Sei sulla pagina 1di 30

Martedì 19 maggio

2020

ANNO LIII n° 118


1,50 €
San Celestino V
papa

Opportunità
di acquisto
in edicola:
Avvenire
+ Luoghi dell’Infinito
4,20 €

Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t


Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t

■ Editoriale IL FATTO Apertura parziale del commercio, ma anche proteste di partite Iva e disoccupati. Manca ancora il testo del decreto Rilancio

L’Italia s’è ridesta


Il virus, la nostra realtà, la giusta risposta

RICONOSCERE
LE FRAGILITÀ
MAURO MAGATTI Ripartenza nel giorno del crollo di contagi e vittime. E una speranza per il vaccino dagli Stati Uniti
S Piano Berlino-Parigi per 500 miliardi di aiuti a fondo perduto. Conte: «È un buon punto di avvio»
econdo i dati dell’Istituto superiore
della Sanità in Italia ci sono 24
milioni di cittadini che hanno
almeno una cronicità, dalle più lievi
come l’osteoporosi a quelle più VINCENZO R. SPAGNOLO ■ I nostri temi
debilitanti, come il diabete. Di questi, L’EVENTO Da Nord a Sud le chiese hanno accolto di nuovo i fedeli. Senza troppi disagi

L
12,5 milioni soffrono di multicronicità e speranze e i timo-
(due o più). Un dato spiazzante rispetto ri dell’Italia che ri- STATUTO LAVORATORI/1
alla retorica dell’uomo sempre brillante e parte traspaiono
performante che ci viene presentata ogni dal volto affabile di Giu- Un Patto sociale
giorno. seppe Conte, mentre si re-
Insomma, prima della pandemia, ca a piedi a Palazzo Chigi. e democrazia
eravamo, sì, una società avanzata. Ma per Il premier si ferma lungo
questo, paradossalmente, popolata da il percorso, saluta alcuni economica
molte persone fragili. E ciò per due commercianti, scambia
ragioni. La prima è che, grazie ai con loro qualche impres-
ANNAMARIA FURLAN
miglioramenti delle condizioni di vita e sione sul primo giorno di
agli avanzamenti della medicina, riapertura, poi arriva in Sono passati 50 anni dal 20
riusciamo molto meglio del passato a ufficio e sente i presiden- maggio 1970, la storica da-
curare le persone, anche se non a ti di Confcommercio e ta in cui fu approvata la
guarirle. Le vite si allungano, ma sono più Confesercenti, Carlo San- legge 300 che per tutti è lo
fragili. La seconda ragione è che nella galli e Patrizia De Luise. "Statuto dei lavoratori".
"società della prestazione", ci sono tante La sua passeggiata a sor-
situazioni che possono spingere le presa nel centro di Roma A pagina 3
persone ai margini della vita sociale. Col (da lui decisa senza
rischio concreto di creare continuamente preavviso, spiegano fonti
"scarti", come non si stanca di ricordarci di governo, tanto che non STATUTO LAVORATORI/2
papa Francesco. E ai margini si è più c’è fotografo o camera-
vulnerabili. Il coronavirus ha colpito la man che l’abbia ripresa) è Principio
fragilità nascosta nelle pieghe della un po’ l’emblema di un
nostra società. I dati Iss parlano chiaro: la Paese fiducioso ma guar- e metodo
mortalità sale esponenzialmente con dingo, che prova a ripar-
l’età e la multicronicità mentre si riduce tire rialzando serrande e per tutelare tutti
drasticamente tra la popolazione più riaprendo negozi. Con
giovane e in salute. Su 30mila cartelle l’ottimismo tipico degli i-
MICHELE TIRABOSCHI
cliniche di persone morte di coronavirus i taliani, ma senza sover-
morti con meno di 40anni sono stati 70 e chie illusioni, perché la si- Una ricorrenza offuscata
solo 12 non avevano diagnosticate tuazione generale sugge- dalla emergenza sanitaria
patologie di rilievo.
Dobbiamo allora sposare le tesi di Jair
Bolsonaro che, in modo sciagurato,
continua a sostenere che non ci si deve
La prima
Messa
nel
Duomo
Messe aperte, gioia di popolo risce di restare coi piedi
per terra.
I dati del contagio intan-
to confortano, con una
del coronavirus? Se ci appre-
stiamo oggi a vivere con fi-
ducia una nuova normalità...

preoccupare e che siamo davanti soltanto di Milano, MARINA CORRADI sta immensità che ammutolisce, passia- forte discesa dei nuovi A pagina 3
a una brutta influenza? Certamente no. ieri alle 8 mo dietro al Coro, fino alla Cappella fe- malati e delle vittime sot-
Quella del presidente brasiliano è infatti Quasi le otto di una luminosa mattina di riale. È la prima Messa con popolo dal 23 to quota 100, mentre buo-
una posizione non solo crudele ma anche maggio. Una piccola coda di fedeli da- febbraio. Il cuore vuoto della Cattedrale ne notizie arrivano anche LA PANDEMIA
sbagliata, poiché non tiene conto delle vanti all’ingresso laterale del Duomo. Ri- viene colmato dalle note dell’organo... sul fronte della ricerca per
conseguenze devastanti che un’epidemia levazione della febbre, mascherina, il vaccino anti-Covid. Oms e Ue
non governata produce su sistemi guanti. Varchiamo la porta. Zitti, in que- Primopiano alle pagine 6 e 7
sanitari e sulla società nel suo insieme. Primopiano alle pagine 4-15 per una globale
Qual è il problema allora? La fragilità è
una dimensione ineliminabile della solidarietà
condizione umana con la quale è
necessario fare seriamente i conti. Ciò OGGI MOBILITAZIONE REGOLE PER I VIAGGI ASSEMBLEA OMS
GHEBREYESUS – URPILAINEN
vuol dire che la Sanità va ripensata per far
fronte alle nuove esigenze della Scuole paritarie La Ue: «Salvare Sono 116 i Paesi La pandemia di Covid-19 è
popolazione. Certamente servono la crisi sanitaria che ha mag-
ospedali di eccellenza per curare le senza sostegni il turismo» per un’inchiesta giormente segnato la nostra
acuzie. Ma, come risulta evidente dai dati epoca. Dopo una serie di
citati – oltre che da quanto ci ha Cei preoccupata Di Maio: equità sui silenzi cinesi casi di polmonite a Wuhan...
insegnato l’emergenza Covid, specie in
Lombardia – è urgente attrezzare Ferrario, Gaetani e Lenzi Alfieri Miele A pagina 3
ovunque una "sanità di territorio" che nel primopiano a pagina 14 nel primopiano a pagina 4 nel primopiano a pagina 13
sappia intervenire in modo rapido e
diffuso. E che sia capace di unire la
necessaria assistenza medica con un IL RICORDO DEBITO ARGENTINO
accompagnamento umano e sociale.
Solo così non si intasano gli ospedali, si DI FRANCESCO «Preghiera e vicinanza Corsa per evitare
POPOTUS
Nei Paesi poveri
riesce a intervenire prima e meglio, si
contiene la spesa farmaceutica e si
permette al malato di continuare a vivere
ecco Giovanni Paolo II» il nono default Covid19 fa più paura
Galli, Gambassi, Muolo, Scelzo e Zanussi pagine 16-17 Capuzzi e Pennisi pagina 20 Otto pagine tabloid
nel suo contesto, fattore decisivo per la
sua reattività psicologica e fisiologica.
La nuova Sanità – che è fondamentale
resti un bene pubblico a cui tutti possono Malebolge ■ Agorà
accedere al di là delle risorse economiche Aldo Nove
di cui dispongono – deve sapere integrare
il ruolo dell’ospedale (statale e IDEE
convenzionato) con la medicina grande Stato che, dal 1917 in poi, ha
territoriale, l’aspetto sanitario con quello Il mito, e oltre esteso il concetto di "macchina" a
Kristeva: la forza
sociale, valorizzando il contributo del unità di produzione del terrestre. dell’Europa

P
Terzo settore organizzato e delle reti er chi ama la Storia, Bene, è invece proprio da quel
sociali, a partire dalla famiglia. Perché la consapevole della nozione lunghissimo e misconosciuto lasso di
è sapersi interrogare
fragilità – che la pandemia aggrava anche elementare quanto disertata tempo che chiamiamo "Medioevo" Il testo a pagina 21
perché aumenta isolamento e solitudine che il passato è la nostra migliore che sono germogliati frutti poi
– ha, sì, bisogno di più risorse risorsa per capire il presente, sarebbe sbocciati nei secoli a venire o PIANO JAZZ
economiche, ma anche di più vicinanza e quanto mai importante studiare i drammaticamente da questi
più ascolto. Per essere maggiormente cosiddetti "secoli bui" soffocati. Quando si evocano i roghi Pieranunzi: in Rete
efficace, economica e umana. Tenuto dell’Occidente. Quelli in cui, secondo delle streghe, ad esempio, pochi musica domestica
conto di quelli che effettivamente siamo, la mentalità comune e certe sanno che questi hanno avuto il loro
l’idea tanto propagandata di vivere come distorsioni dozzinali apice nel 1700, ossia nel cosiddetto (ma a pagamento)
singole particelle che se la cavano dell’immaginario, sarebbero stati una "Secolo dei lumi". Abbiamo una Pedrinelli a pagina 23
ciascuno per conto proprio è del tutto sorta di statico abbruttimento delle concezione della storia che è più
irrealistica. Si può dunque dire che la crisi "magnifiche sorti e progressive" vicina alla narrazione di un lungo CALCIO
provocata dal coronavirus ci indica la manifestate dall’Impero romano, e aneddoto delle sorti umane che a
strada: è ora di ripensare la sanità nel riaccese faticosamente nel una consapevolezza seppur Serie A: cresce
quadro di una valorizzazione di tutte le Rinascimento fino a giungere al loro sommaria dei fatti. «La storia – il fronte «chiudiamo
reti sociali. massimo splendore con la scrisse il grande Jacques Le Goff – è
Rivoluzione francese o, per qualcun innanzitutto il mito che ne abbiamo». qui il campionato»
continua a pagina 3 altro, con l’elettrificazione di un © RIPRODUZIONE RISERVATA Zara a pagina 24
Oggi ricordiamo la grande fede e l’esempio di #SanGiovanniPaoloII; sentiamo riecheggiare il suo appello
2 LETTERE E IDEE Martedì 19 maggio 2020
a spalancare le porte a Cristo, a non avere paura. Camminiamo lieti lungo i sentieri del mondo,
seguendo le orme dei giganti che ci hanno preceduto: non siamo mai soli! Papa Francesco

Botta e risposta
Un linguaggio semplice e immediato Euro frammenti

Uno "scudo sociale" Ue


ROBERTO I. ZANINI
giornalista delle pagine culturali
di Avvenire
Fede e icone parlano con uno sguardo per i poveri da Covid-19

C
aro direttore, dice chiaramente fratel Cosimo: «La fede, quella vera, passa per GIANFRANCO MARCELLI
ho seguito dall’inizio alla fine la serie di articoli di Ro- i sentimenti, per la relazione d’amore, che sono cose che ap-

L’
berto I. Zanini sul tema “Cercando la fede”. Le puntate partengono a tutti, non solo a chi è istruito... La fede non è la onda lunga economica della
Nel percorso fatto che più mi hanno interessato sono quelle del 24 novembre teoria delle belle parole... Dio si fa toccare, si fa sentire... Que- pandemia non ha ancora
con la serie di interviste 2019 e del 15 marzo 2020, riguardanti l’incontro-intervista con sto è il Dio che ci cambia... Non il dio vuoto, ideologico, distante investito in pieno l’Europa.
fratel Cosimo, il mistico calabrese di Placanica e col maestro di tanti libri, di tante celebrazioni...». Lo dice anche il maestro Mentre tutti i Paesi dell’Unione stanno
“Cercando la fede”, iconografo di Roma Ivan Polverari. Del primo articolo, oltre al Polverari: «Quello delle icone è il linguaggio dello sguardo. È entrando in ordine sparso nella "fase 2" – quella
il pellegrinaggio di chi contenuto, mi ha colpito anche la resa avvincente della testi- un incontro fra cuori che non ha bisogno di parole... senza me- della riapertura graduale di attività produttive e
ha tradotto in stile di vita monianza, sostenuta senz’altro dallo Spirito come fratel Cosi- diazioni, un flusso diretto col divino». libertà di circolazione – l’effetto a medio e
un pregare incessante mo aveva preannunciato rifiutando la registrazione dell’in- In ultimo vorrei elogiare l’autore per il coraggio nel fare una ri- lungo termine delle restrizioni e dei sacrifici
tervista. Del secondo mi ha colpito l’argomento. L’incipit, per trattazione di quanto aveva scritto il 12 ottobre 2016 in un arti- imposti dal contagio sulle società del
e di chi “dipinge” icone esempio, mi ricorda quello splendido dei “Racconti di un pel- colo in cui si leggeva che le icone non si dipingono ma si scri- continente è ancora difficile da percepire nelle
legrino russo” per la capacità di racchiudere in sé tutto quello vono. Concetto che aveva ribadito rispondendo su “Avvenire” a sue effettive dimensioni. Ma non mancano
che viene detto in seguito, in particolare dove si dice: «Le ico- una mia specifica obiezione. Al maestro Polverari chiede espli- segnali che possa trattarsi di un vero e proprio
ne generano in noi la nostalgia di eternità». Mi convince me- citamente se le icone si dipingono o si scrivono e lui risponde: tsunami, sotto forma di disoccupazione
no, invece, il pensiero del maestro là dove dice che le icone non «Qui si potrebbe aprire un dibattito ma in realtà potremmo con- massiccia e di impoverimento generale.
hanno bisogno di spiegazione. Che senso avrebbe allora, fra siderarlo un semplice equivoco che nasce da un errore di tra- Ai primi di maggio i ministri del Lavoro e degli
gli innumerevoli scritti sull’argomento, quello classico di Leo- duzione dal russo. In quella lingua la parola utilizzata può si- affari sociali dei "27" si sono riuniti in
nid Uspenkij “La teologia dell’icona”? I due articoli mi hanno gnificare indifferentemente scrivere e dipingere. Nella nostra videoconferenza, per un esame degli effetti
colpito, inoltre, perché mostrano come Dio non disdegni l’in- lingua la parola specifica è dipingere. Io dipingo icone». demografici che l’emergenza coronavirus potrà
contro diretto, sensibile con le persone, senza mediazioni. Lo Maurizio Volpe produrre, in vista di un report che la
Commissione sta predisponendo. È stata
anche l’occasione per un giro d’orizzonte

G
entile e caro lettore, cessantemente (1Ts 5,17) noi cerchiamo di raccon- Dio, anzi, è Dio che ci parla attraverso l’icona e il suo sulle conseguenze occupazionali e per le
è la seconda volta che intercorre – complice tare le persone e i modi in cui quel pregare inces- linguaggio non usa le parole dei dotti ma quelle dei economie degli Stati membri. Venerdì scorso,
il direttore – corrispondenza fra noi e con- sante si è tradotto in stile di vita, cioè, come diceva semplici, non nasconde significati in segni arcani, poi, è giunto il via libera del Consiglio Ue al
stato di nuovo la comunanza di visioni e di letture. fratel Cosimo, non una teoria fatta di belle parole, ma ma li mostra tutti nella luce e nell’immediatezza di varo tempestivo del "Sure", il fondo da 100
Come dimenticare l’incipit del primo dei racconti qualcosa che ti fa toccare e sentire Dio e che, neces- un dialogo fra sguardi che non ha bisogno di paro- miliardi di euro per le casse d’integrazione
del Pellegrino russo: «Per grazia di Dio sono un uo- sariamente, ti cambia la vita. Perché così pellegri- le, ma è detto per intero in ciò che l’immagine è ca- salariali e per i meccanismi simili a supporto
mo e cristiano, per azioni gran peccatore, per con- nando la vita cambia davvero e si scoprono cose nuo- pace di far affiorare dal cuore. La fede, quella vera, del mondo del lavoro.
dizioni un pellegrino senza terra e della specie più ve e si capisce che tante volte ci si attacca a parole e come dice fratel Cosimo, è una relazione d’amore, Certamente un’ottima notizia, che non copre
misera...». Come dimenticarlo e come non ricono- significati con una dedizione quanto meno inutile. passa per i sentimenti. Questo intendeva Polverari, tuttavia l’area più svantaggiata delle marginalità
scersi in esso. Ecco, l’intento della serie di interviste E se prima sembrava intelligente, erudito e teologi- senza peraltro negare, come del resto fratel Cosimo sociali: chi il lavoro non l’aveva già da prima del
“Cercando la fede” era, ed è (perché contiamo di ri- camente corretto il concetto dello “scrivere icone” e come il Pellegrino russo, la ricchezza e la grandez- Covid-19, la vasta galassia dei precari privi di
prendere appena possibile, anche considerando l’in- ecco che si incontra uno come il maestro Polverari, za della ricerca teologica e iconologica nei secoli. tutele formali, i segmenti più degradati delle
teresse di persone come lei) quello di andare pelle- che con asciutta semplicità ti spiega che si tratta di Tutto questo per dire che il suo interesse per quelle realtà periferiche urbane, che difficilmente
grinando per provare a dare risposta alla stessa do- un “non problema” e che il dire “dipingere icone” è interviste, se certamente lusinga, soprattutto spin- vengono alla ribalta, salvo in casi eclatanti che
manda del Pellegrino russo. Lui cercava di capire co- semplicemente più consono alla nostra lingua. Tut- ge a proseguire nel lavoro infondendo nuovo corag- si impongono alle cronache per violenze o
me tradurre in pratica l’invito di Paolo a pregare in- to il resto è sovrastruttura, perché l’icona ci parla di gio... e qui serve davvero. Grazie. proteste di massa. Nei giorni scorsi il nostro
ministro del Lavoro Nunzia Catalfo citava una
stima, secondo la quale sono 113 milioni gli
A voi la parola europei a rischio di indigenza e di esclusione
Avvenire, Piazza Carbonari, 3 - 20125 Milano. Email: lettere@avvenire.it; Fax 02.67.80.502
La poesia sociale, con circa 25 milioni di minorenni che
già oggi vivono sotto la soglia di povertà.
È verosimile che il ricorso al Sure ridurrà in
A Giovanni Paolo II discreta misura quest’area enorme, pari a un
«Mi piace Avvenire dicato ai festeggiamenti per il centenario della na-
scita del Santo papa Giovanni Paolo II, con papa
nomade bianco quarto della popolazione complessiva
dell’Unione, perché il pericolo di cadere nel
1.
in formato digitale» Francesco che ha celebrato la Messa sulla tomba
del predecessore, nella basilica di San Pietro. Nel-
l’omelia tre riflessioni principali sul ministero pa-
Osservando i passi incerti, piccoli
girone dei più svantaggiati è correlato
fortemente alla mancanza o alla perdita del
posto di lavoro. Resta però un’ampia
e svelti, dei bambini nelle stanze
Ci si può abbonare pale durato quasi 27 anni: la preghiera, la vicinan-
za al popolo, l’amore alla giustizia unita alla mise-
e nei giardini, si resta stupiti
maggioranza degli "ultimi", ai quali le
istituzioni europee non stanno ancora
anche solo a quello ricordia. Possa questo Santo Papa intercedere per
noi presso il buon Dio affinché il male terribile che
a guardare il loro volto nell’ascolto
di una frase che hai pensato per loro:
pensando come sarebbe opportuno.
Appare pertanto tempestiva e degna di nota
ci ha sconvolto si allontani per sempre e la vita sia fare della vita un capolavoro. l’iniziativa che la stessa Catalfo, insieme ai suoi
Gentile direttore, ancora benedetta, nonostante tutto. Aggiungo u- colleghi Pablo Iglesias (Spagna) e Ana Mendes
con curiosità su suggerimento di un amico, all’ab- na mia considerazione personale. Fino a ieri ero La loro attesa porta al Dio bambino: Godinho (Portogallo), hanno annunciato di
bonamento gratuito del giornale e, lungo le scorse molto dubbiosa circa la partecipazione alla Mes- la loro domanda indifesa sale comune accordo a nome dei rispettivi governi.
settimane, giorno dopo giorno, l’ho apprezzato per sa in questa particolare situazione di emergenza La proposta è di adottare uno schema di
i contenuti e la linea editoriale. Non ho avuto dub- che rischia di mettermi a disagio per l’inusuale a ogni istante dalla vertigine "reddito minimo europeo" e in questi giorni
bi a rinnovarlo per i successivi quattro mesi. Mi au- comportamento da adottare. Avrei preferito se- del sopruso e di ogni guerra. viene formalizzata, sotto forma di richiesta
guro che possiate introdurre in futuro l’abbona- guire ancora le funzioni religiose (fino a quando?) ufficiale dei tre Paesi membri a Bruxelles.
mento solo digitale, che attualmente non mi sem- tramite la televisione, come ho fatto fino ad ora in Ricordi il dolore che procurava L’obiettivo finale è di creare un argine sociale
bra previsto. Per me sarebbe una soluzione più co- questo tempo di segregazione in casa, ma poi mi l’idrossido di sodio nei giorni all’impatto sui ceti più esposti della profonda
moda, sicuramente “risparmiosa” di carta, e penso sono convinta che questo non è un atteggiamen- freddi della cava, le mani incise? recessione in arrivo.
anche più economica nell’acquisto. to coerente per un cristiano che vuole essere cre- Tenendo conto che in diversi Stati dell’Unione
Angelo Colombo dibile e non è certamente la stessa cosa stare in ca- Forte è l’ustione procurata al cuore mancano strumenti strutturali di sostegno alle
Carate Brianza (Mb) sa e stare in comunità in chiesa. In verità sono ar- da quelle domande che dissipano – fasce di popolazione povere, l’idea è di
rivata a questa decisione dopo aver chiesto aiuto. prevedere una sorta di "scudo sociale"
Grazie, gentile signor Colombo. Sono molto con- Le guide spirituali a questo servono. Ritorniamo, se accolte, se amate, se coltivate – comune, che integri gli interventi nazionali
tento della sua scelta di accettare la prosecuzione quindi, nelle nostre chiese con fiducia e perseve- quell’alibi che chiamiamo destino. quando essi si rivelino insufficienti a garantire
a pagamento (con il ricavato destinato a un’opera riamo nella fede. La strada maestra è quella di sem- un livello di sopravvivenza adeguato. Non si
di sostegno delle povertà aggravate dalla pande- pre, un’altra non c’è! Un caro saluto. 2. tratta di individuare un target monetario
mia). La stanno facendo molti nuovi lettori e tutti Adriana Verardi Savorelli Non c’è. Il nomade bianco ha preso il volo uguale per tutti, spiegano i proponenti, ma di
voi riceverete al termine dei quattro mesi un’of- Ascoli Piceno per non scorrere inerte dentro il tempo, prevedere una cornice di riferimento, al cui
ferta specifica. Tutti gli abbonati di “Avvenire” ri- interno il reddito da garantire sia in linea con
cevono il giornale di carta e hanno accesso all’edi- TANTI SOLDI PER ALITALIA
non ingrigire come un confinato. gli standard nazionali.
zione digitale. Ma già da diversi anni è attivo anche E LE PARITARIE ANCORA SOSPESE Anche quando contemplava l’assenza Per i singoli governi scatterebbe l’obbligo di
l’abbonamento soltanto digitale e le proposte so- Gentile direttore, prevedere forme di aiuti stabili, per il cui
no consultabili sul nostro sito: https://abbona- spaesamento, ecco cosa provo oggi: soldi ad Ali- futura, sua, fisica, tra i fratelli, finanziamento se necessario interverrebbe la
menti.avvenire.it/Scaffale/Digitale. (mt) talia, tanti, ancora e per le scuole paritarie si nic- si lasciava ricondurre tra loro Ue. Il tempo stringe e l’emergenza-povertà
chia pretestuosamente. Le mie figlie hanno stu- con addosso un mantello colorato, incombe, sia pure in diversa misura, su tutto il
RICOMINCIAMO CON FIDUCIA diato e si sono formate in quella realtà e sono og- portato dal Dio nascosto e raggiunto. continente. Nei giorni scorsi perfino nella ricca
A FREQUENTARE LA SANTA MESSA gi laureate con lode (va bene che “ogni scarrafo- Ginevra, extracomunitaria ma molto europea,
Caro direttore, ne è bello a mamma sua”) e io ringrazio il Maria Non c’è più? Troviamo tre rose rosse la fila dei poveri che all’alba attendevano il
da oggi, 18 maggio, possiamo ritornare in chiesa Ausiliatrice di Giaveno (To) per aver alimentato pacco di viveri raggiungeva il chilometro
per partecipare alla Messa seguendo le prescrizio- passione per lo studio e passione civile. Vi saluto
sulla sedia e dodici gigli bianchi. mezzo. Meglio per tutti non indugiare e non
ni per difenderci dal coronavirus. Finalmente una e vi ringrazio con affettuoso rispetto. Michele Brancale (inedito) lesinare solidarietà.
buona notizia! Non a caso succede nel giorno de- Alberto Coppola © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lupus in pagina Il santo del giorno


GIANNI GENNARI MATTEO LIUT
Celestino V
100 anni dalla nascita come mi manca Wojtyla, papa Ma- la parte del Regno di Dio. Nato
Centenario e memoria di Karol gno, non buono... Denunciò il tradimento dell’unione eu- Il «gran rifiuto» di cedere verso il 1215 in Molise, il futuro
ropea», ma fallì: «I suoi appelli furono delusi» e tra altro Celestino V aveva scelto la vita
con qualche «riduzione» di troppo «fermò l’onda del Concilio Vaticano II, ma senza tornare alle logiche del potere da eremita, diventando il fulcro
indietro, alla Chiesa preconciliare». Sempre il Concilio nel di quelli che sarebbero poi di-
mirino... A parte qualche bella memoria – come (“Corse- ventati gli Eremiti di San Da-

D omenica mattina Tg Rai con annuncio: «100 anni


orsono è morto (sic! ndr) Giovanni Paolo II». Strano
modo di celebrare il centenario di una nascita… Come
ra”, pp. 1 e int) l’intervista di Aldo Cazzullo al cardinale Gio-
vanni Battista Re, «La mia vita con Wojtyla» – nessun ac-
cenno a quell’«Aprite le porte a Cristo!», suo primo mes-
I l coraggio della rinuncia può
essere un segno di qualcosa
di più grande, della scelta di ri-
miano, i Celestini. Il 5 luglio 1294
venne scelto come Papa dopo
27 mesi di sede vacante. Presto,
corre il tempo, per i greci pandamátor (divoratore di tut- saggio che porta con sé la dimensione di fede, la preghiera manere sulla strada di Dio sen- però comprese di essere al cen-
to)! Stesso giorno pagine in memoria, e quasi sempre dop- che lo immergeva in Dio, l’amore a Maria e la disponibi- za scendere a compromessi con tro di trame politiche che usa-
pia segnalazione principale: sconfisse il comunismo e di- lità al confronto con tutti, nella Chiesa e fuori. Troppo po- le logiche del mondo e del po- vano la sua persona: si dimise il
fese l’Occidente. Stesso giorno (“Domenicale del Sole 24 co l’apertura al mondo intero percorso in lungo e in lar- tere. È in questa logica che va 13 dicembre. Morì a Fumone,
Ore”, p. 6) «Pio XII e l’identità dell’Europa»: per Angelo go. Utilizzare la sua memoria, oggi, per metterlo in con- letto il “gran rifiuto” di san Cele- prigioniero, il 19 maggio 1296.
Varni «Pacelli si misurò con i totalitarismi, riproponendo trasto con il papato di Francesco pare un pietoso gioco di stino V, sul quale Dante espres- Altri santi. San Dunstano, ve-
un’idea “cristiana del continente”», ovviamente europeo. “sagrestia”, tanto ignorata per tutta la sua vita da Karol se un severo giudizio a causa scovo (910–988); beata Pina Su-
Stesso limite interpretativo. Trovo anche tanti elogi del- Wojtyla. San Giovanni Paolo II: primo Papa in Sinagoga e della sua decisione di rinuncia- riano, vergine (1915–1950).
l’uomo Karol, prete, vescovo e Papa in paginate di siste- primo Papa in Moschea è e resta l’uomo di Dio dello «spi- re al ministero petrino nel 1294. Letture. At 16,22–34; Sal 137; Gv
matica “riduzione”, emblematiche quelle del “Foglio” (16– rito di Assisi». Oggi Francesco, col proprio speciale pas- Una scelta incomprensibile, 16,5–11.
17/5) alle due citate dimensioni: comunismo e Occiden- so, cammina anche sulle sue orme! quella di Pietro di Morrone, che Ambrosiano. At 28,11–16; Sal
te. Di più: su “La Verità” (p. 1) c’è Marcello Veneziani: «A © RIPRODUZIONE RISERVATA in realtà volle così solo stare dal- 148; Gv 14,1–6.
www.avvenire.it
@ "O mia bèla Madunina", l’ebook di mons. Mario Delpini,
arcivescovo di Milano, scaricabile gratis dalla home page Martedì 19 maggio 2020 IDEE E COMMENTI 3

Lavoratori protagonisti oltre lo Statuto


Centralità della persona e confronto le architravi della legge 300 Non leggi calate dall’alto, ma un modello di democrazia economica

PRINCIPIO E METODO VALIDI ORA UN VERO PATTO SOCIALE


PER GARANTIRE TUTELE A TUTTI BASATO SULLA PARTECIPAZIONE
voro. E tuttavia, come documenta il Un accordo di concertazione per
MICHELE TIRABOSCHI ANNAMARIA FURLAN
ricco e avvincente dibattito parla- ridisegnare l’economia a comin-

U C
na ricorrenza offu- mentare, lo Statuto dei lavoratori non aro Direttore ciare dagli investimenti nel Mez-
scata dalla emer- è stato e non è solo un elenco di di- Sono passati esat- zogiorno, lo sblocco delle infra-
genza sanitaria del ritti formali, dal già richiamato dirit- tamente 50 anni stutture, una vera sburocratizza-
coronavirus? Può anche es- to alla tutela della salute al rispetto dal 20 maggio 1970, la sto- zione, la sostenibilità ambientale,
sere. Di certo non assisteremo di della libertà e dignità della persona rica data in cui fu approvata la leg- il riassetto del territorio, l’innova-
persona ai tanti convegni e dibatti- che lavora, sino al riconoscimento ge 300 che per tutti è conosciuta zione, la ricerca, la diffusione del-
ti pubblici programmati da studio- delle forme di rappresentanza e tutela come lo "Statuto dei lavoratori". la banda larga. Uno sforzo straor-
si, politici e sindacalisti per celebra- collettiva attraverso l’azione sinda- Fu indubbiamente una svolta per dinario di partecipazione delle
re i cinquant’anni della legge 20 cale in azienda. le relazioni industriali e la demo- parti sociali ai processi innovati-
maggio 1970, n. 300, meglio nota co- Ed infatti, come abbiamo imparato a crazia sindacale, frutto di anni di vi, dal Green New Deal, alla tran-
me "Statuto dei lavoratori". Molti di scoprire in questi giorni, nelle non fa- lotte operaie aspre per l’afferma- sizione digitale, attraverso pro-
questi eventi sono stati semplice- cili decisioni da assumere per il con- zione di diritti fondamentali e il getti di formazione, riconversio-
mente cancellati, altri si svolgeran- trasto e il contenimento del corona- rispetto della dignità del lavoro. ne, riqualificazione permanenti.
no da remoto. E tuttavia se ci ap- virus, lo Statuto dei lavoratori è in- Oggi molte cose sono cambiate Bisogna promuovere lo sviluppo,
prestiamo oggi a vivere con fiducia nanzitutto espressione di un princi- negli assetti economici e nel mon- uscire dalle logiche solo assisten-
una nuova normalità, grazie al pro- pio e di un metodo. Il principio è quel- do produttivo. ziali, ricostruire un tessuto pro-
gressivo ritorno ai luoghi di lavoro, lo della centralità concreta della per- È emersa sempre più in questi an- duttivo frammentato e sfibrato da
lo dobbiamo anche a questa legge sona nei processi economici perché ni l’esigenza di proteggere tutte anni di crisi e dalla mancanza di
che ha cambiato il corso della storia il lavoro non è solo un fattore della le forme di lavoro, soprattutto investimenti capaci di sostenere
del lavoro del nostro Paese. produzione ma soprattutto un biso- quelle più flessibili e atipiche, di reti, occupazione e produzione,
È stato il protocollo condiviso tra Go- gno della persona nella sua dimen- garantire una tutela ad ogni per- anche alla luce dei grandi cam-
verno, associazioni datoriali e sinda- sione sociale e relazionale. Il metodo sona che lavora. Offrire, insom- biamenti tecnologici in atto.
cati di regolamentazione delle misu- è quello della partecipazione e del ma, una vera sicurezza economi- Oggi dobbiamo, insomma , ri-
re per il contrasto e il contenimento confronto, anche dialettico e conflit- ca e professionale ai lavoratori partire dalla centralità del lavo-
della diffusione del Covid-19 negli tuale se serve, ma pur sempre orien- per tutto l’arco della loro vita. ro. Ci fa piacere che anche la Cgil
ambienti di lavoro che ha consenti- tato al pieno sviluppo della persona Questo rimane uno dei grandi parli oggi di forme di partecipa-
to, nei giorni confusi e incerti della e- e della società, per la soluzione con- compiti del sindacato, un ruolo zione dei lavoratori, un tema
mergenza, la continuità delle attività divisa dei problemi del lavoro. Nes- di rappresentanza e di sintesi og- "fondativo" per la Cisl. In un mo-
economiche e produttive essenziali. suna contrapposizione inconciliabi- gi ancora più necessaria ed indi- mento in cui lo Stato giustamen-
E sono ora i tanti protocolli sindaca- le dunque tra le tutele del lavoro e le spensabile per affrontare la fase te si fa carico di sostenere la rica-
li, settoriali e territoriali, e gli accordi dinamiche della impresa, ma la con- difficile e complessa che stiamo pitalizzazione delle imprese, con
aziendali di sicurezza a rendere pos- vinzione che l’economia sia il terre- vivendo a causa della pandemia. compensazioni a fondo perduto
sibile, nei termini di una vera e pro- no delle scelte, spesso scelte non fa- Stiamo, dunque, vivendo una dei mancati ricavi, aiuti specifici
pria assunzione condivisa di respon- cili come quando si contrappone la nuova tappa nelle relazioni indu- per i settori più colpiti, mobili-
sabilità tra lavoratori e imprese, l’av- salute e il lavoro, è che le decisioni so- striali nella quale saremo costretti tando ingenti risorse pubbliche,
vio della cosiddetta fase 2, quella ap- no forti e ragionevoli se frutto del con- a ridefinire anche il sistema di di tutti, il Governo si dovrebbe fa-
punto di un progressivo ritorno al la- fronto e di un accordo tra le parti in- ammortizzatori sociali, il welfa- re promotore di una legge di so-
voro in sicurezza. Come non ricor- teressate. re, gli strumenti per garantire u- stegno per allargare la governan-
dare, a questo proposito, la previsio- L’attualità e anche i limiti della legge na formazione adeguata alla sfi- ce delle aziende ai rappresentan-
ne dello Statuto che garantisce per la 300, a cinquant’anni dalla sua ap- da digitale, e soprattutto nuove ti dei lavoratori e degli altri
prima volta ai lavoratori italiani, me- provazione sono tutti qui. L’attualità politiche attive per mettere tutti stakeholders. Oggi abbiamo una
diante le loro rappresentanze, il di- sta nella conferma del principio e del nelle condizioni di trovare una occasione storica per introdurre
ritto di controllare l’applicazione del- metodo in essa contenuti. I limiti nuova occupazione. nel nostro Paese la democrazia e-
le norme per la prevenzione degli stanno invece nella necessità di pro- Non abbiamo bisogno di leggi, ca- conomica, che è la vera garanzia
infortuni e delle malattie professio- seguire nel non facile processo di a- late dall’alto, per regolare il mon- per difendere e favorire gli inve-
nali e di promuovere nei luoghi di la- deguamento ai tempi per renderla do del lavoro ed estendere le tutele stimenti in Italia di tutte le im-
voro la elaborazione e attuazione di maggiormente coerente ai profondi a chi oggi ne è privo. Il meglio del prese, a partire da Fca.
tutte le misure idonee a tutelare la lo- cambiamenti tecnologici e demo- giuslavorismo italiano, d’altra par- La partecipazione è la risposta
ro salute e la loro integrità fisica. grafici che hanno profondamente Dalla prima pagina te, è sempre venuto dal recepi- lungimirante per stabilizzare un
L’espressione "Statuto dei lavorato- cambiato i mercati del lavoro e i me- mento degli accordi contrattuali modello di gestione cooperativo.
ri" fu pronunciata per la prima volta todi di produzione. Se un tempo la più innovativi siglati tra le parti so- Potremmo utilizzare le risorse dei
nel III Congresso della Cgil che si ten-
ne a Napoli nei giorni dal 26 novem-
sfida dell’industrialismo stava nella
tutela del solo lavoro dipendente, og-
RICONOSCERE LE FRAGILITÀ ciali. Ecco perché alla nuova Con-
findustria del Presidente Bonomi,
Fondi pensione complementari
(stimate in 150 miliardi di euro)
bre al 3 dicembre 1952. Fu l’onore-
vole Giuseppe Di Vittorio che nella
sua relazione propose appunto l’idea
gi la domanda che emerge dalla so-
cietà è quella di protezioni universa-
li che concorrano alla libertà nel la-
C’ è un ultimo aspetto da
sottolineare. La fragilità
va protetta, ma va anche rico-
vremo "convivere col virus" -
ci ha giustamente ricordato il
premier Conte. Dobbiamo cioè
ed alle altre associazioni impren-
ditoriali, oggi lanciamo una sfida:
cambiamo insieme le regole del
per sostenere l’economia reale del
nostro Paese, per modernizzare il
capitalismo italiano, renderlo più
di uno «statuto dei diritti, della libertà voro. Perché, a ben vedere, il vero pro- nosciuta e accettata. Per quel- avventurarci nei giorni che lavoro, rendiamo le nostre impre- libero dalla finanza e anche più
e della dignità dei lavoratori nell’a- blema del lavoro oggi, quali che sia- lo che è: segno della nostra co- vengono con tutta la prudenza se più sicure, più innovative, at- produttive le aziende attraverso il
zienda». Per milioni di dipendenti e no le tipologie contrattuali di ingag- stitutiva precarietà. In una so- e l’attenzione del caso. Senza traverso relazioni industriali più coinvolgimento dei lavoratori.
imprese questa carta dei diritti e del- gio e lo statuto protettivo di legge che cietà avanzata - e perciò, come però farci prendere dal panico, moderne, più partecipative, ade- Discutiamo di questo senza pre-
le prerogative dei lavoratori è oggi le accompagna formalmente, è la si è visto, fragile - occorre tro- con la serena consapevolezza guate alla prova della necessaria giudizi. Sarebbe il salto di qua-
qualcosa di scontato, un dato nor- sempre più intollerabile frattura tra vare il modo di proteggere chi di essere mortali. Una consa- competitività e della globalizza- lità che già i nostri Padri della
mativo acquisito una volta per tutte. chi ha il privilegio di vivere il lavoro è più esposto, anziché imma- pevolezza difficile, certo, ma zione. Chiediamo e lavoriamo in- Costituzione avevano delineato
Ma ci vollero quasi venti anni di di- come espressione di creatività, cre- ginare di potere correre sempre che ci fa pienamente umani: sieme al Governo per un grande per rendere più democratico il
battiti e scontri per la sua approva- scita personale e gratificazione e chi al massimo. Ma occorre altresì capaci di solidarietà (apertura "patto sociale" in modo da gesti- sistema economico: legare il de-
zione da parte del Parlamento e per invece ancora lo soffre come umilia- creare le condizioni perché chi all’altro) e di preghiera (aper- re uno dei tornanti più difficili e stino delle aziende a quello dei
portare – come si diceva allora – la zione, costrizione o pena. è in salute - e cioè soprattutto i tura all’Altro). Cioè al deside- più drammatici delle nostra storia, lavoratori, finalizzare gli investi-
Costituzione dentro i cancelli delle Docente di Diritto del lavoro giovani - abbia la possibilità di rio di salvezza e non solo di in- cambiando il nostro modello di menti pubblici al bene comune
fabbriche divenendo concretamente Università degli Studi di Modena e esprimere la propria creatività columità. sviluppo e ricostruendo profon- del Paese.
la regola fondante delle complesse Reggio Emilia e capacità di iniziativa. Mauro Magatti damente il nostro Paese che non Segretaria Generale Cisl
relazioni tra lavoratori e datori di la- © RIPRODUZIONE RISERVATA Nei mesi che ci aspettano do- © RIPRODUZIONE RISERVATA vogliamo più sia quello di prima. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sostegno ai Paesi più poveri con risorse e criteri certi to il mondo. Agire insieme come una comunità globale è Ma il nostro partenariato va di gran lunga al di là dell’at- sa per la Sanità, quasi il 10% del Pil mondiale. Tuttavia, trop-
oggi particolarmente cruciale, perché siamo tutti coin- tuale crisi. Il fatto che la pandemia si diffonda approfit- pi Paesi spendono una parte eccessiva delle loro risorse
SOLIDARIETÀ GLOBALE: volti, visto che la malattia non conosce confini e non fa di-
stinzioni. Finché colpisce qualcuno di noi, nessuno di noi
tando delle carenze e delle disuguaglianze dei sistemi sa-
nitari fa risaltare l’importanza di investire in operatori, in-
finanziarie destinate alla sanità per gestire le malattie ne-
gli ospedali – dove i costi sono più elevati e i risultati sono

OMS INSIEME ALLA UE è al sicuro.


Per sostenere la risposta globale alla pandemia, collabo-
frastrutture e sistemi sanitari per prevenire, individuare e
reagire ai focolai di malattie. I sistemi sanitari solidi rap-
spesso peggiori – invece di promuovere la salute e preve-
nire le malattie a livello di assistenza sanitaria di base.
rando con le Nazioni Unite, l’Unione Europea e i suoi Sta- presentano la migliore prevenzione non solo contro le e- La pandemia di Covid–19 un giorno terminerà, ma non si
ti membri hanno recentemente varato un pacchetto Team pidemie e le pandemie, ma anche contro le molteplici mi- potrà tornare a comportarsi come prima. Mentre ci ado-
Europa per un importo che sta per superare i 23 miliardi nacce per la salute che i cittadini di tutto il mondo si tro- periamo per rispondere a questa pandemia, dobbiamo
TEDROS ADHANOM GHEBREYESUS
di euro. Come in tante crisi, a essere maggiormente col- vano ad affrontare ogni giorno. anche prepararci per la prossima. Abbiamo ora l’oppor-
JUTTA URPILAINEN pite sono le persone più vulnerabili e sono loro a dover es- Eppure, sulla base delle tendenze attuali, più di 5 miliar- tunità di gettare le fondamenta per sistemi sanitari resi-

L
a pandemia di Covid–19 è la cri- sere al centro della nostra attenzione. Sin d’ora la Ue so- di di persone non potranno avere accesso ai servizi sani- lienti in tutto il mondo. Gli investimenti volti a rafforzare
si sanitaria che ha maggior- stiene il piano di preparazione e reazione strategica del- tari essenziali da qui al 2030, compresa la possibilità di ve- le infrastrutture e la forza lavoro sono l’unico modo per e-
mente segnato la nostra epoca. l’Oms con 30 milioni di euro di nuovi finanziamenti per dere un operatore sanitario, di accedere a medicinali fon- vitare in futuro crisi sanitarie a livello mondiale, come
Dopo una serie di casi di polmonite dovuti a cause igno- rafforzare la risposta alle emergenze in Paesi con sistemi damentali e di disporre di acqua corrente negli ospedali. quella che stiamo vivendo. Se possiamo imparare qualcosa
te a Wuhan (in Cina), questo nuovo coronavirus si è dif- sanitari deboli o colpiti da crisi umanitarie. Anche quando tali servizi sono disponibili, per milioni di dal Covid–19, è proprio questo: investire nella salute a-
fuso a un’allarmante velocità minando le fondamenta dei Inoltre, la Commissione europea, l’Oms e partner di tut- persone hanno costi insostenibili. Tali carenze non solo desso significa salvare vite umane più tardi. La storia ci giu-
sistemi sanitari, delle economie e delle società di tutto il to il mondo si sono uniti per varare un “Acceleratore del- mettono a rischio la salute di persone, famiglie e comu- dicherà non solo per come abbiamo affrontato questa
mondo. Mentre scriviamo, cinque dei sei Paesi più colpi- l’accesso ai prodotti per combattere il Covid–19”, al fine di nità, ma compromettono anche la sicurezza e la crescita pandemia, ma anche per le lezioni che ne abbiamo trat-
ti sono in Europa. Eppure l’Europa, anche mentre lotta accelerare lo sviluppo, la produzione e un’equa distribu- economica in tutto il mondo. to e le azioni che abbiamo intrapreso una volta termina-
per domare il coronavirus nei suoi Stati, svolge un ruolo zione di vaccini, dispositivi diagnostici e farmaci e far sì Per questo motivo la Ue ha contribuito con 102 milioni di ta l’emergenza.
guida nella costruzione della solidarietà globale. che tutti abbiano accesso a questi prodotti salvavita. Sul- euro al partenariato con l’Oms sulla copertura sanitaria Adhanom Ghebreyesus è Direttore generale
Anche se siamo fisicamente distanziati come individui, la base di questo impegno storico, il 4 maggio la Com- universale, sostenendo il rafforzamento del sistema sani- dell’Organizzazione mondiale della sanità
dobbiamo unire le nostre forze per agire insieme sulla sce- missione europea ha organizzato una raccolta fondi a cui tario in 115 Paesi dell’Africa, dei Caraibi, del Pacifico, del- Urpilainen è Commissaria per i Partenariati
na mondiale. L’Unione Europea e l’Oms condividono l’im- hanno partecipato più di 40 Paesi impegnando circa 7,4 l’Europa orientale e dell’Asia sudorientale. internazionali della Ue
pegno di sostenere le comunità e i Paesi vulnerabili in tut- miliardi di euro. Nel mondo si spendono circa 7.500 miliardi di dollari U- © RIPRODUZIONE RISERVATA
4 PRIMO PIANO Martedì 19 maggio 2020

Coronavirus:
il mondo
Il vaccino Usa adesso fa sperare
I primi risultati dei test avviati su 8 volontari a Seattle sono positivi: «In tutti si sono sviluppati anticorpi»
Londra mette le mani sulla sperimentazione di Oxford e Pomezia: «Già prenotate 100 milioni di dosi»
SILVIA GUZZETTI “mRNA-1273”) sulle persone il 16 mar- e l’azienda italiana Advent-Irbm. Né LA SVOLTA
Londra zo scorso presso il Kaiser Permanente nella prestigiosa università né a Pome-
Washington Health Research Institute zia viene confermata la notizia data dal A dare l’annuncio

L la società
a corsa frenetica alla ricerca di di Seattle. Un risultato che è un vero e governo britannico secondo la quale
un vaccino contro il Covid-19, proprio record se si pensa che erano Londra si sarebbe già assicurata le pri- di biotecnologia
senza precedenti nel mondo passati appena 63 giorni dalla pubbli- me 100 milioni di dosi (di cui 30 già da
della scienza, ha registrato un altro im- cazione del genoma del virus della Sars- settembre) del potenziale vaccino men- «Moderna», che
portante sviluppo positivo. La novità CoV-2 da parte delle autorità scientifi- tre l’Italia, per il momento almeno, sa- era partita con
arriva dagli Stati Uniti, dove la società che cinesi (il progetto del vaccino di rebbe esclusa dalla cura. i trial già ad
di biotecnologia “Moderna” ha annun- Moderna d’altronde ha ricevuto una li- «Nessun commento di natura politica
ciato che le prime otto persone che so- nea di credito di almeno 4.783 milioni anche se la realtà è più complessa di
aprile. Diventa
no state sottoposte al virus hanno svi- di dollari dalla Biomedical Advanced quanto si è scritto nel vostro Paese» invece un caso
luppato gli stessi anticorpi dei sogget- Research and Development Authority, spiega l’ufficio stampa dello Jenner In- la «prelazione»
ti che si sono infettati e sono poi gua- la struttura governativa americana in- stitute, diretto da due donne, Sarah Gil- del Regno Unito
riti. Insomma una cura efficace po- caricata di accelerare la messa a punto bert e Helen Mc Shane, che lavora, ol-
trebbe essere presto disponibile. del vaccino). Per il momento i test so- tre che per i vaccini dei coronavirus
sulla profilassi
I volontari che hanno preso parte al no ancora nella “fase uno”, quella nel- anche sulla malaria, la tubercolosi e dello Jenner
progetto sono stati esposti a dosi di bas- la quale ci si concentra più sulla sicu- l’ebola. A Pomezia, invece, conferma- Institute
sa, media e alta intensità del vaccino rezza della profilassi che sulla sua ef- no che «AstraZeneca sta pianificando,
(con la dose più alta che provocava gli ficacia. La società di biotecnologia a- su scala industriale, la produzione e la
effetti collaterali più forti). I ricercatori mericana ha anche confermato che distribuzione del candidato vaccino
americani hanno confermato che an- spera di poter avviare un esperimen- CiAdOx1 nCovid 19».
che i volontari vaccinati in modo più to su larga scala del vaccino a luglio e «Entro settembre, qualora questo vac-
lieve, comunque, hanno sviluppato gli che sta già pensando a come produr- cino si dimostrasse efficace anche nel-
stessi anticorpi a Covid-19 presenti nei lo su larga scala. l’ultima sperimentazione clinica su sei-
pazienti che si sono infettati e sono gua- In tutto il mondo sono ottanta i grup- mila volontari sani, che partirà a fine La difficile
riti. Un dato che, unito al fatto che an- pi di ricerca che lavorano per la messa mese, è realistico prevedere che ver-
che chi aveva ricevuto una dose media a punto della nuova cura contro il co- ranno prodotte diverse decine di mi- ripartenza
del vaccino aveva anticorpi di molto ronavirus con la speranza che la vacci- lioni di dosi», racconta un portavoce di tra rischi
superiori ai pazienti guariti, fa bene nazione sarà poi resa disponibile per Advent-Irbm. Chi saranno, poi, i desti-
sperare nell’efficacia della nuova cura. tutti su base democratica. È stato pro- natari di tale produzione «è una deci-
e nuove sfide
I ricercatori di Moderna sono stati i pri- vato su volontari, ma per ora senza ri- sione che spetta ai governi e agli ac-
mi, in tutto il mondo, a provare il nuo-
vo vaccino sperimentale (che si chiama
sultati, anche il vaccino al quale stan-
no lavorando l’Istituto Jenner di Oxford
cordi che essi stipuleranno».
© RIPRODUZIONE RISERVATA Un laboratorio per il vaccino contro il coronavirus a Copenhagen / Ansa 4.783
è la linea di credito, in
La Gran Bretagna milioni di dollari, data
imporrà la quarantena
per qualunque arrivo La diffusione del coronavirus 188
dalla Biomedical
advanced research
La Spagna terrà chiuse
le frontiere ancora
nel mondo Paesi colpiti and development
authority Usa a
per cinque settimane Moderna per il vaccino
Gli altri Stati tentano
di coordinare le misure

PAOLO M. ALFIERI
Oceano
Atlantico 8
sono i volontari su cui
è stato sperimentato il

N
on solo l’Italia: in qua-
si tutta Europa le mi- vaccino allo studio di
sure di restrizione alla Moderna: questi
circolazione si allentano, men- hanno sviluppato una
tre già si prova a coordinare le
misure per la riapertura delle
4.769.177 Oceano Oceano
risposta immunitaria
al Covid-19
frontiere intracomunitarie, con Totale contagi Pacifico
una videoconferenza a livello di Indiano
ministri degli Esteri tenutasi ie-

316.277 6mila
ri durante la quale il titolare del-
la Farnesina Luigi Di Maio ha
definito «inammissibile» una
«blacklist tra Paesi europei».
Totale VITTIME i volontari sani su cui,
L’appuntamento è stato orga- a partire da luglio, i
nizzato dalla Germania, che ha ricercatori
invitato i rappresentanti di Ita- TOTALE CONTAGI TOTALE VITTIME
lia, Spagna, Austria, Grecia, inietteranno il vaccino
Stati Uniti 1.496.509 Turchia 150.593 Messico 49.219 Stati Uniti 89.874 Germania 8.062 India 3.155
Croazia, Portogallo, Malta, Slo- di Moderna nella
Russia 290.678 Iran 122.492 Cile 46.059 (New York) 20.720 Iran 7.057 Ecuador 2.736
venia, Cipro e Bulgaria, Paesi successiva fase di
che rappresentano le mete pri- Spagna 277.719 India 100.340 Paesi Bassi 44.341 Regno Unito 34.636 Canada 5.905 Russia 2.722
sperimentazone
vilegiate dei tedeschi in vacan- Brasile 245.595 Perù 92.273 Pakistan 42.125 Italia 32.007 Paesi Bassi 5.713 Perù 2.648
za. La Germania, ha sottolinea- Regno Unito 243.695 Cina 84.054 Qatar 33.969 Francia 28.108 Messico 5.177 Svizzera 1.886
to il ministro degli Esteri Heiko Italia 225.886 Canada 78.394 Ecuador 33.182 Spagna 27.650 Cina 4.638 Irlanda 1.547

267milioni
Mass, non è favorevole ad ac- Francia 179.569 Arabia Saudita 57.345 Svizzera 30.597 Brasile 16.203 Turchia 4.140 Portogallo 1.231
cordi bilaterali, ma propende
per «un processo coordinato e Germania 176.933 Belgio 55.559 Bielorussia 30.572 Belgio 9.080 Svezia 3.698 Indonesia 1.191
trasparente» nell’Ue, in vista FONTE: Johns Hopkins University & Medicine Dati aggiornati a ieri 18 maggio ore 20.15 gli europei (62%) che
della ripresa del turismo in Eu- prima della pandemia
ropa. «Molti Paesi chiedono so- effettuavano almeno
luzioni bilaterali veloci con la IL NODO DELLA RIAPERTURA DEI CONFINI
Germania», ma questo non sa-
un viaggio di piacere
rebbe in linea con lo «spirito eu-
ropeo», ha affermato Mass, se-
condo cui «vi sono buone pos-
sibilità che potremo fare le va-
canze non solo all’interno del
E l’Europa prova a salvare la stagione all’anno. Il 78% nel
proprio Paese o in un
altro Paese dell’Ue

nostro Paese, ma anche nel re-


Berlino: «Armonizzare le procedure di viaggio». Di Maio: «No a blacklist tra Paesi Ue»
sto d’Europa». Maas ha aggiun-
to che si è discusso di come «ar-
monizzare e concordare» le pro- lunque arrivo, dagli altri Paesi nata». Centinaia di spiagge so- Preoccupano i contagi registra- seguito il ritorno a scuola di al- metà aprile erano riprese le at-
11%
è il peso
cedure di viaggio e che «è anco- europei non arrivano indica- no state riaperte, seppur con ri- ti in una settantina di scuole, tra cuni alunni delle superiori. tività di asili e scuole elementa-
ra presto per dire in quali Paesi zioni in tal senso. Anche Parigi gidi divieti. Mentre è consenti- asili ed elementari, nuovamen- Anche in Grecia le spiagge pub- ri. Mentre in Gran Bretagna il rappresentato dal
si possano passare le vacanze e- parla di frontiere di Schengen to fare il bagno, non lo è resta- te chiuse a causa dei casi di co- bliche sono state riaperte. È un premier Boris Johnson ha riba- turismo sul Pil
stive», ma la Germania spera di da riaprire senza più bisogno di re sdraiati al sole o fare picnic. ronavirus. Ieri è comunque pro- passo ritenuto decisivo per sal- dito l’obiettivo di iniziare ad a- europeo. Il settore
«eliminare le limitazioni di viag- quarantena. «Non abbiamo vare l’industria del turismo, nel prire le scuole dal primo giu-
gio vigenti entro il 15 giugno, so- mai imposto divieti di circola- Paese che rischia la peggiore re- gno, il Belgio da ieri è entrato
coinvolge il 12% dei
stituendole con specifiche av- zione verso l’Italia, non è mai cessione dell’Ue. Sì quindi a nella fase 2: hanno riaperto par- lavoratori e riguarda 3
vertenze per determinati Pae- stata chiusa la frontiera – ha nuoto e sedie a sdraio, ma nien- rucchieri, musei e biblioteche. milioni di aziende
si». Di Maio ha sottolineato che detto ieri il presidente france- te sport di gruppo e ristorazio- Permesse le attività sportive al-
«i corridoi turistici, tramite ac- se, Emmanuel Macron, al ter- ne. Il governo, nel frattempo, va- l’aperto senza contatto fisico in
cordi bilaterali, sono contro lo mine dei suoi colloqui con An- luta la riapertura di bar e risto- gruppi di massimo 20 persone,
spirito dell’Unione Europea». In
Italia, ha proseguito, dal 3 giu-
gno «ci si potrà muovere tra le
gela Merkel –. Ci sarà una sta-
gione turistica in Europa». Ci
vorranno però almeno altre cin-
ranti il 25 maggio. In Germania
ancora un focolaio di corona-
virus in un grande macello: so-
cominciata un’apertura gra-
duale delle scuole. È diventata
invece un caso politico la con-
- 85%
è il calo stimato nei
regioni e a tal proposito siamo que settimane prima che la no risultati positivi 92 dipen- testazione subita sabato dalla
pronti ad accogliere in sicurez- Spagna riapra le sue frontiere ai denti di un impianto per la la- premier Sophie Wilmes in un o- ricavi, a causa del
za cittadini europei che voglio- turisti. Il ministro dei Trasporti vorazione della carne a Dissen, spedale di Bruxelles. Medici e coronavirus, per gli
no passare le loro ferie in Italia, José Luis Ábalos ha auspicato in Bassa Sassonia. Riapertura infermieri del Saint Pierre le operatori del settore
come ogni anno. Le nostre strut- che le attività turistiche possa- per bar e ristoranti ieri in Dani- hanno infatti voltato le spalle, turistico: agenzie di
ture sono pronte, preparate e al- no riprendere «alla fine di giu- marca: limitata a 10 persone la un gesto clamoroso per sotto-
l’avanguardia». gno». In Francia si è appena re- presenza all’interno dei locali. lineare il dissenso sulla gestio- viaggi, ristoranti,
Mentre Londra imporrà la qua- gistrato il primo fine settimana Riapertura anche per scuole ne dell’emergenza coronavirus. alberghi e crociere
rantena di 14 giorni per qua- di libertà, anche se «condizio- Un passeggero all’arrivo all’aeroporto di Barcellona / Reuters medie e licei, dopo che già a © RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 19 maggio 2020 PRIMO PIANO 5

Coronavirus:
il territorio
«Italia, la ripresa sarà prudente»
Tour a sorpresa di Conte nel centro di Roma, poi le telefonate ai vertici di Confcommercio e Confesercenti
Via libera ai protocolli nazionali, nuovi moduli per l’autodichiarazione. Riaperture e prossime scadenze
VINCENZO R. SPAGNOLO
Linee guida per la riapertura
IL CASO LA GIORNATA
Il Veneto accelera Messaggio
L
e speranze e i timori
Ovunque
dell’Italia che riparte Alberghi Palestre del premier,
traspaiono dal volto af-
fabile di Giuseppe Conte,
mentre si reca a piedi a Palaz-
DISTANZA INTERPERSONALE
MINIMA
1 METRO
e stutture d’ospitalità
Adeguata informazione, Distanza interpersonale minima:
Sì ai trasferimenti nel primo giorno
del dopo
zo Chigi. Il premier si ferma
lungo il percorso, saluta alcu-
ni commercianti, scambia con
anche in altre lingue
Possibile rilevare la temperatura
corporea
2 metri
Non sarà possibile organizzare
i corsi collettivi
Luca Zaia tra Regioni diverse lockdown.
«L’obiettivo
è proteggere
N
loro qualche impressione sul Ristorazione Impedire l’accesso a chi ha più el primo giorno della "Fase 2 bis", il Veneto si lancia già nella "Fa-
Possibile rilevare
primo giorno di riapertura, poi di 37,5° di febbre
la temperatura corporea se 3". Il presidente Luca Zaia, considerato uno dei leader regiona- noi stessi
arriva in ufficio e sente i presi- Prenotazione obbligatoria Differenziare i percorsi,
Regolamentare gli accessi
li usciti meglio dalla "Fase 1", annuncia un accordo con i colleghi di Friu- e i nostri cari».
denti di Confcommercio e
Tenere elenco prenotazioni
specie entrata-uscita li Venezia Giulia, Emilia Romagna e Provincia di Trento: ci si potrà spo- Insorge
Confesercenti, Carlo Sangalli Favorire modi di gestione stare anche fuori regione tra province confinanti, con l’autocertificazio-
e Patrizia De Luise. La sua pas-
per 14 giorni
e pagamento elettronici ne, per vedere parenti e fidanzati. È il colpo di teatro del nuovo D-Day
l’opposizione:
Balneazione
seggiata a sorpresa nel centro Tavoli e sedie devono garantire
Ospiti e personale con mascherine dell’emergenza coronavirus, che vede le Regioni distinguersi tra apertu- «Esecutivo
la distanza interpersonale (si può
di Roma (da lui decisa senza ridurre la distanza minima, se si Garantire 10 mq per ombrellone re e chiusure e i governatori sempre protagonisti tra le polemiche. Sul bal- in confusione»
preavviso, spiegano fonti di mettono barriere fisiche) zo in avanti del leghista Zaia il governo per ora non si pronuncia, dopo a-
governo, tanto che non c’è fo- In Lombardia è obbligatoria Distanza tra sdraio ver annunciato (lo ha fatto lo stesso premier Giuseppe Conte) che di spo-
tografo ufficiale o cameraman la rilevazione della temperatura Negozi abbigliamento fuori ombrellone: 1,5 m stamenti fuori Regione se ne sarebbe parlato dal 3 giugno. Dall’entoura-
che l’abbia ripresa) è un po’ ai clienti Attrezzature sanificate ge del ministro Francesco Boccia si sottolinea che con l’ultimo accordo
l’emblema di un Paese fidu- Ingresso contingentato nei bar, Guanti monouso per toccare la merce a ogni cambio utenza si è dato spazio alle Regioni per aprire o
cioso ma guardingo, che pro- garantendo 1 m distanza
Clienti e personale con la mascherina
e, sempre, a fine giornata Accordo con chiudere di più, ma gli esperti esaminano il
va a ripartire rialzando ser- Friuli, Emilia caso Veneto. Ma sui familiari "divisi" da po-
rande e riaprendo negozi. Con chi chilometri, in regioni diverse, ha tirato
l’ottimismo tipico degli italia-
Barbieri, parrucchiere, Spiagge libere Romagna e dritto anche il governatore dell’Emilia Ro-
estetisti
ni, ma senza soverchie illusio- Supermercati Trentino per le magna, Stefano Bonaccini. «Se va tutto be-
ni, perché la situazione gene- Prenotazione obbligatoria e centri commerciali Informazione e visite tra le ne, dal 3 giugno, riapre la mobilità fra Re-
rale suggerisce di restare coi responsabilizzazione individuale gioni. Noi la consentiamo, da oggi (ieri, n- Francesco
Tenere elenco prenotazioni Possibile rilevare province BOCCIA
piedi per terra: «Entriamo nel- per 14 giorni Comportamenti rispettosi dr), tra Province o Comuni limitrofi e con-
la Fase 2, ci inoltriamo con fi-
la temperatura corporea confinanti (con finanti, se si mettono d’accordo i sindaci o Ministro
Adeguata informazione, Impedire l’accesso Consigliata presenza
ducia e responsabilità nella sulla prevenzione a chi ha più di 37,5° di febbre di un sorvegliante
autocertificazione) i presidenti di Province. Ho appena firma- Affari regionali
strada verso il ripristino delle to con il governatore del Veneto, Luca Zaia,
attività di vita sociale ed eco- la richiesta delle province di Rovigo e di Ferrara, per permettere la mobi- «Settimana difficile»
nomica – osserva il presiden- lità tra i due territori, dobbiamo solo informare le prefetture competen- «Dobbiamo essere tutti
te del Consiglio –. Il Paese si ti» ha annunciato durante una videoconferenza in Regione, il governa- molto preoccupati
sta rimettendo in moto, in ma- scritti fra governo e rispettive 200), non le discoteche. Dal 25 fra avventori potrà scendere tore Stefano Bonaccini. «Si sta ragionando – prosegue – se riaprire tra la perché la settimana che
niera prudente e ordinata, se- confessioni. maggio semaforo verde per le solo in presenza di barriere fi- provincia di Rimini e Pesaro-Urbino. Lo stiamo discutendo in questi mi- sta iniziando sarà la
guendo le indicazioni del go- Le riaperture. Da ieri hanno piscine (ma le Regioni po- siche (ad esempio in plexi- nuti». Da ieri ci si può muovere così per vedere i congiunti nelle provin- settimana più difficile –
verno». La strada è lunga e rialzato le serrande molti ri- tranno anticipare o posticipa- glass) per prevenire il conta- ce venete che confinano con il Friuli Venezia Giulia, l’Emilia Romagna e ha detto Boccia – Sono
«non dovremo mai abbassare storanti e bar, negozi e par- re). Per tutti regole precise, ac- gio tramite respiri, starnuti o la Provincia di Trento. L’accordo, fatto con i presidenti dei tre territori in- preoccupato come
la guardia», avverte Conte, rucchieri. Le attività dovran- compagnate da adeguate colpi di tosse. Anche in spiag- teressati, sottolinea Luca Zaia prevede «con l’autocertificazione di poter chiunque debba
perché «proteggeremo noi no conservare le prenotazioni informazioni: no all’ingresso gia non sarà un’estate come le uscire dal Veneto per incontrare parenti, fidanzate e fidanzati». La possi- esserlo».
stessi e i nostri cari rispettan- ricevute per 14 giorni. Nel di chi ha la temperatura sopra altre, con ombrelloni distanti bilità di uscire era già contemplata per motivi di lavoro e di salute. Ora
do le regole di precauzione e di nuovo Dpcm, sono menzio- 37.5 gradi; uso di prodotti i- 10 metri, sdraio igienizzate, questa ulteriore possibilità che riguarda la provincia di Treviso con quel-
sicurezza». In una lettera al nati spettacoli all’aperto (dal gienizzanti per clienti e per- nuotate e tuffi in solitaria e la di Pordenone, Venezia con quelle di Udine e di Pordenone, Belluno con Giorgio
quotidiano Leggo, il premier 15 giugno, massimo mille per- sonale; accesso con prenota- non di gruppo. quelle di Udine e di Trento e Rovigo con quella di Ferrara. GORI
non nasconde le difficoltà do- sone), cinema e teatri (fino a zione. La distanza di un metro © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA Sindaco
po oltre due mesi di lockdown: Bergamo
«Gli ultimi decreti legge non
potranno essere la soluzione «Oggi è vera Fase 2»
per tutti i problemi economi- Il sindaco della città
ci e sociali – argomenta –. Sia- più colpita ieri
mo al lavoro per fare di più». Un uomo simbolicamente si è
Il governo, assicura il premier, con la recato dal parrucchiere
è consapevole del fatto che mascherina e ha pubblicato le foto
tante persone «sono rimaste sventola di prima e dopo il
senza lavoro e senza uno sti- la bandiera taglio su Facebook, con
pendio», «non è sordo alle dell’Italia la scritta: "Adesso è
tante difficoltà» dei cittadini e in Piazza davvero #Fase2"
«intende affrontarle, assu- della Scala
mendosi le proprie responsa- a Milano
bilità». Ma per le opposizioni, / Reuters Giorgia
non è così: «L’esecutivo è nel MELONI
caos. Senza la spinta delle Re- Leader
gioni, non si sarebbe riaper- Fratelli d’Italia
to», incalza Giorgia Meloni,
leader di Fdi. «Governo nel caos»
Gli spostamenti e il modulo «Senza le Regioni, sulla
del Viminale.L’Italia riparte riaperture se si fosse
dalle linee guida varate da go- atteso il governo ci
verno e Regioni. In assenza di saremmo trovati con
direttive regionali (alcune so- negozi chiusi e senza
no già arrivate), trovano ap- risarcimenti o con
plicazione protocolli naziona- regole inapplicabili e
li. Sì agli incontri tra parenti e suicide. La verità è che
fidanzati, ma anche tra amici. sono nel caos»
Nessun limite, né autocertifi-
cazione, per gli spostamenti
nella stessa Regione. Ma fino IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE Virginia
al 2 giugno restano vietati RAGGI
quelli tra Regioni, così come
quelli da e per l’estero, salvo
per 4 motivazioni ritenute le-
Contagi, i dati migliori di sempre: 451 i nuovi casi, 99 i morti Sindaco
di Roma

«Cittadini esasperati»

G
gittime: comprovate esigenze li allarmi degli scienziati con- tando il totale a 127.326 (il doppio dei bria, Basilicata e Calabria. Di più: nella tare le indicazioni e le buone abitudi-
lavorative; assoluta urgenza; tinuano, le paure dei politici malati). In calo anche i ricoverati con metà delle regioni i contagi sono meno ni che abbiamo assunto perché basta «Dobbiamo dare
situazione di necessità; moti- crescono (ieri il ministro per sintomi (10.207, -104) e i pazienti in te- di dieci e in ben 16 regioni su 20 i mor- poco per tornare indietro e vanificare risposte concrete e
vi di salute. Sul sito del mini- gli Affari regionali Francesco Boccia ha rapia intensiva (749, -13): in isolamen- ti sono sotto la stessa soglia. E ancora: gli sforzi fatti in queste settimane» ha veloci per evitare rischi
stero dell’Interno è disponibi- definito la settimana che comincia co- to domiciliare, per intendersi, trattati nella piccola Val D’Aosta, così colpita aggiunto Speranza, ricordando il me- di ribellione da parte di
le il nuovo modello di autodi- me «la più difficile»), ma i numeri del- senza particolari problematicità, si tro- nelle prime settimane dall’epidemia, tro di distanza, la mascherina, di evita- cittadini esasperati
chiarazione (ma si può usare l’epidemia da coronavirus in Italia – è vano ora 55.597 persone (l’83% dei po- non c’è al momento nessun paziente re gli assembramenti. Il ministro ha poi dall’emergenza e
pure quello precedente, bar- ormai un fatto assodato – continuano sitivi al Covid-19). Dei 451 tamponi po- in terapia intensiva. evidenziato che «l’Italia è uno dei Pae- dobbiamo essere più
rando le voci inattuali) o verrà a scendere. Ieri, addirittura, al minimo sitivi rilevati ieri, la maggior parte sono «I dati confermano che il lockdown ha si che ha fatto più tamponi in assoluto rapidi della
fornito dagli agenti nel con- dall’inizio della crisi, complice il solito in Lombardia, con funzionato, che i rispetto alla popolazione nel mondo. criminalità»
trollo. Il cittadino dichiara di “effetto weekend” (con la metà dei tam- 175 nuovi positivi Ai minimi il rapporto sacrifici enormi Ebbene, dobbiamo continuare al farli.
non essere sottoposto a qua- poni processati), ma anche numeri og- (il 38,8% dei nuo- tra positivi e tamponi: un fatti dalle donne e Se c’è una persona che deve essere sot-
rantena, indica punto di par- gettivamente incoraggianti. A comin- vi contagi). E no- toposta a tampone e il tampone non Giovanni
tenza e destinazione, confer- ciare da quello dei morti, che per la pri- nostante siano malato ogni 80 (1%) e in 16 dagli uomini di
questo Paese, le arriva allora c’è un problema». Una TOTI
ma di essere a conoscenza del- ma volta scende sotto quota 100 (99 per stati processati, regioni su 20 sono meno di misure che abbia- questione spinosissima visto che al Presidente
le limitazioni sul territorio na- l’esattezza, di cui “soltanto” 24 nella come si diceva al- 10. Ancora giù ricoveri e mo adottato, han- momento in molte regioni, a fronte di della Liguria
zionale e di quelle disposte martoriata Lombardia). l’inizio, la metà dei terapie intensive. Il ministro no portato a una un incremento dell’offerta dei test sie-
dalle Regioni attraversate e in- I dati forniti nel primo giorno di ria- tamponi dei gior- fotografia diversa rologici da parte dei laboratori privati, «C’era tanta voglia»
dica una delle 4 motivazioni pertura del Paese confermano un trend ni centrali della Speranza: «Avanti così» rispetto a quella manca proprio la certezza di poter es- «Oggi abbiamo avuto
legittime. Resta consentito il in netto miglioramento anche per settimana (circa delle scorse setti- sere sottoposti ai tamponi nel caso si una apertura felice,
rientro al domicilio o residen- quanto riguarda il numero dei malati e 36mila), il rapporto tra tamponi fatti e mane» ha commentato il ministro del- venga trovati positivi ai primi. Quanto c’era tanta voglia e
za. E rimangono vietati gli as- dei pazienti guariti: i primi (cioè gli “at- casi individuati è di 1 malato ogni 80, la Salute, Roberto Speranza, pure nel- all’altrettanto tormentata vicenda del- necessità. Altre attività
sembramenti in luoghi pub- tualmente positivi”) sono in tutto 66.553 poco più dell’1%, in linea con la media le ultime ore così scettico rispetto al la app Immuni, Speranza auspica che apriranno nei prossimi
blici o aperti al pubblico. Le ora, con una diminuzione di 1.798 u- degli ultimi giorni. L’incremento di ca- piano di riaperture voluto dalla Regio- la sperimentazione (dunque non l’ef- giorni magari nei
Messe cattoliche con fedeli, nità rispetto a domenica. I secondi si è di 72 casi in Piemonte, 35 in Emilia ni e infine assecondato dai suoi colle- fettiva presentazione agli italiani) inizi piccoli centri di
così come i riti di altre religio- (guariti o dimessi, a seconda di come Romagna, 39 nel Lazio, 32 in Liguria e ghi di governo, in primis dal premier a fine maggio. vacanza, in attesa
ni, possono svolgersi nel ri- vengono conteggiati dalle Regioni) so- 13 in Toscana, mentre nessun nuovo Conte. «Ma non dobbiamo pensare che Viviana Daloiso dell’arrivo dei turisti»
spetto dei protocolli sotto- no invece aumentati di 2.150 unità, por- caso è stato registrato in Sardegna, Um- la battaglia sia vinta, dobbiamo rispet- © RIPRODUZIONE RISERVATA
6 PRIMO PIANO Martedì 19 maggio 2020

Coronavirus:
la fede
A Milano la prima Messa con i fedeli
«In Duomo vi abbiamo aspettato tanto»
da Borgonovo, «che mi ordinò, nel siede a fatica. Gli Atti degli Aposto- questa splendida casa poi: e quan- sugli scranni del coro, superbamen- L’EVENTO
MARINA CORRADI
Milano 1979. Che interceda per noi». li, il Vangelo. Quale diversa densità te volte le navate nei secoli sono te cesellati in ogni minimo partico-
La Cappella feriale è piena a metà: nelle parole che si pronunciano co- state colme di popolo, in remoti lare. E ancora una volta ti chiedi qua-
In Cattedrale alle
Q
uasi le otto di una lumino- 36, i “milanesi” convenuti. La gio- ralmente, e nella faccia del sacer- Natali e Pasque, per lutti e suppli- li uomini dovevano essere, gli arti-
sa mattina di maggio. Una vane asiatica non smette di prega- dote a pochi metri da te: nell’esse- che, e implorazioni di salvezza. giani che costruirono il Duomo, per- otto la cappella
piccola coda di fedeli da- re, il signore pallido si alza e si ri- re nella carne, e non nel virtuale. In Durante i canti lo sguardo indugia ché restasse per i figli dei figli dei fi- è piena a metà
vanti all’in- gli, per sempre.
gresso laterale del L’Ostia candida spez- Il benvenuto
Duomo. Rilevazione Misurazione della Nell’arcidiocesi zata sull’altare davan- dell’arciprete
della febbre, masche- febbre, mascherina, ambrosiana i riti ti ai fedeli sana uno Borgonovo:
rina, guanti. Varchia- guanti. Poi in col popolo presente strappo, breve ma do-
mo la porta. Zitti, in loroso. Siamo tornati.
abbiamo avuto
questa immensità che silenzio, lentamente, erano stati sospesi (Quanto a Lui, era le celebrazioni
ammutolisce, passia- si prende posto tra i il 23 febbraio scorso qui, ad aspettarci). Le in streaming ma
mo dietro al Coro, fino banchi nel rispetto Il celebrante ricorda mani che porgono ora siamo qui
alla Cappella feriale. delle distanze di Giovanni Paolo II a l’Eucaristia sono co-
insieme, come
A Milano è la prima
Messa con popolo in sicurezza. E sembra cent’anni dalla nascita perte da guanti da o-
spedale, ma l’essen- persone vive
Duomo dal 23 feb- il ritorno da un esilio «Interceda per noi» ziale è quell’Ostia
braio. Una ragazza dai che ci portiamo len-
tratti asiatici si inginocchia davanti tamente alla bocca,
all’altare e prega, il viso nascosto nel- riassaporando un gesto caro. Sotto
le mani. Altri paiono frequentatori a- di noi, i canonici del Duomo stanno
bituali, tornati dopo un esilio. Un an- dicendo le Lodi - li intravedi uscen-
ziano signore è molto pallido: mala- do, nella Cripta illuminata. Ogni
to, dice la faccia stanca, gli occhi da mattina, pensi, nell’ora in cui Mila- Gristina prete
insonne. Oltre l’altare, davanti a noi no corre e preme e s’affolla, quegli
la fuga di colonne delle navate. Il gran uomini nel vertice sotterraneo del- da 50 anni
cuore vuoto della Cattedrale alle ot- la cattedrale pregano per noi. Celebrazione
to in punto viene colmato, di colpo, I giornalisti impugnano microfoni e
dalle note potenti dell’organo: ed è camere e domandano a chi esce:
a porte chiuse
come il profondo respiro di un uomo La Messa com’è stata la prima Messa, due me-
esanime che riprenda i sensi. con i fedeli, si dopo? Ma sono cose che difficil- Cinquant’anni di
All’unisono tutti in piedi, segreta- la prima mente si esprimono in parole. Il vec- sacerdozio sono una
mente commossi, all’ingresso del dopo chio signore pallido se ne è andato, bella tappa nella
celebrante, l’arciprete del Duomo il lockdown zitto col suo segreto. storia e nel cammino
Gianantonio Borgonovo. Com- celebrata Fuori, nel sole, Milano sembra affac- di una vocazione, ma
mosso lui pure: «Vi abbiamo a- a Nembro, ciarsi timidamente dopo la prigionia. il 17 maggio
spettato tanto!», dice con calore. paese in Cauta, esitante. Quante sirene ab- l’arcivescovo di
Perché, aggiunge, «abbiamo avu- provincia biamo sentito nelle strade, quanti Catania Salvatore
to le Messe in streaming, ma ora di Bergamo morti, quanta angoscia. Ma il tepore Gristina li ha
siamo qui insieme, come persone martoriato di maggio chiama, imperativo: e si festeggiati a porte
vive». Nei cento anni esatti dalla dal Covid comincia a vivere, ancora. chiuse con una
nascita di Giovanni Paolo II, ricor- / Fotogramma © RIPRODUZIONE RISERVATA celebrazione
eucaristica nella
Cattedrale,
NEMBRO PADOVA trasmessa attraverso

Il ritorno della gente I frati di Sant’Antonio: i social nel rispetto


della normativa
vigente fino a

nel paese martoriato una bella sensazione domenica scorsa.


Nato a Sciara, in
provincia di Palermo,
«Dolore e speranza» malgrado le maschere nel 1946, è stato
ordinato sacerdote il
17 maggio 1970 da
MARCO BIROLINI della celebrazione. In 29 minu- SARA MELCHIORI L’incognita della domenica con giugno) che tradizionalmente vede un Paolo VI. Da allora ha
Nembro (Bergamo) ti l’accenno alla tragedia che ha Padova flusso interminabile di fedeli. Tutto da ricoperto diversi ruoli
sconvolto la Val Seriana è fret- meno celebrazioni e capienza ridefinire. Un tavolo tecnico deciderà nei in diocesi e
ridotta. Tra le ipotesi quella di
Q «N
uando fa il gesto di por- toloso e indiretto. «C’è la gran- on siamo navigatori solita- prossimi giorni come si svolgerà la gior- all’esterno:
tare l’ostia consacrata de grazia di rivedere il popolo ri, siamo cristiani perché mettere sedie sul sagrato. Oggi nata di festa, ma è certo che non sarà viceparroco, parroco,
alla bocca, la signora riunito davanti all’altare del Si- siamo comunità». Così pa- riprendono le Confessioni possibile fare la processione per le vie docente nelle scuole
Maria Benigni, 84 anni, gnore, pur con le dovute pre- dre Oliviero Svanera, rettore della Basi- della città, né la sera prima la rievoca- statali, addetto e
si accorge di avere addosso la cauzioni». Niente omelia, per ri- lica di Sant’Antonio, chiosa la bella sen- zione del transito. Qualche progetto in segretario di
mascherina chirurgica. La sol- durre i tempi al minimo. sazione vissuta ieri mattina con la prima sto le Messe si sono svolte con compo- cantiere c’è, sia sul versante religioso che nunziatura in Africa e
leva con un po’ d’impaccio e tor- Le ferite incise nell’anima del messa con i fedeli dopo tre mesi di cele- stezza e serenità. Prima celebrazione al- culturale, per animare la festa attraver- in Brasile, vicario
na a ricevere la Comunione do- paese affiorano solo alla fine. brazioni a porte chiuse, trasmesse solo le 7.30, seconda alle 10, per un centinaio so i mezzi tecnologici. Confermate, an- generale a Palermo
po più di due mesi. Dentro la Mentre la gente scivola fuori dal- in streaming, che certo hanno aiutato i di persone, oltre ai frati, l’ultima alle 18. che se con il limite dei 200 partecipanti, fino al 1992, anno in
chiesa arcipresbiterale plebana la chiesa, don Matteo Cella si sof- fedeli «ma la partecipazione effettiva è al- La Basilica di Sant’Antonio ha riaperto le Messe della “tredicina” con i pellegri- cui è stato eletto
di Nembro – insieme al confi- ferma a ricordare. «Non siamo tro». Ieri mattina «un certo effetto» – rac- con una riduzione di Messe consisten- naggi dalla diocesi del Veneto e così pu- vescovo ausiliare
nante Alzano, il paese bergama- ancora riusciti a mettere bene a conta – l’hanno vissuto sia i frati sia i de- te, sia nei giorni feriali, sia festivi: il sa- re si può già da ora, in rigorosa fila in- della stessa
sco più martoriato dal virus – 47 fuoco quanto accaduto. Siamo voti. «Una bella sensazione, anche se e- bato si passa da quattro festive a due e diana con distanziamento di un metro, arcidiocesi. Nel 1999
fedeli sono riuniti per la prima divisi tra il desiderio di ripartire ravamo tutti “mascherati” – commenta la domenica da undici a sei. Numeri che accedere e toccare la tomba del tauma- viene trasferito alla
Messa dopo la fine del lock- e la paura di essere di nuovo ri- sorridendo – però sentire la comunità lasciano qualche preoccupazione. «C’è turgo, previa igienizzazione delle mani e sede vescovile di
down. Di solito, succhiati nell’in- cristiana va bene anche con la masche- l’incognita della domenica – riprende il costante ripulitura del marmo. Riparto- Acireale e dal giugno
prima dell’epi- In 47 per il ritorno cubo. Marzo è ra». Qualche nota delicata c’è stata da rettore –. Non solo abbiamo ridotto le no da oggi le confessioni, anche queste 2002 la nomina ad
demia, se ne dei riti “pubblici” stato un mese parte di alcune persone abituate alla Co- Messe festive, ma siamo passati da 800 a regime ridotto di frati (due confessori arcivescovo di
contavano al- terribile: 148 munione in bocca: non potendola fare a 200 posti». Nell’aria anche l’ipotesi di a turno) e di spazi: non nei confessiona- Catania. «Mi sento
meno novanta. dopo il lockdown morti, 66 in una così, hanno posto sulle mani un picco- sedie da disporre sul sagrato. Ma il gros- li della penitenzieria, ma in due stanze guardato con
«Ma tanti non ci Di solito erano sola settimana». lo fazzoletto con ricamata un’immagine so enigma sarà il mese di giugno con la appositamente attrezzate e aerate. misericordia e bontà
sono più – sospi- una novantina Il virus ha porta- sacra per accogliere l’Eucaristia. Per il re- “tredicina” e la festa di sant’Antonio (13 © RIPRODUZIONE RISERVATA dal Signore – ha
ra la signora Ma- to via anche affermato
ria –. Finita la celebrazione si an- monsignor Achille Belotti, 81 an- l’arcivescovo
dava insieme al bar a prendere ni, ex parroco della frazione Ga- TORINO nell’omelia – e con
il caffè in piazza. Era un modo varno, e don Ettore Persico, cap- tanta comprensione
per tenersi compagnia...»
Visto da vicino, l’epicentro del
contagio è un piccolo borgo
pellano del Santuario dello Zuc-
carello, che dall’alto di un colle
veglia sul paese. «Per ora siamo
Dalla Consolata alla periferia, c’è voglia di comunità dalla comunità.
Cinquant’anni fa
iniziava un cammino
tranquillo che tenta di tornare concentrati sulle regole da se- FEDERICA BELLO e fa pensare l’immagine dei fedeli arriva- le quali non si è potuto celebrare il fune- che mi ha portato a
lentamente alla normalità. «Sia- guire per scongiurare nuovi con- Torino ti emozionati e commossi come stessero rale anche nella parrocchia torinese Bea- tappe totalmente
mo in convalescenza, c’è voglia tagi – continua don Cella –. Nei vivendo il giorno della loro Prima Co- ta Vergine delle Grazie (Crocetta) affida- impreviste rispetto a

S
di riprendersi la quotidianità ma prossimi giorni torneremo a ri- uonano le campane. Sono le 8, E munione». Don Riccardo Baracco ha a- ta a monsignor Guido Fiandino, vesco- quello che pensavo.
anche la preoccupazione di flettere su quanto abbiamo vis- al Santuario della Consolata a To- spettato i suoi parrocchiani del Sacro vo ausiliare emerito della città. «Oltre ad Voi guardate me ed io
mantenere le distanze», dice don suto. Di sicuro la comunità non rino tutto è pronto per la prima Cuore di Gesù sulla porta per la prima aver aggiunto due Messe festive, la Mes- guardo stupito e
Matteo Cella, che alcuni giorni si è mai fermata, tra Messe in Messa con il popolo. Nel Santuario del- Messa delle 9.30: un gesto di accoglienza sa feriale delle 18 sarà in particolare ce- pensieroso per questi
fa ha ricevuto la telefonata di so- streaming e servizi di volonta- la patrona della città, che nei mesi scor- e di «presenza sulla strada che è stata u- lebrata per i defunti di questi mesi». «Og- anni di sacerdozio. La
lidarietà di papa Francesco. Cau- riato». Sabato scorso ricorreva il si è rimasto aperto per la preghiera e le na riscoperta di questo tempo». La cele- gi – sottolinea – alle 10 c’erano 100 par- cosa bella è che tutti
tela è la parola d’ordine anche 230° della chiesa plebana: la ce- confessioni, arriva qualche giovane, al- brazione si è svolta all’aperto. «Mi ha col- rocchiani a testimonianza di un bel de- insieme possiamo
per entrare in chiesa: all’ingres- lebrazione solenne è stata pro- cune religiose, persone che vanno al la- pito che al termine, delle 50 sedie occu- siderio di comunità. E siamo certi che il guardare al Signore
so due volontari degli alpini di- posta su YouTube. La tecnologia voro: è un primo gruppo di fedeli nel cuo- pate, nemmeno una fosse stata spostata. tornare a celebrare sarà l’occasione per che sempre ci ama e
stribuiscono il gel disinfettante e si affianca alla più antica devo- re della città, dove lo scorso 15 marzo Segno di grande attenzione e consape- riscoprire la bellezza, l’importanza e il si- ci guida, è con noi e
danno le istruzioni: «Entrate da zione. A poche centinaia di me- l’arcivescovo aveva rivolto la supplica a volezza che l’epidemia non è finita. Ine- gnificato profondo della Eucaristia vis- mai ci lascia orfani. A
questa parte, disponetevi non tri dal tempio sorge una picco- nome di tutta la diocesi. Altri fedeli arri- vitabile poi pregare per quei parrocchia- suta nella e con la comunità». Commo- tutti voi chiedo una
più di tre per ogni banco». la chiesa del XIV secolo, rima- veranno l’ora successiva e poi via via per ni che a questa Messa venivano regolar- zione anche tra i sacerdoti. «Avrei volu- preghiera per me che
Anche l’arciprete, don Antonio sta sempre aperta anche du- tutte le celebrazioni della giornata: pal- mente e che il Covid si è portato via». to abbracciarli tutti», commenta sem- ne ho tanto bisogno».
Guarnieri, deve calarsi suo mal- rante i giorni più cupi. Sul por- pabile l’attesa nel rimettersi in fila, se- Una ripresa pensando alle persone per plicemente don Alessio Toniolo, parroco In seguito, appena
grado nei panni di addetto alla tone, un foglio recita: «Chie- guendo le distanze segnate sul pavi- nella cintura torinese che ha riaperto i possibile, si vivrà un
sicurezza. «Per la Comunione diamo di intercedere presso il mento, per ricevere l’Eucaristia. «Oggi – Tanto nel santuario come battenti per la Messa delle 8.30. E ag- momento
faremo due file, e mi racco- Signore per allontanare il con- commenta una signora uscendo – tor- nelle chiese di cintura giunge: «Con il viceparroco e il diacono comunitario che sarà
mando: porgete la mano», av- tagio del coronavirus». È dedi- nare a Messa ci fa sentire meno soli». palpabile anche un po’ di non ho mai celebrato proprio solo, ma allietato anche
verte. L’attenzione alle misure cata a Sebastiano, il santo che «Di questa prima Messa celebrata con i riavere i miei parrocchiani accanto è sta- dall’ordinazione di
anti-virus è massima, tanto da proteggeva dalla peste. fedeli – commenta don Luca Peyron, par- emozione. Don Toniolo: avrei to davvero motivo di gioia». nuovi sacerdoti.
rischiare di appiattire il senso ©
RIPRODUZIONE RISERVATA roco alla Madonna di Pompei – mi resta voluto abbracciarli tutti © RIPRODUZIONE RISERVATA (Marco Pappalardo)
Martedì 19 maggio 2020 PRIMO PIANO 7

Coronavirus:
la fede
«Quei piccoli sacrifici in chiesa»
Il liturgista Cavagnoli: l’Eucaristia ha bisogno della corporeità che ora recuperiamo con alcuni vincoli
«Le limitazioni da seguire? Transitorie e legate all’emergenza. Non certo “trasgressioni” celebrative»
GIACOMO GAMBASSI come in (quasi) tutta la Penisola. Ma, siamo in mezzo a un “imprevisto” che menti risulterebbe evanescente o i-
quei casi omettevano alcune parti. Le L’INTERVISTA
secondo il protocollo firmato dalla Cei costringe a variare alcuni passaggi. Ma dentificabile in modo del tutto errato
norme vanno lette alla luce dei segni
A colloquio
«L’
Eucaristia ha bisogno e dal governo Conte che autorizza di l’obiettivo è il ritorno all’ordinarietà con il clero. Come insegna il Concilio
dei tempi. Non c’è dietro la volontà di
della dimensione della nuovo le liturgie “aperte”, occorre se- quando l’evolversi dell’emergenza lo Vaticano II, la Chiesa è il popolo di Dio.
trasgressioni “liturgiche”. con il direttore
corporeità. Negli scorsi guire una serie di disposizioni anti- consentirà». Le Messe “pubbliche” Risulta quindi indispensabile esserci
Le chiese possono ospitare un nume- della “Rivista
mesi la pandemia ha imposto a tutti Covid che possono apparire come fre- mancavano dal 9 marzo, quando la Cei come persone in carne e ossa. Perso-
ro limitato di fedeli. Qualcuno po-
noi di rinunciarvi per tu- ni: dal numero massimo di aveva deciso di sospenderle in tutto il ne che nella liturgia si la- trebbe sentirsi dire: «È tut- liturgica”
telare la salute. Adesso la I guanti per fedeli che una chiesa può Paese a seguito delle rinunce chieste sciano plasmare dalla Pa- to esaurito»? «I posti limitati?
recuperiamo seppur con distribuire accogliere alle distanze di dal governo alla nazione. rola e dal Pane di vita. Questa limitazione non è Non sinonimo
alcune limitazioni». Sa be- l’ostia? «Un oltre un metro fra ogni per- Don Cavagnoli, l’Eucaristia contem- Nella “fase 2” ci sono alcu- sinonimo di esclusione.
ne don Gianni Cavagnoli sona; dai guanti per distri- pla la presenza della comunità. Che ni vincoli rispetto al tradi- Anzi, la chiesa è sempre a-
di esclusione
che le prossime settimane problema che buire l’ostia consacrata al ora può tornare a ritrovarsi attorno zionale approccio alla li- perta a chiunque e accoglie La prenotazione
saranno un banco di pro- non esiste». Le divieto di presentarsi se si alla mensa del Signore. turgia. tutti. Siamo di fronte a una è una risposta»
va per le parrocchie italia- Messe online? ha una temperatura di ol- Nella prima Lettera ai Corinzi san Pao- Non c’è da stupirsi. Il di- regola di natura sanitaria e Serviranno più
ne. Direttore della Rivista stanziamento fisico nelle
liturgica, docente di sa-
«Per una fase tre 37,5° C o si è entrati in
contatto con un contagia-
lo descrive la Chiesa come un corpo
che ha molte membra. La Chiesa è il panche o le modalità “si-
soprattutto momentanea.
Qualche sacerdote propo-
Messe? «Meglio
cramentaria all’Istituto di eccezionale» to dal coronavirus. «Ci so- corpo mistico di Cristo ma necessita cure” di fare la Comunione ne di prenotare la parteci- andarci cauti. Sì
liturgia pastorale “Santa no dinamiche storiche che dei nostri corpi perché si realizzi. E la rappresentano sacrifici e pazione alla Messa. Si può ai riti all’aperto»
Giustina” di Padova, membro della restringono l’esperienza celebrativa e celebrazione eucaristica ci fa essere precauzioni dovute a con- storcere il naso pensando
Consulta nazionale Cei per la pastora- la rendono eccezionale – afferma il li- proprio corpo mistico del Risorto nu- tingenze che anche il passato ci ha pre-
di essere al supermercato, ma è una
le liturgica, don Cavagnoli è anche, e turgista –. Addirittura le prevedeva il trendoci sacramentalmente del suo sentato. Ad esempio mio padre mi rac-
modalità che evita di rimandare a ca-
soprattutto, un parroco della diocesi Messale tridentino di san Pio V che e- corpo. Il tornare a riunirsi significa ren- contava che durante la seconda Guer-
sa chi si presenta.
di Cremona. Da ieri anche lui è torna- lencava gli “imprevisti” fra cui le allu- dere nuovamente visibile e storica- ra mondiale i cappellani militari cele-
E aumentare le celebrazioni?
to a celebrare la Messa con il popolo, vioni o i cataclismi. Adesso anche noi mente concreta la Chiesa che altri- bravano Messa sotto le bombe e in
Ritengo che occorra procedere con
cautela. Meglio privilegia-
re la qualità alla quantità. Ischia prega
■ Domande
?
Comunque ogni previsio-
ne è prematura. Non sap- la patrona
& risposte piamo quanta gente ci
sarà. È probabile che gli
santa
anziani siano frenati dalla
Restituta
paura. La Messa domeni-
Quali regole devo cale all’aperto può essere «Santa Restituta è la
seguire per un’alternativa. In ogni ca- santa per eccellenza
so la prima domenica farà dell’Eucaristia, è la
andare a Messa? da test. E nelle settimane santa che ha gridato
Indossare la successive i sacerdoti sa- con forza: “Sine
mascherina, igienizzare ranno pronti a rimodulare Dominicum non
la mani all’ingresso, le proposte celebrative. possumus!” (Senza
rispettare la distanza di E i guanti per distribuire Eucaristia non
un metro dagli altri l’ostia consacrata? Qual- possiamo stare).
fedeli cuno grida alla profana- Signore, grazie perché
zione… ci riaccogli e ci fai
Quando non Ciò che conta è avere con- stare alla tua
sapevolezza del valore di presenza e ci fai fare
posso comunicarsi al Corpo di esperienza di te». Così
Cristo. Non creiamo pro- il vescovo di Ischia
partecipare? blemi dove non ci sono. È Pietro Lagnese si è
Non posso entrare se solo una maniera per evi- rivolto ai fedeli che in
ho la temperatura tare il contagio. Sappiamo diretta tv hanno
superiore ai 37,5° e se tutti quante vite ha tron- potuto seguire
ho sintomi influenzali e cato il morbo-killer. Non domenica scorsa la
respiratori c’è niente di sacrilego nel- Messa da Lacco
l’utilizzare provvisoria- Ameno, nel giorno in
Come potrò fare mente strumenti come cui la Chiesa isclana
questi. È un disagio, certo. ricordava la patrona
la Comunione? Ma nel cuore potremmo santa Restituta. «Se
La prima Messa “a porte aperte” celebrata ieri mattina nel Duomo di Milano. Sopra, il liturgista don Gianni Cavagnoli / Fotogramma dire: “O Signore, ti accolgo mi amate osserverete
Riceveremo l’ostia con tutto me stesso anche i miei comandamenti,
consacrata sulle mani se in un modo un po’ ci ricorda Gesù nel
dove la lascerà cadere il L’INIZIATIVA VOLUTA DAL VESCOVO FRANCESE FRANÇOIS TOUVET informe”. Aggiungo che quest’accor- Vangelo. Intanto
sacerdote, che a sua tezza ci aiuterà a riflettere anche sul- dentro
volta indosserà E a Chalons i fedeli partecipano in auto alla Messa celebrata in un parcheggio l’importanza dei sensi che richiama- quest’affermazione
maschera e guanti no al mistero dell’Incarnazione. Lo sembra ci sia una
In Francia, le Messe aperte al popolo dovrebbero ri- lons, François Touvet, che ha presieduto il rito dopo a- stesso vale per la mancanza dello domanda che Gesù
Quali gesti non prendere a fine mese, a Pentecoste. Ma la diocesi di ver promosso tenacemente l’iniziativa, mentre il resto scambio del segno della pace: sem- con delicatezza ci
Chalons-en-Champagne, ad Est di Parigi, è riuscita ad dei fedeli francesi deve seguire la Messa in televisione. pre transitoria. mette dinanzi: “Mi
potrò compiere? anticipare i tempi, escogitando una soluzione inedita nel Per la diocesi, si è trattato anche di un modo per ri- Le Messe sul web resteranno? ami?”. Mi amate? È la
Paese ma compatibile con le regole sanitarie: una Mes- spondere alle pressanti richieste di tanti fedeli, in una L’Eucaristia è condivisione dell’Ultima domanda che oggi
Non verrà fatto lo sa all’aperto in modalità drive-in, domenica scorsa, al- Francia in cui la “fase ”2 è cominciata dall’11 maggio Cena del Signore. Come ha ricordato Gesù rivolge a
scambio della pace. E la la presenza di 500 fedeli rimasti nelle loro automobili, per molte attività commerciali e parzialmente nel mon- papa Francesco, il virtuale supplisce ciascuno di noi. La
raccolta delle offerte distanziate d’un metro o più, nel parcheggio da tre et- do scolastico. Ma, tornando alla Messa nel parcheggio, in una fase d’emergenza ma non so- fede – ha proseguito il
avverrà all’ingresso tari di un centro fieristico regionale. «Più che un surro- per ottenere il preventivo avallo prefettorale, è stato stituisce la realtà che, se guardiamo al- presule – è qualcosa
dove sarà posto un gato, questa Messa in macchina è una vera Messa e u- previsto il rispetto di misure draconiane, come lo stret- la Messa, implica il convenire insieme di concreto e non si
contenitore. Non ci na vittoria della vita», ha dichiarato il vescovo di Cha- to divieto di uscire dall’auto. (Daniele Zappalà) in assemblea. esaurisce di certo in
saranno libretti per i © RIPRODUZIONE RISERVATA un sentimento, va
canti o foglietti coniugata in una
relazione. Restituta
COSÌ “CAMBIANO” LE CELEBRAZIONI DEI VARI SACRAMENTI
Come potrò avrebbe potuto dare
la vita per il Signore
confessarmi?
La confessione avverrà
Battesimi con i guanti e confessioni all’aperto: ecco i riti “sicuri” se non fosse stata
accesa di un amore
grande per lui?

I
in luoghi ampi e areati, funerali? Non hanno più prima di entrare in chiesa. na. A Venezia si chiarisce che necessario che il sacerdote usi gretezza. Di fatto è impossibi- Invochiamo il dono
con il distanziamento e il limite dei quindici par- Alle disposizioni generali si i guanti vanno cambiati dopo la mascherina e i guanti mo- le entrare nei confessionali: per dello Spirito – ha
la mascherina, ma tecipanti. I battesimi? Me- aggiungono le indicazioni da- ogni singola unzione. nouso. I funerali comunitari e- questa ragione, ad esempio, concluso Lagnese –
garantendo la glio programmarli al di fuori te dai vescovi nelle loro dio- Il matrimonio – che come il rano già ripresi il 4 maggio ma nel Duomo di Milano le con- su tutti noi, sul mondo
riservatezza delle Messe “ordinarie”. Le con- cesi o le accortezze escogita- battesimo non era stato sospe- era prevista una presenza mas- fessioni riprenderanno il 25 intero, sull’Italia che
fessioni? C’è chi propone di te dai parroci. Per il battesi- so negli oltre due mesi di stop sima di quindici persone. Re- maggio quando saranno indi- prova a ripartire, sulla
Le chiese saranno farle all’aperto. La ripartenza mo, è comune a molte Chie- alle Messe con il popolo – non strizione che da ieri è caduta: viduati ambienti idonei dove nostra isola che vive
dei riti “comunitari” che devo- se locali l’invito a fissare cele- sarà più circoscritto agli sposi il numero dei partecipanti al- collocare anche lastre di plexi- di turismo e che ora fa
igienizzate? no seguire i vincoli anti-Covid brazioni “ad hoc”. A Padova si e ai testimoni. Il numero con- le esequie è legato alla capien- glas. A Roma, invece, nel san- i conti con una
non coinvolge da ieri soltanto sconsiglia di amministrare il tingentato di fedeli che po- za della chiesa, come nel caso tuario del Divino Amore, il sa- stagione estiva che
Sì, al termine di ogni le Messe. E, secondo il proto- “primo” sacramento a più tranno partecipare alla cele- dell’Eucaristia. La diocesi di cramento sarà amministrato mette nel cuore di
Messa, mediante la collo firmato bambini in brazione dipende dalla ca- Andria esorta a nel “Boschetto”, ognuno di noi tanti
pulizia delle superfici dalla Cei e dal Il matrimonio contempora- pienza della chiesa. E l’arcidio- tenere i funerali I funerali senza fra tavoli di pie- interrogativi e tante
con idonei detergenti. governo che re- con un numero nea. Ad Andria cesi di Agrigento specifica che «nel pomerig- più la soglia tra o di legno. E preoccupazioni.
Lo stesso accadrà per i gola il ritorno contingentato si suggerisce di al termine sono vietati «gli as- gio, in orari di- delle 15 persone ci sarà uno spa- Chiediamo per
vasi sacri, le ampolline e dell’Eucaristia a privilegiare i sembramenti per il tradiziona- versi dalle Mes- zio all’aperto per intercessione di santa
gli altri oggetti utilizzati “porte aperte”, gli di partecipanti «giorni feriali» e le lancio del riso». Comunque se parrocchiali». Rinviate Cresime e ricevere l’assolu- Restituta che quanti
accorgimenti E niente riso a Mazara del sono molti i matrimoni rinvia- Ad Agrigento è Prime Comunioni zione anche in vivono di turismo sulla
Regole valide per le Messe Vallo di omette- ti a causa del Covid. A Padova stato stabilito alcune parroc- nostra isola possano
vanno estesi anche ad altri ri- re il rito dell’«effatà», ossia il si ricorda che i documenti ca- che gli unici fiori leciti siano chie dell’arcidiocesi di Catan- essere sollevati dalla
anche per le altre ti. Così, ad esempio, le ma- gesto che compie il sacerdo- nonici e civili hanno in genere quelli sopra la bara e che il ri- zaro-Squillace. paura del domani e
scherine sono necessarie an- te toccando con il pollice l’o- validità di sei mesi ma «si può to si concluda con la benedi- Per altri momenti di preghiera possano vivere del
celebrazioni? che per battesimi, funerali, recchio destro e sinistro e poi ritenere che mantengano il lo- zione all’altare evitando l’ac- come l’adorazione eucaristica proprio lavoro in
Il distanziamento e l’uso confessioni e matrimoni la bocca del bambino. È bene ro valore» anche oltre questa compagnamento alla porta. o il Rosario valgono le stesse maniera sicura e
di mascherine e guanti (compresi sposi e testimoni). evitare il rito dell’immersione scadenza. Però i parroci sono Fa storia a sé il sacramento del- regole delle Messe, mentre onesta: a tutti non
valgono anche per Lo stesso vale per il rispetto preferendo l’infusione, ossia invitati a incontrare i futuri la Riconciliazione. Il protocol- vengono rinviate le Cresime e manchi il sostegno da
battesimi, matrimoni, delle distanze di sicurezza di il versamento dell’acqua sul sposi prima della celebrazione lo nazionale decreta che si in molte diocesi anche le Pri- parte delle nostre
unzione degli infermi e un metro e mezzo fra ogni fe- capo. Inoltre per le unzioni il per capire se hanno modifica- svolga in luoghi aperti e aerati me Comunioni. istituzioni ed il pane
funerali dele o per il gel che va impie- prete deve indossare i guanti to (o meno) le loro volontà. dove sia consentito sia il ri- Giacomo Gambassi quotidiano».
gato per disinfettare le mani monouso oltre alla mascheri- Per l’unzione degli infermi è spetto delle distanze, sia la se- ©RIPRODUZIONE RISERVATA (Francesco Schiano)
8 PRIMO PIANO Martedì 19 maggio 2020

Coronavirus:
il territorio
Sud Italia, la rabbia e l’orgoglio
In Campania ripresa tra luci e ombre, dopo il no di De Luca (fino a giovedì) alla riapertura totale
Calabria, monta la “collera” di partite Iva e disoccupati. «Nessun sostegno, è colpa della burocrazia»
QUI NAPOLI QUI COSENZA IL BILANCIO
Applausi per chi riapre Imprenditori e operai, La fine
della quarantena,
e timori per i negozi blindati la protesta dei "senza soldi" nelle Regioni
del Sud,
Artigiani sul piede di guerra «Riposa in pace, dignità» si accompagna
a sentimenti
composta in larga parte di turisti di bar e altri locali della ristora-
contraddittori:
ANTONIO AVERAIMO DOMENICO MARINO
Napoli – che si riversa nei vicoli napole- Cosenza zione. Provvedimento impugnato non solo
tani. Un duro colpo per le botte- dal governo nazionale dinanzi al prudenza,

U "R c’è anche


n lungo applauso libera- ghe, abituate a lavorare su gran- iposa in pace dignità. Tar che ha dato ragione a Roma.
torio ha salutato la ria- di numeri e prezzi piccoli. Da set- Ne danno il triste an- «Protesto perché al momento in
pertura dei negozi a Na- timane, gli artigiani chiedono a nuncio i cittadini ca- Calabria si muore più di fame che
il rancore
poli. I commercianti di via Tole- gran voce interventi studiati ad labresi e cosentini". È dura e ma- di coronavirus» ha denunciato nei di chi si sente
do, la via dello shopping della hoc per questo tipo di attività e cabra la protesta d’un gruppo di giorni scorsi a Cosenza la pro- abbandonato
città, si sono disposti lungo la ieri hanno rinnovato il loro ap- ristoratori e gestori di bar andata prietaria di un bar del centro che
strada, poi un conto alla rovescia pello al governatore Vincenzo De in scena ieri mattina a Cosenza. si era incatenata davanti la pro-
– come a Capodanno – e l’esplo- Luca. Quella predisposta dal pre- Hanno affidato la loro rabbia per pria attività per protestare contro
sione di gioia dopo i mesi della sidente della Regione Campania il drammatico momento econo- la sentenza dei giudici ammini-
paura e dello stop alle attività. È è una riapertura a metà. Al netto mico, oltre che sanitario, a un ma- strativi. «Ho rastrellato il fondo –
così che Napoli ha dato simboli- dello strappo dell’altro giorno col nifesto funebre affisso sui muri aggiungeva – e speso tutti i soldi
camente inizio alla giornata. U- governo sulla road map da se- della città, prima d’un sit-in da- per sistemare il locale e adeguar-
na giornata a due facce: da un la- guire in vista del 3 giugno, De Lu- vanti al municipio. Chiedono li- lo alle nuove norme. Ora devo In Sardegna
to entusiasmo per il graduale ri- ca è stato sempre chiaro: si do- quidità immediata per le loro at- chiudere e posso fare solo l’a-
torno alla normalità, dall’altro vrà ripartire per gradi. Ristoranti tività e la sospensione dei tributi. sporto in una Regione dove il con- spiagge
ancora timori dopo la decisione e pizzerie riapriranno solo gio- «In un momento tragico per l’e- tagio è prossimo allo zero. Da u- aperte ma
della Regione Campania di pren- vedì, così da far guadagnare qual- conomia e la salute di cittadini e na pandemia siamo passati alla
dere ancora tempo (altri due gior- che giorno in più sull’abbassa- aziende – è scritto ancora nel ma- guerra, perché stiamo morendo».
niente bagni
ni) prima di ripartire del tutto. mento della curva epidemiologi- nifesto – assistiamo inermi all’in- I titolari di aziende di trasporto le-
L’organizzatore ca e, soprattutto, competenza del- gate al turismo a- Zero casi di positivi al
dell’applauso li- avere il tempo di la classe politica! vevano conse- coronavirus ieri in
beratorio è il pre-
Entusiasmo organizzarsi in Lo Stato dice una
Ce l’hanno gnato alla gover- Sardegna, e nessuna
sidente del cen- in via Toledo, base ai protocol- cosa, la Regione con lo Stato natrice le chiavi vittima. Un segnale
tro commerciale serrata dei maestri li anti-contagio. un’altra!». I picco- e con la Regione. degli autobus, ancora una volta
Spaccanapoli To- del presepe, L’ordinanza fir- Sopra: alcuni ragazzi giocano li imprenditori La governatrice parlando di «un positivo per l’isola,
ledo, Rosario Fer- mata dal gover- a pallone al Parco di Virgiliano denunciano «in- settore che è sta- che conferma il trend
rara. Per tutta la
nelle strade natore è arrivata a Napoli, nella domenica di fine quarantena. terventi statali e
Santelli: to tra i primi a fer- epidemiologico in
giornata, a via ormai deserte. solo a mezzanot- Sotto: la protesta di alcuni regionali mai at- commercianti marsi e per il qua- calo. E se non c’è
Toledo e nelle al- La paura te di domenica. I piccoli imprenditori ieri a Cosenza tivati, cassa inte- e ambulanti eroici, le non si vede stato il ritorno alle
tre strade dello è che i turisti bar sono stati a- / Reuters grazione mai ero- ora serve senso prospettiva di ri- spiagge (benché per i
shopping si è ri- perti per il servi- gata, nessun so- partenza». Il pre- soli bagni di sole:
vista la folla di non tornino più zio al banco, ma stegno per le im- di responsabilità sidente di Confa- quelli in mare sono
sempre, special- solo da giovedì prese e burocra- pi Calabria e vice vietati) è soltanto
mente nelle ore di punta. In tan- ripartirà quello ai tavoli, motivo zia sempre più lenta e complessa». nazionale, Franco Napoli, ha de- colpa del meteo: una
ti hanno approfittato della ria- per cui molti dei bar storici del Sono stati ricevuti dal sindaco Ma- nunciato migliaia di posti di lavo- pioggia incessante
pertura dei negozi per fare ac- capoluogo hanno deciso di a- rio Occhiuto e dall’assessore alle ro a rischio, per circa mille impre- non ha infatti dato
quisti. Folla che significa anche i spettare giovedì per riaprire i bat- attività produttive Loredana Pa- se. A suo dire «la crisi di questo tregua in tutta la
tanto temuti assembramenti da tenti. I contagi in Campania so- store. Chiedono, tra l’altro, di eli- settore può trascinarne nel bara- Sardegna. Il
evitare anche nella "fase 2", pron- no giunti ormai quasi al di sotto minare dalle clausole per ottene- tro altri settori: guide e accompa- presidente della
tamente ripresi in foto e video delle due cifre, ma De Luca non re i finanziamenti il Documento gnatori turistici, tour operator, of- Regione Christian
che subito hanno preso a circo- perde occasione da inizio emer- unico di regolarità contributiva ficine specializzate, assicurazioni Solinas ha adottato
lare sui siti di informazione e sui genza per invitare alla prudenza. (Durc), lamentando che proprio e tutto l’indotto collegato». Pro- un’ordinanza in piena
social network. Per invogliare le «La Campania è una Regione do- a causa dell’emergenza non sono posta dopo la protesta. Confapi notte di domenica,
persone allo shopping, i com- ve non si poteva sbagliare. Nel- più in regola coi versamenti di leg- suggerisce un’azione di marketing che però non
mercianti napoletani hanno ap- l’area metropolitana di Napoli e ge, e questo crea un circolo vizio- «che evidenzi la Calabria come re- chiarisce del tutto
plicato sconti anche del 50% sul- sulla fascia costiera abbiamo la so. Denunciano pure la mancata gione con un basso tasso di con- cosa si potrà fare
la propria merce. Saracinesche maggiore densità abitativa d’Eu- erogazione dei 2mila euro a fon- tagi, con campagne promoziona- nelle spiagge libere (il
alzate anche nei numerosi centri ropa. Se non fossimo riusciti a te- do perduto annunciati dalla pre- li che rivalutano il bus quale mez- 75% di quelle
commerciali della Regione, nei nere il contagio sotto controllo a- sidente della Regione, Jole Santel- zo di trasporto ideale per viag- dell’isola) perché tutto
quali pure c’è stata una buona af- vremmo rischiato un’ecatombe», li. La settimana prossima sposte- giare in sicurezza, e, magari, con viene demandato ai
fluenza di persone. Anche lì scon- ha detto il governatore campano, ranno la protesta dinanzi alla se- voucher regionale al turista che Comuni. Per il
ti per i clienti. Se c’è una strada che ha espresso diverse perples- de della massima istituzione ca- sceglie questo mezzo». Lunedì momento, insomma, a
che festeggia, ce n’è però un’al- sità sull’accordo sottoscritto dal- labrese. È un atteggiamento di col- scorso due operai di 40 e 46 anni meno di andare in
tra altrettanto famosa che invece la Conferenza delle Regioni col lera, di vera e propria rabbia quel- assunti con contratto a termine stabilimenti a
non trova nulla da festeggiare in governo. Il presidente della Re- lo che rischia di montare in Re- da una ditta campana che lavora pagamento dove sono
questo 18 maggio di riaperture in gione Campania ha dichiarato di gione, cui la governatrice Santelli nell’indotto dell’ex centrale ter- già applicati i
tutta Italia. È la famosissima via non averlo siglato, pur non di- risponde facendo leva sul «gran- moelettrica Enel di Corigliano protocolli
San Gregorio Armeno, la "via dei sponendo di nessun potere di ve- de senso di responsabilità indivi- Rossano, muniti di mascherina precauzionali, i
presepi" del centro storico di Na- to. Ma ai sensi del Titolo V della duale e collettiva» mostrato sino- erano sono saliti sulla ciminiera bagnanti dovranno
poli, normalmente affollatissima. Costituzione, per motivi di ordi- ra dai suoi concittadini. Li defini- alta 105 metri dove sono posizio- accontentarsi di fare
Lì, ogni mese dell’anno, i maestri ne sanitario il governatore può sce «eroici», citando non a caso nati gli impianti di turbogas, chie- passeggiate in
dell’arte presepiale espongono le però rendere più restrittive le per primi proprio i commercian- dendo d’essere riassunti anche spiaggia con le dovute
loro opere. Ma in questo giorno norme governative. Ed è proprio ti, i liberi professionisti, gli operai con un’altra mansione. Sono sce- distanze, mentre per
di riaperture hanno deciso la ser- su questo che De Luca potrebbe e gli ambulanti. si dopo giorni, quando hanno ot- la balneazione si
rata. Nelle prossime settimane e puntare ancora per far valere la La Calabria, in contrasto col go- tenuto la certezza d’un impiego attenderà il protocollo
nei prossimi mesi sarà difficile ri- sua linea attendista. verno nazionale, aveva dato il via immediato. generale del governo.
vedere la straordinaria folla – © RIPRODUZIONE RISERVATA libera in anticipo alla riapertura ©RIPRODUZIONE RISERVATA La Regione ha già
chiesto risorse sia
umane sia finanziarie
QUI PERUGIA per garantire i
controlli sulle coste

L’Umbria “tradita” al traguardo dai (7) contagi: «Non ci stiamo» “libere”, soprattutto
se si deciderà di
applicare il numero
EMANUELE LOMBARDINI In questo senso, ha avuto ancora mag- volto. ta la polemica perché ad alcuni eugu- chiuso. Un vantaggio
Terni giore eco lo spot promozionale per il tu- A Perugia si è rimesso in moto il centro bini che lavorano nella vicina Umber- in più è quello del
rismo voluto dalla Regione, spot che in storico: caffè rigorosamente a distanza tide lunedì mattina è stato impedito di “passaporto sanitario”

F
iducia è la parola d’ordine della questi giorni sta passando sulle tv na- e sorrisi liberatori che sciolgono la ten- tornare nelle aziende «a scopo precau- obbligatorio per i
ripartenza in Umbria. Nono- zionali: «L’Umbria è bella e sicura», spie- sione. Come anche a Foligno, Spoleto e zionale». Similmente la decisione del turisti che
stante le incertezze e i timori e ga l’assessore Paola Agabiti. Per adesso Terni: «È un’emozione grandissima, sindaco della vicina Gualdo Tadino di sbarcheranno dal
nonostante l’ultimo monitoraggio del- però la ripartenza è stata lenta. Ad As- sembra il primo giorno di lavoro, spe- chiudere i confini ha riacceso antichi continente, con
l’Istituto Superiore di Sanità abbia in- sisi, dove hanno riaperto le basiliche, le riamo che duri – commenta una par- campanilismi. tamponi 7 giorni
serito la regione, da tempo ormai alli- serrande di molti negozi turistici sono rucchiera –. Abbiamo tutto pieno, non A scaldare la riapertura in Umbria c’è prima della partenza,
neata più o meno sul contagio zero, fra rimaste invece abbassate e si guarda al c’è una data libera fino a giugno». Qua- poi la questione della mobilità fra Co- test rapidi all’arrivo in
quelle “sotto osservazione” al pari del- “liberi tutti” del 3 giugno come data cru- dro simile nei centri estetici. I com- muni di confine: molte Regioni stanno porti o aeroporti e una
la Lombardia. Colpa dei 7 casi che si so- ciale. Stessa situazione ad Orvieto, do- mercianti e i ristoratori della Cascata emettendo ordinanze per consentire app (volontaria) per il
no verificati in un solo giorno all’inter- ve il duomo ha riaperto al culto ma i ne- delle Marmore invece dovranno aspet- spostamenti in deroga. Un asse tra- tracciamento; questo
no dell’ospedale di Terni – in gran par- gozi legati al settore attendono la libe- tare giugno: non è stata fatta dal Co- sversale che va dalla Lega al Pd ha scrit- strumento dovrebbe
te personale medico – che hanno fatto ra circolazione fra regioni. Un po’ do- mune alcuna sanificazione degli spazi. to alla presidente Tesei chiedendo un La Basilica di Assisi / Fotogramma garantire che i
impennare una curva in picchiata. La vunque la preoccupazione è quella re- A Terni, invece, c’è stata una “antepri- provvedimento simile a quello emes- vacanzieri non si
reazione della presidente regionale Do- lativa a un fatturato che in qualche ca- ma” movimentata della libera uscita: sa- so dal collega toscano Rossi. La que- porteranno in valigia
natella Tesei è stata forte e decisa: una so è sceso addirittura del 70%, anche se bato sera trenta giovani si erano riuni- stione coinvolge anche le realtà al con- Sulle reti nazionali gira anche il Covid. Intanto
lettera nella quale definisce «assurdi e nel giorno della ripresa prevalgono la ti, birra in mano, fuori da un locale e si fine col Lazio, ma il caso più eclatan- fino al 3 giugno gli
paradossali» i parametri che penalizza- felicità e l’emozione per essere tornati sono dati alla fuga quando è arrivata la te è quello dei residenti di Po’ Bandi-
lo spot promozionale per scali di Cagliari e
no la regione, parlando di «grave dan- a lavorare. Saloni di parrucchieri e bar- polizia. Quanto all’incredibile situazio- no, frazione di Città della Pieve, per i richiamare i turisti in un Olbia resteranno
no di immagine». A darle manforte i bieri riaprono con gli esercenti bardati ne di Gubbio, con gli assembramenti quali sarebbe molto più comodo an- territorio «bello e sicuro» chiusi, mentre i voli
parlamentari di centrodestra, ma an- con tute e maschere “da saldatore” e i nel giorno dei Ceri, il sindaco Stirati ha dare a fare spesa a Chiusi, in Toscana, Proteste nei Comuni internazionali
che i sindaci dei due capoluoghi di pro- clienti rigorosamente con mascherina, diramato una prima lista degli identifi- distante appena 3 chilometri ma per ricominceranno solo il
vincia che hanno addirittura emanato situazione che sta creando disagi per- cati, ai quali è stata imposta quarante- adesso a loro preclusa.
vicini a Toscana e Lazio 25 del mese prossimo.
una nota congiunta. ché impedisce la completa visione del na obbligatoria; ma intanto è scoppia- © RIPRODUZIONE RISERVATA
per il divieto di sconfinare © RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 19 maggio 2020 PRIMO PIANO 9

Coronavirus:
le città
Roma ha riaperto. Non per tutti
Viaggio nella Capitale, dopo due mesi di isolamento forzato. Sulle strade qualche coda ma pochi ingorghi
La protesta dei commercianti fra affitti, bollette, tasse e merce ferma da settimane. «Misure insufficienti»
PINO CIOCIOLA IL REPORTAGE
Roma
In Piazza

F Navona quasi
reno a mano tirato. Cose
belle, come le luci riacce- tutto è rimasto
se nelle vetrine e le loro sa-
racinesche di nuovo alzate (mol- chiuso: senza
te, non tutte...). Cose brutte, co- turisti non si
me un’aria strana, pesante e co- apre. «Il 33% di
me, negli ultimi due mesi, sorri-
si solo da intuire dietro le ma-
bar, ristoranti e
scherine. Cose strane, come le fi- commercio al
le davanti a grandi librerie o il dettaglio non
lungotevere, in certi momenti, sarà in
con "tante" auto da contarle sul-
le dita di una mano. La Capitale
condizione di
è uscita dal lockdown, non da u- ripartire e non
na specie d’incubo. E il suo cen- riaprirà»
tro storico meno delle periferie.
Se così il 4 maggio era cambiato
poco, ieri non è ancora davvero
cambiato troppo.
Le strade. Cominciamo dal peg-
gio, almeno tale fino ai primi del
marzo scorso: il traffico. Nem-
meno la riapertura totale ha ri- ■ LE PAROLE
portato il traffico romano in un
girone dantesco, magari anche
perché le Ztl sono chiuse fino al Assembramento
31 maggio. Qualche ritorno al
passato s’è affacciato più che al- LA METROPOLI LOMBARDA Il termine – che in

Il primo espresso al bar


tro sul Raccordo, soprattutto per italiano ha una
un incidente mortale alle otto valenza negativa e
meno dieci ieri mattina vicino indica un
all’uscita per Boccea, alcune co- raggruppamento di
de in ingresso alla città a ridosso persone con
degli svincoli per la Prenestina e
per Trionfale, qualche rallenta-
mento (per lavori) a Tor di Quin-
to e Foro Italico e qualcun altro
Milano riparte tra i dubbi intenzioni ostili o
sospette – è
significativamente
quello scelto fin
a Corso Francia e sulla Salaria. La Capitale col freno a Piazza San Pietro. Sole e cielo a DANIELA FASSINI Sono in molti a Milano a non voler riparti- dall’inizio
Rispetto al pre-Covid roba da po- tratti coperto, ieri. Oltre a tren- re subito. Anche loro hanno paura. Oppu- dell’epidemia di
mano tirato: manca il
L
co, insomma. Mentre in città, tuno gradi e un filo d’afa dalla a prima cosa bella: cappuccino e re stanno facendo i conti con le paure degli coronavirus in Italia
con un paio d’ore di macchina o traffico “romano”, tarda mattinata. Su via della brioche al bancone. Anche per i mi- altri (quanti vorranno ritornare a mangiare per indicare ogni
qualcosa meno, si girava Eur e e anche i mezzi Conciliazione pochissima gen- lanesi sono finiti gli equilibrismi da una pizza con gli amici?). Milano (e la Lom- forma di
via della Conciliazione, piazza di superficie viaggiano te, solito spiegamento di forze asporto. E poi le auto, gli scooter e le bici- bardia) ha regole più stringenti: mascheri- aggregazione sociale.
del Popolo, via del Corso e viale dell’ordine e militari e anche in clette, tante (sembra quasi di essere in u- na obbligatoria anche all’aperto e misura- Pericolosa, e quindi
Trastevere, stazione Termini e Pi- quasi vuoti. Solo Piazza San Pietro. Niente file ai na città del Nord Europa). Milano riapre zione della temperatura al ristorante. In Gal- vietata, perché
ramide, con un salto anche a San all’alba li riempiono metal detector, negozi aperti po- così: fra paura e nuove energie. Una Mila- leria Vittorio Emanuele, salotto cittadino, presupponendo la
Giovanni e corso Vittorio e tran- i pendolari chi e del resto, per questi, diffi- no che sa di avere gli occhi puntati addos- sono tutti chiusi: lo storico Savini, ma an- mancanza di
quillo giro intorno al Colosseo. cile possa andare diversamen- so, perché qui c’è il 50% dei che il Marchesino, Il Galleria, distanziamento tra un
In altri tempi, di ore, non ne sa- ste settimane per affitti, bollette te senza pellegrini e turisti. Svo- nuovi contagi di tutta Italia. Tanti ristoranti Biffi, il Gatto Rosso. Il Motta persona e l’altra
rebbero bastate quattro. e tasse, ma ora siamo alle prese lazzano un bel po’ di gabbiani, Perchè qui, anche il sindaco, hanno deciso di 1928, che ha anche ristoranti e favorisce la diffusione
I mezzi pubblici. A parte le or- con magazzini pieni di merce da in compenso. E intanto a ridos- Beppe Sala, la vigilia della fine non riaprire food market, su tre piani, ha a- del Covid. Il divieto di
mai consuete, estenuanti file di pagare». Aggiunge David Ser- so del colonnato e di fronte alla del lockdown, è salito sul Duo- perto solo il bar per l’asporto a assembramento (con
pendolari dalle cinque, cinque e moneta, presidente di Feder- Basilica più di qualcuno si fer- mo e, accanto alla "Maduni- subito. Voglia piano terra. Cracco, che da set- la necessità del
mezzo di mattina per salire sul- moda Roma: «Le catene che si ri- ma a fare selfie. Però l’aria qui è na" ha pregato per chi non c’è di shopping. timane ha aperto il bar per l’a- distanziamento fisico
le metropolitane, nulla di cla- volgono alla massa, in assenza più leggera che nel resto di Ro- più. E nella Milano dove an- «I negozi medio- sporto, ieri ha messo 4 tavoli- di almeno un metro) è
morosamente diverso neanche del turismo, segnano il passo. Di ma. Dove invece si capisce che che l’ultimo studio parla di ni all’esterno dove ci si può se- la cifra della Fase 2: la
qui. I bus ieri andavano senza fatto, a parte la cassa integrazio- la paura non potrà certo mate- contagi-zero solo da metà a-
piccoli dere per il caffè. Senza servizio regola vale sempre e
quasi mai riempirsi, le metro, su- ne, sono state escluse dagli aiu- rializzarsi, eppure resta come i gosto, intanto i bar, ristoranti, potrebbero però al tavolo però. Per il ristorante ovunque, nei bar, nei
perate le dieci, dieci e mezzo, an- ti di Stato». sorrisi dietro le mascherine e o- tutti i negozi e i grandi ma- non reggere nei l’apertura e rimandata di una negozi, quando si
che. E sopra tutti con mascheri- Aperto il salotto chic. Invece ve- gni angolo. gazzini riaprono. Si salutano i prossimi mesi» settimana. Una scelta questa, incontrano gli amici.
na, calma e un occhio alle di- trine tirate a lucido e ingressi a- Le periferie. In tutta la Capitale vecchi clienti, si rivedono i ta- di non aprire oggi, condivisa
stanze fisiche. perti (ancorché eventualmente la gente a piedi si incrocia e nem- volini fuori e dentro i locali: ma sono an- da altri chef stellati della città. Mascherina
I negozi. Non tutti hanno ria- contingentati, come dappertut- meno poca. Ovvio che sia nuo- cora in pochi a sedersi. La distanza di un Intanto però, dopo due mesi di lockdown è
perto. Anzi, spiccano un paio di to) su via Condotti, via Frattina, vamente uscita, per necessità, metro non convince e fa paura, soprattut- partita anche la voglia dello shopping. Obbligatoria (ovunque
cartelli affissi su altrettante ser- via Borgognona, cioè il salotto per voglia o solo per muoversi to al chiuso. Ma questa è la regola. Nella «Hanno riaperto oltre il 90% dei negozi di in Lombardia, altrove
rande abbassate in zona Marco- chic dello shopping capitolino, fuori da casa. Nelle periferie for- Chinatown milanese hanno riaperto an- abbigliamento» dice Gabriel Meghnagi, solo quando non si
ni, con le scritte "Vendesi atti- quello dei negozi griffatissimi. se va anche appena meglio (o che i negozi cinesi (erano stati i primi a consigliere di Unione Confcommercio. «Le può mantenere il
vità" o "Affittasi locale commer- Intanto, stando al centro studi di meno peggio). C’è un po’ più di chiudere, a fine gennaio, pochi giorni do- prime ore sono andate bene, poi lo shop- metro di distanza) o
ciale". Non solo, ma qui un mi- Unimpresa, «il 33% di bar, risto- traffico (a tratti un bel po’, ma du- po il caso dei due cinesi ricoverati allo Spal- ping si è affievolito» aggiunge. Ma c’è preoc- fortemente
gliaio di commercianti, tra risto- ranti e commercio al dettaglio, ra poco) e anche qui un’aria stra- lanzani) ma molte saracinesche rimango- cupazione per il futuro. Soprattutto per i raccomandata, è
ratori e negozi d’abbigliamento, affossato dai costi, non sarà in namente rarefatta. C’è poco da no ancora giù e sono anche comparsi i pri- piccoli negozi. «Oggi hanno tutti merce in diventata parte della
ha scelto di restare chiuso per condizione di ripartire e non ria- fare, pochi si sentono tranquilli. mi cartelli "affittasi" e "vendesi". casa da vendere, ma riusciranno a fare gli or- nostra quotidianità e
protestare contro il governo: «Le prirà». E in piazza Navona, per Pochi non rispettano distanze fi- «Abbiamo ricevuto le linee-guida solo ieri dini per la prossima stagione? Voglio esse- lo sarà fino alla
misure sono insufficienti – spie- esempio, quasi tutto è rimasto siche e sono senza mascherina. sera alle 23, riapriremo con i tavolini nei re ottimista, ma con 2 mesi di chiusura, due scomparsa del virus:
ga Giulio Anticoli, uno dei com- chiuso: «Senza turisti non si a- Pochi hanno ripreso la vita pre- prossimi giorni» racconta un barista che, di promozioni e i saldi posticipati ad ago- è l’unico strumento, in
mercianti – non solo non pos- pre. Almeno fino a giugno», è la cedente. Pochi davvero. ancora ieri, serviva caffè d’asporto e brioche sto il rischio di non farcela è alto». mancanza di
siamo far fronte ai debiti di que- risposta dei commercianti. © RIPRODUZIONE RISERVATA opportunamente chiusa in un sacchetto. ©
RIPRODUZIONE RISERVATA distanziamento, in
grado di metterci in
sicurezza rispetto alle
LA LAGUNA SENZA TURISMO È DIFFICILE RIPARTIRE CON OTTIMISMO DOPO DUE MESI goccioline infette di
chi è contagiato.
Dunque essenziale in
Venezia e il suo "vuoto" pesante: alcuni luoghi di lavoro,
o sui mezzi pubblici. I
i negozi riaprono al rallentatore nodi restano
reperibilità e prezzi.
e i caffè storici rimangono chiusi Per quanto riguarda la
tipologia, se la
È un vuoto pesante quello che si respira a Venezia: indossano tutti per
senza turismo, la città oggi è solo dei veneziani, con proteggerci bastano
le loro preoccupazioni e difficoltà. La città vive di le semplici chirurgiche
turismo e dopo due mesi di lockdown e il futuro (che bloccano le
incerto, le calli e i ponti, ieri erano ancora goccioline in uscita).
semideserti, gli alberghi di lusso chiuso. E con loro
anche molti negozi abitualmente presi d’assalto da Plexiglass
giapponesi, americani e tedeschi. In molti hanno
deciso di non riaprire perchè, conti alla mano, È il materiale
sarebbe difficile "sopravvivere" senza di loro. I impiegato per le
vaporetti, abituati a solcare i canali con più di 200 barriere di protezione
persone a bordo ogni volta, ieri erano semivuoti. che da ieri abbiamo
Venezia, fra tutte le città d’arte italiane (insieme a visto comparire in
Roma e Firenze) è quella che soffre maggiormente molti luoghi pubblici,
dell’assenza del turismo: gli esercizi commerciali tra cui soprattutto bar
aprono al rallentatore; ma i caffè storici, come e ristoranti. Protegge,
Florian, Quadri e Harry’s Bar, non hanno alzato le in caso di sosta, dalle
serrande. Ci sono 25mila posti di lavoro a rischio. goccioline emesse da
Nella città lagunare sono tornate a scivolare chi ci sta intorno
sull’acqua le gondole dei servizi di traghetto, non permettendoci di non
ancora però quelle dei giri romantici nei canali. indossare la
© RIPRODUZIONE RISERVATA mascherina.
10 PRIMO PIANO Martedì 19 maggio 2020

Coronavirus:
la svolta Ue
Merkel-Macron: 500 miliardi subito
a fondo perduto. Conte: è buon avvio
GIOVANNI MARIA DEL RE da sapere L’ANNUNCIO
Bruxelles Cosa prevede
l’intesa a due I due leader

C dicono sì al
inquecento miliardi di
euro con emissioni di ti- Le caratteristiche del Fondo per il rilancio previsto
«debito comune»
toli Ue comuni, desti- dall’iniziativa franco-tedesca di ieri prevedono che
nati ai Paesi più colpiti; e trasfe- sarà «temporaneo e mirato, nel quadro del (senza prestiti)
rimenti, non prestiti. Eccolo il prossimo quadro finanziario pluriannuale». Francia agganciato al
fondo di ripresa, solidamente e Germania, come da documento diffuso, bilancio Ue e
ancorato nel bilancio Ue 2021- propongono «di autorizzare la Commissione a
2027, secondo Angela Merkel ed finanziare questo aiuto al rilancio con un’emissione
lanciano la "loro"
Emmanuel Macron. Perché ieri di debito comune sui mercati a nome dell’Ue, su idea di Recovery
in una video conferenza la can- una base giuridica che rispetti in pieno il Trattato fund. Il premier:
celliera tedesca e il presidente europeo e i diritti dei Parlamenti nazionali». base da ampliare
francese hanno trovato un com- I finanziamenti del Fondo avranno un volume e una
promesso tra le istanze del Nord data di scadenza chiaramente specificati e
Lagarde: è
(rappresentato da Berlino) e il saranno legati a un piano di rimborso vincolante. Il ambiziosa. No
Sud (rappresentato da Parigi), testo sottolinea poi che «raggiungere una fiscalità dall’Austria
che dovrebbe indicare la strada equa nell’Ue resta una priorità, in particolare con
alla presidente della Commis- l’introduzione di una tassazione minima effettiva e
sione Europea, Ursula von der di una tassazione equa dell’economia digitale,
Leyen, in vista della sua presen- appoggiandosi idealmente sui lavori dell’Ocse,
tazione delle proposte sul bi- oltre che sull’applicazione di un quadro comune».
lancio e il famoso fondo di ri- La cancelliera tedesca Angela Merkel, videocollegata col presidente francese, Emmanuel Macron.
presa, il 27 maggio. Una propo-
sta definita «ambiziosa e mira-
ta» da Christine Lagarde, presi- Paesi beneficiari di questi fondi ripresa del turismo (e il docu- biziosa agenda di riforme». seppe Conte, secondo indiscre- struttiva fatta da Francia e Ger-
dente della Bce. non dovranno rimborsarli». mento franco-tedesco chiede il Roma comunque è positiva. La zioni, è stato in contatto con i mania» e «va nella direzione su
«L’obiettivo - ha dichiarato Niente prestiti, dunque. I fondi ritorno alla normalità senza proposta franco-tedesca è «un due leader attraverso sms. cui sta lavorando la Commis-
Merkel - è che l’Europa esca saranno restituiti non dai Paesi, frontiere di Schengen). buon passo in avanti che va nel- Il problema è che la proposta sione». L’intesa non sarà facile. A
rafforzata, unita e solidale da ma attraverso il bilancio Ue, «nel Anche la Francia, però, ha do- la direzione sin dall’inizio au- dovrà essere approvata all’una- giro di posta, ad esempio, il go- Matteo
questa crisi», con «uno sforzo corso di molti anni», ha precisa- vuto accettare un compromes- spicata dall’Italia» ed «è il frutto nimità dai 27 Stati membri in- verno austriaco ha già reagito in SALVINI
straordinario e senza preceden- to Merkel. «Abbiamo voluto te- so: il fondo di 500 miliardi di eu- del lavoro congiunto con altri sieme al bilancio Ue per i pros- modo negativo. Il sostegno ai Segretario
ti» di fronte a una crisi, si legge ner conto - ha spiegato la can- ro sarà sì in aggiunta ai norma- partner europei, in primis l’Ita- simi 7 anni. «Non è un accordo Paesi in difficoltà, ha dichiarato, della Lega
nel documento comune franco- celliera - di diverse aspettative: li mezzi finanziari del bilancio lia» commentavano ieri fonti di dei 27 - ha precisato Macron - è dovrà avvenire in «prestiti, non
tedesco, «che non ha paragoni che fosse un importo consi- Ue, ma non sarà, come voleva Palazzo Chigi. Per l’Italia, ag- un accordo franco-tedesco. Ora aiuti». Una linea che potrebbe «Non si capisce se c’è
nella storia dell’Ue». stente, che non pesasse sui de- Parigi, un’entità a sé stante, ma giungono, «è un punto di par- è la Commissione che deve pre- esser condivisa dagli altri "fal- una Ue o decidono tutto
Ieri il quotidiano francese «Le biti degli Stati, che andasse in utilizzato nel quadro del bilan- tenza che non deve essere rivi- sentare la sua proposta». «Ac- chi", come Olanda o Finlan- Francia e Germania. Ci
Monde» parlava di «rivoluzione». modo specifico a chi è stato più cio stesso e secondo le sue re- sto al ribasso, ma semmai am- colgo con favore - ha dichiarato dia. Del resto il nuovo bilancio dicono che il Recovery
In effetti il compromesso rom- colpito dalla crisi». L’Italia sarà gole. Il che vuol dire che le pliato». Lo stesso premier Giu- Von der Leyen - la proposta co- Ue, e i 500 miliardi aggiuntivi, fund è dimezzato ed è
pe due tabù della Germania. U- in prima fila, e così i settori par- sovvenzioni avverranno sulla dovranno anche esser ratifica- solo un prestito destinato
no è che la stessa Merkel ha sot- ticolarmente colpiti come il tu- base dei programmi Ue con ti da tutti i Parlamenti nazio- ad alcuni settori».
tolineato che si tratta di «titoli
Ue comuni emessi dalla Com-
rismo. In proposito, ieri Merkel
ha chiesto un coordinamento
specifiche regole da seguire.
Non a caso il documento fran- Stime Confcommercio sul Pil 2020 nali dei 27. «Per raggiungere
l’intesa - ha ammonito il pre-
missione Europea», una sorta di europeo delle misure igieniche co-tedesco sottolinea che l’u- Variazioni % congiunturali tendenziali sidente del Consiglio Europeo, Sandro
«eurobond». Il trattato Ue, in ve- e delle restrizioni, mentre il suo tilizzo di questi fondi richie- Charles Michel - servirà l’im- GOZI
rità, lo permette per situazioni ministro degli Esteri, Heiko derà «un chiaro impegno de- I trimestre 2020 -4,7 pegno di tutti». Obiettivo: ac- Eurodeputato
di emergenza. L’altro è l’idea che, Maas, ha invocato «un processo gli Stati membri a una politi- -4,8 cordo entro fine giugno. di Renew Europe
come ha sottolineato Macron, «i coordinato e trasparente» per la ca di bilancio solida e un’am- Febbraio 2020 -0,4 © RIPRODUZIONE RISERVATA
-0,7 «Macron e Merkel sono
-13,0
stati chiari: i 500
SOLO OGGI IL TESTO È ATTESO AL QUIRINALE. E PER GLI AIUTI I TEMPI SI ALLUNGANO Marzo
-13,6 Al vaglio coperture miliardi sono sussidi,
e norme della maxi- non prestiti. Anche uno

Il decreto Rilancio non c’è Aprile

Maggio
-24,0

-16,0
-12,1

10,5
manovra. Ragioneria
solo a 3/4 dell’opera
Consumi a picco
come Salvini non
dovrebbe trovare
difficoltà a capire»

Rem, i soldi solo a luglio FONTE: Elaborazioni Ufficio Studi Confcommercio-Imprese per l’Italia del 47,6% ad aprile David
SASSOLI
Presidente

A
ncora 24 ore, almeno. La maxi- po, di nuovo, gli aiuti attesi da una fetta giorni, poi, il bonus di 600 euro - anco- te si sono messe subito al lavoro. blocchino i lavori in uno stabile. Europarlamento
manovra definita dal decreto Ri- sempre maggiore di italiani, che pure ra di aprile - per i lavoratori autonomi Non c’è fretta, invece, per le norme che Se per il bonus baby-sitter le norme so-
lancio non è ancora operativa. ad aprile hanno ristretto i consumi, ca- che l’hanno già ottenuto a marzo: sarà consentiranno di ottenere il superbo- no già in gran parte scritte - l’entità «La proposta di Francia
La Ragioneria dello Stato è ancora al la- lati a picco del 47,6% secondo Conf- automatico e non bisognerà fare nulla. nus del 110% sui lavori di migliora- raddoppia a 1.200 euro e viene esteso e Germania è un punto
voro per la "bollinatura" che certifica le commercio. Per questo, pur senza il te- Diverso è invece il meccanismo di mag- mento dell’efficienza energetica degli l’utilizzo per i centri estivi -, sarà inve- di partenza positivo. Ora
coperture del testo, fatte in deficit (già sto ufficiale, è di fatto già partita, dal- gio: i 1.000 euro vengono riconosciuti a edifici (ecobonus) e di riduzione del ce necessario attendere un’altra circo- mettiamoci al lavoro per
autorizzato dal Parlamento): ieri sera e- l’Inps alle Entrate, la macchina orga- chi può dimostrare di aver avuto un ca- rischio sismico, oltre che per interventi lare per quello da 500 euro riservato raggiungere l’obiettivo
ra arrivata solo a 3/4 dell’opera. Il testo nizzativa che porterà all’attuazione de- lo di fatturato del 33%, ma per questo di installazione di impianti fotovoltai- alle colf e badanti: queste ultime do- ambizioso indicato dal
è per questo atteso solo oggi al Quiri- gli interventi, oltre che a velocizzare servirà una circolare attuativa dell’Inps. ci e colonnine per la ricarica di veico- vranno avere un contratto, o più con- Parlamento Europeo»
nale, per l’esame necessario a consen- quelli già esistenti. A cominciare dalle Automatica è anche l’attuazione della li elettrici. Le norme valgono per le tratti, per almeno 10 ore settimanali.
tire al presidente della Repubblica la norme sulla Cig in deroga. «Con il nuo- cancellazione del saldo e dell’acconto spese sostenute tra il primo luglio 2020 Rischia invece di avere tempi di ero-
controfirma e la pubblicazione in Gaz- vo decreto la domanda non si fa più al- Irap per le partite Iva e per le società fi- e il 31 dicembre 2021: anzi, chi aveva gazione ancora più lunghi quello che
zetta Ufficiale. Il governo, comunque, le Regioni, ma direttamente all’Inps - ha no a 250 milioni di fatturato. Mentre bi- già in corso lavori di questo tipo dovrà sulla carta si chiama "reddito di e-
professa ottimismo. Parla invece di «ci- rimarcato la ministra del Lavoro, Nun- sognerà attendere la circolare applica- fare attenzione alla data di pagamen- mergenza": la domanda per l’assegno,
nico calcolo» la Lega. zia Catalfo – che potrà anticipare il 40% tiva delle Entrate per il contributo a fon- to. In questo caso, comunque, la cir- tra i 400 e gli 800 euro a seconda del- Opere, Invimit:
Le norme del decreto sono però già de- al lavoratore e nel mese seguente ero- do perduto riconosciuto agli autonomi colare dovrà definire anche i limiti del- l’ampiezza del nucleo familiare, dovrà
finite nel dettaglio, le verifiche sono an- gherà il resto». Norme accelera-prati- e alle imprese sotto i 5 milioni di fattu- l’intervento che sono previsti solo per essere presentata a giugno e avrà severi 50 milioni
cora in corso sul puzzle delle coperture che sono previste anche per attivare la rato che hanno visto ridursi di due ter- le prime case (60mila euro) e che, nel- paletti di Isee e patrimonio: difficile per accordi
e dei rinvii legislativi. C’è però un "ma": concessione di liquidità alle imprese, at- zi gli incassi. L’obiettivo fissato dal go- le ultime modifiche, potrebbero esse- che il pagamento arrivi prima di luglio.
i tempi più lunghi nella pubblicazione traverso autocertificazioni nelle prati- verno è quello di distribuire questi fon- re estesi almeno anche alle seconde Eugenio Fatigante
quadro
del decreto rischiano di dilatare nel tem- che con le banche. Scatterà entro pochi di già agli inizi di giugno e così le Entra- case in condominio, per evitare che si © RIPRODUZIONE RISERVATA

Invimit Sgr, società


partecipata al 100%
PER LA LOTTA AL VIRUS UN SUCCESSO IL PRIMO GIORNO DI COLLOCAMENTO. dal Tesoro, ha
pubblicato due
Ue: il 51% degli aiuti di Stato
alla Germania, all’Italia il 15,5 Partenza boom del Btp Italia: ordini per oltre 4 miliardi procedure per la
stipula di accordi-
quadro per lavori e
LUCA MAZZA del 7,61% Tenaris che si accoda all’euforia progettazione, per un
Oltre il 51% degli aiuti di Stato autorizzati dalla Milano
Lo spread scende a quota 222, in dei prezzi del petrolio (+11% il Wti oltre i 32 valore totale di 50
Commissione europea nel quadro del regime calo di 20 punti rispetto a dollari a barile) sulle speranze di una risa- milioni. La scadenza

D venerdì. Positive le Borse con


temporaneo legato alla crisi del coronavirus so- ebutto sprint per il Btp Italia, tito- lita della domanda. Oltre +7% anche per della prima fase di
no stati concessi dalla Germania, il 17% alla Fran- lo destinato a raccogliere risorse Piazza Affari che guadagna oltre Saipem e bene anche Eni (+1,6%). Anda- entrambe le
cia, il 15,5% all’Italia. Lo ha detto la portavoce che serviranno a finanziare il con- mento decisamente positivo anche per i ti- procedure, che
della Commissione europea, Arianna Podestà. La trasto all’emergenza Covid-19. Nel primo il 3%. Consob toglie lo stop alle toli del credito, con Unicredit e Intesa San- prevede la ricezione
Commissione, ha fatto sapere la portavoce, «ha giorno del collocamento, dedicato agli in- vendite allo scoperto paolo che guadagnano rispettivamente il delle richieste di
adottato 124 decisioni su 160 richieste notifica- vestitori retail, il bond a cinque anni indi- 5,91% a 6,58 euro e il 4,94% a 1,45 euro. partecipazione, è
te da 26 Stati membri, l’importo totale è di 1,95 cizzato all’inflazione e con una cedola mi- siasmo da "riaperture" – è positiva. E la Alla luce della progressiva normalizzazio- prevista per il 16
trilioni di euro di aiuti di stato approvati». La mi- nima dell’1,4% ha raccolto ordini superio- seduta euforica in Borsa contribuisce a ne delle condizioni generali di mercato e in giugno. «Più cantieri si
sura «dipende dallo spazio di bilancio che cia- ri ai 4 miliardi di euro. Si è trattato di una un corposo calo dello spread Btp-Bund concomitanza con la fase delle riaperture, aprono, più liquidità
scun paese ha e dalla grandezza dell’economia», partenza decisamente superiore a quella a 222 punti base. Il tasso del Btp decen- la Consob ha deciso di sospendere il divie- immediata si immette
ha aggiunto la portavoce. «Circa il 51% degli aiu- dell’ultima emissione, datata ottobre 2019, nale scende a 1,75%. to temporaneo all’assunzione di nuove po- nel sistema
ti di Stato approvati dalla Commissione sono sta- quando il Btp Italia aveva raccolto poco me- Entrando nel dettaglio delle performance sizioni nette corte e all’incremento delle economico per il
ti notificati dalla Germania, la Francia ha notifi- no di 3 miliardi nel primo giorno e 6,7 mi- sulla piazza milanese, il Ftse Mib comincia posizioni nette corte esistenti. L’autorità di rilancio occupazionale
cato richieste di aiuti che rappresentano il 17% liardi alla chiusura del collocamento. An- la settimana in gran spolvero a +3,32% a vigilanza sulle Borse continuerà a monito- – ha detto il presidente
dell’intero ammontare degli aiuti di Stato appro- che oggi e domani i book saranno aperti quota 17.412 punti. A dare sprint ai merca- rare attentamente l’andamento generale Nuccio Altieri –,
vati, gli aiuti notificati dall’Italia rappresentano il per i soli piccoli investitori, mentre l’emis- ti sono le speranze di ulteriori stimoli. Il dei mercati finanziari. Rimane in vigore la valorizzazione degli
15,5% del totale», ha proseguito. Le richieste no- sione si chiuderà giovedì con la raccolta del- presidente della Federal Reserve, Jerome decisione dell’Esma che impone un obbli- immobili pubblici e
tificate dal Regno Unito rappresentano il 4% del le richieste degli investitori istituzionali. Powell, ha paventato una prolungata de- go di notifica delle nuove posizioni nette grandi opere devono
totale, quelle notificate dal Belgio il 3% e quelle Il debutto convincente per il Btp Italia bolezza dell’economia Usa me ha indicato corte che raggiungono la soglia dello 0,1% essere i pilastri più
della Polonia il 2,5%». fa effetto anche sui mercati. La giornata che la Fed ha ancora ulteriori munizioni per del capitale sociale. importanti dell’Italia
di Piazza Affari – complice anche l’entu- agire. Sul parterre di Piazza Affari in volata © RIPRODUZIONE RISERVATA post Covid-19».
Martedì 19 maggio 2020 PRIMO PIANO 11

Coronavirus:
la politica
Sfiducia, Bonafede nelle mani di Iv
Partita ancora aperta in Senato: determinanti i voti dei 17 renziani (tentati dalla mozione di +Europa)
che alzano la posta. Oggi Boschi a Palazzo Chigi. Ma per ora Conte delega l’incontro al capo di gabinetto
ROBERTA D’ANGELO potrei sostenere questo gover- vrebbe incontrare Boschi per Insomma, malgrado i numeri patto nella manifestazione la maggioranza si discutono al- IL NODO
Roma no se pensassi che quelle af- fare il punto sulle riforme a cui esigui della maggioranza in Se- contro Bonafede il 2 giugno, la l’interno della maggioranza,
fermazioni fossero vere, non tiene il partito di Renzi, spes- nato e malgrado il centrodestra coalizione di governo dovreb- quello è il contesto – avvisa an- Renzi lancia

N
on squilla il telefono credo sia vero che Bonafede so incompatibili con la linea abbia ritrovato compattezza, be tenere. Ne è certo Nicola che il capo politico del M5s, Vi-
in casa Italia Viva. La abbia subito quelle pressioni». dei 5 stelle. decidendo di "marciare" com- Zingaretti. «La mozione di sfi- to Crimi – . Se qualcuno inten- un sondaggio tra
promessa di Giusep- Ma la linea dura del leader di ducia è un’azione legittima del- de strumentalizzare questa i suoi sostenitori
pe Conte è ancora appesa nel Iv convince Conte (che rinvia Domani il ministro in Aula. Zingaretti le opposizioni, ma totalmente mozione di sfiducia delle op- sul Guardasigilli:
vuoto. Il premier aveva assicu- a giovedì alle 12 l’informativa assicura: non temo sgambetti da Matteo strumentale e come tale va re- posizioni per ottenere altro, si «Che idea vi siete
rato di accogliere nell’agenda sulle misure anti-virus) a met- Crimi: «Mi aspetto maggioranza compatta, spinta», spiega il segretario del assumerà la responsabilità del-
dell’esecutivo una parte delle tere in moto Palazzo Chigi: il Pd, rimarcando di non temere le conseguenze. Mi aspetto che fatti?». E attende
proposte di Matteo Renzi, e di suo capo di gabinetto Ales- mozione strumentale». Il centrodestra sgambetti da Renzi. la maggioranza voti compatta». che una riunione
farlo prima del voto sulla mo- sandro Goracci oggi stesso do- si accorda e manifesterà unito il 2 giugno «Le questioni che riguardano © RIPRODUZIONE RISERVATA con la sua
zione di sfiducia al guardasigil- delegazione
li Alfonso Bonafede, che do-
mani verrà discussa a Palazzo sia fissata dal
Madama. Ma il leader di Iv an- premier, che
cora attende. A "chiamare" l’ex rinvia a giovedì
premier, invece, è il segretario
di +Europa Benedetto Della Ve-
l’informativa
dova, che presenta una mozio-
ne "tentatrice" per mandare a
casa il padre della riforma del-
la prescrizione invisa al sena- Caso nomine,
tore di Rignano. Una mozione
che si aggiunge a quella del Anm: correnti
centrodestra. «La nostra con- facciano
testa l’approccio e la politica
del ministro Bonafede al di là
autocritica
degli episodi più recenti – pre-
cisa Della Vedova –. Un ap- Interviene l’Anm
proccio e una politica disor- sull’ennesima puntata
dinata e confusa, improntata del "caso Palamara",
al populismo giudiziario, ai dopo la pubblicazione
processi mediatici più che a di intercettazioni tra il
quelli condotti nel dibatti- pm - finito nel mirino
mento, a un’idea panpenali- per presunte manovre
sta e manettara». tese a indirizzare le
Una mossa che in parte spiaz- nomine di alcune
za Renzi e in parte gli fa gioco. importanti procure - e
Il leader di Iv sa di avere qual- il capo di gabinetto
che perplesso nel gruppo di 17 del ministero della
senatori destinati a fare da ago Giustizia Fulvio Baldi,
della bilancia (Lega, Fi e Fdi in- (estraneo all’inchiesta
sieme contano 140 voti), e dun- di Perugia), che si è
que decisivi per mandare a ca- dimesso. La giunta
sa il ministro della Giustizia. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi con il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. / Ansa dell’Associazione
Ma con lui, quasi inevitabil- nazionale dei
mente, lo stesso governo. E li magistrati - pressata
chiama a rapporto per deci- UNO STUDIO DI DEMOSKOPIKA da alcune sue
dere il da farsi subito dopo il componenti come
discorso che terrà in aula Bo-
nafede, dopo le accuse del pm
tanto caro ai 5 stelle, Nino Di
Matteo. I numeri sono balleri-
ni e Italia Viva potrebbe esse-
Crollo entrate: i Comuni battono cassa Magistratura
indipendente -
ricorda di aver
«assunto una
posizione netta e
re decisiva. L’ex premier già
anticipa il sondaggio dei suoi Già persi 1,6 miliardi solo a marzo e aprile. Toscana, Emilia e Puglia le più colpite inflessibile sui
gravissimi episodi
e nella consueta e-news chie- emersi dalle
de ai lettori «che idea vi siete Roma un minor gettito pari a oltre 429 milioni di euro indagini», che «hanno
fatti? Vi leggo con grande at- Le perdite dei Comuni per Covid-19 (26,2%) e l’addizionale Irpef, con minori introiti per disvelato il progetto

I
tenzione, come sempre». E lì Calo delle entrate nel bimestre marzo-aprile 2020 l coronavirus travolge anche i circa 8mila co- 328 milioni (20,1%). E, ancora, una contrazione del- di spostare al di fuori
avvisa che l’intervento al Se- rispetto agli stessi mesi 2019 muni italiani, che si ritrovano le casse pro- le entrate tributarie è stata registrata con la tassa per del luogo
nato lo terrà di persona, dopo In milioni di euro -65,5 -43,9 -37,1 Variazione % sciugate e rischiano il dissesto. Secondo uno l’occupazione di spazi e aree pubbliche (-92 milioni), istituzionale» le scelte
aver capito come si vogliono -72,2 studio di Demoskopika, nel bimestre marzo-apri- con l’imposta sulla pubblicità (-63 milioni), con l’im- dei dirigenti degli
per regione
orientare i suoi. TRIBUTI -1.639 -72,1 le gli enti locali hanno perso oltre il 65% delle en- posta di soggiorno per i turisti (-37 milioni) e, infine, uffici giudiziari,
«La riflessione che dovremo fa- Media ITALIA trate derivanti dai principali tributi locali: oltre 1,6 con il tributo per i servizi indivisibili (-5 milioni). «concordandole con
re in queste 48 ore riguarda non -72,4 -65,4% miliardi di euro in meno rispetto agli stessi mesi In particolare, sul podio delle casse più prosciuga- parlamentari ed ex
-70,2
solo e non esclusivamente le IRPEF -328 -67,9 del 2019. La diminuzione degli incassi è stata in te si posizionano i Comuni di tre realtà regionali: consiglieri del Csm».
accuse di Di Matteo nei con- media di 207mila euro per ciascun ente comuna- Toscana, Emilia-Romagna e Puglia. Nella prima, i In attesa della
fronti del ministro della Giusti- -74,3 -63,8 le: si va dai 536mila euro della Toscana ai 35mila del Comuni registrano una flessione degli incassi pari trasmissione degli
zia», ma «il ragionamento è più IMU -684 -68,5 Trentino-Alto Adige. Quasi il 70% dei minori in- mediamente a 536mila euro per ente locale (- atti «sin da ora
ampio», spiega la capogruppo troiti, pari a 1,11 miliardi, sono dovuti alla manca- 74,3%), quantificabile in oltre 146 milioni, imme- assicuriamo
-63,2
alla Camera Maria Elena Bo- TARI -430 ta riscossione dell’imposta unica comunale (la Iuc, diatamente seguita dall’Emilia-Romagna, con l’applicazione del
-38,9 -58,6
schi. «La valutazione riguarda composta da Imu, Tasi e Tari). mancati incassi per Comune a 421mila euro (- medesimo rigore
il suo operato e le ricadute po- «È ipotizzabile - spiega il presidente di Demosko- 70,2%), pari a 138 milioni in valore assoluto. In Pu- nella valutazione dei
litiche che le valutazioni han- TASI -5 -62,6 pika, Raffaele Rio - che, nel prossimo periodo, tra glia le mancate risorse finanziarie sono media- fatti che
no sul governo e il suo insie- -59 -61,0 pagamenti rinviati dei tributi e difficoltà di paga- mente 375mila euro a Comune (-62,6%), per 96 mi- emergeranno». Non
-54,7
me». E allora, incalza la renzia- SOGGIORNO -37 mento per imprese e lavoratori, si consolidi uno lioni in valore assoluto. Ad aver subito minori con- solo, dopo aver
na di ferro, «sarebbe un errore scenario di progressiva perdita di liquidità, che po- traccolpi è il Trentino-Alto Adige, con una flessio- individuato nel
seguire la strada per cui sulla -61,5 trebbe costringere molti amministratori comunali al ne degli incassi tributari pari mediamente a poco «carrierismo» l’origine
base di alcune parole è neces- TOSAP-COSAP -92 taglio dei servizi o, peggio ancora, alla dichiarazione meno di 35mila euro per ente locale (-43,9%), in della
sario ci sia una valutazione di -67,8 del dissesto finanziario». Ben 684 milioni di manca- tutto quasi 10 milioni. Poi il Molise con un calo me- «degenerazione», la
veridicità e si dubiti della posi- ICP -63 ti incassi tributari, pari al 41,7% dell’ammontare com- dio di quasi 46mila euro (-58,6%) e il Friuli Venezia giunta esprime un
zione del ministro della Giusti- plessivo rilevato, riguardano poi l’Imu sugli immobi- Giulia, con quasi 47 mila euro per Comune. (r.r.) doppio auspicio: una
zia. Io voglio essere chiara, non FONTE: Demoskopika su dati SIOPE li. A seguire la tassa sui rifiuti (Tari) che ha generato © RIPRODUZIONE RISERVATA «riflessione interna»
all’associazione e
«una seria autocritica
IL CENTRODESTRA ALL’ATTACCO. ANPAL: CON IL "LOCKDOWN" CROLLO DEI CONTRATTI A TERMINE LA RICERCA CGIL da parte dei gruppi»,
cioè le varie correnti.

Il "buco" nello stop ai licenziamenti diventa un caso Il balzo: 8 milioni in smart working,
prima del Covid appena 500mila
In riferimento alle
intercettazioni
pubblicate gli
ALESSIA GUERRIERI i 60 giorni sono scaduti appunto domenica. afferma che «se anche un solo lavoratore do- avvocati difensori di
Con il "decreto Rilancio", approvato dal Con- vesse perdere il proprio posto, Conte dovrà Prima dell’emergenza Covid, in Italia lavoravano da Palamara ribadiscono

I
l rischio sembrerebbe solo teorico, ma siglio dei ministri il 13 maggio, nelle bozze al- assumersene la responsabilità». Punta inve- remoto circa 500mila persone. Nelle settimane di che il loro assistito
comunque costringerebbe il lavoratore l’articolo 86 viene modificato il testo prece- ce sull’aumento dei contenziosi legali tra im- lockdown si stimano siano state più di 8 milioni. Lo «non è in alcun modo
ad impugnare il licenziamento basan- dente aggiungendo la dicitura “per cinque me- prese e dipendenti il deputato di Fdi Walter rivela l’indagine Cgil/Fondazione Di Vittorio “Quan- coinvolto in vicende
dosi sulla "sanatoria" che sarà introdotta dal- si”, quindi a far data dal 18 marzo, sanando Rizzetto, per cui «nonostante le task force di do lavorare da casa è smart?”, condotta attraverso penali». Mentre sul
la nuova norma. Sta di fatto che, con la sca- perciò il vuoto che è stato creato dai ritardi di consulenti, il governo continua ad agire in un questionario online compilato da 6.170 persone. procedimento
denza dei termini sullo stop ai licenziamen- pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Questo modo superficiale ed inadeguato». Resta il Dal sondaggio emerge che il 60% degli intervistati disciplinare a suo
ti previsto dal decreto Cura Italia di marzo e comunque in punto di diritto. Ma nella prati- sospetto che dietro questi ritardi e «questa vorrebbe proseguire l’esperienza di smart working carico presso il Csm,
con il ritardo con cui entrerà in vigore il dl Ri- ca lo slittamento dei tempi diventa l’ennesi- apparente follia – è l’accusa invece che arri- anche dopo l’emergenza, il 22% no; alto il numero il difensore della toga,
lancio – il testo non è ancora arrivato al Qui- mo motivo di scontro politico, anche perché va dalla Lega – ci sia un cinico calcolo: quel- degli indecisi. Le donne sono meno convinte e gli il collega Giame
rinale per la firma – si rischia di avere in que- sul dl Rilancio ad oggi circolano solo bozze. lo di impedire con ritardi e farraginosità nor- uomini più propensi, anche perché per le prime que- Guizzi smentisce che
ste ore un limbo normativo che esporrebbe «Il cortocircuito nel governo» sarà causa di mative l’accesso alla millantata "potenza di sta modalità di lavoro è infatti più pesante, compli- si sia alla vigilia
i lavoratori a possibili licenziamenti, causa ulteriore incertezza, è l’attacco del capo- fuoco"». Come se non bastasse alla eventuale cata, alienante e stressante. L’indagine mostra però dell’inizio, come
crisi per il Covid. Un tema sollevato soprat- gruppo di Forza Italia alla Camera, Maria paura dei licenziamenti, si aggiungono an- che più che di smart working bisognerebbe parlare asserito dalla
tutto dalle opposizioni, che accusano il go- Stella Gelmini, sottolineando che «a causa che i dati (prevedibilmente negativi) del lock- di “home working”: non si tratta infatti della moda- corrente Area, visto
verno di ritardi e di essere responsabile del- dei ritardi di Palazzo Chigi in queste ore tan- down sui contratti diffusi dall’Anpal che ve- lità disciplinata dalla legge (n.81/2017) né di telela- che non c’è, assicura,
la perdita del lavoro di molti cittadini. ti italiani rischiano di perdere il proprio po- dono una perdita di 200mila unità per quel- voro, ma nella maggior parte dei casi è solo «mero alcuna
La questione è semplice. Il divieto di licen- sto». Non meno diretta la sua omologa al Se- li a termine e di 735mila nuove attivazioni in trasferimento a casa dell’attività svolta fino a qual- comunicazione del pg
ziamento per due mesi è previsto dal decre- nato, Annamaria Bernini, che parla di «ogni meno nel 2020 rispetto al 2019. che giorno prima in ufficio». della Corte di
to Cura Italia del 17 marzo, all’articolo 46. Ma giorno un disastro». Anche Mara Carfagna © RIPRODUZIONE RISERVATA Cassazione.
12 PRIMO PIANO Martedì 19 maggio 2020

Coronavirus:
l’economia
Il prestito a Fca scuote la politica
Fa discutere la garanzia sui 6,3 miliardi. Gualtieri: «È prestito per investimenti in Italia, non un regalo»
Renzi e Salvini aprono. Orlando contrario ma nel Pd ci sono pareri contrastanti. Crimi difende la scelta
GIANNI SANTAMARIA garanzia ad alcune condizioni tore della «sovietizzazione», a- Orlando e Calenda ieri hanno di voler portare la questione su linea di credito a pagarne il IL CASO
poste al gruppo automobilistico, veva detto. I dem non si mo- incrociato più volte le lame con «sedi legali e fiscali, garanzie de- prezzo potrebbero essere i la-
La Cisl giudica
L
a richiesta da parte di F- cioè degli «impegni aggiuntivi strano, però, compatti. Non è, i renziani (il primo anche con il gli investimenti e dei livelli oc- voratori, le imprese fornitrici e
ca di una linea di presti- rispetto a quelli esistenti», fra cui infatti, dello stesso avviso il ca- neodirettore della Stampa, cupazionali». Più veemente Ca- tutto l’indotto italiano. Per que- «legittima» la
to per 6,3 miliardi coper- «rafforzare e confermare tutti gli pogruppo al Senato, Andrea Massimo Giannini). E con Ren- lenda, che accusa Renzi e i suoi sto il segretario nazionale della richiesta ma
ta da garanzia pubblica, grazie investimenti in Italia». Inoltre Marcucci, di matrice liberale. zi in persona. Il senatore di di essere «appecoronati ai gran- Fim Cisl, Marco Bentivogli, par-
al decreto "Liquidità", infiam- «abbiamo detto "no" a deloca- Mentre a sostegno di Orlando si Scandicci in un tweet ha giudi- di gruppi» e in 8 punti - dei qua- la di polemiche «da salotto ra- chiede l’impegno
ma un nuovo fronte di scontro lizzazioni», conclude. schiera Base Riformista la com- cato positiva la richiesta che fa li il primo è proprio «Fca non dical chic», ricevendo l’applau- a mantenere
fra le forze politiche. A cercare Nella giornata di ieri la maggio- ponente che fa capo al ministro tenere aperte fabbriche in Ita- ha mai rispettato il piano degli so del dem Marcucci. La segre- i livelli
di placare gli animi in serata in- ranza sul tema si è divisa. Da un della Difesa, Lorenzo Guerini, e lia (16 stabilimenti con 55mila investimenti previsto per l’Ita- taria generale del sindacato di
terviene il ministro dell’Econo- lato Italia Viva, che è favorevo- a Luca Lotti. Fuori dal perime- occupati). «Sbagliato evocare lia» - ribadisce il suo dissenso. via Po, Anna Maria Furlan giu-
occupazionali in
mia Roberto Gualtieri, il quale le, e dall’altro il Pd con il vicese- tro dem, con Orlando va in tan- "poteri forti" e "interessi dei pa- La posizione di Renzi è condi- dica «legittima» la richiesta di Italia. La Cgil:
precisa che di prestito si tratta e gretario Andrea Orlando che già dem – anche lui dalla primissi- droni"», ha aggiunto. Orlando visa anche da parte delle oppo- Fca. Ma, aggiunge, come per chiarezza sulle
non di un «regalo». Gualtieri ha sabato era insorto contro l’ipo- ma ora – l’ex ministro e ora lea- non ci sta e replica dicendo di sizioni. Matteo Salvini spiega: qualsiasi impresa occorrono finalità del
detto che il governo ha legato la tesi, a costo di farsi dare del fau- der di "Azione", Carlo Calenda. non aver usato quei termini e «Sicuramente preferisco Gior- «l’impegno a mantenere i livel-
gio Armani che ha detto por- li occupazionali negli stabili-
prestito. Il titolo
tiamo le sfilate da Parigi a Mila- menti italiani» e «la verifica dell’azienda vola
I VERI NODI no. Detto ciò, se ci sono decine puntuale da parte dello Stato in Borsa (+8,2%)
Un’operazione migliaia di posti di lavori in bal-
lo, prima di dire no qualche
pensierino ce lo farei». Anche il
che le risorse siano utilizzate e-
sclusivamente per gli investi-
menti produttivi nel nostro Pae-

legittima premier Giuseppe Conte saba-


to, all’ufficializzazione della ri-
chiesta, aveva ribadito che in
se». Anche il leader della Cgil,
Maurizio Landini, chiede
chiarezza sulle finalità del pre-
Non esemplare gioco ci sono fabbriche e lavo-
ratori italiani. E ieri Vito Crimi,
capo di M5s, ha difeso l’opera-
stito. Lamenta che si apra so-
lo oggi il problema della sede
legale in Olanda che il suo sin-
■AIUTI DEGLI ALTRI
EUGENIO FATIGANTE zione - che, a suo dire, darà nel dacato – rivendica – sostiene
ANGELO DE MATTIA tempo «entrate importanti» - dal 2014. Infine, chiede una di-
criticando il «surreale dime- scussione tra governo e sinda-

H
a acceso un gran dibattito, come narsi di chi era al governo quan- cati sulla produzione di «tutto
sempre capita a ogni vicenda che do Fca trasferì la sede». ciò che si muove, non solo del-
tocca in Italia la "dinastia Agnelli", Anche Fiat Chrysler ha ribadi- l’auto». Intanto il titolo di Fca
la garanzia pubblica di Sace che assiste il fi- to, numeri alla mano, che se vola in Borsa (+8,2%).
nanziamento di 6,3 miliardi di Intesa-S.Pao- non potesse contare su questa © RIPRODUZIONE RISERVATA
Germania
lo a Fca, pur avendo la multinazionale spo- Ipotesi incentivi
stato la sede fiscale a Londra e quella legale
in Olanda, al pari della sua controllante Exor ARCELOR MITTAL PROROGATA LA CASSA In Germania la
(che, tramite Gedi, controlla i principali gior- situazione è meno
nali italiani). Due aspetti colpiscono più di avanzata sul fronte
tutti: in primo luogo, non è possibile conte- degli aiuti. Il governo
stare sul piano giuridico tale prestito. Una federale ha
discriminazione, per le sedi all’estero ma annunciato che
dentro la Ue, nei confronti di un’impresa che deciderà entro l’inizio
operi in Italia verrebbe ritenuta illegittima, di giugno sugli
come è stato anticipato, dalla Commissione incentivi al settore
Europea. Proprio per questo, in seconda bat- auto. Sindacati,
tuta, suonano stonati taluni attacchi a po- l’associazione
steriori, soprattutto da parte del Pd, a una dell’industria auto
norma che è stata scritta da un governo di cui (Vda) nonchè i
i dem sono significativi "azionisti". maggiori marchi come
Ciò premesso, tuttavia, va detto che la Com- Volkswagen, Bmw e
missione, così formalisticamente occhiuta Daimler spingono per
nell’osservanza del divieto di aiuti di Stato e forti incentivi al
nella tutela della concorrenza, farebbe be- cambio auto.
ne a riflettere su quella macro-violazione
della stessa concorrenza e del libero merca-
to rappresentata dal trattamento fiscale - e-
vocativo della condizione dei noti "paradi-
Gli operai di Genova in corteo
si" e per questo ormai ingiustificabile nel- Il primo post lockdown
l’Eurozona - applicato in alcuni Paesi. Altro
che integrazione normativa alla quale si ri-
pete che l’Unione è finalizzata. Ed è su que- La «fase 2» a Genova si apre con la protesta dei
sto che i partiti italiani di maggioranza do- lavoratori ArcelorMittal contro la decisione dell’azienda UK
vrebbero impegnarsi con pari foga. Ma, al di di prorogare la cassa integrazione. Gli operai, tutti con Progetto non cʼè
là della correttezza formale dell’operazione, la mascherina, si sono riuniti in assemblea davanti ai
davanti a un finanziamento sostanzialmen- cancelli dello stabilimento di Cornigliano. Secondo i
te agevolato è pur vero che lo Stato potreb- sindacati si tratterebbe del tentativo di Mittal di Anche in Gran
be sempre stabilire condizioni e vincoli con risparmiare sul costo del lavoro, in attesa di riprendere Bretagna un vero e
validità "erga omnes". A partire, ma non e- la trattativa con il governo sugli stabilimenti ex Ilva. proprio piano di aiuti
sclusivamente, dalla distribuzione di utili, di stato al settore
che pure dovrebbe essere sospesa ora per i auto non c’è.
beneficiari non solo per un anno, ma per la LA VICENDA, SPIEGATA Secondo le ultime
durata del finanziamento. Alcune giusta- stime la crisi potrebbe
mente le ha ricordate il ministro Gualtieri. Il
concorso pubblico-privato è essenziale per
l’equilibrio dell’operazione. Si afferma, poi,
Finanziamento, garanzie e tasse: capire un caso complesso comportare una
perdita di 257.000
unità quest’anno negli
che il prestito sarebbe a beneficio dei forni- PIETRO SACCÒ somma fino al 25% dei suoi ricavi aiuti alle aziende che pagano divi- delle azioni ma il 46,1% dei diritti di stabilimenti del
tori (erogato direttamente a loro con accre- 2019 (da qui la cifra dei 6,3 miliar- dendi, per questo Fca ha cancella- voto). Il secondo motivo sono i van- Regno Unito. Ad

E
diti nei rispettivi conti correnti) e dei lavo- ra prevedibile che tra le pri- di) a un tasso agevolato. Gli inte- to il pagamento del dividendo or- taggi fiscali. Con questa complessa aprile le vendite di
ratori. Naturalmente è da ritenere che, an- me grandi imprese a chie- ressi sono bassi perché la banca dinario (erano 1,1 miliardi) ma po- architettura tra Olanda e Regno U- auto nuove sono
che senza questo prestito, Fca sarebbe sta- dere un prestito garantito può ottenere dalla Sace una garan- trebbe comunque pagare quello nito, Fca risparmia cifre difficili da crollate del 97%.
ta in grado di ottemperare lo stesso agli im- dalla Sace ci sarebbe stata Fca Italy zia pari al 70% del credito: signifi- straordinario di 5,5 miliardi se la fu- determinare ma sicuramente si-
pegni, ma ricorrendo al mercato (e doven- Spa. Con i suoi 27,2 miliardi di fat- ca che se Fca Italy non dovesse rim- sione con Psa si completerà. gnificative: «Se dovessimo essere
do pagare, quindi, un tasso maggiore); in o- turato l’azienda è la maggiore so- borsare Intesa Sanpaolo (ipotesi, trattati come una società residen-
gni caso, il sostegno ai fornitori potrebbe es- cietà industriale italiana non con- fortunatamente, piuttosto remota) La controllata italiana di una te in Italia dal punto di vista fisca-
sere previsto anche in forme diverse, non trollata dallo Stato e lavora in uno la banca sarebbe risarcita per circa holding olandese che paga le – scrive Fca a pagina 88 del suo
per forza "attraverso" una multinazionale. dei settori travolti dal lockdown: a 5 miliardi di euro con soldi pubbli- le tasse nel Regno Unito ultimo bilancio – saremmo sog-
Insomma, una cosa è rilevare che le regole marzo e aprile le vendite di auto si ci. Sono cifre elevate e infatti oc- Se attorno al prestito a Fca Italy si è getti alla tassazione fiscale italia-
non sono violate da questo prestito; altra sono quasi azzerate, gli stabilimenti corre il via libera del ministero del accesa una tempesta politica è per- na sui nostri ricavi mondiali e ci
cosa è voler fare del prestito, quasi a giusti- di Fca Italy si sono dovuti fermare Tesoro. I tassi che
Se l’azienda ché da sei anni “la sarebbe richiesto di adeguarci al- Francia
ficazione della sua straordinarietà, una im- e con loro anche l’indotto (Fca cita Intesa applicherà Fiat non è più le ritenute alla fonte e agli obblighi Piano in 15 giorni
probabile operazione esemplare quasi da 5.500 fornitori). Ripartire non sarà a Fca non sono rimborserà le rate, un’azienda italia- di reporting previsti dalla legge i-
copiare, come alcuni osservatori hanno so- facile: il governo non ha previsto in- ancora noti, sa- allo Stato non costerà na”. Fca Italy Spa è taliana, il che potrebbe comporta-
stenuto. Non è il caso che questa operazio- centivi per il mondo dell’auto, che ranno più bassi nulla. Sul fisco dal una società italia- re costi e spese aggiuntivi». La Francia è stato
ne vada a suscitare il ricordo delle diverse pure produce il 6,2% del Pil nazio- del normale ma na controllata al Quindi è vero che Fca Italy paga finora il Paese
vicende vissute da Fiat in passato, col ri- nale e conta circa 160mila addetti. non saranno soldi 2014 “il grosso” delle 100% da Fca Nv, a- le tasse in Italia sulla sua attività europeo più attivo in
corso alla "mano pubblica" per aiuti, am- Fca Italy è quindi la tipica grande a- gratis. Il Dl Liqui- tasse pagate dal zienda olandese, italiana, ma con lo spostamento questo senso. Proprio
mortizzatori sociali, ingegnerie societario- zienda italiana che in questo mo- dità prevede che le Lingotto va altrove ma fiscalmente della sede nei Paesi Bassi e della ieri il governo ha
finanziarie, stimoli alla svalutazione del mento ha bisogno di liquidità. garanzie di Sace residente nel Re- residenza fiscale nel Regno Uni- annunciato «entro 15
cambio per recuperare competitività, da ul- hanno un prezzo che va dallo 0,5 al gno Unito nata nel 2014 per gesti- to il gruppo Fca ha spostato al- giorni» un piano per
timo con il salvataggio che fu il prestito Un prestito privato 2% all’anno. Questo prestito arriva re il gruppo nato dalla fusione tra trove il grosso della tassazione sui sostenere il settore
"convertendo" di 3 miliardi erogato dalle garantito dallo Stato anche con una modalità innovati- Fiat e Chrysler. profitti globali e sui dividendi che dell’auto, duramente
banche, anche su sollecitazione di Banki- Fca Italy sta trattando con Intesa va: i 6,3 miliardi in prestito non fi- Sergio Marchionne e John Elkann paga agli azionisti. Fca non offre colpito dall’impatto
talia, per evitare una crisi pesante per l’in- Sanpaolo per avere un prestito di niranno sui suoi conti correnti tra- fecero traslocare Fca da Torino ad i dati sulla sua spesa fiscale per del coronavirus. A
tero Paese. Tempi e condizioni sono ora del 6,3 miliardi di euro garantito dalla dizionali, ma su nuovi conti dedi- Amsterdam principalmente per due singolo Paese, ma solo il totale dirlo il ministro
tutto diversi. Sarebbe singolare che il "pub- Sace, la società assicurativo-finan- cati al pagamento dei fornitori. In motivi. Il primo riguarda le regole globale, che nel 2019 è ammon- francese delle
blico", ora rivalutato per la pandemia, ve- ziaria della Cassa depositi e presti- questo modo Fca farebbe arrivare olandesi sulle azioni privilegiate, che tato a 1,3 miliardi di euro. Dei Finanze, Bruno Le
nisse riscoperto anche da chi si presume ti (e quindi dello Stato), secondo le subito liquidità all’indotto, che in danno significativi vantaggi agli a- rapporti con il fisco italiano per Maire, secondo cui il
stia in buona salute. Per servirsene come regole del Dl Liquidità. L’azienda, un momento critico ha le spalle zionisti “storici” rispetto agli azio- il 2019 nel bilancio c’è scritto so- nuovo piano,
una stampella che, invece, non dovrebbe come ogni altra società con più di meno robuste, dal punto di vista fi- nisti “normali” (Exor, la finanziaria lo che l’Irap versata è ammonta- incoraggerà
essere necessaria, salvo prova contraria. 5 miliardi di fatturato, può chiede- nanziario, rispetto a lei. degli Agnelli, anch’essa olandese, ta a 6 milioni di euro. «l’acquisto di veicoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA re a una banca un prestito per una Il decreto impedisce l’accesso agli come pure Ferrari, in Fca ha il 30,8% © RIPRODUZIONE RISERVATA puliti».
Martedì 19 maggio 2020 PRIMO PIANO 13

Coronavirus:
il mondo
Oms e Cina sul banco degli imputati:
116 Paesi chiedono un «processo» GINEVRA
LUCA MIELE chiede anche che si discuta e si concre- Fronte comune per l’avvio taglia, anche in vista delle presidenzia- ciso migliaia di persone in tutto il mon-
tizzi «un accesso equo, tempestivo e u- li di novembre. Il presidente america- do e che erano iniziate vaste epidemie
di un’indagine «imparziale, Iniziati i lavori
M
ettere a frutto la terribile le- niversale e una distribuzione giusta di no, che nella serata di ieri ha riferito di in Corea del Sud, Italia, Iran. Un ritardo
zione della pandemia, uffi- tutte le tecnologie sanitarie sicure». Su indipendente e globale» prendere l’idrossiclorochina (un anti- che molti giudicano disastroso. L’ini- dell’Assemblea
cialmente. Ma, nel palcosce- questo punto, legato all’equo accesso a sulla gestione della malarico, ndr) «da oltre una settimana ziativa cade in un momento in cui i rap- mondiale
nico virtuale dell’Assemblea mondiale vaccini e trattamenti e alla proprietà in- pandemia. Xi: prematuro. e mezzo» e di esser sempre stato nega- porti tra Usa, Oms e Cina sono quanto
della sanità
della sanità – l’organo decisionale del- tellettuale, gli Usa potrebbero dissociarsi tivo al coronavirus, è tornato all’attac- mai turbolenti. Il martellamento a stel-
l’Oms che si è riunito ieri e che prose- con una dichiarazione scritta.
E rilancia mettendo in co dell’Organizzazione mondiale della le strisce è ormai quasi quotidiano. Per «Necessario
guirà i suoi lavori oggi –, la partita è tut- Il fronte dei Paesi, che chiede che si al- campo 2 miliardi di dollari. Sanità, annunciando che vuole ridurre il ministro americano della Sanità Alex valutare
ta politica. Perché, nella richiesta di u- zi il velo sulla gestione dell’emergenza Trump pensa di ridurre a a 40 milioni i contributi Usa all’Oms. Azar, che guida la delegazione degli Sta-
l’esperienza
na «valutazione imparziale, indipen- sanitaria, è composito. L’Australia ave- 40 milioni il contributo L’Oms aveva dichiarato l’emergenza sa- ti Uniti, «l’Oms ha fallito in modo cla-
dente e globale per rivedere l’esperien- va già chiesto un’indagine indipenden- nitaria globale il 30 gennaio, mentre la moroso», mentre il segretario di Stato conquistata e le
za ottenuta dalla risposta sanitaria in- te sulle origini della pandemia mentre
Usa all’organizzazione. Poi proclamazione della pandemia era ar- Usa, Mike Pompeo ha tuonato, ancora lezioni apprese»
ternazionale coordinata dall’Oms al Co- il presidente degli Stati Uniti, Donald rivela: prendo un anti- rivata solo il successivo 11 marzo, do- una volta, contro l’esclusione di Taiwan Ma la partita
vid-19», c’è la volontà di appurare le re- Trump ne sta facendo un cavallo di bat- malarico da dieci giorni po che il coronavirus aveva ormai uc- dai lavori dell’Assemblea, definendolo
su responsabilità
sponsabilità che hanno reso possibile (o come un favore fatto alla Cina.
aggravato) l’esplosione dell’emergen- Oms e Pechino giocano in difesa. Pe- e ritardi è tutta
za. Sul banco degli imputati c’è la Cina raltro, attestandosi sulla stessa linea di- politica
– che però non viene mai nominata nel- fensiva. «Avvierò un’inchiesta indipen-
la bozza di risoluzione – ma, anche, il dente al primo momento opportuno
nodo troppo stretto che avrebbe lega- per valutare l’esperienza e le lezioni im-
to Pechino e Oms. L’Organizzazione parate e per fare alcune raccomanda-
della Sanità è accusata di ritardi, sotto- zioni su come migliorare la prepara-
valutazioni e, persino, “complicità” con zione nazionale e globale alla pande-
il gigante asiatico. Pechino frena. Rea- mia», sono state le parole pronunciate
gisce. Presenta il volto buono. Ma la dal direttore generale dell’Oms, Tedros Taiwan fuori:
scontro che si gioca sulla salute mon- Adhanom Ghebreyesus.
diale (e sulle gravissime conseguenze Pechino continua a giocare le sua car- l’esclusione
economiche provocate dalla crisi sani- te. Ieri è sceso in campo il presidente Xi che viene
taria) è tutto ancora da giocare. E rischia Jinping che, prima ha ribadito come la
ora di appannare le ambizioni della Ci- Cina abbia agito in modo trasparente e
da lontano
na di porsi come un attore di respiro rapido, poi ha chiesto che una even-
globale. tuale indagine si basi «sulla scienza e Il segretario di Stato
La bozza, promossa dalla Ue insieme a sulla professionalità». Indagine da affi- Usa, Mike Pompeo,
Gran Bretagna, Australia, Nuova Zelan- dare all’Oms e da condursi «in manie- ha condannato
da e sostenuta in totale da 116 nazioni ra obiettiva e imparziale». Ma per la Ci- l’esclusione Taiwan
(Russia compresa), chiede che si apra na alza una sorta di muro: per Xi l’in- dai lavori
«al momento opportuno» un’indagine dagine potrò avvenire solo a epidemia dell’Assemblea
indipendente. In particolare, nel mirino, conclusa. dell’Organizzazione
finisce «l’efficacia dei meccanismi a di- Il presidente cinese ha quindi cercato di mondiale della Sanità,
sposizione dell’Oms; il contributo del- lucidare l’immagine opaca del suo Pae- accusando l’Oms di
l’Oms agli sforzi dell’Onu e la loro tem- se: ha assicurato che se la Cina doves- avere ceduto alle
pistica rispetto alla pandemia». Si trat- se trovare un vaccino contro il Covid– pressioni cinesi
ta del paragrafo più controverso della 19 ne farebbe «un bene pubblico mon- durante la pandemia.
bozza, frutto di un faticoso lavorìo per diale». Quindi l’ultimo annuncio: Pe- L’esclusione è dovuta
arrivare a un compromesso. Alla fine è chino verserà 2 miliardi di dollari in due al netto rifiuto della
arrivato il consenso anche degli Usa, che anni per contribuire alla risposta alla Cina, che considera
premevano per l’apertura di una inda- pandemia. Taiwan una propria
gine «immediata». Non solo: la bozza L’intervento del presidente cinese Xi Jinping trasmesso in un maxi schermo a Pechino / Afp © RIPRODUZIONE RISERVATA provincia.
14 PRIMO PIANO Martedì 19 maggio 2020

Coronavirus:
la scuola
Paritarie senza aiuti per la ripartenza:
la «forte preoccupazione» della Cei IL CASO
ENRICO LENZI
PAOLO FERRARIO
La Fase 2 si

U annuncia tutta in
na «forte preoccupazione» e un pres-
sante invito «al governo e al Parlamen- salita, per i 12mila
to» affinché si impegnino «ulterior- Alunni
mente per assicurare a tutte le famiglie la possi- e famiglie della istituti non statali,
bilità di una libera scelta educativa». Dopo le per- scuola paritaria i loro 900mila
plessità e il senso di delusione espresso dal mon- sono stati alunni e 180mila
do della scuola cattolica paritaria all’indomani dimenticati dal
della diffusione della bozza del decreto Rilancio decreto dipendenti. Sul
la scorsa settimana, a far sentire la propria voce è “Rilancio”, che territorio si
questa volta la presidenza della Conferenza epi- riserva agli susseguono le
istituti non
scopale italiana con una nota ufficiale, che arriva
statali contributi iniziative di
dopo un confronto avvenuto sabato scorso tra
tutte le associazioni della scuola cattolica parita-
non sufficienti sensibilizzazione.
ria. Una presa di posizione che nasce dalla forte
per uscire dalla Raccolte più di
crisi.
preoccupazione per il futuro «delle scuole pari- «Preoccupazio– 20mila firme
tarie, a fronte di una situazione economica che ne ne» della
sta ponendo a rischio la stessa sopravvivenza». Conferenza
Per la presidenza della Cei «le forme di sostegno episcopale
poste in essere dal decreto Rilancio – in relazio- italiana / Ansa
ne alla riduzione o al mancato versamento delle
rette, determinato dalla sospensione dei servizi
in presenza – ammontano a 65 milioni per le i-
stituzioni scolastiche dell’infanzia e a 40 milioni Arriva #eCatt,
per le scuole primarie e secondarie, a fronte di un
miliardo e mezzo destinato alla scuola tutta». Un didattica
divario sotto gli occhi di tutti e che penalizza la un patrimonio educativo e culturale unico». «Preoccupato» si dice anche il segretario genera- margina la scuola paritaria». integrata
scuola paritaria, che è parte integrante dell’uni- Critiche al governo e al decreto “Rilancio” arriva- le della Fism, la Federazione italiana scuole ma- Proprio per far sentire il grido d’allarme di alun-
co sistema scolastico nazionale. Ma non appa- no anche dall’Agidae, l’Associazione gestori isti- terne (Fism), Luigi Morgano, che definisce la no- ni e famiglie, in questi giorni sono in programma
per la Fase 2
re così guardando l’intervento messo in cam- tuti dipendenti dall’Autorità ecclesiastica. «Que- ta della Cei «chiara, puntuale, inequivoca e so- numerose iniziative. Promosso da Cism e Usmi,
po dal governo per sostenere la scuola in que- sto tipo di “ripartenza” ha tutto il sapore di un’i- lidale». La somma proposta per aiutare questo le organizzazioni dei Superiori e delle Superiore «Tutto il possibile in
sto passaggio storico inedito. Eppure, sottolinea naccettabile quanto inqualificabile ipocrisia – tipo di scuole – che hanno subito un danno di delle Congregazioni, per oggi e domani è previ- presenza, tutto il
ancora la nota della Conferenza episcopale, «le tuona il presidente, padre Fran- bilancio «molto significativo» – è sto lo “sciopero” delle lezioni online. Al loro po- necessario da
scuole paritarie permettono al bilancio dello cesco Ciccimarra –. L’attuale go- La Presidenza della «semplicemente inidonea», ag- sto, le scuole che aderiscono all’iniziativa, pub- remoto». Questa è la
Stato un risparmio annuale di circa 7mila euro verno sembra aver deciso di in- giunge Morgano, rimarcando blicheranno sui social appelli alla politica con lo filosofia di #eCatt, il
ad alunno: indebolirle significherebbe dover terrompere un percorso di inte- Conferenza che, se si vuole riproporre e offri- slogan #Noisiamoinvisibiliperquestogoverno. Pro- nuovo piano
affrontare come collettività un aggravio di di- grazione, creando condizioni tali episcopale studia un re, come hanno sempre fatto le mossa da Agesc Lombardia, prosegue anche la dell’Università
versi miliardi di euro». da favorirne il soffocamento». aiuto straordinario scuole aderenti alle Fism, un ser- raccolta firme (che ha superato quota 20mila a- cattolica del Sacro
E a dare maggior peso alla nota, la presidenza «L’esperienza del lockdown – ri- per chi è in difficoltà: vizio di qualità «occorre un so- desioni) a sostegno di una petizione che chiede Cuore che prevede
della Cei annuncia che «stiamo verificando la corda padre Ciccimarra – ha crea- stegno idoneo». «la detraibilità integrale delle rette per il 2020», la una modalità didattica
possibilità di contribuire a sostenere alcune mi- to situazioni di grande difficoltà si tratterebbe di Direttamente al presidente della costituzione di un «fondo straordinario adegua- integrata tra fruizione
gliaia di studenti della scuola paritaria seconda- per le famiglie, i datori di lavoro e 20mila borse di studio Repubblica, Sergio Mattarella, si tamente finanziato per la erogazione di contributi tradizionale delle
ria di I e II grado: un aiuto straordinario alle fa- gli stessi lavoratori. Se a tutto que- appellano le suore Figlie di Nostra aggiuntivi alle scuole paritarie» e «l’azzeramen- lezioni, con presenza
miglie più in difficoltà, da imputarsi al bilancio Cei sto si aggiungono i tradizionali ritardi nella ero- Signora di Misericordia di Savona, che gestisco- to delle imposte (Ires, Irap) e i tributi locali nel in aula di studenti e
del 2020». Si tratterebbe di circa 20mila borse di gazione dei contributi ministeriali spettanti alle no sette scuole cattoliche, di cui 5 in Liguria, una 2020, per tutte le realtà educative e scolastiche docenti, e diffusione
studio, «che agevolino l’iscrizione al prossimo an- scuole paritarie, il quadro si fa drammatico», sot- a Milano e una a Roma, ricordando che l’Italia, no–profit». digitale, che
no scolastico, a tutela – per quanto possibile – di tolinea il presidente nazionale Agidae. con la Grecia, «è l’unico Stato, in Europa, che e- © RIPRODUZIONE RISERVATA permetterà a tutti gli
studenti di
intraprendere e
Lʼintervento proseguire al meglio il
LUIGI GAETANI corso di studi anche
da casa, senza subire
rallentamenti e con
LE RAGIONI DI DUE GIORNI pieno accesso a tutte
le opportunità di
DI «SCIOPERO VIRTUALE» apprendimento.
#eCatt, infatti, mette a

C
aro direttore, semplice ordinamento… dev’essere fattor comune tutte le
le presidenze nazionali rivoluzionario». Per questo nuove iniziative che
dell’Usmi e della Cism sono crediamo che ci sia bisogno di una consentiranno agli
grate al cardinale Gualtiero domanda di senso sul progetto studenti che non
Bassetti e a tutta la presidenza scuola, magari ripartendo dal potranno raggiungere i
della Conferenza episcopale rumore assordante delle aule vuote, campus di restare
italiana per la profetica lettura comprendendo che lì, forse più che allineati agli
della funzione civica ed educativa nelle piazze, abita il senso delle insegnamenti anche
delle scuole pubbliche paritarie nel risorse interiori per ritrovarsi e se lontani
nostro Paese, facendo memoria di rilanciarsi, l’arte del mettere dall’università. Per la
un grande impegno civico e insieme risorse culturali diverse, realizzazione del piano
culturale, soprattutto in tante quell’alleanza educativa che formi l’ateneo ha messo in
periferie esistenziali e geografiche. persone capaci di tessere una campo risorse
Lo affermiamo come "gestori" di società segnata da tanto finanziarie per 3,5
buona parte delle 8mila scuole umanesimo. La scuola, infatti, è la milioni di euro che,
cattoliche e degli oltre 600mila prima impresa di uno Stato civile, oltre al milione di euro
alunni, ma sentiamo di luce in ogni tempo di penombra, inizialmente conferito
condividerlo, nel contenuto e nel infinito per chi vive imprigionato per il Fondo salva studi
merito, con i genitori, gli alunni, i nel tempo e nello spazio, speranza Agostino Gemelli,
docenti della scuola pubblica per chi si sente derubato della vita. comprende gli
paritaria, «a fronte di una Noi abbiamo un sogno: svolgere investimenti per la
situazione economica che ne sta «un servizio pubblico didattica digitale resa
ponendo a rischio la stessa caratterizzato da un progetto possibile anche dalla
sopravvivenza». educativo e da un programma riqualificazione
Ci sentiamo pienamente formativo perseguiti con dedizione tecnologica delle
rappresentati dal comunicato della e professionalità» (Messaggio Cei), complessive 500 aule
Cei, mentre svolgiamo un servizio elaborare insieme le basi per il dell’università
educativo pubblico, vera fucina di Paese che vogliamo, «assicurare a Cattolica.
umanesimo e di multi-culturalità, tutte le famiglie la possibilità di A partire dal primo
dove i nostri figli entrano bambini una libera scelta educativa, giorno della
ed escono cittadini di uno Stato esigenza essenziale in un quadro sospensione della
civile e democratico, mentre non democratico» (Messaggio Cei), frequenza in presenza
perdiamo di vista la condizione imparare ad abitare la complessità, delle attività (24
della nostra gente, venendo offrire ai genitori buone ragioni per febbraio) l’università
incontro ai bisogni delle famiglie. un investimento qualitativo della Cattolica si è
Le nostre scuole, infatti, hanno vita dei loro figli. adoperata per
compreso e condiviso, con senso di Le scuole cattoliche nascono da un garantire il regolare
responsabilità, la condizione di sogno e sanno di non poter percorso di studio a
difficoltà di molte famiglie continuare a essere senza questa tutti gli iscritti delle sue
abbattendo le rette scolastiche, attitudine, per questo siamo facoltà. Al 13 maggio
unico contributo alla gestione degli arrivati a proporre uno sciopero sono 1.838 i docenti
istituti, continuando a pagare i virtuale nei giorni di domani e che hanno realizzato
docenti e il personale dopodomani, 19 e 20 maggio, un totale complessivo
amministrativo, offrendo un senza sospendere di 32.910 lezioni a
efficiente sistema didattico on-line. l’insegnamento, ma elaborando distanza. A partire
Il Papa ha sottolineato la necessità una didattica capace di riflettere dall’11 marzo fino al 29
di trovare il passo comune «per sul senso della scuola pubblica aprile si sono tenute
ravvivare l’impegno per e con le paritaria in un libero Stato, sulle regolarmente 210
giovani generazioni, rinnovando la sue forme molteplici di incarnarsi commissioni di laurea,
passione per un’educazione più nei territori del nostro Paese e mentre dal 18 marzo al
aperta e inclusiva, capace di ascolto sulla sua co-essenzialità con la 29 aprile si sono
paziente, dialogo costruttivo e scuola pubblica statale. regolarmente svolti
mutua comprensione. Il patto Padre ocd 422 appelli d’esame.
educativo non dev’essere un Presidente nazionale Cism © RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 19 maggio 2020 PRIMO PIANO 15

Coronavirus:
fede e media
La voce della Chiesa nella pandemia
Un racconto che apre nuove strade?
C’è anche un contributo di Liliana Segre nel libro «La vita si fa storia. Com- Ivan Rupnik, Paolo Ruffini, Fausto Colombo, Adriano Fabris e Vania De CONFRONTI
menti al Messaggio di papa Francesco per la 54esima Giornata mondiale Luca, oltre a quelli degli stessi Rivoltella e Corrado. Il sussidio si completa
delle Comunicazioni sociali» (Scholé, 190 pagine, 15 euro) che esce – co- con schede per educatori e famiglie e per animatori della comunicazione.
me ogni anno – alla vigilia dell’evento ecclesiale in calendario domenica, Quest’anno il tema del Messaggio «”Perché tu possa raccontare e fissare Quale volto
solennità dell’Ascensione, pubblicazione promossa dall’Ufficio Cei e cu- nella memoria” (Es 10,2). La vita si fa storia», scritto prima della pande- ha mostrato
rata dal suo direttore Vincenzo Corrado insieme al pedagogista Pier Ce- mia, si rivela di imprevedibile attualità per la Chiesa e il suo modo di rac- la comunità
sare Rivoltella, studioso dell’impatto delle nuove tecnologie sulla vita e contare se stessa in un mondo che ne ha cercato e ascoltato la voce come
l’apprendimento. Al contributo («Memoria: le cose e le parole») che la se- forse non accadeva da tempo. Quattro tra gli autori del libro si confronta- ecclesiale durante
natrice propone al Messaggio del Papa si aggiungno le riflessioni di Marko no qui per noi con questa grande sfida culturale e pastorale. (F.O.) la quarantena?
La Giornata
VINCENZO CORRADO (CEI) PIER CESARE RIVOLTELLA (UNIVERSITÀ CATTOLICA) mondiale delle
Comunicazioni,
L’ora di saper riconoscere Comunità che «parlano» nella solennità
dell’Ascensione,
ciò che è davvero essenziale L’esempio? I gesti del Papa è l’occasione
per capirlo
VINCENZO CORRADO ficato! A partire dalla cura per malità» – questo, sì, va bene PIER CESARE RIVOLTELLA consegnato un solo racconto, partecipato, in cui non c’è
l’altro, che è insieme calore e – ma occorre anche un forte ma tanti racconti. Sono i rac- qualcuno che narra e altri che

«R R
accontare a Dio la stupore per una comunica- cambiamento, costruito sul- accontare è sempre un conti della liturgia, della Paro- ascoltano, ma una comunità
nostra storia non zione davvero aperta all’in- le basi solide delle sofferenze po’ raccontarsi. Passa- la, mani tese verso la comu- che si ritrova. È l’anima sino-
è mai inutile: an- contro. Quest’anno ci avvici- patite. E, ancora, lo sguardo no nel racconto i nostri nità dispersa per tenerla uni- dale della Chiesa.
che se la cronaca degli even- niamo alla Giornata mondia- all’essenziale... Cosa signifi- pensieri, le nostre aspirazioni ta. Un concerto a più voci nel La terza riflessione riguarda la
ti rimane invariata, cambia- le con un carico di emozioni ca per la comunicazione? In profonde, vi si rivelano le pie- quale l’immagine del Santo Pa- retorica del racconto della
no il senso e la prospettiva. diverse. E non è un caso che che modo coniugare l’essen- ghe della nostra anima. Rac- dre e la sua voce sono arrivati Chiesa, i suoi registri comuni-
(…) Quanto ne abbiamo bi- la prima Messa domenicale zialità con la molteplicità dei contare significa materializ- da Santa Marta come quelle di cativi, le sue scelte di linguag-
sogno, tutti! Con lo sguardo con la partecipazione del po- messaggi e delle fonti? Sicu- zare il respiro del tempo pen- un parroco: un racconto es- gio. In questa prospettiva, for-
del Narratore – l’unico che ha polo – nella solennità dell’A- ramente attingendo dalla sato come ciò che ci costitui- senziale, colloquiale, sussurra- se, è ancora il Papa ad avere
il punto di vista finale – ci av- scensione – coincida con la fonte pura dell’etica e della sce. Distensio animi, diceva A- to. Uno fra i tanti. Quello che ci compreso meglio e più in
viciniamo poi ai protagoni- «festa della comunicazione». deontologia. Perché il profu- gostino: vale per il tempo, va- siamo visti consegnare è un Pa- profondità il significato del
sti, ai nostri fratelli e sorelle, Non è un nuovo inizio, né un mo dell’essenza non sia co- le per la narrazione. Cosa ha pa ancora più compagno di narrare. Lo ha fatto costruen-
attori accanto a noi della sto- semplice cambio di prospet- perto dal puzzo delle fake raccontato in queste settima- strada, fratello maggiore. A do un racconto capace di met-
ria di oggi». Mi sono tornate tiva, ma una conversione ra- news. Una comunicazione ne la Chiesa? Che volto di suggerire che il “suo” racconto tere al centro la semantica del-
alla mente queste parole di dicale, profonda, intima. essenziale è credibile quan- Chiesa è emerso dalle narra- liturgico è come gli altri, per- l’azione in tutta la sua nuda es-
papa Francesco – tratte dal «Quando facciamo memoria do è autentica e ha fonda- zioni che ci hanno raggiunto ché trova senso nella Parola di senzialità per rivelare la voca-
messaggio per la 54ª Giorna- dell’amore che ci ha creati e menta salde. La nostra re- nelle nostre abitazioni? E co- cui è racconto. È l’anima sa- zione della Chiesa per il mon-
ta mondiale delle comunica- salvati – scrive il Papa nel sponsabilità, per oggi come sa ci ha comunicato, questo cramentale della Chiesa. do, la sua anima di testimo-
zioni sociali – nello scorrere messaggio –, quando immet- per il futuro, parte da qui. volto, dell’anima della Chie- La seconda riflessione è che il nianza e sollecitudine per l’uo-
delle giornate dell’emergen- tiamo amore nelle nostre sto- Direttore Ufficio nazionale sa? La risposta passa da tre or- racconto della liturgia, forse, mo. È la sua immagine, solo, in Il manifesto
za coronavirus. Vi ho trovato rie quotidiane, quando tes- Comunicazioni sociali dini di riflessioni. ha rubato tutta la scena. E ha piazza San Pietro, davanti al
un’indicazione di senso per siamo di misericordia le tra- © RIPRODUZIONE RISERVATA Anzitutto, la Chiesa non ci ha finito per spingere sullo sfon- crocifisso di San Maurizio, e un sito
non lasciarsi sopraffare dalla me dei nostri giorni, allora do il racconto delle comunità, mentre la sirena di un’ambu- per vivere
paura e dallo smarrimento. A voltiamo pagina». Lo sguar- della loro vita, la semantica lanza fende l’aria. Un’istanta-
partire dalla domanda: cosa do si apre e punta dritto al- dell’azione di una Chiesa ca- nea, uno scatto d’autore. Una
domenica 24
suggerisce «lo sguardo del l’essenziale; per gli operatori pace di consolare e accoglie- parola che si fa gesto senza di-
Narratore» per una lettura di dei media, all’essenza delle re, di curare e infondere spe- re nulla, un’azione che raccon- L’Ufficio Cei per le
questo tempo? Senz’altro parole e dei fatti. Vale la pena, ranza. Questo racconto, che ta in modo esemplare proprio Comunicazioni sociali
quel «punto di vista finale» allora, cogliere l’opportunità pure è passato dalla testimo- nella sua rarefatta materialità. ha realizzato un
cui continuamente anelare della Giornata mondiale per nianza di molti uomini e Come lo spezzare del pane per manifesto, ispirato al
per un cambio di prospettiva un attento esame di coscien- donne di fede, non ha trova- i discepoli di Emmaus. tema della Giornata
e un orientamento vivificato za: che cosa veniva conside- to particolari spazi. Eppure la Direttore del Cremit mondiale di
dell’interiorità. È quell’inten- rato essenziale «prima», e o- comunicazione contempo- (Centro di ricerca per domenica, che si può
zionalità che porta in dono la ra? La pandemia ha rappre- ranea, i social media come gli l’educazione ai media, scaricare in diversi
capacità di vedere le cose e di sentato una situazione inedi- ambienti di videocomunica- all’innovazione formati dal sito
vedere dentro le cose. Quan- ta per tanti. Il percorso da in- zione interattivi, avrebbero e alla tecnologia). Università www.comunicazioniso
ti sentimenti e atteggiamen- traprendere non può essere potuto e ancora potrebbero Cattolica di Milano ciali.chiesacattolica.it.
ti acquistano un nuovo signi- un semplice «ritorno alla nor- offrirgli spazio. Un racconto © RIPRODUZIONE RISERVATA Dall’inizio del
lockdown l’Ufficio
cura un sito
VANIA DE LUCA (UCSI) ADRIANO FABRIS (DOCENTE FILOSOFIA MORALE) (chiciseparera.chiesac

Con creatività e relazioni Il nostro «filo» ha senso attolica.it) nel quale dà


conto delle proposte e
delle iniziative con cui

si attraversa ogni deserto se si intreccia con gli altri la Chiesa italiana sta
“raccontando” se
stessa, dalla carità
VANIA DE LUCA suno si salva da solo». partecipano alla scuola di Assi- ADRIANO FABRIS pandemia ci ha mostrato, a st’astinenza dal contatto u- alla liturgia,
L’intenzione della sua Messa si. Tante le iniziative Ucsi: oltre ben vedere, che siamo esseri mano si è fatto chiaro, nelle dall’educazione alla

«N C
ella confusione del 6 maggio è stata «per gli agli incontri onlline, l’offerta he ruolo possono gio- che hanno bisogno di rac- parole ma soprattutto nei ge- famiglia. Una
delle voci e dei uomini e le donne che lavora- del “pane sospeso” a Siracusa e care le comunicazioni contare e di raccontarsi, d’in- sti del Papa, che c’è una di- comunicazione che
messaggi che ci no nei mezzi di comunicazio- i tweet quotidiani #Parolesul- sociali all’epoca del co- serire la propria vita in una mensione che trascende rende tangibile il tema
circondano, abbiamo bisogno ne», perché il loro sia «un la- silenzio proposti dal Friuli Ve- ronavirus? Il Messaggio del storia più ampia, in cui la vi- quanto è dato sperimentare. della Giornata (uscito
di una narrazione umana (...) voro di trasmissione, sempre, nezia Giulia. Piccoli modi per Santo Padre per la Giornata cenda di ciascuno s’intreccia Il suo significato e la sua por- nel settembre 2019)
che riveli l’intreccio dei fili coi della verità». Principio basila- rinforzare i legami comunitari mondiale a esse dedicata, pur con quelle degli altri e si svi- tata si rivelano proprio quan- «La vita si fa storia».
quali siamo collegati gli uni a- re ma non facile in mezzo a in un tempo duro, che ha mes- se diffuso a gennaio, ci dà una luppa insieme a esse. do l’esperienza quotidiana ap-
gli altri». Parole di papa Fran- quella che l’Oms ha definito so in luce tante fragilità e sve- serie d’indicazioni preziose. Si Certo: ci sono storie belle e pare mortificata.
cesco nel messaggio per la infodemia, cioè quell’abbon- lato tanti inganni, ma anche concentra sul tema della nar- storie brutte, storie feconde e L’ultima cosa che ci ricorda il
Giornata mondiale 2020, che danza di informazioni, non nuove potenzialità e ricerca di razione e della memoria. Ci di- storie sterili. Nei mesi passati Messaggio del Santo Padre per
anche nel deserto che stiamo tutte accurate, che «rendono essenzialità che potranno ri- ce, già nel titolo, che «la vita si di storie belle da raccontare ce la Giornata mondiale, appli- Giornalismo
attraversando indica una stra- difficile per le persone trova- sultare preziose in futuro. fa storia». Che cosa c’entra sono state molte. Parlo ad e- cato alla situazione in cui ci
da per l’informazione. È quel- re fonti affidabili quando ne Presidente dell’Ucsi (Unione questo tema con l’emergenza sempio di quelle dei medici e troviamo all’epoca del coro- pastorale
la via lungo la quale si incon- hanno bisogno», mentre le cattolica stampa italiana) che abbiamo vissuto e che degli infermieri impegnati a navirus, è che le nostre storie, e cultura
trano e raccontano «storie buo- fake news si diffondono più stiamo ancora vivendo? La rischio della vita nei reparti belle o brutte che siano, si tro-
ne», che aiutino a ritrovare le velocemente del virus.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Covid degli ospedali, del per- vano inquadrate in una storia


a Molfetta
radici e la forza per Di questo periodo si sonale delle case di più ampia, che dà
andare avanti insie- dovrà fare tesoro per L’INIZIATIVA cura che ha deciso di senso alle nostre e- Ultimi eventi per il
me. Mentre si inizia la quanto di nuovo si è isolarsi insieme agli sperienze. È la storia Festival della
ripartenza sarà im- imposto alla comu- Film e serie tv, proposte per riflettere anziani ospiti, dei narrata nella Bibbia, Comunicazione in
portante fare memo- nicazione della Chie- volontari che non è quella presentata corso nella diocesi di
ria dei due mesi e sa, in chiave di priva- Mai avremmo pensato a febbraio a uno scenario simile, all’e- hanno abbandona- nei Vangeli. Al suo in- Molfetta, con dirette su
mezzo che abbiamo zione ma anche di sperienza della quarantena, quando come Commissione Cei to le persone più fra- terno il dolore, le www.
alle spalle, ricordan- creatività, novità, ri- valutazione film (Cnvf.it) abbiamo proposto il ciclo di visioni per gili. Queste narra- difficoltà, la stessa diocesimolfetta.it,
do le vittime che non sono nu- cerca di un Altro che non sem- accompagnare verso la Giornata delle comunicazioni. Il percorso zioni ci dicono che la solida- morte non hanno l’ultima Facebook e Youtube
meri ma volti e storie, le soffe- pre è altrove. Sono stati proprio di film (e serie tv) prendeva le mosse dalle parole di papa Fran- rietà prende il sopravvento parola. Come viene detto della diocesi. Giovedì
renze di tante famiglie, i conta- i mezzi di comunicazione a fa- cesco nel suo Messaggio, rintracciando storie di uomini e don- sull’egoismo individuale. Ci ri- nel Messaggio, infatti, Dio alle 19.30 «Tessuti e
giati, i medici e gli infermieri vorire la connessione tra le per- ne che nella quotidianità assumono contorni eroici, «sospinti da cordano che abbiamo bisogno stesso incarnandosi «si è testi. Fare pastorale
che si sono spesi fino al sacrifi- sone che non potevano uscire una forza che li rende coraggiosi, quella dell’amore». Parole che gli uni degli altri, perché dalle personalmente intessuto nell’era digitale» è un
cio della vita per soccorrere e di casa e che si sono ritrovate oggi hanno una risonanza ancor più forte. E allora ci siamo ac- difficoltà si esce solo insieme. nella nostra umanità, dan- webinar per sacerdoti
curare. Il pensiero quotidiano virtualmente per appunta- costati con sguardo rinnovato alla tenace ricerca di giustizia di Ma in questi mesi c’è stato doci così un nuovo modo di e operatori, venerdì alla
del Papa all’inizio della Messa menti diversi, dalle celebrazio- Richard Jewell nel film denuncia di Eastwood, come pure al sa- spazio anche per storie di al- tessere le nostre storie». stessa ora «La vita si fa
a Santa Marta è riuscito a in- ni ai momenti di preghiera, ai crificio disperato, esemplare, di tanti operatori sanitari in «Cher- tro tipo, raccontate attraverso Il filo della narrazione, insom- storia. Sui telai della
cludere tutti, vivi e morti, e a tanti webinar, per fare in modo nobyl». Ancora, ci ha fatto bruciare gli occhi di lacrime la pau- immagini emblematiche. So- ma, non solo lega passato, pre- comunicazione» è un
guardare a tante categorie di che l’isolamento fisico non di- ra del domani in «Sorry We Missed You» di Ken Loach. no le immagini di papa Fran- sente e futuro, ma permette di dibattito tra giornalisti,
persone, dai bambini agli arti- ventasse sociale. Tante comu- Non solo affanno, ma anche racconti di speranza, come quel- cesco che percorre a piedi via comprendere e di motivare ciò sabato alle 18 virtual
sti. Rimarrà un simbolo di que- nità parrocchiali, gruppi, asso- lo del manager Alain che rinasce alla vita dopo l’ictus in «Par- del Corso, per pregare davan- che facciamo. Ecco perché va- tour a Molfetta, Ruvo,
sto tempo l’immagine di papa ciazioni hanno scoperto nuovi lami di te». E che dire delle «Piccole donne» di Greta Gerwig? ti al Crocifisso della “Grande le la pena raccontare e rac- Giovinazzo e Terlizzi e
Francesco che la sera del 27 modi per comunicare. L’Ucsi Ragazze di ieri così solidali e dallo sguardo fiducioso, proprio Peste” di Roma. Sono quelle contarsi. Ecco perché bisogna dalle 21 lettura
marzo sale verso il sagrato nazionale ha tenuto vivo il sito, come i giovani di oggi capaci di «meraviglie stupende». (Tutte dei riti della Via Crucis cele- conservare il ricordo del bene continuata dell’Esodo.
di San Pietro con lo sguardo i social e la newsletter, e per la le proposte su www.cnvf.it/category/percorsi–tematici) brata in una piazza San Pietro e lasciarne memoria agli altri. Domenica alle 11 la
a tutto il mondo e l’atten- Giornata mondiale di domeni- Sergio Perugini deserta, e della benedizione Professore di Filosofia Messa del vescovo
zione a quelle persone che ca ha raccolto in un video le vo- © RIPRODUZIOSERGIO PERUGININE RISERVATA Urbi et Orbi senza la folla. Pro- morale all’Università di Pisa Cornacchia (su
«hanno compreso che nes- ci dei giovani che ogni anno prio in questo vuoto, in que- © RIPRODUZIONE RISERVATA TeleDehon).
16 PRIMO PIANO Martedì 19 maggio 2020

Il centenario
del Papa Santo
Preghiera, vicinanza al popolo, giustizia
IL RICORDO
Il Papa: le tracce di san Giovanni Paolo IIto per fare il vescovo e guidare – che ci dicono quindi qualco- vo è pregare. E questo non lo ha za alla sera deve domandarsi: non lo è non è pastore, è un ge-
ANDREA GALLI
la Chiesa. Facendo la memo- sa di come lui legga la figura detto il Vaticano II, lo ha detto quante ore oggi ho pregato?» rarca, è un amministratore,
Ieri la Messa
Q
uella di ieri è stata l’ul- ria di s an Giovanni Paolo II ri- del Papa polacco. San Pietro, quando hanno fat- Seconda traccia, la vicinanza: forse buono, ma non è pasto-
celebrata da tima Messa mattutina prendiamo questo: “Il Signore Prima traccia, la preghiera. to i diaconi, dissero: “E a noi «Non era un uomo distaccato re. Vicinanza al popolo».
Francesco nel del Papa trasmessa in ama il suo popolo”, “il Signore «Giovanni Paolo II era un uo- vescovi, la preghiera e l’an- dal popolo, anzi andava a tro- Terza traccia, l’amore alla giu-
diretta, causa emergenza Co- ha visitato il suo popolo”; ha mo di Dio perché pregava, e nuncio della Parola” (cfr At 6,4). vare il popolo; e girò il mondo stizia. «Wojtyla era un uomo
centenario della vid. Ora infatti che le Messe so- inviato un pastore». pregava tanto. Ma come mai Il primo compito di un vesco- intero, trovando il suo popolo, che voleva la giustizia, la giu-
nascita del no riprese in quasi tutto il Pae- Tre le tante tracce che Wojtyla un uomo che ha tanto da fare, vo è pregare, e lui lo sapeva, lui cercando il suo popolo, facen- stizia sociale, la giustizia dei
Pontefice se, anche Francesco tornerà al- ha lasciato, Bergoglio ne ha vo- tanto lavoro per guidare la lo faceva. Modello di vescovo dosi vicino. E la vicinanza è u- popoli, la giustizia che caccia
l’usanza di sempre (al Regina luto scegliere e sottolineare tre Chiesa..., ha tanto tempo di che prega, il primo compito. E no dei tratti di Dio con il suo vie le guerre. Ma la giustizia
polacco. E Caeli di domenica ha conse- – «dato che dicono che i gesui- preghiera? Lui sapeva bene che ci ha insegnato che quando un popolo». Così «un pastore è vi- piena! Per questo San Giovan-
l’ultima gnato a riguardo la sua ulterio- ti dicono sempre le cose a tre» il primo compito di un vesco- vescovo fa l’esame di coscien- cino al popolo, al contrario, se ni Paolo II era l’uomo della mi-
trasmessa in re raccomandazione: «Per fa- sericordia, perché giustizia e
diretta alla vore, andiamo avanti con le misericordia vanno insieme,
norme, le prescrizioni che ci non si possono distinguere [nel
mattina per danno, per custodire così la sa- senso di separare], sono insie-
l’emergenza lute di ognuno e del popolo»). me: giustizia è giustizia, mise-
coronavirus E se ha scelto di chiudere que- ricordia è misericordia, ma l’u-
sto lungo “fuori programma” Papa na senza l’altra non si trova. E
non domenica, come in molte Francesco parlando dell’uomo della giu-
diocesi, ma proprio ieri è stato durante stizia e della misericordia, pen-
per uno speciale anniversario, l’omelia siamo quanto ha fatto San Gio-
il centenario della nascita di della Messa vanni Paolo II perché la gente
san Giovanni Paolo II. celebrata ieri capisse la misericordia di Dio.
Bergoglio, celebrando l’Euca- mattina Pensiamo come lui ha portato
Ai giovani ristia all’altare della Basilica di all’altare avanti la devozione a Santa
San Pietro dove sono custodi- dove Faustina [Kowalska] la cui me-
di Cracovia: te le spoglie mortali di Karol riposano moria liturgica dal giorno di
in lui grande Wojtyla, ha citato il Salmo 149, le spoglie oggi sarà per tutta la Chiesa».
«Il Signore ama il suo popolo», mortali di Qui il riferimento è andato al
misericordia e l’Esodo, «Il Signore ha visita- san Giovanni fatto che sempre ieri è stato re-
to il suo popolo», ricordando Paolo II nella so noto un decreto della Con-
Il pellegrinaggio che queste erano esclamazio- Basilica gregazione per il culto divino
terreno di san Giovanni ni del Popolo di Israele di fron- Vaticana/ e la disciplina dei sacramenti
Paolo II «è stato te alla venuta di un profeta, di Ansa con cui il nome di santa Maria
segnato dalla passione un uomo mandato da Dio. Faustina (Elena) Kowalska, ver-
per la vita e dal fascino «Oggi noi qui possiamo dire – gine, viene iscritto nel Calen-
per il mistero di Dio, ha detto il Pontefice nell’ome- dario Romano Generale e la
del mondo e lia – cento anni fa il Signore ha sua memoria facoltativa sarà
dell’uomo». Lo ha visitato il suo popolo. Ha in- celebrata da tutti il 5 ottobre.
detto ieri sera papa viato un uomo, lo ha prepara- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco in un
videomessaggio ai
giovani di Cracovia, la IL PRESIDENTE DELLA CEI

Bassetti: il suo grido di libertà


città in cui Wojtyla fu
arcivescovo. «Lo
ricordo come un
grande della
misericordia», ha
aggiunto. E «Lui
coglieva la specificità
e la bellezza della
vocazione delle donne
Oggi direbbe “no” all’egoismo
e degli uomini, capiva GIACOMO GAMBASSI A Perugia l’Eucaristia in vunque vengano osservate con di-
le necessità di ligenza tutte le precauzioni pre-
onore del santo Pontefice
I
bambini, giovani e nvoca l’aiuto di Giovanni Pao- scritte e ognuno si senta responsa-
adulti, considerando lo II che «ha ben conosciuto la «Invochiamo la sua bile dell’altro». Ringrazia le istitu-
anche i sofferenza» e chiede la sua in- intercessione per la fine zioni che «si sono assunte la re-
condizionamenti tercessione perché «ottenga dal Si- della pandemia» sponsabilità di gestire una situazio-
culturali e sociali. gnore la fine di questa terribile pan- ne inedita, in mezzo a grandi diffi-
Anche voi oggi, demia». Il cardinale Gualtiero Bas- coltà». Abbraccia medici, infermie-
conoscendo la sua vita setti ha davanti a sé 150 fedeli. Tan- re, nella fame e nella malattia mi- ri e volontari che «si sono prodigati
e i suoi insegnamenti, ti ieri pomeriggio sono giunti nella lioni di persone». nell’aiuto ai malati e ai bisognosi».
disponibili a tutti Cattedrale di Perugia per la prima È comunque un «giorno di letizia E sprona: «L’emergenza non è fini-
anche grazie a Messa con il popolo che il presi- pasquale» quello di ieri, confida il ta. Ci attendono altri mesi di preoc-
internet». Il Papa ha dente della Cei torna a presiedere cardinale. Perché le chiese si ria- cupazioni e di sfide. Ma con la buo-
quindi augurato ai dopo oltre due mesi di stop delle li- prono per l’Eucaristia. «Ci siamo na volontà di tutti riusciremo a su-
giovani «di entrare in turgie “a porte aperte”. E la celebra- raccomandati – dice il presidente perare anche questa fase e, se Dio
Cristo con tutta la zione è in onore di papa Wojtyla nel della Cei parlando a nome dei ve- vuole, ad uscire dal dramma».
vostra vita». Proprio centenario della nascita. «L’amato scovi della Penisola – affinché o- © RIPRODUZIONE RISERVATA

come fece Giovanni Pontefice», lo definisce Bassetti, che


Paolo II. ancora oggi «ci dà la forza di affron-
tare con fede e speranza i grandi DEVASTATO DAL SISMA DEL 1980. IL PAPA «PELLEGRINO» TRA CHI AVEVA PERSO TUTTO ANGELO SCELZO
problemi della nostra epoca e ci dà
anche il coraggio di affrontare la pre-

Polonia,
documentario
sente emergenza sanitaria, che tan-
to dolore ha provocando in Italia e
nel mondo». È
questo tempo della pande-
mia, con tanti aspetti di vita
ancora in sospeso a riportare
Quando a Balvano fece suo vanni Paolo II. Nella scuola accanto
alla Chiesa, in tre lunghe file da die-
ci, furono deposti i corpi delle vittime.

su abusi
di un prete
I volti sono coperti dalle mascheri-
ne lungo le navate. Non quella del-
l’arcivescovo di Perugia-Città della
alla mente, nel giorno del centenario
della nascita, un gesto nascosto, ri-
masto appartato per tutto il tempo
il dolore dei terremotati Il Papa vide il volto di Marinella, 12
anni, dolce e senza un graffio, che pa-
reva letteralmente rapita dalla mor-
Pieve quando è intorno all’altare. del lungo pontificato di Papa Wojty- strada, la voce dolente delle anziane tero lo aveva condotto a Balvano da te: una trave le aveva perforato la nu-
Bassetti ricorda che il santo Papa po- la. Avvenne a Balvano, poche case donne del paese, avvolte negli scialli Potenza dove aveva portato confor- ca. Un banco di quella stessa scuola,
In Polonia un lacco «ci ha guidati verso il terzo mil- sparse intorno a una piazza, Luca- neri, intonavano nenie e lamenti co- to ai feriti. A Balvano fu difficile tro- diventò, appena Giovani Paolo II
documentario firmato lennio dell’era cristiana, con la so- nia contadina e dietro le quinte: per- me un requiem collettivo davanti a u- vare un posto per l’atterraggio. Man- rientrò in piazza dall’angoscia di
dai fratelli Marek e lidità del suo insegnamento, con la fino di quel terremoto dell’Ottanta na tragedia che, per andare a colpi- cavano spazi, che il piccolo centro quella visita, il pulpito improvvisato
Thomasz Sekielski forza del suo esempio, con l’offerta che sconvolse, in una terribile scossa re, aveva dovuto violare e quasi sni- aveva ritagliato a fatica, al fondo- per un’alta e toccante lezione sul do-
sugli abusi commessi del dialogo a gli uomini di ogni cre- di un minuto e mezzo, Campania e dare un’antica e appartata quiete. valle dai monti intorno, per un in- lore. Nessuno sapeva perché quel
da un sacerdote, e do religioso o politico». E tiene a pre- Basilicata. Poco meno di tremila vit- Giovanni Paolo II proseguiva nei suoi sediamento già in partenza precario banco fosse lì; chissà poteva servire. Il
pubblicato su cisare che «ha traghettato la Chiesa time, paesi distrutti e rasi al suolo. passi in direzione della piazza. Con- e disagiato. La piazza stessa, che in- Papa lo vide, si accostò, e da solo, sco-
YouTube, ha in questa nuova epoca con spirito Non Balvano, distante anche dall’a- tinuava a non avere nessuno al fian- terrompeva filiere di case addossate stando la veste, vi salì sopra, tra la
suscitato un acceso profetico, senza visioni pessimisti- rea del cratere nell’alta Irpinia. Case co; né le donne sull’uscio di casa, per come per proteggersi l’una con l’al- preoccupazione di chi era intorno. Un
dibattito pubblico. Tra che, ma prefigurando lo scenario di intatte, i segni del tempo, sulle co- una forma di atavica «soggezione» si tra, sembrava fuori luogo; un respi- gesto risoluto e vigoroso, come una
le reazioni quella di un mondo migliore, con la risco- struzioni di pietra viva, più forti di facevano avanti. Fu lui allora ad av- ro troppo ampio per quelle distan- sferzata di vita e di energia in un pae-
Wojciech Polak, perta dei valori dello spirito, insie- quelli di un sisma che sembrava es- vicinarsi e a varcare la soglia di un’a- ze strozzate. se attonito e smarrito; ma più anco-
arcivescovo di me alla giustizia e alla solidarietà». sere passato al largo, senza accorger- bitazione che, come tutte le altre del A pochi passi era anche la chiesa. An- ra il segno stesso di un pontificato che
Gniezno e primate Wojtyla è stato il Papa che ha volu- si forse di un grumo di paese in cui si paese, sembrava non aver subito nes- ch’essa, come gli altri edifici del pae- andava a raccogliere, anzi a scovare,
della Polonia il quale, to Bassetti vescovo nel 1994. Nei è dissolto nel tempo anche il ricordo sun danno. Uscito dalla casa, Gio- se, tutta in piedi, il frontale intatto, so- brandelli di speranza tra gli angoli
anche nelle vesti di suoi ventisette anni di pontificato, della più grave sciagura ferroviaria vanni Paolo II riprese poi il cammi- lo i colori smorzati da nuvole di pol- sperduti del mondo. Quel banco di-
delegato della aggiunge il presidente della Cei, «ci mai accaduta in Italia: oltre 600 vit- no. La piazza era più in là e non si vere. Da un lato, nascosto alla piaz- ventò d’un tratto altare e cattedra. E
Conferenza ha invitati alla ricerca del volto di time, il 3 marzo del 1944, sul treno scorgeva ancora. Ai due lati della stra- za, il tetto del campanile crollato. E- consegnò alla più sparuta delle folle,
episcopale per la Dio e del volto umano, di quella di- 8017, nella galleria “Delle Armi”, sul- da, al suo passaggio, s’infittiva sol- ra il lato della fila dei banchi delle ra- un’immagine forte e suggestiva. Se ri-
protezione di bambini gnità spesso perduta o calpestata». la linea per Ricigliano. tanto il dolore: passava il Papa, ma gazze, che accompagnavano i canti torna in mente ora è perché quel vuo-
e giovani, ha E «non ha mancato di gridare for- Quando arrivò in paese, il Papa del- l’angoscia impediva a molti anche di della Messa serale delle sei. La trage- to di Balvano non è poi altra cosa del
espresso il dolore te il bisogno e il diritto dell’uomo le grandi folle, eletto meno di due an- sollevare appena il capo. Il dolore im- dia di Balvano, prese di mira quella vuoto e del silenzio che un altro Pa-
della Chiesa polacca alla sua libertà». Libertà «da ogni ni prima, si trovò quasi senza nessu- pietriva ogni gesto. fila, seminando morte tra chi, più di pa, Francesco, quarant’anni dopo e
per i fatti riportati e oppressione politica o ideologica, no intorno. Irreale il paese che assur- Erano spaesati anche gli uomini del ogni altro, in quella terra aveva gli nel pieno di un’altra tragedia, ha spe-
ha chiesto alla Santa che conduce all’asservimento e al- damente, per chi veniva da altri cen- seguito, il solo piccolo assembra- occhi e il cuore rivolti al futuro. Il do- rimentato nella più celebre tra le
Sede di aprire la disperazione», sottolinea il car- tri colpiti, quasi allontanava la realtà mento che poteva farsi, in quel mo- lore aveva il segno, tragico e ricono- piazze del mondo, San Pietro, diven-
un’indagine anche sul dinale. E oggi, ammonisce Basset- del disastro. Irreale quel vuoto intor- mento, intorno a Giovanni Paolo II, scibile, di un totale spaesamento. La tata cattedra e altare di un altro tem-
ruolo che nella ti, Giovanni Paolo II «ci avrebbe no al Papa che volle compiere a pie- pellegrino nel cratere del terremoto, tonaca impolverata del parroco che po. Ma della stessa speranza e dello
vicenda avrebbe rimproverati per le chiusure e l’e- di gli ultimi tornanti che portavano pochi giorni dopo quel drammatico gli andò incontro, lasciò una grande stesso coraggio.
avuto un vescovo. goismo bieco che lascia nel dolo- alla piazza. Da un lato e l’altro della 23 novembre dell’Ottanta. L’elicot- macchia di grigio sulle vesti di Gio- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 19 maggio 2020 PRIMO PIANO 17

Il centenario
del Papa Santo Ha aperto il cattolicesimo al futuro
Zanussi: in tempi di consumismo il pontificato di Giovani Paolo II ha scommesso sull’idealismo giovanile
Da artista devo ricordare i suoi sforzi per cancellare il divorzio tra Chiesa e cultura. Fu poeta fino alla fine
Pubblichiamo il testo, inedito in ita- rafforzato il dialogo con i non creden- Giovanni Paolo II ha attinto al lin- smantellamento, quasi senza spargi- mento in materia sessuale va di pari RIFLESSIONE
liano, scritto dal regista Krzysztof Za- ti e ha voluto andare incontro alle al- guaggio dell’arte quando il linguaggio mento di sangue, del comunismo. È passo con la lode dell’amore fisico. Dal
nussi su Giovanni Paolo II. L’articolo tre fedi. L’incontro memorabile ad As- delle encicliche si era esaurito. Basta un merito innegabile. Oggi a distanza punto di vista della critica, questo ri- In un testo inedito
intitolato “Che cosa ci ha lasciato?” è sisi, contestato all’interno della stes- questo come prova della serietà con di anni sappiamo che il comunismo gore non si interseca con il realismo, in italiano il noto
comparso in originale polacco sulla sa Chiesa cattolica, fu una svolta nel- cui il Papa approcciava la cultura. Ne non aveva più alcuna forza di attra- ma, in fin dei conti, l’intero messaggio regista si chiede
rivista Wszystko Co Najwazniejsze. la storia del cristianesimo. Allo stesso furono espressione la sua famosa let- zione seria, che era profondamente cristiano invoca l’eroismo. Tuttavia,
modo dobbiamo ricordare la sua visi- radicato nel secolo passato, che era
tera agli artisti, nonché la decisione di non volevo scrivere di questo. Cer- cosa in particolare
KRZYSZTOF ZANUSSI
ta alla sinagoga di Roma e una profon- istituire il Pontificio Consiglio della un’ideologia sterile e Giovanni Paolo cando una risposta alla domanda su resterà degli anni
da apertura al giudaismo. Anche l’e- cultura. Come primo non italiano sul- II lo aveva capito meglio di molti po- cosa rimarrà nel tempo di questo pon- di papa Wojtyla

«C
he cosa ci ha lasciato?». same di coscienza dei cattolici e l’am- la cattedra di Pietro dopo quattrocen- litici in Occidente. tificato, suggerisco il seguente pen-
Vale la pena fare una do- missione aperta delle loro colpe, com- to anni, Giovanni Paolo II ha avuto In occasione degli anniversari gli errori siero: il cristianesimo, in particolare
sul soglio di Pietro
manda del genere? I giu- messe in nome di Dio, costituirono u- molti meriti nel processo, estrema- di solito non vengono quasi ricordati, occidentale, nonostante molte esita- E suggerisce:
dizi della storia sono mutevoli e mai na svolta. mente difficile, di superare italocen- anche se ogni persona che opera nel- zioni nel corso dei secoli, ha adottato l’alleanza adottata
definitivi. Li formuliamo volentieri in Da artista, devo ricordare gli sforzi di trismo, eurocentrismo e chiusura del lo spazio pubblico ne commette sem- un’alleanza con la ragione (a differen- dal cristianesimo,
occasione di anniversari tondi che, ol- Giovanni Paolo II per cancellare il di- cattolicesimo a un ambito solo occi- pre tanti. Oggi, dopo anni, sento so- za, ad esempio, dell’Islam, in cui un
tretutto, non hanno alcun significato vorzio avvenuto tra Chiesa e cultura. dentale. Non era un grande ammini- prattutto accuse riguardanti le scelte califfo ha deciso di rompere con la fi-
specialmente
oggettivo. Che cosa ci ha lasciato Gio- Giovanni Paolo II ha iniziato come arti- stratore: essendone consapevole, non personali e l’eccessiva fiducia che il losofia greca e tutt’oggi vediamo gli ef- quello occidentale
vanni Paolo II, guardando dalla pro- sta, era attore, drammaturgo e poeta. Ri- ha cercato di riorganizzare profonda- Papa riponeva in persone che aveva fetti di questa decisione). con la ragione
spettiva di un secolo dalla sua nasci- mase poeta fino alla fine della sua vita: mente la Curia Romana, ma, con i suoi nominato. Molti di questi rimproveri Giovanni Paolo II ha riabilitato Gali-
ta? La risposta sarà diversa a seconda poco prima della sua morte pubblicò la sono giustificati, ma guardando dalla
viaggi, l’ha costretta a uscire fuori dal- leo con grande enfasi, ammettendo
se guardiamo con gli occhi dei suoi poesia “Trittico romano”. Si può (come le mura del Vaticano. prospettiva polacca vedo una giusti- che il suo processo fu un errore della
compatrioti polacchi, dei compagni ha fatto con grande disinvoltura il filo- L’opinione pubblica laica di solito ini-ficazione per un uomo che per molti Chiesa. A molti questa iniziativa sem-
di fede, cattolici o cristiani, o se cer- sofo Sloterdijk) negare la grandezza di zia la valutazione di questo pontifica- anni del suo ministero episcopale in brò di scarso significato, mentre per
chiamo di collocarlo come statista, po- questa poesia, ma penso che in tale giu- to citando i suoi meriti di natura po- un paese comunista aveva dovuto co- il Papa era un’importante correzione
litico o filosofo. dizio ci sia più ritorsione che obiettività. stantemente fronteggiare ogni sorta
litica, quali il contributo del Papa allo della posizione della Chiesa riguardo
Il mio punto di vista, da artista catto- di notizie false (a quel alla scienza, alla li- Suor Faustina
lico ed ex studente di scienze, mi ob- tempo non si diceva bertà di ricerca scien-
bliga a mettere in primo piano il fatto fake news) riguardanti tifica e alla delimita- la memoria
che il pontificato di Giovanni Paolo II lui stesso e altri uomi- zione dei campi in cui liturgica
ha aperto il cattolicesimo al futuro, ni nobili al servizio del- la fede e la scienza so-
mettendo a tacere quella nota di no- la Chiesa polacca. Pro- no indipendenti l’una
il 5 ottobre
stalgia che risuonava nella Chiesa dai prio contro di loro le Ha rafforzato dall’altra.
tempi in cui essa deteneva il potere autorità fabbricavano il dialogo con i non Per tutta la durata del Papa Francesco
secolare. Questo Papa ha puntato sul- documenti che aveva-
la gioventù. In tempi di consumismo no tutte le caratteristi- credenti e ha voluto suo lungo pontificato,
ogni due anni a Castel
«accogliendo le
petizioni e i desideri di
ha scommesso sull’idealismo giova- che per sembrare au- andare incontro alle Gandolfo si sono svol- pastori, di religiose e
nile. Ha cercato di convincere i dub- tentici, ma erano com- altre fedi. L’incontro ti incontri del Papa con religiosi, come di
biosi che la spiritualità fosse progres- pletamente falsi. Più uomini della scienza, associazioni di fedeli,
sista. Allo stesso tempo ha indirizza- tardi in Vaticano, di
memorabile ad durante i quali egli a- considerato l’influsso
to il suo messaggio a tutti i contem- fronte a scandali fi- Assisi, contestato scoltava e poneva le esercitato dalla
poranei, non solo ai credenti, ha nanziari o morali, Gio- all’interno della domande, non inse- spiritualità di santa
vanni Paolo II più vol- stessa Chiesa gnava. Noto frutto del- Faustina in diverse
te non credette alle te- le riflessioni fatte in regioni del mondo, ha
stimonianze di chi de- cattolica, fu una quelle circostanze fu disposto che il nome
nunciava delle colpe, svolta nella storia poi una delle encicli- di santa Maria
riponendo la sua fidu- del cristianesimo che, Fides et ratio. Du- Faustina (Elena)
cia in persone di cui sa- rante il lavoro su que- Kowalska, vergine, sia
rebbe stato meglio non sta enciclica, accadde iscritto nel Calendario
fidarsi. Quando, per vie non ufficiali e un evento ben descritto da due testi- romano generale e la
attraverso le barriere della burocrazia moni polacchi che presero parte agli sua memoria
vaticana, la notizia delle molestie che incontri: il sacerdote prof Michal Hel- facoltativa sia
alcuni chierici aveva subito da parte ler, fisico e teologo, vincitore del Pre- celebrata da tutti il 5
dell’arcivescovo Paetz raggiunse il Pa- mio Templeton e l’arcivescovo prof. ottobre». È quanto si
pa, le dimissioni furono immediate. Józef Zycinski. legge in un decreto
Infine, mi permetto di esprimere un’o- Ebbene, Giovanni Paolo II arrivò alla della Congregazione
pinione che potrebbe sorprendere convinzione che nel drammatico per il culto divino e la
molti. Enuncio questo punto di vista conflitto tra la ragione e la Chiesa va- disciplina dei
da uomo un tempo vicino alle scien- le la pena fare un appello affinché, sacramenti, che
ze esatte e, successivamente, agli stu- così come nella scolastica i titani del dispone che questa
di filosofici. Giovanni Paolo II aveva pensiero occidentale, con Tommaso nuova memoria «sia
una solida carriera accademica alle D’Aquino in testa, avevano a dispo- inserita in tutti i
spalle, ha lasciato opere preziose, al sizione tutti gli strumenti delle scien- calendari e libri
confine tra teologia e filosofia. Secon- ze esatte di allora, anche oggi la teo- liturgici per la
do me, il più interessante dei suoi pun- logia utilizzi i metodi di ragionamen- celebrazione della
ti di vista riguarda la carnalità, cosa to, cioè gli strumenti elaborati dai pa- Messa e della Liturgia
senza dubbio legata alle sue espe- dri della scienza moderna: teoria del- delle ore, adottando i
rienze di vita. Fu il primo Papa in as- la relatività, meccanica quantistica, testi liturgici allegati al
soluto a praticare attivamente gli nonché gli apporti della biologia e di presente decreto che
sport, con profonda considerazione tutte le altre scienze. Inizialmente, devono essere
Giovanni Paolo II e il regista polacco Krzysztof Zanussi nel 1981 del corpo. Il suo rigoroso insegna- questo appello doveva essere reso tradotti, approvati e,
pubblico prima che venisse redatta dopo la conferma di
l’enciclica, ma al Papa arrivò un av- questo dicastero,
CELEBRAVA LA MESSA IMMERGENDOSI NEL MISTERO MIMMO MUOLO vertimento che tale dichiarazione sa- pubblicati a cura delle
rebbe stata poi utilizzata da schiere di Conferenze
incolti sotto il segno del New Age e episcopali». «Quanto

È
probabilmente solo una
coincidenza di date. Ma se
fosse invece un segno? Sia-
Nella liturgia abbracciava co gioiello da (ri)leggere e (ri)sco-
prire proprio in questi giorni,
mentre riceviamo il dono di porre
che solo pochi dei teologi di oggi a-
vevano competenze nella scienze
contemporanee. Di conseguenza, il
la Vergine Maria ha
cantato nel Magnificat
contemplando l’opera
mo tornati a Messa ieri, dopo qua-
si due mesi e mezzo, proprio nel
giorno del centenario della nasci-
il mondo guardando al cielo fine alla dolorosa astinenza del-
l’ultimo periodo. Nelle sue pagine
il Papa parla tra l’altro di uno
pensiero che avrebbe potuto avere un
carattere rivoluzionario per la teolo-
gia e per la Chiesa cattolica, si ritrovò
salvifica di Dio a
favore di ogni
generazione umana –
ta di san Giovanni Paolo II. Fin qui Francesco) scambiano la fedeltà scandiva tutte le sue giornate e ne «stupore eucaristico» da ravviva- in un documento di rango inferiore, si legge ancora nel
la coincidenza. Senonché papa con la fissità, ignorando che an- corroborava ogni iniziativa pa- re sempre, perché «c’è, nell’evento qual era la lettera pubblica del Papa decreto – ha trovato
Wojtyla è stato anche, nel corso del che la liturgia non è mera ripeti- storale. Davvero, vedendo san Gio- pasquale e nell’Eucaristia che lo al direttore di Specola Vaticana, cioè eco nell’esperienza
suo pontificato, un maestro di li- zione di riti e di formule, ma a- vanni Paolo II celebrare, si poteva attualizza nei secoli, una “capien- l’osservatorio astronomico gestito dai spirituale di santa
turgia. Ed ecco il segno da coglie- zione vissuta, partecipata, ispira- toccare con mano la realizzazione za” davvero enorme, nella quale papi, che sono anche i responsabili Faustina Kowalska
re per tutti noi, mettendo definiti- ta dall’Alto e compiuta dall’uomo, del famoso passo della “Sacro- l’intera storia è contenuta, come del calendario occidentale. che, per dono del
vamente da parte il vivace (a vol- in un connubio tanto più fecondo sanctum Concilium” secondo cui destinataria della grazia della re- Sono personalmente convinto che, Cielo, ha visto nel
te anche troppo e con intenti non quanto più aperto al soffio creati- la liturgia «è il culmine verso cui denzione». Vi rientra anche il co- seguendo le orme di Einstein - nei Signore Gesù Cristo il
del tutto limpidi) dibattito sulla vo dello Spirito. Con la liturgia (e tende l’azione della Chiesa e, al ronavirus, dunque, come testimo- fatti un uomo ateo, ma che dichiara- volto misericordioso
questione “Messa sì-Messa no” al lo ha confermato recentemente tempo stesso, la fonte da cui pro- niano le “stimmate” di sofferente va di sentire il Mistero e diceva che del Padre e ne è
tempo del coronavirus. anche il suo più stretto collabora- mana tutta la sua energia». quotidianità (guanti e mascheri- chiunque non lo senta è semplice- divenuta
Che cosa ci ha insegnato il Ponte- tore in questo campo, l’arcivesco- Così, combinando in se stesso que- ne, ad esempio) con le quali ci sia- mente cieco e sordo - si può notare annunciatrice». Suor
fice ora santo dal punto di vista li- vo Piero Marini) Giovanni Paolo II ste due dimensioni, il papa ora mo presentati ieri per la prima che il Mistero è la base di ogni sensi- Faustina, nata nel
turgico? Si potrebbe sintetizzarlo ha compiuto una grande opera di santo si è fatto egli stesso “croce” volta dopo tanto tempo nelle no- bilità religiosa, e che il quadro mo- villaggio di Glogowiec
parlando di una dimensione oriz- inculturazione della fede e in de- vivente, trasformando le sue brac- stre chiese. derno del mondo fisico ha smesso di in Polonia nel 1905,
zontale e di una verticale, en- finitiva una puntuale applicazio- cia aperte agli uomini nel legno o- San Giovanni Paolo II ci aiuti essere (come nel secolo scorso) de- morta a Cracovia nel
trambe particolarmente evidenti ne del Concilio Vaticano II. rizzontale e la sua immensa sta- dunque a ricordare che andare a terministico. La sua immagine si ba- 1938 e canonizzata
nella sua “ars celebrandi”. Oriz- Ma tutto questo non sarebbe sta- tura di uomo di fede in quello ver- messa non è tanto e solo un dirit- sa piuttosto sul probabilismo, men- nel 2000, «ha
zontale è stato senz’altro il suo al- to possibile senza l’altra dimen- ticale, nel totale abbandono alla to costituzionalmente garantito o tre il caso, agli occhi dei credenti di consumato la sua
largare le braccia fino a raccoglie- sione, quella verticale. Chi ha a- volontà di Dio. L’immagine che ri- una rivendicazione “culturale”, molte religioni, è una maschera die- giovane esistenza tra
re nella preghiera intorno all’Eu- vuto il dono di vedere da vicino trae Giovanni Paolo II segnato dal- ma significa far entrare nella no- tro la quale può nascondersi il Mi- le Suore della Beata
caristia tutti i popoli visitati nei papa Wojtyla celebrare non potrà la malattia e ormai prossimo alla stra vita l’incrocio delle due di- stero - cioè Dio, che è al di là del tem- Vergine Maria della
viaggi apostolici, valorizzando sa- mai dimenticare come il suo vol- morte, ma inscindibilmente ab- mensioni – immersione nel mi- po e dello spazio, quindi l’uomo non misericordia,
pientemente le specificità, le cul- to, i suoi atteggiamenti, la postu- bracciato alla croce il Venerdì San- stero di Dio e comunione con i fra- è in grado di abbracciarlo con la sua conformandosi
ture e le espressioni sincere dell’u- ra del corpo sembrassero quasi to del 2005, è infatti una delle “i- telli – da lui vissuto in massimo immaginazione. generosamente alla
mano che sgorgano da ogni cuore “trasfigurarsi” durante tutta la cone” della sua vita, insieme con il grado. E quanto davvero cambie- Se il pensiero di Giovanni Paolo II si vocazione ricevuta da
e da ogni terra, per armonizzarle Messa e in particolare mentre ele- vento che sfoglia il Vangelo il gior- rebbe il mondo, se ognuno faces- traducesse nella trasformazione del- Dio e maturando
con il Vangelo. Non è stata opera- vava la particola e il calice al cul- no dei suoi funerali. Mensa del- se propria questa lezione, trasfor- la teologia in scienza veramente mo- un’intensa vita
zione semplice e talvolta si è atti- mine della liturgia eucaristica. E- l’Eucaristia e mensa della Parola, mando una coincidenza di date derna, ciò potrebbe rappresentare il spirituale, ricca di
rata anche le critiche di certi pu- ra il segno di una immersione appunto. Così come colpisce che nel segno di una Presenza che ci a- massimo valore del suo pontificato. doni mistici e di fedele
risti, che (come avviene oggi per profonda nel mistero celebrato e l’ultima sua enciclica sia stata la bita e ci trascende. Ma questo lo mostrerà la storia. corrispondenza ad
alcuni aspetti del pontificato di dell’intensa vita di preghiera che “Ecclesia de Eucharistia”, autenti- ©
RIPRODUZIONE RISERVATA ©
RIPRODUZIONE RISERVATA essi».
Martedì 19 maggio 2020 ATTUALITÀ 19

IL CASO ■ In breve

Prima udienza
nel processo per
la morte del giovane
Delitto Sacchi, nuovi elementi STATI UNITI

«Mandava la scorta
a spasso col cane»

«Luca sapeva della droga»


ucciso durante
un fallito acquisto Pompeo nei guai
di una partita
I democratici Usa hanno av-
di hashish. Dalle viato un’indagine al Congres-
intercettazioni so sul recente licenziamento
emerge un incontro LUCA LIVERANI l’inchiesta che riguarda la violazione carabinieri depositata dalla Procura – rino, accusati dell’omicidio. L’infor- da parte di Donald Trump di
con gli spacciatori Roma della legge sugli stupefacenti. avviene cinque giorni prima della tra- mativa dei carabinieri attesta che i te- Steve Linick, l’ispettore gene-
Per l’accusa la ragazza avrebbe tenta- gedia. «Amo’, novità? Attieniti ai pia- lefoni di Luca e Anastasya, tra le 15.30 rale del dipartimento di Stato
cinque giorni
P
rima udienza nel processo per to di concludere l’acquisto di 15 chili ni», scrive il 18 ottobre Luca ad Ana- e le 16 del 18 ottobre hanno impegna- che aveva avviato un’inchiesta
prima della tragedia l’assassinio di Luca Sacchi, pre- di hashish con 70mila euro. Denaro stasiya. La ragazza risponde: «Ci ve- to i ponti ripetitori installati in via A- su presunti abusi da parte del
senti in aula alla sbarra gli im- mai ritrovato. Uno scambio sfociato diamo dopo». Sacchi invia altri mes- cuto e via Saccomuro a Casal Mona- capo della diplomazia Usa
putati e l’ex fidanzata, ma anche la fa- nell’aggressione mortale a Sacchi. Gli saggi: «Spero tu faccia come mi hai det- stero. Nello stesso orario vengono ag- Mike Pompeo, tra cui l’uso di
miglia del giovane. Procedimento su- spacciatori avrebbero deciso di pren- to, se no ti meno, se scopro che hai fat- ganciate le utenze di Del Grosso e Pi- agenti di sicurezza per porta-
bito aggiornato al 9 giugno, per con- dere con la forza lo zainetto della gio- to le cose senza di me...». rino in via Acuto «a dimostrazione che re a spasso il cane, andare in
sentire alle parti di presentare le liste vane, pieno di banconote. Lo scambio E c’è dell’altro. Luca e la fidanzata van- l’incontro tra i due gruppi è verosimil- lavanderia o ritirare le ordina-
dei testi. E dagli atti emergono scam- di messaggi tra Luca e la ragazza – a no a Casal Monastero, quartiere dove mente avvenuto», scrivono gli inqui- zioni ai ristoranti. Nel mirino
bi di messaggi tra Sacchi e la ragazza quanto emerge dall’informativa dei vivono gli spacciatori Del Grosso e Pi- renti. Luca Sacchi col telefono ha usa- anche i suoi viaggi in Kansas,
Giornalisti, che fanno pensare a un piano archi- to Google maps per raggiungere Casal dove starebbe considerando di
tettato assieme. E un possibile incon- Monastero dall’Appio Latino. candidarsi al Senato, e quelli
gli attentati tro con gli spacciatori qualche giorno La procura contesta a Del Grosso, Piri- della moglie insieme a lui in
a De Michele prima dell’omicidio. Una ferita aper- no e De Propris l’aggravante della pre- Medio Oriente. Il siluramento,
ta per la famiglia del ragazzo romano, meditazione. I tre, insieme con con De il quarto deciso dal presiden-
erano falsi che ieri non ha mancato di evidenzia- Propris padre, sono in carcere. Anasta- te, sarebbe avvenuto su ri-
re il grande dolore per la vicenda, so- sia, sottoposta a obbligo di firma, è an- chiesta dello stesso Pompeo,
Erano falsi i due prattutto in riferimento alla posizione che parte civile per la rapina subita. Al- secondo i media. Ad iniziare
attentati denunciati dal della giovane indagata. tro protagonista della vicenda è Gio- l’inchiesta parlamentare sono
giornalista Mario De Il procedimento si è aperto ieri matti- vanni Princi, ex compagno di classe di stati Eliot Engel, presidente
Michele, direttore del na davanti alla prima Corte d’Assise di Luca, accusato di violazione della leg- della commissione Esteri del-
sito Roma. Al centro c’è la morte del 24en- ge sulla droga. L’uomo non era in aula la Camera, e Bob Menendez, il
Campanianotizie.com, ne, allenatore in palestra, ucciso con ed è agli arresti domiciliari. Sarà pro- democratico più alto in grado
e che lo avevano fatto un colpo di pistola alla testa la sera tra cessato con rito abbreviato il 28 maggio. nella stessa commissione del
finire sotto scorta. In il 23 e il 24 ottobre 2019, davanti al pub La prima udienza si è chiusa rapida- Senato.
realtà gli spari contro la John Cabot, in zona Appio. mente col rinvio al prossimo 9 giugno,
sua auto dello scorso Il gip a gennaio aveva accolto la ri- per consentire alle parti di presentare
14 novembre e contro chiesta della procura di Roma, dispo- la loro lista testi, ma soprattutto di vi- SCUOLA
la casa il 4 maggio, se nendo il giudizio immediato per le sei sionare copia dell’ultima perizia del
li era provocati lui persone. A processo con rito ordina- Ris dei carabinieri. In aula erano pre- Frasi sessiste
stesso. Così venerdì è
stato raggiunto da un
rio ci sono Paolo Pirino e Valerio Del
Grosso, 20enni accusati di essere gli
senti anche i genitori di Sacchi: «Ci ha
fatto male rivedere Anastasia. Così
sui libri di testo
avviso di garanzia della autori materiali dell’aggressione; Mar- fredda, non ci ha nemmeno degnato Azzolina: «Vergogna»
Dda di Napoli, per cello De Propris, che avrebbe fornito di uno sguardo». La Corte ha fissato il
calunnia e detenzione l’arma; suo padre Armando, accusa- calendario delle udienze per giugno, Donne troppo grasse per in-
di armi da fuoco. De to della detenzione. Anastasiya Ky- luglio, settembre e ottobre. dossare una gonna corta, bel-
Michele, infatti, aveva lemnyk è coinvolta nella tranche del- Anastasiya Kylemnyk, fidanzata di Luca Sacchi, col suo avvocato / Ansa © RIPRODUZIONE RISERVATA le da sembrare un angelo o tal-
collegato gli spari alla mente brutte che nessun ra-
sua attività di gazzo le degna di uno sguar-
denuncia. Ma non era L’APPELLO DELLA MADRE: POTREBBE ESSERE CONTAGIATO, MANDATELO AI DOMICILIARI do. Sono le frasi sessiste “rin-
vero. Già interrogato, tracciate” su un libro di testo
avrebbe ammesso il
falso, dimettendosi
dalla direzione. Eppure
era subito diventato un
“eroe”, invitato in varie
«Mio figlio a rischio in quella cella» dal deputato di +Europa, Ales-
sandro Fusacchia. Sulla vicen-
da è intervenuta anche la mi-
nistra dell’Istruzione Lucia Az-
zolina, che ha definito le frasi
trasmissioni tv. Anche
se fin dall’inizio i Genova, l’imprenditore Carpi sta scontando la pena per aver diffamato un giudice «semplicemente vergognose.
Faremo certamente i dovuti
carabinieri di Aversa approfondimenti e segnalere-
avevano invitato alla DINO FRAMBATI evidente all’interno delle carceri, dove a suo giudizio non sono tali da impedi- mo la cosa all’Associazione i-
prudenza. E anche la Genova non è possibile mantenere la distanza di re la sua scarcerazione in coincidenza taliana editori». Alla ministra ha
lettura di vari articoli un metro tra detenuti prescritta dalla leg- con la pandemia. E aggiunge di essere risposto la Rizzoli Education:

«I
pubblicati da De l Procuratore generale della Cor- ge». Per questo chiede che vengano con- «molto perplessa nel vedere scarcerati e «Il passaggio è relativo a un li-
Michele avrebbe te di Cassazione ha invitato i col- cessi al figlio gli arresti domiciliari. Fi- trasferiti ai domiciliari altri detenuti» che bro di testo pubblicato sei an-
dovuto porre dei dubbi: leghi delle Corti di appello a nora il Tribunale di sorveglianza ha det- si sono macchiati di delitti molto gravi. ni fa. Da allora sono state pub-
pieni di attacchi al chiedere la scarcerazione per tutti i de- to no, perché ritiene che Carpi possa rei- Ci sarebbe anche un altro aspetto da blicate due nuove edizioni e
mondo dell’antimafia tenuti che devono scontare meno di tre terare il reato di diffamazione. Non è ba- chiarire. Il Tribunale di sorveglianza, ri- modificate le frasi segnalate».
casertano, in anni, quindi non mi spiego perché Car- stato proporre il divieto di comunicare leva la madre di Carpi, «continua a attri-
particolare Libera, il lo sia ancora in carcere». con terze persone: i giudici ritengono buire rilevanza alla diagnosi di disturbo
Comitato don Peppe Preoccupata per il rischio di contagio da che la prescrizione possa essere facil- bipolare della personalità del detenuto FEMMINICIDIO
Diana e le cooperative Covid in cella, una madre chiede cle- mente elusa. Ma di fronte a questa o- fatta dallo psicologo del ministero di
sociali che gestiscono i menza per il figlio. Carlo Carpi, impren- biezione la signora Tassara, assistita Grazia e Giustizia, quando invece l’é- Rifiutava le cure
beni confiscati. Ora
l’Ordine dei giornalisti,
ditore ed ex candidato sindaco di San-
remo, è detenuto a Marassi dal 1° luglio
dall’avvocato Marco Mensi, sottolinea
la volontà “collaborativa” del figlio, che
quipe psichiatrica che presta servizio
nel penitenziario ha in seguito escluso
Uccide la moglie
che nei mesi scorsi lo 2019: sta scontando la pena di un anno si è costituito dopo la condanna e «pur ogni disturbo di natura psichiatrica, ri- con un coltello
aveva difeso, annuncia e 10 mesi per calunnia, diffamazione e non condividendola, ha sempre ri- tenendo che Carlo sia completamente
provvedimenti stalking nei confronti di un magistrato spettato la sentenza della Corte d’ap- sano e rifiutando la sua presa in carico Un colpo mortale alla gola e
disciplinari. Mentre genovese. La mamma, Maria Gabriella pello di Torino». proposta dalla direzione del carcere». due al torace. Così Vincenzo
"Ossigeno per Tassara, non entra nel merito della vi- La donna definisce quelli commessi dal Per la liberazione di Carpi, un anno fa, Buccheri, 67 anni, ex vendito-
l’informazione" lo ha cenda giudiziaria, delicata e complessa, figlio «reati di opinione», cui si è aggiun- era stata lanciata una petizione popo- re ambulante di Niscemi, ha
cancellato dall’elenco ma si limita a lanciare un appello uma- ta una «forma di stalking determinata da lare. Ora si è levata anche la voce di u- ucciso la moglie, Giuseppa
dei giornalisti a rischio. nitario dettato dai rischi dell’emergen- pochi incontri avvenuti a Genova in zo- na mamma in ansia. Pardo, di 66 anni, casalinga. Il
(A.M.M.) za sanitaria, che «si manifesta in modo ne di pubblico passaggio». Condotte che © RIPRODUZIONE RISERVATA delitto è avvenuto ieri mattina,
nell’abitazione della coppia al-
la periferia della città. All’origi-
ne dell’ennesimo femminicidio,
Niente pericoli Non tornerà a casa dai parenti, ma continuerà a
scontare i suoi ergastoli nel carcere di Oristano. Il
in cancelleria dal giudice Maria Cristina Lampis che
hanno lasciato in cella Battisti. E questo anche «in
aveva chiesto la misura alternativa per scongiurare
l’infezione da Covid. Il suo nome si era aggiunto tra
ipotizzano gli inquirenti, i di-
sturbi mentali del pensionato,
Cesare Battisti Tribunale di sorveglianza di Cagliari ha respinto la considerazione dell’assenza di contagi all’interno le polemiche alla lista di detenuti “eccellenti”, la che si sarebbero acuiti negli ul-
richiesta per la detenzione domiciliare avanzata da dell’istituto e delle misure, articolate e puntuali, maggior parte per reati di mafia, che avevano fatto timi sei mesi tanto che i fami-
resta in carcere Cesare Battisti. «Il rischio contagio debba ritenersi adottate per gestire l’emergenza» nel carcere. A un lo stesso tipo di richiesta. Ma anche in questo caso liari avrebbero voluto sotto-
da escludere», spiegano le motivazioni depositate anno e mezzo dalla sua cattura, l’ex superlatitante i magistrati hanno bocciato l’istanza. porlo a un Tso. Lui ha sempre
rifiutato le cure.

ALL’INSEGNA DELLA PRUDENZA I PRIMI PASSI DELL’ESECUTIVO A ROTAZIONE NETANYAHU-GANTZ FIAMMETTA MARTEGANI

Se il governo più strano di Israele


I Missionari del PIME (Pontificio

D
opo 509 giorni di gestazione, il 35esi- tivo. E ieri il ministro degli Esteri (a sua volta
Istituto Missioni Estere)
mo governo della storia di Israele è ex capo dell’esercito) Gabi Ashkenazi ha sot- annunciano che
nato in mezzo a un’emergenza na- tolineato che il piano «verrà portato avanti
zionale – il coronavirus – e non proprio sotto
i migliori auspici. Il giuramento è avvenuto
domenica tra mille polemiche. Non piace quel
può riportare il Paese alla normalità con responsabilità e in coordinamento con gli
Usa, tutelando i trattati di pace e gli interessi
strategici di Israele». Chiaro riferimento agli EGIDIO MOZZATO
padre

(fragilissimo) meccanismo di rotazione tra il sortita potrebbe tirare fuori il Paese da uno che «è tempo di estendere la legge israeliana accordi con Giordania ed Egitto. MISSIONARIO IN BRASILE
premier Benjamin Netanyahu, che guiderà per stallo che si è protratto per un anno e mezzo agli insediamenti». Ma il neo-alleato Gantz, Parlano di saggezza, poi, due nomine che spic-
è tornato alla casa del Padre
i prossimi 18 mesi, e l’ex rivale Benny Gantz, (con tre tornate elettorali andate a vuoto). E che non ha dimenticato i suoi quarant’anni cano: quelle delle ministre che rappresentano sabato 16 maggio 2020. Padre
per ora ministro della Difesa e premier “vica- persino mostrare un suo equilibrio. Un primo di carriera militare (fino alla carica più alta due importanti minoranze del Paese. A Pni- Mozzato riposa nel cimitero del
rio”. Non piace l’ingombrante richiamo ai tre (incoraggiante) segnale di ponderatezza c’è. E di ramatkal), non sembra per nulla intenzio- na Tamano-Shata, esponente della comunità PIME di Villa Grugana.
processi (per corruzione, frode e abuso d’uffi- riguarda proprio una delle questioni più de- nato ad aprire un fronte con la comunità in- etiope, è andato il ministero dell’Immigra- MILANO, 19 maggio 2020
cio) a cui si dovrà sottoporre il primo ministro licate sul tavolo negoziale: le annessioni di par- ternazionale e con i Paesi confinanti già sul zione. All’ultraortodossa Omer Yankelevich il
a partire dal prossimo 24 maggio (salvo i so- te della Cisgiordania e della Valle del Giorda- piede di guerra (Egitto e Giordania hanno de- dicastero della Diaspora. Entrambe sono sce-
La parrocchia di S. Maria del
liti imprevisti). Non piace il numero record di no così come viene prefigurato nell’“Accordo finito le possibili annessioni una «catastro- se in campo grazie alla pressione di Gantz. Tra
Rosario di Milano è vicina con
ministri: 36 – «più ministri che contagiati», la del Secolo” per il Medio Oriente proposto in fe»). E ha fatto capire, Gantz, che qualsiasi de- le novità, infine, c’è l’uscita di scena di Avig- l’affetto e la preghiera a
battuta che girava ieri –, prodotto di una ne- gennaio dal presidente americano Trump. cisione sulle annessioni deve essere prima sot- dor Lieberman, leader della formazione na- monsignor Pierangelo Sequeri
goziazione da Manuale Cencelli tra i due par- In questo nuovo governo ibrido c’è un’ala, toposta alle Forze Armate. La stessa Casa Bian- zionalista Israel Beitenu che per tre elezioni è per la scomparsa della cara
titi principali, il Likud di Bibi, e Blu Bianco di quella più vicina a Bibi Netanyahu, che spin- ca ha mostrato una certa cautela: «Pensiamo stato considerato l’ago della bilancia politica
Benny. Non piace, infine, la subordinazione, ge per una definizione dei confini da attuar- che queste decisioni debbano essere il risulta- israeliana. Proprio lui è stato escluso dai gio- mamma
mai così tanto esplicitamente dichiarata, al si al più presto. Nei giorni scorsi lo stesso pre- to delle discussioni fra israeliani e palestine- chi, schiacciato dall’inaspettata alleanza Bi-
sostegno e agli obiettivi americani. Eppure, mier, indubbiamente rafforzato dal risultato si», è stato suggerito. Così la prudenza sembra bi-Benny. Almeno fino alla prossima mossa. JOLANDA
MILANO, 19 maggio 2020
proprio questa coalizione così stranamente as- elettorale, ha ribadito senza tentennamenti aver guidato i primi passi del neonato esecu- © RIPRODUZIONE RISERVATA
20 ECONOMIA E LAVORO Martedì 19 maggio 2020

LE TRATTATIVE Lʼanalisi
Venerdì scade
il termine entro cui
i creditori privati
Debito argentino, terzo tempo IL PARADOSSO
MAI RISOLTO
GIUSEPPE PENNISI

per evitare il nono default


possono aderire
al piano di
L’
Argentina è sulla soglia di una
ristrutturazione nuova insolvenza, la nona
nella storia della sua
del governo per un indipendenza. Ci sono lezioni che si
passivo di oltre 65 possono trarre per Paesi fortemente
miliardi. Dietro LUCIA CAPUZZI pilastri. Primo, una moratoria di tre la. Il presidente s’è detto più volte a- gliato fuori dai mercati finanziari, co- indebitati come è oggi l’Italia e
le quinte, negoziato anni per i pagamenti, rimandati al perto a esaminare contro-offerte me accaduto dopo il crac del 2001. rischiano di esserlo in Europa, già

N
ovantasei ore. Tanto, anzi 2023. Secondo, una riduzione mo- che, secondo fonti ben informate, D’altra parte, però, Buenos Aires sa l’anno prossimo, Belgio, Francia,
sul filo del rasoio tanto poco separa l’Argen- derata – il 5,4% – del capitale e, infi- sarebbero oggetto di un negoziato di non poter pagare senza provoca- Grecia e Spagna. La prima lezione è
sulle contro-offerte tina dall’incubo – al mo- ne, un drastico taglio degli interessi frenetico. Blackrock, in particolare, re il collasso della propria economia, che il debito della pubblica
mento tecnico – di un nuovo default. che, dal 7%, calerebbero al 2,3%. avrebbe chiesto una riduzione del in recessione da tre anni. Il debito, amministrazione non si risolve con
Il nono degli ultimi due secoli e il pri- Condizioni giudicate irricevibili dai periodo di moratoria o un aumento ormai, pesa per l’89,4 per cento sul strumenti di ingegneria finanziaria.
mo, nel mondo, nel pieno della pan- fondi creditori, in gran parte statu- dei tassi di interesse dei titoli ristrut- Pil, ma è «insostenibile». A definirlo Negli ultimi trentacinque anni,
demia di Covid. Venerdì è l’ultimo nitensi, a partire dal gigante Black- turati. Il governo argentino mantie- così è stato il Fondo monetario in- l’Argentina è stata quasi un
giorno in cui i creditori privati po- rock, detentore di quote per cinque ne il riserbo. Non è un segreto, però, ternazionale (Fmi), esso stesso cre- laboratorio di inventiva finanziaria
tranno accettare il piano del gover- miliardi. Buenos Aires – alias il duo che quest’ultimo voglia evitare a tut- ditore dell’Argentina per 44 miliardi per trattarlo, anche l’adozione di un
no di Alberto Fernández per la ri- Ferández-Guzmán –, però, non mol- ti i costi un default per non essere ta- di dollari. currency board, un sistema di
Il Giappone strutturazione di un debito da oltre All’inizio di febbraio, la commissione commissariamento valutario secondo
65 miliardi di dollari. La somma in incaricata di esaminarne la capacità il quale la moneta locale veniva
è tornato valuta estera rappresenta meno di di solvenza si era convinta dell’im- emessa solo in funzione delle riserve
di nuovo un quarto del passivo complessivo possibilità di ripagare il passivo sen- della Banca centrale che onorava un
contratto da Buenos Aires, pari a 320 za attuare una politica di feroce au- cambio di parità con il dollaro Usa.
in recessione miliardi di dollari, il più alto dell’A- sterità. I cui costi sociali sarebbero Tale strumento ha avuto effetti nefasti
merica Latina. È, però, la partita più stati devastanti. Per questo, il Fmi a- sulla bilancia dei pagamenti del Paese
La pandemia del ardua data la riottosità dei fondi di veva chiesto «uno sforzo significati- quando il vicino Brasile ha
coronavirus fa investimento a concedere sconti si- vo da parte dei creditori privati». Po- improvvisamente svalutato, mettendo
ripiombare l’economia gnificativi. sizione condivisa da numerosi e- a soqquadro i conti con l’estero
giapponese in La dimostrazione si è avuta l’8 mag- sperti, a partire dal Nobel Joseph Sti- argentini. Oggi il debito dell’Argentina
recessione per la gio scorso, quando la mancanza di a- glitz. L’irruzione del fattore Covid la è pari al 90% del Pil (era giunto a 300%
prima volta in 4 anni e desioni aveva costretto Fernández a puntella ulteriormente. La quarante- del Pil nel 2001). Il livello parrebbe
mezzo, ovvero dal un ulteriore prolungamento. Il pre- na imposta dal governo è riuscita a "sostenibile", ma è denominato in
secondo semestre del sidente non ha mai dato un bilancio tenere sotto controllo vittime, 374, e dollari Usa (e detenuto da fondi
2015. Nel primo dei consensi ottenuti ma, secondo contagi, poco più di 8mila. Il costo e- internazionali): dal 2018 il cambio
trimestre del 2020 la fonti non ufficiali, meno del 20% dei conomico è, però, alto: si prevede u- contro il dollaro è crollato del 70% e a
terza economia del possessori di titoli si era fatta avan- na contrazione del Pil del 6,5%. Un e- Buenos Aires, al mercato nero, i "dollar
mondo ha sofferto un ti. Nemmeno lo slittamento, però, ha ventuale nuovo crac argentino rischia blue" valgono il doppio del cambio
calo del Pil, su base prodotto finora novità di rilievo. Al- di innescare un effetto domino in A- ufficiale. Il debito della pubblica
annualizzata, pari a - meno a livello ufficiale. L’offerta ori- merica Latina in un momento di in- amministrazione, poi, non è bilanciato
3,4% stando ai dati ginaria, presentata dal ministro del- certezza globale. Con conseguenze da ricchezza delle famiglie e delle
preliminari diffusi dal l’Economia argentino, Martín imprevedibili e pericolose per tutti. imprese. A titolo indicativo, secondo gli
governo di Shinzo Abe. Guzmám il 17 aprile, si basa su tre La sede della Banca centrale d’Argentina a Buenos Aires / Epa © RIPRODUZIONE RISERVATA ultimi dati del World Distribution of
Il dato è stato migliore Wealth delle Nazioni Unite, il
delle attese degli patrimonio netto medio delle famiglie
analisti, che avevano SONO GIÀ OTTO I CRAC IN DUE SECOLI argentine (nel 2018) era pari a 38.000

Un Paese ricco di risorse


previsto un tonfo pari a dollari mentre quello delle famiglie
-4,6%. La flessione italiane superava i 120.000 dollari.
segue tuttavia quella zionali dopo la sconfitta nelle isole Falkland nel Inoltre, la bilancia commerciale
del quarto trimestre, maggio 1982, sette anni dopo ci fu un altro de- argentina è tradizionalmente
pari a -7,3%, fault legato ad una serie di falliti tentativi di ri- deficitaria, mentre quella italiana è
confermando così la
fase di recessione
tecnica, definita da due
trimestri consecutivi di
vittima dei suoi bond strutturazione economica con Menem al pote-
re. All’inizio del nuovo millennio il più grave dei
fallimenti, il crac del 2002 dovuto a un mix di ec-
cessive spese statali e alla decisione, rivelatasi
eccedentaria. In effetti, come scrisse A.
David Knox di Oxford trent’anni fa, i
problemi del debito della pubblica
amministrazione argentina sono di
contrazione del Pil. CINZIA ARENA se un prestito da un milione di sterline alla ban- sbagliata, di agganciare la moneta locale, il pe- economia reale e le misure finanziarie
Crollo dell’export, ca Baring di Londra per finanziare il porto de- so, al dollaro. L’economia ebbe un crollo: un’o- (neanche il prestito di 57 miliardi di

I
scivolato nel primo l fallimento non è una novità per l’Argen- stinato a sostenere le esportazioni di prodotti perazione pensata per contenere l’inflazione ha dollari del Fondo monetario) li hanno
trimestre del 6%, al tina, ma una variabile costante della sua agricoli: quel prestito non fu mai restituito e rap- avuto esattamente l’effetto opposto. Il default curati: il Paese ha grandi risorse
ritmo peggiore da travagliata storia economica. Ogni default presentò il primo di una lunga serie di crisi: qual- del 2002 è stato l’avvio della tormentata vicen- naturali ed umane ed è fortemente
quello del trimestre porta già in sé i germi del successivo, in un cir- cosa come otto default totali e altri sei parziali da dei “Tango bonds” (i titoli di Stato ad alto ren- industrializzato, ma non esporta quasi
compreso tra aprile e colo vizioso che non si è mai riusciti a spezza- (quando cioè viene restituita solo una parte del dimento, visto l’alto rischio di fallimento del manufatti. Ha sperimentato politiche
giugno del 2011, dopo re (il debito pubblico argentino è di quasi 200 debito). Un lungo elenco che adesso sembra al- paese), sottoscritti in maniera massiccia anche economiche estreme
il passaggio dello miliardi di dollari, circa il 90% del prodotto in- lungarsi ancora. dagli investitori italiani, che si è risolta solo nel (dall’iperpopulismo all’iperliberismo)
tsunami e dal terno lordo). L’Argentina è ricca di risorse na- Nel 1890 fu bloccata la restituzione dei debiti 2016 con gli accordi di compromesso, ed ha rap- negli ultimi sessantacinque anni senza
terremoto dell’11 turali, con un’agricoltura e un’industria fio- accesi per finanziare lo sviluppo immobiliare di presentato il simbolo della riammissione del mai affrontare e risolvere i nodi di
marzo 2011. Sarebbe rente, una popolazione culturalmente e so- Buenos Aires, fra palazzi eleganti e grandi viali Paese nella comunità finanziaria internaziona- fondo dell’economia reale. Da qui la
solo all’inizio: gli cialmente avanzata, ma è vittima di un desti- alberati. Ci furono poi tanti altri passi falsi. Nel le. L’episodio più recente, nel 2014 nella guerra seconda lezione: nel formulare ed
analisti prevedono una no quasi irreversibile per quel che riguarda la 1951 la crisi fu innescata dalla fine del boom e- con i vulture fund americani, che chiedevano il applicare misure di ingegneria
contrazione del Pil, su sua valuta e il suo debito. conomico per le Guerre mondiali e dalla neces- pagamento completo del debito 2001: l’ammi- finanziaria (che non mancano) tenere
base annua, pari a - Si cominciò subito male, nel 1824, ad appena sità di forniture alimentari, nel 1956 dalla fine nistrazione Fernandez compie un default, an- sempre ben presente i problemi
22% nel secondo otto anni dalla dichiarazione d’indipendenza dell’era Peron. Una delle crisi più consistenti fu che se minore e su una sola scadenza. sottostanti di economia reale.
trimestre. dalla Spagna, quando l’amministrazione chie- legata alla sospensione dei pagamenti interna- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

Pensioni e previdenza
L’insostenibile
peso del debito 200 miliardi 67mila milioni 0,014 dollari
pubblico
A tanto ammonta, in dollari,
il debito pubblico argentino,
Il debito, espresso sempre
in dollari, che l’Argentina
Il valore del peso argentino.
Nel 1992 il suo valore fu
I riscatti e il calcolo contributivo:
circa il 90% del Pil chiede di poter rinegoziare agganciato al dollaro i percorsi Inps sono separati
VITTORIO SPINELLI attesa di questi aggiornamenti,
l’Inps precisa che una domanda di

I
l calcolo contributivo delle opzione al sistema contributivo si
pensioni si applica a tutti i deve presentare sul sito internet
lavoratori assunti dopo il seguendo il normale percorso di
1996. Con 20 anni di richiesta di pensione, con Pin, Spid
versamenti, nel 2016 l’Inps ha ecc. Anche le domande di riscatto di
liquidato le prime pensioni qualsiasi tipo si devono presentare,
contributive doc. Si può facilmente tutte in via telematica (con Pin
calcolare che, superati 40 anni di dispositivo, Spid, Cie, patronati ecc.),
versamenti, dal 2036 in poi il seguendo il percorso per esse
contributivo sarà esclusivo e uni- ordinario. Tuttavia se il riscatto è
versale, consegnando finalizzato a una pensione
definitivamente alla storia il sistema contributiva i dipendenti privati
retributivo. Tuttavia il contributivo è devono aggiungere un modulo
anche una scelta a disposizione degli (codice AP142) da scaricare,
assicurati in alcune situazioni (come compilare e allegare alla domanda
"opzione donna", il computo di in corso. Le modalità di
contributi nella gestione separata presentazione – precisa l’Inps –
ecc.) che la legge ammette solo se valgono anche quando il riscatto
confluiscono in una pensione tutta viene richiesto insieme alla
contributiva. Come le pensioni, domanda di pensione
anche i riscatti possono essere esclusivamente contributiva. Le
soggetti al contributivo. In questi informazioni su riscatti e pensioni,
casi l’onere a carico dell’interessato pur essendo di ampio interesse per
viene determinato in percentuale migliaia di lavoratori, sono
della retribuzione, in particolare inspiegabilmente riservate dall’Inps
quando lo stesso riscatto si ai soli operatori delle Sedi
accompagna a una pensione da (messaggio "no internet" n.1935
liquidare col calcolo contributivo. dell’11 maggio). Ripensando ai
Attualmente le vie per richiedere le doveri di comunicazione verso il suo
pensioni e i riscatti sono distinte e pubblico, l’Istituto ha riportato
separate all’interno dell’Inps, ma integralmente le stesse informazioni
ancora temporaneamente, essendo nel messaggio 1982 del 14 maggio,
in vista la loro integrazione quando liberamente consultabile sul sito
appunto il riscatto è finalizzato ad Internet. Un plauso.
una pensione tutta contributiva. In © RIPRODUZIONE RISERVATA
AGORA
ELZEVIRO
Martedì 19 maggio 2020

Virus e dittature,
il lato profetico
di Jack London
MAURIZIO CUCCHI

I
n questi tempi di cupa detenzione, il
conforto di buoni libri di narrativa,
magari classici, ci viene per fortuna in cultura
aiuto. Avevo allora deciso di tornare a un religioni
amore giovanile (mio e di moltissimi), e cioè scienza
Jack London, trovandomi tra le mani una sua
tecnologia
opera che avevo dimenticato, ma il cui titolo
tempo libero
Cercando san Francesco nelle sue “Vite” 22
mi aveva momentaneamente... respinto: La
peste scarlatta. Ho poi messo da parte spettacoli Pieranunzi: «La mia musica domestica» 23
scaramanzie banali e ho riletto d’un fiato quel sport
breve romanzo, ripubblicato in anni recenti da Cinema, addio a Michel Piccoli 23 Grazie alla sua pluralità
Adelphi. L’impressione è stata quella di una
riscoperta quanto meno sorprendente. Nel
1912 (prima della spagnola) London, infatti,
I calciatori e la paura del Covid-19 24 il patrimonio europeo
inventava una storia ambientata nel 2073,
potrebbe costituire
quando un ex professore universitario della una risposta
California rievocava l’orribile epidemia che a ripiegamenti identitari
nel 2013, sessant’anni prima, aveva cancellato e crisi ambientale
dalla terra quasi l’intera umanità. Ne parlava
da vecchissimo superstite a ragazzini ridotti a
Il fattore religioso
una condizione pressoché selvaggia, perché la e i diritti delle donne
peste aveva spazzato via ogni elemento di
umana civiltà. Un libro, tra l’altro, che anticipa
successivi racconti post–carastrofe, come in JULIA KRISTEVA
particolare il romanzo La strada (titolo

C
londoniano) di Cormac McCarthy del 2006. Ed ittadina europea, di na-
ecco che ora viene riproposto in Oscar zionalità francese, di ori-
Mondadori un classico di London, e cioè Il gine bulgara e americana
tallone di ferro (pagine 288, euro 13,00), di adozione, non sono insensibi-
tradotto da Sara Sullam e munito di una le alle critiche amare, ma avverto
importante postfazione di Cinzia Scarpino. anche il desiderio dell’Europa e
Romanzo fantapolitico in cui appare una della sua cultura. Crudelmente
feroce oligarchia dittatoriale e che offre una delusi dalla politica, astensioni-
serie di interventi di un giovane e fierissimo sti ostinati, gli italiani, i greci, i po-
socialista di primo Novecento, Ernest lacchi e anche i francesi non han-
Everhard. Il romanzo si realizza a partire no però messo in discussione la
dall’amore per lui (nonostante l’opposta loro appartenenza alla cultura
condizione sociale) della ricca borghese Avis, europea: si “sentono” europei.
che racconta ogni cosa in un suo diario, poi Che cosa significa questo senti-
rinvenuto da uno storico nell’anno “419 della mento, evidente al punto che la
Fratellanza dell’Uomo, XXVI secolo dell’era cultura nel Trattato di Roma nep-
volgare”. Ernest ragiona e continuamente pure è citata? Ora, è la cultura eu-
discute (poi non ropea che può essere la via mae-
solo...) in modo stra per condurre le nazioni a
acceso sui rapporti un’Europa più solida.
tra capitalismo e vita In contrasto con un certo culto
dei lavoratori, tra dell’identità, la cultura europea
realtà del profitto, non cessa di svelare un parados-
iniquità sociale, so: esiste un’identità – la mia, la
rivoluzione e nostra – ma è senza fine costrui-
repressione. Ne bile e decostruibile. Alla doman-
ANTICIPAZIONE

La forza dell’Europa
scaturisce un da “chi sono io?”, la migliore ri-
intreccio d’anime e sposta europea non è, in tutta e-
Jack London soprattutto un videnza, la certezza, ma l’amore
percorso distopico per il punto interrogativo. Dopo
Ritorna ancora una volta il cedimento ai dogmi identitari fi-
fortemente no ai crimini su grande scala, sta
in nuova

è sapersi interrogare
anticipatore e emergendo un “noi” europeo. È
traduzione dunque insieme possibile assumere il patrimonio
il romanzo realistico e visionario. europeo ripensandolo come un
distopico E London insiste su antidoto ai ripiegamenti identi-
dialoghi proposti con tari: i nostri e quelli di qualsiasi
“Il tallone impressionante provenienza.
di ferro”, nitidezza. Jack È un atteggiamento che troviamo
espressione London, come aveva espresso nella parola del Dio e- L’identità del continente europeo rarsene e superare anche se L’angoscia che in questi tempi
del socialismo scritto Goffredo Fofi, braico Ehyeh asher ehyeh (Es 3,14), è la sua cultura: non una affermazione stesso. Ma la delusione condu- decisivi blocca l’Europa esprime
è stato, nella sua ripresa da Gesù (Gv 18,5): un’i- positiva ma l’amore per il punto ce questa malattia d’idealità al- l’incertezza davanti a tale sfida.
dell’autore breve esistenza dentità senza definizione, che rin- la distruzione e all’autodistru- All’incrocio tra cristianesimo,
(1876–1916) un via l’io a un irrappresentabile, e- interrogativo. Ma un costante interrogarsi zione, in assenza di esaltazio- giudaismo e islam, l’Europa è
“personaggio enorme”. Una figura la cui terno ritorno sul suo essere stes- si può anche volgere in dubbio corrosivo ne o attraverso di essa: da una chiamata a gettare passerelle fra
biografia è già di per sé più romanzesca di so. Io la percepisco diversamente, e odio di sé: un’autodistruttività parte, la tossicomania, l’ano- i tre monoteismi. Di più. Assur-
qualsiasi romanzo d’avventura. Ma quello che nel dialogo silenzioso, secondo ressia, il vandalismo; dall’altra, ta da due secoli a punta avanza-
più conta è la sua vitalità creativa, la sua Platone, del Me che pensa con se
in cui l’Europa è incorsa non di rado la corsa ai dogmi estremisti del- ta della secolarizzazione, l’Euro-
capacità di passare da un genere all’altro, da stesso, sempre “due–in–uno”, e il l’islam politico. Idealismo e ni- pa è il luogo per eccellenza che
uno stile all’altro in una immensa produzione cui pensiero non fornisce una ri- anzi li invita a mettersi a loro vol- chilismo: in questa malattia di potrebbe e dovrebbe portare
di romanzi e racconti, e di farsi apprezzare e sposta, ma disaggrega. Nella ta in questione: a portare la cul- “idealità” che agita la gioventù, chiarezza nel bisogno di credere.
amare da varie generazioni e da lettori di philía politiké secondo Aristotele, tura dell’indagine e del dialogo in e con essa il mondo, convivono Ma i Lumi, nella loro precipita-
cultura ed estrazione sociale anche molto che annuncia lo spazio sociale e momenti d’incontro in cui tutti i l’ebbrezza di non possedere va- zione a combattere l’oscuranti-
diversa. London è stato uno scrittore un progetto politico, facendo ap- partecipanti siano pronti a pro- lori e il martirio dell’assoluto smo, ne hanno trascurato e sot-
decisamente popolare per decenni, e non solo pello alla memoria singolare e al- blematizzare. Non c’è fobia nel- paradisiaco. tostimato la potenza.
con il suo forse capolavoro, Martin Eden. la biografi a di ognuno. Nel viag- l’interrogarsi reciproco, ma una L’Europa è alle prese con una sfi- A partire dalle suffragette e pas-
Capace di antivedere, come è solo dei grandi, gio, come lo intende sant’Agosti- lucidità infinita, unica condizione da storica. Saprà affrontare que- sando per Marie Curie, Rosa
e come possiamo capire dai due titoli già no, per il quale esiste una sola pa- posta al vivere–insieme. L’identità sta crisi del credere che il coper- Luxembourg, Simone Weil e Si-
citati, esploratore di mondi e di umanità, ha tria, precisamente quella del viag- così intesa può sfociare su un’i- chio della religione non riesce più mone de Beauvoir, l’emancipa-
avuto l’estro raro di passare dalla narrazione gio: In via, in patria. Nei Saggi di dentità plurale: il multilinguismo a trattenere? Il terribile caos lega- zione delle donne, attraverso la
impegnativa e su temi centrali come nel Montaigne, che consacrano la po- del nuovo cittadino europeo. (...) to alla distruzione della capacità creatività e la lotta per i diritti po-
Tallone di ferro, a celeberrime narrazioni lifonia identitaria del Me: «Noi sia- Tra le numerose cause che porta- Julia Kristeva di pensare e di associarsi che il litici, economici e sociali, che
formative anche per ragazzi. Pensiamo al mo tutti pezzi, e di un insieme co- no all’attuale malessere, ce n’è una tandem nichilismo–fanatismo in- prosegue fino a oggi, offre un ter-
Richiamo della foresta o Zanna bianca, dove si sì informe e vario, che ogni brano, che le politiche passano spesso sot- staura in diverse parti del mondo reno federatore alle diversità na-
impone una attenzione sensibilissima per il ogni momento fa la sua parte». to silenzio: mi riferisco al discono- A differenza del bambino curioso ha a che vedere con il fondamen- zionali, religiose e politiche del-
comportamento degli animali, decisiva anche Nel Cogito di Cartesio, dove io scimento che pesa su quello che e pronto al gioco, in cerca del to stesso del legame tra gli esseri le cittadine europee che sfidano
in racconti come Farsi un fuoco. Ma il campo è comprendo che io sono soltanto chiamerei un “bisogno di credere” piacere del divertimento e che umani. È la concezione dell’uma- l’oscurantismo delle tradizioni e
talmente vasto che riesce ad abbracciare, oltre perché penso. Ma che cos’è il pen- prereligioso e prepolitico univer- prova a capire “da dove viene”, no forgiata al crocevia greco–giu- delle religioni fondamentaliste.
alle avventure dei cercatori d’oro nel gelo del sare? È l’atteggiamento che, an- sale, inerente agli esseri parlanti l’adolescente è più un creden- daico–cristiano, con innesto mu- Questo tratto distintivo della cul-
nord, la sfida del pugilato (Romanzo di un cora, mi parla nella rivolta di Fau- quali noi siamo e che si esprime te che un cercatore: ha bisogno sulmano, è questa inquietudine tura europea è di ispirazione e
pugile), la condizione estrema degli st secondo Goethe: «Sono lo spi- come una “malattia d’idealità” spe- di credere a ideali per andare al di universalità, singolare e da con- sostegno anche alle donne del
antropofagi (Il dente di balena), fino al rito che nega sempre». Nella «a- cifica dell’adolescente. di là dei propri genitori, sepa- dividere, che pare minacciata. mondo intero, nella loro aspira-
reportage di un altro capolavoro, cioè Il popolo nalisi senza fine» di Freud: «Là zione alla cultura e all’emanci-
degli abissi, esito di un viaggio giornalistico in dov’ero, devo addivenire». Nelle pazione, non unicamente come
Inghilterra, dove lo scrittore andò stravaganti e delicate innovazio- ■ scelta, ma come superamento di
mescolandosi ai più poveri per poterne ni delle arti e della letteratura del- sé che anima le lotte femministe
raccontare in modo non turistico il dramma
quotidiano. Ecco, nel continuo intreccio tra
la modernità…
Senza voler enumerare tutte le
La rivista / Nel nuovo “Vita e Pensiero” sul nostro continente.
Davanti a una politica bloccata
quotidianità e dramma, tra emozione e fonti di questa identità interro- la dimensione culturale dell’attualità dalla finanza e dall’iperconnes-
pensiero, tra senso vissuto dell’epoca e gante, ricordiamo comunque che sione, e contro la declinologia im-
proiezioni verso un altrove misterioso (penso al un costante interrogarsi può an- Pubblichiamo in questa pagina una antici- Lavopa “Incarnare lo «spirito europeo»: la perante e l’autodistruzione eco-
Vagabondo delle stelle, viaggio onirico in che volgersi in dubbio corrosivo e pazione dal contributo di Julia Kristeva, fi- vera sfida per la Chiesa”. Nella sezione logica, lo spazio culturale euro-
precedenti vite di un detenuto), Jack London, in odio di sé: un’autodistruttività gura intellettuale di primo piano della sce- Frontiere i testi di Milena Santerini (“I mil- peo potrebbe essere una risposta
nei cinquanta libri pubblicati e nei soli quaranta da cui l’Europa è lungi dall’esser- na internazionale, al nuovo numero di “Vi- le volti del neo–antisemitismo”), Riccardo audace. Forse la sola in grado di
anni della sua vita, ci ha saputo lasciare si sempre cautelata. Spesso si ri- ta e Pensiero”, il bimestrale culturale del- Redaelli (“Nuovo «torneo delle ombre» per prendere sul serio la complessità
un’opera di narrativa multiforme, romantica e duce questo patrimonio dell’i- l’Università Cattolica del Sacro Cuore in u- vecchie glorie imperiali” su Russia e Tur- della condizione umana nel suo
realistica insieme, alla quale è opportuno dentità a una questione di “tolle- scita giovedì prossimo. Il testo fa parte del- chia nello scenario mediorinetale), Tim insieme, le lezioni della sua me-
tornare per la vitalità dell’estro libero che ci ranza” permissiva. La tolleranza, la sezione Focus insieme al contributo del Parks (“Successo e fragilità della Corona moria e i rischi delle sue libertà.
arriva intatta dopo più di un secolo. però, è solo il grado zero dell’in- filosofo Jean–Luc Nancy “Islam miscono- inglese”). L’intruso del mese è lo scrittore (Traduzione di Pier Maria
© RIPRODUZIONE RISERVATA terrogarsi, che non si limita alla sciuto? Rileggiamo la storia” e l’analisi del- Nicola Lagioia con “Vangelo e letteratura: Mazzola)
generosa accoglienza degli altri, lo storico dell’età contemporanea Marco un itinerario possibile”. © RIPRODUZIONE RISERVATA
22 AGORÀ
Martedì 19 maggio 2020

NARRATIVA
Cercando san Francesco
nel “mistero” delle sue Vite
Parma capitale “Synaxis”
Monografia
FRANCO CARDINI argomento fossero dati alle fiamme.
Sarebbe stato difficile obbedire, anche
La versione della vita di Francesco e-
laborata da Bonaventura sarebbe ri-
Paul Sabatier, allievo di Ernest Renan, ac-
cese polemiche e dette luogo a nuovi stu-

B
ücherverbrennung. Totale ab- se tutti avessero voluto farlo: e molti masta da allora “canonica”, sebbene di che, fino a oggi, continuano appassio-
della cultura su Sturzo bruciamento dei libri. Olo-
causto librario. Una parola ar-
non vollero. Per disobbedienza, ma an-
che per la difficoltà obiettiva a reperi-
spezzoni di altre voci continuassero a
circolare (ne sono prova le raccolte di
natamente. Ne è prova il lavoro di una stu-
diosa schiva e appartata ma rigorosa, Chia-
L’ultimo numero di
anche nel 2021 “Synaxis”, rivista
dello Studio
dente eppure oscura, un Roveto del-
l’Oreb al contrario: una scena orribi-
le che rinvia ai peggiori aspetti degli
re tutti gli scritti di quel tipo, molti di
essi in un modo o nell’altro sopravvis-
sero e continuarono a circolare. Ne sa-
racconti come i trecenteschi Fioretti,
che contengono anche pagine ardita-
mente antibonaventuriane). Ma da al-
ra Mercuri, col suo Francesco d’Assisi. La
storia negata (Laterza, 2016), che pur a-
vendo avuto un buon successo editoriale
teologico San
Parma sarà capitale italiana della Auto de fe inquisitoriali, ai ragazzacci rebbe scaturita, a partire del XIX seco- lora le vicende dell’Ordine – quindi il non è stato forse considerato dagli spe-
Paolo di Catania,
cultura anche nel 2021. Lo ha squadristi di Gerolamo Savonarola lo, quella “questione francescana” che cosiddetto “minoritismo” – prevalse- cialisti con la dovuta attenzione: forse per-
presenta un
stabilito il Decreto Rilancio che accendevano per le vie di Firen- ancor oggi perdura e che ha riempito ro su quelle del Fondatore almeno fi- ché “scomodo”.
approfondimento
approvato dal governo mercoledì ze i “roghi delle vanità”, ai riti nottur- intere biblioteche. Qual è mai il ”ve- no al 1894 allorché l’edizione della Vie Ma il problema rimane. Chi era il “vero”
su Luigi Sturzo. Un
scorso accogliendo la richiesta ni degli studenti in camicia bruna di- ro” Francesco? de François d’Assise del protestante Francesco? Ed è possibile arrivare sul se-
numero
fatta a gran voce nei nanzi alle università tedesche in quel- rio alla “verità” storica? E in quali modi,
monografico voluto
mesi scorsi dalla città e dalla l’inverno del ’33, all’incubo magi- secondo quali metodi, fino a che punto? In
e curato da Fra storia e fantasia, l’indagine dello scrittore
regione e sostenuta da moltissime stralmente evocato da François Truf- tempi di “controstoria” di storia “virtuale”
Francesco
città italiane in corsa a loro volta
Brancato, docente
faut in Fahrenheit 451. Quando pen- Felli sul Santo Poverello riapre un dibattito e “ucronica” oppure “alternativa” , di po-
per il titolo. L’emergenza sanitaria siamo a queste cose, risuona sempre mai sopito sull’attendibilità di tanti racconti stverità – o, per contro, della difesa talora
dello Studio San
ha sospeso tutte le attività legate dentro di noi la massima cupamente isterica di verità ritenute incontrovertibi-
alla nomina, rischiando così di
Paolo, in occasione
profetica di Heinrich Heine: chi bru- Partendo dalla scelta di san Bonaventura li dall’assalto dei “revisionismi” – la que-
della chiusura di redigere una biografia ufficiale per annullare
vanificare il lavoro e gli cia i libri è capace anche di bruciare stione è divenuta scottante. E ci si è accorti
dell’anno sturziano
investimenti fatti per rendere
nel gennaio scorso.
gli uomini, e prima o poi lo farà. tutte le altre, l’idea di un dubbioso francescano altresì quanto forte fosse, anche in passa-
questo anno eccezionale. «Quando Nel 1266 l’ormai cinquantaduenne to, il peso delle fake news.
tutto è o pare perduto
Oltre al messaggio
Luigi IX re di Francia, devoto di Fran-
di metà Duecento: intervistare un testimone E’ proprio qui che sul nostro generale
semplicemente bisogna mettersi
di Papa Francesco
cesco d’Assisi, stava consolidando il oculare, il vecchio ed emarginato frate Leone problema s’innesta non già un “roman-
ai partecipanti al
all’opera e ricominciare dall’inizio. suo regno e rinnovando la sua capitale zo storico” propriamente detto, bensì un
convegno tenutosi
È quel che faremo dopo la mentre pensava alla sua futura cro- mosaico polisignificante di varie possi-
a Caltagirone a
splendida notizia arrivata dal ciata; e suo fratello minore Carlo d’An- bili interpretazioni di “cose”, di “fatti” nel-
giugno 2019 nel
governo» ha dichiara il sindaco di giò, ormai investito re di Sicilia, ave- la loro forma esteriore già appurati o ta-
centenario
Parma Federico Pizzarotti. «Parma va battuto il rivale Manfredi di Svevia li ritenuti.
dell’appello “ai liberi
capitale italiana della cultura 2021 nella battaglia di Benevento e stava Massimiliano Felli, romano quaranten-
e forti”, propone
rappresenta una decisione giusta e fondando in Italia le fortune della par- ne, già professore liceale di lettere, oggi
contributi di
lungimirante: la città e la sua gente te guelfa. In quell’anno, appunto, il funzionario di banca (in termini di sti-
Michele Pennisi,
hanno lavorato tanto per creare un quarantanovenne Bonaventura da pendio, ci ha guadagnato), non ha per for-
arcivescovo di
anno della cultura all’altezza Bagnoregio, che nove anni prima a- tuna mai dimenticato i suoi studi e la sua
Monreale; Cesare
delle aspettative del Paese, veva dovuto rinunziare alla cattedra passione per la scrittura. Ora, col roman-
Di Pietro, vescovo
avevamo una gran voglia di parigina di teologia perché eletto mi- zo Vite apocrife di Francesco d’Assisi (Fa-
ausiliare di
dimostrare tutto il potenziale di nistro generale dell’Ordine dei Mino- zi, pagine 371, euro 17), ha pazientemen-
Messina; Vito
Parma. Ce l’abbiamo tuttora: nel ri, si trovava a dover fronteggiare le te composto un puzzle di fonti disparate
Impellizzeri;
2021 torneremo ancora più forti. La numerose istanze ereticali che stava- mostrando, come fece Akira Kurosawa col
Francesco Failla;
cultura continuerà a battere il no serpeggiando per l’Europa, nono- film Rashomon, la pluralità delle “verità”
Gianluca Belfiore e
tempo e a essere metronomo della stante la recente repressione del mo- possibili e l’inattendibilità di testimo-
Felice Giuffrè.
nostra crescita». «Il prolungamento vimento cataro. All’interno dell’or- nianze date per sicure.
(M.G.L.)
di Parma 2020 al 2021 rappresenta mai vastissima famiglia francescana Lineare l’impianto romanzesco, ovvia-
una sfida culturale e gestionale – doveva gestire l’inquietudine dei ri- mente di fantasia. Il segretario di Bona-
afferma l’assessore alla Cultura del goristi che invocavano un “ritorno” al ventura, fra Deodato, riceve l’incarico di
comune di Parma Michele Guerra magistero del Fondatore, i cosiddetti consegnare alle fiamme tutte le testimo-
– cui ci accostiamo con lo stesso “Spirituali”, e si rifacevano al suo e- nianze della vita di Francesco diverse da
entusiasmo che ha fin qui sempio per contestare l’accordo quella redatta dal suo maestro: ma, in pre-
accompagnato l’avventura di
Torino profondo che sembrava regnare tra i da al dubbio e alla disperazione, decide di
capitale italiana della cultura. Il Centro studi capi del loro sodalizio e la Santa Sede disubbidire. Si mette allora in cammino
tema del “Tempo”, oggi sospeso, e minacciava il genuino messaggio del alla ricerca dell’ultimo, scomodissimo, ve-
recluso, iperconnesso, rimane il filo
Sanguineti Povero d’Assisi. Frattanto, i professo- ro superstite tra i compagni del Povero
rosso di un programma che sarà in A dieci anni dalla ri parigini della Facoltà delle Arti ave- d’Assisi, un frate Leone invecchiato e ine-
grado di parlare anche al passaggio morte, nasce vano dato vita a una lucida e robusta betito, apostata e visionario. Da lui riceve
storico che stiamo vivendo». all’Università di tendenza ispirata al radicalismo ari- una serie di racconti contraddittori, qual-
Torino, in stotelico qual era sostenuto dal gran- cuno imbarazzante e scandalizzante, sul-
collaborazione con de commentatore Averroè. l’uomo che la Chiesa ufficiale del tempo
Arte e design, la Statale di Milano
e gli atenei di
Bonaventura aveva già reagito alle
molteplici visioni che circolavano a
saluta come il rinnovatore e il salvatore
della cristianità mentre ne perseguita i più
Genova e Salerno, il proposito della vita e della testimo- fedeli seguaci o quanto meno coloro che
scomparsa Centro studi
interuniversitario
nianza di Francesco, appoggiate an-
che a numerosi racconti agiografici ol-
tali credono o pretendono di essere.
Il romanzo ci conduce quindi fra le stra-
Nanda Vigo Edoardo
Sanguineti. Il
tre che alle leggende e alle tradizioni,
redigendo cinque anni prima una sua
de e le piazze dell’Italia duecentesca, nel-
l’incanto di paesaggi di giottesca bellezza,
Centro custodisce il nuova biografia, distinta in due ver- alla ricerca di una verità che non si sco-
Architetto, designer e artista, materiale raccolto sioni: maior e minor. Scopo di quel te- prirà mai e alla scoperta di molte altre ve-
Nanda Vigo è scomparsa dal progetto sto era la definitiva normalizzazione rità insospettate. Se questo fosse un ro-
domenica a Milano all’età di 83 Sanguineti’s del racconto delle vicende connesse manzo storico, qualche critica andrebbe
anni. Figura poliedrica, ha giocato Wunderkammer e con la vita e il culto del santo: ma la forse mossa all’eccessiva invasività, so-
un ruolo centrale nella ricerca comprende 70.000 polemica causata dalle molteplici vo- vente antistorica e magari, nel linguaggio,
artistica italiana degli anni ‘60–’70, schede ci a ciò relative continuava. Per tron- qua e là anacronistica di alcuni dialoghi e
annoverando fra le sue lessicografiche, carla, nel Capitolo dell’Ordine convo- di alcune situazioni. Ma il punto è che
collaborazioni quelle con Giò 5.000 ritagli di cato appunto nel 1266 a Parigi, il mi- questo è semmai per certi versi uno psi-
Ponti, Lucio Fontana e Piero giornale, la nistro generale non solo impose l’a- coromanzo, per altri una specie di “poli-
Manzoni (del quale fu la documentazione dozione del suo testo come ufficiale e ziesco”: una non proustiana ricerca “del
compagna) e in Germania con gli custodita definitivo, ma dispose altresì che tutti Francesco perduto”.
artisti del Gruppo Zero. Per oltre nell’Archivio storico gli altri che parlavano del medesimo Caravaggio, “San Francesco in meditazione”. Cremona, Museo Civico “Ala Ponzone” / Ansa © RIPRODUZIONE RISERVATA

mezzo secolo l’artista ha fatto della dell’Università di


luce la sua materia d’elezione Torino, 600
ROMANZO

realizzando sculture e
installazioni, sotto. Nanda Vigo ha
indagato le relazioni tra lo spazio e
interviste e 350 ore
di filmati individuati
nelle TecheRai, foto
La fabbrica del Duomo, Ma sono soprattutto i personaggi meno famosi a
la luce, con l’obiettivo di cercare di
«trattenere la luce». Come
designer, Nanda Vigo ha legato il
suo nome a creazioni originali e
e documenti messi
a disposizione da
privati.
intrecci di varia umanità muovere i fili della vicenda: i due gemelli Pietro e
Alberto, dai natali disgraziati, inconsapevoli figli di
un grande ingegnere, Marco Solari (tutti realmen-
te esistiti), sono i protagonisti della costruzione del
pluripremiate, tra cui la lampada BIANCA GARAVELLI cretizzare sogni. Proprio come un sogno diventa- Duomo, e accanto a loro Aima e Matilde, una schia-
“Golden Gate” per Arredoluce to realtà è il Duomo, lavorato come un pizzo e pos- va liberata piena di fede, e una cantante dalla vo-

I
(1969–70), il divano “Top” per Fai dettagli realistici, minuziosi e preziosi danno sente come una montagna. ce melodiosa, (personaggi di invenzione) diventa-
International (1970) e la sedia la sensazione di entrare in un plastico tridi- Alla maniera di Manzoni, più che mai da citare no parte essenziale delle loro vite.
“Due Più” per More Coffee (1971); Salone mensionale, dove tra arredi, vesti, edifici, la quando si parla di Milano, i personaggi reali si me- L’autrice per la prima volta usa il suo vero nome,
per Driade ha realizzato il tavolo cattedrale nascente di Milano diventa uno dei per- scolano a quelli inventati. L’abilità dell’autrice sta ma con lo pseudonimo di Adele Vieri Castellano ha
“Essential”, il mobile buffet
Successo sonaggi chiave della storia. Il romanzo di Cristina soprattutto nell’aver reso, come da bassorilievi che pubblicato molti romanzi ambientati nella Roma
“Cronotopo”, sedia–pouf “Blocco”. virtuale S. Fantini, Nel nome della pie- hanno preso vita, veri e propri antica. Ha dunque esperienza nel campo delle ri-
Come architetto protagonista del
“Numeri” lusinghieri
tra (Piemme, pagine 544, eu- Documentato romanzo personaggi i protagonisti della cerche storiche e lo si vede da come si muove fra
Gruppo Zero, è stata impegnata ro 19,90), incentrato sulla co- storia d’Italia tra fine Trecento e battaglie e intrighi politici. Nella nota storica fina-
nel tenere insieme arte–design– per l’Extra Salone di struzione del celebre Duomo,
storico ambientato primo Quattrocento: raccon- le cita le sue fonti, tra cui spiccano gli Annali della
architettura nella riflessione sul Torino, l’edizione la più grande chiesa gotica del fra le impalcature tando abitudini e gusti, senti- Fabbrica del Duomo.
tema dell’abitare contemporaneo, straordinaria online mondo, è complesso e strati- della costruenda menti e passioni che ce li ren- L’amore, come si diceva, non manca, rivelando
per l’emergenza
dando vita a progetti di case
Covid–19. Quattro
ficato come la costruzione che cattedrale milanese dono vicini oppure odiosi. Lo ciò che si nasconde dietro le quinte della storia,
monocromatiche. Nel 2019 rievoca. È un insieme di storie spietato Bernabò Visconti, suo i gesti protetti dalle mura di case modeste e pa-
Palazzo Reale a Milano ha ospitato giorni di interviste, d’amore fra loro intrecciate, e
fra plebe, maestranze nipote Gian Galeazzo, mite ma lazzi sontuosi. Ma è nel cantiere del Duomo che
la mostra “Nanda Vigo. Light dialoghi e anche una narrazione epica e nobiltà cittadine capace di ordire trame, la sua de- trionfa, che sembra trovare energia dalla costru-
Project”, a cura di Marco presentazioni dal 14 che ricorda I pilastri della ter- a cavallo di due secoli licata figlia Caterina sono fra zione che prende forma, assorbendo le emozio-
Meneguzzo, prima retrospettiva al 17 maggio. Sono ra di Ken Follett, dove la mae- questi. ni e trasformandole in nuova vita. Le ambizioni,
dedicata all’artista da una stati 2.004.459 di stria di costruttori eroici che rischiano la vita su I Visconti, tra i primi signori di Milano, sono una le lotte, le passioni, tutto si coagula nel nuovo
istituzione espositiva italiana. Nel utenti raggiunti su impalcature a grandi altezze, si trasforma in arte. stirpe affascinante, già protagonista del recente ro- tempio, non a caso dedicato a Maria nascente,
2018 l’artista aveva donato un Facebook con Nel marmo c’è l’essenza della durata, la natura pie- manzo storico di Daniela Pizzagalli (I Visconti. Le simbolo immortale del Bene che ama l’umanità.
centinaio di opere della sua 2.909.154 impression trificata: una purezza che è anche potenza, qual- battaglie della vipera, Rizzoli 2019) e a loro si deve La fabbrica del Duomo diventa quindi una sorta
collezione al Museo San Fedele e su YouTube (il cosa di molto terreno che si avvicina all’eterno. Nel il consolidamento del potere della città, il mecena- di crogiolo, un grande laboratorio alchemico di
una sua opera è allestita nel centro numero dei passaggi marmo, che si anima e pulsa «là dove la luce del tismo verso artisti e scrittori come Giotto e Petrar- energie cosmiche e umane.
culturale dei gesuiti a Milano. video sugli schermi). giorno lo sfiora» si possono fermare emozioni, con- ca, e l’avvio dell’immensa edificazione del Duomo. © RIPRODUZIONE RISERVATA
AGORÀ 23
Martedì 19 maggio 2020

INTERVISTA
ANDREA PEDRINELLI

C
he prospettive ha in tempi di Co-
vid-19 senza vaccino lo spetta-
colo dal vivo? Senz’altro è uno dei
settori più feriti: con decine e decine di
Pieranunzi, la mia
musica domestica
professionalità senza lavoro né, a oggi,
prospettive di esso. Perciò ben vengano
iniziative di musica dal vivo su Internet
ma …con biglietto: come gli Enrico Pie-
ranunzi Home Concerts che lo storico
pianista romano terrà da casa propria in
streaming da domani al 27 maggio e il 3
e 10 giugno. In queste serate il jazz di Lo storico pianista CAMPOVOLO Songs, sei-sette brani nuovi scritti nel- Assomusica
Pieranunzi verrà proposto in video in
modo professionale, e si potrà goderne
jazz, da domani al 27 Mannoia e “socie” l’ultimo periodo. Che come tutti ho
vissuto fra alti e bassi, ho anch’io a-
Tour estivi
maggio, nella propria slittano tutti
soltanto pagando il singolo concerto (
abitazione terrà insieme a settembre vuto tristezze, depressione, abu-
3,99) o abbonandosi con 14 euro a tut- lia: qualcosa però ho composto,
gli “Home Concerts” Assomusica,
ti e quattro: e sia biglietti che abbona- Si intitola Una. Nessuna. Centomila il con- che credo sia decente.
annuncia che causa
menti sono acquistabili sul sito dell’ar- al costo di 3,99 euro certo che, Covid-19 permettendo è stato fis- E altri suoi progetti futuri? Ce
provvedimenti di
tista (www.enricopieranunzi.com) co- sato per il prossimo 19 settembre, ma l’uffi- ne sono, ce ne possono esse-
me su quello della sua agenzia (www.in-
«È la mia risposta cializzazione di questa importante kermesse re in questa fase per chi co-
messa in sicurezza
ternationalmusic.it). «Sono tentativi alla crisi del settore» verrà data il 31 luglio. Intanto, le magnifiche set- me lei vive nel mondo del-
dovuti al Michel Piccoli (1925-2020)
Coronavirus, tutte
sperimentali» chiosa pudico lui: ed è ve- te voci femminili, Fiorella Mannoia, Emma, A- lo spettacolo?
le date dei concerti
ro, però rappresentano anche il primo lessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nan- Guardi, Fellinijazz in trio
e tour previsti per
mettersi in gioco d’un grande artista i-
taliano a sottolineare che l’arte è un va-
be spinto a guardare alla storia: su
Youtube ci sono ore e ore di Miles Da-
nini e Laura Pausini, stanno provando nelle loro
abitazioni e presto torneranno in studio per pre-
era stato a New York e Wa-
shington: ed è molto du-
giugno e settembre
slittano allo stesso
Addio Piccoli,
lore e che è tale anche il lavoro dei tan- vis e John Coltrane, lezioni, incontri, parare anche quella serata della RCF Arena Reg- ro per me pensare che il
ti senza i quali, per solito, non esistono
né concerti né festival né spettacoli di
interviste… E invece niente, è stata
sprecata una grande opportunità di
gio Emilia (Campovolo). Già 85mila biglietti sono
stati venduti per un evento dal significato impor-
lungo possibile tour non
avrà luogo. Poi avevo un
periodo del 2021.
Da Claudio Baglioni fu il “Papa”
al Volo, da Eric
danza o teatro.
Com’è nata l’idea di questi suoi Home
Concerts?
educare o rieducare. Nonché di ritra-
smettere dal passato energia ai gio-
vani, per un futuro.
tante: cantare contro la violenza sulle donne e
sensibilizzare ancor più il nostro Paese sulla pia-
ga dei femminicidi. Uno spettacolo che nasce
progetto sinfonico per il
40° dalla morte di Bill E-
vans: fermo. Spero di poter
Clapton ai Deep
Purple, a Bocelli,
per Moretti
Venditti e De
Viene dall’agenzia, International Music Che repertori proporrà nei suoi con- per dare un aiuto concreto ai centri e alle or- andare in Danimarca a lu-
Gregori, Emma, GIUSEPPE MATARAZZO
and Arts, che è molto preoccupata an- certi da casa? ganizzazioni che sostengono e supportano glio a registrare con un bravo
James Blunt,
che per i tanti attori che segue. Isabel- Il 20 maggio Pieranunzi Plays Scarlat- le vittime di violenza. I proventi del concer- contrabbassista giovane di lì,
Brunori Sas, Cesare

N
la Ruggeri mi ha chiesto disponibilità e ti, il primo disco in cui unii il jazz alla to verranno erogati a strutture seleziona- possiamo anche stare a otto el 2011 interpretò un Papa in
Cremonini, Celine
ho risposto presente, anche perché ho mia formazione classica; il 27 My te sulla base di criteri di trasparenza e metri di distanza mentre suonia- crisi esistenziale
Dion, Tiziano Ferro,
un amico videomaker con cui ho già Songs, i brani miei rimasti nel tempo tracciabilità, strutture in grado di for- mo. Devono riaprirsi le frontiere, nell’Habemus Papam di
Lana Del Rey, Pearl
lavorato. Ma mi è piaciuta pure l’idea e interpretati anche da giganti come nire un supporto solido e duraturo però. Siamo a un bivio, come le ho Nanni Moretti, con quel discorso
Jam, Ligabue,
del pagamento d’un biglietto. Non bia- Chet Baker; il 3 giugno Fellinijazz nel alle vittime e garantire e assicu- detto: dovremo ripensare molte cose, dalla finestra che allora sorprese
Gianna Nannini,
simo chi ha suonato gratis in questi me- centenario della nascita di Fellini, un rare la sostenibilità nel tem- nella musica, e troppe professionalità tutti, ma che visto dopo la rinuncia
Pelù, Fabi,
si, anch’io ho fatto delle cose, però è progetto che avrebbe dovuto girare po delle attività da loro sono nel dramma, senza certezze. al Soglio Pontificio da parte di
Zucchero (che
giusto che le professioni vengano com- tanto in trio… Infine il 10 giugno New realizzate. © RIPRODUZIONE RISERVATA Benedetto XVI, nel febbraio del 2013,
aveva in
pensate. È difficile, si lavora su uno sbi- risultò profetico: «Chiedo perdono al
programma 14
gliettamento diverso dal solito su Fa- Signore per quello che sto per dire…
concerti all’Arena di
cebook o Instagram, ma l’ambizione è Ho capito di non essere in grado di
Verona tra
che la platea virtuale possa portare a sostenere il ruolo che mi è stato
settembre e
un equo compenso reale. affidato… La guida di cui avete
ottobre) e tantissimi
Quindi si conta di pagare anche i tec- bisogno non sono io. Non possono
altri, è lungo
nici? essere io». L’attore Michel Piccoli, un
l’elenco di
Certo. È tutto legale, c’è la Siae, ci sono monumento del cinema francese, è
appuntamenti
le tutele necessarie: per me e per gli o- morto all’età di 94 anni. Il decesso è
rinviati. «Una
peratori video. avvenuto il 12 maggio, in seguito a
decisione – spiega
Ma quante persone lavorano, anche se un ictus, ma l’annuncio è stato dato
Assomusica –
molti non lo sanno, dietro le quinte di solo ieri dalla sua famiglia, la moglie
condivisa dalla gran
concerti come i suoi? Ludivine e i figli Inord e Missia. «È
parte dei produttori
Sul fronte piano solo, dal momento in stato un grandissimo privilegio
e organizzatori di
cui me ne richiedono uno a quando il si- lavorare con una persona e un attore
spettacoli di musica
pario cala, venti, venticinque. C’è lo staff come Michel Piccoli – ha detto
dal vivo, che fanno
dell’agenzia, i tecnici del suono, il per- proprio Moretti nell’apprendere la
sentire unita la loro
sonale del teatro o del club… Ma quan- notizia –. Sono quelle fortune che
voce. Un segnale
do suona mio fratello, primo violino al capitano una volta nella vita. Il 14
necessario che non
San Carlo, il numero che le ho fatto va agosto del 2009, partii insieme al
significa che la
moltiplicato per cento. Questo blocco è mio aiuto regista per Parigi con il
musica dal vivo si
tremendo davvero, specie per chi lavo- vestito bianco del Papa dentro una
arrenderà. Il 2021
ra nel teatro o per chi fa del cinema. valigia… Ha capito al volo cosa
sarà una stagione
Che cosa mancherà però, suonando volessi raccontare attraverso la
ancora più
senza pubblico? figura di quel Papa così umano e
magica».
Il rapporto fisico. La condivisione cor- sofferente. Per noi spettatori è un
porea di emozioni e reazioni che poi grande dolore, se ne va un gigante
dona energia, e che pensando alle si- del cinema e del teatro». Jacques
tuazioni migliori in tal senso, i jazz club Daniele Michel Piccoli, questo il suo
dove si sta tutti ravvicinatissimi, sarà Il pianista e compositore jazz Enrico Pieranunzi, 70 anni, da domani sera impegnato con gli “Home Concerts” nome completo, era nato a Parigi il
l’ingrediente più difficile da recupera- 27 dicembre 1925 in una famiglia di
re in futuro.
Verona: Arena, musicisti, metà italiana e metà
MUSICA

Lei però è molto forte su Spotify e vi-


sualizzazioni: come si trova col lato li-
quido della musica?
Cerco d’essere flessibile. Il disco lo pro-
Faustini: «Ripartiamo migliori» stagione 2021
inaugura Muti
Sarà il maestro
francese. Lo hanno diretto tutti i
grandi autori del cinema francese:
Jean Luc Godard ne fa il marito di
Brigitte Bardot in Il disprezzo (1963),
getto in modo tradizionale, ma l’uso che ANGELA CALVINI zo di me. Qui sono nudo, senza vergogna, a chiedere Riccardo Muti a Alain Resnais lo contrappone a Yves
se ne fa ormai è chiaro che è diverso, aiuto – afferma Matteo Faustini –. Credo fermamente dirigere l’Aida di Montand in La guerre è finita (1965).

N
dunque non ha senso arroccarsi su po- el bene e nel male, il suo sorriso il giovane Mat- che uno dei nostri obiettivi sulla terra sia quello di mi- Giuseppe Verdi in Sul finire degli anni Sessanta sposa
sizioni inattuali. Oggi si ascoltano pez- teo Faustini non l’ha mai perso. Né quand’e- gliorarci dentro, in questo brano parlo di alcune cose forma di concerto, l’attrice e cantante francese Juliette
zi singoli e non album, il rapporto fisi- ra raggiante sul palco dell’Ariston lo scorso che vorrei modificare di me, in me. Ci sto lavorando». nelle due serate Gréco, dalla quale divorzierà nel
co/digitale prima del virus era 15 a 85 e febbraio a cantare nella sezione Nuove Proposte, né Figli delle favole è un album incentrato sul mondo del- straordinarie, il 19 e 1977, proprio quando Claude Sautet
quando sarà finita chissà… Io credo che nelle ultime settimane quando un virus maledetto ha le favole e sugli insegnamenti che possiamo trarre da 22 giugno 2021, del lo immerge nel più tradizionale
la bella musica resisterà sempre, è più portato via, nella sua Brescia, due giovani zii e l’ama- esse. Il disco affronta, con l’utilizzo di metafore e gio- ritorno del Festival mondo borghese parigino con
forte del mezzo: però siamo a un bivio, tissimo nonno. «E’ stato un periodo tosto, in cui sai chi di parole, temi importanti come il bullismo, razzi- lirico dell’Arena di Mado. Dopo tante nomination ai
è la fine d’un epoca, forse d’una musi- che come artista puoi essere d’esempio per gli altri – smo, omofobia e celebra l’amore. «Racconto l’impor- Verona dopo lo César, Piccoli vince la Palma d’Oro a
ca. Anche perché il Covid ha generato ci racconta Matteo dalla sua casa di Brescia, con l’e- tanza dell’esserci e di non scappare nelle difficolta. La stop per Cannes come miglior attore per
pure crisi educativa: sono stato inse- nergia e la solarità dei suoi 26 anni –. Pochi giorni fa qualità per essere un uomo migliore è riconoscere i l’emergenza Salto nel vuoto (1980) di Marco
gnante, la lezione online non può sosti- ho perso mio nonno. Ma io la sera ho ringraziato co- propri difetti e migliorarci – ci spiega –. Nel brano Un Coronavirus. Il Bellocchio, che lo veste da
tuire quella in presenza. Speriamo sia munque Dio. Ai ragazzi che mi se- po’ bella e un po’ bestia parlo della vi- concerto inaugurale magistrato paranoico intrappolato
proprio per poco ancora che questo guono anche suo social io dico, pen- ta: in un incidente stradale un ra- festeggerà anche nel suo rapporto con la sorella
debba accadere. sate quello che volete, sia che Dio e- gazzo ha bevuto e investe una ra- l’anniversario dalla degenerata. Sempre nel 1980 si
Eppure i suoi brani più noti contano sista, sia che non esista. Ma i vostri gazza che finisce in coma. La vita va prima sposa con la sceneggiatrice Ludivine
quindici milioni di visualizzazioni… cari vivono per sempre attraverso gli apprezzata ogni giorno». Il Gobbo rappresentazione di Clerc e viene diretto da Louis Malle
Non valgono le vendite fisiche? insegnamenti che vi hanno dato, io di Notre Dame è il preferito di Mat- Aida all’Opera del in Atlantic City. Tra gli anni Ottanta e
Il problema è che Spotify è disinvolto: sono così grazie a loro, e quindi dob- teo, che si riconosce in questo per- Cairo nel 1871. «La Novanta Piccoli viene diretto da
quei milioni significano quattro soldi. biamo comportarci al meglio. Anche sonaggio, «perché io sono stato og- presenza del Ettore Scola, di nuovo da Godard,
È un nuovo mercato, certo: e in sé non ora che si può uscire, mettiamoci la getto di bullismo, mi prendevano in maestro Riccardo Liliana Cavani e ancora da
vedo nulla di male nelle tecnologie e testa. In questi giorni il dolore ci ha Il cantante Matteo Faustini giro a scuola perché mi sentivo di- Muti – sottolinea Bellocchio e Malle, poi Jacques
nei meccanismi a esse collegate; il ma- legati tutti» . verso dagli altri, non giocavo a cal- Gasdia – a 41 anni Rivette e Sergio Castellitto, fino alla
le è però questo sfruttamento. Forse fu Un dolore che è arrivato tra capo e Il cantautore cio, non parlavo mai». di distanza dalla sua prima regia con Train de nuit
un errore di valutazione dei discogra- collo proprio nel momento di mas- bresciano dai Giovani In questi giorni di quarantena, però, sua unica presenza (1994). Nel 2011 il film di Moretti,
fici, cedere alle piattaforme digitali la sima felicità per questo giovane can- di Sanremo al nuovo sono nati tanti nuovi brani: «Due ri- nell’anfiteatro con il quale vince David di Donatello
musica: bisognava fare accordi più tautore, dopo anni di sacrifici e de- guardano la morte, sono molto ri- veronese in una e Premio Vittorio Gassman per il
vantaggiosi, più rispettosi di autori, lusioni, in cui ha fatto anche il mae- cd pieno flessivi – anticipa l’artista –. Una è rara, miglior attore protagonista. L’Italia lo
produttori, interpreti. stro elementare («un’esperienza bel- di speranza: «Il Covid un colloquio con Dio, una preghie- indimenticabile ricorda anche – passando dal “sacro
E se il lockdown aiutasse a ricentrarci lissima, in questo momento il mio si è portato via due zii ra. Io personalmente credo in Dio e esecuzione della al profano” – per La grande abbuffata
sui valori? Può accadere, o magari ci sta pensiero va a tutti i bambini»). cerco di parlare sempre di lui, e rin- Messa di Requiem con Ugo Tognazzi, Marcello
sottolineando come li abbiamo persi di Con il dolce brano Nel bene e nel ma-
e mio nonno. Ma graziarlo, gli chiedo di trovare un e- di Giuseppe Verdi, è Mastroianni e Philippe Noiret. Un
vista nel tempo? le Matteo Faustini aveva vinto Area ringrazio sempre Dio» quilibrio con me stesso. Nonostan- il modo più elevato cult a cui è legato il nome di Piccoli.
Darà fastidio quello che dico, ma pen- Sanremo guadagnandosi la gara al te abbia frequentato le scuole dalle per rendere «Piango da quando ho saputo della
so che l’impoverimento del concetto 70° Festival nella categoria “Nuove Proposte”, mentre suore, io non sono nato con la fede. Io scelgo di aver- omaggio a questo notizia della sua morte. Ora che tutti
d’arte e cultura sia in atto da tempo. E il brano è vincitore del “Premio Lunezia per Sanremo” la, sono razionale e nella vita mi accorgo che non tut- capolavoro, nel e quattro i protagonisti sono andati
venga dai social, che poi io stesso sto u- per il suo valore musicale e letterario. Ora è in radio Vor- to può essere a caso. Anche nei fallimenti, mi rendo 120° anniversario via mi sento orfana della Grande
sando, certo: però i social assieme a Tv rei (La rabbia soffice), il nuovo singolo del cantautore conto che c’è un motivo per tutto. Io scelgo di credere dalla morte di Bouffe», dice dalla sua casa di Aix–
e radio hanno eroso il pubblico di jazz estratto dal suo album di inediti Figli delle favole (Di- anche perché mi fa star meglio: Dio è ovunque e il mo- Giuseppe Verdi, en–Provence l’attrice Andrea Ferréol
e classica, musiche che adesso hanno schi dei Sognatori, distribuito da Warner Music Italia). do migliore di agire è facendo del bene. Anche nelle di- con due serate che alla tavola di quell’irriverente e
anche problemi a raggiungere i giovani. Scritto da Matteo Faustini insieme a Marco Rettani, il rette social che faccio la domenica con i fans, parlia- diventeranno una surreaale film–satira del
E non penso che il tanto suonare sul web brano in rotazione è uno sfogo delicato, una lettera a mo anche di temi spirituali, ci scambiamo tanti con- pietra miliare per consumismo firmata da Marco
degli ultimi mesi cambierà l’andazzo, cuore aperto che esprime i sentimenti e lo stato d’ani- sigli umani, sorrisi e musica. A forza di ringraziare, ti l’Arena di Verona e Ferreri nel 1973. Ora sono altri
neanche il mio esperimento lo farà. mo del cantautore nei confronti della società odierna. rendi conto di quanto sei fortunato». il suo pubblico». tempi.
Piuttosto, sognavo che la serrata avreb- «Voglio veramente bene a questo pezzo, a questo pez- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
24 AGORÀ
Martedì 19 maggio 2020

CALCIO
E dallo stadio sale il coro:
no alla ripresa del pallone
La barba al palo Scozia, stop FURIO ZARA rie A hanno già messo a posto i bilan-
ci con il taglio degli stipendi concor-
UEFA no. La paura, l’ansia, la preoccupazio-
ne: sono sentimenti comuni a tutti gli
calcio: Celtic Proroghe ai tornei
R
egna sovrana la confusione sot- dato con i calciatori. italiani, tanto che lo stesso Ministro
campione Si decide il 17 giugno
Triplete e titoli Il campionato
to il cielo del calcio italiano.
Club, Figc e Governo si rimpal-
Tempo per ripartire ce n’è, ma sempre
meno. All’estero le decisioni vengono
dello Sport Spadafora ha rivelato di
«aver ricevuto molti messaggi di cal-
lano il protocollo studiato dal Cts, il prese, in Italia prevale la cautela. In In- La Uefa ieri ha annunciato oggi che la pros- ciatori dubbiosi sulla ripresa». Tut-
Inter e Juventus, scozzese non
ripartirà. I 12 club
Comitato Tecnico Scientifico cui è sta-
to affidato il compito di definire le ga-
ghilterra i club hanno accettato il pro-
tocollo all’unanimità. È il primo pas-
sima riunione del suo Comitato Esecutivo,
originariamente prevista per il 27 maggio, è
ti i calciatori hanno avuto colle-
ghi, conoscenti, amici, parenti
destino comune: della Premiership
hanno concordato
ranzie della ripresa della Serie A, fer-
ma ormai dall’8 marzo. Il risultato è
so verso il riavvio del campionato. Il
calcio italiano - da Cristano Ronaldo a
stata rinviata al 17 giugno 2020. Ufficialmente
si tratta di uno slittamento dettato dalla que-
che sono stati contagiati. Il Co-
ronavirus ha inciso sulle loro
sull’impossibilità di
battere se stesse portare a termine la
stagione e oggi è
che non ci sono certezze. Il sistema-
calcio è in ostaggio. In attesa di un do-
Higuain, da Ibra a Brozovic - ha radu-
nato i suoi campioni. Qualcuno è tor-
stione delle sedi dei campionati Europei che so-
no slittati a giugno del 2021, ma di fatto in que-
vite. Molti professionisti di
Serie A hanno assistito in tivù
mani, a mollo. Ieri - 18 maggio - sa- nato controvoglia, i più si sono messi sto modo l’organo di governo del calcio europeo - nel week end appena pas-
stato ufficializzato
rebbero dovuti ripartire gli allenamenti in riga. Nel mentre cresce il fronte del concede più tempo ai campionati nazionali per or- sato - alla ripresa della Bun-
lo stop definitivo al
ITALO CUCCI di gruppo, ma così non è stato: si na- ganizzarsi in vista della ripresa. La Serie A è uno desliga. Si sono divisi tra gli
torneo che era
viga ancora a vista. Nessuno ha la for- dei tornei che vista la grande insicurezza che re- entusiasti e i perplessi, tra
stato sospeso lo Dopo la rescissione
E
i campi verdi za di prendersi la responsabilità di ti- gna in questo momento nei club e nella Figc po- chi pensa che ne valga co-
scorso marzo dopo
all’improv-
la 30esima
rare giù il tendone del circo - e dunque di Agazzi (Cremonese) trebbe approfittarne per mettere a punto una e- munque la pena e chi inve-
viso son dichiarare chiuso il campionato come perché «prima viene ventuale proroga alla data del 13 giugno che al ce preferisce non mettere in
giornata. La
diventati Parchi delle è stato fatto in Francia, Belgio e ieri momento è quella dell’eventuale ritorno in cam- scena un calcio contraffatto,
Rimembranze. Sembrava una
classifica finale è
Scozia - o di sbloccare il lockdown, fis- la famiglia», cresce po. La decisione definitiva sulla ripartenza o senza pubblico, senza contat-
stata stilata in base anche in Serie A
piacevole evasione, la ricerca del sando una data certa per la ripresa, co- meno degli stessi tornei continentali dovrà ti, senza poter esultare dopo un
alla media punti: il
tempo perduto: è diventata
Celtic Glasgow è
sì come è avvenuto in Germania, con il fronte del «finiamola dunque pervenire entro il 17 giugno e non gol, con i palloni disinfettati e i
un’intrusione di realtà archiviate – la Bundesliga che è stata presa come più il 27 maggio. Nell’ambito della stessa cartonati seduti in tribuna. La
neanche sogni – nella dolorosa
stato così
modello dall’Europa che spinge per la
qui» promosso riunione prenderà forma la calendariz- maggioranza dei calciatori se ne sta
attualità. Non c’è stata partita,
dichiarato
ripartenza. Nonostante il gran bai- da Moratti. Il patron zazione anche della Champions Lea- sottocoperta ed evita di schierarsi pro
campione di Scozia
fino al gol di Haaland in Borussia–
(nono titolo di fila, il
lamme, lo stand-by prolungato fa il dell’Udinese Pozzo: gue e dell’Europa League che sono o contro. L’unica posizione l’hanno
Shalke 4–0 (rivisitazione obbligata
51esimo nella
gioco di quei club di Serie A - e non so- «Riprendere a giocare state sospese dallo scorso mar- presa sul ritiro-quarantena, rifiutato
del nome del club). Per mesi s’è no pochi - che aspettano che sia il Go- zo dopo il lockdown progres- in toto. Prima si era parlato di due me-
fatto ricorso al revival, gradevole
storia del club),
verno a dare lo stop definitivo al cal-
il 13 giugno sarebbe un sivo avvenuto nei singo- si, poi si è scesi a due settimane. Ora si
rivisitazione del vecchio jazz,
mentre gli Hearts
cio. In tal caso - non essendo com- insulto all’intelligenza» li Paesi. discute anche su quelle. Nessuno vuo-
sono stati
altrove magra consolazione, fino presa nel contratto le passare da un
retrocessi in
a consumare decine di pagine e con le tivù la causa lockdown ad un al-
Seconda Divisione.
filmati tivù come nel caso del di forza maggiore - tro. C’è poi un aspet-
Il Celtic, quando il
Triplete interista, scudetto, Coppa intascherebbero co- to chiave del proto-
campionato è stato
Italia e Champions League. Una munque i soldi dirit- collo. In caso di po-
interrotto a otto
storia di appena dieci anni fa che ti televisivi. Tra le sitività di un gioca-
giornate dalla fine,
invece di rasserenare gli animi pieghe dell’indeci- tore al Covid-19, do-
aveva 13 punti e
pandemici ha scatenato nei tifosi sione, in un calcio i- po avere isolato il
una gara in più sui
della Beneamata una frustrante taliano offuscato da soggetto interessato,
Rangers secondi.
voglia di rivincere. I narratori interessi personali, il resto del gruppo
d’oggi, in genere, non sanno per capirne qualco- squadra andrà in ri-
molto, forti in cronaca gli manca sa - come si diceva tiro, dove comunque
la storia. Devono attingere alla nei vecchi gialli - bi- potrà continuare ad
Fonte di Brera. Uno dei più sogna sempre segui- allenarsi. È un pas-
richiesti Testimoni del Tempo era re la pista dei soldi. saggio che il Gover-
appena un ragazzo, nel’64,
Nuoto, E quella - appunto - no ha più volte con-
quando Moratti Angelo, sollevato Pellegrini porta dritta ai diritti testato. A fronte di
al cielo da Facchetti, Guarneri e televisivi. I club di un contagiato, si vor-
Suarez al Prater di Vienna, mostrò
preoccupata Serie A ieri hanno in- rebbe che tutta la
al mondo la Coppa dei Campioni «Senza avversari, contrato i broadca- squadra andasse in
sottratta con Herrera Helenio al pubblico, ster (Sky, Dazn, Img). quarantena. Se ne
Real Madrid. Evento memorabile adrenalina, è tutto Sul piatto c’è l’ulti- discuterà ancora.
davvero. Degno sì di rivisitazione. diverso. È mancato ma rata dei diritti tv Intanto c’è un gioca-
Con quella formazione che si un po’ tutto in della stagione in cor- tore che ha fatto una
manda a memoria da oltre mezzo questo periodo e so, la 2019-2020. Par- scelta di campo. Si
secolo come una filastrocca: Sarti; mancherà per un liamo di una perdita chiama Michael A-
Burgnich, Facchetti; Bedin, po’: fonti ufficiose potenziale di 255 gazzi, ha 35 anni, è
Guarneri, Picchi; Jair, Mazzola, dicono che noi milioni. Le tivù chie- bergamasco di Pon-
Milani, Suarez, Corso. torneremo a dono sconti, la Serie te San Pietro. È un
Commentava Eduardo Galeano: gareggiare non A si oppone e vuole portiere, in A ha gio-
«Quale altra formazione, a prima del nuovo l’intero pacchetto. Si cato con Cagliari e
distanza di tanti lustri, è impressa anno. Certo, c’è la rischiano ingiunzio- Chievo, fino a pochi
più di questa nella memoria di data delle Olimpiadi ni di pagamento, giorni fa era in forza
ogni tifoso, anche non ma da qui a Tokyo con strascichi in Tri- alla Cremonese. A-
nerazzurro?». Io ce l’avrei – Negri; manca un anno e bunale. In realtà gazzi ha fatto un
Furlanis, Pavinato; Tumburus, mezzo, è lungo molte società di Se- passo indietro. «Pri-
Janich, Fogli, Perani, Bulgarelli, passarlo solo di ma viene la fami-
Nielsen, Haller, Pascutti – ma la allenamenti». È la glia», ha dichiarato.
tengo qui per sempre, nella testa e
nel cuore, non pretendo, come
oggi gli interisti del Triplete, di
preoccupazione di
Federica Pellegrini,
stella del nuoto
Kosovo, dopo la quarantena Così ha risolto il contratto che lo lega-
va al club di Cremona, una delle città
più drammaticamente colpite dal Co-
rinverdire una vecchia gloria con
una nuova conquista, ch’è questa
la morale della tendenza al replay
di vecchie vittorie: realizzarne
azzurro. «Speriamo
di organizzare delle
gare, sempre sotto
la massima
torna tra i pali l’idolo Nava ronavirus. «È stata una decisione sof-
ferta ma ponderata. Mi sono reso con-
to che nella situazione causata dal con-
tagio da Covid-19 il mio amato calcio
una nuova, quasi contro, come sicurezza per la SIMONE TOGNA vello tattico. Se vinci di un gol e man- è passato in secondo piano. Credo che
successe quando si attribuirono a salute, un po’ prima cano pochi minuti, non difendi il van- le società di calcio, pur facendo il mas-

D
Mourinho più qualitá di quelle dell’Olimpiade alla marittima Lavagna, al- taggio, ma ricerchi un’ulteriore marca- simo sforzo per consentire ai propri
risapute di HH mentre io ne perché per noi è l’entroterra di Podujevo. Dai tura. E sugli spalti è sempre una festa calciatori di lavorare in sicurezza, non
segnalavo una sola in comune: importante tatticismi nostrani, al concet- per migliaia di persone». Insomma per riescano a garantire al 100 per cento la
erano entrambi catenacciari. Se si gareggiare». to di puro spettacolo. Dalla Lega Pro, al «un portiere è anche più divertente e tutela della loro salute. E questo mi
va per uomini, vince l’Inter di sogno Europa. Giacomo Nava, 23 en- puoi risultare decisivo». Come Nava sa spaventa!». Il patron dell’Udinese
dieci anni fa: Julio Cesar; Maicon, ne portiere del KF Llapi, sbarca in Ko- benissimo: «Ultimo secondo del derby Gianpaolo Pozzo è stato definitivo: «Ri-
Lucio, Samuel, Chivu; Zanetti, sovo durante la sosta invernale, lo scor- contro il Feronikeli: stiamo vincendo prendere il 13 giugno è un insulto al-
Stankovic, Thiago Motta so 5 gennaio. Da febbraio disputa me- 2–1, ma l’arbitro assegna un rigore ai l’intelligenza. Qualsiasi preparatore a-
(Muntari); Sneijder; (Vieira) no di dieci partite, ma quelle già ba- nostri rivali. L’avversario calcia il pe- tletico dice che dopo due mesi e mez-
Milito (Balotelli), Eto’o. A rimestar Atletica, stano per diventare l’idolo dei nuovi nalty, mi butto sulla destra, intuisco e zo di inattività un giocatore ha biso-
la cronaca succede poi tifosi. Il giovane oggi, dopo essere sta- neutralizzo la conclusione. Immedia- gno minimo di un mese di allenamenti
d’incontrare – con vistoso dolore
Bolt padre to una sorta di “prigioniero col sorriso”, tamente dopo termina la gara e inizia veri. Per essere coerenti dovremmo co-
degli estetisti – El Hombre di quel di una bimba attende la ripresa di allenamenti e cam- Il portiere Giacomo Nava, 23 anni il delirio – racconta l’estremo difenso- minciare a giocare a fine giugno».
Partido, Samuel Eto’o, che pionato (probabilmente il 30 maggio): re –. Se già i supporters locali mi ave- Ma il problema sono i tempi. La Lega
Fiocco rosa in casa
conferma: «Fui terzino, e «Non sono potuto tornare in Italia, dif- vano accolto benissimo, dopo quella aveva individuato il 13 giugno come
Bolt. L’ex velocista
LA STORIA

vincemmo». Ho partecipato, in ficilmente poi sarei riuscito successi- Il portiere ligure gara c’è stata un’ulteriore svolta: faccio ripresa del campionato, ma è un’ipo-
giamaicano,
questi tempi di magra, al ricordo
detentore del
vamente a rientrare – racconta il ra- gioca nel KF Llapi fatica a pagare il conto nei ristoranti». tesi già bocciata dal Dpcm, che vieta
del Grande Torino. Avevo dieci gazzo che per 11 anni ha militato nel- e vive a Podujevo Non che il costo della vita si proibitivo, gli eventi sportivi fino al 14 giugno.
record mondiale
anni, nel ‘49, quando dal cielo le giovanili della Sampdoria –. Qui pri- anzi: «Qui bastano due euro per barba Sulla stessa linea di frequenza di Poz-
passò al Cielo, e ne ho appena dei 100 e 200 metri
ma che venissero imposte delle restri- solo da gennaio e capelli. Tre per cenare fuori. E gli in- zo c’è anche Massimo Moratti, l’ex
piani, è diventato Ma prima dello stop gressi nei discopub sono gratuiti». Co-
tratteggiato il profilo umano, il zioni, sono comparsi guanti e ma- presidente dell’Inter che proprio in
papà per la prima
tragico destino che diventò lutto
volta. La sua
scherine. Dopo pochissimi casi si è sono bastate poche me i sogni, che non costano nulla: «Io questi giorni festeggia il decennale del
popolare, la favola che si fece bloccato tutto, senza discussioni. I ri- sono passato dal Rimini, in Lega Pro, ad Triplete. «Io lo finirei qui – ha detto
storia. So per certo, in questo compagna ed ex
sultati si vedono, con poco più di 800
gare per entrare una realtà in cui lotto per giocare i pre- Moratti l’altro giorno – Tentare di an-
vuoto di attività del nostro gioco modella Kasi
casi su circa 2 milioni di persone. E o- nel cuore dei tifosi liminari di Champions o di Europa Lea- dare avanti mi sembra completa-
Bennett ha
più amato, che il Grande Torino è ra tutti hanno voglia di ricominciare». gue. E questo è esaltante». Senza di- mente inutile». Anche gli ultras di tut-
partorito una
storia come la Grande Juve degli Sfera del pallone compresa. «In Kosovo c’è una predile- menticare il lato umano: “Posso godere di un’esperienza ta Europa - sebbene spinti da moti-
bambina a
anni Trenta, i cinque–scudetti– zione totalizzante per il calcio. Quasi ogni famiglia pos- unica, approcciarmi ad una nuova cultura così lontana vazioni più economiche (spesso so-
Kingston. La notizia
cinque di Carcano, emozione siede un decoder per vedere tutte le leghe europee: la Se- dalle mie radici, arricchirmi come persona e crescere co- no i padroni del merchandising delle
della maternità era
forte senza lutto ma tale da non rie A su tutte. Non esagero se dico che la gente trascorre me professionista». Peccato solo per la complessità del- curve) che sentimentali - si sono uni-
stata diffusa lo
essere minimamente offuscata le proprie giornate davanti alla tv e in qualsiasi paesino la lingua: «Il kosovaro è una sorta di dialetto albanese ti in un «No alla ripresa senza tifosi».
scorso gennaio da
dagli otto scudetti bianconeri dei sperduto si possano incontrare sfegatati supporters di Ju- composto da 36 lettere. Sto provando ad impararlo – spe- Ma niente è deciso. Il nostro calcio a-
Bolt, che aveva
nostri giorni che sono pura ve, Inter e Milan». Ovviamente pure la passione per la Su- cifica il talentuoso portiere – ma è davvero complicato». spetta che qualcuno prenda una de-
scritto: «È in arrivo
cronaca. perliga e Futbollit të Kosovës è mastodontica. Per un tor- Ancor di più a quarantena completata. cisione sul suo futuro.
un re o una regina».
© RIPRODUZIONE RISERVATA neo che regala un vero show: «Non ci sono garanzie a li- © RIPRODUZIONE RISERVATA ©
RIPRODUZIONE RISERVATA
TELEVISIONE 25
Martedì 19 maggio 2020

Schermaglie tv2000 le radio cattoliche Dulcis in fundo

Anche se... speciale Pesa 10 tonnellate


"Amici" non brilla Mantova generosa
ANDREA FAGIOLI ROBERTO DALLA BELLA

S
e fosse possibile "pesare" la

D
opo Uomini e donne in generosità, quella dei mantovani
versione digitale causa varrebbe dieci tonnellate. A
Coronavirus, che ci era tanto equivale la mole di farina bianca
apparso addirittura peggiore della tipo "00" donata alla Caritas
versione tradizionale, ecco ora le diocesana grazie a una raccolta
perplessità sulla prima puntata da Fase 2 benefica. L’appello era partito per
di Amici speciali (venerdì sera su Canale 5). rispondere ai bisogni di famiglie
Niente da dire sull’intento benefico. fragili, messe ancora più in difficoltà
Apprezzabile l’iniziativa concordata con la dalla pandemia di coronavirus. Nelle
Protezione civile che ha portato, in ultime settimane, infatti, la richiesta
collaborazione con la Tim (che ha pur di cibo è aumentata a dismisura, tanto
sempre i suoi buoni motivi), alla che in appena due mesi la Caritas ha
donazione di 30 mila tamponi e al speso in alimenti ben 52mila euro, la
rimborso per 5 medici e per 10 operatori metà delle risorse che vengono
socio–sanitari per un mese. Non molto da destinate ogni anno per questo scopo.
dire nemmeno sulla dozzina di giovani A causa dell’emergenza, acquistare
artisti, tra ballerini e cantanti, che si sono farina bianca "00" a prezzi calmierati
esibiti. Tutti piuttosto bravi, magari è diventato più difficile, così è nata
qualcuno parla un po’ troppo rischiando una sfida all’insegna della solidarietà.
di diventare antipatico nel tentativo di fare Tramite sacerdoti, operatori della
il simpatico a tutti i costi. C’era comunque Caritas e volontari dei centri di ascolto
molta attesa per questo Amici speciali, Le nostre scelte si è diffuso il passaparola che invitava
anche perché, insieme al ritorno di Crozza le persone a offrire confezioni di
la stessa sera su Nove, lo show di Maria De TV2000/ore 14.00 RAI 3/ore 15.20 RETE 4/ore 16.45 RAI MOVIE/ore 21.10 TV2000/ore 23.50 farina, portandole direttamente in
Filippi (molto poco talent in questa L’ora solare #Maestri I quattro del Texas Still Alice Retroscena parrocchia. A metà maggio, nel
circostanza) faceva da apripista al secondo Isolamento e quarantena, fase uno Le lezioni di Chiara Saraceno che Due uomini d’affari avversari New York, terzo millennio. Alice, Con Moni Ovadia e Mario magazzino alimentare diocesano ne
momento della tv ai tempi della e due. Gli ospiti di Paola Saluzzi riflette sulla disuguaglianza di devono unire le forze per professoressa alla Columbia, Incudine, regista e interprete di sono arrivate oltre dieci tonnellate.
pandemia, quello del ritorno in studio, raccontano le loro giornate: gli genere e di Alberto Melloni che proteggere una ingente somma di scopre d’essere affetta da “Barbablù”, intenso monologo Silvia Canuti, direttrice della Caritas di
attori Manlio Dovì, con la mamma affronta il tema del rapporto tra denaro da un fuorilegge che vuole Alzheimer. Dal romanzo “Perdersi” recitato e cantato che racconta la
ancora senza pubblico, ma con un buon a Palermo, e Giovanni Scifoni, che Chiesa e Stato in Italia. Introduce appropriarsene. Con Frank Sinatra di Lisa Genova. Oscar e Golden storia del cattivo per eccellenza,
Mantova, non ha nascosto la propria
numero di persone. Oltre ai dodici ragazzi, gira video virali con la famiglia. Edoardo Camurri. e Dean Martin. Globe a Julianne Moore. creato da Charles Perrault. soddisfazione: «Questa raccolta
c’erano altrettanti personaggi tra straordinaria ci permetterà di
conduttrice, autori, giurati di vario tipo e continuare ad aiutare le famiglie per
rappresentanti delle radie. E poi ballerini, almeno cinque mesi. La pandemia ha
inservienti, macchinisti (che non creato nuovi poveri e la carità a cui il
rispettavano certo il distanziamento Signore ci chiama deve diventare una
sociale) e vigili del fuoco (chiamati anche virtù, attenzione ai vicini, senso di
loro a contribuire agli applausi). Ma la giustizia sociale».
cosa che ha lasciato perplessi è il resto © RIPRODUZIONE RISERVATA

della messa in scena, il contorno alle


esibizioni, la parte di spettacolo con il
coinvolgimento dei vari Giorgio Panariello,
Sabrina Ferilli, Gerry Scotti, Rudy Zerbi... Il
bravo Panariello è apparso piuttosto meteo
spento (davvero banale la sfilata di moda).
La Ferilli e Zerbi vittime dei soliti scherzi
hanno dimostrato di avere a disposizione
un vocabolario tutt’altro che forbito. Per
non parlare dell’improponibile lunghezza
del tutto: 3 ore e 20 minuti al netto della
pubblicità. Certo tra i due cavalli di
battaglia della De Filippi, Uomini e donne
e Amici, c’è una bella differenza, a favore
del secondo ovviamente. Ma anche Amici
resta lontano da quel salto di qualità che lo
potrebbe rendere un buon varietà
moderno nel senso autentico di spettacolo
musicale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per dire la vostra


RAI (numero verde) 800 938 362 www.rai.it (“Contatti”)
MEDIASET 199 757 782 www.mediaset.it/canale5 (“Scrivici”)
SKY 199 100 400 www.sky.it/info/modulo_segnalazione_abusi.html
LA7 programmi@la7.it
TV2000 (numero verde) 800 68 98 28
AIART Associazione Spettatori Onlus 06 66 04 8450
aiart@aiart.org
SOTEL Servizio Opinioni Telespettatori www.sotel.tv

Oggi in tv

AVVENIRE Direttore Generale Segreteria di redazione STEC, Roma


Nuova Editoriale Italiana Alessandro Belloli (02) 6780.510 via Giacomo Peroni, 280
Tel. (06) 41.88.12.11
SpA - Socio unico Riciclato PEFC
Piazza Carbonari, 3 Registrazione Redazione di Roma E.TI.S. 2000 SpA
Caporedattori centrali 20125 MILANO Avvenire è realizzato
Tribunale di Milano Piazza Indipendenza, 11/B Strada Ottava / Zona Industriale
con materia
Andrea Lavazza n. 227 del 20/6/1968 95121 Catania
QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE CATTOLICA Francesco Riccardi Presidente 00185 Roma prima riciclata e da
Redazione di Milano L’UNIONE SARDA SpA fonti controllate
LA CONSAPEVOLEZZA CAMBIA IL MONDO Marcello Semeraro Telefono: (06) 68.82.31 Via Omodeo - Elmas (Ca)
Massimo Calvi Consiglieri Piazza Carbonari, 3 Fax: (06) 68.82.32.09 Tel. (070) 60131 PEFC/18-31-746 www.pefc.it
Antonella Mariani Franco Anelli 20125 Milano
Francesco Ognibene Vincenzo Corrado Distribuzione:
Centralino Edizioni teletrasmesse: PRESS-DI Srl La testata fruisce dei contributi
Danilo Paolini (Roma) Linda Gilli statali diretti di cui alla legge
(02) 6780.1 (32 linee) C.S.Q Via Cassanese 224 Segrate (MI)
Gigio Rancilio (Social Media) Luciano Martucci Centro Stampa Quotidiani Poste Italiane 7 agosto 1990, n. 250
Direttore responsabile Massimo Rinieri Paolo Nusiner Servizio Clienti Via dell’Industria, 52 Spedizione in A. P. - D.L. 352/2003 e successive
Marco Tarquinio Giuliano Traini (Art Director) Barbara Zanardi 800.82.00.84 Erbusco (Bs) Tel. (030)7725511 conv. L. 46/2004, art.1, c.1, LO/MI modifiche e integrazioni

FEDERAZIONE Privacy - Regolamento (UE) 2016/679 RGPD CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ BUONE NOTIZIE e NECROLOGI SERVIZIO CLIENTI
ITALIANA EDITORI GIORNALI Informativa abbonati e-mail: buonenotizie@avvenire.it Per attivare un nuovo
Ai sensi degli artt. 13 e ss del RGPD, La informiamo che i Suoi dati AVVENIRE NEI SpA - Socio unico
personali verranno trattati con modalità informatiche o manuali per l’in- Piazza Carbonari 3 - Milano - Tel. (02) 67.80.583 necrologie@avvenire.it abbonamento, informazioni
CERTIFICATO ADS vio del quotidiano. I suoi dati potranno essere comunicati a terzi inca- pubblicita@avvenire.it per fax allo (02) 6780.446; tel. (02) 6780.200 / sul proprio abbonamento
n. 8511 del 18-12-2018 ricati di svolgere o fornire specifici servizi strettamente funzionali all’invio (02) 6780.1; si ricevono dalle ore 14 alle 19.30. e richiesta di copie arretrate calmo mosso
del giornale. I dati non saranno trasferiti al di fuori del territorio dell’U-
nione Europea e saranno conservati fino all’esaurimento dell’obbligo TARIFFE PUBBLICITÀ in euro a modulo* mm 38.5 x 29.6 € 3,50 a parola + Iva Numero Verde 800 82 00 84 sereno poco variabile nuvoloso pioggia
LA TIRATURA DEL 17/5/2020 contrattuale da parte di Avvenire di invio del quotidiano. EDIZIONE NAZIONALE FERIALE FESTIVO Solo necrologie: adesioni € 5,10 a parola + Iva; Dalle 9.00 alle 12.30 nuvoloso molto agitato
mosso
È STATA DI 130.415 COPIE Per l’esercizio dei diritti di cui agli artt. 15-22 del RGPD l’interessato può COMMERCIALE* 375,00 562,00 con croce € 22,00 + Iva; con foto € 42.00 + Iva; e dalle 14.30 alle 17.00
rivolgersi al Titolare scrivendo a Avvenire NEI S.p.A. - Socio unico FINANZIARI, LEGALI, SENTENZE* 335,00 469,00 L’editore si riserva il diritto di rifiutare (da lunedì a venerdì)
Piazza Carbonari 3 - 20125 Milano o scrivendo al RPD anche via e-mail var. rovesci temporali neve nebbia 1-3 1-4 7-9 variabili
CODICE ISSN 1120-6020 all’indirizzo privacy@avvenire.it. EDIZIONE MI/LOMBARDIA FERIALE FESTIVO insindacabilmente qualsiasi testo e-mail: pioggia
CODICE ISSN ONLINE 2499-3131 Potrà consultare l’informativa completa sul nostro sito www.avvenire.it. COMMERCIALE* 95,00 117,00 e qualsiasi inserzione. abbonamenti@avvenire.it
Cronaca
Martedì 19 maggio 2020
IN EVIDENZA
Brera e musei civici, apertura rinviata
Musei ancora chiusi: questa sarà una settimana di test per

di
MILANO
motivi tecnici, e bisognerà avere ancora pazienza per visi-
tare Brera, i musei civici, palazzo Reale e il museo di Scien-
za e Tecnologia. Il 2 giugno riapriranno le Gallerie d’Italia, la
cui mostra su Canova e Thorvaldsen sarà prorogata al 28 giu-
gno. Sempre ai primi di giugno riaprirà il museo Diocesano,
dove la mostra “Gauguin, Matisse, Chagall” è stata proro-

&Lombardia cronaca@avvenire.it
gata al 4 ottobre; il 19 giugno aprirà il Bagatti Valsecchi, dal
venerdì alla domenica. Chi ha riaperto ieri, invece, è stato il
Poldi Pezzoli, con chiusura tra le 13 e le 14.

Ripartenza, più auto e negozi aperti


ANDREA D’AGOSTINO

U
na ripartenza lenta, quella di ie-
ri, primo giorno della tanto at-
tesa fase 2, e per ora senza par-
ticolari criticità: le scuole sono pur sem-
pre chiuse e in molte aziende vige an-
cora lo smart working, con parecchi la-
voratori che sono a casa. Per strada co-
munque c’era molta gente, complice sia
la bella giornata sia la voglia di uscire e
distrarsi dopo settimane di lockdown, e
in tanti hanno utilizzato biciclette e mo-
nopattini. Se nelle arterie più trafficate
Ma la città preferisce la prudenza IL CASO
in tempi pre–Covid c’era comunque
movimento, il centro – piazza Duomo, Per le mInacce a Fontana
la galleria e corso Vittorio Emanuele e il
quadrilatero della moda di via Monte- la Procura apre inchiesta
napoleone – è apparso decisamente
svuotato, soprattutto per l’assenza del- La Procura ha aperto un fascicolo per
le comitive di turisti; a spasso c’erano minacce aggravate e diffamazione, al
più che altro milanesi, in giro più per la momento a carico di ignoti, in merito
curiosità di “riappropriarsi” della città al murales con la scritta "Fontana as-
che per fare acquisti. I grandi marchi sassino" comparso nei giorni scorsi
dell’abbigliamento hanno riaperto tut- lungo il Naviglio in zona Crescenzago.
ti: le misure di sicurezza consistono nel Gli investigatori della Digos, coordinati
misurare la temperatura corporea al- dal capo dell’antiterrorismo milanese,
l’ingresso, nel separare l’entrata dall’u- il pm Alberto Nobili, stanno facendo
scita, nel fornire gel disinfettante all’in- accertamenti per risalire agli autori del
gresso e guanti per chi vuole provare i murales e verranno analizzate, tra l’al-
vestiti. E alla Rinascente i vestiti prova- tro, le telecamere della zona. A fianco
ti ma non acquistati “vanno in quaran- alla scritta è stato tracciato il simbolo
tena” per essere sanificati prima di es- di falce e martello con due stelle e an-
sere di nuovo esposti. che la firma "P.Carc", ossia con riferi-
Giornata senza troppi disagi anche nei mento al "Partito dei Comitati di ap-
trasporti, con un’affluenza al 25% sui poggio alla resistenza per il comuni-
treni Trenord rispetto al periodo pre– smo". La scritta, tra l’altro, è stata ri-
Covid 19. Anche sui mezzi Atm, sia in vendicata anche sul sito del Carc. «La
metropolitana che nei mezzi di super- minaccia? – ha detto il governatore At-
ficie non si sono registrati particolari di- Corso Buenos Aires, il traffico testimonia la voglia di riprendere la quotidianità / Fotogramma tilio Fontana –. Mi ha dimostrato che
sagi nel flusso dei passeggeri, mentre questa campagna d’odio che da alcu-
l’affluenza è lievemente aumentata del ne settimane è stata orchestrata in ma-
15/20% circa. Per quanto riguarda il traf- del traffico in questa settimana e poi ve- Il centro resta vuoto per le aree giochi e ma attribuisce a i Comuni il compito di niera scientifica purtroppo rischia di
fico automobilistico si è regolarizzato dremo. Confermo invece che stiamo non per le pan- regolamentarne il funzionamento. A raggiungere quei risultati che questa
durante la giornata, dopo che era ap- proseguendo nel tracciato della cicla-
l’assenza dei turisti ma le chine?». Il primo Milano ci sono 94 mercati comunali scritta rappresenta». Secondo il presi-
parso abbastanza intenso in prima mat- bile: il tratto di Buenos Aires nei due arterie dello shopping si cittadino si è poi scoperti settimanali e al momento ne dente poi «basta vedere i giornali e le
tinata; code soprattutto nei pressi di sensi sarà pronto per metà giugno, e per stanno riempiendo detto «molto abbiamo aperti 26. Stiamo discutendo televisioni che se ne sono fatte inter-
Porta Venezia, tra viale Majno e in cor- fine luglio completeremo anche il trat- Qualche coda per la pista preoccupato per- con i commercianti perché il Comune preti» per capire di chi sia la regia po-
so Buenos Aires per via della nuova pi- to di viale Monza», dove la pista sarà al ché a Milano c’è il può prendersi carico di fare il conteggio litica. Quanto agli avversari politici che
sta ciclabile. Certo, bisognerà vedere co- centro della carreggiata.
ciclabile in corso Buenos progetto delle degli ingressi». prendono ad esempio il suo omologo
me andrà nei prossimi giorni, quando Certo, non mancano i problemi: per il Aires. E resta il nodo dei Summer school, «Non abbiate paura», è l’invito del pre- del Veneto Luca Zaia per dimostrare
apriranno più esercizi (ieri, lunedì, era sindaco Giuseppe Sala, uno riguarda le mercati settimanali scoperti ma se dovessimo sidente della Regione Attilio Fontana che la Lombardia è governata male,
il consueto giorno di chiusura per mol- aree giochi per i bambini. In città «ce ne traslare lì questa che si è ispirato a Giovanni Paolo II nel Fontana ha risposto: «Se si trova l’e-
ti) e soprattutto quando torneranno ad sono centinaia; il dpcm ci chiede una regola diventerebbe molto complesso». centenario della nascita. «Cento anni roe dalla parte avversa, la narrazione
essere attive Area B e Area C. «Ancora sanificazione quotidiana e una super- Per quanto riguarda i mercati scoperti, dalla nascita ricordo un Papa diretto, ef- è più credibile, è più facile che la gen-
non so dire un giorno preciso – raccon- visione costante, ma non è semplice, e ha aggiunto, «il provvedimento della Re- ficace, mai banale e sopratutto di straor- te possa convincersi». (D.Re)
ta l’assessore alla Mobilità del Comune, su questo tutti i sindaci concordano». gione conferma la delimitazione delle a- dinario spessore pastorale e spirituale». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Granelli –. Faremo un bilancio Quanto alla sanificazione, «perché per ree e contingentamento dell’ingresso, © RIPRODUZIONE RISERVATA

I DATI DELLA MALATTIA

Calano i decessi: ieri 24 in regione Test


all’Ospedale

La cifra più bassa da fine febbraio San Giuseppe


Multimedica
di Milano,
dove
L’epidemia DAVIDE RE curatore aggiunto Tiziana Siciliano, infatti, si potranno
nell’ultima settimana, in particolare, il nu- fare
di Sarv-Cov-2
S
ono 24 i decessi per Covid avvenuti mero dei decessi giornalieri nelle varie i sierologici /
Scendono ieri in Lombardia, un numero così strutture per anziani (oltre venti quelle fi- Fotogramma
basso che non si registrava dal 29 feb- nite sotto inchiesta) si è avvicinato sempre
i contagi braio, per un totale di 15.543 morti in re- di più «allo zero». I pm stanno indagando
gione da inizio epidemia. Nella giornata di con le ipotesi di epidemia e omicidio col-
domenica di decessi ne erano stati accer- posi (iscritti i vertici delle residenze, tra cui

175
I positivi di ieri, anche
tati ben 69.
Continua poi a diminuire anche il numero
dei ricoverati in terapia intensiva (-3, 252 in-
il direttore generale del Pat, Giuseppe Ca-
licchio) peri i morti e gli ospiti che si sono
ammalati, a partire da fine gennaio. Lo stes-
vece i rimanenti) mentre ce ne sono 2 in so Trivulzio ha fatto sapere nei giorni scor-
se il numero è riferito più rispetto a domenica per un totale di si che da gennaio in avanti nelle tre strut-
a soli 5.078 tamponi 4.482 in altri reparti Covid. I casi positivi in ture dell’istituto sono morte più di 400 per-
campionati totale sono 85.019 con un sone. Alessandro Azzoni,
aumento contenuto di soli Proseguono portavoce del “Comitato Ve-
175 positivi (anche se i tam- le indagini della rità e Giustizia per le vitti-

3 poni fatti sono stati solo


5mila). Non ci sono parti-
Procura sulle Rsa, me del Trivulzio”, ha spie-
gato, però, che i familiari de-
OSPEDALE SAN RAFFAELE

Scendono i ricoverati
in terapia intensiva.
colari variazioni nelle pro-
vince lombarde: a Milano i
casi positivi sono 22.222
nelle quali dopo
l’adozione di
gli ospiti anche in questi
giorni sono «molto preoc-
rigorosi protocolli cupati perché sempre più
Per i dimessi scattano 6 mesi di controlli
Attualmente in T.I. ci
L’
(+71) di cui 9.395 (+24) a frequentemente anziani in Ospedale San Raffaele sono andare, il terzo giorno, nel- percorso può entrare a far par-
sono 252 malati Covid Milano città, mentre do-
anti coronavirus gravissime condizioni ven- (Gruppo San Donato) l’ambulatorio dedicato per la vi- te di un maxi-studio, il cui o-
menica c’era stato un au- i morti sono in calo gono trasferiti dal Pat negli ha ridisegnato intera- sita di controllo. biettivo è comprendere meglio
mento di 110 in provincia ospedali milanesi, dove, mente il percorso di controlli – L’ambulatorio è costituito da un la malattia, indagare l’efficacia

24
I decessi di ieri. In
di cui 56 a Milano città. Non ci sono nuo-
vi casi positivi a Cremona, una delle città
più colpite dall’emergenza coronavirus in
spesso, in pochi giorni muoiono».
Riguardo dell’ospedale aperto alla Fiera di
Milano, il governatore Attilio Fontana ha
che avranno un periodo di 6
mesi – cui devono sottoporsi i
pazienti con Covid-19 dimessi
percorso di visite ed esami di la-
boratorio o strumentali, coor-
dinate dai medici internisti e in-
dei farmaci già a disposizione,
il momento in cui adoperarli, e
analizzare le ripercussioni a
Italia, contenuti gli aumenti a Bergamo assicurato che «rimarrà sempre pronto». dalla struttura. fettivologi, che in collaborazio- medio e a lungo termine del Co-
Lombardia, da inizio (+20), Brescia (+11) e Lodi (+2), così come Per Fontana, ha aggiunto, la struttura «è L’iter di accertamenti inizia con ne con altri specialisti dell’o- vid-19 sull’individuo, anche dal
epidemia sono morte nelle altre province. talmente importante che nonostante le la possibilità di ripetere il tam- spedale (neurologi, psichiatri, punto di vista neurologico e psi-
15.543 persone Calano anche i morti nelle Rsa, che nella fa- strumentali polemiche che si sono fatte è pone fino alla sua negativizza- nefrologi, immunologi, nutri- chiatrico. Uno degli ambiti di
se acuta dell’epidemia avevano registrato stato preso ad esempio da tante altre Re- zione. Dopo almeno 14 giorni zionisti, pneumologi e cardio- indagine saranno le conse-
centinaia di vittime. Una tendenza che po- gioni e anche da una nazione importante di isolamento domiciliare e la logi) seguono il paziente per guenze dell’infiammazione a li-

2
Il saldo positivo di
trebbe anche essere il frutto dell’adozione
di misure di contenimento più rigorose. La
Procura di Milano, ha registrato la diminu-
come la Germania che a Berlino ha realiz-
zato una cosa assolutamente identica al-
la nostra. Se si vuole fare polemica, si può
risoluzione dei sintomi respira-
tori, i pazienti sono invitati a re-
carsi nell’Unità mobile Baobab,
verificarne le condizioni clini-
che generali, con particolare
attenzione allo stato nutrizio-
vello psichiatrico, come distur-
bo post traumatico da stress,
ansia, insonnia e depressione.
zione in modo significativo delle morti nel- fare polemica su tutto». Tra l’altro ieri c’è posta all’esterno dell’ospedale, nale ed eventuali deficit del si- Forti stati infiammatori posso-
ricoverati nei reparti le case di riposo finite al centro della maxi stato l’ennesimo scontro sulle modalità per eseguire il tampone naso- stema nervoso periferico e no costituire infatti dei fattori di
Covid. Attualmente inchiesta con più filoni, tra cui quello sul Pio d’accesso ai test sierologici tra il Comune faringeo. Dopo due tamponi centrale, problemi ai reni, re- rischio per diverse patologie
sono ricoverate 4.482 Albergo Trivulzio. Stando a quanto risulta di Milano e la Regione. negativi a distanza di 24-48 ore spiratori e al cuore. psichiatriche. (V. Sal.)
dagli accertamenti del pool guidato dal pro- ©RIPRODUZIONE RISERVATA l’uno dall’altro, i pazienti pos- Chiunque è inserito in questo © RIPRODUZIONE RISERVATA
II MILANO E LOMBARDIA Martedì 19 maggio 2020

Coronavirus,
la ripartenza
Messe col popolo, festa feriale
Mascherine, guanti, gel, distanziamento, comunione sulla mano: né problemi né rimostranze
In Duomo e in San ieri mattina alla ripresa delle celebrazioni con partecipazione di fedeli. Anzi: chi è venuto, si dice felice
Babila sono i preti a
portare l’Eucaristia GIACOMO GAMBASSI ristia, i volti sono uno spaccato della cino al cero pasquale. L’arciprete li in- ge il flacone con il gel per disinfettare celebrazioni. Non è una ripresa piena.
metropoli. C’è il ragazzo con lo zaino dossa prima di distribuire la Comu- le mani. Due volontarie accompagna- E dovremo avere un po’ di pazienza»,
ai fedeli, che restano
S
ono raggianti gli occhi che si in- o il professionista in giacca. C’è una nione dopo essersi igienizzato le ma- no i fedeli al proprio posto: al massi- avverte monsignor Ambrogio Pianta-
al posto. Borgonovo: travedono al di sopra della ma- donna filippina o la coppia di anziani ni. Poi si mette la mascherina. «Torna- mo uno per panca. «Il banco di prova nida che presiede. Quando la lettrice
«Bello ritrovarsi qui» scherina. «È vero, sono felice. coniugi che vengono aiutati a prende- re in Duomo è come una liberazione», sarà domenica con le Messe festive – si avvicina all’ambone domanda: «Ma
Direi emozionata», sussurra Sonia re posto alla dovuta distanza. Borgo- confessa all’uscita Anna, milanese doc. avverte il parroco –. Qui potremo ac- devo togliere la mascherina o si sen-
Mauro. Ha appena partecipato alla pri- novo presiede senza la mascherina, A San Babila si dice Messa alle dieci. È cogliere al massimo 50 persone». Ap- te bene lo stesso?». Alla fine procla-
ma Messa “ritrovata” nel Duomo di Mi- com’è lecito. «Cari fedeli vi abbiamo a- il parroco don Magnani che sulla por- pena comincia il rito, sono in venti- merà la Scrittura con la protezione
lano che ieri ha riaperto dopo oltre due spettato tanto. Dal quel lontano 9 mar- ta dà il benvenuto a chi arriva. E por- cinque. «Riprendiamo con fiducia le sul volto. Non c’è lo scambio della
mesi. «Mi è mancata l’Eucaristia ben- zo ci siamo visti solo telematicamen- pace. Ma Piantanida consiglia:
ché la seguissi in tv – racconta la si- te e in tv. È bello ritrovarsi di nuovo «Scambiamoci comunque un sorri-
gnora –. C’è bisogno anche di sentirci qui». Nell’omelia cita l’emergenza Co- so...». Al termine don Enrico comu-
Sala sale fisicamente Chiesa». Erano in 36 alla vid. «Facciamo diventare la pandemia nica: «Saranno i volontari che vi fa-
Messa delle 8 nella cappella feriale die- un momento positivo per noi e per gli ranno uscire nel rispetto delle di-
sul Duomo: tro l’altare maggiore. «Dobbiamo ro- altri». Il lettore della prima Lettura e stanze. Poi avverrà l’igienizzazione
la Madonnina darci un po’ ma mi sembra che tutto del Salmo ha i guanti. Quelli per Bor- della chiesa». Anche di questo c’è bi-
sia filato liscio», commenta l’arciprete gonovo e per il diacono che lo assiste sogno al tempo del coronavirus.
ci guardi Gianantonio Borgonovo. «Le masche- sono in un piccolo tavolo sistemato vi- © RIPRODUZIONE RISERVATA

rine e i guanti? Quasi


non te ne rendi conto –
commenta Sonia –. Do-
po pochi minuti scom-
paiono nella tua mente,
non ci fai più caso».
È come una festa per l’a-
nima la prima giornata
con le Messe “a porte a-
perte” a Milano. Nessun
Una preghiera alla problema né rimo-
Madonnina «che da stranza. «Anzi, chi ha
lassù continua a partecipato si è sentito a
guardare a tutta la proprio agio», racconta
città per dirle che noi don Enrico Magnani,
tutti stiamo cercando responsabile dell’Unità La distribuzione della Comunione in San Babila / Avvenire Il gel all’ingresso di San Babila
di fare bene, stiamo pastorale dei Santi Pro-
provando a feti, cinque chiese in- ALLE 21 CON L’ARCIVESCOVO DELPINI
riaccendere la città torno al quadrilatero
con prudenza,
attenzione e cura
verso gli altri. Tu non
farci mai mancare il
della moda. Mascheri-
ne richieste per entrare
in chiesa. Qualcuno
giunge anche con i
Sabato la «Traditio Symboli»
rimandata a causa dell’epidemia
tuo sguardo». guanti che tiene per tut-
Sull’esempio ta la Messa. Persino
dell’arcivescovo quello che viene consi- La prima Messa in Duomo / Avvenire
Delpini, il sindaco derato il momento più
Giuseppe Sala, sensibile delle liturgie
sfidando potenziali “sicure”, ossia la distribuzione della Co- LORENZO ROSOLI ristretta di giovani. Tutti gli altri po- bile del Servizio diocesano per i to», spiega il responsabile del Servi-
polemiche sulla munione, si svolge nella più assoluta tranno unirsi alla celebrazione, ma giovani e l’università. zio per i giovani. «E ascolteremo le

S
commistione fede- normalità. Nel Duomo ma anche nel- ono novanta i catecumeni che attraverso i mass media e i social del- «La Traditio Symboli è sempre stata parole di san Paolo ai Filippesi, che
politica, domenica è la Basilica di San Babila sono i sacer- sabato prossimo, in Duomo, la diocesi. La veglia sarà infatti tra- e sarà anche questa volta occasione il nostro arcivescovo ha scelto per la
salito sul Duomo per doti e il diacono a passare lungo i ban- riceveranno il «Credo aposto- smessa in diretta dalle 21 su Chiesa per una forte esperienza di Chiesa: la lettera pastorale di quest’anno, Sia-
rivolgere alla città un chi. Nessuna fila. Tutti restano al pro- lico» dall’arcivescovo di Milano, Ma- Tv (canale 195 del digitale terrestre), presenza dei giovani radunati in Cri- te sempre lieti nel Signore! (Fil 4,4)».
saluto alla vigilia della prio posto. Si riceve nelle mani l’ostia rio Delpini. Accadrà in occasione del- in streaming su www.chiesadimila- sto attorno all’arcivescovo, succes- A causa dell’emergenza Covid non è
riapertura. «C’è una consacrata dal prete che indossa i la «Traditio Symboli» che la pande- no.it e sul canale YouTube chiesadi- sore degli apostoli, esprimerà il de- stato possibile rispettare la succes-
nuova strada da guanti monouso e la mascherina. U- mia ha costretto a rinviare dalla col- milano (mentre siderio di cammi- sione dei passi e dei riti che porta i ca-
percorrere – ha detto no scandalo? «Non penso che il Signore locazione tradizionale – la vigilia del- andrà in differita In Duomo ci saranno 90 nare insieme co- tecumeni ai sacramenti dell’inizia-
il primo cittadino in si faccia questi problemi. Forse sorri- la Domenica delle Palme – a questa su Radio Mater catecumeni e una ristretta me credenti in zione cristiana «secondo l’antica tra-
un video – un passo derebbe di certe nostre congetture nuova data che cade, eccezional- alle 22,30). «Da rappresentanza di giovani. Gesù vivo – ri- dizione della prassi battesimale nel-
alla volta con mentali...», afferma Sonia. Qualcuno mente, in tempo pasquale. Ma non casa dapprima si prende don Fusi la Chiesa», sottolinea dal canto suo
prudenza e sussurra “Amen”; altri preferiscono ri- sarà la sola differenza rispetto al con- porranno in a- Gli altri potranno seguire –. Comunione e don Antonio Costabile, responsabi-
attenzione ma senza peterlo interiormente. sueto. Nella memoria di tutti, la «Tra- scolto della Paro- la diretta tv e web unità, doni dello le del Servizio per la catechesi. «Su-
perdere un’occasione Per entrare in Cattedrale serve anche ditio Symboli» restituisce l’immagi- la e delle rifles- Spirito del Risor- perata, ci auguriamo, la fase più dif-
per ridare linfa e vita misurarsi la temperatura. La capienza ne della Cattedrale gremita di giova- sioni del nostro arcivescovo; poi, al to, saranno visibili anche grazie al fat- ficile e delicata di questo tempo di
alla nostra città». Una della cappella feriale è limitata (come ni, radunati attorno all’arcivescovo termine della veglia, saranno coin- to che alcuni giovani, partecipi di dif- pandemia è possibile ora recupera-
ripartenza non priva lo è quella di tutte le chiese dove il ri- assieme ai catecumeni. Quest’anno volti in un breve esercizio di condi- ferenti esperienze ecclesiali, avran- re la veglia diocesana della Traditio
di incognite. «Alcuni spetto del distanziamento fisico im- la convocazione alla veglia di pre- visione della fede sotto la guida dei no preparato insieme questa veglia». Symboli nel tempo pasquale in vista
di noi – ha aggiunto – pone una consistente riduzione delle ghiera chiamerà a una partecipazio- propri sacerdoti ed educatori, che Il centro della celebrazione di saba- della Pentecoste. I sacramenti che in-
sono più ottimisti e presenze). Sessanta posti ma nessuno ne virtuale: con i catecumeni e i lo- dialogheranno con loro attraverso to che, in via eccezionale, si tiene in troducono alla vita cristiana hanno
impazienti, altri si resta fuori. Quando suona la campa- ro accompagnatori, in Duomo, ci una videochiamata di gruppo», tempo pasquale, sarà proprio «l’an- per loro stessa natura una dimen-
sentono più fragili e nella che annuncia l’inizio dell’Euca- sarà infatti solo una rappresentanza spiega don Marco Fusi, responsa- nuncio di Cristo Crocefisso e Risor- sione pasquale – ricorda don Costa-
impauriti. Ci siamo bile –. Mediante essi si è resi parteci-
riscoperti solidali e pi della Pasqua di Cristo Gesù, si en-
uniti capaci di un tra per appartenervi in modo pieno
controllo, specie nei Vittime Covid Domani alle 18 alla Madonna delle Lacrime di Treviglio l’arcivescovo spiega il parroco monsignor Norberto Donghi –. È stato con noi e consapevole nella comunità dei ri-
giovani, sul quale Mario Delpini celebrerà una Messa in suffragio delle vittime del Covid– all’inizio della pandemia, alla festa della Madonna delle Lacrime il 29 sorti, nella Chiesa».
forse non avremmo Delpini celebra 19. La Messa sarà aperta ai fedeli fino a esaurimento posti o febbraio, e lo sarà ora al termine di queste settimane che hanno visto © RIPRODUZIONE RISERVATA

scommesso, a Treviglio all’esterno in Piazza Santuario. Diretta su Chiesa Tv e la morte di tanti parrocchiani. I loro nomi saranno letti durante la
soprattutto siamo www.chiesadimilano.it. «Il nostro vescovo ha accompagnato da vicino celebrazione. La preghiera dell’arcivescovo sarà di conforto a chi ha
stati popolo». questo territorio ferito della diocesi ambrosiana in terra bergamasca – sepolto i propri cari in una maniera che graffia l’anima».

Meteo Lombardia

Numeri
e link 112 NUMERO UNICO DI EMERGENZA carabinieri, polizia, soccorso sanitario, vigili del fuoco
Biblioteche comunali Numero verde 800.88.00.66
Siti utili:
Diocesi di Milano
www.chiesadimilano.it
02.40221 Vigili Urbani
utili Guardia medica
(territorio di Milano) 800.193.344
San Carlo
San Paolo 02.81841 Guardia di Finanza
020208
117 www.comune.milano.it/biblioteche InformaGiovani
Guardia medica San Raffaele 02.26431 Centro Aiuto alla 02.884.68390 - 68391 Comune
pediatrica vita Mangiagalli 02.55181923 www.comune.milano.it/giovani www.comune.milano.it
Centro antiveleni
(territorio di Milano) 800.193.344 ospedale Niguarda 02.66101029 Ast Milano 02.8578.1 Ufficio Tutela Animali
Fatebenefratelli 02.63631 Centro ustioni Comune di Milano 020202 Segnalazioni e informazioni Regione Lombardia
Policlinico 02.55031 ospedale Niguarda 02.64442381 Emergenza anziani 020202 02.884.64056 - 64557 www.regione.lombardia.it
Martedì 19 maggio 2020 LOMBARDIA III

Coronavirus,
la ripartenza
Negozi e bar «Ora Nembro
Due comunità
messe alla prova
riaccendono recuperi
dal Sars-Cov-2
provano oggi a
rialzarsi e a mettersi
alle spalle l’incubo
Codogno la memoria»
PIERFRANCO REDAELLI Emiliano Brizzolari illustra gli in- LUCA BONZANNI bita distanza – per un caffè e per
terventi effettuati nel grande eser- condividere ricordi e impressioni

C’ I
è aria di festa a Codogno. cizio. «Come vede, da un alto si en- l sole che illumina la porta del- di un dramma di comunità. Ieri
Lo si percepisce dalle tra – illustra il titolare – dall’altra si la Val Seriana, qui a Nembro, è mattina è ripartita la Messa; già da
persone che affollano il esce. Ci sono clienti che aspettano un po’ una metafora. Nel pae- alcuni giorni il bar dell’oratorio – la
Mulazzano: cuore della città. Dopo tre mesi di un po’ pur di riprendere a gustare il se più toccato dal Covid-19, una comunità è sempre rimasta molto
lockdown, nella cittadina a cui per nostro caffè. Qui è sempre stato un comunità da 11.500 abitanti dove attiva, tant’è che il curato, don Mat-
nella Rsa prima è stato mostrato il cartelli- luogo di ritrovo, oggi si scambiano nei due mesi centrali dell’epide- teo Cella ha ricevuto una telefona-
nessun no "rosso" per contenere il Sars- solo due parole, quanto basta però mia si sono spente oltre 170 vite, la ta di complimenti e incoraggia-
Cov-2, la gente ha salutato la fine per riscoprire un pezzo di paese. speranza ha ripreso a germogliare. mento da Papa Francesco – ha "in-
contagio del confinamento riversandosi an- Non riesco a capire, però, perché Sulla piazza del Comune, largo ventato" la consegna a domicilio di
che nei negozi che hanno rialzato devo far lavorare due ragazze per spiazzo lastricato dinanzi all’im- caramelle e dolci, grazie all’impe-
La Residenza le saracinesche. Non tutti ad onor misurare la febbre, così come sono ponente municipio, nel primo po- gno di alcuni giovani. Anche la bi-
sanitaria assistenziale del vero ieri hanno voluto festeg- preoccupato per il mio personale, meriggio due ragazzini scorrazza- blioteca è ripartita, col take away
(Rsa) di Mulazzano giare il ritorno alla "normalità". Ma che dopo tre mesi non ha ancora no in biciletta; a poca distanza, si dei libri.
(Lodi) guarda con chi ha voluto riaprire si dichiara percepito un euro di Cassa integra- ferma il furgone della Protezione Nembro è allora un mosaico di sto-
soddisfazione e soddisfatto. zione". Sulla via Circonvallazione civile: è l’intreccio inestricabile tra rie anche nel giorno di più decisa
ottimismo alla nuova Buona parte dei parrucchieri e dei c’è il ristorante Nord Est, con sale la voglia di ripartire e il segno co- ripartenza, con bar, parrucchieri,
fase della pandemia: saloni per signora ha rispettato la capaci di accogliere oltre 200 clien- stante dell’emergenza. uffici di nuovo aperti al pubblico.
non solo nella chiusura del lunedì. In via Garbial- ti. «Per essere il primo giorno – con- La voglia di ripartire però c’è. È la In via Garibaldi, lo sportello della
struttura non si sono di, però, davanti all’ingresso del Ka- fermano Sergio Caccialanza e la forza oltre il lutto. Al Caffè del Bor- Fnp-Cisl, il sindacato dei pensio-
registrati contagi ma rol Hair Design, ad accoglierci c’è la moglie – è un disastro. Solitamente, go, a ridosso del centro storico, po- nati, torna a offrire i suoi servizi.
hanno dato esito titolare Carolina Comandù. «È una a mezzogiorno, facciamo 50 coper- co alla volta giovani e pensionati Degli otto volontari che ne garan-
negativo gli ultimi 90 giornata bellissima – dice –, le mie ti, oggi ci sono 5 clienti. Eppure tut- tornano a sedersi ai tavolini – a de- tivano l’apertura prima del Covid,
tamponi effettuati su clienti stanno rispettando gli ap- to è predisposto come prevedono i è rimasto solo Claudio Carrara, 66
ospiti e lavoratori. La puntamenti. Tutto è predisposto se- nuovi regolanti. Speriamo sia solo anni, ora coadiuvato da
notizia è stata condo le norme imposteci dal go- un eccesso di prudenza, di paura». Il centro della Bergamasca – 170 due nuove volontarie in
comunicata alla verno. Oltre ai guanti e alle ma- Sulla piazza del Comune c’è il sin- decessi in 2 mesi –, vive l’intreccio formazione, arrivate
stampa dal direttore scherine siamo protette dalle visie- daco Francesco Passerini. «C’è tan- tra voglia di voltare pagina e segni per supplire chi non c’è
della Rsa, Francesco re che però non facilitano il lavoro. ta voglia di ripartire – confida –, ab- più, tra lutti e timori di
Coniglio, della Da sempre nel mio locale usiamo le biamo vissuto giorni tragici, oggi dell’emergenza. Claudio Carrara, ricominciare. Tra mar-
cooperativa sociale divise usa e getta». Carolina ci spie- vedo una città con molta energia, ultimo rimasto degli 8 ex volontari zo e aprile la Fnp oro-
San Pio di Alba ga che qualche cliente è spaventa- che mette in evidenza il dna che dello sportello Fnp-Cisl: «Ci bica ha contato la per-
to, dopo tre mesi è spaesato. «Ho vi-
Cuneo), di cui fa parte
la casa di riposo "La sto in loro la gioia di poter tornare
contraddistingue gli abitanti di que-
ste terre lodigiane».
aspettano pratiche di successione e dita di 2.044 iscritti,
portati via dalla malat-
Mutualistica" con 60 in uno spazio di amicizia, di com- © RIPRODUZIONE RISERVATA
pensioni di reversibilità...» tia; i volontari del sin-
posti letto. «Grazie al prensione; per qualcuna, pur nel dacato si sono ridotti
progetto promosso dolore, l’opportu- complessivamente del
dalla Fondazione nità di poter ritor- Anche se non tutti 15%, ma in Valle i numeri cresco-
Comunitaria della nare più bella». Poco hanno riaperto, la no sensibilmente. «C’erano parec-
provincia di Lodi, con più avanti, c’è il ne- gente ha mostrato una chie remore per ripartire, la paura
l’Asst ed il Parco gozio di Roberto era tanta. Però sono qua, è giusto
tecnologico padano, a Bossi, la ferramenta discreta propensione riaprire – sorride Carrara –. Dalla
favore delle residenze nel cuore della città. agli acquisti e la voglia settimana scorsa abbiamo lavora-
per anziani e disabili, Roberto e i com- di voler "riassaporare" to per adeguarci alle prescrizioni
nei giorni scorsi sono messi faticano a sta- in fatto di sicurezza, ora il telefono
stati effettuati 55 re al passo con i tan-
subito un senso continua a squillare». Oltre la cor-
tamponi sugli ospiti e ti clienti. «È andata di normalità. Il sindaco netta ci sono storie, non solo ri-
35 sull’intero bene – afferma il Francesco Passerini: chieste: «Sono stati due mesi da in-
personale: in tutti i giovane titolare –, la dopo i giorni tragici cubo. Non sono mai uscito di ca-
casi hanno dato esito gente ha capito l’im- sa; mia moglie lo faceva ogni due
negativo – sottolinea portanza della di-
ecco l’energia per settimane, solo per la spesa – rac-
Coniglio –. I parenti stanza, del rispetto ricominciare, questo è conta Carrara –. Ogni telefonata
che hanno accettato delle regole. Attende il nostro autentico Dna porta con sé il ritrovare persone co-
la nostra richiesta di pazientemente in nosciute, che si vedevano spesso.
non andare a visitare i coda. Stiamo vendendo di tutto. An- Se da un lato è piacevole dedicare
familiari nella Rsa, che perché accanto alle aziende che il proprio tempo al volontariato,
hanno giocato un hanno riaperto i cancelli, ci sono i dall’altro lato ci attendono giorna-
ruolo di primo piano privati che stanno ristrutturando le Sopra un bar te in cui ci sarà la trafila per le pra-
per il raggiungimento abitazioni. Speriamo sia di augurio appena tiche di successione, per le pensio-
di un risultato tanto anche per il futuro». riaperto a ni di reversibilità. Insomma, non
importante. Ma Al Caffè Grande, in via Roma, uno Codogno/ sarà facile: si tratta di persone che
attenzione: dei locali più frequentati della città, Gozzini/Fotogramma vedevamo tutti i giorni. È stata una
l’emergenza sanitaria c’è coda. Non solo per il gusto di tor- tragedia di comunità che non se ne
non è ancora finita», nare a bere un buona tazzina, ma Qui accanto andrà dalla memoria». «Abbiamo
dunque «non si può per le norme che impongono una un’immagine di perduto un’intera generazione di
abbassare la serie di accorgimenti, a partire dal- Nembro, ieri/ figure di riferimento – commenta
guardia». (G.Bos.) la misurazione della temperatura. Agazzi/Fotogramma anche Caterina Delasa, segretaria
generale della Fnp-Cisl Bergamo –
, di volontari impegnati ogni gior-
no, incuranti dell’età. Adesso, an-
Nel 2016, subito dopo il terremoto che sconvolse il ricevuta, l’Associazione "Amici per Terracino" ha Sacra Famiglia e il suo polo ospedaliero, la Casa di che per riconoscenza nei confron-
Accumoli dona Centro Italia, per iniziativa dei gruppi di Protezione contattato la Protezione civile di Corsico, Cura Ambrosiana. «La solidarietà è un boomerang. ti loro e dei loro familiari, dobbia-
mascherine a civile di Corsico, Buccinasco, Assago e Opera, nel chiedendo come poteva contraccambiare l’aiuto A distanza di 4 anni questa frazione di 300 anime, mo cercare di recuperare qual gran-
Milanese – che raccolsero 120.000 euro –, fu ricevuto. Così la generosità di Accumoli è arrivata a Terracino, non ha dimenticato e si è mobilitata de bagaglio di competenza, cono-
Sacra Famiglia realizzato a Terracino, frazione di Accumoli (Rieti), Cesano Boscone (Milano), dove ieri sono state raccogliendo 1.500 euro per aiutarci», ha detto Vito scenza, umanità e relazioni che l’e-
un Centro Sociale. Ricordandosi della solidarietà consegnate 1.000 mascherine, tra la Fondazione Petita, della Protezione civile di Corsico. pidemia ci ha strappato».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

CASTELLETTO DI LENO GIOCO D’AZZARDO VOGHERA


Sacerdote trasferito dal vescovo Si arrampica su vagone ferroviario,
rifiuta altra sede e si barrica in casa Stop a slot e a puntate fino al 31 maggio 16enne folgorato ma non è in pericolo

M S
omenti di concitazione e apprensione, ieri top alle slot e monitor spenti cenza per l’apertura di una sala Nel Bresciano, intanto, la lotta al- Voghera (Pavia)
mattina, a Castelletto di Leno (Brescia) dove fino al 31 maggio negli eserci- scommesse non può essere rila- l’azzardopatia può contare su

U
don Gianluca Loda, sacerdote finito alla ri- zi pubblici che offrono gioco in sciata se il bookmaker non pos- due iniziative della Cooperativa n ragazzo di 16 anni è rimasto folgorato nella tar-
balta per le sue dichiarazioni sull’Islam, contro il go- Lombardia: lo prevede l’ordinanza siede una concessione statale. Il Fraternità, gratuiti e sfruttabili da da serata di domenica alla stazione ferroviaria di
verno e i vertici ecclesiastici, e poi per il pranzo in piaz- del governatore Attilio Fontana del dispositivo respinge il ricorso del casa online. Tramite il servizio Voghera, in provincia di Pavia, dopo essere salito
za durante le ordinanze anti Covid che gli è costato 400 17 maggio, come spiega Agipro- titolare di una sala scommesse "Spazio Off", il progetto "Play at per gioco su un vagone in compagnia di un amico. A dar-
euro di multa, si è barricato in casa. Così, alla parroc- news, che fa seguito al decreto del in provincia di Bergamo, colle- home" si rivolge a bambini-prea- ne notizia è stato ieri il quotidiano La Provincia pavese. Il
chia di Castelletto, si sono presentati i vigili del fuoco, presidente del Consiglio, sulle ria- gata a un bookmaker sprovvisto dolescenti e ai loro genitori: in o- 16enne ha toccato inavvertitamente un cavo di alimen-
carabinieri, Polizia locale e un’ambulanza. Il sacerdo- perture. «È confermato l’obbligo per di quanto richiesto, al quale il gnuno dei tre incontri previsti si tazione ed è stato sbalzato a circa tre metri di distanza.
te non avrebbe aperto la porta nonostante i numerosi i concessionari di slot machine di questore aveva negato l’ok per descrive un videogioco analiz- Subito soccorso, è stato trasportato all’ospedale Niguar-
tentativi di contattarlo, così i parrocchiani avrebbero provvedere al blocco – si legge nel l’attività. I giudici amministrati- zandone le caratteristiche e fa- da di Milano: i medici l’hanno giudicato in prognosi ri-
avvisato le autorità, allarmati per la sua salute. I vigili provvedimento regionale – e agli e- vi ricordano che in Italia, in ma- vorendo un dialogo tra grandi e servata, ma non sarebbe in pericolo di vita. Al momento
del fuoco hanno quindi forzato una finestra per entra- sercenti di disattivare monitor e te- teria di scommesse, serve una piccoli con la guida di psicologi. dei soccorsi, il giovane era cosciente. La dinamica dell’e-
re nell’abitazione del parroco. Don Loda è uscito do- levisori di giochi che prevedono duplice autorizzazione. Con "Noi ci siamo, parliamo e in- pisodio è all’esame degli agenti della Polizia ferroviaria,
po diversi minuti ed è stato accompagnato in ospeda- puntate...», per impedire la perma- contriamoci insieme", rivolta a subito intervenuti sul posto assieme ai medici e al perso-
le per accertamenti. Il caos sarebbe scoppiato dopo la nenza dei giocatori all’interno dei La Regione prolunga genitori, insegnanti e adulti, si nale del 118.
decisione di trasferimento, assunta dal vescovo Pie- locali, indipendentemente dal tipo il blocco per impedire possono anche ascoltare rifles- In seguito alla scarica subìta, il 16enne è stato scaraven-
rantonio Tremolada dopo un lungo tentativo di dialo- di esercizio «in cui gli apparecchi so- la permanenza sioni e vissuti emersi durante tata a terra. I medici gli hanno riscontrato un’ustione al-
go, per gli atteggiamenti sopra le righe tenuti dal par- no presenti». questi mesi di distanziamento la mano con la quale aveva urtato il cavo, oltre ad altre fe-
roco nel corso delle ultime settimane. Ma in Lombardia va registrata anche di giocatori all’interno sociale rispetto. (c.guerr.) rite. Insieme agli agenti della Polfer, sono intervenuti an-
© RIPRODUZIONE RISERVATA una recente sentenza del Tar: la li- di qualsiasi locale © RIPRODUZIONE RISERVATA che i carabinieri della compagnia di Voghera (Pavia).