSTRA COPIA GRATUITA
de la trovate qui:
Acli La Cafetera Caffe Del Corso Bar Supermoka Bar Cittanova Bar Garibaldi Osteria Garibaldi Caffe' Dimeglio Bar Cremonino Ospedale Portineria Unione Consumatori Caffe Porta Romana Banca Del Monte Tabacchi Persico Comune Di Cremona A.P.T Macelleria Ruggeri Rio Bar Bar Fiume Dimeglio Banca Di Roma Parrucchiere Bertoletti Bar Stradivari Il Planetario Viaggi Banca Popolare Bar Oasi Distributore Esso Cittadella Dimeglio Bar Da Walter Caserma Col Di Lana Bar Stella Sapore Di Mare Bar Pit Stop Da Pietro Snack Bar Agip Bar Signorini Bar Trattoria Italmark Teatro Monteverdi Bar Lancia Bar San Giorgio Fotoline Re Mida Caseificio Il Colle Sister Caffe Angolo Del Gusto Bar Il Cacciatore Torrione Cafe Dico Caffe'ghisleri Esselunga Tango Bar Pasticceria Caffe Betti Crai Bonseri Fornaio Bar I 3 Gradini Dimeglio Bar - Figlie Di San Camillo Bibi Bar Bottega Del Gusto Panificio Usberti Bar Pasticceria S. Remo Agip Cafe' Gio' Bar Associazione Commercianti Montecarlo - Slot Machine Caffe' Parking Autobar Bar Roma Bar Mincio Bar Il Cantuccio Edicola Caffe' Boldori Bar Primavera Panetteria Quarantani Bar Gallo Smeg Centro Sportivo Sanzeno Coffee Time Q.In Forneria Pan&Piu Bar Dragone Distributore Agip Non Solo Piada Bar Zanzibar A.E.M. Fattorie del gusto Camera Del Lavoro Tabacchi Gelateria Matisse Universita' Cattolica Politecnico Di Milano Distributore Agip Il Beccofino Cremona Po Bar Greco Les Clandestines Intimo Seven Caff Latteria Plac Politiche Educative Farmacia Zamboni Noemi Pasticceria Tosi Macalli Medic Center Pane E Amore Bar Tabacchi Edicola Ortenilla Edicola Compiani Panetteria Merlini Panetteria Merlini Farmacia Leggeri Immobiliare B&G La Bottega del Gelato Via S. Antonio del Fuoco 9/A Cremona C.So V. Emanuele 14 Cremona C.So V. Emanuele 84 Cremona Corso Campi 39 Cremona Corso Garibaldi 114 Cremona Corso Garibaldi 219 Cremona Corso Garibaldi 38 Cremona Corso Garibaldi 85 Cremona Corso Matteotti 2 Cremona Ospedale Cremona Piazza San Michele 2 Cremona Piazza 4 Novembre 17 Cremona Piazza Cadorna 1 Cremona Piazza Cadorna 13 Cremona Piazza Del Comune Cremona Piazza Del Comune 5 Cremona Piazza Della Liberta' 7 Cremona Piazza Della Pace 2 Cremona Piazza Fiume 6 Cremona Piazza Marconi 15/A Cremona Piazza Roma 20 Cremona Piazza Roma 29 Cremona Piazza Roma 7/B Cremona Piazza Stradivari 17 Cremona Viale Po 83 Cremona Via Bergamo 221 Cremona Via Bergamo 91 Cremona Via Bissolati 38 Cremona Via Boschetto 93 Cremona Via Brescia 128 Cremona Via Brescia 189 Cremona Via Brescia 27 Cremona Via Cappuccini 8 Cremona Via Castelleone 10 Cremona Via Castelleone 29/A Cremona Via Castelleone 49 Cremona Via Castelleone 7 Cremona Via Cipressi 3/B Cremona Via Dante 102 Cremona Via Dante 149 Cremona Via Dante 185 Cremona Via Dante 2 Cremona Via Dante 31 Cremona Via Dante 87 Cremona Via Del Giordano 131 Cremona Via Del Giordano 65 Cremona Piazza Risorgimento 30 Cremona Via Filzi 19 Cremona Via Ghinaglia 104 Cremona Via Ghinaglia 49 Cremona Via Ghisleri 46 Cremona Via Ghisleri 53/A Cremona Via Giuseppina 11/B Cremona Via Giuseppina 11/B Cremona Via Giuseppina 27 Cremona Via Grado 20 Cremona Via Grado 40 Cremona Via Lazzari Cremona Via Litta 50 Cremona Via Mantova 133 Cremona Via Mantova 101 Cremona Via Mantova 1 Cremona Via Mantova 141/B Cremona Via Mantova 81 Cremona Via Manzoni 2 Cremona Via Massarotti 15 Cremona Via Massarotti 19/A Cremona Via Massarotti 42 Cremona Via Mazzini 7 Cremona Via Mincio 2 Cremona Via Mincio 34 Cremona Via Nino Bixio 20 Cremona Via Nino Bixio 8 Cremona Via Persico 2 Cremona Via Platina 34 Cremona Via Rosario 49 Cremona Via Ruffini 6 Cremona Via San Zeno 53 Cremona Via Solferino 9 Cremona Via Xi Febbraio 64 Cremona Via Xx Settembre 32/A Cremona Via Vittori 2 Cremona Viale Po 139 Cremona Viale Po 68 Cremona Viale Trento Trieste 36 Cremona Viale Trento Trieste 38 Cremona Via Massarotti 46/D Cremona Via Mantova 25 Cremona Piazza Migliavacca 6 Cremona Via Mantova 141/B Cremona Via Milano 24 Cremona Via Sesto 39 Cremona Via Brescia 219 Cremona Via F.Soldi 2 Cremona Piano 2 Musetti Caffe' Cremona Corso Campi 5 Cremona Via Mercatello 11 Cremona Piazza S. Anna Cremona Corso Vittorio Emanuele Cremona Via Vecchio Passeggio 1 Cremona Via Oglio 5 Cremona Via Aporti 43 Cremona Via Aselli 29 Cremona Corso Vittorio Emanuele 43 Cremona Via Giuseppina 21 Cremona Via Tonani 24 Cremona Battaglione Bonemerse Cremona Due Gadesco Via Cesare Battisti 47/B Gadesco Via San Savino 17 -San Savino Persichello Piazza Roma 8 Vescovato Via Cavallotti 25 Piadena

La messa delluomo disarmato, uno dei pi grandi libri del nostro Novecento

Don Luisito Bianchi: uomo, scrittore, operaio e sacerdote


di Agopoli

n personaggio straordinario, don Luisito Bianchi: ha precorso il novecento da testimone e da protagonista, agendo nella chiesa, nella societ nelle coscienze. Don Luisito scomparso nei giorni scorsi all'et di 84 anni, dopo una lunga malattia. un libro che, una volta letto, ti segna per sempre. Parliamo di La messa delluomo disarmato, di Luisito Bianchi, nato a Vescovato, mancato lo scorso 5 gennaio, nellabbazia di Viboldone, dove da anni viveva. Prete e scrittore: ma Luisito Bianchi era molte cose. Il 5 febbraio 1968, don Luisito iniziava il lavoro come operaio turnista presso la Montecatini di Spinetta Marengo, in provincia di Alessandria. Era addetto alla lavorazione dellossido di titanio. Aveva chiesto il permesso al suo vescovo, spiegandogli che lo faceva per onest, dopo tanti anni in cui ho parlato del lavoro e della sua teologia . Scriver: Tre anni che reputavo allora e, a maggior ragione, oggi [] la cerniera delle due ante della mia vita, del prima e del dopo. Gi in questo testo si legge uno dei temi straordinari e profondi della riflessione di don Luisito: il tema della gratuit. La gratuit dellannuncio, senza contropartita, vorremmo dire, senza attendersi niente in cambio, giusta la frattura tra annuncio e credibilit. Ha scritto nei suoi diari: Lesperienza della fabbrica [] era un fatto di coerenza: trovare il sostentamento nel lavoro per essere gratuiti nel ministero, per cercare di capire come poteva essere credibile la Chiesa,. Io potevo esserlo, come persona, ma quello che mi interessava era che lo fosse la Chiesa. Il ministero non era una scelta individuale, ma inserito appieno nella Chiesa, con le contraddizioni e le ricchezze. La gratuit amore. Luisito Bianchi amava San Giovanni della Croce, mistico e dottore della Chiesa. E' il san Giovanni che scrive dellamore come dimensione di chi rinasce nel Cristo: liberati dallattaccamento alle cose sensibili, ma anche alle false certezze dellintelligenza, si partecipa del Mistero attraverso lamore. Lamore gratuit. Se non lo , non amore. Scrisse don Luisito, riguardo a San Giovanni: il vertice di tutto, "non sapendo altro che amare", lamore. Fu anche benzinaio, inserviente in ospedale, infermiere, insegnante, traduttore. Fece la Resistenza: e, dal quel periodo, nasce il libro straordinario che ricordavamo in apertura, La messa delluomo disarmato. Il romanzo - ma arduo definirlo solo cos - fu rifiutato da molti editori ed usc in unedizione autofinanziata da

alcuni amici, tra il 1989 e il 1995. Finalmente, fu pubblicato dalleditore Sironi nel 2003. Un romanzo di memorie: La memoria il puntino impercettibile che salda il cerchio della vita e mi fa dire, come succo di queste storie di vecchio lunario: vivere, ne valeva la pena.

Per giungere dove non sei devi passare per dove non sei Per giungere a possedere tutto non voler possedere niente Per giungere ad essere tutto non voler essere niente
Il padre di Franco, giovane novizio. La vigna, la pigiatura: la sagra della terra e della Parola. La concretezza della terra e la concretezza della Parola. Il libro una sorta di corpo a corpo con la Parola. La scelta religiosa, la guerra. Piero, il fratello, inviato come ufficiale medico in Grecia, ne rientra con i piedi semicongelati. Altri giovani partono per la Russia. Ci sono contadini, ambulanti, operaie della filanda, un maresciallo dei carabinieri, il segretario del fascio, l'arciprete. Arriva l8 settembre: la Resistenza, la lotta partigiana in montagna, sostenuta dalla comunit dei monaci: alcuni combattono disarmati (come Dom Benedetto), alcuni ne moriranno. Una narrazione fitta, lalternarsi di voci, protagonisti, toni della narra-

zione: Lupo e Balilla, Piero e Rondine, Capitano e Stalino. Franco resta nella cascina, ma da qui far la propria parte. Eppure, scriver lautore: Mi addormentavo e nel sonno ero in montagna a combattere. Fu la mia spina. Per anni ho dovuto perdonare a me stesso di non essere l a combattere, di non essere morto come Rondine. Allora a un certo punto mi sono chiesto: che cosa posso fare per onorare i nostri morti? Volevo esprimere il mio grazie alla Resistenza. La resistenza fu scelta di responsabilit, fu scelta gratuita, quella gratuit che viene a noi spezzata come tanti bocconi di pane. Una parola inesauribile richiede un racconto incessante; e la parola era dappertutto, penetrava ovunque: nellavvenimento, con la rapidit folgorante del lampo, nella tessitura dei gesti quotidiani, violenta come terremoto o suadente come brezza [] nessuno pu sottrarsi alla parola: puoi essere roccia, puoi respingerla infinite volte, ma il vento riuscir sempre ad accumulare nelle fessure il terriccio sufficiente a farla germogliare. Come nessuno, prima o poi, sa sottrarsi al profumo del pane. Ogni uomo, mi dicevi, la parola che si fatta carne; il vero significato della vita prendere coscienza di questo mistero che ciascuno porta di dentro. La parola pu moltiplicarsi allinfinito senza perdere la sua unit; luomo unito allaltro perch la parola una. Al termine del libro, Luisito Bianchi ringrazia. Il gesto del ringraziare, la gratuit, la grazia: sono le sue parole. Perch: ogni giorno si presenta con un nuovo cesto di doni sconosciuti da svuotare, un canone allinfinito.

hanno detto di lui...


Monsignor Mario Marchesi (vicario generale della Diocesi) Aveva la certezza di essere stato amato e attirato da Ges, a cui egli ha risposto con la fedelt della totalit della sua vita interiore. Le espressioni esterne del suo ministero presbiterale hanno rivestito forme diverse, ma il perno della sua visione della vita e del suo operare sono sempre state la fede e l'amore per Ges, servito da lui come prete sempre e dovunque. Si poteva anche non concordare con lui sulle scelte contigenti e discuterne animatamente, ma non si poteva non essere in comunione con lui quando si arrivava ai cardini ispiratori della coscienza cristiana. Don Angelo Lanzeni (arciprete di Vescovato) In lui si trovano tutti i tratti inconfondibili di un uomo e di un prete, inarrivabile cantore innamorato della gratuit, appassionato ricercatore di Dio tra le rughe e le pieghe di unumanit spesso dimenticata o confinata ai margini dellesistenza. Non facile condensare in poche righe la personalit di don Luisito: uomo, prete, studioso, scrittore, conoscitore della Parola di Dio, maestro e acrobata della parola scritta, poeta della resistenza, contemplativo della bellezza della lingua, dellarte, della musica, della natura. Uomo dal cuore e con lo sguardo di un bambino sapeva lasciarsi interrogare e stupire dalla complessit di un Dio cercato ininterrottamente nella semplicit di un paesaggio divenuto amico e compagno di viaggio nel suo instancabile peregrinare dietro le orme di Colui che si fatto uomo per amore.

10

Venerd 13 Gennaio 2012

Cremona
Continua il nostro viaggio alla scoperta dei personaggi cremonesi ai quali sono intitolate le strade cittadine

La famiglia Pallavicino domin la zona tra Cremona, Piacenza e Parma


Se la scorsa settimana abbiamo parlato di Buoso da Dovara, ora parliamo di Uberto Pallavicino (allepoca noto come Oberto Pelavicino), uomo che con il Dovara lavor sempre a stretto contatto, finch alcune divergenze non li allontanarono. La via parte da corso Matteotti, ultima traversa prima di sbucare in piazza Libert, e si snoda fino allincrocio con via Gerolamo da Cremona, trasformandosi poi in via Speciano. Una strada che nel corso degli anni ha cambiato nome diverse volte: nel 1548 si chiamava Strada del Capitano Favagrossa, mentre allinizio del 1600 era denominata Strada Fatebenefratelli, dal nome dellomonimo ospedale, che sorgeva accanto alla chiesa dellIncoronata, allangolo di via Gerolamo da Cremona. Infine, intorno al 1700, torn a chiamarsi Contrada Favagrossa, nome che rimase fino al 1931, quando venne poi intitolata ad Uberto Pallavicino. locale (detto dei 'barbarasi'). In questo periodo il marchese Pallavicino concentr la propria azione contro i parmigiani, che sconfisse, nuovamente con l'aiuto dei cremonesi, in una battaglia campale; si adoper anche per riorganizzare il partito imperiale a Bologna. La morte di Federico II nel dicembre del 1250 vanific in gran parte la portata delle concessioni imperiali di cui il marchese godeva. In ogni modo il favore della casa sveva non venne meno: nel 1251 Corrado IV nomin Uberto vicario regio per la Lombardia orientale (il territorio lungo l'intero corso del Lambro); tale concessione fu nuovamente confermata due anni dopo. Le principali basi dell'azione di Uberto continuavano ad essere Cremona e Busseto; la sua influenza nel frattempo aumentava in modo rilevante anche a Piacenza, di cui divenne podest perpetuo

UBERTO PALLAVICINO Condottiero e podest

di Laura Bosio

berto Pallavicino (o Pelavicino) fu tra i pi noti esponenti della nobile famiglia dei Pallavicini, uno dei rami derivati dal ceppo obertengo (una dinastia di origine longobarda). Uberto nacque da Guglielmo, probabilmente nel 1197. I vasti possedimenti dei Pallavicini, cui erano connessi diritti di signoria, erano concentrati nel triangolo tra Cremona, Piacenza e Parma. Le prime notizie riguardanti Uberto riguardano una sua alleanza con il Comune di Cremona, durante un intervento in qualit di condottiero - contro la milizia piacentina, cui inflisse una sconfitta militare a Gravago in Val Ceno (1234). Nel 1236 fu nominato podest di Piacenza, ma venne espulso dalla citt insieme a Guglielmo dell'Andito, capo della parte popolare, per volont del legato papale Giacomo da Pecorara, in quanto egli militava tra le fila dei ghibellini. Nel 1239 fu poi podest a Pavia e

contestualmente fu nominato vicario generale dell'imperatore per i territori della Lunigiana, della Versilia e della Garfagnana. Negli anni successivi fu podest a Reggio Emilia (1243) e a Como (forse 1246). La sua collaborazione con lo schieramento imperiale fu sempre pi stretta, fino a fruttargli la conferma, nel 1249, dei diritti feudali nel comitato dell'Aucia (come era storicamente definito il territorio sotto la giurisdizione dei Pallavicini) e, l'anno successivo, l'immunit - trasmissibile ai successori - da qualsiasi onere per le persone e i beni relativamente all'area aucense, alle citt di Piacenza, Cremona, Parma e a quelle di Lombardia e Toscana. Nello stesso 1249 assunse il titolo di "signore perpetuo" di Cremona, dove gli fu di grande vantaggio l'appoggio di Buoso da Dovara, uno dei maggiori esponenti dello schieramento ghibellino

Un carattere dominante, ma gracile e di salute cagionevole

Un collegamento tra corso Matteotti e via Gerolamo da Cremona. Un tempo si chiamava contrada Favagrossa
tra il 1252 e il 1253; ma anche a Pavia, Parma, Vercelli, Novara, Alessandria, Tortona, Bergamo e Milano. Sul finire degli anni Cinquanta l'estendersi progressivo della sua potenza cre, seppure temporaneamente, forti contrasti a Piacenza e port alla rottura con Ezzelino da Romano, a lungo suo alleato, fino a prendere parte alla sua sconfitta a Cassano d'Adda (1258). Nel novembre del 1259 accett la carica di capitano generale di Milano, dove procedette a destituire il podest in carica e a sostituirlo con un suo parente; negli anni successivi altri esponenti della famiglia Pallavicini tennero la carica podestarile: Guglielmo di Scipione nel 1261, Ubertino nel 1262, Uberto detto Pellegrino nel 1264. Il carattere politico del potere acquisito da Uberto si estrinsec, nellarea milanese, con l'imposizione di tasse agli enti ecclesiastici della diocesi, impiegate per finanziare le casse comunali e le spese militari. Uberto cercava, in quegli anni, di creare una vasta compagine territoriale su cui esercitare la signoria. Fu cos che nel 1261 impose di nuovo il proprio potere egemonico a Piacenza, attraverso il rientro in citt di Ubertino Landi, in un periodo in cui i ghibellini godevano di notevole supremazia anche altrove. Il quadriennio tra il 1262 e il 1266 fu precursore della fase finale della potenza di Uberto. Il capovolgimento delle fortune del marchese avvenne, in particolare, con la discesa in Italia dell'esercito di Carlo d'Angi, che si avvalse del decisivo appoggio del marchese del Monferrato, dei della Torre e del marchese d'Este, tradizionali sostenitori degli Svevi; nella battaglia di Benevento mor Arrigo Pallavicini, altro esponente della famiglia, mentre Oberto Pallavicini di Scipione venne sconfitto in Piemonte: per il marchese Uberto, costretto a ritirarsi nel territorio aucense e abbandonato dai cremonesi, fu l'inizio della fine. Distrutti il palazzo Pallavicini a Parma e la rocca di Soragna nel 1267, l'ultima resistenza si consum tra Borgo San Donnino e Busseto, poi il marchese si chiuse nel castello di Gusaliggio in Val Mozzola (una laterale della Val di Taro), dove mor, fortemente amareggiato e senza avere avuto i conforti religiosi, l'8 maggio 1269. Nel suo testamento egli nomin come eredi il figlio Manfredino (che portava nel nome il segno della fedelt agli Svevi) e quattro figlie, di cui al momento della morte una soltanto era sposata; le altre tre ebbero mille lire imperiali e gli alimenti fino alle eventuali nozze. La tutela del patrimonio veniva affidata alla seconda moglie Sofia e ai nipoti Uberto, Visconte e Guido; di ulteriori lasciti beneficiarono, tra gli altri, il monastero cistercense di Fontevivo e comunit religiose di Parma, Piacenza e Cremona. Uberto, nelle cronache dellepoca, ricordato come persona gracile e cagionevole di salute, per di pi privo di un occhio che un gallo gli aveva strappato quando era ancora in culla. Il tutto era compensato da un carattere forte e predominante, accompagnato da una sete di potere che lo port pi volte a sacrificare anche chi aveva condiviso con lui tante esperienze.

Impose le tasse agli ecclesiastici della diocesi

A Lato una statua di Uberto Pallavicino detto il Grande. Sopra la Rocca Pallavicino di Busseto (Pr)

Lettere
QUESITO
Ma perch gli italiani accettano questo scempio?
Egregio direttore, la Guardia di Finanza a Cortina e in altre localit rinomate, ha riaperto le speranze di una guerra seria contro gli evasori che da oltre cinquanta anni deridono i contribuenti onesti, nellimpunit generale, Cortina ha riacceso i riflettori sul cronico problema dellevasione fiscale, con il consueto carosello di dichiarazioni dal sindaco di Cortina ai rappresentanti dei commercianti e agli albergatori, in aggiunta ai soliti politicanti (vedi la Santanch, Cicchito) che hanno maldestramente tentato di condannare lintervento dellAgenzia delle Entrate adducendo come argomentazione il fatto che questi metodi indurrebbero i ricchi ad andare a spendere allestero. Ed io dico, chi se ne frega andate pure allestero, basta per che paghiate le tasse dovute in Italia Lopinione pubblica al 90% plaude liniziativa, elogiando lintervento degli ispettori dellaAgenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza, ma anche noi potremmo contribuire contro questo cancro utilizzando per chi non se la sente di rivolgersi alla Finanza, i siti della rete internet tipo nonevado.it oppure evasori.info in cui gli utenti possono segnalare gli esercizi commerciali che rilasciano regolare fattura, in modo da premiare i virtuosi e naturalmente penalizzare i disonesti. Su questi e altri siti si stanno mappando decine di migliaia di negozi, studi dentistici, notai, ecc. dimostrando anche senza troppe sorprese che le statistiche mostrano come le categorie di medici specialisti e dei dentisti siano quelle che evadono di pi con il solito trucco che senza fattura si paga meno, inventandosi lIva che per le loro prestazioni non esiste, inducendo il paziente ad accettare il compromesso vista limpossibilit di detrarre le spese in modo conveniente. Con il web, denunciando gli eventuali evasori, dentisti, medici specialisti, notai, avvocati, commercianti, artigiani, liberi professionisti, lavoratori dipendenti e pensionati che lavorano in nero e tutti quelli che fingono di essere in difficolt finanziaria, compilando autocertificazioni, Isee fasulle per fregare i veri poveri: vedi alloggi case popolari, Aler, tasse universitarie, sconto gas, luce, acqua, libri scolastici, mense, asili nido, con genitori che vengono a prendere i figli con macchine di lusso, dalle quali scendono con passo felino mamme impellicciate, ingioiellate. E mentre il martoriato cittadino comune continua a pagare limmenso debito al posto di chi lha prodotto (vedi corruzione della pubblica amministrazione), spese folli per retribuire i soliti galoppini della politica nei cda pubblici (20 miliardi di euro), sommate alla quota immensa dellevasione fiscale di 240 miliardi di euro allanno, mi domando e chiedo: ma mai possibile che litaliano sopporti tutto ci senza reagire?. Sono anni che un dubbio amletico mi tormenta: non che anche noi sguazziamo felici e contenti in questa melma maleodorante? Elia Sciacca Cremona ***

Per dire la vostra, scrivete a:

lettere@ilpiccologiornale.it cremasco@cuticomunicazione.it
alla fonte e verificabili nelle denunce al 99,99 %, dato che il datore di lavoro procede a denunciare alla fonte il redditto. Ma come la mettiamo invece con queille sanguisughe dei suoi colleghi parlamentari, che ancora oggi, alla faccia di tutti se ne fragano e non voglione in nessun modo concorrere a risanare i conti di questo miserevole Paese? I nostri miserevoli parlamentari hanno benefit, rimborsi a go-go, voli, treni, navi, Telepass e corsi di lingua e buvette e ristorante a 8 euro. Non pi tempo da viaggi in Tanzania della commissione Lavoro di Montecitorio per studiare il sistema pensionistico del Paese dellAfrica orientale, ricordo appannato di qualche anno fa. Sarebbe bello invece sapere anche qui da noi come il deputato utilizza i 4.003 euro mensili che il parlamento gli mette in saccoccia ogni mese come rimborso spese di soggiorno. Certo, magari anche lelettore italiano vorrebbe sapere almeno dove risiede il suo onorevole di riferimento, quando trascorre quei tre giorni nella capitale. Per esempio se lo utilizza tutto, il suo budget da diaria extra? Siamo stanchi, ma veramente tanto stanchi di essere succubi e presi per i fondelli da un pletora di politici che non sanno nemmeno fare il loro lavoro. Con questa mia lettera, comunque, e voglio augurare buon lavoro e con la speranza che riesca e sbugiardare quella massa di nullafacenti che si fanno chiamare parlamentari. Ivan Loris Dav Spinadesco *** di poter contare su un timore della parte meno nobile dellattuale classe politica: quello che questi tecnici si rivelino come un modello di governo migliore e pi efficace di quello fino a ieri conosciuto. Luned scorso un sondaggio, Demos-Repubblica, per lennesima volta, ha confermato il crollo della fiducia nei partiti: siamo passati dal 9,8% nel 2008 al 3,9% di oggi! La democrazia in Italia, che di certo questi tecnici non minacciano, in attesa che i partiti mostrino con un acrobatico colpo di reni una resipiscenza sul piano morale e con un gran colpo dala producano una progettualit che ridia loro la speranza per il domani. In fin dei conti, con Monti non c nessuno strappo costituzionale. Lart. 49 della Costituzione non parla di obbligo dei partiti a governare, ma solo quello di concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale! Benito Fiori Per il Gruppo di riflessione politica il frantoio ***

Venerd 13 Gennaio 2012

11

di questo movimento sono salite agli onori della cronaca per episodi di razzismo e violenza. Il Partito Democratico non pu tollerare che tutto questo avvenga anche a Cremona, pertanto ci auguriamo che sabato tutto si svolga in tranquillit, anche se siamo profondamente rammaricati che si sia concesso lutilizzo di una delle pi prestigiose sale della citt per un evento di tal genere. Il nostro terreno di confronto e sar solo quello politico e su questo terreno non temiamo il dibattito e la discussione. Ma chiediamo che per il futuro ci sia una maggiore attenzione a questo tipo di richieste. Torna di nuovo ladomanda: a chi giova tutto questo? Daniele Burgazzi Segretario cittadino del Pd

porre nel nuovo consiglio di amministrazione [] La signora Ernesta Del Sarto individuata dalle minoranze, non era in linea con la nostra domanda e poi ci sembrata una imposizione, una non collaborazione. Nulla da dire sulla richiesta di giovani fatta dal sindaco, molto sulla presunta imposizione e non collaborazione. Ricordiamo che il candidato stato scelto dallopposizione dopo ampia discussione e valutazione allinterno di ApertaMente e questo sinonimo di democrazia partecipata tanto vantata da molti e mai applicata. Italia Attiva Cremonaa ***

STATUTO DI CREMA

Focus Forza Nuova: la replica del Comune


Egregio direttore, in occasione del convegno di Forza Nuova, in programma sabato 14 gennaio alle ore 15 a Palazzo Cittanova, la cui sala stata concessa come da procedure amministrative previste dallapposito regolamento, lamministrazione comunale informa che corso Garibaldi non sar chiuso al traffico e la viabilit si svolger regolarmente. Vi sar un presidio delle forze dellordine e una presenza capillare degli agenti della Polizia Locale per assicurare il normale flusso viabilistico e commerciale considerato il periodo dei saldi invernali appena iniziato. Da segnalare, inoltre, che la manifestazione promossa dal Coordinamento Cremona Antifascista si terr in piazza Roma, dunque lontano dal luogo del convegno. In accordo con la Questura sono state infine predisposte le adeguate misure affinch tutto si svolga nella pi assoluta tranquillit.

E ora che i cittadini tornino a contare qualcosa


Egregio direttore, annunciato il nuovo testo dello statuto comunale, ma i lavori di revisione sono passati sotto silenzio. Apprendiamo dai giornali locali, che la Commissione statuto e regolamenti, avrebbe terminato i lavori dello statuto comunale, dichiara Alessandro Boldi, candidato a portavoce del sindaco per il Movimento 5 Stelle locale. Lieti dellevento, se consideriamo che siamo senza statuto dal 5 novembre scorso, rimaniamo perplessi dai contenuti delle prime indiscrezioni, che vantano anche lintroduzione di Consigli comunali aperti, per altro gi previsti nellattuale statuto (senza aver abbassato la soglia dei cittadini richiedenti necessari). Continua il Boldi: Il Movimento 5 Stelle locale ha per primo posto lattenzione sul rinnovo dello statuto, avanzando sedici proposte di modifica e presentando 500 firme a supporto dellintroduzione dei referendum cittadini; nonostante nessuno ci abbia convocato n in commissione n in consiglio, attendiamo trepidanti il testo del nuovo statuto, nella speranza che finalmente i cittadini tornino a contare qualcosa in questa societ in mano ai soliti pochi noti. Danilo Toninelli Portavoce Movimento 5 Stelle del Cremasco ***

ITALIA ATTIVA CREMONA

Fondazione Soncino Onlus Auspichiamo trasparenza


Egregio direttore, Italia Attiva Cremona augura al riconfermato presidente Ugo Vanoli ed al Consiglio di amministrazione della Fondazione Soncino Onlus Casa di riposo un proficuo e buon lavoro ritenendo che la decisione presa dal sindaco, Francesco Pedretti, sia utile alla continuit nel portare a termine le opere ancora da eseguire e per la Fondazione stessa nel futuro. Il lavoro svolto nei precedenti cinque anni da parte del sda ha permesso a Soncino di avere un buon servizio sanitario ed ambienti ben fruibili dagli utenti e di questo ne va dato atto. Un nuovo ciclo inizia a partire da oggi; ciclo entro il quale ci si aspetta di trovare quella auspicata trasparenza, negli atti e nelle scelte che questo cda andr a fare, da tempo richiesta dai cittadini soncinesi. Fermo restando che una legge ben precisa regola le Fondazioni quali persone giuridiche di diritto privato che non hanno obblighi di rendicontazione al Consiglio comunale o alla cittadinanz,a ma solo alla Regione da cui dipendono direttamente, anche se per legge le nomine sono in carico al sindaco e che tali nomine sono fatte esclusa comunque ogni rappresentanza, nulla impedisce che tale trasparenza possa essere messa in atto verso chi la sostiene e finanzia ad esempio con la pubblicazione sul sito dellente di bilanci, delle relazioni, ad effettuare bandi per assunzioni o appalti per lavori di ristrutturazione anche se non tenuta per legge a farlo e che, all'interno della composizione del cda, vi sia sempre un rappresentante dellopposizione a garanzia della pluralit di indirizzi. Dalla stampa apprendiamo le parole del sindaco: Ho fatto il possibile per avere la nomina di almeno un paio di giovani candidati di ApertaMente, da pro-

ANALISI POLITICA

Il governo Monti fa paura Quindi lo vogliono far cadere


Egregio direttore, Mario Monti laltro giorno ha detto: Io provo pena per i politici che sono cos trattati male dalla opinione pubblica. Il mio compito anche favorire una riconciliazione tra la classe politica e i cittadini. Anche io mi considero parte dellopinione pubblica e tutti dobbiamo riflettere e dire, siamo sempre pronti a dare la colpa ai politici, ma io cittadino sto facendo il mio dovere per fare crescere lItalia?. Come commento, per chi scrive valga quello che qualcun altro ha gi scritto: Sono parole che qualsiasi uomo politico serio ripeterebbe alla lettera, senza cambiare nemmeno una virgola. Parole frutto di una cultura democratica cristallina, diretta, lineare. Bene, questo tecnico, cui il parlamento in un momento drammatico per la stessa UE ha dato il suo permesso di governare, gi a rischio. Non per incapacit, ma per motivi di bassa cucina, cio perch intende combattere il pi pericoloso nemico per qualsiasi Paese avanzato: il degrado delletica civile che si manifesta con levasione fiscale e il corporativismo. C da giurare, infatti, che le lobbies interessate, da tempo inquiline dei piani alti della politica, sono gi al lavoro perch questo governo venga al pi presto sfiduciato. Esse sanno

DENUNCIA

Inaccettabili le violenze ai danni dei veterinari


Egregio direttore, non si fermano le violenze ai danni dei Veterinari dellSsn. Il 2011 si chiuso con linvio di proiettili in busta anonima ad uno dei componenti dellOsservatorio nazionale sulla sicurezza istituito dal ministero della Salute, un veterinario dipendente di Reggio Calabria. Il nuovo anno inizia con la notizia di reato inoltrata da un veterinario di una Asl piemontese alla competente Procura della Repubblica per avere subito aggressioni fisiche e verbali sul posto di lavoro, da parte di un uomo che ha fatto violentemente irruzione nelle stanze dellente pubblico. La fortunosa presenza degli agenti del Corpo Forestale dello Stato ha consentito di allontanare laggressore. La violenza ai danni dei veterinari dellSsn non un fatto sporadico n geograficamente connotato, ma una vera e propria emergenza nazionale alla quale non ha posto rimedio la pur meritoria istituzione di un Osservatorio da parte del ministero della Salute. Ora che le minacce sono arrivate fino allOsservatorio stesso (ma gi in passato avevano coplito anche rappresentanti ministeriali) e di fronte alla violabilit delle sedi pubbliche, lAssociazione nazionale nedici veterinari italiani (Anmvi) ritiene urgente che siano i ministeri dellInterno e della Giustizia a disporre misure ad hoc di prevenzione e di indennizzo. Oltre a prevedere adeguate tutele ai veterinari dellSsn per non compromettere attivit ispettive e di controllo al servizio della salute pubblica e della sicurezza alimentare dei cittadini. Dove la giustizia arrivata, dove i fatti sono stati denunciati nei tribunali e ai giornali, si potuto inquadrare la dimensione del fenomeno e palesare la sua spaventosa portata. Tanto basta per non ritenere pi sufficiente reagire con pleonastiche azioni di monitoraggio. Anmvi Cremona

DENUNCIA

Non ne possiamo pi dei nostri parlamentari


Egregio direttore, in questi giorni tristi (tanto per cambiare...), e per molti italiani assai difficili, mi sento di cuore, di fare una piccola domanda a Monti: ma di tutte le soluzioni possibili ed immaginabili, come mai non si riesce, o non si vuole o non si pu fare nulla contro la casta? Io non capisco e non capir mai il cittadino ed in modo particolare i lavoratori dipendenti: sono gi tassati

PUNTO DI VISTA

Convegno di Forza Nuova Ma a chi giova?


Egregio direttore, il convegno Forza Nuova, a chi giova? Questa domanda continua ad imporsi nelle vicende politiche della nostra citt da alcuni mesi a questa parte: che si parli di acqua, di parcheggi, di Lgh, di dipendenti comunali, di Welfare, di progetti di sviluppo sembra che ci sia sempre qualcosa che sfugge alla normale comprensione. E la stessa domanda torna per quanto succeder sabato. A chi giova ospitare un convegno organizzato da Forza Nuova, formazione politica che si caratterizza per posizioni al limite del legale? A chi giova chiudere un pezzo di centro citt (in un sabato di saldi) perch si sa gi che arriveranno diversi pulman di simpatizzanti piuttosto esuberanti? Cremona non si merita tutto questo, la sua storia democratica ed antifascista dimostra che questa citt non ha paura delle iniziative politiche da qualunque parte provengano, tuttavia bene ricordare che frange

Contratto di locazione di un negozio: per recedere servono i gravi motivi


Ho stipulato un contratto di locazione ad uso commerciale su un immobile di mia propriet per un periodo di sei anni. Ora linquilino, giunto al settimo anno di locazione, pretende di recedere dal contratto senza comunicazione scritta e senza nemmeno indicare i motivi. La sua richiesta legittima? Franca *** Per quanto riguarda i contratti di locazione ad uso diverso da quello abitativo, lart. 27 ultimo comma della legge 27 luglio 1978 n.392 prevede che il conduttore-inquilino, indipendentemente dalle previsioni contrattuali, qualora ricorrano gravi motivi, pu recedere in qualsiasi mo-

A cura della dott.ssa Emilia Codignola*


mento dal contratto con preavviso di almeno sei mesi da comunicarsi con lettera raccomandata. E pertanto evidente che, ai fini del legittimo esercizio del diritto di recesso, sempre necessario che il conduttore comunichi al locatore, con preavviso di almeno sei mesi, la sua volont di porre fine anticipatamente al rapporto. Qualora poi il contratto di locazione non preveda la possibilit per linquilino di recedere in qualsiasi momento, questi tenuto, contestualmente alla dichiarazione di recesso, a specificare i gravi motivi che lo hanno indotto a quella determinazione. Sul punto si precisa che per gravi motivi deve intendersi non la soggettiva ed unilaterale valutazione effettuata dallo stesso inquilino in ordine allopportunit o meno di continuare ad occupare limmobile locato, poich in tal caso, si ipotizzerebbe la facolt di un recesso arbitrario, contrario allo spirito e allinterpretazione della norma suddetta. Al contrario, i gravi motivi devono sostanziarsi in fatti involontari, imprevedibili e sopravvenuti alla costituzione del rapporto ed inoltre devono essere tali da rendere oltremodo gravosa per lo stesso inquilino, sotto il profilo economico, la prosecuzio-

ne del rapporto locativo (in tal senso, Cass. Civ. 8-032003 n. 5328). Pertanto, nel caso in questione, linquilino dovr comunicare con raccomandata il proprio recesso e se nel contratto non previsto che questi possa recedere in qualsiasi momento, il suo recesso potr essere legittimo solo se sussistono i gravi motivi di cui si detto sopra. *Legale e conciliatore professionista emiliacodignola@libero.it

12

Venerd 13 Gennaio 2012

onfermare lalleanza col Pdl o no?. Le difficolt della Lega, sia a Cremona - comune e provincia - che a Crema, si possono, in sostanza, ridurre a questa domanda fondamentale. Le questioni, pur importanti, riguardo alla gestione pubblica dellacqua (in rotta di collisione con il presidente della Provincia, Massimiliano Salini), e della costituzione della NewCo - societ mista per la gestione dei rifiuti (in collisione col Pdl cremasco) - sono solo occasioni per una partita politica pi ampia. Le difficolt nella Lega cremasca e cremonese sono in realt molte e pesanti e lo dimostra il fatto che i massimi dirigenti locali, Angelo Barbati segretario provinciale a Crema, gli onorevoli Alberto Torazzi e Silvana Comaroli, e Simone Bossi segretario cremonese, sono stati chiamati in settimana a Milano per un colloquio con il segretario nazionale Giancarlo Giorgetti. Al conflitto aperto con le maggioranze di centrodestra a Cremona e a Crema da parte della Lega, si aggiunta una altrettanto aperta conflittualit nei gruppi dirigenti: a Crema, 5 membri del direttivo provinciale si sono dimessi lasciando al segretario Angelo Barbati lesigua maggioranza di sei componenti. Come gestire il problema dellacqua, quale NewCo realizzare per il servizio digiene ambientale, e come affrontare le elezioni amministrative?. Sono domande che tutte le forze politiche si pongono in questi giorni, ma in particolare lultima questione - quella riferita alle elezioni amministrative - che le riassume tutte. E nella Lega di Crema queste domande stanno provocando un terremoto. Ecco, quindi, le dimissioni di cinque membri del direttivo provinciale cremasco, e non proprio di sconosciuti se fra di essi ci sono Cristian Chizzoli, gi sindaco di Capergnanica e presente in diversi organismi istituzionali, e Giuseppe Tomaselli, presidente della Societ Cremasca Calore (SCCa) nonch componente dei Cda di Scrp e Scs servizi locali. Questultimo, in realt, in attesa di ratifica nazionale per lespulsione decretata dal suo partito, ma pur sempre personaggio di spicco. E - leggendo le motivazioni - sono state dimissioni con il botto: Dissenso con la segreteria provinciale presieduta da Angelo Barbati, per la posizione critica assunta per la NewCo, per lavversione al servizio idrico provinciale come proposto dal presidente Massimiliano Salini, infine per la volont manifestata di presentare una lista autonoma della Lega alle prossime elezioni di Crema. Assieme ai due esponenti della Lega gi menzionati, hanno firmato il documento critico

Lega, il grande dilemma: Stare con il Pdl o no?


di Tiziano Guerini
Angelo Barbati Alberto Torazzi

CREMA

Ecco qual il vero motivo della profonda spaccatura allinterno del Carroccio cremasco

I LMBARD FUORI DALLA MAGGIORANZA

Profonda spaccatura anche sotto il Torrazzo

Jane Alquati

Claudio De Micheli

Giuesppe Tomaselli

E fondamentale sapere come gestire le prossime elezioni in citt


Christian Chizzoli Walter Longhino

Al momento, stato deciso: i lmbard correranno da soli

dando le dimissioni dal direttivo anche Raffaele Volpini (Ripalta Cremasca), Eugenio Cerioli (Romanengo) e Annibale Doldi (Capralba). A questo punto cera grande attesa per come si sarebbe espresso il partito cremasco nella ufficialit del segretario provinciale Angelo Barbati e del massimo rappresentante locale lonorevole Alberto Torazzi. La risposta arrivata nel giro di 24 ore e non avrebbe potuto essere pi ferma. Da Alberto Torazzi e da Angelo Barbati stato sottolineato come il direttivo, nonostante le cinque dimissioni, rimanga in piena legittimit operativit, con una maggioranza solida a favore delle posizioni rappresentate fino ad ora. E poi stato diffuso un documento critico e duro nei confronti di quelli che vengono considerati dissidenti, sottoscritto da ben 15 dirigenti della Lega di Crema e del territorio. Fra di essi molti segretari di comuni cremaschi, tre consiglieri provinciali, il coordinatore e la coordinatrice dei giovani. In questo documento si esprime solidariet nei confronti della segreteria Barbati, di cui si condivide loperato, si lamenta che il dissenso sia stato espresso pubblicamente e non manifestato negli organi di partito, e questo viene considerato un atto lesivo contro la militanza da parte di iscritti attenti solo a interessi personali. Fra i firmatari del documento di condanna dei cinque dissidenti e a favore del direttivo provinciale, c Walter Longhino che il segretario cittadino della Lega a Crema. Ho espresso solidariet al mio segretario provinciale Angelo Barbati sottolinea, ma di pi non posso non facendo parte del direttivo provinciale. Il documento dei dissidenti vi ha colto di

La maggioranza dei leghisti sta con Barbati

sorpresa? In realt qualche mugugno si sentiva allinterno del partito, ma una presa di posizione cos netta e soprattutto fatta di fronte allopinione pubblica senza un preventivo confronto interno al movimento, non me laspettavo. Uno dei punti contestati riguarda la decisione di presentare una lista autonoma nelle elezioni a CremaE vero che questa al momento lintenzione, ma non c ancora lufficialit del voto del direttivo cittadino. Daltra parte il momento elettorale non cos impellente, e poi per il nostro partito lultima parola spetta agli organismi superiori regionali e nazionali. Certo, e ecco infatti - come si diceva - un primo colloquio milanese con il segretario nazionale Giancarlo Giorgetti. La partita non pare chiusa definitivamente; qualche spiraglio, sui problemi aperti, appare chiaro. Primo: lindirizzo generale della Lega quello della gestione pubblica dellacqua, per convinzione, ma anche per rispetto dellesito del referendum che questo ha sancito. Secondo: se gara si deve fare per la gestione dei rifiuti, occorre privilegiare soluzioni locali; il che significa nel caso del Cremasco, che nella NewCo accanto alla maggioranza di Scrp, cio dei comuni, ci deve essere una societ gi operativa in sede locale. E la questione di fondo, cio la rottura con il Pdl? La risposta dei vertici nazionali della Lega nellincontro col segretario provinciale cremasco, per il momento precisa: la Lega correr da sola alle prossime amministrative. Mancano per ancora mesi al confronto elettorale: in politica mai dire mai. Angelo Barbati, segretario provinciale cremasco, dal canto suo riparte dal consenso ottenuto nellincontro di Milano per rilanciare. Ora la linea della Lega chiara per tutti e nessuno pu giocare negli equivoci. Mi riferi-

sco in particolare al Pdl che spero proprio a questo punto che voglia finalmente sedersi attorno a un tavolo per concordare le cose importanti che sono in discussione, dalla gestione dellacqua alla costituzione della NewCo per i rifiuti. In questi giorni ho avuto incontri con altri partiti alleati e credo che se lobiettivo quello dellinteresse esclusivo dei cittadini, una soluzione a questa situazione di stallo si possa trovare. Quali considerazioni invece nei confronti dei dimissionari dal direttivo? Non so se vorranno rientrare nellorganismo di partito da cui si sono intempestivamente dimessi, n tocca a me chiederlo. Mi auguro solo che vorranno continuare a rimanere nel Movimento per lavorare nellesclusivo interesse di cittadini e per obiettivi che, una volta approvati, devono essere sostenuti unitariamente da tutti. Cristian Chizzoli uno dei firmatari del documento critico nei confronti della segreteria provinciale cremasca cui sono seguite le dimissioni dal direttivo della Lega. Simo stati chiari nellindicare le motivazioni del nostro gesto: il direttivo era da tempo svuotato delle proprie prerogative e da altrettanto tempo non si riuniva. Ne abbiamo fatto quindi una questione soprattutto di metodo: le linee politiche vanno discusse e votate. Dopo gli sviluppi della vicenda, con lincontro delle segreterie provinciali di Cremona e di Crema con il segretario nazionale, per voi cambia qualcosa? Uno dei nostri obiettivi era quello del coordinamento delle due segreterie rispetto alle questioni in campo per la gestione dellacqua e per la costituzione della NewCo per i rifiuti: entrambe le questioni interessano le due segreterie provinciali. Da questo punto di vista riteniamo di aver raggiunto un primo obiettivo. Quindi dimissioni rientrate? No, le dimissioni che abbiamo dato sono irrevocabili. Certamente c la volont di continuare a lavorare nella Lega per raggiungere anche altri obiettivi.

(Berenice Bettinelli). Se a Crema la Lega piange, a Cremona non ride. Anche nel capoluogo provinciale in consiglio comunale il gruppo della Lega in frantumi e critico il rapporto con la maggioranza del sindaco Oreste Perri. Anzi, Volpi, il commissario che regge la segreteria cittadina, ha dichiarato luscita della Lega dalla maggioranza di centrodestra. Il gruppo del Carroccio, originariamente composto da sei consiglieri - cosa che era valsa la nomina di ben tre assessori - oggi ridotto a due (Italico Maffini e Giovanni Ferraroni) mentre gli altri quattro hanno scelto di aderire al gruppo misto ( Emiliano Ferrari, Giacomo Zaffanella, Roberto Gandolfi, Michele Ceresa). La Lega ha abbandonato il ruolo di maggioranza e ha chie-

sto ai suoi assessori di dimettersi; la decisione stata seguita da Alessandro Zani, mentre gli altri due assessori (Jane Alquati e Claudio De Micheli) continuano a partecipare alla giunta Perri. La situazione parecchio confusa e probabilmente foriera di ulteriori sviluppi anche allinterno della maggioranza del consiglio provinciale: in pratica sullimportante problema della gestione dellacqua, il gruppo della Lega si diviso fra consiglieri cremaschi e consiglieri cremonesi: i primi contro la proposta del presidente Salini della costituzione di una societ mista pubblico-privata e impegnati per una gestione solo pubblica; i secondi dedicati, invece, a difendere a spada tratta la proposta Salini. Si attendono ulteriori sviluppi a breve.

(Berenice Bettinelli) - Un contributo del Comune di Crema pari 250 euro per ogni figlio nato nel corso del 2011: questo quanto illustrato da Luciano Capetti, assessore allAssistenza, e da Silvia Fiorentini funzionaria dellassessorato. Le famiglie che ritengono di averne diritto possono presentare la relativa domanda e documentazione entro la fine del mese di gennaio per via informatica collegandosi con il sito dei Servizi Scolastici on line del Comune. Diversi i requisiti richiesti: residenza a Crema del figlio e del genitore; situazione economica (Isee) inferiore o uguale a 16.000 euro; per i cittadini stranieri residenza in citt e possesso di regolare permesso di soggiorno. Il contributo complessivo stabilito dal Comune ammonta a 15.000 euro; nel caso in cui le richieste su-

Contributo di 250 euro per ogni nato nel 2011

MA SONO RICHIESTI PRECISI REQUISITI

Luciano Capetti, assessore all'Assistenza

L'intervento totale stabilito dal Comune di 15mila euro


perassero tale limite sar una graduatoria di priorit a definire gli aventi diritto.

GIORNALE DI CREMONA E supplemento: IL PICCOLO GIORNALE DEL CREMASCO direttore responsabile: Sergio Cuti ilpiccolocremona@fastpiu.it direttore editoriale: Daniele Tamburini Societ editrice: Promedia Societ Cooperativa Via del Sale, 19 - Cremona Amministrazione e diffusione Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Direzione, redazione e prestampa Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60

Redazione di Crema Piazza Premoli, 7 - 26100 Crema Tel. 0373 83.041 Fax 0373 83.041 Pubblicit Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 www.immaginapubblicita.it Stampa: SEL - Societ Editrice Lombarda 26100 Cremona Autorizz. del Tribunale di Cremona n 357 del 16/05/2000

Pubblicazione associata allUspi (Unione Stampa Periodica Italiana) Progetto Grafico: Gianluca Galli Numero chiuso in tipografia: Gioved 12 Gennaio alle ore 22

Crema

Venerd 13 Gennaio 2012

13

Quei 60 milioni spesi in tante opere


Lex sindaco di centrosinistra risponde a Simone Beretta: Le sue sono accuse infondate
di Tiziano Guerini
Claudio Ceravolo, ex sindaco Simone Beretta, assessore

Crema: sostegno a imprese e lavoro


Economia ed occupazione non sono stati prioritari per lamministrazione Bruttomesso, ritengo invece debbano essere un chiodo fisso per la futura amministrazione: tra i primi punti dellagenda di chi amministrer la citt. La situazione di crisi nel Cremasco Stefania Bonaldi nota da tempo, e quanto sollevato dai sindacati in queste ore denota una carenza delle istituzioni. La Provincia, ma soprattutto il Comune di Crema, in questi anni, si sono distinti per assenza di interventi a sostegno delle imprese e del lavoro. Ritengo urgente ed imprescindibile riprendere il Piano dArea e il Patto per lo sviluppo, rimasti impolverati nei cassetti dellamministrazione, e riavviare un serio lavoro di analisi delleconomia locale, per dare modo al territorio di strutturarsi per una maggiore attrattivit e per rilanciare leconomia cremasca. Certo, unamministrazione comunale non ha la bacchetta magica per fare fronte a una congiuntura come quella che stiamo vivendo, per esistono strumenti di pianificazione territoriale da rendere operativi, come appunto il Piano dArea e il Patto per lo sviluppo, cos come si possono attivare alcuni strumenti di supporto alleconomia locale: penso allo sportello unico per le imprese o agli accordi territoriali di sviluppo, con finanziamenti regionali disponibili, oggetto di nostre sollecitazioni al comune di Crema. Penso anche al ruolo di Reindustria, realt che va valorizzata e coinvolta come soggetto primario e strategico per la promozione dei servizi. Egualmente dobbligo un coinvolgimento stringente dellassociazione industriali, delle Pmi, delle categorie economiche: il Cremasco presenta eccellenze che richiederebbero maggiore attenzione, dal polo della cosmesi a quello della meccanica, senza dimenticare lUniversit, il cui impulso strategico per veicolare ricerca, sviluppo, innovazione tecnologica e qualit dei prodotti e dei servizi sul territorio. Una riflessione doverosa va operata poi con il sistema bancario, coinvolgendo gli attori locali, per il ruolo fondamentale che lo stesso riveste per la crescita. Si tratta di creare le condizioni di sviluppo necessarie per recuperare condizioni di attrattivit e competitivit territoriale, condizioni che possono essere raggiunte attraverso una condivisa ed intensa attivit concertativa che deve vedere coinvolti tutti i soggetti istituzionali, Regione e Provincia incluse e, come detto, le realt e le categorie economiche e sociali locali. Non solo, quindi, deve essere convocato al pi presto il tavolo di concertazione per affrontare la situazione a livello provinciale, ma soprattutto Crema deve essere protagonista in questo processo, anche in ragione del suo ruolo di riferimento per i piccoli comuni del territorio, spesso chiamati a dare risposte e soluzioni in totale solitudine e carenza di mezzi. Dato il momento di grande congiuntura, ci attendiamo che anche questa Amministrazione Comunale, anzich in una posizione passiva e attendista, intraprenda azioni forti e serie sul punto. Solleciteremo formalmente, pertanto, lamministrazione in questa direzione. Stefania Bonaldi capogruppo PD e candidato sindaco

on possibile continuare a giocare sugli equivoci e a rilasciare dichiarazioni false e tendenziose. Claudio Ceravolo non ci sta. Lassessore Simone Beretta sbotta continua, anche nellintervista sullultimo numero di questo settimanale, a parlare di 60 milioni di euro lasciati come debito dalla passata amministrazione di centrosinistra, forse alla ricerca di impossibili alibi per le difficolt della attuale giunta a far fronte alle esigenze di bilancio. Ceravolo di quella amministrazione era il sindaco, e per lennesima volta intende fare chiarezza sulla questione. Ma quale debito? Si tratta di normali rimborsi di mutui accesi per fare opere che sono risultate determinanti per la crescita della citt. Alcune tra laltro di vecchissima data e di cui doverosamente ci siamo fatti carico, come ad esempio il rimborso di un mutuo della durata di cinquantanni per la sistemazione

delledificio comunale risalente agli anni Sessanta. Altri esempi pi recenti? Subito fatto: i tre lotti della sistemazione del convento di S.Domenico, il sottopasso alla ferrovia a S. Bernardino, lacquisizione dellarea della Pierina, la sistemazione dello storico edificio della biblioteca comunale Sfido chiunque a non considerare queste opere come un vero e proprio salto

di qualit nella vita di Crema. Ai suoi tempi da sindaco, cerano maggiori possibilit di investimento per i comuni? Ci siamo mossi con le regole in vigore allora, e non con i vincoli troppo stretti imposti prima ancora che dalle difficolt economiche del Paese, dalla volont del governo Berlusconi-Tremonti di scaricare tutti i problemi sui comuni. In questi ultimi anni stato un conti-

nuo attacco allautonomia degli enti locali, falcidiando le loro possibilit di investimento: altro che federalismo leghista!. Ed entrata in campo la creativit, come ad esempio con lutilizzo del leasing in costruendo E cos, anche se capisco che non cera altro modo che per poter mettere in atto qualche scelta amministrativa di un certo peso; il risultato per e che il leasing in costruendo finisce con lessere pi onerosa di un mutuo. Quindi sono accuse infondate quelle che vengono rivolte alla passata giunta di centrosinistra? Del tutto infondate, ed assurdo che si vogliano inventare delle presunte responsabilit a distanza di cinque anni. La verit che abbiamo lasciato in eredit un comune virtuoso. Altrettanto vero che tutto quello che abbiamo fatto noi a favore della citt, ora lattuale giunta di centrodestra non in grado di farlo. Le lamentele di Simone Beretta mi ricordano tanto la favola della volpe e luva.

Il presepe vivente dei ragazzi offanenghesi: chi ha fatto che cosa

Il presepe vivente dei ragazzi stato messo in scena in piazza della Chiesa il giorno dellEpifania, il 6 gennaio 2012 alle ore 15. I ragazzi protagonisti erano pi di 80 dallultimo anno della scuola materna alla III media! Anche qui un sacco di gente accorsa in piazza per levento. La piazza era stata divisa in due villaggi: quello di Nazareth e quello di Betlemme e tra questi due poli si svolta tutta la scena. Novit di questanno il palazzo di Re Erode, con tanto di guardia con tamburello, centurione con il proclama del censimento ed Erode protagonista dellincontro con i Re Magi, arrivati questanno con due bellissimi cavalli. I ruoli principali erano affidati: Angelo: Altea Lucini Paioni. Profeta Isaia: Filippo Bruni. Maria: Laura Festari. Giuseppe: Alessandro Biondi. Re Magi: Alfredo Limenta; Tommaso Caravaggi; Greguol Gabriele. Erode: Matteo Polenghi. Centurione: Andrea Sangiovanni. Guardia con tamburello: Roberto Basani.

Offanengo: come ti formo ladolescente


(Berenice Bettinelli) Anche per questanno pastorale 2011- 2012 dentro il percorso formativo degli adolescenti del nostro oratorio abbiamo proposto alla IV superiore maschile e femminile (classe 1994) il percorso sul servizio Strade per allargare il cuore. Il percorso partito allinizio di novembre 2011 e si concluso il 6 gennaio 2012, con la messa delle ore 10 dellEpifania. Il percorso iniziato con una preghiera serale nella chiesa di S. Rocco con i ragazzi guidati da don Emanuele. Il cammino proseguito poi con la visione del film Preferisco il paradiso! che racconta la storia di S. Filippo Neri e ulteriore riflessione e confronto, guidato dalle loro educatrici Chiara Crotti e Daniela Vaiani. Poi i ragazzi hanno incontrato alcuni testimoni della Comunit offanenghese, giovani e adulti, che hanno raccontato cosa significa per loro servire i fratelli.

Mostra: dal miracolo alla crisi


(Berenice Bettinelli). Nel 150 anniversario dellUnit dItalia, la Fondazione per la Sussidiariet ha promosso una mostra dal 15 al 22 gennaio, presso la Cittadella della Cultura (zona museo civico), in via Dante Alighieri 45, a Crema, per documentare la ricchezza di una storia fatta di opere, iniziative e realt sociali ed economiche, frutto di energia costruttiva, inventiva, sussidiariet e solidariet. La prima parte della mostra affronta quattro periodi cruciali dal 1861 ad oggi: dallUnit alla Grande Guerra; il Fascismo e la Seconda Guerra mondiale; lAssemblea Costituente; il boom economico e il post Sessantotto. Attraverso questo excursus viene messa in luce loperativit sociale sussidiaria promossa dalle grandi tradizioni popolari (sia religiose che laiche) mediante un percorso dinamico fatto di iconografie, letteratura, stampa e cinema. Il miracolo che gli italiani, alla fine del percorso descrittivo, avranno realizzato, pur tra le inevitabili contraddizioni e distorsioni, non sar solo quello della promozione dellItalia a grande potenza industriale, ma anche quello di una virtuosa collaborazione tra ceti sociali e tra i rappresentanti delle istituzioni pubbliche. La seconda parte della mostra offrir spunti di riflessione sullattuale momento di stallo che sta vivendo il nostro Paese, di fronte al quale occorre scommettere sul desiderio e la capacit di ogni singola persona di costruire il bene comune. Per informazioni e prenotazioni delle visite guidate telefonare al 335-8128170.

CENTRO CULTURALE WYSZYNSKI

Infine Monica Cavalletti, presidente dellAzione Cattolica, con don Manu, attraverso una presentazione in power point, hanno presentato le diverse occasioni di servizio dentro la comunit. I ragazzi che hanno condiviso questo cammino sono stati sette: Riccardo Magarini ha scelto di diventare catechista; Manuel Mosconi, Marco Benelli ed Elena Cal hanno scelto di impegnarsi nellACR come educatori; Ilaria Pasquino, Federica Corlazzoli e Andrea Ballarini hanno deciso di entrare nellquipe animazione Oratorio.

14

Venerd 13 Gennaio 2012

Crema
Lassociazione si aggiudica la prestigiosa onorificenza europea Ville de Melun

Si sta predisponendo il conto economico di previsione. Ecco i veri conti

el momento in cui si accende il dibattito sui crediti che il comune di Crema vanta nei confronti della Scca (societ cremasca calore, vedi articolo sotto) - ben 250.000 euro - si accentua anche da parte di alcuni componenti della giunta, linsostenibile situazione del bilancio comunale. I tagli ai vari contributi che dovremo sicuramente fare, alla cultura ma anche allo sport e alle varie manifestazioni turistico-ricreative dice Maurizio Borghetti, assessore al Commercio, Sport e Turismo, non basteranno a raggiungere un equilibrio di bilancio. Daltra parte non possibile appesantire ulteriormente i cittadini, gi tartassati dalle decisioni del governo, con ulteriori balzelli del Comune. Eppure alla fine proprio questo sar il passaggio doloroso che la giunta dovr affrontare. Non basteranno solo i tagli afferma il vicesindaco Massimo Piazzi. Irpef e Imu (ex Ici) consentono un minimo di agibilit diretta da parte del comune e difficilmente si riuscirebbe a far quadrare i conti senza un loro ritocco. Sul tema tagli o aumenti? tutto un levar di scudi da parte di numerosi consiglieri comunali. Gianni Risari fa notare come in giunta manchi da tempo un assessore al Bilancio dopo le dimissioni di Walter Longhino, mai sostituito: Eppure il discorso tutto politico prima che tecnico; occorrerebbe aver chiaro il senso delle priorit, ma questa giunta si presenta divisa e arruffona. Stefania Bonaldi: La prima cosa da fare razionalizzare le spese e garantirsi le entrate dovute, altro che rateizzare il

Bilancio, non soltanto tagli ma aumento di Irpef e Imu


di Tiziano Guerini nale che non pu dimostrare con i fatti di aver aumentato servizi e benessere ai cittadini. Pagare di pi perch tutto resti come prima non facile da sostenere n per chi lo dice, n tanto meno per chi lo subisce. Perch lo ammette con sincerit lassessore Luciano Capetti, i vari progetti innovativi come quello della realizzazione delle nuove caserme della polizia e dei vigili del fuoco, rimarranno delle volont incompiute. A questo punto come rinunciare ad incassare subito il credito acquisito dalla Scca, nel momento in cui si chiede di pagare di pi ai cittadini? Eppure questa la decisione del Comune: accettare la rateizzazione del debito. Assieme a unaltra improcrastinabile: il ritocco di un punto dellImu seconda casa. Quindi, cos si presenterebbero i numeri fondamentali del bilancio 2012 del comune di Crema. Per il pareggio, obbligato dalla legge, occorre recuperare 5.200.000 euro; i drastici tagli valutati in giunta e riferiti a contributi vari (Reindustria, carnevale, sport, cultura) e opere pubbliche, ipotizzano un recupero pari a 3.700.000 euro; infine lImu seconda casa che passa dal valore di 7,6 per mille stabilito dallo Stato, a 8,6 per mille, con un punto percentuale in pi che incasser il Comune pari a 1.500.000 euro. E quanto necessario per definire in pareggio il bilancio. Un bilancio pauroso lha definito il sindaco Bruttomesso che vorrebbe coinvolgere nella difficile decisione anche le minoranze consiliari. Difficile che le minoranze accettino tutto questo senza avanzare altre proposte. A questo punto una domanda: rimarranno proprio questi alla fine i numeri del bilancio?

Fatf, lorgoglio di Crema viene premiato in Francia


Un altro importante riconoscimento per lassociazione cremasca Franco Agostino Teatro Festival, gemellata sin dal 2001 con la citt francese di Melun. Qui, ogni anno, in occasione delle festivit natalizie, viene fatto il bilancio culturale e sociale e viene assegnato, al cospetto di un pubblico di oltre un migliaio di persone, il trofeo Ville de Melun alle associazioni che hanno lavorato guadagnandosi la riconoscenza della citt. Quest'anno, dopo sette lustri di intenso lavoro, il Franco Agostino Teatro Festival si aggiudicato il prestigioso riconoscimento. Il sindaco Grard Millet e la senatrice Colette Mlot, alla presenza del prefetto Pierre Monzani, hanno consegnato il premio al presidente del Fatf, Gloria Angelotti, e alla sua omologa francese, Dominique Coudray, riconoscendo di fatto all'associazione un alto valore educativo e di aggregazione per i giovani, anche in funzione del consolidamento del legame tra diverse nazioni. Il progetto portato avanti dal Fatf, infatti, contribuisce allo sviluppo, non solo della personalit dei ragazzi, ma anche dei valori di solidariet e cittadinanza europea. Significativamente erano presenti alla cerimonia alcuni dei bambini del centro sociale di un quartiere difficile che, grazie al laboratorio teatrale, hanno potuto dimostrare le proprie abilit, tanto da vincere la loro sessione delledi-

Il sindaco Bruno Bruttomesso

debito di Scca. Franco Bordo: Perch tante spese nel settore dei Lavori Pubblici? Occorre rinviare ci che possibile rinviare. GianEmilio Ardig dei Verdi e lindipendente Federico Pesadori chiedono massimo rigore nelle spese e un coinvolgimento ampio del Consiglio: Se la commissione Bilancio esiste ancora dicono, che batta un colpo. Il fatto che, dalle prime verifiche tecniche, fatti tutti i tagli possibili per spese non obbligatorie o socialmente non indispensabili, rimane nel bilancio di Crema un buco di 1.500.000 euro. Ogni punto Imu (ex Ici) in aggiunta a quanto stabilito in sede governativa, per Crema vale 600.000 euro per la prima casa e oltre un milione di euro per le seconde case. La conclusione facile in teoria, pi difficile in pratica per una amministrazione comu-

Fra tante preoccupazioni legate al problema di far quadrare il bilancio del comune di Crema per il 2012, spicca una notizia: la Societ Cremasca Calore (Scca) quella che ha costruito in citt il teleriscaldamento, debitrice nei confronti del comune di 250.000 euro. Una buona notizia? Pare di no perch, secondo quanto dichiarato dal sindaco Bruno Bruttomesso la societ contesta la cifra o quanto meno, intende pagarla rateizzata. Ne avremmo bisogno subito ribatte il sindaco, ma come si fa?. Ed subito polemica. Stefania Bonaldi per il Pd, Franco Bordo per Sel, ma anche i consiglieri Gianni Risari di Crema Amica, Gianemilio Ardig dei Verdi, non intendono accettare rinvii di pagamenti dovuti, ma soprattutto considerano la richiesta di Scca una spia che denota possibili difficolt allinterno della societ a maggioranza pubblica. La prima reazione negativa dice il comunicato diffuso da Franco Bordo, relativa al fatto che Scca pare voglia assolvere al pagamento del debito tramite la rateizzazione nel momento in cui il Comune sta predisponendo il suo bilancio fatto di tagli e di aumenti di tasse per i cittadini. Poi c un secondo problema: perch la societ non riesce a pagare subito il suo debito? Perch evidentemente ha un bilancio in sofferenza; e come mai una societ che dovrebbe produrre utili, ha un bilancio in rosso, nonostante tutte le agevolazioni avute dallammini-

Scca paga i debiti a rate


strazione comunale? Il fatto di aver stravolto il piano industriale originario, di aver lavorato malissimo nella promozione del servizio, di aver rinunciato agli utili per la realizzazione della rete affidando i lavori senza adeguata gara perdendo gli eventuali ribassi, sono nodi che ora stanno venendo al pettine. Anche dal capogruppo del Pd Stefania Bonaldi giunge la preoccupazione rispetto alla situazione economico-finanziaria di Scca: Lultimo dato noto, riferito al 2010, indicava nel bilancio una perdita di oltre 400 mila euro: poi cos successo? La richiesta di dilazionare il debito con il comune fa temere che le difficolt siano aumentate. Urge saperne di pi. E Stefania Bonaldi aggiunge, se possibile, anche unulteriore preoccupazione. Ricordo al sindaco e a tutti i consiglieri che il comune di Crema ha votato a suo tempo una lettera di patronage (praticamente una fideiussione) a favore di Scca di oltre 4 milioni: una ragione in pi per il diritto del comune di Crema a conoscere come veramente stanno le cose nella societ pubblico-privata del teleriscaldamento. E poi tutta una serie di interventi di altri consiglieri comunali - Gianni Risari, Federico Pesadori , Martino Boschiroli tutti a chiedersi se invece non sia importante che la Scca faccia fronte tempestivamente ai propri impegni col Comune. Enzo Bettinelli, segretario Pdl a Crema, e Simone Beretta, asses-

zione 2011 del concorso. Ricevere un premio cos importante a livello europeo afferma il presidente del Fatf, Gloria Angelotti, motivo di grande soddisfazione. Abbiamo esportato in Francia un pezzo di Crema e l'assegnazione di questo trofeo ci riempie di orgoglio. in occasioni come questa che emerge l'importanza del profondo legame che unisce i nostri ragazzi. Un doveroso ringraziamento per il prezioso lavoro svolto, in particolare, va al presidente del Fatf France, Dominique Coudray. La nostra speranza che lassociazione continui a crescere, arricchendosi sempre pi di nuove sinergie a livello europeo. Il 23 e 24 marzo si svolger la quarta edizione francese all'Espace Saint-Jean di Melun. La rassegna vedr protagonisti oltre 250 ragazzi italiani e francesi che reciteranno e porteranno sul palcoscenico la loro confiance. In linea con il modello cremasco, ci sar una doppia giuria: una composta da adulti e una da studenti italiani, francesi, svedesi e inglesi. Il vincitore designato sar ospite al teatro San Domenico di Crema in occasione della grande Festa del Fatf in programma nel mese di maggio. La scorsa edizione della rassegna cremasca ha visto primeggiare proprio un Istituto di Melun, il Liceo Saint-Aspais, che si poi esibito con onore al Piccolo Teatro di Milano.

sore ai Lavori Pubblici e responsabile per il Pdl degli enti locali, si affrettano a dare le prime risposte. La richiesta di rateizzare il proprio debito del tutto legittima; anche altri per loccupazione del suolo pubblico fanno altrettanto. La sinistra in campagna elettorale e non sa a quale santo aggrapparsi per rimontare una china che - solo per responsabilit dei soliti dissidenti del centrodestra li riporterebbe al potere a creare i soliti debiti di sempre. Troppo comodo per dimenticare ci che ci hanno lasciato in eredit. E qui il documento elenca idisastri ereditati dagli amministratori di sinistra. La sostanza che per Bettinelli e Beretta i 250.000 euro di credito del comune sono presunti e non detto che siano proprio cos indispensabili al bilancio del comune di Crema. Si arriva cos a un incontro di chiarimento fra il sindaco Bruttomesso e il presidente di Scca Giuseppe Tomaselli. Dopo aver sollevato lui stesso il problema e dopo aver espresso sulla stampa lauspicio che la societ del teleriscaldamento paghi subito quanto dovuto, ci si aspetterebbe dallintervento del sindaco un accordo immediato in questo senso. Invece no: sindaco e presidente sottoscrivono un documento annunciando di aver concordato il pagamento dilazionato. Nessuna spiegazione e nessuna condizione. Solo lannuncio di un secondo incontro tecnico fra le parti per definire procedure, modalit e tempi.

Ascom e Asvicom hanno i riflettori puntati su questa nuova opportunit di vendita. I loro commenti

n questo periodo, i riflettori sono particolarmente accesi sul settore del commercio, stretto tra la crisi che si fa sentire nei cali delle vendite e la liberalizzazione degli orari di apertura dei negozi. Adesso, ci si mettono di traverso pure i saldi: iniziati lo scorso 5 gennaio, proseguiranno fino alla fine di febbraio. Lei pensi, siamo gi in periodo di saldi commenta sconsolato Aldo Pedrini, responsabile di Ascom per quanto riguarda abbigliamenti e calzature, che rimpiange i bei tempi andati, in cui i saldi erano a fine stagione, a febbraio e ad agosto. Mentre adesso appena iniziato l'inverno e gi siamo obbligati a esporre la nostra merce scontata. Colpa della grandi aziende, che fanno cartello e hanno fretta di anticipare i tempi, perch hanno gi in vetrina i capi d'abbigliamento primaverili ed estivi, visto che questa settimana toccato a Pitti e la settimana prossima prender il via Milano Moda Uomo. Per quanto riguarda un bilancio vero e proprio dei saldi occorrer attendere marzo ma, per ora, come ha registrato Ascom, le vendite a Crema non sono andate poi cos male: Al momento, siamo grosso modo al livello dell'anno scorso. L'apice di vendite lo si avuto all'Epifania e poi il weekend ha seguito a ruota, con un leggero calo rispetto al 2010. A beneficiare dei saldi sono per lo pi i negozi di abbigliamento, visto che le festivit vengono riservate agli articoli di regalo, che normalmente non fanno parte di questo settore. Vorrei anche sottolineare la correttezza dei commercianti del centro, che hanno adottato una seria politica dei saldi, con tanto di doppio

Saldi: molti i curiosi, ma un calo di acquisti (-15%) rispetto al 2011


di Gionata Agisti

Crema

Venerd 13 Gennaio 2012

15

Donna romena truffa sacerdote


(Berenice Bettinelli) I carabinieri di Bagnolo Cremasco hanno deferito in stato di libert alla procura della Repubblica una 19enne romena residente a Melegnano, domiciliata a Pianengo, ritenuta responsabile di truffa. La donna con due complici, qualche giorno prima di Natale, simulando un temporaneo stato di bisogno, fornendo un falso indirizzo e traendo in inganno un sacerdote cremasco, con la promessa di restituire la somma appena percepite le spettanze, si facevano consegnare un assegno bancario di oltre 600 euro. Affermavano di attendere uno stipendio e di aver bisogno di un prestito per le festivit, rivelando di essere informati che il sacerdote aiuta i suoi parrocchiani. Il sacerdote trascorso il termine, ha tentato invano di rintracciare il terzetto e resosi conto del raggiro ha sporto denuncia. La donna nel 2011 stata due volte denunciata per furto. I suoi amici possono essere di Lodi e di Soresina.

Aldo Pedrini, responsabile di Ascom per abbigliamento e calzature

prezzo esposto e con percentuali nella norma. Anche il presidente di Asvicom, Berlino Tazza, riconosce, come peraltro era stata previsto, che i consumatori hanno speso qualcosa in pi rispetto al periodo natalizio; purtroppo, per, gli affari durante questo primo weekend sono ben lontani dal consentire ai commercianti di ritenersi soddisfatti. Da una prima indagine svolta sui negozi del centro, emerge un calo degli acquisti stimabile intorno al 10-15% rispetto allanno scorso e nonostante gli esercenti abbiano confermato la presenza di molti visitatori. Questo significa che molti sono stati i curiosi ma pochi gli interessati allo shopping. A risentire maggiormente della carenza di acquirenti continua Tazza, sono stati i negozi di abbigliamento e

di calzature, un settore che tipicamente riscuote pi successo nel periodo dei saldi. In ogni caso, gli articoli pi richiesti si sono confermati ancora una volta i capi spalla - giubbotti, piumini, cappotti -, gli stivali e le scarpe eleganti. I risultati migliori hanno riguardato labbigliamento sportivo e lintimo. Anche la pelletteria non andata male, in particolare le borse, uno degli articoli che normalmente vengono acquistati in saldo. Si era stimato che ogni famiglia spendesse 150 euro circa, ma non andata cos. A indebolire il commercio dei negozi di vicinato avverte Tazza, stata la concorrenza di outlet e centri commerciali, che in questo primo week-end di saldi sono stati letteralmente presi dassalto. I consumatori hanno preferito luoghi facilmente raggiungibili, al riparo dalle in-

temperie e soprattutto dotati di parcheggi capienti. A questo riguardo e per proporre unalternativa alla totale deregulation in materia di saldi - con piena libert su periodi ed entit delle riduzioni - su cui sta lavorando il governo, Asvicom, assolutamente contraria a questa eventualit, si dice pronta a indicare strategie a tutela dei negozi di vicinato che, oltre a rappresentare il salotto e il biglietto da visita della citt, svolgono unimportante servizio di prossimit per i cittadini, soprattutto i pi anziani, aprendo un dialogo con le istituzioni. Per esempio, si potrebbero immaginare piani parcheggio straordinari e specifici in prossimit dei momenti clou dello shopping: il Natale, i saldi invernali e quelli estivi, senza costo ma ad alta rotazione. Allo stesso tempo, ci sentiamo di consigliare i commercianti di elaborare strategie utili a contrastare la concorrenza. Potrebbero sfruttare la nuova norma sulle liberalizzazioni degli orari - nonostante, da parte nostra, continuiamo a nutrire forti perplessit in merito -, per variare gli orari di apertura, facendoli coincidere con i momenti in cui si ritiene che il centro citt sia pi ricco di visitatori. Un altro suggerimento sottolinea Tazza, certamente quello di rafforzare la propria attivit fidelizzando i clienti con azioni su misura, quali, per esempio: servizi a domicilio, e-commerce e orari agevolati. In questi primi giorni di saldi, a Crema, molti consumatori hanno scelto negozi storici per recarsi ad acquistare il capo indicato, quasi a dimostrare che la tradizione, la fiducia nel negoziante di sempre, pu rappresentare larma vincente per affrontare questo momento di difficolt.

Falso tecnico: via con 380 euro


Un pensionato 78enne di Romanengo ha denunciato ai carabinieri che un giovane dallapparente et di anni 20/25 circa, altezza m. 1,80 circa, corporatura normale, capelli scuri, carnagione chiara, con un corretto italiano e inflessione dialettale veneta, dopo avergli suonato alla porta si qualificava come un tecnico dellacquedotto incaricato dal comune per eseguire la sostituzione e il trasferimento allesterno, di tutti i contatori dellacqua installati ancora allinterno delle abitazioni. Il giovane ottenuto lassenso verificava il contatore da sostituire, chiedeva ed otteneva 380 euro quale costo delloperazione, chiedeva quindi di liberare il luogo in quanto i tecnici sarebbero immediatamente intervenuti per eseguire i lavori. Solo dopo che lo sconosciuto si era dileguato ed i tecnici non sopraggiungevano lanziano realizzava di essere stato truffato e si recava in caserma.

16

Venerd 13 Gennaio 2012

Bar pasticceria Montecarlo Gusto e prezzi contenuti dalla colazione alla cena

I lavori subiranno un ritardo di 90 giorni rispetto al termine fissato per giugno prossimo. Qual il motivo?
lla fine di novembre, l'assessore ai Lavori pubblici, Simone Beretta, interveniva sulla questione sottopasso di via Indipendenza, precisando di non aver mai indicato il mese di giugno come una possibile data di scadenza per il termine dei lavori: Prevedere se si tratti di un mese in meno o due, tre mesi in pi un'esercitazione politica a cui sono da sempre poco interessato. Cos come non trovo necessario arrabattarsi, nel tentativo di mettere a tutti i costi questa amministrazione nella condizione di poter inaugurare il sottopasso prima delle prossime elezioni. Eppure in tanti devono averci sperato, prima della notizia che i lavori si prolungheranno effettivamente per almeno altri 90 giorni, perch sarebbe stata l'occasione per mostrare alla cittadinanza l'opera pi significativa della giunta Bruttomesso e si sarebbe evitato lo stillicidio continuo di polemiche da parte delle opposizioni, che infatti non si sono fatte attendere. Franco Bordo, di Sel: Prendo atto dell'annuncio di questo ritardo rispetto al cronoprogramma previsto in fase di gara d'appalto. La questione pi preoccupante, per, riguarda il finanziamento dell'opera. Bordo lo spiega: Gi in ottobre, tramite una procedura anomala, vale a dire prima che avessero inizio i lavori, la ditta che si aggiudicata

Sottopasso, c chi vuole vederci chiaro

Crema

E mentre i grandi si rilassano, anche i pi piccoli si divertono


Gastronomia di qualit dalla colazione alla cena: questo lobiettivo del bar pasticceria Montecarlo di Crema, pronto nellarco di tutta la giornata a soddisfare anche i palati pi esigenti. Si parte alle 7 del mattino, con la colazione a buffet, per proseguire fino alle 22 o oltre nel corso della settimana, tutti i giorni dal luned alla domenica. La formula a buffet consente, anche per le colazioni, di gustare prodotti di pasticceria e biscotteria realizzati artigianalmente, con una selezione che varia dai pi leggeri yogurt e cereali fino agli apprezzatissimi fagottini di mele. A seconda del periodo, variano anche le specialit: dopo le degustazioni di panettone artigianale, sono ora a disposizione della clientela le frittelle che preannunciano larrivo del Carnevale. La formula del buffet si protrae anche per il pranzo, con una vasta selezione di prodotti dolci e salati a costi contenuti: 9 euro per il menu comprensivo di bibita o vino, dai 7.10 ai 7.90 euro per il menu panini o dai 3.50 ai 4.90 per il panino singolo, ben oltre le dimensioni standard e servito in apposito sacchetto, per poter essere portato fuori dal locale ed eventualmente consumato anche in seguito. Racconta Carina Zory, titolare del Montecarlo, franchising di Stargroup Italia: Il pomeriggio prosegue con cioccolata e the di qualit, imbustato a mano proprio per non perderne le qualit e le caratteristiche distintive. Non a caso, il locale noto anche come Sex and the city, riprendendo la celebre serie televisiva, perch qui le ragazze e le donne si ritrovano per raccontarsi e svagarsi in unatmosfera piacevole ed accogliente. La sera si riprende poi con lapericena, anchessa a buffet, con doppia attenzione alla qualit e al portafoglio: il prezzo, comprensivo di bibita o vino, di 8 euro per gli adulti, con buffet dolce o salato, e di 9 euro per i bambini, ai quali viene rivolta particolare attenzione: Abbiamo a disposizione unarea bimbi attrezzata, con casetta, tavoli, cucine giocattolo, dove i pi piccoli possono divertirsi, giocare e disegnare concedendo ai grandi qualche momento di relax. Il marted pomeriggio, dalle 16.30 alle 18, per i bambini sono previsti momenti di animazione, con una ragazza che illustra in modo divertente e giocoso la storia dellarte; uno degli appuntamenti pi recenti, ad esempio, stato dedicato a Monet.

Gian Emilio Ardig

l'appalto e il Comune si sono accordati perch il ribasso d'asta, pari a 70mila euro, potesse essere reimpiegato nella realizzazione dei lavori, in caso di necessit e cos stato. Stesso discorso per quanto riguarda i 140mila euro del fondo imprevisti. Delle due l'una: o la ditta non ha valutato a sufficienza l'offerta economica che pure ha presentato oppure la valutazione erronea della portata dell'opera messa a gara da imputare all'amministrazione comunale stessa. Sta di fatto che il sottopasso di via Indipendenza verr a costare 3 milioni e 700mila euro, che corrisponde al limite massimo preventivato. A questo punto, se domani dovesse verificar-

si un ulteriore imprevisto e ci fosse bisogno di altri fondi, dove si andrebbe a prelevarli?. A essere in attesa di una risposta dall'assessore Beretta a un'interpellanza in merito, presentata pi di un mese fa, il consigliere comunale e candidato sindaco dei Verdi, Gianemilio Ardig. La citt deve conoscere pubblicamente i motivi di questi ritardi, attraverso il suo organo di rappresentanza, che il Consiglio comunale. A tutt'oggi, ed questo l'oggetto della mia interpellanza, non conosciamo ancora nulla, ad esempio, in merito ai carotaggi che si sono resi necessari. Il fatto che questo tipo di intervento non fosse stato preventivato particolarmente gra-

ve, perch significa che non stata eseguita una pianificazione adeguata dell'opera. A suo tempo, ho fatto di tutto per portare la questione in commissione comunale ma invano e cos i progetti non sono mai stati debitamente vagliati ma direttamente approvati prima dalla Giunta e poi dalla maggioranza del Consiglio. Non mai stato preso in considerazione nemmeno il mio progetto alternativo al sottopasso, redatto 5 anni fa a costo zero con la collaborazione dell'Ufficio Tecnico comunale, che non precludeva la possibilit di prolungare la Gronda Nord e sarebbe risultato meno impattante e soprattutto meno costoso. Gionata Agisti

Sostanze dopanti in palestra: i sospetti della polizia di Crema


Daniel Segre, vice questore: Il fenomeno pi esteso. Quindi, ci saranno ulteriori sviluppi
Non era mai accaduto prima che la polizia di Crema si scontrasse con la piaga del doping. Nei giorni scorsi, un 36enne di Lodi stato denunciato per commercio di sostanze dopanti, tra le quali fiale e pastiglie di anabolizzanti, ormone della crescita e steroidi. Luomo, ora, rischia dai 2 ai 6 anni di reclusione. Tutto il materiale, dal valore di mercato di circa 5mila euro e che la polizia sospetta sia stato utilizzato da alcune decine di frequentatori di palestre di body building, stato sequestrato dagli uomini del vice questore Daniel Segre. Unoperazione, la loro, che ha interessato il Cremasco, il Lodigiano e il Pavese e a cui hanno preso parte anche i carabinieri del Nas di Cremona, specializzati in questo tipo di settore. Quelli che inizialmente erano solo dei sospetti riguardo a un mercato illegale di sostanze dopanti, si sono concretizzati quando le forze dellordine hanno potuto ispezionare una rivendita di integratori, in quel di Lodi. Nel negozio, nascosti nella fessura di un muro, polizia e Nas hanno scoperto decine di flaconi di Winstrol (un farmaco generalmente utilizzato su indicazione medica, che contiene al suo interno uno steroide anabolizzante) di Gonasi (un testoterone proveniente dalla Slovenia) e di Trenbolone, un derivato del Nandrolone. Quella del doping una materia molto particolare ci spiega il vice questore, che regolata da una legge speciale, parallela a quella relativa agli stupefacenti ma con alcune importanti differenze. Quanto abbiamo trovato a Lodi, a parte il caso del Trenbolone, che considerato una droga a tutti gli effetti, rientra precisamente in questo caso. In materia di doping, la legge prevede il reato per la vendita al di fuori di esercizi autorizzati e nel caso di utilizzo per la partecipazione a competizioni sportive, agonistiche o amatoriali che siano. La sanzione prevista va appunto dai 2 ai 6 anni. Mentre non costituisce reato lutilizzo di sostanze dopanti per uso personale, anche se acquistate per vie illegali. Questultimo caso rappresenta una grande differenza rispetto a quanto previsto per gli stupefacenti continua Segre. Purtroppo, abbiamo ragione di credere che il fenomeno sia molto pi esteso di quanto rilevato finora, per cui ci potranno essere sviluppi ulteriori. I Nas ne hanno gi scoperto luso anche a livello di ciclismo amatoriale e, per quanto ciclismo e body building siano gli sport in cui la diffusione maggiore, non ne sono immuni il calcio, la pallacanestro e altre discipline. Si va infatti da un suo utilizzo per lipertrofia a uno per la maggiore resistenza fisica. A volte, si verificano situazioni di connivenza tra un atleta e il suo allenatore. Abbiamo anche riscontrato la provenienza estera di alcuni di questi prodotti, il che introduce un altro reato: limportazione illegale. A essere spesso sottovalutato il rischio che corre la salute di chi fa uso di queste sostanze. La polizia non esclude la possibilit di organizzare incontri con gli istituti scolastici della citt, con cui ha

allacciato da tempo un ottimo rapporto, per unopera di prevenzione nei confronti degli studenti, anche in collaborazione con associazioni sportive locali. Del resto, il problema anche sociale aggiunge il vice questore Segre. Dove viene promosso lobiettivo del successo e della vittoria a tutti i costi, facile perdere di vista il rispetto per se stessi e per gli altri, compresa la vera natura dello sport, che formativa e ludica. Gionata Agisti

Aperte le iscrizioni, da oggi anche on line


Venerd 13 Gennaio 2012

Speciali Scuola

17

C tempo fino al 20 di febbraio per poter scegliere listituto formativo

a tecnologia sempre pi al servizio degli studenti: a partire da questanno sar possibile effettuare le iscrizioni presso gli istituti scolastici direttamente tramite il web, collegandosi al sito web del Miur a partire dal 12 gennaio e fino al 20 di febbraio. Liniziativa rientra allinterno del progetto Scuola in chiaro, attraverso il quale il ministero dellIstruzione, Universit e Ricerca intende mettere a disposizione tutte le informazioni relative alle scuole di ogni ordine e grado presenti nel nostro territorio. Il servizio conterr dati inseriti direttamente dal Miur e dalle scuole, sar pertanto possibile avere informazioni generali sulla scuola ma anche su didattica e servizi offerti. La realizzazione del progetto finalizzata a consentire, pur permanendo il tradizionale metodo di iscrizione, anche liscrizione on-line per lanno scolastico 2012-2013. Tale novit riguarder le iscrizioni per le prime classi della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. Per ulteriori informazioni possibile visitare la pagina web del sito del Miur allin-

Crescono le iscrizioni per gli istituti privati

Le tendenze degli ultimi anni

dirizzo http://www.istruzione.it/ web/istruzione. La chiusura delle iscrizioni sar il 20 febbraio e le domande possono essere presentate a un solo istituto, ma con due preferenze in subordine in caso di indisponibilit. Obiettivo del progetto,

facilitare le iscrizioni da parte delle famiglie, evitando lunghe code presso le segreterie dei singoli uffici scolastici e favorire la rapidit delle operazioni, per operazioni pi snelle anche dal punto di vista burocratico. Le domande di iscrizione sono accolte entro il limite massimo dei posti complessivamente disponibili nella singola istituzione scolastica , limite definito sulla base delle risorse di organico e dei piani di utilizzo degli edifici scolastici predisposti dagli Enti locali competenti. Resta inteso, comunque, che lAmministrazione scolastica deve garantire in ogni caso, soprattutto per gli alunni soggetti allobbligo di istruzione, il diritto allo studio attraverso ogni utile forma di razionalizzazione e di indirizzo a livello territoriale. Occorre fare presente, per, che il servizio si rivolge ad alcune categorie di studenti, ovvero coloro che si accingono ad iscriversi al primo anno della scuola primaria o della

scuola secondaria. Le iscrizioni ad anni intermedi saranno effettuabili via internet solo per coloro che compiono un passaggio distituto o passaggio da un istituto comprensivo a un altro. Per quanto riguarda le iscrizioni ai percorsi del liceo musicale e coreutico, le richieste delle famiglie possono trovare accoglimento presso le sezioni gi istituite e funzionanti nellanno scolastico 2011/12. Liscrizione comunque subordinata al superamento di una prova di verifica del possesso di specifiche competenze musicali e coreutiche. Nelle istituzioni scolastiche ove presente lindirizzo musicale, ai fini della determinazione del numero massimo dei posti disponibili, si dovr tenere conto che il numero delle classi prime non potr superare, in ciascun istituto, il numero di quelle funzionanti nel corrente anno scolastico. Martina Pugno

Nonostante detenga attualmente il maggior numero di iscritti, la scuola pubblica mostra cali di iscrizione rispetto agli anni passati: quanto emerge dai dati raccolti dallUfficio Statistiche del Ministero dellIstruzione, le cifre sono relative al lasso di tempo tra lanno scolastico 2004/2005 e quello 2010/2011, periodo che ha segnato un netto aumento delle iscrizioni nelle scuole private primarie, secondarie di primo e secondo livello. Una tendenza generale che, per, mostra differenziazioni anche notevoli se si considerano i singoli istituti: a fare la differenza lofferta formativa, ma anche le attivit extracurriculari proposte dalle scuole, alle quali i genitori mostrano di fare particolare attenzione. Maggiori iscrizioni si riscontrano dunque non solo negli istituti dalla comprovata qualit dellofferta formativa, ma in particolare in quelli che ad essa sanno offrire opportunit formative ulteriori per una formazione ancor pi completa e variegata. Un leggero cambio di tendenza quello che si riscontra anche nel tipo di indirizzo scolastico per quanto riguarda la formazione secondaria superiore: pur rimanendo maggioritarie le iscrizioni presso istituti che offrono percorsi umanistici, sono in crescita le iscrizioni in percorsi formativi di carattere professionale e volti a garantire una formazione specifica.

18

Venerd 13 Gennaio 2012

sceglere la scuola giusta


Siccome per lanno scolastico 2012/2013 il termine per iscriversi alla scuola secondaria si secondo grado il 20 febbraio 2012, manca ancora poco tempo per decidere del proprio futuro. La domanda pi difficile che gli studenti si pongono Come scegliere la scuola migliore, anche se in realt una risposta precisa in merito alla questione non esiste. I criteri da seguire per fare chiarezza, se anche dopo i vari test e le giornate di orientamento si hanno ancora le idee confuse, sono i seguenti: 1. Assecondare i propri interessi e abilit, le cose che amiamo e per le quali siamo pi portati, evitando gli indirizzi nei quali sono presenti troppe materie per noi ostiche. 2. Il Liceo non un obbligo, anche se negli ultimi anni la tendenza diffusa frequentarlo. Se non ci si sente pronti bene ricordare che anche un istituto tecnico o professionale frequentato con impegno pu aprire tante strade professionali (ad esempio quelle in cui si necessita di manodopera specializzata). La differenza principale tra queste due tipologie di scuola che il Liceo amplia lorizzonte culturale ed insegna un metodo di studio, mentre gli istituti permettono di apprendere una professione specifica: basta scegliere in anticipo il percorso che si vuole intraprendere. 3. Uno sguardo al mondo del lavoro: molto utile pensare concretamente alla professione che si vorrebbe svolgere una volta terminato il percorso di studi, in questo modo tutto apparir pi chiaro. 4.Dialogo con i genitori: basando le vostre scelte su ragionamenti forti e convinzioni, i genitori potranno solo prendere atto della vostra decisione, seguire le tradizioni di famiglia si rivela spesso un passo sbagliato. 5. Gli amici si trovano in tutte le scuole: per questo nella scelta finale non deve influire assolutamente quella degli attuali compagni di classe. Dopo breve tempo si consolidano nuove amicizie ovunque, e non detto che due amici iscritti alla stessa scuola finiscano in ununica classe.

er trovare un posto di lavoro sicuro di questi tempi sicuramente indispensabile un diploma. Complici la crisi economica e la forte competitivit tra le aziende presenti sul mercato economico, oggi chi ricerca nuovo personale richiede un determinato livello di preparazione nelle risorse umane che andr ad assumere. C tempo ancora pi di un mese per scegliere presso quale Istituto scolastico pre-iscriversi visto che il termine per le adesioni fissato per il prossimo 20 febbraio: prendere una decisione cos importante non facile, bisogna focalizzarsi sulle proprie capacit e abilit e riflettere sul proprio futuro. Per conseguire un titolo di studio, oppure per recuperare anni scolastici, una possibilit potrebbe essere quella di frequentare dei corsi presso un istituto specializzato nel reinserimento didattico e nel percorso individualizzato per studenti in difficolt. LIstituto Pitagora di Cremona si dedica ormai da trentanni a questo tipo di attivit proponendo ai propri alunni un programma di studio personalizzato in base allesigenza del singolo studente. Come spiega la preside signore Micheli: I nostri corsi sono rivolti a studenti respinti da altri istituti o che abbiano interrotto i propri studi, ma anche a persone adulte che vogliano raggiungere un titolo scolastico. Le tipologie di corsi presenti nellofferta didattica della scuola sono suddivisi in Licei e Istituti Tecnici: Liceo classico, Liceo

Recuperare anni scolastici e personalizzare lo studio


scientifico, Liceo linguistico e Liceo psico-pedagocico, IGEA, ITIS, geometri e dirigenti di comunit. Dal 2005 il nostro Istituto anche un centro di formazione professionale riconosciuto presso la Regione Lombardia. Grazie a corsi pensati per chi vuole entrare al pi presto nel mondo del lavoro possibile ottenere alcuni attestati professionali, come ad esempio ASA (ausiliario socio-assistenziale), OSS (operatore socio-sanitario), informatica di qualsiasi livello, conclude la preside. Per perfezionare o apprendere lutilizzo de l Personal Computer - requisito indispensabile per qualificarsi nellambiente lavorativo si pu scegliere tra i corsi di informatica diurni o serali, che mettono

Speciale Scuola

a disposizione degli studenti un laboratorio internet ed esercitazioni teoriche ma soprattutto pratiche, per comprendere a fondo come sfruttare le proprie potenzialit informatiche ed utilizzarle. Le lezioni di tutti gli indirizzi, volte a favorire la frequentazione dei corsi anche a chi gi lavora ma vorrebbe conseguire il diploma, si svolgono in orario sia diurno che serale dal luned al venerd (settembre giugno). Oltre a costi contenuti e possibilit di finanziamenti facilitati per i pagamenti, listituto offre anche la possibilit di reintegro presso la Scuola Statale, per gli alunni che vogliono recuperare gli anni perduti e concludere il proprio percorso di studi rimanendo in tempi canonici. Mara Guzzon

e scuole ad indirizzo professionale hanno tra gli obiettivi primari quello di fornire una solida formazione professionale e culturale a chi le frequenta, e creare un filo diretto tra i giovani e lingresso nel mondo del lavoro. Una delle realt scolastiche in questo senso pi affermate nel territorio cremonese lIstituto Einaudi: focalizzato sulle novit didattiche e sulla preparazione qualificata, il complesso scolastico ospita circa novecento studenti ed presente in tre sedi: Sede Centrale (via Bissolati, 96), Succursale Bissolati (Via Tagliamento,2) e Succursale Dorotee (via Borghetto, 10). La scuola sorta negli anni Settanta come Istituto Professionale Statale per il Commercio, e qualche anno fa stata rinominata in Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Turistici, Sociali, Grafico Pubblicitari, Alberghieri e della Ristorazione. Aperto al dialogo con famiglie, imprese ed enti locali, lIstituto propone unofferta didattica che, al termine dei tradizionali cinque anni di studi, svi-

Professionali: una solida base lavorativa


Venerd 13 Gennaio 2012

Speciale Scuola

19

luppa nellalunno le adeguate competenze tecniche e professionali per operare nei differenti settori del mondo dei servizi. Gli studenti possono scegliere tra le varie tipologie di specializzazione proposte, ovvero: grafica e

comunicazione; turismo; servizi commerciali; servizi socio-sanitari; servizi dellenogastronomia e dellospitalit alberghiera. Anche a Crema la formazione professionale e tecnica affidata ad un Istituto che da anni offre ai propri studenti unampia scelta di percorsi scolastici: lIstituto Secondario superiore Sraffa, di Via Piacenza 52. Gli iscritti possono frequentare il triennio di base oppure scegliere tra alcuni percorsi quinquennali proposti: Turismo oppure Grafica e Comunicazione (indirizzo tecnico); e Servizi Commerciali, oppure Servizi Socio Sanitari o ancora Servizi enogastronomici e dellOspitalit alberghiera, per quanto riguarda lordinamento professionale. Con un occhio di riguardo verso chi gi possiede un lavoro, lIstituto Sraffa propone anche corsi serali ad indirizzo alberghiero, economico e sociale, ma anche unofferta didattica incentrata sul perfezionamento delle lingue straniere.

Il Centro Cremona Forma infine, unazienda speciale cha raccoglie leredita trentennale dei Centri di Formazione Professionale (C.F.P.) di Cremona e Crema della Regione Lombardia. La dott.ssa Paola Bugnoli, direttore generale dellAzienda dal 2009, spiega: La Regione Lombardia ha deciso di accreditarci come Centro di eccellenza per listruzione, la formazione e il lavoro. Organizziamo corsi di durata triennale al termine dei quali si ottiene una qualifica professionale regionale che permette di essere inseriti immediatamente nel mondo del lavoro. Alla formazione teorica affianchiamo laboratori tematici e dinformatica. Dopo il triennio previsto un IV anno di approfondimento che serve a conseguire il diploma professionale regionale. Presso la sede di Cremona, in Via Cesari 5/7, sono attivi corsi di Meccanica oppure Servizi della Ristorazione; mentre presso quella di Crema, in Via T. Pombioli 2, sono operativi il corso di Operatore Amministrativo Segretariale, Estetica e cura della Persona, Elettrica, Elettronica informatica e Telecomunicazione. Un aspetto molto importante che consideriamo il legame con le aziende del territorio, che ci permette di attivare tirocini formativi e stage aziendali che garantiscono elevati indici occupazionali degli allievi che concludono il proprio percorso didattico. Gli altri servizi di formazione che proponiamo riguardano i settori del Restauro, dellArtigianato Artistico, e quello Socio Sanitario. La cultura del saper fare termina la Dott.ssa Brugnoli associata a quella dellapprendimento nel corso di tutto larco della vita, rappresentano la chiave del successo professionale e personale in grado di rendere effettivo il diritto al lavoro. Mara Guzzon

Gli obiettivi formativi degli istituti professionali


I numerosi Istituti Professionali sparsi per l'Italia sono le scuole che vantano il maggior numero di iscritti. Essi si pongono alcuni obbiettivi nell'accompagnare i propri studenti verso il conseguimento del titolo di studio, e garantire loro un ingresso facilitato nel mondo delle professioni di manodopera specializzata: Stage e tirocini presso aziende e realt lavorative affermate per sperimentare la formazione direttamente sul campo Studi professionalizzanti associati a studi tradizionali per garantire sia una solita cultura di base che le adeguate competenze tecnico-lavorative Limitare l'abbandono scolastico in et giovanile e favorire un rapido inserimento degli studenti nel mondo del lavoro Permettere agli studenti un percorso di crescita professionale grazie anche a competenze preventive adeguate.

20

Venerd 13 Gennaio 2012

Speciale Scuola

Obiettivi: preparazione e metodo di studio

Decidere del proprio futuro sicuramente un passo importante e difficile allo stesso tempo. Per svolgere certe tipologie di professioni bisogna indirizzarsi verso la frequentazione di Istituti Tecnici o professionali, che in cinque anni insegnano ad eseguire concretamente un lavoro unendo il lato empirico a quello pratico. Per avere unampia e qualificata cultura di base ed un metodo di studio che consenta di frequentare con profitto qualsiasi corso universitario invece, meglio orientarsi verso un Liceo Classico, Linguistico o Scientifico. Il Liceo Vida di Cremona - via Milano 5 - una scuola pubblica paritaria ad indirizzo Classico (una sezione) e Scientifico (due sezioni). Il nostro Liceo ha principalmente due punti di forza spiega la Preside Balzarini, La preparazione didattica, quindi, oltre che al contenuto, prestiamo particolare attenzione al metodo di studio poich molto importante sapere come studiare e non solo cosa studiare; e lattenzione educativa, visto che i ragazzi si trovano a passare attraverso unet difficile, cerchiamo di seguirli durante le loro tappe di crescita in sinergia con le famiglie. La scuola inoltre collabora con lUniversit: la sezione di Agraria dellUniversit Cattolica e la sede di Cremona del Politecnico di Milano. In questo senso diamo la possibilit agli alunni in quarta di frequentare un corso di matematica, in collaborazione con il Politecnico, che permetta loro di prepararsi a sostenere il Test di ammissione per la Facolt di Ingegneria. Anche il Progetto giovani interessante per tutti gli alunni, che partecipano volentieri alle attivit extra-curriculari e alle uscite didattiche programmate durante lanno scolastico. Infine, allinterno del nostro piano didattico offriamo iniziative legate allo studio della lingua inglese, ad esempio lEsame riconosciuto del PET o la partecipazione a viaggi-studio in Inghilterra. Le classi che decidono di trascorrere un periodo di studio allestero partono nel mese di settembre.

Amministrazione, finanza e marketing ma anche Sistemi informativi aziendali C


ontinuano allistituto Tecnico commerciale Beltrami le giornate di scuola aperta: prossimi appuntamenti si terranno infatti sabato 14 e gioved 19 gennaio (ore 15-18). La scuola propone questi incontri per presentarsi agli alunni delle scuole medie, che presto dovranno scegliere gli studi per il proprio futuro. Molteplici sono le offerte che il Beltrami propone ai propri futuri alunni, con due indirizzi di studio che sono cambiati dopo la riforma voluta dallex ministro Gelmini. Si pu scegliere tra amministrazione, finanza e marketing o sistemi informativi aziendali, il primo pi di tipo amministrativo, il secondo pi legato allinformatica spiega il preside, Adelio Maffezzoni. Ma la scuola non sono solo materie da studiare: tantissime infatti le attivit per migliorare e rafforzare la preparazione degli studenti. A partire dai progetti sullalternanza scuola-lavoro, che offre la possibilit agli studenti di svolgere alcune ore di

stage presso le aziende in terza e quarta, mentre alla fine del quarto anno si possono svolgere anche stage estivi spiega la coordinatrice dellorientamento, Luisella Bianchini. Listituto offre la possibilit di affrontare gli esami per il patentino

europeo del computer e per la certificazione linguistica internazionale. Fondamentale, nella logica dellistituto, linternazionalizzazione. A questo proposito si conclude questanno un progetto internazionale di gemellaggio con la Svezia,

che vedr gli studenti cremonesi ospiti a maggio nel suddetto paese spiega il preside. Sempre nellambito dellinternazionalizzazione, da diversi anni il Beltrami porta avanti il progetto CLM, che consiste nellinsegnamento di alcuni moduli di alcune materie in lingua inglese. Abbiamo una grande collaborazione con le universit, e in particolare con la Cattolica di Cremona, con la quale organizziamo seminari e incontri, anche presso la nostra scuola, a cui gli studenti possono partecipare per approfondire la propria formazione spiega Bianchini. Tante anche le iniziative dal punto di vista sportivo, dal corso di Vela alla settimana Bianca, dalla sgambettata del ragioniere ai corsi sportivi fatti in lingua inglese. Tra laltro questo 2012 sar un anno speciale per il Beltrami, che si appresta a festeggiare il 150esimo. Organizzeremo degli eventi per la fine dellanno. A dicembre 2011, intanto, abbiamo festeggiato il 50esimo dei corsi serali conclude il preside.

opo il conseguimento del diploma, scegliere un percorso universitario adeguato, che permetta lingresso sicuro nel mercato lavorativo, si rivela un momento fondamentale per il percorso di ogni studente. I ragazzi che dopo aver terminato le superiori hanno ancora le idee piuttosto confuse dunque, dovrebbero pensare in maniera concreta a ci che desiderano svolgere per tutta la vita. Il fattore principale da considerare durante la scelta del percorso di studi proprio quello professionale: i corsi di laurea in settori umanistici, ovvero quelli con il maggior numero di iscritti e unampia presenza di materie piacevoli da studiare, sono i corsi con la pi alta percentuale di inoccupazione tra coloro che conseguono un attestato di Laurea. Sono le Facolt scientifiche le pi consigliate per assicurarsi un accesso sicuro nel mondo del lavoro. Le professioni con pi richieste da parte di chi necessita un numero sempre crescente di risorse umane sono infatti quelle sanitarie, come ad esempio fisioterapisti o infermieri, figure sempre necessarie ma presenti in numero limitato. I percorsi di studio triennali presenti presso Polo Universitario dellOspedale di Cremona sono rivolti a coloro che vorrebbero operare nel settore dellassistenza medica: i corsi di Laurea in Fisioterapia, Infermieristica e Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia, formano professionisti del campo sanitario, in grado di operare nella societ in ambito medico, sportivo, riabilitativo pubblico e privato. La Dott.ssa Mariotti, responsabile Polo Universitario Aziendale e Formazione, spiega: Limportanza delle professioni che escono dal percorso di studi da noi proposto, fondamentali per il buon andamento della sanit italiana, assicura un

Il polo universitario Ospedaliero

Speciale Scuola

Venerd 13 Gennaio 2012

21

Come tornare produttivi nello studio dopo le feste

ingresso praticamente garantito nel mondo del lavoro. Gli elementi di assistenza e riabilitazione che gli studenti apprendono serviranno loro per operare nel settore ospeda-

liero pubblico oppure in quello privato: alla teoria viene infatti affiancato un consistente numero di ore di tirocinio clinico presso strutture specializzate che permette di creare

un ponte diretto tra teoria e pratica, e di apprendere gi la professione nel corso degli anni universitari. Un ulteriore spinta motivazionale per coloro che vorrebbero svolgere una professione in ambito sanitario la possibilit di poter aiutare persone in difficolt, che attraversano periodi difficili della vita e per questo hanno bisogno di persone qualificate che gli forniscano assistenza qualificata. I rapporti umani e le soddisfazioni che scaturiscono da determinate situazioni che ci si trova ad affrontare, rappresentano un incentivo nello svolgere il proprio lavoro, che si discosta totalmente da quello economico. Chi in fase decisionale considera indispensabili queste caratteristiche per il proprio futuro lavoro, potrebbe intraprendere con profitto questo percorso e ottenere soddisfazioni sia personali che professionali. Mara Guzzon

Dopo Natale e Capodanno, serate in compagnia di famiglia e amici e molto tempo libero, giunto il momento di tornare sui libri e rimettersi a studiare e a frequentare le lezioni. Per superare il trauma da rientro e ritornare produttivi adesso che le feste sono ormai lontane, basta applicare qualche semplice consiglio, rivolto sia agli studenti delle superiori che a quelli universitari: Cercare di riprendere gradualmente con ritmo quasi normale, poich dopo una situazione di riposo totale importante ricominciare con le abitudini di sempre. Riprendere subito a frequentare le lezioni perch allungare le vacanze far solo aumentare la quantit di lavoro da svolgere non appena si riprender. Aumentare la propria produttivit, spesso dedicandosi anche ad attivit non del tutto amate, una volta cominciato sar pi facile riabituarsi. Alzarsi ad un orario decente, per concedersi momenti mattutini di tranquillit, visto che alzarsi tardi e fare tutto di fretta peggiora sicuramente la produttivit giornaliera. Anche fare colazione con calma importante per iniziare bene la giornata. Stilare una lista, per dedicarsi ad una cosa alla volta e fare tutto ci che bisogna portare a termine nellarco delle ore scolastiche e pomeridiane. Cercare di fare pi cose contemporaneamente infatti stressante e poco utile. Mangiare in modo sano, con unalimentazione equilibrata ricca di frutta e verdura, tutto ci favorisce la concentrazione.

22

Venerd 13 Gennaio 2012

Protagonisti la violinista Eberle e il pianista Piemontesi


La violinista Veronika Eberle

Cultura Spettacoli &


Lensemble del Royal Concertgebouw di Amsterdam

Royal Concertgebouw protagonista venerd

Concerto della prestigiosa ensemble

Giovani talenti si esibiscono in concerto al Ponchielli M


di Federica Ermete
arted 17 gennaio alle ore 20.30, la stagione concertistica del Teatro Ponchielli inaugura la sezione Nuovi talenti. In questi ultimi anni si stanno imponendo direttori ed interpreti sempre pi giovani, eppure sorprendentemente maturi, capaci di catalizzare lattenzione dei critici, lentusiasmo del pubblico e anche di suscitare la curiosit dei media. Il primo appuntamento con questi giovanissimi che si stanno imponendo a livello internazionale, con la ventunenne violinista Veronika Eberle, unesperienza di leggerezza ineguagliabile, bellezza musicale, duttilit e maturit artistica (cos lha definita il Frankfurter Allgemeine Zeitung), che si esibisce in duo con il pianista Francesi Piemontesi, anchegli altrettanto giovanissimo e talentuoso. La musicista considerata uno dei talenti tedeschi pi promettenti degli ultimi tempi. Ha debuttato a 10 anni con i Mnchener Symphoniker; quindi, nel 2006, ha suonato il Concerto di Beethoven con i Berliner Philharmoniker. Si gi esibita alla Carnegie Hall di New York, al Thtre de la Ville di Parigi, al Mozarteum di Salisburgo. In questa stagione sar ospite della New York Philharmonic e, in febbraio, inizier una residenza triennale al Concertgebouw di Amsterdam. Nominato nel 2009 dalla BBC di Londra New Generation Artist, Francesco Piemontesi, svizzero classe 1983, uno dei giovani pianisti pi amati da Martha Argerich, che spesso lo invita al suo Festival di Lugano. Gi presente nelle principali sale europee,

imminente il suo debutto con la London Philharmonic, e questanno sar protagonista di una tourne con il Maggio musicale fiorentino diretto da Zubin Mehta. Per il concerto proposto a Cremona, il duo ha messo a punto un programma di grande impegno e di rara bellezza. Si inizia con la beethoveniana Sonata a Kreutzer, bizzarra, quasi pazzesca, secondo la definizione dello stesso dedicatario, focosa e inebriante. Si passa, poi, alla Sonata di Debussy, esempio a detta dellautore di ci che un uomo malato ha saputo scrivere durante la guerra. La serata si chiude con Bla Bartk e la sua Sonata n. 1 in do diesis maggiore op. 21, Sz. 75, un turbine di emozioni, un brano che procede sempre pi appassionato e rapsodico, trascinato dalle melodie ampie e fantastiche del violino.

Sempre per la stagione concertistica del Teatro Ponchielli, venerd 13 gennaio, alle ore 20.30, il palcoscenico cremonese ha lonore di ospitare lensemble del Royal Concertgebouw di Amsterdam, formato dalle prime parti della celebre orchestra, che si presenta in un insolito organico di settetto, affiancando al consueto quartetto darchi (flauto, clarinetto e arpa). Il Royal Concertgebouw una delle orchestre pi famose e blasonate del mondo, piena di vigore giovanile ed entusiasmo, secondo il giudizio espresso nel 1897 da Richard Strass. Il complesso lega il suo nome a quello della celebre sala da concerti di Amsterdam, progettata dallarchitetto Adolf Leonard van Gendt ed inaugurata nel 1888. La formazione che si esibisce in questoccasione costituita da Marijn Mijnders e Annebeth Webb (violini), Henk Rubingh (viola), Floris Mijnders (violoncello), Hein Wiedijk (clarinetto), Herman Kogelenberg (flau-

to) e Lavinia Meijer (arpa). Per la serata cremonese stato messo a punto un programma in cui si intravede la scelta ricaduta su compositori accomunati da una particolare esperienza: il passaggio dal XIX al XX secolo. Impressionismo francese e neoclassicismo di Ferruccio Busoni documentano uno dei momenti cruciali della storia della musica. Accanto dunque a Busoni, con le sue fondamentali conquiste formali ed armoniche, sono presenti in cartellone anche i francesi Gabriel Piern e Maurice Ravel: protagonista dei loro brani larpa, dapprima solista, poi in formazione di settetto, per una pagina in cui abbondano i riferimenti alla musica rinascimentale, con risultati di grande suggestione. La seconda parte della serata, invece, prevede lesecuzione del Quartetto op. 10 di Claude Debussy, miniera di nuovi agglomerati armonici, di impreviste associazioni di suoni, che svela momenti di alta poesia.

I Portobello Road a Soresina Soncino, un concerto per ricordare


Tornano gli Aperitivi in musica al Teatro Sociale di Soresina. Domenica 15 gennaio alle ore 18, i Portobello Road (nella foto), gruppo pop italiano formatosi nel 2009 a Soresina, protagonista di un concerto in cui si alternano pezzi inediti del gruppo a brani di grandi cantautori. Il gruppo nato e cresciuto attorno al suo leader, Riccardo Bonfadini, artista eclettico nel senso pi ampio del termine; lui, infatti, che scrive i testi e le musiche, fatta eccezione per qualche cover. Il gruppo si occupa, invece, degli arrangiamenti. La produzione di Bonfadini molto ampia e nel suo curriculum vanta collaborazioni con artisti del calibro di Antonella Ruggiero e Luisa Corna. Per la prima ha scritto Lorologio precisissimo. Per Luisa, invece, ha composto Due sillabe, pezzo Sar la Filanda di Soncino (sala Ciminiera) ad ospitare sabato 14 gennaio alle ore 21, il concerto gospel del coro Il Cantiere di Cremona, diretto da Carla Milanesi. Levento (organizzato dalla Banda civica musicale di Soncino, insieme alle associazioni soncinesi e al Comune) si intitola Concerto per ricordare: lo scopo principale delliniziativa, infatti, quello di ricordare gli amici volontari scomparsi, per i quali venerd 13 gennaio (ore 20.30) il parroco celebrer una messa di suffragio nella chiesa di San Giacomo. Nelloccasione verranno raccolti fondi a favore dellassociazione Privitera che si occupa del centro cure palliative di Crema. Il coro Il Cantiere, nato

Il gruppo pop si esibisce domenica per Aperitivi in musica

Sul palco sabato sera alle 21 il coro Il Cantiere diretto da Carla Milanesi

per cui stato realizzato un video clip con Alex Britti alla chitarra. Bonfadini ha inoltre composto Ali di falco, linno della Vanoli Braga. Al termine, sar offerto un ricco aperitivo (ingresso 5 euro).

10 anni fa, costituito attualmente da circa 25 elementi, si propone di esplorare generi musicali solitamente poco visitati dai gruppi corali, sia nel campo della musica sacra che profana. La formazione

vanta repertori che spaziano dalle messe etniche alla liturgia ortodossa, dagli spirituals al jazz, dalloperetta alle musiche da film. Il coro accompagnato al pianoforte dal maestro Fabio Arisi.

Cultura & Spettacoli

Venerd 13 Gennaio 2012

23

Dopo il successo dello scorso anno, il Teatro Ponchielli propone nuovamente la rassegna Il Ponchielli per i piccoli, iniziativa pensata per fare qualcosa anche per i pi piccoli insieme alle loro famiglie. Il primo appuntamento previsto per domenica 15 gennaio, alle ore 16 ed alle 17.30. Ca Luogo dArte porta in scena Storie fruttuose, di Marina Allegri, con la regia di Maurizio Bercini. Lo spettacolo, liberamente tratto da Zuppa di sasso di Anas Vaugelade e da Il piccolo bruco mai sazio di Eric Carle, ha una

Zuppa di sasso al Ponchielli per i piccoli


struttura semplice e visionaria. Gli ingredienti base della vicenda sono: un albero, due casine, un baule, una pentola e un tappeto coloratissimo, che permettono ai due attori di concentrarsi sulla narrazione. Il libro, oggetto di scena privilegiato, viene, di volta in volta, letto, usato come nascondiglio, consultato contro le paure e le incertezze, accarezzato e sporcato. Storie fruttuose racconta di quanto sia importante il cibo per il corpo, ma anche quello per lanima Cos, una zuppa preparata partendo dal sasso di

un vecchio lupo, pu insegnare che, superando le paure e i pregiudizi, mangiare insieme ha un grande valore. Un piccolo bruco affamato e irriverente richiama alla comprensione verso chi ha bisogno di cibo e pazienza per trasformarsi in farfalla. Lo spettacolo porta soprattutto lattenzione sul libro e sulle storie, fonte inesauribile di saggezza, per sconfiggere le paure ed appassionarsi alla vita. AProtagonisti in scena sono Alberto Branca e Francesca Grisenti, che si esibiscono sulle musiche di Paolo Codognola.

di Federica Ermete

arted 17 gennaio (ore 21, al Teatro Comunale di Casalmaggiore, la Compagnia Piccolo Teatro di Milano-Teatro dEuropa, porta in scena Blackbird di David Harrower, nella traduzione di Alessandra Serra. Blackbird un testo dalla forza straordinaria: linguaribile ferita di un amore sbagliato. Il rapporto tra un uomo adulto e una bambina, un tema scomodo affrontato attraverso il linguaggio teatrale con un estremo rigore morale. Scritto da David Harrower, rivelazione della nuova drammaturgia scozzese, messo in scena dal regista spagnolo Llus Pasqual; mentre sul palco agiscono i grandissimi attori Massimo Popolizio e Anna Della Rosa. Un uomo di quasi 60 anni e una ragazza di neanche 30 sono chiusi in una stanza. Lei lo aggredisce, verbalmente e fisicamente, rinfacciandogli di averla abbandonata anni prima. Ma quanti anni prima? Quanti anni aveva Una quando stata con Ray? Mettere in scena Blackbird - ha spiegato Pasqual - significa portare in evidenza un tema che tutti conosciamo e unanimemente condanniamo. Qui calato nella quotidianit di due persone; lo guardiamo in modo pi profondo, al di fuori di ogni significato scandalistico. Studiamo le conseguenze che una frattura del sentimento ha avuto su due vite. Attraverso le molte stratificazioni del

In scena marted a Casalmaggiore Blackbird che parla di pedofilia

Un tema molto forte sul palco nellopera di David Harrower


Un momento dello spettacolo

testo e i numerosi livelli di lettura, lordinaria storia di una violenza si trasforma in una grande storia damore, che lega indissolubilmente i protagonisti. Si tratta di un testo, intelligente e coraggioso, che non pretende di dare facili risposte a un problema

complesso, ma dosa con spiazzante talento disagio, amore, comprensione, sconcerto, solidariet e condanna. Blackbird lascia esterrefatti, fa soffrire, fa quasi sentire allo spettatore la sensazione di essere sporchi di sangue, mentre si prova del dolore atroce. Blackbird trascina con s

anche amore ed erotismo, desiderio e delusioni affettive. Tutto assieme, nello stesso limbo dove giace quel male orribile rappresentato. Lo spettacolo sconsigliato ai minori, non tanto per la scelta dellargomento, la pedofilia, quanto per il punto di vista insolito con cui viene trattato.

Doppio appuntamento con la rassegna Teatri di Pianura al Teatro Galilei di Romanengo. Sabato 14 gennaio alle 21.15 la rassegna presenta Lorenza Zambon, protagonista del racconto teatrale Lezioni di giardinaggio planetario. Una lezione di giardinaggio vera, semiseria. La dimostrazione pratica di alcune tecniche di riproduzione delle piante: la talea, il trapianto, la semina... Fra vasi, semi e cesoie, ogni tecnica si collega all'insegnamento di alcuni maestri giardinieri. Lo spettacolo diviso in due parti: prima lezione per giardinieri anonimi rivoluzionari e seconda lezione per giardinieri planetari. Domenica alle 15.30, invece, torna la rassegna E domenica... teatro, pensata per i bambini dai 4 ai centanni. Lo spettacolo, di e con Barbara Covelli (nella foto), consiste nella narrazione dei Racconti di una vecchia sirena ed presentato dalla Compagnia Erbamil, con la collaborazione artistica di Antonio Catalano e Antonio Russo.

Doppio appuntamento con Teatri di Pianura

Appuntamento domenica pomeriggio a Casalmaggiore

Gli annunci di Elisabetta


40enne, celibe, impiegato in banca, sensibile, amante delle cose belle cerca una compagna semplice, di gradevole aspetto 40enne possibilmente nubile, seriamente intenzionata scopo matrimonio. 0372 24596, 339 7532792 Di bellaspetto, slanciata, bionda con occhi neri, estetista, libera professionista da anni. Mi chiamo Valentina , ho 59anni separata, non mi manca la voglia di vivere, adoro lo sport, la natura e gli animali. Cerco un compagno per la vita, maturo, sensibile e serio nel costruire un rapporto duraturo nel tempo. 0372 24596, 339 7532792. 54enne, affascinante, biondo con occhi azzurri, separato. Il lavoro lo gratica ma le manca la cosa pi importante: lamore. Adora lantiquariato, mostre, mare e montagna, cerca una compagna di aspetto gradevole per sincera e matura amiciza scopo convivenza 0372 24596, 339 7532792 Sono Davide, celibe 34enne, commesso, caratterialmente sensibile e romantico, amo la lettura, il cinema e la fotograa, vorrei tanto incontrare una ragazza speciale di et adeguata, dolce e sensibile. Rapporto di copia duraturo nel tempo, scopo convivenza 0372 24596, 339 7532792 Mi chiamo Loris ho 30anni, dentista e lavoro in proprio da anni. Sono separato con un bimbo di 4 anni; vorrei ricostruire una nuova vita insieme ad una compagna seria che sappia accettare come prima cosa il mio bambino, che sia seria e matura max 45enne. Scopo convivenza. 0372 24596, 339 7532792 Sono Raffaella, 43enne, laureata, nubile, bionda con occhi neri, amo lo sport, gli animali e le passeggiate. Caratterialmente fragile, dolce, affettuosa ti cerco di adeguata cultura, ne, curato e di gradevole aspetto. Seriamente intenzionato nel costruire un rapporto di coppia duraturo nel tempo scopo matrimonio. 0372 24596, 339 7532792 Salve ho 20anni, studio liceo artistico, nubile, mi chiamo Federica, mora con occhi azzurri. Carattere molto socievole, espansiva, dolce e ferma sulle proprie idee. Cerco un compagno max 23enne celibe, scopo amicizia. 0372 24596 , 339 7532792. Ciao a tutte, mi chiamo Alberto, ho 25 anni, celibe,perito, adoro mare e montagna, sensibile, solare e romantico, ti cerco ne, curata, matura (max 30anni), per seria amicizia ed eventuale convivenza. 0372 24596, 339 7532792 Dolcissimo, sensibile, semplice mi ritrovo qui dopo il secondo matrimonio fallito, mi chiamo Marco e ho 49anni ed un glio di 9, la vita con me non stata molto generosa, ho lottato per ricominciare tutto da capo; cerco una compagna! 0372 24596, 339 7532792 Ho 65anni, vedovo con qualche capello grigio ma penso che la vita possa ricominciare anche a questa et. Sono attivo, sportivo, amo viaggiare e mi piacerebbe incontrare una compagna max55enne possibilmente vedova intenzionata seriamente scopo amicizia. 0372 24596, 339 7532792 Mi chiamo Enrica, ho 38anni, nubile, sono commessa, il lavoro mi gratica ma poi ?? Amo la musica, il cinema, i viaggi, sono solare, vivace, allegra e cerco compagno con la testa sulle spalle, sincero, onesto, intenzionato seriamente scopo convivenza max 49enne. 0372 24596, 339 7532792 Mi chiamo Lorena, ho 60anni, nubile, mora con occhi neri, vedova da tre anni. La solitudine mi distrugge, ho bisogno di avere accanto un compagno, dolce e sensibile, che mi voglia bene, educato di et adeguata scopo amicizia...poi si vedr... 0372 24596, 339 7532792

Domenica 15 gennaio alle 17, il Teatro di Casalmaggiore propone, nellambito della rassegna Domenica a teatro con la famiglia, Anima blu. Ideato da Michele Sambin e Flavia Bussolotto, la Compagnia Tam Teatromusica presenta questo spettacolo, dedicato a Marc Chagall, per la regia di Michele Sambin. Anima blu (nella foto) si aggiudicato il Premio Eolo Awards 2008 come miglior spettacolo di Teatro Ragazzi Italiano ed il Premio Festival Feten 2009 a Gijon (Spagna) per la migliore scenografia. Gli ideatori dello spettacolo hanno cos spiegato il riferimento della messa in scena a Chagall: Siamo partiti dai sui quadri per compiere un viaggio nella poetica di un pittore che ci emoziona. Temi quali la nascita, lamore, la solitudine, la citt, la festa, il circo, la guerra, la morte emergono dallinteriorit di un poeta-pittore e prendono forma in icone che fanno pensare ai sogni. Cavalli, galli, capre, pesci, asini volanti, agnelli, gatti e vacche. Gli animali ci guardano. E insieme agli animali, innamorati, angeli, violini, acrobati, musicisti. E la citt, immobile. Il tempo, immobile. Ci siamo immersi nel mondo iconografico di Chagall

In scena Anima blu e la pittura di Chagall

per farne emergere un racconto che ha dato tempo e sviluppo alla pittura, un mondo silenzioso ha cos trovato la sonorit. Gli autori, alimentati dalle immagini ricche di suggestioni del pittore, hanno tessuto trama e ordito fino a costruire una piccola storia. Lincontro tra i corpi dei due attori Flavia Bussolotto e Marco Tizianel - e le immagini pittoriche avviene allinterno

di un dispositivo scenografico che consente la realizzazione di figure ibride tra il reale e il fantastico. La videoproiezione, curata da Raffaella Rivi, un terzo attore che dialoga con i corpi veri e crea suggestioni visive riuscendo a coniugare i due piani. Ritmo e musicalit del gesto, in forma coreografica, colmano ci che manca alla pittura per essere teatro.

24

Venerd 13 Gennaio 2012

Cultura Spettacoli
ne dall'esterno. Ma le nuove frontiere, proprio perch sempre pi legate alla nozione di comunit, non sono pi visibili, non sono pi una linea tracciata per terra, sono sempre pi difficilmente attraversabili, se non con gravi costi: Parigi e i quartieri dormitorio della sua periferia sono sempre pi distanti e inoltrepassabili, inconciliabili. Cos come le frontiere etniche separano popolazioni di uno stesso spazio e di uno stesso mondo. Ci accade in particolare dove qualcosa (una guerra, la scomparsa delle demarcazioni geopolitiche) rompe la continuit di una comunit che, nel suo

& CREMA
ne a partire dal caos. In altre parole abitare non significa solo creare luoghi, ma anche non-luoghi, spazi altri. Il delimitare - atto di fondazione del luogo e dunque dellabitare - implica listituzione di una dualit, qualunque essa sia - interno-esterno, ordine-disordine, limitatoillimitato, luogo-spazio, identit-alterit - ovvero significa concepire lesistenza non solo del s ma anche di qualcosa di altro-da-s, un qualcosa certamente pi incerto,sfumato, indeterminato, difficilmente qualificabile, ma altrettanto reale. La casa, in greco oikos, da cui economia. La crisi economica ci inse-

Se la frontiera sempre una entit mobile e mutevole, ci vale tanto pi per l'et contemporanea, in cui il limite arretra continuamente e continuamente ridefinisce identit, portando alla luce la funzione culturale del confine, culturale in senso antropologico. Una ridefinizione che corre parallela alla costituzione di entit politiche o economiche sovranazionali, che le contraddice e che si ridisegna sempre di pi fuori dalla geopolitica. In questa moderna accezione, la frontiera non pi un territorio da attraversare per andare aldil, per spostare e arretrare il confine fra noto e ignoto. Ora frontiera sta diventando una barriera che protegge gli inclusi da quanto provie-

Frontiera identit comunit


formarsi, attraverso gli anni, ha dovuto definire, anche inventandosi, il s e l'altro (il miraggio titoino e gi iugoslavo e austroungarico della convivenza, il melting pot americano); rompendosi la comunit, forme di identit preesistenti, o inedite forme comunitarie (l'identit religiosa nei Balcani, l'orgoglio etnico negli Usa) emergono o riemergono dal passato. Geograficamente la frontiera moderna non pi rilevabile, mentre lo sempre di pi sul piano mitico. Scrive Fabio Natali: Occupare uno spazio significa distinguere ci che abitato da ci che non lo [] fondando lordigner a pensare, tra le altre cose, un altro modello di casa? Agopoli* *Agopoli (pseudonimo) si occupa di economia e finanza, ma coltiva una grande passione: la filosofia.

Monsignor Carlo Ghidelli a Crema per don Antonio Piloni


Venerd 13 gennaio, alle ore 21, su iniziativa del Centro culturale diocesano Gabriele Lucchi per la rassegna Itinerario fra i testimoni, nella sala del S. Luigi in via Bottesini a Crema, sar presente larcivescovo Carlo Ghidelli, di origine cremasca, vescovo emerito di Lanciano-Ortona, per ricordare la figura di sacerdote e di uomo del compianto don Antonio Piloni, gi parroco della Cattedrale di Crema. Una vita esemplare radicata nel mistero. Dapprima curato nella stessa parrocchia cittadina, poi padre spirituale in seminario, don Antonio una figura molto rappresentativa degli anni 80-90, molto stimata da tutti in citt e che in tanti considerano un santo prete del nostro tempo, per la vita ascetica, la piet religiosa, la capacit di amore e di consiglio per tutti. Sono in molti coloro che lo ricordano e che certamente vorranno essere presenti per onorarne la memoria.

Musica classica domenica al Teatro San Domenico


Appuntamento stavolta con la musica classica al San Domenico in Crema, sala Bottesini, per domenica 15 gennaio alle ore 17. Sul palco Hisae Terakura (soprano), Hiroshi Terakura (viola damore e flauto), Mar- Marco Marasco, Hisae Terakura e Hiroshi Terakura co Marasco (clavicembalo e pianoforte). Concerto con le musiche di Handel, Ariosti, Donizetti, Puccini, Tosti. Musica galante Viaggio nelle corti reali europee tra 700 e 800: questo il titolo del nuovo incontro musicale proposto agli appassionati. Viaggio immaginario per assaporare la musica da camera che risuonava nei saloni dei palazzi reali dInghilterra, dAustria e dItalia, ascoltando le gentili sonorit di strumenti ormai rari come la viola damore e il flauto dolce contralto e lasciarsi incantare da arie di raffinata eleganza. Si inizia cos con questo piccolo ma intenso concerto, la rassegna Appuntamenti al San Domenico che si arricchir via via di altri incontri sempre interessanti e istruttivi.

Nei chiostri del San Domenico si possono ammirare le sculture dellartista cremasco

I cavalieri di Herv Barbieri in mostra

abato 14 gennaio alle ore 17 nei chiostri del San Domenico di Crema si inaugura la mostra di scultura di Herv Barbieri. Lartista conosciuto a Crema non solo perch cremasco, ma anche perch la citt dove vive e lavora e dove ha gi esposto le sue opere qualche tempo fa nello stesso San Domenico. Ora ci ritorna con nuove scultura, ma soprattutto avendo meglio definito nonostante la giovane et - il suo percorso artistico. Titolo della mostra Cavalieri ed altre poesie. I cavalieri vogliono alludere ad uno dei soggetti fra i maggiormente ricorrenti della sua produzione artistica; la poesia sottolinea il valore simbolico che lope-

ra assume nella volont di Herv Barbieri. Cavalieri e battaglie uno dei temi prediletti e rimandano

alla figura delluomo combattente suo malgrado nelle vicende della vita, con il relativo dolente stato

danimo. Cementi e terracotte i materiali preferiti da Herv Barbieri lo sollecitano verso le grandi opere monumentali con le quali cerca ora un dialogo pi assiduo e serrato che probabilmente aprir una nuova stagione di ispirazione e di lavoro. Una ventina le opere esposte per la mostra che rimarr aperta fino al 5 febbraio. Lopera darte - dice Herv Barbieri - sia sapiente gesto concreto (competenza tecnica) sia da percepirsi come medium di messaggi culturali. A partire da questa consapevolezza si capisce la sua intensa attivit espositiva a livello nazionale, personale e galleristica, cos come la partecipazione ad eventi culturali di vario genere. Tiziano Guerini

Il cinema in una stanza

Langelo Sterminatore
Per la rassegna dal titolo Il cinema in una stanza, in programma il secondo appuntamento al teatro San Domenico per mercoled 18 gennaio (ore 21) con Langelo sterminatore, Messico 1962, di Luis Bunuel. LA TRAMA Ricchi e borghesi alla fine di una serata a teatro rimangono bloccati nel salone della cena. Ne seguono situazioni grottesche e meschine che mostrano la loro incapacit di analizzare la realt.

Viaggio attraverso le immagini lungo la Route 66


Marted 17 gennaio alle ore 21, nella sala Alessandrini di via Matilde di Canossa a Crema, Il viaggio attraverso le immagini dellassociazione Angolo dellavventura presenta nella videoproiezione di Barbara Bonizzoni e Raffaele Iori, la mitica Route 66 della Old America, un lungo percorso da Chicago a Los Angeles . Per Barbara e Raffaele, viaggiare non semplicemente visitare, ma conoscere i luoghi, le storie, le persone, i modi di vivere e di esprimersi, anche con larte, larchitettura, il cibo, la musica. A questo spirito si sono ispirati gli ospiti di questa serata quando hanno organizzato il viaggio sulla Route 66 costruita negli anni 20: circa 5.000 km da Chicago a Los Angeles, attraverso otto stati e tre fusi orari, dai freddi e ventosi Grandi Laghi del Nord al sole e le spiagge infinite della Costa del Pacifico attraverso il continen-

te Nord-Americano e lAmerica vera. La Route 66 stata celebrata da scrittori, musicisti e registi. Hollywood costru, con centinaia di film western, il mito della frontiera americana e la Route 66 - oggi diventata parco nazionale ne stato parte integrante.

La mostra 150 anni di sussidiariet, curata dal centro culturale cremasco Stefan Wyszynski, in programma dal 15 al 22 gennaio in Cittadella della cultura Museo civico in via Dante 45 a Crema. Le forze che cambiano la storia sono le stesse che cambiano il cuore delluomo. Nel 150 anniversario dellunit dItalia, la Fondazione per la Sussidiariet ha promosso una mostra per documentare la ricchezza di una storia fatta di opere, iniziative e realt sociali ed economiche, frutto di energia costruttiva, inventiva, sussidiariet e solidariet. La prima parte della mostra affronta quattro periodi cruciali: dallunit alla Grande Guerra; il Fascismo e la Seconda Guerra mondiale; lassemblea Costituente; il boom economico e il post Sessantotto. Viene cos con iconografie, letteratura, stampa e cinema - messa in luce loperativit sociale sussidiaria promossa dalle grandi tradizioni popolari sia religiose che laiche. La seconda parte della mostra offrir spunti di riflessione sullattuale momento di difficolt che sta vivendo il nostro Paese, di fronte al quale non basta richiamare limportanza del rispetto delle regole, ma occorre scommettere sul desiderio e la capacit di ogni singola persona di costruire il bene comune. La visita guidata (solo su prenotazione, telefono 3358128170) dura 50 minuti circa.

Mostra 150 anni di sussidiariet

Appuntamenti

Venerd 13 Gennaio 2012

25

Arte & Cultura


Oggi vogliamo parlare di un giovane poeta spagnolo, Juan Andrs Garca Romn, nato nel 1979. Si dedica allo studio ed alla traduzione di letteratura tedesca (Rilke, Hlderlin) ed ha pubblicato diverse raccolte poetiche, tra cui El fosforo astillado, tradotto come Quaderno del suggeritore. Unopera caratterizzata da una lingua ricca ed evocativa, costruita attraverso un contrappunto di voci. Suddivisa in atti, la lingua poetica alta, ma si nutre anche di citazioni di film, di autori latini, magari shakespeariane, o dei fumentti di Schulz. Alcune immagini sono bellissime: Piovve solo pi tardi. Allinizio le nuvole non portarono la pioggia, ma soltanto le forme curve In un contrappunto di voci si fa strada, a fondo pagina, il suggeritore: che evoca, amplia lorizzonte del discorso, devia o instrada. Non capisco quello che dici n perch lo dici. E poi, promettesti di sognare una poesia. il libro di un amore. un dialogo damore, con la sua meraviglia e anche le sue goffaggini. Fino a domenica 29 gennaio CREMONA MOSTRA PRIVACY - MOSTRA COLLETTIVA DI ILLUSTRATORI CONTEMPORANEI Anche questanno approda a Cremona la mostra di un grande nome dellillustrazione: Roberto Innocenti. Le sue tavole dalla precisione lenticolare hanno dato vita ad alcune tra le pi belle pagine della letteratura di tutti i tempi come Le avventure di Pinocchio, Cenerentola o Un canto di Natale. Orario: da marted a venerd ore 10-13 e 16-19, sabato e domenica 10-18, luned chiuso (ingresso libero). Per informazioni: 347-6881328 - 3288518849. *** Fino a domenica 29 gennaio CREMA MOSTRA GRANDE PRESEPE DELLA CIVILTA CONTADINA Presepe realizzato con statue lignee a grandezza naturale, inserito nella ricostruzione di un tipico villaggio rurale del-

Il primo amore. Come se tu fossi nevicata su tutte le cose: questa era la mia ossessione. Come se fosse nevicato, ma di pellle tua: automobili, alberi, marciapiedi, uccelli coperti di pelle tua come neve. Un mondo fatto di te, della tua anima, della tua pelle umana [] Il primo amore fu morderti il lobo dellorecchio Coi miei denti di latte, abbracciarti con le mie braccia di latte, dirti allorecchio sempre con la mia morale cattolica di latte.

la pianura padana del primo Novecento, nel centro della citt. Per informazioni: 0373-81020. *** Domenica 15 gennaio EVENTO MOTTA BALUFFI FESTA DEI SANTI ANTONIO E PAOLO Degustazione di gnocchi e cotechino, commedia dialettale, benedizione degli animali a partire dalle 18.30 in via Chiesa a Solarolo Monasterolo. Per informazioni: 339-8020336. *** Marted 17 gennaio VOLONGO SAGRA FAL DI SANTANTONIO Tradizionale fal in onore di SantAntonio Abate, protettore degli animali. Appuntamento dalle 20.30 alle 23 in piazza Garibaldi. Per informazioni: 0372-845914. *** Da sabato 21 a domenica 22 gennaio TORRICELLA DEL PIZZO FESTA DAL PIPEN Nel centro del paese, festa gastronomica del piedino di maiale lessato, mercato del prodotto tipico, mostre, degustazioni, e

cicciolata per tutti. Inoltre, viene allestita una mostra di strumenti musicali meccanici e una mostra di fossili e conchiglie da tutto il mondo. Per informazioni: 0375-99821. *** Da sabato 14 a luned 30 gennaio CREMONA MOSTRA DIPINTI DI MARIO ROTA ISPIRATI AL LIBRO DI DON PRIMO MAZZOLARI Inaugurazione sabato 14 gennaio alle ore 17 nella sala Alabardieri di Palazzo comunale. Orario feriali ore 9-18, festivi ore 10-18 (chiuso il luned). I dipinti di Mario Rota sono ispirati al libro di Don Primo Mazzolari Diario di una primavera (del 1945). Per informazioni: 0376-920726. *** Fino a domenica 15 gennaio CASALMORANO MOSTRA DI PRESEPI ARTISTICI Esposizione di presepi artistici ed artigianali, presso il Centro Pastorale in via Prejer. Aperto solo la domenica dalle 11 alle 12 e dalle 14.30 alle 19.30. Nei giorni feriali visite su prenotazione (ingresso libero). Per informazioni: 0374-340930.

Musica & Spettacoli


Venerd 13 gennaio CREMONA CONCERTO ENSEMBLE DEL ROYAL CONCERTGEBOUW DI AMSTERDAM Alle ore 20.30 appuntamento al Ponchielli con una delle orchestre pi famose e blasonate del mondo. Lensemble una eccezionale formazione cameristica che riunisce alcune prime parti dellorchestra ed assume organici variabili a seconda del repertorio da affrontare. Per informazioni: 0372-022010. *** Sabato 14 gennaio ROMANENGO

Juan Andrs Garca Romn

TEATRO LEZIONI DI GIARDINAGGIO PLANETARIO Alle ore 21.15 al Teatro Galilei, una lezione di giardinaggio vera e semiseria, con Lorenza Zambon. Per informazioni: 0373-729263. *** Marted 17 gennaio CASALMAGGIORE TEATRO BLACKBIRD Alle 21 al Teatro Comunale di Casalmaggiore, spettacolo di David Harrower con il Piccolo Teatro di Milano - Teatro dEuropa. Regia di Lluis Pasqual, con Massimo Popolizio e Anna Della Rosa e con Silvia Altrui. Per informazioni: 0375-284434. *** Marted 17 gennaio CREMONA

CONCERTO I NUOVI TALENTI Alle 20.30 al Teatro Ponchielli, concerto con Veronika Eberle al violino e Francesco Piemontesi al pianoforte. In programma, Sonata in la maggiore op. 47 Sonata a Kreutzer (1802-03) di Ludwig van Beethoven e Sonata per violino e pianoforte (1916-17) di Claude Debussy e Sonata n. 1 in do diesis maggiore op. 21, Sz. 75 (1921) di Bla Bartk. Per informazioni: 0372-022010. *** Sabato 21 gennaio CASALBUTTANO TEATRO VOCI DAL BUIO Al Teatro Bellini (ore 21) in scena lo spettacolo di Federico Benna, con Federico Benna, Enrico Tomasoni, Paola di Ges, regia di Danio Belloni e Enrico Tomasoni. Per informazioni: 0374-364480.

LOroscopo della settimana


Per scrivere a Maria: promedia@fastpiu.it
Cara Maria, non so se largomento che vorrei affrontare con lei trovi posto nella sua rubrica, ma vorrei ascoltare il suo parere. Da anni, ormai, cerco di stare attenta a non produrre troppi rifiuti, a fare la raccolta differenziata, a non sprecare cibo e energia. Ho tirato su cos anche i mie figli, e ora il mio nipotino Luigi, che spesso sta con me, poich i genitori lavorano fino a tardi la sera. Quindi spesso dorme a casa mia. Poco prima delle vacanze di Natale lho mandato a scuola con una mela per merenda. Alluscita, mi sono accorta che era triste, e mi sono fatta raccontare che cosa fosse successo. Ha confessato che si sentiva povero di fronte ai compagni con le merendine. stato molto brutto, per me. Ho cercato di spiegargli, come ho fatto sempre; penso che abbia capito, ma mi sono sentita ferita. Ho sbagliato tutto, Maria? Andreina Cara Andreina, non solo non ha sbagliato, ma sta facendo grandi cose per suo nipote, per i suoi compagni, per tutto il pianeta. Sono piccoli gesti come il suo che contribuiranno a salvare questo nostro mondo. Qualcuno pu dire: a che servono, i piccoli gesti quotidiani, a fronte degli enormi problemi della scarsit di risorse, della crisi energetica, dellinquinamento, del buco dellozono etc? in realt, risparmiare energia anche solo facendo attenzione alle lampadine di casa, oppure consumare il pi possibile prodotti locali, coltivare un orto, non sprecare, ridurre i consumi del superfluo, camminare e andare in bici, fare la raccolta differenziata, riciclare, sono tutti gesti che aiutano il mondo e tutti noi. E aiutano leconomia globale e locale, ormai comprovato: sa quanta nuova economia, quanti mestieri nuovi, quanta ricerca e tecnologia possono provenire da uno stile di vita nuovo e meno impattante sullambiente? Quanto al suo nipotino, provi a spiegargli questi temi, chiaramente con un linguaggio adeguato; ma soprattutto, gli insegni che il cibo fondamentale, perch noi siamo anche il cibo che mangiamo. Cos come siamo lacqua che beviamo e laria che respiriamo. Gli spieghi delle calorie, dei grassi, delle vitamine eccetera. Gli insegni a vedere insieme come un gioco le calorie e la composizione dei cibi e delle bevande, segnalate sulle etichette delle confezioni. Vedr che il piccolo capir sempre di pi, sapr rispondere ai compagni e verr su un bel ragazzo forte e sano, fortunato ad avere una nonna come lei. Non sarebbe male, inoltre, che a scuola si insistesse sempre di pi di questi temi: provi a parlarne con le insegnanti.

a cura di: MICHELA

Il 2012 iniziato senza infamia e senza lode. Per i nati nella terza decade, Venere conforta il cuore e il portafogli. Entrate in aumento. Cresce dunque il vostro buon umore. Tante sono le aspettative per tutto lanno. Il lavoro in forte espansione. Impegnatevi molto perch chi semina raccoglie ed in programma un raccolto molto ricco. Consiglio: siate pi coraggiosi nelle scelte e prendete pi spesso liniziativa. Sar tutto pi facile. Lamore vi segue per tutta la settimana e non solo. Per chi single, buone prospettive in vista, mentre i rapporti solidi diventano granitici. Non scherzate con il fuoco tenendo i piedi in pi scarpe. Prudenti nelle attivit fisiche. Siete estremamente produttivi, attenti, quotati, ben pagati e considerati ottimi compagni di gruppo. Al contrario lamore minaccia una rovinosa caduta. Non si pu avere tutto in un sol momento. Questioni di soldi da gestire con accortezza. Con tanta inventiva e tanto impegno che non vi mancano- ce la farete ad uscire da ogni impiccio. Volont e determinazione contraddistinguono il vostro segno. Sorprese in amore. Lavoro, amore e soldi sono quasi al top. Sarete bombardati dalle stelle pi creative e redditizie. Pi intimit con il partner, non trascuratelo. Sarete un po insopportabili, caratterialmente parlando: siate pi propensi alle intese. I vostri quattro assi nella manica sono: fiuto, creativit, esperienza e charme. Giocateli bene, ottime carte per iniziare bene lanno, non male direi. Settimana importantissima per gli affari e curate la forma fisica. Instaurate ottimi contatti che vi porteranno parecchi soldi. Cambiamenti importanti nel settore professionale soprattutto per le vecchie intese. Rinnovamenti anche amorosi: alta la temperatura dellamore. Nel lavoro farete rodere di invidia i vostri rivali storici. Nellamore trionferete a pi non posso. Che volere di pi?! La mente infatti piena di tanti progetti e il cuore ribolle di sentimenti. Il lavoro procede bene grazie alla vostra creativit, a sponsor e protettori. Buone notizie economiche in vista. Soldi in aumento. Avete riposato durante le feste e i benefici si vedono ora perch siete carichi e determinati. Le finanze si rianimano perch potete concludere e consolidare parecchi progetti iniziati lo scorso anno. Il vostro charme cresce. Anche lamore trionfa come non mai. Consiglio: guardatevi sempre alle spalle. La Luna positiva chiama verso lamore, quindi matrimoni in vista, legami di vecchia data che riappaiono, nuove conoscenze. Cercate di essere un po pi diplomatici non troppo sfacciati, insomma trovare la giusta misura.

26

Venerd 13 Gennaio 2012

uned 16 e marted 17 gennaio su Raiuno va in onda la fiction dal titolo Anita Garibaldi, miniserie televisiva in due puntate diretta da Claudio Bonivento e co-prodotta da Goodtime e Publispei per Rai Fiction. La miniserie racconta i dieci anni della storia damore tra Anita Ribeiro - interpretata da Valeria Solarino - e Giuseppe Garibaldi, interpretato da Giorgio Pasotti, ma la particolarit di questa fiction che per la prima volta viene messo principalmente in risalto il punto di vista della moglie delleroe dei due mondi. Lei, infatti, era una donna forte, impavida, selvaggia, una creatura ribelle, che non si piega al suo destino di donna sottomessa e maltrattata. Complice anche il

Anita Garibaldi in una fiction

Cosa guardare in televisione

Tv& Cinema
modo in cui cresciuta, come un maschiaccio, sa andare a cavallo, coraggiosa e davanti agli uomini non abbassa mai lo sguardo, anzi, li fronteggia orgogliosa da pari a pari. E proprio per questo motivo che Anita diventer simbolo di grande espressione di emancipazione femminile e modernit. Ma Anita anche una donna molto bella e Giuseppe Garibaldi se ne innamor, ricambiato. Anche questa fiction, che si lega alla ricorrenza dei 150 anni dellunit dItalia, vuole raccontare avvenimenti realmente accaduti, ma questa volta da un punto di vista differente, quello passionale e coraggioso al femminile. Valeria Solarino protagonista della fiction, ha raccontato: Il mio sogno sempre stato fare un film dazione, come Nikita. Quando ho fatto il provino per Anita ho sentito che dovevo avere quel ruolo e, per essere presa, ho anche mentito, dicendo di saper andare a cavallo, perch non potevo non fare questo personaggio che allo stesso tempo una moglie, una madre e un soldato. E stata una grande emozione e una bella sfida fare un personaggio realmente esistito, mi sono documentata e ho cercato di restituire la sua passione, la sua gelosia e il suo carattere istintivo. Raiuno, luned e marted ore 21.10

Miniserie di due puntate in programma luned e marted su Raiuno alle 21.10

Una nuova fiction sul paranormale

SU CANALE 5

Viene messa in evidenza la figura di una donna molto forte e moderna

A lato e sopra due immagini della miniserie Anita Garibaldi composta da due puntate e in onda luned e marted su Raiuno

Su Canale 5 va in onda la fiction Il tredicesimo apostolo. Come si legge su www. mediaset.it, Gabriel Antinori (Claudio Gio) un giovane prete e professore universitario di teologia. Amato dai suoi studenti per la sua intelligenza anticonformista, Gabriel si occupa di esplorare i confini fra scienza e fede studiando il mondo dei fenomeni definiti paranormali. Mosso dal desiderio di esplorare i misteri della vita, Gabriel collabora con la Congregazione della verit, unistituzione ecclesiastica che verifica eventi razionalmente inspiegabili. Gabriel non un investigatore dellocculto ma un uomo di fede, scevro da pregiudizi e chiusure, che vuole comprendere il fenomeno che ha

davanti a s soprattutto da un punto di vista umano. Perch la stessa natura umana ad essere messa in gioco nel paranormale e questo Gabriel lo scoprir sulla sua pelle grazie allincontro con laffascinante psicologa Claudia Munari (Claudia Pandolfi). Claudia ha un atteggiamento pi scettico di Gabriel, crede nella potenzialit della mente umana pi che nel divino. Fra di loro scatta unintesa spiazzante, unattrazione irresistibile, spontanea e appassionata, ma irrealizzabile. E la loro collaborazione creer unalchimia speciale, alchimia che pu nascere solo dal seducente confronto tra razionalit e fede, tra scienza e spiritualit. Canale 5, mercoled ore 21.10

CINEMA - Programmazione settimanale


CREMONA Spaziocinema Cremonapo (0372 803674) www.spaziocinema.info Sherlock holmes: il gioco di ombre La talpa L'incredibile storia di Winter il delfino Succhiami Alvin Superstar 3 Shame Immaturi:Il viaggio J. Edgar Capodanno a New York Non avere paura del buio Il principe del deserto Filo (0372 411252) La chiave di Sara CineChaplin (0372 453005) J. Edgar PIEVE FISSIRAGA Cinelandia (0371 237012) www.cinelandia.it Sherlock holmes: il gioco di ombre J. Edgar Immaturi:Il viaggio Il gatto con gli stivali 3D Capodanno a New York Alvin Superstar 3 L'incredibile storia di Winter il delfino CREMA Porta Nova (0373 218411) www.multisalaportanova.it Succhiami L'incredibile storia di Winter il delfino La talpa Non avere paura del buio Benvenuti al nord Immaturi:Il viaggio J. Edgar Alvin 3
Cineforum Emotivi Anonimi Le nevi del Kilimangiaro

Lincredibile storia di Winter


Lincredibile storia di Winter il delfino ispirato alla storia vera del delfino Winter e della comunit che si unisce per salvargli la vita. LA TRAMA Mentre nuota libero, un giovane delfino rimane impigliato in una trappola per granchi e riporta gravi ferite alla coda, quindi viene soccorso e trasportato al Clearwater Marine Hospital, dove gli viene dato il nome Winter. Ma la sua lotta per sopravvivere solo allinizio. La perdita della coda pu costargli la vita e saranno necessarie lesperienza di un appassionato biologo marino, lingegno di un brillante medico esperto di prostetica e lincrollabile devozione di un ragazzo per portare a compimento un miracolo. Un miracolo che non solo ha salvato Winter, ma riuscito ad aiutare migliaia di persone in tutto il mondo.

Regia: Charles Martin Smith Genere: family

Il film Succhiami diretto da Craig Moss ed interpretato da giovani attori


Il film Succhiami la nuova parodia della saga di Twiligt. Diretto dal regista Craig Moss, interpretato da giovani attori come Frank Pacheco, Heather Ann Davis e Eric Callero, anche se nel cast c anche il veterano e noto Danny Trejo nel ruolo di Billy Black LA TRAMA Il film segue ci che nella realt (e non certo nei libri di Stephenie Meyer) succederebbe se Edward e Bella stessero insieme: dopo anni e anni di petting castigato, i due neosposini (interpretati da Eric Callero e Heather Ann Davis) vanno finalmente in luna di miele e fanno sesso sfrenato (merito anche delle energie adolescenziali), mentre il rivale licantropo Jacob (interpretato da Frank Pacheco) ormai depresso, abbandona la cultura fisica (sono memorabili i suoi pettorali sempre mostrati al vento nella Twilight Saga) per darsi al cibo ipercalorico, allobesit e alla conseguente effimera consolazione psicologica. La svolta narrativa e il colpo di scena arrivano quando la coppia Edward e Bella, che vorrebbe generare un figlio, fa gli esami del sangue e scopre una sorpresa

Arriva la nuova parodia della saga dei Twiligt

Il film Solo 2 ore con Bruce Willis

IN TV - Su Rai Movie

Regia: Craig Moss


Durata: 96 minuti. Produzione: Grindstone Entertainment Group. Cast: Heather ann Davis, Eric Callero, Frank Pacheco, Peter Gilroy, Alice Rietveld, Jessica Kinsella, Taylor Graham, Eric Tiede, Danny Trejo, Alissa Kramer. Genere: comico.

Gioved 19 gennaio alle 21 su Rai Movie va in onda il film Solo 2 ore. LA TRAMA A fine turno, il detective Jack Mosley viene incaricato di accompagnare Eddie Bunker, un piccolo criminale, al tribunale che si trova a sedici isolati di distanza. Sembrerebbe un lavoro di routine, ma la situazione si complica quando un furgone nero inizia a seguirli e Eddie rischia di fare una brutta fine... Si tratta di un vero e proprio western metropolitano, che possiede una linearit e una regia cristalline, unit di tempo, luogo e azione nel perimetro chiuso di una citt zeppa di trappole. Ottime le performance degli attori Bruce Willis e David Morse, perfettamente nella parte.

Programmi Tv
sabato 14
06.30 10.05 11.10 12.00 13.30 14.00 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.00 00.30 01.30 09.00 10.15 10.50 11.15 13.00 14.00 17.10 17.45 18.05 18.35 19.35 20.25 21.05 21.50 07.30 10.15 12.00 12.25 12.55 14.00 14.45 16.55 18.00 19.00 20.00 21.30 23.15 23.35 00.35 unomattina. att settegiorni/aprirai.att unomattina storie vere la prova del cuoco tg 1 telegiornale le amiche del sabato.att tg1 telegiornale a sua immagine passaggio a nord ovest.doc l'eredit. game tg1/rai tg sport soliti ignoti ballando co le stelle. var di che talento sei? variet cinematografo summer in transylvania.tel sulla via di damasco.att aprirai. attualit mezzogiorno in famiglia.att tg2 giorno/dribbling. att d'artagnan e i tre moschettieri.film sereno variabile. attualit tg2 flash l.i.s. crazy parade. variet sea patrol. telefilm lasko. telefilm estrazio del lotto/tg2 castle. telefilm the good wife. telefilm il fidanzato di tutte. film doc martin. telefilm tg3 sport - meteo / tgr il settimanale. attualit ambiente italia. attualit tgr regione meteo -tg3 tg3 pixel/tv talk/tg3 l.i.s. un caso per due. telefilm 90 minuto - serie b. sport tg3/regione/meteo 3 blob/che tempo fa. variet today you die. film tg3 - tg regione - meteo un giorno in pretura.doc tg3 / tg3 agenda del mondo

Venerd 13 Gennaio 2012

27

domenica 15
06.30 09.20 10.55 12.20 13.30 14.00 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.30 00.35 01.00 02.30 09.25 10.15 10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.05 17.10 18.00 19.35 20.30 21.05 21.45 22.35 unomattina in famiglia.a tg1 lis santa messa/recita angelus linea verde. attualit tg1 telegiornale domenica in l'arena domenica in cosi' la vita l'eredit. game tg1 / tg sport soliti ignoti il restauratore. fiction speciale tg1. attualit tg1 notte applausi sette note social king. attualit ragazzi c' voyager.var a come avventura. att mezzogiorno in famiglia.v tg2 giorno/motori/meteo quelli che aspettano..var quelli che il calcio.. var tg2 l.i.s. stadio sprint. sport 90 minuto. sport lasko. telefilm tg 2 notizie ncis. telefilm charlie's angels. telefilm la domenica sportiva 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 21.10 23.15 01.00 01.25 01.30 02.00

Lunedi 16
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1/soliti ignoti.game anita garibaldi.fict porta a porta tg1 notte/focus qui radio londra sottovoce visioni private. att. 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.40 21.10 23.20 00.45 01.25 01.35 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.15 17.45 18.45 19.35 20.30 20.55 23.10 24.00 01.10

martedi 17
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1/qui radio londra. att soliti ignoti anita garibaldi.fict porta a porta tg1 notte/focus/che tempo fa qui radio londra rai educational tg2punto.it i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit desperate housewives.tel tg2 flash l.i.s./sport/notizie numb3rs. telefilm squadra speciale cobra 11 estrazioni lotto / tg2 il triangolo delle bermufa. film tg2 notizie rai 150 anni e.r. telefilm

mercoLedi 18
06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.40 21.10 23.50 01.15 01.50 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.30 17.45 18.45 19.35 20.30 20.55 23.10 23.25 00.40 01.10 12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15 24.00 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 18.55 19.35 20.30 21.10 23.40 02.10 unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1/qui radio londra. att soliti ignoti primaserata porta a porta. attualit anchese sar sola. film tg1 notte/focus qui radio londra tg2punto.it i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit desperate housewives.tel tg2 flash l.i.s./sport/notizie num3rs. telefilm squadra speciale cobra 11 tg2 notizie coppa italia: milan - novara tg2 notizie tracce. documenti tg parlamento. attualit e.r. telefilm tg3-sport-meteo 3-fuori tg le storie - diario italiano la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis lassie. telefilm cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit stanlio e ollio. corto un posto al sole. soap chi l'ha visto? attualit glob spread. variet tg3 linea notte detective monk. telefilm ricette di famiglia. att tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit hamburg distretto 21.tf scelta d'amore: la storia di hilary e victor. film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel non c' 2 senza 4. film nome in codice: nina.film the anniversary party.f 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.40 21.10 23.20 01.35 01.40 02.10 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.15 17.45 18.45 19.35 20.30 20.55 23.10 23.25 00.15

giovedi 19
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1/qui radio londra. att soliti ignoti che dio ci aiuti. fiction porta a porta qui radio londra sottovoce rai educational tg2punto.it i fatti vostri.variet tg2/costume e societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit desperate housewives.tel tg2 flash l.i.s./sport/notizie num3rs. telefilm squadra speciale cobra 11 estrazioni lotto / tg2 coppa italia: calcio diretta inter - genoa tg2 notizie almost true. documenti rai 150 anni 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.40 21.10 23.25 00.25 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.30 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.25 23.40 01.10 01.30 12.00 12.25 12.50 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.00 08.20 09.55 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.50 18.55 19.35 20.30 21.10 24.00 02.20

venerdi 20
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit tg1 telegiornale l'eredit. game show tg1/qui radio londra. att soliti ignoti attenti a quei duela sfida.variet tv7 attualit l'appuntamento tg2punto.it i fatti vostri.variet tg2/costume e societa' tge eat parade. attualit italia sul due. attualit desperate housewives.tel tg2 flash l.i.s./sport/notizie numb3rs. telefilm squadra speciale cobra 11 tg2 notizie senza traccia. telefilm tg2 notizie l'ultima parola. telefilm tg parlamento. attualit italia sul due. attualit tg3-sport-meteo 3-fuori tg le storie - diario italiano geo & geo. attualit la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis lassie. telefilm cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit stanlio e ollio. corto un posto al sole. soap bil dubbio. film e se domani short. att hunter. telefilm detective monk. telefilm ricette di famiglia: pranzo di capodanno.att tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. att/sentieri. soap vento di tempesta. film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel quarto grado. attualit obsession.film / tg4 gli esecutori. film

10.00 tg2punto.it 11.00 i fatti vostri.variet 13.00 tg2/costume societa' 13.50 medicina 33. attualit 14.00 italia sul due. attualit 16.15 desperate housewives.tel 17.45 tg2 flash l.i.s./sport/notizie 18.45 numb3rs. telefim 19.35 squadra speciale cobra11. telefilm 20.30 tg2 notizie 21.05 sempre pi convinto dalla cantina alla sistina variet 22.25 l'ispettore coliandro.fic 12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 22.35 24.00 08.20 09.40 10.50 11.30 12.05 13.00 13.50 15.10 16.15 16.55 18.55 19.35 20.30 21.10 00.10 tg3-sport-meteo 3-fuori tg le storie - diario italiano la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis lassie. telefilm cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit stanlio e ollio. corto un posto al sole. soap il mondo dei replicanti.f banlieue 13. film tg3 linea notte hunter. telefilm detective monk. telefilm ricette di famiglia. att tg4 / meteo un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit hamburg distretto 21.tf sentieri. soap il commissario cordier.f tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel true lies. film the corruptor.film

08.00 voglio essere amata in un letto d'onore. film 10.45 tgr estovest/mediterraneo 11.40 tgr regioneuropa. attualit 12.00 tg3 / meteo3 / telecamere 12.55 prima della prima. mus 13.25 il capitale di philippe daverio. attualit 14.00 tg regione/meteo/in 1/2 h 15.05 alle falde del kilimangiaro 17.55 per un pugno di libri. att 19.00 tg3 - tg regione - meteo 20.00 blob. attualit 21.30 presadiretta. attualit 23.35 tg 3/lilit. variet 09.30 10.00 11.00 11.30 12.00 13.20 14.00 15.10 16.50 18.55 19.35 21.30 23.45 07.55 08.00 08.50 10.00 12.45 13.00 14.00 16.15 18.50 20.00 20.40 21.30 23.40 00.40 02.00 07.40 12.25 13.00 14.00 16.40 18.30 19.00 19.10 21.30 23.50 00.15 00.40 02.05 06.00 07.00 10.00 10.40 11.45 13.30 14.05 17.10 19.00 20.00 20.30 21.40 23.30 23.40 04.55 magnifica italia. doc santa messa pianeta mare. attualit tg 4 telegiornale melaverde. attualit pianeta mare. attualit life. documenti fermati o mamma spara.f walker texas ranger: colpo grosso a fort worth.f tg4 telegiornale - meteo 4 tempesta d'amore. soap il profumo del mosto selvatico. film mary reilly. film traffico - meteo 5 tg5 mattina le frontiere dello spirito tentazioni d'amore. film grande fratello. reality tg5 telegiornale - meteo 5 scherzi d'amore. film domenica cinque. variet the money drop. quiz/tg 5 tg 5 telegiornale - meteo 5 paperissima sprint distretto di polizia 11.fic terra! attualit tg5 notte/meteo 5 kings. telefilm cartoni studio aperto - meteo guida al campionato.sport l'isola misteriosa. film air bud 2: eroe a quattro zampe. film studio aperto cartoni un principe tutto mio.film hitch: lui s che capisce le donne film cos fan tutte. sitcom controcampo. sport poker1mania. variet texas. film tg la 7 - meteo - oroscopo omnibus / tg la 7 m.o.d.a. attualit la 7 doc. documenti due south. telefilm tg la7 ma anche no. attualit against the ropes. film the show must go off.var tg la7 in onda. attualit the unsaid. film tg la7 terra e libert. film in onda. attualit

12.00 tg3-sport-meteo 3-fuori tg 12.45 le storie - diario italiano 13.10 la strada per la felicit 14.00 tg regione - meteo - tg3 14.50 tgr leonardo/ tg3 lis 15.05 lassie. telefilm 15.50 cose dell'altro geo. att 17.40 geo & geo. attualit 19.30 tg3 - regione - meteo -blob 20.15 stanlio e ollio. corto 20.35 un posto al sole. soap 21.05 ballar. attualit 23.15 glob spread. variet 24.00 tg3 linea notte 01.05 rai educational. attualit 08.20 09.55 10.50 11.30 12.00 13.50 15.10 16.15 16.40 18.55 19.35 20.30 21.10 23.10 02.25 hunter. telefilm detective monk. telefilm ricette di famiglia. att tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf forum. attualit hamburg distretto 21.tf sentieri. soap rullo di tamburi. film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel lie to me. telefilm contact. film fantascienza tutta colpa del paradiso.f

12.00 tg3-sport-meteo 3-fuori tg 12.25 le storie - diario italiano 12.50 geo & geo. attualit 13.10 la strada per la felicit 14.00 tg regione - meteo - tg3 14.50 tgr leonardo/ tg3 lis 15.05 lassie. telefilm 15.50 cose dell'altro geo. att 17.40 geo & geo. attualit 19.30 tg3 - regione - meteo -blob 20.15 stanlio e ollio. corto 20.35 un posto al sole. soap 21.05 il segno della libellula: dragonfly. film 23.00 correva l'anno. docum 09.55 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.40 18.55 19.35 20.30 21.10 23.25 01.50 detective monk. telefilm ricette di famiglia. att tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit hamburg distretto 21.tf sentieri. soap lui peggio di me. film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel l'ultimo padrino. fiction the pacific. telefilm anime in delirio. film

rete 4

09.45 detective monk. telefilm 10.50 ricette di famiglia. att 11.30 tg 4/meteo/notizie/traffico 12.00 un detective in corsia.tel 13.00 la signora in giallo. tel 13.50 il tribunale di forum 15.00 poirot. telefilm 17.00 psych. telefilm 18.00 pianeta mare. doc 18.55 tg 4 - meteo 4 19.35 tempesta d'amore. soap 21.15 delitto perfetto. film 23.35 exposure: sangue in copertina. film 03.30 stanotte sarai mia. film 07.55 09.45 10.15 13.00 13.40 14.10 15.30 18.50 20.00 20.30 21.10 00.30 01.30 02.50 07.00 10.50 12.20 12.25 13.40 14.35 16.35 18.30 19.00 19.25 21.10 22.45 00.15 00.40 02.25 06.00 10.00 11.10 12.25 13.30 14.05 16.00 18.15 19.20 20.00 20.30 21.30 00.10 01.35 03.20 traffico/meteo/tg5 mattina finalmente soli. telefilm tin cup. film tg5 telegiornale/meteo 5 riassunto grande fratello amici. talent show verissimo: tutti i colori della cronaca. attualit the money drop. quiz tg 5 telegiornale - meteo 5 striscia la notizia. var italia's got talent.talent s avvocati a new york. tel tg5 notte/meteo 5 sex & law. telefilm cartoni scooby-doo. film animaz cartoni studio aperto - meteo cartoni grosso guaio a chinatown.f il bambino d'oro. film studio aperto - sport cartoni shark tale. film madagascar. film cenerentola e gli 007 nani.f studio sport xxl poker1mania. variet napoli violenta. film tg la7 / omnibus. attualit bookstore. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 noi siamo angeli. film cant - bologna. basket i magnifici sette. telefilm the show must go off.var tg la7 in onda. attualit the show must go off.var 1 km da wall street. film m.o.d.a. attualit la taverna della giamaica.f

canaLe 5

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.20 grande fratello.r show 00.15 mai dire grande fratello 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.25 21.10 23.00 00.50 03.25 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 23.45 00.20 00.30 02.05 una mamma per amica.tel grey's anatomy. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom the middle. telefilm la vita secondo jim. sit trasformat. game show studio aperto - sport csi scena del crimine.tel csi: new york.telefilm white collar. telefilm modamania. attualit von buttiglione sturmtruppenfhrer.film coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 il dominatore. film atlantide. documenti l'ispettore barnaby. tel g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit l'infedele. film innovation. attualit tg la7 (ah) ipiroso. attualit otto e mezzo. attualit

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 il peccato e la vergogna.fic 23.30 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.25 21.10 24.00 01.05 01.20 03.15 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 23.05 24.00 00.30 01.55 una mamma per amica.tel grey's anatomy. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom the middle. telefilm la vita secondo jim. sit trasformat. game show studio aperto - sport csi scena del crimine.tel wild oltrenatura.docum romanzo criminale.fiction studio aperto the shield. telefilm nudo e crudele. film coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 il presidio. film atlantide. documenti l'ispettore barnaby. tel g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit l'ispettore barnaby. telef n.y.p.d. telefilm tg la7 (ah) ipiroso. attualit otto e mezzo. attualit

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 il 13 apostolo.fiction 23.30 squadra antimafia.fiction 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.25 21.10 23.05 24.00 03.15 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 23.30 00.20 00.30 01.30 una mamma per amica.tel grey's anatomy. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom the middle. telefilm la vita secondo jim. sit trasformat. game show studio aperto - sport csi scena del crimine.tel i fantastici 4. film cos fan tutte. sitcom scuola di ladri. film l'uomo che sfid l'organizzazione. film coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 risvegli. film atlantide. documenti l'ispettore barnaby. tel g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit philadelphia. film n.y.p.d. telefilm tg la7 (ah) ipiroso. attualit g' day. variet

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 la prima cosa bella. film 23.45 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.25 21.10 23.10 01.00 03.10 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 24.00 00.10 01.10 01.45 una mamma per amica.tel grey's anatomy. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom the middle. telefilm la vita secondo jim. sit trasformat. game show studio aperto - sport csi scena del crimine.tel true justice: la vendetta. film nikita. telefilm studio aperto la sindrome di stendhal.f coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 ..e giustizia per tutti.film atlantide. documenti l'ispettore barnaby. tel g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit piazzapulita. attualit tg la7 (ah) ipiroso. attualit g' day. variet otto e mezzo. attualit

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 zelig. variet 23.30 mai dire grande fratello 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.45 18.30 19.25 21.10 23.25 01.40 01.55 03.40 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.30 19.30 20.00 20.30 21.10 23.35 00.30 00.40 01.40 una mamma per amica.tel grey's anatomy. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom the middle. telefilm la vita secondo jim. sit trasformat. game show studio aperto - sport csi scena del crimine.tel l'incredibile hulk. film the punisher. film studio aperto the shield. telefilm sole nudo. film commedia coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 abissi. film atlantide. documenti l'ispettore barnaby. tel g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit le invasioni barbariche.att sotto canestro tg la7 (ah) ipiroso. attualit g' day. variet

itaLia 1

La 7

28
GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00. PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi c ome indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da luned a venerd. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da luned a venerd dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia da luned a venerd dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

Alimentazione sbagliata e infiammazioni G


di Laura Bosio li eccessi delle feste spesso presentano conti salati: alcol e cibo in abbondanza, alimenti ipercalorici e grassi, possono portare a numerosi problemi gastrointestinali. A patire da una patologia molto comune: l'infiammazione delle emorroidi. Regime alimentare e stili di vita sono tra le prime cause di molte malattie proctologiche, tra cui appunto l'infiammazione delle emorroidi spiega Ernesto Laterza, primario di chirurgia all'ospedale Oglio Po di Casalmaggiore. Per questo motivo gli eccessi dei giorni scorsi possono essere la causa di problemi infiammatori di vario livello. Quali gli alimenti "a rischio"? I fattori irritanti sono alcol, cioccolato, caff, salumi, cibi piccanti, bibite gassate: tutti alimenti che producono irritazione sulla mucosa delle emorroidi. Accanto a questo vi sono altri elementi scatenanti, come la scarsa assunzione di liquidi, la carenza di fibre nell'alimentazione quotidiaLOspedale Oglio Po Ernesto Laterza, direttore dellunit operativa di chirurgia dellOglio Po

Nel periodo delle feste leccesso di cibo pu cagionare problemi. Ecco i rimedi

na, la stitichezza. Quali sono gli altri fattori di rischio? A portare irritazione vi sono anche alcune abitudini sbagliate, come l'attesa seduti sul water per prolungati periodi di tempo. E ancora, lo stile di vita ha il suo peso: la sedentariet da un lato, e dall'altro lo stare in piedi troppo a lungo, provocano effetti irritatori. Anche certi farmaci possono portare, a volte, problemi di questo tipo. E' il caso della pillola anticoncezionale, ad esempio. Oppure un utilizzo eccessivo di lassativi.

Quanto importante la prevenzione? Molto. E si estrinseca nell'evitare il pi possibile i fattori di rischio, a partire dall'alimentazione non corretta. Importante anche cercare di fare attivit fisica, ma senza eccedere, e soprattutto evitare sport che possono far peggiorare la situazione, come ad esempio il ciclismo. Qual l'incidenza della patologia? Pi diffusa di quanto si immagini: si calcolato che circa met della popolazione oltre i 50 anni

ne soffre o ne ha sofferto in passato. Senza contare che molte persone ne soffrono ma non dicono niente: si tende infatti a considerarla come una sorta si tab, e spesso non se ne parla neppure al medico, se non quando i problemi iniziano ad essere abbastanza intensi. Quali sono i sintomi a cui fare attenzione? Il pi frequente il sanguinamento dopo la defecazione, anche se tale sintomo va sempre accertato perch possono essere anche se tale sintomo pu essere anche legato ad altre patologie pi gravi, e quindi va sempre accertato. Altri sintomi sono prurito, bruciore e senso di pesantezza. Se il dolore diventa importante, potrebbe essere in atto una crisi emorroidale forte, forse anche con trombosi della vena. In questo caso necessario l'intervento immediato. Come agire in caso di infiammazione? Se si tratta di un semplice bruciore sufficiente una pulizia quoditiana con saponi acidi o prodotti a base di camomilla. In ogni caso sempre meglio farsi vedere da un medico. Parlando di cura, a seconda del tipo e del grado dell'infiammazione il medico sceglie come intervenire. A uno stadio precoce esistono cure ambulatoriali, mentre in forme pi avanzate esistono interventi pi impegnativi, anche se sempre in day surgery, come la legatura delle emorroidi. Si pu guarire completamente? Si, senza dubbio-

Venerd 13 Gennaio 2013

29

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Ozono e mal di schiena: le cause


Riprendiamo i nostri incontri settimanali parlando di una patologia molto diffusa: il mal di schiena. Nellambito delle patologie trattabili con lozoIl dottor Luigi Mitoli, no, il mal di schiena certamedico-chirurgo mente molto comune. Si tratozonoterapia ta di un disturbo che afigge una gran parte della popolazione. Spesso non viene considerato alla stregua di altre malattie, pur essendo sovente molto doloroso. Il paziente resiste nch non ne pu pi, cio tira avanti lo stesso, con calmanti e anti inammatori,cerca di non dargli importanza, di non ascoltarlo. E dire che quando ci colpisce non ci d requie, continuo e senza interruzioni, molto intenso e capace di limitare notevolmente la nostra attivit quotidiana. Ma pur stringendo i denti, un brutto giorno pu capitare di restare bloccati. Pare ne soffra no al 65-80% della popolazione mondiale, con conseguenze sociali ed economiche molto serie. Solo in Italia sono circa 4 milioni i pazienti affetti da questo problema che annualmente si rivolgono ai medici. Esaminiamone le pi importanti cause scatenanti . LErnia del disco, la pi conosciuta, nasce quando la parte centrale del disco intervertebrale, il nucleo polposo, esce dalla sua sede, erniandosi. Questa massa erniata comprime le radici dei nervi che decorrono in zona, nel punto in cui escono dal canale spinale. Il dolore, molto forte, pu essere lombare, o irradiato anche allarto inferiore,( lombo sciatalgia), spesso con formicolio, disturbi della forza e della sensibilit della gamba no al piede. Come lernia,ma solitamente di minore grandezza la Protrusione. Altra causa del male pu essere lArtrosi, o spondiloartrosi, invecchiamento progressivo e degenerativo della colonna. Colpisce i punti di uscita dei nervi spinali oppure causano restringimento del canale spinale. D dolore e rigidit ed frequente dopo i 60 anni. Va ricordato che pu insorgere anche pi precocemente in seguito a sforzi e lavori pesanti continuati nel corso degli anni, che provocano sovraccarico della colonna. Riceve a Cremona in via Giuseppina 21. Tel. 0372 434988 331 5825327

A CREMONA IN VIA GIUSEPPINA 21

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentile Naturopata, sono una "buona forchetta" e in questo periodo di feste mi sono regalata 3 kg. Sono anche un p pigra e per perdere i chili delle festivit natalizie di solito soffro la fame per un mese. Leggo da tempo la sua rubrica e mi piace molto, ho pensato di chiedere a Lei un consiglio per perdere questi chili senza soffrire come al solito, naturalmente se questo possibile. La ringrazio per l'attenzione e le porgo i miei pi cordiali saluti. Annalisa Sono molti i modi per perdere il peso preso nel periodo delle festivit, per quanto La riguarda suggerirei di fare 5 o 6 piccoli pasti durante la giornata, cos pu evitare di "soffrire la fame" . Mastichi molto lentamente e quando sente il senso di saziet, anche se ha ancora cibo nel piatto, sarebbe buona cosa smettere di mangiare. Di utilit Le sarebbe anche fare una lunga passeggiata ogni giorno e se lo desidera pu prendere una tisana depurativa. Con queste piccole attenzioni torner al suo peso senza fatica e senza sofferenza. Gentile naturopata sono sempre molto stanco , eppure mangio per tenermi su. Cosa posso fare? La sua espressione "Mangio per tenermi s" mi fa pensare che potrebbe avere bisogno di una dieta pi adatta a Lei. In ogni caso quando la stanchezza dura da pi di due settimane bene consultare il proprio medico.Se dopo i vari accertamenti risultati negativi la stanchezza continua,pu chiamarmi per un incontro , non posso darle una risposta che abbia senso senza avere un quadro completo.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

Come rimettersi in forma dopo le feste


Abbiamo chiesto consiglio alla nutrizionista Annalisa Subacchi. Evitare gli errori dovuti ai sensi di colpa
Dottoressa ANNALISA SUBACCHI Nutrizionista, specialista in test intolleranze alimentari e diete personalizzate. Master in Nutrizione Fitness e Sport Pesidente ALIAC Onlus di Cremona. La dottoressa Subacchi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@nutrizionistabiologo.it oppure a ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a CREMONA: presso Lambulatorio Medicenter, via Giuseppina 21 (0372-434988) CREMONA: Ambulatorio Med di Gadesco P Delmona (0372-803801) CREMA presso ambulatorio Santa Claudia (366-4759134)
Esiste una soluzione o siamo destinati a continuare ad ingrassare? Il Consiglio da nutrizionista che fornisco di adottare una serie di comportamenti virtuosi abbinandoli a poche semplici regole. Innanzitutto cerchiamo di eliminare dalla tavola tutti gli avanzi, le torte, i dolci, le caramelle, i cioccolatini che avete accumulato in giro per la casa in quei giorni. Stabiliamo un regime alimentare corretto, ovvero consumando carboidrati come pane e pasta a mezzogiorno (non vanno eliminati) e proteine della carne e del pesce alla sera. Eliminiamo latticini, formaggi ed insaccati, di cui abbiamo abusato a Natale, privilegiando pesce fresco, carne bianca e tanta verdura di stagione. Impariamo a dire di no: dopo le feste per "smaltire" gli avanzi della befana, per esempio panettoni in ufcio tra colleghi, oppure in casa quando arriva quell'improvvisa voglia di "qualcosa di buono", bisogna resistere alla tentazione. Sembrer banale ma gia cos ci priviamo in molte, molte calorie dannose Almeno nel brevissimo periodo, cerchiamo di consumare piatti pi piccoli. Il trucco consigliato dai nutrizionisti? Usate piatti pi piccoli del solito: un inganno per l'occhio, ma efcace. Limitiamo per un po le uscite serali in ristoranti e pizzerie: preferite il cinema, il teatro una semplice passeggiata in una citt d'arte, una serata da ballo. Evitate di sedervi a tavola con gli amici. Riempite la dispensa con una spesa che tenga conto del nuovo regime alimentare che avete deciso di seguire. Non fate quindi entrare in casa niente che non sia in linea con la vostra nuova 'losoa alimentare'. Quando fate la lista della spesa - sembrer esagerato ma non lo - fatela a stomaco pieno. Valutate di iscrivervi in palestra in modo serio. Non fate afdamento sulla possibilit di andare a correre per strada o di fare lunghe camminate perch tanto non le farete, visto il clima pessimo che, sappiamo tutti, ci accompagner da adesso no alle porte dell'estate. Ultimo consiglio, il pi importante, seguite i suggerimenti di uno specialista del settore che vi sapr seguire e consigliare nel modo pi sicuro, evitando i fai da te e i consigli da rivista di gran moda ma di scarso valore scientico. Un consiglio della dottoressa Subacchi per salutare i lettori? Siate felici e cercate di trovare il vostro stile di vita, in modo che lalimentazione diventi un piacere non un obbligo. Per mantenersi in forma non bisogna privarsi del cibo ma saperselo scegliere, cucinare e gustare nel modo giusto.

Bando per la prevenzione del randagismo

ome smaltire gli stravizi delle festivit? Come rimettersi in forma dopo il "tour de force" di cenoni, dolci, pesce fritto e panettoni? Abbiamo posto la fatidica domanda da "post-festivit" alla nota nutrizionista cremonese Annalisa Subacchi. Una ricerca americana ha infatti stabilito che durante le abbuffate delle vacanze natalizie, si aumenta dai due ai cinque chili e a quanto pare anche in Italia non siamo messi meglio... Dottoressa, iniziamo parlando degli errori da evitare Il primo errore che correggo nei miei pazienti proprio il digiuno dovuto ai sensi di colpa! Da molti pazienti sento fare la battuta Ho esagerato con dolci, primi piatti e cenoni vari mi sa proprio che comincer qualche giorno di digiuno. Ai lettori ed ai pazienti dico invece: il sacricio inutile. Lorganismo durante le festivit si infatti abituato ad immagazzinare tante calorie (solo una fetta di panettone farcito ha pi di 1000 kcal) e privandolo improvvisamente del cibo blocchiamo il nostro metabolismo, non bruciamo pi calorie e rischiamo di perdere tempo e non peso. Secondo errore, che osservo spesso nei non sportivi, di esagerare con lattivit sica, per rimettersi in forma. In realt troppi allenamenti eccessivi, per chi non abituato, crea solo danni e non beneci.

Controllo demografico della popolazione animale, al via nuovi finanziamenti

Grazie ad un nanziamento complessivo di 1,9 milioni di euro Regione Lombardia sosterr, attraverso due diversi bandi, progetti per il controllo demograco della popolazione animale e la prevenzione del randagismo (1,4 milioni) e per lo sviluppo, presso le Province e i Comuni, degli Ufci Diritti Animali (500.000 euro). E' quanto prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Sanit, Luciano Bresciani. Questo provvedimento attua quanto previsto dal Piano regionale triennale, varato a dicembre 2010, che prevede appunto la realizzazione di interventi di sterilizzazione della popolazione canina e felina, di prevenzione del randagismo e di incremento della presenza, a livello comunale e provinciale di 'sportelli' dedicati agli animali. Il primo bando ha una dotazione di 1,4 milioni, di cui 900.000 per la sterilizzazione di cani ospitati presso i canili sanitari o i rifugi, 400.000 per la sterilizzazione di gatti di colonia e 100.000 per la sterilizzazione di cani e gatti di propriet. Diversi gli obiettivo di questo bando, cui possono partecipare Asl, Comuni e Comunit montane per progetti da realizzare entro il 1 dicembre 2013: ottimizzare la gestione dei cani senza proprietario accolti presso i canili o i rifugi, per incentivarne l'adozione; assicurare condizioni di benessere alle colonie feline; evitare che proprietari di cani e gatti in condizioni di povert possano abbandonare o cedere in maniera non corretta eventuali cucciolate. Il secondo bando mette a disposizione di Province, Comuni e Comunit montane una somma complessiva di 500.000 euro per nuovi Ufci Diritti Animali (Uda) provinciali (100.000 euro) o per Uda comunali nuovi o gi esistenti. Questi ufci normalmente sono da organizzare con una attivit di front ofce (sportello per i cittadini per fornire informazioni, accogliere domande, attivare procedure o spiegare opportunit) e una di back ofce (preparazione della modulistica, raccolta, gestione e organizzazione delle informazioni). Chi vorr partecipare la bando dovr impegnarsi a tenere aperti gli Uda per almeno cinque anni e a formare il personale che vi lavorer.

30

Venerd 13 Gennaio 2012

Agricoltura
Manca laccordo sul prezzo con i macellatori
di sostegno per i produttori. I quali - per parte loro - devono darsi da fare per migliorare le condizioni di offerta del loro prodotto, aderendo a cooperative o organizzandosi in associazioni di tipo economico finalizzate alla cessione del latte alle migliori condizioni. Tra gli altri problemi ha rimarcato Piva vi anche luscita prevista dal sistema delle quote latte, con unulteriore liberalizzazione dei mercati e i rischi conseguenti. Mauro Poinelli ha quindi illustrato i principali aspetti tecnici presenti nel "Pacchetto latte", sul quale si trovato lo scorso gennaio un accordo politico tra Parlamento europeo e Consiglio, la cui ratifica ed efficacia prevista nei prossimi mesi, con lapplicazione a partire dalla prossima campagna lattiero casearia (al via il prossimo 1 aprile). Le misure contenute nel pacchetto sono di due tipi. Una prima serie riconducibile al riconoscimento delle organizzazioni di prodotto: saranno le prime ad entrare in vigore, seguite - nellarco di un semestre - da altre legate al riconoscimento di organizzazioni interprofessionali.

Incontro con Mauro Poinelli. Piva: Siamo costretti a subire le quotazioni imposte da pochi soggetti

Latte, timori per le prospettive future

ioved 5 gennaio la sezione latte della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi, ha incontrato Mauro Poinelli, responsabile del settore latte presso la direzione generale dellagricoltura dellUnione europea. Allincontro erano presenti, oltre ai consiglieri della sezione guidati dal vice presidente Maurizio Roldi, il presidente della Libera e vice di Confagricoltura Antonio Piva e Paolo Salomoni, presidente dellAssociazione dei produttori di latte cremonesi. Le preoccupazioni espresse si sono concentrate sul futuro del settore e sulla necessita di studiare attentamente tutte le possibilit offerte dal "pacchetto latte"; in particolare quelle relative alla strutturazione di una specifica Organizzazione dei produttori con mansioni eminentemente economiche. Le aziende da latte sono seriamente preoccupate per il loro futuro ha dichiarato Piva sono stati fatti investimenti importanti, e con

A cura di Libera Agricoltori

Suinicoltura, scontro con gli allevatori


Nel corso dellultimo incontro dellanno della Commissione unica nazionale per la rilevazione di prezzo dei suini grassi tenutasi a Mantova i rappresentanti dei macelli, non trovandosi daccordo con le proposte delle altre componenti il tavolo, avevano abbandonato la seduta. Di conseguenza il prezzo era stato fatto dalle altre componenti riconfermando, in sostanza, quello della settima precedente: 1,477 euro il chilo. Nonostante tale quotazione sia stata effettuata regolarmente ai sensi dellarticolo 7 del regolamento della Cun stessa, i macellatori si sono rifiutati di pagare quella cifra nel corso delle macellazioni nelle settimana successiva. Non solo, nella prima seduta dellanno, tenutasi il 5 gennaio in via eccezionale a Parma, hanno determinato un crollo delle quotazioni dei grassi di ben 77 centesimi, portandole a 1,4 euro il chilo. Tra le due sedute della Cun, del 29 dicembre e del 5 gennaio, si sono tenuti incontri dei produttori che hanno sottolineato le gravi scorrettezze commesse dai rappresentanti dei macellatori abbandonando prima la seduta della Commissione e poi rifiutandosi di pagare il prezzo determinato in loro assenza. Gli allevatori di Confagricoltura, riunitisi a Mantova, hanno sottolineato la necessit di ribadire la validit legale del prezzo fissato in sede Cun. E stata poi avanzata la proposta di spostare la prenotazione dei suini al gioved pomeriggio, dopo la rilevazioni prezzo della Commissione, al fine di non fornire elementi utilizzabili strumentalmente da parte di alcuni commissari. E stata lanciata anche la proposta di indire riunioni preliminari degli allevatori prima della sessione della Cun al fine di allineare bene le posizioni del mondo allevatoriale da sostenere poi in sede ufficiale. Il presidente della sezione zootecnica di Cremona, Vincenzo Marchini ha ribadito le richieste dei suinicoltori cremonesi. Cremona, Mantova e la bassa bresciana oggi sono al centro della suinicoltura nazionale e non bisogna dimenticare che qui si fissa il prezzo di riferimento dellintero mercato nazionale. Siamo di fronte allennesima dimostrazione di arroganza con la messa in atto di un boicottaggio senza precedenti. In una situazione del genere non resta che unalternativa: ridurre le consegne e strappare i contratti. Una posizione condivisa dai tanti allevatori riuniti da Confagricoltura, ormai stanchi dellarroganza dei macellatori . Da qui la decisione di passare ai fatti, lasciando da parte le chiacchiere, con poche ma chiare condizioni per recuperare una situazione che sembra aver raggiunto il suo livello di criticit pi alto.

Antonio Piva

I costi di produzione sono in continuo aumento

il clima attuale il rientro non si prospetta semplice. Il prezzo si sta standardizzando su quotazioni internazionali, con un evidente danno per i nostri produttori. I costi di produzione sono in continuo aumento, come dimostrano anche quelli pi recentemente rilevati che riguardano le materie prime; e non consentono dunque di trarre il giusto reddito per chi consegna il latte allindustria. In questo comparto poi, con lacquisizione di Parmalat da parte del gruppo francese Lactalis, stiamo assistendo allo svilup-

po di una forte concentrazione degli acquirenti che si avvicina al monopolio. E questo rischioso, non solo perch siamo costretti a subire le quotazioni imposte da pochi soggetti, ma anche perch con il tempo si pu correre il rischio di una forte delocalizzazione degli impianti per la lavorazione del latte fresco. Unancora di salvezza rappresentata dalla cooperazione che sta remunerando il latte decisamente meglio; ma occorre che anche lindustria si adegui in tempi brevi, o dovranno essere previste misure

La liberalizzazione dei mercati comporter gravi rischi

Pioneer in campo per sviluppare materie prime innovative


Parte dagli Stati Uniti ma chiamer in causa anche Pioneer Italia laccordo di collaborazione appena siglato tra Dupont e NexSteppe per lo sviluppo di materie prime innovative destinate a biocarburanti, bioenergie e biomateriali. In particolare saranno coinvolte la sede di Gadesco Pieve Delmona ed il centro di ricerca e sperimentazione di Pessina Cremonese. Sul nostro territorio si concentrer lo sviluppo di nuovi ibridi di sorgo zuccherino e sorgo da biomassa ad alta resa, che porteranno nuove ed aggiuntive opzioni di materie prime specifiche per le esigenze delle industrie di biocarburanti, bioenergie e biomateriali. Pioneer Hi-Bred fornir conoscenze, risorse e tecnologie innovative per supportare la societ nella costituzione e commercializzazione di nuovi ibridi di queste specie. Collaborazioni come questa appena avviata con NexSteppe creeranno

SIGLATO LACCORDO TRA DUPONT E NEXSTEPPE

PARCO OGLIO SUD

Nasce la Comunit

nuove opportunit per gli agricoltori nel rispondere alla crescente domanda di alternative sicure, accessibili e ambientalmente sostenibili ai combustibili fossili.

Secondo la nuova denominazione data dalla Regione, gioved 5 gennaio nata la prima Comunit del Parco Oglio Sud. Nella sala riunioni della sede di Calvatone stato nominato con soddisfazione generale e allunanimit il nuovo consiglio di gestione, destinato a restare in carica per i prossimi cinque anni. Tutti daccordo per la conferma del presidente Alessandro Bignotti. Nel consiglio sono stati confermati Rossana Lucini di Rivarolo Mantovano e Giovanni Avanzini di Pessina Cremonese. Nuovi ingressi Fabrizio Degani di Soncino, consigliere proposto dalla giunta regionale, la cui nomina nel cda stata accolta allunanimit, e Salvatore Rosario Villirillo di Viadana.

TABELLA AGGIORNATA AL 12 GENNAIO 2012


PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe) SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

PRODOTTO MODENA
(fino) 212-217 201-202

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
2,30-2,65

MILANO
MONTICHIARI 1,10-1,20 MONTICHIARI 0,80-0,92 Vitelloni da macello 24/30 mesi 1,30-1,45 MONTICHIARI 1,00-1,10 MONTICHIARI 3,80-4,00

MANTOVA
da macello 1,160-1,260 0,89-0,99

MODENA
--

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA
202-204

MILANO
n.q.

MANTOVA
212-217

VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg ) frisona VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga BURRO pastorizzato PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

Kg.

2,00-2,25

Tonn.

187-188

198,5-199,5

193-195

kg.

2,30-2,85

1,14-1,31

Vitelloni femm. da macello pezz. nere (kg. 450-500) p.v. 1,181,33

Tonn.

n.q.

375-377

360-365

Sorgo nazionale 193-196

kg. kg.

1,00-1,20

(da 46 a 55 kg) 1,25-1,40 3,90-4,40

(45-55 kg) 0,95-1,40 (pregiate 70 kg) 3,61-4,65

Tonn.

n.q. n.q.

n.q. 226228 169170 119-143 134-147 108-120

n.q. 212-219 176-179 Mag. 1 t. 122-127 Erba med f. 1 t. 122-127 3,850

(p.spec. 63-65) 222-225 169-170 Medica fienata 1 t. 120,0-130,0 Paglia di frumento press. ball. 72-77 3, 860

2,50-3,70

Tonn. Tonn.

188 190 130 150 di erba med. 130-150 105 115

kg.

3,00-3,05

past. n.p. centr. n.p. n.p.

2,35

Zangolato di creme X burrificaz. 2,00 --

kg.

(dolce) 4,95-5,15 (piccante) 5,10-5,50

n.q.

Tonn.

kg.

n.p.

n.q.

15 kg

3,850

3,860

PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 10,30-10,55 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 12,00-12,30 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 13,25-13,65

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg Oltre 176 kg

2,880 2,640 2,150 1,300 1,360 1,330

2, 880 2,650 2,180 1,390 1,390 1,365

2,870 2,600 2,150 n.q. n.q. n.q.

2, 890 2, 640 2,160 (da 144 a 156 kg) 1,340 (da 156 a 176 kg) 1,394 (da 176 a 180 kg) 1,378

kg.

8,00-8,25

n.p.

8,12-8,37

kg.

8,65-8,85

n.p.

8,90-9,15

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il primo e terzo mercoled del mese. Questo dato, conseguentemente, va letto ed interpretato con la dovuta attenzione rispetto agli altri dati pubblicati. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono in due giorni separati: il marted per il comparto dei cereali e derivati, il luned per quello zootecnico che fa riferimento a Montichiari. Anche questo aspetto va tenuto in considerazione nel confronto dei dati suindicati. Il mercato di Mantova avviene in un solo giorno e cio il gioved. Modena il luned. Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www.cremona.coldiretti.it.

Guarnieri impegnato in Australia


CICLISMO

(F.C.) La nuova stagione agonistica del ciclismo scatta con il Tour Down Under, prova del calendario World Tour 2012, in programma ad Adelaide in Australia dal 17 al 22 gennaio. Al via anche del nostro Jacopo Guarnieri, chiamato ad

essere protagonista nelle volate con la casacca dellAstana, formazione Kazaka del team manager bresciano Beppe Martinelli. Punto di forza della squadra Alexandre Vinokourov, che punta a una grande stagione.

Il sogno di Fietta: la Cremo in serie B


LA SCHEDA DI FIETTA

lo

SPORT
PRESENZE 2 33 9 19 24 11 10 21 30 22 12 RETI 2 1 1 2

Alla quinta stagione in grigiorosso spera di centrare finalmente la promozione


SQUADRA Treviso Ivrea Treviso Pizzighettone Treviso Spezia Cremonese Cremonese Cremonese Cremonese Cremonese SERIE C1 C2 B C1 B B 1 Div 1 Div 1 Div 1 Div 1 Div

di Micheal Guerini

diventato ormai una bandiera grigiorossa. Il centrocampista Giovanni Fietta, nato nel 1984 in provincia di Treviso, in forza della Cremonese dalla stagione 2008-2009 e nellultimo turno (a Carrara) andato anche a segno. Come ti trovi alla Cremo? Benissimo, ormai il quinto anno che sono qui e mi sono ambientato bene. Mi manca solamente la soddisfazione di portare la squadra in B. Sono sceso di proposito di categoria per portare la Cremo alla promozione.

STAGIONE 2002-2003 2003-2004 2004-2005 2005-2006 2006-2007 2007-2008 gen. 2008 2008-2009 2009-2010 2010-2011 2011-2012

Descrivi il tuo rapporto con i tifosi. Si tratta di un rapporto molto corretto, anche perch c un

Giovanni Fietta (foto Ivano Frittoli)

grande rispetto reciproco. In carriera hai giocato per ben tre stagioni in B, due col Treviso e una con lo Spezia. Come ti sembrata lesperienza nella serie cadetta? E stata un'esperienza molto positiva, in particolare la seconda stagione al Treviso, dato che ho fatto molte presenze da titolare. Inoltre, proprio in quellanno, siamo riusciti a raggiungere una salvezza, definita da molti impossibile e tutto questo grazie ad un grandissimo gruppo. Per quanto riguarda lo Spezia, avevamo in mente un progetto molto ambizioso che tuttavia si rivelato fallimentare, a causa di problemi economici della societ. Come stato il primo impatto allarrivao a Cremona 5 anni fa? Il primo impatto non stato facile, dato che ho avuto alcune difficolt: non riuscivo infatti a rendere come volevo. Fortunatamente, durante i playoff sono

riuscito a trovare la forma e ho disputato buone gare, nonostante lanno non sia stato complessivamente positivo. Parlando del presente, quali sono le cause di questo periodo negativo della squadra: siete partiti troppo forte? Linizio stato al di sopra delle aspettative, dato che nessuno pensava ad una partenza simile dopo i punti di penalit. Credo che i problemi attuali siano causati da un fattore di testa. Secondo me, quando eravamo in cima alla classifica, ci siamo rilassati troppo e siamo stati punti. Il campionato di Lega Pro duro e lunica soluzione cercare di ragionare da provinciali ma nel contempo fissare la propria mente su obiettivi ambiziosi. E inutile nascondere che c stato un calo di risultati, ma non dobbiamo fare drammi. Anzi, dobbiamo reagire, grazie al lavoro e alla determinazione torneremo in forma. La Cremonese che posizione occuper a fine campionato? Mi auguro che si piazzi davanti a tutti. In ogni caso, difficile dirlo, ma dobbiamo cercare di arrivare pi in alto possibile. Hai qualche sogno nel cassetto? Come tutti i giocatori sogno la serie A, anche se ho un altro desiderio: vorrei la promozione con la Cremo. Sono qui da molto tempo e ho vissuto di tutto e di pi in questi anni, dunque la promozione sarebbe una soddisfazione sia per la societ, sia soprattutto per me. Per quale squadra fai il tifo? Per lInter, fin da bambino.

I NUMERI

CARRARESE-CREMONESE 2-1
CARRARESE: Nocchi, Piccini, Bregliano, Pasini, Anzalone, Orlandi, Corrent, Cori (45 Conti), Gaeta (29 st Merini), Belcastro (16 st Ballardini). A disposizione: Gazzoli, Trocar, Marchetti, Rosaia. All.: Sottili. CREMONESE: Alfonso, Semenzato, Sales, Minelli, Polenghi, Pestrin, Riva, Fietta, Musetti, Dettori (34 st Bocalon), Rabito (15 st Le Noci). A disposizione: Bianchi, Rigione, Tacchinardi, Cesar, Degeri. All.: Garavaglia (Brevi squalificato). ARBITRO: Borriello di Mantova. RETI: 2 Fietta, 11 Gaeta, 32 st Merini.

NOTE: ammoniti Pacciardi, Alfonso, Musetti, Riva, Sales. Angolo 4-5, spettatori circa 1000.

CLASSIFICA Siracusa (-3) 32 Trapani 31 Portogruaro 30 Lanciano (-1) 30 Carrarese (-1) 28 Spezia 27 Barletta 27 Cremonese (-6) 25 SudTirol 25 Pergocrema (-1) 25 Frosinone 23 Triestina 22 Piacenza (-4) 18 Prato 17 Latina 17 Andria 17 FeralpiSal 16 Bassano 15

18 Giornata Andria-Spezia 1-2 Carrarese-Cremonese 2-1 FeralpiSal-Triestina 2-0 Frosinone-Barletta 2-1 Lanciano-Bassano 1-0 Pergocrema-Portogruaro1-4 Piacenza-SudTirol 0-0 Prato-Trapani 1-2 Siracusa-Latina 0-0 Prossimo Turno (15-1 h 14.30) Barletta-Prato Bassano-Pergocrema Cremonese-Andria Latina-Carrarese Portogruaro-Siracusa (luned) Spezia-Frosinone SudTirol-FeralpiSal Trapani-Piacenza Triestina-Lanciano

Prima Divisione - Serve uninversione di rotta, soprattutto a livello mentale

Il mal di trasferta comincia a pesare


di Matteo Volpi

SERIE A
DATA
14/1 15/1 15/1 15/1 15/1 15/1 15/1 15/1 15/1 16/1

ORA 20.45 12.30 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 20.45 20.45

SQUADRA 1 CATANIA LAZIO CESENA CHIEVO FIORENTINA GENOA JUVENTUS PARMA MILAN NAPOLI

SQUADRA 2 ROMA ATALANTA NOVARA PALERMO LECCE UDINESE CAGLIARI SIENA INTER BOLOGNA

1 3,00 1,80 2,00 2,20 1,10 3,00 1,33 2,30 2,20 1,33

X 3,25 3,20 3,30 3,10 4,50 3,10 4,75 3,00 3,25 4,75

2 2,30 4,75 3,65 3,40 7,50 2,40 9,00 3,30 3,25 9,00

SERIE B
DATA 13/1 14/1 20.45 ORA 15.00 NOCERINA TORINO VARESE SQUADRA 1 SASSUOLO ASCOLI BARI SQUADRA 2 3,15 1 1,55 2,90 X 3,65 2,40 2 6,50

14/1

14/1

15.00

14/1

15.00

14/1

15.00

VICENZA

14/1

15.00

ALBINOLEFFE LIVORNO GUBBIO JUVE STABIA MODENA PADOVA PESCARA

BRESCIA

2,00

CITTADELLA CROTONE EMPOLI

2,35

2,95

2,30

2,80

4,25

14/1

15.00

2,05

2,90

3,40

14/1

15.00

14/1

15.00

GROSSETO REGGINA VERONA SAMPDORIA

1,90

3,00

3,40

2,75

3,10

4,00

16/1

15.00

2,65

2,85

4,50

Non pensiamoci pi. I sei punti di penalizzazione per ora rimangono tali se non altro perch per ora non li toglie nessuno. Pare che un imprevisto non abbia consentito al Tnas di riunirsi e prendere una decisione, in merito. Un po come se ci avessero risposto per ora arrangiatevi. Limpressione, purtroppo, che anche in questo senso, le ultime vicende extracalcistiche abbiano distratto la Cremonese, portandola a perdersi un po per strada sul cammino cos ottimamente intrapreso ad inizio stagione. Di tempo per rientrare in corsa, tuttavia, ce n ed ora il momento di tornare a concentrarsi esclusivamente sulle vicende del campo, esattamente come era stato fatto nella primissima parte di campionato. Le quattro sconfitte esterne consecutive sono il segnale chiaro di una squadra che ha perso lo sprint di qualche mese fa e che ha iniziato il nuovo anno con la testa un po altrove. Sar colpa degli attaccanti che non segnano, del centrocampo che non pi compatto come prima o di una difesa un po pi ballerina, o merito degli avversari che iniziano a prendere le relative contromisuresta di fatto che urge cambiare marcia. E in fretta. Il Cavalier Arvedi, marted alla ripresa degli allenamenti, non ha voluto far mancare una giusta tiratina dorecchie, leggendo i precetti a squadra e staff tecnico. La societ, dal canto suo, sta monitoran-

Mercato: la pista Possanzini sempre attuale

do a fondo il mercato per non far mancare il proprio apporto come dabitudine, ma pretende che ci si rimetta in carreggiata in tempi brevi. Domenica, allo Zini, arriva la modestia Andria di mister Di Meo, squadra che non vince una gara esterna dal maggio scorso e, sino ad ora, ha totalizzato solo 5 punti lontano dalle mura amiche. Nessun altro ha fatto peggio in trasferta nellintero girone. Occhi puntati sul sempre pericoloso attaccante Umberto Del Core, per il resto fuori gli attributi e coltello tra i denti per conquistare il bottino pieno, senza accontentarsi di un pareggio, risultato al quale punteranno invece i pugliesi. In casa grigiorossa, restando da verificare le condizioni di Favalli, che potrebbe fare il suo rientro sulla sinistra, sebbene Sales si sia comportato bene fino ad ora. MERCATO Tra i tanti nomi accostati nelle ultime ore alla casacca grigiorossa, rispuntato il nome di Cellini come possibile rincalzo per lattacco. Dopo larrivo di Cesar, infatti, il reparto avanzato rimane sotto la lente dei dirigenti grigiorossi. Il nome pi probabile, tuttavia, rimane quello di Davide Possanzini, elemento peraltro in grado sia di giocare come prima punta che come punta esterna, che continua ad allenarsi con la truppa di Brevi e alla fine potrebbe essere confermato. PROBABILE FORMAZIONE Alfonso, Semenzato, Polenghi, Minelli, Favalli; Fietta, Pestrin, Dettori; Samb, Musetti, Le Noci.

20.45

2,20

2,85

2,80

2,05

2,90

2,90

3,75

3,60

3,15

Punto Snai Cremona: Via Dante Rufni, 28 www.snaicremona.it - info@snaicremona.it Punto Snai Codogno: Via Pandol, 13 www.snaicodogno.it - info@snaicodogno.it

Solo un pareggio (1-1) per il Pizzighettone nel primo incontro del 2012. I rivieraschi, in vantaggio con il solito Miftah, sono stati raggiunti su rigore dal Darfo Boario e malgrado lassalto finale, si sono dovuti accontentare di un punto. Domenica in programma la trasferta non impossibile di Fiorenzuola.

Il Pizzighettone va allassalto del Fiorenzuola

SERIE D

SERIE D (18 giornata) Castiglione 43; Mapello 37; Pizzighettone 34; Olginatese 32; Caronno 31; Castellana 29; Rudianese, Ponte San Pietro-Isola, Voghera 28; Pro Piacenza. AlzanoCene 27; Darfo Boario 25; Gozzano 23; Carpenedolo 22; Seriate, Fiorenzuola 21; Seregno 20; Gallarate 19; Cologno, Fidenza 17.

32

Venerd 13 Gennaio 2012

Sport

VOLLEY B2

Una Reima autoritaria allunga in classifica


Undicesima giornata decisamente favorevole per la Reima Crema. I ragazzi di mister Vittorio Verderio hanno fatto il loro dovere, superando in trasferta con un netto 0-3, la Pallavolo Castelnuovo, giocando un volley piacevole e a ritmi alti, specialmente nei primi due set, vinti agevolmente per 19-25 e 20-25. Nel terzo, invece, la forza del gruppo cremasco stata determinante per archiviare lincontro con i veneti. Ma a rendere il turno trionfale ci ha pensato Viadana, superando per 3-2 il Sassuolo: risultato che ha permesso alla Reima di allungare a +4 in classifica sugli proprio sugli emiliani. Questa vittoria afferma lalzatore Nicola Mazzonelli, ex di turno dellincontro ci permette di tenere la vetta della classifica. Ora il nostro obiettivo sar quello di chiudere al meglio il girone dandata, ma non sar facile perch Costa Volpino e Bedizzole cercheranno di metterci i bastoni fra le ruote. Sabato alle ore 18 i blues torneranno in campo

Dopo il netto successo di Castelnuovo i bleus chiedono strada al modesto Costa Volpino

La Reima in azione

al PalaBertoni contro la Cbl Costa Volpino, formazione bisognosa di punti per uscire dalla zona retrocessione. Si attende il pubblico delle grandi occasioni per tifare la capolista, quanro mai vogliosa di raggiungere la B1. CLASSIFICA (11 giornata) Reima Crema 27; Sassuolo 23; Montecchio 22; Bedizzole, Modena Est 21; Viadana, Cisano 18; Parma, Verona 16; Castelnuovo 15; Gorgonzola 14; Costa Volpino 10; Vignola 6; Piacenza 1.

La pesante sconfitta con il Portograuro ha lasciato il segno ma sbagliato addossare tutte le colpe sul tecnico Brini

n Pergo profondamente cambiato, o meglio, rivoluzionato rispetto al recentissimo passato, domenica scorsa non ha potuto nulla dinanzi ad un Portogruaro pi forte, affamato, unito e quadrato. Il risultato finale (4-1 per l'agguerrita equipe veneta) lesatta fotografia del match e deve mettere in guardia la truppa cremasca per il futuro. Occhio alla partita di domenica a Bassano del Grappa, dove lultimo posto in graduatoria dei giallorossi cari a patron Renzo Rosso (mister Diesel), non deve trarre in inganno: il sodalizio allenato da Osvaldo Jaconi (vecchia volpe del football moderno) potenzialmente in grado di far male. Attualmente tra cessioni illustri, arrivi promettenti (su tutti quello di Alessandro Cazzamalli), voci inquietanti (troppi rumors riportano a film malinconici, a flashback gi visti) e penalizzazioni (reali e virtuali), il Pergocrema un porto di mare; allenare in queste

Prima Divisione - Tra tonfi in campionato e voci poco rassicuranti la squadra deve cercare di rialzarsi domenica a Bassano
di Stefano Mauri
condizioni difficile per chiunque, gettare la croce addosso a mister Fabio Brini stona. Pi che proclami altisonanti, stadio da serie B (lipotetica megagalattica Arena Giallobl suona troppo di spot elettorale, ndr), obiettivi pirotecnici e calciatori in declino ma dal passato vip, lintramontabile Pergolettese necessita di una serena e solida continuit societaria accompagnata a programmi, magari non da prima pagina, ma pragmatici, equilibrati e proiettati nel lungo periodo. Il signor Sergio Briganti prima di essere il presidente del club cannibale (ancora complimenti per aver rilevato - insieme Il tecnico Brini a soci che a distanza di mesi potrebbe presentare alla piazza - il testimone dal dottor Manolo Bucci, ndr) un imprenditore che vive di calcio: una serena chiacchierata globale per capire il passato, lattualit e il domani canarino, indubbiamente creerebbe i presupposti per interpretare, senza ipocrisia, le sue intenzioni in terra cremasca, il muro contro muro non giova a nessuno. Da quando Stefano Bergamelli, in fretta e furia (questa la sua macchia reale, perch il Berga sino al giugno 2010 aveva fatto benissimo, ndr) si sbarazzato del Pergocrema, ci si preoccupati pi dellapparenza che della sostanza, ma la categoria dappartenenza, senza contenuti concreti, avvolgenti, non basta ad alimentare il calcio di provincia. Per Crema, viaggiare in Prima Divisione un lusso eccezionale, Briganti merita riconoscenza, non insulti, ma giunto il momento di sedersi intorno ad un tavolo con serenit: il Pergo una leggenda autoctona che profuma di passione popolare da tramandare con costruttiva chiarezza. PROBABILE FORMAZIONE Cicioni, Celjak, Mattia, Coletti, Fabbro, Cuomo, Adeleke, Tortolano, Guidetti, Bab, Cazzamalli.

Pergo, la situazione si fatta difficile


IL TABELLINO
PERGOCREMA-PORTOGRUARO 1-4 PERGOCREMA: Cicioni, Celjak, Mattia, Cuomo, Romito, Coletti, Adeleke (19 st Testardi), Romondini, Pi, Guidetti, Tortolano. A disposizione: Pennesi, Fabbro, Rizza, Cazzamalli, Angiulli, Merito. All.: Brini. PORTOGRUARO: Bavena, Regno, Pondaco; Herzan, Cristante, Radi, Lunati (35 st Santandrea), Coppola, De Sena (34 st Luppi), Liccardo, Corazza (44 st Salbre). A disposizione: Mion, Balduit, De Cillis, Santandrea, Moras. All.: Rastelli. ARBITRO: Maresca di Napoli. RETI: 14 st Corazza, 31 st De Sena, 33 st Corazza, 42 st Corazza, 43 st Guidetti. NOTE: ammoniti Lunati, Coletti, Guidetti, Cuomo, Liccardo.

CICLISMO

Giancarlo Cambi, nato a Crema l8 marzo 1967, poi cresciuto a Pandino, salvo trasferirsi a Madignano con la moglie Mara Pola, non si sente assolutamente uno qualunque, perch qualunque non lo . Lui considerato uno dei pi preziosi meccanici di biciclette, avendo lavorato per dieci anni nella squadra professionisti della Lampre. Lo incontriamo nella sua officina GR Bike con annesso show room in via Castello a Pandino, dove il maestro ci accoglie con la consueta cordialit. Entriamo nellazienda, ci mostra un telaio dicendo: In questi anni di sacrifici, la bicicletta ha conosciuto innovazioni, tuttavia dispone di ampi margini di miglioramento, qualunque sia il tipo di materiale, acciaio, titanio, alluminio e carbonio. Come mai il ciclismo italiano ha fatto cilecca nel 2011? Non poi Giancarlo cos conciato come si pu pensare - ci Cambi spiega Cambi - anche se le vittorie sono state poche, nessuna di peso, ma annate cos vanno archiviate senza starci a pensare troppo. Per quanto mi riguarda, sono sufficientemente soddisfatto di quello che ho raccolto. Zero al nostro movimento, per ritrovare unannata cos negativa bisogna andare indietro

Il mago della bici commenta la stagione 2011


nel tempo: stagione 1959. Anche in quelloccasione non seppero vincere uno straccio di corsa che conta. Niente Sanremo, Fiandre o Roubaix. Niente Liegi, o Lombardia. Non parliamo di Giro, Tour e Vuelta. Non stata una stagione felicissima, per noi italiani, la Lampre si difesa, soprattutto nella prima parte con Scarponi, poi ci siamo un po persi. Quandosi manifestata questa sua passione per la bici? Giancarlo Cambi, ci scruta in silenzio con occhi interrogativi, poi dice: Ho cominciato a lavorare come apprendista a soli quattordici anni da Pino Pozzi a Pandino, poi dal 2000 al 2010 sono salito sullammiraglia della Lampre, del presidente Emanuele Garbussera, con general manager Beppe Saronni, squadra che ha magnificato la mia carriera. Cambi, si ritagliato uno spazio importante sia in campo nazionale che internazionale, si fatto conoscere con dignit nel mondo del ciclismo professionistico. Scusi, mi lasci dire una cosa: se un tennista entra nella top ten, perch deve essere considerato un fenomeno, mentre nel ciclismo italiano abbiamo Scarponi che nei primi cinque nel ranking mondiale, die-

Giancarlo Cambi, per 10 anni meccanico professionista, consiglia: Si deve mettere tutto alle spalle

tro solo a Gilbert, Evans, Contador e Rodriquez e neanche viene preso in considerazione? C qualcosa che non quadra. Cosa manca al ciclismo italiano? Un pizzico di fortuna, ma anche un po di pazienza. Vogliamo sempre tutto e subito. Intanto abbiamo ancora qualche vecchietto che pu dire qualcosa come Petacchi, Scarponi , Basso e lo stesso Cunego. Poi c Nibali, che un corridore di grandissimo talento che pu crescere. Lei stato al fianco di Gilberto Simoni (vincitore del Giro dItalia 2001 e 2003), Damiano Cunego (trionfato del Giro dItalia 2004 ), Alessandro Ballan, campione del mondo al mondiale di Varese 2008 e Alessandro Petacchi, che in sedici stagione da professionista ha colto 162 vittorie. Nostalgia? Sono sceso dallammiraglia e ho cominciato unaltra vita, meno stressante - confessa Giancarlo Cambi - penso alla famiglia, insieme a mio cognato Roberto Pola, ex corridore della ciclistica Madignanese, della quale mia moglie Mara Pola presidente e ho aperto il punto vendita GR Bike, negozio per il vero appassionato di ciclismo e sono rivenditore della Willer Triestina, la bicicletta dei campioni che ho citato, per la quale ringrazio lamministratore delegato Gastaldello che ha sempre creduto in me e mi ha dato la possibilit di rappresentare il suo marchio. Fortunato Chiodo

BOCCE

Fari puntati sulle accoglienti corsie del bocciodromo di Bosco ex Parmigiano dove sabato 14 si concluder la gara regionale organizzata da Sabrina e Claudio, gestori del bar-pizzeria Palabosco. Buono il livello di gioco durante le due settimane di gironi che hanno visto il successo, tra gli altri, di Pettinari-Visconti R., Pedrignani-Minerva, Dusi-Barbieri, Stinghini-Tessadri, CorbariPedretti, Bettinelli-Pietrobelli e Visconti-Rossi. Le finali, sotto la direzione di Franco Bassetti, inizieranno alle ore 18 con gli spareggi e si giocher sulle corsie del bocciodromo comunale e del Palabosco dove si concluder la manifestazione.

Palabosco, finali della Regionale

Le Querce e Tranquillo credono nella rimonta


di Massimo Malfatto Un pareggio e due sconfitte il bilancio delle nostre tre formazioni impegnate negli incontri di andata della seconda fase del campionato italiano per societ. Sabato le partite di ritorno con qualche possibilit per Tranquillo e Querce, nessuna per la canottieri Flora. LE QUERCE Sulle accoglienti corsie del Palabosco inizia bene il match della bocciofila griffata pasticceria Betti, poi sbanda ma alla fine conquista un meritato pareggio. La terna formata da Bellardi-Bocchi-Zigliani perde il primo set (5-8) ma vince il secondo per 8-4 mentre sullaltra corsia partita perfetta di Angelo Rotta che vince per 8-1 ed 8-5. Nella seconda fase identico scenario sia per Zigliani che per Rotta-Bastoni che giocano con meno lucidit, soprattutto nei momenti decisivi e vengono sconfitti sul filo di lana. Il ct Franzini tenta la carta Bocchi nellindividuale ma senza successo, mentre la coppia vince (8-7) al termine di una partita batticuore. Sabato a Laveno Mombello la formazione cremonese dovr cambiare registro per augurarsi di superare il turno. TRANQUILLO Sulle corsie del bocciodromo di Cuvio sconfitta di stretta misura della bocciofila soresinese, ma la formazione di Pilla ha tutti i numeri per credere nella qualificazione nellincontro di ritorno a Soresina. La terna Bigoni-Fontana-Mametti vinceva il primo set, ma perdeva il secondo, mentre serataccia nella specialit individuale sia per Garda che per il suo sostituito Folzini. Disco rosso anche per la coppia Fontana-Folzini sconfitta in entrambi in set, ma uno splendido Giuseppe Mametti si esaltava e dava il punto dellottimismo alla sua squadra.

FLORA Chi invece non pu pi credere alla qualificazione (ma ci ha mai sperato?) la bocciofila rivierasca nettamente battuta dalla Carlazzese. Contro la formazione varesina, campione italiana uscente (ma sono proprio di categoria C?) i cremonesi sono apparsi paralizzati ed incapaci. Si sono salvati dallo sfacelo la coppia Dalmiani-Capelli che hanno pareggiato il loro incontro, mentre sonore sconfitte sono arrivate dagli individualisti Capelli e Gerevini e dalla terna Gerevini-Carotti-Ghidelli contro avversari che hanno dilagato. CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETA RISULTATI INCONTRI DI ANDATA 3 CATEGORIA (gare di ritorno il 14-01) Le Querce - Renese (VA) 1-1 Carlazzese (CO) - Can.Flora 3-0 Beigiurn (VA) - Tranquillo 2-1

Promosso dallUisp - Area PerlaGrandet - si svolto lo scorso nel Salone Dugentesco di Vercelli il convegno nazionale sul tema La prevenzione attraverso i piani di riattivazione e promozione del movimento, cui hanno preso parte in rappresentanza del comitato provinciale Uisp di Cremona i delegati Natale Azzini e Claudio Ardig. Non casuale che il convegno si sia svolto nella citt piemontese, dove da anni in atto un progetto incentrato sullattivit motoria delle persone anziane, che vede lAsl e le associazioni del territorio dare gambe a vari percorsi di riattivazione. Il convegno ha confermato che in atto un mutamento epocale che obbliga tutti a rivedere e mettere in discussione i tradizionali schemi di politica sociale ed il ruolo delle associazioni riguardo lattivit motoria rivolta a quella fascia di et di giovani anziani (tra i 65 e i 75 anni). Molti e altamente qualificati gli interventi e le esperienze proposte nellarco della giornata, che hanno messo in atto sinergie fra gli operatori della salute e del movimento, fra istituzioni e territorio nei processi di prevenzione e di promozione della salute. Scientifica-mente stato dimostrato quanto la prevenzione primaria possa ridurre il numero di eventi o produrre eventi meno gravi come la prontezza nelle diagnosi e nel trattamento e possono ridurre in modo significativo mortalit e disabilit. Capitolo a parte sullimportanza dellattivit fisica, che accresce ulteriormente la quota di pazienti, che riacquistano capacit funzionali ed un livello accettabile di qualit della vita, ma quello che pi conta che a questo processo virtuoso debba seguire un percorso di rinforzo e riattivazione co-stante e continuativo che solo strutture radicate sul territorio possono assicurare.

Convegno a Vercelli

Sport

Venerd 13 Gennaio 2012

33

Nel turno infrasettimanale la Benetton ha espugnato Milano, ingarbugliando ancor di pi il fondo classifica

Serie A - Il successo su Varese vale tantissimo, ma ora servirebbe ripetersi sabato sera a Treviso
di Giovanni Zagni
16 Giornata Cant-Biella 66-61 Casale M.-Roma 92-93 Caserta-Montegran. 66-75 Cremona-Varese 69-61 Pesaro-Bologna 86-77 Sassari-Siena 75-91 Teramo-Milano 74-68 Treviso-Venezia 67-68 Ha riposato: Avellino 17 Giornata Bologna-Siena 75-71 Casale M.-Teramo 60-62 Caserta-Biella 90-76 Milano-Treviso 80-81 Montegran.-Cant 89-73 Roma-Pesaro 73-77 Varese-Avellino 94-78 Venezia-Sassari 91-71 Ha riposato: Cremona

La difesa sta aiutando la Vanoli Braga


CREMONA-VARESE 69-61
CLASSIFICA Siena 22 Milano 20 Bologna 20 Venezia 18 Cant 18 Pesaro 18 Varese 16 Avellino 16 Sassari 14 Caserta 14 Biella 14 Roma 14 Montegranaro 12 Treviso 12 Cremona 10 Casale M. 10 Teramo 8

na super difesa, perfetta come un orologio svizzero, ha consentito alla Vanoli Braga di battere domenica scorsa la Cimberio Varese per 69-61 e di lasciarsi momentaneamente alle spalle Casale Monferrato e Teramo, che mercoled sera si sono sfidate in terra piemontese e dove gli abruzzesi hanno colto la terza vittoria consecutive, che inguaia la matricola di coach Crespi. Con Varese che viaggiava a medie di realizzazione inarrivabili per il potenziale di Caja, stato invece compiuto il miracolo sportivo ed stato cos sovvertito un pronostico che pareva scritto. Roba da non credere... La preparazione della partita da parte di Attilio Caja stata perfetta ed i varesini ci hanno messo del loro, tirando spesso male ed in fretta, costretti dalle marcature asfissianti dei cremonesi. Sotto i tabelloni, invece, gli ospiti hanno fatto valere tutto il loro talento, conquistando ben 43 rimbalzi contro i 28 della Vanoli Braga. Bravi i giocatori di Recalcati anche nei libero (87%) contro il 68% della Vanoli Braga. Ma dalla linea tiravano... senza difesa. Nelloccasione anche il pubblico si mostrato grandemente partecipe e finalmente anche a Cremona si vede e si sente il tifo, corretto e costante per tutto larco di gara. Per tornare alla partita in

(16-8, 36-26; 52-43) VANOLI BRAGA CREMONA: Lighty 11 (3/7, 0/3), Cinciarini 11 (2/4, 1/3), Mazic ne, Lottici ne, Antonelli ne, Tabu 15 (3/3, 2/4), DErcole 3 (0/1, 1/2), Perkovic 8 (4/5, 0/2), Milic 7 (3/7 da due), Tusek 9 (2/2, 1/1), Belloni ne, Roderick 5 (0/2, 1/3). All.: Caja. CIMBERIO VARESE: Demartini (0/1 da tre), Hurtt 4 (2/8, 0/3), Stipcevic 3 (1/2, 0/3), Rannikko ne, Talts 4 (2/3 da due), Diawara 21 (6/12, 2/4), Reati (0/1 da tre), Garri 2 (1/2 da due), Kangur 16 (2/5, 2/6), Ganeto 3 (1/3, 0/1), Bertoglio ne, Fajardo 8 (3/6, 0/2). All.: Recalcati. ARBITRI: Mattioli, Weidmann e Biggi.

Erogasmet in crescita

BASKET SERIE C

Cinciarini contro Varese

s, diciamo che Tabu ha giostrato ottimamente, cos come bene hanno fatto Perkovic, Milic, Cinciarini e Tusek. Anche Lighty (partito alla grande e poi un po calato) ha dato un contributo notevole. In ripresa rispetto al recente passato Lorenzo DErcole. Al contrario, Roderick continua a non essere un fattore determinante, anche se ha il grande merito di aver messo una bomba e due tiri liberi in un momento delicatissimo dellultimo

quarto. Mercoled la Vanoli Braga ha osservato il suo turno di riposo, mentre sabato (ore 20.30) sar in campo a Treviso per incontrare la Benetton che non ripete, per ora, i fasti della sua esaltante storia sportiva, stante anche qualche difficolt psicologica a gestire il presente (la famiglia Benetton abbandoner la sponsorizzazione a fine annata) e con un roster non certo da alta classifica. Cos da Treviso se ne andato Gentile,

E terminata con un quarto posto lavventura del Basket Team Crema nella Final Eight di Coppa Italia, svoltasi a Santa Marinella. Dopo aver battuto 58-46 lAlpo, le cremasche sono state superate dalla squadra di casa per 52-48 e poi stremate hanno ceduto anche il terzo posto allAriano Irpino, che si

Assi e Crema in campo sabato alla ripresa dal campionato


imposto 75-52. Dopo questa positiva esperienza, le cremasche di Sguaizer tornano in campo sabato per la ripresa del campionato, ospitando lUsmate. Impegnato casalingo anche per lAssi Cremona, che attende la visita dellUsmate. Obiettivo aggianciare in classifica che orobiche e riprendere cos la

SERIE B

marcia che porta ai playoff. Un match che si annuncia non facile per le cremonesi e dallesito assai incerto. CLASSIFICA (13 giornata) Broni 24; Valmadrera, Crema 22; Costamasnaga 18; Lussana Bergamo 16; Cremona, Carugate 14; Albino, Cant 10; Vittuone, Usmate 8; Pontevico, Villasanta 6; Lodi 4.

approdato a Milano e vi ritornato Marcus Goree, ma proprio a Milano la Benetton ha fatto registrare la grande sorpresa della giornata, espugnando il paquet di unArmani in crisi. I veneti contano cos due punti in graduatoria in pi di quelli di Milic e compagni, per cui ci si attende una prova di grande carattere e dal pronostico incerto in uno scontro che pu essere determinante per la classifica finale. La Vanoli Braga, rigenerata dalla cura Caja, non deve temere questi scontri diretti e lha gi dimostrato varie volte anche in trasferta, lottando per tutti i 40 minuti, magari soccombendo a seguito di piccoli ma determinanti episodi negativi nellultimo minuto. Chiss che anche il risultato ci dia conforto in questa ghiotta occasione. PROSSIMO TURNO (15-1 h 18.15) Avellino-Venezia (h 20.30), Biella-Milano, Cant-Bologna (14-1 h 16.10), PesaroCasale Monferrato, Sassari-Caserta, SienaMontegranaro, Teramo-Varese, TrevisoCremona (14-1 h 20.30). Riposa: Roma.

Vanessa Ferrari stata la prima atleta cremonese ad ottenere la qualificazione per le Olimpiadi di Londra. Lo ha fatto proprio a Londra nel Test Event che assegnava il diritto a partecipare ai giochi londinesi al quale prendevano parte, oltre alla squadra italiana, le formazioni di Canada, Francia, Brasile, Belgio, Corea del Sud, Spagna e Olanda. Se confronto il gennaio 2012 con quello del 2008, quando ero afflitta dal problema al piede ci racconta Vanessa tutta unaltra cosa. Questa squadra, rispetto a quella di allora, meno forte alle parallele ma molto pi competitiva alla trave, quindi credo che potremo toglierci delle belle soddisfazioni. Appena finita la gara ho trovato sul telefonino un messaggio del mio fidanzato (il nazionale Andrea Cingolani, ndr), che mi diceva che sono una grande. Occhio per alla Fasana, una che lavora tanto, in questo mi somiglia e se continuer cos potr fare cose eccezionali. Erika Fasana si infatti piazzata al secondo posto, nel concorso generale, alle spalle di Vanessa. A soli quattro decimi di punto dalla vetta anche la giovanissima Carlotta Ferito che pu vantare un record: quello di essere la prima qualificato tra coloro che hanno partecipato ai Giochi Giovanili di Singapore

Vanessa Ferrari ottiene Il Corazzi 2012 Al via il 21 gennaio la serie C il pass per le Olimpiadi non si giocher con una Bissolati competitiva
GINNASTICA TENNIS PALLANUOTO
Brutta tegola sul tennis proprio alla vigilia dellanno in cui Cremona sar Citt Europea dello Sport. Lo Stradivari ha infatti annullato la disputa del torneo internazionale Corazzi, che negli ultimi anni aveva tenuto alto il nome di Cremona nel mondo del tennis portando tanti campioni a competere in citt. Ragioni economiche, naturalmente, hanno indotto il circolo cremonese - che non ha trovato sufficienti sponsorizzazioni, oltre a quello dello sponsor principale, la Corazzi appunto, - ad inviare la comunicazione ufficiale di rinuncia alla Federazione.

(C.C.) Inizia il 21 gennaio il campionato di pallanuoto di serie C, con la Canottieri Bissolati che debutter affrontando i bergamaschi dellOsio Nuoto. La Bissolati riuscita questanno a mettere in piedi una formazione che dovrebbe dare belle soddisfazioni, almeno rispetto allo scorso anno, quando la salvezza fu il principale obiettivo da raggiungere. Sono tornati alla squadra biancoceleste, infatti, i tre giocatori che lo scorso anno avevano giocato a Piacenza. Si tratta di Bartiloro, Lazzari e Costantino, tre che avevano firmato la promozione in serie B del 2008, tutti giocatori desperienza e con molti campionati alle spalle. Accanto a loro giocher in porta Pasqualato, una bella sicurezza per la categoria, per cui auspicabile che la formazione affidata alla guida di Nicola Del Monaco, possa ambire a risultati di una certa risonanza. Accanto alla prima squadra, la Bissolati riuscir anche a schierare ben quattro formazioni giovanili: Under 20, Under 17, Under 15 e Under 13. Le squadre giovanili, che inizieranno i rispettivi campionati in questo mese, sono allenate Paolo Fioni, Gianluca Piazzi e Gianmarco Gargiulo.

Inizio danno con il botto per lErogasmet Crema, che prima passata a Orzinuovi (78-63) e poi sabato si sbarazzata 77-57 del Meda. Ottima come sempre la prova di Stefano Chiari, coronata da due assist e 14 rimbalzi, uno in pi dellaltrettanto bravo Gianluca Borghi. I lunghi cremaschi hanno offerto una prestazione molto buona, ma al dominio a rimbalzo hanno contribuito anche le tredici carambole raccolte da Roberti e Degli Agosti. Il play cremasco ha inoltre mostrato una forma fisica pi che accettabile, che fa ben sperare per il prossimo difficilissimo incontro. La seconda giornata del girone di ritorno, infatti, vede larrivo alla Cre-monesi del Saronno, secondo in coabitazione con Crema. Allandata i ragazzi di coach Ferrari si imposero con uno scarto nettissimo di venti punti ed quindi del tutto logico e naturale che la Pallacanestro Crema voglia lavare lonta subta con una prestazione super, che oltretutto manderebbe lErogasmet in orbita. Doppio ko, invece, per Piadena: gioved lMG.K.Vis stata travolta della capolista Monticelli Brusati (83-61), mentre sabato a ceduto al Pisogne 62-49. Domenica i piadenesi cercano riscatto a Orzinuovi. CLASSIFICA (16 giornata) Monticelli Brusati 32; Saronno, Desio, Crema 26; Urania Milano 22; Lecco 20; Piadena 18; Orzinuovi, Pisogne 16; Lissone 12; Bernareggio, Meda 10; Gazzada Schianno 8; Campus Varese 6; Brescia, Bergamo 4.

34

Venerd 13 Gennaio 2012

Milan cinico, vincente e... favorito


dal nostro inviato
17 Giornata Atalanta-Milan 0-2 Bologna-Catania 2-0 Cagliari-Genoa 3-0 Inter-Parma 5-0 Lecce-Juventus 0-1 Novara-Fiorentina 0-3 Palermo-Napoli 1-3 Roma-Chievo 2-0 Siena-Lazio 4-0 Udinese-Cesena 4-1 Prossimo Turno (15-1 h 15) Catania-Roma (14-1 h 20.45) Cesena-Novara Chievo-Palermo Fiorentina-Lecce Genoa-Udinese Juventus-Cagliari Lazio-Atalanta (h 12.30) Milan-Inter (h 20.45) Napoli-Bologna (16-1 h 20.45) Parma-Siena CLASSIFICA Milan 37 Juventus 37 Udinese 35 Lazio 30 Inter 29 Napoli 27 Roma 27 Catania 22 Fiorentina 21 Cagliari 21 Palermo 21 Genoa 21 Atalanta (-6) 20 Chievo 20 Parma 19 Siena 18 Bologna 18 Novara 12 Cesena 12 Lecce 9
I tifosi del Milan

Sport Week

SERIE A - Preziosa la vittoria di Bergamo in attesa del derby di domenica, ultima chance di rimonta per lInter

ERGAMO Vincere anche senza brillare motivo di soddisfazione per un allenatore. Soprattutto perch il successo arrivato su un campo difficilissimo come quello di Bergamo. Troppo compassati i rossoneri per non soffrire unAtalanta determinata e conscia della propria forza, visto che senza la penalizzazione sarebbe in zona Europa League. Cera grande attesa per vedere allopera Pato dal primo minuto e a conti fatti il brasiliano stato determinante: si procurato il rigore nel primo tempo (trasformato con qualche rischio da Ibrahimovic) e ad inizio ripresa ha colto di testa un clamoroso palo. Ma per lunghi tratti della gara apparso svogliato e fuori dagli schemi della squadra, che a dire il vero ha giocato sotto ritmo, atteggiamento che penalizza uno scattista come Pato. A pesare per lunghi tratti sulla prestazione del Milan, stata la giornata di scarsa vena di Boateng, forse sacrificato nel ruolo di centrocampista. Come Pato, per, il ghanese ha apposto il proprio sigillo sulla gara, mettendo in rete sotto porta un perfetto cross di Ibra, per il 2-0

Il bandierone dellAtalanta

finale. Ma le note positive per Allegri non sono finite: la prova sicura e autoritaria di Mexes, assicura al Milan un valido rinforza per la difesa, quanto mai importante per una squadra impegnata su pi fronti. Insomma, malgrado la concorrenza sia agguerrita (Udinese e Juve hanno vinto e restano in corsa per le vetta), il Milan appare il favorito per la vittoria dello scudetto, anche

se domenica sera dovr respingere lassalto di una lanciatissima Inter, che solo vincendo il derby pu pensare di rientrare nella lotta per il titolo. Bene, malgrado la sconfitta, lAtalanta di Colantuano che ha confermato il suo valore mettendo pi volte alla frusta i rossoneri. Se Denis non avesse spedito sul palo a due passi dalla linea di porta la palla del pareggio, forse il risultato

finale sarebbe stato diverso. Ma a far tremare i tifosi non certo il rendimento della squadra, ma lo spauracchio di una nuova penalizzazione per il coinvolgimento nellinchiesta sul calcioscommesse, alla quale i nerazzurri sapranno comunque fa fronte con la grinta mostrata sino ad ora. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

ZOOM

Alexandre Pato

Pato al Psg? Forse, anzi no. A met pomeriggio di gioved tutti i siti del mondo hanno dato per certo il passaggio di Pato al Psg di Leonardo per 35 milioni, ma dopo qualche minuto arrivata la secca smentita del Milan: Lattaccante ha deciso di proseguire con il Milan la sua giovane, splendida e vincente carriera. Pato ha poi aggiunto: Il Milan casa mia. Non volevo interrompere la mia carriera in rossonero dopo aver vinto i miei primi due trofei con questa maglia. Voglio contribuire a scrivere la storia del Milan e

Pato ceduto. Anzi no, resta. Tevez in stand by

ai successi futuri di questa societ con allegria e in perfetta armonia con tutto lambiente. Questa gioia mi dar la carica per affrontare le partite future con maggiore entusiasmo, voglia di vincere e fare gol. Oggi per me un giorno speciale. Ringrazio il presidente Berlusconi, la societ e tifosi che hanno sempre creduto in me. Se Pato non parte, non dovrebbe arrivare Tevez. Si infatti arenata la trattativa con il Manchester City, basata sul prestito con obbligo di riscatto fissato a 25 milioni pi tre di bonus.

Anno nuovo, vita vecchia e grama. Non c pace per la Sampdoria, sempre pi contestata dai propri tifosi e soprattutto deludente anche dopo la sosta. La sfida interna con il Varese doveva rappresentare la svolta della stagione, ma i doriani sono di nuovo caduti, peggiorando ancor di pi la propria classifica. E sabato in programma la proibitiva (al momento) trasferta di Padova. Il calcio imprevedibile, ma scommettere su una vittoria dei blucerchiati molto difficile... Unaltra grande del campionato, il Torino, dopo unottima prima parte di stagione, sta tirando il fiato, anche se mantiene la vetta della classifica e ha la possibilit di tornare al successo contro lAscoli. Si fanno per sempre pi minacciose il Verona (uscito a testa alta dalla Coppa Italia, dopo il 2-3 con la Lazio), il sempre pi sorprendente Sassuolo, il Pescara di Zeman e il Padova. Per la promozione diretta sar battaglia sino alla fine del campionato. Nel prossimo turno i fari saranno puntati sul posticipo di luned tra il Pescara e il Verona: in palio punti molto Giuseppe pesanti. Bene, infine, il Brescia Iachini che con Calori ha colto due (Sampdoria) successi, segnando 5 reti e non subendone neppure una. Lobiettivo della salvezza ora sembra meno lontano. 21 GIORNATA Ascoli-Padova 0-2, Brescia-Crotone 3-0, Cittadella-Empoli 2-1, Grosseto-Livorno 1-1, Gubbio-Bari 2-2, Nocerina-Pescara 2-4, Sampdoria-Varese 0-1, Sassuolo-Juve Stabia 2-1, Torino-AlbinoLeffe 0-0, Verona-Modena 2-1, Vicenza-Reggina 0-0. CLASSIFICA Torino 42; Verona 41; Sassuolo 40; Pescara 39; Padova 38; Reggina, Varese 31; Grosseto 29; Juve Stabia (-4), Cittadella 28; Sampdoria, Vicenza, Bari (-2) 26; Brescia 25; Crotone (-1) 24; Empoli, AlbinoLeffe 22; Livorno 21; Modena 20; Gubbio 19; Nocerina 16; Ascoli (-7) 15. PROSSIMO TURNO (14-1 h 15) AlbinoLeffe-Cittadella, Gubbio-Grosseto, Juve Stabia-Empoli, Livorno-Crotone, ModenaReggina, Nocerina-Sassuolo (13-1 h 20.45), Padova-Sampdoria, Pescara-Verona (16-1 h 20.45), Varese-Bari, Vicenza-Brescia, Torino-Ascoli.

Samp, tracollo senza fine Il clou Pescara-Verona

SERIE B

VOLLEY

Successo di prestigio per Casalmaggiore, mentre Crema caduta in casa


Il 2012 non iniziato nel migliore dei modi per lIcos Crema, che contro lAcqua Paradiso Busnago ha raccolto solo un punto, malgrado le bella rimonta da 0-2 a 2-2. Poi al tie break la squadra ospite ha avuto la meglio 15-11 ha cos incamerato due punti preziosi che valgano laccesso alla Coppa Italia. Peccato per le violarosa, che con questa sconfitta per 3-2 (25-19, 25-19, 22-25, 14-25, 15-11) vedono la vetta allontanarsi di tre e proprio domenica in programma la sfida sul campo della capolista Loreto. Serve una grande prestazione per conquistare un risultato positivo, che premetta allIcos di restare in scia delle prime in classifica. ICOS CREMA: Paolini 16, Togut 17, Fanzini 9, Carra (L), Devetag 11, Secolo 19, Cagninelli 1, Portalupi (L), Rondon 3. Non entrate: Baggi, Nicolini, Mutti, Bassi, Cattaneo, Mazzini. All.: Barbieri.

La Pom ride, lIcos un po meno

Serie A2
14 Giornata Crema-Busnago Forl-Fontanellato Giaveno-Montichiari Matera-Sala Consilina Pontecagnano-Loreto Santa Croce-Casalmag. San Vito-Frosinone Soverato-San Severino 2-3 1-3 3-0 0-3 0-3 1-3 3-0 3-2 CLASSIFICA Loreto 36 Giaveno 35 Crema 33 Casalmaggiore 31 Santa Croce 29 Busnago 26 Soverato 21 Montichiari 21 Frosinone 19 Sala Consilina 18 Fontanellato 17 San Severino 12 San Vito 11 Pontecagnano 9 Forl (-3) 7 Matera 5

Sorride, invece, la Pom Casalmaggiore che con autorit ha espugna limbattuto campo della Biancoforno Santa Croce e ha cos sorpassato la squadra toscana in classifica. Tre punti che permettono alle ragazze di Gianfranco Milano di salire al quarto posto con 31 punti, importanti anche ai fini della griglia di Coppa Italia. A dire il vero Santa Croce, a met del primo set, ha perso per infortunio la centrale Filipovics (ex Icos Crema), ma la vittoria delle casalasche stata comunque strameritata. Domenica la Pom vuole allungare la striscia di vittoria contro il fanalino di cosa Time Volley Matera. POM CASALMAGGIORE: Petrucci 3, Zago 14, Nardini 11, Olivotto 13, Tomasevic 12, Kucerova 20, Bertone, Paris (L), Giorgi. Non entrate: Trabucchi, Lugli, Masotti. All.: Milano-Bolzoni.

Prossimo Turno (15-1 h 18) Busnago-Santa Croce Casalmaggiore-Matera Fontanellato-San Vito Frosinone-Pontecagnano Loreto-Crema Montichiari-Soverato Sala Consilina-Giaveno San Severino-Forl

Domenica in programma la 2 giornata di ritorno del campionato di serie A1 di volley maschile. Non sono in programma scontri al vertice e quindi difficile prevedere travolgimenti in vetta alla classifica, dove Macerata sta minacciando la leadership della corazzata Trento. Delicata la posizione della Copra Piacenza, campione dItalia nel 2009 ed ora terzultima in classifica. PROSSIMO TURNO (15-1 h 18) Trento-Piacenza, Padova-Monza-Brianza, San GiustinoLatina, Cuneo-Vibo Valentia, Belluno-Verona (h 17.30), Modena-Ravenna, Macerata-Roma (14-1 h 17.30). CLASSIFICA (prime posizioni) Macerata, Trento 35; Cuneo 32; Modena 29; Belluno 22.

Macerata-Trento duello al vertice

Le ricette di Nonna Felicita


Gamberetti con spuma al salmone
INGREDIENTI PER 6 PERSONE
4 tranci di tonno fresco Uno spicchio di aglio Olio d'oliva Un ciuffo di prezzemolo Un cucchiaio di aceto di vino Sale e pepe

Secondi di Mare

Tranci di tonno allaceto


Lavate e asciugate il tonno fresco tagliato a tranci piuttosto grossi. Mettete in un tegame basso un po' d'olio e insaporitelo con uno spicchio d'aglio. Una volta che l'olio sar caldo aggiungete il tonno, lasciatelo insaporire e rosolare leggermente; quindi voltatelo, regolate sale e pepe, bagnatelo con un po' d'acqua e aggiungete un ciuffo di prezzemolo tritato. Mettete il coperchio e cuocete a fuoco lento per una ventina di minuti. A termine cottura aggiungete un cucchiaio di aceto per legare il sugo di cottura.

Spiedini di gamberi, seppioline e polenta


INGREDIENTI PER 4 PERSONE
8 gamberoni 8 seppioline 2 fette di polenta precotta Un ciuffo di prezzemolo Un limone Olio d'oliva Sale e pepe

Palombo brasato in tranci

INGREDIENTI PER 4 PERSONE PREPARAZIONE INGREDIENTI PER 4 PERSONE


280 g di gamberetti 3 tranci di salmone 10 cl di panna 2 cucchiai di brandy Gelatina Sale, Pepe Pulite e lavate le seppiolin, quindi lasciatele scolare bene e asciugatele con carta da cucina. Lavate, sgusciate e asciugate i gamberoni. Tagliate a cubetti le fette di polenta. Lavate e tritate il prezzemolo. Preparate quattro spiedini infilando su ciascun stecchino 2 gamberi, 2 seppie e 2 pezzi di polenta alternati. Spennellate d'olio gli spiedini e cospargeteli di prezzemolo tritato, salate e pepate. Scaldate una graticola o una bistecchiera, ponetevi sopra gli spiedini e fateli cuocere 10 minuti per parte. Servite con qualche spicchio di limone a parte. 4 tranci di palombo (da 200 g ciascuno) Una cipolla grande 2 carote 3 gambi di sedano Sale e pepe 2 bicchieri di vino bianco secco

PREPARAZIONE
Pulite gli ortaggi, quindi riducete a rondelle sottili le carote, tagliate a pezzettini lunghi 2 cm il sedano e tritate finemente la cipolla. Ponete tutte le verdure sul fondo di una teglia capace e adagiatevi sopra i tranci di palombo, precedentemente lavati sotto l'acqua corrente e asciugati con un canovaccio. Versate nella teglia due bicchieri di vino bianco secco e tant'acqua quanta ne occorre per coprire tutti gli ingredienti, salate e pepate. Mettete la teglia sul fuoco e portate a ebollizione a calore moderato, dopodich trasferite il recipiente nel forno gi caldo (180 gradi) e lasciate cuocere per 40 minuti circa. Ricordate di girare i tranci, di tanto in tanto, cercando di non romperli, e di aggiungere, se occorre, qualche cucchiaio di acqua calda. A fine cottura, quando le verdure e il pesce saranno morbidi, togliete la teglia dal forno e portatela direttamente in tavola.

PREPARAZIONE
Sgusciate i gamberetti e bolliteli in acqua salata per 4 minuti. Preparate una gelatina seguendo le istruzioni sulla confezione, velate il fondo di uno stampo e fatela rassodare in frigorifero. Sistemate sul fondo uno strato di gamberetti, tenendone da parte un po'. In una padella antiaderente cuocete i tranci di salmone per 5 minuti da entrambe le parti. Sminuzzate la carne, togliete eventuali spine, mettetela nel mixer con la panna, due cucchiai di brandy, regolate sale e pepe. Versate la spuma nello stampo, ricopritela con un velo di gelatina e ponete in frigorifero per 2 ore. Al momento di servire capovolgete lo stampo su un piatto da portata e guarnite con i gamberetti.

Trota allo spumante


INGREDIENTI PER 6 PERSONE
Una trota salmonata da 1kg circa Farina 60 g di burro Un limone (succo) Un bicchiere di spumante Sale e pepe Prezzemolo Poca panna

PREPARAZIONE
Pulite la trota e tagliatela in tranci. Infarinate i pezzi, quindi spruzzateli con succo di limone e spumante. Salate, pepate e fate cuocere per 15 minuti, a fuoco basso, lasciando ridurre il fondo di cottura. Infine unire prezzemolo tritato e, a piacere, poca panna.

Fino a l

18 gennaio 2012