Sei sulla pagina 1di 24

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XVIII - n° 194 Dicembre 2018

Dopo l’odierna bocciatura della manovra economica italiana da parte


L’Editoriale della C.E, la nostra analisi un po’ scherzosa, e un po’ preoccupata

di Enrico Dello Sbarba


enricodellosbarba@virgilio.it
Babbo Natale
Governicchio e la politica italiana
e di Francesco Butini

pressapochisti Questo è l’ultimo numero de “Il Centro” Babbo Natale. Con tutte queste frontiere
dell’anno 2018 e il pensiero corre a Babbo che si vogliono chiudere, come li conse-
Si sta facendo strada nella opi- Natale, protagonista indiscusso (non me ne gno i regali agli italiani? Mica mi prende-
nione pubblica ed un po’ in tutti vogliano i leaders politici) del mese di di- ranno a colpi di pallettoni, scambiandomi
gli organi di informazione che cembre. per uno scafista dei cieli?
questo governo gialloverde, che Come di consueto è un periodo molto in- In verità Babbo Natale non comprende
vede insieme due forze politiche tenso per lui, per i suoi aiutanti e per le molto la realtà italiana. Da un lato sente
opposte e contrarie non possa renne della fenomenale slitta volante: tra le dire che i migranti sono un’emergenza as-
sopravvivere per molto tempo letterine dei bambini e le letterone degli soluta, per poi leggere un sondaggio sul
ancora. Molti osservatori preve- adulti il daffare non manca. Eppure si dice quotidiano “La Stampa” (8 ottobre 2018)
dono che difficilmente l’attuale che anche lassù in Lapponia, mentre ferve in cui si certifica che l’immigrazione costi-
il lavorio di impacchettamento dei regali da tuisce la principale preoccupazione nean-
coalizione riesca ad arrivare im-
portare in tutto il mondo, l’Italia suscite- segue a pag. 2
mune fino al maggio prossimo al-
rebbe molte preoccupazioni.
lorché verranno indette le elezioni
Con l’aria che tira per i migranti in Italia,
per il rinnovo del Parlamento Eu- Circolo Culturale “Il Centro” - Via Trieste 7 - Livorno
come sarò accolto quest’anno? si chiede
ropeo: sei mesi sono molti, forse Martedì 11 Dicembre, h. 17.45
troppi per consentire all’attuale incontro con
compagine di sopravvivere nel bel La redazione augura
mezzo di polemiche ormai quoti-
Giovanna Cepparello
diane che ne minano la continuità e Andrea Raspanti
e che ne mettono costantemente Consiglieri comunali
in discussione la serietà di fronte della lista Futuro
alla crescente gravità della situa-
Moderatore:
zione finanziaria, economica e
sociale.
Dott. Fabio Del Nista
E’ un “governicchio” al cui inter-
no vi sono ministri assolutamente
inadeguati, pressapochisti, qual- Circolo Culturale “Il Centro” - Via Trieste 7 - Livorno
cuno anche che sfiora il ridicolo, Martedì 18 Dicembre, h. 17.45
privi di un serio contenuto “tec- incontro con
nico”, parafrasando un concetto
preso dallo sport, in lite continua
Rocco Garufo
tra di loro e soliti scaricare sulla
Segretario comunale Pd
burocrazia ministeriale la loro pa- Buon Natale Moderatore:
lese incapacità.
segue a pag. 2 e Felice Anno Nuovo Dott. Fabio Del Nista
2 Politica

dalla prima pagina problema di una presenza responsabile (ottobre 2018) che il gradimento degli ita-
dei cattolici: un qualcosa di cui questo liani per l’Unione europea è effettivamen-
Governicchio nostro Paese ha bisogno. Un Paese, il te il più basso di tutti nei Paesi del conti-
nostro, che appare disorientato, impo- nente, ma il 65% degli stessi italiani non
e pressapochisti verito ed impaurito e facile preda dei solo è favorevole all’euro, con una per-
E’ inutile sottovalutare una realtà che si venditori di false certezze di cui è per- centuale persino superiore alla media eu-
sta facendo strada nella opinione pub- meata la presenza delle forze politiche ropea (61%), ma rappresentano coloro che
blica e cioè il timore crescente, la pau- di questa decadente stagione. in Europa hanno fatto crescere maggior-
ra incombente di un futuro, a breve, I tempi, si legge in una nota pubblicata mente nell’ultimo anno il favore verso la
estremamente grigio: i sondaggi danno anche su “Toscana Oggi” ci interpel- moneta unica. Addirittura gli italiani sa-
lano attraverso l’esempio e gli insegna- rebbero i primi in Europa con il 79% dei
ancora abbastanza stabile la fiducia della
menti di San Paolo VI: uomo di identità favorevoli ad un maggiore coordinamento
maggioranza degli italiani a questa
delle politiche economiche dell’eurozona,
scombicchierata maggioranza di gover- e di mediazione, di pace e di testimo-
incluse le manovre finanziarie. Proprio
no ma, a parte la loro veridicità molto nianza, di dialogo e di presenza, sopra-
quello che si dice di non volere.
spesso messa in discussione, il motivo tutto. di unità e di mediazione, di pace
E allora? Allora a Babbo Natale non resta
di questa “permanenza di fiducia” è ri- e di testimonianza. Occorre ricreare un
che fare spallucce e continuare ad incarta-
scontrabile anche nella carenza o, me- tessuto solo dagli orditi lacerati nel tem-
re i regali del reddito di cittadinanza, delle
glio, nell’assenza di valide alternative. po, per segnare un cammino comune pensioni “a quota 100”, ecc. Nella speran-
Quello che resta del centrodestra è chia- dai sentieri lungo i quali si era disperso za che non arrivi nel frattempo la procedu-
ramente percepibile dalle difficoltà in cui un popolo. ra di infrazione da Bruxelles che rischia di
si trova a navigare, è il caso di Forza Naturalmente anche i cattolici che han- far saltare tutto. Ma il governo di Roma ha
Italia che lamenta sempre di più, la no a cuore il bene comune devono sa- preannunciato che qualunque lettera arri-
mancanza di un leader autorevole dopo per superare la dolorosa fase della fram- vi dall’Europa, i regali promessi agli italia-
l’invecchiamento del Cavaliere mentre mentazione che ne ha marcato, pur- ni arriveranno lo stesso. E così Babbo
sulla sinistra il PD è ancora alla ricerca troppo, la loro storia in questi ultimi Natale tira diritto.
di “un’anima” che probabilmente non venti anni. Devono, dobbiamo ritrova- Anche le sue preziose renne sarebbero
ha mai trovato. re il dialogo e la convergenza, rianno- recalcitranti quest’anno a portare la slitta
E’ sperabile che lo svolgimento del dare forme di aggregazione che li met- dei regali in Italia: quando sentono parlare
prossimo congresso, convocato, ci ta e ci metta in grado di far valere nuo- delle consegne nella Penisola alzano gli
sembra, a marzo e quindi troppo a ri- vamente il proprio peso e far sentire la occhi al cielo e cercano di cambiare discor-
dosso delle elezioni europee, apra una loro voce. so. Bisogna capirle, sono pur sempre ren-
nuova stagione per questo partito pro- “Nessuno di noi, da solo - prosegue la ne finlandesi, abituate ai rigori del clima e
tagonista in negativo di una delle più nota di Toscana Oggi - può sopravvi- ai rigori delle finanze, e tutti questi regali
clamorose sconfitte che la storia ri- vere alle incertezze di questa stagione per gli italiani non le convincono proprio.
cordi, ma persistono grossi dubbi che fatta di odio montante. in cui le vec- Loro (gli italiani) si indebitano fino al col-
riesca a riprendere un percorso lineare chie offerte di politica dimostrano di lo, si lamentano gli operosi quadrupedi, e
e chiaro che, nel passato, pieno di con- essersi logorate in modo veramente ir- poi vogliono anche i nostri regali...
traddizioni, non è mai riuscito ad assi- reversibile”. E poi le renne volanti temono il traffico
curare. Se riuscissimo a “tornare insieme” po- che potranno trovare. Tra autostrade con
Gli altri cespugli del variegato e scom- tremmo concorrere, in modo determi- sempre minore manutenzione, ponti che
nante, alla creazione di quel bene co- rovinano drammaticamente e infrastruttu-
posto mondo della sinistra non ci sem-
mune che è scopo essenziale della pre- re ferroviarie che non si vogliono più rea-
brano proprio in grado di dire alcun-
lizzare, non è che tutti gli italiani andranno
ché: l’unica cosa seria da fare sarebbe senza dei cattolici nel mondo. Altrimen-
per aria? E poi ci si mettono pure le Ferro-
quella di costruire “un rassemblement” ti, conclude, la nota “saremo del mon-
vie a voler acquisire Alitalia, dicono le ren-
di tutta la sinistra ma ci sembra un’ipo- do”: e questa artificiosa e superficiale
ne di Babbo Natale, così alla nostra pove-
tesi difficilmente realizzabile visti i pre- collocazione serve solo, questo lo ag-
ra slitta toccherà fare lo slalom tra treni
cedenti in materia. giungiamo noi, a sprofondarci “in una
volanti non identificati!
Ed allora? Prima che questo dannoso e eclissi totale senza speranza alcuna”. Lo scherzo natalizio finisce qua. La realtà
mortificante fenomeno del populismo riprende il sopravvento sulla fantasia, e la
e/o sovranismo, caratterizzato da un Commissione europea ha definitivamente
pernicioso e dilettantistico pressapochi- Babbo Natale bocciato la manovra economico-finanzia-
smo, acquisti ulteriori spazi fino a tra-
scinare l’Italia fuori dall’Europa e col-
e la politica italiana ria del governo italiano, mentre il valore
dello spread tra Btp italiani e Bund tede-
locare il nostro paese lungo un percor- che per il 6% della popolazione italiana. schi raggiunto in queste settimane preoc-
so denso di insidie, è forse opportuno, Che strano Paese è l’Italia, borbotta Bab- cupa non poco lo stesso ministro italiano
se non necessario, organizzare una bo Natele. Stesso discorso per l’Europa: dell’Economia.
nuova presenza dei cattolici nella vita da un lato arriva fino ai freddi villaggi del Il nuovo anno sarà decisivo per l’Italia e
politica. Nord il vento altrettanto gelido che soffia per l’Europa. Per il momento, un augurio
E’ in corso un dibattito sereno, preci- in Italia contro l’Europa, per poi scoprire di buon Natale a tutti i lettori de “Il Cen-
so. aperto e chiaro che sta ponendo il nell’ultimo sondaggio di Eurobarometro tro”.
Politica 3

Per una nuova presenza


dei cattolici in politica
di Gianni Giovangiacomo

“Siamo rimasti molto colpiti dagli ap-


ziani - lancia un appello ai cattolici af-
pelli del Cardinale Bassetti per una nuo-
finché si assumano le loro responsabi-
va presenza dei cattolici nella vita poli-
lità di fronte al Paese, è necessario per-
tica ... Una presenza responsabile dei
ciò agire concretamente e dare un se-
cattolici è qualcosa di cui questo Paese
gnale di presenza, intanto dicendo “ci
ha bisogno: è disorientato, impoverito,
siamo”. Ci sono da guida l’esempio e
facile preda dei venditori di false cer-
gli insegnamenti di San Paolo VI°, la
tezze. Deluso dal passato, illuso dal pre-
dottrina sociale della Chiesa e la Costi-
sente, spaventato dal futuro”.
tuzione.
Queste parole, tratte da una lettera in-
L’intento - ha continuato il giornalista-
viata recentemente al settimanale cat-
è prima di tutto quello di “stare insie-
tolico “Toscana Oggi” a nome dell’as-
me”, infatti unità, aggregazione, respon-
sociazione “Insieme per l’Italia” sono
sabilità, vanno di comune accordo. Le
state illustrate ai soci del Circolo cultu-
Leggi nascono dal cuore degli uomini,
rale “Il Centro” da uno dei promotori del-
perciò si richiede una nostra presenza
l’iniziativa, il giornalista dell’AgenziaAnsa,
compatta per poter essere pervasivi nella
Nicola Graziani. Il giornalista si propone
Nicola Graziani, giornalista dell’Agenzia Ansa. società per poterla trasformare. Dob-
di raccogliere la sottoscrizione al docu-
biamo riappropriarci del nostro ruolo
mento da parte di tutti quei cattolici che struttura economica e sociale in cui il specifico e, se vogliamo, la lettera in-
si identificano nello stesso. ceto medio è stato abbandonato. L’Eu- viata a “Toscana Oggi” è “una chiama-
“E’ necessario accogliere le parole del ropa dal 1945 ad oggi è notevolmente ta alle armi”, vogliamo incontrarci, co-
Cardinale Bassetti e del Vescovo emeri- cambiata ed è un bene che ci sia ma noscerci, ritrovarci, non come una sorta
to Gastone Simoni - ha iniziato Grazia- bisogna riconoscere che il liberismo di ex combattenti e reduci, ma poter
ni - per evitare la scomparsa dei catto- sfrenato ha creato un disastro. Il vuo- arrivare a costituire un “movimento” per
lici dalla vita politica. In questa azione to politico e la crisi del PD sta a dimo- partecipare alle prossime elezioni am-
come cattolici non possiamo rappresen- strare che c’è bisogno di una nuova ministrative per riappropriarci di un ruo-
tare solo noi stessi ma aprirci anche ai offerta politica. “Mettendoci insieme lo politico che ci compete. Ci rivolgia-
credenti laici che la pensano come noi potremo concorrere alla creazione di mo alla maggioranza silenziosa che non
in quanto la politica è sempre sintesi ten- quel bene comune che è lo scopo es- sa più chi votare e anche i laici possono
dente al benessere e alla pace sociale. Il senziale della nostra presenza nel mon- essere dei nostri, siamo aperti a tutte le
successo che hanno Salvini e Di Maio do”. “persone di buona volontà”.
dipende dalla debolezza della nostra Il Cardinale Bassetti - ha ribadito Gra- Ci sono tante persone per bene anche
tra gli islamici che non devono essere
trattati come lontani, si veda ciò che è
successo e succede in Francia. Le fir-
me che raccogliamo sono solo l’inizio
di un cammino, organizzazione e nome
ce li daremo in futuro, per ora sarebbe
opportuno creare un coordinamento a
livello provinciale.
Le parole di Nicola Graziani sono state
accolte favorevolmente dai presenti che
L’accoglienza che nasce dal cuore. uappala.com hanno sottoscritto il documento pro-
grammatico.
4 Politica

Ancora una volta i soldi


non cadranno dal cielo
di Sergio Costalli

In un’intervista rilasciata nel marzo care, come principale stimolo per la ri- strumento dalle due parti contraenti il
2016 il capo economista della Banca presa economica, la materiale distribu- contratto di governo non appaiono col-
Centrale Europea (Bce) Peter Praet, zione generalizzata di significative som- limare.
stretto collaboratore di Mario Draghi, me di denaro, anche attraverso una dra- L’immissione anticiclica nel sistema di
ebbe a confermare come fosse allora stica riduzione delle imposte dirette, masse rilevanti di denaro, per mezzo di
allo studio la possibilità di creare mo- senza un preventivo, contemporaneo o erogazioni liberali a favore di un gran
neta per distribuirla direttamente ai cit- successivo drenaggio fiscale (imposte numero di cittadini e senza drenaggio
tadini dell’Eurozona, sottolineando che indirette e/o patrimoniali). fiscale a carico dei contribuenti, per es-
si trattava di uno strumento estremo che Non si trattava di una stravagante uto- sere efficace deve aver luogo esente da
però non poteva essere collocato al di pia, come invece da più parti fu rileva- vincoli solidaristici o redistributivi e sen-
fuori delle ipotesi di lavoro della stessa to; si trattava anzi di subordinare le ra- za l’assunto di finalità etiche ma esclu-
Banca. gioni della finanza ai bisogni dell’eco- sivamente allo scopo di rilanciare i con-
Un tale intervento si riteneva che po- nomia reale. sumi interni e di incrementare il Pil [a
tesse essere, in un non lontanissimo Tra coloro che accolsero con favore meno che non si intenda avviare un di-
futuro, parzialmente sostitutivo o addi- questa estrema ipotesi di intervento tro- verso e ben più complesso ragionamen-
rittura alternativo al quantitative easing viamo annoverati anche Ben Bernanke to riprendendo le ostracizzate ipotesi del
(Qe) per sostenere l’economia europea. (già presidente della Fed) e Adair Tur- compianto professor Giacinto Auriti].
L’ipotesi riprendeva l’idea elaborata, ner (politico ed economista). Anche il La manovra governativa invece, anche
diversi anni prima, da Milton Friedman Governo attualmente in carica [22/11/ nel caso che fosse messa in atto così
(liberale e liberista - premio Nobel per 2018], tra tante difficoltà oggettive e come propagandata, non potrebbe por-
l’economia 1976) come critica alle te- con qualche incapacità soggettiva, in- tare alla tanto proclamata abolizione
orie keynesiane concernenti i positivi tende promuovere un’erogazione simi- della povertà [sic!] [consentitemi di
effetti della spesa pubblica per il supe- lare, attraverso il cosiddetto reddito di ometterne la motivazione per il rispetto
ramento della stagnazione economica. cittadinanza, accompagnandola con la dovuto all’intelligenza dei lettori] e nep-
Per accelerare la ripresa dei consumi, promessa di riduzione delle imposte. pure potrebbe rendere possibile un con-
battere la deflazione e incrementare il Il duplice intendimento [promesse] met- comitante e immediato passaggio dal di-
Pil, Friedman, provocatoriamente, ave- te in luce l’assenza di una visione ma- vano al lavoro.
va avanzato l’ipotesi definita dell’heli- croeconomica condivisa, non in quan- Per conseguire un significativo incre-
copter money, ovvero spargere banco- to vi sia contrapposizione tra gli stessi mento dei livelli occupazionali si dovreb-
note sulle città da elicotteri in volo. In strumenti individuati, tutt’altro, ma in be infatti attendere la lenta evoluzione
termini meno provocatori voleva indi- quanto le finalità attribuite a ciascuno segue a pag. 5

Milton Friedman, liberale e liberista, premio Nobel per l’economia 1976. Peter Praet, capo economista della Banca Centrale Europea (Bce).
Politica 5

La sede della Banca centrale europea (BCE) a Francoforte.

da pag. 4 to e insormontabile impedimento, che tari del contratto di Governo ci verran-


si colloca proprio nella natura stessa del- no a dire che l’inadempimento delle
delle opportunità originate dalla reazio- l’operazione: l’avvenuta cessione della clausole negoziali è avvenuto per col-
ne a catena innescata nel sistema Paese sovranità monetaria [irreversibile ri- pa dell’Europa e per le cospirazioni del
dall’avvenuta erogazione. Lo sviluppo nuncia]. Bilderberg group. Qualcuno proverà a
di nuove e diffuse attività imprendito- Disponendo infatti di una moneta co- convincerci, dopo aver messo al sicuro
riali, conseguente all’ampliamento del mune ma non esclusiva la Repubblica i propri averi, che è nostro interesse ab-
mercato e al miglioramento delle aspet- Italiana, per sua libera scelta, non può bandonare l’euro e magari anche l’U.E.
tative, per potersi radicare necessitereb- emetterla [tramite la Banca d’Italia] Argomenti simili costituiranno il fonda-
be di essere supportato anche da signi- in autonomia, secondo le sue necessi- le di scena della prossima, imminente,
ficativi investimenti pubblici e privati nei tà. Ogni euro di cui abbisognano gli Stati campagna elettorale. Se sarà farsa o tra-
diversi settori strategici, ad iniziare dal- aderenti se lo possono procurare sola- gedia per ora non è dato sapere.
la formazione e dalla ricerca, dall’inno- mente in tre modi: o attraverso l’inde-
vazione tecnologica e dall’ambito infra- bitamento o attraverso l’imposizione fi-
strutturale e logistico. scale o con la cessione di beni. Pertan-
Considerato inoltre che gli investitori to non può farsi immissione di massa
privati hanno la necessità di program- monetaria aggiuntiva, a costo zero, se
mare in un’ottica di medio e di lungo non da parte della sola Bce; se e quan-
periodo si porrebbe contestualmente do lo vorrà [forse mai].
l’esigenza [che comunque sempre si Gli Stati aderenti possono gestire solo
pone!] di un quadro politico saldo e partite di giro: quanto erogano con una
duraturo, in grado di garantire la sostan- mano ai cittadini con l’altra debbono
ziale continuità amministrativa e di indi- togliere ai contribuenti. Sfrondato da-
rizzo, cosa che il Governo in carica, per gli orpelli l’agognato reddito di cittadi-
la sua stessa natura, per la propensione nanza si qualifica, conseguentemente
alle più estemporanee esternazioni e per allo stato attuale, come una classica e
la sua composizione bicolore, al di là più che usuale ipotesi di redistribuzio-
delle dichiarazioni giurate dei suoi espo- ne dei redditi, tradizionale promessa
nenti, non è palesemente in grado di ga- fatta al popolo in campagna elettorale
rantire. Per l’attuazione pratica, secon- che, pur ingenerando molte aspettati-
do i criteri ab origine annunciati, della ve, non serve per promuovere la cre-
promessa erogazione liberale si frappo- scita. Poiché la sindrome dello scorpione
ne comunque un preesistente, conosciu- è sempre in agguato, tra poco i firma-
6 Attualità

CONFINDUSTRIA WORKSHOP
SULL’ECONOMIA CIRCOLARE
di Cristina Battaglini

Alla luce di uno dei modi possibili di de- Hanno portato i loro saluti il presidente Pier Luigi Porta (ricercatore Enea), Tiziana
finizione dell’Economia, ovvero quella di Confindustria Livorno Massa Carrara Cardone (Retimpresa Confindustria) sulla
materia che si occupa di studiare la allo- Alberto Ricci e l’assessore all’Ambiente simbiosi industriale, le piattaforme e le reti
cazione delle risorse scarse, e, qui in par- e difesa del suolo Regione Toscana Fe- d’impresa a supporto dell’economia cir-
ticolare, parlando della tecnologia, pro- derica Fratoni; Caterina Mancusi (area colare.
duttività e uso efficiente di queste risor- Politiche Industriali di Confindustria na- Hanno chiuso i lavori, condotti da Cesare
se al servizio di uno sviluppo economico zionale) ha sottolineato come le imprese Peruzzi, direttore Toscana 24-Sole 24 ore,
sostenibile, si è svolto il workshop “Ma- non sempre purtroppo dispongano delle le testimonianze aziendali, eccellenze del-
nagement e imprese alla sfida dell’Eco- informazioni, della fiducia e del contesto la nostra Regione: Livio Giannotti (presi-
nomia Circolare”, organizzato da Confin- normativo adeguato per adottare soluzio- dente Revet SpA), Alessandro Giari (am-
dustria nazionale, Confindustria Tosca- ni improntate all’economia circolare, e che ministratore unico Rea Impianti), Andrea
na e Confindustria Livorno Massa Carra- pertanto Confindustria ha sviluppato Paniconi (responsabile sistemi di gestio-
ra, con la collaborazione dell’Associazio- questa iniziativa proprio per l’informazio- ne Chi-Ma Florence SpA), Giulia Pasquini
ne 4.Manager. ne, l’aggiornamento e la condivisione di (corporate Brand Manager Lucart SpA),
Quella svoltasi nella sede di Livorno ha esperienze e buone pratiche, rivolta alle Cristina Squarcialupi (consigliere delega-
costituito la tredicesima tappa del roa- imprese e al management, attraverso azio- to Chimet SpA).
dshow nazionale di Confindustria rivolto ni mirate che puntano a far emergere le
alle imprese, ed ha fornito informazioni opportunità legate al modello economico
ed approfondimenti sulle opportunità le- circolare, ad attivare dinamiche di know-
gate alle logiche della circular economy ledge-sharing e a diffondere le best prac-
ed alla normativa nazionale ed europea tice disponibili nel Paese.
afferente. Quindi, economia circolare Marco Frey, professore ordinario di Eco-
come nuova frontiera dello sviluppo in- nomia e Gestione delle imprese, direttore
dustriale e della sostenibilità. del gruppo di ricerca sulla sostenibilità
“L’economia circolare ha l’obiettivo di Scuola S. Anna di Pisa e presidente del
mantenere più a lungo possibile il valore Comitato Scientifico Symbola, ha illustra-
dei prodotti, dei materiali e delle risorse, to le notevoli opportunità per le aziende
riducendo la produzione dei rifiuti al mi- di migliorare il proprio impatto ambienta-
nimo. In tal modo, la sostenibilità e le per- le e la propria capacità competitiva. Sono
formance dei processi produttivi cresco- seguiti altri interventi di Cinzia Tonci
no di pari passo, favorendo lo sviluppo di (Ministero dello Sviluppo Economico),
nuovi prodotti e tecnologie, a beneficio
anche delle future generazioni”- ha detto
Corrado Neri, coordinatore Commissione
Ambiente di Confindustria Toscana.
“Per queste ragioni è necessario abbas-
sare i toni della tradizionale polemica tra
attività produttive e ambiente: quella am-
bientale è una questione di sistema e
un’occasione concreta di rilancio per la
nostra industria e per l’occupazione. I
mercati stanno già muovendosi con que-

Ristorante Aragosta
sta convinzione: diverse multinazionali
CHIUSO IL MARTEDÌ

hanno già avviato progetti mirati, ma non


c’è bisogno di essere grandi per essere
circolari. Sono davvero tante le piccole
specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei
realtà, anche in Toscana, che stanno im-
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
boccando la strada dell’economia circo-
Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
lare rendendo i loro processi sempre più
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
sostenibili”.
Attualità 7

UN ALTRO INQUIETANTE FATTO CONTRO I FIGLI DEGLI EXTRACOMUNITARI

Questo è razzismo latente


razze e religiose diverse ha sempre tro- Egualmente dicasi per quelle forze politi-
di Enrico dello Sbarba vato legittimanza, finisca nelle tenebre che e sociali che si riconoscono nei prin-
dell’intolleranza e della discriminazione è cipi essenziali della convivenza e che si
sicuramente giunto il momento che le isti- definiscono paladini delle uguaglianze tra
L’episodio di forme di truce razzismo, or- tuzioni, in primo luogo, intervengono con razze diverse: forse è giunto il momento
mai senza più confini, sta rapidamente decisione per contenere un fenomeno le di una protesta convinta per impedire che
dilagando un po’ in tutto il paese e trova cui conseguenze sarebbero gravissime prevalga l’odio razzistico che si sta dif-
nella Lega il partito di riferimento di un per il prestigio e la dignità del nostro pa- fondendo pericolosamente nel nostro pa-
fenomeno che sta assumendo dimensio- ese. ese.
ni sempre più preoccupanti. Dopo il gra-
vissimo precedente della Sindaca di Lodi
che ha cercato di impedire ai figli degli
immigrati regolari di utilizzare il servizio
mensa, è ora la volta dell’on. Mario Lolini
e del segretario provinciale del Carroccio
Andrea Ulmi di Grosseto che si dichiara-
no molto preoccupati per la presenza nel-
le scuole di figli di extracomunitari poten-
ziali portatori di infezioni, di traffici illeciti
o peggio; le aule, lamentano i due compa-
ri, non vengono disinfettate: “vogliamo
evitare - aggiungono - rischi per i nostri
connazionali”.
Meno male che, di fronte a queste vergo-
gnose ed incredibili dichiarazioni, si sia-
no immediatamente mobilitati i dirigenti
degli istituti scolastici entrati nel mirino
dei due esponenti della Lega assicuran-
do che non esiste nessun pericolo di “con-
taminazione”, è tutto sotto controllo.
Questa vergognosa speculazione politi-
ca offre un quadro drammatico della deri-
va “razzista” verso cui si sta inoltrando il
nostro paese. ■ Ingegneria Multidisciplinare
E’ una notizia raccapricciante che ormai ■ Manutenzione e Montaggi di Aerogeneratori Eolici
si sta sviluppando priva come è di freni ■ Manutenzione e Montaggi di Impianti Industriali
inibitori anche perché trova “convinti ■ Service Management e Ispezione & Expediting
sostenitori” in gangli importanti della Etra, Ricerca e Selezione Personale
politica nazionale e dello stesso gover- ● P.E.S. COMPANIES ● P.E.S. COMMERCIAL PARTNERS
no. HEADQUARTERS
Se non vogliamo che il nostro paese, una Via E. Mattei 11 - 57016 Rosignano S. (LI) ITALY
Tel. +39 0586 727 111 Fax 39+ 0586 727 113
volta faro di civiltà dove la convivenza di www.pes-srl.net info@pes-srl.net
8 Attualità

Ricordo
di Enrico
Mattei,
un Grande
Italiano
Enrico Mattei (1906-1962, già Presidente dell’Eni.
(eds) - Ogni tanto vale veramente la
pena di ricordare qualche grande ita- gura e l’opera di Enrico Mattei ven- mente investire per l’export. Doveva-
liano che ha tracciato, in maniera in- gono sempre solennamente ricordate. mo catturare tutto il potenziale dome-
delebile, la storia del nostro paese. Eb- E non soltanto nella Sua Matelica, in stico per aumentare lo sviluppo loca-
bene chi più di Enrico Mattei - il Presi- provincia di Macerata, ma anche a San le, coinvolgere maggiormente il paese
dente dell’ENI, rimasto profondamen- Donato Milanese, a Roma ed in molte produttore creando delle “JV” al 50%.
te nel cuore degli italiani, può assurge- altre località si svolgono cerimonie, Coinvolgere il Paese era l’unico modo
re a quella “primazia”? Forse il solo molto spesso presenziate dagli studen- per crescere insieme ed essere rico-
Alcide De Gasperi può minarne il pri- ti, nelle quali vengono ripercorse “le nosciuti.
mato. nobili gesta” di questo grande figura Tale consapevolezza ci ha portato a
Il dott. Giuseppe Accorinti, già ammi- di italiano che, se avesse potuto pro- rinunciare ad un’ottica di sviluppo in-
nistratore delegato di AGIP Petroli fino seguire nella Sua nobile missione, dividualista, guidata da una logica di
agli anni ‘90 ed uno dei principali col- avrebbe sicuramente cambiato, per profitto di breve termine puntando in-
laboratori del Principale, come ama de- molti aspetti, la storia del mondo. Con vece ad una crescita di lungo termine.
finirlo, è certamente, il più acuto ed Lui, molto probabilmente, l’esodo di Seguendo questo percorso, mirabil-
attento “descrittore” di questo Grande massa dall’Africa, il fenomeno tristis- mente indicato dal grande Presidente,
Italiano che ha lasciato un solco pro- simo ed angosciante dei “migrantes” quella che era una iniziale debolezza è
fondo nella storia democratica e nello non avrebbe avuto modo di esistere diventata la nostra forza, la nostra cul-
sviluppo economico del nostro paese. nelle drammatiche dimensioni alle quali tura, la base di quello che oggi chia-
E per il dott. Accorinti, ogni anniver- assistiamo miamo modello”dualflag” della nostra
sario della tragica morte (ormai si par- Anche in occasione dell’ultimo anni- scelta di contribuire allo sviluppo delle
la sempre più convintamente di omici- versario della scomparsa non sono realtà in cui operiamo.
dio) è una data, un evento funesto che mancate iniziative , a Roma, al gratta- La nostra collaborazione, ha concluso
non possono essere dimenticati. A 56 cielo ENI all’EUR, l’attuale ammini- il Presidente dell’ENI ha sempre cer-
anni dal delitto, ogni 29 ottobre, la fi- stratore delegato Claudio Descalzi ha cato di anticipare i bisogni locali e si è
tenuto una delle celebrazioni più belle progressivamente ampliata al punto di
e “sentite” in ricordo del fondatore- diventare “noi stessi locali”.
“Quello che lega oggi ENI e Mattei è Fin qui la cerimonia a Roma ma non
più di una semplice memoria”, ha sot- possiamo dimenticare le iniziative as-
tolineato il giovane manager ,”il co- sunte da APVE (Associazione Pionieri
raggio, la capacità di innovare, la vi- e Veterani ENI) di cui lo scrivente si
sione prospettiva che da Lui abbiamo onora di fare parte e che per due man-
ereditato sono i valori che caratteriz- dati, come componente del consiglio
zano oggi il nostro modo di lavorare e direttivo, ha partecipato alle lodevoli ini-
la nostra capacità di trasformarci e rin- ziative legate alla memoria di quel
novarci continuamente” mettere al “Grande Italiano” che è stato il Presi-
centro le persone, il vero motore della dente Mattei, il Principale, come an-
nostra azienda”.Ed il riferimento al- cora lo cita il caro dott. Giuseppe Ac-
l’Africa è stato il trait d’union della ce- corinti, che continua lodevolmente e
rimonia commemorativa. Mattei, di con grande entusiasmo la sua impor-
fronte alla tragica realtà di quell’im- tante missione, essere stato testimone
Il dott. Giuseppe Accorinti, già amministrato- menso continente, intuì che doveva- di una esaltante stagione: quella della
re delegato di AGIP Petroli mo fare qualcosa in più che semplice- rinascita dell’Italia.
Attualità 9

LA GIORNATA NAZIONALE CELEBRATA DA CONFINDUSTRIA LIVORNO MASSA CARRARA

“INDUSTRIAMOCI – PMI DAY”


La Giornata nazionale delle piccole e medie imprese “INDUSTRIAMOCI – PMI
DAY”, promossa da Confindustria su tutto il territorio nazionale con la partecipa-
zione di 1100 aziende in 90 Province e di circa 42000 studenti, è giunta quest’anno
alla sua nona edizione e si è svolta oggi venerdì 16 novembre.
All’iniziativa ha aderito anche la Piccola Industria di Confindustria Livorno Mas-
sa Carrara, guidata da Maurizio Bozzi, che ha dichiarato: “L’interscambio tra il
mondo produttivo e quello dell’istruzione è importante perché rappresenta un’oc-
casione per raccontare le vere storie delle nostre imprese, la loro identità, le
passioni degli imprenditori e l’entusiasmo dei loro collaboratori e permette di
apprezzare i rapidissimi cambiamenti in atto nelle aziende per cogliere le opportu-
nità della quarta rivoluzione industriale ed essere pronti a nuove sfide. L’auspi-
cio che noi imprenditori condividiamo è quello di riuscire a trasmettere tutti questi
valori ai giovani che sono i veri protagonisti delle imprese del futuro”
Il PMI Day si propone infatti di rafforzare la percezione del ruolo sociale dell’im-
presa, mostrare le passioni e le competenze del mondo produttivo, presentare ai
giovani gli sbocchi occupazionali offerti dal territorio e comunicare valori che
prodotti e i servizi da soli non riescono a far percepire. E’ una occasione per
parlare di aziende in positivo e farle apprezzare come luogo di innovazione e
parte attiva del territorio, per sfatare luoghi comuni e pregiudizi sul lavoro, capire
la centralità del ruolo dei “tecnici” in azienda e rendersi direttamente conto del-
l’attenzione alla sicurezza.
Le aziende, che hanno ospitato alcune classi quinte ad indirizzo chimico,
meccanico, elettronico ed informatico dell’ITIS GALILEI di Livorno e dell’’
ITIS MEUCCI di Massa sono: Bozzi Spa (meccanica di precisione) e Erre-
Due Spa (prodotti per la generazione e la purificazione di gas) per l’edizio-
ne di Livorno; Bencore
Srl (produzione di pan-
nelli compositi in termo-
resine a struttura alveo-
lare), Benetti Macchine
Spa (produzione mac-
chine e utensili per
l’estrazione e squadra-
tura del marmo) e Euro
Moto Service Srl (im-
piantistica elettrotecni-
ca e automazione) per Alcuni scatti fotografici delle visite presso alcune Aziende
quella di Massa Carrara. che hanno aderito alla giornata.
10 Cinguettare

Moltissimi i visitatori a Maredivi- mediate e così si preferisce riman-


no a Livorno. La manifestazione dare. Spesso per paura di perdere il
delle eccellenze vitivinicole e gastro- consenso. Poi si constata che il con-
nomiche (tra cui "C'è olio e olio" ) senso si perde comunque e i proble-
del territorio della provincia di Livor- mi permangono ossidati e incancre-
no, magistralmente organizzata dal- niti per un immobilismo sterile e pue-
la Fisar. Un successo che conferma rile.
quanto di importante e di buono si
può mettere in campo animati dalla Questo "puntare i piedi", questo
competenza e passione di tante per- "denigrare" gli avvisi che giungono
sone. La Fisar a Livorno è una squa- dall'Europa sul richiamo ad una at-
dra numerosa e vincente! Bastereb- tenta e scrupolosa analisi delle scel-
be prendere esempio da loro per
fare anche di altre manifestazioni
Cinguettare te per non cadere in una crisi econo-
mica, è un modo arrogante e super-
di Luca Lischi
(spesso costose e poco partecipate) ficiale di "fare politica". La politica è
dei capolavori! dialogo e confronto e deve sempre
ricercare il bene comune. Far au-
A Maredivino, nelle accoglienti stante gli studi e le ricerche che con mentare lo Spread dovrebbe preoc-
sale della Stazione Marittima, tra le loro analisi dovrebbero servire cupare e invece si "urla" senza riflet-
gli ospiti anche l'Istituto Agrario per programmare (i dati demogra- tere sulle conseguenze di scelte "rigi-
"Bettino Ricasoli" di Siena con i vini fici ci prospettano cambiamenti de ed inappropriate" con una Mano-
da loro prodotti (Chianti colli senesi, epocali per i servizi dei nostri ter- vra che molti saggi (non politici di par-
Quarto rosso, Classe 52). Una co- ritori), non si vogliono fare scelte te) invitano urgentemente a "rivede-
struttiva esperienza di confronto con e trovare soluzioni possibili e im- re".
i produttori dei "super vini" della
Costa livornese.
Gli studenti
A proposito di eccellenze in Tosca- del Bettino
na, a Ponsacco, Alessio Tessieri, Ricasoli di
Siena,
dopo avere realizzato una Scuola di
Alessio e
formazione di cucina e pasticceria Marianna
di elevato prestigio (aperta a giova- Tessieri con
ni che desiderano imparare mestieri il loro
richiestissimi ma anche a professio- cioccolato a
Maredi-
nisti che necessitano di aggiorna- vino.
mento e a cultori ed amatori della
cucina e del buon gusto), ha appena Sotto: una
messo in produzione del cioccolato panoramica
sulla
da "estasi". Tessieri, patron del cioc- manifesta-
colato, ha iniziato nel 1997 a sele- zione.
zionare le piantagioni migliori (tra cui
quelle gestite direttamente da lui in
Venezuela) e ottenere i più eccel-
lenti cacao che gli hanno consentito
di proporre una gamma di cioccola-
te da primato. Adesso con il nome
Noalya gli amanti del cioccolato po-
tranno degustarne ben 33 tipi di in-
discussa qualità. Provare per crede-
re! www.noalya.com

Molti problemi potrebbero essere


risolti con successo attraverso una
reale collaborazione capace di sa-
per guardare "oltre". Invece, nono-
Spigolature 11

Non solo in Italia lenta reazione da parte di PD e LeU


manifestazioni filo Islam
ure che avevano proposto Emma Bonino.
Hanno accusato la parlamentare spez-
Ma, altrove, le reazioni sono diverse.
Gli olandesi non amano......Mahler!!
lat zina di essere gravemente inadegua-

ip go
ta, alla luce di alcuni pronunciamenti
In Olanda ad un concerto di musiche
nel passato contro i migranti e le mi-
di Mahler, presente la regina Beatri-
noranze in genere aggiungendo che
ce, il direttore della orchestra (mus-
sulmano) ha esordito invitando tutti a
convertirsi all’Islam.
Immediatamente tutti gli orchestrali
S “mise un like su un post in cui si parla-
va di “forni per migranti”. Natural-
mente, ogni commento è superfluo.
si sono alzati ed hanno lasciato il pal-
coscenico.
di Andrea Iardella do con il telefonino) ha gonfiato il pet- E su Livorno
to, si è alzato con il pugno chiuso esul-
Non possiamo chiudere questa nostra
tando in maniera così scomposta
pagina senza un “grato pensiero” di
Il tuttologo (qualcuno ha aggiunto “bambinesca”)
elogio e di avanti tutta alla giunta gril-
Lungi da noi, poveretti, pretendere o da sollevare le proteste di tutte le op-
lina livornese. L’assessore al traffico,
tentare di attaccare il Vicepresidente posizioni al punto che la Presidente
il fiorentino, sta pensando di tracciare
del Consiglio nonché “potente” Mini- Casellati è intervenuta dichiarando che
“strisce blue” anche lungo lo pareti dei
stro degli Interni, on. Matteo Salvini. “qui non siamo all’asilo”.
palazzi per completare l’opera del re-
Ci permettiamo solo di avvertirlo che, gime grillino in salsa livornese. A pro-
in ogni occasione, occorrerebbe sem- Tutto può accadere posito, mi capita di incontrare parec-
pre avere un po’ di buon senso. La maggioranza gialloverde ha eletto chi cittadini che si lamentano, man-
E’ voluto intervenire anche sulla squa- la senatrice leghista Stefania Puccia- dando “livornesamente” a quel pae-
lifica (solo due giornate) all’attaccan- relli presidente della Commissione Di- se la giunta grillina: chi è causa del
te del Milan Higuain “il pepita”. Per il ritti Umani del Senato incarico rico- suo mal pianga se stesso! Ed evitia-
nostro, “tifoso dei rossoneri”, doveva- perto, nella scorsa legislatura dal sen. mo di parlare della raccolta dei rifiuti
no esserne almeno il doppio!!! Mah. Manconi del PD. Vi è stata una vio- urbani “porta a porta”!!
forse, cosa ne pensate voi lettori, non
vi sembra che stia esagerando:
Alla fine, “i tuttologhi” vengono a
noia!!.
Le “Sai che al tempo del Profeta
questa musica infernale
non l’avevano inventata,
Il Ministro di “ferro”,
alias Danilo Toninelli
rime di
o infedele occidentale?”

No, non si tratta del Ministro degli In- Il tassista ferma il taxi,
Franco
terni, il Prefetto Cesare Mori, definito Biancani poi la musica zittisce,
apre lo sportello all’uomo,
il “ministro di ferro” durante il regime
con un cenno l’ammonisce.
mussoliniano mandato in Sicilia dal Il musulmano
duce per sconfiggere la mafia, per la Ferma un taxi un musulmano, Con la mano dice «scendi»
cronaca abbiamo visto tutti com’è an- con maleducato gergo e lo sguardo è più severo.
data a finire. Si tratta del Ministro pen- al tassista da la meta: “Ma che cosa stai facendo?”
tastellato “Danilo Toninelli” che ogni “Presto, portami in albergo!” fa allarmato il passeggero.
tanto, parecchio “tanto” ama mettersi
in evidenza. Potremmo aprire una ca- Il tassista sta ascoltando “Sai, al tempo di Maometto,
sistica sul caso ma ci limitiamo a cita- la canzone di un complesso quando lui ha profetato,
re l’ultima. Con gli occhi sbarrati, quasi un pochino rumoroso il motore come il taxi
fuori dalle “orbite”, al momento del ri- che riscuote gran successo. non l’avevano inventato.
sultato del voto in Senato sul decreto
Genova ma che conteneva anche il “Spengi subito la radio!” Quindi, allora, vaffanculo,
discusso provvedimento della sanato- gli comanda il musulmano non toccare lo sportello,
ria sui misfatti edilizi di Ischia (mentre con lo sguardo incattivito resta su quel marciapiede
parlavano gli esponenti della opposi- giallo come di caimano. ed aspetta lì il cammello!”
zione, ostentavan0 disinteresse giocan-
12 Livorno

LA SCOMPARSA DI UN CARISSIMO AMICO E PERSONA PER BENE

Ciao
Valter!
di Enrico Dello Sbarba

Ci sono momenti nella vita nei quali tutto


sembra perduto. Ecco, questa è la sensa-
zione provata subito dopo la telefonata
con la quale mi è stata comunicata la triste
notizia della improvvisa scomparsa del mio
grande amico Valter. Un vuoto incolmabile
angosciante insieme ad un sensazione di
vuoto.
Insieme a Valter ho trascorso larga parte
della mia vita politica, prima nella D.C. poi
nel Partito Popolare e da sempre abbiamo
condiviso gioie e dolori: nella parte termi-
nale, sicuramente, più i secondi delle prime.
Ci dividemmo, ma solo politicamente, Valter Nebbiai
quando la Margherita decise di immolarsi
e scomparire nel Partito Democratico. Io
non ero convinto di quella che fu definita
una mera operazione di vertice, meglio de-
Il ricordo finita dagli esperti "una fusione a fred-
do". Ma i rapporti con Valter furono sem-
IN OCCASIONE DEL LORO 50°
ANNIVERSARIO DI MATRIMONIO

di Luca Lischi pre caratterizzati da una affettuosa amici-


zia e da una reciproca stima. Durante la Salvatore D’Angelo
sua prima esperienza di assessore al bi-
Quando persone a noi care lasciano lancio (giunta Lamberti) fece parte della e la gentile consorte
questa vita terrena proviamo un senso commissione istituita dal Ministero degli In-
di smarrimento e di dolore. Valter Neb- terni e fui proprio io a suggerire il nominati- ricevuti
biai, un sagace e appassionato politi- vo di Valter ad un sottosegretario del partito
co, che ha dedicato una intera vita alla popolare: risultò un'ottima scelta perchè da Papa Francesco
politica con incarichi prestigiosi a ser- Valter aveva acquisito nella Sua esperien-
vizio della sua amata città, il 17 no- za, un alto livello di professionalità. Il caro amico Salvatore D'Angelo -
vembre si è incamminato nel "nuovo Ogni passaggio della politica nazionale o socio fondatore del nostro Circolo -
mattino". Quanti hanno avuto il dono locale era motivo di valutazioni e giudizi e la moglie signora Lucia, in occa-
di conoscerlo ricorderanno la sua pas- che trovavano sempre una comune con- sione del loro 50° anniversario di
sione e dedizione per la politica e per sonanza. matrimonio, hanno avuto, il grande
la sua capacità di dialogo nel ricerca- Ci siamo incontrati per l'ultima volta nella onore, di assistere giovedi 6 dicem-
re sempre risposte costruttive per il bene sede de Il Centro, pochi giorni prima della bre, alla Santa Messa celebrata dal
comune. Persona preparata e gioviale, Sua dolorosa scomparsa, per un incontro Santo Padre nella Cappella della
dotata di una spiccata simpatia e intel- nel corso del quale è stata discussa, in- "Domus Sanctae Marthae" .
ligenza. Con lui ho avuto il piacere di sieme al giornalista quirinalista Nicola Gra- All'amico Salvatore ed alla consorte,
condividere momenti di riflessione e ziani, l'esigenza di una riproposizione dei gli auguri e le congratulazioni più vive
formazione negli incontri promossi dal- cattolici in politica di fronte allo sfascio di e affettuose da parte della redazione
la Diocesi con "Il Progetto Culturale". tutto il bagaglio dei valori su cui era sorta, de Il Centro oltre che per il loro cin-
Conserverò con gioia l'esempio di un dopo la tragedia della guerra, la nuova Ita- quantesimo anniversario, anche per
uomo aperto al confronto e capace di lia democratica. avere avuto questo prezioso" omag-
donare fiducia con la sua competenza Ciao Valter, la tua scomparsa lascia un gio" da parte di Papa Francesco.
ed eleganza. vuoto difficilmente colmabile.
Livorno 13

CRONACHE CITTADINE

Che fortuna (o che sfortuna)


vivere a Livorno!
di Franco Spugnesi

Come tutti gli anni la pubblicazione delle


classifiche, redatte da alcuni giornali eco-
nomici, delle città dove si vive meglio su-
scita commenti e discussioni, giustificate
da un comprensibile campanilismo e an-
che da parametri di giudizio inevitabilmen-
te arbitrari.
La nostra provincia non si è classificata
male neppure quest’anno, 20esima per “Ita-
lia oggi” e addirittura 17esima per “Il sole24
ore”, e, pur perdendo qualche posizione è
terza in Toscana, dopo Siena e Firenze, ri-
spettivamente ai posti 11 e 12, distaccan-
do alla grande i cugini pisani addirittura
47esimi e lucchesi finiti addirittura al 54esi-
mo posto.
Ora a noi comuni cittadini, che viviamo la
città di Livorno (la classifica ricordiamolo Il primo commento suggerisce che i dati blu a pagamento, quando paghiamo le ta-
riguarda tutta la provincia che offre varie positivi sono in massima parte effetti na- riffe per i servizi pubblici tra le più alte della
situazioni di eccellenza) non ci sembra di turali, il bel tempo, il clima mite, tutti doni Toscana, quando sopportiamo attese bi-
godere di tali condizioni di felice vivibilità del buon Dio che fortunatamente sono bliche per una visita o un intervento nel
, occorre perciò approfondire quali sono i fuori dalle mani dell’amministrazione co- nostro ospedale quasi centenario.
dati positivi che ci portano tanto in alto munale 5 stelle e dal governo del cambia- Quando cioè siamo costretti a misurarci con
Non disponiamo di dati disaggregati che mento di Nogarin e complici. l’amministrazione comunale 5 stelle che si
distinguano le rilevazioni effettuate nella Altri parametri, lavoro, ricchezza, sicu- è rivelata in questo quinquennio, fortuna-
città capoluogo da quelli originati dal re- rezza non sono cosi positivi e sostenuti tamente quasi finito, incapace di gestire
sto della provincia per cui è inevitabile una per quote importanti dalla provincia, as- Livorno nonostante la buona volontà, ap-
certa approssimazione. sai più dinamica in tema d’iniziative pic- pesantita da un’inutile pregiudizio ideolo-
Vediamo. Sembra che eccelliamo nel setto- colo industriali e artigianali del capoluo- gico, agitando un “cambiamento” senza
re “Ambiente e servizi”, grazie alla spesa go. avere un progetto per il futuro e neppure la
sociale degli enti locali addirittura al primo Il Tirreno ha dedicato una trionfale pagi- capacità di costruirlo.
posto in Italia(questo ci sembra totalmen- na intervistando personaggi noti, felici di Chiudiamo con una parola di speranza,
te attribuibile ai comuni della costa) e nei stare a Livorno, molti però abitano lonta- confortati anche dalla scadenza elettorale
servizi bancari e postali; andiamo bene no e riducono la loro presenza a pochi ormai prossima, la prossima classifica an-
anche nel settore “cultura e tempo libero”, giorni l’anno, presenza spesso di vacan- nuale veda Livorno scalare velocemente le
classificandoci al decimo posto grazie ai za, di stacco dalla vita frenetica della gran- posizioni godendo di buoni voti per lavo-
posti a sedere nei cinema (secondi in Ita- de città, che fa apprezzare il ritmo blando ro, innovazione e sicurezza.
lia) e all’indice di pratica sportiva dove sia- della vita livornese, il mare, le infradito, e
mo terzi, e infine per il numero di ristoranti poi, lo possiamo dire tra noi, i livornesi
e bar che ci collocano all’ottavo posto na- normalmente sono simpatici e prendono
zionale. la vita con leggerezza.
Galleggiamo nel settore “ricchezza e con- I guai iniziano, per noi poveri cittadini che
sumi” appena 40 esimi e solo grazie alle abitiamo tutti i giorni la città, quando af-
pensioni riscosse, “giustizia e sicurezza” frontiamo, quotidianamente, gli sposta-
52esimi , “lavoro e innovazione” 62esimi, e menti in auto tra rotatorie e semafori per
infine sprofondiamo in “demografia e so- niente “smart”, quando il mezzo per la rac-
Terminal Crociere - Piazzale dei Marmi - Livorno
cietà” appesantiti dal tasso di natalità, in- colta dell’immondizia “porta a porta” pas-
Tel.0586.202901-Fax0586.892209
dice di vecchiaia e percentuali di laureati sa alle sei del mattino, quando ci destreg-
info@portolivorno2000.it
tutti oltre il 90 posto. giamo per trovare un parcheggio anche
14 Livorno

Importante missione per il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale

Stefano Corsini a Singapore


tion; con Kenneth CHIA, direttore ese- mera di Commercio Italiana a Singapore e
di Cristina Battaglini
cutivo della Singapore Maritime Founda- presentazione di “Italian Logistic and Ship-
tion; incontro con la Camera di Commer- ping- Focus on the North West Italy Logi-
Il presidente dell’Autorità di Sistema Por- cio Internazionale di Singapore e la Ca- stics System”.
tuale del Mar Tirreno Settentrionale Ste-
fano Corsini (nel ri-
quadro) si è recato a
Singapore in occasio-
ne della seconda mis-
sione in Asia, organiz-
zata dal The Interna-
tional Propeller clubs,
con la partecipazione
di 40 delegati da tutta
Italia ed i rappresen-
tanti di nove Autorità
di Sistema Portuale per sviluppare rela-
zioni di business. Questi i momenti clou
della tre giorni (conferenze, visite e incon-
tri): la visita al porto di Singapore, in par-
ticolare l’osservazione del progetto del
Tuas Terminal, che prevede la costruzio-
ne di una nuova area portuale in grado di
movimentare fino a 65 milioni di TEU
(+85% rispetto ad oggi); la conferenza
“L’iniziativa Belt & Road: una visione del
cluster marittimo italiano e di Singapore”;
la cena con l’Ambasciatore italiano S.E.
Raffaele Langella; la visita alla Singapore
Exchange; l’incontro con Chew Sutat, exe-
cutive vice presidente e Head of Equities;
con Simon Neo, direttore regionale per
l’Asia della International Bunker Industry
Association; con Esben Poulsenn e Mi-
chael Phoon, presidente e direttore ese-
cutivo della Singapore Shipping Associa-

www.porto.livorno.it
E-mail: info@porto.livorno.it
Tel. 0586 249 465 - 249 411
Fax 0586 429514
CONFEDERAZIONE ITALIANA
Vieni alla CISL
SINDACATI LAVORATORI
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE,
Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti, Permessi
di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
Per info degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
Livorno 15

qui
Diocesi
di Fabio Figara

“Essere sempre
unito a Gesù, Carlo Acutis

“autostrada per il Cielo”, come era so- 12 ottobre 2006, a soli 15 anni, e sepol-
ecco il mio lito dire lui stesso. Studente delle Suo-
re Marcelline prima e dei Gesuiti poi,
to oggi ad Assisi, Carlo lascia un esem-
pio, una luce in quest’epoca disordinata

programma tornato in Italia la sua Parrocchia di ado-


zione fu S. Maria Segreta a Milano. Un
e confusa per molti giovani come lui.
Ispirandosi alla sua vita, in occasione
adolescente qualsiasi, ma già conscio del ventesimo della consacrazione della
di vita” dell’importanza della pienezza della vita,
così come indicata da Gesù. “Tutti na-
Parrocchia di S. Rosa, tra il 3 e il 4 no-
vembre, durante la festa parrocchiale
sciamo come originali, ma molti muo- indetta per la ricorrenza, è stato inaugu-
Morto in giovanissima età a causa di iono da fotocopie”, affermava. rato il nuovo oratorio dedicato proprio
una grave malattia, Carlo Acutis è sta- Esperto informatico, creò un sito per al giovane Servo di Dio, scelta voluta
to dichiarato Venerabile il 5 Luglio 2018 la ricerca dei Miracoli eucaristici, i cui fortemente dal parroco padre Maurizio
da Papa Francesco. Quest’anno, per la risultati possono essere ammirati nella De Sanctis.
ricorrenza dei 20 anni della consacra- mostra permanente allestita in suo ri- Luogo abbellito dai murales dei ragazzi
zione, la Parrocchia S. Rosa ha dedica- cordo, e visionabile sul sito e dall’opera che rappresenta il volto di
to al Servo di Dio il nuovo oratorio. www.miracolieucaristici.org. Carlo, dipinta dal pittore Massimiliano
Attento ai bisogni del suo prossimo, Luschi, è stato inaugurato alla presenza
Una vita breve ma intensa, ricca e ri- purtroppo contrasse una forma di leu- della famiglia di Carlo, che ha portato
colma d’amore verso Gesù Eucaristia e cemia fulminante, periodo di sofferen- testimonianze e aneddoti sulla vita del
verso il prossimo: così potremmo defi- za atroce che visse come dono offerto giovane, e del Vescovo di Livorno Mons.
nire il percorso terreno di Carlo Acutis, a Dio e alla Chiesa. “Offro tutte le sof- Simone Giusti. Per l’occasione, la San-
un esempio non solo per ogni adolescen- ferenze che dovrò patire, al Signore, ta Messa domenicale è stata poi cele-
te, proprio nell’anno del Sinodo dei Ve- per il Papa e per la Chiesa - diceva - brata dal Cardinale Giovanni Battista Re,
scovi sui giovani, ma per ogni cristiano per non fare il Purgatorio e andare dritto celebrazione conclusa con la Benedizio-
che nella quotidianità e nei piccoli gesti in Paradiso.” ne e distribuzione del Pane di Santa
quotidiani voglia vivere la propria santi- Tornato alla Casa del Padre a Monza, il Rosa.
tà, seguendo la luce della Parola di Dio.
Carlo nacque a Londra il 3 maggio 1991:
i suoi si erano trasferiti a causa del la- è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno
voro del padre, Andrea. Grazie all’af-
è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
fetto dei suoi cari e all’educazione rice-
vuta, Carlo imparò da subito ad amare il e
Signore, tanto che poté ricevere la Pri- sport, tempo libero, volontariato
ma Comunione ad appena sette anni.
Da quel momento, non mancava alla assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl
Santa Messa un solo giorno. L’amore
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani,
verso Cristo, racchiuso nell’Eucaristia,
unito ad una forte devozione verso la
Livorno
ai migranti, alle famiglie
Vergine Maria, rappresentavano la sua
16 Livorno

Accogliamo un’altra pagina dei lavori effettuati dagli studenti del Vespucci-Colombo del prof. Rocco Musolino
che hanno partecipato alla Fiera Didacta di Firenze.
Cultura 17

UN INTRATTENITORE ECLETTICO CHE HA ALLIETATO LE SERATE DI TUTTI NOI

Valerio D’Alelio: grande protagonista


nel panorama musicale nazionale
Valerio: un grande intrattenitore musicale, cesso del 45 giri al Festivalbar, a Bussola
grande protagonista delle estati dorate a domani con il brano “Io e poi tu e poi noi”
Castiglioncello prima al Ciucheba e poi al- con Totò Savio.
l'Astragalo ha vissuto e sta vivendo una Dal 1977 la scelta è per il pianobar con
prestigiosa carriera. Lo abbiamo incontra- esibizioni in tutta Italia come cantante, sas-
to, dopo tanti anni, casualmente a Quer- sofonista, tastierista, percussionista e con
cianella all’hotel Bel Soggiorno a cena e l’ausilio di basi musicali. Il repertorio di
la serata fu impreziosita dai suoi struggenti musica da ascolto e da ballo abbraccia
ed eccezionali programmi musicali degli svariati generi musicali: classici nazionali
anni dorati, quelli del ventennio ‘60 e ‘70. ed internazionali, american graffiti, anni
Da qui la ripresa dei contatti dopo tanti ‘60, dance ‘70/’80, cantautori italiani, Na-
anni e questo “revival” di un uomo che ha poli ieri ed oggi, bossa nova, swing, lati-
dedicato alla musica leggera la sua vita no americano.
professionale. Poi, personaggio decisamente eclettico e
Ed infatti dopo la frequentazione del Con- capace di creare un buon feeling, eccolo
servatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, ha vivere l’esperienza delle crociere sulla
iniziato la sua brillante carriera negli anni famosissima nave “Pacific Princess”.
‘60, nel ‘66 suonava con il gruppo dei Valerio si definisce un “intrattenitore”
“Modi” e successivamente come batteri- eclettico e capace di creare un buon fee-
sta e sassofonista con “I Covi” e poi l’epo- ling con il pubblico arricchendo le sue esi-
ca d'oro che lo vedono protagonista nei bizioni con aneddotti e racconti di storia
locali storici più “in” a Roma, il Piper poi musicale, sviluppa rapporti di collabora- Gran Hotel Mont Blanc di Courmayeur, allo
quello di Viareggio ed ancora il Pipistrello, zione con Andrea Bocelli e Sergio Cam- Sheraton di Roma, al Grand Hotel Porto-
il Brigadoon, il Titan a Roma. Si sviluppa mariere. venere, al Plaza di Pisa ed all'Hotel Palazzo
la collaborazione musicale con i grandi Um- Negli ultimi anni ha continuato a suonare di Livorno: ci fermiamo qua perché l’elen-
berto Bindi, Bruno Martino e Romano in locali a Roma all'ex Bagaglino insieme a co sarebbe troppo lungo.
Mussolini, si aprono le porte della RAI Dario Ballantini, in locali storici della Ver- Abbiamo voluto illustrare la straordinaria
come attore con registi come Vito Molina- silia quali: “La capannina” di Franceschi, carriera di Valerio, un personaggio che
ri e Antonello Falqui. il Bistrol di Forte dei Marmi. Ha una pre- onora la città di Livorno: “un intrattenito-
Negli anni ‘80 ha collaborato con Tony stigiosa collezione di collaborazioni con re” eclettico capace di creare un feeling
Renis. alcuni dei più famosi locali italiani ed al- con il pubblico anche perchè abile ad al-
E la sequenza dei successi è inarrestabile: l'estero: Grand Hotel de Paris a Montecar- ternare le esibizioni musicali con aneddoti
Festival Internazionale di S. Vincent, il suc- lo, al Grand Hotel Savoia di Cortina ed al e flash di storia musicale.

Vendita al dettaglio
di carni e salumi
interamente prodotti
e lavorati in azienda
Loc. Poggio Marchino - Rosignano M.mo
Tel. 0586.799032
Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
18 Cultura

Quattro uomini e una data da ricordare De Gasperi, Monnet, dalle scuole dei piccoli comuni per-
ché i Sindaci si erano dati daffare per
Schumann, Adenauer e 1949: nasce il Consiglio di Europa fornire materiale ai docenti che a loro
volta si impegnarono come non era

C’era una volta mai accaduto.


La Giornata si ripetè per venti anni e
sempre con crescente interesse per-
ché nel frattempo l’Europa aveva in-

la Giornata Europea cominciato a camminare abbastanza


spedita.In una parola i giovani crede-
vano in questa Europa anche attraver-
so gli scambi fra gli studenti e la libe-

della Scuola ra circolazione.


Perché fu soppressa? Difficile dirlo.
E fu uno sbaglio.
I confini ancora sono sorvegliati,non Ma di sbagli ne abbiamo fatti tanti.
di Mario Lorenzini c’è ancora la libera circolazione,gli
scambi fra giovani ancora molto
limitati.La stessa conoscenza delle
Quattro uomini e una data da ricordare
lingue è scarsa e la moneta unica è
De Gasperi, Monnet, Schumann, Ade-
ancora un miraggio.
nauer e 1949: nasce il Consiglio di
La scuola è preparata a questa pro- Mensile del Circolo Culturale “Il Centro”
Europa, 25 Paesi dell’Europa ne fan-
va? Ricordo che ci fu molta perples-
no parte. Sede Strasburgo. Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
sità fra gli insegnanti specialmente a
Comitato dei Ministri e Assemblea Redazione ed Amministrazione:
livello di scuola media e di avviamen-
parlamentare (molo più tardi sosti- Via Trieste 7 - 57124 Livorno
to professionale perché i libri di te- e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
tuita dal Parlamento europeo).
sto erano piuttosto poveri e altri mezzi www.circoloilcentro-livorno.it
Il Consiglio di Europa si occupa del-
di informazione erano molto super-
le condizioni di fatto del sistema de- DIRETTORE RESPONSABILE:
ficiali. Mancava insomma il mate-
mocratico presente in tutti i Paesi Enrico Dello Sbarba
riale su cui fare una lezione prepara-
aderenti e in particolare del godimento COMITATO DI REDAZIONE:
toria.
dei diritti umani, della tutela dell’am- Massimo Cappelli,
Meglio nei licei e negli istituti tecni- Laura Conforti Benvenuti,
biente, del patrimonio architettonico,
ci che avevano una classe docente Sergio Cini, Valeria Grillo,
del territorio. Si occupa dei problemi Luca Lischi, Mario Lorenzini,
giovane,impegnata anche politica-
dell’educazione nel senso della sua Mauro Paoletti, Angela Simini,
mente per cui parlare di Europa po-
modernizzazione e dell’attuazione Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
teva essere un trampolino di lancio
del diritto all’istruzione per tutti,della Hanno collaborato a questo numero:
specialmente se il tema di qualche
pianificazione del valore del titolo di Cristina Battaglini, Franco Biancani,
loro alunno fosse alla fine emerso. Francesco Butini, Massimo Cappelli,
studio.
Perché la Giornata aveva lo scopo di Sergio Costalli, Fabio Figara, Gianni
Riletti oggi questi intenti fanno veni- Giovangiacomo, Luca Lischi, Mario Lo-
selezionare i tempi migliori a livello
re i brividi.La memoria va a ritroso e renzini, Franco Spugnesi, Lorenzo Tac-
provinciale poi regionale e infine na- cini.
ci si domanda ma quali risultati ab-
zionale con il premio di un viaggio a Grafica e impaginazione: Editrice “Il Quadri-
biamo raggiunto in oltre sessanta
Strasburgo. foglio” sas di Palandri Giulia & c., Livorno -
anni?
La Giornata ebbe successo. Stampa: Tipografia Sagittario - Bibione (VE)
Lasciamo perdere.
Ricordo che i migliori tempi nella Giornale chiuso in tipografia il 27/11/2018
Anno scolastico 1959-60.
provincia dove abitavo provenirono
Il Ministro della Pubblica Istruzione
è Guido Gonella. Nasce la Giornata
Europea della Scuola. DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano
Sono coinvolti gli studenti di tutta .............................................
l’ltalia(ma anche di Francia e Ger- AREZZO LUCCA
San Giovanni Valdarno Gallicano
mania) delle ultime classi della scuo- Montevarchi Antraccoli
la elementare, media e secondaria(la Terranuova Bracciolini
Altopascio
Loro Ciuffena
riforma della scuola media arriverà Viale Santa Margherita (AR) Ponte alla Ciliegia
solo nel 1962) ............................................. .............................................
SIENA PISTOIA
Viene fissata la data e per quella data Panicagliora
Abbadia san Salvatore
gli studenti saranno impegnati a Sovicille .............................................
esporre il loro pensiero, si fa per dire, ............................................. LIVORNO
FIRENZE Via Cattaneo (LI)
sull’Europa che deve nascere non solo Viale Guidoni (FI) * .............................................
fra i politici ma in modo particolare San Polo (FI) PISA
fra i cittadini e soprattutto fra i gio- Fucecchio Montecatini Val di Cecina
* in ristrutturazione
vani.
Cultura 19

“Buoni” a Natale! li” quando ero un bambino e abitavo per Il cosiddetto “buonismo” corre un rischio
di Ordesio Bellini qualche anno a Castellina Marittima, pa- di fondo: divide in forma troppo interes-
ese di mio padre. Ma io lo ricordo sempre sata le persone in buoni e cattivi e ognu-
come uno veramente buono e quando no decide spesso a prescindere in quale
Ci sono alcune parole che da almeno un bestemmiava mi immagino Dio che com- categoria collocarsi e in quale collocare
secolo ricorrono sulla bocca di tutti quelli mentava “ ma senti lì, ma dove le trova!” gli altri.
che intendono bloccare ogni parola e ge- Poi ci sono i buoni “da morti”. Guardan- A Natale a me piace pensare non solo al
sto dell’avversario, “sempre, comunque e do la bara tutti più o meno dicono “era Bambino che nasce, ma al Bambino desti-
a prescindere”. tanto buono”. Ma anche senza morire ci nato a crescere. Quando il vecchio Sime-
Due sono senz’altro quelle più usate: “co- sono dei “buoni” che sono dei morti vivi. one da buon israelita prende tra le sue
munista e fascista”. Io sono nato e in par- Sono buoni perché fanno sempre e co- braccia il Bambino è felice di averlo final-
te cresciuto nell’Appennino parmense munque i fatti loro. mente veduto e può quindi esclamare “ora
quando ancora piccolo negli anni cinquan- Ci sono poi i “buoni - ingenui” dove il lascia che il tuo servo vada in pace”, os-
ta venni ad abitare a Livorno. Da un paese cervello è totalmente schiacciato dai sen- sia “posso morire felice”. Non so se avrà
a quel tempo “molto democristiano” mi ri- timenti, forse più esattamente dalle sen- fatto alla Madre qualche complimento cir-
trovai in una città dove molti mostravano sazioni. Sono nati così quasi condannati ca la bellezza fisica del figlio, ma certa-
il pugno chiuso, sventolavano bandiere a essere buoni, quasi senza loro merito. mente vede in lui subito profeticamente il
rosse, funerali senza prete, ecc.. Ero pa- Immagino che loro probabilmente andran- Bimbo divenuto uomo adulto mandato dal
recchio spaventato. Erano quasi tutti co- no diretti in paradiso (ho i miei dubbi), Padre a dare vita al mondo, vita eterna, vita
munisti o almeno lo sembravano; e quan- mandando altri all’inferno per tutti i guai in abbondanza. Ha già ben chiaro la mis-
do dicevo che stavo a Livorno gli amici che combinano e che qualcun altro deve sione futura del pargolo e non lo nascon-
subito dicevano “città di comunisti”! poi riparare facendo la parte del cattivo. de alla Madre con parole dure e crude.
Poi li ho conosciuti, mi ci sono abituato, Poi ci sono i buoni – furbi. Sono buoni “Il padre e la madre di Gesù si stupivano
poi pian piano con gli anni sono sparite le per interesse privato o di tipo economico delle cose che si dicevano di lui. Simeone
manifestazioni politico-folkloriche e ora o politico. Ce ne sono sempre stati tanti e li benedisse e parlò a Maria, sua madre:
non dico di averne nostalgia ma se penso ce ne sono molti anche ora. E’ una cate- «Egli è qui per la rovina e la risurrezione
a quella gente di quel tempo sorrido. goria di persone che non mancheranno di molti in Israele, segno di contraddizio-
Sulla parola fascista non so che dire. Dopo mai nei secoli. Sono maestri nel vendere ne perché siano svelati i pensieri di molti
l’esperienza dura del Paraguay dove ho la bontà che “è” in loro. Ne fanno pubbli- cuori. E anche a te una spada trafiggerà
conosciuto da vicino una delle peggiori cità e spesso ci fanno anche fortuna. l’anima».
dittature latino americane degli anni 70 I buoni allo stato puro non esistono. Per il cristiano prendere sul serio il Natale
insieme ai vicini argentini, brasiliani e cile- Come si riconosce che uno è veramente è certo occasione di festa e di bontà, ma
ni quando sento parlare di fascismo fran- buono? Non saprei! Io uso un criterio di noi conosciamo già come va a finire la sto-
camente ho l’impressione di non capirci discernimento preso dal Vangelo “nes- ria di quel bimbo, storia che da quel gior-
più tanto. suno ama più di coloro che sono disposti no è diventata la falsariga su cui anche
Comunque ora è presa di mira anche la a dare la vita per gli altri”. E ci sono tanti noi dobbiamo misurare la nostra bontà.
parola “buonismo” e già che ci avvicinia- modi di dare la vita e senza necessaria- Altrimenti tutto diventa folklore. Una fe-
mo al Natale vorrei ragionarci un po’ so- mente arrivare al punto di dare la vita in sta tra le tante a misura di noi italiani par-
pra, visto che da sempre questa è una fe- senso cruento ti accorgi subito dallo stile ticolarmente “festaioli”. Corsa ai regali con
sta dove sembra che almeno per un gior- di vita, dal linguaggio, dalla coerenza se l’ormai consueto ritmo del “io ti do qual-
no diventiamo tutti “BUONI”. sono veramente buoni. Tutti facciamo cosa a te e tu dai qualcosa a me”. Anche i
Io nella vita ho conosciuti tante persone gesti e compiamo azioni buone. E questo regali non son più regali ma merce di scam-
buone. Ho un ricordo vivo di un contadi- è un motivo di speranza. Ma essere “buo- bio, triste criterio per misurare spesso non
no veramente buono, anche se gran be- ni” ha a che fare con una sostanziale co- la nostra bontà e generosità, quanto piut-
stemmiatore. Fu il mio maestro di “mocco- erenza di vita. tosto la nostra popolarità.

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
20 pubblicita

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

Acli Labor SOCIETÀ COOPERATIVA

Edilizia - Pulizie civili e industriali


Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) Giardinaggio
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline, Tel. 0586.790.751 - Rosignano S.
www.aclilabor.it

Loc. Cotone, 75 - Rosignano Solvay


Tel/Fax 0586.792464
O.M.P.
ROSIGNANO SOLVAY
S.r.l.

Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174


dei F.lli Costantini Fax. 0586.791173
s.n.c.
E.mail: omp@omprosignano.it

Via della Repubblica 118

CA.PA. TER s.r.l.


ROSIGNANO SOLVAY
Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
e-mail: coopgiglio@tin.it
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

GUIDI Soc. SECOS srl

Costruzioni Edili e Industriali Associazione Nazionale Amministratori


Condominiali e Immobiliari

Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay ANACI Sezione di Livorno


Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

IL GIGLIO S.C.R.L.

Erogazione del servizio


di manutenzione di aree verdi
Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via della Repubblica 118 - Rosignano S.
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 e-mail: coopgiglio@tin.it

Di Gabbia A. & Figlio


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
SRL

PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI


Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
Cultura 21

La passione giovanile per i soldatini

Per non dimenticare


di Massimo Cappelli come altri hanno giu-
stamente sottolineato,
non consapevole e
Da oltre un anno, complici i miei due ni- non ragionevole, nel
potini di quattro e sei anni, ho riscoperto senso letterale del ter-
una antica giovanile passione: quella per mine, cioè non dotato
i soldatini. In casa avevo già alcune sca- di ragione.
tole della Atlantic, risalenti agli anni set- L’Italia allora volle se-
tanta, quelli di mio figlio bambino, con guire la Germania con-
soldatini in scala 1/72 della seconda guer- tro gran parte dell’Eu-
ra mondiale, ed ho iniziato a dipingerli. ropa, poi contro la
Poi ne ho comprate molte altre, della Air- Russia e gli Stati Uniti
fix, dell’Italeri e della Waterloo 1815, una e tutti i Paesi della sfe-
ditta livornese specializzata in questo set- ra di influenza britan-
tore, con la originalità di una attenta ricer- nica, dall’India all’Au-
ca per uomini e mezzi dell’esercito italia- stralia. In pratica tutto
no. cordare. il mondo escluso il Giappone, altro alleato
La cosa pian piano è divenuta più profes- La prima è che l’Italia si avventurò nella dell’asse “Roma-Berlino-Tokio”. Un asse
sionale e ho iniziato a collocare i soldatini seconda guerra mondiale senza avere una che si dimostrò molto debole.
dipinti in piccoli diorami riproducenti sce- reale cognizione di quelle che sarebbero Si pensi che nelle battaglie di El Alamein
ne della seconda guerra mondiale. state le forze in campo. Sovrastimando le le forze italo-tedesche si misurarono con-
Per rendere più veritiero e vicino alla real- proprie e quelle dell’alleato tedesco, sot- tro reparti inglesi, indiani, australiani,
tà il tutto, ho iniziato una ricerca storica tostimando quelle degli avversari. Una sud africani, neozelandesi, francesi e
che mi ha portato a ripassare ed appro- tragedia nella quale molta parte ebbe la greci. Per di più con l’appoggio di mate-
fondire quanto avvenuto in quel periodo. vanità del Duce, che non voleva essere riali e mezzi, tra i quali carri armati pe-
Oltre al solito internet, dove si trova di secondo al suo compagno di sventura, il santi, forniti dagli Stati Uniti. A quei tem-
tutto e di più, ho integrato le mie letture Fuhrer. pi risale il motto “molti nemici, molto
con libri che narravano episodi e fatti di Per questo morirono decine di migliaia di onore”, ma anche molti lutti e una Italia
quegli anni. nostri soldati in Africa, in Russia, in Gre- distrutta.
Ne cito alcuni: “Alamein 1933-1962” di cia e fu distrutto il nostro Paese e le no- Non dobbiamo assolutamente dimentica-
Paolo Caccia Dominioni (ed. Longane- stre popolazioni. re tutto questo.
si), dove si narrano in dettaglio le batta- La seconda è l’eroismo dei soldati italia- L’Europa unita ci ha assicurato settanta
glie combattute con eroismo dai nostri ni, mandati al fronte con mezzi nettamen- anni di pace. Eppure oggi , con il governo
soldati contro le preponderanti forze al- te inferiori a quelli delle truppe alleate. attuale giallo-nero, abbiamo nuovamente
leate in uomini e mezzi e tutto ciò che le Eroismo ad El Alamein dei paracadutisti, iniziato a risentire i “me ne frego” di triste
ha precedute e seguite.” La lunga mar- bersaglieri e carristi, eroismo degli alpini memoria, questa volta proprio contro l’Eu-
cia” di Gian Carlo Fusco (ed. Sellerio) nelle gelide steppe russe. Eroismo anche ropa.
dove si racconta la campagna di Russia dei quadri ufficiali al fronte, meno di quelli Ed è in corso una sorta di piccola guerra
e le capacità dei nostri alpini, “La guerra nei Quartieri Generali, ancor meno degli economica che vede l’Italia contro tutti i
di Albania” e “Le rose del ventennio” alti ufficiali nei palazzi romani. partners europei. Anche qui chi ha già ini-
sempre di Gian Carlo Fusco (ed. Selle- La terza considerazione è la mancanza di ziato a rimetterci sono numerosi cittadini
rio), dove si narra quanto accaduto in una organizzazione comparabile a quella che vedono scendere i loro risparmi man
Grecia, dalla invasione italiana sino all’8 inglese o anche dell’alleato tedesco. Man- mano che lo spread aumenta. Ma altret-
Settembre 1943 e ai martiri di Cefalonia, canza di organizzazione e confusione nel- tanto e ancor più numerosi sono i cittadini
oltre a numerosi altri fatti del periodo.”I la linea di comando spesso dovuta a per- che continuano a sostenere i partiti al go-
fantasmi dell’Impero” di Cosentino, Do- sonalismi, risentimenti, colpevoli accon- verno, sperando nelle promesse fatte, dif-
daro e Panella (ed. Sellerio) dove ci si discendenze ai voleri del Duce. ficilmente realizzabili.
addentra, anche se in chiave romanzata, Eppure quando l’Italia entrò in guerra le Mi sembra che, con le dovute distinzioni
in episodi per altro su base documenta- piazze erano piene di gente, del popolo di importanza e gravità, si stiano ripresen-
le, riguardanti la conquista dell’Africa italiano, quasi festante e plaudente alla tando stili e comportamenti di governo che
Orientale Italiana. Mi fermo qui. Ebbene notizia che “la dichiarazione di guerra è in passato hanno portato disgrazie al po-
da diversi autori, con stili diversi, emer- già stata consegnata agli ambasciatori di polo italiano che se ne è accorto sempre
gono alcune costanti che dobbiamo ri- Gran Bretagna e Francia”. Un popolo , dopo.
22 Cultura

Sara Bellucci la fotoamatrice:


un attento e delicato occhio su Livorno
di Lorenzo Taccini menti. Fu proprio mio padre a portarmi
sul lungomare ed attivare in me questa
passione così forte… In realtà è da tanto
In tema di analisi, contributi, critiche ed tempo che non fotografo più la città, ma
esaltazioni circa la città di Livorno, le sue mi piacerebbe lavorare ad un progetto
unicità e la sua popolazione così partico- che racconti la “livornesità”, facendo
lare, incontriamo una giovane ragazza di foto magari al mercato, ad alcuni perso-
22 anni, appassionata di politica e di foto- naggi “caratteristici”e sopratutto riusci-
grafia. Si presenta quindi Sara Bellucci con re a cogliere come un livornese viva il
il suo occhio attento, la sua singolare e proprio ambiente.
pungente capacità di analisi critica dei E quali sono secondo te le caratteristiche
tessuti societari, la sua passione nei con- meritevoli di essere raccontate e riprese
fronti della città di Livorno, sua patria dalle tue fotografie?
natale e tutt’ora sede di residenza. Ricordo che una volta, ad un raduno di
Sara Belluci, anni 22, passione fotoama- moto con mio padre, un non toscano af-
trice: cosa dobbiamo aggiungere al qua- fermò: <<Mi hanno detto che i Livornesi
dro che presenta la tua persona? sono come i Californiani in America>>.
Attualmente sono iscritta al corso di Se, in effetti, stiamo a pensare alla nostra
Scienze politiche e relazioni internazio- spensieratezza, ai nostri surfisti, alla no-
nali presso l’Università di Firenze ed il stra accoglienza nei confronti della di-
mio principale obiettivo è proprio quel- versità, possiamo individuare quegli ele-
lo di concentrarmi sullo studio universi- menti unici e caratteristici che meritano
tario. Tuttavia ho maturato in me una di raccontare la nostra particolarità.
forte passione per la fotografia, così Attualmente, però, sembra che soffi un
come per il viaggio -specificatamente in Sara Bellucci vento contrario rispetto a quel clima e quei
moto con mio padre- e tengo molto a col- principi ai quali si ispiravano le leggi livor-
tivare anche queste passioni per me tan- sono passata all’upgrade con una Re- nine, forse proprio in particolare in quei
to importanti. flex nuova che mi permetta anche di fare quartieri “popolari” maggiormente carat-
E da dove nasce dunque questa tua pas- video, poiché sto dedicandomi anche a terizzati dalla accoglienza della diversità.
sione per la fotografia? questo nuovo interesse. In effetti qui si entra nel campo del mio
Anch’essa la devo a mio padre: è stato Di interessi pare che tu ne abbia molti… sguardo “politico”, oltreché fotografico,
lui, già fotoamatore, a trasmettermi la Sì, sono interessata a molte cose, a par- in campo sociale e cittadino. Innanzitut-
passione per la fotografia e ad insegnar- tire dalla musica (pur essendo negata to ritengo che questa chiusura nei con-
mi le basi ed i trucchi del mestiere. Co- nel campo!) e dal cinema. L’altra mia fronti del diverso sia un elemento sempre
minciai proprio con la sua Reflex, pas- grande passione legata alla fotografia è più diffuso a livello globale. Localmente
sando poi ad una “mirrorless” (una ti- proprio la mia città: Livorno. non c’è dubbio che anche Livorno stia
pologia di fotocamera mancante del si- Andiamo con ordine: come leghi la pas- rientrando in questo vortice e se ciò ca-
stema a specchio tipico della Reflex, che sione da fotoamatrice con l’amore verso pita maggiormente nei quartieri dove ri-
permette quindi di osservare dal mirino la tua città. siedono i ceti generalmente meno abbien-
la scena come se tu stessi guardando at- Partiamo dal presupposto che per me la ti, significa che costoro hanno sentito per
traverso l’obiettivo n.d.r.). Ultimamente fotografia è il mezzo per creare ricordi. troppo tempo trascurati i loro bisogni
Adoro, infatti, fare foto- dalla rappresentanza politica di segno
grafie ad eventi come opposto, che avrebbe invece dovuto tu-
compleanni, lauree e ri- telarli… E’ però mia convinzione che
correnze simili, così da molte convinzioni politiche siano sem-
immortalare un ricordo plicemente dovute all’ignoranza.
che possa rimanere nel E Sara Bellucci, “da grande”, vuole entra-
tempo ad arricchire, ma- re in politica? O che cosa farà?
gari con una bella corni- Diciamo che il mio progetto futuro non
ce sul comodino della ca- è ancora precisamente chiaro: avrei vo-
mera, la vita del soggetto luto invero fare la giornalista, ma mi
ripreso. sto sempre più appassionando alle que-
Livorno è stata, invece, il stioni ambientali ed umanitarie e vorrei
primo soggetto realmen- provare a lavorare in questo ambito at-
te fotografato ed ecco traverso al fotografia, magari in una
come si legano i due ele- ONG.
Teatro 23

tenore Fabio Armiliato, che è stato il Ma- collaborazione con The Cage
estro di tutto il cast formato dai giovani e Sabato 15 dicembre, ore21.00 è la volta
bravi esordienti di Opera Studio. Ed un al- del musical A Chrismas Carol
tro grande ritorno sulla scena è stato quel- Domenica 16 dicembre, ore 21.00 : Lillo
lo del soprano Alessandra Rossi nel ruolo & Greg in Gagman, I fantastici Sketch.
di Sì. Generoso e sicuro il Coro preparato
da Luca Stornello e di gran classe l’Orche-
stra della Toscana che ha trovato guida
sicura nel direttore Valerio Galli. Lo spet-
tacolo è stato ripetutamente applaudito.
Ed ora diamo un’occhiata al cartellone di
dicembre. Tace la lirica fino ad anno nuo-
vo invece sono numerosissime le propo-
ste di altri settori.
La Prosa si presenta martedì 4 dicembre,
ore 21.00 con “Fronte del porto” spetta-
colo di Alessandro Gasmann.

Il programma Mercoledì 12 dicembre , ore 21.00 è la


volta di Botanica, con Deproducers e Ste-

di Dicembre
fano Mancuso. Lillo & Greg
Giovedì 20 dic. ore 21.00 si apre il setto-
re della Danza con Lo Schiaccianoci, Bal-
letto di Mosca “La Classique”, musiche di
di Angela Simini Cajkovskij, coreografie di Marius Petipa.
Domenica 9 dic. - ore 17.00 - hanno inizio
Prima di presentare il programma di dicem- i Concerti di musica classica “Al Chiaro è in distribuizione gratuita
bre al teatro Goldoni , è doveroso soffer- di Luna” così chiamati perché durante anche presso i seguenti punti:
marsi sulla scorsa produzione lirica, l’ope- l’esecuzione resta aperta la copertura
LIVORNO:
retta di Mascagni “Sì”. Nuovo allestimen- della vetrata sul soffitto, per cui si intra- Libreria nuova di Biagini Silvia,
to della Fondazione Goldoni, è tornata vede il cielo. Appuntamento con Ars corso Amedeo 23-27
sulla scena dopo oltre venti anni dalla sua Cantica Choir & Form Rassegna di Poli- Libreria Feltrinelli, via di Franco
ultima apparizione a Livorno (1996) sul fonia Città di Livorno. Programma : Edicola Cairoli, via Cairoli 18
Edicola Nelli, piazza Cavour 39
palco della Gran Guardia ed ha replicato G.F.Handel e The Messiah.
Edicola P.zza Grande
un grande successo. L’operetta, con le Giovedì 6 dicembre, ore 21.00, ha inzio lato Farmacia Ospedale
regia di Vivien Hewit, ha dato si sé un’im- alla Goldonetta la fortunata serie di con- Edicola Bianchi, via del Porticciolo
magine risplendente, efficace, risponden- certi organizzati dal M° Carlo Palese. Al Edicola Attias, corso Amedeo
te al tema. In sala anche il soprano Cecilia pianoforte Kamil Pacholec esegue Cho- Edicola piazza Matteotti
Edicola Ramagli e Rossi
Gasdia, madre di Anastasia Bartoli, il so- pin e i suoi eredi. via Calatafimi
prano che ha debuttato nel ruolo di Vera e EVENTI: Edicola Paolini (Baracchina Bianca)
che ha sfoderato una bella voce. Giovedì 5 dicembre, ore 21.00 Enrico Ni- piazza S. Jacopo
Decisamente in parte e in tono il bravo giotti esordisce in Cenerentola Tour in Ed. Lo Strillone, viale Italia 113
Edicola Barcellona, via Goito
Edicola Borghi, corso Amedeo
angolo via dell’Origine
Tabaccheria Cioni, via Roma 133
Tintoria Rossi, corso Mazzini
Ed. Martelli Anna Lisa
via Meucci 5 (Coteto)
Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare
Edicola Dharma, Viale Antignano 115
Edicola Bini-Filippi, Via del Litorale
(largo Vittime delle Fobie)
Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco
via C. Puini 97 - Antignano
Ristorante “La Barcarola”
viale Carducci 39
CASTIGLIONCELLO:
Edicola Rossi, P.zza della Vittoria
L’Edicola, Via Aurelia 512
ROSIGNANO SOLVAY:
Edicola Giovannoni, via Allende
Edicola Vallini, via O. Chiesa
Tabacchi-Edicola Bicego, via Aurelia 459
VADA:
Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3
24

Potrebbero piacerti anche