Sei sulla pagina 1di 16

GAETANO

una vita per la libert

SALVEMINI

E-mail lattualita@yahoo.it

INTRODURRE IL METODO PERICLE


Nonostante il fatto che lItalia stia precipitando nel baratro istituzionale, gli oligarchi dei vecchi partiti si ostinano a pretendere i rimborsi elettorali (cio denaro pubblico per interessi privati). La loro ingordigia smisurata. Di fronte alla proposta (sincera?) del governo Letta di abolire il finanziamento pubblico, loro fanno il gioco delloca: fanno ricominciare liter legislativo del d.d.l. dalla Commissione Affari costituzionali, senza un minimo accordo tra Pd e Pdl. Va evidenziato il fatto che sotto i governi Berlusconi il finanziamento pubblico dei partiti notevolmente aumentato con lassenso di coloro che oggi lo vorrebbero abolire. Un capolavoro di ipocrisia. Ma v di pi. Alcuni deputati berlusconiani hanno presentato un emendamento per depenalizzare il reato di illecito finanziamento ai partiti. E questo il nervo scoperto di molti politici che, per essere eletti, hanno dovuto acquistare (non conquistare) i voti. La storia della Repubblica caratterizzata da un colossale voto di scambio. La democrazia stata distrutta dalla lobby-pluto-crazia, fondata sul metodo Caligola. Il Movimento Salvemini, per scongiurare la totale catastrofe istituzionale, chiede lintroduzione del metodo Pericle nella nuova Carta costituzionale. Ai vecchi oligarchi del Pd suggerisce: Andate a casa! Al Pdl propone di assumere la denominazione Forza frodItalia. Cosmo G. Sallustio Salvemini

LA TRUFFA DELLE REGIONI


Come sempre e come tutti sanno, sono stati i politici, in particolare la DC e il PCI con tutte le loro filiazioni e perversioni, a imporre la costituuione delle Regioni, con la ritrita, ipocrita motivazione che ci avrebbe avvicinato le istituzioni al popolo e permesso un controllo pi stretto della politica e della spesa pubblica. Bugiardi come sempre profetizzavano un rapporto dorato tra cittadini e politici, in cui questi sarebbero divenuti onesti grazie alla vicinanza. Non bastavano, a sentir loro, i Comuni e le Province (enti quasi casalinghi) per avvicinare cittadini e Istituzioni. No, occorrevano le Regioni. Ecco il circuito stolido con cui fu perorata lerezione delle Regioni nel 1970: enti assolutamente inutili, onerosi e rovinosi, creati solo per disporre
(segue a pag. 2) Ferruccio Ciavatta

INVITO A VISITARE IL BLOG


Visitando il blog movimentosalvemini.blogspot.it potete documentarvi sulle proposte di riforma istituzionale avanzate dal Movimento Salvemini e potete esprimere le vostre opinioni. Il blog ha registrato finora circa 6.000 visualizzazioni.

imminente la pubblicazione del libro di Cosmo G. Sallustio Salvemini Una Repubblica da rifondare sulla randomcrazia (analisi storica-plitica degli ultimi sessantanni). Gli opinionisti e gli artisti (saggisti, narratori, poeti e pittori) che desiderano sponsorizzare una o pi pagine del libro, possono chiedere le modalit tramite e mail (lattualita@yahoo.it) oppure al cell. 347.0333846, entro il 30 ottobre p.v. La presentazione del libro avr luogo a Roma in marzo 2014, in apposita conferenza-stampa, per celebrare il 23 anniversario del periodico LAttualit.

APPELLO AI LETTORI

ITALIA SOGGIOGATA DALLE LOBBY


Negli ultimi trentanni, anno dopo anno, in Italia sono cambiate molte cose, poche in meglio, quasi tutte in peggio. Siamo cambiati noi come popolo, sono cambiati i costumi, la morale, il modo di comunicare, di fare notizia, cambiata leconomia, la Tv, listruzione, il mondo del lavoro, i rapporti tra i popoli. C stato un tempo, e non parliamo di secoli, ma solo di trentanni fa, gli anni 80, quando avevamo tanta voglia di vivere. Era un tempo in cui un affitto richiedeva un quinto di uno stipendio medio, non l80% come oggi, in cui un rapporto di lavoro non si perdeva nella quantit di contratti
(segue a pag. 2) Emiliano F. Caruso

ITALIANI DISORIENTATI, MA
Nessuno sa pi dove sta il bene e dov il male. Ci troviamo quasi tutti in questa condizione. Non che fino a qualche tempo fa le certezze erano maggiori, ma quantomeno si riusciva a capire come orientarsi. Oggi la scena politica disarmante. Non c pi un nemico da combattere e per molti questo ha determinato la fine degli argomenti politici da dibattere! Di fronte a noi solo situazioni nebulose che ci rigettano nelle incertezze quotidiane. In questa fase delicata della vita sociale, sarebbe necessario un cambio generazionale che consentirebbe di dare maggiore spazio a quella categoria di uomini e donne che occupano la fascia di et tra i 30 e i 45 anni, depositari di entusiasmo e voglia di fare. Questo dovrebbe accadere in tutti i campi, ma soprattutto in quello della politica che ha bisogno pi di ogni altro di una (segue a pag. 2) Antonio Bartalotta

LETTERAAPERTAALPRESIDENTEZINGARETTI
Caro Presidente, osiamo sperare che sotto la tua Giunta il reiterato Piano Casa, che dovrebbe dare una boccata di ossigeno alle piccole imprese edilizie, oltre a soddisfare le giuste esigenze dei proprietari che desiderano poter legalmente ampliare del 30% (come si diceva) lo spazio del proprio appartamento, perch magari la famiglia cresciuta, non diventi lennesimo atto de La cena delle beffe, come in effetti accaduto con la Giunta Polverini, la quale Sergio Scalia laveva, in pratica, vanificato, al- (segue a pag. 2)

SONO INDISPENSABILI I SENATORI AVITA?


Il 30 agosto il presidente della Repubblica, ottantottenne, Giorgio Napolitano ha nominato quattro nuovi senatori a vita: lottantenne direttore dorchestra Claudio Abbado, il settantanovenne fisico nucleare Carlo Rubbia, larchitetto settantaseienne Renzo Piano e come tributo ai giovani la cinquantunenne neurobiologa Elena Cattaneo. Tutte personalit che, non lo mettiamo in dubbio hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo scientifico, artistico e sociale. Io mi chiedo, come molti, se fosse o meno necessario in un periodo in cui si parla cos tanto di ridurre i costi della politica e in cui molti italiani non sanno se percepiranno uno stipendio nei prossimi sei mesi stanziare quattro stipendi a vita nel nome di una serena conti- (segue a pag. 2) Maria Rosa Laria
Vignetta proposta da Florinda Battiloro a commento delle manipolazioni-stampa.

MI MANDA PICONE
Un po di anni fa Renzo Arbore aveva firmato la regia di un film che allora suscit scalpore ma fu poco compreso, oggi invece quanto mai attuale, il film era Mi manda Picone, ritratto di unItalietta dove funzionava poco, e questo poco era difficilissimo da ottenere tranne che non ci si affidasse alla raccomandazione di qualcuno che conti. Per Renzo Arbore il cognome Picone era un cognome altisonante che incute timore reverenziale allinterlocutore, e cos parte un gioco per cui il protagonista del film, presentandosi allufficiale preposto a risolvere il suo problema e chiarendo subito che lo mandava Picone, riusciva ad ottenere tutto ci che prima di citare il suo pigmalione non era riuscito. Si trattava ovviamente di una burla poich Picone era soltanto frutto della fantasia. Abbiamo voluto cominciare raccontando questo divertente aneddoto dellItalia di qualche (segue a pag. 2) Adalgisa Biondi

UNA COSTITUZIONE DA RIFORMARE


Nei locali della Presidenza del Consiglio, il Ministro Gaetano Quagliariello ha recentemente presentato la terza fase della consultazione pubblica sulle riforme costituzionali. Il fine quello di avviare un dibattito pubblico sulle modifiche alla nostra Carta fondamentale. In questa ottica attraverso la rete informatica si intende avviare un processo in cui i cittadini possono accrescere la loro partecipazione fornendo contributi in termini sia di critiche, sia di idee. Laspetto innovativo di questa iniziativa del Governo consiste nel voler coinvolgere in un gioco di squadra la Pubblica Amministrazione e i cittadini, (segue a pag. 2) Fiorella Ialongo

UNA STORIA INFINITA


Dopo lannuncio dellamministratore Anas, Pietro Ciucci da agosto basteranno 4 ore e mezza da Salerno a Reggio ho percorso la dorsale affacciata sul Tirreno meridionale. Restano punti critici, per lavori in corso, ma la nuova arteria presenta opere di raffinata ingegneria creativa. Grandi numeri: nei lavori sulla nuova Salerno-Reggio Calabria sono direttamente impegnate 4000 persone e pi di 5000 mezzi. Le imprese coinvolte nella fornitura di materie prime, servizi e altre attivit sono 700 e danno lavoro a circa 7mila addetti. Dal punto di vista finanziario, gli stanziamenti attuali per la costruzione della nuova A3, sbloccatisi di fatto nel 2001, ammontano a 7 miliardi e 443 euro e riguardano tutti gli interventi in esecuzione e quelli in fase di appalto. Tuttavia, per completare lintera autostrada sono ancora ne- (segue a pag. 2) Maria R. Nicastri

ONORE AL BRIGADIERE, VITTIMA DELLA CAMORRA


Un ambito difficile quello in cui si trov ad operare proprio trent'anni fa Domenico Celiento, il leggendario Brigadiere "Mimmo", operante nel vasto territorio di competenza, quello della Compagnia Carabinieri di Napoli- Stella, con giurisdizione sui quartieri pi sensibili sotto il profilo della sicurezza pubblica, dalla Sanit a Forcella, passando per San Carlo all'Arena e Borgoloreto (con la Stazione Ferroviaria e l'attiguo Mercato della Duchesca), Secon(segue a pag. 6) Raffaele Vacca

IL PARBUCKLING DELLA COSTA CONCORDIA


Sono arrivati al porto di Livorno i cassoni che serviranno a stabilizzare la nave Costa Concordia sul lato di dritta, cio di destra, dopo che lo scorso 16 settembre avvenuta la rotazione del relitto. La Costa Concordia, che si capovolta il 13 gennaio 2012 al Giglio, stata sollevata con la pi grande operazione di salvataggio del suo genere nella storia marittima. Richard Habib, il capo della Titan Salvage, la societ statunitense che ha guidato il progetto, ha festeggiato il successo delloperazione con una bottiglia di Heineken in un
(segue a pag. 5) Gabriella Di Luzio

CONFERITO IL PREMIO GALLICO


L8 agosto u.s. si tenuta la quinta edizione del Premio Gallico, manifestazione organizzata dallAssociazione Tre Quartieri, con il patrocinio del Centro Internazionale di Cultura, Arte e Scienza Foyer Des Artistes con sede in Roma, presieduto dal Dr. Antonio Morgante. Alla presenza di un nutrito e scelto pubblico, il Parroco della Chiesa Matrice della Cittadina calabrese, Rev. Don Gaetano Galatti, come da tradizione, ha celebrato la Santa Messa prima che il Presidente Oreste Pennestr avviasse i lavori con una ampia relazione, volta ad illustrare gli scopi, le attivit ed i programmi dellAssociazione. Larch. Matteo Gangemi, responsabile
(segue a p. 2) Antonino Lazzarino De Lorenzo

VISUAL CHINA
Per far conoscere la ricca produzione artistica di un gruppo di maestri cinesi che rappresentano la nuova corrente contemporanea, il Complesso del Vittoriano dal 4 al 27 settembre 2013 ha organizzato unampia mostra sicuro che essa stimola limmaginario del pubblico di ogni parte del mondo. La mostra promossa dalla Fondazione China Wuhan Rongbaozhai e dallIstituto dArte Internazio(segue a pag. 2) Liliana Speranza

LA SPINTA EVOLUTIVA
Quando luomo comincia a sentire lesigenza di migliorare s stesso,di auto formarsi e di collaborare con la spinta evolutiva, si trova a dover scegliere il suo sentiero spirituale. Questo periodo contrassegnato da una costante opera di raffinamento,e di purificazione del corpo, della parte emotiva e della mente, che parte dallo sviluppo di qualit latenti in lui,che lo renderanno libero, sereno, consapevole e capace di manifestare il suo vero S. Questo un momento evolutivo molto importante e decisivo e offre suggerimenti e consigli pratici per iniziare il lavoro di purificazione e di autoformazione della personalit e cosi entrare nel sentiero. Marina Giudicissi

UNA SCUOLA DA SALVARE


Il Cdm ha dato il via libera al dl che mette in atto misure urgenti per il nuovo anno scolastico. Le novit: eliminazione del bonus maturit gi da questanno. Riduzione del costo dei libri a carico di famiglie e studenti, con lo stanziamento di fondi per il welfare scolastico e la possibilit
(segue a p. 5) Maddalena Barba

OLINDO E ROSA: COLPEVOLI O INNOCENTI ?


A sette anni dallatroce strage di Erba in cui persero la vita Raffaella Castagna, il figlio Youssef, la mamma Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherbini, lintero impianto accusatorio nei confronti dei coniugi Romano torna a vacillare: dalla Tunisia arriva una dichiarazione capace di scagionare Olindo e Rosa e di riaprire il caso. Luca DAuria, il legale di Azouz Marzouk, marito di Raffaella e padre del piccolo Youssef, tornato a sentire luomo di cui Azouz aveva gi parlato nel 2008, prima della sentenza di primo grado, quando alla polizia penitenziaria confess che un tunisino era andato a casa della madre sostenendo che gli assassini non erano i coniugi Romano ma altri. Allepoca in Brianza circolavano precise voci che ritenevano colpevoli un gruppo di professionisti, non di origine araba, in quanto gli arabi non uccidono i bambini, ha riba(segue a pag. 5) F. Sciorilli Borrelli

LA SINDROME DEL MICROFONO APERTO


In Italia abbiamo leggi di ogni tipo, che invece di essere poche e chiare, sono troppe e imprecise, spesso volutamente oscure o comunque tali da dare adito a interpretazioni macchinose. La quantit di notizie che giornalmente affollano il panorama internazionale dovrebbe costiuire di per s un
(segue a pag. 5) Raffaele Cecconi

NON PU ESSERE CAVALIERE CHI HA FRODATO IL FISCO


Dopo la condanna per evasione fiscale, Silvio Berlusconi ad un passo dal perdere lonorificenza di Cavaliere del Lavoro conferita dalla Repubblica Italiana nel 2 Giugno 1977, con brevetto n. 1879 e regolata dalla Legge 15 maggio 1986, n. 194 (Norme sullOrdine Cavalleresco al merito del Lavoro). Vediamo infatti quali siano i requisiti indispensabili per ambire al titolo di Cavaliere del Lavoro: aver ottenuto una specchiata condotta civile e sociale; aver operato nel settore per il quale la decorazione proposta in via continuativa e per almeno ventanni con autonoma responsabilit; aver adempiuto agli obblighi tributari ed aver soddisfatto ogni obbligo previdenziale e assistenziale a favore dei lavoratori; non aver svolto
(segue a pag. 2) Isacco Cicala

IL CANONE RAI RAPINA DI STATO


Mara Bizzotto, eurodeputata leghista ed il CLIRT (Comitato per la Libera Informazione Radio Televisiva), hanno presentato al Parlamento Europeo, nel dicembre 2012, una petizione per labolizione del canone Rai chiedendo alla Commissione dellUnione Europea di aprire unindagine sui vari aspetti del problema. La richiesta dellonorevole Bizzotto passata
(segue a pag. 2) Erika Carpinella

LA PERVERSA LEGGE DEL PROFITTO


Il passato si deve ricordare... soprattutto le catastrofi... volute e causate dallegoismo dei potenti. Oggi i potenti per prendere in giro la povera gente, i cosiddetti ingenui, ogni pezzo di muro vecchio che scoprono dicono che patrimonio dellumanit. Io sostengo che tutte le innovazioni devono essere patrimonio dellumanit. Il nuovo inventore non fa altro che comporre in modo diverso dei
(segue a pag. 5) Gilberto La Scala

BUON COMPLEANNO, GOOGLE!


A settembre di 15 anni fa due studenti di informatica a Stanford, Sergey Brin e Larry Page, presentavano domanda per la creazione di una societ che avrebbe scatenato una rivoluzione: Google. Gi il nome era tutto un programma: un gioco di parole che deriva da googol, un termine matematico che indica il numero caratterizzato da un 1 iniziale seguito da 100 zeri e scelto per rispecchiare lobiettivo
(segue a pag. 5) Cristina Canci

NO ALLECCESSIVO PERDONISMO
La misura colma! Ci sono provvedimenti giudiziari che ci lasciano sconcertati. Non riusciamo
(segue a pag. 5) Rosanna Sinopoli

LATTUALIT, pag. 2

N. 10. OTTOBRE 2013


LIBERA UNIVERSIT INTERNAZIONALE SALVEMINI DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

MESSAGGIO DAL REDATTORE CAPO DELLA LOMBARDIA


Carissimo Cosmo, ti ringrazio per la stima che contraccambio a tutta la Redazione centrale e a te, punto di riferimento e sostegno illuminante del Movimento Salvemini in Italia e nel mondo. Osservando lo squallore politico-morale crescente, sono sempre pi convinto che il grande Gaetano Salvemini sia lunico riferimento ideale, morale e culturale per uno sviluppo delle coscienze e delle intelligenze. Ti invio un articolo sui tornaconti politici egoistici, avvolti in parole dordine mistificatorie. Un cordialissimo saluto ed un forte abbraccio. Milano, 12 settembre 2013 Ferruccio Ciavatta Carissimo Ferruccio, il tuo articolo sulla prima pagina di questo numero. Il progresso morale e culturale dellumanit determinato soltanto dal costante impegno di Uomini come Te, forti e incorruttibili. Fedeli al motto Non mollare noi salveminiani continueremo a denunciare ogni canagliata, da chiunque venga commessa. Il nostro impegno continuer a poggiare sulla Verit, sulla Legalit, sulla Solidariet, sulla Tolleranza. e sulla Pace nel mondo. Ricambio affettuosamente il saluto e labbraccio. Buon lavoro e arrivederci presto. Cosmo
(segue da pag. 1) Italiani disorientati, ma

Scuola di Giornalismo
diretta dal Sen. Prof. Cosmo G. SALLUSTIO SALVEMINI (P.M.S.P.)
Pu essere frequentata anche per corrispondenza.

Quote associative annuali: ordinaria euro 60,00; simpatizzante euro 100,00; benemerita euro 180,00; sostenitrice euro 280,00. Per aspiranti pubblicisti: euro 360,00. Versamento su c/c postale n. 56777006, intestato a Movimento Gaetano Salvemini, via Lorenzo il Magnifico 25, 00013. Fonte Nuova (Roma).
(segue da pag. 1) La truffa delle Regioni

INFORMAZIONE AI SOCI

Tel. 06/2148536 - Cell 347.0333846


Il giornalismo non solo arte; anche passione vissuta con entusiasmo e con rettitudine morale. Il piombo, pi che loro, ha modificato la Storia. E pi che il piombo dei fucili, quello dei tipografi.
di altre pi vaste mangiatoie politiche. Gli ipocriti ne parlavano come di un obbligo imposto dalla Costituzione, omettendo per con cura di dire che un errore o un crimine rimangono tali anche se dettati dalla Cost., che, come tutte le Carte, scritta da uomini che possono produrre leggi scellerate. Si poteva perci, si doveva sanare la Cost. cambiando la norma per il bene di tutti. I mestatori, i teorici del vicinismo ad oltranza, induce la stragrande parte della DC (pronuba la Chiesa votata alla Scuola cattolica) e il PCI (da cui nata poi lorrenda costola della Lega), miravano anche al Potere, ad impossessarsi almeno di varie Regioni non potendo impossessarsi dello Stato. Guardavano alla massa di interessi e clientele da nutrire; ai loro sempre pi numerosi capataz smaniosi darricchirsi a spese daltri. Miravano al Potere sul territorio (come le Mafie, di cui tanto condiscono le loro concioni politiche), nonch ad entrare nei gangli nebulosi della gestione del denaro pubblico per lucrare prebende per s e per le pretese sempre pi insaziabili dei loro apparati. Tant che nulla pi vicino e visibile per il cittadino delle Istituzioni e Governo centrali, squadernati di fronte a tutti ogni giorno; e nulla invece pi lontano ed invisibile delle Istituzioni locali, in particolare proprio delle Regioni, dotate, a causa dei famelici tratti perversi della Sinistreria (linsieme ex DC, PCI etc.), di poteri immensi, irresponsabili, oscuri. Non a caso proprio le Regioni sono oggi i peggiori enti pubblici, dove le truffe legali, illegali e familistiche generano la voragine dei conti dello Stato. Dunque quelle Regioni, che a detta dei truffatori avrebbero dovuto risanare la spesa pubblica, sono diventate invece osceni centri di sperpero (come previsto), dove le scorribande dei partiti scavano un pozzo senza fondo che tutto divora: Stato, denaro, politica. Ma la falsit dei nostri politicanti (filo-UE ed Euro in primis) non ha confini e ora, barattando Regioni e regionalismo con le Province, indicano queste quali enti da abbattere solo perch in esse hanno oggi ben misere greppie. Cos ci svelano quanto grande sia la loro ipocrisia anche sul cosiddetto federalismo. Mentre Salvemini, partito con entusiasmo dalla teoria federalistica, in et matura si era reso conto del pericolo che avrebbe corso lItalia con il federalismo, stanti lo strapotere e i torbidi intrecci tra i potentati occulti camorristici, partitici e clericali; i politiconi doggi blaterano di autonomia (la nostra rovina) solo perch vedono in essa altre possibilit di potere e manovre lucrose per s e le loro cricche. Non a caso pretendono fette sempre pi ricche della torta pubblica: fino al 75%, secondo lingordigia insaziabile e gradassa dei partitanti pi spudorati (es.: Maroni della Lega). Il che rivela quanto siamo ormai vicini non ai cittadini ma allo sfascio del Sistema. La verita che, oggi, si dovrebbero abbattere piuttosto le Regioni che non le Province, affinch questa Italia scombinata da Caste truffaldine, non rischi la disgregazione in quanto preda da una parte della UE e dallaltra delle regioni. Ferruccio Ciavatta
(segue da pag. 1) Mi manda Picone

AVVISO AGLI ASPIRANTI PUBBLICISTI


Regolamento: 1) versare la quota associativa annuale. 2) rileggere attentamente gli articoli prima di inviarli alla Direzione entro il 15 di ogni mese. 3) Gli articoli non devono superare le 25 righe dattiloscritte. 4) confrontare il testo originario dei propri articoli con quello poi pubblicato con le necessarie correzioni e abbreviazioni, al fine di non ripetere errori e prolissit negli articoli inviati successivamente. 5) pubblicare almeno 80 articoli in 24 mesi consecutivi. 6) fare tirocinio in Redazione nei turni da concordare con il Direttore. 7) rivolgersi al consulente Patrizio Alessandrini (via Monte Senario 14, Roma. Tel. 06.87195452) per far calcolare le ritenute dacconto da versare allAgenzia delle Entrate. 8) Conservare ogni copia del giornale per poter compilare lelenco degli 80 articoli da consegnare allOrdine. 9) Presentare allOrdine la domanda discrizione allAlbo firmata dal Direttore della testata. 10) Sono accettati solo testi dattiloscritti composti in RTF oppure WORD 4/5 e inviati per E-mail: lattualita@yahoo.it. Per avere conferma, chiamare Stefano al tel. 062148536 (ore 11-15). Anche dopo liscrizione allAlbo necessario pubblicare almeno un articolo su ogni numero e rinnovare la quota associativa annuale simpatizzante.

nuova ventata di ossigeno! Tale fascia rappresenta quelle persone che forse pi di altre riescono a vedere meglio quello che sta succedendo nel nostro Paese. Sono quelle persone che vorrebbero che si votasse subito la riforma elettorale per vedere di nuovo (finalmente!) segnali di democrazia chiari. Sono ormai anni che andiamo alle urne a votare ci che stato gi deciso da altri! Il rappresentante naturale di tali uomini e donne non pu che essere Matteo Renzi, attuale sindaco di Firenze, che sembra essere lunica possibilit di uscita da un impasse che ad oggi sembra irreversibile. Renzi luomo nuovo, luomo che d fiducia, luomo che piace a uomini e donne, giovani ed anziani, ma soprattutto, luomo che piace sia alla Destra che alla Sinistra. dotato di elevate capacit comunicative e, soprattutto, ha le idee chiare come nessuno in questo difficile momento di grande confusione che stiamo attraversando. lui che pu rappresentare quella parte di italiani maggiormente scontenta, coloro che hanno bisogno di stimoli nuovi e di nuove speranze soprattutto pu cancellare quella brutta nomea che si fatta il popolo italiano fuori dai nostri confini, riaccreditandoci a livello di credibilit in tutta Europa e non solo! Attualmente siamo un Paese bloccato dalle vicende giudiziarie di Silvio Berlusconi, con la politica che aspetta un suo videomessaggio nel quale propone nuove strategiein molti si chiedono: ma realt o fantascienza? Siamo ostaggi di un uomo che nonostante le condanne avute ad ogni grado di giudizio si permette ancora di prendere in giro il popolo italiano! La Destra italiana nelle sue mani, il momento pi cupo, pi negativo, pi privo di valori. Anche per questo motivo laria deve cambiare. Gli italiani vogliono freschezza, trasparenza, forze giovani, facce nuove e non vogliono un governo misto fritto che puzza di Antonio Bartalotta bruciato fin dalla sua costituzione!
(segue da pag. 1) Lettera aperta al Presidente Zingaretti

NOBILE MESSAGGIO DA VENEZIA


Caro Direttore Salvemini, pur avendo 83 anni e una grave invalidit cerco di non cedere al pessimismo. Al contrario, cerco di suggerire la speranza di poter trarre un giorno qualcosa che somigli alla scoperta e al rritovamento di una statua del Budda doro...Ha osservato il Giusti: Scrivere un libro men che niente se il libro fatto non rif la gente. Le invio larticolo Una valanga di ...Secondo me che nella parte finale un chiaro invito alla speranza. Lo dico da uomo provato dagli anni, dalla malattia e dalla sofferenza. Cordialmente. Venezia, 20 agosto 2013. Raffaele Cecconi
(segue da pag. 1) Italia soggiogata dalle lobby

meno nei condomni, stabilendo che sarebbe stato necessario, per ottenere lautorizzazione comunale, il previo consenso di tutti i condmini; il che , evidentemente, assurdo, poich chiunque sa che praticamente impossibile riuscire a ottenere unassemblea totalitaria e totalitariamente assenziente ad istanze in tal senso di singoli condmini, essendo arcinote per la loro proverbiale litigiosit, per ripicche e vecchi rancori mai sopiti, le assemblee condominiali. Ora, non si pu non osservare che nei precedenti condoni edilizi tutti gli atti di concessione in sanatoria sono stati rilasciati semplicemente concludendo: Senza pregiudizio dei diritti di terzi, ci che, mentre sanava il c.d. abuso edilizio, consentiva a terzi eventualmente pregiudicati dalla nuova opera, di agire per la tutela, anche in via giudiziaria, dei propri interessi, a prescindere dal concesso condono. E allora perch frapporre nuovi burocratici, allevidenza insuperabili ostacoli, allattuazione, nei condomni, che ne sarebbero poi i maggiori fruitori, di questo tanto strombazzato Piano Casa, proprio contro quei condmini che, rispettosi della legge, pur sentendola come uningiusta compressione del loro diritto di propriet, qual definito dallart. 832 Cod. Civ., si sono astenuti dal violarla, mentre con la suddetta, semplice formula stata concessa la sanatoria a chi, a ben vedere, se nera infischiato di osservarla? Francamente, ci sembrerebbe davvero un controsenso ed una patente ingiustizia la suddetta disparit di trattamento a favore di chi, comunque, ha violato la legge e non possiamo che sperare che sia abrogata la restrittiva quanto assurda normativa di cui sopra. Dobbiamo ancora ricordare che ledilizia il volano motore di quasi tutti i mestieri, a cui si aggancia un notevolissimo indotto? Sergio Scalia
(segue da pag. 1) Una Costituzione da riformare

inverosimili (li chiamano atipici). La legge Biagi ancora non esisteva e un posto a tempo indeterminato era una concreta realt per un giovane, non una chimera da inseguire per met della propria vita (quando va bene), anni in cui listruzione aveva valore, senza il crollo di iscritti alluniversit di oggi. Un tempo in cui la spesa alimentare pesava poco sul bilancio familiare, e non richiedeva quei salassi che oggi spingono le famiglie a risparmiare proprio sui beni di prima necessit. I risparmi e le vacanze estive erano una concreta realt, la casa era un diritto, non un favore, e un mutuo costava met stipendio per dieci anni, e non mille euro al mese per trenta-quarantanni. Insomma, la macchina delleconomia, anche se ormai ben lontana dagli splendori del boom degli anni 50, non era ancora entrata nel lento declino iniziato negli anni 90. Ma certe cose, in Italia, non sono mai cambiate. Non c mai stato un periodo in cui il popolo italiano non sia stato asservito a certi strapoteri: prima il papato, poi la monarchia, infine una certa Casta Politica (e lo scriviamo con la maiuscola per sottolinearne le manie di grandezza). Non c mai stato un tempo in cui le notizie non fossero censurate nel nostro Paese: prima con il fascismo e le leggi fascistissime, poi con il monopolio politico di gran parte della Tv e di molti giornali (pur con le rare e ottime eccezioni). Non c mai stato un periodo in cui lopinione pubblica non venisse manipolata. Non mai esistito un momento in Italia in cui il potere economico, politico, legislativo, e persino informativo, non sia stato in mano a una ristretta casta oligarchica pi impegnata a salvarsi la poltrona che ad ascoltare la voce del popolo. Poche cose, quindi, nel nostro Paese cambiano in meglio, ma molte cose non cambiano mai. Emiliano F. Caruso
(segue da pag. 1) Conferito il Premio gallico

in cui i secondi avranno una forte incidenza nella fase decisionale. Numerosi ed importanti le collaborazioni a questa iniziativa: Poste italiane, ISTAT, Miur (per il Ministero dell Istruzione), Formez, Fondazione Mondo Digitale, Associazione Italia Camp. Ognuna di esse avr un compito complementare: offrire spazi per facilitare la consultazione, sensibilizzare le scuole ad un maggiore coinvolgimento, permettere anche agli anziani che hanno difficolt con luso del computer di far sentire la loro voce. Lex Ministro Francesco Profumo ha sottolineato che verranno adottati strumenti a tutela dei dati forniti. In altri termini, i risultati dellindagine saranno garantiti da un comitato scientifico appositamente nominato. In questa linea il Ministro Gaetano Quagliariello ha affermato che la consultazione avverr in base a tre regole: trasparenza, fissazione di regole, garanzie per gli utenti nellanalisi dei risultati. Lauspicio che questa iniziativa diventi lapripista di nuove forme di partecipazione popolare che rendano pi effettivo lesercizio della democrazia. Fiorella Ialongo
(segue da pag. 1) Sono indispensabili i senatori a vita?

nuit istituzionale che poco ha a che fare con le nostre istituzioni (che tutto sono tranne che serene). Parlare poi di tributo ai giovani nel giorno in cui la disoccupazione giovanile arrivata al 39.5%, in un paese che ha poco pi di 22 milioni e mezzo di occupati e oltre 3 milioni di disoccupati e tra gli occupati under 30 oltre met sono precari; mi sembra poi lennesima dimostrazione di quanto il mondo delle istituzioni, della politica, della casta (non riesco a non pensare che lo sia) sia distante da noi, dallItalia vera. Maria Rosa Laria
(segue da pag. 1) Una storia infinita

cessari 3 miliardi e 100 euro. Il 21 gennaio del 1962 quando lAzienda nazionale autonoma delle strade inaugur il cantiere della Salerno-Reggio, alla presenza dellallora presidente del consiglio Amintore Fanfani, venne deposta una targa: Dopo ventuno secoli la via che Roma apr ad unire le genti del Mezzogiorno si riapre sulle antiche orme da Salerno a Reggio Calabria per continuare e completare tra il Settentrione e il Meridione dItalia la grande via del traffico e del lavoro. Di fatto i lavori per la sua costruzione cominciati appunto nel lontano 1962, si conclusero nel 1972; per lautostrada, con le sue due corsie, le curve strette e il percorso tortuoso, si rivel quasi subito poco o niente adeguata al traffico. Nel 1990 dovettero iniziare i lavori di ammodernamento, la cui conclusione fu annunciata prima nel 2003, poi nel 2008 e infine nel 2013. La definizione di ammodernamento in realt poco corretta, si sta infatti costruendo una vera e propria nuova autostrada, che alla fine sar pi corta di 10 km rispetto alla vecchia. In realt la A3, in tutti questi anni, stata effettivamente segnata da lavori che apparivano senza fine e una serie infinita di strumentalizzazioni politiche. Questestate ho percorso anche io quella che viene considerata lincubo estivo degli automobilisti italiani. Pi volte entro in una galleria, sbocco in un viadotto e subito dopo imbocco una nuova galleria: la guida non certo noiosa! Sincontrano anche le spettacolari gallerie tombate, cio quelle ormai in disuso che sono state riempite e sigillate. Lo scoglio pi grosso stato dover costruire una grande via di scorrimento e insieme mantenere il traffico in corso. La prima tratta della A3 a tre corsie pi una demergenza. Ho interamente percorso lautostrada e sono entrata fino in fondo a gallerie che si stanno finendo di scavare, impiegando meno di cinque ore. Maria Rosa Nicastri

della Commissione Cultura, ha dato lettura del messaggio fatto giungere dal Presidente dellUnione Italiana tra le Associazioni Culturali Prof. Salvemini, che ha espresso vivo compiacimento per liniziativa del Premio Gallico, ricordando come: ... ogni evento organizzato in terra di Calabria sta a dimostrare che il Mezzogiorno dItalia una miniera inesauribile di galantuomini, di Artisti e di lavoratori onesti... Un lungo e sentito applauso ha salutato le parole del Prof. Salvemini, che con il giornale LAttualit concorre ormai da molti lustri a promuovere la cultura in tutte le sue espressioni. A questo punto, il Consiglio Direttivo, ha comunicato ufficialmente di aver nominato il Cav.Gran.Croce, notaio Gregorio Gangemi, per le sue ben note e spiccate qualit, Presidente Onorario del Premio. Il sentito e caloroso applauso rivolto allindirizzo del notaio Gangemi da tutti i presenti, ha suggellato la nomina. La cerimonia stata arricchita dalla proiezione di un interessante video, curato con singolare perizia dallarch. Matteo Gangemi, con il quale sono state ricordate tutte le personalit che nelle passate edizioni hanno ottenuto la concessione del significativo riconoscimento. Il nob. Comm. Antonino Lazzarino De Lorenzo, Segretario Generale del Centro Internazionale Foyer Des Artistes, presente alla manifestazione, stato invitato a sedere al tavolo della presidenza. Il Responsabile della Commissione Cultura Gangemi, ha comunicato i nomi delle cinque personalit che, ciascuna in ambito diverso ma tutte con pari amore, tanto hanno meritato per Gallico: 1. Religione: Don Domenico Geraci (alla memoria) 2. Cultura: Dr. Domenico De Caridi, Magistrato (alla memoria)3. Sport: Signora Elsa Carere, Atleta - Pallavolo 4. Lavoro: N. H. Dr. Orazio Lazzarino, Medico Chirurgo (alla memoria) 5. Politica: Notaio Giuseppe Gangemi (alla memoria). Il noto compositore e direttore dorchestra maesto Nicola Sgr, ha illustrato con amabile perizia il nobile profilo di ciascuna delle Personalit sopra elencate. LOn. Giuseppe Giordano, chiamato a presiedere il tavolo dei lavori, con la consueta maestria ha tirato le conclusioni dellindimenticabile giornata, incoraggiando lassociazione TreQuartieri a continuare a tenere vivo il ricordo dei tanti Figli di questa amata Gallico. Antonino Lazzarino De Lorenzo
(segue da pag. 1) Visual China

anno fa, perch sul finire dellestate, lasfissiante caldo umido di agosto ci ha proposto due fatti giornalistici che hanno coinvolto due donne e due cognomi: Silvio Berlusconi ci ha propinato la propria rampolla Marina a futuro leader del centro-destra, mentre lultima figlia di Tot Riina, Lucia, rilasciando unintervista alla tv svizzera Rts ha glissato sui morti di mafia per ricordare invece il genitore di cui orgogliosa di portare il cognome, anche perch si tratta di un uomo religioso che ogni sera, insieme alla mamma, la accompagnava a letto dicendole di ringraziare Ges pregandolo di proteggere tutti i loro cari. Ovviamente questi due episodi hanno sortito una serie di reazioni a catena: la candidatura di Marina Berlusconi ha indispettito alcuni ambienti del Pdl che si sono affrettati a precisare che non ci stanno a leadership ereditarie, mentre le associazioni di lotta alla mafia si sono dette sconcertate dalle dichiarazioni di Lucia Riina. Qui il punto per un altro. Limportanza tutta italiana davere un cognome mediatico. Quella del cognome stata uninvenzione dei romani i quali hanno costituito giuridicamente la famiglia cos come noi la intendiamo. Un modo, diremmo oggi, per facilitare la burocrazia, ma nello stesso tempo per ingabbiare gli individui e costituire le prime clientele, con tutto ci che ne conseguito fino ai giorni nostri. Per Ges gli uomini non erano il loro cognome, ma il loro essere, e quindi, se tutti quanti fossimo sinceramente cristiani, non dovremmo essere orgogliosi dei nostri padri ma delle loro azioni. Per Ges, le azioni delluomo identificavano lessere delluomo stesso, non la sua appartenenza. stato limpero romano a svuotare di molti significati questo senso altissimo delluomo e a ridurlo a pura forma. Se Ges viveva di azioni, noi viviamo invece di cognomi, che anche quando sono non facili da portare, possono comunque essere un trampolino di lancio innanzitutto per la visibilit. Ma a quanto ci riferisce Papa Francesco che usa la cara vecchia agenda, san Pietro non si ancora dotato della rete, e chieder il resoconto dei gesti di ognuno, e non il suo profilo facebook o twitter. Adalgisa Biondi
(segue da pag. 1) Il canone RAI rapina di Stato

nale Meilidao Cina Pechino e si avvale del patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Roma e di Roma Capitale. Lesposizione a cura di Claudio Strinati e di Nicolina Bianchi con il progetto di Maurizio Fallace e Ma Lin. Lorganizzazione e la realizzazione di Comunicare Organizzando con la collaborazione del periodico Segni dArte. Lesposizione, attraverso una rilevante mostra di oltre 70 opere, propone unaccurata e selezionata scelta culturale di espressioni creative ricche di originale sensibilit formale e pittorica e ci permette di ammirare Maestri che da tempo sono inseriti nel panorama internazionale dellarte e che hanno assimilato le prodigiose tecniche iperrealistiche maturate nel XX Secolo negli Stati Uniti e successivamente assorbite in Europa, Italia compresa. Osserva il Prof. Strinati, tra laltro, che si potr notare una via cinese alla raffigurazione del reale, attraverso una selezione delle immagini e una scelta delle infinite potenzialit dellarte, scelta che pone molte limitazioni alla gamma espressiva di ciascuno, ma le esalta nello stesso momento in un modo che effettivamente incomparabile con la nostra tradizione occidentale... molti di questi pittori cinesi si sentono profondamente coinvolti nel dialogo Oriente-Occidente pur rivendicando orgogliosamente una propria specificit nellapproccio al reale. Una mostra da non perdere perch emana un fascino e una suggestivit eccezionale. Liliana Speranza

al vaglio della Commissione Petizioni di Bruxelles che ha dichiarato ammissibili le questioni sollevate e ha avviato unindagine. Dunque questo il primo storico s che incassa labolizione della tassa pi odiata dagli italiani come afferma leurodeputata leghista. DallEuropa arriva una decisione storica - continua Mara Bizzotto che mette per la prima volta in discussione lanomalia tutta italiana del canone Rai. Una prima volta che finalmente infrange quel muro di gomma che ha sempre avvolto questa rapina di Stato che ruota intorno ad un Regio decreto del 1938. Il canone Rai un caso unico al mondo: basti pensare alle migliaia di famiglie costrette a pagare la tassa pur non ricevendo nei propri televisori il segnale dei canali Rai, o alle centinaia di migliaia di aziende sottoposte al canone speciale. Abbiamo vinto il primo tempo di una partita che sar ancora molto lunga e complessa conclude leurodeputata Da Roma gi sono partite le pressioni delle lobby per insabbiare il dossier che stato aperto in Commissione Unione Europea e sono certa che le proveranno tutte per fermare le nostre richieste o per influenzare la decisione finale del Parlamento Europeo. Invito tutti a tenere alta la guardia e a continuare questa battaglia di libert e civilt. Questa una tassa ingiusta ed assurda che la maggior parte degli italiani non vuole pi pagare. Erika Carpinella
(segue da pag. 1) Non pu essere Cavaliere chi ha frodato il fisco

n in Italia, n allestero attivit economiche e commerciali lesive delleconomia nazionale. Berlusconi non sarebbe il primo cavaliere rinnegato. Come altro esempio di revoca del titolo di Cavaliere abbiamo recentemente Calisto Tanzi, condannato nel processo Parmalat. A chiedere la revoca del titolo di Cavaliere a Berlusconi stata per prima una mozione del gruppo M5S al Senato nella quale si dice che La condanna per frode fiscale confermata dalla Suprema Corte di Cassazione appare tale da rendere indegno il titolare della onorificenza dellOrdine cavalleresco al merito del lavoro e continua... la condanna definitiva subita dal cavaliere del lavoro Silvio Berlusconi concerne specificatamente linosservanza di uno dei requisiti per ottenere la decorazione, laver cio non adempiuto agli obblighi tributari. In Italia quindi, il Cavaliere per eccellenza rischia di perdere proprio lappellativo a lui pi caro. Ricordiamo che dal 1901, (anno di istituzione dellOrdine al Merito del Lavoro da parte di Vittorio Emanuele III su proposta di Giuseppe Zanardelli, allora Presidente del Consiglio) al 2013 sono stati nominati 2.722 Cavalieri del Lavoro. Un premio per coloro che con fecondo lavoro hanno acquisito titoli di singolare benemerenza. Isacco Cicala

N. 10. OTTOBRE 2013

TEMATICHE INTERNAZIONALI

LATTUALIT, pag. 3

HASTA SIEMPRE, PRESIDENTE VIKTOR BUS


15 de diciembre 1941-22 de agosto, 2013 Cumplido su ideal/ se entrega a la muerte/ para el necesario descanso/ de una vida luminosa y til./ Identificado con el Parlamento/ celebraban el mismo dia de cumpleanos/ y por siempre estarn juntos:/ su bardo, su aliento y su existencia./ No hay recuerdos fgaces/ ni distancias en el tiempo:/ Lord Presidente Viktor Bus/ estar siempre presente. Teresinka Pereira

MONS. VIKTOR BUS, HROE YACTIVISTADE LAPAZ


Lord Viktor Bus file un gran activista devoto a la causa de la paz, de la defensa de la vida y de los derechos humanos. Desde hace treinta y ocho anos estuvo a frente del Parlamento Mundial de los Estados para la Seguridad y la Paz, trabajando todo el tiempo hasta los ltimos momentos de su vida. Yo recibia sus cartas casi diarias con listas de presidentes de naciones y autoridades a quienes deberia escribir presentando al PMESP y solicitando sus apoyos y adhesiones oficiales. Enfermo, cansado, ocupado, no parabajamas de trabajar. La ltima carta que me escribi file el dia anterior al entrar a la clinica para recibir chemioterapia. Muri en los brazos del secretarlo del PMESP que lo asistia, como si filera su familia. Mons. Bus naci ei 15 de diciembre de 1941 en Palermo, Italia. Era artista, poeta, escritor, cientifico y profesor de Psiquiatria. Recibi el titulo de Doctor Honoris Causa de varias universidades del mundo, file presidente de la Academia Siciliana de Ciencias, del Centro Nacionai Profiltico Psico-social y del Centro Mundiai de Ciencias Leonardo da Vinci. Ha sido miembro de innmeras academias de letras y de la Asociacin Intemacionai de Escritores y Artistas. En 1983 recibi el Premio de Cultura de la Presidencia del Consejo de Ministros de Italia; recibi la medaila de plata de la Sociedad de Reconocimiento de la Universidad de la Sorbone, en Francia y la Cruz de Mrito Cientifico y Culturai del Brasii. Tambin ha sido el Presidente del Consejo de los Estados y Procurador Generai en Washington D.C., Estados Unidos, Presidente de Honor de la Entidad Sanitaria Intemacionai y Fundacin de Medicinas Altemativas (O.M.M.A.). Entre los importantes honores podemos citar que en 2005 recibi la Condecoracin al Merito Diplomtico y Humanistjco Mahatma Gandhi y en agosto, 2007, file elegido miembro honorario del Parlamento de la Repblica de Argentina y en Rusia file nombrado Vice Presidente del Consejo de Seguridad del Estado y del Comite Mundial de Cultura y Deportes (DUMA) asi como Consejero Experto en Problemas de Seguridad Nacional. Fue judicialmente reconocido de inmediato por la Ley Internacional, y los primeros paises a reconocerlo fileron los Estados Unidos e Italia. Por su constitucion el PMESP es paralelo a las Naciones Unidas, y como las Naciones Unidas tiene embajadores representantes de todas las naciones. El PMESP ha tambien sido reconocido por la Secretaria de Estado del Vaticano el cual incorpora todas las naciones que tienen relaciones con el mismo. La sede del PMESP est en Italia. Los Vice-Presidentes Internacionales del PMESP son: Sen. Gen. Teodoro Obiang Nguema Nbasogo, Presidente de la Republica de la Guinea Ecuatorial; Sen. S.E. Yahya A.J.J. Jammeh., Presidente de la Repblica del Gambia. El Coronei Hugo Chvez Frias, Presidente de Venezuela ha sido Vice Presidente del PMESP hasta el 5 de marzo, 2013. Lord Viktor Bus sigui solo, presidiendo el Parlamento, hasta que Dr. Sypros Kyprianou, entonces Presidente de la Repblica de Chipre, file elegido Vice Presidente del PMESP. Trabajando junto a su nuevo aparcero, Lord Bus ha creado la Asamblea del Parlamento y en 1987 firm el Convenio Internacionai en la Universidad de las Naciones Unidas, en Costa Rica. Buscando la cooperacin de las naciones del mundo, por medio de sus representantes gubernamentales, el PMESP cuenta actualmente con ms de 400 senadores, 800 diputados, con numerosos embajadores y ministros que contribuyen, asi como el Presidente y el Primer Secretario Generai, con su trabajo voluntario por la causa de la seguridad y de la paz. El PMESP ha enviado parlamentares como observadores a las elecciones generales en el Congo. La democratizacin de la Repblica del Congo empez en 1990. En este proceso, Lord Bus ha cooperado con el gobierno congoles para garantizar ai pueblo la seguridad y la paz inmediata y necesaria. Ms recientemente el colega Alfredo Maiolese, Embajador At Large y Ministro de Negocios del Oriente Medio, hizo un viaje a Kwait para verificar como tratan la comunidad cristiana en aquel pais isimico. El reporte presentado al Parlamento ha sido muy positivo, afirmando que se han construido iglesias sin probiemas y que hay una buena convivencia entre la gente de diferentes religiones. Ese es ci mejor objetivo del PMESP: mantener la paz y la seguridad dipiomticamente, evitando las guerras. Hay muchas evidncias del reconocimiento de las autoridades de varios paises las cuales han mandado cartas, memorandos y otros agradecimientos a los servicios del PMESP. Es evidente que los w voluntarios del PMESP pueden hacer concluir proyectos de paz que organizaciones pagadas por los gobiernos no estn aptas para realizar. Mons. Viktor Bus ha preparado el PMESP para enfrentar su ausencia. Su creacion del mismo con tan importante misin no termina aqui. Seguiremos su ejemplo y sus ideales y cada diplomtico del PMESP tiene la capacidad para continuar el trabajo por l dejado en progreso. No olvidaremos jams su ideal y dedicacin. Senadora Teresinka Pereira, Embajadora at Large del PMESP tpereira@buckeye-express.com

ALLE DONNE AFGANE


Sinfiamma unaltra volta la stella dorata celebrando 2001 anni di un sogno. Carini e inutili alberi natalizi, brillano in tutto il mondo mentre in posti lontani i bambini si coricano nel deserto impazzito di bombe e di morti. Dov la vera torcia che dovrebbe portare la pace ai poveri e la consolazione alle madri cihe soffrono? Il cielo gratifica la gente di buona volont si fa sempre di pi lontano dal mondo in famme dallodio e dalla vendetta. Mai la pace stata tanto desiderata e tanto necessaria! Cerchiamo in questo luogo il potere dellamore che fa rinascere il sogno della pace nel mondo per tutte le innocenti vittime del potere umano. Teresinka Pereira. Di origine brasiliana vive a Toledo, Ohio U.S.A. Nel 1978 ha fondato la International Writers and Artists Association di cui ne il presidente. Lassociazione basata sui principi fondamentali di libert e diritti sostenuti nella Dichiarazione Universale dei Dintti dellUomo per tutti i popoli e in ogni luogo, rappresentata allUNESCO dal dottor Francis Dessart. Teresinka Pereira ha pubblicato e tradotto numerosi libri sia per se stessa sia per autori di fama internazionale. La poesia di Teresinika Pereira ricca di elementi fondamentalmente umanistici e di carica spirituale tipica della. sensibilit del vero artista.

PRECISAZIONE
Le Gazzette Ufficiali del Parlamento Mondiale per la Sicurezza e la Pace ci risultano regolarmente stampate fino al numero 20 (aprile-giugno 2013) a cura del Sen. Dr. Francesco Mavelli. Il frontespizio e gran parte dei loro contenuti sono stati sempre pubblicati a pagina 3 di questo Periodico.

SEMPRE PEGGIO A FUKUSHIMA


Mentre dalla Procura nipponica arriva la notizia che nessuno verr processato per il disastro di Fukushima Dai-ichi seguito al terremoto e allo tsunami dell11 marzo 2011, la Tepco, la societ elettrica giapponese che gestisce la centrale nucleare, ammette per la prima volta che la situazione gravissima e che le conseguenze non riguardano pi solo il Giappone ma lintero globo. Le perdite di acqua radioattiva nella centrale nucleare sono infatti fuori controllo e una notevole quantit di radiazioni si sta riversando nel sottosuolo per poi confluire nellOceano Pacifico con ovvie e devastanti conseguenze sia per lhabitat naturale che per la pescagione. Lacqua contaminata accumulata nei tre serbatoi della centrale, inoltre, non d cenni di arresto ma anzi aumenta al vertiginoso ritmo di 400 tonnellate al giorno e il nuovo livello di radioattivit nei pressi dei serbatoi di stoccaggio arrivato a 1800 mSv/ora (poi cresciuta a 2200), una dose sufficiente ad uccidere un uomo che vi esposto nel giro di quattro ore e ben superiore ai limiti imposti dalla legge giapponese che per i lavoratori delle centrali fissa la soglia massima di esposizione a 50 millisievert/ora. Ma come possibile che le emissioni radioattive dalle 100 mSv/ora siano arrivate a toccare i 1800 mSv/ora e poi i 2200? La Tepco, dal giorno dellincidente nucleare, ha deliberatamente scelto di utilizzare dei rilevatori di radiazioni truccati, calibrati a un massimo di 100 mSv/ora, per confondere i dati sulla contaminazione della centrale atomica. In altre parole, le misurazioni, sono sempre state eseguite con rilevatori di radiazioni progettati in modo tale da non essere in grado di misurare lintera gamma di radiazioni presenti nellambiente: i rilevatori, raggiunto il massimo dei limiti radioattivi rilevati, invece di passare ad utilizzare congegni a pi largo raggio di rilevazione, hanno continuato a segnalare sempre i loro livelli massimi facendoli passare per dati reali di esposizione mentre leffettivo livello di emissioni radioattive era in realt un altro, sembrerebbe addirittura del 1800% superiore a quanto dichiarato e anche a quanto comunicato agli addetti dellimpianto che hanno lavorato in quellarea nellultimo periodo. Un vero e proprio disastro ambientale, sicuramente annunciato, ma anche molto sottovalutato: basta pensare che a tuttoggi, a parte il progetto di costruire un muro di ghiaccio sotterraneo per provare a fermare lacqua radioattiva, il governo giapponese sta pensando a tutto tranne che al risanamento dei reattori e dellarea circostante alla centrale. Lunico vero pensiero sembra infatti essere quello di non farsi trovare impreparati alle Olimpiadi di Tokyo del 2014. Federica Sciorilli Borrelli

LA TERRA
La Terra unenorme casa/ forte e rinnovabile/ dove sopravvivono/ il nostro sogno/ e le nostre utopie./ La Terra riciclata/ come noi, esseri/ che viviamo in superficie,/ nelle sue viscere/ o nel suo spazio cosmico./ Evviva linfinito bene/ che la Terra ci d./ Evviva la Terra di tutti/ e di tutti i giorni! Teresinka Pereira

VIKTOR BUS, UN CABALLERO POETA


El ms famoso caballero andante en la literatura ha sido Don Quijote, personaje de la obra maestra del escritor espaflol Miguel de Cervantes y Saavedra, la novela El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha, cuya primera parte apareci6 en 1605 y la segunda en 1615. Cualquier referencia a los caballeros andantes, nos la hace recordar. Y aunque la caballeria con todas glorias y heroicos eventos ya sean cosa del pasado, y ya 10 eran en el tiempo de Cervantes, hay indicios de que algunos caballeros existen con todo el brillo de aquelia ilusin de honor. El poeta Viktor Bus, autor de Cabalieri Erranti* es uno de esos caballeros. Sin embargo, los cabaileros errantes a quienes se refiere aqui el poeta son Los del Apocalipsis, a los postreros dias del mundo. Para aigunos profetas, desde San Juan en su ltimo libro cannico del Nuevo Testamento, con la revelacin sobre ei terrorismo que vemos, ya estamos en el principio del finai del mundo. Aunque la nocin del Apocalipsis no sea reversible, hay algunas voces cristianas que ofrecen paz y compasion. En Cabalieri Erranti, e! autor recuerda a los presentes lectores, la necesidad del renacimiento del sentido de honor, justicia y la lucha contra ei mal. En el poema Montepelegrino dice: Del castillo/ dominantes murallas/ jaspeadas de rojo y amarillo/ sube un dulce canto/ de muestra de amor/ oculto en la trama del tiempo fosco/ cuando celos y odio/ imperaron/ entre la gente coronada e invicta. El cabailero errante de Cervantes denunciaba la pobreza, la decadencia de las buenas costumbres y la degeneracin de los buenos sentimientos y caiidades en la poca en que le toc vivir y se ha ilamada el Sigio de Oro. Si el nombre Siglo de Oro nos parece ironico por coincidir con la decadencia de la sociedad europea, consideremos que al ilegar al finai de esa decadencia, vino una era de prosperidad y descubrimientos cuando la unin de tres culturas (la italiana, la portuguesa y la espafola) logr la liegada de Crist6bal Coin a Amrica. Pienso que estamos otra vez viviendo esos tiempos en que el amor se degenera en celos, la confianza en estupidez y el idealismo en fanatismo. La decadencia de las sociedades del pianeta Tierra ya est produciendo una reaccin igual a la del Siglo de Oro. Los seres humanos buscan descubrir posibilidad de vida en otros pianetas, en donde los Cabalieros del Apocalipsis no liegarn en sus andanzas. Y a los poetas, como si fueran caballeros andantes, cabe el papei de denunciar esas decadencias con la esperanza de provocar un examen de conciencia en los nuevos Caballeros (de) Negro. Los jvenes campesinos tomados del arrobamiento/ de la carrera/ sobre blancos jinetes/ hacia la luz/ del nuevo dia,/ avanzandose lentamente con rotas vestimentas por ei seco suelo para sembrar/ la esperanzajoven en ei manana desconocido. (Campo di grano, p. 31). El escritor Gianni lanuale, quien escribe el prefacio del libro, haciendo la pregunta retrica de quines son los cabaileros errantes (en la igica del autor), responde con gran lucidez que son los cabaileros de coraz6n, los que aspiran la libertad y lajusticia. i dice: Menos mal que la poesia se salva de la tormenta, todavia brilla, y bien, como una estrella entre estreilas que no pierden el color y Viktor Bus, con una filologia abierta, finalmente despues de un afio, regresa principe a travs de la palabra, paiabras que no terminan jams de sorprender ei hombre. Gianni Ianuale p. 9. La introduccin, escrita por el filosofo y critico Luigi DAlessio, enfatiza que esta nueva coleccin poetica de Viktor Bus viene sustanciada de inspiracin e impregnada de fuertes motivos ticos. Y al final, el escritor Biagio Di Meglio comenta, en el postfacio que ei autor interpreta el papei de juez al mirar una poca en fase de transformacin por el progreso cientifico y tecnoigico que ha causado una involucin en las costumbres y manera de vivir en la cual se pierden los vaiores ticos y morales. Viktor Bus es el cabaliero andante en potica protesta contra la corrupcin presente en todos los medios y politicas de estos dias en que vivimos. Teresinka Pereira

PUTIN-OBAMA: 3 A ZERO
La nuova guerra fredda tra Usa e Russia vede al momento uscire vincitore Vladimir Putin. Putin, che la scorsa settimana aveva dichiarato che la Russia in caso di conflitto avrebbe appoggiato il regime Siriano, sembrava incarnare il nuovo nemico delloccidente, ma alla luce degli ultimi fatti ne esce invece a testa alta. La sua affermazione di appoggio incondizionato al regime aveva infatti messo molti in agitazione e frenato le mire interventiste americane, con un presidente Obama sempre pi in difficolt per essersi trovato praticamente solo a voler punire lutilizzo delle armi chimiche il cui imputato numero 1 per lintelligence Usa era Assad. Ora per anche chi abbia utilizzato le armi chimiche non pi una certezza. Anche a seguito delle rivelazioni del giornalista italiano Domenico Quirico, rapito per mesi e rilasciato, si aprono nuovi scenari per la risoluzione di una crisi non solo siriana ma catapultata in seno allamministrazione americana. Lappello giunto poi da Padre Nader Jbeil, sacerdote cattolico siriano, evidenzia come siano i ribelli a mettere a ferro e fuoco le citt, lasciando una lunga scia di sangue. Tra questi ci sarebbero anche molti terroristi islamici di Alqaeda. Comera quindi possibile per loccidente bombardare un regime, quello siriano, non certo democratico, ma allo stesso tempo avvantaggiare gli oppositori nelle quali fila milita la peggior feccia del pianeta? A dipanare la matassa sembra aver la meglio la diplomazia russa, con la proposta di Putin a Damasco di consegnare il proprio arsenale chimico alla comunit internazionale. La Casa Bianca ora costretta a seguire ogni via diplomatica dopo laccettazione della Siria alla proposta russa. Se fino a ieri era atteso ad ore un voto del Congresso americano per dare il via allattacco, ora Obama dichiara che Non temiamo le minacce di Assad - ma c da capire bene cosa sta succedendo. Immagino che anche il Congresso avr bisogno di tempo per prendere le sue giuste decisioni: penso settimane. Tanto che, se si votasse oggi, non sarei molto fiducioso che la mozione possa essere approvata. Il braccio di ferro tra i due giganti del pianeta, PutinObama, sembra aver dato la meglio al primo, ma su questo tavolo la vera assente stata lEuropa che non sa ancora tenere una posizione autorevole comune. Isacco Cicala

VOLARE LOWCOST CONVIENE ?


Si, viaggiare... ma senza spendere un capitale! Il concetto di low cost ha origine proprio nel settore trasporti con la sfida tra compagnie aeree come Ryan Air e Easy Jet che hanno iniziato a proporre sconti, tariffe a prezzi stracciati e voli no frills, cio senza fronzoli, da e verso aeroporti secondari. Mentre prima volare era considerato quasi un lusso, con i voli a 1 euro pi le tasse, prenotati via internet, inziata lera dei viaggi alla portata di tutti. Molti si domandano come facciano le compagnie aeree a fare queste offerte: le compagnie low cost hanno prezzi bassi prima di tutto perch risparmiano su alcune voci di costo. Il livello di servizio che potete attendervi a bordo non paragonabile ad altri voli: sedili pi stretti rispetto agli aerei di linea, niente pasti o bevande compresi nel prezzo del biglietto, poco personale, prenotazioni solo online o al telefono, uso di aeroporti secondari in cui le compagnie riescono a strappare accordi migliori sui prezzi. In compenso volare da Milano a Parigi e ritorno pu costare anche meno di 100 euro, e destinazioni come Berlino, Londra, Amsterdam sono raggiungibili a prezzi abbordabili anche solo per un lungo week end. In Europa sono circa una quarantina le compagnie aeree che praticano una politica di prezzi bassi. Su cosa fare attenzione? Molte offerte low cost sono valide solo nei periodi dellanno meno ambiti o coincidono con determinati giorni di partenza e di arrivo, magari a met settimana. Attenzione agli extra che diventano cari e salati! Altri costi nascosti possono essere rappresentati dal supplemento carburante, tassa per la sicurezza e altri supplementi tra i quali il maggior peso del bagaglio, il supplemento per il cambio di volo, ecc. Cos il biglietto passa da 19 a 138,99 euro: Abbiamo provato a prenotare un volo per Bratislava da Bergamo con la compagnia Ryan Air nei giorni dal 4 al 8 settembre 2013. Il prezzo pubblicizzato in homepage per un adulto era di 19,99 euro a tratta. Ottimo! Andando avanti con la procedura abbiamo scoperto per che per avere quella tariffa necessario modificare le date con giorni di partenza-arrivo infrasettimanali. Inoltre, oltre al prezzo totale indicato in fondo (55,66 euro), al passaggio successivo scopriamo che per imbarcare un bagaglio di 15 kg c un supplemento di 50 euro!! Che diventa 70 euro se fosse di 20 kg! Se poi vogliamo la priorit di imbarco (per essere imbarcati fra i primi e scegliere quindi i posti migliori) ci sono altri 14 euro da aggiungere! Altri 17,69 euro se ne vanno per lassicurazione. Scopriamo alla fine quindi di aver raggiunto un totale di ben 138,99 euro! Alla faccia del low cost! Prima di prenotare quindi importante non farsi prendere dalla fretta ma controllare ogni singola voce e paragonare lofferta con quelle di altre compagnie. Isacco Cicala

PADRE NADER MANDA UN APPELLO DALLA SIRIA


La situazione in Siria davvero drammatica e lopinione pubblica mondiale fortemente contraria o quantomeno perplessa sullavvio di un intervento militare contro il regime di Assad ed in aiuto alle truppe ribelli nelle quali militano estremisti islamici e vi lombra di Alqaeda. Allo stesso tempo tutto loccidente compatto nella condanna contro lutilizzo di armi chimiche. Lappello di Papa Francesco al digiuno e alla preghiera per la pace ha inoltre ricevuto un forte significato mediatico e politico nella tragedia che si sta consumando in Siria nella quale hanno perso la vita anche centinaia di bambini. Pubblichiamo lintervento di Padre Nader Jbeil, che dirige una emittente della Archieparchia di Zahle, Radio Sawt el Sama in Siria. Ecco le parole di Padre Nader Jbeil, sacerdote cattolico siriano, alle quali lasciamo ad ognuno di voi un commento ed una riflessione. Carissimi fratelli, accogliete il mio disperato appello! Salviamo Malula. I terroristi islamici di al-Nusra stanno massacrando il popolo cristiano di Malula, culla della nostra cristianit. Hanno attaccato un convento dove ci sono degli orfani, e li stanno usando come scudi umani per proteggersi dagli attacchi dei soldati governativi al fine di riprendere il controllo della citt e cacciare i ribelli. Stanno massacrando intere famiglie, nelle chiese e nelle strade scorrono fiumi di sangue, e lasciano dietro di loro solo cadaveri e disperazione. Vi imploro aiutatemi a fermare questodio, e queste crudelt indicibili. Non c pi tempo! In questa giornata che Papa Francesco ha dedicato alla preghiera per la pace in Siria, vi supplico nel nome di Ges, e della Vergine Maria Regina della Pace, ascoltate il mio disperato grido di aiuto. Vostro fratello in Cristo. Isacco Cicala

MESSAGGIO DALPROF. PIER LUIGI LANDO


Al chiar/mo prof. Sallustio Salvemini, ho letto con particolare interesse la Sua proposta di legge per abolire i videogiochi violenti. Mi pregio di segnalare che violenze sui bambini e animali vengono trasmesse come spettacolo in trasmissioni televisive dove, in fondo, lappunto lo merita chi fa e invia i filmati a trasmissioni come quella di Paperissima di canale 5. Preoccupa in specie il numero e linsistenza di episodi in cui lo spettacolo comporta rischi di traumi anche cranici e di infezioni: bambini che hanno contatti con la bocca di animali. Nellinsieme si ha un quadro di sconcertante irresponsabilit e di cinismo da parte di chi dovrebbe accudire sia bambini che animali, con dovuta rispettosa premura. Ringrazio. Cordialmente 21/09/2013 Pier Luigi Lando

IL VIRUS DELLHIV DILAGA IN CALIFORNIA


Non stata unestate bollente, questa appena trascorsa, per la comunit porno californiana che nei primi giorni di settembre ha dovuto sospendere le sue attivit dopo la prima pausa del 14 agosto, quando unattrice 28enne Cameron Bay era risultata positiva al test. Il tutto si aggiunge ad alcuni casi di sifilide, registrati lanno scorso ed a vari casi di sieropositivit registrati nel 2011. La Free Speech Coalition lassociazione che riunisce i produttori di questa industria multimiliardaria e che si occupa di sottoporre periodicamente gli interpreti ad analisi e controlli. Nelle ultime settimane stata allertata da vari attori che dichiarano di essere stati contagiati dallAIDS. Tra questi c Rod Daily, specialista di film gay porno. Sono ormai numerose le persone, sia nel campo del porno che al di fuori, che chiedono a gran voce luso del profilattico. Lanno scorso nella contea di Los Angeles in cui ha sede lindustria porno stato tenuto un referendum popolare che ha portato alla richiesta che gli attori usino il profilattico, ma la Coalizione Free Speech ha fatto ricorso, sostenendo che si tratta di una violazione del diritto di parola e di espressione e la legge finita in tribunale dove ancora in fase di dibattito. Quella delluso del profilattico nellindustria del porno una delle principali battaglie avanzate dal gruppo AIDS Healthcare Foundation. Un attivista di questo gruppo ha detto che un quarto attore lo ha contattato privatamente lamentando la sua sieropositivit. Sono molto addolorato per ci che sta accadendo a questi attori e sono arrabbiato con lindustria che li tratta come se fossero oggetti. Erika Carpinella

LATTUALIT, pag. 4

TEMATICHE

ETICO-SOCIALI

N. 10. OTTOBRE 2013

SALVIAMOIPICCOLICOMUNIMONTANIARISCHIODIESTINZIONE LA MORTE ALEGGIA NELLA TERRA DEI FUOCHI


Collegiove Sabino un piccolissimo, delizioso paese dellAppennino laziale: una manciata di casette dai tetti rossi, che occhieggiano sulle pendici boscose del Monte Cervia, a 1000 mt. sul livello del mare. il pi alto dei piccoli paesi che fanno parte della Riserva Naturale Monte Cervia-Monte Navegna (rispettivamente alti mt. 1437 e 1508 s.l.m.), altrettante perle di questo territorio montano, un tempo feudo della baronia di Collalto Sabino (980 mt. s.l.m.), risalente forse al XII sec., dove trovasi un maestoso castello, perfettamente conservato, che nei secoli di mezzo costituiva unimportante piazzaforte militare, che difendeva dai possibili attacchi saraceni e vegliava sui confini fra lo Stato Pontificio ed il Regno di Napoli. Ma si ritiene, grazie ad alcuni reperti archeologici, che lorigine di Collegiove risalga ad epoca romana, stante il ritrovamento dei ruderi di un tempio dedicato a Giove. Oggi, per, poich ad onta della Legge sulla montagna, che pretendeva di far parte integrante dei nostri principi costituzionali, praticamente nulla si fatto per frenare linurbanamento selvaggio e la fuga dei giovani da questi paesi in cerca di lavoro, dinverno la popolazione effettivamente residente si riduce a circa 50 anime, quasi tutte persone anziane assistite da un Municipio che si inventa tutte le sagre possibili: del fungo porcino e del tartufo e della transumanza, pur di rivitalizzare linteresse turistico per questo paesino di montagna, che vive i suoi giorni di gloria appena nelle due settimane a cavallo di Ferragosto, in cui si festeggia la Madonna dellAssunta. Attualmente, in questo piccolissimo, delizioso paese montano, chiaramente a rischio di estinzione, resistono ancora un bar, che un tempo faceva anche un ottima cucina casareccia, un piccolo negozio di generi alimentari e casalinghi ordinariamente pi richiesti, cartoline ecc., e un altro negozietto dove la gentile sig.ra Erminia, appassionata ceramista, fabbrica e vende i suoi bei ninnoli artigianali in ceramica solo durante i mesi estivi. Inoltre, per iniziativa del Comune, hanno riaperto i c.d. alberghi diffusi, con il nuovo ristorante Il Castagneto e, grazie ad un coraggioso privato, il vecchio Albergo Monte Cervia, con annessi bar e ristorante, confidando, evidentemente, negli afflussi turistici estivi e dei cacciatori e cercatori di funghi. E resiste anche una piccola industria per la lavorazione delle castagne, piccole ma molto saporitee. Orbene, queste tenaci resistenze, veramente eroiche meriterebbero di essere assistite dallo Stato e/o dalla Regione Lazio mediante contributi a fondo perduto, poich non chi non veda, che se dovessero chiudere anche il bar ed il negozietto che vende generi alimentari e di primissima necessit (tra laltro, un ottimo prosciutto di montagna!), i pochissimi anziani residenti potrebbero morire di fame. Un vero pronto soccorso, dunque, per la sopravvivenza di questa popolazione radicata nella terra ov nata. E invece, ecco piombare anche qui langelo sterminatore: lAgenzia delle Entrate di Rieti. Per una Mancata esibizione dellattestazione da cui risulta che le scritture contabili sono tenute presso altri soggetti, lanziano titolare del negozietto si visto appioppare, senza misericordia, una pesante sanzione pecuniaria, ex art. 9 D.Lgs. n. 471/1997, nonostante che il fratello, coadiutore, il quale aveva momentaneamente portato con s a Roma il registro dei fornitori, si fosse precipitato a Rieti, nei due giorni successivi, per esibire detto registro. Altrimenti come si fa a combattere gli evasori fiscali!? Sergio Scalia

Le numerose vittime di cancro nel casertano non cadranno pi nel dimenticatoio: infatti stata aperta uninchiesta da parte della Commissione Sanit del Senato sui decessi registrati negli ultimi anni in Campania. Una vasta area della provincia di Napoli, compresa tra i comuni di Qualiano, Villaricca e Giugliano fino ad arrivare alla provincia di Caserta: la cosiddetta terra dei fuochi cos denominata per i frequenti incendi appiccati per eliminare i rifiuti tossici depositati dalla camorra. I fumi che escono dai roghi diffondono sostanze tossiche nellaria tra cui la diossina che la principale causa dei tumori. Secondo il dossier Sentieri sulle aree contaminate, negli ultimi sette anni le vittime dellinquinamento atmosferico tra Caserta e Napoli sono state 9.969. Ad essere colpiti sono purtroppo anche numerosi bambini (si registrano 0,5 casi di tumore ogni 100000 bambini). Il cancro pi diffuso il medullo blastoma, m sono registrati anche tumori al sistema respiratorio, leucemie, malattie cardiovascolari, tutti in aumento del 15 20% negli ultimi anni. In particolare ad Acerra, provincia di Napoli, lincidenza delle malattie aumentato del 30% di media. Lecomafia lucra, la gente, inerme, muore. Lindagine da parte della Commissione Sanit del Senato iniziata marted 10 settembre, quando saranno ascoltati a Palazzo Madama i medici per lambiente, i vertici dellospedale di Napoli Pascale, i manager della Asl, i rappresentanti della struttura commissariale guidata dal governatore della Campania Stefano Caldoro e dal vice Mario Morlacco e, tra gli altri, i volontari di Legambiente e WWF. Erika Carpinella

LA HOLDING DEGLI USURAI


Sono sempre pi gli imprenditori veneti che scelgono di farla finita con un gesto estremo, perch non accettano lidea del fallimento, che la cultura di una delle regioni pi operose dItalia non prevede. I suicidi di oltre 60 imprenditori sono solo la punta di un iceberg, sottolineava Ruggero Zigliotto, il segretario vicentino di Veneto Stato, in una intervista del marzo scorso (). In effetti la figura di questo immenso iceberg inizia ora a delinearsi, lhanno portata alla luce Riccardo Iacona e Roberto Saviano, suo ospite nella puntata di Presa diretta del 9 settembre, dal titolo azzeccatissimo Soldi Sporchi. Nella puntata infatti emerso come, portati alla disperazione da un sistema fiscale soffocante e dal mancato sostegno da parte degli istituti creditizi, questi imprenditori, che hanno tra le mani aziende attive e produttive, si ritrovano schiacciati dallassenza di liquidit, ed ecco allora che entrano in gioco delle associazioni mafiose che di soldi liquidi da ripulire ne hanno tanti. Linchiesta Serpe, nel Veneto, ha portato allarresto nel 2011 di una holding criminale, vicino ai casalesi, che prestava soldi ad usura attraverso la finanziaria Aspide Srl di Mario Crisi e dei suoi soci Parisi e Covino, e faceva consulenza agli imprenditori disperati, su come evadere le tasse con fondi neri o con dei fallimenti pilotati di aziende, innestando cos un meccanismo criminale per frodare il fisco. Cos emerge come le strade dellevasione fiscale e della criminalit organizzata sono percorsi intrecciati. Lincapacit del nostro sistema politico di fare fronte alla crisi lascia spazio alle mafie, mentre la solita casta dimostra per lennesima volta di essere lontana dal mondo reale, e anzich fare da esempio con integrit, onore e rispetto della legalit, annebbia nel fumo di discorsi politici il gravissimo reato di frode fiscale per cui ha ricevuto una condanna definitiva Silvio Berlusconi. Maria Rosa Laria

CONFERENZA ONU SUL CLIMA


La 18a Conferenza ONU sul clima tenutasi a Doha, in Qatar, si conclusa con apprezzabili risultati che si potrebbero definire per il momento solo di intenti, anche se importanti. I Paesi poveri e non industrializzati, causa anch'essi di grande inquinamento globale per l'uso energetico di carbone spesso torbato, hanno ottenuto lo status di "Paesi svantaggiati, con tutti i benefici economici possibili, grazie alla conferma dell'esistenza di un fondo di 100 miliardi di dollari, gi previsto nella Conferenza dello scorso anno a Durban, in Sudafrica, da destinare in loro favore entro la fine dell'attuale decennio. Lobiettivo sar quello di compensare con risarcimenti tutto quello che non stato fatto dal punto di vista del taglio delle emissioni di anidride carbonica, per tentare anche di porre un argine alla perdita di territorio per quelle nazioni insulari che corrono il rischio di essere sommerse. Ora, il problema di ordine pratico consiste nelle modalit di erogazione di questi aiuti. Alcuni Paesi protagonisti, al riguardo, hanno richiesto l' istituzione di una banca con questo esclusivo compito mentre gli USA vorrebbero sfruttare gli organi internazionali gi esistenti. La scelta finale si decider a Varsavia nel corso della prossima Conferenza sul clima. Cos, mentre si rimanda per non decidere in maniera rapida e drastica sul bene comune ambiente e sul futuro dell'umanit, sappiamo che il buco dellozono ha raggiunto ormai una estensione pari a tre volte quella degli Stati Uniti e che lozono viene distrutto dai gas serra; sappiamo pure che leffetto serra, cio il riscaldamento della Terra, provocato dallanidride carbonica, dai carburanti e dal carbone. Il migliore parametro di riferimento losservazione dei ghiacciai, il pi grande disgelo dalla fine della glaciazione. Lo spessore e la superficie del polo nord si stanno riducendo. Nel '900, tra l'altro, i nostri ghiacciai alpini si sono ridotti del 50%; il numero degli eventi meteorologici negli ultimi anni balzato da 360 a pi di 700 (cos lONU), mentre i grandi eventi alluvionali del mondo sono stati 6 negli anni 50, 18 negli 80, 26 negli anni 90 dello scorso secolo, mentre oggi non se ne tiene pi il conto. Ci imputabile alluomo ovvero alla natura? Una cosa certa, andrebbe costruita uneconomia energetica pulita che ricavi lenergia possibilmente dallidrogeno. Altra questione importante riguarda il taglio delle emissioni in atmosfera e per questo Europa e Australia hanno sottoscritto un protocollo "Kyoto 2", mentre tutte le altre nazioni si sono defilate in attesa del trattato definitivo che verr stilato nel 2015, e questo anche per valutare il comportamento di Stati Uniti, Cina e altri Paesi cosiddetti reticenti. Tra l'altro, va riconosciuto al Presidente Obama, di aver fatto approvare dal Congresso un Legge antinquinamento che impone la riduzione del gas serra dell85 % entro il 2050, mentre l' Unione Europea attestata alla formula del 20/20/20, vale a dire -20 di anidride carbonica, + 20 di efficienza energetica + 20 di energie rinnovabili. Concludo, quindi, con un auspicio di speranza! Raffaele Vacca

COS FU INVENTATO IL TELEFONO A GETTONI


Nel 1889, lo statunitense William Gray, sentendosi molto male, ebbe la necessit di cercare un dottore ma allepoca i telefoni erano davvero rari e dovette recarsi presso una vicina fabbrica per cercare di telefonare. Ci gli venne negato non essendo lapparecchio telefonico di pubblico uso. Solo dopo vari tentativi, Gray riusc ad ottenere lautorizzazione a chiamare e cos il medico pot raggiungerlo e visitarlo. Lepisodio per, gli fece nascere in testa lidea di inventare qualcosa che consentisse di pagare direttamente ma di avere prontamente il servizio. Nacque cos la cassettiera per il pagamento con le monetine poi trasformata con dischi metallici senza o con pi scanalature. Il primo telefono a pagamento fu istituito presso una banca di Hartford in Connecticut, vennero poi installate cabine di servizio con payphones negli alberghi. Fu solo nel 1905 che la compagnia telefonica Bell decise di mettere cabine telefoniche nelle strade di Cincinnati ma la novit non venne subito recepita dalla popolazione, ancora restia a discutere affari privati in pubblico, figuratevi un po Cosicch volente o nolente, la storia del telefono a gettoni e delle cabine ci racconta anche la storia della lenta ma inesorabile perdita della privacy, della riservatezza della societ moderna. Le nuove generazioni non avranno mai quella sensazione che provavano i loro genitori quando, dietro di loro, chiudevano le porte della cabina telefonica e da quellambiente ovattato vedevano fuori dai vetri (e poi dal plexiglass) il mondo che correva apparentemente silenzioso. Nellinterno, in apposite mensole, cerano anche gli elenchi telefonici provinciali, comprese le Pagine Gialle. Inserito il gettone che corrispondeva ad autonomia temporale, si infilava il dito su una tastiera tonda con 10 forellini posta sul telefono e si componeva il numero. Dopo quellindimenticabile rumore di mitraglietta che seguiva ad ogni numero composto, il tu-tu e finalmente la voce dallaltra parte mentre il gettone scendeva gi. Oggi, quel fascino della cabina davanti alla quale si faceva la coda per parlare, stato superato dagli innumerevoli telefoni cellulari. Si vero, la tecnologia utile, ci ha cambiato la vita nel bene o nel male, William Gray e poi Steve Jobbs ci hanno spinti nel futuro ma quanta nostalgia! Simone Chermaz

QUEL GRADEVOLE PROFUMO DELLA CARTA


Frequente langoscia della tragica domanda esistenziale che accompagna il fatale momento dellacquisto di un libro. Come comprarlo, cartaceo o e-book? Non un dilemma da poco. I vantaggi delle-book sono evidenti e lampanti: disponibilit immediata (compro e posso subito cominciare a leggere), prezzo ridotto, sincronizzazione istantanea su qualsiasi device, nessun ingombro e possibilit di portarsi ovunque una libreria di migliaia di titoli. Alcuni per obbiettano spesso che nulla come odorare il profumo della carta, dellinchiostro e la sensazione di sfogliare fisicamente le pagine di un libro. Il colosso del commercio elettronico statunitense Amazon sta cercando di accontentare entrambi, guelfi e ghibellini delleditoria, con una nuova iniziativa che unisce il mondo fisico al mondo digitale: Kindle MatchBook, un programma che consente di ottenere la versione digitale di un libro di carta gi acquistato, pagando soltanto 2,99, 1,99, o 0,99 dollari oppure gratuitamente. Al lancio, negli Stati Uniti, Amazon offrir oltre 10.000 libri, pubblicati negli ultimi 18 anni e gli utenti potranno sfruttare loccasione per rileggere il proprio romanzo preferito su ogni dispositivo o su PC, Mac, iPad, tablet Android e Windows 8, iPhone e smartphone Android, Windows Phone e BlackBerry, utilizzando le app Kindle, mentre in Italia dovrebbe arrivare nei mesi successivi, dopo la sottoscrizione degli accordi tra Amazon e le case editrici del nostro paese. In sintesi si tratta della versione cartacea di iTunes Match o AutoRip ma applicata ai libri. Cristina Canci

LORRORE DELLE ARMI CHIMICHE


Noi morivamo tutti i giorni cercando una causa divina. Scriveva cos Sergio Corazzini, un poeta crepuscolare morto a 21 anni.Ma c purtroppo chi muore da sempre nei modi pi diversi, per le cause pi diverse, e spesso senzaltra ragione che non sia la volont di prevalere, da parte di qualcuno, nei confronti di qualcunaltro. Qui la divinit non centra. E a questo punto parliamo pure di armi chimiche. Non c dubbio che queste armi devono essere condannate anche se non pu sfuggire a nessuno come in questa affermazione ci sia una buona dose di ipocrisia da parte di molte potenze, non solo occidentali, che con le loro sofisticate tecnologie hanno permesso la fabbricazione di armi altamente distruttive. E questo vale per i gas nervini come per ogni altro tipo di armi micidiali. Secondo voi meno grave uccidere con bombe atomiche, le cui testate, come si sa, sono tuttora a centinaia in possesso di molte nazioni? O forse meno grave uccidere con i mitra, i cannoni o i moderni droni senza pilota manovrati e guidati da lontano? Lipocrsia dei governi,di molti governi,risulta qui evidente. assurdo che un uomo debba morire per lorgoglio e la stupidit di altri uomini volti alla conquista e alla conservazione di poteri locali, di privilegi razziali o addirittura personali. Le armi,chimiche o meno, piccole o grandi, sono sempre da condannare in toto. E non solo i gas nervini. Il mondo non un teatro in cui possono agire impunemente dittatori pi o meno democratici a scopo di dominio. Di fronte allo sterminio del prossimo non c machiavellismo che tenga. Il fine non pu e non potr mai giustificare mezzi atroci. E lo studio deve contribuire alla crescita, allo sviluppo delluomo e delle scienze umane, non alla crescita di guerre e di strumenti di distruzione. Va osservato infine che ogni guerra contiene inevitabilmente in s il germe di nuove e future altre guerre. Raffaele Cecconi

BASSOTIRRENO:ILTUMOREVIENEDALMARE
La malapolitica di cui vittima praticamente da sempre e lincurabile depressione culturale che ne derivata non le bastavano. Per toccare il fondo la Calabria aveva bisogno di diventare anche la prima pattumiera di rifiuti tossici dItalia. La conferma arriva dal Tirreno cosentino. Sul litorale di Paola, a met strada tra Cetraro, dove nel 1987 fu affondata la nave Cunsky, e Amantea, dove si aren sulla spiaggia la Jolly Rosso il 14 dicembre del 1990, ci si ammala di tumore quattro volte di pi che nel resto dItalia. Secondo la statistica stilata dal dottor Cosimo de Matteis, il medico cosentino che allarmato dai decessi dei suoi pazienti ha incrociato le cartelle di otto medici di base che contano 410 malati di tumore, a farne le spese sono soprattutto i pi giovani (fascia di et compresa fra i 30 e i 34 anni) con una media pari a 2.90% contro la media nazionale dello 0.74% per gli uomini e dello 0.86% per le donne. Allarmante anche il numero di casi di tumore nelle fasce tra i 35 e i 39, tra i 40 e i 44 e tra i 60 e i 64 anni. Dopo i 65 anni invece la media scende. Il picco di malattie si registrato negli ultimi dieci anni spiega il dottor de Matteis ma non si sa ancora con certezza dove siano stati interrati i rifiuti in questione ma di certo i tumori della popolazione giovane sono aumentati proprio a partire dallarrivo di queste navi. Tutto cominciato quando le industrie che volevano smaltire a basso costo i rifiuti tossici hanno trovato la loro ancora di salvezza nella mafia calabrese che, richiamata allopera dal governo italiano, ha trasformato il nostro mare in una discarica di rifiuti. In circa 20 anni decine (forse anche centinaia) di navi sono state affondate silenziosamente nelle acque del Mediterraneo con una preferenza per lo Jonio e per lappunto per il basso Tirreno. Quello di Paola, infatti, non lunico comune tirrenico a pagare le spese di questo assurdo traffico di rifiuti tossici. La conferma arriva da Amantea, San Pietro in Amantea, Ajello Calabro e Serra dAjello: tutti comuni a sud della localit Foresta dove sono state rinvenute camionate di porcherie interrate che, stando allo studio consegnato alla procura di Paola nel maggio del 2009 e condotto da un altro esperto, il dottor Brancati, hanno sicuramente contribuito al significativo incremento di malati oncologici che negli ultimi anni ha interessato anche questa zona del litorale (1.808 casi, molti dei quali bambini). Si resta in attesa del completamento del registro tumori nelle province di Cosenza, Crotone e Reggio Calabria per poter mettere in relazione i dati epidemiologici con le zone di maggior inquinamento, al fine di studiarne tutti i possibili nessi di causalit. Federica Sciorilli Borrelli

FERMARE IL FEMMINICIDIO !
Giovani, belle da togliere il fiato, intraprendenti ed in carriera: questo il ritratto spicciolo di Yulia Lashagina, nota modella russa di 28 anni e Marilia Rodrigues, della stessa et, che viveva da anni in Italia e lavorava come segretaria. Due paesi diversi, due culture diverse accomunate da un tragico destino: la morte per mano dei loro rispettivi compagni. Di storie di femminicidio se ne sentono purtroppo tante, ma quella di Yulia e Marilia scuote nel profondo gli animi perch le vittime erano giovanissime e avevano una vita intera davanti a loro. Yulia stata trovata morta in un bosco degli Urali i primi giorni di settembre: il suo corpo era sfigurato, aveva il collo rotto ed il volto con segni di combustione, tanto che per risalire alla sua identit stato necessario il test del DNA. Tutti gli indizi hanno indicato come colpevole il marito della modella anche se egli continua a negare che lavrebbe uccisa perch furioso di essere stato contagiato dalla moglie dal virus dellAIDS. Il cadavere di Marilia, ex hostess di compagnie aeree, alta, mora e viso angelico, stato invece rinvenuto a fine agosto nellufficio delle Alpi Aviation do Brasil, nel bresciano, azienda dove la ragazza lavorava come segretaria. La storia ancora pi torbida se si pensa che la donna aspettava un bambino, figlio del datore di lavoro di Marilia, Claudio Grigoletti, a sua volta sposato e padre di due bambine. Il primo indagato lui, arrestato dopo due giorni dal ritrovamento del cadavere. Anche in questo caso, come per il marito di Yulia, Grigoletto nega lomicidio allontanando da s ogni responsabilit. Omicidio, procurato aborto e soppressione di cadavere sono i reati contestati al pilota che avrebbe ucciso la sua segretaria amante perch la sua vita matrimoniale rischiava di arrivare al capolinea e poi avrebbe cercato di eliminare le prove dandole fuoco. Infatti sul corpo della ragazza e vicino la bocca stato trovato dellacido muriatico, nel tentativo di simulare un suicidio ed il tubo della caldaia era stato rotto per riempire lufficio di metano, in modo che la scintilla o lapertura di una porta avrebbero potuto far saltare tutto per aria. Ma il piano dellomicida non ha funzionato e nellufficio di Gambara sono rimaste le tracce che hanno portato gli investigatori al presunto responsabile. Il femminicidio una piaga della societ italiana e nonostante negli ultimi anni siano nati molti centri anti violenza ed iniziative di rilievo come la giornata mondiale contro la violenza alle donne e la giornata internazionale della donna, sarebbe bene che il Governo emani pene esemplari per questo tipo di omicidio. Erika Carpinella

RITARDI POSTALI
Moltissimi cittadini protestano contro le Poste italiane, perch molte lettere arrivano in ritardo e talvolta non arrivano affatto ai destinatari.Un signore ha spedito una lettera da Atina (Fr) l8 agosto c.a. e non ancora arrivata alla destinataria. Per questi motivi le Poste Italiane sono giustamente criticate, perci nel loro interesse devono fare accurate indagini affinch nel futuro non si verifichino pi i succitati disservizi, che irritano gli italiani per le gravi conseguenze che comportano. Ci auguriamo che le Poste Italiane quanto prima funzionino meglio e i disservizi citati siano solo un brutto passato. Mario Coletti

N. 10. OTTOBRE 2013

INIZIATIVE CULTURALI

LATTUALIT, pag. 5

I l Premio Nicola Di Stasio stato ideato e realizzato dalla figlia Licia che fa parte del Consiglio Direttivo della prestigiosa Associazione salernitana Caff dellArtista. Recentemente stato pubblicato un libro che merita di essere consigliato a tutti, specialmente ai giovani per laltissimo valore pedagogico. Nelle prime pagine del libro predetto troviamo la commovente testimonianza di Florinda Battiloro (fondatrice e presidente dellAssociazione). Taciturno, soave, alto, biondo, sempre elegante con un cappello a falde sulla testa, riconoscibile per la sua cordiale gestualit, con queste parole racconta la sua infanzia e rende onore alla memoria del padre. Poi conclude cos:Grazie, pap, perch ci hai insegnato i valori fondamentali della vita; un esempio per tanti giovani...Sono fiera di te...Rimani sempre nel mio cuore come uno scrigno prezioso da cui attingere forza per il quotidiano. Ecco lennesimo gioiello storico e letterario creato dal Caff dellArtista, punta di diamante dellUnione Italiana Associazioni Culturali. Nicoletta Di Bello

DEDICATO A MIO PADRE

LUIGI DARI, UN INSIGNE GIURISTA MARCHIGIANO


Nel gran tema della Giustizia, desidero intrattenere su temi positivi e concreti, per cui devo necessariamente andare molto a ritroso nel tempo e tratteggiare, con sentimenti di nostalgia e rimpianto, la figura dell' On. Luigi Dari, illustre marchigiano, del quale abbiamo informazioni dal bel libro di Daniele Ricciotti ed Erminia Tosti Luna dal titolo: "Luigi Dari, figlio illustre di folignano, l'uomo e il politico"- Ascoli Piceno, 2005. Lattivit politica di Luigi Dari, grande avvocato e fine giurista, di orientamento liberal-monarchico, iniziata come Sindaco di Ancona, assunse valenza nazionale dal 1891, anno della sua prima elezione in Parlamento, al 1919, anno della Sua prematura morte. Si era nella piena et giolittiana, che oper attivamente per ridurre le vistose diseguaglianze economiche e sociali di unItalia da pochi decenni unificata. Con Giolitti, Dari fu Sottosegretario di Stato al Ministero dei Lavori Pubblici. Il 2 aprile 1914, Antonio Salandra present il suo nuovo Governo, chiamando Dari alla responsabilit di Ministro della Giustizia e dei Culti. Nelle funzioni di Guardasigilli, Dari present subito alla Camera una complessa riforma del processo civile, reintroducendo la collegialit dei Tribunali nelle cause di prima istanza. Dari, nella circostanza, non sottovalut che il dispositivo del sistema collegiale era reso difficoltoso dalla carenza di Magistrati. Da qui, la necessit di aumentare il numero complessivo dei Magistrati dAppello di 50 unit e di quelli di Tribunale di ben 200. Venivano, inoltre, immessi nelle mansioni giurisdizionali ulteriori 49 Giudici per le importantissime funzioni di Pretore. Attesa lurgenza di nuovi Magistrati, per evitare le lungaggini dei concorsi tradizionali, allepoca particolarmente complessi, il Ministro autorizz, in via eccezionale, sia l'anticipata immissione nelle funzioni degli Uditori Giudiziari con almeno sei mesi di tirocinio, sia un concorso per gli Avvocati con non pi di trentanni det, iscritti allAlbo da almeno due anni. Non fu trascurato, infine, di implementare di cento unit il ruolo dei Cancellieri, con la creazione di venti Ispettori di Cancelleria per la vigilanza sulla correttezza delle spese di giustizia, ritenendo ci molto proficuo per lerario (in questo, Dari evidenziava le migliori doti di accorto ed efficiente amministratore, qualit ben dimostrate negli anni in cui fu, per ben quattro volte, eccellente Sindaco di Ancona). Per lo studio e lapprofondimento delle varie problematiche, il Guardasigilli istitu Commissioni della Camera dei Deputati, del Senato del Regno e della Suprema Corte di Cassazione, tenendo ben conto del parere dellOrdine Forense, al quale apparteneva. Il 3 luglio 1914, lambizioso progetto recante "Disposizioni riguardanti il personale della Magistratura e delle Cancellerie giudiziarie" diveniva Legge dello Stato. Per fare tutto questo, Luigi Dari impieg appena..... tre mesi! E ci la dice lunga sulla seriet, la capacit, la concretezza e laltissimo senso dello Stato delle classi politiche e di Governo di quellepoca; virt quanto, purtroppo, lontane s, davvero, proprio tanto lontane! Il 5 novembre 1914, il Governo Salandra rassegn le dimissioni. DARI, intuita la difficile contingenza esistente nei risvolti politici e parlamentari, ma anche per bilanciamento geografico dei candidati Ministri, al fine soprattutto di agevolare la composizione del
(segue da pag. 1)

CAFF DELLARTISTA
(Associazione Culturale aderente allUN.I.A.C.) Salerno, via S. Benedetto, presso il Circolo Ufficiali Programma di ottobre
7 ottobre, luned, presso il Circolo Ufficiali, ore 18,00: Inaugurazione dellanno sociale e tesseramento. Serata dedicata alle canzoni napoletane con il coro di Giulio Castello. 10 ottobre, gioved, presso il Salone dei Marmi del Comune di Salerno ore 17,00: analgesici e narcotici Convegno internazionale. 14 ottobre, luned, presso il Circolo Ufficiali, ore 18,00: Serata dedicata al teatro napoletano, con la partecipazione di medici artisti. 21 ottobre, luned, presso il Circolo Ufficiali, ore 18,00: presentazione del libro di Enzo Capuano: Un ponte sul fiordo di Furore a cura di Licia di Stasio. 24 ottobre, gioved, presso la sede dellOrdine dei Medici di Salerno, ore 18,00: Convegno Arte e Medicina (miniatura didattica della chirurgia di Rolando, salernitano) a cura del Dr. Geppino Lauriello. 27 ottobre, domenica, gita a Napoli, visita alla Cappella di San Severo e altri monumenti di Napoli e dintorni. 28 ottobre, luned, presso il Circolo Ufficiali, ore 18,00: Canzoni di musica classica con la Dott.ssa Isabella Avallone. 4 novembre, luned, presso il Circolo Ufficiali, ore 18,00: la Chiesa si rinnova: la figura di Papa Francesco.

ACCADEMIA INT. ALFONSO GRASSI


Patrocinio & Collaborazione - Comune di Salerno ed Assessorato alla Pubblica Istruzione M Alfonso Grassi - La costiera amalfitana Nellambito della Manifestazione Artistica Colori nel Sole - Progetto di Solidariet Ampliamento (tre Aule) Scuola Primaria A.Grassi ad Ibamba (Congo). Cerimonia di Premiazione - Gioved 5 Settembre 2013. Ha inaugurato la Mostra (PalcoVilla Carrara) il Vicesindaco di Salerno, Ass. alla P.I., Eva Avossa Ospite dOnore - Prof. On. Guido Milanese Componenti della Giuria - Laura Bruno, Giorgio Della Monica, Paolo Monizzi, Regina Senatore,Anna Sessa. - Presidente Onorario - Scenografa e Pittrice - Prof. ssa Niny Lo Vito. - Presidente della Commissione e Coordinatrice - Prof.ssa Raffaella Grassi - Vicepresidente della Commissione - Prof.ssa Clara Grassi. Elenco dei premiati a) sezioni 1) Pittura; 2) Scultura. B) tematica - a) Tema Libero. Pittura - Tematica Libera - 1 Posto ex aequo - Salvatore Damiano (n.8/b) 1 Posto ex aequoBruno Tarantino (n.9/b) 2 Posto ex aequo - Anna Avossa (10/a) 2 Posto ex aequ - Mimma De Luca (1/a) 3 Posto ex aequo - Daniela Dumbrava (n.6/b) 3 Posto ex aequo- Domenico Terenziano (n.7/b) Premio Giuria Francesco DAmato (n.6/a) & Sergio Cioffi (n.2/a) Ric. Speciale Raffaella Cantillo (n. 5/b) & Vincenzo Principe (n. 3/a) Scultura - Tematica Libera - 1 Posto - Gelsomino Casula 2 Posto - Maurizio Gallo 3 Posto - Fiorentino Vairo.

IL BOMBARDAMENTO DEL SANTUARIO


Domenica 15 settembre 2013, al Santuario Maria SS. del Buon Consiglio di Torre del Greco, alla celebrazione Eucaristica ha avuto luogo la commemorazione del 70 anno del bombardamento del 1943 che semidistrusse il Santuario in localit Leopardi, ricostruito grazie allimpegno del Fondatore don Raffaele Scauda. Il parroco don Ciro Sorrentino ha illustrato alcune iniziative che riguardano la vita del Fondatore del Santuario. Allevento erano presenti il nipote di don Raffaele Scauda e una rappresentanza delle Suore Stimmatine. Francesco Manca
(segue da pag. 1) La sindrome del microfono aperto

nuovo Esecutivo, senza nulla pretendere per s, inviava al Presidente Salandra una nobile lettera in cui esaltava la figura di Vittorio Emanuele Orlando, siciliano, che lo avrebbe sostituito alla guida del Dicastero della Giustizia. Dari, cos, riprese subito la sua fervorosa attivit parlamentare, segnalandosi per lacume dei suoi interventi in Aula e lassiduit nei lavori parlamentari. Si era nei preparativi della prima guerra mondiale e il sostegno del Legislatore fu costante nellimmane prova sia per il sostegno bellico sia nel campo della politica estera. Nel novembre 1917, Vittorio Emanuele Orlando (il futuro Presidente della Vittoria), chiamato a formare il nuovo Governo, offr a Dari limportantissimo Ministero dei Lavori Pubblici. Come dabitudine, si dedic con passione al suo lavoro, dando eccezionale impulso a tutti i settori di competenza, non trascurando, pur nelle difficolt del grave momento, infrastrutture,bonifiche, strade e aiuto al mezzogiorno dItalia. In particolare, il Ministro, con rara intelligenza e modernit di vedute, auspicava, a guerra finalmente terminata, di poter sviluppare in futuro il sistema legale delle concessioni a enti pubblici e a privati, favorendo un grande prestito nazionale, magari con l'istituzione di Istituto di Credito ad hoc, destinato ai lavori pubblici con lintervento dello Stato, Banche private, Casse di Risparmio, non esclusi i grandi imprenditori. La sua vita politica e terrena era, per, purtroppo segnata da un triste destino. Di l a poco, il 18 gennaio 1919, a seguito della prematura scomparsa delladorata moglie Rina (dalla quale non ebbe figli), si dimise da Ministro, molto provato nel fisico e nellanima, tanto che dopo alcuni mesi decedette anchEgli, per malattia progressiva e irreversibile, ad appena 65 anni, a Spello (Perugia). Era il 15 aprile 1919. Va detto, senza tema di smentita, che oggi c' bisogno di politici della tempra e dell'onest intellettuale di Luigi Dari proprio per uscire dalle sacche del nulla, per cui doveroso onorarli perch l'Italia divenga una grande Nazione europea! Raffaele Vacca
Il parbuckling della costa concordia

ASSOCIAZIONE VEGETARIANA ANIMALISTA


(Presidente: Dott. Franco Libero Manco)
Piazza Asti, 5/a - Roma PROGRAMMA DI OTTOBRE giov. 3 Dr.ssa Bruna DAgu, Biblista, Ricercatrice Spirituale, Scrittrice: Vegetarismo: i testi evangelici sono stati manomessi? giov. 10 Dr.ssa Silvia Polesello, Naturopata, Floriterapeuta, Pranoterapeuta: Alimentazione nelle diverse fasi evolutive della coscienza giov. 17 Dr. Franco Libero Manco Presidente AVA: Antropocentrismo e biocentrismo, due realt a confronto, tra tradizione e innovazione giov. 24 Dr.ssa Isabella De Acutis, laureata in Scienze Politiche, insegnante Yoga, studiosa di lingua tibetana: "Vegetarianesimo e animali di serie B" giov. 31 Dr.ssa Leopoldina De Varti, Psicologa, Psicoterapeuta, spec. in Psicosomatica, Costellatrice: Conseguenze sullevoluzione sociale delle scelte alimentari, secondo le nuove costellazioni familiari
(segue da pag. 1) Olindo e Rosa: colpevoli o innocenti?

dito il super testimone allavvocato, confermando la tesi di Azouz che in questi anni non ha mai nascosto il suo disaccordo nei confronti della condanna allergastolo in Cassazione di Olindo e Rosa ma anche molti dei dubbi che da sempre aleggiano sulla ricostruzione del delitto stesso. Pensiamo ad esempio alle tante confessioni ritrattate dei coniugi, alla presunta traccia di Dna di una delle vittime rinvenuta sulla macchina di Olindo mai fotografata dai Ris ma esistente solo nei verbali della polizia, o alla deposizione del superteste Mario Frigerio (il marito della Cherubini) che prima identific il killer in una persona sconosciuta di carnagione olivastra e solo in un secondo momento accus Olindo. Per non parlare poi della ricostruzione della morte di Valeria Cherbini, la vicina rinvenuta in casa sua con la gola squarciata. Se tutti i soccorritori hanno confermato che la donna al momento del loro arrivo sul posto era ancora viva e stava chiedendo aiuto, chi lha uccisa e come ha fatto a fuggire indisturbato? Sono davvero tante le incongruenze che fanno credere che Olindo Romano e Rosa Bazzi siano solo due vittime di un gigantesco errore giudiziario che, lavvocato DAuria, si augura di chiarire una volta per tutte tentando unistanza di revisione autonoma accompagnata da una questione di costituzionalit. Intanto, nella provincia di Como, a sostegno della coppia Romano, nato il Comitato per Rosa e Olindo: giustizia giusta. Tra i componenti dellassociazione c lavvocato Diego Soddu, la signora Paola Pagliari che aveva gi dato vita a una pagina Facebook in favore di Olindo e Rosa e anche Cristiana Cimmino, la giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno che ha seguito il caso sin dallinizio convincendosi da subito dellinnocenza degli accusati. Il resto lasciato alla giustizia italiana. Federica Sciorilli Borrelli
(segue da pag. 1) No alleccessivo perdonismo

fatto solo positivo: dovrebbe essere uno strumento in grado di favorire e di far aumentare la democrazia. Mentre una valanga di dati che spesso ci sommergono in modo che non sappiamo mai esattamente quanto certe statistiche siano del tutto vere e quando invece sono manipolate e truccate ad arte. Per cui succede spesso che luomo comune, in preda a dubbi e allo scetticismo, alla fine preso da incertezza ed ha la sensazione di vivere e di muoversi in mezzo a una torre di Babele. Un giornalismo imperante, che definirei dassalto, non serve sempre a migliorare la situazione. Cos accade che in Italia, ma non lunico caso, molte faccende semplici diventano complicate e molte cose vere possono suonare false. Passano per notizie le opinioni. E come avviene spesso anche in altri Paesi, la classe politica particolarmente verbosa, ambigua e ciarliera sempre pronta a salvaguardare soprattutto i propri privilegi. La sindrome del microfono aperto alla quale si accennato resta una tentazione irresistibile. Qualsiasi parlamentare, anche il pi modesto, di fronte a un microfono aperto sente il bisogno di dichiarare qualcosa. E quando non sa cosa dire, come spesso succede, si esibisce in chiacchere e sfodera proposte banali o pseudo rivoluzionarie. Naturalmente il diritto a parlare, ad argomentare e ad esprimersi, non si deve negare a nessuno. Ma bene sapere che spesso a parlare prevalgono propriogli imbecilli. Bisogna ripetere che spesso, pi si parla e meno si fa. Pertanto il mondo nel complesso non appare molto allegro. I problemi del pianeta incombono. Tutti i popoli chiedono, a gran maggioranza, uno sviluppo sostenibile in un clima di pace. Ma purtroppo molti governi ipocritamente, al di l di ogni buon senso, si armano fino ai denti e appoggiano la guerra. Addirittura la guerra, secondo alcuni economisti, se inizialmente distrugge poi serve a ricostruire, a creare nuovo sviluppo e nuova crescita. Questa unidea aberrante perch ogni guerra porta solo macerie e disastri. Raffaele Cecconi
(segue da pag. 1) Una Scuola da salvare

caff al porto dellisola. Negli ultimi 20 mesi, da quando la nave si capovolta sulle sue coste di granito, lisola stata invasa da un esercito di lavoratori stranieri, marinai di salvataggio e ingegneri provenienti da pi di 25 paesi, e si lavorato ininterrottamente per rimetterla in piedi e portarla via dall'isola. I cassoni, gi sistemati da tempo sul lato sinistro per la rotazione, ora saranno sistemati anche dall'altro lato. Sar il contrammiraglio Arturo Faraone, direttore marittimo della Toscana e comandante della Capitaneria di porto di Livorno, secondo lordinanza firmata dal prefetto Franco Gabrielli, a dare il via alle ricerche dei due corpi nel relitto della nave. NellIsola del Giglio si sta preparando il gruppo interforze di soccorsi che inizieranno presto a ispezionare il relitto e il fondale. Gli esperti avevano inizialmente previsto che l'operazione di parbuckling sarebbe stata completata in circa 10 ore, ma alla fine c voluto il doppio del tempo. "Le forze necessarie a tirare la nave in posizione verticale sono state superiori al previsto. Il parbuckling era stato utilizzato sulla USS Oklahoma nel 1943, dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor. Ma la Concordia la pi grande nave da crociera mai capovolta e quindi ha richiesto una rotazione complessa, in modo da poter essere rimorchiata in un unico pezzo e smantellata come un rottame. Gli ingegneri dicono che troppo pericoloso cercare di spostarla durante i mesi autunnali o invernali a causa di tempeste e cattivo tempo. Probabilmente in primavera o in estate potr essere rimorchiata ad un porto italiano e suddivisa in rottami. Nonostante lesaltazione per il successo del parbuckling, non dobbiamo dimenticare che una storia di incompetenza e di morte, e che i corpi del cameriere indiano Russel Rebello e della siciliana M. Grazia Trecarichi sono tuttora intrappolati allinterno dello scafo. Gabriella Di Luzio
(segue da pag. 1) Buon compleanno, Google !

a comprenderne le motivazioni. Non afferriamo la logica di alcune decisioni prese da certi giudici.E veniamo al fatto avvenuto di recente. Dopo pochi anni trascorsi in prigione un orco che aveva abusato di una bambina stato rimesso in libert. In base a quali ragionamenti quel giudice ha ordinato la scarcerazione? Non stato sfiorato dal dubbio che quellorco possa commettere in futuro altri crimini di questo genere? Per quale motivo certi giudici si immedesimano nelle posizioni comportamentali dei criminali molto pi che in quelle delle loro vittime? Contro decisioni sconcertanti bisogna protestare vibratamente perch non giusto che i delinquenti possano circolare liberamente. Bisogna valutare la probabilit che diventini recidivi. giunto il momento di dire basta alleccessivo perdonismo. Rosanna Sinopoli

di usare testi vecchi. Sanzioni per chi utilizza sigarette elettroniche a scuola. Estensione del permesso di soggiorno per studenti stranieri. Assunzioni per il personale Ata e stabilizzazione di 27mila insegnanti di sostegno. Quattrocento milioni di euro sono stati gi stanziati e verranno coperti per lo pi dallaccisa sugli alcolici. Il primo ministro dichiara: Lapplicazione della Costituzione sul diritto allo studio allinizio del nostro provvedimento. Ci interessa ricominciare a investire sulla scuola dopo anni di tagli perch il centro per il rilancio del nostro Paese. Per i test dingresso alluniversit tenutisi lo scorso settembre la questione pi attesa era quello del bonus scolastico. Letta annuncia: Abbiamo ritenuto che, cos, creasse disparit che non potevano andare, infatti non se ne terr conto durante i calcoli dei punteggi per gli indirizzi a numero chiuso. La Carrozza spiega: Era di difficile applicazione e avremmo creato iniquit. Novit anche per il personale amministrativo e tecnico degli istituti scolastici: Per il funzionamento delle scuole, nel decreto c linizio della soluzione della questione del personale Ata. Dal primo gennaio partiranno le assunzioni. Le nostre scuole sono in drammatica carenza e la ripresa delle assunzioni fatto molto significativo. Con questo provvedimento ci saranno 27mila immissioni in ruolo per i docenti di sostegno ha detto il ministro Carrozza, poi c un piano triennale che prevede lassunzione di 69mila insegnanti. In un momento di crisi come questo, il governo d un segnale importante. I docenti potranno beneficiare dellingresso gratuito al sistema museale del nostro Paese. E come se non bastasse arriva il welfare dello studente per permettere il raggiungimento dei pi alti livelli negli studi. Maddalena Barba

di organizzare una quantit apparentemente infinita di informazioni sul web. Al 2013 il progetto che ha cambiato la storia delle Rete compie ben 15 anni e ad oggi Google il sito pi visitato al mondo, acquisisce una media di unazienda a settimana ed il principale motore di ricerca del World Wide Web, con circa 13 miliardi di ricerche effettuate ogni mese, pi di 40.000 dipendenti e 40 sedi in tutto il mondo. Nonostante la giovane et lazienda di Mountain View ha gi collezionato una serie di successi invidiabile, soprattutto a partire dai primi anni 2000 con il lancio di Google Maps e Earth Analytics oltre che lacquisizione di Youtube, il lancio del browser Chrome e la sfida a Apple con il sistema operativo android. Il successo del sito stato tale che diventato anche un verbo: to google, in italiano googlare, significa proprio effettuare una ricerca su internet. Se la crescita fenomenale di Google non bastasse per crearne la leggenda, allo scopo contribuisce anche un certo alone di mistero relativo alla sua data di nascita poich la ricorrenza pu essere soltanto fissata ed autocertificata dal gruppo stesso. In realt una data certa, infatti, non c ed quindi lo stesso gruppo di Mountain View a fissare i paletti per poter spegnere le candeline una volta allanno e pubblicare anche un doodle celebrativo per la propria stessa fondazione. Che sia il 4 settembre, ad esempio, quando lazienda Google stata ufficialmente fondata; oppure il 15 settembre, data della registrazione del dominio, o il 27 settembre, poco importa: basta festeggiare. Tutto il resto formalit. Cristina Canci
(segue da pag. 1) La perversa legge del profitto

pezzi che gi esistono... Io stesso scrivendo questo articolo che cosa ho fatto? Ho scritto in modo diverso delle parole che gi esistono. I furbi appongono unetichetta e si appropriano dei sacrifici fatti per tanti anni da uninfinit di gente. Si appropriano di tutto pur di trasformare tutto in dio denaro, non si fanno scrupoli se quellinvenzione pericolosa. Esempio il nucleare, sono sotto gli occhi di tutti i disastri causati... Tante innovazioni sono la causa dellenormit della disoccupazione, i soliti furbi oltre alla disoccupazione causata dalle macchine vanno a produrre tutto nei Paesi economicamente sottosviluppati per avere un maggior profitto. Credo che oggi se regnasse meno avidit, la tecnologia potrebbe produrre il necessario per tutti sul nostro pianeta. Gilberto La Scala

LATTUALIT, pag. 6

LETTERATURA E ATTUALITA

SEI PITTORE, POETA, NARRATORE, SAGGISTA?

in corso di stampa

UNIVERSIT: CLASSIFICHE MONDIALI


Il QS World University Rankings ormai giunto alla decima edizione ed anche questanno ci rivela le posizioni in classifica delle universit italiane. Pur posizionandosi lontano dalle prime cento posizioni, le universit italiane hanno riconquistato molto terreno. Dobbiamo arrivare per al 188 posto per ritrovare il primo ateneo del Bel Paese. La posizione occupata dalluniversit degli studi di Bologna che rispetto al 2012 guadagna ben 6 posizioni salendo dal 194 gradino. Successivamente abbiamo La Sapienza di Roma collocata al 196 posto e guadagna ben venti gradini visto che era solo 216, il Politecnico di Milano che risale dal 244 posto al 230. Nel panorama mondiale, invece, il primato sempre assegnato allo statunitense MIT seguito dallamericana Harvard che strappa il posto alla Cambridge. La classifica questanno include 800 atenei, circa 100 in pi rispetto agli anni scorsi. Le universit italiane incluse nella classifica sono circa ventisei e tra queste figurano Milano Bicocca, Roma Tre, universit di Brescia e Verona. La ricerca si basa su sei criteri: reputazione accademica, reputazione presso i datori di lavoro, proporzione tra corpo docenti e studenti, citazioni per docente/ricercatore, studenti internazionali e docenti internazionali. I miglioramenti dei nostri atenei si sono registrati in particolare su due criteri misurati su sondaggio globale: lopinione degli accademici (62.094 partecipanti) e dei datori di lavoro/ recruiters internazionali (27.957 partecipanti). Nonostante la crisi economica, lItalia - commenta Ben Sowter, a capo dellunit di ricerca di Qs - un paese dove esistono eccellenze straordinarie nellambito dellinsegnamento e della ricerca universitaria. Per essere fortemente competitiva lItalia deve dotarsi di un sistema paese che sostenga la genialit e il talento, incrementi e razionalizzi gli investimenti nella ricerca e concentri le risorse in pochi e selezionati poli di eccellenza, come avviene in Inghilterra, Francia, Germania e in Cina. Il capitale umano - aggiunge - la vera ricchezza del Paese, che sta perdendo una generazione di ricercatori per la scarsit delle risorse e la precariet dei percorsi di carriera. LItalia deve creare le condizioni per fermare la fuga di cervelli, far rientrare quelli che sono emigrati e per attrarne anche da altri paesi. I risultati incoraggianti della nostra classifica indicano che la formazione e la ricerca made in Italy pu ambire a una maggiore visibilit internazionale, con ricadute positive sulleconomia e la competitivit del Paese. Andrea Lenzi, presidente del Consiglio universitario nazionale (Cun) ha aggiunto: nonostante i tagli alle risorse che da anni colpiscono luniversit italiana che, sebbene lapparente scarsa attenzione dedicata alla innovazione ed alla alta formazione da parte della politica, ha mantenuto ed addirittura migliorato le sue performance in questa lista di ranking. Daltra parte anche nei recenti dati della VQR, gestita dallAnvur, la valutazione del confronto internazionale della universit italiana aveva dimostrato lottimo risultato della nostra ricerca nei campi tecnologici e bio-medici. Maddalena Barba

,
N. 10. OTTOBRE 2013

LANTOLOGIA DEGLI ARTISTI


Puoi inviare le tue opere, entro il 30 ottobre alla Redazione di questo periodico, allegando una tua fotografia e un curriculum artistico (non pi di 20 righe dattiloscritte) con cenni biografici. Un apposito Comitato Scientifico le vaglier e le selezioner. Se vuoi prenotare alcune pagine dellANTOLOGIA e conoscere le modalit di partecipazione, puoi scrivere alla nostra Redazione, oppure cell. 347.0333846

PROPOSTE EDITORIALI
Scrittori, poeti, saggisti (materie storico-filosofico-letterarie): inviate i vostri manoscritti al Comitato Editoriale del Movimento G. Salvemini. Se le vostre Opere verranno considerate idonee per le Edizioni Movimento G. Salvemini, riceverete una proposta editoriale con lindicazione del simbolico contributo-stampa a carico dellAutore. Volete pubblicare romanzi, poesie, saggi letterari, storici, sociologici, giuridici ed economici? Cell. 347.0333846.

LACQUA LA CHIAVE DELLA VITA


LOrganizzazione Mondiale del Turismo ha scelto per la 34 Giornata Mondiale un tema dindubbia attualit per il futuro dello stesso turismo: il problema delle risorse idriche, dellacqua, del suo uso e del suo abuso. Le ingiustizie nel consumo dellacqua nelle localit turistiche, soprattutto del 3 mondo, caratterizzato: a) da una spoliazione delle comunit locali dellaccesso e uso dellacqua; b) dalla compromissione di vantaggi (lavoro, sviluppo, crescita) che il turismo offre per la mancata tutela e protezione dei diritti sullacqua da garantire alle popolazioni residenti; c) dallo spreco e da un consumo sproporzionato alle necessit dellacqua nelle strutture turistiche a discapito di un sufficiente accesso ad essa di chi ne ha pi diritto (appunto le popolazioni), Lacqua la chiave della vita: una risorsa cruciale per lumanit e il resto del mondo vivente. Tutti hanno bisogna di acqua, non soltanto per bere. I nostri fiumi e laghi, nonch le nostre acque costiere e sotterranee, costituiscono risorse preziose da proteggere recita cos la direttiva sulle acque della Commissione Europea. Da essa si evince come sia necessaria una nuova cultura dellacqua, soprattutto in campo turistico, dove codici di comportamento adeguati e stili di vita responsabili siano la risposta giusta ad un bisogno urgente di sostenibilit. Tra le conseguenze negative del turismo sullambiente c anche il problema della contaminazione dellacqua. necessario che lo sviluppo del turismo tenga in debito conto il bisogno di una pianificazione responsabile, di una gestione etica, di una prevenzione mirata ad evitare un impatto negativo sullecosistema, sulla vita delle popolazioni locali e sui loro valori, tradizioni e cultura. Forse giunto il tempo per una nuova cultura. Una nuova cultura del viaggiare, tornare a farne unarte. Pierluigi Vignola

EDITO-INEDITO
(a cura di Gianfederico Brocco)
* Pantaleo Mastrodonato - Il Paleontoarcheologo (Symposiacus). Manuale che illustra e introduce alla paleontoarcheologia, cio lo studio dei fossili che gli esseri viventi ci hanno lasciato. Si tratta di un volumetto interessante ed essenziale. Ci spiega la trasformazione della materia organica nei terreni, le tecniche di studio,preparazione ed espletamento. Nella parte finale tratta dellArcheologia. * Pantaleo Mastrodonato - Il Filologo (Symposiacus) accademica Agile volumetto fatto per introdurci nella scienza filologica. Si tratta di testi che possono permettere di capire quali sono i temi,le problematiche i metodi di approccio della disciplina in questione, e quindi di grande utilit per i giovani che devono scegliere la loro strada, o anche per chi volesse approfondire le sue conoscenze. * Pantaleo Mastrodonato - Il Manifesto (Symposiacus) ed. Viene proposta una nuova via allarte, cio con la Bibbia in mano in modo da esser Paladini tra le genti. Si tratta ovviamente di una via religiosa di matrice cristiana, che intende larte come Ispirazione Superiore e mezzo di missione nel mondo. Ricordiamo la Mimoilodia, nuova forma drammatica in cui la via vista come nello specchio dellAldil. Cio ha la prima parte vista dal punto di vista mondano. Nella seconda viene vista dal lato spirituale, per giungere allepilogo, il premio nellAldil. RIVISTE RICEVUTE *Nuova Impronta, Direttore Filippo Chillemi, casella post. 7-233, - (00162) Roma. *Foglio Notizie, Dir. Pasquale Chiaramida, Cas. Post. 185 , 72100 Brindisi. Tel. 0831-516115. * Brontolo, Direttore Nello Tortora, via Margotta 18 - 84100 - Salerno. *Il Symposiacus, dir. resp. Pantaleo Mastrodonato, via La Marina 51, 70052 Bisceglie (Bt) *Bacherontius, Dir. Marco Delpino. via Belvedere 5, 16038 S.Margherita Ligure (Genova) tel. 0185.286167. *Presenza, diretta da Luigi Pumpo, via Palma 89, 80040 Striano (Na). *Poeti nella Societ, presidente Pasquale Francischetti via F. Parrillo 7, 80146 Napoli cell 347-55.36.446, email: francischetti@libero.it. * Miscellanea, diretta da Michele Melillo, Parco Gardenia, villino 23, 84090 San Mango Piemonte (Salerno). *Verso il futuro, diretto da Nunzio Menna, via Scandone 16, Avellino, tel. 0825 38269. *Il Convivio, diretto da A. Manitta, via Pietramarina Verzella 66 95012 Castiglione di Sicilia. (Ct) *Fiorisce un Cenacolo, fondato da Carmine Manzi 84085, Mercato S. Severino (Sa).* Primo Piano, dir. resp Andrea Italiano, via Madonna del Lume 5 - 98057 Milazzo (Messina).

LA COLAZIONE ? UN TOCCASANA PER GRANDI E PICCINI


Pane e marmellata, cereali e latte, un bicchiere di succo darancia, una coppa di frutta fresca, un vasetto di yogurt da accompagnare con biscotti e fette biscottate o una gustosa fetta di torta al cioccolato: le alternative per iniziare al meglio la giornata sono innumerevoli e ce n davvero per tutti i gusti. Limportante non saltare mai la prima colazione e insegnare ai pi piccoli a dedicarle almeno 15 minuti. Si tratta di un pasto a tutti gli effetti spiega Andrea Ghiselli, medico e ricercatore dellInran e i bambini dovrebbero mangiare in modo adeguato: carboidrati complessi, grassi, proteine, zuccheri semplici. Saltare regolarmente la prima mangiata delle giornata, non solo una cattiva abitudine, ma non fa bene neanche al cuore ed espone al rischio di sovrappeso e obesit. Dopo ore di sonno il nostro organismo necessita infatti di energia a rilascio, indispensabile per sentirsi sazi pi a lungo ed evitare quindi di arrivare a pranzo affamati e di trascorrere il pre-pranzo a riempirsi lo stomaco di stuzzichini vari. Fare colazione aiuta inoltre a mantenere il metabolismo attivo e a stare concentrati durante la giornata. Limportante non esagerare, basta assumere tra le 300 e le 400 calorie (il 1520% del fabbisogno giornaliero), e ricordarsi di fare colazione entro unora dal risveglio. Se poi neanche variare il men si dovesse dimostrare un valido escamotage per trasformare la prima colazione in un momento da trascorrere tutti insieme e per avvicinare i piccoli di casa al sano rito del breakfast, allora lo spuntino di met mattinata resta lunica carta da giocare. Anche se, colazione a parte, la merenda delle 11 gli esperti la raccomandano sempre e comunque: mantiene costante la glicemia, quindi lattenzione durante le lezioni, e aiuta a far arrivare i bambini meno affamati a pranzo. Anche qui, per, il consiglio sempre quello di tenere sotto controllo le dosi e di non superare mai le 150-180 calorie (il 5% delle calorie giornaliere) e di mettere quindi nello zainetto dei propri figli qualcosa di leggero, un frutto o un pezzo di pane. Discorso molto simile, infine, per laltro spuntino, quello tra pranzo e cena. Parliamo ovviamente della merenda che non deve mai superare il 10% del fabbisogno giornaliero e che di fondamentale importanza, specie se il bambino pratica sport. Qualche consiglio? Per un ragazzo di 10 anni che fa calcio, ad esempio, va benissimo un frutto o uno yogurt da abbinare a una merendina non farcita e da consumare circa unoretta e mezza prima di entrare in campo, mentre post allenamento si pu optare per un succo o un bicchiere di latte. Se il ragazzo non fa sport, invece, basta una fetta di pane con marmellata o prosciutto. Federica Sciorilli Borrelli

IL CODICE DEI SAMURAI


Il 25 novembre 1970 moriva Yuki Mishima, pseudonimo di Kimitake Hiraoka, scrittore e patriota giapponese, ricordato come l'ultimo Samurai, fondatore di un'organizzazione paramilitare chiamata Tate no kai (Associazione degli Scudi) che rifiutava il Trattato di San Francisco del 1951 con il quale il Giappone aveva rinunciato ad un possibile riarmo. Dopo aver inneggiato allImperatore, si tolse la vita tramite "Harakiri", il suicidio rituale dei Samurai. Anche se l'influenza di questi mitici guerrieri ancora oggi aleggia sul Giappone, ufficialmente i Samurai non esistono pi dal 1947, quando, al termine della Seconda Guerra Mondiale, vennero messi fuorilegge. Alla domanda chi fossero questi leggendari Sacerdoti della guerra armati di katana, sappiamo che erano al vertice di un rigido sistema di caste esistente nell'Impero ai tempi dello Shogunato Tokugawa, una dinastia che regn in Giappone per 250 anni. Leggendo un libretto di Giuseppe Tucci, il pi autorevole orientalista d'occidente, di appena 49 pagine dal titolo: "Il buscido-consigli ai militari sui fronti di battaglia", con traduzione del Colonnello Moriakira Simizu, Addetto Militare del Nippon, Editore Le Monnier, Firenze, 1942-XX E.F., troviamo elementi di grande, stimolante interesse su questa materia. Scrive Tucci che "..l'ascesa del Giappone non dovuta all'abbondanza di materie prime n a quella labile fortuna di beni commerciali che chiamiamo ricchezza; il Giappone ricco di altra ricchezza, quella che si accumula nella disciplina della povert. Appena la cultura occidentale giunse fascinatrice sulle Terre d'Asia, il Giappone fece come le persone forti, cio chiam a raccolta le pi profonde energie della sua anima... (quale).. la solidit irriducibile della sua tradizione". Quell'educazione spirituale chiamata Buscido, "La via del Soldato". Alla sua formazione, "..vi hanno cooperato due Religioni: lo Scinto che deificando luoghi ed uomini, crea una partecipazione affettuosa fra la terra e la tradizione; e lo Zen che, nell'agire umano, alle velleit e all'arbitrio sostituisce la spontaneit degli impulsi vitali. Il Buscido l'azione pura; esso tempra il corpo a tutti i disagi e lo educa a sovrumane resistenze, ma guida, costringe e contiene la forza fisica cos acquistata, perch al momento opportuno scatti con impeto maggiore, e sia placato strumento di eroismo, non stimolo di temeraria passione". Il Buscido "..non contempla ancora soltanto il guerriero, quasi che il cittadino e soldato siano due diverse persone e che si possa immaginare uomo cos indifferente alle vicende del suo Paese che non si senta soldato in ogni momento della vita; cittadino e soldato sono una cosa sola, perch tra la guerra e la pace non c' soluzione di continuit. La pace silenziosa preparazione alla guerra anticipata negli urti degli interessi, dell'arte e del pensiero". Nei "Consigli al Soldato", con cui si chiude il libretto di Tucci, sono enunciati i principi cui deve ispirarsi il guerriero. Raffaele Vacca
(segue da pag. 1) Onore al brigadiere, vittima della camorra

CITTADINANZA ONORARIA
Con sommo piacere annuncio che il 5 ottobre 2013 alle ore 18, il Sindaco e il Consiglio Municipale di Galatone (Lecce), presso il Palazzo Marchesale mi conferiranno lOnorificenza della Cittadinanza Onoraria della Citt.La notizia mi stata comunicata dal Sindaco Livio Nisi, dallAssessore alla Cultura Giovanna Rizzo (giova.riz@virgilio.it) e dal Comandante dei VV.UU Dino Terragno (dinoakel@inwind.it). E gradita la partecipazione di parenti, conoscenti, amici. Prof. Antonio Lerario (cell. 368.3260171) lerario.antonio@libero.it

AFFETTUOSO MESSAGGIO DAPALERMO


Carissimo Collega Salvemini, Ho sentito il comune amico e collega Fratantaro, che partecipa quale giurato al concorso poetico e letterario "Civilt dei Popoli" indetto dal defunto Rettore dell'Accademia internazionale "Giuseppe Pitr",che mi ha comunicato la sua disponibilit a pubblicare la data di premiazione che avverr Domenica 10 Novembre 2013 Presso il circolo Ufficiali dell'Esercito Italiano di Palermo. Sar presente il neo Presidente dell'Accademia "Giuseppe Pitr" Prof.Giampino Giovanni ,il Segr.Generale Dr.Vincenzo Pirri e la giuria composta dal Presidente Prof.Di Marco e dai componenti,Gianni Ianuale,Pietro Fratantaro e dal segretario del Premio Ing. Giuseppe Livreri.Saranno presenti personalit del mondo religioso,militare , politico e culturale. In tale occasione verranno commemorate le alte personalit dei presidenti che mi hanno preceduto nelle persone della dott.ssa Rosalba Pitr,mia cara madre scomparsa lo scorso anno, ultima discendente del senatore ed etnoantropologo Giuseppe Pitr e Mons.Viktor Bus. www.accademiagiuseppepitre.com accademiagiuseppepitre@gmail.com Il Presidente Prof. Giampino Giovanni Pitr

VIAGGIANDO PER LA CALABRIA


Visitando la Regione Calabria, ci si accorge di quanto sia bella questa terra. Spiagge sabbiose ricoperte di sassolini particolari di immensi colori, ti invitano ad adagiare il tuo corpo su di esse; il mare blu dalla sua profondit ti attira nelle sua acqua. Kilometri di costa ionica frastagliata da scogli maestosi, da uno specchio di mare celeste, blu, verde, assomigliando per un certo contesto e paesaggio alla natura spagnola, in particolar modo a Palma Di Maiorca. Scilla di fronte alla leggendaria Cariddi, ti abbraccia e toccandoti in senso metaforico ti porta in un vortice antico, costituito da borghi medioevali, da chiese bizantine, e dallalto osservi i sub nel fondale marino trasparente. Al Museo nazionale di Reggio Calabria sono conservati i Bronzi di Riace: (scoperti appunto nella Riace Marina, ridente paesino accogliente, ospitale ricco di cultura e arte). I Bronzi ritrovati sono costituiti da tre statue meravigliose in bronzo, raffiguranti tre guerrieri Greci. Vicino Riace si trova Camini, ridente e antico paesino con una chiesa ricca di dipinti antichi risalente al 1200. Qui il Comune ha ristrutturato un palazzo risalente anchesso al dodicesimo secolo, messo a disposizione dei turisti in vacanza. costituito da circa dieci stanze date in gestione a Killian, ottimo intermediario della cultura e dellarte. Nella Stanza dove io ho alloggiato, vi era il dipinto di Francesco II dei Borboni, ultimo Re delle due Sicilie; accanto uno stemma antico riportante il nome del paese allepoca: Casilium. Visitando la Madonna della Stella, posta nel santuario denominato appunto del Monte Stella a 800 m. di altezza, si ha limpressione di essere fuori dal mondo e dallo spazio. In montagna, in una natura verde e selvaggia, si erigono i pini che emanano un profumo stupendo, larea picnic permette ai pellegrini in visita di sostare e pranzare conversando piacevolmente. Scendendo a valle troviamo Stilo con la sua Acattolica di stile arabo, nella piazza centrale accanto alla Basilica di San Rocco, si trova la statua di Tommaso Campanella che riporta: Io nacqui a debellar tre mali estremi tirannide sofismi ipocrisia. Lautore conteso dal paese di Astignano dove il popolo afferma che nacqu, e la cittadina di Stilo che lo asserisce di origini proprie. Roccella Ionica ogni anno prepara il suo jazz festival, con un pubblico proveniente da tutto il mondo, Monasterace invita a visitare il sito archeologico di Caulonia ricco di reperti Romanici. Dulcis in fundo la cucina, ricca di pesce e spezie tipiche locali ,quali il peperoncino e le cipolle rosse di Tropea. Buon Viaggio! Francesca Pagano

UN NUOVO LIBRO DI BOLIA


E in corso di stampa un particolare libro di BOLIA SCAGLIARSI CONTRO IL NULLA Per prendere ci che possiede lEterno Ed. Pagine il decimo libro Grandi pretese letterarie Prof. Aurora Simone Massimi

digliano e il quartiere "167", oggi denominato Scampia e reso noto dal film "Gomorra", per arrivare sino a San Pietro a Patierno. Quando fu ucciso, conduceva indagini sulle estorsioni nel quartiere Sanit, e in tale contesto oltremodo difficile per il clima di omert, aveva proceduto in appena tre mesi all'arresto di ben dieci delinquenti, mentre gi si delineava il coinvolgimento di elementi di spicco del clan camorristico dominante di Forcella. Di carattere generoso ed espansivo, ma diffidente e riservato nelle cose di lavoro, sorretto da valida preparazione professionale ed animato dai migliori sentimenti di attaccamento al dovere, lavorava senza guardare l'orologio, mai sottraendosi ai servizi pi gravosi e pericolosi. Non pass molto tempo, purtroppo, che si arriv a quel maledetto 28 aprile 1983, quando di prima mattina sulla Circonvallazione di Casoria ci fu l' agguato al valoroso Sottufficiale. Due autovetture, con killer a bordo, lo fermarono per colpirlo a morte; morte che sopravvenne il giorno dopo all' Ospedale Nuovo Pellegrini, per la sua forte fibra. Il giovane Carabiniere lasciava la moglie, Gaetana Fusco, che all'epoca aveva solo 27 anni, e due figlie, Maria di 4, e Lucia di appena un anno. Grazie alla provvida Legge n. 407/1998 recante "Nuove norme in favore delle vittime del terrorismo e della criminalit organizzata" che prevede la possibilit per le Amministrazioni pubbliche di assunzioni dirette alle categorie delle Vittime del Dovere per i familiari superstiti, Lucia (oggi sposata con una bimba) ha lavorato inizialmente presso la Provincia di Napoli e, successivamente, stata assunta quale impiegato civile di ruolo dell' Amministrazione degli Interni ed assegnata presso il Commissariato di PS di Frattamaggiore; la sorella invece insegnante. Ma la Camorra, oggi, com' cambiata rispetto ai tempi in cui la combatteva il generoso e audace Brigadiere "Mimmo" Celiento? Beh, possiamo affermare che di strada ne ha fatta molta, anche oltre Oceano, tanto che sappiamo che due anni fa il Governo americano ha inserito questa organizzazione mafiosa tra i principali problemi delleconomia statunitense definendola una delle quattro organizzazioni criminali pi pericolose per linteresse nazionale degli Stati Uniti. La camorra, la "Neapolitan mafia", come chiamata oltreoceano, ora tra i principali problemi delleconomia degli U.S.A.. Si parte da una mappatura dettagliata del fenomeno, e nella lettera del Presidente Obama, che introduce questo documento, si legge che le reti criminali stanno espandendo le loro operazioni a livello transnazionale, diversificando le loro attivit, diventando pi sofisticate e complesse. Infatti, stanno creando alleanze con elementi corrotti dei Governi e usano il potere e linfluenza di questi elementi per portare avanti le loro attivit criminali. Ed proprio per fronteggiare questa minaccia, che il Governo americano ha stilato, nell'estate 2011, un nuovo piano dazione che risponde al nome di Strategy to Combat Transnational Organized Crime, presentato alla Casa Bianca durante una conferenza stampa. Certamente, per noi Italiani, non c di che menare vanto! Raffaele Vacca

N. 10. OTTOBRE 2013

LETTERATURA E VARIE

LATTUALIT, pag. 7

UNA VOCE CORAGGIOSA CONTRO LA MAFIA


La lotta contro la mafia fatta di perseveranza, di notizie e di pochi individui che hanno il coraggio di rischiare in prima fila. Molti sono gli omicidi eccellenti commessi dalla mafia nel tentativo di destabilizzare ogni operazione contro il suo strapotere economico e criminale: Pio la Torre, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino, Carmine Mino Pecorelli e Giuseppe Peppino Impastato. Peppino nasce a Cinisi, in provincia di Palermo, il 5 gennaio del 1948 in una famiglia bene inserita negli ambienti mafiosi: il padre Luigi, confinato nella cittadina dal regime fascista, tra i pi vicini a Gaetano Tano Badalamenti, boss allora in piena carriera criminale, e la zia di Peppino spos Cesare Manzella, gi boss di Cinisi, ostacolo allascesa criminale dello stesso Badalamenti e pioniere nel traffico di droga tra Sicilia e USA. Nonostante ci, Peppino cresce con idee sue, influenzate anche dai moti rivoluzionari del suo tempo, da alcuni mentori come il pittore Stefano Venuti, e dallomicidio dello zio Manzella, in seguito attribuito allo stesso Badalamenti. A met degli anni 60 fonda insieme ad alcuni compagni la testata Lidea socialista, ben presto sequestrata, e aderisce al PSIUP (Partito Socialista Italiano Unione Proletaria). Fonda poi il circolo culturale, politico e ricreativo Musica e cultura, con particolare attenzione a temi antinucleari e femministi. Nel 1977 avviene la svolta per Peppino e compagni: consapevole della necessit di un mezzo dinformazione veloce e libero, fonda Radio Aut in modo quasi clandestino, creando una coraggiosa emittente radiofonica con la quale, usando le armi della satira e dellinformazione, denuncia gli abusi edilizi mafiosi e la corruzione dei politici locali, prendendo di mira proprio Badalamenti, da lui rinominato Tano seduto. Consapevole dei rischi del figlio, Luigi cerca lintercessione di alcuni boss americani per calmare la reazione del boss, ma verr ucciso in un incidente stradale sul quale nemmeno si indagher. Pur consapevole che la morte del padre lo avvicina alla vendetta di Tano seduto, Peppino continua la sua battaglia rafforzando le sue denunce con prove e dati. Viene ucciso la notte del 9 maggio del 78 (poco dopo aver curato una mostra fotografica sulle speculazioni edilizie mafiose) sui binari della ferrovia Palermo-Trapani, nel pieno della campagna elettorale in cui si era candidato nella Democrazia Proletaria (verr in seguito eletto simbolicamente al Consiglio Comunale). Le modalit dellomicidio, avvenuto tramite una bomba messa sul corpo di Peppino, e il ritrovamento di un bigliettino nella stanza del ragazzo), fanno pensare a un suicidio o un attentato fallito da Peppino stesso. Passato quasi inosservato a causa del ritrovamento, quello stesso giorno, del corpo di Aldo Moro, allora presidente della D. C, lomicidio di Peppino sembra risvegliare la coscienza di un Paese dove per ignoranza, inerzia e paura, nessuno aveva il coraggio di reagire, e porta il fratello Giovanni e la madre Felicia a rompere ogni legame con gli ambienti mafiosi. Il cammino per la verit viene poi portato avanti tenacemente da Giovanni, Felicia, il Comune di Cinisi, Rifondazione Comunista e persino lOrdine dei Giornalisti, che riconoscer a Peppino la qualifica onoraria di giornalista professionista, e si concluder con la condanna allergastolo per Tano seduto solo dopo pi di ventanni di indagini smentite, archiviazioni e riaperture, Emiliano Federico Caruso

ADDIO, BEVILACQUA
Alberto Bevilacqua, 79 anni, uno tra i pi celebri scrittori e registi italiani, morto a causa di un arresto cardiocircolatorio lo scorso settembre nella clinica di Villa Mafalda a Roma. Nato a Parma nel 1934, lo scrittore era stato ricoverato da circa un anno. Un ricovero spontaneo per accertamenti confluito poi in una lunga terapia per malattie cardiocircolatorie. Ultimamente le sue condizioni di salute avevano interessato la scena pubblica. Pi di qualche volta i legali della compagna avevano parlato di una specie di detenzione da parte dei medici e richiesto il trasferimento dellassistito: i Tribunali civili hanno sempre negato questa possibilit. Michela Miti era compagna di Bevilacqua da circa 17 anni ed stata anche partecipe nel film Gialloparma. Il caso era finito nelle mani della procura di Roma perch, stando alle parole della Miti, la clinica avrebbe negato il trasferimento del regista-scrittore in altra sede specializzata. Non essendo sposata con Bevilacqua non poteva pretendere legalmente il trasferimento e quindi si rivolta alle autorit giudiziarie. stato aperto un fascicolo per lesioni colpose. La clinica ha sempre risposto che le cure erano state prese in accordo con la famiglia e che non era stato violato alcun protocollo. Una morte che ora si sta palesando in polemiche e accuse familiari. La compagna, infatti, tramite il suo avvocato Rosa Zaccaria, ha subito chiesto al pm Elena Neri lautopsia sul corpo del compagno per poter accertare le cause del decesso. La famiglia del defunto molto contraria a questa decisione, in particolare la sorella Anna. Intanto la Procura di Roma ha dato lok per procedere con lesame e fare chiarezza su questa morte. Alberto ci lascia tra i vari riconoscimenti lo Strega, il Campiello e per ben due volte il premio Bancarella. Parma rappresenta la citt che spesso stata al centro delle sue opere. Ricordiamo lesplicito titolo La mia Parma, Questa specie damore romanzo che nella sua versione cinematografica con Ugo Tognazzi e Jean Seberg vince anche il premio di Donatello. Di lui come autore prolifico ricordiamo alcuni titoli come : Il viaggio misterioso (1972), Festa parmigiana (1980), Leros (1994), Gli anni struggenti (2000). Del suo aspetto autobiografico, seppur un po onirico, ricordiamo alcune opere che non tralasciano mai il suo rapporto con la madre: Lettera alla madre sulla felicit (1995), Tu che mi ascolti (2004). La raccolta di poesie La camera segreta e il premio alla carriera del Meridiano Mondadori nel 2010. In ultima battuta la bizzarra Roma Califfa che lo ha visto spegnersi. Maddalena Barba

LILLY (racconto)
(Racconto) Mi chiamo Lilly, dicono i miei padroni, che ho compiuto cinque anni il giorno di Natale, perch sono cinque anni, che sono arrivata in casa loro. In realt, credo di essere nata in agosto, perch, quando mi ha visto il mio padroncino, il mio amato signore e padrone, avevo quattro mesi. Tra lui, Andy e me, stato amore a prima vista; ci siamo visti e presi,, come si suole dire. Sono una volpina un po, ibrida, ho il pelo lungo, color miele, la pancia bianca, ma il muso e le orecchie, sono nere. I miei occhi sono neri, espressivi, quasi umani, dicono. Nata da una cucciolata di quattro piccoli, il mio primo padrone, pens di sistemarci presso un autogrill, (certo, meglio forse, di morire affogati, in qualche fiume), per essere regalati a qualche turista di passaggio. Cos sono stata separata la prima volta, dai miei fratelli e dalla mia mamma. Un giorno una giovane coppia di passaggio, mi vide, mi prese e mi port con s. Mi trattava bene, credevo finalmente di avere una casa, ma quando mi ero quasi abituata a loro, accadde una cosa per me strana, la padrona era sempre stanca e soprattutto era tanto ingrassata, soprattutto nella pancia, mi raccont poi, che aspettava un bambino. Fu allora, che per fortuna, arriv Andy, poich cos gli spieg Ellie, la mia padroncina in lacrime, non mi avrebbero pi potuto tenere con loro. Il mio nuovo pap, era alla ricerca di un cane piccolo, dappartamento e mi prese subito. Cos, la sera di Natale, arrivai nella mia attuale casa; cera un bel caldo, un albero di Natale luminoso, la tavola apparecchiata con una tovaglia con tanti fiori e candele rosse e cose buone da mangiare. La mia nuova mamma, non era molto entusiasta che io fossi arrivata, anche se amava molto gli animali, ma quando il mio padroncino amatissimo, mi present con: Mamma ti ho portato una cucciola, mi sorrise, mi accarezz e da quel momento, anche con lei, nato un grande amore, nome, con cui, mi chiama spesso e sono diventata la sua cucciola. In questa famiglia, sono molto amata, coccolata e spero che rimanga per sempre la mia famiglia. Lilly da poco venuta a mancare perch molto malata negli ultimi tempi, ma ha avuto una lunga vita piena damore e sono sicura che su nel cielo dalla sua nuvoletta ci segue e ci protegge sempre. Angela Libertini

TORNIAMO AI NOSTRI VECCHI ARTIGIANI


Ecco una storia che dovrebbe farci ritornare ai nostri vecchi artigiani. Una signora acquasta una cameretta con un armadio a tre ante due comodini e un mobiletto, tre cassetti tipo com. La signora chiede la consegna a casa, si aggiungono alla cifra circa 70.00 euro, poi per montarla altre 100.00 euro, la signora si accinge a pagare! Ma la commessa aggiunge altre 20.00 euro. La signora chiede il perch. Le risponde che vanno al ragazzo che caricher il carrello per il trasporto. A questo punto la signora abbastanza arrabbiata fa presente che gli operai della ditta non li deve pagare lei! Vorrebbe strappare quel foglio dordine, ma di quella camera ha bisogno. Puntuali mandano la cameretta tutta imballata, per montarla dopo 15 giorni. Il 16 luglio finalmente arrivano gli operatori, che in unora montato il tutto. La signora guarda la camera e le prende un accidente. La camera piena di piccole bolle nere, ella dice ai ragazzi che quella camera da sostituire. Ma i ragazzi calmano la signora, raccontando che se ne porteranno unaltra sar sempre uguale o peggio poi forse le sar sostituita tra un mese o due. Decide di tenersi la camera mal verniciata e fatta con trucioli. Poi la signora riceve una telefonata, dalla ditta IKEA, che le comunica che potr avere una piccola somma per il danno della mal verniciatura, la signora ringrazia e dice: voi avete il mio indirizzo! Ma la ragazza aggiunge lei deve venire a IKEA e portare le foto della camera. La signora risponde: Io da Misano a SantArcangelo devo pagare lautostrada, pi la benzina e pagare anche le foto da consegnarvi, nel verbale di consegna i vostri operatori sono testimoni dei difetti della camera, quindi smettete di prendere in giro i Cittadini che hanno la disgrazia, di capitare nella vostra ditta. Liana Botticelli

LETTERA APERTA AI SINDACI ITALIANI


Carissimi e gentilissimi sindaci dItalia, nel nostro Paese ci sono migliaia di strutture anche nuove che ci sono costate milioni di euro, forse miliardi, vedi uffici con centinaia di stanze vuote, impianti sportivi abbandonati e sottoposti al degrado del tempo, fabbriche per manufatti e industrie abbandonate. Non si potrebbero utilizzare, dandole in gestione a privati con affitti ad equo canone? Non si potrebbero creare appartamenti per le persone pi bisognose? Non si potrebbe in questi stessi immobili creare delle fabbriche scuola, di artigianato per i giovani, e perch no anche per alcuni carcerati che con il loro lavoro abbasserebbero il costo del loro mantenimento allo Stato, e imparando un mestiere si reinserirebbero pi facilmente nella societ? Molte di queste strutture, che sono costate miliardi, ormai sono distrutte dal tempo e sono diventate dei veri depositi per la spazzatura, ma ce ne sono moltissime ancora perfettamente idonee in buono stato e potrebbero essere utilizzate. Vorrei parlare anche di molti altri lupghi, come giardini, pinete, che ormai da anni sono rimasti abbandonati allincuria, e sono diventati il ricovero di barboni e magari anche il ritrovo di donne squillo. Vedi per esempio la pineta di Ostia dove negli anni passati le famiglie romane portavano i loro figlioli a giocare e facevano merende felicemente. Oggi ci sono solo sterpaglie, disperati senza tetto, rom, prostitute, come se non bastasse spesso si sono verificati incendi, che sono costati molti soldi per spegnerli. Avete mai immaginato la pineta di Ostia curata con aiuole floreali ed opportuni spazi per minibar, con musica, piste di pattinaggio, e di danza, ovviamente tutto corredato da impianti di irrigazione e antincendio? I privati potrebbero investire denaro in grandi progetti, pagare laffitto ai Comuni per la licenza. Quanto denaro rientrerebbe nelle casse dei comuni, quanto lavoro,per moltissime persone, quale immagine diversa sarebbe per il nostro Paese? Vorrei dare un suggerimento su i bagni pubblici. Ai cittadini e soprattutto ai turisti, che ogni anno vengono nelle bellissime piazze dei centri storici, (si calcola in decine in migliaia, al giorno), si potrebbe fornire un servizio idoneo con custodi per la pulizia, carta igienica e asciugatoi, facendo pagare un biglietto di 50 centesimi. Si darebbe un buon servizio al turista, lavoro alla gente e tantissimi soldi per la cassa comunale. Nella mia vita ho assistito a molti casi di aziende gestite da alcuni che portavano le loro attivit al fallimento, poi le stesse passavano in mano ad altri e queste stesse divenivano attive e davano ottimi frutti. Gentilissimi Sindaci, ora di farla finita di piangersi addosso, bisogna eliminare le cause che creano il nostro malessere, (certamente non facile, ma si pu). Antonio Marchetti

LA MAGICA VILLA BORROMEO


Una Villa incantevole e sorprendente, un gioiello che coniuga arte, cultura e divertimento a pochi chilometri da Milano, Villa Borromeo Visconti Litta. Lignaro visitatore che prima di recarsi sul posto legge sulle guide turistiche di mosaici di ciottoli bianchi e neri, di statue e sculture dedicate a Venere, Mercurio e a misteriose creature animali, di fontane e di scherzi dacqua in realt non pu comprendere fino in fondo la natura ludica della Villa se non vi si reca fisicamente. Cos tra coreografie di spruzzi e zampilli dacqua - apparentemente a sorpresa ma in realt sapientemente orchestrati da abili fontanieri -, provenienti dai pi disparati punti del pavimento o delle pareti finemente decorate con i mosaici unici nel loro genere, il visitatore si trova catapultato nelle originarie atmosfere magiche, giocose e sofisticate di Villa Litta. Lintero complesso della Villa, unarea di circa tre ettari che comprende un immenso giardino con cinquantasei specie diverse di alberi anche centenari, stato ideato e sviluppato dal Conte Pirro I Visconti Borromeo a partire dal 1585 su ispirazione delle ville medicee toscane. Nel corso degli anni e dei secoli sono stati cos realizzati il Palazzo delle Acque, ovvero il Ninfeo, grazie allopera di geniali e rinomati architetti, scultori e pittori quali Martino Bassi, Francesco Brambilla il Giovane, Marco Antonio Prestinari, Camillo Procaccini e il Morazzone. Sorprende sapere che lAmministrazione comunale di Lainate ha acquistato la Villa, ormai in decadimento, per soli 220 milioni di lire nel 1971. Gli interventi di restauro promossi dalla Sovrintendenza hanno per permesso di restituire Villa Litta agli antichi splendori che ancora oggi possiamo ammirare cos come fece, nel 1817, Stendhal... e pazienza se qualche spruzzo dacqua dispettoso ci coglie ogni tanto di sorpresa! Maria Rita Salustri

I suindicati libri di Cosmo G. Sallustio Salvemini sono i pi richiesti tra i 32 finora pubblicati. Per prenotazioni si consiglia di rivolgersi al cell. 347.0333846

LATTUALIT, pag. 8

TEATRO E MEDICINA

N. 10. OTTOBRE 2013

LA CROMO DIETA: AD OGNI GIORNO IL SUO COLORE


Dopo il rientro dalle vacanze ci ritroviamo quasi sempre con qualche chilo di troppo, buona regola ritrovare la nostra forma fisica senza troppi divieti alimentari; cos vi suggerisco la cromo dieta che associa ad ogni giorno il suo colore e che ho personalmente sperimentato e che vi consiglio di seguire. Vediamola in dettaglio: Luned blu-viola Colazione 1 caff 2 Fette di pane integrale con due cucchiaini di marmellata ai frutti di bosco. Spuntino 1 succo di mirtilli da 250 ml. Pranzo 80-100 gr di pasta integrale di Kamut, 1 petto di pollo o tacchino, 1 melanzana grigliata. Merenda 2 prugne. Cena radicchio a volont condito con salsa di soia giapponese e gomasio, un filo di olio extravergine di oliva, due fettine di crudo degrassato, formaggio fresco morbido spalmabile, due fettine di pane di segale. Marted rosso Colazione 1 spremuta di arance rosse, due fette di pane integrale con marmellata di fragole. Spuntino una decina di ciliegie. Pranzo 80 gr di pasta integrale biologica condita con due cucchiai di pomodoro e basilico, insalata di pomodori e ravanelli. Merenda 1 mela rossa. Cena 1 sogliola bollita, insalata di barbabietole bollite, un cestino di fragole. Mercoled arancione Colazione 1 centrifuga di arance bionde e carote. Spuntino 1 pesca. Pranzo toast con prosciutto circa 50 gr. e fontina, carote alla julienne. Merenda 1 pesca. CENA risotto di zucca, melone. Gioved verde Colazione infuso di t verde, due fette di pane integrale con semi di girasole con marmellata di fichi. Spuntino 1 mela verde. Pranzo 80 gr di pasta integrale biologica con broccoli saltati, lattuga volont. Merenda 1 kiwi. Cena bresaola (circa 100 gr.) rucola e grana, zucchine al vapore. Venerd bianco Colazione 1 infuso di t bianco, oppure una centrifuga di mela, una pera. Spuntino 3 gambi di sedano. Pranzo 80 gr. di pasta integrale biologica, condita con cavolfiore bollito (circa 100-150 gr. e olio extravergine doliva), insalata di finocchio 300 gr. Merenda 1 pera. Cena rana ai ferri 150 gr., pinzimonio di sedano e finocchi, 1 mela. Sabato multicolore Colazione caff dolcificato con malto, pane tostato integrale (due fette) con composta di prugne, 1 succo di pompelmo. Spuntino 2 kiwi. Pranzo radicchio condito con sale marino integrale, salsa di soia giapponese o aceto di mele e olio extravergine doliva, 80 gr. di pasta al pesto, 1 pesca. Merenda yogurt magro ai frutti di bosco. Cena zuppa di funghi porcini, insalata di carote e di pomodori, macedonia di fragole e di banane. Domenica depurativa solo frutta e verdura. Colazione centrifuga di mela, carota e kiwi. Spuntino mela. Pranzo insalata mista (lattuga, radicchio, valeriana, carote, pomodori, cetrioli). Merenda 2 fette di ananas. Cena zucchine, cipolle, carote, patate bollite, 1 kiwi. Patrizia M. Frangini Klum

ANCHE LA SIGARETTA ELETTRONICA FA MALE ?


Spopola negli ultimi mesi questo nuovo modo di soddisfare il vizietto del fumo: la sigaretta elettronica, che consente di inalare vapore di una soluzione di acqua, nicotina ed altre sostanze. Moltissimi fumatori si sono dati al fumo elettronico , molto pi economico e meno dannoso di quello normale, anche se per qualcuno stato davvero difficile rinunciare, pi che al tabacco, al gesto della sigaretta tra le mani, perch quelle elettroniche sono sigarette davvero pesanti ed impossibile tenerle tra lindice e il medio come normalmente si fa con quelle normali. Ma con grande fatica si pu rinunciare anche a questo gesto se lo si fa per la propria salute, non essendovi combustione, infatti, il rischio cancerogeno era fino a poco fa considerato assente, vista la mancanza dei residui dovuti a questo processo ma davvero cos? Il numero di settembre della rivista francese 60 Milions de consommateurs ha infatti rivelato che la sigaretta elettronica non innocua come ci stata presentata dal marketing delle aziende produttrici, essa infatti pu emettere componenti potenzialmente cancerogene, essa contiene infatti la formaldeide, un inquinante cancerogeno in 3 casi su 10, in quantit analoghe a quelle delle sigarette classiche; lacroleina che una molecola tossica; lacetaldeide gi considerata potenzialmente cancerogena; e infine tracce di metalli potenzialmente tossici. Cosa scopriremo ancora nei prossimi mesi? Forse lunico modo per evitare rischi per la propria salute davvero smettere. Maria Rosa Laria

FITNESS LOW COST IN TEMPI DI CRISI


Mens sana in corpore sano: tutto passa da qui. La locuzione latina di Giovenale ha attraversato secoli e secoli sino a giungere a noi, rimanendo nel corso del tempo uninconfondibile verit, tanto da essere utilizzata come slogan da molte associazioni e al contempo impiegata semplicemente nel linguaggio verbale. Ma in questi tempi di crisi Come la mettiamo? Il trend del 2013 segnalato dagli esperti medici americani dellAmerican College of Sports Medicine (Acsm), vede ai primi posti le attivit a corpo libero capaci di allenare tutti i gruppi muscolari e, senza spendere tanto. Body Weight Training, un tipo di allenamento che si classificato ai primissimi posti dei Trend Fitness 2013 consente di Allenarsi in qualunque luogo e ogni volta che si ha mezzora di tempo, spendendo il meno possibile perch non servono attrezzi. Fondamentale il movimento soprattutto per combattere le patologie della sedentariet, sovrappeso in primis: quindi dimagrire s, ma divertendosi e socializzando. Queste nuove esigenze spiegano il grande successo dei programmi di allenamento legati alla danza ed in particolare della Zumba ormai presente in quasi tutte le palestre in pi di una variante, da quella classica, allacqua-zumba al Zumba Tonic. Alla palestra, vista come luogo di lavoro muscolare ed aerobico, si affiancato tuttavia il concetto di benessere. Lesplosione dei centri benessere, spesso accoppiati con le palestre, innegabile ed evidente, anche se a fianco di questa realt, soprattutto nel recentissimo periodo, se n affiancata unaltra, altrettanto importante. La criticit del periodo e la conseguente instabilit economica ha condotto a una nuova via, quella dei centri low cost. In queste strutture, nate sul modello di quelle americane, il lavoro viene svolto in maniera individuale e tutti i surplus vengono corrisposti a parte: la persona ha cos la possibilit di scegliere il proprio percorso in maniera autonoma, soddisfando le esigenze private e con un attenzione al proprio budget. Cristina Canci

LORECCHIO DI DIONISO
(a cura di Franco Vivona)

FESTIVAL DEL FILM DI LOCARNO

Anche questanno, come ormai avviene da ben sette lustri, ho partecipato al Festival del Film di Locarno, in Svizzera Canton Ticino, nello splendido scenario del Lago Maggiore. Organizzazione ottima e molto puntuale, grande partecipazione di pubblico, di artisti, di appassionati, e di migliaia di giornalisti. Con lattribuzione del Pardo doro al regista catalano Albert Serra, che ha fatto incontrare Casanova e il Conte Dracula, si conclusa la prima stagione firmata Carlo Chatrian. Unedizione del Festival di Locarno nel marchio della continuit, ma un po sotto tono, secondo la critica. Ad entusiasmare stata soprattutto la prova di qualit del cinema svizzero. Il Pardo doro assegnato ad Albert Serra con Historia de la meva mort (Storia della mia morte) di quelli che seminano discordia. Vero e proprio colpo di fulmine per il giornalista di Le Monde Aureliano Tonet, invece considerato incredibilmente pretenzioso dal critico cinematografico del quotidiano romando Le Temps. Sono rimasto affascinato da questi piani plasticamente sontuosi e dallidea di una continua lotta tra il bene e il male che alla base dellincontro tra Casanova amico di Voltaire e rappresentativo dellIlluminismo e Dracula, simbolo delle potenze occulte e gotiche del 19esimo secolo, spiega Aureliano Tonet. I 148 minuti di film non hanno invece convinto Antoine Duplan. Graficamente abbastanza bello, le immagini sono ben composte, ma trasuda un cerebralismo sterile ed fatto con attori non professionisti. Con lattribuzione del Pardo doro al regista catalano Albert Serra, che ha fatto incontrare Casanova e il Conte Dracula, si conclusa la prima stagione firmata Carlo Chatrian. Un cenno sul film risultato vincitore Historia de la meva mort: Casanova fa la conoscenza di un nuovo servitore che sar il testimone delle sue ultime ore di vita; lasciatosi alle spalle un castello francese dalle atmosfere eleganti e libertine tipiche del 18esimo secolo, trascorre i suoi ultimi giorni nelle oscure e povere terre dellEuropa settentrionale. Qui il suo mondo di leggerezze e mondanit, cos come il suo pensiero razionalista, soccombono ad una forza nuova, violenta, esoterica e romantica incarnata da Dracula e dal suo potere eterno. Sangue, lunico film italiano in concorso, ideato e diretto da Pippo Del Bono: alla fine dellanno 2011, Pippo Del Bono e Giovanni Senzani decidono di tornare sul loro rapporto con la violenza, con i sogni di rivoluzione, con il mondo doggi, e lItalia in rovina. Ma quasi che la realt si facesse beffe dei loro progetti, la morte li sorprende. Pippo accorre al capezzale della madre malata, fervente cattolica, nonch ex maestra elementare che detestava i comunisti. Da parte sua, Anna, moglie di Senzani, si ammala in modo molto grave. Nonostante i loro sforzi, le due donne muoiono a tre giorni di distanza, una dallaltra, e cos Pippo e Giovanni si ritrovano improvvisamente orfani, indifesi e smascherati. Le retrospettive di Locarno hanno sempre tracciato territori nuovi, dalle grandi monografie storiche alle programmazioni tematiche. La rassegna Open Doors: grazie al sostegno della Direzione dello sviluppo e della cooperazione del Dipartimento svizzero per gli affari esteri, la rassegna Open Doors ha lo scopo di sostenere registi e produttori provenienti da Paesi del Sud e dellEst, laddove il cinema indipendente risulta pi vulnerabile. Liniziativa ogni anno coinvolge una regione diversa. Ledizione 2013 di Open Doors si concentrata sul Caucaso meridionale, includendo Armenia, Azerbaigian e Georgia : molto interessante. Infine, il significativo messaggio del neo direttore artistico del Festival, il valdostano Carlo Chatrian: i festival del film sono luoghi di esperienze al limite; sostituendo al ritmo di vita un flusso di emozioni, fanno propria quella tensione allassoluto dei grandi film. Questo perch il cinema s finestra, ma anche specchio del nostro essere contemporaneo nel mondo. E anche la citt di Roma ha potuto conoscere ed apprezzare alcune delle numerose pellicole presentate in Piazza Grande a Locarno: tradizionale evento conclusivo dellarena di Notti di Cinema a Piazza Vittorio, Locarno a Roma. La rassegna si conferma, ancora una volta, come evento atteso ed esclusivo che consente ai sempre pi numerosi cinefili capitolini di rivivere le emozioni della kermesse svizzera. Ledizione di questanno propone un cartellone di sei titoli: La variabile umana di Bruno Oliviero. About Time di Richard Curtis. Come ti spaccio la famiglia di Rawson Marshall Thurber divertente commedia con Jennifer Aniston. Uri Sunhi di, premio per la miglior regia, che esplora il tema dellidentit attraverso gli incontri tra una bella studentessa di cinema e tre uomini innamorati di lei. Tableau Noir di Yves Yersin, un emozionante documentario sullimportanza dellapprendimento infantile che ha trovato posto nel Palmars ufficiale con una Menzione Speciale. Sangue di Pippo Delbono. Unico italiano in Concorso, il film ha vinto il Premio Don Chisciotte.

ROMA, CITT ETERNA


A poche settimane dallincontro con i miei 91 anni desidero esprimere un auspicio: che la solennit imperiale di Roma risplenda sempre dai Sette Colli fino al mare!. Arte, letteratura, religione, politica, scienza e storia, ecco Roma: riscoprire la Citt Eterna costituisce un ineguagliabile strumento per orientarsi sui monumenti, sulle antichit, sui tesori, sui luoghi di culto, di svago e di cultura, sulle strade, sulle piazze e sui vicoli che ci propongono la visione del passato e la realt del presente. Uno spettacolo unico, attraente ed ammaliante costituito da quattro passi nella Citt per afferrare la bellezza della sua quotidianit come per esempio nel bellissimo Rione di S. Eustachio, nel quale convivono palazzi rinascimentali, chiese grandiose e vicoli affascinanti. Situato in una zona centrale della Capitale, e ben collegato con gli altri rioni, dona la visione di una vivacit divertente e ricchissima dal punto di vista architettonico e monumentale. La tradizione vuole che un centurione romano, di nome Placido, vissuto al tempo dellImperatore Traiano (98-117), convertitosi alla fede cristiana, e quindi battezzato, assunse il nome di Eustachio. Martirizzato, mor in una bara di bronzo a forma di toro, insieme a tutti i componenti della sua famiglia. Intorno alla figura del martire, elevato alla Santit, si and sviluppando una forte devozione, sentimento religioso che spinse i Signori di Tuscolo ad attribuirsi il nome di Conti di S.Eustachio. Dalla chiesa, edificata nella piazza omonima, e dedicata al Santo, deriva perci la denominazione di questo Rione di Roma. In epoche successive il Rione cedette porzioni del suo territorio, in parte al Rione S.Angelo, in parte al Rione Pigna. Comprendeva monumenti di maestosa linea architettonica, quali ad esempio i portici di Pompeo, lArea Sacra dei portici di largo Argentina, il portico delle cento colonne, le Terme di Agrippa, e quelle di Nerone che, restaurate sotto limpero di Alessandro Severo (208-235), vennero chiamate Alessandrine. Nel corso dei secoli, specialmente tra il Quattrocento ed il Cinquecento, sorsero complessi e spazi monumentali, dei quali ancora oggi possibile ammirare la intatta magnificenza, come il complesso di S. Agostino, i palazzi Madama, Lante, Caffarelli, della Sapienza, mentre trasformazioni e ristrutturazioni eseguite nel tempo condussero gli amministratori dei luoghi (Papato e Chiesa) a ricorrere ad opere di sistemazione. Un progetto di respiro urbanistico, avanzato da Papa Leone X Giovanni de Medici (1513-21) con lintervento degli architetti toscani Antonio e Giuliano da Sangallo, espressione dei fermenti manieristici, rimase incompiuto. La progressione degli insediamenti urbanistici, di cui tuttora fortunatamente resta segno nella toponomastica cittadina, lapertura di Corso Vittorio Emanuele II e di Corso Rinascimento hanno originato notevoli novit e varianti nella struttura della zona, senza peraltro annullare la tipologia originaria, del resto catalogata dalla ricchezza di opere darte, monumenti, scorci ed angoli dalla inaspettata figura di nobilt artistica. Per concludere, ricordiamo che nel Rione sorgono Palazzo Madama, Palazzo Carpegna, Palazzo Giustiniani, le chiese di S.Agostino, S.Andrea della Valle e S.Luigi dei Francesi, Palazzo Vidoni, Palazzo Lazzaroni, Piazza delle Coppelle, Piazza Caprettari, e molto altro ancora, nel segno della solennit imperiale di Roma Citt Eterna. Giovanni Iodice

PET THERAPY. PAROLADELTUOANIMALE


Oggi gli animali non sono pi solo i migliori amici delluomo ma anche i loro medici curanti. il caso della Pet Therapy, ovvero una terapia dolce sempre pi diffusa basata sul rapporto uomo-animale, applicata su diverse patologie con lobbiettivo di migliorare il comportamento fisico, cognitivo e psicosociale ed emotivo del paziente. Non una terapia a se stante ma pi che altro una co-terapia che quindi ne affianca una pi tradizionale, ed basata sulla convinzione che, in casi in cui il paziente non abbia una collaborazione spontanea, laiuto di un animale possa giovare al paziente ed aiutarlo nello stabilire un canale di comunicazione che sar poi interpretato dal medico. In poche parole un gioco di squadra formato da paziente-animale-medico. A scoprire questa terapia fu lo psichiatra infantile Boris Levinson nel 1960, il quale sostenne che prendersi cura di un animale era utile a placare lansia e lo stress ma soprattutto apportava grandi benefici nei casi di depressione. Solo nel 1981 tuttavia venne fondata negli Stati Uniti la Delta Society, che studia appunto gli effetti terapeutici basati sul rapporto animale paziente, e a seguire negli anni saranno molte altre le normative che regolamenteranno questa terapia. Per quanto riguarda lequipe, questa composta da un Responsabile di progetto, un Medico veterinario, un Coordinatore dintervento (psicologo/psicoterapeuta, infermiere, terapeuta della riabilitazione e non solo) e un Coadiutore dellanimale che promuove la relazione uomo animale in collaborazione con il veterinario. Non tutti gli animali naturalmente sono adatti, solo alcune tipologie e devono essere scelti in base alla patologia del paziente, i pi utilizzati in tale terapia sono comunque cani, gatti, cavalli, asini e delfini. Insomma una vera e propria squadra che collabora insieme per apportare miglioramenti in pazienti che non reagiscono alle solite cure tradizionali e che trovano in questo linguaggio un modo per esprimersi e reagire alla malattia. Una vera testimonianza di come siano infiniti e decifrabili i mezzi con cui comunicare. Francesca Lancia

LADISLESSIASI CURACON SUONI PRENATALI


Le malattie relative al linguaggio come la dislessia possono essere contrastate con i suoni ascoltati dal feto allinterno del grembo materno. Ci quanto si apprende da uno studio condotto da alcuni ricercatori internazionali,coordinati dallIstituto di Scienze comportamentali dellUniversit di Helsinki in Finlandia e pubblicato su Pnas. I suoni percepiti dal feto, secondo i ricercatori, possono plasmare lo sviluppo del cervello in modo da influenzarlo nel linguaggio parlato dopo la nascita. Il bambino in formazione gi alla 27^ settimana di gestazione pu ascoltare i suoni innescando la riorganizzazione della corteccia uditiva fetale e la maturazione del sistema nervoso nella fase di sviluppo. I ricercatori hanno seguito 33 donne dalla ventinovesima settimana di gravidanza fino al parto. Sono state fatto ascoltare,diverse volte alla settimana, alla met delle gestanti alcune brevi registrazioni di una cantilena ripetente centinaia di volte. Ogni tanto in questa cantilena veniva sostituita una vocale o veniva ripetuta con un passo o con un accento diverso. Le risposte neuronali alle variazioni della cantilena, dopo la nascita, sono state confrontate tra i bambini,che erano stati esposti alle vocalizzazioni in utero con gli altri che non avevano subito lo stesso trattamento. Secondo i ricercatori, i risultati scientifici suggeriscono che il cervello fetale in grado di apprendere attraverso ludito prima della nascita e la sua memoria subisce dei cambiamenti strutturali. Ci fa supporre che le tracce neuronali possono anche influenzare lacquisizione della lingua durante linfanzia. Lo studio di questo gruppo di ricercatori davvero interessante e potr apportare benefici eccellenti nella cura della dislessia. Mario Coletti

PROBLEMI VISIVI PROVOCATI DALLA LUCE BLU


La sovraesposizione alla luce blu non deve essere sottovalutata, perch pu provocare: Rossore e occhi irritati, quando si fissano schermi retroilluminati per molto tempo; Secchezza degli occhi, dovuta ad una minor lubrificazione, causata da una riduzione della frequenza dellammiccamento (lautomatica chiusura degli occhi, che avviene ogni 7- 10 secondi); Visione offuscata, causata dalla luminosit degli schermi; Affaticamento, per leccessiva esposizione alla luce blu e per i caratteri di lettura e le immagini troppo piccole, che sforzano la vista; Dolori alla schiena, alla cervicale e alle spalle, per un posizionamento improprio dello schermo, che provoca una postura scorretta; Mal di testa, dovuto alleccessivo affaticamento degli occhi, che necessitano di una correzione con lenti molto precisa. In alcuni casi si puo giungere a danni pi seri, come riduzione dellattenzione e della memoria, o a vere e proprie patologie, come la degenerazione maculare. Con il nuovo trattamento antiriflesso si riduce lassorbimento della quantit di luce blu che arriva agli occhi , dando un ottimo comfort anche in condizioni di scarsa illuminazione. I benefici sono immediati, riducendo laffaticamento visivo grazie ad un aumento del contrasto e ad una riduzione dellabbagliamento, garantendo una percezione naturale dei colori, perch le lenti sono trasparenti. Tali lenti sono disponibili nei centri ottici pi aggiornati; il perfetto montaggio della lente da parte dellottico, che consiglier la montatura pi adatta e controller la distanza interpupillare, consentir la realizzazione di occhiali personalizzati. In conclusione, consigliabile rivolgersi dalloculista per la visita medica e dall ottico per lenti di qualit su misura , allo scopo di ottenere il massimo benessere visivo e proteggersi dalla luce blu del mondo digitale. Vincenzo Pagliara

LENTI CON NUOVO ANTIRIFLESSO: PROTEGGE DA LUCE BLU DI PC, LED, LCD, SMARTPHONE.
E disponibile un nuovo trattamento antiriflesso che protegge dai dannosi effetti della luce blu emessa da schermi LED e LCD di smartphone, tablet, PC e televisori. E trasparente e permette agli occhi di lavorare in condizioni migliori, offrendo una visione pi confortevole e rilassata e una percezione naturale dei colori perch: - riduce laffaticamento degli occhi - annulla labbagliamento - migliora il contrasto. Le lenti che controllano lassorbimento della luce blu (Bluecontrol) garantiscono un maggior comfort nellera digitale. La luce blu presente naturalmente nella luce del giorno, ma anche emessa artificialmente dai sistemi dilluminazione a basso consumo energetico, dagli schermi LCD e LED di smartphone, tablet, computer, televisori e dispositivi GPS. E conosciuta anche come Luce Visibile ad Alta Frequenza ed Energia, con una lunghezza donda corta. A causa del continuo miglioramento della qualit di questi schermi, aumenta anche lemissione di luce blu, fino al 40% in pi; pertanto si possono avere effetti negativi sul benessere della vista. Vincenzo Pagliara

ELENA COTTA VINCE LA COPPA VOLPI


Grande gioia e immensa soddisfazione in tutto il mondo teatrale romano e nazionale per il prestigioso premio vinto dalla bravissima attrice Elena Cotta al Festival del Cinema di Venezia; Elena Cotta, che si esibir al Teatro Manzoni in questa stagione teatrale, ha infatti vinto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile. Ed ecco la dichiarazione di Paolo Del Brocco, AD di RaiCinema. Tre delle opere coprodotte da Rai Cinema presentate alla Mostra del Cinema di Venezia sono state premiate dalle giurie dei due concorsi principali. Fra i titoli in gara nella Selezione ufficiale, Sacro GRA di Gianfranco Rosi ha ricevuto il Leone dOro e il film Via Castellana Bandiera di Emma Dante ha permesso allattrice Elena Cotta di vincere la Coppa Volpi per la sua interpretazione; a Still Life, di Uberto Pasolini, presentato nella sezione Orizzonti, andato invece il Premio per la miglior regia. Dopo 15 anni il Leone dOro va a un film italiano. Gianfranco Rosi porta lItalia alla vittoria con un lavoro paziente e appassionato. A Rosi ad Elena Cotta per la sua grande interpretazione e al raffinato lavoro di Uberto Pasolini Still Life le congratulazioni di tutta Rai Cinema e di tutti gli appassionati italiani di cinema.

N. 10. OTTOBRE 2013

ARTI FIGURATIVE E ATTUALITA

,
LATTUALIT, pag. 9

IL PUGILATORE A RIPOSO
tornato a casa dopo due mesi di esposizione al Metropolitan Museum di New York, per lanno della cultura italiana negli Stati Uniti, la scultura del Pugilatore a riposo, ammirata da oltre 90.000 visitatori, allestero. La cassa, di due metri circa e centocinquanta di peso, rientrata a Roma lultima settimana di luglio al suo posto lasciato vuoto per sei settimane nella sala VII al piano terra del Museo nazionale romano di Palazzo Massimo dove lopera stata accolta da flash e da una folla entusiasta. Il Pugile in riposo, attribuito a Lisippo e alla sua scuola, in Grecia, uno dei rari bronzi originali pervenutoci integro la cui datazione oscilla tra il IV e il I sec. A.C., rinvenuto a Roma alle pendici del Quirinale, nel 1885. Allapertura della cassa, tra gli imballaggi, emerso subito il viso consunto dal sangue e dalle ferite, rivolto alla sua destra. tornato come un figliol prodigo - ha dichiarato la Direttrice del Museo, larcheologa Rita Paris, che abbiamo intervistato. Qual il segreto del fascino misterioso di questo personaggio ? La sua importanza assoluta. Il segreto del suo successo la posa della sua figura. Seduto, rilassato, col sangue delle ferite, ma con lo sguardo rivolto verso qualcosa, forse un presagio, forse un verdetto finale Esprime sofferenza, ma anche un sottile senso di soddisfazione per un successo conquistato a duro prezzo. noto il suo impegno energico e coraggioso per la tutela e la valorizzazione dei Beni colturali italiani, a cui ha dedicato con passione approfonditi studi e ricerche. Ci vuole accennare un po alla sua storia, agli studi e a qualche iniziativa archeologica tra le pi recenti? Ho 61 anni, sono nata ad Avezzano ma ho sempre vissuto a Roma. Sono unarcheologa laureata allUniversit degli Studi di Roma La Sapienza. Dal 1980 sono funzionario della Soprintendenza Archeologica di Roma, Ministero per i Beni e Attivit Culturali. Dal 1996 ricopro lincarico di funzionario responsabile dellarea archeologica del parco dellAppia Antica. Dal 2005 sono direttrice del Museo Nazionale romano di Palazzo Massimo alle Terme dove sto realizzando progetti di nuovi allestimenti e attivit culturali, mostre temporanee, cicli di conferenze, con particolare attenzione agli aspetti della comunicazione. Durante la mia carriera ho curato varie pubblicazioni specialistiche e divulgative; ho organizzato e partecipato a convegni su temi archeologici e di tutela; ho tenuto conferenze in Italia e allestero. Nella mia storia umana e professionale il mio nome legato principalmente alla battaglia, senza sosta, a difesa dellAppia Antica, dove dal 1996 svolgo il ruolo di direttore responsabile della tutela e dei monumenti dello Stato. Tra le iniziative che ho fortemente voluto mi piace ricordare lacquisizione al patrimonio pubblico di importanti complessi come quello di Capo di Bove, trasformato da villa privata a sito archeologico aperto al pubblico e sede dellarchivio Cederna, e quello di Santa Maria Nova, oltre agli scavi, restauri e valorizzazioni della villa dei Quintili. Nel 2011 sono stata onorata del premio Zanotti Bianco da parte di Italia Nostra, per limpegno nella tutela del patrimonio culturale. Angela Abozzi

OMAGGIO A MUNCH
Del noto artista norvegese Edvard Munch sar il 13 dicembre c.a. celebrata la nascita, avvenuta 150 anni fa. I critici letterari ed artistici ritengono che larte introspettiva di Munch motivata dalla vita infelice del pittore norvegese, ma fu pi che altro segno ed espressione della crisi e del disorientamento psicologico degli ambienti artistici ed intellettuali europei alla fine del XIX secolo. Munch, dopo aver frequentato la Scuola dellarti e mestieri di Oslo, frequent lo studio artistico di Christian Krohg e partecip alla bohme di Christiania, gruppo violentemente antiborghese. La sua prima mostra, avvenuta nel 1883, sub un insuccesso di pubblico e di critica. Poi a Parigi dal 1889 al 1892 volle sperimentare limpressionismo, il postimpressionismo e il simbolismo. Il suo linguaggio pittorico pi tardi attinse al sintetismo di Gauguin e il cromatismo di Van Gogh. Nel 1893 dipinse il notissimo e famoso Grido, cio lUrlo dorrore, che prelude allo spasmodico grido contratto dallespressionismo. Delle sue numerose opere pittoriche ricordiamo la Danza della vita,Malinconia, Nudo femminile disteso. Nel 1908, in seguito ad una grave crisi nervosa, dovette interrompere i suoi graditi viaggi in Europa e ritornare ad Oslo. Munch, il pi noto e celebre artista norvegese, ha composto pi di 250 opere, che sono ammirate nei frequentatissimi Musei. La capitale norvegese, Oslo, che gela il visitatore con lo stratosferico costo della vita, lo riscalda con i suoi particolari caff, che sono quasi mediterranei. Uno dei Musei norvegesi lAstrup Fearneley, che una struttura di vetro e legno, progettata dal notissimo Architertto Renzo Piano, che contiene opere di noti artisti: Damien Hirst, Takashi Murakami e Cindy Sherman. Munch considerato giustamente uno dei pionieri dellarte moderna. Negli ultimi anni della sua vita terrena si ritir a Ekely, dove la sua arte pittorica divenne sempre pi angosciata, espressione di una intima urgenza spirituale, che i suoi autoritratti ben rivelano con drammatica intensit. Ci auguriamo che anche lItalia sappia celebrare ottimamente il 150 anniversario della nascita del grande Artista norvegese. Mario Coletti

Mario Contini, Scogliere in Costa Smeralda (olio su tela) Per informazioni rivolgersi a: Studio dArte Tel. 0789.596127 cell. 336.812356
MOSTRA PERMANENTE SARANDREA

Liana Botticelli, Il Siciliano olio 50x70 Per informazioni rivolgersi a: lianabotticelli@libero.it Tel. 06.6620020 cell. 339.4934678

Leda Panzone Natale,


Tramonto di fine estate olio 40x50 Per informazioni rivolgersi alla Redazione di questo Periodico

LA RUBRICA DELLA SALUTE


LA BORRAGGINE Cresce spontanea , dai fiori azzurri, preziosi per le sue tisane, per i bagni oculari agli occhi. Le sue larghe foglie rugose, fritte, poi ripiegate con in mezzo un pezzetto di alice e mozzarella, si girano nella padella. Questa erba chiamata lerba della felicit. In passato si era dellidea che rallegrasse lo spirito, il grande medico anticoDioscoride la definiva tonico nervino di rara efficacia. La medicina popolare, da tempo, la usa come cardiotonico, quella ufficiale ne ha accertato, lalto contenuto di calcio e potassio, minerali, organici di grande importanza per il sistema nervoso. QUANDO SI VA AL MARE Quando si entra nellacqua, molte volte si ha la disgrazia di essere attaccati da una medusa. Unico rimedio strofinare la parte gonfia e arrossata con olio caldo e mettere sopra dello zucchero per far passare il dolore. Sempre nel mare, se si ha la disgrazia di schiacciare un trachino (chiamato la vipera della sabbia, un affaretto lungo 20 centimetri con aculei velenosi sulle pinne anteriori), ti fa urlare da matti. Usare ammoniaca e acqua ossigenata. LE MELE FRITTE CON IL GELATO Con lo svuota zucchine si toglie il torsolo di una mela, dopo averla ben lavata. Si fanno delle fette per largo, come fosse una ciambella, si intinge nella pastella fatta con farina e acqua frizzante con aggiunta di 2 o 3 cucchiai di olio, per friggere, un pizzico di sale, la pastella deve essere molto densa da avviluppare bene la mela. Friggete, scolatele, portatele in tavola e su ogni frittella, aggiungete del gelato. Sentirete che bont, e buon appetito! Liana Botticelli

Lartista Pietro Sarandrea da ottobre 2013 espone in permanenza i termoquadri e alcune sue opere recenti significative a Frosinone, Via Monti Lepini 20, presso il nuovo SHOW-ROOM di FIRECAMIN. Nellinverno scorso, dal 23 febbraio all11 marzo il Maestro aveva gi presentato una mostra dal titolo TERMOQUADRI E NON SOLO nella precedente sala espositiva con grande successo di pubblico. Paola Lamonica

Caro lettore, ricordati di rinnovare la quota associativa a questo periodico che, essendo super partes, intende restare un libero organo di stampa.

Angelo Chiauzzi, Europa Olio su tela 30x40 Per informazioni rivolgersi a: chiuzziangelo@h otmail.it You tube chiauzzi Via Augusto Vera, n. 41 00142 Roma

LATTUALIT, pag. 10

CINEMA, TEATRO E MODA

N. 10. OTTOBRE 2013

DALTALENTO GENIALE DI CUARON NASCE GRAVITY


(Dalla nostra corrispondente da Los Angeles) Lo spettacolare film diretto da Alfonso Cuaron (Y to Mama Tambien, Harry Potter: Il Prigioniero di Azkaban, Children of Men), Gravity, pu essere considerato un esempio dinnovazione tecnologia in 3D con notevoli effetti speciali (Tim Webber) e sonori, nuove idee. Sostenuto dallottima interpretazione degli attori George Clooney e Sandra Bullock che per le sue capacit artistiche regge una storia al limite dellimmaginazione. Oggi con lesplosione del 3D, la produzione cinematografica si indirizzzata a realizzare progetti importanti che richiedono investimenti considerevoli non sempre utili a migliorarne la qualit nella versione in 3D. Pochi di questi film in ripresa tridimensionale sono consigliabili al pubblico. Luso degli occchiali richiesti per questa visione, specialmente per chi gi li deve portare a correzzione della vista, fastidioso per la durata di un film. Gravity assolutamente uno dei film da vedersi in 3D per la superba tecnologia da cui dipende il film che supera quella usata in Life of Pi di Ang Lee. Il film stato presentato ai festival di Telluride e Toronto acclamato dalla critica prima daprire il festival di Venezia. Cuaron conosciuto come regista di soggetti per adulti propone in Gravity, di cui sceneggiatore insieme al figlio, un film per tutte le et, ricco demozioni visive difficili da dimenticare che lo porta ad essere considerato uno dei pi importanti registi internazionali. Al thriller di fantascienza, Cuaron, ha dato il taglio giusto con la durata di 90 minuti. Il film apre con una lunghissima ininterrotta inquadratura di 12 minuti che presenta il cosmo in cui lentamente la nave spaziale viaggia. Un guasto ha richiesto lintervento di parte della crew per riparare un importante telescopio. Una pioggia di detriti causati da un satellite russo nelle vicinanze si abbatte sullo shuttle che viene danneggiato dai detriti. Fuori dalla navicella spaziale rimangono lesperto astronauta Matt Kowalski (Clooney) alla sua ultima missione e il Dott.Ryan Stone (Bullock) ingegnere alla sua prima esperienza nello spazio. Inizier una lotta per la sopravvivenza, ad una distanza infinita dalla terra. Gravity sar un ottimo contendente sia per il Golden Globe che per gli Oscars qualificandosi a livello dei cult movie nella storia del cinema come 2001 Odissea nello Spazio di Kubrick del 1968 e Ron Howard Apollo 13 del 1995. Maristella Santambrogio

I CENTO PASSI, UN SUCCESSO


Tra la casa di Peppino impastato e quella di Gaetano Tano Badalamenti ci sono solo cento passi. Una piccola distanza tra due mondi e due mentalit diverse: quella di Tano, vero boss del paese in seguito allomicidio di Cesare Manzella (zio di Peppino), e quella di un giovane intelligente e ribelle che si rifiuta di accettare il sistema e di adeguarsi alla mentalit di un paese ormai perso nella paura e nellinerzia. Per raccontare questa storia, fino a pochi anni fa sconosciuta a molta gente, Marco Tullio Giordana dirige nel 2000 I cento passi, riunendo un cast di bravissimi attori, molti dei quali allora quasi sconosciuti, tra i quali primeggiano un eccellente Luigi Lo Cascio, che per linterpretazione di Peppino ha vinto un David di Donatello, un Nastro dargento e un Globo doro, e un altrettanto ottimo Tony Sperandeo nei panni del boss di Cinisi. Il regista, autore anche di pellicole impegnate come Pasolini, un delitto italiano e il recente Romanzo di una strage sugli eventi di piazza Fontana, inizia la sua storia dallinfanzia di Peppino e dal punto di vista della sua famiglia, molto vicina ai clan locali. Con un salto di alcuni anni la storia ci mostra un ragazzo ormai cresciuto, i suoi primi tentativi di risvegliare la coscienza del suo paese. Gli amici fedeli e insieme a lui fonderanno quella Radio Aut che riuscir a scuotere il paese e ospiter molte coraggiose voci contro i clan e la politica locale. Fino ad arrivare allaccurata descrizione dellomicidio di Peppino, inizialmente considerato un suicidio o un atto di terrorismo. Anche se a un esame superficiale potrebbe erroneamente essere considerata un manifesto di propaganda ideologica, la pellicola di Giordana narra una storia accurata e ottimamente gestita. La colonna sonora composta da brani di vari autori tra cui John Williams, i The Animals, Leonard Cohen e da una riuscita cover di Summertime eseguita da Jimi Hendrix e Janis Joplin. Grazie alla bravura del regista e alleccellenza degli attori, I cento passi, accolto alla sua uscita al Festival del Cinema di Venezia da un lunghissimo applauso, riesce a evitare i sentimentalismi e la retorica, e costituisce ancora oggi un riuscito e tentativo di cinema-giornalismo. Emiliano Federico Caruso

NEL2015UN FILMSUPERMANE BATMAN


E se fosse Superman contro Batman? notizia di qualche giorno fa quella di un nuovo film della Warner Bros che vedr i due eterni supereroi assieme. Da oltre un decennio film sui personaggi dei fumetti sono un realt ben consolidata vista ormai la carenza di idee innovative al cinema (leggasi Hollywood) e allora perch tanto clamore allannuncio di lungometraggio su Batman e Superman tanto da meritare quasi la prima pagina dei quotidiani nazionali e di quelli on-line? Innanzitutto va spiegato a chi non un frequentatore del mondo parallelo dei fumetti che i due hanno quasi 80 anni ma la magia della china li lascia belli, forti e invincibili. Superman nasce nel 1938 sul primo numero di Action comics per opera di e e limmediato successo ha spinto il personaggio nellimmaginario collettivo attraverso programmi radio, serie televisive, film, cartoni animati fino a farlo diventare una vera e propria icona culturale Americana. Proveniente dal mondo Krypton dotato di poteri sovraumani, supervista, superforza, supervelocit a terra e in aria ,che egli con spirito quasi messianico mette a disposizione dellumanit, celandosi dietro un paio docchiale quando impersona il suo alter-ego Clark Kent. Batman nasce nel 1939 dalla mente di Bob Kane combatte la sua battaglia contro il male in maniera diametralmente opposta al kriptoniano: la notte e loscurit sono i suoi alleati migliori. Bruce Wayne la sua vera identit, dilaniato dalla morte dei genitori per mano di un borseggiatore e rivive la scena dellassassinio a cui ha assistito ancora bambino tutte le notti. Ha promesso sulla tomba dei genitori di eliminare il crimine usando i suoi averi miliardari cos dopo aver subito un training di arti marziali in oriente si costruito la mitica bat-caverna, la bat-mobile e un infinita gamma di bat-gadgets e tutto ci lo ha reso pressoch invincibile alla stregua del pi diurno e solare Superman. Diventato un mito della Beat-Generation con la serie televisiva anni 60 (chi non ricorda la canzoncina na-na na-na na-na na-na batmaaan?) e da allora sempre presente nella cultura pop. Due eroi, i primi supereroi nellimmaginario collettivo, che hanno visto nascere dopo di loro cloni e semicloni senza mai essere in grado di superare gli originali. Superman un semidio con i tratti del salvatore delle profezie, Batman invece rappresenta luomo che cosciente dei suoi limiti umani li vuole superare, riuscendoci con la forza di volont della disciplina e dellintelletto diventando anchegli un salvatore ma dai tratti cavallereschi, crociati. I due rappresentano le perfette opposte polarit. Ecco perch un film con questi due tanto atteso, un po come vedere Maradona e Pel giocare nella stessa squadra ma se i due invece stavolta non fossero dalla stessa parte? Ci la renderebbe una pellicola epica, di quelle mai viste. La storia di Miller immagina un Superman ormai filogovernativo dedito a salvare il mondo ed un Batman invece invecchiato e inaridito dalla sua infinita battaglia contro un crimine-idra a sette teste. Va da se che in breve i due hanno dei diverbi e finiscono alle mani e indovinate chi ne esce vincitore? Simone Chermaz

MODA E NON SOLO


(a cura di Lucilla Petrelli)

JIMMY FONTANA LASS


Un altro amico, Enrico Sbriccoli (in arte Jimmy Fontana), l11 Settembre, anniversario dellabbattimento delle Due Torri di New York, andato a raggiungere i miei Cantanti in paradiso, anche Lui, come i colleghi che lo hanno preceduto in questi ultimi mesi (Jannacci, Califano e Little Tony), ahim, pi giovane di me: era nato infatti a Camerino (Macerata) il 13 Novembre 1934. Famoso non solo in Italia ma in tutto il mondo proprio per Il mondo che, di pari passo alla sua Che sar hanno fatto di Lui un artista di fama internazionale. La sua prima partecipazione al Festival di San Remo avvenne nel 1961, in coppia con unaltra cantante che ho avuto il piacere pi volte di presentare Miranda Martino, con una canzone dal titolo Lady luna! Non perch mi amico ma stato un grande in tutti i sensi: sia come Uomo che come Artista ed stato amato e stimato da tutti i colleghi: da Tony Renis ad Edoardo Vianello, dal mio concittadino asmarino Nico Fidenco al pupillo di mia Zia Mary Lodi, Lando Fiorini! Al caro Jimmy Fontana, sperando che le mie parole possa leggerle od ascoltarle (attraverso i miracoli di Internet anche in Cielo) aggiungo semplicemente queste 4 parole: Tu, col tuo mondo, pur se sei andato allaltro mondo, rimarrai sempre in questo mondo perch Il mondo continuer a cantarla tutto il mondo!... Che sar della tua tourne allaltromondo? Che ser ser io son certo che meglio di qui ci si sta! A ben presto e, mi raccomando, salutami tutti i miei Cantanti in paradiso!... Gilbert Paraschiva

Lucille, style coach! WARDROBE NEWS


Novit per la prossima stagione, autunno-inverno, a cominciare dal ritorno delle Bluse stile anni80, con fiocchi a tinta unita ma anche a fiori, in raso, chiffon, pizzo, in viscosa, un capo perfetto per tutte le occasioni ! Le classiche Polo cambieranno faccia con cristalli e angora al posto del cotone, una versione calda per le giornate fredde. Non dovr mancare nel guardaroba anche il Cappotto di taglio maschile e il pull in cachemire nero e come ultima chicca il colore di stagione, lelegante blu elettrico! Tornano e saranno di gran moda gli stivaletti anni 60 i Beatles Boots con tacco basso ed elastico alla caviglia ma con tanta fantasia in pi. Classici in cuoio od in cavallino bianco-nero, in tweed , animalier (il maculato sempre di gran moda...), in velluto, in camoscio, insomma la musica sempre quella... Ma che musica! Borse alla ribalta a tutto colore per contrastare il grigiore della stagione alle porte. Colori come il prugna, il mandarino,il limone e menta, materiali come il cocco, il cuoio martellato a stampa, in pelle con dettagli in metallo. Certamente una variet per tutti i gusti e per tutte le tasche. I gioielli servono anche a vivacizzare un capo e allora non mancher il Punk: chiodi, borchie, croci e lunghe catene, i nuovi gioielli in mtal per i trasgressivi chic! Sempre di moda i girocolli con perle e ciondoli argentati e dorati. I materiali vanno dai cristalli agli strass dei Swarovski ma anche il semplice metallo render felici le pi giovani! E per finire due gocce di Profumo veramente glamour che completer laspetto perfetto per la nuova stagione come quello di Pomellato, s la famosa casa di alta gioielleria che ha lanciato la nuova fragranza Nudo con ben tre varianti Blue, Rose e Amber con flaconi che si presentano come dei veri bijoux. Altro profumo, altro lancio. A Parigi ,dove lo storico marchio francese Herms, al 24 di Faubourg Saint Honor ha presentato il profumo Un Jardin sur le Toit ispirato alloasi di verde con alberi da frutto, piante aromatiche ed una vista incomparabile sui tetti della citt che si trova allultimo piano dello storico palazzo Herms Novit anche in libreria. Uno per tutti il bellissimo libro La moglie, della bengalese Jhumpa Lahiri. La storia di due generazioni di una famiglia di Calcutta. Mezzo secolo di storia del Bengala, navigando tra due continenti, America ed India, con tanta emozione regalataci dalla protagonista di questo libro e del suo interessante vissuto! dellEssex, in Inghilterra, nel 1320. Suo padre era un conciatore che morendo gli lasci un piccolo gruzzolo. Con esso John acquist un cavallo, una corazza, una spada e si arruol nellesercito del re Edoardo III che attraversava la Manica per andare a combattere in Francia. Era di statura superiore alla media, aveva spalle quadrate, collo taurino, braccia possenti, naso lungo e irregolare, labbra sottili e nervose, guance accese e mascella dura. Una chioma castana e riccioluta gli scendeva sulle orecchie e folte sopracciglia gli sgrondavano sugli occhi bruni e profondi. Fin da bambino aveva avuto la passione delle armi e uno zio gli aveva insegnato a cavallare, a tendere larco e a maneggiare la spada. In Francia prese parte alla battaglia di Crcy dove per la prima volta gli inglesi fecero dellartiglieria, e dieci anni dopo, sul campo di Poitiers, fu fatto cavaliere. Dopo la pace di Bretigny, con un centinaio di compagni pass in Italia e si mise al soldo del condottiero tedesco Alberto Sterz, che comandava la famosa Compagnia Bianca. Non passava giorno che le sue soldatesche non compissero scorrerie nelle fertili pianure piemontesi e lombarde, distruggendo le messi, scannando le greggi, svaligiando le cascine, violentando le donne. Era la vita che Giovanni Acuto aveva sempre sognato. Lo Sterz ne fece il suo luogo-tenente e quando Pisa arruol la Compagnia Bianca contro Firenze fu lui a dettare le condizioni dellingaggio e a condurre le operazioni di guerra. Quando esse cessarono, ottenne da Pisa che il bottino del nemico fosse assegnato alla Compagnia e che i suoi uomini fossero liberi di muoversi nel territorio della Repubblica e di svernarvi. In segno di gratitudine le truppe deposero lo Sterz e lacclainarono comandante. Pisa gli misc a disposizione una guardia del corpo e uno stuolo di paggi. -Alla ripresa delle ostilit, lAcuto reclut forze fresche e le lanci contro i fiorentini i quali, no! riuscendo a contenerle, inviarono al comandan -inglese ambasciatori per indurlo a passare daTh loro parte. Giunti al cospetto del condottiero, messi estrassero dalle loro borse fiaschi di vino colmi di fiorini. LAcuto li soppes a lungo. Poi convoc i soldati e chiese cosa volevano fare. Tutti si trasferirono nel campo nemico. Al servizio di Pisa rimase solo lAcuto con ottocento inglesi. Ma non per fedelt. Poco prima egli aveva ricevuto proposte ben pi allettanti da un ricco mercante, Giovanni Agnello, che profittando del caos in cui era piombata Pisa, mirava a impadronirsi della citt. In cambio del suo aiuto, lAcuto avrebbe ricevuto trentamila fiorini. Il colpo di Stat riusc e linglese, oltre alla somma pattuita, ebbe le una lauta mancia. Ne aveva bisogno perch tempi duri sannunciavano per le compagnie di ventura. Il papa Urbano V, dopo aver lanciato contro di esse lanatema, aveva invitato i principi dEuropa a coalizzarsi per combatterle. Tutti avevano risposto allappello, e una potente lega si era costituita. Al momento di passare allazione, per, la maggior parte dei suoi membri aveva fatto marcia indietro. Lo stesso Pontefice, allarmato dalle notizie che giungevano dalla Terrasanta, accanton lidea di una crociata contro le milizie mercenarie. LAcuto aveva nel frattempo raccozzato alcune migliaia di uomini e sera abboccato segretamente con agenti di Bernab Visconti, che lo volevano al suo servizio.

DATECIANCHE GIACCAE PANTALONI


Autunno-inverno 2013/14, via negli scatoloni le mise di tendenza che ci hanno accompagnato fino ad ora per sfoggiare tutte le novit lanciate sulle passerelle dei tanti designer, che anno dopo anno, sembrano non esaurire mai la loro vena creativa. Tante le ispirazioni come tanti sono i riferimenti e gli spunti presi dagli anni passati, che sembrano comunque non abdicare dal podio degli anni migliori. La parola chiave per le pi appassionate questanno attingere dal guardaroba del partner, voi direte che lo stile garonne ormai visto e rivisto, e in effetti vi diamo ragione, ma questanno possiamo definirlo ancora pi raffinato ed evoluto e soprattutto ispirato ad un livello di classe pi alto, quello del principe di Galles. Tessuti pesanti, spigati e tweed e ancora forme geometriche che non mancano di evidenziare il punto vita mettendo in risalto spalle ben definite cariche di una femminilit sicura, quasi prepotente, ma affatto sgraziata. Ancora cappelli e tonalit che cavalcano tutte le nuance del grigio fino allintramontabile bianco e nero, con dettagli in tinta per rendere il tutto un perfetto pacchetto dallimpronta maschile che tuttavia racchiude una sensualit esplosiva. In poche parole oltre allemancipazione femminile, oltre a ricoprire ruoli sempre pi prestigiosi, ed oltre ad osannare la parit dei sessi, ora noi donne ci infiliamo addirittura nei loro abiti come per dire che la nostra sicurezza non deriva certo da una gonna corta. Probabilmente tra qualche anno andranno di moda anche i boxer al posto della lingerie pi pregiata, ma per noi quasi un divertimento cambiare ruolo e abiti ogni stagione per confondere le idee. Insomma, quello che conta non cosa si indossa, ma come! E si sa che il nodo alla cravatta spesso lo fanno meglio le donne. Francesca Lancia

BOOKS NEWS

Si consiglia la lettura del libro di Indro Montanelli e Roberto Gervaso LItalia dei secoli doro (Ed. Rizzoli 1971). Proponiamo una riflessione sul capitolo intitolato Alla merc dei mercenari (pag. 373 - 377). DAL TRECENTO LITALIA TERRA DI MERCENARI Nel tracciare le vicende delle pi importanti citt italiane nel Tre e Quattrocento abbiamo tralasciato le infinite guerricciole che ne accompagna rono lo sviluppo. Il lettore si rassicuri: esse nonmutarono le sorti del nostro Paese, ormai spaccato in cinque Stati visconteo, veneziano, fiorentino, pontificio, angioino-aragonese - e m una galassia di staterelli. Spesso queste guerricciole non furono che scaramucce volte alla presa di un castello, allaleatoria rettifica di un confine, alla conquista di una piazzaforte. Ma da tempo Comuni e Signorie avevano smesso di combatterle con milizie regolari, il cui reclutamento, (tre a essere molto costoso, distoglieva i sudditi dalle attivit civili, e avevano fatto appello a truppe mercenarie, o compagnie di ventura. Le prime si formarono con lo sgretamento del feudalesimo e il trionfo del municipio sul castello. Molti nobili atti solo alle armi, piuttosto che con le loro masnade e diventaresi dei sedentari borghesi, preferirono mettersi al soldo di questo o quel Comune, di questo o quel Signore, e per esso guerreggiare. Arruolavano nelle loro bande avanzi di galera, fuorilegge, crociati rovinati dalle guerre sante, soldati calati in Italia con gli eserciti imperiali e travolti dalle loro disfatte. Compagnie di ventura spuntarono un po dappertutto in Europa, ma fu soprattutto nei Paesi come lItalia e la Germania, dove mancava un potere centrale, che esse piu rigogliosamente properarono. Ciascuna era formata da alcune migliaia di fanti e cavalieri divisi in condotte, o squadre, muniti di elmo e corazza, armati di spada, pugnale e giavellotto. Aveva il proprio motto e la propria bandiera e assumeva il nome del suo comandante. Quella di fra Moriale disponeva di tesorieri e di giudici, che avevano il compito di dirimere le liti che regolarmente scoppiavano tra i soldati alla spartizione del bottino. Quando in tempo di pace esso mancava, le compagnie ricattavano le citt, e solo in cambio forti somme di denaro sastenevano dallaggredirle e dal saccheggiarle. Pisa e Firenze dovette sborsare rispettivamente sedicimila e ventimila fiorini a fra Moriale per tenerne due anni lontano dalle loro mura le soldatesche. Avide di guadagno, animate da un insaziabile zzolo di rapina, immuni dalle sanzioni della legge, le compagnie di ventura si mettevano al servizio della citt o del Signore che le pagava di piu e non esitavano a tradire se il nemico le allettava con un soldo pi vantaggioso. Giovanni Acuto milit sotto le insegne di Pisa, di Milano, del Pontefice e di Firenze e con molti voltafaccia divent il pi potente e temuto condottiero del Trecento. La sua vicenda riassume esemplarmente il marasma italiano. Il suo vero nome era John Hawkwood ed era nato in un villaggio

ARCHIVIO STORICO

Il periodico LAttualit, essendo assolutamente libero da sudditanze di vario genere, un organo di stampa interamente autofinanziato.

A norma dello Statuto sociale del Movimento Salvemini (16 ottobre 1962) il periodico LAttualit (cartaceo e on-line) super partes. Non pu essere, pertanto, uno strumento di propaganda a favore o contro determinati partiti politici ma un veicolo comunicativo messo a disposizione di chiunque voglia manifestare liberamente le proprie opinioni. Propone riforme istituzionali necessarie e urgenti per moralizzare la vita politica e per realizzare una democrazia sostanziale (modello greco-antico). Attualmente, com noto, la democrazia degenerata in lobby-pluto-crazia, gestita da oligarchi senza scrupoli morali, incapaci di realizzare il diritto al lavoro e la giustizia sociale.

N. 10. OTTOBRE 2013

LATTUALIT, pag. 11 PENSIERI NOTTURNI Ci si pu perdere in una notte serena/ mentre guardiamo il cielo stellato,/ o il volo di una rondine sperduta/ o quello di un giovane gabbiano/ al suo primo volo di quella stagione;/ ci si pu perdere nei tuoi occhi azzurri/ come questo cielo che ci sovrasta/ che si colora al calar del sole,/ che va a spasso nel suo tempo./ Questo mio volare nella fantasia/ si affaccia nel tuo essere/ e mi porta in quel tuo sogno notturno/ dove i tuoi pensieri si lasciano cullare/ dalle prime luci dellalba,/ in quella metamorfosi di luce e di pace,/ tu ti sei fatta trasportare da quella luce lunare/ perch innamorata della sua bellezza/ e sei diventata poetessa del bene/ e i tuoi versi damore/ hanno generato una eterna aurora nel cielo/ scrivendo, cos, la storia pi bella del cuore./ Mentre ora ancora ti nutri di quei sospiri,/ si alza nellaria, quel profumo delicato/ che la fresca rugiada della notte,/ ha nascosto in quel bocciolo di rosa,/ ma la stessa ora innamorata dei tuoi versi,/ lascia cadere dolcemente, un suo petalo/ che adagiandosi sulle tue fresche labbra,/ si addormenta per sempre/ ma prima ti racconter la sua storia damore/ e darti in dono... la sua ultima goccia di rugiada. Stefano Di Marino RAPPORTO AMICALE Nel calle della vita/ camminare insieme/ allenandosi allaccordo/ che scandaglia gli ostacoli/ scava nel profondo/ e rende lumano/ simile al simile./ Donare e donarsi/ per vivere le situazioni/ normali/ difficili/ e di crescita./ Attirati e sedotti/ dallo sguardo dintesa/ rigenerati e pervasi/ dal prestigioso fascino/ dellaltro/ trovato affine nellidee/ simile nei sentimenti/ e accumunati dai valori/ il rapporto acquisisce/ valore inestimabile/ mai altalenante./ La presenza tenera/ dellaltro/ assicura/ e man mano/ prende consistenza/ come collante/ prende presa. Anna Cardelli Marena TRAMONTO SULLE DOLOMITI Immacolate cime./ Intatte./ Pure come occhi vergine/ che va incontro allamore/ voi mi guardate./ Confusa tra cielo e terra/ lanima mia si perde/ per linfinito/ soffice piano di nuvole./ Che il cielo splendido indora/ in questo tramonto/ senza eguali. Antonietta De Angelis UN VOLTO UMANO Povero campagnolo/ scalzo e nudo/ al brivido di marzo/ al fuoco dagosto/ tutta la tua vita/ umile vita/ al gaudio altrui/ un volto angusto. /Antonio, uomo del tempo/ uomo provato/ io piango/ per la tua vita/ umile vita/ in questo mondo ingrato/ e sempre spietato. Vittorio Pesca VITE INFELICI Se tu nefando fosti,/ oggi che sei al di l/ cosa dimostri? Forse il tuo Dio,/ ti ha gratificato?/ Di tutte le perfidie che facevi!/ Dei sogni che rubavi alla mia vita,/ solo menzogne tu mi raccontavi,/ orpelli e solitudine mi davi/ in cambio le dolcezze io ti donavo/ sperando di cambiar la vita in te./ Quando quel bimbo atteso vibr in me/ una luce si squarci dentro il mio cuore,/ ecco mi dissi: or lui sar felice!/ Ma il dolce fato, fu solo una chimera/ Tu non tornasti pi da quella sera./ Cos scoprii la tua doppia vita,/ quellangelo che avevo dentro me,/ dal gran dolore, se ne vol in cielo,/ e oggi prego per quella tua anima/ che Dio perdoni, il male che ci hai fatto. Liana Botticelli LETTI SEPARATI Quando lombra lunga/ della sera/ cala sulla citt,/ sfiancata dagli umori/ essenziali,/ io ti lascio./ Selvaggia, necessaria,/ priva di intimit sommersa/ si assonna la notte./ Gi rimpianto/ il bacio frettoloso/ scambiato sul portone./ Su per le scale/ lento lavvio/ mentre mi sciolgo/ il tuo sapore in bocca./ Sbuca,/ nella camera sola,/ scomposto da libri e da giornali,/ il letto/ ed inadeguato appare!/ Sfoglio qualche carta, tratteggio pigra un rigo,/ addento poi la mela/ e per la casa vago. /Tu, sulla strada del ritorno,/ ancora!/ Aspra la notte,/ lunga da passare./ Sgomitolo emozioni/ e mentre mi addormento,/ il trillo/ del telefono affannato./ Inciampa/ il freddo solitario/ del letto separato/ appena/ il tepore della voce/ si sparge ormai/ sul cuscino,/ nella coperta/ e tra le lenzuola/ un poco maltrattate. Maria Serritiello ASPETTAMI AMICO GES Aspettami Amico Ges/ Aspettami perch il mio passo lento/ porto con me il peso/ il peso, di tanto dolore. Aspettami Amico Ges/ perch il mio corpo stanco porto con me il peso di tanti pianti./ Aspettami Amico Ges,/ aspettami, perch non riesco a vederti e timmagino forse non come sei ma certo come vorrei tu fossi./ Aspettami Amico Ges/ aspettami, perch se difficile continuare a credere/ ma quanto duro, non credere/ non riuscire a credere./ Aspettami Amico Ges. /Aiutami a Credere! Gilberto La Scala I MONDI, LA VITA, L'UOMO I tondi, i mondi, la vita e in me... Lui./ Cos dalla luce che abbaglia/ nasce l'Uomo e sotto lo sguardo dell'occhio divino/ nascono i mondi e cosi la materia si diletta/ con colori forti o trasparenti/ a dar vita alle forme .../ quelle invisibili... quelle immense.../ e nella variet mirabilmente variegata l'Uomo. Albano Laporta ROSSANA PARTITA Rossana/ illuminava/ la casa/ Rossana/ illuminava/ il vicinato/ Rossana/ illuminava/ il suo passaggio/ Rossana/ partita/ clandestina/ la casa/ spenta/ il vicinato/ spento/ il suo passaggio/ spento/ di muta/ assenza/ Michele/ fulminato/ di colpevole/ incomprensione/ Michele/ fulminato/ di devastante/ sottovalutazione/ i piccoli/ brancolano/ al buio/ spauriti/ ed affamati/ la solitudine/ attanaglia/ i cuori/ di una vita/ rarefatta. Francesco Tanzi ECCO IL MARE Ecco il mare, / laggi allinfinito. / Rasserena / con lazzurro dei suoi colori, / dondola sulla cresta / dellonde spumeggianti, / disegna parole dolci / che mormorano armonie, / chiama allascolto / dei suoni del profondo,/ sussulta felice / al tepore della primavera. / Ecco il mare, / laggi allinfinito. Accompagna il pescatore / a cercare i suoi abissi, / ruba i battiti dei cuori / di color / che guardando / amano ancora / inneggiar alla vita. Giovanni Iodice PREMIO PAGINE DI POESIA 2007 CHE DOLCE NOME ! Mi dicevi che mi cullavi,/ Mamma, dolcemente con amore/ quandero piccolo e mi accarezzavi./ Hai rischiato per me la tua vita/ per mettermi al mondo e per rendere/ la tua esistenza pi significativa e colorita./ Mi hai inculcato la cristallina fede,/ mi hai insegnato a vivere onestamente/ e che felice sar sempre chi crede./ Ti ho tanto amato, Mamma,/ e sempre tamer per tutta la vita,/ perch nel mio cuor hai acceso la fiamma/ dellaltruismo, della solidariet,/ dellamore verso il prossimo,/ della bont e della carit. Mario Coletti

LANGOLO DELLA POESIA


tratto, vedo unallodola in picchiata verso il terreno,/ nel nido suo amato, tra il grano,/ per dare da mangiare agli uccellini./ Mangiano con foga i piccolini, rubando ognuno il cibo allaltro,/ e mentre il mio sguardo, viene dolcemente cullato da questo spettacolo,/ mi sembra di tornare fanciulla felice./ Penso al sole che riscalda i piccoli/ mentre la madre prende il volo nel cielo,/ e che tutta questa meraviglia esiste/ per grazia del nostro Signore. Giannina Nardecchia Orsini OMAGGIO ALLA TERRA Terr, accetta oggi il mio saluto/ lultimo sullaltare del giorno che svanisce./ Tu sei eroica, esulti negli eroi,/ tu sei bella e severa,/ sei sorta da un indimenticabile aurora,/ sei uomo e donna insieme,/ con la mano destra riempi il calice di nettare,/ e con la sinistra lo mandi in pezzi./ Hai disseminato rottami di storia/ oltre le rive della vita e della morte./ Sei bella nella tua abbondanza,/ ma terribile nella penuria./ Sei bella nella sfida delluragano,/ sei armoniosa e crudele, vecchia ma sempre giovane./ Tu come una madre amorosa ci hai donato le tue/ creazioni pi belle, ci hai dato tanto,/ e noi abbiamo distrutto tutto/ il tuo cuore pieno di sofferenza e tristezza,/ come il cuore di una mamma che sa che anche/ quel poco di buono che rimasto, verr/ distrutto dallavidit di potenti senza scrupoli./ L inchiostro di uninfinita notte ti canceller/ o terra,/ le dita vorranno suonare ma non nascer/ alcuna melodia./ Quel giorno il creatore, privo della sua creazione,/ immerso nel pensiero, sieder solitario nel cielo/ senza lazzurro,/ si immerger in infinita meditazione/ sgranando il suo sacro rosario. Amodio Rita LA MULATTA Esplodono le razze nella sfolgorante sua bellezza/ belluina i maschi delle razze la braccano/ per addentare nei letti il frutto proibito/ della ibridazione maliosa della sua vitalit/ la rifiutano le razze perch porta disturbo/ alle loro sicurezze canoniche/ la mulatta rimane il fiore avvelenato/ del razzismo violentatore. Francesco Tanzi ECCO IL MARE Ecco il mare, / laggi allinfinito. / Rasserena / con lazzurro dei suoi colori, / dondola sulla cresta / dellonde spumeggianti, / disegna parole dolci / che mormorano armonie, / chiama allascolto / dei suoni del profondo,/ sussulta felice / al tepore della primavera. / Ecco il mare, / laggi allinfinito. Accompagna il pescatore / a cercare i suoi abissi, / ruba i battiti dei cuori / di color / che guardando / amano ancora / inneggiar alla vita. Giovanni Iodice GOCCE DI PIOGGIA Ascolta, / piove dai cirri corrosi, / il bosco odiato / rimane senza voci. / Ascolta, / sono gocce e lacrime / su tamerici e rovi, / parole umane / che fuggono lontano. / Ascolta, / piove sui pensieri / che lanima dischiude / allintensit del cielo. / Ascolta, / cade il pianto / dei voli dei gabbiani, / si posa sulle fronde, / ormai rade, / dei rami illusi. / Ascolta, / il canto della cicala / posata sul ginepro, / racconta una favola / damore infranto, / abbandonato / allisola dei ricordi. Giovanni Iodice

QUANDO ILDESTINO COLPISCE ILMIO CUORE DI MADRE


Quando gli occhi color cielo o mare, velati di lacrime si uniscono fra unantica quasi muta sorgente daacqua, pian piano le abbraccia il mare. Commosso si ribella, getta in alto mare una spumosa onda, raggiunge il mio viso, come una carezza asciuga le mie lacrime. Come palloncini trasparenti e colorati nellaria svaniscono fra la gioia di bimbi col nasino allins che invano vogliono afferrarli. Mi ridesta labbraccio improvviso delle romantiche maliarde sirene, amanti del mare; mi spingono dolcemente accanto ad uno scoglio, per sognare, per poetare assieme a loro. Ecco, perdo lo sguardo nellimmensit divina del cielo. Brillano gioiose le stelle che girano attorno al mio sognante Angolo di Luna; sul mento, paziente consola e culla un triste Pierrot, a destra e a manca. Il mio cuore cade nellestasi della poesia vagante di sogni. La Luna, raggiante di felicit tra le braccia del sole, illumina il mio viso. Il triste Pierrot getta la maschera, sorride, mi ruba un folle bacio damore. E langolo di luna, musa dei miei sogni damore vaganti. Non voglio ridestarmi, voglio carezze, correre per le vie del cielo, con la mia intensa fede divina raggiungere il sacro trono di Dio misericordioso, stringere al mio cuore un lembo di quel mantello stellato della nostra Madre Celeste, sostegno divino, speranza per tutta lumanit, conforto alle nostre sofferenze qui sulla terra. Mi ridesto; volano al cielo le mie fervide preghiere. Grazie, mio Dio. Le preghiere mi danno la forza di non arrendermi. Non devo mollare. Posso ancora evadere, sognare, poetare. Grazie, mio Dio. Seppure la penna stanca, la poesia non mi lascer mai. Elena Andreoli Grasso ******************************** Affettuosi auguri Il Direttore Salvemini ed i Redattori in Italia e allestero di questo Periodico formulano affettuosi voti augurali alla signora Fiorella Grasso per il suo compleanno del 9 ottobre ed alla sua Mamma Elena Andreoli per il suo compleanno del 20 ottobre. Che la Divina Provvidenza voglia assisterle e proteggerle quotidianamente, donandole benessere fisico e sollievo spirituale. IL CANTO DELLUSIGNOLO Mentre cammino sul lungo prato verde,/ risalgo la collina ormai gi tutta in fiore./ maggio, mi sussurra con le ali sue dargento,/ lagile farfalla vibrando nellaria azzurra./ maggio dico in cuore,/ e in mezzo al prato in fiore,/ al canto di un ruscello,/ fa leco lusignolo. Giannina Nardecchia Orsini

MUSICA E TEMPESTA La musica fa viaggiare i pensieri dai ghiacciai al deserto inusitato/ tra mille rivoli e sui monti come goccioline terse sul corpo/ le note danno brividi ed inaspettate emozioni/ musica di fantasie e di storie di altri tempi tra puttini e sillogismi/ candide note serotine come bollicine/ riempiono le coppe e inneggiano alleterno./ Tempesta la musica/ inneggia al desiderio di vita/ e allesistenza come un quadro impressionista/ dalle forti cromie./ Magie di suoni in una notte di tempesta. Florinda Battiloro EUCARESTIA Fiammelle damore/ dimorano nellanima/ e illuminano il cammino/ verso la gioiosa Mensa/ ove ci nutriamo di Te, o Signore./ La certezza della Tua presenza/ nellEucarestia,/ d essenza alla nostra esistenza./ Tu ci guidi verso lidi certi,/ lontano dagli squallori della vita/ e dallangoscia dellignoto;/ ci doni unintima gioia/ e ci trasformi in Tua radiosa dimora./ Lindifferenza di tante creature/ addensa lombra/ che si diffonde sullumanit/ ove il mistico si disperde/ in un cielo incompiuto/ e dove la fede diventata simulacro./ Fa, o Signore,/ che la nostra dedizione/ sia fermento di ardenti virt/ atte a debellare il male/ che si profila allorizzonte/ privo di azzurro./ Annulla la nostra identit/ per fonderla con la Tua./ Dissetaci alla fonte del Tuo amore/ e cibaci della Tua grazia. Marcella Croce de Grandis IL VECCHIO POETA Scrivevi al lume della lampada:/ da una foto ingiallita ti osservava/ il volto sorridente duna donna./ Il blu dellinchiostro si schiariva/ tra le parole, in una sfumatura dazzurro/ e tu lo usavi, con parsimonia/ per i tuoi versi, dolci e malinconici./ Cos, per tante notti, al ricordo/ di un amore unico e struggente/ si susseguirono le stagioni.../ Estate, primavera, autunno, inverno.../ Ti addormentasti con lei sul cuore,/ quando la luna piena illuminava la stanza./ Il lume quasi spento e, tra le dita/ macchiate dinchiostro, la penna; sul volto, il vago sorriso dun sogno/ spezzato a met.... Leda Panzone Natale L ULIVO Sei radicato in me/ ed io in te;/ siamo oggi/ lannoso, fecondo ulivo/ dalle chiome dargento/ che adorna/ il campo della vita,/ albero dai tanti nodi/ rafforzati dal tempo. Rossana Mezzabarba Nicolai LA LIBERT NEI CAMPI Senza pensare al tempo che passa,/ con il cuore felice vago nella campagna,/ tra i sentieri larghi quanto una grande fessura./ I grilli friniscono e sembra che siano a me vicino,/ osservo commossa i gesti di amicizia tra gli agricoltori/ che fanno ritorno dai campi e dalle vigne./ Ma ad un

GIANNINA ORSINI NARDECCHIA


Grande poetessa dei nostri tempi, pluripremiata per la sue armoniose poesie, nel presentare le bellezze della natura, e lamore che scaturisce dal suo cuore. Premiata anche da Quattro Ruote, nel 8/7/ 2012, dalla Guardia Costiera, per la poesia del Faro 2012. Una importante recensione avuta dal giornalista Sandro Santoro, che ha esposto. Giannina ha venduto pi di 3000 libri (La Vita Amore) dimostrando il suo grande cuore, per aver donato alla ricerca i suoi libri. stata intervistata anche da Enrica Bonaccorti e da Maurizio Costanzo. sempre presente nellAntologia degli Artisti e del Maggio Uniacense. Ultimo Premio Maggio Uniacense 2013 per la poesia Il canto dellusignolo. Liana Botticelli

A MIA MADRE
Piange il mio cuore oh anima santa,/ ti guardo,e soffro vedendoti stanca,/ di tutte le pene,che madre ti ho dato!/ Oggi vorrei, non esser mai nato./ Quando mio padre venne a mancare!/ Il mio dovere era da amare, questa sublime/ Madre damore, che tanto mi davi/ Con tutto il tuo cuore, le grandi nottate/ Che tu passavi lungo il mio letto,/ ubriaco di droga, tu mi salvasti,/ vendendo perfino la fede nuziale,/ soltanto il cuore ti rimase, per adorarmi,/ che stringo a me di vero amore,/ o madre santa! chiedendo a DIO/ che ti ripaghi,di uguale amore. Liana Botticelli

LUVA
Nasce luva in natura,/ prima acerba e poi matura,/ la vendemmia il contadino/ e la spreme nel suo tino./ Bolle il mosto giorno e notte/ E poi passa nella botte/ Finche il vin diventa rosa/ E sul fondo fa la posa./ Ma! Li dentro non vuol stare/ Va a riempire otri e giare./ Per la festa in famiglia/ Si riempie la bottiglia,/ poi si versa nel bicchiere/ e ci mettiamo tutti a bere.
Gregorio Scafidi

PEPPE E ROSA, 50 ANNI INSIEME


Se non condivido la tua vita, la mia si complica./ Se non ti cammino accanto, mi affatico./ Se non ti comprendo, mi confondo./ Se ti ferisco, mi sento lacerato./ Se ti escludo, perdo le mie radici./ Se ti trascuro, mi sento ingiusto./ Se non percorro la tua strada, smarrisco la mia./ Ti ascolto e mi ritrovo pi saggio./ Ti ringrazio e divento pi ricco./ Ti parlo e guarisco le mie ferite./ Ho fiducia in te e cresce la mia speranza./ Ti accarezzo e mi Don Salvatore Di Mauro ha celebrato la sento appagato./ Mi consegno a te e mi sento protetto./ Ti stimo e suggestiva cerimonia con le famiglie Cuoco e Santoro di Baronissi. sento di valere./ Ti guardo con purezza e comprendo ci che sacro./ Ti sono fedele e mi sento genitore affidabile./ Cerco la tua anima e trovo la mia./ Cerco di essere pi degno per te e mi sento degno di Dio./ Prego per te e Dio mi sorride. Fusara 28 aprile 2013 ...che lamore e la gioia di questo giorno vi accompagnino per tutta la vita, con la consapevolezza che sono le armi vincenti per superare ogni eventuale ostacolo... Tanti cari auguri. Enza, Lina, Rosaria e Carlo LO SPECCHIO ULTIME TRISTEZZE Quannero recazzino ma ricordo/ Quanno che sar giunta lora mia,/ vorei Guardannome a lo specchio, ce ve- sent cant quela canzone/ che ciaricdevo/ Un recazetto bello e, ce cre- conta comme a quer barcone,/ in un modevo,/ mero convinto, proprio nu mento de malinconia,/ ar poveta je pare lo scordo/ ma se vedo no specchio de rivede/ affacciata la ciumachella sua,/ porca zozza/ me pare de vedecce che invece lui sa che nun c pi./ navversario,/ le rughe in faccia, notte, e puro Lungotevere gi dorme,/ sembro un centenario/ vedo na mentre che er fiume, placido, cammina;/ testa bianca, vado in puzza./ La e allora lui je chiede a la chitara,/ una rabbia che me vi ner riguardallo,/ vecchia chitara romana,/ daccompagn lo spaccherebbe tutto cor martello. la voce sua in sordina,/ puro si dar pianto Ignazio Scafidi un povelata,/ perch nun p pi fana serenata,/ a la donna che aveva tanto PER S. P. amata,/ cus giovene dal ciel rapita./ VecUn buon Natale a te mio dolce chia canzone de Romaccia mia,/ che inamore/ Che hai portato pace a que- fonne puro a me malinconia,/ penzanno sto cuore/ Ed un felice anno tra i ai tempi de la giuvent,/ che se n anmigliori/ Che sia come son ora i nata e nun ritorna pi./ E passa veloce nostri cuori/ Pieni damore e feli- comme er vento,/ soffianno forte tra le verdi foje,/ che secche poi raccoje/ cit/ Per tutto lanno e per leter- ancor via. nit. Ignazio Scafidi e strascinannole se le porta Sergio Scalia

ARGUZIE POETICHE
Insolente frenesia delle feste/ confermanti la prigionia degli uomini/ nei nodi di successione delle reti telematiche semestrali/ nellUnione Europea e oltre./ Notti delle tarantolate per...Caritas belligerante/ nei bagni di gocciole di sudore/ incarnate sui visi delle folle partecipanti./ Potere machiavellico di luci/ che fan rotear gli occhi, di suoni assordanti imposti,/ botti e spari inquinanti larea/ per vite appiattite come se la Terra sia un...Rimorso. (Alla Francia che tutela Inna Shevchenko con lEuropa euroasiatica). Gioco di scarti consecutivi/ quello che la Grande Mela edilizia residenziale di New York/ impone imperialisticamente,/ fenomeno sempre esistito con i tecnici radar/ con schede assicurative dal sistema lobbystico matematico...di affiliati./ I senza-tetto e gli extra-comunitari/ fan la spesa nelle pattumiere/ con lo stesso gioco di scarti./ A loro ed a altri il sistema della Grande Mela sconosciuto. Tra intrighi numerici sconosciuti,/ tra formule algebriche,/ le lobby ecclesiastiche cercano di trionfare/ con processioni per i paradisi/ al di l della Terra-Mondo-Universo,/ con donne e uomini dai pettorali contenenti ostie (eterno pane agrario consacrato),/ con le confessioni degli sprovveduti che assicurano...le imprese spaziali/ verso il Buco Nero/ ove teologicamente...potranno comparire le dualit semestrali: lImmacolataAssunta e il Divin Maestro-Cristo Re./ Coinvolgimenti economici di militanti-affiliati sconosciuti. Mariannina Sponzilli

POTERE MACHIAVELLICO

VERSO IL FUTURO
(Periodico di cronaca culturale, Ediz. Menna, Avellino) Fascino della Cultura letteraria e artistica, con partecipanti emergenti e concreti, pronti ad affrontare il successo europeo, attenti allesistenza permeata da desiderio di libert e di conoscenza, con tempo sospeso sul vuoto, con slancio vitale, con pensiero lungo, non prigioniero, sulla Massoneria imperialistica teologica ed affiliati: marasma privo di alternative, con leconomia della recessione imposta. Mariannina Sponzilli

LA GRANDE MELA

VITTORIO MARTIN - FRANCA MAINARDIS

IL PENNELLO... LA PENNA
(Casa editrice Menna, Avellino) Breve raccolta del quid artistico-poetico che tien sempre sospesa la profondit dellumanesimo civilistico nelle Sinagoghe-Porcellum dellItalia scivolata nel conclave./ Negli scorci delle peculiarit territoriali /v un difficile gusto valorizzato/dai colori scelti da Vittorio Martin per la sua arte pittorica / a cui si aggiungono tre figure femminili/il cui impatto emotivo vien confermato/ dalle parole di Franca Mainardis./ Ricercatezza artistica molto sfiziosa/ e di buon senso/ che regger nel tempo/ per prestigio indiscutibile de la koin friulana./ Rigenerazione etica ed intensa/ voluta ed attuata dalla Casa editrice Menna di Avellino,/ non intaccata dai tecnici della teocrazia ASL con i video-radar. Mariannina Sponzilli

LOGGE ECCLESIASTICHE

LATTUALIT, pag. 12

PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI

N. 10. OTTOBRE 2013

S. O. S. PER I GIOVANI
I giovani doggi vengono insidiati da mille pericoli. Lalcool e la droga sono i nemici principali delle nuove generazioni. Sono la, causa principale di innumerevoli disgrazie che coinvolgono intere famiglie. In questo modo gli strateghi della criminalit organizzata realizzano grandi affari e illeciti profitti.Va considerato, inoltre, che va diffondendosi la prassi quella del sesso sfrenato che una diretta conseguenza dellabuso di alcool e di droga. Si sente parlare di reve-party, che sono ritrovi in cui ci si lascia andare a disastrose tentazioni malefiche che spesso inducono al crimine. Si tratta di fenomeni che andrebbero analizzati con molta attenzione e contrastati con leggi severe ed efficaci.Se non si corre ai ripari in tempo utile si rischia di trovarsi di fronte a molte altre violenze contro le donne. La sicurezza individuale. un valore da tutelare in modo prioritario. Tollerare le movide e le discoteche sospette significa indurre molti giovani ad autodistruggersi e a danneggiare la societ. Ma lattuale ceto politico allaltezza di questo compito sancito dalla vigente Costituzione? Rosanna Sinopoli

VENDEMMIA 2013, FINALMENTE UNA BUONA NOTIZIA PER LECONOMIA


A qualcuno il clima di questanno sar garbato poco ma i nostri vigneti hanno gradito eccome, infatti le temperature estive non troppo esagerate ed excursus termici normali hanno fatto s che la maturazione delle uve sia avvenuta in maniera ideale. Se le previsioni saranno confermate (e forse verranno addirittura migliorate) il 2013 sar unannata ottima con una produzione di 42 milioni di ettolitri facendo registrare un bel +3% rispetto al 2012. La vendemmia per il nostro paese un evento cruciale sia da un punto di vista economico che da un punto di vista sociale , mettendo in moto una macchina da 9 milioni di euro di fatturato dando lavoro ad oltre un milione di persone; da registrare questanno un boom di richieste di lavoro stagionale da parte di disoccupati e cassintegrati che per 900 euro lavorerebbero un mese in un ambiente inebriante. La previsione sulla produzione ci piazzerebbe al 2 posto della classifica mondiale dei produttori dietro la Francia e davanti a colossi come la Cina e gli U.S.A. Inoltre sembra che ogni grappolo raccolto abbia la capacit di attivare la filiera produttiva in ben 18 direzioni fra tappi, bicchieri, cartoni, trasporti ecc. La vendemmia partita il 22 agosto solo per le uve bianche da vino spumante, quindi uve pinot e chardonnay, e continuer ad ottobre con la raccolta delle uve per i grandi vini (Sangiovese, Montepulciano, Nebbiolo) e si concluder addirittura a novembre con laglianico e secondo la Coldiretti il 40% del raccolto sar dedicato alla produzione di qualit, DOCG, DOC e IGT. Questa situazione pi che rosea non risparmia per polemiche: sempre la Coldiretti prevede che il 50% del fatturato del venduto verr dallestero ed ha avvertito il Governo che i paventati dazi che la Cina metter sulle importazioni vinicole europee metterebbero uno stop ad uno dei pochi settori di mercato che ancora registra il segno pi. Speriamo che il Governo italiano alle prese con le solite noiosissime beghe interne abbia la dovuta lungimiranza e presti la dovuta assistenza legale per tutelare le nostre aziende da dazi surreali ed inspiegabili considerata linvasione cinese sui nostri mercati. Simone Chermaz

INVITO A VIVERE
(a cura di Stefano Madonna)

LA BEFFA DI SORA
Questo il titolo di un mio articolo, pubblicato dopo la seconda guerra mondiale su Il Messaggero, di cui ero stimato Corrispondente. Il protagonista della beffa fu un commerciante sui generis, Pietro Palombo, nato a Vicalvi il 19/3/1875 e morto a Roma il 22/4/1969, che era famoso per il fatto che comprava a raso e vendeva a colmo Durante loccupazione nazista molti amici di Pietro, non avendo i prodotti alimentari, indispensabili per vivere, si rivolsero a lui, per Pietro Palombo fece notare loro che era impossibile entrare in Sora con tanti prodotti alimentari, perch allingresso della suddetta citt cerano i nazisti, che controllavano tutti e tutto. I suoi amici insistettero nel chiedere a Pietro gli alimenti che scarseggiavano ed allora lastuto commerciante ide la beffa ai nazisti. Si fece dare una cassa da morto dal sagrestano e bravissimo artigiano Giuliano Saurini e in tale cassa mise prosciutti, lardo, formaggi, salsicce e tutto ci che riusc a procurarsi. Fece vestire un uomo da prete, che fingeva leggere un libro sacro, fece vestire di nero una donna, che invit a spezzare un pezzo di cipolla vicino agli occhi per farli lacrimare, cos organizz un corteo funebre, che allingresso di Sora fu salutato militarmente dai nazisti. Quando il corteo raggiunse il portone di una casa, sita in una traversa del corso, fu aperta la cassa e distribuito il contenuto ai sorani, che ne avevano fatto richiesta al Palombo. Se i tedeschi avessero solo sospettato la beffa avrebbero mitragliato tutto il falso corteo. Lo scrivente ebbe le scuse dal Prof.Arduino Carbone per aver inserito il mio articolo suddetto s(enza chiedermi lautorizzazione) nel suo interessante libro Vicalvi e Posta Fibreno. Per dimostrare lastuzia di Pietro Palombo cito soltanto due casi: dopo la guerra dovette recarsi ad un ufficio di Frosinone e quando vi arriv not che vi era una lunga fila. Temendo di stare in fila per varie ore, si rec ad un negozio dove compr una busta da lettera dove mise una piccola somma e scrisse di chiamare Palombo. Tornato alla coda della fila disse allultimo di passare la busta a chi lo precedeva e da persona a persona di farla raggiungere allimpiegato. Limpiegato, ricevuta la lettera e incassata la somma ricevuta, serv alcune persone della fila e poi chiam Palombo, che, dicendo permesso, permesso, raggiunse limpiegato, fece ci che doveva fare e cos potette tornare presto a Vicalvi. Una volta si trov a Fiume e doveva passare il confine quando si accorse che il passaporto era scaduto proprio quel giorno e, non volendo tornare indietro, pens come passare il confine, cio non doveva dare tempo al carabiniere, cui doveva dare il passaporto, di poter leggere la data di scadenza. Cos fece, quando il carabiniere ricevette il passaporto subito lui gli disse : Non in regola ? Il carabiniere gli ridette il passaporto e cos pass il confine. Ci vorrebbe un romanzo per descrivere la vita del suddetto commerciante. Mario Coletti

SOCIAL IN CLASSE
Il nuovo anno scolastico non pu partire ignorando un fenomeno che sta dilagando: i giovani usano internet e i social quotidianamente per studiare. Si fa presto a immaginare aule piene di studenti che usano tablet e lavagne elettroniche grandi come lo schermo di un multisala, tutte intente a studiare insieme appassionatamente, ma il sogno spesso si scontra con la realt dei fatti, soprattutto in Italia. Da una ricerca di Eu Kids Online finanziata dallUnione Europea e coordinata dalla London School of Economics and Political Science, che ha fotografato il rapporto con Internet di oltre 25 mila ragazzi (e loro genitori) di 25 Paesi dellunione, appare chiaro che molti studenti italiani si connettono a internet e ai social e molti di loro usano la Rete anche come supporto per i compiti e lo studio. Perch dunque non tenerne conto, ora che sta per iniziare lanno scolastico? Via allora alla creativit: Incoraggiare gli studenti a condividere il loro lavoro grazie ai social, per esempio, fotografare e pubblicare su Flickr con una tag comune i lavori artistici; con i nuovi album condivisi su Facebook (che permettono a un gruppo di massimo 50 utenti di caricare un massimo di 10.000 foto) le foto di una gita scolastica, il materiale per una ricerca o gli scatti che documentano le fasi di un progetto e metterli a disposizione di tutti. Creare blog, usare gli hangout e stimolare in loro la ricerca delle fonti, che una volta si faceva in biblioteca spulciando volumi e volumi mentre ora, grazie ai social, possibile dimezzare tempo e fatica contattando lesperto di turno. Certo che lutilizzo dei social in classe potrebbe essere unarma a doppio taglio, ma se questi strumenti, con le dovute restrizioni servissero agli studenti per imparare di pi, divertendosi, ci sarebbe un gran passo avanti. Cristina Canci

LA CORRUZIONE LA PRIMA CAUSA DELLA CRISI ECONOMICA


Il forte desiderio di pace e giustizia la mia primaria aspirazione e pur non intravvedendo concreti segnali di rinnovamento, tuttavia ho deciso di alimentarmi di una buona dose di ottimismo che in verit mi giunge esclusivamente dal cuore. Confesso di possedere un cuore testardo che non si arrende di fronte al predominio del male, anzi si carica vieppi di speranza perch diversamente verrebbe annullato il vero significato della vita. La consapevolezza acquisita, infatti, sarebbe uno sterile arricchimento senza la fede e la determinazione in quei valori fondamentali che garantiscono il giusto cammino verso il vero progresso in un clima di giustizia certa e operosa solidariet. vero che la rilevazione di una globale situazione drammatica rivela che si operato non sotto la guida dei giusti valori, bens ci si fatti annebbiare da impulsi negativi senza tenere nella giusta considerazione le conseguenze nefaste che inevitabilmente si sarebbero verificate. Bisogna mettere al bando la corruzione che rappresenta la causa prima della crisi economica. Si apprendono continuamente fatti esecrabili, ma si insinuata la deprecabile assuefazione che blocca la giusta reazione e genera uno stato di indifferenza che pu divenire estremamente pericoloso. Questo il panorama dellattuale realt per cui risulta necessario reagire con onest di intenti. Il programma risulta indubbiamente molto impegnativo perch la situazione si incancrenita per cui la ricerca della soluzione complessa, ma le grosse difficolt non devono spaventarci perch il traguardo da raggiungere troppo importante. Dobbiamo aspirare a una qualit di vita serena perch fondamentale principio vivere in libert senza abusi e violenze. Deve sparire per sempre ogni sorta di privilegio e mai pi dovranno insorgere conflitti tra i popoli perch, piaccia o no, siamo tutti abitatori dello stesso pianeta. Riconosciamo, allora, questa verit e comportiamoci con vera umanit.

COS OJETTI INTERVIST SALVE


Questo esattamente il titolo di unintervista rilasciata da Gaetano Salvemini al suo vecchio amico Tantalo, pseudonimo del grande giornalista Ugo Ojetti, l11 agosto 1925, mentre Salvemini era stato tratto in arresto dalla polizia fascista l8 giugno dello stesso anno e rinchiuso nel carcere delle Murate a Firenze in attesa di giudizio. Lesimio Professore di Storia Moderna, a quel tempo insegnante nellUniversit di Firenze, fiero oppositore del regime fascista, come gi lo era stato di Giolitti (denominato in un suo famoso libro Il ministro della malavita!), aveva fondato, insieme con i fratelli Carlo e Nello Rosselli e Nello Traquandi, il giornale antifascista Non mollare, diffuso clandestinamente, dopo aver gi sottoscritto, ancora nel 1925, il Manifesto degli intellettuali antifascisti di Benedetto Croce. Ce nera abbastanza per farsi sbattere nelle patrie galere di quel tempo! LOjetti, entrato Salvemini nel parlatorio della prigione, vestito di tela, con la camicia senza il colletto, lui sempre plomb con cravatta e giacca a doppio petto, lo trova grosso, calvo, ilare, gli occhiali a stanghetta, la barbaccia pi curata che dordinario, nonch saldo e aitante. Era dentro da 35 giorni, e alla domanda solita: Come ti trovi?, Salvemini risponde: Se tho da dire la verit bene. I primi giorni, finch durata listruttoria, non mi concedevano n libri da leggere n carta da scrivere. Dovevo accontentarmi della libreria di qui: la Lettura del 1902. La vita era malinconica allora. Ma dopo sono venuti i miei libri, venuta la carta. Sto correggendo le bozze che mi manda Le Monnier per la mia Storia della Triplice e poi studio. Poi gli dice di avere due stanze a disposizione, esposte a tramontana: In una dormo, nellaltra lavoro. Lussi che non mi sono mai permesso. E due lire in tutto. Una cosa certa, che non mi rovino. Poi fa un confronto con il suo soggiorno londinese dellanno prima, quando sintratteneva per le letture sulla storia del Risorgimento e dice che aveva una stanza molto pi piccola, e costava molto di pi e conclude: Ti dico: sto bene. S, la libert. Ma, dicono, tutto sta a non pensarci. Certo che ognuno qui duna cortesia esemplare. Confesso che non me laspettavo. Gi, cose e persone bisogna vederle prima di giudicarle. Ebbene, le guardie carcerarie sono benevole, pronte, previdenti e intelligenti, non solo con me ma con tutti. Le tante pene e miserie che vedono, le rendono pi umane. Non vero che ci si abituino e finiscano a considerarle con indifferenza. Gi, son cose a cui nessun galantuomo si abitua. Una guardia presente nel parlatorio: un giovanotto bruno e mingherlino, dal mento aguzzo, che udendo le lodi di Salvemini, si agita sulla sedia come se le facessero il solletico e sorride senza guardarli, ma poi di colpo diviene serio e dice: Professore, la vita dura. dura petutti a quisto monnu. Santa verit detta da un povero diavolo, a contatto quotidiano con tanti disgraziati, quali che fossero stati i reati da essi commessi, n pare che tra quei reclusi vi fossero assassini. Uno era finito dentro per qualche furtarello, un altro, il pulitino, perch scicche nella sua eleganza, stato messo in gattabuia per bancarotta fraudolenta. Cos giudica un detenuto soprannominato il filosofo, allingresso del nuovo ospite. Salvemini ride del suo riso giovanile, i denti bianchi tra la barba folta. Allora del passeggio, la mattina, sono in dieci in un cortiletto che la met della sua stanza. Salvemini, il Professore, che gi divenuto unautorit indiscussa tra quei detenuti, propone di passeggiare a turno, per non pestarsi i piedi! E la proposta viene accolta. Uscir di prigione il 31 luglio 1925, grazie ad unamnistia e, irriducibile oppositore del regime fascista, ad agosto fuggir in Francia, dove lo raggiungeranno anche i fratelli Rosselli, che con lui, nel novembre del 1929, insieme con Emilio Lussu, Alberto Tarchiani, Francesco Nitti, Alberto Cianca e altri intellettuali, fonderanno il movimento Giustizia e Libert. Ma nel 1934, Arthur Schlesinger Sr., Presidente del dipartimento di storia dellUniversit di Harvard, lo chiamer ad insegnare in quella prestigiosa Universit americana, ed essendogli stata revocata in Italia la cittadinanza italiana, prender quella degli U.S.A., dove conobbe e divenne amico di don Luigi Sturzo, il fondatore del Partito Popolare Italiano, la futura Democrazia Cristiana. Torn in Italia nel 1949, dove gli fu restituita la cittadinanza e la cattedra di storia a Firenze. E nel 1955 lAccademia dei Lincei volle conferirgli il Premio internazionale Feltrinelli per la Storia, mentre dallUniversit di Oxford ottenne la laurea honoris causa. Temperamento eclettico, molte sono le opere, in lingua italiana ed in lingua inglese da lui pubblicate. Si spense a Sorrento il 6 settembre 1957. Sergio Scalia

QUALE DEMOCRAZIA ?
Un ministro (donna) della Repubblica stato contestato per aver affermato che come cattolica sono contraria ai matrimoni gay. Si tratta di una dichiarazione coerente in riferimento alla propria fede. Ed allora perch tante polemiche? In quale tipo di democrazia stiamo vivendo? Nella Storia dellumanit il matrimonio si sempre configurato come un accordo tra un uomo e una donna, celebrato alla presenza di un ministro di culto o di un pubblico ufficiale. Orbene, coloro che credono in Dio e in Nostro Signore Ges Cristo non possono che esprimersi come il ministro sopra menzionato.La Costituzione garantisce a tutti la libera manifestazione del pensiero. Daltronde, la legge di Dio viene prima di quella degli uomini e stabilisce il libero arbitrio. Dobbiamo, pertanto, contrastare lempiet che da molti anni sta dilagando in Italia e nel mondo. Rosanna Sinopoli

ESISTONO NOVE TIPI DI PERSONALIT


Circa duemila anni fa nacque in Afganistan l'enneagramma, che giunto fino ai nostri giorni tramite la tradizione orale dei maestri sufi, cio i mistici dell'Islam. Il termine enneagramma deriva dalla parola greca enneas, che significa nove. Secondo questo sistema ci sono soltanto nove tipi di personalit ed ognuno dei quali viene identificato in base ai suoi lati negativi. Questa negativit deriva da una specifica compulsione, che radicata nella concezione che ogni individuo ha di se stesso e avente una grande influenza sul comportamento. La tipica compulsione di una determinata personalit si manifesta come impulso basico. La compulsione si caratterizza per la sua capacit di condizionare l'incanalamento dell'energia nel comportamento umano e per la sua ineludibilit, specialmente quando rimane occulta e sconosciuta. La compulsione simile ad un peccato nascosto, dove per peccato s'intende una specie di paralisi o di ostacolo alla concreta realizzazione di s. Impedisce alle persone di comprendere i reali moventi e le pulsioni implicate della propria personalit. Scoprire questa compulsione, presente in ogni tipo di personalit, vuol dire svelare la nascosta ma fondamentale strategia difensiva, che ogni persona sviluppa per salvaguardare la propria sicurezza e per dare un senso all'esistenza. Il viaggio nell'io, proposto dall'enneagramma, non affatto facile e a molti sembrer estremamente pericoloso. La compulsione serve a proteggere se stessi e a dare un senso di sicurezza. Per poter iniziare il viaggio enneagrammatico nel proprio io indispensabile che le persone siano disposte a considerare se stesse come peccatori. Le compulsioni, come ogni tipo di peccato, implicano egoismo. Esse producono una visione distorta di come ognuno dovrebbe essere. Tutti e nove i tipi di personalit dell'enneagramma sono caratterizzati da un peccato; nessuno meno peccatore degli altri.Grazie alla scoperta del proprio tipo all'interno dell'enneagramma, si pu acquisire una capacit di autocritica completamente nuova, che far trovare all'individuo sempre qualcosa di cui pentirsi, qualcosa su cui dover decidere nel futuro. Questa autocritica costituir essa stessa il primo passo verso la libert nuova, promossa dall'enneagramma: libert del segreto predominio del lato oscuro del proprio io interiore. Attraverso la scoperta del proprio tipo nell'enneagramma si pu suscitare un bisogno di salvezza completamente nuovo, che permette di realizzarsi a livello personale senza dover contare solo sui propri stratagemmi e risorse. La compulsione fondamentalmente un modo di evitare qualcosa, quindi una stategia di difesa e di protezione del proprio io. Per concludere si pu dire che intraprendere questo viaggio nel proprio io attraverso l'enneagramma rappresenta quindi un passo molto grande, che pu avere conseguenze profonde sulla visione che ognuno di noi ha di se stesso, di Dio, del mondo e degli altri. Mario Coletti

IL MINISTRO CECILE KYENGE FAUTRICE DELLO JUS LOCI


Ccile aveva 18 anni quando venne in Italia e precisamente a Roma per studiare medicina presso l'Universit Cattolica. L'attuale Ministro nata in Congo. Una volta laureatasi in medicina si specializz in Oculistica a Modena. L'Italia divenuta la sua seconda Patria e lavora in vari poliambulatori e nell'ospedale di Reggio Emilia, dove conosce Mimmo, che presto sposa e insieme vanno ad abitare a Castelfranco Emilia. Il loro felice matrimonio presto allietato dalla nascita di due figli. Ccile ormai una brava ed affermata professionista molto impegnata nel sociale e sul piano ecclesiale. Si dedica a risolvere tanti problemi italiani, non dimenticando l'Africa entrando a far parte di associazioni, che promuovono sanit e salute in Congo. E' tanto stimata ed apprezzata che nelle ultime elezioni politiche viene candidata nel Pd e precisamente nella circoscrizione Emilia Romagna. Questa giovane e valente donna africana diventa cos parlamentare della Repubblica italiana e con il Governo di Enrico Letta viene nominata Ministro dell'Integrazione. Per la prima volta nella storia d'Italia fra i Ministri v' una donna africana e precisamente congolese. Lei si considera una donna nera e non di colore, in quanto non ci si deve vergognare di essere neri. Purtroppo alcune persone della nostra civilissima Italia hanno criticato che un'imigrata nera sia stata nominata Ministro e alcuni indegni politici le hanno rivolto parole offensive. Questa donna, italiana ed africana insieme, si batte con entusiasmo per la concessione della cittadinanza italiana ai figli degl'immigrati, che nascono nel nostro Paese. Si deve abolire la legge Jus sanguinis ed approvare la legge jus soli, cos coloro che nascono in Italia verranno subito considerati cittadini italiani. Questa attiva signora africana, divenuta con entusiasmo italiana e Ministro del Governo italiano, un insegnamento per quello che e perch dimostra che di fronte a Dio non ci sono bianchi, neri o gialli, ma tutti i suoi figli e perch esiste una sola razza : la razza umana. Il Ministro Ccile Kyenge afferma spesso che bisogna avere un occhio di riguardo per l'Africa, un continente bisognoso, povero e lacerato spesso da conflitti bellici. Ci auguriamo che questo Ministro italiano, di origine africana, riesca a concretizzare tutti i suoi giusti programmi sociali ed umani. Mario Coletti

NOZZE DARGENTO DI MAURO E RITA


Presso la Parrocchia della Madonna Addolorata avete rinnovato la vostra fede ed unione nella lieta giornata alle Nozze dArgento de-

dicata. Vi sposaste 25 anni fa con immenso amore presso la vetusta ed artistica Cattedrale di Sora e oggi lo ritemprate con gioia e senza dolore. Dopo la sacra, bella e lietissima cerimonia, consumato presso lEden ottimo e squisito pranzo, gustiamo una speciale torta nuziale con armonia di tutti i cari invitati lieti e festanti, che brindano alle vostre Nozze dArgento, augurandovi sereni e felici anni tanti. Possano Dio Onnipotente, Ges e Maria assicurarvi serenit, gioia, felicit e concretizzare i vostri sogni senza magia. Vi auguro di poter le Nozze dOro festeggiare e poi anche il centesimo compleanno, perch in voi alberga fede e il deso damare. Vostro aff/mo Babbo e Suocero Mario Coletti

N. 10. OTTOBRE 2013

PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI

LATTUALIT, pag. 13

FENGH SHUI. RISTRUTTURAZIONI PER ILBENESSERE


Quanto influisce lambiente che ci circonda sul nostro stato danimo? Pi di quanto possiamo immaginare risponderebbero i sostenitori del Fengh Shui. Per chi non conoscesse questa parola, il Fengh Shui, punto cardine della cultura cinese e della filosofia taoista, larte e la scienza cinese che insegna come vivere in armonia con lambiente e studia il fluire dellenergia nelluniverso e le nostre interazioni con essa. Secondo questa disciplina la nostra energia vitale, chiamata Chia, scorre incessantemente attorno a noi alternandosi i movimenti che variano da una velocit troppo lenta ad una troppo veloce, e il nostro compito quello di porre rimedi in entrambe le situazioni per mantenere quella buona via di mezzo che ci permette di essere in equilibrio e in pace con noi stessi. Molti scettici si potrebbero domandare se davvero la posizione del letto piuttosto che il colore delle pareti siano davvero fattori in grado di influire sulla propria felicit, ma come risponderebbero i loro sostenitori tentar non nuoce. Non a caso negli ultimi anni il settore dellarredamento ha innalzato su queste fondamenta il proprio successo investendo su testi sacri cinesi che basavano le loro credenze sui punti cardinali e sul posizionamento delle rispettive stelle, per la precisione quattro positive: Sheng Chi,Tien Yi,Nien Yen e Fu Wei e quattro sfavorevoli: Ho Hai,Wu Gui, Liu Sha e Jueh Ming e su due parole che quasi tutti conosciamo ma forse a cui non abbiamo dato mai grande importanza, lo Yin e lo Yang. In poche parole il percorso non facile, ma per non farlo da soli basta rivolgersi agli esperti che verranno ad analizzare le vostre case muniti di bussola e oggetti particolari per calcolare il rapporto che avete con le vostra mura domestiche, per dirvi magari che dove posizionata la cucina ci andava la camera da letto o magari il bagno, oppure per posizionare oggetti di forme, materiali e colori diversi che indirizzeranno la vostra energia nel modo pi opportuno per rendervi sereni e felici. Insomma se per stare sereni ed avere un po di fortuna basta ristrutturare casa forse vale la pena provare, mai diffidare da ci che non si conosce. Francesca Lancia

PER NON DIMENTICARE


(a cura di Vincenzo Cal)

TROPPE BANCHE A CIPRO


Prossimi alla primavera, mentre il parlamento di Cipro votava a favore o contro il prelievo forzoso sui c/c, la Bce si era detta aperta a possibili modifiche del piano daiuti, purch venisse assicurato intatto il finanziamento. La richiesta dellUe consisteva nella raccolta di 5,8 miliardi di euro in cambio di aiuti per 10mld. Sipotizz un prelievo forzoso del 6,75% sui c/c fino a 100mila euro, e del 9,9% su quelli superiori, contando di ridurre poi il prelievo sui primi. Per Moodys la tassa sui depositi avrebbe segnato un passo decisivo verso la riduzione o leliminazione del supporto sistemico per i creditori in Europa, intanto in una settimana si registr una fuga di capitali dallisola cipriota per 4,5mld, che indusse il presidente dellEsm, Regling, a non credere negli aiuti diretti alle banche del paese. Cipro tuttora ha un sistema bancario sovradimensionato: vi sono depositi per 68mld di euro contro un Pil di 17mld, per via di molti stranieri, in particolare cittadini russi come Medvedev, lex premier, che ribad come la tassazione dei depositi bancari sembrasse una confisca di soldi altrui, nella speranza di evitare conseguenze negative per gli altri Paesi, a causa del contagio dellintervento ai pi ingiusto e non professionale. Il presidente della Consob, Vegas, tranquillizz sul pericolo contagio per lItalia, sostenendo che il nostro fosse un Paese manifatturiero a differenza di Cipro che si basa su uneconomia finanziaria adibita a paradiso fiscale inappropriato. Il prelievo forzato sui c/c venne bocciato dai deputati ciprioti, dovendo cos pensare subito ad un nuovo piano di salvezza economica/finanziaria, con la Bce che manteneva a stento il livello di liquidit demergenza per le banche dellisola, per riconsiderarla eventualmente in presenza di un programma Ue/Fmi che assicuri la solvibilit delle banche in difficolt. Leurozona vorrebbe mettere in risalto misure straordinarie di contenimento dei capitali nelle banche per evitare la fuga dei depositi quando gli istituti riapriranno definitivamente a Cipro, basta che si garantisca limportanza dei depositi al di sotto dei 100mila euro in tutta lUe questa almeno laspettativa dei gruppi tecnici che preparano le riunioni del ministero delle finanze.

IL PARCO ARCHEOLOGICO DEI FORI IMPERIALI


Lavventura romana del nostro sindaco-chirurgo iniziata con la trasformazione dei Fori Imperiali in parco archeologico. Sogno a lungo coltivato, quello della zona chiusa al traffico privato (per ora) e di taxi e mezzi pubblici (in futuro, forse), il nostro quasi-parco archeologico il perfetto esempio di come il romano medio (creatura paradossale che si lamenta sempre del traffico ma prende il SUV anche per andare dal panettiere allangolo) pretenda sempre di avere la botte piena e la moglie ubriaca, e di vedere risolti i problemi della capitale senza un minimo di sacrificio. Gi pochi giorni dopo linaugurazione del Parco Archeologico molti cittadini, residenti o meno in quel bellissimo pezzo di Roma storica tra largo Corrado Ricci e il Colosseo, si sono lamentati dei vari problemi di parcheggio. Lasciare la macchina parcheggiata a qualche centinaia di metri e fare un pezzo di strada a piedi nemmeno sfiora la mente del romano medio. Ma al di l dellinnata pigrizia romana, o delle sterili e inutili critiche sulla necessit di creare unisola pedonale proprio in una delle strade pi trafficate della Capitale, i problemi che potrebbe incontrare il Parco sono due. 1: far rispettare il nuovo limite di velocit di 30 km/h, e impedire ad automobilisti furbetti di transitare per i Fori senza permesso, e su questo sembra che si stia provvedendo con vigili stabili. 2: Senza nulla togliere ai numerosi (e spesso bravissimi) artisti di strada che fanno molta atmosfera nelle vie del centro storico, bisogna impedire, sempre con controlli severi, che il Parco dei Fori si trasformi in un enorme mercato di bancarelle varie, venditori abusivi, questuanti e finti gladiatori. Le ambizioni del sindaco arrivano lontano: fare arrivare la pedonalizzazione dei Fori Imperiali fino allAppia Antica (entro la fine di questo mandato dice), ma ancora oggi chiamarlo Parco Archeologico suona un po forzato, dal momento che con il transito di mezzi pubblici, taxi, forze dellordine e mezzi dotati di permesso sembra che ben poco sia cambiato. Ovviamente i veri problemi della citt sono altri, come sa qualunque romano o turista: traffico al di sopra della media europea (abbiamo 900 automobili ogni 1000 abitanti), mezzi pubblici da Terzomondismo (ma qualcosa sta migliorando), inquinamento ormai da allarme, criminalit diffusa e organizzata. Ma anche iniziare con la coscienza storica del parco archeologico pi grande del mondo unottima impresa per il nostro sindaco, genovese che sembra aver capito Roma meglio di molti cittadini, ma dovr anche capire che lostacolo pi grande costituito dalla stessa mentalit romana, da sempre accogliente e spensierata, ma spesso contraria ai sacrifici, troppo pigra e lenta ai cambiamenti e alle novit. Emiliano Federico Caruso

MOVIMENTO SOCIALE FIAMMATRICOLORE ADUNANZA DELLA PRESIDENZA ONORARIA


La Presidenza Onoraria del Movimento Sociale Fiamma Tricolore si riunita alle ore 16,30, autoconvocatasi al completo, nello Studio Legale dellAvv. Carlo Morganti. I componenti nelle persone di Alessandro Bordoni, Carlo Morganti e Mario Coen, i quali - in considerazione del grave degrado strutturale, morale ed economico, in cui verte attualmente lItalia, prossima al suo completo disfacimento etnico e territoriale nel completo distacco degli Organi Istituzionali e Governativi da ogni valido intervento di salute nazionale, ispirato alla millenaria tradizione storica italica - hanno discusso sui seguenti Punti posti allOrdine del Giorno: 1 - Finalit e Conduzione del Movimento Sociale Fiamma Tricolore; 2 - Politica Nazionale; 3 - Politica Internazionale. Punto Primo: - Convalidata sempre di pi la necessit di non continuare ad adeguarsi alla politica ufficiale di servaggio agli interessi delle lobby economiche internazionali si ribadisce, per la salvezza dellItalia, di tornare a difendere lo Stato Sociale e Collettivo reso da tempo inesistente dallattivit degli Organi Istituzionali e Parlamentari vigenti privi di concrete sovrane iniziative, di cui la millenaria storia dItalia piena di normativa, ma solamente insulsi parolai e venditori di fumo Pertanto il Movimento Sociale Fiamma Tricolore si presenta nella scena politica contemporanea italiana come unica forza che interpreta perfettamente la necessit di socialit sovrana dello Stato fissata nellart.1 dello Statuto, il cui disconoscimento renderebbe inutile lesistenza del Movimento stesso. A tal proposito indispensabile impegnarsi per un rafforzamento organizzativo del Movimento adoperandosi nel contempo a favorire la riunione di tutte le forze che condividono tale impostazione e se si presentano contattazioni con le Organizzazioni cosiddette di Destra portare in esse tale finalit primaria statutaria della Fiamma e non lasciarsi assorbire dalla contemporanea palude politica. Punto secondo: - Diffondere con energia e fermezza, senza venirne mai meno, la Finalit e lOperosit costituenti limpostazione esposta nel Punto Primo servendosi di comunicazioni di massa e partecipazione a dibattiti da parte di tutti i Camerati volenterosi senza limitazioni ad essi imposti . Punto terzo: - Nellambito internazionale riportare la dignit della politica italiana improntata allautonoma sovranit e alla difesa degli interessi nazionali primari a qualsiasi impostazione Europea o Extraeuropea iniziando dalla eliminazione del Trattato di Pace del 10 febbraio 1947 divenuto inutile fardello nella contemporanea contattazione politica internazionale. <Il movimentosalvemini.blogspot.it> e <Il Popolo dItalia> di Milano costituiscono i primi organi di diffusione della Presidenza Onoraria. Roma,20 settembre 2013 Alessandro Bordoni - Carlo Morganti - Mario Coen

NOVA DELPHINI, UN NUOVO ASTRO VISIBILE A OCCHIO NUDO


Un fenomeno relativamente raro quello della NOVA che fa s che un astro brilli pi intensamente e si renda visibile per un periodo breve ma straordinario. Alcune stelle vivono accoppiate in un sistema binario girando luna introno allaltra e quando la distanza di questa rotazione si riduce pu accadere che una stella sottragga idrogeno ed elio dalla superficie dellaltra e provocando incredibili fusioni nucleari e quindi lampi luminosissimi ma astronomicamente parlando brevi. Questo ci ha scoperto destate nel nostro cielo estivo il giapponese Koichi Itagaki, una stella Nova che brilla fra Altair e Vega visibile ad occhio nudo ovvero una stella nana (cos gli astronomi definiscono un astro di medie dimensioni circa come la terra ma con una massa pari a quella del nostro sole) distante 97 anni luce che per un po far sentire meno sola la luna nelle notti destate. Il fenomeno delle Stelle Novae molto interessante perch non distruttivo come quello delle SuperNovae che fa esplodere la stella creando un buco nero, ma pu addirittura ripetersi nel tempo come successo per la Ophiuchi nel 1898, 1933, 1958, 1967, 1985 e 2006 ed ogni anno vengono scoperte svariate Novae come testimonia lelenco sempre aggiornato del (CBAT). Per chi volesse dilettarsi approfittando della stagione e mettere il naso allins ecco il link delle cartine celesti fornite dallUnione Astrofili Italiani per rintracciare Nova Delphini. Simone Chermaz

STORIAVERADI UN NEUROSPICHIATRA
Dott. Valerio Candela si chiamava, in una famiglia importante nato, giovanissimo, in medicina con il massimo dei voti si laureato poi in neuropsichiatria specializzato. Molto bene nel suo lavoro si era avviato tanto che vicedirettore di una clinica era diventato. A giudicare criminali nei tribunali di tutta Italia stato chiamato. Sembrava felicemente sposato. Purtroppo, dopo la nascita del primo figlio, la moglie da casa misteriosamente scappata con il bambino. Da quel momento la memoria saltata e in giro in lungo e largo, senza una meta ha vagato. In una crisi mistico-religiosa completamente era calato. Da quel momento ogni lavoro ha rifiutato dicendo che lui non ha il diritto di giudicare nessuno. I suoi parenti la moglie hanno rintracciato. Al rifiuto di tornare a casa per abbandono del tetto coniugale stata denunciata. Aveva gi vinto la causa ma dal giudice lui si presentato dicendo che la colpa era la sua a causa dei suoi maltrattamenti la moglie laveva abbandonato. I suoi amici preoccupati per le sue condizioni economiche, la pensione gli hanno procurato. Solo in quel momento si arrabbiato ha scritto al Presidente della Repubblica, alla Corte dei Conti, allente che gli erogava la pensione, dicendo che lui non ne aveva diritto e che venisse tutto revocato. Si convinto solo quando i suoi amici e parenti glia hanno fatto capire che comunque un mantenimento alla moglie a al figlio doveva dare, dato che si era autoincolpato. Da quel momento un soldo non ha piu toccato. Un suo amico di ogni interesse ha delegato. Aveva una grandissima casa, la sua buona pensione. Ogni suo avere ad un suo amico sacerdote ha affidato. Lui va in giro per chiese a pregare, completamente di tutto disinteressato. Allet di sessantadue anni serenamente questo mondo ha lasciato. Gilberto La Scala

Caro lettore, ricordati di rinnovare la quota associativa a questo periodico che, essendo super partes, intende restare un libero organo di stampa.

LATTUALIT, pag. 14

EVENTI DI STORIA E DI ATTUALITA

,
N. 10. OTTOBRE 2013

LANGOLODELLIBEROPENSATORE
a cura di Carmelo Monello di Borsod
LA LEGGENDA DEL GRAAL
(Seconda parte). Per alcuni storici le origini del Graal risalirebbero a una leggenda gotica che si tramandava oralmente, da padre in figlio, e che sembra sia scaturita da vari racconti folcloristici precristiani. Per altri da Flegetanis un Maestro pagano sapiente in scienze cosmologiche - discendente di Salomone che avrebbe composto, in lingua araba, un interessantissimo manoscritto ritrovato da W.von Eschenbach che sarebbe la fonte primaria della leggenda del Graal. Flegetanis sosteneva, inoltre, che i Custodi del Graal, di tutte le epoche, devono essere sempre puri e nobili. Dalle nostre ricerche emerso che verso la met del XII secolo la struttura originaria pagana dei romanzi del Graal - non si sa come - sub una trasformazione ingiustificata e divenne cristiana. In un modo alquanto arbitrario il Graal fu collegato al Cristianesimo e di conseguenza a Ges e al Calice dellUltima Cena. In virt delle sopraccitate informazioni riteniamo che sia pi corretto e appropriato denominarlo Sacro Graal e non Santo Graal. Il racconto del Graal appare per la prima volta nel 1188, lanno che coincise con la caduta di Gerusalemme e la scissione tra lOrdine di Sion e quello dei Cavalieri Templari. Le origini del Graal letterario risalgono tra la fine del XII e il XIII secolo. Questo genere di romanzo sul Graal fu concepito e scritto sulla figura di Perceval e successivamente si sarebbe intrecciato con le vicende di Re Art, i Cavalieri della Tavola Rotonda e Merlino. Il primo romanzo del Graal intitolato Le Roman de Perceval ou le comte du Graal scritto nel 1190 da Chrtien de Troyes fu dedicato a Filippo dAlsazia, conte delle Fiandre. In questo racconto il Graal non viene considerato n Santo n Sacro e non ha alcuna relazione con il calice dellUltima Cena. Tuttavia si rese molto utile, poich serv da prototipo dal quale prendere spunto per scriverne altri sullo stesso tema. Tra i vari romanzi del Graal, scritti successivamente a quello di Chrtien, citiamo Joseph dArimathie, Le Roman de lIstoire du Saint Graal composto verso la fine del 1200 da Robert de Boron, il quale aggiunse alla sua opera un episodio nuovo, che non riportato n nei vangeli apocrifi e n in quelli canonici. Lautore, con questa novit, collega il Graal di probabile origine pagana e quindi pre-cristiana, con il Calice usato da Ges durante lUltima Cena e con il quale Giuseppe dArimatea avrebbe raccolto successivamente il sangue di Ges dopo la crocifissione. Con quest affermazione il nobile de Boron - per la prima volta nella storia di questa leggenda - sancisce che il Graal trae le sue origini dal Cristianesimo essendo legato al Calice e a Ges. Lautore afferma che la sua opera prende lo spunto da alcuni documenti riservati che sono precedenti a quelli di Chrtien e sostiene, inoltre, che gli sono stati rivelati dei segreti relativi alla vera natura del Graal. La teoria di Robert de Boron che associa il Graal al Cristianesimo viene smentita da Jessie Weston, il quale afferma che non c nessuna leggenda cristiana riguardo a Joseph dArimathie e il Graal. Essa non esiste al di fuori della letteratura del Graal, una invenzione romanzesca senza unautentica tradizione. (J. L. Weston, Indagine sul Sacro Graal. Sellerio, Palermo 1994, pag.24). (Continua)

ILPICCOLOPRINCIPEELASUAROSA
In quel luogo desertico riaffioravano, pian piano, nella mente dello scrittore i ricordi della sua infanzia, quando allet di sei anni gli adulti gli dissero che era meglio lasciar perdere i disegni e cominciare a studiare la geografia, la storia e tutte quelle materie che gli sarebbero servite per la vita. Per questo motivo non disegn pi, abbandonando per sempre quella parte fantasiosa e creativa della sua personalit. Cos, trasportato dalle memorie di un tempo lontano, si risvegli allalba per voce di un bambino che gli chiedeva di disegnargli una pecora. Quella pecora gli sarebbe servita per divorare gli arbusti di baobab, piante cattive che con le loro radici infestavano il suolo del suo piccolo pianeta e che occorreva estirpare prima che crescessero a tal punto da distruggerlo per sempre. Era il piccolo Principe, un bambino di sei anni, dai capelli biondi, proveniente da un piccolissimo pianeta poco pi grande di lui, lasteroide B 612. Improvvisamente gli venne in mente la rosa che aveva lasciato nel suo pianetino e cominci a preoccuparsi per lei perch la pecora lavrebbe potuta mangiare; ma lautore lo rassicur dicendogli che avrebbe disegnato una museruola per la sua pecora e una corazza per proteggere la sua rosa. La pecora avrebbe eliminato solo le piante cattive. Un bel giorno lontano, quella rosa era stata trasportata nel suo piccolo mondo sotto forma di seme e l crebbe tra i suoi fiori, unica, bellissima, profumata. Il suo ricordo lo rattristava molto perch era stata lasciata sola, lass. Era una rosa molto esigente, lamentosa ed anche un po vanitosa; gli aveva raccontato di essere lunica di quella specie in tutto luniverso e il principe linnaffiava, la curava amorevolmente proteggendola da tutti. Soltanto in seguito scopr, con un po di delusione, che sul pianeta terra esistevano altre rose come la sua, ma comprese che lei era veramente unica per lui perch il tempo che le aveva dedicato laveva resa importante. Erano stati proprio lamore, la pazienza e la fedelt verso la sua rosa che la facevano risplendere in lui come la fiamma di una lampada, che bisognava proteggere perch sarebbe bastato un sol colpo di vento per farla spegnere. Lo scrittore pensa che gli uomini coltivano cinquemila rose nello stesso giardino e non trovano quello che cercano, quando invece potrebbe essere trovato in una sola rosa. Gli occhi sono ciechi, bisogna cercare col cuore, quello che importante non lo si vede. Il bambino che si presenta nel deserto lIo pi profondo dellautore, la parte pi interiore, quella autentica che riguarda il pianeta della sua infanzia che ha lasciato. La nostalgia verso la sua rosa il rimpianto verso quella parte pura del proprio Essere che si persa - con la caduta edenica - a cui si vuol far ritorno. La rosa rappresenta tutto quello a cui tendiamo: purezza, saggezza divina, rigenerazione, bellezza, amore e perfezione che racchiudono il sacro. La rosa lEssere rigenerato, limmagine della virt dellanima che si identifica con lamore e larmonia dellinfanzia, dellinnocenza, della gioia di vivere. Quella rosa va protetta dalle piante malefiche che la inquinano, dalle tempeste, dalle grinfie degli animali feroci da tutte quelle insidie che vogliono distruggerla, va curata, innaffiata perch una rosa esigente che richiede attenzioni e il piccolo principe ne il responsabile. Negli anni, la cura per la sua rosa lo ha fatto molto soffrire poich essa va maneggiata con attenzione per non pungersi. Le sue spine non le servono unicamente per difendersi ma sono il mezzo per raggiungere la rinascita spirituale che non pu avvenire se non attraverso il sacrificio di s. Solo quando ne lontano il piccolo principe scopre il suo amore trascendente per lei. Il suo profumo ineffabile, la sua forma, il suo centro, ne fanno un simbolo di perfezione spirituale, di risurrezione e di immortalit, eterna come un astro nel firmamento. (Continua) Antonietta Anzalone

SINFONIA DI PAROLE
a cura di Stefano Di Marino

SOLO LOTTA PER LE POLTRONE


La vita di oggi, che sta camminando in un mondo di illusioni, come un fantasma perch sta facendo dimenticare quei valori primari di una civile convivenza, della fratellanza, dellonest, del rispetto reciproco, dellamicizia, di saper porgere una mano a chi bisognoso, agli emarginati, a chi ci ha fatto un torto e perdonarlo e vivere la vita cristianamente senza criticare loperato degli altri, ne essere invidiosi o gelosi di coloro che vivono nel lusso e che hanno tante ricchezze, quello che conta stare in pace con noi stessi e offrire una buona parola verso chi ne ha bisogno. La politica attuale del nostra Paese, in tutta questa negativit, ha le sue responsabilit. Infatti, attualmente vive in un mare agitato di corruzioni e di compromessi internazionali a qualsiasi livello o titolo, con il cancro delle mafie, linadeguatezza delle classi dirigenti, la disoccupazione, il lavoro nero nonch il mix tra diverse organizzazioni malavitose dove i proventi dei reati in genere appartengono al mondo sommerso dellomert. Droga, prostituzione, truffe in danno di persone deboli economicamente, raggiri, soprusi, pedofilia. La delinquenza minorile risulta incontrollabile. Bambini, donne e anziani abbandonati e tanti altri reati che offendono il prestigio e il decoro della nostra bella Italia. La violenza sulle donne unatroce realt. Se le Leggi non sono efficaci basterebbe un atto di buon senso da parte di chi deve giudicare, applicando con severit e senza sconti, gli articoli specifici del Codice Penale. Tutto questo squallore permette che la nostra bella Patria subisca senza reagire alle pesanti critiche da parte di esponenti di altri Paesi europei ed internazionali. Questa una politica interessata solo a conservare la poltrona,e la parcella da capogiro ogni fine mese, truffando la povera gente che a stento riesce ad arrivare alla terza settimana del mese. E non dobbiamo dimenticare i tanti caduti delle Forze dellOrdine che hanno immolato la loro vita per difendere le Istituzioni Democratiche, i martiri dellultimo periodo bellico che per salvare altri fratelli, dalla morte certa, perch prigionieri dei Tedeschi, hanno sacrificato la propria vita, come il Questore Palatucci, ed altri martiri per aver salvato tanti innocenti da morte certa, nonch i nuovi martiri dei nostri eccellenti soldati che fuori i confini della nostra Patria, hanno trovato la morte sotto la sigla di: soldati di pace! Ecco perch ho deciso di allontanarmi, almeno con la fantasia, da questa sconvolgente situazione sociale che va condannata con tutta la nostra Italianit.

AVVISO UTILE PER FAMIGLIE E AZIENDE


* Ristrutturazione di appartamenti. * Manutenzione straordinaria di edifici. * Progetto e calcolo di strutture di nuova realizzazione. * Valutazione della vulnerabilit di strutture esistenti. * Progetto di impianti fotovoltaici (pannelli solari per produrre energia elettrica a basso costo, usufruendo di incentivi statali) * Certificazione energetica di edifici Per informazioni: Ing. Valentina Cerenza e-mail: vcerenza@unisa.it Cell. 393.5215165 - 333.7924017 Tel.-fax: 089.9780165

OMAGGIO AI SOCI
A coloro che rinnoveranno la quota associativa a questo periodico verr offerto in omaggio uno dei seguenti libri di COSMO G. SALLUSTIO SALVEMINI * Democrazia degenarata. * Informazione manipolata dalle lobby. * Dalla corrotta oligarchia alla demo-sorte-merito-crazia. * Pace nel mondo, traguardo possibile. * Storia di moderne devianze della Giustizia. * Matrimonio o convivenza? * Stato e Chiesa - Storia dei concordati. * La questione cattolica - Privilegi concordatari. * Papato e Conclave, storia dei rapporti con il potere politico. * Il potere temporale del Papato. * Europa, problemi giuridici ed economici (sesta ediz. Giuffr). * Istituzioni di diritto civile. * Istituzioni di diritto pubblico. * Istituzioni di diritto commerciale. * Elementi di economia politica.

VOLETE INVESTIRE I RISPARMI CON BUONI RENDIMENTI ?

Il dott. Paolo Maria BONELLA


Promoter Finanziario a disposizione dei lettori del periodico LATTUALIT per fornire * Consulenze sul modo pi sicuro di investire i risparmi * Consigli sulla previdenza integrativa (Piani Pensione) Per maggiori informazioni telefonare ai seguenti numeri: 06/684341 - 06/68434360

N. 10. OTTOBRE 2013

PROBLEMATICHE RELIGIOSE E DI ATTUALITA

,
LATTUALIT, pag. 15

DIALOGO ECUMENICO
a cura di Aurora Simone Massimi

lL DONO DEL LIBERO ARBITRIO


Fin da quando Dio cre luomo gli concesse la libert di decidere, di scegliere la direzione in cui muoversi. I teologi hanno denominato questa facolt di scelta con il termine libero arbitrio. Il Creatore, oltre al dono della vita, ha voluto aggiungere anche quello (sublime) della libert di scelta. Di conseguenza ha creato il senso della responsabilit. Chi libero di agire sar chiamato a rispondere di ogni propria azione, nel Bene e nel Male.Cos stato da Adamo in poi. E cos sar in futuro. Papa Francesco sta magistralmente riaffermando questa verit teologale e sta dando lesempio. Sta attuando lesortazione evangelica Tutto ci che farete per i pi poveri lo avrete fatto a me. Non chi si limita a pregare il Signore con vuote parole, ma chi si impegna a realizzare il Regno di Dio e la Sua giustizia, andr in Paradiso. Gli ipocriti (che esistono in tutte le religioni) farebbero a convertirsi prima che la loro vita terrena abbia termine. Rosanna Sinopoli

L A R U B R I C A D E L PA D R E
a cura di Pierluigi Vignola LACQUA RISORSA FRAGILE E MAGNIFICA
La spiritualit dellacqua ha le sue radici da un invito: Chi ha sete venga a me e beva, chi crede in me. Come dice la Scrittura: fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno. (Gv. 7,37) In occasione della Giornata Mondiale del Turismo stato scelto il tema dellacqua. significativo rilevare che quanto raccontato da San Giovanni sia per noi storia sacra. Quante suggestioni sono, dunque, legate allacqua. Acqua che lava,purifica, disseta; acqua che fa addirittura incontrare. Ed proprio partendo da questa storia che ci sentiamo coinvolti, custodi responsabili di quella risorsa preziosa che anche oggi lacqua, bene troppe volte ridotto a merce, a valore economico, a oggetto di scambio, da cui si vede escluso chi non ha possibilit di reddito per assicurarsela. A questo diritto umano fondamentale, legato al diritto stesso alla vita, circa un miliardo e mezzo di persone manca di un accesso adeguato; e pi ancora sono quelle prive di una sufficiente disponibilit di acqua potabile: nel Sud del mondo lacqua contaminata rimane causa diffusa di malattia e morte, specialmente tra i bambini. Come osservava il papa emerito Benedetto XVI: allorigine di non poche tensioni che minacciano la pace sicuramente le tante ingiuste disuguaglianze ancora tragicamente presenti nel mondo. Tra esse particolarmente insidiose sono le disuguaglianze nellaccesso a beni essenziali come il cibo, lacqua, la casa, la salute. Lacqua rimane una risorsa male distribuita e male sfruttata; spesso subisce lingiuria e la violenza delluomo. Viene quasi stuprata. Inquinata. Sporcata. Contaminata. Messa con altri elementi diventa scivolosa, appiccicosa, viscida. E allora provoca il disgusto, la nausea. la nausea che proviamo verso ogni tipo di impurit. la ripugnanza verso tutto ci che ambiguo, melmoso. Diventa allora simbolo del male, della cattiveria, della coscienza sporca, del torbido che investe la vita delluomo e occulta, nasconde ci che di pi autentico possiede. Lacqua a volte si arrabbia, diventa collerica. E cambia volto: e appare come tsunami, si fa inondazione, straripa, diventa alluvione. Diventa violenta. Lacqua tempestosa dice di come pu essere luomo quando perde la sua limpidezza, la sua naturalit, la sua natura di uomo. A noi piace lacqua fresca, limpida, chiara pulita, non avvelenata dagli odi, dalle contese, dai cultori del profitto. Lacqua che ci rigenera e ridona la vita nuova: Vi asperger con acqua pura e sarete purificati da tutte le vostre sozzure (Ez. 36,25). Lacqua si trasforma e trasforma. Insegna che ogni singolo cambiamento pu essere ambiguo e che non tutti i cambiamenti sono un bene o aiutano la crescita e la libert delluomo. A volte distruggono quello che altri con fatica hanno costruito. Ogni trasformazione va seguita e guidata. Ogni trasformazione va capita ed in profondit. Ogni trasformazione ha un costo.

UOMO-DONNA, LA FAMIGLIA NATURALE


Papa Francesco difende listituzione della famiglia con severit e toni decisi: la prima comunit umana fondata sul vincolo del sangue, ovvero caratterizzata da una fondamentale omogeneit biologica, psicologica, affettiva e culturale. La famiglia composta dai coniugi:uomo e donna, dai figli ed eventualmente dagli ascendenti e collaterali che coabitano. Ogni cultura conosce i propri modelli di famiglia, che risultano quasi sempre coerenti con luniversalit dei valori morali che la cultura di riferimento sostiene. Le diverse mutazioni sociali e culturali dellultimo secolo hanno causato un trasformazione nella struttura e nella vita della famiglia, passando dalla cos detta famiglia patriarcale, tipica della cultura agricola e costituita dallinsieme strettamente coordinato di vari nuclei familiari, viventi sotto lo stesso tetto e sotto la comune autorit del capofamiglia, a quella nucleare dei tempi moderni che ha portato ad unit familiari pi piccole, solitamente composte dai coniugi e da uno o due figli. Naturalmente anche la famiglia nucleare ha i suoi svantaggi: la solitudine dei coniugi in balia dei problemi affettivi ed educativi e lesclusione degli anziani dai ruoli familiari. Il Papa, senza offendere la dignit di ogni persona di vivere la propria vita secondo i propri istinti, evidenzia nel suo discorso limportanza della famiglia fondata sullunione fra un uomo e una donna che si amino. La visione antropologica di Papa Francesco non si discosta quindi da quella dei suoi Predecessori, risultando tuttaltro che ambigua su uno degli argomenti pi dibattuti in questi anni, la legittimit di unioni con lo scopo di creare famiglie tra coniugi dello stesso sesso. Dice Papa Bergoglio che la famiglia tradizionale, uomodonna, rimane il primo e principale soggetto costruttore della societ e di uneconomia a misura duomo, e come tale merita di essere fattivamente sostenuta. Papa Bergoglio, citando la Caritas in Veritate di Benedetto XVI, manifesta la speranza che la classe politica, nel compiere scelte di carattere culturale e politico, possa condurre una riflessione senza pregiudizi ideologici sulla questione, ispirandosi cos a un certo approccio antropologico per contribuire in modo efficace a mettere in evidenza il legame che unisce il bene comune alla famiglia fondata sul matrimonio unione quindi tra un uomo e una donna. PAPA FRANCESCO IN VISITA ALLA FAVELA DI VARGINHA Dal 23 al 28 luglio c.a. si tenuta a Rio de Janeiro, in Brasile, la XXVIII Giornata Mondiale della giovent, presieduta da Papa Francesco, primo argentino al soglio di Pietro, Pontefice che nei pochi mesi trascorsi dallinizio del suo mandato ha gi guadagnato il rispetto, lammirazione e laffetto della maggioranza dei fedeli, in particolare dei giovani. Dopo Buenos Aires, nel 1987, la citt brasiliana di Rio de Janeiro stata la seconda dell'America del Sud ad essere sede dell'incontro internazionale dei giovani cattolici con il papa. Molti i momenti toccanti di questo evento, tra i tanti uno dei pi importanti ed emozionanti stata la visita del Papa, a piedi, nella favela di Varginha, evento storico in quanto nessuno dei suoi Predecessori era mai andato in visita in una favela. Varginha, a differenza di molte altre favelas e dei luoghi turistici di Rio, non ha nessun suggestivo paesaggio oceanico da cartolina a farle da sfondo, si presenta come una distesa di umili casette, senza asfalto e con un improvvisato campo da calcio come piazza centrale, la favela una ex discarica occupata nel 1940. La polizia qui ha espulso i narcos e imposto la legge dello Stato Brasiliano ma la citt ancora molto povera e la gente muore di stenti e di fame; la favela stata classificata infatti, tra le 126 regioni urbane della citt di Rio de Janeiro, come detentrice del quinto peggiore indice di sviluppo umano di tutto lo Stato. A Varginha vivono 1152 persone, la favela si estende su 24 mila metri quadrati. e somiglia terribilmente a quella periferia di Buenos Aires, che Papa Francesco conosce bene e che ha frequentato per anni. Nella comunit della favela, il Papa ha passeggiato protetto da transenne, ma avvicinandosi spesso alla gente che lo ha accolto affiggendo sui muri delle misere abitazioni poster e crocifissi per invitarlo a entrar ed a dividere con loro quel poco avevano .Papa Bergoglio ha scelto una baracca a caso, l per l, ha bussato alla porta entrato e si seduto a prendere un caff con la famiglia ,accompagnato solo dall'arcivescovo Joao Orani Tempesta, Avrei voluto bussare a tutte le porte, prendere un cafezinho con tutti. Ha detto il Papa Ma il Brasile cos grande, ed ho scelto voi che rappresentate tutti i rioni. Il Papa rivolgendosi poi ai fedeli ha pronunciato un discorso nel quale ha fatto un appello: Vorrei fare appello a chi possiede pi risorse, alle autorit pubbliche e a tutti gli uomini di buona volont impegnati per la giustizia sociale: non stancatevi di lavorare per un mondo pi giusto e pi solidale! Nessuno pu rimanere insensibile alle disuguaglianze che ancora ci sono nel mondo. Ognuno, secondo le proprie possibilit e responsabilit, sappia offrire il suo contributo per mettere fine a tante ingiustizie sociali. Non la cultura dellegoismo, dellindividualismo, che spesso regola la nostra societ, quella che costruisce e porta ad un mondo pi abitabile, ma la cultura della solidariet; vedere nellaltro non un concorrente o un numero, ma un fratello.

I CERCATORI DI DIO
I Camaldolesi di Montecorona sono dodici eremiti tra cui quattro novizi, completamente dediti alla preghiera nella pi assoluta solitudine con Dio. Vivono in un eremo costruito quattro secoli fa che porta tutti i segni della sua et. Con il tempo stata aggiunta solo la luce elettrica e lacqua corrente, per il resto tutto rimasto come allora. C profumo di antico, di sperimentato, di adulto. Una grande lapide ricorda che Papa Giovanni XXIII un pomeriggio, trovandosi in visita nelle vicinanze fece unimprovvisata agli eremiti trattenendosi amabilmente a parlare con loro davanti alla Chiesa. Pare che l abitasse un anziano eremita polacco che aveva seguito Wojtyla da Cracovia e che sarebbe stato il suo confessore ma top secret. Leremo non ha niente di attraente n di caratteristico come altri monasteri che producono birra, cioccolata, marmellata o altre cose, loro producono solo preghiera. Sono eremiti veri. La parola pubblicit non nel vocabolario delle poche parole che pronunciano. Sembrano strane persone che si alzano di notte a pregare, che pregano a lungo da soli in cella quando nessuno li vede, si prestano servizio lun laltro attraverso una vita molto regolamentata. La cosa che pi colpisce il loro modo di pregare. Benedettino solitamente significa canto gregoriano splendore della liturgia, da loro niente di tutto questo. Recitano tutto lufficio Retto tono cio sempre sulla stessa corda, cos pure la messa e le altre preghiere comunitarie. Niente melismi e variet di modi propri del gregoriano ma la monotonia di una recita tutta sulla stessa corda. Perch? Mi hanno spiegato, ed vero, che lattenzione deve andare non al canto ma soltanto alla Parola di Dio che si pronuncia fino a lasciarsi penetrare solo da essa. Questo modo di pregare, che continua da quattro secoli, quando Paolo Giustiniani, si stacc dai camaldolesi optando per leremo, un modo sperimentato per lasciarsi penetrare dalla Parola di Dio. Indubbiamente la loro vita suscita una grande curiosit; basti pensare al successo dei films che trattano della loro vita come Therese, il grande silenzio e Uomini di Dio. Certamente tutto quello che segreto sublime. La loro vita ha un preciso scopo: cercano Dio, lo hanno trovato, continuano a cercarlo e intrattengono con Lui un rapporto di amicizia. Questa la ragione del fascino che li avvolge e che pu avvolgere ogni uomo e donna di buona volont che ha voglia di seguire lesempio di cercare Dio. Pierluigi Vignola

MA IN FAMIGLIA, DOV DIO ?


(Seconda parte) Ma Lui non gi in casa? Il Signore parla cos perch desidera che la vostra Fede diventi esperienza in modo da poter condividere con Dio tutta la vostra vita familiare. Questesperienza di Dio si definisce mistica: senza lasciarvi impressionare dal termine che potrebbe evocare astrazioni dalla realt poco consone a chi ha una responsabilit familiare, vuol dire semplicemente avere coscienza, fare lesperienza che Dio presente, vicino; significa sperimentare che Egli in casa con voi, misteriosamente, ma realmente. questo che Dio desidera offrirvi. E se ci ha fatto sapere che con noi, non per il gusto di farcelo sapere, ma unicamente perch vuole entrare in comunione con noi. Di solito si pensa che i grandi mistici della Chiesa siano solo quelli che hanno sperimentato la presenza di Dio nella preghiera e, non potendo sopportarne la grande gioia, hanno addirittura perso i sensi, come avviene nellestasi. Cos capitato a S. Teresa dAvila, a S. Giovanni della Croce, a S. Francesco dAssisi, ma sicuramente anche ad altri che sono in mezzo a noi e che, forse, conosciamo. Anche Madre Teresa di Calcutta, come una volta S. Francesco o S. Martino, hanno avuto autentiche esperienze mistiche quando vedevano Ges in un povero, tanta era la loro Fede nella presenza di Cristo tra i pi poveri dei poveri. La differenza che quando si fa lesperienza di Ges presente in un povero, non si ha tempo di cadere in estasi. Al contrario, ci si d da fare per aiutarlo: chi rende autentica lesperienza mistica non lestasi, ma lintensit dellamore. E lamore fatto di momenti di contemplazione [pochi] e di momenti di azione [molti]. Voi che vivete in famiglia, lo sapete bene! Questi mistici ci hanno spesso descritto come pregare e come crescere nella Fede: tanti li hanno seguiti ed alcuni hanno fatto la loro stessa esperienza. Santa Teresa di Ges Bambino, per esempio, figlia spirituale di S. Teresa dAvila e di S. Giovanni della Croce; San Pio discepolo e figlio di S. Francesco dAssisi. Come vedete per, si tratta sempre di frati e monache. Ora, invece, il momento delle famiglie perch quel Dio che presente nel Carmelo o nella cella di un convento, lo stesso che in casa vostra. sempre Lui che desidera manifestarsi anche a voi, per condividere la vostra stessa vita. Come fare? Non avete altro che Lui e la sua Chiesa. Per ora, non ci sono coppie che abbiano scritto Il cammino di perfezione o Il castello interiore per le famiglie, come fece S. Teresa per le sue monache. Chiss, potrebbe essere proprio la vostra a mettervi alla ricerca del Signore, trovarlo e poi dire alle altre come avete fatto: cos, oltre ad avere una famiglia santa, avremo anche una famiglia dottore della Chiesa!

IL PAPA PROPONE LA PREGHIERA DELLA MANO


Il pollice il dito a te vicino. Comincia quindi con il pregare per coloro che ti sono vicini. Sono le persone di cui ci ricordiamo pi facilmente. Pregare per i nostri cari un dolce obbligo. Il dito successivo lindice. Prega per coloro che insegnano, educano e curano. Questa categoria comprende maestri, professori, medici e sacerdoti. Hanno bisogno di sostegno e saggezza per indicare agli altri la giusta direzione. Ricordali sempre nelle tue preghiere. Il dito successivo, il medio, il pi alto. Ci ricorda i nostri governanti. Prega per il presidente, i parlamentari, glimprenditori e i dirigenti. Sono le persone che gestiscono il destino della nostra patria e guidano lopinione pubblica... Hanno bisogno della guida di Dio. Il quarto dito lanulare. Lascer molti sorpresi, ma questo il nostro dito pi debole, come pu confermare qualsiasi insegnante di pianoforte. l per ricordarci di pregare per i pi deboli, per chi ha sfide da affrontare, per i malati. Hanno bisogno delle tue preghiere di giorno e di notte. Le preghiere per loro non saranno mai troppe. Ed l per invitarci a pregare anche per le coppie sposate. E per ultimo arriva il nostro dito mignolo, il pi piccolo di tutti, come piccoli dobbiamo sentirci di fronte a Dio e al prossimo. Come dice la Bibbia, gli ultimi saranno i primi. Il dito mignolo ti ricorda di pregare per te stesso... Dopo che avrai pregato per tutti gli altri, sar allora che potrai capire meglio quali sono le tue necessit guardandole dalla giusta prospettiva. Mario Coletti

UNA FESTA PARTICOLARE IN ONORE DELLA MADONNA


Vicalvi. Tutti gli anni il primo sabato e la prima domenica di ottobre si festeggia solennemente nellameno e panoramico Vicalvi della pittoresca Ciociaria la Madre Celeste con i Titoli dImmacolata e del S.Rosario. Tale festa ha avuto inizio dalla storica e vittoriosa battaglia navale di Lepanto, avvenuta il 7 ottobre 1571, in cui le flotte cristiane riunite, pur inferiori di numero, sconfissero la flotta dei Turchi Ottomani. Le flotte riunite dei cristiani erano comandate da don Giovanni dAustria. Le flotte cristiane erano composte di 209 galee, 6 galeazze e 30 navi da carico con un totale di 12.920 marinai, 43.500 rematori, 28.000 soldati e 1.815 cannoni. Contribuirono alle suddette flotte Venezia, la Spagna, il Duca di Savoia, Genova, Malta e vari Signori italiani. La flotta turca comprendeva 222 galee e 60 minori unit agli ordini di Mehmet Ali. A Vicalvi le campane suonano a festa e una banda suona musica sacra e il trono dorato con la Madonna preceduto dal parroco Don Claudio Rigatti e seguito da Gabriele Ricciardi e il Vice Sindaco, Mirella Ricciardi. Poggia sulla sommit del colle conico del paese un medioevale castello pentagonale, che meriterebbe di essere restaurato. La festa in Vicalvi in onore della Madre Celeste dovrebbe qualche anno effettuarsi alla presenza della TV, cos potrebbe essere ammirata da milioni di fedeli. Mario Coletti

UNO SGUARDO ALLA TEOLOGIA ISLAMICA


Nella teologia islamica, molto simile a quella cristiana, troviamo gli angeli, Dio (Allah in arabo significa semplicemente Il Dio, con larticolo a indicarne lunicit assoluta), maestri spirituali (ma non i santi, dal momento che lislam non ammette figure umane come tramite tra uomo e divino), i profeti (compreso Ges) e demoni. La figura demoniaca per eccellenza Shaytn, il tentatore, ma nella demonologia islamica troviamo anche spiriti come il Jinn (plurale: Janna), che ormai ha superato i confini del testo sacro islamico, il Corano, per arrivare al cinema (Long time dead), la letteratura (Le mille e una notte: quello dentro la famosa lampada di Aladino era un Jinn) e persino i giochi di ruolo. Forma demoniaca (ma non immortale, e di rango inferiore agli shayatn) generata dal fuoco e gi esistente presso i popoli preislamici, a loro volta influenzati da correnti iraniane, assire, romane, greche e babilonesi, i Janna sono considerati a met strada tra gli umani, generati dallargilla, e gli angeli, nati dalla luce. La teologia islamica ha tolto a questi spiriti la maggior parte dei poteri loro attribuiti dai popoli pagani preislamici (anche se spesso la tradizione prevale sulla religione) e li descrive dotati di intelligenza e libero arbitrio, al punto che alcuni di loro si sarebbero convertiti allislam ascoltando il profeta Muhammad, e come tali sono soggetti al giudizio di Dio. Di etimologia abbastanza sicura, il termine Jinn (che ha dato origine al latino genius) deriva da una radice araba che indica loscurit, le cose nascoste, la follia (molte forme di epilessia e pazzia erano in passato considerate casi di possessione, in ogni religione), e ne esistono di vari tipi, dai malvagi ghoul, ifrit, marij, qutruba, silt, mrid, ai pi innocui amir, e in genere popolano luoghi abbandonati, cimiteri, rovine e deserti. Di aspetto molto mutevole e perfetta metafora dellostilit dellambiente in cui vivevano i primi popoli islamici, i Janna sono citati in vari ahadith (racconti) del Profeta e in numerosi passi del Corano, che dedica loro anche unintera sura (immagine, Lequivalente di un capitolo) la 72, e in parte anche la 144ma, considerata uno scongiuro contro i malefici spirituali. La credenza islamica nei Janna potrebbe essere considerata una forma di magia popolare, ma non dimentichiamo che tutti i sistemi religiosi, per la loro stessa natura, si basano su una forma di soprannaturale (ad esempio il carattere apotropaico di numerose preghiere cristiane ed ebraiche) intesa non come cieca superstizione, ma come credenza e speranza in un mondo superiore, che sfocia nelle correnti mistiche del sufismo (nellislam), del cabalismo (ebraismo) ed esicasmo(cristianesimo). Emiliano Federico Caruso

VIBRATA PROTESTA
I rappresentanti delle Associazioni dei Genitori dei minori abusati sessualmente dai vescovi e dai preti cattolici pedofili (negli U.S.A. ed in altri Paesi) hanno divulgato un comunicato-stampa per esprimere una vibrata protesta contro la santificazione di Karol Wojtyla, programmata dal Vaticano per il 20 ottobre. Il Movimento Salvemini si associa alla protesta, fondandola sulle argomentazioni svolte dal teologo Hans Kung (nellIntroduzione al libro di C.G.S.Salvemini Il potere temporale) e dai teologi Matthew Fox e Leonardo Boff (nel libro di Salvemini Informazione manipolata dalle lobby). Sullargomento, una riflessione doverosa. Siamo proprio sicuri che tutti i santi proclamati in piazza San Pietro siano poi riconosciuti tali anche nel Regno dei Cieli? Ai dogmatici cattolici (e a quelli di tutte le altre religioni) bisogna dire che il dubbio linizio della conoscenza.

LATTUALIT, pag. 16

N. 10. OTTOBRE 2013

Editore: Movimento G. Salvemini, fondato nel 1962

LATTUALIT
Direzione: Via Aquilonia 93 00177 Roma

Comitato dOnore del periodico LAttualit


Sen. Dott. Bruno Amoroso (P.M.S.P.): On. Alfredo Arpaia (Presidente Lega Italiana Diritti dellUomo); Prof. Andrea Bixio (Ordinario Sociologia, Univ. La Sapienza, Roma); Prof. Giorgio Bosco (Ambasciatore); Col. Prof. Amerigo Coroneo (V. Ministro P.M.S.P.); Conte Prof. Fernando Crociani Baglioni; Prof. Claudio De Rose (Presidente Onorario Corte dei Conti); Prof. Francesca Ferragine (Psichiatra-Psicoterapeuta); On. Pietro Fratantaro (P.M.S.P.); On. Diego Gattuccio (P.M.S.P.); Duca Riccardo Giordani, Duca di Willemburg; Prof. Pierluigi Lando (psicologo); On. Albano Laporta (P.M.S.P.), On dott. Giacomo Leopardi; Prof. Giuseppe Lembo (sociologo); Amm. Stefano Madonna; Sen. Col. Giancarlo Martini (P.M.S.P.); On. Pasquale Moncada (P.M.S.P.); Gen. Stefano Murace (Aeronautica Militare); Gen. Enrico Muzi (Guardia di Finanza); Gen. C. A. Rocco Panunzi; Comm. Dott. Rodolfo Ricottini (medico chirurgo); Prof. Tito Lucrezio Rizzo (Consigliere Capo Servizi del Quirinale); Prof. Natale Santucci (neurochirurgo); Comm. Giancarlo Serafini (presidente Lions Roma Palatinum); Gen. C. A. Bruno Simeone; Prof. Giulio Tarro (Scienziato, PhD-Md).

BUON COMPLEANNO, BILANCIA


Eccoci arrivati al settimo segno dello Zodiaco. Simbolo del complementare, esso sottolinea limportanza dellunione degli opposti, la coniugatio oppositorum alchemica. In questo segno si sperimenta il dualismo assoluto: per questo motivo,psicologicamente, i tipi Bilancia sono sempre orientati a tenersi in equilibrio, fuori dalle difficolt mediante il compromesso, il fatto, la norma legale. La qualit zodiacale legata al segno della Bilancia al mese di ottobre- lo sviluppo dellottimismo, avendo la certezza che essa presenti sempre il suo lato migliore. Viviamo unepoca di grandi sconvolgimenti in sede planetaria e sociale e quindi dovremmo sapere tutto ci che necessario per poter vedere finalmente larrivo di una nuova epoca, lavvento di nuove Ere. Poich luomo sembra apprendere pi dal dolore che dalla gioia necessario che tante pi persone si risveglino dal sonno in cui sono immerse. Lo si pu fare con un dono, un pensiero gentile, un libro appropriato, ma la medicina di base soprattutto lAmore. Ecco perch il segno della Bilancia, collegato alla dialettica altro da se il segno per antonomasia preposto allunione, alla funzione nellaltro. La collocazione di Venere in Bilancia pone il natio di fronte al problema del narcisismo, della vanit e delleccessivo spirito salottiero. La Bilancia governa i reni, le vertebre dorsali e il sistema genito-urinario. Marina Giudicissi

Direttore responsabile Sen. Prof. C. G. S. Salvemini Parlamento Mondiale Sicurezza e Pace (cell. 347.0333846)
Vice Direttore Editors: Florinda Battiloro

Vice direttori: Adalgisa Biondi, Paolo Macali, Liliana Speranza, Gabriele Zaffiri
COMITATO DI REDAZIONE
Elena Andreoli, Antonio Bartalotta, Flora Battiloro, Lisa Biasci, Biagio Bonetti, Liana Botticelli, Gianfederico Brocco, Emiliano Caruso, Valentina Cerenza, Mario Coletti, Antonietta DelBue Prencipe, Nicoletta Di Bello, Gabriella Di Luzio, Michele Forte, Pietro Fratantaro, Luigi Giorgi, Marina Giudicissi, Andrea Lando, Pier Luigi Lando, Giovanni Maggi, Antonietta Mancuso, Alessandro Massimi, Mario Monica, Lucilla Petrelli, Simonetta Scafi, Aurora Simone Massimi, Liliana Speranza, Nico Valerio, Franco Vivona, Amelia Volpato, Leonardo Zonno.

PAPA FRANCESCO PREGA PER LA PACE


Papa Francesco con la nota veglia notturna in piazza San Pietro ha sconfitto la guerra, convincendo i Grandi della Terra che con la guerra tutto si distrugge e nulla si ottiene, mentre tutto si pu ottenere con la diplomazia e con la pace. Le parole di Papa Francesco sono risuonate nella gremita piazza San Pietro, che stata il cuore della preghiera per la pace. Giustamente Papa Francesco ha detto che in ogni violenza noi facciamo rinascere Caino e che possibile unaltra strada: quella della pace. Papa Francesco ha ricordato a tutti i presenti nella piazza S.Pietro ed a tutti coloro che hanno seguito lo straordinario evento tramite la Tv il noto monito di Papa Paolo VI lanciato davanti alle Nazioni Unite il 4 ottobre 1965: Non pi gli uni contro gli altri, mai !...non pi la guerra, non pi la guerra! Il suddetto Papa disse anche nel 1976:La pace si afferma solo con la pace, quella non disgiunta dai doveri della giustizia, ma alimentata dal sacrificio proprio, dalla clemenza, dalla misericordia, dalla carit. Il nostro mondo nel cuore e nella mente di Dio la casa dellarmonia e della pace ed il luogo in cui tutti possono trovare il proprio posto e sentirsi a casa. Gli umani, fatti ad immagine e somiglianza di Dio, sono ununica famiglia. Dobbiamo imparare di nuovo a camminare e percorrere le vie della pace, invocando laiuto di Dio e della Madre Celeste. Dice Papa Francesco : La mia fede cristiana mi spinge a guardare alla Croce e vorrei che ogni uomo e donna facessero altrettanto, perch constaterebbero che alla violenza non si risposto con violenza, alla morte non si risposto con il linguaggio della morte. Nel silenzio della Croce tace il fragore delle armi e parla il linguaggio della riconciliazione, del perdono, del dialogo, della pace. Tutto lintenso operare dellattuale Papa ha toccato il cuore dei Grandi della Terra, perci si spera che non vi sia un intervento militare contro la Siria. Mario Coletti

VIAGGIARE IN NORVEGIA
La Norvegia un paese che si estende per ben 1700 km, ben oltre il Circolo Polare Artico fino alla frontiera russa. La vita cittadina a Oslo molto diversa da quella che si pu incontrare in una citt della costa; nella capitale, di giorno, vi potrebbe capitare loccasione di fare una passeggiata sugli sci di fondo, mentre la sera potreste godervi una ricca cena in un ristorante di classe per poi concludere la serata allOpera. Sulla costa ovest potreste visitare i fiordi pi celebri del mondo, e scoprire localit ideali per dedicarvi alla pesca, dormendo in capanne dei pescatori su palafitte: ognuna di queste attivit una meravigliosa occasione per perdersi nella natura. Malgrado la sua estensione, la Norvegia un paese facilmente raggiungibile. Tutte le citt sono ottimamente servite da collegamenti aerei, che offrono voli quotidiani diretti da molte citt italiane. Se invece avete pi tempo a disposizione potreste scegliere di viaggiare in automobile, tenendo a mente che la distanza tra Roma ed Oslo, ad esempio, di circa 2500 km, ma il tragitto per arrivare garantisce senza ombra di dubbio una grande variet e spettacolarit di paesaggi. Per maggiori informazioni turistiche, potrete consultare il sito e Buon viaggio! Daisy Alessio

IL VERGOGNOSO DEGRADO DELLA VILLA CAIMI


Quello che resta di Villa Caimi, cio un rudere nascosto e soffocato dalla vegetazione selvatica cresciuta in decenni dabbandono, a Milano in via Aldini 42, nel cuore del quartiere di Quarto Oggiaro. Ma quella che oggi sembra essere solo un cumulo di macerie invece testimonianza della non troppo lontana epoca delle casate nobiliari e dei latifondi. La villa era nel 700 la casa di campagna della famiglia Caimi, il complesso comprendeva la casa padronale, una cascina con corte e parco, stalle e fienili. Quando il conte Scheibler vendette le propriet alla Societa Quartieri di Vialba, fu ceduta anche Villa Caimi al consigliere delegato di questa societ, Cesare Finoli. La villa fu inizialmente la sua abitazione, per diventare poi un orfanotrofio negli anni 30-40, un rifugio per gli sfollati nella seconda guerra mondiale. Nel 1948 fu luogo di ritrovo per lorganizzazione dei laici consacrati Milites Christi, di cui, oltre a Guido Finoli, fratello del proprietario della villa, facevano parte importanti intellettuali cattolici tra cui Giuseppe Lazzati. Negli anni Cinquanta la villa divenne un pensionato Acli per i lavoratori che venivano da fuori Milano e in seguito pass alla gestione dellOpera Bonomelli, che la utilizz per accogliere i lavoratori che arrivavano dal Veneto e dal sud Italia, finch nel 1963 il pensionato fu chiuso, e da quel momento inizi il degrado della villa. Negli anni Ottanta i Finoli vendettero la propriet ad una societ, che firm una convenzione con il Comune ottenendo di poter costruire 30 mila metri cubi di abitazioni e 150 box per auto al posto del vecchio borgo agricolo, e cedette in cambio al Comune la Villa Caimi e parte del terreno da destinare a uso pubblico. Nella convenzione, il Comune di Milano si impegnava a ristrutturare la villa, ma cos non stato. Maria Rosa Laria

Capi Redattori Regionali


Lombardia: Ferruccio Ciavatta. Piemonte: Nino Nemo. Valle DAosta: Pietro Buttiglieri. Trentino-Alto Adige: G. Giordani, Lara Cavaliere. Friuli-Venezia Giulia: Pietro Jacono Veneto: Gilberto Antonioli. Liguria: Carmela De Nitto. Emilia Romagna: Vincenzo Scozzafave (Inviato speciale) Toscana: Silvia Renzi. Marche: Ivo Costamagna. Umbria: Cosimo Roberto Vento Lazio: Lucilla Petrelli, Antonio Bartalotta. Campania: Florinda Battiloro. Abruzzo: A. De Frassina, E. Vanni. Molise: Maria Cristina Bernardo. Puglia: Marianina Sponzilli. Basilicata: Pierluigi Vignola, Giovanni Di Lena. Calabria: Antonio Bartalotta, Michele Biafora. Sicilia: Albano Laporta, Pietro Fratantaro. Sardegna: G. Lutzu, V. Licari, M. Contini. REDAZIONI ESTERE Argentina: Pino Aprigliano Belgio: Francoise Vercruysse Bolivia: Emma Rosario Iman Canada: Giuseppe Cannizzaro Cina: Pietro Fiocchi Costarica: Olga Coll Croazia: Sania Mihalina Federazione Russa e C.S.I.: Pietro Fiocchi Francia: Maria Salamone Germania: Giancarlo Sordon Gran Bretagna: E. Caprarella, C. Di Massimo Olanda: Teresa Van Der Hallen, Tosca Poggialini Portogallo: Maria Rego Romania: Eugen Evu Serbia: Dubravka Stegnjaic Spagna: Maria Jos Vidal Vidal Slovacchia: Marina Hostacna Ucraina: Nataliya Kudryk Usa: Teresinka Pereira, Maristella Santambrogio
Fotocomposizione: Euroselect, via Aquilonia 93, Roma

IL POTERE ANTIOSSIDANTE DEL MELOGRANO


Fin dallantichit il melograno stato protagonista di miti e leggende che ne decantano le rinomate propriet benefiche. In effetti il melograno un vero e proprio concentrato di sostanze attive e, secondo studi recenti, uno dei frutti che possiede le maggiori quantit, utili per proteggere le cellule del corpo dai danni causati dai radicali liberi. Il suo prezioso olio, ricavato dai semi, infatti naturalmente ricco di acidi grassi insaturi, vitamina E, flavonoidi, fitomoni e fitosteroidi ed in grado di contastare i processi di invecchiamento della pelle,svolgendo altresi una preziosa funzione protettiva e rigenerante sulla struttura cellulare. Molti sono anche i significati simbolici attribuiti a questo frutto: in Cina la tradizione vuole che gli sposi lo consumino la prima notte di nozze come buon auspicio per la loro vita coniugale; gli antichi romani ornavano il capo delle loro spose con rami di melograno come augurio di fertilit. Ippocrate, padre della medicina, ne esaltava le vir t medicamentose, consigliandolo nei casi di dissenteria grazie alle sue propriet astringenti. Marina Giudicissi

SEGRETI PER UNABBRONZATURA DURATURA


Lestate ormai finita da un bel po ma nessuno vuole rinunciare al colorito che con tanta accortenza abbiamo raggiunto nella stagione calda. La domanda che in questi mesi molti si pongono : come mantenere la doratura pi a lungo possibile? Eh gi! Nonostante il sole non sia proprio il migliore amico della pelle, provocandole imperfezioni e riducendone la giovinezza e la freschezza, laspetto splendente che assumiamo quando siamo abbronzati davvero unico. Iniziamo subito col dire che mantenere labbronzatura non unimpresa semplice. I motivi principali sono la tendenza a seccarsi dellepidermide e leliminazione veloce dello strato esterno pi scuro. I trucchi per sembrare di essere tornati da una vacanza alle Hawaii pochi giorni prima pur essendo in pieno autunno sono pronti ad essere svelati. Il primo consiglio va a riprendere un argomento quotidiano: lidratazione. molto utile mantenere, fin da sotto la doccia, la pelle molto idratata. Utilizziamo prodotti come bagnoschiuma o creme specifici per pelli abbronzate; saranno meno aggressivi rispetto a quelli normali. consigliabile evitare le temperature dellacqua bollente preferendole a quelle pi tiepide cos da evitare desquamazioni. Una volta utilizzati questi piccoli accorgimenti sarebbe ottimo cospargere ogni sera il nostro corpo con una crema per mantenere la pelle elastica; consigliabile quelle con burro di karit o con vitamine e nutrienti in dose maggiori. Due volte a settimana conveniente ripulire la nostra pelle dalle cellule morte. Uno scrub delicato che esalti la lucentezza ed elimini il colorito grigiastro sarebbe lessenziale. Qualcosa per non perdere fin da subito la tintarella tocca farlo anche a noi. Concedersi lunghe e tranquille passeggiate godendosi il sole di fine estate, evitando le ore pi torride. Porre pi attenzione alla nostra alimentazione assumendo pi frutta e verdura con preferenza a quelle che hanno un colore arancio o rosso, utilizzare come condimento lolio doliva. Non pu mancare, nella nostra lista consigli, il bere tanta acqua. Piccoli e salutari trucchi che, se eseguiti correttamente, ci faranno mantenere labbronzatura qualche settimana in pi! Maddalena Barba

NUOVA ADDRESSROMA DUE srl


Ditta specializzata nelle spedizioni di giornali, riviste e stampe varie Via dellOmo, 49 00155 Roma Tel. 06.22.82.717 Fax 06.22.82.678 e-mail: addressroma@libero.it

Stampa: S T R press, via Carpi 19, Pomezia

Attivit editoriale di natura non commerciale (art. 4, D.P.R. 26/10/72, n 633 e successive modifiche)
Gli articoli firmati e le foto, inediti ed esenti da vincoli editoriali, esprimono le opinioni personali degli autori che ne assumono direttamente la responsabilit. La Direzione, in base agli spazi disponibili, si riserva la facolt di selezionare ed abbreviare gli articoli pervenuti. In linea di massima la collaborazione a titolo gratuito. prevista una retribuzione solo per i corrispondenti dallestero. Propriet letteraria riservata.

Tiratura programmata: 100.000 copie

Qualit e cortesia al servizio della clientela, anche a domicilio.

UN DELIZIOSO
06.60671253 388.0779879

COFFEE-SURPRISE