Sei sulla pagina 1di 22

È morto un altro operaio ustionato a Paderno Dugnano.

Albanese, tre figli. Dicono i colleghi: “Lavorava come un cane”y(7HC0D7*KSTKKQ( +z!#!#!$!=


www.ilfattoquotidiano.it

UNA LUNGA UNA LUNGA


INCOMPRENSIONE INCOMPRENSIONE
Pasolini fra Destra e Sinistra Pasolini fra Destra e Sinistra

Domenica 21 novembre 2010 – Anno 2 – n° 301 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

LA MAFIA VOTÒ FORZA ITALIA Vieni qui con noi


di Marco Travaglio

AVEVANO LO STESSO PROGRAMMA R icapitolando. Lunedì Saviano sfonda una


porta spalancata, rivelando che la
‘ndrangheta non sta solo in Calabria: “Al Nord
come al Sud cerca il potere della politica e al
Nord interloquisce con la Lega”. Poi cita senza
Nella sentenza Dell’Utri, oscurata dai tg, si legge: “È valida la tesi nominarlo il consigliere regionale leghista della
di un’adesione spontanea, nel ‘94, di Cosa Nostra convinta che avrebbe avuto Lombardia, Angelo Ciocca, fotografato dalla Dia
mentre incontra il presunto boss Pino Nieri, ma mai
da guadagnare dal progetto garantista sulla giustizia del nuovo partito” indagato. Potrebbe aggiungere che le cosche
investono anche nell’Emilia rossa. O ricordare un
caso un po’ più sostanzioso, non Dell’Utri per carità,
di Peter Gomez

Da Fini a Vendola l 29 giugno quando la Corte


Idannato
d’appello di Palermo aveva con-
ma almeno il senatore Pdl Di Girolamo arrestato
perché rappresentava la ‘ndrangheta in Parlamento
(ma era in quota Fini e forse avrebbe stonato con la
sì può vincere Marcello Dell’Utri a sette
anni di reclusione per concorso
lista dei valori letta da Fini quella sera). Basta così
poco per mandare in bestia il ministro dell’Interno
esterno in associazione mafiosa, Maroni il quale, poveretto, pensa di essere lui ad
di Paolo Flores d’Arcais arrestare i mafiosi latitanti, e non invece le forze
dc
nella maggioranza c’era stato per-
dell’ordine a cui il suo governo taglia i fondi e i
sino chi aveva avuto il coraggio di
magistrati di Palermo e Napoli che la sua maggioranza

I
n primavera si vota, e non è detto che si esultare. “Il teorema è stato smon-
andrà alle urne in condizioni democrati- insulta giorno e notte quando processano Dell’Utri o
tato”, “l’offensiva su mafia e Forza vogliono arrestare Cosentino. Martedì Maroni si dice
che. Perché lo siano sarebbero necessarie Italia è stata sconfitta” dicevano
almeno (almeno) quattro condizioni: leg- “offeso e indignato dalle parole infamanti di Saviano”
Cicchitto e Gasparri. pag. 2 z (quali?) e scrive ai presidenti della Repubblica, della
ge elettorale senza premio di maggioranza, “im-
plementazione” della legge sul conflitto d’in- Camera, del Senato, al Cda Rai e all’Agcom per farsi
invitare a Vieni via con me: “Chiedo un faccia a faccia
teressi del 1957, restituzione al pluralismo del-
x SPECIALE con Saviano per vedere se ha il coraggio di ripetere
l’attuale “proprietà bulgara” dell’assetto televi-
MAFIA E POLITICA quelle cose guardandomi negli occhi. Altrimenti
sivo, e infine (but non least) un governo diverso
siamo tornato all’Inquisizione”. Il capostruttura del
da quello di un aspirante dittatore pronto a Lillo pag. 3 - 4 - 5 - 6 z programma, Loris Mazzetti, risponde molto
tutto, quindi anche ai brogli più smaccati.
opportunamente che “Maroni ha a disposizione tg e
Se questo parlamento - il più indecente del do-
programmi vari per replicare. Se poi abbiamo
poguerra - avrà la decenza di ripristinare le con-
insultato qualcuno o detto cose non vere, ci quereli”.
dizioni minime per un voto democratico, ben
venga. È più probabile, però, che voteremo in CATTIVERIE Paolo Ruffini, direttore di Rai3, pare tenere
insolitamente il punto: “Se il ministro vuol rilasciare
condizioni non democratiche. Bisognerà vin-
una dichiarazione scritta o filmata, troverà posto nella
cere lo stesso. Non è impossibile. Perfino nel Iovine era tra i trenta latitanti
prossima puntata”. Maroni rifiuta e pontifica a Radio
Cile di Pinochet una sanguinosa dittatura uscì più pericolosi d’Italia.
Per gli altri 29 il parlamento ha Padania. Mercoledì Masi dice al Corriere che Maroni
sconfitta dalle urne, in un referendum che ave-
respinto la richiesta “ha pienamente diritto e titolo” al faccia a faccia.
va imposto e “truccato”. Possono farcela perciò
(www.spinoza.it) Saviano replica che le parole di Maroni gli ricordano
anche i cittadini italiani ancora fedeli alla co-
quelle del boss Sandokan. Bossi gli manda una
stituzione. Purché.
pernacchia, Maroni annuncia querela poi corre a
Se Berlusconi-Bossi vincono instaurano la loro Matrix per due ore di soliloquio. E lì invita Saviano
dittatura, un fascismo annunciato, anche se di VATICANO x La svolta di Ratzinger in un libro intervista (non la camorra) a “deporre le armi”. Intanto Zavoli,
tipo inedito. Senza prigionieri. Il fascismo delle presidente della Vigilanza, assicura che “la
cricche. Solo i Pigi Battista riescono a nascon-
derselo. B. e B. possono prendere la maggio-
ranza assoluta dei seggi anche con il 35% dei
IL PAPA SDOGANA IL PRESERVATIVO trasmissione garantirà il contraddittorio”, forse
ignorando che Vieni via con me, per fortuna dei
telespettatori, non prevede dibattiti. Giovedì il

“A VOLTE È MORALE USARLO”


consensi. Perciò, perché siano sconfitti, è ine- presidente Rai Garimberti chiama Maroni per
vitabile un solo schieramento repubblicano, da rassicurarlo, poi dice al Cda che bisogna invitare
Fini a Vendola (anzi a Grillo). Ed altrettanto ne- Maroni. Masi convoca Ruffini e ordina di ospitare
cessario che in esso siano presenti una o più liste Maroni, ma Ruffini risponde picche: replica registrata
della società civile, di cittadini senza partito. Non o niente, altrimenti si “stravolge il programma”.
è questione di opinioni, ma di matematica. di Marco Politi
Piuttosto il ministro potrebbe farsi intervistare da
I partiti e le liste di questo schieramento di libe- l preservativo si può usare. ngoverno Fazio a Che tempo che fa. Maroni rifiuta e va a
razione non dovranno nascondere le divergenze su
temi sociali e civili. La competizione potrà addi-
I In certi casi. Se lo usa una
prostituta come atto di re-
Carfagna gela B. monologare a Porta a Porta. L’Annunziata lo invita per
domenica a In mezz’ora, sempre su Rai3. Venerdì la
rittura funzionare da “acchiappavoti”. Dovranno an-
sponsabilizzazione. Bene-
“Il 15 dicembre fiera resistenza di Ruffini rivela la consistenza di un
zi dire chiaramente che il loro compito è cancellare
la metastasi di B. e B. perche gli italiani possano
detto XVI sdogana cautamen- mi dimetto” budino. Il direttore di Rai3 chiama Maroni, si rimangia
tutto quel che aveva detto, delegittima Mazzetti (già
tornare a dividersi secondo schieramenti occiden- te il profilattico. pag. 15 z Nicoli e Pagani pag. 7z
(FOTO DLM) nel mirino di Masi che minaccia di licenziarlo) e
tali normali. E visto che la legge subisce il diktat padano: il ministro sarà ospite a
impone che indichino un premier, “Vieni via con me” e leggerà una lista di latitanti
dovranno sceglierlo il più neutrale Udi Furio Colombo Udi Gian Carlo Caselli arrestati, prendendosi il merito del lavoro altrui.
e istituzionale possibile (governa- Maroni, prima di comiziare a “L’ultima parola”, canta
tore della Banca centrale, ex pre- NÉ DI DESTRA SE IL NEMICO vittoria: “Mi hanno invitato e ho accettato”. In realtà
sidente della Corte Costituzionale). s’è autoinvitato e gli hanno obbedito. Masi ringrazia
C’è il rischio di un berlusconismo NÉ DI SINISTRA É SAVIANO fantozzianamente “Maroni per la sensibilità
senza B.? Sì, ma c’è incombente rmai è un dato di fatto, al punto timo Saviano da sempre. An- dimostrata”. Com’è umano lei. Ora è ufficiale: anche
quello letale. Impedirlo è la priorità
assoluta. Chi si sottrae a questi im-
OUn lungo
che se ne parla continuamente. S ni fa ebbi occasione di pre-
elenco di cose, compreso il sentare “Gomorra” a Pescara
gli ospiti dei programmi di Rai3 li decide il governo. E
Maroni, già in difficoltà per le beghe interne alla Lega
perativi numerici regala l’Italia al e per le bugie sul caso Ruby smentite dal pm Fiorillo,
lavoro, non sono (non sono più) né di (quando in pratica ancora po-
criccofascismo. Il resto è fumo e s’è garantito un’intera settimana in tv mettendo il
destra né di sinistra. Quando hai fini- chissimi conoscevano il libro
chiacchiera. Retorica per salvarsi broncio per il monologo di Saviano che manco l’ha
to l’elenco, ti accorgi che non è rima- ed il suo autore) e lo “racco-
l’anima. Persone in buonafede, ma- nominato: Matrix, Porta a Porta, Ultima parola, In
gari, ma che ci portano alla trage-
sto più niente da discutere. Certo, mandai” con forza al pubblico
mezz’ora, Vieni via con me. Lunedì, per la lista dei
dia. Dio li perdoni, perché gli ita- non nei termini di contrapposizione presente. Il mio giudizio è sta- successi antimafia, potrebbe portarsi dietro Dell’Utri.
liani (ancora) liberi non potranno. degli ultimi due secoli. pag. 18 z to poi confermato. pag. 11 z Se non fosse vietato nominarlo.
pagina 2 Domenica 21 novembre 2010 Domenica 21 novembre 2010 pagina 3

MAFIA E POLITICA

Marcello Dell’Utri Domenico Gozzo Antonino Gatto Vittorio Mangano Stefano Bontate
Il senatore con doti Indaga sulla trattativa Il pm del processo Lo stalliere Il boss punto
da “mediatore” Stato-mafia d’appello di Arcore di riferimento

U na condanna a sette an-


ni per concorso esterno
in associazione mafiosa in-
P rocuratore aggiunto di
Caltanissetta, è stato pm
in primo grado del processo
P rocuratore aggiunto di
Palermo, è stato pm di
appello del processo Dell'U-
M angano fu assunto co-
me “stalliere non tanto
per accudire i cavalli ma per
È uno degli storici boss
di Cosa Nostra, ucciso
il 23 aprile del 1981. Secon-
flitta al senatore del Pdl. Nelle Dell'Utri. Coordina le indagi- tri. Ai giudici disse: “Dovete garantire l’incolumità di Sil- a cura di Marco Lillo do la ricostruzione, Dell’U-
motivazioni i giudici scrivo- ni sulla strage di via D'Amelio prendere una decisione sto- vio Berlusconi, avviando un tri lo incontrava insieme a
no: “È lui il mediatore tra la e sulla trattativa mafia-Stato, rica: potete contribuire alla rapporto parassitario pro- Mimmo Teresi. Alla fine
mafia e Silvio Berlusconi (...) dove Ciancimino jr e la ma- costruzione di un gradino, trattosi per quasi due decen- degli anni settanta la sua
con un indubbio, rilevante e dre hanno parlato di incontri salito il quale forse, se ne ni”. Berlusconi avrebbe paga- influenza raggiunse l'apice
insostituibile contributo”. a Milano tra don Vito e B. potranno percorrere altri” to per garantirsi protezione. all'interno della mafia.

Il premier, il senatore A CAVALLO DELLA MAFIA


Nel cerchio Silvio
Berlusconi; nella foto
centrale Marcello
Dell’Utri; in basso a
sinistra due
manifestanti davanti al
palazzo di giustizia di

e l’appoggio di Cosa Nostra


Palermo; in basso a
destra la villa di Arcore
(FOTO GUARDARCHIVIO)

Fu Dell’Utri a portare lo stalliere Mangano ad Arcore


Obiettivo: ottenere per B. e la famiglia una protezione “alta”
NEL 1994 LA CRIMINALITÀ VOTÒ FORZA ITALIA: PARTITO
a sentenza di appello nei lusconi con il boss della mafia di al-

L
rittura fino in Sicilia, in quanto non potendo spiegarsi diversa- ciano Liggio). (....) Collocato
VOLUTO (E CREATO) DAL BRACCIO DESTRO DEL CAIMANO confronti di Marcello Dell'U- lora, Stefano Bontate. sarebbe stata più opportuna- mente la ragione per la quale il pertanto l’incontro milanese ri-
tri ripercorre trenta anni di Sul punto la Corte di Appello non fa mente orientata in zona, maga- predetto, assunto per occuparsi ferito dal Di Carlo nella seconda
di Peter Gomez estorsioni, dei clan. premier: Publitalia. boratori di giustizia sono contrad- rapporti tra l'impresa e la po- sconti a Silvio Berlusconi che, an- ri rivolgendosi proprio ai pre- di terreni, cani e cavalli, fu inve- metà del mese di maggio del
Oggi però la lettura del 641 pa- Ma andiamo con ordine e vedia- dittorie. Mentre il pentito Gaspa- litica berlusconiana da un lato e cora nel 2007 alla convention dei cedenti proprietari della villa ce destinato da Berlusconi, che 1974, può ritenersi che oggetto
l 29 giugno quando la Corte gine della motivazioni della sen- mo cosa ha scritto il collegio. Per mafia dall'altro lato. Le motivazioni giovani dei Circoli del buongoverno

I
re Spatuzza che parla di un accor- Casati appena acquistata o co- pur disponeva di autista perso- della discussione, dopo i conve-
d’appello di Palermo aveva tenza Dell’Utri ci regalano una quello che riguarda il presunto do tra Berlusconi, Dell’Utri e i fra- della sentenza confermano la con- di Dell'Utri continuava a racconta- munque ai titolari delle tenute nale, ad accompagnare i figli a nevoli di rito, sia stata proprio la
condannato Marcello Del- storia molto più complicata. Per patto politico con Cosa Nostra telli Graviano, gli autori delle stra- danna per il senatore riducendola re balle sull'assunzione di Manga- limitrofe (....) scuola o talvolta la moglie a Mi- “garanzia” di protezione che
l’Utri a sette anni di reclusio- due motivi. Il primo: il braccio (“il sostegno di Dell’Utri alla di- gi del ‘93, “non è attedibile”. E al- a sette anni per il periodo che va no. A differenza di quello che dice il L’obiettivo reale era invece lano per le sue incombenze. Berlusconi aveva inteso ricerca-
ne per concorso esterno in asso- destro del premier si salvato dalla scesa in campo di Berlusconi” lora perchè la mafia ha votato For- fino al 1992 e dichiarano la sua Cavaliere da anni, lo stalliere quello di assumere un soggetto E’ lo stesso Dell’Utri invero a re tramite Marcello Dell’Utri
ciazione mafiosa, nella maggio- condanna per ciò che accaduto “con il proposito (...) di tutelare za Italia e poi scelto Dell’Utri alle non colpevolezza, con un'argo- "eroe" per il premier e mafioso per dotato di adeguato e notorio confermarlo affermando che il (esame dib. Di Carlo “hanno
ranza c’era stato persino chi ave- tra la Sicilia e Milano negli anni meglio gli interessi del sodalizio europee. Per il collegio è valida “la mentazione che somiglia a un'in- i giudici arrivò ad Arcore come rap- spessore criminale la cui pre- Mangano “era un uomo di fidu- parlato che lui aveva dei bambi-
va avuto il coraggio di esultare. Il più recenti solo per insufficienza mafioso”) alla fine la sentenza re- tesi di un’adesione di Cosa Nostra sufficienza di prove, per il periodo presentante di Cosa Nostra in villa: senza sui luoghi avrebbe dovu- cia assoluta, tant’è che Berlu- ni, dei familiari che non stava
“teorema è stato smontato”, di prove (il collegio quando af- cita: “il fatto non sussiste”. Ma (...) sorta spontaneamente, indot- successivo al 1992. “Il Fatto” pub- "non potendo seriamente rite- to porre al riparo da minacce sconi faceva accompagnare i tranquillo, avrebbe voluto una
“l’offensiva su mafia e Forza Ita- fronta la questione politica parla scorrendo le pagine si capisce ta e determinata dalla convinzio- blica di seguito e nelle prossime tre nersi che l’imprenditore Silvio ed attentati l’imprenditore mi- bambini a scuola solo da lui, garanzia che qua Marcello m’ha
lia è stata sconfitta” dicevano al- più volte di “insufficiente valenza chiaramente che ciò accade solo ne che il sodalizio mafioso avreb- pagine le parti più importanti della Berlusconi, acquistata la Villa lanese il quale era entrato evi- neanche dal suo autista, accom- detto che lei è una persona che
l’unisono i capo-gruppi del Pdl probatoria delle risultanze”).Il perchè la formula dell’assoluzio- sentenza. A partire da quella de- Casati ad Arcore, avendo solo dentemente nel mirino di orga- pagnava qualche volta la moglie mi può garantire questo ed al-
alla Camera e al Senato, Fabrizio secondo: dalla sentenza non ne dubitativa è stata abolita nel dicata a Vittorio Mangano e all'in- l’esigenza di individuare un nizzazioni malavitose operanti in città, a Milano”. (....) tro… Marcello Dell’Utri aveva
Cicchitto e Maurizio Gasparri,
felici perché i tre giudici aveva-
emerge solo la figura del Dell’Utri
“mediatore” impegnato per 18
1989. Restano così alcuni fatti.
Decisamente inquietanti dal
Il politico contro, che i giudici ritengono pro-
vato, tra Silvio Berlusconi e il boss
fattore o più precisamente un
responsabile della manuten-
in quel periodo ed in quella zo-
na, attratte dal suo crescente DEVE ALLORA reputarsi
detto che Stefano poteva garan-
tire, dice: lei m’ha detto … Mar-
no assolto Dell’Utri per i fatti
successivi al 1992. Con la sen-
anni a far pervenire miliardi di li-
re in contanti a Cosa Nostra, do-
punto di vista storico-politico.
Anche secondo i prudenti giudi-
siciliano Stefano Bontate, all'esito del quale
la mafia decise di inviare Mangano
zione dei terreni e della cura
degli animali, si sia determina-
successo ed arricchimento
personale.
certo, anche sul piano logico,
che ad impegnarsi per garantire
cello m’ha detto che lei è una
persona che può garantirmi
tenza, secondo loro, cadeva per
sempre l’ipotesi che tra il brac-
po che nel 1974 l’attuale presi-
dente del Consiglio si era incon-
ci d’appello la mafia nel 1994 vo-
tò in massa per il movimento del
è arrivato anche ad Arcore. Per i giudici di Palermo,
Dell'Utri fino al 1992 è stato "co-
to ad assumere proprio lo sco-
nosciuto Vittorio Mangano,
Tale conclusione del Tribuna-
le, che la Corte ritiene di con-
l’incolumità di Berlusconi sia
scesa in campo l’associazione
questo ed altro”) e che Stefano
Bontate si impegnò personal-
cio destro del Cavaliere e Cosa trato con Stefano Bontade, l’allo- Cavaliere. Scrive la Corte: “può stante ed insostituibile punto dividere, trova riscontro oltre mafiosa ai suoi massimi livelli
Nostra fosse stato stretto un pat- ra capo di tutti i capi. C’è di più e ritenersi che tra la fine del 1993 e ad utilizzare di riferimento sia per Silvio
scelto e proposto da
che sul piano logico, anche e criminali, forte della sua notoria
mente ad assicurare con la sua
indiscussa autorità mafiosa indi-
to politico-mafioso. Le ombre su di peggio. In almeno un caso - ri- i primi mesi del 1994, in conco- Berlusconi, che lo ha interpel- MARCELLO DELL’UTRI soprattutto nelle dichiarazioni pericolosità e potenza a livello cando a Berlusconi proprio l’im-
parte delle origini del partito del tenuto provato persino dalla Cas- mitanza con la nascita del partito i boss per tentare lato ogni volta che ha dovuto asseritamente solo per le sue rese da Francesco Di Carlo in nazionale ed internazionale, e putato per ogni eventuale futu-
premier si diradavano e quello sazione - Dell’Utri ha utilizzato i politico di Forza Italia, voluto da confrontarsi con minacce, at- pretese capacità lavorative. merito all’incontro milanese dunque dotata di adeguata ed in- ra esigenza (“lei può stare tran-
che restava era solo la figura di boss come una sorta di agenzia di Berlusconi e creato con il deter- di recuperare tentati e richieste di denaro si- Non risulta invero che l’impu- avvenuto alla presenza di uno discutibile capacità dissuasiva, quillo se dico io può stare tran-
un Berlusconi imprenditore vit- recupero crediti. E lo ha fatto per minante contributo organizzati- stematicamente subite negli tato, che come detto aveva co- dei più influenti esponenti ma- così come riferito da Francesco quillo deve dormire tranquillo,
tima, come molti altri delle tentare di favorire un’azienda del vo di Dell’Utri, in Cosa Nostra i crediti vantati anni, sia soprattutto per l’asso- nosciuto e frequentato Vittorio fiosi dell’epoca, Stefano Bonta- Di Carlo, presente alla riunione lei avrà persone molto vicine
maturò diffusamente la decisio- ciazione mafiosa cosa nostra Mangano nel periodo della so- te, il quale, forte della sua au- convocata negli uffici di Milano che qualsiasi cosa lei chiede
ne di votare per la nuova forma- che, sfruttando il rapporto cietà calcistica Bacigalupo al torità in seno a cosa nostra, de- proprio per decidere al riguar- avrà fatto e lei poi ci ha Marcello
zione”. E lo stesso, accadde, al- be avuto certamente da guada- mafiologi, se la sentenza verrà mattina Garaffa, nel frattempo di- preferenziale ed amichevole solo scopo di sfruttarne, nei ri- cise di collocare al fianco di do. qua vicino per qualsiasi cosa si
meno per quanto riguarda il se- gnare da un programma garantista confermata, hanno insomma ma- venuto senatore del Partito Re- con lui intrattenuto dai suoi guardi dei terzi malintenziona-
natore azzurro, in occasione del- sui temi della giustizia quale quel- teria per discutere per anni. An- pubblicano, riceve la visita del due membri, Gaetano Cinà e ti, le capacità “dissuasive” di
le elezioni europee del 1999. lo adottato dalla nuova formazio- che perché ancora sul finire del boss di Trapani, Vincenzo Virga, Vittorio Mangano, sapeva di cui era evidentemente dotato a L’intervento diretto Un ruolo da persona
ne”. Il fatto che fino a pochi mesi ‘91, Dell’Utri e la mafia sembrava- accompagnato da un guardaspal- disporre di un canale affidabi- causa del suo già noto spessore di Bontate di fiducia
PER I GIUDICI non è però sta- prima Dell’Utri si fosse “certa- no essere una cosa sola. Ad accor- le. I due non lo minacciano, ma vo- le e proficuo per conseguire i criminale, abbia mai riferito di
to possibile ottenere “prova cer-
ta” che quei voti furono frutto di
un accordo. Secondo loro resta il
dubbio che nel ‘94 l’ex fattore di
Arcore, Vittorio Mangano, con gli
mente adoperato in favore del so-
dalizio mafioso prestando la sua
preziosa opera di mediazione” tra
l’organizzazione criminale e Ber-
lusconi, dal punto di vista giuridi-
gersene a sue spese, racconta la
sentenza, è Vincenzo Garraffa, il
presidente della Pallacanestro
Trapani. Garaffa stringe un accor-
do per una sponsorizzazione con
gliono risolvere il problema dei
soldi di Publitalia sorto con il co-
mune amico Marcello. Per tutto
questo, a Milano, dopo una serie
di sentenze di rinvio in terzo gra-
propri illeciti scopi non ri-
schiando denunce ed inter-
venti delle forze dell’ordine,
quanto piuttosto con la garan-
zia di un esito positivo e del-
specifiche competenze matu-
rate dal Mangano nel settore
della gestione di aziende agri-
cole (....) che, se la ricerca aves-
se avuto ad oggetto una perso-
“ Forte della
sua autorità “ Nella villa
non si occupava
altri boss potesse millantare di co, non “è una prova sufficiente” Publitalia. Ma a un certo punto gli do, è ancora in corso un processo. l’accoglimento delle proprie na che fosse solo esperta di ca- dentro Cosa di cavalli, ma
aver ricevuto garanzie. Non è poi per affermare che l’accordo ci fu. viene chiesto di retrocedere in ne- Ma la cassazione ha già detto che pretese estorsive". valli o cani e competente in ma-
provato che davvero Mangano si E non lo sono nemmeno alcune ro alla concessionaria di pubblici- la vicenda storica è provata, e che Il rapporto tra il Cavaliere e la ma- teria di tenute di aziende agri- Nostra colloca aveva il compito
sia incontrato per due volte con il intercettazioni ambientali del tà circa metà del miliardo e mezzo non va più discussa. Bisogna solo Le 641 pagine Le motivazioni fia - secondo i giudici parte con l'as- cole, ben difficilmente sarebbe
futuro senatore azzurro nel ’93 1999-2000, in cui i boss del patto di lire ricevuto. Garraffa, incontra stabilire il reato e l’eventuale pe- della sentenza di condanna sunzione di Vittorio Mangano ad stata condotta proprio tramite un soggetto di seguire
(come sosteneva il tribunale sulla parlano esplicitamente. Dell’Utri Dell’Utri a Milano. Che gli dice na. Dell’Utri insomma la mafia la a sette anni per il senatore Arcore, non a caso avvenuta poco Marcello Dell’Utri, appena
base delle agende di Dell’utri). E infatti veniva allora votato perché chiaro e tondo: “Abbiamo uomini usava. Ma nonostante questo (o del Pdl, Marcello Dell’Utri, tempo dopo l'arrivo di Marcello giunto in Brianza e privo di fidato accanto i figli
oltretutto, secondo il collegio, le considerato da Cosa Nostra un e mezzi per convincerla a paga- forse proprio per questo) il pre- sono state scritte dell'Utri alla Fininvest e dopo un in- ogni specifica competenza al
dichiarazioni di una serie di colla- perseguitato dalla magistratura. I re”. Passa qualche tempo e una mier non lo ha mai abbandonato. in 641 pagine contro negli uffici milanesi di Ber- riguardo, estendendola addi- a Berlusconi e la moglie
L’INTERVISTA Antonia Ingroia ”
Berlusconi un soggetto come
Vittorio Mangano tale da far
Se dunque per quanto sin qui
esposto l’autentica ragione sot-

rivolge a Marcello …”) e conte-
stualmente stabilendo che

“Perché Berlusconi non si liberò di quei due?” Per nulla, anche se non voglio nascondermi dietro
un dito. Noi gli contestammo il reato commesso
fino al ’96, in realtà l’assoluzione riguarda una pic-
cola porzione della condotta contestata, quei quat-
questa sentenza alla luce delle indagini, per
ora segrete, sui flussi finanziari della mafia a
Milano 2 descritti dalla vedova e dal figlio di
don Vito Ciancimino?
comprendere a chiunque da
quale potente associazione cri-
minale fosse, da quel momento
in poi, protetto quell’impren-
tostante all’assunzione di Vitto-
rio Mangano fu quella di garan-
tire Silvio Berlusconi, e dunque
ben altra rispetto a pretese com-
avrebbe mandato o comunque
incaricato specificamente qual-
cuno che gli stesse vicino (“ci
metteva Dell’Utri accanto e poi
presidente del consiglio, che la mattina del 23 no- mezzo vuoto. Vorrei ricordare che per l’accusa è Cosa Nostra piuttosto che denunciare le tro anni, il periodo dal '92 in poi, nella sentenza di Intanto non esiste alcuna indagine su Milano2. La ditore. petenze in materia di alleva- dice le mando qualcuno, se già
vembre 2002 si avvalse, nel processo Dell’Utri, del- più che pieno, che stiamo parlando di una sentenza estorsioni all’autorità giudiziaria… primo grado occupava solo il 15% dell'intero ver- sentenza è importante nella misura in cui si posso La Corte ritiene che una com- mento di cani e cavalli, deve ri- non ce l’ha”). (....) Ciò che risul-
la facoltà di non rispondere. “Quel giorno elencai di condanna, visto che in queste ore si discute come Esatto. Io lo definii “vittima consapevole”. Subì la detto. Sul punto è noto che la procura ha un’opi- trarre elementi di ulteriore valutazione da tenere in plessiva valutazione dei dati ac- tenersi credibile, anche sul pia- ta decisivo ai fini del processo è
una serie di domande – dice Ingroia, che ha rac- se l’imputato fosse stato assolto. Le motivazioni presenza di Vittorio Mangano ad Arcore, di Cinà a nione diversa, rispettiamo l’avviso contrario dei considerazione in tutte le varie indagini in corso in quisiti imponga di ritenere che no logico, il racconto di France- che comunque Vittorio Manga-
contano il faccia a faccia con il presidente del con- confermano l’impianto accusatorio della procura e Milano, e di Dell’Utri per salvarsi dalle minacce di giudici di appello e immaginiamo che la procura questo momento. l’arrivo di Mangano ad Arcore sco Di Carlo in merito all’incon- no fu assunto e rimase al servi-
siglio nel suo libro uscito da tre giorni ‘Nel labirinto contengono affermazioni pesanti e significative Cosa Nostra. generale deciderà di ricorrere in Cassazione. Il Tg1 ha sostanzialmente ignorato la notizia, fu deciso proprio in esito a tro svoltosi a Milano negli uffici zio dell’imprenditore milanese
degli dei’ - rimase fuori l’ultima, il presidente Guar- della corte sull’imputato e sul ruolo da lui svolto”. Nei rapporti tra mafia e imprenditori una sot- I giudici non sono stati teneri con Spatuzza e offrendo solo una breve nota all’interno del te- quella riunione che si svolse, del Berlusconi alla presenza, ol- ad Arcore con un incarico spe-
di Giuseppe Lo Bianco notta ritenne che ne avevo già poste abbastanza’’. E cioé? tile linea di confine separa il complice dalla vit- Ciancimino, testimoni importanti per le inda- legiornale. Perché è un tema così ostico da af- come correttamente ricostrui- tre che di questi, del dichiarante cifico deciso da Stefano Bonta-
Palermo Una domanda che oggi, alla luce delle motivazioni Il ruolo di tramite, di mediatore, tra Berlusconi e la tima. In questo caso? gini in corso… frontare per l’ammiraglia dell’informazione to dalla sentenza appellata, in e dello stesso Dell’Utri, anche di te, uno dei più potenti capi della
della condanna di appello del senatore palermitano mafia. Nel processo di primo grado io lo definii am- Ci fu un’insufficienza probatoria che portò all’ar- Anche qui rispettiamo le decisioni, anche se non le televisiva italiana? un periodo compreso tra il 16 Gaetano Cinà, Girolamo Teresi mafia siciliana dell’epoca, scel-
residente Berlusconi, ammesso che all’inizio mantiene intatta, come dice Ingroia, ‘’la sua attua- basciatore degli interessi finanziari di Cosa Nostra chiviazione della posizione giudiziaria di Berlusco- condividiamo. E rileviamo che per Spatuzza si tratta Il Tg1 non l’ho visto, e non lo vedo quasi mai, a
“P non si sapesse nulla sul conto di Mangano, Ci-
nà e adesso Dell’Utri, che risultarono tutti poi col-
lita’’’. All’indomani del deposito della sentenza di
appello che ha condannato Marcello Dell’Utri a set-
nella cittadella finanziaria milanese.
Berlusconi era dunque un terminale di affari
ni. Non si riuscì a sciogliere il dilemma se avesse
favorito o meno Cosa Nostra.
di una circostanza del tutto marginale appresa de
relato, non decisiva ai fini dell’accertamento dell’e-
quell’ora spesso sono impegnato. Ricordo che a
giugno il Tg1 informò i suoi telespettatori raccon-
ed il 29 maggio 1974.(.... )E’
provato inoltre che il Manga-
no, assunto quale fattore o so-
e soprattutto Stefano Bontate,
che era uno dei più importanti
capimafia dell’epoca (membro
to e mandato lì solo per tale ra-
gione: rappresentare a chiun-
que che il suo nuovo datore di
legati alla mafia, le chiedo: perché non se ne liberò te anni per mafia, Ingroia, che fu pubblico ministe- mafiosi? Dal ’92 in poi, per i giudici di appello, la storia sistenza del patto politico mafioso; per Ciancimino tando solo la seconda parte del verdetto, quella del- prastante, fino a poco tempo prima del lavoro da quel momento in poi
subito? Perché per tanti anni se li è tenuti accanto? ro in primo grado, parla di una “realtà rovesciata”, Berlusconi non era portatore di interessi mafiosi, cambia. Dell’Utri non è più colpevole, svanisce si trattò di una decisione assunta analizzando solo i l’assoluzione. Mi pare dunque che oggi abbia fatto venne ben presto adibito so- “triumvirato”, massimo organo era “intoccabile” perché gode-
Gli servirono a qualcosa?”. Ecco la domanda finale com’era accaduto nel giugno scorso, in occasione lo era semmai Dell’Utri. un suo presunto ruolo politico nella stagione verbali, senza ascoltare il teste. Le valutazioni del pm un passo avanti. A parte gli scherzi, questo è lo sta- stanzialmente alla sicurezza di vertice di cosa nostra agli inizi va della protezione della più pe-
che il procuratore aggiunto di Palermo Antonio In- del dispositivo. E ribadisce: “Non vorrei che si guar- Dalla sentenza emerge che per quasi vent’an- stragista. Lo legge come una sconfitta dell’ac- sono autonome rispetto alla sentenza di appello. to dell’informazione televisiva in Italia. Per fortuna del suo nuovo datore di lavoro, degli anni ’70, con gli altrettanto ricolosa e diffusa associazione
groia avrebbe voluto rivolgere a palazzo Chigi al dasse alla parte, minima, che fa apparire il bicchiere ni l’imprenditore Berlusconi preferì pagare cusa? Le indagini, appunto. Quanto è importante c’e’ qualche eccezione. e soprattutto dei suoi familiari, noti Gaetano Badalamenti e Lu- criminale del paese.
pagina 4 Domenica 21 novembre 2010 Domenica 21 novembre 2010 pagina 5

MAFIA E POLITICA MAFIA E POLITICA

Pier Silvio Berlusconi Vincenzo Virga Francesco Zagatti Giuseppe Graviano Filippo Graviano
Rapimento sventato Il boss Raccomandazione Senza 41 bis Il fratello “ buono”
dai “palermitani” e la pallacanestro per il Diavolo “potrò rispondere” che piace a Dell’Utri

I ntorno alla metà degli


anni ‘70 il vertice catane-
se di Cosa nostra avrebbe
I l boss Virga è coinvolto in
un’inchiesta per tentata
estorsione con Dell’Utri: due
Z agatti, morto nel 2009
(calciatore prima e al-
lenatore poi del Milan) rife-
G iuseppe Graviano non
parla “perché il mio
stato di salute non mi con-
“N on ho mai cono-
sciuto il senatore
Dell’Utri né direttamente
organizzato il rapimento di anni a entrambi dalla Corte rì che a raccomandare il sente di rispondere”. Ma: né indirettamente e quindi
Berlusconi Jr, ma i palermi- d’appello di Milano nel 2007 giovane Giuseppe D’Agosti- “Quando potrò informerò non ho mai avuto rapporti
tani fecero saltare tutto do- per una vicenda che riguar- no era stato Dell’Utri in per- la Corte”. Un avvertimento con lui”: così ha smentito il
po la “mediazione” di Del- dava la Pallacanestro Trapa- sona. Il senatore però nega quello del fratello “cattivo”, pentito Spatuzza, poi Del-
l’Utri, come lui stesso ammi- ni. La Cassazione prescrive perché confesserebbe i suoi la mente stragista di Bran- l’Utri lo ha elogiato: “Digni-
se al finanziere Rapisarda. nel 2009, nuovo processo. rapporti con i Graviano. caccio, nel dicembre 2009. tà e compostezza”.

B. SOTTO RICATTO LO MANDANO I GRAVIANO


DI COSA NOSTRA Dell’Utri si interessò del provino di D’Agostino al Milan
Il padre del calciatore era un favoreggiatore dei boss di Brancaccio
MANDÒ VIA I FIGLI P
er la Corte di Appello di Pa-
lermo, “il contributo penal-
mente rilevante apportato
stamente connotate da un’evi-
dente progressione accusato-
ria proprio nella parte in cui in
to a tale provino lo Zagatti, che
aveva già visionato il ragazzo
durante un giro effettuato a Pa-
Il premier sfogandosi con un amico: da Marcello Dell'Utri agli
scopi di Cosa nostra" è "provato in
dibattimento egli ha affermato,
in totale e radicale contrasto
lermo circa sei mesi prima re-
standone favorevolmente col-
termini di certezza solo sino al
sono minacciati, li spedisco in america 1992, non essendo stati acquisiti
con quanto invece riferito in se-
de di indagini preliminari, che il
pito, cne caldeggiò l’ingaggio
(“... prima che venisse a prova-
ulteriori elementi di prova inequivo- cognato D’Agostino si era reca- re, in un giro fatto a Palermo, mi
ci relativamente al periodo succes- to a Milano sia per portare del fermai due giorni... e feci due
e continue minacce ai figli, il sivo”.

L
ad ospitare presso la propria vil- A destra uno degli scatti denaro a Giuseppe Graviano, provini generali, fra i quali ave-
tentato sequestro del princi- la la famiglia del Mangano e non di Silvio Berlusconi realizzati nel Per concedere questa sostanziale sia perché cercava di inserire il vo gia` visto questo ragazzino...
pe Luigi D'Angerio appena esternò in alcun modo agli in- 1977 e pubblicati da “l’Espresso”: "insufficienza di prove" alla fase po- figlio al Milan e tramite il pre- che aveva dieci anni. Io l'avevo
uscito dalla villa di Berlusconi quirenti i sospetti che pur aveva sulla scrivania compare una litica del suo impegno di collabora- detto Graviano “poteva avvici- gia` segnalato.. poi dopo e` sta-
e poi ancora le bombe alla casa mi- maturato sul coinvolgimento rivoltella; tore di Silvio Berlusconi, i giudici di nare qualcuno” in quanto i ca- to risegnalato.. e mi hanno av-
lanese del Cavaliere. La sentenza di del Mangano stesso nel fallito in basso il premier insieme al appello devono smontare la parte pimafia di Brancaccio “diceva- visato che questo D'Agostino
appello dedica centinaia di pagine sequestro di un suo ospite. Nep- senatore Marcello Dell’Utri della sentenza di primo grado che no che avevano amicizie, che lo veniva a provare a Milano, ben
per descrivere i picchi violenti del pure l’imputato Dell’Utri peral- durante un comizio considerava provati i rapporti del potevano fare inserire”. contento di rivedere il ragazzo.
rapporto tra il Cavaliere e la mafia e tro, interruppe i suoi rapporti (FOTO GUARDARCHIVIO) senatore con i boss di Brancaccio, Bene, il ragazzo venne e fece
al ruolo svolto da Marcello Dell'Utri con Mangano, pur essendo or- avrebbe avuto difficoltà a paga- non avevano avuto alcun dub- Filippo e Giuseppe Graviano, pro- TALE AFFERMAZIONE una grossa prova.. tanto e` vero
e Vittorio Mangano. Per i giudici Sil- mai consapevole per sua stessa re, suscitando ovviamente le bio circa la responsabilità di Vit- tagonisti delle stragi del dello Spataro ha ovviamente che noi puntavamo su questo
vio Berlusconi era pronto ogni volta ammissione della sua persona- stupite reazioni degli inquirenti torio Mangano, oltre che per il 1992-1993 e, secondo Spatuzza provocato l’immediato inter- ragazzo qua”).
a cedere alle estorsioni pagando. E lità criminale e mafiosa. che lo avevano invece invitato a fatto appena accaduto, anche anche della trattativa con Dell'Utri, vento della difesa dell’imputato Il teste ha poi precisato di avere
Dell'Utri era il mediatore. "Egli è Secondo i magistrati, dopo l'incontro resistere alle richieste estorsive per il danneggiamento compiu- poi arrestati a Milano il 27 gennaio che ha subito contestato l’insa- personalmente esaminato il ra-
divenuto dunque costante ed con Stefano Bontate e dopo l'assun- (“Stamattina gliel'ho detto an- to undici anni prima, ancorchè 1994. Per il Procuratore generale nabile divergenza tra quanto di- gazzo che era accompagnato
insostituibile punto di riferi- zione di Vittorio Mangano e Marcel- che ai carabinieri……gli ho non risulti che agli inquirenti al- Antonino Gatto che sosteneva l'ac- chiarato in dibattimento e ciò dal padre e che sostenne il pro-
mento sia per Silvio Berlusco- lo dell'Utri, Silvio Berlusconi comin- detto: "Ah, si? In teoria, se mi l’epoca fosse stato offerto qual- cusa in appello, quei rapporti erano che il predetto aveva invece ri- vino nel pomeriggio (“No, io
ni, che lo ha interpellato ogni cia a pagare la mafia e non smetterà avesse telefonato, io trenta mi- che elemento utile ad indirizza- provati anche dalla storia di due ferito il 27 marzo 1996 al P.M. ho visto il padre la mattina che
volta che ha dovuto confron- di farlo fino al 1992. lioni glieli davo!" (ride). Scanda- re proficuamente le indagini. E’ provini al Milan (il primo nel 1992 e allorquando, alla medesima do- l'ha portato... E` venuto in se-
tarsi con minacce, attentati e ri- significativo che Silvio Berlu- il secondo nel 1994) sostenuti dal Sopra, il “baciamano” di un deputato de, l'ha portato, abbiamo preso
chieste di denaro sistematica- sconi, nel commentare con un giovane calciatore Gaetano D'Ago- a Silvio Berlusconi in Aula dopo l’ultima fiducia. le generalita`... e tutto e poi do-
mente subite negli anni, sia so- 1986: l’ordigno La strategia Marcello Dell’Utri oltremodo stino, oggi in forza all'Udinese e al- L’interrogatorio Sotto, la prima Coppa dei Campioni dell’era A Milano per giocare po il pomeriggio abbiamo fatto
prattutto per l’associazione fuori dalla villa “difensiva” incredulo l’attentato subito nel- lora promettente esordiente. D'A- in carcere Berlusconi al Milan: era il 1989 nei pulcini le prove a Linate e poi, da quel
mafiosa cosa nostra che, sfrut- la notte ricollegandolo subito a gostino jr non era un pulcino qual- momento lì il mio compito è
tando il rapporto preferenziale
ed amichevole con lui intratte-
nuto dai suoi due membri, Gae-
tano Cinà e Vittorio Mangano,
sapeva di disporre di un canale
“ Berlusconi
ai Carabinieri: “ Il rapporto
con il sodalizio
quello perpetrato ai suoi danni
undici anni prima, accomunate
le due azioni criminali dalle me-
desime ragioni ispiratrici, non
abbia avuto dubbi riguardo al
siasi ma era il figlio di Giuseppe D'A-
gostino, un favoreggiatore dei Gra-
viano, arrestato con loro a Milano
proprio mentre stava cercando di
far prendere il figlio dal Milan. La
“ Giuseppe
D’Agostino “ Non c’è
dubbio che il test
finito, è terminato, io lascio
quello che è il mio compito ad
altri.. competenti”) esprimen-
do soddisfazione per avere rivi-
sto un ragazzo che lo aveva già
affidabile e proficuo per conse- se mi avessero mafioso e fatto che si trattasse ancora una Corte di appello qualifica come non ebbe sia avvenuto favorevolmente impressionato
guire i propri illeciti scopi non volta di una richiesta estorsiva inattendibili le dichiarazioni (peri- solo “sei mesi prima” a Paler-
rischiando denunce ed inter- chiesto la prosecuzione proveniente da Vittorio Manga- colose per Dell'Utri) del cognato di alcuna remora nel 1992 mo, segnalatogli anche dall’im-
venti delle forze dell’ordine, no sull’errato presupposto, in- D'Agostino, Salvatore Spataro, ar- putato, all’epoca consigliere di
quanto piuttosto con la garan- trenta milioni, dei pagamenti dotto nel Berlusconi dagli in- restato anche lui con i Graviano a fare il nome come risulta amministrazione del Milan (“…
zia di un esito positivo e dell’ac- quirenti, del ritorno del mafio- mentre valorizza le parole del pa- a me e` stato segnalato anche
coglimento delle proprie pre- io glieli fu conseguenza so in libertà (pag.1 e ss. vol.1 fal- dre del calciatore che lo tiene fuori del politico dalle agende dal dottore Dell'Utri e basta, io
tese done 76: ”Allora, è Vittorio dai guai. La testimonianza chiave sono rimasto a quello. Io ero
estorsive". avrei dati di una scelta Mangano… che ha messo la sul provino di D'Agostino è però siciliano del senatore contento perche' mi ha fatto ri-
I giudici di appello descrivono in sen-
tenza anche la reazione insolita-
mente soft di Silvio Berlusconi dopo
l'arresto a casa sua di Vittorio Man-
gano e scrive interessanti conside-

Del pari rilevante ai fini dell’ac-
cusa è il fatto che dalle dichia-
razioni del collaboratore di giu-
lerabile in termini economici.
Eloquente al riguardo lo sfogo
che il Berlusconi ebbe, ben do-
che, pur di stare tranquillo, non
avrebbe esitato a pagare (“ma io
ti dico sinceramente che, se fos-

lizzatissimi: "Come, trenta mi-
lioni? Come? Lei non glieli deve
dare che poi noi lo arrestiamo!".
bomba!... Eh, … da una serie di
deduzioni, per il rispetto che si
deve all’intelligenza. …E’ fuori
… Sì, è fuori.
quella del tecnico delle giovanili del
Milan, Francesco Zagatti, un ex
campione rossonero che - a diffe-
renza di altri tecnici - aveva am-
messo che D'Agostino era caldeg-

1992, morto nel 1992, prima del
secondo provino Ndr) tale interes-
samento non poteva che essere

manda, richiesto di spiegare co-
sa avessero a che fare i Graviano
con l’inserimento del piccolo
vedere un giocatore che volevo
prendere sei mesi prima..”.
Proprio basandosi su questa frase
"sei mesi prima", la Corte di appello
smonta la tesi del Procuratore gene-
razioni sul dolce addio di Berlusconi stizia Salvatore Cucuzza emer- dici anni dopo le minacce dei si sicuro di togliermi questa ro- dico: "Ma no, su, per trenta mi- (....)E COSÌ Marcello Dell’U- giato da Dell'Utri, il quale ai Cara- stato caldeggiato al prevenuto, D’Agostino al Milan, aveva te- rale Gatto secondo il quale Zagatti
e sull'arrivederci di Dell'Utri a un si- ga altresì la conferma, a riprova primi anni ’70 cui aveva fatto ba dalle palle, pagherei tran- lioni!" (ridono)” (pag.12 vol.1 tri aveva contattato immediata- binieri nel 1994 però aveva negato direttamente o in via mediata, stualmente ed inequivocabil- parlava del provino del 1994 e non
mile soggetto. del ruolo di garante svolto dal fronte rivolgendosi al Dell’Utri, quillo, così almeno non rompo- faldone 76). mente il solito Gaetano Cinà ed di conoscerlo. La Corte di Appello dai fratelli Graviano di Brancac- mente risposto “No, penso di quello del 1992 quando diceva:
Mangano ad Arcore, che perio- nel corso della conversazione no più i coglioni”). Secondo la Corte d'Appello, Silvio all’esito delle informazioni da per negare l'imbarazzante racco- cio” (pag.1427 sent.). niente”, invitando peraltro a “Io ho avuto una carta in cui mi
E’ CERTO comunque che Vit- diche somme di denaro (50 mi- telefonica del 17 febbraio 1988 Berlusconi sapeva benissimo chi era questi acquisite con una straor- mandazione (i Graviano vengono L’assunto del Tribunale poggia rese dal principale protagoni- voro a Milano, era stato interes- chiedere sul punto ragguagli al- si diceva che era, c'era arrivato
torio Mangano, coinvolto o me- lioni l’anno) furono versate a con l’amico Renato Della Valle LO STESSO Berlusconi qual- l'autore delle estorsioni ma si guar- dinaria tempestività, già il gior- arrestati insieme al padre e al co- sul fatto, infondatamente rite- sta, il padre del giovane calcia- sato anche a proposito della si- la sola persona che di ciò pote- D'Agostino da provare, che il
no nel fallito sequestro del prin- cosa nostra da Berlusconi ve- al quale, commentando recenti che anno prima peraltro, stavol- dava bene dall'aiutare le forze del- no dopo la citata conversazione gnato del calciatore raccomandato nuto provato, che il giovane tore Gaetano, Giuseppe D’Ago- stemazione del figlio al Milan, il va essere a conoscenza ovvero dottore Dell'Utri l'aveva propo-
cipe, dopo quella vicenda, arre- nendo inizialmente ritirate pro- intimidazioni subite che lo ta con tono scherzoso, aveva ri- l'ordine, comportandosi come gli im- notturna (a distanza di appena da Dell'Utri il 27 gennaio, un giorno D’Agostino effettuò un altro stino, che peraltro lo stesso Tri- D’Agostino ha risposto negati- al cognato Giuseppe D’Agosti- sto anche lui”). Proprio il rife-
stato il 27 dicembre 1974 per prio dal Mangano, denaro che preoccupavano considerevol- badito l’atteggiamento, all’epo- prenditori che Confindustria oggi due giorni dall’attentato) aveva dopo l'annuncio della discesa in “provino” nel gennaio 1994 e bunale definisce un collabora- vamente escludendo pertanto no(....). rimento da parte dello Zagatti
espiare una pena definitiva re- certamente non era connesso al mente (“c'ho tanti casini in gi- ca assai diffuso tra le vittime di espelle dall'associazione datoriale. potuto notiziare il suo datore di campo di Berlusconi), rilegge le di- dunque nel periodo in cui il ge- tore di giustizia attribuendogli qualsiasi intervento del capo- A supporto del proprio infinda- alla circostanza che al momen-
lativa ad una condanna per truf- formale rapporto di lavoro pres- ro, a destra, a sinistra. Ce n'ho estorsioni, secondo cui per sta- Che peraltro Silvio Berlusconi lavoro del fatto che il Mangano, chiarazioni di Zagatti in modo da nitore Giuseppe D’Agostino dunque credibilità, ne dimostra mafia di Brancaccio presso la to convincimento il Tribunale to del provino a Milano il gio-
fa e scarcerato il 22 gennaio suc- so la villa dell’imprenditore mi- uno abbastanza grosso, per cui re tranquilli era preferibile pa- fosse solito in quell’epoca risol- contrariamente a quanto riferi- cancellare l'esistenza stessa del se- era vicino ai fratelli Graviano e la manifesta infondatezza. De- società calcistica e soprattutto ha ritenuto di valorizzare le di- vane D’Agostino era stato da lui
cessivo, si allontanò da Arcore, lanese, e che pervenivano tra- devo mandar via i miei figli, che gare. Conversando con Marcel- vere i suoi problemi utilizzando togli dai Carabinieri, era ancora condo provino. Purtroppo Zagatti ne favoriva la latitanza. Il Giu- ve in primo luogo sottolinearsi qualsivoglia contatto dei Gra- chiarazioni testimoniali rese da visionato sei mesi prima a Paler-
pur mantenendovi la propria fa- mite Nicola Milano al manda- stan partendo adesso per l'este- lo Dell’Utri la sera del 29 no- canali diversi da quelli istituzio- detenuto.(...).E’ certamente non potrà fornirci la sua interpre- dice di prime cure ha ritenuto che proprio il collaboratore di viano con l’imputato Marcello Francesco Zagatti, capo degli mo quando aveva dieci anni
miglia, oltre che la residenza mento di Santa Maria di Gesù ca- ro, perché mi han fatto estorsio- vembre 1986, poche ore dopo nali si ricava anche dai com- configurabile pertanto a carico tazione autentica: è morto lo scor- provato pertanto che il D’Ago- giustizia Giuseppe D’Agostino Dell’Utri ......(“Il Graviano Giu- osservatori del settore giovani- (“in un giro fatto a Palermo, mi
anagrafica fino all’11 ottobre peggiato dal Bontate. (...) ni... in maniera brutta. … Una l’espolosione dell’ordigno col- menti su tale attentato del 1975 del Dell’Utri (e del Cinà) il con- so anno. stino abbia ottenuto per il figlio ha escluso in maniera netta seppe non mi disse quali erano le del Milan, ma proprio un’at- fermai due giorni... e feci due
1976. Resta incerto se ciò sia cosa che mi è capitata altre vol- locato sulla recinzione della vil- compiuti nel corso della con- testato reato associativo, (....) la un intervento diretto dei Gra- qualsiasivoglia collegamento le sue conoscenze milanesi, tenta analisi del contenuto del- provini generali, fra i quali ave-
stato deciso autonomamente VI È UN’INDIRETTA con- te, dieci anni fa, e... Sono ritor- la di via Rovani a Milano, Silvio versazione intercorsa con Mar- condotta di Marcello Dell’Utri è LA SENTENZA appellata ha viano presso Marcello Dell’Utri tra l’imputato ed i fratelli Giu- non mi specificò se aveva cono- le sue dichiarazioni consente di vo gia` visto questo ragazzino...
dal Mangano ovvero se questi fu ferma del fatto che anche Silvio nati fuori. … siccome mi hanno Berlusconi, ridendo, riferiva al cello Dell’Utri e Fedele Confa- risultata decisiva nell’apporta- concluso ... affermando che il quale aveva “segnalato” il ra- seppe Graviano e Filippo Gra- scenza all’interno del Milan Cal- ritenere confermato quanto ri- che aveva dieci anni”) non la-
convinto ad allontanarsi per Berlusconi in quegli anni lonta- detto che, se, entro una certa suo interlocutore il contenuto lonieri in occasione di un se- re consapevolmente all’orga- “negli anni 1993-94 c’è stato un gazzo al tecnico del Milan Fran- viano sia in generale, sia soprat- cio ovvero in ambienti limitro- sulta dalle agende già esamina- scia residuare dubbio alcuno
non alimentare il clamore nega- ni, pur di risolvere quel tipo di data, non faccio una roba, mi del colloquio già avuto con i Ca- condo attentato con un ordi- nizzazione mafiosa un contri- interessamento nei riguardi del cesco Zagatti che doveva visio- tutto con riferimento specifico fi”). (....) Né prove in tal senso te. sul fatto che quel provino a Mi-
tivo che l’ormai accertata pre- problemi, non esitava a ricorre- consegnano la testa di mio figlio rabinieri di Monza incaricati gno esplosivo compiuto la not- buto al suo rafforzamento aven- figlio di D’Agostino Giuseppe narlo e che si assume avrebbe all’epoca del viaggio compiuto possono dedursi dalle dichiara- Può infatti ritenersi accertato, lano sia avvenuto nel 1992 (es-
senza di un pregiudicato alle di- re alle amicizie “particolari” a me e espongono il corpo in delle indagini ai quali aveva det- te del 29 novembre 1986 lungo do consentito a Vittorio Manga- da parte di Marcello Dell’Utri e confermato la circostanza. a Milano nel gennaio 1994 nel zioni di Salvatore Spataro, l’al- sulla base della deposizione re- sendo il ragazzo nato il 3 giugno
pendenze del Berlusconi avreb- dell’amico siciliano che gli ga- piazza del Duomo... E allora son to che, se coloro che avevano la recinzione della stessa villa di no e quindi a cosa nostra di av- che, essendo già deceduto Me- Orbene, tale conclusione non corso del quale i due capimafia tro soggetto arrestato a Milano sa dallo Zagatti, che il giovane 1982) come risulta peraltro dal-
be causato all’imprenditore mi- rantiva la possibilità di fronteg- cose poco carine da sentirsi di- compiuto il danneggiamento via Rovani. vicinarsi a Silvio Berlusconi av- lo Barone (un imprenditore di Pa- può in alcun modo condivider- e lo stesso D’Agostino erano il 27 gennaio 1994 con Giusep- Gaetano D’Agostino sostenne le annotazioni già esaminate
lanese. E’ certo invece che l’al- giare le ricorrenti richieste cri- re e allora, ho deciso, li mando gli avessero chiesto trenta mi- Orbene, già a poche ore dall’at- viando un rapporto parassitario lermo, vicino ai Graviano, il cui nome si in quanto proprio una critica stati arrestati. Richiestogli in pe D’Agostino ed i fratelli Gra- effettivamente con nelle agende del Dell’Utri e ri-
lontanamento non fu traumati- minali riacquistando la serenità in America e buona notte”) eb- lioni invece che tentato i tre, conversando tra lo- protrattosi per quasi due decen- risulta sull'agenda di Dell'Utri in re- analisi delle dichiarazioni ac- particolare se Giuseppe Gravia- viano. Le affermazioni dello successo un provino a Milano ferite appunto al settembre
co poiché Berlusconi continuò perduta ad un costo per lui tol- be ad affermare esplicitamente mettere la bomba, egli non ro (alle ore 00,12 del 29.11.86), ni. m.l. lazione al provino del calciatore nel quisite, e soprattutto di quelle no, disponibile a trovargli un la- Spataro risultano infatti manife- nel settembre 1992 e che in esi- 1992. m.l.
pagina 6 Domenica 21 novembre 2010

MAFIA E POLITICA

Salvatore Riina Gaspare Spatuzza


Il Capo dei Capi Il pentito
contro “i comunista” della grande accusa

“I l governo Berlusconi si
deve guardare dai co-
munista, dai signori Violan-
P entito giudicato attendi-
bile da tre procure, Spa-
tuzza, uno dei killer di don
te, dai signori Caselli, dai co- Puglisi, indica in Berlusconi e
munista”, così Totò Riina nel Dell’Utri (già indagati sotto i
1994 durante il primo esecu- nomi Autore1 e Autore2 dalla
tivo dell’uomo di Arcore. Ar- procura di Firenze) i man-
restato nel 1993, il Capo dei danti occulti delle stragi di
Capi della mafia stragista. mafia ‘92-‘93.

BOMBE, SANGUE
E LA RICERCA
DI UN “REFERENTE”
DELL’UTRI LAVORA AL NUOVO PARTITO
E COSA NOSTRA CERCA “AMICI” IN POLITICA
a parte della sentenza dedi- delle due annotazioni conte-

L
rato si era recato nell’estate del
cata alla fase successiva alla 1994 (ma secondo il Tribunale nute nel documento che impo-
discesa in campo di Silvio Cucuzza era incorso in un lap- ne di pervenire a conclusioni
Berlusconi sostanzialmente sus e l’estate in questione sa- esattamente opposte a quelle
concede un’assoluzione penale a rebbe stata quella del 1993, del Tribunale in quanto emer-
Marcello dell’Utri e una “politica” quando stava nascendo Forza ge piuttosto la prova che alme-
a Silvio Berlusconi. A differenza del Italia) per chiedere a nome del- no quei due incontri non si so-
Tribunale che aveva condannato il la mafia a Dell’Utri, a nome di no affatto verificati. Ed infatti,
senatore Dell’Utri anche per la Forza Italia, garanzie sulle mo- la prima annotazione (“Manga-
sua attività di mediatore con il difiche normative in favore di no Vittorio era a MI parlarle x giorno prima, ovvero che Vit- falsamente rappresentando ai racconto è troppo vago.
mondo berlusconiano durante la Cosa nostra per quanto riguar- problema personale”) non torio Mangano ogni tanto ve- suoi sodali una inesistente trat- È certo dunque che da quando
“fase politica”, i giudici di appello dava in particolare il regime di può essere in alcun modo in- niva a trovarlo a Milano “pro- tativa politica in corso e prete- ha formalmente manifestato
ritengono che gli elementi raccolti isolamento carcerario del 41 dicativa di un incontro verifi- spettando questioni di caratte- se garanzie mai realmente pre- l’intenzione di collaborare Ga-
non provano che ci sia stato un bis. L’incontro, che si sarebbe catosi tra l’imputato ed il Man- re personale, spesso attinenti a state da alcuno non può essere spare Spatuzza ha dolosamen-
patto tra mafia e Forza Italia né tenuto a Como, era considera- gano essendo incontestabile motivi di salute”. Né deve sor- disattesa anche perché sup- te taciuto quanto egli ha poi af-
che il garante di questo patto sia to riscontrato dai giudici di pri- che l’uso dell’imperfetto (“era prendere che l’imputato nulla portata da ulteriori riscontri fermato di sapere riguardo al-
stato Dell’Utri. A leggere le moti- mo grado dalle annotazioni a MI”) provi piuttosto un ten- sappia o ricordi di quello spe- derivanti soprattutto dalla par- l’incontro del bar Doney e so-
vazioni però si comprende che si sull’agenda di Dell’Utri e dalle tativo di contatto con l’impu- cifico “problema personale”, ticolare personalità del Manga- prattuto alla grave confidenza
tratta di un’assoluzione simile a sue ammissioni nel corso del- tato non andato a buon fine. La solo genericamente accenna- no che la difesa ha fondata- ricevuta da Giuseppe Gravia-
un’insufficienza di prove e non cer- sentenza appellata ha inteso to da Vittorio Mangano nella no sul conto dell’odierno im-
to a una dimostrazione di piena tuttavia valorizzare le presunte telefonata con la segretaria del putato e di Silvio Berlusconi. E
innocenza, penale e politica. L’attacco ammissioni che Dell’Utri Dell’Utri, se si considera che Sulle ceneri tali fatti ha continuato a tacere
Può ritenersi provato che Co- allo Stato avrebbe fatto nel corso dell’in- non è in alcun modo provato della 1a Repubblica ben oltre il termine dei 180
sa nostra proprio alla fine del terrogatorio, ma anche su que- un successivo incontro in cui il giorni se è vero che la prima
1993, ovvero nel periodo in
cui maturava la decisione di
Berlusconi, con il convinto so-
stegno e contributo di Dell’U-
tri, di impegnarsi direttamen-
“ La strategia
stragista
sto occorre fare chiarezza.

L’IMPUTATO, ricevuta let-


tura incompleta e parzialmen-
te errata delle annotazioni da
Mangano gliene abbia poi par-
lato. Emerge dunque con asso-
luta ed incontestabile chiarez-
za dall’esame del verbale di in-
terrogatorio che Marcello Del-
“ Non
esistono
rivelazione al riguardo da par-
te dello Spatuzza è intervenu-
ta, come già evidenziato, solo
dopo altri sei mesi, il 16 giugno
2009.
te in politica costituendo un avviata parte del pm, dopo avere l’Utri non ha affatto ammesso le prove
nuovo partito, cercava nuovi escluso di ricordare sia quale di avere avuto con Vittorio NE CONSEGUE che, se le
contatti politici, in mancanza in mancanza fosse il “problema personale” Mangano quei due incontri del del patto politico dichiarazioni differenti rese in
dei quali era stata avviata quel- del Mangano, sia specifica- 2 e del 30 novembre 1993 che dibattimento alla Corte devo-
la strategia stragista che aveva dei contatti mente la telefonata annotata invece la sentenza appellata ha tra la “piovra” no ritenersi comunque utiliz-
investito l’intero territorio na- dalla sua segretaria nel bro- ritenuto essersi verificati. zabili, il giudizio sull’attendibi-
zionale (stragi a Roma, Firen- con gliaccio, ha soltanto conferma- La tesi allora di un Mangano e Forza lità intrinseca dello Spatuzza,
ze, Milano), e contestualmen- to quanto aveva già riferito nel- che ha millantato il suo rappor- sui fatti ritenuti di rilievo nel
te progettava di costituire un le istituzioni l’interrogatorio reso qualche to con Dell’Utri e Berlusconi Italia presente giudizio, non può
partito sicilianista mafioso,
iniziativa attuata nell’ottobre
del 1993. Fino all’abbandono
dell’idea autonomista, che
sembra doversi collocare tra

l’interrogatorio. La Corte di
Appello ribalta queste conclu-
sioni rileggendo sia le annota-

mente rimarcato.
Vittorio Mangano è infatti ri-
sultato un soggetto aduso a
che essere negativo. (...).
Tutte le considerazioni hanno
indotto la Corte a dubitare più
che fondatamente della credi-
bilità ed affidabilità di un sog-
la fine del 1993 ed il gennaio zioni che i verbali e alla fine dà vantarsi delle sue conoscenze getto come Massimo Ciancimi-
del 1994, l’associazione ma- a Mangano la patente del “mil- tanto da esagerare la reale por- no finora rivelatosi, sulla base
fiosa certamente non aveva lantatore”, addirittura nei con- tata del suo rapporto diretto e degli atti esaminati dalla Corte
ancora ottenuto “garanzie” fronti dei suoi capi. personale con Silvio Berlusco- e con riferimento a quanto ri-
politiche da alcuno. Le risultanze acquisite al ri- ni, che si era invece sostanzial- ferito sul conto dell’imputato,
guardo prendendo le mosse mente esaurito a metà degli an- autore di altalenanti dichiara-
LA SENTENZA perviene proprio dalle annotazioni rin- ni ’70, giungendo al dibatti- zioni che non ha esitato a ret-
tuttavia all’affermazione della venute in un block-notes con mento ad affermare persino tificare o ribaltare nel tempo
penale responsabilità di Mar- la copertina “Omnia Labor che erano quasi parenti. Non è con estrema disinvoltura, sen-
cello Dell’Utri in ordine al rea- Vincit” appartenente non già a irragionevole ritenere che za supportare le sue oggettive
to associativo contestato attri- Marcello Dell’Utri, bensì alla questi possa avere millantato contraddizioni con giustifica-
buendogli la commissione di sua segretaria Elena Lattuada la con Cucuzza e La Marca anche zioni ragionevoli, accreditan-
condotte penalmente rilevanti quale, come nel caso già esa- riferendo loro di colloqui real- dosi come portatore di presun-
anche in relazione al tema di minato del giocatore D’Agosti- mente avvenuti e di pretesi im- te conoscenze, quasi sempre
prova in esame (“la stagione no, filtrava le telefonate che pegni in realtà invece mai as- de relato, perché attribuite alle
politica”) soprattutto valoriz- pervenivano all’imputato ap- sunti. pretese, ma non verificabili, ri-
zando il ruolo che Vittorio puntando qualche riferimento La Corte di Appello boccia il con- velazioni di un padre defunto.
Mangano avrebbe svolto nel sia nominativo che di contenu- tributo offerto dal collaboratore di Nell’unica parte di eventuale
periodo in esame, tra la fine del tore. Le due annotazioni rite- giustizia Gaspare Spatuzza per rilievo ai fini del giudizio in
1993 e la prima metà del 1994. nute, secondo la sentenza ap- due ragioni: il pentito è stato tardivo corso, ovvero i pretesi rappor-
I giudici di primo grado aveva- pellata, un “dato documentale nel riferire quello che sapeva su ti diretti tra Marcello Dell’Utri
no dato grande importanza al- incontestabile ed altamente si- Dell’Utri e Berlusconi e poi il suo e l’allora latitante Bernardo
le dichiarazioni del pentito Sal- gnificativo” perché sarebbero Provenzano, la deposizione
vatore Cucuzza che aveva rac- “relative ad incontri” tra Mar- del Ciancimino presentava ca-
contato quanto gli era stato ri- cello Dell’Utri e Vittorio Man- Sopra, Via dei Georgofili, Firenze, rattere di dichiarazione de re-
ferito allora da Vittorio Manga- gano, si rinvengono “sotto le dopo la bomba del 1993: 5 morti lato di secondo grado insuscet-
no e cioé che il fattore di Ar- date del 2 e 30 novembre e 48 feriti (FOTO EMBLEMA) A sinistra, via D’Amelio tibile di verifica e riscontro ol-
core, dopo essere stato scarce- 1993”. Ma è proprio l’esame a Palermo il 19 luglio 1992: 6 morti (FOTO ANSA) tre che di ridotta valenza. m.l.
Domenica 21 novembre 2010 pagina 7

D
DONNE E POTERE

ietro la minaccia di dimissioni da camorra dei rifiuti. Uno scontro durissimo che ha Ministri sanciva il commissariamento e dunque
Lo scontro tra il Ministro Ministro di Mara Carfagna c’è la lotta al centro la realizzazione dei tre inceneritori che si l’affidamento alla Regione dei tre
di potere in Campania tra lei e devono realizzare. Su quello di Salerno, la termovalorizzatori di Napoli e Salerno,
Nicola Cosentino, plenipotenziario del Pdl nella tensione è alle stelle: da una parte la Carfagna, che sponsorizzato dal ministro delle Pari opportunità.
e Cosentino sul business Regione, deputato, ex sottosegretario spinge perché sia il governatore Caldoro a gestire Ma poi il pressing di Cosentino e Landolfi ha
all’Economia. La causa dell’ultimo scontro sarebbe appalti e e procedure, dall’altra Edmondo Cirielli, convinto Berlusconi a promettere di smussare e
un affare da 150 milioni di euro per l’emergenza sostenuto da Cosentino e Landolfi. correggere il decreto. Provocando l’ira della
dei rifiuti dietro la rottura rifiuti. Sullo sfondo, potere, appalti, l’ombra della Un provvedimento varato ieri dal Consiglio dei Carfagna.

“ALTRO CHE VITTIMA,


MARA È UNA ZARINA”
Per Paolo Guzzanti, la cifra della Carfagna,
prodotto della “mignottocrazia”, è la spietata lotta per il potere
di Malcom Pagani ra con metodi non dissimili da in fondo nel comunista di Mor-
Monica Lewinsky. Io non fui en- selli, 1951, gli elementi ci sono
ara Carfagna in annuncia- tusiasta del gergo, ma Carfagna già tutti.

M ta dimissione dal suo in-


carico il 15 dicembre, Ma-
ra Carfagna difesa da Frat-
tini e Gelmini, Mara Carfagna in
lotta apparente con l'ala campana
rilasciò all'Ansa una dichiarazio-
ne ancor più greve.
Di che tipo?
Ignobili comunicati contro Sabi-
na “La figlia del nostro deputato
Lei era amico di Cossiga.
Lui diceva che certe commistio-
ni tra sottane e politica c'erano
anche ai suoi tempi, però le
amanti non si ricompensavano
più deteriore del partito. La trini- Paolo Guzzanti”. Mi incazzai co- con un seggio. E Craxi, che era
tà sembra a Paolo Guzzanti come me una belva. Era un messaggio un ossesso che saltava addosso
lo specchio riflesso della medesi- mafioso. alle giornaliste, confinò Anja Pie-
ma immagine. La carfagneide, Addirittura? roni in una tv romana minore.
pur spingendolo a coniare il ter- Aveva due sole accezioni: “At- Come sono adesso i rapporti
mine mignottocrazia, fortunato tenta tu carina, tuo padre è dei tra lei e Mara Carfagna?
neologismo che offre anche il ti-
tolo a un libro in uscita con Aliber-
ti, lo appassiona relativamente.
L'esito del minuetto parlamenta-
“Nessuno ti Rilasciò ignobili
re ancor meno. “Del suo destino
mi importa poco. Questa donna è
crocifigge perché comunicati
stata trascinata in politica dal pre-
mier che se ne invaghì, al di là del-
abbracci il palo di contro Sabina:
la loro ipotizzata e mai provata re-
lazione. La nominò responsabile una discoteca con i “Occhio
femminile nella sua regione, un
gioco che con il passare del tem- capezzoli bagnati, Guzzanti,
po ha assunto il tratto peculiare
della cupidigia”. ma non faccia la sappiamo chi
Mara è avida?
Con gli anni è diventata una za- moralista” è tua figlia”
rina, un boss vecchio stile che In alto a sinistra Paolo Guzzanti (FOTO ANSA) Il ministro delle Pari Opportunità, Mara Carfagna (FOTO EMBLEMA)
agisce con spietata determina-
zione. E nella lotta per il potere, nostri” oppure “Occhio deputa- bro di gomma sui pantaloni men- li, declama intenzioni conventua- que da una sua boutade. Lei minacciò una querela, io so-
che è la cifra unica dei politican- to Guzzanti, sappiamo chi è tua tre arringa gli italiani. Il priapi- li, osteggia il Gay pride. E' assolu- Ai Telegatti, Berlusconi disse: stenni, com'è vero, che non ce
ti, la risolutezza unita all’ubiqua figlia”. Una cosa da paese saudi- smo è l'unica cosa che lo avvicini tamente ridicolo. Nessuno ti cro- “Se non fossi sposato la impal- l'avevo con lei come persona e
amicizia con Bocchino, l'ha fatta ta, proveniente dal sedicente a Mussolini, perché per il resto, cifigge per essere stata abbraccia- merei subito” e lei rispose: “Di- che parlando di mignottocrazia,
detestare. araldo delle pari opportunità. Berlusconi non è fascista. ta al palo di una discoteca con i rei sì senza esitazione se solo fos- mi ribellavo al sistema nel com-
Altri riferimenti? E’ corretto collegare Carfa- Torniamo a Carfagna. capezzoli bagnati, però dopo non simo coetanei”. Veronica parte plesso. Berlusconi era preoccu-
Ho saputo come tutti che si gna alla mignottocrazia? Le racconto una cosa. Collabora- venire a tormentarci ululando co- per Marrakech dove B. la rag- pato, sguinzagliò Cicchitto:
aspettava di essere candidata a Berlusconi ha disossato la digni- vo a Panorama, un giorno mi chia- me una comare indignata: “signo- giunge per una buffonata vestito “Non andate oltre con la lite ed
Sindaco di Napoli. È affetta da tà delle donne con lo lo stesso si- ma Calabrese, il direttore: “Pao- ra mia in che tempi viviamo”. da saraceno napoletano. Berlu- evitate strascichi tribunalizi”.
manie di grandezza, mi ha im- stema con cui ha disarticolato la lo, scriveresti un articolo su un Si comporta così? sconi è la distorsione dell'antico Quel dissidio valse la pax fa-
pressionato una sua recente in- democrazia. I due processi sono caso umano? Una povera donna E’ molto astuta e ha la faccia più adagio napoletano. miliare?
tervista in cui con disarmante complementari. afflitta dalla bellezza. Tutti la ac- bronzea delle statue di Riace: Quale? Come gli inglesi, prima della rot-
spudoratezza affermava: 'So be- Veronica si arrabbiò. cusano di aver fatto carriera per “Posai per quelle foto e ne sono Meglio comandare che fottere. A tura discutevamo del meteo.
nissimo che la mia fortuna poli- E gli fece saltare la compilazione ragioni sordide, subisce perse- contenta perché i miei nipotini lui piacciono entrambe le attivi- La mignottocrazia scompari-
tica è stata calata dall'alto' delle liste per le europee. Al di là cuzioni, è emarginata”. Mi pre- potranno dire 'mamma mia co- tà. Berlusconi è la quint'essenza rà con il suo inventore?
Però? di darla o non darla, del bun- stai ed eseguito il compitino, m'era carina nonna da giovane'”, dell'albertosordismo nazionale. Non sono convinto che Berlu-
’Però - continuava - ho preso mi- ga-bunga, delle allegre cene di raggiunsi Internet. forse i nipoti ne faranno un uso Il dramma è che la gente lo se- sconi sia al tramonto e in ogni ca-
gliaia di preferenze, un'investi- Palazzo Grazioli o del Castello di Risultato? diverso, meno elegiaco. gue, anche il popolo femminile. so non credo. La mignottocrazia
tura popolare spaventosa. Smet- Tor Crescenza, l'idea è quella. Trovai in rete delle sue immagini Però i gay secondo Mara sono Nei sondaggi del post Ruby, c'è gli sopravviverà. E' un danno
tano di disturbarmi’. E' ammalato, B.? sul crinale della pornografia. Fo- costituzionalmente sterili. stata un’impennata. permanente di cui smaltiremo a
Non hanno smesso. Può definirlo anche così. Lo di- to davanti alle quali un lettore si Mentalmente, è un'oscurantista. Non divaghi. lungo le scorie. Nel Pd il bell'a-
Ma non è detto che lei abbando- cevo anche a Ezio Mauro, Berlu- poneva una sola domanda: “Ma Ignora che l'omosessualità è una Ma no, la Carfagna bigotta piace spetto viene considerato un ele-
ni, Berlusconi le parla per ore, la sconi è il Mussolini nascosto del- questa fanciulla, porta o non delle varianti umane. Però non è anche a sinistra, asseconda le mento basilare. Meglio belli che
fine non è nota. l' “Eros e Priapo” di Gadda. porta le mutande?” la Merlin, la donna che chiuse i crociate più retrograde. E’ una si- brutti, giovani che vecchi e sotto
Facciamo un passo indietro. Il caudillo di una dittatura fal- Fa il moralista? casini nel '58, quelle foto contra- gnora piccolo borghese e che ve- certi aspetti, meglio donne che
Tutto inizia nel luglio del 2008. locratica. C'era uno stridore tra le istanta- stano con proponimenti da mo- de le puttane dalla finestra e chia- uomini. Come in certe lande co-
Mia figlia Sabina, in Piazza Navo- Il pene parlante. Mia figlia lo rap- nee e l'essere ministro. Mara si ve- naca medievale. ma la polizia. Ma il Pci è sempre lombiane o albanesi, vince la so-
na, la accusò di aver fatto carrie- presentò con un enorme mem- ste come un'orsolina in abiti civi- Il dissidio con Veronica nac- stato ammantato dalla pruderie, lita triade. Fianchi, vita, tette.

“Il 15 dicembre me ne vado” «IL RIFIUTO È SEMPRE STATO


UN GESTO ESSENZIALE. I san-
COSÌ IL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITÀ. MENTRE B. OSTENTA SICUREZZA ti, gli eremiti, ma anche
gli intellettuali, i pochi che
di Sara Nicoli sentirà di governare e fare le riforme”. Ma catini, dove è in corso il primo convegno hanno fatto la storia sono
lei lancia le sue accuse sulla gestione del toscano di Fli. quelli che hanno detto di
on farò mancare la fiducia a Berlusco- partito in Campania: “È una guerra tra ban- Per il Cavaliere, resta poi la questione Con- no, mica i cortigiani e gli
“N ni, ma il 15 dicembre rassegnerò le
mie dimissioni dal partito. Lascerò anche lo
de”. Ultimo episodio l'emergenza rifiuti:
“Nell'ultimo Cdm ho fatto presente la mia
sulta e possibile bocciatura del legittimo
impedimento. Fonti vicine ai giudici della
assistenti dei cardinali. Il
rifiuto PER FUNZIONARE DEVE
scranno di parlamentare. Mi dimetterò ov- preoccupazione sullo scontro tra Comune Corte fanno trapelare che la prima udien- ESSERE GRANDE, non picco-
viamente anche da ministro visto che il mio e Provincia di Salerno che rischia di portare za pubblica del 14 sul tema non subirà al- lo, TOTALE, non su questo
contributo pare sia ininfluente”. La dichia- alla paralisi assoluta compromettendo la cun rinvio, al massimo solo di 24 ore (il 15 o quel punto, “ASSURDO”,
razione - netta e chiara, e rilasciata in un’in- realizzazione dell'impianto”. mattina). Ma la sentenza sicuramente slit- non di buon senso».
Pier Paolo Pasolini
tervista esclusiva al Mattino di Napoli - arriva Intanto, sostiene Berlusconi che se si an- terà “più o meno – sostiene una fonte pi-
proprio mentre Silvio Berlusconi al vertice dasse alle urne vincerebbe anche senza Fi- diellina – verso la metà di gennaio, quando
Ue di Lisbona ostenta sicurezza: “La Carfa- ni. Ma ieri è caduto nel vuoto l’invito fatto sarà già chiaro se si va alle elezioni oppure UNA LUNGA INCOMPRENSIONE
gna non mi ha fatto tribolare”. Questione dal ministro Alfano a Fini che più o meno no”. Pare che i giudici della Consulta non Pasolini fra Destra e Sinistra
che prova a liquidare non senza disprezzo: suonava così: se rinunci a chiedere la testa vogliano “farsi trascinare nel vortice del-
“Mi sono stupito nel vedere che i giornali di Berlusconi, ti facciamo anche entrare l’agenda politica”. Se la sentenza arrivasse Presentazione del libro LUNEDÌ 22 NOVEMBRE ORE 18.00,
hanno titolato sulle dichiarazioni della si- nel governo. Per il presidente della Came- a fine gennaio, Berlusconi avrà più agio LIBRERIA FELTRINELLI, VIALE E. ORLANDO 78/81, ROMA.
gnora”. Mentre dichiara: “Avremo una buo- ra ha risposto Italo Bocchino: “Belle pa- per lanciare senza scosse la possibile cam-
na fiducia, con buoni numeri, che ci con- role, ma solo parole”, ha detto da Monte- pagna elettorale.
pagina 8 Domenica 21 novembre 2010

A N
ITALIA SPROFONDA ITALIA SPROFONDA

ntonio Massarutto, docente di Economia un’ampia zona grigia di sovrapposizione. Molti rifiuti macchia di leopardo e con un divario netto tra nord apoli ieri si è svegliata con 2.400 state raccolte e conferite 1.295 tonnellate di Ieri infatti, scadeva il dispositivo con il quale le
140 milioni di tonnellate politica all’Università di Udine, ha raccolti come urbani sono in realtà speciali assimilati (40%) e sud (10%). Altro problema è lo smaltimento Ieri scadevano tonnellate di rifiuti non raccolti: immondizia. “Abbiamo accesso all’impianto di altre Province consentono di sversare la
spiegato a il Fatto: “In Italia si producono (in arrivo da attività commerciali e produttive), illegale dei rifiuti, cui si associa l’abbondanza di siti nella notte sono state conferite Tufino ancora per questa notte – ha detto – è da frazione umida nelle discariche dislocate sui loro
oggi circa 140 milioni di tonnellate di rifiuti: erano 26 mentre in quelli speciali entrano anche gli scarti della potenzialmente inquinati (13 mila quelli censiti). nella discarica di Chiaiano 700 tonnellate e vedere se l'impianto, che come tutti gli altri resta territori.
d’immondizia per un giro milioni nel 1996 e 13 nel 1975. Segno che la crescita lavorazione degli urbani, fanghi di depurazione delle “Naturalmente questo è anche un gigantesco gli accordi per smaltire nell’impianto di Tufino sono state sversate 200 solitamente chiuso la domenica, sarà aperto Al momento non ci sono riunioni fissate per
industriale ha portato volumi maggiori e sempre acque reflue e tanto altro”. A livello nazionale, la business – conclude Massarutto – Il giro d’affari tonnellate. L’annuncio è arrivato ieri oppure no. Poi restiamo in attesa di capire cosa esaminare una proroga del periodo in cui
meno gestibili di materiali. Attualmente abbiamo 110 raccolta differenziata, supera gli 8 milioni di complessivo che muove il settore è pari a 8,3 miliardi dall’assessore all’Igiene del Comune di Napoli, succederà dopo e se le altre Province campane Benevento, Avellino e Caserta smaltiranno i
di affari di 8.3 miliardi milioni di rifiuti speciali e 30 di urbani, anche se esiste tonnellate, un quarto del totale. Ma il dato funziona a di euro” nelle altre province Paolo Giacomelli, il quale sottolinea che sono accetteranno ancora i rifiuti di Napoli”. rifiuti di Napoli.

SOPRAVVIVERE A NAPOLI
MALITALIA
A destra due foto
del monte Rotolon
che sovrasta
Recoaro Terme
Al centro Napoli
sommersa dai rifiuti.
A sinistra il regista
Stefano Incerti,

Il regista di Gorbaciof racconta la città senza regole che ha raccontato


la disperazione
napoletana. (FOTO ANSA)

“Il Rinascimento è un ricordo, l’idolo è il tronista” Sotto la manifestazione


a L’Aquila (FOTO EMBLEMA)

La montagna che fa paura


di Stefano Incerti* strada. Con motorini, ma an- non la trovavi, rubata come in caricare l’automobile per cen- tiene sotto il mento. Al-
Napoli che moto di grande cilindrata, un qualsiasi vicolo buio. tinaia di metri e quando la sca- lora preferisci adeguarti. Al
che assaltano i marciapiedi, Prima di Piazza dei Martiri, il richi devi pure subirti il sorri- posto di polizia c’è la fila come
a monnezza è solo la

L
fottendosene dei pedoni. La salotto della città, non vedi un setto sarcastico di quello che al supermercato o alla posta. Ti
punta dell’iceberg. La città non sopporta una Smart solo vigile. Dirigere per 6 ore il passa e ti compatisce perche danno pure il numeretto.
goccia che ha fatto tra- in più e nessuno (sindaco, as- traffico a Napoli deve essere tutti sanno che poi a Caserta Appena dietro il Duomo da
boccare il vaso. Stavolta sessori) ha il fegato per pren- terribile, però o i nostri vigili finisce tutto assieme. Umido, qualche mese il MADRE, un

Una ferita nel Rotolon


non c’è bisogno di arrivare a dere provvedimenti impopo- hanno l’unico sindacato vera- vetro, alluminio. Padre, figlio e museo di arte moderna che è
Scampia, nel mio caso basta lari. Non c’è un piano traffico. mente funzionante in Italia op- spirito santo. diventata un’eccellenza italia-
prendere l’ascensore e scen- Bisognerebbe chiudere tutto. pure il Comandante più intra- Su via Nolana che da Corso na, versa in cattive acque. La
dere nella centralissima Corso Non a targhe alterne o alle non prendente della storia della no- Umberto conduce all’omoni- nuova Giunta Regionale di de-
Umberto. Il rettifilo. L’arteria catalitiche, ma a tutti. I nego- stra città passerà per tale solo ma Porta, in pieno giorno put- stra gli ha tagliato i fondi. Forse
che unisce la Stazione Centra- zianti sono contrari? Nel resto per aver schiaffeggiato, ripre- tane sfatte ti adescano per 20 è vero, la struttura è sovradi-
le a Piazza Borsa. Nata dallo del mondo si fa così. Anche al so da telecamera nascosta, un euro. Ricevono in tristissimi mensionata. Il personale è un
sventramento operato dal Ri-
sanamento alla fine dell’Otto-
Vomero d’altronde l’area pe-
donale è vasta ed il quartiere se
giornalista provocatore.
D’altronde se vivi al centro, i
bassi, le cui chiavi sono affida-
te a ragazzini dalla faccia anco-
piccolo esercito. Però veniva-
no qui ad esporre Francesco
LA VETTA SOPRA RECOARO CONTINUA
cento. Ai lati splendidi palazzi
umbertini. L’equivalente par-
ne è solo giovato. Paghiamo
l’assicurazione tutto l’anno?
parcheggiatori abusivi la mac-
china te la circondano, anzi
ra pulita, che chiedono educa-
tamente se hai bisogno di al-
Clemente, Kounellis, Pistolet-
to ecc. Stessa sorte per Città
A FRANARE E POTREBBE NON FERMARSI
tenopeo di via Nazionale a Ro- Pazienza. Lasciare la macchina seppelliscono così bene che tro. E qui altro significa qual- della Scienza a Bagnoli, un pez-
ma. e prendere i mezzi pubblici? quasi ti sembra di disturbare a zo di Barcellona o Amsterdam
No, troppo scomodo. Qui bi- chiedere di uscire. Poi miraco- a Napoli. di Emilia Brandi trade minacciate dalla frana E’ proprio per questa terra “Diana 1” è quello più vicino
LA NAPOLI del Rinascimen-
to degli anni ‘90 ormai è solo
sogna arrivare “in bocca” al
portone o al negozio che devi
losamente, con la cadenza del-
lo scioglimento del sangue di
“Fortuna che POI, IN QUESTO terribile
Recoaro Terme (Vicenza) della montagna, per un tota-
le di circa 200 abitanti. Loro
rossa che solca come una la-
crima la faccia della monta-
alla pancia della montagna,
da qui dovrebbe partire il se-
un ricordo. Tornavo da Roma, la temperatura ontinua a muoversi ver- convivono da sempre con il

C
raggiungere e lasciare la mac- S. Gennaro, non più di una vol- Inverno di umori e sentimenti, gna che gli antichi cimbri gli gnale del piano di evacuazio-
e Napoli mi sembrava una città china come ti pare. Eppure gli ta all’anno, i vigili arrivano con inaspettato, arriva qualche so valle, fino a qualche Rotolon e il suo movimento misero il nome Rot: rosso, ne che prevede appena 5 mi-
europea. Oggi, invece, i can-
tieri della metropolitana (sa-
autobus sono spesso vuoti e i
tram hanno aria condizionata
le ganasce, arrestano i par-
cheggiatori e denunciano i
si è abbassata, raggio di sole e sono le tante
attività che impegnano diretta-
giorno fa avanzava di
quasi 10 cm al giorno,
secolare, alcuni sono in gra-
do di riconoscere dall’odore
sorgente rossa. Anche se il
movimento del Rotolon è or-
nuti, 300 secondi per scappa-
re dalle case.
crosanta) strozzano arterie di e tv a circuito chiuso. C’è an- proprietari che hanno lasciato mente o indirettamente il Vo- ora non ne compie più di 3, dell’aria che la montagna si mai noto, nessuno sa dire, un
4 corsie in 2 quando va bene. E che un parcheggio in via Brin, le chiavi. Poi il giorno dopo tut- altrimenti i rifiuti lontariato. Assistono prevalen- ma il Rotolon, una montagna sta svegliando e sanno per volta iniziato come e quando LA GENTE POCO più sot-
il traffico è lo stesso di sempre, all’ingresso della città su via to torna alla “normalità” e per temente extracomunitari, tos- delle Piccole Dolomiti che certo che dopo un primo finirà. Molti aspettano solo to vive con le valigie fatte,
anzi di più. Il milione di napo- Marina. Un enorme, orribile, un altro anno stiamo tranquil- finirebbero sici, barboni. Si chiamano cen- sovrasta Recoaro, non ha mai sbadiglio, 2 o 3 giorni dopo la che arrivi il freddo per ghiac- cammina per le vie delle pic-
letani che dorme in città la not- ma funzionale parcheggio di li. tro La tenda, che basa il suo smesso di venir giù dalla not- fine delle precipitazioni, se- ciare tutta l’acqua che è nelle cole frazioni osservando sen-
te, diventa un esercito di 3 mi- interscambio. Certo è pure ve- per impestare programma di solidarietà pun- te del 1 novembre. gue sempre il risveglio vero e sue viscere, sapendo bene pe- za parlare le grandi frecce ros-
lioni di giorno. Un enorme ser- ro che da un po’ di tempo tor- FORTUNA almeno che la tando ad una vera reintegrazio- Si è svegliato con un boato proprio. Così il 4 novembre rò che il problema si ripresen- se che indicano la via di fuga.
pente di lamiere intasa ogni navi a prendere la macchina e temperatura negli ultimi gior- ogni cosa” ne e Il Camper, dal nome nel buio mentre Vicenza ve- c’è stata molta paura ma nes- terà ben più grave a primave- Ma anziani e disabili sono an-
ni si è abbassata, altrimenti le dell‘automezzo utilizzato per niva silenziosamente som- suna sorpresa quando alle 10 ra, quando la pressione della dati già via, chi ha figli piccoli
montagne di rifiuti che conti- andare incontro a chi ha biso- mersa dall’acqua. Quella not- di mattina a smottare verso neve che si scioglie insieme cerca di sistemarli altrove, da
nuano a fiorire in ogni angolo, siasi cosa. Di notte, invece, per relle o “spase” di borse con- paghi qui le tasse e la tua ad- morra ricicla soldi sporchi in gno. Opera Don Calabria di te ha rilasciato una prima sca- valle sono stati ben 170.000 alle piogge, potrebbe creare parenti o da amici, perché
la più pittoresca proprio da- star tranquille, le più graziose traffatte, occhiali, falsi profu- dizionale Irpef è più alta che a attività commerciali che subi- fronte all’Orto Botanico. La rica di detriti di circa 20.000 metri cubi di frana. un distacco ancora più rovi- con loro sarebbe impossibile
vanti alla Questura, e che com- ragazzine albanesi o polacche mi ecc. ed arrivi alla Duchesca, Milano, ti incazzi. scono restyling ogni due mesi. Comunità di S. Egidio. Oppure metri cubi di massi e fango noso. evacuare in cosi poco tempo.
plici le piogge si spargono in che esercitano in Piazza Gari- dove con un atto di forza il Co- Qui la prevaricazione è la nor- Eppure non dev’essere diffici- l’anonimo e burbero (tipo venuti giù lungo il fiume LA CREPA CHE si è aperta Il geologo inviato dalla prote- Restano gli adulti che non vo-
mille rivoli impregnando i ba- baldi, ti portano poco lontano mune è riuscito ad imposses- ma. In strada si sgomita come le incrociare un po’ di dati e “nonno di Heidi”), che prepa- Agno che nasce dalla sua è lunga 2 km, e larga ormai un zione civile nazionale Nicola gliono andar via, perche han-
soli di liquami olezzosi, finireb- nel parcheggio della Stazione sarsi di una casbah in cui pro- in una perenne fila da Concor- stanare i veri titolari; certo al ra il pasto per una trentina di pancia. Sempre lungo il fiu- metro e mezzo e porta con se Dall’Acqua, ha inserito il Ro- no paura, ora che la zona è
bero per impestare ogni cosa. I della Polizia in via S. Cosmo liferava un mercato parallelo so Pubblico. Il mito è il tronista Molo sono ormeggiati Yacth homeless nella centralissima me più a valle ci sono 5 con- un potenziale di massa frano- tolon nella classifica delle coperta dalla massima allerta,
turisti, i pochi che ancora si av- fuori Porta Nolana. Di giorno ed era legalizzata la frode del del Grande Fratello. Grande ri- da oltre 10/15 metri che paga- piazza del Gesù. sa di 500 mila metri cubi. Una “criticità del paese”. Ossia do- che una volta evacuati, nessu-
venturano da queste parti, sor- Piazza Garibaldi diventa il per- “pacco” (mattone in cambio di sultato, poco sforzo: zero stu- no solo di parcheggio 8/9000 Per la rassegnazione che grava catastrofe, un disastro se ve- ve oltre un piano di evacua- no si prenda la responsabilità
ridono come se si trattasse di
un’attrazione da parco diverti-
fetto humus per la nascita
spontanea di ridenti mercatini
radio, lettore mp3 o note-
book) trasformandolo in un
di, nessuna capacità. O al mas-
simo il cantante neomelodico.
euro al mese e spesso ignoti al
Fisco perché magari intestati a
sulla mia Città, ma forse anche
sul mio Paese, e che fa soppor-
Il 4 novembre, nisse giù tutta insieme lungo
l’Agno e raggiungesse le con-
zione immediata e monitora-
re costantemente la situazio-
di farli tornare. Il Rotolon per
la gente di qui resta una mon-
menti e fotografano. Capisco
la foto, ma che cazzo c’hanno
di scarpe usate o altre amenità,
e paccottiglia sparse per terra
parcheggio, pensi che anche
qui può vincere la legalità. Ma
Abbronzatura sintetica e “pan-
ze” femminili anche di tredi-
nullatenenti o defunti…
La piccola rapina del portafo-
tare lo stato dei fatti come una
malattia, anzi come una male-
mentre Vicenza trade sottostanti. Un Vajont
senza l’acqua. Ma sentendo
ne non si può far molto altro
di fronte all’imponenza dei
tagna bellissima, che come
ogni cosa viva richiede però
da ridere? Le tonnellate di
monnezza stanno per terra
nella fanghiglia perenne del
cantiere che la sventra da or-
basta girare l’angolo, ed arriva-
re in via S. Pietro ad Aram, dove
cenni per niente mascherate,
anzi esibite come una conqui-
gli o del telefonino ormai è così
frequente e ci sei così abituato
dizione, c’è una sola medicina,
o meglio antidoto. Si chiama
era sommersa parlare di crepa non si deve
immaginare una linea di un
movimenti della natura. Insie-
me al vulcano di Stromboli, e
cura e attenzioni. Una signora
dice che i vecchi, i “vecciotti”
tra le solite bancarelle di abbi- sta, una specie di affermazione che ti verrebbe di reagire, ma Senso Civico e Ribellione. Ma crepaccio, di un ghiacciaio la frana di Monteauguto in
perché la Camorra non vuole
che siano portate altrove e tut-
mai un decennio e gestite da
zingari e polacchi. La miseria gliamento, si annidano i gros- mostruosa di femminilità, co- quando senti la canna della pi- lo dice, pure Monicelli, ragaz- dall’acqua, rotto. Il Rotolon non si rom- Campania, il Rotolon è così
sono loro i migliori geologi,
conoscono ogni pietra della
ti fingono che i motivi siano al- più nera. E’ il Bosforo. L’Euro- sisti dello spaccio dei dvd. Da me le Matres Matute esposte stola sotto il mento non è facile zaccio di novanta e passa anni. pe, scivola su se stesso, dal diventato il terzo sorvegliato montagna, e bisogna star a
tri. Ovviamente non esiste la pa, anzi l’Italia, ti appare lon- Napoli partono le duplicazioni nel museo di Capua. capire se è giocattolo o no, an- Gli italiani la Rivoluzione non sono caduti suo interno. Non è come una speciale nazionale. Uomini sentire loro, che fino a 30, 40
differenziata. Per smaltire non tanissima. pirata per tutta Italia. I soldi passano di mano in ma- che perché costa 200 euro una sanno farla. I napoletani un po’ ferita che si apre ma come dell’esercito, della protezio- anni fa andavano su per i sen-
dico l’umido, che è traguardo Quando riesci attraverso uno Tutti spunti meravigliosi per no sfilando da rotoli, come in pistola vera e probabilmente di Resistenza sì. Ma forse quelli 170 mila burro che si scioglie, lascian- ne civile, del Cnr, e volontari tieri a pulire il bosco, a fare le
da Udine/Pordenone, ma al- slalom da fondista a percorrere storie per il cinema, una città un film di Scorsese o come nel- se la può permettere chiun- erano altri tempi. do una scia di terra rossa a se- sono disposti lungo 4 check canalette per l’acqua, a taglie-
meno vetro e alluminio, ti devi i marciapiedi invasi di banca- che è un teatro vivente, ma se la Russia degli anni 80. La ca- que, anche il tossico che te la *Regista metri cubi gnare la sua colata verso valle. point 24 ore su 24. Il primo re gli alberi ad alto fusto lungo
l’Agno. Ora invece è stato tut-
to abbandonato, si è lasciato

L’Aquila chiama Italia, ma il governo è scappato BERSANI: “Aiutai


che il Rotolon diventasse una
spugna che assorbe l’incuria
come l’acqua, fino a quando
non ne può più e ne scarica a
MIGLIAIA DI PERSONE IN PIAZZA , IL CENTRODESTRA DISERTA. IL SINDACO: “GRAVE ERRORE, ABBIAMO BISOGNO DI TUTTI” Formigoni, se ne ricordi” valle gli effetti.
Il sindaco di Recoaro Franco
di Caterina Perniconi
Aquila chiama Italia”. Ma
con la scritta “Basta specula-
re sui nostri panni”. É partito
da lì il corteo che è transitato
vedere, alle porte della zona
rossa. Poi, percorrendo anche
tanti.
“La nostra città va ricostruita
za di esponenti politici di cen-
trodestra.
dente della Provincia, Stefania
Pezzopane: “É una manifesta- Drifiutiopo le polemiche in Lombardia sulla possibilità che
la regione guidata da Formigoni aiuti a smaltire i
campani, il segretario del Pd Pier Luigi Bersani,
Perlotto non nasconde la sua
preoccupazione: “Certo le

“L’ non sottovoce. L’Aquila


chiama l’Italia urlando. Uno
davanti alla Casa dello stu-
dente, dove morirono 8 gio-
via Sallustio, una strada inagi-
bile dal giorno del terremoto,
il serpentone è arrivato alle 16
dov’era e in modo sicuro – ha
detto dal palco Vincenzo Vit-
torini, rappresentante del co-
“PENSARE CHE ci sia una
politicizzazione è un errore
zione con l’orgoglio aquilano,
i colori neroverdi, e tra i tanti
che partecipano ci sono cen-
intervenuto a Milano ad un convegno su “Diritti e de-
mocrazia”, ha polemizzato con il presidente della Re-
contrade sono più alte dell’al-
veo…Però non è che la mon-
tagna segue quello che dice
slogan disperato quello che vani, e gli ha dedicato un mi- a Piazza Duomo sotto il dilu- mitato delle vittime del terre- gravissimo – ha detto il sinda- tinaia e centinaia di disoccu- gione Lombardia e con la Lega. l’uomo”. Sospirando poi ag-
apriva la manifestazione di ie- nuto di silenzio e lunghi ap- vio. Eppure i quasi 15 mila par- moto e della fondazione “6 co della città Massimo Cialen- pati. La misura della sponta- “Nel 1995 – ha ricordato Bersani – i rifiuti che riem- giunge: “Mi hanno detto che
ri nel centro della città sepol- plausi. Di fronte alle inferria- tecipanti non hanno abbando- aprile per la vita” – c’è stata te – il corteo è pro L’Aquila e neità della manifestazione è di- moto. In un’altra postazione pivano le strade di Milano finirono in Emilia Romagna. non ci sono indicazioni che
ta dalle macerie del terremo- te del palazzo, gli studenti nato il corteo, e sono rimasti mancanza di prevenzione e di non contro il governo. A mio mostrata anche dalle centinaia in piazza Duomo, invece, si è Qualcuno ricorda chi governava in quegli anni? Era la un eventuale distacco possa
to di un anno e mezzo fa. dell’Università de L’aquila ad assistere al video proiettato informazione. Per questo non avviso è stato un errore molto di persone in fila per firmare la formata una fila di persone Lega. Io come presidente dell’Emilia Romagna mi feci raggiungere le case. Mi hanno
Piazza D’Armi, luogo simbo- hanno lasciato fiori e rose dagli organizzatori dell’As- è stata evitata la tragedia. Non grave perché mai come in que- legge di iniziativa popolare. non aquilane che potevano tutte le assemblee e affrontai le critiche, perchè ave- detto, ripete, che per la po-
lo della tendopoli che per bianche. semblea del Presidio perma- ci può essere ricostruzione sto momento noi avremmo Gli aquilani voglio la legge, ri- apporre la firma solo alla pre- vamo accettato di accogliere i rifiuti di Milano”. polazione non c’è pericolo –
mesi ha ospitato i cittadini nente di piazza Duomo, “Cre- senza accertare le responsabi- dovuto stare vicino a cittadini, sorse e zona franca per il fu- senza di un notaio, trattandosi “Allora – ha proseguito Bersani – non c’era il partito del si ferma, sospira di nuovo e
aquilani, era un tripudio di UNO STRISCIONE lungo pati dentro”, nel quale espo- lità e la verità su quello che è associazioni di categoria, sin- turo”. di non residenti. Perché in so- ‘Ghe pensi mi’, bisognava arrangiarsi con una cosa che conclude: “Però non mi han-
bandiere nero-verdi. Sul pra- oltre dieci metri, con la scritta nenti del mondo della cultura accaduto il 6 aprile 2009”. dacati e mondo produttivo, Lunga, infatti, la fila davanti al lidarietà con la popolazione si chiama solidarietà. Adesso nessuno vuole essere so- no detto neanche il contrario
to è apparsa una lavatrice gi- “Riprendiamoci la città”, è sta- e dello spettacolo hanno chie- Non sono comunque mancate che hanno organizzato questa banchetto allestito al Bar Nun- terremotata sono arrivate de- lidale ma allora io lo fui”. – la situazione è imprevedibi-
gante di cartone con dei ve- to srotolato al passaggio della sto alle istituzioni di non ab- le polemiche a margine del manifestazione”. zia per la legge popolare di so- cine di pullman da tutta Ita- le, siamo fermi a quella notte
stiti appesi e uno striscione manifestazione dal ponte Bel- bandonare la città e i suoi abi- corteo per la mancata presen- Dello stesso avviso l’ex presi- lidarietà nazionale sul terre- lia. del primo novembre”.
pagina 10 Domenica 21 novembre 2010

GRANDI MANOVRE

“B. AVRÀ UN VOTO IN PIÙ?


TANTO LA SPINA SE LA STACCA DA SOLO”
Casini in una riunione riservata spiega la strategia di logoramento
di Davide Vecchi nale: il premier deve dimettersi, capacità di governare e senza in- mente da Gianfranco Fini l'inca-
Milano poi si discute. Lo anticipa anche terruzioni” altrimenti “vengano rico di lavorare al coordinamen-
Rocco Buttiglione, che non ha le elezioni” senza esecutivi tec- to regionale in Lombardia. Un in-
erlusconi la spina se la partecipato alla riunione: “Il nici perché “in Italia non sono contro vis a vis, quello tra Palme-

“B stacca da solo”. Pier-


ferdinando Casini, in
jeans e golf blu di ca-
chemire, dopo pranzo incontra
in una riunione riservata i coor-
confronto con il presidente del
Consiglio possiamo aprirlo, per
un atto di responsabilità perché
siamo a rischio Irlanda, ma pri-
ma si deve dimettere”. Del resto,
stati molto positivi”. Casini ha
rassicurato: “L'Udc non ha la vo-
cazione alla diserzione, noi vo-
gliamo partecipare al governo di
questo paese a una sola condizio-
ri e il presidente della Camera,
che ha causato dei mal di pancia
nei finiani della prima ora, tanto
da aver spinto Landi di Chiaven-
na a tornare nel Pdl.
dinatori regionali e i dirigenti aggiunge, “lui non dice di essere ne: che il governo lo cambi dav-
del partito in una stanzetta della il migliore? vero, perché a tutto il resto non TUTTI RIUNITI in attesa del-
fiera di Milano, dove ieri si è siamo interessati”. Paolo Cirino l'intervento di Gabriele Alberti-
aperta l'assemblea nazionale E ALLORA LASCI e poi tor- Pomicino, seduto in prima fila, ni, colui che nelle intenzioni di
dell'Udc. Controlla i presenti, ra- nerà legittimato e se possibile annuisce. L'ex leader democri- molti deve essere il primo sinda-
pidamente. “Di voi nessuno par- più forte di prima, ma non lo fa stiano segue con attenzione gli co del terzo polo. Albertini però
lerà”, dice. Poi illustra la linea: perché sa bene che oggi sono a interventi. Insieme a Lorenzo Ce- non scioglie le riserve. “I vostri
“Negli ultimi giorni abbiamo rischio Senato e Camera”. Secon- sa e Buttiglione. Ma il parterre è valori sono i miei valori”, dice.
cambiato strategia”. Silvio Ber- do Buttiglione il premier “vor- ricco. Poche poltrone a sinistra “Si deve governare con onestà e
lusconi “più lo si lascia nel suo rebbe incassare la fiducia per poi c'è il vicepresidente di Futuro e noi ci siamo impegnati sempre a
brodo e meglio è. Basta guardare andare al Quirinale, sa bene che Libertà al Senato, Giuseppe Val- farlo”. Conquista la platea e sca- IL FOGLIO SFOTTE
i giornali di oggi: Carfagna, Del- in caso di un governo alternativo ditara. Ci sono uomini del Pd ex tena l'entusiasmo di Buttiglione
l'Utri. Non è importante un voto i primi a tradirlo sarebbero pro- margheritini, ex socialisti, rutel- che, a margine, si spinge a defi- L’ELEGANZA DI SADO-MASI:
in più o in meno il 14 dicembre, prio Umberto Bossi e la Lega”. liani dell'Api e futuristi. E c'è il nire Albertini “il sindaco che vo- IL DG RAI SE LA GODE
anzi forse sarebbe meglio uno in Che poi, afferma riferendosi alla presidente del Consiglio comu- gliamo”. Perché, spiega, “ha la-
più. Maggioranza o no, se Berlu-
sconi vorrà andare a elezioni ci
andrà perché sarà costretto a
campagna acquisti del Pdl, “nes-
suno tradisce per un assegno ma
tanti lo farebbero per la garanzia
nale di Milano, Manfredi Palmeri,
che lunedì ha ricevuto diretta-
vorato molto senza mangiare
niente, rappresenta il buongo-
verno e l'onestà: è proprio il no-
“L’ eleganza di Mister Gagà”. Con questo
titolo ieri “il Foglio” pubblicava questa
foto di Mauro Masi, in compagnia di una “bella
causarle lui”. Casini ne è convin- di tre anni in Parlamento” e sa- stro sindaco”. Albertini si lascia signora”, scattata da Umberto Pizzi (e tratta da
to, lo ripete più volte: “Berlusco- rebbe “da irresponsabili, perché All’assemblea corteggiare, “devo ancora riflet- “Ultra Cafonal”, edito da Mondadori).
ni si logora da solo, basta lasciar- c'è bisogno di un governo che go- tere”. Altri sette giorni: sabato “Cinquantenni vestiti da teenager: Gessatissima o
sguaiata, ecco l’esuberanza della mezza età”, il
lo fare”. E' solo questione di tem-
po e il Governo inciamperà.
verni davvero non di un gover-
nicchio”. Come ribadito anche
dei centristi prossimo, infatti, sempre a Mila-
no ci sarà un incontro pubblico catenaccio di un non tenero articolo sui look
degli uomini maturi, soprattutto di potere, di
Ad esempio, dice Casini, “sui ta-
gli richiesti dalla Ue, talmente
da Emma Marcegaglia che ieri,
intervenendo in apertura dei la-
anche che si annuncia come l'evento
fondativo del terzo polo. Ci sa- Fabiana Giacomotti (firma “di pregio” di moda e
pesanti che servirebbe una ma- vori all'assemblea Udc, ha invita- ranno Massimo Cacciari, France- di costume).
novra di sofferenza peggiore di to il partito a “fare un ragiona- Albertini: lo sco Rutelli, Luca Cordero di Mon- La quale, a proposito del Dg della Rai, parla di
quella che fece Amato, dove mento: il paese deve essere go- tezemolo, Pierferdinando Casini “mises all black da ‘sado-masi’”: “Giacche e
vanno?”. A far cadere Berlusconi vernato e tutte le forze responsa- vorrebbero e Benedetto della Vedova, che camicie e t-shirt e pantaloni nero pece aderenti
ci pensa Berlusconi. Il leader bili devono dare il loro contribu- potrebbe essere sostituito da al fisico mantenuto tonico a costo di piegarsi in
dell'Udc lo dirà chiaramente og- to”. A noi, ha aggiunto il presi- primo sindaco Gianfranco Fini. Una tavola ro- reiterati crunches nei corridoi della tv di stato,
gi, nell'intervento che chiuderà dente di Confindustria, interessa tonda con al centro lui: Gabriele vaporosità tricologiche, abbronzatura lucida e
i due giorni di assemblea nazio- “avere un governo che abbia la del terzo polo Albertini. perenne”.

La Fed chiama Vendola. Per tornare a vivere


PRC E PDCI DANNO VITA A UNA FEDERAZIONE E CHIEDONO UN’ALLEANZA ANCHE COL PD
Il prezzo delle scorie della nistra”. Ergo, Vendola. C’è da sco”. E Ferrero aggiunge: dopo l’attentato di Nassiriya. ne di Giovanni Impastato, il
dissestata Unione. Un lutto ragionare anche su un’even- “Siamo disposti a parlare con Ora rappresenta il Partito co- fratello di Peppino, ucciso
che nel gennaio 2009 portò tuale coalizione di centrosi- tutta l’opposizione, compre- munista dei lavoratori, e tuo- dalla mafia nel 1978. Al Con-
alla rottura tra il nuovo leader nistra. Dal palco Salvi propo- sa l’Udc”. na contro la Fed perchè “vuo- gresso è arrivato un messag-
di Rifondazione, Paolo Ferre- ne “un’alleanza democratica le allearsi con Pd e Udc, che gio di saluto del presidente
ro, e il bertinottiano Vendo- per la Costituzione”. Anche A SINISTRA della Fed ri- fanno gli interessi di Confin- della Repubblica, Napolita-
la. Pochi mesi dopo, le Eu- con il Pd, presente con il mane Marco Ferrando, esclu- dustria”. Dissente anche Fla- no, che invita a scongiurare
ropee dimostrarono che la si- coordinatore della segreteria so nel 2006 dalle liste del Prc via Angeli di Sinistra Critica: “il distacco di giovani, lavo-
nistra radicale con i suoi due Maurizio Migliavacca, Rosa per un’intervista in cui par- “Faremo una lista a parte”. La ratori e cittadini dalle istitu-
litigiosi tronconi (Rifonda- Calipari e il responsabile or- lava di “resistenza irachena” Fed invece celebra l’adesio- zioni e dalla vita politica”.
Il congresso della Fed. Sullo sfondo, il zione e Pdci, Sel) valeva oltre
simbolo (FOTO DLM) il 6%. A un anno e mezzo di

di Luca De Carolis
distanza, Sel vola nei sondag-
gi tra il 7 e l’8% e la Fed oscilla
Il leader Ferrero: Eredi del comunismo
uole ricucire con Vendola
attorno al 3%. Numeri da “Siamo disposti
Vleanza
e invoca una grande al-
di centrosinistra. Con
mettere assieme, come esor-
ta nella relazione di apertura
il portavoce della Fed, Cesare
a parlare con LA GALASSIA DELLA SINISTRA RADICALE
il Pd, da cui aspetta segnali, e Salvi: “La diversità della pro-
se necessario anche con posta politica con Sel non de- tutta
l’Udc, “perché bisogna spaz- ve impedire di cercare l’uni-
zare via il governo Berlusco- tà. Ho apprezzato quanto l’opposizione,
ni e difendere i diritti dei la- detto da Vendola pochi gior-
voratori”. Imperativi che val- ni fa, quando ha invitato Fed compresa
gono alleanze sino a ieri im- e Sel a passare dai risentimen-
probabili per la Federazione ti ai sentimenti. Io gli chiedo l’Udc”
della Sinistra, che oggi a Ro- di passare alla politica”. Ov-
ma si trasformerà da cartello vero, un accordo di program-
elettorale a movimento uni- ma “in vista delle prossime ganizzazione, Nico Stumpo. Sinistra ecologia Sinistra Partito di Alternativa Partito comunista
tario. Al termine dei due amministrative” in primave- “I Democratici indichino al- e libertà dfggdfg Critica comunista dei lavoratori
giorni di congresso in un al- ra. Il successo di Giuliano Pi- leanze e programma, noi sia-
bergo sull’Aurelia, Rifonda- sapia nelle primarie a Milano mo pronti” garantisce Salvi,
zione Comunista, Comunisti potrebbe aiutare, e Salvi evo- che ricorda: “I sondaggi dan-
Italiani, Socialismo 2000 e ca “quel bel risultato dell’u- no vincente un’alleanza di
Lavoro-Solidarietà avranno nità”. Pisapia e Vendola non centrosinistra”. Ma la Fed è
un unico statuto e un unico sono in sala: il legale ha man- contraria a quel governo tec-
simbolo, l’inevitabile falce e dato una lettera e il leader di nico a cui il Pd è più che di-
martello. La base per ripar- Sel è appena tornato dagli sponibile. Migliavacca è cau-
tire, con l’obiettivo di torna- Stati Uniti. Un convitato di to: “Tra Pd e Fed ci sono mol-
re in Parlamento, da cui so- pietra ancora un po’ riottoso. te differenze, ma ci può es- Rifondazione Partito marxista Partito dei Comunisti
no stati esiliati due anni fa. “Mi sono rivolto a Vendola sere un orizzonte comune”. comunista leninista italiano Comunisti italiani Sinistra popolare
con un videomessaggio po- Diliberto entra nel dettaglio:
NELLE POLITICHE del chi giorni fa, ma non mi ha “A un governo di centrosini- Partiti grandi e piccoli che si richiamano al comunismo. Il più forte - elettoralmente
2008 il Pd dell’autosufficien- ancora risposto” si lamenta stra daremmo l’appoggio parlando - è Sel (anche l’unico che ha rinunciato alla Falce e Martello), che secondo i
za veltroniana schizzò al Ferrero, che comunque assi- esterno. Ci basta l’accordo su sondaggi arriverebbe addirittura al 7%. Mentre Prc e Pdci si fermerebbero al 2,5%. Le altre
34%, e la Sinistra Arcobaleno cura: “In caso di primarie per tre punti fondamentali: ridu- sigle (a parte il Pmli nato nel ‘77) sono tutte piccole formazioni fondate negli ultimi anni
arrancò al 3%, sotto al quo- il candidato premier, votere- zione della precarietà, inve- dalle scissioni della fu Rifondazione.
rum del 4% che valeva seggi. mo per il candidato più a si- stimenti nella scuola e il fi-
Elias Vacca: Renato guarda che Zero è il cognome
non era da scrivere come reddito imponibile.
a cura di Roberto Corradi

La discesa nel feretro Fini ri...


di Daniela Santanchè
dc pensatori
Fini ha voglia di vacanza: “Met-

A
mici! È con il solito contagioso entusiasmo
che il Presidente ci chiama ad una nuova en- tete Silvio in terapia intensiva. Io
mi assento un paio di giorni”, ha
tusiasmante battaglia a tutela della libertà e detto ai suoi. Bocchino ha repli-
della democrazia. Io credo, noi crediamo, es- cato: “Gianfranco è il momento
si non credono. Noi possiamo vincere perché al di esserci e parlare chiaro”. “Fen-
contrario di quel verme strisciante del signor Fini fa dubbio” ha risposto l'ex capo
di An mettendosi pinne e bocca-
conosciamo il significato della parola dignità. Co-
glio per la quotidiana immersio-
nosciamo il valore della parola O-N-O-R-E. Ma voglio ne nella Jacuzzi. Eppure il con-
mantenermi sobria, come é mio costume, perchè senso popolare cresce costante-
noi siamo diversi da loro, abbiamo stile e classe: mente. Alla Bocchini di Milano,
mozzeremo le palle di velluto dei Futuristi con la l'Università fondata dal capo-
gruppo, si è svolto il convegno:
roncola e le cesoie, se serve, ma non trascenderemo
“Fini, nuova leader-chic”. Qual-
mai. Noi, come dice il Presidente, siamo il partito che dubbio in realtà suscitano i
dell'amore: ma siamo gente normale, cresciuta fuori contatti con l'imbalsamatore di
dal palazzo, persone come le altre che si sono spez- Breznev. Il sospetto è che Fini vo-
zate la schiena per comprare il loro Suv, le quote del glia tenere in piedi Berlusconi al-
l'infinito. “Non è un vero leader”
Billionaire, lo yacht con la bandiera delle Cayman. ha sentenziato Matteoli “Anche
Noi siamo persone umili, che sentono cosa dice la in An aveva solo quattro imbecil-
gente quando tutti i giorni andiamo a fare la spesa in li al seguito”. A nulla è valsa l'o-
gioelleria. La sinistra radical chic non ha idea di che biezione del giornalista che tra
umore ci sia, in questi giorni, nella societá reale, al quelli c'era anche lui. La Santan-
chè ha invece articolato un'ana-
piano bar del Twiga. I Comunisti non sono cambiati: lisi politologica: “Fini è una mer-
vogliono distruggere le radici cristiane dell'occiden- da senza valori”. E in quanto pro-
te, i valori della famiglia, far vincere quei morti di fetessa dell'occidente cristiano
fame disfattisti degli operai. Ma nemmeno di fronte ha inaugurato uno showroom
a queste minacce trascenderemo, ci limiteremo a automobilistico a Santa Maria
della Mercedes. Futuro e libertà
chiedere l'evirazione di Bersani con un bisturi ste- freme. Granata, curatore dell'im-
rile, perchè crediamo al rispetto dell'avversario. Io magine legalitaria, sta cercando
sono una donna moderna, e non ho nulla contro di comprare un paio di annate
l'omosessualità. Proprio per questo vorrei che quel delle gazzetta ufficiale per can-
cellare le 5.300 leggi ad perso-
frocio di Nichi Vendola, prima di provare a sfidare il
nam votate dal cofondatore del
Presidente, avesse almeno il coraggio di dichiararsi Pdl. Invece la Bossi-Fini verrà at-
per quello che è - un culattone - e di indossare il tribuita all'omonimo produtto-
triangolo rosa, così almeno la gente che lavora ca- re di tortellini, disposto a simu-
pisce con chi ha a che fare. Il 14 dicembre mostre- lare una finta esperienza parla-
mentare.
remo a quell'infame di Fini che il centrodestra è gra-
Altri puntellano a destra. Do-
nitico intorno al Governo. Io Credo, Silvio scopa, po aver prodotto un migliaio
essi spergiurano. É vero di magliette nere con la scrit-
che Berlusconi vuole le ta “nel dubbio Menia”, il de-
donne orizzontali, l'ho putato trentino di Fli sta cer-
cando di tacitare il secolare
detto e non mi contrad- Mirko Tremaglia che ripete
dico. Ma é una forma di innocente: “Gianfranco ma
rispetto. I Finiani, sei sicuro che sei mai stato
per esempio, li vo- fascista?” Fini nicchia ma è
gliamo tutti sottoterra. ormai iniziato il conto alla
rovescia. Elisabetta ha già
(testo raccolto nel
comprato una Scavolini mo-
mausoleo di Cascella da dello Chigi.
Luca Telese) Emanuele Fucecchi
pagina II Domenica 21 novembre 2010 Domenica 21 novembre 2010 pagina III

MARONKAN, LA
TIGRE DELLA
PADANIA
di Bertolotti
& De Pirro

di Marco Vicari mugugnare l'imam imbavagliato, ritrovato as-


sieme agli oggetti. Il programma era "Vite
a televisione è lo specchio del paese.

L
Straordinarie" dedicato a Licio Gelli.
Capisci che il Governo ha tagliato il 90% Si avvicina comunque la riappacificazione na-
delle borse di studio quando su Raiuno zionale. La prima cosa che hanno fatto molti di Stefano Ferrante organico. Qualche imbarazzo il se- che lì. Maroni mi ha detto che senza
spuntano le repliche di "Meglio tardi che degli assolti è stata rendere omaggio alle vit- gretario del Pd l’ha avuto solo quan- di noi non saprebbero come fare. E
mai". Fini, equivocando il titolo, ha chiesto di un successo incredibile, do un gruppo di cittadini ha cercato

“E’
time. Tutti in fila, a Predappio, sulla tomba di poi sono andato a casa di Casini e mi
poter essere ospite. Leggerà la lista delle leggi Rachele e Benito. la risposta a chi dice che i di consegnargli Bassolino avvolto da ha detto la stessa cosa. E così pure
ad personam che ha votato per 16 anni. Altra tesi, invece, quella proposta a Porta a partiti non servono”. una fitta trama di scotch da pacco. Fini, Di Pietro, Vendola”. Ma il vero
Capisci che Berlusconi è alla frutta quando a Porta. Maroni ospite in studio rivendica "Nel- Maurizio Migliavacca “Della immondizia non ne possiamo cruccio per i dirigenti del Pd è la scel-
"Occhio alla spesa" su Raiuno, dopo gli zuc- l'74 lanciai l'allarme: quella mattina la mani- sprizza soddisfazione. I centralini più” ha spiegato Gennaro Alfuonso, ta del leader del centrosinistra in ca-
chini e i carciofi, si parla dei prezzi dei de- festazione a Piazza della Loggia era a rischio della sede del Pd sono impazziti: “Ap- uno dei leader del comitato contro la so di elezioni anticipate: “La sfiga del-
putati e delle escort. E della nuova legge an- infiltrazioni". Tra i terroristi pare si sia infil- pena hanno visto i manifesti che an- discarica “noi siamo ecologisti con- l’ultimo Gran Premio dimostra che
tiprostituzione. Per chi viene beccato a com- trato qualche pezzo dello Stato. nunciavano la campagna Porta per vinti e se Bersani preferisce i dirigen- ormai Montezemolo ha i requisiti
prare un deputato, porta sono arrivate migliaia di preno- ti glieli diamo in contenitori distinti, adatti per guidare la coalizione, op-
c'è il sequestro del- tazioni. Soprattutto da Napoli”. La si- differenziati per correnti: dalemiani, pure ci vorrebbe un ex-sindaco di Ca-
l'auto blu. (Sia chia- gnora Lorenza, centralinista del par- veltroniani, popolari”. Manifestazio- pitale con la passione per il cinema”
ro: Berlusconi non tito, racconta: “In tanti ci fanno do- ni di giubilo dei cittadini a Firenze: insiste il veltroniano Bettini “ma si
vuole comprare de- mande strane. Ci chiedono se pren- appena saputo dell’arrivo del leader deciderà con le primarie”. “Non è ve-
putati. Oggi ha det- diamo anche elettrodomestici, vec- del Pd il sindaco “rottamatore” Ren- ro che le temiamo, che ci fa paura
to ai suoi: "Si avvi- chi mobili, scaldabagni, cose ingom- zi, colto da raptus, si è gettato in un Vendola” spiega il dalemiano La Tor-
cina Natale. Sapete branti”. Bersani è stato accolto con camion compattatore tra gli applausi re “andrebbero regolamentate come
cosa regalarmi"). entusiasmo soprattutto a Terzigno. della folla. Bersani è entusiasta della in tutte le democrazie avanzate. In
Capisci che siamo “Hanno avuto una buona idea” com- campagna di ascolto casa per casa Arabia Saudita, per esempio, chi ha
vicini alla verità sul- menta la pensionata Titina Esposito, che è partita da Roma: “Mi sono det- l’orecchino non può partecipare. E
le stragi, quando la che ha consegnato personalmente al to: iniziamo da qua, vicino alla Came- chi ha i baffi e ha fatto il ministro degli
tv comincia a par- segretario un sacchetto di scatola- ra. E sono andato a Palazzo Chigi. Esteri ha un bonus di preferenze. Mi
larne. Questa setti- me, uno di carta, e uno di materiale Non ci crederete, ma il Pd piace an- sembra un buon punto di partenza”.
mana si è chiuso il
processo per la
strage di Brescia.
Gli imputati sono
stati tutti assolti.
"Pomeriggio 5" è
pronto ad occupar-
si del caso. Ma sta
aspettando la con-
fessione di Misseri.
Su Rete 4, invece,
nuovo scoop sulla
stagione delle stra-
Palazzo Chigi è stata restaurata una

A
gi. Nel garage di
mmazza che freddo! Non solo l'in- scultura, il cosiddetto Gruppo di Marte

A
Zio Michele sono
stati ritrovati l'ala di verno fa capolino, ma anche la si- e Venere che riproduce i due dei Olim-
un Dc-9, l'orologio tuazione Italia è congelata. Dicono pici con i volti dell'imperatore Marco
della stazione di fino al 14 dicembre, data in cui le Aurelio e della sua consorte Faustina. Alla
Bologna e i resti del Camere decideranno il loro futuro e, se scultura, risalente al secondo secolo d. C.
cestino di Piazza permettete, anche il nostro. Il rischio che mancavano alcuni pezzi, ma quello che il no- ha detto che in questa ipotesi ben due Im-
della Loggia. "Non si corre in questi casi, è che nel frattempo stro premier non poteva sopportare era so- peratori hanno innestato sul corpo del dio le
è un depistaggio si moltiplichino le chiacchiere, che come prattutto la mutilazione del pene di Marte. loro teste, ottenendo uno strano essere in bi-
dei Servizi Segreti!" si sa stanno a zero, annullando fatalmente Per questo motivo ha deciso di ricostruirlo. lico tra Marte e Giano Bifronte) dall'altro si
ha continuato a anche i fatti. Quindi 0-0, il più squallido L'azione ha una valenza multipla e si presta a palesa un desiderio di identificazione col
dei risultati. Le chiacchiere inoltre, fanno una serie infinita di riflessioni e di supposi- “mazziere”, cioè con quella figura che dirige
parlare anche chi apre bocca e jé da fiato, zioni. Tanto per cominciare avrà un valore e comanda il gioco. Tutto torna. Siamo alle
modo di dire romano, dedicato a chi par- propagandistico, infatti Libero potrà titolare prese con un “governo boomerang”. Ma qua-
la dicendo sciocchezze o cose insignifi- “Adesso nessuno potrà dire che Silvio non ha le sarebbe l'affinità di Berlusconi con gli Im-
canti. D'altra parte basta guardare i fatto un cazzo!”. Per contro l'opposizione po- peratori Romani? Il Premier ricorda forse un
talk-show di approfondimento, dove chi trà controbattere dicendo “70000 euro dei po' Caligola, con la differenza che non ha fat-
apre bocca e jé da fiato viene lasciato cittadini sono stati spesi alla cazzo”. Inoltre, to diventare senatore il suo cavallo, ma pa-
parlare, mentre chi dice cose sensate vie- Marco Aurelio immortalò la sua immagine recchi somari. L'unico fatto che stride è che
ne interrotto e sovrastato con la voce, Unstoppa- ibridandola con quella del dio della guerra, Berlusconi avrebbe preso il potere a seguito
costringendo il moderatore di turno a ble-Fuori Controllo. No! L'ho già visto! vuoi dire che Berlusconi ne ha seguito l'e- delle invasioni barbariche iniziate nel 1993.
chiamare la pubblicità (a proposito, mi fa Da circa una ventina d'anni ho la fortuna sempio? Voci maligne dicono che B. potreb- Insomma, pur con qualche dubbio questa te-
ridere Piroso su La7 che per lanciare gli e il piacere, tranne rare eccezioni, di dop- be avere fatto ricostruire l'apparato mancan- si ha solide fondamenta. Mentre succede tut-
spot dice:"Cassa!", almeno è sincero). Co- piare Denzel Washington. Avendolo fatto te a sua immagine e somiglianza. Veltroni sta to questo il popolo si lamenta e si incattivisce
munque coraggio, il 14 dicembre è vi- anche in questa occasione, ho ritenuto il valutando di richiedere la costituzione di una e resta in attesa di un segnale di cambiamen-
cino, speriamo non ci porti altre chiac- film "già visto". Ma quando si doppia non commissione d'inchiesta parlamentare per to. Difficile dire se ci sarà o non ci sarà... le
chiere e bla bla bla senza senso. Una cosa si vedono tutte le scene, ma solo quelle verificare se esistono gli estremi di un inte- opposizioni si stanno accorgendo che non è
è certa, al gruppo marmoreo "Venere e dove il tuo personaggio parla. E allora me resse privato in atto pubblico. È stata chiesta facile disarcionare il Cavaliere. Restando in
Marte", che sta a Palazzo Chigi, durante il lo sono gustato come se fosse la prima la consulenza di alcune escort per alcune ve- tema di ibridazioni, va osservato che il suo
restauro sono stati rimessi, a Venere il volta. La pellicola di Tony Scott ti fa stare rifiche biometriche. Altro che L'Aquila, il Ve- culo è diventato un tutt'uno con la poltrona,
braccio e a Marte il pisello...E vai! Grande con le chiappe strette tutto il tempo. Il neto, i precari,e Pompei! La priorità è rico- generando una simbiosi perfetta. O l'evolu-
notizia...(!) Qualcuno ipotizza si tratti di rischio che il treno fuori controllo pro- struire il cazzo di Marte! Il “Cazzo di Marte” è zione lo ha dotato di chiappe a ventosa op-
un messaggio in codice del Palazzo: "col vochi un disastro epocale è sempre in da sempre un curioso gioco di parole che mo- pure si sospetta l'uso di colle ultra potenti. La
cazzo che mi freghi!" Ma io non ci credo. agguato e la tensione non manca. Ma difica in chiave goliardica la dicitura “Mazzo Russa ha suggerito di utilizzare quaranta ro-
Uh, si è fatta l'ora di andare al cinema. E' Denzel mio, mi avevi abituato a straor- di Carte”, è un leggiadro e innocente calem- toli di scotch. Calderoli si è opposto dicendo
uscito Harry Potter, lo voglio vedere. Ma dinarie interpretazioni da grande attore bour che la “Pagina della Sfinge” della Setti- che l'unità di misura dello scotch non è il ro-
dopo avere pagato il biglietto, vengo cir- quale sei. Sempre bravo intendiamoci, mana Enigmistica potrebbe definire “scam- tolo ma la bottiglia. Anche questa diatriba è
condato da decine di adolescenti di buo- ma basta coi film de treni, è già il secondo bio di iniziali” sulla falsariga del ben più com- indice della crisi della maggioranza.
numore, diretti nella stessa sala. Qualcu- consecutivo che mi fai. Daje Denzel! Ti plesso: “I promessi manzi di Alessandro Spo- Nel definire la situazione attuale, io sto con il
no, bontà sua, mi riconosce. Io saluto, aspetto con qualcosa di più sostanzioso. soni”... Quindi, se da un lato l'azione può es- mio amico elettricista che mi ha detto : “L'op-
ringrazio e, come un maghetto, faccio A noi Italiani, invece, non ci rimane che sere stata un tentativo di immortalare la com- posizione non riesce a staccare la spina per-
una magia: sparisco, infilandomi in un'al- tirare fuori la coperta pesante, "conge- ponente più preziosa del Premier (qualcuno ché Berlusconi non molla la presa”.
tra sala. Ovviamente c'era un altro film: lati" come siamo. Brrr...!
pagina IV Domenica 21 novembre 2010

di Roberto Corradi Testori a Carlo Porta. Sono profondamente lombardo ma non ho


bisogno della Lega per esserlo. La Lega fa leva sulla paura, tra l’altro
anche umanamente comprensibile che può venirti dal vivere vicino

B
ebo Storti. Attore, autore, inventore di personaggi e da feb-
braio anche direttore di “Teppa verde, libero tabloid leghista a un campo nomadi. E il diversamente alto cavalca tutto questo.
che ce l’ha su con i fighetti” che esiste solo per noi del Mi- Diversamente alto... naturalmente Berlusconi?
sfatto. Alla vigilia del suo debutto con un nuovo spettacolo lo Certo. Chiariamo bene: Rom e Sinti sono persone prima che un
incontriamo per farci raccontare lui da lui stesso. problema ma sono un fenomeno da gestire. Se vuoi gestirlo con
slogan razzisti lo puoi fare ma poi in realtà non lo risolvi. Difatti la
Qual è la tua storia, Bebo? Lega con tutte le cagate che ha fatto per l’immigrazione non ha
Minchia che domanda! Beh, io ho cominciato facendo l’attore a 13 ancora mai risolto il problema.
anni in una piccola compagnia. Poi ho fatto la scuola d’arte dram- Attualmente ti riconosci in un’idea in particolare?
matica al Piccolo Teatro di Milano e ho proseguito lavorando. Ho Nell’anarchia. Quella vera, fondata sui bisogni della gente. Il servire
sempre potuto scegliere, non ho mai percorso la strada dei provini, il popolo, dimenticarsi che la politica è far soldi e far maneggi. Io
delle delusioni. Sinceramente ho avuto fortuna perché mi sono tro- stimo molto il movimento Cinque stelle per le persone che par-
vato con brava gente: Salvatores, Renato Sarti, Bisio, Antonio Ca- tecipano al progetto. Ne ho conosciute alcune, sono molto one-
tania, Paolo Rossi… Se poi ho cominciato a fare televisione è stato ste.
proprio per Paolino. Nell’ ’83 avevamo fatto insieme Il calapranzi di Com’è cambiata la gente da quarant’anni a oggi?
Pinter e una decina di anni dopo ci siamo ritrovati in Su la testa… In un modo incredibile Votano il diversamente alto a cuor leggero
Mitico programma della Raitre di Angelo Guglielmi! mentre trent’anni fa uno così non sarebbe neanche entrato in po-
Esatto. Poi qualche anno dopo è arrivato Mai dire gol e ho co- litica. E poi le persone erano più buone, più umane, meno incat-
minciato a far serate. Il mio è un percorso inverso al normale perché tivite. Come diceva Frank Zappa non avevano il problema di co-
non avevo mai fatto il cabarettista prima della tv, anche se l’istinto noscere tutto il dolore del mondo.
probabilmente c’era. Ci sono arrivato passando dalla televisione. E Forse non avevano la politica al centro di ogni argomento co-
forse dalla migliore che in quel periodo si poteva fare. me oggi.
E com’è lavorare con i Gialappi? Sai qual è il problema? Che quando una come la Gelmini, la Carfagna
Ottimo. Loro hanno tirato fuori il meglio di me, ci tengo a sot- o la Brambilla, uno come Bondi, uno come La Russa, uno come
tolinearlo. Sono bravi, hanno inventato un modo di fare tv e spesso Scajola, possono occuparsi dei problemi del paese, tu da cittadino
molti dei comici che arrivano da loro non sono bravi ma diventano senti sotto la tua pelle che questi qua stanno calpestando delle mer-
bravi. Si respira un clima, quando si lavora in quel modo, che equi- de giganti. Perché lo scandalo che Pompei crolla è che hanno dato
vale a seguire uno stage di comicità. cinque volte quello che hanno investito lì per restaurare il dipintino
Il tuo primo personaggio per loro è stato Uguccione? nella chiesa. La gente parla di politica perche sente che glielo stanno
No, il primo fu Alfio Muschio, il nero bergamasco. Uguccione è sbondrando nel culo alla grandissima.
venuto dopo… nascendo praticamente per caso. Non so perché ma mi fa pensare al Bunga bunga e al fatto che
Racconta. il tuo Conte forse adesso sarebbe ancora più attuale di allora.
Ma, guarda, avevo fatto uno Spettacolo con Salvatores che era una No,
specie di talk show ai tempi della rivoluzione francese con una sarebbe meglio. Certo! Perché
ghigliottina in scena. Bisio faceva Procope, il proprietario del lui non li avrebbe mai pagati
famoso Caffè di Parigi dove sono passati tutti i nomi più 7000 euro per andare
illustri di sempre e io facevo questo nobile che aderiva alla con una. Magari sa-
rivoluzione pur di potersi poi trombare, diceva sempre rebbe stata lei a pa-
così il conte, le contadinotte. garle per andare con
Poi è cominciato il tuo periodo di impegno civile, lui.
con teatro e politica, giusto? Anticipavi la figu-
Sì. Molto ha inciso anche il sodalizio con Renato Sarti, ra di uno statista
l’autore di Mai morti lo spettacolo in cui prendevamo e non lo sapevi.
di mira quell’Italia che fa finta di non sapere e non Davvero! Oggi un
vedere le storie degli ultimi, quelli che non hanno omino così può
voce, i migranti. Da lì poi ho proseguito con Nave diventare Presi-
Fantasma, Io santo, tu beato, Chicago boys, fino ad dente del Consi-
arrivare a Suicidi con cui debutto, insieme a Fabrizio glio.
Coniglio, il 26 prossimo a Genova. Tu come vedi
Il titolo è, diciamo così, impegnativo. questo paese di
La storia anche di più. E’ tratta da un libro di Mario qui a un anno?
Almerighi, il presidente del tribunale di Civitavec- Preferisco non
chia e prende in esame i suicidi sospetti di Ca- vederlo perché
gliari, Castellari e Gardini. E’uno spettacolo che io fra cinque
dovrebbero vedere tutti quelli che parlano anni me ne va-
sempre troppo superficialmente della ma- do. Lascio che
gistratura. mio figlio fini-
Tra i tuoi colleghi di oggi e di ieri non sca le scuole
sono in molti a poter vantare la superiori, ma-
stessa disinvoltura con cui alterni gari all’estero e
dramma e comicità. poi mi trasferi-
Bisogna sempre tenere in primo sco. Vedo che
piano il punto di vista del popo- qui se hai interes-
lo, bisogna conciliare, almeno si o persegui
secondo la mia opinione, tutti ideali non hai stra-
gli aspetti della vita. La gente da. Invece sareb-
che va al bar non è come quegli be l’unica via per
attori che fanno Amleto e che venire fuori da
dal primo secondo son tristi. questi casini. Io da
No, cazzo! Amleto sarà stato al- un paese che vuole
legro, gli piaceva la figa. Tra l’al- assomigliare a uno
tro Shakespeare lo descrive come che non paga le tas-
un cicciottello biondo e un po’pirla se, che va con le
che se andava a lavorare era meglio troie e vuole fare
finanziare i pannelli solari il cui no- Slurp, Tri, Flut. E basta!! E che dire, L’auto blu? A pedali! Olio di gomi- in cima alla scala della libreria co- non avendo niente da fare dalla mattina l’imprenditore a caz-
me deriva da sòla? Infatti ‘sti pan- poi, delle pale? Eoliche! La Cicala to!! Non più olio di ricino!! Io so- me Malizia che con olio de gomito alla sera. Il popolo è tutto, dramma e far- zo e appena sbaglia
nelli producono un’energia a un è felice, metterebbe pale dapper- gno la Santanché che lucida gli ot- me spolvera tutto e me lucida i sa. E sa in che paese vive. Solo Maroni lo stato deve soccor-
costo maggiore però portano con- tutto. Anche nel culo di questi sub- toni della Camera e me viè a da’ gioielli de famiglia. O al mare o in poteva stupirsi di quello che ha detto Sa- rerlo, vuole non ave-
tributi a chi li installa. Ma tu te lo doli che le producono. Evviva! Ev- anche una spolveratina a casa mia. carfagna, basta che se magna. Ché viano. Che in Lombardia ci sia la ‘ndra- re a che fare con la
vuoi installa’, un pannello? E pa- viva! Non solo il crollo di Pompei, Invece de passa’ l’aspirapolvere, il cibo è il carburante migliore!! gheta lo sapevano tutti da sempre. giustizia… io non ci
gatelo coi soldi tuoi!! Dice “ma al- impaliamo tutti i colli dell’Italia. La passate la Santanchè che dà ‘na Gente più intelligente di noi ha ca- Il programma di Fazio e Saviano come voglio vivere. C’è un
lora la Cicala è per il nucleare, è forza migliore è quella dei muscoli. scopatina e via. Sogno la Carfagna pito che i soldi delle tasse vanno a lo valuti? 50% di Italia che con-
lioni di fondi pubblici per trasfor- per il petrolio?” Giammai! La Ci- finanziare queste cervellotiche A me è piaciuto molto Saviano. Invece l’i- tinua a votare il diver-
mare delle biomasse che in origine cala è per il meno consumo! Fate operazioni e giustamente s’è com- dea di vedere Bersani e Fini che mi appa- samente alto nono-
erano solo quelle del riso (e il meno monnezza!! Non usate l’a- prata yacht scamuffi: Giamaica recchiano ‘sta piattata di merda per i pros- stante tutto. Non rie-
riso non fa solo buon sangue scensore, fate a scivolarella a ca- No problem, Cipollina oppure se simi vent’anni mi fa venir voglia di cambiar sco più a sopportarlo.
ma anche quattrini) e che poi valcioni sur mancorrente delle sca- non ama il mare ha portato i suoi paese. Perché adesso che un fascio rifatto Come ci salutiamo?
sono state sostituite da rifiuti le! E a salì attaccateve... a qualcuno risparmi verso i Caraibi. A nuoto! E e riverginato e il tapparellista Bersani, caz- Con una storia che ho
di ogni sorta. La Scotti Energy ha che ve porta. Fatevi le macchine a queste nostre rockstar poi vengo- zo, che debbano essere loro a risanare il sentito in giro, ti giuro
bruciato di tutto, altro che biomas- idrogeno o andate solo in discesa. no anche osannate nei concerti. E paese, non si può raccontare… che è vera. Mi capita di
er fare bunga bunga agli Ita- se. Le uniche biomasse che so’ri- il bunga bunga del popolo italiano Tu hai al tuo attivo anche un’esperien- cogliere dei discorsi per

P
Non lavate i piatti, fate la scarpetta.
liani più velocemente e in maste bruciate siamo noi che con i Non usate i fazzoletti de carta, i si conclude nel grande incenerito- za da consigliere regionale in Lombar- strada, spesso li posto an-
maniera più profonda e tota- nostri tributi abbiamo finanziato tovaglioli de carte. Ce so’le mani- re delle biotasse!! E così va più ra- dia. Anche se purtroppo non ti sei in- che in facebook. Bhe, l’al-
le, dobbiamo prendere esem- l’inquinamento! E’un progetto per- che! Basta con gli imballaggi. Tre pidamente in fumo questa società crociato con il Trota. tro giorno c’erano due che
pio dal più volte da me menzionato fetto! Ce po’ esse’un disegno mi- scatole pe’ trova dentro ‘na cosa. che ospita risiscotti, conduttori, No, purtroppo no. Questo mi addolora perché avrei avuto delle cose parlavano. Un vecchietto e un giova-
(perdonate l’autocitazione) Risi- gliore? Cosa stiamo aspettando per No, mettete ‘na scatola sola e fa- presentatrici, fabifazi, paolirossi e da dirgli, volendo. Perchè che il Trota abbia avuto 12.000 preferenze ne. Il ragazzo dice “Che governo di merda che abbiamo”. E il vec-
scotti che ha dimostrato che il riso seguire l’esempio di questi geni? teme trova’ tre cose! Per me l’u- sorcini verdi, deputati all’asta, Fer- è una cosa che dà da pensare. chietto fa “Eh, sembra che l’han scelto al supermercato, tra i premi
abbonda e i finanziamenti pubblici Ma quale “meno tasse”? Che vanno nico imballaggio consentito è quel- rari bucate e Montezemoli gonfiati, Eppure la Lega sembra intercettare più di tutti un comune con i punti. C’era il microonde o ‘sto governo di merda qui e han
pure!! E’rimasta incenerita, la Ci- blaterando, questi, che vogliono lo pe’ impacchetta’ ‘sto governo e inceneritori, inceneriti, bruciatori, sentire del nord. scelto ‘sto governo di merda qui”…
cala, nel sapere che l’azienda Risi meno Stato e meno tasse? Più tas- spedirlo da qualche parte. Imbal- voltagabbana, c’era una volta e vaf- Ti dico questo. Io sento fortissima la mia identità lombarda. Mi piac- Era meglio il microonde?
Scorie ha ricevuto venticinque mi- se!!! Altrimenti come facciamo a late anche le finte litigate tra Fli, “I nasoni” di Enrico Montesano fancu’! ciono il mio dialetto, la mia cucina, le mie tradizioni, la poesia, da C’è da domandarlo??
pagina VI Domenica 21 novembre 2010 Domenica 21 novembre 2010 pagina VII

Alta Sosietà: Cesto di... Cose buone dal mondo Caro Casanova, devoto dell’anima
femminile, alla quale giunge attra-
verso il corpo. Se non avesse avuto la
debolezza di scrivere le memorie, la
Le Relazioni pericolose segue il co-
pione, perché è solo uno sgobbone.
Don Giovanni ha talento, e segue il
pericolo. 4) Il libertino deve invec-
sua opera amorosa sarebbe stata un chiare, così ha il tempo per raccon-
La Gelmini premierà gli insegnan- perfetto tempio poetico. Ma i libertini tare. Al suo esibizionismo bastano
ti più bravi, pagando loro una hanno questo vizio utilitaristico: solo i secoli: tutti affacciati a guar-
mensilità in più. Saranno premia- fanno e raccontano. Fornendo ai po- darlo. A letto davanti al mondo, per Si dice che il Berlusca sia bollito
di Lia Celi paese sfigato ma pittoresco stavano per pren- ti i simpaticoni che si arruffiana- steri informazioni galanti, ma sciu- sempre. 5) Esistono, sì, sotto le spoglie ed è pertanto dolce immaginare
dere la cittadinanza italiana. Poi, la catastrofe, no studenti e genitori? pando l’assoluto della perdita di tem- più insospettabili. Ne conobbi uno la pena con la qual verrà punito.
E´ ufficiale: l´Irlanda accetterà il prestito of- colpevolmente sottovalutata da Dublino. «Sul po. 3) La condizione ideale del liber- che faceva il carabiniere. Senza ru- Ad Antigua potrebbe rifugiare,
ferto da Ue e Fondo monetario. L´opinione serio, il mio Paese non ha bisogno dei vostri sol- Sarà il regno della delazione, i giudizi tino è l’improvvisazione. Valmont ne bare tempo all’arma, era abile nel-
pubblica europea è sconcertata: solo l´altra di» ripeteva nei giorni scorsi il premier Cowan saranno affidati a consulenti esterni, l’adoperare quello che gli restava per truccato da turista con bermuda,
mattina il premier di Dublino Brian Cowan all´Unione Europea «ho catturato un lepricau- come quelli che fanno le graduatorie “She” di Lorenzo Calza sedurre a tutto spiano, nasconden- esule, come il povero Bettino
sosteneva di non vedere nessuna crisi, mentre no che mi ha promesso di portarmi al più presto dei ricercatori, incompetenti rovinosi. dosi negli armadi come nelle farse di oppur trovar qualcun che lo rinchiuda
la sera, uscendo dal pub, diceva di vederne ad- alla base dell´arcobaleno per consegnarmi una Con quei soldi si potrebbero assumere Feydeau, o nelle cassapanche come a Sant’Elena, stil Napoleino.
dirittura due. Fatto sta che l´isola verde è an- pentola d´oro». Parole che hanno scatenato altri docenti, che diventerebbero bravi in una novella del Boccaccio. Lui che
cora più al verde, e l´unica voce dell´econo- una bufera: «E´ una vecchia barzelletta senza insegnando. La condanna a morte Figurati a me. Spensieratamente ti ri- aveva letto solo Diabolik, era tutto Potrebbe, come fece il buon Gesù,
mia irlandese ancora attiva è quella di Enya. senso» ha tuonato il leader dell´opposizione, della scuola si avvale anche di queste spondo. 1) L’edonismo di massa ren- una citazione letteraria. Passando finire crocefisso fra i ladroni
Vediamo perché. «in novembre non ci sono arcobaleni. E poi or- trovate offensive e dannose, brunettia- de equivoca la figura del libertino. come il vento buttava giù matrimoni oppur, come Benito, a testa in giù
mai in Irlanda nessuno crede più nell´esistenza ne. Idiote. Che imbarazzo il consumo. Come come quinte di teatro. Non scrisse a Piazzale Loreto a penzoloni.
O´ CONNOR? O´ FAME di entità fantastiche e inconsistenti come non essere confusi coi disinibiti, i memorie, ciò che illumina la sua
Secondo un´antica leggenda, la secolare indi- l´Unione Europea». Ricordiamo che Cowan Hai scritto che Califano non è un maratoneti, gli sporcaccioni, i berlu- oscura figura di un garbo silenzio- Potrebbe far la fine di Saddam,
genza dell´Irlanda deriva dall´inganno teso dal aveva recentemente rilasciato un´intervista in vero libertino. Cos’è un libertino? sconi (questi ultimi in quanto paga- so. impiccato dagli irachen crudeli
perfido Fiode na-Mighnothagh, l´elfo delle spe- palese stato di ubriachezza, scandalizzando tut- Ne esistono ancora? Domanda tori ovvero clienti, sono esclusi). Al o morir, pugnalato da un infam
culazioni finanziarie, all´ingenuo re celta Po- to il Paese: «E' una vergogna, non ha offerto spensierata, non che me ne freghi libertino ortodosso non resta che la che le fattezze di Gianfranco sveli.
weropirlagh: lo spirito materializzò davanti agli nemmeno un goccetto al giornalista». gran che. castità. Una orgogliosa distinzione Spedite le vostre mail a:
occhi del sovrano una bolla iridescente attra- Francesco Maria segreta che superi ogni avventura. 2) barbara.alber ti@ilmisfatto.it Potrebbe, come Adolfo, suicidarsi
verso la quale si vedevano enormi ricchezze. HO VISTO UN EIRE ad Arcore avvinghiato a Sandro Bondi
Affascinato dalla visione, Poweropirlagh abolì Del resto i lepricauni, più che una soluzione per oppur trent’anni di galera farsi
le tasse, e la sua gente cominciò ad acquistare la crisi, potrebbero esserne stati una della cau- per espiare i suoi crimini immondi.
case, cavalli e castelli che in realtà non poteva se. L´estate scorsa un´indagine della polizia fi-
permettersi. Ma un brutto giorno la bolla di Fio- scale irlandese ha seguito gli arcobaleni partiti Potrebbe far la fine di Sindona
de scoppiò, lasciando tutti più poveri di prima. da Dublino: stranamente finiscono tutti in ban- dopo avere sorbito Illy caffè
Quando san Patrizio sbarcò sull´isola, gli Irlan- che off-shore. Eppure, mentre il popolo dei pic- oppure su un’elettrica poltrona
desi lo scambiarono per un altro promotore fi- coli risparmiatori si torce le mani, i risparmia- finire la carriera da premier.
nanziario e tentarono di sgozzarlo. Quando Pa- tori del Piccolo Popolo tirano un sospiro di sol-
trizio spiegò di essere solo un innocuo evan- lievo. «Mai depositato un centesimo nelle ban- La pena che il Berlusca preferisce?
gelizzatore arrivato lì per caso, furono così sol- che» afferma uno gnomo pensionato «Io li af- Circondato da stuoli di mignotte,
levati che non solo si convertirono subito al Cri- fido alle banshees. Sono molto più credibili». Le la morte per infarto lo ghermisce
stianesimo, ma sottoscrissero con fiducia i suoi banshees irlandesi godono di un´ottima repu- mentre arrapato tutte se le fotte.
derivati «Pozzo di San Patrizio» che promette- tazione, anche se non rispettano il segreto ban-
vano profitti senza fine. Non sapevano che si cario: quando un conto sta per andare in rosso, Milioni d’italiani, brava gente,
trattava dei titoli più tossici d´Europa, nati in lanciano un urlo acutissimo. Fra i servizi offerti vorrebbero punir l’anzian tribuno
antigieniche banche d´oltremare infestate da ai loro clienti, il pagamento delle bollette via assestandogli, delicatamente,
ratti, pulci e analisti di Goldman Sachs. sortilegio, l´assicurazione furto e incendio pro- milion di calci in cul, uno per uno.
vocati da folletti, e una piccola borsa di velluto
BONO DEL TESORO verde in cui c´è sempre uno scellino, molto più
di RobCor Con il boom finanziario e industriale degli anni sicura di una carta revolving. Ultimo, ma impor- CESARE PRANDELLI ROBERTO MARONI
Novanta, l´Isola di Smeraldo aveva raggiunto fi- tante punto a favore delle banshees, l´avvenen- Con le ultime convocazioni della Na- Pur essendo Ministro dell’Interno,
Luigi Arrigoni - Il riporter. Massimo esempio di mobilismo frenetico e statico, sottocorrente del pa- nalmente la prosperità, tanto che gli U2, per po- za del personale allo sportello: «Credetemi» sor- zionale di calcio, il nostro C.T. Cesare esterna continuamente. L’ultima è
radossismo ritrattivo, Il ripoter, un ripensamento su tela datato 14 dicembre, presumibilmente, fissa le ter continuare a presentarsi come la voce di un ride lo gnomo «sono vere e proprie fate». Prandelli ha lanciato un’idea risolutiva contro lo scrittore Roberto Saviano,
linee guida di quelle che saranno poi le caratteristiche pittoriche della continuità di Futuro e Libertà per i problemi del Paese: utilizzare gli che in tv ha parlato d’infiltrazioni ma-
(trullallero, trullallà per la rima). L’artista contemporaneo e preveggente già molti anni prima di questa oriundi, cioè dei finti italiani fatti in Su- lavitose nella Lega, fenomeno peraltro
opera voleva ritrarre il dinamismo frenetico dell’opposizione intestina. Intestina perché cagare, si do- damerica, come la Fiat Palio. Saputa la confermato dall’Antimafia. “Impossi-
manderà? No, intestina in quanto interna alla stessa coalizione, si risponde. E così, detto pittore, si occupa cosa, i Cinesi si sono subito dichiarati bile che uomini della camorra operino
di Ronchi. Il titolo lo mutua dalla professione e dalla pettinatura dello stesso. La forsennata concitazione disponibili a realizzare dei giocatori ta- nel Nord Italia- ha chiarito Maroni- do-
della rappresentazione, invece, dalla vivacità di Futuro e Libertà. La nuova opposizione prima fa poi disfa, roccati per la nostra Nazionale, quasi ve, grazie all’azione del governo ed in
prima lancia un Granata poi promuove un Bocchino. Un movimento frenetico ma alla fine completamente identici a quelli autentici ma a metà particolare della Lega, è praticamente
statico. La grandezza del momento storico trova qui ottima descrizione. prezzo rispetto a quelli realizzati in Ar- impossibile trovare i friarielli e la torta
gentina. Per distinguerli dagli origina- caprese”. Parole dure e inconfutabili,
li, garantiscono a Pechino, il solo mo- la risposta che i Lumbard si aspettava-
do è osservare con estrema attenzione no dall’erede di Bossi. Maroni ha chie-
le cuciture. Qualora si decidesse di al- sto in maniera vibrante di poter inter-
largare ad altri settori la naturalizzazio- venire nel programma di Fabio Fazio,
ne di personaggi d’origine italiana, i per replicare alle calunnie e, con l’oc-
benefici potrebbero essere immediati casione, per interpretare almeno un
ed evidenti: in questo momento, è ve- paio di Canti del Po del Duo di Piadena.
ro, non abbiamo centrocampisti come Qualora Rai 3 decida di non dare sod-
Ledesma, ma non abbiamo neanche disfazione al leader leghista, questi s’è
politici come Rudolph Giuliani, ex sin- detto pronto a rivolgersi alle massime
daco di New York, o Sonia Gandhi, né cariche del nostro Paese: il Presidente di Fulvia
attori come De Niro o musicisti come della Camera, il Presidente del Senato, Abbate
Frank Zappa, tutti con antenati italiani. il Presidente della Repubblica, su su fi-
a un po’ di
L’Oriundo può essere davvero la gran-
de soluzione per i nostri problemi. Ol-
tre che dall’Argentina e dal Brasile, la
no a Bernardo Provenzano. Il Ministro
Maroni ha ragione: il vero, grande pe-
ricolo che l’Italia corre non è che la cri-
Damiche
tempo, le
cercano
nostra Federazione spera di poter con- minalità organizzata s’infiltri nello Sta- in tutti i modi
vocare, col tempo, anche dei calciato- to, ma piuttosto che lo Stato s’insinui di portar-
ri d’origine italiana nati in Padania: la GIULIANO PISAPIA nella Mafia. E’ l’unica Istituzione che mi in un lo-
diplomazia sportiva è già al lavoro. Il nostro Centrosinistra riesce a perde- ancora funziona, qui da noi, cerchia- CORTE D’ASSISE DI BRESCIA cale alla
di Sandra Amurri re anche contro se stesso: ecco il vero mo di salvaguardarla. Ormai è ufficiale: in piazza della Loggia moda, uno di quei posti che, adagio
senso della democrazia. Alle recenti a Brescia, 36 anni fa, esplose una cal- adagio, anche grazie al lavoro mirato
agionamenti fini. Così fini da non lasciare traccia. Li ascol- di uno straordinario pierre, da che era

R
primarie per scegliere il candidato alle daia. Del resto, all’epoca non c’erano
ti e scivolano via come l´acqua che sgorga dal ruscello comunali di Milano, quello che dovrà ancora i controlli obbligatori che ci so- frequentato da pochi zampironi sput-
senza neppure lasciare quel piacevole senso di freschez- affrontare la cotonatissima Letizia Mo- no oggi. I giudici della Corte d’Assise tanati per ragioni storicamente com-
za e pulizia. Fini alla Pici...Jena fa venire in mente i tor- ratti, un raccapricciante film horror è hanno assolto tutti e cinque gli impu- provate, è infine diventato “il posto
tellini. Con la panna. Con il ragù. Per non parlare della mor- stato proiettato di fronte ai vertici del tati, un vivace gruppetto di neofasci- dove andare”, il posto che non ci fai
tadella Fini. Due, tre fette in mezzo a due fette di pane fresco. Partito di Bersani: il pozzo e il Vendola. sti: l’esito del processo è stato deter- neppure caso al fatto che prima, cioè
Che ricordi struggenti quelle soste sugli autogrill Fini. E che Invece del democrat Boeri, infatti, gli minato dall’insufficienza di prove e, fino a qualche anno fa, solo a sentirlo
goduria! Ma vuoi mettere? I tortellini, la mortadella Fini restano nello stomaco almeno il tempo elettori hanno scelto l’ex deputato di nella fase finale, dall’insufficienza di nominare, c’era il serio rischio che le
della digestione. Le parole di Fini sono un lampo, non fai neppure in tempo ad ascoltarle che se Rifondazione Giuliano Pisapia, propo- vergogna. Oltre alla strage di Brescia (8 mestruazioni ti cambiassero di colo-
sono già andate. Volate via. Certo non fanno ingrassare e questo per la Pici...Jena è un vantaggio sto dall’emergente Nichi. Con questo morti e 102 feriti), anche quelle di Piaz- re, tipo verde smeraldo. Il bel locale
mica da ridere. Ma neppure i tortellini e la mortadella fanno ingrassare se poi corri corri corri. straordinario risultato, il Pd ha ottenu- za Fontana, della Questura di Milano, che adesso va per la maggiore, si chia-
Sempre meglio che stare fermi. Fermi. Immobili. A guardare Fini che parla della legalità perduta. to un duplice scopo: presentare un dell’Italicus, della stazione di Bologna ma “Craxi Bar”, lì si chiacchiera, si
Mentre nulla cambia. E tutto va in malora. candidato non condivisibile dall’Udc e del treno rapido 904 rimangono sen- balla e si beve sia il cocktail Martini sia
di Casini e fare quella che Karl Marx, za colpevoli: è giusto, perché in Italia, l’Aperol servito dal cameriere in giac-
nel fondamentale saggio Lavoro sala- in fin dei conti, le stragi le facciamo, ca a quadrettoni da assessore socia-
riato e Capitale, definisce “la figura dei ma senza cattiveria. Molti cittadini, in- lista di Paullo o, perché no, di Fica-
fregnoni”. Peccato che il Partito d’A- spiegabilmente, si sono scandalizzati razzi. Il motto del “Craxi Bar” è “non
zione e il Movimento civico per la ri- per l’applicazione, anche nel procedi- pensarci, dai!” O anche “tu, stronza,
valutazione della ceramica non abbia- mento giudiziario in questione, del se- sì”. Il top del divertimento messo a
no presentato i loro uomini di punta in greto di Stato, che vedono come qual- disposizione ai frequentatori del
queste primarie, altrimenti lo scontro cosa di losco e di misterioso, mentre “Craxi Bar” è di scoreggiare dentro
sarebbe stato ancora più avvincente. A invece si tratta di una procedura del una Porsche 911 “Carrera”, i finestri-
questo punto, una sola strategia rima- tutto lineare, onesta e chiara: segreto ni debitamente sigillati, intanto che a
ne da tentare ai brillanti dirigenti del di Stato, per quanto riguarda le tante tutta velocità si avanza verso il vicino
nostro principale Partito d’opposizio- stragi irrisolte, significa semplicemen- posto di blocco della Guardia di Fi-
ne: invitare con tutte le loro forze gli te mantenere a tutti i costi il segreto su nanza. Dal “Craxi Bar” infatti si esce
elettori a non votare per il candidato chi è stato. Smettiamola con la dietro- sempre pieni di risorse, senza più re-
che presentano. Hai visto mai dovesse logia, a meno che non si tratti di com- more, il “Craxi Bar” è il posto per te.
funzionare… mentare al bar il culo della cassiera. www.teledurruti.it
pagina VIII Domenica 21 novembre 2010

Martedì 16 novem- che è par condicio: Saviano ha fatto in-


bre cazzare sia la camorra che il Ministro del-
- Fare tanto sesso fa be- l’Interno.
ne. Sono gli ormoni gli - Barbara Berlusconi sostituirà il padre al
elisir di lunga vita. Allora Milan. Entusiasmo negli spogliatoi.
mi sa che c’ho già un piede Giovedì 18 novembre
nella fossa. - RAI: Masi sfiduciato da 1400 giornalisti,
- Di Pietro apre al dialogo col ha dichiarato: “Altro che USIGRAI, ci vuole
FLI: “Ok a un Governo tecnico, che non ben altro per intimorirmi”. Per esempio
duri più di 90 giorni”. Praticamente un Go- una telefonata di Berlusconi…
verno Prodi. - Statue restaurate a Palazzo Chigi: a quel-
- La Nasa ha annunciato: “ Il buco nero più la di Marte è stato ricostruito anche il pe-
giovane ha solo 30 anni”. Veramente io ne ne. E poi dicono che per i beni culturali non
conosco uno che ne ha appena compiuti si fa mai un cazzo.
18. - Dai dati dell'ultimo sondaggio Demos,
di Dario Vergassola che fosse il proprie- Mercoledì17 novembre diminuisce la popolarità del Premier e sale
e Marco Melloni tario di Mediaset. - Il Presidente Napolitano ha convocato quella di Vendola. Come dire: Meglio es-
- Ferrari: Nonostante partisse con 8 punti Fini. E chi si crede di essere, Fabio Fazio? sere gay che Berlusconi.
Sabato 13 novembre di vantaggio, Alonso riesce comunque a - Maroni furioso con Saviano. Questa sì Venerdì 19 novembre
- Bersani:“Senza il PD non c’è alternati- perdere il titolo mondiale per un cla- - Antonio Iovine si difende, dicendo: “Non
va.” Qualcuno che perde le elezioni ci vuo- moroso errore di strategia. Sarebbe sono il boss che raccontano in TV”. E
le. un perfetto candidato del PD. chiede diritto di replica nel pro-
- Nel suo primo discorso, Aung San Suu Kyi Lunedì 15 novembre gramma di Fazio e Saviano.
ha detto: “Non perdete la speranza per - Governo: Si sono dimessi i futu- - Napolitano: “Vitale soste-
un futuro migliore”. E’ stato bello da parte risti. In polemica con le cubiste. nere la cultura”. O perlome-
sua rivolgere un pensiero anche all’Italia. - In Germania, una giornalista si no puntellarla.
- Baggio premiato dai Nobel per la pace. offre al Presidente Wulff per una - RAI: Il Direttore Generale Misfatto numero 39, 21 novembre 2010
“Speravo lo dessero a me”, ha commen- notte di sesso, in cambio di un NO Masi, ha ordinato un’indagi-
tato, deluso, Cassano. al nucleare. Niente di strano, in Ita- ne interna su Minzolini, che La copertina è di: Gianni Burato
Domenica 14 novembre lia alcuni giornalisti danno il culo per in un anno avrebbe speso 64 I cartelli di: theHand
- Berlusconi vorrebbe sciogliere solo una molto meno. mila euro con la carta di cre- La Daniela Santanché a pag I è di: Donald Sof-
Camera. Ha scambiato il parlamento per - Dopo gli attacchi di Calderoli a dito aziendale. Sai com’è, non fritti
un Bed & Breakfast. Montezemolo, la Ferrari annuncia dando le notizie, ti rimane un
- Berlusconi attacca nuovamente la RAI. provvedimenti. Su tutti i suoi modelli sacco di tempo libero per lo Ci leggiamo fra sette giorni. Per tutte le
Se non sapessi che lui è il Premier penserei saranno aboliti i cerchi in Lega. shopping! segnalazioni scriveteci a:
redazione@ilmisfatto.it

LA METAMORFOSI 3 - VIENI VIA CON LUI di Stefano Disegni


Domenica 21 novembre 2010 pagina 11

CRONACHE

PER IL GOVERNO
del Lavoro e delle Politiche so-
ciali si legge: “...nessuna norma
di legge abilita il Comune a ge-
stire il servizio relativo alle di-
chiarazioni anticipate di trat-
tamento...”.

NON SI PUÒ IN LINEA generale, occorre


considerare che la materia del
“fine vita” rientra nell’esclusiva
competenza del legislatore na-
zionale e non risulta da questi re-

MORIRE IN PACE
golata. É d’accordo con questa
circolare l’onorevole Isabella
Bertolini della direzione nazio-
nale del Pdl che ieri ha esultato:
“La circolare del ministero sbu-
giarda la propaganda della sini-
stra, tesa ad introdurre in Italia
Dichiarati “illegittimi” i registri non solo quello che non è pre-
visto e regolamentato dalla leg-
ge, ma anche quello che è vieta-
comunali con le volontà dei cittadini to”. La deputata con grande
“senso dell’opportunità” con-
clude la sua dichiarazione dicen-
di Roberta Zunini volta gli schieramenti hanno ne- lute. Sembrerebbe piuttosto una do che “su questa pagliacciata
cessità di marcare il territorio”. mossa per accontentare una par- ideologica va messa una pietra
a settimana si è aperta con La legge sulle disposizioni anti- tombale”. Purtroppo c’è chi ha

L
te della gerarchia ecclesiastica”, Il blocco della legge
la critica di Avvenire a Ro- cipate in materia di fine vita è Della Vedova sostiene che quan- sul testamento dovuto scegliere davvero di met-
berto Saviano per aver ri- pronta dal luglio scorso – scan- do il ddl approderà in aula, i de- biologico visto tere una pietra tombale sulla
cordato i percorsi tormen- disce il senatore Pd Ignazio Ma- putati del Fli voteranno secondo da Marilena Nardi propria esistenza perchè di-
tati ma sempre nel solco della le- rino – il fatto è che questa legge ventata insopportabile.
galità di Beppino Englaro e di il governo del “fare” non la vuo- Era Luca Coscioni che
Piergiorgio Welby, allo scopo di
affermare il diritto all’autode-
le fare. Non gli conviene, è un
argomento troppo spinoso in
In 72 città si possono spese pubblicamen-
te gli ultimi anni del-
terminazione del malato. La set-
timana si chiude con una circo-
questo momento. Ma noi a que-
sto punto chiederemo che ven-
depositare le intenzioni la sua breve vita
combattendo per il
lare dei ministri Maroni, Fazio e ga subito calendarizzata la vota- diritto all’autode-
Sacconi che definisce “illegitti- zione alla Camera. Del resto così La legge nazionale terminazione del
mi” i registri comunali, istituiti non è più possibile andare avan- malato, il premio
dallo scorso anno in settanta- ti: la legge non si fa, i registri co- sul testamento biologico Nobel Josè Sarama-
due città, per raccogliere le vo- munali che dovrebbero in parte go quando morì gli
lontà dei cittadini sul fine vita, in arginare questo vuoto legislati- è bloccata alla Camera dedicò queste pa-
assenza di una legge nazionale vo e dare la possibilità ai citta- role: “Purché la lu-
che lo regoli. dini di esercitare il proprio di- ce della ragione e
Il disegno di legge sulle dispo- ritto all’autodeterminazione, coscienza. Ribadisce però che la contenuto delle dichiara- del rispetto umano
sizioni anticipate o testamento neanche. Il fatto è che questo cosa migliore sarebbe una “soft zioni anticipate di volon- possa illuminare i
biologico però è ultimato ma è governo oggi non è in grado di law”, una legge morbida che la- tà”, con i quali si riempie tetri spiriti di colo-
fermo da mesi e non sembra sul decidere nulla”, conclude Mari- sci al codice di deontologia me- “un vuoto di tipo ammini- ro che si credono an-
punto di sbloccarsi. Mancano no. Insomma non decide ma si dica, il compito di regolare una strativo”. cora, e per sempre, pa-
ancora alcuni pareri e sembre- oppone ai registri comunali, na- materia così delicata, che do- droni del nostro desti-
rebbe che lo stesso presidente ti sulla base di iniziative popo- vrebbe essere maneggiata solo IL DOCUMENTO firmato dai no. Attendevamo da tem-
della Camera Gianfranco Fini lari. na. dai diretti interessati assieme ai ministri dell’Interno, della Salu- po che si facesse giorno,
avesse sollecitato il parere della medici e semmai ai familiari. Ieri te e del Welfare minaccia azioni termina- eravamo sfiancati dall’atte-
presidente della Commissione “DI CERTO non si può pensa- si sono espresse varie associazio- legali contro chi promuova i re- zione. “In uno stato liberale è sa, ma ad un tratto il coraggio di
Giustizia, Giulia Bongiorno. re che questo documento con- ni che hanno promosso il ricor- gistri, per “uso distorto di risorse proibito ciò che è vietato dalla un uomo reso muto da una ma-
Il nodo insolubile rimane l’ob- tro i registri comunali risponda so ai registri. Secondo Libera umane e finanziarie”. Il radicale legge. É dunque legittimo per un lattia terribile ci ha restituito un
bligatorietà o meno dell’alimen- al volere della maggior parte de- Uscita, “il Comune che istituisce Marco Cappato che è stato tra i comune aiutare i propri cittadini nuova forza”. Dobbiamo augu-
tazione e idratazione artificiale. gli italiani – sostiene l’Onorevole il registro dei testamenti biologi- promotori della raccolta di firme a vedere rispettata la libertà di rarci un altro malato si faccia ca-
In realtà è un disegno di legge Benedetto Della Vedova, viceca- ci non deborda in nessun modo per l’istituzione dei registri co- autodeterminarsi, anche se ciò rico di ricordare alle istituzioni il
che, per i suoi contenuti sensi- pogruppo dei finiani alla Camera da quelle che sono le sue com- munali sostiene che non ci sono implica le spese di cancelleria e il diritto all’autodeterminazione
bili, conviene tener insabbiato. – i cittadini non vogliono che sia- petenze”. I registri, spiegano, so- leggi che impediscano l’utilizzo lavoro di un impiegato comuna- della persona sancito dal diritto
Pronto per venire ripreso e usa- no i ministri, i legislatori, i giu- no “semplici atti amministrativi” dello strumento dei registri co- le”. internazionale oltre che dall’ar-
to strumentalmente ogni qual dici a decidere della propria sa- che “non entrano nel merito del munali per esercirtare l’autode- Nel comunicato del ministero ticolo 32 della Costituzione?

LE POLEMICHE SULLO SCRITTORE

SE IL NEMICO DIVENTA ROBERTO SAVIANO


praticati in modo spietato, ma visive, partecipazione ai processi il potere”. rare le polemiche strumentali è
anche come redditizie attività “caldi”, sostegno a magistrati e for- A fronte di queste parole, stupirsi dunque “riciclaggio”. La ripulitura
economiche che – utilizzando ze dell’ordine –testimonianza coe- 30 anni dopo delle infiltrazioni al del denaro sporco mediante inve-
“necro-euro” intrisi di violenza e rente e continua del suo impegno. Nord (magari dopo l’ennesimo al- stimenti in attività apparentemen-
sangue – si insediano ben oltre i Per questo corre concreti pericoli larme della DIA) è davvero impos- te lecite riguarda principalmente
confini di stretta operatività del- e deve vivere perennemente sotto sibile. Sarebbe come stupirsi che le aree più ricche (o meno colpite
l’organizzazione criminale. scorta. la pioggia bagna. Anzi, 30 anni do- dalla crisi) del nostro Paese, Nord
A ben vedere, niente che già non Ma se le riflessioni di Saviano – nel po le parole di Dalla Chiesa vanno in testa. Perché il denaro sporco –
si potesse sapere. Da anni gli stu- merito – non sono nuove, si fa fa- certamente moltiplicate molte se riciclato là dove ne circola mol-
di e le cronache di mafia condotti tica a capire il perché delle furi- volte, perché più facile è diventata to – più facilmente può mimetiz-
in termini non di banalizzazione bonde polemiche che lo hanno in- la circolazione di persone, beni e zarsi e quindi a queste aree sarà “lo-
folkloristica offrono materiale vestito in questi giorni. Salvo tro- denaro, incentivando così anche gicamente” indirizzato (se io ma-
imponente a riscontro della tesi vare in esse conferma che in Italia, quell’espansività che la mafia ave- fioso investo in un deserto, facile
secondo cui non vi sono – nel in alcuni ambienti, il vero peccato va già nel suo DNA. che mi becchino subito….). Certo
nostro Paese – zone franche ri- non è il male, ma raccontarlo, per- i mafiosi fan di tutto per non farsi
spetto al pericolo di infiltrazioni ché certi affari amano il silenzio. La fine del notare, così che il riciclaggio vada
mafiose. Sottolineando concor- Del resto, quel che sostiene Savia- denaro sporco a buon fine. Ed è perciò arduo in-
demente come il baricentro del no a proposito di infiltrazione del- dividuare i loro investimenti. Tan-
Roberto Saviano (FOTO LAPRESSE) problema vada situato proprio le mafie al Nord, fra i tanti preziosi to più che spesso non si vuol ve-
sul versante “grigio” delle attività precedenti ne ha uno autorevolis- IL PORTAFOGLIO dei mafiosi dere, perché “pecunia non olet” e
di Gian Carlo Caselli economico-finanziarie delle or- simo. ogni giorno si gonfia grazie a mille gli affari sono affari.
ganizzazioni criminali. In un’intervista a Giorgio Bocca traffici illeciti (armi-droga-rifiuti, Ma fare come gli struzzi e nascon-

Sre fatimo Saviano da sempre. Anni


ebbi occasione di presenta-
“Gomorra” a Pescara (quando
Il merito
del 10 agosto dell’82 il prefetto
Dalla Chiesa sosteneva: “La mafia
ormai sta nelle maggiori città ita-
appalti truccati e quant’altro) ma è
denaro sporco che va ripulito. Ed è
proprio per riciclare che l’impresa
dere la testa sotto terra è davvero
troppo: per di più se si attacca chi
(come Saviano) si ostina ad occu-
dell’autore
in pratica ancora pochissimi co- liane dove ha fatto grossi investi- criminale sempre più si trasforma parsi del problema con rigore
noscevano il libro ed il suo au- menti edilizi, o commerciali e ma- in impresa economica, dando vita osando l’inosabile: cioè esplorare
tore) e lo “raccomandai” con for- IL MERITO di Saviano è di essere gari industriali. A me interessa co- ad una “economia parallela” che si il lato più nascosto del potere ma-
za al pubblico presente. Il mio riuscito a comunicare tutto questo noscere questa ‘accumulazione insinua ovunque, con andamento fioso, quello che si vorrebbe tene-
giudizio è stato poi confermato – in modo letterariamente godibi- primitiva’ del capitale mafioso, costantemente in crescita. Chi po- re fuori di ogni scena pubblica.
dallo straordinario successo edi- lissimo e quindi con grande effica- questa fase di riciclaggio del dena- lemizza con Saviano – allo-
toriale e dai mille apprezzamenti cia – al grande pubblico (soprattut- ro sporco, queste lire rubate, ra – è come se polemizzas-
che ho raccolto in giro: un’opera
che appassiona, che piace so-
to, ripeto, ad un’infinità di giova-
ni), spazzando via una serie di luo-
estorte che architetti o grafici di
chiara fama hanno trasformato in
se con Carlo Alberto Dalla
Chiesa. Ha senso? No, an-
“Non si può nascondere
prattutto ai giovani e li “cattura”,
anche quelli – e sono davvero
ghi comuni, equivoci e sottovalu-
tazioni che fanno il gioco della ma-
case moderne o alberghi o risto-
ranti à la page. Ma ancor più mi in-
che perché, in un Paese do-
v’è diffusa l’attitudine a pie-
la testa e non vedere
tanti – che di solito pensano a fia e ne rafforzano costantemente teressa la rete mafiosa di controllo, garsi di fronte ad ogni for-
tutt’altro; un’opera di alta divul- il potere. Per questo la mafia lo che grazie a quelle case, imprese e ma di potere, c’è il forte ri- chi si ostina ad esplorare
gazione (l’accento va su “alta”), odia e gliel’ha giurata. Anche per- commerci magari passati a mani schio che chi ha la schiena
che ha il merito di parlare della ché Saviano non si è “limitato” a insospettabili e corrette, sta nei dritta finisca per diventare il lato nascosto
mafia (la camorra dei Casalesi) scrivere un libro, ma offre – con ar- punti chiave, assicura i rifugi, pro- un “bersaglio migliore”.
non solo come orrore e violenza ticoli di giornale, trasmissioni tele- cura le vie di riciclaggio, controlla La parola chiave per supe- del potere mafioso”
pagina 12 Domenica 21 novembre 2010

CRONACHE

N
PADERNO, HARUN “CHE LAVORAVA COME AEROCLUB TREVISO
Rimossa la scritta
in stile Auschwitz

UN CANE” SECONDA VITTIMA DEL ROGO E’ stata rimossa ieri


dall’ingresso
dell’Aeroclub di Treviso
l’insegna in tedesco “Il
Volo rende liberi”, che
L’operaio albanese, 3 figli, era arrivato in gommone nel 2001 copiava anche nella
forma quella del campo
di sterminio di
Auschwitz. Sono stati
sita a suo marito. “C’era da avesse tutte le necessarie au- gli stessi appartenenti
fare il visto – spiega Adrian – torizzazioni, se le norme di all’aeroclub a toglierla.
io le ho dato una mano, ma sicurezza fossero rispettate e L'Enac ieri, dopo il coro
c’è voluto un po’ di tempo”. se i lavoratori della coopera- unanime di reazioni
Majlinda non lo vedeva da un tiva esterna avessero la ne- sdegnate, ne aveva
anno, Harun, che l’estate cessaria formazione per svol- chiesto l’immediata
scorsa non era riuscito a tor- gere attività a rischio. Per ora rimozione.
nare in Albania come gli altri sono finiti nel registro degli
anni. “I soldi erano pochi – indagati con l’accusa di omi-
spiega Adrian, in un italiano cidio colposo il titolare della
stentato – ci sarebbe andato a Eureco Giovanni Merlino e,
Natale. Non vedeva l’ora”. come proprietario della Tnl,
Ma Harun non ce l’ha fatta. Adrian Zeqiri. Che si difende:
Le ustioni erano troppo gra- “Non mi sono accorto di pos-
vi, sul 70 per cento del cor- sibili pericoli. Non so bene
po. Era in coma farmacolo- che materiali fossero stoccati
gico al Cto di Torino, intu- alla Eureco, ma mio zio Ha-
bato e tenuto in vita dalla run non aveva paura di lavo-
ventilazione artificiale. rare là”. Dei quattro feriti an-
cora ricoverati al Niguarda di PENSIONI
ERA UN IMMIGRATO Milano, tre restano gravi. Lot-
regolare Harun, grazie alla sa- ta tra la vita e la morte Sal- Sale l’età:
natoria del 2002. Al lavoro ci vatore Catalano, 55 anni. assegno a 61 anni
andava a piedi. L’Eureco non Leonard Sheu, 37 anni, è in

di Luigi Franco
La fabbrica Eureco di Paderno Dugnano nel cui rogo sono già morti due operai (FOTO LAPRESSE)

Lulzim, anche lui di origini Harun, non conosce la nostra


è lontana dal piccolo appar-
tamento a Senago, dove vi-
veva con Nabil, egiziano di
terapia intensiva e Erjon Ze-
va, di 29, è in prognosi riser-
vata: anche loro venuti dal-
D al 2011 i lavoratori
dipendenti
conseguiranno il diritto
albanesi: “Facevamo questa lingua. E’ arrivata in Italia ie- 50 anni, anche lui dipenden- l’Albania. Per lavorare in Ita- alla decorrenza del
avorava come un cane. vita di merda da sette anni. te della Tnl. Erano insieme lia, come Harun. trattamento

L
ri, per la prima volta: Harun
Faceva tutto quello che Tutto il giorno in mezzo alle aveva presentato le pratiche nel capannone il 4 novem- pensionistico di
gli ordinavano di fare, vernici. Nella puzza. Harun per il ricongiungimento fa- bre, quando un gruppo di anzianità e vecchiaia
in mezzo alla merda”. I
singhiozzi spezzano le paro-
era un bravissimo operaio”. miliare un anno fa, ma aspet-
tava ancora una risposta.
operai stava lavorando attor-
no a dei recipienti di solventi
La moglie dopo 12 mesi dalla data
di maturazione dei
le di Lulzim Shuli, mentre ri-
corda il suo collega Harun
ERA ARRIVATO in Italia
alla fine del 2001, con uno
“Appena atterrata a Malpen-
sa, Majlinda mi ha abbraccia-
e idrocarburi. Poi lo scoppio.
Una violenta esplosione che
Majlinda è requisiti anagrafici e
contributivi. Chi quindi
Zeqiri, l’operaio albanese di
44 anni morto ieri, dopo 16
dei tanti gommoni approdati
sulle rive della Puglia. Aveva
to. Poi in auto non smetteva
di piangere”, racconta
ha coinvolto una bombola di
acetilene, una di gpl e diversi
atterrata solo ieri li matura a 60 anni potrà
ricevere la pensione
giorni di agonia per le ustio- lasciato il suo lavoro nel com- Adrian Zeqiri, nipote di Ha- bidoni di vernice. Ancora re- solo raggiunti i 61. Gli
ni riportate nell’esplosione mercio di vestiti usati. La sua run e suo datore di lavoro, sta da chiarire cosa davvero perché “c’era uomini che non hanno i
alla Eureco di Paderno Du- famiglia era rimasta a Peqin, come titolare della Tnl, la abbia dato l’innesco. Il pm requisiti contributivi
gnano, comune a nord di Mi- una sessantina di chilometri cooperativa che aveva in ap- della procura di Monza Ma- da fare il visto” per l'anzianità e devono
lano. E’ la seconda vittima: da Tirana: due figlie, che oggi palto alcune attività all’inter- nuela Massenz conduce le in- aspettare l’età di
Sergio Scapolan, un altro dei hanno 20 e 22 anni, un figlio no dei capannoni della Eure- dagini per capire se la Eure- Non si vedevano vecchiaia (65 anni)
sette feriti, si è arreso il 13 di 18. E la moglie, Majlinda: co. Non è riuscita a venire co, che si occupa di smalti- usciranno quindi a 66 (i
novembre scorso. Continua cinque anni più giovane di prima Majlinda, per fare vi- mento di rifiuti pericolosi, da un anno dipendenti mentre per
gli autonomi ce ne
vorranno 66 e mezzo).
Una vita nei festival Le nuove regole di fatto
cancellano la pensione

Ettore, l’esperto in carrozzina di anzianità per le


donne lavoratrici del
settore privato che
potranno uscire dal
di Nando Dalla Chiesa glio avrebbe dovuto essere nematografici, dove ha co- mente richieste di recensio- lavoro dopo i 60 anni,
compensato delle impari op- nosciuto i fratelli Taviani. ni volanti. Perché l’amico ri- età già prevista per la
vabbè, sia il benvenuto portunità della vita regalan- “Ma quello è Ettore”, è capi- trovato ora collabora con pensione di vecchiaia.
Esentimenti
De Amicis, perché i buoni
in questa storia
dogli il più possibile lo studio
e la frequentazione dell’am-
tato di sentire esclamare con
gioia da Marco Risi o Ettore
“Quarto potere”, il giorna-
le on-line nel quale riversa da IL DONO DEL PAPA
c’entrano. Ma c’entra soprat- biente più amato. Non solo la Scola o Carlo Verdone, let- anni le sue competenze e la
tutto che Ettore è un lottato- sala cinematografica, ma tut- tore attento, quest’ultimo, sua sensibilità di spettatore Ettore Calvello con Willem Dafoe Un tartufo alla
re tosto, un intellettuale di ti i momenti magici, di fama della sua tesi di laurea. Un speciale. “Il mio regista pre- mensa Caritas
trentanove anni che non si è mondiale o di nicchia, della giorno Enrico Vanzina gli ferito? Diciamo che il mio ca boia che può fare un set-
fatto schiantare dai suoi pro-
blemi di abilità fisica. Da quel
vaccino antipolio che a un
storia del grande schermo.
I festival, le rassegne, i luoghi
in cui il cinema si vede, ma si
ha dedicato pubblicamente
il premio ricevuto a Saint
Vincent. Mentre una volta,
cult è Dario Argento, per
me il suo cinema è fonda-
mentale.
tantenne e la ironica compli-
cità di Benigni che prende
in braccio Berlinguer.
R isotto, pasta al
forno, carne etanto
tartufo bianco. E’ il
anno lo ha condannato a una vedono dal vivo anche i suoi vedendolo arrivare, Mino Il suo è il genere che mi ap- Da due anni Ettore è stato no- menù particolare e
forma spastica senza rime- protagonisti. Da più di ven- Monicelli ha piantato tutti in passiona di più, ho nel com- minato membro di giuria molto ricercato che i
dio, quasi tutti i movimenti t’anni, da quando se lo por- asso per andare a salutarlo, puter diversi soggetti noir in un festival cinematografi- cuochi della Caritas
fuori controllo. E ha ugual- tavano alle Grolle d’oro di lasciando i giornalisti a inter- scritti da me, spero prima o co internazionale. Al Terra hanno preparato oggi
mente coltivato con ostina- Saint Vincent. rogarsi su chi fosse quel ra- poi di realizzarli. Ma se pos- di Siena, diretto da Maria per gli ospiti delle
zione la vera, grande passio- Non ci si può sbagliare. Gli gazzo così importante. so, vorrei parlare di Corso Pia Corbelli. Pare che vo- Mense con il prezioso
ne della sua vita: quella del amici sanno che quando Dopo i festeggiamenti e gli Salani, un amico che non c’è gliano chiedergli di entrare tartufo donato all’ente
cinema. Giorgio e Vera si assentano abbracci registi, attori, orga- più, ha recitato anche nel in giuria anche in un altro fe- da Papa Benedetto XVI.
Se la porta dietro da ragazzo, da Milano non è perché siano nizzatori, hanno incomincia- Muro di gomma. Lo ammira- stival importante. Riceve bi- Lo comunica, in una
dall’università, una laurea in in vacanza. Semplicemente to anche a chiedergli pareri. vo molto, se ne è andato gio- glietti e messaggi di compli- nota, l’ufficio stampa
lettere alla Cattolica con tesi hanno accompagnato Ettore Ad avvicinarsi a lui alla fine vane, è stato un attore impor- menti da registi e attori. E della Caritas spiegando
su Ugo Tognazzi. Anche se a un festival. Venezia, ci del film. Che ne pensi Ettore? tante ma soprattutto un gran- scrive per la sua rivista go- che il Santo Padre ha
ha la parola difficile, che solo mancherebbe. Ma anche Ettore dà i suoi giudizi, tra- de documentarista, un regi- dendosi questa svolta della voluto condividere con i
una lunga frequentazione Courmayeur. O Taormina dotti con il solito soffio da sta raffinato e sensibile”. vita con un pizzico di orgo- poveri di Roma
rende decifrabile all’istante. o Locarno o Torino. O Giorgio e Vera. Le domande Ormai alle rassegne gli spet- glio. Sfodera la sua risata im- l’omaggio a lui fatto di
Altrimenti ha al suo servizio Cannes. O Bari. Arrivano al- di pura cortesia di una volta ta quasi un posto d’onore. provvisa e contagiosa. un prezioso tartufo
due interpreti senza eguali, le prime dei film in gara co- sono diventate progressiva- Giorgio quando vede l’acco- Dalla passione che doveva bianco d’Alba di circa
Giorgio e Vera, ovvero padre me accompagnatori. Con- glienza rivolta a Ettore pensa aiutarlo a sopportare meglio un chilo.
e madre. Che con levità tra- tenti della sua contentezza. che forse il mondo del cine- l’irriconoscenza della vita “Un gesto di amore e di
ducono quel che Ettore vuol
dire al suo interlocutore, ag-
Lo hanno fatto un anno, poi
un altro, e un altro ancora; e
E’ diventato ma non è poi così canaglia e
cinico come si dice. E rivà al-
sta nascendo un nuovo criti-
co della cinematografia ita-
attenzione del nostro
Vescovo verso i più
giungendoci un soffio di vo-
ce che evapora all’istante: i
altri dieci e vent’anni. Nel
frattempo gli attori e i registi
il critico le migliaia di volte che l’amo-
re del genitore si è riassunto
liana (“sottovalutata”, dice)
“anche se personalmente
disagiati - afferma il
direttore della Caritas,
film che ha visto, gli ultimi fe-
stival, quale attore, quale re-
hanno imparato a riconosce-
re l’esperto in carrozzina.
cinematografico nel gesto di prendere in brac-
cio il figlio e accomodarlo in
credo d’aver fatto ancora po-
co di quello che mi son pre-
monsignor Enrico
Feroci - per ribadire la
gista, quale scena, perfino le Perché da un certo punto in macchina e ritirarlo fuori e ri- fisso, cioè lavorare come re- sua vicinanza a quella
sfumature di ironia che lui fa poi Ettore ha iniziato ad ar- di “Quarto metterlo sulla carrozzella. gista o sceneggiatore”. Gior- parte della città che
lampeggiare dagli occhi con rivare con l’accredito di gior- Agli otto interventi chirurgi- gio e Vera se lo osservano soffre”. Il menu verrà
genio irriverente. nalista per questa o quella te- potere”, tra ci. O alle volte che ha salito gongolanti. “Non montarti la servito, a partire dalle
Giorgio, ex dirigente di ban- stata, questo o quel sito di con lui le scale della metro- testa”. E’ vero, sembra la clas- ore 11.30 nella Mensa
ca, e Vera hanno asseconda- settore. Si è fatto le ossa pro- i suoi amici Risi, politana milanese (causa sica storia a lieto fine. E’ ve- “Giovanni Paolo II” a
to la sua passione. Priorità as- prio a Saint Vincent, due ascensori rotti o inesistenti) ro, c’è profumo di De Ami- Colle Oppio, in via delle
soluta. Hanno deciso che il fi- corsi intensivi per critici ci- Scola e Verdone tenendolo in braccio, la fati- cis. E allora? Preferite Ruby? Sette sale n. 30.
Domenica 21 novembre 2010 pagina 13

ECONOMIA

La
I BANCARI COME proposta
di Passera,

GLI OPERAI FIAT l’arte


contro
la crisi
Le reazioni dei sindacati
pple ormai capitalizza
allo scioglimento del Fondo di solidarietà “A più di Microsoft, l’e-
stetica batte la funzionali-
tà. Forse siamo a un nuovo
di Giovanna Lantini dustria con l'atteggiamento vo- to e prepensionato oltre 27mila Rinascimento, e dobbia-
lenteroso di chi è intenzionato a persone. Più dell'equivalente dei mo approfittarne subito: il
opo i metalmeccanici, la contribuire al benessere della dipendenti che la Fiat contava mondo ha fame di Italia”.

D prova del contratto è arri-


vata anche per i bancari e
si preannuncia piuttosto
infuocata. Del resto le prime av-
visaglie erano già arrivate du-
collettività attraverso la ricerca di
una soluzione condivisa per il sal-
vataggio delle piccole e medie
imprese ancora incagliate nella
crisi. La motivazione lasciata tra-
nel 2009 mettendo insieme gli
stabilimenti di Termini Imerese,
Mirafiori, Pomigliano, Melfi e
Cassino. E su un totale di occupa-
ti attuali di circa 340mila persone
Giuliano Da Empoli, asses-
sore alla cultura di Firenze,
scalda così la monumenta-
le Sala dei Cinquecento di
Palazzo Vecchio. Occasio-
rante tutto il 2010 sotto forma di pelare è che la gestione del Fon- secondo i dati dell'Abi, che a sua ne, ieri, la chiusura del Flo-
deroghe “eccezionali” sparse do che dal 2000 a oggi ha garan- volta nei giorni scorsi ha annun- Giuseppe Mussari, il più giovane presidente dell’Abi (FOTO EMBLEMA) rens 2010, settimana di ri-
qua e là all'interno di accordi tito il prepensionamento a circa ciato una sessantina di esuberi, il flessioni sul sistema nazio-
che hanno visto coinvolti i prin- 30mila lavoratori del settore, è di- 13% circa dei suoi dipendenti. di ottobre. Seguono Intesa a quo- l'andamento dei tassi che sta ri- nale dei beni culturali pro-
cipali istituti di credito, Intesa ventata troppo onerosa e non più ta 6.231, Mps con 3.500 uscite al- ducendo a un lumicino i margini mossa da Assindustria To-
SanPaolo e Unicredit, con l’aval- adeguata alle necessità del siste- 16mila dipendenti cune ancora in corso, Bnl con delle banche, come hanno evi- scana con il supporto del
lo di buona parte delle sigle sin- ma. Sull'onerosità pesa il recente tagliati 2.600, Ubi con 2.225 e il Banco denziato le ultime trimestrali e centro studi Ambrosetti.
dacali. annullamento dello sconto del Popolare con 1.117 cui da gen- come sottolineato dal Fatto il 13 Che ha sfornato un rap-
50% sulle tasse che gravano sugli naio dovrebbero aggiungersi al- novembre scorso, le cose non porto ad hoc: “L’economia
La Confindustria assegni di prepensionamento. NEL DETTAGLIO, i tagli nelle tre 500 teste. È con queste pre- sembrano girare molto bene. dei beni culturali e am-
delle banche Molto più economico, invece, due superbanche per definizio- messe che gli istituti si sono pre- bientali, una visione siste-
cercare di ottenere la cassa inte- ne, Intesa e Unicredit, si aggirano sentati venerdì al tavolo per la ri- E le famiglie mica e integrata”. Ovvero
grazione, obiettivo non nascosto complessivamente intorno ai forma del Fondo e martedì do- sono indebitate ciò che manca al nostro
E ORA che si sta per aprire la ne- dell'Associazione guidata da Giu- 16mila dipendenti. Record asso- vrebbero presentarsi a quello del Paese per mettere a reddi-
goziazione per il rinnovo del con- seppe Mussari. Meno chiare le luto quello dell’istituto fino a una rinnovo del contratto. E con to il comparto.
tratto, la Confindustria delle ban- motivazioni dietro al concetto di manciata di settimane fa guidato un'ambizione: comprimere an- INTANTO le famiglie italiane
che, l'Abi, ha giocato d'anticipo inadeguatezza, a meno che non si da Alessandro Profumo, che dal cora i costi, anche perché sul sono sempre più a rischio so- tatistiche alla mano, dal
alzando la posta con l'annuncio
ai sindacati dello scioglimento
riferisca al fatto che allo stato at-
tuale i prepensionamenti all'in-
2007 a oggi ne ha mandati a casa
9.800, cui vanno ag-
fronte della redditività, complice vraindebitamento, come recen-
temente sottolineato da Bankita-
Sinvestito
1990 al 2005 l’Italia ha
sempre la stessa
unilaterale del Fondo di solidarie- terno della popolazione bancaria giunti i 3mila pro- lia a fronte di debiti saliti del 20,8 percentuale di Pil nel set-
tà, l'ammortizzatore dei bancari
autofinanziato da istituti e dipen-
potrebbero essere sempre più
difficili, visto l'abbassamento del-
grammati per il pros-
simo triennio, non
L’Abi alza la posta per cento tra luglio 2009 e luglio
2010, mentre i grandi clienti, co-
tore (l‘1,6 per cento) no-
nostante sia ormai sicuro
denti. Una mossa che potrebbe
riguardare tutta la collettività da-
l'età media dei lavoratori. Nume-
ri alla mano, infatti, secondo i dati
senza qualche dero-
ga al contratto nazio-
ora che si sta per me i piccoli, faticano a ripagare i
debiti, con il caso del gruppo Li-
che 100 euro di incremen-
to del Pil nel business cul-
to che, se dovesse realmente con- raccolti dalla Fabi, soltanto negli nale, come denun- gresti che è solo l'ultimo di una turale ne attivino 249 nel
cretizzarsi, sposterebbe sui con- ultimi tre anni, cioè dall'epoca ciato da una piccola aprire la negoziazione lunga serie di incubi ricorrenti sistema economico, di cui
tribuenti il peso di eventuali nuo- delle grandi fusioni che avrebbe- parte dei sindacati per le banche, ma farli fallire si- 75 nell’industria. Insom-
vi esuberi di un settore che, pro- ro dovuto migliorare la competi- che si sono chiamati per il rinnovo gnificherebbe rischiare un peri- ma l’arte si mangia e rende
prio in questi giorni, si è invece tività del sistema, le principali fuori dal coro che ha coloso effetto domino. Quindi pure bene, basta organiz-
presentato al tavolo della Confin- banche italiane hanno pensiona- benedetto l’accordo del contratto non rimane che continuare a zare una governance ade-
sforbiciare. Anche se i tagli già guata. “Bisogna avere co-
operati non sembrano poi aver raggio e schiena dritta, in-
La lezione irlandese generato un gran beneficio e le
stesse fusioni che avrebbero do-
vuto migliorare la concorrenza e,
vestire più risorse. L’Italia
cresce economicamente
troppo poco, occorre ri-
per il debito dell’Italia quindi, offrire più scelta al clien-
te finale e più guadagni alle ban-
partire proprio dal paesag-
gio, dall’arte, dalle compe-
che stesse, non sembrano aver ri- tenze creative. Un asset
di Mario Seminerio mente garantito dallo stato sovrano. Tra le vestito adeguatamente il ruolo di competitivo straordina-
motivazioni della resistenza agli aiuti vi deus ex machina per risolvere i rio” ha detto Corrado Pas-
on la capitolazione dell’Irlanda, che ri- era inoltre il timore che la Ue potesse por- problemi degli istituti e creare sera intervenendo al fo-
CMonetario
ceverà aiuti da Unione europea, Fondo
Internazionale e Regno Unito,
re come condizione l’aumento dell’ali-
quota d’imposta sulle società, oggi al 12,5
vantaggi per tutto il sistema. Tan-
t'è che il dubbio che il problema
rum. Discorsi da eventua-
le ministro dei beni cultu-
si apre la seconda fase della crisi di eu- per cento, vista dagli altri Paesi europei sia alla radice inizia a serpeggiare: rali in un futuribile gover-
ro-debito, dopo le misure adottate mesi come una sorta di dumping fiscale, e che ha la concentrazione del credito ha no più o meno tecnico?
addietro per isolare la Grecia dai mercati finora consentito a Dublino di attrarre e davvero migliorato la concorren- “Non sono abbastanza col-
per un triennio, nell’attesa che il risana- mantenere multinazionali, spesso con za? to - si smarca il consigliere
mento proceda. La radice della crisi irlan- pratiche fiscali piuttosto eterodosse e ba- Non è che invece è servita prin- delegato e Ceo di Intesa
dese è data dal peso delle perdite su cre- sate su triangolazioni con paradisi fiscali. La sede di Dublino della Banca d’Irlanda (FOTO ANSA) cipalmente a scalare le classifi- Sanpaolo - ma garantisco
diti immobiliari sul bilancio del sistema La crisi è stata precipitata anche dalla che europee, ma ha dato vita a dei che la mia banca continue-
bancario del Paese. Non è servito a nulla presa di posizione della Germania, che ri- talia possa essere tra i prossimi sulla lista transatlantici difficili da mano- rà a investire nel settore”.
avere creato una struttura (la Nama) pre- chiede che dal 2013 gli investitori compar- nera? Il nostro Paese ha un deficit conte- vrare? Siamo sicuri che se non si Del resto, anche fare po-
posta a rilevare i crediti dalle banche a tecipino ad eventuali dissesti sovrani, su- nuto e un debito elevato, in proporzione cambia modello, i tagli non baste- litica è un’arte.
prezzo scontato, e successivamente rica- bendo una decurtazione del valore dei al Pil. I mercati hanno finora mostrato di ranno mai? Chiara Paolin
pitalizzare le banche, per salvarne l’insol- propri crediti. I mercati sono entrati su- temere soprattutto la progressione del
venza indotta dalle minusvalenze causate bito in fibrillazione, scontando il fatto che rapporto debito-Pil. L’Italia è caratterizza-
dai crediti tossici. ogni titolo di Stato emesso oggi per sca- ta da una crescita anemica, che dura da
Il male ha proseguito a fiaccare l’orga- denza successiva al giugno 2013 avrebbe circa un quindicennio. Il debito si autoa- CONSOB
nismo creditizio del Paese, con perdite su scontato il rischio di decurtazione. Le voci limenta quando il tasso di crescita reale è
crediti in continua espansione, dapprima
su Anglo Irish Bank, in seguito su Bank of
di mercato che ipotizzavano l’anticipazio-
ne a subito di tale processo hanno prodot-
inferiore al costo reale medio del debito.
Situazione che qui si vive da tempo, salvo
Super Vegas
Ireland e Allied Irish Bank. In estrema sin-
tesi, il sistema bancario irlandese, la cui
dimensione economica ha finito con l’ec-
to reazioni prossime al panico, costrin-
gendo tedeschi e francesi a smentire. Che
accadrà, ora? E quali altri Paesi saranno
rare eccezioni. Non è un caso che il nostro
rapporto debito-Pil negli ultimi due anni
abbia subito un aumento di circa 12 punti
salvaci tu
cedere quella del Paese, è stato reso in-
solvente dalle perdite su crediti. Il gover-
no di Dublino ha a lungo negato l’esigenza
coinvolti in quello che appare un crollo al
rallentatore della periferia di Eurolandia?
Questa crisi si è assunta un compito
percentuali, solo in parte riconducibile al-
la crescita del deficit .
Come ha detto anche il capo economista
G ravissimo attacco a Giuseppe Vegas.
Tremonti manda il suo vice al vertice
della Consob, che vigila sulle società quotate in
di aiuti internazionali, affermando di di- fondamentale: sconfessare le certezze di dell’Ocse, Pier Carlo Padoan, l’Italia ha un Borsa: le due maggiori, Eni ed Enel, sono con-
sporre di liquidità sufficiente a coprire la economisti, analisti ed osservatori politi- problema strutturale: bassa crescita ed ele- trollate proprio dal ministero dell’Economia.
prima metà del 2011. Poi ha affermato che ci. Quando la Grecia necessitò del salva- vato debito. Quando un debitore non cre- Roba da Zimbabwe, e infatti l’altroieri, in prima
l’intervento avrebbe dovuto interessare taggio, tutti dissero che all’Irlanda una co- sce e ha un elevato stock di debito, la si- pagina, “Il Messaggero” attacca: “Vegas? Ha il
le banche e non lo stato sovrano, ma si sa del genere non sarebbe potuta accade- tuazione può restare stabile anche per pro- Dna del guardiano dei conti pubblici, è consa-
tratta di una foglia di fico, poiché il siste- re, trattandosi di un Paese evoluto , mo- tratti periodi di tempo, ma presto o tardi il pevole del suo ruolo di uomo delle istituzioni”. Il
ma creditizio irlandese è ormai integral- derno e liberalizzato. Ma nel caso di Du- mercato riconosce il potenziale di dissesto salvatore che secondo la giornalista Roberta
blino i problemi non sono venuti da in- di un simile debitore, ed applica premi al Amoruso è arrivato “per far funzionare il mer-
sufficiente capacità di incassare le tasse o rischio crescenti, che determinano il rea- cato”. L’uomo senza il cui rigore, attacca “Il
Si apre la seconda da corruzione endemica, come nel caso
di Atene, bensì dal gigantismo del sistema
lizzarsi della profezia attraverso l’aumento
del costo del debito. Pensare che il nostro
Messaggero”, “ora saremmo fuori, in mezzo
alla tempesta”. Tant’è che “gli rimane addos-
fase della crisi creditizio rispetto al paese. Il prossimo
sulla lista dei sospetti, il Portogallo, soffre
Paese possa essere immune da una crisi di
debito solo perché non abbiamo un eleva-
so dopo la lunga carriera di funzionario par-
lamentare un’immagine di serietà e coeren-
per contro di insufficiente competitività e to indebitamento del settore privato o un za, che gli vale rispetto e stima”. Il ritratto è
di euro-debito incapacità di generare crescita ed espor- sistema bancario sovradimensionato ri- di un uomo “felice, un po’ triste”, “guardia-
tazioni. Cambiano le determinanti, ma spetto al Paese è approccio miope. La crisi no, “custode”, “mediatore”, e a momenti al-
in attesa degli aiuti non il risultato: i mercati temono l’espan- muta ad ogni passaggio, ma la radice è una terni pure saggio e misericordioso.
sione del debito, e votano la sfiducia, ven- sola: l’insufficiente capacità di crescere
Ue a Dublino dendo. Quante sono le possibilità che l’I- per uscire dalla trappola del debito.
pagina 14 Domenica 21 novembre 2010

DAL MONDO

ALL’ASTA DEI NARCOBOSS


IL FASCINO DEI CIMELI CRIMINALI
Corsa ad accaparrarsi Rolex e suv sequestrati
di Federico Mastrogiovanni parte dei lotti sono composti da bracciale di platino di Cartier ci famoso. I narcos sono “gente fa-
Città del Messico orologi di lusso incastonati di sia scritto ‘appartenente alla fa- mosa” di cui si vuole avere in ca-
pietre preziose. A vincere la sfi- miglia del Chapo Guzmán’. sa un orologio, un gioiello o
entinaia di persone affol- da degli orologi nei gusti dei nar- Quindi tutti rimangono sempre un'automobile, da mostrare in

C lano rumorose la sala


congressi dell'Hotel Ma-
ria Isabel Sheraton, a po-
chi metri dall'ambasciata degli
Stati Uniti, lungo il centralissi-
cos sono sicuramente i Rolex,
d'oro e tempestati di diamanti,
ma si trovano anche Ulysse Nar-
din, Cartier, Hublot e Girard Per-
regaux, per chi ha più classe. Poi
col dubbio. C'è da dire che alcu-
ni pezzi, particolarmente elabo-
rati, come ad esempio alcuni
suv arricchiti e modificate in
maniera eccessiva e a volte pac-
giro.
Le istituzioni e le aziende perce-
piscono questo nuovo sentire e
lo utilizzano per poter vendere
di più.
mo Paseo de la Reforma a Città gioielli, bracciali di Cartier, anel- chiana, possono aiutare a rivela- “In fondo cosa c'è di male – con-
del Messico. li ricoperti di diamanti e ciondo- re lo stile del vecchio proprieta- clude il funzionario che nascon-
Il 18 e 19 novembre la Sae (Ser- li commemorativi della visita di rio, ma si sa che il cattivo gusto de il badge per non far leggere il
vizio di amministrazione e se- Giovanni Paolo II a Chihuahua, non conosce frontiere”. nome – i soldi di quest'asta fini-
questro beni del ministero del- o riproduzioni di volti di santi in La sensazione diffusa tra le cen- ranno anche nelle casse della
l'Economia) ha messo all'asta oro. E poi ci sono le automobili, tinaia di compratori e le migliaia polizia federale, che serve a pro-
centinaia di lotti di beni seque- vero status simbol ambulante. di curiosi è quella che silenzio- teggerci proprio dal narcotraffi-
strati dalle forze dell'ordine Spopolano i suv (Ford Lobo, samente si percepisce sempre co, quindi è per una buona cau-
messicane nei mesi scorsi. Dodge Ram 2500 su tutti) le di più nel paese. Una curiosità sa”.
La notizia, che ha fatto il giro Mercedes e le Audi, le auto che morbosa relativa ai membri del- In questi giorni si sta discutendo
del mondo, è che una parte di definiscono senza confusione le famiglie del narco. sulla costituzione di un corpo di
questi beni, prevalentemente la collocazione sociale di chi le polizia unificato a livello federa-
di lusso, provengono da seque- guida. 30mila morti nella le, specializzato nella lotta al
stri effettuati dalla polizia fede- I prezzi pagati per i lotti sono guerra tra cartelli narcotraffico, per sostituire gli
rale ai danni di appartenenti a spesso sorprendenti, a seconda agenti della Polizia Federale, ac-
famiglie del narcotraffico. dei lotti, alcuni compratori so- cusati di corruzione, violenza e
no riusciti a portarsi via nume- OLTRE AL TERRORE e all'in- collusione in troppi casi docu-
“Vite così diverse rosi orologi per poche migliaia sicurezza, dovuta ai 30mila mor- mentata.
dalle nostre” Un momento dell’asta e l’arresto di “Chapo” Guzman (FOTO ANSA) di euro, o a spenderne decine di ti causati dalle guerre tra cartel-
migliaia per un pugno di gioielli li, ai sequestri, alle violenze di

“SONO SOPRATTUTTO i
aste, molti sono curiosi, interve-
nuti per ammirare i tesori dei
un lotto di Rolex incastonati di
pietre preziose – afferma un uo-
di dubbio gusto.
Per questo la Sae ha puntato sul
ogni tipo portate a termine dalla
criminalità organizzata, e che
Va in scena
gioielli, gli orologi e le automo-
bili gli oggetti che sono stati por-
narcos.
“La verità è che voglio vedere
mo ben vestito e dall'aspetto
piuttosto anonimo – perché
fascino perverso del narco. “In
verità solo una piccola parte dei
ha raggiunto anche il Distrito Fe-
deral, finora zona lasciata relati-
a Città del
tati via dalle case dei narcotraf-
ficanti”, spiega Victor Sánchez,
cosa nascondono quelle case, le
case dei mafiosi di cui parlano i
possedere questi oggetti mi
emoziona. Sono un collezioni-
lotti in vendita provengono da
sequestri a boss del narco – ri-
vamente tranquilla dal narco, il
clima di violenza ha diffuso an-
Messico
responsabile della comunica- giornali e le televisioni, che fan- sta ma è diverso mettere le mani vela uno dei funzionari della Sae che una passione morbosa per
zione della Sae. “Siamo sorpresi no vite così lussuose e diverse su qualcosa appartenuto a gen- presenti – abbiamo puntato sul- le figure di spicco dei cartelli. la curiosità
di vedere l'affluenza di gente a dalle nostre”, racconta candida- te che può aver ammazzato de- la capacità di attrazione di que- Le vicende relative a grandi la-
quest'asta. Non ci aspettavamo mente la signora Patricia Pere- cine di persone”. sto fenomeno per fare pubblici- titanti o boss importanti causa- morbosa
questa partecipazione”. ña, che ha portato i due figli ado- Oltre alle bizzarrie di alcuni tà all'evento. Inoltre nessuno no sempre più spesso curiosità
E se è vero che molti di quelli lescenti a vedere lo spettacolo compratori o curiosi, l'asta ha lo dei compratori può sapere con o addirittura passione, la stessa sulle famiglie
che sono qui sono commercian- del lusso. scopo di rimpinguare un po' le certezza quali beni provengono che si darebbe a un personaggio
ti o frequentatori abituali delle “Io sono venuto per comprarmi casse dello stato. La maggior dal narco, perché non è che sul della televisione o a un cantante dei trafficanti

Il disimpegno può attendere Canoni canori

La Nato copre di promesse l’Afghanistan Un timbro e Luca il cameriere


di Giampiero Gramaglia presenza dell’Italia - ma forse si riferisce agli
canta Puccini a San Francisco
Bruxelles istruttori, il cui numero è stato accresciuto di 200
unità - mentre il ministro della difesa Ignazio La LUCA IL CAMERIERE potrà d’ora in poi multietniche d’America, ha votato netto, 5 a
utti contenti. Il presidente statunitense Ba-
T rack Obama dice che l’Alleanza non è mai sta-
ta così forte e torna a casa soddisfatto, dopo ave-
Russa fa marcia indietro sulle bombe a bordo de-
gli Amx Ghibli: “Abbiamo deciso che non c’è bi-
sogno di armarli”, rivela, dopo avere lanciato lui
deliziare senza patemi i clienti del ‘Colosseo’
di San Francisco, cantando ‘legalmente’ le
sue arie liriche preferite, specie quelle di
1. L’unico no è venuto da Kathrin Moore,
che non suona per niente latina, preoccupata
dell’effetto karaoke di Nessun Dorma, con
re passato quasi due settimane a zonzo per il stesso l’ipotesi in ottobre, dopo la perdita di 4 Puccini. C’è voluto il timbro d’una conseguente baraonda fastidiosa ai residenti.
mondo, sperando di godersi qualche giorno uomini del contingente. commissione perché il mix tutto I proprietari della zona, celebri per la loro
tranquillo con la Festa del Ringraziamento in ar- Vedremo: i leader i oggi potrebbero non essere italo-americano di pizza e bel canto fosse intransigenza, s’opponeva a che Luca
rivo (mercoledì, potrà ‘graziare’ un tacchino più al potere nel 2014 e, quindi, i loro impegni autorizzato, nel ristorante su Columbus s’esibisse, piatto di spaghetti nella destra e
delle decine di milioni immolati il giorno dopo hanno un valore relativo. Avenue, a North Beach. Il problema non era microfono nella sinistra. La Moore ha pure
sulle tavole americane). E tutti gli altri leader for- d’arte, ma di decibel: accettare che il locale provato a fare della pulizia etnica musicale:
mulano giudizi positivi: Silvio Berlusconi, che L’ITALIA, che, di questi tempi, non ha molte doti Luca di un microfono per farsi sentire opera sì, ma solo opera (e solo italiana). Una
ha il gusto dell’enfasi, esprime una gioia “enor- soddisfazioni sulla scena internazionale, intasca, da tutti i clienti. La storia suona ‘cosa di risata l’ha sommersa. Luca canterà, ma non
me”. Anche il presidente afgano Hamid Karzai riferiscono le fonti ufficiali, ringraziamenti da tut- compari’: il proprietario del ristorante si prenotate subito un tavolo: ora, mette a
appare sollevato: il periodo di transizione co- te le parti: americani, russi, afgani. Berlusconi, chiama Salvatore Nevigato e uno dei cronisti punto il repertorio e fa le prove. L’esordio è
mincerà l’anno prossimo, ma non è proprio cer- che spende più tempo a rispondere a domande che se ne occupano sul San Francisco per la stagione delle feste, che negli Usa
to quando finirà. sulla crisi politica italiana che sulla Nato, sostie- Chronicle ha nome Paolo Lucchesi. La inizia dopo il Ringraziamento, quest’anno
ne, ovviamente, d’avere tessuto lui la tela della commissione, presieduta da Ron Miguel, che giovedì 25 novembre.
IL VERTICE atlantico di Lisbona, il 22° nella riconciliazione tra Obama e il presidente russo suona ispanico in una delle città più G. G.
storia della Nato, si conclude senza sorprese e Dmitri Medvedev, che non risulta abbiano mai
senza sussulti: i leader approvano il nuovo con- litigato. Concretamente, l’Italia ottiene la proro-
cetto strategico dell’Alleanza e la riforma delle ga fino al 2012 dei mandati dell’ammiraglio
strutture collegata, varano i piani per lo scudo Giampaolo Di Paola alla presidenza del comitato
anti-missile con il coinvolgimento della Russia, militare Nato e dell’ambasciatore Claudio Biso-
tratteggiano una strategia di disimpegno dall’Af- gniero a vice-segretario generale dell’Alleanza.
ghanistan che passa attraverso negoziati con i Ta- L’attuazione del nuovo concetto strategico non sa-
liban e l’addestramento delle forze locali. rà indolore, al quartier generale atlantico a Evere,
Proprio sull’Afghanistan, dove la guerra non è mai periferia di Bruxelles: gli effettivi militari e civili
stata così cruenta come quest’anno, le idee non sono saranno ridotti del 35%, oltre un terzo, da 13mila a
però chiarissime. Il periodo di transizione dovrebbe 9mila, le agenzie scenderanno da 14 a tre, i coman-
andare dal 2011 al 2014, ma Oba- di da 11 a 6 o 7, i 400 comitati a
ma, secondo cui l’Isaf sul terreno 85. La scelta del rigore, frutto del-
sta frenando l’offensiva dei Tali-
ban, dice di non avere ancora de-
Obama si dice la crisi, colpisce pure la Nato.
A Obama toccherà, nel 2012,
ciso se truppe Usa resteranno a
combattere nel Paese dopo quella
soddisfatto già nel pieno del clima delle ele-
zioni presidenziali, ospitare ne-
data e afferma che, comunque, vi
sarà mantenuta una forza anti-ter-
del vertice gli Usa il prossimo vertice atlan-
tico. Di qui ad allora, lo scudo
rorismo, almeno fin quando al anti-missile avrà forse mosso
Qaeda sarà una minaccia. di Lisbona qualche passo concreto e il se-
Il premier britannico David Ca- nato americano, che un po’ re-
meron esclude che truppe da e non conferma calcitra, avrà forse ratificato il
combattimento britanniche re- nuovo trattato Start Usa-Russia
stino in Afghanistan dal 2015. l’addio a Kabul sul disarmo nucleare: a Lisbona,
Berlusconi, invece, afferma che l’appoggio alla ratifica è stato
il 2014 non segnerà la fine della nel 2014 “straordinario”.
Domenica 21 novembre 2010 pagina 15

DAL MONDO

N
PAPA RATZINGER IRAQ
Presto voli diretti
Roma-Baghdad

TRA BURQA S arà presto ripristinata


la tratta aerea
Roma-Baghdad: lo ha
riferito il portavoce del
ministero iracheno dei
Trasporti. I voli diretti tra

E PRESEVATIVO le due capitali furono


interrotti negli anni '90
dopo l'invasione irachena
del Kuwait. Il volo a
cadenza settimanale sarà
operato da una
“Etico usarlo in alcune condizioni” compagnia privata.

Sì anche al velo islamico volontario


Papa Benedetto XVI (FOTO EMBLEMA)

di Marco Politi
Città del Vaticano
l’impiego è pensabile “quando
una prostituta utilizza un profilat-
Una svolta dice il Papa, “non mi hanno colto
di sorpresa del tutto. Alla Congre-
vedo perché glielo si debba impe-
dire”. Burqa sì, sacerdozio delle

l preservativo si può usare.


tico e questo può essere il primo clamorosa gazione per la Dottrina
della fede mi ero occupato dei ca-
donne no. Nella lunga intervista
Ratzinger ribadisce il ripetuto ve-

I
passo verso una moralizzazione,
In certi casi. Se lo usa una
prostituta come atto di re-
un primo atto di responsabilità
per sviluppare di nuovo la consa-
per la Chiesa si americani; avevo visto montare
anche la situazione in Irlanda. Ma
to dgià espresso da papa Wojtyla:
“La Chiesa non ha in alcun modo
sponsabilizzazione. Bene- pevolezza del fatto che non tutto le dimensioni comunque furono la facoltà di conferire alle donne
detto XVI sdogana cautamente il è permesso e che non si può far Benedetto XVI uno choc enorme”. l'ordinazione sacerdotale”, poi- PAKISTAN-IRAN
profilattico venti mesi dopo la tutto ciò che si vuole”. Da tempo Le critiche di stampa e tv, nell’e- ché Cristo ha “dato forma alla
bufera scatenata dalle sue affer- i teologi moralisti hanno allarga- parla anche sposizione del pontefice, fanno Chiesa” con gli apostoli e poi con I destini di Asia
mazioni durante il viaggio in to la casistica: la moglie che ha il
dello sgomento l’abituale parte del cattivo. Era la successione dei vescovi e dei Bibi e Sakineh
Africa, quando dichiarò che il diritto di difendersi dal marito in- evidente, sostiene Ratzinger, che sacerdoti.
condom “aumenta il problema”.
Il pontefice allora fu sommerso
da una valanga di critiche da go-
fetto (ne parlò il cardinale Tetta-
manzi in un suo libro di bioetica),
il partner consapevole di rappor-
sui preti pedofili “l’azione dei media non fosse gui-
data solamente dalla pura ricerca
della verità, ma che vi fosse anche
NON MANCANO accenni
autobiografici. Il senso di “umil-
L a condanna a morte
di Asia Bimbi (nella
foto), la pachistana
verni ed organizzazioni interna- ti occasionali, i cosiddetti gruppi un compiacimento a mettere alla tà, vergogna e amore” verso Isrea- accusata di blasfemia,
zionali e ora mostra di tornare a rischio. Ratzinger tiene, tutta- dovrebbe rilanciare l’immagine berlina la Chiesa e, se possibile, a le, che prova in quanto tedesco non sarà eseguita e ci
sui suoi passi, dando ragione a via, il suo punto sul piano gene- di Benedetto XVI nell’opinione screditarla… (Però) i media non dopo la Shoah. La trepidazione sarà una revisione del
chi nella Chiesa ha invano chie- rale: “Questo, tuttavia, non è il pubblica. In questo senso alterna avrebbero potuto dare quei reso- con cui accolse l’elezione papa- processo. Lo ha
sto per decenni che si tenesse modo vero e proprio per vincere posizioni dottrinali a confessioni conti se nella Chiesa stessa il male le. In Curia, confessa, “avevo una annunciato con
conto del “male minore”. l’Hiv”. Il Papa respinge la banaliz- personali e giudizi su vicende di non ci fosse stato”. In questo sen- funzione direttiva, però non ave- “soddisfazione” il
zazione della sessualità, che por- cronaca. so, quando si tratta di portare alla vo fatto nulla da solo e ho lavorato ministro degli Esteri
LA SVOLTA CLAMOROSA ta a considerare i rapporti come luce la verità, bisogna essere “ri- sempre in squadra. Proprio come Franco Frattini, che a
è contenuta nel libro-intervista una droga e non come espressio- RATZINGER RACCONTA conoscenti”. Peraltro solo per- uno dei tanti operai nella vigna Lisbona ha ricevuto
“Luce del mondo”, redatto con il ne di amore. il suo sgomento dinanzi all’esplo- chè il male era dentro la Chiesa, del Signore, che probabilmente rassicurazioni dal
suo giornalista di fiducia Peter Il libro di Seewald tocca tantissi- dere degli scandali di abusi ses- “gli altri hanno potuto rivolgerlo ha fatto del lavoro preparatorio, collega di Islamabad,
Seewald. “Vi possono essere sin- mi temi, anche perché è stato vo- suali. “Vedere il sacerdozio im- contro di lei”. ma allo stesso tempo è uno che Shahbaz Bhatti. “Si
goli casi giustificati”, ammette lutamente pensato come modo provvisamente insudiciato in Sorprendente è l’apertura di Be- non è fatto per essere il primo e tratta d’una vittoria per
Ratzinger ed è la prima volta che per riparare ai danni delle crisi questo modo, e con ciò la stessa nedetto XVI al burqa. Non si può per assumersi la responsabilità di una giovane donna a
un pontefice fa marcia indietro mediatiche, succedutesi nei cin- Chiesa cattolica, è stato difficile accettare l’imposizione violenta tutto”. Una nota di sincerità e cui è stata salvata la vita
sulla sistematica demonizzazio- que anni di pontificato ratzinge- da sopportare”, si legge nelle an- – afferma il pontefice – ma se ci grande umanità. Il dubbio di non e per la democrazia in
ne del preservativo. Come esem- riano. Di fronte ai cosiddetti “er- ticipazioni del libro pubblicate sono donne che “ volessero in- sentirsi destinato a fare il monar- Pakistan. Ed è un
pio Benedetto XVI spiega che rori di comunicazione”, il libro sull’Osservatore Romano. I fatti, dossarlo volontariamente, non ca della Chiesa cattolica. esempio che mi auguro
altri Paesi possano
seguire”, riferendosi,
IL REGISTA JIA ZHANG-KE pur senza citarlo
esplicitamente, al caso

“SFIDO LA CENSURA di Sakineh. E proprio il


regime iraniano
compie l’ennesima

NEL PAESE DELLA LIBERTÀ IMMOBILE” giravolta sulla donna


che rischia la condanna
a morte: venerdì si era
impegnato a far si di
Parla della diga delle Tre neanche fosse stato arresta- non giustiziarla, ieri
Gole, un progetto molto to, in Cina non se n’è par- l’hojatoleslam Malek
controverso: volevano sa- lato affatto… Ajdar Sharifi, capo della
pere quale fosse la mia opi- Qual è la situazione og- magistratura della
nione, ma (ride) gli ho ri- gi? regione dell’Azerbaijan
battuto che il mio parere Più strana. La libertà è un Orientale, ha affermato
era inutile, tanto la diga era problema sempre più oscu- che “Sakineh sarà
già stata costruita. ro, e le difficoltà per artisti, lapidata non appena
La censura l’ha sforbicia- intellettuali e non aumenta- riceveremo
to? no ogni giorno: al festival di l'approvazione da
Mi hanno fatto tagliare una Tokyo la delegazione cine- Teheran”.
scena per la versione cine- se ha protestato furiosa-
se, ma non so perché: in- mente perché quella taiwa- RUSSIA
Un momento di “I Wish I Knew” e il regista Jia Zhang-ke quadra una riunione in una nese non era stata presen-
fabbrica in via demolizione, tata come “Taiwan, Cina”. È Autorizzato e
di Federico Pontiggia Da dove nasce questo una lista delle persone che dove si vedono i ritratti di sempre più complicato da- interrotto sit-in gay
progetto? avremmo intervistato, ma Lenin, Stalin e Marx. Nella re un quadro preciso, an-
é Liu Xiaobo né la mo-
Na ritirare
glie sono liberi di andare
il Nobel per la pa-
Dai miei studi universitari:
mi interessava il Kuomin-
tang, sconfitto dal Partito
poi neanche hanno control-
lato. Le difficoltà sono ar-
rivate dopo…
copia internazionale è ri-
masta, strano che in patria
non si possano mostrare i
che all’interno del Sistema
ci sono molte contraddizio-
ni: qualcuno si apre, altri ri-
U n sit-in
organizzato a San
Pietroburgo da un
ce? Vorrà dire che sul palco comunista cinese, e la Ri- Ovvero? nostri eroi (ride)… mangono su posizioni retri- piccolo gruppo di gay,
di Stoccolma salirà l’amba- voluzione culturale. Sono Il 1949 è ancora un argo- Tra quelli più recenti, Ai ve. il primo autorizzato dal
sciatore cinese…”. periodi complessi: non è fa- mento tabù. Essendo cre- Weiwei, l’architetto del- E i media? comune, è stato
È il sarcasmo l’arma prefe- cile parlarne né studiarli. sciuto in Cina, ho ascoltato la stadio di Pechino e at- Dipende, alcune volte sono interrotto dalle
rita del regista Jia Zhang-ke, Allora ho cercato punti di sempre la versione del Par- tivista per i diritti umani, più realisti del re: qualche proteste di un centinaio
Leone d’Oro a Venezia vista inediti, e mi sono tito comunista, mentre a è stato rilasciato dopo 3 giorno fa a Shanghai, il pre- di persone. “Ci avevano
2006 con Still Life. Lo incon- scontrato con Shanghai. Taiwan c’è quella del Kuo- giorni agli arresti domici- mier Wen Jiabao ha parlato concesso 40 minuti, ma
triamo a Roma, dove porta Volevo rintracciare il no- mintang: a me interessava liari. pubblicamente di riforme, siamo stati obbligati a
ad Asiatica Film Mediale il stro passato, che ancora og- far parlare entrambe, e pu- Eh?!? Davvero? Non sapevo ma nessuno ne ha dato no- finire prima a causa di
documentario I Wish I Knew gi non conosciamo, e Shan- re quella di Hong Kong. tizia. un centinaio di
(homevideo con Atlantide ghai è imprescindibile: dal- Stesso discorso per la Rivo- Nuovi progetti? manifestanti che hanno
nel 2011), che ripercorre la
vita di Shanghai dagli anni
la guerra sino-giapponese
alla formazione del partito
luzione culturale, altro ner-
vo scoperto. Finito l’edi-
Il Leone d’Oro Zhai Qin Chao, il mio primo
film di kung-fu, ambientato
iniziato a lanciare uova,
a danneggiare gli
’30 a oggi, passando per la
vittoria dei comunisti nel
comunista, ha avuto un
ruolo fondamentale. I pro-
ting, ho presentato il film
alla censura per ottenere il
2006 parla del tra 1899 e 1911. Non sem-
bra a rischio censura… Ve-
striscioni e ci hanno
pure insultato”, ha
’49 e il conseguente esodo
verso Hong Kong e Taiwan,
tagonisti sono quasi tutti
scomparsi, ma ne ho rico-
visto, ma la procedura si è
bloccata per due mesi: nes-
documentario dremo, ma sono anni cru-
ciali: nel 1911 viene fonda-
detto Maria
Efremenkova,
la Rivoluzione Culturale del struito le vicende grazie ai suno sapeva dirci qualcosa, ta la Repubblica, la Cina ini- presidente del comitato
’66 e la riforma del ’78. Tre figli, ed ecco I Wish I Knew. proprio per le difficoltà in- su Shanghai zia lì. Comunque, il mio at- organizzativo di gay
location (Shanghai, Hong Bastoni tra le ruote? site in questi due eventi sto- teggiamento verso la cen- pride. “Siamo
Kong e Taipei), diciotto Durante le riprese non ab- rici. Alla fine, ci hanno dato e il recupero sura è da sempre lo stesso: comunque soddisfatti
persone e altrettanti capito- biamo avuto problemi, per- via libera, senza chiederci non la evito né faccio com- perchè era la prima
li per un romanzo inedito ché sul documentario la di cambiarlo. della storia promessi. Perché il control- volta che il comune
su una metropoli in drastica censura non è molto pesan- Con Still Life aveva avuto lo si allenti, bisogna tirare la concedeva
evoluzione. te. Ci hanno solo chiesto problemi? cinese corda. l'autorizzazione”.
pagina 16 Domenica 21 novembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

EPOPEE

I TORMENTI Domenech
L’ex ct della
Benitez
Rafa si dice
Cassano
Sotto casa
Calvario
Pippo

DEL GIOVANE
Francia dopo tranquillo: del fantasista Inzaghi
l’incubo non ho barese, 200 si opera
ricomincia paura tifosi in al ginocchio
dai bambini dell’esonero pellegrinaggio a Barcellona

TOMASI Ritratto della vorticosa post-adolescenza


dello scrittore siciliano,
in costante viaggio nell’Europa degli anni ‘30 tra Londra e Berlino
di Julian Barnes tico e per di piu’ siciliano, era il lare in una lingua che non e’ la licce sintetiche e altre specialita’
prodotto di una cultura irrile- sua. Durante uno dei suoi sog- britanniche tra cui i numerosi ed

P
vante e che aveva fatto il suo cor- giorni viene invitato nel castello efficienti carri armati”. Nel 1930
so. A questi fattori si aggiungano di Lady Hermione, figlia di Lord da Berlino si dice incantato dalla
un esaurimento nervoso in gio- Powys, sposata con una nobile si- “indecenza” della citta’. Osser-
ventu’ e una madre dominante ciliano, che cosi’ racconta l’in- vando le “innumerevoli sgualdri-
al punto da imporre al figlio, che contro: “una personalita’ molto ne” e i tanti ragazzi di vita che af-
aveva sposato la psicoanalista chiusa. Puoi ‘incontrarlo’, ma follano bar e caffe’, nota come
lettone Alessandra “Licy” Wolff, non ‘conoscerlo’”. “ragazzi supereleganti e perfetta-
di intrattenere con la moglie mente rasati....se ne stanno sedu-
quasi esclusivamente rapporti AMMIRA “la serenita’ stupefa- ti in attesa che un ricco grassone
epistolari. cente del paesaggio”, apprezza invii loro, tramite il cameriere,
le cattedrali inglesi che lo spin- un bigliettino. A quel punto lo
IN SOSTANZA quella di To- gono a pensare che per la Sicilia raggiungono al suo tavolo e dieci
masi di Lampedusa e’ una vita di sarebbe stato meglio se i nor- minuti dopo escono insieme”.
“attesa”, persino difficile da de- manni fossero rimasti sull’isola Ma dei tedeschi lo colpisce “lo
er lo piu’ gli scrittori, un po’ pa- scrivere. Passa le giornate curio- cinque secoli di piu’. Tutte que- zelo con cui perseguono ogni at-
ranoicamente, pensano di non sando nelle librerie, leggendo ste considerazioni fanno sicura- tivita’ fino alle estreme conse-
essere stati apprezzati abbastan- per ore nei caffe’ e magari andan- mente piacere ai lettori britanni- guenze e il desiderio di assoluto
za. Giuseppe Tomasi di Lampe- do al cinema la sera. Alla moglie ci, ma ci sono momenti in cui To- che sempre li anima”. In tutte le
dusa scrive “Il Gattopardo” nel Licy confida che l’Inghilterra e’ il masi di Lampedusa ci consegna lettere fa capolino la sensibilita’
1954 e nel maggio del 1956 suo “Paese ideale” e che ha un osservazioni piu’ pensose, mo- di quel “mostruoso” lettore che
manda il manoscritto alla Mon- “temperamento inglese”. Nel menti in cui l’aristocratico appa- e’: le citazioni vanno da Dante a
dadori che lo rifiuta. Nel 1957 1990-91 Mondadori pubblica rentemente irrilevante del- Paul Valery, da Herrick a Madame
prova con Einaudi, ma l’esito due volumi di circa 1.000 pagine l’”Islanda del sud” – come egli de Stael, da Shelley a Yeats, da
non cambia. Tomasi di Lampe- dal titolo “Letteratura inglese” stesso chiama la Sicilia - ci fa sa- Rossetti a Meredith. Risponden-
dusa muore di cancro il 23 luglio che raccolgono i pensieri e gli ap- pere che capisce come funziona do da Berlino ai cugini Piccolo,
1957 e nel novembre del 1958 punti di Tomasi di Lampedusa. il mondo. Quando nel 1928 e’ scrive: “non va dimenticato che
“Il Gattopardo”, pubblicato da E’ appena uscito in Gran Breta- ospite dell’Hotel Great Central a sostanzialmente Beckford e’ uno
Feltrinelli, e’ accolto da un tra- gna “Letters from London and Euro- Tomasi di Lampedusa (FOTO OLYCOM) , sotto Pier Luigi Celli (FOTO ANSA) Londra, viene a sapere che nello scrittore del 18° secolo e quindi
volgente successo e dalla fama pe” e l’epistolario sottolinea l’an- stesso albergo e’ sceso un re afri- osserva tutto con ironia”. La stes-
mondiale...tardiva per l’autore. glofilia di Tomasi di Lampedusa. mente anche per un anglofilo, ziosa” e piu’ “drammaticamente cano. Lo incrocia nel corridoio, sa ironia di Tancredi quando ne
Verrebbe da chiedersi: ma come Tra il 1925 e il 1931 si reca cinque Londra e’ scioccante. “Sconcer- vera” e lo stesso scrittore sicilia- gli sorride e si inchina, ma poi “Il Gattopardo” dice: “bisogna
ha vissuto? Perche’ non si e’ de- volte in Inghilterra, ma soggior- tante, terrificante e affascinan- no preferisce visitare le citta’ sto- scrive: “e’ uno dei tanti principi- che tutto cambi perche’ tutto ri-
dicato prima alla scrittura? Il suo na anche a Parigi, Berlino e Zu- te”, la descrive Tomasi di Lampe- riche che quelle industriali. Inol- ni che la Britannia tiene incate- manga com’e’”.
biografo David Gilmour elenca rigo. Le lettere sono per lo piu’ dusa: “un delizioso inferno”. Na- tre pur essendo in grado, come nati al suo tridente d’acciaio e
alcune ragioni: estrema timidez- indirizzate ai cugini Casimiro e turalmente, essendo un aristo- egli stesso scrive al cugino, “di che di tanto in tanto si compiace (c) Guardian News
za, denaro sufficiente a non co- Lucio Piccolo che lo avevano so- cratico e nipote dell’ambasciato- esprimersi in un fiorito inglese di invitare a Londra in modo che and Media Limited
stringerlo mai a lavorare e la sen- prannominato “Il mostro” per la re italiano a Londra, gli e’ rispar- vagamente elisabettiano”, in possano ammirare gli autobus, le Traduzione di Carlo Antonio
sazione che, in quanto aristocra- sua “mostruosa” cultura. Certa- miata l’Inghilterra meno “deli- realta’ e’ troppo timido per par- ragazze di fila dei balletti, le pel- Biscotto

Il libro tivato la lettera. Già dal cendo docenti e corsi. Molte famiglie italiane
LECCA LECCA 1987 attraverso il pro- hanno visto partire i giovanissimi figli e si sono

Non si uccidono CELLI, FOTOGRAFIA gramma Erasmus circa


due milioni di studenti eu-
sacrificate per farli studiare lontani da casa.
Questi giovani poi trovano lavoro in Cina, Hong
DEL DISASTRO ropei hanno seguito alcu- Kong, Giappone, Stati Uniti, Indonesia e in vari
così le Dello Russo DIDATTICO
ni corsi in un paese diver-
so dal proprio ottenendo-
ne poi il riconoscimento
paesi europei insomma in luoghi lontani dove
guadagnano bene, riescono a mettere su fa-
miglia e hanno la soddisfazione di maturare

M isogino e ingiustificato attacco ad An-


na Dello Russo. Il Corriere della Sera
dedica una pagina d’insulti alla giornalista di di Ludina Barzini
per il percorso universita-
rio in patria. Molti studen-
ti italiani soddisfatti dell’esperienza si sono ad-
professionalmente e di veder riconosciuti i loro
meriti in ambienti qualificati. Sono sempre me-
no coloro che tornano in patria dopo gli studi
Vogue Japan puntando il dito sui suoi due ap- dirittura trasferiti subito dopo e hanno finito perché le possibilità di trovare un lavoro ade-
partamenti (uno è per i vestiti) e sulle 4mila giovani italiani che studiano all’estero sono l’università all’estero. L’apertura delle frontiere guato sono scarse. Celli riporta alcuni dati: la
paia di scarpe che la rendono “un’icona inter-
galattica, un’icona modaiola di internet, un’i-
I41.394
in continua crescita e già nel 2007 erano
e negli ultimi tre anni sono aumentate
allo studio e al lavoro è un importante allar-
gamento e scambio di conoscenze, culture,
crisi partita nel 2008 ha contribuito a peggio-
rare una situazione occupazionale che, per
cona assoluta” e pure “l’imperatrice della mo- le presenze in Spagna e nei paesi anglofoni. esperienze, know how purché a un certo punto quanto concerne la fascia di età fra i 15 e i 29
da”. E’ l’attentissimo Matteo Persivale, perfido, Molti sono anche i laureati che lasciano l’Italia tutto ciò torni a beneficio del paese d’origine. anni vedono circa un terzo senza lavoro con un
a notare il dettaglio che incastra la Dello Russo: per realizzare un master e trovare un lavoro Ormai da vari anni il progressivo decadimento aumento rispetto al 2009 del 4,5 percento. I
“Lo zerbino, fuori casa, è firmato Chanel”. Tra all’estero. Un certo scalpore e qualche critica dell’Università italiana ha scoraggiato migliaia dati del ministero del lavoro per il 2009 mo-
foto di chiuaua su pelli di zebra e scarpette creò la lettera scritta da Pier Luigi Celli dal titolo di giovani che sono partiti dopo la maturità e strano un calo di assunzioni del 30 per cento e
glitterate (tutte per altro uguali) arriva il “Figlio mio lascia questo paese” apparsa su Re- hanno ottenuto delle borse di studio oppure, il 90 per cento dei posti spariti con la crisi erano
colpo di grazia: Anna Dello Russo, proprio pubblica un anno fa. E’ scandaloso che il di- come avviene in Inghilterra, un prestito da re- contratti a tempo determinato. La fascia d’età
lei, sta “meditando se dire sì a un’importan- rettore generale dell’Università Luiss incorag- stituire gradualmente dopo la laurea. In tre an- che va dai venti ai quarant’anni è quella della
te casa britannica che le ha chiesto di creare gia suo figlio ad andare a lavorare all’estero. ni 4.500 professori sono andati in pensione e qualificata futura classe dirigente che non ri-
un servizio da té”. Dopotutto, Anna non so- Hanno commentato i più generosi. In questi non sono stati sostituiti di conseguenza i loro torna in patria. E’ un grave impoverimento per
lo è una “grande anglofila”, ma ha anche giorni è uscito un suo libro dal titolo “Genera- corsi hanno chiuso i battenti. E’ previsto che nei il nostro paese. Sarebbe ora di fermare l’emor-
molto tempo libero: ha mollato il fidanzato zione tradita” , (Mondadori) dove analizza i prossimi anni saranno altri 5.800 che non ver- ragia offrendo ai giovani laureati e ai profes-
perché “non c’era spazio per i suoi vestiti”. sistemi educativi e gli intrighi della politica che ranno sostituiti perché il Ministro Tremonti ha sionisti qualche concreta ragione per rimanere
sfociano spesso nella lotta degli adulti contro i deciso di sacrificare l’università con dei severi nel loro paese. Altrimenti non consiglio a mio
giovani: un’ analisi sulle ragioni che hanno mo- vincoli di bilancio tagliando la ricerca e ridu- figlio di tornare.
Domenica 21 novembre 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TG PAPI

Mangano,
TELE COMANDO + se Obama ha fiducia nel Ca-
po, perché negargliela il 14
dicembre? Se a Lisbona sono
rose e fiori, il Tg2 però ci ri-
corda che le spine sono tutte
qui: Napoli sepolta dall’im-
di Fulvio Abbate

Pmopensato
Busi, bellezza
er anni e anni, almeno il sottoscritto, ha
la Busi frontalmente, come fossi-
e dignità
ad attendere ancora l’arrivo del cosiddet-
to “scorcio” (che, come spiega lo storico d’ar-
così, l’autore della nota si era sbagliato di gros-
so, e infatti il resto della storia di Maria Luisa va
da tutt’altra parte.
Ma ecco che l’altra sera, venerdì esattamente,
mondizia, gli aquilani che te Gombrich, corrisponde quasi all’invenzio- la Busi me la ritrovo ospite di Daria Bignardi,

chi era costui? protestano in una città morta,


le “nuove” e contestate pen-
sioni. Peccato che, nel frat-
tempo, Dell’Utri sia sparito
mentre zio Michele è sempre
ne della ruota nel cammino della raffigurazio-
ne visiva), lei lì, nella luce d’apoteosi azzurro
plexiglass dello studio del Tg1, composta e
immobile nella sua severa biondità, forte di
una severità assai poco romana, assai lontana,
su La7, alle “Invasioni barbariche”, ospite
da intervistare, la scena tutta per lei, così in un
istante mi accorgo che siamo ben oltre la con-
quista dello “scorcio”, così come scopro che
era soltanto un’illusione della frontalità quel
di Paolo Ojetti pazzito dalla gioia e, in cam- lì. per nostra fortuna, dallo sbraco di molte sue suo sembrare puro spirito biondo, genio della
bio del complimento, mande- altre colleghe che, un istante dopo la fine della lampada del telegiornale, una figura retorica
g1 rà altri 200 istruttori (siamo a g3 messa in onda, te le immagini già al bar di Saxa del giornalismo mediatico che, al di là dei sin-
T Dopo un giorno di rifles-
sione, Minzolini ha deciso
quota 4213) a Kabul. Per il
resto, il “premier” è imbufa-
T A domanda di Mariella
Venditti in quel di Lisbona,
Rubra a cianciare a pronunciare un “eddai,
nun me di’…” assai aziendale. Per la Busi nulla
goli talenti più o meno riscontrati, non ha ra-
gione di mostrare le unghie. La polemica con
che sì, la condanna di Dell’U- lito: i sondaggi mi danno vin- Berlusconi risponde: “Alla di tutto questo, per la Busi semmai la sensa- Minzolini, tutto vero. Il fiato di Berlusconi e
tri poteva andare anche nei citore su tutti i fronti, la finan- Carfagna non annetto parti- zione di chi, svolto il proprio lavoro, fa ritorno dei suoi scagnozzi sul collo del sevizio pub-
titoli del Tg1. Dopo il buon ziaria è passata ala grande, qui colari difficoltà”. Sono inven- al proprio privato, a se stessa, e chi se ne frega blico, le telefonate che puntualmente fiocca-
servizio di Rino Cascio, il mi adorano e sono il migliore zioni dei giornali, è chiaro, in- dell’ambizione, degli scatti di carriera, e chi se no per correggere il tiro, anche questo tutto
mediatore fra mafia e Berlu- d’ Europa e, allora, coma mai i venzioni simili a quei sondag- frega perfino di andare a fare l’anima bella alla vero come il precedente dettaglio del diret-
sconi ha avuto spazio per giornali si occupano della gi che non lo danno vincente manifestazione delle non meno anime belle di tore esecutore dello status quo del Nano
un’autoarringa in stile capez- Carfagna? (i suoi, dice, lo gratificano del sinistra, dove Veltroni si fa a sua volta bello del Ghiacciato, ciononostante, al di là dei dettagli
zoniano: innocente, tutto in- 56 per cento), lui invidiato in suo Pd, il partito pura schiuma, il partito ba- congiunturali, nonostante la stretta cronaca
ventato, illazioni, fantasie, g2 tutta Europa e oltre, lui che dedas. La Busi così composta e ammirevole da che come l’acqua del detto è destinata a pas-
nessuna prova, Mangano chi
era costui, ho fiducia nella
T Chissà dove sarebbe fini-
to il vertice di Lisbona se Oba-
rimane “ostacolo insormonta-
bile” al ritorno della sinistra,
suscitare perfino l’e-
quivoco che fosse se-
sare, be’, al di là di tutto questo, e ben oltre gli
scarsi risultati della trasmissione “Articolo-
magistratura. La magistratu- ma non avesse avuto la pen- lui che avrà una fiduciona e, La giornalista gretamente addirittu- tre”, la Busi lì dalla Bignardi ha mostrato d’es-
ra? Ma come fa ad avere fidu- sata di girare tanti compli- male che vada, vincerà le ele- Maria Luisa Busi, ospite ra berlusconiana: già, sere persona ultrastimabile, forte di un pro-
cia in una magistratura che menti a Berlusconi. Dall’at- zioni solo con quelli che rap- da Daria Bignardi su La7 ricordo con questi prio tratto severo che la mette al riparo per-
per due volte, primo e secon- timo in cui Obama ha detto presentano il “vero centrode- miei occhi un pezzo fino dal birignao del giornalismo delle vittime
do grado, si è inventata tutto? “italiani bravi, Berlusconi be- stra”. Dal fondo, una voce in- dedicato al Tg1, usci- del pensiero unico televisivo. L’acme? Quan-
Comunque, il senatore perse- nissimo”, quello che, in tempi confondibile: “E digiamoolo, to su un foglio di com- do la signora Bignardi le ha chiesto se il po-
guitato è giunto dopo Lisbo- normali, avrebbe solo susci- a buon intenditore poghe pa- provata militanza de- polo de L’Aquila terremotata aveva ragione di
na, zio Michele, Napolitano tato un legittimo orgoglio (an- role”. Indovinato? No? Si trat- mocratica, dove si in- manifestare la propria disapprovazione verso
e “i partiti che si posiziona- che noi abbiamo avuto i no- ta di un ministro siciliano, sinuava che lo sguar- l’informazione al tempo del Nano Ghiacciato
no”. Mariolina Sattanino da Li- stri morti, sperando che sia ex-colonnello, occhi azzurri, do di Maria Luisa si e del suo “direttorissimo”. In quel suo “sì” c’è
sbona assicura che Obama “di finita), s’è trasformato in barba luciferina, di nome illuminava al momen- la fiamma ardente della dignità, del rispetto
fronte a tutti, ha elogiato il no- un’epopea e ha occupato le ‘Gnazio. Dell’Utri torna nel to di pronunciare il per se stessi e per gli altri, per le macerie de
stro paese e Berlusconi in par- aperture di quasi tutti i Tg. bis di Rino Cascio, asciutto e sacro nome del Nano L’Aquila. Così mentre B. è intanto franato an-
ticolare…”. Berlusconi è im- Forse i berluscones pensano: non reticente. Ghiacciato. Non era che lui.

LA TV DI OGGI
I FILM LO SPORT
SC1= Cinema 1 SP1=Sport 1
SCF=Cinema Family
SCH=Cinema Hits SP2=Sport 2
SCM=Cinema Max
SCMa=Cinema Mania SP3=Sport 3
11.30 RUBRICA RELIGIOSA 13.30 RUBRICA TG2 Moto- 13.25 ATTUALITÀ Passe- 20.57 PREVISIONI DEL TEM- 20.30 NOTIZIARIO TG5 - 16.40 FILM Poliziotti a due
A sua immagine ri partout PO Meteo Meteo 5 zampe 17.35 Infiltrato speciale SCM 15.00 Tennis, ATP World Tour
12.00 EVENTO Recita del- 13.40 PREVISIONI DEL TEM- 14.00 NOTIZIARIO TG 21.00 NOTIZIARIO News 20.40 ATTUALITÀ Striscia 18.30 TELEFILM Il tenente 17.35 Il padre della sposa 2 SCF Finals 2010 Round Robin: 1a
l’Angelus PO Meteo 2 Regione - TG Regione lunghe da 24 la Domenica Colombo 18.55 Young Guns 2 SCMa giornata Andy Murray - Robin
12.20 RUBRICA Linea verde 13.45 VARIETÀ SPORTIVO Meteo 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 21.30 FILM Il mistero delle 21.10 FILM Don Camillo 19.05 Cash - Paga o muoriSC1 Soderling (Diretta) SP2
13.30 NOTIZIARIO TG1 - Quelli che... aspettano 14.15 NOTIZIARIO TG3 PO Meteo pagine perdute 23.20 RUBRICA SPORTIVA 19.20 Impy Superstar SCH 17.00 Calcio, Premier League
TG1 Focus 15.40 VARIETÀ Quelli che 14.30 ATTUALITÀ In 1/2 h 21.30 RUBRICA Ippocrate Controcampo
23.40 ATTUALITÀ Terra! 19.20 Impatto Criminale SCM 2010/2011 14a giornata Fulham
14.00 VARIETÀ Domenica il calcio e... 15.00 NOTIZIARIO TG3 21.57 PREVISIONI DEL TEM- 1.00 NOTIZIARIO TG5 1.15 NOTIZIARIO TG4 19.25 Il superpoliziotto del - Manchester City (Diretta) SP3
In - L’Arena 17.05 RUBRICA SPORTIVA L.I.S. PO Meteo Notte - Meteo 5 Night News supermercato SCF 18.15 Basket, Serie A 10/11 6a
15.50 VARIETÀ Domenica Rai Sport Stadio Sprint 15.05 ATTUALITÀ Alle fal- 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta
In - Amori 18.00 NOTIZIARIO TG2 de del Kilimangiaro 1.30 ATTUALITÀ Striscia 1.40 SHOW Come erava- 21.00 Shriek SCMa giornata Armani Jeans Milano -
4 (Esteri) (REPLICA) la Domenica (REPLICA) mo
16.15 VARIETÀ Domenica Flash L.I.S. 18.00 CULTURALE Per un 21.00 Distruggete Los Lottomatica Roma (Diretta) SP2
22.30 NOTIZIARIO News
In... onda 18.05 RUBRICA SPORTIVA pugno di libri Angeles! SCM 20.40 Calcio, Serie A 10/11
lunghe da 24
18.50 GIOCO L’eredità Rai Sport 90° Minuto 19.00 NOTIZIARIO TG3 - Posticipo 13a giornata Napoli -
22.57 PREVISIONI DEL TEM- 21.00 La rivincita delle
20.00 NOTIZIARIO TG1 19.05 RUBRICA SPORTIVA TG Regione - Meteo
PO Meteo bionde SCF Bologna (Diretta) SP1
20.35 NOTIZIARIO SPORTI- RaiSport Numero Uno 20.00 VARIETÀ Blob
VO TG Sport 19.35 TELEFILM Squadra 20.10 ATTUALITÀ Che 23.00 RUBRICA Tempi 21.00 Dieci inverni SC1 21.00 Tennis, ATP World Tour
20.40 GIOCO Soliti ignoti Speciale Cobra 11 tempo che fa dispari (REPLICA) 17.00 DOCUMENTARIO 16.00 TELEFILM Dio vede e 22.35 Shaolin Basket SCMa Finals 2010 Round Robin: 1a
21.30 MINISERIE Tutti i 20.30 NOTIZIARIO TG2 - 21.30 ATTUALITÀ Report 23.27 PREVISIONI DEL TEM- Capogiro Junior provvede 22.40 La rapina perfetta SCM giornata Roger Federer - David
padri di Maria 20.30 23.25 NOTIZIARIO TG3 - PO Meteo 18.30 NOTIZIARIO Studio 17.55 REAL TV Cuochi e 22.40 Diverso da chi? SCF Ferrer (Diretta) SP2
23.30 ATTUALITÀ Speciale 21.00 TELEFILM N.C.I.S. TG Regione 23.30 RUBRICA Tempi sup- Aperto - Meteo fiamme 22.45 Triage SC1 21.00 Calcio, Liga 2010/2011
TG1 21.45 TELEFILM Castle 23.40 ATTUALITÀ L’alma- plementari 19.00 CARTONI ANIMATI 19.00 REAL TV Chef per un 23.15 Ultimatum alla Terra SCH 12a giornata Real Sociedad -
0.25 NOTIZIARIO TG1 22.35 RUBRICA SPORTIVA nacco del Gene Gnocco 0.00 NOTIZIARIO News Tom & Jerry giorno (REPLICA)
lunghe da 24 - Meteo 0.25 Hollywood - Un sogno a Atletico Madrid (Diretta) SP3
Notte Rai Sport La Domenica 0.40 NOTIZIARIO TG3 19.10 FILM Io, me & Irene 20.00 NOTIZIARIO TG La7
0.50 RUBRICA Applausi Sportiva 0.50 ATTUALITÀ TeleCa- 0.30 RUBRICA Tempi 21.25 VARIETÀ Colorado 20.30 ATTUALITÀ In Onda luci rosse SCMa 23.15 Tennis, ATP World Tour
2.05 RUBRICA Sette note 1.00 NOTIZIARIO TG2 mere Salute (REPLICA) dispari (REPLICA) 0.35 VARIETÀ Le Iene Show 21.30 ATTUALITÀ Niente 0.30 Boog & Elliot 2 SCF Finals 2010 Round Robin: 1a
2.25 ATTUALITÀ Così è la 1.20 RUBRICA RELIGIOSA 1.40 PREVISIONI DEL TEM- 1.00 NOTIZIARIO TG - 2.00 FILM Non aprite di personale (DIRETTA) 0.35 Underworld: La ribellione giornata Andy Murray - Robin
mia vita... Sottovoce Sorgente di vita PO Meteo 3 Rassegna stampa - Meteo quella porta 0.20 NOTIZIARIO TG La7 dei Lycans SCM Soderling (Replica) SP2

TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE


/ Dieci inverni  Che tempo che fa  L’almanacco del Gene Gnocco
Nell’inverno 1999, sul vaporetto che at- Tre ospiti da Fabio Fazio:Aldo Cazzullo, Anche il segretario del Pd, Pierluigi Bersa-
traversa la laguna veneziana, Camilla e scrittore e giornalista del “Corriere della ni, ha un proprio chansonnier di fiducia. Il
Silvestro, entrambi diciottenni, si incon- Sera”, scrive tuttora per il quotidiano mila- musicista si racconta per la prima volta e
trano. Da allora, comincia tra loro una nese come inviato speciale ed editorialista; svela i nuovi progetti in coppia con Bersani.
relazione destinata a durare nel tempo, Luca Cordero di Montezemolo, presidente Ma, in sommario, anche altre esclusive: il
ma in forme sempre diverse. S’innamora- della Ferrari dal 1991 ed ex presidente di segreto svelato dell’eterna giovinezza di
no per poi allontanarsi e ritrovarsi amici, Confindustria prima di passare il testimone Gianni Morandi e un’intervista a un Navì
di nuovo amanti e poi ancora distanti. a Emma Marcegaglia; infine Elisabetta  Report di Pandora, direttamente dal film “Avatar”.
/ Io, me & Irene / Il mistero delle pagine perdute
Nel corso degli anni entrambi vivono Canalis, già velina a “Striscia la Notizia”e Finmeccanica è il colosso della difesa italia- Tra i personaggi protagonisti delle rubriche
Il gentile ed altruista Charlie, poliziotto Mentre Gates è intento a presentare nuo-
anche altre storie, ma qualcosa li tiene ora attrice, presto nelle sale con il film “A no da 18 miliardi di fatturato e 77 mila de “L’Almanacco”anche Ilary Blasi e Fran-
del Rhode Island, sta vedendo il proprio ve scoperte relative al famigerato diario
uniti... Natale mi sposo”. dipendenti. Finmeccanica vuol dire armi e cesco Totti e Massimo D'Alema.
matrimonio andare in pezzi dopo che la di John Wilkes Booth, l’assassino del Pre-
sua compagna lo abbandona per un “sin- Sky Cinema 1 21,00 Rai 3 20,10 spazio, aerei, elicotteri, radar, turbine e treni. Rai 3 23,40
sidente Abraham Lincoln, un misterioso
golare”amante. Dopo 15 anni di vita uomo attira l’attenzione affermando di E’ un pezzo decisivo del sistema Italia. L’8
morigerata e dignitosa il tranquillo Char- essere in possesso di una delle 18 pagine luglio scorso, Lorenzo Cola è stato arrestato
lie esplode e lascia spazio al suo alter ego del misterioso diario. In quelle righe dalla Procura di Roma con l’accusa di rici-
Hank, violento e volgare. Come se non Gates scopre il nome del proprio bisnon- claggio. Era il consulente economico di Pier-
bastasse ecco la ciliegina sulla torta: la no. Cosa significa? Forse l’antenato era francesco Guarguaglini (presidente e ad di
bella e frizzante Irene irrompe nella sua parte della cospirazione che ha ucciso Finmeccanica) e di sua moglie Marina
esistenza. Lincoln? Grossi, (amministratore delegato di Selex).
Italia 1 19,10 Canale 5 21,30 Rai 3 21,30
pagina 18 Domenica 21 novembre 2010

SECONDO TEMPO

FATTI di VITA
PIAZZA GRANDE É di Silvia Truzzi

MONUMENTO
AL KITSCH
Nè destra nè sinistra P overo Marte, icona millenaria di virilità: gli hanno
appiccicato un pisello finto. E alla amata Venere mani
posticce che sfiorano il suo petto. Non è lo scherzo di un
ragazzino ma il capriccio di un vecchio signore, in arte
di Furio Colombo fastidio per bisogno e richieste percorso, aggregazione. Bersa- ritorno a un passato tipo l'Ame- premier, che ha ritenuto di dover imporre supplizi ulteriori
di chi non ha potere; onore alla ni è sullo schermo da solo. Dice rica prima di Roosevelt. Il se- al dio della guerra che già un tempo se l'era dovuta vedere
rmai è un dato di fatto, al “sinistra” solo all'inizio, perché condo è usare come lasciapas-

O
potenza e all'uso spregiudicato con Vulcano, cornutissimo consorte della dea dell'amore.
punto che se ne parla di essa, perché auto-giustifica- è richiesto dal gioco di televi- sare la parola “riformista”. E' ge- Succede che mr. B chiede in prestito al Museo delle Terme di
continuamente. Un lun- to. È una contrapposizione ana- sione-verità, senza indicare al- lida e non smuove le folle, come Diocleziano il gruppo scultoreo che raffigura le due antiche
go elenco di cose, com- cronistica, proprio nel cuore cun altro punto di raduno, alcu- tutti i sondaggi dimostrano.
divinità. Le statue, 1.400 chili di marmo risalenti al 175 dopo
preso il lavoro, non sono (non del mondo americano che ci na altra intenzione su ciò che si Non contiene un sogno ( è una
sono più) né di destra né di si- era sempre sembrato nuovo? può fare insieme. Comunica parola senza finestre) ma nep- Cristo, erano state ritrovate nel 1918 a Ostia. Ma il tempo,
nistra. Quando hai finito l’elen- Forse per questo agli autori del buoni sentimenti, caldi e perso- pure progetti. Ci ricordiamo tiranno pure lui, le ha restituite con qualche acciacco. Così
co, ti accorgi che non è rimasto programma televisivo “Vieni nali. Abbiamo intravisto l'im- che è stata una parola carica di l'architetto di fiducia del presidente del Consiglio ha dato loro
più niente da discutere. Certo, via con me” è venuta l’idea – ri- magine di due persone rispet- significato in un altro tempo. una sistematina, in vista della visita ufficiale del premier cinese
non nei termini di contrappo- voluzionaria di questi tempi tabili. Abbiamo visto la traccia Era l'alternativa civile e umana Wen Jiabao, il 7 ottobre scorso. Il maquillage è costato 70mila
sizione continua degli ultimi (con una maggioranza conser- di qualcosa di diverso che deve alla rivoluzione. euro, non proprio una briciola in periodi di magra. Ma
due secoli. Tutto superato. vatrice e una minoranza “rifor- essere venuto prima, nelle ri- In questo paesaggio, la parola soprattutto – spiegano gli esperti – l’intervento è in
D’ora in poi c’è il nuovo e il vec- mista”, che nei sondaggi scen- spettive vite diverse. Ma non “riformista” è una indicazione controtendenza con il “restauro filologico” della scuola
chio (alcuni dicono: il vecchio dono insieme) di far leggere i c'era partito. Anzi, ciascuno da- di viabilità politica che porta al italiana. La faccenda ha fatto infuriare gli esperti, tanto che il
e il giovane) e la parola-ponte è “valori di destra” a un personag- va l'impressione di parlare per centro. ministro Bondi ha dovuto giustificarsi (in prosa, grazie al cielo)
“innovazione”, che vuol dire il gio della destra e i “valori di si- sé. Due persone con molto ri- spiegando che si tratta di “materiali reversibili” e che i “risultati
coraggio di guardare le cose da nistra” al segretario del Partito spetto per gli altri, che potreb- NIENTE DI MALE, ma è be- sono rispondenti all'etica della disciplina del restauro”.
un punto di vista “moderno”. Democratico inteso come par- bero vivere nello stesso caseg- ne saperlo e non pretendere di Ma quale etica? E soprattutto quale estetica? Lo racconta
Ci sono due possibili obiezio- tito di sinistra. Il risultato è stra- giato con beneficio per tutti. Se apparire nuovi. Un vento forte senza far filosofia il capitolo “Lifting? No trapianto di
ni. La prima è che il nuovo as- no e interessante. abbiamo visto e ascoltato bene, spinge al centro come una sorta
faccia” di “Ultracafonal. Il peggio di Dagospia”, in cui visi
setto paesaggistico della poli- Solo in apparenza queste due li- allora è vero che “non ci sono di “occhio del tifone” in cui,
tica colpisce una parte sola, la ste si contrappongono. Nessu- più destra e sinistra”. Però: solo mentre tutto intorno infuria la sfigurati e corpi gonfiati sono veramente mostruosi. Sandra
sinistra. La sinistra era nata per na delle due descrive un mon- in Italia? Infatti, come spiegare tempesta, c'è pace e voci basse. Milo, Marina Doria, Eva Grimaldi, perfino la meravigliosa
contrapporsi allo stato dei fatti Ci sarebbe la grande questione Ornella Muti: sfregiate dal bisturi che avrebbe dovuto
(mettiamo: il lavoro sottomes- dei diritti umani e dei diritti ci- salvarle. Non so perché d'improvviso invecchiare sia
so e le cure solo a che può pa- La semplicazione vili. Tranne che per i Radicali, lo diventata una colpa, una malattia, una vergogna. Però i
garsele). Senza contrapposi- spazio resta vuoto. Si combatte danni sono incalcolabili, loro sì, forse irreversibili. E non
zione, lo stato dei fatti resta in- delle categorie per brutte riforme, nel tentati- solo per gli spettacoli cui si è costretti, in assoluta assenza
tatto. Dunque, quando qualco- vo, il più delle volte vano, di di colpa, ad assistere per strada. Soprattutto perché si vuol
sa “non è più né di destra né di in politica penalizza renderle meno indecorose. In- negare il senso della vita come percorso, che acquista più o
sinistra”, la destra resta sola sul soltanto la gauche: tanto non puoi vivere, se sei ve- meno senso in base a ciò che si riesce o meno a costruire.
piedistallo. Quando “destra e nuto in Italia per disperazione, Non uno spot, non un film, non un manifesto. Senza
sinistra non esistono più”, la nell’elenco credendo che fosse un paese ci- contare che tutto questo - basta guardare gli esiti facciali -
destra si libera dai tanti pesi e vile. E non puoi morire perché non ha nulla a che vedere con la bellezza. Concetto che
ostacoli creati dalla sinistra. proposto da Fini il tuo Stato osserva le prescri- assomiglia molto all'armonia, pochissimo all'artificio. Al
Ovvero, è la sinistra che esce di do alternativo. La diversa colo- zioni della Chiesa cattolica che
scena. La seconda obiezione ri- ritura di fondo (Stato da una e Bersani nel lo vietano. E se muori per trop-
tempo non è più concesso di passare su facce e corpi e non
guarda certe situazioni e im- parte, comunità dall’altra) è più pa pena ti chiudono fuori dalle si lasciano in pace nemmeno le statue con 1800 anni di
magini e fatti che ci appaiono – una diversa angolazione dello
programma chiese, come è accaduto a Pier- gloriosa anzianità.
Ma c'è un altro orribile particolare, in questa plastica
da mondi tecnologicamente e spazio osservato che una alter- di Fazio, gli italiani giorgio Welby. Ecco dove ti por-
statuaria che sancisce il trionfo del kitsch: i volti di Marte e
politicamente diversi (una vol- nativa di vita. Dopo tutto, Fini ta un mondo pacificato che non
ta dicevano “avanzati”) – come vuole cittadini orgogliosi del rivedono se stessi è né di destra né di sinistra. Ti Venere furono scolpiti a somiglianza di Marco Aurelio e
contrapposizioni non conci- proprio Stato e Bersani vuole porta a un centro antico e im- della moglie Faustina. L'imperatore,
liabili. In un mondo in cui non uno Stato consapevole dei biso- senza novità mobile. Foto di Umberto morto nel 180 d.C., è ricordato
c'è più destra e sinistra chi so- gni dei cittadini. Come in certi Pizzi per “Ultra (“Gladiatore” a parte) per ciò che
no, che cosa fanno – bene in film di effetti speciali, Fini mo- Cafonal” (MONDADORI) oggi chiamiamo senso delle
vista sulla scena americana – stra la mappa nitida ma da lon- la vitalità aggressiva e tutt'altro istituzioni. Uno che da imperatore
Barack Obama e Sarah Palin? La tano, Bersani compie una zoo- che incline alla condivisione aveva voluto la co-reggenza, che
loro contrapposizione è tota- mata veloce sui volti dei citta- generica di buone regole comu- rispettava il Senato, un
le. dini. Però destra e sinistra ap- ni, della destra danese, olande- amministratore lungimirante che
paiono sulla scena senza zaini e se, svedese dei republikaner te- istituì l'anagrafe per i suoi cittadini,
LA PALIN americana, come senza valige. Si sente parlare di deschi? E come definire la du-
un politico che combatteva la
la Lega italiana, alza il fucile in persone, non di masse, popolo, rissima contrapposizione ame-
nome del suo folklore e non aggregazione, partiti. Da dove ricana, Sarah Palin (con il vele- corruzione nelle Province, che limitò
vuol saperne del resto del mon- viene questo cambiamento, in noso e molto finanziato Tea Par- gli spettacoli dei gladiatori. Fu anche
do; Obama si ostina a difendere cui il discorso su uguaglianza, ty) contro Barack Obama?Ab- un filosofo di dottrina stoica. Ha
il diritto dei deboli non solo in rispetto delle persone, uomini biamo a disposizione due per- lasciato il suo testamento in un libro, i
America), non si deve perciò e donne, deboli e forti, cittadini corsi per uscire dall'imbaraz- Colloqui con se stesso. E molte
perdere tempo con il gioco del- e nuovi venuti, continua fuori zante domanda e spiegare l'Ita- intelligenti massime su cui riflettere.
le parole. Obama assomiglia a dal “destra-sinistra” tradiziona- lia. Il primo è di accettare un fat- Come questa: “c'è bisogno di poco
ciò che una volta, nella cultura le? to: la destra è troppo forte e non per condurre una vita felice”. Ma
e nella politica del mondo, era Dobbiamo essere grati una vol- è consigliabile il ruolo della proprio all'uomo che metteva in
la sinistra. Nessuno può negare ta di più allo spettacolo di Fazio controparte. Ti schiaccia, ti guardia, scrivendo “Guarda sotto la
che Sarah Palin sia identica alle e Saviano dedicato non tanto a svergogna, ti butta fuori dalla superficie: non lasciarti sfuggire la
immagini-guida di ciò che po- rivelare l'Italia agli italiani, scena. Per sopravvivere, me- qualità o il valore intrinseco delle
tremmo chiamare “la destra quanto gli italiani a se stessi. Fi- glio pretendere poco e fingere cose”, dovevamo fare questo torto?
classica”, ovvero sdegno per i ni appare a milioni di spettatori di non vedere che la “moderni- s.truzzi@ilfattoquotidiano.it
diritti umani come debolezza, senza la destra, storia, partito, tà” della destra è uno sfacciato

La Consulta
Localismi ha bocciato il
"modello toscano",
sostanziosi e –soprattutto – di se-
rie revisioni di come, che cosa e
perché insegnare: una vera rifor-
ma, insomma.Il rifiuto senza se e
ché non garantiva il carattere
omogeneo e unitario che dovreb-
be caratterizzare l’obbligo d’i-
struzione, ma soprattutto perché

senza futuro la cifra di come


l’innalzamento
senza ma opposto in Toscana a
una divaricazione dei destini su
base socio-economica si concre-
tizzò nella legge appena cassata:
essa individuava un biennio di
introduceva il pericoloso princi-
pio della regionalizzazione del si-
stema scolastico; difatti la Tosca-
na propose un modello in qual-
che modo migliorativo della leg-
dell’obbligo obbligo scolastico reale per qual- ge statale, ma la Lombardia inter-
di Marina Boscaino anche alle agenzie formative: solve a scuola, nei percorsi inte- siasi segmento delle superiori. venne con modelli peggiorativi e
elementi esterni alla scuola della grati e, dopo l’approvazione del- scolastico non sia così via; il risultato è stato un si-
a Consulta ha bocciato il Costituzione (pubblica e, sic!, IL VETO della Corte sottolinea stema nazionale molto discrimi-

L
la legge in ottobre, persino nel- mai divenuto
5/11 il "modello toscano", paritaria). l’apprendistato, a sottolineare il che la strada scelta in Toscana in- natorio ed eterogeneo” afferma
legge regionale che preve- disinteresse che chi ci governa esigenza collettiva crinerebbe l'unità del sistema l’avv. Corrado Mauceri (Per la
deva un percorso formati- LA SCUOLA democratica e cri- nutre per investimenti cultural- scolastico nazionale, configuran- Scuola della Repubblica). Non è
vo professionale diverso da tica e una parte del sindacato mente ed economicamente si- e neanche do una “terza via” per l'assolvi- il localismo la via per arginare le
quello previsto dalla “riforma” avrebbero preteso che il centro- gnificativi determinati da tassi di mento dell'obbligo, oltre a quello controriforme che ci stanno pio-
Moratti. Quasi per nulla notato sinistra ovviasse nel 2006 a que- alfabetizzazione maggiore. Solo battaglia comune di istruzione praticato dalle altre vendo addosso. La lezione del
dai media, questo evento fa ca- sta discriminazione verso il seg- settori isolati hanno mantenuto Regioni e all’apprendistato. La principio di uguaglianza non può
pire come l’innalzamento del- mento più debole della superio- costante attenzione alle implica- previsione regionale di un per- minare l’unitarietà del sistema.
l’obbligo scolastico non sia mai re. Ma così non fu: la Finanziaria zioni di questa rinuncia: scom- “Non li possiamo tenere a scuola corso specifico ha violato l’art. Un tentativo da rifiutare sia nelle
divenuto esigenza collettiva e del 2007 confermò – sebbene in messa di civiltà, che ci porrebbe con le catene”, Fioroni non aveva 117 della Costituzione, che riser- proposte di legge (come la Goi-
battaglia comune. Un po’ di sto- via transitoria – percorsi e pro- peraltro in posizione paritaria tutti i torti: non basta creare va allo Stato la competenza sulle sis) di stampo discriminatorio e
ria. La “riforma” Moratti assegna- getti di Moratti. Transitorietà in- con gli altri Paesi dell'UE, che l’“obbligo” per rendere pratica- norme generali dell’istruzione. leghista, quanto in questo prov-
va l’assolvimento dell’obbligo fine superata dalla Gelmini: oggi hanno l'obbligo almeno fino al bile un prolungamento impegna- “Una scelta, quella della Toscana, vedimento della Regione Tosca-
d’istruzione (nel professionale) nel nostro Paese l’obbligo si as- biennio superiore. Dicendo tivo, bisognoso di investimenti sbagliata sotto ogni profilo; per- na, baluardo del centrosinistra.
Domenica 21 novembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

sciopero. L’Usigrai non ci sta so-

MAIL BOX
stenendo in questo momento L’abbonato
importante (anche se verbal-
mente sostiene il contrario). del giorno
Alessia Pelagaggi

Diritto di Replica PRIMA RIGA


SECONDA RIGA
Dalla cattedra
Io, il Pdl all’authority
Siamo felici di pubblicare
e qualche processo
Gentile Marco Travaglio, lei ha
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO Con riferimento all’articolo


“Autorità energia larghe intese
l’abbonata del giorno Viola
Irina Nausicaa Balzaretti,
che si è laureata il 4
sicuramente buoni motivi per
criticarmi, e in nome della liber- SE C’E’ VITA SENZA con spartizione” del giorno 19
novembre 2010 su incarico della
novembre all’Università di
Genova in Scienze Politiche
tà di stampa io ovviamente le ri-
conosco questo diritto. La pre-
go però la prossima volta in cui
BERLUSCONI prof. Valeria Termini riteniamo
doveroso pubblicare le seguenti
precisazioni. Valeria Termini
con curriculum in
giornalismo politico
economico e sociale,
dovesse farmi l’onore del la sua aro Furio Colombo, non ti truculente del guerriero con non vuole non è andata in cattedra un anno
attenzione, di essere preciso co-
me cronista politico quanto lo è
C viene in mente che
Berlusconi, adesso che se ne va,
sentire ragioni e vuole averla sempre
vinta) a un certo punto finisce. Può essere
fa, ma nel 1995 (ultimo concor-
so su scala nazionale). Non è do-
discutendo
la tesi “ll
Fatto
come giudiziario. Desidero aiu- lascerà un grande vuoto? Non sto un sollievo così grande da far apparire lo cente di diritto tributario ma di Quotidiano,
tarla in questo suo gravoso, e im- parlando di sentimenti, sto spazio vuoto come una vacanza. D’altra “Economia e governance dei l’ultimo
magino fastidioso, compito. parlando di area occupata, di parte anche Mussolini aveva lasciato un mercati dell’energia” presso l’U- nato tra
Nella mia vita sono stata iscritta spazio assorbito, di ore di notizie vuoto, rispetto ai partiti senza fez, senza niversità di RomaTre. Se di ardua i giornali
solo a due partiti, il Partito ra- audio e video, di pagine di moschettieri e senza grandi uniformi comprensione la scelta di una italiani”
dicale e Forza Italia. Nel 1992 ho giornali, di commenti, dibattiti, (anzi, modesti vestiti borghesi ) degli tributarista quale componente con
accettato, come indipendente eventi di cui è o è stato uomini non sempre giovani, non sempre dell’Authority per l’Energia, Va- esito 110 e lode. Si tratta
radicale, una candidatura in Ri- protagonista? Mi incuriosisce con la faccia da eroi, del CLN. Persino la leria Termini non lo è; ma nel suo della prima tesi realizzata
fondazione, partito cui non ho sentire un parere. rapidità arbitraria delle decisioni curriculum, in rete, sarebbe sta- sul Fatto Quotidiano.
mai aderito. Sono stata eletta, Vittoriano mussoliniane per un po’ è stato rimpianta to facile desumere che: dal 2000
con il sistema proporzionale e la ( ma solo da Roma in giù, nelle parti al 2003 è stata Vice-presidente Raccontati e manda una foto a:
preferenza unica, contro ogni PRIMA di tutto, seguendo d’Italia che non hanno vissuto l’orrore della del Gestore del Mercato Elettri- abbonatodelgiorno@
previsione e con voti dati alla mia l’insegnamento di Sabina Guzzanti, Repubblica di Salò). E anche co la “borsa elettrica”, per dare ilfattoquotidiano.it
persona. Dopo pochi mesi dal- mettiamo dei paletti. Il primo paletto è per l’atteggiamento del gradasso che sta avvio al mercato all’ingrosso del-
l’elezione sono stata espulsa (ca- trattenere la fantasia. Berlusconi non se ne sempre al balcone. Berlusconi però, oltre l’energia elettrica in Italia;nel
so quasi unico nella storia del è andato stasera e non se ne andrà al suo peggio, porterà via con sé il peggio 2007-2008 ha guidato la delega-
Parlamento ) dal gruppo della domani mattina. L’attesa durerà ancora della Lega, da Bossi a Borghezio, il peggio zione italiana nelle negoziazioni dell’insegnamento di governan-
Camera perché, in collaborazio- un po’. Il secondo paletto è più pessimista. della Cdl, da Cosentino a Scajola, il peggio internazionali per Energia e ce dei mercati dell’energia. È co-
ne a Pannella e i radicali, mi ero Ci saranno danni alle istituzioni e al degli ex fascisti, da Gasparri a Roberto Cambiamenti Climatici in sede sì incomprensibile la designazio-
opposta alla candidatura di Nan- sistema nervoso della Repubblica. Fiore, un tafferuglio continuo di G8, Nazioni Unite e OECD; ha ne della prof. Termini quale
do Dalla Chiesa a sindaco di Mi- Potranno essere danni gravi e rischiosi che rumorosissimi incompetenti. Più ci penso e poi svolto le funzioni di Presi- componente dell’Authority per
lano. Sono rimasta al gruppo mi- potrebbero far apparire l’uscita di scena di più mi persuado (e voglio persuadere il dente del Comitato tecnico in- l’Energia? Con i migliori saluti
sto per il resto della legislatura. Berlusconi come un ritorno a un po’ di lettore) che non ci sentiremo soli neanche terministeriale in materia di avv. Stefano Nespor e avv. Ada Lucia
Nel 1994, insieme a tutto il grup- pace, a un po’ di normalità. Non è raro un momento. Tra l’altro, bisognerà rifare energia e cambiamenti climatici; De Cesaris
po dei radicali, mi sono candi- che Berlusconi si trasformi con rabbia, l’Italia. è stata infine Rappresentante del
data con Silvio Berlusconi e For- anche per tempi lunghi, in rumore Presidente del Consiglio dei Mi- Parentopoli
za Italia, partito cui sono stata molesto. Pensate che sollievo quando quel Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano nistri nei Major Economies Mee-
iscritta per 15 anni, con una leal- rumore molesto ( dove il grido disperato 00193 Roma, via Orazio n. 10 tings (MEM), istituiti dalla Presi- e automobili
tà che mi è costata anche qual- della vittima si mixa con le minacce lettere@ilfattoquotidiano.it denza americana per costruire Nell’articolo “Tengo famiglia, la
che processo. Non ho mai ade- la governance del “dopo-Kyo- parentopoli dilagante”, firmato
rito al Pdl. Quello che pensavo e to”; oggi, come detto, è titolare da Roberta Zunini e pubblicato il
penso sulla laicità dello Stato e i 19 novembre a pag. 5, è scritto
diritti civili mi pare oggi sia rap- che Eros Maggioni fu nominato
presentato meglio da Gianfran- ma sarei felice se la sinistra si portunisticamente (per storia dal Ministro del Turismo Michela
co Fini che da Silvio Berlusconi. È confrontasse con interlocutori personale, politiche di trust, LA VIGNETTA Vittoria Brambilla nel cda dell’A-
grave? O per far piacere a lei de- di destra alla Montanelli. Penso ecc.) di destra. Gesto che, per- ci-Automobile Club d’Italia do-
vo restare tutta la vita con Ber- infatti che la presenza, a destra, tanto, ha trovato approvazione po il commissariamento dell’en-
lusconi? Diciassette anni non ba- di figure di questa caratura, co- e genuina – non di comodo – so- te. Non è così. L’Aci ha gli organi
stano? O forse lei preferirebbe stringerebbe la sinistra (o, me- lidarietà da parte di tutti coloro di governo regolarmente in ca-
vedermi ai giardinetti con la co- glio, i politici della sinistra) a ri- che sono in grado di apprezzar- rica. A essere stato commissa-
pertina sulle ginocchia? trovare i motivi della sua ragion ne la libertà. Gesto di libertà che riato è l’Ac Milano, soggetto au-
Tiziana Maiolo d’essere ed il rapporto con i cit- è possibile, nei rapporti umani, tonomo federato all’Automobi-
tadini. Personalmente, non ho solo quando si ha una posizione le Club d’Italia.
Indro, mi manchi mai creduto che il gesto di ribel- di potere – che ciascun soggetto, Roberto Miceli, responsabile Ufficio
lione di Montanelli – direttore di nelle realazioni, in misura diver- Stampa Aci – Automobile Club d’Italia
(come avversario) testata – nei confronti di Berlu- sa, ha – “più debole”. Poiché, vi-
Leggo su “il Fatto “ del sconi – editore di fatto – fosse da ceversa, un gesto di presunta li- Prendiamo atto della
19/11/2010 l’articolo di prima considerarsi come un ripensa- bertà, compiuto da una posizio- precisazione. Resta il fatto che il
pagina del sig. Marco Travaglio e, mento delle proprie posizioni, ne di potere “più forte”, non è signor Maggioni, compagno del
di getto, scrivo. Mi reputo una bensì una conferma. Quel gesto un gesto di libertà, ma solo, ed ministro Brambilla, fa parte del
persona di sinistra e (pertanto) fu – o, meglio, è – un gesto di unicamente, un gesto di potere, consiglio direttivo di AC Milano,
mi sono quasi sempre trovato in libertà, compiuto da un uomo di che, tutt’al più, può eventual- soggetto autonomo federato
disaccordo con le opinioni destra, nei confronti di un uomo mente assumere le caratteristi- all’ACI.
espresse da Indro Montanelli, di potere, sedicente e solo op- che della magnanimità. Il gesto di (Rob. Zun.)
libertà si caratterizza, infatti, per
la posizione “più debole” del
IL FATTO di ieri21 Novembre 1942 soggetto che lo compie e per
l’essere contrario al tornaconto IL FATTO QUOTIDIANO
C’era il geniaccio di Bob Clampett, cartoonist a capo di personale. E la misura della li- via Orazio n. 10 - 00193 Roma
un’onda antidisneyana in voga negli USA già negli anni ’30, bertà del gesto risiede proprio lettere@ilfattoquotidiano.it
dietro il canarino Titti, esserino implume che il 21 novembre nella qualità e quantità di questi
‘42 sbarcò per la prima volta al cinema nel serial animato due fattori: la condizione di de-
della Warner Bros, Looney Tunes. Un debutto da star quando, bolezza rispetto ad un potere no risposto con 1.314 no, 77 sì, Direttore responsabile
tinto di rosa, Titti si chiamava ancora Oscar, in omaggio al
più forte e la contrapposizione 29 schede bianche e 18 nulle”.
al proprio intresse personale Ebbene: il referendum è stato Antonio Padellaro
grande fan Welles, e doveva vedersela con Babbit e Catstello,
(economico, di relazione, all’in- votato dai lavoratori Rai, non so- Vicedirettore Marco Travaglio
due gattacci affamati ispirati al duo comico Abbot e Costello.
tegrità fisica, ecc). Infine, sareb- lo dai giornalisti! Perchè questa
Ci vorranno altre 5 anni prima dell’arrivo di Silvestro, mitico be ora di finirla di voler confon- continuo annulamento della Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
gatto perdente, ossessionato dalla cattura dell’imprendibile dere il potere con la libertà. realtà di noi lavoratori? É nau- Progetto grafico Paolo Residori
uccellino, diventato nel frattempo dispettoso e vendicativo Luigi Galloni seabondo tutto ciò. Sono anni Redazione
canarino giallo, occhioni azzurri, testa grossa e corpo che siamo in agitazione per la ge- 00193 Roma , Via Orazio n°10
minuto, becco aperto in una smorfia saccente. Per il furbo
pennuto comincerà poi, col corto animato Tweetie Pie, l’era
In Rai non ci sono stione contenutistica ed econo- tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
mica di questa azienda, ma i gior-
dell’eterno inseguimento, un’idea strepitosa che regalerà solo i giornalisti nali scrivono che saremo in scio- sito: www.ilfattoquotidiano.it
alla Warner Bros il primo Oscar per un cartoon. Segno grafico Sono una lavoratrice Rai e le pero il 10 dicembre a causa dei Editoriale il Fatto S.p.A.
aggressivo, moralismo zero, la coppia Titti-Silvestro, astuzia scrivo per protestare contro tagli dei telefonini, delle spese di Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
contro goffaggine, diventerà un classico. Sul filo di quella l’ennesimo annullamento rivol- rappresentanza e baggianate si- Presidente e Amministratore delegato
frase palindroma “Was it a cat I saw, “è un gatto quello che ho toci. Sull’articolo “Rai, i giorna- mili. Chi lavora in Rai dovrebbe Giorgio Poidomani
visto?”, tormentone cult in bocca al perfido, amato canarino. listi sfiduciano Masi”, il Fatto conoscere la situazioni e le reali Consiglio di Amministrazione
Giovanna Gabrielli scrive: “i giornalisti della Rai han- motivazioni che ci spingono allo Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano