Sei sulla pagina 1di 28

il

www.ilpiccologiornale.it

PICCOLO
Settimanale dinformazione
Non riceve alcun finanziamento pubblico

Giornale

Direttore responsabile Sergio Cuti Direttore editoriale Daniele Tamburini Societ editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19 Cremona Amministrazione e diffusione: via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474 Direzione e redazione via S.Bernardo 37/a Cremona tel 0372 454931 redazione@ilpiccologiornale.it Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Cremona n 357 del 16/05/2000 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

Edizione chiusa alle ore 21

Anno XIII n. 49 SABATO 2 NOVEMBRE 2013

Periodico 0,02 copia omaggio

Difficolt per il Dopolavoro Ferroviario di via Bergamo: costi di gestione eccessivi e bollette troppo alte

Il presidente Ghisolfi: Dalle Ferrovie non riceviamo pi soldi e siamo costretti a fare dei tagli. Dopo 81 anni sparisce una struttura oramai storica
Con quella faccia un po cos...
di Daniele Tamburini

FERROVIERI, CHIUDE IL BOCCIODROMO


LEDITORIALE

a pagina 3

GIU LE MANI DALLA POLENTA

DAL PDL A FORZA ITALIA

a pagina 5

Si continuano a dire, a livello governativo, parole ottimistiche. Bene. Si dice che la luce in fondo al tunnel non sia pi un debole barlume, ma un segnale sempre pi corposo. Dovrebbero spiegarci, allora e ancora, perch il sistema del credito sia ancora cos asfittico, bloccato. Qual lo scopo primario di una banca? Raccogliere il risparmio e orientare il credito verso famiglie e imprese. Secondo voi, oggi, cos? Si dice che si stanno compiendo passi in avanti. Il lavoro che ci aspetta richiede ottimismo e spirito di missione, perch l'Italia non ha tempo da perdere. Lo disse lex premier Berlusconi, ma era il 2008. Se il nostro Paese non aveva tempo da perdere nel 2008, figuriamoci ora. Una prova di ottimismo il governo lha data senzaltro nel Def, cio laggiornamento del Decreto Economia e Finanza. Lo spread sar molto basso, si giura. I sacrifici sono serviti, ne valsa la pena. Se. Se ci sar stabilit politica, quindi se il governo stesso andr avanti. Se le politiche economiche europee continueranno con lo stesso trend di acquisto di titoli di Stato. Insomma, si confida nel futuro in modo, direi, ardito. Passi in avanti? Qualcuno ne vede? Per adesso registriamo che lItalia uscita dal G8, superata dal Canada. In ventanni il nostro Paese ha subito un declino spaventoso. E intanto continuiamo con le solite beghe di palazzo sempre pi incomprensibili e distanti: Il governo durer? La lacerazione del Pdl vorr la testa di LettaAlfano sul piatto? Il Pd dellesuberanza renziana vorr forse misurarsi con il voto, perch con Matteo si vince? Avete visto in quanti, ormai, dicano peste e corna delle larghe intese, ma in Parlamento continuano a votarle? Che ci volete fare, siamo fatti cos, con quella faccia un po cos che abbiamo noi che siamo nati nello Stivale
a pagina 22
ALLAUDITORIUM ARVEDI

CENTRODESTRA DIVISO: FORTI CRITICHE DAGLI ESPONENTI CREMONESI

a pagina 6

Il partito deve andare oltre gli steccati ideologici

PILONI, NUOVO SEGRETARIO PD

Gadesco, larea inquinata deve essere ripristinata

TERRITORIO

a pagina 7

a pagina 4 a pagina 8

Secondo un ricercatore del Cnr leccessivo consumo di polenta aumenterebbe il rischio di insorgenza del tumore allesofago. Gli esperti: E un pasto salutare
CALCIO LEGA PRO BASKET LEGA A VOLLEY SERIE A1

Vigili del fuoco, sempre meno risorse

SICUREZZA

Dal 7 gennaio aumentano le tariffe

PARCHEGGI

a pagina 8

LO SPORT

Il violinista sul tetto propone domenica i Capricci di Paganini con Francesca Dego

Cremo allo Zini La Vanoli ingaggia senza alternative il serbo Tripkovic con la Pro Vercelli e sfida Sassari
a pagina 23 a pagina 24

Pom, trasferta molto difficile contro il Piacenza


a pagina 26 a pagina 26 a pagina 18

MARTIGNANA DI PO

Si improvvisa detective e ritrova il suo cane

Unalternativa pensata per la serenit degli anziani e la tranquillit dei loro familiari. Un modo nuovo per vivere la terza et in sicurezza: in casa propria ma assistiti da un centro sanitario. A soli 18 km da Cremona - Classe energetica D EPH 94,23 KWh/m2a

Sabato 2 Novembre 2013

LOMBARDIA
a Lombardia per la salute" il nome della delibera approvata dalla Regione Lombardia, con cui sono stati stanziati 650 milioni di euro per il 2013 per investimenti nel settore sanitario. Voglio sottolineare che si trattato di uno sforzo straordinario, fatto dalla Regione Lombardia, in un contesto in cui le risorse per le Regioni vengono tagliate ha detto il presidente della Regione Roberto Maroni. Con la delibera "La Lombardia per la salute", la Giunta regionale lombarda ha stanziato 650 milioni di euro per il 2013 per investimenti nel settore sanitario. La Legge di Stabilit in corso di esame al Senato ha tolto alla Regione Lombardia 350 milioni di euro - ha fatto notare il presidente Maroni -, per cui c' una contrazione significativa di risorse cui dovremo far fronte, cercando di evitare una riduzione dei servizi offerti. Si tratta di una penalizzazione grave per la nostra Regione. Eppure, nonostante questo contesto sfavorevole, siamo riusciti ugualmente a dare risorse importanti al comparto sanitario lombardo, perch riteniamo che la sanit sia un settore in cui dobbiamo investire e perch vogliamo ulteriormente migliorare il nostro sistema sanitario. Vogliamo che i servizi offerti ai cittadini lombardi in tutti i settori di attivit della Regione, non solo quello sanitario, abbiano lo

a cura di Laura Bosio

BANDO

Programma integrato sulla creazione di impresa

650 milioni di investimenti nella sanita L

Con la delibera Lombardia per la salute sono stati stanziati 650 milioni di euro per investimenti nel settore sanitario

Aperti i termini per la presentazione online delle domande di partecipazione al Programma Integrato sulla creazione di impresa. Regione Lombardia da tempo sostiene e favorisce la nascita di nuove imprese con un portafoglio ampio e diversificato di misure e iniziative indirizzate al sostegno delle imprese. Il programma integrato sulla creazione di impresa finalizzato a favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese lombarde (start-up) e la ripresa di quelle esistenti (Re-start), anche attraverso la creazione di una rete di professionalit selezionate che affiancheranno le imprese fino a tre anni. La dotazione finanziaria complessiva della linea d'intervento pari a 30.000.000 di euro, cos suddivisi: 2.000.000 di euro destinati ai contributi a fondo perduto; 23.000.000 di euro per i finanziamenti agevolati; 7.000.000 di euro per i servizi di affiancamento resi dalla rete di fornitori selezionati.

PROGETTO DI LEGGE

Pane fresco, nuove norme per i produttori

standard pi alto che ci sia, questa l'ambizione che ci prefiggiamo e oggi, con questa delibera che stanzia questi 650 milioni per investimenti sanitari, abbiamo dato la dimostrazione concreta che questo obiettivo si pu raggiungere. Maroni ha commentato anche l'auspicio del ministro della Salute Beatrice Lorenzin di una rapida applicazione dei costi standard previsti da una legge gi vigente. Non possia-

mo che essere d'accordo. Non vediamo l'ora che si applichino, perch ne usciremmo avvantaggiati sottolinea Maroni. E' stato calcolato che, se tutte le Regioni italiane adottassero nella sanit gli standard che nella spesa pubblica applica la Regione Lombardia, ci sarebbe un risparmio complessivo di 30 miliardi di euro l'anno, ovvero un terzo degli interessi che paghiamo per il debito pubblico. Si risparmierebbero 30 miliardi

solo facendo quello che la Regione Lombardia fa e, se lo facciamo noi, lo possono fare anche gli altri. Pertanto siamo lieti che il ministro Lorenzin sia della partita, noi la sosterremo e spero che la sua tesi prevalga nel Governo e in Parlamento e, se in sede di conversione della Legge di Stabilit venisse trovato il modo di inserire l'applicazione dei costi standard, sarebbe davvero una grande operazione di rinnovamento.

Selezione di buone prassi aziendali


C TEMPO FINO AL 20 NOVEMBRE
Mancano pochi giorni alla scadenza per liscrizione alla selezione e raccolta di buone prassi aziendali per la Responsabilit Sociale promossa dalle Camere di Commercio lombarde e Unioncamere Lombardia. Le piccole e medie imprese, cooperative e organizzazioni hanno tempo fino al 20 novembre per compilare direttamente on line la scheda di partecipazione, disponibile al sito http://csr.unioncamerelombardia.it. Giunta questanno alla V edizione, liniziativa premia le imprese che hanno realizzato azioni virtuose nei confronti della societ e dellambiente, creato partnership innovative o accresciuto il livello di trasparen-

Contributi ai giovani per la prima casa


Regione Lombardia mette a disposizione dei giovani sposi un contributo di circa 4,5 milioni di euro per abbattere fino a 2 punti percentuali il tasso di interesse del mutuo per lacquisto della prima casa. Lagevolazione si rivolge alle giovani coppie sposate tra il 1 giugno 2013 e il 31 dicembre 2013 che alla data di presentazione della domanda abbiano, tra gli altri, i seguenti requisiti: non aver compiuto 40 anni alla data di presentazione della domanda; non essere in possesso di unaltra casa in Lombardia; avere un reddito complessivo Isee tra 9.000 e 40.000 euro; essere residenti in Lombardia da almeno 5 anni; essere titolari di un mutuo per lacquisto della prima casa con una delle banche /intermediari finanziari convenzionati con Finlombarda, Deve ssere presentata presso uno degli sportelli bancari convenzionati con Finlombarda SpA.

La IV Commissione Attivit produttive ha dato il via libera al Progetto di legge 54 relativo alle Disposizioni in materia di promozione e tutela della attivit di panificazione. Le nuove etichette dovrebbero distinguere il punto vendita dotato di impianto di cottura dal panificio vero e proprio, intendo questultimo come impianto di produzione di pane e prodotti assimilati o affini, che svolge al suo interno lintero ciclo di produzione, dalla lavorazione delle materie prime alla cottura finale. Da qui la novit della denominazione pane di produzione locale riservata al pane preparato prevalentemente con ingredienti la cui provenienza risulta avere la minore distanza di trasporto e che rispettano le caratteristiche della stagionalit. Il progetto di legge prevede anche corsi di formazione accreditati dalla Giunta e rivolti ai responsabili dellattivit produttiva.

za nella loro comunicazione. Chi parteciper potr beneficiare della visibilit offerta dal Repertorio online 2013 delle Buone Prassi di CSR, strumento di promozione che da questanno introduce il tema della lotta alla corruzione e

dellimpegno volto alla trasparenza aziendale. Le Camere di Commercio lombarde hanno da sempre sostenuto le eccellenze imprenditoriali e supportato le associazioni meritevoli. - ha dichiarato Francesco Bettoni, presidente di Unioncamere

Lombardia. - Mai come in questo momento importante valorizzare le imprese sane, pienamente consapevoli del loro ruolo sociale. Liniziativa si concluder a gennaio 2014 con levento pubblico di premiazione delle imprese selezionate.

I MERCATI AGRICOLI - TABELLA AGGIORNATA A GIOVEDI 31 OTTOBRE 2013 (Fonte: Coldiretti Cremona)
PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CEREALI MINORI CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe)

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA (30 ottobre)


188-195

MILANO (29 ottobre)


209-210

MANTOVA (31 ottobre)


195-199

BOLOGNA (31 ottobre)


199-204

PRODOTTO
VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo VACCHE Frisone 3 qualit peso vivo

UNITA DI MISURA
kg. Kg. kg.

(16 ottobre)
P.v. 0,99-1,13 P.m. 2,25-2,45 P.v. 0,74-0,86 P.m. 1,75-2,00 P.v. 0,45-0,55 P.m. 1,15-1,35 P.m. 2,302,85

CREMONA

MONTICHIARI (25 ottobre)


0,90-1,00 0,65-0,75 0,40-0,50

(31 ottobre)
Da macello 0,99-1,09 0,77-0,87 0,53-0,63

MANTOVA

(28 ottobre)

MODENA

Tonn. Tonn. Tonn.

184-186 n.q. 179-185 187-191

198-199 423-428 n.q. 208-210

183-186 415-418 Fino a 65 206-207 Fino a 70 211-216

188-192

(p.spec. 62-64) 193-195 (p.spec. 66-67) 201-205 Sorgo: 182-186

MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga

kg.

1,15-1,25

1,31-1,48

Vitelloni femm. da macello pez. nere (kg. 450-500) p.v. 1,401,55 pm 2,70-3,00 (45-55 kg) 1,30-1,70 (pregiate 70 kg) 3,79-4,38

Tonn.

Triticale n.q. Sorgo 196-199 146-148 165185 loietto: 165185 100-110 133-134 133-163 fieno di erba med: 200-210 98-105 143-146 Medica fienata 2 t. in campo 170-175 Paglia di frum. casc. 60-65

kg. kg.

0,80-1,00

(1 q. 56/60 kg)1,00-1,00 3,00-4,00

(da 46 a 55 kg)1,20-1,40 3,40-4,00

3,00-4,00

Tonn. Tonn.

127-128

PRODOTTO
BURRO pastorizzato

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA (30 ottobre)


3,75

MILANO (28 ottobre)


Pastorizzato 3,30 Centrifuga 3,85 5,40-5,55

MANTOVA (31 ottobre)


3,05

MODENA (28 ottobre)


Zangolato di creme X burrificaz. 2,75 --

Tonn.

PRODOTTO
SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

UNITA DI MISURA
15 kg

CREMONA (30 ottobre)


3,670

MILANO (28 ottobre)


3,720

MANTOVA (3q ottobre)


3,65

MODENA (28 ottobre)


3,690

PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

kg.

(dolce) 5,455,60

n.q.

kg.

(piccante) 5,65-5,90 7,10-7,30

5,60-5,85

n.q.

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg

2,630 2,420 2,050 (da 145 a 160 kg) 1,630 (da 160 a 180 kg) 1,690 (oltre 180 kg) 1,660

2,680 2,430 2,040 1,425 1,425 1,390

2,59 2,32 1,97 n.q. n.q.

2,630 2,360 2,010 (da 144 a 156 kg) 1,365 (da 156 a 176 kg) 1, 425 (da 11,4980 kg) 1,409 kg.

PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 8,90-9,20 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 10,30-10,70 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 11,65-12,50

7,10-7,35

7,40-7,60

kg.

7,85-8,05

8,00-8,65

8,20-8,40

Oltre 176 kg

n.q.

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il 1 e il 3 mercoled del mese. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono, per la Granaria, il marted (comparto dei cereali e derivati). Per la zootecnia da latte si porta come riferimento anche Montichiari, che quota il venerd. Il mercato di Mantova avviene il gioved. Modena il luned. Il mercato di Bologna, che con la Granaria di Milano fa da riferimento per i cereali, quota il gioved. Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www.cremona.coldiretti.it.

Chiude il bocciodromo dei ferrovieri


I
Il Consiglio ha deliberato marted. Il presidente Ghisolfi: Senza un restyling a rischio anche il Circolo
di Michele Scolari l Dopolavoro Ferroviario di via Bergamo versa in seria difficolt. Il budget sempre pi ai limiti sta originando pesanti problemi al punto che il destino del bocciodromo ufficialmente segnato. La decisione di chiuderlo, gi al vaglio da alcuni mesi, scattata questa settimana: la chiusura dei campi di bocce decretata per il prossimo 18 novembre. Lo ha deliberato il Consiglio direttivo nella seduta tenutasi lo scorso marted 29 nella sala consigliare del Circolo. Tutto ci non pu che provocare un immenso dispiacere commenta il presidente Giuseppe Ghisolfi. Dopo 81 anni sparir una struttura ricca di storia. I campi da bocce infatti sono nati con la sede di via Bergamo ed esistono sin dal 1932 quando stata costruito lo stabile su progetto delling. Giacomo Bonati e dei suoi collaboratori. Ghisolfi ricorda i tempi in cui i Dopolavoro ferroviari non dovevano sostenere alcuna spesa e, anzi, potevano contare su contributi nazionali. Purtroppo ora, con la generale scarsit di risorse imposta dalla crisi economica, molte cose sono cambiate, anche quelle che sembravano pi logiche. Da alcuni anni infatti le Ferrovie hanno deciso di staccare dalla direzione centrale i vari Dopolavoro, al quale le Ferrovie versavano l1,2 X 1000 dello stipendio di ogni lavoratore. Per i lavoratori sono diminuiti negli anni e lintroito derivato dalla percentuale viene utilizzato dalle Ferrovie per i mutui degli immobili. Quindi di soldi a noi non ne arrivano pi. Proprio la conseguente gestione autonoma dei circoli, attuata in una generale situazione di totale assenza di sostegno economico, preoccupa non poco il Presidente. Tutto ci che nostro

I costi del della bocciofila sono divenuti insostenibili assieme alle troppe spese di luce e teleriscaldamento

CREMONA

Sabato 2 Novembre 2013

Dal progetto di Bonati al debutto di Tognazzi: un circolo ricco di storia


La nascita del Dopolavoro Ferroviario, inteso come realt nazionale, ha una data precisa: 23 Settembre 1924. Nellanno successivo, 28 Ottobre 1925, l'istituzione divenne ufficiale con apposito Regio Decreto. Il Dopolavoro Ferroviario di Cremona fu uno dei primi a costituirsi con attivit specifiche che facevano capo allOpera Nazionale Dopolavoro (Ond) organizzata in Sezioni Provinciali. La Sezione Provinciale di Cremona aveva sede in un grandioso palazzo ubicato in Piazza Roma. In questo primo periodo risultavano attivi i bocciofili ma soprattutto i filodrammatici. Tutte le sezioni, i Dopolavori, i Comuni della provincia avevano la loro compagnia filodrammatica. Gli spettacoli teatrali erano molto frequentati. Il quotidiano Regime Fascista riportava ogni marted i resoconti, lusinghieri delle commedie rappresentate il sabato e la domenica precedenti dalla Compagnia del Dopolavoro Ferroviario, il quale non disponeva di un proprio teatro, ma si avvaleva di quello del Dopolavoro provinciale situato nellex Asilo Martini. Poi, nel 1932, arriv la svolta definitiva. Il 28 Ottobre venne inaugurata la Sede del Dopolavoro Ferroviario di Via Bergamo. La spesa di quarantaquattro mila lire fu a totale carico dello Stato. Superfluo dire che il locale pi importante di questa nuova struttura era il teatro (attualmente occupato dalla mensa), oltre ai campi da bocce, naturalmente scoperti (per il bocciodromo coperto bisogner attendere gli anni settanta). Nel salone-teatro quando non si presentavano le compagnie venivano organizzate memorabili serate di danza. In questo teatro avvenne il debutto di Ugo Tognazzi che, preso in consegna da Sandro Bernardi, esord con una piccola parte in uno spettacolo di arte varia con una canzoncina ad imitazione di Carlo Dapporto. E lattivit del Circolo prosegu anche dopo la fine della seconda guerra mondiale. Oggi, il Dopolavoro Ferroviario unAssociazione che ha lo scopo di promuovere, gestire, coordinare a diversi livelli associativi, attivit ricreative, culturali, turistiche , sportive, sociali per il proficuo impegno del tempo libero dei Soci. Con le sue centoundici sedi, sparse in tutto il territorio nazionale, ed oltre duecentocinquantamila soci, si colloca come una delle pi importanti associazioni no-profit esistenti in Italia.

devessere pagato da noi, a cominciare dalla luce elettrica e dal teleriscaldamento, che di questi tempi rappresenta di per s gi un bel salasso. Di conseguenza, proprio perch non possiamo pi permetterci spese che non siamo sicuri di poter far rientrare (dato che il bilancio alla fine va fatto quadrare e non possiamo fare debiti), si rendono necessari alcuni tagli, in primis quello del gruppo bocce. Questo costituirebbe una spesa notevole, secondo le cifre riportate da Ghisolfi: si parlerebbe nel complesso 20mila euro allanno, in cui sarebbero comprese le utenze dei campi, la luce e il riscaldamento. Di quei ventimila euro poi la squadra ne assorbe tra i 6 e i 7mila. E a pesare sarebbe anche lutilizzo dei campi prevalentemente nella stagione invernale, circostan-

La sopravvivenza dei Dfl legata allautofinanziamento

za che intensifica le spese per il teleriscaldamento. Destate invece vengono utilizzati i campi del circolo Canottieri di via Eridano, dove si prevede che verranno trasferiti sia gli utenti amatoriali che la squadra (la quale manterr la sede presidenziale in via Bergamo). Dunque il Dopolavoro di via Bergamo sar destinato a morire? Assolutamente no si affretta a precisare Ghisolfi ma a patto di riuscire a dare un giro di boa. E non nasconde loggettiva possibilit di promuovere iniziative o una programmazione, seppur minima. I campi da bocce verranno livellati e, assieme alla parte sopraelevata utilizzata come palco, potranno ospitare uno spazio per attivit ludiche e isituzionali, come serate di ballo liscio, anni 70 o latino americano. E

i progetti accarezzati dal presidente riguarderebbero anche la Mensa, ora non pi aziendale ma in gestione ad un privato, per la quale si sta pensando a serate a tema, magari in concomitanza delle ricorrenze religiose ed istituzionali (Natale, Pasqua, Morti, Ferragosto, ecc.). Perch, conclude Ghisolfi, se non si riesce a rivitalizzare il tutto inventandosi qualcosa di nuovo che permetta il risanamento interno, non solo il campo di bocce ma lintera struttura sar a rischio. Vi sono citt come Imola che hanno gi perso il proprio Dopolavoro. E dopo la volont manifestata dalla sede centrale di Roma di voler portare i Dopolavoro da 80 a 50 altri Circoli sono a rischio, come, ad esempio, quello di Aosta. Insomma, per le sedi che non riusciranno ad autofinanziarsi ed a gestire autonomamente, il rischio non soltanto quello di perdere le bocce ma di chiudere tutto quanto.

Sabato 2 Novembre 2013

Cronaca

Un ricercatore del Cnr ha dichiarato che il consumo eccessivo di polenta potrebbe incrementare il rischio di tumore allesofago, a causa delle fumotossine

lesperta

Meglio consumare prodotti controllati

La polenta non si tocca


di Laura Bosio i le mani dalla tradizione: questa l'opinione dei cremonesi dopo che il Cnr ha lanciato lallarme sul rischio di tumore allesofago per chi consuma troppa polenta. Secondo i ricercatori del Consiglio nazionale ricerche, un regime alimentare in cui la polenta sia molto presente, come in uso nel Nord Italia, pu nascondere dei rischi legati alla presenza di fumonisine, tossine che, in forti concentrazioni, possono indurre tumori all'esofago oltre a rallentare l'assunzione di acido folico, e questo nelle gestanti diventa un grave fattore di rischio. Roberto Defez, primo ricercatore Consiglio Nazionale Ricerche, Istituto di Genetica e Biofisica del Cnr Napoli, ha ricordato che nel 2007 il Regolamento 1126 ha introdotto un tetto delle fumonisine nei prodotti alimentari, differenziando il valore nell'alimentazione destinata agli adulti da quella dei bambini. Ma cosa ne pensano i consumatori, coloro che, forti di una tradizione secolare, portano in tavola la polenta con orgoglio come uno dei piatti forti della cultura padana? C chi considera questi studi un attacco alla cucina tipica dei paesi del nord, dove la polenta sempre stata il cibo principale, anche a causa del suo basso costo. Queste ricerche lasciano il tempo che trovano commenta Tiziano, 66 anni. Mio nonno, morto a 94 anni, faceva colazione con polenta e vino rosso e non ha mai avuto alcun problema di salute. La polenta, un "pilastro" culinario a cui non si vuole rinunciare. Ho 80 anni e ho consumato polenta per una vita senza avere alcun problema. Mi piacerebbe sapere quanto invece siano salutari i cibi gi pronti che si consumano al giorno doggi commenta Piero, pensionato. Quando mangiavo

Per capire meglio cosa sia la fumonisina e quali siano i rischi che essa comporta, abbiamo interpellato Emanuela Denti, esperta in tecnologia alimentare. La fumonisina una tossina prodotta da un fungo del genere Fusarium spp, che si sviluppa sul mais e che rientra nel gruppo 2B della classificazione Airc - spiega Denti; - questo significa che un possibile agente cancerogeno per l'uomo. Tuttavia ricordiamo che il regolamento 1126 del 2007 della Commissione europea ha abbassato i limiti massimi di presenza di tale tossina nel mais da 2000 a 1000 ppb. Questo comporta che il prodotto sia in ogni caso sicuro per l'uomo. E' un problema di quantit, quindi? Assolutamente s. Non serve eliminare la polenta dalla nostra dieta, tanto pi che al giorno d'oggi i consumi sono decisamente inferiori rispetto al passato. L'importante consumare prodotti sicuri, e in questo senso in Italia vi sono controlli molto rigorosi, che riducono al minimo la possibilit che vengano immessi in commercio prodotti a rischio. Quali sono gli effetti nocivi di questa tossina? Pu provocare cancro all'esofago, intossicazione al fegato e a i reni. Per c' da tener presente che la fumonisina, una volta ingerita, viene in parte espulsa e nell'organismo ne resta poca. Inoltre essa presente in pochi alimenti: solo nel mais e nel sorgo. Ricordiamo anche che queste tossine non vengono distrutte con la cottura dei cibi. E' vero che un prodotto Ogm in questo caso potrebbe essere pi sicuro? S, perch nelle normali coltivazioni le spighe del mais (che in linguaggio comune sono note come pannocchie, ndr) sono soggette all'attacco di insetti, che creano dei buchi nei quali pi frequente la formazione di muffe produttrici delle tossine. Il mais Ogm stato creato per non essere attaccato dalla piralide del mais, e quindi con esso si riduce la formazione di muffe e micotossine.

La reazione dei cittadini, giovani e anziani: lasciate in pace i cibi tipici della nostra cultura

LA NUTRIZIONISTA Un pasto assolutamente salutare


di consigliare in qualsiasi regime alimentare. Cos la nutrizionista cremonese Annalisa Subachi commenta il risultato della ricerca del Cnr. Ricordiamo anche che il mais l'unico cereale ad essere ricco di vitamina E, e quindi un antiossidante naturale. L'unico problema di questo alimento l'avere un indice glicemico elevato, per cui non bisogna abusarne, anche perch spesso il suo consumo si accompagna a pesanti condimenti. Tuttavia ritengo che possa tranquillamente essere consumata una volta alla settimana, magari insieme al pesce, per un pasto assolutamente sano e salutare. consapevolezza di quello che realmente fa bene o fa male. Ma questo non toglie che la tradizione non si tocca. Sar anche vero quello che sostengono Veronesi e Defez, ma il mais solo uno dei cereali che consumiamo Vorrei sapere se queste pericolose micromuffe trovano solo nel mais il terreno adatto a svilupparsi. Per quanto mi riguarda questa sembra solo lennesima campagna denigratoria senza capo ne' coda nei confronti del cibo sano. Inoltre, la polenta pur sempre un piatto di tipo artigianale, realizzato con ingredienti sani: perch invece non ci dicono quanto fanno male gli hamburger dei fast food e tutti gli altri piatti pronti?, si chiede Claudia, studentessa 22enne. Oppure vogliamo domandarci che effetto fanno al nostro organismo le merendine confezionate, le bibite gassate e tutti gli altri prodotti industriali che consumiamo oggi? Tra un po' ci spacceranno per salutare la polenta Ogm. Se vogliamo fare lelenco di tutto quello che ci dicono di non mangiare perch fa male non finiamo pi aggiunge Silvia, 33enne. Al giorno doggi tutto quello che mangiamo potrebbe essere potenzialmente dannoso: se stessimo ad ascoltare tutto quello che ci dicono di non mangiare, dovremmo vivere daria. Come per ogni cosa, una questione di quantit. Ma questo vale per la polenta come per qualsiasi altra cosa. Niente di nuovo, lo aveva gi detto anche Veronesi alcuni anni fa ribadisce Michela, 42enne casalinga. Credo per che, per come tutte le cose, sia una questione di quantit: ormai nessuno mangia la polenta ogni giorno, e non credo che il brasato con polenta che si mangia una o due volte lanno possa far male.

Credo che il problema principale non stia nella polenta in s, ma nei metodi di coltivazione, nelle sostante chimiche utilizzate, negli anticrittogamici... Per il resto ritengo che la polenta sia un alimento assolutamente sano e salutare, che mi sento tanta polenta ero sanissimo gli fa eco Sandro, 78 anni. Ora che da decenni non ne mangio pi mi sono ammalato proprio di tumore allesofago. Per quanto mi riguarda mangio polenta da quando ero in fasce e non ho mai avuto problemi, nonostante abbia ormai 70 anni, aggiunge Sergio. Ma non sono solo gli anziani a difendere la tradizione: anche i giovani, pur avendo unalimentazione pi variegata, non vogliono voltare le spalle ai piatti tipici del territorio, che comunque sono ancora oggi molto diffusi. Abbiamo assistito allennesimo tentativo di attaccare le origini etniche e la cultura culinaria di un popolo millenario commenta Stefano, 38 anni. In tutti i ristoranti, dalle taverne ai pi quotati, la polenta resta un must tra i piatti tipici locali. Guai a toccare la cultura di un popolo. Tra i giovani maggiore anche la

Cronaca

Sabato 2 Novembre 2013

Forti critiche da parte degli esponenti del Pdl cremonese nei confronti del proprio partito. Non si mette in crisi il Governo per liti interne

Basta con la politica dei falchi e delle colombe


di Laura Bosio

el Pdl (o Forza Italia?): c' tensione e anche un po di confusione tra i militanti e i quadri, mentre si cerca di stabilire quale sar il futuro del partito. Ancora non certa neppure la convocazione del Consiglio nazionale, forse il prossimo 8 dicembre, e durante la quale esponenti del partito provenienti da tutta Italia saranno chiamati a dare il proprio parere rispetto alle linee guida e ai programmi del futuro del partito. Per Cremona i nomi sono 5: il segretario provinciale Luca Rossi, il consigliere regionale Carlo Malvezzi, il presidente della Provincia Massimiliano Salini e il capogruppo del Pdl in consiglio provinciale, Gabriele Gallina, con il suo vice, Antonio Agazzi. Abbiamo chiesto loro di dirci cosa ne pensano della situazione e cosa vorrebbero o si aspettano dalla futura Forza Italia. Luca Rossi. Non voglio scegliere tra Pdl e Forza Italia in base al loro nome: voglio sapere cosa Forza Italia e quali contenuti vengono proposti. Sceglier quando avr gli elementi per farlo. Oggi vedo solo tanta confusione e un continuo accapigliarsi sul nome del partito o sul colore del logo. Quello che voglio sono risposte: questo un partito pi di destra o si rif agli ideali del Partito popolare europeo? Quali sono i suoi obiettivi? Verr introdotto al suo interno un sistema pi democratico per le nomine? Sar un partito in cui la base pu decidere o le decisioni caleranno ancora dall'alto? Sinceramente non sto in un partito che sembra uno zoo, e so che molte persone la pensano come me. Non sono pi interessato a una politica gri-

Luca Rossi: Continuer il mio mandato solo se trover proposte serie. Carlo Malvezzi: Bisogna riflettere sul tema delle primarie per portare una ventata di democrazia interna
data. A me, come a tutta la gente comune, non interessa pi questo tipo di politica, dove si mette in crisi il Governo a causa di continue liti interne. Oggi vogliamo franchezza, vogliamo che ognuno dica chiaramente quello che pensa. Come coordinatore provinciale, poi, io ho anche la responsabilit dell'incarico che mi stato dato. Dunque la scelta che far dipender dai percorsi. Anche perch in 20 mesi di incarico, durante i quali mi sono impegnato gratuitamente al massimo, ho onorato il mio mandato, quindi credo di potermi permettere di decidere di continuare il mio mandato solo se trover delle proposte serie. Antonio Agazzi. Poich in queste ore gli avvenimenti sono convulsi e risulta difficile farsi un'opinione rispetto a contenuti che ancora sono noti, le mie valutazioni si basano soprattutto sul buon senso. Buon senso che mi suggerisce che non sufficiente tornare ad indossare il "vestito" Forza Italia, riportando in auge idee che in vent'anni non si sono mai concretizzate, come la liberalizzazione dei servizi pubblici. Dunque non mi interessa discutere di nomi o di loghi, n mi appassiono al dibattito ornitologico tra falchi e colombe. Quello che voglio capire cosa si vuole fare dell'attuale esperienza di Governo. Ritengo che l'eventuale decisione di uscirne debba derivare dalla convinzione che esso poco utile e incisivo rispetto alla soluzione dei problemi degli italiani: a me sembra questo l'unico criterio per decidere le sorti di un Paese, e non le vicende personali di un leader politico, per quanto importante, come Berlusconi. Allora bisogna analizzare quello che sta facendo questo Governo delle larghe intese e capire se pu essere incisivo. Da un lato la Legge di stabilit in fase di approvazione non mi sembra positiva, in quanto non affronta i problemi del costo del lavoro e dell'eccessiva pressione fiscale: non aiuter a rilanciare l'economia. Dall'altro lato improponibile pensare ad un ricorso anticipato delle elezioni, per quanto questo sia una tentazione sia per il Pdl che per il Pd, in quanto sarebbe una scelta irresponsabile senza prima cambiare una legge elettorale decisamente vergognosa. Nelle condizioni attuali tornare al voto non avrebbe senso. Auspico allora che nel corso del mese che ci separa dal congresso del Pdl le varie anime del partito sappiano dirci quali sono i loro programmi. Essendo sempre stato un "libero battitore", sceglier di appoggiare chi porter avanti il programma che pi si avvicina alle mie idee. Massimiliano Salini. Penso che quanto sta accadendo sia la naturale conseguenza di una serie di azioni irresponsabili. Da un lato da parte del Pd, come la decisione di modificare la prassi parlamentare sul voto per quanto riguarda la questione Berlusconi: il Pd ha l'ossessione del voto palese perch a loro non interessa la stabilit di Governo, ma ha paura di non riuscire a tenere compatte le truppe. Dall'altro lato c' un Pdl che non ha saputo creare una forza alternativa al Pd, facendo invece emergere tutte le proprie debolezze interne. Ci detto, pur avendo grandi perplessit rispetto all'azione che sta portando avanti, dove ancora non si sono viste le riforme liberali necessarie, ritengo che la posizione di Alfano sia ad oggi la pi costruttiva. L'opzione da lui avanzata, che va nella direzione di ricostruire il Pdl con pi solidi principi democratici, pur senza negare la leadership di Berlusconi. In tutti questi anni non si ancora vista una vera politica del Pdl, ora che si decida di diventare un vero partito. Carlo Malvezzi. Ho iniziato a fare politica nel 1999 con Forza Itala, ed ero parte del coordinamento provinciale del partito, dunque il mio punto di riferimento quello, cos come Berlusconi rimane il mio leader. Il punto su cui dibattere, tuttavia, oggi, non il nome del partito ma i valori di cui esso portatore, che da Forza Italia sono passati nel Pdl. Tuttavia qualcosa deve cambiare, e ritengo che i temi principali siano due. Uno quello del modello di partito, che non pu essere determinato da riti ormai obsoleti, con tesseramento, congressi e una burocrazia che ingessa ogni idea. Oggi abbiamo bisogno di una forma pi leggera e dinamica. Stiamo scontando la

Luca Rossi

Antonio Agazzi

Massimiliano Salini

Carlo Malvezzi

Gabriele Gallina

difficolt nei rapporti con la gente, anche a causa di una legge elettorale che non permette ai cittadini di scegliere i propri candidati. Allora diventa fondamentale aprire il dibattito sul tema delle primarie, in modo da portare una ventata di democrazia interna. Il secondo tema quello della proposta politica. Oggi interrompere l'esperienza di Governo sarebbe un errore, perch l'attuale situazione di crisi finirebbe con l'aggravarsi. Ci vuole per una proposta di Governo che rilanci l'economia, riducendo le vessazioni a cui i cittadini sono sottoposti. Su questo il Governo non sta lavorando, e vorrei vedere un Pdl pi incisivo nelle proposte di politica economica; vorrei che si portasse avanti un approccio pi liberale. Questi sono i temi che dovrebbe portare avanti la nuova Forza Italia, confidando che questo ritorno non porti divisioni all'interno del partito. Dopotutto la vivacit di dibattito che si sta palesando oggi, anche con scambi duri, segno di una vitalit interna che non si esaurisce.

Gabriele Gallina. Non sufficiente cambiare il nome: certo, Forza Italia evoca il nostro passato e la nostra esperienza, ma necessario che cambino anche i contenuti. Berlusconi resta il nostro leader e non condivido chi vorrebbe ridimensionare la sua leadership, ma ora arrivato il momento di organizzare meglio il partito, dandogli delle regole e una struttura chiara. Un partito in cui le candidature sono calate dall'alto non aiutano il radicamento dello stesso nel territorio. Mi auguro allora che si trovi una sintesi tra le varie mozioni che vi saranno sul tavolo. Una divisione sarebbe un errore, secondo me.

Matteo Piloni eletto nuovo segretario. I prossimi obiettivi: ricucire gli strappi e lavorare per vincere le amministrative

Sabato 2 Novembre 2013

Cronaca

Il Pd deve andare oltre gli steccati ideologici


di Laura Bosio

letto con il 93,79% delle preferenze, il cremasco Matteo Piloni il nuovo segretario provinciale del Partito Democratico di Cremona. Un candidato unico, individuato all'interno del partito e sostenuto dal suo predecessore, Titta Magnoli. Insieme a lui sono stati votati i nuovi segretari di circolo cittadini: Roberto Galletti al Cascinetto, Mariella Laudadio al Cittanova, Caterina Ruggeri al Duemiglia, Carlo Duca a Cremona Po. Al circolo Ghilardotti il segretario sar eletto successivamente. Il carico di lavoro tanto, ma la voglia di fare non manca commenta il neo-eletto segretario. Sono consapevole che il mio non sar un cammino semplice, perch oggi fare politica pi difficile di un tempo e bisogna fare i conti con la disaffezione da parte della gente. Mi fa piacere che sul mio nome vi sia stata unit di intenti, al di l delle critiche che lasciano il tempo che trovano. Siamo una delle poche realt in Lombardia ad aver raggiunto una candidatura unitaria e credo che questo sia un risultato importante: il primo passo per costruire un clima positivo. Con la mia nomina non si sono risolti tutti i problemi interni: tocca a me ora ricucire le fila di quello che non va. Quali sono questi problemi interni? E' sostanzialmente una questione di chiarezza da ripristinare e di incomprensioni non risolte. La candidatura unica stato il primo passo per rimettere a posto le cose. Ora per si dovr lavorare tutti insieme con senso di responsabilit, nominando i nuovi organismi dirigenti. Dovremo quindi tornare a radicarci sul territorio, e per arrivare a questo sar fondamentale il passaggio delle amministrative. Qualcosa gi cambiata: l'Assemblea ora formata da 52 persone invece che 80, stata rispettata la parit di genere con 26 donne e 26 uomini.

Il nuovo segretario: Vedo di buon occhio una possibile candidatura di Gianluca Galimberti

Matteo Piloni, nuovo segretario Pd

Titta Magnoli, segretario uscente

Da diverso tempo si parla di rinnovamento, di "rottamazione", di volti nuovi. Condivide la necessit di rinnovamento della classe dirigente? Per me parlano i fatti. Ho iniziato a fare seriamente politica con la nascita del Pd, nel 2007, come segretario di Crema. I nuovi nomi che stanno circolando all'interno del partito sono la dimostrazione che si sta lavorando nel senso di un rinnovamento. Un rinnovamento che si deve portare avanti con i fatti, non con le parole. Il Pd deve aprire le sue porte a gente nuova e il mio lavoro andr proprio in quella direzione, portando dentro al partito soggetti che vogliano impegnarsi in qualcosa, purch possiedano lo stile per stare dentro in un partito. Lei ha citato il prossimo impegno delle amministrative: ormai tempo di parlare di campagna elettorale... Il lavoro, all'interno del Pd, gi iniziato da tempo, su tutto il territorio. Abbiamo costituito un gruppo, il Dipartimento enti locali, che sta contattando circoli territoriali e cittadini; continueremo a portare avanti questo percorso. Naturalmente le realt pi importanti sono quelle di Cremona e

Casalmaggiore. Per quest'ultima abbiamo gi un nome, visto che Silla ha deciso di riconfermare la propria candidatura, anche se si dovr lavorare per migliorare le cose. Per quanto riguarda Cremona, invece, vogliamo incontrare tutte quelle realt che pensano che l'amministrazione Perri sia stato un fallimento: con loro cercheremo di condividere un nuovo progetto amministrativo. E il candidato? Di candidature possibili ce ne possono essere diverse, ma ritengo che ora l'importante sia realizzare un progetto condiviso. Personalmente vedo di buon occhio una possibile candidatura di Galimberti: una persona che non viene dai partiti ma che possiede un buon senso politico. In ogni caso ritengo che per la scelta del sindaco si debba arrivare alle primarie: giusto che i cittadini possano scegliere quale sar il loro candidato sindaco. Per questo chiederemo anche alle altre realt che vogliano partecipare al progetto di esprimere le proprie candidature. Quello che ho in mente sono delle primarie allargate, che coinvolgano anche chi sta al di fuori del Pd, purch si condivida un progetto amministrativo comune. E' ora di cambiare il modo di fare politica e di andare oltre gli steccati ideologici e partitici,

superando i confini di sempre. Dovr uscire il nome di un candidato sindaco che, una volta eletto, sappia essere autonomo, al contrario di come sta facendo Perri. I partiti devono essere una guida e un sostegno, ma non devono sostituirsi al primo cittadino nel governare la citt. Riuscirete a trovare una quadratura tra le diverse anime che oggi popolano il Pd? All'interno del nostro partito c' tanta gente che si impegna e questo comporta che vi siano sensibilit diverse. Esse si concretizzano attraverso i comitati a sostegno dell'uno o dell'altro candidato alle primarie nazionali (Civati, Renzi, Cuperlo e Cittella). Questa non rappresenta una divisione, anzi: dimostra che ci sono persone che stanno tornando ad appassionarsi alla politica. Ho gi contattato i referenti dei vari comitati presenti a Cremona e li ho convocati per un incontro, che faremo sabato, al fine di iniziare un percorso unitario. Voglio che il periodo che ci separa dalle primarie sia l'occasione per una discussione e un confronto sulle varie idee e sui vari programmi.

A questo proposito che opinione ha dei quattro candidati? Penso che il partito sia diventato contendibile: non si da pi tutto per scontato. La mia linea di pensiero vicina a quella di Cuperlo, ma questo non ha importanza: i quattro candidati presentano diversi modi di raggiungere lo stesso obiettivo, e il confronto ci porter sicuramente ad un traguardo importante. Ci sono le condizioni perch chi vincer possa ricomporre le differenze e guidare un partito unito? Perch, a leggere i programmi dei candidati, ci sono differenze non di poco conto... E' vero, le differenze sono notevoli, ma proprio su queste che dobbiamo ragionare nel prossimo mese, preparandoci alle primarie. Bisogna ragionare sui contenuti e non sulle simpatie per l'uno o per l'altro candidato. Un discorso che vale anche per il Governo: ora auspicabile che quello attuale prosegua nella sua attivit perch tornare al voto non sarebbe una buona cosa per l'Italia. Questo Governo per deve dimostrarci di saper governare, cos come il Pd deve dimostrare di essere in grado di aiutare il Governo ad andare avanti.

Bisogna ragionare sui contenuti, non sulle simpatie

Dobbiamo tornare a radicarci sul territorio

Cronaca

Sabato 2 Novembre 2013

Gadesco, ripristinare larea inquinata


uovi sviluppi per il caso dellimpianto a biomasse sequestrato lo scorso venerd 18 ottobre dal Noe di Brescia (al comando del capitano Alessandro Placidi), a Gadesco Pieve Delmona, in provincia di Cremona (riportato nellapprofondimento sulledizione di sabato 26 ottobre de Il Piccolo). Il sindaco del paese, Davide Viola (Pd), ha emesso mercoled unordinanza (inviata a Prefettura di Cremona, Amministrazione Provinciale, Procura, Carabinieri, Noe, Arpa e Asl) in cui dispone la rimozione e leventuale bonifica dei terreni inquinati. Durante il sopralluogo avvenuto nel contesto del blitz del Noe, il primo cittadino di Gadesco, assieme al responsabile del Servizio Tecnico, aveva constatato lavvenuto sversamento di liquami dallimpianto sul campo in confine Nord. Il Noe, dopo le analisi dell'Arpa di Brescia, aveva riscontrato nei terreni, appartenenti ad unazienda agricola del posto, unaltissima concentrazione di Cod (Chemical Oxygen Demand), ovvero un indice che misura il grado di inquinamento dell'acqua da parte di sostanze ossidabili, principalmente organiche. La concentrazione di quella sostanza sui terreni era risultata pari a 2.632 mg/l, ovvero oltre 26 volte superiore ai limiti previsti dal d.lgs 152/2006 per i reflui industriali sul suolo. Si legge ancora nellordinanza del sindaco che i rifiuti, in parte ancora presenti sulla superficie ed esposti allaria, si presentano di colore scuro, di tipo fangoso e maleodoranti nonch sparsi al suolo senza alcuna norma di sicurezza, possono essere pericolosi per le tre matrici ambientali. Il primo cittadino pertanto ordina la presentazione del Piano di rimozione, con eventuale bonifica dei terreni interessati, dei liquami sversati sul campo in confine nord con limpianto. Il tutto

Nelle analisi dellArpa linquinamento dei terreni era risultato 26 volte superiore ai limiti
Dopo il sequestro del Noe, il sindaco e la Giunta dispongono la presentazione del Piano di rimozione e bonifica
di Michele Scolari entro e non oltre 7 giorni dal ricevimento della presente ordinanza al Comune di Gadesco Pieve Delmona. Inoltre, lordinanza impone limmediata recinzione, con robusta rete da cantiere, dellarea interessata dallo sversamento. Lindagine era partita tre settimane fa, quando i carabinieri del Noe, a seguito di controlli nellambito della tutela della salute e dellambiente innescati su segnalazione di alcuni cittadini che si lamentavano per esalazioni sospette, avevano scoperto una discarica abusiva a cielo aperto costituita da uningente quantitativo di rifiuti speciali pericolosi gestita da una societ agricola, che si era prestata allo stoccaggio abusivo nei propri terreni di scorie prodotte da una centrale a biomasse. Nel prosieguo delle indagini i carabinieri, diretti dallautorit giudiziaria di Cremona, avevano eseguito ulteriori
I terreni e limpianto sequestrati dal Nucleo Operativo Ecologico

Mostra sui cimeli del ciclismo cremonese


La Giunta comunale, su proposta dell'assessore Nicoletta Irene De Bona, ha deciso di accogliere la donazione di diversi cimeli storici del ciclismo cremonese da parte dellAssociazione Ciclisti Cremonesi di Cremona. I cimeli saranno collocati nei locali di una ex casa contadina del Museo Civico della Civilt Contadina Il Cambonino Vecchio, per i quali sono gi stati eseguiti, con costi sostenuti direttamente dalla stessa Associazione, alcuni lavori di manutenzione, concordati e autorizzati dal Settore Patrimonio. Oggetto della donazione sono, in particolare, 8 biciclette, delle quali una interamente in legno, 4 bacheche contenenti 18 maglie di vari atleti, oltre a diversi quadri di foto. La donazione verr poi integrata con ulteriore materiale ciclistico proveniente dal Santuario della Madonna della Strada di Grontardo.

I rifiuti possono essere pericolosi per le tre matrici ambientali

Via alla manutenzione degli impianti sportivi


accertamenti tecnici e campionamenti utili a rilevare lesatta composizione chimica e le caratteristiche del materiale sospetto, di concerto con lArpa e lAmministrazione provinciale di Cremona. Sin dal primo accesso i sospetti dei militari erano caduti sulle scorie ed i liquidi sparsi sul terreno agricolo confinante e nascosto alla vista dei passanti, che si presentavano di colore nerastro e dallodore nauseabondo cos come segnalato da numerosi cittadini residenti nelle vicinanze della predetta centrale. A seguito dellallarmante risultato delle analisi, era scattato immediatamente il blitz del Noe di Brescia che aveva portato alla segnalazione alla Procura della Repubblica di Cremona di due soggetti ritenuti responsabili, nonch al sequestro probatorio della centrale a biomasse gestita da una societ milanese, unitamente al sequestro del terreno di propriet di unazienda agricola cremonese. Approvato dalla Giunta il progetto definitivo relativo ai lavori di manutenzione (ordinaria e straordinaria) degli impianti sportivi comunali per un importo complessivo di 50.000,00 euro. Gli impianti sportivi di propriet comunale, nonch gli impianti tecnologici al servizio delle strutture, necessitano di costanti interventi manutentivi per garantirne la piena fruibilit per lattivit sportiva ed il funzionamento secondo le norme. A semplice titolo esemplificativo, gli interventi previsti riguardano le coperture, le pareti e le soffittature interne, le pavimentazioni e altri lavori di varia natura. Dovranno essere pertanto realizzati interventi vari atti a garantire la sicurezza, l'igienicit degli ambienti, la loro fruibilit ed il decoro. Il contratto di appalto avr durata annuale, salvo scadenza anticipata per raggiungimento dellimporto contrattuale.

Cronaca NERA

Due opere Campi livelli del remunerativi alla mostra di Ravenna dellanno 2005
Su proposta dell'assessore Irene Nicoletta De Bona, la Giunta ha autorizzato, previa acquisizione dellautorizzazione ministeriale, il prestito delle opere di propriet civica: Giulio Campi, Putto decorativo visto frontalmente, XVI secolo, affresco strappato e riportato su tela, cm 125 x 83; Giulio Campi, Putto decorativo visto da tergo, XVI secolo, affresco strappato e riportato su tela, cm 125 x 83, per la loro esposizione alla mostra Capolavori strappati, in programma a Ravenna, presso il Museo dArte della citt (Mar), dal 16 febbraio al 15 giugno 2014. La concessione del prestito motivata dallimportanza della rassegna, oltre che dalla natura e dallo scopo della manifestazione.

Si dovr tornare ai

Furto al Famila: diciottenne in manette


giovani si sono dati alla fuga a bordo di una Ford Focus grigia. La giovane, C. M. D., 18enne nata a Pimnicu Vilcea (Romania) e residente a Milano, non ha opposto resistenza, mostrando spontaneamente il contenuto della borsa che risultata colma di prodotti di profumeria e cosmesi per un valore di circa 480. La polizia ha restituito la merce ai legittimo proprietario accompagnando la ragazza in questura dove, sulla scorta di diversi precedenti specifici, stata dichiarata in arresto per furto aggravato. Gioved mattina si svolta la direttissima a seguito del quale la giovane stata condannata a 3 mesi di reclusione, pena sospesa. mi.sco.

Ruba auto in Austria: arrestato a Cremona


Un cittadino ungherese 31enne (T.Z. le iniziali) stato arrestato a Cremona marted sera dagli uomini della questura. Su di lui pendeva un mandato di cattura europeo emesso in Austria per il furto aggravato di unauto (una Bmw X5). Il soggetto stato fermato sulla via Mantova intorno alle 23 dagli uomini della Squadra volante della Questura, nellambito di unattivit di prevenzione che ha portato gli agenti a controllare pi di 100 persone e 60 veicoli (come ha ricordato il questore Vincenzo Rossetto). Nel corso degli accertamenti, dalla Banca Dati Interforze emerso il mandato darresto europeo nei confronti dellungherese (che, in quel momento, viaggiava assieme ad unaltra persona). Per T.Z. quindi scattato il trasporto a Ca del Ferro.

Una giovane stata arrestata mercoled dalla polizia per un furto al supermercato Famila di via Reboschi. Alla pattuglia della Volante intervenuto sul posto, il personale antitaccheggio ha riferito di aver notato un gruppo di tre giovani, due ragazzi e una ragazza che si aggiravano nel reparto profumeria. Avendo notato la somiglianza con dei soggetti che nei giorni precedenti si erano resi responsabili di vari furti presso numerosi supermercati, il personale ha deciso di seguire i loro movimenti. Lattenzione della security si concentrata sulla donna, controllandone la borsa capiente. Non appena il personale antitaccheggio ha raggiunto la ragazza, i due

Sabato 2 Novembre 2013

Cronaca
Il prestigioso titolo stato riconosciuto mercoled all'industriale cremonese dal Politecnico di Milano

Spettacolo benefico in Camera di Commercio


Venerd 8 novembre, alle 21, presso l'Auditorium della Camera di Commercio a Cremona si terr lo spettacolo musicale benefico "Canzoni alla rasio". Si esibiranno il coro Folk di Castelverde e il Gruppo strumentale Cremonese diretti dal Maestro Giorgio Scolari. La serata organizzata dal comitato locale di Cremona della Croce Rossa Italiana per raccogliere fondi e il ricavato verr destinato per le attivit socio-assistenziali rivolte alle famiglie indigenti che il gruppo segue sul territorio cremonese. Per prenotazioni ed informazioni possibile telefonare al 349 4039197 o 333 3666026.

Ad Arvedi laurea honoris causa in Ingegneria meccanica


sempre costanti e proficui legami con il mondo accademico con il quale collabora attraverso gruppi di ricercatori operanti nelle principali Universit italiane e internazionali allo sviluppo di nuove tecnologie, nuovi processi produttivi e nuovi prodotti per il settore siderurgico e meccanico. Sono estremamente onorato ha spiegato Arvedi, durante il suo intervento di ricevere oggi questo importante riconoscimento dal Politecnico di Milano. Lo considero il frutto di unideale unione tra la mia visione professionale ed umana del lavoro e le capacit ingegneristiche che siamo riusciti a sviluppare in concrete innovazioni che hanno profondamente trasformato la siderurgia a livello mondiale, con il valido supporto di tutti i lavoratori e collaboratori e lindispensabile apporto del mondo accademico italiano ed europeo. La Laurea conferitagli rappresenta un altro importante traguardo che va a suggellare una carriera straordinaria. Lin-

La Facolt di Ingegneria del Politecnico di Milano ha conferito, mercoled, a Giovanni Arvedi la Laurea honoris causa in ingegneria meccanica. La cerimonia di consegna del riconoscimento avvenuta presso la Facolt di Ingegneria alla presenza del magnifico rettore, Giovanni Azzone, del preside della Scuola di ingegneria industriale e dellinformazione Giovanni Lozza e di altri rappresentanti del mondo accademico, politico e dellimprenditoria. Il Gruppo Arvedi ha da

nata vocazione innovativa, sorretta da grandi capacit lo hanno indotto nel corso degli anni a brevettare nuove tecnologie oggi studiate in tutto il mondo. Arvedi ha ricevuto, negli anni, molteplici riconoscimenti, ultimo dei quali grazie al grande impegno profuso da Arvedi nel progetto del Museo del Violino, che gli valso nellaprile 2013 il conferimento, con decreto del presidente della Repubblica, del diploma ai benemeriti della cultura e dellarte da parte del Ministro

dei Beni Culturali Lorenzo Ornaghi. Sempre nel corso di questanno a New York gli stato assegnato il Willy Korf/ Ken Iverson Steel Vision Award per il suo contributo allindustria siderurgica mondiale.

Polide, gioved incontro su Alfonso Mandelli


Gioved 7 novembre, alle 21, il circolo Polide (via Palestro) propone il terzo appuntamento con la storia politica amministrativa di Cremona. Protagonista della serata sar Agostino Melega che parler di Alfonso Mandelli, ultimo sindaco prima dellavvento dei Podest a Cremona.

La Cgil: su un organico complessivo di 33mila unit necessarie, il dato delle effettive presenze stabili di 26mila

Approvato il progetto: pista ciclabile per via Boschetto


La Giunta comunale ha approvato il progetto preliminare per la realizzazione di una pista ciclabile nel tratto compreso tra via Nazario Sauro e via Carlo Visioli nellambito della riqualificazione urbanistica di via Boschetto. Il costo complessivo dellintervento, ammonta a complessivi 845.000 euro. Il progetto di riqualificazione urbanistica di via Boschetto prevede la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale che collega il quartiere periferico Boschetto con la citt. Il tratto interessato dai lavori si trova tra la via Nazario Sauro e via Cesare Visioli. La via Boschetto caratterizzata da flussi di traffico motorizzato e ciclabile importanti, la cui promiscuit, genera, in diversi punti, situazioni di pericolo. Il progetto proposto ha come obiettivo primario quello di tutelare lutenza debole della strada garantendo un percorso sicuro.

Servimpresa, un corso sulla direttiva nitrati

arenza di organico, di sedi e di mezzi, risorse sempre pi scarse: garantire la sicurezza ogni giorno una sfida per il corpo dei Vigili del Fuoco, che da tempo denuncia una situazione difficile. Gli ultimi dati disponibili ci dicono che, su un organico previsto di 33mila unit necessarie, il dato delle effettive presenze stabili di 26mila spiega Cesare Leoni, sindacalista della Funzione pubblica Cgil. Il resto dell'organico coperto da personale precario. Ci sono diverse graduatorie gi formate, ma non si fanno le assunzioni. Un problema che del resto comune a diversi comparti delle forze dell'ordine: E' capitato che delle pattuglie (in questo caso non parliamo di Vigili del fuoco) non riuscissero ad intervenire in determinate situazioni perch non ci sono neppure i soldi per il carburante. Anche a livello locale i problemi non sono pochi: C' l'annosa questione del comando dei Vigili del fuoco di Crema, che va avanti in una situazione disastrosa continua Leoni. La sede di via del Macello cade a pezzi, una struttura che non rispetta alcun parametro di sicurezza, n dal punto di vista dei locali n da quello degli impianti: se fosse stata una struttura privata probabilmente

Vigili del fuoco, situazione a rischio


di Laura Bosio

Esemplare lo stato della sede di Crema, che cade a pezzi Il comandante Roberto Toldo: Avremmo bisogno di qualche distaccamento in pi sul territorio

l'avrebbero gi fatta chiudere. E' da due anni e mezzo che si discute su dove spostarli ma ancora non c' una risposta, n da parte del Governo n da parte delle amministrazioni locali. Un'altro problema irrisolto quello dell'assenza di un presidio in territorio casalasco. Di un distaccamento a Casalmaggiore si parla ormai dal 1976, eppure non mai stato previsto nulla ricorda Leoni. E' una decisione che deve venire dai livelli ministeriali, ma nessuno se ne preoccupa. Delle difficolt del corpo dei Vigili del fuoco di Cremona ben consapevole anche il comandante, Roberto Toldo: A Cremona la carenza di personale, sia operativo che amministrativo, di circa il 10 per cento. Il problema maggiore, tuttavia, sta nel fatto che la nostra pro-

vincia particolarmente grande ma ha soltanto una sede centrale e un presidio, quello di Crema, che ha un sacco di problemi di tipo strutturale. Avremmo bisogno di qualche distaccamento in pi sul territorio. A questo proposito stiamo lavorando per creare un presidio di volontari a Piadena, anche se per farlo avremmo comunque bisogno di personale operativo che si occupi dell'avviamento, e non ne abbiamo disponibile. Il problema sempre l'organico. Non solo quello previsto come dotazione in Italia inferiore a quello degli altri Paesi europei, in pi c' carenza di personale anche rispetto a quello previsto per legge. Anche sull'utilizzo dei volontari, che a volte vengono chiamati per dare un aiuto, c' polemica, ma se questo co-

munque non riguarda la provincia di Cremona, dove vengono chiamati solo in alcune occasioni, come ribadisce il comandante: a differenza di altre realt, qui i nostri uomini riescono ancora ad accollarsi la maggior parte del lavoro. Non si pu affidare solo a volontari un lavoro come questo ribadisce anche Leoni. Senza nulla togliere all'impegno e alla bravura dei volontari, la formazione di un vigile del fuoco assunto decisamente pi completa e strutturata. Il volontariato deve fornire un supporto alle squadre, ma non pu essere quello che gestisce il lavoro. Invece spesso ci si trova costretti a chiamare chi presta servizio volontariamente per sopperire alla carenza di organico stabile.

Parcheggi: dal sette gennaio aumentano le tariffe


Con l'anno nuovo via all'aumento delle tariffe dei parcheggi in citt. Un provvedimento che si rende necessario A fonte della convenzione del 25 marzo 2002 tra Comune di Cremona e Societ Saba Italia Spa per la progettazione, realizzazione e gestione del parcheggio sotterraneo sotto piazza Marconi, che era necessario rispettare fa sapere la Giunta con un comunicato. L'attuale amministrazione, dopo lunghe trattative, riuscita ad ottenere che la tariffa, fissata inizialmente ad 1,80 euro a partire dal primo luglio 2013, con l'aggiunta di 150 posti in superficie, oltre alla rivistazione delle condizioni contrattuali (che avrebbero comporato ulteriori aumenti), venga portata ad 1,70 euro dal 7 gennaio 2014 (mentre i posti ceduti a Saba sono stati 135). Si inoltre ottenuto il blocco del costo per due anni, cio fino a gennaio 2016. La data del 7 gennaio stata decisa tenendo in considerazione che questi ultimi due mesi dell'anno sono abitualmente sono molto importanti per le attivit commerciali.

Servimpresa organizza in collaborazione con le Associazioni di categoria del settore agricolo e la Fabbrica della Bioenergia, il corso di formazione gratuito Direttiva nitrati e tecniche di riduzione dellazoto dai reflui zootecnici e dai digestati. Il corso si terr a Crema presso la sede della Camera di Commercio (in via IV novembre, 6) nei giorni 5 e 12 novembre dalle 14 alle 18.

Si svolger dal 27 al 30 novembre prossimi presso il Centro Culturale Santa Maria della Piet, la XVIII edizione del Salone dello Studente, lannuale appuntamento dedicato allinformazione e allorientamento riservato alle scuole, ai ragazzi e alle loro famiglie. Il Salone Junior dedicato ai bambini delle Scuole Primarie e delle Scuole Secondarie di Primo Grado vedr quattro giornate di esposizione riservate alle scuole prenotate. Il sabato pomeriggio il Salone sar aperto a tutta la cittadinanza e soprattutto ai genitori che potranno incontrare le scuole e i docenti per avere tutte le informazioni sulla scelta dei propri figli. Nonostante le difficolt economiche - spiega l'assessore comunale Jane Alquati - anche questanno siamo riusciti a garantire la realizzazione di questo importante evento. Oltre ai 4 giorni dellExpo si ripropone la rassegna orientamento e dintorni che prevede un calendario fitto di attivit, incontri, dibattiti dedicati al tema dei giovani, nei mesi di novembre, dicembre, gennaio e febbraio in tutto il territorio. La XVIII edizione del Salone dello Studente proseguir nel 2014 con il Salone in Tour, dedicato ai ragazzi delle Scuole superiori.

Salone dello Studente

di Gionata Agisti

eindustria, in collaborazione con lo Ial Lombardia, in veste di capofila, Adecco Italia spa, la Provincia di Cremona, il Comune di Crema, la Camera di Commercio, le principali sigle sindacali e l'Associazione Industriali di Cremona, ha costituito un partenariato per partecipare al bando promosso da Regione Lombardia, intitolato Azioni di reimpiego in partenariato. Il progetto che ne nato - Concorso di idee per il reimpiego nella cosmesi -, ha come obiettivo la ricollocazione di lavoratori percettori di ammortizzatori sociali e permette di avviare un'azione mirata alle esigenze delle imprese. La rete che si venuta a creare, infatti, ha messo a disposizione le competenze per affrontare e soddisfare le diverse necessit che un percorso di reimpiego presenta. Selezione, formazione finanziata e mirata al nuovo profilo, fomazione di aggiornamento sia d'aula che sul posto di lavoro, inserimento sono alcuni dei servizi che il progetto mette a disposizione delle aziende. Le imprese, tutte appartenenti al Polo della Cosmesi che, su stimolo e coinvolgimento di Reindustria, hanno risposto positivamente a questo progetto sono tre: Alma Cosmetics, Lumson e Crystalmoda. Il finanziamento ricevuto per questo progetto verr interamente destinato alle aziende che assumeranno con un contratto di lavoro subordinato di almeno 6 mesi, 10 lavoratori con i seguenti requisiti, gi individuati in fase di selezione: Cig in deroga o Cigs, mobilit in deroga od ordinaria. L'importo riconosciuto a ciascuna azienda, per ogni assunzione, sar pari a 3.500 euro. Il progetto prevede di svilupparsi in tutto il territorio cremonese ma per il momento ha individuato tre aziende nel Cremasco ha specificato Enrico Signorini, direttore di Ial Cremona, che cura la formazione dei lavoratori.

Cosmesi assume altri 10 disoccupati

CREMA

Sabato 2 Novembre 2013

Nel cremasco, quattro progetti di partenariato hanno rioccupato 75 lavoratori in 6 mesi


Come si diceva, sono tre le aziende che hanno aderito. Tra queste la Alma Cosmetics, di cui titolare Emanuela Verdesi. La nostra azienda in forte crescita, ha spiegato la Verdesi. Nell'arco degli ultimi 3 anni, siamo passati da 4 a 70 dipendenti. Lavoriamo principalmente con gli Usa e con il Canada ma abbiamo anche qualche contatto in Italia. Posso gi anticipare che, prossimamente, avremo bisogno di un'altra decina di persone che lavorino per noi. All'incontro era presente anche Ernesto Cabrini, direttore dell'Associazione Industriali di Cremona, accompagnato da Massimiliano Falanga. Se pensiamo a quanti soldi vengono sprecati nel nostro Paese e quanti invece se ne potrebbero utilizzare per l'obiettivo di aiutare chi cerca lavoro c' da essere sconfortati. La cassa integrazione uno strumento che ti paga per non lavorare, qui, invece, siamo di fronte a politiche attive del lavoro, su cui occorrerebbe puntare molto di pi. Il resto, di questi tempi, pu aspettare. Infine, il parere positivo dei sindacalisti, Giuseppe Sbaruffati, della Cisl; Mino Grossi , della Uil e Mimmo Palmieri , della Cgil. Faccio notare ha esordito Sbaruffati, che questo strumento del partenariato permette di compensare un dato sull'occupazione che, altrimenti, sarebbe disastroso. Nel Cremasco, sono gi stati avviati 4 progetti che hanno portato alla rioccupazione di 75 lavoratori in 6 mesi. Il territorio ha bisogno di agire il pi in fretta possibile per mettere le aziende nella condizione di rilanciare lo sviluppo.

Le imprese sono: Alma, Lumson e la Crystalmoda

A questa prima fase, tra luglio e agosto ne seguita un'altra, curata da Adecco, che consistita nella selezione dei candidati. Da oggi, 31 ottobre, con la firma dell'accordo, diamo effettivamente il via all'attivit, che prevede la riqualificazione dei lavoratori interessati, il loro reinserimento e un monitoraggio trimestrale, per valutare se sar necessaria una rimodulazione del progetto ed, eventualmente, per coinvolgere anche altri lavoratori, attualmente rimasti esclusi. D'altra parte, la disoccupazione in continua crescita, soprattutto quella giovanile, arrivata a toccare quota 40,2%, come ha fatto notare, all'appuntamento per la firma dell'accordo di parteneriato, il presidente di Reindustria, Giuseppe Capellini .

Esprimo la mia soddisfazione personale e quella di tutta la Provincia per questo risultato ha commentato l'assessore provinciale al Lavoro, Paola Orini. Progetti di questo tipo aprono spiragli di speranza. L'elemento da sottolineare particolarmente la rete a cui si riusciti a dar vita. La stessa Regione, quando ha lanciato lo strumento del partenariato, ha molto insistito sulla necessit di coinvolgere nei singoli progetti anche gli enti territoriali e le associazioni di categoria. Che questo progetto abbia trovato terreno pi favorevole qui a Crema che altrove per il nostro territorio un aspetto molto positivo ha evidenziato il sindaco della citt, Stefania Bonaldi. Devo riconoscere che, sul fronte del lavoro, da parte dell'amministrazione provinciale, viene esercitato sempre un'ottima regia. chiaro, ormai, che non possia-

mo sperare in azioni risolutive della crisi ma, d'altronde, i posti di lavoro vanno cercati in questo modo: uno per uno. Un plauso a Reindustria e al suo lavoro di coordinamento stato espresso dal presidente del Polo della Cosmesi, Matteo Moretti, titolare di Lumson, una delle 3 aziende che hanno aderito al progetto, un po' preoccupato che l'intera responsabilit di un rilancio occupazionale possa essere scaricata esclusivamente sulle spalle delle aziende di cosmesi, il settore, al momento, a pi alta intensit di manodopera. La situazione in generale molto negativa e chi pu dire che ne sar della nostra economia da qui a cinque anni ma, per fortuna, le nostre aziende lavorano, soprattutto sul fronte estero, per il 70% del nostro fatturato.

I soldi alle aziende per ogni persona assunta: 3.500 euro

Convegno diocesano Il vescovo a S.Maria


La Diocesi di Crema e lUfficio famiglie diocesano, in collaborazione con la parrocchia di S. Maria della Croce, hanno organizzato per domenica 3 novembre il Convegno diocesano rivolto alle famiglie. Il ritrovo parte dalle 9.45 nel salone delloratorio. Titolo del convegno Mi fido di te. Quanto sei disposto ad esserci?. Il convegno aperto a tutti coloro che intendono riscoprire la fiducia-fede nelle relazioni familiari e di coppia. Alle 10, c lapertura del Convegno con la relazione proposta dallassociazione Famiglia Buona Novella di Cremona. Alle 11.45, momento di riflessione personale e di coppia. Alle 12.30 pranzo di condivisione. Nel pomeriggio alle 14.30 laboratori e alle 16 messa conclusiva nel Santuario celebrata dal vescovo Oscar Cantoni.

Al servizio di 42mila imprese in Italia


Si tenuto mercoled 30 ottobre il convegno organizzato dal Fondo Formazienda denominato Scenari, prospettive e opportunit nelle logiche di valorizzazione della bilateralit presso la sala convegni dellHotel Ponte di Rialto Bilateralit significa dialogo, incontro, progettazione. La bilateralit una caratteristica intrinseca al Fondo ed una peculiarit dalle mille sfaccettature ha detto Enrico Zucchi, presidente di Formazienda che ha cos sintetizzato il significato del convegno. La bilateralit, nel nostro caso, si deve concretizzare tra datoriale e sindacale, tra Fondo ed Enti pubblici, tra Fondo e stakeholder. Lintegrazione di strumenti, risorse, mezzi e progettualit consente di realizzare ci di cui davvero ha necessit leconomia reale. Il Fondo Formazienda conta 42.000 imprese aderenti corrispondenti a circa 230.000 dipendenti. Al convegno sono intervenuti un centinaio di partecipanti provenienti da tutta Italia. Hanno aperto i lavori il dottor Vittorio CoDa sinistra: Massimo Rossini, Rossella Spada, Roberto Bettinelli (moderatore), Enrico Zucchi, Eugenio Feroldi, Matteo Pariscenti.

Fondo Formazienda e Scenari, prospettive e opportunit nelle logiche della bilateralit


se, che rappresentano buona parte del tessuto economico nazionale. A Feroldi seguita Rossella Spada, direttore di Formazienda che ha illustrato ed aperto un confronto circa le nuove modalit di accesso ai finanziamenti del fondo previste per lanno 2014. Formazienda ha organizzato questo evento con lobiettivo di conoscere il punto di vista dei suoi stakeholder per raccogliere le loro impressioni circa le nuove modalit di accesso ai finanziamenti ha illustrato la Spada. Sempre rimanendo nellambito della bilateralit, Massimo Rossini , esperto in materia giusvaloristica, ha presentato il CCNL siglato dalle parti, datoriale e sindacale, costituenti il Fondo Formazienda soffermandosi sui vantaggi e sul concetto di flessibilit su cui si basa il nuovo contratto. Infine, il dottor Matteo Pariscenti ha presentato lEbiten, lEnte Bilaterale Nazionale del Terziario raccontandone le potenzialit.

deluppi, presidente della Federazione Sistema Credito e lavvocato romano Maurizio Calamoneri, consigliere della confederazione nazionale Sistema Commercio e Impresa e presidente dellarticolazione provinciale Asvicom Roma. Entrambi hanno rimarcato limportanza delleffetto rebound che produce il lavoro del Fondo coinvolgendo i suoi diretti interlocutori nella costituzione degli strumenti con cui operare.

Eugenio Feroldi, esperto in materia di lavoro e bilateralit, dopo aver fatto una fotografia del panorama sindacale nazionale, ha presentato il fondo Formazienda come uno dei 19 fondi interprofessionali esistenti in Italia realmente in grado di garantire le stesse opportunit a tutti gli aderenti e in grado di riferirsi prioritariamente, grazie anche al lavoro delle parti sociali che lo costituiscono Confsal e Sistema Commercio e Impresa alle piccole e micro impre-

Pdl: il no alla Cittadella dellanziano ci coster cara


Cittadella dell'Anziano, ancora polemica. E questa volta un documento del coordinamento cittadino del Pdl ad attaccare il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Gianluca Giossi , giudicato pressappochista perch confonde i 40 milioni di euro del progetto complessivo della Cittadella (costruito in modo tuttaltro che velleitario e dispendioso) con linvestimento di altri 5 milioni necessari per ricondurre ai nuovi standards richiesti dalla Regione solo ed esclusivamente il complesso di via Kennedy. Continua il documento del Pdl: Le difficolt, sotto il profilo logistico, tecnico ed edilizio che si stanno incontrando nel corso

Beretta: Il Pd ha costretto unintera citt a rinunciare alla scelta giusta per gli anziani
della realizzazione dellintervento di ristrutturazione di questa struttura, dovute alla vetust degli edifici ed ai vincoli storici che su di essi gravano, stanno a confermare, una volta di pi, la bont del progetto proposto dalla Fondazione Benefattori Cremaschi che avrebbe consentito una sistemazione definitiva ed ottimale, completamente adeguata alle esigenze di una

moderna, efficiente ed efficace assistenza agli anziani. Il PdL di Crema ribadisce che la mancata realizzazione della Cittadella dellanziano unulteriore occasione perduta di cui la citt ed il suo territorio non potranno, per lavvenire, che pentirsi. Il capogruppo del PD e il suo partito prendano buona nota che saranno ricordati per scarsa lungimiranza tutti coloro che hanno sostenuto la nefasta scelta di non aver dato corso alla 'Cittadella dellAnziano'. Una scelta sbagliata. Lo ripeteremo in ogni occasione e per tanti anni a venire, sognando comunque di poter prima o poi restituire ai nostri anziani il maltolto.

10

Sabato 2 Novembre 2013

Crema

Celebrazione del 4 novembre in citt e le borse di studio


Luned 4 novembre, anche a Crema si celebrano la Giornata dell'Unit nazionale e la Festa delle Forze armate. Il programma. Alle 9, la riunione nel Piazzale Rimembranze e alle 9,30 in piazza Duomo per la deposizione delle corone dalloro da parte di una rappresentanza dellamministrazione comunale e delle forze armate davanti alla lapide dei caduti per lUnit dItalia. Alle 9,45 in piazza Trento e Trieste, deposizione della corona dalloro. Lettura del Bollettino della Vittoria al mercato austroungarico con la messa al Campo per i caduti di tutte le guerre. Alle 11, in sala Pietro da Cemmo, la cerimonia di premiazione del concorso IV Novembre con alcune borse di studio: 3 da 250 euro, 3 da 100 euro e 2 da 50 euro; due borse sono state donate dal Comune, le altre dal Comitato grazie alle donazioni delle associazioni e service della citt e circondario. Dalle 14 alle 18 in piazza Duomo l'esposizione stand tematici e mezzi delle forze armate: Esercito italiano, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Croce Rossa Italiana Il Concorso 4 novembre nato nel 2003 per volont del Comitato di Coordinamento (insieme delle Associazioni combattentistiche, darma, di servizio e di categoria di Crema che da sempre organizzano le cerimonie del 4 novembre) in sintonia ed in piena collaborazione con lamministrazione comunale. In 10 anni ha visto la partecipazione di ben 2.327 ragazzi. Lattrazione pi curiosa sar il Veicolo della Guardia. Il Veicolo (Veicolo Itinerante di Comunicazione Locale) concepito quale ideale strumento di integrazione e completamento del progetto Stand Itinerante, gi avviato con successo dal 2004, costituisce il mezzo attraverso il quale il Corpo in grado di veicolare, in maniera ancor pi incisiva e su tutto il territorio nazionale, i suoi messaggi istituzionali.

La situazione difficile e complicata per latteggiamento dellazienda. Cos il segretario della Fim Cisl, Omar Cattaneo che, insieme al collega della Fiom Cgil, Massimiliano Bosio , sta cercando salvare il posto di lavoro ai dipendenti della Faital di Chieve. Le decisioni dellazienda: mobilit volontaria con un incentivo massimo di 11mila e 300 euro lordi per coloro che si agganciano alla pensione entro quattro anni, 17mila e 300 euro per coloro che lasciano il posto senza possibilit di andare in pensione. Questo per 26 persone su 80 totali. Lazienda dice che vuole ristrutturarsi e quindi portare tutti i lavoratori a otto ore, mentre ora una parte, lavora 5,40 ore per un accordo stretto alla fine degli anni 90. Altro paletto: tutte le persone che restano devono lavorare otto ore, fatto salvo per quattro alle quali limpresa disposta a concedere un part-time a quattro ore. Non una in pi, nonostante le richieste siano sei.

Faital: s alla mobilit o azienda allestero

LE DECISIONI DELLAZIENDA

Canile a Crema anche nel 2014


Lo ha deciso lEnpa nazionale. Poi, il probabile trasferimento nel comune di Vaiano
ufficiale. LEnpa nazionale ha accordato la proroga allutilizzo dellattuale canile di Crema fino al 31 dicembre 2014. Ci sulla base di una richiesta inoltrata dai sindaci di Scrp e dal presidente della societ patrimoniale gioved 24 ottobre sera, a margine della assemblea dei sindaci di Scrp. La proroga stata accordata sulla scorta dellimpegno manifestato dai sindaci per una soluzione positiva allannosa e delicata soluzione del problema della nuova sede del canile, data la inadeguatezza dellattuale struttura di Crema. In particolare, la lettera di impegno firmata dai sindaci fa riferimento allultima ipotesi presa in considerazione, rappresentata dalla realizzazione del nuovo canile nel territorio del comune di Vaiano, in unarea di propriet della provincia di Cremona e gi compromessa in quanto recentemente impiegata come campo base della ditta Carron, che esegue i lavori per il raddoppio della Paullese. Precisiamo che il presupposto della proroga limpegno alla realizzazione del nuovo canile entro la fine del 2014 hanno dichiarato Giampietro Denti, presidente della Consulta dei sindaci, e Stefania Bonaldi, sindaco di Crema. Un impegno importante, che i sindaci ed Scrp hanno assunto gioved scorso. Un impegno morale che dovr assolutamente essere rafforzato nelle prossime settimane dalle delibere di tutti i comuni soci di Scrp. In tal senso invitiamo i nostri colleghi a procedere con determinazione e sollecitudine. Ringrazia-

Queste le condizioni dellimpresa che conceder la mobilit solo ed esclusivamente se i sindacati garantiranno luscita dei dipendenti, non vuole sentir parlare di cassa integrazione straordinaria e ha minacciato di procedere ai licenziamenti dal 23 dicembre se non verranno accettate le sue condizioni. Inoltre, ha ventilato anche lipotesi di trasferire la produzione in Spagna o in Ungheria se una qualsiasi delle persone licenziate impugner il provvedimento ha sottolineato Cattaneo. Condizioni inaccettabili per le parti sindacali. Prima cosa: noi non possiamo garantire luscita volontaria delle lavoratrici perch il compito del sindacato salvare i posti di lavoro e non convincere i dipendenti ad andarsene. La prossima settimana faremo un altro incontro con le donne che lavorano 5,40 ore per capire se c spazio di manovra, ma per ora con lazienda non sono stati fissati altri confronti

mo peraltro Scrp, il presidente Salini e il collega sindaco di Vaiano, Calzi, per avere prospettato questa nuova soluzione, il cui iter tecnico amministrativo auspichiamo il pi rapi-

do e lineare possibile, perch in gioco c davvero la presenza futura di un canile comprensoriale, che riteniamo un valore per il nostro territorio. E davvero lultima occasione.

Cure palliative: la rete si riunisce a Ombriano


Gli operatori della Rete di Cure Palliative in collaborazione con lassociazione cremasca Cure Palliative Alfio Privitera invitano i familiari delle persone che sono state assistite a domicilio e in hospice a partecipare a Il momento del ricordo Domenica 10 novembre, ore 15: dopo la messa nella sala del teatro delloratorio di Ombriano seguir alle 15.45 un piccolo momento conviviale

Convegno dedicato alla menopausa


Il 9 novembre prossimo dalle 8,30 alle 13 - nella sala Polenghi dellospedale di Crema, si svolger un convegno dedicato dedicato alla menopausa e all'andropausa organizzato dal Comitato unico di garanzia per le Pari Opportunit, la valorizzazione, del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni. Titolo del convegno Benessere: menopausa e andropausa. Accoglierle e conviverci serenamente. Con questo incontro si intendono offrire alcuni elementi di riflessione orientati a dare un aiuto concreto a ogni donna e uomo. Con la conoscenza dei sintomi e i consigli degli esperti in merito a stili di vita corretti, prevenzione degli effetti collaterali, si pu ottenere una migliore condizione fisica e di equilibrio psicofisico per affrontare e vivere questa fase naturale della vita.

Stoneman illustrato da un artista cremasco


E appena stato pubblicato in formato ebook dalleditore digitale goware, il romanzo breve Stoneman-Lo strano caso di Mr. Epis Epstein, scritto da Gordon Bloom. Il testo illustrato dal giovane artista cremasco Michele Mariani. Commento. Mentre leggevo la storia di Stoneman, mi veniva da chiedermi: ma a che genere letterario si potrebbe assegnare questo strano scritto? A prima vista si potrebbe pensare al genere fantascientifico, e Stoneman certamente, in un certo senso, un racconto di fantascienza. In realt anche altro. Via via che continuavo la lettura mi venivano in mente alcuni grandi nomi della letteratura cui lautore, per alcuni versi, pu certamente essere raffrontato: cos ho riconosciuto il ritmo narrativo di Poe e ho ripensato allo strano caso del dottor Jekyll e di mr. Hyde, finch non comparsa sulla scena della mia mente la figura del grande e visionario De Foe, flagellatore paradossale e immaginifico della societ del suo tempo. E in effetti il racconto di Bloom soprattutto una straordinaria favola-metafora in cui trova espressione una critica impietosa e persino violenta contro alcuni aspetti della societ contemporanea: contro il sistema medico-scientifico, prima di tutto, che vorrebbe sconfiggere la morte, ma che divenuto mortifero oppressore della vita; contro la mercificazione del vivere e dei corpi, contro la pervasivit del potere mediatico e cos via. In questo senso, il racconto simile ad un pamphlet, veemente e spietato, espres-

sione di un pessimismo radicale che sfiora la misantropia. Uno scritto strano, dunque, e perturbante, cos come anomalo e inquietante il suo autore che con leteronimo di Gordon Bloom ha collezionato fino ad ora, nellarco di tre decenni, per pochi intimi, opere anche pi alte, ricche e complesse. Uno scritto stilisticamente lussureggiante di immagini barocche, di aggettivazioni originali e incalzanti, di emozioni forti e intense. Uno scritto estremo e un po folle, che credo si possa leggere anche in chiave esoterica. In questo senso come un racconto di Apuleio, la metafora di una iniziazione e di una trasmutazione alchemica. Lautore ci racconta cosa ha salvato Epis: la forza dell Eros o, come direbbe Goethe, dellEterno Femminino, che rianima il bruto corpo materico del protagonista facendogli attraversare i vari stadi dei quattro elementi, dalla roccia (che ricorda, qui, la nigra terra degli alchimisti) al fuoco rigeneratore, allacqua, allaria; finch Epis, liberato, diventa puro pensiero, panteisticamente immanente e partecipe del cosmo, emancipato dai gravami della individualit. Sar attraverso una simile apocalittica catarsi che la specie dovr transitare? Nel frattempo, per tornare ad uno dei temi centrali del racconto, e cio la durissima critica contro listituzione medicoscientifica, ricordo le parole che un grande e visionario scrittore apocalittico contemporaneo, Guido Ceronetti, ha indirizzato ai medici e agli scienziati: Non toglieteci la morte!. Secondo Giacobbi

Crema

Sabato 2 Novembre 2013

LUfficio di Lodi una delle aziende pi presenti sul mercato regionale, nel campo dellhardware e del software e i suoi clienti sono ditte di ogni dimensione e pubbliche amministrazioni. Il successo se lo guadagnato grazie allesperienza ormai trentennale e ai servizi vantaggiosi che garantisce ai suoi clienti: grazie alla professionalit di un team composto da tecnici specializzati, in grado di fornire installazione, configurazione iniziale e assistenza diretta di tutti i prodotti commercializzati, con garanzia di intervento entro le 24 ore. Tra i prodotti venduti dall'azienda di

Lufficio di Lodi: novit per imprese e professionisti


Pietro Bernardi, vi sono le stampanti multifunzionali Ricoh. Al riguardo, L'Ufficio ha una soluzione di sicuro interesse: si tratta dell'utilizzo delle apparecchiature in comodato d'uso gratuito. La nostra soluzione consente di usare gli strumenti da tre a cinque anni, senza alcun costo se non quello delle copie stampate, a prezzi contenuti: 2 centesimi per una copia in b/n e 12 centesimi se a colori. Si paga solo se si stampa e, se si decide di fare a meno del servizio, la stampante viene ritirata da L'Ufficio, senza spese. Il cliente non si deve preoccupare di nulla, n di eventuali guasti n del ricambio del toner. Alla manutenzione pensa L'Ufficio che, di fatto, resta proprietario della stampante. Oltre a questo, lazienda si occupa di computer, per i quali offre un servizio molto pi comodo rispetto a quello disponibile nei grandi punti vendita. Per un cliente, acquistare uno strumento dalla Grande distribuzione significa, a ogni minimo guasto, doverlo riportare indietro e aspettare che venga inviato al centro di assistenza, per poi attendere dei mesi prima che gli venga restituito, poi, funzionante. LUfficio, invece, risolve il problema nellarco di pochi giorni. Laspetto ancora pi interessante riguarda la possibilit di ordinare un computer su misura: a seconda delle

11

esigenze della clientela, lo strumento viene assemblato e configurato ad hoc e, sempre per la comodit del cliente, lazienda stipula contratti annuali, dove gi incluso nel prezzo un certo numero di uscite per lassistenza diretta, entro 24 ore, compreso laggiornamento del sistema antivirus. Non tutto: lazienda si occupa anche di arredamento: crea uffici personalizzati, con soluzioni funzionali standard, originali e inedite, che caratterizzano un ambiente di lavoro rilassante. Entro un paio di settimane, una stanza vuota viene trasformata in un ufficio arredato. C anche la possibilit di noleggiare tutto, mobili compresi.

ungi dall'essere in procinto di venire messa sul mercato, come sembrava l'estate scorsa, Scs Servizi Locali rilancia e lo fa sul versante del centro natatorio. Il 29 ottobre, il suo amministratore unico, Gianfranco Ervin, ha indetto una conferenza stampa, presso la piscina comunale, alla presenza del sindaco, Stefania Bonaldi; del direttore generale di Scrp - di cui Scs Servizi una controllata -, Giovanni Soffiantini; di Rosolo Orini, direttore del centro natatorio e di Luigi Rigamonti , responsabile dei corsi di nuoto. L'obiettivo: far conoscere alla citt le attivit svolte nel corso dell'anno e i risultati conseguiti e presentare le nuove iniziative. L'estate non andata granch, come peraltro lo stesso Ervin aveva pronosticato: Quest'anno abbiamo registrato un leggero decremento, dovuto soprattutto a fattori meteo. La stagione estiva si aperta solo nella seconda settimana di giugno, in ritardo di una settimana rispetto al solito e sempre il clima ha condizionato il periodo successivo a Ferragosto. Di fatto, solo nel mese di luglio non abbiamo avuto questo genere di problema ma, al contrario, abbiamo avuto presenze addirittura superiori a quello dell'anno scorso. In tutto, le presenze al centro sono state circa 45.100. Ha continuato Ervin: La nuova formula tariffaria, pensata apposta per i nuclei familiari e su cui puntavamo molto ha fatto registrare un risul-

Progetti in calendario (con le tariffe) rivolti a famiglie, scuole, associazioni


di Gionata Agisti

Piscina, bene solo a luglio


I partecipanti alla conferenza stampa sui risultati (economici e di frequenza) della piscina comunale di Crema

Non ci sono ancora i costi a consuntivo

Il Pdl sui Manifesti di Crema

Laura Zanibelli

tato pi che apprezzabile: le iscrizioni sono state 371. Nel 29% dei casi si trattato di famiglie di Crema, nel 32% di famiglie del Cremasco in genere e nel 39% di famiglie provenienti da altri territori. Quest'ultimo dato, in particolare, mi sembra molto positivo in quanto dimostriamo capacit di attrazione. Ebbene, intendiamo continuare su questo versante. Da qui, unidea: Il prossimo 24 novembre, una domenica, abbiamo pensato a una mattinata dedicata alle famiglie: In acqua per gioco, a partire dalle 10. Ci saranno iniziative per adulti e bambini e il tutto compreso in un biglietto unico di 4 euro a famiglia. Se riscontreremo l'interesse auspicato, l'idea di riproporre liniziativa in diversi momenti dell'anno. Altro aspetto importante stata la presenza di diversi Grest e associazioni varie che, sempre nel periodo estivo, hanno usufruito della piscina. Dall'11 giugno al 20 luglio, hanno varcato i cancelli del centro 3 Grest e 10 associazioni, per un totale di circa

Stefania Bonaldi e Gianfranco Ervin

10.500 ingressi. Inoltre, quest'anno il centro natatorio ha potuto ospitare anche la Colonia Seriana e la manifestazione Sportivamente che, a giugno, ha coinvolto i plessi scolastici dei Comuni facenti parte di Scrp: dagli 8mila ai 10mila studenti impegnati sulle tematiche ambientali. Un capitolo importante per il bilancio del Centro natatorio, definito il suo fiore all'occhiello, quello relativo ai corsi. Le iscrizioni hanno toccato quota 2.191, ovvero 31 in pi dell'anno precedente, solo per il primo dei quattro corsi previsti per la stagione invernale. I corsi che hanno riscosso pisuccesso testimoniano dell'eterogeneit degli utenti. Si tratta del corso di fitness, del mono settimanale per i ragazzi e del corso baby, dai 4 ai 5 anni. Le iscrizioni per il secondo corso saranno aperte da domani, sabato 2 novembre, a sabato 9 novembre. Per quanto riguarda il nuoto libero ha ripreso Ervin, siamo riusciti a incrementare la possibilit di utilizzo della vasca A, la prima, quella storica, e in questo modo contiamo di rimediare al calo di utenti che abbiamo registrato di recente, a causa di limiti strutturali. Sempre a proposito del nuoto libero, segnalo che abbiamo ampliato la fascia soggetta a tariffa agevolata di 5 euro: mentre prima era dalle 12.30 alle 14.30, ora passa dalle 12.30 alle 16.30. Novit importanti si registrano anche sul fronte delle relazioni col mondo scolastico. Ultimamente, partito un progetto sperimentale dedicato a 6 bimbi di un asilo nido privato di Casaletto Vaprio. Il che rappresenta una novit per una struttura che, finora, aveva lavorato solo con bambini dai 3 anni in su. Le scuole private, per, si sa, sono

avvantaggiate, perch possono contare su maggiori risorse economiche. Il centro natatorio, per, vuole riuscire ad attirare anche bambini e ragazzi degli istituti pubblici e, per questo, ha pensato a un'altra promozione, dedicata a tutte le scuole di Crema, con la precedenza per le prime classi delle vecchie elementari. Se si raggiunger un minimo di 20 partecipanti, il corso, che si svolger nelle ore di lezione, coster 4 euro ad alunno, comprensivi del trasporto dalla scuola alla piscina, grazie a una convenzione con Autoguidovie. Da parte di Scs Servizi, c' la disponibilit a prendere in considerazione anche le scuole dei paesi del circondario, con cui valutare tariffe convenienti. L'obiettivo duplice spiega Ervin: Ci siamo resi conto che le scuole hanno la tendenza a non considerare la piscina come una struttura importante per loro. Invece, noi pensiamo che avvicinare i ragazzi al nuoto sia una cosa importante e vogliamo incentivarli con costi pi che accessibili. In secondo luogo, ci sono ovviamente delle ragioni economiche, in quanto intendiamo sfruttare il pieno potenziale del centro natatorio. E veniamo al sindaco. La mia presenza a questa conferenza stampa ha quindi sottolineato Stefania Bonaldi, vuole valorizzare queste nuove iniziative di Scs Servizi Locali, che dimostrano grande attenzione alle famiglie e alle scuole e, poi, serve a ribadire che il centro natatorio rappresenta una voce in attivo per la stessa Scs e non c' alcuna intenzione di non rilanciarlo, come dimostrano proprio queste iniziative. Le passivit di bilancio, semmai, dipendono da investimenti fatti negli anni scorsi.

Sui Manifesti di Crema non ci sono ancora i costi a consuntivo, eppure la manifestazione terminata pi di un mese fa. Sullargomento ritornata Laura Zanibelli, capogruppo del Pdl in Consiglio comunale: Il sindaco, il 30 settembre scorso in merito all'interrogazione del gruppo consigliare PdL sulla manifestazione estiva de I Manifesti di Crema, relativamente ai costi previsti complessivi e per singolo evento, i relativi consuntivi, le sponsorizzazioni degli eventi, rispondeva che Il costo complessivo della manifestazione stato di 34.100 euro per 11 eventi, dunque con un costo medio di 3.300 euro ad evento, comprensivo di cachet autori, rimborsi spese autori, ospitalit in hotel, trasferta, viaggi e trasferimenti, materiale divulgativo e pubblicitario, Siae, fotografie, supporti video, noleggio pianoforte. Costo integralmente sostenuto dagli sponsor. A tali costi si aggiungono quelli dei service che sono in corso di fatturazione ora; per gli stessi limporto massimo previsto come detto di euro 10.000 afferenti al montaggio smontaggio palchi, attrezzature, luci, microfoni, postazioni sedute. Siamo in attesa della rendicontazione ma riteniamo assolutamente verosimile che il costo complessivo sar inferiore ad 8000 euro, dunque con una economia di 2000 euro sullimporto messo a budget. Fin qui il sindaco.Poi, che cosa successo? Lo spiega sempre Laura Zanibelli: Il 23 ottobre abbiamo di nuovo chiesto quindi i dettagli non ricevuti in risposta alla interrogazione, a manifestazione terminata, e cio costi a consuntivo, i costi a carico del comune e gli oneri per personale, le sponsorizzazioni e il confronto con il preventivo della manifestazione. A tale data non risultano ancora pervenuti, nonostante i numerosi solleciti effettuati dall'amministrazione. Infine: Speriamo non accada cos anche per l'altra manifestazione del Festival del Libro per l'infanzia, risultata peraltro abbastanza deserta in numerosi incontri. Se dovessero esser ripetuti certi eventi a medesime modalit, il Comune eserciter maggior controllo inserendo a questo punto nelle convenzioni condizioni restrittive o continuer su questa strada?

CINEMA
Programmazione settimanale settimanale Programmazione
Cremona
Spaziocinema Cremonapo (0372-803674) www.spaziocinema.info Sole a catinelle Chaplin (0372-453005) La grande bellezza Sole a catinelle

Fine settimana al cinema


La vita di Adele Cineforum Gloria pieve fissiraga Cinelandia (0371-237012) www.cinelandia.it Captain Phillips Cani sciolti Cattivissimo me 2 Ender's Game Sole a catinelle
Questo ultimo ponte lungo dell'anno coincide con l'uscita in sala di molti titoli italiani che attireranno le famiglie che hanno scelto di restare in citt per il weekend. Prima di tutto, arriva in sala il terzo lungometraggio del comico Checco Zalone, Sole a catinelle, che promette tante risate nel classico tafferuglio sociale in cui solo il comico barese riesce a incastrarsi, travolgendo quel mondo chic ma ipocrita con la sua naturale simpatia e innocua spregiudicatezza. Acclamato al Festival di Venezia, arriva anche la commedia Zoran, il mio nipote scemo, un'opera prima di Matteo Oleotto con il comico Giuseppe Battiston che, finalmente, lo si vede in un ruolo da protagonista e non pi da spalla. Il cinema nostrano sforna ancora Il Pasticciere, una commedia noir diretta da Luigi Sardiello con protagonista Antonio Catania che veste i panni di un pasticcere sensibile e raffinato che dopo una vita legata al suo laboratorio si ritrova scaraventato nell'immondo club della finanza e delle truffe colossali. Questo fine settimana, Hollywood ci consegna Captain Phillips Attacco in mare aperto, film d'azione con protagonista Tom Hanks nei panni di un capitano di porta container americani che in acque extraterritoriali viene rapito da pirati somali in cerca di riscatto. Per gli amanti dell'horror, anche questa settimana, c' un titolo a loro dedicato: Smiley, storia di un serial killer che compie i suoi atroci omicidi in stile web 2.0: attraverso una video chat. Programmato in pochissime sale, arriva oggi in Italia Miss Violence, film trionfatore a Venezia che consiglio, in qualsiasi modo, di recuperare e di vedere. Unica raccomandazione: un film per chi ha uno stomaco forte ma fondamentale per comprendere appieno il tema del femminicidio e della violenza domestica. Buona visione a tutti! Federica Palmisano

Filo (349.8310931)
La prima neve

Before Midnight Ender's Game Cattivissimo me 2 Cani sciolti Escape plan Captain Phillips Justin e i cavalieri valorosi Aspirante vedovo Una piccola impresa meridionale

crema Porta Nova (0373-218411) www.multisalaportanova.it Una piccola impresa meridionale Cattivissimo me 2 Cani sciolti Captain Phillips

12

Sabato 2 Novembre 2013

Allarme tubercolosi: un caso a Crema

Crema

E un universitario africano. Scattati i controlli. A Milano, preoccupazione: accertati 7 casi. Parlano le autorit sanitarie

no studente universitario, residente in citt, stato colpito da tubercolosi ed ricoverato in ospedale a Crema. Il giovane, di origini congolesi, frequenta Scienze politiche alla Statale di Milano e rappresenterebbe uno dei due casi scoperti nellateneo e segnalati un paio di giorni fa dallAsl di Milano. I due casi riguardano due studenti stranieri, un ragazzo africano e una ragazza cinese ha dichiarato il responsabile del Servizio di igiene e sanit pubblica dellAsl del capoluogo lombardo, Giorgio Ciconali . Si parla di persone di pi di 20 anni che hanno avuto una positivit e indizi di malattia. Bisogna capire se si sono contagiati fra loro. Sono state avviate tutte le azioni necessarie per verificare se i casi sono associabili. Abbiamo effettuato complessivamente pi di 400 test, coinvolgendo le persone che hanno avuto contatti diretti o indiretti con questi studenti. I controlli sono ancora in corso ed probabile che sottoporremo a verifiche molti altri studenti. Ha continuato Ciconali: La Tbc rappresenta una nuova emergenza sanitaria e quando si verificano casi come questi, larma pi efficace che abbiamo quella di fare controlli a tappeto per intercettare tutti coloro che sono stati contagiati e sottoporli a cure tempestive. Le Asl coinvolte sono pi duna: su tutte quella di Milano, in quanto luniversit si trova nellarea di nostra competenza, e lAsl di Cremona, visto che il ragazzo ricoverato in un ospedale di quellarea. Tutte stanno attivando le manovre per ricostruire i contatti degli studenti e raggiungerli. Per quanto riguardo il caso

cremasco, sembrerebbe che una trentina di persone residenti in citt e che hanno rapporti con il ragazzo siano state sottoposte a prove specifiche per verificare se siano state o meno contagiate. Sempre sui casi dei due studenti c anche una dichiarazione di Luigi Codecasa, direttore del Centro di controllo della tubercolosi di Villa Marelli del Niguarda: Quanto ai casi

trovati alluniversit, uno, che in realt risale a giugno, sensibile a tutti i farmaci, mentre per laltro siamo in attesa dei risultati, per capire se sono geneticamente identici o meno, e comprendere quale possa essere stato lintermediario. A Milano sono ovviamente molto preoccupati per i casi di tubercolosi. Sette sono quelli resi noti negli ultimi giorni: oltre

ai due studenti stranieri della facolt di Scienze Politiche alla Statale, ci sono anche tre bambini di una scuola media e due di una scuola elementare della zona nord-est (asintomatici). A far scattare lallarme stato un bambino italiano di 11 anni che frequenta la scuola media. arrivato da noi per un problema apparentemente di otorinolaringoiatra, ma le sue condizioni

generali e il quadro respiratorio ci hanno insospettito. Subito abbiamo pensato alla tubercolosi e la diagnosi stata confermata spiega Susanna Esposito, direttore della Clinica Pediatrica I dellOspedale Maggiore Policlinico di Milano e presidente della Societ Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP). Il bambino, ricoverato nella

clinica De Marchi, affetto da un ceppo multiresistente, chiamato XDR, caratterizzato da una resistenza allargata a un vasto numero di farmaci chiarisce Esposito. Si tratta di un ceppo molto raro e difficile da trattare che abitualmente non colpisce soggetti in et pediatrica, n quelli perfettamente immunocompetenti o senza patologie di base.

Sergnano: tragica morte Overdose a soli 23 anni


SABATO 2
10.15 11.10 12.00 13.30 14.00 14.30 15.25 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.10 00.30 09.40 10.10 10.40 11.30 13.00 13.25 14.00 14.50 15.40 17.10 18.15 19.35 20.30 21.05 22.40 11.00 12.00 12.25 13.00 14.00 14.45 17.00 17.25 19.00 20.00 20.10 21.30 LINEA VERDE ORIZZONTI. Att DREAMS ROAD 2013 LA PROVA DEL CUOCO. Var TG1 TELEGIORNALE EASY DRIVER. Attualit LINEA BLU. Attualit LE AMICHE DEL SABATO. Att TG1 TELEGIORNALE A SUA IMMAGINE. Attualit PASSAGGIO A NORD OVEST. Doc L'EREDIT. Game show TG1 TELEGIORNALE/TG SPORT AFFARI TUOI. Game show BALLANDO CON LE STELLE. Var TG1 NOTTE RAI PARLAMENTO. Att SULLA VIA DI DAMASCO. Att VOYAGER FACTORY MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO/ RAI SPORT RAI SPORT DRIBBLING L'INDICE VERDE. Att PECHINO EXPRESS DIARIO SEA PATROL. Telefilm SERENO VARIABILE. Attualit GP DI ABU DHABI DI F1 SQUADRA SPEC. COBRA11.Tf TG2 20.30 CASTLE. Film TG2 NOTIZIE

La scoperta lhanno fatta i genitori costretti ad abbattere la porta della camera del figlio. Che era steso sul suo letto, ormai privo di vita; aveva vicino una siringa. E' morto cos, per unoverdose, un giovane di 23 anni. Dopo il ritrovamento, sono arrivati a Sergnano i carabinieri di Camisano, intervenuti insieme agli uomini del 118 che

hanno constatato il decesso del ragazzo. Il cadavere stato portato all'obitorio dell'ospedale di Crema. Solo l'autopsia accerter le cause della morte. Massimo il riserbo da parte degli inquirenti. Secondo le scarne notizie trapelate, il giovane domenica nel pomeriggio, si ritirato nella sua

stanza. Alle 19, all'ora di cena, i genitori lo hanno chiamato perch venisse a tavola. Non avendo auta risposta e trovando luscio della camera chiusa a chiave, padre e mare hanno pensato subito peggio, E, infatti, hanno forzato la porta trovando il figlio riverso sul letto con vicino la siringa di droga.

DOMENICA 3
06.30 09.30 10.30 10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.30 07.00 09.15 10.00 11.00 11.30 13.00 13.45 15.40 17.05 18.05 19.30 20.30 21.10 21.10 23.00 08.20 09.55 10.45 12.00 12.25 12.55 13.25 14.00 14.30 15.00 15.05 19.00 20.10 22.35 23.00 UNOMATTINA. Att TG1 LIS A SUA IMMAGINA. Att SANTA MESSA RECITA DELL'ANGELUS LINEA VERDE. Att TG1 TELEGIORNALE L'ARENA. Talk TG1 TELEGIORNALE DOMENICA IN. Variet L'EREDIT. Game show TG1 TELEGIORNALE/TG SPORT AFFARI TUOI. Game show UN PASSO DAL CIELO 2. Film SPECIALE TG1 CARTONI ANIMATI SPEAK TEAM. Att CULTO VANGELICO. Att A COME AVVENTURA. Att MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO/TG MOTORI QUELLI CHE ASPETTANO.Var QUELLI CHE IL CALCIO. Var TG2 LIS/STADIO SPRINT 90 MINUTO SERIE B SQUADRA SPEC. COBRA11.Tf TG2 20.30 POLE POSITION. Sport GP DI ABU DHABI DI F1 LA DOMENICA SPORTIVA. Sport LA FURIA DI ERCOLE. FilM NEW YORK NEW YORK. Tf TELECAMERE SALUTE. Att TG3/METEO3 TGR MEDITERRANEO. Att PRIMA DELLA PRIMA. Att PASSEPARTOUT. Att TG REGIONE/TG3 IN 1/2 ORA. Attualit TG3 LIS KILIMANGIARO. Att TG3/TG REGIONE/METEO/BLOB CHE TEMPO CHE FA. Talk TG3/TG REGIONE SOSTIENE BOLLANI. Mus 07.15 09.10 10.05 10.50 11.30 12.00 14.00 14.45 15.30 16.15 17.00 18.55 19.35 20.30 21.20

SABATO 2
CARAIBI. Fiction CARABINIERI 2. Fiction COME SI CAMBIA. Reality RICETTE ALL'ITALIANA. Att TG4 TELEGIORNALE/METEO LA SIGNORA IN GIALLO. Tf TG4 TELEGIORNALE/METEO LO SPORTELLO DI FORUM. Att COME SI CAMBIA CELEBRATY IERI E OGGI IN TV. Att POIROT. Film TG4 TELEGIORNALE/METEO TIERRA DE LOBOS. Fiction TEMPESTA D'AMORE. Soap L'ULTIMA PARTITA. F TRAFFICO/METEO.IT TG5 MATTINA SUPERCINEMA. Attualit MELAVERDE. Attualit FORUM. Attualit TG5 TELEGIORNALE/METEO LA CLINICA TRA I MONTI. F IL SEGRETO. Soap VERISSIMO. Attualit AVANTI UN ALTRO! Quiz TG5 TELEGIORNALE/METEO STRISCIA LA NOTIZIA. Var ITALIA'S GOT TALENT. Talent SPECIALE TG5 TG5 NOTTE/METEO HANNAH MONTANA. Sitcom SUBURGATORY. Sitcom GLEE. Telefilm STUDIO APERTO/SPORT SCUOLA DI LADRI. Film ZEUS ALLA CONQUISTA DI HALLOWEEN. Film MIKE & MOLLY. Sitcom MAGAZINE CHAMPIONS LEAGUE STUDIO APERTO/METEO LA VITA SECONDO JIM. Sit MAMMA HO ALLAGATO LA CASA. Film MAMMA HO RIPERSO L'AEREO.F BLADE. Film

DOMENICA 3
07.50 08.20 09.20 10.00 10.50 11.30 13.00 14.00 14.40 14.50 16.55 18.55 19.35 21.30 23.20 07.55 08.00 08.50 09.10 10.00 12.00 13.00 13.40 14.00 18.50 20.00 20.40 21.30 00.20 01.20 08.05 08.35 10.25 12.25 13.00 14.00 18.30 19.00 19.25 21.30 23.50 01.05 01.25 01.55 SUPER PARTES. Att VITA DA STREGA. Tf LE STORIE DI VIAGGIO. Doc SANTA MESSA PIANETA MARE. Attualit TG4/METEO I VIAGGI DI LIFE. Attualit TG4 TELEGIORNALE/METEO DONNAVVENTURA SPEC. Doc TORNA A SETTEMBRE. F UN ESERCITO DI 5 UOMINI. F TG4 TELEGIORNALE/METEO IL COMANDANTE FLORENT. Tf TEMPESTA D'AMORE. Soap ROMANZO CRIMINALE. Film TRAFFICO-METEO. Attualit TG5 MATTINA TGCOM LE FRONTIERE DELLO SPIRITO ELISA DI RIVOMBROSA. Fic MELAVERDE. Attualit TG5 TELEGIORNALE/METEO L'ARCA DI NO. Attualit DOMENICA LIVE. Variet AVANTI UN ALTRO! Quiz TG5 TELEGIORNALE/METEO PAPERISSIMA SPRINT. Variet IO CANTO. Talent SMASH. Tf TG5 NOTTE HANNAH MONTANA. Sitcom ED. Film ANGELI. Film STUDIO APERTO/SPORT SPORT MEDIASET MERLINO E L'APPRENDISTA STREGONE. Film STUDIO APERTO/METEO COS FAN TUTTE. Sitcom LARA CROFT. Film LUCIGNOLO 2.0. Att CALIFORNICATION. Telefilm SPORT MEDIASET STUDIO APERTO LOCK & STOCK SPORT 07.30 07.50 09.45 11.30 12.30 13.30 14.00 14.40 16.30 18.15 20.00 20.30 21.10 23.30 01.20

RETE 4

SABATO 2
TG LA 7 TG LA 7/OMNIBUS COFFEE BREAK. Attualit L'ARIA CHE TIRA. Attualit DUE SOUTH. Tf TG LA7 TG LA7 CRONACHE. Attualit L'ISPETTORE BARNABY.Tf THE DISTRICT. Telefilm IL COMMISSARIO CORDIER. F TG LA7 OTTO E MEZZO. Attualit TRUMAN CAPOTE. Film THE ASSASSINATION. F TG LA7 SPORT

DOMENICA 3
07.00 07.30 07.50 09.45 11.40 13.30 14.00 14.40 16.30 18.15 20.00 20.30 21.00 23.15 01.05 RASSEGNA STAMPA TG LA 7 OMNIBUS. Attualit 4 PER CORDOBA. Film CUORE D'AFRICA. Tf TG LA7 TG LA7 CRONACHE. Att LA STORIA INFINITA. Film THE DISTRICT . Telefilm IL COMMISSARIO CORDIER. F TG LA7 LINEA GIALLA. Att GRAY'S ANATOMY. Tf SAVING HOPE. Tf TG LA7 SPORT

06.00 08.00 09.10 10.00 11.00 13.00 13.40 15.25 16.00 18.50 CANALE 5 20.00 20.40 21.10 24.00 01.25 07.45 09.45 10.35 12.45 13.40 15.35 17.35 17.55 ITALIA 1 18.30 19.00 19.25 21.10 23.30

LA 7

TGR BELLITALIA. Attualit TG3/SPORT NOTIZIE/METEO3 TGR IL SETTIMANALE. Att TGR AMBIENTE ITALIA TG REGIONE/TG3 RAI EDUCATIONAL-TV TALK TIMBUCTU. Doc I MISTERI DI MURDOCH. Tf TG3/TG REGIONE/METEO BLOB. Variet CHE TEMPO CHE FA. Talk ULISSE IL PIACERE DELLA SCOPERTA. Doc 23.35 TG3/TG REGIONE 23.55 UN GIORNO IN PRETURA

11.00 11.30 12.00 12.30 13.30 14.00 16.00 16.30 17.00 17.40 18.30 19.00 20.30 21.00

IL GIORNO DEL SIGNORE STUDIO 1 DIPI. Rubrica SPECIALE FIERA DEL BOVINO COSA BOLLE IN PENTOLA TG CREMONA LA PIAZZA. Talk TELEGIORNALE GIOIELLI SOTTO CASA BORGHI DITALIA. Rubrica DENTRO LIMPRESA. RUBRICA ANTEPRIMA LA GRANDE DOMENICA TG CREMONA/NAZIONALE IL GIORNO DEL SIGNORE IL CONCERTO

11.00 12.00 12.15 13.00 13.30 14.00 14.30 17.00 18.00 19.00 20.30 21.30 21.00

SANTA MESSA. DA CREMONA ANGELUS IL GIORNO DEL SIGNORE ANTEPRIMA LA GRANDE DOMENICA TG DELLA DOMENICA CREMONESE - PRO VERCELLI IL PREPARTITA SANTARCANGELO PERGOLETTESE CIAK! MOTORE! SPECIALE FIERA DEL BOVINO TG/PRONTO DOTTORE LE NOSTRE REGIONI. Rubrica PERGOLETTESE-MANTOVA CREMONESE-PRO VERCELLI

Fiera di San Carlo

Sabato 2 Novembre 2013

Dal 1 al 4 novembre appuntamento a Casalmaggiore con una delle feste pi importanti dellanno

ntra ormai nel vivo la Fiera di San Carlo, appuntamento irrinunciabile per il territorio Cremonese-Casalasco ma anche per tutti i territori confinanti. I visitatori, migliaia ogni anno, arrivano infatti anche dal Parmense, dal Piacentino, dal Bresciano e via di seguito. Una kermesse dedicata all'artigianato, al commercio, all'agricoltura, ma anche al divertimento e allo svago, come ha sottolineato il presidente della Pro Loco Marco Vallari presentando la manifestazione. Si tratta dellEvento per eccellenza a Casalmaggiore, il pi atteso da grandi e bambini, il pi ricco di attivit culturali e gastronomiche ed il pi emozionante in ogni senso ha detto il presidente, ricordando che la Festa una parte integrante della tradizione Casalasca, nonch un punto cardine per la nostra citt perch conserva, nonostante i suoi oltre cento anni, tutte le caratteristiche di tradizione che tanto ci stanno a cuore. E giusto infatti guardare avanti, ma senza mai perdere di vista il nostro passato spiega ancora Vallari. Il presidente ha ricordato come la fiera abbia cambiato volto nel corso degli anni: nata essenzialmente come fiera agricola, del bestiame e dello scambio, si poi evoluta modificando il proprio modo di proporsi, pur conservando il suo carattere tradizionale. Ora come allora le giostre prendono posto in Piazza Garibaldi, mentre in Piazza Turati il Circo ha lasciato spazio ad un bellissimo show-room a cielo aperto delle concessionarie automobilistiche locali ha spiegato ancora il presidente. Il mercato, ricchissimo di bancarelle per tutti i gusti, occupa tutte le principali vie del centro e la zona agricola e gastronomica di via Favagrossa e via Formis con trattori, mezzi vari, utensileria ed esposizioni artigiane. Immutato rimane anche lo spazio che viene dedicato alla cultura e alla musica, con mostre e concerti. Un tempo al Teatro Sociale, oggi nel Duomo di Santo Stefano. Voglio ricordare - ha proseguito Vallari - che non si tratta esclusivamente di un lavo-

In partenza la kermesse pi attesa dellanno


E

13

ro della Pro Loco: questa fiera il frutto di un grande impegno che tanti cittadini, attraverso istituzioni ed associazioni locali, mettono in campo per contribuiere ad arricchirne le giornate. La forza di questa manifestazione sta proprio nel fatto che deriva dall'impegno tanti soggetti che si sentono partecipi in prima persona e che donano una parte delle loro attivit per offrire ai visitatori il meglio di Casalmaggiore. I nostri bellissimi musei, le parrocchie, gli artisti locali, il circolo FotoCine Germani e tantissimi altri ha ricordato Vallari. Tra i fiori allocchiello nel contenitore di questa edizione spiccano le due interessanti mostre presso i musei cittadini: al Museo Diotti la mostra Il paesaggio che mi fu rubato trasformazioni e sottrazioni fra pittura, fotografia e video documentazione; al Museo del Bijou invece La mia don-

na si chiama desiderio la moda negli anni 50 e la musica di Gorni Kramer. Lo spazio alla cultura non si esaurisce qui, come ha sottolineato Vallari: presso la chiesa di S. Chiara si svolger la mostra: Che cos luomo, perch te ne ricordi? su genetica e natura umana nello sguardo di Jrme Lejeune (genetista e pediatra francese, scopritore della causa della sindrome di Down). Non meno importanti anche tutte le altre esposizioni, sempre in Santa Chiara, in Santa Croce e presso il salone della Pro Loco. La parrocchia di Santo Stefano e San Leonardo ha invece gi ospitato, con grande successo, il concerto di "apertura" della fiera, Voci. Dare voce al nome di Dio che ha visto l'esecuzione impeccabile di un programma di musiche sacre, eseguite dal Coro femminile

della Essener Mnster, la grande cattedrale della Diocesi tedesca di Essen, con la direzione di Raimund Wippermann e le musiche eseguite allorgano da Jrgen Kursawa. Una novit di quest'anno invece il convegno previsto presso l'Auditorium S. Croce sabato 2 novembre alle 17, dal titolo Obblighi e tutela degli animali daffezione; un appuntamento promosso e curato dal Servizio veterinario dellAsl della Provincia di Cremona, che vedr come relatori Maurilio Giorgi e Luigi Magni. Un momento di approfondimento e informazione per tutti gli appassionati di animali. Come non ricordare poi la Sagra del cotechino e blisgn che dall1 al 4 si terr nel ristotenda in palazzo Turati e che si prolungher anche il 5 novembre con risottata casalasca e trippa, com-

preso il Memorial Garavaldi di briscola ha ricordato il presidente. La sagra organizzata e gestita dagli storici volontari della Pro Loco pi alcuni giovani che questanno hanno dato la loro disponibilit, coordinati da Giuseppe Cavalli e dal consigliere Giuliano Zambelli. La sagra arrivata alledizione numero sedici e da qualche anno a questa parte sta iniziando a farsi conoscere davvero a livello globale. La manifestazione rappresenta quindi un momento di svago importante, ma anche di scambio sociale sia per i cittadini che per i commercianti ha concluso Vallari. In un momento di crisi essa permette di far girare l'economia locale. Non puntiamo sulla quantit ma sulla qualit perch la nostra tradizione, la tradizione di Casalmaggiore ne dobbiamo essere orgogliosi.

1 4

Sabato 2 Novembre 2013

Speciale Fiera di San Carlo

Cotechino e tortelli di zucca protagonisti


Gastronomia tipica protagonista della Fiera di San Carlo: dall'1 al 5 novembre appuntamento con la Sagra del cotechino e del Blisgon
ra le tante iniziative in programma nel corso della Fiera di San Carlo, per il sedicesimo anno si rinnova il tradizionale appuntamento con la Sagra del cotechino e del blisgn: una cinque giorni dedicata ai sapori tipici del territorio. Il ristotenda che verr allestito per l'occasione - nel cortile interno del Palazzo Opere Pie di Piazza Garibaldi - dal 1 al 5 novembre sar la cornice di una rassegna gastronomica che metter in tavola i piatti tipici della tradizione casalasca, soprattutto autunnale: il cotechino, con vari contorni, la spalla cotta, la pestata di lardo, le cotiche. Non mancher, ovviamente, la portata distintiva della cucina maggiorina: i blisgn, ovvero i tortelli di zucca alla casalasca, che insieme al cotechino hanno ottenuto nel 2010 il riconoscimento De.Co., riservato alle denominazioni comunali. I volontari dellassociazione Pro Loco, organizzatrice della sagra, verranno diretti da un garante della ricetta del blisgn, lo chef Silvio Ceresini. Pasta sottile, che scivola (blisga in dialetto: da qui blisgn), ripieno a base di zucca, amaretti, mostarda, un pizzico di noce moscata: questi gli ingredienti del tortello di zucca casalasco, servito con burro e salvia oppure con sugo al pomodoro. Non tutto: anche la forma non casuale e quella del blisgn di Silvio Ceresini un fagottino con la cosiddetta cresta. Ma la sagra proporr anche secondi piatti autunnali, buon vino, torte assortite, caff e digestivi. Questo, sino al 5 novembre, giorno in cui, a partire dalle 18, nel ristotenda verranno serviti risotto e trippa alla casalasca, in una serata che si concluder col tradizionale torneo di briscola, il Memorial Ugo Garavaldi. Il modo migliore per concludere la sagra divertendosi.

Gli Straciamus

mangiar casalasco
Come tutte le cucine che affondano le proprie radici nel mondo "rurale", anche quella casalasca semplicissima, essenziale e facilmente riproducibile attraverso i prodotti tipici del luogo. Per esempio, la sfoglia recita un ruolo predominante, come in tutte le aree contadine dove uova e farina sono abbondanti. Il men tradizionale casalasco non contempla gli antipasti e questo per una realistica valutazione e valorizzazione di quel che in tavola verr dopo. E' presente per un rituale che ha ancora una moltitudine di osservanti: il "bevr'in vin", immediatamente traducibile nell'italiano "bere nel brodo il vino". D'inverno riscalda e d'estate fa sudare. Insomma predispone al pranzo. Una delle soluzioni classiche il "sorbir" di marubini, la tradizional pasta ripiena, vale a dire una scodella di marubini col vino. Sepre restando nel campo delle minestre, il "riso con la tridura" un piatto per le grandi occasioni, ma semplicissimo; il "riso e zucca", il "risotto con le rane", "con i luartis" e tanti altri di tradizione contadina. Oppure i "Straciamus", maltagliati coi fagioli e i "Blisgon" tortelli di zucca. Le pietanze di origine nostrana sono invece pochissime: lo "stacotto di asinina", il "cotechino", il "pollo o gallina ripiena con mostarda", "anitra", "l'oca di Natale". Anche la passione per la pesca rimasta viva nel nostro territorio. Nei nostri canali domina il pesce gatto con lunghi baffoni e una testa per nulla garbata, ma buona per palati raffinati. Poi "gobbi", "tinche", "alborelle" e "anguille". Una specialit, le cui origini si perdono nella storia, sono i "Luadej di Casalmaggiore".

il cotechino vaniglia

Uno dei cibi tradizionali della tavola cremonese e casalasca il cotechino vaniglia, una pietanza ricca e gustosa. Di consistenza morbida ed elastica, il Cotechino cremonese ha una forma allungata e non troppo grande e una consistenza medio - fine. Insaccato in budello naturale o vescica, ha un peso di un chilogrammo circa. Per la preparazione del Cotechino alla vaniglia si utilizzano carni magre di suino, guanciale, parti della testa, vino Barbera, sale, pepe e spezie. Le carni vengono macinate a grana media; condite con sale, zucchero, vino e una concia di aromi naturali tenuti in infusione nel vino rosso. Segue linsaccatura in vescica o budello e dopo lasciugatura si procede alla stagionatura, piuttosto breve e pari a 15-20 giorni. Lattributo vaniglia si riferisce alla dolcezza dellimpasto e non alla presenza di questo aroma nella preparazione. Il Cotechino un salume da consumarsi previa cottura in acqua bollente: lo si avvolge in un panno affinch la pelle non si spacchi durante la bollitura, che avviene in acqua senza sale.La temperatura di servizio deve essere sempre elevata, per evitare la solidificazione delle parti grasse. Ben si accompagna con pur di patate, polenta e lenticchie. Si tratta di un salume che viene consumato previa cottura in acqua. La temperatura di servizio deve essere sempre elevata, per evitare la solidificazione delle parti grasse di cui molto ricco.

Speciale Fiera di San Carlo

Sabato 2 Novembre 2013

er i visitatori che prenderanno parte alla Fiera la Pro Loco di Casalmaggiore ha pensato a dei percorsi dedicato ai turisti, in modo che possano conoscere ed apprezzare i tesori di questa piccola cittadina e siano invogliati a ritornarvi. PIAZZA GARIBALDI Lattuale cuore della citt, il Listone , da sempre, il luogo di ritrovo abituale per la popolazione. Creata nel XVII secolo e risistemata nel XIX, ospita tutte le manifestazioni pi importanti, tra cui appunto la tradizionale Fiera di San Carlo, ed il mercato settimanale.

Casalmaggiore, un gioiello da scoprire

Da piazza Garibaldi allargine maestro, in un percorso tra cultura e natura

15

TEATRO COMUNALE Elegante esempio di teatro settecentesco, fu costruito tra il 1782 ed il 1783 su disegno di Andrea Mones (a cui si deve anche la decorazione del soffitto della platea). Il suo progetto ottenne lapprovazione del celebre architetto Giuseppe Piermarini, che defin la forma della cavea. ARGINE MAESTRO Classica passeggiata dei casalaschi di tutte le et, largine offre scorci sui monumenti del centro storico ed uno splendido panorama del Po. DUOMO DI SANTO STEFANO Questo edificio cos maestoso fu unaltra conseguenza del conferimento del titolo di Citt a Casalmaggiore. Il Duomo, neoclassico, costruito alla met del XIX secolo su progetto di Fermo Zuccari, allinterno conserva pregevoli opere di importanti autori, quali G. B. Trotti, detto il Malosso, e Giuseppe Diotti. SANTA CHIARA Questo vasto complesso monastico fu fondato nel 1504 ed ampliato nel corso del XVIII secolo, quando divent uno dei pi ricchi ed importanti della Lombardia. Oggi il convento sede dellIstituto Santa Chiara.

PALAZZO MUNICIPALE Ledificio fu progettato alla fine dellOttocento dallarchitetto Giacomo Misuraca, per sostituire quello settecentesco, demolito a causa di gravi problemi strutturali. E possibile visitare linterno, con particolare attenzione alla Sala Consiliare, in cui sono conservati due importanti dipinti, il cui soggetto un chiaro simbolo dellorgogliosa indipendenza comunale: il Giuramento di Giovanni Baldesio, di un autore anonimo, e il Giuramento di Pontida, del casalese Giuseppe Diotti.

Il museo del Bijou, un viaggio tra la bigiotteria dei secoli passati


La cittadina di Casalmaggiore si sviluppa e si ramifica intorno alla Piazza Garibaldi, dove si trova il centro principale della citt con il Palazzo Comunale in stile neogotico. Di interesse turistico sono anche il Duomo, il Museo del Bijou, il Museo Diotti, Palazzo Martinelli, il Torrione estense, la chiesa ed il convento di Santa Chiara, la chiesa di San Leonardo, la chiesa di Santa Maria del Popolo (comunemente conosciuta come Chiesa dell' Ospedale - fine XVI secolo), il convento di San Francesco, il Teatro Comunale (fine '700), il Santuario Madonna della Fontana dove la tradizione narra sia sepolto il famoso pittore Girolamo Francesco Maria Mazzola, detto il Parmigianino e le rive del Po. Inoltre, sono presenti numerosi palazzi: Palazzo Comunale, Palazzo Mina-Tentolini, Palazzo Melzi, Palazzo Camozzi, Palazzo Favagrossa, Palazzo Lanciani-Rocca, Palazzo Manganelli, Palazzo Porcelli, Palazzo Contini, Palazzo dei Barnabiti (Biblioteca, Auditorium), Palazzo Martinelli. Una tappa obbligata per i pi curiosi quella rappresentata dal Museo del Bijou, ovvero unesposizione permanente della bigiotteria del passato, realizzata nellex-collegio dei Barnabiti. Ledificio, che durante la Fiera di San Carlo ospiter anche una mostra temporanea, sempre aperto al pubblico ed una delle principali attrazioni turistiche del Comune di Casalmaggiore. Tra volte di mattoni e teche di vetro sono presenti oltre 35.000 piccoli oggetti, che testimoniano levoluzione della moda di oltre mezzo secolo. Orecchini, anelli, spille, medaglie e bracciali, ciondoli, distinti e attrezzi da lavoro, sono solo alcuni degli oggetti, di diverse forme, presenti nel Museo al quale annesso anche un laboratorio didattico per far apprendere ai ragazzi le varie tecniche di lavorazione e di realizzazione dei gioielli.

Lettere & Opinioni


"
autodromo

Sabato 2 Novembre 2013

Cosa si pu fare contro linquinamento acustico?


Egregio direttore, anche oggi il sole e la temperatura mite, fin troppo e alquanto preoccupante per la stagione, promettono a tutti una piacevole giornata di festa. Stare allaria aperta e godere dei raggi del sole, come noto, fa molto bene allumore ed alla salute, se non fosse per la pessima qualit dellaria che siamo costretti a respirare, perch contenente un potente mix di veleni, che ha fatto di recente dire allo Iarc (lagenzia internazionale per la ricerca sul cancro dellOms) che linquinamento atmosferico sicuramente un agente cancerogeno. Ma gli indesiderati ingredienti non finiscono qui e, complice lo sfavore dei venti, la nostra salutare passeggiata particolarmente allietata dal sottofondo di rumore proveniente dallautodromo di San Martino del Lago, dove, da alcune ore e temiamo per il resto della giornata, stanno sfrecciando decine di motoveicoli. Se i livelli di inquinamento acustico sono al limite della sopportazione nei territori dei comuni di Voltido, Drizzona e probabilmente anche in quelli di Piadena e di Torre de Picenardi, non osiamo immaginare a quale livello di rumore siano sottoposti i cittadini di Ca de Soresini, San Martino del Lago, Cingia de Botti e Solarolo Rainerio. Il rumore, come altrettanto noto, ha pesanti ricadute sulla salute umana e, per ora, pare lunico elemento visibile dellesistenza in zona di questo discusso e discutibile impianto. Tutto ci a dispetto delle aspettative di benessere e di rilancio economico che, a detta dei suoi fautori, lo stesso avrebbe portato al territorio. Dove sono i controlli che gli enti preposti, sindaco in testa, avevano promesso a piene mani? E, soprattutto, cosa sta facendo la societ che gestisce limpianto per attenuare leffetto del rumore prodotto dalle proprie attivit? Ha davvero adempiuto, in proposito, a tutti gli obblighi contenuti nella convenzione con il Comune di San Martino del Lago? Ci risulta infine che alcuni cittadini abbiano scritto da tempo, per lamentarsi di questa situazione, ai sindaci di San Martino del Lago e di Cingia de Botti, ma, per ora pare, senza alcun riscontro. Ci permettiamo di sollecitare la dovuta risposta a questi cittadini ed al sindaco di San Martino del Lago di dare conto, comunque e pubblicamente, circa la prevista ed obbligatoria attivit di controllo sullimpianto medesimo. Cesare Vacchelli Coordinamento dei Comitati contro le autostrade Cr-Mn e Ti-Bre ***

Furto del bancomat, la banca deve rimborsare?


Buongiorno avvocato, in caso di furto del bancomat la banca tenuta a rimborsare le somme prelevate fraudolentemente? Elvira *** La carta bancomat una carta di debito definita anche moneta elettronica e diffusa in alternativa allutilizzo del denaro contante. Essa disciplinata dal Decreto Legislativo 27 gennaio 2010 n. 11, che individua diritti e obblighi per il cliente e per la banca intermediaria. In particolare, il cliente ha lobbligo di utilizzare la carta in maniera conforme; di custodire diligentemente il pin; di comunicare senza indugio lo smarrimento o il furto non appena se ne viene a conoscenza. La banca, a sua volta, ha lobbligo di assicurare che i dispositivi personalizzati che consentono lutilizzo di uno strumento di pagamento non siano accessibili a soggetti

scenza di cosa vuol dire petrolio e gas in Italia e quali le prospettive occupazionali e derivanti dallindotto petrolifero. FederPetroli Italia ***

17

A cura di Emilia Rosemarie Codignola*

Serve un intervento deciso in favore del settore agricolo


Egregio direttore, le dichiarazioni politiche nei giorni scorsi dal ministro dellAgricoltura, Nunzia De Girolamo e dallassessore regionale Gianni Fava nellambito della Fiera Zootecnica di Cremona, dimostrano una volta di pi, semmai ce ne fosse bisogno, la spaccatura tra il Governo centrale e Regione Lombardia sulle strategie da usare per aiutare il settore agricolo anche in prospettiva di Expo 2015, il cui tema principale Nutrire il pianeta non combacia assolutamente con la politica che questo Governo sta portando avanti. Gli interventi di diminuzione dei finanziamenti che negli ultimi anni stanno mettendo a repentaglio la parte di agricoltura pi produttiva del nostro Paese e sicuramente anche tra le regioni europee, preoccupano il sindacato. Quanto dichiarato dallassessore regionale rispetto allimpossibilit di cofinanziare sia i progetti del Piano di Sviluppo Rurale che tutto il lavoro dellAssociazione allevatori, se questi soldi non vengono tolti dal Patto di Stabilit, crea un allarme oltre che occupazionale (450 lavoratori delle Associazioni allevatori e 400 del settore Forestale rischiano il posto di lavoro) anche per la salute di tutti i cittadini. Infatti lAssociazione allevatori svolge un compito fondamentale di controllo per la sicurezza alimentare, aiutando a dare a tutta la filiera dellallevamento delle carni e alla produzione e trasformazione del latte, caratteristiche di qualit superiore a livello europeo. Il settore Forestale invece, seppur ridotto numericamente ai minimi termini, lavora nel tentativo di salvaguardare il pi possibile il territorio montano dai dissesti idrogeologici che ormai colpiscono la maggior parte del nostro territorio. Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil Lombardia chiedono a gran voce al ministro De Girolamo un intervento deciso in favore di questi Settori, per arrivare allinaugurazione dellExpo nel 2015 con il mondo agricolo ancora in grado di competere con il resto dellEuropa e non ridotto invece, come sta avvenendo, a un settore marginale costretto a importare materie prime di dubbia qualit per continuare a trasformare alimenti che perderanno sempre di pi la qualit che li ha resi famosi nel mondo. Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil ***

"

appello

non autorizzati; di non attivare servizi di pagamento non richiesti; di essere sempre raggiungibile in caso di furto per permettere al cliente di bloccare la carta; di impedire che dopo il blocco della carta questa possa essere ancora utilizzata. Nel caso specifico dellutilizzo fraudolento del bancomat, a fronte della denuncia del cliente e del disconoscimento delle spese addebitate, la banca deve rimborsare le somme al cliente. A stabilire ci lart.

12 del citato decreto, secondo cui, salvo il caso in cui il cliente abbia agito in modo fraudolento, lutilizzatore non pu sopportare alcuna perdita economica, se non per un massimo di 150 euro nel caso di perdita derivante dallutilizzo indebito del bancomat conseguente al suo furto prima di aver bloccato la carta. Una recente pronuncia dellArbitro Bancario Finanziario, inoltre, afferma che il legislatore ha disposto che il rischio inerente alluti-

lizzazione di mezzi di pagamento debba ricadere completamente sullintermediario e che la grave negligenza nella custodia del pin deve essere provata dal prestatore del servizio. La prassi seguita dalle banche, tuttavia, sempre stata quella di dare per scontata la colpa grave del cliente. Vale a dire: se il ladro era a conoscenza del Pin, significa che il cliente lo aveva custodito senza la necessaria diligenza. Perci niente rimborso. Ma per fortuna lorientamento dellArbitro oggi nettamente favorevole al cliente. *Avvocato Stabilito del Foro di Milano emiliacodignola@libero.it

dellutilizzo di alcuni impianti sono ben al disopra della media del 25% e sfiorano il 35%: a titolo esemplificativo si veda laumento per i campi di calcetto da 45 a 60 euro. In ogni caso si sottolinea che il rincaro oggettivamente molto elevato e certamente ben superiore agli aumenti del costo della vita o nello specifico agli aumenti delle utenze di luce-acqua-gas. Nello specifico viene ricordato come spicca lincremento tariffario degli ingressi in piscina: per esempio labbonamento adulti 10 ingressi passa da 42 a 54 euro. Il Pd pertanto rileva linopportunit di questa scelta proprio nellanno di Cremona citt europea dello sport. Scelta che penalizza le famiglie, i giovani, lo sport e la citt. Personalmente chiedo quindi al sindaco un quadro economico aggiornato dei costi, delle entrate, delle convenzioni in essere con i concessionari delle strutture sportive e chiedo se non erano possibili interventi in termini di riorganizzazione, di controllo di gestione, di contenimento dei costi e di miglioramento dellefficienza organizzativa, prima di procedere allaumento delle tariffe. Roberto Poli Consigliere comunale del Pd ***

"

critica

"

impianti sportivi

Forse si potevano evitare gli aumenti delle tariffe


Egregio direttore, la Giunta Perri ha deciso di incrementare le tariffe degli impianti sportivi comunali del 25%, a decorrere dal 1 novembre. La Giunta ha motivato la decisione facendo riferimento da un lato alla normativa sulla copertura dei servizi a domanda individuale che prevede la soglia dell80% e dallaltro alle aumentate spese energetiche e di manutenzione generale degli impianti. La decisione ha sollevato polemiche, a partire dallinterrogazione al sindaco, che ha la delega allo Sport, da me presentata in questi giornii. Nel testo dellinterrogazione si sottolinea come lincremento in media almeno del 25% e che pertanto gli aumenti tariffari

La politica cremonese sempre forte con i pi deboli


Signor direttore, nel dicembre 2010 sal agli onori della cronaca la vicenda della copertura della tribuna del campo scuola (impianto sportivo attrezzato per latletica leggera), che avrebbe segnato la fine della bella alberatura che la circonda. A tale notizia era seguita una notevole mobilitazione di cittadini, una lettera, firmata da 12 tra associazioni e comitati, aveva contribuito a tenere accesi i riflettori su tale vicenda ed era stata fatta formale richiesta di visionare il progetto e, pi in generale, di avere maggiori informazioni su tutta loperazione. Questa agitazione aveva costretto lamministrazione comunale ad uscire con il seguente comunicato stampa: In merito ad alcune lettere e prese di posizioni apparse in questi giorni, si precisa

che nellambito dei lavori della realizzazione della Cittadella dello Sport, cos come previsto dalla convenzione sottoscritta tra il Comune di Cremona e Us Cremonese, verranno realizzati, per la parte relativa e di competenza del Centro Sportivo Giovanile dellUs Cremonese, la pista di atletica indoor e la copertura della tribuna. Si tratta di opere compensative richieste dal Comune alla Us Cremonese a favore della cittadinanza. Allo stato attuale il progetto della copertura in fase di revisione cos da evitare, per quanto possibile, labbattimento di eventuali essenze arboree. Nelleventualit che, alla fine della revisione del progetto, sussista qualche possibile incompatibilit con uno o due alberi, si valuter con attenzione la possibilit di effettuare un loro trapianto, considerato che, trattandosi di tigli, loperazione offre la sicurezza di una buona riuscita. A conferma di ci, si fa presente che tutti i trapianti di questo tipo sino ad ora effettuati hanno avuto successo. [Ufficio stampa comune di Cremona]. In realt la fantomatica revisione del progetto non mai stata nemmeno presa in considerazione, anzi, non era neppure prevista dalla procedura una qualunque revisione: il progetto era quello, prendere o lasciare .La pazienza paga sempre, avranno pensato i machiavellici residenti del Palazzo, e cos, tranquillizzati i cittadini e confidando nella poca memoria dei propri amministrati, bastato attendere ed ecco la bella notizia dei giorni scorsi: la copertura della tribuna e la pista indoor si faranno e saranno per gli atleti dacciaio! I cittadini avranno la soddisfazione di sapere di essere stati per lennesima volta presi per i fondelli in maniera equa da maggioranza ed opposizione, nella migliore tradizione forte con i deboli e servilmente debole con i forti. I veri sconfitti saranno gli alberi, ben pi di uno o due, che probabilmente troveranno una nuova collocazione nella centrale a biomasse (alias inceneritore) di cui nessuno parla pi. Luci Cremona ***

della Federazione cremonese di Sinistra Ecologia Libert, in quel contesto gli iscritti saranno chiamati ad esprimersi con il voto nei riguardi del documento nazionale e dei diversi emendamenti ed ordini del giorno presentati, ad eleggere i delegati al Congresso nazionale e regionale e a rinnovare gli organismi dirigenti locali della Federazione provinciale. Gabriele Piazzoni Coordinatore provinciale di Sel ***

Per vacanze di pochi giorni attenti alle fregature


Egregio direttore, lungo fine settimana per la festa di tutti i Santi. Prendendo 2 giorni di ferie se ne fanno 5. Occasione buona per scegliere un agriturismo o un viaggio allestero, con prezzi stracciati per chi ha prenotato da tempo o allultimo momento. Attenzione alle fregature che sono sempre dietro langolo. Qualche consiglio utile. Lagriturismo una attivit che abbina, lo dice la parola stessa, lagricoltura con il turismo, vale a dire che chi gestisce una attivit di questo tipo deve essere al contempo agricoltore e albergatore-ristoratore. Per non sbagliare basta chiedere lestensione del terreno agricolo e le attivit che vi si svolgono. A volte lazienda si riduce ad un albergo e o ristorante in campagna: non agriturismo! I viaggi prenotati da tempo sono quelli maggiormente analizzati e non dovrebbero evidenziare problemi salvo documentare le prenotazioni e gli eventuali pagamenti effettuati in anticipo. Insomma, il famoso pezzo di carta sempre utile. Stessa attenzione per la documentazione deve essere posta per le vacanze prenotate allultimo minuto: stampare prenotazioni e pagamenti effettuati con il computer sempre utile, serve, inoltre, per eventuali contestazioni e successive richieste di rimborso e risarcimento. Primo Mastrantoni Segretario Aduc ***

"

consigli

Lavoriamo perch lItalia diventi un Paese per donne


Signor direttore, il 26 e 27 ottobre si tenuta a Roma lassemblea per decidere gli assetti futuri di Se non ora quando? (Snoq), a cui hanno preso parte molte donne impegnate nei comitati territoriali e nei comitati tematici del movimento. Due giorni densi di riflessioni, idee, proposte per rilanciare con forza lazione di Snoq. La crisi economica, sociale e culturale che attraversa il paese chiama le donne alla responsabilit del cambiamento: per un nuovo modo di intendere le relazioni sociali, personali, politiche. Per costruire una agenda della politica in grado di rispondere alle contraddizioni di una societ appesantita da crescenti disuguaglianze e discriminazioni. Il desiderio di far crescere la forza di Se non ora quando? si intreccia alla necessit di dare nuova forma alla partecipazione personale e politica, per un movimento che si interroga e che interroga le istituzioni e la politica sulla trasparenza del potere, sulle forme della legalit, sui percorsi di rappresentanza. I comitati territoriali e tematici che lavorano per portare avanti la agenda delle donne si sono collegati in un Coordinamento nazionale, dando forma in questo modo alla necessit di esprimere la sintesi di un movimento che attraversato da idee differenti e visioni plurali, che nato per affermare la libert e la dignit delle donne. Il movimento si prepara a lanciare una campagna di coinvolgimento della opinione pubblica, e a diffonderla capillarmente nelle tante citt dove le donne di Se non ora quando? propongono iniziative e azioni sulle politiche locali. Lappuntamento per i primi mesi del prossimo anno, per un incontro rivolto a tutte le donne e a tutti gli uomini: perch lItalia diventi un Paese per donne. Se non ora quando?

"

Se non ora quando?

Due momenti importanti nel percorso congressuale


Egregio direttore, il percorso congressuale di Sel che si concluder a Roma con lassemblea nazionale dal 17 al 19 gennaio 2014 e che vedr la realizzazione del Congresso regionale della Lombardia il 12 gennaio 2014, si svilupper in provincia di Cremona con 2 momenti: luned 4 novembre alle 21 presso il salone della sede di Sel in via Cadore 96 a Cremona si terr unassemblea pubblica per un confronto sul documento nazionale del congresso La strada giusta aperto a tutti gli esponenti e le individualit delle organizzazioni sociali, sindacali, delle professioni, degli studenti, dei giovani, delle donne, dei migranti, dellambiente, dei beni comuni e dei diritti, del mondo della cultura e dellintellettualit diffusa, invitati ad intervenire portando un contributo al dibattito e ai contenuti. Saranno presenti la coordinatrice regionale di Sel, Chiara Cremonesi e lonorevole Franco Bordo. Domenica 17 novembre, alle ore 9, presso la sala Bonfanti della Camera del Lavoro in via Mantova 25 a Cremona si terr il Congresso provinciale

"

sinistra ecologia liberta

Da FederPetroli un aiuto informativo al ministero


Signor direttore, in merito alla situazione inerente lindotto petrolifero italiano ed in particolare la questione su ricerca,esplorazione e produzione di idrocarburi a terra ed in mare (onshore ed offshore) in Italia, la FederPetroli Italia ha inviato una lettera al sottosegretrario allo Sviluppo Economico, senatrice Simona Vicari, manifestando un particolare interesse nel poter fornire un elevato contributo tecnico allattivit ministeriale nellambito del settore energetico anche in occasione dei tavoli tecnici istituzionali in materia di direttiva Ue sulla sicurezza offshore e delle operazioni in mare settore idrocarburi che hanno avuto inizio. Il presidente della FederPetroli Italia, Michele Marsiglia nella missiva al sottosegretario Vicari evidenzia limpegno che da anni la federazione sta compiendo nella divulgazione di informazione e trasparente operativit nel settore delloil e Ggas, con lobiettivo di dare un sempre pi forte contributo alla cono-

"

precisazione

18

Sabato 2 Novembre 2013

CASALMAGGIORE

casalmaggiore@ilpiccologiornale.it

Giudici di pace senza pace

GHILLANI AL ROTARY

Beatrice Ghillani e il presidente Leonardo Stringhini

Il giallo del cane ritrovato


Una ragazza di Martignana: dopo le minacce, la scomparsa dellanimale. Si trovava in un canile
di Giovanni Gardani Alla ragazza, residente a Martignana sono subito venuti molti sospetti, a causa di un retroscena che il caso di svelare. Un mese fa alcune persone sono venute alla palestra dove lavoro, a Casalmaggiore, e mi hanno infamato, dicendo che maltrattavo gli animali. Tra le tante minacce mi hanno detto che prima o poi sarebbero passate a rubarmi il cane. Dopo quella visita ho chiamato veterinario, Asl e guardie zoofile di Cremona, perch visitassero il mio cane e dimostrassero, tramite regolare certificato, che non cerano maltrattamenti. Il problema sembrava cos essere rientrato. Fino a venerd scorso. Inizialmente sono andata in panico, poi per fortuna mi sono ricordata nome e cognome di quelle due persone e ho fatto una ricerca su internet. Ho scoperto che gestiscono una sorta di canile, peraltro nemmeno riconosciuto dalla legge, in cascina, a pochi chilometri da Cremona. Ho fatto chiamare mio padre, dietro falso nome e lui si finto interessato allacquisto di un cane. Gli

SOLAROLO RAINERIO La dottoressa Beatrice Ghillani, giudice di pace nella sede di Casalmaggiore, intervenuta mercoled sera al Ristorante La Clochette di Solarolo per affrontare il tema della soppressione degli uffici giudiziari periferici, e in particolare quelli dei giudici di pace, e loro cause ed effetti. Anche Casalmaggiore, come le vicine Viadana e Bozzolo, vittima di questa nuova scure che si abbatte sui servizi decentrati e che si chiama spending review. La dottoressa Ghillani, ospite del Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po presieduto da Leonardo Stringhini, era accompagnata dal marito, lavvocato di origini cremonesi Federico Silvestrini. Innanzitutto il magistrato ha illustrato i contenuti del decreto legislativo che interessa la soppressione dei tribunali minori, e che interessa non solo i giudici di pace, come sanno bene a Crema, dove il locale tribunale da settembre stato accorpato a Cremona. Sono 674 ha detto la Ghillani gli uffici che in base al decreto saranno soppressi, con oltre 2000 giudici di pace che saranno spostati nei tribunali di riferimento. Le cause, ha spiegato, sono da ricondurre al consueto tentativo di tagliare le spese, un risparmio economico (tutto da verificare) dovuto alle sedi, alle spese di mantenimento e alla possibilit di dirottare almeno il 50% dei dipendenti di cancelleria nei tribunali ordinari, facendo cos fronte indirettamente ai pensionamenti. La decisione fu presa dal governo Monti (ministro della Giustizia era Severino), e di indubbio al momento ci sono le difficolt create ai cittadini, per i quali facile prevedere non solo trasferte ben pi lunghe ma spese in aumento (ad esempio per gli avvocati) e iter giudiziari pi lunghi. Il Ministero si reso conto di ci ha proseguito la dottoressa Ghillani - ed ha previsto una scappatoia coivolgendo gli enti pubblici, che hanno lopportunit, anche consorziandosi, di mantenere lufficio accollandosi per tutte le spese, a parte naturalmente lo stipendio del giudice, che terzo deve rimanere. E la strada tentata, lo ricordiamo, da Casalmaggiore assieme a Viadana e Bozzolo, coinvolte dallo stesso problema. La solita burocrazia ha poi sbarrato la strada, poich si tratta di due province differenti. Casalmaggiore e Bozzolo hanno cos rinunciato alla sede, mentre Viadana la manterr a proprie spese e recentemente stata anche individuata la nuova sede (lex Stu). Il termine per decidere era lo scorso 29 aprile, e di l a un anno (scadenza 29 aprile 2014) gli uffici dovrebbero decadere, accorpati alla sede circondariale di riferimento, cio Cremona. Essendo un decreto legislativo, la validit non dovrebbe essere messa in discussione nemmeno da uneventuale caduta del governo Letta, anche se non da scartare lipotesi che si decida di modificarne i contenuti. Il motivo lo ha spiegato la stessa Ghillani: Una maggiore attenzione avrebbe forse portato ad una scelta pi ponderata: nella nostra provincia ci sono solo le sedi di Casalmaggiore e Soresina, in altre province sono molte di pi, ed comprensibile che parecchie debbano essere accorpate. In alcune regioni soprattutto al sud ogni centro di medie dimensioni ha un ufficio di giudice di pace, e su questo si potrebbe intervenire. Sino a che non ci sar la chiusura vera e propria dunque lecito nutrire qualche piccola speranza. La bella serata si conclusa con una serie di domande formulate dal pubblico presente.

tornata a casa dal lavoro, venerd scorso, ma non ha pi trovato il suo cane, un meticcio di sesso femminile di mezza taglia. Pu succedere, penser il lettore, pensando che anche agli animali, ogni tanto, scatta il raptus di libert. Stavolta per la proprietaria ha subito capito che qualcosa non andava. Il mio cane solitamente in un box in giardino, al quale attaccato tramite una catena collegata a una pettorina, indossata dallo stesso animale. Ebbene, tutto era in ordine ma pettorina e cane erano spariti. E la pettorina era stata sganciata dallanello, non strappata, dunque non stato il mio cane a liberarsi. Qualcuno laveva staccato.

Canneto sullOglio, ecco la nuova stagione teatrale


Spiccano Ricky Gianco, Paola Quattrini, loperetta Cin ci l e il musical Singin in the rain
no al pianoforte. Il 29 marzo la celebre operetta Cin ci l, con la regia di Alessandro Brachetti. Sono 4 anche gli spettacoli fuori abbonamento: sabato 30 novembre il musical, in esclusiva nazionale, Singin in the rain con la regia di Corrado Abbati, domenica 19 gennaio 13 Concerto per i Patroni a cura del Complesso Bandistico Cannetese, domenica 9 febbraio Spataciunfete!!! Avventure sui mari, spettacolo per bambini, sabato 15 marzo la commedia brillante La sensale dei matrimoni. Il costo dellabbonamento di 60 euro (ridotto 45), per il singolo spettacolo 18 euro (ridotto 15). Per gli spettacoli fuori abbonamento, 20 euro per il musical del 30 novembre, cifre al massimo di 10 euro per gli altri appuntamenti. Informazioni ai numeri 0376/723510 (biglietteria del teatro) e 0376/717010 (uffici comunali), o sul sito www.comune.canneto.mn.it.

hanno risposto di passare il luned, perch era appena arrivato un bastardino nero di mezza taglia. Proprio come il mio, anzi proprio il mio. Alla ragazza bastato recarsi sul posto gi la domenica per ritrovare il suo cane. Quando ho fatto notare che i sospetti erano un po pesanti, loro si sono giustificati dicendo che avevano trovato il cane per strada e lavevano accalappiato. Ovviamente non ci credo, ma non ho le prove del rapimento, dunque anche i carabinieri, ai quali ho sporto denuncia contro ignoti, non hanno potuto fare nulla. Luned se non altro il cane tornato a casa, nel suo box: e ora la sua padrona spera quanto meno di non dover risolvere col fai da te altri scomodi misteri

CANNETO SULLOGLIO E stata presentata ufficialmente, presso il Teatro Comunale Mauro Pagano, la stagione teatrale 2013-2014. Ua stagione che anche questanno stata intitolata, per doverosa riconoscenza, a Vincenzo Brusatazzi , cannetese amante della cultura che alla sua prematura scomparsa ha lasciato al Comune una somma a sostegno delle attivit culturali e teatrali. Sul palco, lassessore alla Cultura del Comune Barbara Alberini, il regista dellAccademia Teatrale Il Revellino di Canneto Luciano Ugoletti, il maestro Ettore Leccese dell'Associazione culturale Opera in...canto e Corrado Abbati regista della omonima compagnia. Vediamo dunque i contenuti della stagione. Gli spettacoli in abbonamento sono 4, tutti di sabato. Il 23 novembre Il caso Migliavacca con la voce di Ricky Gianco accompagnato dai musicisti Stefa-

Ugoletti, Alberini, Leccese e Abbati

no Covri, Dario Polerani e Fabio Pavan. Il 25 gennaio Oggi gi domani con Paola Quattrini per la regia di Pietro Garinei. Il 15 febbraio Ah! Lamore ondardo. Amori a passioni nellopera lirica, col soprano Sanae Kachi, il tenore Diego Cavazzin, lattrice Elda Olivieri e Claudia Maria-

Il legame tra le guerre: a Sabbioneta si presenta il libro di Matteo Coppini


Oggi, sabato 2 novembre alle ore 16 presso sala Rosa di Palazzo Forti, sar presentato il libro di Matteo Coppini Ogni conflitto figlio della precedente guerra. Lautore illustrer i legami tra Prima e Seconda Guerra Mondiale, ma anche tra queste e le precedenti guerre. Il volume racconta oltre 150 episodi realmente accaduti, ambientati tra il 1900 e il 1948 nella zona dellOglio-Po ed Illustrato dalle foto dei protagonisti e dalle riproduzioni di documenti depoca. Un viaggio che coinvolge anche figure della nostra zona; in particolare nel libro sono descritte circostanze inedite riguardanti i fatti di sangue della Fornace di Breda Cisoni e personaggi sabbionetani come Guido Sarzi Madidini, Michele Coluccelli e la famiglia Zardi di Breda Cisoni oltre a soldati originari di Commessaggio. Al termine della presentazione, nel cortile coperto di Palazzo Forti, sar inaugurata la mostra 1900: dalle guerre alla Costituzione dove sono esposti oggetti bellici, documenti e foto d'epoca con riferimenti anche alla Costituzione Italiana gentilmente forniti da diversi collezionisti. La mostra aperta dal 2 al 10 novembre con ingresso dalla Biblioteca (che allestir una vetrina tematica dedicata alle guerre del XX secolo) oppure direttamente da via Accademia nei giorni festivi. Lesposizione, avendo una notevole valenza didattica, particolarmente indicata per le scuole che possono prendere accordi per prenotare la visita. Durante la presentazione sar possibile acquistare, a prezzo scontato, libri relativi allargomento (guerre e storia degli ultimi due secoli) presenti nel book-shop della Pro Loco. La presentazione del libro, coordinata da Alberto Sarzi Madidini, e la mostra, sono organizzati dal Comune di Sabbioneta e dalla Pro Loco in collaborazione con la biblioteca comunale; lingresso gratuito.

Colletta dei ragazzi per una borsa vacanza: e il Comune la triplica


Ragazzi che si impegnano per la colonia e per i loro coetanei: l'essenza delliniziativa che ha portato alla consegna al comune di Casalmaggiore di fondi indirizzati alla creazione, per lestate 2014, di una borsa vacanza che possa aiutare le famiglie in difficolt ad iscrivere i figli in uno dei turni della Casalmare. Con lo scopo di dare una mano concreta ai compagni che, per motivi economici, hanno solo sognato la colonia, i ragazzi del turno adolescenti sono riusciti a raccogliere soldi che arrivano a coprire addirittura unintera retta: fondi che verranno triplicati dal comune di Casalmaggiore, cos da poter garantire non una bens tre quote discrizione alla prossima colonia. Il compimento delliniziativa stato vissuto mercoled, quando gli stessi giovani vacanzieri di Casalmaggiore hanno consegnato al sindaco Claudio Silla, allassessore Pierluigi Pasotto e al capo Ragioneria Marirosa Badalotti il salvadanaio col ricava-

to della raccolta fondi iniziata alla Casalmare e portata avanti nel corso della festa settembrina della colonia 2013. Lidea di attivarsi in prima persona, ai ragazzi, venuta proprio a Forte dei Marmi, nellambito di un progetto educativo improntato sulla cittadinanza attiva e la democrazia in movimento che ha portato allelezione di un vero e proprio consiglio comunale della colonia, con tanto di sindaco, vice, assessori e commissioni. Un esempio di civilt applaudito da Silla e Pasotto, alla presenza del direttore della Casalmare Daniele Occhipinti (della Cooperativa Pronto Servizi) e degli educatori.

Qui trovate la vostra copia GRATUITA de

Bar Giulia GR2 di Rivieri Gianfranco Fermata KM Polo Romani Via Pascoli Sportime Bar Barracuda Portici del Municipio Bar Italia Farmacia Comunale Bar Tavola Calda Distrib. carburante ENI Distr. carburante Ariete Rist. Pizz. Piccolo Paradiso Cartoleria Cartol. Tabacch. Campanini Alim. Tabaccheria Vicini Cartoleria Giamei Alim. Tabacch. Tosi Remo Bar La Nuova Luna Portici del Comune Portici Caff Roma Edic. Tabacch. Camozzi Edic. Tabacch. Lorenzini Bar Time Out Sido Caf Fermata KM Tabaccheria Venturini

angolo Conad Casalmaggiore via Guerrazzi 4 Casalmaggiore via Trento 20 Casalmaggiore via Giovanni Pascoli 28 Casalmaggiore via E. Fermi 19 Casalmaggiore via Martelli 2 Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore Centro Commerc. Padano Casalmaggiore via Repubblica rotonda Diotti Casalmaggiore via Repubblica 76 Casalmaggiore via Molossi 47 Vicobellignano via Dante Alighieri 9/B Vicobellignano via Manzoni 39/B Vicomoscano via Gioberti 74 Quattrocase via Nicol Tommaseo 101 Casalbellotto via Canzio 100 Roncadello via Roma 7 Torricella del Pizzo piazza Italia Scandolara Ravara via Mazzini 3 Castelponzone via Giuseppina 97 Solarolo Rainerio via Matteotti 113 San Giovanni in Croce via Giuseppina 103 Cingia de' Botti via della libert 46/b Martignana di Po via Bardellina Martignana di Po piazza Comaschi Gussola via Roma 93 Gussola

Casalmaggiore
Un gruppo di casalesi assai noti, alcuni che vivono lontano, come ogni anno si riunito il 31 ottobre

Sabato 2 Novembre 2013

Gussoni, Zani e gli amici del Listone


di Vanni Raineri

VISITE MEDICHE CON LA TOMBOLA

19

gni 31 ottobre, da ben 32 anni, un gruppo di amici casalaschi oggi distribuiti in varie parti dItalia, si ritrova per un pranzo o una cena in compagnia. Per questo si autodefiniscono Amici del 31ottobre, e il motivo ce lo spiega Cesare Gussoni, ex arbitro di calcio internazionale e designatore degli arbitri di serie A prima di assumere lincarico di presidente dellAia. Questo raduno ci spiega Gussoni uniniziativa del compianto Glauco Federici (che fu segretario generale della Provincia di Genova, ndr). Siamo amici del Po, e ci trovavamo sempre in piazza a fare le listonate. Lidea nacque durante la Fiera di San Carlo: dato che ognuno di noi torna a Casalmaggiore per la ricorrenza dei morti, abbiamo pensato di trascorrere il giorno prima assieme. Tutti noi, qui presenti oggi, facemmo nel

Il gruppo che si ritrovato presso la Trattoria Da Gianna di Recorfano

lontano 1954 una rappresentazione in occasione dei 175 anni di elevazione di Casalmaggiore a citt. Devo dire che ci divertiamo ancora da morire.

Il gruppo gioved mattina ha visitato Villa Medici del Vascello a San Giovanni in Croce, poi si riunito a pranzo presso la Trattoria Da Gianna di Recorfano.

Assieme a Cesare Gussoni, oggi lorganizzatore del raduno, erano presenti persone assai conosciute non solo nel casalasco, alcune delle quali risiedono in varie citt italiane. Sono il Maestro Giacomo Mino Zani, Giordana Bocchi Guareschi, Bianca Podest, Tomaso Salatti (oggi risiede a Crema), Alba Gussoni, Marcello Sartori, Primo Galli (che vive a Firenze), Giovanna Maccari (giunta da Rimini), Wilma Adorni Cappelli, Rosa Ganzi, Fausta Bianchi (Parma), Giancarlo Marenzoni, Giuliana Bottoli, Stefano Passeri, Giorgio Fazzi, Angelo Cavalca, Egisto Mantovani, i coniugi Oscar e Anna Maria Vaghi, Luisa Favagrossa e Lucio Godi, noto per aver lavorato per il Ministero degli Esteri nel settore della cultura, avendo diretto istituti di cultura presso varie ambasciate. Un incontro che si ripete da oltre 30 anni, per rinsaldare unamicizia che oltrepassa il mezzo secolo.

Non basta pagare il doppio lautostrada: bonifico da 90 cent


Forse non sar clamoroso come il caso, finito sul Tg nazionale, dellanziana signora che si vista recapitare da Equitalia un bollettino postale nel quale si chiedeva di pagare ben 1 centesimo di euro per saldare un vecchio debito della cartella esattoriale, ma si tratta comunque dellennesima segnalazione di disservizio. Protagoniste sono due ragazze di Casalmaggiore, che per lavoro si sono recate, nei giorni scorsi, a Reggio Emilia. Per arrivare pi in fretta le due hanno pensato di imboccare lautostrada a Parma, per uscire una ventina di chilometri dopo, a Reggio appunto. Un solo casello, dunque il minimo di tariffa: 1.90 euro. Le due pagano con una moneta da 2 euro, che per non viene n conteggiata n restituita. Inizia a formarsi la coda, passano alcuni minuti e le ragazze, per evitare problemi, prendono unaltra moneta da 2 euro e pagano, pronte a versare quasi il doppio del dovuto pur di evitare problemi e di sentire i clacson degli automobilisti che, da dietro, continuano a suonare spazientiti. Stavolta il meccanismo elettronico riconosce il pagamento, ma di un solo euro, rispetto ai 4 versati. Non basta ancora. Dopo diverse insistenze, le casalesi riescono a par-

No, non ci siamo sbagliati nel titolo: davvero stato un aperiVito, quello di mercoled sera, termine ottenuto invertendo le due consonanti a fine parola. E' stato cio un aperitivo in onore di Vito Scandariato , storico barista del Bar Italia scomparso nei giorni scorsi. Il tam tam partito e proseguito da Facebook ha raggiunto tutti gli amici e conoscenti del barista, che si sono ritrovati al Bar Italia a partire dalle 19.30 ricordando con un brindisi Vito. Come gi al funerale, erano parecchie le categorie della vita sociale di Casalmaggiore presenti all'evento, durate fino alle 23 circa: tra i tanti presenti spiccava la figura di Simone Raineri, grande amico di Vito, con il quale era solito festeggiare le medaglie olimpiche con tanto di foto ricordo. Al di l del pensiero rivolto a Scandariato, l'iniziativa ha avuto il merito di raccogliere, tramite offerte libere di tutti i partecipanti, fondi che verranno poi donati alla Santa Federici, cooperativa storica di Casalmaggiore che cura i ragazzi con gravi disabilit fisiche. In tutto, nel corso delle circa quattro ore di aperitivo (pardon aperiVito) lungo, sono stati raccolti 580 euro. Ma le offerte, particolare importante, sono ancora possibili fino al prossimo sabato, giorno in cui la cifra raccolta sar consegnata alla Santa Federici. Nel mentre mercoled sera i vertici del Milan Club con sede al Bar Italia hanno spiegato che si stanno attivando le procedure per chiedere alla sede di Milano come effettuare il cambio nominativo: dovrebbe trattarsi del primo passo per dedicare proprio a Vito Scandariato il Milan Club fondato nel 2010 nel bar di piazza Garibaldi.

Un aperiVito benefico in ricordo di Scandariato

Giomi promette il Centro


Il numero uno dellatletica italiana entusiasta di Casalmaggiore
La due giorni casalese di Alfio Giomi si conclusa luned sera di fronte agli oltre 150 soci (e loro ospiti) dei tre Rotary Club, del Panathlon e dei due Rotaract del territorio dellOglio Po Chiese. Una serata, svoltasi presso il RistoBifi, introdotta e nome delle associazioni organizzatrici dal presidente del Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po Leonardo Stringhini, e che ha visto lintervento del sindaco di Casalmaggiore Claudio Silla il quale ha ricordato come Giomi gli fu presentato come futuro presidente Fidal da uno Stassano che evidentemente non conosce la scaramanzia. Il presidente Panathlon (nonch consigliere nazionale Federciclismo) Corrado Lodi ha sottolineato il ruolo che ha lo sport nella societ e il grande contributo dato nel casalasco da Stassano, che, unico a non sedere al tavolo di presidenza e non tra i premiati, stato il deus ex machina della serata. Il governatore dellarea 2 del Panathlon Lorenzo Branzoni ha premiato Massimo Bini di Arti Grafiche Castello che ha realizzato il libretto sul decennale del Panathlon Casalmaggiore Viadana Oglio Po Parma, che stato distribuito a tutti i presenti. Al suo interno anche i testi degli elaborati realizzati dagli studenti sul tema I diritti dei cittadini allo sport. Sandro Barosi, lo studente piadenese che ha ricevuto il primo premio, ha letto la propria composizione, molto applaudita. Il presidente del Coni provinciale Achille Cotrufo ha auspicato che il Panathlon possa conservare unit al servizio dei giovani. E proprio i giovani erano al centro della serata. Il tema su cui intervenuto il presidente nazionale Fidal Alfio Giomi era infatti I I giovani: il nostro futuro. Giomi ha ribadito limportanza dellimpegno e del lavoro per giungere a risultati, evitando scorciatoie che sono proprie dei deboli, ed in questo lo sport metafora della vita; il suo intervento ha ricalcato in buona parte quello fatto in mattinata di fronte ai ragazzi della Diotti. Ha infine confermato che Casalmaggiore ospiter un Centro Tecnico Territoriale Interregionale per il settore della velocit, complimentandosi con Fausto Desalu atleta e uomo e portando allattenzione di tutti lesempio di Stefano Baldini. In chiusura di serata sono state consegnate 5 Paul Harris Fellow (massimo riconoscimento rotariano) a Fausto Eseosa Desalu, al suo tecnico Gian Giacomo Contini, allex presidente Interflumina Pietro Bonfatti Paini e agli sponsor Luigi Ghisini (EPi) e Costantino Vaia (Pom).

lare con la voce al di l del piccolo citofono posto vicino al casello, contattabile in caso di emergenza. La risposta arriva, ma non quella che le ragazze si aspettano: le due giovani, infatti, sono libere di andare perch la sbarra si alza, ma in cambio si vedono stampare una ricevuta in cui viene certificato il pagamento di un solo euro e la richiesta di saldare il debito tramite bonifico. Un bonifico da 0.90! Con quel che costa questo servizio e con le code che spesso bisogna sorbirsi in banca, la prossima volta le due casalesi probabilmente eviteranno lautostrada

GUSSOLA - Domenica 27 ottobre le associazioni Coordinamento Popolare e il circolo AUSERinsieme di Gussola hanno organizzato assieme ai volontari della Croce Rossa, con il contributo del dottor Simone Bonardi, una visita medica per i propri soci. La visita concerneva nell'effettuazione del cardiogramma, del controllo della pressione arteriosa, dell'altezza e del peso e della saturazione arteriosa, tutto effettuato dagli operatori della Croce Rossa. Il numero dei soci delle due associazioni che hanno usufruito della visita stato buono, da qui la soddisfazione dei loro dirigenti. L'idea di questa iniziativa afferma uno di loro - scaturita la sera in cui i volontari della Croce Rossa hanno chiesto un contributo per l'acquisto della strumentazione del controllo dell'alcol test e di altri controlli, questi da effettuarsi nelle vicinanze delle discoteche e dei luoghi pubblici della nostra zona. Abbiamo organizzato una tombola e con il ricavato il camper della CRI ha potuto dotarsi degli strumenti richiesti. E' per questo che possiamo dire che quando ci troviamo a tombola cerchiamo di trascorrere una serata in compagnia, di costruire e consolidare amicizie e nel contempo fare opere di bene, anche direttamente ai nostri associati. Una nuova tombola presso il Centro Culturale si terr stasera, sabato 2 novembre alle ore 21, e ne gi stata organizzata unaltra per sabato 9 novembre, quando il ricavato sar devoluto allassociazione Emergency.

FURTI DI PAESAGGIO DA RACCONTARE


Il Museo Diotti invita i cittadini a raccontare il furto di paesaggio subto. Attraverso linvio di immagini e testimonianze, tutti possono partecipare a Il paesaggio che mi fu rubato, titolo della mostra di pittura, fotograa e video in corso presso il museo casalese. Le fotograe in digitale possono essere inviate allindirizzo info@museodiotti.it, le foto originali consegnate alla segreteria del museo (verranno riprodotte e restituite). Tutte le foto dovranno recare lindicazione di autore, data, titolo o soggetto rafgurato, luogo dello scatto, e potranno essere accompagnate da un breve (massimo 1000 battute) testo, e da una liberatoria per lutilizzo da parte del museo. Una proiezione per presentare le testimonianze dei visitatori dovrebbe essere organizzata in occasione della chiusura della mostra, l8 dicembre. Per ulteriori informazioni telefonare allo 0375/20041.

STREAMING, M5S TORNA ALLA CARICA


A distanza di sette mesi dalla richiesta di riprendere e trasmettere in streaming le sedute del consiglio comunale di Casalmaggiore, richiesta che suscit parecchie discussioni, il Movimento 5 Stelle torna alla carica. Gioved mattina stato protocollato latto che sollecita la richiesta, dopo che i grillini lamentano di aver atteso a lungo una risposta mai arrivata ufcialmente dallamministrazione comunale.

20

Sabato 2 Novembre 2013

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Test di tolleranza al lattosio e patch test Accesso con impegnativa del medico curante Le prenotazioni si effettuano telefonicamente al numero 0372/408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 12; oppure di persona presso lAmbulatorio di Allergologia (Padiglione 10) da luned a venerd dalle 9.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione i n reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00. PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA d Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario: da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

Diabete: aumentano i casi ma diminuisce il numero degli specialisti


La Giornata Mondiale del Diabete, che si tiene il 14 novembre, l'occasione per riflettere sulla dimensione che il problema diabete ha anche nella vostra area come mostrano i numero che abbiamo calcolato proiettando i dati di prevalenza stimati per la regione. A Cremona 5.650 persone hanno il diabete e circa 1.600 non lo sanno. In provincia i casi di diabete sono probabilmente 28.300: questi i dati che si ottengono proiettando nella nostra area le percentuali stimate per la Regione Lombardia fa sapere l'associazione Diabetici cremonesi. Solo due terzi, forse met, dei casi di diabete sono diagnosticati. Il loro numero in crescita a causa della sedentariet, dellobesit, della cattiva alimentazione e forse dellinquinamento, cos come per laumento del numero di persone anziane nella popolazione lombarda. Se ben gestito, il diabete pu incidere in modo limitato nella vita di una persona e sui costi del sistema sanitario. Ma la persona con diabete deve avere accesso alleducazione, ai farmaci, ai presidi e alle cure specialistiche del nitaria ed economica. Questanno la Giornata Mondiale del Diabete intende fare luce sulle reali proporzioni del problema diabete e spingere la Regione ad affrontarlo in modo appropriato. Vogliamo che la Regione recepisca formalmente il Piano e soprattutto lo applichi, spiega Elisabetta Lovati, Coordinatrice della Giornata Mondiale del Diabete in Lombardia. Per questo nelle piazze i cittadini saranno invitati a firmare una Cartolina che chiede allassessore alla Salute di fare la sua parte e appoggiare quanto persone con diabete, famiglie, medici e infermieri stanno facendo per prevenire e per gestire al meglio il diabete. Aumentano le persone con diabete ma il numero degli specialisti si riduce. Assistiamo a un degrado lento ma strutturale della offerta di cure specialistiche, afferma Elisabetta Lovati. La situazione sarebbe forse gestibile se in Lombardia funzionasse la gestione integrata, vale a dire la condivisione dellassistenza fra specialisti e medici di medicina generale. Ma dopo oltre dieci anni siamo ancora alle sperimentazioni.

caso. Se queste risorse mancano, pi facile che sviluppi seri problemi al cuore, al cervello, ai reni, agli occhi e ai piedi, con conseguenze che hanno un impatto devastante sulla sua vita, sulla sua famiglia e sulla collettivit, nonch ovviamente sui costi della Sanit sottolinea Salvatore Caputo, presidente di Diabete Italia. Mentre i casi di diabete aumentano, 800 mila in pi negli ultimi 10 anni in Italia, le risorse gi insufficienti messe a disposizione dal Servizio Sanitario, diminuiscono. Questo pone le basi di unemergenza sa-

Mauro Melpignano: A Cremona siamo molto sotto la media nazionale. E meglio preferire il parto naturale

In Italia troppi parti cesarei


M
eno parti cesarei. Lo sta chiedendo da tempo il Ministero della salute a seguito di un'indagine effettuata su strutture sia pubbliche sia private, secondo cui quasi la met dei primi parti cesarei non giustificata. L'Italia infatti tra i Paesi con la pi alta percentuale di cesarei, intorno al 40% in totale e intorno al 29% se si parla solo di primi parti. Il livello di cesarei raggiunto preoccupante nel nostro Paese, soprattutto se calcoliamo che l'Oms indica al 15% il limite massimo, mentre l'Istituto italiano di sanit lo fissa al 20% spiega il dottor Mauro Melpignano, direttore dell'unit operativa di ginecologia dell'Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore. Teniamo per in considerazione che in questo 40% vi sono profonde discrepanze nelle diverse aree d'Italia. Tali valori, infatti, sono decisamente pi alti in certe regioni (in Campania si arriva anche al 70%) o negli ospedali in cui vi sono meno parti. Poi ricordiamo che una buona quota dei cesarei (circa il 27%) sono richiesti dalle stesse pazienti e non dipendono da motivazioni cliniche. Qual la tendenza negli ospedali del territorio? A Cremona la percentuale del 25% mentre all'Oglio Po del 28%. Sono dati incoraggianti, molto al di sotto della media italiana. Le linee guida dell'Istituto superiore di sanit si dice che la donna va aiutata ad affropntare la paura del dolore, cercando di non assecondare la richiesta di cesareo. Nei nostri ospedali in pi garantiamo il trattamento del dolore, trami-

Il primo cesareo moderno risale al 1826


La storia del taglio cesareo antichissima. Una delle prime testimonianze scritte una legge romana che prevedeva l'estrazione del feto dalle donne morte. Per molti secoli esso fu fatto solo sulla donna morta con lo scopo di salvare il bambino. Il primo taglio cesareo su donna viva fu fatto dal francese Franois Rousset, medico del Duca di Savoia nel 1581; da allora il taglio cesareo ha subto qualche modifica col passare degli anni, ma si svolge prevalentemente su donna viva. Il primo taglio cesareo moderno fu eseguito dal chirurgo britannico James Barry a Citt del Capo in Sudafrica, il 25 luglio 1826.

te epidurale, 24 ore su 24, con una somministrazione graduale del farmaco. E' una pratica garantita solo nel 35% degli ospedali italiani, e sicuramente rappresenta un deterrente al cesareo. Quando realmente necessario questo tipo di parto e quando invece meglio preferire il parto naturale? Il cesareo necessario in certe particolari condizioni, che dipendono dalla salute del feto e da quella della madre. Ad esempio la posizione del feto pu essere una delle complianze che portano alla sofferenza fetale. Poi ricordiamo che c' una buona quota di cesarei per i secondi parti, legati al fatto che la prima volta si partorito con quella modalit. Tuttavia non deve essere necessariamente sempre cos. Per quale motivo secondo il ministero bisogna ridurre i parti cesarei? Perch il parto naturale quello fisioligico, ed sempre da preferire in presenza di situazioni senza complicanze. E' sempre meglio un buon parto naturale rispetto ad un perfetto cesareo. La donna che partorisce spontaneamente supera una prova che importante anche nella formazione del legame tra madre e figlio. Senza contare che le complicazioni sono pi frequenti nel cesareo piuttosto che nel parto naturale. Il cesareo programmato una comodit per la paziente ma anche per molti ginecologi: esso il trionfo della medicina difensiva, che antepone la prevenzione del rischio al rischio stesso.

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentilissima Naturopata buongiorno, la mia domanda : "Si pu stare in forma e in salute con le cure naturali? che cosa si intende per medicina naturale?. Grazie M.L.G. Il medico greco Ippocrate consigliava aria pura, buona dieta ed esercizio fisico. La medicina indiana antica si basava sull'igiene personale e su una dieta accurata, come pure sulle erbe. L'Organizzazione Mondiale della Sanita' (OMS) ha indicato un concetto di salute globale strettamente connesso alla qualit della vita e la medicina naturale stata posta tra gli strumenti per raggiungere l'obiettivo salute. Ma cosa si intende per medicina naturale? Ci si riferisce alla conoscenza di tecniche (da parte degli operatori del settore) ed elementi che affondano le proprie radici nelle culture e nelle tradizioni dei popoli (medicina tradizionale), a trattamenti formulati pi recentemente ma che attingono alle medicine tradizionali e fanno uso di rimedi e tecniche naturali, es: fiori di Bach, gemmoterapia, omeopatia, riflessologia, ecc. Quindi la medicina naturale non solo lo studio delle erbe officinali, ma apre a una vasta gamma di conoscenza di rimedi antichi e non. Ogni trattamento naturopatico con indirizzo olistico, terr conto dell'insieme, ed finalizzato alla ricomposizione di un'armonia che si spezzata. Non si tratta di rimediare solo al disturbo che si presenta, ma di trovare e risolvere il motivo del disagio stesso. Anche gli alimenti fanno parte di questa grande famiglia, perch contengono sostanze terapeutiche. La visione olistica, finalizzata al recupero del benessere, tenendo conto anche della molteplicit dei fattori alimentari che concorrono al mantenimento dello stato di salute. Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

Taccuino

Sabato 2 Novembre 2013

21

numeri utili
Cremona
Via del Maris Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 28 febbraio 2014

COMUNE DI CREMONA www.comune.cremona.it Centralino: 0372-4071 Urp: 0372-407291 AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE www.provincia.cremona.it Centralino: 0372-4061 Urp: 0372-406233 PREFETTURA Centralino: 0372-4881

Via Livrasco, via c del Binda Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Novembre Via Milano (Cavatigozzi) Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 21 Dicembre

Via Boschetto Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Novembre

Via Persico Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Novembre

CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0372-5581 COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0372-410307 GUARDIA DI FINANZA Pronto intervento: 117 Centralino: 0372-21576 Nucleo di polizia tributaria: 0372-28968 POLIZIA MUNICIPALE Pronto intervento: 0372-454516 Centrale operativa: 0372-407427 POLIZIA STRADALE Comando provinciale Centralino: 0372-499511 QUESTURA Pronto intervento: 113 Centralino: 0372-4881 VIGILI DEL FUOCO Pronto intervento: 115 Centralino: 0372-4157511 PROCURA Centralino: 0372-548233 OSPEDALE DI CREMONA www.ospedale.cremona.it Centralino: 0372-4051 Centro unificato di prenotazione: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118 AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CREMONA www.aslcremona.it Centralino: 0372-4971 Urp: 0372-497215 OSPEDALE DI CREMA www.hcrema.it Centralino: 0373-2801 Centro unico di prenotazioni: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118

Via Morbasco Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 8 Novembre

Via del Maris - cantiere per la ristrutturazione della fognatura e della condotta dell'acqua potabile (Fine prevista: 28 febbraio 2014). Via Livrasco, via c del Binda - cantiere per la ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica. (Fine prevista: 30 novembre).

Via Persico (zona Maristella) - cantiere per la ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica. (Fine prevista: 30 novembre). Via Morbasco - cantiere per la ristrutturazione della rete di distribuzione gas metano. (Fine prevista: 8 novembre).

Via Boschetto (tratto da via Aglio a tangenziale) - cantiere per la realizzazione dell'allaccio alla rete di distribuzione gas metano. (Fine prevista 30 novembre). Via Milano localit Cavatigozzi - cantiere per la ristrutturazione della linea dell'illuminazione pubblica. (Fine prevista: 21 dicembre).
POLIZIA STRADALE Centralino: 0373-897311 POLIZIA DI STATO Centralino: 0373-897311 VIGILI DEL FUOCO: 115 Centralino: 0373-256222 PROCURA DELLA REPUBBLICA Centralino: 0373-878116 SERVIZI SOCIO-SANITARI DISTRETTO DI CREMA Centralino: 0373-899320

numeri utili
Crema COMUNE DI CREMA www.comunecrema.it Centralino: 0373-8941 Urp: 0373-894241

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE Urp Crema: 0373-899822 CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0373-893700 COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0373-82714

GUARDIA DI FINANZA Pronto intervento: 117 Centralino: 0373-256474 POLIZIA MUNICIPALE Pronto intervento: 0373-250867 Centralino: 0373-894212

numeri utili
Casalmaggiore COMUNE DI CASALMAGGIORE www.comune.casalmaggiore.cr.it Centralino: 0375 42668 AMMiNISTRAZIONE PROVINCIALE Centralino: 0375-42233 Centro per lImpiego Centralino: 0375-42213 CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0375-284500 POLIZIA MUNICIPALE Centralino: 0375-40540 POLIZIA STRADALE Centralino: 0375-42288 GIUDICE DI PACE Centralino: 0375-42273 OSPEDALE Centralino: 0375-2811 Centro unico di prenotazioni: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118 MUSEO DIOTTI www.museodiotti.it Centralino: 0375-200416 Museo del bijou Centralino: 0375-284423 TEATRO COMUNALE www.teatrocasalmaggiore.it Centralino: 0375-284434 DISTRETTO SOCIO-SANITARIO Direzione: 0375-284020 Distretto Veterinario: 0375-284029

Previsioni meteo a cura di Dominique Citrigno per SPAZIOMETEO.com e Meteowebcam.it

Sabato 2 novembre

Domenica 3 novembre

Luned 4 novembre

MArted 5 novembre

Mercoled 6 novembre

Distretto di Cremona
SESTO ED UNITI PORTESANI ANNA VIALE MATTEOTTI, 12 26028 Sesto ed Uniti Tel. 0372 76013 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale GIOVED CREMONA GUARNERI S.N.C. CORSO GARIBALDI, 191 26100 Cremona Tel. 0372 21335 Orari di apertura Mattino: 08:00 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale NO CHIUSURA

Farmacie di turno Dal 2 all'8 Novembre


Calvatone ANTOLINI LUCIA Via Umberto I, 1 26030 Calvatone Tel. 0375 97039 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00
Farmacie di turno e orari dei distretti sono consultabili sul sito: www.aslcremona.it

Distretto di Casalmaggiore
casalmaggiore BONISOLI ALQUATI CLAUDIA Via Cavour, 28 26041 Casalmaggiore Tel. 0375 42551 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale SABATO

ROBECCO D'OGLIO PALERMO EMILIA VIA SGUAZZI, 18 26010 Robecco d'Oglio Tel. 0372 921122 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO

Giorno di chiusura settimanale mercoled mattina

Agnadello DONEDA MARIA ANGELA Piazza Castello, 34 26020 Agnadello Tel. 0373 93017 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:00 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale MERCOLED MATTINA

Distretto di Crema
GENIVOLTA SONCINI PARIDE Via Delma, 21 26020 Genivolta Tel. 0374 68734

Crema COMUNALE CREMA NUOVA Via Cappellazzi, 1/c 26013 Crema Tel. 0373 202860 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale Luned mattina

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO

Cultura &Spettacoli
Incontri Per fare unopera
Mercoled 6 (alle ore 16.30) e venerd 8 novembre (alle ore 15.30) presso il Teatro Ponchielli si terranno due incontri di Per fare unopera dedicati a Der fliegende Hollnder di R. Wagner (che sar rappresentato il 15 e 17 novembre al Teatro Ponchielli). Gli alunni di alcune classi del Liceo Musicale Antonio Stradivari il 6 novembre assisteranno ad una prova di regia con il coro ed avranno modo di confrontarsi con Antonio Greco (maestro del Coro) ed alcuni coristi.

Nuovo appuntamento domenica mattina con la rassegna dal titolo Il violinista sul tetto

Passioni, sogni, positivit, virtuosismi sonori, melodie inconfondibili: Giovanni Allevi, lenfant terrible della musica classica contemporanea, torna sulla scena discografica con Sunrise e fa tappa al Teatro Ponchielli sabato il 14 dicembre (alle ore 21). Il nuovo progetto sinfonico arriva a distanza di tre anni dal successo dellultimo Alien (2010). Voglio pensare che Sunrise - ha detto Allevi - rappresenti lalba di un nuovo giorno. Ora siamo avvolti nellincertezza, ma non dobbiamo smettere di sognare un mondo pi bello. Vorrei che queste note possano donare a tutti un po di speranza e possano infondere il coraggio di intraprendere nuove strade. La musica, la mia strega capricciosa, riapparsa col suono struggente del violino e del pianoforte e orchestra. La musica della mia rinascita. Dopo un lungo e difficile periodo, le note, la gioia e lentusiasmo sono tornati ad investirmi come una cascata. Ora voglio solo che queste note siano vicine al cuore della gente, che siano di incoraggiamento a superare i momenti di buio, per ritrovare quella luce che dentro ognuno di noi. E questo Sunrise per il compositore Allevi. La stessa cover dellalbum, con note e spartiti che escono dalla sua mente, descrive in immagini quanto la musica sia costantemente presente nei suoi pensieri. Insomma, una nuova emozionante sfida per il compositore, direttore dorchestra e pianista che torna con un lavoro assolutamente inedito contenente la sua prima composizione per violino e orchestra, dove non manca linseparabile pianoforte, di nuovo protagonista sotto la destrezza delle sue dita con tutta la forza ritmica delle sue inconfondibili melodie.

Allevi al Ponchielli con il suo Sunrise

Capricci di Paganani con Francesca Dego


dalla redazione

omenica mattina, alle 11 allAuditorium Giovanni Arvedi, torna la rassegna Il violinista sul tetto dal titolo Il violino e il diavolo. Il nuovo appuntamento ha per titolo Il diavolo virtuoso - Capricci di Paganini, con Francesca Dego al violino, accompagnata da Francesca Leonardi al pianoforte e da Dario Cantarelli, voce recitante. Francesca Dego (na ta Lecco nel 1989) considerata fra le migliori interpreti italiane del momento. Dopo limmediato successo del suo disco di debutto per Deutsche Grammophon con i 24 Capricci di Paganini incisi sul Guarneri del Ges appartenuto a Ruggiero Ricci, prossimamente uscir il primo disco del nuovo progetto dedicato allintegrale delle sonate di Beethoven. Vincitrice di numerosi concorsi internazionali, nel 2008 stata la prima violinista italiana ad entrare in

Francesca Dego

finale al Premio Paganini di Genova dal 1961, aggiudicandosi inoltre il premio speciale Enrico Costa riservato al pi giovane finalista. Per Salvatore Accardo, Francesca uno dei talenti pi straordinari

che io abbia incontrato. Possiede una tecnica infallibile e brillante, un suono bello, caldo e affascinante, la sua musicalit al tempo stesso fantasiosa e molto rispettosa del testo. Diplomata con lode e men-

zione speciale al Conservatorio di Milano sotto la guida di Daniele Gay, si perfezionata con Salvatore Accardo all Accademia Stauffer di Cremona e allAccademia Chigiana a Siena e con Itzhak Rashkovsky al Royal College of Music a Londra. Curiosit: la sua registrazione del concerto di Beethoven a 14 anni stata usata come colonna sonora per il film documentario americano The gerson miracle, vincitore della Palma dOro 2004 al prestigioso Beverly Hills Film Festival e brani dal suo secondo disco sono stati inseriti nel film del celebre regista americano Steven Kroschel, The beautiful truth (2008) . E inoltre solista ospite nel nuovo disco Sony International Ave Maria del celebre tenore Vittorio Grigolo. Ricordiamo che Francesca suona un prezioso violino Francesco Ruggeri (Cremona 1697) e il Giuseppe Guarneri del Ges ex - Ricci (Cremona 1734) per gentile concessione della Florian Leonhard Fine Violins di Londra.

Si intitola Nuda e cruda lo spettacolo (in anteprima nazionale) di e con Anna Mazzamauro, in programma l8 novembre alle ore 21 al Teatro Sociale di Soresina. Sul palco con la Mazzamauro anche Gianluca Bessi (attore, ballerino e cantante) e lensemble musicale diretta dal maestro Riccardo Taddei. Regia di Livio Galassi. Ricordarla solamente come la signorina Silvani della saga fantozziana riduttivo, troppo riduttivo. Anna Mazzamauro artista a tuttotondo, sagace, ironica, ora allegra, ora profonda e drammatica. Torna dopo anni nel palinsesto delle stagioni del Teatro del Viale e per la prima volta a Soresina, nellambito della stagione Sifasera, per mettersi a nudo di fronte al pubblico. Il suo nuovo spettacolo non deve apparire come una minaccia per il

Anna Mazzamauro in scena Nuda e cruda

pubblico, semmai unesortazione a spogliarsi dei ricordi cattivi, degli amori sbagliati, dei tab del sesso, a liberarsi dalla paura della vecchiaia, ad esibire la propria diversit attraverso risate purificatrici. Canzoni importanti, allegre canzonette, abbelliscono lo spettacolo e lo concludono dopo che Anna ha spogliato se stessa e i suoi personaggi con schiettezza e inclemenza, Nuda e cruda appunto. Una piccola grande orchestra parlante formata da fisarmonica, pianoforte, violino e contrabbasso affiancher lattrice in questo cammino fatto di ironia e riflessione. Dal grande schermo al teatro, la Mazzamauro traspone la sua vita, quella dei suoi personaggi, la storia di una donna che vive della sua arte e che con la sua arte decide di ribellarsi ai clich.

Gioved 7 novembre appuntamento (in data zero) con il tour del celebre cantautore milanese
di Tiziano Guerini Io non appartengo pi il titolo dellultimo album di canzoni del cantante-scrittore Roberto Vecchioni: ennesima prova di maturit artistica che certamente costituir il filo conduttore musicale del concerto in data zero del cantautore milanese, brianzolo di nascita (1943 da genitori di origine napoletana) in programma per gioved 7 novembre alle ore 21 al teatro San Domenico in Crema. Laureato in Lettere Antiche, Roberto Vecchioni ha insegnato latino e greco per molti anni, anche dopo il successo e la fama musicale, nei licei di Milano e di Brescia. Il suo approccio alla musica leggera stato dapprima come compositore di canzoni di successo per molti cantanti famosi; successivamente si impegnato direttamente come cantante, con grande fortuna (vincitore del Festival di Sanremo nel 2011) approdando anche ad esperienze jazzistiche. Lultimo album di cui certamente il concerto proporr alcuni brani, sta gi ricevendo unaccoglienza molto positiva da parte del pubblico e della critica, confermando come Roberto Vec-

Al San Domenico arriva il professor Vecchioni Wlady Sacchi


lo, proponendo sempre appuntamenti di alto livello. CONCERTO JAZZ Alla vigilia della prima della stagione teatrale del San Domenico di Crema, che avr luogo sabato 9 novembre (ore 21) con Neant articolazioni sonore dellassenza - un concerto jazz di Mario Piacentini, Gianluigi Trovesi, Marco Tonin, Arkady Shilkloper e Roberto Bonati il teatro propone un incontro con i componenti del gruppo jazz alle ore 18 di venerd 8 ottobre. Sar possibile conoscere e confrontarsi con musicisti di grande esperienza del panorama internazionale ed assistere alla prova di alcuni brani che verranno poi eseguiti nel concerto del giorno dopo. Nel frattempo ancora possibile sottoscrivere labbonamento presso gli uffici della Fondazione San Domenico in via Verdelli 6 a Crema (da luned a venerd dalle ore 11 alle 12; marted e gioved anche dalle 18 alle 19) per lintera stagione nelle due versioni: Classic 8 spettacoli e Tutto teatro 8 + 2 fuori abbonamento (Dorian Grey e Traviata). I costi dellabbonamento sono rimasti invariati rispetto allo scorso anno.

espone a Crema

La copertina del nuovo lavoro di Roberto Vecchioni

chioni sia una figura di musicista e di cantante fra i pi apprezzati in Italia e non solo. Questo primo appuntamento con data zero della nuo-

va stagione del teatro San Domenico, conferma la bont del progetto nato con il precedente cda e con la volont del nuovo cda di continuar-

LIstituto per la Storia del Risorgimento italiano comitato provinciale di Cremona e lassociazione nazionale Veterani e Reduci Garibaldini, in collaborazione con il gruppo culturale cremasco LAraldo, organizza per le ore 16 di sabato 2 novembre linaugurazione della mostra Camicie rosse nella grande guerra la Legione Garibaldina del 1914 nelle collezioni della Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini. La mostra avr sede nelle sale espositive Francesco Agello del Museo Civico Cremasco in piazzetta Winifred Terni de Gregory a Crema. Allinaugurazione interverranno Annita Garibaldi Jallet, presidente nazionale Veterani e Reduci Garibaldini, Marco Baratto, presidente Istituto Risorgimento sezione di Lodi e Emanuele Bettini, presidente Istituto Risorgimento sezione di Cremona. Introdurr Stefania Bonaldi, sindaco di Crema.

Camicie rosse in una mostra Una domenica con Zorba e il gatto


Prosegue al Teatro San Domenico di Crema la rassegna Domeniche per le Famiglie. Secondo appuntamento per domenica 3 novembre alle ore 16 con Zorba e il gatto. Uno stormo di gabbiani imprigionato in una chiazza dolio; solo una gabbiana riesce a salvarsi e a raggiungere il porto. Qui affida a Zorba, il gatto, il suo uovo perch lo custodisca fino alla nascita di un nuovo gabbiano. Un progetto difficile per Zorba, anzi impossibile, se dovr anche insegnargli a volare Ma il gatto riuscir a vincere il proprio istinto e a farsi carico dellimpegno preso. Drammaturgia e regia di Giorgio Putzolo. Interpreti, lo stesso Giorgio Putzolo e Rosa Maria Messina.

Di nuovo il pittore Wlady Sacchi in mostra nella sua citt. Le sue esposizioni non si contano, a partire dalla prima del 1960 quando il giovanissimo Sacchi scandalizz la citt con il suo primo nudo. Ora, dal 1 al 24 novembre Wlady Sacchi espone i suoi ultimi e penultimi quadri una trentina di opere a partire dal grande quadro I martiri del 900 contro ogni guerra, dipinta del 1993 - alloratorio S. Maria Assunta della parrocchia del Duomo in via Forte 5 a Crema. Le sue mostre sono sempre anche un po antologiche nel senso che permettono di cogliere le (sottili) evoluzioni che la sua esperienza di artista ha vissuto: dal realismo pi esplicito e diretto, al colore chiaro, trasparente delle nature morte di oggi che sono un invito ad andare oltre il quadro per contemplazioni e riflessioni sullattualit. Nature morte parlanti le definisce lo stesso autore, perch hanno sempre qualcosa da trasmettere oltre limmagine a chi le guardi con attenzione e consapevolezza. Inaugurazione della mostra alle ore 17 di oggi, venerd 1 novembre. Apertura poi fino al 24 novembre. Sponsor della mostra: Banca Mediolanum e Farmacia Granata.

lo
lettere@ilpiccologiornale.it

SPORT

Responsabile Fabio Varesi

Cremo senza alternative al successo


Contro la Pro Vercelli il tecnico Torrente pretende maggiore determinazione rispetto alla scialba prova offerta con il SudTirol
ambiano gli attori, ma il film sempre lo stesso. Questo il tormentone inequivocabile del-lultima settimana grigiorossa. Sette giorni difficili, alla luce del brutto passo falso di Bolzano, al termine del quale mister Torrente si scagliato senza mezzi termini contro la pochezza di attributi mostrata sul campo dai suoi al cospetto di un avversario che ha mostrato decisamente pi fame e voglia di agguantare i tre punti. Un tema ormai annoso che in via Persico, anche in questa stagione, sembra riproporsi inesorabile. Ma non c verso: a Cremona si sta bene ed i giocatori (e relativi procuratori) sanno di potersi accasare ad una societ generosa con gli stipendi, ma soprattutto puntuale nei pagamenti e potersi calare in un ambiente tutto sommato tranquillo nonostante i brontolii della curva. Sta di fatto che il coltello tra i denti dei tempi della Cremonese di Roselli e Prisciandaro non si vede nemmeno questanno. Domenica c la gara interna contro la Pro Vercelli, altra tappa di un campionato ancora lungo e ancora tutto da scrivere, che tuttavia necessita di un colpo importante per fare vedere che la Cremonese c ed pronta a ingranare la marcia giusta per comandare il girone. Ma domenica servir avere ragione di una delle poche squadre

Rivoltana obbligata a vincere

ECCELLENZA

Dopo il buon punto conquistato sul campo del Base 96 (1-1 in rimonta), il Crema prova a tornare alla vittoria contro lArdor Lazzate, un punto dietro i nerobianchi. E crisi nera, invece, in casa Rivoltana, che dopo il ko con Real Milano (1-0), obbligata a vincere con la Cisanese.

CLASSIFICA (8 giornata) Ciserano, Sondrio 18; Galbiatese 15; Trevigliese 14; Fanfulla 13; Desio, Cavenago 12; Mariano, Verdello, Crema 11; Ardor Lazzate 10; Real Milano 9; Base 96, Villa dAlm 6; Rivoltana 4; Cisanese 3.

AlbinoLeffe-Vicenza Feralpi Sal-Como Lumezzane-Carrarese Pro Patria-Unione Venezia Pro Vercelli-San Marino Savona-Reggiana SudTirol-Cremonese Virtus Entella-Pavia

0-1 1-0 3-0 1-0 4-0 2-1 3-1 2-1

CLASSIFICA GIRONE A

LEGA PRO Dopo la batosta di Bolzano i grigiorossi non possono perdere altro terreno nei confronti della capolista
di Matteo Volpi

PRIMA DIV. 7 GIORNATA

Virtus Entella 20 Pro Vercelli 18 Cremonese 15 AlbinoLeffe 13 U. Venezia 13 Savona 13 Lumezzane 11 Feralpi Sal 10 Reggiana 10 Como 10 SudTirol 9 Vicenza 8 San Marino 7 Pro Patria 6 Carrarese 5 Pavia 5

PROMOZIONE

IL PROSSIMO TURNO (3-11 H 14.30)


Carrarese-Savona, Como-Pro Patria, Cremonese-Pro Vercelli, Pavia-Lumezzane, San Marino-AlbinoLeffe, Unione Venezia-Reggiana, Virtus Entella-Feralpi Sal, Vicenza-SudTirol.
sin qui imbattute da inizio stagione. Lultima sconfitta della Pro Vercelli risale al 4 maggio scorso, in serie B, quando il Verona di Mandorlini (ora sorpresa in A) sanc la matematica retrocessione in Lega Pro della gloriosa formazione piemontese, che vanta sette scudetti in epoche lontane. La sfida dello Zini sar arbitrata da Rosario Abisso di Palermo, mentre gli assistenti saranno
Caracciolo e Moi in azione a Bolzano (foto Ivano Frittoli)

Alfonso D'Apice di Parma e Oreste Muto di Torre Annunziata. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Galli; Abbate, Moi, Bergamelli, Visconti; Armellino, Loviso, Baiocco; Casoli, Abbruscato, Carlini. All.: Torrente. Il resto della 7 giornata prevede un turno sulla carta non impossibile per la capolista Virtus Entella (contro la Feralpi Sal),

che potrebbe addirittura allungare sulle dirette concorrenti. EX GRIGIOROSSO Roberto Venturato il nuovo allenatore del Piacenza (girone B di serie D). Ha preso il posto di un altro ex grigiorosso come William Viali. Il tecnico veneto stato presentato in settimana, sebbene il suo nome circolasse a Piacenza gi da alcune settimane.

Rinfrancati dal successo con il Bra i gialloblu sono impegnati domenica sul temibile campo di Santarcangelo

Altro viaggio in Romagna per la Pergolettese


di Tiziano Guerini sempre stato vivo ma non in gran giornata, Esposito pi incisivo del solito ma non trascendentale, Jovine se ne guardato bene dallo spingere sulla fascia e alla fine stato il pi evanescente dei suoi. Per fortuna la difesa stata solida come al solito, con Marinoni e Scietti pronti a sganciarsi in avanti, dove si muovono con il solito impegno i due mastini Bertazzoli e Bardelloni. Comunque il Pergo ha chiuso il primo tempo con due azioni in contropiede che avrebbero meritato maggior fortuna: prima (35) con Bertazzoli, poi con Zanola (45) . E buon per i gialloblu che subito alla ripresa del gioco al 5 capitan Scietti, spintosi in avanti, dopo un batti e ribatti in area su punizione di Marinoni, ha trovato tempo e spazio per sospingere la palla in rete. Il Bra ha accusato il colpo, ma ha ripreso a tessere la tela peraltro senza molto costrutto se non per i molti calci dangolo ottenuti. Al 20, Salvatore Giunta ha tolto Buonocunto sostituendolo con Tacchinardi. Sar stato un caso, ma il Pergo ha premuto di pi: al 22 bel colpo di testa di Bertazzoli su passaggio di Bardelloni con grande parata di Cicioni; al 27 incursione di Esposito con tiro ben parato a terra. La partita scivolava verso la fine senza particolari acuti n da una parte n dallaltra. La Pergolettese, dopo la sconfitta di Rimini, ha riguadagnato punti in classifica: occupare il quarto posto con 15 punti non male. Ed ora in trasferta a Santarcangelo: quasi una bella in Romagna dopo la vittoria della Pergolettese a Bellaria e la sconfitta con il Rimini. Con i tre punti conquistati la scorsa domenica contro la Virtus Verona, la squadra di Santarcangelo occupa il secondo posto in classifica e il presidente Roberto Brolli vorr mantenerlo. I colori delle due squadre sono per uguali, entrambe gialloblu: Santarcangelo, in casa e per clas-

sifica, parte favorito, ma chiss che la sorte non si confonda! 9 GIORNATA AlessandriaForl 2-1, Bellaria-Renate 1-3, Castiglione-Torres 0-0, CuneoMonza 2-3, Mantova-Rimini 3-3, Pergolettese-Bra 2-0, Real Vicenza-Bassano 3-3, SpalDelta Porto Tolle 3-2, VecompSantarcangelo 0-2. 10 GIORNATA (3-11 h 14.30) Bassano-Alessandria, Bra-Cuneo, Delta Porto TolleVecomp, Forl-Real Vicenza, Monza-Castiglione, RenateMantova, Rimini-Spal, Santarcangelo-Pergolettese, TorresBellaria. CLASSIFICA Monza 18; Real Vicenza, Santarcangelo 17; Bassano, Rimini, Pergolettese 15; Alessandria 14; Renate 13; Cuneo, Vecomp 12; Mantova, Forl, Spal 11; Torres, Bellaria, Delta Porto Tolle 7; Castiglione 5; Bra 4

Con due gol, uno per tempo e ai primissimi minuti (il primo addirittura prima della scadenza del minuto!) la Pergolettese ha archiviato la pratica contro il Bra. Detto cos parrebbe essere stato un monologo della squadra di casa, invece no; anzi stato prevalentemente il Bra a fare la partita. Senza impensierire pi di tanto la retroguardia giallobl, senza tiri in porta particolarmente pericolosi, vero, ma a fine partita 10 calci dangolo contro due del Pergo, vogliono pur dire qualcosa. Daltra parte, sotto di un gol dopo 30 secondi, i rossi piemontesi non potevano stare a guardare. Il gol lampo si concretizzato con un colpo di tacco geniale (di Marinoni) che ha permesso a Bertazzoli (in campo dallinizio al posto dellinfortunato Jeda) di entrare in area e da sinistra, servire Bardelloni appena dentro larea davanti al portiere: tiro secco a

NUMERI

Una fase di gioco contro il Bra

mezza altezza e lincolpevole ex giallobl Cicioni, al suo esordio nella porta dei piemontesi, ha ricevuto subito il benvenuto. Poi, come si diceva, stata la squadra del Bra a cercare il filo di una partita messasi per loro subito male. A centrocampo Buonocunto, preferito a Tacchinardi, si arrabattato senza molto costrutto, Zanola

E un momento davvero ottimo per la Casalese, che battendo il fanalino di coda Valtarese ha allungato a 4 la serie di vittorie consecutive. Contro i parmensi, i ragazzi di Agazzi non hanno mostrato la loro faccia pi spettacolare, ma proprio per questo i tre punti hanno un peso specifico non indifferente. Con mezza squadra acciaccata, un avversario che si dimostrato comunque ostico e una manovra che stentava a decollare, la Casalese ha saputo uscire alla distanza e, acquisito il vantaggio, ancora una volta ha saputo gestire al meglio il match senza soffrire. A dimostrare il momento doro c anche il fatto che in queste ultime 4 gare i biancazzurri hanno segnato 9 gol ed i 2 subti, li hanno incassati a tempo scaduto e a risultato ormai acquisito. La classifica dice 5 posto, posizione impensabile ad inizio stagione, ma meritata, sia per il gioco messo in mostra che per la qualit di alcuni singoli. Il gol che domenica ha sbloccato il risultato ad esempio stato segnato da Manghi con una spettacolare rovesciata. Ora il calendario si fa in salita. Domenica in programma la trasferta a Cadelbosco (che avr due squalificati), quindi la Biancazzurra torner in Baslenga dopo il turno di Coppa, a seguire Terme Monticelli e Fontana Audax. Prosegue nel girone lombardo il momento positivo della Soresinese, vincitrice anche a Pagazzano. La Luisiana ha strappato un punto coi denti a Paullo mentre il Casalbuttano ha subito il secondo 0-3 consecutivo facendosi sorpassare dalla Pontirolese. CLASSIFICA (10 giornata) Bibbiano 26; Carignano 22; Castellana, Castelnovese 21; Casalese 17; Fontana Audax 15; Monticelli 14; Ciano 13; Medesanese, Brescello Traversetolo 12; Cadelbosco Montecchio 11; Biancazzurra 9; Soragna 8; Basilica 2000 7; Povigliese 2 ; Valtarese 1.

La Casalese cala il poker che vale il quinto posto

24

Sabato 2 Novembre 2013

Sport
DALLITALIA & DAL MONDO

Calcio serie A: un dominio di Roma, Juve e Napoli


(F.V.) Tre squadre in fuga. Siamo solo a un terzo del campionato, ma chiaro a tutti che Roma, Juve e Napoli sono nettamente superiori alle altre e il divario che si creato tra la terza e la quarta (6 punti) rischia di diventare gi incolmabile. Dire chi tra le tre dominatrici sia la favorita per lo scudetto e francamente difficile. In ogni caso sar una lunga e affascinante volata. E il Milan? Continua a deludere e pensare a unaltra rimonta, al momento appare davvero unutopia. 9 GIORNATA Bologna-Livorno 1-0, Catania-Sassuolo 0-0, Chievo-Fio-rentina 1-2, Inter-Verona 4-2), Juventus-Genoa 2-0, Lazio-Cagliari 2-0, Napoli-Torino 2-0, Parma-Milan 3-2, Sampdoria-Atalanta 1-0, Udinese-Roma 0-1. 10 GIORNATA Atalanta-Inter 1-1, Cagliari-Bologna 0-3, Fiorentina-Napoli 1-2, Genoa-Parma 1-0, Juventus-Catania 4-0, Livorno-Torino 3-3, Milan-Lazio 1-1, Roma-Chievo (31-10 h 2045), Sassuolo-Udinese 1-2, Verona-Sampdoria 1-0. 11 GIORNATA (3-11 h 15) Bologna-Chievo (h 20.45), Lazio-Genoa, LivornoAtalanta (h 12.30), Milan-Fiorentina (2-11 h 20.45), Napoli-Catania (2-11 h 20.45), Parma-Juventus (2-11 h 18), Sampdoria-Sassuolo, Torino-Roma (h 20.45), Udinese-Inter, Verona-Cagliari. CLASSIFICA Roma * 27; Napoli, Juventus 25; Inter, Verona 19; Fiorentina 18; Lazio 15; Udinese, Atalanta 13; Milan, Parma 12; Torino, Genoa 11; Cagliari 10; Livorno, Sampdoria, Bologna 9; Catania, Sassuolo 6; Chievo* 4. Una gara in meno

E gi una fuga a tre

Se nella MotoGp si decide tutto nellultima gara del 2013, in Formula 1 gi tutto assegnato, con tre Gp ancora da correre. Troppi forti Sebastian Vettel e la Red Bull per la concorrenza, che ha dovuto ben presto alzare bandiera bianca e riconoscere lo strapotere dei dominatori degli ultimi quattro campionati, tutti vinti dal cannibale tedesco, che sicuramente non lascer nulla alla concorrenza neppure nellappuntamento di domenica sul circuito di Abu Dhabi. E la Ferrari? A Maranello si pensa gi al 2014, ma il team ha come ultimo obiettivo quello di conquistare almeno il secondo posto con Alonso tra i piloti e nella classifica costruttori. Si annuncia, quindi, un duello serrato tra le rosse e la Mercedes, con la scuderia tedesca avanti di soli 4 punti. Appuntamento in tv, sabato alle 14 con le qualifiche (diretta su Sky Sport F1 e alle 18.05 in differita su Rai 2) e domenica alle 14 con la gara (diretta su Sky Sport F1 e alle 21 in differita su Rai 1). CLASSIFICA PILOTI 1) Sebastian Vettel (Red Bull) 322, 2) Fernando Alonso (Ferrari) 207, 3) Kimi Rikknen (Lotus) 183, 4) Lewis Hamilton (Mercedes) 169; 5) Mark Webber (Red Bull) 148, 6) Nico Rosberg (Mercedes) 144, 7) Romain Grosjean (Lotus) 102.

Formula 1, Abu Dhabi Tennis, lItalia sfida celebra Sebastian Vettel la Russia in Fed Cup
Cresce lattesa per la finale di Fed Cup tra Italia e Russia, la quinta per le azzurre in otto anni, raggiunta dopo aver vinto la semifinale di Palermo contro la Repubblica Ceca. In quelloccasione fu Roberta Vinci a regalare il punto del successo nellentusiasmante match contro Lucie Safarova. Nelle sue ultime quattro partecipazioni in finale, lItalia ha trionfato tre volte (2006, 2009 e 2010), con ununica sconfitta proprio contro la Russia a Mosca nel 2007. Le russe giocano la sesta finale in dieci anni, ma non vincono la Fed Cup dal 2008. Ma su campi Tennis Club Cagliari, le russe non possono schierare le big (Sharapova compresa) e si affidano alle non irresistibili Alisa Kleybanova, Alexandra Panova, Irina Kromacheva e Margarita Gasparyan (le ultime tre sono esordienti in Fed Cup). E chiaro che Sara Errani, Roberta Vinci, Flavia Pennetta e Karin Knapp sono favorite, ma dovranno dimostralo sul campo. Si gioca sabato e domenica con diretta tv su Rai Sport 1.

Contro la quotata Dinamo Sassari i biancoblu dovranno fare a meno dellinfortunato Chase. Per vincere servir unimpresa

Vanoli, serve subito una reazione


di Giovanni Zagni

LEGA A La batosta di Brindisi ha lasciato il segno, ma la squadra ha lobbligo dare un segnale forte
Avellino-Roma Brindisi-Cremona Cant-Pesaro Caserta-Milano Montegranaro-Reggio E. Sassari-Pistoia Siena-Bologna Varese-Venezia

opo tre turni di campionato tutte le 16 squadre della Lega A sono racchiuse in 4 punti, il che evidenzia che di imbattute non ce ne sono pi. Cos troviamo ben 10 squadre a quota quattro punti conquistati, altre quattro squadre con un successo ed infine, malinconicamente a quota zero Pistoia e Vanoli Cremona. lultima giornata ha visto importanti successi per lArmani a Caserta (77-81), per Montegranaro che ha battuto la favorita Reggio Emilia, mentre nella partita pi attesa, cio Avellino-Roma, hanno prevalso gli irpini per 84-82, con un errore a pochisssimi decimi dalla sirena finale della guardia romana Taylor, che avrebbe mandato le squadre ai tempi supplementari. Complessivamente diciamo che il livello quasi ovunque si sta alzando e ne godono gli spettatori pi numerosi che in passato. Purtroppo di questo miglioramento che viene dallaffiatamento e dal lavoro in palestra, non ne sta beneficiando la Vanoli, che sul parquet di Brindisi ha veramente deluso

84-82 96-74 93-78 77-81 79-71 100-87 89-65 84-72

CLASSIFICA

LEGA A 3 GIORNATA

Milano 4 Siena 4 Sassari 4 Avellino 4 Roma 4 Brindisi 4 Bologna 4 Caserta 4 Varese 4 Cant 4 Venezia 2 Montegranaro 2 Pesaro 2 Reggio Emilia 2 Pistoia 0 Cremona 0

Il Basket Team Crema cerca subito il riscatto


SERIE A2

Bologna-Montegranaro, Cremona-Sassari, MilanoPistoia (4-11 h 20.30), Reggio Emilia-Caserta (211 h 20.30), Pesaro-Siena (4-11 h 20.30 Rai Sport 1), Roma-Cant, Varese-Avellino, Venezia-Brindisi.
tutti, mostrandosi inconsistente in difesa, ferma e senza idee in attacco. Veramente una batosta (96-74), che porta a guardare avanti con qualche preoccupazione. Nel grigiore generale, un po meno grigi son parsi Ndoja, Rich e Woodside. Contro gli uomini di Bucchi, che difendevano molto fisicamente, non c mai stata partita vera. Non ha giocato Chase, reduce da un

IL PROSSIMO TURNO (3-11 H 18.15)

Chase ancora infortunato (foto Mario F. Rossi)

E il serbo Uros Tripkovic, il rinforzo della Vanoli, che deve sostituire linfortunato Chase. Guardia di 197 centimetri per 90 kg di peso, Uros nato a Cacak l11 settembre 1986. Atleta di grande esperienza internazionale, avendo giocato sia nei pi prestigiosi campionati continentali che in Eurolega e Lega Adriatica, Tripkovic ha iniziato la carriera nelle fila del Borac Cacak, per poi trasferirsi nel 2002 al Partizan Belgrado. Con la squadra della capitale serba ha vinto pi volte il campionato e due volte lAdriatic League. Nel 2007-

La societ ha ingaggiato il serbo Tripkovic

2008 sempre con il Partizan, ha raggiunto inoltre i quarti di finale di Eurolega. Poi nel 2009-2010 si trasferito in Spagna, prima con la maglia della Joventut Badalona e nei successivi due anni con quella dellUnicaja Malaga. La scorsa stagione ha iniziato con il Valladolid, per poi trasferirsi in dicembre in Turchia, al Fenerbahce, con il quale disputa campionato turco e Eurolega. Da anni nel giro della nazionale serba, con la quale ha disputato i mondiali 2006 in Giappone e vinto largento agli del Europei 2009 in Polonia.

ennesimo infortunio che a quanto pare lo terr fermo per un bel po e perci la societ si subito mossa, ingaggiando Uros Tripkovic (nel box la sua scheda). Con queste premesse, aspettiamo di vedere qualche reazione con Sassari (reduce dal successo in Eurocup), che non nasconde le sue giuste ambizioni di fare ancor meglio dello scorso anno e che ha un Drake Diener in splendida forma (domenica contro Pistoia ne ha messi a segno 29) e perci arriva al PalaRadi con la voglia di fare il massimo possibile: vincere. Noi vorremme vedere qualche miglioramento da paarte della Vanoli, molto problematico tecnicamente ma indispensabile sotto il profilo caratteriale. Ragazzi, non molliamo... le braghe. Grazie.

Nessun dramma in casa cremasca, dopo la meritata sconfitta contro il Broni (55-67), che sul parquet si dimostrato superiore. Nellultimo turno non si visto sicuramente, per qualit e continuit, il miglior Basket Team possibile, ma c pi di un motivo per accettare una prestazione comunque orgogliosa e tenace dal primo minuto sino alla fine. Ora si gira pagina, con la Tec-Mar concentra sullimpegno di domenica pomeriggio (ore 18), quando sul parquet della Cremonesi arriver un avversario temibile come Bologna. Una buona occasione per tornare subito alla vittoria, con la consapevolezza per che non sar facile. 3 GIORNATA Bologna-Ancona 57-58, Vigarano-Civitanova Marche 58-73, Tec-Mar Crema-Broni 55-67. Ha riposato: Ferrara. 4 GIORNATA Ancona-Vigarano, TecMar Crema-Bologna, Broni-Ferrara. Riposa: Civitanova Marche. CLASSIFICA Vigarano, Broni 4; Bologna, Tec-Mar Crema, Ferrara, Civitanova Marche, Ancona 2.

E sono quattro. Anche in terra emiliana, lMgK Vis Piadena ha dovuto alzare bandiera bianca per 85-76, restando cos malinconicamente allultimo posto in classifica con zero punti. Al contrario, stata la seconda partita casalinga consecutiva e la seconda importante vittoria per la Bsl San Lazzaro al termine di una partita che i ragazzi di Bettazzi hanno interpretato nel migliore dei modi dal secondo quarto in poi, allungando con decisione nel terzo quarto e controllando abbastanza agevolmente nel finale quando Moscatelli (12 punti) e Castagnaro (11) hanno riprovato a riportare sotto Piadena. Ma non c stato nulla da fare per la squadra di Adami, che ha tenuto testa agli avversari nel primo tempo, ma ha ceduto nel terzo quarto. E chiaro che la situazione si fatta molto difficile, ma nulla compromesso, a patto che i piadenesi inizino a vincere, a partire dal match casalingo di stasera (ore 21) contro Reggio Emilia. CLASSIFICA (4 giornata) Virtus Imola 8; Crema, Murri Bologna, Milano 3, Bergamo 6; Saronno, Lissone, San Lazzaro di Savena 4; Pisogne, Calolziocorte, Reggio Emilia, Bernareggio, Nerviano 2; Piadena 0.

Piadena, vietato sbagliare stasera con Reggio Emilia

Terzo overtime su quattro partite per lErogasmet Crema, che supera in un incontro vietato ai cardiopatici lostico Saronno. Gli ospiti, avanti per tre quarti di gara, hanno a lungo sfruttato limprecisione al tiro dei biancorossi cremaschi, rientrati orgogliosamente in partita dopo aver toccato il -14 ad inizio terzo quarto. Un parziale di nove punti a zero, in gran parte siglati da un Bosio fino a quel momento al di sotto delle proprie possibilit ha rimesso in carreggiata lErogasmet, che ha potuto contare nella circostanza sulla grinta e sui recuperi difensivi di un positivo Tagliaferri, oltrech sullottima difesa imperniata su Persico ed Anzivino, bravissimi nel catturare rimbalzi anche nellarea pitturata avversaria senza far rimpiangere troppo lassenza di capitan Denti. Ultimi minuti palpitanti, con Saronno sotto di sei che riuscita a portarsi a +2 quando mancavano 14 alla sirena. Fiato sospeso sulla conclusione di Bosio che con due secondi di margine, bucava la retina avversaria portando il punteggio sul 59-59. Nel primo overtime lErogasmet subito avanti nel punteggio, grazie soprattutto al funambolico Galiazzo, che si caricato la squadra sulle spalle. Saronno ha resistito fino al secondo overtime, quando Crema ha chiuso il match. Il clima da battaglia che ha contraddistinto il primo mese di campionato di Degli Agosti e compagni pro-

Erogasmet con il morale alto ci prova a Lissone


BASKET DNC

Galiazzo al tiro

seguir sicuramente anche sabato sera, quando i biancorossi saranno di scena sullostico parquet di Lissone. I brianzoli rappresentano una formazione solida e completa in tutti i reparti, e fanno dellaffiatamento la propria arma in pi. Rispetto allo scorso anno c stato infatti solamente un ingresso nel roster a disposizione di coach Mazzali, che ha sicuramente apprezzato il ritorno di Stefano Cacciani. La talentuosa ala trevigliese, infallibile dagli scarichi ma abile anche in penetrazione, va infatti a rafforzare un pacchetto esterni gi di altissimo livello, grazie alla presenza di Meroni, playmaker di scuola canturina ed ex

nazionale giovanile, che pu vantare alcune presenze in A1. Playmaker atipico, oltre a punti e regia porta in dote alla squadra anche rimbalzi e buona attitudine difensiva, anche sulle ali avversarie. Pericolosissimo anche Formentini, ala votata al gioco dattacco, abile nelluno contro uno e micidiale nelle conclusioni dallarco. I giovani Galimberti e Pietrobon, prodotto del vivaio locale, sono sostituti sempre allaltezza della situazione. Alloccorrenza coach Mazzali pu attingere allesperienza ed alla precisione nel tiro da fuori di Orsenigo, abile a capitalizzare dalla lunetta i falli avversari. Il pacchetto lunghi comprende il veterano Radaelli, ala-centro dalla prestigiosa carriera (ben 4 le promozioni conquistate) e dal presente ancora di tutto rispetto, Danelutti, classe 1988, ala grandecentro di 197 centimetri, dotato di un ottimo gioco spalle e fronte canestro, decisamente solido in difesa, dove difende indifferentemente sui 4 e sui 5 avversari ed il giovane classe 1990 Bellotti, centro vecchio stampo, che dallalto dei suoi 205 centimetri cerca di far valere muscoli e centimetri nelle due aree pitturate. Sar un incontro nel quale non basteranno il cuore e la predisposizione alla battaglia mostrati nelle precedenti partite, ma saranno necessarie consistenti migliorie nel gioco dellErogasmet per poter prevalere. Marco Cattaneo

Sport Il Tc Crema ha centrato i playoff


TENNIS A1

Sabato 2 Novembre 2013

25

Alla seconda esperienza in tre anni in serie A1 il Tennis Club Crema ha centrato lo storico accesso ai playoff ad eliminazione diretta. Decisiva laffermazione a tavolino a Tarcento contro il Tennis Udine: sul punteggio di 1-1, il tecnico cremasco Armando Zanotti ha chie-

sto una verifica dellimpianto di illuminazione, che essendo nettamente inferiore ai parametri richiesti da alcune norme della Fit, ha regalato il 6-0 alla squadra cremasca, che cos si aggiudica il girone, visto che a punteggio pieno a una sola giornata dalla fine

della prima fase. A questo punto ininfluente limpegno di domani a Crema contro il Circolo del Tennis Palermo. Prima della vittoria a tavolino in Friuli, infatti, la squadra cremasca (composta da Adrian Ungur, Massimo Ocera, Giuseppe Menga, Riccardo Sinicropi, Alberto

Pagani e Nicola Remedi con in panchina Armando Zanotti e Fabio Delfini), aveva travolto 6-0 il Barletta allesordio e vinto con autorit per 4-2 a Genova con il Park Tennis Club. Un ruolino di marcia che andato ben oltre le pi rosee previsioni. E non finita...

CICLISMO Dopo aver trionfato nellinseguimento a squadre si ripetuto dominando la corsa a punti Juniores

o, non per niente casuale che gli Assoluti di ciclismo su pista al Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari (Bs), dove il ciclismo ha celebrato i Tricolori, con la consegna di 35 titoli italiani, 11 siano andati alla Lombardia. C poco da essere romantici in tempi di crisi, in cui decidono tutto i mercati, anche la poesia ha le sue quotazioni; comunque, questa la strada (anzi la pista) giusta, con i ct delle Nazionali, Marco Villa e Eugenio Salvoldi, gi proiettati ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Il due volte campione europeo Elia Viviani (Cannondale), ha conquistato tre medaglie doro, nellinseguimento a squadre, nellAmericana e nella corsa a punti, mentre Giorgia Bronzini (Forestale) si laureata campionessa italiana del keirin; ambedue salgono sul carro azzurro a rappresentare lItalia nella 1 prova di Coppa del Mondo a Manchester da venerd a domenica. Parlano anche cremonese gli Assoluti di ciclismo su pista. Giovanni Pedretti, 17 anni, al suo primo anno nella categoria Juniores (tre vittorie su strada e cinque posti donore), un

Pedretti, un bis da favola a Montichiari


di Fortunato Chiodo
Il velodromo di Montichiari e nel riquadro Giovanni Pedretti

furetto ciclisticamente cresciuto nelle giovanili del CC Cremonese-Arvedi, stato a dir poco fantastico, regalandosi la prima maglia tricolore nellinseguimento a squadre con la maglia della Lombardia, insieme a Davide Plebani (Team Lvb), Matteo Moschetti e Giacomo Garavaglia (Busto Garolfo), tarpando le ali a Veneto e Piemonte. Poi ci ha preso gusto e non ha mai mollato la presa. Emozionante lultima giornata di gare, con Pedretti che ha

vinto alla grande anche la corsa a punti, dimostrando di essere equilibrato e riflessivo nella volate, sfoderando un talento eccelso, si laureato campione dItalia con 42 punti, davanti al bolognese Alessio Zama (27) e al bergamasco Simone Cattaneo del Team F.lli Giorgi (25). In evidenza anche Arianna Fidanza (Eurotarget), figlia darte, campionessa iridata della corsa a punti Juniores: nella rassegna tricolore ha indossato i panni di reginetta,

vincendo tre medaglie doro (corsa a punti, inseguimento a squadre e scratch). Claudia Cretti (Valcar Pbm), 17enne bergamasca, campionessa europea dello scratch, ha vinto il tricolore del keirin e linseguimento a squadre. Ci vorrebbe un pallottoliere per contare le medaglie della pattuglia lombarda: la bresciana Simona Frapporti (cinque di cui una doro), la lecchese Silvia Valsecchi (due ori) entrambe in forza alla Be Pink.

E scaduto il termine per la presentazione allUci del valore sportivo dei Pro Team, sulla scorta della somma dei punti di merito raccolti dai 10 migliori corridori di ogni quipe (nelle stagioni 2012 e 2013), pi i punti di merito conquistati dalla squadra. E quindi molto diverso dal ranking Uci, vinto da Purito Rodriguez, che conta i punti raccolti nelle corse del calendario World Tour. CLASSIFICA: 1) Sky 1596 punti, 2) Omega Pharma 1426, 3) Movistar 1.254, 4) Katusha 1024, 5) Cannondale 875, 6) Astana 874, 7) Argos 836, 8) Saxo Bank 819, 9) Belkin 774, 10) RadioShack 736, 11) Orica 718, 12) Bmc 703, 13) Garmin 659, 14) Lotto 625, 15) Fdj 624, 16) Lampre 614,17) Ag2R 501, 18) Eushaltel 417, 19) Vacansoleil 342. Il corridore con pi punti Peter Sagan (454), seguito da Vincenzo Nibali (37), Joaquim Purito Rodriguez (375) e Chris Froome (374). Il valore sportivo, aggiornato con i trasferimenti, il primo dei quattro requisiti (gli altri sono etico, amministrativo e finanziario) per stabilire le 18 formazioni Pro Team. F.C. di Arenberg. La corsa scatter dallInghilterra, sabato 5 luglio, da Leeds, nello Yorkshire, Paese che ospiter altre due frazioni (Sheffield e Londra). Poi passer dal Belgio e in altri luoghi legati alla Grande Guerra, per concludersi domenica 27 luglio con il tradizionale carosello lungo i Campi Elisi a Parigi. Ventuno tappe, 3.655 chilometri, due giornate di riposo a Besancon (15 luglio) e Carcassonne (21 luglio). Nove tappe di pianura, 5 di media difficolt e 5 arrivi in salita. Tre tappe di montagne sui Vosgi, al confine con la Germania. Viene riproposto larrivo a La Planche des Belles Filles (dove vinse Froome nel 2012 e Wiggins si vest in giallo), quindi Chamrousse e Risoul (si scala l Izoard). Prima le Alpi, poi i Pirenei, con larrivo a Bagneres de Luchion, poi Pla dAdete, infine Hautacam, con il classico passaggio sul Tourmalet. F.C.

Il Team Sky la squadra che ha raccolto pi punti

NEWS

IL PERCORSO

Nasce una nuova era del Tour de France, arrivato alla 101 edizione. Mai nominati i fantasmi Armostrong e doping, che agitarono la vigilia della presentazione del 2013, con la cancellazione delle sette vittorie del texano, che aveva conquistato tutti, era un mito, adesso soltanto deve essere rottamato. Anche la corsa francese cambia connonati, con una buona dose di arrivi in salita e una sola cronometro individuale: questa in sintesi ledizione numero 2014 del Tour presentato a Parigi. Per molti un Tour che sorride al nostro Vincenzo Nibali, visto che c meno cronometro e pi montagna, ma bisogna ricordare che questanno Chris Froome, il keniano bianco, lultimo

Il Tour 2014 pu esaltare le doti di Vincenzo Nibali

trionfatore, ha fatto vedere i sorci verdi a tutti sia in salita, che nelle tappe a cronometro. Una cosa certa: un Tour meno sbilanciato. Almeno sulla carta appare meno prevedibile e si spera anche pi spettacolare. Non si parte con un prologo, non c la cronosquadre e la crono individuale (piuttosto vallonata di 54 Km) collocata al penultimo giorno di gara, quando la specializzazione per le prove conter meno rispetto alle energie rimaste nelle gambe dopo tre settimane di corsa. Pochi chilometri contro il tempo e cinque arrivi in salita, dicevamo, ma una tappa pianeggiante come poche a spaventare il gruppo. Quinta tappa, il pav della Parigi-Roubaix, 15 km suddivisi in 9 settori che termineranno alla Foresta

il Magazine Vanoli Basket


della

In regalo ai tifosi in occasione di tutte le partite casalinghe dei biancoblu

26

Sabato 2 Novembre 2013

Sport

Dopo la sconfitta allesordio con Bergamo, la matricola vuole dimostrare di essere allaltezza della massima serie

om sconfitta con onore allesordio nella massima serie. Mille e duecento spettatori hanno fatto da cornice alla prima volta in A1 delle casalasche, che hanno giocato a viso aperto al cospetto della corazzata Foppapedretti, hanno vinto un set, il secondo e cestretto agli straordinari le avversarie per evitare il tie-break. La gara tra Pom e Foppapedretti vissuta tra tante situazioni non sfruttate a dovere da parte della Pom e numerose ricostruzioni che le bergamasche hanno viceversa trasformato a punto. Sembra pensarla esattamente cos il tecnico della squadra di maglia rosa, Alessandro Beltrami: Abbiamo evidenziato scarsa capacit di gestione delle situazioni favorevoli, contro squadre esperte e ben attrezzate come Bergamo alla fine questo si paga a caro prezzo. Probabilmente dobbiamo ancora imparare a sbattere la faccia contro il muro. Passi per il terzo set, che ormai avevano lasciato andare, ma nel quarto abbiamo letteralmente buttato alle ortiche la possibilit di chiuderlo a nostro favore; sul 22-20 abbiamo commesso ingenuit imperdonabili di cui le nostre avversarie hanno sicuramente beneficiato. Subito proposta la staffetta in regia tra Camera ed Agrifoglio: Letizia ha pochi giorni con noi e fatica un po a gestire le situazioni, Beatrice ha sicuramente un grado di affiatamento superiore e lo ha dimostrato anche se poi nelle situazioni importanti, vedi

Casalmaggiore-Bergamo Forl-Busto Arsizio Frosinone-Ornavasso Novara-Conegliano Urbino-Piacenza

1-3 0-3 0-3 0-3 0-3

CLASSIFICA

La Pom cerca la grande impresa


2 GIORNATA SERIE A1
Piacenza Bergamo Conegliano Ornavasso Busto Arsizio Modena Casalmaggiore Urbino Frosinone Novara Forl 6 6 6 4 3 2 0 0 0 0 0

E iniziata con un pareggio lavventura del Pieve 010 nel campionato di serie A2 di hockey pista. E terminata 5-5 la sfida di Thiene, con i pievesi che sono riusciti a rimettere in sesto una partita che sembrava segnata a favore dei vicentini. Tutto sommato, un esordio postivi, in attesa della sfida casalinga di stasera contro lAmatori Modena, che nella 1 giornata si fatto battere 5-3 dal Sandrigo. HOCKEY THIENE-PIEVE 010 5-5 (4-2) HOCKEY THIENE: Cattelan, Crovadore 2, Carpinelli, Rizzato 2, Dalle Carbonare, Dilda, Randon, Marchesini, Piroli 1, Dalla Vecchia. All.: Marchesini. HOCKEY PIEVE 010: Passolunghi, Sanpellegrini, Marchini, Bresciani, Fornasari, Baffelli 2,

Pieve 010, esordio con un pari

HOCKEY PISTA

Mattia Civa 3, Manuele Civa, Panizza, Brioschi. All.: Ariano Civa. NOTE: cartellino blu per Carpinelli al 2' del primo tempo. 1 GIORNATA Castiglione Maremma Promotions-Cresh Eboli 3-4, Montecchio PrecalcinoAmatori Vercelli 2-2, Roller Bassano-Valdagno Pordenone 1-10, Amatori Modena-Hockey Sandrigo 3-5, Hockey Thiene-Hockey Pieve 010 5-5. Ha riposato: Hockey Roller Scandiano. CLASSIFICA Valdagno Pordenone, Hockey Sandrigo, Cresh Eboli 3; Hockey Pieve 010, Hockey Thiene, Amatori Vercelli, Montecchio Precalcino 1; Castiglione Maremma Promotions, Amatori Modena, Roller Bassano Hockey Roller Scandiano 0.

La Lombardia regina del Trophe Europen des Rgions lAviron (Tera 2013), andato in scena sulle acque del Lago di Aiguebelette in Francia. La squadra in maglia verde, grazie anche allapporto di Baldesio e Bissolati, si aggiudicata il trofeo internazionale e si riconfermata ai vertici assoluti. Sono sei le medaglie conquistate dagli atleti delle due canottieri cremonesi. Sabato Valentina Rodini (Bissolati) giunta seconda con lotto Junior dietro alla Romandie. Argento anche per Andrea Cattaneo (Bissolati) con lotto Ragazzi e bronzo per il doppio Junior della Bissolati, formato da Valentina Rodini e Francesca Fava. Poi la domenica sono arrivati due ori. Il primo grazie ad Andrea Cattaneo,

Sei medaglie (2 ori) al Tera 2013

CANOTTAGGIO

che ha trionfato nel quattro di coppia Ragazzi. Larmo lombardo ha battuto i francesi del Rhone Alpes. Oro anche per Valentina Rodini, con nel quattro di coppia Junior non ha avuto rivali. Infine, secondo posto per il quattro Senior di Raffaele Beduschi e Alessandro Montaldi (Baldesio), che hanno conquistato la medaglia dargento dopo un finale tiratissimo Non potevamo aspettarci risultati migliori ha commentato il presidente della Fic Lombardia, Giorgio Bianchi - il vero successo stato quello di vedere una squadra unita e piena di entusiasmo. Insieme in acqua e fuori dallacqua. Voglio ringraziare i tecnici, gli atleti e tutte le societ. Questo risultato di tutti, e conferma che una Lombardia unita pi forte.

VOLLEY A1 La squadra casalasca impegnata sul parquet delle campionesse dItalia di Piacenza
TRIATHLON

Bergamo-Frosinone, Forl-Modena, Ornavasso-Busto Arsizio, Piacenza-Casalmaggiore, Urbino-Novara. Riposa: Conegliano.


finale di quarto set, la scarsa propensione a giocare gare di un certo livello si vista. La gara girata molto attorno alla prestazione di Valentina Diouf in casa bergamasca, ben venticinque punti per lei che sembrava non dover essere schierata, a causa di un infortunio. Ho deciso di schierarla -a ha rivelato il tecnico orobico Lavarini - perch sapevo che le sue condizioni me lo consentivano, sicuramente ha avuto grande peso in attacco e a muro tenendo alla grande il campo. Non so se avrei potuto confermarla in caso di quinto set, ma alla fine non stato necessario prendere certe decisioni. Azzeccato il cambio di Folie con Melandri. Serviva pi ordine a muro ed ho pensato che un cambio al centro potesse servire e cos stato. Da Novara alla Pom non cambia il risultato, altri tre punti per continuare a volare in classifica. Risulta difficile fare differenze a questo punto del campionato, sicuramente la Pom mi ha impressionato per lefficacia in battuta e per un buon ordine difensivo, compromesso per da una scarsa freddezza nel contrattacco. Ad unattaccante dal curriculum invidiabile come la capitana della Pom, Tina Lipicer il compito di commentare le statistiche di attacco tra le due squadre. Sicuramente Bergamo ha avuto una maggiore positivit sotto rete afferma la slovena - ma penso che la pallavolo non sia solo attacco, un insieme di situazioni concatenate che possono alla fine decidere un match. Come ha sottolineato il nostro mister, abbiamo sprecato molto in contrattacco nei momenti fondamentali del match. Ci vuole pazienza e tanta voglia di lavorare, sicuramente non ci mancano ed appellandoci a queste

IL PROSSIMO TURNO (3-11 H 18)

La grinta della Pom

qualit, cercheremo di crescere sempre di pi. Si spera a partire dallimpegnativa trasferta di domenica pomeriggio a Piacenza, contro le campionesse dItalia. Per preparare al meglio la partita, gioved la squadra casalasca ha effettuato un allenamento congiunto con la Liu-Jo Modena. Sul difficile impegno che attende la Pom, si cos espressa la regista Beatrice Agrifoglio: Sar sicuramente unaltra gara difficile, sarebbe sbagliato pensando di partire favorite solo perch labbiamo sconfitta sia in amichevole, sia nel torneo Palladium Cup. In quanto campionesse dItalia cercheranno di farci vedere tutto quello che sanno fare, sar nostro dovere dimostrare di aver fatto tesoro della lezione con Bergamo e gettare sul campo il meglio delle nostre qualit che a mio avviso sono tante.

Doppio trionfo targato Triathlon Cremona Stradivari al Forte Village Triathlon a Santa Margherita in Sardegna. Veronica Signorini e Sara Tavecchio si sono imposte sulle distanze previste dalla manifestazione, rispettivamente nello Sprint e nel Medio. Veronica Signorini (nella foto) ha portato a termine la sua gara in 1h1243 davanti ad Elena Casiraghi (Dds) ed Alice Capone (Triathlon Team Sassari). Sara Tavecchio ha vinto con il tempo di 5h0021 su Laura Mazzucco (Zona Cambio Triathlon) e Silvia Ottaviano (Zona Cambio Triathlon). Per il team Stradivari una splendida doppietta nellappuntamento che ha chiuso la stagione 2013. MARATONA Il cremonese Mauro Cattaneo, tesserato della societ affiliata al Marathon Cremona, si laureato campione italiano UIisp sulla distanza partecipando alla mezza-maratona di Pontelagoscuro, in provincia di Ferrara, svoltasi domenica scorsa e valevole come campionato nazionale della Lega Atletica Uisp

Splendida doppietta per Veronica e Sara

MARCIA

Edizione speciale del Memorial Tartari, coinciso domenica scorsa con le finali nazionali di Cadetti e Ragazzi della marcia. A nobilitare ancor pi la 27 edizione della manifestazione organizzata dallInterflumina E Pi Pom, la presenza per la Fidal nazionale del presidente Alfio Giomi (altro servizio a pagina 19) e del direttore generale Dino Ponchio. E stata anche loccasione per confermare che Casalmaggiore ospiter uno dei centri tecnici interregionali voluto dalla Federazione, in particolare riservato al settore velocit e ostacoli. Questo grazie ad un atleta promettente quale Desalu e al suo tecnico Contini, che da tempo collabora con la Nazionale azzurra. Dopo che il mattino stato riservato alla cerimonia ufficiale, con la presenza del sindaco Claudio Silla, della famiglia del grande marciatore Pino Dordoni e di quella di Bruno Tartari, ben 13 rappresentative regionali hanno partecipato alle gare: Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Toscana, Valle DAosta, Campania, Calabria, Puglia, Lazio, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Ha prevalso la Lombardia, davanti a Lazio, Toscana ed Emilia Romagna. Quanto allInterflumina (che come noto gareggia per lEmilia), ottimo primo posto per Riccardo Orsoni nella categoria Ragazzi: netto il suo dominio sui 2 km di gara, percorsi nel tempo di 1151. Altri piazzamenti per Samanta Bosio, 7 tra le Ragazze e Virginia Orlandi, 12 tra le Cadette.

Memorial Tartari, bella affermazione di Orsoni

Avvio del calendario invernale cremonese e subito un successo straniero, copione gi visto spesso sulle nostre corsie. Infatti sul gradino pi alto del podio del 1 trofeo Lombardia Sud salito il mantovano Marco Prandini, una vittoria sofferta ma anche ampiamente meritata. Ben 320 gli iscritti a questa inedita manifestazione individuale (separata al possibile) organizzata dai comitati di Cremona, Crema, Lodi e Mantova; buona partecipazione tenendo conto che siamo al termine della annata boccistica. Gestisce bene qualche situazione difficile Prandini che allesordio superava lostacolo Roberto Visconti, quindi eliminava loffanenghese Claudio Lupi Timini (12-8), nei quarti il lodigiano Pierluigi Beccaria (12-7) ed in semifinale simponeva su Matteo Visconti per 12-9. Dallaltra parte del tabellone, catego-

Il ruggito di Prandini nel Trofeo Lombardia Sud


BOCCE

La premiazione di Marco Prandini

rie inferiori, si metteva in evidenza un aggressivo e determinato Antonio Lorenzetti. Il portacolori della Arci Crema Nuova superava al primo turno Carlo Lamantea e quindi aveva la meglio nellordine di Michael

Tedoldi (12-7), di Bruno Cavagnoli (12-6) e di Roberto Maranzoni per 12-4. Niente da fare in finale per il pur bravo cremasco battuto da Prandini con il punteggio di 12-6. Ha diretto la gara Ennio Clementi, arbitri di finale

Giancarlo Bongiorni e Roberto Soana. Alle finali presenti i presidenti Franco Stabilini, Giorgio Ettami e Ferruccio Zanini, rispettivamente dei comitati di Crema, Lodi e Mantova mentre gli onori di casa sono stati fatti dal presidente Fib cremonese Giovanni Piccioni. Il calendario cremonese propone la Targa Azzurri dItalia, Regionale a coppie organizzata dal Comitato in collaborazione con la PuntoRaffaVolo. Questa lultima gara valida per le promozioni e retrocessioni dei bocciofili anche se le posizioni sembrano ormai definite. Iniziatasi luned scorso la manifestazione si concluder sabato 9 novembre (il via con spareggi alle ore 18.30) sulle corsie del bocciodromo comunale dove sono in programma tutte le undici batterie eliminatorie. Massimo Malfatto

Il Rugby Crema ospita il Seregno


Dopo le ultime prestazioni non brillantissime, il Crema Rugby ha lobbligo di dare un senso a questa stagione, tornando al successo. Domenica alle 14.30 sul campo di via Toffetti, i neroverdi affronteranno il Seregno, quinto in classifica con 5 punti allattivo. Servir una prestazione di buon livello per portare a casa la posta piena. Domenica torna in

campo anche il Cremona Rugby, impegnato a Lodi contro un avversario (anche lui penalizzato), che vanta una lunghezza in pi dei grigiorossi. Un derby lombardo dallesito incerto, soprattutto se verr giocato su un campo pesante. Ancora fermo, invece, il Rugby Casalmaggiore che deve osservare il turno di riposo nel suo girone.

Anna Baroni: La nostra missione soddisfare i padroni: per questo offriamo un servizio completo, che va dalla pulizia alleducazione
rendersi cura del proprio amico a quattro zampe davvero molto importante: non solo la prevenzione delle malattie ma anche una buona nutrizione, una regolare pulizia e l'utilizzo di prodotti antipulci specifici. Tutte azioni fondamentali per garantire al tuo animale una vita sana e di qualit. Lo spiega Anna Baroni, titolare del negozio "Tocco di classe": La nostra missione rendere felici i padroni. La toelettatura un servizio la cui domanda in forte crescita, nonostante la crisi, perch la gente ci tiene molto. Per questo abbiamo sviluppato una serie di servizi particolari. A partire dall'idromassaggio con l'ozono, effettuato con un'apposita vasca. Facciamo poi i massaggi svedesi, che funzionano come antistress e sono particolarmente indicati per i cani sportivi. Un altro servizio particolare la sham-

Limportanza della toelettatura per la salute


P

Piccoli Animali

Sabato 2 Novembre 2013

27

poo-terapia, che serve per risolvere i problemi di cute e pelo. Ma "Tocco di classe" non solo toelettatura: i proprietari di cani possono usufruire di un servizio di asilo, in cui portare il proprio amico a quattro zampe. A disposizione ci sono anche dei dog sitter, che

si occupano di portare in giro gli animali. Per chi lavora spesso il cane un impegno gravoso. Il nostro compito quello di aiutarli a gestirlo, anche dal punto di vista educativo, in quanto i nostri dog sitter hanno anche queste competenze.

Agostina Maccalli: Andiamo a prendere il cane al proprio domicilio e lo riportiamo a casa


La toelettatura significa anche saper accudire il cane e il gatto con competenza e una certa sensibilit: ne convinta Agostina Maccalli, 32 anni di esperienza, una delle prime toelettatrici del territorio, che ai propri cliente offre non solo competenza e professionalit, ma anche uno stile che mette l'animale al centro, soddisfando le esigenze della clientela. Molte delle mie clienti sono donne sole, o senza un mezzo di trasporto proprio: stato proprio per le loro numerose richieste che ci siamo impegnati a ritirare l'animale al domicilio e a riportarlo a casa una volta che la toelettartura finita spiega.