Sei sulla pagina 1di 24

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.

2014 - Posteitaliane
Anno XVIII - n° 189 Giugno 2018

L’Editoriale Le montagne russe


di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it
di Francesco Butini

Nuovo La festa della Repubblica di quest’anno Questa “strategia della tensione” a cosa e

Governo: si è celebrata dopo un iniziale fallimento


del tentativo di dare un governo politico
a chi è servita? Non certo al popolo italia-
no, in nome del quale in troppi stanno par-
al Paese con il governo Conte a causa lando. Per tre buone ragioni.
più a destra dell’intransigenza sul nome del ministro
dell’Economia (o Savona, o morte), dopo
La prima riguarda il debito pubblico. Sem-
bra che si sia scoperto solo ora che l’in-
di così la successiva e sonora lezione che i mer-
cati finanziari hanno dato all’Italia a cau-
debitamento genera una riduzione della
propria libertà a fare quello che ci pare.

non si può sa delle sue incertezze e della sua instabi-


lità, dopo l’incarico affidato al dottor
Carlo Cottarelli per formare un governo
Bella scoperta!
Tutti i soggetti indebitati hanno una ridot-
ta libertà a fare quello che pare loro, sia
Di tutta la lunga ed inquietante tecnico per portare quanto prima il Pae- che si tratti di privati cittadini che di Stati
attesa per la formazione del go- se alle elezioni, e dopo il ritorno del go- nazionali. Ed è sorprendente che le parti
verno giallo-verde (M5Stelle- verno Conte con un finale a lieto fine. politiche legittimamente più sensibili ai temi
Lega) resta ancora scolpito nella Una crisi politica vissuto come sulle mon- della sovranità nazionale siano al contem-
mia mente e nei miei occhi l’in- tagne russe. po le meno sensibili a sostenere politiche
veroconda, vergognosa gazzar- Troppe cose sono state senza preceden- di riduzione del debito.
ra verificatasi durante e dopo i ti, in questa crisi politica. Senza prece- La politica più “sovranista” che esista è
comizi di domenica 27 maggio denti è stata la creazione di una tale ten- quella che porta alla riduzione del debito
che il leader dei 5Stelle, Luigi sione istituzionale e politica avente come pubblico, perché è solo quando si è liberi
Di Maio, ora vicepresidente del unica motivazione, con tutto il dovuto e dai propri debiti che si riacquista la più
consiglio e titolare di un mega sincero rispetto, la mancata nomina di un ampia libertà sovrana, verso tutto e verso
ministero, quello dell’economia ministro: per carità di patria evitiamo di tutti.
e del lavoro, ha tenuto a Fiumi- ricordarci le parole utilizzate e le ragioni La seconda ragione riguarda la politica
cino e Napoli dopo la prima ri- fornite dopo l’iniziale fallimento del go- estera. Non parlo di Europa: la politica eu-
nuncia del prof. Giuseppe Conte verno Conte, parole e ragioni magicamen- ropea è sempre più politica “interna”, e
all’incarico di Presidente del te evaporate con la successiva (e ovvia) sempre meno politica “estera”. Nel cam-
Consiglio. sostituzione di nominativo proposto con po economico-finanziario e commerciale
Il 31enne Di Maio si è permes- un altro. senza alcun dubbio: la moneta unica e il
so di proporre “la messa in sta- Anche qui è sembrato di stare sulle mon- mercato unico hanno trasformato la poli-
to d’accusa” del Presidente del- tagne russe. tica europea in politica interna ai singoli
la Repubblica perché, in funzio- Senza precedenti è stata la violenza (per Paesi membri. Ma allora, quali potenze
ne dei suoi poteri, si era giusta- ora solo) verbale contro il Presidente della straniere beneficerebbero della destruttu-
mente rifiutato di sottomettersi Repubblica per aver esercitato i poteri che razione dell’Unione Europea? Il nostro in-
all’assurdo diktat dei due leader, la Costituzione gli dà: basterebbe legger- teresse nazionale risiede nel contribuire
in grande spolvero e cioè lo stes- la, la Costituzione, e tanto tempo sareb- allo smembramento dell’Unione Europea,
so Di Maio e Matteo Salvini. be stato risparmiato, tante risorse finan- allineandoci ai nuovi nazionalismi del-
segue a pag. 2
ziarie si sarebbero salvaguardate sui mer- l’ovest e dell’est? E poi?
cati, tante figuracce europee ce le sarem- La terza ragione riguarda le istituzioni ita
mo risparmiate. segue a pag. 2
2 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

dalla prima pagina la on. Giorgia Meloni - leader di Fra- boli dell’unità nazionale.
telli d’Italia - era pronta ad entrare nel- Senza la soluzione della crisi di governo
la coalizione: traguardo “saltato” all’ul- non avremmo avuto una serena festa della
Nuovo Governo: timo momento a seguito di un probabi- Repubblica. E ritorniamo sempre lì, alla
le rigurgito di dignità dei 5Stelle con- lezione di democrazia di Alcide De Ga-
più a destra di così sapevoli che una larga messe di voti speri e di Aldo Moro. Al rispetto delle isti-
non si può fosse stata raccolta proprio sul versan-
te della sinistra (CGIL compresa). Co-
tuzioni e dei suoi simboli. Alla consape-
volezza della fragilità e delle fratture den-
Ricordiamo con raccapriccio il volto di munque, a conferma della bontà dei rap- tro la comunità nazionale. Al dovere della
alcuni esagitati, presenti nelle due piaz- porti, Fratelli d’Italia si asterrà in occa- classe politica di comporre i propri inte-
ze, che urlavano ed sbraitavano violente sione del voto sulla fiducia. ressi con l’interesse dello Stato.
e non ripetibili espressioni contro il Pre- Naturalmente, com’era facilmente pre- Esattamente settanta anni fa entrava in
sidente Mattarella colpevole, secondo vedibile, segnali di disponibilità e “di gra- vigore la Costituzione della Repubblica
loro, di non avere assecondato le prete- dito ascolto” sono già arrivati da alcuni firmata dal (monarchico) Capo dello Sta-
se dei due nuovi leader in merito alla com- emittenti ed organi di informazione to provvisorio Enrico De Nicola e con-
posizione della squadra di governo: di- pronti a fare “il salto della quaglia”: cosa, trofirmata dal Presidente del Consiglio
ritto più che legittimo come previsto naturalmente, che non ci sorprende. Alcide De Gasperi. Esattamente quaran-
dall’art. 92 della Costituzione. Assisteremo a “conduttori e commen- ta anni fa veniva ucciso dalle Brigate
Questo grave episodio non potrà certa- tatori” che esprimevano perplessità e Rosse il Presidente della Democrazia Cri-
mente essere dimenticato e dovrebbe preoccupazioni per l’ipotesi, ora in es- stiana Aldo Moro.
suonare come “un serio monito” ai tanti sere, di una maggioranza “sovranista e Siamo imbevuti di quel senso dello Stato
italiani che hanno espresso le loro pre- di destra” che, tra breve, si adegueran- e delle istituzioni che Alcide De Gasperi e
ferenze verso componenti politiche così no “ai nuovi principi”. Aldo Moro hanno testimoniato con la loro
“atipiche e sovraniste”. Noi de “Il Centro”, fino a quando riu- vita e con la loro morte. E per questo, il
Sono elettori, sicuramente delusi e pre- sciremo “a sopravvivere”, resteremo 2 giugno, siamo stati con la mente e con
occupati, ma non tutti però, che hanno coerenti con la nostra dignità e con le il cuore alle celebrazioni ufficiali della
espresso, con il loro voto, l’esigenza di nostre convinzioni che mai sono venute Repubblica italiana.
una discontinuità profonda rispetto alle meno.
esperienze passate: ha prevalso la vo- In chiusura vogliamo rivolgere un vivo
lontà del cambiamento ma non vorrem- ringraziamento, per l’alto senso dello
mo che abbiano messo il piede sul pe- Stato, al prof. Carlo Cottarelli, messosi
Periodico mensile
dale sbagliato con il rischio di portare il a disposizione in un momento estrema- del Circolo Culturale
paese in un’avventura piena di pericoli e mente delicato. E un messaggio, infine,
di insidie. lo rivolgiamo alla Provvidenza alla quale
Vedremo, nei prossimi mesi, se la loro chiediamo di continuare a proteggere
scelta sia stata razionale ed azzeccata: questo nostro Paese che, ci auguriamo Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
certo le vicende che hanno caratterizza- di sbagliare, ci sembra abbia scelto, per
to questi tre mesi di attesa “messianica” l’immediato futuro, una strada imper- Redazione ed Amministrazione:
hanno dato l’impressione di un accor- via e piena di pericoli. Via Trieste 7 - 57124 Livorno
e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
do raffazzonato e faticoso e, aggiungia- Speriamo che ciò non avvenga. www.circoloilcentro-livorno.it
mo noi, di promesse ed impegni difficil-
mente raggiungibili stante anche l’enor- DIRETTORE RESPONSABILE:
mità del nostro debito pubblico. Le montagne russe Enrico Dello Sbarba

Una contraddizione emerge in maniera COMITATO DI REDAZIONE:


plateale: per anni abbiamo ascoltato le liane. La loro autorevolezza, la fiducia Massimo Cappelli,
Laura Conforti Benvenuti,
denunce dei grillini, dei leghisti e delle dei cittadini, la coesione della nazione. Sergio Cini, Valeria Grillo,
altre componenti di destra di essere sta- Le cupe evocazioni storiche di questo Luca Lischi, Mario Lorenzini,
ti governati da presidenti del consiglio disgraziato avvio di legislatura ci spin- Mauro Paoletti, Angela Simini,
Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
non eletti (Monti-Letta-Renzi) e loro, i gono verso lacerazioni inquietanti.
protestatari, hanno collocato alla presi- L’evocazione della presa della Bastiglia Hanno collaborato a questo numero:
Cristina Battaglini, Franco Biancani,
denza del consiglio uno sconosciuto pro- riferita al palazzo del Quirinale, di nuove Francesco Butini, Massimo Cappelli,
fessore universitario ed avvocato rego- ghigliottine da predisporre per soddisfa- Dino Dini, Fabio Figara, Marisa Geno-
re una presunta rabbia popolare, di “pas- vesi Marrucci, Gianni Giovangiacomo,
larmente non eletto: ed allora dove sta la Nicola Graziani, Luca Lischi, Mario Lo-
coerenza? seggiate su Roma” qualora non si avve- renzini, Silvia Roccuzzo, Franco Spu-
Non abbiamo proprio voglia di aggiun- ri quanto si vuole imporre. gnesi, Lorenzo Taccini.
gere altro solo confermare e ribadire un Si avvertono fratture che possono di- STAMPA: Editrice «Il Quadrifoglio»,
concetto e cioè che ci troviamo di fron- ventare pericolose. Si scorgono lunghe Via G. Razzaguta 26, int. 13 - Livorno
te ad uno dei governi più a destra nella ombre agitatorie, provocatorie, da nuo- Giornale chiuso in tipografia il 5/6/2018
storia della Repubblica. Non per niente va “strategia della tensione” contro i sim-
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Politica 3

Ci sono gli spazi


per una rinascita?
di Nicola Graziani

Adesso che la calma sembra, alme- tarella: quando si è giovani si è por- le caratteristiche anche negative che
no apparentemente, tornata tra le tati all’esagerazione. Di Maio avrà questa forma di aggregazione poli-
istituzioni e che la nostra democra- molti mesi davanti per convincere tica comporta.
zia si appresta a vivere una nuova gli altri di aver capito l’errore. Si trat- Saranno in grado di attuare il cam-
stagione della Repubblica (non ta, piuttosto, della semplicità con cui biamento che hanno promesso?
chiamiamola Terza Repubblica, per si è dimostrato di cercare di usare Con queste premesse, pare diffici-
favore), forse non guasterebbe im- la Carta per piegare ai propri inte- le: il Contratto di governo si rifugia
primere nella memoria quanto di ressi il dibattito politico. Una tenden- troppo spesso nelle ambiguità, la
meno gradevole ha avuto luogo nel- za berlusconiana che si sperava loro alleanza non è politica, ma un
la crisi dei 90 giorni. fosse tramontata, in questa fase di matrimonio di interesse, il grado di
Alludiamo allo scontro, brevissimo almeno momentaneo appannamen- maturità politica mostrato fin dalle
ma altrettanto forte, sui poteri del to del Cavaliere. Invece no: vecchi prime battute abbastanza scarso.
Capo dello Stato in occasione della e nuovi habitué del potere hanno Insomma, il governo si regge sulle
nomina del Presidente del Consiglio dimostrato che anche un principio debolezze altrui. La attuale fase della
dei ministri e dei singoli titolari dei con numerose e inoppugnabili ap- storia repubblicana è l’agonia della
dicasteri. Scontro che si è risolto – plicazioni nel passato ha rischiato fase precedente.
fortunatamente – in circa 48 ore. Ma di essere ignorato, se non addirit- Ci sono gli spazi per una rinascita?
solo grazie all’evidente gravità del- tura cancellato, nel nome della con- Ci sono sempre. Basta saper coglie-
la situazione politica e finanziaria, venienza del momento. re lo spirito dei tempi, ed avere il
non a caso messa a nudo dal tre- Il peggiore dei segnali per la nuova coraggio della propria identità e delle
mendo andamento dei mercati e fase politica. proprie idee. Cosa che i cattolici,
dello spread (ricordiamoci di que- Adesso, più che una nuova fase troppo a lungo, non sono riusciti a
ste giornate, quando si tratterà di della storia repubblicana, stiamo mostrare. Speriamo che la Preghie-
vivere altre giornate di forte dialet- assistendo alla decadenza della ra per l’Italia organizzata in alcune
tica, in futuro…). fase precedente. I leghisti sono stati diocesi italiane nelle scorse settima-
L’episodio più grave, nei frangenti interpreti convinti e consenzienti ne abbia il suo effetto. Abbiamo sen-
appena passati, non è tanto, o non delle contraddizioni degli ultimi 25 tito un sacerdote dire dall’altare:
è solo l’impudenza con cui Luigi Di anni, il Movimento 5 Stelle si è or- “Non è più tempo per noi cattolici per
Maio si è sentito autorizzato a chie- mai trasformato in un partito – vo- fregarcene”. Parole dure, ma certe
dere l’impeachment per Sergio Mat- lente o nolente – assumendo tutte volte parla chiaro è necessario.
4 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

DALLO SCONTRO POLITICO AL CONFLITTO ISTITUZIONALE

Bufera sulla Repubblica


di Giuseppe Franceschi stri strutturali su cui poggia la nostra
politica estera ormai da circa settanta
anni: l’Unione Europea e il Patto Atlanti-
Dallo scontro politico si è giunti rapida- co – ai quali si era allargato anche il PCI
mente a un conflitto istituzionale senza di Berlinguer. Salvini e Di Maio simpatiz-
precedenti dopo che il Presidente della zano per la Russia di Putin e criticano
Repubblica, come è già accaduto in altre l’U.E., come se la politica economica e
circostanze senza clamori particolari, av- finanziaria fosse una variabile indipen-
valendosi dell’art. 92 della Costituzione dente dalle scelte di politica estera. Lo
si è rifiutato di sottoscrivere la lista dei scontro istituzionale con il Presidente
ministri, a lui sottoposta dal presidente della Repubblica è avvenuto su questo
del Consiglio incaricato prof. Conte, per- piano. Se Pentastellati e Lega decides-
ché in disaccordo sul nome del Ministro sero di presentarsi insieme o d’intesa alle
dell’economia. Il governo Giallo-Verde nuove elezioni, sarà interessante vedere
non è partito, Fratelli d’Italia e Pentastel- come Forza Italia, garante dell’U.E. di cui
lati hanno dichiarato di volersi avvalere ha anche la Presidenza del Parlamento
dell’art.90 per mettere in Stato d’accusa con Tajani, si presenterà e se deciderà di
Sergio Mattarella. Sull’art. 92 ci sono al- tenere ancora in vita l’unità del Centro-
meno due scuole di pensiero, non sono destra, peraltro già fortemente diviso.
un esperto di diritto costituzionale e non Superficiale mi sembra il giudizio di chi si
mi addentro nella materia lasciandola ai Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica. limita a considerare che si assiste ad un
giuristi; sono da tempo sostenitore della ritorno al passato; nella storia dell’Italia
necessità di riforme istituzionali e la que- guarda le alleanze qualcuno osserva che repubblicana non è mai accaduto qual-
stione potrebbe essere risolta adottan- Lega e Cinquestelle potrebbero prolun- cosa di simile al processo sopra descrit-
do il sistema della Repubblica presiden- gare il contratto siglato per realizzare la to, complicato anche dalla crisi istituzio-
ziale o semipresidenziale. “strana alleanza”, di cui parla il direttore nale. Alcuni ritengono che tutto ciò sia
Mi interessa maggiormente un’analisi nel numero di aprile o alle “divergenze la conseguenza del fatto che è stata ab-
della situazione politica che si è venuta a confluenti”, come dice Marco Follini sul bandonata la distinzione tra destra e si-
creare, caratterizzata da colpi di scena suo sito in opposizione alle “convergen- nistra e sarebbe sufficiente impostare
continui, che non sto ad elencare per ze parallele” di memoria morotea (anche l’opposizione per preparare l’alternativa
brevità e pudore. Sia che nasca un go- se a Moro non si può direttamente attri- ai poli sovranista e populista su politi-
verno tecnico presieduto da Cottarelli sia buire questa espressione), realizzatesi in che che sono la riedizione dell’Ulivo;
che si insedi un governo Giallo-Verde, occasione dei governi di Solidarietà na- l’idea mi sembra illusoria: la caduta o
mi sembra chiaro che in una situazione zionale sul finire degli anni Settanta. Non meglio l’indebolimento della distinzione
grottesca del genere si arrivi presto, cer- c’è dubbio infatti che Lega e Cinquestel- suddetta è la conseguenza della fine del-
tamente nel giro di un anno a nuove ele- le hanno affrontato la campagna eletto- l’ideologie e a noi non resta che pren-
zioni; vedremo con quale legge elettora- rale su posizioni divergenti e in qualche derne atto.
le e quali schieramenti le forze politiche caso opposte: difesa dei ceti medio-alti Più adeguato è, invece, il pensiero
vorranno affrontarle. Probabilmente la del centro-nord la Lega sovranista con espresso pochi giorni fa di fronte all’As-
consultazione si svolgerà con il tanto la flat tax e dei ceti medio-bassi del cen- semblea della C.E.I. dal suo Presidente, il
biasimato rosatellum che, nonostante le tro-sud i Cinquestelle con il reddito di cardinale Gualtiero Bassetti: “Credo che
critiche, sta bene a Lega e Cinquestelle, cittadinanza; ma hanno trovato le con- sia giunto il momento di cogliere la sfida
le due forze egemoni: Di Maio ha dichia- fluenze più significative, oltre che sulla del nuovo che avanza nella politica ita-
rato da tempo che sarà il secondo turno modifica della legge Fornero anche sul- liana per fare un esame di coscienza e,
delle elezioni del 4 marzo. Per quanto ri- lo scetticismo nei confronti di due pila- soprattutto, per rinnovare la nostra pe-
dagogia politica e aiutare coloro che sen-
tono che la loro fede, senza l’impegno
pubblico, non è piena…
Tra pochi mesi celebreremo il centenario
dell’appello ai Liberi e Forti, lanciato da
un gruppo di tenaci democratici, riuniti
intorno a don Luigi Sturzo. Fu l’inizio di
una storia, quella del cattolicesimo poli-
tico italiano, che ha segnato la nostra
democrazia”. segue a pag. 5
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Politica 5

da pag. 4

Ebbene di fronte a nuove elezioni l’impe-


gno dei cattolici può essere determinan-
te. Il riferimento del Cardinale al cattoli-
cesimo politico italiano mi richiama alla
Senza illusioni
mente i principali animatori di questa sto- di Sergio Costalli
ria (Sturzo, De Gasperi, Moro) e i suoi
elementi essenziali: la laicità con la di- Rileggendo Vilfredo Pareto dobbiamo rico- visione del mondo, la vita di tutti i cittadi-
stinzione (non separazione) tra religio- noscere l’attualità del suo pensiero in me- ni. La lezione di Pareto, dopo un secolo,
ne, morale e politica; fedeltà ai principi, rito alla circolazione delle élite governanti. vede confermata la sua validità da quanto
ma flessibilità nelle alleanze; democrazia Tali élite nascono, si affermano e scompa- recentemente accaduto in molti Paesi, com-
del processo con l’adattamento continuo iono. Pareto rileva che anche le classi, al preso il Nostro.
all’evoluzione culturale e del quadro po- loro interno, non sono omogenee e che la Le élite circolano, mutano, subentrano più
litico. circolazione di individui da una classe al- o meno velocemente le une alle altre. Per-
In particolare in questo momento di fronte l’altra garantisce l’equilibrio della società tanto sarebbe vano da parte dei nuovi ve-
ad un coagulo di nazionalismi e populi- attraverso il ricambio continuo nell’ambito nuti farsi delle illusioni: è anche per loro
smi un ruolo strategico anche per defini- delle varie classi. solamente questione di tempo. Non è poli-
re l’ambito delle alleanze potrebbe avere La classe di governo si trova quindi in uno tica… è scienza!
il concetto degasperiano di “partito na- stato di lenta e continua trasformazione,
zionale” in un contesto europeo ed at- “scorre come un fiume”, già oggi non è più
lantico. quella di ieri. Non sempre la situazione ri-
mane in equilibrio, si possono infatti verifi-
TOSCANA AEROPORTI
Non si tratta di rifare la Democrazia Cri-
stiana, del resto lo stesso Sturzo soste- care momenti di rovesciamento generale nel
neva: “…la democrazia cristiana, è un
ideale e un programma che va divenen-
corso dei quali un’intera élite decade e, al
suo posto, se ne impone una nuova. Infat-
Gina Giani
do, anche senza il nome, evoluzione
d’idee, convinzione di coscienze, speran-
ti, quando l’élite al governo perde la capa-
cità di assimilare le forze emergenti della
confermata a.d.
za di vita; essa non può essere una desi- classe governata e, allo stesso tempo, non
gnazione concreta di forze cattoliche… ha in sé la forza o la volontà di sopire e
resti in questo stato ideale, impalpabile fermare le nuove e diverse “trasgressioni”
ispiratrice di concezioni pratiche in tutti i all’uniformità delle sue posizioni, finisce per
rami del nostro agire: economia… politi- soccombere.
ca…” (Discorso di Caltagirone 1905) Presentandosi tale circostanza, nei con-
Credo che in un momento di prolungata fronti dell’élite in decadenza, non verran-
crisi economica, mentre le risposte del no fatti sconti: i vincitori saranno con lei
capitalismo nella sua evoluzione sembra- implacabili. Comunque vada, non si apri-
no inefficaci ad arrestare l’impoverimen- ranno per il dopo spazi di partecipazione
to continuo di vaste masse popolari, di- “reale”; ad una élite decadente e decaduta,
venti fondamentale il riferimento alla che non ha saputo imparare la lezione della
“Dottrina sociale della Chiesa”, magari storia, ne succederà un’altra, più “affama-
tramite un secondo codice di Camaldoli ta e motivata” e per questo più aggressiva,
adeguato alle caratteristiche della socie- spietata e intollerante.
tà globalizzata; anche l’illusione di fer- Anche i nuovi arrivati saranno portatori di
ideologie per mezzo delle quali tenteranno A nome dell’intera redazione esprimia-
mare l’immigrazione con la forza e comun-
di giustificare il loro più profondo intento: mo alla dott.ssa Gina Giani, confermata
que con politiche ispirate da un senti-
cambiare l’élite di governo, sostituirsi ad nel prestigioso incarico di amministra-
mento xenofobo può essere contrastata
essa nel ruolo di guida della società e dello tore delegato di Toscana Aeroporti, le più
adottando politiche europee adeguate,
Stato. In termini più semplici: comandare e vive congratulazioni ed i più fervidi au-
ma ispirate dal solidarismo.
dirigere, secondo la loro ideologia e la loro guri di buon lavoro.
Nessuno si illude che si possano ottene-
re risultati immediati. Per riprendere la

L.R.C.
metafora della “bufera” mi viene in men-

Consorzio
te quanto Sturzo disse a De Rosa a pro-
posito di un periodo della nostra storia
completamente diverso: “Senta, quando
il vento soffia impetuosamente da una
Consorzio globale impianti e costruzioni civili-industriali e stradali
parte, lei può tentare di resistere, ma il
vento soffia dove vuole”. Non importa, Imprese consorziate delle provincie di Livorno e Pisa
basta gettare un nuovo seme, che potrà Via Aurelia, 453 - Rosignano Solvay
diventare fecondo e dare frutti nel futu- Tel. 392/2128889 Fax: 0586/763570 e-mail: consorziolrc@hotmail.it
ro.
6 Attualità e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Il presidente della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno ospite al Circolo Il Centro

Incontro con Riccardo Breda


di Gianni Giovangiacomo presa 4.0, il rapporto scuola-lavoro, la va- manufatturiera che costruisce zaini! Agli
lorizzazione in via promozionale dei terri- interventi di Lorenzini, Bianchi, Capelli, il
tori. Presidente della Camera di Commercio ha
Il Circolo culturale “Il Centro” ha avuto Le linee di intervento per il 2018 si con- detto che gli imprenditori livornesi potreb-
come ospite il Presidente della Camera di cretizzano dunque nell’aiuto alla digita- bero prendere qualche idea “da fuori” per
Commercio della Maremma e del Tirreno, lizzazione delle imprese, nell’incremento creare occasioni e opportunità perché si
Riccardo Breda, introdotto dal Presidente del rapporto scuola-lavoro, nell’aiutare la nota una mancanza di “riconversione”.
Enrico Dello Sbarba, che ha sottolineato formazione nel settore manufatturiero, si Bisogna insomma cambiare la mentalità di
come la fusione della Camera di Commer- tratta di tre linee di intervento che si inter- una città retta sul sistema pensionistico
cio di Livorno con quella di Grosseto sia secano a vicenda. che denota un tasso di anzianità tra i più
stata causata dalla politica del Governo Si è cercato di diminuire la contrazione alti. Bisogna che gli imprenditori si metta-
della diminuzione dei costi, determinando del numero delle imprese, infatti si è veri- no in sinergia con gli enti aumentando “le
così un fatto socio-economico di notevo- ficato un aumento di 1,8% di unità locali. reti di imprese” evitando la frammentazio-
le entità. Stiamo però perdendo attività nel settore ne, mentre nell’agroalimentare sono neces-
Riccardo Breda ha iniziato dicendo di es- dell’artigianato, mentre il settore turistico sari “accordi di filiera” per aumentare la
sere un grossetano che ha subito cercato sta facendo da traino per tutto il territo- redditività.
di interpretare la realtà della città e della rio. L’alternanza scuola-lavoro è fonda- Con la Regione e in particolare con l’as-
provincia di Livorno che ha la sua com- mentale per il futuro, infatti per tanti lavo- sessore al Lavoro, Grieco, esiste un rap-
plessità e le sue problematiche. Indubbia- ri si sta perdendo la manualità, c’è la ne- porto di collaborazione su progetti relati-
mente - ha continuato - Livorno ha una cessità di costruire un percorso per i ra- vo alla cantieristica che danno una redditi-
storia più importante anche da un punto gazzi al fine di renderli protagonisti del vità maggiore delle altre.
di vista imprenditoriale rispetto a Grosse- loro lavoro futuro. Al termine Enrico Dello Sbarba ha conse-
to. Ci sono però delle affinità tra i due ter- Tra le grandi potenzialità di Livorno - ha gnato al Presidente Breda la tessera ono-
ritori come quella di una importante voca- chiarito Breda - si vedono grandi oppor- raria del Circolo “Il Centro”.
zione turistica per entrambi. La riforma tunità nel settore agricolo mentre nei set-
delle Camere di Commercio va avanti an- tori strategici c’è quello del turismo con
che per le altre città della Toscana che 120 mila posti letto e 8 milioni e 200 mila
ALCIRCOLO CULTURALE ILCENTRO
vanno ad unificarsi, ma devo dire - ha am- pernottamenti. Le crociere con la Porto Li-
messo Breda - che “sono stato contrario vorno 2000 sono strategiche per far co-
all’accorpamento”, perché avrei aspetta- noscere le nostre zone, le imprese legate
Enrico Dello Sbarba
to più tempo “per un maggior approfondi- “all’economia del mare” (movimentazio- ancora presidente
mento del problema” anche se dono con- ne merci e passeggeri) vanno rafforzate
vinto che “le riforme vanno fatte”. con l’impegno sul lavoro. Deve nascere Fabio Del Nista
E’ stato avviato un percorso di condivi- “una cultura del lavoro” su: meccanica,
tessile, chimica, agroalimentare che pos-
è il vice
sione che è stato un passaggio positivo
per l’ente camerale anche se ci sono state sono dare sbocchi. Si è svolta nel mese scorso l’assemblea
tagliate molte risorse. La positività è do- Qual’è la proposta di Breda? Tra Istituti degli iscritti del Circolo Culturale Il Centro
vuta alla collaborazione molto valida dei tecnici e Licei - dice - sarebbe opportuno che, dopo l’approvazione del bilancio di
funzionari e degli impiegati che si è coniu- dare preminenza agli Istituti, i genitori in- esercizi 2017, si è proceduto alla elezione
gata con la solidità delle strutture. vece spingono i figli verso i Licei e allon- del nuovo consiglio direttivo che risulta
Con le 77 mila imprese che seguiamo - ha tanano i ragazzi dal mondo reale, ogni la- così composto:
aggiunto il Presidente - abbiamo iniziato voro va rispettato, “non è da sfigati por- CONSIGLIERI EFFETTIVI:
una attività sulle linee guida che ci sono tare una tuta”, lo dimostra il fatto che a Massimo Cappelli - Renzo Ciacchini - Ser-
state proposte da Unioncamere, come l’im- Livorno è nata la prima azienda giovanile gio Cini - Fabio Del Nista - Enrico Dello
Sbarba - Franco Spugnesi - Cristiano Ton-
celli.
Compagnia CONSIGLIERI SUPPLENTI:
Valeria Grillo - Angela Simini - Giovanni

Portuale di Schiano.
COLLEGIO DEI SINDACI REVISORI:
Mario Liuni - Luca Lischi - Mario Lorenzini.
Livorno Successivamente nella prima riunione il
consiglio direttivo ha eletto Presidente
Società Cooperativa Enrico Dello Sbarba e Vicepresidente Fa-
bio Del Nista
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Attualità 7

Stefano Corsini scrive al presidente dell’Euro Parlamento, Antonio Tajani

“Serve più cooperazione


tra i paesi del Mediterraneo”
“Dobbiamo sfruttare pienamente i punti trionale, prende carta e penna e scrive al to in Europa, dov’è indispensabile raffor-
di forza dei porti del Mediterraneo in presidente del Parlamento Europeo, Anto- zare la politica di coesione territoriale a fa-
modo che possano contribuire al meglio nio Tajani. Una pagina in inglese dove vore dei porti del Mediterraneo.
allo sviluppo sostenibile ed equilibrato sono illustrate sommariamente le linee stra- «La principale sfida è quella di integrare il
dell'UE nel suo insieme. Per questo moti- tegiche lungo le quali si sta muovendo core network, assicurandone l’accessibi-
vo è necessario sviluppare nuove forme l’Autorità di Sistema del Mar Tirreno Set- lità a quelle regioni periferiche con cui è
di cooperazione tra paesi e regioni”. Ste- tentrionale e nella quale vengono chieste sempre più vitale e necessario stringere
fano Corsini, presidente dell’Autorità di da parte dell’UE decisioni concrete da nuove importanti sinergie» si legge nel
Sistema Portuale del Mar Tirreno Setten- prendere nel prossimo futuro. Innanzitut- documento.
Corsini guarda alla Francia, alla Spagna, a
Malta e - perché no? - anche ai porti del
Maghreb, con cui i porti dell’Alto Tirreno
hanno da tempo sviluppato iniziative con-
giunte sul fronte della implementazione dei
traffici rotabili e del fresco così come un
proficuo scambio di know how a livello di
innovazione tecnologica e digitalization.
L’obiettivo dichiarato è uno solo: arrivare
a una forma di cooperazione che coinvol-
ga tutti questi Paesi. A oggi non esiste in-
fatti a livello europeo un progetto all in-
clusive con fondi comunitari da destinare
a iniziative congiunte tra i principali Paesi
del Mediterraneo occidentale. Allo stato
attuale risulta attivo un solo accordo di
cooperazione (l’Interreg Italia-Francia
Marittimo) che coinvolge per l’appunto
solo Roma e Parigi mentre a livello più va-
sto, il progetto Interreg Med abbraccia tutti
i paesi del Mare Nostrum (da Roma a Ci-
pro e Atene) ma non prevede focus speci-
fici sui porti europei.
È in questo contesto che si inserisce la
richiesta di Corsini: «Riteniamo necessa-
rio allagare le prospettive della Coesione
territoriale: andando oltre il livello regio-
nale, verso un programma macro regiona-
le più ampio che coinvolga tutta l’area del
Mediterraneo occidentale». Un argomen-
to di cui si discute fin dai primi anni No-
vanta, ogni volta che un nuovo Paese en-
tra a far parte dell'Ue.
«È necessario sviluppare nuove forme di
cooperazione tra Paesi e regioni - conclu-
de il presidente dell’Autorità di Sistema
Portuale del Mar Tirreno Settentrionale -;
puntare di più sui porti e sulla blue economy,
è questa la strada che dobbiamo perseguire
a livello europeo per migliorare la EU policy
nel settore dei trasporti della coesione terri-
toriale».
8 Cinguettare e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

@2 giugno: Festa delle Repubblica: al di dieci anni oltre 9000 studenti coinvolti in
là delle celebrazioni rituali da cerimoniale progetti ambientali-culturali sull’isola di
istituzionale, che si ripetono da sempre, oc- Capraia ma anche su Pianosa e all’Elba. Il
corre evidenziare che manca una vera e 26 e 27 maggio una festa sull’Isola di Ca-
propria partecipazione popolare agli even- praia per l’inaugurazione (alla presenza
ti. Le nostre città dovrebbero essere un dell’Assessore regionale all’istruzione
tripudio di tricolori e di musiche a festa, Cristina Grieco e dal Presidente del Parco
fieri di far parte di una Repubblica demo- dell’Arcipelago, Giampiero Sammuri) di un
cratica. Dovrebbero esplodere di iniziative percorso trekking realizzato dagli studen-
di riflessione con l’intento di far crescere il ti in alternanza scuola-lavoro. Giovani ac-
senso di appartenenza e di comunità. E in- compagnanti dai loro professori dal Vene-
vece è solo un bel giorno per “fare festa” e to, dall’Emilia Romagna e dalla Toscana,
non per festeggiare qualcosa di importan-
te!
1948-2018: settant’anni della nostra Costi-
Cinguettare che sulle Isole hanno fatto esperienze di
lavoro “sul campo”, realizzando una mi-
riade di progetti di alto valore qualitativo.
tuzione: molte le occasioni che hanno vi- di Luca Lischi
Un’esperienza unica in un’Isola unica e
sto protagonisti gli studenti toscani riflet- meravigliosa. Ecco a Capraia un bell’esem-
tere sulla nostra Carta. Complimenti ai 1000 pio di Scuola, che coinvolge ben tre Re-
musicisti delle scuole toscane, guidate da mento il 9 maggio: un giorno particolare di gioni!
ReMuTo (la rete delle scuole a indirizzo ricordo del tragico assassinio di Aldo
musicale della toscana) e dal maestro Luca Moro (nel quarantesimo anniversario), ma
Marino, che al Mandela Forum, il 1 giugno anche di Beppino Impastato. Il 9 maggio è @Finalmente abbiamo un Governo: gial-
hanno celebrato la Costituzione e la Festa anche giorno che ricorda l’Europa: De lo verde, Cinque Stelle-Lega con un Pre-
della Repubblica con un grande evento Gasperi fu un costruttore dell’Europa, uno mier Professore. Una squadra con tanti
musicale. Una grande emozione quando le dei padri fondatori insieme a Adenauer e politici affiancati da tecnici e da pochissi-
orchestre delle varie scuole hanno suona- Shuman. De Gasperi firmò, come Presi- me donne. Una moltitudine di avvocati,
to l’Inno nazionale e quello Europeo con i dente del Consiglio, la nostra Carta Costi- molti nomi sconosciuti ai media: attendia-
12 principi proiettati su un grande scher- tuzionale di cui quest’anno ricorre il set- mo che il Governo governi bene, per il bene
mo. Una bella giornata di Scuola alla pre- tantesimo anniversario. Forse, con gran- del nostro Paese.
senza della vicepresidente della Regione de rammarico, l’unico evento pubblico che
Toscana, Monica Barni. ha ricordato, nella nostra città le vittime @Il tema del lavoro rimane la priorità as-
del terrorismo, la nostra Costituzione e la soluta da affrontare con urgenza. La no-
@Alla Mostra su De Gasperi presso il nostra Europa. stra Repubblica è democratica e fondata
Provveditorato di Livorno (un plauso alla sul lavoro. Lavoro, lavoro, lavoro. Non
Dirigente, Anna Pezzati, per aver avuto la @La Rete di Scuole Outdoor in Capraia: redditi di cittadinanza o sussidi. Le perso-
sensibilità di accoglierla) alcuni studenti, la Camera di Commercio della Maremma e ne, per la loro dignità, hanno necessità di
ben preparati dai loro professori, hanno del Tirreno protagonista di un progetto di un lavoro stabile, che non sia un conti-
partecipato ad un incontro di approfondi- alternanza scuola lavoro che ha visto in nuo “entra” ed “esci”.

Foto di gruppo della festa sull'Isola di Capraia con l'ass. regionale Cristina Grieco e il presidente del Parco dell'Arcipelago Giampiero Sammuri
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Spigolature 79

ludopatia".

ure Scusate, stavano scherzando.

Le rime
lo at Nota: purtroppo ormai con l'avventuri-
smo che sembra voglia avvolgere nelle
sue spire diaboliche questo nostro paese

g
di Franco Biancani
niente più deve sorprenderci.

i
Sp
Da La Stampa di domenica 20 maggio.
Francesi
Di Maio spiegherà ai francesi perché non
Primi incontri
“Sai papà che sono uscita
vogliamo la TAV, il suo problema è che i
ieri sera co’ un ragazzo?
Da Il Tirreno " Piazza Grande" di Juna Goti. francesi parlano francese.
È così complimentoso
No Lega? che mi ha messo in imbarazzo!
Ed ora è divenuta
No, scherzavamo. Dice che sono carina,
E' la notte tra il 4 e il 5 marzo. Un attivista leghista che ha per me gran simpatia,
livornese commenta gli exit poll che dan- La Costanza Vaccaro dopo essere stata che ho due belle sospensioni
no il M5 primo partito e la destra leghista importante esponente dell'UDC livorne- e una gran carrozzeria!”
prima coalizione: "Se ci alleiamo con la se, anzi se ricordiamo bene, coordinatrice
Lega vi restituisco la spillina". provinciale, dopo essere transitata, in ruolo “E tu digli al tuo ragazzo,
Due giorni dopo ribadisce: "Salvini non di rilievo, in Forza Italia, è approdata, nella senti bene e resta zitta,
vorrà fare il valvassino di Di Maio" e "se Lega di Salvini all'interno della quale, ha che se il cofano ti alza
governasse me ne tornerei in India". immediatamente assunto il ruolo di respon- io gli rompo la marmitta!”
E non è mica l'unico a pensarla così. Il 6 sabile provinciale.
marzo la vicesindaco Stella Sorgente, In attesa di sue importanti iniziative, ha
sguardo alle stelle ma orientata a sinistra,
dice che "siamo altro dalla Lega" e che
toccato anche il comune di Rosignano M.,
occupandosi, non si conosce il nome del
Suore
l'alleanza "metterebbe in difficoltà larga suggeritore, anche delle strutture sporti- Nel cortile del convento
parte del M5S". ve. Siamo certi che si tratti di una colloca- quattro giovani suorine
Oggi Filippo Nogarin guarda già al nuovo zione "definitiva". Comunque l'ibrida alle- stanno andando in bicicletta
governo: "Non sarebbe male se nell'ac- anza tra i 5Stelle e la Lega di Salvini doves- in un tondo senza fine.
cordo tra Di Maio e Salvini si inserisse se andare in frantumi, per la Costanza sono
un provvedimento serio per arginare la spalancate le porte dei Fratelli d'Italia. Mentre spingon sui pedali
son felici e ridanciane,
lancian grida di diletto
rosse come melagrane.

Ma la Madre Superiora,
nel sentir la baraonda,
esce fuori dalla chiesa,
le riprende furibonda:

“Cos’è questa confusione,


tutti questi gridolini?
Se non la smettete tosto
si rimettono i sellini!”.

Vieni alla CISL


troverai Cortesia, Competenza, Convenienza
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE, Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti,
Permessi di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
Per ogni esigenza rivolgiti con fiducia alle sedi della CISL
Per informazioni degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
10 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Scoperta una targa con la significativa scritta: “Un livornese illustre”.

A Carlo Azeglio Ciampi


dedicata una sala della Provincia
di Gianni Giovangiacomo cultura”, “una cultura come spinta pro-
pulsiva all’agire”.
Ha descritto la storia della sua vita, dalla
Per ricordare l’insediamento al Quirinale Scuola Normale di Pisa all’Università di
del nostro concittadino Carlo Azeglio Lipsia, dalla guerra sofferta in Albania al
Ciampi, avvenuto il 18 maggio 1999, nel- passaggio della Maiella per raggiungere
lo stesso giorno a Palazzo Granducale è il regno del Sud. La volontà di rinascita
stata scoperta una targa con la signifi- morale lo spinge al entrare nel Partito
cativa scritta: “Un livornese illustre”. d’Azione, è attratto da Cavour come eu-
Una frase semplice, che sarebbe senz’al- ropeo per formazione, cultura, ispirazio-
tro piaciuta all’ex Presidente della Re- La targa dedicata al Presidente Ciampi. ne. Dichiara che Salvatorelli ha plasma-
pubblica e che i figli di Ciampi, Gabriella to il suo pensiero da cui ha tratto la vo-
e Claudio, hanno reso visibile togliendo dalla Presidenza della Banca d’Italia a cazione europea contro i nazionalismi riaf-
dalla targa il drappo tricolore che la rico- Presidente del Consiglio e a Presidente fioranti. Dopo il governatorato alla Ban-
priva. della Repubblica. Sempre “si è portato ca d’Italia, Scalfaro lo pone alla guida
Alla cerimonia, che è stata aperta dalle dietro la sua cultura” fondata sui “valo- del Governo, sarà ministro nel Governo
note musicali eseguite dagli studenti del- ri della democrazia e della Resistenza” e Prodi e in quello di D’Alema. Ebbe a dire:
l’Istituto “Mascagni”, hanno preso par- “dobbiamo essere orgogliosi della sua “Sono un cittadino europeo nato in Ita-
te il Prefetto, il Vescovo Mons. Giusti, il opera”. lia”. Non trovò nessuna contraddizione
Questore, i Comandanti dell’Accademia Come Presidente della Repubblica - ha tra il suo sentimento religioso cattolico
Navale e dei Carabinieri, l’ex Presidente continuato Franchi- è stato animatore e la formazione laica perché la base del
della Provincia Kutufà. del concetto di “Patria”, come “memo- suo pensiero era “il rispetto della perso-
Notevole anche la partecipazione dei po- ria condivisa”, come “patria mazzinia- na umana”.
litici livornesi a partire dall’On, Romano, na”, una Patria da inserire in una patria Al termine, anche a nome del fratello, ha
dell’assessore regionale al lavoro, Grie- più grande: l’Europa. preso la parola Gabriella Ciampi che ha
co, dei Consiglieri regionali Gazzetti e Ha terminato ricordando il Ciampi livor- ringraziato tutti per l’affetto dimostrato
Anselmi, dei Sindaci di Collesalvetti, Ro- nese, la prima visita ufficiale e l’ultima verso il padre, ma “questa città è amata
signano, Bibbona, del Consigliere pro- del suo settennato, la sua attenzione al anche da mia madre, questa città costi-
vinciale Caruso. Alessandro Franchi, territorio, il suo tifo per la squadra del tuisce un tassello della nostra vita per-
Presidente della Provincia, ha reso omag- Livorno, l’inaugurazione del Teatro Gol- sonale”.
gio a Ciampi iniziando col dire che la tar- doni, “Livorno ha sempre rappresenta- Da queste parole Franceschi ha pregato
ga, posta all’ingresso del salone del Con- to per lui un luogo del ricordo, degli af- la figlia di “portare l’abbraccio della città
siglio Provinciale, voleva testimoniare la fetti, dei valori”. di Livorno alla signora Franca”.
sua presenza in un luogo ricco di parte- Cosimo Ceccuti, Presidente della Fon-
cipazione, “un luogo vissuto e vivo”. dazione Spadolini - Nuova Antologia, P.S.: Non ha suscitato sorprese l’assenza
Ha poi tracciato alcuni momenti della vita ha poi fatto l’elogio di Ciampi iniziando di qualsiasi rappresentante del Comune
di Ciampi come “uomo delle istituzioni”, col dire che la sua vita “ha la base nella di Livorno.

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 11
LE DISAVVENTURE GASTRONOMICHE DEL NOSTRO DIRETTORE

Un lungomare amaro
Tra servizi (molto) insufficienti e prezzi salatissimi
Sabato 12 Maggio. zo del contenibile), poi la porzione di no, ansiose, tante baracchine, fiore al-
Io e mia moglie decidiamo di uscire per grigliata e due caffè. l’occhiello della nostra città. Optiamo in
una passeggiata lungo mare. Arriviamo, Ci alziamo e chiediamo il conto: Euro un noto locale della zona, ci sediamo in
più o meno, all’altezza della mitica Ba- 100 per due persone. Pagamento con attesa di un cameriere per ordinare i clas-
racchina Rossa. Faceva caldo ed anzi- carta di credito, trattenimento del di- sici succhi (ananas e pera). Nel frattem-
ché la solita “schiacciatina” decidiamo sappunto, abbozziamo ed usciamo!! po usufruiamo dei servizi igienici.
di “pensare in grande” ed entriamo in Un fracasso assordante di musiche pop,
un ristorante in quei paraggi. Ci sedia- Sabato 19 maggio. un andirivieni di ragazzi e ragazze con in
mo e, dopo alcuni minuti, un giovanE Solita passeggiata lungomare. Tarda mano l’aperitivo autoservito. Ogni tan-
cameriere, presubilmente alle prime mattinata. to, per la verità, un cameriere passa ma
armi, ci porta il menu: decidiamo per Questa volta per evitare “equivoci” ab- non si ferma al nostro tavolo. Dopo i
una sola porzione della classica “grigliata biamo optato per una delle tante barac- classici dieci minuti ci alziamo e ci tra-
di pesce” Dopo l’attesa “canonica” di chine più o meno nella stessa zona. sferiamo in un altro locale vicino un po’
circa un quarto d’ora, il giovane came- Ci sediamo ma non viene nessuno! Al- sconsolati ma ancora fiduciosi. Ci met-
riere arriva con un enorme vassoio che lora mi rivolgo al bar ed ordino due tra- tiamo a sedere, veniamo ben accolti da
ci lascia subito “esterefatti”: i due terzi mezzini, la solita minerale ed una birra una giovane cameriera che ci assicura
del vassoio contenevano due enormi piccola. Dopo un po’ arrivano i tramez- di venire subito a prendere l’ordinazio-
porzioni di pesce spada contornati da zini avvolti in un tovagliolino, la birra ne. Su uno dei tavoli vedo la Gazzetta
quattro gamberoni ed un paio ddi scam- media anziché piccola e l’acqua mine- dello Sport e, per ingannare l’attesa, leg-
pi. Al giovane cameriere facciamo pre- rale, ma niente bicchieri magari anche go i servizi sulla Juve e gli elogi per la
sente di avere richiesto “una porzione di carta. conquista del settimo scudetto conse-
di grigliata per due persone”: torna in Mi alzo entro dentro il bar ritiro i bic- cutivo, considerato ancora un capola-
cucina e dopo poco ritorna con un altro chieri e la riserva di tovagliolini!! voro del “nostro” Massimiliano Allegri.
vassoio dove comparivano ancora “le Dopo un bel po’, finalmente, viene la gio-
due enormi trance di tonno”. Ripetia- Martedi 22 Santa Giulia. vane cameriera che toglie, con alta pro-
mo, all’unisono, che abbiamo ordinato Nel tardo pomeriggio andiamo a visita- fessionalità, bicchieri e piattini deposita-
una porzione per due persone: ci assi- re il nuovo Museo della Città ai Bottini ti da tempo su di un tavolino vicino al
cura che si, quella è una porzione per dell’Olio. Buona cosa, dignitosa, novi- nostro. Ma non esce più dai locali inter-
due. Nostra impressione è che sia tor- tà importante per Livorno: mancano le ni, passano i classici dieci minuti, mia
nato in cucina, bacchettato per l’errore segnalazioni sia in piazza del Luogo che moglie si alza, entra all’interno del bar:
nell’ordinazione e rispedito al nostro lungo le strade adiacenti. stavano rigovernando!
tavolo. Le due trance di tonno, certa- Il bar all’interno del Museo non è an- Ci alziamo desolati, saliamo in macchi-
mente fresche, erano purtroppo stop- cora funzionante ed allora, faceva sem- na e rientriamo a casa.
pose e poco gradevoli. pre molto caldo, pensiamo di usufruire Nessun commento, cari amici lettori: un
In dettaglio il menù consumato: di qualche bar nelle vicinanze ma non giudizio dovete esprimerlo Voi.
Bevande: bottiglia piccola di acqua mi- abbiamo trovato nulla. Ed allora partia-
nerale; una coppa di vino bianco (un ter- mo per il lungomare dove ci attendo- Enrico Dello Sbarba

PORTO DI LIVORNO 2000 s.r.l.


Terminal Crociere
Piazzale dei Marmi
LIVORNO
Tel. 0586.202901 - Fax 0586.892209
info@portolivorno2000.it
12 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO DELL'ASAMAR

Enrico Bonistalli
confermato
alla presidenza
Tra i Consiglieri si registra l’ingresso di Gaetano D’Alesio Enrico Bonistalli

L’Assemblea di Asamar, svoltasi lo Terzi; insieme ad Antonio Chiesa cepresidenti, Guido Fanfani e Fabio
nello scorso mese di maggio, ha e Massimo Scali (Supplenti) Selmi. Conseguentemente, a tali no-
eletto il nuovo Consiglio Direttivo. Il CD ha confermato, anche per i mine, si è costituito l’Ufficio di Pre-
Sono stati riconfermati otto Con- prossimi due anni, il Presidente sidenza, composto dai tre nomina-
siglieri uscenti: Bonistalli Enrico, Enrico Bonistalli, ed ha eletto i Vi- tivi suesposti e da Laura Miele.
Conti Francesco, Fanfani Guido,
Laviosa Giovanni, Maneo Umber-
to, Miele Laura, Scali Francesca e
Selmi Fabio.
Contestualmente, si è registrato
anche l’ingresso di un nuovo Con-
sigliere: Gaetano D’Alesio.
L'assemblea ha confermato pure
la composizione di un Consiglio
con agenzie con diverse tipologie
di traffico, che potranno contribui-
re in maniera importante, ognuno
per la propria specializzazione, alla
tutela degli interessi della catego-
ria.
Le elezioni hanno altresì eletto i
Sindaci Revisori: Fanciulli Franco,
Palombo Fabrizio e Salvatici Ma-
ria Grazia.
Per acclamazione, durante i lavori
dell’Assemblea, sono stati, infine,
confermati, nelle loro attuali cari-
che, i tre membri del Collegio dei
Probiviri: Renzo Conti, Nello D’Ale-
sio (Presidente del Collegio) e Car-

Il tavolo dell’assemblea dell’Asamar.


periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 13
INIZIATA LA RACCOLTA DEI RIFIUTI ANCHE IN MOLTE STRADE DEL CENTRO CITTADINO

Porta a porta: successo o fallimento?


di Massimo Cappelli dei comportamenti che riducano la pro-
duzione dei rifiuti.
Questa indicazione si scontra con il con-
Da alcune settimane è partita la raccol- sumismo sfrenato che caratterizza da
ta dei rifiuti con il metodo del “porta a anni l’occidente e che sta espandendosi
porta” in nuove strade del centro citta- in tutti i Paesi in via di sviluppo. Basti
dino. pensare alla Cina. Secondo la formula :
Mi riferisco alla zona nella quale abito, benessere = consumismo. E’ quindi un
Marradi-Fabbricotti, e se devo giudica- fatto culturale che richiede comprensio-
re da quanto sta accadendo, ovvero ne e tempi di maturazione per penetrare
mancati ritiri nei giorni e orari previsti, nella collettività, tempi che cozzano con
con accumulo di rifiuti, mi sembra che la velocità e la persuasione volta al con-
qualcosa non funzioni. nanza (mentre oggi è assicurato per sumo di una società industrializzata.
Ho la fortuna di abitare in un condomi- intero dal Comune), il “porta a porta” E’ un problema complesso di non facile
nio con un parco che lo circonda dove fu limitato a quartieri piccoli, dove po- soluzione che coinvolge interessi a livel-
sono stati posizionati i cassonetti della teva essere ben organizzato senza gran- lo globale.
differenziata e indifferenziata e, in caso di costi, anche se i piani ne prevedeva- Tornando al problema della raccolta dif-
estremo, numerosi appartamenti hanno no una successiva espansione. ferenziata “porta a porta” vorrei eviden-
terrazzi dove stoccare i rifiuti. Ma non La mia opinione e che oggi si sia voluto ziare un aspetto che spesso viene consi-
tutti i condomini sono così ed infatti accelerare questo metodo coinvolgen- derato a parte ma che è correlato. Mi
stamani (30 Maggio), in via Marradi do, in rapida successione, tutta la città, riferisco all’utilizzo della materia derivan-
sono comparsi numerosi sacchetti di rispondendo più ad una impostazione te dalla raccolta stessa. Questa, una vol-
rifiuti posizionati per strada. di tipo ideologico che industriale o di ta trattata, sia essa carta, vetro, plastica,
E’ in questo modo che deve essere fat- servizio. E’ altresì vero che vi sono alluminio etc, torna disponibile per esse-
ta la raccolta differenziata “porta a por- obiettivi posti dalla comunità europea, re nuovamente lavorata e reinserita nel
ta”? Non credo proprio. riguardanti l’incremento della raccolta ciclo del consumo. Se però il costo e la
Nel lontano 2010, quando per un bien- differenziata, da raggiungere entro de- qualità non sono competitivi con la pro-
nio ricoprii l’incarico di Presidente AAM- terminate scadenze. Non mi sembra duzione derivante dalla materia prima si
PS, ebbi modo di constatare, con studi tuttavia che le direttive europee indichi- accumulano sui piazzali e non vengono
riguardanti questa metodologia di rac- no le metodiche per raggiungerli. utilizzati. E’ evidente che questo rappre-
colta, che il costo della stessa, per di- Le azioni da compiere sono (Waste Fra- senta un “collo di bottiglia” nel ciclo vir-
spiegamento di uomini e mezzi, cresce- mework Direction 98/2008 CE): ridur- tuoso del riutilizzo.
va in maniera esponenziale in relazione re la produzione dei rifiuti, riusare i beni Tutto questo per dire che la problemati-
alla complessità dell’area urbana inte- ancora utilizzabili, riciclare materia pri- ca della raccolta e del trattamento dei ri-
ressata. In altre parole, se effettuata in ma dalla selezione e recuperare energia fiuti, essendo particolarmente comples-
un piccolo paese, in una piccola cittadi- dai rifiuti non utilmente riciclabili. Tut- sa e interconnessa, richiederebbe, a mio
na, in un quartiere specifico il costo to ciò al fine di conferire in discarica modesto avviso, di essere governata con
aveva un valore “accettabile” che però soltanto quei rifiuti da cui non è possi- una visione di insieme, da organismi cen-
saliva fortemente se riguardava invece bile estrarre materia o energia. trali più che regionali o locali. Con ado-
intere città di medie dimensioni, per non Se la normativa è sempre la stessa se zione anche di sistemi di incentivazione
parlare delle metropoli. ne ricava che non c’è la demonizzazio- per premiare i comportamenti virtuosi.
Per tale motivo, considerando i conti ne di metodologie diverse dal “porta a Non può essere trattata in maniera par-
sempre problematici dell’azienda, spe- porta” nel trattamento dei rifiuti, se non ziale e men che mai con approcci ideo-
cie allora che il finanziamento avveniva per le discariche. Soprattutto c’è il forte logici.
tramite riscossione diretta dalla cittadi- richiamo ad adottare uno stile di vita e Purtroppo spesso ciò non accade.

Acli Labor
SOCIETÀ COOPERATIVA
Edilizia - Pulizie civili e industriali - Giardinaggio
Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline
Tel. 0586.790.751 - Fax 0586.790.604 - www.aclilabor.it
ROSIGNANO SOLVAY
14 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

nella prova, nonostante la malvagità, ni. «Chiediamo a Santa Giulia un sus-

qui l’orrore e la violenza del terrorismo


da cui era circondato insieme ai suoi
fratelli, ha riscoperto e testimoniato
sulto di Fede e di coerenza. Come ha
detto il Santo Padre, il Cristiano è sem-
pre una persona alla ricerca di qualcosa,

Diocesi di Fabio Figara


la grande potenza dell’Eucaristia.»
Nel momento della persecuzione il Cri-
stiano non mette in campo «strategie
anzi di Qualcuno, per cui valga la pena
vivere. Si dà la vita solo per l’Amore,
solo per Dio».
di sopravvivenza», ma si preoccupa
solo di cercare la salvezza in Cristo
attraverso la preghiera e i Sacramen-
ti: «Tutto il resto lo farà Lui.” E, come
Padre Ganni, oggi sono numerosi
coloro che stanno dando la vita per
«Chiediamo Cristo, in numerosi altri Paesi del
mondo: mossi dalla forza di voler te-
a Santa Giulia stimoniare l’Amore per Cristo e per
il Vangelo, sono un esempio per tutti

un sussulto noi. «Attraverso la preghiera Gesù è


riuscito ad affrontare i suoi nemici,
ad abbracciare la sua Croce, a dare
di Fede la sua vita in riscatto di molti, e per-
donare i suoi persecutori.
e di coerenza!» Seguendo il suo insegnamento dob-
biamo ricordarci di riporre la nostra
fiducia nel Signore, e vivere un Cri-
stianesimo autentico, che non rifiuta
Nell’omelia della S. Messa dedicata lo straniero, il bambino indesiderato,
alla nostra Patrona, il 22 Maggio, in il diverso, atteggiamenti che spesso
Cattedrale, Mons. Simone Giusti ha pa- vedono complici proprio noi Cristia- Il Vescovo Simone Giust tra i fedeli
ragonato la vita della Santa al percor-
so sacrificale dei tanti martiri cristiani
di oggi. Dopo la processione, si è svol-
ta la consueta processione in città con
le reliquie.

«Dove trovano la forza i martiri? Sono


deboli, fragili, peccatori come noi, ma La statua
con la preghiera hanno trovato questa di Santa Giulia
energia per affrontare la prova supre- portata
in spalle
ma, quella del sacrificio totale, con il
durante la
sangue – ha spiegato il Vescovo - Giu- processione
lia era una ragazza, sola, rapita, schia-
va, straniera, come tante donne che tro-
viamo agli angoli delle nostre strade, che
ignoriamo o che vorremmo allontana-
re, così come ci comportiamo con i tanti
immigrati che incontriamo.»
Infatti, secondo le agiografie, Giulia è
stata una giovane uccisa per la sua fede.
Ma il Vescovo ha citato, portandolo
come esempio, anche uno dei tanti mar-
tiri contemporanei, un pastore che, no-
nostante la violenza e le sofferenze, non
ha abbandonato il proprio gregge: pa-
dre Ragheed Ganni, parroco della Chiesa
dello Spirito Santo, a Mosul, assassi-
nato la domenica dopo Pentecoste dai
militanti dell’Isis. «Per Ganni stringere
tra le mani l’Ostia significava “sentire
la Forza dell’Agnello di Dio”. Proprio
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 15

CROCIERE

A Livorno scala la nuova Marella E.


Viaggio inaugurale a Livorno della nuova Mannari, alla presenza del Comandante Spirit per un totale di 18 scali e circa 30
Marella Explorer di Marella Cruises, ap- della nave, Harris Jona Than Peter, si è svol- mila passeggeri.
partenente al Gruppo Tui Cruises, che è ta la cerimonia dello scambio dei crest inau- Federica Matteucci ha portato i saluti del
stata oggetto di un consistente restyling gurali alla quale hanno partecipato il Diret- Presidente Luciano Guerrieri, impegnato
al cantiere di Cadice e consegnata lo scor- tore Finanza e Personale di Porto di Livor- in una missione all’estero , ed ha sottoli-
so mese pronta per il suo lungo itinerario no 2000 Federica Matteucci e la Respon- neato l’impegno di Porto 2000 per una ac-
nel Mediterraneo. sabile Marketing e Comunicazione, Serena coglienza sempre più organizzata e servizi
Con una stazza lorda di 76.988 tonnellate, Veroni. sempre più qualificati “Tui Cruises per noi
una lunghezza di 265,5 metri, una larghez- Il Comandante Than Peter ha espresso il costituisce un cliente storico al quale te-
za di 32,2 metri e 13 ponti a disposizione suo gradimento per l’ormeggio ricevuto niamo molto – ha commentato Matteuc-
degli ospiti, Marella Explorerè la più gran- quest’oggi, evidenziando come il Gruppo ci– e che ha già potenziato la sua presen-
de nave della Compagnia. La capacità è di Tui Cruises sia soddisfatto per i servizi za nel nostro Porto con una previsione di
1.924 passeggeri a base doppia, per un puntuali e qualificati che le proprie navi crescita delle toccate per il 2019 che pas-
totale di 962 cabine. trovano a Livorno. Ha, inoltre, sottolinea- seranno a 28 scali e circa 45 mila passeg-
Ormeggiata alla Banchina Molo Italia lato to che questo è il primo degli 8 scali previ- geri”.
Nord, a bordo questa mattina, su invito sti a Livorno per l’anno 2018 e che oltre a
dell’Agenzia P. Davini di Livorno, nelle Marella Explorer scaleranno Livorno anche
persone di Pierpaolo Davini e Andrea altre due unità: la Marella Dream e Marella
Giovedì 28 Giugno, alle 17,30, presso la
libreria Feltrinelli (via di Franco), sarà pre-
sentato il libro :

“Aldo Moro
Lettere
dalla Prigionia”
a cura di M.Gotor – Ed. Einaudi

Il Dr. Claudio Frontera e il dr. Enrico Dello


Sbarba introdurranno e commenteranno
quanto lo statista, sequestrato e ucciso,
Lo scambio dei cresti unaugurali scrisse dalla sua prigionia.

CHORUS S.r.l.
Ingegneria Impiantistica
Via Guido Rossa, 27
57016 Rosignano M.mo (LI) Italy
Telefono: 0586 764794 Centralino 0586 768783
mail: www.chorusimpianti.com
Sito Internet: www.chorusimpianti.com

Ristorante ARAGOSTA
CHIUSO IL MARTEDÌ

specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei


Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
16 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

A QUARANT'ANNI DALLA SUA SCOMPARSA


La Scuola
Ricordo di Don Roberto Angeli al centro
ma Repubblica e non mancarono le
di Mario Lorenzini
discussioni in proposito.
Una Livorno dove la guerra aveva col- di tanta
C’è un sacerdote che ha legato la sua pito sodo e ripresa fu difficile anche
vita a Livorno negli anni difficili della
guerra e del dopoguerra che merita di
perché la democrazia stentava a na-
scere.
attenzione
essere ricordato in occasione dei qua- Don Angeli fu protagonista una volta ri-
(m.l.) - Mai come in quest’ultimo peri-
ranta anni dalla sua scomparsa. Il 26 tornato a casa dal campo di concen-
odo dell’anno scolastico la Scuola è
maggio 1978 infatti Don Roberto Angeli tramento, suscitando interesse e en-
stata al centro di tanta attenzione.Ne
terminò la sua missione sulla Terra. tusiasmo e stimolando i giovani che
avrebbe fatto volentieri a meno.Mai la
“Dio ci ha creati liberi” è un libro dedi- dovevano incominciare a vivere in modo
stampa e la televisione si sono occu-
cato a Don Angeli dall’autore Gianluca democratico. Era l’inizio di attività di
pate di episodi circoscritti ad un isti-
della Maggiore e sfogliando le pagine alcune associazioni cattoliche che si
tuto di Lucca,anche autorevoli firme
si ricorda la Livorno degli anni in cui muovevano con difficoltà in un ambiente
hanno voluto dire la loro.E con gran-
operò e non va dimenticata la sua de- tinteggiato di rosso per la presenza di
de pubblicità ecco arrivare nelle libre-
portazione in un campo di concentra- un PCI forte e desideroso di affermarsi
rie e nelle edicole il libro di Giovanni
mento in Germania con tutte le peripe- fra i lavoratori in modo particolare.
Floris dal titolo provocatorio ULTIMO
zie di cui fu protagonista. “Vangelo nel Don Angeli fu anche docente di Reli-
BANCO “perché insegnanti e studenti
lager” fu adottato nelle scuole della pri- gione.
possono salvare l’Italia” che ignora i
maestri e si rivolge ai professori. De-
FederazioneAnziani Pensionati (FAP)Acli i mille euro. Riguardo alle pensioni emes- dicheremo a questo libro /che abbia-
se dai privati le più penalizzate risultano le mo acquistato/l’ultimo spazio dedica-
Giulio Tagliaferro donne, infatti circa l’86% delle pensionate
percepisce un assegno mensile inferiore
to alla Scuola de IL CENTRO del mese
di giugno.
neo Segretario ai mille euro. Il neo Segretario ha anche
evidenziato che in Italia ci sono circa 13 INSEGNARE SI FORMARE NO
provinciale milioni di persone in età over 65. Ci trovia-
mo dunque di fronte ad un costante in-
Il segretario generale della CISL tosca-
na chiederà alla Regione perché gl’Isti-
Nei locali associativi delle Acli di Via Cec- vecchiamento della popolazione ma nello
stesso tempo diminuiscono il numero dei tuti superiori, tecnici e professionali
coni si è tenuto il 3° Congresso Provincia- provvedano per un corso speciale
le della Federazione Anziani Pensionati geriatri, cioè di quei medici che si occupa-
no della salute degli anziani. Nell’anno sulla sicurezza.
(FAP) Acli, presieduto dal dottor Riccar-
2017-2018 i medici specializzandi in que- E’ un compito che non spetta al do-
do Rossato, delegato per questo incarico,
sta materia si sono attestati a quota 164, cente che deve “insegnare” e non “for-
dalla direzione nazionale delle Acli.
Tra i presenti anche il Presidente Provin- mentre aumentano invece i medici pediatri mare”.
ciale, Antonio Melani, il past-president in un paese in cui diminuiscono le nasci-
della FAP, Gianni Giovangiacomo, il Vice- te! (Gi. Gi.) GLI ISTITUTI PROFESSIONA-
Segretario Nazionale FAP Paolo Formelli.
Formelli ha sottolineato la crescita nume-
LI “UNA SVOLTA MANCATA”
così titolava Il Corriere Fiorentino
rica della FAP Toscana, arrivata a 12 mila
iscritti, un incremento dovuto in gran par-
FILIPPO GIUSTI dell’11 aprile.
te ai benefici che gli associati ottengono neo segretario generale L’autorizzazione degli indirizzi è di spet-
grazie alla stipula di particolari conven- tanza della Regione che riceve le ri-
zioni, la fruizione di servizi gratuiti, la pos- della UST CISL chieste dei Comuni e non del Ministe-
sibilità di ricorrere a visita specialistiche. Negli scorsi giorni si è riunito con il Consiglio ro e la segnalazione di indirizzi a paga-
Il Congresso ha eletto come nuovo Se- Generale della UST-CISL di Livorno che ha mento, se fosse vera, deve essere ac-
gretario provinciale, Giulio Tagliaferro, che proceduto alla elezione del nuovo Segretario certata. Tuttavia ci permettiamo di se-
ha proposto al Patronato e al CAF di Li- Generale. gnalare l’opportunità di autorizzare un
vorno di incentivare la loro azione attra- Dopo un interessante dibattito è stato eletto,
indirizzo dedicato alla formazione di
verso un opera di sensibilizzazione dei di- con il massimo dei consensi, Filippo Giusti
manodopera specializzata per l’indu-
pendenti per aumentare le adesioni alla già segretario della F.I.R.S.T. Nei giorni pros-
simi si procederà alla nomina di altri due espo- stria presente a Livorno la quale si
FAP.
nenti espressione di altre categorie sindacali. avvale per la maggior parte di perso-
Nel suo intervento Tagliaferro ha messo
Al neosegretario ed a tutta la CISL livornese, nale proveniente da fuori. Intendiamo
in rilievo alcuni dati allarmanti come quel-
lo dell’osservatorio dell’INPS sulle pen- con la quale Il Centro ha un rapporto di ami- riferisci all’industria motonautica.
cizia e di collaborazione, gli auguri di buon
sioni che rileva che quasi 13 milioni di pen-
lavoro.
sionati beneficiano di una pensione sotto
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 17

CAMERA COMMERCIO
LIONS
PROGETTO STUDENTI Convegno
di Cristina Battaglini
con una professionalità vera- ha commen- distrettuale
tato il Presidente della Camera di Commer-
cio Riccardo Breda. – di Cristina Battaglini
Attraverso il progetto CO.S.MO. di cui la Nel caso del progetto CO.S.MO. l’alternan-
za scuola-lavoro è ancora più significativa Si è svolto al Green Park Resort il
Camera di Commercio è capofila, 107 stu-
perché si svolge nel contesto europeo in XXXVI Congresso Lions del Distret-
denti livornesi provenienti da tre scuole
cui tra qualche anno i ragazzi potranno tro- to 108 La al quale hanno presenziato
superiori della città: Liceo Statale Fran-
varsi ad operare”. il Governatore Distrettuale Fabrizio
cesco Cecioni, Istituto di Istruzione Su-
CO.S.MO. è un acronimo che sta per Coa- Ungaretti, i Vicegovernatori, il presi-
periore Buontalenti-Cappellini-Orlando e
stal Students’ Mobility e coinvolge il terri- dente del consiglio dei Governatori
Istituto di Istruzione Superiore Vespuc-
torio livornese e maremmano, oltre a sette Mauro Bianchi, i presidenti dei quat-
ci-Colombo, più altri 11 ragazzi provenienti
Paesi europei sopra citati. Sono in tutto tro clubs del Distretto: Patrizia Lensi
dall’Istituto Tecnico Commerciale e per
204 studenti delle scuole superiori. (Lions club Livorno Host), Laura
Geometri Giuseppe Cerboni di Portofer-
CO.S.MO. è finanziato da Erasmus Plus, il Antico (Lions club Livorno Porto
raio, sono partiti per l’Europa per un pro-
programma dell’Unione europea per Mediceo), Pierluigi Torelli (Lions Pisa
getto di alternanza scuola-lavoro.
l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e Host), Lisa Di Sacco (Lions Pisa Cer-
Le destinazioni previste dal progetto
lo sport 2014-2020 pensato per dare rispo- tosa) e numerosi soci lions. Nella
sono: Francia (Nizza, Perpignan, Parigi),
ste concrete ad un contesto socio-econo- cerimonia di apertura del Congres-
Spagna (Alicante, Malaga, Tenerife), Re-
mico contraddistinto da disoccupazione so, Pinella Bombaci, socia Lions Li-
gno Unito (Portsmouth, Londra), Irlanda
giovanile e da carenza di professionalità, vorno Host, già presidente di circo-
(Cork), Creta (Rethymno), Malta (La Val-
attraverso opportunità di studio, formazio- scrizione del Centenario, ha annun-
letta), Germania (Berlino), dove svolge-
ne, di eperienze lavorative o di volontaria- ciato la presenza sul palco di alcuni
ranno un mese di alternanza scuola-lavo-
to all’estero. personaggi del corteo storico della
ro presso imprese, associazioni o istitu-
Lo stage sarà preceduto da una fase di pre- Livornina, come nota storica afferen-
zioni scelte sulla base delle caratteristi-
parazione, sensibilizzazione e orientamen- te sia Livorno che Pisa.
che e delle esigenze della nostra econo-
to (preparazione linguistica, laboratorio per Il Governatore Ungaretti ha posto
mia locale, con particolare riguardo al-
le competenze trasversali, orientamento al l’accento sullo spirito di squadra
l’economia del mare.
contesto socioeconomico). portato avanti durante l’annata lio-
"L’alternanza è un percorso di fondamen-
I settori cui si riferiscono le imprese pres- nistica. Presente al Congresso, inol-
tale importanza che le Camere oggi devo-
so le quali saranno ospitati gli studenti tre, Eugenio Giani, presidente del
no affrontare con impegno ancora mag-
sono: filiera della cantieristica; movimen- consiglio regionale toscano e socio
giore: bisogna sensibilizzare le imprese
tazione di merci e passeggeri; servizi di al- Lions, che ha ricordato come vi sia-
per far crescere i ragazzi nel confronto
loggio e ristorazione; attività sportive e ri- no 1.400.000 soci Lions nel mondo.
con il mondo del lavoro, e dar loro la pos-
creative. I presidenti di Circoscrizione hanno
sibilità di entrarvi, al termine degli studi,
preso la parola ricordando i princi-
pali services portati avanti durante
è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno l’annata lionistica: la raccolta fondi
per gli alluvionati, i defibrillatori, i
è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno Lions in piazza, i giovani, l’ambiente,
e la sanità, i cani guida, il diabete, la
vista, il recupero del cibo.
sport, tempo libero, volontariato Presente al Congresso il governato-
assistenza, consulenza, sostegno re della Misericordia di Montenero
Elena Del Corso; con i fondi raccolti
Acli Service Srl
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani, dal Lions Porto Mediceo è stato pos-
Livorno
ai migranti, alle famiglie sibile l’acquisto di un mezzo per la
Misericordia di Montenero.
Nel corso dei lavori congressuali è
stato eletto il nuovo Governatore per
l’annata lionistica 2018-19, Daniele
Greco, già primo vicegovernatore del-
la presente annata. Un Melvin Jones,
massimo riconoscimento lionistico, è
stato consegnato a Roberto Diddi,
socio Lions Porto Mediceo, per il suo
incarico di tesoriere distrettuale.
18 Rosignano e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

La scomparsa della nota attrice degli anni '50 e '60' che era solita trascorrere le vacanze
insieme a Vittorio Gassman al "Cardellino" e alla "Lucciola".

Anna Maria Ferrero


ha lasciato un ricordo
anche a Castiglioncello
si, oltre che il Ten-
di Dino Dini
nis Club in pineta
Marradi, la Ferrero
La scomparsa a Parigi di Anna Maria spesso passava le
Ferrero si è subito diffusa ieri anche a serate nei due locali
Castiglioncello dove l'attrice negli anni notturni di gran
'50 e '60 era solita trascorrere le sue moda, il "Cardelli- Anna Maria Ferrero (la seconda seduta a destra) ripresa a Castiglioncello.
vacanze estive insieme al grande Vitto- no" nascosto tra i
rio Gassman che a quel tempo era il suo pini e la "Lucciola" con la sua terrazza a sinistra di spalle, il famoso presenta-
compagno di vita oltre che artistico. in mezzo al mare sempre affollata di un tore e show-man livornese Carlino Gu-
Anna Maria il cui vero cognome era pubblico raffinato ed elegante. In que- betti. Nonostante la sua bellezza e il ri-
Guerra è ancora oggi ricordata per la sua gli anni andavano molto di moda le ele- conosciuto talento dell'attrice, Anna
bellezza e la sua affabilità da molti casti- zioni delle cosiddette "miss" e l'attrice Maria a soli trenta anni di età nel 1964
glioncellesi di età non più giovanile. spesso era chiamata a far parte di qual- decise di lasciare improvvisamente il
Amava molto il mare e faceva lunghe che giuria per scegliere fra le giovanis- mondo dello spettacolo. Non si sa as-
nuotate davanti ai bagni Ausonia. sime romane, fiorentine o milanesi la più solutamente il motivo che determinò la
Quegli erano gli anni in cui Castiglion- bella della serata. In una foto del 1958 scelta di quell'abbandono. Forse quel
cello era mèta vacanziera di gran parte seduta al tavolo di una di quelle giurie si mondo non aveva più niente di interes-
del mondo del cinema e del teatro, gente intravede a destra Anna Maria Ferrero e sante da dirle. Può succedere.
famosa che da giugno a settembre si tra-
sferiva in massa in questa stazione bal-
neare perché le sue spiagge erano tra le VARIANTE PROGETTO MORELLINE:
più celebri d'Italia.
Anna Maria Ferrero era nata a Roma il
18 febbraio 1934 e quando aveva quin-
Rotatoria in via Filidei
dici anni, nel 1949, fu notata dall'attore- E’ stata approvata dal Consiglio Comunale di Rosignano Marittimo nella seduta del 29
maggio (favorevoli Pd e Riformisti, astenuti Angeli, Forza Italia) la “Variante al progetto di
regista Claudio Gora che la fece debut-
planivolumetrico ed allo schema di convenzione per l’attuazione del comparto 3-T13 –
tare in una piccola parte nel film "Il cielo Realizzazione di un insediamento per attività commerciali, direzionali e servizi, posto in
è rosso". località “Le Morelline”, tra via Filidei, via della Pescine e via del Mondiglio. Proponenti le
Nel 1953 con Eduardo de Filippo fu nel società Building srl e MD Tirrenica srl”, secondo la proposta presentata dall’assessora alla
cast del film "Napoletani a Milano". La programmazione del territorio Margherita Pia.
Il progetto planivolumentrico e lo schema di convenzione tra il Comune e le due società
sua grande popolarità cominciò però con
riguardano la realizzazione dell’insediamento commerciale alle Morelline, tra via Filidei,
il film "Cronache di poveri amanti" di via delle Pescine e via Mondiglio. L’approvazione del progetto globale era del luglio 2015
Carlo Lizzani. Nel 1956 la sua fama con- (DCC n. 131 del 30.07.2015, modificato a luglio 2016 con DCC n. 3 del 28.01.16) ma
tinuò con la televisione interpretando in- successivamente le due società private hanno richiesto una variante al progetto planivolu-
sieme a Massimo Girotti "Cime tempe- metrico (ottobre 2017, integrata ad aprile 2018) che prevedeva una diversa distribuzione
delle superficie coperta del fabbricato “A” adibito ad attività commerciali, la riduzione di
stose" che ottenne un grande successo
un piano rispetto ai due approvati, la realizzazione di interventi di raccordo alla viabilità:
di pubblico e di critica. un secondo accesso su via del Modiglio, una rotatoria provvisoria in via Filidei in attesa di
Fu poi la volta del film "Kean" di Sartre costruire quella definitiva dopo l’approvazione del Piano Operativo Comunale (adottato
del quale Vittorio Gassman fu regista e dal Consiglio ad agosto 2017, DCC n. 114 del 29.08.2017).
interprete. Lavorò anche sotto la dire- La proposta approvata modifica la convenzione stipulata il 17 maggio 2018 relativamente
alle opere di urbanizzazione primaria e secondarie e alla loro cessione al Comune. In
zione di registi come Monicelli, Antonioni
particolare si tratta della rotatoria definitiva in via Filidei, che sarà realizzata dalle due
e De Sica. società, dell’espianto degli ulivi presenti sull’area dove sorgerà la rotatoria e del reintegro
Terminata da tempo la sua relazione sen- delle piante in aree indicati dagli uffici comunali. “Con questa approvazione i privati
timentale con Gassman, nel 1962 sposò possono riprendere immediatamente i lavori – afferma l’assessore Pia – visto che il per-
l'attore francese Jean Sorel trasferendosi messo a costruire era già stato loro rilasciato a giugno 2017. La certezza della rotatoria
adesso dovrebbe sbloccare l’avvio dei lavori”.
alla periferia di Parigi.
Durante le sue vacanze castiglioncelle-
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cultura 19
7

Interessante iniziativa organizzata dal Circolo Acli Aldo Moro e dal Circolo “Il Centro”

Alcide De Gasperi:
un democratico, un europeista
sare all’oggi riconsiderando le sue sfide,
di Gianni Giovangiacomo ha difeso “l’autonomia politica” e qui si
può fare un parallelismo con Togliatti. La
Con il saluto della dirigente dell’Ufficio sua componente etica è indubitabile:
Scolastico Provinciale Anna Pezzati, si è un’etica dettata dalla convinzioni, un’eti-
aperto l’incontro per la presentazione del ca della responsabilità che si preoccupa
libro di Giuseppe Matulli: “Alcide De Ga- delle conseguenze politiche che egli as-
speri. Quando la politica credeva nel- sunse in ogni frangente.
l’Europa e nella democrazia”. L’iniziati- L’ingegner Francesco Butini ha messo in
va era stata presa dal Circolo Acli Aldo rilievo alcuni spunti originali del libro, ad
Moro e dal Circolo “Il Centro”, il cui pre- esempio l’argine che De Gasperi mise ver-
sidente, Enrico Dello Sbarba, ha sottoli- so la destra italiana non democratica, fu
Il taglio del nastro della mostra. lui a scegliere l’America prima che fosse
neato come molto giovani studenti abbia-
no seguito con grande interesse la mo- che scatenò le ire del partito comunista. l’America a sceglierlo, costruttore dello
stra su De Gasperi che si teneva nello stes- La sua lunga storia si è basata sulla teoria stato democratico fu assertore della laici-
so locale della conferenza e ha messo in del compromesso fondato sempre sulla tà politica dei cattolici, seppe recuperare
rilievo la coincidenza dello studio su De libertà politica e sulla economia liberista le radici nazionali del paese e fu espres-
Gasperi che avveniva nel giorno del 40° di Einaudi che rendeva ad impedire l’in- sione di una coscienza europea. La sua
anniversario dell’assassinio di Aldo Moro flazione e che puntava al pareggio di bi- grandezza è nell’aver vissuto il dramma
ad opera delle BR. lancio. del ‘900, sia nel privato che nel pubblico,
Moderatore dell’incontro è stato il gior- De Gasperi - ha continuato Taradash - con una grande sofferenza.
nalista del “Tirreno”, Mario Neri, che ha oppositore del fascismo maturò la propria L’autore del libro, Giuseppe Matulli, già
evidenziato che nei momenti di crisi isti- cultura come bibliotecario in Vaticano e, parlamentare DC, sindaco di Marradi e vice
tuzionale, come quella che stiamo attra- in seguito, la sua azione fu quella di ade- sindaco di Firenze, che è stato anche l'ul-
versando, si dovrebbe applicare “il senso guare la realtà ai rapporti di forza esisten- timo sottosegretario di Stato alla Pubbli-
di responsabilità democratica” che fu ti- ti. Tra i contrasti vi fu anche quello con ca Istruzione della Dc, ha detto che il suo
pico di Alcide De Gasperi. Pio XII, ma fu sempre un cattolico vero e è stato un tentativo di capire “la lezione”
Marco Taradash, esponente radicale poi sincero che ha creduto nella democrazia di De Gasperi, la sua attenzione “al ruolo
Consigliere regionale di Forza Italia, ha parlamentare, quindi una persona diversa del popolo” nel dinamismo storico, uomo
subito evidenziato che tra la democrazia da quelle che stanno prendendo piede ora. della libertà ma non liberale, trova una ga-
rappresentativa e la democrazia diretta, E’ stata poi la volta di Claudio Frontera, ranzia nelle strutture statuali, si prodiga
predicata oggi dal Movimento 5 stelle e già comunista e presidente dell’Ammini- per la pace e lo sviluppo. Etica politica e
Lega, De Gasperi ha sempre scelto la de- strazione Provinciale livornese, che ha senso di responsabilità sono stati i cardi-
mocrazia rappresentativa. detto che De Gasperi, “protagonista della ni della sua azione storica, come nel 1915
Venendo al libro, Taradash ha chiarito che storia della Repubblica, appartiene a tutti quando propose un referendum che po-
esso mette in risalto tutti “i contrasti” che i democratici”. tesse risolvere il problema dell’Alto Adi-
De Gasperi dovette affrontare come quel- Più che statista, che è un termine che non ge.
lo della legge sul premio di maggioranza mi piace - ha ammesso Frontera - De Ga- Tra i successivi interventi, Massimo Bian-
speri fu “un grande e compiuto uomo po- chi ha sottolineato l’importanza della fi-
litico”. Nelle elezioni del 1948 avvenne una gura di Giuseppe Saragat, Mario Lorenzi-
grande battaglia democratica e i comuni- ni ha citato Mons. Nunzio Galantino, Se-
sti accettarono la sconfitta e insieme ai gretario della Conferenza Episcopale Ita-
democratici cristiani garantirono” il siste- liana che durante un suo intervento mise
ma democratico italiano”. De Gasperi fu il in evidenza l’attualità di De Gasperi nel
protagonista di scelte giuste: la Costitu- “decennio più eroico della storia italiana”,
zione, il riconoscimento del valore della Giorgio Kutufà ha invece esaltato la figu-
libertà, lo sviluppo economico, l’Unione ra di De Gasperi e quella di Moro per il
loro “senso dello Stato” di cui invece si
FRATELLI NERI Europea.
Si adoperò per la ricostruzione dell’Italia imputa la mancanza ai cattolici e Giusep-
S.P.A. e potremmo definire De Gasperi - ha ag- pe Franceschi ha rilevato che l’opera di
giunto Frontera - come l’esponente di “una Matulli è ricca di “intuizioni” che supera-
LIVORNO - ITALY idealità ricostruttiva”. Matulli ci dà una no le normali biografie e che invece sono
visione di De Gasperi che ci porta a ripen- degne di uno storico.
20 sponsor e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Scopri le novità
e le offerte
sul nostro sito
Via dell’Industria 8 - S. Pietro in Palazzi (Cecina)
Tel/Fax 0586/669029 - Cell. 39.335.7777099
info@outletdellaristorazione.it
ORARI: Lunedì-Venerdi: 9-12.30/14.30-19 Sabato: 9-12.30

GUIDI Soc. SECOS srl AUTOFFICINA Paolo di Paolo Di Capua


Tagliandi Multimarche
Costruzioni Edili e Industriali Diagnosi Elettronica
Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay Via Caduti di Nassirya 6 - Rosignano M.mo
Tel. 0586/799456 - Cell. 335/7850476
Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414
e-mail: paolo_dicapua@virgilio.it

Loc. Cotone, 75 - Rosignano Solvay Erogazione del servizio


Tel/Fax 0586.792464 di manutenzione di aree verdi
Via della Repubblica 118
ROSIGNANO SOLVAY
dei F.lli Costantini Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
s.n.c. e-mail: coopgiglio@tin.it
S.C.R.L.

CA.PA. TER s.r.l.


Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e Via Caduti di Nassiriya - Loc. Le Morelline Due - Rosignano Solvay
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Phone: +39 0586 728111 - Fax: +39 0586 728222
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) e-mail: info@simeeng.com - website: www.simeeng.com

COSTRUZIONI EDILI www.soaquadrifoglio.it


info@soaquadrifoglio.it
GEOM. LUONGO ANTONIO
Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) L’attestazione.
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Più conveniente, più edificante

ETRURIA
NORD
Soc. Coop a r.l.
O.M.P.
ROSIGNANO SOLVAY
S.r.l.

Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174


Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Fax. 0586.791173
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 E.mail: omp@omprosignano.it

Di Gabbia A. & Figlio SRL


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI
Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cultura 21

LA XIV EDIZIONE SI SVOLGERÀ DA GIOVEDÌ 14 A SABATO 16 GIUGNO

Parlare di cinema a Castiglioncello


Anna Foglietta, Nanni Moretti, Luca Gua- stava già superando lo scoglio della poe- ti internazionali, la situazione generale del
dagnino, Ferdinando Cito Filomarino, sa- sia femminile, l’incaglio che fa dubitare tanti nostro cinema non è certo delle più flori-
ranno gli ospiti di Parlare di cinema a Ca- della possibilità stessa di una poesia di don- de. Dopo un 2017 davvero «horribilis»,
stiglioncello, la rassegna diretta da Paolo na”. La proiezione serale del film sarà pre- anche il 2018 non sembra iniziato sotto i
Mereghetti che nel corso degli anni ha ceduta da una presentazione di Paolo Me- migliori auspici, soprattutto per i film ita-
puntato proprio sulla possibilità di incon- reghetti con il regista. liani. Alla sua quattordicesima edizione
tro e di dialogo tra il pubblico e chi il cine- Venerdì 15 è la volta di Luca Guadagnino, Parlare di cinema a Castiglioncello vorreb-
ma italiano lo realizza, sullo sfondo di una uno dei nostri registi più apprezzati e cono- be parlare proprio di questo e per farlo ha
cittadina dalle grandi tradizioni cinemato- sciuti all’estero, che nel pomeriggio parte- invitato due dei nostri registi più amati,
grafiche, luogo prediletto da attori, sce- cipa all’incontro con Paolo Mereghetti, Nanni Moretti e Luca Guadagnino. Con
neggiatori e registi che hanno fatto la sto- mentre la proiezione serale del suo film Chia- loro e con il pubblico presente ai nostri
ria. mami col tuo nome, ricco di segnalazioni e incontri cercheremo di scavare dentro que-
Giovedì 14 si comincia, come sempre, nel premi, tra cui l’Oscar a James Ivory per la sto strano malessere nazionale”.
tardo pomeriggio con Paolo Mereghetti sceneggiatura non originale, sarà imprezio- “Ancora una volta portiamo a Castiglion-
che incontra Anna Foglietta, madrina di sita dalla presentazione di alcune scene ine- cello il grande Cinema – aggiunge l’asses-
questa edizione, che successivamente dite e da un’introduzione di Paolo Mere- sora alla cultura e turismo Licia Monta-
inaugura la mostra fotografica Cinema ghetti con lo stesso regista. gnani - negli abituali tre giorni della mani-
davanti al mare curata da Antonio Maral- Sabato 16, nel pomeriggio l’incontro di festazione potremo approfondire le tema-
di grazie all’archivio del Centro Cinema Nanni Moretti con Paolo Mereghetti. Mo- tiche più interessanti ed innovative affron-
Città di Cesena. Le immagini spaziano “dal retti che per la proiezione serale ha scelto tate dal Cinema Italiano e dai suoi più gio-
cinema italiano dell’ultimo ventennio (da 8½ di Federico Fellini, preceduto da una vani ed emergenti protagonisti, inoltre avre-
La meglio gioventù di Giordana a La paz- sua presentazione con il direttore artistico. mo la rara occasione di incontrare Nanni
za gioia di Virzì), senza dimenticare classi- Gli abituali seminari monografici mattutini Moretti, uno dei più grandi e controversi
ci come La terra trema di Visconti, Il sor- (il 15 e il 16) a cura di Antonello Catacchio registi Italiani. Sará ancora una volta
passo di Risi e Io la conoscevo bene di avranno come oggetto quest’anno uno dei un’opportunità di conoscenza, confronto
Pietrangeli”. più grandi registi di tutti i tempi: Steven e discussione sempre più importante e
L’esordiente di questa edizione è Ferdi- Spielberg. Un genio la cui filmografia ha necessaria per rideterminare un’apparte-
nando Cito Filomarino, autore di Antonia, saputo ottenere il più alto risultato mon- nenza sociale e culturale che il nostro Ci-
l’appassionante ritratto della grande poe- diale assoluto al botteghino, spaziando nema contribuisce a mantenere viva e noi
tessa Antonia Pozzi, morta giovane e sui- dalla saga di Indiana Jones a ET, dai Juras- vogliamo amplificare”.
cida senza piena consapevolezza della sua sic Park a Schindler’s List. I seminari si svolgeranno presso la saletta
arte che Eugenio Montale descrisse così E Paolo Mereghetti illustra così questa edi- polivalente del Centro culturale Le Creste
“Anima musicale e facile a perdersi nel- zione dal titolo Cinema italiano: quale futu- venerdì 15 giugno e sabato 16 giugno dal-
l’onda sonora delle sensazioni la Pozzi ro possibile? “Nonostante i riconoscimen- le ore 10:30. La partecipazione è gratuita
fino a esaurimento dei posti disponibili.
Gli incontri e le proiezioni sono ad ingres-
so libero fino ad esaurimento dei posti di-
sponibili.
(*) In caso di brutto tempo gli incontri con
Paolo Mereghetti e gli ospiti e le proiezio-
ni si svolgeranno presso il teatro Solvay
di Rosignano Solvay
I Luoghi di Parlare di cinema a Castiglion-
cello:
La Limonaia - caffè parco del Castello Pa-
squini, piazza della Vittoria 1, Castiglion-
cello ; Centro per l’arte Diego Martelli -
piazza della Vittoria, Castiglioncello; Cine-
ma La Pineta - Arena Estiva - Pineta Mar-
radi, Castiglioncello; Centro culturale Le
Creste, via della Costituzione, Rosignano
Solvay; Teatro Solvay, via E. Solvay, Ro-
signano Solvay.
Per informazioni: 0586 724287 - 521 - 530
Le locandine de La pazza Gioia d Paolo Virzi e 8 e mezzo di F. Fellini. www.comune.rosignano.livorno.it
22 Cultura e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

za, addirittura qualche voce meno be-


FIDAPA, nevola chiede se non si tratti di una
“associazione per signore bon ton”.
ha aggiunto nel suo statuto il settore del-
l’Arte, che nella sezione di Livorno è mol-
to curata, come si noterà nella prossima

giornata Niente di più falso !


La presidente Nazionale, Caterina
Mazzella, quest’anno ha promosso per
Rassegna di Arte Moderna, giunta alla
XXXIV° edizione!” .Così ha introdotto l’ar-
gomento la presidente Angela Lucia Simi-

Open Day l’8 maggio una giornata “Open Day” per


far conoscere l’ Associazione e per dif-
fonderne il messaggio, lasciando all’ini-
ni, che successivamente ha dato la parola
alle delegate e rappresentanti dei singoli
settori.
di Angela Simini ziativa delle sezioni la modalità dello svol- Intanto è stato chiarito che nella sezione
gimento. La sezione di Livorno ha opta- di Livorno, solitamente molto vivace e
to per una conferenza stampa, aperta a molto impegnata, si trovano socie che ri-
Nasce negli anni ’20 negli Stati Uniti
tutti gli interessati e a tutte le testate coprono alte cariche: la coordinatrice eu-
d’America e si diffonde nel Mondo con
cittadine, che hanno risposto con serie- ropea, Giuseppina Bombaci, la presidente
una velocità impressionante ! Oggi la Fi-
tà. E dunque, nella sede del Museo di del distretto Centro(comprendente Tosca-
dapa BPW Italy ( Federazione di donne
Storia Naturale, la presidente, il diretti- na, Lazio, Umbria e Marche) Patrizia Bon-
italiane arti, professioni, affari) è una or-
vo, il consiglio e tante socie hanno ac- ciani Fedi e le delegate e dei diritti che
ganizzazione internazionale che si è af-
colto il pubblico e i giornalisti ai quali ogni bambina porta con sé fin dalla nasci-
fermata grazie al fascino del suo messag-
con semplicità ed affabilità è stato sve- ta, Daniela Armani per la Carta dei Diritti
gio e alla sua natura di “ movimento di
lato un mondo conosciuto per lo più nei della Bambina e Grazia Di Fazio, problema
opinione” che nella sola Italia conta il
suoi aspetti esteriori, meno nella sua dell’educazione distrettuale della nuova
più alto numero di socie: 11.000 di contro
vastità e profondità. iniziativa Gruppo Teaming Up.
alle 25.000 in tutto l mondo. Ma che cosa
“ La Fidapa opera in tutto il mondo a La dott.ssa Bombaci ha aperto un orizzon-
è la Fidapa, al di là delle definizioni? Qua-
sostegno della donna e delle sue attivi- te sulla funzione che la Fidapa svolge pres-
li sono le sue finalità? Le sue manifesta-
tà, delle sue scelte e delle sue potenzia- so gli alti vertici delle Istituzioni, come or-
zioni e le sue iniziative, sempre di alto pro-
lità, al di là delle aspettative che nei se- gano consultivo: ONU, Fao, Unesco, Con-
filo, vengono apprezzate, ma sono tante
coli si sono strutturate e che la società siglio d’Europa, dove la coordinatrice è
le persone che non ne sono a conoscen-
ha messo in atto per lei. Inoltre l’Italia molto attiva nell’aprire nuove sezioni, vedi
Irlanda e, ultimamente anche Vienna giu-
sto per fare un esempio.
Quanto alla Carta dei Diritti della Bambi-
na”, fiore all’occhiello dell’Associazione,
che si è seriamente posta il problema del-
lo status della bambina fin dalla nascita,
difendendone il diritto alla scelta e al ri-
FAMIGLIA CHIANINA MINNOZZI spetto ( scelta della sua funzione nel mon-
do, diritto al rispetto perché si evitino gli

PORCAVACCA
- AGRITURISMO & MACELLERIA -
sconci delle spose bambine, della mutila-
zione degli organi genitali e così via...)
oggi si è fatto un ulteriore passo avanti.
Ispirandosi anche alla Convenzione Onu
Vendita al dettaglio di carni e salumi sui Diritti dell’Infanzia, è stata elaborata
la Nuova Carta con un’impostazione più
interamente prodotti e lavorati in azienda propositiva, che viene presentata con
grande successo ai sindaci in Italia per-
Loc. Poggio Marchino - Rosignano Marittimo ché l’adottino. A tal proposito la socia
Tel. 0586.799032 - Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52 Daniela Armani ha annunciato che anche
a Livorno è stato iniziato l’iter presso il
Comune e che siamo in attesa di risposta.
DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano Sulle numerose iniziative che prendono
vita in Italia, ha parlato Patrizia Bonciani:
AREZZO LUCCA “ Vogliamo coinvolgere le scuole sul tema
San Giovanni Valdarno Gallicano del rispetto e coinvolgere anche i genitori
Montevarchi Antraccoli
Terranuova Bracciolini delle bambine in questa operazione”. Ma
Altopascio
Loro Ciuffena Ponte alla Ciliegia il discorso della Bonciani si è volto anche
Viale Santa Margherita (AR)
.............................................
............................................. sulla capacità imprenditoriale della don-
PISTOIA na, persino nelle aziende agricole dove
SIENA
Abbadia san Salvatore Panicagliora
.............................................
svolge un ruolo di eccellenza nella pro-
Sovicille
............................................. LIVORNO duzione dell’olio e del vino, nello svilup-
FIRENZE Via Cattaneo (LI) po di servizi digitali ad alto livello, nella
Viale Guidoni (FI) * ............................................. medicina e nella moda. E la Fidapa si van-
San Polo (FI) PISA
Fucecchio Montecatini Val di Cecina ta di aver dato un input alle socie che han-
* in ristrutturazione (Loc. La Bacchettona) no voluto cimentarsi in nuove imprese.
............................................. Molto altro si è detto, attirando l’interes-
Alberto Nosè se della stampa e del pubblico presente.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it attualità 23
19

L’INTERVISTA DEL MESE:

La passione e l’arte
dell’italo-olandese
Giorgia Bordigoni
A dire il vero ricor-
di Lorenzo Taccini
do che iniziai perché
volevo stare con una
Giorgia Bordigoni è una giovane venten- mia amica che, ap-
ne che ben rappresenta l’artista ecume- punto, faceva danza.
nico del nuovo millennio: di madre olan- Per tanti anni ho
dese e di padre spezzino, vive e cresce a studiato alla scuola
Livorno, dove si forma e dove attualmen- di Mitzi Testi “Labo-
te sta concludendo il percorso di studio ratorio di danza e
presso il liceo artistico Cecioni. All’atti- movimento”; dai 12
vo un curriculum da ballerina e da artista ai 15 anni sono pas-
in campo figurativo, ma i suoi sogni pun- sata dalla danza
tano in alto… classica a quella mo-
Giorgia, quali sono le tue passioni prin- derna e dopo una
cipali in campo artistico? breve interruzione
Sin da piccola ho sempre avuto la pas- ho ripreso con l’hip-
sione per il disegno ed all’età di 6 anni hop sotto al guida di
ho cominciato la mia formazione anche Marco Ruben. Nel mentre non ho man- dell’accademia NEMO di Firenze per
nel campo della danza. Negli anni sco- cato altre attività quali il tennis, l’equi- l’indirizzo di “Web graphic designer”.
lastici delle medie inferiori, però, il mio tazione, la ginnastica ritmica… E per la nostra città di Livorno non vedi
cuore e i miei interessi si sono diretti Sul piano della valorizzazione dei giova- possibilità di sviluppi in campo artisti-
perlopiù verso la mia passione origina- ni artisti, che differenze noti tra Italia ed co?
ria del disegno. Olanda? Livorno la vedo come una città di pas-
Nei confronti delle arti figurative che Nonostante la mia duplice origine, non saggio per molti artisti che qui trovano
cosa ti appassiona particolarmente? ho grande esperienza in merito, perché spunto ed ispirazione. La città è artisti-
Alle scuole medie inferiori per 3 anni ho ho sempre vissuto qua. Posso dire che le camente ricca, ma non riusciamo a valo-
studiato la riproduzione di opere nelle scuole sono impostate in una maniera rizzare il patrimonio ed a trattenere i
varie correnti artistiche interpretate dai molto differente, ovvero puntano molto turisti, cosa che potrebbe invece gene-
più famosi pittori. Avendo poi fatto la di più al “pratico”, mentre in Italia buo- rare un circuito positivo.
scelta di andare al liceo scientifico (ini- na parte della formazione è incentrata Hai qualche proposta per migliorare il
zialmente il liceo Enriques n.d.r.) ho in- sullo studio individuale. tessuto artistico cittadino?
terrotto il percorso. Con la bocciatura Che cosa vedi nel tuo futuro e dove vorre- Secondo me sarebbe bellissimo promuo-
in classe 3°, ho avuto l’occasione di pas- sti proseguire la tua carriera? vere l’arte del murales, purché le raffi-
sare al liceo artistico Cecioni, ripren- Mi piacerebbe sviluppare la passione gurazioni siano significative. Manca cer-
dendo il percorso soltanto sospeso… per il Design di interni ed esterni ed an- tamente un adeguato museo che celebri
Per quanto riguarda la danza, invece, dare in America. Credo che per formar- la figura di Modigliani! Un altro polo
qual è stato il tuo percorso? mi adeguatamente studierò al biennio fondamentale sono le Terme del Coral-
lo! Sono state uno dei complessi termali
più belli d’Italia, sia livello artistico, sia
sul piano storico. Da parte mia cerco di
contribuire al meglio essendo sempre
attiva sul piano creativo: ho lavorato
alla Fortezza Vecchia per 3 giorni per
un progetto intitolato ‘’Alice nel Natale
delle meraviglie’’; ho fatto esperienza
per 1 settimana alla Scorpio come Web
Graphic Design infine ho collaborato
con ‘’Filistrucchi’’ a Firenze, per impa-
rare ad elaborare delle maschere, nella
costruzione e la rifinitura, per spettaco-
li teatrali, cinema etc..
ELENCO AMMINISTRATORI PROVINCIA DI LIVORNO

ALESSI DANIELA SAN VINCENZO Tel. 0565/705109 GIACCONE RENATO MARCIANA M. Tel. 0565/997026
ARDUINI PATRIZIA CAPOLIVERI Tel. 0565/968066 IMBRIOLO UGO LIVORNO Tel. 0586/886644
BADALONI CLAUDIA LIVORNO Tel. 0586/ LENZI SIMONETTA LIVORNO Tel. 0586/504622
BAQUIS RITA LIVORNO Tel. 0586/893998 LUCI VALERIO LIVORNO Tel. 0586/800785
BARSOTTINI ROBERTO LIVORNO Tel. 0586/ MARESCHI C. DORETTA LIVORNO Tel. 0586/891177
BASILE STEFANIA LIVORNO Tel. 0586/428407 MAZZONI FRANCO LIVORNO Tel. 0586/883416
BONI LUCA VENTURINA Tel. 0565/853311 MAZZONI FEDERICO LIVORNO Tel. 0586/883416
CAMPIDONICO MIRELLA LIVORNO Tel. 0586/210123 MEYER FEDERICO LIVORNO Tel. 0586/
CARNESECCHI FRANCESCO PIOMBINO Tel. 0565/227367 MORANDI DIEGO LIVORNO Tel. 0586/898284
CAZZUOLA ROBERTA SAN VINCENZO Tel. 0565/ MORGANTI MARCO LIVORNO Tel. 0586/812005
CESELLI PIER FRANCESCO LIVORNO Tel. 0586/896160 PAROLLO FEDERICA LIVORNO Tel. 0586/814116
CIAMPI CLAUDIA LIVORNO Tel. 0586/504622 PAROLLO UGO LIVORNO Tel. 0586/814116
COTTINI SERGIO LIVORNO Tel. 0586/1868025 PASQUALI CARLO LIVORNO Tel. 0586/893341
CRIMELLA DEBORA LIVORNO Tel. 0586/ PASQUALI MICHELE LIVORNO Tel. 0586/893341
DE MAGISTRIS MARCELLO SAN VINCENZO Tel. 0565/705109 STUDIO PASQUALI LIVORNO Tel. 0586/893341
DE MATTIA CATIA VENTURINA Tel. 0565/ PISTOLESI ENRICO VENTURINA Tel. 0565/853155
DE SANTI FEDERICA LIVORNO Tel. 0586/210123 ROSSELLI SIMONETTA PIOMBINO Tel. 0565/
DEL SECCO EMANOELA MARCIANA M. Tel. 0565/531513 SABIA MARIA I. LIVORNO Cell. 328/2545914
DOMINICI MICHELA LIVORNO Tel. 0586/887615 SALVATORE ALFONSO CASTAGNETO C. Tel. 0565/775336
FALASCHI SILVIA COLLESALVETTI Tel. 0586/962490 SGHERRI MATTEO LIVORNO Tel. 0586/889403
FAVILLI LUCIA SAN VINCENZO Tel. 0585/701022 SOMMATI PIER DONATO LIVORNO Tel. 0586/893093
FAVILLI LEONARDO SAN VINCENZO Tel. 0585/701022 TARICA MARCO LIVORNO Tel. 0586/887615
FA.IM S.AS. SAN VINCENZO Tel. 0585/701022 UGHI FRANCESCA LIVORNO Tel. 0586/897337
FIORETTI LORETTA LIVORNO Tel. 0586/896363 ULIVELLI ALESSANDRO LIVORNO Tel. 0586/686405
FIORINI MARIA ROSA LIVORNO Tel. 0586/898284 VENTURA VIVIANA PIOMBINO Tel. 0565/
GAGLIANO MARIO LIVORNO Tel. 0586/ VISCONTI GIOVANNI LIVORNO Tel. 0586/815269
GHIGNOLA GIAMPAOLO LIVORNO Tel. 0586/1868025

Sede Provinciale ANACI di Livorno Piazza Attias 13 – 57125 Livorno


www.anacilivorno.it – info@anacilivorno.it