Sei sulla pagina 1di 24

La nuova legge porcata, il processo breve, arriva alla

Camera. Si vedrà se Fini è davvero diverso da Schifani y(7HC0D7*KSTKKQ( +"!z!=!$!#


www.ilfattoquotidiano.it

Giovedì 21 gennaio 2010 – Anno 2 – n° 17 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

ADESSO PER COLPA SUA Pigi liberi tutti


di Marco Travaglio

altato il tappo Craxi, liberi tutti. Se sono innocenti,

CENTOMILA REATI S “vittime sacrificali”, “capri espiatori” perseguitati


con “durezza senza eguali” pure i condannati,
figurarsi gli altri. Affettuosi auguri di compleanno
al prescritto per mafia Andreotti vergine e martire. Baci
e abbracci al martire Mannino, che per i giudici che
l’hanno assolto strinse “un patto elettorale ferreo” con i
Dal Senato via

IMPUNITI
boss agrigentini per averne i voti, ma non si sa se lo
MAFIA x Nel mirino anche il sindaco di Gela mantenne (forse fregava persino la mafia). Facevano
libera al processo
quasi tenerezza, l’altroieri al Senato, le mummie e le
L’allarme del Pm Gozzo breve: condono per
Mills e Mediaset
dentiere di Forlani, De Lorenzo e Ciarrapico, più il solito
Sgarbi, tutti doverosamente pregiudicati, che si

sul clima politico e le stragi


Il Parlamento
Al premier non
basta: nei tribunali
riabilitavano fra loro per contagio, con la scusa di
Bottino. Ma ora bisogna andare oltre, portarsi avanti col
lavoro e beatificare pure gli imputati prim’ancora che
plotoni di
sta per chiudere esecuzione contro
vengano condannati (il più furbo sonnecchiava in prima
fila e, data un’occhiata ai sondaggi, non diceva una
di me. Le toghe: parola). Il pio postulatore delle cause di beatificazione
preventiva è Pigi Battista, quello che un minuto dopo
di Furio Colombo un’amnistia pag. 2 e 3 z l’arresto di Del Turco già sapeva che era innocente. Nei
dc
giorni scorsi si accingeva a elevare agli altari lady Abelli,
di Bruno Tinti
ntri alla Camera, una di queste mattine, e

E
torturata per ben trenta giorni in cella a sentire il frate
ti rendi conto che la fine della legislatura
è già incominciata. Chi segue le giornate
– allo stesso tempo spente e tumultuose
Ivràerivatopassare
20 gennaio il Senato ha appro-
il “processo breve”; adesso do-
alla Camera e poi divente-
visitatore padre Betulla: senonché la signora li ha fregati
tutti sul più bello, patteggiando 2 anni per riciclaggio
con confisca di 1,2 milioni di euro (tipico sintomo
– del Senato, si rende conto che – anche là – il rà legge dello Stato. dell’innocenza). Così padre Pigi ha dovuto cambiare
percorso è già finito. Magari “legge dello Stato” è trop- frettolosamente martire. Era incerto tra Frank Tre Dita,
Da tempo il Senato respira a fatica sotto il peso po, visto che è una legge che ser- Lutring il solista del mitra, il gobbo del Quarticciolo, Er
morto di Renato Schifani. Per lui presiedere ve solo per evitare a Berlusconi di Canaro della Magliana e la saponificatrice di Correggio.
vuol dire obbedire al governo. Ma è la Camera essere condannato per corruzio- Un’immagine d’archivio che mostra le auto del giudice Falcone e della sua scorta Ma alla fine ha optato per il mistero doloroso di Sandra
che rappresenta in pieno il dramma, perché il ne in atti giudiziari e di essere distrutte nell’attentato mafioso di Capaci (FOTO ANSA) Lonardo Mastella, già imputata a Napoli per
continuo sforzo di rianimazione di Gianfranco l’unico (credo) premier del mon- concussione (l’estorsione commessa dal pubblico
Fini resta senza esito. Il Parlamento – da una ll procuratore aggiunto di Caltanissetta minacciato ufficiale), ora sospettata di far parte di un’associazione a
do occidentale ufficialmente di-
parte e dall’altra – è inerte nonostante gli oc- chiarato delinquente. dai boss: in Italia instabilità che può favorire delinquere per far lavorare solo chi ha la tessera o
casionali guizzi e sussulti della Lega e dell’Ita- pag. 3 z il ritorno degli attentati Lo Bianco e Rizza pag. 8 z l’amico giusto, come ai tempi del fascio. Roba che, se la
lia dei Valori (che però comunicano, ciascu- facesse uno qualunque, verrebbe sepolto in galera. Per
no, con una loro piazza, fuori da queste mura). la gentildonna invece i giudici han disposto soltanto il
Per il resto le due assemblee della Repubblica SEXY GATE x Nuove accuse della ex compagna del primo cittadino divieto di dimora in Campania, una delle misure
sono le braccia corte di un governo tanto im- cautelari più blande previste dal Codice. Perché non
perioso quanto incapace. Guida male, ma gui-

SINDACO, SOLDI E SESSO


faccia danni nella sua regione, la statista ceppalonica
da tutto. E devi prendere atto del vasto silenzio deve risiedere per un po’ in una delle quattro o cinque
(non imbarazzato, assente) della sua parte che case che la famigliola possiede a Roma. Un vero
un tempo, almeno, era maleducata e vivace. supplizio. Infatti padre Pigi denuncia sul Corriere il
Il Pd, tutto il Pd, almeno alla Camera, tace. Ep- “feroce trattamento preventivo” che l’ha costretta
pure contiene (ma è vero anche per la destra)
pezzi di valore, vite rispettabili, esperienza,
cultura. Gli scontri, se ci sono, sono brevi. I
colleghi giornalisti non ci sono mai, non uno
in aula. Ma le tv della Camera e del Senato sono
BOLOGNA IN PROCURA all’“esilio anche il 25 dicembre”, impedendole di
trascorrere “Natale coi suoi” (la distanza siderale fra
Napoli e Roma e la grave indigenza in cui versano hanno
impedito ai parenti di raggiungerla nella Capitale). Ora il
Battista pretende di sapere “a che punto sono queste
neosovietiche. Vedi solo chi parla in quel mo- S’indaga sui viaggi di Giulia Testi indagini, se in tre mesi hanno fatto qualche passo
mento, vedi solo chi presiede senza audio della coppia quando avanti”: pare infatti che i pm indaghino senza
“d’ambiente”.
Qui qualcosa è accaduto e qualcosa sta per ac- Delbono era Ene raleEmilia-Romagna,
cominciata con le auto blu e
missioni a spese della regio-
con la fidan-
aggiornarlo quotidianamente sui progressi del loro
lavoro. E lui, comprensibilmente, ne soffre.
cadere. Gruppi e sottogruppi si formano, si vicegovernatore zata-segretaria al seguito, da Pe- “L’innocenza – lacrima – dovrebbe essere garantita fino
sfaldano, si separano, si trattano come se fos- a sentenza definitiva” e invece la santa donna “sconta la
sero già separati. Parlo del Pd, non saprei dire
e su un misterioso chino a Parigi e a New York. Poi
sono venuti fuori i viaggi in Mes- pena prim’ancora che abbia inizio il processo”. Forse
della destra. Ho l’impressione che un po’ più bancomat ignora che ogni santo giorno centinaia di persone
Flavio Delbono e Cinzia Cracchi sico e Santo Domingo. pag. 9 z
di apparente compattezza copra faglie larghe, subiscono misure cautelari ben più afflittive del divieto
profonde e non rimediabili. La legge sul pro- di dimora, prim’ancora che abbia inizio il processo. E la
cesso breve appena votata ha umiliato il Se- legge l’han fatta i politici, compreso Mastella (è in
NUOVA
nato e, certo, ha umiliato molti anche a destra EDIZIONE nPrimarie in Puglia nDavide Giacalone Parlamento dal lontano 1976). E vale per tutti, anche per
(tranne l’entusiasta Gasparri). Fra poco umi- i politici. Erano le Br che non riconoscevano le leggi e i
lierà la Camera (ma non l’affannato pubblici- STORIA
Boccia corre, Tangentopoli tribunali dello “Stato borghese”: ma almeno le leggi non
sta Cicchitto). I giornali e i corrispondenti tv DEL
MOVIMENTO Vendola insegue prima, le avevano scritte loro. Il postulatore Pigi sostiene poi,
se la cavano con la solita frase: “Bagarre in Par-
lamento”. La realtà è molto più brutta. Il Par-
ANTIMAFIA e non molla Brunetta ora restando serio, che i giudici riservano “alla classe
politica un trattamento di assoluto sfavore” rispetto agli
di Telese pag. 7z Tecce pag. 10z
lamento è un treno fermo sul quale il governo Umberto Santino altri cittadini (infatti i 65 mila detenuti nelle patrie galere
scarica l’immondizia di leggi vergognose. sono tutti parlamentari) e basta un sospetto per segnare
LA PRIMA
Quel treno, popolato di cooptati senza senza STORIA DELLE “la fine politica” di Tizio o Caio (come dimostrano i 21
autorità, ormai poco rispettabile perché non LOTTE SOCIALI Bertolaso inviato
pregiudicati e 70 imputati in Parlamento). Per esempio
CONTRO ad Haiti per coordinare
c’è stata resistenza, difficilmente potrà ripar- LA MAFIA i soccorsi. Mannino, assolto quando ormai “la sua figura politica è
tire.
Questa brutta legislatura è finita. O è come se CATTIVERIE Per i poveri haitiani
le disgrazie
stata largamente compromessa”: dev’essere per questo
che è senatore dell’Udc. Ora che l’hanno assolto, ha
fosse finita. Non conta.
www.editoririunitiuniversitypress.it non finiscono mai perso appeal: magari non lo ricandidano più.
pagina 2

I
INGIUSTIZIA

n sintesi, ll ddl sul processo breve. la Corte D’Appello dovrà pronunciarsi sul ricorso processo dovrà considerarsi estinto se il giudizio di
Bussola per orientarsi Prima del passaggio alla Camera, un breviario con decreto motivato. Se viene accolto il pagamento primo grado non sarà concluso entro tre anni; entro
per orientarsi: del rimborso questo dovrà avvenire entro 120 due per l’appello ed entro 18 mesi per il giudizio in
1) Equa Riparazione - La domanda di equa giorni. L’opposizione contro il ricorso dovrà essere Cassazione. Ma questo riguarderà solo i processi
nel ginepraio riparazione per il ritardo subito con il processo presentata entro 60 giorni. La Corte d’Appello può relativi a reati con pene inferiori nel massimo a 10
dovrà essere presentata dalla parte interessata al sospendere il pagamento "per gravi motivi". anni. In caso di annullamento con rinvio disposto
presidente della Corte d’Appello del distretto in cui 2) Prescrizione processuale anche per dalla Cassazione, ogni grado di giudizio che dovrà
del provvedimento ha sede il magistrato competente. Ed entro 4 mesi, procedimenti davanti alla Corte dei Conti - Il celebrarsi di nuovo non dovrà durare più di un anno.

EGO ME ABSOLVO
Ok al processo breve, inchieste Mills e Mediaset graziate
B. contro i pm: in aula plotoni di esecuzione. Le toghe: amnistia
di Wanda Marra finale con delle dichiarazioni dai no. Risponde indirettamente
toni tutto sommato fin troppo nel suo intervento il capogrup-
ronaca di un’approvazio- bassi. Qualche contestazione po del Carroccio, Bricolo: “Il ddl

C ne annunciata. Il processo
breve passa in Senato sen-
za nessun brivido alle
13:09 con 163 sì, 130 no, 2 aste-
nuti. Una partecipazione mas-
per Giampiero D’Alia (Udc) che
accusa la Lega: “Voterà un testo
che è la pietra tombale per il fe-
deralismo fiscale”. Dal Carroc-
cio parte il primo coro di
è una norma di civiltà necessaria
per attuare la Costituzione sul
giusto processo”. Denuncia la
Finocchiaro: “Voi state appro-
vando il 19esimo provvedimen-
siccia da parte dei senatori del “Buuu!” e di “Basta, smettila! So- to ad personam dell’era berlu-
Pdl che la dice lunga sul fatto che no frottole!”. Ma D’Alia conti- sconiana. Decretate la fine di mi-
l’ordine di scuderia da parte del nua. Obiettivo del ddl non è solo gliaia di processi penali e quindi
presidente del Consiglio è stato “salvare il premier”, ma anche ci sarà una giustizia negata per
forte e chiaro. Sul fronte dell’op- “gli amministratori che hanno migliaia di cittadini”. Dal canto
posizione, che il tentativo di processi in corso davanti alla suo, il capogruppo del Pdl Mau-
ostruzionismo fosse fallito e si Corte dei Conti”. Il riferimento è rizio Gasparri nega: “La legge
fosse arenato anche nelle sabbie all’allora Guardasigilli Roberto che noi proponiamo non can-
del voto segreto, si era già capito Castelli che con la norma tran- cellerà i processi”. La protesta
l’altroieri. E dunque l’aula di Pa- sitoria vedrebbe estinti alcuni plateale tocca all’Idv – che già
lazzo Madama è arrivata al voto procedimenti che lo riguarda- nella notte tra martedì e merco-
ledì aveva occupato l’aula – che
al momento del voto finale cer-
ca di arrivare al banco della Pre-
MUSSO Pdl sidenza e innalza i cartelli: “Ber-
lusconi fatti processare” e
“Muoiono i processi Cirio-Par-
ma non voto malat”. Su tutte le furie Renato
Schifani.
anderò al presidente Berlusconi la mia dichia- Ma l’unico momento davvero
“M razione di voto insieme con un barattolo di
pesto rigorosamente senz’aglio fatto da me”. Enrico
“non scritto” della giornata è la
dichiarazione di voto del senato-
Musso, senatore del Pdl, in aula ha fatto una dichia- re Pdl, Enrico Musso che spiega
razione di voto semplice e lineare per spiegare la sua la sua non partecipazione al vo-
scelta di non votare il disegno di legge sul processo to, motivandola non tanto nel
breve. “La maggioranza ha sbagliato a mettere in- merito del provvedimento, ma Il Presidente del Consiglio prende
sieme due obiettivi: quello di ridurre i tempi dei processi e quello di tutelare perché il suo partito non ha vo- a simboliche pistoletatte
il presidente del Consiglio dalle vicende giudiziarie che lo riguardano. Lo si luto ammettere apertamente i processi che lo riguardano, Ora, la parola passa alla Camera. vi”. Perché “10 o più anni” sono
sarebbe dovuto ammettere senza problemi, così come del resto fa lo stesso che sarebbe servito al premier. nell’illustrazione E la partita non è del tutto finita. troppi. Insomma, il ddl non si
Berlusconi”. Genovese, professore di Economia applicata, Musso nel 2007 Realtà molto chiara ed evidente di Marilena Nardi I finiani hanno detto in questi merita l’appellativo di “proces-
si candida a sindaco di Genova come indipendente con il centrodestra contro giorni che potrebbero avanzare so breve”, ma semmai quello di
la Vincenzi. Perde. Ma di soli 5 punti. Un successo. È lo stesso Berlusconi a dubbi sulla costituzionalità del “processo lungo”. Una posizio-
chiamarlo: “Ti porto in Parlamento”. Ma questo non gli impedisce di votare
contro un provvedimento essenziale per il Cavaliere. D’altra parte, aveva
Il Pd: uno nei corridoi. Tant’è vero che il
relatore Valentino si era spinto
testo. Granata ribadisce: “Non
ci stiamo ad approvare un prov-
ne che sembra ventilare la pos-
sibilità di un altro intervento
annunciato la scelta ai senatori del suo gruppo: “Non hanno obiettato nulla.
Nei corridoi di fatto nessuno mi ha dato torto. Si sono semplicemente limitati
scandalo negli scorsi giorni a dire a un se-
natore dell’opposizione: “Basta
vedimento che uccide la giusti-
zia”. Oggi intanto Fini e Berlu-
normativo: forse la norma sulla
“inappellabilità” delle sentenze
a rispondere che se avessero detto apertamente che questo ddl sarebbe
servito a Berlusconi sarebbero stati strumentalizzati”. Ma, spiega, “tutelare
Bagarre Idv: che non ci toccate le norme
transitorie. Sul resto si può trat-
sconi si incontrano di nuovo a
pranzo e sicuramente affronte-
di assoluzione in primo grado.
Quanto ai processi che lo vedo-
chi governa da possibili aggressioni giudiziarie è un problema reale, con- tare”. E sono proprio le norme ranno l’argomento. Il premier no coinvolto, il Cavaliere li de-
creto”. E dunque si sarebbe dovuta portare alla luce quella che Musso in Schifani si transitorie quelle che servono al ieri è intervenuto con tutta la si- finisce senza mezzi termini “plo-
aula ha definito “l’agenda nascosta del premier”. Non è la prima volta che presidente del Consiglio. Che cumera di chi a questo punto toni di esecuzione”. Contento o
Musso vota in difformità con il suo gruppo. L’aveva già fatto in occasione del infuria con questo testo si salva dai pro- vuole stravincere. Ha espresso no, parla di una sorte di amnistia
testamento biologico: “Sento un dovere di vivere, ma penso di non avere il cessi Mills e Mediaset e raggiun- parere “negativo” sul testo, no- di fatto il Comitato Intermagi-
diritto di imporre agli altri questa mia visione”. wa.ma. I finiani ge così l’obiettivo di scamparla nostante sia stato elaborato dalla strature, che rappresenta magi-
dai procedimenti che gli pendo- sua stessa maggioranza: i tempi strati ordinari, amministrativi,
puntano i piedi no sulla testa. introdotti “sono ancora eccessi- contabili e avvocati dello Stato.

Dagli omicidi in corsia a Parmalat: colpo di spugna LA NORMA

LA DICIANNOVESIMA
I GIUDICI: CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PROCESSI IN FUMO, ALTRO CHE DIRITTO ALLA SICUREZZA LEGGE AD PERSONAM

M agistratura ordinaria, am-


ministrativa, contabile e
avvocatura dello Stato hanno
“Realizza un vero e proprio
colpo di spugna, che assicu-
rerà una completa impunità
la calunnia, la falsa testimo-
nianza, l’incendio, l’aborto
clandestino”.
dere con i principi del giusto
processo”. Si tratta - sostengo-
no i magistrati - “di una rego-
A qualsiasi costo, senza se e senza ma, il
processo breve deve essere legge.
L’unica, in questo momento, che fa ottenere
emesso un unico verdetto, di per i tipici reati della crimina- Secondo i magistrati saranno lamentazione che indiretta- a Silvio Berlusconi ciò che vuole: l’impunità
condanna del cosiddetto lità dei colletti bianchi, ma an- condannati a “immediata mente rischia di alimentare il garantita. Grazie a questa normativa si
“processo breve” che - come che per molte insidiose forme estinzione” i processi “per i senso di impunità, con buona estingueranno i processi di Milano, “Mills”
si legge nel loro documento di delinquenza diffusa in dan- crac Cirio e Parmalat, per le pace del diritto alla sicurezza e “Mediaset”. La norma transitoria, della
firmato Comitato intermagi- no di persone deboli. Si ren- scalate alle banche Antonve- dei cittadini onesti”. A. Masc. diciannovesima legge ad personam,
strature - “impropriamente derà, di fatto, impossibile l’ac- neta e Bnl, per la corruzione prevede che i processi di primo grado, per
viene denominato misure per certamento di delitti come gli nella vicenda Eni-Power, per reati commessi fino al 2 maggio 2006, con
la tutela del cittadino contro omicidi colposi realizzati le morti bianche alla Thyssen, Il Comitato pene inferiori ai 10 anni, vengono estinti,
la durata indeterminata dei nell’ambito dell’attività medi- per le morti da amianto. Ver- se non c’è stata la sentenza a due anni dalla
richiesta di rinvio a giudizio. Come i
processi perché cancellerà
ogni speranza di giustizia per
ca, le lesioni personali, le truf-
fe, gli abusi d’ufficio, la cor-
ranno posti nel nulla centinaia
di migliaia di processi, con un
intermagistrature: processi milanesi a carico di Berlusconi.
Infatti per la presunta corruzione
le vittime di reati di partico-
lare gravità, trasformando il
ruzione semplice e in atti giu-
diziari, le frodi comunitarie, le
costo sociale e un danno era-
riale altissimi”. Nel documen-
impossibile dell’avvocato Mills, ( condannato anche in
processo penale in una tragi- frodi fiscali, i falsi in bilancio, to si sottolineano i danni an- appello), la richiesta di rinvio a giudizio è
ca farsa”. Per tutti i tipi di toga la bancarotta preferenziale, le che per i procedimenti civili, accertare del 10 marzo 2006, quindi per questo
questa legge avrà “effetti de- intercettazioni illecite, i reati amministrativi e contabili e si dibattimento si può cantare il requiem.
vastanti sulla giustizia”, so- informatici, la ricettazione, il sottolinea come questa nor- omicidi colposi, Stessa suonata per il processo Mediaset, sui
prattutto per l’applicazione ai traffico di rifiuti, lo sfrutta- mativa “non trova riscontro in presunti costi gonfiati per l’acquisto dei
processi di primo grado in mento della prostituzione, la nessun altro ordinamento, a li- corruzioni diritti tv: la richiesta di rinvio a giudizio è
corso (in base alla norma tran- violenza privata, la falsifica- vello europeo ed internazio- del 22 aprile 2005.
sitoria salva-Berlusconi). zione di documenti pubblici, nale, e non ha nulla a che ve- e frodi
Giovedì 21 gennaio 2010

INGIUSTIZIA

I termini si allungano in presenza di reati più gravi: 4 l’azione penale entro 3 mesi dalla fine delle indagini civile e la sua azione dovrà avere priorità. L’imputato sarà più breve di quella per i processi futuri: la
anni per il primo grado; 2 per l’Appello; 18 mesi per preliminari. Il corso dei termini è sospeso in caso di può anche non avvalersi del cosiddetto processo tagliola scatterà dopo 2 anni e non dopo tre. In
il giudizio di merito. Fino ad arrivare ai reati di mafia autorizzazione a procedere; se c'é impedimento breve. Le norme saranno applicabili anche ai questo modo, accusa l’opposizione, salteranno i
e terrorismo per i quali il primo grado dovrà durare dell’imputato o del difensore; per conseguire la processi in corso davanti alla Corte dei Conti. processi Mediaset e Mills in cui è imputato il premier.
5 anni: tre per l’appello e due per la Cassazione. Il presenza dell’imputato che deve essere estradato. 3) Norma transitoria - L’estinzione processuale si Il tetto dei 2 anni varrà anche per i processi in corso
giudice può poi aumentare tali termini fino ad un Dal giorno in cui cessa la causa di sospensione i applica ai processi in corso solo se sono relativi a davanti alla magistratura contabile purché siano
terzo se il processo è particolarmente complesso o termini tornano a decorrere. Se si estingue il reati indultati o indultabili, commessi cioé prima del ancora in primo grado e questo non si sia concluso
se ci sono molti imputati. Il Pm deve esercitare processo la parte civile trasferisce l’azione in sede maggio 2006, e se hanno pene inferiori a 10 anni. Ma in 5 anni. Non varrà invece se è già in appello.

I numeri “truccati” sui tempi


di Bruno Tinti Adesso la domanda è: quali
sono i processi più complicati?
eri 20 gennaio il Senato ha E, tra questi, quali sono quelli

I approvato il “processo bre-


ve”; adesso dovrà passare al-
per reati puniti con una pena in-
feriore a 10 anni per cui si deb-

e il condono per i soliti noti


la Camera e poi diventerà bono obbligatoriamente con-
legge dello Stato. cludere in 6 anni e mezzo? Nes-
Magari “legge dello Stato” è suno si stupirà scoprendo che si
troppo, visto che è una legge tratta sempre dei soliti: sono i
che serve solo per evitare a Ber- processi per corruzione, con-
lusconi di essere condannato cussione, peculato, falsa testi-
per corruzione in atti giudiziari DURATA MASSIMA: MA SE SI TRATTASSE DI UN’OPERAZIONE monianza, falso in bilancio, fro-
e di essere l’unico (credo) pre- de fiscale ecc. ecc; insomma
mier del mondo occidentale uf- CHIRURGICA, FAREBBERO MORIRE IL PAZIENTE? tutti quelli tanto cari alla classe
ficialmente dichiarato delin- dirigente del paese. Proprio
quente. Ma è questo che capita quei reati che sono puniti poco
quando si manda uno che com- la facciamo entro i termini pre- mezzo per i processi che riguar- del genere); spendiamo un po’ biamo, è di 8 anni. Lo ha detto (pensate: il falso in bilancio di
mette reati a fare il presidente visti, bene; se no, al diavolo l’ac- dano reati puniti con pena mas- di soldi per personale di cancel- anche Alfano nella sua relazione una società quotata in Borsa ha
del Consiglio dei ministri. Ciò certamento del reato, della re- sima inferiore a 10 anni fino a 7 leria e segreteria e qualche com- al Parlamento sullo stato della una pena massima di 4 anni; e
detto, non so da dove comincia- sponsabilità dell’imputato, del anni e mezzo per quelli puniti puter; recuperiamo questi soldi giustizia in Italia. Durata media parcheggiare la macchina utiliz-
re per parlar male di questa leg- diritto al risarcimento delle par- con più di 10 anni; per i soliti abolendo un centinaio di tribu- vuol dire risultante della durata zando un tagliando di parcheg-
ge. Forse la cosa migliore è par- ti offese, dell’interesse dello Sta- reati di mafia, terrorismo ecc. i nali piccoli e piccolissimi e del di tutti i processi, dalla guida gio contraffatto di 5) ma che ri-
tire dalla relazione che l’accom- to alla punizione dei colpevoli; termini massimi sono 10 anni. tutto inutili. Dopodiché stabi- senza patente all’omicidio, dal chiedono processi lunghi e
pagna. Il “processo breve” sa- processo ammazzato e via: così Sembrerebbero termini ragio- liamo che il processo penale de- furto al supermercato al traffico complicati. Sicché il risultato
rebbe imposto dall’art. 111 del- dice la Costituzione. E natural- nevoli: può un processo penale ve durare al massimo 6 anni e di droga, dall’oltraggio al vigile del “processo breve” sarà que-
la Costituzione (un’altra igno- mente non è vero: la Corte co- durare di più? Bè, no, non do- mezzo; anzi a questo punto an- urbano fino alla frode fiscale. Ed sto: tutti i processi per i reati da
minia fabbricata dal “dialogo stituzionale ha sempre precisa- vrebbe, anzi non deve. Quindi che 4 o 5 solamente: con qual- è evidente che un processo per quattro soldi si faranno regolar-
costruttivo” di maggioranza e to che ogni intervento legislati- bisogna darsi da fare per evitare che modifica che gente che sa guida senza patente si fa in un mente; e quelli per i reati vera-
opposizione) secondo il quale vo deve tener conto del corret- che duri tanto; il che non signi- come funziona un processo pe- quarto d’ora e che quello per mente gravi per l’economia na-
la legge deve assicurare la ragio- to bilanciamento tra tutti gli in- fica che la soluzione sia: se dura nale può elaborare in un meset- traffico di droga o frode fiscale zionale, per l’entità del danno
nevole durata del processo che teressi costituzionalmente ga- troppo non lo facciamo. Comin- to (ma deve trattarsi di gente richiede moltissimo tempo. Co- cagionato alle parti offese, per
non deve attardarsi “più del do- rantiti; e ciò in particolare nel ciamo con il buttare a mare l’at- che non ha interessi personali o sì durata media del processo si- la qualità degli imputati che pro-
vuto nell’affermazione della ve- processo penale, dove il princi- tuale Codice di procedura pena- di categoria da difendere), la co- gnifica che alcuni si concludo- prio grazie a questi reati occu-
rità giudiziale”. Insomma, se ce pio della ragionevole durata del le, compriamo una copia di un sa è possibilissima. Ma se, lascia- no in poco tempo e altri in mol- pano cariche pubbliche rilevan-
processo deve essere contem- qualsiasi Codice di procedura mo tutto così com’è, facciamo tissimo. E quindi un gran nume- ti, si estingueranno per “pre-
perato con quello dell’accerta- europeo e adottiamolo (con come se in ospedale ci fosse un ro di processi in effetti potran- scrizione processuale”, l’ultima
Ancora una mento della verità e della tutela
delle parti offese; sicché privi-
una legge che preveda l’assolu-
to divieto di modificarne anche
tempo massimo per ogni opera-
zione chirurgica: entro due ore
no essere conclusi prima della
tagliola del “processo breve”:
salvaguardia di una classe diri-
gente inguaribilmente dedita al
volta legiare il rispetto della rapidità
formale senza curarsi di accer-
solo una virgola). Poi abroghia-
mo qualche centinaio di reati ri-
deve essere conclusa; se no, si
richiude la pancia del paziente e
tutti quelli che durano poco o
niente. Mentre quelli più com-
malaffare.
Ultima perla: gran parte della
la Costituzione tare la verità dei fatti è non solo
privo di senso ma anche non co-
dicoli che fanno perdere un
mucchio di tempo (omessa
vada a morire da qualche parte.
Vi pare ragionevole?
plicati, quelli che durano anni e
anni (sono quelli che fanno sa-
relazione che illustra il “proces-
so breve” racconta di progetti di
stituzionale. E quindi è ragione- esposizione della tabella dei Ma poi, quali pazienti mandia- lire la media) non si faranno legge molto simili, elaborati ne-
chiamata vole pensare che anche questo giochi leciti, omesso versamen- mo a morire da qualche parte; mai. Insomma, per continuare gli anni passati da vari governi di
nuovo parto della fantasia dei to di ritenute fiscali e Inps, par- voglio dire, quali processi ri- con la metafora dell’ospedale, si sinistra (?). Come dire: “Trattasi
in causa da B. think tank berlusconiani farà la cheggio utilizzando voucher nunciamo a fare? Qui sta il bello. cureranno presto e bene quelli di riforma condivisa; tanto è co-
fine dei precedenti: una senten- contraffatti, guida senza paten- Come tutti sanno la durata me- che hanno l’influenza e il raf- sa buona e giusta che anche gli
Per essere za della Corte lo spazzerà via. te, soggiorno illegale nel terri- dia del processo penale italia- freddore; per cancro e infarto, altri…”. E poi si stupiscono se
Ma poi quali sono i termini torio dello Stato – pena prevista no, con le leggi, l’organizzazio- dopo due ore, via, che muoiano uno dice che questa opposizio-
stravolta previsti? Variano, da 6 anni e 10.000 euro – e altre amenità ne giudiziaria e le risorse che ab- pure. ne ti fa incazzare.

Bavaglio alla Corte dei Conti, salvi Castelli e Meocci EFFETTI COLLATERALI

Anche su Telecom
I MAGISTRATI CONTABILI: IMPUNITÀ PIÙ FACILE PER CHI SPERPERA DENARO PUBBLICO
di Antonella Mascali grado. L’estinzione vale anche
per i processi contabili in corso
norme procedurali che risalgo-
no al 1933 e affrontare il proble-
dasigilli Castelli (già condanna-
to l’anno scorso per 2 contratti
nessuna risposta
e briglie strette alla Corte dei
Ltimana
Conti sono state messe la set-
scorsa dal relatore del
di primo grado, al momento di
entrata in vigore della legge. In
questo caso, secondo la norma
mi di organico. Mancano 100
magistrati”. Il consigliere sotto-
linea l’ambiguità della normati-
alla società Global Brain, insie-
me al capo di Gabinetto, Set-
tembrino Nebbioso), e gli ex
S iete nell’elenco delle migliaia di perso-
ne spiate da Telecom? Avete pensato
che cercare adescare i giornalisti con una
maxiemendamento al ddl “pro- transitoria, solo se “sono tra- va: “Si stabilisce che i processi di sottosegretari Valentino (ap- escort per carpire informazioni, come è acca-
cesso breve”. Autore, il senato- scorsi almeno cinque anni” dal- primo grado debbano durare tre punto relatore del processo bre- duto al vice-direttore de Il Corriere della Sera,
re del Pdl, Giuseppe Valentino, l'atto di citazione in giudizio. anni, ma se vengono sospesi, in ve) e Jole Santelli. Sempre nel Massimo Mucchetti, sia uno tra gli atti più igno-
possibile beneficiario per Un colpo alle funzioni di un or- attesa dell’esito dei procedi- Lazio pende il caso della nomina bili che una multinazionale possa compiere? Vi
l’estinzione di una massa di pro- gano che - secondo la Costitu- menti penali, cosa accade? I ter- a direttore generale della rai, di siete indignati per tutto questo? Beh, avete fatto
cedimenti. Non c’è ancora un zione - ha funzioni di controllo e mini vengono o non vengono Alfredo Meocci. male. Perchè tra i processi che salteranno per
numero ufficiale, sta racco- giurisdizionali sulla corretta ge- sospesi?”. Un’occasione d’oro Buscema insiste sulle conse-
gliendo i dati il procuratore ge- stione delle risorse pubbliche e per chi deve essere giudicato: guenze della normativa: “È più legge c’è anche quello alla security Telecom. E
nerale Mario Ristuccia. La nuo- dell’azione amministrativa, sul ha buone probabilità di cavarse- facile l’impunità per chi sperpe- così la giustizia potrà davvero dire di essere
va normativa prevede che i pro- rispetto degli equilibri finanzia- la grazie all’estinzione, e magari ra denaro pubblico e abusa del arrivata alla farsa. Per gli imputati che han-
cessi contabili si estingueranno ri complessivi. Il presidente succede lo stesso al suo proces- suo potere. La conseguenza è no già ottenuto l’ok al patteggiamento, tra i
se la sentenza di primo grado è dell’associazione nazionale ma- so penale. “È proprio così - ri- che si crea sconcerto tra i tanti quali Giuliano Tavaroli, infatti non cambie-
stata emessa dopo 3 anni dal de- gistrati della Corte dei Conti, il sponde Buscema - e la sospen- bravi amministratori che rispet- rà niente. E arriverà la pena. Per tutti gli al-
posito dell'atto di citazione in consigliere Angelo Buscema, sione avviene soprattutto per tano le regole. Non si incentiva tri, tra cui l’azienda che si visto contestare
giudizio. Due anni, se il danno esprime a Il Fatto tutta la sua con- procedimenti molto delicati”. il buon governo. Per non parlare una violazione della legge 231, ci sarà in-
non supera i 300mila euro. I trarietà a un provvedimento Oltre il magistrato non va, ma si della perdita di ingenti risorse vece la prescrizione. Una storia da fanta-
processi in appello decadranno che reputa “dannoso e illogico. sa che, per esempio, alla Corte pubbliche nel momento in cui
scienza. O se preferite una storia italiana.
se trascorrono due anni dalla Per essere più efficienti, si do- dei Conti del Lazio pende un non ci sono le condanne al risar-
notifica della sentenza di primo vevano semplificare, invece, le procedimento contro l’ex Guar- cimento del danno erariale”.
pagina 4

I NOSTRI EROI

SÌ, MIO PADRE È UN ESEMPIO


Umberto Ambrosoli: guardo a lui su come si può essere
cittadini, su come si può dare il proprio contributo
di Stefano Feltri che ha fatto qualcosa con crac di Sindona. Perché l’ha interessi superiori per giu-

ome si diventa eroi in Ita-


l’obiettivo preciso di diventare
un eroe. Nel caso di mio padre
fatto, quindi?
Il bello è che può non esserci
stificare l’atteggiamento
della politica: la ragion di VOTATE i vostri eroi
C lia? Umberto Ambrosoli è
figlio di quello che è stato
definito dal giornalista
Corrado Stajano “un eroe bor-
ghese”: Giorgio Ambrosoli.
e degli altri che avete indicato
sul Fatto come eroi, da Falcone
a Pertini, non si applica quel
concetto di eroismo che si
identifica con una straordina-
bisogno degli incentivi. Que-
ste storie, quella di Falcone, di
Borsellino e tantissime altre
che questo paese offre, dimo-
strano che è possibile interpre-
Stato, la Guerra fredda, il
Muro di Berlino, che impon-
gono scelte sgradevoli ma
necessarie.
A posteriori con la dialettica si
su antefatto.it
er noi, nel pantheon immaginario che dovrebbe essere
PCi sono,
alla base del convivere civile, non ci sono i delinquenti.
Avvocato, milanese, classe rietà. Non sono eroi in senso tare il proprio ruolo di respon- può provare a giustificare tut- invece, tutti quegli uomini e donne che hanno
1933, monarchico, specializ- mitologico. E’ importante ca- sabilità, qualunque essa sia, in to. Io penso che le considera- speso la vita per combattere la criminalità, per arginare la
zato in fallimenti bancari: nel pirlo perché altrimenti, di termini coerenti con i propri zioni non si fanno a posteriori: corruzione, per garantire al paese la libertà di parola, di
1974 viene nominato dal mini- fronte a doti straordinarie, vie- valori, senza fini o interessi di- la correttezza di un’azione e di voto e di pensiero. In una frase: tutte quelle persone che
stero del Tesoro liquidatore ne da dire: “Io sono una perso- versi da quelli a cui la respon- una scelta la si vive in relazione hanno tentato di rendere l’Italia un po’ migliore. I nostri
della Banca privata di Michele na normale e non potrò mai es- sabilità è volta. E si può essere al contesto sociale in cui la si eroi sono questi. In redazione ne abbiamo scelti cinque. Ma
Sindona, un finanziere con sere come loro”. Per questo, liberi. Liberi di fare affidamen- compie. E il punto di riferi- potevano essere molti di più. Per questo adesso vi chie-
stretti legami con la mafia ame- più che eroe, mi sento di dire to sulla propria capacità di de- mento di ogni contesto sociale diamo, cari lettori, che anche voi facciate una scelta. La
ricana e il Vaticano, dagli ap- che mio padre è un esempio. cidere, non delegando agli altri è l’ordinamento: la legge inte- vostra scelta. Vogliamo sapere quali sono i vostri eroi. In-
poggi potenti, su tutti Giulio In che senso? il significato delle scelte che si sa non come legalità ma come dicate, se volete, i loro nomi su antefatto.it. Spiegate nei
Andreotti. E’ un esempio di come si può fanno e quindi non delegando rispetto della volontà popola- commenti il perché della vostra decisione. Peter Gomez
Il crac della banca si poteva ri- essere cittadini, di come si può le responsabilità. re. Bisogna considerare una se-
solvere in due modi: a spese dare il proprio contributo al “Sono solo”, dice Giorgio rie di fattori: il suo amore per il
dei contribuenti (cioè delle contesto in cui si vive, che sia Ambrosoli a sua madre la paese, cioè per la collettività,
banche pubbliche) o a spese di quello familiare, quello profes- prima sera dopo la nomina a la sua volontà di sentirsi parte
chi aveva contribuito a creare sionale o quello del paese. Ed è commissario liquidatore. E attiva e dinamica, non qualcu- “piano alto” ed è rimasto quel- quella “varia-
il dissesto, anche se erano mol- bello vedere come questa con- la percezione della solitudi- no che occupa uno spazio e un lo che era. Per chi pensa che bile” sia stata
to potenti. Ambrosoli viene uc- sapevolezza di responsabilità, ne sembra una costante, an- tempo, la sua consapevolezza non ci sia modo di ottenere la uccisa pone
ciso, su mandato di Sindona, nel caso di mio padre e per gli che in altre vicende come di essere un genitore. E quindi propria tranquillità senza elu- una sorta di
da un killer della mafia nel altri che avete indicato sul gior- quella di Borsellino. la responsabilità verso il conte- dere la norma, per chi è con- consacrazio-
1979 perché ha scelto la secon- nale, venga vissuta anche nel Non si trattava, nel caso di mio sto in cui vivranno i suoi figli. vinto che raggiunto un certo li- ne al suo lavo-
da opzione. momento della massima ten- padre come certamente in Suo padre si scontra con gli vello di responsabilità non sia ro. Ma a rendere
“E’ indubbio che pagherò a ca- sione. quello di Borsellino, di una la- interessi dello Ior, con quelli possibile evitare di rimanere eroi quelli come
ro prezzo l’incarico: lo sapevo Nella ricostruzione che lei mentela della solitudine da un di Andreotti, della mafia e di invischiati o di privilegiare se mio padre è soprattutto l’aver
prima di accettarlo e quindi fa nel libro “Qualunque cosa punto di vista emotivo. Ma co- ambienti in cui tutti sem- stessi rispetto agli altri, alla col- continuato a fare il proprio la-
non mi lamento perché mi è succeda”, emerge chiara- me potenziatore della respon- brano ragionare con coordi- lettività, la storia di mio padre è voro con la consapevolezza
stata data un’occasione unica mente come suo padre non sabilità: è il disagio che provi nate morali diverse dalle lì a dimostrare il contrario. E delle conseguenze.
di fare qualcosa per il paese”, avesse alcun incentivo a sce- quando ti accorgi che quello sue. Non pensa che sia ine- che esistono delle “variabili”. Come spiega il senso della
scriveva già nel 1975 in una fa- gliere la soluzione più fati- stesso paese che ti ha dato un vitabile, quando si arriva a Cioè delle persone che rendo- morte di suo padre e del suo
mosa lettera alla moglie. An- cosa nel decidere chi doveva incarico, che ti ha assegnato gestire un grande potere, no false le affermazioni lavoro, quando ne parla nel-
che il figlio Umberto, 28 anni, pagare per il delle responsabilità pesanti, corrompersi almeno in una sull’inevitabilità le scuole?
ha scelto di fare l’avvocato. non è così monolitico nel certa misura? dei compro- Cerco di spiegare agli
Avvocato Ambrosoli, in che volere che tu raggiunga Non sono d’accordo. La storia messi. Il fat- studenti che quella
senso quella di suo padre è la gli obiettivi che esso di mio padre dimostra il con- to che poi di mio padre po-
storia di un eroe? stesso ti ha assegnato. trario: che i “piani alti” sono trebbe essere la loro
Serve una premessa: non stia- In questi casi c’è fatti dalle persone. Nel suo pic- storia. Non sedeva
mo parlando di una persona sempre chi invoca colo mio padre è arrivato a un sui banchi di scuola
pensando che sareb-
be diventato un
Giovanni Falcone Giorgio Ambrosoli eroe per il paese. La
(1939-1992) (1933-1979) sua è stata una vita
proiettata verso la

“ In Sicilia la
mafia colpisce
“ Con l’incarico
ho avuto un
i servitori dello potere enorme
Stato che e discrezionale
lo Stato non è al massimo e ho
operato solo
riuscito a
nell’interesse
proteggere

DAI LETTORI
” del paese


NON DIMENTICATE GIACOMO MATTEOTTI, LIBERO GRASSI E CARLO ALBERTO DALLA CHIESA
Moini viene definito statista per non si sa ancora il giovane giudice Livatino incredibile; 5) Marisa Belisario -
Un grazie al Fatto Quotidiano per Fracesca quale logica). Angelo Denis Londero che sceglie di morire pur di non Unico esempio di donna manager
aver scelto di ricordare i nostri veri Avanti Il Fatto, ORA AVANTI TUT- Complimenti per la qualità e la arretrare verso la mafia. Poi capace di coniugare, produttività,
eroi. TA! Scardineremo questo sistema Anteo libertà di questo giornale. In Italia Adriano Olivetti perché pur indu- merito e umanità oltre che senso
schifoso e corrotto! Pubblicate i Potete dedicare una prima pagina la memoria è troppo corta. Voi striale, ha anteposto il progetto e di responsabilità nella gestione
Francesca nomi dei NOSTRI EROI ogni gior- a Giacomo Matteotti? Giacomo siete tra i pochi che la manten- il bello allo sfruttamento dell’uo- dell’impresa, altro che Samuele
Dimenticate Carlo Alberto Dalla no!!!!!! Matteotti è stato assassinato per- gono viva. mo sull’uomo dando vita a quella Landi...
Chiesa. ché fiero e consapevole opposi- grande utopia che ha rappresen-
Fracesco tore del fascismo e della corru- Ivan tato. Luca S. - Torino
Maunan Bravissimi! Avete ancora colpito zione del regime fascista fin dalle Grazie di esistere ragazzi! Una La mia scelta è caduta su Giuseppe
Avete centrato ancora una volta il nel segno! Che bello vedere Pertini origini (non esiste fascismo one- prima pagina come questa ci vo- Braida Impastato, Giovanni Falcone e Pao-
nostro cuore... grandi! Ma che tri- e Berlinguer al posto delle facce sto). Matteotti rappresenta da leva proprio e ci speravo tanto! I miei 5 eroi: 1) Sandro Pertini - Il lo Borsellino, Enzo Biagi ed Enrico
stezza mi prende a pensare ai che da anni vediamo sulle prime sempre la personalità politica alla Grazie! presidente della Repubblica mi- Berlinguer. I grandi temi sempre di
nostri “politici” attuali e soprat- pagine dei giornali italiani. quale tutti gli onesti devono ispi- gliore degli ultimi 150 anni, so- attualità in Italia: la lotta alla mafia
tutto in quali condizioni lascere- rarsi e in questi tempi a maggior Enzo cialista sincero, corretto e integer- e i due attori principali: la così detta
mo la democrazia italiana ai no- Briz ragione. In questi tempi dove per- Ho scelto: Giulio Carlo Argan che rimo; 2) Libero Grassi - Nulla da “società civile”, cioè tutti noi, e i
stri figli! Grande prima pagina di forte im- sonaggi sordidi proclamano eroi ha dimostrato ciò che era indimo- aggiungere, rifiutò il pizzo, in tem- magistrati, ciascuno impegnato a
patto. Ieri Borsellino avrebbe dei delinquenti ritorniamo a ma- strabile, ovvero governare con pi di omertà; 3) Giacomo Mat- combattere e a denunciare fino a
Guglielmo Citarella compiuto 70 anni e non un solo nifestare nel nome di Matteotti. onestà una grande città come Ro- teotti - Mise l’Italia e gli italiani di pagare con la vita; l’informazione ,
Ma quale futuro attende una na- telegiornale ha dato la notizia ma. Poi Antonino Caponnetto mio fronte alle proprie responsabilità l’impegno a raccontare i fatti senza
zione che a volte dimentica, a vol- quando ci hanno tediato con Cra- SamuraiSenzaPadrone eroe civile da sempre. Poi Rocco davanti alle porcherie e ai brogli omissioni, senza faziosità e (dote
te divora i suoi figli migliori per poi, xi, uno che ha lasciato l’Italia sul In effetti di eroi ce ne sono tanti, a Chinnici che ha pagato con la vita dei fascisti, pagando con la vita; 4) da non sottovalutare) con chiarez-
invece, ricordare una banda di lastrico e che è stato beccato con me viene in mente don Milani per il suo spirito di servizio disinte- Enzo Tortora - Affrontò il giudizio za; la questione morale nella po-
cialtroni di nani e ballerine? le mani nel sacco (ma per questo esempio... ressato per lo Stato e il paese. E con una dignità e determinazione litica.
Giovedì 21 gennaio 2010

I LORO EROI

Paolo Borsellino
(1940-1992)

“ Chi ha
paura muore
I “CONTI” DI CRAXI
ogni giorno,
chi non ha
paura muore
LI PAGHIAMO CARI
una volta
sola ANCORA OGGI
” Con lui al governo il debito pubblico
è volato dal 60 al 120 per cento del Pil
Sandro Pertini di Gianni Barbacetto chio sistema dei partiti permette la manovra
(1896-1990) da brivido di 100 mila miliardi del governo
ettino Craxi? È uno statista. Conti esteri Amato e il risanamento poi continuato dal go-

“ Oggi la nuova
resistenza
bile di passare il nostro tempo
sulla Terra.
La vicenda di Giorgio Am-
brosoli, però, non compare
B e tangenti sono particolari insignifican-
ti. E allora: che cosa ha fatto lo statista
Craxi in materia di politica economica?
L’economista Salvatore Bragantini lo ha rias-
sunto in modo sintetico sul Corriere della Sera:
verno Ciampi. L’economista Tito Boeri fa no-
tare che in quegli anni di debito pubblico
neppure si parlava: “L’espressione debito
pubblico dal 1984 al 1989, proprio mentre il
debito esplodeva, appare nei titoli del Corriere
in che cosa nei programmi scolastici “Sotto la guida politica sua – e di De Mita, che della Sera solo 50 volte. Oggi la si legge quasi
non si studiano e la televisio- oggi non a caso ne canta le gesta – il nostro tutti i giorni”.
consiste? ne non la racconta spesso. debito pubblico è volato dal 60 al 120 per cen- Alla formazione del debito non era estra-
Qualche tempo fa sono torna- to del Pil; di qui il macigno che tuttora grava neo il sistema delle tangenti, che pesava sulle
Nel difendere la to nel mio liceo per una lezio- sulle spalle del paese e ne frena lo sviluppo”. finanze pubbliche. Nel 1992 l’economista
ne organizzata da alcuni pro- Per una valutazione della politica economi- Mario Deaglio ipotizza che il sistema Tangen-
Repubblica fessori sul tema della legalità. ca di Craxi non viziata da pregiudizi, è neces- topoli in Italia abbia indotto un giro d’affari
Quando studiavo ero abba- sario ricordare innanzitutto che il segretario attorno ai 10 mila miliardi all’anno, generan-
e la stanza attivo nella politica stu- del Psi va al governo, nel 1983, in un contesto do un indebitamento pubblico tra i 150 e i
dentesca, chiedo ai miei pro- economico generale molto favorevole. Gli 250 mila miliardi di lire, con 15-25 mila mi-
democrazia fessori: “E’ rimasto tutto ugua- anni tra il 1985 e il 1989 possono essere con- liardi di relativi interessi annui sul debito.

normalità. Le sue scelte poi so-



faccia inevitabile di quello di
responsabilità: suscita grande
entusiasmo capirlo con una
le?” Loro rispondono con gran-
de pessimismo che i ragazzi so-
no diventati molto più tran-
quilli, non fanno nulla, giusto
due manifestazioni di rito
siderati, in rapporto alla crescita economica,
i migliori degli ultimi tre decenni di storia ita-
liana. La ricchezza del paese cresce a ritmi
che oggi sarebbero da sogno: il Pil ha incre-
menti annui tra il 2,5 e il 3 per cento e nel
C’è poi un altro fattore negativo nel bilan-
cio Craxi: la gestione delle partecipazioni sta-
tali. Le imprese di Stato, già occupate e spre-
mute dalla Dc, vengono assalite dal Psi che
cerca di contendere spazi (e soldi) ai demo-
no diventate straordinarie per- storia come quella di mio pa- all’anno, ma nessun dibattito. 1988 sfiora il 4 per cento. Il quadriennio di cristiani. Nei consigli d’amministrazione,
ché il contesto in cui ha agito dre che, al di là del suo finale, è In palestra non ci sono più as- Craxi al governo (1983-1987) è dunque be- Craxi mette i suoi guastatori: nell’Iri presie-
non era in sintonia con i suoi quella del miglior modo possi- semblee ma soltanto educazio- nedetto dalla sorte. duta da Romano Prodi c’è Massimo Pini;
valori. L’isolamento, istituzio- ne fisica. Ci ho riflettuto. E poi Se la congiuntura fortunata non è un me- nell’Eni arrivano Franco Reviglio e Gabriele
nale e, latu sensu, politico, ha re- mi sono reso conto che, sì, al- rito, Craxi può però rivendicare il successo Cagliari. Altro che modernizzatore: Craxi
so difficili quella linea di com- cune cose forse sono cambiate ottenuto nella politica di rientro dall’inf lazio- perpetua, allarga e approfondisce le satrapie
portamento. E più rischio- in vent’anni. Ma io non avevo ne. Era al 15 per cento nel 1983, è sotto il 5 nel nelle partecipazioni statali, usandole come
sa. professori che organizzavano i 1987, quando Bettino è costretto a lasciare centri per ottenere potere, clientele, tangen-
Che reazioni hanno i ra- cicli di lezioni sulla legalità. E Palazzo Chigi. Il blocco della scala mobile e, ti. Anche in questo Mani Pulite servì a inver-
gazzi? che ci facevano conoscere sto- più in generale, delle indicizzazioni diffuse, tire la tendenza: “Senza Mani Pulite”, dirà l’ex
Apprendono con entusia- rie, ed esempi, come quella di ottiene risultati evidenti. Che non sarebbero presidente della Consob, Guido Rossi, “non
smo, soprattutto il biso- mio padre. però stati così clamorosi senza una fortunata ci sarebbe stata la svolta delle privatizzazioni
gno di consapevolezza e concausa esterna: il crollo del prezzo del pe- e l’Italia non sarebbe uscita dal suo sistema di
la voglia di libertà. La li- trolio, che da 40 dollari al barile precipita nel capitalismo senza mercato”.
bertà, da ragazzi, viene Enrico Berlinguer biennio 1985-86 sotto i 20 dollari al barile.
vissuta in termini di auto- (1922-1984) Dove invece Craxi fallisce pesantemente è
nomia, è poter fare quel- nella finanza pubblica. Malgrado le condizio-
lo che si vuole. Inve-
ce il concetto di li-
bertà è l’al-
tra
“ I partiti
di oggi sono
ni favorevoli e gli alti tassi di crescita, i suoi
governi non si differenziano da quelli della
Prima Repubblica che li precedono e li seguo-
no: finanza allegra, spesa senza controllo. Il
deficit pubblico raggiunge il suo record sto-
soprattutto rico nel 1985 (12,4 per cento del pil).
Il rapporto tra debito e Pil cresce ogni anni
macchine di sei, sette punti. Dal 63,1 di fine 1982
all’89,1 per cento di fine 1987. La reazione –
di potere massicce emissioni di titoli di Stato – non fa
che peggiorare la situazione, accrescendo la
spesa per interessi che diventa enorme e cre-
e di sce fino al 12,7 per cento del 1993. Nel
1992-93 l’Italia arriva a un passo dal baratro.
clientela Mani Pulite ha anche il merito di rendere pos-


PIETRASANTA
sibile l’inversione di rotta: il crollo del vec- Bettino Craxi nell’aula di Montecitorio

di Sandra Amurri
LETTERA DAL QUIRINALE Cordialmente

PER L’ARTICOLO
Pasquale Cascella (Direttore
dell’Ufficio stampa e IL SINDACO (INQUISITO) DEDICA UNA VIA A BETTINO
SU NAPOLITANO comunicazione della Presidenza
i fronte a una vicenda che ha stessa in cui si trova uno degli alberghi un sistema che prevedeva fondi occulti e

C aro direttore, in
riferimento
della Repubblica)

Esattamente come abbiamo


D risvolti comici si dovrebbe dire “Chi
ha il coraggio di ridere è padrone del
del sindaco, l’albergo Guiscardo, nome
da cui ha preso nome l’operazione della
società di facciata in cui ognuno aveva
una mansione: c’era chi si occupava
all’articolo “Napolitano scritto: mondo” seppure scomodare Leopardi Procura della Repubblica di Lucca. In delle speculazioni e dei pagamenti (o
e i ‘suoi’ miglioristi: così “Alla fine l’inchiesta finirà appare un sacrilegio. Sabato a verità cambierà solo il cognome della riscossione in forma “nera”), chi
lontani e così vicini a con un’archiviazione per
Craxi”, a parte ogni altra tutti”. Pietrasanta verrà intitolata una via a chiamandosi già via Bettino Pilli, targa seguiva e favoriva a livello
considerazione, preme Craxi. Artefice della decisione il sindaco apposta nel 1992, nel pieno di amministrativo le diverse fasi
far conoscere ai suoi del Pdl, Massimo Mallegni, arrestato nel Tangentopoli: “Medico condotto che dell’operazione collezionando una serie
lettori che esso 2006, poi rinviato a giudizio, il processo esercitò con esemplare dedizione il suo infinita di reati dalla corruzione alla
contiene, tra l’altro, una è in corso, per associazione a delinquere; apostolato (...) auspicando il riscatto dei concussione, alla tentata estorsione,
subdola ricostruzione di accusa che grava anche sul padre, lavoratori, l’eguaglianza e la liberazione falsi abusi e truffe. Stiamo parlando,
fatti inerenti un Mario, imprenditore edile, assieme dalle ingiustizie sociali, promosse e ovviamente, di un sindaco sotto
procedimento
all’assessore Alfredo Benedetti, al organizzò il movimento socialista in processo e, dunque, innocente fino a
riguardante l’allora
presidente della dirigente dell’urbanistica Dante Galli, al Versilia”. Nonostante questo da sabato sentenza definitiva. Comunque
Camera, Giorgio capo di gabinetto, Adamo Bernardi, e a il medico dei poveri verrà sostituito con l’iniziativa del sindaco non è piaciuta a
Napolitano, che fu personaggi di spicco dell’imprenditoria l’eroico politico morto ad Hammamet, un gruppo di giovani della cosiddetta
archiviato sulla base del locale. Alla cerimonia che si svolgerà nel da latitante. Seppure casualmente la società civile “perché è un’offesa per i
“difetto di qualsiasi utile chiostro di Sant’ Agostino è prevista la nuova targa verrà apposta da un sindaco cittadini di questo paese che ancora
elemento per il sostegno partecipazione di Stefania Craxi. La che secondo la tesi accusatoria avrebbe credono nei valori dell’onestà e del
d’accusa”. strada che cambierà “connotati” è la assieme agli altri imputati organizzato rispetto della cosa pubblica”.
pagina 6 Giovedì 21 gennaio 2010

COSE LORO

IL FATTO POLITICO
BERLUSCONI LANCIA BRUNETTA dc
Effetto
SINDACO DI VENEZIA
Il vertice del Pdl si apre con un documento molto duro contro l’Udc
regionali
di Stefano Feltri
a riunione molto attesa
Lpresidenza
dell’ufficio di
e si chiude lasciando spazio alle alleanze locali del Pdl inizia
in serata per stabilire i
rapporti con l’Udc alle
di Sara Nicoli somma, non ci sarebbero Campania, pare non ci siano sini. Al momento del voto so- caso di vittoria -i l vicepresi- prossime elezioni
dubbi sul fatto che sia Fini che dubbi sulla carta Caldoro, co- no entrate in campo le colom- dente della giunta, l’assesso- regionali. Ma è chiaro,
ottura definitiva con Casini stiano facendo le prove me sull’accordo con l’Udc be. E quelli che sono usciti rato ai Servizi o quello alla dalle parole di Silvio

R l’Udc? Alleanze sulle re-


gionali tutte a pallino?
Riapertura della que-
stione Lazio? Macchè. Chi si
aspettava fuochi fulmini e
di un centrodestra senza di
lui, partendo da quel labora-
torio che, gioco forza, sta di-
ventando il Lazio. Lo sa, ma
non può far altro che abboz-
che è alle viste, mentre in Ca-
labria (dove Loiero potrebbe
addirittura ricandidarsi con
l’Mpa) il nome di Scopelliti è
ancora un po’ in bilico, così
dalla riunione sono stati toni
molto più sfumati. Certo, si è
ribadita la critica alla politica
del “doppio forno” Udc a li-
vello nazionale, ma lasciando
Formazione, la direzione
dell’Agenzia sanitaria (che in
tempi di commissariamento
vale quanto un ministero) e
tre posti nel listino bloccato.
Berlusconi, quale sia
l’orientamento: “Non si
deve tornare alla
Repubblica dei partiti e
quindi le scelte debbono
saette uscire dall’ufficio di zare. Queste regionali rappre- come il possibile accordo con tuttavia aperture ampie alla Più l’assessorato all’Urbanisti- essere orientate da valori,
presidenza del Pdl contro Ca- sentano lo spartiacque della i centristi a cui il Pd avrebbe stesura di alleanze sul territo- ca che, hanno subito chiosato principi e programmi e
sini e la sua politica del “dop- legislatura; dalle urne usciran- offerto la presidenza con Oc- rio sulla base delle realtà po- i maligni, in famiglia fa piut- non da scelte
pio forno” è rimasto molto no gli equilibri politici che chiuto. Il vertice poi ha dato litiche locali. “Il modello di ri- tosto comodo visto che il suo- opportunistiche”.
deluso. Certo, la condanna al- traghetteranno anche il go- mandato ai tre coordinatori ferimento è la Sardegna - ha cero di Casini - Francesco Tradotto: Pier Ferdinando
la politica Udc c’è stata, ma verno fino alla fine del man- per presentare la prossima spiegato il falco Giorgio Strac- Gaetano Caltagirone - è il re Casini può allearsi con
meno pesante del previsto. E, dato: un passaggio troppo de- settimana le candidature per quadanio - dove Udc e Pdl del mattone non solo a Roma, chi vuole, ma con il Pdl si
d’altra parte, il Cavaliere lo licato per dare la stura agli Umbria, Marche e Toscana. non strinsero un patto di co- ma in tutta Italia. E se proprio, allea soltanto se ne
aveva fatto capire già dalla umori di chi, come ad esem- Per la Basilicata si pensa a modo bensì un’alleanza di alla fine, qualcuno non lo vor- condivide la base
mattina che il vertice del tar- pio il ministro Bondi, non ha Magdi Allam. prospettiva che non lasciava rà mandar giù, ci sarà sempre programmatica (e se
do pomeriggio non avrebbe intenzione di fare sconti su Il momento clou del vertice aperte le caselle dei distin- l’assessorato alla Sanità. In- serve a vincere). La
sortito nulla di clamoroso, an- nessun fronte ai centristi e di ieri sera, però, è stato un guo”. A dire il vero, il “ma- somma, un bottino non da po- principale novità
zi. Parola d’ordine, stempera- giudica qualsiasi alleanza “un altro. Quando, cioè, Sandro trimonio” con l’Udc nel Lazio co. Tutto questo, ma anche concreta che emerge
re. Con Casini. Ma anche con errore”. O come l’altro coor- Bondi ha tirato fuori un do- ha suscitato non pochi mugu- altro, sarà oggetto del nuovo dalla giornata di ieri
Fini. Il processo breve arrive- dinatore, Denis Verdini, se- cumento molto pesante, di gni tra i falchi del Cavaliere. Il pranzo di oggi tra Fini e Ber- riguardo le elezioni
rà la prossima settimana alla condo il quale l’Udc sarebbe fatto un ultimatum all’Udc, patto prematrimoniale, di fat- lusconi allargato ai capigrup- amministrative è la
Camera; Berlusconi non vuo- determinante solo in Piemon- punteggiato di passaggi mol- to, resta molto oneroso. po del Pdl e ai tre coordina- candidatura di Renato
le nessuna sorpresa. Una, in- te in appoggio alla Bresso e to duri verso la politica di Ca- All’Udc, infatti, andranno - in tori nazionali del partito. Brunetta a sindaco di
vece, è uscita ieri da Palazzo forse nelle Marche. Ieri il Ca- Venezia. Il ministro della
Grazioli: la candidatura di Re- valiere è arrivato a Palazzo Funzione pubblica, a
nato Brunetta a sindaco di Ve-
nezia. Per “sollevare la città
Grazioli con le idee molto
chiare su come può andare a
Spunta CONVERSIONI
lungo indeciso se provare
a sostituire l’uscente
dal degrado di questi ultimi finire la partita di marzo, forte l’ipotesi Massimo Cacciari è
anni”, ha spiegato una nota
ufficiale, ma di fatto una ca-
anche di un colloquio molto
serrato con il ministro Fitto, Romita
L’“Altro” ufficialmente in corsa. E,
se vince, potrebbe
sella nel governo che torna di-
sponibile per accordi nuovi
nel Pdl ad urne chiuse.
ancora fortemente contrario,
per altro, alla candidatura di
Adriana Poli Bortone nella sua in Puglia; per Sansonetti liberarsi un posto al
governo di cui Berlusconi
ha molto bisogno per
Intanto, via al piatto delle Re-
gionali. Di Pier “io non mi fido
- ha detto anche ieri ai suoi
Puglia. Dove restano appesi
anche Dambruoso, Rocco Pa-
lese. Mentre si fa strada l’ipo-
la Basilicata “S oltanto Silvio capisce di calcio”. E
poi: “Berlusconi guida il Milan co-
me guida il suo partito” e “come seleziona la
gestire un rimpasto che
continua a rimandare
(deve trovare una
Berlusconi durante l’ufficio tesi del giornalista del Tg1 Ro- si pensa a sua classe dirigente”. E, cioé, in un modo “ba- poltrona per Giancarlo
di presidenza del Pdl a palaz- mita, che ha già dato l’ok sato sulla fantasia e sulla imprevedibilità”; e Galan e per Daniela
zo Grazioli - e le sue maggio- all’eventuale investitura. In Magdi Allam anche “sull’idea che deprofessionalizzare (po- Santanchè).
ranze variabili servono solo a litica e sport) non ostacola l’efficienza e favo-
scardinare il bipolarismo; Il Ministro Renato Brunetta l Senato ottiene il via
non si deve tornare indietro
alla Repubblica dei partiti e
risce la modernizzazione”. Chi lo scrive? Emi-
lio Fede? Sandro Bondi? Paolo Bonaiuti? No,
Abreve,
libera il processo
al suo primo
credo che le alleanze non sul “Riformista”, Piero Sansonetti: ex “Unità”, passaggio parlamentare. Il
debbano essere fatte sulla ba- ex “Liberazione”, fondatore dell’ ”Altro” Partito democratico,
se di scelte opportunistiche”. poi diventato “Gli Altri” (prima quotidiano dopo le dichiarazioni
“Sono convinto - ha prosegui- e ora settimanale). Insomma, un giornali- fotocopia lette in segno di
to - di essere libero, in cam- sta di sinistra che più di sinistra non si può. protesta martedì,
pagna elettorale, anche in continua a tenere una
una regione ove vi fosse Possibile che l’accesa passione rossonera linea riassunta dalle
un’eventuale alleanza con un abbia accecato Sansonetti fino a spingerlo parole del segretario Pier
partito la cui posizione poli- tra le capaci braccia del Cavaliere? Anche Luigi Bersani: “Uno salvo
tica io non condivido, di ri- lui ha deciso di farsi ‘modernizzare’? e migliaia senza giustizia”.
volgere a questo partito delle Una contrapposizione
critiche’’. Per il Cavaliere, in- esplicita al governo che
non poteva comunque
bloccare il disegno di

Notte di trattativa tra i ricercatori dell’Ispra e il ministero legge, ma che serve a


Bersani per dimostrare
che la capacità di andare
allo scontro con
È IL SECONDO TAVOLO A DISTANZA DI DIECI GIORNI, MA QUESTA VOLTA LA PRESTIGIACOMO NON SI È PRESENTATA Berlusconi non è
un’esclusiva
di Caterina Perniconi bre 2009 (frase sibillina che esclu- è espressa è stata per la vigilia di scientifica e tecnologica applica- dell’opposizione
de tutti coloro che sono rimasti a Natale, quando ha chiesto ai ri- ta alla pesca marittima, l’Apat - dipietrista.
ottata di trattative per i ricer- casa tra marzo, giugno e novem- cercatori di scendere e al governo Agenzia per la protezione
Ntezione
catori dell’Istituto per la pro-
e la ricerca ambientale.
bre) e un secco “no” alla stabi-
lizzazione dei precari, anche di
(di cui fa parte) di risolvere una
vicenda che ormai cominciava a
dell’ambiente e per i servizi tec-
nici e l’Infs -Istituto nazionale per
Bersani ha bisogno,
Eregionali,
alla vigilia delle
Dopo un infinito tira e molla du- quelli che sono nell’istituto da più rimbalzare su tutte le tv. la fauna selvatica) e ad oggi non è di recuperare
rato tutto il pomeriggio di ieri, di dieci anni. Durante tutta la trattativa di ieri i ancora stato varato uno statuto credibilità di fronte a
sindacati e ministero hanno di- Il ministro Stefania Prestigiacomo ricercatori non hanno capito la unitario. quella parte del suo
scusso anche di notte sul lavoro e era assente ma aveva dato chiaro fretta di chiudere la vicenda con Mentre una folta delegazione di elettorato che gli chiede
il futuro dei ricercatori. mandato di chiudere la vicenda un rinnovo da parte di ministero e scienziati presidiava la trattativa al un’opposizione frontale.
Quello di ieri era il secondo ta- entro la giornata affinché i ricer- sindacati, perché sia la Provincia ministero, gli altri erano alle prese Oggi la corrente del Pd
volo, a distanza di dieci giorni dal catori scendessero dal tetto e con- che la Regione hanno promesso con i veti dei vertici dell’istituto che fa capo a Dario
primo, convocato dal ministero cludessero così una protesta che fondi per la loro assunzione, ma che ieri hanno impedito l’ingres- Franceschini dovrebbe
per ascoltare le ragioni degli ha avuto un risalto mediatico ina- ad una condizione: che l’Ispra ab- so sul tetto ad una troupe di An- presentare un sito web
scienziati che hanno protestato spettato. bia uno statuto a cui far riferimen- nozero che intendeva intervistare i che sarà la piattaforma
per due mesi sul tetto. “L’attesa è Il licenziamento di oltre 400 stu- to per lo stanziamento. Infatti ricercatori. della minoranza interna. E
stata snervante - dichiara Massi- diosi ha di fatto colpito l’opinione l’istituto è nato un anno e mezzo I giornalisti di Raidue volevano fa- l’Italia dei valori continua
miliano Bottaro, uno dei coordi- pubblica, e un sondaggio Ipr Mar- fa da tre enti separati (l’Icram - re inoltre un sopralluogo per po- a presentarsi come polo
natori della protesta - siamo qui da keting pubblicato da Repubblica di- Istituto centrale per la ricerca tersi collegare in diretta stasera del dissenso più netto,
12 ore dalle nove di mattina, per- mostra che il ministro che ha per- dal tetto. Ma i cancelli sono stati rispetto al Pdl ma anche
ché al ministero si erano messi in
testa che la cosa andava chiusa
so più credibilità dalla sua elezio-
ne è proprio quello dell’Ambien-
Il dicastero vuole sbarrati e la troupe è stata costret-
ta a ripiegare su qualche terrazzo
alla linea tenuta dal capo
dello Stato Giorgio
per forza. Ci vogliono prendere
per sfinimento ma noi non cede-
te. La Prestigiacomo, infatti, è pe-
nultima nella classifica di gradi-
chiudere: per del quartiere Casalotti, affacciato
sulla sede dell’Ente.
Napolitano, capace di
catalizzare i voti in uscita
remo”.
L’accordo in tre punti che è stato
mento, precipitata di 21 punti
percentuali rispetto alla sua no-
i sondaggi la vicenda L’episodio segue quelli avvenuti
durante le chiusure dell’ente a Na-
dal Pd: ieri il capogruppo
alla Camera Massimo
proposto è quello che i ricerca- mina. La sua inconsistenza rispet- tale e Capodanno con ripetuti in- Donadi ha avuto un duro
tori si aspettavano, valutato come to a temi importanti come l’inqui- ha intaccato terventi delle forze dell’ordine, scambio di lettere con il
un piatto di lenticchie: rinnovo di namento o la dispersione di im- convocate dai commissari Quirinale, a cui
un anno per tutti i contratti a tem- portanti risorse come i ricercatori la credibilità dell’Istituto per impedire a poli- contestava le parole usate
po determinato, rinnovo anche Ispra le sono costati una sfiducia tici e giornalisti di varcare l’in- nel ricordo di Bettino
per gli atipici presenti il 31 dicem- ad honorem. L’unica volta in cui si del ministro gresso dell’Ispra. Craxi.
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 7

CAOS REGIONALI

PRIMARIE IN
PUGLIA: 2 SFIDANTI,
ANZI 3
Guerra civile a colpi di inchieste:
escono verbali secretati su Frisullo
di Luca Telese intervista a Boccia. L’ex segreta- ci anni fa era il laboratorio del cen-
rio di Enrico Letta ha detto che trodestra. La Bari che aveva adot-
i inseguono dalla mattina alla non poteva andare. E in redazio- tato Bettino Craxi e la sua canot-

S sera, da una capo all’altro


della Puglia, fino a notte fon-
da, città dopo città. Domeni-
ca si vota per le primarie, manca-
no solo quattro giorni, in mezzo si
ne si è presentato D’Alema. Una
paginata di faccia a faccia pugna-
ce, alla sua maniera, e poi la bat-
tuta sarcastica che è diventata il
tormentone della sua campagna:
tiera madida era diventata – dopo
Mani Pulite – la capitale di Pinuc-
cio Tatarella. E poi la culla di Raf-
faele Fitto, un bastione elettorale
di Forza Italia e di uno dei pupilli
combatte una battaglia senza “Dobbiamo difendere Vendola da di Silvio Berlusconi. Poi c’era sta- I candidati alle primarie Nichi
quartiere. Si inseguono a Taranto, se stesso”. Il giorno dopo, nella to il cortocircuito: le primarie del Vendola e Francesco Boccia
a Brindisi, a Lecce. Ma con una stessa redazione, sulla stessa se- 2005. Il candidato designato era il buon esempio, il rinnovamento regione (dalemiano di ferro) San- (FOTO ANSA)
strana anomalia. Gli sfidanti sono dia si siede Nichi Vendola e ri- proprio Boccia. E il suo avversa- generazionale lo cominci da lui?”. dro Frisullo e un pugno di asses-
due, i contendenti sono tre. Da un sponde con un’altra battuta: “Lo rio, quella volta era stato Vendola. E ancora: “Boccia – dice D’Alema sori. Quando dalle indagini salta
lato Nichi Vendola, governatore ringrazio molto. Ma non ne ho bi- Boccia partiva con l’80% dei par- – è il candidato di un progetto di fuori che riceveva delle escort di re sono verbali secretati solo per
uscente. Dall’altro Francesco sogno. Non sono mica il Soldato titi dietro di lui, Vendola con il governo. Nichi è uno solo”. Nella Tarantini, Vendola lo dimissiona gli accusati”.
Boccia, ma soprattutto Massimo Ryan…”. 20%. Vendola ribaltò ogni prono- redazione del Corriere del Giorno, la dalla mattina alla sera e decapita Ecco perché, la guerra civile che
D’Alema, il suo grande sponsor, Dici Puglia, ed è come squader- stico e vinse sia le primarie, sia le direttrice, Luisa Campatelli chie- la giunta. “Non mi ha nemmeno ha sconquassato il Pd pugliese
che ha trasferito il suo quartier ge- nare una cerniera di cardini su cui elezioni. Oggi lo schieramento de: “E lei, di chi è candidato, Ven- voluto ascoltare!”, si lamenta Fri- non si spiega se non si parte
nerale a Bari. È una strana campa- possono girare in un senso o dei partiti è invariato. Ma un son- dola?”. Sorriso: “Io sono il candi- sullo dalla colonne della Gazzetta dall’inchiesta, e dalle sue conse-
gna elettorale, questa, fatta di col- nell’altro un alfabeto di progetti, daggio di Repubblica Bari assegna dato del Pd, visto che al congres- del Mezzogiorno. Mentre qualcuno guenze. Vendola ha considerato
tellate e di veleni, di affetti che si di modelli di governo: risanamen- percentuali incredibili e ribalta- so tutte e tre le mozioni mi indi- – come l’Italia dei Valori – critica le dimissioni di Frisullo un raffor-
virano nel rancore, di passioni to ambientale, energie rinnovabi- te: 20% Boccia, 80% Vendola. Pos- cavano in questo ruolo”. Fino Vendola da sinistra: “Ci vorrebbe zamento della sua giunta e un atto
mediterranee e umori neri. Per di- li, gestione pubblica delle risorse sibile? Il primo a frenare è proprio all’ultimo D’Alema e Boccia era- più coraggio”. Lui risponde: “La dovuto. D’Alema un affronto per-
re. A Taranto, quando è arrivato il a partire dall’acquedotto, che il governatore uscente: “A livello no contro le primarie. Poi, all’ul- mia bussola è la questione mora- sonale e un errore politico: la sua
candidato romano del Pd, Il Cor- Vendola vuole in mano alla regio- di pubblica opinione lo spero. Ma timo momento, quando è tra- le. Ma non avevo intuito che il si- battaglia all’ex governatore nasce
riere del Giorno – il principale gior- ne, e Boccia affidato (nella gestio- so che sarà dura quando domeni- montata la candidatura di Emilia- stema fosse così radicato”. Due lì. In mezzo alla faida ci si infila
nale della città – ha chiesto una ne) anche ai privati. La Puglia die- ca scenderanno in campo tutti gli no hanno dovuto accettarle. giorni fa si diffonde la notizia che l’Udc di Casini, che dice: “Siamo
apparati”. Certo, la presenza di Adesso chi perde è morto. anche Vendola sarebbe indagato pronti ad entrare nella coalizione
D’Alema in Puglia si sente: “Boc- E poi, su tutto c’è il sistema Taran- per “peculato”. La sua colpa? se si tolgono di mezzo i candidati
cia ha dieci anni meno di Vendola tini. Un sistema bipartisan che te- Aver chiesto notizie a Tedesco del no global”. Senti il proconsole
DIETRO LA NOTIZIA di Marco Lillo – dice il lìder maximo – è ora del neva nella sua pancia le escort di professor Logroscino, un lumina- dello scudocrociato, Angiolo San-
ricambio generazionale”. E di Palazzo Grazioli, e quelle che si in- re di Harvard che non era riuscito sa, e lui ti dice, scuotendo il capo:
SE FELTRI FA IL ROSSO nuovo Vendola colpo su colpo:
“Sì, è vero, sono più anziano di
Francesco. Però D’Alema si di-
trattenevano con i politici locali.
Anche con quelli di centrosini-
stra: nell’inchiesta finisce per pri-
a vincere un concorso. Vendola
su questo è tranchant: “Dovreb-
bero darmi una medaglia per es-
“Io Vendola non lo capisco. Se fa-
ceva un passo indietro decideva
tutto lui”. Il governatore pensa
e Adriano Celentano è un idiota di talento,
S Vittorio Feltri è un talento che talvolta ama
fingersi idiota. Le sue tesi sembrano uscire dalla
mentica che lui ha 12 anni più di
me. Non sarà il caso che per dare
mo l’assessore alla sanità, Tede-
sco. E poi il vicepresidente della
sermi preoccupato che tornasse
in Puglia”. La procura smentisce
dicendo che “Non esiste nessuna
l’esatto contrario: “Quando que-
st’estate il mio nome era associa-
to alla cocaina e alle prostitute ho
pancia ma sono ragionamenti cartesiani travestiti da iscrizione suscettibile di comuni- detto a mia madre: ‘meno male
esclamazioni. Se Feltri, come ieri, difende in prima D’Alema stabilisce il suo quartier cazione”. Ma ieri, l’ultimo colpo
si abbatte sul fronte anti-Vendola.
che papà è morto’”. Adesso i tre
contendenti si rincorrono per la
pagina sul giornale di Berlusconi il comunista Vendola
dalle accuse (poi smentite) di concussione bisogna generale a Bari e si schiera Escono dei verbali secretati da cui
risulta che Frisullo da Tarantini
Puglia di giorno e di notte. Ancora
una volta il voto in Puglia emet-
ipotizzare moventi complessi. Il primo è la vicinanza a avrebbe avuto anche soldi. Il da- terà un verdetto di vittoria, e una
don Verzé: il sacerdote amico di Berlusconi vuole una con tutto il suo peso con Boccia lemiano si difende: “A quanto pa- sentenza sulla politica nazionale.
succursale del San Raffaele in Puglia e Vendola è il suo
sponsor. Recentemente don Verzé ha detto: “Voterei
Vendola in Puglia”. E ha aggiunto: “Se non ce la fa gli PROTESTE E APPOGGI
offrirò la dirigenza del nuovo ospedale”. Non solo:
tutta la stampa di destra (orfana di Bertinotti) augura
lunga vita a Vendola. Perché può spaccare la sinistra e
consegnare la Puglia al Pdl. Infine c’è il movente
LA BATTAGLIA DEL PIEMONTE PASSA PER LA TAV
giudiziario: le accuse deboli contro il governatore, circolazione dell’A32 Tori- un’opera inutile e costosa – la questione Tav
tornano utili per sostenere che i magistrati, con i loro no-Bardonecchia all’altezza di è soprattutto politica e scuote – tanto per
sbagli, cercano protagonismo e influenzano Susa, ieri la protesta si è trasfe- cambiare – il Pd. Martedì si è riunito per la
ingiustamente le elezioni. Non solo a Bari. rita sui binari della linea sto- prima volta l’Osservatorio tecnico (organi-
rica Torino-Modane. Una nuo- smo che entro il 31 gennaio deve fornire il
va trivella è spuntata nei pressi progetto preliminare del tracciato, pena la
della stazione di Condo- perdita dei finanziamenti europei) nella sua
ve-Chiusa di San Michele; di nuova composizione “allargata” dopo la ri-
di Stefano Caselli buon mattino, decine di manifestanti si sono nuncia della nuova Comunità montana (gui-
presentati in loco, faccia a faccia con la po- data dal ribelle Pd, Sandro Plano) a nominare
embra una partita a scacchi, quella che si lizia. Il gesto di alcuni – attaccare adesivi No i suoi rappresentanti. I presidenti di regione
Scuore
gioca in questi giorni in Val di Susa. Nel
della notte spuntano qua e là, sempre
Tav sugli scudi antisommossa – ha eviden-
temente indispettito gli agenti, che hanno
e provincia Bresso e Saitta si sono rivolti di-
rettamente ai sindaci coinvolti, perché indi-
scortate da ingenti forze dell’ordine, le tri- reagito con una carica di alleggerimento: ri- cassero i propri tecnici. Ben 18 primi citta-
velle incaricate di effettuare i sondaggi per la sultato, tre contusi lievi. L’apparizione della dini hanno risposto picche, dichiarando
futura linea ferroviaria Torino-Lione; gli at- trivella ha suscitato le proteste del sindaco di “netta contrarietà alla Tav”, tra cui quelli di
tivisti No Tav si autoconvocano via sms e, Chiusa San Michele Domenico Usseglio: “Il Avigliana e Bussoleno, entrambi del Pd.
come pedine, si spostano di paese in paese prefetto di Torino Padoin – dichiara – ci ave- L’imbarazzo è evidente. Tra ipotesi di com-
nel tentativo – per ora simbolico – di bloc- va garantito che saremmo stati avvisati e con- missariamento e richieste di espulsione, il Pd
care quella che viene considerata un’opera- vocati prima. Invece la trivella si è palesata si prepara alla giornata bipartisan “Si Tav” (in
zione esclusivamente mediatica. alle 3 del mattino. È una grave scorrettezza”. programma domenica 24 al Lingotto) pro- derazione delle Sinistre (contraria alla Tav)
Fino a questo momento, tutto è trascorso Nel primo pomeriggio, altra mossa sullo mossa dal sindaco di Torino Chiamparino e dalla coalizione che sosterrà la Bresso è uf-
senza grossi incidenti. Se martedì qualche scacchiere; questa volta alla stazione di dai parlamentari Pd Merlo ed Esposito, che ficiale, ma la “zarina” lascia aperto uno spi-
centinaio di manifestanti aveva bloccato la Sant’Antonino di Susa. Il Tgv Parigi-Milano annunciano mille adesioni e la sottoscrizio- raglio: “Non capisco – dichiara il presidente
delle 12:53 è stato bloccato dai manifestanti. ne di “un patto pubblico per garantire un per- uscente – quale sia il problema nel discutere
La circolazione è ripresa regolarmente dopo corso neutro sulla Tav, al di là di chi vincerà le un’ipotesi tecnica con una forza assieme alla
Domenica la giornata le 14. Secondo Oscar Margaira, amministra-
tore in Val Susa, non si sarebbe trattato di
elezioni regionali”. Mentre il segretario pro-
vinciale del partito Cuntrò setaccia i circoli
quale stiamo governando con profitto”. Sen-
za i voti di sinistra – è opinione diffusa – Bres-
bipartisan per il sì un’azione premeditata: “Un passeggero mu-
nito di regolare biglietto – racconta – ha inav-
democratici della Val Susa per convincerli a
partecipare, il centrodestra nicchia. Non do-
so rischia seriamente di perdere nonostante
il sostegno dell’Udc. Intanto i No Tav (nu-
vertitamente srotolato una bandiera No Tav; vrebbe esserci Roberto Cota, candidato Pdl merosi, anche se la compattezza di qualche
all’Alta velocità. appena l’ha vista il macchinista si è subito alla presidenza della regione, mentre Enzo anno fa sembra piuttosto lontana) torneran-
fermato. Forse – scherza Margaira – ne aveva Ghigo (già governatore dal 1995 al 2005) di- no in piazza: “Sfrutteremo Avatar, il film del
Intanto, il Partito una uguale in tasca...”. chiara che parteciperà soltanto se Mercedes momento – dichiara Oscar Margaira – la no-
Al di là delle tensioni in Valle – e dei fondati Bresso prenderà effettivamente le distanze stra Valle, in fondo, è come il pianeta Pandora
democratico si divide motivi per sospettare che il supertreno sia dalla sinistra. Nei fatti, l’esclusione della Fe- raccontato da Cameron”.
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 8

CRONACHE

Milano

“IL CLIMA POLITICO INSTABILE VIDEORICATTI:


SI PUNTA
FAVORISCE IL RITORNO DELLE STRAGI” SU SIGNORINI
SMaio,algono all'improvviso di li-
vello le indagini di Frank Di

Il pm Gozzo nel mirino dei boss: se arriviamo al terzo livello... il pm milanese che qual-
che settimana fa ha ottenuto la
condanna in primo grado di Fa-
brizio Corona, al processo per
i presunti ricatti ai danni di vip
L’EX SINDACO DI GELA mafioso: gli attentati a Falcone e clima di fibrillazione registra- immortalati dai paparazzi.
Borsellino, ma soprattutto l’in- to negli ambienti criminali? L'inchiesta adesso ruota anche
chiesta sul “depistaggio” di via Quello che posso dire è che i intorno al ruolo dei direttori
“UCCIDETE CROCETTA” D’Amelio, l’indagine sulla falsa
pista costruita attorno al pro-
to-pentito Vincenzo Scarantino,
grandi omicidi eccellenti non
sono mai stati deliberati dalla so-
la Cosa Nostra. C’è stato, quanto
dei giornali di gossip, a partire
da quello di Alfonso Signorini,
prima firma di Chi e soprattut-
apevano tutto, orari di lavoro in banca, abitudini, e cioè giudicato attendibile persino meno, uno stare alla finestra e to fidato consulente d'immagi-
Spronti
quando andava a trovare la mamma ammalata: erano
ad ucciderla, ritenendo che fosse la sorella del gip di
dalla Cassazione, e oggi sbugiar-
dato dal nuovo collaboratore
non intervenire? Credo il peri-
colo potrebbe diventare più for-
ne del premier Silvio Berlusco-
ni. Di Maio, che ha iscritto per
Caltanissetta Giovambattista Tona, magistrato inflessibile Gaspare Spatuzza. te se le indagini dovessero arri- estorsione molti nomi sul regi-
che da dodici anni lavora nel capoluogo nisseno a tutte le Dottore Gozzo, si è stupito vare ad individuare livelli di re- stro segreto degli indagati, ha
inchieste antimafia più importanti, da quelle contro i ge- quando ha letto le relazioni sponsabilità ben più definiti di interrogato prima Corona, poi
lesi, che lo considerano un “nemico personale”, a quella sui della Dia che la individuano quelli raggiunti in questi diciot- due fotografi. E infine, ieri not-
mandanti esterni delle stragi, indagati Berlusconi e come un bersaglio del nuovo to anni. Questo potrebbe creare te, si è preparato a sentire Car-
Dell’Utri, da lui archiviati nel 1998. E con lei, cugina e non possibile stragismo? preoccupazione a qualcuno. men Masi, la titolare di Photo-
sorella del magistrato, doveva morire anche l’ex sindaco di Veramente no. Che ci siano forti Lei sta seguendo tutte le in- masi protagonista, tra l'altro,
Gela Rosario Crocetta, “colpevole’’ di avere licenziato dal rischi di una ripresa stragista di dagini più delicate sul perio- con Signorini delle trattative
comune la moglie del boss Daniele Emanuello e di non Cosa nostra lo penso già da qual- do che traghettò il Paese dal- che portarono un filmato tran-
avere concesso una casa popolare ad altri esponenti del che tempo. Nelle settimane la Prima alla Seconda Repub- sex dell'ex presidente della re-
clan mafioso. Una condanna a morte da eseguire dopo la Il procuratore Nico Gozzo scorse sono state sequestrate ar- blica. Si sente protetto? gione Lazio, Piero Marrazzo,
fine della sua sindacatura, e considerata dunque ancora mi, pochi giorni fa sono stati tro- Bisogna che sia chiaro un prin- fin sulla scrivania del presiden-
attuale. Colpita nei suoi vertici, ma non sconfitta, la mafia di Giuseppe Lo Bianco vati altri arsenali, e altre armi cipio: una volta che si riconosce te del Consiglio. Tutti i loro
di Gela alza il tiro contro esponenti delle istituzioni, au- e Sandra Rizza ben conservate: i segnali di una l’esposizione al rischio di un verbali sono stati segretati.
mentando il livello di allarme che circonda i magistrati Caltanissetta particolare tensione negli am- soggetto, questo si deve tutela- Qualche punto però è chiaro.
nisseni, nel mirino delle cosche palermitane dopo l’invio di bienti criminali ci sono tutti e i re. Ci vogliono uomini e mezzi Il pm vuole capire quanto sia
tre lettere anonime e, caso relativamente nuovo, anche ggi in Italia ci sono fautori della linea stragista han- per la sicurezza. Non si può dire: diffusa nei rotocalchi, e se sia
contro i loro congiunti; ma grazie alle provvidenziali ri-
velazioni di un “picciotto” della cosca, Crocifisso Smorta, e
di un piccolo spacciatore, Emanuele Puzzanghera, entram-
bi pentiti, i progetti di attentato sono stati sventati. La
procura ha chiesto e ottenuto cinque ordini di custodia
“O quelle condizioni po-
litiche di forte instabi-
lità che possono favo-
rire un ritorno dello stragismo”.
Parola di Nico Gozzo, il procu-
no tutto il necessario per colpi-
re. Ci sono poi, oggi in Italia,
condizioni politiche di forte in-
stabilità, in qualche modo ana-
loghe a quanto accaduto nel
non ci sono gli uomini. Non si
può fare la lotta alla mafia con i
fichi secchi. Occorre dunque
una razionalizzazione sull'effet-
tiva esposizione al rischio, ed il
reato, la pratica delle foto po-
sate in cambio del ritiro dal
mercato di quelle compromet-
tenti. Detto in altre parole: il di-
rettore, o il giornalista, che te-
cautelare nei confronti dei capimafia già detenuti: Dome- ratore aggiunto di Caltanissetta ‘92. concetto vale anche per le forze lefona a un vip e gli garantisce
nico Vullo, di 34 anni, Paolo Portelli, di 41, Francesco Vella, indicato da due relazioni della Che vuole dire? Che tipo di di polizia. Accade invece che la non pubblicazione se accet-
di 35, Massimo Carmelo Billizzi, di 35, e Nicola Casciana, di Dia come uno dei “bersagli isti- relazione intravede tra l’at- una questura siciliana quest’an- terà di posare gratuitamente
56. In carcere, nel 2009, avevano progettato l’attentato tuzionali” nel mirino delle nuo- tuale clima politico e la svol- no abbia visto ridotte dell’84% per il suo giornale, è un ricat-
contro la cugina del giudice, da attuare dopo il 20 gennaio ve leve mafiose di Brancaccio ta che nel ‘92, con Tangento- le risorse rispetto all’anno pas- tatore solo per il buon senso, o
2010, e cioè dopo che il magistrato avrebbe finito di oc- pronte a scatenare l'ennesima poli e con le stragi, destabiliz- sato, e ciò non può non avere anche per la legge? Un altro in-
cuparsi dei processi contro i gelesi, per evitare qualsiasi campagna di sangue contro lo zò il paese al punto da spiana- una ricaduta sulla sicurezza. terrogativo è poi legati ai soldi
collegamento. Lo ha rivelato Puzzanghera, che dal carcere Stato. “Oggi ci può essere qual- re la strada al ribaltone isti- in nero che alcune agenzie
ha scritto una lettera ai pm: “Casciana conosce benissimo cuno - denuncia Gozzo - che per tuzionale in Italia? avrebbero dato ai giornalisti
la sorella del magistrato Tona, avendo dei conti nella banca
dove lavora la donna. Per questo è stato messo in mezzo nel
accreditarsi come capo di una
cosca criminale, mette in atto
Dico solo che oggi occorre mag-
giore cautela, un’estrema caute-
Il magistrato che sceglievano i loro i servizi.
Infine c'è pure da comprende-
progetto… Casciana e Vella, ce l’hanno con il dott. Tona
perché ha rovinato tre quarti di Gela a causa del suo la-
una prova di forza e sceglie di
colpire un magistrato o un po-
la nell’uso di parole estreme, da
parte di tutti. La critica è ammes-
si occupa re cosa sia realmente l'agenzia
Spyone, nella cui compagine
voro… Preciso che non si tratta di un fatto personale, nel
senso che loro hanno discusso e vogliono fare questo at-
liziotto, perchè ormai lo sappia-
mo tutti che colpire un bersa-
sa, le invettive e le ingiurie do-
vrebbero evitarsi.
del depistaggio sociale compaiono personag-
gi legatissimi a un cronista di
tentato o come gesto del gruppo… Tutti e tre mi hanno glio eccellente è una manifesta- Secondo lei, le nuove indagini gossip ormai specializzato nel
detto che anche gli altri magistrati della Procura di Cal- zione di potere e di prestigio che ruotano attorno alle di- di via D’Amelio demolire i presunti nemici di
tanissetta si sarebbero ammorbiditi. Per loro la Procura è un inequivocabile da imporre agli chiarazioni di Massimo Cian- Berlusconi. Ieri un paparazzo
incubo’’. E conclude: “Voglio dire che appena saputo del altri capi mafiosi”. Dallo scorso cimino e di Gaspare Spatuz- e delle ultime al termine dell'interrogatorio
progetto io subito ho avvisato le forze dell’ordine com- aprile, da quando cioè si è inse- za e che chiamano in causa ha detto: "Questa indagine farà
prendendo che si trattava di una cosa grave, come poi si sta diato alla procura di Caltanisset- misteriosi esponenti dei ser- rivelazioni più rumore dell’altra". A Mila-
manifestando e spero che le conseguenze di questa mia ta, Gozzo è titolare delle indagi- vizi segreti, funzionano come no insomma si punta al bersa-
iniziativa non ricadano sui miei figli’’. g.l.b. ni più “calde” sullo stragismo un detonatore del recente di Ciancimino jr glio grosso. p.g.

Coca, processi truccati e pax mafiosa: ecco i “nuovi Casalesi”


Potenza

VALLETTOPOLI:
CAMORRA, 86 ARRESTI E 65 MILIONI SEQUESTRATI. INFILTRAZIONI AL TRIBUNALE DI TORRE ANNUNZIATA
CORONA
di Antonio Massari
e Vincenzo Iurillo
ta: 86 arresti e 65 milioni di euro se-
questrati.
Le indagini dei pm della dda di Na-
ra.
Tra i sequestri di ieri, giusto per dare
una misura degli affari, ben 750 chili
dell’amministrazione giudiziaria.
Coi continui tagli del personale e il
blocco dei concorsi, per coprire i bu-
PROSCIOLTO
Boscotrecase è già pomeriggio e, poli, Pierpaolo Filippelli e Claudio Si-
Aancora
dopo una novantina d'arresti, c'è
chi scava, nelle terre di fronte
ragusa, condotte con il Ros dei Ca-
rabinieri e lo Scico della Guardia di
di cocaina. Nelle carte si legge di
viaggi in auto con 531mila euro di
contanti a bordo. Dai "libri mastri"
chi in organico siamo costretti a ri-
volgerci a persone provenienti dalle
amministrazioni più disparate. Per-
Iderelstogupperché
di Potenza ha dispo-
il non luogo a proce-
il fatto non sus-
alla lussuosa villa del capo, il boss Finanza, hanno sgominato un clan del clan sono emerse ulteriori prove sone di cui non conosciamo la storia, siste per il fotografo dei vip,
Peppe Gallo. Carabinieri e finanzieri che aveva trasformato Torre Annun- della gestione del traffico di cocaina: la formazione personale e professio- Fabrizio Corona, il princi-
rovistano nei campi, nelle porcilaie, ziata, e le zone vicine, nel più grande "i 'Gallo-Limelli-Vangone' – scrivono nale, che potrebbero non avere quel pale imputato per “Valletto-
setacciano i garage e le case bunker: bazar di droga del Paese. Secondo gli inquireti - acquistavano, detene- senso del dovere, della discrezione, poli”, partita da Potenza nel
è la caccia al tesoro del clan. Altri mi- soltanto a Scampia. Ma la triade del- vano e cedevano a terzi un quantita- della riservatezza, della delicatezza 2007 con gli arresti richiesti
lioni – oltre i 65 sequestrati ieri – so- l'area vesuviana aveva un passo in tivo di cocaina pari a oltre una ton- del compito assegnato, necessari al ed ottenuti dal pm Wood-
no seppelliti chissà dove, in qualche più: la capacità di capitalizzare e rein- nellata, per la precisione 1.166 chili, lavoro che devono compiere. Perso- cock dello stesso Corona e
sacchetto di plastica, e gli investiga- vestire nell'economia legale, dagli per un corrispettivo non inferiore a ne che nel migliore dei casi dobbia- di altri indagati.
tori ne sono certi. I Gallo, i Limello, i investimenti in titoli di borsa ai ne- 39 milioni di euro". Quasi 40 milioni. mo istruire da zero. E nel peggiore
Vangone: la triade della zona Vesu- gozi, dalle imprese del tessile all'in- Soltanto dal traffico di droga. finiscono per essere complici della
viana. C'è chi li definisce i "nuovi ca- fluenza sulla raccolta dei rifiuti. La Il clan riusciva a interferire persino criminalità. Come il processo breve, Il 7° da inizio anno
salesi". Non per potenza di fuoco e triade aveva realizzato una sorta di nei processi, grazie alla compiacen- siamo di fronte a uno dei tanti modi
numero di soldati, ma per capacità di
far fruttare soldi, e reinvestirli nell'e-
pax mafiosa grazie al proprio talento
principale: approviggionarsi di co-
za di impiegati corrotti provenienti
dai monopoli di Stato, distaccati nel-
di non far funzionare la giustizia”. Ma
non c'erano soltanto gli impiegati.
SUICIDIO
conomia legale. Gente capace di
portare in Italia una tonnellata di co-
caina dai colombiani, acquistando la
droga in Spagna, redistribuendola in
la cancelleria del Tribunale di Torre
Annunziata, che sottraevano fascico-
C'erano anche i medici. Il boss gode-
va dei favori del primario dell'ospe- IN CARCERE
caina con estrema facilità. Ieri, per
loro, è stata la giornata della sconfit-
Campania e mezza Italia. Il loro ruolo
era comodo per tutti: nessuna guer-
li e prove di reato. Un aiuto essenzia-
le per prolungare i processi e rag-
giungere la prescrizione. Per il clan
dale giudiziario di Aversa: lo psichia-
tra Alfonso Ferraro. Durante le inda-
gini, gli inquirenti hanno scoperto
A SPOLETO
era una prassi. Il boss Beppe Gallo, che il medico "informava il latitante, ettimo suicidio nelle car-
Colpo alla “triade” scrive l'accusa, "è il beneficiario
principale delle attività di sottrazio-
tramite la convivente, delle attività di
polizia finalizzate alla sua cattura,
SIvano
ceri dall’inizio dell’anno:
Volpi, detenuto italia-
Gallo-Limello-Vangone: ne, dispersione o sostituzione di fa-
scicoli processuali e prove ivi conte-
suggerendo estrema cautela nei rela-
tivi spostamenti". Se non bastasse, si
no di 29 anni, si è impiccato
nel reparto infermeria del
nute". "attivava per l'individuazione di luo- carcere di Spoleto.
i collegamenti Il presidente del Tribunale, Vincen- ghi, orari e procedure, per l’espleta- L’uomo sarebbe stato arre-
zo Albano, commenta così: “Siamo mento di accertamenti medici, sulla stato lo scorso 16 gennaio
con i colombiani e di fronte alle conseguenze di scelte persona di Gallo Giuseppe, al fine di per reati di resistenza a pub-
scellerate del ministero di Giustizia, ridurre al minimo il pericolo di inter- blico ufficiale e danneggia-
gli investimenti in Borsa frutto di una tendenza distruttiva venti delle forze dell’ordine". mento.
pagina 9 Giovedì 21 gennaio 2010

SCANDALI POLITICI

SEXY-GATE AL RAGÙ
Bologna, nuove accuse della ex fidanzata
al sindaco Delbono: mi ha offerto soldi per tacere
di Giulia Testi dita al Cup, la società partecipata po aver dichiarato al Corriere di Bo- ralità…”. Delbono ha querelato trodestra accusa da tempo di ec- amico. Delbono inizialmente ha
che gestisce le prenotazioni per logna che Delbono le ha offerto l’avversario per diffamazione e la cessiva tenerezza nei confronti scelto il silenzio, poi ha assicurato
ra cominciata con le auto blu conto delle Asl della Regione. Si è “aiuto economico e una consulen- Procura ha aperto un fascicolo per delle istituzioni locali. di non aver usato fondi regionali

E e le missioni all’estero a spe-


se della Regione Emilia-Ro-
magna, con la fidanzata-se-
gretaria al seguito, da Pechino a Pa-
rigi e a New York. Poi sono venuti
ritrovata al centralino e non ci ha
visto più (anche se ha mantenuto
l’aumento di 800 euro che aveva
avuto in Regione). “Rivoglio il mio
lavoro” e ha cominciato a fare il gi-
za da 1.500 euro al mese” per am-
morbidire le sue dichiarazioni da-
vanti ai magistrati. L’interrogato-
rio, durato diverse ore, è stato se-
cretato. Ma la signora sembra aver
abuso d’ufficio e peculato a carico
del candidato Pd. Poi Delbono è
stato eletto e a settembre la Pro-
cura ha chiesto l’archiviazione:
“Non sono emerse irregolarità”,
L’ultima polemica aperta in Re-
gione riguarda la consulenza sulla
penetrazione mafiosa sul territo-
rio affidata dalla giunta di Vasco Er-
rani al predecessore di Alfonso,
per scopi privati e per denunciare
l’aggressione del Pdl. “E’ una mon-
tatura”, dice. Ma solo da qualche
giorno, tramite il suo avvocato
Paolo Trombetti, il sindaco chiede
fuori anche i viaggi in Messico e a ro dei politici considerati ostili confermato tutto, il che significa concludevano il procuratore Ser- l’ex procuratore Enrico Di Nicola con insistenza di sostenere l’inter-
Santo Domingo, gli aumenti di sti- all’ex compagno per raccontare che probabilmente la posizione pi e il pm Luigi Persico, mentre gli che è andato in pensione nel lu- rogatorio. Dovrebbe essere fissa-
pendio ottenuti (e conservati) dal- tutto quello che sa, a cominciare del sindaco si aggraverà, con l’ag- avvocati di Cazzola e di Delbono glio 2007. L’inchiesta su Delbono to a giorni. Si indaga, anche se non
la stessa segretaria-fidanzata, un dai viaggi in giro per il mondo. Lei giunta di un’altra ipotesi di reato: firmavano pubblicamente l’armi- è ripartita a fine dicembre. Primo risultano specifiche contestazio-
misterioso bancomat intestato a era in ferie, Delbono in missione, intralcio alla giustizia. stizio con il ritiro della querela e la atto, l’iscrizione del sindaco nel ni, anche sui viaggi in Bulgaria,
un amico-prestanome affidato alla con tanto di diaria e carta di cre- La vicenda è venuta fuori il 15 relativa accettazione del querela- registro degli indagati e la convo- Paese in cui Delbono avrebbe im-
donna e le ripetute trasferte in Bul- dito aziendale (cioè regionale) giugno, a pochi giorni dal ballot- to. Ma il 4 dicembre il presidente cazione come teste di Alfredo Caz- precisati interessi economici:
garia, dove la Regione Emilia-Ro- con la quale avrebbe pagato, se- taggio delle Comunali. Alfredo dei gip Giorgio Floridia ha negato zola, uscito poi dalla Procura con “Del tutto legittimi – avverte
magna ha un ufficio di rappresen- condo l’ipotesi di reato formulata Cazzola - ex patron del Bologna l’archiviazione dell’inchiesta sui aria trionfale: “Finalmente mi sen- Trombetti –. Ma comunque, se è
tanza: ma forse non basta a spie- dal procuratore aggiunto Massi- calcio, della Virtus e del Motor- presunti abusi e ha ordinato nuo- to trattato come un cittadino di se- andato a spese della Regione, sarà
gare ben sedici missioni del vice- miliano Serpi e dalla pm Morena show e all’epoca candidato a sin- ve indagini. In Procura nel frat- rie A”. Poi è toccato a Cinzia Crac- stato in occasione di regolari mis-
presidente tra il 2003 e il 2008. Fla- Plazzi, anche le spese della signo- daco per il Pdl - durante un faccia a tempo era arrivato il nuovo capo, chi. Ora la Digos sta spulciando le sioni”. Per spiegare nel dettaglio i
vio Delbono, 52 anni, professore ra, facendole figurare talvolta co- faccia radiofonico ha affondato il Roberto Alfonso, siciliano, una vi- missioni all’estero e gli estrat- singoli viaggi e la storia del banco-
prodiano di economia, ex numero me “spese di rappresentanza”. E colpo: “Le porto i saluti della si- ta nella Direzione nazionale anti- ti-conto della carta di credito di mat, l’avvocato attende di trovarsi
due della Regione più rossa d’Ita- non è finita: ieri Cracchi, indagata gnora Cinzia, la sua ex compagna mafia, ben lontano dall’ambiente Delbono e del bancomat affidato di fronte ai pm. Intanto, il palazzo
lia e sindaco di Bologna dal giugno anche lei, è tornata in Procura do- che ha molto da dire sulla sua mo- giudiziario bolognese che il cen- alla ex fidanzata, intestato a un suo del Comune trema.
scorso, dopo l’addio di Sergio Cof-
ferati, non se la passa bene.
Delbono è indagato per abuso
d’ufficio e peculato sulla base del-
Interrogatorio I Della Valle “colpiscono” ancora:
le rivelazioni di una donna che è fiume ieri per
stata per sette anni la sua compa-
gna, Cinzia Cracchi. A Bologna lo la signora: la
a Firenze lascia un altro assessore
chiamano “Cinzia-Gate”. La signo-
ra Cracchi era una dipendente co- di Giampiero Calapà sogno”, utilizzando alla rovescia una termi-
munale, lavorava negli uffici di un Procura indaga nologia molto renziana. Le dimissioni sono
esponente dell’allora Asinello fin- n assessore che si dimette dall’incarico l’esplosione di una situazione ormai insoste-
ché Delbono non l’ha portata in
Regione, nella sua segreteria. In-
su viaggi Ugià dopo polemiche con i Della Valle. Si era
visto a Firenze: così come Giovanni Goz-
nibile per Cavandoli, furente per esser stata
lasciata sola a prendersi le critiche del mon-
tanto lei ha lasciato il marito. Ma e un misterioso zini nel settembre 2008 lasciò l’amministra- do intero a inizio campionato, quando il man-
quando l’attuale sindaco ha lascia- zione Domenici (dopo aver detto che il pa- to erboso del Franchi sembrava un campo di
to lei, nel luglio 2008, lui l’ha spe- bancomat tron della Fiorentina avrebbe dovuto infilarsi patate. Sempre sola quando a novembre gli
il progetto di Cittadella Viola, megastadio e impegni della Fiorentina in Champions han-
Sotto Flavio Delbono; sopra Cinzia Cracchi dopo l’interrogatorio di giugno (FOTO ANSA) non solo, in quel posto), ora tocca a Barbara no fatto saltare il test match ormai fissato del-
Cavandoli abbandonare la guida dell’assesso- la Nazionale di rugby. Ancora sola di fronte a
rato allo sport, causa un’escalation di tensio- un’offensiva dei Della Valle contro il comune
ne sempre con il club viola. sulla gestione dello stadio (durata della con-
La prima tegola sulla giunta di Matteo Renzi venzione e canoni d’affitto) e dei campi d’al-
cade mentre, ironia della sorte, il sindaco-bo- lenamento, con sullo sfondo l’irrisolta que-
yscout si trova negli Stati Uniti, proprio nei stione della Cittadella.
giorni dello smacco elettorale del suo “eroe” Lasciata sola da un Pd impalpabile, mai sen-
Obama, che ha perso a favore dei repubbli- tito Lapo Pistelli in questi mesi, la cui corren-
cani il seggio che fu dei Kennedy. Ma Renzi te Cavandoli rappresentava in giunta. E alla
non demorde e rivela di voler invitare il pre- fine si è sentita abbandonata anche dal sin-
sidente a Firenze per l’anno Vespucciano, ol- daco, lui sì nel braccio di ferro con i Della
tre ad annunciare un “accordo con National Valle ci ha messo la faccia più di una volta, ma
Geographic che porterà al bilancio comuna- la realpolitik lo ha infine convinto ad accettare
le 250 mila dollari”. L’unica riflessione pub- subito queste dimissioni e ad assegnare la de-
blica sulla bufera politica che ha travolto un lega allo sport al suo vice, Dario Nardella.
suo assessore la affida a Facebook: “Le vicen- Giovane quanto Renzi, ma non una faccia
de fiorentine si chiariranno al rientro, adesso nuova, anzi. Non che tra lui e l’ex sindaco
lavoro per Firenze negli Stati Uniti”. La lettera Leonardo Domenici corresse buon sangue,
di dimissioni di Barbara Cavandoli, una faccia ma Nardella, nella scorsa legislatura presi-
nuova davvero nella politica della città, da dente della commissione cultura, è l’uomo
sempre impegnata nell’associazionismo giusto per ritornare al tavolo con i Della Valle
sportivo, forse meritava qualcosa di più. An- abbandonando l’ascia di guerra e ogni pre-
che perché l’ormai ex assessore ha scritto ne- tesa di accordi che non siano al ribasso per la
ro su bianco di non riuscire più “a vedere il città.

Un’intercettazione “mette il dito” tra il Policlinico Sant’Orsola e Ignazio Marino


“BOCCIATA LA SUA NOMINA A PRIMARIO PERCHÉ AVVERSARIO DI BERSANI”. MA SIA L’OSPEDALE SIA IL CHIRURGO SMENTISCONO
di Caterina Perniconi sa in campo” contro Bersani e Fran- vano essersi lamentati per l’arrivo di rito alla vicenda, che viene invece le- mattinata di ieri il chirurgo per un
ceschini alle primarie di ottobre, sa- un esterno”. gata a problemi organizzativi. Tanto tempestivo chiarimento: “Chi pensa

Uun nacettazione
lunga e piuttosto chiara inter-
telefonica ha aperto
caso sulla mancata nomina di
rebbe cambiato tutto.
La versione ufficiale del direttore ge-
nerale dell’istituto, Augusto Cavina,
Marino ha operato i suoi pazienti a
Verona “almeno una volta a settima-
na”, mantenendo i contatti con loro,
da definirsi “favorevoli, anche ad og-
gi, ad accogliere la proposta del pro-
fessor Ignazio Marino di poter effet-
che ci sia un rapporto tra primarie e
ospedale S. Orsola è al delirio - ha di-
chiarato Bersani - non c’è alcun lega-
Ignazio Marino al policlinico S. Or- è che le sale operatorie saranno in ri- come racconta nel video sul suo sito tuare interventi chirurgici su pazien- me tra primarie e nomine nella sani-
sola di Bologna. La scorsa primavera, strutturazione fino al 2011. Secondo Internet. Da luglio però, non ha più ti che espressamente richiedono di tà”. Di contro, i deputati Paola Con-
infatti, prima della sua candidatura Giuseppe Carchivi, (uno degli inter- una struttura dove lavorare ed è co- essere operati dal lui, anche in vista cia e Sandro Gozi, legati politicamen-
alle primarie, il senatore del Partito cettati), commercialista originario stretto a visitare i malati solo ambu- dell’attivazione del nuovo polo chi- te a Marino, hanno denunciato un
democratico aveva raggiunto un ac- di Crotone ma con studio in provin- latorialmente per poi mandarli da rurgico che renderà disponibili, in connubio tra sanità e politica “dal
cordo con la struttura universitaria cia di Siena, che ha ascoltato la tele- medici di fiducia che provvederanno due fasi, 12 nuove sale operatorie”. quale il paese deve uscire anche con
per poter operare lì i suoi pazienti fonata del dg, a Marino sarebbero sta- alle operazioni che lui non può fare. Al momento non sarebbero state l’impegno del Pd”.
malati di tumore al fegato. te raccontate “cazzate”. “Non ho mai pensato che qualcuno sentite dal pm altre perso-
La Procura di Bologna ha aperto così Il senatore era già a conoscenza della possa dare meno importanza a una ne oltre al senatore del Pd,
un fascicolo contro ignoti, per l’ipo-
tesi di reato di abuso d’ufficio, dopo
vicenda, perché il pm titolare dell’in-
chiesta, Luca Tampieri, lo aveva sen-
persona malata di cancro che a un
candidato alle primarie” ha detto Ma-
né sarebbero stati acquisi-
ti documenti presso il Po-
I pm del capoluogo
aver ricevuto parte degli atti di un’in-
dagine calabrese relativa ad altri te-
tito a dicembre come parte lesa e lo
aveva messo a conoscenza delle te-
rino, “ci sono stati dei momenti di
scontro, anche ruvido con Bersani e
liclinico Sant’Orsola di
Bologna. Ma l’indagine re-
emiliano hanno aperto
mi. L’accordo, a quanto emerge lefonate. “Io non ho non mai pensato Franceschini ma senza scorrettezze sta aperta e nel Pd si ani-
dall’intercettazione, era vantaggioso che fosse un complotto politico - ha e disonestà”. ma lo scontro: il segreta- un fascicolo contro
soprattutto per l’azienda, che avreb- detto Ignazio Marino - ho pensato La direzione sanitaria del S. Orsola ha rio del partito democrati-
be incassato 25 mila euro e pagato piuttosto che fosse un problema in- definito “completamente infondate co, Pier Luigi Bersani, ha ignoti, per l’ipotesi
1.500 il chirurgo per ogni operazio- terno, perché il policlinico è una le allusioni di condizionamenti poli- smentito le intercettazio-
ne. Eppure, in seguito alla sua “disce- struttura complessa e i medici pote- tici sul processo decisionale” in me- ni e ha incontrato nella di reato di abuso d’ufficio
pagina 10 Giovedì 21 gennaio 2010

L
ECONOMIA

a trasparenza di Renato Brunetta sono fuori dal conteggio. Le consulenze e grandi casi, alcuni fanno sorridere. Come
Il nuovo boom si ferma al 43 per cento. Sul sito sono oltre 350 mila e crescono del 16 per un giornalino comunale in Emilia, un corso di
del ministero per l'Innovazione e cento rispetto al 2007: la variazione al Nord “bad news” in Toscana, una consulenza
la Pubblica amministrazione, Brunetta ha è del 10,75%, al Centro dell’8,68%, al Sud del tecnica (oltre 600 euro) per il riversamento
delle consulenze pubblicato i costi e i numeri delle 46%. Record della Calabria che segna un più di audiocassette su supporto Cd e un corso
consulenze affidate nel 2008: almeno 1,5 80%. Aumenti di posti e di riflesso dei costi: i di formazione su "il piano industriale
miliardi di euro, ma il 43 per cento degli compensi vanno all'insù del 20%. La Brunetta". Tanti rivoli che creano la piena nel
nell’era Berlusconi incaricati non ha trasmesso i dati, e dunque distribuzione di soldi statali riguarda piccoli fiume Italia.

L’ASCESA DI DAVIDE GIACALONE


DA TANGENTOPOLI A BRUNETTA
Il nuovo presidente di DigitPa che ha scritto la legge Mammì
di Carlo Tecce avere concusso. La prescrizione mento neppure al titolo di stu- lenzio del governo. Dov’è finito il
a cui fanno riferimento gli inter- dio, nessun elemento che possa merito? “Cosa? - risponde Carlo
a notizia senza spine è inno- testimoniare ‘l'alta qualificazio- Podda della Cgil - A Brunetta in-

L
roganti riguarda, invece, una ipo-
cua: la Commissione affari tesi minore, relativa alla concor- ne tecnica e manageriale, la pro- teressa soltanto l’occupazione e
costituzionali della Camera renza nel reato, successivamente fonda conoscenza in materia di la distribuzione dei posti a chi gli
ha approvato la nomina di formulata dalla Procura, che in tal innovazione tecnologica com- è fedele”. E gli archivi pullulano:
Davide Giacalone a presidente modo sconfessava, peraltro, l’in- provata da competenze in ambi- in tema di innovazione, Giacalone
della Digitpa - indennità di 315 tero impianto accusatorio inizia- to scientifico’ richiesta dalla leg- aveva proposto l'abolizione della
mila euro l'anno – la società sta- le. Avverso la prescrizione Giaca- ge istitutiva e dalla funzione”. Si- Corte dei Conti.
tale che dovrà informatizzare la lone fece ricorso, ma la Cassazio-
pubblica amministrazione. Ec- ne, saggiamente, volle chiudere
co, le spine: dipendente alle Po- senza ulteriori perdite di tem-
ste e alle Telecomunicazioni, se- po”. Esselunga
gretario dell'ex ministro Oscar
Mammì, estensore materiale del- PRESCRIZIONE. Per Borghe-
la legge sulle tv private, consu-
lente della Fininvest, amico e
collaboratore di Renato Brunet-
si, tra i firmatari dell’interpellan-
za, la difesa del ministro è debole:
“Abbiamo verificato più volte:
LA MARCIA SU ROMA
ta. Giacalone è uscito dal processo
sulle tangenti per le frequenze
LE MAZZETTE. “Man mano perché il reato è andato in pre-
che Giuseppe Parrella (ex diri- scrizione che, sia chiaro, non
gente dell'azienda per i servizi te- vuol dire assoluzione”. Brunetta
lefonici) mi segnalava la disponi- ha giocato a carte coperte con la
bilità di somme di denaro che egli Lega, un po’ reticente su Giaca-
intendeva mettere a disposizione lone e dovendo chiedere parere
di Mammì, provvedevo a chiede- Il nuovo consulente di Brunetta, Davide Giacalone (FOTO ANSA) al Parlamento, s'è scontrato al Se-
re istruzioni all'onorevole su co- nato: Brunetta bocciato, maggio-
me comportarmi: il denaro in identità e la rubrica telefonica. indica Giacalone per Digitpa, ranza sconfitta. Con 4 voti di scar-
questione è stato utilizzato da me Giornalista per Libero e coautore l'ente pubblico (non economi- to, e una dura opposizione, la
per pagare la sua campagna elet- con Vittorio Feltri, sempre in pri- co) che dovrà allestire l'ammini- commissione della Camera ha ra-
torale … Parte del denaro, in ma pagina con Maurizio Belpie- strazione digitale. L'Italia dei Va- tificato – con evidente imbarazzo
tre-quattro occasioni, l'ho conse- tro, commentatore per radio Rtl. lori e Antonio Di Pietro – che co- – il fascicolo Giacalone. Non per
gnato direttamente al Pri nelle Il ministro Brunetta, nemico dei nobbe Giacalone da pm – spedi- le ricostruzioni giudiziarie, ma
mani dell'on. Medri”. Era il '93, il fannulloni e ora dei bamboccio- scono un'interpellanza urgente a per i requisiti tecnici di Giacalo- A Roma per ricevere una laurea honoris causa, il
carcere, le mazzette, Mani Pulite. ni, ingaggia presto Giacalone: in- Brunetta: “Quanto ai reati pre- ne, da anni editorialista di destra patron dell’Esselunga Bernardo Caprotti annuncia
Giacalone aveva confessato, emi- novatore e pure conservatore, scritti nel 2001, si precisa – ri- e non più tecnico e giammai in- che è pronto a conquistare la capitale, dopo aver
nenza grigia e cassiere. Il giovane non dimentica il livornese e nem- sponde il ministro - che non si gegnere informatico: “Ci hanno insidiato la forza della Coop al centro-nord: “A
livornese (classe 1959) che aveva meno l’ex ministro socialista tratta di quelli contestati nel 1993 sottoposto un curriculum tratto Roma tra un anno dovremmo aprire i cantieri per
scritto un libro contro la droga, Gianni De Michelis. Già il dicem- e sopra richiamati, dato che Gia- dal blog personale dell’interessa- costruire due o tre superstore”
insieme con Vincenzo Muccioli bre scorso, varata la rivoluzione calone non è più stato accusato to in cui – spiega Salvatore Vas-
(fondatore di San Patrignano), re- per il settore pubblico, Brunetta né di essere stato corrotto, né di sallo (Pd) – non compare riferi-
sponsabile nazionale dei giovani
del Partito repubblicano, stava
scivolando nel vortice dei soldi
facili di Tangentopoli. Prima di
scomparire, aveva parlato: la gola
profonda che fa dimettere Gior-
Bassa classifica: l’economia italiana resta poco libera
gio La Malfa, titolavano i giornali. TROPPA CORRUZIONE, TASSE ECCESSIVE E , DICE L’UNESCO, BASSA SPESA PER L’ISTRUZIONE
La legge Mammì – elaborata da
Giacalone – aveva fotografato al- roppe tasse e corruzione. Sono gna è alla posizione numero 36 (a
l'istante e consegnato in eterno le
televisioni italiane a Berlusconi.
Tnanoqueste le due zavorre che trasci-
l’Italia al 74esimo posto nel
gna e l’Austria é ancora lontana
dall’obiettivo che si era prefissata per
il 2010, cioé di investire lo 0,6 per
correnza.
Secondo il Wall Street Journal gli Stati
Uniti hanno registrato un calo “in set-
quota 69,6), e la Francia si deve ac-
contentare del numero 64, comun-
mondo nella classifica della libertà cento del reddito nazionale lordo nel te delle dieci categorie della libertà que non male per un Paese conside-
FININVEST. Indagato in due economica. Secondo l’indice elabo- settore istruzione. economica, soprattutto nella libertà rato come il simbolo dello statalismo
diverse inchieste, assolto per le rato dalla fondazione liberista Heri- Irina Bokova, direttrice dell’organiz- finanziaria, in quella monetaria e nei e dell’economia controllata. L’incre-
tangenti alle Poste, “prescritto tage Foundation e dal quotidiano fi- zazione dell’Onu per l’istruzione, ha diritti di proprietà”. Alla base di que- mento più significativo è stato regi-
per le tangenti sulle frequenze nanziario Wall Street Journal, in col- denunciato come “l'impatto a lungo sta performance negativa per quello strato dalla Polonia, che ha guadagna-
(procedimento che ha interessa- laborazione con l’italiano Istituto termine della crisi economica e finan- che era stato il Paese più attivo nel to 2,9 punti collocandosi al settantu-
to Gianni Letta e Adriano Gallia- Bruno Leoni per l’Italia, il nostro ziaria globale non colpisce soltanto le promuovere il libero mercato, ci sa- nesimo posto.
ni, poi prosciolti)”, rammenta il paese nel 2010 è libero al 62,7 per banche, ma tutte le aree dello svilup- rebbero “le iniziative interventiste
deputato Antonio Borghesi cento: 1,3 punti in più dello scorso po umano” e che almeno 72 milioni del governo federale in risposta alla L’ITALIA. Per quanto riguarda nel
(Idv). Non aveva favorito Berlu- anno. Ma “la libertà economica com- di bambini, nelle aree più povere del crisi economica, che hanno incluso dettaglio la performance del nostro
sconi, ma nessun tribunale potrà plessiva dell’Italia – si legge nel rap- mondo, non hanno accesso all’istru- restrizioni protezionistiche dei com- Paese, il rapporto mette in luce anche
negare il proficuo rapporto di la- porto – è ridotta da una gestione inef- zione basilare. I paesi virtuosi, come merci e massicce spese di denaro il permanere di “disparità regionali
voro con Fininvest: “L’emolu- ficiente delle finanze pubbliche, una Lussemburgo, Norvegia e Svezia, in- pubblico per politiche di stimolo” nello sviluppo economico, con il set-
mento di 600 milioni di lire”, ag- corruzione diffusa, e un elevato ca- vestono fino all’1 per cento del red- che “hanno scoraggiato l’iniziativa tentrione che registra una ormai ben
giunge Borghesi. L'età aiuta a ri- rico fiscale”. Spiega Terry Miller, cu- dito nazionale lordo. economica privata”. avviata tradizione imprenditoriale
farsi, e Giacalone ha un doppio ratore dell’indice, sul Wall Street Per quanto riguarda la libertà econo- Per quanto riguarda le principali eco- nel settore privato, mentre il Meridio-
vantaggio sugli altri: la carta di Journal di ieri: “Questi trend sono mica, invece, le prime posizioni re- nomie europee, dopo l’Irlanda in ne resta più dipendente dall’agricol-
importanti perché gli studi dimo- stano appannaggio di quattro paesi quinta posizione si tura e dallo Stato so-
strano una forte correlazione tra li- dell’Asia e del Pacifico (Hong Kong, colloca la Danimar- ciale”. Ma non è
La bertà economica e prosperità. I cit-
tadini dei Paesi più liberi hanno red-
Singapore, Australia e Nuova Zelan-
da). L’Italia rimane molto indietro ri-
ca (77,9 punti),
mentre il Regno
L’Italia è al l’unico problema ita-
liano: il rapporto ri-
commissione diti pro capite più alti in media di
quelli che vivono in Paesi meno libe-
spetto alle altre grandi economie, su-
perata addirittura da Polonia, Mada-
Unito è undicesimo
a 76,5 punti. Vanno
posto numero leva infatti come
“una parte conside-
ha dovuto ri. Le economie più libere hanno an-
che una qualità della vita superiore e
gascar e Armenia. Va comunque me-
glio rispetto al crollo di 12 posizioni
bene le economie
baltiche (Estonia se-
74 della revole dell’attività
economica resta al
condizioni sociali migliori, anche che il nostro Paese aveva registrato dicesima), nono- di fuori dall’econo-
valutare un dal punto di vista dell’ambiente”. tra il 2008 e il 2009. Il miglioramento stante le spinte libe- classifica, dieci mia formale”, è quel
dell’Italia in classifica dipende anche ralizzatrici si siano 30 per cento del Pil
curriculum L’ISTRUZIONE. E l’Heritage dal calo registrato da altre grandi eco- molto attenute con posizioni dopo (stime a spanne) che
Foundation non è l’unica ad accor- nomie, in gran parte per colpa della l’arrivo della reces- resta fuori dalle stati-
preso dal blog gersi che il nostro paese non investe crisi economica che ha determinato sio . La Germania è la statalista stiche, nell’econo-
nello sviluppo (proprio e altrui): an- una maggiore ingerenza dello Stato e al ventitreesimo po- mia sommersa.
del candidato che per l’Unesco l’Italia, come la Spa- una riduzione degli spazi per la con- sto, mentre la Spa- Francia (c .pe)
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 11

L’
ECONOMIA

ultimo scontro sulla gravità della crisi è cioè che si sono rassegnati a non trovare lavoro per previsioni negative sulla crisi, che venissero da
Le diagnosi opposte quello tra governo e Banca d’Italia sui il momento e aspettano tempi migliori, e quelli in Confindustria, dalla Banca d’Italia o dall’Unione
dati relativi alla disoccupazione. Il cassa integrazione, gli italiani disoccupati salgono al europea. Il ministro Tremonti era arrivato a definire
governo esulta perché con un tasso dell’8,3 per 10 per cento. Soltanto così il confronto diventa le stime degli economisti “meri esercizi
sulla crisi cento il paese sta meglio della media dell’Eurozona omogeneo con paesi, come gli Stati Uniti, che non congetturali”, ma anche lui non può sottrarvisi e
e degli Stati Uniti (entrambi circa al 10 per cento). hanno ammortizzatori sociali come la cassa quindi nei giorni scorsi si è detto convinto che il Pil
Ma l’istituto guidato da Mario Draghi fa calcoli integrazione. Il governo, nell’ultimo anno, ha dell’Italia crescerà almeno dell’1 per cento nel 2010
del Tesoro e Bankitalia diversi: se si considerano anche quelli “scoraggiati”, sempre fatto molta resistenza ad accettare (su questo anche la Banca d’Italia è d’accordo).

AUSTERITÀ
bre 2009 non sono spaventati tasso che gli investitori chie-
dalle minacce del Fisco Italia- deranno per comprare i titoli
no. Altra brutta notizia: gli in- di Stato italiani.
vestitori in titoli di Stato stan-
no diventando sempre più esi- PREVISIONI E BOLLE . La
genti in materia di conti pub- terza brutta notizia è che a lu-
blici, come dimostrano le dif- glio i mercati analizzeranno le

DA UNO PER CENTO


ficoltà di Spagna e Portogallo, previsioni del nuovo Dpef, do-
e stanno osservando con at- cumento di programmazione
tenzione che fine faranno i 58 economica e finanziaria del
miliardi di euro di cassa che il governo, e le confronteranno
Tesoro dovrebbe aver deposi- con quelle della Banca d’Italia:
tato presso la Banca d’Italia a se continueranno a divergere
fine 2009. Quei soldi rappre- chiederanno che il governo si
LA CAUTELA SUI CONTI DIETRO sentano la garanzia che l’Italia
continuerà ad essere solvibile
adegui rapidamente a quelle
più pessimistiche e riduca ra-
sui mercati internazionali al- pidamente il fabbisogno. Per
L’APPARENTE OTTIMISMO DI TREMONTI meno per il pagamento degli
interessi e quindi potrà con-
Tremonti, messo con le spalle
al muro da un debito di 1800 Il ministro Giulio Tremonti (FOTO ANSA)
tinuare a rifinanziare il debito miliardi di euro, sarà un incu-
di Superbonus re i numeri ma in questo qua- be stato utilizzato per alimen- in scadenza. Mano a mano che bo trovare tra i 20 e 30 miliardi de responsabilità che miglio-
dro è credibile che il Pil nel tare la bolla tramite incentivi la cassa dimi- entro i dodici mesi successivi. rerebbe la percezione dell’Ita-
ome previsto, anche dal 2011 crescerà del 2 per cento al consumo di diversi settori. nuirà au-

C
La prudenza vorrebbe che do- lia sui mercati internazionali e
Fatto Quotidiano: il gover- e continuerà a farlo per i due Un pannicello caldo per lenire menterà po le elezioni regionali il go- denoterebbe una ritrovata se-
no alzerà le stime del Pil anni successivi così come pre- i dolori di tanti settori colpiti anche il verno riveda le stime di Pil per rietà e serenità nei rapporti
2010 all’1 per cento, ab- visto nell’ultimo Dpef? La Ban- dalla crisi che si sono pre- il 2010 ma anche per il 2011 e con la Banca d’Italia
biamo anche informato che la ca d’Italia sostiene che nel sentati alla porta del mini- preveda fin da ora gli interven- Vorrebbe dire che la bolla
spesa corrente della Pubblica 2011 il Prodotto interno lordo stro dello Sviluppo Clau- ti correttivi da operare se la creata dalla spesa pubblica e
amministrazione nel 2009 è crescerà solo dell’1 per cento, dio Scajola chiedendo crescita stimata dovesse esse- dai media vicini al presidente
aumentata di 20 miliardi una differenza fra le due isti- un aiuto paragonabi- re la metà di quella prevista. Si del Consiglio Silvio Berlusconi
all’anno cioè dell’1,2 per cen- tuzioni del 100 per cento non le a quello dato a Fiat. tratterebbe di un gesto di si scontrerebbe improvvisa-
to del Pil e per il 2010 non trova riscontro in nessuno dei La cattiva notizia è gran- mente con la dura realtà di un
sono previsti tagli. paesi europei. Chi ha ragione? che la proroga dello paese in difficoltà che ha bi-
Poco importa, il compito dei scudo fiscale sta an- sogno di riforme profonde,
VOLONTARISMI. Se non governi e delle Banche centra- dando male, anzi ma- economiche e sociali e che in-
ci fosse questa spesa pubblica li in economia è di prevenire i lissimo, le richieste sono ve-
addizionale il Pil italiano nel rischi non di scommettere su ridotte al lumicino e i grandi e ce investe gran
prossimo anno sarebbe molto chi è più bravo a fare le pre- grandissimi evasori che non parte delle sue
vicino allo zero se non addi- visioni. hanno aderito entro dicem- energie politi-
rittura negativo. Lo stesso mi- che sul “proces-
nistro dell’Economia non ha DEBITO SENZA SCUDO. so breve”, appe-
enfatizzato il dato e a Radio24
ha detto: “C’è chi dà i numeri e
La Banca d’Italia ha messo in
guardia il governo dal non sot-
Stando na approvato in
Senato. Il profes-
ci crede e chi è obbligato a da-
re i numeri, noi siamo obbli-
tovalutare i problemi legati al-
la disoccupazione reale e alla
ai documenti sor Tremonti, co-
me previsto anche
gati”. Una dichiarazione che la domanda interna e ha delinea- dal Fatto, ha scoppia-
dice lunga sullo stato di preoc- to uno scenario nel quale i del Tesoro, la to sul nascere la bolla
cupazione di Tremonti e sul conti pubblici entreranno sot- mediatica costruita ad Arcore
reale andamento dell’econo- to forte stress nel corso del spesa su un possibile abbassamento
mia e dei conti pubblici. Non 2011. I conti pubblici andran- delle tasse. E ora sarà chiamato
può essere altrimenti: se si leg- no sotto stress già nella secon- crescerà più alla prova più difficile: spiega-
ge dentro i dati economici, ci da metà del 2010, quando sarà re al resto del governo che
si accorge che consumi e in- evidente che l’economia italia- del Pil qualcuno dovrà pagare il con-
vestimenti sono fermi, le nuo- na è supportata da una bolla di to di un debito pubblico mo-
ve erogazioni di prestiti sono spesa pubblica che ne ha ral- ma non ci struoso e di un’economia che
negative solo le esportazioni lentato la caduta senza produr- non decolla. Il momento di ar-
registrano un lieve migliora-
mento e la spesa pubblica
re ripresa e sviluppo duraturi.
La proroga dello scudo fiscale
sono tagli. chiviare una politica fatta di
promesse funamboliche e di
avanza. Il ministero delle Fi-
nanze sarà pure obbligato a da-
doveva servire a produrre un
gettito addizionale che sareb-
Quindi? soubrette al governo sta per
arrivare.

SINDACATO

LA CGIL IN CERCA DI IDEE (NON ORTODOSSE) PER IL CONGRESSO


REAGIRE ALLA CRISI di Stefano Feltri Ial ldovrà
congresso di primavera della Cgil non
decidere soltanto la successione
segretario Guglielmo Epifani, ma an-
espandere la propria base, magari agli
immigrati o combattendo battaglie per i
precari. Al convegno c’è anche Tito Boe-
MARX 2.0: IL RITORNO che il modo in cui il principale sindacato
italiano dovrà porsi nell’Italia all’uscita
dalla Grande Recessione (in cui gli ope-
ri, economista della Bocconi e animatore
del sito lavoce.info. Le sue idee fanno
rumoreggiare la platea: “Si deve accet-
rai devono salire sui tetti per farsi notare, tare un certo grado di flessibilità, perché
na volta può essere una bizzarria, due questo studio appena uscito arriva alla
U una coincidenza, ma tre episodi
fanno una prova: Karl Marx è tornato a
conclusione che è plausibile proporre
un’analisi marxiana (o almeno marxista) di
ultimi quelli dell’azienda di pulizie della
Fiat di Termini Imerese).
non si può tornare indietro. Come chie-
de il documento della mozione, però,
Per questo ieri, a Roma, la mozione “la bisogna estendere le tutele”. Boeri so-
fornire un’interpretazione della finanza quello che è successo: tutto comincia con Cgil che vogliano”, minoranza interna stiene da tempo la necessità di un mo-
dopo l’autodafé delle opere ultraliberiste un eccesso di accumulazione di capitali, che vuole proporsi come alternativa dello di protezioni crescenti per chi en-
di Alan Greenspan e Milton Friedman. continua con un boom della speculazione possibile, ha organizzato un convegno tra nel mercato del lavoro: assunzioni a
Prima il libro di Vladimiro Giacché, partner accompagnato dalla compressione degli con economisti anche non allineati alle tempo indeterminato ma con una mag-
del fondo Sator di Matteo Arpe, “Il stipendi dei lavoratori e finisce in una crisi idee del sindacato. Il problema di stra- giore facilità di licenziamento nei primi
capitalismo e la crisi” (Derive e approdi finanziaria: “L’euforia dei business leader tegia da risolvere lo ha esplicitato, in mo- anni. Accettare la flessibilità e introdur-
editore): una selezione di scritti marxiani porta a un eccesso di accumulazione di do un po’ brutale, Giorgio Cremaschi, ne altre forme, sia pure con l’obiettivo di
preceduta da una lunga introduzione che capitale che a sua volta determina un
esponente dell’ala più dura dei metal- diminuire quella complessiva, non è un
spiega come – marxianamente – la crisi meccanici della Fiom: la Cgil deve de- concetto molto popolare al convegno.
declino del saggio di profitto se le cidere se vuole uniformarsi alla linea di La mozione che organizza l’incontro ha
non sia un incidente di percorso del compagnie non reagiscono comprimendo i
capitalismo, ma un suo elemento Cisl e Uil che dialogano con il governo o come linea di “superare la duplicità del
salari e quindi una riduzione dei consumi” approfittare della crisi per ritrovare la mercato del lavoro”, come dice Marigia
imprescindibile che serve a risolvere gli che trasferisce la crisi all’economia reale. capacità di fare un’opposizione frontale. Maulucci della “Cgil che vogliamo”. Il
squilibri dovuti a un accumulo di eccesso di Terza prova del ritorno di Marx: il Sole 24 Vincenzo Visco, ex ministro delle Finan- problema è come ottenere questo risul-
capacità produttiva, all’eccesso strutturale Ore inizia a pubblicare in allegato al za, traduce il problema in termini tribu- tato. Il professor Paolo Leon, della Sa-
di credito e al doppio ruolo delle merci giornale i grandi classici dell’economia. Si tari: c’è il rischio che questo governo pienza, per esempio sostiene che la Cgil
(valore d’uso-valore di scambio). Poi esce finisca per scaricare i costi fiscali della dovrebbe spingere per il ritorno del po-
comincia con Adam Smith e David Ricardo
lo studio di una serissima banca d’affari crisi sui lavoratori dipendenti “perché sto fisso come aveva detto, con una bou-
ma presto si arriverà a Marx in tre volumi.
francese come Natixis che propone “A tanto ci sono abituati” e non possono tade, qualche mese fa. Visto che questo è
Vedremo chi venderà di più tra il teorico
Marxist interpretation of the crisis”. Sulla sottrarsi, visto che hanno la ritenuta alla uno dei nodi più delicati, la minoranza
degli animal spirits e il barbuto filosofo di
base dell’andamento dell’economia reale e fonte. della Cgil per ora non prende una po-
Treviri.
soprattutto dell’economia monetaria, In pratica la Cgil presto dovrà scegliere sizione esplicita anche se guarda con un
se difendere quelli che già protegge - co- certo interesse all’idea di Boeri (flessi-
me i dipendenti - oppure provare ad bilità inentrata e tutele crescenti).
pagina 12 Giovedì 21 gennaio 2010

DAL MONDO

N
HAITI TREMA RESPINGIMENTI
La Libia tratta
anche con Malta

ANCORA MA L a Libia starebbe


trattando con Malta
per giungere a un accordo
sul rimpatrio degli
immigrati simile a quello
siglato con l’Italia. Il

ELISABETH È VIVA trattato potrebbe essere


firmato il prossimo marzo
durante la visita del leader
libico Muammar Gheddafi
a La Valletta. Lo ha reso
noto il ministro degli
Neonata ritrovata nel suo letto, Esteri maltese Tonio Borg.

dopo otto giorni sotto le macerie Soccorritori tra le macerie di Port au Prince (FOTO ANSA)

ono terrorizzati, i bambini di mo e un’anziana tirata fuori dai refour, per protestare contro il
Il quartiere dei ricchi,
S Haiti. Che ieri mattina alle 6
ora locale si sono svegliati ri-
vivendo l’incubo del 12 gen-
naio. Una scossa di 6,1 gradi di ma-
gnitudo Richter ha fatto tremare
“resti” della cattedrale nella capi-
tale. La neonata, Elisabeth Joas-
saint, ha appena 15 giorni. É so-
pravvissuta senza cibo e acqua
per più di una settimana ed è stata
mancato arrivo degli aiuti. Una ra-
gazzina di 15 anni, Fabienne Che-
risma, è inoltre rimasta uccisa da
un colpo di arma da fuoco sparato
dalla polizia intervenuta per di-
dove il sisma non fa danni
nuovamente l’isola, provocando ritrovata nel letto di casa, a Jac- sperdere un gruppo di persone
nuovi crolli nel quartiere Carre-
four, a Port au Prince. Dove non si
mel, senza gravi ferite, nell’incre-
dulità della madre, una giovane di
che stavano saccheggiando delle
proprietà abbandonate. Critico
Mrurgoartha Chamoun risponde con ironia agli amici che chiamano da lontano:
“Sono viva, non vi liberate facilmente di me”. Quarant’anni, medico chi-
in un ospedale di Huston, è tornata nella sua Haiti arruolata in una squadra
IRAN
esclude possano esserci dei mor- 22 anni scampata alla tragedia. anche l’ambasciatore haitiano ne- di soccorso. “Il solo modo per capire cosa era successo alla mia famiglia”. Tutti Otto anni per aver
ti. Così come non si possono Ma queste “buone notizie” non gli Usa, Raymond Joseph, che non bene anche se spaventati da quell’interminabile minuto. A Pétion Ville, quartieri manifestato
escludere vittime nella zona di tolgono nulla alla condizione di ha apprezzato i lanci di cibo dagli alti di Port-au-Prince, non è successo niente di grave. Le belle case sono robuste:
Jacmel, epicentro del sisma, a 60
chilometri dalla capitale. Di cer-
to, per ora, c’è l’alba tragica degli
estrema sofferenza della popola-
zione. Buona parte degli sfollati
continua a non avere l’acqua e il
aerei che si erano verificati nelle
ultime ore. Per distribuire gli aiuti
“dovrebbero essere allestite aree
resistono senza crepe dietro i fiori dei giardini. Qualche cornicione, finestre dai
vetri rotti, tubi dell’acqua ingobbiti ma già rimessi a posto. Il terremoto ha ri-
spettato la classe privilegiata. Nella Montagna Nera di Pétion l’onda è stata lieve.
U n leader del
movimento
studentesco iraniano, Majid
haitiani che si sono riversati per cibo necessari. Per non parlare dove gli elicotteri possano atter- Ma le voci dei disastri della città sotto intristiscono le grandi famiglie che da Tavakkoli, è stato
strada, urlando, nel sentire nuova- delle medicine (per la terza volta, rare”, ha detto. “Gli aiuti all’aero- sempre dominano il paese. Famiglie cattoliche siro-libanesi; famiglie ebree scap- condannato a 8 anni e 6
mente la terra tremare. Nelle ul- è stato dato il diniego di atterrag- porto: facciamoli uscire”. E men- pate un secolo fa da Baghdad e Damasco. mesi di reclusione per avere
time 24 ore, tra martedì e merco- gio a un cargo di Msf contenente tre gli Stati Uniti hanno annuncia- La loro Haiti è un po’ California e un po’ Bermuda. Caffè dai nomi francesi anche preso parte attiva nelle
ledì, i soccorritori che ancora la- apparecchiature e farmaci salva- to l’invio di altri 4.000 uomini e il se l’inglese è la parlata di chi va e viene dagli Stati Uniti per studio o lavoro. I manifestazioni di protesta.
vorano tra le macerie avevano in- vita). Così non stupiscono mani- responsabile del Fmi, Dominique racconti di Martha parlano di un’emergenza non pesante ma fastidiosa. Non Tavakkoli, che a partire dal
vece compiuto un vero miracolo festazioni come quella di ieri. Strauss-Kahn, ha lanciato l’idea di manca niente, eppure il disagio di rimettere assieme la vita di sempre ad appena 2007 ha già trascorso un
estraendo vive ben 6 persone. E Quando una barricata fatta di sas- un Piano Marshall per il Paese ca- otto chilometri dall’inferno è qualcosa più di un rimorso: comincia la paura. Un anno e mezzo in carcere, è
facendo salire a 121 il numero dei si, tavole di legno, lamiere e con raibico, il governo haitiano dà un cordone di militari Usa abbraccia Pétion Ville tagliando ogni passaggio. La folla stato nuovamente arrestato
superstiti recuperati tra le rovine. un cadavere sotto una coperta, è nuovo, provvisorio, bilancio delle disperata deve restare giù e la Montagna è diventata “zona militare”. Come nel ’94 il 7 dicembre scorso, dopo
Si tratta di una neonata, due bam- stata sistemata in mezzo alla stra- vittime: 200 mila morti, 250 mila quando sono sbarcati i marines per spegnere la dittatura di Raoul Cedras (che avere tenuto un discorso
bini, una ragazza di 26 anni, un uo- da principale del quartiere di Car- feriti, due milioni di senzatetto. partiva per l’esilio di Panama, jet privato e in tasca l’assegno concordato col politecnico in occasione
mediatore Carter), anche oggi i marines si sono sistemati nel campo da golf. E della Giornata dello
come nel ’94 i soci del golf passeggiano attorno al green preoccupati di quanto studente. E ieri Mohammed
L’INVIATA DEL TG3 costerà rimetterlo a posto per ricominciare a giocare. Gli alberghi hanno ria- Reza Heydari, l'ex console
perto: non turisti ma diplomatici senza tetto, giornalisti, tecnici del soccorso, dell'Iran in Norvegia (che si
osservatori di ogni paese coinvolto negli aiuti. I soli posti dove possono dormire. era dimesso per protestare
“HO SCOPERTO IL VALORE DELL’ACQUA” Nelle terrazze della sera, ospiti impolverati discutono sulle strategie, tutto som-
mato sereni nell’aria fresca di montagna. Sembra un posto di vacanza, retrovia del
fronte di una guerra impazzita: Port-au-Prince è appena sotto. Martha fa sapere
contro la repressione nel
suo Paese), ha chiesto asilo
politico al governo di Oslo.
di Elisa Battistini tragedia di questo popolo, ov- sti. Ho visto la determinazione che i frigoriferi per ora restano forniti. Qualche problema con l’elettricità. Va,
viamente, non è nulla. Eppure, con cui un gruppo di haitiani ha viene ma Pétion Ville è attrezzata per affrontare le emergenze. Generatori e ri- OLANDA
tutto molto intenso. I rit- dopo sei giorni senza lavarmi, tentato, invano, di estrarre fuo- serve di gasolio sembrano tranquillizzare eppure l’angoscia cresce: per quanto
“E’ mi di lavoro sono serrati. quando in hotel ho fatto la pri- ri dalle macerie una donna. Non tempo resteremo isolati? Perché la benzina comincia a mancare. I distributori Deputato anti-Islam
Le emozioni in gioco sono for- ma doccia, ho percepito davve- ce l’hanno fatta, hanno rischia- quasi a secco, prezzi da mercato nero e file per un pieno che viene negato. in tribunale
tissime”. Lucia Goracci, inviata ro l’importanza dell’acqua. Una to di restare feriti, ma ci hanno Quando può, Marha va a chiacchierare con le compagne di scuola ritrovate. Elsa
ad Haiti del Tg3, racconta
un’esperienza dura ma indi-
menticabile.
sensazione forte, concreta. Co-
me quella, per noi banale, del
bere quando si ha sete. Ora que-
messo tutta la loro volontà. Per
ore e ore. L’altra storia è nega-
tiva: qualche giorno fa è arrivata
Baussam, proprietaria dell’albergo più alto della montagna, felice per essere usci-
ta senza danni dal terremoto, si lamenta per le spese che la pietà obbliga a fare.
“Non sa quanti dipendenti morti. Ne aveva quaranta, quindici sono tornati con la
É stato ascoltato ieri dal
tribunale di
Amsterdam Geert Wilders,
Cosa porterà con sé del ter- ste cose mi sembrano prezio- la notizia di una scuola elemen- preghiera di pagare i funerali dei compagni rimasti sotto. Non vogliono vederli l’autore del film “Fitna”, che
remoto che ha devastato se. tare, nelle campagne, in cui i finire nelle fosse comuni. Il contabile dell’albergo ogni giorno fa i conti ed è paragonava il Corano al
Port au Prince? E’ facile muoversi per i cro- bambini non erano stati soccor- pessimista”. Ed Elsa Baussam non è sicura di voler restare ad Haiti. Caffè chiusi, Mein Kampf. Il regista, un
Stare qui costringe a fare i conti nisti? si. Potevano essere ancora vivi, ma si parla di aprirli presto perché militari, soccorritori, diplomatici, giornalisti, deputato olandese,
con ciò che ogni giorno diamo No, manca la benzina. Infatti ho ma nessuno ha fatto niente. La insomma la folla di stranieri che ogni giorno si allarga, in qualche posto dovrà pur fondatore del Partito della
per scontato. La gente lotta per un autista domenicano, oltre a gente di campagna “conta me- ritrovarsi. Nessuna speranza, purtroppo, per le gallerie d’arte dei famosi naives libertà, è imputato per
la sopravvivenza. Ci sono caren- un assistente haitiano, perchè no”, loro stessi sono più fatalisti haitiani. Il mitico Nader ha mandato i suoi ragazzi a Miami. Resta per fare la incitamento all’odio
ze gravissime nei soccorsi. Nel- solo i domenicani possono ol- e si pensa che non protesteran- guardia ma non sa fino a quando. Una cosa i signori di Pétion hanno capito: come razziale e alla
la bidonville, a Cité Soleil, non è trepassare il confine. Ed è ne- no. Ci sono elementi contrad- sempre la loro bella vita è appesa alla vita grama degli altri. Se Port-au-Prince non discriminazione. In Olanda
mai arrivata l’acqua dalle auto- cessario farlo, quando servono dittori, anche nella popolazio- ritrova la sgangherata normalità, il paradiso sparisce. Sparirà? Per Martha “questo i parlamentari possono
botti, hanno solo quella delle la- carburante e altri generi di pri- ne. Ma prevale la solidarietà, la timore ha accompagnato negli anni le nostre famiglie, ma poi tutto è ricomin- beneficiare dell’immunità,
trine. I cargo di Msf con i farma- ma necessità. voglia di aiutarsi. Mi sembra un ciato dopo terremoti, colpi di stato, uragani. Eppure il retropensiero non cambia: ma solo per le frasi dette in
ci non vengono fatti atterrare. Avete avuto problemi con le popolo molto generoso. prima o poi succederà. Ecco perché lavoro a Huston”. (m.ch.) parlamento.
Molte persone non possono es- dirette?
sere operate. I medici sono co- Una volta, per colpa di un gene-
stretti ad amputare gli arti con ratore. Un commerciante si è
le seghe, non con le attrezzatu- fatto in quattro per trovarne un IN MISSIONE FALSI ALLARMI
re mediche. Non si può che es- altro funzionante. Quell’uomo
sere coinvolti da ciò che si vede.
Haiti mi ha aperto gli occhi sulla
è stato gentilissimo, anche se il
suo negozio era crollato.
Per fortuna è MONACO RESTA A TERRA
forza e sulla disperazione della
gente.
Dove dormite?
Le capita mai di sentirsi inu-
tile?
Assolutamente sì. Anche per-
arrivato Bertolaso G iornata di allarme terrorismo, ieri,
nell’areoporto di Monaco di Baviera. Alle
Ora siamo in albergo a Port au
Prince, ma per sei giorni abbia-
mo vissuto in una casa. Alcuni,
ché, qui, siamo investiti di un
potere che non abbiamo. Alcu-
ne persone ci chiedono di aiu-
T utti i maggiori quotidiani italiani – da Re-
pubblica al Corsera – hanno annunciato
con pagine roboanti la missione italiana ad Haiti.
15:30 momenti di panico al terminal 2: in un primo
momento un uomo ha passato il controllo sicurezza
ma il suo computer portatile ha fatto scattare
tra i pochi che hanno ancora tarli a trovare lavoro nei nostri Gli Stati Uniti hanno inviato decine di migliaia di l’allarme esplosivo. Si è diffusa la notizia che il
un’abitazione, le affittano ai paesi, ed è frustrante sapere di marines e parà nell’isola. Immaginate il capo del presunto attentatore si fosse dileguato ed è partita
giornalisti. Venti dollari a perso- non poter far nulla. E di essere, Pentangono, Robert Gates, chiedere preoccupato:
na. É un piccolo “business” per invece, percepiti come “salva- la caccia nello scalo tedesco. Mille agenti si sono
“Where is mr. Bertolaso?”. Il capo della Protezione riversati sul terminal e 60 voli sono stati cancellati o
racimolare qualche soldo. E i tori”. Ma a volte possiamo an- civile, presto convertita in società per azioni, è sta-
proprietari vanno a dormire che dare una mano: un giovane hanno subito ritardi. Col passare delle ore la
to spedito sui luoghi del disastro perché “serve
con gli sfollati. haitiano mi ha chiesto di far sa- situazione è andata rasserenandosi: quello che
Com’era la casa? pere ai suoi genitori, che abita- un’autorità per coordinare gli aiuti” (dice Silvio
sembrava esplosivo si è rivelato una sostanza
Due stanze e un piccolo bagno, no negli Usa, che è vivo. Alcuni Berlusconi). Sul modello L’Aquila, Bertolaso
chimica, forse un profumo; fonti della polizia hanno
cosa non scontata visto che medici-reporter della Abc han- ha presto srotolato il piano: “Allestiremo le
spiegato che lo scanner è incappato in un errore e
molti edifici non ne sono dotati. no fatto nascere dei bambini tendopoli”. Ma per non creare imbarazzi di-
Quando siamo entrati era disor- per strada. Insomma, l’informa- plomatici con gli Usa e in particolare con che l’uomo, in realtà, non era fuggito ma si era
dinata: i proprietari l’avevano zione è fondamentale, ma l’Onu, il ministro Frattini e Bertolaso hanno diretto in fretta verso il suo aereo, pronto al decollo.
lasciata in tutta fretta, per ren- l’emergenza è così grave che rettificato: “L’Italia non ha intenzione di assu- L’allarme è cessato definitivamente verso le 19.
derla disponibile. L’abbiamo scatta il desiderio di agire. E tal- mere – ha precisato il secondo – un ruolo di L’ennesimo episodio indice del livello di allerta in
usata come base operativa per volta ci si sente impotenti. leadership sulla gestione dell’emergenza”. tutti gli scali del mondo dopo il fallito attentato di
montare i servizi e inviarli. Nel- Quale sentimento prevale Natale sul volo Delta Airlines diretto a Detroit.
Meno male! (Ca. Te.)
la casa non c’era l’acqua e c’era- tra le persone?
no gli scarafaggi. Di fronte alla Le racconto due episodi oppo-
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 13

DAL MONDO

SCOTT BROWN, L’EX MODELLO CONQUISTA


IL SEGGIO CHE FU DI TED KENNEDY
Vittoria dei repubblicani in Massachusetts: “Impedirò la riforma sanitaria”
di Angela Vitaliano to choc. La sensazione di esser- Scott Brown, il 41° senatore
New York si andati a cacciare in un gros- repubblicano, vincitore delle
so guaio con le proprie mani è elzioni in Massachusetts (FOTO ANSA)
cott Brown è il nuovo se- palese e la resa dei conti, con il

S natore del Massachusetts,


colui che occuperà il seg-
gio di Ted Kennedy e che,
come promesso per tutta la
campagna elettorale, proverà
lancio di accuse reciproche,
conferma che il pasticcio del
Massachusetts sia proprio di
quelli grossi. Nonostante la tie-
pida accoglienza con cui era
sull’apatia dell’elettorato indi-
pendente (nel Massachusetts
gli indipendenti superano per
numero repubblicani e demo-
cratici insieme) sempre più
ad infrangere il sogno di un’as- stata accolta la vittoria della critico e meno disponibile alla
sistenza sanitaria “universale”. Coakley alle primarie, nessu- “negoziazione” e, dall’altra, su
Lo ha ribadito nel suo discorso no aveva dato, per settimane, il un suo personale carisma, in-
di accettazione, martedì sera, minimo credito al candidato discutibilmente populista,
ricordando al suo elettorato repubblicano noto soprattut- che ha scaldato gli animi dei
che sarà il 41° senatore del par- to per le sue gaffe e il suo pas- sonnecchianti “liberal” con
tito repubblicano. Colui, dun- sato da modello piuttosto che due frasi ad effetto che ne han-
que, che farà perdere la super per meriti politici. Brown, ex no cambiato il destino. Dopo
maggioranza ai democratici. avvocato prestato alla politica, un inizio di campagna anoni-
Obama, infatti, alla vigilia senatore del governo locale ma e tutta in salita, infatti,
dell’elezione aveva detto di es- del Massachusetts, invece, ha Scott Brown ha avuto la genia-
sere “frustrato” dalla situazio- macinato migliaia di chilome- le intuizione (e sfrontatezza
ne in Massachusetts, impensa- tri con il suo furgone, stringen- considerando che agiva nel
bile solo poche settimane pri- do mani e offrendo caffè, in as- “feudo” dei democratici) di
ma. soluta antitesi con l’avversa- sottolineare che il seggio in pa-
Nella roccaforte dei democra- ria, rinchiusa nell’illusione di lio al Senato non era “con tutto
tici, Martha Coakley, pur non una facile vittoria. il rispetto loro dovuto, dei
avendo mai avuto nessun ap- Va riconosciuto al neoeletto Kennedy, ma del popolo del
peal reale sull’elettorato aveva senatore il merito di aver uti- Massachusetts” e che “come
potuto fare affidamento, fino lizzato le stesse armi che un an- 41° senatore repubblicano, e, soprattutto, dei nemici giu- Otto anni fa, la sua carriera po- Nancy Pelosi dovrà sicura-
allo scorso novembre, su son- no fa aiutarono Obama a rag- impedirò l’approvazione della rati della riforma sanitaria che litica aveva subito, fra l’altro, mente fare “mea culpa” ma an-
daggi che la davano in testa di giungere una vittoria storica e riforma sanitaria”. Improvvisa- qui sono particolarmente ag- una forte battuta d’arresto che studiare le eventuali mos-
30 punti percentuali. Alla fine di cui la Coakley non ha pen- mente, come il pifferaio magi- guerriti. Per la sua situazione quando, commentando la de- se per salvare, prima di tutto, la
ha perso con cinque punti sec- sato, nemmeno per un mo- co, Brown ha cominciato a ca- specifica locale, infatti, il Mas- cisione del suo predecessore riforma sanitaria e poi il resto
chi di svantaggio, uno schiaffo mento, di usufruire. Scott Bro- talizzare l’attenzione dell’ala sachusetts sarebbe lo Stato al Senato (una lesbica) di avere dell’agenda presidenziale. Tre
ben assestato in faccia che ha wn ha avuto terreno facile po- destra dei conservatori, dei de- che meno si avvantaggerebbe un bambino con la sua partner, al momento le possibilità, tut-
lasciato tutti i democratici sot- tendo, da un lato, puntare lusi, degli scontenti, dei critici della riforma proposta da Oba- l’aveva definita “non norma- te molto sgradite ai repubbli-
ma, grazie a una legislazione le”. Insomma, i democratici cani: approvare la riforma de-
interna che già estende molti avevano ben più di una possi- finitiva prima che Brown si in-
benefici. Qui, dunque, le bilità per infrangere i sogni di sedi materialmente a Washin-
BUONE NOTIZIE a cura della redazione di Cacaonline preoccupazioni ruotano piut- gloria dell’avvenente Brown gton; passare il progetto di ri-
tosto intorno ai costi cui si do- (pare piaccia molto alle don- forma approvato dal Senato
DATI POSITIVI SU ENERGIA PULITA E CARTA RICICLATA vrebbe far fronte e, con la crisi
economica che ancora scuote
ne) e conservare intatta la loro
maggioranza ma non l’hanno
(sebbene sia molto meno am-
pio di quello della Camera)
L’Italia riciclona quantità di imballaggi recuperati, pesantemente il paese, non è fatto, soprattutto per quel pec- senza un nuovo dibattito; pas-
L’Italia ha raggiunto (e superato di un passati dal 30% al 69%, e quantità facile mantenere il consenso. cato di “sottovalutare il nemi- sare la riforma del Senato e ap-
buon 8%) gli obiettivi di legge sul smaltite in discarica, ridotte dal 70% Brown, dunque, pur avendo co” che in politica si paga sem- provare le “variazioni” future
recupero e il riciclo degli imballaggi. Lo al 31%. sostenuto la riforma sanitaria pre. in maniera “spacchettata” sen-
rivelano gli ultimi dati resi noti dal Brillanti idee approvata dallo Stato del Mas- Oggi, dunque, il partito di za sottoporle al dibattito.
Consorzio per il recupero degli Secondo il GSE, Gestore Servizi sachusetts nel 2006, si oppone
imballaggi (Conai). Di tutta la carta e il Elettrici, nel 2010 la produzione da fieramente a quella proposta
cartone, l’alluminio, l’acciaio, il vetro e impianti solari fotovoltaici in Italia del presidente Obama. Il neo
la plastica immessi al consumo si è raggiungerà quota 900 Mw. A senatore, poi, ha cavalcato tut- ADDIO “SHINING LONDON”
recuperato e riciclato mediamente il gennaio abbiamo già superato gli ti i temi più cari ai conservato-
68,9%. Punta di diamante è la filiera
della carta: la raccolta differenziata e il
riciclo hanno raggiunto quota 75,3% e
815 Mw con oltre 62 mila impianti
funzionanti e incentivati dal Conto
Energia.
ri: fiera opposizione ai matri-
moni gay, appoggio alla guerra
in Afghanistan, revisione dei
CERVELLI IN FORSE
a crisi morde il Regno Unito più che altrove in
migliaia di alberi ringraziano! In oltre
10 anni di attività il Consorzio è
riuscito a invertire i rapporti tra
(di Jacopo Fo, Simone Canova,
Maria Cristina Dalbosco, Gabriella
Canova)
regolamenti per il porto d’ar-
mi. Insomma, un candidato
così conservatore da far sem-
L Europa. Gli italiani d’oltre-manica ora
riflettono sul da farsi. Restare quando ancora non si
brare John McCain un liberale. vede la fine del tunnel della recessione? O tornare in
Italia, magari dopo aver maturato una prestigiosa
esperienza internazionale? Erano i primi anni del

La guerra degli operai: inglesi contro italiani governo Blair, a cavallo del millennio, quando molti
di loro sono venuti per lavorare nel mondo della
tecnologia industriale e nel settore bancario e
DOPO LA RAFFINERIA TOTAL, UN NUOVO CASO ACCENDE LA POLEMICA SUGLI STIPENDI finanziario. Erano gli anni in cui la capitale
meritava l’appellativo di “Shining London”, una
di Andrea Valdambrini chiesta, circa 17 operai ogni mese hanno gua- Il premier Gordon Brown, messo città cosmopolita e in continua trasformazione. Poi
Londra dagnato mediamente 1300 sterline in meno alle strette e preoccupato dagli ef- la crisi economica si è riversata sulla finanza
del salario stabilito. E questa è la parte docu- fetti dell’ingresso massiccio di la- britannica come un ciclone. E da lì, a cascata, sui
uesta volta gli immigrati siamo noi italiani. mentata della vicenda, probabilmente sol- voratori stranieri aveva ripiegato
Qvolta,Siamo noi, una volta tanto (o ancora una
se si pensa all’immigrazione italiana fi-
tanto la punta dell’iceberg. Basti pensare che
l’impianto industriale di Staythorpe può ser-
sul protezionistico slogan “Briti-
sh jobs for british workers” (“la-
settori produttivi. Il paese si è scoperto vulnerabile.
La generazione degli “italiani del millennio” al
no a pochi decenni fa) a rappresentare una virsi di un numero considerevole di operai, vori britannici per lavoratori bri- momento sta a guardare. Qualcuno confessa,
minaccia, con la nostra forza lavoro a basso arrivando a impiegarne sino a 2000 nei pe- tannici”). Non è forse neppure il deluso, che non c’è paragone: Londra è più triste
costo esportata in Gran Bretagna. Sull’altro riodi di più intenso lavoro. Una buona parte caso di ricordare, tuttavia, che adesso. Ma qualcun altro sospetta che prima fosse
fronte, gli operai inglesi e i sindacati. Che in- di loro sono forniti da subappaltatori, e molti noi italiani per primi (al pari dei troppo brillante per essere vera. (An. Va.)
vocano il ritorno agli accordi presi con subappaltatori non sono inglesi. Il sindacato portoghesi o dei molti polacchi
l’azienda e il rispetto dei diritti dei lavoratori si è detto preoccupato per il fatto che si possa che compiono lavori manuali in
“senza riferimento alla nazionalità”. In un in- seguire il “cattivo esempio” della Cmn. tutta la Gran Bretagna) godiamo
trigo di ragioni complesso e difficile da de- Ma non è la prima volta che in Gran Bretagna del diritto di libero movimento
cifrare. si innesca una guerra tra lavoratori che vede nell’ambito dell’Unione. In tal senso è quasi si l’8% su base annua. Molte aziende straniere
Succede a Staythorpe, nelle East Midland, coinvolti i nostri connazionali. Esattamente impossibile negare l’ingresso per motivi di la- che in passato hanno investito in territorio
uno dei distretti ad alta concentrazione indu- un anno fa, nel gennaio 2009, il caso più cla- voro a cittadini in possesso di un passaporto britannico si vedono ora costrette a tagliare o
striale dell’Inghilterra centrale. La Alstom, moroso era esploso nella raffineria Total di europeo. A margine delle proteste di Lindsey, perfino chiudere i battenti. In seguito all’ac-
gruppo industriale francese, sta costruendo Lindsey, nel Nord Lincolnshire. Gli operai il regista Ken Loach, esponente del marxi- quisizione della storica azienda alimentare
una stazione energetica servendosi di subap- britannici erano allora scesi in piazza, soste- smo inglese, aveva espresso la sua solidarietà Cadbury da parte dell’americana Kraft, uffi-
paltatori che provvedono forza lavoro. Una nuti dal sindacato, contro l’utilizzo di italiani nei confronti dei lavoratori inglesi. Dietro cializzata solo l’altro ieri, si prevedono pesan-
delle aziende coinvolte nel progetto è l’ita- e portoghesi il cui lavoro era giudicato com- agli slogan, aveva spiegato, non c’era ti tagli sul totale di 4500 posti di lavoro, anche
liana Cmn, specializzata nella costruzioni di petitivo da parte dell’azienda appaltatrice, un’istanza protezionistica, ma la richiesta di se la stima ufficiale non è ancora stata resa
impianti e macchine industriali. Secondo probabilmente anche perché pagato in mo- regole sul lavoro uguali per tutti. nota. Ancora più grave la situazione allo sta-
quanto appreso in seguito all’inchiesta avvia- do più contenuto. Il subappalto era andato in Gli operai britannici, dal canto loro, non se la bilimento gallese della Bosch, grande azien-
ta dal sindacato britannico Unite, i lavoratori quel caso alla Irem di Siracusa. La paura di passano certo bene. I timidi accenni di ripre- da tedesca di forniture meccaniche. Qui il nu-
italiani reclutati da Cmn per la Alstom rice- perdere il posto, o di vedere abbassati i propri sa economica in questo inizio di 2010 non mero delle persone da licenziare è stimato in
vono un salario nettamente inferiore a quello standard retributivi, aveva portato gli operai possono nascondere una condizione pesan- non meno di 900. Il trasferimento della fab-
dei colleghi inglesi. Tra l’aprile e il dicembre a scandire slogan che sfioravano il razzismo. tissima per il mondo del lavoro e soprattutto brica è già pronto. In Ungheria, dove il lavoro
2009, il lasso di tempo documentato dall’in- Tanto da aprire un piccolo caso diplomatico. per l’industria. La disoccupazione tocca qua- costa meno.
pagina 14 Giovedì 21 gennaio 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

Moretti Paralimpiadi Ancora Pep Difese


Trionfo A quelle Guardiola La Cina nega
al Sacher invernali, Sky firma con il che il blocco
per i suoi dedicherà Barcellona di Avatar
documentari ogni giorno per un’altra abbia ragioni
al femminile sei ore di tv stagione politiche

gli studenti

UN
TRENO
PER
LA
MEMORIA
La scrittore Primo Levi. Qui sopra
la cartina del viaggio che dopo
la liberazione di Auschwitz, Levi
In libreria Uun nAuschwitz
treno che parte per
è sempre
fece per tornare a Torino il cofanetto colpo al cuore. Quel
percorso in verticale, le
contagio di un’epidemia, l’inquina-
mento nucleare è una minaccia che
con il libro più ore fissando il finestrino
e i paesaggi che cambia-
non si vede, e assomiglia molto al no, storpiati dal freddo e
veleno di Auschwitz. Che, come scri- dvd realizzato dalla natura. Lassù, ver-
ve Levi nell’ultimo capitolo della so la Polonia. Gli inter-
Tregua, continua a circolargli dentro da Davide nati del campo di con-

LA STRADA DE LA TREGUA a distanza. Ma ci appaiono coi ca-


ratteri di una nuova pestilenza an-
che il montante neonazismo docu-
Ferrario e
Marco Belpoliti
centramento di Fossoli
viaggiavano per l’ultima
destinazione dalla sta-
mentato dal film in Germania; non- zione di Carpi, il 25 gen-

PRIMO LEVI
ché l’esacerbato nazionalismo che naio – a più di 60 anni
in paesi come Ucraina e Bielorussia dalle deportazioni – sui
contraddice i pur generosi slanci di la sua opera per qualche motivo si- vagoni che tengono ac-
rinnovamento. nora tenuto a margine dalla stermi- cesa la storia sul buio
Il volume Da una tregua all’altra cer- nata bibliografia critica: il suo lavo- dell’umanità ci saranno
ca appunto di riannodare questo ro di decodifica e “uso” delle imma- seicento studenti. I ra-
viaggio del 2005 a quello del 1945. gini. Se Levi è per eccellenza il Te- gazzi delle medie supe-

Ritorno
E lo fa presentando materiali rari e stimone, non può essere privo di in- riori che associano il do-
dispersi di Levi e di Mario Rigoni teresse cercare di capire come ve- lore straziante dei de-
Stern (l’autore del Sergente nella ne- dessero i suoi occhi. E come giudi- portati alla targa in tede-
ve, che di Levi fu buon amico), e cassero le immagini riprodotte del- sco – arbeit macht frei, il
saggi su Levi – oltre che di Belpoliti la Deportazione: quelle documen- lavoro rende liberi –
e miei – di Massimo Raffaeli e della tarie e quelle “di finzione”: a partire all’ingresso del lager sa-
giornalista di base a Mosca, Lucia dal fortunatissimo serial televisivo pranno, e vedranno, che
Sgueglia, sul senso della geografia Holocaust. (Per quel che può valere quella lugubre scritta è

dall’inferno
nella Tregua e in generale nell’ope- fu in quell’occasione che presi una stata profanata e rubata
ra di Levi. Lo stesso senso del pae- prima volta coscienza di quanto era appena un mese fa. Se-
saggio che Belpoliti ha mostrato in avvenuto. Avevo undici anni; due gno che il giorno della
un’ennesima reincarnazione della anni dopo mi recai in visita ad Au- memoria – il 27 gennaio,
Tregua: La prova, il diario della la- schwitz). in Italia istituito per leg-
vorazione on the road della Strada Ma la parte più “nuova” del libro è ge nel 2000 – non è mai
di Levi (uscito da Einaudi nel mag- costituita dalle deposizioni giurate vecchio e, per alcuni, an-
gio del 2007). Dove si legge fra l’al- che Primo Levi rese alle autorità ita- cora troppo giovane. Gli
di Andrea Cortellessa morte di Levi (a Torino l’11 aprile tina di chilometri da lì; e che nell’86, tro: “Levi […] sembra avere idee liana e tedesca, nel 1960 e nel 1971. studenti saranno accom-
1987), è un road-movie nel quale a pochi giorni dall’esplosione del molto chiare su come funzionano i Rese note qualche anno fa da Bel- pagnati da artisti, scrit-

E
una piccola troupe ripercorre il tor- reattore nucleare sovietico, scrisse meccanismi della psiche umana. politi, esse pongono una quantità di tori e musicisti, sentiran-
tuoso itinerario seguito da Levi per un commento sul disastro. Levi vi Traccia cartelle cliniche e insieme questioni non meno che cruciali. Si no la fatica della traver-
tornare in Italia, attraverso sconfi- tornava su un tema a lui caro come mappe geografiche. […] Forse è la pensi soltanto all’attuale dibattito sata e il silenzio di una
nati territori dell’Europa dell’est quello della responsabilità della sua mente a funzionare come una tra storici e giuristi sulla nozione di fuga sulle rotaie. Accan-
(Polonia, Russia, Bielorussia, Ucrai- scienza e della tecnologia; ma vi si carta geografica, sia per le persone prova e sull’utilizzo, in tal senso, di to ai ragazzi, ci saranno
na, Moldavia, Romania, Ungheria, può leggere, anche, qualcosa di più sia per i luoghi”. testimonianze non “letterariamen- Carlo Lucarelli, Paolo
Repubblica Ceca, Austria e Germa- irrazionale, viscerale: l’invisibilità del- Ma se Levi ci appare oggi un grande te” organizzate bensì formalizzate, Nori, il Coro delle mon-
nia): il viaggio che racconta Levi la minaccia costituita dalle radiazio- geografo ex lege, la nostra ricerca ri- come queste, al fine di un impiego dine, Vinicio Capossela,
cioè, nel 1963, nella Tregua. È l’oc- ni. Ed è a questo punto che Levi evo- flette anche sul suo “mestiere” di forense. Il luogo-nodo, qui, è Fosso- Gian Maria Tosatti, i Rio,
casione per una nuova “avventura ca uno spettro dell’immaginario storiografo, a sua volta senza catte- li: il campo di transito dal quale il 22 Stefano Cisco Bellotti.
medio europea”, come definì Calvi- collettivo come la peste. Come il dra. C’è per esempio un aspetto del- febbraio 1944 partì il treno maledet- Prima di iniziare il viag-
no quella di Levi presentando il suo to che portò Primo Levi e centinaia gio di cinque giorni, or-
libro. Un’avventura nella quale si in- di suoi compagni di sventura in un ganizzato dalla Fonda-
contrano le mille contraddizioni di luogo che nessuno di loro aveva mai zione Fossoli, i ragazzi
sce per Chiarelettere, in occasione un’Europa che intrattiene difficili Libro e film prima sentito nominare: Au- incontreranno Sandra
della Giornata della memoria del rapporti col proprio passato tragi- LA PRESENTAZIONE schwitz. Col suo maligno genius lo- Eckert, presidente della
prossimo 27 gennaio, un cofanetto co, ma anche con un presente quan- Il giorno della memoria Esce oggi il cofanetto con ci, lo Sturmbannführer delle ss Frie- comunità ebraica di Mo-
col dvd del documentario La strada to mai problematico (la Seconda il dvd del documentario “La strada di Levi”, drich Bosshammer. Catturato dalla dena e Reggio Emilia. Le
di Levi, realizzato nel 2006 da Davide guerra mondiale, la Shoah, lo stali- realizzato nel 2006 da Davide Ferrario e da Marco polizia tedesca nel dopoguerra, e letture di Nori e Tosatti,
Ferrario e da Marco Belpoliti, ac- nismo, la desovietizzazione, il nuo- Belpoliti, accompagnato da un volume di materiali e condannato all’ergastolo anche in le musiche di Bellotti e
compagnato da un volume di mate- vo esasperato consumismo). saggi assemblati dallo stesso Belpoliti e Andrea séguito a questa deposizione di Pri- Capossela racconteran-
riali e saggi assemblati dallo stesso Un episodio importante è per esem- Cortellessa “Da una tregua all’altra”. Il cofanetto mo Levi, Bosshammer morirà in no il dramma degli ebrei,
Belpoliti e da me, intitolato Da una pio ambientato a Chernobyl, loca- verrà presentato al Teatro Franco Parenti di Milano, carcere, di cancro, due anni dopo. poi le casupole e i comi-
tregua all’altra. Auschwitz-Torino ses- lità ovviamente non citata nella Tre- mercoledì prossimo alle 18. Con gli autori Anna In casi come questo si potrebbe ri- gnoli di Birkenau riem-
sant’anni dopo. Il film, uscito nel ven- gua di Levi. Il quale però durante il Bravo e Stefano Jesurum. petere che la vendetta è il racconto. piranno gli occhi e svuo-
tesimo anniversario della tragica suo viaggio transitò a una quaran- No: giustizia, era fatta. teranno il cuore. car tec
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

NAZIONALE / IL RIENTRO DI NESTA

VILLA ARZILLA
Lippi punta sul gruppo di Berlino
Al centro la stessa coppia di Francia ‘98
di Malcom Pagani lo con chi gli deve qualcosa. gna segnata da Gerd Müller, saicamente, farsi ricordare co- bisogna giocare, si tratti del Pa- cane. Segnando al ritmo balla-
Totti quindi, con tutta la dovu- Cruijff e dal vaffanculo in mon- me il Vittorio Pozzo del nuovo pa, di Stalin o di un Bomber. to nell’ultima prova, lasciarlo a
e la senti?”. E’ Ales- ta litanìa di superlativi : “Una dovisione di Chinaglia, quan- millennio. Per farcela, ben ol- terra sarà impossibile. Così,

“T
Qualcuno, chissà dove, capi-
sandro Nesta, lì, nel- grandissima persona e un do Haiti con Sanon, spaventò tre la fortuna, incorniciata in rà”. Marcello farà la stessa co- come accadde ad altri attac-
la terra di mezzo do- grandissimo giocatore” e Ne- Zoff e Giorgione, richiamato una battuta da balera di Aldo sa. Ai cavalieri, si è infatti ag- canti non giovanissimi (Ana-
ve un sì impegna de- sta che venne scelto da Dino in panchina dopo dieci stanchi Agroppi: “In confronto al culo giunto Luca Toni. Il passaggio stasi, Altobelli, il Paolo Rossi
finitivamente e indietro dal ri- Viola per la Roma, prima che minuti della ripresa, si sfogò di Lippi, quello di Sacchi era un dalle nebbie tedesche alle abili del deprimente Mexico ‘86,
fiuto, non si può tornare. Mar- suo padre Giuseppe, laziale, senza bisogno di interpretazio- coriandolo”, avrà bisogno di ri- mani di Claudio Ranieri, ha competizione in cui a Bearzot,
cello Lippi ha deciso, il difen- non scompaginasse il futuro, ni o indagini labiali. Chiuse in creare lo stesso spirito che nei avuto l’imprimatur di Lippi. In l’esperimento nostalgia messo
sore quasi. Con ogni probabi- stracciando l’iniziale promes- un amen, Chinaglia e neanche giorni che precedettero l’im- Germania, Toni si era smarrito. in piedi da Lippi, non riuscì), a
lità, nella primavera sudafrica- sa per trascinare il giovane la comprensione di Fuffo Ber- presa del 2006, aleggiava nella Ai margini, in un’involuzione 33 anni, Toni potrebbe ritro-
na, ci sarà anche la sua maglia Sandro a San Basilio, periferia nardini, servì a ricomporre la tetra Coverciano. Una squadra senza luce. Appena arrivato, varsi titolare in Nazionale. Tas-
numero 13, che avrebbe pro- est della Capitale, in mezzo a frattura con pubblico e critica. assediata, con gli editorialisti ha accompagnato la risalita, sello di un meccanismo che co-
vocato le ire di Gaucci e i ti- trecento bambini, facendone Le ribellioni, nel pallone, si di- che invitavano a tifa- impegnandosi nel mestiere nosce a memoria e a cui ha già
mori della vasta genìa di sca- bandiera, momentanea, di spiegano al chiuso. Chi evade re Ghana, a che meglio cono- offerto soddisfazioni non
ramantici professionali. Nel una Lazio troppo intensa da dalla logica, finisce nella gab- escludere Buf- sce. Non ha quantificabili.
2007, quando decise di strap- dimenticare. bia dell’indifferenza. fon, a non cre- nascosto le
pare velo e militanza, sembra- dere per un ambizio- RISCHIATOTTI.
va che la scelta fosse definiti- NOSSIGNORE. Solo qual- LONTANO DA DOVE. solo istante, a ni su- Così, alla fine, a trionfare po-
va: “Abbandono la Nazionale. che mese fa, Lippi negava. Non è la prima volta che un Ct un’accolita dafri- trebbe essere il paradosso.
Nel calcio di oggi ci sono trop- “Non li chiamerò perché sono Con Totti e Toni, entrambi con-
pe partite. A me serve relax: convinto che bisogna rispetta- vocati e il primo costretto, per
accorgersene è stata dura, ma
se riposo, anche il mio rendi-
re le decisioni di chi ha dato
tanto alla causa”. Ci ha ripen-
Il Ct ci ha ripensato, aveva posizione, utilità complessi-
va, ginocchia messe a dura
mento migliora”. Parole fatte
scivolare a dieci giorni di di-
sato, e adesso, di fronte al pre-
vedibile partito di chi come
detto “Non li convocherò” prova ed energie residue,
a osservare il secondo
stanza da un altro addio, quel- Cesare Maldini, giudica la pos- dall’angolo buio di una
lo di Francesco Totti. Erano i sibilità come uno sfregio alla ma la modestia della Serie A, panchina, ritagliandosi
tempi del grande freddo con tradizione: “Chi ha detto no magari un prematuro
Roberto Donadoni, di un Eu- all’Italia, non può tornare sui lo ha fatto recedere dal ruolo alla Altafini, già
ropeo preparato nello scetti- propri passi”, tace e prosegue, precluso a un ragazzo
cismo e abbandonato a undici sede dopo sede, nella peregri- proposito iniziale padre di 35 anni per
metri dal trionfo. Un film mes- nazione che lo porterà tra po- cui il viaggio rimarrà
so in cantina, per dare spazio a che settimane a scrivere di suo un miraggio, Alessan-
un Peplum già messo in scena pugno la rosa definitiva degli decide di puntare sul gruppo collusa senza redenzione con dro Del Piero.
in contesti diversi. “Lippi e i eletti. Nesta nutrirebbe ancora storico. Così, a dodici anni da il peggio del nostro calcio. Così il 3 marzo, in un’ami-
suoi alfieri alla conquista del qualche dubbio. Titubanze le- Francia ‘98, i centrali dell’Italia Quella volta, come nel ritiro di chevole dalla sede indefinita
mondo”, applaudito in Ger- gate alla lunga sosta che gli ave- potrebbero essere gli stessi di Pontevedra, in Spagna, col Vè- (Nizza o Montecarlo) ma
mania quattro anni fa, è il re- va fatto temere l’interruzione allora. Cannavaro e Nesta. Ses- cio, pronto a benedire il silen- dall’avversario, il Camerun,
make che Marcello prova a co- coatta della carriera e al tacito, santanove anni in due. Anche zio stampa, la sindrome della che spedisce dritti alle polemi-
struire assegnando gli stessi militaresco, obbligato rispetto all’epoca, nel torneo dei ser- trincea produsse rabbia giova- che di Spagna, alle inchieste
ruoli che resero magica Berli- verso il gruppo che ogni reim- genti aggrediti dalla paura pri- ne da incanalare in campo. giornalistiche insabbiate e al
no. Opzione quasi obbligata missione forzata, prevede. Sul ma del calcio di rigore, dei rim- Non è detto che ripetersi, con percorso che ci infilò tra i ner-
da un torneo che al di là degli tema, Lippi lo ha rassicurato. I pianti e delle staffette senza co- quattro anni in più nelle gam- vosi poliziotti in verde oliva del
sperimentalismi di provincia, capi hanno annuito. Lo voglio- strutto, sostavano a guardia be, offra lo stesso risultato. Lip- Santiago Bernabeu, i tre po-
offre il poco che può. Biondi- no. Si sentirebbero più protet- dell’area. Eventualità non pi lo sa ma non dispera. Si af- trebbero imbarcarsi per una
ni, Candreva, Bocchetti, il bra- ti. E’ sempre andata così. E’ il esclusa, benché lasciar fuori fiderà alla testa. Alla voglia di missione in prospettiva. Co-
vo Ranocchia che prima di in- clan a dettare le regole, decide- Chiellini appaia un’eresìa e il stupire. munque vada, il triplice grido
fortunarsi gravemente, si era re se e come un elemento pos- capitano attuale, impietosa- Sembra di leggere Arpino (che di Nando Martellini non lo ria-
mosso nella scia del primo Ba- sa stare all’interno del recinto, mente irriso in velocità da su tenebre e spedizioni azzur- scolteremo più. E alzare la
resi. Nomi che eccitano le ta- segnalare al Ct distonìe in gra- mezza serie A, pecchi di rela- re marchiate dalla negatività, Coppa, sarà affare per fideisti,
sche dei procuratori, base so- do di compromettere il buon tiva affidabilità. scrisse un volume attualissi- abituati a veleggiare ben oltre
lida e spendibile, in sola pro- esito della spedizione. Così mo) “È sempre sull’anima che i confini dell’ottimismo.
spettiva. I migliori difensori Cassano, che ha mille difetti SABA E BEARZOT. C’è
del campionato parlano stra- ma il pregio dell’intuizione, ha qualcosa di più, pare sussurra-
niero e tra pigrizie, disatten- capito prima degli altri che a re Marcello, che da un lato so-
zione verso i vivai e geronto- Città del Capo non avrebbe fat- gna di parafrasare Saba, col si-
crazia dogmatica, gli over 30 to neanche il turista, fissando garo in luogo della Savinelli nel
rimangono l’avanguardia. Lip- un matrimonio (provocato- blu di Viareggio: “Non chiedo
pi non azzarda rivoluzioni e se rio?) per il 19 giugno. Chi sgar- altro/ fumare/ la mia pipa in si- Alessandro
proprio è costretto ad assu- ra, rimane fuori. Accadde nel lenzio/ come un vecchio lupo Nesta
mersi il rischio, preferisce far- 1974, il 15 giugno, nella rasse- di mare” e dall’altro, più pro- (FOTO ANSA)

Berlinale tra Scorsese e Polanski DELUSIONE Baarìa


IL FESTIVAL PRESENTA IL PROGRAMMA, PER GLI ITALIANI C’È IL FUORI CONCORSO è fuori dagli Oscar
di Anna Maria Pasetti sandro Aronadio. L’aspetto curioso è che per

a Cina aprirà, il Giappone chiuderà. E in


Ozpetek e Soldini, il direttore Kosslick si è quasi
inventato una proiezione-evento: se Mine vagan-
rama. Chi concorrerà dunque all’ambito Orso
d’Oro della 60ma Berlinale? Non Martin Scor-
sese in prima mondiale con Shutter Island nel
Nzioneon è bastata la campagna americana, il ricordo di
“Nuovo cinema Paradiso”, la prima positiva rea-
del pubblico. Giuseppe Tornatore non ce l’ha
Lpiùmezzo, tra un atteso Scorsese e un ancor di
Polanski, c’è un’Italia sparsa in varie sezio-
tidel regista turco ma ital-naturalizzato sfilerà su
un tappeto rosso del tutto eccezionale perché
fuori concorso della sezione principale, ma Ro-
man Polanski sì: il regista, che ha terminato il
fatta. Baarìa è fuori dall’Oscar.
Il risultato della prima pre-selezione (la cinquina
ni, tranne una. Indoviniamo? Il concorso uffi- non previsto per gli altri film della medesima suo The Ghost Writer mentre era agli arresti do- definitiva verrà svelata il 2 febbraio, mentre la con-
ciale. Al baffuto patron Herr Kosslick piace così sezione, che è Panorama - Fuori concorso, Cosa miciliari, ha accettato di buon grado di confron- segna delle statuette è prevista per il 7 marzo) non
e con amara evidenza va rilevato che nessun voglio di più del cineasta osannato in Germania tarsi con altri colleghi, anche esordienti. Come ha considerato meritevole di concorrere l’affresco
titolo nostrano sia stato da lui ritenuto “concor- per Pani e Tulipani è posizionato in un conteni- lui il cinese Zhang Yimou (San qiang pai an jing qi storico del regista siciliano.
renziale” tra i Principi della Berlinale numero tore chiamato Berlinale Special Gala. Sezione - Una donna, una pistola e un negozio di noodle), l’in- I nove film rimasti in lizza per l'Oscar per il miglior
60, che si celebrerà dall’11 al 21 febbraio. Il fe- che già l’anno scorso ospitò anche Ermanno Ol- glese Michael Winterbottom (The Killer Inside film straniero parlano lingue diverse. El secreto de
stival, noto per anticonformismo anche comu- mi col suo doc Terra Madre. Indice di grande ri- Me) e il danese Thomas Vinterberg (Submarine). Sus Ojos (Argentina), Sansone e Dalila (Australia),
nicativo (il programma viene sbriciolato nei levanza data ai nostri, da veri e propri maestri. In gara anche la bosniaca già Orso d’Oro nel The World is Big and Salvation Lurks around the
mesi e non ufficializzato in un’unica conferen- Purché fuori concorso. Chissà. Guadagnino 2006 per Grbavica Jasmila banic (Na Putu - Sul corner (Bulgaria), Un profeta (Francia), Il nastro
za stampa semplificatrice) ha proprio ieri infor- con il suo Festen dal sapore viscontiano Io sono sentiero), l’iraniano Rafi Pitts (Shekarchi - La cac- bianco (Germania), Ajami (Israele), Kelin (Kazakhi-
mato su quanto sarà “in competition”, con qual- l’amore (visto a Venezia in Orizzonti) è nella cia), il giapponese Koji Wakamatsu (Caterpillar), stan), Winter in Wartime (Olanda), The Milk of Sor-
che coda da annunciarsi in dirittura di festival e simpatica sezione Kulinarisches Kino (il cine- la danese Pernille Fischer Christensen (En Fa- row (Peru) di Claudia Llosa, già Orso d’oro a Ber-
questa, presumibilmente, non parlerà italiano. ma culinario) mentre il magnifico documenta- milie - Una famiglia), gli americani Noah Baum- lino.
I giochi sono fatti, dunque. La non competitiva rio di Pietro Marcello, La bocca del lupo, si è me- bach (Greenberg) e Rob Epstein (Howl), il tede- Le pellicole in gara erano sessantacinque. Per Tor-
squadra tricolore prevede per ora cinque signo- ritato il Forum (la sezione dei nuovi talenti e sco Oskar Roehler (Jud Süß - Film ohne Gewissen) i natore, che aveva spesso definito Baarìa (costato 25
ri, due notissimi come Ferzan Ozpetek e Silvio forse la più interessante del festival) dopo aver belga-francesi Benoît Delépine, Gustave de mln di Euro) il film della sua vita, una delusione
Soldini, tre meno noti ma più giovani come Lu- vinto il 27° Festival di Torino. L’esordiente Ales- Kervern (Mammuth) e il cinese Wang Quan’an, inattesa.
ca Guadagnino, Pietro Marcello e – notizia an- sandro Aronadio porterà Due vite per caso con Orso d’Oro nel 2007 per Il matrimonio di Tuya con
cora non ufficializzata dal festival – il deb Ales- Isabella Aragonese e Lorenzo Balducci in Pano- Tuan Yuan (Divisi insieme) che aprirà le danze.
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO

WEEKEND di Biondi, Collo, Colasanti, Pagani, Pasetti, Pontiggia ARTE di Claudia Colasanti il disco di dente
Manuale di sopravvivenza LA MEMORIA DI USTICA
E UN DC 9 FIRMATO BOLTANSKI
MARZABOTTO ella settimana in cui molti raggiungeranno Bologna
Nall'installazione
per ArteFiera (29-31 gennaio) suggeriamo la visita
permanente di Christian Boltanski
presso il Museo per la Memoria di Ustica.
L’artista francese, presente fino al 21 febbraio nell’im-
è GRANDADDY
The Sophtware Slump

MAI COSÌ VERA


menso Grand Palais di Parigi con la spettacolare “Per- Fango e metallo, tastiere di
sonnes” e contemporaneamente tenuto ‘sotto control- computer nella sabbia,
lo’ 24 ore su 24 per volontà di un collezionista, ha atmosfera post-qualcosa,
concentrato per tutta la vita l’attenzione sul tema della tecnologia retrò, spazio,
memoria. E’ dunque a lui che l'Associazione dei Parenti campagna, robot, montagne,
delle Vittime della Strage di Ustica ha affidato, nel nostalgia, tramonti, vecchi
2007, il compito di accompagnare la difficile, indi- videogiochi da bar,
geribile, visione del relitto del DC9 abbattuto il 27 rassegnazione, apocalisse
Giorgio Diritti, giugno 1980 mentre si dirigeva verso l'aeroporto di tecnologica, voli, terra e
autore di “L’uomo Palermo. plastica. Questo è quello che
che verrà”, già Più che ricordare il passato delle vittime, Boltanski è vedo quando sento The
premiato al Festival riuscito a bloccare la memoria del loro futuro spezzato. Sophtware Slump, registrato
di Roma Ha nascosto in nove grandi casse nere le decine oggetti nell'anno 2000 d.C. a
e l’installazione sulla personali appartenute ai passeggeri e lavorato solo at- Modesto, California. Il
tragedia aerea del Dc torno all’angosciante carcassa del velivolo. Né fotogra- secondo lavoro dei
9 Bologna-Palermo fie né nomi, solo voci astratte che emettono i probabili Grandaddy, band scioltasi nel
di Boltanski pensieri di un futuro interrotto e lungo il ballatoio spec- 2006, è fatto di canzoni
chi neri dove ognuno può ri- space-folk, di suoni sintetici
flettersi. Infine, appese sopra e chitarre acustiche, di testi
i frammenti dell’aereo, 81 luci malinconici e visionari, una
che si accendono e si spen- sorta di Space Oddity del
gono al ritmo di un respiro. nuovo millennio, qualcuno,
Museo per la Memoria di Ustica, addirittura, dice sia l'erede di
via di Saliceto 3/22, Bologna. Ora- Kid A dei Radiohead. Si
rio: merc, sab e dom 10-18 (30 passa da canzoni dilatate,
genn 10-24 e 31 genn 10-20). elettronica spaziale e
pianoforti terrestri, a piccoli
gioielli di elettricità pop, a
vocoder modificanti e voci
ritanti. E si immagina non solo al pub- magnetiche di annunci
blico italofono. Che invece percepisce registrati. La sensazione è
come ridicolo quanto al numero Otto, che il cantante folk, quello
ovvero i ritornelli italiani delle canzoni: con la camicia scozzese e gli

¸Cinema Diritti non cerca la (sovra)scrittura


ideologica, né si issa sulle spalle dei gi-
ganti del cinema bellico, perché satura
meticoloso pragmatismo e disinvolta
sapienza, manco fosse il trolley portato
in giro per il cielo dal suo adorabile ba-
Nine, ovvero “9” forti perplessità sul
musical di Rob Marshall. Uno: non ba-
sta giustificare lo svuotamento dei sa-
al limite del non-sense. Numero Nine:
come acutamente recensì il New York
Times, l’atmosfera finto-tricolore vei-
stivali, col pick-up e la barba
lunga, abbia scoperto la
tecnologia, ma non quella del
Da vedere la strage, ma lascia il sangue nel fuo- stardo George Clooney, tagliatore di pori felliniani dietro l’etichetta di colata dal film di Marshall ha un mood suo tempo, quella di
èèèè ricampo. Viceversa, il regista dribbla il teste a tempo pieno, amante occasio- “non-remake del capolavoro inimita- più di “Berlusconesque” che non dei vent'anni prima e la usi a
Drammatico/Ita Novecento di Bertolucci per “ripete- nale e sporadico membro familiare. Fin bile del Maestro, 8 ½”, che resta la fon- tempi in cui l’Italia, seppur difettosa, modo suo.
L’uomo che verrà re” la lezione del suo maestro Olmi - qui, almeno per lui, tutto bene, ma la te di ispirazione del musical on stage da profumava ancora di dolce vita.. Ci sono canzoni che
Di Giorgio Diritti. Con Maya Sansa e più lateralmente, dei Taviani - e trova doppia crisi, economica e sentimentale cui – comunque - il film è tratto. Due: la A. M. Pasetti commuovono per
Alba Rohrwacher con pudica intensità i volti, splendida- (Vera Farmiga, come dargli torto…), gli struttura binaria narrazione/canzo- l'atmosfera che riescono a
Premiato al Festival di Roma, L’uomo mente inattuali, persi dalla Storia e farà scoprire non un altro, ma sempli- ne-coreografia troppo reiterata è ga- è creare, per le straordinarie
che verrà porta sul grande schermo in l’elementare, crudele verità dell’homo cemente il mondo, quello che non ha i ranzia di noia totale se non è interval- Fantascienza / USA melodie della voce e la grazia
formato famiglia, quella della piccola homini lupus, nutrita di mala educazio- passepartout per ogni porta, né rincor- lata da momenti di creatività registica Il quarto tipo degli arrangiamenti, e questo
protagonista Martina (Greta Zuccheri ne (i giovani de-formati dal nazional- re il primato da frequent flyer quale di spessore. Marshall lo fece già in Chi- Di Olatunde Osusanmi. Con Milla succede anche quando si
Montanari, bravissima), la strage di socialismo), razzismo e quell’intento (unica) ragione di vita.Al Festival di Ro- cago ma l’ensamble in quel caso risultò Jovicich parla di Jad, l'umanoide, un
Marzabotto - Monte Sole, dove il 29 di sopraffazione chiamato istinto di ma, Clooney ha gigioneggiato (“An- più piacevole. Tre: quasi tutte le per- Nel 1972 fu stabilita una scala di misura robot costruito, amato e
settembre 1944 le SS scatenarono una conservazione. Ma questo passato che ch’io sono stato licenziato un sacco di formance coreografico-canore sono per i contatti con gli extraterrestri: il coccolato che, quando viene
rappresaglia senza precedenti, truci- non passa preserva una neonata spe- volte…”), ma da persona intelligente sotto tono, lontano dalla migliore of- rapimento è un incontro ravvicinato trascurato dai suoi inventori,
dando 770 civili, per lo più bambini, ranza, “che tra 500 anni – dice Diritti - qual è avrà baciato i piedi al buon Jason, ferta del musical contemporaneo del quarto tipo. Olatunde Osunsanmi, si sbronza e si uccide.
donne e anziani. la guerra possa essere considerata un che gli ha regalato il ruolo di una car- (esempi, Moulin Rouge, Across the alla seconda prova dopo The Cavern, Insomma un disco per
Interpretato da Claudio Casadio, Ma- reperto storico”. E’ questo l’uomo riera, rivestito delle sue belle apparen- Universe..) ma anche del moderno vi- questo sci-fi horror è ambientato a sognatori e amanti della
ya Sansa e Alba Rohrwacher, parlato che verrà? Capolavoro. (Fed. Pont.) ze e abitato da deprimenti pochezze deoclip. Quattro: Daniel Day-Lewis Nome, Alaska, dove negli ultimi 40 an- buona musica. La malinconia
nel dialetto bolognese dell’epoca, sup- per incarnare il mix che ci ha mandato (Guido Contini) non voleva fare il film. ni cittadini sottoposti ad ipnosi regres- si può anche immaginare e i
portato dalle testimonianze dei so- èèè in crisi globale. Drammaturgicamente E si vede. Cinque: anche Nicole Kid- siva dichiararono di aver incontrato gli Grandaddy l’hanno fatto
pravvissuti e da una fedele ricostruzio- Commedia / USA perfetto, Reitman non cede nemmeno man sembra disinteressata al suo ruo- alieni, preceduti dall’apparizione di un benissimo.
ne storica, l’Uomo di Giorgio Diritti Tra le nuvole all’happy ending e Tra le nuvole… trova lo (l’attrice Claudia, evocazione più gufo bianco...
non viene per le ragioni della Storia (il Di Jason Reitman. Con George Clooney, l’arcobaleno. (Fed. Pont.) Ekberg che non Cardinale) e non gio- A investigare è la psicologa Abigail
revisionismo, peraltro inviso al regista,
non è opzione pertinente), ma in ra-
gione delle storie private, umanissime
Anna Kendrick
Per Juno l’Oscar se lo prese la sceneg-
giatrice Diablo Cody –vedere Jennifer’s
Da non vedere
va. Sei: ad eccezione di Marion Cotil-
lard (Luisa) – l’attrice più cool del mo-
mento e certamente la più dotata mu-
Tyler (Milla Jovovich, bella e basta), che
scoprirà terrificanti rivelazioni, sup-
portate (?) da interviste e inediti ma-
CD in uscita ³
di una civiltà contadina qui falcidiata da Body per capire quanta (poca) farina è sicalmente delle Nine-girls – l’intero teriali di repertorio. Mockumentary è VAMPIRE
SS imberbi, attraversata dai partigiani fosse del suo sacco… - e Tra le nuvole ai Commedia / USA cast funziona solo parzialmente. Inclu- pretenzioso nelle intenzioni e timido WEEKEND
che chiama “ribelli” e comunque de- Golden Globes è rimasto a secco: per Nine sa “mamma” Sophia Loren più icona negli esiti che passa inosservato, senza Contra (XL)
stinata all’estinzione: meno efferata, fortuna, i premi passano, alcuni film re- Di Rob Marshall giustapposta alla memoria che artista far paura a nessuno. (Fed. Pont.) Esce il secondo album del
ugualmente ineluttabile. Dando segui- stano. Come questo, che ha un titolo Con Daniel Day-Lewis, Marion valorizzata. Sette: i dialoghi, arbitrarie quartetto di New York
to alla cifra antropologica e stilistica poco fedele a Jason Reitman: figlio del Cotillard, Penélope Cruz, Judi Dench, mescolanze tra italiano e inglese stra- molto atteso e molto
dell’esordio-cult Il vento fa il suo giro, papà dei Ghostbusters, fa cinema con Nicole Kidman e Sophia Loren namente accentato, sono piuttosto ir- lodato dai critici musicali.
C’è un gran lavoro di
ritmiche, quasi ossessivo.
Scomodare però i Talking
& LIBRI
DITTATURE, ANIMALI E GUERRE CIVILI Heads o il capolavoro My
life in the bush of ghosts di
Byrne e Eno pare
eccessivo.
Qualcuno già parla di disco
èèè / Da leggere tutto di incubi, come la Me- rio Verbano fu ucciso in una Tom Regan re, con piccole, semplici cano che all’indomani del dell’anno.
Storico tropolis di Lang, Gotham Ci- casa del quartiere Vescovio, L’autore è professore di filo- azioni quotidiane, alla diffici- crollo del fronte delle Astu- L’album è gradevole ma a
Sogni e pietre, trad. R. ty, o la Los Angeles di Blade a Roma, il 22 febbraio 1980, sofia presso l’università della lissima battaglia per una più rie si ritrovarono intrappo- tratti indigesto, come quasi
Belletti, Voland Runner. Dove ogni edificio è mentre fuori dalle finestre, North Carolina e, soprat- ampia coscienza animalista. lati in territorio spagnolo, e tutti i dischi mediocri usciti
MAGDALENA TULLI un “ricettacolo di inquietu- nelle strade, con rossi, neri e tutto, leader intellettuale che vissero per mesi – alcuni dall’inzio dell’anno.
Polacca, psicologa e tradut- dini”, dove ogni porta “po- pezzi di stato in conflitto, fi- dell’ARA (Animal Rigts Ad- èèèè / Da rileggere per anni – nascosti in mon- Se si sceglie il male minore,
trice (tra gli altri, Proust e trebbe rivelarsi la peggiore schiava la bufera di una guer- vocates). Un libro che vuole Romanzo tagna, nelle miniere abban- siamo alla frutta.
Calvino), Magdalena Tulli fa delle uscite”… (Pa. Co.) ra civile. Uno sguardo sem- rispondere alle più elemen- LUNA DA LUPI donate, ricercati, persegui-
parte di quella fitta schiera di plice, mai rassegnato, anali- tari domande sui diritti degli JULIO LLAMAZARES,trad. tati, la più parte torturati e è BADLY DRAWN
scrittrici “risorte” dopo la èèè tico e sentimentale al tempo animali e sulla loro difesa. Un TuttoEuropa, PASSIGLI poi uccisi, abbandonati al lo- BOY
caduta del Muro di Berlino. Memorialistico stesso, su una pagina di storia libro contro “la guerra non Come promesso nel 2009, ro tragico destino anche dai Is there nothing I
Sogni di pietre è la storia di Sia folgorante la fine, richiusa troppo in fretta. dichiarata che gli umani con- torniamo su questo autore – familiari – essi stessi vittime could do?
una città, Varsavia, microco- Rizzoli (Ma. Pa.) ducono verso gli animali”. nato a León nel 1955 – sven- delle rappresaglie del regime Damon Dough aka Badly
smo chiuso, della sua cresci- Carla Verbano/Alessandro Per capire che ognuno di noi, turatamente poco cono- –, e che tentarono di portare drawn boy confeziona una
ta, dei suoi cambiamenti, del- Capponi èèè anche senza dover diventare sciuto in Italia ma degno della avanti una resistenza impos- colonna sonora per The
le sue impreviste trasforma- Una madre, un figlio, Etologico necessariamente vegetaria- massima attenzione. Dopo sibile contro la trionfante e fattest man in Britain e,
zioni. Città di sogni e soprat- trent’anni senza verità. Vale- Gabbie vuote, Sonda no o vegano, può contribui- La pioggia gialla, Llamazares sanguinaria dittatura di Fran- ancora una volta, si
ha scritto quest’altro breve co. Come dei lupi feroci e fe- dimostra un gigante.
romanzo di rara bellezza e riti, appunto. Un libro teso, La title-track ricorda il
LO SGUARDO DI LLAMARAZES SUL FRANCHISMO intensità: nessuno aveva mai durissimo, mai autoreferen- miglior Morrisey: c’è
narrato le vicende di quei mi- ziale, senza una parola di un’intensità rara e
E LE MEMORIE DI CARLA VERBANO SUL FIGLIO VALERIO litari dell’esercito repubbli- troppo. (Paolo Collo) commovente che non si
trova in nessun altro disco.
(Guido Biondi)
pagina 18

PERCORSI

SMART
a cura di Eugenia Romanelli

SACRO & PROFANO


¡TIME smartime@ilfattoquotidiano.itper

IL TEATRO
È CLASSIKO
Stasera a Bologna Eva
Robin’s rilegge Goldoni pensieri di cuore
Y
Ho bisogno di felicità
imida, gentilissima, una te stesso, con gli altri. Umiltà. nazionale. E poi l’istallazione
C ari lettori, questa perchè è vero che qualunque

T voce piena di mitezza e ri-


spetto, lo sguardo mai
minaccioso. Eva Robin’s
è così, educata. E poi, brava sul
palco. Se non l’avete mai vista
Il cinema non ha mai la fluidità di Jan Fabre. Indimenticabile.
di un discorso, sempre tutto è L’ho vista quest’estate, alla imbattuta in “Città di
rotto dai ciak. Il teatro mi ha Biennale di Venezia. Mi piac- Transizione” (movimento
settimana

dato sicurezza nella vita”. Co- ciono gli artisti coraggiosi, tra- ambientalista irlandese, dal
me passa il suo tempo libero? sversali, quelli che non si esau- 2005) e “Movimento per la
mi sono

E SE DECRESCERE
FACESSE MEGLIO?
sistema vitale ha un
andamento ciclico. Senza
andare a scomodare il rapporto
Stern sulle catastrofi
ambientali (2007) o le
recitare, stasera vale la pena “Libera godendo di cose libe- riscono nella provocazione Decrescita Felice” (Italia, dal dolorose relazioni degli
mirare al closing de “La locan- re”. Esempi? “Lars von Trier, ma che la provocazione la usa- 2000). E se l’evoluzione, economisti, intanto,
diera” (teatrodipisa.pi.it), re- Mozart, Cattelan”. Però, legge- no per cercare e creare mondi invece, fosse la capacità di l’acquisizione del concetto di
duce da cinque mesi tra i festi- rina! “Secondo me è necessa- nuovi. Partecipando alle contenere? E se crescere fosse un movimento limite può tornare utile a tutti: la riconversione
val più prestigiosi: “Non sono rio per la salute mentale avere esplorazioni di queste speri- orizzontale (come l’amore, intendo, cioè ecologica del nostro stare al mondo (quella che
stanca, ogni volta per me è un in casa il dvd di “Antichrist”, il mentazioni credo che si possa distributivo) invece che verticale (per l’amministrazione Obama chiama clean-tech) e
debutto, ogni teatro indimen- cd del “Requiem”, un catalogo contribuire alla nostra evolu- accumulazione)? E se il bisogno, invece che un pochino di de-globalizzazione (non saltate
ticabile, ogni pubblico di Cattelan. E poi non credo si zione”. frustrazione, fosse leva per un cambiamento sulla sedia) forse ci aiuterebbero a recuperare
un’emozione. Dal Peccioli, al- possa vivere nel mon- rigenerativo? Anche se può un po’ di contatto con un “sè” (privato e
la Versiliana abbiamo ricevuto do contemporaneo sembrare eccentrico in un comunitario) capace di rafforzare qualunque
scrosci di applausi e per me senza aver goduto momento di feroce crisi gesto contingente in qualunque tipo di
valgono più delle belle parole l’arte eccentrica del inneggiare al deconsumismo, con relazione con sereno governo delle
della critica”. Chissà come si fa Castello di Rivoli o di Mondi Cacciari (sett. 2009) sospetto
l’ingenuità dell’equazione
conseguenze. Riconcettualizzare l’idea di
benessere significa usare in modo diverso il
a intervallarsi tra il teatro clas- Punta alla Dogana, a GUERRA ALLA TERRA
sico e quello sperimentale, Venezia: si parla crescita=evoluzione (“In natura i modello di rete (acquisito proprio con
quasi in contemporanea: d’amore, di morte, di Padova. SherwoodOpenArt apre il 2010 con le processi che hanno una curva di l’esperienza della globalizzazione): il mio stato
“Chissà come si fa a dubitare sesso, della paura per storie-inchiesta sulle guerre per le risorse: l’acqua nel crescita esponenziale sono solo vitale interdipende da quello di tutti gli altri. E
delle mie capacità bifronti”, ri- come ce la rappresen- conflitto israelo-palestinese, il litio nel Salar Uyuni in le metastasi cancerogene”): se è vero che competizione e rendimento sono
dendo di gusto. Uno a zero per tiamo oggi”. Qualco- Bolivia, il petrolio nel Delta del Niger, la posizione utensili ormai d’antiquariato, allora
lei, naturalmente, eppure ci sina di un po’ più leg- geografica strategica per il transito di petrolio e gas stiamo parlando di uno stile di vita
vuole stoffa per ritrovarsi a no- gero? “Romeo e Giu- dell’Afghanistan. Per conoscere conflitti che spesso ci basato sulla reciprocità (riuso,
vembre nuda per Beckett (in lietta, Prokofiev. E Va- appaiono troppo distanti per indignarci: “Con i poveri Carta riciclo, condivisione) e di una
biodiversità culturale capace di
“Giorni felici”, per il ventenna- nity Fair, che unisce il della mia terra, con la vista triste di un bambino che va a LE IMMAGINI DEL VIVERE
le della morte) e a gennaio in glam al respiro inter- dormire affamato, con l’ignoranza, frutto della miseria, limitare il flusso di entropia
una casta Mirandolina per capii che il mondo non è solamente mio” (T. De Mello). Fosse ancora vivo, aumentando la resilienza (la
un’opera immortale, banco di Prima della presentazione, aperitivo con Alessandro Mario Tobino in questi giorni capacità di adattamento). Leggetevi
prova che, solo in Italia, ha Grandi (PeaceReporter) e con la compirebbe 100 anni. Grazie “La decrescita felice” (M. Pallante) e
avuto edizioni firmate dai più In alto Eva Robin’s (foto di F. narrazione multimediale della Gaza anche al catalogo della il blog
importanti registi, da Visconti Silvi). In basso un’opera di Freedom March (spazio culturale di mostra celebrativa (in esposizione al Palazzo http://ioelatransizione.wordpress.com/.
a Strehler: “In effetti quest’in- Margherita Levo Rosenberg RadioSherwood). Paolina Bonaparte di Viareggio fino al 31) con foto,
cursione nel teatro classico è quadri e documenti che lo ritraggono, possiamo
stata una bella sfida per me, Domani h. 19.30: “Guerra alla terra. I conflitti nel mondo per la immaginarcelo malinconico, dopo i festeggiamenti,
abituata a lavorare con le follie conquista delle risorse” di PeaceReporter, a cura di Maso rientrare nelle due stanzette di psichiatra del Partecipare
surreali di Adriatico, il regista Notarianni, prefazione Gino Strada (Edizioni Ambiente). Info: manicomio di Maggiano, rifugiarsi nella solitudine FA’ LA COSA GIUSTA... CON IL CRITICAL FASHION
che mi ha portata alla Biennale sherwood.it, peacereporter.net che lo caratterizzò e sorridere ai suoi matti. Ora
di Venezia reinterpretando possiamo dirlo: Tobino è tra i 10 grandi scrittori Milano. Moda ma anche modi. Perché
“Le serve” en travesti o che mi è AVANGUARDIE Lorenzo Botton italiani del secondo '900. E, tra questi, il più quando un tessuto è morbido e
ha trasformata con “Frigo”. Ma Il rifiuto dell’arte botton@bazarweb.info provinciale, nell'accezione positiva del termine: avvolgente, colora il corpo di una
ho imparato tantissimo, fare genuino e impulsivo, capace d'odio perché prima vibrazione benefica se le mani che lo
teatro in sale da 1200 persone Genova. Può il rifiuto d'amore, letterato autobiografico senza sconti per hanno prodotto sono felici di averlo fatto.
a botta temprerebbe chiun- diventare arte? Può: lo ha se stesso. In una società di sedicenti normali e di In realtà il settore del
que. E comunque la mia Miran- dimostrato Serge Van De Put con la sua scultura esposta intruppati in idee-massa, si sentì sempre Il clandestino. E, come dice tessile-abbigliamento è tra le filiere più
dolina non è casta per niente”. alla Biennale di Venezia 2009, un gigantesco elefante creato qui il poeta Vittorio Sereni, ebbe l'intuizione che “il male sia colpevoli di violazioni dei diritti umani e
Ossia? “Come mi dice sempre con copertoni usati. E prima di lui lo hanno detto, forse dell'intelletto, non degli affetti”. del lavoro in tutto il mondo. Ci si ammala
Buscemi, il regista, ho reso se- con meno chiarezza di quanto fa questa mostra, in tanti: e si muore più tra telai, macchine da
xy quel personaggio. E pensa- pensate all’Arte Povera. Pensate ai cessi di Salvador Dalì. “Le immagini del taglio e vasche da tintura e
re che a me è costato un fati- Nobili antefatti dunque (se vi piacciono il Surreale o gli vivere”, a cura di M. è VISIONI finissaggio, che in trincea. A
coso lavoro di lima dover ridi- stracci di Jannis Kounellis) per “Dumping Art o Arte della Ciccuto - Edizioni Per gli occhi: carta e video Milano, capitale della moda
mensionare il mio naturale ap- Discarica/dalla discarica al riciclo: arte a tutela Polistampa, 14 euro italiana, dal 12 al 14 marzo,
peal di cui spontaneamente dell’ambiente”, visitabile al Palazzo Ducale di Genova Un regista spuntato, prigioniero delle major e del spazio in passerella alla “Critical
inondo tutto”. La seduzione: ancora per pochi giorni, fino al 31 gennaio (dalle 14 alle Ciro Bertini brand Spider-Man. Così ormai si sparlava di lui. Balle. Sam fashion”. La settima edizione di
uno strumento che ha usato 19). L’idea è venuta a due artiste, Elena Boschieri ed bertini@bazarweb.info Raimi è ancora un horror-maker di talento e “Drag me to “Fa’ la cosa giusta!”,
per farsi avanti nel mondo? “Sì. Elisabetta Lodoli, che hanno anche inventato Artelier, dove Hell” un ritorno perentorio, un concentrato esuberante mostra-mercato pioniera delle
Sono cresciuta nel bisogno di si tiene la mostra di opere create almeno in parte con di satira sociale, violenza ludica e humor regressivo. Il buone pratiche, dalle filiere
sedurre per esserci. Ma poi, rifiuti in cui espongono artisti remix suona alla perfezione grazie ad un sound design corte alla green economy, dedica
mettendola al servizio dei per- giovani e, verificate, talentuosi. Al terrorizzante che il DTS 5.1 restituisce in tutto il suo la sua sezione speciale alla moda
sonaggi gli ho dato naturalez- Porto Antico è esposto l’elefante splendore. bella e giusta. In mostra aziende,
za e io l’ho trovata. Adesso rie- di Van De Put. Di ossessione del controllo racconta invece “Le carte di stilisti e associazioni che
sco a governarla e non è più lei Kubrick”, il bel volume edito da Sellerio che raccoglie esaltano l’estetica, lo stile e le
che governa me: sul palco, nel- Artelier, Palazzo Ducale, piazza manifesti, fotobuste, pressbook dei suoi capolavori e tendenze con le qualità etiche di
la vita”. Senza dubbio (verifi- Matteotti 32r, tel. 0105451391 tutto il materiale marketing e merchandising che Kubrick vestiti e accessori.
cate coi vostri occhi stasera) vagliava e approvava personalmente. Il primo ad avere
stiamo parlando di maturità: Amanda Freiburg intuito in anticipo che il sogno del “regista totale” si http://falacosagiusta.terre .it/
“Il teatro mi ha insegnato tante freiburg@bazarweb.info nascondeva nella cura di ogni dettaglio.
cose per la vita di tutti i giorni: Monica Di Sisto
equilibrio, per esempio. Cosa Drag Me to Hell, Medusa HE, 14.99; Le carte di Kubrick, disisto@bazarweb.info
che tv e cinema non fanno, co- Sellerio, 35 euro
stringendoti a strafare. Il con-
tatto col pubblico ti educa alla Roberto Pisoni
relazione, con il successo, con pisoni@bazarweb.info
Giovedì 21 gennaio 2010

PERCORSI

LOVE ME FENDER Da non perdere


C
ARTE VISUALE
è PADOVA
Porsche Live. Pensieri
ed altri suoni
Tre serate di musica e teatro
promosse da Porsche Italia e
dedicate all'Africa nel segno
della solidarietà. Si comincia
stasera al Teatro Verdi con un

E SONORA
monologo di Lella Costa e il
jazz della Civica Big Band per
AIDOS, cui andrà il ricavato
della vendita dei biglietti. Il 22
incontro con lo scrittore
sudafricano Zakes Mda. Il 23
chiude la poetessa sudafricana
Napo Masheane. Info:

Nicola Di Caprio 0498292911

è TRIESTE
Rassegna internazionale
dall’Emilia a Pescara di video arte
Da stasera per una settimana
alla Stazione Rogers (nuovo
spazio della cultura
brigatevi perché il 31 derni di Pablo Echaurren, Fau- quando la trova, ne ha fame”. contemporanea sorto dalla

S chiude “Love mi Fender”,


la mostra curata dall’intel-
ligente Luca Beatrice al
Museo della Musica di Bolo-
sto Gilberti, Daniele Girardi,
Hubertus von Hohenlohe,
Bartolomeo Migliore, ecc. Ma
contaminazione è anche a Pe-
Un artista davvero libero, tan-
to che: “Mi chiamano molti
giovani che vogliono farmi
esporre in gallerie improvvi-
riconversione di uno storico
distributore di benzina) via per
“Catodica”, un’orgia di video
arte (catodica.com)
gna. Vale davvero la pena, so- scara, dove Di Caprio espone sate o acquistare a pochissimo
prattutto per gli amanti della il suo video “Thin Tape Waltz” mie opere: a differenza dei è PARMA
chitarra elettrica (lo ricordia- (c’è un nastro abbandonato miei colleghi, che si sentono La diversità a teatro
mo, la mitica Fender era suo- per strada che il vento di New squalificati, io accetto sem- Sabato in scena “Servizio
nata da mostri sacri come Jimi York fa ballare sull’incredibile pre, per me l’arte deve spar- Incluso”, spettacolo della
Hendrix, The Who, Deep Pur- partitura per batteria “Drum gersi il più possibile”. Lo ricor- paio di scarpe: “L’arte su Web, lezioni private hanno reso l’ar- Compagnia Instabile, un
ple...) e per chi è appassionato Also Waltzes”, composta da diamo, Di Caprio, fondatore di l’arte impura, sociale, colletti- te morbosa, l’hanno usata per progetto di teatro promosso
di arte contemporanea “spor- Max Roach e suonata da Bill “Superteste” (progetto musi- va, quella che si genera e rige- definire uno status invece che dalla Cooperativa Sociale
ca”. Già, perché il tema è la Bruford). Dall’irriverente Bea- cale tra post-rock, jazz e avan- nera spontaneamente diffon- per evolvere”. Niente male Partinverse che integra
contaminazione tra arte visiva trice (che tratta l’arte come guardia, aperto all’arte con- dendo se stessa, mi affascina nemmeno il suo libro “Second persone provenienti da
e sonora, parola dell’alchimi- merce) al Museolaboratorio temporanea), ha donato alla tantissimo. Sono un cultore Skin”, 320 pagine di foto di contesti sociali come il Centro
sta per eccellenza, Nicola Di Ex Manifattura Tabacchi di galleria d’arte Web “BazArt” il del pop nel senso più letterale: gente comune fotografata Psico Sociale o il campo
Caprio: “Mixare le arti è da Città di Sant’Angelo: “Mi piac- multiplo d’autore della sua tutti devono avere la possibi- mentre indossa una T-shirt Nomadi di Mantova, e persone
sempre il fulcro del mio lavoro ciono i tentativi che avvicina- opera “Mabuhay rocknroll” lità di fare esperienza di arte, con il musicista o il gruppo volontarie di diverse età per
e colpire lo spettatore con sti- no l’arte alle persone scaval- per venderla al costo di un di entrarci in contatto. Le col- preferito). valorizzare la diversità in
moli a propulsione sia musica- cando le lobby delle gallerie ambito artistico (Info:
le sia d’immagine è per me il che ormai parlano solo agli ad- 0521.243377).
massimo dell’attività creati- detti ai lavori creando èlite Sopra, Nicola Di Caprio. A
va”. Per forza, visto che Di Ca- che con l’arte non c’entrano sinistra e in basso immagini è VIAGGIO IN INDIA
prio è un batterista attivo: nulla. La galleria di Sant’Ange- Tacchi a spillo di SCENE e QUEER Maha Kumbha Mela
“Non ho mai smesso di prati- lo è curata da artisti, non ci so- SPAZIO ALLE NUOVE GENERAZIONI Dal 29 all’8 febbraio, in
care musica e a furia di vedere no intermediari”. E pensare occasione del MAHA
i suoni entrare prepotente- che c’è stata talmente tanta af- Fino al 3 marzo per iscriversi a “Healthy Mothers, KUMBHA MELA, evento che si
mente nelle mie opere, ho de- fluenza che hanno prorogato strong World: The Next Generation of Ideas for ripete solo una volta ogni 12
ciso di affrontarli e la mia arte è la mostra (“Sight 9/10”) di due Maternal Health”, la competizione lanciata dalla Task anni, un viaggio speciale in India
diventata piena, matura”. Tra settimane (6 febbraio): “Tran- Force per la Salute Materna delle Ong Engenderhealth con Amadio Bianchi ed Emy
strumenti d’epoca e ritratti di ne Napoli, al sud non ci sono e Ashoka Changemakers. Obiettivo: selezionare 16 Blesio (1360 euro). Info:
compositori ottocenteschi, molti posti dove fruire arte giovani “Campioni/esse della salute materna” con idee http://www.cysurya.milano.it/viaggi.html
sbucano i contributi postmo- contemporanea e la gente, innovative per migliorare la salute sessuale e
riproduttiva nei paesi in via di sviluppo. Per i/le è BANDO
vincitori o vincitrici, laureati/e, con interessi nel Arti performative UE
è SUONI settore della salute pubblica e una proposta di Domenica scade il bando per il
Musica da vedere progetto ad hoc, in palio uno stage (pagato) di 9 mesi corso di formazione “Training
sul campo con il team Aschoka Fellows, la Programme for Programmers
E’ un bell’omaggio alla migliore produzione musicale di partecipazione al Summit sulla salute materna (India, in on the Move” nell'ambito di
Eberhard Weber questo triplo cd che già nella copertina svela il agosto) e la pubblicazione dei progetti. Space, la piattaforma europea
fascino del contenuto: completamente bianca, emerge solo che unisce istituzioni culturali
l’azzurro della scritta “Colours” tra i nomi in nero dei musicisti. Info: changemakers.com/en-us/maternalhealth di dieci diverse nazioni
E’ infatti Colours il nome del gruppo di cui il bassista Weber si nell'intento di stimolare la
avvale per i suoi capolavori artistici. Un nome che cela tutta Cristiana Scoppa circolazione delle arti
l’intensità della relazione tra colori e musica. Perché è possibile scoppa@bazarweb.info performative in Europa
vedere la musica o sentire i colori, almeno ascoltando Yellow (enteteatrale.it).
Fields, Little Movement e Silent Feet, i tre cd che esprimono il
meglio dell’arte di Eberhard Weber. Un musicista insolito che è BOLOGNA
ha saputo trasformare le sonorità jazz in sinfonia grazie a Primo bando indies
un’attenta ricerca. Impossibile non lasciare andare mente e Domani h. 14,30 il dirigente
corpo alla quiete profonda di certe note, impossibile non ANCI Vincenzo Santoro
lasciarsi trascinare dalla timbrica del suo basso così insidioso e è QUEER illustrerà a tutte le etichette
penetrante. Grazie alla freschezza con cui riesce a suonare lo Soap in rosa: vince chi la trova! indipendenti come
strumento, in mille modi diversi, Weber sa subliminare ogni partecipare, insieme ai propri
singola nota, a servizio della Per tutte le donne che sanno che Comuni, al progetto
costruzione di un’opera non si vive di solo “L Word”: scovate “Interventi a favore della
completa, in cui carezze e dov’è finita “The Complex”, una soap produzione musicale giovanile
Scene frustate sonore si alternano basata sulla vita di cinque lesbiche che indipendente” a sostegno delle
PITECUS IL SAGACE con ammaliante maestria. vivono in un condominio, il Complex produzioni indies (anci.it).
appunto, di Hollywood. Visibile fino a
Frascati. Sono tanti, vanno avanti e indietro e mettono in scena un Eberhard Weber, Colours. poco tempo fa su Web è ROMA
microcosmo disordinato. Sono i personaggi che, numerosi, ci (Rainer Bruninghaus, Charlie (thecomplex.tv), oggi è sparita. Chi Starnuti compulsivi
racconta Pitecus: un andirivieni di gente armata di grande Mariano, John Marshall, Jon riuscirà a trovarne le puntate si godrà Due mesi fa è balzato alle
confusione, stracci di realtà senza filo conduttore, sublimi cattiverie Christensen). ECM. Pratiche bestiali una storia, parola delle produttrici, cronache degli Stati Uniti,
rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati. Gente COMINCIAMO A CAVALCARE? dove "c'è molto sesso, dramma, facendo poi il giro del mondo, il
sostanzialmente povera anche se un occhio guarda (con ironia) alla Vera Risi risi@bazarweb.info commedia, vicende amorose curioso caso di Lauren
moda ed al costume che influenzano mentalità e portamento dei E’ spartano ma riporta intricate". Le avventure di Kaya la Johnson, 12 anni, vittima della
personaggi. Pitecus in definitiva è l'arma teatrale messa in scena da un pressoché tutte le informazioni in materia di cavalli che uno andrebbe femme incasinata, Kate la cowgirl, rara sindrome denominata
acuto Antonio Rezza, forse nei suoi panni più sagaci, contro la a cercare sul web. Parliamo di equitazione.net, un sito, volutamente Alex la ragazza yoga, Michelle la “starnuto a mitraglia” che non
cultura dell'assopimento e della quiescenza creativa, quella che, basico nella grafica, che spazia dalla storia dell'equitazione all'anatomia ragazza della porta accanto e Dylan la le permette di smettere di
veramente, oggi genera mostri. passando in rassegna tutte le andature e con una sezione abbastanza sexy butch sono ruvide e intriganti, starnutire. E’ la storia scritta da
tecnica senza essere tuttavia incomprensibile. D'altra parte chi apre cupe e languide, maledettamente Giuseppe Manfridi, in scena
Teatro di Capocroce, sabato ore 21.00, “Pitecus” di e per la regia di Flavia questa pagina certo è alla ricerca di informazioni specifiche: esiste un realiste, ovviamente sexy e fino al 31 al Piccolo Teatro
Mastrella e di Antonio Rezza, con Antonio Rezza; info: A.T.C.L., tel. link al “cavalcare in acqua”, oltre ovviamente alle aree dedicate alle decisamente dark. Un assaggio titllante Campodarte (Info: 347
0645426982, atcllazio.it. diverse monte (preferite all'inglese o western?) e al grooming, ovvero su youtube soddisferà tutti I palati, 2926032)
alle pratiche di pulitura e strigliatura. Insomma, benissimo per partire lesbici e non. Buona caccia e attenti
Lorenza Somogyi somogyi@bazarweb.info e farsi un'idea generale con cui poi andare ad approfondire. Il mio alle false piste. è MILANO
consiglio? Cavalcare: con cavalli veri… My Sunshine - Venezia
youtube .com/watch?v=w-1FAjb_eNM 2009
equitazione .net Alla galleria Federico Luger è in
Helena Velena mostra il macedone Nikola
Margot Franck helena@helenavelena.com Uzunovski: fra arte e scienza,
franck@bazarweb.info visionarietà e attenzione
sociale, sentimento e
tecnologia (federicoluger.com)
pagina 20 Giovedì 21 gennaio 2010

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TG PAPI
TELE COMANDO
Giorgino in estasi
+ veramente e stupiscono i
medici: una neonata di due
settimane è sopravvissuta
per sei giorni sotto le mace-
rie, senza cibo e senza acqua.
Resistere, resistere, resiste-
di Nanni Delbecchi
Zelig come
Via col vento
ontinua a chiamarsi “Zelig” anche se va in
Cboldi,
onda dal gigantesco Teatro degli Arcim-
anche se in dodici anni la topolino è
diventata un torpedone, anche se la latteria
nuova serie perfino una visita di Paolo Vil-
laggio). Tutti mediamente in gamba, tutti
mediamente interscambiabili, e non per
nulla il programma si è inventato una for-
re. con cucina è diventata una mensa aziendale. mula più componibile di una cucina hi-tech.

per la “Cavour” T g3
E qui, fra il redivivo Ber-
lusconi che – come dice Ter-
zulli – ritorna “all’antico re-
Forse non tutti si ricordano che lo show di
Canale 5 prende il nome dal minuscolo scan-
tinato alla periferia di Milano dove gli autori
Gino e Michele hanno tirato su, nello smog
di viale Monza, intere generazioni di nuovi
Sono tempi di solitudine e infatti il comico
nato sotto il segno dello Zelig, dal veterano
Enrico Brignano all’emergente Maurizio La-
strico, è quasi sempre monologante, solo
con le sue nevrosi e i suoi tormentoni. Sono
di Paolo Ojetti Senato (pagina politica co- pertorio”, si ratifica il delitto comici. E siccome i nuovi comici sono come anche tempi in cui la satira politica è una
me sempre stracca) si è vo- consumato in Senato ai dan- i giovani scrittori, non scadono praticamen- specie in via di estinzione; se si escludono
g1 tata la più grande amnistia ni della Giustizia con la G te mai, il successo crescente ha costretto la “Blob”, “Striscia la notizia” e qualche soli-
T Le celebrazioni craxiane
sono terminate. Se ne ripar-
della storia giudiziaria dai
tempi del codice di Ammu-
maiuscola: salteranno i pro-
cessi Parmalat, Cirio, Tyssen
falange di fredduristi a trasferirsi in una sede
più consona, fino ad approdare nel glaciale
tario guastatore alla Maurizio Crozza nep-
pure più Pippo Franco osa travestirsi da po-
lerà per il ventennale? La co- rabi, ma Gasparri gridava co- e anche tutti quelli con pene falansterio della Bicocca (gli Arcimboldi, ap- litico, forse perché i politici sono troppo
sa più seria è che la terra di me un matto e pareva con- al di sotto dei 10 anni, quindi punto), nato con l’intento di affiancare la bravi a travestirsi da sé.
Haiti trema ancora e spiana tentissimo. quelli di Berlusconi. I magi- Scala nelle produzioni d’opera e finito ad In tempi in cui si riabilita Craxi, è la satira a
quel poco che c’è rimasto da strati parlano di giustizia di- ospitare varietà televisivi. Niente di male, è diventare latitante. E se si sciolgono i ghiacci
spianare. Francesco Giorgi- g2 strutta e – effettivamente – capitato anche allo Studio 5 di Cinecittà, della sporca satira politica si innalzano i mari
no, alla guida dell’edizione
delle 13,30, riesce a trasfor-
T Apertura per Berlusconi,
che di questo processo breve
non c’è una sola legislazione
al mondo che decide in
quello prediletto un tempo da Fellini e oggi
da Maria De Filippi.
della sana comicità cabarettistica. Per uno
strano paradosso italiano, non abbiamo mai
mare la tragedia in farsa: “Le profitterà a mani basse. Finge astratto quanto deve essere Già questo basta a farci capire quanto “Ze- avuto tanti comici anche se non c’è mai sta-
squadre di soccorso però di essere perplesso, si affida lungo un processo. Sono di- lig” rappresenti lo spirito dei tempi, e come to tanto poco da ridere. Nella generazione
non si arrendono”. Così co- al “parere” dei suoi onorevoli ventati come le scatolette, peraltro lo faccia Zelig i comici uomini ironizzano sulle don-
me una farsa si sta rivelando avvocati per dire che non è con la data di scadenza. Po- onorevolmente: per ne, le comiche donne ironizzano sugli uo-
(queste le tragiche colpe incostituzionale, ripete che i trebbe accadere, in un futuro L’attore Claudio Bisio l’affiatamento dei mini; tutti poi ironizzano sulle gioie della
dell’informazione televisiva suoi processi sono campati molto prossimo, che saltino conduce “Zelig” con due conduttori Clau- famiglia, dello stress quotidiano e ovviamen-
retorica e raffazzonata) la in aria e provocati da calun- anche i processi per mafia, Vanessa Incontrada dio Bisio e Vanessa te dell’attualità televisiva. E’ il repertorio
partenza della Cavour. Parte, nie, alcuni tribunali sono co- camorra e dintorni delin- Incontrada – la In- delle risate a denti stretti e dello strano ma
è partita, no si è fermata a me “plotoni di esecuzione”, quenziali. Certo che in Sena- contrada è talmente vero della “Settimana enigmistica” riveduto
Civitavecchia, riparte, il Craxi era un “mio amico” e to il Pd ha alzato delle sveglia da fare la e messo al passo con gli steroidi del doppi
gioiello delle nostra flotta se Casini non gli piace, è “li- barricate piccole piccole. In- svampita meglio che sensi.
salpa, c’è anche una sala ope- bero di criticare”. Il tutto cu- giustizia è fatta. Due intervi- se lo fosse davvero –, Lunga vita a “Zelig” (che infatti ormai dura
ratoria unica al mondo: la mi- cito da Ida Colucci con il so- ste parallele di Mariella Ven- per il buon livello quasi come “Via col vento”), vero precur-
stica fascista non muore mai. lito tran tran premieristico. ditti alle lottatrici del Lazio. dei cabarettisti sele- sore dei talent show prima che il talento
Se ci avessero affidato lo Haiti scivola così in secondo La Polverini si sente la vitto- zionati e per l’omag- fosse promosso dallo scantinato al teatro
sbarco in Normandia, sarem- piano, con i suoi bambini ria in tasca. La Bonino non gio di padri e zii no- d’opera. Non ci sono più gli scantinati di una
mo ancora nei porti britan- “estratti vivi” e altre storie molla, combatterà fino al bili della battuta (an- volta, e si vede; oggi la battute nascono più
nici a lustrare i cannoni. Al miracolose. Alcune lo sono gong. nunciata in questa dalla rassegnazione che dalla rabbia.
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 21

SECONDO TEMPO

feedback$
MONDO WEB
a cura di Federico Mello
è ECCO EMMATAR: BONINO+AVATAR
UNO SPOT DEI RADICALI IMPAZZA SUL WEB
Finalmente, dopo anni, ecco una bella idea di
comunicazione politica: Emma Bonino, candidata
governatore del Lazio, non ha paura di sperimentare.
“Emmatar” è un emozionante video di due minuti
pubblicato su YouTube che intercetta il trend del
è ANTEFATTO,IT
Commenti al post: “Un
obolo per la scuola”

Isoldi per aumentare di 200

A Roma momento: quello di Avatar, film già culto, ma anche


favola moderna che fa riflettere. In Emmatar immagini
dal film e dalla cronaca italiana si mischiano.
Strepitosi i titoli di finali: “Da regista di:
euro ai 12.000 insegnanti di
religione invece li hanno
trovati...
(Libero)

un covo dei pirati è BILL GATES SBANCA TWITTER


200.000 ISCRITTI IN 24 ORE
Tempo fa fece scalpore la decisione di Bill
Gates di cancellarsi da Facebook: “Troppe
richieste, non riesco a starci dietro” disse.
‘divorzio’; ‘l’aborto’; ‘obiezioni di coscienza’;
‘libertà di opinione’; ‘depenalizzazione delle
droghe leggere’: Emmatar, scritto e diretto
dal popolo italiano”. Un esperimento utile
nel paludato mondo della politica italiana.
Non leggo nulla di nuovo e
anzi confermo punto per
punto l'intero articolo,
aggiungendo che in qualsiasi
di Luca Neri* nuto un sorprendente sette Ora però si è iscritto a Twitter, il popolare scuola pubblica italiana non
per cento dei voti, risultato sito di microblogging (che spopola negli Usa c'è un euro che sia uno per
ome covo pirata non è che gli ha permesso di por- ma arranca in Italia)

C
nessuna voce di spesa
niente male: uno scan- tare due rappresentanti a Bru- raccogliendo 225.000 (fotocopie, supplenze, attività
tinato a un tiro di xelles), il Partito Pirata italia- “followers” in poche ore. didattiche aggiuntive,
schioppo dalla via Pre- no era rimasto finora una for- Gates ha spiegato di essersi orientamento, ecc. ecc.)
nestina, a Roma, in quella mazione tutta virtuale, una iscritto per aiutare la raccolta (Ciccio)
borgata che fa da cerniera fra sorta di mini lobby per sma- di fondi per Haiti con i suoi
il centro e la periferia della nettoni, tanto attiva in Rete messaggi (Twitt). “Hello Confermo! Anche da noi i
capitale. Qui, giovedì scorso, quanto invisibile sul territo- word” il suo primo saluto. genitori devono sborsare
in tarda serata, si sono dati ap- rio, alla faccia dell’esperi- soldi per fazzoletti, pennarelli,
puntamento una cinquantina mento di candidatura del suo colla, gomma, fogli. Poi alle
di giovanissimi e veterani in- segretario, Alessandro Botto- carenze finanziarie ci si
formatici, per inaugurare la ni, come indipendente nelle dall’alto una linea politica, aggiunge il personale che a
prima sede in Italia del Partito liste di Sinistra e libertà alle quanto stimolare la parteci- volte non ha voglia di lavorare
Pirata. Piccola associazione europee. “L’appropriazione pazione attiva di tutti, secon- quindi le mamme si ritrovano
di promozione sociale, con di uno spazio pubblico, un do quel principio di democra- a cucire vestiti per le recite,
poco più di 300 iscritti, il Par- luogo d’incontro fisico, mi zia diretta che governava le ritagliare cose per le
tito Pirata era nato nel 2006, pare un passo essenziale”, ciurme dei pirati già nel feste...ecc.
sull’onda dell’entusiasmo spiega Paolo “Cocuroccia”, ‘700”. La prossima mossa? (Sara)
provocato dalla fondazione in uno dei giovani promotori Esportare questo esperimen-
Svezia del Piratpartiet, la pri- dell’iniziativa, “per avviare to anche in altre città (si parla Scuola materna, asilo e scuola
ma forza politica al mondo un dialogo con tanti altri di una sede a Milano), con elementare: per mio figlio
dedicata esclusivamente alla gruppi e comunità attivi sui l’intento di fare uscire i Pirati abbiamo sempre dovuto
difesa della libertà in Rete. Ma temi delle libertà digitali”. Per dal ghetto informatico, per acquistare fazzoletti carta
se i colleghi svedesi si erano Athos Gualazzi, pensionato guardare avanti fino alle pros- saponi ecc. ecc.; non a Roma
subito buttati nella politica at- trentino e presidente dell’as- sime amministrative. ma in Veneto, quindi direi che
tiva, raccogliendo militanti a sociazione, presente all’ap- *autore de La Baia dei Pirati la situazione è effettivamente
man bassa fra i giovani (la Gio- puntamento in rappresentan- così ovunque già da qualche
ventù pirata è oggi il gruppo za del nucleo “storico” dei anno
più popolare nei consigli uni- fondatori, questo è esatta- Un manifesto della riunione dei Pirati; il (Edo)
versitari) e candidandosi mente lo spirito dei veri pi- video “Emmatar”; il gruppo in memoria
quindi alle elezioni (dove, alle rati: “Non ci interessano pol- dei ragazzi morti in un incidente stradale Sono anni che nelle scuole
ultime europee, hanno otte- trone e potere, né imporre superiori pubbliche chiedono
anche più di 100 euro,
spacciando il versamento
come obbligatorio ai fini
dell'iscrizione. Minacciando di
non iscrivere i figli a scuola.
DAGOSPIA Fate un'indagine... è una
POLVERINI D’ORO vergogna!
1) Rolex d’oro da (Seba)
almeno tremila euro,
foulard Hermes da signorona Anche nella nostra città
dell’alta società, cinture di Yves avviene da qualche anno la
Saint Laurent a profusione, casa a stessa cosa, la differenza è che
Roma in zona San Saba (una delle zone il contributo è molto più alto
più ricche ed esclusive della capitale, (quest'anno circa 90) ed e
roba famiglie alto borghesi con filippini al seguito; praticamente obbligatorio
qui ha casa Roberto Benigni, tanto per capirci) perché ci viene chiesto al
borse griffate che Dio solo sa quanto costano. Per momento dell'iscrizione dei
carità. Non c’è nulla di male. nostri figli
Ma la domanda sorge spontanea, come direbbe (Claudio)
Lubrano: “Quanto cazzo guadagna una sindacalista
(la Polverini), e per giunta di un sindacato minore La vergogna è che è evidente
(Bechis, ad esempio, scrive su Libero che Epifani, che il governo e il suo
ovvero il più importante sindacalista d’Italia ministero stanno screditando
guadagna la miseria di 3.500 euro al mese, la scuola pubblica in tutte le
ed è il leader della Cgil, non dell’Ugl...)? sue declinazioni a vantaggio
Può, col suo stipendiuccio permettersi delle scuole private gestite e
questo tenore di vita, vestirsi e addobbarsi finanziate da coloro che
come la Madonna di Loreto?”. detengono il potere
A Marrazzo (che pure da governatore economico
guadagnava oltre 10 mila euro al mese) sono (Lorenzo)
state chieste, giustamente, molte spiegazioni;
perché se si invoca la “trasparenza” poi bisogna Per mia esperienza personale
essere trasparenti a cominciare dalla propria posso assicurare che questa è
persona. la regola non un’eccezione.
2) A Santa Maria di Leuca (Lecce) dicono che Molti licei chiedono contributi
Megan Fox volontari agli studenti (anche
stia per è FUORISEDE PUGLIESI oltre i 100 euro) spacciandoli
concludere un NON POTRANNO VOTARE, PROTESTA ONLINE come obbligatori pur di avere
affare: la sexy Si sono inventati una “Fotopetizione” su i soldi per andare avanti,
attrice di Facebook a favore di Nichi Vendola. Sono mentre vantano crediti con lo
Transformers ha quelli del gruppo: “Primarie regionali Stato per decine se non
è EMILIO FEDE: “MORTI
messo gli occhi su 2010: segnaliamo il nostro futuro”. Sono centinaia di migliaia di euro e i
PERCHÉ DROGATI”
una masseria in studenti e lavoratori pugliesi fuorisede fondi per le spese ordinarie
IN MIGLIAIA PROTESTANO SU FB
vendita a buon che non potranno votare alle primarie e sono sempre meno
Tre i ragazzi tra i 18 e i 21 anni sono
mercato. che chiedono seggi nelle città del nord. (Gio)
morti sabato in un incidente
Scrivono: “Tutti i pugliesi fuorisede, siano
stradale, a Bergamo. I ragazzi tutti e
essi lavoratori o studenti universitari, E’ così dappertutto, è vero.
tre della zona, si chiamavano Dario,
hanno il diritto di votare per le primarie Ma i genitori dormono, come
Giuseppe e Fabio detto “Aspe”. Il narcotest ha dato esito
di domenica 24 gennaio 2010. Basta con tutti, d'altronde
negativo, eppure Emilio Fede, commentando la notizia al
questi giochetti da balordi: chiediamo (Maurice)
tg, ha detto: “Questi ragazzi tornavano da una festa in
rispetto!!!!”. Questa volta, a differenza
discoteca. Lo diciamo, si esce frastornati, quanto meno
della primarie per Romano Prodi e Pier Sento le pale dell'elicottero in
dalla musica… forse anche drogati. Sono tre vite spezzate
Luigi Bersani, infatti, si potrà votare solo moto... prepariamoci con
che forse con l’attenzione, con la prudenza si potevano
nella città di residenza. La “fotopetizione” l'elmetto in testa, il
evitare”. “Non sappiamo se è questo il caso” ha aggiunto
consiste nel fotografarsi con i propri dati cambiamento sta arrivando...
dopo. Parole che hanno fatto letteralmente imbestialire gli
pubblicando tutto online. Ci sono già un un’altra tirata alla corda ed è
amici dei ragazzi e semplici utenti della Rete: oltre 5.000
centinaio di foto. La protesta nasce fatta. Voglio vedere le facce di
iscritti al gruppo: “In memoria di Aspe, Dario e Giuseppe”
proprio il giorno in cui Nichi Vendola ha chi come sempre non
scrivono: “Fede gli ha dato dei drogati! Io non ci sto!”.
pubblicato sul suo blog un video-appello sapevano nulla o fingevano di
rivolto al popolo di Facebook: “Una non sapere (come capita
grande risorsa - dice - per noi che non spesso in Italia)
abbiamo mezzi”. (Voltaire)
pagina 22 Giovedì 21 gennaio 2010

SECONDO TEMPO

Nordismi
PIAZZA GRANDE É di Gianni Barbacetto

FORMIGONI?
INELEGGIBILE
Costituzione, diritti e libertà R oberto Formigoni si avvia verso la vittoria elettorale che lo
incoronerà presidente della regione Lombardia. Per la terza
(anzi quarta) volta. Così dicono i sondaggi, che non danno molte
speranze al suo principale concorrente, Filippo Penati del Pd.
di Lorenza Carlassare La Carta non to del giudice deve avere una 15 è la più forte), interessa mol- Ma siamo sicuri che si possa essere presidenti di regione per tre
specifica e adeguata motivazio- to distinguerle: eppure in alcuni (o quattro) mandati? La legge numero 165 dice di no. Non si
a Costituzione non soltan- soltanto tutela ne, diretta a dimostrare l’esi- casi, soprattutto riguardo a nuo-

L
possono fare più di due mandati consecutivi. Lo sostengono
to tutela la persona dagli stenza in concreto di esigenze ve forme di comunicazione in
arresti arbitrari e da ogni al- la persona dagli istruttorie: varie sentenze della rete, non è sempre agevole. L’in-
alcuni giuristi, tra cui la professoressa Margherita Raveraira
dell’Università di Perugia: “Sin dal 2004, quando ancora non era
tro intervento limitativo, arresti arbitrari, Corte costituzionale lo confer- certezza della linea di confine
concluso il primo mandato dei presidenti eletti a suffragio
ma le assicura anche una sfera mano. Rispettando la riserva di fra corrispondenza intersogget-
universale e diretto, la legge statale (n. 165) ha stabilito, con
libera intorno: nei luoghi in cui ma le assicura legge e la riserva di giurisdizio- tiva (ad esempio le mailing list
precetto preciso e vincolante per le regioni, il divieto di tre
dimora (art. 14), nelle relazioni ne è possibile dunque il seque- chiuse) e attività comunicativa
con gli altri (art. 15), nei movi- anche una sfera stro della corrispondenza, l’in- di tipo diffusivo pone problemi consecutivi mandati. Essendo stato eletto già nel 2000 e nel
menti (art. 16). L’art. 14 procla- tercettazione di conversazioni nuovi che toccano la stessa nor- 2005, Roberto Formigoni non è dunque più rieleggibile”.
ma “Il domicilio è inviolabile“, libera intorno: o comunicazioni verbali, le in- mativa antitrust (per le esigenze Conferma questa tesi anche il professor Vittorio Angiolini
vietando “ispezioni perquisizio- tercettazioni telefoniche. Alcu- legate al pluralismo comunica- dell’Università di Milano, che ha firmato un articolato e
ni o sequestri se non nei casi e
nei luoghi in cui ne norme relative a queste ulti- tivo). Il processo di convergen- argomentato parere giuridico, steso dietro richiesta di Giuseppe
modi previsti dalla legge secon- dimora (art. 14), me hanno destato perplessità: za tecnologica determinerà Civati, consigliere regionale ed enfant prodige del Pd milanese.
do le garanzie prescritte per la ora comunque è intenzione del nuovi incroci tra chi opera in Formigoni, a dirla tutta, è stato presidente della Lombardia già
libertà personale” . La garanzia è nelle relazioni governo limitarne fortemente settori distinti; la comunicazio- tre volte, perché lo era anche tra il 1995 e il 2000: ma quel
la stessa assicurata dall’art. 13 l’uso, con il rischio, in alcuni ca- ne democratica può essere mag- mandato non si conta, perché a eleggere il presidente allora era
per la libertà personale: le limi- con gli altri (art. si, di pregiudicare le indagini, giormente a rischio. il Consiglio regionale. Solo dal 2000 è scattata l’elezione diretta.
tazioni sono consentite soltan- soprattutto le più difficili e de-
15), nei movimenti Se ora la legge dice: no al terzo mandato, dov’è il problema?

LA STECCA di INDRO l
to se previste da un atto legisla- licate. Come al solito, ci si divide sull’interpretazione della legge.
tivo del Parlamento (e non da un (art. 16) Diritti e libertà, pur garantiti da
Formigoni sostiene che i mandati si contano escludendo anche il
atto normativo del governo) e articoli diversi della Costituzio-
disposte con atto motivato di un ne sono legati fra loro e talvolta primo in cui è stato incoronato dall’elezione diretta, quello del
In Italia la mancanza di una 2000, perché la legge 165 è del 2004, quando il mandato era già
magistrato (non di un’autorità non è facile distinguerli netta- rigorosa divisione di poteri
amministrativa o di polizia). Lo Ma, a differenza di quanto stabi- mente: il fatto di avere dei de- in corso. Ne è convinto anche il professor Stefano Ceccanti,
non dipende tanto da secondo cui i due mandati presidenziali consecutivi, a cui
schema di tutela delle libertà è lito per le altre libertà, la “riser- stinatari, e dunque di essere di-
istituzioni malcerte, conseguirebbe il divieto di rielezione immediata, andrebbero
costante: “Riserva di legge” e va di giurisdizione” è invalicabi- retti “a persone determinate”,
“riserva di giurisdizione”; qui le. Mai è consentita, nemmeno distingue la libertà di comunica- quanto da una calcolati a partire da quelli svolti dopo l’entrata in vigore della
però subisce un’attenuazione in situazioni eccezionali, la so- zione dell’art. 15 dalla libertà di malcerta (per legge 165 del 2004. Cioè, interpreta Ceccanti, “dal turno
in nome di un interesse pubbli- stituzione provvisoria dell’auto- manifestazione del pensiero ga- usare un elettorale del 2005, tale per cui i rieletti nel 2010 troveranno una
co preminente: “Gli accerta- rità di pubblica sicurezza al giu- rantita dall’art. 21, uno dei car- eufemismo) effettiva incompatibilità soltanto a partire dal 2015”. Angiolini
menti e le ispezioni per motivi dice: solo il magistrato, e nessun dini della democrazia. Poiché la coscienza civile smonta questa tesi con dotti argomenti giuridici. E ribadisce:
di sanità e di incolumità pubbli- altro, può interferire. L’art. 15 tutela è diversa (quella dell’art. degli italiani Formigoni ha già fatto due mandati con elezione diretta, nel
ca, o a fini economici e fiscali so- tutela non soltanto la libertà, ma 2000 e nel 2005, dunque è ineleggibile per legge.
no regolati da leggi speciali” anche la segretezza di ogni for- Roberto Formigoni (FOTO ANSA)
Nella sua stessa situazione ci sono due presidenti di
(comma 3). L’importante è che ma di comunicazione persona- regione: Giancarlo Galan (Veneto) e Vasco Errani
non se ne abusi a fini repressivi le che, oltre al mittente, riguar-
(Emilia-Romagna). Il primo (Pdl) è già stato fatto
(penso alle norme che consen- da i destinatari della corrispon-
tono perquisizioni per “bloc- denza e, dunque la loro riserva- fuori dalla Lega, che vuole un suo uomo alla guida di
chi” di edifici, davvero discuti- tezza è egualmente in gioco. una grande regione del nord-est. Il secondo (Pd) sarà
bili); l’art. 14 è in qualche modo Purché la forma sia davvero ri- invece ricandidato ed è uno dei pochi concorrenti del
un allargamento della libertà servata (un telegramma, ad centrosinistra sicuri della vittoria. Questo fatto
personale alla sfera più prossi- esempio, non lo è) la segretezza finisce per influire anche su Formigoni: pochi a Roma,
ma alla persona, inviolabile al della corrispondenza, toccan- anche a sinistra, hanno voglia di sollevare il problema
pari di questa. La tutela non ri- do la sfera personalissima e più per la Lombardia, con il rischio di azzoppare anche il
guarda solo l’abitazione, ma intima della persona, non può cavallo vincente in Emilia. Così Formigoni il Celeste
comprende i luoghi in cui la per- dunque essere violata. Soltanto procede a passi sicuri verso le elezioni, incurante delle
sona dimora o svolge la sua at- ragioni forti e inderogabili, col- tante inchieste giudiziarie che mettono sotto accusa i
tività (purché chiusi e non aper- legate alla necessità di tutelare suoi uomini e la sua gestione del potere. Figurarsi se si
ti al pubblico). Lo studio profes- interessi costituzionalmente ri- cura di quelle che considera solo astrusità giuridiche.
sionale, ad esempio, la camera levanti come prevenire e repri- Tra breve prenderà possesso del nuovo grattacielo
d’albergo, l’automobile o il mere i reati, possono legittima- milanese (il “Formigone”) che diverrà la sede della
mezzo di trasporto quando ser- re restrizioni alla libertà di co- regione e la piramide che consacrerà il suo potere nei
ve a scopi diversi dal trasporto municazione. E il provvedimen-
stesso: la cabina del camion do- secoli dei secoli. Amen.
ve il camionista riposa, la barca
per il navigatore (anche occa-
sionale), il camper o l’autovet-
tura per chi temporaneamente
vi abita. Un concetto molto am-
pio, dunque, quello di domici-
lio, considerato la “proiezione di Francesco
I finanziamenti alla ricerca
Sylos Labini mante è che nell’opinione pubblica e in chi dirige notare come nel 2006 (governo Prodi) vi sia stato
spaziale” della persona: ricca e e Stefano Zapperi il sistema università-ricerca non si vede alcuna un calo del 30% circa dei finanziamenti, cosicché
varia è la giurisprudenza in pro- reale preoccupazione per la perdita di compe- il già non generoso sostegno alla ricerca di base è
posito. aving Italian science. Questo è il titolo di un titività del sistema. Sembrano mancare una vi- diminuito, da circa 130 a poco più di 80 milioni di
L’art. 14 si colloca in una più am-
pia dimensione riguardante in
generale la tutela da ingerenze
esterne, il diritto alla “riserva-
tezza”: da qualche tempo si è af-
S articolo apparso alcuni anni fa su una delle
più prestigiose riviste scientifiche interna-
zionali. Non è che uno dei tanti articoli che
sempre più spesso vengono pubblicati sulle prin-
cipali riviste scientifiche del mondo per denun-
sione realistica dello stato delle cose e una pro-
spettiva di riforma lungimirante. I tagli ricorrenti
ai finanziamenti per la ricerca immancabilmente
scatenano polemiche, spesso inefficaci. Saltua-
riamente si legge di uno dei problemi più scot-
euro, proprio nel periodo in cui al governo si è
insediato lo schieramento politico che, almeno a
parole, ha sempre manifestato un grande inte-
resse per la ricerca. Il governo successivo ha agi-
to comunque in piena continuità con il prece-
fermato il concetto di “domici- ciare lo stato sempre più critico della ricerca in tanti generati dalla deriva del sistema universi- dente, con i già menzionati tagli targati Tremon-
lio informatico” e di “riservatez- Italia, la sua gestione senza prospettiva, la cronica tario: la grande quantità di giovani che non rie- ti-Gelmini. La ricerca in Italia è dunque trattata
za informatica” (protetta art. mancanza di finanziamenti, e la loro immancabile scono a entrare nel sistema e che sono quindi come una sorta di bene di lusso cui si può ri-
615 ter, Codice penale, intro- riduzione da parte del governo di turno. La forzati a emigrare o a rimanere in Italia in con- nunciare quando i soldi scarseggiano. Ricordia-
dotto nel 1993). Ma la difesa del- preoccupazione percepita internazionalmente è dizioni disastrate. A volte quando discutiamo del mo, ad esempio, i 30 milioni di euro concessi nel
la privacy ha un largo campo di anche dovuta al fatto che il contributo italiano è problema della ricerca in Italia con un collega 2007 dal governo Prodi agli autotrasportatori,
applicazione e traversa situazio- ancora visibile in alcuni campi della ricerca. Gli straniero, sia esso francese o spagnolo, inglese o sottratti direttamente dai fondi per la ricerca. In
ni tutelate da diverse norme co- scienziati italiani di prestigio e i giovani ricer- americano, ci rendiamo conto che la prima dif- sostanza, il modo con cui negli ultimi anni è stato
stituzionali, in primo luogo catori appena emi- ficoltà sta proprio nel descrivere come funziona affrontato il problema della ricerca si basa su so-
dall’art. 15 “La libertà e la segre- grati verso le più ac- il sistema italiano, con i suoi oscuri meccanismi luzioni inadeguate ed estemporanee, come gli
tezza della corrispondenza e di Obama coglienti università di finanziamento e le incomprensibili regole che osservatori più attenti hanno notato e i diretti
ogni altra forma di comunica- europee o america- ne governano la dinamica. (...) Quando si parla di interessati hanno sperimentato sulla propria pel-
zione sono inviolabili”. Intorno ha promesso nel ne guardano afflitti finanziamenti alla ricerca, il mondo politico in le. Senza entrare nei dettagli, ricordiamo che il
alla persona si costruisce una re- alla decadenza del genere fa molte promesse, spesso però contrad- presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha
te di tutela che comprende la suo programma sistema nel loro pae- dette dai fatti. Promesse che sono state parti- promesso nel suo programma elettorale di rad-
sfera spaziale e anche la sfera elettorale di se d’origine. Sui colarmente generose da parte del governo Prodi, doppiare gli investimenti federali nella ricerca di
delle relazioni con gli altri. Di mezzi di comunica- che aveva collocato la ricerca scientifica e l’istru- base in dieci anni, concentrando l’attenzione su
questa sfera si occupa l’art. 15, raddoppiare zione italiani si tor- zione universitaria tra i punti cardine del pro- scienze della vita, fisica, matematica e ingegne-
inviolabile anch’essa e nelle na a discutere cicli- gramma. Ma vediamo, al di là dei proclami, cosa è ria; aumentare le borse di studio per giovani ri-
consuete forme tutelata: ma la gli investimenti camente dei proble- veramente successo nell’ultimo decennio con il cercatori; stimolare la ricerca sulle cellule sta-
garanzia, qui, è la più forte. Il mi dell’università e finanziamento alla ricerca di base. Il ministero minali anche embrionali, eliminando il divieto
comma 2 riprende la formula federali in dieci della ricerca, pun- ogni anno co-finanzia programmi di ricerca di sul finanziamento federale che George W. Bush
consueta – “La loro limitazione anni: in Italia, tando però l’atten- rilevante interesse nazionale (PRIN) proposti dal- aveva approvato nel 2001; utilizzare per la ri-
può avvenire soltanto per atto zione soprattutto le università e dagli osservatori astronomici, cerca scientifica gli embrioni soprannumerari,
motivato dell’autorità giudizia- sono stati ridotti sui casi di “mala uni- astrofisici e vulcanologici. L’attuazione dei pro- senza crearne appositamente di nuovi. Lo aveva
ria con le garanzie stabilite dalla versità”. La situazio- grammi ha durata biennale e comprende gran promesso e ha cominciato a farlo già nei primi
legge” – ribadendo la compe- a partire ne diventa sempre parte dello scibile umano. Il finanziamento PRIN, mesi di governo.
tenza della “legge” e la necessità più disperata, e for- comunque non arriva all’1% del totale del finan- Testo tratto da “I ricercatori non crescono sugli alberi”,
dell’atto motivato di un giudice. dal governo Prodi se la cosa più allar- ziamento all’università, dal 2000 al 2008. Si può Saggi Tascabili Laterza, da venerdì in libreria
Giovedì 21 gennaio 2010 pagina 23

SECONDO TEMPO

MAIL BOX A DOMANDA RISPONDO


Furio Colombo

7 LA MAESTRA ANNA
E I CATTIVI MAESTRI
Mio figlio
LA VIGNETTA aro Furio Colombo, alcuni leghista Maroni e da tutti i sindaci leghisti (a
nell’asilo di Anna Frank
Sono una mamma di un bam-
C giorni fa (dunque una settimana
prima del Giorno della Memoria) un
cui purtroppo si deve aggiungere il sindaco
Alemanno, già An, di Roma) contro i rom,
bino della scuola brianzola deputato leghista ha accusato una perseguitati e sterminati dai nazisti nei giorni
sotto i riflettori in questi gior- maestra di Usmate di leggere in stessi e nei luoghi stessi della Shoah. Ma
ni per il “pasticcio Anna classe il “Diario di Anna Frank” con qualcuno ricorderà che, appena pochi anni fa,
Frank”. Ho letto sui quotidiani due ragioni: il deputato si la Padania aveva pubblicato i diari del frate
più noti che dopo la lettura di scandalizza perché, nel brano che era stato cappellano militare ai tempi di
questo libro i nostri bambini prescelto, la bambina uccisa ad Salò, riflessioni e ricordi non esattamente
sarebbero rimasti turbati per Auschwitz parla del suo corpo. E poi, “superpar tes”. Però il vero obiettivo, rozzo
una pagina giudicata sconve- ha aggiunto senza vergogna che ma perseguito con tenacia della Lega, è la
niente da qualche genitore “Anna Frank non è nel cancellazione della memoria, tutta la
pruriginoso, ed è passata la programma”. Forse il deputato in memoria. A Pecorara (Appennino piacentino)
notizia che il libro è stato letto questione più che al Giorno della il sindaco è di An, ma grande amico e sodale
integralmente. Falso. Ne han- Memoria, si prepara a celebrare (da di Bossi. Ha appena abolito piazza 25 aprile,
no lette solo alcune pagine, solo, spero) Il Giorno della “festa inutile”. A Ponteramica il sindaco
poi spiegate e riassunte in clas- Vergogna? Fiorella leghista ha cancellato il nome di Peppino
se. Questa è una cosa che fi- Impastato dalla biblioteca civica. La lista di
nirà presto nel niente. Ma ho PER FORTUNA la notizia è casi come questi si estende tra tanti punti
potuto vedere la falsità di stata data, per quelli di noi che sono ancora fondamentali della storia italiana, dal
quello che viene scritto. Se capaci di indignarsi, dal Corriere della Sera Risorgimento ai giorni nostri in modo da
questo è il metro di giudizio (Alberto Meloni, 16 gennaio) in modo di creare un popolo di zombie che si chiude nel
dell’informazione, la situazio- consentire una riflessione che non riguarda villaggio o nella paura e accetta senza fiatare
ne è sconcertante. Da questo: solo il deputato della Lega, Paolo Grimoldi. la “caccia ai negri” di Rosarno. Non si può
può essere opportuno o me- Quel partito xenofobo e secessionista è fare se la memoria, tutta la memoria, resta
no affrontare quel testo in si un mese migliaia di ricer- fatalmente, e persino inconsciamente, viva. A cominciare dalla Shoah, evento unico,
quarta elementare ma l’inter- catori sono ancora in attesa. L’abbonato antisemita, nonostante trucchi e nella pur ricca storia del male, qualcosa che
rogazione parlamentare pre- Come se non bastasse, il imbellettamenti dell’ultimo momento. Lo evidentemente sfugge al deputato Grimoldi.
sentata al ministro Gelmini bando per il 2009 non è usci- del giorno provano in generale la vocazione razzista
puzza un po’ di censura e de- to e di fatto si è saltato un (quando colpisci un gruppo, e ne fai il nemico, Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano
magogia. Non è meglio dare anno. colpisci tutti), in particolare la guerra senza 00193 Roma, via Orazio n. 10
delle spiegazioni serenamen- La scarsità di fondi e l’assen- ISABELLA VERDINI quartiere scatenata dal ministro dell’Interno lettere@ilfattoquotidiano.it
te? za di una programmazione
Manuela Huber seria costringono tutti noi a “Sono Isabella, ho 49 anni
vivere alla giornata, con gravi e sono un’infermiera. Da
La Gelmini, i bandi danni per la ricerca stessa. In tanto aspettavo un
questo drammatico frangen- quotidiano così libero ed scali. Dopo 6 anni di rinnovi, pietas, ma che sia privata, per gazzi piuttostoche manifesta-
e il merito te, cara Gelmini, che senso esauriente, un vero mesi a casa senza una lira ve- favore, non pubblica e istitu- re attraverso slogan o procla-
La ricerca di base è un elemen- ha parlare di valutazione, giornale che dà le notizie niamo venduti alla società zionale. mi una cultura contro i gio-
to cardine per la crescita e lo merito o eccellenza? In tali in modo chiaro e Omnia Network, poi dopo al- Ugo Randone vani.
sviluppo dei paesi evoluti, ma condizioni, la competizione dettagliato. Sono cuni mesi ad Alba Rental e in- Marco Patruno
in Italia è relegata a ruolo di con gli altri paesi non è già abbonata alla versione pdf fine verso Voicity che risulta Dite la verità
Cenerentola. I finanziamenti persa in partenza? che stampo per mia registrato alla Camera di com-
sui bamboccioni Mi vergogno
già scarsi sono diventati dram- Patrizio Dimitri, Università La madre, che ha 79 anni! mercio come venditore al det-
maticamente insufficienti a Sapienza, Roma Ho due figli, studenti e taglio di generi alimentari, Qualche mese fa l’Università di essere italiana
causa della politica miope e Margherita Hack, Università di lavoratori, entrambi fan di peccato che noi ci si occupi di Bocconi ha lanciato un con- Ho guardato con orrore le im-
sconsiderata dei governi. L’ul- Trieste Travaglio. Come potete telecomunicazioni e call cen- corso che prevedeva co- magini delle cerimonie per
tima ciliegina sulla torta (or- Carla Voltattorni, Università di vedere ter. Tutto questo ha prodotto mepremio finale “stage con il Craxi. Io penso che la famiglia
mai ammuffita) è rappresenta- Verona adoro i nell’arco di 13 mesi, con ritar- ministro Brunetta”. I premiati abbia tutto il diritto di ricor-
ta dall’esito tuttora ignoto Carlo Carminati, Università di Pisa cani: di reiterati nei pagamenti sino avranno lapossibilità meravi- dare, con amore e nostalgia,
della valutazione dei Progetti Elvira De Matthaeis, Università La eccomi al limite dei tre mesi concessi gliosa di fare uno stage della l’uomo Craxi. però pubblica-
di Ricerca di Interesse Nazio- Sapienza, Roma con le dalla legge, che tutela solo e durata di 12 settimane atitolo mente è un fatto inaccettabile.
nale (PRIN) per l’anno 2008. Alberto Girlando, Università di mie soltanto e sempre le aziende, gratuito. E i vincitori presumi- Dandosi alla latitanza, Craxi
La graduatoria finale è stata Parma Pimpa e contributi Inps fermi a maggio. bilmente dovranno pagarsi il ha sfregiato le istituzioni di una
sottoposta alla firma del mi- Rita Fioresi, Università di Bologna Margot”! L’azienda è sparita, non ri- soggiorno aRoma. Sappiamo repubblica di cui lui è stato
nistro dell’Istruzione Maria- Laura Fanti, Università La Sapienza, sponde alle comunicazioni, che una delle ultime crociate Presidente del consiglio. Sono
stella Gelmini il 23 dicembre Roma Raccontati e manda una foto a: non prende posizione e anzi del ministro della Funzio- rimasta davvero impressiona-
scorso, ben 10 mesi oltre la Alfredo Coppa, Università La abbonatodelgiorno@ invia comunicati falsi e senza nepubblica Brunetta è quella ta dalle parole del capo dello
scadenza del bando. Sapienza, Roma ilfattoquotidiano.it firma, non si presenta agli in- contro i bamboccioni: una leg- Stato. In qualche modo aval-
Si sperava che la Gelmini, Francesca Matteucci, Università di contri col ministero dello Svi- ge che mandi via iragazzi, fuori lano la scelta di quest’uomo
conscia del grave ritardo ac- Trieste luppo economico e si gode i da casa, a 18 anni.Chiedo al contro lo Stato italiano. E io,
cumulatosi, l’avrebbe subito Maurizio Gatti, Università La nostri soldi e i premi produ- ministro Brunetta e a tutti co- da italiana, non lo posso ac-
approvata. Invece, dopo qua- Sapienza, Roma Il destino dei lavoratori zione, produzione di precari, loro che la pensano come lui: cettare.
miseria e sofferenza umana. credete che i giovani vivano, Giovanna Rosso
di Voicity Milleduecento licenziamenti. mangino e bevano aria? Par-
IL FATTO di ieri21 Gennaio 1793 Mi chiamo Elisabetta Cannas,
ho 36 anni e sono una precaria
Mi piacerebbe dire che la po-
litica mi è vicina, ma la com-
liamo della generazionediSan
Precario, di gente che un mese
Il “palcoscenico della storia”, il grande spazio che oggi da una vita. Mamma e precaria. prensione della realtà comune lavora e quello successivo for-
ospita il sontuoso Hotel Crillon, era pronto dalla notte Dal marzo del 2004 ho ma- della nostra classe dirigente è se sì e forse no.Quindi vorrei IL FATTO QUOTIDIANO
precedente. La struttura lignea ben fissata a terra, la lama lauguratamente accettato un nulla: qualunque cosa stiate di- che la politica iniziasse a dare via Orazio n. 10 - 00193 Roma
trapezoidale della ghigliottina affilata. A Place de la contratto a tempo determina- rigendo è a livello di battisco- delle risposte concrete ai ra- lettere@ilfattoquotidiano.it
Révolution, come allora si chiamava, Luigi XVI Capeto, to in sostituzione di una ma- pa, vivete una realtà fittizia, na-
ultimo re di Francia, c’era arrivato alle 10 del 21 gennaio ternità, al customer care pri- scosti dentro i vostri palazzi e
vati di Tiscali, noto fornitore e i vostri vetri scuri.
1793, dopo aver percorso lentamente, a bordo di una
precursore della tecnologia Dovreste vergognarvi e avere
carrozza verde, il Grand Boulevard. Apatico, vestito di Direttore responsabile
Internet e annessi. Il call cen- i calli alle mani, come li abbia-
bianco, il libro dei Salmi in mano aperto alla pagina della mo noi. Antonio Padellaro
ter era una vera giungla di ac-
preghiera degli agonizzanti. Qualche minuto per aprirsi da cozzati e il mobbing era all’or- Elisabetta Cannas
solo la camicia di lino, un ultimo sguardo all’abate dine del giorno. Ho fatto di Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
confessore Edgeworth e poi su, verso il patibolo. Vicino alla
macchina della morte, ad attenderlo, Charles-Henri
tutto, dal commerciale privato La pietas Progetto grafico Paolo Residori
Redazione
a quello aziendale all’assisten-
Sanson, il più celebre di una dinastia di boia parigini. Prima za tecnica e perfino, approfit- in privato 00193 Roma , Via Orazio n°10
dello scatto della lama, un ultimo grido “Peuple, je meurs tando del mio inglese acqui- “Il peso della responsabilità... tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
innocent!”. L’orologio segna le 10:22. Di fronte alla testa e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito con fatica durante la mia caduto senza uguali sulla sua sito: www.ilfattoquotidiano.it
mozzata, una folla in delirio urla “Vive la République”, emigrazione negli Stati Uniti in persona” fu abilmente schiva-
raccoglie gocce di sangue come reliquie, intona La Editoriale il Fatto S.p.A.
cerca di fortuna, anche la re- to attribuendo agli altri, a tutti
Marseillaise. Il re decapitato sarà gettato in una fossa del Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
ception, senza peraltro poter gli altri, le proprie colpe e fug-
cimitero de La Madeleine. E il giorno dopo “Le Moniteur” partecipare alla selezione per gendo tempestivamente Presidente e Amministratore delegato
scriverà: “Il appartient deshormais à l’histoire”. Giorgio Poidomani
quel posto non essendo a tutti all’estero, per sottrarsene.
Giovanna Gabrielli gli effetti una dipendente Ti- Precisato questo, ben venga la Consiglio di Amministrazione
Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
entro il quinto mese. La quota Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento sostenitore va pagata invece in unica telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. soluzione. • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Abbonamento postale semestrale (Italia) • Bonifico bancario intestato a: con carta di credito e PayPal.
Il giornale sarà in edicola 6 numeri tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo170,00 € Editoriale Il Fatto S.p.A., Per qualsiasi altra informazione in
BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Modalità Coupon * merito può rivolgersi all'ufficio abbonati
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
• Abbonamento postale sostenitore (Italia) Prezzo 320,00 € - annuale Ag. 105 Via Sardegna Roma al numero +39 02 66506795
Prezzo 180,00 € - semestrale Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 400,00 € - annuale o all'indirizzo mail
• Abbonamento postale base (Italia) • Abbonamento PDF annuale • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
Prezzo290,00 € - annuale Prezzo130,00€ 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
E' possibile pagare l'abbonamento annuale Per prenotare il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
postale ordinario anche con soluzione compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata www.antefatto.it. fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
2 EDIZIONI IN 4 GIORNI

«Una vorticosa discesa


nella zona buia dell’anima.
La verità vi farà paura.»
Donato Carrisi
www.ipnotista.com