Sei sulla pagina 1di 24

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XVIII - n° 192 Ottobre 2018

L’Editoriale Dubbi sulla finanziaria impostata dal governo ‘del popolo’

di Enrico Dello Sbarba


enricodellosbarba@virgilio.it
A Natale l'identità dei danni?
Sembra di Nicola Graziani

che stia Di qui a Natale (cioè tra pochissimo) sare-


mo in grado di capire una cosa fondamen-
Non, sia chiaro, dal 4 marzo in poi. La storia
è più lunga, e parte da una data ben precisa
cambiando tale: l’entità dei danni che deriveranno da
una finanziaria impostata sulla dazione. Te-
- il 13 gennaio del lontano 1994 - quando
Silvio Berlusconi “scese in campo” e, spin-
miamo che saranno ingenti, ma ancora non
tutto! lo sappiamo, e speriamo per il meglio (an-
che a costo di sbagliarci). Nel frattempo
to dalla necessità di coprire la sua incapa-
cità di governo, supplì alla manchevolezza
inventando un rapporto diretto con il po-
Alla luce degli eventi che stanno possiamo però fare una riflessione non tan- polo (inteso da lui come una sorta di pub-
caratterizzando questa “nuova to sullo stile – di per sé abbastanza ispirato blico televisivo) che scavalcava tutto, dal-
stagione” della politica italiana, al folklore – quanto sulla sostanza di que- la forma partito al ruolo di intermediazione
debbo confessare di trovare dif- sto governo “del popolo”, purché natural- della cultura e dell’informazione, alle rap-
ficoltà a dare una interpretazione mente sia il popolo ariano. Chi ha la pelle presentane sindacali.
corretta alle dinamiche di questo scura, prego si accomodi altrove (ma non Una lezione bene appresa dalla sinistra: Pro-
processo rivoluzionario che sta in Ungheria, perché chi ci lascia con il ceri- di aveva la stessa insofferenza per i partiti
attraversando il nostro paese. I no in mano abbiamo deciso di eleggerlo a e politica basata sulle identità culturali (che
famosi “freni inibitori” che garan- nostro amico). lui liquidava come un’anacronistica con-
tivano all’Italia un ordinato svol- La sostanza populista dell’esecutivo non segue a pag. 2
gimento, abbastanza cadenzato, solo è evidente: è dichiarata e rivendicata.
della politica nazionale sono, stan- Nulla di male: le elezioni sono state vinte e Circolo Culturale Il Centro
do ai fatti, definitivamente sepol- il risultato va accettato. Ma poi – da Natale Mercoledì 10 Ottobre, h. 18
ti: sembra quasi sia passato un in poi – non ci si lamenti di quello che acca- Via Trieste 7 - Livorno
secolo da quando la continuità drà. Il sonno della ragione genera mostri, e incontro con
delle coalizioni di governo (cen- qui un intero Paese ha deciso di dormire.
trodestra o centrosinistra) erano Pietro Caruso
nelle condizioni di poter gover- Capo Gruppo PD Comune di Livorno
nare il paese magari tra contrasti Moderatore:
ed equilibri instabili. Dott. Fabio Del Nista
I risultati del 4 marzo hanno sicu-
ramente distrutto gli equilibri po-
litici tradizionali e la impredivibi- Circolo Culturale Il Centro
lità di un’alleanza “ibrida” quan- Da questo numero Il Centro si Martedì 23 Ottobre, h. 18
to si vuole ma fermamente inten- presenta in una nuova veste, ov- Via Trieste 7 - Livorno
zionata a proseguire malgrado il vero con stampa in quadricomia conferenza del
ricorso a continui compromessi. e su carta patinata. Si tratta di
Non è prevedibile, allo stato dei un piccolo passo in avanti che Dott. Sergio Costalli
fatti, possibili o clamorose frat- ex Presidente
rende il nostro periodico più gra- della Camera di Commercio di Livorno
ture nella coalizione giallo-verde
anche perché ha il consenso del-
devole e più ‘appetibile’ anche
per i nostri inserzionisti. Moderatore:
segue a pag. 2 A tutti BUONA LETTURA Dott. Enrico Dello Sbarba
2 Politica

dalla prima pagina in piedi una coalizione ormai piegata sul- molto inferiore – fece Veltroni, che da sin-
la supremazia indiscussa ed in continua daco di Roma interpretò la carica, non come
Sembra che stia ascesa di Matteo Salvini, pronto, viste quella di un amministratore, ma di un uomo-
le sue indubbie capacità, ad assumerne immagine deciso a lanciarsi alla conquista
cambiando tutto la completa leadership. della cosa pubblica. Prodi se ne accorse
Sul fronte del centrosinistra ed in parti- presto.
la maggioranza degli italiani. colare per quanto riguarda il PD si sta Infine fu Renzi, e con lui il processo di per-
Del resto, i sondaggi confermano che le assistendo, in maniera malinconica, ad sonalizzazione della politica, di cedimento
due componenti politiche continuano a una lenta agonia visto anche l’accre- al populismo, di dileggio del ruolo dei cor-
godere delle simpatie della maggioran- scersi ed il perpetuarsi, al proprio inter- pi intermedi (“L’Anm? Brrr, che paura …”)
za (la Lega di Salvini viene data addirit- no, di visioni diverse che gli impedisco- giunse a maturazione. Fino alle sciagurate
tura oltre il 30% mentre i 5Stelle resta- no l’uscita dalla gravissima crisi succes- riforme costituzionali, che se fossero pas-
no, più meno, nelle percentuali delle siva alla clamorosa débâcle elettorale del sate adesso Salvini e Di Maio potrebbero
elezioni del 4 marzo). Entrambe le due 4 marzo: una sconfitta dalle proporzioni essere padroni assoluti dell’intera Italia. La
forze maggioritarie, malgrado le eviden- inusuali che ha letteralmente sconvolto quale Italia, a partire dal suo popolo, si è
ti contraddizioni e contrasti che, quasi l’intera classe dirigente impegnata nel- dimostrata tremendamente debole di fron-
giornalmente emergono, riescono, alme- la difficile e complessa operazione di “ri- te a chi sapeva muovere gli specchietti per
no attualmente, a proseguire nella loro nascita” resa ancora più complicata dalla le allodole.
esperienza governativa. vivacità di una polemica interna che non L’attuale governo, insomma, viene da lon-
Vi sono scadenze importanti ed impegni si attenua: un aspetto, quest’ultimo, che tano. E non è un caso che in questi giorni a
di grande rilievo che debbono essere mette in discussione, addirittura, la so- tentare di evitare un’ulteriore deriva dalla
soddisfatti per non giocarsi la fiducia pravvivenza di un movimento politico realtà e dalle responsabilità sia un signore
che può essere temporanea dei loro elet- che tante speranze aveva suscitata al nato politicamente nella Repubblica dei
tori: sono impegni estremamente costo- momento della sua nascita. La manife- Partiti come Sergio Mattarella. Se evitere-
si per le precarie condizioni delle finan- stazione a Roma di domenica 30 settem- mo il disastro, dopo Natale, sarà merito suo
ze statali messe continuamente in rilie- bre, alla quale hanno partecipato ben e di pochi altri. Poi dovrà, almeno si spera,
vo dal ministero del tesoro, il cui titola- 70mila sostenitori, oltre all’intera clas- venire il momento della riflessione e della
re è costretto a barcamenarsi di fronte se dirigente del PD, lascia ben sperare ripartenza, che non potrà prescindere da
alle pretese dei due partner Di Maio e per il futuro. Non vogliamo tornare so- una riassunzione di responsabilità da par-
Salvini che non intendono rinunciare pra ad una vecchia storia ma gli eventi e te di chi, delle vere culture ed identità poli-
agli onerosi impegni assunti e concla- le circostanze drammatiche che sta vi- tiche che hanno costruito l’Italia, si è sem-
mati nel corso della campagna elettora- vendo questo partito, sono anche con- pre fatto voce. E magari per questo ha an-
le e quotidianamente riproposti. seguenza diretta di quella cosiddetta che pagato qualche prezzo.
Le preoccupazioni manifestate recente- “fusione a freddo” che vide unirsi, in
mente dal Governatore della Banca una ibrida alleanza, DS e Popolari: Periodico mensile
d’Italia ed i messaggi ripetuti della Co- un’operazione di vertice di cui, purtrop- del Circolo Culturale
munità Europea sulla assoluta esigenza po, ancora oggi l’Italia ne paga le con-
di rispettare gli standard e di non supe- seguenze.
rare i cosiddetti “limiti di tolleranza” non Il problema, scrive Franco Verderame sul
hanno frenato i due vicepresidenti del Corriere della Sera di domenica 23 set- Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
consiglio: l’attuazione dei loro “disin- tembre “è il timore, a destra come a sini- Redazione ed Amministrazione:
volti progetti” (reddito di cittadinanza- stra, di dover scegliere il motto che già Via Trieste 7 - 57124 Livorno
flax tax - modifica della legge Fornero li divide e preannuncia di spaccarli: e e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
sulle pensioni) non possono essere can- cioè se accucciarsi in ruoli ancillari o www.circoloilcentro-livorno.it
cellati trattandosi di impegni ufficialmen- trasformarsi in partiti di testimonianza”. DIRETTORE RESPONSABILE:
te assunti durante la campagna eletto- E per il PD, in particolare, “se può go- Enrico Dello Sbarba
rale. vernare insieme ai grillini o restare al-
Permangono serie perplessità ed anche COMITATO DI REDAZIONE:
ternativo a quel movimento!”. Massimo Cappelli,
preoccupazioni su quelle che potrebbe- Personalmente ritengo meglio “una di- Laura Conforti Benvenuti,
ro essere le conseguenze di una linea gnitosa testimonianza” in attesa di tem- Sergio Cini, Valeria Grillo,
politica così spericolata: i prossimi mesi Luca Lischi, Mario Lorenzini,
pi migliori. Mauro Paoletti, Angela Simini,
ci diranno se saremo in grado di far fron-
Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
te ad una politica finanziaria dove “la
Hanno collaborato a questo numero:
spregiudicatezza” sembra farla da padro-
na. A Natale Cristina Battaglini, Franco Biancani,
Francesco Butini, Massimo Cappelli,
Non possiamo concludere queste brevi Sergio Costalli, Fabio Figara, Gianni
valutazioni senza accennare allo stato
l’indennità dei danni Giovangiacomo, Nicola Graziani, Luca
Lischi, Mario Lorenzini, Angela Simi-
quasi “comatoso” in cui si trovano le trapposizione tra guelfi e ghibellini, ma lo ni, Franco Spugnesi, Lorenzo Taccini.
opposizioni. Quella di centrodestra gal- storico di famiglia era un altro). Anche lui STAMPA: Editrice «Il Quadrifoglio»,
leggia nell’indifferenza malgrado i ten- amava essere uomo “del fare” mentre tut- Via G. Razzaguta 26, int. 13 - Livorno
tativi di Berlusconi che assomiglia sem- to il resto era chiacchiericcio. Lo stesso –
pre più ad una statua di cera, di tenere con un tasso di preparazione accademica Giornale chiuso in tipografia il 3/10/2018
Politica 3

PER LE ELEZIONI EUROPEE DEL MAGGIO 2019

Iniziata la nuova
campagna elettorale
pia descrizione dei provvedimenti, dei ri- impegnato mai posto in essere negli ulti-
di Francesco Butini
schi economici e finanziari, dei possibili mi decenni per disgregare l’UE.
vantaggi. Ci basta ricordare a questo pro- Se il dott. Steve Bannon gira per l’Italia
Con il varo della Nota di aggiornamento posito che l’Italia continua ad essere un ripetendo che siamo il più interessante
al Documento di Economia e Finanza paese in Europa con un grande debito laboratorio politico d’Europa, significa
(DEF) da parte del governo Conte, i due pubblico e un piccolo tasso di crescita che dopo il successo della Brexit nel Re-
partiti della maggioranza hanno avviato del PIL. E sicuramente l’unico paese eu- gno Unito è proprio l’Italia la candidata
la lunga campagna elettorale per le ele- ropeo in cui si annuncia la “fine della numero uno per essere il prossimo gran-
zioni europee del maggio 2019. Anche le povertà”. de paese che potrebbe dare la seconda
parole e i gesti dei principali leader dei Si vuole al momento solo sottolineare il grande spallata alle strutture comunita-
due partiti indicano non tanto la conti- significato politico del DEF, ovvero lo rie.
nuazione della propaganda delle elezioni schiaffo provocatorio all’Europa. Siamo davvero ad una svolta epocale.
politiche del 4 marzo scorso, quanto l’ini- Schiaffo perché l’Italia ha deciso di ab- L’idea fissa di rappresentare ogni prov-
zio di quella per la prossima consultazio- bandonare la strada che stava percor- vedimento governativo come un atto uti-
ne su base europea. rendo per arrivare al fatidico pareggio di le per “scrivere la storia” non è esaltan-
L’ostentato abbandono della politica di bilancio (con molta timidezza secondo te, ma se l’Italia ha davvero deciso di in-
abbattimento del debito pubblico è in- Bruxelles). Provocatorio perché il rialzo traprendere la strada della provocazione
dubbiamente l’atto di un “governo del del deficit è programmato per i prossimi contro l’Europa, questo sì che costitui-
cambiamento”, dato che nessun gover- tre anni, ossia per tutto il periodo di rife- sce un fatto storico.
no nelle ultime legislature ha mai pensa- rimento del DEF. Nel Novecento l’Europa ha vissuto due
to di innalzare il deficit pubblico al 2,4% Tutto ciò ci fornisce una idea di cosa guerre mondiali fondate sullo scontro tra
dopo che il proprio ministro dell’Econo- saranno in Italia le prossime elezioni eu- nazionalismi, e una lunga pace fondata
mia aveva posto la cifra di riferimento al ropee: un’esplosione di provocazioni, un sulle istituzioni europee e sulla solida-
1,6%. E soprattutto non sotto forma di incitamento ai più corrosivi istinti nazio- rietà atlantica. Distruggere le istituzioni
misura straordinaria valida per un solo nalistici, una propaganda preparatoria europee, con il benevolo interessamen-
anno, ma fissando l’innalzamento del alla disgregazione delle strutture comu- to russo e il distratto disinteresse ameri-
deficit per tutti e tre gli anni a venire. nitarie. Se il buon giorno si vede dal cano, significa riportare indietro di un se-
Non è questa la sede per una analisi eco- mattino, davanti non abbiamo lo sforzo colo l’equilibrio politico dell’Europa. Ab-
nomica delle decisioni assunte: basta apri- per la riforma dell’Unione Europea, ma il biamo già visto cosa potrebbe succede-
re un qualunque giornale per avere am- tentativo più strutturato e politicamente re. Anche all’Italia.
4 Politica

Chi vincerà le prossime elezioni?


di Sergio Costalli

Tra le tante ragioni che hanno determi- aversi improvvisamente, nelle proclama-
nato la sconfitta elettorale del centrosi- te intenzioni di tutti gli attori, anche più
nistra si deve annoverare anche il fatto volte nell’arco della stessa giornata] ho
che tale parte politica non è riuscita a posato lo sguardo su alcuni articoli della
togliersi di dosso il mantello del “vampi- stampa quotidiana che riportano le dichia-
ro succhia soldi” attraverso il sistema razioni dei “maggiori” rappresentanti di
impositivo. Vi è stato un grave attardarsi quello che dovrebbe essere il “maggio-
sulle impostazioni ideologiche ottocen- re” partito di opposizione, attorno al
tesche, che vedevano nell’eguaglianza quale organizzare la possibile alternati-
dei redditi l’apice della giustizia sociale. va al governo delle promesse: Calenda
Se poi quell’eguaglianza avesse portato invita a cena i “maggiorenti”, escluso il
a un generale impoverimento poco do- segretario in carica, per opporsi a Zin-
veva rilevare. Nonostante le tragiche Carlo Calenda e Nicola Zingaretti garetti che a sua volta intenderebbe (si
esperienze storiche non poche sono sta- dice) accordarsi con i “grillini”; Orfini
te le difficoltà a rivedere, nel tempo, quel- tre, che eguale impegno doveva essere propone di sciogliere il PD del quale è
le vecchie credenze. Il fatto che poteva profuso anche per il riconoscimento dei presidente; Zingaretti insorge perché
essere un po’ più giusta una società “meriti” oltreché dei “bisogni” delle ritiene che sia un tentativo per non con-
nell’ambito della quale cresceva il reddi- persone. vocare il congresso… Chi vuole polve-
to di ogni cittadino tardava a farsi strada Francamente che una parte dei “penta- rizzare (come se ce ne fosse ancora bi-
in molte menti “illuminate”. Il problema stellati” possa ancora ritenere che la re- sogno) il PD in diverse componenti au-
non era, e non è, tanto la divaricazione distribuzione della ricchezza prodotta da tonome, dai prodiani ai renziani, dai let-
dei redditi quanto l’esistenza di redditi altri conduca ad una società più giusta, tiani ai gentiloniani, dai minnitiani agli
bassi, tali da impedire il corretto svilup- non mi sorprende. Come non mi sorpren- zingarettiani e via a seguire con gli
po individuale e collettivo. L’eguaglian- de il notevole risultato elettorale raggiun- “…ani”.
za si doveva e si dovrebbe prioritaria- to da quel Movimento, indiscutibilmen- Chi invece intende raccogliere attorno alle
mente ricercare nel fornire a tutti idonei te favorito da errori politici altrui, cumu- spoglie del caro estinto i reduci delle tri-
strumenti culturali e sociali affinché cia- lati dal 2011 a partire proprio dai massimi bù degli ex comunisti, degli ex democri-
scuno possa sviluppare i propri talenti livelli istituzionali. Così come è abba- stiani, degli ex socialisti, degli ex berlu-
(l’eguale base di partenza), garantendo stanza chiaro che quei risultati siano stati sconiani, degli ex radicali, degli ex grillini,
contestualmente eguali opportunità. ottenuti grazie a mirabolanti promesse e degli ex tutto. Primarie sì, primarie no.
Negli anni Settanta e Ottanta dell’altro all’utilizzo dell’invidia sociale come leva Congresso sì, congresso no. Purtroppo
secolo, in seno a una parte del sociali- politica. Mi sorprende invece la tolleran- sono seri: non stanno recitando una par-
smo italiano, non più marxista e risoluta- za della Lega in merito all’atteggiamento te; non lo fanno apposta!
mente critica nei confronti del modello ostile diretto dal suo sodale nel contrat- Mentre i maggiori dirigenti del maggior
sovietico, si affermarono convinzioni che to di governo verso i reali produttori partito di opposizione (già di governo) si
mettevano drasticamente in discussione (passati, presenti e futuri) della ricchez- esibiscono in cotal guisa, ritenendo così
la “redistribuzione dei redditi” operata za nazionale [leggasi: reddito imponibi- di entusiasmare gli elettori, coloro che
per decreto in quanto, per renderla real- le]; al rancore sociale alimentato nei con- dovrebbero essere disarcionati si rivol-
mente efficace, sarebbe stato necessa- fronti della parte superstite del ceto me- gono al popolo promettendo minori tas-
rio un sistema “punitivo” di ogni inizia- dio e al tentativo di vessatoria e perse- se; condono fiscale; pensioni più facili
tiva e di ogni individuale intrapresa. L’im- cutoria redistribuzione, non solo socia- e minime più elevate; reddito garantito a
pegno, a parere di quelle frange politi- le ma anche territoriale, della ricchezza tutti (compresi gli oziosi naturali, i per-
che, si doveva invece spostare verso [reddito]. Il tutto in netto contrasto con digiorno volontari e gli evasori per vo-
un’efficace lotta alla povertà, nella con- la storia della Lega, con la sua vulgata cazione); difesa riconosciuta sempre
sapevolezza che anche il concetto di po- politica, con la volontà dei suoi elettori come legittima; blocco degli sbarchi;
vertà fosse relativo nel tempo e nello e pure con i principi del diritto costitu- chiusura dei campi nomadi; a seguire
spazio. Del resto era abbastanza sempli- zionale, amministrativo e civile. anche eterna giovinezza e fortuna al gio-
ce convenire sul fatto che le società “ric- Alle ore 15:30 del 17 settembre, mentre co e in amore e… “accidenti all’Euro-
che” fossero incontestabilmente più li- cerco di chiudere questo intervento per pa” se tutto ciò non dovesse realizzarsi.
bere e più democratiche delle società “Il Centro” del prossimo ottobre [al tem- Secondo voi, cortesi lettori, se “segui-
“povere”. Non solo: le prime risultavano po del “governo del cambiamento” è tano” così, ci son dei dubbi su chi pos-
e risultano infinitamente più “pacifiche” d’uopo indicare non solo la data ma an- sa vincere una qualunque delle prossi-
e stabili delle seconde. Si riconobbe, inol- che l’ora giacché il “cambiamento” può me tornate elettorali?
Politica 5

Esultanza da stadio per l'accordo sul Documento di programmazione economica finanziaria (Def)

Ma cosa c’è da festeggiare?!


di Massimo Cappelli

Chi conosciamo di questo Governo? Sen-


za dubbio i due vicepremier nonché rispet-
tivamente Ministri del Lavoro e dell’Inter-
no, Di Maio e Salvini.
Ogni giorno alla ribalta dei media e dei
social, in gara l’uno contro l’altro, in una
continua campagna elettorale per aumen-
tare consensi.
In questa contesa il Premier Conte, colui
che per ruolo istituzionale dovrebbe esse-
re Capo del Governo, appare sempre più
un notaio delle scelte di altri, senz’altro la
figura più pallida di Capo del Governo che L'esultanza di Di Maio e dei Ministri M5S sul balcone di palazzo Chigi
l’Italia repubblicana abbia avuto.
Ci sono poi gli altri Ministri. Conosciamo
quello della Sanità, la dott.ssa Grillo e quel- del deficit del 2,4% del PIL, anziché del nuovi Buoni del Tesoro (una catena di S
lo delle Infrastrutture e Trasporti, Toninelli 1,6% o al massimo del 1,9%, come voleva .Antonio) che hanno tassi variabili in più
per le gaffes e contraddizioni di cui sono Tria, toglie al Ministro dell’Economia ma o in meno, a seconda che lo “spread” tra
stati più volte attori. La prima soprattutto anche al Premier Conte quell’autorevolez- i Buoni italiani e quelli Tedeschi (presi a
per le vicende delle vaccinazioni, il secon- za e credibilità che è richiesta al loro ruolo. riferimento in quanto più virtuosi) sia
do per i comportamenti avuti dopo la tra- E’ vero che la previsione al 2,4% è entro il maggiore o minore.
gedia del crollo del ponte Morandi a Ge- 3%, limite invalicabile previsto dagli ac- E’ quindi facile intuire come l’Italia sia un
nova. cordi europei, (Trattato Maastricht 1992), “osservato speciale” da parte dell’Euro-
Gli altri Ministri? Praticamente degli sco- tuttavia il forte indebitamento del nostro pa, della comunità finanziaria, dei mercati.
nosciuti con le eccezioni di due importan- Paese, con un debito pubblico di circa Da parte cioè di coloro che, comprando i
ti nominativi: il Ministro dell’Economia 2300 miliardi di euro, pari al 130% del no- nostri BTP e BOT, ci fanno credito e che
Tria e il Ministro degli Esteri Moavero. stro PIL, richiedeva cautela e moderazio- si aspettano comportamenti responsabili
Due tecnici di alto profilo, si dice suggeri- ne. Questo macigno, che nonostante i da chi è a capo del Paese. Altrimenti pos-
ti dallo stesso Presidente Mattarella, per buoni propositi di vari Governi non si è sono vendere e non comprare più.
conferire a questo strano Governo giallo- riusciti a ridurre, pesa sulla gestione cor- Davanti a questo scenario poco tranquil-
verde, autorevolezza verso i partner euro- rente. Per questo la previsione di Tria an- lizzante la previsione di deficit del Mini-
pei e il mondo. dava accolta. stro dell’Economia era contenuta ed ave-
La vicenda della recente approvazione in L’equilibrio dei conti si mantiene onoran- va proprio lo scopo di tranquillizzare i cre-
Consiglio dei Ministri della legge di bilan- do puntualmente i pagamenti dei tassi di ditori.
cio, con previsione di finanziare tutta una interesse e dei Buoni del Tesoro in sca- L’aver dovuto soggiacere alle imposizio-
serie di provvedimenti con un incremento denza. Per far questo il Tesoro emette ni di Di Maio e Salvini con uno sforamen-
to al 2,4% ha immediatamente innescato
una dura reazione dei mercati con vendite
dei nostri BTP, diminuzione del loro valo-
re in portafoglio, crollo della borsa.
Questo è un primo risultato delle promes-
se fatte in campagna elettorale, promesse
che si basano su ulteriori debiti.
Saranno pagati dai risparmiatori che ve-
dranno diminuire i loro risparmi e se ne
ricorderanno al momento del voto.
Una triste vicenda italiana dove l’aspetto
che più sconcerta, al di là delle perdite
economiche, è l’atteggiamento di giubilo
espresso prevalentemente dai 5 Stelle.
L’accoglienza che nasce dal cuore. uappala.com Una vittoria di Pirro che sarà pagata con
gli interessi dal popolo italiano.
6 Economia

I nababbi e il carciofo
di Ranieri Marconi

Scrivo queste note alla ripresa della di- no-Padoa Schioppa 2007; Fornero 2011).
scussione in Parlamento sul Progetto di Oggi stanno impostando l’ottava rifor-
Legge inerente il taglio delle pensioni più ma ma non è detto che, in seguito, non
elevate, un’idea savonaroliana coltivata possa esserci anche la nona;
dai pentastellati e dalla loro Guida Politi- 2) il fantastico presidente dell’INPS,
ca, il noto Statista di Pomigliano d’Arco Boeri dottor Tito, alcuni mesi or sono,
(NA). La proposta avanzata è stata soffer- esponendo il suo illuminato pensiero
ta e stiracchiata da più parti, prima sotto- in merito alla necessità di ulteriori rifor-
scritta e poi disconosciuta dal rappresen- me previdenziali, ebbe a sottolineare che
tante della Lega, On. Molinari, e poi nuo- dovevano intendersi pensioni d’oro, e i
vamente accettata, salvo discussione. loro percettori essere qualificati come
Il prof. Alberto Brambilla, il maggior esper- “ricchi” (“nababbi” secondo il noto
to nazionale in materia previdenziale, già Lessicologo Pomiglianese), quelle su-
sottosegretario per la Lega (allora Nord) periori ai 2.500 euro lordi mensili (circa
con il Governo di centrodestra e attual- Prof. Alberto Brambilla 1.790 euro netti);
mente consulente di Matteo Salvini , ha 3) diversi economisti buontemponi,
presentato a quest’ultimo, in agosto, una una società complessa come l’attuale”. ilari per vocazione, hanno confermato
corposa relazione per informarlo dettaglia- “Questa operazione “rischiosa” dal pun- che la ricchezza può aver inizio proprio
tamente in merito alla incongruenza e de- to di vista giuslavoristico produrrebbe da quei 2.500 euro lordi mensili; ovvero
bolezza del Progetto di Legge Dell’Uva- un ricavo di circa 330 milioni, che si pos- da lì si muove il primo passo verso il
Molinari [nomen omen]. La relazione, pub- sono ridurre ulteriormente per i costi “nababbato”, aspetto del reale notoria-
blicata anche in rete, non ha avuto l’atten- dell’intera operazione, trascurando al mente studiato dal noto Fenomenologo
zione che meritava. Forse proprio a causa momento gli oneri per i ricorsi che avreb- Pomiglianese.
del contrasto di quel PdL con la storica bero ottime probabilità di successo”. 4) in altri tempi, più pratici e meno vir-
linea della Lega (fu Nord) in merito all’ar- “Il 70% delle pensioni che verrebbero tuali, la tecnica governativa adottata era
gomento pensioni. Per meglio comprende- decurtate sono pagate al Nord dove pre- definita, in maniera pur semplice ma ef-
re vale la pena di soffermarsi su alcuni pas- valgono di gran lunga le pensioni di ficace, come “scarciofamento”, ovvero
saggi della relazione del prof. Brambilla: anzianità e questo potrebbe creare qual- spiccare una foglia alla volta per non
“Il ricalcolo delle pensioni cosiddette che problema all’elettorato della Lega pungersi. Colpire quindi, con l’appro-
d’oro o di privilegio, applicando il me- perché ci sarebbe un trasferimento Nord- vazione popolare, solamente una parte
todo contributivo, così come previsto dal Sud in quanto la maggioranza delle limitata per costituire un precedente che,
progetto di Legge (PdL) presentato da pensioni assistite è proprio al Sud”. per il plauso già ottenuto, quando ge-
Lega e M5s in data 6 agosto 2018, al- “Non verrebbero invece minimamente neralizzato da illegittimo si fa legittimo.
l’art. 1, non è assolutamente un ricalco- toccati i veri avvantaggiati dal metodo Pertanto, a iniziare dalle evaporate e silen-
lo ma solo una riduzione delle pensioni retributivo [segue lungo elenco]”. ti organizzazioni sindacali, la partita dove-
basata sul rapporto tra i coefficienti di “Ogni modifica con effetti retroattivi va già essere aperta, cercando di sfruttare
trasformazione relativi alle età di pen- presenta profili di illegittimità costitu- anche quegli spazi disponibili in casa Lega.
sionamento effettivo e quelli relativi alle zionale, lede il patto tra cittadini e Sta- Dopo, al solito, sarà troppo tardi!
età di pensionamento stabilite nella ta- to e mina la fiducia futura: che fiducia
bella A, allegata al PdL; in pratica tutta può avere un giovane che deve versare
l’operazione è basata esclusivamente contributi per 40 anni sapendo che qual-
sulle età di pensionamento con forti pe- cuno potrebbe cambiare le regole del
nalizzazioni per le pensioni di anzianità gioco?”
e quelle con 40 anni di contributi. Tutto La partita ora è aperta in Parlamento e
ciò implica una rimodulazione delle “re- pure all’interno della Lega (fu Nord).
gole” in modo retroattivo ed è quindi La maggioranza dei disinteressati, in quan-
una operazione che può presentare una to non ancora direttamente colpita, do-
lesione della certezza del diritto e profi- vrebbe rammentare che:
li di incostituzionalità”. 1) a partire dal 1992, in campo previ-
“Definire queste pensioni come d’oro o denziale, si sono susseguite, oltre a
di privilegio, oltre che essere tecnicamen- centinaia di circolari e decine di decre-
te non corretto, tende a farle percepire ti, ben sette riforme generali del siste-
come una ingiustizia e quindi mina la co- ma (Amato 1992; Dini 1995; Prodi 1997;
esione sociale, fattore indispensabile in Berlusconi 2001; Maroni 2004; Damia-
Economia 7

Un patto di collaborazione con Berna che consenta allo scalo labronico di diventare, assieme al porto di Genova (che è lo scalo
portuale di eccellenza della Confederazione Elvetica), un punto di riferimento per il flusso di traffico merci transalpino.

L’Authority cerca un ponte


con la Svizzera
di Cristina Battaglini

Il presidente dell’Autorità di Sistema Ste-


fano Corsini ha incontrato a Roma l’am-
basciatore svizzero in Italia, Malta e San
Marino, Giorgio Kessler, per un raffor-
zamento dei rapporti commerciali con
la Svizzera, anche nell’ottica di una pie-
na complementarità con Genova: un
patto di collaborazione con Berna che,
avvalendosi delle reti di collegamento già
esistenti, consenta allo scalo labronico
di diventare, assieme al porto della Lan-
terna (che è lo scalo portuale di eccel-
lenza della Confederazione Elvetica), un L’incontro alla Ambasciata Svizzera a Roma
punto di riferimento per il flusso di traf- propria presenza a Livorno con 34 scali l’ambito dell’integrazione tra il settore
fico merci transalpino. in home port, parziale e non. dell’energia e quello della mobilità elet-
Corsini e Kessler dunque hanno parlato Si tratta di un importante riconosci- trica e sostenibile.
a lungo della possibilità di sviluppare que- mento su cui puntare per assicurare al L’obiettivo è adesso quello di trasfor-
sta cooperazione commerciale. Crocie- porto della Città dei Quattro Mori una mare i tre punti in progetti concreti, per
re, traffico di auto nuove e traffico con- fonte di approvvigionamento pressoché questo Corsini, che era accompagnato
tainer i tre punti cardine. La Svizzera è costante di crocieristi svizzeri, che po- dal dirigente Promozione e Comunica-
innanzitutto la patria di MSC, big com- trebbero così imbarcarsi da Livorno zione Gabriele Gargiulo, dal funziona-
pany che da tempo punta sullo sviluppo dopo aver raggiunto Pisa via aereo da rio di Invitalia Lorenzo Robbe e dal rap-
di Livorno come porto base per il traf- Zurigo. Inoltre Livorno, che mantiene presentante della Regione Toscana Mar-
fico crocieristico. Per il 2019 infatti in Italia un importante primato nel traf- co Bennici (politiche e iniziative regio-
MSC ha annunciato che potenzierà la fico di auto nuove, punta molto sulle nali per l’attrazione degli investimenti)
potenzialità offerte dal trasporto elet- ha invitato l’ambasciatore e gli opera-
trico (e dal car sarin) per aprirsi un tori del Canton Ticino a venire a Livor-
varco verso i floridi mercati della Cina. noper un confronto più approfondito
Anche la Svizzera, che nel maggio 2013 sulle questioni trattate, ancor più dato
ha sottoscritto un trattato di libero che la Svizzera si trova in una posizio-
scambio con Pechino, intravede in que- ne strategica rispetto agli assi di tra-
sto particolare settore un futuro pieno sporto internazionali
di opportunità per implementare il pro-
prio business.
Non a caso all’incontro a Roma era
presente uno dei maggiori esperti nel
campo, Salvatore Pinto, chairman di
Green Energy Storage Srl, la società
che assieme a Sharengo e Materials
Mates Italia, ha fondato il consorzio
Nuova Energia Mobile-N.E.Mo., il cui www.porto.livorno.it
progetto di dare una seconda vita alle E-mail: info@porto.livorno.it
batterie delle auto elettriche vede nel- Tel. 0586 249 465 - 249 411
l’Interporto Vespucci uno dei centri di Fax 0586 429514
eccellenza per la ricerca applicata nel-
8 Attualità

Messaggio dell’assessore regionale all'istruzione per l’inizio dell’A.S. 2018-2019

Il saluto di Cristina Grieco


E’ sempre una emozione grande iniziare getti dalla infanzia alle superiori), l’Al- mente nello studio e nella partecipazione
un nuovo Anno Scolastico! Agli oltre cin- ternanza scuola-lavoro, i Poli Tecnico al dovere civico. Non isolatevi dal mon-
quecentomila studenti, dai più piccoli ai Professionali, l’Istruzione e la Forma- do, ma vivetelo con responsabilità e con
più grandi, alle loro famiglie, ai dirigenti, zione Professionale “IEFP”, la Didatti- protagonismo. Contribuite alla costruzio-
ai docenti ed a tutto il personale non do- ca Laboratoriale, la Robotica Educati- ne della società portando la vostra forza
cente della nostra regione giunga ilmio va, la Rete Musicale Toscana, le Scuole, che viene dalla vostra giovane età.
augurio. l’innovazione metodologica didattica Quest’anno abbiamo ricordato i set-
La scuola rappresenta un luogo di rela- (dal progetto Scuola Senza Zaino alla tant’anni della nostra Costituzione.
zione fondamentale per la crescita educa- realizzazione di eventi di interesse na- In molte scuole sono venuta ad incon-
tiva e professionale di ogni individuo. zionale, come ad esempio Didacta Ita- trarvi di persona e insieme abbiamo letto
Conosciamo e ricordiamo la sensazione lia) investendo molte risorse economi- alcuni articoli quale segno importante di
che si prova ripensando alle aperture di che per rafforzare quell’alleanza “scuola- approfondimento e di riflessione.
tanti “anni scolastici”. Personalmente, territorio” indispensabile per permetter- Ricordate, con i vostri insegnanti e nelle
come insegnante, come dirigente, ma an- vi di crescere in un ambiente sano e fe- vostre famiglie, la Carta dei Diritti del-
che ripensando a quando ero studentes- condo di prospettive. l’Uomo che venne approvata e procla-
sa, provo una sensazione di commozione A questo proposito ringrazio tutto il mon- mata dall’Assemblea Generale delle Na-
e di dolce nostalgia. do imprenditoriale che ha avuto fiducia zioni Unite, il 10 dicembre 1948. “Tutti gli
A scuola intessiamo relazioni e amicizie negli studenti delle superiori, accoglien- esseri umani nascono liberi ed eguali in
perché da sempre costituisce luogo di doli nelle loro realtà lavorative e portan- dignità e diritti. Essi sono dotati di ra-
confronto e di dialogo, oltre che di cono- do nuova linfa grazie a testimonianze di- gione e di coscienza e devono agire gli
scenza. Ciascuno di noi ha indelebile il rette provenienti dal mondo del lavoro. uni verso gli altri in spirito di fratellan-
ricordo dei volti e dei nomi dei propri com- Sono certa che gli imprenditori continue- za”.
pagni e dei propri insegnanti. Compren- ranno con fiducia e generosità a offrire il Questo articolo Uno accompagni il vo-
diamo qui i nostri punti di forza e le nostre loro contributo alla Scuola Toscana. stro anno scolastico affinchè agiate con
debolezze, le nostre qualità, i nostri talen- Ai giovani vorrei dire che ogni epoca ha quello spirito di fratellanza e di amicizia
ti, le nostre aspirazioni, la nostra vocazio- la sua complessità, che deve essere af- fondamentali per vivere intensamente la
ne. frontata con competenza, professionali- vostra meravigliosa giovinezza.
Ricordiamoci sempre che la Scuola è un tà e creatività. Non esitate quindi a chie- Sono certa che la Scuola vi aiuterà a pro-
luogo “aperto a tutti” capace di accoglie- dere una scuola più “al passo con i tem- muovere la comprensione, la tolleranza, il
re le potenzialità e le ricchezze di ognuno. pi” e capace di rispondere al cambiamen- pieno rispetto degli altri per essere citta-
Sono fiera e onorata di ricoprire un ruolo to. Siate artefici di una azione propositi- dini con una piena coscienza critica, sem-
di servizio istituzionale che mi consente va e costruttiva. Impegnatevi assidua- pre volta alla costruzione del bene e della
di lavorare per attuare politiche che favo- pace.
riscano strumenti e servizi per un’istru- Vi auguro un anno fecondo di risultati, di
zione più competitiva, più capace di strin- crescita, di apprendimento di conoscen-
gere alleanze con il territorio e con i vari za, di acquisizione di competenze. Siate
mondi economici e sociali. esigenti e propositivi. Fate in modo che il
Come Amministratore mi preme sottoline- vostro percorso scolastico sia sempre in
are che la Regione Toscana ha sempre grado di aiutarvi nella vostra crescita pro-
avuto una particolare attenzione nei con- fessionale e umana, anche nei momenti di
fronti della Scuola finanziando, con fon- difficoltà non perdete mai l’entusiasmo e
di propri e con quelli europei, progetti e la fiducia nei vostri compagni e insegnan-
attività complementari all’offerta forma- ti.
tiva per rafforzare l’aspetto educativo- Partecipate attivamente offrendo il vostro
didattico per voi studenti, dall’infanzia contributo per costruire una scuola più
ai gradi più elevati di istruzione. E conti- aperta, più capace di alleanze con il territo-
nuerà a farlo con rinnovata convinzione, rio. Fate tesoro delle esperienze che vi
certa che ogni risorsa impiegata per vengono proposte.
l’educazione, l’istruzione e la formazio- Noi saremo al vostro fianco sempre pronti
ne alimenti un capitale che cresce e che ad ascoltarvi e a camminare insieme con-
moltiplica i suoi effetti. sapevoli e orgogliosi che “La Toscana fa
Rivolgendomi ai Dirigenti Scolastici ed Scuola”.
al Personale docente mi preme ricordare Buon Anno Scolastico!
che in questi ultimi anni abbiamo soste- Con un sorriso grande,
nuto i Piani Educativi Zonali, (con pro- Cristina Grieco Cristina Grieco
Attualità 9

Il Capo dello Stato ha inaugurato l’Anno scolastico a Portoferraio Il concorso


di Porto di Livorno 2000
Tutti a Scuola
Per Natale
con Sergio Mattarella “La favola
scrivila tu”
Porto di Livorno 2000, nell’ottica del-
la promozione turistica e culturale di
Livorno e del suo porto, promuove
una iniziativa letteraria unica nel suo
genere. Si tratta della prima edizione
del “Premio di Narrativa per Ragazzi”
dedicato al Natale ed al Porto con il
tema fantastico legato alla figura di
Babbo Natale ed alle tradizionali fe-
stività che trasportano da sempre i
bambini e le famiglie in un mondo
magico, ricco di fantasia e di sugge-
stioni da vivere e da scoprire.
Nasce così il progetto “Il Natale ed il
Porto di Livorno” che viene pensato
e proposto in forma di concorso con
un interessante premio in denaro e
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con alcuni studenti elbani. soprattutto una messa in scena tea-
trale dell’opera vincitrice.
nità educante che muove dalla vita,da pro- Il progetto si è sviluppato grazie al
di Mario Lorenzini
blemi di ogni giorno,per formare persone crescente successo che ottengono
libere. La scuola è l’oggi che prepara il annualmente due importanti eventi le-
“Fuga dalla Scuola” cosi titolava un dif- domani. Delle vostre conoscenze, ragaz- gati alla nostra città: si tratta della ma-
fusissimo settimanale quando un migliaio zi, della vostra cultura, anche delle vo- nifestazione “Natale in Fortezza”, or-
di studenti sbarca a Portoferraio, prove- stra amicizia. Anche per questo lo studio ganizzata da Porto di Livorno 2000 e
niente da alcune scuole del continente per è un diritto fondamentale della persona,di dal “Premio Letterario Nazionale Cit-
assistere all’inaugurazione dell’anno sco- ogni persona. Assicurare l’istruzione è un tà di Livorno”, promosso dal team
lastico. Infatti da alcuni anni il Ministero dovere inderogabile della Repubblica. La della Associazione Pietro Napoli e da
della P.I. sceglie una scuola per questo scuola è anche una cartina di tornasole, Promos Eventi, legato alla Poesia ed
avvenimento che mobilita famiglie, studen- un barometro della nostra concreta con- al Racconto Breve.
ti e il personale scolastico. dizione di giustizia,di libertà,di uguaglian- In previsione dell’edizione tradizio-
Quest’anno il Ministero ha scelto l’Istitu- za tra le persone”. nale della 6° edizione di Natale in For-
tezza prevista per il week-end 16/17
to Tecnico Commerciale di Portoferraio. Spente le luci, la Scuola quella presente
dicembre 2018 Porto di Livorno 2000
E da Roma sono intervenuti il Presidente su tutto il territorio e l’Isola d’Elba, è un
il primo Concorso Nazionale di Nar-
della Repubblica e il Ministro della PI che esempio di presenza che costa sacrificio a
rativa per Ragazzi sul tema “Natale
prima della elezione faceva parte della tutto il personale docente e non docente ed il porto di Livorno”. Il vincitore
burocrazia scolastica. che assicura quotidianamente il servizio. che presenterà il racconto più bello
“Quella che celebriamo oggi è la festa di E ci permettiamo ricordare un incontro non solo riceverà un premio in dena-
tutti noi, è la festa della Scuola,lo faccia- che chi scrive, insieme all’amico Valter ro di 1000 euro ma sarà l’autore di
mo alla presenza del nostro Capo dello Nebbiai, avemmo parecchi anni fa con l’al- una favola che darà il tema alla 6°
Stato e in diretta televisiva. Per ricordare lora Ministro della PI presente a Pisa al edizione di “Natale in Fortezza”, in
al Paese che la scuola è una delle istituzio- quale facemmo presente il disagio del per- programma in Fortezza Vecchia il 15 e
ni più importanti. Forse la più importante. sonale scolastico per assicurare il servi- 16 dicembre prossimi, e che sarà in-
Qualche volta la fatica si fa sentire ma do- zio scolastico all’Elba. terpretata da artisti e attori durante
vete pensare che il nostro futuro si co- E l’incontro fu positivo perché, dopo qual- l’evento.
struisce giorno per giorno proprio a scuola”. che mese, fu emanato un decreto in cui il
Più incisivo l’intervento del Presidente servizio prestato nelle Piccole Isole vale- Per maggiori info e per partecipare al
della Repubblica Sergio Mattarella. va doppio a tutti gli effetti. E questo de- concorso visitare il sito:
“La scuola è una istituzione cardine dello creto è ancora valido per il personale di www.portolivorno2000.it.
Stato democratico ma è anche una comu- ruolo.
10 Cinguettare

@ Un Sinodo sui giovani. “Il tema dei @ La manovra economica varata dal Go-
giovani oggi è una sfida” ha affermato il verno sta dando segnali negativi. Preoc-
Cardinale Baldisseri. Un’attenzione della cupa l’indebitamento, la spesa senza con-
Chiesa al mondo giovanile, alle sue diffi- trollo, con bancomat-reddito di cittadinan-
coltà e alle sue potenzialità, attese e spe- za. Lo spread in questi giorni sale con con-
ranze. Giovani che nella nostra Italia fan- seguenze drammatiche per la tensione
no fatica ad entrare a lavoro e di conse- Roma-Bruxelles. Anche Vincenzo Boccia,
guenza a formarsi una famiglia. Siamo un presidente di Confindustria, ha espresso
paese con una denatalità spaventosa. Più preoccupazione nell’Assemblea generale
volte è stato utilizzato il termine forte ma di Livorno-Massa Carrara tenutasi a Piom-
incisivo di “suicidio demografico”. Del
resto le statistiche “parlano” e ci presen-
Cinguettare bino. Occorre la lucidità del capire, la di-
stinzione tra le opinioni e i fatti, il paese ha
tano un andamento della natalità che ci di Luca Lischi bisogno di un piano di inclusione di gio-
impone di rivedere, con urgenza, le no- vani, di equità generazionale, di continua-
stre politiche sociali. re su quanto intrapreso sul digitale e il 4.0.
Occorrono investimenti (soprattutto in
@ Parlare di Sinodo dei giovani è imme- stre amicizie. Anche per questo lo studio infrastrutture). Le parole chiave devono
diatamente, almeno per me, ricordare i Si- è un diritto fondamentale della persona, essere crescita, occupazione, competitivi-
nodi della Chiesa livornese sui giovani e di ogni persona. Assicurare l’istruzione è tà (l’Italia è la seconda manifattura in Eu-
per i giovani. Monsignor Alberto Ablon- un dovere inderogabile della Repubbli- ropa dopo la Germania ma a causa di tasse
di, ma anche Vincenzo Savio, furono sag- ca. Organizzare, e garantire, un sistema e spese per l’energia sensibilmente più
gi anticipatori dell’attenzione della Chie- formativo adeguato ai tempi è una asso- alte). Non possiamo permetterci politiche
sa al mondo giovanile. Ha fatto bene a luta priorità politica e istituzionale. Ogni di indebitamento e pensare di fare a mano
molti “fare due passi insieme” e “con i attenzione, ogni risorsa destinata alla dell’Europa, con continui conflitti con le
giovani andare oltre” e costruire una scuola e alla ricerca ritorna con gli inte- Istituzioni europee.
“Chiesa amabile”. I “vuoti” dei giovani ressi alla società”. Ecco l’importanza di
sono da riempire con l’ascolto e le pro- investire nella scuola e in particolare, con
poste di una Chiesa che non rinuncia mai urgenza, impiegare risorse per l’edilizia
ad accogliere le loro voci e le loro richie- scolastica, vera emergenza per il nostro
ste. Una Chiesa che è sempre pronta a paese.
richiamare le Istituzioni a “spendersi” @ Parole scritte nel 370 a.c. (senza com-
concretamente per i giovani. mento): “Quando la città retta a democra-
zia si ubriaca di libertà confondendola con
la licenza…; quando il padre si abbassa
al livello del figlio e si mette, bamboleg-
giando, a copiarlo perché ha paura del
figlio; quando il figlio si mette alla pari
del padre e, lungi dal rispettarlo, impara a
disprezzarlo per la sua avidità; quando i
capi tollerano tutto questo per guadagna-
re voti e consensi in nome di una libertà
che divora e corrompe ogni regola ed or-
dine; c’è da meravigliarsi che l’arbitrio si
estenda a tutto e che dappertutto nasca
l’anarchia e penetri nelle dimore private e
Alberto Ablondi e Vincenzo Savio
perfino nelle stalle? In ambiente siffatto, Vincenzo Boccia
in cui il maestro teme ed adula gli scolari
@ Il Presidente della Repubblica Mat- e gli scolari non tengono in alcun conto i @ Don Mario Ametta: un caro ricordo per
tarella all’ Isola d’Elba nel suo saluto di maestri; in cui tutto si mescola e si con- un sacerdote che ha intrapreso il cammino
inizio anno scolastico, ha sottolineato: fonde; in cui tutto è concesso a tutti in verso un “nuovo mattino”. Lo ho cono-
“La scuola è un’istituzione cardine dello modo che tutti ne diventino complici, dico, sciuto a Salviano e molto apprezzato per la
Stato democratico, ma è anche una comu- pensi tu che il cittadino accorrerebbe a sua capacità di saper accogliere e saper
nità educante, che muove dalla vita, dai difendere la libertà, quella libertà dal peri- dialogare con i giovani. Poi è stato parro-
problemi di ogni giorno, per formare per- colo dell’autoritarismo? … Così la demo- co anche della “mia” Parrocchia Sette San-
sone libere. La scuola è l’oggi che prepa- crazia muore: per abuso di sé stessa. E ti. Una persona dinamica e solare, un prete
ra il domani. Delle vostre conoscenze, ra- prima che nel sangue, nel ridicolo”. (Pla- benevolo, generoso e nella sua semplicità
gazzi, della vostra cultura, anche delle vo- tone, La Repubblica) capace di infondere tenerezza.
Spigolature 11

Spadolini,
ure non disponga di un museo archeologi-

t
co riguardante quell’antichissima civil-
Di Maio e Churcill
la
tà.
Il mio amico Bruno Manfellotto sul tra-

o
Via “twtter”, la direttrice del Museo
dizionale pezzo del sabato su Il Tirre-

g
sull’Antica Civiltà Ellenica, ha voluto
no ci ricorda che “l’ultimo capo di go-
i ricordare allo “sprovveduto” leader che

Sp
verno che si affacciò da un balcone la città di Taranto si onora di ospitare
per un tonificante bagno di folla, se si da vari decenni un museo dedicato pro-
esclude, naturalmente, la fatidica log- prio all’Antica Grecia, recentemente
gia di piazza Venezia, fu Giovanni Spa- ristrutturato e con una frequenza me-
dolini, giusto 36 anni fa. dia di 80mila visitatori all’anno.
Solo che quella volta su Palazzo Chigi Ci sembra superfluo un ulteriore
le bandiere sventolarono per la conqui- Inutile aggiungere quanto siamo d'ac- commento.
sta della coppa del mondo di calcio. cordo con Bruno Manfellotto.
Giovedi 27 settembre scorso Luigi Di Questo trentaduenne, insieme al
Maio ha alzato le due dita in segno di ‘compare’ della Lega, stanno gio-
vittoria come Churcill, solo che il pre- cando con il futuro del nostro pove-
mier inglese nel ‘45 annunciava la ro paese. Ma i lettori possono obbiet- Cresce la protesta
sconfitta della Germania, il Nostro in- tare: hanno avuto una larga messe di sui parcheggi
vece a una manovra finanziaria in de- consensi.... appunto questo è il pro-
ficit da 33 miliardi con cui si dichiara blema. Chi è causa del suo mal pian- a pagamento
guerra all’Europa e si mette a rischio il ga se stesso!! L’assessore “fiorentino”, forse di not-
futuro del paese. te, sembra quasi che stia studiando la
possibilità di allargare gli stalli a paga-
Ma perché mento in tutti i quartieri e di far pagare
pure i residenti. Questa “smania delle
non si informa prima? strisce” sta provocando un “crescen-
Il mitico “Giggino”, alias Luigi Di Maio do rossiniano” di proteste. Noi ci limi-
- vicepresidente del Consiglio, nonché tiamo solo a sperare che quei livornesi
ministro dell’Economia e del Lavoro - che hanno consentito ai grillini di go-
in una recente visita a Taranto ha la- vernare la città, trascorso questo quin-
mentato come la città pugliese, così quennio, abbiano compreso l’enorme
storicamente vicina all’Antica Grecia, errore commesso a suo tempo.

che di notte zitto zitto, “Non ne tengo, porco mondo!”


Le venga qui un omo nero!”

rime di
“Tesoruccio della mamma,
tu lo mandi nel mio letto
Or Marcello fa boccacce
mentre innesca una sardella:
“Ho la bocca asciutta e secca,
Franco dato che, anche stasera, me la dai una caramella?”
Biancani tuo papà gioca a calcetto!”
“Se lo chiedi un’altra volta
Caramelle io ti sparo alle cervella!”
Omo nero 2 Due amici stan pescando. “Perché, hai una pistola?”
“Su tesoro, ch’è già tardi! “Gio’, ce l’hai ‘na caramella?” “No!” “Ce l’hai ‘na caramella?”
Ecco indossa il pigiamino, “No!” Ma dopo due minuti:
la preghiera, ora spengi “Giorgio, hai ‘na caramella?” Incomprensione
l’abat-jour sul comodino!”
Se un signore come me,
“Te l’ho detto, non ce l’ho!” con gran generosità,
“Mamma, mamma ho paura, Passa ancor qualche secondo: v’invitasse pe’ un caffè,
ho paura per davvero “Me la dai ‘na caramella?” non vuol dir che ve lo dà!
12 Livorno

IL NUOVO SEGRETARIO DELLA CISL LIVORNESE HA TENUTO UN INTERESSANTE DIBATTITO

Filippo Giusti a Il Centro


di Gianni Giovangiacomo vere nel mondo dei sogni. E’ necessario
andare avanti con gli strumenti che sono
già attivi: la Darsena Toscana, lo scavalco
“Mi fa piacere presentare il nuovo Se- ferroviario, il piano per il porto.
gretario della Cisl livornese, Filippo Per quanto riguarda la Provincia: per Piom-
Giusti, che è, come me, un Rosignane- bino si intravede la luce in fondo al tun-
se!”, con queste parole il direttore della nel, i presupposti per andare avanti ci
rivista “Il Centro”, Enrico Dello Sbarba, sono, bisogna terminare le banchine rea-
ha aperto l’incontro con l’ospite della se- lizzate solo parzialmente, siamo purtroppo
rata. fermi riguardo alla demolizione delle navi
Dello Sbarba ha anche ricordato che la militari, è perciò necessario sbloccare tut-
Cisl è stata, nel passato, una organizza- to quello che si può fare superando anche
zione di riferimento per tanti militanti del- talune Leggi restrittive.
la DC. Ha poi sottolineato la drammatica Quindi - ha concluso Giusti - “niente pian-
situazione economica della città mentre le ti greci” perché la situazione non è così
cose vanno meglio in Provincia con la ria- nera come vogliono farci credere. Come
pertura delle acciaierie di Piombino, con sindacato vogliamo occuparci di Livorno
lo sviluppo delle piccole aziende nella Val “sui dati concreti” per poter proporre lo
di Cornia, nella bassa Val di Cecina e nel sviluppo per il futuro. E’ necessario che si
Comune di Rosignano. intervenga sui “fondi di riqualificazione
Giusti ha subito ringraziato Dello Sbarba urbana” dei Comuni e non ci nascondia-
per l’invito e ha rivendicato l’autonomia Filippo Giusti mo che esiste un problema riguardo ai
del sindacato nei confronti della politica. mass media che non fanno sentire la no-
Entrando nel tema dell’economia livorne- vuole raccontare: anche riguardo al Pil, stra voce.
se il Segretario ha detto di non condivi- pur rimanendo Livorno una provincia po- E’ iniziato poi il dibattito incentrato sulle
dere il sistema dei “pianti greci”, cioè del- vera, i dati Istat ci dicono che esso è au- problematiche dei giovani, del sindacato,
le continue lamentazioni che non danno mentato del 18%, siamo perciò in recupe- dei lavoratori.
frutto, mentre è necessario che il nostro ro e siamo cresciuti di più rispetto al dato A queste domande il neo Segretario ha ri-
territorio si sviluppi in sintonia e collabo- nazionale e a quello regionale. cordato che “non possiamo piangerci ad-
razione con quelli vicini. Riguardo alla povertà, cioè all’indice di dosso e aspettare aiuti dall’esterno, dob-
Ha poi fatto una elencazione dei dati Istat disuguaglianza, se in Cina e India è au- biamo risolvere noi i nostri problemi”, dob-
del 2017 che mettono in rilievo elementi mentato, in Italia non sta aumentando si- biamo insistere non sul reddito di cittadi-
interessanti. Si evince che la base degli gnificativamente e la Toscana è migliore nanza ma “su investimenti significativi
occupati ammonta a 163 mila unità, il che del dato nazionale, perciò se la Cgil dice sulla formazione”, agendo in sinergia con
dimostra che si sta cercando di recupera- che tutto va male, noi possiamo dire che gli altri e non facendo “repubblica” a se
re la crisi avvenuta nel 2008. Gli inattivi, non è vero. stante. Dobbiamo cercare di far diventare
16 mila, sono coloro che non hanno un La verità è - ha continuato il nuovo Se- il nostro territorio “appetibile” facendo
lavoro e non lo cercano, sono diminuiti, gretario - che dobbiamo costruire una eco- crescere, nello stesso tempo, le competen-
mentre tre mila sono i disoccupati reali. nomia più efficace, perché la crisi livor- ze personali dei giovani per avviarli al la-
Questo vuol dire che, malgrado tutto, non nese indubbiamente c’è, e per questo ab- voro.
c’è una particolare crisi occupazionale e biamo riattivato “il tavolo dell’industria”, Riguardo al sindacato bisogna dire che è
non è il trend negativo che qualcuno ci per realizzare cose concrete e non per vi- stata misconosciuta politicamente l’epo-
ca della concertazione, oggi non viene
data importanza ai corpi intermedi, quindi

Vieni alla CISL


spetta a noi, nei limiti delle normative, fa-
vorire l’incontro tra domanda e offerta di
lavoro. Per il sindacato è fondamentale
CONFEDERAZIONE ITALIANA
SINDACATI LAVORATORI tutelare “la persona umana” e non tanto il
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE, posto in sé, è necessario però che ci sia
Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti, Permessi “una rete di protezione” per i lavoratori
che devono ricollocarsi.
di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
In sintesi è necessario operare “con con-
Per info degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732 cretezza nelle scelte” e “secondo le voca-
zioni del territorio”.
Livorno 13

Incontro organizzato dall’Associazione di cultura politica “Libertà Uguale Livorno”,


in collaborazione con le associazioni “il Centro” e “Quarta Fase”.

“Il contrasto alla povertà.


Politiche e strumenti:
R.E.I. e reddito di cittadinanza”
All’incontro “Il contrasto alla povertà - convegno. Per poter consentire la più durata massima di ogni intervento
Politiche e strumenti: R.E.I. e reddito ampia partecipazione al dibattito, la sarà di 3 minuti.
di cittadinanza” di sabato 13 Ottobre,
dalle ore 10 alle 13, presso la Sala
degli Affreschi della Villa del Presiden- Evento organizzato dalla Fidapa - Sezione di Livorno
te (Via Marradi 116, Livorno), prende-
ranno parte all’incontro: il prof. Mauri-
zio Motta dell’Università di Torino, l’On.
Elena Carnevali della XI Commissio-
ne Lavoro della Camera dei Deputati,
Cristina Grieco, Assessore regionale
all’Istruzione, formazione e lavoro, Pie-
tro Caruso Capogruppo PD - Consi-
glio Comunale di Livorno, l’On. Andrea
Romano del Consiglio Nazionale di
Libertà Eguale.
Modererà il dibattito Elina Pellegrini
All’iniziativa sono state invitate le rap-
presentanze livornesi di associazioni
nazionali che fanno parte di “Alleanza
contro la Povertà”: Marco Solimano
Presidente Arci, Suor Raffaella Spie-
zio Presidente Caritas Diocesana, un
rappresentante della Comunità di San-
t’Egidio, un rappresentante dell’Acli.
Scopo dell’iniziativa è offrire una infor-
mazione puntuale sullo stato delle po-
litiche sociali rivolte a contrastare la
povertà e dei relativi strumenti di leg-
ge e finanziari valutandone l’impatto a
livello nazionale, regionale e comuna-
le.
L’iniziativa sarà preceduta dai saluti
del Presidente di Libertà Eguale Livor-
no Sandro Canaccini che introdurrà i
lavori.
L’incontro è aperto al pubblico.

Coloro che fossero interessati ad in-


tervenire al dibattito sono pregati di
iscriversi preliminarmente all’inizio del
14 Livorno

Se ne è parlato al Circolo Il Centro con il presidente dell’ACI Livorno Riccardo Heusch

Sicurezza stradale e parcheggi:


i nodi del traffico cittadino
rosso quando necessario, utili anche per pensato con un’esagerata proliferazione di
di Franco Spugnesi
realizzare la sincronizzazione dei numero- stalli blu in altri quartieri.
si semafori istallati sui viali (che raccol- Tra i numerosi interventi è da segnalare
gano altrettanto traffico). una richiesta di chiarimento sulla conces-
La ripresa dell’attività al nostro Circolo Il L’Aci consiglia anche di evitare le roton- sione stipulata dalla nostra Amministra-
Centro è stata affidata all’incontro, tenu- de specie se di dimensioni troppo ridot- zione Comunale con il Tirreno Parcheggi,
to il 15 settembre, con gli amici dell’Auto- te, barriere pericolose e dissuasori vari. società pisana che cura da tempo la ge-
mobile Club di Livorno. L’altro elemento di grande interesse af- stione delle soste città e che riconosce al
Il presidente Riccardo Heusch, coadiuvato frontato è stato quello dell’ordinamento comune il 39% degli incassi, a giudizio di
da Virgilio Marcucci, ha intrattenuto la della sosta delle auto. Innanzitutto molti, troppo poco per un utilizzo di tanta
platea degli ascoltatori con vivacità e l’estensione degli stalli blu (a pagamen- parte di suolo pubblico.
competenza sollecitando contempora- to) è legittimo ma assai discutibile è stata L’incontro si è concluso con la convinzio-
neamente interventi e osservazioni. la realizzazione che ha provocato una con- ne, pressoché unanime, che l’amministra-
Il presidente Heush ha innanzitutto illu- sistente riduzione dei posti disponibili in zione Nogarin, oltre alle inadempienze,
strato le difficoltà che l’associazione in- città, già precedentemente insufficienti molte delle quali ereditate dalle ammini-
contra nei rapporti con l’amministrazione anche per i residenti. La trasformazione dei strazioni precedenti, ha aggiunto il desi-
comunale che sfugge al confronto e non parcheggi in centro ha perciò prodotto un derio, ideologico, di ostacolare il traffico
tiene in alcun conto le giuste osservazio- grande disagio e un modesto introito. Per privato a favore, forse, di un problematico
ni sui problemi della mobilità a Livorno rendere conveniente la gestione si è com- servizio pubblico.
che l’ACI avanza in ogni occasione. Na-
turalmente i problemi del traffico non na-
scono dal governo a cinque stelle ma an-
che da provvedimenti insufficienti e ina-
deguati degli anni precedenti.
La SICUREZZA è stato il punto nodale
dell’esposizione e, a giudizio dei relatori,
la situazione è veramente problematica,
come dimostrano i numerosi incidenti,
anche mortali, di questi giorni. Natural-
mente è impossibile annullarli completa-
mente ma si può ridurne il loro numero
applicando responsabilmente le disposi-
zioni del codice della strada: ad esempio
la posizione degli attraversamenti pedo-
nali, su cui frequentemente avvengono
investimenti, che dovrebbero essere col-
locati, e frequentemente non lo sono, in
modo da assicurare ampia visibilità sia agli
automobilisti che ai pedoni; dunque non
dietro le curve, neppure attaccate alle fer-
mate dell’autobus, neppure coperte da
parcheggi di mezzi anche pesanti.
Altra causa d’incidenti è sicuramente la
velocità eccessiva. Recentemente sull’on-
da emotiva di alcuni episodi il sindaco ■ Ingegneria Multidisciplinare
Nogarin ha espresso l’intenzione di in- ■ Manutenzione e Montaggi di Aerogeneratori Eolici
stallare autovelox sul viale Italia (strada ■ Manutenzione e Montaggi di Impianti Industriali
che un dissennato piano raccoglie gran ■ Service Management e Ispezione & Expediting
parte del traffico): soluzione sicuramente Etra, Ricerca e Selezione Personale
gradita alle casse comunali ma inadegua- ● P.E.S. COMPANIES ● P.E.S. COMMERCIAL PARTNERS
ta, a giudizio dei nostri relatori, a risolve-
HEADQUARTERS
re il problema. Sarebbe meglio usare i se- Via E. Mattei 11 - 57016 Rosignano S. (LI) ITALY
Tel. +39 0586 727 111 Fax 39+ 0586 727 113
mafori “smart” che regolano la velocità in www.pes-srl.net info@pes-srl.net
maniera intelligente con il far scattare il
Livorno 15

Giovanni Gualberto a Valle Be-

qui nedetta e l’Unità Pastorale Tre


Arcangeli (che comprende N.
S. di Lourdes in Collinaia, SS.

Diocesi Annunziata alla Leccia e S.


Martino a Salviano); S. Jaco-
po, Sette Santi Fondatori, N.S.
del Rosario, SS. Trinità, S. Ago-
stino, S. Maria del Soccorso,
S. Elisabetta Anna Seton e la
di Fabio Figara Parrocchia Greco Cattolica
Ucraina faranno parte del TER-
ZO VICARIATO (zona Centro-
Mare), mentre S. Rosa, S. Si-
mone e Immacolata Concezio-
Sempre vicini ne, S. Lucia, S. Anna a Quer-
cianella e la Parrocchia di S.
Maria delle Grazie di Montene-
al popolo ro si raggrupperanno nel
QUARTO VICARIATO (Livor-
no Sud). Le chiese nelle zone
di Dio di Castiglioncello e Rosignano
faranno parte del QUINTO VICARIA- porto diretto con i fedeli, oltre al quoti-
Riprendono le attività della Diocesi li- TO (S. Andrea e Immacolata Conce- diano on-line www.lasettimanalivorno.it
vornese, con tante novità volute forte- zione di Castiglioncello; SS. Giovanni e alle trasmissioni televisive in onda su
mente da Mons. Giusti. Tra queste, la Battista e Ilario a Rosignano Maritti- Granducato TV, la Diocesi ha inoltre
modifica dei Vicariati e la creazione di mo; S. Croce e S. Teresa del Bambin inaugurato una nuova pagina Facebook
una nuova pagina Facebook per il con- Gesù a Rosignano Solvay; S. Leopoldo (https://www.facebook.com/diocesi.dilivorno.7), con
tatto diretto con i fedeli. a Vada). Nella parte nord di Livorno, dirette degli eventi diocesani, e per per-
Più vicini alle persone, per avvicinarli a nel Comune di Collesalvetti e nell’en- mettere ai credenti di contattare il Ve-
Dio: così potrebbe definirsi l’opera del troterra livornese le parrocchie saran- scovo stesso (attraverso un sms, oppu-
Vescovo di Livorno, intento, insieme ai no infine suddivise nel SESTO VICA- re all’indirizzo di posta elettronica
suoi collaboratori e al clero, nel raggiun- RIATO (S. Ranieri a Guasticce; S. Luca scrivialvescovo@tiscali.it) e i sacerdoti
gere il popolo dei credenti tramite una Evangelista e S. Leonardo a Stagno; della Diocesi per confessioni, consigli e
rivoluzione nella disposizione dei Vica- Sacra Famiglia; Nostra Signora di Fati- altre necessità spirituali.
riati e l’utilizzo dei canali di comunica- ma; S. Pio X; S. Matteo Apostolo) e
zione più diffusi, adeguando così la strut- nel nuovo SETTIMO VICARIATO, che
tura diocesana ai cambiamenti e alle esi- raggrupperà S. Stefano a Castelnuovo
genze del territorio. della Misericordia, S. Michele Arcan-
Con l’inizio del nuovo anno pastorale, gelo al Gabbro, SS. Pietro e Paolo di
le parrocchie saranno raggruppate in 7 Colognole, Ss. Maria Assunta di Ca-
zone (non più 6), ognuna con un Vica- stell’Anselmo, SS. Cosma e Damiano
rio foraneo, nella speranza di migliora- a Nugola, S. Giuseppe a Nibbiaia e le
re il rapporto tra comunità locali e ve- parrocchie di Parrana S. Giusto e Par- Terminal Crociere - Piazzale dei Marmi - Livorno
der sviluppare attività interparrocchia- rana S. Martino. Tel.0586.202901-Fax0586.892209
li: del PRIMO VICARIATO (zona Cen- E per avere un sempre maggior rap- info@portolivorno2000.it
tro Storico) faranno parte S. Ferdinan-
do, S. Caterina, S. Benedetto, l’Unità
Pastorale del Duomo (che comprende è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno
la chiesa della Madonna, di S. Seba-
è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
stiano e del Beato Stenone), S. Andrea,
S. Giuseppe, SS. Pietro e Paolo, la e
Parrocchia Greco Cattolica Rumena, sport, tempo libero, volontariato
la Parrocchia Africana e S. Nicola in
Capraia; compresi nel SECONDO VI- assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
CARIATO (Livorno Est) saranno le
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
parrocchie del Sacro Cuore, di S. Gio-
vanni Bosco, di S. Madre Teresa di
Livorno
ai migranti, alle famiglie
Calcutta, di S. Teresa d’Avila, di S.
16 Rosignano

COMUNE DI ROSIGNANO - Candidature aperte fino al prossmo 31 Ottobre

Il bando per le Assemblee di Frazione


Sono aperte le candidature per far parte sedute, e corredandola di copia del do- co (lunedì, mercoledì e venerdì ore 8,30-
delle Assemblee di Frazione del territorio cumento di riconoscimento (patente o 13, martedì ore 8,30-13,15 e 15,15-17,45,
comunale. Il bando annuale per la revisio- carta di identità). Devono inoltre allegare giovedì ore 8,30-13,15) e deve pervenire
ne degli elenchi dei componenti delle as- l’elenco con le firme a sostegno della can- entro le ore 12 del 31 ottobre 2018.
semblee è promosso dal Comune di Rosi- didatura, raccolte utilizzando il modello Dal 15 novembre l’ufficio competente, ac-
gnano come previsto dal Regolamento di indicato, e comprensive degli estremi dei certata la presenza di tutte le condizioni
partecipazione (art. 18 e 19) e consente ai sottoscrittori (tipo, numero e data di emis- previste dal bando, procederà a compilare
residenti di ciascuna delle sette frazioni sione del documento di riconoscimento: i nuovi elenchi dei componenti di ciascu-
di partecipare alla vita civile e democrati- patente o carta di identità). La domanda na Assemblea di Frazione, che saranno
ca proponendo temi e percorsi per coin- può essere inviata tramite PEC all’indirizzo pubblicati sul sito dell’Ente
volgere i cittadini, col fine di estendere la comune.rosignanomarittimo@postacert.toscana.it, www.comune.rosignano.li.it,
partecipazione ad un numero più alto di per posta elettronica a diritti- sezione Bandi e Avvisi vari e sezione Par-
persone e accrescere il tessuto democra- rosi@comune.rosignano.livorno.it, oppure conse- tecipazione.
tico e civile del territorio. gnata a mano al Polisportello del Comu- Per ulteriori informazioni rivolgersi ai nu-
Possono candidarsi cittadini che hanno ne (via dei Lavoratori n. 21 a Rosignano meri: 0586 724441, 0586 724395, oppure
16 anni compiuti, risiedono nella frazione Marittimo) in orario di apertura al pubbli- 0586 724228 (Polisportello).
dove intendono presentarsi, non ricopro-
no la carica di consigliere, assessore o
sindaco nel Comune in cui si presentano.
Ogni candidato deve raccogliere un nu- Acli Labor SOCIETÀ COOPERATIVA
mero di firme di sostegno - persone di
sedici anni compiuti residenti nella frazio- Edilizia - Pulizie civili e industriali
ne in cui si presenta di numero variabile Giardinaggio
in base all’entità della frazione: per candi-
darsi a Nibbiaia bastano 6 firme (da 6 a Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline, Tel. 0586.790.751 - ROSIGNANO S. - www.aclilabor.it
12), 8 a Gabbro e Castelnuovo Misericor-
dia (da 8 a 16), almeno 10 a Rosignano
Marittimo (minimo 10 e massimo 20), 12 a
Vada e Castiglioncello (fino ad un massi-
mo di 24) e 20 sono le minime richieste a
Rosignano Solvay (da 20 a 40 firme). Ogni
cittadino può supportare massimo due
candidati purché di genere diverso (un
maschio e una femmina).
Il bando è pubblicato sul sito internet del
Comune www.comune.rosignano.li.it, se-
Vendita al dettaglio
zione “Bandi e avvisi vari”, link https:// di carni e salumi
bit.ly/2zHaPju, corredato della modulisti- interamente prodotti
ca utile per presentare domanda.
I candidati devono scaricare e compilare
e lavorati in azienda
la domanda includendo i dati anagrafici, Loc. Poggio Marchino - Rosignano M.mo
l’indirizzo di residenza e la frazione, l’indi- Tel. 0586.799032
rizzo di posta elettronica/PEC o il recapito Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
telefonico da utilizzare per convocare le

CHORUS S.r.l.
Ingegneria Impiantistica
Via Guido Rossa, 27
57016 Rosignano M.mo (LI) Italy
Telefono: 0586 764794 Centralino 0586 768783
mail: www.chorusimpianti.com
Sito Internet: www.chorusimpianti.com
Cultura 17

Nel libro “Diseguali, il lato oscuro del lavoro”, di Luigi Vicinanza ed Ernesto Paolozzi

Lavoro,
disuguglianze
e reddito
di cittadinanza
Luigi Vicinanza, direttore de Il Tirreno, intervistato a “Studio 24” su Rainews
“La democrazia si svilupperà in positi-
vo se migliorerà la qualità della demo- stribuita solo fra pochi. se. Ma cos’altro possiamo immagina-
crazia a discapito di una crescita pura- Lo sviluppo tecnologico non è un de- re?”.
mente quantitativa destinata a consu- stino che ci condanna alla disoccupa- Tutto questo nel libro di Luigi Vicinan-
mare lo spirito stesso che incarna il zione, alla povertà di massa e, dun- za ed Ernesto Paolozzi dal titolo
movimento democratico. Fondamenta- que, alla perdita della dignità e della “Diseguali, il lato oscuro del lavoro”,
le sarà, in questo processo, la soluzio- libertà. Guida editore. Lo stesso Vicinanza,
ne della grande questione del lavoro Lavorare meno per lavorare tutti, lavo- direttore de Il Tirreno ne ha parlato di
come base di una nuova concezione rare meglio per vivere con dignità, recente a “Studio 24”, trasmissione di
della democrazia stessa. redistribuire i profitti per costruire una Rai News 24 condotta da Roberto
Redistribuire il reddito utilizzando la tec- democrazia autentica. Un’utopia? For- Vicaretti.
nologia che ci libera dal lavoro tradizio-

Ristorante Aragosta
nale creando nuova ricchezza ora di-
CHIUSO IL MARTEDÌ

specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei


ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25

DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano


.............................................
AREZZO LUCCA
San Giovanni Valdarno Gallicano
Montevarchi Antraccoli
Terranuova Bracciolini
Altopascio
Loro Ciuffena
Viale Santa Margherita (AR) Ponte alla Ciliegia
............................................. .............................................
SIENA PISTOIA
Abbadia san Salvatore Panicagliora
Sovicille .............................................
............................................. LIVORNO
FIRENZE Via Cattaneo (LI)
Viale Guidoni (FI) * .............................................
La copertina del libro “Diseguali, il lato oscu- San Polo (FI) PISA
Fucecchio Montecatini Val di Cecina
ro del lavoro”, Guida editore, di Vicinanza ed * in ristrutturazione
Ernesto Paolozzi

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
18 Cultura

IL RICORDO DI UN GRANDE ARTISTA

Lindsay Kemp: Mimo, danzatore, regista,


pittore, scenografo
e anche un grande
innamorato di Livorno
di Angela Simini

In Lui arte e affabilità umana, sensibili-


tà artistica ed espansività amichevole vi-
vevano all’unisono, come inscindibili
tratti del suo essere “Lindsay Kemp”.
Mimo, danzatore, regista, pittore, sce-
nografo, innamorato di Livorno fin dalla
prima volta che era venuto portando il
suo spettacolo Flowers, negli anno ’70,
era poi ritornato negli anni ’90, su invi- Lindsay Kemp: South Shields (Regno Unito) 3 maggio 1938 - Livorno 25 agosto 2018).
to del presidente del Teatro Goldoni,
Marco Bertini e del direttore artistico un malore lo aveva sorpreso non appe- e ai banchi di Piazza Cavallotti dove si
Alberto Paloscia come regista di opere na aveva terminato una lezione di dan- aggirava volentieri, inconfondibile con
liriche. za. Così è morto come aveva vissuto, i suoi abiti variopinti, col sorriso spon-
Ancora una volta i livornesi col loro sempre sulla breccia, sempre entusia- taneo e birbante come quello di un fan-
spirito arguto, aperto e socievole con- sta del lavoro e dell’insegnamento: lui ciullo. La sua abitazione era diventata il
quistarono il ballerino, mentre il mare, i star internazionale, nato in Irlanda e punto di incontro di artisti, giornalisti,
tramonti, il libeccio e i colori del tra- ospite dei più prestigiosi teatri, ha scelto ammiratori e amici, dunque un centro
monto gli apparvero come il luogo ide- come sede definitiva la nostra città e internazionale di arte e di cultura. Così
ale dove restare e continuare a vivere. un’abitazione sugli Scali Saffi, nel pa- l’irlandese Lindsay è diventato un livor-
E qui è vissuto fino alla sua morte, av- lazzo dove un tempo sorgeva il teatro nese innamorato di Mascagni, del mare
venuta il 25 agosto scorso, dopo ché Politeama, vicina al Mercato Centrale e del vernacolo, pur mantenendo il suo
tratto fiabesco, l’ispirazione onirica e
visionaria, il suo stile bizzarro, signori-
le, elegante anche con i suoi pantaloni
larghi a quadrettoni.
E Livorno ha risposto con calore all’ar-
tista che ha avuto la camera ardente nel
foyer del Teatro Goldoni e l’omaggio
delle autorità e degli artisti. E l’omag-
gio commosso del Maestro Stefano
Agostini che nel foyer del Teatro Gol-
doni ha eseguito col flauto un brano di
Mozart. Non è poco! E’ stato un gesto
di grande riguardo del quale la città può
sentirsi onorata!
Così il sindaco Filippo Nogarin ricorda
l’artista inglese: “Lindsay Kemp era un
gigante, un piccolo grande gigante!
Ha contribuito a diffondere la cultura
della danza, della pittura e dell’arte a
tutto tondo nel cuore e nella mente dei
Anche il Sindaco Filippo Nogarin ha reso omaggio alla salma di Lindsay Kemp segue a pag. 19
Cultura 19

“recitar cantando” ed ha conquista-


to i livornesi con una magica regia
di Iris nel 1998, alla quale hanno fat-
to seguito “Il Flauto Magico” nel ’99,
“Le Maschere” nel 2001, “La Travia-
ta” nel 2003 fino al “Sogno di una
notte di mezza estate”, musica di
Britten. E fu veramente sogno! La
fantasia di Lindsay non aveva limiti,
ma non oltrepassava mai la soglia del
buon gusto.
Alberto Paloscia lo ha definito come “Il
più grande artista ‘totale’ della sua ge-
nerazione! Credeva moltissimo nel rap-
porto con i giovani e nell’ultimo de-
cennio, soprattutto nella fase ‘livorne-
se’ della sua lunga carriera, teneva re-
golarmente stages, corsi e laboratori di
teatro danza, masterclasses per attori,
Anche molti cittadini livornesi hanno voluto firmare l’album delle presenze presso il foyer del danzatori e artisti lirici. Un docente en-
Teatro Goldoni a testimonianza del loro affetto per il grande artista tusiasta ed infaticabile”.
da pag. 18

livornesi. Per questo la sua scomparsa


rappresenta una perdita incalcolabile
per la nostra città”.
L’assessore alla cultura Francesco Be-
lais commenta: “Il maestro Kemp se
ne è andato come ha vissuto, in modo
teatrale.Mi piace pensare che tutto
questo faccia parte di una sua messa
in scena: in realtà Lindsay è ancora
qui con noi e ci sta sorridendo da die-
tro le quinte del firmamento. In fon-
do, questa è la magia del teatro. Un
modo per rendere più dolce una real-
tà che altrimenti sarebbe insopporta-
bile”.
Ed ancora: “Da lui ho appreso il lin-
guaggio del corpo, ho imparato a con-
trollare gesto, a caricare di intensità
drammatica ogni movimento, ho impa-
rato insomma a stare su un palco” ha
dichiarato il suo allievo David Bowie,
scomparso nel 2016.
Giovanna Talà, un’ artista della foto, li-
vornese e appassionata d’arte, gli ha
dedicato un libro in cui le foto del balle-
rino Lindsay e delle sue regie parlano
più di un trattato: “Sogni di luce. Il
senso dell’immagine nel teatro di Lind-
say Kemp”.
Ma quale è il motivo per cui Lindsay,
ballerino e mimo, artista tra i più famo-
si, è stato scelto come regista di opere
liriche? E perché ha accettato con tanto
slancio? Appassionato dei colori, della
danza, dei trucchi, delle stoffe smaglian-
ti, Lindsay si è lasciato affascinare dal
20 pubblicita

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

AUTOFFICINA Paolo di Paolo Di Capua


Tagliandi Multimarche
Diagnosi Elettronica
Via Caduti di Nassirya 6 - Rosignano M.mo
Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) Tel. 0586/799456 - Cell. 335/7850476
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628
e-mail: paolo_dicapua@virgilio.it

Loc. Cotone, 75 - Rosignano Solvay


Tel/Fax 0586.792464
O.M.P.
ROSIGNANO SOLVAY
S.r.l.

Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174


dei F.lli Costantini Fax. 0586.791173
s.n.c.
E.mail: omp@omprosignano.it

Via della Repubblica 118

CA.PA. TER s.r.l.


ROSIGNANO SOLVAY
Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
e-mail: coopgiglio@tin.it
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

GUIDI Soc. SECOS srl

Costruzioni Edili e Industriali Associazione Nazionale Amministratori


Condominiali e Immobiliari

Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay ANACI Sezione di Livorno


Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

IL GIGLIO S.C.R.L.

Erogazione del servizio


di manutenzione di aree verdi
Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via della Repubblica 118 - Rosignano S.
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 e-mail: coopgiglio@tin.it

Di Gabbia A. & Figlio


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
SRL

PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI


Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
Cultura 21

LA PATRONA DI LIVORNO ATTRAVERSO LO STUDIO DEL DOTT. ANDREA COMELLI

La figura di Santa Giulia


metodi del martirio
di Lorenzo Taccini risultano riscontrabi-
li in numerosissime
In tema di giovani e di promettenti stu- altre situazioni. Suc-
diosi ed artisti del mondo cittadino, in que- cessivamente alla
sta occasione suggeriamo la lettura di un morte, avvenuta,
estratto rielaborato dalla tesi di laurea di come detto, in Corsi-
un giovanissimo (classe 1994) studioso ca intorno alla metà
livornese, il Dott. Andrea Comelli, stu- del V secolo, il corpo
dente del dipartimento di Civiltà e Forme di Giulia verrà trasla-
del sapere all’Università di Pisa. La sua to più di un secolo
relatrice per la tesi dal titolo “Santa Giulia, dopo a Brescia, capi-
la Passione e il Culto” è stata la Dott.ssa tale del regno longo-
Cecilia Iannella e l’argomento sviluppato bardo dai nuovi so-
è proprio quello dell’importanza della fi- vrani, Desiderio e
gura di Santa Giulia, patrona di Livorno. Ansa. Il luogo prescel-
La tesi del giovane ricercatore spazia ed to per l’approdo del-
amplia l’argomento, ma in questo caso il la salma della santa
suo elaborato incentra l’attenzione pro- risultò essere quel
prio sul legame tra la Santa e la nostra Porto Pisano tanto
Città. Si riporta dunque il testo proposto studiato, probabil-
dal ricercatore Dott. Comelli. mente il più comodo e
vicino all’isola tirre-
Ciò che rende particolare e affascinante nica. Porto Pisano,
la vicenda di Giulia, martire cristiana antenato dell’attuale
scomparsa in Corsica intorno alla metà Livorno, accolse per
del V secolo, è il suo inscindibile legame pochi giorni il corpo
con la città di Livorno. Ogni 22 maggio, della santa (prima
la città ricorda la santa nei modi più che venisse portato a
disparati: chi festeggiandola nei vari riti Brescia) dove, si dice,
religiosi a lei dedicati, chi studiandola ebbe occasione di
su libri e pergamene polverose, chi ap- compiere prodigi.
prezzando un tranquillo giorno di sole Nonostante la presen- Un dipinto di Santa Giulia posto nell’omonimo museo della chiesa
cittadina. La datazione lo colloca attorno al XVI secolo L'autore non lo
lontano dal quotidiano luogo di lavoro. za di numerosissimi
conosciamo, ma l'ipotesi è che derivi da un artista di scuola giottesca.
Perché in fondo, di martiri come Giulia, santi patroni, sorti
ce ne sono stati tanti. Chi di epoca pre- come funghi nei vari
cedente, chi di epoca successiva. Chi ri- contesti locali, Giulia rappresenta un che intercorse nel frattempo sul territo-
cordata soprattutto per la crudezza del caso particolare, in quanto rappresen- rio Toscano, di rendere il porto di Livor-
martirio, chi per la straordinarietà dei terebbe quell’unicum labronico, quel no quel che è stato in età moderna.
miracoli. Chi ha potuto svolgere ruoli patrimonio locale sotto il quale, a mio Intendo, quindi, porre il focus, non tan-
centrali nell’evolversi della storia na- avviso, la città di Livorno ha potuto co- to sulla vicenda funesta riportata dagli
zionale, chi è rimasto ancorato stanca- stituirsi. innumerevoli martirologi presenti in cir-
mente ad elenchi infiniti di nomi dimen- Consci di dover prendere le svariate fon- colazione, bensì sull’importanza che la fi-
ticati in qualche polveroso sottoscale. ti letterarie per quello che sono, ovvero gura di Giulia ha rappresentato per la no-
Tutti, e ripeto, tutti, hanno tuttavia la elenchi su elenchi di nomi di martiri, stra città: ovvero un “totem”, un che di iden-
loro importanza. Nessuno escluso! Qual- affiancati da date di martirio, tipologia tificativo del porto appena costituito.
siasi buon studioso di storia non può di martirizzazione e localizzazione del Il piccolo porto di Livorno ha potuto così
prendersi il lusso di relegare in secondo fatto funesto, Giulia risulterebbe quel- riconoscersi in questa figura, così da cre-
piano vicende e personaggi apparente- l’ennesimo granello di polvere sparso are una prima identità territoriale in gra-
mente dimenticati, solo perchè non bla- dal vento della Storia; se una piccola do, in seguito, di separarsi, almeno dal
sonati dai più famosi libri di testo. comunità di pescatori poteva già esser- punto di vista cittadino, dalle altre città
Giulia, in questo senso, non presenta si attestata in quel famoso spazio “ur- toscane, sotto le quali, tuttavia, per al-
particolarità in merito alla sua vicenda bano” definito Portus Pisano, Giulia ha terne e avvincenti situazioni politiche, è
biografica (per lo meno non da viva); i consentito, insieme alla vicende politi- stata costretta a sottostare.
22 Politica

TEATRO GOLDONI

Al via la Stagione 2018 \ 19


Croce, con le mirabili scenografie di Giancar- coprodotta dalla Fondazione Teatro Goldoni
di Angela Simini
lo Muselli elaborate da Teresa Caruso e co- Livorno e del Teatro Sociale di Rovigo. Allesti-
stumi di Cecilia Betona. mento della Fondazione Teatro del Maggio
Altro grande appuntamento del mese di otto- Musicale Fiorentino nell’ambito del Protocol-
Sta per alzarsi il sipario del Teatro Goldoni bre è l’inizio della stagione lirica. lo d’intesa “Opera nella Regione Toscana”.
di Livorno su un cartellone che offre ben130 Venerdì 26 ottobre, h.20.30 con replica do- Anche quest’anno le opere saranno illustrate
spettacoli, con buone proposte e tanta varietà menica 28,h.16.00, debutta “L’elisir d’amo- nel lunedì che le precede dal M° Daniele Salvini
di spettacoli che fanno l’orgoglio del direttore re” di Gaetano Donizetti, direttore Marco Se- nella Sala Mascagni del Teatro, h.17.00, per cui la
generale, Marco Leone, incoraggiato nella pro- veri alla guida della Orchestra Sinfonica Città guida all’ascolto dell’Elisir d’Amore si terrà lu-
grammazione dai successi e dai crescenti nu- di Grosseto, regia di Ludeck Golat. L’opera è nedì 22 ottobre.
meri degli abbonamenti e degli spettatori del-
l’anno precedente.

Il tabellone
E merita tutta la nostra attenzione il primo
sipario che si apre il 13 e il14 ottobre con una
anteprima di eccezione, con la più celebre
Opera Rock, diventata un cult per le vecchie e
nuove generazioni: “Jesus Christ Superstar”!
Proprio il capolavoro di Andrew Lloyd Web-
ber e Tim Rice, giunge a Livorno dopo un STAGIONE LIRICA LO SCHIACCIANOCI
memorabile tour in Europa, acclamato da pub- Venerdì 26 ottobre, ore 20.30 - domenica 28 musiche Pëtr Il’ic Cajkovskij
blico e critica. Questa edizione con la regia di ottobre, ore 16.00 Coreografie Marius Petipa
Massimo Romeo Piparo e prodotta dalla Pee- L’ELISIR D’AMORE
musica di Gaetano Donizetti Mercoledì 13 febbraio, ore 21
pArrow Entertainment, avrà ancora una volta direttore Marco Severi - regia Ludek Golat NoGravity Dance Company presenta
protagonista Ted Neeley, il Gesù originale del Orchestra Sinfonica Città di Grosseto DIVINA COMMEDIA – Dall’Inferno al
celebre film di Norman Jewison del 1973, a Coproduzione della Fondazione Teatro Paradiso
Goldoni Livorno e del Teatro Sociale di una creazione di Emiliano Pellisari
caratterizzare il musical con la forza trasci- Mercoledì 6 marzo, ore 21
Rovigo. Allestimento della Fondazione Teatro
nante del suo talento. Lo spettacolo, inter- del Maggio Musicale Fiorentino nell’ambito Aterballetto presenta
pretato in lingua originale e con una grande del Protocollo d’intesa “Opera nella Regione GOLDEN DAYS
orchestra dal vivo, si rinnova accogliendo nuovi Toscana” coreografia Johan Inger - musiche Tom Waits,
Patti Smith, Keith Jarrett
volti nel cast: con Nick Maia nei panni di Giu-
Venerdì 23 novembre, ore 20.30 - Domenica
da, Giorgio Adamo nel ruolo di Simone e An- 25 novembre, ore 16.00 Fuori abbonamento – Primavera 2019
drea Di Persio in quello di Pilato. Jesus Christ SI RACCONTI DI ALTRE DANZE
Superstar è uno dei musical più famosi e cele- musica di Pietro Mascagni Festival In Breve di Danza Contemporanea
direttore Valerio Galli - regia Vivien Hewitt Un progetto realizzato da AtelierdelleArti,
brati di sempre, un’ opera rock che non invec-
Orchestra della Toscana - Produzione della LINC-Livorno in contemporanea
chia, Accanto al mitico Ted Neeley e allo spet- Fondazione Teatro Goldoni Livorno in collaborazione con Comune di Livorno,
tacolare allestimento, pluripremiato in Euro- Fondazione Teatro Goldoni, Centro Artistico Il
pa per gli standard altissimi in termini di qua- Sabato 19 gennaio, ore 20.30 - Domenica 20 Grattacielo.
lità artistica e professionalità, ci sarà l’Orche- gennaio, ore 16.00
LTL Opera Studio 2018 STAGIONE DI PROSA
stra diretta dal Maestro Emanuele Friello, un LA BOHEME Domenica 11 novembre, ore 21
ensemble di 24 tra acrobati, trampolieri, man- musica di Giacomo Puccini DONCHISCI@TTE
giafuoco e ballerini coreografati da Roberto direttore Gianna Fratta - regia Bruno Ravella di Nunzio Caponio
OGI Orchestra Giovanile Italiana liberamente ispirato a Don Chisciotte della
Coproduzione Teatro Goldoni di Livorno, Mancia di Miguel de Cervantes
ANTEPRIMA DELLA ST
TAAG I O N E Teatro Verdi di Pisa, Teatro del Giglio di con Alessandro Benvenuti, Stefano Fresi
Lucca. Allestimento della Fondazione Teatro adattamento e regia Davide Iodice
del Maggio Musicale Fiorentino nell’ambito
del Protocollo d’intesa “Opera nella Regione Mercoledì 28 novembre, ore 21
Toscana” LA GUERRA DEI ROSES
di Warren Adler
Venerdì 29 marzo, ore 20.30 - Domenica 31 con Ambra Angiolini e Matteo Cremon
marzo, ore 16.00 regia Filippo Dini
MADAMA BUTTERFLY
musica di Giacomo Puccini Martedì 4 dicembre, ore 21
Direttore Stefano Romani - regia G.A.I.A. FRONTE DEL PORTO
Fondazione Goldoni di Budd Schulberg con Stan Silverman
Orchestra Filarmonica Pucciniana uno spettacolo di Alessandro Gassmann
Produzione della Fondazione Teatro Goldoni
Sabato 13 ottobre, h. 21 e Domenica 14 h. 17 Livorno Mercoledì 12 dicembre, ore 21
Ted Neeley in BOTANICA
JESUS CHRIST SUPERSTAR STAGIONE DI DANZA Deproducers
di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice Giovedì 20 dicembre, ore 21 musica e scienza per raccontare le meraviglie del
regia Massimo Romeo Piparo Balletto di Mosca “La Classique” presenta mondo vegetale
L’Opera Rock più amata e celebrata di sempre
Politica 23

con Stefano Mancuso, neurobiologo CLASSICA CON GUSTO Paganini, A. Rolla, G. Tartini
La Stagione di Musica da Camera in Goldonetta
Venerdì 25 gennaio, ore 21 (10^ edizione) EVENTI
TEMPO DI CHET Progetto artistico di Carlo Palese in collabora- Mercoledì 7 novembre, ore 21
LA VERSIONE DI CHET BAKER zione con Menicagli Pianoforti Todomodo Musci-all / Ass.ne Modigliani in
testo Leo Muscato e Laura Perini - musiche Giovedì 6 dicembre, ore 21 collaborazione con Coop Itinera presenta
originali Paolo Fresu Chopin e i suoi eredi SGT PEPPER
con Paolo Fresu tromba e un ensemble di KAMIL PACHOLEC, pianoforte IL CONCERTO CHE NON AVETE MAI VISTO
musicisti e attori musiche di F. Chopin, I. Paderewski, K. regia Emanuele Gamba
regia Leo Muscato Szymanowski direzione musicale Stefano Brondi

Mercoledì 6 febbraio, ore 21 Sabato 2 febbraio, ore 21 Giovedì 29 novembre, ore 21


QUEEN LEAR Scotland – un viaggio musicale con Haydn Balletto di San Pietroburgo presenta
di Claire Dowie da Shakespeare e Beethoven IL LAGO DEI CIGNI
uno spettacolo di Nina's Drag Queeens TRIO METAMORPHOSI (Mauro Lo Guercio, musiche Pëtr Il’ic Cajkovskij - Coreografie
musiche originali Enrico Melozzi violino - Francesco Pepicelli, violoncello - Marius Petipa
Angelo
Venerdì 15 febbraio, ore 21 Pepicelli, pianoforte) - MONICA BACELLI, Domenica 16 dicembre, ore 21
PERFETTA mezzosoprano LILLO & GREG
con Geppi Cucciari musiche di F. J. Haydn, L. v. Beethoven in Gagman – I fantastici sketch
testi e regia Mattia Torre regia di Lillo & Greg e Claudio Piccolotto
Venerdì 1 marzo, ore 21
Martedì 26 febbraio, ore 21 “Aimez vous Brahms?” - le sonate per Mercoledì 20 febbraio, ore 21
OCCIDENT EXPRESS (Haifa è nata per violino e pianoforte ANGELO PINTUS
star ferma) AMALIA HALL, violino - SERGIO DE in Destinati all’estinzione
scritto da Stefano Massini SIMONE, pianoforte
con Ottavia Piccolo e l’ Orchestra Multietnica musiche di J. Brahms Giovedì 28 febbraio, ore 21
di Arezzo in collaborazione con LEG srl e Menicagli
uno spettacolo a cura di Enrico Fink e Ottavia Giovedì 7 marzo, ore 21 Pianoforti
Piccolo “Armonie poetiche e religiose” MASSIMO LOPEZ E TULLIO SOLENGHI
ENRICO PACE, pianoforte SHOW
Mercoledì 13 marzo, ore 21 musiche di F. Liszt scritto da Massimo Lopez e Tullio Solenghi
PUEBLO Giovedì 21 marzo, ore 21 con la JAZZ COMPANY diretta da Gabriele
di Ascanio Celestini Musica dall’ Etere – il Theremin compie Comeglio
con Ascanio Celestini e Gianluca Casadei 100 anni
THORWALD JØRGENSEN, Theremin - Venerdì 8 marzo, ore 21
Martedì 19 marzo, ore 21 KAMILLA BYSTROVA, pianoforte in collaborazione con LEG srl e Menicagli
I MISERABILI musiche di C. Franck, P.I. Tchaikovsky, M. Pianoforti
dal romanzo di Victor Hugo Ravel, S. Rachmaninov, A. Alyabieff FLASHDANCE Il musical
con Franco Branciaroli testo Tom Hedley e Robert Cary
regia di Franco Però Venerdì 5 aprile, ore 21 musica Robbie Roth, liriche Robert Cary e Robbie
Il Cuore romantico Roth
Mercoledì 10 aprile, ore 21 GIANLUCA LUISI, pianoforte regia Chiara Noschese
VOCI NEL BUIO musiche di F. Schubert, F. Chopin, F. Liszt
Scritto e diretto da John Pielmeier Venerdì 12 aprile, ore 21
con Laura Morante Venerdì 3 maggio, ore 21 in collaborazione con LEG srl e Menicagli
Mario contro Mario – Sfida all’ultima nota Pianoforti
STAGIONE CONCERTI “AL CHIARO MARIO CARBOTTA, Flauto - MARIO KATIA FOLLESA & ANGELO PISANI
DI LUNA” Con l’esclusiva apertura della HOSSEN, Violino -CARLO BALZARETTI, in Finchè Social non ci Separi
cupola del Goldoni pianoforte di Angelo Raffaele Pisani e Katia Follesa, in
Domenica 9 dicembre, ore 17 musiche di J.S. Bach, F. Borne, G. Briccialdi, N. collaborazione con Luciano Federico
Rassegna di Polifonia “Città di Livorno “ regia di Angelo Raffaele Pisani e Katia Follesa
2018 - XV Edizione
ARS CANTICA CHOIR & FORM
Orchestra Filarmonica Marchigiana
Marco Berrini direttore
Programma: G. F. Händel The Messiah
(selezione)

Giovedì 24 gennaio, ore 21


CONCERTO DELL’ORCHESTRA DEL
MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
direttore Alvise Casellati
Programma musiche di W. A. Mozart

Giovedì 6 giugno, ore 21


CONCERTO DELL’ORCHESTRA DEL
MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
direttore Wolfram Christ
Programma musiche di F. Schubert
Fuori abbonamento
Martedì 16 aprile, ore 21
CONCERTO DELL’ORCHESTRA
DELL’IST. MUSICALE MASCAGNI
Programma musiche di J. Brahms, W. A.
Mozart, L. van Beethoven
24