Sei sulla pagina 1di 24

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XIX - n° 197 Marzo 2019

L’Editoriale Una diversa tendenza


di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it per le prossime Europee
di Francesco Butini
Il vento Uno dei più importanti ed informati siti web anche altrove, la critica alle classi dirigenti
di politica internazionale ha pubblicato (e non si limita certo al solo caso italiano, e
della libertà continuerà a farlo nei prossimi mesi) una
proiezione dei risultati previsti per le prossi-
alcune linee di tendenza si stanno manife-
stando ovunque. Ad esempio: il sensibile
Su questo numero, in sostituzio- me elezioni europee, paese per paese, for- ridimensionamento dei partiti tradizionali
nendo una stima dei seggi conseguiti dai della sinistra europea, la spinta protestata-
ne del tradizionale editoriale, vo-
raggruppamenti parlamentari a livello euro- ria e anti-globale della destra europea, lo
gliamo pubblicare integralmente
peo. L'ultima proiezione risale al 18 febbraio scricchiolio del grande centro parlamenta-
quella pubblicato sul numero 44
scorso. re rappresentato dai Popolari europei.
della rivista “Formiche” che si Può essere criticabile analizzare la situazio- Ma nonostante ciò, i sondaggi aggregati a
occupa di politica-economia-este- ne in Europa sulla base di sondaggi e proie- livello europeo forniscono un quadro non
ri-ambiente e cultura, avente come zioni, ma una linea di tendenza sembra emer- certo omogeneo a quanto ci viene rappre-
titolo “Il vento della libertà” Ci li- gere, ed è quella che merita attenzione. La sentato in Italia da alcuni organi di stampa
miteremo ad un breve commento volubilità elettorale italiana è riscontrabile e dal martellante “pensiero unico” del web.
in calce all’articolo. Vediamo di capire di cosa si tratta.
Quando manca la libertà, manca A tre mesi dalle elezioni europee, il raggrup-
l’ossigeno. E un sentimento di
claustrofobia comincia a farsi lar-
Zingaretti pamento che più rappresenta i nazionali-
smi ed i sovranismi europei (ENF – Europe
go anche in luoghi che la libertà
l’hanno considerata , da genera-
gran successo! of Nations and Freedom) crescerebbe ma
non sfonda: su 705 seggi del futuro Parla-
Non possiamo ignorare il mento europeo, al momento 61 di essi sa-
zioni, una conquista acquisita.
grande successo riporta-
Capita invece che a tutte le latitu- rebbero appannaggio dei nazionalisti. Non
to da Nicola Zingaretti alle
dini, persino in Europa e in Italia, primarie del Partito Demo- segue a pag. 2
si registri un inquietante arretra- cratico caratterizzate, no-
mento. Non bisogna in alcun nostante le negative pre- Circolo Culturale Il Centro - Livorno
visioni, da una vasta par-
modo cedere alla retorica, peral- Martedì 12 Marzoo, h. 18
tecipazione di elettori in
tro del tutto inefficace, di chi in- conferenza dell’
numero, assolutamente
neggia al ritorno del fascismo ogni superiore, alle più ottimistiche previsioni.
volta che una nuova leadership si
afferma. Qui non si vuole segna-
Si è trattato di una grande affermazione
che, sicuramente, può aprire interessan-
Ing. Livio Lazzeri
lare una questione che attiene al ti prospettive per il futuro politico del no- sul tema
dibattito interno alla politica di stro paese. Se al probante successo di
Zingaretti associamo la grande manife-
casa. Il veleno che si sta inocu-
stazione, svoltasi il giorno prima a Milano, La crisi delle banche:
lando nelle vite di tutti noi è inco-
lore, inodore, invisibile. Ma non
con la quale si è voluto protestare contro subprime - derivati -
il governo giallo-verde, pieno di contrad-
per questo è meno “letale”. dizioni e di ricorrenti contrasti ed animato obbligazioni subordinate
Per descrivere questa preoccu- da una perversa logica razzista, possia-
pazione forse c’è un esempio che mo ben dire che nel popolo italiano son
ancora ben presenti quei sentimenti di so-
Moderatore:
può valere per tutti: il Venezuela. Dott. Fabio Del Nista
lidarietà e di sensibilità democratica che
segue a pag. 2 non possono essere spenti da politiche Presidente Circolo Cult. Il Centro
estranee alla sua nobile storia.
2 Politica

dalla prima pagina popolo venezuelano. a preoccupare seriamente le coscienze


democratiche della grande maggioran-
Il vento della libertà Davvero si può barattare la sacralità
della libertà per una visione sterilmente za degli italiani. E quest’ultima valu-
Nel Paese sudamericano da anni esiste antagonista della storia? Caracas è tazione vorremmo che fosse conferma-
un regime bolivariano che, con Chavez Roma. Quello che accade lì riguarda ta da fatti e comportamenti.
prima e Maduro poi, nel nome del po- noi, tutti noi. Difendere il chavismo o
polo ha affamato gli abitanti costrin- anche solo non prendere posizione è, Una diversa tendenza
gendoli alla fame ed alla fuga. Un disa- nel 2019, la spia di una deriva che non
stro assoluto realizzato con la paura, la può essere sottaciuta e che fa il paio per le prossime Europee
coercizione e l’uso della forza militare con “polichy” che definire illiberali è arriverebbero nemmeno al 10% dei parla-
(e con il supporto a vario titolo di forze un eufemismo. Nazionalizzare di fatto mentari. E l'aumento rispetto ai precedenti
straniere provenienti sopratutto da Cuba l’industria dei farmaci (negando il va- risultati (+26 seggi) verrebbe fortemente
e dalla Russia). lore economico della ricerca e dell’in- ridimensionato dal calo dell'altro raggrup-
Bisogna sempre rifuggire dalle facili novazione), revocare concessioni e pamento di destra (ECR – European Con-
categorizzazioni come “bene” e “male”, permessi (dalle autostrade alle cosid- servatives and Reformists) che riduce la
ma davvero non si può dubitare nean- dette trivelle), invocare giudizi sommari sua rappresentanza parlamentare (-20 seg-
che per un attimo da che parte stare, se contro chi fa impresa: sono tutti se- gi) anche a causa dell'uscita del Regno
con un regime autoritario ormai privo gnali deboli di una contorsione demo- Unito dall'Unione europea.
di qualunque consenso e/o con il fron- cratica che insieme però disegnano un I tre maggiori partiti della storia politica
te delle democrazie, per quanto imper- forte pericolo. europea (Popolari, Socialisti, Liberali) per-
fette possano essere. La presa di posi- Non gridiamo al pericolo di una ditta- derebbero complessivamente 100 seggi.
zione del governo degli Stati Uniti tura, ma non restiamo silenti alla lenta Sono indubbiamente molti, anche se di-
d’America per riconoscere il capo del- e quasi inavvertibile riduzione del con- stribuiti in modo non omogeneo, e con al-
l’opposizione a Caracas avrebbe dovu- certo stesso di libertà. La mano pubbli- cuni raggruppamenti nuovi che vedono
to determinare un pronto e convinto so- ca che anche in Venezuela si pensava per coerenza politica una adesione alla
avrebbe sostenuto le istanze del popolo suddetta triade. Ad esempio il gruppo dei
stegno da parte dell’Italia. Abbiamo vi-
Liberali europei aveva 68 seggi, e ne man-
sto invece balbettii imbarazzanti e il ri- non dà mai quello che ci si aspetta.
terrebbe altrettanti.
torno a riferimenti come l’imperialismo Solitamente toglie. Non poco.
I Popolari europei perderebbero 44 seggi.
americano o al tentativo di “golpe” da Se però si tiene conto che il Parlamento
parte dell’occidente contro il povero Il commento sarà molto breve anche europeo si riduce da 750 membri a 705 a
perché condividiamo in toto le consi- causa dell'assenza dei deputati inglesi, i
derazioni contenute sull’editoriale del- Popolari passerebbero dal 29,2% degli at-
la rivista “Formiche”.Tra le varie ope- tuali parlamentari al 24,8%: un calo, senz'al-
razioni combinate dal governo giallo- tro, ma nessuna frana.
verde su cui confermiamo le nostre Più consistente la sconfitta elettorale che
Mensile del Circolo Culturale “Il Centro”
più serie riserve, vi è “la infame catti- si starebbe prospettando per la sinistra
veria” di voler chiudere “una voce li- europea: il gruppo dei Socialisti e dei Pro-
Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
bera” quella di Radio Radicale e di gressisti perderebbe ben 56 parlamentari,
Redazione ed Amministrazione:
Via Trieste 7 - 57124 Livorno alcune storiche testate a cui il duo Di riducendosi a 132 seggi.
e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com Maio - Salvini , ha voluto, come suol Globalmente dunque, i tre partiti storici
www.circoloilcentro-livorno.it dirsi, tagliare i viveri. Nella legge di dell'Europa manterrebbero la maggioranza
bilancio è previsto il taglio dei finan- assoluta del Parlamento europeo: con 375
DIRETTORE RESPONSABILE:
Enrico Dello Sbarba ziamenti ad alcune voci non sostenute seggi avrebbero oltre il 53% della rappre-
da potentati economici e/o finanziari, sentanza politica. Rappresentanza che si-
COMITATO DI REDAZIONE:
Massimo Cappelli, quali il Manifesto, l’Avvenire (l’unico curamente sarebbe destinata a crescere,
Laura Conforti Benvenuti, quotidiano cattolico) ed appunto Ra- data la presenza di 20 parlamentari france-
Sergio Cini, Valeria Grillo, si del movimento del presidente Macron,
Luca Lischi, Mario Lorenzini,
dio Radicale: quest’ultima, una essen-
e di 46 deputati dei Verdi, entrambi i rag-
Mauro Paoletti, Angela Simini, ziale fonte di informazione “parlata”
Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
gruppamenti fortemente europeisti.
che assicura la diretta delle sedute dei
Se i risultati elettorali di maggio confer-
Hanno collaborato a questo numero: due rami del Parlamento, dei congres- massero le proiezioni di politico.com, sia-
Don Ordesio Bellini, Franco Biancani, si dei partiti e dei più importanti even-
Francesco Butini, Massimo Cappelli, mo davanti ad una rivoluzione distruttrice
Sergio Costalli, Saul Conforti, Fabio ti del paese. dell'Unione europea? No. Sono numeri che
Figara, Gianni Giovangiacomo, Luca Li- Siamo di fronte ad una autentica “cat- segnalano una critica, non una sconfes-
schi, Ruggero Morelli, Angela Simini, tiveria” , ad una azione punitiva con-
Franco Spugnesi. sione. Segnalano più una spinta alle rifor-
Grafica e impaginazione: Editrice “Il Quadrifoglio”
dotta da forze politiche che dimostra- me, piuttosto che un'ondata travolgente
sas di Palandri Giulia & c., Livorno - Tel. 05861732178. no, in ogni circostanza, di avere una verso l'azzeramento della nostra casa co-
Stampa: Tipografia Sagittario - Bibione (VE) concezione,molto sbiadita, del concet- mune Europa.
Giornale chiuso in tipografia il 4/3/2019 to di libertà e di democrazia: aspetti, I popoli sono spesso più saggi e respon-
questi ultimi, che debbono cominciare sabili di molte classi dirigenti.
Politica 3

Per una Europa Unita


di Massimo Cappelli

Ci stiamo avvicinando alle elezioni per il La situazione è tale che , secondo le più ne fuori vuol dire subire le decisioni che
rinnovo del Parlamento Europeo che si recenti notizie, il Primo Ministro inglese altri prenderanno, ma che comunque ci
terranno il prossimo Maggio. Sono ele- Teresa May sembra trovarsi in grande riguarderanno.
zioni importanti che daranno la misura del difficoltà, mentre numerosi esponenti Oggi le sorti del mondo sono decise dalla
consenso all’idea di una Europa unita tra politici arrivano ad ipotizzare un secon- Cina (1 miliardo e duecento milioni di abi-
le popolazioni delle nazioni che ne fanno do referendum e comunque tutti pensa- tanti, una superficie di 9 milioni e mezzo di
parte. Se i partiti o coalizioni che sosten- no di cercare di rinviare la data di uscita km quadrati, un tasso di crescita del 6/7
gono questo ideale prevarranno, il pro- dall’Europa, il 29 Marzo 2019, o comun- per cento annuo), gli Stati Uniti d’Ameri-
cesso di unificazione avrà una accelera- que non dare, per ora, pratica attuazione ca (330 milioni di abitanti, una superficie
zione, se viceversa avranno successo le a quanto previsto dall’uscita stessa. di 9 milioni e ottocentomila km quadrati,
forze che esprimono posizioni più nazio- Questa è la situazione per il Paese che ha un tasso di crescita del 2/3 per cento an-
naliste, questo cammino si farà più fatico- affrontato il quesito referendario più con nuo e comunque un Paese fortemente in-
so e problematico. In ogni caso, tuttavia, la testa rivolta al passato che guardando dustrializzato), la Russia (144 milioni di
mi auguro che posizioni estreme, inneg- al futuro. abitanti su una immensa superfice di 16
gianti alla uscita dall’Europa e al ritorno a Di tutte le motivazioni che si possono milioni e 400 mila km quadrati) che non ha
stati-nazione completamente sovrani, non portare a favore dell’Europa Unita mi ba- tassi di crescita economica esaltanti, ma
abbiano seguito. D’altra parte la Brexit sta sottolineare il lungo periodo di pace rappresenta comunque una potenza signi-
qualcosa dovrebbe aver insegnato. che il processo di unificazione ha portato ficativa. Da sottolineare che questi tre
La Gran Bretagna, dopo la risicata vittoria ai cittadini europei. Ottanta anni di pace a Paesi-continente sono anche formidabili
referendaria dei favorevoli al distacco dal- fronte di ben due guerre mondiali, nate potenze militari. In prospettiva l’India si
l’Europa, è piombata nella più completa proprio in Europa, nei trenta anni prece- inserirà tra i grandi per la numerosità dei
confusione. La difficoltà a trovare un ac- denti; due guerre che hanno causato la suoi abitanti che supereranno i cinesi e
cordo con la Comunità Europea per una morte di milioni di persone e la distruzione per il tasso di crescita economica alto
uscita indolore e le incertezze che accom- di interi Paesi. ,come nella America del sud farà il Brasile
pagnano questa situazione politica, han- Ma oggi vi è anche un’altra ragione che o in Africa l’Egitto o la Nigeria.
no già portato numerose aziende extraeu- ritengo determinante per un processo di In questo contesto anche l’ Europa Unita
ropee a delocalizzare o annunciare la de- unificazione e risiede nel cambiamento può giocare un importante ruolo. Già oggi
localizzazione della loro attività dalla Gran della geopolitica internazionale conse- i 27 Paesi membri contano oltre mezzo mi-
Bretagna all’Europa continentale. Lo stes- guente al processo di globalizzazione. liardo di persone, è un continente e lo
so dicasi per numerose attività finanziarie E’ finito il tempo degli stati-nazione, oggi sviluppo economico dei suoi Paesi è di
che avevano a Londra il loro quartier ge- quelli che contano sono gli stati-conti- grande rispetto.
nerale. Alcuni analisti stimano che una nente. Stati che per vastità geografica, L’Europa rappresenta inoltre un esempio
Gran Bretagna, completamente fuori dal- numero di abitanti, risorse naturali e in- di democrazia, una grande realtà mondia-
l’Europa, vedrebbe diminuire il suo pro- tellettuali possedute, ricchezza espressa, le che se vogliamo potrà essere decisiva
dotto interno lordo del dieci percento, e decidono le sorti dell’umanità nel bene e per il futuro del nostro Pianeta.
anche l’Europa avrebbe comunque rifles- nel male. Farne parte vuol dire partecipa- I singoli stati invece non avranno alcun
si negativi, sebbene molto più attenuati. re attivamente a questo processo, esser- futuro.
4 Politica

Un rinnovato interesse sulla opportunità di un ritorno dei cattolici in politica

STURZO VIVO
di Giuseppe Franceschi

Nel centenario dell’appello “ai liberi e


forti” di Sturzo, anche su sollecitazio-
ne del cardinale Bassetti, presidente del-
la C.E.I., si registra un rinnovato inte-
resse sulla opportunità di un ritorno dei
cattolici in politica con un loro partito
o movimento che possa esercitare un
ruolo positivo nell’attuale quadro poli-
tico italiano poco edificante. Il sacer-
dote di Caltagirone è certamente una
delle figure più significative del movi-
mento cattolico-democratico, lo studio- Carlo Calenda
so che riuscì a fondare un partito di
ispirazione cristiana capace di inserirsi
nella lotta politica del primo dopoguer-
ra, come uno strumento adeguato alla
risoluzione dei problemi di quel momen-
to storico pieno di difficoltà.
L’appello ai liberi e forti fu il punto cul- Don Luigi Sturzo (Caltagirone 1871 - Roma 1959)
minante di una riflessione iniziata pri-
ma della guerra tra il conservatorismo zione della società in Cristo… io sti- co”, mentre Gabriele de Rosa, il più im-
dell’Opera dei Congressi, clerico mo- mo monca, inopportuna… la posizio- portante studioso di Don Sturzo, ha
deratismo e progressismo modernista ne di un partito cattolico conservato- letto “antico” e ricordo che alla Confe-
di Romolo Murri, che non distingueva re e credo necessario un contenuto de- renza nazionale della D.C. del 1991 nel-
la sfera politica da quella religiosa ed mocratico del programma dei cattoli- l’intervento di apertura commentò:
arrivò ben presto ad un conflitto con ci nella formazione di un partito “Bellissimo quel democratico antico,
la Santa sede e alla scomunica. Già nel nazionale…Da soli, specificatamente quasi a sottolineare, come dirà poco
famoso discorso di Caltagirone del diversi dai liberali e dai socialisti, li- dopo, che per lui la democrazia era an-
1905, stranamente poco citato in que- beri nelle mosse, ora a destra e ora a zitutto vocazione connaturata alla sua
sti mesi, emerge chiara la figura di un manca, con un programma consono coscienza, una scelta che veniva da lon-
politico, che anticipando i tempi si ri- iniziale, concreto e basato su elementi tano, da un’aspirazione prima e ultima
vela lucidamente pragmatico e post-ide- di vita democratica: così ci conviene di tutta la difficile storia del cristianesi-
ologico. É opportuno citare alcuni brani entrare nella vita politica…La neces- mo… sempre impegnata fino allo spa-
per capire la portata dell’innovazione sità della democrazia nel nostro pro- simo nelle lotte con il Potere politico,
sturziana: “…A me democratico gramma? Oggi io non lo saprei più fosse l’Impero, la Signoria feudale, i
antico…è inutile chiedere quale delle dimostrare, la sento come un istinto; Principi, la Monarchia, gli Stati assolu-
due tendenze (la conservatrice e la de- è la vita del pensiero nostro…” Ho sot- ti e moderni. Sulla storia di questa diar-
mocratica)… io creda che risponda tolineato “antico” perché tutte le ripro- chia egli scrisse durante l’esilio, una
meglio agli ideali di quella rigenera- duzioni a stampa riportano “autenti- delle opere più importanti della sua
vita,Chiesa e Stato” (da Il Popolo del
29 novembre 1991). La sociologia di
Sturzo è personalista e tramite la per-
sona aggancia il sociale al soprannatu-
rale e l’ispirazione cristiana, quando ri-
fugge dall’integralismo distinguendo la
sfera politica da quella religiosa, si fa
democrazia in senso lato e si ribella a
tutti i dogmi ideologici della storia e a
segue a pag. 5
Politica 5

da pag. 4 collaborazione di Sturzo con Gobetti e un processo, come un qualcosa continua-


Salvemini. Deve essere un partito che mente in fieri, un organismo sensibile ai
tutti i poteri che su di essi si fondano. conservi l’importanza delle autonomie mutamenti e che, eccezion fatta per il prin-
L’ispirazione cristiana in una società se- locali dal Comune - primo anello di con- cipio del governo rappresentativo, non
colarizzata come la nostra può avere una giunzione tra la famiglia e lo Stato – fosse un dato fissato in eterno
duplice funzione: da un lato garantisce fino alla Regione, ma nel quadro unita- Certamente Sturzo oggi non proporreb-
dalle ideologie e, come si è detto, dai rio di uno Stato membro di una confe- be più le politiche seguite nel passato,
sistemi autoritari, anche quando si am- derazione europea sia nella visione era dotato di senso della realtà e cam-
mantano della veste di un cristianesimo mitteleuropea di De Gasperi sia in quella biava in relazione ai tempi: l’ultimo Stur-
conservatore, come accade per i vari euro-mediterranea di Sturzo che con- zo per questo motivo non fu capito da
sovranismi di oggi in tutta Europa; dal- sentirebbe all’UE di affrontare più a fon- molti dirigenti democristiani. Interessan-
l’altro rifiutando l’eticità dello Stato ar- do il problema cruciale e di lunga durata te, a mio parere, è l’accostamento di
ricchisce il sociale con il riferimento ad delle migrazioni dai Paesi africani. Infi- Moro a Sturzo, fatto da Bartolomeo
una gamma di valori essenziali per il vi- ne un partito che si agganci all’esperienza Sorge sulla rivista Aggiornamenti so-
vere civile – primo fra tutti il solidari- sturziana dovrà guardarsi bene da due ciali 5/1998. Il padre gesuita scrive
smo - , ormai distrutti nell’era dell’ulti- pericoli denunciati con anticipo sui tempi “Infine, il terzo obiettivo politico in-
ma globalizzazione dalla tecnocrazia fi- dal prete di Caltagirone, diventato sena- compiuto di Moro fu quello di rifon-
nanziaria post-industriale. Le linee es- tore a vita: la partitocrazia e l’assisten- dare il popolarismo d’ispirazione cri-
senziali di un partito-movimento come zialismo. Il deputato deve rispondere stiana, adeguando l’originaria intuizio-
lo concepì Sturzo possono essere utili prima di tutto agli elettori poi al partito; ne sturziana sia alle nuove sfide, sia
ancora oggi, anche se calate in un con- lo stato sociale non deve degenerare nelle alla cresciuta maturità della riflessio-
testo storico molto diverso; esso dovrà pratiche assistenziali, come nel passato ne e della prassi della Chiesa in tema
essere aconfessionale e autonomo poli- è largamente accaduto. di impegno politico dei cattolici. Moro
ticamente dall’autorità religiosa: né per Niente attecchisce, se calato dall’alto ha tentato di far compiere al partito
il P.P.I. né per la D.C., nonostante i ten- nella società civile; bisogna agire dal- d’ispirazione cristiana un «salto di qua-
tativi, è stata determinante la mano del- l’interno e dal basso individuando i pro- lità» — come egli stesso lo definiva —
la Chiesa, anzi sia Sturzo sia De Gaspe- blemi reali che cambiano continuamente superando definitivamente la vecchia
ri hanno pagato di persona la difesa del- nel processo storico: uno strumento in- concezione del «partito cattolico», tra-
la autonomia del partito.. Anche nel dispensabile e prezioso sono certamente montata insieme al «regime di cristia-
nome è opportuno che manchi il riferi- le encicliche sociali della Santa Sede dal- nità», per aprirsi alla testimonianza e
mento alla sfera religiosa; sentiamo la Rerum Novarum attraverso la Popu- alla affermazione dei valori cristiani
Sturzo sempre nel discorso del 1905 già lorum progressio fino alla Laudato si’ in un contesto pluralistico e secolariz-
citato: “Essa, la democrazia cristiana, di Papa Francesco. Bisogna enucleare zato”. Il primo passo in questa direzio-
è un ideale e un programma che va di- i nuovi scottanti problemi creati dal pro- ne lo aveva già fatto Sturzo.
venendo, anche senza il nome, evolu- cesso storico per risolverli secondo il Oggi ò necessario un nuovo salto di
zione di idee, convinzione di coscienze, canone della democrazia del processo, qualità: Sturzo, De Gasperi e Moro pos-
speranza di vita; essa non può essere caro a Sturzo, De Gasperi e Moro. Cito sono indicarci la via; il resto tocca ai
una designazione concreta di forze cat- ora liberamente da un mio scritto: Liberi e Forti di oggi.
toliche… Resti in questo stato ideale, “Moro più di altri ha mutato progressi-
impalpabile ispiratrice di concezione vamente linea politica in relazione ai
pratiche…”. Non partito cattolico, né tempi: è passato dal centrismo al cen-
partito dei cattolici, ma partito di catto- tro-sinistra e poi alla solidarietà nazio-
lici aperto anche ai laici sia direttamente nale cercando di dare risposte concre-
sia tramite alleanze, come la D.C. dega- te ai problemi, primo fra tutti quello del-
speriana; si ricordi anche l’amicizia e la l’allargamento degli spazi di libertà e di
coinvolgimento dei cittadini. Anche De
Gasperi e Sturzo cercarono di farlo: al
di là delle freddezza di Moro per il pre-
te di Caltagirone a causa delle polemi-
che frequenti di quest’ultimo con Dos-
setti e La Pira, secondo G.Campanini
(in Luigi Sturzo e la democrazia euro-
pea, curato da Gabriele De Rosa) Moro
è “il vero erede spirituale di Sturzo” per
www.porto.livorno.it
la concezione dello Stato in rapporto
E-mail: info@porto.livorno.it
con la società. Secondo quanto sostie-
Tel. 0586 249 465 - 249 411
Fax 0586 429514 ne . G.L. Mosse in una famosa intervi-
sta del 79 Moro considerò lo Stato come
6 Attualità

Difesa legittima
di Saul Conforti

Vittorio Emanuele III, nell’ottobre 1930, ne all’uso privato della forza, con im- zione della parte nel registro degli inda-
dalla Tenuta Reale di San Rossore (PI), plicita dissuasione ad armarsi. Ciò allo gati, come atto dovuto ed a garanzia della
emendando il Codice Penale del 1890, scopo di non rischiare l’incolpazione di propria discolpa. L’Autorità Giudiziaria
decretò il testo definitivo1 di quello at- eccesso di difesa, con conseguente ri- requirente, dovrà, col suo saggio apprez-
tuale, che ebbe esecuzione dal 1931, con chiesta di risarcimento pecuniario, di cui zamento, accertare se vi è stato rispetto
la firma di Benito Mussolini ed il visto avrebbero diritto le famiglie dei crimi- della proporzionalità fra difesa ed offesa.
del Guardasigilli Rocco. nali o loro stessi, in caso di omicidio o Insomma, questo nuovo testo legislati-
Fino all’anno 2006, l’articolo 52 di det- lesioni. vo è teso a tutelare l’interesse di chi vie-
to Codice, composto da un solo com- Diritto comunque negato da uno speci- ne ingiustamente aggredito, con proba-
ma e con epigrafe “Difesa Legittima”, fico principio normativo che sancisce bile c.d. “assoluzione” già al termine delle
così suonava: la “non responsabilità” di chi cagiona il indagini preliminari (archiviazione del
* Non è punibile chi ha commesso il danno per legittima difesa. Quindi, as- procedimento penale), qualora, extrema
fatto per esservi stato costretto dalla solutamente non giustizia fai da te. ratio, abbia messo in atto mezzi di dife-
necessità di difendere un diritto proprio Purtroppo per gli attori, ad ogni azione sa decisamente energici.
od altrui contro il pericolo attuale di di forza contro il furto o l’aggressione, Quid iuris per il comune cittadino ?
un’offesa ingiusta, sempre che la dife- seguirà necessariamente un iter giudi- Vedremo come meglio potranno legife-
sa sia proporzionata all’offesa. ziario, con indagini per gli accertamen- rare gli attuali organi politici nel momento
Nell’applicazione di questa norma, af- ti di merito. in cui verranno chiamati a valutare la le-
finché si potesse ottenere un esimente Il nuovo testo, con l’aggiunta dei due gittimità dei comportamenti che sono
di reità nel caso di un’offesa in atto con- commi, vuole puntualizzare, a titolo stati oggetto della presente trattazione.
tro se stessi od altri, il legislatore richie- esemplificativo, alcune circostanze con- Uno Stato di diritto non potrà mai la-
deva soltanto una proporzionalità fra le tingenti: sciare che vengano messi in atto com-
due avverse azioni. Sic et simpliciter, - non si può sparare, con l’arma legitti- portamenti violenti, se non assolutamente
così come si era soliti legiferare nell’era mamente detenuta, a chi ancora si tro- indispensabili, in ossequio alle tanto de-
mussoliniana, omettendo quelle puntua- va nelle appartenenze dell’abitazione o cantate guarentigie democratiche.
lizzazioni che, a posteriori, sono poi state a chi fugge o a chi si è limitato a rubare
inserite nel testo. Ecco come: o a chi è disarmato e apparentemente
* malgrado i clamori di certe posizioni innocuo e neppure l’aggredito potrà ri-
politiche, all’unico comma del pregres- valersi andando a cercare il delinquente
so art. 52 sono stati aggiunti (nell’anno a casa propria.
20062) altri due3 commi, allo scopo di Chi subisce un’aggressione nella pro-
consentire reazioni difensive possibil- pria dimora o in altro luogo dove eser-
mente conformi alla legge, sempre nel cita un’attività commerciale o profes-
rigoroso rispetto della proporzionalità. sionale, potrà anche usare un’arma, ma
Le nuove norme aggiunte si prefiggono se abbia sparato senza colpire l’intru-
di far percepire alla collettività che lo so, avrà comunque compiuto indebita-
Stato approva la reazione vigorosa del mente un fatto illecito. Tanto basta per-
soggetto aggredito, purché sia appro- ché venga instaurata un’azione giudi-
priata alle circostanze. ziaria presso la competente Procura del-
Se ne deduce che non vi è giustificazio- la Repubblica, con conseguente iscri-

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
Attualità 7

Ha tenuto una interessante conferenza sul tema:“Governo del cambiamento e democrazia diretta”

Il costituzionalista Emanuele Rossi


illustre ospite al Circolo Il Centro
di Gianni Giovangiacomo

Con la consegna della tessera di “socio


onorario” da parte del Presidente del “Cen-
tro”, Enrico Dello Sbarba, è iniziato l’in-
contro con il Prof. Emanuele Rossi, Costi-
tuzionalista, docente all’Università di Pisa.
Il moderatore, Fabio Del Nista, ha invitato
il Prof. Rossi a dare chiarimenti su un tema
molto attuale: “Governo del cambiamento
e democrazia diretta”.
Il relatore ha detto di voler evidenziare cosa
sta avvenendo in relazione alle riforme co-
stituzionali proposte dal governo. La mag-
gioranza vuole portare avanti due riforme,
una al Senato e una alla Camera, nella pro-
spettiva che lo scambio sia automatico, Il Prof. Emanuele Rossi tra Fabio Del Nista ed Enrico Dello Sbarba.
cioè una volta approvata dall’una è auto-
maticamente approvata anche dall’altro. tuzioni con i referendum si vuole il miglio- sentatività dei cittadini e di avvicinarli alla
Secondo questo governo sono necessa- re coinvolgimento dei cittadini che si espri- conduzione del paese “è una idea di par-
rie: la drastica riduzione del numero dei mono così “direttamente”. tecipazione sbagliata perché nega ogni
parlamentari con la conseguente diminu- Quali sono queste riforme? Innanzi tutto forma di dibattito, in cui si discute, si espri-
zione della spesa pubblica, nonché rende- la riduzione del numero dei parlamentari, mono opinioni e ci si confronta, si tratta
re più efficiente l’iter di approvazione delle per la Camera da 630 a 430, per il Senato perciò di una partecipazione meramente il-
Leggi. da 315 a 200, “ma non vengono spiegate lusoria”, secondo Jean Philippe De Rosier
La democrazia diretta si esprime attraver- in modo chiaro le motivazioni di questi “la democrazia diretta è impossibile tutte
so i referendum, sia quello abrogativo, sia numeri”. Questi numeri lasciano a deside- le volte che si vuole, e su tutti i soggetti, si
con l’introduzione di referendum che ac- rare anche da un punto di vista dell’effi- crea solo una forte instabilità e spesso si
quisiscano le proposte avanzate dai citta- cienza perché, come ha spiegato il Prof. impedisce il buon funzionamento della
dini abbassandone l’attuale quorum. Vie- Rossi, verrebbero ad essere “diminuite il macchina statale”.
ne prevista l’abolizione del Cnel (ma non è numero delle Commissioni” che svolgo- Il valore della politica è invece quello “della
una cosa nuova), il predominio del dettato no un importante lavoro. In base al nume- mediazione”, della ricerca del meglio attra-
Costituzionale sul Diritto Comunitario, un ro degli abitanti si passerebbe, per un de- verso la conoscenza, per il bene della to-
principio quest’ultimo che, come ha speci- putato dai 96 mila attuali a 151mila, per un talità dei cittadini. “La democrazia che si
ficato il relatore “è già nei fatti”. Nel pro- senatore da 188 mila a 302 mila, in Europa esprime solo con un si o con un no, è la
gramma governativo si parla anche del- solo la Germania ne avrebbe di meno, ma democrazia dove vince sempre il più for-
l’adeguamento delle regole dell’equilibrio il loro sistema elettivo è diverso dal no- te” e quindi in pratica la si nega, e la così
di bilancio, ma anche qui, ha precisato stro. detta democrazia diretta, ha terminato il
Rossi, “non si capisce come debba essere Si è aperto un dibattito, ha aggiunto il re- Prof. Rossi, “dimostra tutta la propria in-
realizzato”. latore, sulla destinazione dei seggi al Se- sofferenza verso le comunità intermedie”.
L’attuale governo che in materia agisce nato su base regionale, sono già stati “vo- Tra gli interventi, Del Nista ha sottolinea-
chiaramente attraverso il Ministero delle tati” dei provvedimenti che la maggioran- to, condivisa da molti, “la propria preoc-
Riforme Costituzionali, riguardo alle nuo- za di governo ha proposto anche asse- cupazione sulla tenuta della democrazia”,
ve Leggi, deve agire nel rispetto dell’art. condando i propri elettori. Il prof. Rossi Dello Sbarba ha evidenziato “la sudditan-
138 della Costituzione per cui deve essere ha poi spiegato il funzionamento dei refe- za passiva su questi argomenti da parte di
“il Parlamento ad essere il promotore delle rendum propositivi, i limiti alla loro am- molti”, corale è stato il chiedersi come mai,
riforme”. Il governo dunque, in prospetti- missibilità, le differenze tra i referendum nel recente passato, sia stata fatta una
va, dichiarando il passaggio alla 3° repub- proposti dal popolo e quelli proposti dal battaglia per il no al referendum, mentre
blica (ma la 2°? si è chiesto il relatore) pro- Parlamento. oggi “c’è un silenzio assordante”. Allora?
pone la “centralità dei cittadini”. A causa Il relatore poi ha messo in rilievo che se il Smuovere il sentire comune è quello che
delle difficoltà del funzionamento delle Isti- “senso” è quello della maggiore rappre- si deve fare.
8 Attualità

La Camera di Commercio ha organizzato due focus group per individuare


le esigenze del settore a cui la tecnologia 4.0 può rispondere

Gli operatori marittimi a confronto


per il progetto EasyLog
stata positiva: nei focus group i vari ope-
ratori si sono confrontati vivacemente per
portare all’attenzione del gruppo esigen-
ze, problematiche e proposte per la loro
risoluzione, in particolare su due temi: la
filiera dell’autotrasporto e lo stato dell’ar-
te del sistema portualità. Gli incontri sono
la naturale replica di quelli tenuti negli altri
porti strategici per collegamenti (Olbia,
Savona, Bastia), coinvolti nel progetto.
EasyLog ha infatti lo scopo di potenziare
dal punto di vista tecnologico e digitale i
nodi portuali delle regioni dell’area di coo-
perazione - Sardegna, Corsica, Liguria, par-
te della Regione del Var e della costa To-
scana - e progettare e sperimentare un nuo-
Gli operatori marittimi a confronto per il porto, sono stati organizzati dalla Camera vo sistema ICT integrato a supporto della
progetto EasyLog, che mira a creare un’ di Commercio della Maremma e del Tirre- catena di trasporto multimodale transfron-
“autostrada” digitale in grado di precede- no con il supporto del CIREM dell' UniCa taliero. In questo modo i dati raccolti in
re e accompagnare le navi tra i porti del - Università degli Studi di Cagliari e dell' modo automatizzato a Livorno, ad esem-
Mediterraneo. Autorità di Sistema Portuale del Mar Tir- pio, potranno essere comunicati digitalmen-
Si sono nei giorni scorsi a Livorno e a reno Settentrionale. te in anticipo ai porti di arrivo, permetten-
Piombino i due focus group del progetto Lo scopo dei due focus group era riuscire do l’automazione dei servizi di accoglien-
"EasyLog - Logistica ottimizzata per i por- a stimolare il dibattito e registrare così, za, il risparmio di tempi e costi di attesa e
ti e il trasporto intermodale”. Gli incontri, dando la parola a chi opera nel settore, le organizzazione.
rivolti agli operatori portuali, autotraspor- principali esigenze per migliorare la logi- Il progetto EasyLog è finanziato dal pro-
tatori, spedizionieri, terminalisti, agenzie stica portuale tra gli approdi coinvolti nel gramma comunitario Interreg IT - FR Ma-
marittime e a tutti coloro che operano nel progetto. La risposta degli imprenditori è rittimo 2014-2020.

UN NUOVO PROGETTO PER ALLARGARE ULTERIORMENTE IL CANALE DI ACCESSO

Livorno risponde alla sfida delle grandi navi


Allargare ulteriormente la strettoia del Marzocco per migliorare l’accessibilità del porto. È
questo il nuovo obiettivo dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale che
nei giorni scorsi, in una riunione tecnica con la Capitaneria, i piloti e gli operatori portuali, ha
proposto un progetto di approfondimento dei fondali in prossimità dei punti più stretti del
canale di accesso, quelli in cui passano i tubi dell’Eni. Si tratterebbe di rimuovere complessiva-
mente 20 mila metri cubi di sedime per arrivare a dare al canale una larghezza di 70 metri (dagli
attuali 57 metri) e una profondità di 13 metri proprio laddove passano le tubazioni.
È una novità che potrebbe tradursi in nuovi importanti benefici per gli operatori portuali e,
soprattutto, per le grandi compagnie. Se infatti le simulazioni di manovra programmate doves-
sero dare un riscontro favorevole, i nuovi lavori di dragaggio potrebbero consentire di portare
in Darsena Toscana le navi di ultima generazione senza più le limitazioni di carico attuali. Tanto per fare un esempio: oggi le unità
navali larghe 42.8 metri entrano a carico ridotto con un pescaggio di 10,75 metri, mentre il target di progetto – se raggiunto – tende
a consentire un pescaggio di 12 metri, che significa livelli di carico maggiori.
L’intervento ha un costo di poche centinaia di migliaia di euro ed è prevista che venga finanziato dal Lorenzini Terminal e dal
Terminal Darsena Toscana.
Dopo i primi lavori di allargamento e quelli di realizzazione di illuminazione notturna del canale di accesso, la nuova opera
rappresenta un ulteriore passo in avanti per dare al porto la massima operatività possibile.
Attualità 9

La Scuola, oggi
Non è finita.
di Mario Lorenzini
“Costruire un insegnante a tavoli-
no” che critica il Ministro Bussetti
che afferma “per insegnare basta
La Scuola oggi sta contando quanti
la laurea”.
alunni hanno scelto l’istituto trami-
Non mi resta che leggere quanto ha
te l’iscrizione anche via mail al fine
detto il Ministro alla VII Commissio-
di programmare il numero delle
ne Cultura:
classi e il numero dei docenti per
“La Scuola deve essere aperta a
il prossimo anno scolastico, men-
tutti, garantire le migliori opportuni-
tre gli studenti dell’ultima classe del
tà possibili.parlare tutti i linguaggi
Liceo Classico si sono soffermati
sulle modifiche previste per la
prossima maturità.
scientifici, tecnologici, multimrdiali
che il mondo globalizzato richiede”. Addio,
Ma c’è anche chi propone di orga-
nizzare la scuola secondaria per
*** Franco!
materie. La proposta parte da Fi-
Intanto c’è L’INDIRIZZO TURISTICO Si è spento dopo una lunga in-
renze da un Gruppo che ha trova-
che sta accogliendo numerose fermità Franco Cecchetti uno dei
to la stampa pronta a descrivere
iscrizioni dove è presente e questo protagonisti in assoluto della
la proposta.
è un esempio non trascurabile di Democrazia Cristiana ed espo-
addio alla laurea è sufficiente un di- nente di rilievo nella vita pubbli-
***
ploma e poi alla ricerca del lavoro ca di Livorno.
magari all’estero. Abbiamo trascorso insieme la
“ADDIO ALLE CLASSI, CHI CI
lunga vicenda storica di quel
CREDE CHI NO”
*** grande partito seguendo gli indi-
L’ ex Ministro Berlinguer afferma
rizzi e le grandi intuizioni di
che l’idea è di buon senso “fareb-
Il Direttore de il TIRRENO, Luigi Vi- Amintore Fanfani che a Livor-
be superare una rigidità dannosa”.
cinanza, ha dedicato alla Maestra no trovarono nell'on.Primo Luc-
Di parere contrario una Dirigente
Olivieri un elogio e un riconoscimen- chesi un convinto sostenitore.
scolastica (ex Preside) che affer-
to per prestare servzio all’ Elba. Frequenti le animate di scussio-
ma: “Ma oggi in Italia non è realiz-
Bene. Chi scrive questa attenzione ni (Franco era dotato di un forte
zabile, troppe carenze”.
l’ha avuta parecchi anni fa quando carattere poco disposto alle tran-
insieme al compianto amico Neb- sazioni) ma restano innegabili le
biai incontrò a Pisa il Ministro della Sue elevate capacità manageriali
Pubblica Istruzione e chiese un ed il Suo sincero attacamento
provvedimento a favore del perso- alle Istituzioni.
nale scolastico impegnato all’Elba. La Sua vicenda politica di demo-
Dopo qualche mese un Decreto ri- cristiano militante l'ha vissuta,
conosceva il servizio raddoppian- per Sua scelta, quasi esclusiva-
do il valore annuo, riconoscimento mente a Livorno, città che ha
Terminal Crociere che poi è stato esteso a tutto il per- amato profondamente e per la
Piazzale dei Marmi - Livorno sonale statale. quale, nei vari importanti passag-
Tel. 0586.202901 Prestare servizio all’Elba è fatico- gi della Sua importante carriera
Fax 0586.892209 so, spesso vuol dire stare lontano pubblica, ha saputo ergersi come
da casa utilizzando auto, corriera un auntentico protagonista.
o treno e poi il traghetto.
info@portolivorno2000.it Grazie Direttore di aver conferma- Enrico Dello Sbarba
to il valore dell’insegnare all’Elba.
10 Cinguettare

I libri rappresentano una ricchezza di co- ha proposto di coinvolgere nel progetto


noscenza enorme. Sapere la nostra storia le scuole come soggetti sempre più vocati
ci sprona a comprendere le potenzialità al digitale. Trio è gratuito basta iscriversi:
delle nostre città e a valorizzarle maggior- www.trio.it e iniziare a "formarsi".
mente di quanto si faccia. "Storia illustra-
ta della Costa Toscana" è il volume che Le recenti elezioni regionali in Abruzzo e
ha esordito in Fortezza Vecchia a Livorno in Sardegna confermano come" primo"
alla presenza del Presidente della Regio- partito quello "del non voto". Non pos-
ne Toscana Enrico Rossi e dell'assessore siamo non riflettere su una percentuale
Cristina Grieco. "Questo è il miglior luo- altissima (quasi 1 su 2) di elettori che ri-
go per presentare la Costa Toscana che nunciano a votare. Le istituzioni e i partiti
si estende per 230 Km. Una costa vocata dovrebbero concentrarsi di più su questo
tema dell'assenteismo che indebolisce la
alla portualità fin dall'antichità con Livor-
no porto di levatura internazionale" ha
sottolineato Olimpia Vaccari, autrice del
Cinguettare nostra democrazia e fare di tutto per ripor-
tare ad avere fiducia nel voto come stru-
di Luca Lischi mento fondamentale per contribuire al
libro edito da Pacini editore. Ed ha rimar-
cato che siamo in una realtà ineguaglia- bene comune.
bile, abbiamo un gioiello di porto con dei
capolavori architettonici che non possia- Reddito di cittadinanza, piattaforme infor-
mo continuare a sottovalutare. Non esi- denti. È intervenuta anche l'assessore matiche e navigator: una gran confusione
stono altre realtà similari a quella che ha regionale Cristina Grieco: "voi siete una e soprattutto un sistema di assistenziali-
Livorno, voluta dai Medici, come porto eccellenza che onora la Regione Tosca- smo che non sprona a "darsi da fare". Eser-
della Toscana. Stefano Casini Benvenuti na. Ragazze e ragazzi continuate con im- citi di persone in attesa di lavoro. E il lavo-
ha evidenziato le potenzialità della Costa pegno a mettere a frutto i vostri talenti e ro che non c è. Specialmente per chi non
in termini di economia e di lavoro. "La siate grati ad una scuola e ad una comu- ha competenze da mettere in campo. Gli
priorità è rimettere al centro la portualità nità, con le imprese al vostro fianco, che ultimi dati ci parlano di una disoccupazio-
per il rilancio dell'economia Toscana" ha vi offrono queste opportunità. Bravi." ne giovanile al 33%! Avremmo bisogno di
concluso Enrico Rossi. un reddito di avviamento al lavoro. Quan-
do si dà un sussidio occorrerebbe l'imme-
Tra le molteplici opportunità nel settore diatezza di una condizionalita'. "Ricevi 800
Zero robotics: premiati in Camera di Com- della formazione che offre la Regione To- euro. In cambio dona tempo (non le previ-
mercio a Livorno gli studenti del Liceo scana c'è Trio un progetto di formazione ste e scarne 8 ore settimanali!) in attività
Cecioni che hanno primeggiato ai cam- a distanza (FAD) accessibile a tutti. Fi- per la tua comunità e impegnati a formati,
pionati del mondo di robotica.Il presidente nanziato grazie ai fondi europei e che si è a "imparare un mestiere". Che poi si pensi
Breda padrone di casa ha accolto gli stu- irradiato positivamente per la sua speci- che per trovare lavoro siano necessarie le
denti e i loro tutors nella sede camerale ficità con attività di formazione che spa- piattaforme informatiche è tutto da dimo-
delle imprese quale segno di attenzione ziano dalle lingue, all'informatica, alla si- strare. La maggioranza delle imprese sono
al mondo della scuola che favorisce que- curezza, alle politiche attive del lavoro fino micro e formate da pochi dipendenti e quan-
sta alleanza educativa e formativa. Pre- ai recenti percorsi di formazione sui temi do cercano un nuovo lavoratore rara-
sente anche il presidente Ricci dell'As- del 4.0. Trio è stato recentemente rinno- mente ricorrono alle piattaforme! E ancora
sociazione Industriali, l'Ufficio scolasti- vato con un sito in linea con i più recenti che il Navigator (cosi come saranno scelti
co territoriale con Paola Barontini, che a aggiornamenti che facilitano la navigazio- ovvero laureati senza esperienza), sia il
nome della dottoressa Pezzati ha conse- ne e presentato nella sua nuova veste dal- facilitatore per favorire incontro domanda
gnato una targa riconoscimento agli stu- l'assessore regionale Cristina Grieco, che offerta è alquanto utopico.

Riporto volentieri un colloquio con un gio-


vane (diplomato 21 anni) a cui ho chiesto
"Che cosa fai per trovare lavoro?" la sua
risposta: "ho interesse a lavorare nel set-
tore turistico, penso di avere attitudine e
buone conoscenze linguistiche. Ho già
avuto esperienze in questo settore. Mi in-
formo e chiedo chi è alla ricerca di perso-
nale. Poi vado personalmente a portare il
mio curriculum. Mi faccio vedere. Sta par-
tendo la stagione estiva e francamente le
opportunità ci sono. Occorre un po' di ca-
parbietà e di spirito di iniziativa. Penso che
chi si dà da fare, il lavoro, almeno stagio-
Gli studenti del Liceo Cecioni che hanno primeggiato ai campionati del mondo di robotica. nale, c'è!"
Spigolature 11

e
a recarsi alle urne: “lavoro, orgoglio, di-
Meno male che
si leva ...di torno
tur gnità, futuro! Oggi in Sardegna sarà una
bellissima giornata”, ovviamente, a vo-
Sono certo che questa sarà l'ultima oc-
la tare per la Lega.

ip go
casione in cui Il Centro si occupa, ma
(da new mondo- Delta Pictures supple-
solo sulla pagina delle spigolature, del
mento della Testata Giornalistica Delta

S
Sindaco di Livorno - Filippo Nogarin.
Press - 25 febbraio).
Ha scelto l'Europa. Si candiderà infatti
per le elezioni europee del prossimo 26
maggio naturalmente dovrà essere elet- TAV congelata
to e la cosa non sembra nè facile nè Fischi e proteste hanno fatto seguito alla
sicura. Non abbiamo altro da aggiunge- Sabato mattina, alla vigilia delle elezio- decisione del due DiMaio-Salvini di rin-
re. Pensiamo che non susciterà grandi ni in Sardegna, ha rotto il silenzio elet- viare, sine die, il completamento dell'im-
rimpianti almeno nella grande maggio- torale scatenando polemiche a non fi- portante opera. Dopo l'ok dei 5Stelle al
ranza dei livornesi. nire pubblicando un post sui propri pro- salva Salvini, era un decisione inevitabi-
P.S.: Noi de Il Centro non possiamo di- fili social nel quale invitava gli elettori le!! Coraggio ed avanti!!.
menticare la sua "sensibilità democra-
tica" allorchè cercò di impedire il libe-
ro accesso del nostro periodico all'in-
terno del palazzo comunale. “Pussa via! Stammi lontano,

Le mi disturbi il fine olfatto!”


Non può far nulla lo stronzo
Forme di razzismo
dilagante
rime di
al fin d’evita’ il contatto.

Sono improperi pesanti,


Ormai non fanno quasi più notizia le ma- Franco degni d’una popolana
Biancani dei rioni malfamati
nifestazioni razzistiche in crescente au-
mento nel nostro paese legate alla pre- nel furor d’una mattana.
senza del governo gialloverde.
A Melegnano una coppia di italiani è stata Rosa e stronzo L’escremento reagisce,
insultata per avere adottato un bambino educatamente, ammodo:
di colore. Sulla porta di ingresso è stata Nel canale di una fogna, “Chi ti credi d’esse’, rosa
trovata uan scritta "Ammazza al nagar" per la debole corrente, pe’ inveire in questo modo?”
seguita da una svastica. scende una rosa bianca
In una scuola di Foligno, un maestro ha galleggiando mollemente. E la rosa, assai altezzosa,
all'angolo un bimbo nero: "Bambini ormai priva di controllo,
guardate quanto è brutto": meno male Il canale confluisce grida: “Sappi sono stata
che il Miur ha pesanto bene di sospen- sulla destra nel canale sopra il petto della Lollo!”
dere "il bravo insegnante". Si è giustifi- dove arriva un nero stronzo
cato dichiarando: "E' stato un esperi- di grandezza non banale. “Pora sciocca! Tu non sai
mento sociale!!!!". Sic. quanto stava lacrimando
Per la debole corrente Sophia Loren e che lamenti
s’avvicina l’escremento mentre la stavo lasciando!”
alla bella rosa bianca
Dei 5Stelle che gli grida il suo spavento:
al salva Salvini,
l'aut aut imposto
Può fare tutto quello che vuole il leader

Ristorante Aragosta
maximo Matteo Salvini.
CHIUSO IL MARTEDÌ

Visitare in carcere, accompagnato, da


Prefetto e Questore, un condannato ad
una pena definitiva per avere sparato e
specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei
ferito un rumeno che tentava di rubare
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
gasolio da un trattore agricolo: ha di- Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
chiarato che, se fosse dipeso da lui, non
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
sarebbe certamente in galera. Sic.
12 Livorno

UN INCONTRO AL SERRA CLUB

L’accoglienza della vita


di Gianni Giovangiacomo

Nel salone parrocchiale di Santa Lucia in


Antignano, per “La Settimana per la Vita”,
a cura del Serra Club, si è tenuto un incon-
tro sul tema: “L’accoglienza della Vita: ieri,
oggi, domani”.
Don Gabriele Bezzi ha iniziato l’incontro
con un momento di preghiera, quindi Patri-
zio Benvenuto e Paolo Lugetti, attuale Presi-
dente del Serra, hanno presentato i due rela-
tori: la professoressa Daniela Musumeci, già
docente di Fisiologia umana all’Università
di Pisa e don Simone Barbieri, bioetico, do-
cente dell’Istituto Teologico di Camaiore e Il salone parrocchiale di Santa Lucia gremito di persone. (foto da La Settimana della Diocesi di Livorno)
della Scuola Teologica di Livorno.
La professoressa Musumeci ha iniziato persone. non nato” è il primo fra questi. Alle donne
dall’enciclica di Papa Paolo VI, Humanae C’è da chiedersi se tutto questo può es- in gravidanza non si dà la possibilità di
Vitae, una enciclica contro l’aborto e l’uso sere considerato “un successo”!. C’è una compiere una “vera scelta” a favore della
della pillola, che è stata “molto accantona- speranza? La speranza è data da coloro maternità, anzi sono incentivate a fare il
ta” e ne ha ribadita la sua validità. che danno testimonianza a favore della contrario, “ma non c’è libertà senza la vita”.
Ha proseguito dicendo che oggi ci trovia- vita nascente. C’è un “volontariato per la Il pensiero radicale soffia sulle comunità
mo di fronte al dramma delle “culle vuote” vita”, l’ S.O. S. Vita, “il progetto Gemma” cristiane per “una libertà senza responsa-
e il tasso di natalità è “minore di quello che sta ottenendo dei buoni risultati e c’è bilità” ma è solo il Creatore stabilisce ciò
degli anni di guerra ’40-45”. Tutto ciò è il il Movimento per la vita che continua la che è bene e ciò che è male.
frutto di due “virus”: la contraccezione e propria battaglia. Citando il Cardinal Caffarra, don Simone
l’aborto volontario. Ha poi preso la parola don Simone Bar- ha detto che oggi la libertà si vuole fonda-
Come si è arrivati a questo? A causa di una bieri che, sottolineando la decadenza del- re sull’arbitrio del singolo che “ha tagliato
campagna di “falsità e bugie” orchestrate la società, ha ricordato come in Toscana il cordone ombelicale che lo lega alla tra-
dal mass media più importanti che predica- vengono regalati preservativi e pillole con scendenza”, la vera libertà è quella di sce-
vano che solo così di poteva porre fine la scusa di evitare le malattie, cosa anche gliere sempre il bene. La morale di oggi è
agli “aborti clandestini”. In questo modo questa non vera. La verità è che sono “i “decido io al posto di Dio”, ma la persona
si è arrivati a legalizzare l’aborto terapeuti- nostri stili di vita che devono essere mes- umana può trarre luce solo nel rapporto
co che è divenuto un vero e proprio “abor- si in discussione”. con Dio, il “si a Dio” ci dice che già “l’em-
to eugenetico”, lo prova il fatto che i down La “rinuncia all’impegno educativo” ver- brione è vita di Dio”, nella realtà di amare
sono stati i primi ad essere abortiti e non so i giovani, va di pari passo con la rinun- si riesce realmente a vivere “il senso della
se ne vede più, addirittura Amnesty Inter- cia ai “valori” basilari fondativi della no- vita cristiana”.
national ha definito l’aborto “un diritto stra coscienza. Così ci troviamo di fronte L’incontro ha destato molto interesse e il
umano”, ma il “calo demografico” che si alla “dittatura del relativismo” e alla “fine salone era gremito di persone, dobbiamo
sta registrando in tutto il mondo è divenu- dell’etica”. Si comprende come ormai non però constatare la quasi totale assenza dei
to una “catastrofe antropologica”. ci sia spazio per i più deboli, e il “bambino sacerdoti.
Nel corso degli ultimi anni si è però verifi-
cato anche un “aumento dei casi di inferti-

Vieni alla CISL


lità”, per cui la fecondazione “in vitro” ha
posto in essere “l’embrione come una mer-
ce preziosa e commerciabile”, prima era sta-
CONFEDERAZIONE ITALIANA
to considerato solo come uno spregevole SINDACATI LAVORATORI
“grumo di sangue”, quindi a seconda del- I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE,
le circostanze si cambia idea! Gli impianti Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti, Permessi
di embrioni in Italia, con esito positivo, di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
sono stati 7172, con esito negativo 127517,
praticamente “sono stati uccisi” 127517 Per info degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
embrioni che avrebbero potuto diventare
Livorno 13

LIVORNO: UN PORTO DOVE APPRODANO LE TRADIZIONI ED I SAPORI

Sua maestà il Cacciucco


Tuttavia, pochi piatti identificano una cit- È proprio in onore di quest’ultimo che, il
di Giulia Russo
tà come il Cacciucco identifica Livorno. Comune di Livorno ha deciso di ospitare
Nato come piatto della tradizione povera, in questo 2019, la quarta edizione del fe-
è andato modificandosi nel corso del tem- stival gastronomico livornese per eccel-
La cucina mediterranea, per la varietà del- po. Gli ingredienti che compongono il piat- lenza - il Cacciucco Pride. Un evento che
le sue ricette, accontenta ogni palato ed to sono sempre meno ma sempre più se- intende celebrare i piatti tipici della tradi-
occasione. lezionati nelle qualità. Gallinelle, seppie, zione culinaria labronica, di cui, il Cacciuc-
La sua storia è permeata dalle tradizioni polpi, scampi, sono solamente alcune del- co, è protagonista.
delle genti che hanno vissuto sulle spon- le varietà di pescato, proveniente dai com- Un piatto che sintetizza la natura stessa
de di un mare, quale il Mediterraneo, che partimenti marittimi della Toscana, presen- della Città: un’identità variegata, frutto
ha sempre unito, piuttosto che dividere. ti nella ricetta. Caratteristico, classico, cu- della contaminazione derivante dagli scam-
Questa, presenta caratteristiche di fondo cinato con cura e competenza; sono que- bi, e dai traffici che da sempre hanno ca-
unitarie anche in aree abitate da popola- sti i cinque ingredienti principali del Cac- ratterizzato la città di Livorno e più in ge-
zioni culturalmente differenti. Andando ad ciucco Livornese Tipico Tradizionale. nerale il bacino del Mediterraneo.
osservare alcuni tra i ricettari di questa
cucina, è possibile notare come la prepa-
razione di alcuni piatti differisca solo nel
nome o in qualche ingrediente seconda-
rio. Variazioni dovute, dunque, a motivi di
reperibilità o economicità.
Fin dai tempi più antichi il bacino del Me-
diterraneo, per la sua particolare posizio-
ne, ha costituito la meta migratoria di po-
poli provenienti da Asia, Africa, ed Euro-
pa, creando così le condizioni necessarie
per un fiorente sviluppo commerciale.
Malgrado la tendenza a custodire le pro-
prie tradizioni culinarie, la cucina mediter-
ranea, ha saputo amalgamare ingredienti
altrimenti estranei. Alcuni tra gli alimenti
di maggior consumo, quali ad esempio,
cereali, vino e olio si collocano ancora oggi
alla base della nostra cucina.
In questo contesto di scambio, hanno ri-
vestito particolare rilevanza le città por-
tuali; tra queste anche la nostra Livorno.
In quanto porto marittimo, la cucina livor-
nese tradizionale, presenta una grande
varietà di piatti a base di pesce. Ricordia-
mo il Bordatino livornese, piatto della cu-
cina povera tradizionale, veniva prepara-
to con gli avanzi del giorno prima, mesco-
lando poi la farina gialla col brodo dei fa-
gioli rossi al fine di ottenere le tipiche stria-
ture di colore scuro che caratterizzano
questa preparazione.
Anche seppie e triglie si inseriscono tra
gli ingredienti tipici della cucina labroni-
ca; con un’analoga preparazione, i due
prodotti, vengono serviti in umido. Difatti
la loro cottura viene ultimata in una salsa
di pomodoro arricchita da cipolla, prezze-
molo, alloro e pepe. Nel particolare caso
delle seppie, a questa preparazione, si ag-
giungono gli spinaci.
14 Livorno

A MAGGIO IN CITTÀ SI VOTERÀ PER LE EUROPEE E PER IL NUOVO SINDACO

‘Election day’: ci siamo quasi...


preparati e generosi ,ma uno dei primi
di Franco Spugnesi
compiti che la nuova amministrazione
si dovrà dare è quello di favorire tutte
A fine maggio avremo un significativo quelle realtà che si dedicheranno per
“election day”. A Livorno oltre alle ele- riportare i giovani livornesi a conside-
zioni per il parlamento europeo, che in- rare prioritario il loro impegno per il
teresseranno tutto il continente, avre- bene comune, cosa che si può fare solo
mo la possibilità di liberarci legalmente studiando, conoscendo il territorio, pri-
del sindaco Nogarin votando un nuovo vilegiando l’ESSERE rispetto all’APPA-
consiglio comunale ed un nuovo Sinda- RIRE.
co. Altra missione dovrebbe essere quella
Sarebbe il tempo di conoscere il “cam- di sviluppare la partecipazione dei cit-
po dei partenti” ma ad oggi nessuno - tadini alle decisioni comunali, l’Ammi-
eccetto Stella Sorgenti per il M5S e Luca nistrazione uscente, che della parteci-
Salvetti per il centro-sinistra - ha for- pazione aveva fatto una bandiera, ha poi
malizzato le candidature e le notizie sono operato in senso contrario ostacolando
ancora incerte, anche se il tempo utile anche la presenza dei cittadini alle riu-
Filippo Nogarin
nioni del Consiglio Comunale. Sarebbe
per l’individuazione dei candidati si sta bene anche ripristinare organismi inter-
Luca Salvetti avviando alla fine.
Sembra quasi che ci sia difficoltà a di-
medi di rappresentanza, stabili, come
una volta le circoscrizioni.
si candida sporre di personaggi che dispongano
di adeguate, capacita ed esperienze per
Questa sarebbe realmente democrazia
non quel simulacro che chiamano “de-
affrontare l’impegno.
con una Eppure la città ha espresso nel passa-
mocrazia diretta” dove, abolita la fun-
zione di rappresentanza degli eletti,
to, uomini e donne, naturalmente co- ognuno esprime il suo voto su ogni
coalizione munisti, di buona levatura: intellettuali,
professionisti, o comunque funzionari
cosa, informato da chi?, e come? Cosiì
il potere resterebbe saldamente in mano
La novità della campagna elettorale per di partito, che avevano capacità e com- all’informatore.
le amministrative che si svolgeranno, petenze per ricoprire dignitosamente le
unitamente alle europee, domenica 26 cariche cui erano chiamati.
maggio, è rappresentata dalla candida-
tura di Luca Salvetti alla carica di Sin-
Bisogna riconoscerlo: i partiti tradizio-
nali, hanno svolto per anni una bene-
Convegno
daco, presentata da una coalizione che
vede in prima fila il Partito Democrati-
merita attività d’interesse pubblico e la sui rifiuti urbani
selezione del personale politico. Chia-
co ed altre liste civiche.
ramente c’era anche un interesse di- Il Circolo Il Centro sta organiz-
In proposito esprimiamo la nostra sod-
ciamo privato, quello di occupare con zando un convegno che si svol-
disfazione per una candidatura, assolu-
propri uomini posti di potere con an- gerà presumibilmente verso la
tamente livornese, quale è sicuramente
nessi e connessi. fine di questo mese su di un
quella di Luca Salvetti, conosciutissimo
per i Tutto questo fino a quando la politica e tema di grande attualità: I rifiuti
sui seguitissimi “servizi” televisivi con i politici si sono trasformati, nella pub- urbani a Livorno: termovalorizza-
Granducato, per la sua profonda cono- blica opinione, in casta interessata solo tore, discarica, rifiuti zero. Le pro-
scenza delle complesse tematiche di Li- ai propri privilegi. poste possibili alla luce della pro-
vorno, una città che, dopo le ultime La soluzione, nell’entusiasmo del rin- grammazione regionale.
esperienze caratterizzate da una assolu- novamento, fu individuata nel rivolgersi Si tratta, come è facilmente im-
ta mediocrità, ha urgente bisogno di una alla società civile e certamente ha pro- maginaibile, di un evento di
guida sicura in grado di rilanciare, su dotto risultati apprezzabili ma, nella grande interesse e di assoluta
ogni piano, questa nostra ciità. nostra esperienza livornese, già nelle priorità su cui è opportuno,
Il Circolo e la redazione de Il Centro elezioni passate ha mostrato di poter dopo una gestione chiusa ed
seguiranno con attenzione la campagna produrre anche disastri. ottusa, che se ne cominci a di-
elettorale assicurando, fin d’ora, il pro- Siamo certi che alla fine avremo una scutere apertamente ed in
prio appoggio all’amico Luca. bella competizioni tra uomini e donne grande libertà.
Livorno 15

qui
Diocesi
di Fabio Figara

Livorno coordinamento di Alessandro Piacqua-


dio, responsabile della raccolta nella città
tro anni più tardi ha inizio anche l’attività
all’estero, per la Nigeria e per il Sud-Est

capitale e provincia di Livorno, che ha così com-


mentato la risposta e il coinvolgimento
asiatico, poi in Uganda (2009) e ad Haiti
(2010), con la contemporanea creazione del
Banco Farmaceutico anche in Spagna
della popolazione: «Quello di sabato scor-

della so è stato soprattutto un gesto di popo-


lo, che in tali occasioni esprime fino in
(2008) e in Portogallo (2009). «(Ero) malato
e mi avete visitato» (Mt 25, 36): trovare e
accudire un malato, così come acquistare e
fondo come la carità e la solidarietà ren-
solidarietà dano il cuore dell’uomo più lieto.»
Il Banco Farmaceutico nasce nel 2000
donare un farmaco è un piccolo gesto che
racchiude in sé un grande atto di carità
verso il prossimo.
dalla collaborazione tra la Compagnia
delle Opere e Federfarma per rispondere
al bisogno farmaceutico delle persone in
Nel corso della 19° giornata difficoltà economica, mettendo in relazio-
di raccolta del farmaco, solo ne farmacie, aziende farmaceutiche ed Enti
assistenziali presenti sul territorio.
nella nostra città sono stati La Fondazione Banco Farmaceutico, nata
donati oltre tremila medicinali nel 2008 per dare una forte e adeguata
personalità giuridica a quest’importantis-
da destinare ai meno abbienti. sima opera caritatevole, ha il compito di
assicurare il mantenimento dei valori ide-
Oltre 200 volontari livornesi hanno par- ali che ne stanno alla base, salvaguardan-
tecipato alla nuova edizione della Gior- do e valorizzando le iniziative delle realtà
nata di Raccolta del Farmaco (sui so- territoriali e delle associazioni presenti sia
cial #GRF19), svoltasi in tutto il Paese in Italia sia all’estero, nonché provveden-
lo scorso 9 febbraio. Ogni anno questo do alla tutela materiale (economica e di
impegno si concretizza con migliaia di conoscenza) di Banco Farmaceutico.
medicinali da banco raccolti, che ver- La prima Giornata di Raccolta del Farma-
ranno distribuiti alle strutture caritative co, nel 2000, fu organizzata coinvolgendo
e di volontariato e donate, nel corso la sola città di Milano: Banco Farmaceuti-
dell’anno, alle persone indigenti, che co ha poi rapidamente esteso la manife-
difficilmente potrebbero permettersi stazione a tutto il territorio nazionale. Quat-
l’acquisto di medicinali.
Il bilancio di quest’anno ha visto un in-
cremento della raccolta: secondo le sta- è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno
tistiche di Banco Farmaceutico, gli ol- è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
tre 400mila farmaci ricevuti dai dona-
e
tori serviranno per aiutare più di 500mila
persone che versano in condizioni di sport, tempo libero, volontariato
forte precarietà economica.
Se in tutta Italia, in media, si registra un assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
aumento del 10% nella raccolta, a Li- Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
vorno tale dato arriva ad un incremento
del 25% rispetto all’anno precedente,
Livorno
ai migranti, alle famiglie
con ben 41 farmacie aderenti tramite il
16 Rosignano

GIÀ VICESINDACO ED ASSESSORE NELLE GIUNTE GUIDATE DA ALESSANDRO FRANCHI

Daniele Donati candidato a sindaco


Queste, a grandi linee, le prime dichiara- azzeccata seria e responsabile su cui,
zioni rilasciate dal candidato più importan- Il Centro, dopo che saranno delineate il
te a Sindaco del Comune di Rosignano. programma, ritornerà nei prossimi nu-
Diciamo che si è trattato di una scelta meri.

Con tempi abbastanza rapidi, dopo


un'ampia consultazione che ha coinvol-
to larga parte di cittadini, enti ed asso-
ciazioni, Daniele Donati, già vicesinda-
co ed assessore nelle giunte guidate da
Alessandro Franchi, è stato indicato
quale candidato Sindaco per il comune
di Rosignano Marittimo per le elezioni
del 26 maggio.
Dopo la conferma della sua candidatura
che, vede oltre al P.D ed ai socialisti, ■ Ingegneria Multidisciplinare
■ Manutenzione e Montaggi di Aerogeneratori Eolici
anche la confluenza di alcune liste civi-
■ Manutenzione e Montaggi di Impianti Industriali
che ancora in preparazione, Daniele
■ Service Management e Ispezione & Expediting
Donati nelle prime dichiarazioni rilasciate
Etra, Ricerca e Selezione Personale
dopo la ufficialità della sua candidatura, ● P.E.S. COMPANIES ● P.E.S. COMMERCIAL PARTNERS
ha dichiarato che "il percorso che ab-
HEADQUARTERS
biamo messo in piedi è nuovo, non ci Via E. Mattei 11 - 57016 Rosignano S. (LI) ITALY
sono stati accordi sotto banco, non è nel Tel. +39 0586 727 111 Fax 39+ 0586 727 113
www.pes-srl.net info@pes-srl.net
mio stile. Ci dovremmo confrontare con
i futuri alleati sui punti principali del
programma. Non partiamo, da zero -
ha proseguito - ma da una esperienza
amministrativa svolta nelle ultime due
legislature che ha visto crescere, sotto
tutti gli aspetti, il nostro Comune: l'im-
pegno che assumo, fin d'ora, nei con-
fronti della comunità rosignanese, sarà
quello di proseguire, nella continuità,
lo svolgimento di un programma di go- Vendita al dettaglio
verno che vada incontro alle attese ed
alle speranze della gente. Nel corso delle
di carni e salumi
due ultime legislature molte cose sono interamente prodotti
state fatte, altre sono state solo impo- e lavorati in azienda
state. Inizieremo da questo per artico-
lare il programma: le liste vedranno in Loc. Poggio Marchino - Rosignano M.mo
campo persone nuove anche in relazio- Tel. 0586.799032
ne al cambiamento della società e dei Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
tempi in cui stiamo vivendo”.
Cultura 17

Senza narrazione
di Sergio Costalli

Viviamo oggi in un’epoca completamen- collocate e accresciute le aspirazioni senso ragionato e compiuto alle infor-
te diversa rispetto anche al più recente smaniose dei singoli verso uno status mazioni e agli accadimenti, metterli in
passato e la composizione delle classi di fatto irraggiungibile, ha favorito la più fila e in ordine per comprenderli e, at-
sociali non corrisponde più alle catego- rapida diffusione del rancoroso radica- traverso questi, comprendere il mondo
rie di un tempo: quella che era conside- lismo populistico e sovranista dal quale e la vita; tracciare il percorso ancora
rata la media borghesia, ovvero la pan- siamo quotidianamente afflitti. La fru- da compiere e presidiare quello compiu-
cia della classe borghese, si è disgrega- strazione per le sconfitte politiche su- to. Il popolo, in nome dell’edonismo ieri
ta con il cambiamento e con la crisi e, bite, la disillusione nei confronti di un e del populismo oggi, è stato reso subal-
con il suo venire meno, si è spento quel radioso avvenire e l’evaporazione simul- terno ed è stato privato, radicalmente
motore che, bene o male, dava la spinta tanea dei grandi partiti popolari hanno privato, di una propria narrazione.
all’ascensore sociale. Anche la classe fatto il resto. La coscienza e la cultu- Che cosa è infatti successo, tra le mol-
operaia, da più di un quarto di secolo a ra, come elementi e livelli di consape- te altre cose, in Italia in questo ultimo
seguito della maggiore precarizzazione volezza e di organizzazione, presenti quarto di secolo se non una distruzione
e della frammentazione dei percorsi la- da sempre nelle avanguardie della con- sistematica delle grandi narrazioni poli-
vorativi, ha lasciato cadere la bandiera dizione operaia non hanno retto ai cam- tiche e sociali dei grandi movimenti
del cambiamento e l’ha fatto per scelta biamenti, così come non ha resistito popolari che avevano contribuito a fare
non collettiva ma individuale di nume- neppure quel minimo livello di voca- di una plebe un popolo, fondandone
rosi suoi appartenenti costretti dai diver- zione tradunionista. l’autonomia politica e culturale e svi-
si bisogni maturati e sedotti da ben altri Congiuntamente alla perdita della ca- luppandone la tendenza egemonica?
sogni e stili di vita. pacità di sintesi e di lettura della realtà è Non c’era alcun lavoratore, cattolico,
Quello che fu il proletariato, che come venuta meno anche la capacità di gesti- socialista o comunista che fosse, per
soggetto politico-sociale non esiste più, re qualsivoglia aspetto negativo e qual- quanto privo di istruzione, che non
è annegato nella liquidità “baumaniana” siasi difficoltà delle vicende della vita. avesse consapevolezza di appartenere
e si è dissolto nella trasmutazione dei sui La realtà virtuale si è appropriata delle a un grande movimento, a qualcosa che
componenti da produttori a consuma- menti “hackerate” fagocitando la realtà veniva da lontano e che andava lonta-
tori scivolando dalla ricerca comune del- reale ma, è inutile dirlo, sarà sempre no, che era vivo e presente nel mondo
l’equità, del riscatto e della giustizia so- quest’ultima a trionfare, presentando e che gli avrebbe consentito di miglio-
ciale nell’aspirazione individuale al suc- sgradite sorprese al risveglio delle in- rare, collettivamente, la sua esistenza e
cesso e all’agiatezza televisiva da muli- caute genti. Non ritengo che si sia trat- quella dei suoi figli. La guerra che è stata
no bianco. tato di un “trahison des clercs”, se mai mossa contro la narrazione popolare è
La solidarietà e l’emulazione positiva han- vedo la loro incapacità che tuttavia è stata soprattutto ideologica e il movi-
no lasciato il posto all’invidia sociale, ali- cosa molto diversa, anche se il risulta- mento l’ha perduta senza neanche com-
mentata dall’acredine e dal livore. La ri- to finale è stato il medesimo. batterla. Mario Tronti ebbe a scrivere
cerca di una vita altra, fatta di sogni e di Un’incapacità a riproporre, forse pro- che “malgrado la stupidità dei vinci-
lustrini, nell’ambito della quale vengono prio a riappropriarsi, e a ricostruire una tori, i vinti fermissimamente si propo-
narrazione sero di perdere”.
popolare ov- Si è trattato di un vero e proprio mas-
vero la capa- sacro politico e culturale e tuttavia, an-
cità di selezio- cor oggi, alcuni illustri politici e catte-
nare e ordina- dratici si stupiscono del fatto che coloro
re, nella con- che sono stati deprivati di qualsiasi au-
gerie infinita tonoma narrazione, di ogni traccia di sto-
dei fatti del ria collettiva, di qualsiasi identità e di ogni
mondo e della organizzazione, abbiano rivolto la loro
vita, una loro attenzione e il loro apprezzamento ai
sequenza si- cosiddetti movimenti dell’antipolitica!
gnificativa C’è veramente da stupirsi di questo stu-
cioè portatrice pore che nasce dall’incomprensione ma
di senso. se non comprendono come potranno
Il famoso Quarto stato, dipinto di Guiuseppe Pellizza da Volpeda che rappre- In altre paro- recuperare?
senta un’icona dei lavoratori. le: dare un (1. continua)
18 Cultura

L’angolo di Don Ordesio Bellini

Extra Ecclesiam
nulla salus
Il “potere” o lo si usa per dominare o lo si Siccome la “salvezza dell’anima”era con- vede, sul potere regale c’è l’ipoteca dell’
usa per servire. Servire significa preoccu- siderato un elemento importante del ser- “obbedire a coloro che sono incaricati
parsi di garantire benessere, salute, cul- vizio agli uomini nei secoli passati, a poco di dispensare i sacri misteri»
tura e … anche divertimento (gli antichi a poco il suo uso e il suo abuso diventerà
“circenses” non ci abbandonano mai). l’elemento più importante da cui scaturi- Comunque nessuno dei due, Chiesa e Sta-
Oggi si chiama “sport”. Sulla “salvezza” ranno situazioni di conflittualità tra lo Sta- to, voleva l’eliminazione dell’altro. Anzi!
dei cittadini vigila attenta la protezione to e la Chiesa, che da una parte e dall’al- In un certo senso a partire soprattutto
civile, tutte le varie strutture dello Stato e tra prenderanno storicamente vari nomi: dall’incoronazione di Carlo Magno nei
le varie forme di volontariato. ierocrazia, teocrazia, alleanza trono alta- secoli si sosterranno e si legittimeranno di
Un tempo si dava importanza anche a un re, cesaropapismo, giurisdizionalismo, fatto tra di loro. Il problema era semplice-
altro genere di salvezza. Si chiamava “la fino a don Camillo e Peppone. mente quello di assicurare a uno dei due
salvezza dell’anima e delle anime”. Nei Da dove ha inizio in forma storicamente una certa egemonia sull’altro secondo i
secoli tale espressione si è andata gon- documentata questo groviglio? Lo si deve propri interessi.
fiando molto per motivi storici ingloban- a un certo Papa Gelasio che così scrive E queste reciproche rivendicazioni egemo-
do aspetti vari di tipo politico, sociale e all’imperatore d’Oriente Anastasio (494): niche durarono più o meno fino alla dine
quant’altro. Custode e garante di questa “Due sono, Augusto Imperatore, le au- del 1700 per ricevere una prima forte botta
salvezza era la Chiesa. Anche dopo le sue torità che reggono principalmente que- con la Rivoluzione Francese, e poi con il
divisioni storiche con l’Oriente e poi con sto mondo: la sacra autorità dei vescovi Liberalismo e successivamente al tempo
la Riforma Protestante ogni “struttura e la potestà regale. Delle quali tanto più dei vari totalitarismi. E’ l’epoca dei Con-
ecclesiale” era comunque gelosamente grave è la responsabilità dei sacerdoti cordati. L’obiettivo dello Stato era rele-
custode del proprio ruolo che a torto o a in quanto devono rendere conto a Dio gare la Chiesa, come si suol dire, nelle sa-
ragione facevano derivare da Dio. Ci si di tutti gli uomini, re compresi.» … grestie o considerarla custode e garante
combatteva e si combatteva anche per la «Se nell’ordine delle cose pubbliche i dell’ordine costituito. Maestra di virtù ci-
“salvezza delle anime”. vescovi riconoscono la potestà che ti è viche più che di fede. Una Chiesa funzio-
Un’espressione riassume bene questa lo- stata data da Dio, e obbediscono alle nale e organica. Di fatto la Chiesa cessa
gica politico-religiosa: tue leggi senza voler andare contro le ufficialmente di essere considerata un
si tratta del principio “EXTRA ECCLE- tue decisioni nelle cose del mondo; con soggetto di rilevanza politica nello stato e
SIAM NULLA SALUS”. Teologicamente quale affetto devi tu obbedire a coloro con lo Stato.
tale espressione è tuttora valida, ma cer- che sono incaricati di dispensare i sacri
tamente non con la carica passionale e misteri?» FINE DELLA SOCIETA’ UFFICIALMEN-
politica dei secoli andati. Oggi abbiamo Quindi due sono le autorità che reggono TE CRISTIANA-
capito che il modo di appartenenza alla il mondo e due resteranno con alti e bassi L’Europa in genere cessa così di essere
chiesa è un concetto analogico con mille fino alla rivoluzione francese. Come si segue a pag. 19
e più sfumature che tutte hanno il loro
fondamento in “Cristo morto e risorto per
tutti”. In quel “tutti” ci sono proprio tutti, DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano
anche quelli che non ci vogliono essere, .............................................
AREZZO LUCCA
anche quelli che non sanno chi è Cristo, San Giovanni Valdarno Gallicano
anche quelli che si dichiarano atei, non Montevarchi Antraccoli
credenti e miscredenti. La morte e la risur- Terranuova Bracciolini
Altopascio
Loro Ciuffena
rezione di Cristo risulterebbe allora una Viale Santa Margherita (AR) Ponte alla Ciliegia
.............................................
“meravigliosa fregatura” per tutti. Questa .............................................
PISTOIA
SIENA
è la cosiddetta “redenzione oggettiva”. Abbadia san Salvatore Panicagliora
Ovviamente non si tratta di un automati- Sovicille .............................................
............................................. LIVORNO
smo. In qualche modo si devono dare de- Via Cattaneo (LI)
FIRENZE
terminate condizioni che formano la co- Viale Guidoni (FI) * .............................................
siddetta “redenzione soggettiva”. Ma non San Polo (FI) PISA
Fucecchio Montecatini Val di Cecina
è questo l’argomento diretto di questo * in ristrutturazione
scritto.
Cultura 19

da pag. 18 ma cercando con la splendida “furbizia” necessariamente di tutta la Sua storia, e


una società “ufficialmente cristiana” per propria della Chiesa “esperta di umanità” desidero morire da cristiano e da cattoli-
decreto dello Stato. Alla Chiesa rimane “la di trovare modi veri e reali per cercare di co. Per me “solo in Lei c’è salvezza e so-
società reale”, quella dei fedeli. La sua “far entrare” un po’ tutti, spesso anche a prattutto nei suoi sacramenti” e questa
forza, anche politica, le veniva dalla sua loro insaputa. era convinzione di don Mazzolari, don
presenza capillare tra la gente e per un certo Naturalmente non a buon mercato facen- Milani e tanti altri che dalla Chiesa aveva-
periodo a oartire dalla fine del 1800 dalla do sconti o condoni generalizzati. Ma aiu- no anche ricevuto incomprensioni e “ba-
presenza dei partiti cosiddetti cristiani. tando e rispettando il grado di coscienza stonate”.
delle persone e dei popoli e offrendo a Ma quando mi guardo intorno e vedo
VA DIMINUENDO E LIQUEFACENDOSI essi possibilità di essere battezzati, se lo ebrei, musulmani, credenti in genere, atei
ANCHE IL POPOLO FEDELE vogliono, e di vivere con coerenza e pub- onesti (e non solo gaudenti o arrabbiati),
Più o meno dagli anni sessanta tutto si va blicamente il Vangelo. la prima cosa che penso non è di farli di-
pian piano incrinando: l’Unione Sovietica Non si tratta più di “fare entrare” tutti ventare dei “nostri” (mi potrebbe anche
con Kruscev, l’America con Kennedy e con le buone o con le cattive, ma di pro- far piacere, e anche tanto!) ma di chiamar-
anche la Chiesa con Giovanni XXIII e il porre, testimoniare, “attrarre”. Si usò li fratelli e amici.
Concilio Vaticano II. Ma è con il boom molto a partire dal Concilio Vaticano II° il
economico che la “forza massiva della termine “di CRISTIANI ANONIMI”. Ov- NB. Il concetto di Chiesa monolitica e
Chiesa inizia a cedere anche nel suo co- vio che di questo concetto si può anche onnicomprensivo si può applicare a tutte
siddetto “popolo fedele”. L’ Europa diven- abusare intendendo coscienza morale quelle istituzioni che con le buone o con
ta più ricca, è il trionfo della CocaCola e come semplice giustificazione di pigrizia le cattive “ti obbligavano e ti obbligano”
dei suoi simili, l’automobile diventa popo- mentale, ignoranza religiosa ereditata e a entrare nel loro sacco: anche il comuni-
lare (Volks-wagen) la cosiddetta classe conservata passivamente, spontaneismo smo, il nazismo, il fascismo, il consumi-
media dal punto di vista dei soldi fa capo- e sentimentalismo senza sforzo di ricerca smo e ogni forma di ideologia antica e
lino nel mondo dei borghesi, anche i figli e di ragioni. Ma questo purtroppo non moderna. In poche parole: tutti coloro che
del popolo fanno sport nelle palestre e non solo nel campo religioso. KI vediamo so- nei secoli si sono autoproclamati “salva-
più nelle strade o negli oratori dei preti e le prattutto nella politica. La chiesa comun- tori del popolo e dei popoli”, in nome di
settimane bianche diventano anche ap- que ormai si fida e si rivolge a “ tutti gli Dio o di una ideologia, dichiarando la loro
pannaggio del “popolo” e avanti fino al uomini e donne di buona volontà”. proposta di salvezza e liberazione di ORI-
“progressismo” e poi al politicamente cor- Ecco perchè io,cristiano cattolico e prete, GINE GARANTITA CONTROLLATA E
retto, trionfo del pensiero unico. La parola sono fiero della mia Chiesa, anche se non PROTETTA.
salvezza in senso religioso sparisce dal-
l’orizzonte dell’uomo La secolarizzazione
e il secolarismo sembrano trionfare. Dico
sembrano, perché ormai credo si sia capi-
to: io sono convinto che questo non è
tutto progresso benefico, e quindi è sem-
pre in agguato sia psicologicamente che
politicamente “un popolo ribelle”, insod-
disfatto di troppe proposte “soddisfacen-
ti”, inconsciamente forse desideroso di
qualcosa che abbia a che fare con l’ani-
ma, comunque si intenda la parola. Come
già scritto in altra occasione, il boom degli
psicologi, psicoterapeuti e pasichiatri pos-
so esserne una verifica. Non si definisce
forse la depressione “malattia dell’anima”?
Ma allora che ne è del principio “extra Ec-
clesiam nulla salus”?
Certamente non più “o dentro o fuori” in
senso soprattutto sociologico – politico
20 pubblicita

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

Acli Labor SOCIETÀ COOPERATIVA

Edilizia - Pulizie civili e industriali


Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) Giardinaggio
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline, Tel. 0586.790.751 - Rosignano S.
www.aclilabor.it

Stampiamo di di tutto
tutto anche
anche

O.M.P.
Stampiamo
in limitato
in limitato numero
numero di di copie
copie
aa prezzi
prezzi veramente
veramente eccezionali
eccezionali S.r.l.

CHIEDETECI UN
CHIEDETECI UN PREVENTIVO
PREVENTIVO ROSIGNANO SOLVAY
Via
ViaG.Razzaguta
G.Razzaguta 26, int. 13 (zona Collinaia) --Livorno
Livorno Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174

Tel. 0586/1732178
Fax. 0586.791173
E.mail: omp@omprosignano.it

Via della Repubblica 118

CA.PA. TER s.r.l.


ROSIGNANO SOLVAY
Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
e-mail: coopgiglio@tin.it
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

GUIDI Soc. SECOS srl

Costruzioni Edili e Industriali Associazione Nazionale Amministratori


Condominiali e Immobiliari

Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay ANACI Sezione di Livorno


Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

IL GIGLIO S.C.R.L.

Erogazione del servizio


di manutenzione di aree verdi
Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via della Repubblica 118 - Rosignano S.
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 e-mail: coopgiglio@tin.it

Di Gabbia A. & Figlio


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
SRL

PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI


Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
Cultura 21

Interessante conferenza di Stefano Polli, vice direttore dell'Ansa, in un incontro organizzato dalla Fidapa ed Il Centro

Verso quale Europa?


di Ruggero Morelli in bocca ai politici che hanno partecipato accrescre le possibili cooperazioni allar-
alla costruzione della UE ed alle continue gate che consentono iniziative anche a
decisioni da loro stessi sottoscritte du- gruppi di stati.
''Siamo europei. Il destino dell’Europa è il rante le riunione dei consigli - si pensa Sono state criticate le recenti invasioni di
destino dell’Italia. Il nostro è un grande che non sia affatto corretto litigare con la mezzi per divulgare notizie false tese a de-
paese fondatore dell’Unione Europea, pro- UE ma al contrario starci dentro con spiri- nigrare e destabilizzare le istituzioni e le
tagonista dell’evoluzione di questo pro- to critico e riformatore verso un migliore rappresentanze , tanto che il nostro bravo
getto nell’arco di più di 60 anni. E protago- funzionamento. moderatore Mascambruno ci ha rivolto
nisti dobbiamo rimanere fino al consegui- l'appello a disertare visioni ed
mento degli Stati Uniti d’Europa, per quan- ascolti che mirano alla confu-
to distante questo traguardo possa oggi sione. Ma anche dal relatore
apparire. Il nostro ruolo nel mondo, la no- Pòlli ad informarsi di più e
stra sicurezza – economica e politica – di- meglio sul ruolo e azioni della
pendono dall’esito di questo processo.'' Ue, a leggere di più la stampa
Ne ha parlato Stefano Polli vice direttore ed i libri - allo slow read come
dell' Ansa, invitato dalla Fidapa e dal cir- ci ha indicato Carlo Ginzburg
colo Il Centro, nella sala della Provincia, parafrasando il più famoso
per una volta alla presenza di molte donne. slow food-.
Vivace conduttore dell'incontro Beppe Sottolineato il ruolo efficace
Mascambruno, si era ben preparato, come delle iniziative della Fidapa
ha ammesso, trovandosi accanto ad un internazionale che hanno ot-
collega che vanta una esperienza notevo- tenuto risultati sulla parità di
le in campo internazionale. salari tra donne e uomini, su
Quindi perchè Europa e per quali obbietti- accesso ai cda e istituzioni,
vi si torna a votare il prossimo 26 maggio. sulla condizione delle donne
Se il processo innescato da Altiero Spinel- rifugiate, su miglioramento
li, Rossi e Colorni confinati a Ventotene, dell'ambiente, grazie appunto
non si è ancora completato dopo il con- Descritto il ruolo della Banca centrale eu- alla unione delle nazioni e dei movimenti e
tratto firmato a Roma nel 1957, la UE ci ha ropea, della Commissione - oggi presie- quindi della UE.
donato un lungo periodo di pace e di svi- duta da Juncker e ieri da Prodi - e dei Con- La presenza in sala di persone a prevalente
luppo economico e sociale. sigli dove si riuniscono i capi di stato ed età matura non ha fatto dimenticare che le
Il Parlamento, che si eleggerà, si è conqui- ministri dei 28 stati (esteri, interni, ambien- nuove generazioni sono ben al corrente dei
stato dal 1979 sempre più poteri rispetto a te, istruzione ecc.), si sono analizzate le benefici goduti grazie alle scelte della UE e le
quelli iniziali, mentre il Consiglio e la Com- cause di alcuni rilevanti cambiamenti. vivono sentendosi naturalmente europei.
missione stanno cercando a fatica di tro- Esempio: a) la fase del prevalere delle scel- Valga per tutti il portato del progetto Era-
vare nuove forme per rendere agevole il te finanziarie a discapito della economia smus ed Erasmus plus che ha consentito a
compito di decidere ed eseguire. reale industriale-commerciale; b) la vena oltre sei milioni di giovani di andare a stu-
I grandi fenomeni di trasformazione eco- negativa delle delocalizzazioni delle azien- diare per un lungo periodo in altri paesi.
nomica come la globalizzazione, oppure de al fine di risparmiare sul costo della Beatrice Faleri, ricercatrice di economia a
quelli della diffusione della comunicazio- manodopera e creando nuovi squilibri e Oxford, dopo un interessante dibattito in
ne - Facebook, Google, Amazon, Istagram, disuguaglianze. tv in gennaio, ha così risposto alla do-
Twitter ecc.- possono essere controllati e Nella parte dell'incontro dedicata alle do- manda :''Dove vorresti lavorare dopo il
governati soltanto da enti più grandi e for- mande si è riscontrata grande assonanza dottorato?''. r.- ''Sia in GB dove sono, ma
ti come la Ue e non dai singoli stati. sia sui vantaggi conseguiti grazie alla UE anche in Italia o in Germania, indifferente-
La moneta unica, il lbero scambio commer- ed il desiderio di migliorare anzichè segui- mente.'' Dimostrando così il suo sentirsi
ciale, la facoltà di muoversi agevolmente re spinte 'sovraniste' di ritorno all'ambito europea, come l'ottimo Antonio Megalizzi
nei vari paesi della unione ha favorito la ristretto nazionale. E coloro che si dichia- morto in quei giorni, oppure la giovane
crescita e la cultura grazie ad un continuo rano apertamente sovranisti e partecipa- Valesin uccisa al Bataclan nel 2015.
incontro tra persone, abitudini e religioni no alla UE vivono un contrasto, un ossi- Andiamo al voto il prossimo maggio con
diverse. Superando così le ragioni delle moro che dobbiamo combattere. più convinzione della conferma della isti-
guerre che ci avevano portato ai disastri Tutti d'accordo di ampliare i vantaggi, di tuzione UE e della necessaria partecipa-
del 'secolo breve'. migliorare le possibilità di decidere, an- zione alle riforme della stessa perchè pos-
Seppure oggi serpeggia un malcontento che a maggioranza, di non perdere quelle sa governare più spedita le future fasi dif-
verso la istituzione UE, - spesso con frasi libertà di scambio, di studio, di ricerca, di ficili che ci attendono.
22 Cultura

Nasce dalla collaborazione di quattro giovani artisti toscani

Musica, Poesia e Danza antica:


il progetto artistico
Appuntamento a Sabato 13 Aprile alle ore 21:00 presso il Caffè Letterario
“Le Cicale Operose” in Corso Amedeo a Livorno.
Musikè, poìese kai choròs - “Mu- Società Italiana Esperti di Diritto ne dell’intervento convergono su
sica, poesia e danza” è un proget- delle Arti e dello Spettacolo”; il M° un’introduzione alla tradizione “ae-
to artistico di arte varia che nasce Fabio Machiavelli (classe 1993), dica” occidentale, ovvero la prima
dall’idea e dalla collaborazione di diplomato con il Vecchio Ordina- forma conosciuta di concordia del-
quattro giovani artisti toscani. L’ini- mento in Strumenti a percussione la arti della letteratura, della musi-
ziativa propone la messa in sce- presso l’Istituto Superiore di Studi ca e della danza, che ci viene of-
na, attraverso un attento lavoro di Musicali P. Mascagni ed ivi tutt’ora ferta dai poemi omerici nel mondo
ricerca ed una studiata preparazio- studente del triennio di composi- dell’antica Grecia. Saranno presi in
ne tecnica da parte degli interpre- zione, vincitore di numerosi pre- considerazione i passi più impor-
ti, di alcune suggestioni che risco- mi e riconoscimenti a livello na- tanti, tra i quali il proemio dell’Iliade
struiscano in maniera verosimile il zionale nel campo della musica; e dell’Odissea. Seguiranno appro-
suono, le movenze sceniche e la la giovanissima e promettente fondimenti e sperimentazioni mu-
lettura cantata degli antichi testi ballerina Emma Rapezzi (classe sicali e coreutiche ispirate ai più noti
poetici del mondo greco e roma- 2001) facente parte del gruppo di testi dei poeti greci e latini, fino alla
no. Dalla lirica monodica alla lirica danzatori scelti “Anemos” della riproduzione musicale dei primi
corale, vengono presi in esame scuola di danza DanzAria, con la “spartiti” di musica antica, quando
alcuni tra i più noti e suggestivi te- quale ha partecipato a numerosi possibile arricchiti dal testo a que-
sti poetici dell’antichità, interpreta- spettacoli e concorsi ed autrice sti legato.
ti in lingua originale ed accompa- di coreografie originali presenta- La prima occasione di messa in
gnati da coreografie affini alle mo- te in occasioni di vari spettacoli a scena pubblica a Livorno dello
venze delle antiche danze e dalle tema. spettacolo sarà Sabato 13 Aprile
musiche riprodotte con strumenti Le forme di presentazione e di alle ore 21:00 presso il Caffè Let-
quali il flauto traverso, il flauto di messa in scena dello spettacolo, terario “Le Cicale Operose” in Cor-
Pan, la lira ed un interessante e va- si propongono di essere le più sva- so Amedeo a Livorno.
rio apparato percussivo. riate con la pecu-
A sviluppare l’idea e mettere in liare potenzialità
scena lo spettacolo sono il Prof. dell’adattabilità
Lorenzo Taccini (classe 1989), lau- alle esigenze ta-
reato all’Università di Pisa in Let- lora didattiche,
tere Classiche ed archeologia, già talora teatrali, o
promotore di numerose iniziative maggiormente
in ambito artistico e culturale ed spettacolari ri-
autore di spettacoli teatrali, musi- chieste. La pos-
cali e di arte varia; il M° Giovanni sibilità esecutiva
Cavicchia (classe 1993), che ha in acustico, o
conseguito il Diploma Accademi- con amplificazio-
co di II Livello in flauto traverso ne e la durata va-
presso l’Istituto Superiore di Studi riabile all’occor-
Musicali P. Mascagni e attualmen- renza, rendono lo
te sta terminando il ciclo di studi spettacolo sem-
presso la facoltà di Giurispruden- pre nuovo ed
za dell’Università di Pisa, oltre a adatto ad ogni cir-
ricoprire il ruolo di Coordinatore per costanza.
la Regione Toscana di “Siedas – I contenuti cardi-
Teatro 23

Giovedì 7 marzo, ore 21.00 è in pro- Martedì 19 marzo,


gramma, sempre per la sezione “Clas- ore 21.00 è la volta di
sica con gusto”, il concerto “Armonie “I Miserabili”, tratto
poetiche e religiose” con Enrico Pace dal romanzo di Victor
al pianoforte che eseguirà musiche di Hugo con Franco
Franz Liszt. Branciaroli, regia di
Giovedì 21 marzo ore 21.00 è il tur- Franco Però.
no inverce di Thorwald Jorgensen La Danza ci dà ap-
(theremin) e Kamilla Bystrova al pia- puntamento mercoledì
noforte in “Musica dall’etere” . 6 marzo, ore 21.00 con Golden Days,
La Lirica offre il quarto ed ultimo ap- coreografia di Johan Inger, musiche di
puntamento con Madama Butterfly, Tom Waits, Patti Smith, Keith Jarret,
che va a debuttare venerdì 29 mar- spettacolo presentato da Arteballetto.
zo alle ore 20.30 con replica dome- Due spettacoli nella sezione Eventi:
nica 31 marzo h. 16. L’opera, uno venerdì 8 marzo, ore 21.00 il Musi-
dei capolavori di Giacomo Puccini più cal “FlashDance” regia di Chiara
Il programma amati dal pubblico, va in scena con la
direzione di Stefano Romani, regia
Noschese, in collaborazione con Leg
srl e Menicagli Pianoforti.
di Marzo G.A.I.A. Teatro Goldoni, Orchestra
Filarmonica Pucciniana.

di Angela Simini

Dopo il gran successo alla Goldonetta è in distribuizione gratuita


di venerdì 1 marzo scorso del concer- anche presso i seguenti punti:
to “Aimez vous Brahms” con la violi- LIVORNO:
nista neozelandese Amalia Hall e, al Libreria nuova di Biagini Silvia,
suo fianco, il pianista fiorentino Sergio corso Amedeo 23-27
Libreria Feltrinelli, via di Franco
De Simone, il programma di marzo al Edicola Cairoli, via Cairoli 18
Goldoni prosegue con altri importanti Edicola Nelli, piazza Cavour 39
appuntamenti. Edicola P.zza Grande
Giacomo Puccini lato Farmacia Ospedale
Edicola Bianchi, via del Porticciolo
La Prosa propone due spettacoli. Edicola Attias, corso Amedeo
Mercoledì 13 marzo, ore 21.00 de- Edicola piazza Matteotti
Edicola Ramagli e Rossi
butta Pueblo di Ascanio Celestini, con via Calatafimi
Ascanio Celestini e Gianluca Casa- Edicola Paolini (Baracchina Bianca)
dei. piazza S. Jacopo
Ed. Lo Strillone, viale Italia 113
Edicola Barcellona, via Goito
Edicola Borghi, corso Amedeo
angolo via dell’Origine
Il Tabaccaio, via Roma 133
Tintoria Rossi, corso Mazzini
Ed. Martelli Anna Lisa
via Meucci 5 (Coteto)
Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare
Edicola Dharma, Viale Antignano 115
Edicola Bini-Filippi, Via del Litorale
(largo Vittime delle Fobie)
Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco
via C. Puini 97 - Antignano
Ristorante “La Barcarola”
viale Carducci 39
CASTIGLIONCELLO:
Edicola Rossi, P.zza della Vittoria
L’Edicola, Via Aurelia 512
ROSIGNANO SOLVAY:
Edicola Giovannoni, via Allende
Edicola Vallini, via O. Chiesa
Tabacchi-Edicola Bicego, via Aurelia 459
VADA:
Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3
Amalia Hall e Sergio De Simone Ascanio Celestini
24