Sei sulla pagina 1di 24

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XX - n° 206 Gennaio 2020

L’Editoriale Il mondo nel 2020,


di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it

Più incertezze
e noi
di Francesco Butini

che speranze Si chiude il secondo decennio del XXI dente si discosta decisamente rispetto
secolo, attraversato dalle conseguenze a quanto visto finora, e la gestione di
per il futuro della grande crisi del 2008 e dalle ulte-
riori trasformazioni nella geopolitica
molti dossier (Cina, Corea del Nord,
Iran, Siria, Afghanistan, commercio in-
mondiale, segnato dall’emergere di un ternazionale, politiche per l’ambiente,
Il quadro politico che chiude l’an-
nuovo bipolarismo tra Stati Uniti e Cina, NATO, ecc) è stata contraddistinta
no vecchio ed apre il 2020 non
dalle rinnovate ambizioni imperiali della molto più di altre dagli aspetti caratte-
consente, allo stato dei fatti, nes-
Repubblica Russa, dal consolidamento riali di chi la conduce. Ma l’economia
sun serio pronostico, nessuna
delle capacità produttive ed espansive americana continua a tirare, e i cittadi-
concreta previsione.
dell’Asia, dall’intensificazione dei flussi ni (non solo americani) votano spesso
Le dichiarazioni rilasciate dai lea-
migratori dall’Africa e dalle grandi pia- con il portafoglio. Non sarà indifferen-
der politici risentono delle profon-
ghe delle guerre irrisolte da anni (Af- te per il mondo il risultato delle elezioni
de incertezze e del clima insicu-
ghanistan, Siria, Libia). presidenziali americane.
ro, aspetti o valutazioni, che sono
Si apre il terzo decennio, e il 2020 porta Il 2020 segna anche per gli europei al-
decisamente prevalenti.
con sé importanti appuntamenti politici. meno tre appuntamenti significativi. Il
Il sentimento che alligna nella
Innanzitutto è l’anno elettorale per gli primo consiste nel definitivo avvio ope-
gente comune è quello, solo quel- segue a pag. 2
lo, della eterna incertezza e cre- Stati Uniti: a novembre gli statunitensi
scente preoccupazione, aspetti di saranno chiamati a votare per il nuovo
cui è, ormai, permeata da tanti, presidente, nonché per il rinnovo dell’in- Circolo Il Centro - Via Trieste 7 - Livorno

troppi anni la politica nel nostro tera Camera dei Rappresentanti e di Martedì 14 Gennaio, h. 18
paese. parte del Senato. I risultati avranno ri-
percussioni significative in tutta la poli- incontro con il Dott.
Cresce, a dismisura, la preoccu-
pazione per questa stagione poli- tica internazionale. La conferma o meno
dell’attuale amministrazione Trump, se
Massimo Provinciali
tica così complessa, difficile, Segretario Generale dell’AdSP
qualche volta, anzi molto spesso, l’ impeachment non provocherà prima del Mar Tirreno Settentrionale
“avventurista ed approssimata” sconquassi istituzionali al momento non
prevedibili, è un bivio critico per il corso sul tema:
rispetto a quella vissuta nel se-
colo scorso (1946 - 1990) an- che potranno prendere istituzioni sovra-
nazionali e situazioni di crisi in varie parti
Le sfide
ch'essa complessa e difficile,
qualche volta “arrangiata” ma del mondo. Spesso, e a ragione, si è detto della portualità
che la politica internazionale degli Stati
permeata da alcuni valori priori-
tari. In particolare vi era il cre- Uniti non si modifica sostanzialmente livornese
scere di una fiducia consolidata nell’alternarsi delle diverse personalità
politiche alla Casa Bianca e dei partiti Moderatore:
segue a pag. 2 Ing. Cristiano Toncelli
di provenienza. Ma è altrettanto indub-
bio che la personalità dell’attuale presi-
2 Politica
dalla prima pagina preoccupanti fenomeni pseudoreazio- riguarda i Balcani, a due passi da noi
nari, presentino un realistico program- italiani. Nel 2020 si svolgeranno le ele-
Più incertezze ma di poche cose ma essenziali per zioni politiche in Serbia, nella Macedo-
l’immediato futuro del nostro paese.
che speranze Proposte da confrontare con quelle
nia del Nord, in Montenegro, e in Croa-
zia. Una regione inquieta, dove i popoli
nei tanti anni durante i quali le incer- forze politiche, sicuramente democra- soffrono convivenze non sempre paci-
tezze sociali venivano cancellate dalla tiche e socialmente avanzate, tali da fiche, dove la radicalizzazione islamica
consapevolezza di una classe dirigen- creare i presupposti per un governo ha una sua tradizione consolidata, dove
te politica (di maggioranza ed opposi- coeso in grado di contenere e respin- le frustrazioni economiche possono
zione) esperta, preparata, attenta ai gere forme aberranti di politiche por- riaccendere i nazionalismi estremi. Gli
problemi socio-economici della gente tate avanti da inquietanti proposte delle assetti politici nei Balcani saranno ri-
e dotata di una solidità morale e politi- formazioni di destra che stanno peri- messi in discussione nel corso dell’an-
ca, anche perché aveva studiato, e/o colosamente consolidando la loro pre- no.
si era formata all’interno delle sedi dei senza nel paese E noi italiani? Abbiamo aspettative un
partiti e nelle assemblee elettive (co- po’ più modeste, rispetto alle grandi
muni e province): condizioni comple- Il mondo nel 2020, questioni di cui abbiamo appena parla-
tamente assenti o quasi nella classe to. Il governo Conte affronterà la con-
politica attuale. Ecco perché continuia-
e noi tinuazione della via crucis delle elezio-
mo ad essere preoccupati per il nostro rativo della nuova Commissione eu- ni regionali. Dopo le sei sconfitte (su
futuro. ropea guidata dalla tedesca Ursula von sei consultazioni) nelle regioni dal marzo
Le aggressioni verbali, il cialtronismo, der Leyen: a seguito del processo de- 2018, in questo mese di gennaio 2020
il pressapochismo, l’ignoranza sui pro- cisionale comunitario, la nuova Com- si consuma la madre di tutte le batta-
blemi, costituiscono il tragico emble- missione europea è nel pieno dei suoi glie: le elezioni in Emilia Romagna. A
ma di gran parte maggioranza della poteri dal 1 dicembre 2019. E l’Unio- seconda dell’esito si potranno aprire
classe politica odierna. ne Europea, superata nelle urne la corsi politici diversi. E di questo ci oc-
Ed allora cosa potrà ancora accade- minaccia populista e disgregatrice, cuperemo nel prossimo numero della
re? Con tutte le riserve del caso, visto deve affrontare la sfida di un nuovo rivista.
l'andazzo e le prospettive che si pon- sviluppo economico e sociale per il
gono davanti a noi, dobbiamo sperare continente. Senza di esso, la forza ot-
che almeno le “sardine” riescono ad tusa della disgregazione potrebbe ri-
esprimere qualcosa di ragionevolmente prendere vigore, dando soddisfazione
“serio e concreto”. In attesa, oltre le solo alla paura, senza alcuna speran-
acclamate rappresentazioni nelle più za di futuro.
importanti piazze delle città, nel corso Il secondo appuntamento per gli eu- Mensile del Circolo Culturale “Il Centro”

delle quali hanno saputo efficaciemen- ropei per il 2020 sarà la Brexit, ovve- Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005

te esaltare alcuni principi morali quali ro la definitiva uscita del Regno Unito
Redazione ed Amministrazione:
il “rispetto, la serietà, la lealtà, l’one- dalle istituzioni comunitarie. Le recenti Via Trieste 7 - 57124 Livorno
stà intellettuale”, insieme alla loro ra- elezioni inglesi hanno fatto definitiva- e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
www.circoloilcentro-livorno.it
dicale opposizione a tendenze e mani- mente chiarezza, e la netta vittoria dei
festazioni politiche colme di oltranzi- conservatori del premier Johnson (che DIRETTORE RESPONSABILE:
porta un nome molto russo, Boris) han- Enrico Dello Sbarba
smo, di mancato rispetto per le cate-
gorie più disagiate, con pericolose e no diradato le nebbie londinesi tra fa- COMITATO DI REDAZIONE:
vorevoli e contrari all’UE e tra i so- Massimo Cappelli,
Sergio Cini, Valeria Grillo,
stenitori delle diverse modalità di usci- Luca Lischi, Mario Lorenzini,
ta. La vittoria conservatrice potrebbe Mauro Paoletti, Giovanni Schiano,
portare finalmente alla risoluzione della Angela Simini, Franco Spugnesi.

questione, anche se gli ostacoli sono Hanno collaborato a questo numero:


ancora là sulla strada. Primo fra tutti: Ordesio Bellini, Francesco Butini,
la questione dell’Irlanda del Nord, con Massimo Cappelli, Sergio Costalli, Giu-
tutti i fantasmi terroristici e bellici che seppe Franceschi, Gianni Giovangia-
como, Nicola Graziani, Livio Lazzeri,
potrebbero resuscitare in una terra che Luca Lischi, Mario Lorenzini, Fabri-
ha visto il sangue scorrere per anni. zio Rosticci, Angela Simini, Franco
Spugnesi, Lorenzo Taccini.
Prosegue con successo al Museo Secondo fra tutti: la questione della
Grafica e impaginazione: Editrice “Il Quadrifoglio”
della Città la mostra “Modigliani Scozia. In una parola: il Regno Unito sas di Palandri Giulia & c., Livorno - Tel. 05861732178.
e l’avventura di Montparnasse” che rimarrà unito uscendo dall’Unione Eu- Stampa: Tipografia Sagittario - Bibione (VE)
si protrarrà fino 16 febbraio 2020. ropea?
Giornale chiuso in tipografia il 3/1/2020
Il terzo appuntamento per gli europei
Attualità 3

Il fantasma che appare frequentemente sullo scenario dell’attuale politica e non solo in Italia

Populismo e dintorni
consultando su singoli provvedimenti pulismi, perché appaiono diversi da
di Giuseppe Franceschi quelli precedentemente delineati: il
gli iscritti per il tramite della piatta-
forma informatica Rousseau sia at- movimento della svedese Greta che
traverso la frequente richiesta di re- riempie le piazze di tutto il mondo e
Populismo è il fantasma che appare ferendum; la democrazia diretta ri- potrà offrire ai Governi un contribu-
frequentemente sullo scenario del- mane però un’utopia: non esisteva, to importante per la soluzione dei
l’attuale politica e non solo in Italia. checché si voglia sostenere, nemme- problemi dell’ambiente, se riuscirà ad
Si tratta di un fenomeno che si è già no alle origini nell’Atene del V° sec. evitare gli eccessi ideologici e il mo-
manifestato nel passato anche remo- a.C con un numero esiguo di cittadi- vimento delle “Sardine” tutto nostra-
to della storia europea. ni, anzi quel tipo particolare di demo- no nato a Bologna e diffusosi rapi-
Farò qualche esempio citando quei crazia era già insidiata dai vari de- damente in tutto il Paese. È un po-
movimenti che, a mio parere, ci aiuta- magoghi di turno compreso il grande pulismo di sinistra che si oppone
no a capire meglio l’attuale periodo Pericle, a dimostrazione di come sia espressamente a quello di Salvini e
della politica italiana: in primo luogo il precario l’equilibrio di questa fonda- presenta elementi positivi, come
populismo giacobino della seconda mentale forma istituzionale. l’esaltazione della Costituzione re-
metà del ’700 con l’utopia della demo- Il populismo ha sempre alle radici pubblicana antifascista.
crazia diretta, ispirato da Rousseau e improvvise crisi economiche; è illu- I rappresentanti dichiarano di sentirsi
portato ad esiti totalitari da Robespier- sorio pensare di combatterlo senza al centro di “una rivolta popolare pa-
re; poi i populismi associati ai naziona- rimuoverne le cause. I partiti, che cifica” di non volersi costituire in par-
lismi della prima metà del ’900. sono l’ossatura necessaria della de- tito, ma vogliono dare suggerimenti
Nel pensiero attuale dell’Occidente, mocrazia, hanno la responsabilità di ai partiti. Non è facile definirlo, ma
divenuto ormai “liquido” quelle ten- reclutare e formare una classe diri- dalle presenze nelle piazze, dai car-
denze si manifestano sbiadite, ma si gente con le competenze necessa- telli e dagli slogans sembra il tentati-
diffondono molto rapidamente sul rie per la soluzione dei problemi di vo di suggerire una ripresa della tra-
web e si possono ritrovare la prima una società complessa, caratterizza- dizione ulivista spostandola più a si-
nei Pentastellati che si richiamano ta dal progressivo impoverimento dei nistra, insomma invece di un centro-
espressamente a Rousseau, la secon- ceti popolari. sinistra una sinistracentro. Se è così,
da nelle destre di Salvini e Meloni de- La piazza può dare indicazioni im- temo che difficilmente potranno bat-
finite da molti sovraniste. portanti, ma non è in grado di go- tere la coalizione di destra; la secca
Questi populismi diversi tra loro hanno vernare; chi pensa il contrario va in- sconfitta di Corbyn in Gran Breta-
alcuni elementi in comune: dall’alto contro a clamorosi fallimenti. gna, anche se subita in condizioni
agisce un demagogo, dal basso il po- Ho lasciato per ultimi altri due po- particolari, insegni.
polo delle piazze che, stimolato con
ogni sorta di promesse, si scaglia con-

Ristorante Aragosta
tro la classe dirigente dei politici, la
CHIUSO IL MARTEDÌ

cosiddetta “casta”; non sono sempre


coerentemente europeisti ma contrap-
pongono spesso gli interessi nazionali specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei
a quelli dell’Europa; interpretano la ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
democrazia liberale stabilendo un col- Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
legamento diretto col popolo. Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
Salvini quando chiede “pieni poteri”
di fronte ad un popolo che invoca
“l’uomo forte” (48% secondo il Cen-
sis) non si può definire tout-court “fa-
scista”, ma la divisione dei poteri è
un fondamento ineliminabile dello
Stato di diritto.
I Cinquestelle rappresentano l’aspi-
razione alla democrazia diretta sia
4 Politica

‘Politica Insieme’: il bilancio


di Nicola Graziani

Cari amici, to nei territori, che tramite riunioni cit-


nell’augurarvi un felice Anno Nuovo tadine e successive assemblee regio-
vorrei fare con voi il bilancio dell’anno nali (anche queste da celebrarsi entro
che si va a chiudere. Dodici mesi fa il la fine di marzo, augurabilmente pri-
percorso di “Politica Insieme” era solo ma) ci daranno un definitivo profilo or-
allo stato embrionale: più una reazione ganizzativo. Il radicamento passerà
ai risultati delle politiche del marzo 2018 anche per una serie di iniziative in fa-
che non un progetto politico dotato di vore di realtà o temi cari al nostro mon-
anima e di gambe. Un raduno più che do e contemporaneamente di apertura
un autentico momento di aggregazio- a quegli uomini di buona volontà cui ci
ne. Da allora cinque passi fondamen- primo scopo la messa a punto di un rivolgiamo per compiere un percorso
tali sono stati compiuti. Li elenco. Il programma concreto e fattivo con cui comune.
primo la creazione della Associazione, presentarci nell’agone politico. Senza A fine primavera, e comunque prima
dotata di un proprio statuto e di propri ansie da prestazione, ma anche senza della pausa estiva, un’assemblea co-
organi; il secondo l’assemblea del 3 perdere tempo. La crisi politica dege- stituente darà il segno della nascita de-
luglio, con cui abbiamo scoperto la nera di giorno in giorno, prima siamo finitiva di un nuovo soggetto politico,
nostra consistenza numerica ed abbia- pronti con le nostre proposte meglio con un nuovo nome e nuova capacità
mo lanciato le iniziative successive; il sarà. Nasceranno, a gennaio, le com- di attrarre chi abbia a cuore l’idea di
terzo l’allargamento della nostra inizia- missioni tematiche che – in tempi ci rimettere in piedi l’Italia.
tiva agli amici della Rete Bianca e di auguriamo brevi e con il dono della Sfida, quest’ultima, che richiede cuore
Costruire Insieme; il quarto l’assem- sintesi – coinvolgeranno i territori nel- e coraggio, energia e convincimento.
blea del 30 novembre, che ha presen- la messa a punto di idee programma- Ma piace ricordare il motto di alcuni
tato il nostro Manifesto comune. Infi- tiche che vadano dal bilancio alla poli- giovani che, trent’anni fa esatti, festeg-
ne la creazione di un organo ristretto tica estera, dall’istruzione alla difesa giavano a Budapest in queste ore l’av-
che coordini il lavoro dei prossimi mesi. dell’ambiente. L’augurio è di avere in vento dell’impensabile e dell’impreve-
Un tempo, quello che ci aspetta in pri- mano il lavoro finito entro la fine di dibile: “Non sapevamo che quello che
mavera, di sfide e semina. Come ci marzo. Questa opera paziente e ap- stavamo per fare fosse impossibile,
siamo detti all’assemblea del 30, si apre profondita si andrà ad innestare sul quindi lo abbiamo fatto”.
una fase costituente che avrà come contemporaneo lavoro di radicamen- Auguri di cuore

Corsi di formazione per la sicurezza


dei lavoratori, patentini per PLE, GRU,
CARRELLI ELEVATORI, movimento
terra, trattori portuali, agricoli e
forestali, ponteggi PiMus, lavori in
quota e confinati. Attestati Elettricisti
PAV e PES, ecc.

ADDESTRA
Sede operativa regionale Toscana:
Via Le Spianate 45 - Rosignano M.mo
Tel./fax 0586.759023 - Cell. 334.5265673
E-mail: toscana.li@eco-cert.it
Attualità 5

Lo stato di emergenza rifiuti in cui versa la nostra Capitale è ormai noto a tutti

A Roma la discarica non manca!


di Massimo Cappelli

A Roma la discarica non manca!


Molta sorpresa ha destato, tra le file dei
grillini romani duri e puri, la presa di
posizione del nuovo vertice AMA (no-
minato dalla Raggi), l’azienda che si
occupa del servizio pubblico di raccolta
e smaltimento rifiuti a Roma, che ha elen-
cato, nel piano industriale da approvare
(da parte del Consiglio Comunale) gli
interventi necessari perché la nostra
Capitale, una delle più belle se non la più
bella città al mondo, possa uscire dal-
l’emergenza rifiuti.
Il nuovo piano industriale, così come
ampiamente riportato dalla stampa locale Una scena abbastanza frequente a Roma.
e nazionale, della valenza di ben 520
milioni, prevede un massiccio interven- uscire dall’utopia e affrontare con rea- tenere alte percentuali di differenziata per
to in nuovi impianti che elenco qui di lismo e buon senso i problemi. Ancor il riciclo (65%), non eliminano dal pro-
seguito: più se si hanno responsabilità come cesso l’uso di termovalorizzatori bensì
- Una discarica di servizio nella zona quelle di un Sindaco di una città, non li considerano parte del ciclo stesso e
Cesano a nord di Roma se ne parli se quella città è Roma. prevedono, nell’ipotesi migliore, quindi
- Due impianti di compostaggio dell’or- Lo stato di emergenza rifiuti in cui ver- come obbiettivo, che il rifiuto finale da
ganico, con produzione di biogas, in sa la nostra Capitale è ormai noto a tut- conferire in discarica sia minore del 5%.
due zone di Roma che verrà divisa in ti, in Italia e, purtroppo, anche all’este- Obbiettivo molto collegato all’uso di ter-
aree operative ro. Le foto a corredo di quest’articolo movalorizzatori. In definitiva in discari-
- Due nuovi TMB (impianti di trattamen- ne danno una significativa testimonian- ca dovrebbe andare solo quel rifiuto da
to meccanico biologico) per l’indiffe- za. cui non è possibile estrarre materia e
renziato, che sostituiranno quelli di Il problema dello smaltimento dei rifiuti energia.
Salario e Rocca Cencia, da smantella- non è un problema secondario. Va af- Ben venga quindi una forte “revisione”
re perché obsoleti o danneggiati (uno frontato con determinazione, costruen- del pensiero grillino, necessaria se vo-
andò a fuoco tempo fa) do nel tempo una coscienza civica che gliamo Roma pulita.
- Un termovalorizzatore (avete capito sostenga operazioni complesse come la Alla quale occorrerebbe aggiungere an-
bene!) in un’area che deve indicare il differenziazione e il corretto conferi- che un forte intervento sulle stesse ma-
ministero della Difesa (sic!). mento. estranze di AMA, afflitte da gravi pro-
Come si può ben vedere, è stato abban- Una cultura che in gran parte dei roma- blemi (15,4% di assenteismo) e sulla
donato il concetto che tutto può essere ni è scarsa se non assente. La demo- polizia urbana, veramente molto caren-
risolto con il “porta a porta”, con la dif- nizzazione di impianti atti alla soluzione te nei controlli.
ferenziazione e il riciclaggio dei rifiuti. di tali problematiche, quali i termovalo- Ma questo è un altro discorso che però
Sembra che a rendere ancora più critica rizzatori o le discariche di ultima e più contribuisce, e non poco, alla attuale
la situazione, contribuisca anche il crol- moderna generazione (penso a Peccio- disastrosa situazione.
lo del mercato delle materie riciclabili li), non serve. C’è molto lavoro da fare, a livello so-
(carta e plastica soprattutto), così come Per quanto si possa fare, anche nei ci- ciale e industriale. Il nuovo piano AMA
riporta un articolo de “Il Fatto Quotidia- cli e contesti sociali più virtuosi, una è comunque un buon punto di parten-
no”. certa quantità di rifiuti, seppur minima, za. Speriamo che la Raggi e il Consiglio
E’ comunque una rivoluzione del pen- andrà in discarica. Comunale lo approvino, anche se, co-
siero grillino. E d’altra parte quando la Ed in effetti, se ben ricordo, le stesse noscendo un po’ il contesto, rimango
realtà prende il sopravvento, occorre normative europee che puntano ad ot- pessimista.
6 Attualità

VIAGGIO NELL’INDUSTRIA ITALIANA E NEL SUO IMMAGINARIO

La politica no-global di Trump


di Livio Lazzeri la situazione è molto diversa. Proprio gra-
zie alla globalizzazione, la Cina ha una
economia uguale o maggiore degli USA.
In tutti i paesi avanzati la globalizzazione, Il PIL USA è 20.500 Mld, quello Cinese
con la delocalizzazione delle fabbriche, 13.400 Mld, ma cresce ad un ritmo più
ha portato alla perdita di milioni di posti del doppio. Inoltre la Cina è prima in
di lavoro e all’impoverimento della clas- potere d’acquisto, beni scambiati e ri-
se media. E’ stato un cataclisma che sparmio lordo. Difficile quindi che gli
nessuno si è preoccupato di arginare, USA possano scrivere le regole del com-
né i partiti di destra, né i partiti di sini- mercio mondiale da soli ed a proprio
stra, che pure avevano nella classe me- esclusivo vantaggio.
dia proprio la maggior parte dei loro elet- Il tentativo di Trump di riportare indie-
tori. Tutto l’establishment ha creduto tro l’orologio è destinato a fallire non solo
nella globalizzazione e non ha ascoltato per i motivi suddetti, ma per un altro
il grido della classe media che stava motivo, molto più importante: semplice-
sprofondando. Da qui il successo di uno Donald Trump mente perché l’epoca d’oro della produ-
completamente fuori dal coro come zione industriale è finita. Nonostante gli
Trump, un populista che si è presenta- Tutti i presidenti prima di Trump han- sforzi di Trump, i posti di lavoro nell’in-
to come paladino dell’antiglobalizzazio- no cercato di ritagliare per gli USA il dustria americana non torneranno.
ne ed ha vinto così le elezioni. ruolo di una grande nazione, generosa, L’occupazione mondiale nell’industria è
Coerentemente, Trump ha incentrato rispettosa dei trattati, che non avrebbe in calo. La spiegazione è che, con l’av-
tutta la sua politica economica sulla de- mai abusato del suo potere economico vento dell’automazione, la produttività è
globalizzazione. e militare. Trump se ne frega di questa cresciuta moltissimo, sicché si può pro-
La globalizzazione ha trovato attuazio- immagine. “America first”. durre molto di più utilizzando meno la-
ne pratica nei trattati di libero scambio Nonostante Trump consideri se stesso voratori. Quindi anche se la produzione
(Nafta, TPP, etc.), dove si sancisce la un grande negoziatore, le possibilità di tornasse tutta negli USA, i posti di lavo-
libera circolazione di merci e capitali. stravolgere i trattati sono poche. Il cuo- ro sarebbero meno di prima, e tende-
Trump ha dichiarato che quei trattati re di quei trattati è la libera circolazione rebbero continuamente a diminuire. In
sono iniqui per gli USA (che pure tali dei capitali, che consente alle grandi Occidente, nessun settore dell’industria
trattati avevano scritto), che non li ri- multinazionali di andare a costruire le sfugge a questo trend.
spetterà e che non rispetterà le senten- fabbriche nei paesi in via di sviluppo, L’economia americana è ormai basata
ze dell’Organizzazione Mondiale del dove la mano d’opera costa pochissi- sui servizi: i lavoratori impiegati nei ser-
Commercio (OMC) avverse agli USA. mo. Difficile che Trump riesca ad abo- vizi sono ormai l’80% della forza lavoro
Ha detto chiaramente che vuole uscire lire questa norma, perché le multina- americana (fonte: Bureau of Labor
da quei trattati e che li vuole riscrivere zionali, con i lobbisti ed i parlamentari Statistics). Stiamo vivendo un’epoca di
in senso più favorevole all’America. repubblicani, che godono dei loro ge- cambiamento del sistema economico si-
“America First” è il suo slogan. In ef- nerosi finanziamenti elettorali, cercheran- mile a quella di un secolo fa, quando ci
fetti nel 2017, subito dopo essere stato no di impedirglielo in tutti i modi. Tra fu il passaggio dall’agricoltura all’indu-
eletto, ha annunciato l’uscita dal Trans l’altro Trump non ha mai mostrato il de- stria. Allora la stragrande maggioranza
Pacific Partnership (TPP), in ottempe- siderio, né l’intenzione, di mettersi con- dei lavoratori era impiegata nell’agricol-
ranza ad una sua promessa elettorale. tro le grandi multinazionali. Vedremo. tura. L’avvento delle macchine agricole
La strategia di Trump è quella di abban- Infine i mutati equilibri economici mon- causò la perdita di molti posti di lavoro,
donare i trattati multilaterali e di puntare diali. Con la sua de-globalizzazione, ma altrettanti, se non di più, se ne rese-
a trattati bilaterali, dove può più facil- Trump vorrebbe ritornare all’epoca pre- ro disponibili nell’industria.
mente far pesare la potenza economica globalizzazione, quando la classe media La globalizzazione, che ha causato la
americana. E contro quei paesi restii ad americana viveva in un diffuso benes- deindustrializzazione degli Stati Uniti, è
accettare le sue condizioni, minaccia di sere. “Make America great again” è l’al- stata quindi un grande acceleratore della
usare l’arma dei dazi. tro suo slogan.Trump vorrebbe tornare transizione dell’economia da industria a
Ci sono almeno tre considerazioni che agli anni dopo la II Guerra Mondiale. servizi. In conclusione, anche se Trump
si possono fare su questa politica no- Allora l’Europa era un cumulo di ma- riuscirà a resuscitare l’industria ameri-
global di Trump. cerie, i paesi in via di sviluppo usciva- cana, i posti di lavoro saranno molti, molti
Esse riguardano: no dal colonialismo e i paesi caduti sot- meno di quelli di una volta e per lavora-
1. L’immagine degli Stati Uniti to l’influenza sovietica imboccavano la tori altamente qualificati. Impossibile
2. Le effettive possibilità di Trump strada del sottosviluppo. Gli Stati Uniti quindi tornare indietro ai bei tempi della
3. I mutati equilibri economici mondiali erano l’unica potenza economica. Ora società industriale.
Attualità 7

PER LA TUTELA DEGLI ANIMALI

La figura del medico veterinario legale


di Angela Simini naria da presentare al proprio legale, si
possono evitare le lunghe attese e trafile
dettate dai tempi del tribunale”
Non basta solo parlare in difesa degli ani- - Ma come si procede in questo settore
mali, che è già di per sé un fatto positivo, poco conosciuto e complesso?”
bisogna agire. “ E’ più semplice di quanto non si pensi:
Ebbene, anche per gli animali qualcosa sta entra qui in gioco il veterinario legale, in
cambiando in loro favore. La loro tutela soldoni , un medico veterinario opportu-
infatti non è più soltanto un fatto di scelta namente formato, che ha seguito e che
personale , di sensibilità o meno del pro- segue continui corsi di aggiornamento,
prietario o della società in genere. Oggi valutato non solo dall’ordine di apparte-
c’è una legge anche per loro, che intervie- nenza, ma anche dal tribunale competen-
ne in loro difesa quando non hanno rice- Dottor Edoardo Gonzaga te prima di essere iscritto nell’Albo dei
vuto le cure adeguate. Lo sapevamo che Consulenti e Periti Veterinari del Tribuna-
ci possiamo rivolgere alla legge ? nuovo scopo di vita. In base a quanto le”.
Ce ne parla il Dottor Edoardo Gonzaga, espresso nel Pet Marketing Day di Mila- - Che cosa ha spinto il dottor Edoardo
Perito Veterinario del Tribunale di Livor- no, si registra anche un consumo mirato Gonzaga, che pure svolge quotidianamen-
no. nei prodotti intesi come necessari, senza te la sua professione di veterinario a do-
“ Che sia per negligenza o imperizia, quan- con questo indicare il solo campo alimen- micilio, a diventare perito e consulente
do il danno è arrivato, hai tutto il diritto di tare. C’è chi si ritaglia addirittura le va- legale?
richiedere una consulenza o una perizia canze sulle esigenze del suo pet nella “ E’ un campo appassionante questo, che
al medico veterinario legale”. ricerca di alberghi, ristoranti e spiagge soddisfa il desiderio di conoscere cose
Infatti dacché il congresso di Lisbona del opportunamente attrezzati . In base alla nuove”.
2007 ha dichiarato che gli animali sono Federer Anziani, a seguito di un sondag- - Un esempio di cause più frequenti?
esseri senzienti, qualcosa è realmente cam- gio riguardante le politiche sociali, al “Le cause più frequenti spaziano dalla
biato a vantaggio dei nostri amici . Ad primo posto è stato riconosciuto il dirit- malasanità, fino a incidenti capitati ad
esempio, l’articolo 31 del 2010 del codice to al lavoro, ma al terzo posto ci sono gli animali lasciati in custodia presso alleva-
della strada ha introdotto l’obbligo per le animali e risulta che in molti casi è prefe- tori o pensioni per animali ecc. Si aggiun-
persone coinvolte nell’incidente, ma an- rita la loro compagnia a quella delle per- gono poi altri problemi di natura giuridica
che per i semplici spettatori, di attivare i sone. In campo economico poi ci si è come la ricollocazione di animali tenuti nei
servizi di soccorso nel caso di infortunio attrezzati alla velocità della luce. cortili o nei locali di proprietà di terzi. In
di animale. Era naturale che in un clima così forte- ogni caso è un settore che completa la
Citiamo anche la legge 281 del ’91 che tu- mente motivato anche la legge facesse i funzione del veterinario, che diventa così
tela la salute degli animali e dunque vieta suoi passi. Nasce di qui la tutela legale anche una figura di fiducia che aiuta a fare
l’uso dell’eutanasia per gli animali randa- per gli animali che hanno subito un torto, chiarezza con grande serietà e obbiettivi-
gi.” in ogni caso da dimostrare. Ed allora che tà”.
- Come siamo arrivati all’auspicata intro- si fa ? Una delle prime esigenze diventa Il dott. Gonzaga resta a disposizione per
duzione di leggi a favore degli animali ? quella di ricevere da figure estranee agli ogni chiarimento ed è reperibile sul sito
“Nella società è aumentata la sensibilità eventi, ma competenti in materia, una www.veterinariogonzaga.it – cell. 349 2309
nei riguardi degli animali in genere, senza consulenza veterinaria o, a seconda del- 408
contare che la loro presenza ha toccato la gravità del caso, una perizia veterina-
punte del 45 % nelle famiglie italiana. Oggi ria medico legale, a conferma o a scanso
i proprietari sono notevolmente interes- di responsabilità, nell’equo rispetto del-
sati al benessere dei loro animali, tanto è l’animale e di chi se ne è preso cura.
vero che li vivono , anche se non proprio Qui sono entrati nel merito gli accordi
come figli, ma certamente come piccole firmati dal Consiglio Superiore della Ma-
creature indifese da proteggere e curare. gistratura, il Consiglio Nazionale Foren-
Lo scenario è cambiato - continua a riferi- se e la Federazione Nazionale Ordine
re il veterinario legale Gonzaga- da quan- Veterinari Italiani nel 2018, che impongo-
do il cane dormiva nella cuccia in giardino no qualità e professionalità del servizio
o nella corte, oggi infatti dorme comoda- – aggiunge il dr. Gonzaga - visto che si
mente in casa sul divano o in camera da lavora con il Tribunale e con i Giudici”.
letto con i proprietari, per non parlare delle - Ma l’unica strada è quella di comparire
attenzioni e degli affetti che soprattutto innanzi al giudice per far valere i propri
gli anziani e le persone sole riversano su diritti ?
questi piccoli esseri che offrono loro un “No, molte volte con una perizia veteri-
8 Cinguettare

Quando si apre un Nuovo Anno si fan- modo rinunciatario attendendo che al-
no dei resoconti sul tempo trascorso e tri "risolvessero" i suoi incancreniti pro-
subentra anche un po' di nostalgia. blemi.
Molte persone care hanno preso "nuovi Anche il Presidente Mattarella onore-
mattini". Pensando a loro sentiamo un rà Livorno con la sua presenza il pros-
po' di vuoto e domina la tristezza. Mi simo 15 gennaio per inaugurare la Ro-
sono mancati gli Auguri di tanti amici. tonda Azeglio Ciampi e visitare la Mo-
Tra questi quelli del caro Mario Simo- stra Modigliani. Nel suo discorso di fine
ni che sempre univa agli auguri la spe- anno il Presidente ha sottolineato il va-
ranza "di saper andare avanti" coglien- lore delle cultura: "la cultura è un
do la "pienezza dei tempi" anche quan- grande propulsore di qualità della
do i "I tempi sembrano molto vuoti".
*** Cinguettare di Luca Lischi
vita e rende il tessuto sociale di un
Paese più solido". Valorizziamo e
Per "Il Centro" questo anno è partico- puntiamo sulla cultura per ridare slan-
larmente importante perché segna l'ini- cio a Livorno!
zio dei suoi 20 anni di presenza. Un
grande traguardo per un periodico che
ha avuto la costanza di essere fedele serie per rimettere al centro la fami-
ai suoi principi valoriali di dialogo e di glia e ridare speranza di vita, anche
apertura al confronto, accogliendo voci alle nostre città.
di tante persone desiderose di espri- ***
mere liberamente il loro pensiero. Passeggiando durante le festività per
*** le strade della città di Livorno ho pro-
Non è facile vivere con speranza in vato tristezza nel cogliere i tanti cam-
questi tempi "frammentati" e "incer- biamenti di una moltitudine di negozi
ti". Il cambiamento demografico che "familiari" chiusi. La fatica del com-
vivono le nostre città è allarmante. mercio nelle zone centrali è un dato di
Assistiamo ad una popolazione sem- fatto. Aver spinto molto i centri com-
pre più anziana e sempre più bisogno- merciali alle periferie della città porta
sa di servizi sociali e sanitari. I bambi- inevitabilmente molte persone a non
ni sono una rarità. Ci sono quartieri frequentare più il centro. Senza una
nei quali dominano "gli anziani soli". iniezione di creatività commerciale con
Una famiglia su quattro è unipersona- eventi "spettacolari" il centro rischia
di diventare ancora di più "periferia"! Il Presidente della Repubblica Carlo
le! Occorrono urgentemente politiche Mattarella
***
Come testimoniano molte notizie di
cronaca di fine anno i giovanissimi
sempre più praticano lo "sballo da al-
col". Fare scorta di bevande alcoliche
e ubriacarsi senza limiti, scegliendo
"case vacanze" in cui "bere a più non
posso" insieme ai propri coetanei. Con
conseguenze dannose non solo per la
propria salute ma anche causando si-
tuazioni di disagio agli altri. È urgente
una rigorosa opera educativa da par-
te degli adulti che richiami i giovani a
saper apprezzare e rispettare piena-
mente la vita, mettendo in campo an-
che una poderosa azione di preven-
zione contro il facile sballo! .
***
La mostra di Modigliani ha portato un
po' di linfa vitale ad una città stanca Il Sindaco Luca Salvetti alla mostra di
che per troppo tempo si è seduta in Modigliani.
Spigolature 9

Il futuro della
ure Aspettiamo
Raffineria Eni lat la Befana!
Si è scatenata la solita bagarre am-
igo Il nostro invitto capitano, anche se la
bientalista al solo apparire sugli orga-
ni di informazione la notizia di una pos-
sibile futura ristrutturazione delle atti- Sp sua Lega è scesa nei sondaggi dal
34 al 31% e noi auspichiamo forte-
mente che questa "discesa" prosegua,
vità della Raffineria ENI di Stagno. per il Natale si è quasi vestito da
Come i protestari avranno letto o M5S crollano i rimborsi al Movimen- "Babbo Natale" circondato, prevalen-
ascoltato le prospettive future danno to: solo 15 parlamentari su 317 risul- temente, dal solito codazzo di signo-
per superate le attuali attività di lavo- tano essere in regola. re piùo meno attempate (per la veri-
razione dei prodotti petroliferi con con- Nulla dal dimissionario Ministro della tà, ogni tanto, appare anche un volto
seguenze anche sugli organici. Pubblica Istruzione Fioramonti . giovanile).
Finisce anche questa assurda sceneg- Siamo nelle vicinanze dell'Epifania,
Come i protestatari avranno rilevato il giata (n.d.c.). normalmente indicata "Befana": at-
progetto punta a sostituire impianti tra- tendiamo, con ansia, questa nuova "in-
dizionali obsoleti con impianti nuovi vestitura".
capaci di trasformare rifiuti solidi ur-
bani e plastiche non riciclabili in me- Regali
tanolo. Non un nuovo termovalorizza- Caro Babbo Natale,
Previsioni
tore ma impianti nuovi al posto di im- moltissimi anni fa mi avevi portato un Peggio dell’anno scorso il 2020 non può
pianti vecchi che contribuiscono al bel regalo che però non trovo più. Po- andare.
trattamento virtuoso dei rifiuti. Un in- tresti riportarmelo? Era la sinistra. Aspetta e vedrai.
vestimento da 250 milioni con una pre-
visione di 60 addetti fissi a lavori ulti- Jena@la stampa.it - 24/12/2019 Jena@la stampa.it- 2/1/2020
mati e 300 durante i 4 anni di costru-
zione. Una opportunità che Livorno
non può perdere
che quell’uomo disperato

Meno male
Le rime salta giù dal cornicione!”

di Franco Biancani La biondina scuote il capo:


che i grillini “Non si butta, non è pazzo!”

dovevano dare Cervello Dopo meno di un minuto


l’uomo salta dal palazzo.

il buon esempio di gallina La biondina vuol pagare


Sul Corriere della Sera di venerdi 27 alla mora che protesta:
dicembre leggiamo: Una bionda ed una mora, “Non accetto il pagamento,
sfumacchiando sigarette sono stata disonesta!
e mangiando cioccolata,
stan guardando il TG 7. Mi dispiace, me ne scuso,
all’error t’avevo indotto.
Nel servizio sullo schermo, Il servizio avevo visto
con lo sguardo poco sano, nel TG delle diciotto!”.
c’è un uomo che si vuole
buttar giù dal nono piano. E la bionda: “Pure io
www.porto.livorno.it e perciò non disapprovo.
E-mail: info@porto.livorno.it Fa la mora: “Senti cara, Non pensavo quell’idiota
Tel. 0586 249 465 - 249 411 io scommetto un bel centone si buttasse giù di nuovo!”.
Fax 0586 429514
10 Livorno

LO ABBIAMO RESPIRATO DURANTE LA CONFERENZA DI FINE ANNO DEL SINDACO SALVETTI

Un clima più sereno e costruttivo


(eds) - Nel corso della conferenza zione comunale, guidata da un “livor-
stampa di fine anno tenutasi nella sale nese doc” come Luca Salvetti, sta gra-
delle cerimonie del Palazzo Comunale dualmente prendendo quota: deve er-
in un clima finalmente tranquillo e con gersi, insieme ai livornesi più disponibi-
la consapevolezza, da parte dei gior- li, a garantire, anzi assicurare il risve-
nalisti, di trovarsi di fronte ad una giunta glio di una città da troppo tempo ad-
credibile e di qualità, sono state poste, dormentata.
naturalmente, numerose domande ri- Al di là dell’organico e realistico pro-
guardanti il futuro della nostra città. gramma di iniziative svolte e di quelle
Uno degli argomenti più interessanti è indicate nella relazione del Sindaco
stato quello della sviluppo socioecono- Salvetti, c’è comunque da sottolineare
mico in fase di stallo ormai da molti, la percezione, condivisa da tutti, e chi
troppi anni. Questa nostra amata città scrive “ne ha ben donde” di un clima
deve cercare ed alla svelta, di svegliar- finalmente rilassato e sereno che ab-
si, di darsi da fare, di recuperare il trop- biamo finalmente “respirato” dopo gli
po tempo perduto e a questo compito anni “bui” dell'ultimo quinquennio.
deve provvedere anche il Comune con Ma ormai quel “rinnovamento” (sic!)
le sue potenzialità e capacità che gli Luca Salvetti
che si voleva esprimere e che sì è ri-
sono riconosciute. pubblicato su Il Tirreno di sabato 28 solto in un duro calvario (anche dal pun-
Ma non basta perchè anche le asso- dicembre: la Darsena Europa resta il to di vista personale) si è definitamente
ciazioni socioeconomiche, i sindacati, fattore prioritario della economia por- chiuso. Si sono invece “spalancate” le
le categorie debbono assicurare il loro tuale che, viste le assenze e le caren- porte di ingresso al Palazzo Comunale
impegno per una rinascita che non può ze su nuovi insediamenti industriali,è non solo ai cittadini livornesi ma al “no-
più tardare. A questo proposito l’inizio elemento indispensabile per lo svilup- stro periodico” che ora viene regolar-
dei lavori della Darsena Toscana, dopo po. E' importante l'apertura o l’ammo- mente consegnato al personale di servi-
tanti, troppi anni, di attesa non può es- dernamento di esercizi commerciali zio e diligentemente distribuito, come per-
ser ulteriormente rinviata. Corcordia- (bar e ristoranti) ma servono solo mar- sonalmente abbiamo verificato, a tutti
mo in pieno con la nota che l’amico ginalmente ad annullare una “città in gli interessati. E, per lo scrivente e per
Alessandro Guarducci, autorevole re- ritardo”, come citava lo stesso titolo tutta la redazione, è stato il regalo più
sponsabile della redazione Livorno ha del Guarducci. La nuova amministra- bello che potevamo attendere.

2020: Un anno importante


La storia Inizia un anno importante, impegnativo per
chi ha la responsabilità di questa Italia.
della pagella Ci preme il futuro dei nostri giovani.
“Il lavoro c’è ma mancano i lavoratori qua-
di C.A. Ciampi lificati” leggiamo su TOSCANA OGGI.
“In due giorni offriamo 700 assunzioni”
di Mario Lorenzini leggiamo “abbiamo raccolto le domande
di cento aziende che mirano ad alcuni pro-
fili professionali” così l’Assessore regio-
Alcuni anni fa ero impegnato alla ricerca
nale competente.
di documenti dell’ISTITUTO SAN FRAN-
CESCO SAVERIO e precisamente quelli
relativi al Ginnasio e Liceo Classico e per lastico 1938-39 e 1039-40. Tempo di iscrizioni
puro caso, sfogliando le pagine degli iscrit- La foto andò a finire in un cassetto di Tutti gli Istituti scolastici si sono mobili-
ti, con sorpresa lessi il nome Ciampi Carlo casa e due anni fa la consegnai al figlio tati incontrando genitori e alunni delle
che attirò la mia curiosità e fotografai la intervenuto al Liceo Classico ad una ini- scuole medie. E’ una operazione che si ri-
pagina per ricordo, sfogliando arrivai an- ziativa come quella recente. IL TIRRENO pete e impegna il personale.
che al mio nome in quanto frequentai la ha pubblicato la pagella e ho gradito il Una scelta, quella del futuro cammino dei
prima e seconda Ginnasio nell’anno sco- ricordo di tanti anni fa. nostri studenti, indubbiamente difficile.
Livorno 11

CIÒ CHE È EMERSO DAL TRADIZIONALE INCONTRO DI FINE ANNO

Mons. Giusti: bilancio i propositi


di Franco Spugnesi osteggiato dal gruppo delle “magliette
bianche”che chiedono giustamente la
bonifica dei siti inquinati e che qual-
E’ naturale in questo periodo dell’an- che giorno prima erano stati anche dal
no, stimolati anche dai mass media, Papa. In sostanza ha detto che, pur
pensare agli avvenimenti accaduti nel- chiedendo tutte le possibili garanzie di
l’anno appena trascorso a noi perso- salubrità, non si possono rifiutare oc-
nalmente ma anche alla nostra fami- casioni di lavoro così rilevanti; e que-
glia e nella comunità in cui viviamo. sto ha aggiunto vale per tutte le occa-
Fatti significativi che hanno influenza- sioni che si presenteranno, non dire
to la nostra vita per augurarci poi che, “no” per convinzioni ideologiche o per
nel prossimo anno, si possa riuscire a timore di malversazioni.
godere delle cose buone ed evitare La sua anima da architetto, che con-
quelle spiacevoli. vive con quella vescovile, prende poi il
Cosi accade anche per coloro che han- sopravvento quando ricorda che, il suo
no responsabilità pubbliche chiamati a progetto di costruire case per i meno
Mons. Simone Giusti
illustrare un bilancio delle cose fatte e abbienti nell’area del villaggio scola-
un riassunto dei progetti futuri. tento ai problemi della città. stico di Don Nesi (e dove ora è sorto il
Così è successo che oltre alla confe- Il Vescovo non ha mai nascosto il suo centro Caritas) fu bocciato perché si-
renza del neo sindaco Luca Salvetti, di interessamento per la gestione e i pro- tuato sotto l’elettrodotto proveniente
cui parliamo in altre pagine del giorna- blemi della cosa pubblica e gli effetti dalla centrale Enel e perciò insalubre.
le, anche Mons. Simone Giusti, da un che storture e insufficienze ricadono Adesso, dice il Vescovo, che l’Enel ha
decennio Vescovo della mini diocesi di sulla popolazione. cessato da anni, la produzione è il mo-
Livorno, nel tradizionale incontro per Quasi decennale è il pressing per l’uti- mento costruire un “villaggio Caritas”,
lo scambio di auguri che si è tenuto nel lizzo dei bacini di carenaggio, più re- per dare un alloggio a chi non ha altre
nuovo villaggio della carità in Corea, cente ma ugualmente sentito quello sul possibilità.
accompagnata da suor Raffaella Spie- problema della casa, o della mancan- Anche alcuni interventi hanno poi sot-
zio, responsabile della Caritas, ha toc- za di lavoro. tolineato la necessità della creazione
cato, oltre a considerazioni sullo stato Mons. Giusti non si è limitato a una di un “welfare comunitario” che su-
non particolarmente felice della Chie- generica dichiarazione ma ha espres- peri la beneficenza e il sussidio e che
sa livornese, proposte e suggerimenti so giudizi precisi ed anche soluzioni, si ponga di fronte ai problemi in senso
di carattere economico e sociale di sa- anche in polemica, con chi difende al- moderno e imprenditoriale.
pore laico, da cittadino informato e at- tri convincimenti. Ad esempio ha so- Purtroppo la realizzazione di tanti pro-
stenuto la necessità di accettare il pia- getti dipende da una molteplicità di fat-
no di ENI per la nuova raffineria (che tori difficile da realizzarsi in tempi di scar-
dovrebbe comprendere anche la pro- se risorse.
duzione dell’additivo ricavato dal trat- Consola che se ne parli e si trovi perso-
tamento di alcuni rifiuti urbani) già naggi pronti a impegnarsi.

è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno


è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
e

sport, tempo libero, volontariato


assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
Livorno
ai migranti, alle famiglie
12 Livorno

NELL’INCONTRO INDETTO DAL NOSTRO CIRCOLO CULTURALE

L’assessore Lenzi parla


delle future iniziative culturali
ni, comunque le manifestazioni di con-
di Gianni Giovangiacomo torno alla mostra sono numerose e con-
tinuano ancora.
Enrico Dello Sbarba nell’aprire l’incon- L’assessore ha continuato dicendo che
tro indetto dal “Centro” con l’assessore è già stato firmato il Bando di Livorno
alla cultura, Simone Lenzi, ne ha lodato come città “Capitale della cultura” e ha
“la sensibilità e l’impegno” con cui sta ammesso che “non sarà certamente fa-
operando come nuovo assessore. Quin- cile vincere” ma - ha detto - “mi accol-
di Fabio Del Nista ha sottolineato l’im- lo questa sfida che per me non sarà un
pegno politico che il Circolo “Il Centro” giudizio finale”. La chiave della nostra
conduce fin dal suo nascere e ha evi- proposta sarà quella delle “Leggi Livor-
denziato come la nuova Amministrazio- nine”, cioè la Livorno delle Nazioni, è
ne abbia svoltato pagina rispetto a quella già stata stipulata una convenzione per
precedente, bisogna però dare una mag- il recupero della Chiesa degli Olandesi
giore impronta alla “discontinuità”, per- e anche la Chiesa degli Armeni desta la
L’assessore Siomone Lenzi a Il Centro.
ché qualcosa di cambiabile c’è ancora nostra attenzione. La nostra è una sto-
per cui necessita una azione più decisa e si è messa a lavorare con ritmi cinesi. E’ ria unica che non ha eguali in Europa,
determinata. stato senz’altro un lavoro complicato ri- da noi esiste uno “spirito del luogo”
La Mostra su Modigliani è da conside- manendo all’interno delle regole. “Mo- dove si respira una realtà cittadina che
rarsi come un evento storico per la no- digliani ha dipinto più da morto che da possiamo offrire agli altri. Mi sembra
stra città e la valutazione per questa ini- vivo” come dice il critico d’arte Carlo che questa sia la direzione giusta su cui
ziativa non può essere che positiva. Li- Pepi (presente tra gli ascoltatori), ma il puntare perché “se non si ha contezza
vorno può essere ancora valorizzata “nelle nostro obiettivo era quello di riappacifi- di quello che siamo” è chiaro che non
sue parti storiche” ed è necessario che que- care la città con questo suo figlio illustre si può andare da nessuna parte.
sta spinta propulsiva non si affievolisca. che ha avuto un aspetto problematico per Si sono poi susseguiti gli interventi dei
Simone Lenzi entrando subito nell’argo- Livorno, infatti tutti ricordano la “depres- numerosi presenti, miranti a dare ri-
mento continuità-discontinuità ha subito sione culturale” in cui era caduta la città lievo a personaggi e luoghi della città:
chiarito che da sempre la sua inimicizia dopo il ritrovamento delle famose (in sen- tra questi ricordiamo: la proposta della
riguardo ai “5 Stelle” è nota, dato che la so negativo) “teste”. redazione di una Guida aggiornata
loro proposta culturale è “il nulla”. C’è Modigliani - ha ribadito l’assessore Si- della città in cui far memoria, tra gli
però una continuità amministrativa da mone Lenzi - non è un pittore “che per altri, del Cardinale Newman; la riva-
mantenere nella differenza di sostanza di caso è nato a Livorno”, ma è il portato di lutazione della Piazza della Repubbli-
metodi e modi. Inoltre - ha spiegato Lenzi una storia ben precisa, era cioè un livor- ca “la Piazza sospesa”, come una delle
- non potevamo nemmeno presentarci nese “quintessenziale”. Ci siamo rivolti sette più grandi d’Europa; la manu-
come “restauratori” perché bisogna pen- per la Mostra a collezionisti inattaccabili tenzione dei monumenti; la realizza-
sare al tessuto vitale della città e non solo al di fuori di ogni dubbio come Netter e zione dell’Archivio storico in un uni-
alla politica. Alexandre, e si è trattato di assumersi co edificio; la maggiore visibilità del-
La Mostra su Modigliani è stata possi- delle responsabilità in una città che vive l’Emeroteca Labronica e del Fondo
bile perché la macchina amministrativa spesso sulla polemica e adora le divisio- Foscoliano; l’aggiornamento della to-
ponomastica dove al corretto nome e
cognome si indichi anche in quale

Vieni alla CISL


materia era eccelso; stimoli culturali
di enorme grandezza provengono da
CONFEDERAZIONE ITALIANA
figure importanti come Pietro Masca-
SINDACATI LAVORATORI gni, Giovanni Fattori, Giorgio Capro-
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE, ni; da ricordare anche che la Masso-
Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti, Permessi neria livornese non è seconda a nes-
di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori. suno in Europa; e ultima considera-
zione: le “teste” false di Modigliani sa-
Per info degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732 rebbe opportuno che non trovino più
dimora nel Museo della Città!
Livorno 13

Grande personaggio e religioso è stato festeggiato non solo dai parrocchiani ma da tutta la città

I 50 anni di sacerdozio
di don Paolo Razzauti
di Franco Spugnesi italiani. Ricordo che in gioventù al-
cuni si riferivano a don Paolo come
“aquila rossa” certamente per il
Nelle scorse settimane don Paolo
fiammante colore della capigliatura
Razzauti (nella foto) ha festeggiato
ma anche per questa sua amicizia
il suo cinquantesimo anniversario di
con socialisti o comunisti in un’epo-
sacerdozio.
ca che, anche se era superata la
A chiamarlo famigliarmente don Pa-
scomunica, manteneva una marca-
olo non sono solo gli amici e i più
ta diffidenza verso la sinistra.
fedeli parrocchiani ma un po’ tutti
Anche il nostro periodico si aggiun-
in città. In effetti, bisognerebbe
ge agli auguri che la città ha rivolto
chiamarlo Monsignore e citare il lun-
a Don Paolo, forse l’ultimo prete li-
go “cursus honorum” accumulato in
vornese verace, di continuare a es-
questi lunghi e per certi versi tumul-
sere un dono per la sua città e per
tuosi anche per la chiesa, specie
la chiesa di Livorno per molti anni
quella livornese, cinquanta anni. ancora.
Scavando nella memoria di quasi
coetaneo lo ricordo giovane cappel- presenti. Pubblico composito, mol-
lano con Don Betti, poi a s. Agosti- ti fedeli ma anche tanti che non
no e poi edificatore della nuova s. avevano grande dimestichezza con
Lucia dove, al termine di un lungo le cose di chiesa.
giro d’incarichi in Curia è ritornato. D’altra parte quello è il gregge del
Ha tenuto anche con dignità la dio- pastore don Paolo, che opera ben
cesi per il periodo intercorrente tra oltre all’ovile della chiesa, aperto al Per. Ind. Claudio Cavallini
il vescovo Coletti e l’attuale, e in confronto e al dialogo con tutti, at- ✦ Sicurezza
molti si aspettavano di vederlo pro- tento ai problemi dei singoli non ✦ Tecnologie - Ambiente
mosso. meno che a quelli della comunità ✦ Energia - Lavoro
Quando al termine della messa ce- cittadina. ✦ Perizie Giurate
lebrata per ricordare l’anniversario Questa sensibilità all’aspetto socia- ✦ Corsi Formazione ✦ HACCP
il sindaco Salvetti ha annunciato le e anche alla politica è eredita fa-
che il Comune avrebbe conferito a miliare. Il babbo Mario cattolico im- S .T.A.E.L. sas
.T.A.E.L.
Don Paolo la “Canaviglia”, premio pegnato con altruismo, come usa- Sede operativa regionale Toscana:
con cui si riconosce il merito dei cit- va una volta, in politica e nelle atti- Via Le Spianate 43 - Rosignano M.mo
vità di carità quando c’era da rida- Tel./fax 0586.759023 - Cell. 334.5265673 -
tadini che hanno operato per il bene
E-mail: info@studiostael.it
della città, è partito l’applauso dei re una coscienza democratica agli
14 Livorno

HA RICEVUTO LA MEDAGLIA DA PARTE DEL CONSIGLIO DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI

Il ‘mazziniano’ Avv. Andreini


premiato per i suoi 45 anni di attività
Lo Studio Legale Andreini è stato fon- economici, quali commercialisti, notai, attività.
dato dall’Avv. Gino Alessandro Andreini studi tecnici etc Nel ringraziare l’Ordine e tutti i presen-
nell’anno 1970. Grazie alla pluriennale Giovedì 12 dicembre u.s. presso la For- ti, le prime parole dell’Avv. Andreini le
esperienza maturata dallo Studio nei vari tezza Vecchia nell'ambito della tradizio- ha però rivolte al suo indimenticato
settori del diritto, nale adunanza per lo scambio degli au- “vecchio maestro: “... per ricordare
numerosi avvocati guri, il Consiglio dell'Ordine di Livor- in questa occasione il mio maestro che
livornesi hanno no ha consegnato all'Avv. Gino Ales- fu l’Avv. Giorgio Gualandi, anche Lui
scelto di formare le sandro Andreini la medaglia alla carrie- Mazziniano come io sono ancora oggi
proprie competen- ra per il raggiungimento di 45 anni di Mazziniano, con tanta soddisfazione”.
ze, svolgendo la
pratica forense al
fianco dell’ Avv.
Gino Alessandro
Andreini. Nel pro-
prio lungo iter pro-
L’Avv. Gino Alessandro Andrei-
ni nato a Livorno nel 1943, lau- fessionale, lo Stu-
reato in Giurisprudenza all’ Uni- dio è stato protago-
versità di Bologna nel 1972 ed nista attivo in tutti i
iscritto all’Albo degli Avvocati di settori più rilevanti
Livorno dal 1974, dopo la prima
metà della carriera da penalista del diritto civile e
si è dedicato al diritto civile. penale, vantando
l’onore di essere
coinvolto professionalmente anche in
vicende giudiziarie di risonanza mediati-
ca nazionale ed internazionale quali, tra
le altre, il Processo Penale Moby Prin-
ce.
Nel corso dell’ultimo decennio, alla tra-
dizione ed esperienza dell’ Avv. Gino
Alessandro Andreini, si sono aggiunte le
competenze specialistiche di 4 giovani
colleghi, i quali hanno apportato e tut-
t’oggi apportano il loro attivo contribu-
to in materie quali Diritto Penale, Re-
sponsabilità Medica e Civile, Diritto di
Famiglia, Diritto Informatico e Privacy.
Così da garantire una tutela a 360 gradi
per le esigenze del cliente, senza rinun-
ciare ad un elevato standard di specializ-
zazione, con grande attenzione all’evolu-
zione del diritto ed alle nuove tecnologie.
Inoltre nello specifico campo della re-
sponsabilità medica e della infortunisti-
ca, i professionisti possono contare sulla
collaborazione interna dello Studio Me-
dico Legale Dott. Giuseppe Merolla, già
direttore dell’ Inail di Livorno.
Lo studio, infine, vanta una rete di col-
laborazioni orizzontali con professioni-
sti operanti in variegati settori giuridico-
Rosignano 15

SONO EMERSE DURANTE LA RELAZIONE DI FINE ANNO DEL SINDACO DANIELE DONATI

Una serie di proposte impegnative che


fanno ben sperare sul futuro del Comune
Il Sindaco Daniele Donati, nella sua particolare dei commercianti, re-
relazione, ha trattato, naturalmen- sterà ma dovrà essere usata me-
te, anche degli scarichi Solvay di- glio attraverso anche una integra-
venuti di attualità dopo il servizio di zione con le altre ciclovie. Per i
Report di alcuni giorni fa, peraltro parcheggi resta bloccato il proget-
non esaustivo avendo ignorato al- to, a suo tempo presentato, nel-
cuni "processi riduttivi, ormai in l'area occupata dal campo sporti-
essere da molti anni.Sui controlli da vo nella Pineta Marradi a Casti-
parte di ARPAT ha assicurato di es- glioncello mentre si prevede l'isti-
sere assolutamente intransigente tuzione di un servizio di "bike sha-
aggiungendo che il Comune parte- ring" al servizio di tutte le frazioni
cipa con il Ministero dell'Ambiente marine.
per capire e verificare se, con il ri- Sul commercio si è intrattenuta lo-
spetto della "bert available techno- devolmente l'assessora" rosigna-
logy (BAT)" esistono norme valide nese doc" Alice Prinetti la quale ha
per la dimunizione degli scarichi comunicato che l'Amministrazione
industriali. Per quanto riguarda gli ha effettuato una ricognizione del-
aspetti sanitari ha dichiarato di ave- le attività produttive costituendo
re consultato Regione - ASL - ARS Daniele Donati, Sindaco di Rosignano. una consulta dell'economia com-
ed ARPAT per un ulteriore appro- vento dell'assessore ai LL.PP Bac- prendente le associazioni di cate-
fondimento ambientale. ci che ha comunicato l'affidamen- goria e sindacati estesa anche ai
Altro argomento di rilievo l'inizio to alla facoltà di ingegneria dei tra- balneari ed ai Ccn.
della discussione sul nuovo piano sporti dell'Università di Pisa di uno Stanziati, infine, 1,2 milioni per in-
strutturale su cui si è intrattenuto studio per riorganizzare sosta e terventi sulle molte strade disse-
l'assessore Brogi e che vedrà, in mobilità sul territorio dell'intero Co- state sul territorio comunale.
tempi brevi, convolte tutte le realtà mune. Niente da fare, ha aggiunto Insomma, per concludere, una
economiche e sociali presenti sul il Sindaco,"sulla vexata quaestio" serie di proposte impegnative che
territorio. della ciclabile sulla Via Aurelia og- fanno ben sperare sul futuro del
Sul problema della viabilità, l'inter- getto di vivacissime polemiche in comune di Rosignano.

Verifiche apparecchi di sollevamento


GRU, PLE, CARRI PONTE, GRU a
TORRE, CARRELLI ELEVATORI, SCA-
LE AEREE, verifiche apparecchi a
pressione GENERATORI, AUTOCLA-
VI, PED, TPED, verifica ascensori, ve-
rifica impianti di terra.
ECO Cer tif icazioni Spa
tificazioni
Sede operativa regionale Toscana:
Via Le Spianate 45 - Rosignano M.mo
Tel./fax 0586.759023 - Cell. 334.5265673
E-mail: toscana.li@eco-cert.it
16 Montecatini Val di Cecina

Da questo numero iniziamo la pub- ge: La miniera di Caporciano è una ruzioni.


blicazione a puntae de “La minie- miniera di rame con origini storiche. Durante il XIX secolo l'attività di estra-
ra di Camporciano” a Montecatini Si trova a circa un chilometro dall'abi- zione del rame ebbe una forte espan-
Val di Cecina di Fabrizio Rosticci. tato di Montecatini Val di Cecina ed sione e la miniera di Montecatini Val di
è stata attiva dall'epoca etrusca fino Cecina diventò la più grande miniera
Nel sito Musei Val di Cecina si leg- agli inizi del 1900, con alcune inter-
Montecatini Val di Cecina 17

di rame d'Europa. L'attività mineraria istituzioni: Comunità Montana dell’Al- velli e in ciascun livello si diramava-
cessò agli inizi del XX secolo. ta Val di Cecina, Provincia di Pisa, no varie gallerie. Se si sommano tut-
Il complesso museale dell'area mine- Regione Toscana, e Unione Europea te le lunghezze delle gallerie si rag-
raria è il risultato della volontà dell’am- è riuscita a recuperare il complesso giungono i 35 km e se si sommano le
ministrazione comunale di Montecati- minerario abbandonato. altezze di tutti i pozzi si raggiungono i
ni Val di Cecina che con l’aiuto di altre La miniera era suddivisa in dieci li- 10 km.

Di Montecatini Val di Cecina, che qui re mite, educati, intelligenti. ne, la miniera e il vicino pae-
vediamo raffigurato in una foto dei L’aria che si respira su co- se di Montecatini fiorirono
nostri tempi, troviamo un breve accen- desto monte è salubre, domi- meravigliosamente. I figli di
no in Le cento città d’Italia, supple- nando i venti di ponente e lui alienarono la miniera, che
mento mensile illustrato del Secolo, maestrale durante l’estate e ora non ha più la intensità
Milano, a. XXIX, n. 10417, 26 dicem- quello di tramontana nell’in- produttiva d’una volta».
bre 1894, che riporto di seguito: verno».
Dalla medesima rivista è tratta la mag-
«Montecatini, situato sul- «Sul monte di Caporciano si gior parte delle immagini qui pubbli-
l’estrema balza di un poggio trovano le miniere di rame, cate.
che stendesi verso scirocco da che fino da tempo antico fu- Prima di procedere nella descrizione
quello più elevato di Capor- rono esercitate con poco frut- della vecchia miniera di rame, devo
ciano, ossia poggio delle Cro- to; ma nel secolo nostro vi si segnalare che agli inizi degli anni Due-
ci, è un paese simpatico ed i trovarono ricchi filoni rami- mila, ad oltre novanta anni dalla chiu-
suoi abitanti sono di caratte- feri e da allora in poi la mi- sura dello stabilimento minerario fu
niera di Caporciano divenne, costituito il Parco Museale di Capor-
col nome di miniera di Mon- ciano, meta di numerosi visitatori at-
tecatini (dal vicino paese di tratti dalle vestigia e dall’importanza
Montecatini Val di Cecina), storica della più vecchia e, per lungo
famosissima, poiché fu per tempo, più importane miniera cuprife-
molti anni fu la più produtti- ra d’Europa.
va d’Italia. Attualmente la gestione del Parco
In possesso del conte Deme- Museale è affidata alla Cooperativa
trio Bouturlin, russo di ori- Itinera di Livorno.
gine, ma italiano per elezio- (1 - continua)
Terminal Crociere
Piazzale dei Marmi
LIVORNO
Tel. 0586.202901
Fax 0586.892209

info@portolivorno2000.it
18 Cultura

L’angolo di Don Ordesio Bellini


(*)
Kulturkampf?
Innanzitutto Buon Anno
1800, seconda metà: in quel con- Per cui si può dire che anche oggi polo a cui appartiene il suo oppor-
testo storico la Chiesa, soprattut- la Chiesa si sente “assediata” non tuno “io in questo non ci sto”. Poi
to in Germania è decisamente as- tanto e non solo dal punto di vista la storia dirà!
sediata. Urge qualche iniziativa a della politica quanto piuttosto da Ci sono stati e ci sono momenti
sua difesa e a difesa di quei valori una rivoluzione culturale grave e in nella storia dei popoli in cui singole
che la definiscono. Siamo nel gran- un certo senso inedita. Il nostro persone e singoli gruppi sono chia-
de secolo in cui l’Illuminismo ha popolo non pensa più “cattolica- mati a testimoniare la loro radicale
ormai invaso l’Europa sia come mente”. estraneità al pensare delle masse
corrente culturale sia nelle sue La Chiesa ha cercato e cerca con e dei suoi capi.
applicazioni politiche di tipo giuri- fatica nuovi metodi di “rievangeliz- Il modo più comune con cui il cat-
sdizionalista. Nasce allora “Zen- zazione” con esperimenti a cate- tolico fa politica è militando nei vari
trum” raggruppamento politico di na. C’è chi sente anche il bisogno partiti che egli in coscienza ritiene
forte ispirazione cattolica, il cui ere- di dar vita a una nuova aggrega- che in qualche modo esprimano
de dal 1945 sarà la “CDU”. zione di cattolici che nel gioco po- una certa vicinanza ai valori evan-
Un processo simile ma molto più litico riacquistino una presenza si- gelici e alla dottrina sociale della
ritardato dalla questione romana e gnificativa dopo la lunga diaspora chiesa. E’ evidente che nel gioco
dal “Non- Expedit” avverrà in Italia nelle varie realtà politiche dove però politico egli potrà collaborare e pro-
con la nascita del Partito Popolare la loro presenza è diventata mar- porre, ma qualche volta dovrà dire
poi Democrazia Cristiana. Qui non ginale o quanto meno non sempre anche “io non ci sto”.
si sente assediata solo la Chiesa visibile. E dovrà accettarne le conseguen-
ma anche il Papa “prigioniero in ze in termini soprattutto di emargi-
Vaticano”. A cui poi si dovrà ag- ************************** nazione.
giungere il comunismo molto forte In questo contesto io vorrei fare una Ma questo non solo in politica, an-
soprattutto in Italia apertamente riflessione più limitata su che cosa che nella Chiesa. A me non è mai
ateo. significhi per me “l’impegno politi- piaciuta anzi per il mio carattere mi
Oggi il contesto storico è molto co dei cattolici e di coloro che in ripugna l’ espressione “disciplina di
cambiato. qualche modo ne vogliano condi- partito”. Come pure nella Chiesa la
Ma soprattutto è cambiato il con- videre l’azione”. parola importantissima e per me
testo culturale: da un elite di “illu- Consiste nell’uso più autentico e anche sacra “ obbedienza”. Ma
minati” la cultura “progressista” dei onesto di tre parole “non ci sto”. esistono casi in cui io “non ci sto”
Lumi si è riversata anche nella cul- La storia forse anche prossima e allora ne accetto le conseguen-
tura della gente, sia pure nelle due dirà se dovremo ritornare visibili e ze: nei partiti esisteva e forse esi-
branchie “destra e sinistra”. Destra efficaci, ossia se come cristiani ste ancora il rischio dell’espulsio-
e sinistra sono, o forse è più esat- potremo avere di nuovo accesso ne. Nella Chiesa la scomunica più
to dire “erano” due fratelli gemelli alla gestione del “potere politico”, o meno formale. In entrambe le re-
in contrapposizione e in lotta tra di ma per il momento, come nella vita altà certamente si soffre e si vive
loro divisi dalla visione politico-eco- di ogni giorno il cattolico in politica l’emarginazione. E’ un prezzo da
nomica, ma per il resto è ben visi- deve sempre e comunque essere pagare! Badate bene! escludo la
bile soprattutto oggi la loro origine un testimone. ribellione e il rifiuto. Si tace e ci si
da una stessa madre: sono figli Anche se può sembrare poco o ad- mette da parte o si lascia che ci
della cultura dei Lumi. Attraverso i dirittura risibile deve quando neces- mettano da parte.
secoli poi ogni fratello ci ha aggiun- sario lasciare alla storia della pro- Mentre nella politica si può tentare
to qualcosa di suo! pria coscienza e alla storia del po- segue a pag. 19
Cultura 19

da pag. 18 chio prete che po, diciamo la veri- pulizia che il Signore della Storia
di trovare qualche soluzione alter- tà, ha quasi sempre avuto grosse ogni tanto fa.
nativa, che so io “fondare un pro- occasioni di “obbedire”. Ho sem- Come può vedere chi segue i miei
prio movimento” o addirittura un pre chiesto al Signore la grazia di vari articoli sotto sotto c’è sempre
possibile partito alternativo, nella non dover mai dire “non ci sto”. Nel l’idea che ci salva solo “UN GRAN-
Chiesa NO. Non si fondano chie- mio passato di prete ho sempre DE SPAVENTO”.(**) Siamo forse
suole o sette alternative. Ci si riti- avuto vescovi che mi hanno aiu- arrivati al grande scontro tra la vec-
ra in santa pace. La Chiesa è una tato in questo. chia cultura illuminista e l’antica
ed è questa. Il mio eventuale dissenso o forse cultura greco – cristiana?
Sarà un po’ di deformazione pro- meglio “scetticismo” riguardava e Chi vivrà, vedrà.
fessionale ma oltre alla serenità riguarda piuttosto tante iniziative
della propria coscienza io ho biso- pastorali. A una grave crisi cultu-
gno sempre di documentare. Sono rale non si può solo rispondere con
un fanatico dei documenti. Mi ac- mille anche nobili iniziative che a (*) Il Kulturkampf è il nome con il
contento che la storia registri e mio avviso sono più un tentativo quale fu definita la accesa lotta po-
documenti il mio SI e il mio NO. di recuperare gente. E nella politi- litica e culturale che vide coinvolti
La mia piccola storia ovviamente. ca avviene la stessa cosa: si ge- la Chiesa cattolica e gli Stati tede-
La grande storia appartiene ad al- stiscono i bisogni del popolo ma schi nel periodo della seconda
tri. Mi affido al futuro, mi affido alla spesso anche i loro capricci. Il metà del 1800.
mia coscienza, mi affido a Dio. Mi politico non bada alle persone, ma Più specificatamente, con il termi-
affido al tempo. agli elettori. ne si riassume anche tutta la legi-
Desidero che il mio dissenso sia Io continuo sempre con il mio pes- slazione anticuriale e anticlericale
in qualche modo visibile non per simismo metodico. E come sono posta in essere dal governo tede-
orgoglio o per vittimismo, ma come solito ripetere con grande convin- sco in quegli anni.
dono sincero al popolo a cui ap- zione la storia è un’ottima spazzi-
partengo. na nelle mani di Dio. Continuo ad (**) IL CENTRO, numero di no-
Questo lungo periodo di disorien- aspettare il tempo della grande vembre 2019
tamento, di prove, di esperimenti
dovrà prima o poi passare.
Già una volta ho citato la frase di
Madre Teresa di Calcutta. All’obie-
zione che ciò che lei faceva era
come una goccia nell’oceano, ella
rispose: “E’ vero, ma l’oceano ha
bisogno di questa goccia”.
Qualcosa di simile si può dire di
chiunque di noi difende intelligen- Vendita al dettaglio
temente e non per partito preso o di carni e salumi
per vile interesse la propria liberta
di uomo e di cristiano. Il grande
interamente prodotti
oceano della storia ha bisogno e lavorati in azienda
anche della nostra piccola goccia. Loc. Poggio Marchino - Rosignano M.mo
Questo che scrivo ha solo lo sco- Tel. 0586.799032
po di una piccola testimonianza Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
per gli amici da parte di un vec-

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
20 pubblicita

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

Acli Labor SOCIETÀ COOPERATIVA

Edilizia - Pulizie civili e industriali


Giardinaggio
Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline, Tel. 0586.790.751 - Rosignano S.
www.aclilabor.it

Stampiamo di di tutto
tutto anche
anche

O.M.P.
Stampiamo
in limitato
in limitato numero
numero di di copie
copie
aa prezzi
prezzi veramente
veramente eccezionali
eccezionali S.r.l.

CHIEDETECI UN
CHIEDETECI UN PREVENTIVO
PREVENTIVO ROSIGNANO SOLVAY
Via
ViaG.Razzaguta
G.Razzaguta 26, int. 13 (zona Collinaia) --Livorno
Livorno Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174

Tel. 0586/1732178
Fax. 0586.791173
E.mail: omp@omprosignano.it

Via della Repubblica 118

CA.PA. TER s.r.l.


ROSIGNANO SOLVAY
Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
e-mail: coopgiglio@tin.it
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

GUIDI Soc. SECOS srl

Costruzioni Edili e Industriali Associazione Nazionale Amministratori


Condominiali e Immobiliari

Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay ANACI Sezione di Livorno


Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

IL GIGLIO
SOCIETÀ COOPERATIVA
Manutenzione di aree verdi
civili e industriali - Arredo urbano
Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via dell’Industria 23 - Rosignano Solvay
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 www.ilgiglio.net

Di Gabbia A. & Figlio


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
SRL

PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI


Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
Cultura 21

Lavarsi è riprovevole
di Sergio Costalli

Nell’anno dell’Unità Nazionale t’altro ancora, in piena serenità za servizi igienici e pure senza
(1861), leggo in un articolo di Fa- d’animo appare quasi miracoloso carta igienica, assorbenti, panno-
brizio Maronta su Limes n. 8/2019, che tra tanti fatti e misfatti sia sta- lini e pannoloni; con ridottissima
l’Italia era un Paese premoderno to possibile raggiungere i miglio- assistenza sanitaria e senza anti-
nel quale la forma economica pre- ramenti delle condizioni di vita, biotici; che si potesse morire di
dominante era l’agricoltura. I citta- economiche, sociali e sanitarie parto e che superare i primi anni di
dini maschi misuravano un’altez- che abbiamo conseguito. vita potesse essere come vincere
za media di 163 cm. L’aspettativa Quando si racconta oggi ai giova- alla lotteria; senza elettrodomesti-
di vita si collocava intorno ai trent’an- ni come viveva gran parte della po- ci bianchi e grigi; senza p.c. e quin-
ni (30) e un terzo dei figli moriva o polazione italiana nella prima metà di senza Internet, Facebook, Twit-
durante il parto o nei primi anni di del Novecento (e anche dopo) molti ter, YouTube, Wikipedia e simili;
vita. Il 40% della popolazione dispo- rimangono increduli: non è pensa- senza videogiochi, senza like e
neva di un reddito giornaliero equi- bile per loro, non lo ritengono pos- senza influencer; senza telefoni e
valente a 1,50 euro pro capite. In sibile, che si potesse vivere sen- senza cellulari; senza auto e moto,
Piemonte e in Lombardia metà del- za istruzione; con pochi diritti poli- i più fortunati possedevano una bi-
la popolazione in età scolare era tici per gli uomini e nessuno per le cicletta; senza discoteche, pizze-
analfabeta, in Toscana il 74%, in donne, con tanti obblighi civili e rie e senza apericena… e via a
Emilia il 78%, in Sicilia l’89%. militari; con scarse risorse econo- mancare.
Nello stesso periodo gli analfabeti miche e con famiglie numerose E’ vero, abbiamo osato vivere! Ab-
in Inghilterra erano il 30%, in Prus- alloggiate in locali miserabili, ma- biamo lavorato e lottato per vivere
sia il 20% e in Svezia meno del lamente riscaldati, con pochissimi meglio e più a lungo dei nostri non-
10%. Lo Stato unitario aveva ere- abiti e un paio di scarpe; che si do- ni, conquistandoci la nostra vita,
ditato una situazione economico- vesse riposare su materassi riem- pezzo per pezzo con grande fati-
finanziaria disastrosa, con diversi piti di fogliame essiccato (il cosid- ca e ora ce ne fanno una colpa!
sistemi tributari, monetari, doganali detto vegetale); con scarsa ali- Abbiamo osato offrire un futuro mi-
e di misurazione e aveva ricevuto mentazione ipocalorica, impegnati gliore ai nostri figli e ai nostri nipoti
in dote una pesantissima e confu- a lavorare dal sorgere al calar del ai quali alcuni hanno tentato di to-
sa situazione debitoria dai prece- sole sin dalla prima fanciullezza; gliere persino le merendine, il con-
denti regni e ducati. senza pensione e senza assicu- sumo delle quali viene ritenuto dan-
Uno Stato nell’ambito del quale si par- razione per malattie e infortuni; noso e socialmente riprovevole e
lavano lingue diverse, definite dialetti senza acqua corrente, senza pertanto sanzionabile con ulteriori
per favorire l’affermazione di una lin- energia elettrica, senza gas, sen- imposte. Non occorrono vasti stu-
gua nazionale e fondare una cultura di per affermare che il mondo nel
comune praticamente inesistente al quale noi viviamo non è il migliore
di fuori di pochissimi individui appar- dei mondi possibili ma non ne oc-
tenenti alle classi più elevate. corrono di ancora più approfonditi
Se a questo si aggiungono la suc- per poter constatare che è il mi-
cessiva partecipazione a due guer- gliore dei mondi esistiti fino ad oggi.
re mondiali, le ridicole avventure I profeti delle decrescita felice,
coloniali, l’incubo del fascismo, le smaniosi di cambiarci la vita (an-
distruzioni cagionate dalla secon- che la loro?) e di riportarci indietro
da guerra mondiale, la guerra civi- in quel tempo felice, dove pongo-
le 1943/45, la guerra fredda che po- no il limite tra il Bene e il Male, tra i
neva l’Italia sul confine tra i due comportamenti etici e quelli ritenuti
blocchi contrapposti, le crisi petro- immorali? Lavarsi ogni giorno è
lifere, gli anni della strategia della un’offesa arrecata al Pianeta men-
tensione e delle stragi, il terrorismo tre indossare i medesimi indumenti
rosso e nero, la mafia… e quan- intimi per due settimane è etico?
22 Cultura

Il primo romanzo di Silvia Roccuzzo promette successo

‘Morgan e l’orologio senza tempo’


di Lorenzo Taccini alle elementari ci chiedevano di scri- tre i personaggi che ho creato, o che mi
vere una piccola poesia o un racconto. sono stati ispirati da persone che cono-
Mi sono sempre lasciata trasportare sco necessitavano di venire alla luce, e
Silvia Roccuzzo (nel riquadro) nasce dall’immaginazione e dall’immedesi- io glielo dovevo”.
a Livorno nel 1990, dove vive con la mazione. Quindi ho capito ben presto - Il volume ha avuto una lunga gesta-
sua famiglia. Si laurea in Ingegneria Bio- che era diventata quasi un’esigenza per zione: puoi raccontarci come hai opera-
medica e Robotica e partecipa attiva- comunicare e anche per dare vita a to nel corso delle varie revisioni, durate
mente allo svol- qualcosa di nuovo”. più di 10 anni?
gimento di alcu- - Chi, o che cosa, ti ha dato l’ispirazio- “La verità è che non mi sentivo mai
ni progetti pres- ne per scrivere questo interessante li- abbastanza sicura di lasciarlo anda-
so l’Università di bro con il quale debutti? re verso un nuovo sviluppo. Questo
Pisa; parallela- “Questo libro ha combattuto molto per- vale sia per il libro che per me. Vole-
mente coltiva una ché lo portassi a termine. Forse l’idea vo pubblicarlo, ma al tempo stesso
grande passione di iniziare questa avventura mi deve rimanere nello stato delle cose anco-
per la scrittura, essere stata ispirata dal buon vecchio ra in fase di evoluzione mi ha sem-
portata avanti Jack Sparrow nel suo essere pirata li- pre dato sicurezza. Ad un certo pun-
collaborando bero e poco convenzionale, poi la mia to, però ho capito che era il momen-
come articolista presso alcuni giornali città, un covo di pirati per eccellenza, to di provarci e così ho fatto, pro-
locali e stendendo manoscritti e rac- anche se forse questi sono stati i moti- prio come avrebbe fatto Morgan. E
conti. vi scatenanti, avevo già iniziato a scri- magari, spero anche di riuscirci. Ri-
Recentemente ha terminato la redazio- vere un romanzo in precedenza che poi cevere la lettera da parte dell’ edito-
ne della sua “opera prima” con il ro- non ho portato a termine, e parte di re è stata per me una grande emozio-
manzo Morgan e l’orologio senza tem- quello è diventato quello attuale. Inol- ne, ma è stato solo l’inizio”.
po.
Il libro, che commistiona vari generi,
tra i quali spiccano il romanzo fantasy,
il racconto d’avventura e quello più ti-
picamente “d’azione”. Lo stile di Silvia
è sorprendentemente fluido, corretto
formalmente e ricco sintatticamente,
denso di interessanti figure retoriche di
forma, suono e struttura. Il testo si leg- Imballaggi industriali - Servizi
ge con densa attenzione e genera pro- Facchinaggio - Gestione aree verdi
gressivamente l’interesse ad andare
avanti ed a non appoggiare mai sul co- Via dell’Industra 1/B - Tel. 0586/767500 - Fax 0586/792299
modino il volumetto. Il libro uscirà per ROSIGNANO SOLVAY
la Albatros, collana “nuove voci” e sarà
presto oggetto di presentazioni pubbli-
info@logiros.it - web site: www.logiros.it
che anche nella città natale dell’autri-
ce. L’argomento resta “top secret” per
non togliere niente alla sorpresa ed al
DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl
desiderio di attesa crescente che pre- e AMetano
REZZO
.............................................
LUCCA
cedono l’uscita del romanzo ed il lan- San Giovanni Valdarno Gallicano
Montevarchi Antraccoli
cio sul mercato, ma per approfondire Terranuova Bracciolini
Altopascio
le motivazioni che hanno spinto al gio- Loro Ciuffena
Viale Santa Margherita (AR) Ponte alla Ciliegia
vane scrittrice a portare avanti e quindi ............................................. .............................................
SIENA PISTOIA
a termine questa sua opera, abbiamo Panicagliora
Abbadia san Salvatore
formulato alcune domande in una pic- Sovicille .............................................
cola intervista, alla quale risponde così. ............................................. LIVORNO
FIRENZE Via Cattaneo (LI)
- Quando e come è nata in te la passio- Viale Guidoni (FI) * .............................................
ne per la scrittura? San Polo (FI) PISA
Fucecchio Montecatini Val di Cecina
“La passione per la scrittura c’è sem- * in ristrutturazione
pre stata, fin da quando ero piccola e
Cultura 23

l’impegno comune a favore della diffu- sa con


sione della cultura su territorio, la valoriz- Skylight:il
zazione delle attività e della didattica cielo sopra il
musicale, che si traduce in intensa e pro- tetto, con
duzione concertisica. Luca Barba-
Prosegue dunque una tradizione che, è reschi e Lu-
giusto ricordarlo, fu inaugurata dal presi- crezia Lante
dente CdA della Fondazione Goldoni Della Rovere.
Marco Bertini nel 2006 per celebrare i 400 Martedì 14, h. 21: torna la danza con “Il
anni della nascita della città, per dare a lago dei Cigni”.
Livorno ( che ha avuto un ruolo culturale Venerdì 17, h. 21: “Aspettando Livorno”
preponderante fino ai primi del Novecen- Piano Competition 2020 della sezione Clas-
to ) l’ opportunità di vantare il Concerto sica con Gusto.
di Capodanno come le grandi città di Eu- Mercoledi 22 , h.21: “I soliti ignoti” con
ropa, Vienna ad esempio e La Fenice di Vinicio Marchioni e Giuseppe Zeno.
Venezia. Sotto la direzione del Maestro Giovedì 30 gennaio , h 21: “Nel tempo
Lorenzo Sbaffi, ha aperto il Concerto l’Or- degli dei – Il calzolaio Ulisse”.

Il programma chestra dei Fiati del Mascagni con la vi-


vace Globe and Eagle di John Philip Sou-

di Gennaio
sa, alla quale fanno fatto seguito brillanti
pagine di folklore sud americano e spa-
gnolo, che hanno fatto la delizia del pub-
blico.
di Angela Simini Quindi il repertorio classico con le impe- è in distribuizione gratuita
gnative e difficili pagine di Antonin anche presso i seguenti punti:
E’ stata la giovane Orchestra del Conser- Dvorak,Johann Strauss, Franz Lehàr, Au-
vatorio Mascagni di Livorno a dare il ben- gustin Lara. Non potevano mancare Il LIVORNO:
venuto al 2020 sul palco del Teatro Goldo- sogno e l’Intermezzo da Guglielmo Ra- Libreria nuova di Biagini Silvia,
ni dove si è registrato il sold out in tutti gli tcliff, l’Intermezzo da Cavalleria Rustica- corso Amedeo 23-27
ordini di posti con il Concerto di Capo- Libreria Feltrinelli, via di Franco
na di Pietro Mascagni, brani applauditis-
Edicola Cairoli, via Cairoli 18
danno o di Buon Anno, come l’ha chiama- simi dal pubblico. Arie d’opera sono sta- Edicola Nelli, piazza Cavour 39
to Marcello Murziani vicepresidente del- te eseguite dalle belle voci del soprano Edicola P.zza Grande
la Fondazione Livorno. Francesca Maionchi e del tenore Leonar- lato Farmacia Ospedale
La manifestazione, divenuta una piacevo- do Gramegna. La serata si è conclusa col Edicola Bianchi, via del Porticciolo
le tradizione da ben quindici anni, è resa famoso Brindisi da La Traviata di Giusep- Edicola Attias, corso Amedeo
Edicola Sant’Agostino
nuovamente possibile dal rinnovato ac- pe Verdi.
Piazza Aldo Moro
cordo tra la Fondazione Livorno, Fonda- Vediamo ora che cosa ci aspetta nel mese Edicola piazza Matteotti
zione Teatro Goldoni e Istituto Superiore di gennaio 2020: Edicola Cartolibreria Lo Stregatto
di Studi Musicali Pietro Mascagni con Venerdì 10 gennaio h. 21.00: torna la pro- via Malta 36A
Ed. Lo Strillone, viale Italia 113
Edicola Barcellona, via Goito
Edicola Ramagli & Rossi, via Calatafimi
Edicola Cipriani Mila, via Goldoni 28
Edicola Borghi, corso Amedeo
angolo via dell’Origine
Il Tabaccaio, via Roma 133
Tintoria Rossi, corso Mazzini
Ed. Martelli Anna Lisa
via Meucci 5 (Coteto)
Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare
Edicola Dharma, Viale Antignano 115
Edicola Bini-Filippi, Via del Litorale
(largo Vittime delle Fobie)
Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco
via C. Puini 97 - Antignano
CASTIGLIONCELLO:
Edicola Rossi, P.zza della Vittoria
L’Edicola, Via Aurelia 512
ROSIGNANO SOLVAY:
Edicola Giovannoni, via Allende
Edicola Vallini, via O. Chiesa
Edicola Bellucci & Vitiello
Via della Repubblica 27/B
VADA:
Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3
24

ANTONIO LUONGO
CENTRO EDILE
Materiale - Attrezzatura
Hobbistica - Noleggi
✔ Costruzioni e manutenzioni
di edifici civili ed industriali
✔ Restauro e manutenzione
di beni immobili sottoposti a tutela
Attestato di qualificazione SOA BENTLEY
Categorie OG1 - OG2 - OG3

ROSIGNANO SOLVAY
Via degli Artigiani 1 - Loc. Le Morelline
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 - Cell. 340.0718117
Email: antonio@costruzioniluongo.it - Pec: antonioluongo@pec.it

Potrebbero piacerti anche