Sei sulla pagina 1di 4

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XX - n° 213 bis Settembre 2020 - Speciale Elezioni

NO
Al voto del 20 e 21 settembre per il referendum
costituzionale sulla riduzione di un terzo del
numero dei parlamentari di Camera e Senato

Un deciso
di Enrico Dello Sbarba di Massimo Cappelli

Già sull'editoriale del Centro di que- Questo numero speciale de IL CENTRO esce solo in versione on line ed è dedica-
sto mese abbiamo sostenuto con for- to interamente alle prossime elezioni regionali.
za le ragioni del "no" al referen- Pur essendo il nostro un Circolo culturale, abbiamo deciso di raccogliere alcune
dum sulla riduzione del numero dei riflessioni e suggerimenti per le forze politiche della Toscana, che trovate negli
parlamentari perchè trattasi di una articoli che seguono, ed anche dare delle indicazioni di voto.
iniziativa assolutamente "populi- Per quanto riguarda il referendum, già nel numero precedente del nostro periodico
sta" priva com’è di una visione or- abbiamo dato una indicazione precisa per votare NO e ne abbiamo elencate le
ganica e razionale su di un sistema ragioni.
parlamentare, sicuramente vetusto Per la composizione del Consiglio Regionale e per la Presidenza della nostra Re-
e superato: un'esigenza che certa- gione l’indicazione che diamo riguarda la coalizione di Centro Sinistra che sostiene
mente non viene soddisfatta da una il candidato Giani e più precisamente le liste del Partito Democratico e di Italia
modifica affrettata e priva di una Viva+Europa, delle quali riportiamo, nel numero, l’elenco dei componenti e i capi
seria prospettiva. lista.
Ci sorprende la conferma del "si" Il prossimo appuntamento elettorale è importante per la nostra Regione e ancor
da parte del Partito Democratico
segue a pag. 2
che, quando era all'opposizione, fu
un convinto sostenitore del "no".
Nell'ultima direzione si è cercato di
giustificare questa inversione di
marcia con l'impegno a provvede-
re, subito dopo, ad una riforma
organica del sistema: ma con chi e
quando? Con la leggerezza istitu-
zionale e le caratteristiche populi-
ste dei 5Stelle che si ostinano, per
esempio, a dire "NO" al finanzia-
mento dei 37 miliardi di euro del segue a pag. 2
MES a tasso zero ed utilizzabili per
il miglioramento del sistema sani-
tario del nostro paese, si farà poca segue a pag. 2
strada.
segue a pag. 2
2 Speciale elezioni

Una linea politica senza bussola


di Franco Spugnesi

Infine dopo aver superato chiusure e duca, senza alcun vantaggio, la rappre- da Salvini, Susanna Ceccardi, ex sinda-
quarantene, almeno per la maggioran- sentatività degli elettori . sarebbe bene co di Cascina e adesso euro parlamen-
za, siamo arrivati al giorno delle vota- riparlarne in un piano di revisione ge- tare ha una statura politica troppo mo-
zioni. Per noi toscani duplice appunta- nerale. Per ora è bene votare NO. desta per la presidenza toscana, e la cam-
mento: il referendum confermativo del- Altro discorso per le elezioni regionali. pagna elettorale l’ha dimostrato: in pra-
la riduzione del numero dei parlamenta- In Toscana il confronto tra centro sini- tica è trascinata dai vari leader nazionali
ri e l’elezione del nuovo consiglio re- stra e destra è il piatto forte della scala- che cercano di trasformare le elezioni
gionale. ta di Matteo Salvini al potere. Non avrà toscane in una prova delle elezioni na-
Riguardo al primo argomento bisogna successo da noi come gli è successo in zionali. Giani potrebbe essere favorito
rilevare che questa riduzione necessa- Emilia. poi dalla possibilità del voto disgiunto,
ria, (dicono i promotori pentastellati) per I candidati alla presidenza non sono che raccomandiamo agli elettori non del
ridurre i costi della politica, produce un particolarmente brillanti. Quello del cen- centro-sinistra, cioè la possibilità di vo-
risparmio modesto che poteva ugual- tro sinistra Eugenio GIANI è un uomo tare il proprio partito ma anche un pre-
mente essere ottenuto riducendo un di apparato, in politica da sempre, sidente diverso.
poco gli emolumenti ai parlamentari at- esperto di mediazioni, sinceramente ri- Ricordiamoci anche che abbiamo la pos-
tuali senza andare a disturbare la Costi- formista un po’ gigione ma che è riu- sibilità della preferenza: è consentita
tuzione che è cosa molto più seria. Inol- scito a consolidare attorno a se un in- votare due preferenze purv siano dises-
tre è significativo che, dopo l’approva- sieme di liste che coprono tutta l’area so diverso.
zione quasi unanime, il parlamento molti del centro sinistra senza, sembra im- Noi livornesi dobbiamo essere consci che
dei sostenitori della riduzione si siano possibile, grandi litigi. mandare un nostro concittadino a Firen-
attivati a promuovere il referendum. Il vero punto di forza di GIANI è, però ze è importante. Senza far nomi, guarda-
Fondamentale poi il pericolo che si ri- la qualità della sua avversaria arruolata tevi in giro, la scelta è vasta e di qualità.
Ne abbiamo bisogno per risollevare le
sorti della nostra città che cerca di risol-
levarsi, e il covid 19 certamente non aiu-
dalla prima pagina dopo che l’anno scolastico è ripreso e ta, da anni di stagnazione.
con l’emergenza Covid non ancora
Enrico Dello Sbarba conclusa, ma è un nostro dovere par-
Quest'ultima nota non c'entra nien- tecipare perché la posta è veramente
te con il voto sul referendum ma ab- alta. I livornesi in lizza
biamo voluto ricordarlo per mette- Un’ultima considerazione sulla decisio- per un posto da consigliere
re in rilievo la diffidenza che man- ne che abbiamo preso, ovvero di dare
teniamo integra nei confronti di una precisa indicazione ai nostri lettori e Ecco i nomi dei livornesi del PARTI-
quel movimento. sulla coalizione di centro destra. TO DEMOCRATICO e ITALIA VIVA in
corsa per un posto da consigliere e
Per cui confermiamo con forza il Come chi ci segue da tempo ben sa,
che che appoggiano la candidatu-
nostro deciso "NO" al referendum in altre occasioni e in altri tempi, quan-
ra di Eugenio Giani a nuovo presi-
ed il nostro voto favorevole nelle do ancora il nostro Circolo era anche dente della Toscana:
elezioni nella nostra regione al Par- un Circolo politico, abbiamo dato indi-
tito Democratico ed ai suoi candi- cazioni diverse riguardanti anche for- Lia Burgalassi, Davide
dati e candidate. mazioni dell’area di centrodestra. Ciabatti, Antonella Giu-
Oggi purtroppo questa area, nel no- zio, Paolo Niccolai, Fe-
Massimo Cappelli stro giudizio, si è fortemente spostata derica Benifei, Gianni
più per la nostra città che aspetta la su posizioni estremiste, appoggiata da Anselmi, Francesco Gazzetti, Ros-
movimenti neo fascisti, intrisa di ele- sana Soffritti.
realizzazione di numerosi progetti che,
se portati a termine, potrebbero rilan- menti e soggetti lontani mille miglia dal
Claudia Agostini, Enri-
ciarne l’economia (Nuova Darsena nostro pensiero democratico e euro-
co Bernardini, Cinzia
Europa, Nuovo Ospedale, nuovi im- peista. Guerrieri, Riccardo Ca-
pianti ENI etc..). È quindi, a nostro Ecco da dove nasce la nostra indica- stellini, Giulia Carotenu-
avviso, determinante che tutti si rechi- zione e la nostra decisione, to, Mattia Gemelli, An-
no a votare. Probabilmente lo faremo Buon voto a tutti i nostri lettori tonella Panza, Alessandro Cosimi.
Speciale elezioni 3

Gli interessi che riguardano Livorno


di Fabio Del Nista

Ai candidati alle prossime elezioni regio-


nali ed in particolare al candidato alla
Presidenza della Toscana - Eugenio Giani
pensiamo sia necessario ed opportuno
sottoporre alcune riflessioni ed anche dei
suggerimenti.che interessano Livorno e
la sua provincia e quindi l'intera regio-
ne.
Il primo riguarda quello che è divenuto,
ormai, centrale: quello della sanità. Set-
tore che ha dimostrato una buona quali-
tà del sistema sanitario toscano. Per
quanto riguarda Livorno non possiamo
che rallegrarci per la scelta, finalmente
definitiva, della ristrutturazione/ricostru-
zione del nuovo ospedale, oltre alla com-

Livorno punta Veduta aerea del porto di Livorno.

sul Recovery Fund: pleta condivisione con l'impegno per


sostenere l'assoluta esigenza ed urgen-
suno ha sollevato il problema delle cor-
sie di sicurezza sulla variante Aurelia or-
chiesti 363 mln. di E. za di forzare il governo affinchè, senza mai al collasso.
ulteriori indugi, richieda il finanziamento In sostanza vorremmo che la Regione
di Angelo Roma di 37 miliardi del Mes indispensabili per Toscana valorizzasse, al pari di altre re-
migliorare le strutture sanitarie del no- altà provinciali, quella che "i Medici" ave-
Sono stati chiesti al governo contributi a
stro paese e quindi anche della nostra vano pensato Livorno come "la porta
fondo perduto per un totale di 363 milioni regione. della Toscana: un indirizzo puntuale che
di euro. Tra i progetti inviati alla Struttu- Per tornare ai nodi centrali per il rilan- trova un riscontro, ai tempi nostri, nei
ra tecnica di missione del Ministero delle cio di Livorno citiamo alcune opere valori economici congiunti del sistema
Infrastrutture rientrano: prioritarie che non possono essere ul- portuale che lega Livorno con Piombi-
- la riorganizzazione della viabilità portua- teriormente rinviate: ci riferiamo ai pro- no e Portoferraio.
le di cintura (73 milioni di E.), getti infrastrutturali del porto, della via- Un altro settore resta quello del turismo
- la resecazione della Calata Orlando e del- bilità verso sud e dell'alta velocità fer- (praticamente tutto il territorio della no-
l’accosto 55 (40 mln di E.); roviaria presenti anche nel programma stra provincia) ed anche dell'agricoltu-
- l’intervento di riprofilamento della man- di governo ma che debbono essere ra- ra avanzata nei comuni di Castagneto e
tellata esterna della diga curvilinea (32 pidamente confermati e finanziati.
mln di E.),
Campiglia con particolare sottolineatu-
- il secondo lotto del riprofilamento del ban-
Un'opera che riteniamo sempre più ur- ra per Venturina.
chinamento del canale di accesso lato gente e prioritaria il famoso "Lotto Un'attenzione particolare richiede, infi-
Torre del Marzocco (13 mln di E.) e il Zero" sulla Via Aurelia nel tratto Ma- ne, il settore industriale (Raffineria ENI,
nuovo punto di controllo frontaliero (13 roccone-Chioma: i progetti sono pronti Solvay ed Acciaierie a Piombino).
milioni di E.). da tempo sia negli aspetti ambientali che Un silenzio assordante, per chiudere, sul
Capitolo a parte per gli interventi di valo- in quelli della sicurezza. comparto finanziario aggravato con
rizzazione del patrimonio culturale, dove Ci sembra sia giunto il momento di as- l'uscita, quasi di scena, prima della Ban-
figurano richieste di fondi per interventi sumere impegni seri e concreti In pro- ca Toscana,poi della Banca Popolare
quali quelli: posito sarebbe stato opportuno che il dell’Etruria e, infine, quella, molto ri-
- di restauro del Forte di Bocca (8 mln di candidato alla presidenza avesse fatto dotta, del Monte dei Paschi di Siena: al-
euro); o gli avessero proposto di rendersi conto fiere dello sviluppo economico della no-
- di valorizzazione della Fortezza Vecchia dell'assoluta necessità di questo mitico stra regione. Anche questo è un com-
(21 mln di E.); "Lotto Zero" che attendiamo da decine parto su cui è urgente intervenire se si
- di recupero funzionale del silos granari di anni. intende veramente soccorrere l'econo-
(28 mln di E.). Sempre a proposito della viabilità nes- mia dell'intera regione.
4 Speciale elezioni

Ne parliamo con Eleonora Agostinelli, vicepreside del Liceo Enriques di Livorno


e presidente della 7° Commissione (Istruzione, Cultura, Turismo e Sport),

I problemi della Scuola


bligatoriamente a casa in caso di tempe- sedia sostituisce il banco che occupa
di Angela Simini ratura oltre i 37,5° e sono previsti locali più spazio). Grandi passi in avanti si
in cui uno studente possa ritirarsi col sono fatti anche per i più piccoli. Il si-
medico. Assicurato anche il sostegno stema zero-sei anni è stato alimentato
Non sono pochi gli interrogativi sull’im- psicologico in situazioni di stress, timo- dall’intervento della Regione, sia dal
minente riapertura delle scuole, compro- re di contagio, difficoltà di concentra- punto di vista finanziario, che di soste-
messa dalla ripresa dei contagi, alla qua- zione, situazione di isolamento. Norme gno alla crescita quantitativa e quali-
le si aggiunge il duplice appuntamento molto severe regolano l’igienizzazione tativa. Il sistema toscano di educazio-
elettorale per il Referendum Costituzio- e la pulizia personale, di ambienti e arre- ne della prima e della seconda infanzia
nale e per il rinnovo dei rappresentanti di. Inoltre dal 1° settembre tutto il è diventato, negli anni, un modello di
della Regione Toscana, il 20 e il 21 set- personale del sistema scolastico ha l’op- riferimento nel panorama nazionale”
tembre: di nuovo scuole chiuse, affol- portunità di svolgere test diagnostici. - Quale sarà il prossimo passo?
lamento e disinfezione. - Come ovviare al problema degli spazi “L’obiettivo più generale è la gratui-
Che cosa ci aspetta? Che cosa ha fatto e delle aule? tà dei nidi, un progetto molto ambizio-
la Regione e che cosa ci aspettiamo an- “E questo è il punto dolente, perché so, che garantisce l’aumento dei posti
cora? Sono questi i tre nodi di cui par- sarà inevitabile , ma anche problema- di contro alle lunghe liste di attesa e
liamo con la consigliera Eleonora Ago- tico praticare una frequenza scolasti- rette ancora alte, soprattutto nel pri-
stinelli, vicepreside del Liceo Enriques ca in turni differenziati e pianificare vato, scomodità e distanza da casa o
di Livorno, presidente della 7° Commis- per gli studenti una fruizione di didat- dal luogo di lavoro. Poi, un problema
sione (Istruzione, Cultura, Turismo e tica e di attività in presenza e, in via molto serio, è la questione dell’edilizia,
Sport), personaggio particolarmente complementare, di didattica digitale problema che ovviamente non può essere
sensibile al rapporto scuola-lavoro-so- integrata (DID), quando il contesto la demandato alla Regione, ma che necessi-
cietà, attenta alla didattica e all’acco- renda preferibile. Nei casi di disabili- ta di un intervento a livello nazionale”.
glienza delle fasce più deboli della po- tà la didattica sarà pianificata in La professoressa traccia un quadro im-
polazione. Per prima cosa tranquillizza riferimento alla tipologia di disabili- pressionante ricavato dall’analisi della
sulle norme di sicurezza prese per il rien- tà, garantendo in via prioritaria la Fondazione Agnelli: in Italia sono 39.079
tro dal Governo, dal Comitato Tecnico didattica in presenza”. gli edifici scolastici attivi, abitati quoti-
Scientifico, dalla Regione e dai Comuni, La Agostinelli assicura inoltre che, se i dianamente da circa 8 milioni di studen-
anche se restano scoperti i vecchi pro- bambini 0-6 anni non hanno l’obbligo ti, un milione di docenti e oltre 200.000
blemi, che avranno ancora più peso, ora della mascherina, tutto il personale è amministrativi, tecnici e ausiliari (ATA).
che abbiamo maggiore necessità di spa- però tenuto all’utilizzo corretto di Dpi L’età media degli edifici è di 52 anni, due
zi: l’edilizia scolastica primo tra tutti , (dispositivi di protezione individuale): scuole su tre sono state costruite prima
che però attiene al Governo, le risorse guanti in nitrile e dispositivi di protezio- del 1976 e per rinnovarle servirebbero
da reperire in un momento in cui il pil è ne per occhi, viso e mucose - nelle varie circa 200 miliardi di euro. Si aggiungano
basso, e cioè l’abbandono scolastico. attività, incluso il cambio dei pannolini. lesioni strutturali a cui non si provvede,
“Ma la Regione Toscana è all’avanguar- - Cerchiamo ora di sapere che cosa han- più della metà delle scuole si trova in
dia per la scuola - premette la Agostinel- no fatto e che progetti hanno gli organi zona a rischio sismico e una su quattro
li - e Livorno è l’unica città che ha aper- preposti ai problemi scolastici. in zona a rischio idrogeologico.
to i Nidi il 1° di settembre”. “Premetto che dalla Provincia ho ri- Ed ancora: impianti elettrici e anti-incen-
Procediamo per ordine, a seguito dal- cevuto quanto mi era necessario. Ed è dio non a norma, mancanza di certificati
l’aumento contagi tra i giovani, per la doveroso riconoscere che la Toscana di agibilità statica, di agibilità igienico-
scuola si sono prese severe misure di è una delle regioni più avanzate ri- sanitaria, di prevenzione incendi. Molte
sicurezza: il Protocollo siglato il 6 ago- spetto all’emergenza COVID nella scuole sono sprovviste di barriere archi-
sto dalla ministra Lucia Azzolina, dalle scuola. Sono stati destinati fondi per tettoniche e accessibilità, parcheggi per
organizzazioni sindacali e dalle asso- mascherine, gel igienizzanti, acqui- disabili o ascensori. Se però la percen-
ciazioni dei dirigenti scolastici, intro- sto di arredi e interventi di edilizia tuale del Pil che l’Italia destina all’istru-
duce una figura di riferimento interna leggera, acquisto di tablet e chiavette zione è del 3,9%, è chiaro che che deve
all’istituto che gestirà eventuali emer- di connessione per gli studenti che ne essere aumentata. Un risultato che ci po-
genze e contagi in contatto con il medi- erano sprovvisti, per permettere di se- siziona al terzultimo posto nell’area euro
co dell’Asl e il dirigente scolastico. guire le lezioni con la didattica a di- e al quintultimo nell’intera Ue, possiamo
Contingentati anche gli ingressi dei vi- stanza. E’ stato possibile l’acquisto di comprendere che restano poche illusioni
sitatori esterni, lo studente potrà esse- banchi più piccoli (singoli 50x60) e sul domani. Una situazione così carente
re accompagnato da un solo genitore o sedie con ribaltina per permettere il renderà ovviamente molto più complica-
da persona a ciò delegata. Si resta ob- distanziamento sociale nelle aule (la to il prosimo rientro degli studenti in aula.