Sei sulla pagina 1di 24

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XVIII - n° 193 Novembre 2018

DOPO QUELLA DEI PARTITI E DEI DEMAGOGHI


L’Editoriale
di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it
L’epoca dei Ciceruacchio
UNA NEMESI STORICA di Nicola Graziani

Considerazioni La crisi del sistema politico italiano è ben


più profonda del confronto, tutto sorrisi e
quarto di secolo di diaspora più o meno
imposta, più o meno accettata. Perché dai
sull’attuale coltelli, che caratterizza questa strana alle-
anza di governo scaturita dalle elezioni del 4
vertici della Conferenza Episcopale giun-
gono appelli di grande chiarezza ad una rias-
momento marzo. Otto mesi fa abbiamo assistito ad un
nuovo passo in direzione della dissoluzio-
segue a pag. 2

politico ne del sistema democratico. Prima abbiamo


vissuto l’epoca dei partiti, da Berlusconi in Circolo Culturale “Il Centro” - Via Trieste 7 - Livorno
Martedì 13 Novembre, h. 17.45
poi quella dei demagoghi, ora assistiamo a
All’indomani delle elezioni politi- incontro con il
quella dei Ciceruacchio.
che del 2013 i cui risultati non con- Non illudiamoci: ci sarà sempre qualcuno Prof. Marco Cannito
sentivano la formazione di un go- più populista di chi lo ha preceduto, pronto Consigliere comunale
verno a maggioranza precostitui- a spacciare per soluzione facile e salvifica la della lista Città Diversa
ta, l’on Bersani cercò di trovare propria cattiva moneta di false promesse e
Moderatore:
un’intesa con il M5Stelle che ave- cattive intenzioni.
Dott. Fabio Del Nista
va, imprevedibilmente, riportato Le parole d’allarme sono state persino abu-
un importante successo elettora- sate negli anni passati. Ora è il caso di ini-
ziare ad assumersi delle responsabilità. Ci Circolo Culturale “Il Centro” - Via Trieste 7 - Livorno
le ma quel tentativo fallì sul na-
deve essere una risposta di fronte non solo Venerdì 23 Novembre, h. 17.45
scere con l’on. Bersani messo in- incontro con
giustamente alla berlina dagli irre- al vuoto della proposta di Lega e 5 Stelle,
quieti e scostanti esponenti del mo- ma anche alla inconsistenza – culturale, pro- Dott. Alberto Ricci
vimento inventato dal comico gettuale – di un centrosinistra sfibrato e de- Presidente Confindustria
strutturato dal renzismo come di un centro- Livorno - Massa Carrara
Beppe Grillo.
destra che non sa più da che parte voltarsi
Nacque, poco dopo, il governo Moderatore:
ora che Berlusconi non è più in grado di
Letta che si avvalse, inizialmente, Dott. Enrico Dello Sbarba
reggerne le sorti.
del voto favorevole di Forza Ita- Crisi di sistema, l’attuale, che sollecita non
lia. La candidatura e la successi- più solo alla riflessione, ma anche all’azione Sala Conferenze “Fondazione Livorno (g.c.)
va elezione di Mattarella alla Pre- della maggioranza silenziosa di questo Pae- Piazza Grande 21 - Livorno
sidenza della Repubblica non tro- se che o non va più a votare, o lo fa sempre Mercoledì 28 Novembre, h. 16.30
vò il gradimento di Berlusconi più delusa. Dare risposta a questo naturale presentazione di
che, per una reazione assurda e e innegabile scontento è un dovere ancor Diseguali. Il lato
sbagliata, tolse la fiducia a quel prima che un diritto; una chiamata e non un
governo che, tuttavia, riuscì a so- calcolo. Partire dalle realtà locali non può oscuro del lavoro
pravvivere grazie alla scissione da che essere il passo più naturale: troppo spes- Ernesto Paolozzi
libro di
Forza Italia di una componente so la politica è stata in questi anni gioco di e Luigi Vicinanza (Direttore de Il Tirreno)
guidata da Angelino Alfano. elites di destra come di sinistra. Un movi-
Relatore: Enrico Mannari
Successivamente il blitz di Mat- mento di base che trovi poi in tempi ragione-
teo Renzi che, inorgoglito dal volmente rapidi una forma organizzativa ed Moderatore:
un raccordo con il centro. Dott. Enrico Dello Sbarba
segue a pag. 2
Prima di tutto, però, un ritrovarsi dopo un
2 Politica

dalla prima pagina Moro!) incontrarci. Per questo si è deciso di com-


piere un primo passo, elementare. Una rac-
Partito Democratico e Forza Italia, in
Considerazioni un momento, come quello che stiamo
colta di firme in calce ad una lettera, che un
giornale importante per la Toscana si ap-
sull’attuale attraversando di grave difficoltà, pre-
presta a pubblicare nelle prossime settima-
valentemente di ordine sociale ed eco-
momento politico nomico, due componenti politiche si-
ne. Chiediamo di tornare a fare rete, a co-
noscerci dopo anni di divisioni, per ripren-
curamente democratiche ed entrambe dere un cammino comune. E, soprattutto,
grande successo riportato nelle elezio- convintamente legate alla Comunità Eu- rispondere ad una chiamata. Guai a quel
ni europee del 2014, provocò la crisi ropea, avrebbero potuto governare tran- servo di Dio che ricevuto un talento dal
del governo Letta assumendo diretta- quillamente insieme e concorrere a far padrone, lo sotterra per paura di perderlo.
mente, con la stessa maggioranza, la uscire il Paese dal ginepraio nel quale è La paura, il timore, non sono ammessi. Biso-
guida dell’esecutivo. Poi gli eventi suc- caduto con questo “inimmaginabile ed gna essere, oggi più che mai, liberi e forti.
cessivi che si sono conclusi con la do- inconfigurabile governo legato da un
lorosa sconfitta sul referendum del contratto! Chi fosse interessato ad approfondire il ragio-
4 dicembre 2016 e quello, davvero Un’alleanza che sicuramente avrebbe namento scriva a questo indirizzo di posta elet-
sconvolgente, delle elezioni politiche del consentito di affrontare, oltre alla crisi tronica insiemeperlatoscana@gmail.com. Sarà
marzo scorso che ha finito con lo spa- il benvenuto.
socioeconomica, anche di respingere e
lancare le porte ai due movimenti co- contenere la inquietante e pericolosa
siddetti “sovranisti e populisti” 5Stelle marea estremista che, andata inopina-
e Lega che, attraverso l’ormai celebra- (eds) - Da molti anni, Nicola Graziani col-
tamente al governo, sta mettendo in labora con il nostro mensile (è figlio d'ar-
to “contratto” stanno governando o, a serio pericolo i già difficili e complessi te: il compianto padre Pierino, notissimo
seconda dei pareri” sgovernando il no- problemi più sopra citati e la stessa col- giornalista della RAI, ha condotto anche
stro paese. locazione all’interno dell’Europa. il Telegiornale, poi senatore democristia-
Ebbene, abbiamo intitolato questo no- Molti certamente non concorderanno no, per più legislature, eletto nel collegio
stro editoriale “una nemesi storica” per- con questa nostra diagnosi ma è indub- della Versilia).
ché, l’ancor oggi incomprensibile ed bio che un governo che fosse stata Nicola è giornalista quirinalista per conto
assurda decisione di Berlusconi di in- espressione di una maggioranza com- dell'Agenzia Italia e sempre più spesso
terrompere quel difficile accordo par- posta da componenti saldamente demo- compare nei vari programmi di attualità
lamentare per una insensata reazione alla cratiche ed euroconvinte avrebbe po- politica della Televisione.
scelta di Matteo Renzi e del PD di can- tuto scrivere un’altra storia in un mo-
didare alla Presidenza della Repubblica, mento così delicato ed incerto quale sta
un politico serio, equilibrato e respon- attraversando l’Italia.
sabile come Mattarella in luogo di una L’inconsulto attacco che il giovane lea-
candidatura più gradita, ha di fatto spa- der di Pomigliano d’Arco, già apprez-
lancato le porte all’ibrida alleanza che zato stewart allo Stadio San Paolo di
vede, almeno fino ad oggi, saldamente Napoli, ed oggi Vicepresidente del Con- Mensile del Circolo Culturale “Il Centro”
d’accordo il M5Stelle e la Lega alla gui- siglio e Ministro di importanti dicaste- Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
da del paese. Due forze, come hanno ri, quelli dell’Economia e del Lavoro
ammesso loro stesse, opposte e con- Redazione ed Amministrazione:
ha scagliato contro il Presidente della Via Trieste 7 - 57124 Livorno
trarie premiate, in maniera sconvolgen- BCE - Mario Draghi - che, all’indo- e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
te, dagli elettori oltre le più ottimistiche mani della gravissima crisi mondiale www.circoloilcentro-livorno.it
previsioni, relegando PD e Forza Italia del 2011, salvò l’Italia e l’Europa dal DIRETTORE RESPONSABILE:
ai minimi della loro storia elettorale. crac finanziario, la dice lunga in quali Enrico Dello Sbarba
Abbiamo voluto fare questo “excursus” mani l’Italia e noi italiani siamo preci- COMITATO DI REDAZIONE:
per mettere in rilievo il clamoroso erro- pitati. Massimo Cappelli,
re politico commesso, all’epoca, dal Laura Conforti Benvenuti,
Cavaliere che rischia di mettere in di- Sergio Cini, Valeria Grillo,
scussione la continuità democratica del- L’epoca Luca Lischi, Mario Lorenzini,
Mauro Paoletti, Angela Simini,
l’Italia ed il suo insostituibile aggancio Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
con l’Europa Comunitaria. dei Ciceruacchio
Hanno collaborato a questo numero:
Poteva non piacere, avrebbe sicura- sunzione di responsabilità. E, soprattut- Cristina Battaglini, Franco Biancani,
mente provocato proteste e contrasti to, a tornare insieme. I tempi, poi, lancia- Francesco Butini, Massimo Cappelli,
ma, quell’accordo, rientrava nella logi- Laura Conforti Benvenuti, Sergio Co-
no i loro segni. Papa Francesco ha cano- stalli, Fabio Figara, Gianni Giovangia-
ca delle cose e nella talvolta cruda real- nizzato poche settimane fa Paolo VI, l’uo- como, Nicola Graziani, Luca Lischi, Ma-
tà della politica. (Nel 1977 la D.C. ed il mo che conosceva l’importanza di una pre- rio Lorenzini, Ranieri Marconi, Franco
P.C.I., dopo le elezioni del 1976, trova- Spugnesi, Lorenzo Taccini.
senza del laicato cattolico organizzato in
rono un accordo politico per salvare il politica, e che operava incessantemente STAMPA: Tipografia Sagittario - Bibione (VE)
Paese) vi era, perciò, già un preceden- per ricucire gli orditi, rimediare agli strappi. Giornale chiuso in tipografia il 2/11/2018
te poi stroncato dall’uccisione di Aldo Lo spirito dei tempi ci chiede di tornare ad
Politica 3

Gronchi, Mattarella
e l’Europa smarrita
di Francesco Butini

Ricorre quest’anno il quarantesimo an- gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, di-
niversario della morte di Giovanni Gron- versamente alla politica degasperiana fa-
chi, il primo presidente della Repubblica vorevole all’ingresso dell’Italia nel Pat-
italiana espresso dai democratici cristia- to Atlantico.
ni. E l’ultimo presidente della Repubbli- Addirittura già nel 1921, quando era de-
ca formatosi dentro la storia dei demo- putato per il Partito Popolare di don Lui-
cratici cristiani italiani, Sergio Mattarel- gi Sturzo, Gronchi parlava in Parlamento
la, è intervenuto alla cerimonia di com- in questi termini: «io non lo considero,
memorazione a Pontedera il 18 ottobre questo nostro Paese, a modo di colleghi
scorso. Giovanni Gronchi e Sergio Mattarella di altre parti della Camera, in atteggia-
Giovanni Gronchi fu espressione di quel- mento di guascone rivendicatore di certi
la Toscana cattolica e democratico cri- sue analisi e prospettive. diritti imperialistici o nazionalistici: ma lo
stiana che negli anni Cinquanta e Ses- Nel suo ricordo a Pontedera nel mese considero come espressione di legittimi
santa del secolo scorso caratterizzò i scorso, il presidente Mattarella non ha interessi generali, dell’interesse delle
vertici delle istituzioni repubblicane. mancato di ricordare come sia stato du- classi lavoratrici...» (Camera dei Depu-
Sono gli anni del pontederese Gronchi, rante la permanenza di Gronchi al Quiri- tati, 28 novembre 1921).
appunto, che fu presidente della Camera nale che i Trattati istituivi delle Comuni- Nel pensiero e nell’azione di Gronchi nel
dei Deputati dal 1948 al 1955, e presiden- tà europee fossero stati firmati a Roma secondo dopoguerra si profila un’Italia
te della Repubblica dal 1955 al 1962. Sono nel 1957. E ha ricordato le parole di Gron- che non trae alcun vantaggio dall’esa-
gli anni dell’aretino Amintore Fanfani, chi con le quali ammoniva come «cia- sperazione del proprio nazionalismo. E
che fu presidente del Consiglio nel 1954, scun Paese deve persuadersi che i pro- che trova, secondo gli orientamenti di
dal 1958 al 1959, e dal 1960 al 1963, non- pri interessi sono efficacemente e dure- Gronchi, nel nuovo mondo arabo che
ché uno dei più longevi e potenti segre- volmente difendibili soltanto entro un emerge dalla decolonizzazione una op-
tari politici della DC. Ma furono anche quadro di solidarietà e concordia». In portunità grande per l’Italia e per la sua
gli anni del fiorentino Adone Zoli, presi- altre parole, il patriottismo difende una iniziativa politica.
dente del Consiglio dal 1957 al 1958, e identità e si spinge alla ricerca di una Le Comunità europee prima, e l’Unione
dell’altro aretino Brunetto Bucciarelli concordia sovra-nazionale, mentre il na- europea poi, hanno assicurato «un pa-
Ducci, presidente della Camera dal 1963 zionalismo esalta se stessi contro le al- trimonio inestimabile di pace e di benes-
al 1968, nonché di ministri e sindaci di tre nazioni. Il patriottismo schiude le sere» ha detto il presidente Mattarella
grande rilievo quali Giuseppe Togni o porte verso la solidarietà in Europa, il ricordando il suo predecessore.
Giorgio La Pira. nazionalismo mina alla radice l’integra- Viviamo un’Europa smarrita, e nel suo
In questa Toscana democratico cristiana zione europea, esaltando le differenze e smarrimento si perde anche l’Italia. Oggi
che ha dato lustro all’Italia in decenni manipolando le convergenze. passa l’idea che l’Europa sia l’ostacolo
cruciali per lo sviluppo economico del Gronchi aveva fiducia nelle organizza- al benessere, ma la sua eventuale di-
Paese e per la sua collocazione interna- zioni internazionali all’interno delle quali sgregazione potrà essere il più lungo
zionale, Giovanni Gronchi svolse un ruolo l’Italia poteva svolgere una sua origina- salto all’indietro della nostra recente
significativo. A volte contestato, qual- le politica estera. Addirittura si spinse storia. Un salto nel buio. Soprattutto per
che volta isolato, sempre originale nelle verso una posizione “terzoforzista” tra la pace.

(eds) - L'autore di questo interessante articolo


è Francesco Butini, scrittore (ha già presentato
almeno tre libri) da tempo affermato ed apprez-
zato collaboratore de Il Centro.
Capisco che, per la sua sensibilità e correttezza,
abbia volutamente evitato, nel ricordare i prin-
cipali esponenti della Democrazia Cristiana del-
la Toscana, quello di Suo padre: l'indimentica-
bile sen. Ivo Butini, uno degli esponenti più pre-
stigiosi e preparati di quel grande partito che fu
ed al cui ricordo sono eternamente legato. Lo
faccio io, indicando in Ivo Butini, il mio mae-
stro, insieme a tanti altri amici toscani, una del-
L’accoglienza che nasce dal cuore. uappala.com le figure più rappresentative della storia della
D.C. oggi rimpianta da milioni di italiani.
4 Politica

Al mercato con i nuvoloni


di Sergio Costalli

Oriana Fallaci ci raccontava, in un suo peculiare razionalità, insita nella loro ra- ne degli algoritmi, ovvero quei programmi
bellissimo romanzo, che quando il Gran- gion d’essere, in quanto agiscono per trar- che consentono alle “macchine” di ope-
ducato di Toscana fu invaso dalle truppe re beneficio dalle incertezze e dalla emoti- rare da sole, le sale operative si stanno
napoleoniche, in nome della libertà, della vità degli investitori meno accorti o meno spopolando e i cervelli elettronici stanno
fraternità e dell’uguaglianza, furono im- preparati o comunque meno informati. subentrando ai cervelli umani: se c’è poco
poste al popolo “moderne” e diverse leg- Che cos’è allora questo “mercato” se da fidarsi dei secondi ancor meno c’è da
gi e costumanze. Ovviamente, come sem- non decine di migliaia di operatori [leg- fidarsi dei primi. A mercato aperto, sia
pre è accaduto e come sempre accade, si gasi intermediari] che, nel mondo, ogni “orso” o “toro”, mentre gli investitori al-
trovarono subito gli estimatori del nuovo giorno e ognun per sé, debbono “incre- talenano tra profitti e perdite, gli interme-
e i fiancheggiatori del novello ordine ret- mentare il valore” del portafoglio gesti- diari guadagnano sempre. Quanto più
to dalle baionette francesi. Furono pian- to smanettando davanti agli schermi dei grandi sono la confusione e l’incertezza,
tati in ogni sperduto borgo gli alberi della loro PC, bramando di far muovere a loro maggiore è il numero delle operazioni e
libertà e, sempre in nome della libertà e favore indici e tassi, conoscendo alle più cospicue sono le commissioni.
dell’uguaglianza, iniziarono a piovere or- volte solo sommariamente che cosa real- I “Nuvoloni” dei nostri tempi parlano e
dinanze di requisizione di vino e olio, di mente si pone dietro a quei dati. straparlano, dicono e si contraddicono,
farina e cereali, di legumi e fieno, di carri e Numeri generati da altri numeri, impulsi affermano e negano, promettono e rinvia-
cavalli, di pecore e buoi, di opere d’arte e elettronici generati da impulsi elettronici no ogni giorno, più volte al giorno. Voglia-
di quant’altro tornasse utile e comodo al che quotano la vita reale e il lavoro di mo questo e vogliamo quello; governo del
fraterno occupante. Tali ordinanze, di so- miliardi di persone secondo ragioni e in- cambiamento; abolizione della povertà
lito emanate da un collaborazionista loca- dirizzi sconosciuti ai più. I giovani opera- [sic!]; giustizia sociale; manovra del po-
le, investito di un qualche misero potere, tori di sala sono mossi da un’idea fonda- polo per il popolo; vogliamo… vorremmo;
avevano come protocollo “libertà ed mentale e primordiale, operano infatti facciamo… faremo; cambiamo… cambie-
eguaglianza” e come escatocollo “salu- guidati unicamente dall’avidità: compra- remo. Musica sublime, cornucopia per gli
te e fraternità”. no e vendono il futuro cercando di molti- intermediari [il mercato]. Al mercato [agli
Ancor più celebri si resero i proclami ema- plicare il denaro manovrando il denaro. intermediari] in realtà non interessa quan-
nati direttamente dall’autorità occupante Tutto estremamente chiaro; tutto estre- to la manovra governativa si possa allon-
che riportavano come immancabile pre- mamente normale: chi dispone di pochi o tanare dai parametri europei; se venga elar-
messa il già aristocratico “Nous Voulons” tanti soldi desidera di solito accumularne gito un reddito ai nullafacenti o se un con-
[Noi Vogliamo]; da qui, secondo l’uso to- ancor di più partecipando al bel gioco dono agli evasori sia spacciato come pa-
scano della “presa in giro” che non ha della finanza. cificazione fiscale; se chi ha pagato qua-
mai risparmiato neppure i più terribili oc- Nessuno è “innocente”… tutti sono “in- rant’anni di contributi previdenziali sia ri-
cupanti, l’appellativo dato ai francesi di nocenti”. E’ la vita, qui e ora. E’ sufficien- tenuto un parassita da penalizzare mentre
“Nuvoloni”. Se non altro gli occupanti di te essere titolari di un conto corrente e, invece chi nulla ha versato sia un avente
allora non insultavano i maggiori contri- anche se non lo sappiamo, anche se non diritto da tutelare; se il contribuente a red-
buenti con epiteti volgari, si limitavano a lo vogliamo, facciamo già parte del gio- dito fisso sia soggetto all’aliquota margi-
derubarli e a rastrellare ciò che “comoda- co. Gli operatori finanziari sono un nume- nale del 43% mentre i proventi finanziari
va” in nome della fratellanza, dell’ugua- ro enorme ma quelli che contano davve- siano assoggettati a un’aliquota mediana
glianza e della libertà. Ai giorni nostri, es- ro sono solamente alcune migliaia e quel- pari alla metà. No, al mercato [agli interme-
sendo fortunatamente venuti meno gli li che realmente “fanno il mercato” sono diari] questo proprio non interessa, anche
occupanti “manu militari”, stiamo suben- poche decine. Con la massiccia immissio- se grida allo scandalo ne trae invece be-
do un altro tipo di occupazione, più raffi- neficio in danno del gregge dei risparmia-
nata e meno appariscente ma egualmente tori. Comunque vada sarà un successo e,
dannosa: l’occupazione “giacobina” del- proprio alle brutte, il mercato [gli interme-
le menti che ha fatto scempio della nostra diari] sa già che con una bella imposta pa-
Cultura. trimoniale, magari mascherata da “aggior-
Nell’articolo pubblicato sul numero di lu- namento” dei parametri catastali, ogni de-
glio/agosto di questa rivista avevo già bito dello Stato potrà essere in futuro ono-
avuto modo di sottolineare che i mercati rato pure con il plauso ragionieristico di
finanziari esistono e, in quanto tali, ope- buona parte della rigorosa opposizione,
rano incessantemente e che nessun Go- già disponibile allo scopo pur di “rigo-
verno, da solo, può fermarli. Avevo inol- vernare” e pronta a rispondere alla chia-
tre rilevato che essi possono essere rite- mata in “difesa dell’Europa”. Liberté, éga-
nuti tanto razionali quanto irrazionali ma lité, fraternité…
non sciocchi, giacché sono dotati di una Au revoir.
Politica 5

Nei cinque mesi di governo lo spread è salito da 130 punti (che bel ricordo!) a 300

Bye Bye risparmi! ché nella differenziazione degli stessi pos-


di Massimo Cappelli sparmiatori che avevano tali titoli hanno
visto ridursi i loro risparmi. sono esserci titoli di stato o azioni che ri-
Le Banche italiane che hanno comprato sentono di quanto detto.
Qualche settimana fa abbiamo visto i par- copiosamente tali titoli, per sostenere il Ma se un risparmiatore ha solo soldi sul
lamentari del movimento cinque stelle fe- debito pubblico del nostro Paese, e che conto corrente? Nel breve non risentirà
steggiare, sotto Palazzo Madama, per l’ap- ora fanno parte del loro patrimonio, vedo- di questa situazione, salvo pagare even-
provazione anche al Senato, del provvedi- no quest’ultimo impoverirsi. Questo com- tuali maggiori oneri alla banca. Tuttavia
mento che rivedeva il trattamento pensio- porta almeno due conseguenze : la dimi- se dovesse prolungarsi, determinando
nistico dei parlamentari. nuzione del loro valore in borsa, la ridu- forti criticità, il risparmio sui conti cor-
Volti sorridenti, segni di vittoria e cartelli zione del capitale per i cittadini che aves- renti che è di oltre 1300 miliardi su quat-
con scritto “Bye Bye Vitalizi”. sero tali azioni. Inoltre, se il trend negati- tromila miliardi di risparmio complessi-
Una riuscita operazione di propaganda elet- vo dovesse proseguire, potrebbe deter- vo, quasi due volte il nostro debito pub-
torale ripresa dai media sempre più acritici minare la necessità di una loro ricapitaliz- blico (di 2300 miliardi), potrebbe essere
e disattenti. zazione, con riduzione del patrimonio e preso di mira per garantire quest’ultimo.
Infatti dal 2012 per coloro che sono eletti nuovamente penalizzazione degli azioni- E’ già accaduto in passato quando, dal-
in Parlamento i “vitalizi” non esistono più. sti. Altro che Banca Etruria ! qui si parla la sera alla mattina gli italiani subirono
Il loro trattamento pensionistico è stato dell’intero sistema creditizio con danno un prelievo forzoso per pareggiare i con-
allineato a quello degli altri cittadini, senza enorme. ti. Ed è questo il ragionamento che mol-
particolari privilegi. Inevitabilmente questo si ripercuote sui ti, a livello europeo, stanno facendo:
Il provvedimento “Bye Bye Vitalizi” riguar- tassi di interesse applicati con penalizza- perché concedere all’Italia di aumentare
da nella realtà circa 2.600 ex parlamentari, zione dei cittadini che hanno necessità di il deficit se i patrimoni privati sono tra i
in pensione con il precedente trattamento, in rivolgersi al sistema bancario per un pre- più elevati?
verità molto più favorevole. Questo benefit stito sia per acquisto di un bene mobile A buon intenditore poche parole! Bel ri-
per i uovi parlamentari è stato però definiti- che immobile o per finanziare una impresa sultato sarebbe!
vamente eliminato dal governo Letta. o una attività commerciale..
Ma di trattamento pregresso si parla, sog- La manovra economica ha poi prodotto il
getto ai ricorsi degli interessati , che stan- giudizio negativo delle agenzie di rating
no arrivando a centinaia e che con moltis- che hanno declassato il nostro Paese ap-
sima probabilità costringeranno il gover- pena sopra al gradino Junk (spazzatura).
no giallo-nero a rivedere quanto fatto. La Ce ne possiamo “fregare”, come ducesca-
alta probabilità di insuccesso era stato il mente dice Salvini?
motivo per cui i precedenti governi non Penso di no. L’abbassamento del rating
avevano proceduto verso questa platea all’Italia comporta anche l’abbassamento
ridotta di privilegiati. del rating per le aziende italiane quotate
Dove invece il governo sta procedendo che, secondo i criteri di queste agenzie,
con sicuro successo, almeno dai riscontri non possono avere una valutazione trop-
concreti che si stanno registrando, è con po superiore al sistema Paese. Questo può
l’operazione “Bye Bye risparmi”. In effetti comportare ed ha comportato una dimi-
l’attuale manovra economica, approvata nuzione del loro valore in borsa con con-
nonostante le remore e le raccomandazio- seguenze negative per i cittadini detento-
ni del Ministro dell’Economia, sta mostran- ri di tali azioni. Non a caso la borsa italia-
do tutte le sue capacità distruttive del ri- na in pochi mesi è scesa di oltre 3000 pun-
sparmio degli italiani. ti.
Nei cinque mesi di governo lo spread è Anche i cittadini detentori di fondi di in-
salito da 130 punti (che bel ricordo!) a 300. vestimento hanno una penalizzazione per-
Ed ora, dopo l’approvazione della mano-
vra economica che prevede un consisten-
te superamento del deficit per cercare di
mantenere le promesse elettorali, viaggia
oltre 300, con i pessimisti che preannun-
ciano il raggiungimento dei 400 punti (cosa
tragica che ci auguriamo non avvenga).
Vediamone le conseguenze.
La prima è che il valore dei nostri Buoni del
Tesoro è diminuito significativamente. I ri-
6 Attualità

In bocca al lupo! di Ranieri Marconi

Ma vi pare possibile che ancor oggi, A.D. li l’individuo è libero dallo Stato. conseguenza, si aprono scenari di grande
2018, si debbano necessariamente dover La democrazia, sin dalle sue antiche ori- tensione e di reale pericolo. La democrazia
puntualizzare, in Italia, le “specifiche” della gini, è, o meglio, la sua essenza (per mez- o è delle “regole” oppure non è. Essa si
democrazia? Ma vi pare possibile che vi zo della quale si individua e si determina) pone quindi nel “come” si fanno le cose
sia una parte del corpo elettorale che an- si trova collocata nella dialettica tra la li- insieme; nella democrazia la procedura è
cora esercita i propri diritti/doveri privo bertà (il concetto spazio-temporale di li- più importante della determinazione e, nel
della conoscenza dei medesimi? bertà, risultante dalla reazione a qualun- contempo, la valida.
Ma vi pare possibile che vi siano ancora que volontà esterna coartante) e quella Il modo, quel “come”, ovvero “la regola”,
personaggi pubblici che concionano in che può essere definita, in maniera ap- è la sostanza stessa della democrazia, ele-
merito a una democrazia che dovrebbe prossimativa e sintetica, la costrizione mento necessario e caratterizzante, in as-
essere “redentrice”, nell’ambito della sociale; pertanto si sviluppa e si perfe- senza del quale si ha solamente una de-
quale si dovrebbero realizzare le “innate ziona nella dialettica tra la volontà e l’ob- mocrazia dell’apparenza. Le regole consen-
virtù etiche del popolo”? Ma vi pare pos- bligo, tra il desiderio e il dovere, tra le tono alle diverse forze e ai diversi gruppi
sibile che il “Popolo”, dopo i regimi che aspettative e la realtà, tra l’individuo e la di stare pacificamente insieme pur avendo
hanno insanguinato l’altro secolo (e an- collettività, tra le pulsioni e la ragione, tra idee, interessi e aspettative diverse. In
che l’attuale), sia ancora una volta decli- l’io e il noi, tra l’interesse personale e la democrazia non esiste una decisione effi-
nato come un concetto organico unita- solidarietà sociale, tra la minoranza e la cace per sé. L’efficacia della decisione si
rio? Sì, purtroppo è ancora possibile come maggioranza; tra il relativismo e i valori; desume in funzione di un’idea temporane-
fu possibile che alcuni padri della Patria tra l’intolleranza e la tolleranza e quan- amente maggioritaria di bene comune. Inol-
cadessero nell’errore che portò all’orro- t’altro ancora. tre dovrebbe essere ovvio come ben diffi-
re. Non può aversi democrazia senza la so- cilmente l’idea del bene comune sia un’idea
Valga un esempio per tutti: il più impor- stanziale accettazione di quello che, al- univoca e unanimemente accolta nell’am-
tante Filosofo italiano del Novecento, trettanto molto sinteticamente, può es- bito del corpo elettorale, pertanto in de-
Senatore del Regno d’Italia, il 24 giugno sere definito relativismo dei valori (ov- mocrazia si “governa”, non si “comanda”.
1924, passate due settimane dall’assassi- viamente esclusi i valori fondanti della Nell’altro secolo, per superare alcuni esa-
nio di Giacomo Matteotti da parte di sica- democrazia stessa, il diritto alla libertà, il mi universitari, occorrevano cognizioni in
ri fascisti, dette la sua approvazione al diritto alla vita, il diritto alla proprietà) e linea con quanto sopra enunciato.
Governo di Benito Mussolini. Benedetto senza la condivisione del principio di tol- Ora invece, nel segno dei tempi, si esalta il
Croce, “Filosofo della Libertà”, (ricor- leranza (escluso l’obbligo di tolleranza nei “direttismo democratico”; si sviluppa la
dato sui libri di storia come esempio di confronti dei violenti e degli intolleranti). cosiddetta “ontologizzazione del nemi-
antifascismo) comprese che aver accetta- Altri baluardi della democrazia si indivi- co”; si dilata il “terrorismo mediatico”; si
to un male certo per scongiurarne uno pre- duano nel rispetto dovuto alle minoranze afferma il desiderio di “Stato etico”; si te-
sunto non era proprio il miglior servizio e nella garanzia delle libertà di stampa, di orizza la “tracciabilità etica” degli acqui-
che potesse rendere all’Italia. parola, di pensiero, di movimento e di in- sti e via andare. Ci si potrebbe domanda-
Don Benedetto ben presto si rese conto trapresa. re, forse azzardando un po’, se anche que-
dell’enormità dell’errore compiuto mentre La democrazia pertanto non è altro se non sto possa essere uno dei senz’altro vali-
a molti altri, per capirlo, occorsero anni e un continuo compromesso politico, una dissimi motivi per i quali alcuni tra i nostri
le rovine materiali e spirituali prodotte partita sempre aperta che deve essere gio- illustri governanti non si sono ancora lau-
dalla guerra. La democrazia, nei corsi uni- cata secondo regole che possono essere reati? Non avendo la risposta, al momen-
versitari di un tempo, veniva indicata variate solamente con il consenso di tutti to, non possiamo far altro che formulare i
come la forma di Stato in cui la volontà i giocatori. E’ però necessario sottolinea- nostri auguri affinché possano coronare
generale e l’ordine sociale vengono rea- re che quando l’antagonismo tra le forze al più presto la lunga aspettativa per dedi-
lizzati da coloro che a tale ordine sociale in campo diviene tale da non consentire carsi ad una proficua carriera professio-
sono sottomessi, ovvero il Popolo; in tal alcun compromesso la democrazia cessa nale.
modo si evidenzia l’identità tra governanti immediatamente di funzionare e, come In bocca al lupo!
e governati. Tale Popolo, come elemento

Ristorante Aragosta
dello Stato, contrariamente a quanto oggi
compreso nella vulgata comune, non deve
CHIUSO IL MARTEDÌ

essere inteso come un insieme, un con-


glomerato, ma più semplicemente come un
sistema di atti individuali determinati dal- specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei
l’ordinamento giuridico, in quanto gran ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
parte della vita umana sfugge, fortunata- Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
mente e necessariamente, all’ordine so- Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
ciale. Esistono sfere all’interno delle qua-
Attualità 7

LA LACUNA DI LIVORNO PER COLORO CHE SEGUONO IL CORSO LOGISTICA A VILLA LETIZIA

Città senza servizi per gli universitari


(eds) - Così Il Tirreno intitola un pez- zione alcuna. Il tentativo di coinvolgere
zo sul problema, uno dei tanti, che an- il Comune di Livorno si è rivelato com-
gustia Livorno. pletamente velleitario e cioè senza con-
Ci riferiamo alla assoluta carenza di ini- creti risultati.
ziative, ormai in essere da molti anni, Così, purtroppo, vanno un po’ tutte le
che rendono problematica la permanen- cose in queste nostra sfortunata città la
za degli studenti che frequentano la fa- cui “decadenza” non poteva non coin-
coltà universitaria di logistica, con sede volgere anche il sorgente polo univer-
a Villa Letizia ad Ardenza Mare. Forse sitario : vogliamo solo augurarci che la
molti livornesi ignorano anche l’esisten- mirabile “mission” che la nostra cara
za di questo “gioiello” che qualifica la amica prof.ssa Giovanna Colombini rie-
loro città. sca a sopravvivere malgrado la perma-
Il merito di questa realtà è da assegnare nente “ignavia” delle Istituzioni cittadi-
alla prof.ssa Giovanna Colombini, già ne sulla cui insufficienza pesa anche
assessore nella giunta Cosimi, che con Prof.ssa Giovanna Colombini
l’indolenza storica dei livornesi.
grande determinazione ha voluto ed ot-
tenuto che anche Livorno fosse sede di
una facoltà universitaria legata alle sue
caratteristiche economiche ed ecco la
costituzione del Polo Logistico di cui la
Il programma
del Ministro Bussotti
prof.ssa stessa è direttrice
Ebbene, gli studenti fuori sede sono co-
stretti a cercare casa a Pisa perché a
Livorno manca un indotto che avrebbe
dovuto crearsi intorno a questa così im- E’ importante intervenire senza indugio
di Mario Lorenzini
portante realtà. Eppure, nell’ultimo anno sulle strutture scolastiche e sulle infra-
accademico 2017/18 il numero degli strutture tecnologiche e di laboratorio.
iscritti a Logistica sono stati 486 ed ol- Nella nostra lunga vita abbiamo avuto I giovani del XXI secolo dovranno af-
tre il 10% sono quelli provenienti da modo di conoscere diversi programmi ri- frontare durante il loro percorso edu-
fuori Livorno non è in grado ad acco- guardanti la Scuola presentati dai cativo-dalla scuola primaria all’univer-
gliere i fuori sede costretti ad emigrare Ministri,oggi abbiamo avuto la possibili- sità almeno tre o quattro rivoluzioni che
in quel di Pisa. tà di leggere quello del Ministro Bussetti modificheranno il paradigma conosciu-
Il piano di sviluppo per il triennio 2018- già docente e successivamente dirigente to non solo dell’apprendimento e del sa-
alla Regione Lombarda. pere a anche del mondo del lavoro.
2020 vedrà l’apertura della laurea ma-
IL PROGRAMMA è stato presentato alle La scuola deve essere aperta a tutti, ga-
gistrale ed è prevista l’iscrizione al cor-
Commissioni sia della Camera che del Se- rantire le migliori opportunità possibi-
so di circa 150 studenti ogni anno: i
nato. li, parlare tutti i linguaggi scientifici,
fuori sede saranno, secondo le previ-
Abbiamo scelto quelle parti che ci sono tecnologici, multimediali che il mondo
sioni, oltre il 10%. Nella sua analisi la
sembrate più attuali. globalizzato richiede.
prof.ssa Colombini afferma come sa- La scuola è lo strumento più potente per
“La rottura del patto formativo scuola-
rebbe necessaria anche l’apertura di una famiglia ha fatto si che purtoppo, nel- cambiare il mondo e durante il mio man-
mensa ma, da più parti, la risposta è l’immaginario collettivo,il docente non dato profonderò le mie energie per ri-
stata negativa. Si deve alla “grande rivestisse il ruolo di educatore posto durre sensibilmente la dispersione sco-
volontà”della direttrice del Polo se si è alla base del rapporto di crescita e svi- lastica”.
riusciti a trovare una piccola sala da luppo degli allievi. Depauperati di que- LA BUONA SCUOLA ha ampliato in ma-
adibire a mensa. Il problema degli al- sto ruolo, i docenti sono stati, ne parla- niera considerevole le ore obbligatorie di
loggi, puntualizza la prof.ssa Colombi- no le cronache recenti, oggetto di mani- ALTERNANZASCUOLA-LAVORO. Non
ni, resta irrisolto e questo, aggiungia- festazioni violente e insieme a loro la deve essere archiviato ma necesssita di
mo noi, rappresenta la mancanza di scuola tutta risente del clima generale aggiustamenti.
“una mentalità tutta livornese in ordine di impoverimento culturale. Da uomo di scuola auspico che un nume-
al problema dell’accoglienza ad ogni li- Ecco perché esigo,anzi pretendo,che gli ro sempre maggiore di studenti, dopo gli
vello. Sempre la direttrice del Polo ag- studenti e le loro famiglie abbiano nei istituti superiori, possa accedere alla for-
giunge come il problema degli alloggi confronti dell’ istituzione scolastica e di mazione universitaria.
rappresenti un altro grosso problema tutte le sue componenti un atteggiamen- Una panoramica che riteniamo soddisfa-
ma che, ad oggi, non ha trovato solu- to di rispetto. cente.
8 Attualità

Se ne è parlato al nostro Circolo con Pietro Caruso, capogruppo PD in Consiglio comunale

Riflessioni sulle prossime amministrative


vengono colpevolizzati per le manchevo- la chiusura delle case di riposo, quella del
di Gianni Giovangiacomo lezze della raccolta. Pascoli entro il 2019 e, in seguito, quella
Di fronte a tutte queste negatività lascia di Villa Serena, che getteranno nello
perplessi e stupiti il mancato rilievo e a sconforto coloro che non sono più in
Nel maggio del prossimo anno Livorno volte l’acquiescenza della stampa locale. grado di gestirsi da soli e le loro fami-
dovrà affrontare la scadenza delle elezio- Per le prossime amministrative si preve- glie, a tutto questo si aggiunga il taglio
ni amministrative, per questo motivo il cir- de la presenza di molte liste civiche che alle Case famiglia per cui “il sociale è
colo “Il Centro” si è fatto promotore di un determineranno la polverizzazione delle abbandonato”. Questo decadimento as-
incontro programmatico con Pietro Caru- rappresentanze, occorre allora presenta- soluto ci invita a trovare il modo di sal-
so, capogruppo del PD in Consiglio co- re un nostro progetto - ha continuato vare la nostra città, per questo è neces-
munale. L’iniziativa ha visto la partecipa- Caruso - che possa avvicinare l’elettora- sario ricercare una alleanza ampia, su un
zione di molti esponenti politici, tra gli al- to moderato e prospettare un accordo con programma semplice, capibile, forte e
tri, di Fabio Del Nista, che ha coordinato coloro che vogliono veramente il bene nuovo, convincendo i cittadini ad anda-
gli interventi, di Massimo Bianchi, di En- della nostra città. re a votare. Bisogna muoversi perché,
rico Bianchi, dell’ex sindaco Alessandro Ha destato poi molto timore tra i presenti come è stato detto negli interventi, “sia-
Cosimi. quello che Caruso ha messo in luce, cioè: mo già in ritardo!”.
Il direttore del “Centro”, Enrico Dello Sbar-
ba, in apertura, ha chiarito che l’incontro
si proponeva di dare inizio ad un dibattito
costruttivo che promuovesse la ricerca di
una nuova classe dirigente in sostituzio-
ne di quella attualmente eletta.
Caruso si è subito dichiarato molto pre-
occupato per quello che sta accadendo
in Comune dove l’attuale politica porta la
città ad un isolamento nei confronti “di
tutto e di tutti”. Esistono dei fatti evidenti
che non si possono misconoscere per la
loro criticità come la questione degli “stalli
blu” che si propongono solo di far cassa,
così come la raccolta differenziata della
spazzatura è mal gestita, con lo spreco,
tra l’altro, di 100 mila litri di gasolio. Si
prevede che mancheranno 4700 posti
macchina nelle zone del centro e che la
creazione di un eventuale parcheggio nel
mezzo di Piazza Roma si presenta come
qualcosa di allucinante.
Caruso ha anche evidenziato che l’attua-
le Amministrazione probabilmente presen-
terà alle prossime elezioni la candidatura
della vicesindaco Stella Sorgente in una
lista civica che potrà avere l’appoggio
delle formazioni politiche della sinistra più
estrema. Questa Amministrazione - ha ag-
giunto il capogruppo PD - può definirsi
“il male assoluto” perché non ha una vi-
sione per il futuro, lo prova il fatto che
non si vuole costruire il nuovo ospedale
e che la stessa Darsena viene bloccata a
detrimento dell’intero Porto. Per l’AAM-
PS assistiamo al disastro delle 70 persone
dell’indotto mandate a casa mentre gli
operatori del settore sono sottoposti ad
un lavoro incredibile, massacrante e spes-
so inutile, nello stesso tempo i cittadini
Cinguettare 9

Questo mese niente "cinguettare". Lo spazio sarà occupato dalla Scuola. Abbiamo desiderato ospitare gli studenti
del Vespucci-Colombo del prof. Rocco Musolino con i loro lavori. Anche questo rappresenta un Cinguettare, a suo
modo, da diffondere e valorizzare. Troppi parlano dei nostri giovani senza offrire loro opportunità. Questa è una
semplice pagina curata tutta da loro. Un piccolo segno per renderli protagonisti, insieme al Centro! - Luca Lischi

www.vespucci.edu.it
10 Spigolature

in particolare della Campania per l’ecce-


Jena - OH zionale numero, più o meno veritieri. di si-
nistri denuciati. Il buon “Giggino”, napo-

e
Specchio, servo delle mie brame, chi è il
più cazzaro del reame? Ma sei tu oh mio
Luigino.

tur letano doc. cerca, in tutti i modi di favorire


i suoi conterranei. A proposito, nel prossi-

a
da La Stampa - venerdi 19 ottobre mo numero, pubblicheremo l'esorbitante

La ciclabile? Per la Lega


gol numero di “amici grillini” del nostro “Gig-
gino” assunti nell'infinito mondo ministe-

aiuta i migranti
pi riale che il “nostro” ha preteso di gestire.

Ormai è un'ossessione!!!
IlTirreno di giovedi 18 ottobre in un pezzo
di Paolo Nencioni così scrive.
S Il nostro Sindaco
qualcosa di buono ha fatto!
Dicono che Matteo Salvini sia ossessio- A proposito! Un merito, il sindaco Noga-
nato dagli immigrati e probabilmente è cerco di persuaderla sull'utilità del con- rin, è riuscito ad acquisire: la doccetta post
vero, ma su questo tema c'è chi lo scaval- dono penale, se associato a quello fisca- bagno, sospesa però anzitempo, sull’or-
ca a destra nel suo stesso partito, come la le e in particolareper il reato di autori- mai mitica striscia di San Jacopo dove tan-
segretaria provinciale della Lega a Pra- ciclaggio. Poniamo il caso che il suo , tissimi livornesi vanno a fare il bagno.
to Patrizia Ovattoni, ideatrice della biz- chessò, diciamo Beppe Grillo si sia fatto Lo spigolatore è tra questi.
zarra teoria secondo la quale il proget- pagare degli spettacoli in nero. E' solo
todel Comune di realizzare una pista ci- per fare un esempio, Grillo è onestissi-
clabile su uno dei viali più trafficati favo- mo, intendiamoci. E che ieri Matteo Ren-
rirà i richiedenti asilo che si spostano in zi ha detto che Grillo ha passato la vita
bicicletta, a scapito dei pratesi che van- a farsi pagare in nero, e vredremo se sarà
no in macchina. Quando si è sparsa la querelato, ma lo aveva già detto Silvio
voce anche Cruciani e Parenzo della Berlusconi (non ho mai fatto lavorare
“Zanzara” l'hanno punzecchiata senza Grillo perchè si faceva pagare in nero)e
pietà e ieri la segretaria ha cercato di non ci fu querela. Lo disse pure Luca
fare marcia indietro dicendo che le sue Barbareschi (si è fatto pagare in nero
parole sono state “alterate e strumenta- per 20 anni) e allora querela ci fu, ma
lizzate”. Peccato che le abbia messe nero Barbareschi venne prosciolto perchè in
su bianco, senza equivoci. Poi su Face-
book si è scusata con chi va a lavorare in
precedenza il titolare del Covo di Nord,
discoteca di Santa Margherita Ligure, Le
bici, con chi ha la passione della bici,
con tutti quelli che usano la bici: Non ha
aggiunto italiani, ma forse non ce n'era
aveva raccontato delle retribuzioni a
Grillo in contanti e senza fattura, reite-
rate e le raccontò anche ai carabinieri.
rime di
bisogno. Ecco, a furia di sentirlo ripetere, il nome Franco
P:S: La realtà è che questa nostra Italia, di Grillo è rimasto sulla punta della lin- Biancani
grazie alle vergognose , invereconde e pa- gua. Tutto qui. ma, per l'amor del cielo,
rassistiche campagne antimigranti della
Lega rischia di divenire un paese “razzi-
Grillo è l'onestà fatta persona. Però,
ecco, facciamo finta che Beppe Grillo
Il ladro
sta” al di là delle problematiche che il feno- abbia effettivamente messo in tasca del
meno delle immigrazioni incontrollate pos- denaro che doveva al fisco (al popolo Ieri notte stavo a letto,
sono avere provocato. Il senso civico della direbbe lei) e facciamo finta che con quei un rumore mi ha svegliato,
tolleranza sembra stia clamorosamente scom- soldi si sia comprato una villa sul mare, son rimasto un po’ intontito
parendo. Quanto accaduto a Lodi, con la un Suv, un computer. Ecco, Beppe Grillo però poi ho realizzato.
sindaca leghista che ha negato la mensa sarebbe fisicamente condonato ma ri-
scolastica ai bambini figli di immigrati delle schierebbe il processo per autoriciclag- <C’è un ladro dentro casa>
scuole di quel comune, è indicativo!! gio. Che ingiustizia! ho pensato intimorito
<resto a letto zitto zitto,
fingo non aver sentito?>
Buongiorno: Umorismo Siamo all’assurdo! Capolino d’una testa.
nero di Mattia Feltri Non era nel contratto ma entra nella legge Mi so’ armato di coraggio:
Da La Stampa di venerdi 19 0ttobre - pag.1, di bilancio. Questa volta il contrasto è a “Cosa cerchi?”. Lui mi guarda,
riportiamo integralmente senza bisogno di parti invertite ed a denunciarlo sono i le- sogghignandomi selvaggio:
commenti. ghisti. Di cosa si tratta? Nella manovra di
Carissimo vicepresidente Di Maio,so che questo “incontenibile ed incomprensibile “Sto cercando tutti i soldi!”
in queste ore è molto impegnato a indivi- legge di bilancio” è apparsa una norma, Questa è la ragion per cui
duare il titolare della manina che le ha contestata dai leghisti, che potrebbe far mi so’ alzato ed in ciabatte
cambiato il decreto mentre lei faceva un aumentare il prezzo delle polizze al nord e ho cercato insieme a lui.
salto al bar ma se ha due minuti di tempo diminuire, quelle pesantissime del Sud ed
Livorno 11

CRONACHE LIVORNESI

L’imbroglio degli “onesti”


di Franco Spugnesi
ricordate il “battage” per la trasforma-
zione dei sussidi agli indigenti trasfor-
mati in “redditi di cittadinanza comu-
Tutti i lettori ricorderanno le adunate dei nali” con meno beneficiari e per poi
5stelle prima maniera o forse seconda, sparire o quasi? Nogarin afferma che
in effetti all’inizio i raduni del comico ha risanato le finanze del comune, di-
arruffa popoli erano scanditi dal mantra sastrate da settanta anni di potere co-
del “vaffa”.solo poi si sono evoluti ri- munista ma intanto cerca dodici milio-
correndo alla parola “onestà”. ni a pareggio del bilancio di previsione
Allora le masse scandendo “onestà” af- 2019. Dice che ha pronto un piano per
fermavano non solo una giusta richie- il nuovo ospedale in viale Alfieri ma non
sta al mondo della politica ma anche la lo fa vedere a nessuno. Esalta il suc-
propria diversità rispetto alla casta ac- cesso della raccolta differenziata che
cusata di corruzione e altre porcherie. fornirebbe addirittura un introito ag-
Poi, dopo il risultato delle elezioni, gli giuntivo alle risorse dell’ente ma non
Filippo Nogarin
esponenti del movimento cinque stelle solo non riduce la tariffa ma trascura
hanno dovuto affrontare la messa in contraesse un mutuo ipotizzando di vin- che con la raccolta porta a porta ha
pratica delle teorie cosi rumorosamente cere al gioco le somme utili a estin- posto un grave peso sulle spalle dei cit-
affermate nelle piazze, tra l’altro a brac- guerlo. C’è di che meravigliarsi se un tadini, quando la differenziata si poteva
cetto con la Lega ex nord che non vanta giorno gli pignoreranno la casa? Que- incrementare alche in maniera diversa.
certo un pedigree di alto profilo, visto la sta “ludopatia” di Stato rischia di farci Addirittura un capitolo a parte merita la
fine che hanno fatto i quarantanove mi- sequestrare la casa o anche mettere a gestione dei parcheggi, il grande imbro-
lioni dei rimborsi elettorali ricevuti dallo rischio il risparmio degli italiani (quei glio dell’anno. Doveva servire a dare
Stato, e si sono presto resi conto che la 4300 miliardi che costituiscono la ga- più possibilità di parcheggio in centro
realtà è meno facile del previsto. ranzia implicita a cui guardano i com- città, ma invece ha ridotto il numero
La manovra finanziaria, così come con- pratori esteri dei nostri BTP) dei parcheggi e ha ridotto i poveri abi-
gegnata, è l’esempio di come sia diffici- Naturalmente anche i nostri ammini- tanti, che hanno pagato anche il con-
le governare restando onesti… per cari- stratori locali “onesti” a cinque stelle trassegno per parcheggiare, a estenuanti
tà nessuno pensi che si voglia anche solo non sono da meno. Limitandoci alla ricerche di un buco dove lasciare l’au-
accennare a interessi venali o compa- nostra esperienza livornese possiamo to. Scriveva il Tirreno che nel settore
raggi di qualche tipo ma l’impianto, lo- elencare gli imbrogli più evidenti, tra- “K” dove abito il comune ha rilasciato
devole nelle intenzioni, contiene una se- lasciando naturalmente le promesse permessi di parcheggio per un numero
rie di pericolose bugie che configgono elettorali, la cui mancata realizzazione triplicato rispetto agli stalli presenti.
con la conclamata virtù. rientra nell’ordine delle cose. Conseguenze non secondarie, a parte
Sarebbe “onestà” raccontare il futuro Ricordo la grande manfrina del salva- gli accidenti, aumenta l’inquinamento
con dati credibili, meno aleatori o addi- taggio dell’AAMPS il sindaco aveva giu- e aumentano, con grande soddisfazio-
rittura fantasiosi. Le previsioni illustrate rato senza oneri aggiuntivi per i livor- ne della tesoreria del Comune, le multe
a sostegno dell’indebitamento sono un nesi e realizzato invece aumentando le per divieto di sosta. Una maniera ele-
imbroglio nei confronti dei cittadini, dei tariffe, ma a far così sarebbe stato ca- gante per mettere le mani in tasca ai
contribuenti onesti, dei risparmiatori, un pace chiunque, senza scomodare, a cittadini.
peso gettato sulle spalle delle nuove ge- pagamento, Lanzalone e compagnia. E Cioè un altro imbroglio!
nerazioni.
Il governo ha fatto, con orgoglio, una
scelta di immediata ricerca del consen-
so anziché un’opera di riforma come
prometteva. Il comportamento sicura-
mente non è nuovo in politica ed anche CONFEDERAZIONE ITALIANA
Vieni alla CISL
SINDACATI LAVORATORI
in altri campi, tanto che è stato coniato I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE,
anche un termine specifico il “presenti- Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti, Permessi
smo” cioè ridurre lo sguardo solo al pre-
di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
sente tacendo disonestamente sulle quasi
certe difficoltà. Per info degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
Sarebbe come un padre di famiglia che
12 Livorno

CROCIERE

Livorno nella top ten dei primi


Porti Crocieristici del Mediterraneo
Al rientro dall’Italian Cruise Day di Trieste Porto di Livorno 2000 festeggia la posizione
del Porto di Livorno di leadership nel mercato delle crociere nel Mare Nostrum.
Al rientro dall’Italian Cruise Day, il più scali in atto rileva per il 2019 un valore cazione dei dati dell’impatto economico
importante evento della crocieristica in assoluto di 820 mila passeggeri basato del crocierismo sui territori (dato consoli-
Italia che quest’anno si è svolta a Trieste, su una stima dei cosiddetti “lowers ber- dato a fine 2017) , ha sottolineato il valore
Porto di Livorno 2000 torna con un dop- ths” ovvero la capacità minima delle navi della sostenibilità sociale legato a questo
pio risultato: Livorno, con la chiusura del e che perciò fa sperare in una crescita ul- tipo di traffico che vede l’Italia in testa tra
2018 a 795 mila passeggeri, si guadagna il teriore di questo dato a consuntivo. le nazioni europee per spese dirette del
10° posto nella top ten dei primi porti cro- Questo risultato dipende da molti fattori crocierismo (euro 5,463 miliardi) e posti di
cieristici del Mediterraneo, piazzandosi che vanno dal miglioramento dei servizi lavoro (119 mila per un totale di 3,7 miliardi
dopo Barcellona, Civitavecchia e Palma operativi alle navi da crociera, all’acco- di salari).
di Maiorca, nelle prime tre posizioni e dopo glienza dei passeggeri ed agli interventi Questi numeri, come ha ricordato l’arma-
Marsiglia, Venezia, Pireo, Napoli, Genova sulle strutture in attesa della realizzazio- tore, spingono alla necessità di una mag-
e Savona. ne completa del Piano Regolatore. giore sensibilità politica ed istituzionale
Conseguentemente Livorno si attesta al Nel corso della giornata intensa di lavori delle amministrazioni locali rivolta al turi-
6° posto tra i Porti Italiani. L’altro signifi- a Trieste, segnaliamo un intervento mol- smo proveniente dal mare e di una comu-
cativo risultato è quello che ha visto il to incisivo di un rappresentante di una nicazione più efficace per far comprende-
porto di Livorno qualificarsi nelle nomi- Cruise Line in cui, riferendosi alla pubbli- re alle comunità il valore delle crociere.
nations che CLIA (Cruise Line Internatio-
nal Association) ha riconosciuto come
“Best Italian Cruise Destination 2018”,
ovvero come Porto che ha saputo al me-
glio coordinare e collaborare con i tour
operator delle navi da crociera e con le
stesse compagnie per la promozione del-
la destinazione Livorno e del territorio.
“Si tratta di un riconoscimento molto im-
portante per noi – commenta il Presiden-
te Luciano Guerrieri (nel riquadro) – che
premia l’intenso
lavoro che in que-
sti anni è stato
svolto nel settore
del marketing ter-
ritoriale insieme
alla Regione To-
scana, guada-
gnandosi reputa-
zione nei confron-
ti dei tour operator
e delle Compagnie
che hanno iniziato
ad inserire nuovi ■ Ingegneria Multidisciplinare
itinerari sulla città e sul territorio”. ■ Manutenzione e Montaggi di Aerogeneratori Eolici
A tutto questo si deve aggiungere il pro- ■ Manutenzione e Montaggi di Impianti Industriali
gramma di investimenti che il Terminal ■ Service Management e Ispezione & Expediting
Passeggeri di Livorno sta portando avan- Etra, Ricerca e Selezione Personale
● P.E.S. COMPANIES ● P.E.S. COMMERCIAL PARTNERS
ti per la crescita del traffico crocieristico
del porto, che nel 2019 registrerà un + 3,1% HEADQUARTERS
Via E. Mattei 11 - 57016 Rosignano S. (LI) ITALY
per i passeggeri e un + 11,2% sugli scali Tel. +39 0586 727 111 Fax 39+ 0586 727 113
www.pes-srl.net info@pes-srl.net
rispetto al 2018. La programmazione degli
Livorno 13

INTERESSANTE CONVEGNO AUTORITA’ PORTUALE

AUTOPILOT
progetto europeo
Stefano Corsini
presidente
di Cristina Battaglini
di AdSP
e Paolo Pagano,
direttore
L’“Internet of things” sta facendosi del laboratorio
di AdSP/CNIT
strada anche nel settore della Guida
Autonoma. Questo l’argomento di una
iniziativa dell’Autorità Portuale svol- su un teste in scala reale di oltre 15 connessa h24 al veicolo autonomo gra-
tasi alla Stazione Crociere, con i lavo- km realizzato sul comprensorio che in- zie a MoniCa, la piattaforma digitale
ri di 47 imprese per collaudare, nel- clude la stazione marittima e la super- dello scalo labronico.
l’ambito del progetto europeo Autopi- strada Fi-Pi-Li con la sala radio di “Un porto, il nostro, che punta la prua
lot, i sistemi di comunicazione ed au- Empoli e hanno permesso di verifica- verso la logistica 4.0; un porto - ha
tomazione veicolare di ultima genera- re quanto si sia evoluta l’intelligenza dichiarato il presidente di AdSP Stefa-
zione. artificiale. no Corsini - che non è fatto solo di
Il progetto è iniziato nel gennaio 2017 “Ciò che è veramente rivoluzionario dighe, fondali banchine e piazzali ma
e ora l’Unione Europea ha scelto lo - ha dichiarato Paolo Pagano, diretto- di reti tecnologiche in grado di comu-
scalo labronico come primo sito na- re del laboratorio di AdSP/CNIT - è nicare con navi, treni, veicoli connes-
zionale per sperimentare le attività di che le informazioni non provengono si. Livorno è pronta per fare da apri-
test della guida intelligente, a quasi due dai portali social, ma dalla rete tele- pista al cambiamento”.
anni di distanza dagli ETSI ITS matica della Superstrada e vengono
Plugtest, la campagna di test di inte- processate come “vere” dal veicolo
roperabilità dei sistemi intelligenti di autonomo solo quando vengono con-
trasporto cooperativi (C-ITS) ospita- fermate dalla Sala Radio della Fi-Pi-
ta dall’allora Autorità Portuale di Li- Li; in questo caso il veicolo aziona le
vorno e dalla Regione Toscana. funzioni di guida automatica”.
Le “Smart roads” attraversate da vet- “Durante le sperimentazioni, l’auto -
ture con Guida Autonoma non sono un prototipo di Jeep Renegade pro-
poi così distanti nel futuro; i vantaggi dotta da Fiat Chrysler - ha fatto più
aggiuntivi e i casi di business di suc- volte la spola fra il Porto di Livorno www.porto.livorno.it
e la Fi-Pi-Li anche in situazioni di E-mail: info@porto.livorno.it
cesso dipendono da come esse sono
potenziale pericolo. In tale periodo, Tel. 0586 249 465 - 249 411
integrate nei servizi afferenti.
l’infrastruttura portuale è rimasta Fax 0586 429514
Le attività di test sono state effettuate
14 Livorno

PROVINCIA DI LIVORNO - Al termine del suo mandato


Marida
Cosa ha lasciato Bessi
Alessandro Franchi neo
Si è concluso il mandato di Alessandro
Franchi come presidente della Provin- Presidente
cia, un mandato svolto, pur all’interno
di un Ente gravemente mutilato dalla ri-
forma Del Rio per molti aspetti assurda
ed incompleta, in maniera largamente
positiva.
Nel corso di un’affollata conferenza
stampa il presidente Franchi ha riassun-
to, in maniera chiara e sintetica, le atti-
vità svolte nel quadriennio 2014-2018.
Pur nella pochezza assoluta di finanzia-
menti, la Provincia ha saputo, in manie-
ra selettiva, dare rilievo e sostanza at-
traverso una serie di interventi mirati su
viabilità e strutture scolastiche di pri-
maria rilevanza.
Certamente, ha aggiunto il presidente
Alessandro Franchi Marida Bessi
uscente, governo e parlamento debbo-
no affrontare con urgenza una situazio- strada tra il funzionamento e la cancel- I risultati ufficiali delle elezioni
ne assolutamente anacronistica che im- lazione, debbono continuare ad esiste- per il presidente della Provincia
pedisce a questi enti, più o meno scon- re non è più accettabile tenersi in que- 2018
fessati, una funzionalità che sia conse- sto “limbo” di eterna incertezza.
guente agli impegni che comunque deb- Fiore all’occhiello della Presidenza L’Ufficio elettorale ha ufficializzato i
bono assolvere. Se questi enti, a mezza Franchi, nel campo dell’edilizia scola- risultati delle elezioni provinciali 2018
stica la nuova sede dell’Ipsia di Rosi- avvenute lo scorso 31 ottobre:
gnano Solvay, gli interventi di adegua-
mento negli istituti scolastici superiori Candidati alla Presidenza del-
di Piombino, Portoferraio, Cecina e la Provincia
Rosignano, la copertura dell’edificio Marida Bessi, risulta eletta con il
78% dei voti (pari a 38.290 voti
laboratori dell’Ipsia Volta di Piombino e
ponderati);
della sede centrale del liceo Niccolini-
Maurizio Papi, 22% (pari a
Palli a Livorno. Per la viabilità una serie
10.938 voti ponderati).
di interventi riguardanti numerose stra-
de di competenza provinciale. La ulte- Aventi diritto al voto n. 298 (191
riore valorizzazione di Villa Henderson seggio Livorno – 107 sottosezio-
con il continuo sostegno assicurato alla ne elettorale Portoferraio)
dott.ssa Roselli - la direttrice - autenti- Votanti complessivi n. 163 (108
ca eroina di una delle realtà più esaltanti Livorno – 55 sottosezione eletto-
e celebrate di Livorno. rale Portoferraio)
Ed infine, la intitolazione della Sala Con- Affluenza 54,6 %
siliare a Carlo Azeglio Ciampi, dopo il Schede bianche 2
grave vulnus prodotto dal diniego del Schede nulle
Sindaco di Livorno e del Gruppo Con-
siliare M5Stelle ad intitolare all’illustre La redazione de Il Centro invia alla
livornese Presidente della Repubblica la neoeletta le più vive congratulazio-
Palazzo Granducale, sede della Provincia di Rotonda di Ardenza (è questa una ver- ni e l'augurio di buon lavoro.
Livorno gogna da cancellare al più presto).
Livorno 15

si lasciano alle spalle città distrutte e

qui rovine grondanti sangue innocente.


E proprio in Libano, a Damour, i volontari
dell’associazione “Oui pour la vie” aiuta-

Diocesi no tutti i profughi, di ogni estrazione so-


ciale e religiosa, distribuendo pasti e aiu-
tandoli nella quotidianità, affrontando
con loro ogni disagio.
Padre Damiano, missionario in quelle ter-
re ormai da anni, aggiorna costantemen-
te la nostra Diocesi e tutti coloro che lo
di Fabio Figara seguono sulla sua pagina Facebook del-
la grave situazione: si soffre per la preca-
ria condizione di profugo, ma anche per
la fame e per le malattie. Il sacerdote ri-
corda la piccola Maria Cham, bambina si-

In aiuto riana malata di leucemia, per la quale non


si è fatto in tempo a reperire i fondi ne-
cessari per sottoporla alle costosissime
terapie, e Nawal, madre irachena divor-
dei poveri ziata di 36 anni, con un figlio di 7 anni,
che ha affrontato un cancro a livello avan-
zato e incurabile continuando a lavorare
Padre Damiano (www.lasettimanalivorno.it)

del Libano nella cucina di Damour con i volontari,


sempre con il sorriso, amando e perdo-
nando, «anche coloro che hanno ucciso
to, la carità. Impariamo proprio da Nawal,
che «fino all’ultimo ripeteva a coloro che
la visitavano: “Gesù sulla croce, per mez-
la sua famiglia in Iraq, compresi i politici zo della sua passione e morte, ci ha amati e
“Oui pour la vie” un’associazione di che hanno scatenato questa inutile stra- perdonati.
volontariato con sede a Damour in Li- ge». Per questo motivo bisogna donare bene
bano, legalmente riconosciuta, è impe- Da settembre, centinaia di profughi siria- l’amore, per ben riceverlo. Non si può mai
gnata in favore dei più poveri. Padre ni stanno rientrando nel loro Paese grazie ricevere il Signore nel nostro cuore senza
Damiano Puccini, originario di Casci- a trasferimenti organizzati dai servizi di il perdono, senza l’amore e senza il sorri-
na, è in costante contatto con la nostra sicurezza libanesi, in cooperazione col so».” Per contattare Padre Damiano e co-
Diocesi per aggiornarci sulla situazio- governo di Damasco, tramite l’attraver- noscere le attività dell’associazione è pos-
ne. samento di valichi come Jdeidet Yabus e sibile inviare un sms al 333/5473721 o scri-
Il Libano, una striscia di terra che affaccia Dabbusiye. vere a:
sul Mediterraneo, stretta tra la Siria e Isra- Tuttavia restano numerosi nodi da scio- info@ouipourlavielb.com.
ele, soffre ormai da decenni la crisi eco- gliere, compreso il ritorno dei profughi di
nomica, religiosa, politica e demografica, altre comunità, come i cristiani iracheni.
problemi dovuti a difficoltà interne, alla Tutto questo mentre l’Agenzia Onu per i
guerra civile e ai numerosi interventi d’oc- rifugiati UNHCR in Libano esprime forte
cupazione militare da parte siriana e israe- preoccupazione per “l’incombente grave
lita sofferti a causa dei giochi strategici carenza di finanziamenti” per il suo lavo-
dei due stati limitrofi. ro e per quello dei suoi partner a soste-
Dal giugno 2011 le sollevazioni popo- gno dei milioni di rifugiati e sfollati siria-
lari esplose in Siria contro Assad (sfo- ni… Terminal Crociere - Piazzale dei Marmi - Livorno
ciate nelle battaglie che hanno truci- Un cristiano non deve comunque mai Tel.0586.202901-Fax0586.892209
dato la popolazione), hanno visto lo perdere la speranza, la fede e, soprattut- info@portolivorno2000.it
sviluppo di sommosse anche in Liba-
no, con sanguinosi scontri tra le oppo-
ste fazioni dei Sunniti e gli Alawiti, fe-
è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno
deli al presidente siriano; nel corso
degli anni, la guerra civile siriana ha è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
inasprito le difficoltà nel Paese, scon- e
volgendo gli equilibri geopolitici di tut-
ta la zona, causando altresì la creazio- sport, tempo libero, volontariato
ne di gruppi estremisti lungo il confi-
ne: scontri e incursioni nel territorio li-
assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
banese da parte di queste fazioni arma- Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
te hanno peggiorato ulteriormente la
situazione, insieme ad un vero e pro-
Livorno
ai migranti, alle famiglie
prio esodo di profughi dalla Siria, che
16 Rosignano

DA VENERDÌ 16 NOVEMBRE LA PREVENDITA DEI BIGLIETTI

Teatro Solvay: al via la nuova stagione


Per la nuova stagione al Teatro Solvay, posti (13 ridotti) e 12 per i se-
che inizia venerdì 16 novembre, la preven- condi posti (ridotti 10 euro).
dita dei biglietti avverrà esclusivamente Le riduzioni sono previste per
nei punti vendita Ticketone e non on line il ”biglietto futuro” under 30,
sul sito del rivenditore né su quello di per over 65 e possessori Car-
BoxOffice, in seguito dell’accordo stipu- ta dello spettatore FTS (solo
lato tra i due rivenditori per ampliare l’of- per i biglietti), Gruppo filarmo-
ferta territoriale in Toscana. nico Solvay, Schola Canto-
Le prevendite nei punti vendita iniziano rum, Associazione Musicale
mercoledì 7 novembre per lo spettacolo Bacchelli, Università Popola-
fuori abbonamento “Il castello di Vogelod” re. Inoltre per gli studenti uni-
con i Marlene Kuntz e Claudio Santama- versitari è previsto l’ingresso
ria, di scena il 16 dicembre al Teatro Sol- con Maria Amelia Monti (16 novembre), a 8 euro con la carta Studente della To-
vay. Per tutti gli spettacoli in abbonamen- “Tutta casa, letto e chiesa” con Valentina scana ((il posto viene assegnato dietro
to iniziano martedì 13 novembre, mentre Lodovini (9 gennaio), “Tango Glaciale” presentazione della carta in base alla di-
per gli altri due fuori abbonamento - “Pol- di Mario Martone (24 gennaio), “Nel tem- sponibilità della pianta; si consiglia l’ac-
vere” di Saverio La Ruina (26 novembre) e po degli dei: il calzolaio di Ulisse” di e cesso in biglietteria almeno un’ora prima
Sinfonia Beckettiana di Maurizio Lupinel- con Marco Paolini (14 febbraio), “Il co- dell’inizio spettacolo).
li (23 febbraio 2019) - i biglietti si possono struttore Solness” con Umberto Orsini e Per ulteriori informazioni rivolgersi agli
acquistare esclusivamente presso il Tea- Lucia Lavia (7 marzo), “Dracula” di e con uffici di Armunia al Castello Pasquini
tro Solvay il giorno stesso dello spettaco- Sergio Rubini (13 marzo), “Pirandello: Il (piazza della Vittoria, Castiglioncello) il
lo a partire dalle ore 18. piacere dell’onestà” di e con Alessandro lunedì, mercoledì e venerdì ore 15,30-17,30,
I punti vendita più vicini per acquistare i Averone (31 marzo). il martedì, giovedì e sabato ore 10-12,30,
biglietti, tutti nel circuito Box Office To- I biglietti, esclusa la commissione per la telefono 0586 754202 – 759021, e.mail
scana, si trovano: a Rosignano Solvay prevendita, costano 15 euro per i primi armunia@armunia.eu.
presso la Coop (via Aurelia 639); a Cecina
presso la Coop (via Pasubio) e Dischi Corsi
(Via Marconi 15); a Livorno presso Chio-
sco Livorno - Ipercoop Fonti Del Corallo
(via Gino Graziani 4), Coop Livorno Le-
vante (via Giovanni Gelati 4), Tabaccheria
Vicari (via Roma 133),
Tototerzo (piazza Mazzini 81), Nencini
Sport Livorno (via Firenze 144,
località Stagno). L’elenco completo è con-
sultabile sul sito www.boxofficetoscana.it/
Vendita al dettaglio
punti-vendita/. di carni e salumi
La nuova stagione, frutto della collabora-
zione fra il Comune di Rosignano Maritti-
interamente prodotti
mo e la Fondazione Toscana Spettacolo e lavorati in azienda
onlus, con il supporto tecnico della Fon- Loc. Poggio Marchino - Rosignano M.mo
dazione Armunia, comprende dieci spet- Tel. 0586.799032
tacoli, di cui sette in abbonamento, che
sono: “Miss Marple, giochi di prestigio”
Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52

CHORUS S.r.l.
Ingegneria Impiantistica
Via Guido Rossa, 27
57016 Rosignano M.mo (LI) Italy
Telefono: 0586 764794 Centralino 0586 768783
mail: www.chorusimpianti.com
Sito Internet: www.chorusimpianti.com
Cultura 17

IL RACCONTO DI TRE AMICHE CHE SI ‘RINCONTRANO’ PER CASO A LIVORNO

“Indietro, Indietro, Indietro...”


di Laura Conforti Benvenuti po dei sassi felici”, “il
fuoco delle comete” e
“Lampi e folgori lucean
Come è noto il Circolo Ufficiali della Mari- nelle tenebre”, nonché
na Militare “F. Mimbelli” svolge una atti- i saggi storici “Cristina
vità intensa e molteplice, grazie all’eccel- Trivulzio di Belgioio-
lente intuito della dirigenza. Recentemen- so”, “Angelica Palli
te, ha messo in programma una manife- Bartolomei” e “Le Ma-
stazione alquanto interessante e combi- dri costituenti”. Que-
nata tra racconti letterari e musicali con la st’ultimo libro, ha trat-
partecipazione del chitarrista Paolo Poli e tato i problemi delle
della corale “Diapason” diretta dal mae- donne nella costituen-
stro Giorgio Gianetti. te introducendo ottime Le tre amiche al Circolo Ufficiali “Mimbelli”.
Tre amiche del cuore si raccontano, reci- indicazioni per le gene-
tando: “Indietro, Indietro; Indietro...”, ed razioni future. Il chitarrista Paolo Poli, che nel 1960 ha fat-
espongono i loro fatti accaduti fin dalle I racconti di Manola Frediani hanno rice- to parte de “Le facce di Bronzo”, ha ac-
scuole elementari, quando, bambine si vuto premi e riconoscimenti in numerosi compagnato le letture suonando in forma
sono allontanate per i casi della vita, ognu- concorsi letterari. Ha pubblicato “Irridu- attenuata brani di Lucio Battisti esibendo
na per la propria strada, finché si rincon- cibili sogni” che, attraverso stralci di espe- virtuosismi durante le brevi pause. Infine
trano per caso al caffè letterario di Livor- rienze di vita, descrizioni di creature im- la corale “Diapason” ha dedicato alla se-
no “Le Cicale Operose”. Lì si riconosco- maginarie, racconta il sogno, inteso come rata stornelli dell’epoca passata e melodie
no e cominciano a rammentare il loro pas- desiderio, soddisfazione di bisogni e le- attuali: “Stornelli Toscani”, “La rigiri e fai
sato, a rievocare la loro amicizia, i loro gittime aspettative dell’uomo. la rota”, “La strada dell’amore”, “La Vene-
ricordi così profondi che si rigenerano e Anna Botta, attrice, ha frequentato la randa”, “Va Pensiero sull’ali dorate” e “O’
rinascono anche dopo tanto tempo. E’ pre- scuola di recitazione del “Grattacielo” e marinariello”, concedendo anche un “bis”
sente una Livorno d’altri tempi quando i attualmente collabora con varie compa- per, il “Va pensiero sull’ali dorate”. Il pub-
bambini giocavano al “mondo”, alle “si- gnie teatrali fra cui quella diretta dal regi- blico molto numeroso e caloroso ha ap-
gnore”. Ricordano le lunghe filastrocche sta Amasi Damiani. plaudito con soddisfazione.
che non usano più e man mano altre ri-
membranze fino ai nostri giorni, compre-
so il teatro ed i “lunedì danteschi”di Pa-
DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano
dre Valentino Davanzati. .............................................
AREZZO LUCCA
Durante tutto questo periodo della giovi- San GiovanniValdarno Gallicano
Montevarchi
nezza e della vita le amiche hanno avuto Terranuova Bracciolini
Antraccoli
una carriera artistica soddisfacente, ed Altopascio
Loro Ciuffena
Viale Santa Margherita (AR) Ponte alla Ciliegia
al passo con i tempi. .............................................
.............................................
Cecilia Gambacciani, membro regionale per SIENA PISTOIA
le “ Manifestazioni di Rievocazione e Ri- Abbadia san Salvatore Panicagliora
Sovicille .............................................
costruzione Storica” ha presentato le tre ............................................. LIVORNO
amiche. FIRENZE Via Cattaneo (LI)
Anna Maria Bernieri, scrittrice, si divide fra Viale Guidoni (FI) * .............................................
San Polo (FI) PISA
la poesia e la ricerca storica, E’ autrice di Fucecchio MontecatiniVal di Cecina
numerose raccolte poetiche, fra cui “Il tem- * in ristrutturazione

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
18 Cultura

Uno scritto di Don Ardesio Bellini, già parroco della Chiesa dei Sette Santi

“UN GRANDE
SPAVENTO?” rola “morale” è diventato pericoloso, quindi
(eds) - Con questo articolo di grande spessore vandalico, terroristico o gravemente de-
culturale - don Ordesio - ormai in pensione- ini- littuoso, sono stati commessi da figli “ di mi limito a sussurrarlo. Pur in una cultura
zia la sua collaborazione con il nostro mensile. famiglie perbene” o di persone di cui i di massa, “pilotata” da interessi globali di
Don Ordesio si è conquistato larga fama, ol- vicini di casa dicono “ era tanto gentile, tipo economico-politico con l’aiuto di una
tre che per la conduzione di importanti par- salutava sempre, uscivano a braccetto, tecnologia utile e importante ma che spes-
rocchie, l’ultima quella dei Sette Santi, anche so affascina e in molti casi anestetizza, il
ecc.”. Tutto sembrava tranquillo, ordina-
per i suoi seguitissimi “sermoni domenicali” popolo “rozzo” e in esso molte persone
a Telegranducato.
rio. Sembravano in realtà dei buoni figli
di papà. “covavano” quella che viene definita “la
Per noi, de Il Centro, è veramente un grande
onore ospitarlo. Poi viene intervistato l’esperto di turno rivolta contro l’elite”, che non può essere
che ci rimprovera di non aver fatto atten- liquidata semplicemente con la frase “il po-
zione a certi gesti, a certe parole, a certi polo vota con la pancia”. L’errore sta nel
Com’è complicato interpretare la storia, la silenzi e a certe solitudini che ci avrebbe- farne solo un problema socio economico,
macro e la micro storia, quella delle nazio- ro messi in guardia. Io per esempio faccio una specie di variante della “lotta di clas-
ni e quella delle persone! Non sai mai se molto caso allo sguardo delle persone e se” trascurando l’aspetto interiore. Que-
analizzare solo i grandi movimenti, le grandi “cerco di immaginarmi” il loro contesto sto penso che sia chiaro guardando la si-
azioni, le grandi strategie geopolitiche; o esistenziale. tuazione politica nazionale e internaziona-
se dare importanza anche ai dettagli, ov- Ci sono alcuni avvenimenti che in questi le. Troppo attenti e ossessionati dalla “cro-
viamente ai dettagli significativi. Io ho ultimi anni hanno sconvolto sia la storia naca” spesso non siamo pronti a cogliere
sempre dato molta importanza a quei det- politica delle nazioni, sia quella più inti- i possibili “eventi”.
tagli che al di là dell’apparenza senti che ma delle persone, e che hanno preso mol- Questo io lo vedo anche nel caso della
potrebbero nascondere qualcosa di più ti alla sprovvista. Ci sembrava che tutto Chiesa. La si dà per destinata a scompari-
profondo, di più serio e a volte anche di potesse continuare col solito andazzo. re o a essere insignificante, e questo spes-
più preoccupante o di più incoraggiante Certo, vanno tenute presenti le tante cri- so perché anche qui prevale “l’elite”, co-
che, come torrenti sotterranei, covano una si più o meno fisiologiche della società, loro che credono di sapere e di guidare il
energia che improvvisamente può esplo- soprattutto l’economia, ma si sono tra- popolo, sia dentro la Chiesa stessa, sia
dere e incidere sul corso della storia dei scurati i dettagli: il problema era di ordine all’esterno, ossessionati dall’idea magica
popoli e/o delle persone. anche e soprattutto psicologico, vorrei dell’ “aggiornamento”. A me dà l’impres-
Nel mio insegnamento della storia della dire culturale e morale, ma l’uso della pa- segue a pag. 19
Chiesa ho sempre cercato per quanto pos-
sibile di sottolineare certi piccoli segni ap-
parentemente insignificanti che tuttavia
aiutano a misurare la temperatura cultura-
le e sociale dei popoli e capire se si tratta
di un’influenza o di qualcos’altro un po’
più grave. Mi sono sentito spesso come
un biologo alle prese con una goccia di
sangue: possibile che da una goccia di
sangue io possa scoprire se tutte le varie
sezioni del corpo umano, le cellule e quan-
t’altro godono ottima salute o se invece
qualcosa non va? Possibile che alcuni
dettagli nei comportamenti degli uomini
possano essere segno di un movimento
capace di esplodere e cambiare il senso
della storia?
Capita di sentire dalle notizie dei media
che determinate azioni, spesso di tipo Don Ordesio Bellini, già parroco della Chiesa dei Sette Santi di Livorno
Cultura 19

da pag. 18 damental-
mente uno
sione che anche qui il nostro popolo “ sta stile di vita
covando” e che bisognerebbe stare attenti “sostanzial-
ai dettagli. Per chi lo desidera lo rimando mente” coe-
al concetto teologico di “sensus fidei” del rente.
popolo di Dio e se volete alla storia stessa Ma quali
della Chiesa: Benedetto, Francesco, Do- sono questi
menico... Con la caduta dei regimi comu- dettagli?
nisti le statue della Madonna venivano Riuscire a
dissotterrate come dei veri tesori nascosti cogliere
da chi non si era arreso al clima dominante quelli che
culturale e non solo. hanno rile-
In questo periodo storico non c’è dubbio vanza storica
che una certa “elite”, culturalmente par- è un eserci-
lando, ha il potere e il popolo finisce per zio di vera
condividerne gli effetti in un clima di “li- intelligenza. La Chiesa dei Sette Santi di Livorno
beri tutti”. E’ la fase del “politicamente E’ un diffici-
corretto”. Ma siamo sicuri che durerà? le e delicato lavoro da psicologo e da bio- essere i tantissimi “felicemente contenti
Bisogna fare attenzione ai dettagli. Quin- logo della storia! di essere trasgressivi”.
di bisogna andare piano nel dichiarare la A me preoccupano molto quei dettagli Non si parla sempre di sviluppo ecoso-
morte di certi valori e di certe realtà. che manifestano il cervello all’ammasso. stenibile? Beh, più o meno io mi muovo
Ora che ho raggiunto i cosiddetti “Iimiti di Ecco perché non ho mai avuto particolari dentro quell’ottica, insistendo però sul
età” oltre i quali non dovrebbe più essere simpatie per i cortei a meno che non pro- fatto che l’ecosostenibilità include il cer-
consentito combinare guai, mi dedico pro- cedano in quasi totale silenzio; per le vello e il cuore dell’uomo. Ecco perchè
prio a guardare determinati dettagli nella grandi assemblee; per le varie primavere oggi tanti sono interessati alla professio-
società in cui “ancora” vivo. E sono tanti politiche che spesso nascondono segnali ne di psicologo. Il mercato è immenso e la
i dettagli interessanti, alcuni anche discre- di un inverno triste e a volte tragico. An- domanda sembra destinata a superare l’of-
tamente preoccupanti, che invece fanno che nella vita pastorale della Chiesa: tan- ferta. L’innumerevole schiera degli psico-
la gioia di coloro che vivono proiettati te idee, tante proposte, tanto movimen- logi è un segno chiaro che lo stato di sa-
“culturalmente” sempre nel giorno dopo to, tante iniziative, tanti convegni che lute mentale della nostra società ha qual-
da loro considerato per definizione, quasi spesso finiscono per essere vissuti in che problema.
meccanicamente e a prescindere, sempre modo illusorio, dissociato e schizofreni- Nel secolo scorso nella predicazione del-
e comunque migliore del giorno prima. La co. la Chiesa molto si insisteva sulla conver-
parola magica, spesso ripetuta ossessiva- Sarebbe possibile fare anche solo un pic- sione del cuore dell’uomo. Ma andava di
mente e prepotentemente da quel lontano colo passo indietro nella storia o anche moda la rivoluzione delle strutture. Credo
1968 è “emancipazione di tutti, di tutto e solo una intelligente deviazione di per- che le due cose debbano essere armoni-
da tutto”. E’ tipico di certi ambienti politi- corso? camente convergenti e interconnesse.
ci, di certe aree culturali, di certi ambienti Non credo però che da sola l’umanità nel- Questa potrebbe essere la sfida del no-
anche di cultura cattolica e anche di molti l’attuale situazione storico- culturale pos- stro tempo. Coniugare insieme conversio-
ambienti educativi dove ci si consola e ci sa “tornare un po’ indietro” per forza pro- ne e “rivoluzione”.
si soddisfa con tante realtà da certi punti pria. Appena pronunzio la frase “tornare Osservando la dimensione globale della
di vista indubbiamente positive. Ma die- indietro” subito si scatena la reazione: storia e i suoi dettagli mi verrebbe da dire
tro tanti impegni e tante benemerite attivi- secoli oscuri, tenebre clericali, fascismi, “ solo una grande tragedia collettiva ci
tà, che soddisfano e danno tranquillità a dittature. L’elite ha sempre paura e, a ra- potrebbe aiutare”. Ma tragedia è parola
tanti, dietro tante “conquiste storiche” ci gione, di essere scavalcata e eliminata da troppo dura. Uno storico americano, an-
sono spesso disagi nascosti che con mi- un’altra elite di segno opposto ma di me- che lui preoccupato dei dettagli e non
nore presunzione e più attenzione si pos- todo e contenuto simili. solo, a chi gli chiedeva come venirne fuo-
sono cogliere osservando i molti dettagli. Mi basterebbe che la risata sguaiata e ri rispose “solo un grande spavento”. E
L’ottimismo come il pessimismo spesso spesso volgare cedesse al sorriso tipico allora vada per “un grande spavento”!
fanno brutti scherzi. dei bimbi; che la gioia sostituisse l’eufo- La storia umana e la storia della Chiesa of-
Questi dettagli hanno molto a che fare con ria; che si tornasse a ballare nelle piazza e frono tanti esempi di “grandi spaventi”.
lo stile di vita: non la professione soltan- non in luoghi dove sballare. Salvo miracolo, la libertà degli uomini e
to, non il servizio agli altri più o meno a “Temo il giorno in cui la tecnologia sor- dei popoli è più potente della potenza di
tempo, non l’ottima resa negli studi e al- passi la dimensione umana delle perso- Dio, nel bene e nel male. E questo fa dire a
l’università soltanto. Lo stile di vita si ne. Il mondo avrà una generazione di idio- molti che in realtà Dio non esiste! Però
esprime proprio nei particolari che forma- ti. “ (Albert Einstein) ogni tanto Dio si fa vivo e come diceva
no in gran parte le 24 ore della giornata, in C’è anche tanto bene in tante persone. Bossuet “scrive dritto nelle righe storte
pubblico e in privato, nelle spese, nei con- Certamente! Questo è già una garanzia di degli uomini”. Io credo che la storia, come
sumi e quant’altro. Non ti lasciano mai futuro. Ma a dire la verità chi fa “cronaca la natura, ama essere plasmata ma non vio-
neppure nella camera da letto o nelle ferie “ e purtroppo anche “cultura” soprattut- lentata. Si ribella. E la storia è la grande
a Barcellona o alle Maldive. Cultura è fon- to nel nostro occidente sembrano invece spazzina di cui si serve Dio o chi per lui.
20 pubblicita

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

Acli Labor SOCIETÀ COOPERATIVA

Edilizia - Pulizie civili e industriali


Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) Giardinaggio
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline, Tel. 0586.790.751 - Rosignano S.
www.aclilabor.it

Loc. Cotone, 75 - Rosignano Solvay


Tel/Fax 0586.792464
O.M.P.
ROSIGNANO SOLVAY
S.r.l.

Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174


dei F.lli Costantini Fax. 0586.791173
s.n.c.
E.mail: omp@omprosignano.it

Via della Repubblica 118

CA.PA. TER s.r.l.


ROSIGNANO SOLVAY
Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
e-mail: coopgiglio@tin.it
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

GUIDI Soc. SECOS srl

Costruzioni Edili e Industriali Associazione Nazionale Amministratori


Condominiali e Immobiliari

Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay ANACI Sezione di Livorno


Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

IL GIGLIO S.C.R.L.

Erogazione del servizio


di manutenzione di aree verdi
Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via della Repubblica 118 - Rosignano S.
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 e-mail: coopgiglio@tin.it

Di Gabbia A. & Figlio


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
SRL

PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI


Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
Cultura 21

Come una Musa: Sofia Massetani


La musica, la danza, la passione per l’arte ed i suoi linguaggi
per motivi di tempo e di gestione dei due
di Lorenzo Taccini
grandi impegni.
Attualmente iscritta al corso di Laurea
Triennale in Flauto presso il Conservato-
L’unione dell’arte coreutica e di quella rio di Livorno, vedi la musica nel tuo futu-
musicale, unitamente alla passione per il ro?
bello ed i beni culturali, sono necessaria- Si, vorrei che ci fosse la musica del mio
mente caratteristiche che, ben cucite ed futuro, per questo ho scelto di provare a
armonizzate nell’insieme, tessono la tra- trasformare questa passione in un titolo/
ma di una grande persona che le incarni. lavoro. Sperando di farcela ovviamente!
Si uniscano la deliziosa presenza, nondi- Qual è stato l’approccio con la città di
meno estetica e comunque consustanzia- Livorno e quale impressione ne hai avuta
le caratteristica ausiliare delle suddette sotto il profilo artistico e culturale?
arti, un sorriso timidamente simpatico, Ho avuto un approccio decisamente po-
umile ed infine la scelta della città di Li- sitivo con la città di Livorno: è una città
vorno per la sua definitiva formazione molto accogliente dal punto di vista de-
professionale presso l’Istituto Mascagni: gli abitanti, tutti mi hanno dimostrato
ecco Sofia Massetani, la giovane Musa una grande gentilezza e disponibilità. La
del flauto traverso che già all’età di 19 città dal punto di vista artistico/cultura-
anni, può vantare un percorso artistico di le è molto particolare, come mi è stato
Sofia Massetani musicista.
tutto rispetto. Abbiamo l’occasione di detto da un abitante “è un paesone”; è
conoscerla ed il piacere di poterla incon- padre mentre mi stava per far scendere molto particolare in quanto unisce di-
trare in una prima occasione d’esibizione per andare a nuoto (avevo paura del- verse culture. La cosa che mi stupisce di
in città presso il Caffé Letterario delle Ci- l’istruttore). più sono i canali che creano questo ‘pen-
cale Operose la sera dell’11 Novembre p.v. Quali motivi ti hanno spinto a decidere tagono’ nella città. Ed infine Livorno può
(alle ore 20:30 circa). di proseguire gli studi nelle arti musi- vantare la presenza del mare!
Sofia Massetani: una giovanissima arti- cali, abbandonando quelle coreutiche? Che cosa ti ha spinta ad approfondire i
sta con un curriculum già di tutto rispet- Sono sicura che l’interesse per la musi- tuoi studi a Livorno, piuttosto che restare
to. Da dove nascono le tua passioni nei ca si sia amplificato quando ho iniziato nella più vicina Firenze?
confronti della music e della danza? a fare danza. Almeno due volte a setti- Ho avuto la fortuna di poter conoscere il
Non mi ricordo con precisione in che mana avevo la possibilità di sentire mu- mio attuale Maestro a un corso estivo di
modo è iniziato il mio interesse per la sica, in particolare musica classica e di flauto, ci feci lezione di musica d’insie-
danza, avevo solo 5 anni ed è stata un potermici esprimere sopra (anche se ri- me, e mi è piaciuta molto la sua “filoso-
decisione presa dopo essermi nascosta tengo la danza un’arte indipendente fia” di approccio al flauto, in più par-
dietro il sedile della macchina di mio dalla musica), non so come mai sono lando con i miei insegnanti ho avuto solo
sempre stata attratta dal pareri positivi.
poterla creare. La possi- Hai un sogno nel cassetto? Puoi raccon-
bilità di studiare musica, tarci quale?
mi è stata preclusa fino Non saprei, non sono una persona parti-
alle medie, probabilmen- colarmente sognatrice.
te anche questo a contri- Dal tuo punto di vista quali funzioni può
buito nella mia scelta tra avere la musica nel tessuto sociale e cul-
le due. In realtà da pic- turale di un paese come il nostro?
cola mi vedevo più por- Io penso che la musica sia un vero e pro-
tata per la danza, ma cre- prio linguaggio, allo stesso modo della
scendo mi sono trovata parola: difatti la musica (come la poe-
molto più a mio agio nel sia) è possibile leggerla, ma anche im-
mondo musicale, e più provvisarla (come succede con le parole
che continuavo il mio quando parliamo normalmente).
percorso musicale, più Salutaci con un detto, una frase o un afo-
sentivo di non apparte- risma che ti rappresenti.
nere troppo al mondo Ritengo che la musica sia un mezzo di
della danza. Infine ho unione e di comunicazione importante
Sofia Massetani danzatrice. smesso più che altro però per tutti i paesi.
22 Cultura

Se ne è parlato in un dibattito al pubblico promosso dalla FIDAPA Livorno

La nuova Carta
dei Diritti della Bambina
e ha aggiunto “che spetta agli uomini im- ni pratiche con le Pari Opportunità e il modo
di Gianni Giovangiacomo di operare del locale “Garante della privacy”
pegnarsi a favore della parità di genere”
e che il suo Comune ha già messo in atto è stato adottato a livello nazionale.
“uno sportello antiviolenza” Anna Pezzati, dirigente dell’Ufficio Scola-
Nella Sala consiliare della Provincia di Li- stico provinciale, ha ribadito la necessità
L’Assessore del Comune di Rosignano,
vorno è stato presentato di fronte ad un di “fare rete” su tematiche così importanti
Veronica Moretti, ha detto che “i valori
vasto pubblico il tema: “Una nuova Carta e che le linee guida nazionali presentate
espressi dalla Carta verranno propagan-
dei Diritti della Bambina”, con l’ulteriore dal MIUR sono da seguire per una vera
dati all’interno delle scuole e in tutta la
specificazione “per la tutela e la valorizza- “educazione alla parità”, è necessario il
comunità”.
zione della donna fin dalla nascita”. coinvolgimento delle famiglie e ha auspi-
Fiorella Annibali, responsabile nazionale
La Carta è ispirata alla Convenzione ONU cato che i contenuti della Carta siano co-
della FIDAPA, ha dato rilievo ai principi
sui diritti del fanciullo del 1989 e con essa nosciuti nelle scuole.
contenuti nella nuova Carta, composta da
si vuole dichiarare che ogni bambina deve Alcune studentesse delle classi presenti
nove articoli, che mettono in risalto i bi-
essere aiutata, protetta fin dalla nascita e all’iniziativa hanno letto i nove articoli che
sogni delle bambine e ha evidenziato che
formata in modo che possa crescere nella costituiscono la Carta. Poi Cinzia Simoni,
sono già più di 200 i Comuni che hanno
piena consapevolezza dei suoi diritti e dei della Commissione Pari Opportunità della
aderito e ben 4 Regioni.
suoi doveri contro ogni forma di discrimi- Regione Toscana, ha sottolineato che
Paolo Ferrara, Presidente dell’Associazio-
nazione. “ben vengano giornate come questa per
ne “Terre des hommes”, ha rilevato che
L’iniziativa è partita dalla FIDAPA, la cui affrontare temi così rilevanti” e ha auspi-
questa associazione ha pubblicato un
Presidente livornese, Angela Simini, ha cato che vi siano sempre più Comuni che
Rapporto sull’universo femminile nel
detto che l’incontro voleva rappresenta- si interessino a queste problematiche e
2017 che elenca i dati sulle bambine og-
re un “momento operativo” per la divul- facciano opera di sensibilizzazione.
getto di reato, dati che dimostrano l’au-
gazione della Carta e ha ringraziato i Co- In rappresentanza dell’ASL, Laura Ador-
mento delle violenze sessuali sulle bam-
muni di Livorno, Rosignano e Collesal- ni, ha detto che l’ASL è chiamata in causa
bine. Non vogliamo “sovrapporci” alla
vetti per aver aderito alla sua accettazio- dalla Carta “per tutte le forme di violenza
FIDAPA ma lavorare insieme in rete,
ne nonché la Provincia “che ci appoggia nei confronti dei soggetti più deboli” e ha
“solo così possiamo fare la differenza”.
e ci dà una grande collaborazione”. invitato la FIDAPA ad entrare nel “Comi-
La Consigliera di parità della Provincia,
La moderatrice, Daniela Armani, ha poi tato di partecipazione” istituito dall’ASL.
Cristina Cerrai, ha esordito dicendo che
letto un messaggio di adesione inviato Patrizia Bonciani, Presidente del Distretto
“lavoriamo per venire incontro a tutte le
dalla Vice prefetto di Livorno, Sabatina Centro Italia della FIDAPA, in merito alla
fragilità”, la Provincia coordina tutte le azio-
Antonelli, impossibilitata ad intervenire. iniziativa ha affermato: “Penso che più di
Maria Giovanna Alari, una delle promotri- questo non si possa fare per fare squa-
ci della 1° Carta, ha tracciato il cammino dra!”, bisogna lavorare, fare rete, confron-
dello sviluppo della stessa avvenuto nel tarci con le altre associazioni, perché è
corso degli anni, sia nella nostra città sia certo che le violenze sull’infanzia sono
a livello nazionale, partendo da Maria aumentate così come sono presenti nuo-
Mosca a Nicla Capua, fino al Congresso ve realtà negative per cui “abbiamo biso-
di Reykjavik del 1997. gno di unire le forze”.
E’ stato quindi proiettato un video di sa- A conclusione, Giuseppina Bombaci, Coor-
luto da parte dell’Assessore Regionale dinatrice Europea della FIDAPA, ha traccia-
all’Istruzione, Cristina Grieco, che ha ri- to il cammino dalla prima Carta alla nuova
cordato che la Carta propone “una sfida Carta approvata il 30 settembre del 2016, che
che dobbiamo vincere”, mentre la Vice ha costituito un passaggio importante “dal-
Sindaco, Stella Sorgente, ha sottolineato le prime aspettative alla odierna realtà”.
che la Carta costituisce “un elemento di La Carta si è propagata dalla Valle d’Ao-
innovazione” che ci dà alcune direttrici di sta a tutta l’Italia e la Presidente del Sena-
azione, di attenzione alla sensibilità delle to Casellati ha firmato un protocollo d’in-
bambine fin dai primi anni di vita, e di pre- tesa con il Ministero dell’Istruzione per la
venzione verso la violenza di genere. sua diffusione. Una Carta con la quale
Il Sindaco del Comune di Collesalvetti, Lo- poter esportare il modello italiano a livello
renzo Bacci, ha ricordato la delibera del europeo, una Carta che l’8 marzo è stata
suo Comune di approvazione della Carta accreditata presso le Nazioni Unite.
Teatro 23

musica di Pietro Mascagni PROSA


direttore Valerio Galli - regia Vivien Hewitt Mercoledì 28 novembre, ore 21
Orchestra della Toscana - Produzione della Fon- LA GUERRA DEI ROSES
dazione Teatro Goldoni Livorno di Warren Adler
con Ambra Angiolini e Matteo Cremon
regia Filippo Dini
PROSA
Domenica 11 novembre, ore 21
DONCHISCI@TTE
di Nunzio Caponio
liberamente ispirato a Don Chisciotte della Man-
cia di Miguel de Cervantes
con Alessandro Benvenuti, Stefano Fresi
adattamento e regia Davide Iodice
Una scrittura originale che prende ispirazione
dallo spirito dell’opera di Cervantes, scaglian-
do una volta di più la simbologia di questo ‘mito’
contro la nostra contemporaneità. Con vesti
sgangheratamente complottiste e una spiritua-
lità naif, accompagnato da un Sancho, che è EVENTI
insieme figlio e disorientato adepto, il nostro Giovedì 29 novembre, ore 21
Balletto di San Pietroburgo presenta

Il programma
Don intraprende un corpo a corpo, disperante
e “comico” contro un mondo sempre più vir- IL LAGO DEI CIGNI
musiche Pëtr Il’ic Cajkovskij - Coreografie Ma-
rius Petipa

di Novembre
EVENTI
Mercoledì 7 novembre, ore 21
Todomodo Musci-all / Ass.ne Modigliani in col-
laborazione con Coop Itinera presenta
SGT PEPPER è in distribuizione gratuita
ILCONCERTO CHE NONAVETE MAI VISTO anche presso i seguenti punti:
regia Emanuele Gamba tuale, spinto a trovare l’origine del male nel
direzione musicale Stefano Brondi LIVORNO:
sistema che lo detiene.
Libreria nuova di Biagini Silvia,
Dall’improbabile rifugio in cui si è rintanato,
LIRICA corso Amedeo 23-27;
Venerdì 23 novembre, ore 20.30 - Domenica 25 lotta per mantenere intatto il suo pensiero cri-
Libreria Feltrinelli, via di Franco:
novembre, ore 16.00 tico coltivando ancora un’idea: l’IDEA.
Edicola Cairoli, via Cairoli 18;
SI Unica finestra sull’esterno (o su altri interni)
Edicola Nelli, piazza Cavour 39;
una teoria di schermi che s’affaccia su perso-
Edicola P.zza Grande,
naggi e mondi annodati, interferenze che spro-
nano i nostri eroi all’Azione, a una qualche lato Farmacia Ospedale,
azione. E se, nella giostra di pensieri che galop- Edicola Bianchi, via del Porticciolo,
pano progressivamente verso l’inevitabile de- Edicola Attias, corso Amedeo;
lirio, le menti malefiche dei giganti delle multi- Edicola piazza Matteotti;
nazionali sono il nemico contro cui scagliarsi, Edicola Ramagli e Rossi
l’Amore è ancora il vento che soffia e muove, via Calatafimi:
anche se Dulcinea, intrappolata in una web- Edicola Paolini (Baracchina Bianca),
cam, può svanire dolorosamente per un banale piazza S. Jacopo;
blackout. Ed. Lo Strillone, viale Italia 113;
Edicola Barcellona, via Goito;
Edicola Borghi, corso Amedeo,
angolo via dell’Origine;
Tabaccheria Cioni, via Roma 133;
Tintoria Rossi, corso Mazzini;
Ed. Martelli Anna Lisa,
via Meucci 5 (Coteto);
Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare;
Edicola Dharma, Viale Antignano 115
Edicola Bini-Filippi, Via del Litorale
(largo Vittime delle Fobie)
Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco,
via C. Puini 97 - Antignano.
CASTIGLIONCELLO:
Edicola Rossi, P.zza della Vittoria;
L’Edicola, Via Aurelia 512.
ROSIGNANO SOLVAY:
Edicola Giovannoni, via Allende;
Edicola Vallini, via O. Chiesa.
Tabacchi-Edicola Bicego, via Aurelia 459.
VADA:
Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3.
24

Potrebbero piacerti anche