Sei sulla pagina 1di 40

il

www.ilpiccologiornale.it

PICCOLO
Edizione del Sabato
Non riceve alcun finanziamento pubblico o privato
a pagina 8

Giornale

Direzione e redazione: Via S. Bernardo, 37/A Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60 Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it E-mail: ilpiccolocremona@fastpiu.it redazione@ilpiccologiornale.it Pubblicit: Immagina srl - Via S. Bernardo, 37 - Cremona Tel. 0372 45.39.67 - 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona

Anno XII n 17 SABATO 24 MARZO 2012

Periodico 0,02 copia omaggio

BENZINA: CONSUMO GI. PERCH NON IL PREZZO?


a previsione, che la settimana prossima, il decreto sul lavoro nel quale compresa la nuova formulazione dellarticolo 18 sar approvato dal governo per approdare, poi in Parlamento. Non si pu dire che il premier Monti abbia avuto peli sulla lingua: ha affermato che il confronto con le parti sociali sulle questioni del lavoro c stato, tutti hanno avuto la possibilit di dire la loro, le opinioni sono state messe a verbale. Monti si detto dispiaciuto del no della Cgil, ma ha pure sostenuto che non si poteva accontentare tutti. Il tempo era scaduto. Ora voler nel Far East per convincere gli investitori - quelli che hanno davvero i soldi a investire sullItalia. Questo metodo pu essere apprezzabile o meno, discutibile o meno, ma chiaro. E, con altrettanta chiarezza, credo che si possa fare una valutazione. Dopo tanto parlare di maggiore flessibilit in uscita nel mondo del lavoro, vorremmo sentire parlare, con altrettanta forza e determinazione, di maggiori accessi in entrata. Insomma, di pi lavoro, e di pi lavoro buono, meno precario, meno sottopagato. Gli stessi imprenditori hanno detto che queste misure possono costituire un volano importante per la ripresa e per lagibilit delle aziende. Il premier Monti, daltra parte, ha sostenuto che anche a causa dellarticolo 18 se gli imprenditori esteri non investono in Italia. Cosa necessario, ora? Quali passi vanno compiuti nel momento in cui le premesse per la crescita ci sono e le troppe rigidit in entrata e in uscita dalle aziende si sono allentate? Noi vogliamo stimolare il dibattito, e mettiamo il giornale a disposizione di chi voglia intervenire e avviare un confronto serio e concreto. Imprenditori, artigiani, professionisti: quali proposte e da dove si pu e si deve ripartire? Monti poteva e doveva fare di pi? Che cosa serve davvero al Paese per un nuovo sviluppo? Che cosa serve a Cremona e provincia?

CARO CARBURANTI Lerogato in calo del 30%. Intanto la gente riscopre la bicicletta e i mezzi pubblici

alle pagine 4-5

Auto in garage, gestori in difficolta: La situazione insostenibile. Le tasse sui carburanti pesano per il 60%

di Daniele Tamburini daniele.tamburini@fastpiu.it

Cosa serve a Cremona?

LEDITORIALE

INTERVISTA AL PROFESSOR ANDREA FUMAGALLI

Riforma dellarticolo 81: pareggio di bilancio Una misura inutile


a pagina 7

SIMONE BOSSI RISPONDE

Caro Demicheli, nessuna guerra di poltrone


a pagina 6

VIA MANTOVA RADDOPPIA


ORA LEGALE
SPORT
LINTERVISTA IN REGALO IL MAGAZINE SAN GIOVANNI IN CROCE

I lavori inizieranno in estate e dureranno circa un anno. Secondo i cittadini il progetto necessario: Bene il raddoppio ma non soffocate San Felice
Mister Brevi: Un onore essere alla Cremonese
a pagina 34

Sabato notte ricordatevi di portare gli orologi avanti unora

La Vanoli Braga vuole provarci contro Milano


a pagina 35

DON MARIO ALDIGHIERI

La felicit solo nei Paesi poveri. Non cresce con il denaro


a pagina 3

AGENDA DIGITALE LOMBARDA

Entro il 2013 pronto il Castello restaurato


a pagina 17

Convegno con AemCom: Cremona citt digitale


a pagina 9

Puoi raggruppare le piante che hanno esigenze idriche simili, cos avranno la giusta quantit di acqua Innaffiando il giardino la mattina o la sera tardi puoi ridurre lacqua che si spreca con levaporazione Annaffia le piante alla base e non le foglie Le piante del terrazzo possono essere annaffiate anche tramite lacqua gi utilizzata per lavare la frutta e la verdura Per pulire i sentieri adiacenti al giardino usa una scopa e non il getto dacqua Usa lacqua di un secchio invece dellacqua corrente quando insaponi lauto

Non lasciare il rubinetto aperto mentre ti fai la barba o ti lavi i denti! Meglio la doccia! Con un bagno consumeresti il doppio dellacqua; mentre ti insaponi per chiudi lacqua! Se installi lo sciacquone con il doppio pulsante potrai regolare lutilizzo dellacqua in base alle necessit Applica ai rubinetti i riduttori di flusso. un piccolo dispositivo poco costoso da avvitare allestremit dei rubinetti di casa che, miscelando lacqua con laria, ottenendo un risparmio dacqua del 50% ed un getto migliore: stessa potenza e niente schizzi! Sarebbe meglio lavare le verdure lasciandole a bagno in un recipiente Usa la lavastoviglie e la lavatrice solo a pieno carico aumentare il consumo di energia necessaria per potabilizzarla oltre che i rifiuti derivanti dal questa operazione avere meno acqua nei fiumi e nel mare dover costruire nuove dighe e invasi che alterano il nostro ambiente rischiare di rimanere senza acqua nei periodi estivi

soldi non fanno la felicit: questo non pi solo un modo di dire, ma da oggi anche una comprovata realt confermata dal pi recente sondaggio di Ipsos riportato dall'Economist, secondo il quale i livelli di felicit della popolazione mondiale sono aumentati rispetto all'inizio della crisi. Tra i singoli paesi, per, la differenza sostanziale: tra i paesi pi felici spiccano proprio quelli in via di sviluppo, mentre sono sotto la media i paesi occidentali, Italia compresa. Le conclusioni tratte dal periodico britannico sono che il reddito, contrariamente al pensiero comune, non proporzionale alla felicit, e che nei paesi in via di sviluppo prevale l'ottimismo nei confronti di una crescita che invece, per l'Europa, forse non mai apparsa cos lontana. Ancora una volta, dunque, tutto si riduce alla speranza di un

I dati raccolti dalla pi recente indagine Ipsos sulla popolazione di 24 nazioni; la soddisfazione non cresce col reddito
di Martina Pugno Percentuale di intervistati che si sono dichiarati "molto felici" scegliendo tra le opzioni "molto felice", "abbastanza felice", "non molto felice" e "per niente felice". Sondaggio del 2011.
Indonesia India Messico Brasile Australia Stati Uniti Arabia Saudita Gran Bretagna Cina Germania Giappone Francia Italia Russia Sud Korea 4.7 3.7 15.1 11.8 40.8 48.1 24.1 36.0 8.4 37.9 34.4 35.0 30.2 16.7 31.8

La felicit? Solo nei Paesi poveri


Don Mario Aldighieri: A fare la differenza non sono i soldi e le condizioni legate al benessere, ma le relazioni sociali

CREMONA

Sabato 24 Marzo 2012

Il livello di felicit in vari luoghi del mondo


Cresce la felicit, ma solo nei Paesi pi poveri: questo il risultato del recente sondaggio condotto dalla societ Ipsos e pubblicato dal periodico The Economist. Mentre nel 2007 il 74% della popolazione in 24 Nazioni prese in considerazione si riteneva felice, oggi il dato complessivo sale al 77%; le persone molto felici sono salite dal 20 al 22%. In Italia solo il 13% degli intervistati si dichiarato molto felice, appena al di sopra dei livelli della Grecia, ferma all'11%. Nonostante abbiano un Pil pro capite di appena 4.700 dollari (contro i 30.000 $ di noi italiani), oltre il 50% degli Indonesiani si dichiarato molto felice . La ricerca, specifica per

(Nella colonna il Pil pro capite di ciascuna nazione)

l'Economist, si basa sull'autovalutazione da parte degli intervistati e non fa riferimento ad un corrispondente livello di benessere e tenore di vita. Nella tabella qui accanto sono riportate le Nazioni risultate pi felici dal sondaggio, insieme ai dati relativi al Pil pro capite di ciascun paese e alla percentuale di individui che hanno dichiarato di rientrare nella categoria delle persone molto felici. Stupiscono, in particolare, la posizione del Giappone, nonostante le recenti calamit naturali che lo hanno colpito e l'emergenza nucleare, cos come stupisce il basso posizionamento della Russia, in controtendenza rispetto agli altri paesi in via di sviluppo. invece, la vita rurale conserva una tranquillit maggiore, pur nelle difficolt, ma anche in questo caso non possibile generalizzare. Sono stato missionario per molti anni in Brasile, anche nei periodi di pi violenti scontri interni, ho visto contadini scacciati dalle proprie case e villaggi bruciati: ovvio che in condizioni del genere anche quella dimensione di tranquillit va persa. L'esito del sondaggio rischia di far passare l'idea che, in fondo, nei paesi in via di sviluppo gli aiuti non siano cos indispensabili? Non credo si corra questo pericolo; di certo non serve che si intervenga sradicando la cultura locale e imponendo la propria, ma spero sia chiaro per tutti che ci sono diritti e necessit innegabili, che devono poter essere garantiti a ogni uomo.

futuro materialmente ed economicamente migliore? La questione non cos semplice, come commenta il missionario don Mario Aldighieri: Penso che la questione sia molto pi complessa di una divisione tra paesi in via di sviluppo

Al calo della felicit in certi Paesi contribuisce anche uno stile di vita sempre pi stressante

don Mario Aldighieri

e paesi sviluppati. Basta pensare alla Cina, che ha un Pil pi elevato di quello italiano, eppure presenta al suo interno ancora moltissime situazioni di estrema povert e disagio. In cima alla classifica stilata dall'Economist ci sono Indonesia e India, che sono paesi in via di sviluppo ma dalla situazione politica priva di grandi tensioni. Si tratta di stati che non sono dilaniati da lotte interne, guerre o duri scontri politici. La loro situazione quindi estremamente diversa rispetto a paesi in cui il tenore di vita e la ricchezza individuale simile ma le difficolt politiche rendono molto pi pericolosa anche la semplice vita quotidiana. Ad influire sull'insoddisfazione che sembra pervadere l'Europa dunque non ci sono solamente i fattori legati alla crisi, anche se essi non possono venire totalmente esclusi:

Lo stesso discorso a mio avviso pu essere ampliato anche ai paesi occidentali: a determinare il calo della felicit, da una parte contribuiscono certamente il contesto socioeconomico e la perdita di molte delle certezze, in primis il lavoro, che spesso manca o per brevi periodi. Ma credo si influente anche il consolidarsi di uno stile di vita sempre pi stressante e sempre pi individualista, che spinge a porsi come avversari del prossimo anzich alleati, perdendo la dimensione comunitaria del quotidiano. Proprio per queste ragioni il sondaggio dovrebbe includere soffermarsi anche sul tipo di vita dei singoli intervistati: Ritengo che notevoli differenze possano emergere anche confrontando,

Si persa la dimensione comunitaria del quotidiano

nei paesi in via di sviluppo, sia chi vive nelle grandi metropoli sia chi vive nelle campagne e nelle zone rurali. Non sono i beni che si posseggono a fare la differenza, ma lo stile di vita e la cultura: nelle zone agricole e di campagna sono ancora forti i legami comunitari; questo lo si nota in particolare nei periodi delle feste, vissute intensamente e davvero come tali. Nei molti anni che ho trascorso come missionario sono stato sia in piccoli villaggi sia in pi ampie metropoli: in posti come Citt del Messico la qualit della vita davvero bassa, basti ricordare che spesso anche solo respirare diventa un problema, dato il livello di inquinamento dell'aria, tra i pi elevati al mondo. Nella maggior parte dei casi,

4 2008 il cambio monetario ha fatto da scudo, ora si pu solo sperare che si calmino le acque Nel
Sabato 24 Marzo 2012

Le accise al 60%. De Simone (UP): Lunica difesa cercare la convenienza


di Michele Scolari

Benzina, gi i consumi ma perch il prezzo non cala?


LELENCO COMPLETO DELLE ACCISE SULLA BENZINA DAL 1935
1,90 lire (0,00103 euro) per il finanziamento della guerra dEtiopia - 1935-1936; 14 lire (0,00723 euro) per il finanziamento della crisi di Suez del 1956; 10 lire (0,00516 euro) per il finanziamento del disastro del Vajont del 1963; 10 lire (0,00516 euro) per il finanziamento dell'Alluvione di Firenze del 1966; 10 lire (0,00516 euro) per il finanziamento del terremoto del Belice del 1968; 99 lire (0,0511 euro) per il finanziamento del terremoto del Friuli del 1976; 75 lire (0,0387 euro) per il finanziamento del terremoto dellIrpinia del 1980; 205 lire (0,106 euro) per il finanziamento della guerra del Libano del 1983; 22 lire (0,0114 euro) per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996; 0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004 0,005 euro per lacquisto di autobus ecologici nel 2005 da 0,0071 a 0,0055 euro per il finanziamento alla cultura nel 2011 0,04 euro per far fronte all'emergenza immigrati dovuta alla crisi libica del 2011 0,0089 euro per far fronte all'allvione in Liguria e Toscana nel novembre 2011 0,082 euro per il decreto "Salva Italia" nel dicembre 2011 ha perso il 20% e il gasolio il 15%). Limpasse, come la definisce, deriva dal fatto che sui mercati internazionali greggio e prodotti raffinati sono ormai attestati su livelli record, superiori a quelli del 2008 tenendo conto delleffetto cambio euro/dollaro. Le aziende, che vorrei ricordare possono solo consigliare un prezzo al gestore e mai imporlo (la legge dice che il prezzo lo decide il gestore), stanno per quanto possibile cercando di limitare limpatto degli aumenti registrati sui mercati internazionali. La prova in quanto accade negli altri paesi europei dove i prezzi in questo periodo sono cresciuti molto di pi che in Italia. Nel mese di marzo sui "balzi" del prezzo alla pompa pare si sia accentuata l'incidenza di quella pericolosa commistione, gi segnalata peraltro da parecchi economisti, tra le quotazioni sempre maggiori dei prodotti raffinati sul mercato del Mediterraneo e la debolezza dell'euro. Quale sarebbe una possibile soluzione per questo problema? Soluzioni immediate non ce ne sono. I prezzi li fa il mercato e noi, come gli altri paesi, America compresa, li subiamo. Sembra di rivivere il 2008 con la differenza che allora avevamo un cambio che ci faceva un po da scudo. Oggi bisogna solo sperare che le acque si calmino. on passa giorno senza che prezzo dei carburanti registri nuovi record, con danno sia per gli automobilisti che per i rivenditori. Al netto di una scalata verso i 2 euro al litro nel prezzo della verde, stando a quanto comunicano i risultati dellUnione Petrolifera a febbraio si registrato un crollo diffuso delle vendite di carburante pari ad una media del 20% su tutto il territorio nazionale. Crollo che non ha risparmiato neppure le cosiddette pompe bianche. Dunque, la domanda decresce ma il prezzo non diminuisce di conseguenza. Perch? Ne abbiamo parlato con Piero De Simone, direttore generale di Unione Petrolifera. Direttore, i benzinai si trovano stretti tra le accuse dei consumatori da un lato e le imposizioni dettate dalle compagnie petrolifere dall'altro. Si registrano crolli nelle vendite del carburante ma il prezzo non cala. Da dove si origina questa 'impasse'? I consumi di carburanti sono in flessione da diversi anni, in particolare quelli della benzina. Una tendenza che si fatta drammatica in questo ultimo periodo (basti pensare che a febbraio la benzina

Scomponendo il prezzo alla pompa emerge che solo il 35% riconducibile al prezzo internazionale del carburante, mentre, secondo molti economisti, per il 55% peserebbe la tassazione, ovvero l'Iva e le accise. E' cos? In realt la tassazione sulla benzina in media quasi arrivata al 60% soprattutto per le nuove accise aggiunte nel corso del 2011 che sono state pari a circa 20 centesimi sulla benzina e a 23 centesimi sul gasolio. Il cosiddetto margine lordo, ossia ci che resta al netto delle tasse e materia prima, intorno al 7-8% e con questo va remunerata lintera filiera distributiva compreso il gestore. Lo spazio di intervento delle aziende, nellambito di questo 7-8%, si riduce quindi a pochi centesimi. Abbiamo delle accise istituite per il terremoto del Friuli nel 1976, per il disastro del Vajont nel '73 e addirittura per la guerra d'Etiopia nel '35 - '36. Ma c' davvero ancora bisogno continuare a pagare tasse cos 'antiche'? In realt tutte queste accise sono ormai confluite nella fiscalit generale. Si tratta di tasse di scopo che, venuto meno lo scopo, sono rimaste per le esigenze pi generali dellErario. Del resto, il modo pi immediato e sicuro di reperire risorse e in tempi di problemi di bilancio difficilmente ci si rinuncer.

Alcuni vorrebbero togliere le accise in generale, altri solo quelle pi vecchie, altri ancora punterebbero sulla sola riduzione senza rimozione. Quale delle precedenti si potrebbe configurare come una soluzione sensata? Gli interventi sulla fiscalit sono scelte prettamente governative. Dal nostro punto di vista, sarebbe utile rivedere la tassazione per cercare di far ripartire i consumi e dare un po di ossigeno a questo settore. Allaumentare dei prezzi le aziende non guadagnano di pi, anzi pi aumentano i costi e pi difficile trasferirli sul prezzo finale. Peraltro, esiste gi una norma che prevede la possibilit di sterilizzare

leffetto moltiplicatore dellIva che agisce sia sul prezzo industriale che sulle accise. Il rialzo dei prezzi alla pompa sembra comunque un fatto con il quale dovremo imparare a convivere. Si arrester prima o poi? Cosa dobbiamo aspettarci dal futuro? Fare previsioni molto difficile. Troppe le incognite. Al momento, lunica difesa per il consumatore abituarsi a cercare limpianto pi conveniente e a servirsi da soli. In questo modo il risparmio, su almeno 10.000 impianti tradizionali, pu arrivare a 10 centesimi euro/litro.

a corsa del prezzo della benzina non si ferma, in unimpennata costante ed inarrestabile che, nella giornata di ieri, in alcune zone dItalia ha sfondato il muro dei 2 euro al litro. Dopo il record di 1,986 registrato nelle Marche, ieri in un distributore di Napoli il prezzo alla pompa ha segnato 2,016. Una cifra che sinora rimane isolata sul territorio nazionale, ma che certo non fa ben sperare automobilisti e benzinai. Per i gestori la situazione ormai insostenibile, anche a Cremona, come dichiara Graziano Bossi. Per la maggior parte dei benzinai cremonesi infatti, fa sapere il responsabile della Figisc Ascom di Cremona, negli ultimi tempi la riduzione dellerogato si attesta intorno ad una media del 30%, con oscillazioni tra il 20% ed il 40% (per un volume di affari di circa 3,5 milioni di euro lanno), ed anche il mese di marzo non certo cominciato sotto migliori auspici.

Caro carburante, a Cremona lerogato in picchiata del 30%


1,818
Prezzo Italia (euro/litro)
(Rilevaz. Mise, 19-3-2012)

Sempre pi auto in garage e gestori in asfissia. Bossi (Ascom): Situazione insostenibile


mente con benzina e diesel, per questo teniamo il prezzo del Gpl pi basso. La situazione non differente in altri punti della citt, dove ogni settimana compaiono nuove promozioni e sconti che, non essendo pianificati dagli esercenti ma dalle compagnie, rischiano di compromettere il guadagno dei gestori. Ci che si perde in benzina lo si pu recuperare con il gas - fanno sapere dalla stazione Ip di via Bosco - ma il calo c comunque e si sente. Alcuni si sono arrangiati approntando servizi aggiuntivi alla semplice erogazione di carburante, come alla stazione di servizio Esso di via Brescia, dove possibile anche cambiare lolio, controllare i freni e bilanciare le gomme, o come i numerosi distributori con il servizio di autolavaggio. Servizi che comunque aiutano a stare a galla, pi che a cambiare realmente le entrate, per gestori che ormai si trovano stretti tra le accuse degli automobilisti e le

BENZINA
Accisa 0,704 Iva 0,316 Materia prima 0,670
Margine lordo

COMPONENTE FISCALE 56% 1,020 euro/litro

Solo su questo segmento, pari al 37% del prezzo, agiscono le quotazioni internazionali e leffetto cambio euro/dollaro Solo su questa voce, pari al 7% del prezzo, loperatore pu agire per modificare il prezzo alla pompa

PREZZO INDUSTRIALE 44% 0,798 euro/litro

0,128

I benzinai sono in difficolt ormai da mesi, complici i continui rincari del carburante che, nella prima decade di marzo, hanno portato le medie nazionali a 1,854 per la verde ed a 1,767 per il diesel. Qualche boccata dossigeno in pi per i gestori che, oltre a benzina e diesel, vendono anche gpl. E lunico settore che

per ora tira - commentano dal distributore IP di via Giuseppina, appena fuori Cremona - basterebbe mettersi qui e guardare il flusso delle auto alla pompa del gas rispetto a quelle dei carburanti, la differenza si nota ad occhio nudo, senza tante statistiche. Se non vendessimo gpl sarebbe dura coprire i costi sola-

imposizioni dettate dalle grandi compagnie. Il problema - sottolineano ancora da via Bosco - che la gente usa sempre meno la macchina. Il prezzo alla pompa si impenna, il rapporto del singolo con la mobilit si trasforma, tra camminate, biciclette, mezzi pubblici o car-pooling. E cos anche a Cremona sono sempre di pi i cittadini che lasciano la macchina in garage per cinque giorni su sette, usando le quattro ruote solamente solo per i fine settimana e solamente per spostamenti rapidi o irrinunciabili. Sino allestate scorsa - commentano ancora da via Giuseppina - il flusso veicolare era ancora costante. Fatta eccezione per le arterie extraurbane principali, come la via Mantova o la via Milano, su strade secondarie sono sempre pi i momenti in cui sullasfalto regna il silenzio e le auto di passaggio si sono vistosamente diradate. mi.sco.

E i cittadini riscoprono bici e mezzi pubblici


Lincremento vertiginoso dei prezzi del carburante spinge molte persone a cambiare le proprie abitudini, scegliendo di fare a meno dellauto il pi possibile: sono sempre pi numerosi i cremonesi che decidono di lasciare la propria vettura in garage, puntando sui pi convenienti mezzi pubblici. Un dato pi evidente nelle grandi citt, ma che inizia a farsi sentire anche in province di piccole dimensioni, come la nostra. Lo dimostrano gli incrementi nelle vendite dei titoli di viaggio. In particolare TreNord evidenzia un aumento di circa il 10% nel giro di un anno. Un discorso simile vale anche per il trasporto pubblico extraurbano, come spiega Elena Colombo, amministratore delegato di Km. Lincremento della vendita dei biglietti stato superiore alle nostre previsioni. Questi incrementi sono pi evidenti tra lutenza che ha meno di trenta anni, che fanno registrare un aumento dellutilizzo dei mezzi del 4,1 per cento (e sono il 25,6% del totale di quanti hanno utilizzato i mezzi nel corso dello scorso anno). Tra gli studenti la percentuale di crescita sale al 4,5 %. A confermare questo andamento sono i dati Isfort sulla mobilit del Paese, secondo i quali, in Italia, il costo dei titoli di viaggio uno dei

Km Spa e Trenord confermano un incremento nella vendita dei titoli di viaggio

pi bassi dEuropa. In una citt come Cremona, dove le distanze da percorrere sono piuttosto brevi, molti scelgono di lasciare in garage lauto in favore della bicicletta, pi comoda e maneggevole, e soprattutto a consumo zero. A questo proposito cresce lutilizzo del servizio di bike sharing. Infine prende sempre pi piede anche il sistema del Car pooling: una vera e propria filosofia di viaggio, basata sulla condivisione di auto private da parte di pi persone che percorrono lo stesso itinerario, per risparmiare tempo e costi di viaggio, diminuire la congestione stradale e linquinamento.

Dalla citt

Sabato 24 Marzo 2012

E stato pubblicato nei giorni scorsi il risultato del sondaggio Monitorcitt realizzato dall isitituto di ricerca Datamonitor, che si pone lobiettivo di stilare la classifica del livello di soddisfazione dei cittadini italiani sui sindaci cittadini, delle aree metropolitane e sui servizi comunali. Da quanto emerge Cremona si aggiudica la tredicesima posizione per quanto concerne i servizi, preceduta da Mantova e seguita da Cuneo e Parma; guidano in testa Bolzano e Trento. Per quanto riguarda il consenso del sindaco, la posizione di Oreste Perri non stata resa nota in quanto la classifica si ferma al quarantasettesimo posto, e tra essi il primo cittadino cremonese non rientra. Il sindaco pi amato risulta dunque il napoletano De Magistris, seguito da Flavio Tosi di Verona, e Piero Fassino di Torino. Federico Contini

Servizi comunali, Cremona al 13 posto

Simone Bossi risponde allassessore Demicheli. Il posto in Aem lavevano offerto anche a me, ma ho rifiutato

Nessuna guerra di poltrone


La Giunta? Non ha mantenuto le promesse fatte ai cittadini in campagna elettorale
di Laura Bosio Simone Bossi, segretario provinciale della Lega ritengo che lessere usciti dalla maggioranza non ci far affatto perdere consensi, e lo dimostra il fatto che quando ho annunciato al popolo leghista questa decisione, durante lincontro con Maroni al Cittanova, ho ricevuto in risposta lovazione di tutti i presenti. Questo testimonia quanto la nostra decisione sia stata condivisa dalla base della Lega. Del resto tutti si sono resi conto che questa Giunta non ha rispettato il programma elettorale. Nessuno ha mantenuto le promesse fatte ai cittadini in campagna elettorale, su molti temi.. Sempre lassessore vi accusa anche di aver fatto scappare numerosi militanti. I consiglieri hanno deciso di andarsene per le proprie motivazioni personali. A partire da Zaffanella, che se ne andato per la vicenda di palazzo Fodri. Ferrari e Gandolfi si commentano da s: il giorno prima dicevano di avere la Lega nel cuore, il giorno dopo erano gi nel Fli, alla faccia della coerenza. Ritengo che i nostri consiglieri siano caduti nel gioco costruito a tavolino da chi sta nella stanza dei bottoni. E daltro canto giusto fare anche questa considerazio-

Cremona

Sar la dottoressa Paola Ravara, della societ Ravara Spa, a ricoprire il ruolo di presidente della Scuola Edile Cremonese; nominata dal consiglio damministrazione, la donna sostituir larchitetto Laura Secchi, in carica negli ultimi 13 anni. Il nuovo organigramma stato poi completato con la nomina di vicepresidente assegnata a Enrico Samarini, segretario Fillea Cgil Cremona. Gli obiettivi dellistituto restano comunque quelli di formare giovani che vogliano inserirsi nel settore edile, e di offrire una possibilit di continuo aggiornamento per tutti coloro che fanno parte del settore. LEnte, sempre nellambito della formazione continua, svolge inoltre attivit di formazione in materia sicurezza cantieri fc

Paola Ravara nuovo presidente della Scuola Edile

opo le dichiarazioni dellassessore Claudio Demicheli nei confronti del suo ex partito, proprio sulle pagine de Il Piccolo, non tarda ad arrivare la risposta del segretario provinciale della Lega, Simone Bossi. Largomento riguarda la vera motivazione della frattura tra il la Lega Nord e la Giunta comunale di Cremona: se per Demicheli si trattato solo di una questione di poltrone, ecco la versione di Bossi: E vero che non hanno voluto mettere Alessandro Carpani alla vice presidenza di Aem, ma questo dipeso da aperti contrasti tra lui e il sindaco Oreste Perri. Tanto pi che dopo aver scartato hanno chiesto a me di inviare il mio curriculum per assegnarmi quel posto. Ora, se la nostra volont fosse stata semplicemente quella di occupare delle poltrone avrei accettato, invece non lho fatto, in quanto ritenevo che Carpani, con una esperienza di cinque anni di Cda in Aem alle spalle, avesse molta pi competenza di me. Abbiamo preferito rinunciare a quel Cda e fare un passo indietro. Demicheli asserisce anche che la vostra scelta di passare allopposizione vi far perdere un consistente numero di consensi Premetto che ci troviamo in un momento politico piuttosto difficile, in cui tante cose stanno cambiando. Ora, una giunta che si erge a paladina della giustizia apartitica credo sia assurda e anacronistica. Basti vedere come sta gestendo la questione delle nomine: su sette posti, cinque sono andati a persone del Pd. Questo non certo lavorare seguendo la volont degli elettori, visto che i cittadini hanno dato mandato al centro destra di governare, e non di farlo fare a chi non centra nulla. Ci detto,

I consiglieri comunali Emiliano Ferrari e Andrea Gandolfi dicevano di avere la Lega nel cuore e il giorno dopo sono passati a Fli
ne: tutti e cinque, messi assieme, hanno avuto un totale di un centinaio di preferenze, e non certo la maggioranza del partito. Si accusa lattuale dirigenza leghista di portare alla rovina il partito: su questo cosa risponde?

Sono dichiarazioni fatte da una persona che ha il dente avvelenato per essere stato espulso. Ricordo la decisione di espellere Demicheli, partita dal commissario cittadino, ma stata poi anche condivisa dai militanti, dal coordinamento provinciale con 10 favorevoli e un solo voto di astensione e infine approvata anche dalla segreteria nazionale. Dunque in questa vicenda ci sono stati passaggi politici ben definiti e scelte meditate. Abbiamo preso le distanze da una Giunta che non ha voluto tagliare le spese dei dirigenti, che continua ad aumentare le tasse a carico dei cittadini. Come Lega non possiamo accettare chi aumenta la spesa pubblica a dismisura, pur asserendo di aver tagliato le spese. Tutti sono in grado di recuperare risorse vessando la gente, ma questo non accettabile. Le parole di Demicheli non mi toccano, in quanto abbiamo punti di vista molto diversi su tutte queste questioni. Sar solo il tempo a dire chi aveva ragione.

Riforma dellarticolo 81 sullobbligo di pareggio del bilancio statale in Costituzione: la legge in discussione

Il professor Andrea Fumagalli: Cos la Costituzione condizionata dalle esigenze di bilancio dettate dai mercati finanziari
di Daniele Tamburini per la prima volta in Europa, stato siglato un Patto Fiscale (Fiscal Compact), come era stato chiesto esplicitamente dal governatore della Bce, Mario Draghi, nel suo discorso al Parlamento Europeo il 1 dicembre 2011. In esso, si deciso lobbligo di inserire in Costituzione il pareggio di bilancio, ci che istituisce una nuova costituzione economica, comportando la cancellazione della possibilit da parte delle istituzioni pubbliche di intervenire nella gestione delleconomia con provvedimenti anticiclici. Si afferma allart. 3, comma 2, che le regole del pareggio di bilancio: devono avere effetto nelle leggi nazionali delle Parti contraenti al massimo entro un anno dallentrata in vigore del Trattato attraverso previsioni con forza vincolante e di carattere permanente, preferibilmente costituzionale. Con un trattato di carattere internazionale si interviene per modificare le Costituzioni, cos da legittimare nella legge madre di tutte le leggi, il primato del pensiero economico neoliberista. Il Parlamento italiano ha gi votato, in prima lettura, la modifica dellarticolo 81 per imporre una camicia di forza alle politiche di bilancio. Sar la Corte di Giustizia dellUE a verificare lavvenuto inserimento e a comminare eventuali sanzioni (art. 8): la Costituzione , cos, condizionata e vassalla delle esigenze di bilancio dettate dai mercati finanziari. Questa riforma non appare centrale, nel dibattito pubblico, come quella dellarticolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Eppure, ci sono studiosi e commentatori che ne sostengono la pericolosit, concordando sulla convenienza della spesa in disavanzo in situazioni di recessione o crescita lenta del Pil. Lei che ne pensa? Concordo. Con la costituzionalizzazione del pareggio di bilancio si elimina la possibilit discrezionale da parte della politica fiscale di poter operare in funzione anti-ciclica. Keynes probabilmente si sta rivoltando nella tomba. In tal modo, proprio quando si pretendono iniezioni di ulteriore flessibilit nel mercato del lavoro (leggi, precarizzazione), si introducono elementi di forte rigidit nella gestione della politica economica. Gi con lart. 105 del Trattato di Maastricht (che vincola loperato della Banca Centrale Europea a perseguire unicamente lobiettivo di un tasso dinflazione inferiore al 2% annuo), si era di fatto ingabbiata la politica monetaria per evitare che potesse svolgere una funzione di intervento congiunturale a sostegno della produzione e delloccupazione; ora, con tale misura, si elimina un ulteriore di grado di libert per la gestione delle politiche economiche. Il tutto viene giustificato nel nome dellautonomia della politica monetaria e ora della politica fiscale da possibili condizionamenti della politica. In realt, lobiettivo, neanche troppo malcelato, consentire che solo i poteri economici e finanziari possano decidere quale politica economica deve essere adottata. E la questione della spesa per il welfare?

Sar utile per il Paese? Mai


Mantenere il pareggio significher dover intervenire sulle spese sociali
il professor Andrea Fumagalli

Cremona

Sabato 24 Marzo 2012

n questi giorni, il Parlamento sta decidendo sulla riforma dellarticolo 81 della Costituzione: una scelta che ha ben poco di tecnico, ma con evidenti ricadute in termini di politica economica e sociale. In sostanza, si introduce lobbligo del pareggio del bilancio dello Stato nella legge fondamentale della Repubblica. Il dibattito, anche se piuttosto in sordina, in un momento in cui prevale quello sulla riforma del mercato del lavoro, fra chi sostiene che anche una spesa pubblica in disavanzo produce un aumento del Pil maggiore ed pi efficace di una riduzione della pressione fiscale, e tra chi ritiene che i conti in ordine siano una priorit assoluta, anche a costo di comprimere ulteriormente la spesa e, quindi, gli investimenti. Senza contare che le politiche di welfare sono finanziate dalla spesa pubblica: che ne sar del sistema di garanzie per i cittadini? Come si finanzieranno gli interventi peraltro necessari anche nel quadro dellattuale riforma del mercato del lavoro? Per capire la reale portata di questa scelta, abbiamo intervistato il professor Andrea Fumagalli, docente di economia presso lUniversit di Pavia Professor Fumagalli, vorremmo che ci illustrasse il significato della riforma dellarticolo 81 della Costituzione, quello che si chiama, un po semplificando, lobbligo di pareggio del bilancio statale.

venire (a meno che non si voglia aumentare la pressione fiscale, ipotesi politicamente da scartare) sulle spese variabili dello Stato, ovvero le spese sociali (previdenza, istruzione, sanita, ammortizzatori sociali) e sui salari dei dipendenti pubblici. Esattamente quello che sta gi accadendo e che gi accaduto in Grecia. La scelta del pareggio inserito in Costituzione stata veramente dettata dallEuropa? Secondo alcune opinioni, questo lede il concetto stesso di sovranit nazionale. La sovranit economica nazionale un concetto (come quello di democrazia) che non esiste pi da almeno 20 anni. I cambiamenti nellorganizzazione tecnologica, della produzione/accumulazione e del lavoro che si sono succeduti negli ultimi trentanni hanno ridefinito gli assetti geo-economici e geo-politici internazionali. Il processo di finanzia-

Larticolo 81 della Costituzione italiana disciplina le regole essenziali del bilancio dello Stato che rappresenta il documento contabile in cui vengono elencate le entrate e le spese relative allattivit finanziaria dello stato in un periodo di tempo determinato (di solito lanno). Tale documento lesito della legge finanziaria (ora chiamata legge di stabilit) dove si enunciano i principi di politica fiscale (gestione delle entrate fiscali e della spesa pubblica) che il governo intende perseguire nel corso dellanno. Il 30 gennaio 2012 a Bruxelles stato siglato da parte di 25 capi di Stato e di governo il Trattato su stabilit, coordinamento e governance nellUnione economica e monetaria. In questo accordo,

Alcide De Gasperi firma la costituzione

Due sono gli effetti perversi che tale misura pu comportare. Il primo deriva dallovvia constatazione (che ogni economista serio e indipendente sa bene) che in un sistema capitalistico di libero mercato condizione necessaria perch ci possa essere attivit di accumulazione (ovvero produzione di ricchezza) che vi sia un atto preventivo di indebitamento. Lindebitamento dello Stato quindi funzionale al processo di accumulazione e venendo meno, anche la capacit di crescita e di accumulazione si riduce. Il secondo effetto, relativo al bilancio dello Stato, che se vi lobbligo del pareggio di bilancio, per mantenerlo sar sempre pi necessario inter-

rizzazione ne stato uno degli effetti e tale processo determina oggi la scala gerarchica del comando economico. Oggi 10 multinazionali della finanza sono in grado di imporre i propri interessi economici a intere comunit nazionali e sovranazionali. La novit che la crisi europea ci offre che ora sono tali poteri a scegliere direttamente i capi di governo, mentre sino a pochi anni si limitavano a condizionare indirettamente le scelte economiche. Posto che la modifica venga approvata, quando se ne potranno apprezzare gli effetti? Mai.

RICERCA PERSONALE
SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO,

PREAN s.r.l.

EuromiSurE s.p.a. GruPPo WiKA


ricerca per la propria sede di Cremona

inDuSTriA ALimEnTArE
LEaDER vEnDITa DIRETTa aLLE FaMIGLIE COnSUMaTRICI, SELEzIOna

1 QuALiTY mAnAGEr/KAiZEn mAnAGEr


rEQuiSiTi

RICERCA PERSONALE
DA INSERIRE NEL PROPRIO ORGANICO per la zona di Cremona e provincia
Tel. 0372 436912 - 366 7450671 www.prean.com

(anche prima esperienza)

Conoscenza approfondita del metodo Kaizen per migliorare la qualit di tutti i processi aziendali Et max 45 anni almeno 2-3 anni di esperienza nel ruolo analogo Familiarit con i principi di produzione Ottima conoscenza della lingua inglese Esperienza in materia di Kaizen
i candidati in possesso dei requisiti richiesti possono inviare il proprio curriculum in formato word, indicando lattuale inquadramento e retribuzione annua lorda a: qualitymanager@adamiassociati.comCarrying out trainings on lean matters. Familiar with lean principles. Technical background.

vEnDiTori/iCi
CUI aFFIDaRE PROPRIa CLIEnTELa. RIhIEDESI DInaMISMO, BELLa PRESEnza, DIaLETTICa, BUOna CULTURa E DISPOnIBILIT a BREvI TRaSFERTE SETTIManaLI. OFFRESI PERCORSO FORMaTIvO, RETRIBUITO E SPESaTO, UnaTTIvIT ORGanIzzaTa, COnTInUaTIva, CRESCITa PROFESSIOnaLE, IMPORTanTI InCEnTIvI MEnSILI E SUPERPROvvIGIOnI. Telefonare a: 800327701 - oppure inviare Cv con foto job@vezza.it - www.vezza.it

Experience in regards of Kaizen / lean principles / moderating events. Fluent English

8 intervento da molti ritenuto necessario purch i lavori non creino, per lungo tempo, ulteriori disagi agli automobilisti Un
Sabato 24 Marzo 2012

Raddoppio della tangenziale, si inizia in estate


di Martina Pugno

Cremona

l raddoppio del tratto di tangenziale che collega la rotatoria di via Mantova al casello autostradale della A21 all'altezza di San Felice si far: quanto confermato dal recente accordo tra Comune e Centro padane, che hanno recentemente approvato la bozza di convenzione per la realizzazione del progetto. I lavori avranno inizio nel corso dell'estate, per una durata prevista di circa un anno e un costo totale di 3.222.000 euro gi interamente finanziati. Obiettivi dell'intervento non soltanto la semplificazione dell'accesso alla rete autostradale e una maggiore scorrevolezza del tratto decongestionando il traffico, intenso in particolare nelle ore di punta, ma anche la messa in sicurezza di un'area che gi stata oggetto di incidenti di notevole gravit ai danni dei pedoni. A questo scopo il progetto prevede anche la realizzazione di un sottopassaggio all'altezza di San Felice, per facilitare l'attraversamento pedonale. Un intervento ritenuto da tempo necessario: questa l'opinione generale che emerge dai commenti degli intervistati, in particolare di coloro che ben conoscono le difficolt legate al traffico che caratterizzano la tratta nel primo mattino e nelle ore serali. Percorro questa strada tutti i giorni per andare al lavoro - l'opinione di Armando -, e in effetti la situazione pesante per gli automobilisti: spesso il tratto congestionato dal traffico e la viabilit ulteriormente rallentata dalle uscite e dalle entrate verso il casello autostradale. Il problema del traffico sul tratto interessato risulta sentito da molti, come Nicola: Le code sulla tangenziale sono all'ordine del giorno; ben venga un ampliamento, purch i lavori non si protraggano all'infinito. I tempi di realizzazione raramente vengono rispettati purtroppo... Un po' temo per i disagi relativi al periodo di apertura del cantiere; la viabilit sar comunque in qualche modo garantita oppure la tratta verr chiusa al traffico per periodi prolungati? Perch in questo caso i disagi non sarebbero pochi per chi deve percorrere la tangenziale tutti i giorni, magari per lavoro. Dello stesso avviso anche Marco: Finalmente, speriamo che il traffico diventi pi scorrevole, raggiungere Cremona in certi orari diventa davvero un'impresa!. L'intervento viene considerato ancor pi utile se si tiene in considerazione un altro tema di grande attualit relativo al territorio, ovvero l'inserimento nel nuovo strumento di pianificazione urbanistica del Comune di una superficie da 160mila metri quadrati per il raddoppio del'area commerciale Cremona Due. Il progetto ha destato non poche polemiche, in particolare da parte di associazioni e commercianti locali; certo che

Al via i lavori, gi interamente finanziati

Approvato il progetto definitivo per l'ampliamento della rotatoria di via Mantova e il raddoppio della carreggiata della tangenziale che la collega al casello autostradale di San Felice: l'intervento prevede la ridefinizione della rotatoria di via Mantova, che da ovale verr portata a rotonda; la rotatoria verr fornita di ulteriori vie di svolta continua. I lavori procederanno con il raddoppio del tratto di carreggiata a partire dalla rotatoria fino agli svincoli per l'autostrada A21. Lungo il tratto verranno inoltre realizzati una piazzola di sosta per i bus urbani e un sottopassaggio che faciliti l'accesso all'area di San Felice, migliorando la sicurezza degli attraversamenti pedonali.

Il progetto degli interventi

Primi deferimenti alla fine di aprile


CALCIOSCOMMESSE

A Cremona presto novit sul terzo filone

Incluso nel progetto il rifacimento della rotatoria di via Mantova e la realizzazione di un sottopassaggio allaltezza di San Felice
l'ampliamento sarebbe causa di un maggiore afflusso di veicoli anche sulla tangenziale, come sottolinea Antonella: Era ora che si pensasse a fare qualcosa per migliorare la viabilit lungo la tangenziale; anche la messa in sicurezza era necessaria per i passaggi pedonali. Se poi effettivamente l'area commerciale verr ampliata, il traffico certamente aumenter, quindi ben venga anche il raddoppio della carreggiata del tratto stradale. Non manca, per, anche qualche vena polemica relativamente alla decisione di dare il via alla realizzazione in un periodo di crisi e tagli, come sottolinea Cristina: E' triste vedere come i fondi per la cultura o per il sociale siano sempre pi scarsi, mentre invece la viabilit resta al centro delle attenzioni dell'amministrazione comunale. Credo ci dovrebbero essere altre priorit in citt; senza contare i tanti progetti anche a livello di urbanistica che vengono continuamente proposti per poi arenarsi, senza trovare una via di concretezza; uno su tutti la tanto discussa Strada Sud, che nonostante la prima approvazione ancora non si sa se verr realizzata oppure no. Per non parlare, poi, dei tanti tratti in citt sui quali si intervenuto pi volte nell'arco di pochissimi anni; forse prima di intraprendere progetti di ampia portata ci vorrebbe un piano chiaro e unitario a livello locale. Accanto al-

Ok il raddoppio, ma non soffocate San Felice

la generale approvazione, dunque, anche qualche timore, condiviso da alcuni degli abitanti di San Felice, area direttamente interessata, come spiega Sergio: Abito a San Felice; il raddoppio della tangenziale pu essere una buona soluzione per migliorare il traffico e la viabilit; spero per che la situazione non peggiori per l'area di San Felice, non vorrei rimanesse ancora pi stretta tra il cemento. Ho letto per che verr realizzato anche un nuovo sottopassaggio, quindi potrebbe essere una soluzione effettivamente di maggiore comodit e sicurezza per tutti. Sono in molti, comunque, a considerare l'intervento utile soprattutto in funzione dell'ampliamento dell'area commerciale: Un intervento necessario, in particolare se davvero viene ampliata l'area commerciale Cremona Due. Ma lo considero un intervento utile in ogni caso per snellire il traffico nella zona, commenta Paolo. A patto, secondo Michela, che i disagi non siano eccessivi o quantomeno non per un periodo troppo lungo, a danno di chi deve percorrere la tratta quotidianamente: Il raddoppio della tangenziale? Ok, purch i tempi dei lavori non diventino biblici, altrimenti va a finire che i disagi sono pi dei vantaggi. La fiducia nel progetto, per, al momento c': non resta che dimostrare ai cittadini che essa sia stata ben riposta.

Arriveranno entro la fine di aprile i primi deferimenti del-latto secondo dellinchiesta da parte della superprocura federale guidata da Stefano Palazzi, lasciando presagire che si potrebbero celebrare i primi processi gi verso la fine della stagione sportiva 2011-2012. Intanto, a Cremona gli accertamenti predisposti nei mesi scorsi dal procuratore Roberto Di Martino e dal gip Guido Salvini nellambito del terzo filone dellinchiesta, hanno dato riscontri positivi, convalidando quei nuovi sviluppi annunciati a Roma dal capo della Polizia Manganelli alcune settimane fa. Nelle mani dei magistrati cremonesi nomi e cognomi fatti dai giocatori che hanno collaborato, come Gervasoni, Masiello e Carobbio. Proprio lex grigiorosso avrebbe parlato di ben 46 partite coinvolte, tra vecchie e nuove, alcune delle quali risalenti a campionati addirittura prima del 2009. Contestualmente, dal colloquio di gioved tra il procuratore Di Martino ed il collega cantonale di Lugano, Nicola Corti, sono emersi altri particolari in merito a movimenti bancari e conti correnti di alcuni indagati. E, sul fronte dellEst, mentre mercoled atteso a Cremona dalla Croazia larrivo di Saka e Ribic (latitanti dal 19 dicembre 2011), Hristyan Ilievski ha di nuovo vuotato il sacco, dopo lintervista rilasciata a Repubblica, stavolta ad Agor su Radiotre. Alcuni presidenti vogliono fare soldi a fine campionato, come anche alcuni giocatori, ha dichiarato lex agente della polizia macedone, affermando di essersi recato a Roma per avere informazioni su LazioGenoa, perch eravamo alla fine della stagione, alcune persone mi avevano detto che l'accordo prevedeva che la Lazio andasse in Champions League e che il Genoa dovesse perdere, ma senza riuscirci e senza incontrare n Mauri, n Sculli. In sostanza, linchiesta resta aperta e con elementi che potrebbero mettere in dubbio la regolarit di diversi tornei. M.S.

Torna lappuntamento con la rassegna Essenze di fiume, organizzata dalla sede culturale Parco Oglio Nord alla riscoperta della flora locale: domenica mattina alle 9 si terr lincontro Conoscere le piante selvatiche commestibili", dedicato alla conoscenza delle piante a vegetazione spontanea del territorio che possono trovare impiego nellambito culinario. Lescursione si terr sotto la guida di Eugenio Zanotti. Si partir dallostello sede dellassociazione di Torre Pallavicina (Bg), in via Madonna di Loreto, con caff ed entrata nel bosco presso le chiuse dellallevamento di trote in fondo alla stradina racchiusa fra i due canali a sud dellostello, per una visita alle radure, ai ghiaieti, al bosco ripariale e al bosco cespugliato, dove si possono vedere, imparare a riconoscere e raccogliere campioni di germogli e di foglie giovanili di luppolo, papavero, valerianella, tarassaco, silene, crepis, picris, borsapastore, ecc., nonch specie arboree ed arbustive dai fiori e dai frutti commestibili. Ritorno allostello per le 12.30, costeggiando le querce monumentali a fianco della strada sterrata che porta allo sbarramento sullOglio. Lescursione prevede la partecipazione gratuita, per informazioni: 0374-837067.

Essenze di fiume sullOglio Riscoprire i tesori nascosti della citt con la Giornata Fai
In occasione della XX Giornata di Primavera Fai, i pi prestigiosi palazzi cremonesi aprono le porte ai cittadini: lappuntamento per le 9.45 di sabato 24 marzo nel cortile cinquecentesco di Palazzo Tinti Pallavicino Clavello, con accesso da Ccorso Vittorio Emanuele II 17, per lapertura ufficiale e l'inaugurazione della giornata, a cui seguir la visita guidata. Gli ingressi con visita guidata si susseguiranno ogni 30 minuti dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18. A coadiuvare i volontari del Fai nellaccompagnare i visitatori, ci saranno gli apprendisti ciceroni del liceo europeo Beata Vergine. Il pubblico potr accedere al cortile cinquecentesco, alle sale della presidenza, della direzione generale e della giunta; i soli soci Fai (liscri-

zione possibile anche sul posto) potranno entrare in alcune sale dellappartamento del prefetto. Una delle novit di questanno costitu-

ita dalle visite guidate in lingua indi alle 14.30, in cinese alle 15.30 e in arabo alle 16.30. Estese anche alla giornata di domenica 25 le visite guidate, con partenza ogni 45 minuti, presso palazzo Bodini, in via Beltrami 16. Ledificio sar visitabile in entrambe le giornate dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18. Di particolare interesse, allinterno del palazzo, due sale affrescate, tra le poche mantenute intatte nel loro stile cinquecentesco, nonostante il trascorrere dei secoli e degli stili. Inusuale anche il soggetto rappresentato nella sala principale, tratto dalle Metamorfosi di Ovidio. In questo caso si potr entrare sia al sabato che alla domenica. Le visite saranno a ingresso gratuito, con possibilit di offerta per lassociazione.

Sabato 24 Marzo 2012

Approvato in Giunta, il progetto ha come obiettivo leliminazione del passaggio a livello. Lopera coster 1.672.740 euro

Via libera al progetto preliminare per la realizzazione del sottopasso ferroviario di via Brescia. Lo ha deciso la Giunta comunale di Cremona, approvando la proposta dell'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli. Un progetto che ricade nell'ambito dei lavori di riqualificazione e potenziamento del sistema viabilistico delle province di Cremona e Mantova previsti nel Protocollo di Intesa stipulato il 13 febbraio 2003 per l'eliminazione dei passaggi a livello sulla linea ferroviaria Cremona-Mantova in Comune

Sovrappasso di via Brescia, via libera al progetto preliminare


di Cremona. Il costo dellintervento, ammonta a 1.672.740 euro complessivi. L'opera si inquadra nel programma che prevede anche l'eliminazione di altre barriere sulla medesima linea ferroviaria: quella di via Persico (sottopasso) e quella di via S. Felice (sovrappasso). Il progetto preliminare stato redatto dalla Societ Autostrade Centro Padane S.p.A. Esso condizionato dalla presenza delledificato esistente e soprattutto da due manufatti idraulici sotterranei che confluiscono uno nellaltro proprio in corrisponden-

Le proposte del Cta Acli per viaggiare insieme. Dal 27 al 31 marzo. Tour della Costa Brava. Si visiteranno inoltre: Tossa de Mar, Barcellona, Girona e Figueras. 1 aprile. Una giornata allinsegna dello shopping allOutlet di Serravalle Scrivia dove sono presenti oltre 180 negozi delle migliori marche. Dal 5 all11 aprile. Tour della Polonia per Pasqua. Si visiteranno: Wadowice, Auschwitz, Cracovia, Breslavia e Czestochowa. Dal 5 all11 aprile. Soggiorno per Pasqua a Garda presso lHotel Bisesti 3***. Dal 6 al 9 aprile. Tour della Tuscia per Pasqua alla scoperta degli Etruschi. Si visiteranno: Bagnoregio, Caprarola, Tuscanica, Tarquinia e Viterbo. Dal 7 al 9 aprile. Una Pasqua alle Isole Tremiti, tra natura, arte e storia. Dal 22 al 25 aprile Viaggio a Saint Tropez e Isole Lerins alla scoperta di un angolo di Paradiso. Si Visiteranno: Cannes, Saint Tropez, Saint Paul de Vence, Isola di Saint Margherite e Isola di Saint Honorat. Dal 30 aprile al 1 maggio. Weekend dedicato alla visita di Venezia, citt unica al mondo, e delle Isole lagunari: Torcello, Burano e Murano. Dal 5 al 6 maggio. Weekend dedicato alla visita di Urbino e delle spettacolari Grotte di Frasassi. Dall'8 all11 maggio. Pellegrinaggio a Lourdes. Dal 12 al 13 maggio. Weekend in Svizzera dedicato alla visita di Ginevra, Losanna e Montreaux. Dal 14 al 20 maggio Tour di Belgio e Olanda. Si visiteranno: Bruxelles, Gent, Brugge, Amsterdam e Marchen. Dal 29 maggio al 3 giugno. Tour dalla Germania sulle orme di Carlo Magno. Si visiteranno: Aquisgrana, Treviri, Colonia, Coblenza e Francoforte. Dall'8 al 10 giugno Tour in un'Umbria insolita con la caratteristica Infiorata di Spello. Si visiteranno: Spoleto, Norcia, Cascia, Spello e Assisi. Dal 30 giugno al 28 luglio. Soggiorni con turni quindicinali ad Andalo presso lHotel Stella Alpina 3***. Dal 24 al 31 luglio. Soggiorno con Escursioni in Val Pusteria. Dal 1 al 29 luglio. Turni settimanali e quindicinali al Mare in Calabria a Cassano allo Ionio (Cosenza) presso il Villaggio Sibari Green 4****. Le iscrizioni e tutte le informazioni relative agli eventi saranno fornite presso la sede di via SantAntonio del Fuoco, 9/A o contattando i numeri di telefono 0372.800423, 800429. Sito: www.ctacremona.it

a grande estensione della banda larga ha reso Cremona una vera e propria citt digitale. Se ne parla sabato 24 marzo, nel corso del convegno dal titolo Le opportunit dell'agenda digitale lombarda, che si svolger nel salone dei Quadri del Comune di Cremona dalle 9.30 alle 13. Una serie di qualificati interventi e una tavola rotonda sul tema Tecnologie della comunicazione per lo sviluppo dei servizi: la sperimentazione di Cremona.

Cremona citt digitale


un convegno per valutare lo stato dellarte di sperimentazioni e progetti avviati
di Laura Bosio Per quanto riguarda la pubblica amministrazione, c' Cloud back up per la pubblica amministrazione, un sistema di back up remoto dei dati dellente in un sito ad alta affidabilit. Attraverso questo servizio, lente pu archiviare in modalit sicura i propri dati senza rischio che vadano persi, e recuperarli in piena autonomia in ogni momento. Per facilitare la comunicazione tra gli enti pubblici e l'utenza, si invece avviata la sperimentazione Decoder Ibrido Blobbox per servizi interattivi: si sono distribuiti a cento utenti del provider di connettivit presente sul territorio (Aemcom) altrettanti decoder evoluti (set-top-box) che consentiranno all'utente di accedere ai servizi della pubblica amministrazione usando semplicemente la Tv. C' poi il progetto Data/Application Sharing, che coinvolge l'amministrazione pubblica e il mondo della scuola: la sperimentazione prevede lutilizzo di uno strumento di comunicazione tramite videoconferenza e data&application sharing. Lambito di intervento scelto riguarda le quattordici scuole del comune di Cremona, presso le quali saranno installate altrettante postazioni di lavoro per consentire al personale della dirigenza scolastica di comunicare e condividere informazioni col competente ufficio comunale. A livello scolastico si sta sperimentando anche una vera e propria comunit virtuale dedicata, che permetta la promozione di un
La sede di AemCom

za dellambito interessato (Cavo Robecco e Cavo Cerca). A seguito di rilievi eseguiti sui sedimi stradali e ferroviario si rilevato che il manufatto rettangolare in calcestruzzo armato del Cavo Robecco posizionato parallelamente alla via Brescia e sottopassa la ferrovia con unopera in muratura spiega Zanibelli. Analizzando le sezioni di progetto si nota lo spazio limitato che tale opera lascia a disposizione dei progettisti per inserire le rampe ed il manufatto di progetto; risulta quindi impossibile operare con la tecnologia di in-

serimento a spinta del monolite di sottopasso. La presenza poi del manufatto del Cavo Cerca, che interseca perpendicolarmente la via Brescia a circa 45 metri dal binario in esercizio, obbliga a proget-

tare una rampa (la cui struttura sar oggetto di ulteriori approfondimenti in fase di redazione del progetto definitivo) sufficiente per autovetture e furgoni di dimensioni ordinarie.

servizi pubblici, scuola, giustizia, sanit: le possibili applicazioni delle tecnologie informatiche
strate da queste videocamere vengono analizzate da un sistema centralizzato in grado di fornire segnalazioni di allarme in tempo reale in base alle regole stabilite. Le telecamere sono state installate presso i tre portali della citt di Cremona, per la lettura delle targhe, il rilevamento del traffico e la ricerca dei veicoli. In ambito sanitario, troviamo il progetto Sanit digitale, che consentir di ridurre significativamente gli spostamenti del paziente e/o del personale medico e di abbattere il costo della visita, attraverso uno strumento di videocomunicazione ad alta definizione che consente unesperienza di comunicazione molto vicina a quella di un incontro faccia a faccia. Sempre in questo settore, si inserisce la sperimentazione di un social networking e life partecipation per anziani. L'obiettivo del progetto migliorare la qualit della vita degli anziani dando loro la possibilit di avere una vita sociale pi attiva. La sperimentazione prevede il coinvolgimento di dieci anziani, insieme ai loro familiari, ai quali verranno distribuiti altrettanti decoder evoluti da collegare ad apparati tv per accedere a servizi interattivi, attraverso strumenti conosciuti quali la Tv e il telecomando. Attraverso il software installato su questi apparecchi, l'anziano potr mettersi in contatto pi agevolmente coi suoi cari oppure con associazioni di volontariato.

Gerardo Paloschi

Sono numerosi i progetti sperimentali che si stanno portando avanti a Cremona in questi mesi in tema di tecnologie digitali spiega Gerardo Paloschi, presidente di AemCom. Sperimentazioni che riguardano i pi diversi ambiti della vita cittadina: dalla scuola alle pubbliche amministrazioni, dalla sicurezza alla giustizia. E' stato questo che ci ha permesso di essere scelti come citt in cui organizzare questo importante evento.

nuovo modello didattico utilizzando gli strumenti di web conferenza, audio/video comunicazione, istant messaging, lavagna interattiva multimediale. Sempre nella scuola, si avviata la sperimentazione Smart School: una piattaforma interattiva per mettere in rete le classi riducendo la distanza umana, sociale e di apprendimento tra studenti e operatori scolastici, favorendo al contempo il rapporto fra scuola e famiglia. E' un'applicazione che pu essere utilizzata sia da studenti ricoverati lungodegenti, che da studenti in difficolt, per evitare rientri a scuola per lezioni di recupero. Anche negli ambienti della giustizia si lavora sempre pi con le tecnologie informatiche. La sperimentazione avviata a questo proposito si chiama Giustizia digitale, e riguarda il Tribunale di Cremona e l'azienda Cremona Soli-

dale. Il servizio consente di realizzare un collegamento fra due terminali video ad alta definizione per svolgere procedure processuali, interrogatori e meeting a distanza. Il Tribunale di Cremona ha individuato i colloqui per interdicendi come possibile ambito di applicazione di questa sperimentazione, e quindi il servizio riguarda alcuni ospiti della casa di riposo, che potranno cos evitare di recarsi in tribunale per tale colloquio. Passando alla sicurezza, Safety & security per la citt una sperimentazione che permette al comando dei vigili urbani di avere un maggior controllo su quello che accade in citt. Si tratta di un sistema di videosorveglianza intelligente che utilizza videocamere ad alta definizione. Le immagini regi-

Agenda Digitale Lombarda e AemCom

poetI del saBato con tapIrulan


Appuntamento per sabato 24 marzo con la rassegna Poeti del sabato a cura dell'Associazione Tapirulan. La rassegna, giunta alla terza edizione, si svolge presso la sede di Tapirulan (via Voghera 1/a Cremona) e prevede un calendario ricco di appuntamenti e novit, incontri con poeti, presentazioni di libri di poesia e mostre fotografiche che proseguiranno fino al 23 giugno. Pur essendo un'iniziativa strettamente legata alla poesia non mancheranno alcuni appuntamenti fuoritema: una mostra fotografica in bianco e nero che raccoglie gli scatti pubblicati sull'antologia poetica Kona, e una mostra fotografica dal titolo Face the fight, un coraggioso e ambizioso progetto di tre giovani fotografi bresciani che hanno documentato le paraolimpiadi di Vancouver (Canada).

sI festeggIa lannuncIazIone
Luned 26 marzo la Chiesa festeggia la solennit dellAnnunciazione. Per loccasione al santuario S. Maria del Fonte di Caravaggio in programma una ricca serie di iniziative. In preparazione alla grande solennit, nel pomeriggio di sabato 24 marzo, alle 17.30 in basilica viene eseguito il Magnificat in Re maggiore Bwv 243 per solisti, coro e orchestra di Johann Sebastian Bach. La sera di domenica 25 marzo, alle 21, presso la basilica di Santa Maria del Fonte, monsignor Dante Lafranconi presieder la tradizionale Veglia dellAnnunciazione. La solennit dellAnnunciazione, che questanno si celebrer luned 26 marzo anzich nella data tradizionale del 25 data la coincidenza con la quinta domenica di Quaresima, prevede le S. Messe secondo gli orari feriali. Dopo lEucaristia delle 16 ci sar la preghiera del Rosario meditato.

donato un quadro al comune


In segno di riconoscenza per laccoglienza della mostra Le terre cromatiche dellanima, tenutasi nella sala Alabardieri di Palazzo Comunale dal 6 al 18 marzo scorso, lartista Antonella Giapponesi Tarenghi ha donato una sua opera al Comune. La pittrice ha consegnato il suo quadro, un olio su tela, nel corso di uninformale cerimonia svoltasi nella Sala della Consulta di Palazzo Comunale, presenti il sindaco Oreste Perri e lassessore Jane Alquati. Lopera che dono al Comune di Cremona ha detto lautrice ha come protagonista principale una donna matura e realizzata. Il sindaco Oreste Perri ha manifestato alla pittrice il suo pi sincero ringraziamento dichiarandosi particolarmente colpito da questo quadro per le emozioni che riesce a trasmettere e sul quale un piacere soffermare il proprio sguardo.

se lora legale IncIde sulla salute


Con larrivo della primavera torna l'appuntamento con lora legale. Nella notte tra il 24 e il 25 marzo, infatti, le lancette dell'orologio si spostano avanti di un'ora. Un gesto che apparentemente ha poco peso, ma che sulla salute, in realt, incide non poco. La maggior parte delle persone, infatti, riscontra una maggiore irritabilit e stanchezza, cali di umore, mal di testa e perdita di appetito. Secondo una ricerca pubblicata di recente da Martin Young (professore associato allUniversit dellAlabama), inoltre, larrivo dellora legale potrebbe aumentare il rischio di infarto del 10%. Il ricercatore suggerisce di limitare al minimo il disagio seguendo qualche piccolo accorgimento come ad esempio svegliarsi mezzora prima il sabato e la domenica per prepararsi alla levataccia del luned, fare una colazione adeguata e, se non ci sono problemi cardiaci, fare attivit fisica allaperto nel fine settimana, meglio se di mattina.

In Breve

10

Sabato 24 Marzo 2012

Per dire la vostra, scrivete a:

lettere@ilpiccologiornale.it cremasco@cuticomunicazione.it

Lettere & Opinioni


il potenziamento dei parcheggi nelle zone dingresso della citt e nellarea della buca, la partecipazione diretta e consultiva dei cittadini sui grandi temi quale ad esempio la cittadella dellanziano, la creazione di spazi verdi per gli animali da compagnia riqualificando, tra le tante, larea delle montagnette di Ombriano, la costituzione di un portale di coordinamento tra gli assessorati allindustria e allistruzione e quindi a costo zero per i cittadini per individuare le aree di investimento formativo e rilanciare loccupazione lavorativa sul territorio potenziandone le maestranze. Nei prossimi giorni i futuristi cremaschi incontreranno Antonio Agazzi per concertare il programma con questi punti e facendo rotta sulla linea marcata dal presidente Fini, affinch si promuova una reale partecipazione civica, al punto di valutare la costituzione proprio di una formazione civica che ponga come stella polare i programmi condivisi con le necessit del territorio e non le stucchevoli bandierine di partito. rachele ogliari Futuro e Libert per lItalia Circolo Crema Uno ***

il quartiere po di cremona non certo un ghetto


Egregio direttore, informo lei e i lettori che il signor Renato Molineto (Cremona), il cui nome appare in chiusura di una originale lettera apparsa il 20 marzo su La Provincia, non esiste allanagrafe del Comune di Cremona (comprensiva delle varie frazioni). Ci segno che qualcuno sta tentando di manipolare artificiosamente le informazioni riguardo al quartiere Po, che di certo non perfetto e ha i suoi problemi, ma non un ghetto come si tenta di far credere con crescente insistenza. Il Comitato di quartiere impegnato e determinato nel risolvere le criticit dellarea di competenza, ne prova la quantit di segnalazioni e richieste gi inoltrate agli uffici competenti (si veda il sito web del Q10), per buona parte delle quali sono stati presi provvedimenti: lelenco riporta anche le risposte da parte del Comune e lesito delle segnalazioni. Ai residenti che intendono comunicare con il Comitato di quartiere per qualsiasi necessit ricordo il numero di telefono 340-8855332 (del presidente), la mail comitatoquartiere10@comune.cremona.it (oltre alla pagina web www.comune.cremona.it/ PostCE-display-ceid-4031.phtml). Il numero dei vigili di quartiere 331 6993530 (agenti Brignani e Gerevini). Inoltre informo che presso la farmacia del dott. Zamboni (via Oglio) e le edicole di viale Po, via Trebbia e via Navaroli sono reperibili i moduli per segnalazioni che, una volta riconsegnati ai PuntiQ10, perverranno al direttivo del comitato, che li esaminer e risponder in brevissimo tempo. roberto caccialanza Presidente del Comitato di quartiere n. 10 ***

" replica

ipoteca da invalidare se il debito con equitalia inferiore a 8mila euro


Buongiorno sono un contribuente, ed in seguito ad un mancato pagamento di un debito, Equitalia mi ha ipotecato un immobile. Vorrei sapere in quali casi si pu contestare liscrizione ipotecaria effettuata da Equitalia. michele *** Caro Michele, purtroppo quando si matura un debito in termini tributari, lAgenzia delle Entrate, attraverso loperato di Equitalia, pu decidere di procedere verso il contribuente mediante il sequestro, oppure ipoteca sugli immobili con le dovute conseguenze drammatiche. In particolare, le societ Equitalia, in qualit di agenti della riscossione, hanno il potere di iscrivere lipoteca sugli immobili del debitore in forza dellart. 77 del

A cura della dott.ssa Emilia Codignola*


D.P.R. 602/73. Liscrizione dipoteca soggetta, tuttavia, a procedure e limiti ben precisi introdotti con la Legge n. 106/2011, in vigore dal 13 luglio 2011. Detta legge prevede ora la necessit di avvisare il contribuente prima di iscrivere lipoteca. Pertanto Equitalia dovr inviare una comunicazione con lavviso che, in assenza di pagamento delle somme dovute entro trenta giorni, si proceder alliscrizione ipotecaria. Prima di questa legge, lipoteca sugli immobili veniva, invece, iscritta anche senza alcuna comunicazione. Tra i casi pi frequenti di invalidit delliscrizione ipotecaria vi il debito inferiore ad 8mila euro. In particolare, dal 26 maggio 2010, giorno di entrata in vigore della Legge n. 73/2010, Equitalia non pu pi iscrivere ipoteca per debiti inferiori ad 8.000,00 euro. Il legislatore con detta legge ha recepito il consolidato orientamento giurisprudenziale culminato con la sentenza della Cassazione a Sezioni Unite (22-2-2010 n. 4077), secondo cui liscrizione ipotecaria un atto preordinato e strumentale allespropriazione immobiliare ed in quanto tale ne eredita le regole operative. Per il passato, poich Equitalia non ritiene di dover operare dufficio per cancellare le ipoteche illegittimamente iscritte, dovranno essere i singoli cittadini interessati ad attivarsi personalmente chiedendo la cancellazione dufficio ad Equitalia, che si

dovr accollare i costi sia degli oneri di iscrizione che di cancellazione ipotecaria. Altro caso dinvalidit , ad esempio, la mancata comunicazione delliscrizione ipotecaria, mancanza che andrebbe a ledere il diritto di difesa dellinteressato, il quale potrebbe non venire mai a conoscenza di una iscrizione ipotecaria su un suo bene e conseguentemente non potrebbe impugnarlo. *avvocato Stabilito e mediatore civile emiliacodignola@libero.it

" queSito al comune

" allarme

revisione del piano cave la cosa non ci piace


Gentile direttore, sta prendendo corpo la revisione del piano cave provinciale decennale e le premesse non sono certo tranquillizzanti, visto che il nostro territorio ulteriormente minacciato da escavazione selvaggia. Si parla ancora del Pianalto della Melotta, della richiesta di modifiche ad hoc della sua perimetrazione, che renderebbero possibile lescavazione in una zona, sulla carta, largamente protetta! Non assolutamente condivisibile ed insostenibile pensare che un tale ampliamento delle zone di escavazione sia innegabilmente necessario, viste le corpose giacenze gi escavate e la disponibilit ancora in essere alla fornace produttrice di laterizi. Non ci chiaro come si possano conciliare tali richieste in periodo di forte crisi del settore edilizio, con la distruzione di un geosito di forte rilevanza qual il Pianalto della Melotta e non basteranno certo le congrue compensazioni e pi stringenti criteri di recupero delle aree degradate a ridare la specificit geologica tipica del pianalto. Non inoltre comprensibile come il tutto si leghi alla difesa delloccupazione locale. E il ricatto occupazionale il grimaldello per scardinare le autorizzazioni? E quando i piazzali saranno pieni di laterizi inutilizzati, anche nella pi rosea previsione di una sospirata ripresa del settore, quanti anni ci vorranno per smaltirli? Che ne sar nel frattempo dei posti di lavoro? Per quanto tempo quei posti resteranno a disposizione? Analisi effettuate da Italia Nostra evidenziano come i dati del 2003 fossero gi largamente sovradimensionati producendo una eccedenza disponibile ancora oggi e per diversi anni. Tali studi prevedono che se venissero confermate le richieste di revisione si arriverebbe, in aggiunta alle escavazioni gi fatte, alla demolizione del 40% del geosito del Pianalto di Romanengo-Melotta. Non forse realistico allora ipotizzare la distruzione di una zona ben individuata fin dal 1888 da Torquato Romanelli nella carta geologica della Lombardia ed in seguito riconfermata da ulteriori studi geologici? Un sito ancora oggi dichiarato

protetto dalla Regione e dalla Provincia? Anche qui si vuol far valere la prassi che se i livelli degli inquinanti risultano essere sempre largamente oltre il limite, basti alzare le soglie cos da essere in regola? La Regione, la Provincia di Cremona ed il Comune di Soncino hanno cognizione reale di ci che stanno autorizzando? Possiamo, anche solo lontanamente, prendere in considerazione parole e valutazioni di amministratori che di programmazione in generale e del territorio in particolare hanno gi fatto largo scempio? Possiamo fidarci anche alla luce degli ultimi avvenimenti? La cava dellInsortello pesa ancora come la spada di Damocle su tutti noi a ricordarci il pressapochismo di tali valutazioni! No, proprio non ci riusciamo a fidarci! ernesta Del Sarto Italia Attiva Cremona ***

sembra una scelta illogica e di scarso buon gusto. La societ (scelta dal Comune) che dovrebbe costruire linfrastruttura viene incaricata (dal Comune) di redigere lo studio che dovrebbe giustificare la stessa infrastruttura. Un evidente ed enorme conflitto di interessi. Chiediamo ai cittadini quante volte recandosi a fare un acquisto e chiedendo al commerciante l'oggetto della vendita utile ed economico?, si siano sentiti rispondere dal venditore: No, loggetto inutile e costoso. comitato cittadino contro la Strada Sud ***

" a crema

Finalmente sono state istituite le due fermate dei bus


Egregio direttore, dopo ben 3 mesi di mail, comunicati stampa, articoli sui giornali e rimpalli di responsabilit, sono finalmente attive le due fermate per i bus extraurbani allinizio di via Diaz ed in via Cadorna, in sostituzione di quelle soppresse in seguito allordinanza comunale di divieto di transito sulla via IV Novembre. Vorrei ringraziare in primis il blog Pendolari Cremaschi per aver dato voce al nostro disagio, ma anche il vostro giornale che unitamente ad un paio di siti internet locali, ha riferito la cronaca di questa surreale vicenda. Come cittadini ne usciamo tutti perdenti: i pendolari che hanno dovuto patire il maltempo, lallungamento del tempo di percorrenza, i pericoli agli incroci. Ma anche gli abitanti del Comune di Crema non hanno ragione di gioire: quanto sono costati i molteplici sopralluoghi dei tecnici della Provincia, la segnaletica orizzontale e verticale da rifare, le carte bollate per gli atti, etc.? Sarebbe stato utile impiegare questo denaro ad esempio per i servizi sociali, a cui l assessore Beretta ci invit a rivolgerci Speriamo che la prossima amministrazione comunale, di qualunque schieramento politico, sia pi attenta alle esigenze dei propri residenti e alla gestione dei loro, pardon, nostri soldi. Daniela crema ***

" il comitato per il no

c un conflitto dinteressi nello studio sulla Strada Sud


Gentile direttore, in questi giorni la stampa cremonese riporta la notizia dellinizio degli studi su flussi del traffico per valutare lutilit della Strada Sud. Dalla approvazione (1 giugno 2011) da parte della giunta comunale del progetto preliminare per la Strada Sud predisposto da Centropadane spa, il comitato contro la Strada Sud ha ripetutamente richiesto (ufficialmente e pubblicamente) uno studio accurato ed oggettivo dei flussi di traffico e dei flussi di destinazione che giustificassero o meno la realizzazione di questa opera. Dopo mesi di mobilitazione e la raccolta di oltre 6mila firme che chiedevano al sindaco di fermare la costruzione di una strada che il comitato ha sempre definito inutile, costosa e devastante per lambiente, siamo al dunque. Una prima osservazione: effettuare adesso questo studio come chiedere ad un sarto di confezionare un vestito prima di prendere le misure del cliente. Assolutamente illogico. Lo studio andava fatto ben prima di approvare il progetto preliminare della strada. Diciamo di pi: solo dallosservazione scientifica dei risultati si poteva decidere sullutilit o meno dellinfrastruttura. Lamministrazione che aveva affidato a Centropadane spa la realizzazione del progetto preliminare - non ha ritenuto di prendere in considerazione quanto era stato chiesto ripetutamente e reiteratamente richiesto anche durante l'ultimo incontro del comitato No Strada Sud con il sindaco. La richiesta era semplice e logica: affidare ad una societ che garantisse oggettivit, scientificit e trasparenza lo studio in questione. Il comitato No Strada Sud aveva proposto il Politecnico ma al contrario - come gi annunciato dal vice sindaco durante lincontro - si scelto di affidare lo studio proprio a Centropadane spa. A noi

Pensando a come poter organizzare un momento conviviale di questo tipo, il pensiero corso subito al Gruppo Olimpia che da pi di 30 anni a Crema organizza momenti dincontro ed eventi con finalit sociali, apprezzatissimo dai cremaschi ma non solo. Il signor Franco Bozzi ha raccolto con entusiasmo la nostra proposta e si attivato immediatamente per lorganizzazione, il San Luigi ha dato la disponibilit dei locali, Sodexo ha accettato di occuparsi della preparazione dei pasti. Il gruppo di amici che ha avuto questa idea, ha raccolto i contributi di aziende e anche singole persone che, in base alla loro disponibilit, hanno voluto partecipare al finanziamento delliniziativa. Linvito rivolto a 120 persone che saranno coinvolte dai servizi sociali del Comune di Crema e da diverse associazioni presenti e attive sul territorio. Sappiamo che soltanto un piccolo gesto e che i giorni dellanno sono 364 oltre a quello di Pasqua, ma crediamo che tanti piccoli gesti possano fare grandi cose. Hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione lassessore ai Servizi Sociali, Luciano Capetti che ha portato il sostegno del Comune di Crema a questa iniziativa e Daniela Martinelli, presidente di Anffas Crema che ci ha trasmesso lentusiasmo con cui lassociazione ha sposato lidea che vede coinvolti come commensali, anche gli ospiti della loro struttura residenziale di viale Santa Maria. Qualora qualcuno avesse piacere a dare un piccolo contributo alliniziativa, informiamo che sabato 24 marzo alle ore 12.50 presso la palestra Mark2 Gym di via Della Fiera 9 si tiene una lezione di spinning benefica, i cui proventi saranno interamente devoluti a questa iniziativa. E possibile partecipare anche senza esserci fisicamente, facendo unofferta di 10 euro per prenotare una bici virtuale. Giovanna mantica crema ***

undicimila euro per una mostra era proprio necessario?


Egregio direttore, il Comune di Crema stanzia 11mila euro al settimanale Il Nuovo Torrazzo per la mostra sulla visita a Crema di Papa Giovanni Paolo II avvenuta nel giugno del 92. Viste le grosse difficolt economiche e i tanti tagli alle associazioni, al volontariato, al sociale operati in questi anni e ancora pi drammatici nel 2012, come odiernamente attestato anche dallassessore Capetti, era davvero un investimento prioritario? Non in gioco il rispetto per la devozione di tanti fedeli cremaschi, ma in un momento di forte congiuntura lecito chiedersi perch il Comune non faccia almeno lo sforzo di reperire questi finanziamenti attraverso il coinvolgimento degli sponsor, che probabilmente interverrebbero per uniniziativa di questo tipo. matteo piloni Consigliere comunale di Crema ***

" iniziativa

censiamo quanti alberi sono stati tagliati


Gentile direttore, sta arrivando la primavera e stanno arrivando le motoseghe a tagliare, spesso senza alcuna apparente motivazione, numerosi alberi che sorgono lungo le strade, fossi, canali ecc... Abbiamo qualche fotografia che documenta quanto accaduto in via Castelverde allaltezza della cascina Ospedaletto dopo lincrocio con via Erno. Naturalmente lo scempio stato regolarmente autorizzato dal Comune. Come per gli alberi in via Brescia, via Castelverde, piazza SantAnna e di via Cadore solo per citare gli ultimi. I nostri amministratori e dirigenti comunali e provinciali sono rapidissimi a dare il via alle danze del taglio alberi, mentre particolarmente lenti, se non del tutto immobili, nel ripristinare gli alberi tagliati. Ne fanno orrida prova le decine di mozziconi di alberi lasciati in bella vista nelle strade cittadine senza essere rimossi e sostituiti. Chiediamo ai cittadini la collaborazione per un censimento degli alberi estirpati e non ripristinati nel Comune di Cremona e limitrofi, per poter chiedere poi agli enti competenti un ripristino immediato, compatibilmente con le esigenze colturali. Ecco cosa devono fare i cittadini che vogliono aderire alliniziativa: segnate e fotografate via e numero civico dove mancano alberi, perch estirpati o dove potrebbero esserne piantati di nuovi; inviate le segnalazioni a questo indirizzo foto@lucicremona.it; inoltre fate girare questo messaggio tra i vostri contatti il pi che potete e chiedete di fare altrettanto ai vostri amici, linkandoci anche su Facebook cercando Luci Cremona e sul sito www.lucicremona.it; il censimento si chiuder a fine giugno. luci cremona

a un mese dal voto a crema delineiamo una proposta seria


Gentile direttore, a un mese dal voto bisogna delineare una proposta concreta per i cittadini e Futuro e Libert chiama allappello le anime del terzo polo cremasco dettando la linea a sostegno del candidato del centrodestra, espressione del voto popolare alle elezioni primarie dello scorso fine settimana. I punti di incontro sono quelli elaborati e proposti in questi mesi di lavoro anche agli amici di Api e Udc tra i quali il rilancio deciso di Crema, quale capocomprensorio e guida del territorio cremasco, punto imprescindibile per il rilancio economico e sociale della citt, inoltre la riqualificazione dellarea Ersaf come possibile polo ricettivo culturale, per eventi artistici e per le associazioni no profit,

" Futuro e liberta

" SoliDarieta a crema

a pasqua pranziamo insieme alle persone meno fortunate


Gentile direttore, liniziativa A Pasqua pranziamo insieme nasce da un gruppo di amici (Simona Marchetti, Rebecca Caffi, Manuelita Tomella, Alessio C e la sottoscritta Giovanna Mantica) che hanno pensato di dedicare una giornata di festa alle persone meno fortunate. Lidea subito realizzabile stata quella di organizzare il pranzo della prossima Pasqua per far sentire meno solo chi per qualsiasi motivo si trovi in difficolt.

Bonaldi, come avere nuove imprese e lavoro


Ha incontrato alcuni esponenti del mondo economico e delle libere professioni. Muoversi meglio in auto, treno e metr
di Tiziano Guerini della nostra comunit. Reputo, infatti, che unattenzione prioritaria dovr essere rivolta dallamministrazione comunale nei prossimi anni ai temi del lavoro e delle imprese. Crema, nella sua vocazione di capo comprensorio, insieme al suo territorio, pu fare molto per mettere in campo azioni positive per favorire leconomia, quindi le imprese e il lavoro. Quali tematiche si possono considerare prioritarie in un programma elettorale? Tante, e tutte importanti. Penso ad una conferenza permanente dei servizi tra istituzioni e categorie economiche, al fine di favorire linsediamento e lo sviluppo di aziende a Crema e nel cremasco; penso a un nuovo slancio per Reindustria e Crema Ricerche, con il suo incubatore dimpresa in stretta relazione con lUniversit per potenziare iniziative anche di marketing territoriale e portare qui investimenti e posti di lavoro. E ancora: Penso a una maggiore connessione fra formazione, attivit produttive, universit locale e lavoro, con listituzione di corsi di specializzazione concertati con le associazioni e le imprese del territorio; sarebbe utile anche una conferenza delle banche del territorio, favorita e sostenuta dallamministrazione comunale, a supporto delle imprese locali e per il tema, attualissimo, dellaccesso al credito; infine favorire la realizzazione di servizi per le imprese anche in termini di investimenti tecnologici: un esempio banale, la connessione internet gratuita, diffusa in citt. Naturalmente rapportarsi alle realt economiche e produttive del nostro territorio implica anche toccare il tema delle infrastrutture viarie: quali le priorit a questo proposito? Sono con-

CREMA

Sabato 24 Marzo 2012

11

e vuoi rilanciare Crema nella qualit della vita, nella scuola, nellassistenza e nella cultura, bisogna che cresca la sua realt economica e produttiva: questo un concetto che Stefania Bonaldi - candidata sindaco per il centrosinistra - ha ben presente. Per questo nella sua attenzione ai diversi aspetti della vita della citt, nei giorni scorsi ha incontrato alcuni esponenti del mondo economico e delle libere professioni della citt. Lho fatto afferma, per presentarmi a un mondo con il quale ritengo fondamentale instaurare positive relazioni a beneficio

vinta di quattro esigenze in particolare: idonei collegamenti della nuova ex statale 591 con la Brebemi; progettazione di un nuovo collegamento (Cremosano, Campagnola, Trescore eccetera), sempre con la Brebemi; impegno a predisporre subito il progetto cantierabile per terminare la ex Paullese (in particolare il nuovo ponte sullAdda) e a prolungare il metr fino a Paullo; sostenere il progetto del treno diretto Crema-Milano e ritorno; infine misurare gli effetti sui flussi di traffico del sottopasso di via Indipendenza, mitigandone le criticit, ed impegnarsi subito per la riduzione dei tempi al passaggio a livello di S. Maria, studiando soluzioni sostenibili per eliminare la barriera ferroviaria.

CremaCrea

Hanno da tempo unidea fissa: la peculiarit del progetto della lista CremaCrea quella dessere un progetto civico di soli under 27, quasi tutti alle prime armi. Da tempo il gruppo di lavoro ha macinato studi e progetti, finch lo scorso luned 19 marzo stato in grado di presentarsi alla citt annunciando le proprie proposte politiche. Allinizio, dice Jacopo Bassi che il portavoce della lista, stato solo centrosinistra: la candidatura a sindaco da appoggiare venuta poi con le primarie. Ed ecco allora la scelta di entrare a far parte dellOfficina di Stefania, un laboratorio politico in cui chiunque ha potuto dare una mano a sviluppare le proposte emerse dai diversi tavoli di lavoro. In questo modo - spiegano - hanno conciliato linesperienza e lidealismo di cui si fanno portavoce, con lesperienza di chi la politica la conosce bene. E stata, quella dellOfficina, loccasione per allargare il ventaglio di proposte politiche della lista, aggiungendo allimprescindibile tema delle politiche giovanili, tematiche come quelle dellambiente, del decoro urbano, della cultura e del lavoro. Nella conferenza stampa la lista civica s guadagnata la be-

nedizione della Bonaldi stessa, che in veste di candidato sindaco del centrosinistra, ha dato lavvallo al progetto giovanile CremaCrea. A breve inizier la loro campagna elettorale (completamente autofinanziata), un mix tra classici volantinaggi e banchetti in piazza e il contatto diretto con i loro coetanei nei locali di Crema, con lorganizzazione di concerti, eccetera. Sar interessante vedere gli sviluppi di questo giovane e ambizioso percorso politico.
Jacopo Bassi Stefano Zaninelli Valeria Tommasi Annalisa Lopopolo Zelda Monticelli Valentina Di Gennaro Luigi Zambelli Elena Ghirotto Riccardo Mineri Lorenza Fabbri Emanuele Lancelli Riccardo Mazzini Matteo Piloni Cosimo Tansini Jacopo Cuti Gabriele Pendola Giuseppe Abbate Jennifer Riboli

Bruttomesso e la sua maggioranza di centrodestra hanno incominciato a sgretolarsi; da quel momento la crisi del Pdl e dei suoi alleati stata sempre pi evidente, fino ad arrivare ad oggi con Lega e Obiettivo Crema che hanno sbattuto la porta, e i vertici del Pdl che hanno dovuto subire loro malgrado la candidatura a sindaco di Antonio Agazzi. Sulla base di quella battaglia popolare a favore del mantenimento del mercato coperto e della restituzione alla citt

dellarea ex Stalloni nata la lista che viene ora presentata. Lino Guerini Rocco, ambulante, ed Egle Padovani, esercente, - presenti nella lista - furono tra i pi accesi contestatori della battaglia per il mercato cos come lo furono i maggiori esponenti del partito come Alvaro Dellera e Anna Rozza anchessi inclusi nella lista elettorale. E poi elenca Franco Bordo, artigiani, insegnanti, operai, architetti, medici, studenti un poco tutte le categorie sono rappresentate, per una lista con solo

nove persone iscritte al partito e tutti gli altri, fra cui ben 11 donne, presenti a rappresentare la societ civile.

CremaCrea - La lista

Obiettivo Crema

Luigi Doldi: una macchina comunale pi efficiente


La lista Obiettivo Crema con capolista il consigliere comunale Luigi Doldi e in appoggio alla candidatura a sindaco di Stefania Bonaldi, si propone ai cittadini per la raccolta delle firme di sostegno sabato 24 marzo mattino e pomeriggio in piazza Duomo a Crema. Domenica 25 marzo il gazebo sempre per la raccolta delle firme, verr posto invece a Ombriano sul piazzale della chiesa. Saranno distribuiti i volantini che spiegano le ragioni della

scelta apartitica che caratterizza la lista, nonch i principali punti del programma elettorale. Al primo posto limpegno per rendere pi efficiente la macchina comunale al servizio dei cittadini attraverso un piano di innovazione tecnologica ed informatica. Importante la valorizzazione dei possibili interventi di privati cittadini per offrire strutture e servizi alla citt nella logica della sussidiarit e del bene comune. Senza dimenticare una delle battaglie pi

significative condotte in consiglio comunale dallo stesso Luigi Doldi a salvaguardia dellarea ex Stalloni che deve essere messa a disposizione dei cittadini evitando ogni possibile speculazione. Nel panorama sempre pi ampio delle liste civiche che si stanno moltiplicando per le prossime elezioni amministrative, quella di Obiettivo Crema ha dalla sua parte lesperienza maturata in questi anni di impegno diretto in amministrazione comunale.

GIORNALE DI CREMONA E supplemento: IL PICCOLO GIORNALE DEL CREMASCO direttore responsabile: Sergio Cuti ilpiccolocremona@fastpiu.it direttore editoriale: Daniele Tamburini Societ editrice: Promedia Societ Cooperativa Via del Sale, 19 - Cremona Amministrazione e diffusione Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 Direzione, redazione e prestampa Via S. Bernardo 37/A - 26100 Cremona Tel. 0372 45.49.31 - 45.13.14 Fax 0372 59.78.60

Redazione di Crema Piazza Premoli, 7 - 26100 Crema Tel. 0373 83.041 Fax 0373 83.041 Pubblicit Tel. 0372 43.54.74 Fax 0372 59.78.60 www.immaginapubblicita.it Stampa: SEL - Societ Editrice Lombarda 26100 Cremona Autorizz. del Tribunale di Cremona n 357 del 16/05/2000

Le ricerche sono rivolte a candidati delluno e dellaltro sesso (L:903/77 e L. 125/91). Trattamento dati personali secondo D.Lgs. 196/2003 visionabile sul sito www.ddlspa.it. Aut. Min. Prot. N 1239 - SG del 22/12/2004

PERSONALE ISCRITTO ALLE LISTE DI MOBILITA per aziende cremasche operanti in diversi settori. TECNICO DI LABORATORIO, per azienda operante nel settore cosmetico, per miscelazione polveri. Richiesto titolo di studi ad indirizzo chimico e buona sperienza nella mansione di riferimento. Sede di lavoro: vicinanze Caravaggio.

COMMERCIALE PER SETTORE ARREDAMENTO. Si valutano neolaureati in architettura, design o diploma di geometra. Sede di lavoro: vicinanze Crema. OPERAIE, per aziende operanti nel settore cosmetico. Richiesta disponibilita ad eventuali turnazioni. Sede di lavoro: vicinanze Crema.

IMPIEGATO COMMERCIALE per azienda operante nel settore metalmeccanico. Richiesta diploma di perito industriale ad indirizzo meccanico, egradita lesperienza pregressa in ufcio vendite/acquisti in aziende operanti nel settore di riferimento. Sede di lavoro: vicinanze Crema. OPERAIE, CON ESPERIENZA nellutilizzo della macchina lottizzatrice semiatomatica. Sede di lavoro: vicinanze Crema.

Pubblicazione associata allUspi (Unione Stampa Periodica Italiana) Progetto Grafico: Gianluca Galli Numero chiuso in tipografia: Venerd 23 Marzo alle ore 20

Tel. 0373/200471 - 200228-204439 Fax 0373/203449 e-mail: crema@ddlspa.it www.ddlspa.it

FILIALE di CREMA Via Lago Gerundo, 18/3 26013 CREMA (CR)

SEL - La lista

Una squadra vivace La rincorsa partita dal mercato coperto con tutti under 27
Non c Franco Bordo capogruppo e gi assessore nella giunta Ceravolo; non c Marco Piazzoni, coordinatore provinciale di Sinistra ecologia e libert (SEL), ma c Emanuele Coti Zelati, capolista, gi presente alle primarie del centrosinistra. Naturalmente la lista abbinata alla candidata a sindaco Stefania Bonaldi che quelle primarie dello scorso novembre ha vinto. Le primarie del centrosinistra dice Coti Zelati, hanno dato un nuovo respiro alla politica cittadina che ora pu attraverso le elezioni di maggio con la vittoria del centrosinistra riprendere nuovo slancio e iniziare una nuova primavera. La foto di gruppo dei candidati Sel li vede simbolicamente ritratti sotto il mercato coperto. E a partire dalla battaglia per salvare il mercato coperto e non svendere larea degli ex Stalloni afferma Franco Bordo presentando la lista, che la giunta Coti Zelati Emanuele Bandirali Barbara De Iovanna Ersilia Dellera Alvaro Maria Denti Morena Gallo Franco Galmozzi Attilio Ghiozzi Andrea Gramignoli Agnese Greco Giancarlo Guerini Francesco Guerini Rocco Letizia Guerini Rocco Lino Lori Massimo Manenti Stefano Manfrin Chiara Marchi Matteo Padovani Egle Piacentini Cristina Riboli Gianpaolo Ronchi Maruska Rozza Annamaria

Sinistra Ecologia e Libert

12

Sabato 24 Marzo 2012

Torazzi (lega), candidaTo sindaco

Non accetto di essere chiuso nel tormentone tagli/tasse: c una terza possibilit, che cio finalmente prevalga il discorso che la Lega propone da tempo: i soldi che paga la Lombardia rimangano in Lombardia. Lo dice Alberto Torazzi, candidato sindaco per la Lega. Lonorevole propone un calcolo veloce: La Lombardia invia a Roma annualmente circa 210 miliardi; di questi ben 50 miliardi non hanno una destinazione precisa se non nella voce generica di solidariet; in tempi di vacche magre almeno una parte di questa solidariet non pu rientrare in Lombardia e contribuire a finanziare le scarse risorse degli enti locali? La Lega lo chiede! A Crema si recupererebbero risorse importanti senza tagli se non agli sprechi e senza ulteriori tasse oltre a quelle che il governo Monti ci propina ogni giorno con il consenso di Udl, Pdl e Pd. Tutto questo non unutopia? Finch c questo governo s, ma lavoriamo perch il governo Monti finisca presto. La decisione della Lega di candidare per le prossime elezioni amministrative parecchi suoi parlamentari ha il senso di avvicinare il partito ai territori, e di contrastare le scelte politiche romane dannose per i cittadini. Ma c unaltra questione di carattere generale che sta a cuore allonorevole Torazzi: il grande progetto del Parco Agroalimentare sostenuto dalle associazioni degli agricoltori, che potrebbe riguardare il territorio cremasco con la bassa bergamasca, il lodigiano e la bassa bresciana. E un progetto che metterebbe il Cremasco in una posizione baricentrica importante in un settore, quello primario, che diventer ulteriormente strategico nel prossimo futuro per il gran bisogno di produzione agricola che si sta manifestando nel nostro Paese e non solo. Anche per questo importante non consumare terreno agricolo per opere di edificabilit e di viabilit che non siano assolutamente necessa-

Nostro obiettivo il ballottaggio

Agazzi: Nessun libro dei sogni, ma realismo


V
Liste di appoggio. Dal Pdl al Terzo Polo a quella del candidato sindaco di centrodestra
di Tiziano Guerini ogliamo chiamarlo un piccolo laboratorio politico? . Cos lo presenta Antonio Agazzi. Oltre alla lista del Pdl (assieme al nuovo Psi), anche Udc, Fli e Api - il cosidetto terzo polo - confluiranno con una loro lista unitaria sul mio nome come candidato sindaco, determinando cos a Crema lunit delle forze politiche che si richiamano al Ppe. Obiettivo raggiunto. In una conferenza stampa, Martino Boschiroli (Udc), Rachele Ogliari (Fli), e Dante Pedrini (Api) hanno presentato il simbolo che li accomuna in un Centro a sostegno della candidatura a sindaco di Antonio Agazzi. Prossimamente anche i nomi. Ma non basta. Sto predisponendo una mia lista conferma Agazzi, che pu essere considerata la lista del sindaco; e mi auguro anche se non ne ho ancora la certezza di veder nascere una seconda lista civica che possa rappresentare in modo ancor pi ampio il bisogno di partecipazione dei cittadini alla amministrazione della loro citt. Gi scelto, chiediamo, il nome che aprir la lista del sindaco? Nessun capolista taglia corto Agazzi. Tutte le persone che entreranno nella mia lista

Crema

Alberto Torazzi

rie: contro la cementificazione del territorio e contro le discariche pericolose una battaglia che come Lega abbiamo gi avviato anche a Crema, spesso contro le politiche del Pdl. E poi: Le banche al servizio del credito, altrimenti le abbiamo salvate per che cosa? E ancora: Una spesa sociale che non dimentichi il rispetto dovuto ai nostri concittadini pi bisognosi che non possono passare in secondo piano rispetto agli extracomunitari; la presenza universitaria a Crema maggiormente al servizio delle aziende. La Lega ha impedito la costruzione delle nuove caserme. Intendiamoci replica Torazzi. Che il Comune metta a disposizione larea ci sta bene, ma che debba finanziarne anche la costruzione ci pare in pratica una tassa in pi che finisce con il gravare su cittadini, dal momento che il Ministero a cui compete la realizzazione, ci passa una miseria di affitto; per non dire del tribunale dove laffitto per un intero palazzo di propriet comunale, proprio non lo vediamo del tutto! Anche qui si tratta in pratica di una tassa occulta. Quale risultato elettorale si propone la lista della Lega? Lobiettivo di andare al ballottaggio: contro il Pd o contro il Pdl si vedr. Tutte le candidature in campo sono di persone degne, ma solo la Lega sa essere severa contro i poteri forti; gli altri mi paiono al solito deboli con i forti e forti con i deboli.

avranno uguale dignit e verranno indicate in ordine alfabetico. E per quanto riguarda lindicazione del vicesindaco in caso di vittoria? Ogni giorno ha la sua pena, e ogni cosa a tempo debito la risposta di Agazzi. La questione per ora non si pone perch assolutamente intempestiva; non ho la minima intenzione di anticipare la formazione della giunta prima di sapere lesito del voto, sia complessivamente che delle singole liste che confluiranno sul mio nome, almeno per il primo turno.

Intanto si sono aperti due momenti di confronto allinterno del centrodestra: uno, presieduto da Massimo Piazzi, che dovr elaborare un programma essenziale ed agile (nessun libro dei sogni, ma massimo realismo dice Agazzi); laltro, presieduto da Fabio Bertusi, vice sindaco di Soresina e vice coordinatore provinciale del Pdl, che dovr pianificare la campagna elettorale. Il programma conferma il candidato sindaco del centrosinistra, sar contenuto in un libretto che invieremo a tutte le

famiglie di Crema nella prima met di aprile. Per la campagna elettorale tutto deve ancora essere definito. Qualche iniziativa elettorale gi pronta? Mi ha fatto molto piacere incominciare dai giovani: ieri mi sono incontrato con il direttivo provinciale Pdl della Giovane Italia che la rappresentanza giovanile del partito con il coordinatore provinciale Luca Rossi; seguita una pizzata in compagnia. Non sar lunico momento di incontro con i giovani: spero di poter mettere assieme una squadra di elementi nuovi, disposti a far politica e a impegnarsi per lamministrazione comunale in spirito di servizio, come tipico delle nuove generazioni.

banca cremasca

lei e' di offanengo, boTTe alla rivale

Stalking alla presunta amante del compagno


I carabinieri di Romanengo hanno notificato a unoperaia F. N. di 49 anni di Offanengo -, indagata di atti persecutori (stalking), violenza privata, lesioni personali volontarie pluriaggravate, lordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Crema che dispone nei suoi confronti il divieto di avvicinarsi allabitazione della persona offesa, una giovane di 34 anni di Crema, di mantenere una distanza di almeno 200 metri da lei e il divieto di comunicarle con qualsiasi mezzo. La vicenda iniziata nel mese di maggio 2010 quando lindagata aveva individuto nella parte lesa la donna che avrebbe ospitato il suo compagno e per ritorsione, per salvare la sua relazione, aveva cominciato a perseguitare la presunta rivale con telefonate e incessanti messaggi. Anche luomo, un autista di 40 anni, di cui ora non vi traccia nel Cremasco, allepoca aveva chiesto ed ottenuto lammonimento dellindagata, inutilmente notificato dai carabinieri di Camisano, poich vittima delle minacce. Ora luomo irreperibile. Non vedendo ritornare a casa il compagno, incurante delle dichiarazioni della parte lesa che ha sempre negato la relazione, lo scorso gennaio lindagata arrivata a Crema, entrata in casa della rivale, lha scaraventata a terra causandole lesioni giudicate guaribili in una settimana, e ha perquisito labitazione alla ricerca delluomo: lo ha cercato inutilmente negli armadi e sotto al letto. Berenice Bettinelli

Banca Cremasca compie 120 anni. E inizier a festeggiare questo traguardo a partire da domenica, 25 marzo, con una giornata intera dedicata a tutti i cremaschi che vogliono partecipare a questo momento importante per la citt, e soprattutto per un istituto di credito che nato a Crema, e precisamente il 25 marzo 1892 con la Cassa rurale di San Bernardino e il 7 novembre dello stesso anno con la Cassa rurale di Santa Maria. Banche di credito cooperativo, come si chiamavano, nate sullonda degli insegnamenti della Rerum Novarum di Leone XIII ha voluto sottolineare il presidente di Banca Cremasca, Francesco Giroletti. Infatti, proprio da quel seme legato ai valori della cooperazione ha continuato Giroletti, nata Banca Cremasca che oggi comprende cinque filiali con 18 sportelli a Crema e nel Cremasco (il 19 si trova a Caravaggio) e 2.800 soci. Dal punto di vista

Domenica si celebrano i 120 anni dellistituto

Il direttore generale Cesare Cordani e il presidente Francesco Giroletti

Lions: il forziere della nonna


Domenica 18 marzo i Lions Club ed i Leo della citt di Crema sono scesi in piazza Duomo in una manifestazione di solidariet. La piazza principale della citt stata animata dai gazebo dei Club, Crema Host, Crema Gerundo, Crema Serenissima e Leo, che hanno allestito delle bancarelle ricche di abiti, accessori e oggettistica varia.Gli spazi che circondano il Duomo sono stati presidiati anche da altre due postazioni: in una la Poli-

degli sportelli, sicuramente il primo istituto del comprensorio cremasco. Che anche in questi momenti di recessione, ha avuto il merito di non lasciare mancare il credito alle forze produttive, tanto vero che nel 2011 gli impieghi sono aumentati del 4% rispetto al 2010 ha specificato il presidente Giroletti. E il direttore generale Cesare Cordani ha aggiunto che i numeri del bilancio 2011 della banca sono stati superiori alle

attese, considerato il momento di crisi. Domenica, dunque, banca aperta alla citt. Saranno presenti anche Alessandro Azzi, il presidente di Federasse, la federazione italiana delle banche di credito cooperativo. Ad Azzi vanno ascritti indubbi meriti, tra i quali quello di avere contribuito a rendere le Bcc protagoniste del sistema bancario italiano. Parteciper alle celebrazioni, infine, Enrica Cavalli, past pre-

sident dellAssociazione delle Donne del Credito Cooperativo e presidente della Bcc Malatestiana. Il programma prevede lapertura della sede principale di Banca Cremasca in piazza Garibaldi dalle 10,30 sino allora di pranzo ed previsto un rinfresco al quale possono partecipare soci, dipendenti e coloro che vogliono conoscere listituto della citt. Alle ore 11 ci sar la benedizione del vescovo di Crema, Oscar Cantoni. Nel pomeriggio i festeggiamenti si spostano nella palestra di via Toffetti dove dalle ore 17 (ingresso dalle ore 16,30) i protagonisti saranno Giorgio Conte, fratello di Paolo, e il giornalista, show man e autore di numerose pubblicazioni sullenogastronomia Paolo Massobrio. Il talk show, condotto da Massobrio e dal titolo Su un trattore arancio la storia della nostra terra, vedr proprio la partecipazione del cantautore Giorgio Conte.

zia Stradale ha esposto le auto, le divise e gli accessori depoca della Polstrada, nell'altra il Golf Club Ombrianelllo. Lamicizia tra i club ha regalato a tutti una giornata davvero indimenticabile. Il plauso e il ringraziamento va ai presidenti che hanno creduto in questo evento: Camillo Cugini (Crema Host), Pupilla Bergo (Crema Gerundo), Faustantonio Locatelli (Crema Serenissima) e Simone Chiodo (Leo Club). Teresa C. Barbati

Crema

Sabato 24 Marzo 2012

Neanche un euro al tribunale


I sindaci dei Cremasco snobbano la presentazione della Carta dei servizi del Palazzo di giustizia

13

di Tiziano Guerini

l tribunale di Crema costa al Comune 350.000 euro circa lanno. Una spesa difficile da mantenere con le difficolt di anno in anno sempre pi pesanti per i bilanci dei comuni. Il governo ha recentemente indicato un programma di chiusura dei tribunali cosidetti minori, da intendersi quelli non capoluogo di provincia. Impensabile quindi chiedere allo Stato di intervenire con ulteriori contributi a sostegno del nostro presidio giudiziario. In attesa di ulteriori ipotesi come quella dellampliamento dellassetto territoriale con riferimento al territorio di Treviglio, attualmente sezione staccata del tribunale di Bergamo, sarebbe importante che tutti i Comuni del cremasco potessero prendere in considerazione la compartecipazione alle spese della struttura.

Gian Pietro Denti, sindaco di Ripalta Guerina

Virgilio Venturelli, sindaco di Madignano

Doriano Aiolfi, sindaco di Bagnolo

Nello scorso novembre la Consulta dei sindaci cremaschi ha esaminato la questione della salvaguardia del tribunale, parlando di sensibilizzazione dei cittadini, di proposte migliorative ma senza nessun impegno diretto preciso. La scorsa settimana il tribunale ha presentato la propria Carta dei servizi, cio lelenco di tutte le attivit del tribu-

nale, fra le quali molte sono di interesse preciso per le stesse attivit dei Comuni. Linvito era stato esteso ai sindaci del territorio, ma lunico presente stato Gian Pietro Denti, sindaco di Ripalta Guerina, nella sua veste di presidente della Consulta dei sindaci. Domanda: i Comuni cremaschi, perlomeno quelli limitrofi alla citt di Crema, sarebbero disposti a mettere delle loro risorse economiche a disposizione per garantire la continuit di una istituzione che dura dal 1797 ? Ci parso giusto rivolgere la domanda anzitutto a Gian Pietro Denti. E noto a tutti che i Comuni se la passano male; il taglio delle risorse stato pesante, lImu non ci dar alcun vantaggio; impensabile quindi chiedere ai Comuni di mettere a disposizione risorse economiche che non riguardino direttamente la loro comunit, i suoi bisogni, le sue esigenze primarie. Se rivolgessi in Consulta questa domanda so gi in anticipo di dovermi aspettare purtroppo una risposta negativa. Virgilio Venturelli, sindaco di Madignano, sempre attento e propositivo per le questioni riguardanti

il territorio: Se Crema insiste nel chiedere senza mai dare, la risposta sar sempre un no. Mi spiego: ho domandato al comune di Crema di completare sul suo territorio la ciclabile in costruzione dal mio Comune verso la citt: nessuna risposta. Ho proposto convenzioni con Crema per gestire assieme alcuni servizi amministrativi: nessuna risposta; il MioBus continua a muoversi allinterno delle mura di Crema. Il tribunale continua Venturelli, un servizio a valenza territoriale, sarebbe giusto prenderlo in carico allinterno di una dimensione pi ampia che non siano i confini della citt, ma questo sarebbe possibile se ci trovassimo di fronte ad una citt aperta, ad una citt che fa del proprio essere capocomprensorio una politica precisa. Cos non ; almeno cos non stato da qualche anno a questa parte. Se non la politica amministrativa di Crema ad essere sensibile a questo, impensabile che lo siano i piccoli comuni. Doriano Aiolfi il sindaco di Bagnolo e svolge la professione di avvocato, quindi sul tema ha una particolare sensibilit. Il problema del tribunale di Crema una questione di qualit del servizio; se la si mette sul piano della quantit l abbiamo gi perso. Dalla nostra parte abbiamo la specificit del territorio, la sede di Cremona troppo lontana. Disponibilit dei Comuni a sostenere economicamente il servizio del tribunale? Risorse troppo scarse per i bilanci comunali e normativa chiara: lonere di farsi carico delle spese, oltre che allo Stato, spetta al Comune dove si trova il palazzo del tribunale.

Anna Miranda Maini, Giovanni Bassi, Claudio Ceravolo

DAL 4 MAGGIO. I RELATORI

Non desiderare la roba daltri: Crema del pensiero

Non desiderare la roba daltri: questo il comandamento che verr trattato dal festival della filosofia Crema del Pensiero nellappuntamento annuale che questanno sar per i giorni 4, 5, 6 di maggio al teatro S. Domenico di Crema. Come al solito di assoluto prestigio i relatori a partire da Valerio Massimo Manfredi che aprir gli incontri nella serata di inaugurazione del festival venerd 4 maggio. Per il sabato 5 maggio in calendario ben quattro appuntamenti: ore 11 mons. Carlo Ghidelli; ore 15 lo spettacolo dei ragazzi disabili per la regia di Franca Marchesi; ore 17 il comandamento nei film con lesperto cinematografico Fabio Canessa; ore 21 confronto fra Luciano Canfora, Giulio Giorello e Silio Bozzi. Domenica 6 maggio, al mattino, appuntamento alle ore 11 con il dibattito fra Massimo Don e Claudio Bartocci; ore 17 il filosofo saggista Carlo Sini chiuder il festival. Alla conferenza stampa di presentazione, Claudio Ceravolo presidente del Comitato organizzatore, Giovanni Bassi giornalista, Anna Miranda Maini, presidente dellassociazione culturale Le Muse, e Tiziano Guerini presidente del Caff filosofico, le due associazioni organizzatrici dellevento. Berenice Bettinelli

... Primavera d'intorno brilla nell'aria e... sui nostri piatti esulta: questa frase apre la locandina della rassegna Profumi e Sapori di Primavera 2012 dei ristoratori delle Tavole Cremasche, che ritorna puntuale a partire dal 21 marzo fino al 21 aprile. Gli 8 tovalieri propongono men degustazione da 25 a 30 euro in cui i protagonisti assoluti sono i prodotti primaverili: uova con erbe spontanee, insalatine e asparagi, lumache, anguilla e merluzzo, coniglio e faraona, e i formaggi di Alti Formaggi. La primavera declinata in 50 ricette per promuovere il territorio cremasco e con laggiunta di un patrimonio di Salva Cremasco, Taleggio, Quartirolo Lombardo, Provolone Valpadana, formaggi tipici e tradizionali di questa zona. Ogni socio ristoratore propone nel suo men la cucina che quotidianamente si pu trovare nella trattoria o nel ristorante dellassociazione. Quindi in ogni singolo men si possono trovare sia ricette legate alla tradizione o ricette innovative, vini compresi nella proposta e vini da scegliere alla carta. Il comune denominatore di questa rassegna la salvaguardia della qualit del cibo, dei prodotti legati alle stagioni, al territorio e alla tradizione e ultimo ma non meno importante il lavoro svolto dai

Tavole cremasche, queste le nuove proposte fino 21 aprile


RASSEGNA PROFUMI E SAPORI DI PRIMAVERA

Immagini e colori di Crema, concorso di pittori nelle strade

cuochi delle Tavole Cremasche per valorizzare questa zona. I ristoratori che propongono la rassegna, in collaborazione con lAssociazione Altiformaggi e lAssessorato al Commercio e Turismo del Comune di Crema: Ristorante Bistek Viale A. D e G a s p e r i n . 3 1 Tre s c o re C re m a s c o (0373/273046), Trattoria Il Fante Via del Fante, 23 Santo Stefano di Crema (0373/200131), Ristorante Il Ridottino Via Alemanio Fino, 1 Crema (0373/256891), Hostaria San Carlo Localit Co-

lombare di Moscazzano Tel. (0373/66190), Trattoria Il Postiglione Via Boschiroli 17 Credera Rubbiano (0373/66114), Trattoria Tre Rose Via Maltraversa, 1/b Castelleone (0374/57021), Trattoria Volpi Via Indipendenza, 34 Nosadello di Pandino Tel. (0373/90100), Trattoria Via Vai Via Libert 18 Bolzone di Ripalta Cremasca Tel. (0373/ 268232). Per prenotazioni e info: info@tavolecremasche.it, 0373 / 273046 Isabella Radaelli

In questi giorni, fra sabato 24 e domenica 25 maggio, si nota la presenza insolita di pittori per le vie di Crema con pennelli e tavolozza: sono gli artisti partecipanti alla 14 edizione di Immagini e colori di Crema, il concorso annuale di pittura promosso dalla Pro Loco cittadina. Gli angoli pi interessanti della citt saranno oggetto dellattenzione di artisti provenienti dalla provincia e dalla Lombardia, e costituiranno un biglietto da visita di Crema che si rinnova con successo ogni anno. Le opere verranno esposte come sempre alla attenzione dei cittadini in piazza Duomo a Crema. Il prossimo luned la giuria presieduta dal critico darte Mario Marubbi e composta da Nino Antonaccio, Silvia Merico e Luigi Ferrigno presidente della Pro Loco, si esprimer per stilare una graduatoria di merito delle opere presentate. Alle prime sette opere classificate verranno assegnati i premi garantiti da sponsor pubblici e privati. Una iniziativa che ha sempre ottenuto il gradimento dei cittadini e che permette alla Pro Loco di Crema di offrire anche una vetrina delle proprie iniziative ed attivit.

Giovane bergamasco in ospedale. Difendeva la fidanzata dalle attenzioni di un romeno


Nel pomeriggio di domenica scorsa, i carabinieri della radiomobile di Crema sono intervenuti in un piccolo centro dellimmediata cintura, per la segnalazione di una lite scaturita da questioni sentimentali. Sul posto i carabinieri trovavano, presso labitazione della fidanzata, un operaio di 24 anni, della bassa bergamasca, che lamentava di essere stato duramente aggredito dal vicino, un rumeno di 50 anni e dalla famiglia di questultimo. Il giovane, dolorante, accompagnato in ospedale, rimasto ricoverato per trauma cranico. I primi accertamenti della stazione dei carabinieri di Pandino tendono a confermare lipotesi che effettivamente il giovane si sia presentato a casa del romeno per contenere latteggiamento molesto del figlio di questultimo nei confronti della fidanzata ventenne che non tollerava le grossolane attenzioni. Sembra che il fidanzato sia stato sopraffatto dal genitore del rivale, il vicino di casa della ragazza, poich spalleggiato dal figlio e da altri suoi amici. La ragazza, vittima degli atti persecutori, aveva solo segnalato le insistenze del giovane al fidanzato finito in ospedale. I sanitari per le lesioni riscontrate non hanno ancora la prognosi. Berenice Bettinelli

I suoi primi 20 anni celebrati al Folcioni

ASSOCIAZIONE AMICI DEL MUSEO

Marted 27 marzo alle ore 21 presso il salone della musica dellex Istituto musicale Folcioni in piazza Moro a Crema, lassociazione Amici del museo di Crema celebra il XX anniversario di fondazione. Allintroduzione musicale allorgano del maestro Marco Marasco seguir la relazione del presidente dellassociazione don Giuseppe Degli Agosti che illustrer le attivit svolte nellambito del volontariato culturale, proponendo le prossime iniziative. Lassociazione Amici del Museo ha contribuito in modo determinante alla conoscenza e alla divulgazione delle opere, dei reperti e delle memorie che sono custodite nel museo di Crema al Centro culturale S. Agostino, oggetto recentemente di importanti opere di sistemazione e di restauro.

14

Sabato 24 Marzo 2012

il giro del Mondo

Concerto del corpo bandistico Ombriano-Crema


Il giro del mondo in ottanta minuti. Un viaggio supersonico? Un viaggio di fantasia? No, un concerto. Il concerto di primavera del Corpo bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano-Crema. E stato presentato da Antonio Zaninelli che della banda di Ombriano il presidente, e dal direttore Eva Patrini. Non un semplice concerto afferma Zaninelli, ma un vero concerto-spettacolo. La presentazione dei diversi brani musicali sar, infatti, accompagnata da uninteressante parte narrativa che non solo illustrer i diversi Paesi cui i brani si riferiscono, ma svilupper anche una vera e propria sceneggiatura cui non saranno estranei nemmeno gli orchestrali. Di pi il presidente non dice, ma las-

Crema

Bus, la rivolta con raccolta di firme


Eva Patrini e Antonio Zaninelli

sistente al volo prescelta garanzia di assoluta professionalit: Margherita Giacobbi, diplomata alla Scuola Civica Paolo Grassi di Milano, attrice professionista al Piccolo Teatro di Milano e allAccademia Teatro alla Scala. Tocca al direttore, la giovanissima Eva Patrini, presentare il programma del giro del mondo musicale. Prima Parte: dai Carabi (Belafonte Fore-

ver) al Marocco (Caravan) passando per Spagna (Granata), Grecia (A Greek Folk Song Suite) ed Egitto (Marcia Egizia). Seconda parte: si parte dalla Scozia (Gret Higland Pipes), si passa in Messico (El Cumbanchero), poi in Persia (In un mercato persiano), in America (Frank Sinatra Hits Medley) e infine si atterra in Italia (A Tribute to Nino Rota). Un bel viaggio non c che dire. Quando e dove? Questa sera, sabato 24 marzo ore 21 al Cinema Teatro Oratorio di Ombriano. Ingresso gratuito! Berenice Bettinelli

Obiettivo: arrivare a mille adesioni. Nel mirino anche l'amministrazione provinciale. Che replica
di Gionata Agisti nea di iniziative volte al suo ripristino, testimoniata dalle tantissime firme raccolte in 2 giorni solo nel nostro paese. Oltre a Spino, si sono schierati a fianco dei pendolari anche i sindaci di Rivolta d'Adda, di Vailate e di Agnadello, che parlano di grave danno economico per i viaggiatori, che si aggiunge agli aumenti del 20% delle tariffe, avvenuti nel corso del 2011. Con l'abolizione del 5 giorni, infatti, il costo aggiuntivo lievita dai 3 ai 4 euro a settimana. L'ultima proposta da parte di Adda Trasporti, per incontrare le esigenze dei pendolari, invece quella di un abbonamento annuale ma dal costo effettivo di 7 mesi. I sindaci chiedono l'istituzione al pi presto di un tavolo aperto alla rappresentanza dei pendolari e agli stessi amministratori pubblici per ridiscutere la questione ma da parte del direttore di esercizio di Adda Trasporti, Corrado Bianchessi, non c ancora una posizione ufficiale. Il direttore si sta riservando del tempo per le valutazioni del caso. Quello che posso dire precisa, che il nostro obiettivo non certo quello di vessare i nostri passeggeri; per cui analizzeremo attentamente le richieste pervenuteci e daremo presto una risposta.

I racconti e le voci dal carcere: recuperare si pu

lions club castelleone

on si placa la polemica per leliminazione dell'abbonamento 5 giorni nel servizio di trasporti via pullman. Il comitato Pendolari cremaschi ha deciso di indire una raccolta firme che, mentre scriviamo, ha gi ottenuto 141 sottoscrizioni. L'obiettivo, ambizioso, di arrivare a quota mille. Per riuscirci, il comitato ha cominciato a cercare adesioni sui pullman di Adda Trasporti ma chi volesse firmare via internet, pu farlo direttamente sul blog del comitato: pendolaricremaschi.blogspot.com. Nel comunicato diffuso dagli stessi pendolari, emerge la protesta non soltanto nei confronti di Adda Trasporti, che si sempre giustificata sostenendo che l'abolizione del 5 giorni prevista dalla normativa regionale, ma anche della Provincia di Cremona che, a detta dei promotori della raccolta firme, avrebbe avallato la scelta dell'azienda, condividendone sostanzialmente le motivazioni. Niente di pi falso replica l'assessore provinciale ai Trasporti, Giovanni Leoni. Nessuno ha mai detto questo. Tutto quello che possiamo fare e che stiamo effettivamente facendo favorire una me-

diazione, perch entrambi gli interessi - dei pendolari e di Adda Trasporti - siano tutelati. Non detto che in futuro, e mi riferisco alla gara d'appalto prevista per il prossimo 31 agosto, chi si aggiudicher la gestione del servizio trasporti non decida di reinserire il 5 giorni, purch lo faccia a carico suo. A quel punto, noi non avremmo nulla da obiettare, perch non abbiamo pregiudi-

ziali di sorta. L'impressione che qualcuno abbia scelto la via del muro contro muro, per dimostrare la propria forza, e non ne capisco la motivazione: il 5 giorni non previsto dalla Regione, di conseguenza non possiamo pretenderlo. molto semplice. Nel frattempo, i pendolari hanno trovato una sponda in diversi sindaci dei loro Comuni di residenza, a partire dal primo

cittadino di Spino d'Adda, Paolo Riccaboni, che ha preso carta e penna e ha inviato una lettera ad Adda Trasporti, per supportare la causa dei propri concittadini a livello istituzionale, allegandovi la petizione che, nella sola Spino, ha raccolto in breve 500 firme: La soppressione del 5 giorni ha provocato il forte dissenso di molti fruitori si legge nella missiva, portando alla nascita sponta-

I vincitori del premio Ferri La cerimonia a Casalmaggiore

Gli alunni delle elementari di Pianengo in visita al Pirellone: una lezione sulle energie rinnovabili
Il Consiglio regionale della Lombardia ha aperto le porte agli studenti della scuola elementare dellistituto comprensivo di Sergnano, frazione del comune di Pianengo in provincia di Cremona. I ragazzi della quinta elementare accompagnati dai propri docenti e dal sindaco di Pianengo, Ivan Cernuschi, sono stati accolti dalla vicepresidente del Consiglio regionale Sara Valmaggi e dal consigliere regionale Agostino Alloni. I ragazzi nellaula consiliare del palazzo Pirelli, dopo una lezione informale sul funzionamento degli organi regionali e sulla potenzialit dell energia rinnovabile, hanno simulato una seduta di Consiglio nominando un presidente della giunta e uno del Consiglio e presentando e votando disposizioni di legge come se fossero dei veri consiglieri regionali. E stata una bella mattina di democrazia dichiara Alloni residente a Pianengo. Liniziativa permette di creare un contatto diretto tra cittadini e istituzioni ed ancora pi significativa quando si permet-

accolti dal vice presidente del consiglio regionale e da alloni

Achille Cotrufo, Chiara Capelletti e Fabiano Gerevini

Sono stati annunciati luned scorso presso la sede dellamministrazione provinciale di Cremona, i vincitori dei premi Angelo Ferri e delle Stelle al merito sportivo, le medaglie al valore atletico e i riconoscimenti speciali, promossi dalla Provincia di Cremona e dal Coni-Comitato provinciale di Cremona. Il premio Angelo Ferri 2011, riservato a coloro che si distinguono nel campo dello sport, non solo per gesto atletico ma anche per impegno come dirigenti o promotori di discipline, stato assegnato a Silvana Farea, da 35 anni anima e vice presidente del trofeo Dossena. Sempre nellambito del premio Ferri, menzioni speciali sono state invece attribuite dalla provincia di Cremona per

la promozione dello sport a: Claudio Ardig (maratoneta), che la scorsa estate spinse la carrozzina di un giovane disabile da Cremona a Genova per permettergli di vedere il mare, Angelo Maietti (promotore da 25 anni della manifestazione cultura e sport Soresinese dellanno) e Casalmaggiore Basket Alla conferenza stampa erano presenti lassessore provinciale allo sport Chiara Capelletti, il presidente provinciale del CONI Achille Cotrufo e Fabiano Gerevini, rappresentante dei Panathlon Club dellarea 2 Lombardia allinterno della commissione giudicante per i premi. La cerimonia ufficiale si terr il 30 marzo alle ore 21 presso il teatro comunale di Casalmaggiore.

te ai futuri elettori di farsi unidea sana della politica troppe volte bistrattata. E stato un scambio reciproco di esperienze: la scuola che questi giovani studenti hanno rappresentato in Consiglio allavanguardia per lenergia rinnovabile: un esempio per

tutta la Lombardia. Il sindaco Cernuschi durante lincontro ha spiegato allaula loriginalit dell edificio e allo stesso tempo ha enunciato le difficolt nel reperire risorse per il completamento del complesso scolastico.

Il 16 marzo, il Lions Club Castelleone si ritrovato per il nono meeting annuale tenutasi presso la sede dal tema Carceri in Italia. Liniziativa ha visto la gradita presenza, in qualit di relatore, della dottoressa Antonietta Pedrinazzi, socia Rotary, gi dirigente di rilievo dellorgano statale Uepe, con compiti di recupero sociale dei detenuti di San Vittore, Opera, Lodi, Monza, ovvero di un bacino di oltre 9mila carcerati. La relatrice si avvalsa, nel proprio intervento, del contributo del generale di brigata Aduo Vincenzi, primaria figura di comando di polizia penitenziaria. La relatrice ha coinvolto i partecipanti attraverso un racconto del complesso sistema carcerario lombardo, dove, al fianco di una realt di sovraffollamento e di carenza di strutture, si trovano esempi di recupero dei detenuti secondo precise sperimentazioni guidate dalla dottoressa e dal suo staff. Esempi di modalit di recupero effettuati sono quelli del carcere di Opera e delle varie sezioni femminili delle case di pena, dove le madri detenute accolgono i loro figli sino a tre anni di et. Particolarmente toccante stato il filmato in cui i pargoli definivano casa le celle e le stanze del carcere in cui sono abituati a convivere o visitare le proprie madri. Si appreso che le finalit carcerarie sono improntate al dettame costituzionale che, spesso, anche per evidenti ragioni di carenza di investimenti, disatteso. Interessante e coinvolgente anche lintervento del Generale, che ha ripercorso le difficolt in cui si impegna il personale di polizia carceraria, coadiuvato anche da volontari ed istituzioni per cercare di avvicinarsi al recupero dei de-tenuti. Infine stato particolarmente esaustivo il dibattito partecipato e seguito dai numerosi soci ed ospiti presenti che hanno compreso come il concetto di + carcere = + sicurezza, non sia cos legittimo ed auspicabile, anche in considerazione del convivere forzato tra detenuti con pene molto differenti tra loro. Il Presidente ha inoltre rinnovato limpegno del Lions Club Castelleone per il completamento dei Services in corso ed infatti nella mattinata di domenica nella Piazza del Comune, si avuta la con-segna solenne del ricavato in favore della Croce Verde di Castelleone, importante realt di Castel-leone e del territorio. Bernardo Vanelli

Crema

Sabato 24 Marzo 2012

l progetto Una rete a supporto delle eccellenze cremonesi che si aggiudicato il bando regionale Ergon, stato illustrato luned, presso la sede di Reindustria, l'agenzia cremonese per lo sviluppo. Alla base del progetto, la realizzazione di una rete in provincia di Cremona, per lesercizio di attivit e servizi, cos da favorire la competitivit delle imprese sul mercato. I soggetti coinvolti nel progetto sono la Libera Associazione Artigiani di Crema - che ha il ruolo di capofila -, lassociazione Industriali di Cremona, l'Autonoma Artigiani Cremaschi, la Cna di Cremona e il Consorzio Crema Ricerche. La Camera di commercio di Cremona e la stessa Reindustria, pur non essendo conteggiati nel novero dei partner, supporteranno la rete.

Per essere competitivi, bisogna fare rete


di Gionata Agisti ni, Giuseppe Capellini, fondamentale percorrere la strada dellaggregazione e la creazione di una rete. Le associazioni di categoria coinvolte nel progetto devono sollecitare le aziende a fare massa critica, per poter essere competitive su un mercato sempre pi globale e aggressivo. Laggregazione di imprese, per, tuttaltro che facile da realizzare, sia per la struttura frammentata del nostro territorio sia per la complessit nel riuscire a mettere insieme le risorse. Ancora una volta, l'individualismo a trovarsi sul banco degli imputati, insieme alla piccola dimensione delle nostre aziende che, per essere competitive sia a livello europeo che a livello globale, devono superare questi due limiti. Il Bando Ergon era unopportunit da non farsi sfuggire ha precisato Giulio Baroni, direttore dell'Autonoma Artigiani. Per far

Un progetto cremonese si aggiudicato il bando regionale Ergon. Contributi e ambiti di intervento. Marchio comune

15

Linvestimento totale del progetto pari a 50mila e 672 euro, con un contributo da parte di Regione Lombardia di 25 mila e 336 euro. Gli ambiti di intervento della rete sono due: metalmeccanico e cosmesi. Per quanto ri-

guarda il primo, l'obiettivo far emergere le relazioni gi esistenti tra le imprese del settore, per arrivare alla creazione di un marchio comune, da utilizzare a livello nazionale e internazionale. Relativamente alla cosmesi, il

progetto intende rafforzare la rete gi esistente, rendendo pi forte il marchio, anch'esso gi in essere, del Polo cremasco. In questi momenti di crisi ha commentato il presidente di Reindustria e della Libera Artigia-

sentire la nostra vicinanza agli associati, abbiamo deciso di partecipare a questo progetto locale, valorizzando cos laspetto di sinergia, che rappresenta uno dei percorsi obbligati per avere una prospettiva di sviluppo in questo momento di difficolt. Opinione condivisa anche dal direttore della Libera, Giuseppe Zucchetti: Sottolineo limportanza dello scambio di valori e della conoscenza. Se fino a qualche anno fa la conoscenza si custodiva con gelosia allinterno dellimpresa, al giorno doggi la diffusione della stessa diventata un valore fondamentale di sviluppo del territorio. Ma anche da Nevio Mainardi, di Cna Cremona, che ha sempre creduto al concetto di rete e in ci che Reindustria, con il supporto delle associazioni di categoria e della Camera di Commercio, ha fatto fino ad ora.

Un laboratorio del Polo universitario impegnato in progetti importanti e guidato dal professor Ernesto Damiani

Il Sesar un laboratorio del polo universitario di Crema, che riunisce un gruppo di sette accademici, tra docenti e ricercatori, impegnati in progetti di prim'ordine. A guidarli il professor Ernesto Damiani, che da 5 anni conduce un team che ha gi allattivo una quindicina di lavori, finanziati da enti pubblici e aziende private. L'ambito sempre lo stesso: il miglioramento dei processi integrativi aziendali. Il primo progetto approvato fu Tekne ed da l che il laboratorio ha preso piede, aggiudicandosi via via finanziamenti dal governo italiano, dalla Commissione europea e da importanti realt industriali: Telecom Italia, British Telecom, Engineering, Sap e Sisco. Siamo ormai un punto di riferimento

Finanziamenti al Sesar per migliorare lattivit aerospaziale


per questo tipo di progetti. Non lunico in Italia, ma certo uno dei principali commenta, non senza un pizzico di orgoglio. L'interesse di oggi, per, concentrato su un progetto in particolare, che vede al lavoro buona parte dello staff di Sesar: si tratta di Kite.it. Il tutto nasce da un programma del ministero per lo Sviluppo economico, Industria 2015, che ha lobiettivo di concentrare risorse su progetti innovativi nell'ambito del made in Italy per rilanciare l'economia del Paese. Tra i finanziamenti statali, 3 milioni di euro sono stati stanziati per il miglioramento dell'attivit aerospaziale, di cui l'Italia vanta uneccellenza in tutto il mondo. Siamo riusciti a ottenere il finanziamento, insieme ad altri progetti, grazie a un consorzio tra Sesar e le principali imprese italiane del comparto: Alenia, Avio e Telespazio, del gruppo Finmeccanica, oltre al dipartimento di Ingegneria meccanica e aerospaziale dell'universit di Napoli. Il progetto si propone due scopi: il miglioramento dei processi nella catena di progettazione e produzione e il monitoraggio dei flussi di conoscenza. Quest'ultimo un aspetto fondamentale, perch il software Kite.it si configura come uno strumento in grado di consentire ai diversi attori di una stessa filiera di lavorare insieme. Grazie a questa piattaforma digitale, si pu gestire non solo il know-how, la competenza acquisita, ma anche il knowwhat ovvero la conoscenza delle caratte-

ristiche di tutte le aziende del consorzio, compresi gli elementi di criticit delle stesse, in modo da decidere a crhi rivolgersi, per capacit o per affidabilit. Cos, diventa possibile prevenire eventuali danni post collaborazione. Il nostro intento, infatti, quello di rendere i rapporti pi efficaci a priori. Il sistema, una volta completato, permetter a tutti i protagonisti di avere una visione di insieme dell'intero settore. Certo, occorre che le aziende si mettano a nudo, tanto pi in merito ai propri elementi critici, una cosa per niente facile, ma non per il settore aerospaziale. Il progetto Kite.it pu prendere piede in questo comparto, per via della sua natura gerarchica. C un capo consorzio che

il professor Ernesto Damiani

comanda e a cui risulta pi facile imporsi, obbligando sostanzialmente allutilizzo di questa piattaforma. Il progetto dovrebbe essere terminato entro la fine del 2013 e coinvolge 5 membri del laboratorio Sesar, oltre allo stesso Damiani: Paolo Ceravolo, Nello Scarabottolo, Ottavio D'Antona e Andrea Tettamanzi. Gionata Agisti

Nuovo servizio pubblico per gli studenti universitari


Entro maggio, verr inaugurato un nuovo servizio pubblico, nellambito del progetto M(uni)city, realizzato in rete con Cremona, finanziato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Giovent - e dallAssociazione nazionale dei comuni italiani (Anci) e presentato nel capoluogo il dicembre scorso. Promosso dallassessore comunale allIstruzione, Laura Zanibelli e dallOrientagiovani, proprio in collaborazione con il Comune di Cremona, che lo ha gi attivato da tempo, Orientacasa dedicato agli studenti universitari e ai ricercatori, intenzionati a trasferirsi in citt. Oltre ai due Comuni, il progetto coinvolge anche la Consulta dei Giovani Universitari di Cremona e i rappresentanti degli studenti cremaschi, per favorire una collaborazione sempre pi proficua tra universit e amministrazione comunale, nellinteresse degli studenti. Si vuole cos risolvere il problema della scarsa attendibilit legata agli annunci liberi e privi di garanzie. Orientacasa nasce proprio allo scopo di ovviare a questo inconveniente: prevede, infatti, la realizzazione di una banca dati, dove saranno raccolte le informazioni sugli alloggi disponibili a essere affittati e sui proprietari degli stessi. Si tratta di un servizio di cui si sentiva lesigenza commenta lassessore allIstruzione, Laura Zanibelli. In questo modo, i ragazzi avranno un punto di riferimento fisso a cui rivolgersi, senza dover andare alla ricerca di un alloggio in maniera disorganizzata. Certo, il Comune non entra nel merito delle trattative, che vengono stipulate esclusivamente dai privati. Si limita semplicemente a mettere a disposizione un luogo di

Orientacasa, per trovare un alloggio

La presentazione dell'iniziativa

incontro e a garantire la seriet dellofferta. Ci sono due schede da compilare, per quanti desiderano informare gli interessati circa la disponibilit ad affittare un proprio appartamento: un modulo di offerta alloggio, dove precisare lindirizzo dellimmobile, il numero delle stanze, la descrizione dellappartamento, lindicazione dei metri quadrati e il costo dellaffitto, e una liberatoria per il trattamento dei dati forniti, dove chi mette a disposizione lalloggio conferma la disponibilit a metterlo a disposizione mediante la stipula di un regolare contratto di locazione. La pratica pu essere espletata tanto in modalit cartacea, recandosi presso la sede dellOrientagiovani in via Civerchi oppure via internet, scaricando le schede dal sito www. orientagiovani.it, nella sezione Orientacasa. Il documento, per, dovr essere consegnato in formato cartaceo, cos da valere come certificazione. Gionata Agisti

Un corso di computer per principianti


ll circolo Arci Crema Nuova di via Bacchetta 2 organizza un corso di pc per principianti a partire da giovedi 29 marzo con il seguente programma: elementi fondamentali di windows, elementi fondamentali di word, navigazione internet, salvataggio dati su supporti esterni e masterizzazione

CirColo arCi Di CrEma NUova

Il corso si svolger al raggiungimento di un numero minimo di 25 partecipanti. Per informazioni, chiamare il circolo allo 0373-201699.

16

Sabato 24 Marzo 2012

CASALMAGGIORE
percorrere la via Giuseppina. Una deviazione che costringer gli automezzi a percorrere oltre 25 km invece dei 7 circa che dividono Casalmaggiore da Gussola. Inoltre un altro aspetto positivo: Ci sono enti preposti che si occuperanno del monitoraggio degli odori, anche in periodo estivo. Crede che sia ancora possibile ottenere magari forme di compensazione la comunit di Gussola? In fondo anche il sindaco Chiesa era parso possibilista in proposito. E' una carta che si sarebbe dovuta giocare, a questo punto non so se ne valga la pena, gli imprenditori hanno gi le autorizzazioni necessarie. Capitolo chiuso dunque. Quindi comitato che si scioglie? Neanche per sogno ribatte Cristina Cerri - continueremo ad esistere per opporci al proliferare delle centrali a biogas nel territorio, promuovendo incontri per sensibilizzare l'opinione pubblica.

IN BREVE

Centrale a biogas di Gussola Si far, ma il comitato rimane


GUSSOLA - Se il comitato anti-centrale a biogas coltivava qualche speranza di annullare la realizzazione dell'impianto a Gussola, dovr probabilmente riporla nel cassetto. Ma qualche risultato il gruppo spontaneo di oltre 250 cittadini lo ha ottenuto.Gioved si tenuta la conferenza di servizio e, come auspicato dal comitato, vi hanno preso parte anche l'Amministrazione comunale di Torricella del Pizzo e i Vigili del Fuoco. Al fianco della portavoce del comitato Cristina Cerri era presente l'avvocato Paolo Antonini. Cos Cristina Cerri commenta l'incontro: Certo fermare la centrale sarebbe stato meglio, ma c'era una serie di pareri gi acquisiti ed il piano di fatto autorizzato. Credo per che alcuni risultati positivi siano stati ottenuti grazie al nostro intervento. Ad esempio l'obbligo per i mezzi che confluiranno nell'area della centrale di evitare il transito nel centro di Gussola. Dovranno

San Giuseppe: pre e dopo-scuola Da settembre si dovr pagare


Saranno necessari 15 euro mensili per il servizio mattutino e altrettanti per il serale
di Simone Arrighi

Scuola dellinfanzia: la lettera ai genitori fa gi discutere. E lassenza di suor Lina si fa gi sentire...


miglie dalle insegnanti (fra cui la nuova direttrice, Raffaella Toscani) e dal presidente della Cooperativa Cittanova (don Irvano Maglia) che si occupa della gestione dell'asilo casalese di via Guerrazzi, recentissima (gioved 22 marzo) ma in poche ore ha gi innescato qualche polemica. Anche perch la sovrattassa - se cos pu essere chiamata - colpir soprattutto le famiglie composte da genitori che lavorano a tempo pieno e che non hanno la possibilit di delegare a terzi il compito di portare il proprio figlio all'asilo puntualmente alle ore 9 di mattina e di andarlo a prendere non oltre le ore 16 del pomeriggio. A loro, da settembre, spetter un rincaro mensile di 30 euro: a loro, da settembre, suor Lina Albani mancher ancora di pi.

i sono passati in tanti - compreso chi scrive - dalla scuola dell'infanzia paritaria "San Giuseppe". E alzi la mano quel genitore che, per impegni lavorativi o altro, non ha sfruttato la possibilit di portare il proprio figlioletto all'asilo prima dell'orario "scolastico". Ebbene, quel servizio che fino a ieri era gratuitamente garantito dal buon cuore di suore come Lina Albani (oggi a Travagliato, dopo aver speso quasi quarant'anni della propria professione religiosa a Casalmaggiore, dividendosi fra asilo e oratorio), un domani nemmeno troppo lontano diventer una prestazione a pagamento: 15 euro al mese, dal prossimo settembre. Anche le

L'asilo "San Giuseppe" di via Guerrazzi

famiglie che sforeranno l'orario d'uscita dovranno mettere mano al portafoglio: altri 15 euro al mese. In soldoni: i servizi di prescuola (attivo dalle ore 7,30 alle

ore 9) e di dopo-scuola (dalle ore 16 alle 18) dal prossimo settembre avranno entrambi un costo di 15 euro mensili. La novit, riportata su una lettera inviata alle fa-

Cena sociale di fine stagione per il Nevefresca Skiboard Club


Per chiudere degnamente la prima parte (invernale) della stagione sportiva e in attesa di riprendere il filo del discorso a giugno, il Nevefresca Skiboard Club segue la tradizione e si ritrova questa sera per la cena sociale di fine stagione. Va detto che levento, che si terr presso lAntica Trattoria Gianna a Recorfano di Voltido, aperto anche ai non soci. Il ricco men va dagli antipasti fino ai dolci al carrello, seguendo del resto la tradizione del locale casalasco, ormai un must per i buongustai della zona. Il costo della cena di 33 euro per gli adulti e di 23 euro per i bambini fino a 8 anni. Il ritrovo fissato in loco, ovvero in via Maggiore 12, a Recorfano di Voltido entro le ore 20,30.

A Sabbioneta la Notte dello sport Newtabor a favore delle favelas


Sar lopportunit per respirare un po di sport di casa nostra in tavola, con la partecipazione di societ e atleti del Comprensorio Oglio-Po, che gi hanno dato la loro adesione. E sar, soprattutto, la chance per fare del bene a una missione di beneficenza concreta. Luned prossimo, alle ore 20,30, presso il ristorante Corte Bondeno di Sabbioneta, lassociazione di volontariato Newtabor organizza La notte dello sport. Come facile intuire i partecipanti potranno banchettare, scegliendo il men della casa (28 euro il costo fisso) e il ricavato, tolte le spese vive, verr poi consegnato a don Paolo Tonghini, originario di Piadena, ex cappellano dellOspedale Oglio Po e da anni impegnato in missione nelle favelas del Brasile. Lo stesso sacerdote partir proprio nel fine settimana prossimo alla volta del Sudamerica. Per prenotare un posto ad un vero e proprio Gal dello sport casalasco fatto in casa si pu contattare Andrea 345-8012912, Enrica 0375-209841 oppure la mail del ristorante, sito in via Mezzana Loria, cortebondeno@tiscali.it.

Sar l'unico senatore della Repubblica Italiana di provenienza casalese, Roncadello nello specifico. Da una frazione di Casalmaggiore al ramo pi alto del Parlamento nazionale: con ogni probabilit, per Pasqua o gi di l, Giacinto Boldrini, presidente nazionale del Partito Pensionati, sieder nel Senato della Repubblica Italiana. Ex consigliere comunale di Casalmaggiore, da decenni impegnato nella ricerca e salvaguardia della tradizione dialettale, portata in scena anche nelle commedie della compagnia teatrale 'I Nostar Ragas', di cui la guida oltre che il fondatore, Boldrini sar il primo esponente della politica 'nostrana' in Parlamento, dopo anni di anonimato casalasco: l'ultimo del territorio ad occupare uno scranno in Parlamento fu Giuseppe Torchio da Spineda. Manca ancora l'ufficialit, come ribadisce lo stesso futuro senatore, che ancora non

Da Roncadello a Palazzo Madama

Ancora pochi giorni e Giacinto Boldrini sar senatore

Roberto Formigoni - anche si sbottona: al momento opuno tra i quattro vicesegreportuno, forse gi entro i tari nazionali del partito approssimi dieci giorni, sar lui proder in Parlamento, alla in prima persona a convocaCamera dei Deputati. re una conferenza stampa in All'orizzonte, per il futuro occasione dell'insediamensenatore Boldrini, sono preto. A prescindere dalla data, visti almeno tredici mesi quel giorno sar comunque (l'attuale legislatura scadr storico: sia per Casalmagtra maggio e giugno 2013) giore (e nello specifico per di intensa attivit politica dai Roncadello), che per il Partibanchi del centrodestra: lo to Pensionati. Gi perch se stesso roncadellese ha amla comunit casalasca vanmesso che durante la conter la rappresentanza parBoldrini con Berlusconi ferenza d'insediamento avr lamentare, per il partito di modo di illustrare subito le linee guida del cui Boldrini presidente la soddisfazione Partito Pensionati in merito alla recente sar addirittura doppia: oltre all'ingresso riforma Fornero, che ha toccato (e non del roncadellese in Senato - subentrer, poco) il sistema pensionistico italiano. come ormai noto, ad Ombretta Colli, del Dalla frazione alla nazione, quindi: e non Pdl, gi dimessasi per accettare l'incarico mica una commedia. di sottosegretario nella giunta lombarda di

Qui trovate la vostra copia GRATUITA de il PICCOLO


Bar Giulia GR2 di Rivieri Gianfranco Fermata KM Polo Romani Sportime Bar Barracuda Portici del Municipio Bar Italia Farmacia Comunale Bar Tavola Calda Rist. Pizz. Piccolo Paradiso angolo Conad Casalmaggiore via Guerrazzi 4 Casalmaggiore via Trento 20 Casalmaggiore via del Lino 17 Casalmaggiore via Martelli 2 Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore Centro Commerciale Padano Casalmaggiore via Molossi 47 Vicobellignano Cartoleria Bar La Nuova Luna Portici del Comune Portici Caff Roma Edic. Tabacch. Camozzi Bar Time Out Fermata KM Bottega del Gelato via Dante Alighieri 9/B Vicobellignano via Roma 7 Torricella del Pizzo piazza Italia Scandolara Ravara via Mazzini 3 Castelponzone via Giuseppina 97 Solarolo Rainerio via Matteotti 113 San Giovanni in Croce via della libert 46/b Martignana di Po piazza Comaschi Gussola via Cavallotti Piadena

Casalmaggiore

Sabato 24 Marzo 2012

San Giovanni, ripresi i lavori a Villa Medici del Vascello


Ancora da decidere lutilizzo degli spazi. Il sindaco Asinari: Comunque a disposizione dei cittadini
a parte della storia di San Giovanni in Croce da sei secoli. E' stata fortilizio per opera di Cabrino Fondulo, sede di corte rinascimentale ai tempi della celebre Dama con l'Armellino Cecilia Gallerani, quindi villa grazie agli interventi di fine Settecento, e poi per decenni del Novecento pachiderma disabitato, nascosto dagli alti alberi trascurati, e quasi sgradito. Quindi, a porre fine ad un degrado che sembrava ineluttabile, l'acquisizione da parte del Comune, grazie anche all'interesse di un comitato sorto per favorirne il recupero. A dieci anni esatti dall'acquisto del Comune, pochi giorni fa ripresa l'operazione per il restauro del castello. Un'opera finanziata per quasi tre milioni di euro (2,96 per la precisione) dallo stato italiano grazie all'otto per mille destinato alla cultura. L'appalto andato all'impresa edile Beltrami, che ha iniziato i lavori nel 2011. Qualche giorno fa li ha ripresi: dopo la facciata, attualmente riguardano l'imponente struttura. Il tutto con la supervisione della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Brescia. Incontriamo il sindaco di San Giovanni Pierguido Asinari dopo che ha appena ricevuto in ufficio dalla stessa Soprintendenza i campioni dei tre possibili colori per la tinteggiatura del castello.

Un sabato in golena a Gussola ad osservare i primi migratori


GUSSOLA - La Lipu, Lega Italiana Protezione Uccelli, che ha in Simone Balbo il referente per la sezione casalasca, organizza per domani una visita guidata al Lancone di Gussola e alla golena del Po (Isola Maria Luigia). L'area del Lancone, ritenuta dall'associazione un'oasi Lipu a tutti gli effetti vista la variet di volatili che vi nidificano (come il germano reale, la folaga e la gallinella d'acqua, oltre a diverse specie di passeriformi che frequentano salici, pioppi e ontani), soffre di problematiche legate al disturbo e alla conservazione. La sezione di Cremona della Lipu, nell'ambito del progetto "LIPU Spring Alive", per sensibilizzare casalaschi e non alla conoscenza della biodiversit che li circonda attraverso boschi, lanche e zone umide lungo il fiume Po, invita tutti ad osservare per l'intera mattinata di domani (ritrovo alle ore 8,20 in piazza Comaschi, a Gussola), l'arrivo dei 'primi messaggeri' della primavera: rondini, rondoni e i tanti altri migratori. Le guide saranno lo stesso Simone Balbo ed un esperto delegato provinciale dell'associazione. Una giornata immersa nella natura golenale, a partecipazione gratuita ed aperta a tutti, adulti e bambini. Gli organizzatori consigliano, a chi volesse partecipare, di vestirsi in modo consono ad un'escursione in campagna che si diramer lungo sentieri ben tracciati.

IN BREVE

17

Tre milioni la spesa a carico dello Stato, in Comune i campioni dei tre possibili colori
di Vanni Raineri

Premiata Antonella Pizzamiglio Le sue foto da oggi in mostra


Sopra Villa Medici del Vascello con i lavori da poco ripresi. Sotto il sindaco Pierguido Asinari

Un giallo ocra, un caffelatte chiaro ed un bianco avorio. Parallelamente ai lavori alla struttura - spiega il primo cittadino - si interverr anche alla messa in sicurezza dei tempietti presenti nel parco, in questo caso

con cofinanziamento della Fondazione Cariplo. Si tratta di una pagoda cinese, di un tempio indiano, un tempietto dorico, un padiglione giapponese ed uno rinascimentale oltre ad altre costruzioni minori, il tutto custodito dalla rigogliosa vegetazione del parco, grande oltre 100mila metri quadrati. L'intervento al parco - prosegue Asinari - sar successivo, ora un bosco vero e proprio con un suo ecosistema. Anche la muraglia perimetrale non parte dell'intervento attuale: L'idea al momento quella di restaruare il muretto abbassandolo, per garantire una migliore visibilit della rocca. Gli odierni lavori dovrebbero

chiudersi a fine anno, e dal 2013 la rocca sar fruibile. Come? Di idee ce ne sono molte. Non escluso lo spostamento l del Municipio, o stanze per la nostra biblioteca, o anche la sede dell'unione di comuni Palvareta Nova. Saranno comunque sale a disposizione della cittadinanza e che servano a rendere visitabile il complesso. Ci potrebbe stare anche un museo della fisarmonica, grande tradizione del nostro paese. Il prossimo appuntamento utile per visitare Villa Medici del Vascello sar in occasione delle giornate dei castelli, iniziativa nell'ambito della rassegna "I sapori della bassa" prevista per il 5 e 6 maggio prossimi.

MARTIGNANA PO - Tre Awards dargento, pi uno di bronzo: il curriculum della fotografa casalese Antonella Pizzamiglio si aggiornato la settimana scorsa con ben quattro premi che daranno ulteriore lustro alliniziativa promossa da DondolandoArte Atelier, a Martignana. Oggi, alle ore 18, verr infatti inaugurata la mostra fotografica 3 sguardi sullIndia, scatti dautore di Laura Sassi, Antonio Manta (che introdurr alle tecniche del fotoreportage) e, appunto, Antonella Pizzamiglio, appena insignita di ben quattro premi per altrettante istantanee in gara (nella sezione ricerca) alledizione 2012 del Fiof Professional Awards, il pi ambito tra i concorsi fotografici internazionali. Venerd 16 marzo, il Fiof 2012 giunto alla cerimonia di chiusura presso la storica Sala dei 400 al Palazzo del Popolo di Orvieto: in quel contesto, Antonella Pizzamiglio stata consacrata tra i big della categoria e tutti gli appassionati di fotografia del comprensorio casalasco potranno apprezzarne larte da oggi, nellatelier di DondoladoArte, a Martignana, dove la mostra rimarr aperta fino al 22 aprile, dal gioved alla domenica, dalle ore 16 alle ore 20. Non solo: insieme alla collega Laura Sassi, Antonella Pizzamiglio terr un corso base di fotografia, a partire dal 30 marzo: sei lezioni per tutti coloro che vogliono imparare a scrivere con la luce, recita linvito. La location delle lezioni sar sempre latlier di DondolandoArte, in via Cadeferro 11, a Martignana. Il costo, 250 .

Santa Maria della Croce


Appuntamento domenica 25 marzo presso il santuario di Santa Maria della Croce

Sabato 24 Marzo 2012

ppuntamento per domenica, 25 marzo a Crema con la tradizionale fiera di primavera dedicata a Santa Maria della Crocem che si svolger presso l'omonimo santuario. Una kermesse dedicata al commercio, con bancarelle e giostre, per il divertimento di grandi e piccini. Era il 3 dicembre 1664 quando i provveditori della citt di Crema scrissero al Doge di Venezia constatando che vi era "penuria di denaro". Di conseguenza essi manifestavano la necessit di allestire un "mercato libero" da tenersi nel Comune di Santa Maria della Croce (fino al XX secolo entit amministrativa autonoma) attorno al santuario rinascimentale. Una simile manifestazione, favorita dalla presenza di un pregevole luogo di culto, avrebbe, secondo i provveditori, attirato anche genti di stati esteri che avrebbero acquistato o venduto lini, tele, robbe e animali. Il Doge Domenico Contarini concesse quindi l'allestimento del mercato al fine di ottenere qualche sollievo nello spaccio dei lini" e "con augmento delle pubbliche rendite.

Una Fiera che risale al 1666

19

Sembra che la prima edizione fu allestita nel 1666 con un vero e proprio mercato di lini e telerie. A lungo l'attivit di compravendita di tessuti fu la principale attivit commerciale, che seppe ridare una spinta all'economia del territorio.

Per molto tempo, inoltre, la fiera fu un vero e proprio punto di riferimento temporale per una ricorrenza ben nota ai condatini del territorio: sul piazzale del sacro edificio venivano portati giovani e giovanissimi, quindi i loro genitori stipulavano contratti con padroni

e proprietari terrieri oppure con dei mediatori affinch prendessero i loro figli alle loro dipendenze. Un'usanza che si protratta fino agli inizi del 1900. Questi giovani, detti popolarmente "i fami", rimanevano fuori casa fino al giorno di Sant'Andrea,

che cadeva il 30 novembre. Vista con gli occhi dell'epoca, questa usanza era un modo per dare sollievo alle famiglie pi numerose e povere, che si trovavano per qualche mese con una bocca in meno da sfamare; e d'altronde, nella maggior parte dei casi i

fami venivano trattati con stima ed affetto dai loro "padroni". Tuttavia la fiera cambiata, con il passar degli anni, prese le caratteristiche della fiera del Seicento: impensati grovigli commerciali, gente innumerevole, brulichio, tramestio, urla, spinte, sventolio fantastico di fiori piume scialli, altalene e giostre, palchi di ciarlatani acrobati merciaioli cantanti suonatori indovine, miagolii di organetti, stamburamenti, scampanii. Oggi la fiera si tiene normalmente nel fine settimana prossimo al 25 marzo. In taluni casi pu subire spostamenti (specie se in coincidenza con altre analoghe manifestazioni (come la Fiera della Pallavicina a Izano, strettamente legata, quest'ultima, alla data della Pasqua) o ripetizioni (se nella data stabilita si verifica maltempo). Lungo Via Battaglio e nel vicino parco comunale vengono allestiti i carrozzoni del luna park, mentre sulla pista ciclopedonale del Viale di Santa Maria della Croce prendono posto le numerose bancarelle ambulanti, generalmente un centinaio circa, che vendono vestiario, giocattoli, dolciumi ed mercanzia varia.

LA STORIA DI UN QUARTIERE NATO ATTORNO A UNA CHIESA


Santa Maria della Croce un quartiere di Crema, posto a nord del centro storico. Prende nome dall'omonimo santuario rinascimentale, attorno al quale si sviluppato il nucleo abitato. Il centro abitato di Santa Maria della Croce, sulla strada per Bergamo, si svilupp intorno all'omonimo santuario, posto alcuni chilometri a nord della citt. Costituiva il centro di un territorio comunale autonomo. In et napoleonica (1810-16) Santa Maria della Croce fu frazione della citt di Crema, recuperando l'autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto. Al momento dell'Unit d'Italia (1861) contava 920 abitanti. Nel 1875 il limitrofo comune di Vairano Cremasco fu smembrato, assegnando a Santa Maria della Croce il capoluogo (Vairano), e alla citt di Crema la frazione Mulini. Nel 1928 Santa Maria della Croce fu aggregata definitivamente alla citt di Crema. Le vicende di Santa Maria della Croce sono strettamente legate al santuario. Nel 1494 l'edificio fu dichiarato chiesa sussidiaria dell'Ospedale Maggiore di Crema, ma nel 1585 fu aggregato all'erigenda parrocchia di Pianengo. Tra il 1684 ed il 1810 il santuario fu retto dall'ordine dei Carmelitani Scalzi, quindi, dopo le soppressioni napoleoniche, la chiesa torn di nuovo sotto la giurisdizione di Pianengo. Infine, nel 1828 monsignor Tommaso Ronna istitu la parrocchia di Santa Maria della Croce che divenne attiva due anni dopo. Grazie alla vicinanza della citt di Crema, ma anche grazie all'amenit e alla tranquillit del luogo, molte nobili famiglie costruirono qui importanti residenze: villa Tensini, Labadini (oggi Edallo), mirabile residenza costruita a partire dal 1622 in stile milanese ispirata ai disegni di Francesco Maria Richini; villino Tensini Acerbi, risalente agli inizi del XIX secolo in stile razionalistico; villa Negritella, edificio neoclassico, con grande brolo lombardo; villa Carioni-Crespi-Zaghen, posta in posizione isolata e in parte riadattata in stile liberty agli inizi del XX secolo; villa Donati, Lunghi, in stile romantico, forse progettata da Gio Ponti. inoltre da ricordare che ai margini settentrionali dell'abitato, lungo via Mulini, sorgeva la villa delle Torricelle, grande residenza estiva dei vescovi di Crema, demolita verso la met del XIX secolo. Di essa rimangono dei disegni e alcuni brani inglobati in un'abitazione privata. Gli abitanti di Santa Maria della Croce hanno un soprannome: la bulte (letteralmente: lava mutande sporche di bisogni fisiologici, naturalmente nella traduzione si perde l'ironia e l'arguzie del dialetto). Deriva dall'attivit prevalente esercitata un tempo nel paese, quello dei lavandai, insediati prevalentemente lungo via Mulini sfruttando le acque delle rogge Morgola e Senazza.

20

Sabato 24 Marzo 2012

Santa Maria della Croce

Il progetto fu redatto da Giovanni Battaglio, architetto lodigiano


A progettare il santuario di Santa Maria della Croce venne chiamato l'architetto lodigiano Giovanni Battagio, allievo del Bramante, comunque formatosi nella modernissima scuola milanese. Attorno al 1500 il Battagio ruppe i rapporti con i fabbriceri e la prosecuzione della fabbrica venne affidata a Giovanni Montanaro. Nel 1514 Crema era sotto assedio delle truppe sforzesche: la difesa della citt fu affidata a Renzo da Ceri, il quale fece spianare tutto ci che stava attorno alla citt eccetto il santuario in avanzato stato costruttivo trasformando la chiesa in fortino. Renzo da Ceri vinse grazie ad una sortita in quel di Ombriano, ma l'assedio durato quattro mesi non fu favorevole al santuario che ne usc gravemente danneggiato. Le vicende belliche e un'epidemia di peste rallentarono la prosecuzione dei lavori: le prime decorazioni interne vennero avviate verso il 1541. Nel 1585 il santuario fu affidato alla parrocchia di Pianengo. Nell'anno 1593 il podest veneto Nicola Vendramin fece costruire una nuova strada di collegamento tra Porta Serio e il santuario: fu a lungo nota come strada Vendramina e venne ulteriormente allargata e quindi alberata nel 1810. Il 14 novembre 1664 il doge di Venezia Domenico Contarini autorizzava l'istituzione di una fiera da tenersi ogni anno il 25 marzo giorno dell'Annunciazione: la prima edizione si tenne nel 1666 e viene allestita tuttora. Nel 1694 il santuario fu affidato all'ordine dei Carmelitani Scalzi i quali pochi anni dopo (1706) iniziarono la costruzione dell'imponente convento. Nel 1710 aggiunsero anche il campanile. I Carmelitani tuttavia non vi rimasero a lungo: nel 1810 dovettero abbandonare Crema a seguito delle soppressioni napoleoniche. Partiti i frati nacque il problema dell'affidamento della cura d'anime al quartiere che nel frattempo era sorto attorno al santuario: nell'anno 1828 il vescovo di Crema monsignor Tommaso Ronna decret l'istituzione della parrocchia di Santa Maria della Croce: il primo sacerdote fu don Agostino Cremonesi il quale prese possesso della parrocchia il 2 maggio 1830. A partire dal 26 aprile 1869 i documenti riportano il movimento degli occhi dell'immagine in terracotta che aveva riversato lacrime poco dopo l'apparizione. Il prodigio fu sottoscritto dai sacerdoti don Silvio della Noce, don Paolo Stramezzi e don Bartolomeo Borsieri che ne furono testimoni. Alcuni interventi vennero compiuti nel 1904, allorch furono sostituite le coperture in coppi dei corpi laterali con cupolette ricoperte in rame, e nel 1914 quando il pavimento in cotto fu sostituito dall'attuale in mattonelle bicolore. Con bolla pontificia datata 18 aprile 1958 papa Pio XII concedeva al santuario l'appellativo di basilica minore: si arriv a tanto grazie alla tenacia del vescovo monsignor Placido Maria Cambiaghi e del prevosto monsignor Francesco Piantelli. In occasione del quinto anniversario dall'apparizione l'edificio fu dotato nel 1990 di nuovi portali in bronzo opera dello scultore Mario Toffetti.

l santuario di Santa Maria della Croce una Basilica minore cattolica, posta a un chilometro dal centro storico della citt di Crema, lungo la strada per Bergamo. Le origini del culto alla Madonna di Santa Maria della Croce sono note e ben documentate. Tutto inizi il 13 febbraio 1489, quando Caterina degli Uberti, esponente di una famiglia benestante di Crema, spos Bartolomeo Pederbelli detto il Contaglio, pregiudicato bergamasco bandito dalla sua provincia e giunto da tempo a Crema, ovviamente tacendo la sua condizione di fuggiasco. Nell'anno che segu i rapporti non furono affatto facili, come documentato dalle contrapposizioni tra il Contaglio e i familiari di Caterina per questioni di pagamento della dote. Il 3 aprile 1490 il Contaglio convinse Caterina a seguirlo per tornare dai familiari dell'uomo nel bergamasco. Una volta giunti un miglio fuori da Crema devi dalla strada per Bergamo (l'odierna via Mulini) giungendo all'interno del bosco detto del Novelletto. Qui il Contaglio infier sulla donna colpendola con la spada in maniera violenta e grave al capo, al tronco e alle braccia tanto che le venne amputata una mano. Poi fugg e di lui non si seppe pi nulla. La donna agonizzante chiese aiuto alla Madonna affinch le venissero impartiti i Sacramenti ed apparve una donna vestita poveramente che avrebbe detto sono colei che hai chiamato. Le emorragie di colpo si fermarono e Maria trasport Caterina presso una vicina casa di contadini che le prestarono le prime

La storia di unapparizione
La basilica di Santa Maria della Croce nacque dopo un miracolo

cure. Poich era ormai sera e le porte della citt erano chiuse, solo alla mattina Caterina pot essere trasportata a Crema. Qui venne visitata da un medi-

co e interrogata da un Giudice del Maleficio (magistrato veneto), quindi il prete Filippo della parrocchia di San Benedetto le diede i Santi Sacramenti. A questo

punto, per, le emorragie ripresero e Caterina spir. Presso il luogo del delitto fu posta una piccola croce in legno. Un mese dopo, il 3 maggio giorno dell'esaltazione della Santa Croce, un ragazzino di nome Francesco Marazzi, afflitto da gravi problemi ad un piede che non gli permettevano di reggersi in piedi autonomamente, fu condotto al Novelletto. Dopo le preghiere il ragazzo riprese a camminare: fu il primo miracolo che richiam una folla. Le cronache riportano nello stesso giorno una quarantina di guarigioni miracolose. Il giorno successivo, 4 maggio, una solenne processione venne allestita verso il Novelletto presso il quale fu costruito un piccolo altare sul quale venne collocato il rilievo della Madonna con il Bambino, dono del milanese Gianfranco Cotta. Il 5 maggio furono in molti a veder riversare lacrime dall'effigie, in quel giorno si registrarono circa ottanta guarigioni inspiegabili. Sempre il 5 maggio il Consiglio della citt decret la costruzione di un edificio nel luogo dell'apparizione. Le cronache riportano altri miracoli il 18 maggio e il 2 giugno. Il podest veneto di Crema era quell'anno Nicol Priuli: scettico sui fatti del Novelletto, stante la carica che ricopriva temeva problemi di ordine pubblico. Il 18 giugno si fece condurre presso l'altare e assistette in prima persona al prodigio del cerchio luminoso: attorno al sole apparve un cerchio iridato che parve cadere verso la terra per tre volte. Di seguito lo stesso podest fu uno dei principali sostenitori della costruzione del santuario.

Tutti i laander da Santa Marea


Mestiere praticato fin dal Settecento. Ecco comera la settimana di un lavandaio

Santa Maria della Croce

Sabato 24 Marzo 2012

21

l quartiere di Santa Maria della Croce, ra famoso per essere il quartiere dei laander. Ne hanno scritto don Marco Lunghi e don Pier Luigi Ferrari nel libro Mester Cremasch, edito dal Gruppo Antropologico Cremasco. Il mestiere del lavandaio stato praticato da secoli in questo lembo della citt. Fin dalla met del Settecento, infatti, scrivono gli autori documentata un'attivit di lavandai che coinvolgeva il 20 per cento della popolazione, se si tien calcolo sia delle aziende che impegnavano tutti i membri della vasta famiglia patriarcale, sia delle donne chi vi si associavano come dipendenti. Santa Maria era l'unico luogo del territorio dove questa ativit era praticata a livello professionale e su vasta scala, a servizio dell'intera citt di Crema e di diverse famiglie dei pi importanti centri del circondario. Le varie rogge che attraversano il paese da nord a sud, principalmente La Morgola, la Molinara, l'Alpa, la S'cia, con i tanti ruscelli e colatori derivati, provenivano direttamente dai fontanili di Mozzanica e Caravaggio ed avevano acque sempre limpide che assicuravano ai lavandai per tutto l'anno l'elemento primario del loro lavoro. A Crema, infatti, solo le categorie sociali meno abbienti lavavano i panni in casa. Il motivo era semplice: le abitazioni della citt, stipate nei cortili e nei vicoli, o affacciate sulle piazze, senza acqua corrente, non permettevano questa attivit; ecco perch gran parte delle famiglie faceva lavare i panni fuori dalla cerchia delle mure. Nacque cos a Santa Maria scrivono gli autori del capitolo intitolato I laander da Santa Marea, una corporazione di lavandai che esercit questo la-

voro fino alla met del nostro secolo, quando cio i forti mutamenti sociali, l'acqua corrente portata in tutte le abitazioni, la diffusione capillare di lavatrici elettriche, influirono in maniera decisiva a far morire questa attivit. Ancora nel periodo tra le due guerre mondiali si contavano a Santa maria ben 25 famiglie di lavandai. Tante. Lo si desume dalla ricerca fatta nell'archivio di Pianengo, sotto la cui giurisdizione si trovava Santa Maria, negli anni che vanno dal 1816 al 1827, prima cio di essere nominata parrocchia dal vescovo Tommaso Ronna nel 1830. Il mestiere di lavandaio, infatto, era praticato da marito e moglie, e conferma che la gestione di questa professione era prevalentemente "familiare". Se il pare era un lavandaio, insomma, lo era anche tutta la famiglia... E si conferma l'idea che si trattasse di una corporazione che tramandava arte e strumenti di padre in figlio... e le famiglie di lavandai si collocavano soprattutto in due localit: Contrada dai molini, l'attuale via Muini, dove c'era la massima concentrazione, e Contrada Borgo nuovo, l'attuale via Caterina degli Uberti. Ma le curiosit non finiscono qui. Molto consistente anche il numero dei lavandai (25) in rappor-

to al numero totale di sposati a Santa Maria (124): un significativo 20% che conferma la presenza massiccia di questa professione nella frazione. Significativo il dato di 6 matrimoni - l'115% sul totale dei matrimoni tra gli abitanti di Santa Maria - tra lavandai, indice di una tendenza a creare legami di parentela tra gli addetti a questa professione. Il lavoro dei lavandai aveva un ciclo settimanale scandito nei sette giorni da impegni fissi e precisi. Il luned era il giorno della raccolta dei panni da lavare. Al mattino, alle 6, i lavandai erano gi in Crema. Nella raccolta, che durava tutta la giornata, era occupata un po' tutta la famiglia. Il marted mattina c'era l'operazione di cernita e suddivisione dela biancheria e il pomeriggio era dedicato a d la lisia nei mastelli. Il mercoled era il giorno del lavaggio e dello sciacquo fatti al fosso, ma era anche il giorno in cui i panni venivano messi ad asciugare. Il gioved era dedicato a una nuova cernita per riconoscere i panni dei vari clienti, ridistribuirli nei sacchi di tela bianca e prepararli per la consegna. Venerd e sabato erano i giorni della riconsegna. La domenica era dedicata a contattare buoni clienti nei paesi del Cremasco.

22

Sabato 24 Marzo 2012

Santa Maria della Croce

ochi sanno che a Santa Maria della Croce nata la seconda banca di Crema a pochi mesi di distanza da quella di S. Bernardino. Venne fondata il 7 novembre 1892 per iniziativa diretta dell'allora parroco Agostino Fasoli. Era una Cassa rurale. Un parroco dalla personalit molto forte don Fasoli che conveniva sulla necessit, da parte dei cattolici, di intervenire in modo efficace sia per testimoniare la vera religione sia per alleviare le sofferenze dei suoi parrocchiani. Lo scrive Vittorio Dornetti nel libro che descrive l'origine delle Casse rurali di Crema: Vince in bono malum. Per lunghissimo tempo, la sede ufficiale della cassa di Santa Maria fu la casa del parroco. Nel Libro dei soci sono elencati coloro che hanno aderito alla banca dopo aver pagato la quota di 10 lire ed essere stati presentati da altri due soci, che diventano loro garanti. Pur rivelando una forte maggioranza di lavoratori della terra, il Libro dei soci atte-sta anche una consistente presenza di uomini impegnati in altre attivit non direttamente legate all'agricoltura. Questa circostanza conferma come la Cassa rurale abbia saputo, fin dall'origine, inserirsi in modo produttivo nella struttura economica della comunit in cui era sorta. Santa Maria della Croce, infatti, tra i paesi del Cremasco,

La nascita della seconda banca di Crema Fu fondata dal parroco don Agostino Fasoli. Era una Cassa rurale P
risulta forse quello pi dotato di caratteristiche particolari, proprio in relazione alle attivit economiche. Vediamo, infatti. Sempre secondo l'autore, alla fine del 1900, i soci erano complessivamente 72. Di essi, 18 si qualificano come "contadini", appellativo molto generico in quanto comprende una vasta gerarchia di attivit, dal mezzadro al salariato al giornaliero fisso. La grande maggioranza di queste persone appare residente a Vairano, allora frazione di Santa Maria. Fra i rimanenti soci, prevale di gran lunga la categoria dei lavandai, 9 in tutto. Lo conferma un testimone di eccezione di quel periodo, il cavalier Benelli, che ricorda i "laander" come una categoria privilegiata, a cominciare proprio dai guadagni, nel complesso superiori a quelli dei contadini. Ma non finita. Nell'eleco dei soci, appaiono anche mugnai, a riprova di un'attivit fiorente del paese. Un documento del 1915 attesta che in Santa Maria esistevano almeno tre mulini, uno dei quali appartenente alla potente famiglia dei Bianchessi, cos come appartenevano a quest'ultima una filanda che nel 1860 impiegava 12 operaie. Tra

gli associati figurano anche due tessitori, un tintore, un maliaro, un sarto e un "assistente al linificio di Crema". La presenza di questi operai si spiega con il fatto che, mancando una Societ di mutuo Sccorso a cui fare riferimento, la Cassa rurale rimaneva l'unica possibilit concreta di ottenere un mutuo in caso di necessit. Cos come sono stati registrati nel Libro dei soci un fruttivenfolo, un negoziante ambulante, un fabbro, due falegnami, un fornaio, un controllore del dazio di Crema. Ma anche il segretario comunale. La cassa incominci immediatamente le operazioni, tanto da far registrare un movimento di cassa di 4.364,92 lire e da distribuire la somma, non trascurabile, di 3.580 lire in prestiti. Ci furono dei problemi iniziali (i quali fecero s che l'istituto chiudesse il primo anno di attivit con una perdita, peraltro modesta, di 20,31 lire), ma nonostante tutto la Cassa funzion subito a pieno regime come dimostrano il numero e la qualit dei prestiti eroati (23). Si concessero 7 prestitti (1.120 lire complessive) per l'acquisto di legna da fuoco; 9 prestiti (1.200 lire) per pagare l'affitto e per comprare bestiame, un prestito di 20 lire per l'acquisto di grano da commerciare, 3 prestiti (370 lire) per pagare gli operai. E altro ancora.

Anche questa una notizia che si persa nei meandri della memoria storica. Crema, infatti, fu colpita da un terremoto e anche la basilica di Santa Maria ebbe dei danni. Leggiamo dal cronista del tempo: In quest'anno 1802 nel d 12 del corrente mese di maggio giorno di Mercoled, succeduta una terribile scossa di terremoto un ora e tre quarti prima del mezzo giorno la Chiesa di S. Maria della croce soffr gradi rovine. Cadde il tetto intorno alla Cupola maggiore, precipit tutto il fregio esteriore del Tempio nobilmente architettato, che d'ogni intorno nella sommit con vago ordine di colonne sosteneva il tetto. Al precipitar improvviso dall'alto tante rovine restarono fracassate le quattro cupolette del tempi, che anche all'esterno lo rendevano s ammirabile Il cronista del tempo continua il suo racconto sulle nefaste conseguenze di quelle scosse. Il quale, pur in un linguaggio arcaico, se letto attentamente risulta comprensibile anche oggi: Dentro e fuori della Chiesa la caduta quantit di materiali incute orrore. In tale contingenza luttuosa, convien ammirare un manifesto prodiguo del cielo a difesa del santuario consacrato dall'apparizione della Celeste Reina. Al rovinar dei fregi della Chiesa, e della Cuppoletta sovrastante al coro dei PP.Scalzi sopra la porta maggiore, che guarda di prospetto la Cappella principale, e il sacro luogo dell'apparizione rest schiacciato totalmente l'organo, e la volta contenente il coro offesa con fenditure; al contrario l'opposta che forma il Cielo alla Confessione, ossia Tribuna dell'Apparizione, e sostiene l'Altar maggiore, rest totalmente illesa senza la menomena fenditura, avvegna che per poca sua mola ossia per la di lei sottigliezza possa dirsi incapace a sistenere tante, e s pesanti rovine precipitanti a piombo.

Il terremoto e un fatto miracoloso

Associazionismo

Sabato 24 Marzo 2012

Asvicom, il mondo del lavoro dopo la riforma


Berlino Tazza: Bene gli ammortizzatori sociali e le sanzioni per il licenziamento illegittimo, ma troppo alti i costi per i datori di lavoro
Di Martina Pugno
Il presidente di Asvicom Cremona Berlino Tazza

23

ono giorni caldi per il mondo del lavoro: la riforma in fase di approvazione oggetto di polemiche e tensioni non solo tra Governo e Sindacati, ma costituisce una preoccupazione anche per le associazioni di settore e, non ultimi, i singoli lavoratori e le aziende, in cerca di maggiore chiarezza circa le modifiche e le novit che si apprestano a venire introdotte. Articolo 18, introduzione dell'Aspi, ammortizzatori sociali e contratti a tempo determinato sono i temi principali al centro della riforma. Alle incertezze legate, da una parte, alle informazioni in continuo aggiornamento che vengono diffuse e alle effettive conseguenze che tali innovazioni apporteranno, si aggiungono ulteriori preoccupazioni relative alla recente reintroduzione dell'Imu, che in particolare nel cremonese va a colpire molto pesantemente piccoli e medi commercianti, come denuncia il presidente di Asvicom Cremona, Berlino Tazza. Risale ai giorni scorsi la notizia, riportata dal Sole 24 Ore, secondo la quale Cremona risulta una delle citt pi pesantemente colpita dalla reintroduzione dell'Imu, con una spesa di 2.088 euro annui ogni 100 mq. Quanto peser questa tassa sui commercianti della citt, in periodo gi critico? Incider pesantemente sulleconomia dei negozi del

Le misure previste dalla riforma sono positive, ma alcuni punti destano ancora molte perplessit

La liberalizzazione degli orari dei negozi non favorir nessuno

centro, gi duramente provati dal periodo economico difficoltoso. I negozi del centro non rappresentano, in questo momento gi critico, la parte della categoria pi opportuna a cui mettere le mani in tasca. Quali effetti pu avere sui piccoli e medi commercianti la liberalizzazione degli orari di cui tanto si discute in questi mesi? La liberalizzazione degli orari avr degli effetti pesanti non solo sui piccoli commercianti ma anche sulla grande distribuzione, a danno dei consumatori finali e dei residenti della citt. Chiarisco: per quanto riguarda i piccoli esercizi il problema principale concerne la concorrenza dei centri commerciali; questi ultimi, avendo lopportunit di restare aperti 24 ore su 24, 365 giorni lanno, metterebbero le botteghe dei centri storici nella condizione di non poter compe-

tere sul versante delle aperture prolungate. A nostro parere inoltre nemmeno la Gdo, alla lunga, avrebbe grandi benefici perch se si instaurasse un susseguirsi di aperture concorrenziali tra centri commerciali, i loro costi di gestione lieviterebbero a tal punto da non consentire pi alcuna riduzione dei prezzi dei prodotti a vantaggio dei consumatori. Infine, le liberalizzazioni investono anche questioni di ordine pubblico e di pubblica sicurezza: da un lato i centri storici ricchi di negozi che fungono da presidi sociali si svuoterebbero ulteriormente e perderebbero la loro funzione aggregante; dallaltro nelle zone urbane interessate dalla movida, luoghi in cui verrebbero prolungate le aperture dei pubblici esercizi fino a tarda notte, si presenterebbe il problema della quiete pubblica e della sicurezza, fattori che alla lunga potrebbero incidere sulla qualit della vita dei residenti della citt a danno della coesione sociale. Asvicom a favore di una sperimentazione che coinvolga

in un primo momento solo le citt ad alta vocazione turistica e le citt darte in cui avrebbe senso prolungare gli orari di apertura e chiusura dei negozi per la costante presenza di turisti. In questi giorni si sta dibattendo sulla riforma del lavoro. Quali sono, secondo lei, i punti salienti? Quali modifiche andrebbero messe in atto e quali invece potrebbero danneggiare le aziende? Sono principaImente tre le questioni affrontate dal Governo: la licenziabilit per le imprese con pi di 15 dipendenti, la tutela dei disoccupati e le nuove assunzioni. Lapproccio di Asvicom alle linee guida della riforma del lavoro indicate dallesecutivo costituito da impressioni positive e perplessit. Per quanto riguarda il nuovo sistema di ammortizzatori sociali ci piace lideologia di base che tende a difendere il lavoratore e non il posto di lavoro. In questo modo non si lasciano nelloblio aziende destinate ad essere improduttive e si mettono i lavoratori sussidiati nella condizione di prendere seriamente in considerazione la nuova soluzione di lavoro, pena leliminazione dei benefici dellassistenza. A nostro parere propositiva anche la sanzione per il licenziamento economico considerato illegittimo (quindi che non prevede pi il reintegro sul posto di lavoro ma la corresponsione di unindennit allex dipendente). Questo rappresenta senzaltro un aiuto per le medie imprese che potranno intervenire con molta maggiore libert. In contrapposizione per riteniamo ci siano punti penalizzanti per le

imprese. Uno dei motivi per cui il nostro mercato del lavoro non funziona adeguatamente risiede nella differenza tra ci che un lavoratore prende in busta paga (poco) e quanto il datore di lavoro paga per lui (tanto). La riforma, cos strutturata, ci sembra che aumenti i contributi e i costi per i datori di lavoro. In generale abbiamo apprezzato il tentativo di mettere mano al mondo delloccupazione ma riteniamo che lintervento sia risolutivo solo a met: se le imprese hanno ottenuto qualche libert in pi, libert pagata a caro prezzo con un aumento del costo del lavoro e della burocrazia, dallaltra parte non si determinano le condizioni per i lavoratori di trovare in tempi brevi un altro posto di lavoro. La riforma prevede disincentivi per i contratti a progetto e l'accrescimento del costo contributivo del contratto a tempo determinato per le aziende. Previsto, inoltre, laumento dellintervallo temporale che deve esservi tra la scadenza di un contratto e la stipulazione di quello successivo: norme che puntano a una maggiore flessibilit del mondo del lavoro, ma che possono di contro causare periodi di inattivit pi lunghi per i lavoratori piuttosto che portare a un'assunzione a tempo indeterminato. Ritenete possano essere la chiave di svolta per risanare un mercato del lavoro in forte crisi o che possano rivelarsi invece un ulteriore elemento

Per la giusta flessibilit il periodo di transizione richieder sacrifici

di difficolt? Si pensava di essere di fronte ad una rivoluzione copernicana ma, di fatto, siamo rimasti a met del guado. Sicuramente per giungere ad un regime di perfetta flessibilit del mercato del lavoro si dovr passare da un periodo di transizione in cui sar inevitabile qualche sacrificio importante da parte di tutti ma ci domandiamo se la riforma, cos come impostata, pi che migliorare la flessibilit in entrata, si alteri in maggiore rigidit traducendosi in maggiori controlli, pi oneri burocratici, limitazioni pi stringenti per tutti i contratti flessibili di tutte le imprese. L'introduzione dell'Aspi preveder la sostituzione di ogni altra forma di sussidio alla disoccupazione eccetto la cassa integrazione ordinaria e la cassa integrazione s t r a o rd i n a r i a per le aziende che non abbiano cessato l'attivit. Il principale timore dei sindacati, per, che lo Stato non riesca a coprire le spese necessarie a tutti i lavoratori aventi diritto ai sussidi Aspi. Ritenete sia una semplificazione davvero in grado di sostenere i lavoratori? Difficile rispondere. Di certo il fatto che la riforma degli ammortizzatori sociali entri in vigore dal 2017 ci permetter di capire se il modello sar in grado di entrare a regime e di sostenere il modello di riforma del lavoro cos come immaginato.

24

un vero e proprio grido d'allarme quello lanciato da Confesercenti tramite una nota diffusa dal Direttore Giorgio Bonoli: proprio in un momento cruciale per la discussione della riforma del lavoro, l'associazione pone l'accento sulla critica situazione delle piccole e medie imprese, sottolineando come proprio ad esse vada rivolta la massima attenzione per permettere al Paese di risollevarsi. Liberalizzazioni degli orari, aumenti di IVA, tassa di soggiorno, incremento della pressione fiscale. I recenti provvedimenti dellEsecutivo mettono a rischio il futuro delle piccole e medie imprese italiane, nonostante queste producano il 46% del Pil italiano e il 54% delloccupazione nel settore privato, creando lavoro a oltre 10 milioni di addetti, di cui un milione negli ultimi dieci anni: questa la denuncia dell'associazione, che identifica proprio nelle imprese di piccole e medie dimensioni la base dell'economia a livello nazionale. Prima minaccia agli esercizi commerciali identificata, da parte di Confesercenti, proprio nelle tanto discusse liberalizzazioni: Tocca ancora e solo alcommercio. Unico paese in Europa con unapertura 24 h su 24. Un regalo enorme alla grande distribuzione che gi detiene il 70% della quota mercato, mentre 100.000 imprese rischiano la chiusura nei prossimi 5 anni. Impossibile infatti, secondo l'associazione, che i piccoli e medi commercianti possano competere con la grande distribuzione garantendo l'apertura degli esercizi commerciali 24 ore su 24, con conseguente perdita di competitivit e maggiori rischi di falli-

Confesercenti, no alle liberalizzazioni


Al centro delle proposte dellassociazione un pi agile sistema fiscale per i commercianti e la riduzione dei costi del lavoro, con conseguente irrigidimento anzich flessibilit
la presenza dell'associazione e del professionista che certifica la sussistenza dei requisiti richiesti e dura due o tre anni consecutivi. Con l'accordo si stabiliscono sia il reddito d'impresa o di lavoro autonomo che il contribuente s'impegna a dichiarare sia l'ammontare dell'iva da versare (eventualmente tenendo conto di piani di investimento in beni strumentali) e si definiscono quindi, ex ante, gli importi che il contribuente dovr pagare. Tra le proposte dell'associazione anche il sistema dell'abbonamento fiscale, ossia un sistema di pagamento complessivo diviso in rate mensili e non pi legato a versamenti in acconto e in saldo. Fondamentali, poi, alcune semplificazioni del sistema di accertamento e controllo, in particolare semplificazioni contabili, superamento della funzione fiscale di scontrini e ricevute, semplificazioni nelle sanzioni fiscali, riduzione dei termini di accertamento, possibilit di accertamento solo a fronte di comprovate irregolarit, come acqusito di merce senza fattura oppure emissione di fatture false, senza possibilit di accertamenti induttivi. Punto caldo da affrontare certamente quello delle liberalizzazioni degli orari di apertura degli esercizi commerciali, che pu risultare ai danni dei picco-

Sabato 24 Marzo 2012

Associazionismo

Giorgio Bonoli, direttore di Confesercenti Cremona

mento. Le liberalizzazioni andrebbero dunque ad aggravare una situazione gi drastica e resa tale dai recenti aumenti di iva, tassa di soggiorno, imu, rifiuti, addizionale regionale e accise carburanti: Un duro colpo alle imprese turistiche che diventano sempre meno competitive, a vantaggio dei paesi concorrenti. L'aumento delle aliquote contributive previdenziali per artigiani e commercianti comporteranno nei prossimi tre anni un costo aggiuntivo per le imprese di 2,7 miliardi di euro. Al quadro gi difficile disegnato nel corso del 2012, denuncia Confesercenti, si aggiungono criticit legate proprio alla Riforma in fase di definizione: Per le Pmi si propone un aumento del costo del lavoro, un irrigidimento della flessibilit in entrata ed un insostenibile aumento dellonere burocratico aggiuntivo. Preoccupazioni, inoltre, per la linea di condotta scelta per portare avanti la lotta all'evasione: Una brutta campagna di crimi-

nalizzazione fatta di black list, con solo imprenditori di commercio e turismo, e da ultimo anche il bollino blu. Si alla lotta allevasione ma con equit, meno vessazioni e meno spettacolarizzazioni: non sono i piccoli imprenditori a 'fare volare' i capitali allestero. Prospettive, dunque, che rischiano di creare ulteriori difficolt e problemi per un settore gi in pesante crisi: La situazione di crisi che, tra alti e bassi, perdura dal 2007, con conseguenti rallentamenti della produzione, dei consumi, problematiche di bilancio ha avuto effetti anche sul sistema imprenditoriale, sulle pmi, in particolare, e su quelle dei servizi in misura rilevante: negli ultimi quattro anni si registrano olter 150.000 imprese in meno (saldo tra iscritte e cessate) nei settori commercio e turismo, di cui circa 72.000 nel commercio al dettaglio. Il saldo negativo dei posti di lavoro perduti di circa 450.000. Non solo critiche, per, provengono dall'associazione, che

invece propone anche un piano fiscale che possa meglio risultare alla portata delle piccole e medie imprese. E' necessario innanzitutto istituire un regime semplificato basato sul monitoraggio fiscale per imprese e lavoratori autonomi con particolari caratteristiche (beni strumentali fino a un certo valore, numero addetti limitato, ad es. non pi di tre o cinque, attivit prevalente rivolta all'interno - no esportazioni o comunque limitate) con volume di ricavi attribuibili diversificati per prestazione di servizi e di cessione dei beni. Prosegue Confesercenti: E' necessario poi un monitoraggio che preveda la definizione di un accordo preliminare tra Ufficio delle entrate e contribuente con

Occorre semplificare i sistemi di versamento e di controllo fiscale per venire incontro ai commercianti

li commercianti, non in grado di competere con la grande distribuzione. Si tratta di un tema gi lungamente dibattuto dall'associazione: La Confesercenti si sempre battuta per una disciplina degli orari equilibrata, che contemperasse l'interesse dei consumatori ad una presenza diffusa e variegata della distribuzione commerciale in tutto il territorio nazionale e per la durata temporale pi estesa possibile, tale da consentire ai consumatori di soddisfare le proprie esigenze di acquisto di beni, specie di quelli primari, con quello degli operatori commerciali a poter contare su tempi di riposo adeguati per s e per i propri dipendenti e collaboratori familiari, senza dover affrontare la sfida impari con la grande distribuzione che, grazie ad un facile turn over, promette negozi aperti tutte le domeniche e le festivit, senza preoccuparsi delle conseguenze negative per la distribuzione tradizionale e senza che ve ne sia una reale esigenza per il pubblico, anzi creando il falso mito dei tour di acquisto nei mega centri commerciali e ingenerando comportamenti sociali di stampo culturalmente negativo. Anche dopo l'entrata in vigore della norma di liberalizzazione, la Confesercenti, da sola e nell'ambito di Rete Imprese, non ha lasciato intentata nessuna possibilit di ritornare sull'argomento, tentando di convincere il Governo dell'erroneit della scelta. Dalle Regioni ci attendiamo la perseveranza nel richiedere al Governo un passo indietro, consentendo il ripristino di una disciplina pi equilibrata e rispondente alle realt territoriali, a tutela delle societ locali e del lavoro autonomo e dipendente.

Pressione fiscale, commercianti in difficolt


Sabato 24 Marzo 2012

Associazionismo

25

Claudio Pugnoli (Ascom): Il rilancio del Paese deve passare attraverso il ritorno alla crescita delleconomia, non attraverso laumento dei costi del welfare sociale
(ad esempio per le aperture domenicali) e di dar forza alla recessione (anzich contrastarla). Al danno finanziario poi si aggiungeranno quelli legati alla qualit della vita. Non si pu credere allequazione che, per vivere meglio bisogna lavorare di pi, produrre di pi, consumare di pi. Occorrono equilibri che la manovra di questo governo tecnico di Bocconiani ha compromesso. Non ne guadagnerebbe la concorrenza, non ne guadagnerebbe la qualit del servizio. In questi giorni si sta dibattendo sulla riforma del lavoro. Quali sono, secondo lei, i punti salienti? Quali modifiche andrebbero messe in atto e quali invece potrebbero danneggiare le aziende? Abbiamo un elemento di preoccupazione: la riforma era partita per creare flessibilit in uscita, non vorremmo che il risultato finale fosse l'irrigidimento degli istituti in entrata. Spero che nella stesura ultima venga confermata la flessibilit come condizione per tenere aperte le porte delle imprese, soprattutto ai giovani. Le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti non hanno potuto delocalizzare, scontano una drastica riduzione del credito da parte delle banche, vivono di domanda interna che in caduta libera da anni, vantano nei confronti dello stato crediti che sembrano inesi-

olti sono i punti della Riforma del lavoro che preoccupano le associazioni di commercianti; su tutte l'Imu e le pesanti tassazioni recentemente introdotte, compreso l'aumento dell'Iva. Si tratta di una situazione critica e delicata, come spiega il Presidente dell'Ascom Claudio Pugnoli. Cremona risulta una delle citt pi pesantemente colpita dalla reintroduzione dell'Imu, con una spesa di 2.088 euro annui ogni 100 mq. Quanto peser questa tassa sui commercianti della citt, in periodo gi critico? Lessere ai primi posti nella classifica dellImu restituisce, in maniera drammatica, lincapacit di guardare ai problemi del commercio e della vita della citt. LImu colpisce tutti i negozianti, tanto chi proprietario (in maniera diretta) quanto chi in affitto (contribuendo allaumento delle locazioni ed aggravando uno dei fattori che maggiormente incidono sul bilancio). Come possibile che (citando il Sole 24 Ore) un negozio di cento metri quadri a Cremona sia costretto a pagare poco meno di uno a Firenze (la differenza del 10%), ben pi di Parma e il doppio di Venezia. Quello dellImu non certo lunico tema sul quale riflettere. Basta pensare, ad esempio, alle tante imposte locali che, gi oggi, gravano sui bilanci di negozi e pubblici esercizi, che sono costretti a pagare per le insegne, per le tende e per lombra che fanno sul suolo pubblico. Si capisca, una buona volta, che per evitare la recessione

Claudio Pugnoli, presidente Ascom Cremona

occorre rivalutare il ruolo del terziario e delleconomia reale. Cos facendo si aggiungono semplicemente fattori recessivi a quelli gi presenti nella nostra economia locale. Quali effetti pu avere sui piccoli e medi commercianti la liberalizzazione degli orari di cui tanto si discute in questi mesi? A qualche mese dallavvio delle liberalizzazioni Confcommercio Cremona ribadisce la propria contrariet al provvedimento che vuole gli orari di apertura senza pi regole. Il provvedimento ha finito con il favorire i grandi e danneggiare o piccoli imprenditori, il vero motore delleconomia italiana. Come avevamo gi sottolineato la gente non pu spendere non per problemi di tempo ma per la difficolt di arrivare a fine mese, per la crescita della povert e lindebolimento della classe media. Anzich aiutare imprese e famiglie, dunque, il provvedimento delle liberalizzazioni ha finito con laumentare i costi di esercizio

Il costo del lavoro non pu aumentare, soprattutto a fronte di una crisi di cui non si vede la fine

gibili e sopportano una pressione fiscale fra le pi alte in Europa. Se a questo si aggiunge laumento del costo del lavoro e una maggiore rigidit nei contratti - come, ad esempio, quelli relativi al tempo determinato, al part time e allapprendistato lunico effetto sarebbe quello di produrre pi costi e aumentare il contenzioso per quelle imprese che hanno sempre agito nel rispetto della legge. Insomma, si metterebbero in ginocchio molte piccole imprese a fronte, peraltro, di versamenti per malattia allInail e allInps che producono avanzi di gestione positivi. Secondo la proposta di riforma, l'articolo 18 dovrebbe rimanere invariato solamente per quanto riguarda i licenziamenti discriminatori, mentre risulterebbero facilitati i licenziamenti per motivi economici, con un avvicinamento verso il modello tedesco: quali ritiene possano essere le conseguenze di tale intervento? Quanto ai "licenziamenti facili" bisogna fare un salto culturale. L'imprenditore non ha in tasca il licenziamento facile perch sono i dipendenti la vera ricchezza dell'impresa. Il punto vero che impossibile attendere 4-5 anni per avere l'esito di una causa di lavoro, gli investitori esteri non vengono in Italia perch inefficiente la giustizia, non perch complessa la normativa sul lavo-

ro. La riforma prevede disincentivi per i contratti a progetto, 'accrescimento del costo contributivo del contratto a tempo determinato per le aziende e laumento dellintervallo temporale che deve esservi tra la scadenza di un contratto e la stipulazione di quello successivo; ritenete possano essere la chiave di svolta per risanare un mercato del lavoro in forte crisi o che possano rivelarsi invece un ulteriore elemento di difficolt? Non bisogna burocratizzare e ingessare la flessibilit in entrata, n tanto meno aumentare i costi del contratto a tempo determinato, principio che andiamo ripetendo dal primo incontro con il Governo. Il tempo determinato , infatti, uno strumento regolato dai contratti collettivi. Ormai da oltre dieci anni in Italia questo tipo di contratto si attesta tra il 12 e il 13% delloccupazione ed al di sotto della media europea pari al 14%. Solo da noi questo diventa un problema in s, mentre invece bisognerebbe guardare solo verso chi ne abusa. E anche sugli ammortizzatori

abbiamo detto che bisogna avere pi attenzione perch il costo del lavoro non pu aumentare, soprattutto a fronte di una crisi di cui non si vede la fine L'introduzione dell'Aspi preveder la sostituzione di ogni altra forma di sussidio alla disoccupazione. Il principale timore dei sindacati, per, che lo Stato non riesca a coprire le spese necessarie a tutti i lavoratori aventi diritto ai sussidi Aspi... Confcommercio pronta a confrontarsi fino alla fine: Ma restiamo convinti che il rilancio del Paese passi soprattutto attraverso il ritorno alla crescita delleconomia e della crescita, e cos delloccupazione. Invece, in questo modo, si rischia di aumentare i costi del welfare sociale. In momenti in cui un taglio alla pressione fiscale sulle imprese dovrebbe essere una priorit assoluta, ogni altra scelta non pu che condurre alla chiusura delle aziende con ricadute pesanti anche sul piano occupazionale. Davvero un modo singolare per pensare di risolvere il problema del lavoro.

26

Sabato 24 Marzo 2012

Associazionismo

Lintroduzione dellAspi e le modifiche allArticolo 18

Gli interventi previsti dalla manovra

La riforma del lavoro non deve gravare sulle imprese gi in difficolt


a trattativa sul mercato del lavoro che si sta svolgendo in queste settimane e che segner un importante punto di svolta per il mondo del lavoro e del commercio vede Rete Imprese Italia e la Cna impegnate in prima persona nella difesa degli interessi delle imprese rappresentate. La Cna condivide il percorso verso una maggiore flessibilit in uscita per le imprese con pi di quindici dipendenti. Ritiene necessario un adeguamento della regolamentazione italiana ai principi generali presenti negli ordinamenti degli stati dell'UE, ma sottolinea la necessit che non vengano introdotte modifiche di alcun tipo per le imprese al di sotto dei quindici dipendenti. Per tali imprese si devono, pertanto, mantenere le rego-

Cna: Occorre sostenere le imprese


No alla modifica delle norme di licenziamento per le aziende con meno di 15 dipendenti
Massimiliano Montani

Le discussioni e le polemiche relative al tema della riforma del lavoro sono all'ordine del giorno, ma le informazioni a riguardo sono spesso confuse: tra i principali argomenti di scontro, ad esempio, l'abolizione dell'articolo 18. Sul nodo dell'articolo 18, il governo propone di lasciare il reintegro per i soli licenziamenti discriminatori, che si estende per a tutte le imprese, anche quelle sotto i 15 dipendenti, attualmente escluse salvo che per i licenziamenti discriminatori. Sui quelli disciplinari, la proposta del ministro Fornero alle parti sociali che sia previsto il rinvio al giudice che decider il reintegro "nei casi gravi" o l'indennit con massimo 27 mensilit, tenendo conto dell'anzianit. Per i licenziamenti dettati da motivi economici previsto solo l'indennizzo, che va da un minimo di 15 mensilit a un massimo di 27, facendo riferimento all'ultima retribuzione. Altro argomento terreno di aspri confronti la sostituzione degli ammortizzatori sociali con una unica forma di previdenza, l'Aspi. L'Aspi sostituir l'odierno sussidio

di disoccupazione. Sar versata per 12 mesi (a regime 18 per gli over 55) e con importi lordi massimi - per il primo semestre, poi destinati a ridursi del 15% ogni sei mesi - di 1.119 euro al mese. Il suo arrivo graduale (si comincia dall'anno prossimo) abolir la mobilit. "Ci diranno - ha dichiarato la Fornero - che riduciamo le tutele: vero se pensiamo che l'Aspi durer un anno, ma noi vogliamo portare l'Aspi a una platea di 12 milioni". Per quel che riguarda i nuovi ammortizzatori sociali, il ministro Fornero dice alle parti sociali che partiranno dal 2017, dunque, sar ancora in transizione nel 2016. Durante la trattativa, il governo aveva fatto riferimento al 2015 come anno per l'entrata a regime dei nuovi ammortizzatori. Altri interventi da prevedere avranno luogo poi in una seconda fase di definizione: la riforma prevede anche delle fasi successive relative alla riduzione della durata dei processi del lavoro e le strutture per l'inserimento nell'impiego, che dovranno essere decise d'accordo con la Regione.

le oggi presenti. Il Governo ha rassicurato le organizzazioni sull'intenzione di andare verso un aumento della flessibilit in uscita che non comporti modifiche della normativa per le imprese fino a quindici dipendenti.

Al centro, inoltre, il tema della flessibilit in entrata nel mondo del lavoro, per favorire l'aumento dell'occupazione e in particolare di quella giovanile, attualmente ai massimi storici in Italia dal 2004. La Cna ha sottolineato, fin dall'inizio, l'esigenza di intervenire sulle modalit di ingresso nel mercato del lavoro senza appesantire gli oneri a carico delle imprese sia per quanto riguarda i costi che per quanto riguarda gli adempimenti burocratici. La Cna concorda dunque con le tante associazioni che hanno sottolineato come si stia andando incontro al rischio di costi troppo elevati per le imprese da sostenere in relazione ad ogni singolo dipendente. L'associazione si dichiara a favore dell'apprendistato quale prevalente sistema di ingresso nel mondo del lavoro, purch vengano confermati contratti a termine, part-time e tutte le forme di accesso che hanno permesso sia l'aumento dell'occupazione che una maggiore flessibilit. Vanno combattute le forme di abuso di tali strumenti senza per introdurre difficolt

ulteriori nella gestione dal rapporti di lavoro. Per quanto riguarda gli oneri a carico delle imprese per la nuova Assicurazione Sociale per l'Impiego (ex indennit di disoccupazione) la Cna ha portato avanti una battaglia importante per evitare che venissero aumentati i contributi di disoccupazione per i lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato. Il Governo ha rassicurato le parti sociali che i contributi attuali non verranno modificati. Gli oneri ulteriori per il finanziamento della nuova Aspi, prevista quale unica forma sostitutiva dei precedenti ammortizzatori sociali, deriveranno esclusivamente dai maggiori contributi previsti per i contratti a tempo determinato e dall'indennit pari a un massimo di 0,5 mensilit annuali (per un massimo di tre anni) sui licenziamenti non configurabili come dimissioni o giusta causa. Rimangono aperte e sono oggetto di discussione in queste ore la riforma degli ammortizzatori sociali e il ruolo conseguente che la bilateralit dell'artigianato deve avere nella gestione del nuovo sistema della cassa integrazione. La Cna ha portato avanti, su tutti i tavoli e a tutti i livelli, una battaglia tesa ad evitare che l'esperienza maturata nel corso degli ultimi decenni possa essere messa in discussione con pesanti ricadute sul funzionamento dell'intero sistema dl relazioni sindacali dell'artigianato. Il Governo ha preso atto delle posizioni espresse e il confronto sta ancora proseguendo in queste ore che sono ore decisive per il futuro del mondo del lavoro e delle nostre imprese.

Cultura Spettacoli &


A Castelleone sabato in scena Rosso Malpelo
Sabato 24 marzo alle ore 21, la rassegna Sifasera promossa da Teatro del Viale, approda a Castelleone. Nella sala Giovanni Paolo II, la Compagnia Teatro Viaggiante di Stefano Micheletti porta in scena Rosso Malpelo, a cura di Luca Micheletti. Lo spettacolo tratto dallomonima novella verista di Giovanni Verga. Ambientata nella Sicilia di fine XIX secolo, lopera descrive la realt di povert e sfruttamento che le classi disagiate di quellepoca erano costrette a sopportare.

distanza di un anno torna la rassegna denominata Il violinista sul tetto. Il nostro violinista ancora l, in un equilibrio precario. Gli appuntamenti delledizione di questanno si muovono da un testo letterario e trasformano parole e voce in suoni e vibrazioni, alla ricerca di ununica armonia. Gli incontri in programma vertono, ovviamente, sui temi di musica e letteratura, con qualche incursione nel mondo del cinema e dellarte. Domenica 25 marzo alle ore 11, nella sala San Domenico del Museo Civico ha luogo il primo appuntamento: il racconto in musica Cagnolati. Con esso si apre lo sguardo alla creativit contemporanea. Il testo di Cagnolati firmato da Daniele Benati, mentre le musiche sono state composte dal cremonese Gabrio Taglietti. Uno strampalato personaggio, dallidentit un po incerta, arriva in America e, casualmente, vede in metropolitana Cagnolati, un suo bizzarro conoscente di Reggio Emilia: che labbia seguito fin l per ucciderlo? Nel frattempo, il console italiano lo invia come suo rappresentante alle feste di New York; il nostro amico accetta ben volentieri. Ma perch il console lo chiama ogni volta con un nome differente? E perch gli chiede di raccontare i suoi ricordi? E come mai, proprio ora, non gliene viene in mente nemmeno uno? Il racconto rappresenta il tentativo di creare un nuovo genere che vede

Il violino sul tetto torna un anno dopo


di Federica Ermete

Domenica mattina nella sala San Domenico appuntamento con Cagnolati

Gabrio Taglietti

dialogare, in pieno equilibrio, musica e letteratura. Qui, il confronto tra le due arti viene portato sul piano della comicit. La comicit surreale di Benati accompagnata da una musica fatta di sghembe fanfare affidate ad un clarinetto (Roberta Gottardi) con percussioni portatili, che ci guida nella vicenda; melodie straniate affidate ad un soprano coloratura (Sonia Visentin) met sirena e met automa ed interludi di musi-

ca elettronica (Gabrio Taglietti), che creano uno sfondo alla lettura del racconto da parte di un attore (Dario Cantarelli). Cagnolati pubblicato da Quodlibet nella raccolta Silenzio in Emilia. Gianni Celati ha scritto: Nella narrativa di Daniele Benati non c pi niente di soggettivo, qui tutto un circolare di voci, una comunanza di sogni, visioni e apparizioni che formano un intelletto collettivo.

Per la rassegna Il Filo benefico a favore di Medea, nuovo appuntamento al Teatro Filodrammatici con SCompagine Orchestrale per gioved 29 marzo alle ore 21. Si tratta di musica e parole eseguita dalla Flight Band, jazz ensemble di 13 musicisti e 2 voci recitanti diretti da Biagio Coppa. Lavoro musicale dedicato a 5 musicisti jazz: Duke Ellington, Joe Zawinul, Charles Mingus, Wayne Shorter e Thelonius Monk e oltre allesecuzione di alcuni dei loro brani vi il commento di 2 voci recitanti tra cui una breve descrizione della poetica musicale scritta appositamente dal noto musicologo Maurizio Franco, che sar presente durante la serata. La Flight Band nata nel 1997 a San Donato Milanese. Un piccolo gruppo di amici, musicisti per diletto, che ha deciso di costituire una band per cimentarsi nellesecuzione di musica jazz, genere che, da sempre, ha costituito un forte richiamo per tutti gli strumentisti.

Gioved musica jazz per il Filo benefico

FILODRAMMATICI

Secondo appuntamento con lOrchestra Filarmonica Italiana (nella foto) diretta dal maestro Alessandro Arigoni che mette in scena, al Teatro Filodrammatici, opere del grande repertorio lirico. Marted 27 marzo, alle ore 21, viene presentata la Tosca, melodramma in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di L. Illica e G. Giacosa. Ric-

La Tosca di Puccini con lOrchestra Filarmonica Italiana


ca di effetti scenici a forti tinte, di particolari realistici, di passioni elementari espresse da motivi energici e da melodie impetuose, lopera non fu mai accettata senza riserva dalla critica; ci non toglie che sia tra le pi rappresentative e popolari del repertorio verista e che i due protagonisti, Tosca e Cavaradossi, con il calore sensua-

le e la giovane vitalit, che emanano da arie e duetti divenuti famosi, abbiano un'immediata presa sul pubblico. Il cast che si esibisce costituito da: C. Corcione, A. Angeleri, D. Barbieri, E. Bertola, P. V. Montanari, N. Zagni e V. Esposito. La regia e le scenografie sono affidate a Cristian Piovano con i disegni di luce di Paolo Nuzzo.

Per la rassegna La danza appuntamento con il Balletto dellEsperia


Sabato 24 marzo alle 20.30, la rassegna La danza del Teatro Ponchielli ospita, per la prima volta, la compagnia italiana Balletto dellEsperia. Viene presentato Trittico 900, spettacolo vincitore del premio Danza & Danza 2010 come miglior progetto italiano dellanno. Trittico 900 offre la rivisitazione di tre capolavori del balletto del 900 da parte di altrettanti coreografi contemporanei. La serata si apre con La morte del cigno, celeberrimo brano di rara bellezza, nonch uno degli assoli pi famosi della storia del balletto creato da Michel Fokine nel 1904, sulle musiche di Camille Saint-Sans. Il celebre pezzo viene presentato nella malinconica e splendida rivisitazione del coreografo francese Thierry Malandain, che mette in scena tre danzatrici, con lintento di evocare la potenza e la grazia del cigno. Si prosegue con Laprsmidi dun faune, brano tutto al maschile che, nella coreografia originale di Vaslav Nijinsky, evoca spirito

Trittico 900 sabato al Ponchielli

animalesco ed erotismo latente. In questoccasione, Eugenio Scigliano esalta la mascolinit attraverso le sue forme sinuose e sensuali, ma al tempo stesso forti e terrene, in unarmoniosa contrapposizione con la celebre musica di Claude Debussy. Il trittico si chiude con I quattro temperamenti, uno dei maggiori capolavori di George Balanchine. In questa rivisitazione, sulla musica di Paul Hindemith, Paolo Mohovich rende omaggio al coreografo francese esplorando in modo viscerale, con una danza concertante per lintero ensemble, i quattro umori della filosofia medioevale: malinconico, sanguigno, flemmatico e collerico. La serata dunque una sorta di dichiarazione di appartenenza culturale proprio alla tradizione ballettistica moderna, della quale i tre autori di oggi non rifiutano, ma mantengono ben chiari alcuni fondanti principi estetici, compositivi e poetici, pur procedendo con assoluta indipendenza concettuale e creativa.

CINEMA - Programmazione settimanale


CREMONA Spaziocinema Cremonapo (0372-803674) www.spaziocinema.info nata una star? The Raven L'altra faccia del diavolo Ghost rider Take me home tonight Quasi amici Magnifica presenza Posti in piedi in paradiso Ti stimo fratello Filo (0372-411252) L'amore per la libert CASALMAGGIORE Zenith (0375-40544) www.cinemateatrozenith.com Quasi amici PIEVE FISSIRAGA Cinelandia (0371-237012) www.cinelandia.it nata una star? Ghost rider Quasi amici Ti stimo fratello L'altra faccia del diavolo The Raven Magnifica presenza CREMA Porta Nova (0373-218411) www.multisalaportanova.it nata una star? Quasi amici The Raven Ti stimo fratello Ghost rider Magnifica presenza L'altra faccia del diavolo
Cineforum Cesare deve morire Hysteria Over 60 nata una star?

28

Sabato 24 Marzo 2012

Cultura CREMA Spettacoli

&

La dea Flora rappresentata, in una festa di grazia e di bellezza, da Sandro Botticelli nel suo splendido dipinto La primavera. Un omaggio alla bellezza, condotto con grande maestria, con cultura alchemica e simbolica, un impianto metaforico eccezionale e una poesia insuperata. Flora, questa dea lucente, era una antica divinit italica che presiedeva alla fioritura: la bellezza del fiore, ma anche la promessa di un buon raccolto. La dea divenne, quindi, simbolo della primavera e protettrice, oltre che dellagricoltura e dellapicultura, della giovinezza e delle donne che desideravano un figlio. Dal 28 apri-

Flora e fiori
le al 3 maggio, nellantica Roma, in un tripudio di fiori, si celebravano le Floralia, feste solenni, in onore della ministra di Cerere, dea delle messi. Il rapporto tra i fiori ed il mito forte: Aiace viene trasformato in un giacinto, e Giacinto era il nome di un giovinetto, amato da Apollo e da Zefiro, ucciso per gelosia e trasformato da Apollo nel fiore omonimo. Clizia ama in modo disperato lo stesso Apollo, fino a lasciarsi consumare damore, e questi la trasforma in un girasole. Ma anche nel mondo cristiano, il linguaggio dei fiori molto presente: le infiorate erano frequenti, durante le feste comandate e le pratiche devozionali, e uno degli epiteti della Vergine Maria rosa mistica. La simbologia della rosa percorre, attraverso secoli, il pensiero teologico e mistico. Il Fiore de Fiori , un manoscritto alchemico, fu unopera importantissima nel Medioevo. Ma torniamo a Maria, per leggere insieme parte della bellissima preghiera che Dante Alighieri, nella Commedia, fa proferire a San Bernardo:

[] Nel ventre tuo si raccese lamore, per lo cui caldo ne letterna pace cos germinato questo fiore []. Donna, se tanto grande e tanto vali, che qual vuol grazia e a te non ricorre, sua disanza vuol volar sanz ali. La tua benignit non pur soccorre a chi domanda, ma molte fate liberamente al dimandar precorre. In te misericordia, in te pietate, in te magnificenza, in te saduna quantunque in creatura di bontate. Agopoli* *Agopoli (pseudonimo) si occupa di economia e finanza, ma coltiva una grande passione: la filosofia.

Una nuova tappa creativa per il pi estroso dei pittori cremaschi (se non fosse riduttivo definire Aldo Spoldi solo un pittore). Allo studio darte contemporanea Vigato in via Tomaso a Bergamo dal 17 marzo al 19 aprile (dal luned al sabato, mattino e pomeriggio) in mostra il suo nuovo lavoro Camper, disegni su legno progettati e composti per vestire un camper pronto per una tourn detta appunto operazione camper, per mettere in scena di piazza in piazza una nuova commedia dellarte. A completare il progetto due gruppi di studenti ed ex studenti dellAccademia di Brera, dove Aldo Spoldi insegna:

In mostra a Bergamo il Camper di Spoldi

le Camper Girls e Enzima 21. Scrive il critico darte Renato Barilli: Un Carro di Trespi capace di accogliere lintera pittoresca consorteria di una commedia dellarte rimessa a nuovo secondo parametri adatti al nostro tempo. Ma su quale veicolo si imbarcher questa compagnia tumultuosa ed agitata? Al giorno doggi una mobilit comoda e opportuna pu essere assicurata da un camper e dunque pi che logico che queste maschere della rinnovata commedia dellarte salgano a bordo di un simile veicolo. Dopo Bergamo, sar lAccademia di Brera a Milano ad accogliere le spoglie del camper.

Serata darte e solidariet al San Domenico


usica, moda, danza: Serata darte al teatro San Domenico di Crema sabato alle ore 21. Dopo le due edizioni precedenti (allora si chiamava Gal di danza), questa terza edizione non solo cambia nome, ma si arricchisce di altre manifestazioni artistiche oltre la danza, la sfilata di moda (gli abiti di Erasmo Fiorentino) e il canto (Giorgia Urrico). La direzione artistica del giovane Denny Lodi, ballerino e coreografo vincitore dell edizione dello scorso anno di Amici, trasmissione televisiva da cui provengono altre due stelle della serata: Giulia Paeselli (danzatrice) e Giorgia Urrico (cantante). Il programma prevede, come primo tempo, un omaggio a Bach: ballano Denny Lodi, Denis Bruno, Isa-

Musica, moda e danza a scopo benefico sabato sera dalle ore 21

La presentazione della serata

bella Meregalli e Noemi Rossi per una coreografia classica a ricordare le origini della danza; segue la sfilata di moda. Secondo tempo: contaminazione, viaggio coreografico e musicale fra Neoclassico, Contemporaneo, Musical, Pop e Latino, passo a due con Denny Lodi e Giulia Paeselli, Einaudi in cui ballano tutti i professionisti presenti, defil finale. Musica, moda, danza, ma bisogna aggiungere anche solidariet come ricorda il presidente Walter Donzelli durante la presentazione dellevento dedicato non a caso alla memoria di Ferruccio Bianchessi: il ricavato della serata andr a beneficio della Fondazione Benefattori Cremaschi per il completamento della sala polifunzionale dellistituto di via Zurla. Tiziano Guerini

Al teatro San Domenico di Crema, marted 27 marzo alle ore 18 si presenta, con ingresso libero, la Scuola di teatro diretta da Francesco Edallo con Rigoletto di Giuseppe Verdi, rivisitato, riscritto e interpretato dalla allievi della scuola. La scuola, organizzata dalla stesso Fondazione San Domenico, ha come finalit quella di avvicinare i ragazzi al mondo della lirica, apprendere a sceneggiare un testo e recitarlo. Dopo Le nozze di Figaro (2010) e La Bohme (2011), la Scuola di teatro ha incontrato nel 2011-2012 Rigoletto di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave. Gli allievi, impegnati per 6 mesi, hanno dapprima riscritto il testo dellopera ed in seguito hanno messo in scena il nuovo testo, interpretandolo con fresca partecipazione e spontaneit. Ora si presentano al pubblico di Crema sperando in una buona accoglienza del complesso lavoro svolto.

La Scuola di teatro propone il Rigoletto

Alice riapre i battenti Ladro di volti di Angelo Coletto


Sabato 24 marzo - dopo grandi lavori di ristrutturazione - riaprono i battenti di Alice, con una festa che ha inizio alle ore 19 e che mette in chiara luce tutti i nuovi spazi dellassociazione: una nuova grande sala per spettacoli e concerti, ma anche uno spazio prove e un magazzino. Non cambia lindirizzo, che rimane in via Cappi 26 a Castelleone. Per lattesissima inaugurazione della sua nuova casa, Alice ha deciso di ospitare artisti e collettivi che negli anni hanno partecipato alla programmazione dellassociazione, presentando i loro lavori realizzati per il teatro, la musica, le arti figurative. A partire dal taglio del nastro alle ore 19, si alterneranno nei vari momenti di intrattenimento: un concerto celebrativo in apertura, una videoinstallazione proposta dal Crac (Centro ricerca arte contemporanea) di Cremona e realizzata dal Careof Milano (Organization for contemporary art), diverse performance teatrali curate da gruppi quali Teatro Caverna, Brincadera e altri ancora.

SABATO

MOSTRA

Negli spazi espositivi del teatro San Domenico di Crema, sabato 24 marzo alle ore 17 si terr linaugurazione della mostra di pittura di Angelo Coletto dal titolo Ladro di volti. Nativo di Castiglione dAdda, Angelo Coletto dipinge prevalentemente quadri di figura e ritratti. Volti somiglianti nellespressione e nellanima - dice lautore - almeno questo lintento. La ricerca figurativa di Coletto si concretizza tecnicamente nelluso dellacrilico su tela o dei pastelli e della tempera su carta, rivelando una cura quasi artigianale che d vita per

a volti stralunati e fieri (Alessandro Serafini), allequilibrio fra somiglianza ed espressione (Valerio Guazzoni), ad atteggiamenti spigliati, espressioni argute e intelligenti (Fabrio Bianchi). Nello spazio bello del chiostro del San Domenico aggiunge Angelo Coletto - nella accogliente citt di Crema, finalmente riuscir ad avere una visione dassieme di mie diverse opere fatte in diversi anni: infatti in pratica, questa, la mia prima mostra personale in cui le 25-30 opere in esposizione racconteranno a me, di me e della mia opera dartista.

Proseguono gli incontri di Sacre scene, festival teatrale della spiritualit. Venerd 30 marzo alle ore 21, nella sala Pietro da Cemmo del centro sulturale S. Agostino in via Dante a Crema, lassociazione culturale Danimedali presenta Factum est di Giovanni Testori, per la regia di Danilo Ferrari. Sacre scene, giunto alla sua seconda edizione e dedicato questanno a monsignor Marco C, organizzata dal Centro culturale ciocesano Gabriele Lucchi sotto la direzione artistica di Fausto Lazzari.

Venerd in scena Factum est

APPUNTAMENTO DI SACRE SCENE

INCONTRO DI FILOSOFIA A TREVIGLIO


Proseguono gli incontri di filosofia dedicati questanno alla felicit al Centro civico culturale di Treviglio in piazza Marinai dItalia. Gioved 29 marzo, alle ore 20.45, Emanuela Magno tratter il tema La felicit il Nirvana?. La Magno insegna Storia della filosofia buddista alluniversit di Padova. Fra i suoi numerosi scritti Mente e coscienza fra India e Cina e Introduzione allestetica indiana, arte e liberazione di s

La felicit il Nirvana

Appuntamenti

Sabato 24 Marzo 2012

Arte & Cultura


Ha scritto di lui Sossio Giametta: possiede una cultura, uno stile e un ideale in tutto e per tutto classici una lingua moderna, viva e classica insieme. Per me una lingua dantesca. Parliamo di Daniele Grassi, poeta europeo di lingua italiana, autore di poesie molto belle, carnali, erotiche: un erotismo inteso come la forza che muove il mondo.

29

SMANIANDO Nel padiglione aperto in letto enorme dorme o sobbalza tutta la famiglia che allalba cotto il riso porta al tempio domestico con fiori, frutti e incenso. Quale una santa nella sua cappella sotto una zanzariera a baldacchino rapita qui staresti e persi i sensi.

Si tratta di una lingua alta e piana, e la costruzione del verso riecheggia unariosit, abbondante e colma di spazio, davvero classica.

LA COMMEDIA Nellafa del desiderio sottaciuta in questa e quella la flabella la memoria come fosse lor sorella pur nella diversa storia. Ed allora semiserio non d peso pi di tanto ai rifiuti od agli assensi ; lancio lamo, attendo unonda pi invadente che i miei sensi imperiosa illuda e a schianto si disperda sulla sponda. MI ABBISOGNA Lesotico mi turba, mi spaventa lestraneo. Non di qui lestremo viaggio pu cominciare. Consolato sguardo dentro nota cornice mi abbisogna.
Daniele Grassi

Fino a domenica 1 aprile CREMONA MOSTRA FEDERICA GALLI - LELEGANZA DEL SEGNO La mostra (nel Centro culturale S. Maria della Piet) propone lo stile straordinariamente raffinato e assai personale dellautrice originaria di Soresina e scomparsa nel 2009. Orario: da marted a domenica ore 1012.30 e 15.30-19 (ingresso libero). Per informazioni: 0375-40039. *** Domenica 25 marzo CREMA FIERA DI SANTA MARIA DELLA CROCE Tradizionale fiera di primavera in viale Santa Maria della Croce. Per informazioni: 0373-894283. *** Domenica 25 marzo SPINO DADDA FESTA DELLA MADONNA DEL BOSCO Tradizionale arco fiorito, mercatino di fiori e prodotti tipici, concorso gastronomico del salame nostrano, presso il Santua-

rio Madonna del Bosco. Per informazioni: 339-5953221. *** Domenica 25 marzo CREMONA MERCATINO BIOLOGICO Mercatino dei prodotti biologici organizzato in piazza Stradivari fino alle ore 19 circa di domenica. Per informazioni: 0372-460486. *** Fino a sabato 31 marzo CREMONA MOSTRA FRAMMENTI DI ALTROVE Mostra personale di Eleonora Ghilardi, visitabile nel salone degli Alabardieri da marted a sabato dalle 9 alle 18, festivi ore 10-18, luned chiuso (ingresso libero). Inaugurazione sabato 24 marzo alle ore 16.30. Per informazioni: 339-6693144. *** Fino a sabato 31 marzo CREMA MOSTRA IMMAGINI E COLORI A CREMA Estemporanea di pittura nella sale espositive della Pro Loco. Per informazioni: 0373-81020.

Domenica 8 aprile IZANO FIERA DELLA PALLAVICINA Bancarelle, animazione, luna park, esibizione di madonnari, concorso di poesia dialettale per le vie del centro. Per informazioni: 0373-244100. *** Domenica 8 aprile CASTELLEONE MOSTRA-MERCATO DELLANTIQUARIATO, VINTAGE, ARTIGIANATO ARTISTICO Dalle 9 alle 19 nel centro storico, saranno presenti 180 espositori del settore dellantiquariato e 40 espositori di artigianato e vintage. Per informazioni: 348-8555756. *** Luned 9 aprile SORESINA MERCATO STRAORDINARIO DELLANGELO Il tradizionale mercato del luned si trasforma in un mercato daltri tempi con la presenza di saltimbachi e giocolieri e animazione. Appuntamento per le vie del centro di Soresina. Per informazioni: 0374-340307.

Musica & Spettacoli


Sabato 24 marzo CREMONA DANZA BALLETTO DELLESPERIA. TRITTICO 900 Alle 20.30 al Teatro Ponchielli in scena lo spettacolo che offre la rivisitazione di tre capolavori del balletto del 900 da parte di tre coreografi contemporanei. La morte del cigno, Laprs-midi dun faune e I quattro temperamenti. Per informazioni: 0372-022010. *** Sabato 24 marzo CASTELLEONE TEATRO

IL BERRETTO A SONAGLI Alle ore 21 al Teatro del Viale lo spettacolo di Luigi Pirandello con la Compagnia Teatro Viaggiante. Per informazioni: 348-6566386. *** Sabato 24 marzo CASALMAGGIORE TEATRO LA BOTTEGA DEL CAFF Alle 21 al Teatro Comunale la Compagnia Gank porta in scena lo spettacolo di Carlo Goldoni, regia di Antonio Zavatteri. Per informazioni: 0375-284434. *** Marted 27 marzo CREMONA TEATRO NON SO STARE IN PIATTAFORMA Alle 21 al Teatro Filo serata di prosa con la Compagnia Quarta Parete a favore della Giornata Mondiale del Teatro.

Per informazioni: 0372-21519 - 349 8099121. *** Venerd 30 marzo CREMA RASSEGNA SACRE SCENE - FACTUM EST Alle 21 in sala Pietro Da Cemmo spettacolo teatrale di Giovanni Testori, nellambito del Festival della spiritualit. Per informazioni: 0373-256414. *** Sabato 31 marzo CASALBUTTANO TEATRO CONCERTO PER UN CAMPIONISSIMO Alle 21 al Teatro Bellini spettacolo con Claudia Pastorino (canto), Emanuele Arrigazzi (narratore), Faustino Coppi (voce della memoria) e i Solisti dellOrchestra Classica di Alessandria. Per informazioni: 0374-364480.

LOroscopo della settimana


Per scrivere a Maria: promedia@fastpiu.it
Cara Maria, ho 25 anni e vorrei raccontarle qualcosa di me. Sono stata per 6 anni assieme a un ragazzo. Aveva un fascino particolare, era dolce e burbero .. insomma, ero molto innamorata. Anche lui mi parlava damore, ma mai di matrimonio, anche se, 3 anni fa, siamo andati a vivere insieme, in una casa dei miei nonni. 6 anni sono lunghi: ci sono stati periodi migliori e periodi peggiori, ma io avrei continuato cos tutta la vita. Per cera un grosso problema: la sua gelosia. Mi faceva scenate, mi sorvegliava. Per paura di perderlo, smisi di sentire e vedere molti miei amici e anche amiche. Ma non bastava. Io lo amavo ma mi sentivo oppressa. Una volta litigammo forte e gli dissi che lo avrei lasciato. Lui scoppi in lacrime, mi disse che se lo lasciavo si sarebbe ucciso era incredibile, per me, vederlo cos, e mi intener, cos non lo lasciai. Ma andava sempre peggio. Solo che cerano i momenti damore, cerano passione e amore, molto forti, e sapevamo di avere bisogno luno dellaltra. Andai anche da uno psicologo, che mi disse che avrei dovuto lasciarlo. Alla fine mi decisi. Lui reag malissimo. Prese a pugni un muro, si fece male, mi fece paura. Se ne and di casa urlando, venne poi varie volte a prendere la sua roba, mi fece trovare distrutti i regali che gli avevo fatto. Solo che ora mi manca moltissimo. Mi sembra di amarlo pi di prima. So che sta insieme ad unaltra donna, non so se felice. E io non so cosa fare. Vanna
Non deve fare assolutamente niente, cara Vanna. Anzi, molto! Spero che abbia un lavoro, degli interessi. Si costruisca una nuova vita, faccia amicizie, gite, un corso di cucina o di scrittura creativa. Insomma, esca dallossessione di quelluomo. Se posso essere molto franca, lei si tolta da un bellimpiccio. Storie come la sua, a volte, hanno pessimi risvolti. La ossessivit maschile, listinto proprietario, quando molto sviluppato, quando diventa sospetto continuo, truce sorveglianza, violenza verbale, pu rischiare di trasformarsi in violenza fisica. Ho ascoltato molte storie di donne maltrattate, purtroppo, e mi rendevo conto che, in ognuna, cera un punto di non ritorno, costruito per in anni di rinunce, di paure, di passi indietro compiuti sperando di blandire, cercando di non provocare, il lui di turno. Ma non bastava mai, e il risultato era che quel lui pensava, alla fine, di potersi permettere tutto. Non si pu stare in un rapporto damore a capo chino. Si congratuli con se stessa che ce lha fatta a venirne fuori, prima che fosse troppo tardi.

a cura di: MICHELA

La situazione economica stabile grazie anche a nuove e interessanti entrate che vi consentiranno di togliervi pi di un capriccio. Nuove aspettative in campo professionale e cambiamenti in ambito amoroso. Saranno parecchi gli impegni quotidiani. Tante le opportunit per mettere alla prova le vostre capacit organizzative e i vostri talenti. Se siete single, il destino potrebbe offrirvi pi opzioni per legarvi sentimentalmente. In ambito lavorativo avrete molte possibilit di mettervi in luce: non esagerate nellassumervi impegni: mettere troppa carne al fuoco vi creerebbe problemi. Se c qualche ombra nella vita di coppia, la cosa giusta da fare parlarne. Non prendete una decisione troppo frettoloso in ambito professionale. Meglio tentennare ancora, piuttosto che commettere un errore. Il partner sar sedotto dalla vostra generosit e vi ricambier con tutto il suo cuore. Troverete la strada giusta per ottenere ci che desiderate. Non abbiate troppa fretta di raggiungere i vostri obiettivi: il cammino che farete per perseguirgli si riveler pi importante della meta. Nella vita di coppia mostratevi meno esigenti. In campo professionale avrete un notevole carisma e vi farete valere in ogni situazione. Ascoltate il parere degli altri. In amore sarete particolarmente generosi, comprensivi e disposti ad accontentare il partner anche quando fa i capricci. Non c nulla da fare. Nella vostra vita professionale i cambiamenti saranno allordine del giorno e dovrete affrontarli senza paura. Guardate avanti con fiducia e vi troverete benissimo. Nuovi incontri sentimentali in arrivo. Sul lavoro abbiate pazienza se laumento e la promozione tanto desiderati non arrivano. Non assumete un atteggiamento passivo: datevi da fare, prendete iniziative e, di tanto in tanto, fate le vostre richieste a chi di dovere. Non rinunciate a un progetto solo perch un ostacolo si potrebbe porre sulla vostra strada: la costanza spesso fondamentale per raggiungere un obiettivo. Se state vivendo una storia appena iniziata, non bruciate le tappe. Sul lavoro la situazione potrebbe apparirvi poco chiara. Meglio non prendere posizione e aspettate: le cose potrebbero rivelarsi molto pi positive di quanto il vostro innato pessimismo vi porti a pensare. Se siete single, sorridete al destino. Sentirete il bisogno di allargare i vostri orizzonti, ma forse il momento non adatto. Per ora sar meglio portare avanti i progetti gi avviati, aspettando il momento opportuno per volare pi alto. Sul lavoro sono possibili piccoli fastidi e contrattempi, specialmente se vi lascerete andare a confidenze con chi sarebbe meglio essere riservati. Nella vita di coppia sarete sommersi da una ventata di novit e di gioia di stare insieme.

30

Sabato 24 Marzo 2012

Programmi Tv
domenica 18
06.30 09.05 09.55 10.50 10.55 12.20 13.30 14.00 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.30 09.25 10.15 10.30 10.50 12.25 13.00 13.45 15.40 17.05 17.10 18.00 19.35 21.05 21.45 unomattina in famiglia.a tg1 lis gran premio della malesia di formula 1.automobilismo a sua immagine santa messa/recita angelus linea verde. attualit tg1 telegiornale domenica in l'arena domenica in cosi' la vita l'eredit. game show tg1 / tg sport affari tuoi barbarossa. fiction speciale tg1. attualit victorius. telefilm ragazzi c' voyager.var a come avventura. att gran premio della malesia di formula 1.auto diretta mezzogiorno in famiglia.v tg2 giorno/motori/meteo quelli che aspettano..var quelli che il calcio.. var tg2 l.i.s. stadio sprint. sport 90 minuto. sport formula 1 malesia. auto ncis. telefilm hawaii five-0. telefilm 00.45 01.10 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.30 23.05 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.25 00.50 01.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.00 24.00 01.05 08.20 09.40 10.50 11.30 12.05 13.00 13.50 15.10 16.35 16.55 18.55 19.35 20.30 21.10 23.45

sabato 17
06.20 06.30 09.45 11.10 11.45 13.30 14.40 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 01.30 03.30 09.00 10.25 10.40 11.35 13.00 14.00 15.40 17.10 18.00 18.05 18.50 20.25 21.05 21.55 22.40 07.25 09.10 10.15 12.00 12.25 12.55 14.00 14.45 16.55 18.10 19.00 20.00 21.30 23.35 23.55 aprirai. attualit unomattina. att settegiorni.att uno mattina storie vere.a la prova del cuoco tg 1 telegiornale le amiche del sabato.att tg1 telegiornale a sua immagine passaggio a nord ovest.doc l'eredit. game tg1/rai tg sport ballando con te di che talento sei? i gatti persiani. film formula 1: malesia.prove sulla via di damasco. att quello che. attualit mezzogiorno in famiglia.att tg2 giorno/dribbling. att london live. musicale jane doe:furto al museo.f sereno variabile. attualit tg2 flash l.i.s. sea patrol. telefilm l'isola dei famosi. reality estrazio del lotto/tg2 castle. telefilm body of proof. telefilm sabato sprint. sport la ragazza made in paris.f paesereale. attualit kingdom. telefilm tg3 sport - meteo / tgr il settimanale. attualit ambiente italia. attualit tgr regione meteo -tg3 tg3 pixel/tv talk/tg3 l.i.s. istruzioni. attualit 90 minuto serie b. sport tg3/regione/meteo 3 blob/che tempo fa. variet ulisse. documentario tg3 - tg regione - meteo amore criminale. doc

Lunedi 19
tg1 notte applausi/sette note unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1/soliti ignoti.game qui radio londra.att affari tuoi barbarossa. fiction porta a porta tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit la signora del west. tel private practice. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie ghost whispeper. telefilm l'isola dei famosi. reality tg2 notizie voyager. documenti matador. attualit tg parlamento sorgente di vita le storie - diario italiano la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis la casa nella prateria.t cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit le storie. attualit un posto al sole. soap shall we dance?. film glob spread delluned tg3 linea notte fuori orario hunter. telefilm carabinieri. fiction slow tour. attualit tg4 / meteo un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken. telefilm my life. soap il commissario cordier.f tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel con air. film scommessa con la morte.f

martedi 20
01.00 01.30 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.20 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 22.40 23.25 23.50 tg1 notte/focus sottovoce. attualit unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1 qui radio londra.att affari tuoi troppo amore. film porta a porta tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit la signora del west. tel private practice. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie ghost whispeper. telefilm l'isola dei famosi. reality estrazioni lotto / tg2 prospettive di un delitto.f the good wife. telefilm tg2 notizie rai 150 anni

mercoLedi 21
06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.00 18.50 20.00 20.30 22.45 23.30 01.40 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 23.00 23.15 24.00 12.00 12.45 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15 24.00 08.20 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.55 18.55 19.35 20.30 21.10 23.15 04.00 unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia la vita in diretta.attualit santa messa la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1 champions league: milan - barcellona. calcio 90 minuto champions porta a porta sottovoce. attualit tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit la signora del west. tel private practice. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie ghost whispeper. telefilm l'isola dei famosi. reality tg2 notizie mannaggia alla miseria.f tg2 notizie presunto colpevole. attualit l'isola dei famosi. reality tg3-sport-meteo 3-fuori tg le storie - diario italiano la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis la casa nella prateria.tel cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit le storie. attualit un posto al sole. soap chi l'ha visto? attualit volo in diretta. variet tg3 linea notte hunter. telefilm carabinieri. fiction slow tour. attualit tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken.tel/my life. soap dream hotel:dubai. film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel 17 again. film ti amo, ti mollo,ti sposo.f il sapore del sangue.film 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.25 01.00 02.45 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 00.10 01.20 01.30

giovedi 22
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit l'eredit. game show tg1 qui radio londra.att affari tuoi il giovane montalbano.fic porta a porta tg1 notte/focus/che tempo fa kobe doin' work. film tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume e societa' medicina 33. attualit italia sul due. attualit la signora del west. telef private practice. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie ghost whispeper. telefilm l'isola dei famosi. reality estrazioni lotto / tg2 l'isola dei famosi 9.reality tg2 notizie/rai 150 anni tg parlamento. attualit three rivers. telefilm 06.45 11.00 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 17.00 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 23.25 00.25 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 16.10 17.00 17.45 18.45 19.35 20.30 21.05 21.50 22.40 01.10 12.00 12.25 12.50 13.10 14.00 14.50 15.05 16.00 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15 07.25 08.20 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.50 18.55 19.35 20.30 21.10 24.00 01.50

venerdi 23
unomattina. attualit tg1 telegiornale occhio alla spesa la prova del cuoco tg 1 / tg1 focus/economia verdetto finale la vita in diretta.attualit tg1 telegiornale l'eredit. game show tg1 qui radio londra.att affari tuoi non sparata sul pianista tv7. attualit l'appuntamento tg2 insieme. attualit i fatti vostri.variet tg2/costume e societa' tge eat parade. attualit italia sul due. attualit la signora del west. telef private practice. telefilm tg2 flash l.i.s./sport/notizie ghost whispeper. telefilm l'isola dei famosi 9. reality tg2 notizie ncis los angeles. telefilm blue bloods. telefilm dark blue. telefilm tg parlamento. attualit tg3-sport-meteo 3-fuori tg le storie - diario italiano geo & geo. attualit la strada per la felicit tg regione - meteo -tg 3 tgr leonardo/ tg3 lis la casa nella prateria.tel cose dell'altro geo. att geo & geo. attualit tg3/tg regione/meteo blob. attualit le storie. attualit un posto al sole. soap robinson. attualit volo in diretta. variet nash bridges. telefilm hunter. telefilm carabinieri. fiction slow tour. attualit tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit la storia di ruth. film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel quarto grado. attualit paura primordiale. film tg4

07.05 mia moglie ci prova.film 10.45 tgr estovest/mediterraneo 11.40 tgr regioneuropa. attualit 12.00 tg3 / meteo3 / telecamere 12.55 rai educational 13.25 il capitale di philippe daverio. attualit 14.00 tg regione/meteo/in 1/2 h 15.05 alle falde del kilimangiaro 17.55 per un pugno di libri. att 19.00 tg3 - tg regione - meteo 20.00 blob/che tempo fa. attualit 21.30 report. attualit 23.35 tg 3/cosmo. attualit 00.45 tg3 / meteo 5 10.00 11.00 11.30 12.00 13.20 14.00 14.50 17.25 18.55 19.35 21.30 00.05 08.50 10.00 10.15 10.45 13.00 13.40 14.00 16.15 18.50 20.00 20.40 21.30 00.15 03.15 07.40 12.25 13.00 14.00 14.35 16.55 18.30 19.00 19.30 21.30 23.30 00.20 01.35 03.25 06.00 07.00 10.00 11.45 13.30 14.05 16.10 18.00 20.00 20.30 21.30 23.50 24.00 santa messa pianeta mare. attualit tg 4 telegiornale melaverde. attualit pianeta mare. attualit slow tour. attualit assassinio sull'orient express. film colombo: un delitto pilotato. film tg4 telegiornale - meteo 4 tempesta d'amore. soap erin brockovich forte come la verit. film l'impero dei lupi. film le frontiere dello spirito grande fratello. reality finalmente soli. sitcom the californian. film tg5 telegiornale - meteo 5 grande fratello. reality amore sotto il segno del drago. film domenica cinque. variet the money drop. quiz/tg 5 tg 5 telegiornale - meteo 5 paperissima sprint grande fratello. reality mai dire grande fratello se ti investo mi sposi? film cartoni studio aperto - meteo guida al campionato.sport grand prin. sport batman il ritorno. film asterix e la pozione magica.f studio aperto io, me & irene. film mr. crocodile dundee. f ti presento i miei. film i simpson. cartoni controcampo linea notte. sport poker1mania la schivata. film tg la 7 - meteo - oroscopo omnibus. attualit ti ci porto io. attualit i cadetti di guascogna.film tg la7 amori in citt... e tradimenti in campagna.f the district. telefilm l'ispettore barnaby.tel tg la7 in onda. attualit sette anime. film tg la7 il nostro agente all'avana. film

01.15 la caviglia di amelia. film 12.00 tg3-sport-meteo 3-fuori tg 12.45 le storie - diario italiano 13.10 la strada per la felicit 14.00 tg regione - meteo - tg3 14.50 tgr leonardo/ tg3 lis 15.05 la casa nella prateria.tel 15.50 cose dell'altro geo. att 17.40 geo & geo. attualit 19.30 tg3 - regione - meteo -blob 20.15 le storie. attualit 20.35 un posto al sole. soap 21.05 ballar. attualit 23.15 90 minuto champions.sport 24.00 tg3 linea notte/regione 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.30 18.55 19.35 20.30 21.10 00.05 03.00 carabinieri. fiction slow tour. attualit tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken.telefilm my life. soap hombre. film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel viaggio a... attualit il pap di giovanna. film viva san isidro. film

12.00 tg3-sport-meteo 3-fuori tg 12.45 le storie - diario italiano 13.10 la strada per la felicit 14.00 tg regione - meteo - tg3 14.50 tgr leonardo/ tg3 lis 15.05 la casa nella prateria.tel 15.50 cose dell'altro geo. att 17.40 geo & geo. attualit 19.30 tg3 - regione - meteo -blob 20.15 le storie. attualit 20.35 un posto al sole. soap 21.05 medium. telefilm 21.50 law & order.telefilm 23.15 volo in diretta. variet 24.00 tg3 linea notte 09.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.30 18.55 19.35 20.30 21.05 23.20 02.15 carabinieri. fiction slow tour. attualit tg4 / meteo / vie d'italia un detective in corsia.tf la signora in giallo. tel forum. attualit flikken.tel/my life. soap l'oca selvaggia colpisce ancora.film tg4 - meteo 4 tempesta damore. soap walker texas ranger.tel rambo. film world trade center. film disco. film

rete 4

09.45 carabinieri. telefilm 10.50 ricette di famiglia. att 11.30 tg 4/meteo/notizie/traffico 12.00 un detective in corsia.tel 13.00 la signora in giallo. tel 13.50 il tribunale di forum 15.05 perry mason. telefilm 17.00 detective monk. telefilm 18.00 pianeta mare. doc 18.55 tg 4 - meteo 4 19.35 tempesta d'amore. soap 21.15 the mentalist. telefilm 23.50 air force two. film 03.30 la signora stata violentata.film 07.55 09.45 10.30 11.30 13.00 13.40 14.10 15.30 18.50 20.00 20.30 21.10 23.30 01.00 02.00 07.05 10.50 12.20 12.25 13.40 14.10 16.10 18.00 18.30 19.00 19.15 21.10 00.45 06.00 10.00 11.00 12.25 13.30 14.05 15.20 17.10 18.00 20.00 20.30 21.30 24.00 00.10 00.55 traffico/meteo/tg5 mattina superpartes. attualit finalmente arriva kalle.tel divorzio d'amore. film tg5 telegiornale/meteo 5 riassunto grande fratello amici. talent show verissimo. attualit the money drop. quiz tg 5 telegiornale - meteo 5 striscia la notizia. var the money drop. quiz il meglio di italia's got talent tg5 notte/meteo 5 angelo nero.film cartoni scooby-doo. film cartoni studio aperto - meteo cartoni ritorno al futuro 3. film zoo rangers in india. film bau boys. attualit studio aperto - sport cartoni ember: il mistero della citt di luce.film le cronache di narnia: il principe caspian.film studio sport xxl tg la7 / omnibus. attualit bookstore. attualit prossima fermata. att i men di benedetta tg la7 cuochi e fiamme. game il vecchio gringo. film jag:avvocati in divisa.tel l'ispettore barnaby.tel tg la7 in onda. attualit the show must go off tg la7 m.o.d.a. attualit nicola e alessandra.film

canaLe 5

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.20 panariello non esiste.var 00.15 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 23.00 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.00 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 23.45 00.20 settimo cielo.telefilm ugly betty. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasfotmat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm csi: scena del crimine.tel whitout: incubo bianco.f coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 countdown dimensione zero. film atlantide. documenti jag:avvocati in divisa.tel i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit l'infedele. attualit innovation. attualit tg la7

08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 la vita una cosa meravigliosa. film 23.20 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 00.30 04.10 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 00.05 00.55 settimo cielo.telefilm ugly betty. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni/camera caf.sitc provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm wild oltrenatura. doc oktagon milano.kickboxing the informant. film coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 miss agathe con lei non si scherza.telefilm atlantide. documenti jag:avvocati in divisa.tel i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit s.o.s. rality crossing jordan. telefilm tg la7/(ah) ipiroso.attualit

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 vite in ostaggio. film 23.20 matrix. attualit 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 23.15 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.00 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 23.15 23.50 settimo cielo.telefilm ugly betty. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm 17 anni againg. film ti amo, ti mollo..ti sposo.f coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 squadra omicidi, sparate a vista. film atlantide. documenti jag:avvocati in divisa.tel i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit un due tre stella. variet tg la7 /(ah) ipiroso.attualit ipotesi di reato. film

08.00 tg5 mattina 08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 centovetrine. soap 23.30 le verit nascoste. film 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 00.30 02.45 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 24.00 settimo cielo.telefilm ugly betty. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm le iene show. variet californication. tf prossima fermata. attualit coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 attacco: piattaforma jennifer. film atlantide. documenti relic hunter. telefilm i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit piazzapulita. attualit tg la7/(ah) ipiroso. att

08.50 mattino cinque. attualit 11.00 forum. attualit 13.00 tg5 telegiornale - meteo 5 13.40 beautiful. soap 14.10 centovetrine. soap 14.45 uomini e donne. reality 16.15 amici. talent show 16.20 pomeriggio cinque.attualit 18.00 tg5 / 5 minuti meteo 5 18.50 the money drop. quiz 20.00 tg 5 - meteo 5 20.30 striscia la notizia. var 21.10 zelig. variet 23.45 supercinema.variet 00.15 tg5 notte/meteo 5 08.40 10.35 12.25 13.40 15.30 16.20 16.45 17.10 17.45 18.30 19.20 19.50 20.20 21.10 23.20 09.45 11.10 12.25 13.30 14.05 16.15 17.05 18.00 19.30 20.00 20.30 21.10 24.00 00.30 01.35 settimo cielo.telefilm ugly betty. telefilm studio aperto/meteo/sport cartoni camera caf. sitcom provaci ancora gary. tf la vita secondo jim. sit bau boys. attualit trasformat. game show studio aperto - sport tutto in famiglia.sitc i simpson. cartoni animati csi: miami. telefilm 12 round. film le iene. var/the shield.tel coffee break. attualit l'aria che tira. attualit i men di benedetta tg la7 hindenburg. film atlantide. documenti relic hunter. telefilm i men di benedetta g' day. variet tg la7 otto e mezzo. attualit le invasioni barbariche.a sotto canestro. sport tg la7 /(ah) ipiroso. att prossima fermata. attualit

itaLia 1

La 7

Agricoltura

Sabato 24 Marzo 2012

31

e rinnovabili rappresentano il futuro della produzione di energia a livello mondiale e nelledizione 2012 di BioEnergy Italy, tenutasi presso il polo fieristico di Cremona dal 15 al 17 marzo, stato possibile constatare la consapevolezza delle potenzialit del settore che si sta sempre pi radicando in aziende agricole, Comuni, Province, e industria alimentare, che sono i maggiori investitori nel comparto. I visitatori di questa edizione, nella totalit imprenditori e professionisti hanno trovato molte risposte e spunti per lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili in Italia. Possiamo dire che chi entrato in fiera aveva obiettivi ben precisi: informarsi, scoprire

Dalle fonti rinnovabili grandi opportunit L


A cura di Libera Agricoltori
Un momento di BioEnergy

BioEnergy Italy: durante la manifestazione stato possibile verificare la potenzialit del settore

PREZZO DEL POMODORO

le nuove tecnologie, e confrontarsi con unofferta espositiva altamente qualificata. La fiera puntato tutto sulla specializzazione.

Gli ingredienti per attirare a BioEnergy Italy le sempre pi numerose e diversificate professionalit legate alle fonti rinnovabili di energia

cerano tutti: non solo una selezione di 152 espositori (di cui il 27% dallestero) di alto livello, ma anche un programma di 52 appuntamenti studiato per andare a fondo di tutti i temi pi caldi delle bioenergie: dalla normativa, alle bioplastiche; delle opportunit dello sfruttamento degli scarti di lavorazione dellindustria alimentare, al fotovoltaico di ultima generazione; dal rapporto tra produzione di energia e territorio, allofferta formativa e professionale. BioEnergy Italy stata la dimostrazione che non solo lagricoltura, ma tutta la societ ha a disposizione grandi opportunit con lenergia da fonti rinnovabili; si tratta di conoscerle e sfruttarle. Per questo BioEnergy Italy pu essere considerato uno strumento che pu concretizzare in nuovo business la grande cultura che sta nascendo in Italia in questo settore.

Siglato laccordo, scontenti i produttori

NITRATI

Sfiorano i 4 milioni di euro i fondi stanziati da Regione Lombardia per gli agricoltori che realizzeranno interventi per migliorare la gestione dei nitrati. Nel dettaglio si tratta di 3.946.056 euro, che saranno assegnati alle amministrazioni provinciali nellambito della misura 121 nitrati ammodernamento delle aziende agricole interventi per la gestione sostenibile degli effluenti di allevamento del programma di sviluppo rurale. Cinquantadue i beneficiari che potranno avvalersi del contributo pubblico, di cui 366.030 euro destinati alle 6 domande presentate in provincia di Cremona, per adeguarsi alle disposizioni comunitarie della direttiva nitrati. La misura 121 nitrati finanzia la costruzione, la ristrutturazione o

Dalla Regione in arrivo Il consiglio nazionale Anga quattro milioni di euro alla Libera agricoltori
lampliamento di vasche di stoccaggio degli effluenti di allevamento; lacquisito di macchine per la distribuzione degli effluenti a bassa pressione; la realizzazione di impianti per il trattamento e la valorizzazione degli effluenti; la realizzazione di coperture delle vasche di stoccaggio. Dalle 11.252 comunicazioni nitrati degli agricoltori lombardi relative al 2011, si evidenzia un certo miglioramento rispetto al 2010 ma rimane un numero abbastanza elevato di aziende che dovranno fare azioni per rientrare nel rispetto della direttiva nitrati. Su questo tema c molto attenzione, anche economica, da parte di Regione Lombardia e gli stanziamenti appena varati rientrano a pieno titolo in quella strategia. Grande partecipazione, presso la sede della Libera Agricoltori, al consiglio nazionale dellAnga (gli under 40 di Confagricoltura) tenuto a Cremona lo scorso 15 marzo in occasione di BioEnergy Italy. Lavori presieduti dal presidente nazionale Nicola Motolese affiancato dai presidenti regionale e provinciale dellAnga, Francesca Picasso e Giorgio Guarneri. A fare gli onori di casa Antonio Piva, presidente della Libera e vice presidente di Confagricoltura. Il consiglio stata unoccasione privilegiata di confronto sulle opportunit che derivano dal settore per la produzione di energia verde. Sono stati affrontati anche i temi relativi allimpatto dellImu, con particolare riferimento alle giovani imprese; le misure del decreto Cresci Italia, ma anche laspetto della comunicazione. Alla riunione Anga di Cremona hanno preso parte giovani agricoltori provenienti da tutta Italia. E stato un appuntamento decisamente importante per riaffermare il valore dellagricoltura allinterno del sistema economico italiano; come produttrice di cibo, energia ed attivit a tutela dellambiente. Ma servito anche a sottolineare il lavoro di tanti giovani che fanno impresa nel settore, impegnandosi con passione e competenza per contribuire allinnovazione ed allo sviluppo del Paese.

A CREMONA

E' stato raggiunto a Bologna, presso la sede della Regione Emilia-Romagna, lintesa tra le organizzazioni dei produttori del Nord Italia e le industrie di trasformazione aderenti ad Aiipa sul contratto quadro per la campagna di trasformazione del pomodoro da industria 2012. Due settimane dopo laccordo al ribasso siglato tra le organizzazioni ortofrutticole del nord Italia e le industrie aderenti a Confapi, arriva unaltra firma che penalizza duramente i coltivatori di pomodoro da industria. Questo accordo ricalca gli elementi negativi e peggiorativi gi riscontrati in quello di quindici giorni fa; 84 euro alla tonnellata pi uno di servizi, in diminuzione rispetto al 2011; tabella di valutazione della qualit in regresso, nuovamente utilizzata come strumento economico mentre dovrebbe avere solo natura tecnica; e ancora, tempi di pagamento ulteriormente posticipati, sempre rispetto a quanto si era stabilito nel 2011. Sono infatti pre-

viste tre rate di pagamento ai coltivatori, con lultima fissata al 30 gennaio 2013. Una delle conseguenze principali di questo scenario cos sfavorevole per gli agricoltori, sar con ogni probabilit una consistente riduzione delle superfici coltivate. Biancamaria Balestreri, presidente della sezione pomodoro da industria di Confagricoltura Lombardia e vice presidente nazionale dello stesso settore ha espresso la propria insoddisfazione in quanto ancora una volta le organizzazioni di prodotto si sono dimostrate incapaci di difendere e tutelare gli interessi dei loro associati. Gli industriali, al contrario, hanno confermato una ben nota abilit nello sfruttare ogni possibile debolezza altrui a loro vantaggio, per spuntare le condizioni economiche che ritenevano pi convenienti. La trattativa rischiava di protrarsi a tempo indeterminato, e si conclusa solo per la mediazione ed il pressing decisivo della Regione Emilia Romagna.

TABELLA AGGIORNATA A GIOVEDI 22 MARZO 2012


PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe) SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

PRODOTTO
VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg ) frisona VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga BURRO pastorizzato PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
p.v. 1,10-1,33 p.m 2,50-2,90 pv 0,92-1,05 pm 2,20-2,45 2,30-2,90

MILANO
MONTICHIARI 1,15-1,35 MONTICHIARI 0,80-1,00 Vitelloni da macello 24/30 mesi 1,35-1,50 MONTICHIARI 1,00-1,20 MONTICHIARI 3,80-4,00

MANTOVA
da macello 1,220-1,320 0,98-1,08

MODENA
--

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA
202-204

MILANO
n.q.

MANTOVA
216-219

MODENA
(fino) 224-229 208-209

Kg.

Tonn.

195,5-196,5

208-209

201-203

kg.

1,20-1,37

Vitelloni femm. da macello pezz. nere (kg. 450-500) p.v. 1,241,39

Tonn.

n.q.

411-413

400-405

Sorgo nazionale 205-208

kg. kg.

1,10-1,30

(da 46 a 55 kg) 1,60-1,90 4,45-4,95

(45-55 kg) 1,40-1,90 (pregiate 70 kg) 3,91-5,05

Tonn.

n.q. n.q. 168170 135 150 di erba med. 135-150 110 120

n.q. 229231 150151 114-138 129-142 105-117

n.q. 213-220 160-163 Mag. 1 t. 122-127 Erba med f. 1 t. 122-127 4,050

(p.spec. 63-65) 230-233 148-149 Medica fienata 1 t. 120,0-130,0 Paglia di frumento press. ball. 75-80 4,110

2,50-3,80

Tonn. Tonn.

kg.

2,65-2,70

past. 2,50 centr. 3,10 5,05-5,20

2,15

Zangolato di creme X burrificaz. 1,90 --

kg.

(dolce) 4,95-5,15 (piccante) 5,10-5,50

n.q.

Tonn.

kg.

5,25-5,50

n.q.

15 kg

4,090

4,060

PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 9,65-9,95 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 11,65-12,00 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 13,10-13,50

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg Oltre 176 kg

3,230 3,010 2,490 1,310 1,370 1,340

3,200 3,020 2,500 1,375 1,375 1,350

3,180 2,970 2,470 n.q. n.q. n.q.

3,240 3,020 2,490 (da 144 a 156 kg) 1,321 (da 156 a 176 kg) 1,375 (da 176 a 180 kg) 1,359

kg.

7,65-7,90

7,70-7,90

7,60-7,85

kg.

8,40-8,60

8,75-9,15

8,75-9,00

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il primo e terzo mercoled del mese. Questo dato, conseguentemente, va letto ed interpretato con la dovuta attenzione rispetto agli altri dati pubblicati. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono in due giorni separati: il marted per il comparto dei cereali e derivati, il luned per quello zootecnico che fa riferimento a Montichiari. Anche questo aspetto va tenuto in considerazione nel confronto dei dati suindicati. Il mercato di Mantova avviene in un solo giorno e cio il gioved. Modena il luned. Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www.cremona.coldiretti.it.

32

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da luned a venerd dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia da luned a venerd dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.

Primavera, tempo di allergie


S
di Laura Bosio tarnuti, naso chiuso, difficolt respiratorie: l'arrivo della primavera per molte persone un vero e proprio incubo, in quanto coincide con l'acuirsi delle allergie da polline. Siamo proprio ora nella fase iniziale della stagione delle allergie spiega Mauro Parpanesi, direttore dell'Unit operativa dell'Azienda ospedaliera di Cremona. I primi a diffondersi sono i pollini di betulla, nocciolo e ontano. Ultimamente si sta diffondendo molto anche il polline di cipresso, che prima non era cos diffuso. Qualche dato sulle allergie? Nel mondo ci sono circa 300 milioni di asmatici e 400 milioni di persone con rinite allergiche. In Italia si stima che il 7-8% della popolazione soffra di allergie. Nel 2020 si presume che un bambino su due soffrir di allergie respiratorie. E' vero che le allergie sono aumentate? Si. Dipende dal cambiamento degli stili di vita a cui abbiamo assistito in questi ultimi decenni. Cinquant'anni fa i bambini erano abituati a giocare all'aperto e a mangiare cibi non perfettamente conservati. Oggi invece si vive in ambienti sempre pi sterili, e ci ha cambiato la flora batterica intestinale. Questo comporta che il sistema immunitario non pi occupato a dover combattere i germi presenti nell'ambiente, e quindi rivolge le sue forze a sostanze che sarebbero innocue, come accade per le allergie. E' dimostrato che i bambini cresciuti in campagna corrano meno rischio di contrarre allergie rispetto a quelli che hanno sempre vissuto in citt. Qual il ruolo dell'inquinamento? Le polveri sottili portano ad aumentare la sensibilit nei confronti degli allergeni, e contribuiscono a irritare le vie respiratorie. Lo dimostra anche il fatto che le zone con maggior concentrazione di allergici sono quelle occidentali, e l'Italia in particolar modo. E' dimostrato, inoltre, che nelle grandi citt i bambini che vivono in appartamenti pi vicini alla strada rischiano maggiormente l'asma rispetto ai loro coetanei che abitano ai piani pi alti. Un'altra prova che una delle maggiori cause lo stile di vita il fatto che
Il dottor Mauro Parpanesi, responsabile dell'ambulatorio di allergologia dell'Azienda ospedaliera di Cremona

siamo nella fase iniziale ma linquinamento e le scarse precipitazioni peggiorano la situazione

PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi c ome indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da luned a venerd. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

molti immigrati hanno iniziato a soffrire di allergie dopo essersi trasferiti in Italia. Come influisce il clima? Il fatto che abbia piovuto poco pu portare a una recrudescenza delle patologie? Si, perch pollini e polveri sottili rimangono sospesi nell'aria invece che essere trascinati a terra dalla pioggia. Tra l'altro il clima caldo e secco potrebbe portare a un ulteriore peggioramento, in quanto le piante che rilasciano il polline potrebbero aumentare il periodo di fioritura. Allo stesso modo anche le polveri sottili restano pi a lungo nell'aria. Inoltre viviamo in ambienti sempre poco areati, in cui pi facile che crescano muffe e acari, anch'essi portatori di allergie. Infine non dimentichiamo l'effetto serra e il riscaldamento globale, che prolungano il perdurare dei pollini nell'aria: stato dimo-

strato che negli ultimi dieci anni il periodo di permanenza della parietaria si allungato di oltre 100 giorni. Qual il rapporto dei problemi allergici con l'asma? Il 20% dei rinitici diventa asmatico, e l'80% degli asmatici soffre anche di rinite allergica. L'asma allergica si scatena a causa dei fattori allergici: queste sostanze, aspirate, possono provocare reazioni allergiche infiammatorie, che portano a un broncospasmo e quindi a crisi respiratorie. L'asma, inoltre, una patologia che pu anche essere scatenata da fattori non allergici, come sforzi fisici, inalazione di polveri irritanti, da farmaci o da sostanze che sono presenti sul posto di lavoro (asma professionale). E' vero che le allergie respiratorie possono essere connesse ad alcune allergie alimentari?

Certo. C' una reazione crociata tra pollini e certi alimenti. Ad esempio la betulla e il nocciolo si combinano alla sindrome orale allergica in caso di ingestione di finocchi, albicocca, ciliegie, frutta secca, mela, pera, pesca, sedano e altri alimenti. La sindrome orale allergica una reazione della mucosa orale, caratterizzata da gonfiore della lingua, delle labbra e da difficolt di deglutizione e presenza di vescicole. Tuttavia trattandosi di allergie alimentari deboli, non hanno gravi ripercussioni sulla vita del paziente. E le allergie possono portare conseguenze gravi? Normalmente no, anche se i sintomi sono fastidiosi e spesso invalidanti. La patologia pi grave pu essere l'asma che non perfettamente controllata dalla terapia, con crisi dispnoiche importanti. Tuttavia se ben curata non porta eccessivi problemi, tanto che ci sono atleti agonistici che soffrono di queste patologie, ma esse non precludono loro lo svolgimento dell'attivit sportiva. Abbiamo parlato di pollini. Quali sono i prossimi "nemici", con il procedere della stagione? Verso la fine della primavera arriveranno le graminacee, la parietarie e l'olivo - quest'ultima un'allergia emersa di recente, a causa della massiccia coltivazione ornamentale di tale pianta. Nel periodo di settembre e ottobre tocca invece l'artemisia e l'ambrosia.

PER SAPERNE DI PI

Cosa sono i pollini? Durante la fioritura, le piante cosiddette entomofile, alberi ed erbe, liberano in aria grandi quantit di polline, affidandone al vento la dispersione a distanza. I pollini trasportano al loro interno i gameti maschili delle piante superiori che devono raggiungere il fiore femminile perch si compia la fecondazione. Le piante entomofile liberano piccole quantit di polline, affidandone il trasporto verso un altro fiore della stessa specie agli insetti a questo scopo deputati. Perch provocano allergie? I pollini dispersi in aria da piante coltivate o selvatiche possono causare la produzione di particolari anticorpi (le IgE) in soggetti predisposti. Questi anticorpi sono responsabili di reazioni allergiche a carico dellapparato respiratorio: raffreddore, congiuntivite e asma bronchiale. Anche alcune spore fungine, in particolare le spore di Alternaria, possono essere responsabili di allergie respiratorie.

Prevenire e curare Le allergie da pollini si possono curare sia con farmaci preventivi e sintomatici, che oggi sono molto efficaci e tollerati, sia con lImmunoterapia Specifica (Its), il cosiddetto vaccino, che consiste nel somministrare estratti dellallergene responsabile dei sintomi fino a sviluppare una tolleranza nel paziente.

Maggiore tutela per chi si reca al lavoro in bicicletta riconoscendo linfortunio "in itinere": questa la richiesta fatta alla Regione Lombardia attraverso una mozione bipartisan sottoscritta da Pd, Udc e Lega approvata allunanimit durante i lavori daula del Consiglio regionale. Il documento, nello specico, impegna la Giunta ad aderire alla petizione della federazione Italiana Amici della Bicicletta (Fiab) che chiede di equiparare, per il riconoscimento Inail, gli incidenti in bicicletta nel tratto casa-lavoro a quelli incorsi in automobile. Grande soddisfazione stata espressa dai consiglieri regionali del Pd Agostino Alloni e Fabio Pizzul, tra i rmatari della mozione: Questa iniziativa dichiarano va nella giusta direzione della mobilit sostenibile incentivando fortemente lutilizzo della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro. Un signica-

Infortunio in itinere per chi va al lavoro in bici


tivo cambio di passo se si considerano le alte percentuali di Pm10 nellaria. La mozione fa il paio con uninterrogazione a risposta scritta che Alloni ha inviato alcuni mesi fa allassessore regionale alle Infrastrutture e Mobilit Raffaele Cattaneo relativa alle criticit legate al trasporto delle biciclette sui treni. Lassessore continua Alloni si impegnato a recepire miglioramenti per i viaggiatori con bici al seguito nellambito dei lavori di revisione delle condizioni di trasporto. Sono state messe in atto speciche azioni quali la possibilit di acquistare il ticket per le due ruote a bordo treno senza sovrapprezzo, di comprare labbonamento annuale al costo di 60 euro ed stata incrementata la possibilit e la capacit di trasporto di biciclette, da due a cinque, per ogni carrozza. Ad oggi per conclude Alloni non possibile trasportare biciclette su

La proposta, fatta dal Pd in consiglio regionale, stata approvata allunanimit

33
INCONTRO CON FABIO VEGLIA AL CENTRO PER LE FAMIGLIE
Fabio Veglia interverr luned 2 aprile alle 9.30 al Centro per le Famiglie di largo Madre Carelli 5, a Cremona. Durante l'inconto - spiegano gli organizzatori - si cercher di creare un clima accogliente afnch i partecipanti possano esprimere i propri interrogativi e portare, se desiderano, le proprie esperienze. Si affronter il tema dell'educazione all'affettivit e alla sessualit grazie alla presenza di uno dei maggiori esperti in materia in ambito nazionale: Fabio Veglia, psicologo psicoterapeuta docente di Psicologia e spicopatologia del comportamento sessuale presso la facolt di Psicologia di Torino. Anffas ringrazia la Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona Onlus che ha reso possibile l'evento.

tutti i treni delle fasce orarie interessate dai grandi ussi di lavoratori pendolari, dalle 7 alle 9.30 e dalle 17 alle 19.30. Mi auguro, vista anche la portata della mozione approvata marted, che la Regione incentivi lo scambio ferro gomma aumentando il numero dei treni che consentano il trasporto ed estendendolo per tutta la giornata.

CAMPAGNA AUSER PER LA RICERCA DI VOLONTARI


Si chiama "Un'ora sola ti vorrei" la nuova campagna che Auser lancia per convolgere un numero sempre maggiore di volontari a servizio degli anziani. Nella nostra associazione puoi fare molto anche per poco tempo! - spiegano i dirigenti dell'associazione -. Svolgiamo molte attivit, diverse tra loro ma tutte importanti: Basta unora al giorno del tuo tempo per rendere pi tua la nostra comunit e cambiare la vita di tanti anziani bisognosi daiuto.

In arrivo 25 nuovi posti letto, come previsto dal progetto regionale Dalla cura al prendersi cura

A Bozzolo nuovo reparto per i sub-acuti


di Giulia Sapelli

PREVENZIONE TUMORI, APPUNTAMENTO CON LA LILT


Anche la sezione cremasca della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori), partecipa nel weekend del 24 e 25 marzo alla Settimana della prevenzione, iniziativa nazionale patrocinata dalla Presidenza del consiglio. Appuntamento quindi per sabato e domenica, 24 e 25 marzo, in piazza Duomo con la manifestazione Alimentiamo la prevenzione per sconggere il cancro. Gli orari dello stand sono i seguenti: sabato dalle 14 alle 19 e domenica dalle 9 alle 20. Con un contributo di 10 euro la Lilt offrir ai cremaschi una confezione contenente olio extravergine di oliva, alimento principe della sana e corretta alimentazione e pane, offerto dalla Lega panicatori cremaschi. Sar inoltre possibile ritirare un utile guida sui corretti stili di vita e sulla corretta alimentazione. Lla manifestazione organizzata per informare e sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione alle malattie tumorali. I contributi saranno nalizzati a sostenere l'attivit e gli ambulatori Lilt.

naugurato nei giorni scorsi il reparto per le cure sub acute del presidio di Bozzolo, che dispone di 25 posti letto. Attua quanto previsto dal progetto Regionale Dalla cura al prendersi cura, inserito nel Programma Regionale di Sviluppo e nel Piano Socio-Sanitario, le cui "Regole 2011" sono state raticate dalla Giunta Regionale. L'attivazione di 1.146 posti letto in tutta la Lombardia per le Cure sub acute ha il preciso intento di affrontare un'emergente necessit assistenziale "intermedia" fra ospedale e territorio, per assistere quei pazienti che, pur avendo superato la fase di instabilit e di criticit clinica, continuano ad avere bisogno di assistenza e di terapie di media complessit non gestibili al domicilio o richiedono il completamento di procedure diagnostiche o terapeutiche che non devono essere necessariamente eseguite in un ospedale per acuti. Da sempre sosteniamo l'importanza di destinare spazi specici alle cure dei sub acuti ha detto l'assessore regionale Luciano Bresciani in quanto vo-

Lassessore regionale Bresciani: Inaccettabile pensare di dover ridurre i servizi a causa dei drastici tagli minacciati dal ministro per la Sanit
a conseguire da 8 anni, rischiamo di dover drasticamente ridurre i servizi ai cittadini a causa dei drastici tagli longitudinali "minacciati" dal ministro per la Sanit, Renato Balduzzi: meno 407 milioni di euro nel 2013 e 815 milioni in meno per il 2015. La durata media della degenza in queste strutture non deve superare i 40 giorni. Alla ne del percorso terapeutico prevista una valutazione dei risultati ottenuti anche in relazione alle attese. Sono escluse dalle cure sub acute le persone con decadimento cognitivo avanzato o i pazienti psichiatrici, oncologici avanzati o in chemioterapia, in et pediatrica. I percorsi diagnostici terapeutici assistenziali che regoleranno l'accesso appropriato alle cure sono al momento cinque, formulati su dati epidemiologici riportati recentemente dall'Asl di Mantova: lo Scompenso cardiaco cronico, la Broncopneumopatia cronica ostruttiva, le Vasculopatie e le Malattie Dismetaboliche croniche, la Cardiopatia cronica, ischemica e non.

LOTTA ALLE INTOLLERANZE ALIMENTARI, INCONTRI


Prosegue con una serie di incontri pubblici il tto programma della Associazione Aliac Onlus per la lotta delle intolleranze alimentari e celiachia di Cremona e Crema. Ecco i prossimi appuntamenti gratuiti del mese di marzo: marted 27 marzo (ore 21) a Madignano (Crema) si parler di "Abc della corretta alimentazione". Gioved 29 marzo (ore 21) presso l'associazione culturale "Il Tibetano", a Cremona, si parler di "Potere farmacologico degli alimenti". Al termine di ogni incontro vi sar una degustazione gratuita di prodotti senza glutine.

La durata delle degenza non deve superare i 40 giorni complessivi


gliamo offrire assistenza adeguata, contenendo i cosiddetti "costi impropri": spesso infatti le sub acuzie sono trattate

occupando posti letto riservati agli acuti con ingiusticati incrementi dei costi per l'intera collettivit. Oggi abbiamo 400 medici che si occupano di loro con un'evidente riduzione dei budget, dimostrando ci che da tempo ho indicato come strada da seguire. Ci che non possiamo accettare che, nonostante il pareggio di bilancio che Regione Lombardia riesce

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentilissima Naturopata buongiorno e complimenti, leggo sempre la Sua rubrica e ritaglio gli articoli, perch trovo molto interessante il Suo modo di interpretare la malattia e i complimenti anche per l'uscita della Sua rubrica su "Il Piccolo" del mercoled, sembra di leggere un racconto al punto che quasi sfuggono le molteplici informazioni che via via d. In questo periodo dell'anno in particolare soffro di infiammazioni agli occhi, ho fatto esami e visite e lo specialista non ha trovato nulla che non va, mi ha consigliato le lacrime artificiali e un collirio antiinfiammatorio all'occorenza. So che esistono prodotti naturali che mi possono aiutare e le chiedo se cortesemente me li pu indicare e anche se sa dirmi come mai ho cos fastidio agli occhi senza che abbiano una malattia. In attesa della Sua risposta Le porgo i miei pi cari saluti. Enrico Le tossine che affliggono l'occhio possono essere determinate da cattiva alimentazione, stress, inquinamento da polveri, inquinamento luminoso, emissione di radiazioni( computer, televisione, ecc), fumo di sigaretta, insonnia. Tutti fattori molto comuni nella quotidianet di ogni persona. Tra i primi segni di "occhi intossicati" troviamo: affaticamento visivo, secchezza oculare, blefarite (infiammazione dei margini palpebrali), congiuntiviti, orzaioli, ecc. Anche l' ipertensione arteriosa, il diabete e l'obesit possono danneggiare gli occhi, e, a maggior ragione, oltre agli occhi bisognerebbe prendersi cura anche di s stessi. E' molto importante provvedere alla disintossicazione degli occhi, utilizzando impacchi di erbe pi volte nel corso della giornata, per poter prevenire infiammazioni e infezioni oculari. Le erbe che drenano gli occhi sono: EUFRASIA- la pianta intera contiene iridoidi, flavonoidi e tannini che decongestionano e depurano gli occhi e le palpebre (anche in caso di allergia). AMAMELIDE- le foglie e i rametti sono ricchi di gallotanninie flavonoidi astringenti, depurativi e decongestionanti, utili contro l'irritazione oculare causata da fumo e da inquinamento. FIORDALISO- i fiori sono fonte di flavonoidi, antociani, pectine che consentono di disinfiammare e drenare occhi e palpebre. CAMOMILLA- i suoi capolini fioriti contengono azulene e bisabololo dall'azione antiinfiammatoria, calmante e depurativa.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

lo
Un Pizzighettone sottotono va ko col Pro Piacenza
SERIE D

SPORT
tese 52; Caronnese 49; Mapello 48; Castellana 45; Voghera, AlzanoCene 44; Darfo Boario, Pro Piacenza 41; Seriate 40; Gozzano, Rudianese 38; Colognese 36; Carpenedolo 34; Fidenza 33; Seregno 32; Fiorenzuola 29; Gallaratese 21.

LA SCHEDA DA CALCIATORE

uesta settimana il personaggio grigiorosso il tecnico Oscar Brevi (nato a Milano nel 1967), ex difensore di Como, Palermo e Torino. Come ti trovi alla Cremo? Molto bene, la Cremonese una grande societ di Lega Pro che ha strutture allavanguardia. E poi una squadra che sta dando molto alla citt e anche al sottoscritto. Come descriveresti il tuo rapporto con i tifosi? Si tratta di un buon rapporto, io provo per loro molta stima perch ci aiutano e ci supportano. Per esempio, anche col Trapani, nonostante la sconfitta, ci hanno applaudito. In merito alla tua carriera da giocatore, quali sono stati i momenti pi significativi? La mia carriera stata decisamente lunga, visto che dai campionati regionali sono arrivato in serie A, quindi sono tanti i momenti belli. Ho vinto in tutto quattro campionati da capitano e giocando spesso: risultati che ti rimangono dentro per sempre. Anche le sconfitte ti lasciano il segno, creando cos un mix indescrivibile di emozioni. Per quale motivo hai deciso di ritirarti da calciatore e accettare la proposta di diventare allenatore del Como? Perch mi stata data questa grande opportunit. La mia carriera da calciatore, come detto,

IL PERSONAGGIO Il tecnico milanese ha accettato con entusiasmo lofferta della societ grigiorossa Con il Frosinone vietato sbagliare
di Micheal Guerini
STAGIONE SQUADRA SERIE PRESENZE RETI

Brevi: Un onore allenare la Cremo


1990-1991 1991-1992 1992-1993 1993-1994 1994-1995 1995-1996 1996-1997 1997-1998 1998-1999 1999-2000 2000-2001 2001-2002 2002-2003 gen. 2003 2003-2004 2004-2005 2005-2006 2006-2007 2007-2008 2008-2009 2009-2010 Gallaratese Gallaratese Gallaratese Gallaratese Corsico Solbiatese Solbiatese Lumezzane Lumezzane Lumezzane Como Como Como Palermo Ascoli Ascoli Torino Torino Venezia Como Como D D D D D C2 C2 C1 C1 C1 C1 B A B B B B A 1 Div. 2 Div. 1 Div. 32 29 30 31 33 30 30 31 29 31 35 11 16 35 33 37 22 28 28 5 2 3 1 3 2 1 3 1 1 1 1 1 stata lunga ed ormai era agli sgoccioli e quindi ho preso al volo loccasione senza pensarci. Cosa ti ha spinto a venire alla Cremo? Cremona una piazza importante: avevo ricevuto altre proposte, ma la squadra grigiorossa mi ha trasmesso molto entusiasmo e quindi ho accettato lincarico. Come valuteresti landamento complessivo della squadra in questa stagionale? La valutazione fino ad ora positiva, tenendo conto del fatto che la rosa stata ricostruita da zero. Nonostante questo, ovvio che si pu sempre fare di pi. Si pu parlare di una maledizione nei posticipi serali? Direi di no, visto che nelle partite notturne abbiamo vinto 2 volte e perso con Trapani e Lanciano. Quindi abbiamo conquistato 6 punti su 12 e tenendo che con il Trapani non meritavamo di perdere, il bilancio non cos negativo. Progetti per il futuro? Al momento penso solo alla Cremonese. Dobbiamo stare concentrati sul rush finale e pensare una partita alla volta. Nel calcio ci si deve preoccupare solo del presente. Per quale squadra fai il tifo? Non sono un tifoso, anche se da ragazzino andavo allo stadio con mio padre a vedere lInter. Quando poi inizi la carriera da giocatore, ti rimangono nel cuore le squadre per le quali hai giocato e le segui con maggiore interesse rispetto alle altre. (M.V.) La rincorsa ai playoff della Cremonese inizia con la buona notizie della disponibilit di Manolo Pestrin, che non stato squalificato dal giudice sportivo come invece erroneamente preventivato dopo lammonizione rimediata a Lanciano. Contro il Frosinone, mister Brevi dovr tuttavia fare i conti con una buona lista di indisponibili. Ancora fuori causa capitan Fietta, in difesa staffetta obbligata sulla destra tra lo squalificato Polenghi e il rientrante Semenzato. In avanti non da escludere un ritorno di Nizzetto, accantonato nelle ultime uscite. In casa Frosinone, invece, Eugenio Corini non avr a disposizione Bottone, lesterno Artistico (squalificato) e linfortunato Magli. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Alfonso; Semenzato, Cesar, Minelli, Favalli; Tacchinardi, Pestrin, Dettori; Nizzetto, Possanzini, Le Noci. All.: Brevi.

Turno infrasettimanale amaro per il Pizzighettone, battuto 3-1 in casa dal Pro Piacenza. Ora serve limmdiato riscatto domenica Voghera. CLASSIFICA (31 giornata) Castiglione 60; Ponte San Pietro-Isola 53; Pizzighettone, Olgina-

Oscar Brevi (foto L. Dassi )

CLASSIFICA Trapani 53 Siracusa (-5) 45 Spezia 43 Lanciano (-1) 42 Pergocrema (-2) 40 Cremonese (-6) 39 Carrarese (-1) 39 SudTirol 39 Barletta (-1) 36 Portogruaro 36 Frosinone 33 Triestina 32 Latina 29 Prato 29 Piacenza (-6) 29 FeralpiSal 27 Andria 24 Bassano 23

27 Giornata Andria-Latina Carrarese-Piacenza FeralpiSal-Barletta Frosinone-Trapani Lanciano-Cremonese Pergocrema-Triestina Portogruaro-Spezia Prato-SudTirol Siracusa-Bassano

0-1 2-2 1-0 1-2 2-1 0-0 1-1 2-3 2-2

Prossimo Turno (25-3 h 15) Barletta-Portogruaro Bassano-Andria Carrarese-Prato Cremonese-Frosinone Latina-Lanciano Piacenza-Siracusa Spezia-FeralpiSal SudTirol-Triestina Trapani-Pergocrema

SERIE A
DATA 24/3 24/3 25/3 25/3 25/3 25/3 25/3 25/3 25/3 25/3 ORA 18.00 20.45 12.30 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 20.45 SQUADRA 1 MILAN PALERMO ATALANTA LAZIO NAPOLI GENOA NOVARA CESENA CHIEVO JUVENTUS SQUADRA 2 ROMA UDINESE BOLOGNA CAGLIARI CATANIA FIORENTINA LECCE PARMA SIENA INTER 1 1,65 2,50 2,15 1,80 1,60 2,30 2,30 3,80 2,40 1,65 X 3,75 3,30 2,75 3,40 3,75 2,90 3,30 3,40 2,30 3,75 2 5,00 2,70 4,00 4,50 5,50 3,40 3,00 1,95 4,00 5,00

SERIE B
DATA 24/3 24/3 24/3 24/3 24/3 24/3 24/3 24/3 24/3 ORA 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 15.00 20.45 20.45 SQUADRA 1 CROTONE BRESCIA TORINO BARI LIVORNO ASCOLI VERESE CITTADELLA NOCERINA VICENZA SQUADRA 2 ALBINOLEFFE GROSSETO GUBBIO JUVE STABIA MODENA PESCARA REGGINA SAMPDORIA VERONA PADOVA 1 1,85 1,75 1,35 2,20 2,05 3,40 2,10 3,30 3,40 3,40 X 3,20 3,10 4,50 2,80 2,75 3,60 2,85 2,90 3,10 2,85 2 4,50 5,50 9,00 3,75 4,50 2,00 4,00 2,35 2,20 2,35

sione, sul rettangolo verde (aspettando le inevitabili nuove penalizzazioni ed i contraccolpi psicologici per il momento), la classifica canarina fortunatamente Tanto tuon, che piovve. Stanchi delle numerose sorride:. Complimenti ai calciatori ed allo staff tecnico promesse da marinaio (ormai datate) e mai mantenute e domenica occhio allinsidiosa trasferta in casa della (Romondini dixit), provati da mesi di lavoro non remucapolista Trapani. Ma naturalmente, in citt, a far nerati, sfiniti da affitti di case saldati in ritardo oppure discutere la preoccupazione in merito al futuro addirittura non pagati, venerd scorso i giocatori del dellintramontabile Pergolettese: inutile negare leviPergocrema, attivando il sindacato di categoria (Aic), denza, stavolta rischia assai il sodalizio canarino ed hanno messo in mora la societ. E adesso sono cavo commovente e lodevole liniziativa intrapresa dal li amari per il maggiore sodalizio cittadino. Per la Popolo Cannibale, per smuovere le cronaca, sul campo la rosa allenata da acque ed abbozzare unipotesi daziomister Fabio Brini allo stadio Voltini nariato popolare. In questo momento incappata in un grigio pareggio (0-0) al Pergo non servono telefonate ad dinanzi alla nobile decaduta (ed in crisi illustri ex che non ritornano, sparate economica) Triestina. Ma questa elettorali, lettere a Babbo Natale od unaltra storia, adesso a tenere banco improbabili incontri spot con le forze la triste attualit finanziaria, una economiche autoctone. Il Pergocrema situazione che nel medio-lungo perioha bisogno innanzitutto di chiarezza, do non promette nulla di buono, ma Il presidente Briganti ergo, il signor Briganti serenamente si mette tanta malinconia che profuma di sieda intorno ad un tavolo con Antonio pericolosa incertezza. Il presidente Agazzi, Stefania Bonaldi (ma che fine ha fatto il sindaSergio Briganti, intanto, finalmente ha ammesso i co Bruttomesso?), lassessore Maurizio Borghetti, problemi e la difficolt oggettiva in cui versa il sodaliMax Aschedamini, con una rappresentanza della tifozio cremasco. Tra laltro Briganti ( finito il periodo del seria, con Beppe Fontanella, Adriano Cadregari, Ilario bluff?), ammettendo il periodo negativo, oltre ad aver Tommasi e con Agostino Alloni e apra una volta per scoperto lacqua calda ha rotto linutile silenzio stamtutte, senza ipocrisia e giochi di parole, i libri contabipa (si sente lassenza del grande e bravo Claudio li per chiedere aiuto e discutere concretamente il Falconi al ministero delle comunicazioni giallobl) futuro. Urge sostanza, basta con la categoria a tutti i imposto sabato scorso dallo stesso management di costi e lapparenza. viale De Gasperi. Mah! Nonostante i debiti e la reces-

Ora al Pergo serve chiarezza


di Stefano Mauri

PRIMA DIVISIONE Dopo la messa in mora la situazione critica

26/3

Punto Snai Cremona: Via Dante Rufni, 28 www.snaicremona.it - info@snaicremona.it Punto Snai Codogno: Via Pandol, 13 www.snaicodogno.it - info@snaicodogno.it

(S.M.) E un delicato match salvezza quello che domenica al Voltini, attende lAc Crema 1908 del trainer Maurizio Lucchetti. I cremini, se sperare ancora nei playout, contro il Castellucchio devono fare soltanto una cosa: vincere. Il pareggio di domenica scorsa con il Ciliverghe (0-0), alla causa salvezza infatti servito poco.

Il Crema 1908 non ha alternative: deve solo vincere


ECCELLENZA

CLASSIFICA (27 giornata) SantAngelo 55; Pro Desenzano, Sancolombano 43; Travagliato 42; Rigamonti Nuvolera 38; Villanterio, Palazzolo, Oltrepo 37; Sarnico 34; Dellese, Vallecamonica 33; Orsa Corte Franca, Chiari 31; Ciliverghe Mazzano 30; Nuova Verolese 26; Castellucchio 24; Crema 1908 23; Codogno 1908 12.

Sport

Sabato 24 Marzo 2012

La capolista non si ferma. Nellultimo turno , infatti, arrivata 21 vittoria stagionale della TecMar Crema, che si confermata in vetta al campionato andando ad espugnare il difficile campo di Carugate per 61-68 (17-18, 25-40; 41-53). E domenica alle 18 le azzurre possono prendere il largo battendo il Valmadrera, secondo in classifica a due sole lunghezze dalle cremasche.

Crema difende la vetta col Valmadrera


SERIE B

Confortante successo anche per lAssi Manzi Cremona, che si sbarazzata dellAlbino (74-59) e domenica vuole ripetersi a Cant. CLASSIFICA (23 giornata) Crema 42, Valmadrera 40; Broni 38; Costamasnaga 32; Lussana Bergamo 28; Carugate 26; Cremona 24; Usmate 22; Villasanta, Albino 16; Vittuone 14; Cant 12; Pontevico 8; Lodi 4.

Dopo la pausa per la final eight di Coppa Italia (vinta da Trapani su Cento), torna il campionato di serie C nazionale. LErogasmet Crema ospita asbato sera Desio, che insieme ai biancorossi la compagine di testa che sta affrontando le maggiori difficolt, soprattutto a causa dellinfortunio al play titolare Marin. I due punti diventano assolutamente obbligatori per affrontare le gare

Erogasmet-Desio, sfida molto delicata


SERIE C

35

successive con una maggiore serenit. Traferta abbordabile, invece, per Mg.K.Vis Piadena, che sabato a Meda difende la zona playoff. CLASSIFICA (25 giornata) Monticelli Brusati 50; Desio, Urania Milano 36; Crema 34; Saronno, Lecco, Orzinuovi 32; Piadena 30; Lissone 26; Pisogne 24; Gazzada Schianno 16; Bernareggio 14; Meda 12; Bergamo 10; Varese, Brescia 8.

Domenica pomeriggio al PalaRadi arriva lArmani Milano, squadra di grande talento ma non sempre imbattibile

SERIE A Fallito il colpaccio con Siena, la squadra di Caja spera di riuscirci contro unaltra grande
di Giovanni Zagni
25 Giornata Avellino-Pesaro Biella-Treviso Cant-Roma Milano-Caserta Montegran.-Casale Siena-Cremona Teramo-Sassari Venezia-Varese Riposa: Bologna CLASSIFICA Siena 36 Cant 30 Milano 28 Bologna 28 Venezia 28 Sassari 28 Pesaro 28 Varese 24 24 Prossimo Turno (25-3 h 18.15) Avellino Biella 22 Avellino-Biella Cant-Siena (12-4 h 20.30) Montegranaro 20 Casale Monferrato-Venezia Caserta 20 Caserta-Roma (h 20.30) Treviso 20 Cremona-Milano Roma 20 Pesaro-Teramo Cremona 16 Sassari-Bologna (24-3 h 16.10) 16 Treviso-Montegran. (24-3 h 16.10) Teramo Casale M. 12 Riposa: Varese

Provaci ancora Vanoli Braga


81-89 94-96 73-72 95-89 94-83 79-61 83-78 71-63 come il rendimento del lungo greco Bourusis andato migliorando in maniera esponenziale. Ma lArmani ha un roster impressionante, con campioni celebrati come Hairston (ex Siena), Fotsis, Cook, Mancinelli (neo capitano della squadra nazionale), lindomito combattente Mason Rocca ed i giovani ma promettentissimi Melli ed Alessandro Gentile. Davanti a tanto talento, cosa deve sperare la Vanoli Braga? Innanzitutto di provare a giocare una grande partita, senza pause e con grande intensit, sperando nel contempo che la breve trasferta dei milanesi li porti a credere ad una gita fuori porta con merenda finale, senza dover lavorare troppo e risparmiare energie. La truppa di Caja purtroppo deve lamentare ancora una volta la condizione fisica non ottimale di Tusek e pertanto la sofferenza aumenter sotto i tabelloni, ma non solo: il tiro dalla lunga di Marko sar unarma in meno tra quelle a disposizione di Milic e compagni. E un vero peccato che capitino questi guai, perch in un organico gi un po ridotto, lassenza di una pedina importante toglie grandi

uesto campionato bellissimo quanto in equilibrio, sia ai vertici che in coda, che procede spezzettato tra anticipi e recuperi, vede sempre la situazione in evoluzione. Si diceva di anticipi e recuperi, infatti in settimana Pesaro ha battuto Cant, in un recupero della gara rinviata a suo tempo per il maltempo, mentre la Vanoli Braga aveva anticipato gioved scorso (perdendo a Siena) per dar spazio ai campioni di preparare lo scontro di Eurolega. La domenica normale ha visto soffrire Milano con Caserta e Cant con Roma, pur se entrambe vincenti allultimo a riconferma, nel caso in cui ve ne fosse bisogno, dellequilibrio regnante anche tra squadre di vertice ed altre meno dotate. Fidando su queste considerazioni, anche la Vanoli Braga conta di potersela giocare con lArmani Milano domenica al PalaRadi alle 18.15. Sar certamente durissima, perch Milano squadra di grande consistenza fisica, di ottime individualit, forse non ancora

Marko Tusek (foto Castellani)

capace di rendimenti di altissimo livello in continuit sul medio-lungo periodo, anche nellarco dei 40 di gara. Indubbiamente larrivo dellamericano Bremer,

soltanto da febbraio integrato nel gruppo, ha alzato il livello della compagine di Sergio Scariolo per quel che riguarda ordine e pericolosit nelloffendere, cos

opportunit al complesso. Con queste premesse, torniamo a dare un ruolo importantissimo (e lo merita) al grande pubblico cremonese, ultimamente molto vicino agli uomini in campo e completamente cosciente dellimportanza di tenere per mano i proprio beniamini, nel momento decisivo della stagione, in cui ci si gioca la riconferma in serie A, in concorrenza con avversari agguerriti come Teramo e Casale (per fortuna questultimo staccato di 4 punti in classifica). I due punti in palio sono di importanza fondamentale e la loro eventuale conquista darebbe nuovo slancio e vigore sia perch presi ad una delle migliori squadre del torneo, sia perch forse nessuna delle squadre di bassa classifica riuscir a tanto in avvenire, ora che impazza la lotta per un posto di rilievo nella griglia dei playoff. NEWS Nel recupero della 21 giornata Pesaro ha battuto Cant 72-69. Inanto, la Otto Caserta ha salutato Kevin Fletcher: il pivot americano di passaporto macedone ha rescisso il contratto con il club campano, che dar cos spazio al play ceco Jakub Kudlacek.

(C.C.) Debutta domenica, ultima del mese di marzo, la categoria degli Allievi. Saranno quattordici, tra CC Cremonese-Arvedi e Uc Cremasca, gli Allievi che affronteranno questa stagione che si presenta particolarmente difficile visto lesiguo numero di ragazzi che le due societ potranno schierare: a questi ragazzi vanno aggiunte Miriam Vece (nella foto) e Elena Bissolati, che sono probabilmente la migliore espressione del ciclismo cremonese attuale. Le quali gareggeranno rispettivamente per la Valcar Bergamo e la Pianeta Rosa di

Gli allievi sono pronti a sfidarsi su strada


Brescia. Il Ccc-Arvedi schierer i suoi in due manifestazioni diverse. Giovanni Perdetti, il suo capofila, su cui fondano le maggiori speranze biancorosse sar in gara a San Quirico di Lucca, gara classica di apertura della stagione toscana alla quale stato invitato quale vincitore dellultima gara della scorsa stagione. Con lui andranno a Lucca Stefano Vicini e Luca Canicola, mentre il resto della formazione garegger a Zibello con partenza alle 14.30. LUc Cremasca garegger invece a Bolgare e porter Gallasio, Esposito, Pedrini, Meo e Fogliazza.

Sono quattordici gli atleti di Club Ciclistico Cremonese-Arvedi e Uc Cremasca al via domenica

CICLISMO

PALLANUOTO

Terminato domenica scorsa con la sconfitta subta a Torino - il girone di andata, la Bissolati si appresta ad affrontare in trasferta lOsio. Allandata, a Cremona, vinsero i bergamaschi col punteggio di 6-4 che poi hanno proseguito a fasi alterne il campionato, ma che occupano comunque la quarta posizione in classifica con 19 punti rispetto ai soli 7 della Bis-

Bissolati in acqua a Osio per cercare punti salvezza

solati, che non gode certamente dei favori del pronostico, ma che punter ad ottenere un risultato positivo viste le buone condizioni mostrate proprio nella recente partita con la Dinamica Torino. CLASSIFICA (9 giornata) Torino 27; Piacenza 24; Farnese, Osio 19; Varese 12; Monza 11; Milano 9; Bissolati 7; Treviglio 4; Bocconi Sport 0.

Si svolta domenica scors, presso la palestra di Cavatigozzi, la tappa cremonese di Giocagin, il divertimento in movimento, manifestazione promossa dallUisp e e giunta ormai a Cremona alla settima edizione. Quattro le associazioni coinvolte, Arcoiris, Polisportiva Tre e 60, Shotokan Ryu Cavasport e Asd Centro Danza Vitien, per un totale di circa 200 partecipanti tra bambini e adulti, che hanno dato vita ad un emozionante susseguirsi di

esibizioni, in una palestra gremita da oltre 700 spettatori. Alla manifestazione sono intervenuti il presidente del comitato provinciale dellUisp, Goffredo Iachetti e il presidente provinciale del Coni, Achille Cotrufo, che ha sottolineato limportanza di tali eventi per la diffusione dello sport e

Sport e solidariet vincono insieme

della socializzazione, attraverso la pratica di diverse discipline. Dal karate alla danza moderna, dalla danza del ventre allhip hop, Giocagin ha saputo fondere alla qualit delle dimostrazioni e al talento di atleti e danzatori, la voglia di stare insieme, di confrontarsi e di passare una giornata allinsegna

del divertimento e della solidariet. I fondi raccolti sono stati, infatti, destinati a sostenere i progetti educativi e di solidariet della organizzazione non governativa Peace Games impegnata nel Sarawi e nelle favelas del Brasile. Prosegue dunque con successo la rassegna di manifestazioni targate Uisp e denominata Primavera dello Sportpertutti e della solidariet, che vedr lultima tappa provinciale a Crema domenica 1 aprile.

36

Sabato 24 Marzo 2012

Sport
terzo 1-0 biancoceleste filato. Col successo la Casalese lima altri due punti alla Libertaspes, bloccata dal Lentigione. E Domenica (ore 15.30) in Baslenga c il Fiore dellex Ghillani. CLASSIFICA (26 giornata) Libertaspes 58; Casalese 54; Sampolese 48; Langhiranese, Meletolese 43; Brescello 42; Lentigione 41; Castellana 37; Castelnovese, Medesanese 32; Povigliese 30; Arcetana, Biancazzurra, Montecchio, Falk, Fiore 27; Valtarese 24; Fontana Audax 20.

Il pesante ko con Santa Croce ha lasciato il segno, mentre Casalmaggiore vuole battere anche Loreto

La Secolo carica lIcos Crema


SERIE A2 La schiacciatrice delle violarosa: Dobbiamo ritrovare fiducia nei nostri mezzi
dra. Credo che a questi livelli, quella piemontese sia una societ tra le pi organizzate su tutti i fronti. Come vede il futuro della tua squadra? Come detto, siamo in un periodo difficile, con tanti scontri diretti ancora da giocare, quindi certamente laffetto e il calore dei nostri tifosi non pu farci altro che bene, li sentiamo molto durante le partite e sono sicura che ci daranno la spinta che ci serve per centrare i nostro obiettivi. Sfida dalta quota, invece, per la Pom Casalmaggiore, che sabato sera ospita alla Baslenga Loreto, terzo in classifica. La Pom in un periodo di forma smagliante, come ha confermato nel test amichevole con il Flero e per le marchigiane sar dura spuntarla.

Casalese pi vicina alla vetta

CALCIO PROMOZIONE
Si esalta di notte, Carlo Bernuzzi. Mercoled, a Borgo Val di Taro, lesterno della Casalese ha concesso il bis: gol nel finale di gara, come nel recupero serale contro la Medesanese. Unica differenza: con la Valtarese, la firma valsa il

BOCCE

Lucchini e Visconti ok alla Bagnolese

Icos Crema si lecca le ferite dopo linatteso ko interno (30-3), patito per mano di Santa Croce. Ora serve una reazione, nel match domenica a San Vito dei Normanni. Quella di domenica - ha detto Manuela Secolo - sar certamente una trasferta molto insidiosa: il palazzetto l molto caldo e in pi noi veniamo da una periodo non brillantissimo. Abbiamo commesso alcuni passi falsi, come quello di domenica con Santa Croce, contro cui ci siamo innervosite e abbiamo sbagliato troppo. Dobbiamo cambiare atteggiamento e approccio alla gara, cercando di ritrovare il nostro gioco e la fiducia nei nostri mezzi. Chi secondo te la squadra pi attrezzata per il salto di categoria?

Serie A2
23 Giornata Casalmaggiore-Frosinone 3-1 Crema-Santa Croce 0-3 Fontanellato-Montichiari 3-2 Forl-Pontecagnano 3-0 Loreto-Sala Consilina 3-0 Matera-Giaveno 0-3 San Severino-Busnago 0-3 Soverato-San Vito 0-3 Prossimo Turno (25-3 h 18) Busnago-Matera Casalmaggiore-Loreto Frosinone-Fontanellato Giaveno-Soverato Pontecagnano-San Severino Sala Consilina-Montichiari Santa Croce-Forl San Vito-Crema CLASSIFICA Giaveno 59 Loreto 55 53 Crema Casalmaggiore 51 47 Santa Croce Busnago (-4) 45 33 Montichiari Soverato 32 30 Fontanellato Frosinone 26 Sala Consilina (-1 26 23 San Severino San Vito 22 Pontecagnano (-1) 17 Forl (-3) 15 9 Matera

Manuela Secolo (Icos Crema)

Senza dubbio Giaveno, sia per lorganico che ha a disposizione, che per lorganizzazione societaria. In pi c un bellissimo ambiente attorno alla squa-

VOLLEY B2

Serviva una Reima tutta cuore e grinta per uscire dal tunnel di una crisi di risultati e tornare a vincere. E cos stato. A Montecchio Maggiore la Reima si imposta 3-1 (16-25, 23-25, 25-12, 26-28) ed tornata a sorride. Coach Vittorio Verderio, privo di Giulio Silva, nuovamente alla prese con il fastidioso dolore alla caviglia e di Matteo Merico, ha dovuto ridisegnare la formazione. Ha spostato Aaron Bonizzoni opposto e Tommy Invernici in posto 4. Evidentemente il Montecchio non si aspettava questa mossa: infatti il primo set scivolato via con assoluta tranquillit (16-25). Nella seconda frazione, la squadra di casa ha provato a rialzare la testa, ma Crema non esperienza e mestiere riuscita a concludere portandosi sul 2-0. Nel terzo, invece, tornata la Reima delle ultime settimane, perdendo il set addirittura per 25-12. Il trend negativo proseguito anche nel quarto parziale sino al 21-17. Nelle difficolt la squadra riemersa in tutta la sua forza: punto dopo punti i blues sono riusciti a giungere al pareggio (22-22), ad annullare due palle

Reima ha avuto la reazione dei forti

Vincendo a Montecchio ha ripreso a correre e sabato vuole ripetersi contro Viadana

set sul 24-22, prima vincere ai vantaggi per 28-26. Nelle momento di difficolt ha commentato il team manager Andrea Mombelli i ragazzi sono riusciti a vincere pi con il cuore che con la tecnica. Questa stata la vera Reima. Soddisfatto anche Nicola Mazzonelli: Siamo riusciti a vincere e a riprendere la corsa, nonostante il momento poco felice. E una vittoria che vale doppio, ora non dobbiamo fermarci pi. Sabato prossimo pomeriggio al PalaBertoni arriver il Viadana, quinta della classe, che si giocher le ultime carte playoff: vietati i cali di tensione. CLASSIFICA (20 giornata) Reima Crema 45; Sassuolo 41; Modena Est 38; Cisano, Viadana, Montecchio 36; Verona 35; Vobarno 30; Costa Volpino 29; Parma 28; Gorgonzola 27; Castelnuovo 22; Vignola 15; Piacenza 2. B2 FEMMINILE Vincendo 3-0 con il Vignola, la Golden torna a sperare nella salvezza, anche se sabato c la sfida con la capolista Montale. Dopo il ko con lAnderlini, il Cingia cerca riscatto col Lecco.

C o n f e rme e sorprese hanno caratterizzato il 1 trofeo Centro Trasporti, gara indiviVisconti duale (con due finali) organizzata dalla bocciofila Bagnolese. Ben 184 gli iscritti, buono il livello del gioco e pubblico sempre numeroso. Nella categoria A/B prova di carattere e colpaccio di Stefano Lacchini. Semifinali molto interessanti, avvincenti e ricche di emozioni: Lacchini simponeva su Mario Freri per 12-11 mentre sullaltra corsia Luciano Pezzetti superava Giuliano Galantini (vincitore di questa gara lo scorso anno!) sempre sul filo di lana. Anche la finale stata molto equilibrata: la spuntava Lacchini (categoria B) sul trescorese Pezzetti con il punteggio finale di 12-10. Ancora lampi del suo enorme talento di Mattia Visconti che sta acquistando sempre pi maturit e continuit ed ha dominato nella categoria C/D. Girone finale da protagonista per lesordiente bissolatino (che gioca in categoria C!): in semifinale ha eliminato il casiratese Luciano Gamba per 12-7 ed in finale ha avuto la meglio su Michael Tedoldi per 12-5. Quarto posto per il castelnuovese Mario Di Domenico battuto in semifinale dal cremosanese per 12-6. Ha diretto la gara Franco Stabilini, arbitri di finale Attilio Bisotti e Mario Parati. ASSEMBLEA Domenica 25 alle ore 09.30 presso la Sala Capriate del comune di Madignano il comitato tecnico guidato da Franco Stabilini ha indetto una assemblea con tutti i presidenti o delegati delle bocciofile cremasche. Verr stilato il nuovo calendario estivo, si parler di parecchi argomenti importanti e quindi gradita la partecipazione di tutti i dirigenti. Massimo Malfatto

Cristian Rossi (Casati), dilettante della categoria Elite di Castiglione dAdda (Lodi), con uno sprint imperioso e di rara potenza, ha colto la seconda affermazione della stagione a Marzolara (Parma), battendo Simone Bernardin (Big Hunter), il suo compagno Mirko Nosotti, Edoardo Costanzi (Viris Maeserati Vigevano). Decimo Loris Basciu (Team Fenice Zema Soncino). POPOLARISSIMA DI TREVISO A BENFATTO Marco Benfatto, padovano di 24 anni del Team Idea, ha trionfa to nella 97 edizione della Popolarissima di Treviso, una delle classiche pi antiche del calendario nazionale della categoria Elite e Under 23. Pilotato da un lavoro perfetto dei compagni di squadra, il tricolore Busato, Valsecchi e Falco, ha centrato la seconda vittoria stagionale, superando Alberto Cecchin (Marchiol Emifero Site), Davide Gomi-

Edo Costanzi in crescita si avvicina al podio


rato (Petroli Firenze), Davide Martinelli (Hoppl) e Nicola Ruffoni (Team Colpack). FRANCO E MINALI JUNIORES DI EMERGENTI Il torinese Carlo Franco (Sc Galliatese) ha vinto per distacco a Busto Arsizio (Varese) tra gli Juniores, precedendo il bergamasco Nicol Baiguini (Aurea Zanica), decimo il rivoltano Alessio Brugna (Aurea Zanica). Al Memorial Baruelli di Prevalle (Brescia), stoccata vincente di Riccardo Minali (Assali Stefen), figlio dellex professionista Nicola Minali. Il veronese ha regolato Jakub Mareczko della Aspiratori Otelli e il compagno Giacomo Peroni. Decimo posto del genivoltese Jalel Duranti (Trevigliese). SANREMO AUTRALIANA Alla fine sempre un australiano che sale sul podio: lanno scorso a Sanremo fece festa Goss, questanno toccato a Simon Gerrans, il cam-

Buon quarto posto a Marzolara (Parma). Tra gli Juniores emergono Carlo Franco e il figlio darte Riccardo Minali
pione nazionale dei canguri, 31enne di Melbourne, capace di sfruttare al meglio un colpo dingegno. Nei secoli precedenti, mai il continente degli aborigeni aveva vinto e neppure sognato di vincere la Milano-Sanremo. Imparato come si fa, sembrano seriamente orientati a non smettere. Variano pure sul tema: lanno scorso dominando lo sprint, mentre e questanno se la sono messa in saccoccia regolando un trio di temerari. Nessuno pu rinfacciargli niente. E lui il pi pronto a buttarsi sulla ruota di Nibali nellattesissimo attacco sul Poggio, lui a restare poi incollato sulla ruota del ciclone Cancellara, lui che al momento dellepilogo, proprio quando da dietro stanno rinvenendo i velocisti, piazza lo scatto fatale, portandosi a casa la sua incredibile victory. Fortunato Chiodo

CICLISMO

RUGBY

Domenica a San Sigismondo, la Witors affronta il Rugby Mantova primo in classifica a quota 50 punti (con cinque di vantaggio su Casalmaggiore), ma reduce da una pesante sconfitta subta proprio dai casalaschi e palesemente in difficolt: potrebbe essere loccasione buona per ottenere un successo importante, ultile anche a Casalmaggiore, a sua volta impegnato a Leno. Nelle serie C Elite, il Crema Rugby cerca punti salvezza nella delicata trasferta a Gossolengo.

Witors sfida la capolista

Sport
GINNASTICA

Sabato 24 Marzo 2012

Ottima prestazione della ginnasta azzurra che con la Brixia ha conquistato il 12 titolo italiano
La Ginnastica Brixia tornata sul gradino pi alto della classifica di serie A. A Bari la societ bresciana ha ottenuto un perentorio 166.950 con cui ha conquistato il 12 scudetto della sua storia. A dare una cosistente mano al raggiungimento di questo scudetto stata Vanessa Ferrari, il caporal maggiore dellEsercito che continua a difendere i colori della sua societ di appartenenza. Dovevamo testare alcuni punti importanti ed quello che abbiamo fatto, siamo soddisfatti - chiarisce il tecnico Enrico Casella - molto bene la Ferrari, che, oltre a provare nuove combinazioni, sulla trave sta di nuovo chiudendo con il raccolto avvitato. Inevitabile per Vany il totale pi alto della prima giornata, un 57.600 con il quale ha posto un abisso tra s e le inseguitrici. Il 14.400 al corpo

Vanessa Ferrari tornata a volare

PODISMO

Vanessa Ferrari

libero poi un piacere per tutti gli appassionati di ginnastica artistica, un dj vu per i suoi fan, un auspicio per la Federazione che pu nuovamente contare sul suo contributo in sede olimpica dopo lo sfortunato fallimento di Pechino. Vanessa, dopo quattro anni di vicissitudini, probabilmente tornata ad essere una delle pi forti ginnaste al mondo. Lunica a starle vagamente dietro Lara Mori della Ginnica Giglio con 14.100 e ci basta alla ginnasta toscana per meritarsi la citazione. A Bruxelles, intanto, si sono effettuati i sorteggi per i Campionati Europei femminili che si svolgeranno dall8 al 13 maggio. Lobiettivo delle ragazze, soprattutto di Vanessa Ferarri, quello di entrare tra le otto finaliste con la squadra azzurra. Cesare Castellani

Corritalia, la classica del podismo amatorialetargata Aics torna domenica, per la 12 volta, in difesa dei beni culturali e ambientali e, questa volta, per propagandare lInvecchiamento attivo. Il 2012, infatti, lAnno Europeo dedicato al procedere dellet, non come condanna ad un periodo di vita segnato da malessere psico-fisico, ma ad una condizione defficienza possibile per tutti, se ben preparata con uno stile di vita adeguato. La classica del podismo primaverile si snoder, come ormai avviene da 7 anni, sulle strade poderali e gli sterrati erbosi attorno alla zona delle Tombe Morte, in fregio al Santuario di Ariadello, sulla via che porta da Soresina a Genivolta. Due i percorsi (attrezzati dal Running Club Soresina) di 5 e 10 km.

Al via domenica la 12 Corritalia

37

eseranno i 120 minuti della sfida di Coppa Italia sul rendimento di Milan e Juve? Difficile dirlo, anche se gli avversari della due battistrada non sono i pi indicati dopo la faticaccia infrasettimanale. Partiamo dal Milan, seccato per la mancata rimonta in coppa, malgrado limpegno profuso, che misura sabato pomeriggio le ambizioni della Roma. Allandata la differenza tra le due squadre apparve netta, ma i giallorossi sono squadra imprevedibile, da affrontare con la massima cautela. Ancora una volta i rossoneri si affideranno a Ibra, impiegato solo 45 a Torino e giocatore sempre pi decisivo per Allegri, che negli ultimi giorni si impegnato a tenere la squadra concentrata sulla Roma e non sulla super sfida di Champions con il Barcellona. Insidioso anche limpegno dei bianconeri, che ospitano la delusa del campionato, lInter. La squadra di Ranieri ha fallito tutti gli obiettivi stagionali e la vittoria sul campo di una Juve imbattuta, potrebbe rappresentare una parziale rivincita per un gruppo in discussione. Ma per riuscire nellimpresa, i nerazzurri dovranno giocare come hanno fatto raramente negli ultimi me-

Juve, attenzione allorgoglio nerazzurro


27 Giornata Bologna-Chievo Cagliari-Cesena Catania-Lazio Fiorentina-Juventus Inter-Atalanta Lecce-Palermo Parma-Milan Roma-Genoa Siena-Novara Udinese-Napoli CLASSIFICA Milan 60 Juventus 56 Lazio 48 Napoli 47 Udinese 47 Roma 44 Inter 41 Catania 41 Bologna 36 Chievo 35 Prossimo Turno (25-3 h 15) Palermo 35 Atalanta-Bologna (h 12.30) Atalanta (-6) 34 Cesena-Parma Cagliari 34 Chievo-Siena Genoa 33 Genoa-Fiorentina Siena 32 Juventus-Inter (h 20.45) Fiorentina 32 Lazio-Cagliari Parma 31 Milan-Roma (24-3 h 18) Lecce 26 Napoli-Catania Novara 23 Novara-Lecce 17 Palermo-Udinese (24-3 h 20.45) Cesena

SERIE A Vincendo a Torino, lInter salverebbe almeno la faccia in questa stagione deludente. Trappola giallorossa per il Milan

SPORT WEEK

2-2 3-0 1-1 0-5 0-0 1-1 0-2 1-0 0-2 2-2

Diego Milito, punta dellInter

si e ritrovare dincanto il feeling con il gol. Il pronostico incerto, ma una sconfitta della Juve farebbe scalpore, soprattutto dopo aver visto i bianconeri correre per due ore in coppa, confermando di aver ritrovato un po di brillantezza fisica. Turno importante anche per la lotta al terzo posto, che teoricamente vede in lizza sia la Roma che lInter. I favori del pronostico

sono per il Napoli, galvanizzato dalla qualificazione in finale di Coppa Italia e sulla carta pi forte di Udinese e Lazio, entrambe in debito di ossigeno, I partenopei non avranno per vita facile contro la sorpresa del campionato, il Catania dellemergente Montella, che non avendo esigenze di classifica, pu diventare molto pericoloso. Insidioso anche limpegno

che attende la Lazio, contro un Cagliari rivitalizzato dal ritorno di Ficcadenti, mentre lUdinese rischia molto a Palermo. In coda spicca Novara-Lecce, sfida che dovrebbe designare la squadra ancora in grado di salvarsi. Fermo restando che Parma e Fiorentina devono stare molto attente. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

Dopo solo una settimana dallesordio in Australia, la Formula 1 torna in pista nel week end per il Gp di Malesia sul circuito di Sepang. A Melbourne la Ferrari ha limitato i danni (con Alonso), ma le prospettive sono poco rosee anche per domenica. La prima gara stagionale ha esaltato la McLaren ed in particolare Jenson Button, iridato nel 2009, che battendo Vettel ha lanciato un messaggio al due volte campione del mondo tedesco: prima di riuscire a centrare il tris, dovr fare in conti con me. La sensazione che il duello tra Jenson Red Bull e McLaren possa essere final- Button mente equilibrato ed affascinante, tra quattro piloti - Vettel e Webber da una parte, Button e Hamilton dallaltra - tre dei quali gi campioni del mondo. IL CIRCUITO Lungo 5,543 km, domenica dovr essere percorso per 56 volte. Il record di vittorie detenuto da Michael Schumacher (3 nel 2000, 2001 e 2004), IN TV Sabato 24 marzo: ore 9 le qualifiche (diretta su Raidue). Domenica 25 marzo: ore 10 la gara (diretta su Raiuno e dalle 10.50 su Raidue). IN RICORDO DI SIC Fernando Alonso e Felipe Massa, a Sepang si sono recati sul punto della pista malese in cui Marco Simoncelli ha perso la vita lo scorso 23 ottobre, depositando dei fiori.

F1: domenica a Sepang sfida Red Bull-McLaren

ZOOM

Gigi Simoni getta la spugna e torna a ricoprire la carica di direttore tecnico. Al suo posto il Gubbio ha ingaggiato Marco Alessandrini, ex allenatore del Rimini. Baster per salvarsi? La 31 giornata mette di fronte le prime della classe e alcune formazioni impegnate nella lotta salvezza. In palio punti pesanti e per le squadre pi quotate non sar facile portare a casa la posta piena. Interassante anche la lotta per i playoff, con il Brescia che battendo il Grosseto potrebbe avvicinarsi al sesto posto. 31 GIORNATA (24-3 h 15) Ascoli-Pescara, Ba-

Le squadre di vertice sfidano avversari in lotta per la salvezza


SERIE B
ri-Juve Stabia, Brescia-Grosseto, Cittadella-Sampdoria, Crotone-AlbinoLeffe, Livorno-Modena, Nocerina-Verona, Sassuolo-Empoli (23-3 h 20.45), Torino-Gubbio, Varese-Reggina, Vicenza-Padova (26-3 h 20.45). CLASSIFICA Torino 63; Pescara 62; Verona 60; Sassuolo 59; Padova 50; Varese 49; Brescia, Reggina 46; Sampdoria 45; Bari (-4), Grosseto 41; Juve Stabia (-4) 39; Cittadella 38; Modena 36; Livorno 34; Crotone (-1), Empoli 31; Vicenza 29; Gubbio 27; Ascoli (-7) 26; AlbinoLeffe 25; Nocerina 22.

Gigi Simoni

Un dramma sportivo annunciato da tempo. Dopo il Mantova di Lori, la volta del Piacenza di Garilli cadere nel baratro del fallimento. Gioved arrivata lufficialit: il Piacenza Calcio fallito. La sentenza di fallimento stata depositata nella tarda mattinata, durante la quale sono stati nominati anche i due curatori fallimentari: si tratta dellavvocato Franco Spezia e del commercialista Filippo Giuffrida. Il paradosso sportivo che la formazione biancorossa arriver al termine della stagione, quando con ogni probabilit verr messo allasta il titolo sportivo. Lo scenario ormai classico: ripartire dalla serie D con una nuova societ e senza debiti. Come sono lontani i tempi della serie A e di Dario Hubner capocannoniere... Addio anche al derby del Po.

Fallimento del Piacenza Finisce male lera Garilli

CALCIO & CRISI

38

Sabato 24 Marzo 2012

Le ricette di Nonna Felicita


INGREDIENTI PER 4 PERSONE
500 g di mascarpone 3 tuorli d'uovo 6 cucchiai di zucchero 500 g di biscotti savoiardi 50 g di cacao amaro 50 g di cocco essiccato Una moka da 9 di caff Cacao amaro in polvere Un bicchiere di brandy Sbattete i tuorli con lo zucchero, poi unite alla crema di uova il mascarpone, il brandy e amalgamate bene affinch non rimangano dei grumi. Dividete la crema a met e in una parte unite il cacao e nell'altra unite il cocco. Bagnate quindi i savoiardi nel caff lasciato intiepidire, cominciate a fare il primo strato di savoiardi in una pirofila a bordo alto, iniziando con la crema al cocco. Ricoprite i savoiardi con met della crema di mascarpone, continuate cos fino all'esaurimento degli ingredienti. Spolverizzate la superficie del tiramis con il cacao amaro. Lasciate in frigorifero fino a quando non lo porterete in tavola.

Dolci

TIRAMIS AL COCCO E CACAO

INGREDIENTI PER 4 PERSONE


250 g di farina 3 uova 125 g di burro 3 mele renette 50 g di noci sgusciate 150 g di zucchero 100 g di cioccolato fondente Un bicchiere di grappa Una bustina di lievito Poca di cannella in polvere Pangrattato

Torta di mele e cioccolato

Lavorate il burro morbido tenuto a temperatura ambiente, con lo zucchero, aggiungete i tuorli e continuate a lavorare, unite la farina, il lievito, la grappa, la cannella. Sbucciate le mele e tagliatele a cubetti, triturate le noci, spezzettate il cioccolato e uniteli al composto, mescolate bene. Battete a neve gli albumi e aggiungeteli delicatamente. Imburrate uno stampo dai bordi un po' alti, spolverizzatelo di pangrattato e versate il composto, levigate la superficie, cospargetela di zucchero e cuocete in forno a 180 gradi per un'ora.

Pere pralinate alle spezie


INGREDIENTI PER 4 PERSONE
4 pere 12 cl di panna 20 g di burro 20 g di zucchero 2 chiodi di garofano Unarancia Un cucchiaino di cannella un pentolino, aggiungetevi la panna, mescolate, ponete sul fuoco e portate a bollore per due volte. Ritirate il tutto, quindi tagliate le pere a fette non tanto sottili. Distribuitele a raggiera sul piatto da portata e ricopritele con la crema alle spezie. Spolverizzate la superficie con un pizzico di cannella. Servite accompagnando con biscotti secchi a parte.

Torta di yogurt e ricotta


INGREDIENTI PER 6 PERSONE
2 vasetti di yogurth 400 g di ricotta dolce 100 g di zucchero 100 g di maizena 3 uova Burro Sgusciate due uova separando i tuorli dagli albumi. Versate in una pentola gli yogurth, setacciatevi la maizena e lavorate energicamente. Aggiungete lo zucchero. Ponete il recipiente sul fuoco e fate addensare a fiamma bassa mescolando. Amalgamatevi la ricotta sminuzzata. Quando tutto diventato omogeneo, togliete dal fuoco, fate raffreddare, incorporatevi i due tuorli mescolando e poi delicatamente i due albumi montati a neve ferma. Versate il composto in uno stampo imburrato. Pareggiate la superficie e spennellatela con l'ultimo uovo sbattuto. Cuocete in forno preriscaldato a 200 gradi per 30 minuti. Fate raffreddare la torta prima di sformarla.

Strudel di mirtilli
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
450 g di pasta sfoglia surgelata 300 g di mirtilli freschi 2 cucchiai di zucchero Una banana 100 g di crema pasticciera Zucchero a velo

PREPARAZIONE
Sbucciate le pere e lasciatele intere. Sistematele in piedi in una casseruola, copritele d'acqua. Aggiungete un cucchiaino di cannella, lo zucchero, i chiodi di garofano, il burro e la buccia d'arancia intera privata della sottostante pellicina bianca amara. Cuocete 20 minuti a fuoco moderato. Sgocciolate le pere. Fate ridurre di un terzo lo sciroppo, filtratelo al colino, raccoglietelo in

PREPARAZIONE
Scongelate la pasta sfoglia e stendetela sottile; ricavatene un rettangolo che stenderete su un canovaccio. Mescolate i mirtilli con lo zucchero e la banana a fettine sottili. Spalmate la crema sulla pasta, lasciando liberi i bordi, e distribuitevi la frutta. Arrotolate la pasta aiutandovi con il canovaccio e fate aderire le estremit, inumidendole e premendo. Cuocete nel forno gi caldo a 220 gradi per 20 minuti. Sfornate il dolce, cospargetelo con lo zucchero a velo e cuocete ancora 5-10 minuti.

Fino a l

7 aprile 2012

Potrebbero piacerti anche