Sei sulla pagina 1di 24

NELL’INSERTO

puoi leggerlo on-line su:

Un’astensione militante www.ilpeperoncinorosso.it

per un nuovo inizio


EDITORE
GlobeGlotter

REGISTRAZIONE
Iscriz. Reg. Periodici
La decisione di non votare la lista “Libera Trinitapoli”, che fronteggia quella monocolore Tribunale di Foggia
n. 414
del 31/03/2006
della destra, diventa per ARTICOLO UNO lo stimolo per un nuovo inizio basato sulla
partecipazione attiva e democratica al governo del paese DIRETTORE
RESPONSABILE
COORDINAMENTO ARTICOLO UNO posizione della futura giunta. Nasce esclusiva e smodata ambizione di Nico Lorusso
così la lista “Libera Trinitapoli”. potere. REDAZIONE
Il quadro dell’accordo apparve Antonietta D’Introno
l 20 e il 21 settembre i cittadini definitivamente chiaro quando ap- CHE FARE?
I saranno chiamati ad esprimere
il loro voto per la Regione, per
il Comune e per il Referendum
prendemmo che uno dei 4 candidati
presenti nella lista per conto di
Forza Italia aveva accettato anche
Oggi ci ritroviamo gli avversari
di ieri diventati gli alleati di oggi
grazie ad una miracolosa notte bar-
DIREZIONE REDAZIONE
via Staffa 4
76015 Trinitapoli BT
sulla riduzione del numero dei par- la candidatura alle elezioni regionali lettana. Abbiamo fallito. Evidente- t. 339 5680875
lamentari. contro Michele Emiliano. mente i tempi non sono ancora www.ilpeperoncinorosso.it
Le compagne e i compagni di Falliva lo strenuo tentativo di maturi, ma non possiamo conse- libriamo.trinitapoli@libero.it
Articolo UNO, dopo un’ appassio- ricostituire un’autentica coalizione gnarci ad una alleanza con coloro
nata discussione che si è svolta di centrosinistra che ponesse fine che abbiamo combattuto e che ad
nella storica sezione del partito di alla infausta lacerazione del 2016. ogni livello, comunale, regionale STAMPA
Grafiche Del Negro
corso Trinità, hanno deciso di non Ci eravamo impegnati per un mese e nazionale sono e restano i nostri via Zuppetta, 6
partecipare al voto per le prossime intero a persuadere i maggiori re- avversari , neanche nascondendoci 76015 Trinitapoli BT
Elezioni Comunali. Manterranno, sponsabili di quella stagione scia- dietro l’ingannevole etichetta di t. 0883 631097
delnegrolina@virgilio.it
ovviamente, l’impegno di votare gurata a compiere un passo indietro “coalizione di salute pubblica”.
alle regionali i candidati Andrea e a consentire la discesa in campo Non si combatte la destra alle- DISTRIBUZIONE
Patruno e Maria Clinco nella di nuove leve. Abbiamo constatato andosi con essa. Contraddizione Gigino Monopoli
lista SENSO CIVICO a sostegno amaramente che Barisciano e Ta- irrisolvibile.
di Michele Emiliano e di espri- rantino, anziché fare un passo in- Ci hanno suggerito” di chiudere
mere un NO, forte e deciso, al dietro ne facevano due in avanti, un occhio”, oppure “di turarci il TESTI DI:
Antonietta D’Introno
referendum. alleandosi con la Lega e con Forza naso”, oppure “di inghiottire il Raffaele Di Biase
Nessuna delle due liste che sono Italia che nel frattempo riconqui- rospo”. Accettare significherebbe Melissa Di Terlizzi
state presentate risponde alla neces- stava definitivamente il consigliere contribuire all’onda di disprezzo Flavia Labianca
Michele Losappio
sità di dare la svolta politico- Andrea Minervino con la sua can- della politica che ormai da troppi Laura Marchetti
amministrativa che la nostra città didatura alle elezioni regionali. decenni viene alimentata nella Giuseppe Marzucco
richiede ormai da tempo. Alla lista coscienza degli italiani. Lucia Riontino
Arcangelo Sannicandro
monocolore della destra, capeggia- CHE FARE? La scelta di non votare per il Nichi Vendola
ta questa volta da Emanuele Losa- Da un lato la lista monocolore Comune non è quindi assoluta-
FOTO DI:
pio, il Movimento dei Cavalli ha di Fratelli d’Italia e dall’altro una mente un atteggiamento di rinun- Autori vari
contrapposto una alleanza con For- coalizione di centro-destra tra Mo- cia e disimpegno ma una decisio-
za Italia , con la Lega di Salvini e vimento dei Cavalli, PD, Lega e ne che ha solide motivazioni
con il PD, dando luogo ad una Forza Italia. politiche e di specchiata coerenza. Questo numero
inedita ed inaccettabile coalizione Per 9 anni senza rappresentanza Continueremo a svolgere il è stato chiuso in redazione
di centrodestra. in Consiglio Comunale e sempre ruolo di cittadinanza attiva re- il 15 SETTEMBRE 2020
La coalizione, mai sconfessata in solitudine, abbiamo combattuto stando fuori da questa competi-
dai dirigenti locali e provinciali di la coalizione di destra con iniziative zione elettorale amministrativa
Forza Italia e Lega con Salvini, fu pubbliche, volantinaggi, manifesti ma mantenendo alto l’impegno
decisa a Barletta in una riunione e articoli di giornale nella speranza a contrastare le spinte di destra
riservata alla presenza dei dirigenti di costituire un’alleanza di centro “in qualsiasi forma si presentino”
del PD, tra Annamaria Tarantino, sinistra e antifascista, rinnovata e ricercando sempre il dialogo e
Donato Piccinino e Lillino Bari- negli uomini e nei programmi, l’unità con tutte le forze politiche,
sciano a cui fu affidata la candida- nell’interesse della città con auten- sociali, culturali di centrosinistra
tura a sindaco e una ipotesi di com- tico spirito di servizio e non per del nostro Paese.
Modello capra-capra-capra
Le campagne elettorali, basate su ragionamenti con il pubblico di elettori che mettono a fuoco un problema per
volta, non vanno assolutamente di moda
ANTONIETTA D’INTRONO perdere. Ci si rivolge ad dal suo spin doctor di fidu- Regione Puglia che non gue della demagogia, in
un pubblico di ascoltatori cia è sempre uguale: 1) due aveva ancora il 118. Erano ogni epoca e a tutte le lati-
e non di attori principali. terzi di “quanto era bella gli anni di Fitto, il gover- tudini, hanno alcune carat-
rlare, sbraitare, grida- L’imperativo categorico la mia amministrazione e natore che inviò a Londra teristiche comuni: sintassi
U re!
Chi ragiona e spie-
ga pacatamente in che mo-
è “vincere” e non “convin-
cere”.
Dopo le affissioni di
quanto sono capre-capre-
capre i miei avversari” e
2) un terzo dedicato alla
nel 2002 il suo assessore
al bilancio per firmare, sen-
za capire una parola del
frammentaria e sconnessa,
vocabolario minimo, ripe-
tizione continua delle stesse
do intende abbassare le tas- foto con fascia in ogni an- sua candidatura al Consi- contratto in lingua inglese, parole e delle stesse
se, con quali mezzi e con golo di paese, l’ex sindaco glio regionale, per cui si è i bond (le obbligazioni) per espressioni” ( Gianrico Ca-
quali tagli , corre un grosso di Feo ha dismesso il vezzo dimesso circa un anno pri- 870 milioni. rofiglio, “Della gentilezza
rischio. I cittadini possono iconografico per indossare ma della scadenza naturale. Gustave Le Bon, autore e del coraggio- Breviario
riflettere e valutare con il modello capra-capra- Se ne ricorda nelle conclu- nel 1895 di Psicologia delle di politica e altre cose”,
calma le soluzioni, anche capra alla Sgarbi. sioni e sempre in “Diesis” folle, un libro amato e stu- Feltrinelli, 2020, pag. 37).
impopolari, proposte dai I suoi web monologhi e giura, grida, spergiura e diato da Mussolini, soste- Dobbiamo continuare a
candidati. L’era “tre-punto- le sue performance urlate minaccia l’apocalisse se il neva che le folle fossero sentire “vergogna-vergo-
zero”, inaugurata a Trini- su palchi e marciapiedi popolo bue non capirà che sedotte dagli oratori aggres- gna-vergogna”? Forse è
tapoli dall’ex sindaco Fran- cittadini rispondono ad una con Fitto si ritorna “all’età sivi che si ripetono ossessi- meglio consigliargli di ri-
cesco di Feo, non prevede scaletta di “tonalità” più dell’oro”. Forse ricorda i vamente senza mai tentare tornare alle foto. Almeno
pensieri e annessi & con- che di argomenti da tratta- tre provoloni consegnati di dimostrare qualcosa con cauteliamo l’udito.
nessi, considerati vuoti a re. Lo schema suggerito da “Striscia la notizia” alla il ragionamento. “Le lin-

“La rinascita” delle discriminazioni


Nel 2020 una lista che si qualifica” giovane” discrimina i transgender e promuove, a parole, un futuro che cambia.
Ma è solo un passato che ritorna
MELISSA DI TERLIZZI del pubblico che mi chiedo zionale, che si fonda anche tapoli, ma anche una lista che le istituzioni dovrebbe-
se abbia inteso bene, oppure su una rigida visione dei con valori, forte di aver rap- ro trasmettere è la convi-
no. Questi difensori della ruoli di genere (ovvero presentato al meglio in que- venza pacifica, il rispetto
l futuro continua”, di- famiglia “tradizionale”, di- dell’uomo, inteso come chi sti anni la comunità trinita- dell’altro, la solidarietà,
“I cono. Ma che futuro
è, un futuro in cui le
medesime discriminazioni,
fendono un concetto ormai
obsoleto e oltrepassato, dal
momento che la realtà mo-
“porta il pane a casa” e della
donna, intesa come angelo
del focolare tenuta a badare
polese. Una riflessione
sorge spontanea: la nostra
comunità (come ormai il
l’empatia, l’accoglienza del
diverso e non la discrimina-
zione, sia essa per sesso,
gli stessi preconcetti contro derna è costituita da nuclei ai figli) si sta sdoganando mondo intero), è fatta anche etnia, età, orientamento ses-
i quali stiamo lottando ades- famigliari variopinti: nuclei negli ultimi anni, cercando di persone transgender e di suale e identità di genere.
so, continueranno ad esiste- famigliari omogenitoriali, di far venire meno anche giovani transgender. Qual Ad oggi, sembra quasi
re ancora? nuclei famigliari composti quella concezione patriar- è il valore che una istituzio- banale dover sottolineare e
Durante il comizio di da due genitori omosessua- cale, deleteria sia per le don- ne rappresentativa di una trasmettere determinati
presentazione della lista Ri- li, o molto semplicemente ne che per gli uomini. città, trasmette ai suoi citta- messaggi, eppure è para-
nascita Trinitapolese, l’ex una famiglia composta da Come se non ci fosse dini, nel dichiararsi contro dossale che oggi più che
sindaco della città di Trini- due persone che convivono, fine al peggio, l’ex sindaco una parte della propria co- mai si riveli necessario.
tapoli, attualmente candida- senza contrarre matrimonio ha anche dichiarato la lista munità? È il valore Quando uno slogan non è
to alle regionali, si è lasciato e decidono o meno di avere schierata contro la comunità dell’odio, dell’arretratezza, accompagnato dalle azioni
andare ad una dichiarazione figli, dal momento che il transgender, allo stesso mo- dell’esclusione di chi già che ne riflettano il messag-
abbastanza infausta: “Stare contesto economico attuale, do in cui si dichiarerebbe quotidianamente deve lot- gio, è evidente che sia solo
da questa parte significa specialmente per la genera- odio ad un nemico che ti tare per essere accettata dal- uno specchietto per le allo-
che noi crediamo nella fa- zione di giovani, non sem- ha inferto del male. la società. E pertanto non è dole. Perché un futuro che
miglia, crediamo nel papà pre permette di potersi cre- La stessa afferma di es- un valore, ma uno, dieci, discrimina, non è un “futuro
e nella mamma con i figli, are una famiglia senza sere non solo una lista gio- cento passi indietro. che cambia”, ma solo un
siamo contro i transgen- troppi sacrifici. Ancora più vane, e dunque capace di La nostra comunità ha passato che si ripete infini-
der!”, ha esclamato a voce importante è il fatto che il rappresentare i cittadini più bisogno di una scossa cul- tamente.
alta, col conseguente plauso concetto di famiglia tradi- giovani della città di Trini- turale ed emotiva. Quello
Non scambiamo le tifoserie per politica
Come nell’America di Trump, a Trinitapoli la politica sta attraversando la sindrome del Marchese del Grillo e stenta
a ritornare patrimonio di una comunità
GIUSEPPE MARZUCCO nie Sanders, dalle diverse personalità intorno? Si chiude a qua-
ndr) che parlava che per sua natura lo po- drato, proteggendo il
di scuola pub- polano. prediletto, e portandolo
n queste settimane di blica e Ora, se le somiglianze sugli scudi come prince-
I campagna elettorale
mi sono ritrovato più
volte a dovermi fermare
“Medi/care for
all!” (insomma,
la sanità pub-
si esaurissero qui, proba-
bilmente tutto questo di-
scorso non reggerebbe.
ps inter pares (o, meglio,
“non tanto pares”, dato
che il Prediletto di turno
per riflettere su ciò che blica) è dive- Per questo ne ho ancora. è, senza ombra di dub-
stava avvenendo. A ri- nuto probabil- Oltreoceano, nella ca- bio, migliore di chiunque
schio di sembrare un mente la prima pitale della democrazia altro). No, con questa
folle delirante, voglio voce del Partito, occidentale, il Partito piccola analisi non ri-
proporvi la mia rifles- costringendo il Repubblicano è andato sparmio nessuno: il fe-
sione sulla vita politica moderato Biden stringendosi attorno al nomeno è trasversale.
del nostro paese. Dico a scrivere un suo esponente di spicco, Sia che si rimanga uniti
che potrei passare per programma il Presidente Trump, cre- che ci si divida, il senti-
quello che credo di non molto spostato ando una situazione ine- mento di superiorità e di
essere perché ho ri- a Sinistra ri- dita (o quasi) per gli Stati essere uniche guide pos-
scontrato nelle posizioni spetto agli Uniti: il personalismo. sibili per il paese rimane
politiche di noi tutti un standard ame- Ciò che sta ammalando lì, a caratterizzare i volti
cambiamento radicale ricani. Ma bi- la democrazia statuniten- della politica. Come di-
che mi ricorda quello Lo studente universitario, Giuseppe Marzucco sogna ammet- se è esattamente questa ceva il Marchese del
che gli analisti rilevano tere che Sanders nuova realtà per cui non Grillo di Sordi, “Perché
da ormai qualche anno anche e soprattutto ver- non è l’unica voce del si concorda con un poli- io so’ io, e voi non siete
(circa da dopo il 2016, so un liberismo sempre Partito Democratico tico o con un partito, ma un cazzo!”
con l’elezione di Donald più marcato ed un auto- che, anzi, ha visto le sue li si sostiene come si fa- Lo dimostrano cam-
Trump alla presidenza ritarismo talvolta velato, ultime primarie animar- rebbe con una squadra pagne elettorali persona-
degli Stati Uniti) nella talvolta rivelato. Questo si di diversi candidati di calcio: da tifosi. Sape- listiche, azioni ammini-
più grande democrazia spostamento verso de- con idee differenti e del- te, quello strano fenome- strative comuni
occidentale: gli Stati stra del GOP (“Grand la politica e del Paese. no per cui la nostra squa- trasformate in show per
Uniti, appunto. Old Party”, come è po- Ed è proprio qui che si dra del cuore è sempre la cittadinanza, discorsi
Ecco, i fattori per que- polarmente noto il Par- conclude la similitudi- meritevole di vittoria e, che non fan altro che ri-
sta similitudine politica tito Repubblicano) e la ne: in questi anni, negli se non la raggiunge, gli marcare che gli altri non
sono naturalmente mol- presenza ai suoi vertici ultimi nove a star larghi, arbitri sono colpevoli di sono solo peggio di noi,
teplici e probabilmente del presidente Trump probabilmente meno, esser stati di parte. Esat- ma sono il peggio che
la vicinanza nell’effetto hanno portato anche i una parte di Trinitapoli tamente lo stesso. E cosa possa esserci.
non vuol evidenziare pa- sostenitori repubblicani è andata radicandosi è avvenuto nella nostra Va bene, abbiamo rac-
rimenti una somiglianza a virare nella stessa di- nelle sue posizioni a so- città? Giusto, lo stesso. contato e sottolineato ab-
nelle cause. Con calma: rezione. Specularmente, stegno di una certa com- La politica cittadina si è bastanza, passiamo al
che voglio dire? Mi spie- il Partito Democratico pagine che, pian piano, costellata di personaggi momento che preferisco:
go meglio. (ancora quello america- passettino dopo passet- che credono, per qualche tiriamo le somme. Come
È fatto conclamato no, eh! Non ci distraia- tino, manifesto dopo di- ignoto motivo, di esser la scorsa volta (mi riferi-
che gli Stati Uniti abbia- mo!) si è ritrovato nella chiarazione, è riuscita a sicuramente migliori de- sco al mio ultimo artico-
no subito questo strano difficile situazione di rafforzare la sua posi- gli altri e, in quanto mi- lo, presente nel numero
processo (e dico strano dover mantenere una zione verso Destra. gliori, più degni di rico- di luglio de il Peperonci-
non a caso, dato che, a posizione moderata ma Dall’altra parte, al con- prire cariche pubbliche. no Rosso), ciò che vorrei
parte qualche rara ecce- dover anche dare ascol- trario, ha regnato una di- Vittime probabilmente è riuscire nell’arduo
zione rappresentata, ad to alle sue frange più a somogeneità nei mezzi, di “un rapimento mistico compito di portare alla
esempio, da Ronald Re- Sinistra, che hanno ac- nelle idee, nelle posizio- e sensuale”, avranno vi- riflessione chi ha la bon-
agan, la presidenza cumulato sempre più ni, nella visione. Insom- sto il Nirvana, raggiunto tà di leggere ciò che scri-
americana è sempre an- peso anche e soprattutto ma, un campo è stato ca- l’illuminazione, sognato vo. Ecco, quello di cui
data ad un candidato grazie ad un inatteso av- pace di rimanere unito, Togliatti e De Gasperi abbiamo parlato è qual-
moderato) a causa di vicinamento delle nuo- sotto l’egida del suo con- che, di comune accordo cosa che, fermandoci a
una radicalizzazione del ve generazioni al mon- dottiero e di rafforzare hanno rivelato loro i se- riflettere, diviene eviden-
Partito Repubblicano do politico. E così quel le sue posizioni. L’altro greti della politica, non te (per caso avete detto
verso temi populisti, ma vecchio senatore (Ber- si è frantumato, animato so. E che fa chi sta loro “Di nuovo si candida?”
I partigiani “De’ Noantri”
Gli avversari della lista di Barisciano sostengono che un’idea politica di sinistra non possa
essere portata avanti da esponenti di destra e considerano conseguentemente anomalo che
ciò accada. Ma a quanto pare, non sono solo gli «avversari» a preoccuparsi di questa anomalia
riferito a qualcuno, tra RAFFAELE DI BIASE zare la resistenza con- Primo: è corretto ri- lia e del movimento
le due squadre in corsa, tro il Nazifascismo»; cordare che i compo- «Noi con Salvini».
in queste settimane?), oppure «il governo del nenti del comitato ap- Con tutto il rispetto,
ma non possiamo arre- o stralcio del pro- compromesso storico partenevano a non crediamo che la li-
stare la nostra azione
alla mera analisi. È
giunto il momento di
L gramma elettorale
della lista «Libera
Trinitapoli» - peraltro
che ha sconfitto
l’emergenza del terro-
rismo eversivo».
sensibilità politiche
molto diverse: dai socia-
listi ai comunisti, dai li-
sta «Libera Trinitapoli»
possa essere minima-
mente paragonata a
passare all’azione, ri- molto diverso dal pro- Alla faccia dell’e- berali ai democristiani. quell’esperienza.
prendendo in mano i fili gramma ufficiale - co- mergenza! Occupazio- Ma è profondamente Anche perché, se vo-
della politica del paese, mincia così: «I nostri ne nazista e terrorismo scorretto dimenticare lessimo portare fino in
riportandola tra le piaz- avversari sostengono eversivo! che essi avevano un fondo il paragone con
ze, tra le persone. Se la che la lista “Libera È vero che, durante grande denominatore l’esperienza del CNL,
situazione ad oggi è di Trinitapoli” aggrega il lockdown, c’era chi comune: erano tutti, ma la cosa rischierebbe di
una aridità agghiaccian- forze politiche e movi- si lamentava che l’ex proprio tutti, antifascisti. diventare imbarazzante.
te non possiamo che tro- menti diversi tra loro e sindaco di Feo se ne an- Nella lista di Bari- Va ricordato, infatti,
vare i colpevoli in noi sarebbe, perciò, una dava in giro col giub- sciano questo denomi- che il CNL, esaurito il
stessi, che abbiamo la- anomalia secondo i botto di top gun, ma natore comune non c’è. suo compito, si sciolse.
sciato che di politica si consueti paradigmi del- sembra che nessuno E non lo dicono gli «av- Cosa vuole fare Bari-
occupassero in pochi, la politica; non consi- l’abbia visto indossare versari», lo dicono i sciano? Vincere le ele-
pensando che fosse un derano però le emer- un elmetto delle SS. Né «sostenitori». zioni, proclamare libera
qualcosa di distante. E genze che la città sta lo si è mai visto con Secondo: per com- Trinitapoli e poi dimet-
così, quei pochi, nel attraversando e che eskimo, baffoni e basco battere i fascisti, il CNL tersi?
tempo, hanno comincia- hanno reso necessaria alla cubana aggirarsi non includeva i fascisti, La verità è che il fat-
to a credere di poter la loro unità». furtivo alla ricerca di i quali erano invece il to che la lista di Bari-
spadroneggiare sia con Gli avversari della obiettivi strategici. principale obiettivo del- sciano «sarebbe una
chi gli si parava di fron- lista di Barisciano so- Diciamo che il para- la sua azione politica e, anomalia secondo i
te in campo politico che stengono che un’idea gone è un tantino esa- soprattutto (ricordiamo- consueti paradigmi del-
nella comune vita del politica di sinistra non gerato e che, se a Trini- celo, per favore) milita- la politica» non lo di-
paese. Se qualcuno ha possa essere portata tapoli c’è un’emer- re. Il CNL organizzava cono i nemici, lo dico-
preso a considerare la avanti da esponenti di genza, essa va condotta insurrezioni e attentati no gli amici. E agli
politica cittadina un suo destra e considerano alle sue giuste propor- contro le forze nazifa- amici bisogna dire la
personale passatempo conseguentemente ano- zioni. sciste di occupazione. verità. E cioè: stiamo
con il quale imporre la malo che ciò accada. Ma ammettiamo pure La lista «Libera Tri- insieme perché ci somi-
propria idea ignorando Ma a quanto pare, non che Trinitapoli stia vi- nitapoli», invece, vuole gliamo. E ci vogliamo
la natura collegiale della sono solo gli «avversa- vendo un’emergenza liberare Trinitapoli dal- bene.
politica stessa è colpa ri» a preoccuparsi. Il paragonabile a quella la destra utilizzando Quando c’è amore
nostra, che gli abbiamo problema è ben cono- per cui hanno combat- componenti di destra. non c’è nulla di cui ver-
lasciato spazio. Insom- sciuto anche da chi ha tuto i partigiani del Co- E infatti, in lista ci sono gognarsi.
ma, quello che sto cer- scritto il programma di mitato di Liberazione esponenti di Forza Ita-
cando di fare è rivolgere «Libera Trinitapoli» Nazionale (CNL);
un invito a voi, che leg- tanto è vero che si pre- ammettiamo che il
gete: tornate ad abitare mura subito di chiarire. continuo ammiccare
la politica. Tornate a Dice: sì, è vero che ap- dell’amministrazione di
considerare Trinitapoli parteniamo a partiti di- Feo ai retaggi dell’epo-
la vostra “grande casa”. versi, ma ci siamo mes- ca fascista abbia stuz-
Ricreiamo il senso di si insieme perché in zicato la coscienza
Comunità cittadina che città c’è un’emergenza. partigiana dei candidati
in questi anni è andato E per chiarire quanto consiglieri (tutti co-
perdendosi. Solo con la seria sia questa emer- nosciuti per il loro
nostra presenza potremo genza cita degli esempi fervente antifascismo,
cambiare la rotta della di notevole portata sto- vero? – tutti alla sfilata
vita politica del paese, rica: «…ad esempio, del 25 aprile, vero?); il
e così cambiare il paese quando si costituì il Co- paragone storico appare
stesso. mitato di Liberazione comunque stonatissi-
Nazionale per organiz- mo. Per due motivi. Il movimento delle “sardine” vota NO al Referendum Costituzionale
Insieme per non aver paura
Molto apprezzato è stato “Il Senso del coraggio” , lo spettacolo patrocinato dal Comune di Trinitapoli e dall’Osservatorio
sulla legalità istituito dalla Prefettura di Barletta
FLAVIO LABIANCA cato nella nostra so-
cietà.
Punta di diamante
o spettacolo si inse- dell’evento, la presenza
L risce nel più ampio
progetto di sensibi-
lizzazione al tema della
di Lina Sastri, attrice
di spicco del cinema,
della televisione e del
legalità, fortemente in- teatro italiani, vincitrice
centivato dal commis- di tre David di Dona-
sario prefettizio di Tri- tello e di un Nastro
nitapoli, Dott. Angelo D’Argento, che porta in
Caccavone e avviato scena la struggente
proprio con l’istituzione poesia “Chistu unn’è
dell’Osservatorio, a me figghiu” di Felicia
seguito di una riacu- Impastato, madre di
tizzazione dei fenomeni Peppino. Una testimo-
criminosi sul territorio nianza di puro dolore
trinitapolese verificatasi alla quale l’attrice na-
negli ultimi anni e rac- poletana ha magistral-
conta le storie di per- mente prestato la sua
sonaggi che hanno Luca Carulli durante la sua performance voce convogliando tutta
creduto fermamente la cieca disperazione di
fosse possibile scon- si sono alternate sul pal- combattere per un futu- sono morti e la necessi- una madre alla quale
figgere la mafia e hanno co le testimonianze di- ro diverso, che grida a tà di un’ azione urgente viene brutalmente strap-
dedicato la propria vita rette ed indirette, ma gran voce che l’unico e collettiva verso que- pato un figlio.
a questa causa. ugualmente terribili di modo per cambiare la sto fenomeno così radi-
La rappresentazione coloro che hanno sacri- società è essere uniti.
si pone come obiettivo ficato la propria vita pur A dare voce alle te-
quello di essere un di dimostrare che stimonianze di questi
mezzo di risveglio delle un’altra società era pos- eroi contemporanei
coscienze, attraverso la sibile, voci spezzate sono stati gli artisti
denuncia sociale e che, proprio nella rottu- trinitapolesi Luca Ca-
l’esempio di numerosi ra, trovano il proprio rulli, Nicola Di Feo,
martiri dello Stato. compimento e la loro Francesca Russo,
La direzione dell’e- forza. Gli esempi di vita Maria Piazzolla e
vento è stata affidata a di Giovanni Falcone, Clarissa Digennaro.
Gerardo Russo che si Paolo Borsellino, Car- I monologhi si sono
è avvalso dell’aiuto di lo Alberto dalla Chie- alternati ad intermezzi
Katya Coppolecchia, sa, si ergono come si- musicali, curati dalla
assistente alla regia e di mulacri della “Società band calabrese Le Ri-
Michele Sicoli, diret- che avrebbe potuto voltelle alla quale è
tore della fotografia. essere” e che non è sta- stata affidata la dire-
“Il senso del Corag- ta. La loro forza e il loro zione musicale, e co-
gio” è stato un evento sacrificio rappresentati reografie ideate da
suggestivo ed interes- sul palco ci lasciano Ilaria Davvanzo.
sante ma soprattutto sgomenti difronte alla Danza e musica hanno
necessario. Possano nostra debolezza e alla contribuito ad ampli-
queste performance nostra malcelata omer- ficare il messaggio de
sensibilizzare la nostra tà. “Il Senso del Coraggio”
comunità ad ogni livello “Il senso del Corag- comunicando, attra-
e guidare le nostre gio” è stato anche, e for- verso le proprie carat-
azioni e le nostre scelte se soprattutto, un mes- teristiche peculiari, il
quotidiane. saggio di speranza ri- sentimento di gratitu-
Partendo dalla storia volto a chiunque creda dine verso coloro che
di Peppino Impastato, che non valga la pena hanno combattuto e
Petizione popolare per rimuovere due dossi
rallentatori installati in Viale I Maggio
Egr. Sig. Commissario
Comune di Trinitapoli
I sottoscritti cittadini, residenti in Viale
I Maggio e strade limitrofe
Premesso che:
da cirda un anno l’Amministrazione Comunale
ha installato su Viale I Maggio due dossi
rallentatori;
viale I Maggio è una strada altamente
frequentata di giorno e di notte oltre che
da autovetture anche da numerosi camion
e mezzi agricoli;
tale installazione determina, proprio a
seguito dell’alta frequentazione della
suddetta tipologia di veicoli, un continuo e
inaccettabile frastuono di giorno e di notte,
a fronte dello scarsissimo effetto
deterrente sugli autisti indisciplinati;
Considerato che:
la situazione venutasi a creare non permette
ai cittadini residenti nel quartiere la
necessaria tranquillità nelle ore diurne e di
riposare nelle ore notturne;
in corrispondenza dei suddetti dossi si
verificano spesso sobbalzi e sbandamenti
dei veicoli con conseguenti rischi per
l’incolumità dei pedoni;
i suddetti dossi sono illegali in quanto viale
I Maggio rientra nella categoria delle strade
che costituiscono itinerari preferenziali
per i mezzi di primo soccorso e pronto
intervento sulle quali, secondo quanto
disposto dal decreto legge 70420 emanato
dal Ministero delle Infrastrutture e il
successivo parere 5247 del 26 ottobre
2011, è vietata la collocazione dei dossi
artificiali;
vi potrebbero essere soluzioni alternative
per indurre gli automobilisti indisciplinati
al contenimento della velocità nei limiti
consentiti, come autovelox mobili o fissi;
Chiedono
la rimozione dei suddetti dossi e l’adozione
di provvedimenti alternativi per il controllo
della velocità.
Trinitapoli, 14.09.2020
La coerenza in politica è ancora un valore?
Da “abbasso alla guerra” Mussolini passò a gridare “popolo italiano corri alle armi”. I
voltafaccia farebbero arrossire chiunque. Ma questa regola pare che non valga in politica.
Ci si chiede perché ciò possa accadere
RAFFAELE DI BIASE tariato un grido solo, e sia già stata consegnata agli sempre è punita dalle
ripetuto per le piazze e ambasciatori di Gran Bre- masse votanti come lo sa-
strade d’Italia: «Abbasso tagna e di Francia». E an- rebbe nella vita di tutti i dopo il processo di Verona.
l 25 luglio 1914, scaduto la guerra!». È venuto il cora: «L’Italia, proletaria giorni? Perché alcuni tradi- Gli esempi sono pressoc-
I l’ultimatum dell’Austria
alla Serbia, divenne
chiaro che si andava verso
giorno per il proletariato
italiano di tener fede alla
vecchia parola d’ordine:
e fascista, è per la terza
volta in piedi, forte, fiera
e compatta come non mai.
tori conclamati non prova-
no vergogna nel presentarsi
in pubblico alla ricerca di
ché infiniti.
Quando si tratta di poli-
tica, il tradimento e
lo scoppio di un conflitto «Non un uomo! Né un sol- La parola d’ordine è una consenso? l’incoerenza regnano so-
sanguinoso: la Prima Guer- do!». A qualunque costo!». sola, categorica e impe- La risposta a questi in- vrani e sembra proprio che
ra Mondiale. Il giorno suc- Lo stesso uomo, poi sce- gnativa per tutti. Essa già terrogativi è necessaria- questa triste realtà sia pa-
cessivo, il giovane direttore so in politica e divenuto trasvola ed accende i cuori mente complessa. Servi- trimonio comune dell’u-
dell’«Avanti!», organo uf- primo ministro, a distanza dalle Alpi all’Oceano In- rebbero interi trattati di manità e di ogni cultura.
ficiale del Partito Socialista di ventisei anni, il 10 giu- diano: vincere! E vincere- psicologia, privata e collet- L’incoerenza è certamente
Italiano, scriveva queste gno 1940 portava l’Italia mo!, per dare finalmente tiva, per venire a capo del percepita come un disvalo-
parole: «Sorga, dunque, alla guerra, alla morte, un lungo periodo di pace rebus. In realtà, come re, eppure ognuno è dispo-
dai circoli politici, dalle all’infamia e al disastro con la giustizia all’Italia, ognuno di noi sa, basta una sto ad accettarla come por-
organizzazioni economi- pronunciando queste paro- all’Europa, al mondo. Po- chiacchierata davanti a un tato naturale dell’agire
che, dai Comuni e dalle le: «L’ora segnata dal de- polo italiano, corri alle ar- qualunque bar sport per politico, perché anche il
Provincie dove il nostro stino batte nel cielo della mi! e dimostra la tua tena- rendersi conto che più ingenuo è consapevole
Partito ha i suoi rappre- nostra patria. L’ora delle cia, il tuo coraggio, il tuo l’opinione comune è pres- che la brama di potere è
sentanti, sorga dalle molti- decisioni irrevocabili. La valore!». socché unanime: la coeren- una sirena dal canto troppo
tudini profonde del prole- dichiarazione di guerra è Sono convinto che la za non è di casa in politica lusinghiero per resistervi.
maggior parte dei lettori e nessuno se ne meraviglia. Sono pochi coloro che non
sarà sorpresa nell’ap- Forse, una prima risposta si arrendono alla vergogna
prendere che l’autore di va ricercata nel fatto che la dei voltafaccia e sono co-
entrambi i discorsi è Mus- brama di potere – come loro per i quali il desiderio
solini, così come sono per- sostenuto nel mio prece- di dominio non è attraente
suaso che solo in pochi dente articolo «La follia quanto un animo sereno.
sanno oggi che prima di del potere» - rappresenta C’è gente che a fare certe
diventare il guerrafondaio una spinta così forte, di così cose non riuscirebbe a
duce del fascismo, egli fos- immediata comprensione, guardare più i suoi figli in
se un socialista rivoluzio- da giustificare agli occhi faccia per la vergogna. So-
nario nonché internaziona- dei più ogni turpitudine. no coloro che perseguono
lista pacifista. Tradire persone e ideali i propri ideali e non si pie-
Vien da chiedersi, come sembra essere comune- gano alla legge del pudore
sia possibile per lo stesso mente considerato un effet- molliccio, ma molto spesso
uomo passare da «Abbasso to collaterale della lotta per sono considerati perdenti,
la guerra!» a «Popolo ita- il potere, ed è come se que- idealisti nel senso sarcasti-
liano, corri alle armi!». Un sta conoscenza appartenga co del termine.
così radicale voltafaccia a tutta l’umanità. Non c’è Bisogna, dunque, arren-
farebbe arrossire di vergo- bisogno di spiegarla, chiun- dersi al fatto che la politica
gna chiunque nella vita di que lo capisce. non sia un luogo adatto a
tutti i giorni, ma ci sono C’è chi per la brama di chi prova vergogna? Non
numerosi e celeberrimi potere non ha esitato a li- saprei. Piuttosto, la doman-
esempi in grado di dimo- berarsi degli affetti più cari: da che mi pongo è un’altra.
strarci che questa regola Cesare fu assassinato da Perdere la faccia per Ce-
non valga nella politica. suo figlio Bruto, Nerone sare o Nerone o Mussolini
Vien da chiedersi perché fece uccidere sua madre o Ciano può essere depre-
ciò accada. Agrippina; Ciano, genero cabile, ma in un certo senso
Perché in politica sem- di Mussolini, lo tradì fir- comprensibile: il gioco va-
bra essere consentito ogni mando l’ordine del giorno le la candela. Ma perdere
sorta di colpo basso, tradi- Grandi e Mussolini la faccia per occupare un
mento, voltafaccia? E per- ricambiò il tradimento non posto al comune di Trinita-
Lista del 1958 del Partito Monarchico di Trinitapoli (per gentile concessione ché, come la storia dimo- impedendo la fucilazione poli, non è un po’ troppo?
del signor Oscar Di Leo) stra, l’incoerenza non del suo genero prediletto
Alziamo il pugno per dire addio a Maria Celeste
Laura Marchetti, scrittrice e docente presso l’Università di Foggia, rende omaggio ad una compagna che ha
rappresentato per il popolo della sinistra un esempio di coerenza, di lealtà e di gentilezza
che se il suo na straordinaria. rezza quella che credo la
corpo diventava La piange poi la sua verità e la ragione. Ma
sempre più leg- seconda famiglia, quella con Maria Celeste no, in
gero. a cui anche io apparten- tanti anni non mi è mai
Piangono go, la sua famiglia politi- capitato. Ero in ascolto,
1 2 3 Maria Celeste ca. Senza di lei, rischia presa da quella sua gra-
4 due famiglie: di essere ancora più zia, da quella enorme for-
quella intima, smarrita. La senatrice za interiore avvolta da
privata, una Nardini, la compagna dolcezza, da quella sua
grande famiglia Maria Celeste, era un col- straordinaria coerenza
di figli e nipoti lante e una nutrice. Ave- che non giudicava mai
a cui lei dedi- va il cuore nelle lotte, da chi aveva sbagliato per-
cava impegno e quelle nei quartieri più ché trovava sempre in lui,
cura perché marginali di Bari a quelle in lei, il meglio dell’u-
crescessero in- per gli Armeni, per i Cur- mano.
telligenti, crea- di, per la Palestina. Ma Per non essere travolta
Firenze 2009. Assemblea Costituente di Sinistra, Ecologia, Libertà. 1) Antonietta D’Introno, tivi e, soprat- dava consigli irrinuncia- da questa sua fine, devo
2) Arcangelo Sannicandro, 3) Fedele Cannerozzi, 4) Maria Celeste Nardini tutto, buoni. A bili ad una generazione ricordare Maria Celeste
loro va il primo comunista e di sinistra al funerale di mio padre.
LAURA MARCHETTI della sua casa, accoglien- cordoglio e la voglia di chiamata al buon gover- Il sole freddo, il dolore
te e sobria, una pila di dire, di fronte ai loro oc- no e alla buona ammini- di una comunità e lei che,
libri e i giornali che ha chi smarriti, comunque strazione. ad un certo punto, alzò il
a senatrice Maria continuato a leggere ogni avete vissuto il privilegio A me ne ha dati tanti. pugno portando gli occhi
L Celeste Nardini è giorno, perché la sua di nutrirvi ogni giorno
morta. Sul comodino mente rimaneva acuta an- della luce di questa don-
Io spesso mi accaloro.
Difendo anche con du-
di tutti verso l’avvenire…

La sezione di Corso Trinità


La piccola grande storia di una comunità che sogna ancora il “sol dell’avvenire”
l 15 dicembre 1991 si apre a Trinitapoli, in corso
I Trinità n. 52, il partito della Rifondazione Comu-
nista (PRC).
Era la conclusione della drammatica scissione del
Partito Comunista italiano che dette il via alla nascita
del PDS (poi DS e PD) e PRC (da cui nacquero nel
1997 il PdCI e nel 2009 Sinistra Ecologia Libertà).
I compagni della sezione aderirono nel 2009 a
Sinistra Ecologia e Libertà continuando le battaglie
di sempre a difesa dei più deboli.
Dopo lo scioglimento di Sinistra Ecologia Libertà
(SEL) nel 2017 le idee di sinistra continuano a rifiorire
in ARTICOLO UNO, Movimento Democratico e
Progressista, con l’intento di creare in Italia un grande
partito unitario della sinistra.
Le due foto sono state scattate a Firenze
nell’assemblea che dette vita nel 2009 a SEL Insieme
ai compagni di Trinitapoli c’era la senatrice Maria
Celeste Nardini, compagna indimenticabile delle lotte
più significative del movimento comunista. In quella
storica assemblea Maria Celeste comunicò con le sue
lacrime il dolore di separarsi ancora una volta dai tanti Firenze 2009. Scissione del Partito della Rifondazione Comunista, nasce Sinistra, Ecologia, Libertà: la commozione di
compagni di viaggio della sua vita. Maria Celeste Nardini
Regionali, Vendola su Fitto: «Un nemico della Puglia.
Rappresenta la preistoria»
Le parole dell’ex presidente della Regione Puglia a margine degli Stati generali della Cgil Puglia organizzati a Bari

Il centrosinistra ha fatto vivere


la Puglia, l’ha fatta vivere nel
mondo, l’ha fatta vivere nella
speranza di centinaia di migliaia
di giovani. La destra rappre-
senta la preistoria, Fitto rappre-
senta la preistoria, una Puglia
che non c’era
NICHI VENDOLA tuanelli, Giuseppe do, quella Puglia l’ha ha detto Vendola - ha crisi economica e la
Provenzano, Nunzia inventata il centrosini- svelato quanto grotte- crisi sanitaria ci hanno
Catalfo e Francesco stra. (…) «La destra in sche siano le filosofie mandato a dire sulla
o ha dichiarato Ni- Boccia, e del segretario Puglia è un regalo al sovraniste, avremmo bi- necessità di ripensare
L chi Vendola, ex
presidente della Re-
gione Puglia, un margi-
generale della Cgil,
Maurizio Landini.
«Con Fitto - ha pro-
Nord secessionista, un
regalo a Salvini. Fitto
è volato dalla Maglie
sogno di una politica
che ci fa marciare verso
il futuro che è quella
le forme di convivenza,
di mettere al centro la
lotta contro le disegua-
ne degli Stati generali seguito - c’era una ra- di Moro alle maglie de- della convivenza pacifi- glianze, di fare della
della Cgil Puglia orga- mificata rete di cliente- gli amici di Marine Le ca e dei diritti delle per- riconversione ecologi-
nizzati a Bari nel teatro la ma nessuna idea di Pen e questo fa pau- sone». ca dell’economia uno
Petruzzelli e che vedo- futuro. Non c’era quella ra. Fitto è stato un ne- «Ora - ha concluso - dei punti di redenzio-
no la partecipazione dei cosa che è diventata at- mico della Puglia». «U- serve un pensiero alto ne».
ministri Stefano Pa- trattiva in tutto il mon- na pandemia globale - rispetto a quello che la

In breve...
Con Sergio i randagi perdono un amico
Chi possiede un cane piangerà calde e sincere lacrime per la
morte di un grande veterinario, il dott. Sergio Spirito, figura di
spicco della lotta al randagismo in Puglia, che nel marzo 2019 gli
era valsa la nomina a presidente della commissione regionale
randagismo. Non dimenticheremo la sua intelligente ironia, la sua
grande umanità e la sua dedizione, spesso spontanea e generosa,
alla cura degli animali, una passione che gli ha fatto sognare per
una vita intera la realizzazione, purtroppo restata ancora sulla carta,
del “Villaggio a 4 zampe”. Negli anni ’80 ha lavorato presso la
ASL di Trinitapoli e non passava giorno che non curasse qualche
randagio ferito o abbandonato nei cassonetti. Un giorno salvò dalla
gogna di alcuni ragazzi una cagnetta ricoperta interamente di croste
a causa della rogna. Dopo averle restituito il suo bellissimo manto
peloso la battezzò Moana e se la portò per sempre nella sua Foggia,
dove per anni ha operato e curato nel suo ambulatorio migliaia di
animali.
Se esiste il Paradiso, gli spetterebbe un posto d’onore. Il veterinario Sergio Spirito, pres. della Commissione Regionale randagismo
REDAZIONE DE colo 138 della Costituzio- sostituirla con un sistema
IL PEPERONCINO ROSSO ne. di democrazia diretta in cui
Abbiamo ritenuto op- i partiti vengono sostituiti
portuno intervistare dalla cosiddetta democra-
l Senato della Repubblica, l’onorevole Arcangelo zia digitale.

I nella seduta dell’11 luglio


2019 e la Camera dei De-
putati l’8 ottobre del 2019
Sannicandro perché, alla
luce della sua esperienza
di parlamentare, ci fornisca
Un obiettivo a cui essi
non hanno mai rinunciato
e ripetutamente manifesta-
hanno approvato in secon- informazioni utili per de- to in dichiarazioni pubbli-
da deliberazione la legge cidere consapevolmente sia che e numerosi scritti. Leg-
costituzionale di riduzione sul quesito referendario e gasi a tal proposito il
del numero dei parlamen- sia su altri aspetti della vita Manifesto del Movimento
tari: da 630 a 400 i deputati parlamentare oggetto da oppure il libro “Veni, vidi,
e da 315 a 200 senatori troppo tempo di una gran- web”di Gianroberto Casa-
elettivi, compresi gli eletti de campagna di disinfor- leggio.
nelle circoscrizioni estere mazione. Per risparmiare sui costi
che vengono pure ridotti della democrazia sarebbe
complessivamente da 18 a I 5 Stelle affermano stato sufficiente tagliare
12, in definitiva una ridu- che la ragione princi- l’importo dell’indennità di
zione pari al 36,5 per cento. pale della loro propo- carica dei parlamentari.
Poiché la legge è stata sta di riduzione del lo si può fare facilmente
approvata nella seconda numero dei parlamen- con una deliberazione
votazione sia dalla Camera tari sta nel risparmio dell’ufficio di presidenza
che dal Senato con una che si realizzerebbe. della Camera così come è
maggioranza inferiore ai 2 Cosa risponde? accaduto recentemente per
terzi dei loro componenti La motivazione vera è il taglio dei vitalizi degli
il testo è sottoposto a Refe- un’altra. ex deputati e senatori.
rendum popolare confer- I 5 stelle, seguendo l’in- I 5 Stelle e i sostenitori
mativo, avendone fatto ri- segnamento del cofondato- del SI, perseverando in un
chiesta successivamente re del movimento, Gian un disegno antico, inten-
all’approvazione un quinto Roberto Casaleggio, inten- dono semplicemente ridur-
della Camera dei Deputati, dono distruggere la demo- re la rappresentatività del
così come prevede l’arti- crazia rappresentativa per Parlamento.
Per i poteri forti e per le varie di carica del sindaco. Ricordo rappresentato la minoranza del stortura del sistema di assegna-
lobby è più comodo ed efficace che dal 1983 al 1988 la mia in- corpo elettorale. zione dei seggi, rende più diffi-
avere di fronte un Parlamento dennità di carica era di 400 mila Si parla in questi casi, forse cile l’accesso al consiglio comu-
meno numeroso e più governa- lire pari a circa 200 euro, il vice con involontaria ironia di pre- nale delle forze politiche minori
bile. E di tutta evidenza che mi- sindaco ne riceveva una percen- mio di maggioranza quando più e rende più facile la capacità di
nore è il numero dei parlamen- tuale e nulla ricevevano gli as- esattamente dovrebbe parlarsi incidenza delle varie lobby sulle
tari e maggiore è la soglia sessori. Per quanto riguarda di “premio alla miglior mino- decisioni delle assemblee eletti-
naturale minima di accesso al l’efficienza è evidente la man- ranza”. ve. È quanto intendono realizza-
parlamento, il cosiddetto sbarra- cata relazione con il già modesto Va aggiunto che a differenza re i sostenitori del SI questa volta
mento. È un disegno che mira numero dei consiglieri comunali. del passato l’attuale sindaco può in danno del Parlamento.
soprattutto a espellere dal Parla- Nel 1993 una legge truffa sop- ricattare i consiglieri minaccian- Un’ultima postilla. Con l’attuale
mento le forze politiche minori presse il sistema elettorale pro- do le sue dimissioni. Se ciò fa- sistema i costi della politica,
per trasformare il Parlamento in porzionale per sostituirlo con un cesse il Consiglio Comunale si paradossalmente, sono aumen-
un oligopolio del potere legisla- sistema maggioritario e presi- scioglierebbe in base al tati perché la indennità è stata
tivo in favore delle forze politi- denzialista. Da allora e ancora principio”simul stabunt simul estesa anche a tutti gli assessori,
che maggiori. oggi la elezione dei consiglieri cadunt”. Ai consiglieri non resta al presidente del consiglio e no-
comunali si effettua contestual- che sottomettersi. È di tutta evi- tevolmente aumentata di impor-
Vuole chiarire meglio mente a quella del sindaco. Ogni denza che il passaggio da 30 to (vedi tabella). Spero di essere
quest’ultimo concetto ed lista di candidati consiglieri è consiglieri a 17, al di là della stato esauriente.
in che senso il disegno è collegata ad un candidato sin-
antico? daco. Nei comuni con popola-
R.: In attesa che l’opinione zione inferiore a 15.000 abitanti TABELLA 1 - Stati membri dell’Unione europea (e Regno Unito):
pubblica diventasse matura per è proclamato sindaco il candi- numero di DEPUTATI in relazione alla popolazione (in ordine alfabetico)
accettare l’operazione antidemo- dato a tale carica che ottiene il
cratica del ridimensionamento maggior numero dei voti qua- Numero di Numero di
Numero di Popolazione abitanti deputati
della rappresentatività del Parla- lunque esso sia anche inferiore Stato per
deputati (dati Eurostat) per deputato
mento i suoi nemici comincia- al 50 % dei votanti. Alla lista 100.000 ab.
rono a demolire la rappresenta- dei candidati consiglieri, col- AUSTRIA 183 8.822.267 48.209 2,1
tività degli enti territoriali, legata al proclamato sindaco
Comuni e Province e anche sono attribuiti per legge ben 2 BELGIO 150 11.413.058 76.087 1,3
dell’Ente regione. Facciamo un terzi dei consiglieri comunali BULGARIA 240 7.050.034 29.375 3,4
esempio. Al consiglio comuna- anche se, lo ripeto, con il pre- CIPRO* 56 864.236 15.433 6,5
le di Trinitapoli, in relazione alla vigente sistema proporzionale 80 864.236 10.803 9,3
sua popolazione, erano assegnati il risultato delle votazioni non CROAZIA 151 4.105.493 27.189 3,7
30 consiglieri che venivano lo giustificherebbe. Questo
DANIMARCA 179 5.781.190 32.297 3,1
eletti con un sistema proporzio- spiega perché i sindaci Giuseppe
nale e voto di preferenza. Brandi, Arcangelo Barisciano ESTONIA 101 1.319.133 13.061 7,7
L’elettore poteva esprimere ad- e Francesco di Feo, pur otte- FINLANDIA 200 5.513.130 27.566 3,6
dirittura 4 preferenze. I consi- nendo meno del 40 % dei voti, FRANCIA 577 67.221.943 116.503 0,9
glieri comunali venivano distri- abbiano goduto di una mag- GERMANIA 709 82.850.000 116.855 0,9
buiti alle liste in proporzione ai gioranza di 12 consiglieri mentre GRECIA 300 10.738.868 35.796 2,8
voti ottenuti. Essi, a loro volta, 5 consiglieri sono stati assegnati
eleggevano il sindaco e gli as- a tutte le liste perdenti. Anche IRLANDA 158 4.838.259 30.622 3,3
sessori. Un consigliere veniva il sindaco Ruggero Di Gennaro ITALIA 630 60.483.973 96.006 1,0
eletto sindaco se poteva godere ha goduto di un piccolo premio ITALIA (proposta) 400 60.483.973 151.210 0,7
della fiducia della maggioranza di consiglieri. Egli, pur in pre- LETTONIA 100 1.934.379 19.344 5,2
assoluta dei consiglieri e cadeva senza di tre liste, ottenne 4.945 LITUANIA 141 2.808.901 19.921 5,0
quando la perdeva. In tal caso voti, il 55,47 % dei votanti e
il Consiglio eleggeva un altro cioè una larga maggioranza LUSSEMBURGO 60 602.005 10.033 10,0
sindaco. Progressivamente il nu- assoluta. In un sistema propor- MALTA 68 475.701 6.996 14,3
mero dei consiglieri è stato ri- zionale la sua lista avrebbe ot- PAESI BASSI 150 17.118.084 114.121 0,9
dotto prima a 21e poi agli attuali tenuto il 55 % dei seggi e non POLONIA 460 37.976.687 82.558 1,2
17 e le preferenze da 4 a 1. La certo i due terzi dei seggi. Nel PORTOGALLO 230 10.291.027 44.744 2,2
giustificazione è stata sempre la consiglio comunale appena
REGNO UNITO 650 66.238.007 101.905 1,0
solita: risparmio e maggiore ef- sciolto alla lista collegata al
ficienza. Due argomenti fallaci sindaco di Feo, che aveva ot- REPUBBLICA CECA 200 10.610.055 53.050 1,9
ancora ricorrenti. I consiglieri tenuto il 36% dei voti, furono ROMANIA 329 19.523.621 59.342 1,7
comunali, infatti, non percepi- attribuiti 12 consiglieri mentre SLOVACCHIA 150 5.443.120 36.287 2,8
vano nulla per le sedute delle i restanti 5 consiglieri furono SLOVENIA 90 2.066.880 22.965 4,4
commissioni consiliari e un mo- distribuiti tra le tre liste perdenti. SPAGNA 350 46.659.302 133.312 0,8
desto gettone di presenza per le In altre parole con l’attuale
sedute dei consigli comunali. normativa il governo della città SVEZIA 349 10.120.242 28.998 3,4
Modesta era anche la indennità è spettato quasi sempre a chi ha UNGHERIA 199 9.778.371 49.138 2,0
che invocano l’elezione diretta di 327 milioni di americani rag-
del Presidente del Consiglio o gruppati in 50 Stati. Ciascuno
del Presidente della Repubblica di questi Stati ha un suo Parla-
come Sindaco d’Italia in spregio mento bicamerale come in Italia.
alla democrazia parlamentare. Quindi il confronto andrebbe
La legge sottoposta a refe- fatto tra il Parlamento italiano
rendum si inserisce in questo e quello di ogni singolo Stato.
clima culturale che contribuisce Ne risulterebbe che a fronte di
ad alimentare. 945 deputati e senatori in Italia
negli USA ve ne sono circa
Non le sembra pletorico 8.000.
un Parlamento composto
da 630 deputati e 315 Perché mai il Senato fe-
senatori? derale americano è costi-
In ogni paese dotato di un tuito da appena 100 se-
sistema democratico parla- natori?
mentare il problema del numero Nel 1787, quando fu appro-
dei parlamentari è stato risolto vata la Costituzione americana,
fissando una relazione con la i padri costituenti raggiunsero
popolazione. in questi regimi il un compromesso per evitare
parlamentare è innanzi tutto un l’egemonia degli stati più po-
In ogni caso quanto si ri- evo. In Italia furono istituite rappresentante del popolo. Se si polosi. Pertanto fu stabilito che
sparmia? I 5 Stelle parla- subito dopo la proclamazione dimentica questa caratteristica il Senato fosse composto da
no di 100 milioni di euro dell’Unità e soddisfano il gover- ogni discussione risulta falsata. due senatori per ogni Stato,
all’anno. no di problemi sovra comunali All’origine la nostra Costituzio- indipendentemente dal numero
Un risparmio c’è ma non nel- che ne giustificano la sopravvi- ne fissò questo rapporto in un della popolazione, mentre i 435
la misura indicata dai 5 stelle. venza, come per esempio la co- deputato ogni 80.000 abitanti componenti della Camera dei
Secondo l’Osservatorio sui struzione e la manutenzione de- ed un senatore ogni 200.000. il Rappresentanti venissero eletti
Conti Pubblici, diretto da Carlo gli istituti scolastici superiori e numero variava seguendo lo svi- in base alla popolazione di ogni
Cottarelli, “il risparmio annuo delle strade provinciali. Oggi le luppo demografico della nazio- Stato. Tralascio altri dettagli
che si otterrebbe con la riforma province sopravvivono ancora ne. All’epoca i deputati erano anche se molto importanti.
in questione si riduce a 37 mi- ma i suoi organi non sono più poco meno di 600. Nel 1963 si
lioni per la Camera e 20 milioni eletti direttamente da parte dei optò per un sistema a numero In TV le aule di Camera e
per il Senato. Il risparmio netto cittadini. Le regioni sopravvi- fisso, quello attuale. La lettura Senato appaiono deserte.
complessivo sarebbe quindi di vono ma anche in questo caso della tabella che pubblicate Come mai?
57 milioni all’anno…una cifra il presidente e i consiglieri ven- sgombra il campo dalla falsità Se le riprese vengono effet-
pari appena allo 0,007% della gono eletti con un sistema non secondo cui in Europa l’Italia tuate quando, ad esempio, è in
spesa pubblica italiana”. Ed io più proporzionale con risultati avrebbe il rapporto più generoso corso il question time è ovvio
aggiungo quanto più o meno, abnormi come accade nei comu- tra il numero dei deputati e la che esse appaiono quasi deserte.
ogni anno, la presidenza della ni. popolazione e chiarisce, invece, In questo caso sono presenti
Camera restituisce al bilancio che in caso di vittoria del SI solo gli interroganti e i ministri
dello Stato frutto di un’oculata Insomma da quel che dici l’Italia avrebbe il rapporto peg- interrogati che devono risponde-
gestione della dotazione annua- la strategia di attacco alla giore (un deputato ogni 151.000 re all’interrogazione. Altri non
le. democrazia, così come abitanti). possono intervenire. È proprio
In definitiva, come traduco- articolata nella nostra Co- Inaccettabile, inoltre, le com- per questo che in quei giorni
no i giornalisti il risparmio stituzione, viene da lon- parazioni tra Stati. Ogni Costi- vengono riunite le commissioni
consentirebbe ad ogni italiano tano, e l’attuale legge sot- tuzione ha la sua storia ed è nata permanenti.
di consumare un caffè in più toposta a Referendum ne in un contesto diverso.
all’anno. rappresenta, ahinoi, un In ogni caso non sarebbe
passaggio intermedio in Ma talvolta il paragone è opportuno sanzionare
Lo spirito di questa con- vista di ulteriori manipo- veramente sconcertante! eventuali assenze ingiu-
troriforma ha coinvolto lazioni della Costituzione? Mi riferisco al confronto stificate?
anche l’Ente Provincia e È indubbio. In questi 30 anni che viene fatto tra il Con- Certamente! Ed è quanto ac-
l’Ente Regione? il sistema degli Enti Locali è gresso americano, com- cade. Se un deputato, pur essen-
Indubbiamente. Non è qui il evoluto verso una sorta di mo- posto da 435 deputati do presente, non partecipa al-
caso di ripercorrere il tortuoso narchia elettiva. Chi oggi ha più il Senato composto meno al 30 per cento delle
cammino delle manovre per ar- meno di 50 anni e soprattutto le da 100 senatori, ed il Par- votazioni che si fanno in una
rivare a sopprimere o ridimen- ultime generazioni non hanno lamento italiano, compo- seduta o si assenta del tutto
sionare il ruolo delle province. conosciuto nulla di diverso. La sto da 630 deputati e 315 subisce una trattenuta sulla dia-
Ricordo solo che si tratta di un accettazione di questo perverso senatori. ria di 206,58 euro. Una sanzio-
governo di macro area che in sistema è ormai ampiamente Il confronto è male imposta- ne economica è stabilita anche
Europa è diffuso sotto vari nomi diffusa. Ciò spiega perché già to. Innanzi tutto va chiarito che per l’assenza alle commissioni
e che risale addirittura al medio- appaiono accattivanti gli slogan gli USA sono uno Stato federale permanenti.
Forse sarà pure per questo l’Istituto Poligrafico dello Stato( ne, in vigore dal 1848 fino al lordo dei magistrati con funzione
motivo che quando ci sono vota- che stampa la Gazzetta Ufficia- 31 dicembre 1947, “le funzioni di presidente di sezione della Corte
zioni e cioè dal martedì al giovedì le) oggi dovrebbero stare in vi- di senatore e deputato non danno di Cassazione ed equiparate”.
sono sempre presenti circa 500 gore circa 111,000 leggi senza luogo ad alcuna retribuzione o Nel prospetto che vi fornisco
deputati. Gli assenti, per ovvie e considerare le leggi regionali. indennità” (art. n. 50). si legge bene come l’indennità
giustificate ragioni, non essendo Ciò paradossalmente produce In altre parole i parlamentari parlamentare dal 2005 non è
dotati del dono della ubiquità, danni enormi, innanzitutto una non residenti nella capitale di stata più agganciata alla retri-
sono i ministri, i vice ministri, i grave incertezza circa l’effettivo Italia, a Torino prima e a Roma buzione dei presidenti di Cassa-
sottosegretari, i deputati in mis- diritto vigente( spesso convivono dopo, dovevano recarsi al parla- zione ma costantemente ridotta
sione e pochi altri per legittime norme contrapposte o sovrappo- mento e mantenersi per tutta la e congelata. Anche l’ultimo
ragioni personali. L’elenco degli nibili), un rallentamento durata della sessione esclusiva- bilancio di previsione della Ca-
assenti viene allegato al resoconto dell’attività amministrativa dei mente a loro spese. Ciò era pos- mera dei Deputati ha prorogato
giornaliero della seduta. Tutti lo pubblici funzionari restii a firma- sibile perché il diritto di eletto- il congelamento.
possono leggere. re atti nel timore di commettere rato attivo e passivo era Allo stato l’indennità parla-
errori o incappare in responsabi- riconosciuto solo a chi avesse mentare netta è corrisposta pèr
I cittadini credono che i lità penali, Ed infine anche un elevato patrimonio che gli 12 mensilità ed è pari ad euro
deputati non solo siano l’insorgenza di fenomeni corrut- consentisse appunto di fare a 5.246,54 che al netto degli addi-
assenteisti ma anche po- tivi. Tante più norme tante più meno di un aiuto economico zionali regionali e comunali am-
co produttivi? occasioni di taglieggiamenti. Du- dello Stato. Il suffragio univer- monta a circa 5.000 euro .
Sono convincimenti del tutto rante l’ultima legislatura sale con l’ingresso in politica di Per i deputati che svolgono
infondati frutto di una ultra decen- 2013/2018 abbiamo prodotto larghe masse popolari ,spesso una attività lavorativa con un
nale campagna di discretito orche- n.736 fonti normative primarie: non abbienti ,fu introdotto in reddito che supera il 15%
strata ai danni del Parlamento. 379 leggi, c0nvertito 100 decreti Italia solo nel 1946 a differenza dell’importo dell’indennità lorda,
Il Parlamento non è una legge. 260 decreti legislativi e di tanti altri stati europei. come accadeva nel mio caso,
azienda che ogni giorno deve 35 regolamenti di delegificazio- Una qualche forma di inden- l’importo netto dell’indennità
sfornare un prodotto pena il suo ne. Una esagerazione! nità o rimborso spese era già ammonta a circa 4.750 euro. E
fallimento ma il luogo dove ri- prevista da molto tempo prima come accade in tutte le aziende
siede la sovranità popolare e si È giusto che i parlamen- del 1948 in molti stati europei , serie al dipendente che opera
esercita il potere legislativo. tari ricevano una indenni- Francia, Belgio, Olanda, Lussem- fuori della propria sede è corri-
Il parlamento fa leggi e altri tà e il rimborso delle burgo, Svezia, Norvegia, Germa- sposta una diaria e sono rimbor-
atti normativi e si dovrebbe riu- spese per l’esercizio del nia e Austria, ove era stata intro- sate le spese.
nire solo quando c’è questa ne- mandato? dotta in relazione all’estensione
cessità e non per placare il po- La previsione di una inden- del suffragio elettorale. Negli Quanto percepisci a titolo
pulismo antiparlamentare nità è un istituto proprio dei Stati Uniti del Nord una sorta di di vitalizio o pensione?
dilagante. Il Parlamento , invece, regimi democratici. La gratuità indennità era già prevista da al- Percepisco mensilmente 715
si riunisce dal lunedì al venerdì è una caratteristica dei regimi cune colonie già prima della ri- euro e per 12 mesi all’anno.
per tutto l’anno ad eccezione aristocratici e censitari. Nel no- voluzione del 1776. I deputati , Voglio aggiungere qualche pre-
delle festività natalizie e pasquali stro ordinamento è stata intro- era scritto nelle loro costituzioni, cisazione.
e del periodo feriale. Quando dotta con l’articolo 69 della Co- andavano retribuiti perché” ser- Dal 1° gennaio 2012 “il regi-
ciò non accadesse la pubblica stituzione e cioè dal 1° gennaio vitori del popolo”. L’indennità me previdenziale” dei deputati
opinione, così come indotta da 1948 a garanzia del libero svol- veniva riconosciuta non tanto in vigore dalla prima legislatura
TV e giornali, ne sarebbe scon- gimento del mandato elettivo. come negli Stati Europei per ga- è stato completamente sostituito
certata. Da qui il risultato abnor- Con lo Statuto Albertino, cioè rantire pari opportunità a tutti i dal nuovo sistema basato sul
me che in Italia, secondo la nostra precedente Costituzio- cittadini, ricchi o poveri, di ac- calcolo contributivo analogo a
cesso alla carica elettiva ma più quello dei pubblici dipendenti.
semplicemente perché ogni Il diritto al vitalizio si consegue
servizio deve essere retribuito. al compimento dei 65 anni di
E anche questa mi sembra una età e a seguito dell’esercizio del
motivazione seria e concreta, mandato parlamentare per alme-
senza nulla togliere alla nostra no 5 anni effettivi.
cultura politica. A tal fine ogni mese sull’im-
A quanto ammonta porto dell’ indennità parlamenta-
l’indennità che ricevono re lorda viene trattenuta una quota
i parlamentari? pari all’8,80%. In 5 anni mi è
La misura della indennità stata trattenuta la somma com-
parlamentare è disciplinata dalla plessiva di 55.000 euro. Per i
legge del 1965 che attribuisce prossimi 76 mesi (e cioè 6 anni
all’ufficio di presidenza della e 4 mesi) percependo mensil-
Camera il compito di determinare mente 715 euro avrò semplice-
l’ammontare della indennità mente recuperato quanto ho ver-
mensile in misura tale che non sato.
superi “il 12mo del trattamento Speriamo di vivere più a lun-
complessivo massimo annuo go di 6 anni e 4 mesi.
la Regione Puglia fa tendenza
L’Assessore all’Ambiente nella giunta di Nichi Vendola ricorda il decennio che ha reso la Puglia una delle regioni
più visitate del mondo e modello di valori incentrato sui diritti universali e sulla riduzione delle diseguaglianze
litica, con scelte e conosciuti dallo Stato, oggi commentatori e cit- sa, anche per chi non vi
simboli (l’ormai nota l’agricoltura con la risco- tadini parlano di quelle si riconosca, di cui me-
“narrazione”) con un perta del settore per mi- esperienze e di quelle nar vanto, perfino fierez-
modello di valori ,prima gliaia di giovani e la va- pratiche come le più ef- za oggi da tanti chiamata
ancora che di sviluppo lorizzazione delle tipicità ficaci e necessarie (in a far muraglia contro i
nuovo, alternativo, in- e via proseguendo. alcuni casi le più rim- barbari alle porte.
novativo incentrato sui Insomma una ventata piante) per il decollo del-
diritti universali e sulla di tale forza che ancora la nuova Puglia. Qualco-
riduzione delle disu-
guaglianze.
Prima, ai tempi del
neo resuscitato Fitto, le
MICHELE LOSAPPIO cose non andavano così
e le nostre bellezze erano
sconosciute fuori dai
e cronache di questi confini, come ancora
L giorni ci parlano di
centinaia di migliaia
di turisti italiani che si
avviene per altre regioni
adriatiche.
Questa diversità e il
sono riversati in Puglia suo dinamismo non con-
per le loro vacanze no sistevano solo nel muo-
covid. Tanti, ma così versi, nel rompere
tanti da sostituirsi total- l’immobilismo cucito Novembre 2005, visita dell’Ass. Regionale all’Ambiente, Michele Losappio a Trinitapoli. Da sinistra: Arcangelo Sannicandro,
mente agli oltre due mi- sulla pelle dei dirigenti Carmine Gissi e Michele Losappio
lioni di “stranieri” che della destra, ma si con-
hanno girato la nostra centravano sul cosa fare,
regione nel 2019 e da far
registrare ad esempio nel
sulle priorità, sulla di-
rezione di marcia. MA FITTO CHI?
Salento addirittura un + sono definite qualità e * Quello che voleva vendere l’Acquedotto Pugliese alla Nestlè?
10% complessivo rispet- novità dell’alternativa. * Quello che firmò un bond da 870 milioni di euro con Merrill Lynch rischiando
to a quell’anno. E quindi la cultura, di mandare in bancarotta la Puglia?
Nessun’altra regione dalla cinematografia agli * Quello che portò con l'assessore Rocco Palese la Puglia a un deficit di 1163
ha fatto tanto. spettacoli, l’ambiente miliardi di vecchie lire (580 milioni di euro)?
Perché? Perchè la Pu- .con i parchi e le energie * Quello che aveva assunto 1600 dipendenti senza copertura finanziaria?
glia è così trendy per gli alternative, le start up e * Quello che riconvertì in reparti di lungo degenza 22 ospedali?
italiani e per gli stranieri? i cantieri dei giovani con * Quello di quando per curare o diagnosticare un tumore bisognava partire per i
Queste risposte si co- i loro bollenti spiriti, i viaggi della speranza al Nord?
noscono da alcuni anni trasporti con il decollo * Quello che incentivava la sanità privata mentre chiudeva gli ospedali?
grazie a ricerche, studi dei due aeroporti, * Quello del Salento terra sconosciuta al mondo?
specializzati, analisi di l’industria con la nuova * Quello che votò contro le indagini e le perquisizioni a Berlusconi sul caso Ruby?
mercato, articoli e in- tecnologia e l’inno- * Quello stesso che votò in parlamento affermando che sempre quella Ruby era
chieste. Ogni tanto va vazione, la formazione nipote di Mubarak?
ricordato dal momento con il superamento degli * Quello di una Puglia senza Apulia Film Commission, senza Bollenti Spiriti,
che nell’attuale scenario Enti storici e l’alta for- con le politiche giovanili e culturali inesistenti?
istituzionale si ripresen- mazione post universi- * Quello che da Ministro per il sud, dopo non aver ottenuto niente, accettò che i
tano personaggi e gruppi taria totalmente a carico soldi europei per il meridione andassero a pagare le multe per le quote latte degli
politici e di interesse della Regione-, l’Europa allevatori del nord?
all’antitesi di quel mo- con i fondi tutti spesi e * Quello che oggi dice che vuol dare la maggior parte dei soldi del Mes alla sanità
dello. i tanti riconoscimenti per del nord?
La Puglia fa tendenza le best practice , la * Quello che se vincesse darebbe la vicepresidenza a un leghista e la Cultura a
da quando un certo Ni- scuola con la valoriz- Sgarbi?
cola Vendola, detto Ni- zazione degli insegnanti * Quello che governerebbe con i leghisti?
chi, ha saputo coniugare disoccupati e il recupero
e presentare le risorse
del territorio con una po-
degli studenti in diffi-
coltà grazie ai corsi ri-
NO, GRAZIE!
Voto NO al Referendum perché...
La pandemia e le ferie estive non hanno consentito alla redazione de “Il Peperoncino Rosso” di organizzare incontri
e dibattiti pubblici sul Referendum. Si è pertanto chiesto ai cittadini di esprimere, in breve tramite whatsapp e senza
orpelli stilistici, le ragioni per le quali voteranno NO. Gli interpellati desiderano comunicare, con nome e cognome,
la loro intenzione di voto ai lettori nella speranza di sollecitare riflessioni su una materia poco dibattuta, affidata
alle reazioni emotive di chi è imbevuto di antipolitica e di chi teme per le sorti del governo

ROBERTO rappresentanza in nome in Calabria sempre 6 , ma il parlamento si ridurreb- mocrazia. I territori sa-
TARANTINO di un ipotetico risparmio. per 1.800.000 cittadini. be al coro dell’Anto- rebbero solo un deposito
Pres. ANPI, BAT Se si vuole ci sono mille Il voto di un calabrese niano. La preoccupazio- di voti a fronte di scarsa
Voto NO al referen- modi per risparmiare. varrà meno della metà ne per la governance non rappresentatività. Un par-
dum del 20 e 21 settem- Perché non abbiamo una del voto di un trentino. può sacrificare la rappre- lamentare nel territorio
bre perché la sola riduzio- legge elettorale che ci ga- sentanza. Il problema non (presente e dialogante
ne del numero dei rantisca una giusta rap- TONINO è il numero, ma la qualità con gli elettori) è la voce
parlamentari, senza un presentanza democratica. D’AMBROSIO dei parlamentari che, a che si assume questo
completo nuovo quadro Credo sia sufficiente per funzionario pubblico giudicare dalle ultime di onere. Si può e si deve
normativo compromette- dire NO: all’appros- Voto NO perché riten- cronaca, pare valere non agire in modo differente.
rebbe la rappresentanza simazione, al pressapo- go che il taglio dei parla- più 600 €. Purtroppo te-
politica; perché non sa- chismo, all’ignoranza. mentari sia in grado sol- mo che il disamore per SABRINA
rebbe garantita l’ugua- tanto di generare esigui la politica (e per i politici) DAMATO
glianza del voto dei citta- NADIA GLORIA risparmi ed una perdita sia un terreno molto fa- docente di Lettere
dini; perché determine- D’INTRONO secca di rappresentatività vorevole per il SI. Voto no, perché?
rebbe un rallentamento avvocata senza risolvere il grande Molti vorrebbero meno
del processo legislativo; Il taglio dei parlamen- problema che deriva dal MARIA GIOVANNA parlamentari e senatori
perché non migliorerebbe tari comporterebbe solo bicameralismo perfetto. PESCHECHERA in quanto giudicati ladri,
la qualità degli eletti dato e soltanto un risparmio Da decenni ormai la pro- docente di Scienze corrotti, incapaci. Bene:
che non incide sui criteri irrisorio della spesa pub- duzione normativa è de- Naturali non è che riducendo il
di selezione dei candidati; blica. Voto NO perché legata al Governo, la- Voto No per tanti mo- numero degli eletti, Sena-
perché aumenterebbe il non si può fare economia sciando al Parlamento un tivi ma uno sintetizza tutti to e Parlamento all’im-
potere degli apparati di in un settore dove la pa- ruolo esiguo di ratifica : la Costituzione non si provviso possano diven-
partito nella scelta dei rola “costo” deve essere (Decreti-Legge) o al tocca ... riduciamo gli sti- tare nicchie di santi e be-
candidati; perché la ridu- sostituita dall’espres- massimo di delega (De- pendi ma non tagliamo nefattori!!! Quantità e
zione dei costi potrebbe sione” investimento in creti Legislativi). Se vo- la rappresentatività de- qualità non sono sinoni-
essere ottenuta attraverso democrazia”. È strano gliamo restituire centrali- mocratica che i nostri pa- mi e non si sovrappongo-
la riduzione degli stipendi che non si rifletta su un tà all’Assemblea dei dri Costituenti hanno vo- no secondo parametri di
dei parlamentari. passato di tagli alla spesa rappresentati del popolo, luto per la nostra amata opportunismo e di super-
La degenerazione della pubblica (province, Asl, dobbiamo pensare ad una Italia. ficiale demagogia. Il ta-
politica non ha le sue ra- accorpamenti di scuole, riforma più ambiziosa glio dei parlamentari
dici nel Parlamento, ben- uffici ecc.ecc) che hanno che non riduca il numero ANTONIETTA comporta un risparmio
sì nel cattivo funziona- allontanato sempre di più dei parlamentari ma quel- DI LEO esiguo, mentre pesante è
mento dei partiti e in i cittadini dalla politica lo delle Camere. casalinga il danno per la democra-
cattive leggi elettorali che attiva. Una legge eletto- Voto NO perché riten- zia: a pagare il prezzo più
impediscono - di fatto - rale proporzionale sele- SALVATORE go che il taglio dei parla- alto sarebbero i piccoli
ai cittadini di scegliere i zionerebbe meglio i no- VALENTINO mentari sia una formula paesi, le piccole comuni-
propri rappresentanti. stri rappresentanti e non docente di Pedagogia artefatta di presunta de- tà, i territori meno ‘forti’.
consentirebbe di farli Se la sovranità appar-
ANNAMARIA considerare degli usur- tiene al popolo che la
ACQUAVIVA patori di poltrone. esercita attraverso propri
sindacalista C.G.I.L., rappresentanti, ogni mec-
comparto scuola FLORA canismo che depotenzia
Certo che voto NO! MARCONE la rappresentanza andreb-
Perché ho rispetto per la ragioniera be guardata con sospetto.
nostra Costituzione che Voto NO perché se Le voci diverse dei pic-
non poteva avere migliori passa il referendum, in coli partiti sono essenziali
autori. Perché ritengo che Trentino avremo 6 sena- per la vita politica di una
non si debba azzerare la tori per 800.000 cittadini, comunità. Diversamente
tecipazione è uno slogan funzioni legislative dal
e la rappresentanza una Parlamento al Governo.
delega in bianco. Se funziona male, anco-
Il No, almeno il mio, ra, va ripensato il com-
è la richiesta di una plesso del sistema che
politica che sia articola l’architettura
all’altezza dei costi su parlamentare, a partire
cui il Paese tutto investe. dal bicameralismo per-
Anche un centesimo fetto, che invece il taglio
è sprecato se a rappre- lineare dei parlamentari
sentarci sono uomini e non sfiora neppure.
donne incompetenti, La seconda: si propo-
incapaci, attente a ri- ne il taglio dei parlamen-
spondere agli interessi tari per determinare un
di alcuni e non della risparmio nella spesa
comunità, voltacasacche pubblica. Sarebbe come
ad ogni elezione. andare a piedi per rispar-
Nonostante la crisi del alle commissioni. I ri- crazia è la somma dei Non è assottigliando miare sul costo del tram.
rapporto tra cittadini e sparmi evocati dal fronte peggiori istinti della so- la rappresentanza che ri- Si riducano gli stipendi
politica, il Parlamento re- del SI sono risibili, im- cietà italiana. Ci siamo sparmiamo. dei parlamentari, non la
sta l’organo più rappre- precisati gli aumenti di abituati allo scippo della Lo spreco della politi- rappresentanza.
sentativo dei cittadini e efficienza e predominan- volontà popolare. Eleg- ca è nella qualità della La terza: la rappresen-
ridurre il numero degli ti gli interessi politici di giamo in liste bloccate rappresentanza e nella tanza, appunto. Questo
eletti, significherebbe ali- breve periodo. personaggi mediocri. delega in bianco con la taglio dei parlamentari
mentare lo scollamento L’uomo qualunque, al di quale da elettori pensia- scollegherebbe ancora di
tra governo e società ci- RAFFAELE sotto della media, che mo ogni volta di aver as- più gli eletti dal territo-
vile. Un’attività legislati- VANNI per questo merita di es- solto il nostro compito rio, alzerebbe nei fatti la
va celere ed efficiente bancario sere tagliato in quanto di cittadinanza. soglia di sbarramento in
non la si ottiene con un Voto NO perché que- costo. Non abbiamo un Par- molte circoscrizioni - al
numero inferiore di rap- sta Costituzione ha fatto Dovremmo invece lamento migliore se ri- di là della legge elettora-
presentanti nelle due Ca- vivere me e la mia fami- cercare di restituire valo- duciamo la rappresen- le di volta in volta vigen-
mere, anzi si darebbe glia in libertà come mai re alla istituzione parla- tanza. Il problema, lo te - e impedirebbe la par-
molto potere a quei pochi fu permesso ai miei avi mentare. Perché, non spreco, sta da un’altra tecipazione ai lavori
che dovrebbero rappre- e questo non ha prezzo; esiste vuoto di potere che parte. delle Commissioni ai
sentare il popolo italiano così come non hanno non sia riempito da altri gruppi di minoranza. In-
(60 milioni). Abbiamo prezzo i valori fondanti poteri. Svilire il parla- SIMONE somma: un capolavoro.
bisogno invece di riforme la Carta Costituzionale. mento significa conse- OGGIONNI In coscienza e con
serie e più incisive su Solo una classe politica gnare il potere diretta- saggista convinzione: io voto no.
strutture, ruoli, modalità incolta e priva di quei mente espressione del Voto NO per tre sem-
d’azione degli organi di valori poteva condurci a popolo ad altri: di volta plici ragioni. DOMENICO
governo. questo punto. Voto NO in volta ai magistrati, La prima: non mi ade- RIZZI
perché non sono una ma- agli esperti, alle task for- guo a un vento anti- pres. prov. ARCI
SALVATORE rionetta.Il mio è un voto ce, all’esecutivo, ai co- politico e anti-parla- Il percorso di questa
GIANNELLA responsabile. mitati tecnici. mentare che soffia da di- riforma costituzionale è
giornalista versi anni e che identifi- stato alimentato dalla
Voterò NO perché ALESSANDRO ELVIRA ca la politica con il ma- grande menzogna, che
considero sciocca e de- PORCELLUZZI ZACCAGNINO laffare e il Parlamento riducendo il numero dei
magogica la riforma pro- docente di Filosofia direttrice delle Edi- con un luogo di ineffi- parlamentari si punisce
posta del taglio degli È evidente come si sia zioni la Meridiana cienza e corruzione. Il la casta, mentre, al con-
eletti. Taglierei il loro di fronte al sottoprodotto Mettiamola così. Ci Parlamento è il cuore trario, si puniscono i cit-
eccessivo stipendio e au- di una vulgata, di una sono i No che aiutano a della nostra democrazia. tadini che vedranno di-
menterei la somma che retorica antiparlamentare crescere. Se funziona male, è per- minuita la possibilità di
già viene decurtata a co- che dura da troppi anni. Il “No” al Referen- ché abbiamo accettato eleggere un “proprio”
loro che sono assenti sia Questa torsione im- dum è un atto educativo un progressivo e perni- rappresentante.
alle votazioni in aula che pressa alla nostra demo- per un Paese dove la par- cioso slittamento delle
Votare “no”. Nell’interesse del Sud e della Capitanata
Il giornalista Geppe Inserra spiega perché è rischioso, inutile e pernicioso ridurre i costi della politica a
scapito della democrazia
TRATTO DA LETTERE MERIDIANE, deputati e senatori senza scattarsi dalla dittatura e La Capitanata ne è, a una palestra di democra-
3 SETTEMBRE una riforma elettorale dalla sconfitta bellica e suo modo, un laborato- zia: preziosi strumenti di
che salvaguardi comun- di diventare un paese rio. partecipazione nei centri
que il diritto dei territori moderno. Quella demo- La soppressione delle urbani, soprattutto a be-
n Italia siamo speciali- ad essere rappresentati crazia rappresentativa è Province (peraltro boc- neficio delle periferie.
I sti a gettar via il bam- in Parlamento è scriteria- oggi a rischio.
bino assieme all’acqua to, e potrebbe tradursi in
ciata dall’elettorato, sen-
Per tutto questo, al re- za che i Governi che si mento” è ormai scom-
sporca. Ma se dovessero- un’ulteriore penalizza- ferendum del 20 e 21 set- sono succeduti abbiano parsa dal vocabolario
La parola “decentra-

vincere i “sì” al refe- zione per la democrazia, tembre voterò convinta- provveduto a rimettere della politica, a vantag-
rendum sul taglio dei riducendo, se non azze- mente “no”. le cose a posto) è stata gio di una crescita abnor-
parlamentari, faremmo rando, la partecipazione Lo farò anche come un pugno nello stomaco me del peso dei partiti,
ancora peggio: buttere- popolare. cittadino meridionale e di aree vaste complesse, che hanno peraltro per-
moil bambino (la de- Il numero dei Deputati pugliese, abitante in una come la provincia di duto la loro natura di or-
mocrazia) tenendoci e dei Senatori fu determi- provincia, la Capitanata, Foggia, il cui sviluppo ganizzazioni democrati-
l’acqua sporca (una po- nato dai Padri Costituen- che più di altri territori presuppone un solido ed che, che mediano il
litica che non funziona). ti. La loro scelta fu pon- corre il rischio di vedersi efficiente livello interme- consenso popolare attra-
Ridurre i costi della derata ed oculata: si quasi del tutto privata dio di governo tra Regio- verso la partecipazione.
politica è un obiettivo voleva garantire la rap- della propria rappresen- ne e Comuni. Non si celebrano più
legittimo e condivisibile, presentatività di tutti i tanza parlamentare, e che Sono stati cancellati congressi. Non esistono
ma fino a un certo punto: territori e un certo bilan- ha già drammaticamente altri enti intermedi, come più le sezioni di quartie-
se amministrare la cosa ciamento tra i seggi spet- scontato il deficit di de- le Comunità Montane, re. Le primarie sono or-
pubblica dovesse essere tanti alla maggioranza e mocrazia e la crisi di rap- che nel bene e nel male mai un ricordo del passa-
un ufficio del tutto gra- quelli della minoranza, presentatività sedimenta- svolgevano una funzione to. Pochi eletti (non
tuito, finirebbe che a far in modo che laprima po- tisi negli ultimi tempi. di riequilibrio a favore eletti) assumono le deci-
politica sarebbero solo i tesse governare, e la se- Da anni nel Paese è in delle aree interne. Sono sioni on line.
ricchi, o peggio ancora, conda controllare. atto una (contro) rivolu- state accorpate le Asl. Per questo voterò
quanti perseguono se- Quella scelta pose le zione non dichiarata, che Sono state immolate “no”. Nella speranza che
condi e poco nobili fini, basi per una democrazia s t a a v v e l e n a n d o sull’altare della spending si salvi il bambino e si
che nulla hanno a che rappresentativa che ha l’esercizio della parteci- review le circoscrizioni butti via l’acqua sporca.
fare con l’interesse col- permesso all’Italia diri- pazione popolare. municipali, che erano
lettivo.
Ridurre i costi della TABELLA “A” - Indennità di carica degli amministratori dei Comuni (*)
politica a scapito della Lavoratori dipendenti non collocati in aspettativa
democrazia è rischioso,
inutile, pernicioso. Presidente Presidente
Tipologia Sindaco Vicesindaco Assessore Consiglio Consiglio
Soprattutto quando la Comunale Circoscriz.
logica dell’operazione è
la stessa delle tante Comuni capoluogo di Provincia 5.052 2.273 1) 2.021 3) 1.768 5) 1.684 8)
spending review che Comune con popolazione
negli ultimi anni hanno superiore a 20.000 ab. 3.677 1.471 2) 1.103 4) 1.287 6) 1.226 8)
disastrato la qualità dei Comune con popolazione
servizi pubblici. Tagli compresa tra i 10.001 e 20.000 ab. 2.893 1.157 2) 868 4) 1.013 6) 964 8)
lineari, che si traducono Comune con popolazione
1.945 778 2) 584 4) 681 7)
in modesti e discutibili compresa tra i 5.001 e 10.000 ab.
vantaggi nel breve ter- Comune con popolazione 1.691 676 2) 507 4) 533 7)
mine, ma producono compresa tra i 3.001 e 5.000 ab.
guasti profondinel medio Comune con popolazione 1.333 533 2) 400 4)
e nel lungo periodo. compresa tra i 1.001 e 3.000 ab.
Basti pensare ai ponti che Comune con popolazione fino a 893 357 2) 268 4)
crollano, alle scuole pe- 1.000 ab.
ricolanti,alle strade dis- 1) corrisponde al 45% dell’indennità del Sindaco / 2) corrisponde al 40% dell’indennità del Sindaco / 3) corrisponde al 40% dell’indennità del Sindaco
sestate, alle frane che /ed4)ècorrisponde al 30% dell’indennità del Sindaco / 5) corrisponde al 35% dell’indennità del Sindaco / 6) corrisponde al 35% dell’indennità del Sindaco
prevista nei soli comuni con popolazione superiore a 15.000 ab. / 7) corrisponde al 35% dell’indennità del Sindaco ed è da intendersi quale
devastano quello che era misura massima nei comuni con popolazione compresa tra 5.001 e 15.000 abitanti. Per il solo comune con popolazione pari a 5.000 abitanti
una volta il Bel Paese. l’indennità è il 35% di 1.691 euro cioè 592 euro. / 8) corrisponde ad 1/3 dell’indennità del Sindaco ed è da intendersi quale misura massima / (*)
Tagliare il numero di Gli importi sono espressi in euro
Il vizio di leggere
Lo strano caso della Biblioteca “Don Milani” di San Ferdinando di Puglia, parrocchiale ma non bigotta, ecclesiastica
ma genuinamente laica, piccola ma non elitaria
LUCIA RIONTINO ani.it) non si accontenta in perfetta controtenden-
di essere un mero conte- za da circa due anni, mol-
nitore di libri (con un pa- teplici e apprezzabili ini-
risaputo e statisti- trimonio librario di ben ziative culturali. Non si
È camente dimostrato:
il nostro non è un
Paese di lettori.
15.000 volumi in via di
catalogazione e messi da
subito a disposizione della
tratta di allegre spedizioni
in pizzeria, o notti brave
in discoteca, ma di Con-
Quella che un tempo si cittadinanza), ma aspira ferenze/dibattiti su temi
diceva “Patria di Poeti, dal suo punto di vista a storici, economici e so-
Santi e Navigatori” ha svolgere un’azione di sti- ciali, Presentazioni di li-
visto crescere negli anni molo per la crescita uma- bri, Incontri di lettura;
il numero degli Estimatori na e culturale della comu- non aperitivi presso i bar
attivi e passivi di Calcio, Don Mimmo Marrone nità, come si legge dal suo più ‘in’ della città, ma
Canto e Ballo, e ultima- regolamento (ma agendo, Concerti domenicali a
mente degli Internaviga- notizia e che sfugge a qua- Sognatori? Folli? O solo secondo il punto di vista mezzogiorno, persino nel
tori e Leoni da tastiera, lunque tentativo di quan- un po’ eccentrici? Non si di scettici e detrattori, da periodo natalizio, addirit-
ma non quello dei Lettori. tificazione/ classificazio- sa: essi sfuggono a una vera e propria spina nel tura nell’androne
Infatti, quanto a consumo ne, una realtà microsco- precisa definizione. Quel fianco della comunità cit- d’ingresso della ‘Domus
di libri e giornali, occu- pica, ma non meno signi- che risulta evidente è che tadina sanferdinandese, sacerdotalis’.
piamo gli ultimi posti ficativa, capace di dare quanto più risultano di- notoriamente tranquilla e Sono sempre loro, i
della classifica tra i paesi ossigeno alle piccole co- pendenti da inchiostro e pacifica). E in questa di- Volenterosi Amici e Let-
europei. Nonostante il munità. carta stampata tanto meno rezione ha cominciato a tori della BdM, che, dopo
pullulare di pubblicazioni, Persino nella nostra si lasciano addomesticare muovere i primi passi. Il il lungo lockdown anti-
di eventi e di iniziative piccola provincia (r)esi- dalle opinioni correnti. suo sogno/ambizione è di Covid, hanno finalmente
editoriali che farebbero stono, non si sa come, non Piccole ma significati- diventare stabilmente un rotto il silenzio assordante
resuscitare anche i morti, pochi individui apparte- ve tribù di ‘Homo legens’, centro di (ri)animazione degli ultimi mesi e ridato
o farebbero tornare nenti a una singolare spe- di chiara ascendenza don- culturale. letteralmente e metafori-
l’appetito agli anoressici, cie: gli ‘Homo legens’. A chisciottesca, sono attive Essa tuttavia non dispo- camente una boccata
i libri, salvo poche ecce- differenza degli ‘Homo persino nei nostri piccoli ne di grandi mezzi, ma d’ossigeno all’asfittica vi-
zioni, restano invenduti, cyberneticus’ e sfuggendo paesi. Vedasi quanto ac- conta sulla disponibilità e ta culturale paesana, ripri-
le piccole librerie chiu- alle indagini statistiche, cade da anni a Trinitapoli il volontariato di un grup- stinando la bella consue-
dono e le biblioteche co- gli ‘Homo legens’ consu- con Libriamo, l’originale po di persone che condi- tudine di incontrarsi
munali e provinciali as- mano gran parte del loro e ormai consolidata crea- vidono lo stesso ambizio- presso la BdM (ovvia-
somigliano sempre più a tempo nell’esercizio della tura nata dalla costola del- so sogno, nonché il vizio mente all’aperto e nel ri-
cimiteri dimenticati dove lettura individuale o di la Globeglotter e marchio di leggere. Si tratta di un goroso rispetto delle nor-
ci si reca in visita solo il gruppo, nonché in tentati- di qualità di Antonietta nutrito e compatto gruppo me anti-covid), per
giorno dei defunti, vale a vi, generosi ma spesso in- D’Introno. Vedasi anche di Volenterosi Amici e condividere con un pub-
dire solo in caso di stretta fruttuosi, di promozione quanto accade, molto più Lettori della BdM, molti blico più ampio il piacere
necessità: per una ricerca, della lettura. Non ignora- di recente e con modula- dei quali già piuttosto ca- di (ri)leggere ad alta voce
per la tesina di terza media no del tutto ebook e web- zioni diverse, a San Fer- richi di anni ma evidente- testi di poesia o di narra-
o per la tesi di laurea. giornali, ma preferiscono dinando di Puglia, con la mente giovani di spirito, tiva, con uno sguardo pre-
Eppure… di gran lunga libri e gior- giovane ma promettente primo fra tutti il coordina- ferenziale agli autori locali
Eppure, al di là dei nali di carta, buoni da toc- biblioteca parrocchiale “ tore Rosario Lovecchio solitamente trascurati o
grandi centri (Torino, care, annusare, stropiccia- Don Lorenzo Milani”. Ed (già prof. vicario dell’ex- sottovalutati.
Milano, Bologna… Bari) re, ritagliare, sottolineare. è proprio su quest’ultima S.M. ora I.C. Giovanni Davvero singolare que-
dove convergono mag- Non disdegnano Google che vorrei soffermarmi, e XXIII). Sono loro che con sta BdM: parrocchiale ma
giormente e s’incrociano e altri motori di ricerca, sui tanti segni di singola- incredibile generosità e non bigotta, ecclesiastica
gli interessi di scrittori, ma preferiscono frequen- rità/anomalia che vi si vero spirito di abnegazio- ma genuinamente laica,
editori e lettori, con esiti tare librerie a rischio di possono ravvisare. ne garantiscono l’aper- piccola ma non elitaria,
straordinari (v. mostre del chiusura e biblioteche in Fortemente voluta e tura quotidiana della bi- improntata sull’inse-
Libro, festival di lettera- via di obsolescenza. E, perseguita da don Mim- blioteca al pubblico, por- gnamento di don Lorenzo
tura e di filosofia, Lezioni laddove queste manchino, mo Marrone, infaticabile tano avanti con pazienza Milani, cui don Mimmo
di storia), c’è, disseminata s’impegnano a crearle e a ed eclettico parroco della certosina la catalogazione Marrone ha voluto intito-
lungo lo stivale, una realtà cercare di tenerle in vita Chiesa Madre, la BdM dei libri, programmano e larla. Diavolo di un prete!
sommersa che non fa pur tra mille difficoltà. (www.bibliotecadonmil realizzano contromano e
Trinitapoli città di lettori
Qualche suggerimento ai futuri amministratori di Trinitapoli per incrementare il numero dei lettori e per dotare la
città di luoghi dove trascorrere i pomeriggi tra pagine e carte non solo da gioco
ANTONIETTA D’INTRONO

a ristrutturazione
L della Biblioteca di
Via Aspromonte,
resa possibile da un
cospicuo finanziamento
della Regione Puglia di
circa un milione di euro,
ha consentito di utiliz-
zare in sostituzione,
durante i lavori, la bella Trinitapoli. Biblioteca di Viale I Maggio
e luminosa struttura di
viale 1° maggio, co- inoltre, dotare le due ca di viale 1° maggio,
struita per una ben pre- strutture di un regola- infine, c’è un’altra gran- Trinitapoli. Biblioteca di Via Aspromonte
cisa destinazione d’uso mento che sostituisca de struttura, costruita a
(ludo/biblioteca per ra- quello che risale agli an- servizio del quartiere essere utilizzato come e Tradizioni locali indi-
gazzi) ma, sfortunata- ni ’80. UNRRA CASAS per gli Archivio Storico, come rizzati ai cittadini della
mente, lasciata in ab- Va allargata la sala anziani. L’ampio locale Emeroteca e come sede terza età.
bandono per quasi 9 conferenze della bi- si presta molto bene per di Laboratori di Storia
anni. Sarebbe una gran- blioteca di via Aspro-
de opportunità per il monte (attrezzata sol-
paese se la prossima
amministrazione civica
continuasse ad investire
tanto per 40 posti, cioè
per meno di due classi
scolastiche) e reso frui-
Buon Anno Scolastico
in Lettura se non con la bile, con una copertura
stessa liberalità regionale in plexiglass, il grande
almeno con la ferma atrio che ha l’ingresso
determinazione di mol- in via Cavallotti e che
tiplicare il numero at- farebbe “pendant” con
tuale di lettori. quello del Museo degli
Le due biblioteche, Ipogei con il quale co-
pertanto, dovrebbero munica. È il sogno an-
funzionare a tempo tico di una “Cittadella
pieno, mattina e po- della Cultura” nel cuore
meriggio per tutta la del paese, abbandonato
settimana e per 12 mesi per strada da chi ha
l’anno, differenziando i scelto di far utilizzare
frequentatori (bambini diversamente tutto
in viale 1° maggio e ra- l’edificio della ex Scuo-
gazzi/adulti in via la Media.
Aspromonte). Bisogna, Accanto alla bibliote-

SETTEMBRE 2020
Orari di apertura delle Biblioteche di Trinitapoli
VIA ASPROMONTE:
lunedì, mercoledì e venerdì ore 9,30-12,30

VIALE 1° MAGGIO:
lunedì, martedì, mercoledì, giovedì
e venerdì ore 15,30-1930
La salsa riunisce la famiglia
Un piccolo libro, realizzato a mano, raccoglie ricette e storie legate ad un passato di sapori che vanno
scomparendo. Ma le produttrici di conserve, di marmellate e di salsa fatta in casa resistono ancora
e regalano dolcezza a tutta la famiglia
ANTONIETTA D’INTRONO le bottiglie in un grande vanti all’uscio di casa, ad
pentolone di zinco, si asciugare al sole ricoperto
riempiva d’acqua e si at- da un velo. Ogni giorno
i preferiva fare la tendeva la bollitura intor- si rigirava con un cuc-
S salsa dopo ferrago-
sto perché, si dice-
va, “i pomodori sono più
no al fuoco. Il bollore do-
veva durare almeno tre
quarti d’ora. Si attendeva
chiaio di legno. Quando
la salsa liquida si rasso-
dava veniva conservata in
dolci e, se non è piovuto, poi che si raffreddassero una “fasanedde”. In cima
contengono meno acqua”. le bottiglie e si conserva- si metteva un filo d’olio
Le grandi famiglie si pro- vano per l’inverno. d’oliva per evitare la
curavano due/tre quintali Il metodo “salinaro” muffa. Il ragù invernale
di pomodori che andava- di conservazione della sal- della domenica diventava
no lavati e bolliti in grandi sa era diverso. Si usava la più saporito con un cuc-
“ialtàun”, pentoloni, sul tecnica delle “bottiglie chiaio di conserva o di
fuoco acceso negli coricate”. In breve: appe- concentrato di salsa. Di
“scoperti” delle case a na riempite di salsa bol- questo preparato non si
pianterreno oppure in lente, le bottiglie venivano ha notizia se non nei
campagna. A metà cottura appunto coricate sotto le racconti delle nonne.
i pomodori si passavano coperte e la paglia dove Tutte le donne che si
(lavoro riservato agli uo- rimanevano una decina di occupavano della salsa
mini di casa) e con la salsa giorni per poi essere ripo- non dovevano avere le
ottenuta si riempivano le ste nei ripostigli. Si diceva mestruazioni.
bottiglie, si aggiungevano che la salsa era più La domanda delle an-
le foglie di basilico e si “amurevole” (profumata ziane all’inizio del la-
chiudevano con i tappi di e saporita) perché veniva vaggio dei pomodori era
sughero. cotta una sola volta. “mnè, siete tutte pulite?”
A questa operazione ne Con una parte della sal- Il rischio era di far scop-
seguiva un’altra ancora sa si riempiva un grande piare le bottiglie durante
più precisa e meticolosa. piatto di terracotta che si la bollitura.
Si sistemavano con cura poneva su una sedia da- Questa fase della ma-
nifattura della salsa spesso
durava tutta la notte e
questo consentiva a tutti
i componenti della fami-
glia e agli amici che col-
laboravano di stare in-
sieme intorno al fuoco a
mangiare qualcosa e a
raccontare aneddoti pae-
sani per farsi quattro risate
dopo la giornata di lavoro.
Si cercava di mandare a
letto i bambini raccon-
tando loro storie di paura,
come quella di “zuchilid-
de” o ululando dietro un
cespuglio per imitare i
lupi mannari. Di corsa i
bambini si mettevano a
letto lasciando i genitori
liberi di trascorrere la
nottata tra battute salaci
e “fattaridd” che le anime
innocenti non dovevano
ascoltare.
Insieme da 50 anni Spigolature elettorali...
Trinitapoli 0, Trinitapoli 1, Trinitapoli 2
C’era una volta la Trinitapoli Zero. Era il tempo in cui strade,
scuole, biblioteca, palestre, stadio, 167, Rete Gas, Poliambulatorio,
Palazzetto dello Sport, Auditorium, Museo, Parco Archeologico,
Tribunale, Parco cittadino, Pista ciclabile e tant’altro erano “solo”
un’illusione ottica per un gruppo che si definiva “Rinascita
trinitapolese”. Poi il padrone della Fabbrica del Futuro, durante i
9 anni di dominio nella Trinitapoli Uno, inaugurò in pompa magna
gran parte di quelle opere come se fossero sue. Il suo successore
non potendo inaugurare più nulla, ha pensato bene di far nascere
qualche “Bubble Room” sotto le stelle e di tentare di fare arrivare
il mare alla Trinitapoli Due.

Linguaggio non ostile


Si, ci eravamo illusi. “Basta con gli insulti e con i commenti
“maleducati” sulle persone”! Tutti abbiamo respirato di sollievo,
quando abbiamo letto che le regole del “linguaggio non ostile” erano
state condivise da entrambe le liste. Purtroppo c’è sempre un tal
Nicola di Feo che da un orecchio non sente tanto bene. Qualcuno
gli deve spiegare che se si critica Fitto per i Bond di 370 milioni
di euro con la Merrill Lynch (che rischiò di mandare in bancarotta
la Puglia) deve difendere il suo beniamino non insultando chi scrive
questo ma dimostrando “con i documenti” che non è vero.
Luigi Sisto e Grazia Di Tacchio festeggiano il loro cinquant’anni di matrimonio.
Nella foto anche Antonietta D’Introno e Arcangelo Sannicandro
No alle foto sulle scalinate delle chiese
proco. La terza età, La lista “Libera Trinitapoli” si è fatta scattare una foto sulla
razia Di Tacchio dopo tante “tribo- scalinata antistante la Chiesa di San Giuseppe. Questa “posa” non

G e Luigi Sisto
hanno festeggia-
to le loro nozze d’oro
lazioni” ha regalato a
questa vivace coppia
molte gioie attraverso
è stata molto gradita da un candidato della lista “Rinascita Trinita-
polese 3.0”. Molti hanno pensato che i candidati della lista avessero
imbrattato gli scalini durante lo scatto della foto oppure che il loro
abbigliamento non fosse consono al luogo. Niente di tutto questo.
in agosto circondati l’arrivo dei nipoti che
dall’affetto dei figli, ogni giorno li riem- Si è poi venuto a sapere che gli “atei comunisti”(?!?!) non do-
dei nipoti e dei loro piono di affetto e al- vrebbero sostare nei pressi delle chiese onde evitare la profanazione
amici più cari. Sposa- legria. Questa salita del luogo. Grande esempio di evangelica fratellanza!
tisi giovanissimi (18 attraverso gli impervi
anni lei e 23 anni lui) sentieri del matrimo-
hanno dovuto, senza nio, si è conclusa do-
mai arrendersi, supe-
rare la lunga serie di
difficoltà che un
po 50 anni in cima ad
una montagna di se-
renità. Grazia e Luigi
<AVVISO AI LETTORI
operaio agricolo in-
contra nella vita per
assicurano che la vi-
sta che si gode dal-
Il dottor Vincenzo Centonze, dopo la lunga pausa sportiva
mantenere dignitosa- l’alto è meravigliosa. dedicata al racconto di eventi del Calcio anni ’60, ripren-
mente moglie e tre La bell’aria che si re-
figli maschi. Il gran- spira ha annullato derà a curare la sua rubrica: “L’altra faccia della luna”.
de dolore per la per- tutta la fatica del per- Nella prossima edizione di ottobre sarà pubblicata la
dita di uno dei figli corso.
ha rafforzato negli Sempre insieme at- seconda parte dell’articolo “Il Microbiota intestinale e
anni un rapporto co- tenderanno di festeg-
niugale basato su giare i 75 anni di ma- benessere psico-fisico: un mondo di batteri ci salverà?”
amore e rispetto reci- trimonio.
EMANUELE PIO LOSAPIO
Candidato alla carica di Sindaco

Si vota domenica 20 settembre


dalle ore 7,00 alle ore 23,00
e lunedì 21 settembre
dalle ore 7,00 alle ore 15,00

ARCANGELO BARISCIANO PER VOTARE


Candidato alla carica di Sindaco
segna una croce sul simbolo
e scrivi il nome del candidato consigliere

Si possono esprimere fino a DUE preferenze,


una MASCHILE e l’altra FEMMINILE o viceversa.

Recarsi al seggio elettorale


muniti di mascherina.
ELEZIONE DEL PRESIDENTE DI GIUNTA
E DEL CONSIGLIO REGIONALE della PUGLIA

FRANCO PIERO ANTONIO BRUNI


detto PIERFRANCO
PATRUNO MARIO CONCA
CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE
CLINCO ANTONELLA LARICCHIA
CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE

CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE

IVAN SCALFAROTTO
CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE
Comm. Resp.: Antonietta D’Introno

RAFFAELE FITTO
CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE
Stampa: Grafiche Del Negro _ trinitapoli

MICHELE EMILIANO NICOLA CESARIA


CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE

ANDREA D’AGOSTO
CANDIDATO ALLA CARICA DI PRESIDENTE

Si vota
domenica 20 settembre
dalle ore 7,00 alle ore 23,00
e lunedì 21 settembre
dalle ore 7,00 alle ore 15,00
20-21 SETTEMBRE 2020
PER VOTARE
segna una croce sul simbolo e CIRCOSCRIZIONE ELETTORALE
scrivi PATRUNO / CLINCO di BARLETTA-ANDRIA-TRANI
Recarsi al seggio elettorale
muniti di mascherina. FAC-SIMILE SCHEDA