Sei sulla pagina 1di 24

1

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.2014 - Posteitaliane
Anno XIX - n° 195 Gennaio 2019

L’Editoriale Non c’è un partito dei vescovi,


di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it
ma milioni di cattolici e di loro
amici che vogliono stare insieme
Un’offesa di Nicola Graziani
al Grande scalpore ha suscitato sulla stam- di nuovo le sue responsabilità, facendo
Parlamento pa nazionale l’idea che stia per nascere
un “partito dei vescovi”. Espressione sa-
uno sforzo.
La seconda: a leggere bene cosa è stato
pida e suggestiva, dietro la quale si na- scritto sul Partito dei Vescovi si evince
Quanto è accaduto in occasione sconderebbe l’ennesimo tentativo (ohibò) che la Gerarchia di mettersi in mezzo alla
del dibattito sulla manovra econo- di far rinascere la Democrazia Cristiana. politica italiana non ha alcuna voglia. E
mica del governo gialloverde da il Stiano tranquilli i bipolaristi d’Italia, se fa bene, non foss’altro perché non è il
segno della preoccupante degene- ancora ne esistono: il PdV non esiste, né suo mestiere. Pittor, parla dei quadri;
razione in cui è caduto il sistema esisterà. Esistono però altre cose, ed è pastor, cura le anime. Da mihi animas,
politico italiano dove prevalgono, bene ricordarlo. coetera tolle. Altra cosa è il laicato, co-
ormai, pressapochismo, avventu- La prima è che esiste un problema Italia: munque. È dai tempi del Concilio (ma la
rismo, incompetenza, superficia- nazione in declino, paese in avanzato sta- cosa era valida anche prima) che ai laici
lità insieme alla completa assenza to di decomposizione; a meno che non ci viene detto che non sono solo pecore
del comune buon senso: questo il si illuda che la Lega nazionalizzata alla nelle mani altrui, ma uomini che devono
panorama che si delinea, in ma- Salvini sia una risposta anche per i pro- prendere in mano il proprio destino. La
niera sempre più preoccupante di blemi di Livorno, o anche solo di Cinisel- maniera migliore per farlo è di occupar-
fronte agli italiani, sicuramente la lo Balsamo. A Livorno (di Cinisello sap- si, insieme, della cosa pubblica e non c’è
maggioranza, che comincia a nu- piamo poco, ammettiamolo) i grillini non bisogno di spiegare il perché, tanta è
trire seri dubbi sulle “paranoiche pare siano destinati a lasciare un’impron- l’evidenza dell’enunciato.
scelte” di marca qualunquista e ta storica. Il Pd non esce dal coma, e Qui si giunge alla terza considerazione:
populista che il cosiddetto “gover- anche se lo facesse difficilmente darebbe uomini o pecorelle che siano, i laici che
no del cambiamento”sta portan- l’idea di un partito credibile. Che fare? vanno avanti in ordine sparso finiscono
do avanti. Resta la Lega. Non è vero: resta molto di immancabilmente nelle fauci del lupo,
Se perfino autorevoli commenta- più, di molto meglio. Ognuno si assuma che potrà essere di destra o di sinistra,
tori, non appartenenti alla sinistra, ma sempre fagocitatore resta. Lo vedia-
hanno cominciato a lanciare “ana- mo da trent’anni buoni e, non c’è che
temi” contro questo governo pro- dire, l’unica possibilità non solo di fare
prio per la superficialità e l’inca- qualcosa, ma anche di sopravvivere è
pacità di cui quotidianamente da quella di essere uniti. Di stare insieme.
plateali dimostrazioni, vuol dire che Non è un caso che stia prendendo for-
si sta raggiungendo il colmo del- ma in queste giornate d’inverno, l’inver-
l’imprevidenza fino, al rischio, di no del nostro scontento, una associazio-
mettere in discussione la stabilità ne che proprio “Insieme” pare destinata
finanziaria del paese. a chiamarsi. Denominazione evocativa di
unità nella diversità. Di inclusione e col-
segue a pag. 2
segue a pag. 2
2 Politica

dalla prima pagina regimi sovranisti, salvo poi averli per con la conclusione di un giudizio scrit-
primi contro (Ungheria-Polonia-Au-
Un’offesa stria) e che considera gli imprenditori
to in un articolo del politologo Ernesto
Galli della Loggia apparso di recente sul
al Parlamento dei nemici,è un paese che non da ga- Corriere della Sera: “vi è una regola
ranzie per il suo futuro. antica come la storia e cioè che la ri-
La recente manovra finanziaria, conclu- Questo il quadro “idilliaco” nel quale volta contro le èlite sono solo altre èlite
sasi con l’approvazione da parte dei due l’attuale governo sovranista e populi- che possono farla o almeno ci prova-
rami del Parlamento, dopo che erano sta, rischia di far precipitare il paese no”. Questo commento è rivolto pre-
state apportate importanti modifiche se non ci fossero dei “freni inibitori”: valentemente alla ormai proverbiale in-
grazie anche alla “attenta vicinanza” del nella circostanza il buon senso e la sa- capacità ed impreparazione dei loro
Presidente della Repubblica Sergio Mat- gacia del Presidente della Repubblica. esponenti al governo ed al parlamento.
tarella, ha dimostrato che “i mercati non In sostanza “i populisti”nostrani hanno Su Matteo Salvini comincia a preoccu-
sono solo il riflesso dei cosiddetti inte- capito, lo speriamo davvero, che parci seriamente la stanchevole litania,
ressi brutti e cattivi”: sono qualcosa di un’economia come quella italiana ca- che può divenire pericolosa, delle sue
più semplice e di più importante perché ratterizzata, appunto,da un enorme de- troppe “uscite da descamidados”.
misurano il grado di fiducia che il mon- bito pubblico, può funzionare solo se è
do ha nei confronti di un paese e nella ben integrata con la comunità interna-
fattispecie dell’Italia, sono, in soldoni, zionale.
gli indicatori della situazione finanzia- Del resto, Salvini e Di Maio, hanno Non c’è un partito
ria. costruito gran parte del loro consenso
Un paese come l’Italia, indebitato fino dichiarando “nemici del popolo” tutti i
dei vescovi
al collo, che non si preoccupa del suo politici che hanno cercato di salvaguar- laborazione aperta all’esterno, nel nome
debito, che non rispetta le regole, che dare la salute del sistema bancario sal- del bene comune. Perché i cattolici, che
non attira gli investimenti, che fa alzare vo modificare integralmente “i loro giu- pure sono milioni, da soli non ce la pos-
i rendimenti dei titoli di stato che mette dizi forcaioli” allorché sono stati con- sono fare. Ce la faranno se troveranno
a rischio le banche e mette e in fuga i vinti o costretti a cambiare atteggiamen- l’aiuto degli uomini di buona volontà – e
capitali stranieri, che strapazza l’euro to di fronte al rischio di un pericoloso anche questi sono milioni – pronti a con-
che schiaffeggia l’Europa, che esalta i default. Questi cosiddetti “avvocati del dividere con loro quei valori di matrice
popolo”hanno dovuto piegarsi di fron- cristiana che sono stati scritti nella no-
te all’esigenza prioritaria di salvare le stra splendida Costituzione. La quale – e
banche e seguire l’andamento dei mer- non è un caso – è stata assalita prima
cati. dalla destra, poi dalla sinistra ed ora dai
Abbiamo citato con insistenza il ruolo grillo-leghisti. Tutti incompatibili gli uni
essenziale che il Presidente Mattarella con gli altri, ma accomunati da deside-
Mensile del Circolo Culturale “Il Centro” ha svolto nella circostanza, distillando rio di sfare quel che è stato fatto, e che
Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005 gocce di buon senso nel mare crescente ci ha dato pace e prosperità.
Redazione ed Amministrazione: di un populismo chiassoso e deteriore, “Insieme” non è un partito, ma è un pri-
Via Trieste 7 - 57124 Livorno anche per l’assenza di una opposizione mo passo verso una riassunzione di re-
e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
www.circoloilcentro-livorno.it
ancora sconvolta dalla clamorosa scon- sponsabilità, a sua volta scelta ineludibi-
fitta riportata nelle elezioni del 4 marzo le di fronte ad un Paese sfibrato e ad un
DIRETTORE RESPONSABILE: e che solo, in questi ultimi giorni, sem- quadro politico contorto, perverso e de-
Enrico Dello Sbarba
bra svegliarsi da questo pericoloso tor- stinato ad avvitarsi sempre più attorno a
COMITATO DI REDAZIONE: pore attraverso l’assunzione di una pro- populismi progressivamente peggiorati-
Massimo Cappelli,
Laura Conforti Benvenuti, testa che non può essere ulteriormente vi l’uno dell’altro. Se non facciamo nul-
Sergio Cini, Valeria Grillo, ritardata. In effetti sembra essersi al- la, saremo complici dei nostri aguzzini.
Luca Lischi, Mario Lorenzini,
Mauro Paoletti, Angela Simini,
lontanato il rischio di un mortale de- Per iniziare a farci sentire, poi, non man-
Marisa Speranza, Franco Spugnesi. fault finanziario ma le sorprese sono cano le scadenze anche a breve termi-
Hanno collaborato a questo numero:
sempre alle porte e lo spessore delle ne.
Cristina Battaglini, Franco Biancani, certezze democratiche sembrano es- Le elezioni amministrative ad esempio,
Francesco Butini, Massimo Cappelli, sere in bilico per il permanere di ten- e poi – senza andare troppo in là con le
Laura Conforti, Sergio Costalli, Fabio
Figara, Gianni Giovangiacomo, Nicola denze pseudo autoritarie che allignano previsioni – il probabile referendum che
Graziani, Luca Lischi, Angela Simini, all’interno delle due componenti che si dovrà svolgere sulle riforme costitu-
Franco Spugnesi, Lorenzo Taccini.
vorrebbero fare “la rivoluzione” ma zionali che a primavera Salvini e Di Maio
Grafica e impaginazione: Editrice “Il Quadrifoglio”
sas di Palandri Giulia & c., Livorno - Tel. 05861732178. privi, speriamo sia vero, di ogni espe- cercheranno di imporre al Parlamento.
Stampa: Tipografia Sagittario - Bibione (VE) rienza in materia. E che sono, per usare un termine che la
Giornale chiuso in tipografia il 2/1/2019 Chiudiamo queste riflessioni preoccu- Lega ha regalato al vocabolario della
pate con le quali apriamo il nuovo anno politica, un’autentica porcata.
Politica 3

L’appello ai “Liberi e Forti”,


cento anni dopo
di Francesco Butini

San Paolo di Tarso, nella II Lettera ai ca 20 milioni tra feriti e mutilati. Una trovano in circostanze analoghe a quel-
Corinzi, consapevole del ministero del- carneficina che sconvolse le società dei le precedenti la nascita del Partito Po-
la nuova alleanza affidato ai discepoli di Paesi vinti, e pure quelle dei Paesi vin- polare di Sturzo. Un grande impegno
Cristo, ricorda a tutti che «non ci per- citori. nelle attività sociali, nell’assistenza, nel-
diamo d’animo» (II Corinzi 4,1). E spe- Sturzo (che era stato interventista) e i l’accoglienza. Ma anche la dispersione
cifica che «in tutto, infatti, siamo tribo- suoi cattolici popolari raccolsero la sfida e, peggio ancora, l’astensione nell’atti-
lati, ma non schiacciati» (II Corinzi 4,8). della modernità, e tracciò il sentiero sul vità politica. Graziosamente accolti nelle
L’Italia che ascoltò cento anni fa l’ap- quale chiamare a raccolta gli italiani liste di raggruppamenti politici orientati
pello «a tutti gli uomini liberi e forti», «senza pregiudizi né preconcetti». da altri, i cattolici hanno creduto di es-
lanciato il 18 gennaio 1919 dalla Com- Insieme a Piero Gobetti e ad Antonio sere negli ultimi venti anni il sale della
missione provvisoria del Partito Popo- Gramsci, Luigi Sturzo fu il politico più politica italiana, disperdendosi un po’
lare di don Luigi Sturzo, era un Paese temuto da Mussolini: non rappresenta- ovunque, e sono finiti nell’insipidezza
uscito vittorioso dalla Grande Guerra e vano solo una azione politica, ma un dell’irrilevanza.
destinato a perdere la pace e la demo- pensiero sulla società e sullo Stato rite- La filosofia ha giustificato un po’ male
crazia. nuto molto insidioso per l’affermazio- la prassi.
Le speranze contenuto nell’appello era- ne del fascismo. La polemica contro un nuovo impegno
no altre: «è imprescindibile dovere di I dodici punti del programma allegati unitario dei cattolici in politica è stan-
sane democrazie e di governi popolari all’appello parlano di integrità della fa- tia, riporta le lancette della storia ad ol-
trovare il reale equilibrio dei diritti na- miglia, di libertà di insegnamento, di ri- tre cento anni fa.
zionali con i supremi interessi interna- conoscimento giuridico e di libertà dei Siamo tribolati, direbbe San Paolo, ma
zionali e le perenni ragioni del pacifico sindacati, di legislazione sociale nazio- non schiacciati.
progresso della società». Ma l’equilibrio nale e internazionale per il diritto al la- E soprattutto siamo liberi. Liberi di of-
tra interessi nazionali e il pacifico pro- voro, di organizzazione della produzio- frire una lettura della società post-mo-
gresso internazionale si sarebbe rapida- ne economica, di libertà e autonomia derna e dello Stato democratico ispira-
mente frantumato sotto i colpi di regi- degli enti pubblici locali, di riorganiz- ta al cattolicesimo politico e sociale.
mi autoritari e totalitari, di nazionalismi zazione dell’assistenza pubblica, di li- Liberi di contribuire con nuove propo-
radicali, di autarchie economiche. bertà e indipendenza della Chiesa, di ste allo sviluppo di una Italia più euro-
L’Europa dei nazionalismi e degli impe- riforma tributaria generale e locale, di pea, di una partecipazione popolare più
rialismi aveva partorito nella Grande riforma elettorale proporzionale, di di- diffusa, di una democrazia politica e di
Guerra terminata poche settimane pri- fesa nazionale, di organizzazione giuri- una democrazia economica ispirate ad
ma dell’appello sturziano, la morte di dica della vita internazionale. una Costituzione che gli italiani non han-
circa 16 milioni di europei, nonché cir- Dopo cento anni i cattolici italiani si ri- no voluto modificare, di una rinnovata
autorevolezza delle istituzioni democra-
tiche.
Da vent’anni i dati statistici ci indicano
che in Italia la disuguaglianza sociale è
cresciuta, la partecipazione popolare alla
vita politica è diminuita, e l’isolamento
dell’Italia in Europa è aumentato. Con
la loro dispersione, i cattolici hanno
contribuito a questo stato di cose rin-
chiudendosi nella delusione. L’appello
ai liberi e forti di Sturzo ci ricorda che
L’accoglienza che nasce dal cuore. uappala.com la nostra responsabilità verso il Paese è
un’altra.
4 Politica

Questo Paese, se...


di Sergio Costalli

L’Italia, per chi la voglia guardare, ap- Un Paese dove purtroppo tende a pre- condizioni ambientali.
pare un Paese schizofrenico e bipola- valere l’invidia nei confronti di coloro Un Paese popolato da giocatori, non
re, sempre più lungo, con il Sud sem- che sono riusciti ad affermarsi anzi- solo di calcio ma di gratta e vinci e lot-
pre più a sud, con parti di territorio e ché l’emulazione. terie varie: nel gioco lecito, nel 2017,
quartieri infrequentabili e in mano alla Un Paese che nasconde un rilevante sono stati spesi circa E. 97 miliardi
criminalità, segnati da spaccio, pizzo, risparmio privato che giace addormen- (poco meno del costo della sanità pub-
gioco d’azzardo, contrabbando e pro- tato nei conti correnti bancari e po- blica) e, forse per reggere alla tensio-
stituzione; con giovani criminali che stali e dove viene perennemente ali- ne, sono stati acquistati E. 3,3 miliardi
scorrazzando in sella alle moto sparac- mentata una sorda ostilità nei confron- di antidepressivi. Se invece si aumenta
chiano per strada come i vaccari ubria- ti dell’impresa e degli imprenditori. la dose e si passa agli stupefacenti, le
chi nei vecchi film western mentre al- Un Paese con sempre minor fiducia stime divergono: alcune fonti ritengo-
tri sciagurati creano il panico nelle di- in se stesso e nel futuro, nell’ambito no che il consumo di tali sostanze am-
scoteche con lo spray al peperoncino. del quale le più diffuse aspirazioni, ov- monti a circa E. 14,5 miliardi mentre
Un Paese che dalla piramide genera- viamente dopo quelle inconfessabili, le Procure lo stimano intorno a E. 35
zionale è passato al rombo generazio- sono due: come occultare in qualche miliardi.
nale che, in epoca non troppo lonta- paradiso fiscale i propri soldi, logica- Un Paese riconosciuto nel mondo tra i
na, diverrà a sua volta una piramide mente per chi ne possiede, e come pro- più altruisti, con 7 milioni di abitanti
generazionale rovesciata. cacciarsi un reddito dallo Stato senza che prestano il proprio tempo gratuita-
Un Paese con un debito pubblico enor- svolgere una qualsivoglia attività, per mente in attività di volontariato ma an-
me, sempre più addossato ad una chi è sconosciuto al fisco e al cata- che un Paese di assidui e puntigliosi
quantità decrescente di cittadini pro- sto. evasori fiscali e di diffuso lavoro nero
duttivi. Un Paese sempre più ricco e Un Paese che esporta la sua migliore [3,3 milioni di prestatori d’opera] che,
sempre più povero, dove i ricchi ten- gioventù e che importa poveri derelit- congiuntamente alle attività propria-
dono ad arricchirsi ancora e i poveri ti, tenendoli a languire in luoghi di ac- mente criminali, riescono ad occultare
ad aumentare sempre di più. coglienza non sempre nelle migliori al fisco circa E. 210 miliardi: infatti si
presume che a tanto ammonti la cosid-
detta economia sommersa, per un’eva-
sione totale, tra imposte e contributi,
stimata in circa € 110 miliardi.
Un Paese che, quand’era ancora pove-
ro e contadino, impiegò due anni per
realizzare il primo tratto, da Milano a
Parma, della più bella autostrada del
mondo, l’Autostrada del Sole, e in otto
anni, dal 1956 al 1964, con mesi di an-
ticipo, riuscì a completare l’opera fino
a Napoli. Oggi, in due anni, non si rie-
sce a costruire neppure un pollaio. Un
Paese dove, oltre all’immondizia in
molte strade, anche leggi e decreti si
sono accumulati su leggi e decreti.
Un Paese libero dove teoricamente è
possibile far tutto e in pratica invece,
senza una carta bollata vidimata, non
si fa alcunché e dove l’unica certezza
è l’incertezza. Piani e regolamenti im-
perversano e ogni comunello si impe-
segue a pag. 5
Politica 5

da pag. 4
primo in Europa per la crescita del- sultati, cosa potrebbe fare se non aves-
l’export; che nel settore del legno e se la bardatura burocratica che deve
gna a far meglio del vicino in relazio- arredo è il primo esportatore europeo; sopportare; se il lavoro e l’impresa fos-
ne alla quantità, non potendo avvaler- che nel machinery è quarto al mondo sero veramente al centro dell’attenzio-
si sempre della qualità. Le regole sono per quote di mercato; che nella moda ne; se non fosse rallentato da ineffi-
così numerose, contraddittorie e in- è quarto al mondo per quote di mer- cienze infrastrutturali; se i gravami im-
decifrabili da necessitare ordinaria- cato e via andare. positivi fossero minori; se avesse una
mente di più livelli di interpretazione, Se nella situazione in cui si trova il Pa- ceto politico all’altezza delle sue po-
quasi sempre discordanti, mentre i ese riesce a raggiungere ancora tali ri- tenzialità; se…; se… ?!
pubblici funzionari che debbono orien-
tarsi nel labirinto normativo rimango-
no stretti nella morsa dell’incertezza
e della responsabilità personale: attor-
no a loro danza lo spettro dell’impon-
derabile danno erariale. Inevitabilmen-
te l’abusivismo imperversa e le noti-
zie di reato sono abbastanza facilmen-
te reperibili nei bar in piazza. Per la
Giustizia tuttavia le chiacchiere non
bastano, occorrono le prove, quelle
prove che saranno inconfutabilmente
acquisite dopo i prossimi eventi cala-
mitosi.
Un Paese nel quale non è per un caso
che il sistema burocratico, anziché es-
sere percepito come un servizio al cit-
tadino contribuente, viene subito come
un grave impedimento a carico dei più
operosi.
Un Paese che ha avuto, durante la fase
della Ricostruzione, una classe dirigen-
te che aveva frequentato l’università
del confino, dell’esilio e della galera
fascista e aveva partecipato alla Re-
sistenza mentre, ora la classe politica
viene prioritariamente selezionata dai
cinguettatori in rete: siamo così pas-
sati dalla passione alla sistemazione e
dalla cultura alla presunzione. In que-
sto non sempre commendevole conte-
sto di primati emerge e si afferma, ino-
pinatamente per gli assertori del com-
plotto pluto-globalista e per i geografi
neo-carpenteriani, anche un Paese di-
verso, che risulta essere il quinto al
mondo per la bilancia manifatturiera
con quasi 100 miliardi di $ di attivo.
Un Paese che si colloca tra i primi al
mondo per la competitività nel com-
mercio estero in 8 macro-settori su un
totale di 14 considerati e secondo al
mondo, dopo la Germania e prima del-
la Cina, per la competitività nei settori CONFEDERAZIONE ITALIANA
Vieni alla CISL
SINDACATI LAVORATORI
produttivi. I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE,
Un Paese che è leader in Europa per Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti, Permessi
l’uso efficiente delle risorse nei pro-
di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
cessi produttivi; che nel settore agroa-
limentare è primo per la sostenibilità; Per info degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
che nel settore della farmaceutica è
6 Politica

Alcune condiserazioni dopo


un commento del premier Conte

Non fatti ma
“percezioni”!
di Massimo Cappelli mezzo di euro do-
vuto alle emissio-
ni di BTP a tassi
Nei giorni scorsi il Primo Ministro Conte, superiori.
Giuseppe Conte
commentando la manovra del governo, Da quanto detto
modificata dopo i rilievi della Commissio- si deduce che il
ne Europea, affermava più o meno testual- giudizio degli osservatori esteri, degli in- Se torniamo ai fatti possiamo dire che ad
mente: “un aiuto al raggiungimento de- vestitori (dei quali abbiamo un gran bi- oggi ne abbiamo visti pochi. Per ora tutte
gli obiettivi che ci siamo posti verrà sogno), dei mercati era oggettivamente le promesse fatte in campagna elettorale
anche dalla diminuzione dello spread”. migliore prima, mentre adesso sembra dai due partiti di Governo sono rimaste
Sono rimasto colpito da questa dichiara- peggiorato ed anche di molto! tali. In più gli impegni presi con Bruxelles
zione, non perché non sia vera, uno La domanda allora sorge spontanea: come portano ad ulteriori ritardi attuativi per
spread più basso significa pagare meno mai gran parte degli italiani non vede tut- ovvie ragioni di rispetto del bilancio ap-
interessi sul debito pubblico ed avere to ciò e continua ad esprimere consensi provato. Il nostro Paese è divenuto “os-
quindi più risorse da destinare ad altre a questa strana compagine di governo? servato speciale” da parte degli altri pae-
voci di spesa o di investimento. Sappia- Una interessante risposta la possiamo si europei perchè gli impegni presi e i rela-
mo quali sono gli obiettivi del governo: trovare in una argomentazione, più di ca- tivi conti siano mantenuti in ordine.
reddito di cittadinanza, riforma delle pen- rattere psicologico che politico, che ho Questo comporterà periodiche verifiche
sioni, riduzione delle tasse e quant’altro ascoltato in una trasmissione sulla rete sull’operato del Governo da parte della
è stato sbandierato in campagna eletto- TV La 7. Commissione Europea.
rale per avere facili consensi. Obiettivi da La tesi era che il giudizio di gran parte Davanti a questo scenario vedremo quan-
Paese non con un forte indebitamento degli italiani non si basa su fatti concreti to tempo ancora durerà il “sonno”di gran
come il nostro, ma tanto è! ma su “percezioni”. Salvini ha successo parte degli italiani. Spero solo che non
Ho pensato che con il Governo Gentilo- perché è “percepito” come colui che è occorra un brusco risveglio per riportarci
ni, (anche a seguito delle azioni dei pre- riuscito a limitare l’afflusso di extracomu- alla realtà delle cose.
cedenti governi Monti-Letta-Renzi), lo nitari, “percepiti” a loro volta come colo-
spread era sceso a 130 punti, che cosa ro che ci tolgono il lavoro.
avremmo potuto fare allora ? Nei numeri e nei fatti niente di ciò è vero
In pochi mesi il nuovo Governo, a segui- però la narrazione che è stata fatta è riu-
to delle improvvide continue dichiarazio- scita a raggiungere lo scopo. Lo stesso
ni dei due Vicepremier che hanno scon- dicasi per le problematiche della sicurez-
certato i mercati e gli interlocutori euro- za, anche queste molto collegate al flus-
pei (ricordo : spread non conta niente, so di immigrati, anche se non sorrette dai
euro si euro no, Europa si Europa no, etc), numeri.
ha innescato una spirale di sfiducia nei E sempre la “percezione” sembra abbia
nostri confronti da parte dei mercati e invece iniziato a colpire i 5 Stelle che nei
degli interlocutori europei che ha portato sondaggi stanno scendendo vistosamen-
velocemente lo spread sopra i 300 punti. te.
Ora, dopo gli accordi con la Commissio- Il reddito di cittadinanza, loro bandiera,
ne Europea, che al momento ha scongiu- viene “percepito” da tanti italiani, specie
rato la tanto temuta procedura di infra- al nord e al centro, più o meno come una
zione, viaggiamo intorno a 260 punti. La misura assistenziale, che non favorirà l’in-
speranza di Conte è di ridurlo ancora in- serimento al lavoro ma andrà a vantag-
torno a 230/240 che è sempre quasi il dop- gio di nullafacenti e lavoratori in nero.
pio di prima delle elezioni. Non a caso i maggiori consensi arrivano
Il Paese registra comunque un maggiore dal sud Italia, dove lo stato ha sempre
costo per interessi di circa un miliardo e avuto una funzione assistenziale.
Attualità 7

In occasione del Bilancio di Sostenibilità 2017 del Comparto Chimico e Petrolifero Toscano

Confronto tra studenti e imprese


La diciannovesima edizione del Bilancio di fortanti anche dall’occupazione: al 31 di- uno dei pilastri delle strategie per la soste-
Sostenibilità del Comparto Chimico e Pe- cembre 2017 le risorse umane occupate dal nibilità delle aziende ed è diffusa la con-
trolifero Toscano sì è tenuta per la prima Comparto sono pari a 1.511 unita`. vinzione che la crescita e lo sviluppo in-
volta in una scuola. Otto classi dell’ITI “Il Bilancio di Sostenibilità del Comparto cludano come priorità la riduzione costan-
Galileo Galilei di Livorno hanno assistito Chimico e Petrolifero – ha affermato Fabri- te dell’impatto sull’ambiente e la ricerca di
alla presentazione del documento. zio Loddo, presidente della Sezione Chimi- soluzioni innovative. Lo confermano le
Giuliana Ficini, dirigente scolastica dell’ITI ci e Petroliferi di Confindustria Livorno emissioni in acqua e in atmosfera risultate
Galilei ha dichiarato: “Momenti di confron- Massa Carrara – è un progetto di rendicon- al di sotto dei limiti di legge. Nel 2017 le
to come quello di oggi sono fondamentali tazione volontaria nato diciannove anni fa aziende hanno sostenuto costi di smalti-
per la formazione degli studenti perché dall’iniziativa di aziende operanti nel terri- mento dei rifiuti solidi pari a 7,2 milioni di
danno l’opportunità di conoscere concre- torio della provincia di Livorno. Nel corso euro e costi di trattamento dell’acqua pari
tamente l’impegno delle imprese ed il valo- degli anni ha coinvolto altre aziende ope- a 5,3 milioni di euro.
re economico e sociale che producono e ranti anche in altri territori toscani, che han- “Sviluppo e sostenibilità rappresentano
distribuiscono nei territori in cui operano. no condiviso gli obiettivi della sostenibili- un binomio inscindibile – ha affermato
L’imponente risposta ricevuta dai Profes- tà e del confronto con tutti i portatori d’in- Luca Lischi, capo gabinetto dell’assesso-
sori che coordinano le diverse classi e che teresse, sia enti ed istituzioni pubbliche che re della Regione Toscana all’istruzione, alla
hanno agevolato la partecipazione dei pro- l’intera comunità civile. Il nostro auspicio, formazione e al lavoro, Cristina Grieco -
pri studenti, conferma che il rapporto con avendo investito in questa iniziativa, è quel- per la crescita dei territori e per la coesio-
le imprese è un tema di grande rilevanza, lo che molte altre aziende siano disposte a ne sociale. La Regione Toscana orienta
condiviso dal mondo scolastico”. percorrere questa strada, intravedendo nel tutte le azioni di governo a questo princi-
Il Bilancio di Sostenibilità del Comparto bilancio sociale un investimento strategico pio e quindi apprezza e sostiene questa
Chimico e Petrolifero Toscano ha certifica- per accrescere il rapporto di fiducia con tutti iniziativa di rendicontazione operata da
to che le aziende partecipanti producono e gli stakeholders”. anni dalle aziende del comparto chimico”.
mantengono, all’interno del territorio, gran L’impegno sul tema della salute e sicurezza Federico Chiaramonti, Toscopetrol spa e
parte della ricchezza economica generata. sui luoghi di lavoro continua ad essere al Silvia Pardossi, Ineos Manufacturing Ita-
Il valore della produzione ammonta a ben primo posto nella gestione responsabile lia spa hanno concluso la giornata, por-
2,42 miliardi di euro (+25,5% rispetto al delle risorse umane del Comparto. Nel 2017 tando testimonianze di buone pratiche
2016). Il valore distribuito al territorio è di le risorse economiche per interventi di si- aziendali del Comparto.
282,7 milioni di euro (+75% rispetto al curezza, salute ed igiene arrivano a quota Al progetto hanno partecipato le Azien-
2016). Giungono in particolare segnali con- 14,3 milioni di euro, con 23.619 ore di forma- de: Altair Chimica, Cheddite, Costieri
zione erogate sul tema. D'Alesio, Costiero Gas Livorno, Eni Refi-
L’importanza strategica per il Com- ning & Marketing Raffineria di Livorno,
parto Chimico e Petrolifero Tosca- Ineos Manufacturing Italia, Neri Depositi
no di diffondere la crescita cultura- Costieri, Nuova Solmine, Prysmian Cavi e
le e di investire proprio in formazio- Sistemi Italia, Toscopetrol, Trelleborg Se-
ne e nel continuo aggiornamento aling Solutions Italy, Venator Italy.
professionale è testimoniata dalla Per ulteriori approfondimenti, dal 18 dicem-
partecipazione all’evento di oggi del bre sarà online l’aggiornamento con i dati
Gruppo Giovani Imprenditori di 2017 del portale del Bilancio di Sostenibi-
Confindustria LI MS, di cui Loren- lità del Comparto Chimico e Petrolifero:
zo Santalena è vicepresidente, che www.bilanciochimicotoscano.it.
ha dichiarato: “Il nostro ruolo come
Giovani Imprenditori è quello di
agevolare il contatto fra il mondo
della Scuola e le imprese, favoren-
do in particolare i percorsi di Alter-
nanza Scuola Lavoro. Con questa
iniziativa, che ha portato le imprese
direttamente dentro la scuola, gli
studenti hanno avuto un’importan-
te opportunità di conoscere in ma-
niera approfondita il modo di ope-
rare di un settore economico stra-
tegico del nostro territorio”.
Il tavolo della presidenza del convegno e il pubblico presente. Il rispetto ambientale rappresenta
8 Attualità

La quarta rivoluzione industriale è iniziata

CONFINDUSTRIA ‘INDUSTRIA 4.0’


di Cristina Battaglini dustriale 4.0: Baker Hughes, a GE com- strutturarsi individuando nuove strate-
pany-Nuovo Pignone; Ineos Manufac- gie.
turing Italia Spa; Prometec Srl; Franchi Ha concluso i lavori Paolo Dario, docente
La quarta rivoluzione industriale è inizia- Srl; Metalquattro Srl. Confindustria LI all’Istituto di Biorobotica Scuola Superio-
ta. Dopo la prima rivoluzione industriale MS supporta le sue aziende associate re S. Anna e direttore scientifico del Com-
(1760-1860), che ha avuto come protago- nel percorso verso Industria 4.0: a tale petence Center Artes 4.0, una struttura di
nista la Gran Bretagna e si è basata sul- proposito, Damiano Giuntini, amministra- riferimento per le aziende che vogliano fare
l’utilizzo delle macchine a vapore; dopo la tore unico Technodeal Srl, spin-off Scuo- innovazione, tra gli 8 Competence Center
seconda (1860-1950), protagonisti gli Sta- la Superiore S. Anna, ha presentato i ser- ammessi alla fase negoziale con il Mini-
ti Uniti e la Germania, indotta dall’elettri- vizi pensati per le aziende che vogliono stero dello Sviluppo Economico per acce-
cità, dal modello Fordiano e dall’integra- avvicinarsi alle nuove tecnologie e ri- dere ai finanziamenti pubblici.
zione con le macchine; dopo la terza (1950
fino a tempi recenti), caratterizzata dall’elet-
tronica, dai computers e dai primi robot,
ecco la quarta rivoluzione industriale, con
la digitalizzazione, l’automazione dei pro-
cessi e l’innovazione a 360 gradi, che pone
la necessità per grandi e piccole aziende
di adattarsi alle nuove sfide per essere
competitive sul mercato.
Una rivoluzione “disruptive”, con carat-
teristiche di rottura con il passato, con
l’affacciarsi delle macchine intelligenti,
maggiore efficienza produttiva, nuovi
modi di organizzazione del lavoro e una
offerta di circa 150.000 nuovi posti di la-
voro corrispondenti alla nascita di nuovi
profili professionali. Confindustria Livor-
no Massa Carrara ha organizzato il
workshop “Industria 4.0: da opportunità
a necessità. Gli strumenti per affrontare il
cambiamento”, per parlare di innovazio-
ne. Ad aprire i lavori Stefano Santalena,
vicepresidente di Confindustria LI MS, e
Riccardo Breda, presidente Unioncamere
Toscana; Simone Genovesi, presidente ■ Ingegneria Multidisciplinare
della sezione terziario innovativo di Con- ■ Manutenzione e Montaggi di Aerogeneratori Eolici
findustria LI MS, che ha illustrato le at- ■ Manutenzione e Montaggi di Impianti Industriali
tuali misure di sostegno agli investimenti ■ Service Management e Ispezione & Expediting
4.0 attraverso gli incentivi previsti nella Etra, Ricerca e Selezione Personale
● P.E.S. COMPANIES ● P.E.S. COMMERCIAL PARTNERS
Legge di Bilancio 2019 e dalla Regione
Toscana. HEADQUARTERS
Via E. Mattei 11 - 57016 Rosignano S. (LI) ITALY
Sono seguite le testimonianze di aziende Tel. +39 0586 727 111 Fax 39+ 0586 727 113
www.pes-srl.net info@pes-srl.net
che hanno investito in innovazione in-
Cinguettare 9

@ Un Governo ambizioso che "vuole del 1958! Purtroppo ancora attuali.


abolire la povertà" e allo stesso tempo
fa una manovra che aumenta le tasse al @ Sempre di Luigi Sturzo (di cui ricor-
non profit (che ha tra i compiti primari rono i sessanta anni dalla morte 1959-
quello di occuparsi dei poveri e di argi- 2019) ci piace citare alcune sue consi-
nare tante situazioni di marginalità so- derazioni tratte dai Discorsi Parlamen-
ciale). Poi si accorge di avere fatto au- tari. "Come uomo politico e come fon-
togol e a gennaio rimediera' con cor- datore di un partito, rispondo chiaramen-
rettivi! te: i partiti servono a molte cose utili e
vantaggiose per la democrazia, meno che
@ A proposito di abolizione della po- a sostituirsi al Governo, alle Commis-
vertà. Basta fare due conti con quello sioni parlamentari alle due Camere, in
messo in campo dal Governo per com- quel che la Costituzione riconosce come
prendere (anche per i non addetti ai la-
vori e per quanti non hanno dimesti-
Cinguettare potere, facoltà, competenza responsa-
bilità propria degli organi dello Stato.
chezza con i numeri) che la cifra stan- di Luca Lischi (.....) Quando gli eletti del popolo (e non
ziata per il Reddito di cittadinanza (in dei partiti) varcano la soglia della Came-
parte dato anche dall'attuale Rei - red- re e del Senato (in commissione o in aula)
dito di inclusione) potrà soddisfare solo Molte le Istituzioni e i benefattori pre- hanno una responsabilità morale e poli-
una minima parte dei poveri. Molti ri- senti a dar vita alla mensa che potrà tica che li lega allo Stato e rispondono
marranno esclusi e delusi! dare fino a 300 pasti. Tra questi la Re- personalmente della vita nazionale". No
gione Toscana con l'assessore Cristi- comment!
@ Per "abolire la povertà" occorre fa- na Grieco. Dopo l'inaugurazione a
vorire il lavoro. È il lavoro che dà di- pranzo con i poveri. Il Comune di Li- @ L'Alberghiero Mattei di Rosignano
gnità alle persone. Qualsiasi reddito di vorno? Assente giustificato, aveva in ha inaugurato il Ristorante didattico edu-
cittadinanza "non connesso" ad una contemporanea la Conferenza stampa cativo. La Dirigente Daniela Tramonta-
condizionalita' (lavoro, o lavoro che sia di fine anno.... ni ha fortemente voluto questa esperienza
anche "socialmente utile") rischia di didattica che permette agli studenti di au-
creare situazioni di "ossidazione", di " @ "Si parla di preparazione, di quali- mentare le loro conoscenze e compe-
viziata abitudine", di "rinuncia". ficazione (.....), del lavoro manuale, del- tenze in un settore che rappresenta un
le burocrazie, delle professioni: nessu- volano di sviluppo economico importante
@ Grazie alla Diocesi di Livorno e alla no parla di una specie di "apprendista- per il nostro territorio a valenza turisti-
Caritas guidata da suor Raffaella Spe- to" di coloro che sono chiamati al po- ca. A partire da gennaio 2019 chiunque
zio, è stato inaugurato il "Villaggio della sto di consiglieri comunali e provin- vorrà potrà degustare i piatti preparati
Carità" in Corea, luogo simbolo di Li- ciali, di membri delle assemblee regio- durante le lezioni dagli studenti e poi da
vorno dove Don Nesi dette vita ad un nali, di deputati e senatori; quanti loro serviti nel ristorante didattico pres-
villaggio scolastico che ha animato di avrebbero bisogno di una pur somma- so la scuola dell'alberghiero di Rosigna-
bene il quartiere e la città per decenni. ria preparazione". Parole di Luigi Sturzo no Solvay. A prezzi popolari la scuola si
apre ai suoi cittadini. "Tutti a tavola".
Provare per credere!

@ Il 2019 ci offre molte occasioni per


celebrare anniversari importanti. Tra i
molti quello dei 500 anni di Leonardo da
Vinci. Un personaggio "grande" da pren-
dere come esempio per quello che ci ha
donato (non solo grandi opere d'arte e
grandi invenzioni ma in particolare un
modo "alto" di pensare). Fa bene ripren-
dere i suoi scritti e in questo anno farsi
accompagnare dalle sue riflessioni. Sicu-
ramente la nostra anima e la nostra vita
ne beneficeranno. Eccone alcune: "Chi
non stima la vita, non la merita". "Chi poco
pensa molto erra". Buon Anno fecondo
di bene e di un pensare "in grande", ac-
compagnati anche da "Il Centro" che nel
Un momento dell’inaugurazione del Villaggio della Carità 2019 arriverà ai suoi primi 200 numeri!
10 Spigolature

toloni, godiamo dell’effetto annuncio


Salvini tra l’enfasi
e
dopo giugno qualcuno ci penserà! (f.s.)
e le trappole
da Repubblica - 17.12.18 - commento di Ste-

tur Ed allora, come al solito!


fano Folli.

la Venerdi 14 dicembre, cena per gli auguri di

ip go
Il vicepremier è un personaggio che da un piccolo club con sede a Rosignano e di
tempo domina la scena, anzi rischia di sa- cui lo spigolatore è stato socio fondatore.
turarla con ogni genere di esibizioni. Com- Questo Club ha, nelle sue file, anche quat-
mette anche passi falsi, mosso da un’idea
di invulnerabilità mediatica: come aver fra-
ternizzato con un tifoso del Milan condan-
nato per droga.
S tro livornesi ‘costretti’, ad ogni convivia-
le, a spostarsi nel rosignanese.
I quattro, tra cui lo scrivente, hanno pro-
posto ed imposto “una tantum” di orga-
Naturalmente, il commento è nostro, ha nizzare quella per gli auguri natalizi a Li-
tranquillamente dichiarato che “lo rifareb- vorno. La proposta è accolta e dopo una
be”: per ora tutto gli è permesso e tutto ne” per costruire il nuovo ospedale. Sor- lunga e difficile ricerca viene scelto un
viene accolto dai suoi sostenitori, moltis- gerà tra Pronto Soccorso e il Parterre. locale molto “in” sul lungomare labroni-
simi, per ora, quasi il 33% degli italiani Caro Sindaco Nogarin: avete fatto perde- co che non è l’Albergo Palazzo.
stando agli ultimi sondaggi che, però, e re “cinque anni” che hanno penalizzato Siccome avevamo deciso di fare le cose
gli esempi sono vicinissimi (vedi l’altro ulteriormente questa nostra povera città. in grande, la serata è stata allietata dal
Matteo) fanno presto a precipitare.... Pensa proprio, caro Sindaco, che ne sia noto “musicista livornese di adozione”
valsa la pena? Valerio D’Alelio protagonista, negli anni
La coppia perfetta: passati, di piacevoli serate al mitico Chu-
La pasionaria Ceccardi cheba ed all’Astralogo a Castiglioncello
10 a 30 e di cui Il Centro del mese di dicembre ha
I due “dioscuri” della politica italiana van- è dappertutto riassunto la sua prestigiosa carriera.
no, formalmente, d’accordo su tutto sal- Tutto bene? E no! Livorno, purtroppo,
vo distinguersi su tutto. L’ultima risibile e pensa a tutto! deve sempre distinguersi: abbiamo cena-
scenetta è stata quella dell’incontro con Adelante Pedro, ma con judicio (è una to “all’addiaccio” con le signore costret-
le delegazioni socioeconomiche presenti frasetta di manzoniana memoria dei Pro- te ad indossare pellicce e piumini: l’im-
nel nostro paese. Il giorno prima Salvini messi Sposi) che sicuramente “la pasio- pianto di riscaldamento era stato miste-
ne ha incontrate solo 10, ma Di Maio, il naria leghista Ceccardi avrà sicuramente riosamente spento un paio di ore prima
giorno dopo, ha dichiarato di averbe in- letto almeno una volta”. Forse farebbe della cena e la gestrice del ristorante non
contrate 30. Coraggio ed avanti. bene, ogni tanto, fermarsi un attimo e ri- sapeva come metterlo in funzione!
flettere perché, può accadere che “chi Naturalmente nessun commento ma po-
sale tanto in alto” qualche volta può an-
Ci mancava!! che precipitare. Di esempi ce ne sono tanti
tete immaginare le reazioni e gli sfottò dei
rosignanesi.
Rissa tra mamme alla recita di Natale. E’
successo a Gela, in Sicilia: i bambini fug-
gono mentre le mamme si menano tra di Come l’influenza...
loro. Doveva essere un momento di gioia
e pace, in vista del Natale ed invece la
Si presenta periodicamente, quasi come
l’influenza, il tema della salvezza della Le
rime
recita dei bambini della scuola elementare Terme del Corallo che poi svanisce sen-
di contrada “Albani Roccella” è finita con za lasciare tracce durature. Però è un bel-
un fuggi fuggi generale. Mentre i piccoli l’argomento che si presta a foto di grup-
si preparavano per entrare in scena, due po e a progetti irrealizzati e spesso total- di
mamme hanno iniziato a litigare per il po- Franco
mente irrealizzabili, una tentazione per Biancani
sto migliore per vedere e riprendere i ri- ogni amministrazione in carica.
spettivi figli. La discussione è degenerata Figurarsi che non ne approfittava anche
ed è sfociata in una vera rissa tanto che
gli altri genitori hanno ripreso i propri figli
il sindaco Nogarin, in scadenza e con Nonno
tante insufficienze in pagella.
e sono fuggiti dalla sala. Due mamme e Stanziamento in bilancio 0 euro. Per riapri- Un bambino torna a casa,
due papà sono stati fermati dalla Polizia e re l’ingresso ai giardini rilanciandone l’uti- mamma spazza con gran zelo,
trasferiti in commissariato per l’identifica- lizzo turistico e culturale il Sindaco si affi- lui la bacia sulla guancia
zione. da al volontariato grazie alla disponibilità poi le chiede a bruciapelo:
Ogni commento ci sembra superfluo. sia storica Terme del Corallo Onlus della
nostra amica Menicagli sia a Reset asso- “ È meccanico mio nonno?”
Perduti scioccamente ciazione sempre disponibile a sovvenire “Certo no, mio bel bambino!”
alle esigenze di area grillina. Poi forse ver-
cinque anni “Mamma allora non capisco!
ranno recuperati i fondi per la “salvezza”,
poi… nella prossima legislatura forse qual-
Che ci fa sotto il pulmino?”
Il Comune di Livorno e la Regione Tosca-
na hanno finalmente trovato “la soluzio- cuno ci penserà; intanto prendiamoci i ti-
Livorno 11

Il botta e risposta col nostro direttore alla tradizionale conferenza di fine anno

A domande incalzanti
Nogarin mostra nervosimo
Il Sindaco di Livorno Filippo Nogarin,
nel corso della tradizionale conferenza
stampa di fine anno, ha manifestato sin-
tomi di indubbio nervosismo di fronte
ad alcune corrette e puntuali domanda
rivoltegli dai giornalisti.
"Il fenomeno", appunto si è verificato
in ben due circostanze: prima nella ri-
sposta allo scrivente e poi in occasione
di quella al Capo Redattore de IL Tirre-
no
Il direttore di questo periodico ha con-
testato al Sindaco la inutile perdita di
cinque anni," quelli dell'attuale
legislatura"in merito alla scelta della lo-
calizzazione, che sembra definitiva, del
nuovo ospedale. In effetti, abbiamo de-
nunciato quanto sia stata "negativa" per
questa povera città, avere "buttato" cin-
que anni pieni di polemiche strumentali
Filippo Nogarin Enrico Dello Sbarba
contro la Regione quando, con un po'
di buon senso,l'accordo raggiunto po- nervosismo" anche durante l'interven- daco Filippo Nogarin, sperabilmente
teva essere siglato fin dall'inizio. E' sta- to del capo della redazione della crona- uscente perchè non riusciamo a soppor-
ta la cocciuta ed assurda pretesa, chia- ca di Livorno de Il Tirreno,l'amico Ales- tarlo più che, viste le circostanze e gli
ramente irrealizzabile, del Sindaco e della sandro Guarducci, che gli ha chiesto accadimenti di questi ultimi giorni che
sua giunta, di procedere alla impossibi- lumi sul progetto di rifacimento di piaz- lo riguardano personalmente, " di farseli
le ristrutturazione del complesso esisten- za del Luogo Pio: l'interruzione del Sin- per se" quegli auguri" che questo cam-
te, a provocare questo colpevole ritar- daco, che ha nervosamente replicato al pione dell'ipocrisia mi ha scioccamente
do che ha prodotto un grave nocumen- collega tanto da indurlo ad alzarsi dalla rivolto. Ecco Lui ne ha proprio" tanto
to al prestigio della città ed ai cittadini sedia e collocarsi, in piedi vicino al- ma tanto bisogno".
non solo di Livorno. l'uscita,ha rappresentato una ulteriore Per cronaca, la seconda domanda rivol-
Ma è stata tale, l'esuberanza del Sinda- dimostrazione della "stato di agitazio- ta a quel nobile consesso ha riguardato
co nell'annunciare "la lieta novella" da ne" che il Primo cittadino sta visibilmen- la realizzazione di alcuni servizi igenici
suggerirgli del perchè non abbia utiliz- te attraversando- pubblici di cui la città ha urgente neces-
zato "il balcone" del Palazzo Comunale Allo scrivente, Nogarin, la cui ricandi- sità: richiesta segnalata nel corso della
per annunciare, insieme alla sua corte datura a Sindaco, ha messo in dubbio, conferenza stampa dello scorso anno:
ed ai grillini livornesi,la grande notizia ha rivolto un piccato e disinvolto" for- all'unisono, in maniera decisa, il sinda-
seguendo l'esempio del suo capo -il ca- mulo ad Enrico Dello Sbarba i migliori co e l' assessore Aurigi mi risposero che
rismatico Giggino, alias Vicepresidente auguri" aggiungendo "un incomprensi- entro il 2018 ne sarebbero stati costruiti
del Consiglio e ministro dell'economia e bile "ne ha bisogno". Venendo meno alla ed aperti ben "3 dico tre" : li avete mai
del lavoro Luigi DiMaio che ha utilizza- mia abituale "vis polemica" anche per visti? Ho replicato la domanda,non sen-
to quello di Palazzo Chigi per annuncia- la sorpresa, unita al doveroso rispetto za ignorare l'impegno non onorato: la ri-
re "urbi et orbi" che con il reddito di per i presenti, ho risposto pacatamente sposta:" uno è in costruzione sul lungo-
cittadinanza "la povertà in Italia era sta- "se si riferisce alla salute, al momento, mare, gli altri due di là da venire". Ok,
ta sconfitta"(sic!!!!!!!!......) . non ne ho bisogno". va bene così e tanti auguri a tutti.
Il Sindaco Nogarin ha chiaramento ma- Ed allora, con mente serena, mando a
nifestato sintomi eclatanti "di crescente dire, attraverso queste colonne, al Sin- Enrico Dello Sbarba
12 Livorno

‘SNOCCIOLATI’ DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE QUASI SUL FILO DI LANA...

In extremis una serie di progetti,


compreso quello del nuovo Ospedale
di Franco Spugnesi

Da queste pagine abbiamo sempre rim-


proverato la giunta 5 stelle (nelle sue
varie configurazioni), di non avere pro-
getti per la città. Infatti, tutte le decan-
tate e celebrate inaugurazioni di opere
pubbliche (Cisternino della città, museo
cittadino, Scoglio della Regina e Doga-
na d’acqua etc,) non sono iniziative di
questa amministrazione ma appartengo-
no all’eredità delle deprecate ammini-
strazioni precedenti.
Allora il buon Nogarin, in versione Bab-
bo Natale, ha messo alla frusta la sua
Giunta producendo una serie di proget-
La pianta dell’ospedale attuale e di come sarà. (da “Il Tirreno)
ti per il futuro che probabilmente non
sarà più a cinque stelle.
Un sussulto che strizza l’occhio alle bra a spese di Azimut, con la sistema- mo in pieno centro e spazi liberi non ci
prossime elezioni? Ai posteri la senten- zione dell’ingresso storico del Cantie- sono proprio ne è possibile crearne di
za. re, ed una passeggiata con passerella nuovi. Poi l’accesso non sarà agevole
Intanto abbiamo il progetto (definitivo?) dagli scali Novi Lena. perché la zona e densamente abitata ed
per il “Parco del mare”, nato senza al- Ma il colpo grosso è l’accordo per nuo- intensamente trafficata. Anche il lato
cuna consultazione con i cittadini, nel- vo ospedale. Non si può chiamare an- finanziario rimane oscuro: le dismissioni
l’area della “Ceschina” tra viale Italia e cora un progetto, in effetti, è poco più dei presidi sanitari in città, di proprietà
via dei Pensieri, un paio di milioni per di un’intenzione, una cartina che non Asl non hanno avuto risultato, quando
trasformare un bosco quasi selvaggio può neppure essere molto precisa per- addirittura non sono occupati dai senza
in un’area che comprende ristorante, che deve mettere d’accordo due idee tetto. Come sarà possibile arrivare ai 250
aree per l’esercizio ginnico, giochi at- diametralmente opposte; quella del sin- milioni necessari? Cosa ne faremo dei
trezzati per bambini grandi e laghetti e daco che vuole la ristrutturazione dei vecchi padiglioni? È possibile riutiliz-
sentierini per il riposo e la riflessione. vecchi edifici e quella del governatore zarli posti così attigui ad un ospedale?
Tutto ciò nei quattro ettari scarsi della Rossi che lo vuole far di sana pianta. Tutte domande le cui risposte, se dav-
Ceschina ignorando, invece, la quindi- Ambedue i protagonisti dovevano por- vero il progetto non sarà solo un gesto
cina di ettari del confinante ippodromo tare a casa un risultato senza troppi preelettorale, cui la nuova amministra-
Caprilli in stato di triste abbandono. Non passi indietro. Così avremo il mono- zione, che speriamo caldamente sarà
sarà trascurato neppure il ripristino del- blocco moderno costruito nell’area diversa, dovrà dare una non facile ri-
lo storico “Torrino” di Villa Letizia che ospedaliera (abbattendo le costruzioni sposta.
è stato fasciato per un decennio dalla più recenti che, anche se efficienti,
pubblicità del Monte dei Paschi, che si sono le uniche che si possono elimina-
era offerto di ristrutturarlo, prima di re, mentre i vecchi padiglioni fatiscenti
accorgersi che la banca aveva ben altri sono salvaguardati dalle belle arti) sen-
problemi. za consumo di territorio contentando i
Un progetto ambizioso che poteva es- cinque stelle.
sere realizzato non così a ridosso della Molti dei problemi che aveva il vecchio
fine legislatura. ospedale si trasferiranno, probabilmen-
Terminal Crociere - Piazzale dei Marmi - Livorno
Il lungomare tra l’altro godrà di altri in- te, al nuovo. Innanzitutto quello dei
Tel.0586.202901-Fax0586.892209
terventi, principalmente la risistemazio- parcheggi; dove mai potrà tracciare
info@portolivorno2000.it
ne dell’area davanti a Porta a Mare, sem- nuovi stalli blu l’assessore Vece? Sia-
Livorno 13

Hanno gridato “Lo Giuro” 198 allievi


nel piazzale del Brigantino alla presenza
delle massime autorità e soprattutto
davanti a migliaia di parenti ed amici

Giuramento
in Accademia

foto: Silvia Porciani


Navale
di Roberto Olivato
Giuramento, letta dall‘Ammiraglio cui la Nazione è e sarà sempre ri-
Pierpaolo Ribuffo comandante l’Ac- conoscente e vi abbraccia uno a
Una collaudata scenografia ed cademia, che si è rivolto così ai uno. Voi d’ora in avanti rappresen-
un’emozione che si rinnova annual- genitori degli allievi “vi ringrazio per terete l’Italia nel mondo- ha prose-
mente in occasione del Giuramen- aver saputo trasmettere profondi guito Volpi- sono lieto di condivide-
to degli Allievi, è questo che l’Acca- valori morali oltre a ideali ai vostri re la mia emozione personale con
demia Navale ha offerto anche que- figli e sento fortemente la respon- voi e con i vostri famigliari. Un’emo-
sto sabato1 dicembre a parenti ed sabilità di prenderli in consegna e zione che trasmettete non solo per
amici intervenuti alla cerimonia, di custodirli”. il nobile gesto di fedeltà alla Patria,
svoltasi alla presenza del sottose- Un mattinata soleggiata che ha in- ma perchè con questo giuramento
gretario alla Difesa On. Raffaele tiepidito di un clima primaverile, il avete posto innanzi a tutto anche
Volpi, del Capo di Stato Magggiore piazzale e le tribune dove avevano prima di voi, il bene dell’Italia e del
alla Difesa generale Enzo Veccia- trovato posto migliaia di persone suo popolo”.
relli e del Capo di Stato Maggiore alle quali nei loro discorsi si sono Nel corso della cerimonia sono stati
della Marina Militare Ammiraglio rivolte le massime autorità interve- premiati 17 Allievi distintisi negli studi
Valter Girardelli. nute. e nell’attitudine professionale.
“Lo Giuro”, questo il grido forte, Il sottosegretario On. Raffaele Vol-
chiaro e deciso che i 115 allievi della pi sopraffatto dall’emozione, come
1ª Classe del Corso Normale, i 78 da lui stesso ammesso, ha preferi-
del 18esimo Corso s Ferma Prefis- to andare a braccio e nel suo bre-
sata ed i 5 del 18esimo Corso Piloti ve intervento si è compliementato
di Complemento hanno alzato al con gli allievi donne e uomini, “per
cielo al termine della formula del la difficile scelta di vita intrapresa a
14 Livorno

I due noti musicisti protagonisti nel 2018 di concerti di alto livello

Ilio Barontini e Renata Sfriso


personaggi di grande talento
sato”, rivelando in questo una
di Angela Simini grande maturità artistica, come
si è potuto evincere dall’ascol-
to dei suoi spunti.
Uno sguardo agli ultimi eventi del 2018 La mano di Barontini, che con
che hanno chiuso in bellezza l’anno che le sue rielaborazioni e arricchi-
finisce e dei quali conserviamo ancora menti ha saputo porgere sulla
un’eco suggestiva. sola tastiera del pianoforte i
Nel Salone degli Affreschi della Villa del ruggenti temi dei Beathles, ha
Presidente abbiamo conosciuto il nuo- spaziato creando uno strepito-
vo talento “scoperto e presentato” dal so collage di armonie e ritmi,
pianista Ilio Barontini, e cioè il giovane sempre però evidenziando la
compositore Andrea Balzani dalla cui creatività di Andrea Balzani.
collaborazione è scaturita una raccolta L’ operazione è stata sponso-
di 24 brani musicali per pianoforte “ rizzata dalla Associazione Mu-
Experience”, la cui genesi è stata magi- sicale Hildegard, fondata dal-
stralmente illustrata da Caterina Baron- la pianista Caterina Barontini
tini “ Ilio Barontini ha rivestito le idee in onore e ricordo di Hildegard
musicali di Balzani di una densa polifo- von Bingen, grande figura di
nia e texture armonica”. monaca vissuta nel 1100, che La violinista e concertista Renata Sfriso
Secondo il suo stile, Barontini, sempre il Papa Giovanni Paolo II° ha
pronto a misurarsi con gli allievi, non si definito “La profetessa del Reno”. blico con l’esecuzione di Franz Joseph
è limitato ad eseguire i brani, ma ha te- Grande successo hanno avuto anche i Hayd, Ludwig van Beethoven e Robert
nuto una vera e propria lezione ai pre- Tre Concerti organizzati dalla violinista Shumann.
senti facendo apprezzare i temi musica- e concertista Renata Sfriso al Museo Il secondo concerto ha avuto una sfu-
li individuati dal Balzani e il rivestimen- di Storia Naturale di Villa Henderson matura particolare, dedicato a Pauline
to armonico che il M° stesso ha com- (via Roma, 234) nella incantevole Sala Viardot, famosa cantante ed intellet-
posto. Belli gli spunti di Balzani e bello del Mare, attrezzata per l’occasione dal- tuale parigina. In suo nome il Trio Viar-
l’intervento che ha fatto “Mi volgo al la direttrice, dott.ssa Anna Roselli, in- dot, Trio “in rosa” che vede al pezzo
presente, senza voltare le spalle al pas- faticabile e disponibile come pochi. E tre professioniste: Alessandra Dezzi,
veniamo ad un’altra infaticabile orga- Lucia Neri e Renata Sfriso ha proposto
nizzatrice e soprattutto promotrice di al pubblico un tema assai suggestivo:
cultura musicale e di iniziative educati- L’Acqua per la Terra, la Musica per il
ve, la violinista Renata Sfriso, docente Cuore. Anche la Fidapa sez. di Livorno
del Conservatorio Mascagni, che, a ( Federazione Italiana, Donne Arti Pro-
partire dalla Rassegna di Musica da fessioni e Affari), ha partecipato tra gli
Camera all’Eni Cral Teatro, ha coltiva- sponsor all’iniziativa che vede la valo-
to le stesse finalità e cioè: far suonare rizzazione della donna sotto varie sfac-
giovani diplomati in compagini orche- cettature.
strali, genere da lei stimato come molto Grande successo di pubblico ha otte-
formativo per il musicista ed anche un nuto anche l’appuntamento con l’Open
genere ingiustamente considerato Ensemble (Daniele Fredianelli, Renata
“musica di nicchia”, fruibile solo dagli Sfriso, Riccardo Masi, Giovanni Bac-
addetti ai lavori. chelli) che ha festeggiato i dieci anni di
I Tre Concerti ne sono stati felice pro- attività presentando il Quartetto in Mi
va, con programmi che spaziavano dal- bemolle maggiore op16A di Beethoven,
la musica classica alla canzone da sa- mentre il magnifico Quartetto in Mi be-
lotto, al ballabile, alle colonne sonore. molle maggiore op 47 di Schumann ha
Il Trio Fruhlinguna (formato dai con- concluso la serata.
Il pianista Ilio Barontini certisti Vittorio Costa, Renata Sfriso,
Andrea Bellettini) ha incantato il pub-
Livorno 15

chi ha perso il lavoro, chi

qui non riesce a raggiunge-


re la pensione, chi ha la
famiglia distrutta, chi è

Diocesi tossicodipendente vede


la propria vita distrutta,
e solo un aiuto costan-
te, sincero e gratuito può
aiutare a uscire dal ba-
ratro, a scorgere una
di Fabio Figara speranza per il proprio
futuro.
Considerato l’aumenta- Suor Raffaella Spiezio e il Vescovo Simone Giusti durante il
Dopo due anni di lavori, il 21 dicembre re di tali difficoltà, il discorso di inaugurazione. Foto: @caritaslivorno
è stata inaugurata la nuova struttura Porto di Fraternità a Tor-
della Caritas diocesana in via La Pira. retta, in questi anni sede della Caritas, nati, verso i poveri, verso coloro che
non era più sufficiente per affrontare hanno bisogno di maggiore attenzione.»
Una nuova sede tali emergenze sociali.
All’inaugurazione presenti il Vescovo
Grazie all’impegno dei numerosi ope-
ratori e volontari, rimangono comun-
que attive le altre strutture: al Porto di
per la Caritas di Livorno Mons. Simone Giusti, Suor
Raffaella Spiezio, presidente Caritas Fraternità “Don Quilici”, in via delle
Livorno, e varie autorità, tra cui l’as- Cateratte, in questi giorni di festa verrà
di Livorno sessore regionale all’Istruzione, for- offerta la colazione e continueranno i
servizi Docce e Guardaroba, mentre i
mazione e lavoro, Cristina Grieco:
Santo Natale, momento di riflessione, «Natale è il tempo della gratitudine e restanti locali verranno dedicate al so-
di raccoglimento per ogni cristiano e, del dono – ha commentato - Questo è stegno contro le dipendenze; alle “Sor-
soprattutto, per dedicarsi all’aiuto del il luogo che la città dona a sé stessa e genti della Carità” di via Donnini, inve-
prossimo in difficoltà, al dono di sé per al suo territorio. Un villaggio che è ce, continueranno la Scuola dei Mestie-
gli altri. Ed ecco, proprio a pochi giorni anche un luogo di incontro, di servi- ri, il centro di aiuto alle famiglie e i per-
dal 25, il regalo dei Livornesi alla pro- zio e di attenzione verso i meno fortu- corsi di integrazione per gli stranieri.
pria città: il villaggio scolastico di Co-
rea, voluto da don Nesi, è divenuto il
nuovo Centro Caritas cittadino, il “Vil-
laggio della Carità”. La ristrutturazione
del complesso ha visto infatti l’impe-
gno di numerosi sostenitori, oltre alla
Fondazione Livorno, alla Regione To-
scana e alla famiglia Neri. Al suo inter-
no è allestita una mensa da trecento posti
(intitolata a Tito Neri), con cucina, am-
pio magazzino e numerosi uffici.
Il progetto, un’opera-segno della nostra
Diocesi, è nato circa tre anni fa per po-
ter venire incontro alle esigenze di un
territorio che, purtroppo, vede in co-
stante crescita il numero dei bisognosi: Un momento della inaugurazione e, nel riquadro, il logo della struttura. Foto: @caritaslivorno

è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno


è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno
e

sport, tempo libero, volontariato


assistenza, consulenza, sostegno
Acli Service Srl www.porto.livorno.it
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani, E-mail: info@porto.livorno.it
Livorno
ai migranti, alle famiglie Tel. 0586 249 465 - 249 411
Fax 0586 429514
16 Rosignano

Dopo che gli ospiti del suo centro di accoglienza per immigrati a Vicofano sono stati “sfrattati” dal Comune di Pistoia

L’incontro con Don Massimo Biancalani


per strada con tutte le negative consen-
guenze che ne deriveranno".
“Purtroppo - ha concluso - molti cristiani,
anche osservanti, manifestano visibilmen-
te la loro indisponibilità ed intolleranza" nei
confronti degli immigrati. Nella mia parroc-
chia di circa 7000 anime, ogni anno si pre-
sentavano per la preparazione alla Prima
Comunione circa un centinaio di ragazzi,
quest'anno si sono ridotti ad una decina: le
motivazioni espresse dai genitori sono sem-
pre le solite: la sua parrocchia accoglie gli
emigranti! e temiamo per la incolumità dei
nostri figli!".
E' stata questa la dolorosa conclusione di
don Biancalani che conferma, come purtrop-
Don Massimo Biancalani con alcuni ospiti del suo centro di accoglienza nel Pistoiese po, una propaganda mirata e sproporziana-
ta abbia finito con l'ingantire un problema
Domenica 2 dicembre ho partecipato al- tore del "pronto moda"regolarmente re- comune a moltissimi altri paesi europei.
l'incontro con Don Massimo Biancalani tribuiti a 3 euro all'ora. Un problema su cui forse sarà opportuno
che si è svolto nella chiesa parrocchiale Don Biancalani ha concluso il suo inter- cominciare a discutere pacatamente facen-
di Castiglioncello nota storicamente per vento esprimendo grande preoccupazio- do emergere un po' di "quel buon senso"
le sue iniziative nel soccorso ai bisogno- ne per il cosiddetto "Decreto Sicurezza" che ha rappresentato, nella storia, una delle
si, ai diseredati , agli emigrati: una nobile che costringerà molti di loro a ritrovarsi caratteristiche più apprezzate di noi italiani.
missione che da sempre svolge il parroc-
co don Francesco Fiordalisio mirabilmen-
te aiutato da molti dei suoi parrocchiani.
Eravamo presenti un centinaio quella do-
L’albero delle ‘bimbe esemplari”
menica, tutti interessati ad ascoltare que-
sto "prete" che in quel di Pistoia cerca di dedicato a Simona Bandini
fare del bene, di promuovere il bene co- Anche se le Feste Natalizie
mune. A Vicofano, una frazione di circa sono trascorse abbiamo vo-
7000 abitanti del comune di Pistoia, recen- luto pubblicare egualmente,
temente ha ricevuto un'ordinanza di sgom- l'ultimo gioiello del gruppo
bero da parte del Comune, diretto dopo le delle ragazze rosignanesi im-
ultime elezioni dalla destra, perché la strut- pegnate, ormai da qualche
tura è ritenuta non adeguata: “Ci è stato anno, nella "creazione", in
intimato lo stop all'accoglienza ma noi - occasione delle festività na-
ha proseguito don Massimo - abbiamo de- talizie, di un'opera significa-
ciso di attuare una disobbedienza civile tiva e di importante rilievo
in nome del Vangelo. Prendo i miei rischi umano e sociale che si ag-
ed ogni notte prego perchè non capiti nulla giunge alle molte altre gene-
aggiungendo che coloro che accogliamo rose iniziative che le stesse
sono bravi ragazzi che possono però cre- svolgono per Rosignano
are problemi. E' chiaro - ha proseguito - Marittimo.
tutti facciamo politica perchè interagiamo Quest'anno l'opera, esposta
con gli altri”. in piazza Giosuè Carducci, è
Poi don Massimo ha proseguito raccon- stata intitolata alla dolorosa
tando la sua esperienza nell'accogliere i scomparsa di Simona Bandi-
migranti in obbedienza al messaggio di ni, che fu animatrice di que-
Papa Francesco che ha invitato ogni co- sto gruppo di "bimbe esem-
munità religiosa ad accogliere almeno una plari", vanto del Capoluogo.
famiglia di migranti. Siamo partiti da dieci A loro un forte abbraccio e
ragazzi, poi sono arrivati altri a chiedere un sincero grazie da parte della redazione de Il Centro alla cui direzione si trova
aiuto, ragazzi minorenni e giovanissimi. "un rosignanese doc" che mai si dimenticherà di questo meraviglioso paese.
molti di loro hanno trovato lavoro nel set-
Rosignano 17

GRAZIE ALL’INIZIATIVA PROMOSSA DAL COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO

Aperte
otto nuove
attività
nel centro
grazie a
“Pop Up”
L’assessore Veronica Moretti durante il taglio dell’iniziativa.
Sabato 15 dicembre hanno alzato le sara-
cinesche gli otto nuovi imprenditori sele- “Un altro Pop Up”, afferma l’Assessore Soddisfazione è espressa anche dall’As-
zionati dal progetto “Pop Up Rosignano”, Bugli, “un altro progetto che rivitalizza sessore Veronica Moretti: “In pochissi-
promosso dal Comune di Rosignano Ma- un quartiere difficile attraverso il coin- mo tempo siamo riusciti ad attivare un
rittimo e finanziato dalla Regione To- volgimento delle persone e dei negozian- progetto di animazione sociale come que-
scana. Le attività si trovano in sette locali ti, l’animazione attraverso la cultura, la sto che non si limita al semplice suppor-
– uno è condiviso – aperti sulla via Aure- riapertura temporanea di fondi sfitti. An- to ai nuovi imprenditori ma ha la capaci-
lia, via del Popolo, via Berlinguer e via che a Rosignano, tante persone si sono tà di innescare percorsi positivi di rige-
Catalani, già attivi per gli acquisti delle messe in gioco e con le loro idee trovano nerazione urbana e costruzione di reti
feste. I neo imprenditori e commercianti in Pop Up un modo nuovo di provare a collaborative tra i partecipanti e i com-
avranno per tre mesi i costi di affitto e uten- fare impresa e costruire un progetto di mercianti già presenti, supportando lo
ze pagati dal progetto, che copre anche le vita, come hanno dimostrato le precedenti sviluppo di ulteriori attività che contri-
spese di sistemazione dei locali con un edizioni del progetto, in altre città della buiranno a rendere questa zona nuova-
importo forfettario di 1.500 euro per cia- Toscana. Oggi 8 popupper hanno aperto mente viva”.
scun proprietario. le saracinesche”. “Il nostro concetto di Tutte le informazioni si trovano sul sito
L’obiettivo di “Pop Up Rosignano”, infat- sicurezza”, prosegue Bugli, “è basato del Comune
ti, era infondere nuova vita al centro di sulla rivitalizzazione degli spazi urbani, www.comune.rosignano.livorno.it, fine-
Rosignano Solvay, garantirne la sicurezza fare attività culturali, commerciali, ricrea- stra dedicata al progetto https://bit.ly/
e maggiore vivibilità con l’apertura di nuo- re le condizioni per socializzare e condivi- 2DZND2K, oppure sulla pagina Facebook
ve attività. dere esperienze”. “Pop Up Rosignano”.
All’inaugurazione pomeridiana hanno par-
tecipato gli assessori comunali Veronica
Moretti (innovazione, politiche giovanili
e attività produttive) e Piero Nocchi (de-
coro urbano), ed è intervenuto l’assesso-
re della Regione Toscana Vittorio Bugli.
I nuovi esercizi sono: “Prodotti siciliani”
di Salvatore Carbone (via Aurelia, 267/269),
“Ricami e confezioni” di Maura Galligani
(via Aurelia, 250), “L’Atelier della danza”
di Chiara Balzini (via Aurelia, 421); in via Vendita al dettaglio
del Popolo 8/10 “Ondaradioattiva” di Pie-
tro Rotelli divide il locale con la Scuola di
di carni e salumi
sub di Simone Cai, mentre al numero 11 interamente prodotti
c’è “In bocca al lupo” di Massimiliano e lavorati in azienda
Neri; infine la rivendita di pane e pasticce-
ria senza glutine di Andrea Migliaccio ha Loc. Poggio Marchino - Rosignano M.mo
aperto in via Berlinguer 14 e (ri)Dimen- Tel. 0586.799032
sione Stampa di Cantini Camilla si trova in Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
via Catalani 11/13.
18 Cultura

RICORDO DI UNA APPREZZATA ATTRICE, REGISTA E INSEGNANTE DI RECITAZIONE

Enzina Conte,
una grande donna
Livorno e a San Miniato nell’ambito del
di Laura Conforti e Guia Raugi
Festival del dramma popolare.
Spinte dalla sua sollecitazione e dal suo
Vogliamo parlarvi di Enzina Conte non solo entusiasmo, cinque corsiste si unirono in
come attrice, regista e insegnante di reci- sodalizio formando il “Pentaclub” che si è
tazione, ma anche come socia della FIDA- esibito a Livorno ed in varie città della Enzina Conte
PA (Federazione Italiana Donne, Arti, Pro- Toscana rappresentando opere in verna-
fessioni e Affari) ove ha ricevuto vari pre- colo e in lingua. Questi testi sono stati ne prevedeva di più.
stigiosi incarichi nella Sezione di Livorno scritti soprattutto dalla vena felice di Lia- Abbiamo descritto brevemente alcuni ri-
culminanti nella presidenza dal 1979 al franca Pardelli, sempre con la sapiente cordi sulla persona di Enzina, ma, se do-
1985. E’ stata, inoltre, Presidente della Com- regia della cara Enzina, la quale ha onora- vessimo parlarne a fondo non basterebbe
missione Nazionale Permanente per il Tea- to pure le proprie allieve recitando con un volume. Questo scritto è per ringraziar-
tro. loro ne “La casa di Bernarda Alba” di Fe- la di un capitolo inedito che ha aperto nelle
Descrivere il programma dei sei anni della derico Garcia Lorca, ove mise in atto un nostre vite e per il tanto affetto che ci ha
sua presidenza in FIDAPA è una cosa ar- brillante adattamento del dramma, ridu- dato e che noi abbiamo ricambiato con gioia.
dua, basterà citare alcune iniziative che, cendo a solo sei personaggi il testo che Grazie Enzina!
secondo noi, hanno precorso i tempi. In
quel periodo si parlava poco di problemi
sociali come “Handicap e Società”, oppu-
re “L’impegno della donna per una cultura
ed una pedagogia della pace”. Argomenti
quanto mai attuali oggi, vista la pericolo-
sa deriva mondiale verso politiche non
certo pacifiste. Sotto la sua presidenza
venne affrontato anche il dramma della
droga; promuovendo un concorso tra gli
studenti per la realizzazione di un manife-
sto che ne illustrasse il potere letale.
Oltre alle molte iniziative promosse, la no-
stra cara Enzina propose generosamente
di indire un corso di dizione e recitazione
per le socie della Federazione di Livorno
offrendo loro, oltre la sua indubbia pro-
fessionalità, la sua casa, il suo tempo (pa-
recchio perché eravamo tante), il suo af-
fetto e la sua infinita pazienza. Dobbiamo DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano
ricordare, come allieve, che appena si en- .............................................
AREZZO LUCCA
trava nella sua casa, trovavamo un clima San Giovanni Valdarno Gallicano
di allegria, di empatia, di complicità che ci Montevarchi Antraccoli
facevano dimenticare tutti i problemi che Terranuova Bracciolini
Altopascio
Loro Ciuffena
la vita quotidiana non mancava di sotto- Viale Santa Margherita (AR) Ponte alla Ciliegia
.............................................
porci... Questo progetto, oltre a dare a tut- .............................................
PISTOIA
SIENA
te la possibilità di parlare in buona dizio- Abbadia san Salvatore Panicagliora
ne, ha dato pure frutti inaspettati. Due Sovicille .............................................
............................................. LIVORNO
corsiste, si sono scoperte scrittrici di testi Via Cattaneo (LI)
FIRENZE
teatrali drammatici e comici, in lingua e Viale Guidoni (FI) * .............................................
vernacolo: vedi il dramma “Perché a me?” San Polo (FI) PISA
Fucecchio Montecatini Val di Cecina
di Maria Vittoria Cartei e Liafranca Pardel- * in ristrutturazione
li, che, sotto la sua regia, fu rappresentato
Cultura 19

UN PROGETTO DIVENUTO UN’IMPORTANTE TRADIZIONE NATALIZIA,


UN SIMBOLO DI SPERANZA PER LA FRATELLANZA TRA I POPOLI.

Luce di Betlemme,
luce di pace
per raccogliere offerte spontanee in aiu- Nel corso degli anni successivi si per-
di Fabio Figara
to di bambini invalidi e per combattere feziona così un percorso che permet-
l’emarginazione sociale. terà il passaggio della Luce in tutta Ita-
«Da te, Betlemme di Efrata, la più pic- Successivamente, dal 1986, la ORF ha lia. E anche quest’anno, come ormai
cola tra le borgate di Giuda, da te uscirà dato vita a questa “Operazione Luce accade da una ventina d’anni, è passa-
per me colui che dovrà regnare su Isra- della Pace da Betlemme”, pensando alla ta nella nostra Diocesi il 16 dicembre,
ele! (…) Egli stesso sarà pace.” La pro- tradizione natalizia e come segno di rin- arrivata in treno da Trieste, trasportata
messa della Salvezza da parte di Dio, graziamento per le numerose offerte: da una staffetta di Scout Toscani del-
espressa tramite le parole del profeta prima del 25, un bambino austriaco ac- l’AGESCI e del MASCI fino a Livor-
Michea (5, 1-4), si incarna proprio in cende una luce dalla lampada nella Grot- no, per proseguire il suo viaggio verso
uno dei più piccoli paesi del territorio ta di Betlemme, per portarla a Linz con Rosignano Solvay, poi Grosseto e così
giudeo, poco conosciuto, frequentato un aereo della linea Austriaca. via per il resto del Paese.
soprattutto da pastori. Qui venne “la Da qui, con la collaborazione delle Fer- Una grande emozione per tutti, giova-
Luce vera, che illumina ogni uomo”, rovie Austriache, la Luce è poi distri- nissimi e adulti, e un momento di rac-
come scrisse Giovanni (1, 9), manife- buita in tutto il territorio. Il successo di coglimento e di preghiera di fronte a
standosi attraverso i secoli, povero tra i tale iniziativa è immediato, e vede la un piccolo simbolo che racchiude una
poveri, per renderci ricchi, renderci fi- partecipazione di molti Paesi europei grande speranza: la pace e la collabo-
gli di Dio. Oggi, simbolicamente, pro- tramite i gruppi Scout. razione tra i popoli.
pria una piccola luce viene portata dalla
città natia di Gesù attraverso le terre
cristiane, dalla Chiesa della Natività, dove
vi è custodita: qui, infatti, dentro una
lampada arde una fiamma perenne, ali-
mentata dall’olio donato a turno da tut-
te le Nazioni cristiane della Terra, dalla
quale, ogni mese di dicembre, ne ven-
gono accese altre, diffuse poi su tutto il
pianeta come simbolo di pace e fratel-
lanza fra i popoli. Da qui, più di trent’an-
ni fa, nacque un progetto di beneficen-
za, divenuto ormai una tradizione in
prossimità del Santo Natale, chiamato
“Lichts in Dunkel” – Luce nel buio – e
creato dalla Radio-Televisione ORF-
Landestudio Oberoesterreich di Linz, Immagine tratta da www.lasettimanalivorno.it

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
20 pubblicita

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

Acli Labor SOCIETÀ COOPERATIVA

Edilizia - Pulizie civili e industriali


Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) Giardinaggio
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline, Tel. 0586.790.751 - Rosignano S.
www.aclilabor.it

Stampiamo di di tutto
tutto anche
anche

O.M.P.
Stampiamo
in limitato
in limitato numero
numero di di copie
copie
aa prezzi
prezzi veramente
veramente eccezionali
eccezionali S.r.l.

CHIEDETECI UN
CHIEDETECI UN PREVENTIVO
PREVENTIVO ROSIGNANO SOLVAY
Via
ViaG.Razzaguta
G.Razzaguta 26, int. 13 (zona Collinaia) --Livorno
Livorno Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174

Tel. 0586/1732178
Fax. 0586.791173
E.mail: omp@omprosignano.it

Via della Repubblica 118

CA.PA. TER s.r.l.


ROSIGNANO SOLVAY
Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
e-mail: coopgiglio@tin.it
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

GUIDI Soc. SECOS srl

Costruzioni Edili e Industriali Associazione Nazionale Amministratori


Condominiali e Immobiliari

Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay ANACI Sezione di Livorno


Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

IL GIGLIO S.C.R.L.

Erogazione del servizio


di manutenzione di aree verdi
Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via della Repubblica 118 - Rosignano S.
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 e-mail: coopgiglio@tin.it

Di Gabbia A. & Figlio


COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
SRL

PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI


Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
Cultura 21

“Diseguali. Il lato oscuro del lavoro” è stato presentato su iniziativa del nostro Circolo

Il libro di Paolozzi e Vicinanza


Chiedersi come e in che modo si produce ciale, interpretata dal pensiero liberale, so-
di Gianni Giovangiacomo
ricchezza, le disuguaglianze economiche cialista e cattolico, e saltata con la crisi
nascono dalle “disuguaglianze di oppor- del 2008, una crisi che ha sconvolto l’as-
Nella Sala conferenze della “Fondazione tunità delle condizioni di partenza” su cui setto sociale e affermato i movimenti po-
Livorno” è stato presentato il libro di Er- necessita intervenire con un welfare pub- pulisti come sua conseguenza. I riformisti
nesto Paolozzi e del Direttore del “Tirre- blico, privato e sociale. Inoltre affinché i erano riusciti a trasformare la sofferenza
no” Luigi Vicinanza dal titolo: “Disegua- pilastri dei diritti sociali si realizzino è ne- sociale in una prospettiva di sviluppo, ora
li. Il lato oscuro del lavoro”. L’incontro, cessario anche rivedere “le regole inter- non si riesce nemmeno più a parlare “di
che si aperto con il saluto del presidente nazionali”. Quale soggetto politico? Un luoghi della sofferenza” e non se ne di-
della Fondazione, Riccardo Vitti, ha avuto soggetto che nasca dall’attivare “luoghi scute. La lotta di classe continua ad esi-
come moderatore, Enrico Dello Sbarba, e spazi di discussione” affrontando le stere in modo opposto: infatti solo i ricchi
promotore dell’iniziativa come direttore questioni. Ad esempio col dare spazio e dominano e sono sempre più ricchi, gra-
della rivista “Il Centro”. sostenere le tesi “dell’Alleanza per lo svi- zie all’accaparramento delle risorse e alla
Dello Sbarba ha evidenziato come il tema luppo sostenibile” e il “Forum sulle di- evasione fiscale. Evasione fiscale che è
del libro sia di grande attualità dove la lot- suguaglianze”. un attacco alla convivenza civile ed è “tra-
ta di classe viene presentata come un non Il professor Mannari ha poi risposto alle sversale” contro i ceti più deboli, impo-
senso e nello stesso tempo si conduce una moltissime domande di un pubblico mol- verendo il ceto medio e provocando il suo
acuta e interessante analisi del lavoro che to interessato, mettendo in rilievo: la declassamento. Oggi noi non riusciamo a
rimane il nervo scoperto di una società glo- mancanza di progettualità e di soggetti trasmettere ai nostri figli il benessere che
balizzata. intermedi, la mancanza di “luoghi”, an- avevamo ricevuto dai nostri padri. Tutto
Relatore del libro è stato il professor Enri- che fisici, in cui discutere. Necessità di ciò rappresenta un elemento di insicurez-
co Mannari dell’Università Luiss di Roma ritrovarsi “insieme”, ma senza fare “alle- za per l’intero occidente. Assistiamo alla
che ha definito lo studio come un pamph- anze per sommatorie”. Cercare di pensa- verticalizzazione della politica e del suo
let, per il suo tono polemico, ma ricco di re la realtà in modo diverso. Dimostrare modo di comunicare a partire dagli Stati
riflessioni e sollecitudini per un dibattito sempre la validità della democrazia. Aiu- Uniti. Sul lavoro si è attuato il divorzio tra
pubblico, un dibattito di idee che vuole tare le generazioni a crescere. Battersi per democrazia e capitalismo, lo sviluppo era
mettere al centro “il lavoro”. Un libro che la dignità di ogni persona. Incontrare sempre stato migliorato dalla democrazia,
evidenzia una “lotta di classe al contra- coloro che danno testimonianza e corag- ora invece la democrazia è divenuta un
rio” tra globalizzazione e desertificazione gio nel proporre soluzioni. Non essere impaccio e si opera al di fuori delle regole
in cui “le disuguaglianze sono cresciute mai pessimisti e cercare di creare le con- più elementari.
notevolmente nel mondo”. dizioni “per” qualcosa e non contro. C’è un incubo che ci sovrasta - ha termina-
Si vuole mettere in evidenza - ha aggiunto Il Direttore del “Tirreno”, Luigi Vicinan- to Vicinanza - è l’affermarsi del sistema ci-
- “il rapporto tra lavoro e democrazia” che za, ha concluso l’incontro dicendo che il nese, “il peggio del peggio”, il turbocapi-
Paolozzi, intellettuale di ispirazione crocia- libro documenta la sconfitta culturale e talismo di un partito totalitario della specie
na, ha studiato come binomio-intreccio politica della cultura del ‘900, quella ba- peggiore. Questo sistema ci inquieta, ma
che, nel tempo, ha permesso di arrivare sata su pace, benessere, progresso so- dobbiamo sempre avere una speranza!
allo Statuto dei lavoratori, cercando di
coniugare: libertà, giustizia sociale, diritti
politici, sviluppo economico. Già a partire
dai governi di Reagan e della Thacter, è
stato sviluppato “un mercato fine a se
stesso” e “la verticalizzazione dei proces-
si democratici”, grazie al meccanismo del
decisionismo e con la sofferenza della de-
mocrazia rappresentativa.
Da queste considerazioni nasce la scon-
fitta culturale prima che politica della sini-
stra che non è stata in grado di proporre
niente. Emerge un pensiero unico liberi-
Ristorante Aragosta
CHIUSO IL MARTEDÌ

sta e un populismo che ha radici lontane,


che attraversa diverse forme per arrivare
fino ad oggi. Che fare? Interrogarsi sullo specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei
sfruttamento del 3° e 4° mondo, chiedersi
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
come attuare una vera partecipazione, te- Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
nendo presente che i diritti di cittadinanza
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
vanno di pari passo con i diritti del lavoro.
22 Cultura

Dal 10 Gennaio una mostra evento per il progetto ABAB della giovane fotografa

GAIA GUARNOTTA
i suoi scatti alle Cicale Operose
di Lorenzo Taccini

Il 10 Gennaio 2019 dalle ore 18:30 avrà


luogo un evento ideato e a cura del caf-
fè letterario Le Cicale Operose (C.so
Amedeo, 101): saranno ospitate le ope-
re fotografiche di Gaia Guarnotta, ide-
atrice del progetto ABAB || All Bodies
Are Beautiful. Le Cicale Operose ha
pensato di operare una commistione
di vari linguaggi (fotografia, poesia,
musica), con l’intento di indagare sul-
la dimensione del corpo.
Alcune fotografie di Gaia Guarnotta
sono quindi state scelte e messe in re-
lazione a una poesia attinente all’im-
magine proiettata.
Le letture della bravissima attrice Gaia
Bastianon saranno accompagnate dal- Uno scatto di Gaia Guarnotta
la musica del grande musicista jazz
Nico Gori. cosa che ci rende unici nel nostro ge- so alle esperienze artistiche nella con-
Spiega Gaia Guarnotta sul progetto nere. Il progetto ABAB nasce dall’esi- temporaneità, ridare all’arte il suo
ABAB: “E’ un progetto pensato per chi, genza di cogliere e raccontare questa valore sociale e di comunicazione, riat-
come me, in questa società non si è unicità, valore assoluto nella bellez- testare il lavoro artistico come veicolo
mai sentito “dentro i canoni”, che si- za intrinseca d’ogni persona”. di significazione e di senso e di scavo
ano essi estetici, lavorativi, economi- Maristella, curatrice e spesso prota- profondo, inedito e libero, del reale.
ci e sociali, sia reali che virtuali. Il gonista di molti eventi che si tengono Perché il lavoro di Gaia è una straor-
progetto fotografico vuole portare in all’importante caffè letterario Le Ci- dinaria e coraggiosa lettura del nostra
evidenza la bellezza, intesa non solo cale Operose, approfondisce con que- essenza umana e del nostro presente:
come bellezza estetica ma anche e so- ste parole: “Riteniamo che quella di perché l’essere nudi ci dice qualcosa,
prattutto come bellezza interiore di ogni Gaia sia una intensa e pur delicata anzi molto, sulla condizione umana:
singolo corpo, senza discriminazioni di narrazione realizzata attraverso i cor- nudo è chi si è tolto gli indumenti che
alcun tipo. Ogni corpo ed ogni persona pi che, appunto, nella loro nuda es- sono artificiali, e dunque nudo è chi
esprimono, infatti, una bellezza com- senzialità, ci raccontano storie. Ab- ha una percezione libera di sé e, per
plessiva della quale non si è spesso con- biamo, così, voluto coinvolgerla in un certi aspetti, più gioiosa; nudo è an-
sapevoli, poiché la società impone ca- evento che prevede una commistione che sinonimo di di inerme, di chi è
noni a cui doversi sottomettere”. di linguaggi artistici che possa resti- esposto alle intemperie e alle aggres-
“Questo progetto - ha continuato l’ar- tuire tutta la valenza del suo raccon- sioni. Nudo è chi ha il coraggio di esi-
tista - vuol svelare e mostrare questa to per immagini che può essere tra- bire la propria differenza e la propria
bellezza “agli altri” e a noi stessi, per dotto in parole e in musica”. fragilità e agirle come valore, come
essere quindi uno strumento per l’ac- “Da qui - ha proseguito Maristella - ricchezza, come tratto distintivo che
cettazione di sé e per la decostruzione la volontà di accostare ad una imma- accomuna tutte le creature. I corpi nudi
di qualsiasi tipo di canone imposto gine fotografica una poesia e una re- di Gaia Guarnotta si stagliano nella
dalla società. Il corpo di ciascuno di lativa suggestione musicale. Perché fissità del bianco spaziale e tempora-
noi è diverso e merita una propria nar- mettere in relazione questi linguaggi le, e questa fissità materica ci costrin-
razione . Davanti all’obiettivo foto- diversi, ma non troppo, significa molte ge a guardare e a conoscere. I corpi di
grafico così come alla vita, abbiamo cose: verificare innanzitutto come pos- Gaia attestano così fortemente il loro
gli stessi timori, le stesse paure, le stesse sono influenzarsi reciprocamente e diritto ad essere, affermano se stessi
insicurezze (più o meno evidenti) nel quale ipertesto questa commistione nella loro immanenza, e ci restituisco-
rapportarci agli altri e comunque qual- saprà realizzare; ma anche ridare sen- no il diritto alla bellezza”
Teatro 23

Giorgio II di Inghilterra , ascoltando l’


Halleluja, si sia alzato in piedi e con lui
il suo seguito da tutti i presenti, ma è
certo che in alcuni Paesi il pubblico si
alza in piedi durante l’esecuzione di
questa pagina. Capolavoro assoluto
della musica barocca composto per
soli, coro e orchestra e inserito nella
XV° Rassegna di Polifonia “Città di Li- M° Gianna Fratta
vorno” , ha inaugurato al Goldoni la Sta- Alvise Casellati, esegue musiche di
gione Concerti “Al Chiaro di Luna”. Sul Mozart per il secondo concerto della
podio il M° Marco Berrini, fondatore sezione “Al Chiaro di Luna”.
dell’Ars Cantica Choir, il complesso La prosa si affaccia sul palco il 25 gen-
corale che ha interpretato l’Oratorio. naio, h. 21,00 con “Tempo di Chet”,
Ed una menzione particolare va al gio- nella versione di Chet Baker, testo di
vanissimo e promettente pianista polac- Leo Muscato e di Laura Perini, musiche
co Kamil Pacholec che ha inaugurato originali di Paolo Fresu con Paolo Fresu
Il programma la Stagione “Classica con Gusto” alla
Goldonetta, organizzata dal Maestro
alla tromba e un ensemble di musicisti e
attori. Regia dello stesso Muscato.

di Gennaio Carlo Palese e da Menicagli Pianoforti


e giunta alla decima edizione. Con i
suoi diciannove anni (pochi ma ben
spesi) e il suo volto da adolescente,
di Angela Simini Kamil ha interpretato il concerto mo-
notematico “Chopin e i suoi Eredi” con
Si è aperta in musica il Nuovo Anno al un piglio e con un entusiasmo giovani- è in distribuizione gratuita
Teatro Goldoni col tradizionale Concerto le sì, ma ben calibrato e, soprattutto anche presso i seguenti punti:
di Capodanno dell’Orchestra del Con- con uno stile del tutto personale unito LIVORNO:
servatorio Mascagni, diretta dal M° Lo- ad una tecnica prodigiosa. Libreria nuova di Biagini Silvia,
renzo Sbaffi, un concerto festoso e ben Ed ora che si è reso giustizia al merito, corso Amedeo 23-27
augurale che ha eseguito pagine di J. Phi- veniamo al programma del primo mese Libreria Feltrinelli, via di Franco
Edicola Cairoli, via Cairoli 18
lip Sousa, Arturo Marquez, Edvar Grieg, dell’anno nuovo. Edicola Nelli, piazza Cavour 39
Gioachino Rossini, J. Strauss jr., Leroy 19 gennaio, alle ore 20.30, con la re- Edicola P.zza Grande
Anderson, per concludere con la celeber- plica domenicale del 20 gennaio, ore lato Farmacia Ospedale
rima e coinvolgente Radetzky March. 16.00: “La Bohème” di Giacomo Puc- Edicola Bianchi, via del Porticciolo
Ma è opportuno ricordare che anche il Edicola Attias, corso Amedeo
cini che andrà in scena il finalmente una Edicola piazza Matteotti
2018 ci ha lasciati a suon di musica. E donna sul podio, la M.° Gianna Fratta, Edicola Ramagli e Rossi
che musica! Superba l’esecuzione del- regia di Joao Abram, esegue l’Orche- via Calatafimi
l’Oratorio “Messiah” di Handel, defini- stra Giovanile Italiana. Edicola Paolini (Baracchina Bianca)
to da Beethoven “Il più grande compo- piazza S. Jacopo
Il 24 gennaio, h. 21,00 l’Orchestra Ed. Lo Strillone, viale Italia 113
sitore che sia mai vissuto. Pare che Re del Maggio Fiorentino, diretta dal M° Edicola Barcellona, via Goito
Edicola Borghi, corso Amedeo
angolo via dell’Origine
Il Tabaccaio, via Roma 133
Tintoria Rossi, corso Mazzini
Ed. Martelli Anna Lisa
via Meucci 5 (Coteto)
Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare
Edicola Dharma, Viale Antignano 115
Edicola Bini-Filippi, Via del Litorale
(largo Vittime delle Fobie)
Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco
via C. Puini 97 - Antignano
Ristorante “La Barcarola”
viale Carducci 39
CASTIGLIONCELLO:
Edicola Rossi, P.zza della Vittoria
L’Edicola, Via Aurelia 512
ROSIGNANO SOLVAY:
Edicola Giovannoni, via Allende
Edicola Vallini, via O. Chiesa
Tabacchi-Edicola Bicego, via Aurelia 459
VADA:
Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3
24