Sei sulla pagina 1di 28

il

www.ilpiccologiornale.it

PICCOLO
Edizione del Sabato
Non riceve alcun finanziamento pubblico

Giornale

Direttore responsabile Sergio Cuti Direttore editoriale Daniele Tamburini Societ editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19 Cremona Amministrazione e diffusione: via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474 Direzione e redazione via S.Bernardo 37/a Cremona tel 0372 454931 email redazione@ilpiccologiornale.it stampa SEL Societ Editrice Lombarda Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Cremona n 357 del 16/05/2000 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

Edizione chiusa alle ore 21

Anno XII n81 SABATO 24 NOVEMBRE 2012

Periodico 0,02 copia omaggio

La manovra Salva Italia ha introdotto una nuova imposta su conti correnti ed investimenti

Le proteste dei cittadini: Una pressione fiscale insostenibile. Siamo impotenti di fronte a una continua vessazione
Monti non candidabile Per fortuna!
LEDITORIALE

UNALTRA TASSA SUI RISPARMI


di Daniele Tamburini

pagine 4-5

ei o sette mesi fa, il banchiere dei banchieri, Mario Draghi, dichiarava: Occorre un patto per la crescita, risanare i conti con il fisco pu aggravare la recessione. Era stato chiaro, anzi chiarissimo. E che cosa stato fatto nel nostro Paese? Si tentato di sanare i conti con il fisco. Il risultato? Vediamo un po. Chi sostiene il governo Monti dice: non si poteva fare altrimenti, Berlusconi aveva lasciato il Paese sullorlo del precipizio, anzi gi con un piede dentro, la credibilit internazionale dellItalia era sottozero, in inversa proporzione allo spread, che tocc quota 574, una follia. Questi elementi sono tutti veri, ma c un grande ma, e sta in quelle parole di Draghi. Il concetto, tra laltro, semplice. Se non c crescita, non aumentano le risorse di imprese e famiglie. Se si agisce solo sulla leva del fisco, quando le tasche dei pi saranno proprio vuote e ci siamo pericolosamente vicini non ci sar pi niente da spremere. Occhio che il rigore non diventi rigor mortis. Dice: non ci sono risorse. il mantra del governo: non ci sono risorse per detassare le tredicesime, non ci sono risorse per evitare laumento dellIVA, non ci sono risorse per il fondo per le politiche sociali (ha detto la Fornero: Sono disperata. Si figuri noi, cara ministra), non ci sono risorse per risanare Pompei, non ci sono risorse per tutti gli esodati. Per ci sono per acquistare gli F35 (lacquisto ci impegna da qui al 2017, con un costo per aereo che va da 99 a 107 milioni di euro). E lo spread comunque alto, e il debito pubblico alimenta se stesso. Caro premier Monti, cos non va. Ci aspettavamo una vera rottura con il passato che non avvenuta. Francamente ci ha deluso. Sicuramente il suo governo ha restituito credito al nostro Paese, garantito nei confronti dellEuropa, dei mercati eccetera, ma a quale prezzo? Sono state tutelate le banche, gli interessi forti, i veri gangli del potere. Le famiglie e le imprese sono allo stremo. Il ceto medio non esiste praticamente pi, si sta proletarizzando. Senza ceto medio non c possibilit di un Paese normale, efficiente, produttivo. Egregio Dottore, le siamo riconoscenti per averci restituito credibilit, ma ora lasci il campo, ora c' bisogno di altro, ora c bisogno di scelte forti, coraggiose, politiche che diano impulso, che diano speranza, che alimentino la crescita, perch di inflazione non si muore, ma di disoccupazione, s. Per fortuna che lei non candidabile

UNITALIA DA RECORD? SI, MA NELLA PRODUZIONE DI RIFIUTI

CARO-BENZINA

pagina 6

CARBURANTE: IL GPL CONVIENE ANCORA?


CON AMBROSOLI E ALBERTINI NON CI SIAMO, SERVE PIU CORAGGIO
a pagina 7

INTERVISTA A GIUSEPPE TRESPIDI

a pagina 9

Vendite al telefono, una vera rottura

ADICONSUM

DAMIANI (AEM): UNA CORRETTA SEPARAZIONE RENDE I PROCESSI DI RICICLAGGIO PIU VELOCI
a pagina 8

SPORT
CALCIO LEGA PRO BASKET - A SASSARI SERIE A - DOMANI SERA

Il nuovo regolamento di condominio

ENTRA IN VIGORE

a pagina 3

Cremo, trasferta ad alto rischio con il SudTirol


pagine 24

Esordio di fuoco per la Vanoli di coach Gresta


a pagina 25

Milan-Juve, sfida che mantiene un grande fascino


a pagina pagine 24 26

Un giudice di pace per il Viadanese e il Casalasco a pagina 16

GIUSTIZIA

Aspettando il Natale

Luca Curatti (Upi): Una svolta epocale ma non risolutiva. Per la prima volta ruoli, diritti e doveri nero su bianco

Dopo 70 anni il condominio si rinnova


di Martina Pugno Il condominio cambia volto e identit: dopo sette decenni di staticit burocratica, la Riforma sar presto una realt effettiva e concreta. All'approvazione da parte della Commissione di Giustizia, avvenuta lo scorso 20 novembre, seguir la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale; sei mesi dopo, la Riforma sar in vigore a tutti gli effetti", spiega l'avvocato Emilia Codignola. Nel testo sono contenute parecchie novit rispetto alla precedente normativa, soprattutto per quanto riguarda l'amministratore, che potr essere sia un singolo individuo sia una societ. La determinazione di specifici requisiti porter alla definizione di una figura pi professionale. Assoluta novit sono anche l'obbligatorier di una polizza individuale di responsabilit civile che copre gli atti compiuti nell'esercizio del mandato, a carico del condominio, cos come l'apertura di un conto corrente condominiale. Altrettanto significative risultano le disposizioni che non vanno, di fatto, a variare situazioni precedenti, ma che le prendono per la prima volta in esame, come la possibilit di decidere, in sede assem-

CREMONA

Sabato 24 Novembre 2012

er vedere dei cambiamenti nella normativa condominiale ci sono voluti settant'anni: fino ad oggi, infatti, si dovuto far riferimento alla regolamentazione risalente al 1942. Molte cose in questi anni sono cambiate, dalla quantit di persone che attualmente vivono in condominio, sino alla dimensione degli stessi aggregati di abitazione e dei conseguenti litigi: il 50% dei contenziosi riguarda, appunto, le liti tra condomini. In questo, la mancanza di una normativa dettagliata e al passo con i tempi ha sicuramente avuto la sua parte, ma si spera che la nuova riforma possa apportare qualche miglioramento, anche se ci non del tutto scontato, perlomeno secondo il Presidente dell'Unione Proprietari Immobiliari Luca Curatti: Non sono d'accordo sul fatto che la nuova normativa comporter necessariamente la riduzione degli scontri: alcune novit, come l'impossibilit di proibire la presenza di animali da compagnia o l'obbligatorier di un conto condominiale dovrebbero semplificare le controversie che prima non avevano un supporto giuridico, ma proprio questo rischia di accentuare il conflitto sociale. Non pare proprio il caso di aspettarsi una panacea per la quieta convivenza condominiale, dunque, ma la riforma ha comunque un ruolo di notevole importanza e cambier molte cose all'atto pratico: Si tratta di un cambiamento epocale - prosegue Curatti - , non tanto per la qualit o per la quantit delle novit introdotte, ma proprio perch la normativa non subiva consistenti cambiamenti dal '42. Per tornare al passo coi tempi, la Riforma vede l'irruzione delle nuove tecnologie: Uno degli aspetti pi innovativi il fatto che il condominio ora si sposta in rete. Con

Conciliazione obbligatoria approvata, ma secondo la Consulta una norma illegittima


bleale, di aprire un sito web per permettere la massima trasparenza di ogni spesa sostenuta e di ogni verbale d'assemblea, di fatto, esisteva gi, ma non era regolamentata. Anche la regolamentazione relativa all'installazione di elementi di videosorveglianza costituisce novit, mentre rispetto alla precedente normativa spicca l'impossibilit di vietare la presenza di animali da compagnia. In generale, la direzione intrapresa quella di una maggiore chiarezza e di una facilitazione delle azioni decisionali: La videosorveglianza, cos come molto altri elementi rientranti nella nuova Riforma, non era oggetto di delibera assembleale. Non era chiaro di quanto dovesse essere il quorum, n cosa, nel dettaglio, poteva essere oggetto di discussione e delibera in sede assembleale. Approvato, all'interno della Riforma, anche l'obbligo di

mediazione per la conciliazione delle liti tra condomini, anche se, in questo caso, occorre attendere per sapere se la norma potr effettivamente avere applicazione: E' di poche settimane fa la dichiarazione, da parte della Consulta, dell'illegittimit di tale disposizione. Ulteriore chiarezza potr essere fatta solamente dopo che saranno rese note le motivazioni di tale sentenza e che si sapr se ci sar dunque concreta possibilit di entrata in vigore e di applicazione. Al momento, comunque possiEmilia Codignola bile ricorrere alla mediazione in via facoltativa, anche se la normativa stata mal recepita dall'Italia e al momento molte mediazioni non possono essere portate avanti. Il cittadino si ritrova a spendere di pi e a ricorrere comunque al Tribunale, perch la parte citata, spesso, semplicemente non si presenta.

l'obbligatorier di aprire un conto corrente condominiale e la realizzazione di un sito web consultabile da tutti i condomini, che in questo modo possono consultare tutte le informazioni relative alle spese e ai verbali, si fatto un passo avanti dal punto di vista della trasparenza, anche se bisogna poi fare i conti con le capacit del singolo: i proprietati pi anziani difficilmente ne faranno uso. Tra i punti principali messi in evidenza dal presidente Curatti emergono, inoltre, i temi legati alla sicurezza e all'energia. Della possibilit di garantire una maggiore sicurezza tramite l'installazione di impianti di ripresa non si era mai parlato: un ulteriore segno di come con questa Riforma si punti ad entrare il pi possibile nello specifico. Al fine dell'installazione, infatti, sar

Luca Curatti

sufficiente la maggioranza in sede assembleale. Simile discorso anche per quanto riguarda l'installazione di impianti per la produzione di energia alternativa, mentre che vorr staccarsi

dal riscaldamento e dalle forniture centralizzate potr farlo solamente a condizione di non arrecare danni agli altri condomini e ricordando che chi si distacca sar comunque tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese di manutenzione straordinaria dellimpianto centralizzato e per la sua conservazione e messa a norma. Si abbassa anche il quorum necessario in assemblea per il cambio di destinazione d'uso delle parti comuni: le novit introdotte dalla normativa vanno dunque nella direzione di una maggiore libert e autonomia del singolo, anche se a subire maggiore rivoluzione il ruolo dell'amministratore: Non accaduto quanto richiesto a gran voce dalla categoria, ovvero l'istituzione di un albo, spiega Curatti. Per stato delineato pi chiaramente il profilo profes-

sionale dell'amministratore, il suo ruolo stato rivoluzionato. Mancavano, prima, requisiti specifici mente ora sono scritti nero su bianco. L'amministratore dovr, infatti, avere un diploma di scuola secondaria di secondo grado e partecipare a corsi di aggiornamento con scadenza regolare. Richiesta, a norma della nuova riforma, anche unassicurazione professionale e la presentazione a tutti i residenti di una polizza individuale di responsabilit civile a copertura dellintero arco di amministrazione. Si trattato di un ruolo, fino ad oggi, troppo indefinito. La nuova norma costringe i condomini a studiare e formarsi, a tutto vantaggio della qualit del servizio, che diventa cos pi professionale. Aumentano le competenze e i requisiti, ma anche le responsabilit.

Conti correnti e investimenti, ora c il prelievo forzoso


C
di Laura Bosio molta confusione rispetto alle imposte sui conti correnti e alle novit recentemente introdotte dal Decreto salva Italia del governo Monti. Vediamo di fare un po' di chiarezza sul tema, parlandone con il professor Fabrizio Maiocchi, docente di economia presso l'Universit Cattolica di Piacenza. Il decreto ha introdotto una imposta di bollo su conti correnti, polizze, prodotti e strumenti finanziari. Si tratta di una vera e propria "mini-patrimoniale". Per quanto riguarda i conti correnti l'imposta fissa e pari a 34,2 euro l'anno per le persone fisiche e 100 per le persone giuridiche. La banca addebita tale importo ogni trimestre, ossia ogni qualvolta invia al cliente l'estratto conto. Esenti da tale imposta sono i conti correnti con saldo medio inferiore ai 5mila euro o con saldo negativo. Quest'ultima esenzione vale per solo per le persone fisiche; le aziende dovranno invece corrispondere l'importo in ogni caso. Vi sono alcune banche che, facendo un'operazione di marketing, hanno promesso una "esenzione" dal pagamento di tale tassa per chi apre un nuovo conto corrente. In realt non si tratta di una vera esenzione: semplicemente, la

4 tutti lo sanno, ma dal 2012 lo Stato ha introdotto una nuova imposta sul risparmio Non
Sabato 24 Novembre 2012

Maiocchi, docente della Cattolica: Sono tante piccole somme che unite fanno una grande tassa
non abituato ad analizzare accuratamente il proprio estratto conto, paga senza nemmeno rendersene conto. Le banche in tutto questo si trovano loro malgrado nel ruolo di intermediari d'imposta. D'altro canto questa situazione ha creato polemiche in alcuni ambienti, in quanto per qualcuno imposte come questa rappresentano importi importanti, soprattutto dopo 3-4 anni che non vi sono guadagni in borsa e che non si pu essere tranquilli neppure con i titoli di Stato. Quanto potrebbe guadagnare lo Stato con queste misure? E' difficile quantificarlo, in quanto il valore dei titoli e i saldi dei conti correnti non sono facilmente prevedibili, anche se facile ipotizzare che alla fine del 2012 saranno inferiori rispetto all'inizio dell'anno. Quale sar il peso di queste imposte sul bilancio di una famiglia o di una azienda? Il problema che la famiglia si vede addebitare tante piccole imposte, che per accorpate fanno una grande tassa, con un peso notevole. Del resto con i limiti imposti dalla normativa antiriciclaggio non si pu fare a meno di avere un conto corrente. Dunque da un lato ti obbligano ad avere questo strumento, e dall'altro te lo fanno pagare sempre pi. Anche perch accanto all'imposta abbiamo registrato, negli ultimi anni, un incre-

Cosa cambia in breve


Su conti deposito, polizze e conti titoli si paga lo 0,1% della somma depositata per il 2012 e lo 0,15% dall1 gennaio 2013. Limposta di bollo minima di 34,20 euro e massima di 1.200 euro; Su conti correnti bancari, postali e su libretti postali si paga imposta fissa di 34,20 euro per le giacenze medie annue superiori a 5 mila euro; Su buoni postali dematerializzati si paga lo 0,1% nel 2012 e lo 0,15% dall1 gennaio 2013 dei buoni con la stessa intestazione, purch superiori ai 5 mila euro e, comunque, limposta minima di 34,20 euro; Su buoni postali cartacei si paga lo 0,1% nel 2012 e lo 0,15% dall1 gennaio 2013, con imposta minima di 1,81 euro per buono e senza esenzione per gli importi inferiori ai 5 mila euro. mento degli oneri bancari fino al 15% per le aziende, che per non possono, a loro volta, aumentare della stessa misura i propri prezzi. RIEPILOGANDO - Come spiega, Alberto Foa - presidente della AcomeA, societ di gestione del risparmio - in un articolo pubblicato su "La Voce Info", un risparmiatore che detenga 100 euro in un fondo o Sicav (caso tipico allinizio di un piano di accumulo) dovr comunque pagare limposta minima di 34,2 euro, pari a una aliquota annua del 34,2 per cento. Anche

Fabrizio Maiocchi

banca si accolla tale onere per attrarre nuovi correntisti. Ad essere definito pi di tutto il resto come "prelievo forzoso" l'imposta che riguarda il deposito titoli. Di cosa si tratta? Di un prelievo annuo dell1 per mille su prodotti e strumenti finanziari con un importo minimo di euro 34,2 (aliquota che nel 2013 diventer 1,5 per mille per il solo 2012, si applica unaliquota dell1 per mille. Quindi nel momento in cui arriva l'estratto conto della posizione titoli, viene prelevata l'aliquota stabilita rispetto al valore di mercato

Negli ultimi anni gli oneri bancari sono aumentati fino al 15%

del titolo, indipendentemente dal fatto che esso stia guadagnando o perdendo. Tra l'altro, l'imposta viene conteggiata nella misura minima di 34,2 euro. Questo significa che se anche il risparmiatore ha investito soltanto 100 euro di azioni dovr comunque corrispondere tale cifra. Dunque per i piccoli patrimoni l'effetto senza dubbio negativo. Come vengono percepite queste imposte dalla popolazione? Da un lato si percepisce molta ignoranza sui temi finanziari, specialmente nel nostro Paese. Spesso, quindi, il correntista che

Una pressione fiscale insostenibile e che non accenna ad arrestarsi. Siamo impotenti di fronte ad un vero e proprio borseggio legalizzato

un risparmiatore che detenga mille euro in un fondo o Sicav, paga unimposta di bollo pari a 34,20 euro, e sar dunque assoggettato a unaliquota annua del 3,42 per cento. Per contro, un risparmiatore che detenga fino a 5mila euro sul proprio conto corrente bancario, presso il BancoPosta o in una polizza rivalutabile non paga alcuna imposta di bollo. Un risparmiatore che detenga 100mila euro in fondi, Sicav, gestioni patrimoniali o polizze unit-linked paga unimposta di bollo di 150 euro; un risparmiatore che detenga lo stesso ammontare in conti correnti bancari o postali o in una polizza rivalutabile paga 34,20 euro. Il milionario che ha i soldi in conto corrente o al BancoPosta paga unimposta di bollo forfettaria di euro 34,20 e il milionario che ha investito i propri risparmi in fondi dinvestimento o Sicav pagher, nel 2013, 1.500 euro di imposta.

imposta di bollo sui conti correnti, sui conti deposito e sugli strumenti finanziari ha scatenato, com'era prevedibile, moltissime proteste. L'ennesima tassa, niente di cui stupirsi afferma Renato 33 anni. Ormai dovremmo averci fatto il "callo": ogni giorno il Governo, in maniera assolutamente creativa, inventa un nuovo modo di metterci le mani in tasca. Risulta particolarmente sgradevole che anche i propri sudati risparmi vengano ulteriormente colpiti dalle tasse. Mi chiedo cosa voglia ancora da noi questo Governo commenta Pietro, 71 anni. Ho impiegato anni a risparmiare quello che ho in banca, un euro dopo l'altro, facendo sacrifici ed economie, come si insegnava un tempo ai giovani. E ora chi governa il Paese si permette di mettere mano anche a quello, ai risparmi di una vita! Trovo che sia non solo ingiusto, ma anche illegale. Per quanto oggi sia diventato difficile risparmiare, chi ha messo via qualcosa per il proprio futuro non accetta questa nuova gabella. Grande disappunto anche per l'imposta sui fondi comuni, a cui moltissimi risparmiatori accedono. Considero pessima e dannosa l'imposta minima a 34 euro sui fondi comuni, che per piccoli risparmi possono essere una forma di investimento utile e poco costosa sostiene Carlo, 55 anni. Unico modesto lato positivo della manovra stato l'eliminazione del bollo sui conti correnti fino a 5000 euro: prima, infatti, pagavano bollo a 34 euro anche i conti correnti con bilancio in negativo. Qualcuno ci va gi pesante, parlando di "furto legalizzato". Ormai ufficiale: lo Stato pu rubare al cittadino ironizza Maria Pia, 38 anni. Basta calcolare quanto si vuole rubare, suddividerlo per il totale

Hai dei risparmi? Arriva unaltra tassa

Siamo obbligati ad avere un conto corrente

dei cittadini, estrarne una percentuale e chiamarla "imposta". E noi? Di fronte a tutto questo siamo assolutamente impotenti, questo che mi fa rabbia. Lo Stato "raccatta" soldi un po' di qui ed un po' di la, con decine e decine di piccole imposte che se per vengono sommate portano la pressione fiscale sul singolo a oltre il 60% aggiunge Daria. Una vera e propria follia, soprattutto se si considera che in cambio non c' il sistema di servizi che ci si potrebbe aspettare. La cosa assurda, per tanti cittadini, la generalizzazione che viene fatta: assurdo che chi possiede poco pi di 5mila euro paghi la stessa cifra di chi ne possiede centinaia di migliaia (l'imposta sui conti correnti infatti fissa). Ci si aspettava molto di pi da questo "governo dei tecnici" dice Anna, 42 anni. Che fine hanno fatto la redistribuzione del reddito e l'equit fiscale?. Quindi, il problema duplice, come evidenzia Andrea, commercialista 33enne. C un importo minimo da pagare e

manca una soglia di esenzione. Non solo un'imposta di bollo fissa sui conti correnti: fissa anche l'aliquota che paga chi investe i propri soldi in un conto di deposito, o in azioni, bond, fondi comuni, polizze, ecc: si dovr comunque pagare l'1 per mille (fino alla fine del 2012, mentre sar dell'1,5 per mille nel 2013, ndr), qualunque sia la cifra investita. Unica nota positiva, si fa per dire, per chi possiede meno di 5mila euro. Almeno i poveracci che ogni mese devono sudare per non andare "in rosso" saranno esentati da ulteriori pressioni fiscali dice Serena, precaria 23enne. Chi di soldi non ne ha, non ha neppure di che preoccuparsi. Beato chi paga ancora i bolli si lamenta Luca, 28 anni. Sta peggio chi non li deve pagare: significa che le sue risorse economiche sono davvero scarse. Era peggio prima, quando l'imposta era obbligatoria anche quando il saldo sul conto corrente risultava negativo. Imposta sul conto corrente? Non

Quello italiano un sistema iniquo. Stiamo sempre peggio

un mio problema, tanto il mio conto costantemente in rosso ironizza Manuela, 35enne ancora precaria. Per chi non ha soldi neppure per mettere insieme il pranzo con la cena le imposte su investimenti e conti correnti sono l'ultimo dei problemi. Cosa fare allora? Se chi non ha soldi non si preoccupa, gli altri stanno seriamente pensando di tornare alle vecchie abitudini. Sembra ridicolo dirlo, ma forse facevano bene i nostri nonni a tenere i soldi sotto il materasso commenta Andrea, 41 anni: Dopotutto il rischio di essere derubati oggi forse pi alto mettendo i propri soldi "al sicuro" in banca. Non si pu pi neppure pensare all'alternativa di investire nel mattone dice Stefano, visto che anche sulle propriet immobiliari si viene pesantemente tassati. Si parla tanto del valore e dell'importanza del risparmio, ma poi se hai risparmiato non finisci pi di pagare, quasi volessero penalizzare chi ha saputo essere parsimonioso. Questo non aiuta certo a incentivare risparmi o investimenti.

Sabato 24 Novembre 2012

Cronaca

De Simone (Unione Petrolifera): I prezzi del gpl fanno riferimento a un mercato specifico. A livello industriale sono cresciuti meno

Carocarburante: il gpl conviene ancora?


La denuncia di Federconsumatori e Adusbef: La spesa annua cresciuta di ben 202 euro per ogni singolo automobilista

Benzina, i prezzi italiani sono i pi alti dEuropa


I prezzi della benzina e del gasolio per autotrazione praticati in Italia restano al top in Europa e la spesa degli utenti di conseguenza aumentata del 6,9%, toccando tra gennaio e ottobre quota 56,8 miliardi di euro, cio 3,7 miliardi in pi rispetto allo stesso periodo del 2011. Gli italiani hanno per limitato al massimo l'uso dell'auto ed i consumi nei primi 10 mesi dell'anno sono calati del 10%. Secondo quanto evidenzia la banca data del Centro Studi Promotor GL Events, la maggiore spesa sostenuta dagli automobilisti e dagli utilizzatori di veicoli industriali legata, soprattutto, alla crescita del carico fiscale, in quanto la parte degli incassi dei distributori che va al fisco stata, tra gennaio e ottobre, di 30,7 miliardi, con una crescita del 15,5% (4,1 miliardi). Inoltre, per i consumatori il livello molto elevato dei prezzi dei carburanti grava pesantemente sullimpiego di auto e incide anche sulla crescita dei prezzi al consumo, perch la maggior parte del traffico di merci avviene su gomma. Dagli ultimi dati diffusi dalla Commissione Europea emerge che al primo novembre ben 1,04 euro del prezzo al litro della benzina senza piombo va al fisco, mentre per il gasolio la quota destinata all'erario ammonta a 91,8 centesimi al litro. Nella classifica europea al primo novembre, lItalia al primo posto con 1,795 euro al litro per prezzo della benzina, seguita da Olanda, Grecia, Regno Unito e Finlandia.

I DATI ANSA

lla luce degli aumenti di gasolio e benzina verde, limpianto a gpl continua ad essere considerato la soluzione pi conveniente, e sono moltissimi gli automobilisti che hanno optato per questa soluzione. Ma neppure questo carburante si sottrae alla crescita dei prezzi sul mercato, pur rimanendo la soluzione meno costosa, e quella che considerata lalternativa ecologica ai normali carburanti si sta avvicinando agli 0,90 euro al litro. Dal dicembre 2011 ad oggi, sul mercato del gpl per autotrazione, stato rilevato un aumento massimo dei prezzi di quasi il 30%, per equivalente passaggio da quota 0,740 euro al litro di fine anno a valori denunciati, a un attuale livello che risulta essere di poco inferiore alleuro al litro. In particolare - fanno sapere da Federconsumatori - facendo un confronto con i costi registrati a novembre 2011 (quando il Gpl si attestava a 0,73 Euro al litro) il rincaro stato di +14 centesimi (calcolo che tiene conto delle variazioni, seppur lievi, delle quotazioni del petrolio e delle variazioni del cambio Euro/Dollaro). Ipotizzando un consumo di GPL pari a quello di 2 pieni di benzina al mese (ricordiamo infatti che il GPL ha una resa dell80% rispetto alla benzina), per un automobilista alla guida di una vettura alimentata con tale carburante le ricadute sono pari ad un aumento di 202 Euro annui. Secondo il calcolo compiuto dalle due associazioni, solo quarantaquattro euro circa del rincaro sarebbero destinati a finire direttamente nelle casse dello Stato a causa delle accise, mentre i restanti 158 euro si andrebbero alla filiera petrolifera. Per questo Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti segnalano la necessit di avviare un serio piano

di Michele Scolari

Piero De Simone, direttore generale Unione Petrolifera

di controlli e verifiche sullandamento dei costi di tale carburante, che sembra soggetto alle stesse logiche speculative che, purtroppo, da anni affliggono la determinazione dei prezzi di benzina e gasolio. Tutte le certezze conquistate dal gas di petrolio sembrano dunque intaccate? Dove vanno cercate le ragioni di questo balzo? I prezzi del gpl e di benzina e gasolio - spiega Piero De Simone, direttore generale di Unione Petrolifera - fanno riferimento a differenti mercati a livello internazionale: i primi vengono quotati sulla base dei contratti mensili di propano e butano rilevati sostanzialmente sul mercato algerino, mentre i secondi fanno riferimento, per il nostro paese, alle quotazioni giornaliere dei prodotti raffinati rilevate nellarea del Mediterraneo. I

Trefiletti: Necessario un piano di controlli anti-speculazione

prezzi di contratto del gpl nellultimo mese sono cresciuti di 15 centesimi euro/litro, mentre quelli del gpl a livello industriale (al netto delle tasse) di circa 7 centesimi. Si tratta quindi di normali dinamiche di mercato. Intanto nei giorni scorsi stata segnalata da pi parti un ulteriore spinta al rialzo dei prezzi alla pompa di benzina e gasolio, nonostante la marcia indietro delle quotazioni internazionali. In realt, non vero perch le quotazioni internazionali sono tornate a crescere in questa ultima settimana e solo in parte sono stati recepiti dai prezzi al consumo - prosegue De Simone - Al netto degli aumenti registrati negli ultimi due-tre giorni, dal 1 novembre ad oggi i prezzi alla pompa sono diminuiti di oltre 10 centesimi, passando per la benzina mediamente da 1,85 a 1,74

euro/litro. Lo testimonia anche lo stacco con il resto dEuropa che attualmente ai minimi dallinizio dellanno, circa 1,6 centesimi, e comunque stabile intorno ai 2,5 centesimi in media annua. Non bisogna inoltre dimenticare che la differenziazione dei prezzi sul territorio molto pi articolata di quanto non appaia, con sconti che raggiungono e superano i 10 centesimi nelle modalit self service. Contestualmente, anche la differenza dei prezzi alla pompa tra diesel e benzina ormai estremamente ridotta, preoccupando non poco gli automobilisti. Ma anche in questo caso c una spiegazione. Secondo De Simone, le ragioni andrebbero ricercate nei costi di produzione che sono superiori per il gasolio, lo sono sempre stati. Il fatto che il gasolio costi meno al consumo e dovuto solamente al peso fiscale che minore, altrimenti lo pagheremmo gi oggi di pi della benzina.

Cremona

Sabato 24 Novembre 2012

Con Albertini e Ambrosoli non ci siamo, serve pi coraggio


Lintervista Giuseppe Trespidi: Non siamo alla ricerca di poltrone, ma di buona politica
lleanza con il centrodestra, alleanza con il centrosinistra o lista autonoma. Per lUdc tutte le porte restano aperte in vista delle prossime elezioni regionali. Ancora una volta i centristi si fanno attendere. O, per dirla con i maligni, aspettano il miglior offerente? Ne parliamo con il segretario provinciale, Giuseppe Trespidi. Allora Trespidi, lUdc ha scelto da che parte stare per le Regionali? LUdc ha scelto di stare con i cittadini lombardi, innanzitutto. Stiamo preparando le nostre proposte da sottoporre ad altre forze politiche, amministratori pubblici, imprese e associazioni, gruppi di interesse, per vedere se si possono trovare convergenze e definire obiettivi e iniziative da realizzare nei prossimi cinque anni. Alla base di tutto ci dovr essere una prospettiva di futuro per il lavoro, i giovani, le attivit imprenditoriali. In questo modo intendiamo rimarcare la nostra differenza, come abbiamo fatto nel 2010 rispetto a Formigoni e Penati, quando abbiamo candidato un galantuomo come Savino Pezzotta. Insomma, vi tenete stretto il ruolo di ago della bilancia Intanto, insieme alle nostre proposte vediamo se e quale candidato lUdc intende mettere in campo. Questa decisione sar presa dal Comitato Regionale ai primi di dicembre. Poi valuteremo se allearci con chi condivide le nostre proposte o se andare da soli con una lista per la Lombardia costruita in modo analogo a quanto si vuol fare a livello nazionale con la Lista per lItalia. Senta, e a chi vi accusa di spostarvi a destra o a sinistra a seconda delle convenienze cosa risponde? Non siamo in vendita al miglior offerente e non vogliamo fare la stampella a questa o quella coalizione. Labbiamo dimostrato nei fatti, perch siamo stati allopposizione sia in Lombardia sia a Roma. Bisogna cominciare a sfatare questo pregiudizio: noi non siamo alla ricerca di poltrone ma di buona politica, di proposte serie e realizzabili a favore dei nostri azionisti che sono solo i cittadini. Dal centro qualcuno si gi sbilanciato a favore di Ambrosoli, per. Condivide?

Regionali, Udc ancora lontana dalla quadratura del cerchio, ma c lapertura a Montezemolo
di Federico Centenari Guardi, premesso che siamo per una forte discontinuit rispetto al passato, allo stato attuale non mi sembra che n Ambrosoli, se vince le primarie, n Maroni, che vincer le primarie che far con il Pdl, segnino una forte discontinuit con Penati e Formigoni. Non ci siamo. Non siamo davanti a proposte innovative e di discontinuit con il passato. Sembra di sentire parlare Casini Se non c discontinuit rispetto al passato e innovazione nellaffrontare i problemi della gente sar molto difficile farsi comprendere dai cittadini che guardano con poca fiducia allevoluzione di un modo di far politica che sembra aver fatto il suo tempo. Io non vedo alternative alla democrazia rappresentativa che fino ad oggi la maggior parte delle forze politiche ha praticato. I movimenti o i partiti padronali non portano da nessuna parte. E di Albertini che mi dice? Intanto occorre vedere se Albertini, dopo il venir meno dellappoggio di Fermare il declino (il movimento di Oscar Giannino; ndr), e con il Pdl che gli chiede la disponibilit a fare le primarie di coalizione, manterr la sua candidatura. E poi non basta proclamare, come ha fatto nel suo libro, che occorre lonest al potere e che propenso a sostenere il governo Monti per fare un programma nel quale si possano ritrovare societ civile, associazioni, movimenti o forze politiche centriste.

Lantipolitica non catalizzata da Beppe Grillo, lui intercetta i delusi di Lega, Pdl e di altre forze poliche
to di Grillo. Lei cosa dice: solo catalizzatore dellantipolitica o c dellaltro? Lantipolitica non catalizzata da Grillo. Se cos fosse, le percentuali di astensione diminuirebbero anzich essere in continuo aumento. Secondo me, Grillo sta solo intercettando i delusi della Lega, del Pdl e di altre forze politiche e movimenti che avevano suscitato aspettative di cambiamento che sono andate deluse. Ben altra cosa il movimento di Montezemolo, suppongo. Guardi, tutto ci che si muove al centro positivo. necessario che questo elettorato ritrovi una sua compattezza per diventare decisivo alle elezioni. Italia Futura, se come noi ritiene che lazione iniziata da Monti debba continuare anche dopo le elezioni, dovr necessariamente trovare unintesa con lUdc e la Lista per lItalia a cui si vuol dar vita. Altrimenti sar solo una dispersione di voti. Un commento sulle vicende che hanno caratterizzato lultima fase del governo Formigoni? Credo che si commentino da sole. I nostri consiglieri regionali da pi di un anno gli avevano chiesto discontinuit e una nuova giunta, ma lui non ha voluto ascoltarci. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Passiamo a Cremona. Come sceglierete i candidati al Pirellone? Faremo partecipare gli iscritti, sia che lUdc si presenti da sola, sia che si presenti come Lista per la Lombardia o altro. Non mi dir che farete anche voi le primarie No, noi faremo una semplice conferenza organizzativa con gli iscritti. No, perch ormai sembra una moda fare le primarie Senza regole ben definite s, le primarie sono pi una moda che uno strumento utile. Per questo tipo di consultazione, che considero importante e necessario, dovrebbe esserci una regola uguale per tutti e la partecipazione al voto dovrebbe essere riservata ai soli elettori di chi indice la consultazione. Il doppio turno, da fare se nessun candidato raggiunge il 50,1% dei votanti, mi sembra unaltra buona regola. Ultima annotazione. In maggioranza, qui a Cremona, come vanno le cose? Restiamo su una posizione critica. Per avere buoni rapporti bisogna frequentarsi e considerare gli alleati come forze da rispettare e con le quali confrontarsi. Non ho ancora visto affermarsi la pari dignit o il confronto preventivo prima di prendere decisioni. Emblematico il caso dellacqua e sul modello di gestione da realizzare. Abbiamo chiesto di definire le linee di indirizzo in consiglio comunale, ma fino ad oggi non abbiamo trovato ascolto. Non si pu decidere in solitudine e poi augurarsi o pretendere che si avalli e sostenga una decisione presa non si sa dove. Il mandato che ci hanno dato i cittadini eleggendoci va rispettato, non eluso.

Critico su tutto, insomma. Ma da soli dove andate? In Lombardia nel 2010 lUdc si fermata al 3,8%, lultimo sondaggio Swg vi d al 5%... I sondaggi sono fatti per essere smentiti migliorandoli. I fatti dicono che non siamo alla ricerca di posti o poltrone. Un esempio per tutti: nella verifica di maggioranza fatta nel Comune di Cremona potevamo chiedere di sanare la situazione che si era determinata con assessori che non rappresentano nessuna forza politica e lUdc che non ha nessun assessore. Non abbiamo chiesto nulla, ma solo di definire le priorit di fine mandato. Mi incuriosisce il pensiero di un centrista nei confronti del movimen-

A Cremona restiamo su una posizione critica

Le porte del Consiglio comunale si aprono alle telecamere. A partire dai prossimi mesi, infatti, le sedute in Sala Quadri saranno filmate e fruibili in streaming video su pc e telefonini. Al progetto per la realizzazione delle riprese sta lavorando Aemcom, come spiega il direttore generale della societ, Gerardo Paloschi, in una mail inviata al consigliere dellUdc Roberto Vitali. Vitali, raccogliendo le richieste arrivate nei giorni scorsi dal portavoce del Movimento 5 Stelle e ben due anni fa dallItalia dei Valori, ha sollecitato la presidenza del Consiglio, chiedendo di stringere i tempi. Ebbene, Su richiesta del dirigente Segalini - scrive Paloschi nella mail al consigliere dellUdc - stiamo approntando un nuovo progetto che consenta lo streaming video delle sedute del Consiglio Comunale nella modalit pi semplice ed economica possibile. Faccio presente che l'ipotesi progettuale precedente (oggi comunque da rivedere) aveva caratteristiche di forte innovativit e non si risolveva nella sola trasmissione live delle sedute ma consentiva nel medio periodo sostanziali risparmi di tempo da parte degli Uffici ed abilitava una serie di funzioni finalizzate, ad esempio, alla possibilit di una fruizione on demand dei contenuti video in base ad una indicizzazione degli interventi. La proposta, informa Paloschi, verr presentata nei prossimi giorni. Dal nostro punto di vista tecnico spiega il dg di Aemcom , (la proposta) non pu che rappresentare una prima fase sperimentale e non definitiva. Lassetto scelto (una sola telecamera fissa) rappresenta ad esempio un forte limite dal momento che per poter visualizzare, anche solo con inquadrature fisse, coloro che parlano servirebbero almeno due telecamere, poich i banchi della Giunta e quelli dei Consiglieri si fronteggiano. Evito di entrare in altri aspetti tecnici ma il senso che desidero trasmettere che la configurazione sulla quale lavoriamo avr sicuramente interessanti aspetti economici ma bassi standard qualitativi. Nei prossimi giorni sar nostra cura inviare alla Presidenza del Consiglio la nuova proposta da valutare e discutere. Giusto una decina di giorni fa, lo ricordiamo, il portavoce del Movimento 5 Stelle di Cremona, Alessandro Tegagni, ha scritto al presidente del consiglio comunale per chiedere appunto lautorizzazione a riprendere le sedute dellassemblea. La richiesta non per nuova: gi nel 2010 il consigliere dellItalia dei Valori, Giancarlo Schifano, ha infatti chiesto di filmare le sedute del Consiglio. La richiesta di Schifano attende ancora una risposta, ma a quanto pare la decisione, seppure dopo parecchio tempo, arrivata.

Il Consiglio apre le porte alle telecamere

comune

la nota politica
di Federico centenari
Dice che alla fine ha prevalso il compromesso. Che s trovata una onorevole via di fuga. Solo che per aver bisogno della via di fuga, uno deve prima finire nel cul de sac. Che se ci pensava prima, uno mica ci finiva e la via di fuga nemmeno gli serviva. Ma tant. La nostra giunta comunale quando vuole campione mondiale nello sport di infilar vicoli ciechi. E anche stavolta ha centrato lobiettivo. Cos, in tempi di vacche non magre, vacche addirittura pelleossa, ha pensato bene di sbandierare lideona: l, ti rifaccio il pavimento ai giardini pubblici. Mandiamo a casa il calcestre, a far compagnia alla pensilina di piazza Stradivari, e recidiamo anche questaltro cordone con le passate amministrazioni. Splendido. Tutti contenti. Si mette lintervento nel Pop Piano Opere Pubbliche, non feno-

meno musical-culturale, eh ed cosa fatta. Splendido. Tutti ancor pi contenti. Salvo poi pensarci su un momento e concludere che soffiare via il calcestre e piallare a nuovo i giardini mica cosa che si fa col resto della spesa. Occhio e croce, hanno stimato, servono tra i 150 e i 200mila euro. Considerato il momento, la congiuntura finanziaria e quella economica, la crisi, le tasse, il governo, i tagli agli enti locali, la Corte dei Conti che indaga per via dei 32 precari, i bilanci rosso sangue, le previsioni dei Maya e amenit varie, s arrivati alla conclusione che forse, probabilmente, magari, 200mila euro per una mano di nuovo ai giardini non proprio questa gran cosa. Ma lannuncio era fatto. Gli sbandieratori serano gi messi in moto. E che si fa ora? Come se

La ballata del calcestre


ne viene fuori? Ecco: ci vuole un bel think-tank, un brainstorming, un consesso di cervelli a confronto somma, una bella riunione di maggioranza e si vede un po come uscirne. Ecco allora il compromesso, la via di fuga onorevole dal cul de sac in cui lamministrazione sera infilata ancora una volta: lintervento mica lo depenniamo dal Pop che ormai tardi, si pu mica dire: scusate abbiamo scherzato , lintervento lo lasciamo l dove sta, per Per ci affidiamo ai privati. Al buon cuore dei privati. Se a qualcuno vien voglia di cavarsi 200mila euro di tasca, insomma, noi si fa fuori il calcestre. Noi, intanto, ci si butta su cose pi importanti. Esempio, via Dante, che son mesi che pare una strada della Baghdad dei primi anni Novanta. Ora, uno segue la vicenda sul

giornale. Sente lannuncio, si domanda se proprio il caso, vista laria che tira, poi vede il tentennamento, il brainstorming ai massimi livelli, e infine il mezzo passo indietro. La via di fuga definita onorevole. Uno sta l e vede tutto questo e la domanda gli viene su fulminea come un singhiozzo: ma questi ci sono o ci fanno? Ma cera bisogno di mettere assieme sedici, diciotto quanti erano? mettere assieme tutti sti cervelli per concludere che Cremona ha una sfilza di problemi e le casse son vuote e forse, magari, pu darsi che ai giardini meglio ci si pensa unaltra volta? Tanto pi che, roba di poche settimane addietro, in via di aggiustamento di bilancio, la giunta che ha fatto? E andata gi di cesoia sui servizi sociali. E via 130mila euro. Servizi sociali, mi-

ca distributori automatici di merendine. Per dirne una soltanto. Che unaltra sarebbe, per esempio, la cultura. Sempre ad esempio, eh: visto che lo inauguriamo giusto in questi giorni quel fiore allocchiello che il Museo del Violino, com che da Palazzo nessuno si degna di spiegare come, con quali idee e con quali risorse si pensa di gestirlo negli anni a venire, quel fiore allocchiello?

Ognimodo, fortuna che l in mezzo, l tra quei sedici, diciotto quanti erano? l tra quei cervelli a confronto ha prevalso il buon senso. E il solito paracadute dei privati. Ma attenzione a chiamarla onorevole via di fuga. Perch una via di fuga pu essere onorevole se ti ci cacciano nel cul de sac. Se fai tutto tu, se nel cul de sac ti ci infili tu con le tue mani, pi che onorevole, una fuga con le braghe in mano.

Modalit di smaltimento

Riciclo dei rifiuti, Italia maglia nera dEuropa


Sabato 24 Novembre 2012

Cremona

Il recupero dei materiali pericolosi


La raccolta differenziata costituisce uno sforzo pressoch vano se non effettuata correttamente: la presenza di materiali estranei possono rallentare e complicare le operazioni di recupero e rendere l'intero processo pi costoso. Accanto alla corretta suddivisione dei materiali e dei prodotti, dunque, sottolinea l'ingegnere Giovanni Damiani (Aem), fondamentale che gli imballaggi di plastica o di carta vengano accuratamente puliti. Non devono presentare residui di detersivi o residui alimentari, che potrebbero compromettere il recupero dell'oggetto stesso. Attenzione anche agli oggetti che presentano la commistione di diversi materiali, mentre "Non ci sono problemi per quanto riguarda i libri o i quaderni che presentano graffette oppure la tradizionale colla. Pile, batterie e medicinali non devono essere necessariamente portati alla piattaforma di raccolta, ma sufficiente individuare gli appositi contenitori di raccolta disposti nei luoghi pubblici, avendo cura di non eliminare tali prodotti nel secco in quanto contenenti materiali ed elementi che potrebbero essere pericolosi e nocivi. Altri prodotti di grande utilizzo e diffusione sono i toner e le cartucce per le stampanti: mentre per le aziende viene realizzata la raccolta diretta da parte dell'azienda Aem, i privati possono portare anche questi prodotti direttamente alla piattaforma. Per quanto riguarda gli oli ad utilizzo meccanico - sottolinea Damiani c' la possibilit di portarli direttamente presso la piattaforma, anche se in realt tutti i rivenditori dovrebbero disporre di punti di raccolta, secondo quanto stabilito da una norma del '92: di fatto, raramente questo accade. Uno dei tanti passi avanti che ancora devono essere compiuti in Italia.

Raccolta domestica, Damiani (Aem): Separare correttamente per ridurre i costi


di Martina Pugno

entre in Germania la produzione di rifiuti urbani, tra il 2000 e il 2009, scesa del 9%, l'Italia si trova a fronteggiare una realt ben diversa, con aumento del 6% al quale porre necessariamente un freno. Ad una produzione elevata non si accompagna un'adeguata efficienza dei sistemi di riciclo e recupero: il nostro Paese costituisce, infatti, maglia nera d'Europa e si trova proprio per questo a rischio di perdere gli importanti contributi che verranno erogati da Bruxelles, tra il 2014 e il 2020, solo a quegli stati membri che privilegiano il riutilizzo e il riciclaggio rispetto allincenerimento o alla discarica. Emergono, in particolare, carenze nelle politiche di prevenzione relativa alla produzione dei rifiuti e un insufficiente incentivo delle alternative al conferimento in discarica. Proprio questi sono i temi al centro delle molte iniziative attivate in tutta Italia e in Europa in occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, rivolti non solo ai singoli organi di Stato affinch diano vita a politiche di smaltimento e riciclo pi efficaci, ma anche per sensibilizzare i cittadini nei confronti di un corretto smistamento dei rifiuti domestici. Il miglioramento e la maggiore efficacia delle operazioni di riciclaggio ha inizio proprio nelle singole case, come sottolinea Giovanni Damiani, dirigente Aem: Effettuare una corretta separazione, ripulire imballaggi e contenitori prima di gettarli e differenziarli sono operazioni che permettono di rendere i processi di riciclaggio pi veloci, pi efficienti e meno costosi.

Se per i pi tradizionali materiali, come la carta, l'alluminio, il vetro e la plastica non sussistono particolari difficolt, alcuni dubbi possono sorgere riguardo lo smaltimento di oggetti e materiali di uso meno comune oppure costituiti da materiali misti, come nel caso delle lampadine: quelle tradizionali a filamento (vecchie, classica forma a pera) vanno nel vetro; quelle al neon o quelle a risparmio energetico in piattaforma della raccolta differenziata di San Rocco. Direttamente alla piattaforma possibile portare, inoltre, i Raee, ovvero gli apparecchi elettrici ed elettronici,

Produzione rifiuti, cala in Europa ma cresce in Italia

mentre in caso di elettrodomestici di grandi dimensioni possibile concordare il ritiro a casa da parte di Aem. Alla piattaforma prosegue Damiani possono essere consegnati anche scarti in legno (non per derivanti da ristrutturazioni), pneumatici, batterie auto e oli minerali e vegetali. La raccolta degli oli , anche se spesso sottovalutata, particolarmente importante: Se versati nelle tubature, vanno inevitabilmente a finire nelle fognature, rendendo estremamente difficoltoso il procedimento di depurazione dell'acqua pubblica. E' sufficiente raccogliere gli oli all'interno di bottiglie

o vasetti, da consegnare poi presso la piattaforma. Anche per quanto riguarda carta, plastica, vetro e alluminio, occorre fare importanti distinzioni. All'interno dei contenitori della carta posso essere raccolti oggetti in materiale cartaceo e sacchetti per alimenti e confezioni con prevalenza cartacea, tetra pack. Da evitare, invece, carta oleata e plastificata, carta adesiva, fotografie, carta e cartoni unti, fazzoletti di carta usati, tovaglioli sporchi, piatti di carta sporchi, carta copiativa, vetrata. Per fare chiarezza, per quanto riguarda la plastica, basta ricordare che il riciclo riguarda gli imballaggi. Non vanno nel contenitore giallo i beni durevoli in plastica, i rifiuti ospedalieri, giocattoli, barattoli e sacchetti per colle, vernici, materiali edili, imballaggi con evidenti residui del contenuto (rifiuto pericoloso), imballaggi con evidenti residui del contenuto (non pericoloso o putrescibile). CD, musicassette, videocassette e loro custodie, piatti, bicchieri, posate di plastica, canne per irrigazione, articoli per ledilizia, cestini, portarifiuti, reggette per legatura, grucce appendiabiti, borse e zainetti, posacenere, portamatite, cartellette, portadocumenti, e componentistica ed accessori auto vanno invece portati alla piattaforma di San Rocco. Non rientrano invece nella raccolta di vetro e lattine gli oggetti di ceramica e gli specchi, da consegnare in piattaforma, mentre i vetri di autovetture e vetrocemento devono essere raccolte presso impianti specializzati. Gli orari di apertura della piattaforma sono dal luned al sabato dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 14 alle 17, mentre la domenica dalle 9.30 alle 12.30.

Sventato furto alla Zangross di Malagnino


Un altra incursione notturna alla Zangross di Malagnino, dopo quella andata in scena la notte tra venerd 12 e sabato 13 ottobre, si verificata nella notte tra gioved e venerd. Ma stavolta, diversamente da quella precedente, i malviventi non sono riusciti nel loro intento. Dopo essersi introdotti infatti allinterno della struttura, lallarme scattato immediatamente costringendo i ladri alla fuga abbandonando il proprio obiettivo: si sono dileguati a piedi per i campi, dopo aver scavalcato la recinzione. I carabinieri di Sospiro e Casalmaggiore, tempestivamente intervenuti sul posto, sono tuttora sulle loro tracce. Gi il mese scorso, la Zangross, negozio specializzato nella distribuzione e vendita all'ingrosso di abbigliamento, era finito nel mirino di alcuni ladri: penetrati nel magazzino verosimilmente con un tir (o comunque un mezzo di grosse dimensioni), si erano portati via la bellezza di 200mila euro in capi dabbigliamento, oltre al contante contenuto nella cassaforte. Stavolta invece i malviventi sono stati costretti alla fuga dallallarme e dal rapido intervento dei carabinieri. Per ora il comandante della compagnia casalese, Cristiano Spadano, ha escluso che possa trattarsi della gang che aveva colpito ad ottobre. Le ricerche dei malviventi che hanno operato la notte scorsa proseguono al vaglio dei carabinieri di Sospiro e Casalmaggiore. Michele Scolari

I Carabinieri sono intervenuti tempestivamente. In passato un primo colpo era andato a segno

Il patrimonio documentario riapre alla consultazione


Terminata l'opera di catalogazione e di sistemazione di tutto il patrimonio librario e documentale, grazie alla fattiva collaborazione tra il Comune di Cremona e la Biblioteca Statale di Cremona, da luned 26 novembre riapre al pubblico la Biblioteca dell'ex Centro Studi situata in via San Bernardo 2. La consultazione ed il prestito avverranno nei seguenti giorni ed orari: luned dalle 15 alle ore 17.30, marted dalle ore 15 alle ore 18, mercoled dalle ore 10 alle ore 12,30 e dalle 15,00 alle ore 17,30, il gioved dalle 15 alle ore 17,30. Si tratta di un orario per il momento provvisorio in attesa di comprendere frequenza, esigenze dell'utenza, disponibilit ad affiancarsi da parte di eventuali volontari. La biblioteca specialistica del Centro Studi possiede un patrimonio documentario di 6128 libri, 2961 documenti (comprendenti esperienze sul territorio, progetti, tesi di laurea) e 64 riviste in abbonamento.

Biblioteca Ex Centro Studi

Cremona

Sabato 24 Novembre 2012

La proteSta Il registro delle opposizioni non funziona: Adiconsum chiede un intervento al ministro Passera

Un flusso continuo di telefonate


di Laura Bosio

Sabato 24 novembre

Solidariet con la Colletta alimentare

conti fatti, per contrastare il fastidioso fenomeno delle chiamate commerciali ad ogni ora, il Registro delle opposizioni non molto efficace. Infatti, nonostante che tale servizio pubblicizzi la volont di chi si iscrive di non ricevere pi telefonate a carattere commerciale al proprio numero telefonico, moltissime societ commerciali ignorano tale iscrizione, continuando imperterrite con le loro chiamate. La giornata-tipo inizia gi alle nove della mattina, quando un'addetta di una compagnia telefonica chiama sul telefono di casa per proporti un'esclusiva offerta per la rete Adsl. Non fai in tempo a rispondere gentilmente che non ti interessa, che una sua collega ti richiama pochi istanti dopo, proponendoti la stessa identica offerta - salvo poi scusarsi per il mancato coordinamento con la collega precedente. La mattinata va avanti, con le telefonate di un'addetta di una ulteriore compagnia telefonica che vuole proporti l'abbonamento e ti regala un cellulare, una di un'azienda toscana che vuole venderti dell'olio, una di una societ finanziaria che ti vorrebbe fare un prestito. Arriva l'ora di pranzo, ma il telefono squilla lo stesso. Stavolta il cellulare: di nuovo una compagnia telefonica, che stavolta vuole proporti convenientissime tariffe telefoniche. Dieci minuti dopo, la volta di un assicuratore, che ti propone una vantaggiosissima polizza vita. E cos via di seguito. Ma il peggio arriva la sera: in tale orario si registra il maggior flusso di chiamate commerciali, in quanto gli addetti sanno che a quell'ora pi facile trovarti in casa. Cos ti ritro-

Numerosissime le segnalazioni da parte di consumatori che vengono subissati dalle chiamate commerciali
vi a cenare ripetendo ogni pochi minuti No, grazie, non sono interessato Una situazione che, come dicevamo, non stata affatto ridimensionata dal Registro delle opposizioni, come ha denunciato nei giorni scorsi Adiconsum. Nonostante che il Registro delle opposizioni sia in vigore ormai da due anni ha detto Pietro Giordano, segretario generale Adiconsum numerosissime sono le segnalazioni che pervengono alla nostre sedi, da parte di consumatori che vengono tartassati dalle chiamate commerciali. Questo significa che la disciplina in materia di telemarketing non garantisce in maniera adeguata il consumatore. Ma non tutto. In una lettera indirizzata al Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, e al presidente della Fondazione Ugo Bordoni (ideatrice e gestore del registro), Alessandro Luciano, dell'Adiconsum, ha evidenziato tutte le falle del Registro e le possibili soluzioni. Intanto qualche dato: le iscrizioni al Registro a settembre 2012 erano soltanto 1.109.104, a dimostrazione della scarsa conoscenza di questa possibilit da parte della cittadinanza. Uno dei problemi che liscrizione al Registro consentita solo ai consumatori presenti nellelenco telefonico pubblico, a patto che non abbiamo rilasciato il proprio consenso ad essere contattati direttamente alle aziende fa sapere Adiconsum, che alla Fondazione Bordoni chiede due modifiche da apportare al sistema in tempi rapidi e senza costi aggiuntivi a carico dello Stato per rendere efficace il Registro delle Opposizioni.

Il registro compie due anni ma inutile

In particolare, si tratta di consentire liscrizione al Registro anche attraverso le associazioni consumatori, che grazie alla loro diffusione capillare vengono a contatto con un elevato numero di cittadini, comprese le categorie pi deboli, non avvezzi alliscrizione online, dando anche informazioni sulla normativa spiega Giordano. Chiediamo inoltre che liscrizione al Registro sia consentita anche richiedendola direttamente al proprio gestore telefonico. Con queste proposte intendiamo creare un sistema in cui la Fondazione Bordoni collabori in maniera pi strutturata con le associazioni dei consumatori, a partire dalla costituzione di un comitato composto in maniera paritetica da consumatori e aziende che si occupi di monitorare il sistema, realizzare unadeguata campagna informativa, prevenire/risolvere eventuali criticit consumatori-aziende attraverso lo strumento della conciliazione paritetica. Infine, Adiconsum chiede al ministro Passera di modificare lattuale normativa, consentendo liscrizione anche a coloro che non risultino negli elenchi pubblici del telefono, perch inseriti nelle linee riservate oppure nelle liste consensate presso le aziende. In tal modo si pone fine anche alla ingiustificata discriminazione tra consumatori.

IL regIstro deLLe opposIzIonI Si tratta di un servizio concepito a tutela del cittadino, il cui numero presente negli elenchi telefonici pubblici, che decida di non voler pi ricevere telefonate per scopi commerciali o di ricerche di mercato. Labbonato pu accedere al servizio tramite cinque modalit: modulo elettronico sul sito web, posta elettronica, telefonata, lettera raccomandata, e fax.

Torna anche quest'anno l'ormai tradizionale appuntamento con la Colletta alimentare, che si svolger in moltissimi supermercati cittadini. Un'iniziativa che riguarda tutta Italia e che coinvolge oltre 130.000 volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus. L'invito rivolto a tutta la cittadinanza quello di donare alimenti a lunga conservazione, che verranno distribuiti a numerose strutture caritative cittadine: la San Vincenzo, le Cucine Benefiche, la Caritas e altre strutture e comunit. Gli alimenti vengono poi redistribuiti ai poveri della citt. Per contribuire alla raccolta sufficiente recarsi a fare la spesa, e acquistare alcuni prodotti a lunga conservazione: pasta, riso, olio, omogeneizzati, alimenti per linfanzia, pesce e carne in scatola, legumi in scatola, pelati e sughi. Nel 2011 la raccolta ha coinvolto 120.000 volontari, e gli italiani che hanno acquistato cibo per chi non pu farlo sono stati 5 milioni. Oltre 9.000 sono stati i punti vendita della grande distribuzione che hanno partecipato e 9.600 le tonnellate di cibo donato. Esse sono state redistribuite a 8.673 strutture caritative che hanno accolto e aiutato 1.700.000 persone in condizioni di bisogno.

piano triennale Zanibelli: Pur nelle ristrettezze di bilancio abbiamo cercato di intervenire in maniera mirata

Opere pubbliche, via libera a Passaggi a livello e via Dante

La Giunta comunale ha finalmente approvato lo schema del Programma Triennale delle opere pubbliche 20132015 e lelenco dei lavori per lanno 2013. Tra gli interventi pi significativi in programma il prossimo anno (che ammontano complessivamente a 30.525.246 euro) vi sono: la manutenzione del Rifugio del cane (520.000); la realizzazione di impianti fotovoltaici sui tetti comunali (900.000); il recupero degli alloggi di via Platina 52 e largo Pagliari (5.120.140); il recupero degli alloggi di via Alfeno Varo (1.120.106); il recupero degli alloggi delle ex scuole di via Porcellasco (170.000); il ripristino idraulico della Roggia Quistra (600.000); il ripristino della sezione idraulica del Cavo Morbasco (3000.000); la realizzazione del campo da rugby (100.000); la pavimentazione di piazza Roma (200.000); gli interventi per la risistemazione di via Dante (900.000); la sistemazione dei passaggi a livello (13.035.000); la realizzazione della pista ciclabile del Boschetto e di Picenengo (700.000); gli interventi

nel Polo tecnologico (1.015.000,00); gli interventi di sistemazione del Cimitero civico (1.000.000); gli interventi presso il cimitero di Gerre Borghi (255.000) e la realizzazione del nuovo Polo della cremazione (1.700.000). Sono inoltre previsti 910.000,00 euro

per interventi di manutenzione degli edifici pubblici e di edilizia residenziale pubblica, 330.000,00 euro per interventi sugli edifici scolastici, 200.000,00 euro per interventi di manutenzione straordinaria sul verde pubblico, 200.000,00 euro per interventi straordinari sugli im-

pianti sportivi, 500.000,00 euro di manutenzione straordinaria strade, 450.000,00 euro per larredo urbano, 260.000,00 euro per labbattimento delle barriere architettoniche, 300.000,00 euro per la manutenzione straordinaria dei cimiteri. Pur nelle ristrettezze di bilancio dichiara lassessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli nel programma triennale, e in particolare per il 2013, si cercato di intervenire in modo mirato. Molte risorse sono state dedicate al recupero degli alloggi pubblici, ma non sono stati trascurati gli interventi con finalit ambientali quali linstallazione di impianti fotovoltaici, il ripristino idraulico di alcuni canali a difesa della parte nord della citt, le nuove piste ciclabili e leliminazione dei passaggi a livello. Nellanno di Cremona citt europea dello sport risorse sono state destinate anche alla manutenzione straordinaria degli impianti sportivi. Un grosso impegno economico stato destinato ai cimiteri. Tra gli interventi in programma lavvio nel 2013 della sistemazione di via Dante che si concluder nel 2014 per un importo

Francesco Zanibelli

complessivo di 3.100.000,00 euro. Ritengo che lo schema di Programma triennale ed in particolare il calendario dei lavori 2013 sia quanto di meglio e concreto si potesse fare con le risorse a disposizione. Tra gli interventi pi significativi per il 2014 lo schema di Programma prevede lintervento a Palazzo Raimondi (1.300.000 euro), il raddoppio ferroviario di Cavatigozzi (1.000.000), la realizzazione del nuovo magazzino servizi tecnici (1.500.000) e la rotatoria al Migliaro (400.000). Lo schema del Programma Triennale 2013-2015 e lelenco dei lavori per lanno 2013 , che sono un documento di natura previsionale, saranno pubblicati allAlbo Pretorio per sessanta giorni consecutivi.

Mondinsieme, domenica 25 novembre inaugurazione della nuova sede in largo Carelli


Domenica 25 novembre, alle 16, si terr linaugurazione della nuova sede centro Culturale Interculturale Mondinsieme, in largo Madre Agata Carelli. Lassessore Maria Vittoria Ceraso porter il suo saluto a nome dellAmministrazione comunale, alle 16.30 rappresentanti dellassociazione Il Gioco degli Specchi di Trento illustreranno la loro storia, la loro attivit ed i loro progetti. Infine, alle 17.30, lo scrittore e regista peruviano Milton Fernandez presenter il suo libro Per arrivare a sera. Linaugurazione della nuova sede di Mondinsieme sar preceduta, sabato 24 novembre, alle 9.30, nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, dalla consegna, da parte del sindaco Oreste Perri e dellassessore Maria Vittoria Ceraso, dei diplomi agli studenti italiani e stranieri, che hanno partecipato alle edizioni 2012 di AbiTanti della Terra: una miriade di culture progetto finanziato da Regione Lombardia su doti Learning Week per larea dellintegrazione culturale.

10

Sabato 24 Novembre 2012

cremona

Con l'arrivo dell'autunno, torna la voglia dei viaggi invernali. A questo proposito il Cta di Cremona propone una serie di interessanti proposte. Dal 1 al 02 dicembre. Weekend natalizio a Candelara per la caratteristica Festa delle Candele, tra la magia delle luci di cera e atmosfere suadenti. Si visiteranno anche i Mercatini di Natale di San Marino definiti "Natale delle Meraviglie". 2 dicembre. Gita ai Mercatini di Natale di Verona tra atmosfere natalizie e graziose idee regalo. Si potranno anche vedere gli splendidi Presepi collocati nellArena. Dal 07 al 09 dicembre. Viaggio per lImmacolata a Roma con la Mostra Vermeer, il secolo doro dellarte olandese presso le scuderie del Quirinale. Si visiteranno inoltre le Domus Romane di Palazzo Valentini, la basilica di San Clemente, la basilica di San Giovanni in Laterano, la basilica di Santa Maria Maggiore, lIsola Tiberina. 8 dicembre. Giornata presso la Fiera dellArtigianato di Milano; una grande vetrina per le imprese artigiane e unoccasione irrinunciabile per quanti condividono ed apprezzano la bellezza e loriginalit del prodotto artigianale italiano, europeo ed extraeuropeo. 9 dicembre. Gita ai Mercatini di Natale di Aosta tra profumi, suadenti atmosfere e graziose idee regalo. Dall'8 al 9 dicembre. Weekend dedicato ai Mercatini di Natale di Lindau, Bregenz e Vaduz. 9 dicembre. Gita ai Mercatini di Natale di Aosta tra profumi, suadenti atmosfere e graziose idee regalo. Dal 15 al 16 dicembre. Weekend dedicato alla visita dei Mercatini di Natale di S. Caterina Val Gardena e di Castelrotto. 16 dicembre. Una gita ai Mercatini di Natale di Lucerna ricca e caratteristica cittadina della Svizzera. 22 dicembre. Giornata a Torino per visitare la citt e partecipare al suggestivo evento Torino, Luci dArtista Le iscrizioni e tutte le informazioni relative agli eventi saranno fornite presso la sede di via SantAntonio del Fuoco, 9/A o contattando i numeri di telefono 0372.800423, 800429. Sito: www.ctacremona.it

Domenica 25 novembre si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne


di Giulia Sapelli

omenica 25 novembre ricorre la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne istituita dalle Nazioni Unite nel 1999 per sensibilizzare lopinione pubblica in merito alla drammatica realt della violenza nei confronti delle donne in tutto il mondo. Il 25 novembre infatti lanniversario delluccisione delle tre sorelle Mirabal, giovani martiri della Repubblica Dominicana ed eroine della lotta di liberazione dalla dittatura, torturate e trucidate dagli agenti del servizio segreto militare mentre andavano a visitare i mariti incarcerati. Le sorelle Mirabal sono state elette a simbolo internazionale della battaglia civile contro la violenza alle donne. Parliamo di questa tema con lo psichiatra cremonese Roberto Poli. Anche in Italia la violenza sulle donne presenta dati molto allarmanti. Come si spiega il fenomeno? La violenza sulle donne un fenomeno purtroppo ancora diffuso e spesso sommerso, anche nei Paesi pi avanzati. Probabilmente siamo di fronte a dati che evidenziano solo la punta delliceberg. Anche perch vi sono vari tipi di violenza, dallabuso psicologico a quello sessuale, dallo stalking alle torture fisiche sino ad arrivare allomicidio. La violenza viene esercitata solitamente dal partner, in un contesto domestico. E questo che rende difficile la denuncia? Il partner violento agisce in modo tale

Allarme femminicidio
Roberto Poli, psichiatra cremonese: Un fenomeno ancora troppo diffuso
da creare un clima di tensione e di isolamento che si realizza attraverso minacce, divieti, colpevolizzazione e denigrazione della vittima. Spesso vi una implicita o esplicita minaccia economica che rende difficile uscire dalla condizione che si determinata. Il partner violento un malato mentale? No, non vi una equivalenza violenza sulle donnemalato mentale. Nella stragrande maggioranza dei casi non siamo in presenza di un disturbo psichiatrico vero e proprio. Si tratta comunque di persone che hanno comportamenti inadeguati e disfunzionali, espressione di un disagio nellaffrontare in termini equilibrati le difficolt della vita relazionale. Spesso vi una correlazione con abuso di alcol e/o sostanze stupefacenti. Nella maggior parte dei casi queste persone violente allesterno mostrano atteggiamenti e comportamenti normali, consumando tutta la violenza nellambito familiare. Dove vivono un senso di potere e onnipotenza sulle vittime. La violenza sulle donne a volte, in particolare in alcune culture anche esercitata dal padre nei confronti della

E latto estremo di un violento che perde il controllo

Lo psichiatra Roberto Poli

figlia femmina... Il meccanismo psicologico lo stesso. Un padre violento vuole una figlia completamente sottomessa, senza diritti ad esercitare sue scelte religiose, politiche, sessuali. Una figlia che risponda ad un modello di donna ideale secondo principi e modelli di una determinata tradizione socio-culturale. I figli per definizione sono soggetti fragili, per et, per sudditanza psicologica, per dipendenza economica, vit-

time ideali di maschi violenti. In Italia si contano molti femminicidi: uno ogni due giorni e mezzo. Come si arriva allomicidio? Nella maggior parte dei casi il femminicidio arriva dopo una serie di abusi, maltrattamenti e torture, o dopo ripetuti comportamenti di stalking. E latto estremo di un violento che perde il controllo, che trova nellomicidio il completo, definitivo, folle dominio sulla donna.

Lassociazione di Soncino ha ricostruito interamente lultima missione dellequipaggio, precipitato nel 45


II resti di un aereo da guerra risalente alla Seconda Guerra Mondiale sono stati riportati alla luce in Veneto, e si cos ricostruita la tragica vicenda che, il 25 aprile 1945, lo vide precipitare nella zona del Comune di Anguillara (PD). Si tratta di un bombardiere leggero britannico modello Baltimore. LAir Crash Po (AcPo, www. acpo.it) di Soncino, gruppo di ricercatori impegnato da tempo nella ricerca di aerei da guerra caduti nella valle del Po durante il secondo conflitto mondiale, ha ricostruito la missione nella quale persero la vita il pilota, maggiore W.M.P. Mathias, il navigatore, capitano D.L. Gould, e i due mitraglieri-operatori radio, il luogotenente D. Bullard e A. L. Tennant, precipitati a bordo del veivolo colpito dal fuoco di contraerea. Il bombardiere, appartenente al 15esimo Squadron del South African Air Force, armato con 6 bombe da 250 libbre e 30 ordigni incendiari da 4 libbre, decoll dal Cesenatico landing ground alle 00:30 del 25 aprile raccontano dallAcPo. Obiettivo della missione: il ponte sul Po di Corbola. In quel periodo, infatti, tutti gli attraversamenti sul Po erano diventati obiettivi di primaria

importanza per laviazione angloamericana, dopo che loffensiva alleata aveva sfondato la Linea Gotica. In base alle testimonianze raccolte nel War Diary (diario di guerra) del 15esimo Squadron prosegue lassociazione - lavvicinamento a Corbola fu effettuato a bassa quota, in un cielo terso ed illuminato dalla luna piena. Quattro aerei riuscirono a colpire gli obiettivi (la seconda campata meridionale del ponte venne centrata, frantumandosi) ma il Baltimore del maggiore Mathias fu inquadrato dal fuoco antiaerei leggero e, colpito, venne visto precipitare in fiamme verso le 2:30. Il maggiore, probabilmente ferito, non riusc parimenti ad abbandonare laereo oppure urt la deriva mentre tentava di saltare; il luogotenente Bullard non riusc ad abbandonare laereo e probabilmente rimase ucciso nella sua postazione in torretta. Il luogotenente Tennan ferito ad una gamba riusc ad atterrare, venendo pi tardi ricoverato in un ospedale. Anche Gould riusc a

LAcPo partecipa al ritrovamento di un bombardiere inglese


Un momento dello scavo

lanciarsi atterrando indenne ma rimase purtroppo ucciso in una casa diroccata dal fuoco dellartiglieria britannica il giorno successivo. Su richiesta di Alessandro Voltolina, ricercatore aeronautico di Chioggia, lAcPo ha condotto una dettagliata attivit di ricerca, in collaborazione con noti studiosi anglosassoni come David Gunby,

Phel Temple, Chris Shores e a due massime autorit della storia della South African Air Force, Ken Smy e Stefan Bouwer. A partire da testimonianze raccolte dalla Romagna Air Finders (in cui alcuni contadini del luogo - ora ultraottantenni - riferivano di un aereo inglese che era stato abbattuto dallantiaerei tedesca la notte del 25 aprile 45 schian-

tandosi in fiamme in un podere vicino oltre che di resti umani sparsi nellerba e di cadaveri sotto laereo), gli appassionati dellAcPo sono riusciti ad individuare lubicazione del velivolo. Gli scavi sono stati condotti in un campo vicino al paese il 6 ottobre da una squadra coordinata da Leo Vernieri (della Romagna Air Finders), composta da Luca Merli e Diego Vezzoli (soncinesi dellAcPo) e dai rappresentanti del gruppo Gotica Toscana: a poca profondit, sono spuntati frammenti di alluminio, bossoli di proiettili calibro 12,7mm, pezzi di metallo avio, tubolature e rivetti, assieme ad alcuni resti umani: si pensa appartengano al Lt Bullard e sono stati consegnati allIstituto di Medicina Legale dellUniversit di Ferrara che, tramite test del Dna, proceder alla identificazione. Il ritrovamento di una bomba inesplosa da 250 libbre (in dotazione al bombardiere) ha purtroppo interrotto le operazioni di recupero, che riprenderanno dopo la bonifica dellarea. Nello strato di terriccio sotto i resti del bombardiere, la salma del maggiore Mathias, tragicamente deceduto in quella notte di 67 anni fa, attende ancora di essere riportata alla luce. Michele Scolari

IN BREVE PRImaRIe, ecco I seGGI Dove votaRe a cRemona


Bagnara Centro anziani di Bagnara via Bagnara 6 (62). San Felice Centro anziani di San Felice - via San Felice 20 (6474). Aporti - Realdo Colombo Centro anziani - via XI Febbraio 56 (12-51-52-53-54). Stradivari Centro anziani Duemiglia via Brescia 94 (11-36-3739-43-72). Boschetto e Migliaro Centro civico Boschetto via Bianchi 2 (65-66-67). A.Frank - Cascinetto B.M. Visconti Centro civico Cascinetto Maristella Ex asilo Maristella - via Corrazzini 6 (45-73). Bissolati Istituito Einaudi - via Bissolati 96 (4-5-24-25-29). Capra Plasio Saletta palazzo cittanova corso Garibaldi (1-2-3-13). Mazzolari - A.Ponzone Saletta a fianco ass.Unipol - via Mantova 35 (10-15-4647-38-40-41-42-48-57). Monteverdi Scuola elementare "Monteverdi" - via Ticino (16-1718-19-21-14-20-22-23). Itis Sede Pd - via Nuvolone 2 (32-33-34).

I mUseI Del nUovo mIllennIo

Il comUne assUme tecnIcI In mobIlIt


Il Comune di Cremona intende acquisire e valutare domande di mobilit di personale in servizio a tempo indeterminato presso altre pubbliche amministrazioni, appartenente alla categoria C o D (D1 giuridico), in possesso di competenze tecnico-informatiche, interessato al trasferimento presso il Comune di Cremona - Servizio Sviluppo Informatico e Tecnologic o- Ufficio SIT mediante passaggio diretto ai sensi del lart. 30 del D.Lgs 165/01, integrato e modificato. Gli interessati dovranno presentare la candidatura entro venerd 7 dicembre 2012. Per ulteriori informazioni e chiarimenti ci si pu rivolgere all'Ufficio concorsi e assunzioni, piazza del Comune, 8, Cremona, tel. 0372.407281.

via M.Maffi 2/a (49-50-5556-58-59-60-61-63) Trento Trieste - Vacchelli Circolo "Polide" laboratorio di idee - via Palestro 42 (6-7-8-9-26-27-28). S.Ambrogio Circolo Signorini - via Castelleone 7 (30-31-35). Cavatigozzi Ex ambulatorio medico di Cavatigozzi - piazza Sorgente (70-71).

Venerd, 30 novembre (ore 9.30), presso il Museo civico Ala Ponzone - Sala San Domenico appuntamento con il convegno I Musei si incontrano: ruoli, prospettive, opportunit nello scenario futuro. Un incontro dedicato ai Musei del Nuovo Millennio, con l'obiettivo di fare incontrare i rappresentanti di realt importanti e diverse tra loro, ciascuna significativa di un particolare ambito culturale. Saranno presenti esponenti di musei italiani e stranieri, nonch rappresentanti di istituzioni rilevanti nell'ambito dei beni culturali.

CREMA
Indiano lancia pietre contro la canonica dove si erano rifugiate moglie e figlie
I carabinieri hanno arrestato G. S., 37 anni, mungitore indiano, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, porto abusivo di armi e danneggiamento aggravato. Infatti, di notte, a Gallignano, stato sorpreso dal parroco, mentre lanciava pietre contro la porta della canonica per intimorire il sacerdote e per costringere la consorte di 33 anni e le due figlie di sei e cinque anni, rifugiate da giorni presso la casa parrocchiale per sottrarsi ai continui maltrattamenti subiti, a seguirlo.

Sabato 24 Novembre 2012

11

Investito dal treno e vegliato dal proprio cane


E morto mentre attraversava i binari nei pressi di Capralba. La vittima Alessandro Invernizzi, 61 anni, residente a Misano Gera dAdda, pensionato. Ha attraversato la ferrovia in un punto non adibito al passaggio. L'uomo era con il suo dalmata che rimasto a vegliare il corpo senza vita del suo padrone.

Giannino ha stregato Crema


G
Gran folla al convegno organizzato da Libera Artigiani sulla stretta del credito
di Gionata Agisti rande successo ha avuto il convegno sulla stretta del credito alle imprese organizzato, luned 19 novembre, nella sala Pietro da Cemmo, stracolma di pubblico, dalla Libera artigiani di Crema. Il proposito era quello di aprire un canale di confronto costruttivo tra imprenditori e banche, e lobiettivo stato raggiunto. Moderatore deccezione era Oscar Giannino, economista, giornalista e promotore di Fermare il declino. Ci troviamo nel mezzo di una crisi che ci sta logorando ha esordito Marco Bressanelli, presidente di Libera Artigiani, ma che non ha spento la nostra volont di andare avanti. Dobbiamo recuperare lo stesso spirito indomabile che, 60 anni fa, contraddistingueva i fondatori della nostra associazione. Nel momento in cui gettassimo la spugna, sparirebbe con noi anche il tessuto sociale del Paese. Siamo consapevoli di non presentarci sempre nel modo migliore nei confronti degli istituti di credito, ma una
Da sinistra: Oscar Giannino, Carlo Milani, Paola Rossi, Pietro Galbiati e Fabrizio Guido Guelpa

collaborazione tra le parti va ritrovata. In questi anni, abbiamo dimostrato buona volont e grazie al nostro confidi, Artfidi Lombardia, abbiamo risposto nel modo migliore alle aspettative delle banche, che apprezzano le sue istruttorie e la sua capacit di essere un valido supporto per i nostri associati. Il presidente dellOrdine dei commercialisti, Mario Tagliaferri: Il nostro ordine professionale a fianco delle imprese. E gli imprenditori devono invece dimostrare cultura aziendale: non basta pi imparare un mestiere, ma occorre anche saper fare impresa che una cosa diversa. Sul palco, so-

no intervenute anche le istituzioni locali. Lassessore comunale al Bilancio, Morena Saltini, ha ricordato che il Comune ha avviato da tempo un tavolo di confronto con le associazioni di categoria e che sta lavorando a soluzioni utili per attrarre nuovo lavoro nel territorio. Il presidente della Provincia, Massimiliano Salini: Da mio padre artigiano ho imparato cosa significa cultura dimpresa e sono convinto che la cultura dimpresa non sia da demonizzare, anzi. Lex assessore regionale Gianni Rossoni ha ricordato le azioni con cui il governo regionale ha voluto creare le condizioni per la ripresa, consapevole dellapporto fonda-

mentale delle piccole imprese. Il convegno entrato nel vivo con la relazione di Carlo Milani, economista del Centro Europa Ricerche ed editorialista de Lavoce.info. Il suo intervento servito da spunto per la tavola rotonda moderata da Giannino, a cui hanno preso parte anche Paola Rossi, dirigente della sede di Milano di Banca dItalia, Pietro Galbiati, direttore generale della Federazione lombarda delle Banche di Credito Cooperativo, e Fabrizio Guido Guelpa, responsabile dellUfficio Industry e Banking del servizio Studi e Ricerche di Intesa SanPaolo Spa. Milani ha spiegato: Ad essere

maggiormente colpite da questa crisi, meno profonda, ma pi duratura, di quella del 2009, sono le piccole imprese, anche se lapporto dei Confidi stato importante per attenuare la loro sofferenza. Per uscire dalla crisi, le piccole aziende devono crescere in dimensioni per emanciparsi dalle banche e diventare pi competitive sui mercati. Anche le banche sono chiamate a fare di pi: invece di diminuire il peso della speculazione finanziaria, lhanno aumentata, giocando con i derivati e si sa che, quando lattivit di una banca si sposta in questa direzione, a diminuire sono gli investimenti alleconomia reale. Ci troviamo a fronteggiare una restrizione nellofferta da parte delle banche ammette Paola Rossi, ma non del tutto vero che le banche non prestino pi soldi; il fatto che anche le imprese hanno diminuito la domanda: le loro richieste riguardano pi prestiti a breve, mentre forte la riduzione della domanda per in-

vestimenti. Anche le banche territoriali sentono i primi scricchiolii. Lo conferma Galbiati: Come emerge dai bilanci 2011, cominciamo a pagare un prezzo alto per avere supportato pi di altri le aziende in difficolt. Ne deriva, da parte nostra, lobbligo di una maggiore attenzione e selezione. Secondo Guelpa, la vera questione la necessit di liquidit da parte degli istituti di credito. Inoltre, se si vogliono davvero abbattere i costi, non basta ridurre gli stipendi dei manager, ma occorre ridurre gli sportelli, decisamente troppi. A tirare le conclusioni ci ha pensato Giannino: Bisogna che imprese e banche tornino a parlarsi, agendo in sinergia. Non si pu pretendere che gli istituti di credito non facciano selezione, ma quello che possono e devono fare le associazioni di categoria impegnarsi a studiare nuove soluzioni, per proporsi alle banche in maniera pi innovativa .

San Bernardino: richieste dei residenti


E la viabilit il problema principale per gli abitanti di San Bernardino. Nel salone delloratorio, la giunta ha incontrato i residenti del quartiere che patiscono un intenso traffico veicolare. E chiedono il senso unico in via Brescia e in via XI Febbraio. In particolare via Martini vittima della sosta selvaggia; doppia fila di auto che impediscono la circolazione ai pedoni che si trovano a dover camminare in mezzo alla strada. Tra le richieste: pi parcheggi e illuminazione, prolungamento della ciclabile fino ad Offanengo e potenziamento del Miobus. La ciclabile fino ad Offanengo afferma lassessore ai Lavori Pubblici, Fabio Bergamaschi , stata inserita nel piano delle opere, ma quest'opera finanziata dallalienazione di un bene. La sua realizzazione dipende dal buon esito della vendita.

LUIGI ABLONDI, DIRETTORE

Ospedale: Lavorare di pi, meglio e con meno persone

Santa Maria: aprire la farmacia si pu


Si aperto il bando straordinario con cui regione Lombardia assegna 343 nuove sedi farmaceutiche, tra cui la possibile realizzazione di una farmacia, per i privati che fossero interessati (sono escluse, quindi, le farmacie comunali), nel quartiere di Santa Maria. E' la risposta alle attese degli abitanti del quartiere. Un opportunit afferma il sindaco Stefania Bonaldi, per la citt di Crema che da tempo aveva espresso questa esigenza. Purtroppo lassegnazione delle farmacie non spetta al Comune, ma alla Regione che procede a seconda del numero di abitanti. Mi auguro conclude il sindaco, che i privati approfittino di questoccasione straordinaria. Da pi parti ci era pervenuta la richiesta di aggiungere in citt presidi sanitari e farmaceutici. La domanda poteva essere inoltrata per una sola farmacia e gi lamministrazione Bruttomesso aveva individuato la zona di Santa Maria, scelta che anche noi confermiamo, in quanto noto che il quartiere fortemente penalizzato dalla presenza della barriera ferroviaria, al punto che molti abitanti preferiscono recarsi alla farmacia di Pianengo.

Il taglio di posti letto, per essere chiari, significa la chiusura di un intero reparto, con la conseguenza che il paziente dovr rivolgersi a un altro ospedale e, se questo al completo, aspettare il proprio turno. inutile: non ci sono pi soldi prosegue Ablondi, e l'unico modo per risolvere la situazione dato dalla capacit di gestire un ospedale in maniera efficiente. Per fare un esempio: L'azienda ospedaliera di Crema in attesa del pi efficiente chi ricovera un paziente per 10 giorcambio della guardia a livello regionale. Nel fratni, rispetto a chi lo ospita per 20. Per poter sotempo, una certezza c' e si chiama spending pravvivere bisogna aumentare il livello di efficienreview. Il taglio alla spesa imposto a livello nazioLuigi Ablondi za, il che significa lavorare di pi e meglio con nale, infatti, ha gi sortito i suoi effetti: il nuovo meno persone. Piano di organizzazione dell'azienda ospedaliera ha ridotto C poi unaltra questione: la riduzione del 5% del valore dei da struttura completa a struttura semplice il reparto di oculicontratti di beni e servizi, che nel 2013 sar del 10%. Questo stica, l'immuno-trasfusionale, il controllo di gestione, cos vuol dire che il problema dell'acqua gratis o a pagamento per i come il servizio infermieristico aziendale e tecnico. Si tratta pazienti si potrebbe ripresentare. Lipotesi che ci si possa solo di uno dei tasselli previsti dalla spending review; un altro, trovare nella condizione di decidere tra l'acqua gratis e un kit ad esempio, quello dei posti letto. per la sala operatoria. Quale dei due meglio salvare? Voler Riguardo a quest'ultimo sembrerebbe che Crema possa preservare entrambi potrebbe avere come conseguenza la dormire sonni tranquilli, in quanto l'ospedale rispetterebbe chiusura di una sala, con il risultato che la gente dovr mettersi tutti i parametri necessari per conservarne l'attuale numero in coda. A proposito di coda, la settimana scorsa il Cup ha ma, come precisa il direttore generale dell'azienda, Luigi raggiunto un'affluenza di 1.500 persone in un giorno solo e il Ablondi, ci troviamo nel campo delle ipotesi: In base alla numero potrebbe anche aumentare. Occorre adattarsi spiemia valutazione, il nostro ospedale non dovrebbe subire tagli, ga sempre Ablondi. Tutti lo devono fare, ospedali e pazienti ma si sa che i criteri non sono regole rigide e lasciano molti che devono capire che inutile lamentarsi per le code. Non margini di interpretazione. Comunque, avremo la risposta a pi possibile fare diversamente. Gionata Agisti fine mese, al massimo prima di gennaio. In attesa di sapere se ci sar il taglio di posti letto, la spending review ha gi ottenuto il suo effetto: la riduzione di prestazioni nelle strutture private porta a un aumento delle code al Cup, mentre allinizio del 2013 si potrebbe tornare a parlare di acqua a pagamento

12

Sabato 24 Novembre 2012

Crema
i seggi nel cremasco
CoMune agnadello Bagnolo CreMaSCo (Chieve) CaMISano (Castelgabbiano) CaPergnanICa (Casaletto Ceredano) CaPralBa Vota a Piazza duomo portici Sala alessandrini atrio Piazza Benvenuti tutto il giorno Piazza della Chiesa dei Sabbioni solo al mattino Sala Comunale Via Battaglio Sala Comunale Via Brescia Circolino di Via Montello CaSaletto VaPrIo CaStelleone (Fiesco) Credera ruBBIano CreMoSano doVera IZano MadIgnano MontodIne (ripalta arpina, ripalta guerina) MoSCaZZano oFFanengo (ricengo) PandIno (Palazzo pignano) PIanengo (Campagnola Cremasca) rIPalta CreMaSCa rIVolta d adda roManengo (Casaletto Sopra, Salvirola) Sergnano (Casale Cremasco) SonCIno (ticengo, Cumignano) SPIno d'adda treSCore CreMaSCo (quintano, Pieranica) VaIano CreMaSCo (Monte Cr.) VaIlate (torlino) SeggIo n Sala Consiliare Centro Culturale di Bagnolo Cr. Municipio - Sala Consiliare Piazza del Comune Comune ex Chiesa - Sala Vecchia Biblioteca di Castelleone Sala a. Moro Municipio Sala Polifunzionale di Cremosano Municipio Cascina Comunale S.rocco Biblioteca Comunale Municipio di Montodine Scuole elementari Sala Civica Sede Pd di Pandino Centro diurno Piazza dante Centro Sociale - Sala giovanni Xiii Casa del Volontariato di romanengo - Salone Civico Sede Pd di Sergnano gazebo Municipio - Sala Consiliare Biblioteca Comunale C/o Scuole Medie di trescore Cr. Sala 2 giugn0 - C/o Municipio Vota a Via Vailate Piazza roma Piazza Maggiore Piazza Iv novembre Piazza europa; 3 Piazza della Chiesa Via roma Via roma Piazza garibaldi Piazza Xxv aprile Via S. rocco Piazza Portici Piazza Xxv aprile Via Caprotti Piazza Patrini Via Milano Via roma Piazza dante Via Stefano renzi Via Fratelli de Brazzi Via giana Piazza garibaldi Piazza Xxv aprile Via Vittorio Veneto

come si vota
# 1. Possono partecipare alle Primarie tutte le elettrici e gli elettori in possesso dei requisiti previsti dalla legge e coloro che compiono 18 anni entro il 25 novembre, i cittadini europei residenti in Italia e i cittadini di altri paesi in possesso di regolare permesso di soggiorno e carta d'identit # 2. Dal 4 al 25 novembre possibile sottoscrivere l'Appello "ltalia.BeneComune" e iscriversi all'Albo degli elettori. Ci si pu registrare online al sito primarieitaliabenecomune.it # 3. All'atto dell'iscrizione, dopo aver versato un contributo di 2 euro, si riceve il certificato di elettore del centro sinistra presso l'ufficio elettorale. # 4.Il giorno delle primarie per votare si deve presentare un documento di identit, la tessera elettorale ed il certificato elettorale della coalizione di centrosinistra. Si vota il 25 novembre dalle ore 8.00 alle ore 20.00 # 5. Si pu votare solo nel seggio collegato al numero della propria sezione elettorale, quella dove si vota abitualmente. Si pu votare un solo candidato. #6. Trova Il tuo seggio elettorale sul sito: primarieitaliabenecomune.it
Il quartIere dI Crema Centro Pergoletto San Bartolomeo ombriano Sabbioni Santa Maria Santo Stefano San Bernardino Castelnuovo Crema nuova San Carlo

dove si vota a crema


SeggIo n 1-2-3-4-5 9 - 10 - 11 12 - 13 - 14 - 15 16 - 17 - 18 - 19 20 - 21 - 22 - 23 28 - 29 - 30 31 - 32 33 - 34 - 35 36 - 37 - 38

6 - 7 - 8 - 24 Piazza Fulcheria e Piazza Manziana solo al mattino 25 - 26 - 27 Sede Pd Via Bacchetta pomeriggio e sera

Domenica, primarie PD
Pierluigi Bersani

Per evitare code ai seggi possibile pre-iscriversi allAlbo degli elettori del centrosinistra fino al 24 novembre presso la sede Pd di Crema in via Bacchetta 2, dal luned al venerd (ore 9-12 e15-18) sabato (ore 9-12).

Biblioteca di Vaiano Cr. Piazza gloriosi Caduti Via giana

Cinque i candidati in lizza nel Partito Democratico: ecco chi sono, chi li presenta nel Cremasco e perch li sostengono
matteo renzi

Un leader che sa unire e vuole coinvolgere


didatura di Bersani la pi idonea a ricoprire, oggi, il ruolo di candidato premier proprio per la sua qualit, intelligenza e capacit. Apprezziamo il suo modo di intendere la figura del leader non come uomo solo al comando, ma come uomo che sappia unire e fare sintesi delle varie idee. Quella di Bersani ci sembra davvero lunica figura in grado di rappresentare le diverse anime che vivono, pensano, si confrontano allinterno della nostra coalizione. Lo ha ampiamente dimostrato in questi difficili mesi del governo Monti. La visione politica di Bersani improntata al coinvolgimento, alla partecipazione, al confronto al fine di includere e non escludere le persone. Gianluca Giossi e Giovanna Barra Comitato Bersani

Si pu cambiare lItalia, da subito


riteniamo coraggioso, animato dalla necessit di un ricambio che non solo generazionale ma che spazza la continuit del passato. Renzi proviene da unesperienza concreta di amministrazione e sa cogliere bene i problemi e gli umori della gente. E giovane, sa esprimere le sue idee con chiarezza e passione, suscitando grande entusiasmo tra la gente. A noi piace Renzi perch dinamico, il suo programma ampio e articolato, corrispondente in molti punti agli obiettivi e ai temi che il PD si dato. Crede nel futuro, nella forza delle donne e dei giovani, dimostrando di non aver mai paura di mettersi in gioco per cambiare la politica e il modo di fare politica. Comitato Renzi

Pierluigi Bersani nato a Bettola (PC) il 29 settembre 1951. Ha fatto parte dei governi ulivisti di Prodi e DAlema come ministro dellIndustria, Commercio e Artigianato. Dal 2006 al 2008 ha ricoperto il ruolo di ministro dello Sviluppo Economico nel secondo governo Prodi. Dal 2009 segretario nazionale del Partito Democratico. In questi tempi in cui la politica, a torto o a ragione, sotto attacco noi rifiutiamo lo slogan Sono tutti uguali!. Perch non vero, ci sono politici che coerentemente portano avanti un disegno di societ dove i valori non sono quelli del liberismo e della finanza, ma del lavoro, dello studio e della solidariet. Bersani rispondendo a una domanda circa il dovere di premiare il merito disse che questo giusto, ma solo dopo aver garantito uguali basi di partenza e aiutando comunque chi rimane indietro. E la societ che ritiene il welfare un valore e non un costo inutile da tagliare. Riteniamo quindi la can-

Matteo Renzi nato a Firenze l11 gennaio 1975. Nel 2003 ha assunto lincarico di segretario provinciale della Margherita fiorentina. Dal 2004 al 2009 eletto presidente della provincia di Firenze. Dal 2009 ricopre lincarico di sindaco del capoluogo toscano. Attualmente membro della direzione nazionale del Partito Democratico. Noi siamo quelli che hanno apprezzato levoluzione e lapertura dello spirito democratico del partito, il PD, quando ha iniziato a guardare con crescente interesse alla societ civile, ai non allineati, partendo dalla Quercia, allesperienza dellUlivo per arrivare allo strumento delle Primarie. Siamo quelli che pensano che il meccanismo delle PRIMARIE abbia sancito una modalit di partecipazione la pi ampia possibile. Ma siamo anche quelli che pensano che le ultime regole mortifichino la partecipazione e siano un segno di paura del cambiamento. Noi scegliamo Matteo Renzi perch lo

laura PuPPato
Laura Puppato nata a Crocetta del Montello (TV) il 17 febbraio 1957. Imprenditrice nel settore assicurativo-finanziario e attivista del WWF. Dal 2002 al 2011 stata sindaco di Montebelluna (TV). E' stata eletta consigliere regionale nel Veneto nel 2010 con oltre 26.000 preferenze, raccolte nella sola provincia di Treviso. Laura la normalit, nel suo significato pi nobile, quella normalit competente, femminile quindi responsabile, perbene, prosociale, amante del pianeta e di tutto ci che vive sulla sua crosta, quella normalit di cui abbiamo bisogno come dell'aria che respiriamo, se vogliamo superare la grave crisi morale in cui versiamo e che la vera responsabile dell'altra crisi, quella economica. Non abbiamo bisogno di apparati eterni e neppure di rottamatori; abbiamo bisogno di una nuova civilt politica, che sorride per rassicurarci e non per ingannarci, che non perde tempo a demolire l'avversario, che sente i drammi delle famiglie come propri e lavora per renderli tollerabili. Stefania Bonaldi del Comitato Puppato

Bruno taBacci
Bruno Tabacci nato a Quistello (MN) il 27 agosto 1946. Dal 1985 al 1991 stato consigliere regionale in Lombardia per la Democrazia Cristiana, assumendo poi la carica di presidente della regione dal 1987 al 1989. Dal 2001 al 2008 stato deputato nelle file dellUdc, maturando per atteggiamenti sempre pi critici nei confronti dellalleanza di centrodestra. Nel 2009 aderisce allApi e dal giugno 2011 nominato assessore al Bilancio del comune di Milano, nella giunta di centrosinistra guidata da Giuliano Pisapia.

nichi vendola
Nichi Vendola nato a Bari il 26 agosto 1958. Dal 2005 presidente della regione Puglia, riconfermato nelle elezioni del 2010. Il 25 novembre sia il giorno in cui scegliamo quale aria respirare. Non partecipare significa abdicare la propria qualit di cittadini a quanti - nei fatti - ci opprimono mettendo al primo posto il profitto, le grandi finanze, i poteri forti. Si tratta di scegliere: il nostro futuro derubato o noi, le pensioni sempre pi povere e lontane o noi, una vita indegna oppure noi. Il 25 novembre sar, in faccia a tutti quanti vogliono solo distruggere e screditare il lavoro di tante persone che vogliono costruire un paese giusto, il giorno in cui donne e uomini liberi sceglieranno chi sapr senza indugi affermare i diritti, investire sui giovani, scegliere politiche di sinistra, preservare lecologia, dare a tutti pi libert. Comitato Vendola

Crema

Sabato 24 Novembre 2012

Il comune premia Asvicom


di Gionata Agisti
Berlino Tazza

Luminarie: scelto il progetto Crema citt del Natale. Numerosi eventi dal 1 dicembre allEpifania

13

Ex dipEndEnti ospEdalE

Nuove donazioni a pneumologia

opo un ampio confronto tra le associazioni dei commercianti, con lintento di giungere a una soluzione condivisa in merito allorganizzazione delle iniziative per il Natale - dalle illuminazioni agli eventi collaterali - lamministrazione comunale ha preso atto dellimpasse e ha optato per il progetto presentato da Asvicom, Crema citt del Natale, ritenuto il pi sostenibile, in quanto impegna il Comune solo per le spese di allacciamento e di consumo e non grava sui singoli commercianti, gi colpiti da una crisi che dura da troppo tempo. Mi rammarico per il mancato accordo tra le associazioni commenta lassessore al Commercio, Morena Saltini, ma una decisione era dobbligo, perch il tempo incalza e non potevamo rischiare di compromettere lobiettivo finale. Le porte per una collaborazione da parte delle altre associazioni rimangono comunque aperte. Palpabile la soddisfazione di Asvicom per il risultato ottenuto, come emerge dalle parole del suo presidente, Berlino Tazza: Evidentemente, stata premiata la capacit progettuale della nostra associazione, che riuscita a intercettare risorse economiche da destinare a iniziative a favore dei commercianti. Il progetto che abbiamo elaborato prevede numerosi eventi, che si realizzeranno dal 1 dicembre, data in cui vorremmo fossero accese le luminarie, fino allEpifania, e che andranno ad arricchire il tradizionale programma natalizio della citt. Una delle novit di questanno la decisione di illuminare anche altre zone di Crema, che negli anni precedenti non erano raggiunte dalle coreografie luminose, cos da coinvolgere un numero maggiore di commercianti. Spiega ancora Berlino Tazza: Lintenzione, poi, quella di mobilitare tutta la citt, comprese le organizzazioni sociali e culturali e le associazioni del territorio. Il Comitato del Carnevale Cremasco, il Franco Agostino Teatro Festival e il gruppo Pantel sono solo alcune delle organizzazioni con le quali stiamo gi collaborando per rendere il progetto pi ricco possibile. La

Domenica 25 novembre, in Sala Polenghi, allospedale di Crema, in occasione del 23 anno di fondazione dellAssociazione ex dipendenti dellOspedale di Crema, come consuetudine verr consegnata una donazione allUnit operativa di Pneumologia. La donazione comprende un computer notebook HP, una macchina fotografica digitale Canon digital IXUS, un televisore portatile. Programma. Ore 11: messa allospedale. Ore 11.45: assemblea dellassociazione, presso la Sala Polenghi, con premiazione dei nuovi soci iscritti e ringraziamento dei volontari per la loro attivit. Consegna della strumentazione donata allUnit Operativa di Pneumologia, diretta dal dottor Stefano Aiolfi, da parte del presidente dellassociazione, Pietro Milani Brugna. Ore 12.30: pranzo sociale.

donnE contro la violEnza

Teatro-Forum nellex Folcioni

Giorgio Bonoli

Il presidente Berlino Tazza: Sempre vicini ai commercianti

prima edizione di Crema citt del Natale parte con il patrocinio e il contributo del Comune di Crema e della Camera di Commercio di Cremona e ambisce a durare negli anni. Ma qual il parere delle altre associazioni di categoria, il cui progetto non stato considerato vincente? Molto diplomatico il presidente di Ascom, Antonio Zaninelli: Ben venga il progetto di Asvicom, che ha voluto regalare ai commercianti e alla citt questa bella iniziativa, aggiungendo con una punta di malizia che, dopo 35 anni, Ascom si pu pure prendere un anno sabbatico. un progetto che approvo, e oltretutto non comporta alcuna spesa per la citt e, in particolare, per i commercianti. Meglio di cos non poteva andare. Quando c in gioco linteresse della comunit, non ci deve essere spazio per litigi o incomprensioni. Chi si rammarica di pi per non essere riuscita a trovare un punto di incontro Confesercenti. Il suo direttore, Giorgio Bonoli, convinto che con un po pi di tempo un accordo lo si sarebbe potuto trovare: Da parte nostra, c

sempre stata la volont di collaborare, pertanto devo ammettere che questa fretta da parte del Comune mi ha un po stupito. Abbiamo appreso della sua decisione di privilegiare il progetto di Asvicom solo per posta elettronica, ma non voglio incolpare nessuno: dico solo che le associazioni di categoria hanno trovato un accordo dappertutto nel nostro territorio. Con un po pi di pazienza sarebbe stato cos anche a Crema. Comunque, gioved ci sar un altro incontro con il Comune e spero che ci sia spazio per collaborare a questo progetto di Asvicom, che consideriamo interessante e ben fatto. Preferisce invece non commentare Confcommercio che, per, prima che il Comune prendesse la sua decisione, aveva rilasciato una nota stampa dove invitava a spegnere le polemiche e a unire le forze: Perch, per raggiungere lobiettivo esiste solo la via del dialogo allinterno del tavolo, senza rinunciare al coordinamento della amministrazione comunale. Non ci sono alternative o scorciatoie che nascano dal privilegiare unassociazione sulle altre. Abdicare al confronto significa delegittimare il tavolo e non solo per il Natale, vanificando gli sforzi di concertazione fatti nelle ultime settimane.

Il progetto I Conflitti di Penelope-dalla tela alla rete, coordinato dallAssociazione Donne contro la Violenza in collaborazione con lo Spazio Benessere Psicologico di Crema, in partnership con il Comune di Crema, LUniversit Cattolica di Milano e lIstituto Sraffa di Crema, finanziato dalla regione Lombardia, intende proporre, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, il Teatro-Forum. Lo spettacolo si terr sabato 24 novembre ore 16-19.30, nella Sala della Musica ex Istituto Folcioni, piazza Aldo Moro, 3.

Giornata dEl parkinson

Mostra, tavola rotonda e musica

Sabato 24 novembre si celebra la Giornata della malattia del Parkinson. Medici specialisti saranno a disposizione dei cremaschi per fornire le informazioni richieste. A Crema, la manifestazione si svolger allospedale. Ore 9: inaugurazione della mostra La malattia del Parkinson nella storia e Mercatino solidale nella hall del nosocomio. Ore 15-17: tavola rotonda nella sala Polenghi. L'orchestra di fiati dellassociazione musicale Il Trillo, diretta da Davide Pedrazzini, presenta il Concerto di Santa Cecilia a favore dellassociazione cremasca Parkinson e disturbi del movimento La Tartaruga onlus, ore 21, in sala Pietro da Cemmo del SantAgostino.

Tasse aeroportuali 40,00 (da riconfermare) Visto, Assicurazione sanitaria e annullamento 95,00 La quota di partecipazione comprende: Bus da Crema per laeroporto a/r Voli aerei Tour con irripetibile in lingua italiana - Hotel 4**** Niente pi romantico e guida localedi un viaggio di nozze: tutto deve 8 giorni / 7 notti in pensione completa Acqua, the e caff il proprio essere perfetto e indimenticabile. Scegliere ci che realizzi ai pasti Ingressi - Accompagnatore - Quota iscrizione. sogno in ogni dettaglio, signica afdarsi a mani esperte, a chi, da La quota non comprende: facchinaggi, assicurazioni, e protempo, grazie alla propria aeroportuali sabevande tasse esperienza, e interpretare i desideri porre le soluzioni che dannoiscrizioni 28 Febbraio Termine la felicit. Vi proponiamo chiuderanno anticipatamente in caso di esaurimento (le iscrizioni tour personalizzati, crociere in Europa e Oltreoceano, capitali europee abbinatedeivillaggi turistici, viaggi in America e Aua posti disponibili) Viaggio organizzato in collaborazione con la stralia con estensione mare, safari su misura... Banca Cremasca Programma la Vostra Lista Nozze e potrete controllare online la parAprite da noi dettagliato presso le liali della Banca o in Agenzia Viaggi
tecipazione alla vostra lista da luned aunarea riservata. alle 19.00 ORARIO CONTINUATO: attraverso venerd dalle 9.00 In pi 9.00 - 12.30 / 15.30 - 18.30 Sabatoun omaggio per gli sposi...

Quota di partecipazione 1.595,00

Crema

Sabato 24 Novembre 2012

Sos: la Paullese si ferma a Spino


di Gionata Agisti

Fino al 2016 non ci saranno i soldi per terminare il raddoppio della strada. Alloni: Manca il progetto del ponte

15

La stazione sar lasciata allincuria e al vandalismo


Il consigliere dimissionario del Pd, Agostino Alloni, ha inviato una lettera al direttore di RFI, lingegnere Umberto Le bruto, per avere chiarimenti in merito alle voci, che si rincorrono tra i pendolari, di una soppressione del presidio della stazione di Crema. Qualche mese fa dichiara Alloni, sono stati rimossi, a quanto risulta senza un vero atto formale, i capistazione dalla stazione ferroviaria di Crema lasciando comunque in sede altri 3 o 4 dipendenti che a turno garantiscono un necessario presidio, utile per i clienti, sia dal punto di vista delle informazioni che da quello della sicurezza, specie negli orari del mattino presto e della sera tardi. In questi giorni si vocifera della possibile soppressione del presidio continua, lasciando cos alla merc di vandali e allincuria la stazione di Crema nonostante sia diventata, negli ultimi anni, uno snodo importante della mobilit locale e dellintera provincia cremonese e conti quotidianamente la presenza di diverse centinaia di utenti. Negli anni si lavorato per far s che ci sia un dialogo continuo tra le diverse modalit del trasporto pubblico, creando parcheggi e trasferendo sul piazzale l'autostazione di tutti gli autobus. Nellarea industriale dismessa (denominata ex Ferriera e ex Everest) previsto un piano di riqualificazione che prevede un passaggio alternativo a viale S. Maria con la conseguente chiusura del passaggio a livello e la realizzazione di sottopassaggi pedonali di collegamento con la stazione ferroviaria. Rfi ha anche sottoscritto un accordo di programma con il Comune di Crema che prevede la valorizzazione dellormai ex scalo merci. Lingegner Lebruto e si reso disponibile per un incontro chiarificatore.

Rimossi i capistazione

luned inauguRato il pRimo tRatto

i era sempre detto che lultimo tratto di Paullese di competenza della Provincia di Milano e la riqualificazione del ponte sullAdda sarebbero stati finanziati con i ribassi dasta della Tem (Tangenziale Esterna milanese), ma la notizia di questi giorni rende le cose molto pi complicate. La Regione non ha inserito il completamento dei lavori nel programma triennale delle opere pubbliche e questo significa che, fino al 2016, non saranno stanziate le risorse necessarie per portare a termine il raddoppio dellinfrastruttura. Verrebbe quindi vanificata lintenzione di conclude lopera entro lExpo 2015, senza contare il fatto che, senza la riqualificazione del ponte, risulterebbe inutile il lavoro eseguito sul versante cremonese, per via delleffetto imbuto che si verrebbe a determinare. Lo stato della riqualificazione appunto il seguente: il primo lotto cremonese, da Bagnolo a Dovera, praticamente terminato. Per quanto riguarda il secondo lotto, da Dovera a Spino, linizio dei lavori programmato per il primo semestre del 2013, mentre la fine prevista per il 2015. Passando al versan-

Agosttino Alloni

Luned 26 novembre, alle ore 10.30, in occasione della conclusione dei lavori del primo lotto della Paullese, si terr la cerimonia di inaugurazione, presso il cavalcavia di Vaiano Cremasco. Saranno presenti il presidente della Provincia di Cremona, Massimiliano Salini, l'assessore regionale alle Infrastrutture, Andrea Gilardoni, e il presidente di regione Lombardia, Roberto Formigoni.

Massimiliano Salini

Roberto Formigoni

te milanese, di fronte a un primo lotto completato, mancano entrambi gli stralci del secondo lotto: il primo stralcio gi stato finanziato ma linizio dei lavori da definire e presumibilmente richieder un paio danni, mentre per il tratto in questione, quello che va da Zelo Buon Persico a Spino dAdda, ponte compreso, mancano allappello 44 milioni. Solo il 15% del piano economico necessita ancora di risorse commenta il sindaco di Spino, Paolo Riccaboni. Sono convinto che sforzi comuni daranno risultati ma chi continua a essere latitante lo Stato. I risultati recenti sono stati ottenuti in virt dellimpegno di regione Lombardia, delle Province di

Cremona e Milano e dei Comuni dellAsse. Nei giorni scorsi, per non lasciare nulla di intentato, io e il sindaco di Pantigliate, Lidia Rozzoni, abbiamo inviato una lettera al ministro dellAmbiente, Corrado Clini, che, in una sua recente visita a Milano, ha ricordato che per ridurre le emissioni nocive nellaria sono necessari anche interventi strutturali che migliorino la circolazione stradale. Secondo il consigliere regionale del Pd, Agostino Alloni, per inutile rivolgersi al ministro senza avere in mano un progetto definitivo riguardo allintervento sul ponte di Spino: La lettera inviata al ministro dellAmbiente assolutamente generica e

non accenna minimamente al problema del ponte sullAdda e alla necessit di progettarne la riqualificazione, cosa che non compete certo al governo centrale. giusto preoccuparsi per la fine dei lavori ma se non verr presentato un progetto concreto relativo al ponte non andremo da nessuna parte e ci ritroveremo con problemi anche maggiori, rispetto alla situazione precedente lintervento di raddoppio della Paullese. Il rischio, infatti, quello di creare un imbuto per tutti i veicoli in transito allaltezza di Spino. Le tre Province, di Cremona, Lodi e Milano hanno avuto tutto il tempo di concertare un progetto condiviso. Se ancora manca, la responsabilit loro.

Lega: 450 firme contro la moschea


Anche nella giornata di domenica ha raccolto un notevole successo presso la cittadinanza la raccolta firme per la petizione contro lipotesi di apertura di un centro culturale islamico in citt. Nei due gazebo organizzati nel quartiere di Ombriano sono giunte a sottoscrivere la petizione oltre 450 persone. Seppur riservata ai soli residenti in citt, come previsto dallo statuto comunale, la petizione sta raccogliendo un forte interesse da parte di imprenditori,

il centRo islamico voluto dalla maggioRanza tiene ancoRa banco


commercianti, artigiani, professionisti, lavoratori dipendenti e cittadini che abitano nei comuni cremaschi, ma operano e vivono quotidianamente la citt ed i suoi problemi. Per dare loro la possibilit di esprimere con un tratto di penna il proprio sostegno alliniziativa, la segreteria cittadina della Lega ha deciso di predisporre un modulo di raccolta forme a sostegno della petizione destinato appositamente a loro. Per alcuni versi comprendo la contrariet di una parte dei cattolici nel veder sorgere un centro culturale e di preghiera islamico a Crema. Si tratta del confronto con la fede pi diffusa nel mondo, non certo di una setta per pochi intimi delusi dal Vaticano. Tuttavia, li invito a considerare il disagio quotidiano che sopportiamo noi atei nel confronto con le molteplici religioni: dal reiterato suono delle campane delle chiese, ai sacerdoti il cui salario concorriamo a pagare che passeggiano

Lottaroli: Sopporto il suono delle campane e i preti


indisturbati per la citt, dal sovvenzionare le scuole religiose, al proselitismo di Testimoni di Geova, Buddisti, Mormoni, Evangelici, Hare Krishna, Pentecostali e seguaci di Scientology. Considerate quante volte nel corso della giornata sono messe alla prova le nostre convinzioni. Anche tra di noi, vi chi pensa ad una raccolta di firme per una proposta di legge che dichiari solennemente la religione oppio dei popoli. Ma prevale la razionalit, il considerare, quella con le religioni, una sfida etica e culturale, una contesa sul terreno della tolleranza e del rispetto. Vi sono uomini di chiesa missionari che sono arrivati negli angoli pi remoti del mondo per convertire le genti pagane, consideratevi fortunati: grazie a questo insediamento avrete qui, a casa vostra, la possibilit di convertire al cattolicesimo centinaia di infedeli dellIslam. Mario Lottaroli, consigliere comunale e capogruppo Rifondazione Comunista - Federazione della Sinistra

Domenica 18 novembre 2012, in concomitanza della Sagra del Maiale, si tenuta la Festa del Ringraziamento, promossa da amministrazione comunale e agricoltori di Offanengo. Durante la messa, celebrata dal parroco don Bruno Ginelli (anchegli figlio di agricoltori), sono stati portati allaltare doni, tra cui le spighe, simbolo dei frutti della terra, in seguito distribuite a tutti i bambini presenti. Al termine della messa, in piazza Patrini si svolta la benedizione dei mezzi agricoli e a concludere presso lMcl di Offanengo stato offerto ad agricoltori ed ex-agricoltori un rinfresco.

Soncino, Festa del Ringraziamento Un successo, ma mancano le istituzioni LionsAngeli nelFerla presenta Tre Cuore
Sotto lalto patrocinio della Presidenza della Repubblica e con lassenza delle istituzioni locali, anche se sollecitate a una propositiva presenza, anche nella nostra citt ha avuto successo la Giornata Mondiale del Diabete. Con fattiva azione di volantinaggio hanno collaborato gli amici del Leo Club Crema. Lospitalit attivata nel struttura di via Forte 1, angolo piazza Duomo, ha consentito di svolgere la serie di interventi programmati ha dichiarato il presidente dellassociazione Diabetici del Cremasco, Francesco Maestri. Nelloccasione, determinante stata la presenza operativa di questi volontari, ma anche degli infermieri dellassociazione ex dipendenti dellospedale di Crema e degli amici Avis di Bagnolo. Ben 350 cremaschi sono giunti allappuntamento, pronti ad approfittare dellopportunit di avere esami gratuiti di glicemia, colesterolo e pressione arteriosa. LAssociazione Diabetici del Territorio Cremasco garantisce la propria presenza operativa presso la sede di via Bartolino Terni 9 in citt nei giorni marted, gioved, sabato dalle ore 10 alle ore 11,30; mercoled dalle ore 16 alle ore 17,30, sempre in stretta sintonia collaborativa con il Centro Diabetologico ospedale di Crema. Conviviale Lions Club Soncino dedicata alla solidariet quella di venerd 16 novembre. La serata si articolata in due momenti. Il primo ha avuto come protagonisti gli ospiti della San Vincenzo che hanno affrontato il tema delle nuove povert, rispetto al quale il Club ha generosamente deciso di offrire un contributo economico. La serata ha avuto poi come protagonista Attilio Ferla, che ha presentato il libro da lui scritto, dal titolo Tre Angeli nel Cuore, una storia coinvolgente sul cambiamento, un messaggio di speranza.

offanengo

gioRnata mondiale del diabete

16

Sabato 24 Novembre 2012

CASALMAGGIORE

casalmaggiore@ilpiccologiornale.it

Allo Zenith Peter Pan per ricostruire la scuola


Stasera, alle ore 21 presso il Cinema Teatro Zenith di Casalmaggiore, andr in scena il musical Peter Pan, a cura dellassociazione Oltre Riva di Rivarolo del Re. Il ricavato della serata verr devoluto al comune di San Giacomo delle Segnate, in provincia di Mantova: un contributo per la ricostruzione delledificio scolastico della scuola primaria di una delle localit del Basso Mantovano pi colpite dal terremoto dello scorso fine maggio. Liniziativa sinserisce nellambito del progetto Insieme per Ricostruire. Patrocinano levento i comuni di Casalmaggiore, Rivarolo del Re, Martignana di Po, Gussola, San Giovanni in Croce e Piadena, in collaborazione con Pro Loco e sezione Avis casalesi. Prevendite presso il Cinema Teatro Zenith, la Pro Loco e lAvis di Casalmaggiore, la Tabaccheria Pia di Rivarolo del Re, il Bar Harpos di Gussola, la Tabaccheria Assandri di Martignana di Po, la Tabaccheria Mazzotti di San Giovanni in Croce e il Bar Leon dOro di Piadena.

APPUNTAMENTI

Bozzolo e i Comuni limitrofi non ci stanno, ma Casalmaggiore e Viadana non rinunciano al progetto
di Vanni Raineri che prevede una serie di spese a nostro carico: affitto dei locali, spese energetiche e di personale, che prima erano coperte dalo Stato. Ma difficile quantificarle ora, e non credo siano molto elevate, in quanto per la sede abbiamo pensato ad una turnazione tra noi e Viadana ma non nelle sedi odierne: si potrebbero utilizzare le sale consiliari, quindi anche per le altre spese, comprese quelle per il personale, ci sarebbero risparmi notevoli. Inizialmente le sedi dovevano essere tre con Bozzolo, ma sar possibile spostare il giudice in pi localit? Il nostro progetto prevede la doppia sede, se poi servir indicarne una non sar un problema se fosse Viadana, non una questione fondamentale. I comuni limitrofi sono pronti a sostenervi? In linea di massima s, ovvio che negli incontri non si ancora affrontata la questione economica, ma in linea di massima c grande disponibilit. Se Bozzolo non ci sta, non sarebbe possibile coinvolgere Asola, un grosso centro pure dellOglio Po destinato a perdere la sede come anche Castiglione? Non so, pu essere, intanto partiamo da questo nostro accordo, poi siamo aperti a tutte le soluzioni.

Giudice di pace in comunione


Raffica di sedi tagliate dal governo, ma il territorio dellOglio Po vuole mantenerne almeno una

Il Coraggio di Fusaro oggi in Biblioteca


Oggi, alle ore 16,30 in Biblioteca Civica Mortara, a Casalmaggiore, il filosofo torinese Diego Fusaro presenter il suo libro intitolaro Coraggio, edito da Raffaello Cortina Editore. Laureatosi in Filosofia della storia nel 2005 e, successivamente, in Filosofia e Storia delle idee nel 2007 (con una tesi su Marx) presso l'Universit degli Studi di Torino, Fusaro ha conseguito un dottorato di ricerca, sempre in Filosofia della storia, presso l'Universit Vita-Salute San Raffaele di Milano, dov attualmente ricercatore. Fusaro inoltre amministratore e fondatore del sito www.filosofico.net. Oggi pomeriggio, in biblioteca, converser con lautore la giornalista casalese Chiara Daina.

entre dal mantovano le polemiche sullaggregazione delle province (sul Mincio vista pi come una sottomissione a Cremona) si fanno sempre pi ampie, coinvolgendo anche i tifosi del Mantova che in trasferta hanno destinato cori contro lunione, casalasco e viadanese proseguono nella collaborazione che ha contribuito nei decenni a rendere ancora pi uniforme un territorio diviso solo da confini burocratici. Lultima vicenda che vede una stretta collaborazione riguarda la volont di mantenere la presenza di un giudice di pace. Da tempo il governo ha compilato un lungo elenco di sedi destinate alla soppressione. In provincia di Cremona oltre a Casalmaggiore c Soresina, in quella di Mantova le sedi che attendono la chiusura sono addirittura 6: oltre a Bozzolo e Viadana, anche Asola, Gonzaga, Revere e Castiglione delle Stiviere: tutte e 8 accorpate ai due capoluoghi. Lobiettivo degli amministratori quello di mantenere almeno una sede sul territorio, evitando che i cittadini siano costretti a recarsi a Cremona o a Mantova. Per questo

L'attuale sede del giudice di pace di Casalmaggiore in via Aurelio Saffi

le amministrazioni comunali di Casalmaggiore e Viadana nei giorni scorsi hanno sancito la volont, ancora non corredata da dati precisi, di lavorare assieme per ottenere lobiettivo, appoggiate dai comuni limitrofi. Questo perch il governo consente la possibilit di mantenere lufficio del giudice di pace, a patto che le spese (fatta eccezione ovviamente per lo stipendio del giudice) siano sostenute dai comuni. Laccordo inizialmente era stato pensato a tre, comprendendo anche Bozzolo, ma gli otto comuni di quel bacino (oltre a Bozzolo le mantovane Gazzuolo, Marcaria, Rivarolo Mantovano e San Martino

dellArgine e le cremonesi Calvatone, Tornata e Spineda) hanno rinunciato allidea, per non sostenere spese calcolate in oltre 60mila euro allanno. La cosa non ostacola il progetto, come afferma il sindaco casalese Claudio Silla: Le cause presso il giudice di pace si sono ridotte di parecchio, ma si tratta di un servizio per il territorio che come altri, assieme a Viadana con cui la collaborazione sempre pi stretta, vogliamo mantenere. E stata calcolata la cifra necessaria per il mantenimento di un ufficio? Il giudice di pace di competenza ministeriale, noi abbiamo avanzato al ministero una proposta

A teatro con la famiglia Domani Cenerentola


CASALMAGGIORE Per la rassegna Domenica a teatro con la famiglia, il teatro comunale di Casalmaggiore ospita domani alle ore 17 lo spettacolo Cenerentola across the universe, con Annarita De Michele, Maria Pascale, Luigi Tagliente e Paolo Gubello. Regia, scene e luci di Michelangelo Campanale. Biglietteria aperta dalle ore 16, ingresso a 8 euro (adulti, ridotti 6 euro).

Noi genitori del Milan Club non siamo ultras


In merito ad un articolo pubblicato sul numero di mercoled scorso, riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera pervenutaci. Egregio Direttore, sono uno dei genitori che in un articolo pubblicato mercoled 21 novembre 2012 sul quotidiano da Lei diretto, vengono definiti, cito testualmente, genitori ultras sugli spalti. Il giornalista Giovanni Gardani, che ha firmato larticolo, a nostro avviso non si limitato a raccontare esclusivamente la cronaca dei fatti, peraltro assolutamente non aderente alla realt, lasciandosi andare anche a considerazioni personali che noi riteniamo essere estremamente diffamatorie. Con lauspicio che si possa dar corso alle dovute rettifiche ci corre lobbligo fare alcune precisazioni in merito ai fatti. Nel dettaglio: nessuno dei genitori ha preso in giro uno dei giocatori avversari, non c nera bisogno, atteso che chi aveva sbagliato era larbitro mica i ragazzi in campo. nessuno dei genitori ha assediato larbitro nonostante una conduzione arbitrale ed una condotta provocatoria proprio nei nostri confronti con atteggiamenti di sfida (ad esempio avvicinarsi verso la tribuna e con la mano spolverarsi la spalla) nessuno dei genitori infatti si permesso di avvicinarsi allarbitro che si allontanato dal campo a bordo della sua autovettura dopo essere stato accompagnato per circa 150 metri dal campo dagli uomini dellArma, peraltro preceduti e seguiti dalle nostre auto che hanno percorso la stessa strada ovvero Casalmaggiore-Parma (senza la presenza dei Carabinieri) nessuno dei genitori - ed questa la cosa ancora pi grave - ha lasciato il proprio figlio ad altri genitori per inseguire larbitro, tra laltro contraddicendosi nel racconto atteso che stante quanto riportato nellarticolo larbitro sarebbe stato scortato dai carabinieri nessuno dei genitori ha tentato di entrare in campo, hanno solo atteso luscita dei propri figli. In quella circostanza il cancello era aperto e non era stato assolutamente chiuso a chiave. Nellattesa che uscissero i ragazzi si anche discusso sia pure animatamente con alcuni dei dirigenti della Casalese, ma nessuno ha osato nemmeno provare ad entrare allinterno del campo e/o spogliatoi certamente ci sono state delle proteste nei confronti dellarbitro che pur essendo state veementi e in alcuni casi oltre le righe, e di questo facciamo ammenda chiedendo pubblicamente scusa, non hanno mai messo a rischio lincolumit fisica dellarbitro dopo la partita non stavamo attendendo larbitro ma i nostri figli per poter poi andare a casa non potendoli certo lasciarli a piedi. Non potevamo certo nasconderci per non intimorire larbitro. Per quanto riguarda le ragioni della protesta le stesse sono da ricondurre ad una direzione di gara, allinizio del secondo tempo, a senso unico. Nei secondi 40 minuti larbitro ha annullato due gol regolari, distribuito cartellini gialli e rossi esclusivamente ai giocatori del Milan Club, dando al termine dei tempi regolamentare 7 minuti di recupero fischiando infine al 9 minuto di recupero (ben oltre il tempo di recupero) un calcio di rigore a favore della squadra di casa. Rigore peraltro fischiato prima ancora che il pallone entrasse in area. Tale condotta arbitrale stata peraltro contornata da un atteggiamento provocatorio dellarbitro che durante la partita spesso si rivolgeva ai tifosi del Milan Club provocandoli ripetu-

CASALMAGGIORE - Il responsabile del PD per gli enti locali Claudio Martini, il sindaco Claudio Silla e Giuseppe Tadioli, presidente Lega delle Autonomie, erano i protagonisti dell'incontro organizzato gioved sera in Santa Chiara dal circolo del Partito Democratico di Casalmaggiore e dal Coordinamento Casalasco del PD. I due, intervistati dal giornalista Marco Bazzani, hanno sostituito i deputati Luciano Pizzetti e Marco Carra, impegnati a Roma. Ita-

Col Pd si parla delle riforme necessarie al Paese


lia bene comune-Cambiamento e riforme per promuovere sviluppo e lavoro era il tema della serata, che ha visto un'analisi a pi ampio raggio: si parlato della riorganizzazione degli enti locali e della necessit di tornare ad un governo politico dopo le elezioni, che non svaluti quanto di buono fatti dal governo Monti pur nella consapevolezza che non sufficiente. Il tutto nell'ottica di intervenire al pi presto e massicciamente per frenare il crollo del Pil.

Da sinistra Tadioli, Aroldi, Silla, Bazzani e Martini

Lettera del padre di uno dei ragazzi parmensi protagonisti della partita con l'arbitro contestato

CASALMAGGIORE Joy Voices, coro giovanile di Casalmaggiore, presenta Tante voci, una lode, rassegna di cori che si terr questa sera alle ore 21 presso la chiesa di San Francesco in occasione della ricorrenza di Santa Cecilia. Ad esibirsi saranno il Coro Lincontro musicale di Sorbolo diretto da Maestro Ewa Lusnia, la Corale del Duomo di Santo Stefano a Casalmaggiore diretta da Eugenio Negri e il Joy Voices Choir di Casalmaggiore diretto dal Maestr Abele Zani.

Festa di Santa Cecilia Tre cori a San Francesco

tamente. Certo se qualche parola di troppo a qualcuno di noi sfuggita ribadiamo le nostre scuse ma con altrettanta fermezza respingiamo con forte sdegno lappartenenza genitori ultras sugli spalti come ci ha definito a nostro avviso in maniera diffamatoria il giornale che lei dirige nellarticolo richiamato in premessa. Cordialmente, Ernesto Zeoli.

Amministratore di sostegno Luned incontro al Busi


Un incontro pubblico incentrato sulla figura dellamministratore di sostegno per le persone ricoverate in residenza sanitario-assistenziale (RSA): quanto ha organizzato la direzione della Fondazione Conte Carlo Busi Onlus di Casalmaggiore per luned (26 novembre) alle ore 15. Il convegno si terr presso il salone della RSA Busi, al piano seminterrato della casa di riposo casalese sita in via Formis 4. Interverranno il presidente della Fondazione Busi, dottor Paolo Bini, il direttore amministrativo, dottor Luciano Taracchini, il direttore sanitario, dottor Alberto Zanoni, le dottoresse Ilaria Giordano e Marilisa Pisati dellUfficio Protezione Giuridica dellAsl di Cremona.

Risponde il redattore dell'articolo Giovanni Gardani. Gentile signor Zeoli, la verit, si sa, una brutta bestia. Il tifo, per certi versi, pu essere ancora peggiore. Mi scuso per educazione se qualcuno dei genitori ultras si sentito diffamato. Dopo di che tengo a precisare almeno quattro particolari: 1) I fatti sono stati riportati non da uno, ma da pi dirigenti presenti al campo, dunque testimoni oculari (basta poi leggere il comunicato Figc e le motivazioni di ammende, diffide e squalifiche) ; 2) altre due testate tra cui il quotidiano di Parma hanno riportato una ricostruzione identica, se non pi dura, dei fatti. Difficile credere ad un abbaglio di tre giornali. O ci crede tutti prevenuti? 3) il fatto che lei continui a provare a giustificare latteggiamento di alcuni genitori con una condotta scandalosa da parte dellarbitro forse lerrore peggiore. Larbitro pu sbagliare, pu anche essere in malafede (ne dubito), ma nessuno ha il diritto di minacciarlo in alcun modo. Specie se colui che minaccia un genitore che dovrebbe insegnare al figlio il rispetto dellautorit, anche qualora questa sia in giornata no. Alle volte chiedere scusa meglio che arrampicarsi sugli specchi o minacciare querele.

Casalmaggiore
Il numero delle imprese nel Casalasco in forte calo, ma i dati variano a seconda dei settori

Sabato 24 Novembre 2012

Edilizia e agricoltura vanno ko


di Simone Arrighi mesi. Anche le attivit manifatturiere ed il commercio sono in calo, seppur non cos drasticamente come i settori sopraccitati. Nel manifatturiero la riduzione di 18 imprese: fra 2011 e 2012 la differenza limitata a 4 attivit. Sono 769 invece le imprese commerciali casalasche attualmente sul mercato: 5 in meno rispetto allo scorso anno, 22 in meno rispetto a fine 2009. In percentuale per un altro il settore a risentire maggiormente della crisi: le attivit economiche legate ai trasporti ed al magazzinaggio sono diminuite infatti di oltre il 10% negli ultimi quattro anni. Intorno al 9% invece il calo del numero di attivit finanziarie ed assicurative. Hanno invece conosciuto una significativa crescita i settori legati all'energia elettrica, gas, vapore ed aria condizionata, passati in un paio d'anni da un solo fornitore ai 7 di oggi. Stazionaria la situazione delle attivit di istruzione, mentre oscillante quella nellambito dei servizi di informazione e comunicazione, aumentati (+3) rispetto a fine 2009 ma diminuiti (-5) se si confrontano i dati fra 2011 e 2012. Positivo il bilancio nel settore delle attivit artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento, come anche in quello delle agenzie viaggio. Una cosa certa: nel casalasco lindustria dello svago non conosce crisi.
Sezione di attivit economica agricoltura, silvicoltura pesca estrazione di minerali da cave e miniere attivit manifatturiere Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condiz.ionata Fornitura di acqua; reti fognarie, attivit di gestione dei rifiuti costruzioni commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione autoveicoli trasporto e magazzinaggio attivit dei servizi alloggio e ristorazione Servizi di informazione e comunicazione attivit finanziarie e assicurative attivit immobiliari attivit professionali, scientifiche e tecniche noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese istruzione Sanita' e assistenza sociale attivit artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento altre attivit di servizi imprese non classificate TOTAle anno 2009 1.207 2 416 1 3 655 791 77 187 43 56 118 53 50 8 11 32 138 11 2010 1.173 2 410 1 3 637 762 73 182 44 54 118 49 49 7 10 35 136 11 2011 1.156 2 402 4 4 633 764 66 184 51 53 123 51 53 8 12 34 147 1 2012 1.111 2 398 7 4 603 769 69 179 46 51 123 56 57 8 11 36 149 5

maCrolegno, attesa per Il vertICe

17

Centrale divicini che si oppongono allimpianto a biogas chiedendo la sospensione dei lavori Gussola: i motivi del ricorso Nel dettaglio delle richieste dei
GUSSOLA E stato uno degli incartamenti pi discussi dellestate casalasca e ha reso bollente la questione della centrale a biogas e pollina nel comune di Gussola. Nessuno per ha mai illustrato nel dettaglio le motivazioni del ricorso, redatto dallavvocato Paolo Antonini, da parte delle famiglie confinanti. Ora che anche la richiesta di sospensiva dei lavori stata inoltrata a Roma, vediamo perch questa centrale, secondo i ricorrenti, non sha da fare. 1. Incompatibilit Prg: il Prg del comune di Gussola, nella zona in esame, consente la presenza di attivit agricole, case rurali, impianti produttivi agricoli. Non si parla di costruzioni che rimandino alla centrale. Non solo, il progetto della centrale porterebbe a sforare i limiti volumetrici: questa coprirebbe 3491 metri quadrati, 500 in pi di quanto calcolato dal tecnico comunale. 2. Obbligo di Via: la Valutazione di Impatto Ambientale obbligatoria per i progetti di impianti a trattamento biologico o di reflui di animali con una potenzialit di trattamento superiore a 50mila abitanti. Tramite un calcolo complesso, che mette in conto le tonnellate di reflui utilizzati in un anno, il testo del ricorso contempla oltre 60mila abitanti equivalenti. Nonostante questo, il progetto non mai stato sottoposto a Via. Questo perch il perito della Provincia ha stimato un valore di 22850 abitanti equivalenti. 3. Norme sanitarie: la centrale ubicata in adiacenza alle abitazioni civili. Questo fatto va contro il Regolamento di Igiene e al testo unico delle leggi sanitarie del 1934. Il concetto di vicinitas va inteso in senso elastico, ossia va rapportato alla rilevanza dellimpianto da costruire e alla sua incidenza sulla qualit di vita di chi vi abita accanto. Uno dei due vicini ricorrenti svolgerebbe la propria attivit orticola a poche decine di metri dalla zona. Tuttavia nessuna verifica igienica n alcun intervento precauzionale stato previsto. 4. Requisiti minimi: la Provincia di Cremona avrebbe dovuto allegare al progetto una documentazione minima. Questo, secondo i ricorrenti, non stato fatto. In particolare non vi traccia della descrizione delle modalit di trasporto dellinsilato di mais e dei liquami suini, indispensabili al funzionamento della centrale, n degli orari di trasporto della pollina. Mancano inoltre requisiti inerenti allimpatto della distribuzione del materiale sopra descritto sulla viabilit locale, mentre, per quanto concerne le prescrizioni obbligatorie per i vincoli ambientali e paesistici su luoghi sensibili posti a meno di 500 metri, si parla s della Lanca Gerole, ma non della zona umida Bodrio, nel comune di Torricella, ubicata a distanza inferiore a 500 metri dallarea della centrale. Infine il progetto non stato inviato al comune di Torricella, che invece, in quanto comune limitrofo deve ricevere una copia dello stesso, n al Consorzio Navarolo. Gli enti dovevano essere informati con incartamenti ad hoc. 5. Il problema struvite: tra i prodotti in uscita dallimpianto vi sarebbe, stando alla documentazione fornita sulla centrale, la struvite. Questa non inserita nellelenco dei fertilizzanti riconosciuti dalla normativa nazionale, dunque va considerato un rifiuto a tutti gli effetti, con tutto ci che, a livello di smaltimento, ne consegue. Giovanni Gardani

n tre anni e nove mesi, il numero di attivit economiche presenti su suolo casalasco diminuito di ben 175 unit, 64 nel solo 2012. Il calo, evidenziato dalle statistiche fornite dall'ufficio statistica, studi e prezzi della Camera di commercio di Cremona, determinato soprattutto dalla decrescita di alcuni settori specifici. Su tutti, quello agricolo, trainante nell'economia della Bassa. Negli ultimi nove mesi (dal 31 dicembre 2011 al 30 settembre 2012), le attivit inserite nel settore agricoltura, silvicoltura e pesca sono 45 in meno rispetto alle 1156 di fine 2011. La discesa costante degli ultimi quattro anni ha fatto registrare al territorio casalasco una differenza negativa di quasi un centinaio di aziende agricole: 96 per la precisione. Un dato allarmante, ma non l'unico a destare preoccupazione. Altro settore che versa in gravi difficolt quello dei costruttori (un paradosso se si pensa al leggero aumento delle attivit immobiliari: + 5 fra 2010 e 2011). A fine 2009 sono state censite 655 attivit economiche legate alle costruzioni: oggi, a quasi quattro anni di distanza, se ne contano 52 in meno, con una differenza di ben 30 unit nei soli ultimi nove

Imprese attIve per sezIone dI attIvIt (Fonte: infocamere) terrItorIo casalasco

scaduta ieri la prima met di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria per i trentadue dipendenti della ditta Macrolegno di Scandolara Ravara. I lavoratori della ex Bini Fernando Spa dovranno per aspettare ancora prima di ricevere notizie dai sindacati di riferimento: ieri pomeriggio non era ancora stato convocato lincontro fra sigle sindacali e vertici dellazienda. La domanda di un eventuale rinnovo della CIGO pu essere presentata entro il 25 dicembre, appena prima di Natale. I sindacati fanno sapere che il tempo non manca, ma che ad oggi il problema resta capire quale sia la strada da imboccare: se quella del innovo della cassa integrazione (ricordiamo che i lavoratori hanno diritto ad almeno altre 26 settimane di CIGO) o quella della mobilit. In base alle intenzioni dellazienda, che non pare comunque prossima a far ripartire la produzione, si decider il da farsi. Nel frattempo i sindacati si stanno muovendo su due fronti: oltre a sollecitare Macrolegno per ottenere al pi presto lincontro, stata chiesta lapertura di un tavolo anche in Provincia, dove gi sono state fatte diverse riunioni riguardanti il caso-Bini Fernando Spa.

InCIdente a sCandolara ravara


SCANDOLARA RAVARA - Due feriti trasportati all'Oglio Po a seguito di un incidente verificatosi ieri pomeriggio attorno alle ore 14 sulla strada provinciale Bassa verso Motta Baluffi. Una Peugeot 308 condotta da un uomo di 73 anni si immette sulla provinciale, quando in arrivo sulla stessa, nella medesima direzione, una Opel Astra station wagon, che trasporta due uomini di 47 anni e di 56 anni. Le due automobili non riescono ad evitare l'impatto e si toccano lungo le fiancate. L'Astra ha la peggio, in quanto esce di carreggiata ed invade una propriet privata demolendone la recinzione e finendo la propria corsa con la parte anteriore sollevata da un albero. Illeso il conducente della Peugeot, trasportati all'Oglio Po i due occupanti dell'Astra. Sul posto per effettuare i rilievi di legge sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Casalmaggiore.

3.859 3.756 3.748 3.684

avIs pedale, 1000 al Cra oglIo po


Lhanno definita una goccia in mezzo al mare, nata da un'idea di pochi giorni prima della serata, promettendo che il prossimo anno faranno ancora meglio: i soci dellAvis Pedale Casalasco sono riusciti a raccogliere quasi un migliaio di euro durante la cena sociale di sabato 10 novembre. Parte del ricavato, tolte le spese vive per la realizzazione della cena, verr devoluto in beneficenza al distaccamento del CRA del reparto psichiatrico dellospedale Oglio Po di Vicomoscano. Uniniziativa promossa da Andrea Devicenzi, che oltre a partecipare alla cena di chiusura della stagione dellAvis Pedale, ha parlato del gruppo e del CRA di Casalmaggiore a Telecor, mercoled scorso. Quella del Centro Riabilitativo una realt che a mio giudizio merita di essere conosciuta: fa sapere latleta disabile martignanese. A breve incontreremo i responsabili del reparto per sapere con esattezza cosa acquistare con i soldi raccolti. Grande soddisfazione per lAvis Pedale: Abbiamo chiuso il cerchio. Ringraziamo chi ha partecipato anche questanno alla cena di fine anno permettendo, oltre alla crescita del nostro gruppo, la raccolta di un piccolo fondo da devolvere in beneficenza.

lucidatura auto - riparazione, sostituzioni e oscuramento vetri sanidicazione e lavaggio degli interni - ripristino fari ingialliti ripristino sedili in pelle/stoffa - gestione sinistri - sostituzione lampade

Cultura Spettacoli &


Grande attesa al Teatro Ponchielli per il concerto di Malika Ayane Lartista milanese presenta il nuovo album Ricreazione L
di Federica Ermete
uned 26 novembre alle ore 21, al Teatro Ponchielli ha luogo il concerto di Malika Ayane, durante il quale la giovane e talentuosa artista milanese presenta il nuovo album Ricreazione. Levento molto atteso; ci confermato dal fatto che il nuovo disco di inediti di Malika Ayane, appunto Ricreazione (pubblicato da Sugar) , ad oggi, lalbum pi venduto su iTunes e Tre cose (il primo singolo estratto dallalbum) il brano pi trasmesso dalle radio. Ricreazione il primo disco di Malika Ayane da produttrice artistica; con lei hanno collaborato Paolo Conte, Pacifico, Tricarico, Boosta, The Niro, Paolo Buonvino e altri autori. Il disco vanta inoltre un brano inedito (parte musicale) di Sergio Endrigo. Anche in un periodo economicamente complicato e denso di sacrifici per i cittadini e lamministrazione come quello attuale, lassessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Cremona ed il Centro Musica Il Cascinetto hanno rinnovato, anche per il 2012, lappuntamento autunnale in collaborazione con il Teatro Ponchielli, inaugurato lo scorso anno dallesibizione sold-out della band torinese Subsonica. Grazie ad una efficace sinergia di risorse e lintreccio di collaborazioni tra associazioni, fondazioni ed amministrazione si quindi riusciti, an-

I concerti spiegati a Soncino

Domani alle ore 17, presso lAuditorium dellex Filanda di Soncino, il maestro Marco Ravasio propone un nuovo incontro nellambito della rassegna I concerti spiegati. Lappuntamento, intitolato Nei salotti della Vienna imperiale, vede protagonisti lo

stesso Ravasio al violoncello e il pianista Enrico Tansini che eseguono musiche di Beethoven, Mendelsshon e Brahms. Nella pulsante Vienna Imperiale si affrontano i giganti di quel tempo con le loro stesse vite.

La copertina del nuovo album


che per questanno, nellintento di mantenere per i giovani cremonesi un appuntamento importante e dal forte richiamo culturale. Lassessore alle Politiche Giovanili del Comune di Cremona Jane Alquati ha sottolineato: Dopo il notevole successo dello scorso anno ed il tutto esaurito per il concerto dei Subsonica, abbiamo voluto rinnovare uno degli appuntamenti risultati pi attesi e seguiti della stagione culturale cremonese coinvolgendo una delle principali protagoniste della nuova scena pop italiana. Come sempre, obiettivo rimane lavvicinare e coinvolgere target differenti al mondo della musica e del teatro, dai giovanissimi allintera cittadinanza portando alla stessa la possibilit di assistere ad un concerto di livello nazionale a costi contenuti ed in una cornice unica, come solo il Teatro Ponchielli pu essere. Importante protagonista dellappuntamento anche la sede cremonese dellAvis, che partecipa alliniziativa quale sponsor principale.

Incontro conclusivo con i Racconti musicali della rassegna Il violinista sul tetto. Domani alle ore 11, nella sala San Domenico del Museo civico Ala Ponzone, lappuntamento con il racconto di Achille Campanile La verit su Paganini, in cui viene proposto un doppio ritratto del violinista per antonomasia: Nicol Paganini. Del celebre musicista viene tratteggiata una biografia che parte dalla figura del musicista sciamano come lo defin Carlo Boccadoro trasformata poi dalla scrittura leggera di Campanile in una figura esilarante, per poi ritornare allimmagine seducente restituita da Robert Walser. Protagonisti dellincontro sono Dario Cantarelli (voce recitante) e il violinista Domenico Nordio (nella foto). Per quanto non estraneo al clima del Futurismo, Achille Campanile fu, fin dallinizio, fedele solo al proprio estro libero e naturale; la sua propensione a scoprire e boicottare i limiti dellordinario buon senso rende la sua opera vicina anche ad altre avanguardie del 900, compreso il teatro dellassurdo di Ionesco, di cui fu un anticipatore, come riconosciuto, in seguito, dallo stesso scrittore franco-rumeno. Negli anni 30 Campanile era gi popolarissimo come autore di romanzi umoristici di stampo del tutto originale e di lavori teatrali a dir poco sorprendenti, fra cui le celebri Tragedie in due battute. Lumorismo di Campanile, senza rinunciare a graffiare, non mai aggressivo. Con tono distaccato ed elegante, la sua opera ridicolizza i piccoli vizi, i tic, le manie, le rigidit, gli stereotipi, i qui pro quo, i contrattempi, le convenzioni e le costrizioni che sovente intralciano la vita quotidiana e, spingendoli alle estreme conseguenze, ci mostra come non farcene troppo condizionare: prendendoli alla lettera ce ne indica il potenziale (a volte pericoloso) di assurdit; esasperandone la portata, ci aiuta con il sorriso a liberarci dalla loro fastidiosa influenza.

Racconti musicali su Nicol Paganini

Nuovo appuntamento con lottava edizione de Il Sipario, rassegna teatrale organizzata dal Teatro Primo Ferrari di Castelverde. Stasera la compagnia Il Vespaio porta in scena Ora no, tesoro! di Ray Cooney, per la regia di Paolo Granci. Gilbert, socio della moglie e dellamico Arnold in una pellicceria di Londra, pensa di regalare un visone da 5.000 sterline a Janie, sua amante. Per non insospettire Harry, marito di Janie, Gilbert inscena una falsa vendita coinvolgendo nel gioco il socio Arnold. Harry, fiutando laffare, accetta di comprare il visone non per sua moglie, ma per Sue, sua segretaria e amante. Tutto pare filare liscio, ma la moglie di Gilbert torna improvvisamente dalle vacanze... La compagnia teatrale Il Vespaio nasce dallesigenza di alcune persone di dar seguito al loro percorso teatrale cominciato con dei corsi di teatro. Decisero cos di creare una compagnia guidata da Paolo Granci, noto regista e attore, che da poco aveva lasciato la sua precedente compagnia.

Ora no, tesoro! a Castelverde

Lo spettacolo portato in scena stasera dalla compagnia Il Vespaio

Domani alle ore 17, il Teatro Comunale di Casalmaggiore propone un appuntamento nellambito della rassegna Domenica a teatro con la famiglia. Associazione culturale Tra il dire e il fare, Compagnia La luna nel letto, Teatri Abitati, Residenza di Ruvo di Puglia, in collaborazione con la Scuola di Danza Artinscena, portano in scena Cenerentola across the universe, per la regia di Michelangelo Campanale. La protagonista della storia si presenta come una ragazza interrotta dalla presenza di una madre troppo buona e ci racconta della bont che diventa identica alla cattiveria, quando presume di sapere ci che giusto o sbagliato, quando non riesce a lasciare spazio per vivere. Ripercorrendo i passi di Cenerentola, incontrando i personaggi della storia che si animano nella sua stanza e che prendono sostanza, forma e colore,

Cenerentola domani in scena

Sul palco del teatro di Casalmaggiore lo spettacolo per la regia di Campanale

dalla tappezzeria delle pareti e dagli oggetti di uso quotidiano, la protagonista gioca, sogna e modifica la sua vita. La fiaba suggerisce una via di uscita: quale che sia il contesto difficile che si vive, il domani, si pu essere certi, porta sorprese. Ed per questo che vale la pena tentare, sognare, per incontrare i mille fatti del caso e della realt. Stasera alle 21, i bravissimi componenti della compagnia Gank di Genova, tornano al Teatro Bellini di Casalbuttano, portando in scena Molto rumore per nulla di William Shakespeare, per la regia di Alberto Giusta. Un classico del teatro per uno spettacolo divertentissimo, che condensa in s tutto il meglio delle commedie shakespeariane: finte morti, sospetti, intrighi, schermaglie amorose, scambi di persona, congiure

Cultura CREMA Spettacoli Inaugurata la mostra di collezionismo Arriva S. Lucia


E stata inaugurata ieri e rimarr aperta al pubblico fino al 13 dicembre, nella sala Agello del Museo civico in piazzetta Terni de Gregory, la tradizionale mostra di collezionismo di fino anno della Pro Loco di Crema, questanno dal titolo Arriva S. Lucia, giocattoli che passione. Poveri o costosi i giocattoli hanno sempre riempito linfanzia di ogni generazione. Fra la fine dell800 e i primi anni del 900 erano molto in voga giochi semplici come

&

Sabato 24 Novembre 2012

19

ad esempio la corsa con il cerchio ed i negozi di giocattoli esponevano pezzi che solo pochi bimbi fortunati potevano avere. In quegli anni nacquero le prime fabbriche di giocattoli che producevano giochi di latta spesso di rara bellezza. Ora sono arrivati i videogiochi, i cellulari, i giochi elettronici. In questa mostra sono raccolte le testimonianze di alcuni vecchi giochi e la loro evoluzione nel tempo.

Tutto Verdi propone lopera Don Carlo

Lhistoire de Manon in danza a teatro


ce. Histoire de Manon uno dei balletti fra i pi rappresentati debutto nel 1974 a Londra -con un impianto coreografico complesso che si sviluppa su una miscellanea di brani di Jules Massenet. Nella coreografia che si presenta al San Domenico, i danzatori avranno la possibilit di imprimere ai rispettivi personaggi differenti sfumature psicologiche, contribuendo attivamente alle esigenze specifiche di un balletto narrativo. Altri interpreti: Giuseppe Protano, Rosario Calabrese, Patrizia Di Matteo, Simona Papaler, Liberato Novellino. Da sottolineare limportante finalit benefica dello spettacolo, a favore della raccolta fondi del Distretto Leo 108-TB per i terremotati dellEmilia. Tiziano Guerini

Venerd 30 novembre al San Domenico importante appuntamento con il balleto classico

enerd 30 novembre alle ore 21 al teatro San Domenico di Crema, per una programmazione della stagione giustamente articolata e rispondente alle diverse esigenze di un pubblico maturo, appuntamento con il balletto classico. La compagnia del Nuovo Balletto Italiano presenta Lhistoire de Manon balletto in tre atti con Chiara Gasparini e Marco Protano. Coreografia e regia di Giuseppe Protano; musiche di Jules Massenet. Quello del Nuovo Balletto Italiano venti ballerini professionisti diplomati nelle migliori scuole di danza italiane un felice ritorno al teatro di Crema: la citt sar certamente lieta di accogliere la concittadina Chiara Gasperini stavolta in una delle sue pi intense performan-

Un momento del balletto

Secondo appuntamento al teatro San Domenico di Crema stasera alle ore 21 - con Tutto Verdi, stagione dopera dellOrchestra Filarmonica Italiana diretta dal maestro Alessandro Arigoni e dedicata alla celebrazione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. Lopera in cartellone il Don Carlo, quattro atti su libretto di Joseph Mery e Camille Du Locle musica di Verdi che racconta le sfortunate vicende umane ed amorose di Carlo, infante di Spagna, figlio di Filippo re di Spagna. Opera celeberrima e conosciutissima che esprime appieno tutte le capacit artistiche del maestro di Busseto. Interpreti principali: Filippo Bernardini nella parte del re; Don Carlo Gianni Abbagnato-Giorgio Valenta; Elisabetta di Valois Simona Parra-Federica Spatola. Liniziativa Tutto Verdi dellOrchestra Filarmonica Italiana comprende, per questo anno, ben otto rappresentazioni liriche, che oltre che a Crema verranno presentate a Torino, Genova, Milano, Pavia, Tortona, Gallarate e Ventimiglia. Regista Sergio Beano, il maestro collaboratore Gianfranco Messina, scenografie e luci di Cristian Piovano, costumi della sartoria teatrale La Palla di Pinerolo.

Il Centro culturale diocesano Gabriele Lucchi di Crema rinnova anche per la stagione 2012-2013 lappuntamento con la rassegna Chiesa e cultura un anno insieme. La prima proposta per stasera alle 21 nella chiesa di S. Bernardino di citt Auditorium Manenti con la Compagnia teatrale Dodici fiammiferi di Ombriano. Verr proposta la rappresentazione La piccola matita di Dio tratto da Madre Teresa - Il Musical di Michele Paulicelli. Lo spettacolo nasce dalla volont di dare voce e corpo a una delle pi grandi donne del nostro tempo e di tutti i tempi: Madre Teresa di Calcutta.

Torna la rassegna Chiesa e cultura

Gioved 29 novembre alle ore 21 Il teatro del Viale di Castelleone, nella sala Giovanni Paolo II, presenta Chi ha ucciso Oscar Wilde? Un delitto senza importanza di Alessandro Fullin per la regia di Roberto Piana e con interpreti lo stesso Fullin, Anna Meacci e Stefano Brusa. Com noto Oscar Wilde, il celebre scrittore irlandese che scandalizz con le sue commedie la societ vittoriana, mor di malattia a Parigi nel 1900 nella misera stanza di un albergo, circondato da pochi amici e da molti debiti. Stravolgendo la verit storica, Alessandro Fullin invece immagina per il celebre scrittore irlandese una morte per mano di un misterioso assassino durante un party in una residen-

Fullin racconta a modo suo la morte di Oscar Wilde Da Crema a Dresda a teatro
za scozzese in cui sono stati invitati i pi famosi personaggi delle sue commedie. Subito il caso si tinge di giallo: chi ha commesso il delitto? Vengono interrogati tutti i convenuti. In unambientazione che richiama le atmosfere e i costumi della borghesia vittoriana con la sua oppressiva moralit, Alessandro Fullin, Anna Meacci e Filippo Pagotto, con lindiscusso talento comico degli artisti di rango, sorretti da un testo raffinato e accattivante e da un travolgente ritmo registico, cambiano - velocissimi - abito ed umore svolgendo, tra mille colpi di scena, le sorprendenti indagini. Finale a sorpresa, con nuove citazioni e un altro morto illustre.

Domani alle ore 17 nella sala Bottesini del San Domenico di Crema, al primo piano, si tiene la presentazione del libro Da Crema a Dresda storia damore e di musica nellEuropa della Restaurazione (1825/1835) di Severina Donati de Conti. Recital musicale di Rodolfo Maria Gordini e Deborah Matarrese. Presentazione e letture di Celestino Cremonesi; al pianoforte il maestro Alessandro Lupo Pasini.

SABATO 24
10.55 CONCISTORO PER LA CREAZIONE DI 6 NUOVI CARDINALI 12.00 LA PROVA DEL CUOCO.Att 13.30 TG1/TELEGIORNALE 14.00 EASY DRIVER. Attualit 14.30 LINE BLU. Attualit 15.30 LE AMICHE DEL SABATO.Att 16.25 A SUA IMMAGINE 17.00 TG1/CHE TEMPO F 17.10 55ZECCHINO D'ORO. Mus 20.00 TG1 TELEGIORNALE 20.35 AFFARI TUOI. Game 21.10 TI LASCIO UNA CANZONE 00.40 TG1 NOTTE 10.05 10.15 10.55 11.35 13.00 14.00 15.00 15.30 16.30 17.55 18.35 19.35 20.30 21.50 22.40 09.25 10.20 11.00 11.30 12.00 12.25 14.55 17.00 17.20 19.00 20.00 20.20 21.05 23.20 23.40 APRIRAI. Attualit SULLA VIA DI DAMASCO TERRITORI. Attualit MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO / DRIBBLING TEEN MANAGER.Reality CATASTROFI NEL MONDO. Doc SQUADRA SPEC. LIPSIA. Tf PIT LANE. Sport G.P. BRASILE F1 prove 90 MINUTO SERIE B COPS SQUADRA SPECIALE. Tf TG2 NOTIZIE / CASTLE. Tf BODY OF PROOF. Telefilm TG2 NOTIZIE 14 DISTRETTO. Telefilm L'ISPETTORE DERRICK. Tf TGR BELLITALIA TGR PRODOTTO ITALIA TG3 Sport - Meteo / TGR TGR Settimanale TV TOLK. Attualit TIMBUCTU. Doc MOONLIGHT & VALENTINO. F TG3/REGIONE/METEO BLOB. Attualit STANLIO E OLLIO.Film ULISSE. Film TG3 REGIONE TELEPATIA. Attualit

DOMENICA 25
09.35 10.00 10.30 10.55 12.00 12.20 14.00 16.10 16.15 16.55 18.45 19.00 20.40 21.30 23.30 07.00 09.00 10.10 10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.10 18.10 19.35 20.30 21.00 21.45 22.35 11.05 11.30 12.00 12.55 13.25 14.00 14.30 15.05 19.00 20.00 20.10 21.30 24.00 00.15 MIXITALIA. Attualit LINEA VERDE ORIZZONTI.Att A SUA IMMAINA SANTA MESSA RECITA DELL'ANGELUS LINEA VERDE / TG1 DOMENICA IN L'ARENA TG1 Telegiornale POLE POSITION G.P. BRASILE F1- gara POLE POSITION L'EREDIT / TG1 AFFARI TUOI TERRA RIBELLE. Fiction SPECIALE TG1. Attualit L'ALBERO AZZURRO. Variet BATTLE DANCE. Talent RAGAZZI C' VOYAGER.Var A COME AVVENTURA. Att MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO/METEO/MOTORI QUELLI CHE ASPETTANO. Var QUELLI CHE. Variet STADIO SPRINT. Sport 90MINUTO. Sport COPS SQUADRA SPECIALE. Tf TG2 NOTIZIE HAWAII FIVE-0. Telefilm NCIS. Telefilm LA DOMENICA SPORTIVA TGR MEDITERRANEO. Att TGR REGIONEUROPA. Att TG3 Sport - Meteo / TGR RAI EDUCATIONAL. Att PASSEPARTOUT. Att TG3/REGIONE/METEO 3 IN 1/2 H. Attualit ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO. Doc TG3/REGIONE/METEO BLOB. Attualit CHE TEMPO FA. Attualit TG3 SPEC. PRIMARIE TG3 - TG REGIONE BORIS. Sitcom 09.50 10.50 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.20 18.00 18.55 19.35 20.05 20.40 21.30 23.20

SABATO 24
CARABINIERI 7.Telefilm RICETTE DI FAMIGLIA. Att TG 4/METEO/NOTIZIE/TRAFFICO UN DETECTIVE IN CORSIA. Tf LA SIGNORA IN GIALLO. Tf TG4 LO SPORTELLO DI FORUM.Att POIROT. Film/ MONK. Telefilm PIANETA MARE. Attualit TG 4 - METEO 4 TEMPESTA D'AMORE. Soap NUOVE SCENE DA UN MATRIMONIO LE INDAGINI DI PADRE CASTELL.TF LAW & ORDER LOS ANGELES. Tf LAW & ORDER UNIT.SPECIALE. Tf Traffico/METEO TG5 MATTINA SUPERPARTES. Attualit MELAVERDE. Attualit FORUM TG5 TELEGIORNALE/METEO 5 COUGAR TOWN. Telefilm AMICI. Talent show VERISSIMO. Attualit AVANTI UN ALTRO. Game TG 5 telegiornale - METEO 5 STRISCIA LA NOTIZIA. Variet THE WINNER IS... Talent show X-STYLE. Attualit AVVOCATI A NEW YORK.Tel CARTONI ANIMATI LA VOCE DEL CIGNO. Film STUDIO APERTO - METEO SPORT MEDIASET DRAGON - LA STORIA DI BRUCE LEE. Film MAI DIRE NINJA. Film MAGAZINE CHAMPIONS STUDIO APERTO - METEO LA VITA SECONDO JIM. Film SCOOBY DOO. Film UNA NOTTE AL MUSEO. Film TREMORS. Film POKER1 MANIA STUDIO APERTO

DOMENICA 25
07.30 08.35 09.20 10.00 11.00 11.30 12.00 13.05 14.00 15.25 17.00 18.55 19.35 21.30 23.45 SUPER PARTES. Att PIANETA DINOSAURI. Doc MAGNIFICA ITALIA. Doc SANTA MESSA LE STORIE DI VIAGGIO A...Att TG 4 TELEGIORNALE PIANETA MARE. Attualit DONNAVVENTURA. Attualit TG4/COME SI CAMBIA. Reality CAVALCA, VAQUERO! Film DOWNTON ABBEY. Fiction TG4 Telegiornale - METEO 4 IL COMANDANTE FLORENT.F ORGOGLIO E PREGIUDIZIO. Film TERRA! Attualit 06.00 07.00 10.00 11.05 11.45 13.30 14.05

RETE 4

SABATO 24
TG LA7 OMNIBUS. Attualit BOOKSTORE. Attualit MADAMA PALAZZO. Att JOSEPHINE ANGE GARDIEN. Tf TG LA7 TEST MATCH Rugby Italia-Australia LA7 DOC. Doc JAG.Telefilm TG LA7 IN ONDA. Attualit L'ISPETTORE BARNABY. Tel OMNIBUS NOTTE TG LA7 SPORT

DOMENICA 25
06.00 07.00 07.30 10.00 11.25 11.45 13.30 14.05 16.10 18.00 20.00 20.30 22.30 00.20 01.25 TG LA 7 - METEO - OROSCOPO OMNIBUS. Attualit TG LA 7 TI PORTO IO. Attualit TI CI PORTO IO...IN CUCINA JOSEPHIN ANGE GARDIEN. Tf TG LA7 IL KENTUCKIANO. Film THE DISTRICT. Telefilm L'ISPETTORE BARNABY.Tel TG LA7 IN ONDA. Attualit ALVEARE DEL TERRORE. Film OMNIBUS NOTTE TG LA7 SPORT

07.55 08.00 08.50 09.45 11.00 13.00 13.40 14.10 16.00 18.50 CANALE 5 20.00 20.40 21.10 23.45 00.25 07.20 11.00 12.25 13.05 13.40 16.00 17.55 18.30 19.00 ITALIA 1 19.25 21.20 23.25 01.20 02.10

08.00 TG5 MATTINA 08.50 LE FRONTIERE DELLO SPIRITO. Attualit 10.00 BELLI DENTRO. Sitcom 10.30 BENVENUTI A TAVOLA. Fiction 11.50 MELAVERDE. Att 13.00 TG5 Telegiornale - METEO 5 13.40 L'ARCA DI NO. Variet 14.00 DOMENICA LIVE. Variet 18.50 AVANTI UN ALTRO. Game 20.00 TG 5 - METEO 5 20.40 STRISCIA LA DOMENICA. Var 21.15 TI AMO IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO. Film 23.20 IL GIUDICE MASTRANGELO.F 06.00 07.00 07.40 10.10 11.50 12.25 14.00 16.00 18.30 19.00 21.25 IL MONDO DI PATTY. Telenov SUPER PARTES. Attualit CARTONI ANIMATI BEETHOVEN 4. Film GRAND PRIX. Sport STUDIO APERTO THE IMMORTAL VOYAGE. F IL VIAGGIO DELL'UNICORNO. F STUDIO APERTO/METEO RITORNO AL FUTURO III. Film ARCHIMEDE- LA SCIENZA SECONDO ITALIA1. Attualit 00.20 ROBIN HOOD LA LEGGENDA. Film 02.15 POKER1MANIA

LA 7

17.05 18.00 20.00 20.30 22.35 00.30 01.30

07.00 07.30 08.30 12.05 20.00 21.05 22.20 23.20 00.30

LE NOSTRE REGIONI STUDIO 1 LIVE ROTOCALCO COMMEDIA ITALIANA: racconti romani LE NOSTRE REGIONI ROTOCALCO COMMEDIA ITALIANA: IL GIOVANE LEONE FELTRI SENZA FILTRI VIAGGIO SENTIMENTALE NELLITALIA DEI DESIDERI VITTORIO SGARBI CI PORTA A CONOSCERE LE NOSTRE CITT ARTISTICHE

07.00 LE NOSTRE REGIONI 07.15 ROTOCALCO 09.30 COMMEDIA ITALIANA: il seduttore 11.00 SANTA MESSA 12.00 FELTRI SENZA FILTRI 13.00 GIORNO DEL SIGNORE 13.30 LE NOSTRE REGIONI 18.15 PARTITA BASKET Banco Sardegna SassariVanoli Cremona 20.05 ROTOCALCO 21.320 VITA DA CANI. Commedia 23.20 PARTITA BASKET replica 00.50 VIAGGIO ITALIA DESIDERI

20

Sabato 24 Novembre 2012

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715.

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.

PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da luned a venerd. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da luned a venerd dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia da luned a venerd dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

Limportanza di donare il sangue L


di Laura Bosio a cultura del donare il sangue sempre pi diffusa, specialmente nel nostro territorio; i dati, infatti, parlano chiaro: con poco meno di 40mila donazioni l'anno (per un totale di 16.807 donatori) la nostraprovincia una tra quelle con i valori percentuali di raccolta sangue pi alti in Italia. Tuttavia migliorare sempre possibile. Lo afferma Umberto Bodini, direttore del Centro trasfusionale di Cremona. Viviamo in un'epoca in cui la tecnologia ha fatto passi da gigante, ma purtroppo ancora non si in grado di produrre sangue in laboratorio, anche se vi sono moltissime ricerche in atto in merito. Dunque oggi l'unica fonte di approvvigionamento di questa sostanza la donazione, ed per questo che si tratta di una pratica cos importante. Anche perch, se calcoliamo che il donatore pu continuare a donare fino a circa 65 anni, sempre che le condizioni di salute restino inalterate, appare chiaro come sia necessario un continuo cambio generazionale. Lei ha parlato di ricerche per realizzare il sangue in laboratorio: pu essere pi specifico? Ve ne sono moltissime, in tutto il mondo, e si stanno investendo davvero molte risorse. Lo studio attualmente pi avanzato quello che ipotizza l'utilizzo di cellule del midollo. Esse sono infatti quelle responsabili della produzione di sangue, per cui si ipotizza che mettendole in coltura e facendole proliferare finch non siano in grado di produrre delle cellule del sangue con caratteristiche universali. Torniamo a parlare di donazione: tutti possono donare? Nei limiti delle condizioni di salute, assolutamente si. Donare il sangue non un gesto coraggioso o riservato a pochi, ma un gesto di civilt e buona convivenza. Non servono grandi requisiti, a parte una buona salute. Come viene utilizzato il sangue donato? Oggi la donazione supporto indispensabile a molte patoloIl dottor Umberto Bodini, direttore del Centro trasfusionale

Cremona tra le citt italiane dove si riscontra maggiore sensibilizzazione

gie. A partire da quelle che riguardano le patologie del sangue, come leucemie e linfomi. Il sangue indispensabile per gli interventi chirurgici, soprattutto quelli che comportano grosse perdite di sangue. Anche i trapianti necessitano di grandi quantitativi di emocomponenti. Tra i giovani si riscontra una sensibilit sul tema? Assolutamente s. Basti pensare che i donatori tra i 18 e 25 anni sono circa 1.600 e quelli tra i 26 e i 35 sono oltre 3.500. Inoltre negli ultimi anni si registra un forte aumento di donazioni da parte di donne, che prima scarseggiavano. Quali sono le tecnologie utilizzate per la donazione? Oggi il sangue viene lavorato e scomposto, per separare gli emocomponenti (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine e plasma). In questo modo si pu andare a curare in maniera mirata ogni singola patologia. Il donato-

re viene quindi attaccato a un separatore cellulare, che permette di frazionare subito il sangue durante il prelievo. In questo modo si trattiene solo la parte che serve, mentre il resto viene reimmesso in circolo al donatore. In questo modo un solo donatore pu dare un apporto trasfusionale che normalmente si potrebbe avere da quattro donatori. Questo tipo di donazione viene riservata a situazioni di pazienti con particolari esigenze. Gli altri fanno invece una donazione completa di sangue, che viene poi scomposto in un secondo tempo, grazie a delle centrifughe che separano i componenti. Le donne fanno invece la plasmaferesi, ossia la donazione di solo plasma, che comporta minori tempi di recupero. E' vero che il donatore viene sottoposto a un chek up completo? Certo. Il donatore viene sottoposto a indagini cliniche ed esami di laboratorio per stabilire se in buona salute. Una volta certificata l'idoneit egli entra a far parte dell'Avis, e viene chiamato a intervalli periodici (che per legge non possono essere inferiori ai 90 giorni). Inoltre ad ogni donazione che viene effettuata sul sangue devono essere fatti dei controlli previsti dalla legge (ad esempio la trasmissione di malattie infettive - Epatite B e C o Hiv -, la funzionalit del fegato e l'emocromo). Il sangue donato nella nostra provincia viene utilizzato tutto? In realt no, perch abbiamo

pi donatori rispetto al fabbisogno. Per questo il nostro ospedale lo cede a ospedali dove invece non ne raccolgono a sufficienza. Ad esempio abbiamo una convenzione con l'Ospedale di Pavia secondo cui cediamo loro circa 7mila unit di sangue l'anno. All'Ospedale di Cagliari ne cediamo invece circa mille unit. Una parte del plasma viene invece ceduta all'industria no profit, che lo lavora ricavandone dei farmaci, che poi tornano a noi per essere utilizzati in base alla necessit. Come si conserva il sangue donato? Dipende dalle singole componenti. I globuli rossi vanno ad esempio conservati a 4 gradi e durano per circa 42 giorni. Il plasma deve essere congelato e pu durare anche mesi, le piastrine si conservano a temperatura ambiente dentro a dei macchinari che le tengono continuamente in movimento, e durano solo pochi giorni. I globuli bianchi, infine, duranosolo 12 ore e devono essere trasfusi quanto prima. Parliamo di numeri: quante donazioni vengono effettuate presso il Centro trasfusionale? Circa 80 al giorno, di cui il 50% di sangue intero e il resto di solo plasma o altre donazioni di componenti specifiche. Tuttavia nel prossimo futuro potrebbero esserci degli sviluppi particolarmente positivi. Regione Lombardia sta infatti effettuando una rivoluzione della rete trasfusionale regionale: si vogliono creare della macro aree per la lavorazione del sangue donato (mentre le donazioni continueranno a essere effettuate nelle aree periferiche), in modo da offrire un prodotto pi standardizzato. La macro-area a cui apparteniamo noi quella di CremonaMantova, e candidati a essere struttura di riferimento siamo proprio noi di Cremona. Questo comporter naturalmente un aumento del carico di lavoro, ma grazie al nostro trasloco - tuttora in corso - in una nuova area dell'ospedale, sotto il blocco operatorio, i nostri spazi sono decisamente pi ampi, e siamo pronti a raccogliere la sfida.

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentile Naturopata, ho sentito parlare del Genep per curare influenza, tosse e altro che non ho sentito (era un programma televisivo), volevo sapere da Lei se vero o se erano sciocchezze, perch io lo conosco come liquore. La ringrazio e Le faccio tantissimi complimenti per le Sue rubriche, che seguo con grande attenzione e passione, ma non ha mai pensato di pubblicare un libro? Se lo far me lo faccia sapere, perch lo acquister. Un cordiale saluto. M.P. Chiamato anche "aspirina di montagna", il genep un rimedio naturale noto per la sua efficacia nel combattere il raffreddore, influenza, costipazioni e mal di gola. E' una pianta aromatica che cresce nelle zone alpine e appenniniche, conosciuta in particolare per il liquore che se ne estrae. Pianta preziosa per le sue molteplici virt, in particolare riguardo l'apparato respiratorio. Le propriet del genep sono legate ai suoi principi amari, i suoi estratti si rivelano un balsamo efficace per la tosse, bronchite e alcune forme asmatiche. E' un eccellente rimedio anche per aiutare la digestione, perch ricca di oli essenziali, tra cui il cineolo, un ossido terpenico che si rivela utile per stimolare il buon funzionamento gastro intestinale. Valido aiuto anche per chi soffre di flautenza. Molte sono le persone che mi hanno chiesto di pubblicare un libro con i miei articoli sulle piante e sui cristalli, c' un progetto per le piante, vedremo se si realizzer, naturalmente sar mia cura informarLa.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

Nuovo slancio nella battaglia contro il tumore


ome si combatte il cancro nella provincia di Cremona? Questa l'ambiziosa domanda a cui si vuole rispondere durante la Conferenza territoriale organizzata dal Dipo (Dipartimento interaziendale provinciale oncologico, coordinato da Ines Caffaro) che si svolger sabato 24 novembre, nellaula magna dellOspedale di Cremona (inizio ore 8.30). Un appuntamento che pone in risalto limportanza di una strategia territoriale condivisa finalizzata a sconfiggere le patologie oncologiche. Durante i lavori verranno illustrati i dati provinciali di incidenza e prevalenza dei principali tumori rilevati nella provincia di Cremona e sar fatta unanalisi comparativa sugli stessi dati relativi alle medie della Regione Lombardia e del resto di Italia. Durante la conferenza saranno fatte valutazioni prospettiche e di esito delle progettualit avviate nel territorio dellAsl della provincia di Cremona con gli erogatori specilisticicti e i Medici di medicina generale. Fra gli autorevoli relatori Mario Melazzini (assessore alla Sanit di Regione Lombardia). Interverranno: Simona Mariani (direttore generale dellAzienda ospedaliera di Cremona), Gilberto Compagnoni (direttore generale dellAsl della provincia di Cremona) Luigi Ablondi (direttore generale Azienda ospedaliera di Crema). Come si combatte il tumore nella provincia di Cremona? La lotta al tumore richiede oggi soprattutto sinergia di intenti e condivisioni di programmi fra tutti gli attori (compreso il paziente). Questa anche la mission del Dipo (Dipartimento Interaziendale provinciale Oncologico). L'integrazione ospedale/territorio, Asl e strutture ospedaliere stato e continuer ad essere l'obiettivo da perseguire, interpretando cos anche le indicazioni regionali. Molto

Oggi (24 novembre), nellaula magna dellOspedale di Cremona, si parler della strategia territoriale finalizzata a sconfiggere le patologie oncologiche

21

di Giulia Sapelli

nei quali la neoplasia a lenta crescita e rimarrebbe sub-clinica per tutta la vita. Negli altri casi la vera causa il vivere pi a lungo. L'anziano viene ad avere una bassa resistenza, una pi lunga esposizione a fattori ambientali ed insulti endogeni, una riduzione fisiologica dell'immunocompetenza e una alterazione delle difese antitumorali (difetti nei tumor suppressor genes e ridotte capacit di riparazione del Dna). In che misura cambiato lapproccio terapeutico e perch pi efficace? L'approccio terapeutico senz'altro pi efficace, le conoscenze sono aumentate e lo sforzo per la ricerca sempre maggiore. Inoltre lintroduzione di nuovi farmaci e di nuove strategie terapeutiche ha condotto a esiti positivi. La malattia neoplastica in molti casi oggi cronicizzabile. Sicuramente, rispetto al passato, molta pi importanza data alla qualit di vita dei pazienti e non solo alla sopravvivenza, limitando quanto pi possibile, a parit di efficacia, trattamenti pi mutilanti.

i dati

il vero successo sulla malattia sar quella di evitare che si sviluppi. Questo dipender dallo screening
stato fatto in questa direzione ma molto c' ancora da fare. La II conferenza oncologica provinciale che si svolta lo scorso 24 novembre era rivolta anche ai medici di medicina generale perch contro le malattie oncologiche indispensabile fare fronte comune anche sul territorio, tenendo conto di tutte le implicazioni umane e sociali. Quali sono le patologie oncologiche pi diffuse nella nostra provincia e quale lincidenza? I big killer della provincia di Cremona sono quattro: mammella, polmone, retto-colon e stomaco. Il tasso di mortalit nella provincia si ridotto negli anni; nel 2007 abbiamo fortunatamente perso il poco invidiabile secondo posto nella classifica regionale, passando al quarto dopo Bergamo, Lodi e Pavia. La neoplasia mammaria causa di mortalit nel 19% di donne affette da cancro; il polmone nel 24% per gli uomini e nel 11% nelle donne ammalate di cancro. Colon e retto rappresentano il 10% e lo stomaco il 9% di mortalit nei pazienti oncologici. Quest'ultima patologia vede le aziende ospedaliere e l'Asl coinvolte in un progetto per la realizzazione del registro del tumore gastrico, insieme alla provincia di Mantova dove, pur in presenza di stili e condizioni di vita sovrapponibili, la patologia appare meno espressa. E corretto dire che oggi ci si ammala di pi o semplicemente il numero crescente dei pazienti oncologici dovuto a diagnosi sempre pi precoci e a una maggior consapevolezza dei cittadini? Numerose sono le concause coinvolte nell'aumento dell'incidenza della patologia tumorale. La diagnosi precoce non sicuramente fra queste. Potrebbe, forse, fare talora eccezione il tumore della prostata perch il frequente ricorso al dosaggio del Psa (Antigene prostatico specifico) in pazienti asintomatici rende "malati" una quota di individui

Perch importante aderire alle campagne di screening? La vera vittoria sul tumore sar quella di evitare che si sviluppi. Le campagne di screening - e mi riferisco soprattutto al tumore del colon e del retto - hanno l'obiettivo non solo di riconoscere la malattia in fase iniziale, ma soprattutto di impedire la trasformazione maligna di polipi eradicandoli endoscopicamente. Lo screening del cervicocarcinoma con il Pap test ha ridotto drasticamente l'incidenza della neoplasia del collo dell'utero. Individuare le donne con positivit per il papilloma virus significa evitare lo sviluppo del cervicocarcinoma e comunque la diagnosi precoce fa la differenza fra la guarigione o meno. Aggiungo che la ricerca in questo campo ha permesso di sviluppare un vaccino per il controllo dell'infezione virale responsabile della neoplasia.

Nel 2008 sono stati diagnosticati circa 12,7 milioni di tumori maligni e 7,6 milioni di persone sono morte di cancro in tutto il mondo. Tutte le neoplasie sono la causa del 13% di tutte le morti annuali, con i pi comuni che sono: cancro del polmone (1,4 milioni di morti), cancro allo stomaco (740.000 morti), cancro al fegato (700.000 morti), del colon-retto (610.000 morti) e il cancro alla mammella (460.000 decessi). Questo dati fanno si che le neoplasie invasive siano la principale causa di morte nel mondo sviluppato e la seconda causa di morte nei paesi in via di sviluppo. Oltre la met dei casi si verificano in quest'ultime regioni. In Italia, nel 2007 sono morte 572.881 persone: 224.311 per cause riconducibili al sistema cardiovascolare, e 171.625 a causa di tumori (in massima parte maligni); in quest'ultimo gruppo, le patologie pi diffuse sono stati i tumori maligni del sistema respiratorio (soprattutto carcinoma del polmone; 34.610 morti), il carcinoma del colon-retto (18.349), della mammella (12.050), dello stomaco (10.522), oltre ai tumori maligni (generalmente non epiteliali) del sistema immunitario (13.880 morti). I tassi globali di svilippo di neoplasie, sono aumentati principalmente a causa di un invecchiamento generale della popolazione e di modifiche allo stile di vita. Il fattore di rischio pi significativo per lo sviluppo di una neoplasia la vecchiaia. Le tre neoplasie infantili pi comuni sono la leucemia (34%), i tumori cerebrali (23%) e i linfomi (12%). I tassi di tumori maligni infantili sono aumentati dello 0,6% all'anno, tra il 1975 e il 2002 negli Stati Uniti, e del 1,1% l'anno tra il 1978 e il 1997 in Europa.

Anche questanno l'assessorato alle Pari Opportunit del Comune di Cremona segue con attenzione il tema della violenza alle donne, proponendo iniziative di sensibilizzare l'opinione pubblica al contrasto di questo triste fenomeno. Nella Giornata internazionale contro la violenza alle donne, il 25 novembre, si prevedono quindi numerose iniziative. Questa giornata simbolica ed importante, rappresenta oltre che un momento di doverosa riflessione sul tema, un punto da cui partire per la lotta a questo fenomeno, purtroppo, di grande attualit. La violenza sulle donne si nasconde sotto forme diverse, a volte poco evidenti anche per chi le subisce. Dalle ricerche di Amnesty International, emergono tutte le tipologie di violenza fisica, psicologica, sessuale e di privazione. Sul nostro territorio, nonostante il fenomeno della violenza non sia quantificabile in maniera precisa, possibile rilevare che nel corso degli ultimi anni aumentato il numero delle donne che si rivolgono ai servizi dedicati al problema. Questo grazie alle attivit svolte in maniera sinergica dagli enti e dalle associazioni rispetto alla sensibilizzazione e allo stimolo delle riflessioni rivolte alla cittadinanza. Nellultimo anno si sono svolte importanti azioni di formazione rivolte agli operatori dei settori operanti sul territorio (servizi sociali, polizia municipale, Asl, Ospedale) attraverso lattuazione di un progetto cofinanziato dalla Regione Lombardia, che vede come partner la Provincia di Cremona e i maggiori Comuni della Provincia (Cremona, Crema, Casalmaggiore), le associazioni antiviolenza operanti sui territori, i sindacati. Le iniziative proposte per questanno dallAssessorato alle Pari Opportunit del Comune di Cremona si inseriscono anche nel percorso di queste iniziative, ma soprattutto rappresentano lopportunit in questa giornata di riportare l'attenzione dellopinione pubblica sul problema del rispetto della dignit femminile:

Molte iniziative sul territorio

25 nOveMbre - GiOrnata COntrO la viOlenza sulle dOnne

la strada verso il rispetto e l'affermazione della dignit della donna ostacolata da retaggi e da pregiudizi culturali atavici che vanno contrastati con fermezza attraverso un'azione educativa. Domenica 25 novembre - ore 18, Teatro Monteverdi verr presentato il progetto medi@Mente Donna.Si tratta di un percorso informativo-educativo finalizzato a contrastare l'uso improprio dell'immagine femminile nel marketing e nella pubblicit - In collaborazione con Soroptimist Cremona. La Retedonne Cremona e il Comitato Se non ora, quando, in collaborazione con i centri antiviolenza della provincia, in occasione della Giornata presenteranno il monologo teatrale Lodore del mondo, di e con Gisella Szanizl, regia Jacopo Maria Bicocchi. A mettere in scena lo spettacolo la compagnia dei Demoni. Appuntamento alle 21 presso Luogocomune (Centro sociale culturale Arci). Il testo si ispira ad un articolo di Concita de Gregorio. Una storia vera, la storia di una ragazza Moldava costretta a vivere in un paese straniero e intollerante. LOdore del mondo parla di Irina e della sua famiglia. Il racconto parte dal ricordo di un odore, quello della zuppa che la nonna cucinava nei giorni di festa. La narrazione si sviluppa attraverso tre fasi, che corrispondono ai tre momenti scenici attraverso cui si evolve lo spettacolo e che rappresentano tre fasi fondamentali della vita di una donna : la fanciullezza, let della fertilit e quella della Consapevolezza. Un viaggio che attraversa violenze e umiliazioni, fino a riappropriarsi di s e della propria vita.

22

Sabato 24 Novembre 2012

Agricoltura

A partire dal prossimo 3 dicembre, con una nuova erogazione di 200 milioni di euro, la Regione Lombardia anticiper alle aziende agricole il 90 per cento dei fondi Pac 2012: stato annunciato nel corso di una conferenza stampa dal presidente della Regione Roberto Formigoni e dallassessore allagricoltura Giuseppe Elias. Formigoni ha spiegato che si tratta di un ulteriore 40 per cento di anticipo, che va ad aggiungersi al 50 per cento gi erogato nello scorso mese di luglio. Una forte iniezione di liquidit (in tutto 450 milioni di euro) su cui potranno contare le 31.000 aziende agricole lombarde. Nella prima met di agosto era gi stato disposto il pagamento del 90 per cento della Pac alle aziende localizzate nei Comuni mantovani colpiti dal sisma, attraverso una misura che ha concretamente, ed in tempi brevissimi, aiutato molte imprese danneggiate dal terremoto. Lassessore Elias ha rimarcato che tale decisione conferma il costante impegno nei confronti del comparto agricolo, che rappresenta uno dei settori trainanti delleconomia lombarda e che si trova ad affrontare una crisi molto difficile; tanto pi che a breve, tra laltro, si profilano gli onerosi impegni del pagamento dellImu. La decisione della Regione conferma anche limpegno a utilizzare velocemente e bene i fondi erogati dalla Commissione europea che, in questo ambito in particolare, rappresentano un importantissimo sostegno per unagricoltura rispettosa del territorio.

Pac, in arrivo altri 200 milioni

LOMBARDIA

Prezzo del latte, manca ancora un riferimento


Secondo la Libera, 38 centesimi al litro troppo poco per coprire i costi di produzione e avere un margine adeguato
A cura di Libera Agricoltori sitivo e sulla domanda sostenuta di prodotto. Per quanto riguarda il latte fresco continua la progressiva ascesa del latte spot crudo nazionale che ha raggiunto la punto di 44 centesimi per litro. Ascesa che prosegue dallo scorso mese di aprile. Le quotazioni di analogo prodotto sulla piazza di Verona sono anche leggermente superiori. Per quanto riguarda le produzioni anche qui si verifica un trend in deciso aumento. In Italia nel periodo aprile settembre, dunque nella nuova campagna, nonostante la forte siccit e calura estiva che ha condizionato le produzioni, il dato cumulativo di latte di un pi 1,67 % di prodotto rettificato. Quindi ci si colloca anche in una posizione di rischio splafonamento. Dunque anche le produzioni in genere sono in aumento e testimoniano di un buon tiraggio del mercato interno. A fronte di questi dati, che dimostrano inequivocabilmente come il mercato del latte e dei principali derivati anche di livello internazionale sia in tensione e recettivo gi da alcuni mesi, non si capisce latteggiamento di chiusura da parte dellindustria di trasformazione che si ostina a negare un giusto incremento del prezzo del latte pagato ai produttori.

l prezzo del latte continua a fare discutere. Dallinizio di ottobre gli allevatori stanno producendo e consegnando il latte allindustria senza avere un riferimento certo del prezzo che ne ricaveranno. Lultimo prezzo concordato, scaduto alla fine del mese di settembre, era di 38 centesimi al litro. Troppo poco per coprire i costi di produzione ed avere un margine adeguato. Gli industriali del latte rifiutano di sottoscrivere contratti aggiornati con un adeguamento del prezzo del latte pagato ai produttori. Il ministro Catania (dopo forti pressioni partite proprio da Cremona) ha convocato per il 26 novembre le rappresentanze agricole per un confronto sul tema. In attesa che la politica si pronunci vale la pena dare unocchiata ai mercati, che sembrano essere tuttaltro che in recessione e in grado di pagare importi adeguati per il latte. Cominciamo da quello nazionale. Il prezzo del burro a Parma in forte crescita, in cinque mesi passato da 1,22 euro al chilo a oltre 1,80. Il che significa un incremento di circa il 50%. Sulla piazza di Mantova il grana padano con 14-16 mesi

Il ministro Catania ha convocato le rappresentanze agricole il 26 novembre per un momento di confronto


di stagionatura si mantiene su quotazioni importanti: da un minimo di 8,45 ad un massimo di 8,7 euro chilo. In leggera flessione invece quello con 10 mesi di stagionatura, ma che si mantiene comunque sopra la quota di 7 euro chilo. Discorso analogo anche per il Parmigiano reggiano con stagionatura di 12 mesi che si attesta di poco sotto i 9 euro/chilo, mentre quello con stagionatura di 24 mesi fa annotare un valore stabile sugli 11 euro per chilo. Un valore che assume la massima importanza dal momento che si mantiene costante su questi livelli dal mese di maggio. A conferma del buon momento che stanno attraversando sia il padano che il reggiano il dato sulle loro esportazioni che in forte aumento. Uno sguardo allestero sul mercato dei formaggi ci dice che in Germania le valutazioni dellEdamer si mantengono su ottimi livelli e hanno raggiunto quasi i picchi massimi. Da questa analisi, sia pur sommaria, si rileva come il mercato dei formaggi guida in Italia ed in Europa dia segnali inequivocabili sul momento po-

PIADENA

Festa provinciale del Ringraziamento, un successo


ti Mauro Begatti e Giuseppe Lanzoni, il responsabile della zona casalasca Davide Caleffi, il direttore Guido Vezzoni. Tra le autorit, presenti anche i sindaci di Piadena Bruno Tosatto, di Casalmaggiore, Claudio Silla, e di Tornata, Mario Penci, il presidente della Provincia Massimiliano Salini, il senatore Giacinto Boldrini, il consigliere regionale Gianni Rossoni, lassessore provinciale allAgricoltura Gianluca Pinotti, il presidente della Camera di Commercio Giandomenico Auricchio, il direttore del quotidiano La Provincia Vittoriano Zanolli, il sindaco di Cremona Oreste Perri e il vicesindaco Carlo Malvezzi, il comandante provinciale dei carabinieri tenente colonnello Michele Arcangelo Cozzolino e il capitano Cristiano Spadano, comandante della Compagnia carabinieri di Casalmaggiore, il vicecomandante di Piadena maresciallo Daniele Caputo, il presidente del Gal Oglio Po Giuseppe Torchio. Commentando le sacre scritture, Monsignor Rini ha insistito sulla necessit di salvaguardare il valore della terra, che laddove sia abbandonata, desertificata o cementificata non svolge pi la sua funzione. Dobbiamo tutti farci promotori di una nuova cultura della terra e del creato. Ed ha inoltre rimarcato limportanza dellatto di ringraziare il Signore. Al termine delleucarestia, ci si spostati nellattigua piazza Garibaldi per la benedizione dei trattori. La giornata si conclusa con un momento conviviale al ristorante La Clochette di Solarolo Rainerio. Il Presidente Piva, nel suo saluto, ha affermato che in questo momento cos difficile per il comparto agricolo, assolutamente necessario rimboccarsi le maniche per superare positivamente questa fase. E per farlo, indispensabile essere coesi.

Domenica scorsa si svolta a Piadena la Festa Provinciale del Ringraziamento organizzata dalla Libera Associazione Agricoltori Cremonesi. Quando lavoriamo la terra, abbiamo Dio con noi: sono alcune delle parole di monsignor Vincenzo Rini, direttore del settimanale diocesano "La Vita Cattolica", che nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, ha celebrato la santa messa, affiancato dal vicario don Massimo Sanni. Tra i banchi, il presidente della Libera Antonio Piva, il vice presidente vicario Maria Ausilia Bianchessi, i vice presiden-

Cinque comuni insieme contro le emissioni di anidride carbonica


Cinque Comuni del Cremonese hanno messo a punto un piano dazione per sfruttare le energie alternative e combattere il problema dellinquinamento atmosferico. I Comuni interessati sono quelli di Vescovato, Pieve San Giacomo, Isola Dovarese, Cicognolo e Gabbioneta Binanuova, che dopo mesi di lavoro hanno portato a termine il Paes, ossia il Piano dazione per lenergia sostenibile, che verr presentato luned prossimo alle 18 nellauditorium di Vescovato. Con il programma unitario, i cinque paesi coinvolti nel progetto, che stato finanziato dalla Fondazione Cariplo avranno pi possibilit di accedere a fondi regionali ed europei. Il piano un documento dettagliato dove sono riportati tutti gli obiettivi da raggiungere entro il 2020, come previsto dal patto dei sindaci dellUnione Europea, che punta a ridurre le emissioni di anidride carbonica nellatmosfera. Nei cinque comuni sono in arrivo pannelli solari, impianti di riscaldamento allavanguardia, illuminazione a led e interventi per ridurre i consumi energetici degli edifici pubblici, ma sono previste anche campagne di sensibilizzazione sui temi ambientali e sconti sugli oneri per i privati, che punteranno sullo sfruttamento delle energie rinnovabili.

TABELLA AGGIORNATA A GIOVEDI 22 NOVEMBRE 2012


PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe) SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

PRODOTTO
VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg ) frisona

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
p.v. 1,10-1,29 p.m 2,50-2,80 pv 0,88-0,97 pm 2,10-2,25 pm 2,50-3,00

MILANO
MONTICHIARI 1,05-1,25 MONTICHIARI 0,75-0,85 Vitelloni da macello 24/30 mesi 1,32-1,47 MONTICHIARI (1 q. 56/60 kg) 1,00-1,10 MONTICHIARI 3,85-4,00

MANTOVA
da macello 1,15-1,25 0,96-1,06

MODENA
--

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA
250-254

MILANO
n.q.

MANTOVA
n.q.

MODENA
(fino) 273-278 261-262

Kg.

Tonn.

244-245

256-257

250-255

kg.

1,40-1,57

Vitelloni femm. da macello pezz. nere (kg. 450-500) p.v. 1,451,60 pm 2,80-3,10 (45-55 kg) 0,75-1,55 (pregiate 70 kg) 3,56-4,70

Tonn. Tonn.

n.q. 226-230 231-236

507-510 n.q. 264-266

505-510 Fino a 65 252257 Fino a 70 258 263 in sacchi 243-246 Mag. 1 t. 140-145 Paglia da mietitr. r.b. 45-50 3,800 (p.spec. 63-65) 262-264

kg. kg.

1,00-1,10

(da 46 a 55 kg) 1,20-1,35 4,15-3,90

VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga BURRO pastorizzato PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

3,00-4,00

Tonn. Tonn.

210212 155 170 loietto: 155 170 85 95

201202 141-151 145-150 80-92

195-196 Medica fienata (1 t. 2012) 135,0-155,0 Paglia di frumento press. ball. 55-60 3,790

kg.

2,85

past. 2,50 centr. 3,20 5,05-5,20

2,25

Zangolato di creme X burrificaz. 1,90 --

kg.

(dolce) 4,95-5,15 (piccante) 5,10-5,50

n.q.

Tonn.

kg.

5,25-5,50

n.q.

15 kg

3,790

3,760

PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 8,95-9,15 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 11,10-11,40 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 12,65-13,05

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg Oltre 176 kg

2,750 2,400 2,130 1,550 1,610 1,580

2,835 2,490 2,170 1,625 1,625 1,600

2,735 2,420 2,120 n.q. n.q. n.q.

2,720 2,430 2,130 (da 144 a 156 kg) 1,581 (da 156 a 176 kg) 1,625 (da 176 a 180 kg) 1,609

kg.

7,15-7,40

7,00-7,35

7,05-7,30

kg.

8,10-8,35

8,35-9,10

8,40-8,65

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il primo e terzo mercoled del mese. Questo dato, conseguentemente, va letto ed interpretato con la dovuta attenzione rispetto agli altri dati pubblicati. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono in due giorni separati: il marted per il comparto dei cereali e derivati, il luned per quello zootecnico che fa riferimento a Montichiari. Anche questo aspetto va tenuto in considerazione nel confronto dei dati suindicati. Il mercato di Mantova avviene in un solo giorno e cio il gioved. Modena il luned. Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www.cremona.coldiretti.it.

Lettere & Opinioni


ora confido nella buona gestione del San domenico
Gentile direttore, laltra sera sono andato a teatroe precisamente a Lodi. Dopo una decina di anni finalmente sono riuscito a cambiare. S, perch io abito a circa duecento metri dal teatro San Domenico di Crema e quindi divorziare non stato facile. Mi spiego: costo poltrona al San Domenico 32 euro pi prevendita, al Ponchielli di Cremona 21 euro, a Le Vigne di Lodi 23 euro, l Sociale di Soresina 18 euro, al Bellini di Casalbuttano 15 euro (meno della met). Abbonamento al San Domenico 250 euro per otto spettacoli, al Ponchielli 120 euro per sette spettacoli (meno della met!), al Sociale di Soresina 60 euro per quattro spettacoli, al Bellini di Casalbuttano 87 euro per sei spettacoli a Le Vigne di Lodi 180 euro per tredici spettacoli (molto meno della met di Crema!). Il livello artistico lo stesso: sono spettacoli che girano nellambito nazionale. A parte il San Domenico, nessuno dei teatri sopra citati ha quaranta posti riservati a chiss chi (amici degli amici), nessuno entra in teatro a spettacolo iniziato, nessuno entra in teatro con la pelliccia, c il guardaroba (fra i posti riservati e il guardaroba non utilizzato lincasso possibile sarebbe di circa 1500 euro a serata). Quando la stagione inizia tutti i teatri mi spediscono a casa lo stampato del programma, che Crema non ha mai. La prevendita e la prelazione a pagamento (20 euro per labbonamento della prosa) sono invenzioni cremasche. Gli orari della biglietteria sono solo per ricchi o disoccupati; nel 2011 ho fatto in piedi unora in strada e unora sotto il portico al freddo per rinnovare labbonamento, invece per prendere i biglietti di due spettacoli sono andato tre volte alla biglietteria, poi ho rinunciato. Per il 2012 ho fatto due abbonamenti a Lodi, un abbonamento a Cremona, ho comprato un biglietto per Soresina e quattro per Casalbuttano. Finalmente a mio parere la cattiva gestione un po se n andata, ora confido nella nuova: buon lavoro! Giuseppe maccalli crema ***

Per dire la vostra, scrivete a:

lettere@ilpiccologiornale.it cremasco@cuticomunicazione.it

Sabato 24 Novembre 2012

23

"

teatro di crema

Quando la cartella esattoriale arriva al defunto


Buongiorno avvocato, vorrei sapere quando Equitalia pu iscrivere ipoteca sulla casa del contribuente debitore e se la cartella esattoriale ricevuta da una persona defunta si trasmette agli eredi. ivan *** La cartella esattoriale un documento emesso da un agente per la riscossione coattiva di un tributo (tassa, imposta, sanzione, contributo, etc.) iscritto a ruolo a seguito di un inadempimento del debitore rilevato da un controllo dell'amministrazione finanziaria oppure a seguito di sentenza di una commissione provinciale tributaria. Detta attivit di riscossione gestita dallAgenzia delle Entrate tramite la societ Equitalia Spa, che a sua volta agisce o direttamente o attraverso le proprie partecipate (Equitalia Cerit, Equitalia Esatri, etc.). Lambito di competenza degli agenti della riscossione provinciale e fa fede il domicilio fiscale del

"
A cura di Emilia Rosemarie Codignola*

criSi economica

di questo passo dove andremo a finire? altro che Grecia...


debitore. Detto ci, bene ricordare che l'iscrizione ipotecaria ammessa solo se il credito vantato dallAgente della riscossione supera determinate soglie, stabilite dal legislatore. Queste soglie hanno subto delle variazioni a seguito di diversi interventi legislativi. In particolare, con la L. n. 73/2010 la soglia minima prevista per poter iscrivere ipoteca 8.000 euro. In seguito la L. n. 106/2011, confermando la soglia minima di 8.000 euro, ha introdotto una soglia ulteriore di 20.000 euro per gli immobili di propriet del debitore adibiti a sua abitazione principale. Dal 2 marzo 2012 trova applicazione il nuovo Decreto Legge n. 16/2012 che ha introdotto disposizioni ancor pi favorevoli al contribuente. E' stata, infatti, eliminata ogni distinzione tra immobili adibiti ad abitazione principale e non, applicandosi in ogni caso la soglia minima di 20.000 euro. Pertanto, oggi Equitalia non pu iscrivere ipoteca sugli immobili del contribuente se l'importo del credito non supera appunto 20.000 euro. Le norme sopra citate, tuttavia, non hanno efficacia retroattiva. Per verificare quindi la validit di unipoteca, bisogna considerare la normativa vigente al tempo dell'avvenuta iscrizione. Per quanto attiene al secondo quesito che mi pone, se si tratta di una sanzione amministrativa non fiscale, per esempio una contravvenzione stradale addebitata al contribuente deceduto, la cartella deve essere archiviata, in quanto lart. 7 della legge n. 689/1981 vieta espressamente la trasmissibilit di ogni sanzione amministrativa agli eredi. Se, al contrario, si tratta di un tributo o del bollo auto (la macchina del defunto inutilizzata deve comunque pagare il bollo), lufficio tributario dovrebbe verificare se ci sono eredi che hanno effettivamente ereditato.

Spesso, tuttavia, verifica solamente, attraverso il collegamento telematico con l'anagrafe, se il defunto ha coniuge, figli o fratelli. Ad uno di questi ultimi, scelto a caso, invia di nuovo la cartella esattoriale. Ci sia in quanto la legge consente di rivalersi su uno qualsiasi dei potenziali eredi, sia perch sta all'interessato dimostrare che non ha ereditato nulla. Nel frattempo per l'ufficio dovr riformulare la cartella depennandola dalle sanzioni. Il Decreto Legislativo n. 472/1997 ha stabilito, infatti, che gli eredi devono pagare l'importo delle tasse dovute dai defunti, ma non le sanzioni o le soprattasse. *avvocato Stabilito e mediatore civile emiliacodignola@libero.it

Gentile direttore, anche i giovani di Confindustria attaccano il governo. Il peso della pressione fiscale cresciuto cos tanto da diventare una confisca: quella ufficiale toccher nel 2012 il 45% del Pil, lonere sulle imprese sar superiore al 68%. Cos si epresso il leader dei giovani imprenditori, Jacopo Morelli, che chiede di abbassarla in maniera sostanziale, avvertendo che il tempo della pazienza finito. Via i ladri, gli ignoranti, gli incapaci - chiedono poi i giovani di Confindustria - siamo disgustati dallidea della carica pubblica come scorciatoia per arricchirsi. Ci ribelliamo a questo degrado - dice Morelli chi lavora non pi disposto a sostenere larghi strati parassitari. Le tasse strangolano le imprese. Il cuneo fiscale e contributivo tra i pi elevati dellOcse: il 53% contro una media dell'Unione europea del 41%. Un livello che strangola. Condivido in pieno. Di questo passo dove andremo a finire? Altro che Grecia! andrea delindati cremona ***

il capo manganelli tuteli i suoi uomini o vada a casa


Gentile direttore, inutile che il capo della Polizia si faccia forte di sindacati lacch per tentare di nascondere il forte malumore dei suoi uomini: fortissima la delusione tra tutto il personale della Polizia di Stato che, nel bel mezzo di un assedio politico e mediatico, si sono visti voltare le spalle da chi, pi di tutti, dovrebbe tutelarlo. Per questo abbiamo chiesto e ribadiamo che, se Manganelli non se la sente di fare il proprio lavoro, meglio che vada a casa, perch certe superficialit, certe disattenzioni, certe dichiarazioni delegittimanti, sono pi pericolose delle violenze dei manifestanti per lincolumit dei poliziotti - afferma il segretario senerale del sindacato indipendente di Polizia, Franco Maccari - non temiamo di dire che quanto evidenziato dal Coisp rappresenta esattamente i sentimenti vissuti dal personale della Polizia di Stato, nonostante qualche sindacato governativo voglia far credere il contrario. I poliziotti sono stanchi di ricevere botte e insulti durante le manifestazioni, per poi essere processati da una certa stampa e da una certa politica mentre a fare da sponda sono lo stesso governo e addirittura il capo della Polizia. Chi entrato in Polizia, guadagnando una miseria al mese, non lha fatto per fare il sacco da sfogo di manifestanti violenti, non lha fatto per proteggere la politica dal dissenso. Prima di accettare qualunque confronto sulla possibilit di essere numerati come criminali, pretendiamo che si impedisca che durante le manifestazioni pubbliche vengano commessi reati e in particolare che i manifestanti scendano in piazza con il volto coperto e con armi improprie in pugno. Se si vuole tutelare il diritto di esprimere il dissenso, si deve prima tutelare il sacrosanto diritto che hanno gli uomini e le donne della Polizia di Stato di tornare sani e salvi a casa dalle loro famiglie. Ma queste sono cose che dovrebbe sostenere con forza non solo il sindacato, ma anche e soprattutto il capo della Polizia. coisp Sindacato di Polizia

"

ProteSta

ci battiamo per costruire una politica sana


Gentile direttore, lastensione dal voto vista recentemente in Sicilia, dove per i prossimi cinque anni i cittadini siciliani saranno governati dal volere di una minoranza di elettori, deve essere visto come un forte campanello dallarme, come un attentato alla dremocrazia. L'Italia, la parte sana che ancora non si arrende, si deve attivare prima che le menzogne politiche la facciano affondare completamente e lo deve fare usando gli strumenti che la Costituzione mette a disposizione. Non astenendoci che usciremo da questa politica corrotta ed attenta solo ai propri interessi, che ci ha portati in alto mare su una nave fallata. Italia Attiva non possiede alcuna bacchetta magica, che con un tocco possa cambiare le cose, possiede per la forza delle tante persone che credono fermamente nellimpegno finalizzato al bene comune della Nazione Italia e dei suoi cittadini partendo dal territorio, dai paesi e dalle citt

"

italia attiva

dove viviamo, lavorando alla buona politica per una sana politica. Tutti abbiamo sotto gli occhi la disastrosa questione amministrativa di Soncino: denaro pubblico speso in progetti che di programmazione e benefici per tutti i cittadini ne hanno ben pochi, strade in condizioni pessime, ambiente lasciato a se stesso o distrutto, manutenzione zero, opere lasciate a met, aumento delle tasse, cementificazione selvaggia... Per quanto tempo ancora vogliamo continuare a subire questo modo di agire da padre padrone che non ascolta le rimostranze dei propri cittadini? E ora di alzare la testa e guardare dritto negli occhi il futuro per Soncino, gettando le basi per un governo che sia vicino ai bisogni di tutti i soncinesi. Domenica 25 novembre saremo a Soncino in Largo Piero Manzoni con il nostro gazebo ed il segretario regionale Massimo Delfino Parlato dalle ore 9 alle ore 13. Sar un incontro utile a conoscerci ed a far conoscere i nostri programmi ed il nostro punto di vista sulla politica locale e nazionale, ma soprattutto per ascoltare ci che i cittadini soncinesi avranno da dire e da raccontare. ernesta del Sarto Italia Attiva Cremona ***

faccia parte del comitato a sostegno della candidatura di Umberto Ambrosoli. E di fatto il riconoscimento di un lavoro, quello fatto a Crema, che ha davvero aperto la strada a quel civismo a cui si ispira anche il progetto di Umberto Ambrosoli. Un progetto necessario per ridare credibilit ad una Regione che ha perso troppi appuntamenti e dalla quale pu ripartire una riscossa civica per restituire credibilit alla politica e risposte serie e concrete ai cittadini. Significa che il lavoro fatto a Crema ha avuto un riconoscimento politico a livello regionale e di questo siamo tutti decisamente orgogliosi. Pd di crema ***

presidio davanti a numerosi istituti penitenziari. Anche a Cremona i militanti radicali si sono ritrovati dalle 19.45 alle 20.30 davanti al carcere di via Ca del Ferro muniti di pentole, coperchi e cucchiai per accompagnare dallesterno la battitura che avvenuta allinterno da parte dei detenuti. Sergio ravelli Segretario dellAssociazione Radicale Piero Welby ***

chiediamo chiarezza sulla posizione dello Stato


Egregio direttore, nella mattinata di mercoled ho personalmente chiesto spiegazioni al ministro Corrado Clini, riguardo allincredibile notizia che circolava sugli organi di stampa da diverse ore: ossia che il Ministero da lui guidato avesse sbagliato clamorosamente i termini per costituirsi parte civile nel processo penale cremonese, in cui si vedono imputati i vertici della Tamoil per disastro ambientale. Il ministro dellAmbiente sembrava sorpreso della notizia almeno quanto il sottoscritto e la cosa fa riflettere se pensiamo a quanto gli organi informativi si dannino continuamente a dipingere i cos detti ministri tecnici, quali orologi svizzeri di precisione. Per sicurezza, stiamo depositando unapposita interrogazione in Commissione VIII, per sapere se davvero ufficiale quanto viene riportato dal Tribunale di Cremona e che se confermato, minerebbe seriamente la credibilit stessa del dicastero dellAmbiente e dei suoi massimi dirigenti. Non vogliamo credere che in un procedimento per disastro ambientale, lo Stato abbia rinunciato a tutelarsi. Sarebbe troppo anche per i tecnici. Sergio Piffari Deputato dellIdv

"

ProceSSo tamoil

"

radicali

cremona si mobilitata per il diritto di voto ai detenuti


Gentile direttore, sono quasi 30mila le adesioni pervenute a Radio Carcere da pi di ottanta istituti di pena italiani alla quattro giorni di mobilitazione nonviolenta promossa dal Partito Radicale e da Marco Pannella per il diritto di voto dei detenuti e lamnistia. Anche per il terzo giorno consecutivo, migliaia di detenuti in ogni parte dItalia hanno accompagnato il digiuno con un quarto dora di battitura delle sbarre, dalle 20 alle 20.15, a cui hanno fatto seguito 45 minuti di silenzio. Mentre crescono le adesioni alla mobilitazione anche fuori dalle carceri, con centinaia di persone in digiuno tra familiari di detenuti, personale e operatori penitenziari, direttori, cappellani, volontari e semplici cittadini. La mobilitazione radicale appoggia anche lastensione dalle udienze indetta dall'Unione delle Camere Penali. E gioved scorso, in chiusura della quattro giorni di sciopero della fame, c stata una battitura e il silenzio dalle ore 19.30 e il Partito Radicale ha organizzato un

anche la Bonaldi sostiene la candidatura di ambrosoli


Egregio direttore, in queste ore stato costituito il comitato regionale a sostegno della candidatura di Umberto Ambrosoli a presidente della Regione Lombardia. Anche il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, fa parte di questo comitato, insieme a figure come Piero Bassetti, Nando Dalla Chiesa e Giuliano Pisapia. A proposito interviene Matteo Piloni, presidente del Consiglio comunale di Crema: Sono davvero contento che Stefania

"

elezioni reGionali

Firmate contro le barbare torture inflitte a un toro


Egregio Direttore, scrivo questa lettera per diffondere la notizia di un evento che pochi conoscono: non si svolge in Italia, ma in Spagna e avviene nella seconda met di novembre. In occasione di San Jubilo a Medinceli nella regione di Soaria, si usa torturare in un modo sadico e a dir poco crudele, un toro. Si attaccano alle corna delle torce alle quali si da fuoco: il divertimento consiste nel liberare il povero toro spaventato che corre dappertutto e scappare. Grande prova di abilit e coraggio da parte di persone che, penso, abbiano qualche problema di mente e soprattutto di cuore. Il web e YouTube pieno di filmati che documentano questa barbarie... finisce sempre che il toro muore dopo tante ore di agonia, avvolto dalle fiamme che iniziano a diffondersi dalla testa. Non descriver le fasi nei dettagli, qualcuno non vuole sapere, qualcunaltro non ce la fa a sentire lorrore che consapevolmente viene inflitto ad un essere vivente, innocente e senziente. Le immagini parlano da sole. Chiedo a tutti quelli che sono contrari ad ogni tipo di violenza su chiunque sia esso, essere umano o animale, di firmare le petizioni che molte associazioni come Peta, Care2, Shark da tempo inoltrano alle autorit spagnole affinch la civilt abbia la meglio. Da cattolica, mi offende e mi inquieta il fatto che mai una voce da uomini di chiesa si levi contro queste barbarie arretrate, compiute in nome dei festeggiamenti del santo patrono. Non mi dilungher sullelenco delle nefandezze che si compiono sugli animali nel corso di feste e sagre... Basti pensare alloca di Butera, un paese della Sicilia dove le proteste di tante persone hanno posto fine ad unaltra brutta pagina scritta in nome delle tradizioni. Il mio un appello: firmate in tanti, inviate mail di protesta agli indirizzi che trovate sui siti: una nazione europea non pu macchiarsi di simili vergogne, corrida compresa! m. Pia Superti Gerre de caprioli

FOCUS

lo
A Interlagos il pi veloce Hamilton
FORMULA 1

SPORT

a cura di Fabio Varesi

Reduce dal successo di Austin, Lewis Hamilton si conferma il pi veloce anche nelle prove libere del Gp del Brasile, precedendo il solito Vettel e Webber. Solo quinto Alonso, che dovr compiere unimpresa per sovvertire il pronostico domani sulla pista di Interla-

gos. Ricordiamo che Sebastian Vettel vanta 13 punti di vantaggio su Alonso e che per vincere il suo terzo mondiale consecutivo, gli basta giungere almeno quarto. Oggi alle 17 (Raidue) sono in programma le qualifiche e domani alla stessa ora (Raiuno) si corre il Gp.

Finalmente una due giorni di coppe esaltante per il calcio italiano. Solo lUdinese stata eliminata, mentre il ko dellInter assolutamente indolore, visto che in nerazzurri avevano gi ipotecato i sedicesimi di finale. Le critiche sullapproccio delle nostre squadre impegnate in Europa League ha sicuramente influito soprattutto su Napoli e Lazio, che hanno affrontato con impegno il penultimo turno della fase a gironi. Soddisfazioni anche in Champions, con Milan e Juve caricatissime per il match di domani sera a S. Siro. Una classica del nostro calcio, sempre ricca di fascino anche se non mette in palio la vetta della classifica. Colpa del Milan, staccatissimo in campionato, malgrado vanti il miglior golea-

Trappola rossonera per la Juventus


dor della serie A (El Shaarawy). Del resto le lacune difensive, palesate anche nel match vinto con lArderlecht, stanno penalizzando una squadra che non pi capace di imporre il proprio gioco. Sar dura battere una Juventus euforica dopo il 3-0 rifilato al Chelsea, che avvicina i bianconeri agli ottavi di finale. Anche se i tifosi continuano a invocare un rinforzo in attacco, la squadra di Conte segna con regolarit e con la coppia VucinicQuagliarella sembra aver trovato un assetto offensivo efficace anche in Europa. Chi spera in un passo falso della Juve, il Napoli impegnato a Cagliari senza Cavani. La squadra di Mazzarri ha gettato al vento quattro punti nelle ultime partite e non pu permettersi di perdere

SERIE A Anche se il Milan attardato in classifica la partita sempre affascinante

airra e canederli potrebbero risultare indigesti, ma che bello sarebbe poter festeggiare davanti ad un buon strudel di mele appena sfornato, magari con un pizzico di panna. Dopo la brutta scoppola rimediata contro il Pavia, la Cremonese si appresta ad affrontare la proibitiva trasferta di Bolzano, contro un SudTirol che si conferma tra le squadre pi in palla del girone. Al Druso servir unimpresa quasi insperata, esattamente come quella sfiorata in casa dellEntella. La formazione altoatesina, infatti, non perde tra le mura amiche dal 29 gennaio scorso (vittoria di misura del Pergocrema per 1-0) e in questa stagione, in casa, ha collezionato ben 13 punti sui 15 disponibili. Un pareggio e quattro vittoria, lultima delle quali nel recupero di mercoled contro il Feralpi Sal, rispedito sul Garda con un sonoro 3-0 sul groppone. Un successo che ha rimotivato lambiente bolzanino, dopo la sconfitta rimediata a Trapani domenica scorsa, consentendo di acciuffare la terza posizione in classifica a sei lunghezze di distacco dai grigiorossi. Non molto, tutto sommato, e questo deve caricare a mille gli uomini di Scienza che non partono certamente n favoriti n gi battuti. Tra i pali ci

LEGA PRO Trasferta molto difficile e delicata sul campo del forte SudTirol. In attacco spazio a Djuric
di Matteo Volpi Carpi-FeralpiSal Como-Cuneo Lecce-Reggiana Pavia-Trapani Portogruaro-AlbinoLeffe San Marino-Virtus Entella SudTirol-Cremonese Tritium-Treviso Riposa: Lumezzane Lecce Carpi Trapani Virtus Entella SudTirol Lumezzane Pavia Portogruaro San Marino Como Cuneo Reggiana Cremonese (-1) Feralpi Sal Tritium AlbinoLeffe (-10) Treviso (-1) 26 21 18 18 18 17 17 16 16 15 12 12 12 12 4 3 2
pertanto, la coppia favorita appare quella formata da Djuric e Carlini, a meno che i sei gol segnati da Bonvissuto gioved nellamichevole con il Gandosso (15-0 il risultato finale) non abbiano convinto Scienza a cambiare le carte in tavola. Per quanto riguarda il SudTirol, la formazione guidata da mister Stefano Vecchi (tecnico di belle speranze), dovr fare a meno di Iacoponi, squalificato. In avanti, invece, confermata la temibile coppia offensiva formata da Thiam e Maritato. PROBABILE FORMAZIONE (3-52): Grillo; Moi, Cremonesi, Tedeschi; Cangi, Degeri, Baiocco, Buchel, Martinez (Visconti); Djuric, Carlini (Bonvissuto). All.: Scienza.

La Cremo si gioca tanto in Alto Adige


13 Giornata
Il tecnico Scienza (foto L. Dassi)

altro terreno. Sfida delicatissima, infine, per la lotta salvezza tra il Chievo e il Siena. 14 GIORNATA (25-10 h 15) AtalantaGenoa, Cagliari-Napoli (26-11 h 19), ChievoSiena, Lazio-Udinese (27-11 h 20.45), MilanJuventus (h 20.45), Palermo-Catania (24-11 h 20.45), Parma-Inter (26-11 h 21), PescaraRoma, Sampdoria-Bologna, Torino-Fiorentina. CLASSIFICA Juventus 32; Inter 28; Napoli, Fiorentina 27; Lazio 23; Roma 20; Catania 19; Atalanta (-2) 18; Parma 17; Udinese, Cagliari 16; Milan 15; Torino 14; Bologna, Palermo, Chievo Pescara (-1) 11; Siena (-6), Sampdoria (-1) 10; Genoa 9. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

Delle tre dominatrici del girone, quella che sulla carta rischia di pi il Verona, impegnato sul temibile campo di Cittadella. Scaligeri, che tra sette giorni sono attesi dal Brescia, per unaltra sfida non facile. Da seguire con interesse Juve Stabia-Empoli, tra due squadre in forma. 16 GIORNATA (24-11 h 15) Ascoli-Vicenza, Bari-Modena (25-11 h 12.30), Cesena-Spezia (h 18), CittadellaVerona, Crotone-Padova, Grosseto-Brescia, Juve StabiaEmpoli, Novara-Livorno (23-11 h 20.45), Sassuolo-Reggina, Ternana-Virtus Lanciano, Varese-Pro Vercelli. CLASSIFICA Sassuolo 35; Verona, Livorno 32; Juve Stabia 24; Modena (-2), Padova (-2), Brescia 22; Cittadella 21; Varese (-1) 20; Spezia 19; Empoli (-1) 18; Crotone (-2), Ternana 17; Vicenza, Ascoli (-1) 16; Bari (-7) 15; Reggina (-3), Cesena 14; Lanciano 12; Pro Vercelli 11; Novara (-4) 10; Grosseto (-6) 7.

Serie B Verona, sfida rischiosa a Cittadella

sar Grillo, vista la squalifica di Alfonso, difesa ancora a tre con centrocampo pi folto nel quale dovrebbe riapparire Degeri tra i titolari al fianco di Baiocco e dellintoccabile Buchel. Marotta in settimana si allenato a parte e sembra dunque in forte dubbio per domenica, mentre Le Noci sar ancora fuori causa. In avanti,

(S.M.) Quello tra Rivoltana (nei giorni scorsi stato tesserato il difensore Ghilardi) e Crema un derby da seguire tutto dun fiato e con la massima attenzione. Reduci dalla debacle di Ciserano (2-0), i giallobl di Rivolta dAdda hanno una voglia matta di riprendere il feeling con la vittoria, ma i cremini, dopo il successo di misura ottenuto sul Mariano (1-0), certamente non resteranno a guardare. Tra laltro, i cremaschi allenati da Maurizio Lucchetti (nella foto), sottotraccia, ma neppure tanto, coltivano ambizioni playoff. Ergo, domenica proveranno in tutti i modi a far loro partita e tre punti. Sin qui comunque, le due squadre che rappresentano, in Eccellenza la provincia di Cremona, tutto sommato si stanno disimpegnando egregiamente e, se nella prossima parentesi del calciomercato invernale dovessero arrivare nomi importanti, chiss forse le cose per la Rivoltana ed il Crema potrebbero migliorare ancora. La societ nerobianca presieduta da Fornaroli, infine, sempre impegnata nellopera di riorganizzare lorganigramma societario: in tal senso, il direttore sportivo Ennio Vanelli indaffaratissimo. CLASSIFICA (13 giornata) Giana 33; Sancolombano, Cavenago, Ciserano 25; Mariano 22; Desio 20; Trevigliese, Sondrio, Base 96 19; Arcellasco, Crema, Rivoltana 18; Ardor Lazzate, Valle Brembana 15; Zanconti 10; Real Milano 9; Giussano 4; Cant 2.

Rivoltana-Crema, derby importante


ECCELLENZA

Classifica

(S.A.) La Casalese chiamata alla prima conferma stagionale: dopo il successo di Fabbrico (2-0 corsaro), il primo in questo campionato complicato, ai biancocelesti serve dare continuit al risultato positivo per ridurre ulteriormente le distanza fra lultimo posto e la zona playout. Compito non facile per: i maggiorini se la vedranno, in Baslenga, con la quotata Arcetana, terza in graduatoria a sorpresa ma con merito. La Casalese non potr contare su Bandini (andato a cercar fortuna in Australia) e Favalli (ancora squalificato), ma per dieci undicesimi il tecnico Agazzi potrebbe fotocopiare la formazione vincente a Fabbrico. CLASSIFICA (12 GIORNATA) Meletolese 28; Castellana 26; Arcetana 23; Montecchio 19; Brescello 18; Cadelbosco, Castelnovese, Povigliese 17; Ciano, Medesanese 16; Falk 15; Bobbiese, Carignano 14; Borgonovese, Langhiranese 12; Fabbrico, Traversetolo 11; Casalese 8.

La Casalese insegue importanti conferme


PROMOZIONE

SERIE D Ha pesato lassenza di Max Aschedamini. Domani la Pergolettese ospita il MapelloBonate


Prosegue, nonostante il ko dello scorso week end a Montichiari (1-2), la marcia di riavvicinamento al calcio vip della Pergolettese: domani pomeriggio allo stadio Giuseppe Voltini arriva il MapelloBonate. Intanto sabato scorso, nella splendida cornice del Golf Club Ombrianello, il sodalizio canarino, con lex pierre Claudio Falconi nelle vesti di presentatore, ha giustamente celebrato i suoi primi ottantanni di vita. Due grandi uomini di calcio, vale a dire il deus ex machina del Pergo, Cesare Fogliazza (personaggio preparato ed appassionato) e il presidentissimo della Lega Pro (titolare dei marchi sportivi e futuro presidente del sodalizio gialloblu?) Mario Macalli (per loccasione, anzich i soliti beceri cori ostili da stadio ha ricevuto applausi), visibilmente commossi, nelle doppie vesti di regi-

Festa degli ottantanni con una nota stonata


sono visti a Ombrianello, ma si fatta sentire, e pesantemente, lassenza dellarchitetto Massimiliano Aschedamini, ex presidente del team di viale De Gasperi, cannibale doc e soprattutto attore protagonista del risorgimento canarino iniziato nel 2000 e terminato nel 2008 con il ritorno nellallora ex C1. Senza alimentare inutili polemiche, ci mancherebbe, la seguente sottolineatura, quantomeno doverosa, perch se da un lato sacrosanto che lattuale management, in tribuna e nella stanza dei bottoni inserisca le persone che vuole, daltro canto sarebbe stato gradevole invitare (perch lui no e gli altri si?), alla festa degli ottantanni, Max Aschedamini, calciofilo entrato a pieno diritto nella storia del Pergocrema per aver vinto, convinto, stravinto e per averci sempre messo, con

Roberto Venturato

sti delloperazione che ha portato il Pizzighettone (e la serie D) dalle sponde dellAdda a quelle del Serio e in quelle di sobri festeggiati hanno entusiasmato la platea accorsa per omaggiare lintramontabile leggenda canarina. Ex calciatori ed ex dirigenti si

intelligenza e diplomazia, la faccia. Dallestate del 2000 allavvento di Stefano Bergamelli (datato gennaio 2004), larchitetto Aschedamini ed i suoi fantastici soci cremaschi con amore, testa e cuore sono riusciti a scrivere pagine calcistiche affascinanti ed indelebili. Fogliazza ha le capacit e le potenzialit per fare altrettanto, merita fiducia, applausi e seguito, ma lassenza di Aschedamini rappresenta una nota stonata. CLASSIFICA (14 giornata) Caronnese 33; Pergolettese, Pontisola 30; Voghera 29; Olginatese 25; Lecco (-3) 21; Caravaggio 20; Seregno 18; Montichiari, MapelloBonate 17; St. Georgen, Seriate, AlzanoCene, Pro Sesto 16; Castellana 14; Mezzocorona, Darfo Boario (-1) 13; Fersina Perginese 12; SantAngelo 10; Trento 7. Stefano Mauri

Sport
BASKET A2 La Tec-Mar impegnata a Selargius mentre la Manzi ci prova a Milano
Incassata la sconfitta con la capolista San Martino di Lupari, dimostratasi sul campo superiore alle azzurre, la Tec-Mar Crema prova a rifarsi nellinsidiosa trasferta sarda di oggi alle 18 a Selargius contro il Basket San Salvatore. Da qui al termine del girone di andata sono in programma ancora sei gare, che determineranno in modo significativo, quello che sar il ruolo delle cremasche nella stagione. Da consolidare e difendere c una posizione di classifica importante, ottenuta dopo aver affrontato le migliori squadre del girone e il Basket Team visto allopera con Alghero, Marghera e Udine, ha tutte le carte in regola per continuare a fare bene anche nel prosieguo del campionato, nel rispetto di tutte le avversarie, ma con la convinzione di potersi ritagliare un ruolo di assoluto rilievo e di conquistare la migliore posizione possibile. Pi complicata la situazione in casa Assi Manzi, alle prese con una crisi di risultati non facile da risolvere. Oltretutto domani alle 18 in programma la proibitiva trasferta di Milano contro la Lops Arredi, seconda in classifica. Il risultato forse scontato, ma le biancorosse devono provarci, perch il campionato lungo e nulla perduto. CLASSIFICA (8 giornata) San Martino di Lupari 16; Milano, Venezia 14; Marghera 12; Tec-Mar Crema 10; Muggia, Alghero, Broni Udine 8; San Salvatore 6; Valmadrera 4; Assi Manzi Cremona, Biassono 2, Virtus Cagliari 0.

Sabato 24 Novembre 2012

Crema e Assi a caccia di rivincite

Martina Capoferri (Tec-Mar Crema)

La prestazione deludente contro Milano ha lasciato il segno e la societ spera di aver dato la scossa alla squadra

LEGA A Inatteso esonero di Caja, sostituito dal suo vice che esordisce sul difficilissimo parquet di Sassari
di Giovanni Zagni

Battesimo di fuoco per coach Gresta


Biella-Varese Brindisi-Pesaro Cant-Cremona Caserta-Bologna Milano-Venezia Montegran.-Reggio Emilia Roma-Siena Sassari-Avellino Varese Sassari Siena Cant Roma Reggio Emilia Milano Brindisi Bologna Venezia Caserta Cremona Montegranaro Pesaro Biella Avellino 16 12 12 12 10 10 8 8 8 6 6 4 4 4 4 4 biancoblu in trasferta a Sassari, domenica alle 18.15. I sardi sono reduci dalle sconfitte di Varese, dove hanno perso di un punto (85-84) in campionato e di Belgrado (116-104) in Eurocup. Abbiamo visto le due partite in televisione e ne abbiamo comunque tratto unottima impressione sulle potenzialit della squadra di coach Sacchetti, con i due Diener, Ignerski, Easley ed uno stratosferico Thornton, capaci di tenere in bilico la gara di Varese sino allultimo secondo, cos come a lungo sono stati in vantaggio a Belgrado. In entrambe le circostanze hanno ceduto, forse per stanchezza, essendo la loro panchina molto corta. Infatti, insieme ai citati, giostrano a supporto Vanuzzo, Pinton e Sacchetti. Troppo pochi per pensare di reggere sui due fronti ed a distanze cos ravvicinate tra un match e laltro. Per il momento, Sassari fornisce prestazioni balistiche strepitose, tirando sin qui con il 55% da 2, 33% da 3 e 92% dalla lunetta. Cifre impressionanti che hanno consentito alla compagine di Meo Sacchetti di assestarsi al secondo posto della classifica. Il caldissimo pubblico di casa, con entusiasmo e passione, contribuisce notevolmente a questi exploit. La Vanoli, non certo in ottima salute, chiamata ad un impegno di difficolt notevolissima, ma chiss che il cambio dellallenatore non sia servito da sprone al fine di onorare al meglio l'impegno. Per finire, diciamo il nostro grazie a Caja, diamo il benvenuto a Gresta nella sua nuova veste di capo allenatore ed alla squadra non possiamo far mancare il nostro in bocca al lupo. IL NUOVO COACH Luigi Gresta (41 anni di Pesaro) torna ad allenare in Lega A otto anni dopo la breve esperienza sulla panchina di Jesi, ma si detto felice della promozione da vice di Caja: Subito dopo aver accettato lincarico, ho pensato solo al match di Sassari. Credo di partire da un buon livello tecnico e sin dai primi allenamenti ho cercato di migliorare la fase del contropiede, che mi parsa un po lacunosa nella prima parte di stagione. In cosa mi differenzio da chi mi ha preceduto? Nellutlizzo delle risorse umane, con tutti i giocatori cerco di essere sempre propositivo. IL PRECEDENTE La scorsa stagione a Sassari (terza di ritorno), il Banco di Sardegna si impose 91-76.

Pur giocando la miglior partita di questo inizio stagione, lErogasmet Crema uscita sconfitta dal derby contro Piadena con il punteggio di 92-88. LErogasmet si presentata in campo con quella che probabilmente la pi giovane formazione mai vista nel Dnc, schierando ben 4 atleti del 1995. Le assenze di Degli Agosti, Chiari e Carlo Bianchi hanno, infatti, obbligato coach Galli a chiedere gli straordinari ai senior rimasti - Denti, Andrea Bianchi, Anzivino - e agli under Ferri e Galletta, che hanno risposto con una prestazione da 10 e lode. Ora per tempo di tornare a far punti, a partire dal match stasera alle ore 21 alla Cremonesi contro il Bernareggio, che si annuncia molto impegnativo. LMg.K Vis Piadena, invece, rinvigorita dal successo nel derby, cerca conferme stasera a Lissone. CLASSIFICA (6 giornata) Montichiari, Cant, San Bonifacio 10; Erogasmet Crema, Pisogne, Lissone 8; Bernareggio, Milanotre Basiglio, Mg.K Vis Piadena 6; Orzinuovi, Bergamo 4; Cittadella, Bancole 2; Arzignano 0.

Erogasmet allassalto del forte Bernareggio

DNC

25

ochi si aspettavano (e noi tra questi) che la Vanoli potesse interrompere cos bruscamente il suo rapporto di lavoro con coach Attilio Caja. Non fasciamoci la testa, poich in questo mondo dello sport moderno, saltano pi le teste che i giocatori. Non ci dilunghiamo nei commenti, ma vorremmo capire i retroscena dellevento, giustamente negati allopinione pubblica dalla societ, comunque non cos amichevoli come emergerebbe dal comunicato ufficiale, se il coach s lasciato andare a dichiarazioni senza veli evidenziando la sua rabbia con una intervista ad una radio privata non certo benevola nei confronti della societ. Evidentemente, almeno supponiamo, qualcosa s rotto tra la dirigenza ed il coach o tra lo stesso e la squadra, o forse ancor prima, quando s costituito il gruppo dei nuovi arrivati benedetto da Caja e non sempre gradito a chi ne avrebbe avuto lonere economico. Ma passiamo oltre, per commentare brevemente la sonora sconfitta con Milano, che

Classifica

9 Giornata

Il nuovo head coach Luigi Gresta (foto Castellani)

ci ha mostrato una Vanoli molle e poco vogliosa di provarci, nelle cui fila ha dato buone sensazioni Stipanovic, finalmente lottatore sotto i tabelloni ed anche Vitali ha offerto spunti notevoli.

Mancava Kotti ed stata una perdita importante, ma i suoi compagni poco hanno fatto per tappare la falla. Voltiamo pagina, proiettandoci verso il futuro prossimo, insidiosissimo che vuole i

BOCCE

Il portacolori della Vis Trescore batte in semifinale (di misura) Mattia Visconti e in finale Alessio Belloni

Dopo un momentaneo periodo di tranquillit, eccolo che torna a ruggire il leone e sono nuovamente dispiaceri per gli avversari: stiamo parlando dellinossidabile Alberto Pedrignani splendido protagonista dellundicesimo trofeo Fasoli Malachia e Cerioli Mario. Unaltra gara da favola per il grande vecchio, da questanno con la nuova maglia della Vis Trescore, che nei quarti superava il compagno di squadra Stefano Guerrini (12-8) e in semifinale trovava Mattia Visconti per un replay della finale dellanno scorso: arrivava ancora una sconfitta per il giovane bissolatino, ma questa volta solo sul filo di lana a conferma

Pedrignani torna a ruggire nel Fasoli e Cerioli


che siamo di fronte ad un campioncino che ad ogni partita che passa alza il suo livello. Nella parte bassa del tabellone in evidenza il bergamasco Alessio Belloni che nei quarti aveva la meglio sulla giovane bresciana (cat. D) Ksenita Bonazzi (12-4) e timbrava il passaggio in finale imponendosi (a fatica!) su Franco Campi per 12-10. Match conclusivo senza storia, troppo il divario tecnico tra i due bocciofili ed agevole il successo di Pedrignani (12-4) che sale cos sul gradino pi alto del podio di questa manifestazione per il secondo anno consecutivo. Ha diretto la gara Franco Cantelli, coadiuvato dagli arbitri di finale Alessandro

Morena e Lorenzo Stabilini. Abbastanza numeroso il pubblico attorno alle corsie del bocciodromo capergnanichese, nonostante il giorno feriale (gioved) davvero insolito per una finale di bocce, perfetta lorganizzazione della bocciofila Mcl Capergnanica. SPECIAL OLYMPICS Domani con inizio alle ore 9.30 al bocciodromo di Crema, in programma una gara speciale organizzata dal comitato tecnico cremasco in collaborazione con la Federazione. Saranno in campo 35 coppie lombarde formate da un normodotato e da un diversamente abile. Massimo Malfatto

Pedrignani e Belloni

PREMI

Assegnato, nel corso della conviviale di novembre del Panathlon di Cremona, lOscar dello sport cremonese, il Premio Panathlon appunto, giunto alla sua 55 edizione. Lassemblea dei soci ha votato a favore della coppia di atlete del Kodokan di Cremona formata da Ilaria Sozzi e Marta Frittoli che questanno, a coronamento di una carriera che da oltre un quinquennio le vede ai vertici continentali nella specialit del ju-nokata, hanno conquistato la medaglia dargento ai campionati del mondo svoltisi a Pordenone vinti da una coppia giapponese, come sempre accaduto da quando sono stati istituiti i Mondo della specialit. A contrastare la nomina delle due atlete del Kodokan cerano anche il canottiere della Baldesio, Michele Manzoli e Brian Hsu, campione del mondo di motocross classe 85. Assegnate anche le Coppe Alquati che premiano gli atleti Under 21 che abbiano ottenuto anche un buon rendimento scolastico. Sono andate alla nuotatrice Giulia Verona della Vittorino da Feltre di Piacenza, campionessa italiana nella staffetta 4x100 stile libero e a Valentina Rodini (Bissolati) medaglia di bronzo agli Europei nel quattro di coppia e sesta ai mondiali nella stessa specialit.

A Sozzi e Frittoli il Panathlon

Il fascino giapponese della spada approda al Kodokan


ARTI MARZIALI
L'antica arte della spada giapponese approdata al Kodokan Cremona in un seminario di Tenshin Shoden Katori Shinto, la pi antica scuola di arti marziali giapponesi (Bu-jitsu) ancora esistente. Questa scuola risale al XV secolo e comprende tecniche di combattimento e strategie militari che avevano lo scopo di preparare il perfetto guerriero. Oggi, fuori da ogni applicazione, lo studio della spada giapponese non ha perso il suo fascino ed era unoccasione per i judoka del Kodokan di ampliare la propria cultura marziale. Nella tradizione del judo, infatti, sono codificate alcune tecniche di difesa da spada e lo stesso Jigoro

Kano, fondatore del judo Kodokan, esortava i propri allievi ad apprendere i segreti del ken-jitsu (scherma giapponese), molto utili per la concentrazione e la precisione richieste. Il milanese Andrea Re (7 dan) ed il romano Vincenzo Alibrandi (5 dan), due tra i maggiori esperti europei di questa disciplina, hanno condotto due giorni di corso dedicato in parallelo sia ai principianti che agli esperti. Levento stato organizzato, in collaborazione con il Kodokan, dalla sezione cremonese di questa disciplina, guidata dallistruttore Gianluca Re ed affiliata allAccademia Italiana Katori Shinto. Cesare Castellani

26

Sabato 24 Novembre 2012

Sport

stata sicuramente una prestazione incolore quella fornita dellIcos Crema sul campo della Duck Farm Chieri Torino, che ha colto cos la terza vittoria consecutiva davanti al proprio pubblico. La squadra di coach Leo Barbieri scesa in campo senza determinazione, le assenze di Lehtonen e Okaka si sono fatte sicuramente sentire, ma questo non pu giustificare la deludente performance delle violarosa. Il bilancio stagionale non comunque negativo, soprattutto per quanto riguarda una neopromossa. Ora per necessario voltare pagina, a partire dalla trasferta di Conegliano, che si annuncia molto impegnativa, soprattutto perch le violarosa dovranno fare ancora a meno dellinfortunata schiacciatrice Lehtonen. LE AVVERSARIE Cinque partite, tre fuori casa che hanno fruttato 9 punti in classifica con tre belle vittorie, e due in casa che invece hanno portato zero punti e un solo set conquistato: questo il bilancio dellImoco Conegliano. Casualit curiosa e soprattutto spinta motivazionale per la squadra che domani alle ore 18 ha loccasione di riscattarsi dopo la sconfitta di domenica scorsa sempre al Palaverde contro Giaveno. Anche coach Marco Gaspari, come il collega Barbieri,

LIcos prova a riscattarsi in Veneto


Busto Arsizio-Piacenza Giaveno-Villa Cortese Modena-Urbino Pesaro-Bergamo Bologna-Chieri Conegliano-Crema Piacenza Bergamo Busto Arsizio Conegliano Villa Cortese Chieri Modena Pesaro Giaveno Crema Urbino Bologna

VOLLEY A1 Archiviata la brutta prestazione con il Chieri, le violarosa sono attese da una trasferta molto difficile

12 10 10 9 9 8 8 7 6 6 4 1

LIcos Crema dopo un punto

affronter il match con la squadra un po rimaneggiata, visto che mancheranno la centrale Efimienko e la schiacciatrice Maruotti, entrambe infortunate. Difficile prevedere quali assenze peseranno di pi, anche se senza la finlandese Riikka Lehtonen, lIcos ha mostrato di fare fatica in attacco. Tutte le violarosa dovranno quindi dare qualcosa in pi, per sperare di portare a casa qualcosa dalla trasferta veneta. IL TURNO Il match pi interessante della

6 giornata sicuramente quello di Piacenza, dove la capolista ospita il Busto Arsizio, secondo in classifica insieme a Bergamo. Orobiche impegnate a Pesaro con lobiettivo di ridare slancio a un avvio di stagione un po stentato per il valore della squadra. In coda si fa pesante la situazione di Bologna, malinconicamente ultima con un solo punto allattivo: la sfida contro il Chieri rappresenta gi una sorta di ultima spiaggia per le emiliane.

Dopo un lungo infortunio,d urato oltre sei mesi, lo schiacciatore Giulio Silva ritornato in campo domenica scorsa contro Milano, unica positiva di un pomeriggio da dimenticare per la Reima Crema. Adesso sto bene afferma il giocatore parmense ho quasi recuperato totalmente dallinfortunio e spero di giocare contro Asti. E stato un periodo lungo e difficile, ma grazie allaiuto dello staff medico, del preparatore atletico e del tecnico poco per volta sono riuscito ad uscire dal tunnel. Mi ha colpito molto laffetto dei tifosi nel momento in cui sono entrato in campo, ci mi ha fatto estremamente piacere. Con il ritorno di Silva, la Reima potr contare su un arma in pi per uscire da un periodo nero. Siamo in una situazione di classifica poco gratificante, c da trovare il bandolo della matassa, ovvero dobbiamo riuscire ad essere pi convinti nel chiudere i punti chiave ed iniziare a vincere qualche partita. Non sar facile, ma siamo un gruppo molto unito e convinto che potr venire fuori da questo periodo negativo. Domani c da superare lostacolo Asti. Quinta in classifica con dodici punti, frutto di quattro vittorie e due sconfitte, la formazione di Davide Giannitrapani pu contare su giocatore di esperienza come Alexeis Argilagos e di valore tecnico importante come i centrali Varja e DAuria. Lobiettivo primario per i blues sar vincere assolutamente, per cercare di muover la classifica ed abbandonare lultima posizione. CLASSIFICA (6 giornata) Cant, Milano 16; Bergamo 15; Genova 14; Asti 12; Cuneo 9; Brescia, Olbia 7; Brugherio, S. Antioco 6; Cagliari, Iglesias 5; Reima Crema, Cisano 4.

La Reima Crema vuole i 3 punti per abbandonare lultimo posto


SERIE B1

SERIE A2
Rossella Olivotto al servizio

E una Pom Casalmaggiore in tono dimesso quella che esce sconfitta in quattro set dal campo della Saugella Monza, formazione che milita nel campionato di B1, girone A di cui capolista. Senza le infortunate Nardini e Zago, mister Gianfranco Milano ha ruotato le dieci atlete a propria disposizione, proponendo in ogni set una formazione differente. Assenza importante anche nelle fila brianzole: non stata della gara lex rosa Lara Lugli. Decisamente tonica la formazione di casa, che si impone nel primo parziale con tre lunghezze di margine, restituisce il favore nel secondo set la Pom che poi deve subire il nuovo allungo della Saugella. Anche il quarto gioco a favore delle padrone di casa che concedono in prestito alla Pom la centrale Missaglia, schierata al posto di Olivotto, fatta riposare in vista del match di Pavia. Test comunque non tutto da buttare per la formazione di Casalmaggiore,

Serve una Pom diversa da quella di Monza

Classifica

6 Giornata

a partire dallottima prestazione di Guatelli, ancora protagonista dopo il titolo di mpv ricevuto al termine dellultimo match di campionato con il Montichiari e la crescita del muro casalasco, dal quale sono arrivati 12 punti. Ma per far punti sul campo della Riso Scotti Pavia, servir una grande prestazione, sicuramente nelle possibilit della Pom, che dopo un avvio stentato, ha iniziato a marciare spedita, raggiungendo il quarto posto in classifica. 8 GIORNATA (25-11 h 18) Cadelbosco-Soverato, Marsala-San Casciano, Mazzano-Fontanellato, Montichiari-Sala Consilina, Novara-San Vito, Ornavasso-Frosinone, Pavia-Casalmaggiore. CLASSIFICA Novara 17; Ornavasso 15; Pom Casalmaggiore 13; San Casciano 12; Mazzano 11; Cadelbosco, Montichiari 10; Pavia 9; Frosinone 8; Soverato 7; Sala Consilina 7; Fontanellato 5; San Vito 2; Marsala 0.

Crema ospita i forti Caimani


Riprende domani il campionato di serie C di rugby. Alle 15 il Crema Rugby, 2 in classifica con 12 punti, ospita la capolista Caimani per un match al vertice molto atteso. Turno casalingo anche per Cremona, che affronta alle 14.30 lOrobic Rugby, avversario sicuramente alla portata dei grigiorossi. Infine, nellaltro girone il Casalmaggiore Rugby, secondo in classifica, impegnata a Milano.

RUGBY

CICLISMO

Non ha usato tanti giri di parola Giuseppe Saronni, team manager della Lampre, nel commentarei risicati trionfi ottenuti nel 2012 (7 vittorie, nessuna in corse del World Tour, 3 di Diego Ulissi e Alessandro Petacchi, 1 di Damiamo Cunego, pi 19 secondi posti). Spronato dallo sponsor Emanuele Galbusera, punta al salto di qualit e nella e crescita dei giovani, a cominciare da Diego Ulissi, ma guarda con interesse anche al colombiano Anacona, protagonista in salita alla Vuelta e cagli azzurri Cattaneo e Wackermann. E a un acquisto come quello di Elia Favilli (classe 1989). Poi stata rinnovata la fiducia a Petacchi e Cunego e per le classiche del Nord arriva Filippo Pozzato, un atleta di classe, un cavallo di razza molto competitivo. Sospeso invece Scarponi, finito nella bufera per la frequentazione con il medico ferrarese Ferrari, esonerato il direttore sportivo Damiani. Unaltra novit importante laccordo della Lampre con le bici Merida, il secondo sponsor del team di matrice italiana. +Potenziata la colonia italiana nel gruppo kazako dellAstana: accanto ai riconfermati Gasparotto, Gavazzi, Guarnieri, Ponzi, Tiralongo e al neo professionista Aru, arrivano Nibali, Agnoli e Vanotti

La Lampre cerca il rilancio con i giovani

Costanzi alla Monviso Venezia per puntare al professionismo


Notizia bomba: Edoardo Costanzi, 2 vittorie e 6 posti d onore nel 2012 tra i dilettanti della Viris Vigevano, si gioca il futuro con la squadra Monviso Venezia, con lobiettivo mirato di passare nel mondo professionistico. Il comasco Davide Ballerini, medaglia di bronzo ai Campionati Europei su strada in Olanda e azzurro alla Roubaix nella categoria Juniores, esordir con la formazione milanese del Team Idea di patron Pier Gaffuri, diretta da Ruggero Borghi, che ha tra laltro ingaggiato anche il valtellinese Danilo Mossini, vincitore di cinque corse nel 2012. PISARONI RICONFERMATO PRESIDENTE Undici sono i Comitato provinciali della Lombardia, affiliati alla Federciclismo, impegnati a eleggere la guida federale, prima votazione cominciata al Coni di Cremona con ampia conferma alla presidenza del cremonese Antonio Pegoiani, mentre nel consiglio lodigiano, stato riconfermato Luigi Pisaroni. Comincia quindi a rullare il ciclismo lombardo, dialoga sulle linee strategiche della politica sportiva guardando al futuro congresso nazionale del 12 e 13 gennaio a Levico Terme. F.C.

(dalla Liquigas) e lo sprinter Andrea Guardini (dalla Farnese). Jaan Kirsipuu (il pi forte ciclista estone della storia, nella sua ventennale carriera tra i pro ha collezionato 140 vittorie), sar ds dellAstana diretta dal team manager Alexandre Vinokourov. Cambia denominazione la Liquigas: dal 2013 va alla conquista dellAmerica con il marchio della Cannondale. Pur restando squadra italiana, il team di Amadio vuole lasciare il segno con quattro punte: Ivan Basso (34 anni, luomo dei grandi giri), Moreno Moser (21 anni, giovane rampante), Peter Sagan (22 anni, il baby da classiche) e Elia Viviani (23 anni, il cacciatore di volate). Daniele Bennati, lascia la RadioShasck-Nissan e cerca il rilancio nella Saxo-Tinkoff, dove oltre a Contador ci sono Tosatto e Boaro, mentre Dario Cataldo lascia lOmega Pharma e raggiunge la Sky Procycling del team manager Dave Brailsford, che continua il repulisti in casa: ha licenziato il corridore Michael Barry e il ds Bobby Julich, che hanno ammesso di essersi dopati. Sono pi di una trentina, infine, i professionisti italiani emigrati allestero in team del World Tour (la serie A del calcio). Fortunato Chiodo

Speciale Sicurezza Auto

Sabato 24 Novembre 2012

e persone fanno compromessi in molti aspetti della vita. Da quale tipo di scarpa acquistare, alla pi rischiosa delle attivit finanziarie, scegliere bene fondamentale. Le automobili non sono escluse da questo processo: cosa meglio per voi? Una sportiva, un pick-up, oppure una crossover tuttofare? Alcune persone hanno i mezzi per acquistare un veicolo diverso per ogni giorno della settimana, altre, la maggior parte, devono trovare uno o due veicoli che riescono a fare tutto e abbastanza bene. Indipendentemente dalla situazione finanziaria, per, c' una cosa che tutte le persone del mondo desiderano: arrivare a destinazione in modo sicuro e senza rischi. I pneumatici, per tutti gli utilizzatori delle vetture sono abbastanza fondamentali, essendo l'unico contatto tra voi (la vostra auto) e il suolo. Alla maggior parte degli automobilisti non importa tanto il fondo

Gomme su misura per ogni tipo di strada e clima


Effetto Cremagliera
Gli Pneumatici formano un'impronta sulla neve: inizia il fenomeno dell'ingranamento. Un battistrada direzionale, formato da una scultura caratterizzata da specifici tasselli di gomma e da un elevato tasso d'intaglio, sono gli ingredienti primari dell'effetto Cremagliera

Effetto artiglio, cremagliera, superficie al suolo: le caratteristiche degli pneumatici invernali

27

Effetto Artiglio
L'effetto artiglio dovuto all'azione delle lamelle che agiscono come minuscoli artigli che si aggrappano al suolo. L'effetto artiglio sar tanto pi efficiente quanto pi grande il numero di lamelle e la loro lunghezza, nonch la forma specifica.

stradale asciutto, bagnato, innevato o ghiacciato, alcuni guidano e basta senza domandarsi che tipo di pneumatici siano montati sulla vettura. Sbagliatissimo. Ad ogni condizione meteo-stradale corrisponde una gomma adatta: voi andreste in settimana bianca portando solamente un paio di ciabatte da spiaggia? Naturalmente no. La stessa cosa vale per la vostra auto, che pretende "scarpe" adatte ad ogni condizione. Martina Pugno

Effetto superficie al suolo


Pi la superficie di gomma a contatto con il suolo grande, migliore l'aderenza, principio importantissimo sui fondi ghiacciati.