Sei sulla pagina 1di 24

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XIX - n° 204 Novembre 2019

L’Editoriale Tanto tuonò che piovve


di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it di Francesco Butini

Lo abbiamo scritto spesso nei mesi scorsi lizione diversa da quella governativa, che
La strana sulle pagine del Centro: i risultati delle ele-
zioni regionali segneranno il destino del-
sia il governo del Movimento 5 Stelle con
la Lega, o il governo del Movimento 5

alleanza l’attuale maggioranza di governo. Grazie


anche allo stillicidio elettorale, che vede una
consultazione regionale ogni tre-quattro
Stelle con il Partito Democratico ed altri
partiti del centro-sinistra, ci sarà o no un
problema politico in Italia?

e il ko mesi, la XVIII legislatura avviata con le


elezioni politiche del marzo 2018 è una sorta
L’attesa della sconfitta scontata del go-
verno PD in Umbria non riduce il caratte-
di via crucis costituita da stazioni rappre- re esemplare di quanto accaduto. Per la
in Umbria sentate dalle regioni italiane.
Prima stazione: Friuli Venezia Giulia (apri-
verità, era talmente scontata che il leader
del nuovo partito “Italia Viva” non s’è
La clamorosa sconfitta dei par- le 2018): vittoria del centro-destra. Secon- nemmeno presentato alla chiusura della
da stazione: Abruzzo (febbraio 2019), vit- campagna elettorale del candidato del cen-
titi di governo nelle elezioni re-
toria del centro-destra. Terza stazione: tro-sinistra insieme ai capi di tutta la coali-
gionali in Umbria (escluso, si
Sardegna (febbraio 2019), vittoria del cen- zione al governo e allo stesso Presidente del
badi bene, Italia Viva di Matteo
tro-destra. Quarta stazione: Basilicata (mar- Consiglio, che pure asserisce di averlo inse-
Renzi che si è defilato) pur con- zo 2019), vittoria del centro-destra. Quin- diato lui. Se c’è una sconfitta sicura, meglio
siderando l'esistenza di fattori ta stazione: Piemonte (maggio 2019), vit- svicolare.
locali negativi per il governo re- toria del centro-destra. Sesta stazione: Sarà stato anche scontato, ma è la prima
gionale uscente, che sicuramen- Umbria (ottobre 2019), vittoria del cen- volta nella storia repubblicana che una re-
te ha influenzato il verdetto lar- tro-destra. gione del Centro Italia non avrà più un
gamente favorevole alla destra, Se ovunque si voti vince sempre una coa- segue a pag. 2
non ci esime da alcune conside-
razioni riguardanti la strana al-
leanza che oggi governa il no-
stro paese.
Su questo governo, fin dal suo
sorgere, abbiamo espresso per-
plessità legate alla genesi ed al
comportamento del M5Stelle e,
in particolare del leader - quel
Luigi Di Maio - il “Giggino” - sui
cui comportamenti e sulle sue
capacità più volte ci siamo sof-
fermati. In effetti, questi primi
due mesi scarsi hanno rafforza-
to quel giudizio negativo. Di
Maio, e non è questa una opi-
nione personale essendo larga- Si inaugurerà giovedì 7 novembre al Museo della Città la mostra “Modigliani
segue a pag. 2 e l’avventura di Montparnasse” che darà lustro a tutta Livorno. La mostra chiu-
derà i battenti il 16 febbraio 2020 e sono previsti circa 60-70mila visitatori.
2 Politica
nente dotato di larghe competenze in
dalla prima pagina
materia economica e finanziaria
Tanto tuonò
La strana alleanza (pensiamo al prof. Cottarelli) avreb- governo di sinistra. Una sorta di muro
mente diffusa, se la decenza lo aves- be dato il senso completo di un cam- interno al Paese è caduto. Sarà anche stato
se permesso, di buon grado, avrebbe biamento di regia e sicuramente pro- scontato, ma il risultato elettorale è tal-
accolto la proposta di Salvini, offerta vocato meno polemiche, meno risen- mente netto che difficilmente può essere
pubblicamente durante il dibattito al timenti ed assunto un significato po- derubricato a fenomeno locale. La can-
litico di rilievo. didata della coalizione di centro-destra in
Senato e cioè quella di sostituire Giu-
Il voto in Umbria ha fatto registrare Umbria ha vinto con oltre il 57% dei voti,
seppe Conte alla Presidenza del Con-
una severa clamorosa sconfitta degli non di un soffio dunque. Il muro interno
siglio.
alleati di governo: un crollo clamoro- al Paese è caduto rovinosamente.
Una conferma sono gli ostacoli che Tre sono le considerazioni che meritano
ha posto per il raggiungimento dell'ac- so dei 5Stelle che nel rapido excur-
una riflessione.
cordo di governo, i continui “distinguo” sus di due anni, sono passati dal 33%
La prima riguarda il Partito Democrati-
sul programma, ed i suoi scostanti delle elezioni politiche del marzo 2018,
co. E’ un partito che è stato attraversato
atteggiamenti emersi chiaramente nel al 14% in quelle europee dello scor- da un tifone e che deve rimettere mano
corso di questi primi due mesi. Tutto so maggio, per crollare al 7% di quelle alla ricostruzione di se stesso e del suo
questo conferma la precarietà di una regionali di domenica 26 ottobre. elettorato che negli ultimi anni si è disper-
compagine governativa la cui natura Era quello della sconfitta un prono- so, deluso, distaccato. E’ un’operazione
resta chiaramente emergenziale. stico previsto ma non certamente impervia, di grande delicatezza. Non ci
La candidatura alla Presidenza del dalle dimensioni così eclatanti. Ma sentiamo di criticare Nicola Zingaretti: la
Consiglio di Giuseppe Conte, propo- come è stato possibile per il PD pre- sfida è grande e la sua volontà ricostrut-
sta, o meglio imposta, da questo pre- sentarsi all'elettorato umbro, dopo gli tiva si vede dallo sforzo di ridurre al mini-
suntuoso leader di periferia, ha indub- scandali nel settore sanitario che ave- mo polemiche e spaccature. Perché di
biamente esposto il governo in situa- vano portato allo scioglimento antici- spaccatura in spaccatura, e di spaccona-
zioni, come si sta rilevando in questi pato di quel consiglio regionale, a se- te in spacconate, le rovine della sinistra
guito di una serie di denunce prove- italiana si riversano inesorabilmente nelle
ultimi giorni, molto delicate. E' certo
nienti proprio dagli esponenti umbri urne.
che una presidenza laica, di un espo-
di 5Stelle? La seconda considerazione riguarda Forza
Pensare che gli elettori ignorassero Italia. In Umbria è il terzo partito del cen-
tro-destra, dietro la Lega e Fratelli d’Ita-
questo precedente e votassero, in
lia. Questa posizione può essere ancora
maggioranza, questa "scombicchiera-
determinante, fornisce al centro-destra
ta alleanza", ha assunto aspetti para-
quel pugno di voti in più che ne assicura-
dossali. E bene ha fatto Matteo Ren- no (o addirittura ne determinano) le vit-
Mensile del Circolo Culturale “Il Centro” zi, sulle cui scelte continuo ad espri- torie elettorali. Ma è una posizione sterile
Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005 mere alcune perplessità, a non par- dal punto di vista politico. Il centro-de-
Redazione ed Amministrazione:
tecipare a questo "macabro banchetto stra è ormai definitivamente un’altra cosa.
Via Trieste 7 - 57124 Livorno elettorale". E rimane uno strato di società civile che
e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com Un risultato, quello umbro che se ha non trova rappresentanza, o non la ricer-
www.circoloilcentro-livorno.it
consentito al PD di mantenere, più o ca più.
DIRETTORE RESPONSABILE: meno, i voti delle europee, ha clamo- La terza considerazione interessa il Mo-
Enrico Dello Sbarba rosamente sconfitto i 5Stelle, crean- vimento 5 Stelle. In Umbria la lista grilli-
COMITATO DI REDAZIONE: do presumibili problemi al governo e na ha ottenuto il 7,4%. Non ha raggiunto
Massimo Cappelli, compromesso le future alleanze re- i 31 mila voti. Erano 140 mila il 4 marzo
Sergio Cini, Valeria Grillo, 2018, pari al 27,5%. Catastrofi elettorali
Luca Lischi, Mario Lorenzini,
gionali e nazionali. Un movimento che
Mauro Paoletti, Giovanni Schiano, sembra ormai "alla frutta": un assem- di così ampia dimensione in tempi così
Angela Simini, Franco Spugnesi. blaggio plurimo, in cui elettori, in gran ristretti, difficilmente sono riscontrabili.
parte di destra, si sono massicciamen- E’ più facile vedere liste che non si ripresen-
Hanno collaborato a questo numero:
tano più, che partiti che perdono in un anno
te riversati nelle accoglienti braccia
Marcello Battini, Francesco Butini, Mas- e mezzo 78 propri elettori su 100. Qualun-
simo Cappelli, Sandro Cerri, Sergio Co- del "capitano che qualcuno defini-
que sia l’alleanza di governo che i grillini met-
stalli, Francescalberto De Bari, Fabio Fi- sce "il gladiatore".
gara, Giuseppe Franceschi, Gianni Gio- tono in campo (la Lega o il PD), la frana
vangiacomo, Livio Lazzeri, Luca Lischi, Ed ora cosa potrà accadere? Poco elettorale dei 5 Stelle è una costante.
Mario Lorenzini, Silvia Roccuzzo, Gio- da dire e poco da fare. Resta l'esi- Prossime stazioni della via crucis: Cala-
vanni Schiano, Lorenzo Taccini.
genza di un governo in grado di al- bria ed Emilia-Romagna. Forse non a
Grafica e impaginazione: Editrice “Il Quadrifoglio” lontanare. nel tempo, quella perico-
sas di Palandri Giulia & c., Livorno - Tel. 05861732178.
Reggio Calabria e a Catanzaro, ma a Bo-
Stampa: Tipografia Sagittario - Bibione (VE) losa ed inquietante prospettiva popu- logna il governo Conte rischia la sua so-
Giornale chiuso in tipografia il 31/10/2019
lista e sovranista che potrebbe pro- pravvivenza.
vocare una deriva reazionaria.
Politica 3

E la Toscana dove sta?


La priorità è agganciare la nostra regione
all’Italia settentrionale
di Francescalberto De Bari

Superate le elezioni regionali in Um- rogenea (aree bianche / rosse), posito, consentendoci di conosce-
bria, vogliamo esprimere alcune ma caratterizzata da sviluppo eco- re per votare.
valutazioni. nomico diffuso, piccola e media Così non mi pare sia stato in Um-
D’altra parte l’Italia è sempre nel impresa, robustezza dei corpi in- bria...
mezzo di una campagna elettora- termedi, distretti industriali. Il per-
le: politiche, europee, regionali, no della “Terza Italia” erano le due Circolo Cult. Il Centro - Via Trieste 7 - Livorno
grandi città, in una continua fibrilla- “Regioni gemelle”: Emilia-Roma-
zione che inchioda il Paese al bre- gna e Toscana. Martedì 5 Novembre, h. 18
ve periodo del ciclo politico-eletto- Gli ultimi trent’anni hanno visto una conferenza dell’Ing.
rale, contribuendo all’assenza di
ogni seria elaborazione strategica
divaricazione progressiva e netta.
L’Emilia Romagna aggancia e si
Livio Lazzeri
sul tema
e di ogni realizzazione che non sia stringe sempre più ad un Nord che
semplice annuncio. si è ricompattato dal punto di vista
Globalizzazione
Dopo l’Umbria, ci saranno elezioni economico, sociale, infrastruttura- e disuguaglianze
segue a pag. 2
a ruota in Emilia Romagna, poi, tra le, ha in Milano la sua Metropoli di Moderatore:
le altre, anche in Toscana, Marche riferimento e si propone come una Dott. Massimo Cappelli
e Liguria. Allora sarà chiaro il qua- piattaforma unitaria e competitiva
Martedì 19 Novembre, h. 18
dro politico di una importante fascia verso l’Europa e la rete economi-
a cavallo tra Italia centrale e set- ca mondiale. incontro con il
tentrionale. Le prove di “macro-regione” del Dott. Enrico Bianchi
Varrà allora la pena provare a leg- Nord, al di là di formule istituzio- Consigliere Comunale PD
gere le conseguenze di queste tor- nali e tatticismi politici, sono sul tema
nate elettorali sulla dimensione ter- espressione di questa dinamica. Ippodromo Caprilli:
ritoriale e strategica nella quale la Poi c’è la Toscana che ha perso
Toscana potrà e vorrà collocarsi. terreno, che pur con alcune punte
quale futuro?
Il punto di riferimento è natural- d’eccellenza, è lontana dalla ormai Moderatore:
mente la “Italia Centrata” di cui si “ex gemella” per produttività, ca- Dott. Enrico Dello Sbarba
è fatto alfiere il Governatore Enri- pacità di esportare, livelli di occu-
co Rossi con il suo libro del 2016; pazione e di servizi. Sala Provincia - Piazza del Municipio - Livorno
l’idea è semplice: puntare sull’uni- La Toscana scivola progressiva- Giovedì 12 Dicembre, h. 16
tarietà di Toscana, Umbria e Mar- mente verso l’Italia centrale cui ge- presentazione del volume Album di immagi-
che, facendo leva sull’omogenei- ograficamente - ma non storica- ni della vita politica pubblicato dalla Fonda-
zione Spadolini Nuova Antologia a 25 anni
tà politica. mente - appartiene, con Umbria e dalla scomparsa dello statista fiorentino.
Non è un’idea vaga, perché ha già Marche, appunto, e con il Lazio.
dato luogo a scelte concrete in All’indomani delle elezioni, con la GIOVANNI SPADOLINI
materie non secondarie, quali prio- partita aperta del “federalismo dif- Frammenti di una vita di
rità infrastrutturali e rappresentan- ferenziato”, ognuno dei neo eletti un italiano
za unitaria presso l’Unione Euro- Governatori (Umbria, Toscana, 1972-1994,
pea. Emilia-Romagna, Marche, Liguria) a cura di Cosimo Ceccuti
Risale a fine anni ’70 un’altra idea, dovrà - per usare il libro curato dal edito da Polistampa.
la “Terza Italia”: una diagonale che Governatore uscente Rossi - “ri- sarà presente l’autore
parte dal Triveneto, attraversa pensare la geografia dei territori”: Moderatore:
l’Emilia Romagna e arriva fino alla la speranza è che nelle campagne Dott. Giuseppe Mascambruno
Toscana ed all’Umbria. Una dimen- elettorali i candidati - tutti - provino già direttore de La Nazione
sione territoriale politicamente ete- a dire ai cittadini le loro idee in pro-
4 Politica

Le cose che nascono...


e quelle che muoiono
di Giuseppe Franceschi

Nel cambiamento repentino della politi- teo Renzi che alla Leopolda n. 10 ha fon- Si apre al Centro la nuova opportunità di
ca italiana degli ultimi tempi sembra che dato un nuovo partito-movimento ed ha diventare la casa liberal-popolare inter-
rimanga abbastanza costante il riferimen- chiuso il lungo intervento sulla linea po- classista ed europeista dei moderati, al-
to alla storia della Democrazia Cristiana litica e programmatica con questa cita- ternativa ai sovranisti e ai populisti con le
dopo la sollecitazione del Cardinale Bas- zione di A. Moro che ho sintetizzato nel loro estreme che sono cresciuti, perché
setti al ritorno dei cattolici in politica nel titolo: “Se noi vogliamo essere ancora hanno soffiato sul giusto risentimento dei
centenario dell’appello di Sturzo “Ai li- presenti, ebbene dobbiamo essere per ceti popolari (compresi i ceti medi) im-
beri e forti”. le cose che nascono, anche se hanno poveriti dalla crisi economica. In parti-
Nei giorni scorsi, invitato da Rotondi, il contorni incerti, e non per le cose che colare si ricordi che l’impoverimento dei
nostro “manovriero” Presidente del Con- muoiono, anche se vistose e in appa- ceti medi spesso concorre a provocare
siglio commemorando ad Avellino F. Sul- renza utilissime. (Discorso all’XI Con- soluzioni autoritarie, come è accaduto an-
lo ha parlato della storia dei cattolici de- gresso della Democrazia Cristiana, che in Italia nel primo Novecento. A li-
mocratici ed intervistato subito dopo sul- Roma, 29 giugno 1969). È il periodo vello europeo le elezioni in Turingia han-
la opportunità di ricostituire la D.C. - della riflessione di Moro sul ’68, che lo no confermato la tendenza a premiare le
considerato che ad agosto sembra che porterà dopo le elezioni ad assumere su posizioni estreme a danno dei partiti di
abbia incontrato la figlia di De Gasperi - posizioni più avanzate un atteggiamento Centro. È un ulteriore campanello di al-
ha risposto che sarebbe necessario dar di attesa. Già nel ’63 in una fase delicata larme che deve spingere la maggioranza
vita ad una Democrazia dei Cristiani. De per la costruzione del centro-sinistra lo che si è creata nella UE a lavorare assi-
Mita, presente all’incontro con tutto lo statista aveva fatto riflessioni simili: è duamente per una reale unità politica:
stato maggiore degli ex dirigenti Irpini, una sua caratteristica nei tempi di gran- questa battaglia non si vince combatten-
conversando ha detto che il Presidente de cambiamento che riusciva a vedere do soltanto nei singoli Paesi.
del Consiglio si è reso conto del fatto prima degli altri. Nel passaggio tra la La democrazia è un processo: per guida-
che l’unico pensiero politico che soprav- prima e la cosiddetta seconda repubbli- re il cambiamento bisogna dare risposte
vive è quello della Democrazia Cristia- ca è mancato un uomo politico del cali- adeguate ai problemi nuovi con politiche
na; credo che volesse far riferimento a bro di Aldo Moro. nuove come pensavano sia Sturzo sia
un ideale che ispiri, come scriveva Stur- I tempi che stiamo vivendo sono com- Moro.
zo, concezioni politiche. plessi a livello internazionale a causa delle Tutte le grandi democrazie occidentali,
Spesso sulla stampa e nei talk show po- crisi collegate alla globalizzazione ed anche se con sistemi istituzionali diversi,
litici si è parlato del tentativo dei penta- implicano decisioni coraggiose; in par- hanno al massimo livello un leader: non
stellati di occupare – si dice spinti dal- ticolare per quanto riguarda l’Italia tutto so se Renzi dimostrerà di essere all’al-
l’ex ministro Scotti - lo spazio che un ciò si riflette su un assetto istituzionale tezza di questo compito; certo deve di-
tempo fu della D.C.: ora che vogliano debole che dopo circa 25 anni non ha ventare un leader inclusivo ed interpre-
occupare trasversalmente una posizio- trovato ancora un suo assestamento. tare il movimento che viene dal basso
ne centrale è concepibile in termini di L’uscita di Renzi dal PD, da tempo an- senza la prassi della disintermediazione
utilità, ma accostare i Cinque Stelle alla nunciata, tende a ridimensionare lo che tende a cancellare i vari livelli di con-
D.C è molto ardito, se non altro per la schieramento del centrosinistra (senza fronto intermedio, compresi quelli sin-
loro pervicace opzione della democrazia trattino) ex ulivista con l’intento di mo- dacali. Penso comunque che questo sia
diretta, mentre anche gli uomini più por- strare che si riduce alla cosa 2 di D’Ale- oggi l’unico modo di essere presenti da
tati al cambiamento nella D.C., come ma: sostanzialmente una socialdemocra- cattolici: occupare lo spazio che si è aper-
Moro, tutto avrebbero potuto cambiare zia postcomunista. Dopo la dura scon- to, convogliare in questa direzione i voti
tranne il Parlamento, organo centrale fitta subita dalla sinistra nelle elezioni di tutti i veri democratici cattolici e laici,
della democrazia rappresentativa. regionali dell’Umbria sembra destinata promuovere alleanze, come faceva De
Non parlo del tradizionalismo cattolico al fallimento l’idea zingarettiana di una Gasperi, escludendo le estreme a destra
a volte inadeguato nei modi e spesso ri- alleanza strategica e organica PD-5Stelle, e a sinistra. Se saremo credibili nella so-
dotto nei comizi di Salvini ad una esibi- rivelatasi del tutto insufficiente a battere luzione dei problemi si ricostituirà una
zione impropria di immagini religiose. lo schieramento di Destra dominato or- luminosa tradizione, fondamentale per lo
Credo invece che si debba parlare di Mat- mai dai partiti di Salvini e Meloni. sviluppo della storia d’Italia e d’Europa.
Politica 5

UNA NUOVA GUERRA IN UN FRONTE GIÀ MARTORIATO

La questione curda paesi islamici, ed hanno contribuito e


di Massimo Cappelli
contribuiscono alla resistenza combat-
tendo in prima linea a fianco dei “pe-
Il Kurdistan non è uno stato. E’ shmerga” (combattenti sino alla mor-
un’area geografica vasta 450 mila kmq te). Sostenuti dagli americani sino a
abitata dalla popolazione di etnia cur- poco tempo fa e poi improvvisamente
da. Indubbiamente un popolo, lo stesso abbandonati, traditi, venduti al disegno
popolo, ma suddiviso in ben quattro stati: espansionistico della Turchia. Una ver-
Turchia, Iran, Iraq, Siria. Questa area gogna per Trump, una vergogna per il
geografica è, per la maggior parte, al- popolo americano che lo sostiene.
l’interno della Turchia (circa 230 mila Ecco allora che si fanno avanti gli in-
kmq), segue per vastità quella interna che se le spinte secessioniste non si
teressi della Russia di Putin, sempre
all’Iran (circa 125 mila kmq), quindi annullano e periodicamente si rinno-
schierata con la Siria di Assad, che
quella irachena (circa 74 mila kmq) e vano. Questi assetti si ritrovano so-
ora fiancheggia con le proprie divisio-
quella siriana (circa 18300 kmq). prattutto in Paesi con solide e affer-
ni le milizie curde abbandonate dagli
E’ complessivamente un’area strate- mate democrazie, pertanto per i curdi
USA alla mercè dell’esercito turco, uno
gica e di grande interesse perché ricca la questione è molto più difficile per-
dei più forti al mondo.
di preziose materie prime, tra le quali il ché i Paesi ove risiedono non posso-
Una nuova guerra in un fronte già
petrolio e risorse idriche. La parte tur- no essere annoverati tra i campioni
martoriato, dagli esiti incerti ma con
ca è molto ricca anche di numerosi mi- della democrazia. A ciò si aggiunga
grandi interessi sullo sfondo che tra-
nerali quali ferro, argento, lignite, ura- che , in questo particolare periodo sto-
valicano quelli del popolo curdo. Un
nio, cromo che viene anche esportato. rico, alcuni di essi ambiscono a ripro-
dramma in svolgimento sul quale l’Eu-
Basterebbe il solo petrolio per farne porre la propria influenza in questa
ropa è ancora assente. Perché solo
un’area strategica dal punto di vista importante area del medio oriente.
una Europa veramente unita, anche
economico e quindi geopolitico. Il 75% Così i Turchi, con Erdogan, ripensa-
militarmente, potrebbe avere voce au-
dell’intera produzione petrolifera ira- no a quello che era l’impero ottoma-
torevolissima in capitolo.
chena proviene dalle zone dove sono no e gli iraniani alla grande Persia. Un
Chiudo con il ricordo di Hevrin Kha-
insediati i curdi (Kirkuk, Mosul, Arbil), po’ meno Siria e Iraq, provati dalle
laf, donna curda trucidata barbara-
ma importanti giacimenti sono anche guerre che li hanno raggiunti e in gran
mente dalle milizie filoturche, attivista
nella parte siriana (area di Giazira) , in parte distrutti.
in prima linea per gli oppressi, femmi-
Iran (Kermanshah) e in Turchia (Siirt, In tutto questo scenario comunque ri-
nista, non violenta , simbolo del marti-
Raman, Garzan, Dyarbakir). salta lo spirito, veramente da popolo
rio dei curdi. Per non dimenticare.
Da quanto detto ne deriva che il Kur- unito, della comunità curda. Veri ag-
distan non potrà mai divenire uno sta- guerriti com-
to unito autonomo. La “questione cur- battenti che
da” è destinata a rimanere aperta, hanno difeso e
come quella di tutte le popolazioni spar- liberato le loro
se in stati diversi, dove la soluzione del aree dal terro-
loro “problema” comporterebbe forse rismo islamico,
maggiori e più gravi conseguenze. rappresentato
Quindi, più che di stato autonomo, im- dall’espansione
possibile a realizzarsi, l’unico obbietti- territoriale del-
vo potrebbe essere quello di raggiun- l’ISIS. Un po-
gere un certo livello di autonomia nel polo prevalen-
governo del territorio sempre sotto- temente laico,
stando al governo centrale. dove le donne
Questa è spesso la soluzione che si non vivono in
trova in situazioni del genere. Pensia- condizioni di
mo alla Catalogna in Spagna o alle sottomissione,
stesse regioni autonome in Italia, an- come in altri Una gigantografia a ricordo di Hevrin Khalaf
6 Economia

Dipende...
di Sergio Costalli

Alcuni giorni fa, con degli amici, ho elettorale, composto da tutti i mag- Le garanzie si debbono perciò fon-
avuto occasione di parlare del red- giorenni. dare sulla certezza e sulla permanen-
dito di cittadinanza. Il mio dire, sul I governanti debbono rendere conto za della Legge Fondamentale, co-
momento, li ha lasciati assai perples- periodicamente al corpo elettorale munque sia definita - Statuto, Costi-
si: stiamo attraversando la cosiddetta che li ha eletti: pertanto, con fre- tuzione, Carta - la modifica della qua-
terra di mezzo, un luogo temporale quenza, si debbono tenere delle li- le deve essere resa possibile unica-
dove il vecchio sta morendo e il nuo- bere elezioni. Fissare un limite tra i mente per larghissimo assenso par-
vo deve ancora nascere. Questo è il due poli costituenti, autorità e liber- lamentare e popolare - da intendersi
tempo nel quale l’impensabile può tà, è difficilissimo, quasi impossibi- nella convergenza di rappresentati e
accadere ed è già accaduto in Un- le, ma è comunque necessario: da rappresentanti, con altissimo quorum
gheria, Polonia, Turchia, Stati Uniti, qui il confronto e lo scontro di inte- decisionale - e dalla vigilanza di or-
Brasile, Regno Unito e via a seguire. ressi e di idee che caratterizza la lot- gani di tutela e garanzia, liberi e au-
Ho equiparato il reddito di cittadinan- ta politica. tonomi. Ma che c’entra tutto que-
za a un comune bastone, che può Se dovesse valere solo la prima sa- sto con il reddito di cittadinanza?
servire sia per far meglio deambu- remmo allo Stato autoritario, se in- C’entra, perché tra le forze politiche
lare il claudicante sia per colpire vece dovesse prevalere la seconda presenti nel Paese ne troviamo una,
l’astante. Se il reddito di cittadinan- torneremmo al primordiale stato di importante, che ha chiesto di anda-
za (che in verità proprio di cittadi- natura. re al Governo con la maggioranza
nanza non è) sia cosa buona e giu- Ne consegue che, nell’ambito dello assoluta, sdegnando gli accordi,
sta oppure no, nella nostra terra di Stato, deve aversi la continua ricer- smentendosi subito ampiamente nei
mezzo, dipende… dipende dall’inten- ca dell’equilibrio tra diritti e doveri, fatti ma non nell’intenzione (cosa più
zione di colui che lo manovra. tra libertà e subordinazione all’au- che lecita), per cambiare il modo di
Per meglio precisarmi ho richiama- torità, che va ben oltre la meccani- fare politica e anche la Costituzione,
to quanto scritto da Sabino Cassese ca, e pur essenziale, pronuncia po- per dare forma allo Stato secondo la
in un suo recente libro-intervista. polare. L’espressione del voto è fon- propria immagine e i propri desideri
Cassese sottolinea che lo Stato è un damentale, com’è tuttavia ugual- (questo, a ben vedere, sarebbe un po’
prodotto della storia e non è, certa- mente fondamentale la salvaguardia meno lecito).
mente, il risultato di un’invenzione e il rispetto dei valori e dei diritti del- Mentre un’altra, ugualmente impor-
recente. Lo Stato si è formato nel l’uomo e del cittadino: alla maggio- tante, con maggior modestia, ha il
proprio spazio territoriale in manie- ranza degli elettori, che corrisponde segretario che si accontenterebbe, e
ra progressiva, con materiali da co- quasi sempre a una minoranza di cit- gli par poco, di avere i pieni poteri!
struzione i più diversi: in esso si ri- tadini - da qui l’importanza dei siste- Dobbiamo farci una ragione che or-
scontrano e si contrappongono ele- mi elettorali - magari temporanea- mai c’è un’Italia profonda, quella che
menti di origine autoritaria e di ori- mente obnubilata segue a pag. 7
gine liberale e si ravvisano pure i ri- da qualche piffe-
medi per limitarne gli eccessi in un raio magico, non
senso o nell’altro. può essere conces-
Nello Stato di diritto si ha, semplifi- sa la possibilità di
cando molto, una legge uguale per violare i diritti uma-
tutti alla quale tutti debbono soggia- ni, il diritto interna-
cere e un giudice indipendente dai zionale, il diritto di
poteri costituiti. Lo Stato, oltre a proprietà e così via.
garantire i diritti fondamentali uni- In sintesi: alla liber-
versalmente riconosciuti, deve con- tà di cui godono gli
sentire la partecipazione politica di elettori non può es-
tutti i cittadini e i suoi governanti sere consentito di
debbono essere legittimati dal corpo negare se stessa.
Economia 7

da pag. 6

Luca Ricolfi definisce la società del


signoraggio di massa, alla quale
poco o nulla interessano i diritti civili
e che invece si attesta con fermezza Corsi di formazione per la sicurezza
nella ricerca, salvaguardia e afferma- dei lavoratori, patentini per PLE, GRU,
zione dei propri diritti sociali: la de- CARRELLI ELEVATORI, movimento
stra, in Italia, si è sempre definita so- terra, trattori portuali, agricoli e
ciale, collocandosi su questi temi, in forestali, ponteggi PiMus, lavori in
qualche occasione, più a sinistra del- quota e confinati. Attestati Elettricisti
la stessa sinistra. PAV e PES, ecc.
Fermo restando che la battaglia vera
per l’ascesa al Governo, all’agogna- ADDESTRA
to Potere, si svolge al centro dello Sede operativa regionale Toscana:
schieramento politico e dell’insedia- Via Le Spianate 45 - Rosignano M.mo
mento sociale, le frange estreme han- Tel./fax 0586.759023 - Cell. 334.5265673
no alto valore nel dispiegamento tat- E-mail: toscana.li@eco-cert.it
tico mentre da un punto di vista stra-
tegico sono niente.
Il reddito di cittadinanza è pertanto,
oggi, il prezzo della momentanea al-
leanza tattica con certe aree territo-
riali e ben individuati strati sociali, es-
sendo svincolato, per come pensato
e introdotto, da qualsiasi visione di
lungo periodo. Se dovesse essere in-
serito in un ragionamento di più am-
pio profilo, di programmazione eco-
nomica e sociale (il prezzo per otte-
nere maggiore coesione sociale) as-
sumerebbe allora il significato di ri-
sposta a un’accertata necessità (il
bastone che aiuta il claudicante a de-
ambulare), se invece dovesse perdu-
rare per i soli fini demagogici, come
strumento finalizzato all’ottenimento
di maggiore consenso elettorale per
aprirsi la via al Potere (…dopo ci
pensiamo noi!) allora manterrebbe
tutt’altro significato (il bastone usato
per colpire l’astante). La stessa cosa
può essere quindi opportuna e giusta
o inopportuna e pericolosa: dipende…
dipende dalle intenzioni e la politica
è quasi tutta compresa in questo di-
pende.
Sì, ragionamento un po’ complica-
to, ha detto in conclusione un amico;
ma tu cosa avresti fatto?
Dipende… ho risposto, forse avrei
riaperto, adeguandoli al momen-
to, i Cantieri Fanfani. Se lo aves-
sero fatto, a suo tempo, anche per
gli immigrati non sarebbero sorti
tanti problemi: ma chi si ricorda,
oggi, dei Cantieri Fanfani?
8 Economia

Il protezionismo di Trump
di Livio Lazzeri

In America la globalizzazione ha fatto invece dovrebbe essere basato sulla li-


vincitori e vinti. A vincere sono state le bera concorrenza. Sono palliativi che
grandi multinazionali ed i loro dirigen- non risolvono i problemi. Quindi, nono-
ti, che si sono arricchiti a dismisura; a stante i dazi, la bilancia commerciale dif-
perdere è stata l’enorme classe media ficilmente cambierà.
americana (impiegati ed operai), che è Una cosa invece è certa: la qualità della
scivolata verso la povertà. In effetti la vita degli americani peggiorerà. I dazi
globalizzazione, con la delocalizzazio- faranno aumentare i prezzi, a danno so-
ne delle fabbriche dall’America ai pae- prattutto dei ceti medi, che vedranno
si in via di sviluppo, ha causato la per- ridursi il loro potere d’acquisto. Non
dita di milioni di posti di lavoro e quin- solo. La crescita dei prezzi, e quindi del-
di l’impoverimento della classe media. l’inflazione, potrebbe indurre la Fed ad
Trump si è presentato come il paladi- alzare i tassi d’interesse, cosa che pro-
no dell’anti-globalizzazione, ed ha vin- durrebbe altri due effetti negativi: il ral-
to le elezioni. lentamento dell’economia ed un apprez-
Coerentemente, una volta eletto, Trump zamento del dollaro. Il risultato è che il
ha dato inizio ad una politica economi- protezionismo, anziché portare benefi-
ca tutta volta alla de-globalizzazione. ci, finirà per fare dei danni: avremo un
Questa sua politica un po’ naif (Trump ulteriore impoverimento della classe me-
Donald John Trum, Presidente Usa.
non ha voluto nessun economista nel dia, senza nessun ritorno dei posti di la-
suo gabinetto, perché li ritiene tutti filo- voro di una volta.
globalizzazione) si basa su una consta- siamo in un mondo globale e se una Trump pensa che in una guerra di dazi
tazione: la globalizzazione, che si fon- cosa non si può importare da un pae- con la Cina, a rimetterci sarebbero i ci-
da sulla libera circolazione di merci e se, si può importare da un altro o per il nesi perché sono più dipendenti dalle
capitali, rende vantaggiosa la deloca- suo tramite. esportazioni verso gli USA di quanto gli
lizzazione delle fabbriche perché poi se In particolare Trump ha messo nel mi- USA non dipendano dalle esportazioni
ne può importare i prodotti liberamen- rino Messico e Cina, i paesi dove più verso la Cina. Il ragionamento è sempli-
te. Se si ostacolano le importazioni, si gli USA hanno delocalizzato e da dove cistico e fondamentalmente errato. La
torna a produrre in casa e quindi tor- più importano. In effetti il deficit com- Cina è passata da una crescita trascina-
nano le fabbriche e con esse i posti di merciale americano ammonta a circa ta dalle esportazioni ad una crescita tra-
lavoro. Trump ha in sostanza scoper- 350 mld con la Cina e a circa 65 mld scinata dall’economia interna. Il mer-
to una verità, peraltro incontrovertibi- con il Messico. Trump ha minacciato cato interno della Cina è costituito da
le: le esportazioni creano posti di lavo- di imporre pesanti dazi alle loro merci: 600 milioni di individui di ceto medio,
ro, mentre le importazioni li riducono. 20% al Messico, 45% alla Cina. più del doppio di quello americano. Or-
La differenza in valore tra le esporta- L’errore di Trump è ritenere che negli mai basta la domanda interna per assor-
zioni e le importazioni è detta bilancia scambi commerciali tra due paesi ci sia bire gran parte della sua produzione, ed
commerciale. Se è positiva si ha un at- sempre un vincitore ed un vinto, men- esportare è quindi sempre meno neces-
tivo commerciale, mentre se è negati- tre spesso i vantaggi sono per entram- sario. Tuttavia, volendo, la Cina potrebbe
va si ha un deficit commerciale. bi i paesi. Ma l’errore più grave è rite- mantenere inalterato il livello delle espor-
Gli Usa hanno un deficit commerciale nere che il deficit commerciale si pos- tazioni vendendo ad altri paesi ciò che
enorme (circa 800 mld di dollari), per sa correggere con i dazi. E’ un errore vendeva agli USA. In tal caso il danno
cui, riducendolo, si possono ottenere madornale. Infatti è notorio che i volu- per gli USA sarebbe doppio, perché in
molti posti di lavoro. Il deficit com- mi di import-export dipendono in mi- quei paesi si verrebbe a creare una con-
merciale USA è la somma dei deficit nima parte dalla politica commerciale, correnza insostenibile per le imprese
commerciali con tutti gli altri paesi, e mentre invece dipendono pesantemen- americane.
per questo Trump, ancora un po’ in- te dalla macroeconomia (risparmio, in- Ma se le armi degli Stati Uniti sono un
genuamente, si è fissato sui disavanzi vestimenti, competitività, etc.). Le po- po’ spuntate, quelle della Cina sono in-
commerciali bilaterali, anche se questi litiche commerciali come i dazi sono vece ben appuntite. Infatti essa dispone
hanno scarsa importanza. Infatti oggi una alterazione forzosa del mercato, che segue a pag. 8
Economia 9

da pag. 7 Tutta un’altra musica ed un’altra effi-


di un forziere ben rifornito, con riserve cacia rispetto alla insulsa guerra dei
che ammontano a 3000 miliardi di dol- dazi.
lari. Inoltre ha una economia a control- Per finire, qualche considerazione sul-
lo centralizzato, che la agevola nell’adat- l’attuabilità del protezionismo di Trump.
tarsi ai cambiamenti. Infine la Cina ha Probabilmente il Congresso ostacolerà
in ostaggio, sul suo territorio, una mi- il protezionismo. Infatti i repubblicani
riade di fabbriche statunitensi. Poiché sono da sempre per il commercio libe-
ha sempre rispettato le regole, non è pen- ro da vincoli, e i democratici pure, an-
sabile che proceda ad un sequestro an- che se con qualche distinguo. Vedre-
che temporaneo dei beni americani sul mo. Inoltre gli USA fanno parte del-
suo suolo. Tuttavia, utilizzando metodi l’Organizzazione Mondiale del Com-
legali, potrebbe rendere molto difficile mercio (OMC), e si sono impegnati a
la vita alle imprese americane. rispettarne le decisioni in materia di con-
Infine, rimanendo sul piano puramente troversie.
commerciale, non sono affatto da sot- L’introduzione di dazi farebbe sicura-
tovalutare i danni che deriverebbero al- mente nascere controversie. Trump
l’economia USA da una guerra commer- non può ritirarsi dall’OMC di sua ini-
ciale con la Cina. Gli USA vendono alla ziativa, ma ha bisogno dell’approvazio-
Cina servizi (istruzione e turismo), ae- ne di entrambe le camere, cosa impro-
rei e derrate alimentari, tutte cose di cui babile da ottenere.
la Cina potrebbe approvvigionarsi altro-
ve, con grave danno dell’economia ame-
ricana. Le prime battaglie hanno visto
la Cina applicare dazi proprio alle im-
portazioni agricole dagli USA. Questo
ha fatto precipitare nella crisi gli agri-
coltori americani e ha costretto l’am-
ministrazione Trump a intervenire con
sovvenzioni per una spesa complessiva
di ben 28 miliardi di dollari in due anni.
Tra l’altro gli stati americani a vocazio-
ne agricola sono tutti di fede repubbli-
cana. Infine la Cina, con il suo ceto
medio di 600 milioni e più di individui, è
il più grande mercato al mondo per i
prodotti ad alta tecnologia dei paesi
avanzati, Usa ed Europa in testa. Esser- Imballaggi industriali - Servizi
ne esclusi sarebbe un grave danno. Non Facchinaggio - Gestione aree verdi
sorprende quindi che la Cina appaia tanto
sicura di sé. Via dell’Industra 1/B - Tel. 0586/767500 - Fax 0586/792299
Altro paese che Trump ha messo nel ROSIGNANO SOLVAY
mirino è il Messico, che con il Canada e
gli stessi USA aderisce al trattato di li- info@logiros.it - web site: www.logiros.it
bero scambio denominato Nafta. Il Nafta
vieta l’applicazione di dazi tra i paesi
membri e per uscirne è necessaria l’ap- DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano
provazione di entrambe le camere, cosa .............................................
AREZZO LUCCA
difficile da ottenere. San GiovanniValdarno Gallicano
Montevarchi Antraccoli
Trump ha rinunciato ad una guerra dei Terranuova Bracciolini
Altopascio
dazi col Messico ed ha invece intrapre- Loro Ciuffena
Ponte alla Ciliegia
Viale Santa Margherita (AR)
so la strada della revisione del Nafta. ............................................. .............................................
L’accordo che è stato raggiunto dovrà SIENA PISTOIA
Abbadia san Salvatore Panicagliora
essere sottoposto all’approvazione del Sovicille .............................................
parlamento. I dettagli non si conosco- ............................................. LIVORNO
FIRENZE Via Cattaneo (LI)
no e molti aspetti sono ancora da defi- Viale Guidoni (FI) * .............................................
nire. Si parla però di salari minimi e di- San Polo (FI) PISA
ritti sindacali da garantire ai lavoratori Fucecchio MontecatiniVal di Cecina
* in ristrutturazione
messicani.
10 Cinguettare

In questo mese di novembre Livorno vocata all'ascolto e alla dedizione dei


salirà alla cronaca mondiale per una soggetti "meno abili". A Livorno e pro-
mostra di grande spessore su Amedeo vincia, ma anche a livello regionale e
Modigliani. Finalmente un giusto tribu- nazionale, è stato un punto di riferimen-
to ad un'artista capace di attrarre mi- to dell' Associazione nazionale mutilati
riadi di persone affascinate dai suoi ri- e invalidi civili.
tratti enigmatici e profondi. La città Con lui fondammo a Livorno l'istituto
colga questa opportunità con orgoglio formativo dell'associazione denomina-
e sappia mettere in campo le migliori to Isfordd che avvicinò giovani che
energie per favorire un'accoglienza facevano servizio civile nei locali degli
che lasci, in ogni visitatore, memorabi- Scali del Pesce e tanti altri che aveva-
li emozioni. no bisogno di formarsi per entrare nel
***
Il premio Emanuele Casalini quest'an- Cinguettare di Luca Lischi
mondo del lavoro.
Il primo corso fu con la Fondazione
no è stato accolto a Livorno nella casa Toniolo di Pisa, guidata da don Enrico
circondariale Le Sughere. Il Premio, Giovacchini, una persona che seppe
nato a Porto Azzurro, è rivolto ai dete- cogliere le priorità evangeliche di dedi-
nuti (compreso i minori) delle carceri carsi agli "ultimi" offrendo occasioni di
italiane e ha come obiettivo quello di rio, e tanti prodotti gastronomici di qua- formazione sociale sulle tracce del be-
favorire, attraverso la scrittura, (poe- lità. E per i più piccoli laboratori di ato prof. Toniolo. Tanto bene è stato
sia e narrativa) un'azione educativa. Il Slow Food per educare al mangiar disseminato tra i giovani "invalidi". Pro-
volume "l'altra libertà", stampato gra- sano, al mangiare bene. vo ancora grande emozione quando
zie alla Regione Toscana, raccoglie gli *** incontro alcuni di loro in viaggio in tre-
scritti dei premiati e selezionati e rap- Quando si celebrano anniversari è "na- no, che si recano a lavoro in varie parti
presenta un valore sociale e culturale turale" riflettere. L' anniversario spro- della Toscana, e ricordo quei momenti
rilevante, in quanto gli scritti sono va- na a pensare e a ringraziare. Penso ai trascorsi con Gigi a programmare atti-
lutati da giurati autorevoli di prestigio cinquanta anni (proprio 50!) di sacer- vità e a pensare a progetti di inseri-
nazionale, tra cui Ernesto Ferrero, già dozio di don Ordesio Bellini. Un prete mento lavorativo.
direttore del Salone del libro di Torino a servizio della Chiesa e del prossimo, È stato un instancabile tessitore di dia-
e affermato scrittore, vincitore del Pre- con il carisma di una vocazione arric- logo con le istituzioni e ha sempre ma-
mio Strega con N. (Napoleone) e sem- chita dalla sua comunicativa parola. nifestato una sensibile dedizione ai di-
pre capace di offrire occasioni di ri- Una parola schietta e determinata, ritti degli invalidi. Conserveremo un
flessione con il recentissimo romanzo spontanea e diretta, che spesso anche ricordo indelebile di una persona che
"Francesco e il sultano" . "ferisce", ma mai una parola banale e ha contribuito a costruire una città più
*** superficiale. Anzi sempre raffinata e solidale contribuendo a dare voce e spe-
Il 16 e il 17 novembre presso il Termi- pungente, come sanno fare i predica- ranza alle persone invalide e ai loro fa-
nal Crociere torna la manifestszione tori, che mai si prestano al "mordersi miliari.
"Mare di vino" . Quest'anno giunta alla la lingua" e ad essere accomodanti, È stato significativo che nella giornata
10 edizione festeggia un compleanno ma della lingua fanno il loro baluardo nazionale dell'Anmil a San Vincenzo,
importante. Un plauso alla Fisar per e il loro vessillo perché "il Signore è l'assessore regionale Cristina Grieco,
questo appuntamento che mette in loro forza e loro canto". abbia ricordato Luigi Del Bravo per il
mostra le eccellenze delle provincia di *** suo costante impegno e la sua ammi-
Livorno e non solo. Vino, ma anche Nel mese di ottobre si è incamminato revole dedizione per i disabili, anche
olio con la manifestazione "c'è olio e verso "nuovi giorni" Luigi Del Bravo. come componente della Tripartita Re-
Olio": regalati un prodotto del territo- Una persona mite e profondamente gionale.

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
Spigolature 11

“Salvini santo subito” anche tanti giovani) si è fatta notare

ure una con la seguente scritta: “Salvini

t
Sull’edizione di lunedì 28 ottobre de Il santo subito”.

ola Tirreno è stato pubblicato in prima pa-


gina come titolo e poi ripreso nelle pa-
Erano in vendita poi souvenirs dell’or-
rore: accendino con la avastica a 5

ip g
gine di “attualità” un ampio servizio di euro; busto del Duce a 20 euro; la ban-
una manifestazione fascista svoltasi a diera nazista a 13 euro.

S Predappio in occasione dell’anniver-


sario della Marcia su Roma. Tra le
magliette indossate dagli oltre tremila
Anche se riteniamo superfluo da parte
nostra ogni commento, non vorremmo
che il nostro Paese si incamminasse
attivisti (non solo vecchi nostalgici ma verso una svolta reazionaria.

Un signore, incuriosito,

Le rime s’avvicina all’ambulante:


“Anch’io vendo caldarroste
ed ho un dubbio ossessionante.
di Franco Biancani
Come può offrir castagne
ad un prezzo così basso?

“Caldarroste Io le vendo quasi al doppio


e di certo non ci ingrasso.

“Caldarroste! Caldarroste! E pensare, glielo dico


Per tre euro solamente quasi fossi in confessione,
un cartoccio di castagne per ridurre molto i costi
belle calde, cotte al dente! sa che fò? Rubo il carbone!”

Forza! Questa è un’occasione L’ambulante sottovoce:


‘chè non le trovate a meno! “Io comprendo le sue lagne.
Profittate! Siamo in fondo! Ma le spiego. Oltre al carbone
Ne ho vendute un autotreno!” rubo anche le castagne!”
12 Livorno

A PROPOSITO DI QUEL BRUTTO, BRUTTISSIMO, ECOMOSTRO DEL SILOS IN PORTO

L’importanza del profilo


di Franco Spugnesi Tutto questa introduzione serve ad
affrontare un tema che interessa la
nostra Livorno.
Anche le città hanno un profilo, un Uno dei più gettonati lamenti quan-
lato migliore con cui si presentano do si parla di turismo a Livorno ri-
a chi arriva da fuori, e le vede per guarda il rimpianto di vedere tanti
la prima volta. turisti che sbarcano e tanti pochi
Questo profilo può dire molto per il che si fermano ad ammirare la no-
successivo sviluppo del rapporto stra città.
che si instaura tra l’osservatore e Per avere un’idea dello skyline che
l’oggetto dell’attenzione. Livorno offre a chi la raggiunge dal
Come accade tra le persone la pri- mare basta andare ai “Piloti”, all’im-
ma occhiata, il profilo, può solleci- boccature del porto. Livorno è bel-
tare interesse, ammirazione, addi- la, le navi all’ormeggio, la fortezza,
rittura amore... tutte cose che do- le cupole di S.Caterina e S. Ferdi-
vranno essere approfondite dalla nando sono una straordinaria vedu-
conoscenza, dalla frequentazione ta ma il SILOS (nella foto) è brutto, protetto, alla stregua dei panda,
dal desiderio di continuare susci- cosa dico brutto, è orrendo. Impo- l’unica soluzione è renderlo deco-
tato dalla prima occhiata. nente monumento butterato dal roso, facendolo diventare un’attra-
tempo e dagli escrementi che inter- zione per esempio dipingerlo,
rompe un profilo più che accettabi- come va di moda adesso, a mo’ di
le. murales, con altri trentamila euro
Probabilmente nessuno si scanda- può venire un buon lavoro. D’altra
lizzarà, un porto si sa è un impian- parte non si capisce perché il Co-
to industriale, non un approdo turi- mune si affanna ripulire le brutture
stico, ha bisogno di impianti, capan- della città per renderla accoglien-
noni, magazzini, anche dei mucchi te e gradevole e ugualmente non
www.porto.livorno.it di carbone o di caolino, ma perché dovrebbe fare l’autorità portuale per
E-mail: info@porto.livorno.it sopportare questo ecomostro gi- la zona della città di sua compe-
Tel. 0586 249 465 - 249 411 gantesco in disuso da 50 anni pian- tenza.
Fax 0586 429514 tato in mezzo ad una banchina, di
fronte alla stazione marittima, rifu-
gio di topi e piccioni?
Quello spazio è prezioso, non è il
“nobile interrompimento” di Piazza
Grande, ingombrante, ma che a
qualcosa serve, questo non è non
Per. Ind. Claudio Cavallini solo brutto ma anche dannoso.
✦ Sicurezza Si sente dire che il silos sia protetto
✦ Tecnologie - Ambiente dalla sopraintendenza delle belle
✦ Energia - Lavoro arti come reperto di archeologia in-
✦ Perizie Giurate dustriale... tanto che il vecchio sin-
✦ Corsi Formazione ✦ HACCP daco buttò trentamila euro per un
concorso di idee che doveva inven-
S .T.A.E.L. sas
.T.A.E.L. tare un utilizzo alternativo del mo-
Sede operativa regionale Toscana: stro... ma nessuno propose l’idea
Via Le Spianate 43 - Rosignano M.mo
più ragionevole: quella di abbatter-
Tel./fax 0586.759023 - Cell. 334.5265673 -
E-mail: info@studiostael.it
lo definitivamente.
Se il vecchio silos dovesse essere
Livorno 13

Oltre a “Effetto Venezia” e Modigliani ci sono tanti altri personaggi da mettere in mostra

Valorizziamo Livorno
di Marcello Battini
cannibalizzare le città sorelle della co- Livorno è una città di praticanti sportivi,
sta, esploderà nei prossimi anni. ma non mi pare che vi si organizzino
Due sono attualmente le iniziative già manifestazioni
presenti nel calendario cittadino che sportive di respiro internazionale. E, nelle
Mi piacerebbe che la città di Livorno si
potrebbero ambire ad assumere una di- rare circostanze in cui ciò accade, di-
organizzasse per creare un ricorrente
mensione ed importanza non rionale. La fetta il possibile ed auspicabile coinvol-
calendario d’iniziative culturali e/o spor-
prima è “Effetto Venezia”, a condizione gimento dell’intera città. Lo spirito
tive, di livello internazionale, destinato
di modificare l’attuale prevalenza asse- d’ospitalità appare sfocato dai tanti no-
quindi, non solo a soddisfare le
gnata alle pulsioni mangerecce e gode- stri problemi. Ci dimentichiamo d’invi-
apprezzabili, ma limitate esigenze dei
recce, per ricondurla, tare e di coinvolgere i nostri possibili
cittadini livornesi e riscoprendo, come
invece, agli elevati livelli culturali che ospiti, vicini o lontani che siano.
ogni città portuale, le tradizioni interna-
hanno contrassegnato i suoi inizi. La Non ho la pretesa d’essere esaustivo
zionali della sua nascita e sviluppo, riu-
seconda è “la manifestazione veliera” sull’argomento. Della maggior parte delle
scisse a richiamare delle correnti turi-
che deve acquistare una maggiore va- cose di cui ho parlato, ho scarse o nulle
stiche internazionali, così da consentire
lenza sportiva ed essere maggiormente competenze e di ciò me ne scuso con i
alla città (ed ai suoi cittadini) di sostitu-
integrata con il resto della città. lettori (ma senza essere presuntuoso, sul
ire con le persone, le tante tonnellate di
Poi non mancano davvero gli spunti per “marketing” e sull’Economia, potrei dire
merci che, a causa dei cambiamenti in-
tante altre iniziative che solo Livorno qualcosa). Il mio scopo è più modesto.
tercorsi nei traffici marittimi mondiali
può e dovrebbe saper organizzare, in Solo quello di proporre alle persone di
(oltre a un’ultra decennale distrazione
modo degno ed avvincente. La valoriz- buona volontà come ci potremmo muo-
degli addetti ai livori), non toccano più
zazione del pittore livornese Modiglia- vere per far crescere, a Livorno, il lavo-
il nostro Porto.
ni, ma anche quella dei numerosi pittori ro, a condizione di mettere da parte i
Nel cambio, oltretutto, la città ne po-
macchiaioli e del livornese Giovanni Fat- livori.
trebbe uscire più forte. Le merci porta-
no soldi. E’ vero. Ma le persone, oltre ai tori, non sarebbe solo attrattiva per i
soldi, portano anche sentimenti, idee, tanti livornesi che amano la pittura.
passioni, esperienze, tali da consentire La valorizzazione del poeta livornese
una crescita umana, altrimenti impossi- Piero Ciampi (solo per restare al passa-
bile. to recente) non darebbe gioia solo ai
Il momento storico potrebbe essere fa- tanti livornesi che apprezzano la poesia
vorevole, non solo perché il bisogno della e la musica (e qui il pensiero corre im-
città è del tutto evidente e, come si sa “ mediatamente a Pietro Mascagni).
il bisogno aguzza l’ingegno”, non tanto C’è da riportare alla luce la memoria
perché potremmo con qualche lustro di del dimenticato banchiere ed industria- Terminal Crociere
ritardo, fare squadra, in questo ambito, le Pietro Bastogi e del più noto, anche Piazzale dei Marmi - Livorno
con le città sorelle di Pisa e Lucca, ma se osteggiato (così sembra) banchiere Tel. 0586.202901
soprattutto per la grossa crisi di voca- ed economista Carlo Azelio Ciampi.
Cosa stranissima. Perché i livornesi
Fax 0586.892209
zione turistica che, al di là delle appa-
renze, già lambisce Firenze e che, se amano i soldi, ma sembra non amino
l’Area fiorentina non cambierà l’attuale coloro che sanno come far fruttare info@portolivorno2000.it
indirizzo di questi soldi con il lavoro.
14 Livorno

DOPO LA CRISI DEL SETTORE INDUSTRIALE

TURISMO: un comparto
che Livorno deve valorizzare I professionisti dei Viaggi organizzati
e Tours di Gruppo

per dirigersi verso frettolose visite a info 333.33.87.419 Giovanni


di Giovanni Schiano
Firenze, Pisa, Lucca, Siena ed altre lo-
calità che hanno un potere di ampia
La crisi del settore industriale è, ormai, attrazione per le loro bellezze artisti- Mercatini di Natale
una desolante realtà: molte, troppe fab- che. Solo una minoranza si trascina, Innsbruck/Brunico/
briche sono state chiuse o si sono tra- penosament,e in piazza e via Grande Bressanone
sferite, poche quelle che hanno inizia- senza una meta precisa. Eppure Livor- 30 novembre – 01 dicembre
to un'attività, una situazione che ha ri- no offre storia, cultura e tradizioni di Quota di Partecipazione € 170 -
dotto, sempre di più, i livelli occupa- grande rilievo. Supplemento singola € 20
zionali e che hanno costretto molti gio- Nel campo della cultura basta ricorda-
vani livornesi ad emigrare in altre lo- re "i macchiaioli" una scuola pittorica
calità o, addirittura, all'estero. Mercatini di Natale
di grandi tradizioni che ha avuto il suo Cortina/Brunico/San Candido
Di fronte ad una situazione che non fondatore Giovanni Fattori, ispiratore e
sembra avere inversione di tendenza, 07/08 dicembre
maestro di tanti notissimi pittori, tra cui Quota di partecipazione € 170 -
il comparto turistico potrebbe, se con- il grande Modigliani che finalmente avrà
venientemente valorizzato ed ampliato, Supplemento singola € 20
il "Suo trionfo" nella mostra ai Bottini
essere fonte di nuova occupazione. dell'Olio che la nuova giunta comunale,
Con piacere abbiamo appreso che la Mercatini di Natale
guidata dal Sindaco Luca Salvetti, ha
nuova giunta eletta dopo le ultime ele- Alsazia…i più belli del mondo
voluto "regalare" a Livorno.
zioni, sia intenzionata seriamente a svi- 05/08 dicembre
Nell'occasione Livorno sarà invasa da
luppare questo importante comparto Quota di Partecipazione € 420 -
migliaia e migliaia di visitatori prove-
economico. E' nostra opinione, condi- nienti non solo dall'Italia ma anche dal- Supplemento singola € 90
visa da molti, che Livorno non abbia suf- l'estero. Ecco questa può essere l'oc-
ficientemente considerato un settore che casione, da non perdere, per invitare *******************
invece ha assunto grande importanza in coloro che saranno ospiti della nostra Capodanno Costa Brava &
moltissime località del nostro paese. bella città, a visitare anche le due For- Barcellona
Livorno, ormai da molti anni, è dive- tezze Medicee, il monumento ai Quat- 28 dicembre/02 gennaio
nuto "tappa" delle navi da crociera che tro Mori, un'autentica esclusiva, che Quota di partecipazione € 590 -
trasportano migliaia di turisti la mag- merita di essere compiutamente valo- Supplemento singola € 130
gior parte dei quali, scende in banchi- rizzata spiegandone la nemesi storica.
na, sale sui pullman o sui taxi in attesa, Il Teatro Goldoni, un'autentica prezio- Capodanno Napoletano
sità, che deve essere utilizzato per con- 30 dicembre/02 gennaio
certi di musica del grande livornese Pie- Quota di partecipazione € 510 -
tro Mascagni organizzati proprio per Supplemento singola € 80
questa tipologia di croceristi. Infine la
terrazza Mascagni con il "Lungoma- Capodanno Cremona/Garda/
re" uno dei più belli e lunghi d'Italia. Verona
Ed infine il problema dell'accoglienza 30 dicembre/01 gennaio
che deve essere "decisamente miglio- Quota di partecipazione € 380 -
Verifiche apparecchi di sollevamento
GRU, PLE, CARRI PONTE, GRU a rata " in particolare nel servizio alla Supplemento singola € 50
TORRE, CARRELLI ELEVATORI, SCA- clientela: oggi, diciamocelo, piuttosto
LE AEREE, verifiche apparecchi a carente. Non è concepibile che il clien- …….e altro ancora
pressione GENERATORI, AUTOCLA- te, specialmente straniero ma non solo,
VI, PED, TPED, verifica ascensori, ve- sia costretto a portarsi la consumazio-
rifica impianti di terra. INFO - I Viaggi del filo rosso -
ne al tavolo perchè, in molti locali, non Corso Mazzini 196 Livorno, tel
ECO Cer tif icazioni Spa
tificazioni è previsto il servizio al tavolo. 0586 492220 fax 0586 810060
Sede operativa regionale Toscana: No, cari amici livornesi, se vogliamo www.iviaggidelfilorosso.com –
Via Le Spianate 45 - Rosignano M.mo veramente investire sul turismo dob-
Tel./fax 0586.759023 - Cell. 334.5265673 info@iviaggidelfilorosso.com
biamo adeguarci alle esigenze correnti
E-mail: toscana.li@eco-cert.it in tutto il mondo e non solo in Italia.
Livorno 15

L’Assessore comunale ne ha parlato a Il Centro

Simoncini e i problemi di Livorno


di Gianni Giovangiacomo zione di “progetti non credibili”, per que-
sto sono stati presentati dei nuovi pro-
Il direttore del “Centro”, Enrico Dello getti seri proposti da “reti di imprese”.
Sbarba, nel presentare Gianfranco Si- Vogliamo affrontare alcuni problemi ri-
moncini, ne ha tracciato il profilo politi- masti bloccati come quello delle bonifi-
co-amministrativo ricordando la sua che dove ancora non esiste un regola-
esperienza come Assessore in Regione, mento, e usare lo strumento della sem-
e oggi - ha aggiunto- è felicemente ap- plificazione delle aree portuali sulle pro-
prodato all’Assessorato del Comune di cedure relative alle merci. Inoltre veri-
Livorno per i problemi dell’economia e ficare le aree già disponibili come le aree
del lavoro. E’ evidente -ha concluso - la dismesse (ad esempio quella della TRW)
decadenza di Livorno sul piano econo- sparse sul territorio che possono già es-
mico e occupazionale, in questa situa- Franco Simoncini a Il Centro. sere valorizzate.
zione preoccupante sono notevoli le at- Vogliamo - ha continuato l’Assessore -
tese per la nuova Giunta. Per la Mostra su Modigliani del prossi- portare avanti le politiche del lavoro co-
Simoncini ha iniziato dicendo di aver ac- mo 7 novembre siamo partiti da zero e niugando le esigenze delle imprese con
cettato con piacere di poter dare una non è stata una cosa semplice!. Voglia- le disponibilità sul territorio. E’ stato sot-
mano alla nuova Giunta per una Livor- mo una Livorno capace di produrre toscritto il”patto” locale sulla formazio-
no che si rimetta in moto e sia all’altez- eventi culturali e di trattenere i turisti ne per riavvicinare il sistema delle im-
za del suo passato. La precedente Am- delle Crociere, la Mostra perciò costi- prese con la formazione al lavoro, lo
ministrazione non è stata pronta a rilan- tuirà una cartina di tornasole. Non di- stesso Comune vuole essere un buon
ciare la città, infatti il Piano regolatore mentichiamo poi che “abbiamo trova- tramite per la formazione “last in time”.
del Porto e la Darsena Europa “sono to una macchina comunale allo stre- La valorizzazione delle eccellenze con-
passati soprattutto grazie al Presidente mo” con alcuni dirigenti che sono an- siste anche nel creare una rete livorne-
Rossi”. Alcune precedenti scelte politi- dati in pensione, per cui è necessario se per l’innovazione attraverso l’Uni-
che “non hanno favorito lo sviluppo e aprire l’attività concorsuale. versità e cercando di attrarre finanzia-
si ripercuotono sulla situazione attuale”. Ci proponiamo di ricollocare Livorno menti regionali e Fondi comunitari con
Il Piano strutturale di urbanizzazione ri- in una strategia di livello nazionale, bi- i quali realizzare progetti importanti.
chiede degli strumenti nuovi, “invece sogna perciò lavorare sull’Accordo di Una realtà molto importante è quella
sono state ulteriormente ridotte le pos- programma che ha già prodotto dei ri- della componentistica (Continental,
sibilità di insediamento per le nuove im- sultati concreti con il collegamento di- Pierburg), ci troviamo di fronte, a bre-
prese”. Sono state create delle difficol- retto delle Ferrovie dall’interno del Por- ve, alla dismissione di ciò che riguarda
tà che hanno ingessato il territorio per- to all’esterno con lo scavalco. il settore auto, perciò bisogna ricercare
ciò oggi “l’orientamento è quello di an- La Darsena Europa è l’opportunità per componenti di prodotti legati alle nuo-
dare al piano operativo” proponendo al- lo sviluppo del Porto e la Regione ha ve tecnologie, questo potrà avvenire
cune varianti che possano evitare ulte- già stanziato 200 milioni di Euro. Biso- con la riqualificazione del personale e
riori danni. gna continuare l’attrazione sul territo- la creazione di nuovi prodotti richiesti
Bisogna fa sì che la nostra città sia ac- rio delle risorse regionali e statali, in- dal mercato aprendo le possibilità di in-
cogliente con un Comune “motore di fatti grazie alla Regione che ha finan- novazione per i nostri giovani. La vo-
sviluppo” per gli imprenditori richiedenti ziato 30 imprese sono stati creati 100 lontà dell’Amministrazione -ha conclu-
spazi di insediamento. Livorno ha nel posti di lavoro, mentre l’utilizzo sulla so Simoncini- “è quella di confrontarci
Porto il proprio sviluppo, sia commer- 191 delle risorse statali sono rimaste con tutti” e con “porte aperte” per le
ciale che turistico, ed è centro di pro- inconcludenti a causa della presenta- eventuali soluzioni.
mozione culturale dando attenzione alle

Ristorante Aragosta
eccellenze come possono essere i mega
CHIUSO IL MARTEDÌ

yacht, nello stesso tempo si devono


sviluppare i centri di innovazione e i
centri di ricerca negli stessi stabilimen-
specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei
ti. Bisogna capire le esigenze del terri-
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
torio cercando anche di entrare in set- Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
tori nuovi come può essere l’economia
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
circolare.
16 Livorno

qui Omaggio
Diocesi a San Francesco
In occasione della festa del 4 ottobre, ogni anno, una regione
di Fabio Figara
italiana è scelta per donare l’olio per la lampada che illumina
incessantemente la tomba del Patrono d’Italia.
«Un’occasione bella che, con tutte opera più famosa. Ma ricordiamo
le nostre spiccate differenze e ori- anche Cortona, con il Santuario
ginalità, ci fa incontrare attorno ad delle Celle, l’episodio della caccia-
un uomo povero, libero, santo, vi- ta dei diavoli da Arezzo, la visita e il
cino e fratello di tutti»: nella lettera soggiorno dai monaci Camaldole-
alla “gente di Assisi”, affidata ai si, in Casentino, e la sua presenza
Francescani della città umbra, i in molti altri luoghi toscani.
Vescovi della Toscana salutano il Hanno risposto all’invito non solo
popolo, ringraziando per l’opportu- alti prelati, ma anche autorità poli-
nità data loro di rendere omaggio a tiche laiche. Per Livorno hanno par-
Dio e a San Francesco con un ge- tecipato il Vescovo Mons. Simone
sto semplice e un dono umile. Ri- Giusti e numerosi sacerdoti, tra cui
correnza particolarmente sentita Mons. Luciano Musi, parroco di S.
per la nostra regione: infatti anche Giovanni Bosco in Coteto e fonda-
la Toscana è un po’ la “terra di tore della Ronda della Carità, che
Francesco”, ricca di luoghi tanto ha commentato: «È stato un onore Don Luciano
amati dal Santo e in cui ha trascor- e una soddisfazione personale re-
so importanti periodi della sua vita, carmi ad Assisi per questa impor-
attraendo numerosi «figli e figlie» tante ricorrenza, soprattutto per la
nei tre ordini nati dietro la sua scel- devozione e l’affetto che nutro per
ta di abbracciare la penitenza e San Francesco. Inoltre è sempre
Madonna povertà, seguendo radi- meraviglioso poter visitare Assisi e
calmente l’insegnamento di Cristo. i luoghi francescani!»
Proprio sul Monte della Verna, in- Una visita che ha assunto un’impor-
fatti, nel 1224, Francesco, l’alter tanza particolare in vista del pros-
Christus, “nel crudo sasso intra simo grande evento internaziona-
Tevero e Arno / da Cristo prese l’ul- le, fortemente voluto da Papa Fran-
timo sigillo / che sue membra due cesco, ad Assisi per il prossimo
anni portarno” (Paradiso XI, 106- marzo: “Economy of Francesco”
108), come riporta Dante nella sua sarà una serie di incontri per ripen-
sare l’economia globale, partendo
da una nuova proposta di educa-
zione che riguardi il futuro dei gio-
vani e affronti le prossime sfide,
nello spirito francescano. L’interno della basilica

La Basilica di Assisi
Rosignano 17

UN GRUPPO DI GIOVANISSIMI PER LA DIFESA DELL’AMBIENTE

“Rosignano for climate” esempio per “salvare il piane- l’Amministrazione comunale stiano dan-
ta”. do buoni frutti, specialmente nelle nuove
“Sono piacevolmente colpito generazioni. Il Comune di Rosignano Ma-
–ha dichiarato il Sindaco Da- rittimo da tempo promuove la partecipa-
niele Donati– dalla determina- zione della cittadinanza alla cura e gestio-
zione e dalla responsabilità ne del verde pubblico e privato, incorag-
con cui questi ragazzi si pro- gia l’adozione di comportamenti quotidia-
digano per la cura del nostro ni ecosostenibili e propone annualmente
territorio e più in generale per alle scuole attività didattiche volte alla co-
la salvaguardia dell’ambiente noscenza e alla tutela dell’ecosistema”.
che li circonda, raccogliendo Il gruppo di "giovani ambientalisti di
la plastica abbandonata sulle Rosignano" attualmente è composto da:
spiagge e praticando buone Alissa Bartolini, 12 anni; Gioele Barto-
Alcuni giovani che aderiscono a “Rosignano for climate" abitudini per ridurre l’impatto lini, 14; Ginevra Cesari, 12; Violante Ce-
ambientale. Sicuramente la sari, 10; Francesco Chiellini, 12; Giulia
Nelle scorse settimane, un gruppo di ra- loro scelta è stata favorita dall’attenzio- De Paoli, 14 Zoe Donati, 12; Mame Diara
gazze e ragazzi di Rosignano, tra i 10 e 14 ne mediatica che recentemente è stata de- Fall, 12; Maria Feri, 14; Lorenzo Geno-
anni, hanno incontrato il Sindaco e la Giun- dicata a livello mondiale all’emergenza cli- vesi, 12; Alesia Kollari, 12; Lorenzo Neri,
ta comunale al fine di presentare il proget- matica, ma credo che anche le campagne 12; Aurora Panizzi, 12: Francesca Sesti-
to frutto del loro impegno per la difesa di sensibilizzazione portate avanti dal- ni, 12.
dell’ambiente.
“Rosignano for climate” nasce dalla vo-
lontà di questi giovanissimi di dedicare IMPORTANTE RICONOSCIMENTO DELLASTRUTTURA DI PALAZZO BOMBARDIERI
parte del loro tempo a un tema di grande
attualità grazie alla progressiva presa di
coscienza da parte dell’opinione pubbli- Museo a rilevanza regionale
ca: i cambiamenti climatici. Pur essendo
Riccardo Cantini, prezioso collaboratore de vendosi a stretto contatto e sotto la supervi-
consapevoli che inquinamento, smog e ri- sione del Direttore del Museo, la d.ssa Edina
fiuti non possono essere ridotti drastica- “Il Centro”, è anche Presidente di una impor-
tante associazione culturale del nostro Co- Regoli, una vita dedicata a questo territorio
mente nel breve periodo, Alissa, Gioele, ha fatto sì che grazie alla sua perspicacia ed
mune: “Amici di M.AR.CO” (Museo Archeo-
Ginevra, Violante, Francesco, Giulia, Zoe, logico Comunale di Rosignano). Un gruppo alle indubbie capacità se il Comune di Rosi-
Mame Diarra, Maria e Lorenzo, si impe- di “Amici” costantemente in crescita, uniti gnano, ha il privilegio di essere, tra i primi
gnano nei luoghi in cui vivono per miglio- dall’apprezzamento culturale delle potenzia- protagonisti, per la ricerca ed il ritrovamento
rare il mondo che li circonda e dare il buon lità che questo territorio sa esprimere, muo- di reperti archeologici di grande valore. Re-
centemente al Museo di Palazzo Bombardie-
ri è stato riconosciuto lo stato di “MUSEO A
RILEVANZA REGIONALE”.
Ebbene, riservandoci, di trattare più ampia-
mente questo “patrimonio storico-cultura-
le” non possiamo non riconoscere o ignora-
re il ruolo essenziale di grande “supporto”
che l’Associazione, presieduta dall’amico
Cantini, svolge partecipando attivamente alla
realizzazione dei programmi di visite e in-
contri, sia all’interno dei Musei presenti sul
territorio (Rosignano Marittimo e Castiglion-
cello) che nelle località più suggestive del
territorio comunale: una per tutte l’area ar-
cheologica, ancora in fase di scavo e studio,
che ogni anno restituisce un pezzo di storia
di quello che fu l’antico porto di Vada Vola-
terrana.
Al caro amico Riccardo un ringraziamento ed
un incitamento a proseguire nella
sua essenziale attività di promozione cultu-
rale a valenza anche turistica che assieme al
Sodalizio svolge nel nostro Comune.
18 Montecatini Val di Cecina

MONTECATINI VAL DI CECINA HA INTITOLATO I SUOI SPAZI PUBBLICI


A DUE GRANDI STATISTI DELLA STORIA REPUBBLICANA.

Piazza
Aldo
Moro
e via
Enrico
Berlinguer Una stretta di manotra Enrico Berlinguer e Aldo Moro

di Sandro Cerri Consigliere Regionale. della politica italiana, evidenziando, ol-


Parlare di Enrico Berlinguer è toccato tre all’alto profilo politico ed istituzio-
invece a Giovanni Brunale, storico nale che gli stessi possedevano, anche
esponente del P.C.I., già Sindaco di il loro lato umano, spesso non cono-
Anche il paese di Montecatini Val di
Volterra, Deputato e Senatore della sciuto.
Cecina ha i suoi spazi pubblici dedicati
Repubblica. La giornata si è poi conclusa con la
a due grandi Statisti della Storia Re-
Le esposizioni dei due relatori hanno svelatura delle insegne che riportano il
pubblicana.
tracciato le figure di questi due grandi nome dei due statisti.
Infatti, con una semplice ma sentita
cerimonia istituzionale che si è tenuta
lo scorso 8 Settembre, il Comune di
Montecatini ha dedicato una Piazza ad
Aldo Moro e una Via ad Enrico Ber-
linguer.
La Piazza e la Via in questione sono
contigue, proprio a significare ideal-
mente la condivisione di valori altissi-
mi che i due Statisti avevano.
In Sala Consiliare, oltre alla Giunta ed
alcuni Consiglieri Comunali, erano pre-
senti i rappresentanti della viarie As-
sociazioni del Comune, oltre a nume-
rosi cittadini.
La cerimonia è iniziata infatti in Sala
Consiliare dove, dopo l’ascolto dell’In-
no Nazionale, il Sindaco ha aperto gli
interventi tracciando le figure istituzio-
nali dei due Politici, definendoli, tra l’al-
tro, “giganti” della politica.
Nel particolare, la figura di Aldo Moro
è stata tracciata da Piero Pizzi, storico
esponente della Democrazia Cristina,
di cui è stato anche Segretario Regio-
nale, oltre ad avere ricoperto il ruolo di Sandro Cerri, Sindaco di Montecatini Val di Cecina.
Attualità 19

AL CENTRO PIAGGIO
Nove progetti
Ego, un robot per le scuole
punta di diamante del futuro
di Mario Lorenzini
di Silvia Roccuzzo
Pochi giorni prima delle elezioni co-
munali ci è pervenuto da parte del-
Si chiama Ego, ed è una delle punte di l'ufficio stampa del Comune un do-
diamante del Centro Piaggio, centro di cumento dal titolo Nove progetti per
ricerca scientifica dell’Università di Pisa
le scuole del futuro.
nei settori dell’automazione, della
In occasione dell'intervento del vice
bioingegneria e della robotica; sviluppato
Sindaco all'incontro promosso da
in collaborazione con l’Istituto Italiano di
Tecnologia (IIT), è attualmente una delle
IL CENTRO chi scrive segnalò det-
avanguardie del settore. In sostanza si to progetto piuttosto importante per
tratta di un robot che funge da avatar per le nostre scuole.
l’uomo: un operatore comanda i movimenti Riteniamo pubblicizzarlo trattando-
Il Robot Ego con le sue mani prostetiche soft. si di un progetto di interventi di 30
del robot da una stazione di controllo, ed
Ego esegue i movimenti nel mondo reale, sempre in costante sviluppo, ottenere milioni di euro.
il tutto grazie ad un sistema di visione movimenti fluidi e naturali da parte del Il progetto è in esame alla Regione
costituito da una videocamera per il robot robot, proprio come se in loco ci fosse un e ci auguriamo che venga approva-
e un visore di ultima generazione per essere umano. to prima delle elezioni.
l’operatore, dove vengono riprodotte le Il robot è già stato impiegato con ottimi IL NUOVO POLO sorgerà nell'area
immagini riprese dal robot. risultati ad Amatrice, per valutare in in fondo alla discesa di Montenero,
Un altro punto di forza del robot è la sicurezza i danni arrecati agli edifici. a sud ovest di villa Morazzana con
capacità di regolare la forza applicata Per il futuro il Centro Piaggio ha in mente accesso da via Curiel, saranno di-
grazie a dei motori specifici e a delle mani di utilizzare lo stesso sistema teleoperante smesse le due scuole primarie Mon-
prostetiche soffici, rese il più possibile su un robot quadrupede, il cui progetto è tenero e Cave Bondi e trasferite la
simili alle nostre, la cui apertura per affidato ai giovani studenti della secondaria Montenero che attual-
afferrare oggetti è sempre telecomandata Università di Pisa, tra cui una nostra mente occupa un immobile non di
dall’operatore per mezzo di un joystick. concittadina. È dunque lecito pensare che proprietà comunale per il quale si
Per mezzo di Ego, l’uomo sarà in grado di da rinchiusi in gabbie per motivi di
paga un affitto passivo.
accedere in luoghi pericolosi per sicurezza nelle fabbriche, presto vedremo
Il polo di via Curiel ospiterà una
effettuare compiti altrimenti impossibili o robot soffici e dai movimenti fluidi e
comunque rischiosi per la salute, e grazie
scuola dell'infanzia con sei classi,
naturali agire intorno a noi, dovremo
alla teleoperatività e ed a tecnologie una primaria con dieci classi e una
soltanto imparare ad abituarci.
secondaria di primo grado con sei.
Un complesso da 18mila metri qua-
dri compreso un campo di pallaca-
nestra e un parcheggio.
UNA NUOVA SEDE PER LE DAL
BORRO.
La nuova sede sarà realizzata all'in-
terno dell'area di pertinenza delle
scuole XI Maggio in via Bois dove
Vendita al dettaglio andrà di fatto a sorgere un polo sco-
lastico di 570 alunni.
di carni e salumi UNA NUOVA SCUOLA MAZZINI
interamente prodotti EX PIRELLI IN VIA SGARALLI-
e lavorati in azienda NO. Sarà costruito un edificio a
forma di C da 8000 metri quadri.
Loc. Poggio Marchino - Rosignano M.mo Un progetto complessivo che deve
Tel. 0586.799032 diventare realtà. Questo il nostro
Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52 augurio
20 pubblicita

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

Acli Labor SOCIETÀ COOPERATIVA

Edilizia - Pulizie civili e industriali


Giardinaggio
Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline, Tel. 0586.790.751 - Rosignano S.
www.aclilabor.it

Stampiamo di di tutto
tutto anche
anche

O.M.P.
Stampiamo
in limitato
in limitato numero
numero di di copie
copie
aa prezzi
prezzi veramente
veramente eccezionali
eccezionali S.r.l.

CHIEDETECI UN
CHIEDETECI UN PREVENTIVO
PREVENTIVO ROSIGNANO SOLVAY
Via
ViaG.Razzaguta
G.Razzaguta 26, int. 13 (zona Collinaia) --Livorno
Livorno Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174

Tel. 0586/1732178
Fax. 0586.791173
E.mail: omp@omprosignano.it

Via della Repubblica 118

CA.PA. TER s.r.l.


ROSIGNANO SOLVAY
Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
e-mail: coopgiglio@tin.it
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

GUIDI Soc. SECOS srl

Costruzioni Edili e Industriali Associazione Nazionale Amministratori


Condominiali e Immobiliari

Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay ANACI Sezione di Livorno


Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

IL GIGLIO
SOCIETÀ COOPERATIVA
Manutenzione di aree verdi
civili e industriali - Arredo urbano
Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via dell’Industria 23 - Rosignano Solvay
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 www.ilgiglio.net

Di Gabbia A. & Figlio


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
SRL

PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI


Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
Attualità 21

FU ORDINATO SACERDOTE NEL LONTANO 26 OTTOBRE 1969

Don Ordesio:
cinquant’anni di sacerdozio
di G.G. E’ stato poi insegnante a Livorno
al Liceo Classico e a quello
Scientifico e quindi insegnante di
Era il 26 ottobre 1969 quando Teologia a Pisa a Camaiore e alla
Bellini venne ordinato sacerdo- Scuola don Marini. Da ricordare
te! Ci si aspetterebbe, data la anche l’impegno profuso in varie
sua lunga permanenza a Livor- parrocchie per terminare l’attivi-
no, che fosse stato ordinato, se tà pastorale in quella dei Sette
non a Livorno, in una delle dio- Santi Fondatori dove oggi dimo-
cesi toscane, ma non è stato ra allietato dalla compagnia del
così. suo cane Oliver, un magnifico La-
Ci ha spiegato che la sua ordi- brador.
nazione è avvenuta presso un Ma non è un vero pensionato,
Istituto di suore nella diocesi di non ha tirato i remi in barca, è
Poggio Mirteto-Sabina in provin- sempre sulla breccia, la sua ru-
cia di Rieti. brica sulla emittente televisiva
L’idea, in principio, era quella Telegranducato, sulla spiegazio-
della diocesi di Roma dove stu- ne, e non solo, del Vangelo della
diava, ma da Roma letteralmen- domenica è molto seguita e,
te “scappò” per non aver voluto come lui dice “me la tengo cara”.
sostenere un esame da lui defi- Don Ordesio Bellini Sono infatti tante le persone che
nito “insignificante”, a testimo- lo seguono con affetto da più di
nianza del carattere “indipen- ze (in pratica tre Lauree) in Te- vent’anni da tutta la Toscana, re-
dente” e battagliero che qualifi- ologia, Filosofia, Storia della centemente -ci dice-”all’Abetone
ca, da sempre, la vita di , anzi, Chiesa. Poi la sua vita si spo- un gruppo di persone mi ha rico-
a questo proposito ci ricorda che stò in Paraguay dove all’Univer- nosciuto e ho scambiato con loro
“qualcuno dice che sono un po’ sità Cattolica di Asuncion inse- qualche riflessione”.
matto!”. Venne ordinato da Mons. gnò sia Storia della Chiesa che Da qualche tempo scrive anche
Bogarin, Vescovo del Paraguay, Teologia e Filosofia. Rimase in sulla nostra rivista “Il Centro”, “è
che era a Roma per il Sinodo. Paraguay fino al 1976 quando ri- una nuova esperienza che fac-
Per il Paraguay c’è stato sem- tornò in Italia a Livorno, infatti cio volentieri e sono grato per
pre un amore sconfinato che l’ambiente socio-politico del Pa- quello che riesco a comunicare”.
ama ricordare ancora oggi. raguay non era tra i migliori. termina il nostro incontro con
Tutto cominciò a Montenero, Molti ricordano le dittature in una riflessione: “sono preoccu-
dove negli anni”60 esisteva una Cile, Argentina, Nicaragua gra- pato per la società in cui vivia-
struttura del Collegio Pio Latino zie anche alla consistente oppo- mo, certo la società così struttu-
Americano che accoglieva i se- sizione politica delle forze di si- rata è meglio rispetto alle pover-
minaristi delle diocesi dell’Ame- nistra esistente in Europa ver- tà diffuse di una volta, c’è anche
rica Latina. Da questo contatto so quei paesi, sono pochi inve- una ricchezza mal distribuita, ma
tra Livorno e l’America Latina e ce a rammentare la dittatura fe- ci sono anche tanti “spensierati”
con l’interessamento del vesco- roce del generale Alfredo Stro- che non sembrano comprende-
vo del Paraguay frequentò con essner che resse il Paraguay re i problemi, e mi spaventa che
impegno a Roma l’Università dal 1954 al 1989 con il pugno di tutte le tragedie della storia non
Gregoriana ottenendo tre Licen- ferro. siano mai percepite in tempo!”.
22 Cultura

Torna in scena un grande autore e poeta livornese

Massimiliano Ibba
con “Pentimentum”
di Lorenzo Taccini di sovvertire un siste-
ma ormai fuori con-
trollo all’umanità.
A volte ritornano e ci fa anche molto Ne esce un messag-
piacere. Massimiliano Ibba, autore e gio rivolto alle nuove
poeta livornese di successo, uomo di generazioni per un
teatro e persona attenta allo studio dei mondo migliore, fon-
meccanismi psicologici e sociali dell’uo- dato su altri presup-
mo, torna in scena al teatro dell’Aglio di posti, fatto da nuovi
Fauglia la sera dell’8 Novembre 2019 rapporti e relazioni più
con un nuovo spettacolo per la regia di umane, per dare ap-
Marco Filippi. punto una nuova op-
Pentimentum è un monologo interpre- portunità al mondo
tato da Massimiliano Ibba per la regia di intero.
Marco Filippi. Il risultato è monolo-
Un testo scritto a quattro mani per un go frenetico e serra-
teatro di parola in cui il racconto conce- to, ricco di narrazio-
Massimiliano Ibba
de poco o niente a tutto il resto. ni e racconti.
Il protagonista è Alex Kunz un agente Vicende che si dipanano in ogni angolo “un viaggio al termine della notte”, sarà
segreto che trovatosi al centro di intri- della terra, coinvolgono personaggi im- alla fine il buio, metafora di metafora,
ghi internazionali e di oscure trame per probabili sempre in bilico tra sogno e a rivelare la strada per un tempo fatto
la conservazione del potere, si pente per realtà. di tempo perché il futuro non passa
le malefatte viste e compiute e ipotizza Come in “un sogno fatto di sogni” in mai...
La scenografia è scarna, essenziale : una
poltrona in pelle, un grammofono su un

Vieni alla CISL


piccolo tavolo e un telefono nero anni cin-
quanta posato su una consolle in vetro.
CONFEDERAZIONE ITALIANA
Gli abiti sono appesi ad un carrello, e i
SINDACATI LAVORATORI cambi vengono fatti a vista in scena.
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE, C’è anche una “manichina”, ma non è
Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti, Permessi una donna...
di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori. Infine, per la fine, una grande lanterna
nera come quelle di un tempo!
Per info degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732

è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno


è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
e

sport, tempo libero, volontariato


assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
Livorno
ai migranti, alle famiglie
Cultura 23

sta Gianmaria Aliverta ha dato un risalto


preponderante rispetto all’impostazione
Cartellone di novembre
intimista del dramma. Il suicidio della pro- LIRICA:
tagonista, conseguente alla morte del -Sabato 23 novembre h. 20.30, con re-
bambino, si traduce in scena drammatica plica domenica 24 h. 16.00 va in scena
di stampo decisamente verista: dall’emis- “Le nozze di Figaro”, capolavoro di Wol-
sione vocale della cantante Valentina Boi fgang Amadeus Mozart, direttore Jacopo
alla gestualità, per cui anche la presenza Sipari di Pescasseroli, regia di Massimo
in scena di un coltello non previsto per- Gasparon, Orchestra della Toscana. Si ri-
ché il suicidio avviene per avvelenamen- corda agli spettatori che il lunedì che pre-
to, diventa il trait d’union tra i due atti cede l’opera, e cioè il 18 nov. h. 17, come
unici, in cui l’ amore illecito del primo crea consuetudine della Fondazione Goldoni,
l’ipotetica premessa di Cavalleria Rusti- il maestro Daniele Salvini illustrerà l’ope-
cana. ra e la sua lettura musicale nei locali del
Ed anche in questo atto si mantiene un Teatro, ingresso libero.
impianto scenico incombente e claustro- -Martedì 26 novembre h. 21 va in scena
fobico, che riproduce l’atmosfera cupa e lo spettacolo fuori abbonamento : Familie

Il programma scura del primo atto, tanto più che resta-


no in scena i simboli religiosi e le allusio-
Flotz in Teatro Delusio.

di Gennaio
ni alla commistione di sacro e profano,
dove appunto l’autenticità e la verità non
trovano spazio. Si sono perse le atmo-
sfere solari, luninose e calde di cui è por-
di Angela Simini tatrice invece la musica di Mascagni come
pure di Suor Angelica si è fatto un dram- è in distribuizione gratuita
ma di sangue e di coltello : una forzatura anche presso i seguenti punti:
Il dittico Cavalleria rusticana – Suor An- in ambedue i casi.
gelica, andato in scena al teatro Goldoni Ciò non toglie che non si possa ricono- LIVORNO:
di Livrono dove ha inaugurato il cartello- scere ed apprezzare la serietà con cui l’al- Libreria nuova di Biagini Silvia,
ne 2019 / 20, ha proposto al numeroso corso Amedeo 23-27
lestimento è stato realizzato: l’Orchestra Libreria Feltrinelli, via di Franco
pubblico una lettura nuova, dettata dal Filarmonica Pucciniana diretta da Danie- Edicola Cairoli, via Cairoli 18
regista Gianmaria Aliverta, dei due atti le Agiman ha dato ottima prova, buona Edicola Nelli, piazza Cavour 39
unici, che si sono susseguiti in ordine di- la prestazione del Coro Ars Lyrica, ben Edicola P.zza Grande
verso da quello annunciato, inversione articolato nei timbri e nei volumi. Molto lato Farmacia Ospedale
che ha il suo perché, come in apertura di bravi gli interpreti: la livornese Valentina Edicola Bianchi, via del Porticciolo
serata ha spiegato il Maestro Daniele Sal- Edicola Attias, corso Amedeo
Boi, Suor Angelica, voce fortemente dram- Edicola Sant’Agostino
vini al pubblico. matica e potente, Donata D’Annunzio Piazza Aldo Moro
L’opera di Giacomo Puccini, appunto Suor Lombardi ha interpretato con grande sen- Edicola piazza Matteotti
Angelica, col suo portato di monacazione so drammatico Santuzza, con la quale si è Edicola Cartolibreria Lo Stregatto
forzata a seguito di una relazione illecita, misurato il tenore Aquiles Machado, nel- via Malta 36A
in cui era incappata una giovane di fami- le vesti di Turiddu.
Ed. Lo Strillone, viale Italia 113
glia nobile, con relativa sottrazione del Edicola Barcellona, via Goito
Altri interpreti di rilievo sono stati Ser- Edicola Cipriani Mila, via Goldoni 28
neonato alla madre, propone una serie di gio Bologna nelle parte di Alfio e Anasta- Edicola Borghi, corso Amedeo
temi di grande valenza sociale a cui il regi- sia Boldlyreva, che angolo via dell’Origine
ha tenuto la scena Il Tabaccaio, via Roma 133
Tintoria Rossi, corso Mazzini
in Suor Angelica,
Ed. Martelli Anna Lisa
nel ruolo della via Meucci 5 (Coteto)
Principessa Zia e Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare
in Cavalleria nel Edicola Dharma, Viale Antignano 115
ruolo di Mamma Edicola Bini-Filippi, Via del Litorale
Lucia, nel quale (largo Vittime delle Fobie)
Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco
però ha mantenuto
via C. Puini 97 - Antignano
parte della rigidità CASTIGLIONCELLO:
che connota il per- Edicola Rossi, P.zza della Vittoria
sonaggio della zia. L’Edicola, Via Aurelia 512
Il pubblico ha ap- ROSIGNANO SOLVAY:
plaudito ripetuta- Edicola Giovannoni, via Allende
Edicola Vallini, via O. Chiesa
mente cantanti e
Edicola Bellucci & Vitiello
orchestra, nell’in- Via della Repubblica 27/B
sieme una serata VADA:
che ha sortito il Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3
Scena di Cavalleria rusticana suo effetto.
24

PECCIANTI
FRANCESCO & FIGLI
Azienda Storica dal 1839
Olivete e Frantoio
in Bibbona, Livorno
Via Bolgherese 3 - Bibbona (LI) - Tel. 0586 670087
www.peccianti.com ■ e.mail: peccianti@peccianti.com - adriano@peccianti.com

L’Antico FFrr antoio pr oduce


produce
solo olio extravergine di
oliva di prima spremitura
ed esclusivamente estrat-
to a freddo, totalmente ot-
tenuto da olive toscane.
Il lavoro della famiglia
P eccianti per pr odur r e il
produr
vero olio extravergine di
oliva toscano viene svolto
secondo una tradizione,
tramandata di padre in fi-
glio, che affonda le pro-
prie origini già nella metà
del 1800.
E’ grazie a questa lunga esperienza e cultura agro-
nomica unita alla passione e cura che la famiglia Pec-
cianti ha sempre profuso nella propria attività, che si
ottiene un prodotto di altissima qualità, attentamente
controllato in ogni fase della lavorazione, nel rispetto
dell’uomo e dell’ambiente.
L’olio eextr
xtr
xtraa v er gine di oli
ergine olivv a dell’Antico FFrr antoio Toscano
garantisce qualità e genuinità alla tua tavola.

ABBIAMO UN OLIVETO DA 116.000 PIANTE

È disponibile l’olio nuovo