Sei sulla pagina 1di 34

Venerdì 1 maggio

2020

ANNO LIII n° 104


1,50 €
San Giuseppe
lavoratore
Festa del lavoro

Opportunità
di acquisto
in edicola:
Avvenire
+ Luoghi dell’Infinito
4,20 €

Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t


Quotidiano di ispirazione cattolica w w w. a v v e n i r e . i t

■ Editoriale LA FEDE Stasera a Caravaggio la cerimonia voluta dal presidente dei vescovi. Pronto il protocollo per i funerali da lunedì, parla il segretario della Cei
Questo tempo e questo Primo maggio

IL LAVORO, La Chiesa Russo: prima


VERAMENTE
LUIGINO BRUNI
affida l’Italia la salute
Q
uando la vita, senza chiederci il
permesso, ci rallenta la corsa, si
possono fare grandi scoperte. Si
a Maria delle persone
può finalmente entrare in un
nuovo rapporto con quegli esseri viventi GUALTIERO BASSETTI VINCENZO CORRADO
che per essere visti e "parlarci" hanno
bisogno di tempi più lenti, più profondi e In questo nostro tempo nel quale purtroppo Monsignor Stefano Russo spiega la posizione
dilatati. I vecchi, i malati, la natura, le la pandemia continua ad espandersi, diventa dei vescovi riguardo alle disposizioni contenu-
piante, i fiumi, sono portatori di una necessario, come ci ha vivamente raccoman- te nell’ultimo Dpcm, alla luce dell’invito del Pa-
qualità della vita che resta muta se dato il Santo Padre, intensificare la preghiera pa alla prudenza, e illustra a che punto è l’in-
costretta a intonarsi ai ritmi sfrenati del della comunità cristiana, in particolare con terlocuzione con il governo per l’elaborazione
business. In questi mesi di immenso l’Adorazione Eucaristica. del Protocollo per le celebrazioni eucaristiche.
dolore, abbiamo imparato in tanti le
prime parole dei linguaggi dei tempi Gambassi e Roncalli nel primopiano a pagina 7 La statua della Madonna al Santuario di Caravaggio / Luca Merisio Spagnolo nel primopiano a pagina 6
rallentati; alcuni hanno persino imparato
a parlare con gli angeli, altri coi demoni,
qualcuno con entrambi. Ripercorrendo
ogni giorno gli stessi duecento metri, IL FATTO L’Organizzazione mondiale della sanità prevede ritorni del Covid. Tensione con la Calabria sulle aperture. No dei sindaci
abbiamo finalmente visto, conosciuto e

Attenti alle ondate


riconosciuto l’ambiente attorno casa; ci
siamo accorti di quante cose erano lì,
appena oltre l’uscio, che eravamo
circondati da moltissima vita, e non lo
sapevamo. Precipitati in questo enorme
rallentamento collettivo abbiamo visto
diversamente e meglio anche il lavoro.
Non potendo, molti, lavorare – o non
potendo lavorare come sapevamo e
volevamo fare –, in questo letargo
dell’homo faber e dell’homo oeconomicus
Il richiamo dell’Oms, mentre i dati italiani migliorano. Conte: materne e nidi forse agibili in giugno
si è liberato spazio ad altre dimensioni
della vita. L’economia è stata costretta a
Renzi: crisi se il premier userà ancora i dpcm. La replica: mai agito da solo. Nuove ripartenze dal 18
ritrarsi – non lo avrebbe mai fatto
spontaneamente –, obbligata a diventare Quando la prima ondata ■ I nostri temi
una tra le molte parole della vita (non più LA FESTA Mattarella: salute e lavoro non sono nemici del coronavirus sarà passa-
l’unica né la prima né l’ultima, ma solo INTERVISTA/1 ta «è essenziale prepararsi
una parola accanto ad altre). E in questo a una seconda o una ter- REPORTAGE
spazio liberato ci siamo accorti di quanta Bonaccini: facile za, particolarmente se
vita avevamo immolato e sacrificato a
chiudere, ma ora non c’è ancora un vacci- Nel Sahel il virus
una economia cresciuta troppo, no disponibile». A lancia-
velocemente e in maniera squilibrata.
si rischiano fischi re il nuovo monito è Hans ora favorisce
Non lo dimentichiamo. Kluge, il direttore regiona-
Innanzitutto abbiamo visto quanta le per l’Europa dell’Oms. l’avanzata
economia si svolge dentro casa, nella Il governatore emiliano chiede «Bisogna essere prepara-
nostra famiglia. Nell’eclisse dell’economia forti impulsi all’economia. ti. Dobbiamo avere una del jihadismo
politica è rinata l’economia domestica, sanità pubblica forte».
l’oikos nomos: l’amministrazione della Fatigante In Italia per ora si regi- ANTONELLA NAPOLI
casa. In questo grande silenzio delle nel primopiano a pagina 11 strano importanti miglio-
A pagina 3
fabbriche, degli uffici e delle piazze, la ramenti nei dati del con-
prima realtà che è emersa con una forza tagio e un decreto del mi- L’INTERVENTO
straordinaria è stata la casa. Tutte le belle INTERVISTA/2 nistro Speranza permette
innovazioni che abbiamo sperimentato,
dallo smart work ai webinar, che hanno Brugnaro: Venezia nuove aperture dal 18
maggio. Si pensa anche
Un centro
consentito al nostro Pil e alle nostre
istituzioni di non sprofondare in abissi riavrà gli eventi bambini più piccoli. Fa in-
vece litigare governo, Re-
di gravità
troppo profondi, sono state possibili
grazie alla presenza di un corpo
intermedio, fondamentale e
meraviglioso, situato tra le organizzazioni
Primo maggio a partire da luglio
Il sindaco:città allo stremo. O-
gione e sindaci il via libe-
ra ai bar in Calabria.
Sul fronte politico tensioni
Renzi-Conte. Ancora occu-
permanente
e di futuro
e il singolo individuo: la famiglia, e in essa
in modo tutto speciale le donne e le
madri. Chi ha visto all’opera padri e
soprattutto madri che lavorando da casa
Primopiano
pagine 8-9 con mascherina ra si acceleri, noi siamo pronti.
Dal Mas
nel primopiano a pagina 12
pazioni delle Aule parla-
mentari da parte della Lega.

Primopiano alle pagine 5-16


ROBERTO ROSSINI
A pagina 3
hanno dovuto coordinare una
"amministrazione" divenuta molto più
complessa e complicata – accompagnare INTESE DA 3 ANNI DOPO IL LOCKDOWN
la didattica online, fare code divenute
lunghissime per la spesa e magari seguire
CON LA LIBIA Ammissioni a Malta: I ragazzi e la Fase 2:
EGITTO
La repressione di Sisi
genitori lontani o in una struttura
residenziale... –, se ha guardato bene ha
improvvisamente visto il contributo
respingimenti segreti proposta del Forum sfrutta lʼepidemia
Scavo a pagina 17 Moia a pagina 15 Zoja a pagina 16
essenziale dato dalle famiglie, dalle
donne alla gestione e al superamento di
questa crisi inedita. Le abbiamo viste, e
non dobbiamo dimenticarlo più. E così Malebolge
abbiamo anche capito, finalmente, dove Aldo Nove
si trova veramente il cuore del sistema
economico. Senza quel lavoro essenziale
e invisibile alla contabilità nazionale, i L’uomo, terrorizzato, annuisce. La
prodotti delle fabbriche e i servizi della Cosa fa la paura Morte, ineffabile, svanisce, e s’avvia
scuola sarebbero incapaci di creare a compiere la sua missione. Ma, con

U
benessere. Perché le merci diventano na piccola storia clamore in tutto il mondo, i morti, in
beni dentro le nostre case, dove un pacco tramandataci da una quella città, saranno non diecimila,
di pasta e un barattolo di pelati subiscono confraternita di Sufi è un ma dieci volte tanto. Anni dopo,
un’alchimia e diventano un pasto che ottimo spunto di riflessione per il quando la Morte viene a prendersi SCENARI
nutre il corpo, i legami e l’anima. momento presente. Assomiglia a quell’uomo che per caso la
L’esperienza di chi ha vissuto questi mesi quella resa nota dal grande successo incontrò, ne ascolta l’ultimo Dal centro alla periferia
tremendi da solo e quella di chi li ha discografico di Roberto Vecchioni, desiderio. «Morte, sto per
vissuti in una famiglia sono state molto, «Samarcanda» ma, mentre in quella abbandonarmi a te – dice l’uomo –
Così le grandi città
troppo diverse; il giogo dell’isolamento è potente metafora della condizione ma prima voglio che mi riveli guardano al dopo-Covid
diventato più leggero e soave se umana esistenziale ci si riferiva al perché, la volta che ci incontrammo Crippa e Fantoni Minnella a pagina I
l’isolamento esterno era compensato da destino individuale, questa mi dicesti di dover uccidere
una compagnia interna. Queste cose le contempla un destino collettivo. Il diecimila persone mentre ne hai SPETTACOLI
sapevamo "per sentito dire", ora, durante nostro. Adesso. La storia narra di un uccise centomila». La Morte replicò
la lotta, le abbiamo viste "faccia-a-faccia", uomo che incontra la Morte, che gli sbrigativamente: «Quanto sbraitate, Sale tristemente chiuse,
e non dobbiamo dimenticarlo più. Poi, ad riferisce di avere un appuntamento uomini, senza cercare mai di leggere
un certo punto, abbiamo capito che cosa importante, e gli dice dove. Si tratta la verità. Io ne ho uccisi, come ti ma il popolo del Cinema
è il lavoro, cosa è veramente. di una delle città più floride dissi, esattamente diecimila. Gli altri è pronto per ripartire
dell’Arabia, e il suo compito è di li ha uccisi la paura».
Calvini e Milani a pagina VI
continua a pagina 2 sterminare diecimila persone. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Il cristianesimo non è solo una dottrina, un modo di comportarsi, una cultura. Sì, è anche tutto questo,
2 LETTERE E IDEE Venerdì 1 maggio 2020
ma il nocciolo del cristianesimo è un incontro: è l’incontro con Gesù. Una persona è cristiana perché ha
incontrato Gesù Cristo, si è lasciata incontrare da Lui. Papa Francesco

A voi la parola CILE DISORDINI DA ORMAI UNA SETTIMANA Vite digitali


Avvenire, Piazza Carbonari, 3 - 20125 Milano. Email: lettere@avvenire.it; Fax 02.67.80.502

Se il Papa e Gesù
Parlamento occupato? CAMBIAMO ARIA ALLE CITTÀ:
MA LUCCA VA NEL VERSO SBAGLIATO diventano videogiochi
Il senso dello Stato Caro direttore,
ho letto con grande interesse l’articolo di
Franco La Cecla e Giuseppe Onufri, «E ades- GIGIO RANCILIO
e la preoccupazione so cambiamo aria alle città, ma davvero» ("Av-

S
venire", mercoledì 22 aprile), che con com- i può giocare con la fede? La
che invece vorremmo petenza e chiarezza ha dato voce a tanti dub-
bi e a tante esigenze che sentivo non solo io.
domanda è semplice, ma la
risposta non lo è affatto. Perché è
Purtroppo sono stata anche pervasa da una vero che il gioco ha da sempre un valore
Caro direttore, profonda amarezza. Vivo infatti a Lucca, una (costruisce relazioni, porta sollievo, diverte e
l’iniziativa della Lega di occupare il Parla- città che negli ultimi anni ha conosciuto un spesso fa crescere) ma è altrettanto vero che
mento, ovvero le aule della Camera dei de- processo di miglioramento che l’ha resa più non tutti i giochi sono uguali. Se poi parliamo
putati e del Senato della Repubblica, mi ha ri- bella e vivibile: il miglioramento è legato per di videogiochi, la diffidenza di molti cresce a
cordato l’iniziale furia distruttiva di Beppe una parte essenziale alla installazione di una dismisura. Eppure, quello dei videogiochi non
Grillo, con l’aggravante che oggi il Governo in Ztl, controllata da varchi telematici, che com- solo è un mercato ormai enorme (vale 148
carica deve gestire una drammatica emer- prende gran parte del suo centro storico e che miliardi di dollari l’anno), ma assolutamente
genza. In nessun Paese l’opposizione ha rag- permette di passeggiare in tranquillità per le trasversale. Non giocano solo i ragazzini (come
giunto livelli così alti di irresponsabilità. An- vie cittadine. Sono abbastanza vecchia per ri- comunemente si crede), ma anche tantissimi
che nella maggioranza vi sono settori che su- cordare come era la città prima dei varchi te- adulti. Al punto che l’età media dei giocatori
bordinano gli interessi generali a miseri tat- lematici: quando è nato il mio primo figlio, nel digitali è di 34 anni.
ticismi personali, evidenziando l’inadegua- 2000, dovevo aggirarmi con il passeggino per Non solo. In Italia, secondo, un’indagine di
tezza di una parte rilevante dell’attuale clas- le strette vie del centro scansando furgoni, Euromedia Research e Multiplayer.it, «l’81,4%
se politica. Serve una nuova progettualità po- auto e moto e fare lo slalom fra auto par- delle persone ha utilizzato un videogioco
litica con leader autorevoli che abbiano il sen- cheggiate ovunque, impedendo in molti ca- almeno una volta negli ultimi sei mesi». Mentre,
so dello Stato.
Bruno Cassinari
si l’accesso a passeggini e, neanche a dirlo, a
disabili. Ebbene, in questa situazione di e-
A Santiago il virus non ferma la piazza: secondo l’americana AARP, «il numero di utenti
di età pari o superiore a 50 anni che giocano
Piacenza mergenza, l’amministrazione cittadina (che ancora proteste contro il governo Piñera regolarmente ai videogiochi è pari al 44%». I
pure, come molte altre, pochi mesi inneggia- giochi più amati dagli «over 50» sono i puzzle,
Ho sempre pensato e molte volte scritto va ai Fridays for Future) ha preso la disgra- seguiti da solitari e sudoku. Mentre agli ultimi
che in democrazia l’opposizione deve fare ziata decisione di riaprire la Ztl. Faccio pre- «Il sistema cileno è più crudele del coronavirus». Non si ferma la posti si piazzano i cosiddetti «sparatutto». Resta
il proprio mestiere, che è di controllare e sente che il centro storico di Lucca è percor- protesta a Santiago. Congelata dall’inizio di marzo a causa il fatto che, qualunque sia la nostra opinione sui
incalzare il governo nell’interesse dei cit- ribile senza difficoltà a piedi o in bicicletta, e dell’emergenza sanitaria, la rivolta di ottobre è ripresa con forza questa videogiochi («sono divertenti», «no, sono una
tadini e del bene generale. Non di fare sce- che la situazione difficile che stiamo vivendo settimana. Ad accendere la miccia, la dichiarazione del presidente, perdita di tempo») il risultato finale non
ne, usando come palco persino il Parla- poteva essere un modo per incentivare uno Sebastián Piñera, di un ulteriore rinvio del referendum per cambiare la cambia: giochiamo (quasi) tutti e sempre di più.
mento. Un’idea romantica e irrealistica del- stile di vita più "verde". E invece sperimen- Costituzione. Il voto, cavallo di battaglia dei manifestanti, inizialmente Il videogioco, grazie agli smartphone, è infatti
la responsabilità politica? Sarà, ma me la teremo purtroppo, sciaguratamente, su noi previsto per il 26 aprile, è stato spostato al 25 ottobre. La scelta del diventato una componente importante nelle
tengo cara, gentile e caro amico, come fa lei stessi se davvero esiste un rapporto tra in- governo non aveva scatenato reazioni particolari data la pandemia di nostre vite. E in questo periodo di emergenza –
e come fanno tanti altri nostri concittadi- quinamento e diffusione del coronavirus… Covid-19. L’ipotesi di un nuovo slittamento, però, ha provocato la secondo McKinsey – il 62% degli italiani ha
ni. Credo anche, pensi un po’, che i diversi Lucia Galli rabbia dei dimostranti per i quali Piñera, da sempre contrario al incrementato il tempo dedicato ai videogiochi.
livelli istituzionali – Stato centrale, Regio- Lucca referendum, cerca di prendere tempo per aggirarlo. La Magna Carta Torniamo alla domanda iniziale: si può giocare
ni e Comuni – debbano lavorare in sinto- cilena è stata redatta durante il regime di Augusto Pinochet. con la fede? Sì, si può. Ma cosa succede se il
nia per fronteggiare al meglio la crisi da co- UN GIORNALE INTERESSANTE mondo dei videogiochi scopre la fede? Il primo
ronavirus e non esibire in continuazione PER UN TEMPO DIFFICILE caso importante è datato 2018, quando una
davanti agli occhi degli italiani stridenti di- Caro direttore, Dalla prima pagina società spagnola ha prodotto Follow JC Go, che
saccordi. Condivido, insomma, la sua a- "Avvenire" è sempre, per tutto l’anno, il mio rileggeva il fenomeno Pokémon Go in salsa
marezza e la sua invocazione di un’ampia giornale top. In questo tempo difficile il "suo" cattolica. Al posto di andare a caccia di
"lealtà repubblicana" che esprima la qua-
lità e l’autorevolezza dell’intera classe diri-
giornale è interessantissimo: informa, fa ri-
flettere, educa. La ringrazio sinceramente e
IL LAVORO, VERAMENTE "mostriciattoli" come Bulbasaur, Charmander o
Pikachu, si dovevano «catturare» santi, beati e
gente. Certo, l’occupazione delle aule di Ca-
mera e Senato da parte del principale par-
tito d’opposizione, la Lega, è e sarà sostan-
con lei ringrazio gli autori dei vari articoli: tut-
ti da incorniciare. Grazie. Buona Pasqua con
un grande augurio di bene.
A bbiamo, tutti insieme, capito
meglio la profezia dell’Articolo
1 della nostra Costituzione. Ci sia-
ra al progresso materiale o spiri-
tuale della società». Eppure ci vole-
va questo dolore per capire che, gra-
altri personaggi biblici.
Adesso però l’industria dei videogiochi sembra
avere fatto un salto in avanti. Sono in uscita due
zialmente simbolica. Ma è di altri segni e Maria Colombo mo accorti tutti che siamo davvero zie al lavoro, il progresso materiale titoli destinati a fare rumore. Il primo è «Pope
impegni, è di sensate preoccupazioni e non fondati sul lavoro. Stando fermi, e quello spirituale possono essere la Simulator» e permette di vestire i panni di un
di inutili occupazioni che l’Italia piagata PER ANDARE A MESSA CI VORRÀ quando ogni tanto ci affacciavamo stessa cosa. Quando la pandemia Papa e gestire la Chiesa. Scelto stemma e motto,
dalla pandemia ha oggi bisogno. (mt) UNO CHE FACCIA IL MORTO… dalle finestre abbiamo visto e rivi- ha svelato il lavoro, siamo riusciti a ha inizio la vita quotidiana del Pontefice. Come
Gentile direttore, sto il lavoro e i lavoratori. Ci siamo vedere il lavoro nella sua essenza, spiegano gli autori, «tra le possibili attività,
SE LA MESSA È GIOIA, LA RINUNCIA dopo aver letto su "Avvenire" di oggi 30 apri- accorti che non saremmo soprav- quando è stato denudato di tutte le spiccano l’organizzazione di pellegrinaggi, la
PUÒ DIVENTARE UN’OFFERTA le lo scritto del signor Alessandro Mucciante vissuti dentro casa senza camioni- altre dimensioni che durante le promozione della pace nel mondo, la
Caro direttore, sul "numero chiuso" ai funerali, mi permet- sti, spazzini, manutentori delle li- condizioni ordinarie occupano il moderazione dei conflitti, ma anche la gestione
mi chiedo: andare alla Messa la domenica, to anch’io una battuta sulla Fase Due: "La nee elettriche, vigili urbani. I nostri primo posto. E arrivati all’essenzia- della strategia vaticana in più ambiti».
per un cristiano praticante, è un obbligo o, Messa? Si può. Massimo 15 persone. Più uno malati li hanno curati, insieme a le del lavoro non abbiamo trovato Ancora più impegnativo appare «I Am Jesus
magari, è una gioia? È vero, il terzo coman- che faccia il morto". Con tutta la mia stima. medici e infermieri e operatori so- né gli incentivi né lo sfruttamento: Christ», «un simulatore che permette di vivere
damento ci dice: «Ricordati di santificare le fe- Raffaele Tenderini ciosanitari, anche centinaia di mi- abbiamo trovato una parola abusa- la vità di Gesù Cristo». Sarà presente sulla
ste», ma... questo non toglie che partecipare gliaia di operai, trasportatori, com- ta, logorata, offesa; abbiamo trova- piattaforma Steam, che vanta 20 milioni di
alla Messa possa essere anche un motivo di Il signor Mucciante mi ha scritto in sostan- messe, scaricatori di porto, idrauli- to la parola amore. E siamo rimasti utenti. «Il gioco simula realisticamente la vita di
gioia. E allora, penso, aiutiamoci a capire me- za ciò che abbiamo messo nel titolo: «Nu- ci. E finalmente l’intelligenza delle senza fiato, non pensavamo che il Gesù, coprendo il periodo che va dal Battesimo
glio il senso di questa gioia: forse, se riuscire- mero chiuso ai funerali? Ho detto: al mio re- mani ha avuto la stessa dignità del- lavoro fosse, veramente, questo, alla Resurrezione. I giocatori potranno
mo a capirlo bene, la rinuncia che dobbiamo sto fuori io…». Lei, gentile signor Tenderini, l’intelligenza intellettuale. Non mi quella cosa che ci fa di poco infe- compiere tutti i miracoli più famosi descritti nel
accettare in questo tempo potrà diventare capovolge la prospettiva e anche questa bat- era mai successo di ringraziare un riori agli angeli (Salmo 8). Il lavoro Nuovo Testamento. Sarà possibile, per esempio,
un’offerta gradita al Signore, oltre che una pri- tuta ci sta. Fa bene sorridere con garbo su corriere con l’intensità e la since- è la più alta forma di amore scam- moltiplicare i pani e i pesci, camminare sulle
vazione. cose molto serie. E speriamo aiuti a trovare rità con cui l’ho ringraziato ieri: in bievole e di reciprocità che la civiltà acque, curare i malati, restituire la vista ai non
Andrea Vellutini presto una giusta soluzione. (mt) quella mano che mi stendeva il pac- moderna ha realizzato su larghissi- vedenti e riportare in vita i morti». In totale
co c’era un valore e una sacralità ma scala. saranno 30 i miracoli presenti nel gioco. «Non
che non avevo mai visto prima, e Sarà anche questa rivelazione del mancheranno momenti fondamentali della vita
la vignetta non mi è parsa meno solenne di lavoro una delle eredità di questa di Gesù, come la Resurrezione o il digiuno nel
quella che mi porgeva, mesi fa, la grande crisi. Un amore civile, non deserto, ostacolato dalle tentazioni del diavolo».
comunione in chiesa. Quei valori e romantico, a volte anonimo, ma fe- Sarà proprio contro Satana che si svolgeranno
quella sacralità c’erano anche pri- dele all’antica etimologia econo- alcune delle battaglie presenti nel gioco. Anche
ma, ma non l’avevo mai viste così. mica di carità – ciò che costa, che è se non è chiaro come si svolgeranno.
Ci voleva tutto il dolore dei Golgo- caro perché vale. In questi mesi non Non ci sono ancora date ufficiali di uscita per
ta di questi mesi perché si "squar- c’è stato nulla di più caro del lavo- questi due giochi a tema religioso (sono
ciasse il velo" che ci impediva di ve- ro. Ci vogliamo bene in molti mo- annunciati genericamente per il 2020), ma è
dere e capire cosa fosse veramente di, ma nella sfera civile non c’è a- facile prevedere che faranno discutere. Perché è
il lavoro. Avevamo letto in molti do- more più serio e grande del lavoro, vero che quello dei giochi (e delle tecniche di
cumenti della Chiesa e nelle opere del lavorare gli uni per gli altri, gli gioco) è uno dei modi più efficaci per
di filosofi che il lavoro è servizio, uni con gli altri. Presto dimenti- diffondere cultura e idee (e quindi anche
che il lavoro è contributo essenzia- cheremo molto di questo tempo, spiritualità e religione), ma non è secondario il
le al Bene comune; avevamo impa- forse dimenticheremo quasi tutto. messaggio che si veicola. In questo caso:
rato a memoria l’articolo 4 della Co- Ma non dimentichiamo il lavoro prevarranno gli intrighi e le strategie del
stituzione: «Ogni cittadino ha il do- svelato. Vaticano o la fede? Ripercorreremo la vita di
vere di svolgere, secondo le proprie Buon Primo Maggio. Gesù Cristo o quella di una sorta di supereroe
possibilità e la propria scelta, una Luigino Bruni con una tunica?
attività o una funzione che concor- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

WikiChiesa Il santo del giorno


GUIDO MOCELLIN MATTEO LIUT
Giuseppe lavoratore
«come privacy o come intimità»; luogo «di igiene». Di qui mettendo a frutto i talenti e i
Da una serie di post casalinghi l’ipotesi della teologa: farne il teatro di «tre conversio- Il lavoro, opera di libertà carismi che ci sono stati dona-
ni/rinnovate alleanze etiche». La prima: convertirsi dal- ti. Un orizzonte del quale oggi
un’etica per abitare diversamente l’individualismo del «lavarsene le mani» all’orizzonte co- che ci porta al cuore di Dio percepiamo in profondità la
munitario del «lavarsi le mani». La seconda: riflettere sul- ricchezza: provati della nostra
la «forza etica» dei desideri oltre che dei bisogni. La ter- libertà in questo momento

S ul blog Moralia ( bit.ly/3cWyQDW ), curato dai teolo-


gi moralisti dell’Atism e ospitato sul sito de “Il Regno”,
Gaia De Vecchi ha avviato dal 15 aprile una serie di post
za: rinnovare l’alleanza tra etica e (forza) estetica: non
quella generata dalle leggi del mercato, ma «quella che ci
spinge ad andare “oltre” e “dentro”», che invita «alla ve-
I l lavoro è dignità, è libertà, è
speranza, perché lavorando
si collabora con Dio e con la
sentiamo la necessità di torna-
re a costruire il mondo di do-
mani. La memoria liturgica o-
intitolata «Abitare diversamente», che fonda sulla condi- rità» e «alla Verità», dice chiamando a testimone l’«uomo sua opera creatrice. Per questo dierna fu istituita nel 1955 da
zione di casalinghi imposta a tutti dal Coronavirus alcu- dei dolori» descritto dal profeta Isaia. Mentre metto il mio i lavoratori possono trovare an- Pio XII proprio per testimonia-
ni criteri su come abitare la casa nel futuro differente che «like» penso che per partire dal bagno e arrivare a uno dei che nel proprio impiego la via re l’importanza del lavoro nel-
ci aspetta. Nella prima puntata ha sostato sulla soglia, passi più vividi dell’Antico Testamento non bastano a Gaia per diventare santi e in questo la visione cristiana.
«confine» e insieme «varco». Chiedendosi con quale cri- De Vecchi i molti titoli e incarichi accademici: occorre an- obiettivo hanno un testimone Altri santi. San Geremia, pro-
terio l’attraverseremo nuovamente (quando ci sarà con- che un allenamento a spiegare le «grandi questioni» muo- privilegiato: san Giuseppe, il feta (650–587 a.C.); san Riccar-
sentito), se penseremo a difenderci o a relazionarci. La vendo dai «piccoli gesti», che sospetto le venga dal suo es- carpentiere di Nazareth. Con il do Pampuri, religioso (1897–
seconda puntata, rilanciata anche da Re–blog ( sere (anche) insegnante di religione. Attendo le prossime suo lavoro lo sposo di Maria so- 1930).
bit.ly/2Yk7Aew ), l’ha condotta – scelta sorprendente so- stanze: sperando che la casa che fa da scenario a questa stenne la famiglia destinata a Letture. Gen 1,26–2,3; Sal 89;
lo all’apparenza – in bagno. È, inscindibilmente, luogo serie di post sia abbastanza grande da prolungare quan- diventare casa di Dio in mezzo Mt 13,54–58.
«dello scarto e della cura» di sé; luogo di una «relazione to più possibile l’utile e il dolce della lettura. all’umanità. E tutti siamo chia- Ambrosiano. At 9,10–16; Sal 31
tra il nostro corpo e la nostra anima» che si può vivere © RIPRODUZIONE RISERVATA mati a seguire il suo esempio, (32); Gv 6,22–29.
www.avvenire.it
@ Sul sito il libretto della celebrazione di questa sera alle 21 da
Caravaggio per seguire l’affidamento dell’Italia alla Vergine Venerdì 1 maggio 2020 IDEE E COMMENTI 3

ANALISI L’emergenza sanitaria sta aggiungendo un fattore di insicurezza nella regione africana

Il Sahel chiede aiuto: il virus


L
a pandemia di Covid 19 avanza in tut-

favorisce l’avanzata jihadista


ta l’Africa ma non ferma gli attacchi
e l’azione dei gruppi terroristici isla-
mici, che continuano a imperversare sulle
piste che si alternano lungo la fascia del
Sahel. Il “bordo del deserto”, 5mila chilo-
metri che si estendono dal Sahara Occi-
dentale alla savana del Sudan meridiona-
le, resta terreno di conquista jihadista. L’ag-
gravarsi della situazione ha spinto a riunirsi I capi di Stato di 5 Paesi della «cintura la fame e l’insicurezza toccano la maggio-
ranza della popolazione. In questo conte-
difesa dell’Eliseo avevano ordinato, in ri-
sposta alle conclusioni molto allarmanti
il 28 aprile in videoconferenza, in un verti-
ce di emergenza, il gruppo G5 Sahel con i
rappresentanti dell’Unione Europea. I ca-
del deserto» si appellano all’Europa sto i gruppi armati offrono servizi di “wel-
fare” che vanno a sopperire le lacune delle
autorità locali.
del summit, il dispiegamento di ulteriori
600 soldati per rafforzare l’operazione
Barkhane. «La maggior parte dei militari è
pi di Stato dei paesi membri della coalizio- Con la pandemia di Covid-19 aumenta stata inviata nella zona delle tre frontiere tra
ne saheliana (Mali, Burkina Faso, Ciad,
Mauritania e Niger) attraverso il portavoce
di turno, il presidente mauritano Moha-
l’instabilità. La sofferenza dei cristiani «S tiamo assistendo a una crescita e-
sponenziale dell’influenza islamista
nella regione – conferma Abubakar Kava-
Mali, Burkina Faso e Niger – sottolinea Ka-
vasala –. L’altra parte dei rinforzi sarà di-
rettamente coinvolta nei combattimenti
med Ould Cheikh Ghazouani, hanno evi- sala, analista burkinabe e consulente del- tra le truppe del G5 Sahel e i terroristi». I
denziato l’importanza del sostegno al grup- le Nazioni Unite – un fenomeno pericolo- soldati sono arrivati nella zona di conflitto
po per preservare i risultati ottenuti nel con- ANTONELLA NAPOLI so quanto l’aumento delle violenze. La sen- a fine di febbraio, viaggiando con carri ar-
trasto al terrorismo islamico. In particola- sazione è di un crescente vuoto di sicurez- mati, veicoli corazzati leggeri e materiale
re hanno chiesto l’invio “il prima possibi- za nelle aree rurali dove lo Stato si è rivela- di supporto logistico. Il governo
La Francia ha
le” di un battaglione di 500 militari a rinfor-
zo della strategia antiterrorista regionale.
re le proprie case. Un numero 16 volte mag-
giore rispetto a quello registrato nello stes-
so periodo lo scorso anno.
L a situazione per i cristiani è ormai in-
sostenibile. Già prima della pandemia
bisognava pregare nelle case, nelle fami-
to incapace di fornire prima servizi pub-
blici basilari e poi di frenare l’espansione dei
gruppi armati». La comunità internazio-
francese, dopo l’annuncio del
nuovo impegno, ha voluto rimar-
care che quell’ennesimo e «signi-
lanciato un
avvertimento:
G hazouani ha anche posto l’accento sul-
la pericolosità delle conseguenze che
la pandemia sta causando in termini di si-
«Gli attacchi nei villaggi sono continui,
come i raid di gruppi di giovani armati,
a volte molto giovani, contro missiona-
glie, in piccoli gruppi e di nascosto, con i vi-
cini “fidati”. Nonostante nei Paesi del Sahel
sia formalmente riconosciuta la libertà di
nale, che per cercare di limitare l’azione
jihadista aveva sostenuto nel 2014 la na-
scita del “G5 du Sahel”, alleanza promossa
ficativo passo in avanti» rappre-
sentava un momento chiave per
«la mobilitazione dei partner eu-
la lotta al
terrorismo
curezza, stabilità e sviluppo in tutto il Sahel. ri e cooperanti – racconta padre Mauro religione, di culto e di lingua, secondo pa- principalmente dalla Francia. Presenti in ropei e il rafforzamento delle for- continua ma
La diffusione del coronavirus ha destabi- Armanino, missionario della Società del- dre Mauro, è sempre più diffusa una sorta Mali già dal 2013, i francesi hanno avviato ze del G5».
lizzato ulteriormente la situazione, essen- le Missioni Africane che opera in Niger di “dittatura” jihadista che si sta imponen- l’operazione anti–terrorismo “Barkhane”,
non possiamo
portarla avanti
do i paesi coinvolti nell’operazione milita-
re gravati anche dall’azione di contrasto al-
l’emergenza sanitaria. Il vertice straordi-
–. Spesso se la prendono con persone
singole con l’intento di promuovere l’i-
slam radicale o fanno irruzione nelle
do in tutta la regione. «Con l’intimidazio-
ne e le minacce si stanno modificando gli
stili di vita, le scelte quotidiane delle per-
4.500 unità militari organizzate in tre bat-
taglioni, destinata a sostenere e razionaliz-
zare gli eserciti regionali. Ma l’azione di
I n sostanza, la Francia ha volu-
to lanciare un avvertimento: la
lotta al terrorismo nel Sahel con-
da soli
nario mira quindi a far crescere in Europa strutture scolastiche, distruggendo e sone – sottolinea il missionario – e soprat- «coordinamento per l’attività securitaria», tinua ma non possiamo portarla avanti da
la consapevolezza che le scarse risorse e- bruciando tutto. Le famiglie che man- tutto si vuole sradicare totalmente il culto come è stata definita la missione, è appar- soli. In tale contesto, si inserisce il viaggio
conomiche destinate al contingente impe- dano a scuola i bambini, sia alle ele- cristiano». Il pretesto religioso sembra far sa da subito poco efficace. Non si riesce a che ha inaugurato le visite ufficiali nel 2020
gnato sul terreno rischiano di vanificare i mentari che alle superiori, sono costret- breccia sulle comunità stremate dalla pau- garantire neanche l’incolumità dello stes- della ministra della Difesa francese, Flo-
successi ottenuti. Attraversando già nei me- te a fuggire. I jihadisti impongono agli ra, dalla miseria e dalla disoccupazione, il so contingente. rence Parly, negli Stati Uniti, dove ha in-
si scorsi Mauritania, Mali e Burkina Faso, a abitanti dei villaggi l’osservanza dei pre- tutto gravato dall’assenza cronica dello Sta- contrato il suo omologo, Mark Esper, nel
sud dell’Algeria, si avvertiva la tensione cre-
scente che avvicinandosi a Niger e Ciad di-
ventava vera e propria allerta: la regione è
cetti del profeta Maometto: niente feste,
alcool, tabacco, taglio di alberi, scuole
occidentali e cristiani. Le donne devono
to. La sensazione di abbandono da parte
dei governi che accentrano interessi e in-
vestimenti intorno alle capitali disinteres-
P er fronteggiare l’aumento delle violen-
ze regionali, il presidente Emmanuel
Macron aveva convocato lo scorso 13 gen-
tentativo di convincere gli americani a con-
fermare il loro coinvolgimento in Africa,
dove la logistica e l’intelligence messe in
più instabile che mai. I conflitti in corso usare il velo se vogliono essere al sicuro sandosi delle periferie, favorisce il rancore naio un incontro straordinario dei leader campo dal Pentagono sono considerate
nella parte settentrionale e occidentale del e proteggere i loro bambini». nelle province dove le emergenze sanitarie, del G5 Sahel. A inizio febbraio i capi della cruciali per l’operazione Barkhane.
continente, compresa la guerra ci-
vile in Libia e gli scontri tra militan-
ti tuareg e forze del Mali, hanno fa-
vorito il proliferare di bande arma-
Le violenze del
Daesh spingono
I l segretario di Stato alla Difesa statuni-
tense, anche in risposta alle pressioni del-
l’Eliseo, ha predisposto una revisione glo-
te jihadiste. 4.000 persone al bale delle truppe volta a liberare risorse da
poter impiegare sul terreno africano come
giorno in media
D all’inizio del 2020 sono stati re-
gistrati un centinaio di attac-
chi che hanno causato un migliaio
a fuggire dal
Burkina Faso
ha confermato il generale Stephen Town-
send, considerato il più grande stratega a
stelle e strisce in Africa, durante un’audi-
di morti. I principali responsabili zione al Congresso mettendo in guardia
delle azioni terroristiche sono i mi-
per cercare di sul proliferare, e di conseguenza del con-
liziani del Daesh (lo Stato islamico) mettersi in salvo solidamento, dei gruppi jihadisti nella re-
in Africa occidentale, fazione se- A oggi circa gione africana. Gli attori internazionali
cessionista di Boko Haram, che col- 800mila persone coinvolti sul terreno saheliano sanno di
pisce sia obiettivi civili che militari. dover compiere uno sforzo in più. Già nel-
Stesso quadro in Burkina Faso, do-
sono state l’agosto del 2019, al G7 di Biarritz, il pre-
ve a fine anno le vittime degli attac- costrette a sidente Macron e la cancelliera tedesca
chi erano oltre 1.800. Dati dell’A- lasciare le Angela Merkel avevano lanciato un ap-
genzia delle Nazioni Unite per i Ri- proprie case pello per rafforzare ed espandere il G5
fugiati rilevano che le violenze han- Sahel. Ma il quadro che si è delineato suc-
no determinato una media giornaliera di cessivamente è rimasto frammentario,
4.000 persone in fuga dal Burkina Faso per nulla di più deleterio a fronte di una si-
cercare di mettersi in salvo. Ad oggi circa tuazione che rischia di implodere per l’as-
800mila persone, delle quali l’80% negli ul- senza di una politica condivisa.
timi 12 mesi, sono state costrette a lascia- Militanti di Boko Haram in Nigeria / Reuters © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lavoro: tre elementi per ripartire e un nuovo ruolo per lo Stato debole rischierà di indebolirsi di più. Lavoro: il senso della prova nella crisi e della libertà che riacquisteremo l’incertezza per il futuro.
Il distanziamento fisico può tradursi Ogni cristiano è “Chiesa” e, malgra-
UN CENTRO DI GRAVITÀ in distanziamento reddituale, socia-
le e infine umano. La strada che ci PRENDERSI CURA DEL MONDO do i propri limiti, in unione con Cri-
sto può immettere l’amore di Dio
PERMANENTE E DI FUTURO porta fuori da questa tragedia ci chie-
de di assumere un pensiero com- E DI COLORO CHE LO ABITANO «nel torrente circolatorio della so-
cietà», secondo un’immagine usa-
plesso, collettivo e concreto: molto ta da san Josemaría Escrivá, che
concreto. Il Papa aveva sintetizzato la predicò il messaggio della santità
materiali, con orari sempre più dila- concretezza con le 3T di terra (cibo, tuazione naturale dell’essere uma- attraverso il lavoro professionale.
ROBERTO ROSSINI FERNANDO OCÁRIZ
tati. Questi semplici fatti quotidiani natura), tetto (casa, famiglia) e lavo- no nell’universo. Lavorando, stabi- Anche con il nostro lavoro e il no-

C C
aro direttore, sottolineano almeno tre elementi su ro, in spagnolo trabajo. Quella del aro direttore, liamo una relazione con Dio e con stro servizio possiamo fare capire
dal 4 maggio si a- cui si dovrà... lavorare. Papa è una saggezza concreta che quest’anno la gior- gli altri, e ognuno può crescere me- quanto Dio si preoccupi per o-
prirà la fase di Primo: cambiando i tempi del lavo- traduce l’idea dello sviluppo umano nata del lavoro invi- glio come persona. gnuno di noi.
convivenza col virus. C’è ro, cambieranno i tempi delle città. A integrale e dell’opzione preferen- ta a riflettere sulle realtà e La reazione esemplare di tante e Oggi la celebrazione del 1° maggio
chi tornerà allo stesso lavoro di pri- questo scopo sarà necessario un pia- ziale per i poveri. Detta così è più gli aspetti diversi che la crisi del co- tanti professionisti, credenti o me- è anche preoccupazione per il futu-
ma. C’è chi, invece, sarà sostenuto no degli orari delle città, che tenga semplice e chiaro: 3T per tre obiet- ronavirus ha messo più in rilievo: no, in occasione della pandemia ha ro, vista l’insicurezza lavorativa a
dagli ammortizzatori sociali, perché presente “il tutto”, perché tutto è col- tivi evidenti. Nessuna astrazione. In che nel mondo sono tantissime le messo in evidenza questa dimen- breve o medio termine. Noi cattoli-
la sua attività aprirà più avanti. Qual- legato. Il secondo: l’elettronica colle- questo senso anche la proposta di persone buone, che il progresso de- sione di servizio e di aiuto pensan- ci ricorriamo con particolare forza
cuno non troverà più il suo lavoro, e gherà e farà funzionare molte realtà. un reddito universale sottintende la ve andare unito a un dominio della do che il destinatario ultimo di qua- all’intercessione di san Giuseppe la-
dovrà mettersi alla ricerca o in for- La riconfigurazione e il potenzia- preoccupazione concreta, ossia ri- natura che contemporaneamente lunque attività o professione è qual- voratore, affinché nessuno perda la
mazione. Qualcuno lavorerà a sin- mento dei servizi pubblici e com- durre le distanze tra i periodi di la- corrisponda a rispettarla, che di- cuno con nome e cognome, qual- speranza e si sappia adeguare alla
ghiozzo, con attività più ridotte o di merciali si baserà su sistemi digitali voro e di non lavoro, che molti di noi pendiamo gli uni dagli altri, che sia- cuno con una dignità irrinunciabi- nuova realtà, illumini coloro che
smart working, con presenze a rota- sempre più avanzati. Secondo: la tec- sperimenteranno. Ma per conse- mo vulnerabili e che una società, le. Ogni lavoro nobile è riconduci- debbono prendere le decisioni e ci
zione, se si tratterà di mettere a nor- nologia sarà usata anche per il con- guire le 3T occorrerà la capacità di per essere umana, deve essere an- bile, in fin dei conti, al lavoro di aiuti a capire che il lavoro è per la
ma gli ambienti o adattarsi a spazi or- trollo del Covid–19 (ad esempio, stru- gestire la complessità e di poterlo fa- che solidale. «prendersi cura delle persone». persona e non il contrario.
mai vincolati. La questione degli spa- menti wearable, cioè indossabili), fis- re insieme ai tanti attori sociali del- Nella risposta alla pandemia ven- Quando ci sforziamo di lavorare be- Nei prossimi mesi o anni sarà im-
zi, a causa del distanziamento fisico, sando bene i limiti al controllo sul cit- la civitas, che si muovono ogni gior- gono messe in evidenza soprattut- ne e a vantaggio del prossimo, il no- portante «fare memoria» di ciò che
diventerà una questione di tempi, di tadino e lavoratore. Terzo: il ruolo del no. Insieme si può. to le professioni che si occupano stro lavoro, qualsiasi lavoro, acqui- abbiamo vissuto, come ha chiesto
orari, per consentire il soddisfaci- welfare sarà essenziale nel sostenere Morta l’idea che basti il meccanismo della cura delle persone. I titoli dei sta un significato completamente papa Francesco, e ricordare che «ci
mento della domanda. A queste evi- in modo intelligente e concreto i tem- del mercato a risolvere tutto, ora di- giornali contengono parole colle- nuovo e può diventare la strada per rendiamo conto che siamo tutti nel-
denze del mondo del lavoro s’affian- pi, i redditi, la salute, l’assistenza, la venta evidente che servirà più pro- gate a «prendersi cura»: tenere com- un incontro con Dio. Fa molto bene la stessa barca, tutti fragili e diso-
cheranno a settembre quelle della previdenza e la formazione al lavoro, grammazione partecipata. Il ruolo pagnia, piangere, proteggere, ascol- inserire nel lavoro, anche il più ri- rientati; ma, nello stesso tempo, im-
scuola. La scuola – quasi un milione in particolare le politiche attive del dello Stato tornerà a essere centrale: tare... Questa situazione ci fa riflet- petitivo, la prospettiva della perso- portanti e necessari, tutti chiamati
di lavoratori, otto milioni di studenti lavoro. Servirà un welfare più poten- è importante che questa centralità tere sul «perché» e sul «fino a che na, che è quella del servizio, che va a remare insieme».
e sedici di genitori – non avrà gli stes- te. Tutte le misure a sostegno del red- non sia unicità, perché sono i molti punto» di qualsiasi lavoro. In qual- ben oltre l’impegno dovuto per la Speriamo che questo 1° maggio ci
si orari di prima: si alterneranno le- dito saranno le benvenute, soprat- soggetti sociali, istituzionali e civili che modo comprendiamo meglio retribuzione da ricevere. faccia desiderare che la libertà riac-
zioni online a presenze a scacchiera, tutto in fase di emergenza. Dopo di che danno spessore alla comunità re- che il servizio è l’anima della società, Come nei primi tempi del cristia- quistata al termine dell’isolamento
anche di pomeriggio. Per tenere in- ché si dovranno mettere a punto del- pubblicana. La Repubblica fondata ciò che dà un senso al lavoro. nesimo, anche ora si avverte con for- sia veramente una libertà «al servi-
sieme gli spostamenti, in entrata e in le politiche anche a sostegno del la- sul lavoro: il lavoro potrebbe essere il Il lavoro è qualcosa di più di una ne- za il potenziale di ogni laico che zio degli altri». Il lavoro consisterà al-
uscita, del lavoro e della scuola, ser- voro, coinvolgendo il sindacato e l’as- centro di gravità permanente della ri- cessità o di un prodotto. Il libro del- cerca di essere testimone del Van- lora, secondo l’originario disegno di
virà una nuova offerta di orari dei ser- sociazionismo economico e sociale. partenza. L’Italia che verrà sarà il ri- la Sacra Scrittura che racconta le o- gelo, gomito a gomito con i propri Dio, nel prendersi cura del mondo
vizi pubblici e commerciali e una ri- Di fronte a cambiamenti così grandi sultato di queste scelte sul futuro del rigini dell’umanità informa che Dio colleghi, condividendo la passione e, in primo luogo, delle persone che
chiesta di informazioni sempre ag- bisognerà porre particolare attenzio- lavoro. creò l’uomo «perché lavorasse» e cu- professionale, l’impegno e l’uma- lo abitano.
giornate attraverso app e siti web. Si ne ai più deboli e ai più fragili. Chi è Presidente nazionale Acli stodisse il mondo (cfr. Genesi 2, 15). nità in mezzo all’attuale sofferen- Prelato dell’Opus Dei
vivrà tra beni e servizi materiali e im- forte, se la caverà comunque. Chi è © RIPRODUZIONE RISERVATA Il lavoro non è un castigo, ma la si- za provocata dalla pandemia e dal- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 1 maggio 2020 PRIMO PIANO 5

Coronavirus:
il mondo
L’Oms frena l’entusiasmo: non è finita
«L’Europa si prepari a nuove ondate»
forte, le cose hanno funzionato trodotte alcune settimane fa, mento dei contagi nei Paesi del- Turchia la situazione si sta sta- dell’Oms. Gli Usa vorrebbero TRE MESI DOPO
LUCA MIELE
meglio e i servizi sono stati più stiamo assistendo a un plateau l’Est. Per l’agenzia Onu nella bilizzando. In queste zone, dob- attuare la riforma dopo aver so-

Q
uando la prima onda- resilienti». o a una riduzione del numero di parte orientale della regione eu- biamo mantenere l’intero arse- speso i fondi all’organizzazio- Hans Kluge, il
ta del coronavirus sarà Per l’Oms la situazione in Eu- nuovi casi. Dobbiamo monito- ropea (Bielorussia, Federazio- nale di misure per sopprimere ne accusandola di aver gestito
passata «è essenziale ropa è tutt’altro che risolta: «O- rare da vicino questo sviluppo ne Russa, Kazakistan e Ucrai- la trasmissione. Come dimo- male la prima fase dell’epide- direttore regionale
prepararsi a una seconda o una ra, come nelle scorse settimane, positivo». A preoccupare l’Oms na) i casi sono aumentati nel- strano queste cifre, la situazio- mia e di aver nascosto alcuni dell’istituto Onu:
terza, particolarmente se non la situazione rimane grave». è in particolare il rapido au- l’ultima settimana, mentre in ne nella nostra Regione non è u- dati insieme alla Cina. Le pro- «La situazione
c’è ancora un vaccino disponi- Non manca qualche segnale niforme. Ogni Paese sta map- poste sono state condivise dal rimane grave
bile». Il monito (l’ennesimo) ar- positivo: «Spagna, seguita da I- Nel Vecchio Continente «i casi sono pando il suo percorso verso u- ministero della Salute statuni-
riva da Hans Kluge, il direttore talia, Regno Unito, Germania e cresciuti del 15% negli ultimi 7 giorni na nuova normalità e ognuno si tense ma non è chiaro se rap- anche se stiamo
regionale per l’Europa dell’Or- Francia hanno ancora il mag- e si attestano a 1.408.266. Le vittime sono trova in un punto diverso». presentino una lista completa assistendo
ganizzazione mondiale della gior numero di casi di Covid.
aumentate del 18% nello stesso periodo. In
Tutto questo mentre gli Usa delle condizioni per riattivare i a una riduzione
Sanità, a tre mesi esatti dalla di- Ma a seguito delle misure di di- hanno presentato ai loro part- suoi finanziamenti. dell’emergenza
chiarazione dell’emergenza. stanziamento sociale e fisico in- totale hanno perso la vita 129.344 persone» ner del G7 un piano di riforme © RIPRODUZIONE RISERVATA

«Bisogna essere preparati», ha Dobbiamo


spiegato Kluge, puntare molto
sottolineando su una sanità
che d’ora in a-
vanti la sanità
pubblica forte»
pubblica «deve
avere una mag-
giore forza.
Dobbiamo ave-
re una sanità
pubblica forte».
Il bilancio dei
casi di corona- Da sapere
virus a livello
mondiale ha su-
perato ieri mat- La speranza
tina quota 3,2
milioni: secon- danese
do i dati aggior- In Danimarca,
nati forniti dal- primo Paese ad
la Johns allentare le misure
Hopkins Uni- di contenimento,
versity nel mo- non ci sono segni

IL CONFRONTO
do si registrano Un poster che la diffusione
ora 3.207.248 a Stoccolma sul del virus stia
contagi e distanziamento accelerando. Lo
fisico
Stato/ Abitanti Superficie Abitanti Contagiati Morti Morti per
227.971 morti, hanno reso noto le
mentre le per- Sopra, un medico regione (km2) per km2 100mila autorità sanitarie.
sone guarite so- a Mosca/ Reuters abitanti L’indice di contagio
no 984.161. Nel- R0, che misura il
la sola Europa, secondo l’Oms, Svezia 10,23 milioni 450.295 22,51 20.302 2.462 24,1 numero medio di
«i casi sono aumentati del 15% DUBBI DOPO LE PAROLE DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ infezioni causate
199,8 205.463 27.967 46,3

«La Svezia può insegnare»


negli ultimi 7 giorni e ora si at- Italia 60,36 milioni 301.338 da una persona
testano a 1.408.266. Le morti so- con il virus è
no aumentate del 18% nello Lombardia 10,06 milioni 23.844 421,6 75.732 13.772 136,9 aumentato di poco
stesso periodo. Tragicamente, da metà aprile ma
129.344 persone in Europa han- rimane al di sotto
367 25 4,4

Ma il tempo dirà se è vero


Basilicata 562.869 9.995 57,4
no perso la vita. Oggi l’Europa dell’1,0. Nel Paese
– ha aggiunto l’esperto – rap- le scuole hanno
presenta il 46% dei casi e il 63% iniziato a riaprire
dei decessi a livello globale: sia- due settimane fa,
mo ancora in preda a questa PAOLO M. ALFIERI ha scritto Trump –. Ad oggi, 2.462 per- non ha prodotto maggiori conse- dei suoi morti ogni 100mila abitanti. seguite da
pandemia». sone sono morte, un numero molto guenze negative che in Italia o in al- Materiale per gli statistici, certo è che parrucchieri e altre

T
Per il rappresentante dell’agen- rattata finora alla stregua di un più alto dei Paesi confinanti come tri Paesi, con il vantaggio di mante- due mesi di restrizioni diverse nei due piccole imprese.
zia Onu, è necessario un reietto dalla comunità scien- Norvegia, 207, Finlandia, 206 e Dani- nere aperta gran parte dell’economia. Paesi rendono altamente problema-
profondo ripensamento del si- tifica internazionale per non marca, 443». Numeri reali, ma par- La disoccupazione è salita dal 7,4 tico questo tipo di comparazione.
stema socio-sanitario al quale aver imposto restrizioni totali contro ziali. La Svezia conta infatti 24 morti all’8%, mentre per l’Italia Goldman In Svezia il picco di morti in un gior-
affidiamo la tutela della nostra il coronavirus, la Svezia si ritrova ora ogni 100mila abitanti, metà dell’Italia Sachs stima la disoccupazione al 17% no è stato lo scorso 21 aprile con 185,
salute: «Una volta che saremo indicata a esempio dall’Oms per a- a quota 46 e molti di meno dei 137 a metà anno. I «conti», ovviamente, si due giorni fa erano 107; in calo anche
fuori dalla pandemia, cerchia- ver compreso «come convivere con morti ogni 100mila abitanti della so- faranno a epidemia finita. A favore i nuovi contagi. Secondo l’Oms, per Le emissioni
mo di non dimenticare la lezio- il virus in tempo reale», contando su la Lombardia. Più al- della Svezia una Stoccolma cruciale «è stato il rappor-
ne: si deve trovare un bilancia- «una forte fiducia e collaborazione ta della Svezia anche La bassa densità di densità abitativa in- to con la popolazione, che ha avuto u- di CO2
mento fra salute, economia e da parte della comunità», ha detto la mortalità in Spa- abitanti tra i fattori feriore a quella ita- na forte volontà di aderire al distan- sono crollate
benessere della popolazione, Mike Ryan, capo del Programma di gna (52 morti ogni liana o spagnola e ziamento fisico e di auto–regolarsi. In
ma la sanità deve essere la prio- emergenze sanitarie dell’Oms, se- 100mila abitanti),
che aiutano il Paese, che aiuta nel distan- più, il sistema sanitario è sempre ri-
dell’8%
rità nelle agende politiche». condo cui «se dobbiamo raggiunge- Regno Unito (39), anche se Stoccolma ha ziamento fisico, an- masto al giusto livello di capacità di ri-
«Vivremo un periodo di uscita re una nuova normalità» senza lock- Francia (36), tutti una media abitativa che se gran parte del sposta all’emergenza». Per strada, la La pandemia di Covid-
dall’emergenza e di ritorno del down, la Svezia «possa essere un e- Paesi in lockdown superiore a Bergamo territorio svedese vita com’era nel resto del mondo fino 19 dovrebbe portare a
virus – ha precisato Kluge – dob- sempio da seguire». come l’Italia. Simile non ha centri urba- a due mesi fa: rare le mascherine, gli una caduta senza
biamo imparare e prepararci Non si è lasciato sfuggire l’occasione al livello di mortalità
Trump attacca però ni e la densità abita- alunni fino ai 15 anni sono sempre precedenti delle
nei momenti di pausa. Noi ab- Donald Trump (della sua battaglia svedese c’è invece i morti giornalieri sono tiva di Stoccolma andati a scuola, parchi e negozi sono emissioni di Co2 dal
biamo dato una serie di linee contro l’Oms ormai ha fatto motivo l’Olanda (27), altro in calo dopo il picco (4.800 persone per sempre rimasti aperti, i bar e i locali settore energetico nel
guida per attuare misure pre- di campagna elettorale), che ha dife- Paese in Europa che chilometro quadra- pubblici pure, con il servizio al tavo- 2020, un calo dovuto
ventive in scuole, uffici, ed è ur- so la sua decisione di sostenere il lock- ha rifiutato la strategia del tutto chiu- to) è superiore a quella di Bergamo lo. Vietati solo gli assembramenti con alla minore domanda
gente che le autorità le appli- down negli Usa, dimenticando di a- so e adottato restrizioni più leggere. (3mila) e di poco inferiore a quella di più di 50 persone e raccomandato lo di carbone, petrolio e
chino. Questo richiede collabo- ver nei giorni scorsi twittato contro i La Svezia, fin dall’inizio, ha preferito Madrid (5.400). La Lombardia, che ha smart working. La Svezia, sottolinea il gas. È la previsione
razione, per arrivare a una nuo- governatori statunitensi che non al- una «strategia di mitigazione»: con- 10 milioni di abitanti come la Svezia, ministro degli Esteri, Ann Linde, «vuo- dell’Agenzia
va normalità dove la sanità pub- lentano le restrizioni. «Nonostante sentire al virus di diffondersi lenta- ha una densità 20 volte superiore ma le salvare vite e fermare la diffusione internazionale per
blica viene messa in primo pia- notizie che affermano il contrario, la mente senza ingolfare il sistema sa- «solo» cinque volte i suoi decessi; la del virus. Ma la consideriamo una l’energia (Aie). La
no, puntando sulla medicina Svezia sta pagando duramente la de- nitario e senza restrizioni draconia- Basilicata ha una densità più che dop- maratona, non uno sprint». riduzione calcolata è
territoriale: laddove questa è cisione di non ordinare il lockdown – ne. Un rischio certo, ma che finora pia rispetto alla Svezia ma un quinto © RIPRODUZIONE RISERVATA intorno all’8 per cento,
il livello più basso dal
2010. Si tratta del più
GERMANIA UNA SCOPERTA IMPORTANTE VERSO IL VACCINO MASSIMO CALVI grande calo mai
Merkel ha convinto i presidenti dei länder: registrato, sei volte
maggiore di quello
si riparte lunedì da chiese, musei e parchi
VINCENZO SAVIGNANO (300mila nuovi disoccupati in L
e certezze intorno al
virus Sars–CoV–2
continuano ad essere
È certo: tutti i guariti cinese «è buona notizia in
funzione del vaccino». An-
che se non si sa ancora
che si è verificato nel
2009 a seguito della
crisi finanziaria
Berlino un mese) e per il gran numero
di aziende che hanno chiesto la
limitate, tuttavia ogni gior-
no la ricerca scientifica fa re- hanno gli anticorpi quanto può durare la pro-
tezione, guardando a virus
globale. Secondo
l’Agenzia, che fornisce

D
a lunedì la Germania cassa integrazione (oltre gistrare passi avanti inco- simili gli esperti dicono che consulenza ai Paesi
riapre musei, zoo, par- 750mila). Il tasso di infezione raggianti. Di uno di questi pazienti sospetti che sono ri- dopo averla superata. Tut- potrebbe rappresentare un sviluppati sulla loro
chi giochi per bambi- del coronavirus è diminuito al- si è saputo nelle ultime ore e sultati negativi al tampone, tavia ci sono già studi che ombrello per almeno uno politica energetica,
ni e le chiese. Lo ha comunica- lo 0,75: il che vuol dire che 10 riguarda il fatto che pare or- ma anche identificare gli a- correlano la risposta degli o due anni. inoltre, quest’anno la
to la cancelliera Angela Merkel persone contagiate ne infetta- mai assodato che tutte le sintomatici che hanno con- anticorpi con la protezione. I tradizionali tamponi, in domanda di energia
nella conferenza stampa di ie- no in media 7,5. I contagiati so- persone guarite dal Covid– tratto il virus. Certo, occorre La ricerca ha rilevato che nel sostanza, continueranno a dovrebbe scendere
ri subito dopo l’incontro tele- no oltre 160mila i contagiati, 19, anche quelle senza sin- che i test siano affidabili, co- 100% dei pazienti analizza- essere fondamentali per del 6 per cento, il
matico con tutti i ministri-pre- più di 6.200 le vittime. tomi, sviluppano sempre gli me quelli validati dal mini- ti (285, un campione in confermare l’infezione, ma i tonfo annuale
sidenti dei 16 länder. Le scuole La cancelliera ha sottolineato anticorpi. La conferma arri- stero, ma poter contare an- realtà un po’ ristretto) dopo test sierologici potranno sta- maggiore dalla
restano ancora chiuse, la nuo- come tutti i ministri-presiden- va da uno studio della che su questo tipo di esame 17–19 giorni dalla compar- bilire se chi è negativo al Seconda guerra
va data è l’11 maggio, «ma il 6 te dei 16 Länder sono stati d’ac- Chongqing Medical Univer- permetterà di avere una sa dei sintomi erano presen- tampone ha già superato la mondiale. Di fatto,
maggio verificheremo nuova- cordo sull’apertura delle chie- sity pubblicato sulla rivista mappa molto utile nella lot- ti i cosiddetti anticorpi IgG, malattia (ed è “potenzial- solo le energie
mente se e come sarà possibi- se e dei luoghi di culto, dove Nature Medicine. ta al virus. quelliche proteggono a lun- mente” e temporaneamente rinnovabili, i cui costi
le avviare nuove attività fonda- sarà necessario rispettare le mi- La scoperta è importante Va chiarita una cosa: avere go termine. Giovanni Rezza, immune), oppure nel moni- sono in diminuzione,
mentali e strategiche per il Pae- sure anti-coronavirus ma dove perché dimostra l’utilità dei gli anticorpi non significa direttore del dipartimento di torare chi è entrato in con- stanno andando bene,
se». Merkel ha confermato la si potrà tornare a pregare e a test sierologici, cioè quelli che questi siano anche im- Malattie infettive dell’Istitu- tatto con un malato ma non mentre il carbone ha
sua preoccupazione per l’au- svolgere funzioni religiose. che prevedono un esame del munizzanti, cioè che metta- to superiore di sanità, non a ha sintomi. subito forti perdite per
mento della disoccupazione © RIPRODUZIONE RISERVATA sangue, nel diagnosticare i no al riparo dalla malattia caso ha detto che lo Studio © RIPRODUZIONE RISERVATA lo stop cinese.
6 PRIMO PIANO Venerdì 1 maggio 2020

Coronavirus:
la fede
Russo: da lunedì di nuovo i funerali
Con il governo confronto e dialogo quelle parole non c’è con- Come Chiesa stiamo condivi- che si leva da tutto il territo- perai dell’Ilva di Genova il Pa- IL FATTO
VINCENZO CORRADO
Roma trapposizione con la Chiesa i- dendo le limitazioni imposte rio italiano, da ogni compar- pa disse: «Il lavoro è una prio-
taliana: il Papa sostiene da a tutti dall’emergenza sanita- to produttivo, dai lavoratori rità umana. E pertanto è una Intervista

N al segretario
el giorno dell’Atto di sempre e con paternità il no- ria. Abbiamo cercato di reagi- autonomi, dagli stagionali, priorità cristiana».
affidamento dell’Ita- stro agire. La Chiesa ha un’ar- re moltiplicando proposte che da coloro che subiscono la La Chiesa e il lavoro, un lega- generale della
lia a Maria, monsi- monia polifonica, non con- hanno potuto contare sul duplice vessazione del lavo- me che viene da lontano.
gnor Stefano Russo, segreta- trapposta nelle sue voci, ma supporto decisivo dei media e ro in nero e del caporalato. In La spiritualità benedettina se- Cei: stiamo
rio generale della Cei, riflette unita dalla comunione e dal- della rete. Mi auguro che que- quanti temono di non riapri- gue il motto “prega e lavora” e lavorando a un
sul significato di questo gesto l’umanità. Non tenere conto sta sofferta privazione, come re la loro attività, di non tro- i Santi, a ben guardare, sono protocollo per
per la comunità ecclesiale e della prudenza e dell’obbe- ogni digiuno ben motivato, a- vare più il proprio impiego, spesso dei grandi lavoratori.
civile. Intervistato per i media dienza alle disposizioni signi- limenti il desiderio e sosten- di sprofondare nella disoc- Non a caso ogni professione,
le celebrazioni
Il vescovo Stefano Russo
della Cei dall’Ufficio naziona- ficherebbe essere ciechi e de- ga anche l’attesa della cele- cupazione? Non manca chi si ogni mestiere, ogni arte, ha un eucaristiche che
le per le comunicazioni so- contestualizzati rispetto al brazione, di quel culto – che suo patrono. Non è solo de- riduca al minimo
ciali, monsignor Russo spie- vissuto di tristezza e dolore per chi crede – è sostegno a o- vozione popolare, ma il segno il rischio contagi
ga la posizione dei vescovi i- con cui stiamo ancora facen- gni forma di libertà. Allo stes- di una prossimità autentica
taliani riguardo alle disposi- do i conti. Nascono da questa so tempo, la Chiesa è pre- della Chiesa, risalente nel
Preservare
zioni contenute nell’ultimo passione per l’umanità anche senza viva del Signore, che si tempo, ai lavoratori tutti: oltre la salute deve
Dpcm, alla luce dell’invito le parole dei vescovi italiani. incarna in coloro che acco- ad intervenire con aiuti ma- essere primario
del Papa alla prudenza e al- Nessuna fuga in avanti, dun- gliendo la sua Parola se ne teriali, si è anche pensato a un
l’obbedienza, e illustra a che que; né tanto meno irrespon- fanno testimoni: le opere di affidamento spirituale, una
punto è l’interlocuzione con sabilità verso le regole o strap- carità e di prossimità in que- tutela integrale. E ancora, co-
il governo per l’elaborazione
Il Papa sostiene da po istituzionale. Il confronto e sto tempo si sono moltipli-
Il futuro si fonderà me non pensare che anche
del Protocollo per le celebra- sempre e con paternità il il dialogo con le Istituzioni go- cate in modo straordinario. sulla nostra capacità Gesù ha lavorato in bottega
zioni eucaristiche. Infine, si nostro agire. Non tenere vernative – anche in qualche Il sito https://chicisepare- di fare squadra, con Giuseppe? Avrà piallato e
sofferma sul valore della festa conto della prudenza passaggio dai toni forti – non ra.chiesacattolica.it dà visi- partendo dagli ultimi, scalpellato; avrà sudato e si
dei lavoratori, in un tempo in
e dell’obbedienza alle
è mai venuto meno, all’inse- bilità a molte di queste, e-
sulla solidarietà
sarà ferito. Gesù conosceva la San Gennaro,
cui il mondo del lavoro è gna di una reciproca stima. spressione della vivacità del- fatica e la preziosità del lavo-
messo a dura prova dall’e- disposizioni vorrebbe A che punto è l’elaborazione le comunità locali. rispetto all’egoismo ro e per questo, come sotto- Sepe da solo
mergenza sanitaria, gettan- dire essere ciechi del Protocollo per le celebra- Il calo del pil potrebbe far se- È necessario ripensare linea la dottrina sociale del- non ci sarà
do uno sguardo al domani zioni eucaristiche? gnare un –15% nel 2020. Mi- la Chiesa, ne riconosce sem-
che chiama in causa la re- e decontestualizzati Il dialogo con le Istituzioni go- gliaia di posti di lavoro persi le priorità e ridisegnare pre il valore e l’importanza.
processione
sponsabilità di ciascuno. Dunque nessuna fuga in vernative è quotidiano e al- e attività commerciali chiuse una nuova economia, Non poche delle sue parabo-
Eccellenza, la Chiesa italiana avanti, irresponsabilità l’insegna di una collaborazio- saranno l’effetto sull’econo- rispettosa dell’uomo le hanno a che fare con il La preghiera di
affida il Paese a Maria. Qual è ne leale. Da lunedì avremo la mia di una crisi sanitaria che mondo del lavoro: il semina- intercessione per
il significato di questo gesto?
verso le regole o strappo possibilità di celebrare le ese- cambierà la vita di molti ita-
e del creato, sulle orme tore, gli operai e la messe, i l’auspicato prodigio di
È un affido che giunge dopo istituzionale quie; stiamo lavorando da un liani. Nella ricorrenza della della Laudato si’ vignaioli, i talenti non fatti san Gennaro sarà in
un periodo doloroso, in cui fruttare. Ai discepoli dice: “Vi diretta streaming
tante persone hanno vissuto farò pescatori di uomini”, co- domani alle 19. Si
nella preghiera questa fase co- sì chiarendo che l’evangeliz- vedrà solo il cardinale
sì complicata e difficile. Ma- zazione non è automatica, Crescenzio Sepe a
ria è colei che si fida e si affi- ma è lo sforzo del pescatore presiedere la
da al Signore, crede nono- di mettere la barca in acqua, celebrazione
stante tutto all’amore di Dio: l’attesa paziente, la fiducia eucaristica durante la
vogliamo presentarci a Maria nella raccolta della rete, il ri- quale la diocesi prega
e affidare a lei questo tempo, cominciare ogni giorno. il santo patrono e
le nostre passioni, la volontà Cosa succederà nei prossimi aspetta la liquefazione
di camminare con lei e come mesi? Come si risolleverà la del sangue.
lei verso il Signore. È l’affido società? Tre volte l’anno san
di tutte quelle persone che si È nel “dopo” che si vedrà la te- Gennaro rinnova il suo
sono spese per gli altri – pen- nuta della nostra società. Il fu- legame con Napoli e il
siamo agli operatori della sa- turo si fonderà sulla nostra ca- suo sangue viene
nità –, di tante famiglie che pacità di “fare squadra”, par- esposto di fronte a
vivono situazioni di soffe- tendo dagli ultimi, sulla soli- migliaia di fedeli. E
renza o hanno visto lutti. È darietà rispetto all’egoismo. Il ogni volta si spera che
l’affido anche del mondo del dopoguerra in Italia per i no- si sciolga. Nel sabato
lavoro, tra i più colpiti: il 1° stri genitori fu un momento precedente la prima
maggio è la memoria di San straordinario di ricostruzione domenica di maggio, il
Giuseppe lavoratore, sposo collettiva: uscita dalle deva- 19 settembre e il 16
di Maria. È un affido dell’in- stazioni e dalle privazioni del dicembre, i napoletani
tero nostro Paese. conflitto, la comunità si trovò accorrono in Duomo
Avverrà nella basilica di San- coesa, pronta non solo a “fa- per assistere alla
ta Maria del Fonte presso Ca- re”, ma a “fare insieme”. Inol- liquefazione;
ravaggio. Perché la scelta è tre, i cittadini erano accom- quest’anno a causa
caduta proprio su questo pagnati da aziende ben radi- dell’emergenza
Santuario? cate sul territorio e dà garan- sanitaria,
La scelta ci è sembrata op- zie reali sul fronte dello stato l’arcivescovo sarà da
portuna per due aspetti signi- sociale. Oggi molte delle con- solo a implorare la
ficativi: anzitutto perché si dizioni che c’erano allora non benedizione del
trova in Lombardia, Regione ci sono più: il lavoro è diven- patrono sulla Città e
colpita dall’epidemia più di tato flessibile, liquido, preca- sulla Chiesa. Alle 19
altre; poi perché, sorgendo in rio. Il contesto è poi reso in- Sepe porterà il
provincia di Bergamo e nella demia non torni”. Le sue pa- paio di settimane su un Pro- festa dei lavoratori, che mes- approfitta di questa situazio- stabile da una congiuntura reliquiario con la teca
diocesi di Cremona, unisce role sono state interpretate tocollo per le celebrazioni eu- saggio vuole dare la Chiesa i- ne per imporre salari indeco- che non ha eguali e che ha e le ampolle con il
due territori flagellati dal vi- da alcuni quasi come una caristiche, che minimizzi al taliana al Paese? rosi a chi, per necessità, ac- colpito forte proprio laddove sangue del santo
rus. Caravaggio, inoltre, è un presa di distanza rispetto al- massimo il rischio del conta- È un primo maggio difficile. cetta impieghi sfiancanti. Il qualcuno pensava risiedesse martire dalla cappella
Santuario riconosciuto da tut- la posizione espressa dalla gio: preservare la salute di La crisi sanitaria ha generato lavoro è dignità, ricorda an- il punto di forza del sistema: di san Gennaro fino
ti i lombardi come punto di ri- Cei nella nota in cui espri- tutti deve essere un interesse una crisi economica che si ri- che il Santo Padre. E quando la globalizzazione. È neces- all’altare maggiore
ferimento per la venerazione meva il disappunto dei ve- primario. verbera drammaticamente la Chiesa parla del lavoro non sario ripensare le priorità e ri- dove darà inizio alla
a Maria. scovi per il Dpcm. Molti fedeli hanno sofferto sul lavoro. Nulla sarà come descrive un principio astrat- disegnare una nuova econo- celebrazione.
Nei giorni scorsi, papa Fran- Le parole del Santo Padre so- per la mancanza di accesso ai prima, hanno scritto i vesco- to, ma parla degli uomini e mia, rispettosa dell’uomo e È la prima volta che
cesco ha invitato “alla pru- no la cifra essenziale per il sacramenti, invocando la ri- vi italiani nel messaggio per il delle donne che lavorano e lo del creato, sulle orme della Napoli non vedrà il
denza e all’obbedienza alle cammino da compiere da qui presa delle celebrazioni con 1° maggio di quest’anno. A- fa perché è un dovere che le Laudato si’. busto e il reliquiario
disposizioni, perché la pan- alle prossime settimane. In il popolo. Che cosa dice loro? scoltiamo il grido di dolore appartiene. Parlando agli o- © RIPRODUZIONE RISERVATA con la teca e le
ampolle, insieme ai
busti d’argento dei
NOTA DEI VESCOVI E CIRCOLARE DEL VIMINALE CON LE DISPOSIZIONI PER CELEBRARE LE ESEQUIE IN SICUREZZA santi compatroni,
sfilare dal Duomo a

La Cei ai sacerdoti: termoscanner, distanza e comunione senza contatto Santa Chiara, in


ricordo della prima
traslazione delle
Il ministero VINCENZO R. SPAGNOLO dizioni a cui parroci e sacerdoti dovranno idonei contigui alla chiesa, il sacerdote do- «ancora nella situazione attuale richiede reliquie del santo da
dell’Interno attenersi per celebrare in sicurezza le ese- vrà considerare «la possibilità di celebrare la limitazione di diversi diritti costituzio- Pozzuoli a Napoli. La

L
risponde a sanificazione dei locali, la distri- quie dei defunti. Ad esempio, si legge, «nel le esequie all’aperto» (col rispetto delle di- nali, fra i quali anche l’esercizio della li- processione veniva
buzione dell’Eucaristia senza con- momento della distribuzione della Comu- stanze di sicurezza e delle altre indicazio- bertà di culto». infatti detta ««degli
al «quesito» tatto fisico fra celebrante e fedeli, il nione eucaristica si evitino spostamenti». ni) o, in alternativa, valutare l’ipotesi di «ce- Il Viminale raccomanda che le cerimonie infrascati», per la
avanzato controllo col termoscanner della tempe- Dovrà essere il celebrante «a recarsi ai po- lebrare le esequie funebri all’aperto nelle si svolgano «in un tempo contenuto» e che consuetudine del clero
dai vescovi, ratura corporea dei partecipanti da parte sti, dove i fedeli – al massimo quindici – so- aree cimiteriali». In apertura della nota si i «partecipanti si allontanino quanto pri- di proteggersi dal sole
di un addetto alla sicurezza, con l’inibizio- no disposti nel rispetto della distanza sa- ricorda come, nel confronto con le istitu- ma dal luogo della celebrazione, evitando coprendosi con
chiedendo ne a partecipare a chi abbia più di 37,5 gra- nitaria». Il sacerdote dovrà igienizzarsi ac- zioni governative e il Comitato tecnico– la formazione di assembramenti o di cor- corone di fiori, durante
di evitare di. Sono alcune delle disposizioni precau- curatamente le mani, indossare «la ma- scientifico, la segreteria generale della Cei tei di accompagnamento al trasporto del il tragitto nei vicoli del
sia i cortei zionali previste dalla Conferenza episco- scherina, avendo cura di coprirsi adegua- «sta affrontando le condizioni con le qua- feretro». Ancora, il ministero dell’Interno centro storico.
funebri, sia pale italiana per la celebrazione dei fune- tamente naso e bocca» e mantenere «un’a- li, gradualmente, riprendere le celebrazio- prescrive che «i partecipanti indossino i- Quest’anno i
rali, che riprenderà da lunedì 4 maggio, co- deguata distanza di sicurezza». ni con il popolo e le attività pastorali». donei dispositivi di protezione delle vie re- napoletani
il rischio di me anticipato ad Avvenire dal ministro del- Davanti alla chiesa saranno affissi cartelli Sempre ieri, il prefetto Michele di Bari, ca- spiratorie e mantengano le distanze pre- attenderanno il
assembramenti l’Interno Luciana Lamorgese e poi previ- informativi e, come detto, qualora qualcu- po dipartimento Liberta civili e immigra- viste». In caso di celebrazione della Mes- prodigio seguendo la
sto dal presidente del Consiglio Giuseppe no dei partecipanti dovesse avere 37,5 gra- zione del Viminale, ha inviato un’articola- sa, si invita i fedeli a evitare contatti fisi- diretta streaming su
Conte nell’ultimo Dpcm. di corporei, gli verrà interdetto l’accesso. ta comunicazione alla Cei, diramando con- ci come «lo scambio del segno della pa- MariaTv e la
Le indicazioni dell’episcopato italiano so- Ancora, s’invita a restare a casa chi accusi temporaneamente una circolare ai prefet- ce, in continuità con le disposizioni ec- celebrazione sarà
no contenute in una «nota complementa- sintomi di influenza o sia stato in contat- ti, con allegata la lettera, affinché prenda- clesiastiche già emanate». Infine, se il fu- videotrasmessa da
re» al testo diffuso ieri dal ministero del- to nei giorni precedenti con persone risul- no visione delle nuove disposizioni. Nel nerale dovesse svolgersi in un luogo chiu- Tv2000 e dall’emittente
l’Interno. Nella nota, firmata dal segretario tate positive al virus. Inoltre, «al termine di documento, che ha la veste di una rispo- so (la chiesa), si chiede che esso sia pre- locale Canale 21.
generale della Cei, il vescovo Stefano Rus- ogni celebrazione si dovrà favorire il ri- sta a un «quesito» avanzato dalla Cei, si af- viamente sanificato. (Rosanna Borzillo)
so, sono dettagliamente descritte le con- cambio dell’aria» e, laddove ci siano spazi ferma che la tutela della salute pubblica © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 1 maggio 2020 PRIMO PIANO 7

Coronavirus:
la fede
La Chiesa affida l’Italia alla Vergine
Stasera al Santuario di Caravaggio l’invocazione della speciale protezione. A farla a nome di tutti i vescovi
del nostro Paese sarà il pastore di Cremona Antonio Napolioni, guarito dal Covid-19. Diretta alle 21 su Tv2000
GIACOMO GAMBASSI me un grido: «Madre santa, ti supplichiamo: LA RIFLESSIONE IL GESTO
accogli la preghiera delle donne e degli uomi-
Maria, nelle tue mani Centinaia le
L
e lettere sono tutte in un angolo del ni del nostro Paese che si affidano a te. Libera-
grande tavolo che accoglie chi entra nel ci dal male che ci assedia». Alla Vergine si chie- lettere arrivate in
suo studio al primo piano del palazzo
arcivescovile di Perugia. Centinaia di lettere in-
dirizzate al cardinale Gualtiero Bassetti, arri-
de di sostenere «le famiglie smarrite, soprat-
tutto le più povere», ma anche i bambini e i
giovani. Poi di rendere «sapienti i genitori», di
la fatica e la speranza queste settimane
al presidente
vate per posta o per mail, in cui si chiede al
presidente della Cei di consacrare a Maria l’I-
talia piegata dal coronavirus. Oggi, primo gior-
dare «vigore agli anziani, salute agli ammala-
ti, pace eterna a chi muore». I governanti sono
invitati a prendere «decisioni sagge e appro-
di tutta la comunità della Cei Bassetti
per chiedergli di
no di maggio, mese dedicato alla Vergine e ac- priate». E si sollecita «forza» per «i medici, gli
compiere questo
GUALTIERO BASSETTI
compagnato dal Rosario, avverrà l’atto di affi- infermieri, gli operatori sanitari, chi si occupa gesto. L’invito
del Papa
I
damento alla Madre di Dio. L’ha voluto Bas- dell’ordine pubblico». Un richiamo agli scien- n questo nostro tempo nel quale purtroppo la
setti a nome dell’intera Chiesa italiana e a “so- ziati perché le loro menti siano «acute» e le ri- pandemia continua ad espandersi, diventa ne- a riscoprire il
stegno” di tutta la nazione. Ma non sarà lui a cerche «efficaci». Rivolgendosi anche a san Giu- cessario, come ci ha vivamente raccomandato il
presiedere il rito. Perché l’appuntamento ma- seppe, si invoca di custodire «il lavoro di tutti» Santo Padre, intensificare la preghiera della comunità
Rosario a casa
riano si terrà nel Santuario di Caravaggio, ca- e di favorire la «condivisione soprattutto con cristiana, in particolare con l’Adorazione Eucaristica. in questo mese
ro alla devozione dei lombardi. Un luogo scel- chi soffre» donando «il gusto dell’essenziale». Forse stiamo intravedendo un bagliore di luce in fon- di maggio
to dalla Cei perché sorge in provincia di Ber- Napolioni legge nel gesto di oggi un soccorso do al tunnel, ma il cammino da fare resta certamen-
gamo ma nella diocesi di Cremona, quasi a vo- L’interno del Santuario di Caravaggio “celeste” che «possa aiutare l’Italia a continuare te lungo. E noi pastori dobbiamo fare di tutto perché
ler toccare due delle zone più colpite dalla pan- ad essere unita, come è stato nelle prime set- la fede dei piccoli, dei poveri, in una parola, del tutto
demia che racchiudono la sofferenza e il do- di libertà, ha sete di salute, ha sete di futuro», timane della pandemia», dice. Il rischio, in ca- popolo di Dio, non vacilli.
lore di tutto il Paese. E proprio il vescovo di Cre- aggiunge Napolioni. Il riferimento è al titolo so contrario, «è che la stanchezza e le polemi- Abbiamo già sfiorato la tragedia, anche in Italia, con
mona, Antonio Napolioni, guiderà la liturgia, con cui la Vergine, apparsa “con le lacrime” nel che politiche possano avere la meglio». Ai pie- decine di migliaia di morti, fra cui tantissimi anziani,
lui che dal virus è stato contagiato ed è stato 1432, viene venerata in questo angolo della di della Madonna ci sarà l’intera Penisola, a co- medici, infermieri, operatori sanitari, suore, sacerdo-
ricoverato in ospedale. Il tutto si svolgerà a por- Lombardia: “Maria della fonte”. Come la fon- minciare dalle zone dell’epicentro Covid. «Qui ti: tutti di animo grande. Papa Francesco li ha defini- Santa Marta,
te chiuse, ma l’evento potrà essere seguito, a te che sgorga sopra il battistero e che è meta di – racconta il vescovo – il traffico delle ambu- ti "i Santi della porta accanto". Troviamo inoltre fa-
partire dalle 21, su Tv2000 e su InBlu Radio. pellegrinaggio, soprattutto dei malati, da tut- lanze insieme con il suono delle sirene è stato miglie preoccupate e la preghiera
La telefonata con cui il presidente della Cei ha ta la regione. la nostra colonna sonora. Ora è diminuito, ma disorientate per la gra- per i defunti
annunciato a Napolioni che l’affidamento si La preghiera di stasera verrà scandita dal Ro- quando ne sentiamo una si risveglia il nostro ve crisi economica. Tut-
sarebbe tenuto a Caravaggio «è stata una sor- sario. E saranno contemplati i misteri doloro- dolore. Sappiamo che la lotta va avanti, nelle ti questi motivi e mol-
«anonimi»
presa», spiega il vescovo. «Il Santuario il cui ab- si. All’inizio verrà accesa una lampada perché terapie intensive e non solo. Ci vuole vigilan- tissime lettere e telefo-
braccio è simile a quello di piazza San Pietro – dalla luce della Vergine i suoi «figli ricevano za sul territorio e rispetto delle misure di di- nate ricevute mi hanno «Preghiamo oggi per i
prosegue – significa accoglienza incondizio- conforto», si legge nel libretto. Quindi l’atto con stanziamento fisico. Dobbiamo andare avan- spinto a promuovere defunti, coloro che
nata. Non ci sono primogeniture, ma una re- cui i vescovi italiani pongono l’Italia sotto «la ti con pazienza, esercitando un grande discer- con la Presidenza della sono morti per la
lazione fraterna che alimenta la speranza, fa- protezione della Madre di Dio come segno di nimento che ci consenta di non cadere nel pa- Cei un atto di affida- pandemia; e anche in
cendo in modo che la fragilità di questo diffi- salvezza e di speranza». Nella preghiera rivol- nico o nella superficialità. È un esame, una pro- mento a Maria presso il modo speciale per i
cile momento diventi, in positivo, la nostra ve- ta a Maria si parla di un «tempo velato dalle om- va di maturità». Santuario di Caravag- defunti – diciamo così
ra forza». Una pausa. «La nostra gente ha sete bre della malattia e della morte». Poi si alza co- © RIPRODUZIONE RISERVATA gio, in Lombardia, la re- – anonimi: abbiamo
gione d’Italia più colpi- Il cardinale Bassetti visto le fotografie delle
ta dal coronavirus. fosse comuni.
LA TRADIZIONE PARLA DELL’APPARIZIONE A UNA CONTADINA La presenza silenziosa Tanti…». Con queste
della madre è più eloquente di mille parole. Essa ci fa parole il Papa ha

Un luogo di devozione dal XV secolo capire che vuol stare con noi, particolarmente con
tutti i suoi figli crocifissi. Stabat Mater. Sta nel nostro
smarrimento e ci rischiara la strada. Ci orienta, ci scal-
da il cuore e riaccende in noi la speranza di una vita
introdotto ieri la
Messa a Casa Santa
Marta. «Nessuno può
conoscere Gesù senza

meta di pellegrinaggio di molti santi nuova. Particolarmente in questa nostra condizione


ci chiede di sostare con Lei e di guardare le cose in u-
na prospettiva nuova. Chi più di Lei può chiedere a o-
gni cuore trafitto di non fermarsi al buio del Venerdì
Santo? Chi più di Lei, che ha allattato con premura il
che il Padre lo attiri»
ha detto nell’omelia
commentando il
Vangelo, «questo è
valido per il nostro
MARCO RONCALLI Figlio di Dio infante, lo ha protetto dalle insidie di E- apostolato, per la
rode, lo ha aiutato a crescere «in età, sapienza e gra- nostra missione

S
imbolica la data: primo giorno zia», può additarci la luce del Risorto e può asciuga- apostolica come
del mese dedicato alla Vergine, re ogni nostra lacrima? cristiani. Penso anche
nonché festa di san Giuseppe, L’atto di affidamento avviene non solo all’inizio di alle missioni. “Cosa
patrono dei lavoratori. Simbolico il luo- maggio, il mese dedicato alla Madre di Dio e scandi- vai a fare nelle
go: Santa Maria del Fonte a Caravaggio, to dal Rosario, ma anche nel giorno in cui la Chiesa fa missioni?” – “Io, a
diocesi di Cremona e provincia di Ber- memoria di san Giuseppe lavoratore, sposo della Ver- convertire la gente” –
gamo. Stasera, proprio qui, la preghie- gine. Già nelle passate settimane abbiamo compreso “Ma fermati, tu non
ra guidata dal vescovo Antonio Napo- che l’emergenza sanitaria porta con sè una nuova e- convertirai nessuno!
lioni ha al centro l’affidamento a Maria mergenza economica. E saranno in tanti, troppi a pa- Sarà il Padre ad
del popolo italiano in uno dei periodi gare un alto prezzo: giovani, donne, padri di famiglia attirare quei cuori per
più drammatici della sua storia. Un ge- che sono già senza lavoro o rischiano di perderlo; im- riconoscere Gesù”.
sto deciso sulla spinta – come altre vol- prenditori che potrebbero dover chiudere le loro a- Andare in missione è
te – di richieste provenienti dai credenti. ziende; negozianti, artigiani, liberi professionisti che dare testimonianza
Da qui la risposta della presidenza del- vedono bloccate le attività. Nella figura silente e fedele della propria fede;
la Cei e la scelta di quello che è il più vi- di san Giuseppe si riconosce la dignità del lavoro u- senza testimonianza
sitato santuario mariano della Lom- mano. Sul suo esempio facciamoci testimoni di carità non farai nulla».
bardia, luogo privilegiato dall’episco- concreta, soccorrendo coloro che saranno toccati dal- Andare in missione
pato della regione, associazioni, movi- la piaga della disoccupazione e chiedendo a chi ha quindi «non significa
menti ecclesiali, gruppi parrocchiali, ruoli di responsabilità sociale e politica di permette- fare strutture grandi,
nella terra più colpita dalla pandemia re che sia sempre assicurato il pane alla povera gen- cose… e fermarsi
nel nostro Paese ora in procinto di “ri- te, come diceva Giorgio La Pira. così», «tu puoi fare una
cevere” l’abbraccio della Vergine. Co- Invochiamo l’intercessione della Vergine di fronte al struttura ospedaliera,
me è stato in Spagna e Portogallo nel difficile tempo che ci attende. Maria, per quanto la educativa di grande
marzo scorso, senza dimenticare il “pre- notte possa sembrare oscura, non ci smarriremo af- perfezione, di grande
cedente italiano” del 13 settembre 1959, fidandoci a Te, e Tu ci orienterai a tenere accesa la sviluppo, ma se una
quando alla fine del XVI Congresso eu- lampada della nostra fede e della nostra speranza per- struttura è senza
caristico nazionale, l’Italia fu consacrata ché tu, madre di Dio, hai portato nel tuo grembo la spe- testimonianza
al cuore immacolato di Maria dal lega- ranza e la salvezza di tutto il mondo: Gesù Cristo. cristiana, il tuo lavoro
to pontificio cardinale Marcello Mim- Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve lì non sarà un lavoro di
mi, a nome dell’episcopato e del po- e presidente della Conferenza episcopale italiana testimone, un lavoro di
polo italiano, e un radiomessaggio di vera predicazione di
Giovanni XXIII esortò tutti ad operare Gesù: sarà una società
affinché quell’atto divenisse «un moti- ta una cupola dal quale si staccano lun- di beneficenza, molto
vo di sempre più serio impegno nella go l’asse est ovest due braccia a navata buona – molto buona!
pratica delle cristiane virtù, una difesa Il Santuario unica conclusi da portici che quasi cir- – ma niente di più». Il
validissima contro i mali, e una sor- mariano di condano la basilica. Una chiostra che Pontefice ha quindi
gente di prosperità anche tempora- Caravaggio dove ieri come oggi serve, insieme al viale re- sottolineato il valore
le…». Stasera, innanzi all’immagine di si svolgerà l’atto staurato dopo il 2000, quale introdu- della preghiera:
“Maria della fonte” si chiederà aiuto per di affidamento zione all’incontro con gli ambienti più «Senza testimonianza
i malati, i medici, gli operatori sanitari, dell’Italia sacri: il Sacro Fonte e – dentro la chie- e preghiera non si può
i lavoratori dal futuro incerto, le fami- alla Vergine sa – l’altare delle celebrazioni, i confes- fare predicazione
glie… Si ricorderanno i defunti. E si sup- sionali per la riconciliazione, il Sacro apostolica, non si può
plicherà dalla Madre di Dio protezione Speco. Vanno poi sottolineate la fama fare annuncio. Farai
per quest’Italia alla vigilia di una “Fase Vacchi, affidandole l’incarico di porta- cleo dell’attuale complesso. Con una
Qui nel 1992 Giovanni sempre più vasta del Santuario specie una bella predica
2” che necessita ancora senso di re- re messaggi di pace, non senza esorta- chiesa eretta per volere del duca di Mi- Paolo II incontrò 50mila nel ‘700, le opere d’arte nella sagrestia morale, farai tante
sponsabilità. Non è tutto. I collegamenti zioni alla penitenza e alla conversione, lano Filippo Maria Visconti e consa- giovani lombardi con gli affreschi mariani sulla volta, il fa- cose buone, tutte
attraverso la televisione, la radio e la Re- ma anche al rendimento di grazie, di- crata nel 1451; quindi i successivi am- parlando loro anche della scino esercitato dal posto su tanti pel- buone. Ma il Padre
te offriranno a molti la possibilità di sco- cendole poi che la sua catapecchia sa- pliamenti voluti da Carlo Borromeo e legrini famosi: compresi non pochi bea- non avrà la possibilità
prire o riscoprire questo centro di de- rebbe divenuta un Santuario. Alla veg- affidati nel 1575 a Pellegrino Tibaldi,
necessità di riconciliarsi ti e santi, futuri Papi e un Pontefice re- di attirare la gente a
vozione che ha le sue origini nel XV se- gente anche l’annuncio dell’arrivo del- anche se occorrerà attendere sino al con la morte e di gnante: Giovanni Paolo II qui il 20 giu- Gesù». Oggi inizia il
colo quando si moltiplicarono asserite la pace in famiglia, tra Venezia e Mila- 1709 per vederne la conclusione (in- accogliere sino in fondo gno ‘92. Quella volta Wojtyla parlò a mese di maggio e nei
apparizioni che nell’entusiasmo dei fe- no allora in lotta fra loro, e persino fra sieme al viale con tanto di Arco trion- la vita, come pure cinquantamila giovani anche della ne- giorni scorsi
deli spinsero alla costruzione di San- Chiese d’Oriente e d’Occidente. La pri- fale recante nell’attico un gruppo mar- cessità di riconciliarsi con la morte e Francesco ha
tuari (successivamente prevalsero im- ma notizia è su una pergamena del 31 moreo). I lavori al tempietto poi inglo-
della malattia e della di accogliere sino in fondo la vita; co- pubblicato una lettera
magini miracolose, lacrimazioni, effu- luglio 1432. A seguire ecco continue barono sotto l’altare maggiore, in una sofferenza. «Non castighi me pure della malattia e della soffe- invitando i fedeli a
sioni di sangue, prodigi). Da quel pe- conferme delle autorità religiose e civi- cripta, il luogo dell’apparizione e della o condanne, ma occasioni renza: «non castighi o condanne, ma riscoprire in questo
riodo, di generazione in generazione, li, poi via via nei lasciti testamentari o fonte sgorgata – si narra – prodigiosa- per entrare nel cuore occasioni per entrare nel cuore del mi- tempo a casa propria
si tramanda che la Vergine apparve ad resoconti di opere di carità. Nasce co- mente. Tutto l’insieme è costituito da stero dell’uomo». la recita del Rosario.
una contadina tribolata, Giannetta de’ sì, al centro di una pianura, il primo nu- un corpo centrale quadrato dove svet-
del mistero dell’uomo» © RIPRODUZIONE RISERVATA (Red.Cath.)
8 PRIMO PIANO Venerdì 1 maggio 2020

Coronavirus:
Primo maggio
«Concentriamoci sui più fragili»
Gardini: disoccupati e lavoratori poveri devono essere la priorità in questa nuova fase di ripresa lenta
Mi saperei aspettato protocolli più stringenti per il rientro. E la liquidità alle imprese stenta ad arrivare
L’INTERVISTA LUCA MAZZA Presidente, si attendeva una ri- «Impossibile non caso dell’accelerazione sullo c’è quello di un’impennata dei
partenza più decisa? pensare oggi agli eroi smart working. È un sistema lavoratori poveri. Nei prossimi
Il presidente di
U
na festa che arriva in Premetto che nessuno vuole silenziosi del nostro che ci spinge all’innovazione, giorni uscirà un focus di Cen-
Confcooperative: una fase del tutto sin- sottovalutare o venir meno a-
tempo, dai medici agli
aiutandoci a essere più effica- sis–Confcooperative dedicato
sono molto golare, anche se mai gli aspetti della sicurezza e del- ci, più brevi e anche più con- proprio al peso degli occupati
come quest’anno le dediche so- la salute, ma va anche detto che operatori sanitari e dei creti. Naturalmente ci sono si- fragili nella nostra società. È un
preoccupato per no tante: «Impossibile non l’Italia è stato il primo Paese a servizi socio– tuazioni, professioni e impie- tema che riguarda tutti: mi-
la tenuta del Non pensare oggi agli eroi silenzio- chiudere tutto e probabilmen-
assistenziali ghi in cui è indispensabile la granti, colf, badanti, ma anche
profit e della si del nostro tempo, dai medi- te sarà l’ultimo a riaprire. Stia-
Per bilanciare le
presenza fisica. Tuttavia, anche tanti giovani o over 50 italiani.
ci agli operatori sanitari e dei mo già pagando un prezzo e- se a un ritmo ridotto rispetto Il Non profit come uscirà da
cooperazione servizi socio–assistenziali che, conomico salatissimo, con cen- ricadute del lockdown ad ora, il lavoro da remoto sarà questa crisi?
sociale, anche in alcuni casi, hanno prestato tinaia di migliaia di persone che occorre trovare un un punto di non ritorno per il Il nostro mondo è stato messo
perché c’è una servizio anche senza dispositi- rischiano di perdere l’impiego.
equilibrio tra sussidi e Paese. Non solo: lo smart a dura prova negli ultimi mesi.
parte della vi di protezione adeguati, pas- Dalla politica mi sarei aspetta- working ci consentirà anche di Chi è rimasto in attività non si
sando per il personale dei su- to l’attuazione di protocolli più investimenti» affrontare meglio il più grande è mai tirato indietro, produ-
politica che permercati, del trasporto, dei stringenti per il ritorno al lavo- Maurizio Gardini ostacolo del (lento) ritorno al- cendo sforzi straordinari. Men-
pensa di poterne servizi di pulizie, facchinaggio ro; test rapidi per operatori sa- la normalità: la gestione della tre chi si è fermato adesso ha
fare a meno e sanificazione. Adesso più di nitari e pazienti in situazioni mobilità. Nelle grandi città ol- bisogno di risorse finanziarie
prima dobbiamo concentrarci più fragili (negli ospedali, nel- Le risorse sul lavoro andreb- Ma non è solo una questione e- tre l’80% delle persone per rag- adeguate per ripartire. In ge-
sui più fragili, a partire dai di- le Rsa e nelle comunità) per ge- bero destinate di più ai sussidi conomica: ci sono provvedi- giungere i luoghi di lavoro uti- nerale, sono molto preoccupa-
soccupati ma senza dimenti- stire le situazioni di particola- oppure è meglio dare incenti- menti a costo zero che verreb- lizza metro, bus o treno. Ridur- to per la tenuta Terzo settore e
carci dei tanti lavoratori pove- re criticità; ossigeno immedia- vi per creare nuova occupa- bero incontro alle imprese, re le presenze sui mezzi pub- della cooperazione sociale, an-
ri, in quanto senza adeguate tu- to per le imprese, mentre le ri- zione? sburocratizzando alcune pro- blici, dunque, aumenta le pos- che perché c’è una parte della
tele o con un reddito insuffi- sorse previste dal “decreto li- Non è sufficiente affidarsi agli cedure, ma non vengono nean- sibilità di rispettare il distan- politica italiana che pensa di
ciente per condurre una vita di- quidità” stentano a essere ero- ammortizzatori sociali. Anche che presi in considerazione. ziamento sociale. poter fare a meno di questa e-
Trentamila gnitosa». Maurizio Gardini, gate. Non si può festeggiare il perché gli interventi che si fan- Le nuove modalità di lavoro Quanto è serio il pericolo che sperienza fondamentale del
presidente di Confcooperati- Primo Maggio senza dare la no sono tutti “a debito” e dun- con cui tante persone sono sta- con la recessione si acuiscano nostro Paese. Piuttosto che fa-
clic ve, invita a trascorrere questo necessaria importanza alla que esasperano il rapporto de- te costrette a convivere – a par- le diseguaglianze? re proclami di ripristino di pro-
per il Cash Primo Maggio nell’epoca del salvaguardia dei posti di lavo- ficit/Pil e rappresentano un’i- tire dallo smart working – por- Il rischio esiste ed è alto. Basti cessi di statalizzazione, mi
lockdown ponendo la massi- ro, alle filiere che forniscono poteca sul futuro delle ultime teranno cambiamenti struttu- ricordare cosa è accaduto con preoccuperei di recuperare un
Mob Etico ma attenzione a non lasciare per le Pmi e alla tenuta di set- generazioni. È chiaro che, so- rali anche nella cooperazione la Grande Crisi esplosa nel senso vero e autentico dell’im-
indietro nessuno: «È una festa tori strategici per l’economia prattutto in questa fase, occor- sociale? 2008. Ogni fase di ciclo econo- pegno di sussidiarietà. Chi pen-
Il 29 aprile si è svolta di attesa. Pensavamo di esse- italiana come il turismo e il re trovare un equilibrio tra sus- La stagione del coronavirus – mico negativo, se non gover- sa che il pubblico possa fare
la quinta edizione del re proiettati sull’avvio Fase 2, commercio. sidi e investimenti che consen- che sta provocando ferite, sof- nata bene, produce squilibri tutto, dalla sanità al welfare, è
Cash Mob Etico di invece ci ritroviamo con una Andiamo incontro a un au- tano a imprese condizioni di ferenze e disagi – ha avuto qual- sociali. Oltre al timore di un au- fuori dalla storia.
NeXt - Nuova ripresa lenta». mento della disoccupazione. generare e sviluppare lavoro. che risvolto positivo, come nel mento della disoccupazione, © RIPRODUZIONE RISERVATA

Economia per Tutti, in


collaborazione con
Fim-Cisl: l’annuale IL GRIDO D’ALLARME ARTIGIANI

«Noi addette alle mense


appuntamento per
raccontare storie di Cassa
aziende e lavoratori
impegnati sulla strada integrazione
della sostenibilità che sui conti
quest’anno si è tenuto
in maniera "virtuale"
vista l’emergenza
sanitaria. Tante realtà
siamo state dimenticate» correnti
Ci sono lavoratori che,
aziendali hanno MAURIZIO CARUCCI ha ancora provveduto a versare un centesimo». in Italia, hanno già ri-
potuto raccontare il Ma al ritardo dei pagamenti da parte dell’Istituto cevuto la cassa inte-

A
loro impegno a oltre ddette e addetti alle mense scolastiche di- di previdenza, bisogna aggiungere anche la dura- grazione. FSBA, il Fon-
30 mila cittadini e menticati dallo Stato. Con la chiusura del- ta del contratto, che prevede la sospensione esti- do di Solidarietà Bila-
consumatori italiani, le scuole a causa dell’emergenza Corona- va, per cui la retribuzione – che va da settembre terale dell’Artigianato
convertiti in "click" sui virus hanno perso il lavoro e molti non hanno al- al 10 giugno – cessa di esistere con la chiusura del- (costituito da Confarti-
siti delle aziende cuna tutela. «Scrivo queste righe a nome mio e di le scuole in estate e la situazione diventa ancor gianato, Cna, Casarti-
coinvolte, alla tutte le 20mila e più colleghe che in Italia versano più grave. Da anni il sindacato chiede a gran vo- giani, Claai, Cgil, Cisl e
scoperta di storie di nelle medesime condizioni – spiega una di loro – ce di modificare le parti che penalizzano i dipen- Uil), ha già effettuato
sostenibilità e prodotti . Siamo una categoria tra le più denti "in maniera eclatante e bonifici a quasi 170mi-
che aiutano i territori. fragili e abbandonate del no- disumana" senza riuscire nel la persone (169.887)
Grazie all’azione stro settore e nelle attuali cir- loro intento. «Da parte nostra – per un totale erogato di
condivisa di costanze non è stata spesa dichiara Massimo Stronati, pre- 80 milioni di euro circa
Altremani, Botteghe neanche una parola nei nostri sidente di Confcooperative La- (79.727.180,24). «Ab-
del Mondo di confronti. Siamo ferme dal 24 voro e Servizi – garantiamo tut- biamo già evaso un im-
Altromercato, febbraio. Alcune aziende han- te le tutele possibili alle nostre portante numero di
Consorzio Sale della no anticipato il Fis-Fondo d’in- lavoratrici e a i nostri lavorato- pratiche -dichiara Fau-
Terra, Fairtrade, tegrazione salariale, altre, non ri. In questo periodo di chiusu- sto Cacciatori, presi-
Cooperativa La potendo farsi carico di tale in- ra di scuole e Università a cau- dente di FSBA. E, que-
Semente, Mercato combenza, hanno preferito de- sa del Coronavirus, abbiamo sto, grazie al prezioso
Circolare, Madre Terra legare il pagamento all’Inps». assicurato gli ammortizzatori lavoro delle 21 artico-
Caffè, NaturaSì circa Nel settore la maggior parte del sociali agli addetti e alle addet- lazioni territoriali degli
50 mila persone anche personale sono mamme single Le scodellatrici te delle mense scolastiche. An- Enti Bilaterali Regiona-
sui social hanno o separate la cui unica fonte di sono 20mila in Italia: che nel periodo estivo, per chi li e alla collaborazione
potuto "assaggiare" reddito proviene appunto dal- molte mamme single non vuole andare in ferie e in- decisiva dei sindacati a
virtualmente l’attività lavorativa nell’ambito tende avere una continuità re- livello nazionale e lo-
l’impegno e i progetti della ristorazione scolastica, che già normalmente tributiva, cerchiamo di utiliz- cale». Sono 174.917mi-
di tutte. che serve a far fronte seppur fanno fatica zare il personale in altre atti- la le aziende artigiane
con tante difficoltà al manteni- ad andare avanti vità». Tuttavia una gran parte che hanno richiesto la
mento della famiglia in toto: fi- degli addetti e delle addette prestazione prevista da
gli, affitto, bollette e cibo. Alcune hanno contrat- alle mense scolastiche si ritrovano ogni anno FSBA e oltre 658mila i
ti da 15 ore settimanali. «Non penso sia difficile ca- nei mesi estivi senza nessuna fonte di reddito e lavoratori. A regime,
Pellegrini pire le difficoltà che la nostra categoria – sostiene nessun sostegno da parte di alcuna istituzione per le nove settimane,
l’addetta – già nella normale vita quotidiana, a che pensi a dare una dignità anche a loro, co- verranno erogati sus-
riapre maggior ragione in questo momento: stipendio strette – quando è possibile – a farsi mantene- sidi per circa due mi-
la sua rete sostituito dagli ammortizzatori sociali e ridotto re dai genitori. liardi di euro.
quindi del 40%, come se non bastasse l’Inps non
in sicurezza © RIPRODUZIONE RISERVATA

Pellegrini riapre in L’ALTRA FACCIA DEL DELIVERY NELLA MILANO DEL LOCKDOWN MASSIMILIANO CASTELLANI
sicurezza la rete delle
proprie mense a
partire da lunedì
prossimo. L’azienda
spiega di aver I
l cibo al tempo del Coronavirus segue la rotta del delivery. E
probabilmente sarà un “delivery universale” - secondo le ulti-
me e caotiche indicazioni governative - per i ristoratori italiani.
Il ristorante di pesce rimasti invariati (una media di 80 euro), perché offrire un menù
completo a 10 euro, come stanno facendo illustri colleghi, signifi-
ca lanciare il messaggio distorto».
«messo in sicurezza i
propri 600 ristoranti
presso aziende,
Noi intanto ci siamo messi a ruota, un’intera giornata, dalle 11 al-
le 20, sulla scia di uno di loro: Dante Di Paolo. A distanza di mas-
simo rispetto l’abbiamo seguito mentre con la sua Vespa consegna
fa le consegne in taxi Ciò che fino a ieri sembrava impossibile era l’utilizzo dei taxi co-
me nuovi pony-express. «Vedendo tanti tassisti fermi e senza clien-
ti per il lockdown in corso, abbiamo pensato: ma certo, loro sì che
ospedali, comunità a domicilio il pranzo e la cena ai milanesi golosi del suo apprez- da nord a sud, in meno di mezz’ora. Sembra di stare al mio pae- possono darci una mano per le consegne», spiega Giuseppe. Tassi-
religiose e case di zatissimo menù di mare. Dante è il titolare di uno storico ristorante se». I Di Paolo sono aspri e gentili come il loro borgo d’Abruzzo, Piz- sti in appoggio per consegne in città «nelle quattro macroaree che
riposo». Grazie alla di pesce a’Riccione, fondato dai romagnoli fratelli Metalli nei pri- zoferrato (Chieti). Una storia dannunziana, sono arrivati sotto la ci siamo spartite» fino in Brianza. Una cena recapitata in una ca-
collaborazione con mi anni ’50 come ritrovo per camionisti e diventato con Gianni Bre- Madonnina per fare i camerieri e oggi sono titolari di una società sa privata di Lecco, il tratto più lungo di questo delivery. Il merca-
Roberto Burioni e al ra il buon ritiro enograstronomico del “Club del giovedì”. Dopo il con 45 dipendenti. Ora tutti in cassa integrazione, tranne lo staff to del pesce di Milano, uno dei bazar ittici più forniti al mondo,
supporto della centenario della nascita di Brera, caduto nel 1919, «il Club sareb- del delivery: «Lo chef Vittorio con tre aiutanti cuochi nella cucina non ha praticamente mai chiuso e lì, dalle 2 alle 6 del mattino, i
società Lifenet be rinato nella saletta fumatori del ristorante, proprio in questi del Bistrot dove prepariamo i menù. Io, mio fratello Giuseppe e due fratelli Di Paolo vanno a fare la spesa. «A volte, muniti di regolare
Healthcare, «la giorni, avevamo appena messo appunto un calendario di incon- dipendenti siamo invece gli addetti alle consegne». Un lavoro di autocertificazione, arriviamo fino a Bergamo, all’Orobica Pesca,
Pellegrini ha potuto tri», dice Loredana, la moglie di Dante, mentre lo saluta per quel- preparazione certosino, quanto faticoso e veloce. Lo staff confezio- in una zona tra le più colpite dal virus». Dante, in sella alla Vespa
così realizzare un la che sarà «una giornata campale. Io e mio fratello Giuseppe, ti- na i piatti, usa imballaggi e appositi cabaret plastificati per quel- sfreccia tra le poche auto e arriva alla casa della sciura Maria «90en-
protocollo relativo tolare dell’altro nostro locale a’Riccione Bistrot, appena abbiamo la che è la prima spedizione di pranzo: partenza alle 11 con il il ci- ne pensionata che aspetta il branzino alla siciliana per cenare con
all’attività di sparso la voce che portavamo il pesce cucinato a domicilio si è sca- bo in spalla nello zainetto di Dante o riposto nelle auto dei colla- il marito» o nella villa del cumenda che ha apparecchiato in pi-
ristorazione, con tenata la corsa alla prenotazione. Oggi, tra pranzo e cena sono più boratori. Viaggi tempestivi «ovviamente con guanti e mascherina scina e «al suo plateau di ostriche non ci rinuncia, mai». È calata
regole e di 50 le richieste, faremo mangiare, bene, più di 100 persone». Dan- d’ordinanza» per arrivare con il menù nelle condizioni di massi- la sera su Milano quando Dante e Giuseppe sono sfiniti ma sod-
raccomandazioni per te si muove agilmente in moto per le vie di una Milano ancor più ma freschezza. «Noi abbiamo deciso di sperimentare, prima degli disfatti per aver terminato un altro giorno di delivery, forse, una
i propri dipendenti e affascinate, quanto desolatamente deserta: «L’unica nota positiva altri, il delivery con la consapevolezza che potevamo garantire ai delle poche novità positive di questo tempo confuso e sospeso.
per i commensali». di questa emergenza Covid-19 è la possibilità di percorrere la città, clienti la stessa qualità di sempre. E per questo anche i prezzi sono © RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 1 maggio 2020 PRIMO PIANO 9

Coronavirus:
Primo maggio
Il lavoro in tempi di lockdown
I primi dati sulla disoccupazione con il blocco delle attività: 267mila persone hanno smesso di cercare un posto
Il messaggio di Mattarella: viviamo questa Festa con il pensiero all’Italia che vuole costruire il suo domani
NICOLA PINI posto di lavoro. Intanto l’Istat ro e forte come l’Italia va ridi- down è scattato dall’8 del me- mentre in parallelo si allarga il milioni: tra questi quasi 5 mi- LA RICORRENZA
ha misurato i primi effetti del- segnato a partire dal lavoro». se. È facile prevedere che in a- popolo degli inattivi, ovvero gli lioni hanno ricevuto in antici-
Nei prossimi mesi
L
a Festa del lavoro cade la crisi sull’occupazione. Nel Con la sviluppo delle nuove prile gli effetti della crisi sa- inoccupati che non cercano la- po dalla propria azienda il sus-
quest’anno cade nel pie- mese di marzo il dato più si- tecnologie, aggiunge il presi- ranno più ampi. L’occupazio- voro: un balzo di 301mila unità sidio, per gli altri l’erogazione gli effetti
no dell’emergenza coro- gnificativo è la caduta del nu- dente, «molto cambierà nella ne a marzo ha registrato una in un mese che porta l’area del- da parte dell’Inps sta proce- dell’epidemia
navirus, la crisi più devastante mero dei disoccupati: in un vita delle nostre società». Un «sostanziale tenuta», afferma la inattività al 35,7% popola- dendo a rilento. Un po’ più spe-
degli ultimi decenni. Nei pros- mese 267mila persone hanno cambiamento che «andrà sa- l’Istat, anche per effetto dei zione in età di lavoro. dito il pagamento del bonus da rischiano di aprire
simi mesi gli effetti dell’epide- smesso di cercare lavoro, e non pientemente governato affin- provvedimenti del governo, dal I conti della ripartenza 600 euro agli autonomi: su ol- una voragine
mia rischiano di aprire una vo- perché l’abbiano trovato, ov- ché la nuova fase non comporti divieto di licenziare alla cassa Durante il lockdown solo il 25% tre quattro milioni di richieste nell’occupazione.
ragine nell’occupazione. Il Def viamente. Gli occupati invece condizioni di ulteriori preca- integrazione. Ma va tenuto degli italiani ha svolto la sua at- ne sono state esaudite quasi
appena varato dal governo sti- sono scesi solo di 27 mila unità, rietà ed esclusioni ma sia l’oc- conto che in questi report sta- tività sul posto di lavoro, infor- 3,5 milioni. Nel complesso co-
Il Def appena
ma per quest’anno un calo de- dato che non tiene conto dei casione, al contrario, per af- tistici i dipendenti cassintegrati ma l’Inail: «7,3 milioni di lavo- munque ci sono circa 11 milo- varato dal
gli occupati di 550mila unità di milioni di lavoratori in cassa frontare efficacemente ritardi vengono considerati come oc- ratori sono stati sospesi e mol- ni di lavoratori appesi al soste- governo stima per
cui nemmeno la metà verreb- integrazione. antichi come quelli del lavoro cupati nei primi tre mesi an- ti lavorano in smart working. gno pubblico ai quali aggiun- quest’anno un
be recuperata nel 2021. Ma il «In Italia, come in tutto il mon- per i giovani e le donne, parti- che se non stanno lavorando e Ma dal 4 maggio ritorneranno gere i destinatari del reddito di
terremoto covid-19 può rio- do, le conseguenze della pan- colarmente acuti nel Mezzo- così i lavoratori autonomi, se a lavorare in presenza 4,5 mi- emergenza (precari, atipici,
calo degli
rientare anche i modelli occu- demia mettono a rischio tanti giorno. Come il lavoro in nero la loro attività è ancora in es- lioni di persone». Fino al 21 a- sommerso) e del bonus ba- occupati di
pazionali futuri, vedi lo smart posti di lavoro», scrive il presi- o irregolare, da fare emergere sere. La quasi stabilità dell’oc- prile l’istituto ha registrato danti, misure previste dal pros- 550mila unità
working, sulla spinta delle dente della Repubblica Sergio per esigenza di giustizia e con- cupazione è quindi un dato so- 28mila denunce di infortunio simo decreto governativo. L’in-
profonde trasformazioni tec- Mattarella in un messaggio per tro l’insopportabile sfrutta- lo virtuale. A dirci qualcosa di legate al covid-19, con 98 casi cognita è quanti di costoro
nologiche già in atto da tem- la Festa del Lavoro. «Viviamo mento». più sulla crisi è la caduta della mortali. Quasi la metà degli manterranno il loro lavoro nei
po. In altre parole il mondo del questo Primo maggio con il I segnali di marzo. Il mese disoccupazione, che non peg- infortuni riguarda gli infer- prossimi mesi. Il governo sti-
lavoro post-epidemia potreb- pensiero all’Italia che vuole co- scorso è stato investito pesan- giora (come ci si potrebbe at- mieri, il 18,9% gli operatori so- ma per il 2020 un calo degli oc-
be non essere lo stesso di pri- struire il suo domani» e «il mo- temente dall’epidemia ma an- tendere) ma al contrario scen- cio sanitari e il 14,2% i medici. cupati del 2,2% (circa 550mila
ma anche quando l’economia do di essere di un Paese matu- cora in misura parziale: .il lock- de al 7,5% dall’8,6 di febbraio, Intanto i cassintegrati sono 7,7 unità). Ben più netto il calo
avrà trovato una strada per la previsto delle ore lavorate, pa- Il Fondo
ripresa. Restando al presente, ri a -6,3 punti. Ciò significa che

4,5 milioni 550mila 7,7 milioni 35,7%


il primo maggio in Italia arriva I numeri anche tra i "posti" di lavoro sal- di solidarietà
dopo il lockdown e alla vigilia
del lavoro vati, ci sarà molto più part time. della diocesi
di una parziale ripartenza. Da Inevitabile la riduzione dei red-
lunedì prossimo – la stima è in pandemia
I lavoratori I posti di lavoro che I lavoratori italiani Gli inattivi che non
diti da lavoro, che il Def cifra in di Torino
dell’Inail – circa 4,5 milioni di coinvolti dall’avvio si perderanno nel attualmente in lavorano e non -5,7 quest’anno.
lavoratori torneranno al loro della "fase due" 2020 (stime Inail) cassa integrazione cercano un lavoro © RIPRODUZIONE RISERVATA Famiglie numerose,
lavoratori o micro
imprese impoveriti. E
■ LE STORIE DI RESILIENZA E RINASCITA persone che hanno
perso il lavoro, giovani
e adulti sospesi o
L’IMPRENDITORE working, webinar, seminare per il futuro, LA SCELTA espulsi che devono

«I miei consulenti fare un paio di settimane di vacanza, scri-


vere libri: tutte cose utili, ma nessuna di
queste cose ci motivava o ci accendeva...».
«Noi riapriremo, riciclarsi. Sono i
protagonisti delle
"zone grigie" di chi

gratis per aiutare Ruggeri, insieme a Enrico Tosco, ha dato


vita tempo fa all’associazione "Impren-
ditore non sei solo", per affiancare gra-
ma non lo faremo non riuscirà a rientrare
nei sostegni del
governo. Per loro le
le aziende in crisi» tuitamente imprenditori in forte diffi-
coltà. Forte anche di questa esperienza,
ecco l’idea nata in questo tempo ecce-
più di domenica» diocesi di Torino e
Susa, guidate da
monsignor Nosiglia,
MAURIZIO CARUCCI zionale: «L’unica cosa che ci motivava e- ROBERTO DALLA BELLA propongono un fondo
ra far ripartire l’Italia – continua Ruggeri Mantova di solidarietà, lanciato

P
aolo Ruggeri è un imprenditore che –, aiutare tutte le piccole e medie impre- in questi giorni in

N
gestisce 13 aziende in diversi Pae- se italiane a passare indenni questo pe- ell’epoca della globalizzazione, del con- occasione del Primo
si nel mondo. È socio fondatore di riodo difficile e a far sì che fossero pron- sumismo sfrenato e del profitto a ogni co- Maggio. Si chiama
Osm, società italiana di consulenza con te per la ripartenza. Questo non solo ci sto, c’è chi riscopre il tempo come bene "Sorriso", e sarà
più di 15 sedi distribuite in Europa, Stati piaceva, ma ci motivava, ognuno di noi». primario, più importante persino del guadagno. È gestito dalla
Uniti, Canada, Russia e Medio Oriente. I- Ne è nato il più massiccio programma di questa convinzione che ha portato Luca Carrare- Fondazione Operti in
noltre, dirige o possiede partecipazioni in formazione e consulenza gratuita mai ef- si, amministratore delegato del centro casalinghi collaborazione con
aziende in svariati altri settori intorno al fettuato da un’azienda italiana: «Abbia- “Dal Toscano”, in provincia di Mantova, a una scel- Unicredit. La
mondo: dall’immobiliare all’editoria, dal- mo aperto una Scuola Virtuale gratuita ta radicale: mai più aperture la domenica. «È ne- caratteristica
la consulenza per l’internazio- sul nostro Gruppo Mbs - Mind cessario tornare a una dimensione più umana – af- principale è che nel
nalizzazione d’impresa al Business School dove ogni ferma al telefono –, fatta di rapporti e di tempo da Fondo vengono
marketing e alla ristorazione. giorno, per tre settimane, ab- trascorrere a casa, in famiglia, o nel modo in cui si coinvolte le
In questo momento difficile biamo fatto tenere tre inter- decide liberamente. L’importante è avere più tem- parrocchie e le
sta mettendo in campo un’o- venti in diretta da top impren- po per noi, mettere l’uomo al centro. Non solo co- comunità civili del
perazione enorme per aiutare ditori ed esperti nel loro setto- me consumatore, ma soprattutto come persona». territorio: saranno loro
quante più imprese possibili. re, uno alle 14:30, uno alle Il negozio si trova a Borgo Virgilio, poco distante dal- ad indicare le
«Da qualche giorno – raccon- 18:30 e uno alle 20:30». Risul- la città, è un’attività storica che vende prodotti per situazioni difficili per le
ta – non ho più un’azienda. Sì, Paolo Ruggeri tato: oltre 15mila aziende i- la casa. L’anno scorso ha tagliato il prestigioso tra- quali è più necessario
perché i quasi miei 300 consu- scritte. «Abbiamo offerto un guardo del mezzo secolo di vita, grazie alla fami- intervenire. Il Fondo
lenti in Italia sono impossibilitati a recar- palinsesto davvero ampio: come pro- glia Carraresi che l’ha portata avanti generazione prevede prestiti sociali
si presso le imprese clienti o a organizza- muovere e fare marketing, costruirsi un dopo generazione. Oggi impegna quindici perso- fino a un massimo di
re eventi formativi. Certo, con lo smart personal brand di successo, gestire le ban- ne, tra dipendenti e collaboratori. A causa dell’e- 3mila euro da
working e con le soluzioni tecnologiche che, resilienza, gestione finanziaria di cri- mergenza coronavirus, il negozio è chiuso dall’8 restituire in 60 mesi, a
stiamo facendo del lavoro da casa e pro- si, fare grandi vendite, gestire situazioni marzo, cioè prima ancora che il decreto del gover- interessi zero e senza
babilmente chiuderemo marzo con solo con il fisco, acquisire grandi clienti, co- no imponesse lo stop. Nel frattempo l’attività è pro- spese per i beneficiari.
il 50% del fatturato in meno. Tutto consi- struire un progetto di vendite online, de- seguita solo tramite acquisti dal sito ufficiale. Una Marco Bonatti
derato un risultato discreto ma, comun- legare eccetera. Tutti interventi tenuti da situazione inedita e complicata che ha portato Car-
que, una perdita da svariate centinaia di alcuni dei nostri massimi esperti. In po- raresi a riflettere: «In questi anni ci siamo abituati
migliaia di euro. E siamo solo all’inizio. che parole, in tre settimane, gratuita- ad avere tutto quello che volevamo – continua l’Ad
Man mano che le misure restrittive au- mente, abbiamo formato più imprendi- –. Questo ha portato a negozi aperti sette giorni su
mentavano mi sono riunito virtualmen- tori possibili ai massimi livelli, di modo sette e ritmi sempre più frenetici. La pausa forza- Inapp: misure
te con i miei soci e con i miei colleghi e ci che, finita l’urgenza, siano pronti a parti- ta ha cambiato il modo di vivere. Abbiamo dovuto
siamo interrogati sul da farsi, e ancor di re con grande forza e recuperare così il abituarci a capire che ogni nostra scelta ha degli ef- di sostegno
più ora che le misure sono andate verso terreno perduto». fetti sugli altri e che ciascuno di noi ha importanti ai lavoratori
un blocco totale delle attività». Fare smart responsabilità». Il negozio riaprirà in maggio, co-
© RIPRODUZIONE RISERVATA

ronavirus permettendo, ma non la domenica. La


privati
settimana di lavoro sarà spalmata su sei giorni (non
MASSIMO IONDINI
PRODOTTO DA INAZ, OGGI SU CORALLO ta, ma che invece oggi più che mai è necessa- più sette) con turni da sette ore ciascuno (anziché «Sono necessarie forti

L’Italia che lavora rio valorizzare» spiega Linda Gilli, presidente otto). «Questo permette di distribuire meglio le for- misure di sostegno ai

F
attore umano, non capitale. Tanto per e amministratore delegato di Inaz. Realtà che ze – aggiunge Carraresi – e credo avrà un impatto lavoratori privati di
distinguersi da un altro film e soprat- declinano tutte, a loro modo, una stessa visio- positivo sia sull’ambiente di lavoro sia sulla pro- reddito a causa delle
tutto per chiarire ancor meglio la cen-
tralità della persona che lavora. Così come san-
cisce, nel primo articolo, la nostra Carta costi-
nel docufilm tv ne: l’impresa non è solo profitto, ma sviluppo,
cultura e creatività. «Questo modo di intende-
re il lavoro, ovvero come via per realizzare la
duttività. È un cambiamento forte ma ponderato.
Abbiamo fatto questa riflessione pensando alla no-
stra vita, ma anche a quella dei collaboratori che
misure di
contenimento
dell’epidemia anche
tuzionale. E come mostra, nella sua laboriosa
e preziosa attività quotidiana, una operatrice
sanitaria intenta a rifare il letto a un paziente
"Il fattore umano" fondamentale vocazione umana alla condivi-
sione dell’esperienza comunitaria, con l’ap-
porto del proprio contributo intelligente e crea-
da anni sono al nostro fianco».
A chi sostiene che si tratti di una scelta anacroni-
stica, Carraresi risponde in base all’esperienza di-
nell’ottica di mantenere
un adeguato livello di
domanda aggregata
(«non lo faccio tanto per fare, ma perché ha un la Federazione Nazionale dei Cavalieri del La- tivo, è quanto è necessario oggi, nel momen- retta: «Grazie a Internet e alla tecnologia – spiega – necessario per
senso» dice) mentre viene ripresa nel docu- voro, il docufilm si è avvalso della consulenza to in cui l’economia del pianeta è paralizzata oggi abbiamo strumenti che permettono di com- supportare la ripresa
film Il fattore umano. Lo spirito del lavoro del scientifica dell’economista Marco Vitale. a causa degli effetti del Coronavirus e sembra pensare la chiusura fisica di un negozio. Tant’è che dell’offerta». Così il
regista milanese Giacomo Gatti. Presentato nel Così, tra filari di viti fra le montagne del Tren- venire meno la voglia di scommettere sul fu- in questo periodo le vendite sono continuate e sia- presidente dell’Inapp,
2018 alla Festa del Cinema di Roma, il docu- tino, strisce di pasta che scorrono in un pasti- turo» dice monsignor Davide Milani, presi- mo riusciti a far fronte alle necessità. Per certi ver- Sebastiano Fadda in
mentario sarà trasmesso quest’oggi, Primo ficio a Gragnano e frese ad alta tecnologia in dente di Fondazione Ente dello Spettacolo. «In si è assurdo tenere aperto la domenica». Negli ul- occasione della festa
Maggio, in occasione della Festa dei Lavorato- una fabbrica umbra, il regista si chiede e in- un’epoca in cui la finanza e le nuove tecnolo- timi giorni sono arrivati numerosi messaggi di so- dei lavoratori. «Un
ri, dalle emittenti del Circuito Corallo, dalla daga su chi siano i quotidiani attori di questa gie sembrano scalzare il fattore umano dal cen- stegno, anche dagli stessi clienti che apprezzano la primo maggio inedito –
Lombardia alla Sicilia, dal Veneto alla Puglia. Italia, gli uomini e le donne che, con i loro so- tro dell’economia, la nostra convinzione è che voglia di tornare a uno stile di consumo più soft. afferma Fadda –
Un ideale e concreto ponte e punto di contat- gni e il loro mestiere, trasformano ogni giorno esistano uomini e donne capaci di fare la dif- «Il mondo attuale è pieno di prodotti e vuoto di sospeso tra attività
to tra Nord e Sud attraverso l’Italia che lavora l’impresa in realtà. Gatti si proietta con le sue ferenza – spiega Gatti, regista e autore con E- contenuti – conclude Carraresi –. C’è stato un im- produttive ancora
e l’Italia che resiste, in questo difficile e dram- telecamere tra le maglie di una quindicina di lia Gonella del film –. Sono le mani e i cervelli poverimento culturale, perciò bisogna riscoprire bloccate e una crisi
matico momento di emergenza sociale e sa- eccellenze italiane: aziende diversissime per delle imprese italiane, le cui storie meritano di determinati valori, come il tempo. Spero che altre che rischia di lasciare
nitaria. Prodotto da Inaz – Osservatorio Im- storia, settore e territorio, ma unite da un filo essere raccontate anche attraverso il linguag- attività condividano la nostra scelta in futuro e fac- segni profondi molto
prese Lavoro in collaborazione con Fondazio- invisibile, quello della responsabilità. «Sono gio del cinema». ciano altrettanto». più a lungo del
ne Ente dello Spettacolo e con il patrocinio del- storie italiane che non arrivano mai alla ribal- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA lockdown».
10 PRIMO PIANO Venerdì 1 maggio 2020

Coronavirus:
la politica
Conte si difende: mai agito in solitaria
Renzi gli manda un avviso: sei al bivio
MARCO IASEVOLI vide e illegittime» le iniziative dei sin- la partita delle nomine nelle parteci- vid–19 l’ha solo congelata. Ora – se il te ciò che segue allo scontro in Senato IL CONFRONTO
goli governatori sulle aperture. Il resto pate, cui Italia Viva ha partecipato in- contagio non riporta tutti sotto coper- sia un profluvio di dichiarazioni rassi-
L’ex premier:
T
occa vette auliche, lo scontro or- è, appunto, «doxa», opinione. E a suo sieme a tutta la maggioranza. In ogni ta – è pronto ad esplodere. Questione curanti e rasserenanti.
mai aperto tra Giuseppe Conte avviso anche molto sospetta, visto che caso è lo svelamento dell’ovvio: la cri- di giorni, di settimane, e uno dei due Lo stesso Conte, d’altra parte, uscendo «Non ho tolto i
e Matteo Renzi. L’emiciclo del lo scontento è venuto fuori solo dopo si Renzi–Conte cova da febbraio e Co- sarà di troppo nel governo. Nonostan- da Palazzo Madama prova a gettare ac- pieni poteri a
Senato amplifica parole pensate e pe- qua sul fuoco: «Renzi vuole politica? È
santi per il futuro del gover- quello che stiamo facendo, la maggio- Salvini per darli
no. «Noi poniamo al centro ranza c’è». E siccome tra gli indiziati a Conte, scelga
dell’azione di governo l’epi- della crisi c’è anche il Pd, in serata pu- tra politica o
steme, non la doxa», arrin- re Nicola Zingaretti prova a placare gli
ga il premier richiamando animi. Con una formula che, però, non
populismo o
la “conoscenza autentica” rasserena del tutto Palazzo Chigi: «I non ci avrà a
contro la “mera opinione”. Giuseppe provvedimenti che si sono presi e an- fianco»
Doxa ed episteme sollecita- Conte, che le somme che si sono stanziate so- La replica:
no il senatore di Rignano. Luigi Di Maio no veramente immense, non hanno
Che, arrivato il suo turno, e Matteo precedenti. Bisogna correre di più, que-
la maggioranza
sciorina il «non licet tibi» di Renzi al sto sì, perchè stiamo affrontando pro- c’è, non cerco
Seneca per accusare Conte Senato blemi immensi, legati alla burocrazia, consenso
di andare oltre la Costitu- durante a meccanismi troppo complessi e le
zione sulla limitazione del- l’informativa persone non debbono essere lasciate
le libertà personali e il fa- del presidente sole proprio ora che hanno bisogno di
moso «la politica è altrove, del Consiglio un intervento pubblico. Bisogna scon-
vi aspetteremo là» con cui dei ministri figgere il virus, questo deve farlo un go-
Nino Martinazzoli volle ri- sulle iniziative verno che una maggioranza ce l’ha con
badire la differenza tra po- anti Covid-19 un confronto con l’opposizione». Ba-
litiche e altre arti. del governo/ stone e carota, insomma. Che non ser-
Sono le citazioni che con- Fotogramma vono a dissipare i dubbi sul futuro. A
ducono al bivio della crisi. schierarsi con il premier è M5s con il
Perché la difesa del premier capo politico Vito Crimi, che taccia di
non ha convinto Renzi. «irresponsabilità» chi ora fa «manovre
«Non ho mai agito in solita- di palazzo».
ria, e questo che presento – © RIPRODUZIONE RISERVATA
Silvio
la fase 2 ieri oggetto del- BERLUSCONI
l’informativa urgente alle Camere – non Leader
è un programma per una futura cam- LE SCELTE DIETRO LE QUINTE DEI CAPI POLITICI Forza Italia
pagna elettorale», sono le parole con
cui Conte rigetta l’accusa di Italia Viva
e delle opposizioni di utilizzare l’emer-
genza Covid–19 a fini politici persona-
Il leader di Iv: unità nazionale o meglio stare all’opposizione «Non si può lasciare il
Paese bloccato per
sempre, ma si tratta di
li. E i principi della Carta, prosegue, non
sono stati «né affievoliti né trascurati».
L’ex premier non ci crede: «La guardo
Voto impossibile, Zingaretti alla finestra. L’incognita Berlusconi contemperare le
esigenze sanitarie con
quelle economiche. E
negli occhi, con trasparenza. Lei è sta- qui il governo non c’è».

M
to molto bravo a rassicurare il Paese. atteo Renzi si affida alla conto che quello che per lui è lo sce- pe Conte uscirne in piedi. L’ex pre- Solo dopo che Berlusconi avrà sve-
Ma ora c’è da ricostruire. Se vuole por- «realtà dei fatti». Una nario più «ragionevole» non si rea- mier sarà colui che muoverà le ac- lato le sue carte, si muoverà anche
tarci sul crinale del populismo, noi non realtà, prevede l’ex pre- lizzi. Per una serie di fattori parla- que, ma non sarà il perno della cri- Zingaretti. La sensazione è che nes- Vincenzo
saremo al suo fianco. Guardi meno i mier, che inizierà a presentare il mentari non perfettamente con- si incombente. Non appena Renzi suno nel Pd farà le barricate per sal- DE LUCA
sondaggi e più i dati Istat». conto già da lunedì, già dalla ripre- trollabili, in base ai quali la crisi, avrà fatto i suoi passi, infatti, i ri- vare Conte. Ma il segretario non Governatore
I dossier al centro del contrasto sono sa del 4 maggio. Una realtà fatta di semplicemente, potrebbe tradursi flettori si accenderanno su Silvio presterà l’accendino agli incendia- Campania
vari. L’uso massiccio del Dpcm, che per serrande abbassate, produzioni al nella sostituzione di Italia Viva in Berlusconi. Caduta completamen- ri. Il Pd è ricettivo su un nome co-
Renzi esprimono una «visione pater- minimo, disagio sociale al massimo maggioranza con un drappello di te la pregiudiziale degli ex diessini me Draghi ma non trascura nem- «Le ordinanze di questo
nalista» in cui il governo «concede le li- e una fetta grossa di Paese che ini- responsabili o ad- nei suoi confronti, meno la possibilità di indicare il periodo hanno valore e
bertà, anziché riconoscerle». Insomma, zierà a puntare il dito contro il go- dirittura con l’in- A giugno il “redde il Cav ha due stra- nuovo premier. E M5s? L’ultima in- aiutano, ma è decisivo il
«ho voluto questo governo per evitare verno in carica e il presidente del gresso di Forza Ita- rationem”. Il bivio tra de: la prima, soste- cognita sono i pentastellati e Di comportamento di ogni
i pieni poteri di Salvini, non per far a- Consiglio Giuseppe Conte. Saran- lia. «Poco male», governo di ricostruzione nere Renzi nella ri- Maio. Un loro veto può bloccare o- cittadino italiano, il
vere i pieni poteri a lei». L’altro focus è no i numeri dell’economia e del- commentano i chiesta di un nuo- gni alternativa all’attuale assetto. senso di responsabilità
la ripresa delle attività produttive. Ita- l’occupazione a «portare per ma- vertici del partito nazionale e Conte–ter. vo governo di rico- Ma senza la minaccia del voto an- verso la comunità».
lia Viva – ma non solo Iv, anche nel Pd no» la politica verso uno scenario di Renzi. Finire al- Senza numeri una struzione naziona- ticipato – impossibile nelle condi-
c’è malcontento – la reputa troppo pru- diverso, in cui il grosso delle forze l’opposizione non soluzione del Colle le, preservando zioni attuali del Paese – si tratta di
dente. Per spiegarlo, Renzi fa anche un parlamentari si fa carico insieme è certamente il anche il rapporto un’arma spuntata. Di fronte ad un
passaggio infelice sui morti che – parer della ricostruzione. Che si parli di “piano A” dell’ex con Salvini; la se- Parlamento senza numeri e un Pae- Dal Copasir
suo – «chiedono di ripartire». Una fra- unità nazionale o governo istitu- premier, ma non sarebbe un dram- conda, prendere il posto di Italia Vi- se in ginocchio, i 5s non potrebbe-
se aspramente stigmatizzata dal sin- zionale, poco cambia. E tutto, se- ma, data anche la necessità di ini- va con la motivazione della partita ro che accettare le soluzioni che, a richiesta di
daco di Bergamo, Giorgio Gori. condo questa lettura, accadrà an- ziare un recupero elettorale. europea in corso, appoggiando l’at- quel punto, verrebbero dal Colle informazioni
Ma il premier è ferreo nel difendere la che piuttosto in fretta: entro giugno Insomma Renzi ha messo in conto tuale premier e, di fatto, favorendo più alto.
linea della prudenza adottata. E in mo- al massimo. anche di “perdere” questa sua nuo- la nascita di un Conte–ter diven- Marco Iasevoli
su task force
do altrettanto fermo giudica «improv- Tuttavia, l’ex premier ha messo in va sfida politica e di vedere Giusep- tandone l’azionista moderato. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Comitato
parlamentare per la
LA MOSSA SOLITARIA DELLA LEGA CONTESTATO PURE IL PREMIER PER NON PORTARLA sicurezza della

Camere "occupate", In scena la disfida


Repubblica (Copasir),
«vista l’importanza
delle tematiche
attribuite alle "Task
force" istituite per

centrodestra in tilt delle mascherine collaborare con il


governo e la
particolarità
strategica di alcune

L Si dividono le strategie dei


a fase 2 serve ai partiti di cen- Roma coi questori. Se c’è qualche problema, si di esse, avendo
trodestra per riposizionarsi tre partiti. Fi pensa a un torna in conferenza dei capigruppo e ri- appreso che le

N
sulla curva dei sondaggi. Do- on aveva ancora iniziato a rife- facciamo daccapo la discussione». Le re- stesse si riuniscono
po lo smarcamento di Silvio Berlu- diverso governo, gli altri rire, il premier Conte, e subito gole, insomma, le hanno decise i depu- attraverso
sconi, deciso a sostenere il governo due criticano il premier. Matteo Salvini al Senato si è scatenata la tempesta. Il ba- tati: chi vuole parlare senza mascherina teleconferenza, ha
per la ripartenza del Paese, anche Meloni: «Ci sta chiedendo rometro ieri a Montecitorio ha segnato scende nell’emiciclo, chi resta al suo inteso richiedere al
Matteo Salvini e Giorgia Meloni di approvare una legge che bufera perché il premier, seduto sugli scranno deve usarla per le distanze di si- presidente del
marcano i rispettivi territori e si dif- Temi condivisi con Salvini, verso cui scranni del governo, non indossava la curezza minori. Consiglio
ferenziano nella protesta contro il le attribuisce pieni poteri». i toni sono comunque concilianti: mascherina. Un argomento che ha of- Ma la Lega non si arrende: il deputato informazioni sulla
premier. Il leader della Lega si era Salvini: «Lei è pagato «Abbiamo scelto di fare una mani- ferto il fianco alla polemica perché alla Paternoster si sfila la sua mascherina in tipologia e sulla
sentito spiazzato dalla manifesta- per risolvere i problemi, festazione solo con i parlamentari Camera il pericolo virus è molto sentito, segno di protesta. «Non può funzionare sicurezza delle
zione davanti a Palazzo Chigi pro- non per elencarli» per mantenere le distanze». Allo dopo che 7 parlamentari si sono conta- così, lo dico per rispetto dei suoi colle- piattaforme
mossa da Fdi a cui il Carroccio non stesso tempo Fdi fa sapere di non giati e dopo che un deputato leghista è ghi», lo riprende ancora Fico che so- utilizzate». A renderlo
era stato invitato, e in risposta ha ri- essere stata informata dell’occupa- stato messo quasi all’in- spende la seduta per al- noto è lo stesso
lanciato con l’occupazione delle au- diventi», incalza. Tanto più, accusa zione del Parlamento da parte del- dice per essere entrato Clima effervescente cuni minuti: «È inutile presidente del
le parlamentari, snobbata dalla lea- ancora rivolta al premier, che «ci sta l’alleato. nel palazzo con una in aula. Proteste questo braccio di ferro». Comitato Raffaele
der di destra. Ma entrambi replica- chiedendo di approvare una legge «Rimarremo in Aula sino a che non temperatura (riferita da dell’opposizione La protesta va avanti. Volpi. «Constatato
no a brutto muso a Giuseppe Con- che dice che Giuseppe Conte ha i si daranno risposte concrete agli i- un infermiere) alterata. Anche quando parla il poi che molti
te, di cui non condividono metodo pieni poteri: mi ricordo quando lei taliani: basta chiacchiere», dice il L’uso delle mascherine Fico: così è stato capogruppo M5s, Crip- componenti delle
e merito degli interventi. disse a Salvini che la sua concezio- segretario leghista. Per Salvini il go- viene inoltre sollecitato deciso dai pa, Fico più volte è co- "Task force" hanno
«Lei ha fatto un Dpcm, poi una con- ne di pieni poteri la spaventava». verno è riuscito a scontentare tutte anche come comporta- capigruppo stretto a richiamare al- rapporti organici di
ferenza stampa e solo ora è venuto mento di esempio, co-
a informare il Parlamento delle sue
Nel merito Meloni contesta il ri-
chiamo alla «relazione stabile»
le categorie con l’ultimo Dpcm:
«Qualcuno sta trattando gli italiani me dimostrato anche
Finora 7 contagiati l’ordine, in particolare il
leghista Zoffili. Il clima è
varia natura con
soggetti terzi anche
insindacabili decisioni», stigmatiz- contenuto nella nuova disposi- come bambini dell’asilo che vanno dal presidente Mattarel- in Parlamento teso e Crippa fatica a in Paesi stranieri -
za Meloni in aula alla Camera. «Lo zione di Palazzo Chigi, ma anche accuditi. Invece sono stati rispetto- la al Milite ignoto. concludere. Eppure è continua Volpi -, ha
abbiamo tollerato all’inizio: ora so- la «discrezionalità che ha con- si, ricchi di dignità e generosità. Re- E così l’informativa inizia subito tra le proprio sul partito di via Bellerio che si richiesto al
no passati tre mesi dallo stato di e- sentito di impedire alle persone stituiamo questa generosità: dite proteste delle opposizioni: «Mascheri- concentra il timore di contagi. Un leghi- presidente del
mergenza, due mesi dal primo de- di celebrare i funerali ma allo stes- poche cose e quelle facciamo. Lei na! Mascherina!», gli gridano costrin- sta ha costretto altri sette colleghi alla Consiglio di
creto e non c’è ragione di conti- so tempo di permettere le mani- non è pagato per elencare quello gendo subito il presidente della Came- quarantena mentre la scorsa settimana conoscere se ai
nuare se non per il governo di ac- festazioni del 25 aprile», o, anco- che non va, ma per risolvere quello ra, Roberto Fico, a prendere le sue dife- è stato un altro deputato leghista ad es- singoli membri sia
crescere il suo potere e la sua visi- ra, secondo Meloni, «che ha con- che non va». Sull’occupazione iro- se perché Conte è autorizzato a parlare sere intercettato ai controlli con una stato richiesto di
bilità personale», insiste la presi- sentito di impedire agli italiani di nizza la 5 stelle Maiorina: «è durata senza alcuna protezione in quanto ri- temperatura corporea alterata. A Mon- sottoscrivere
dente di Fdi. «L’Italia non è un rea- uscire di casa ma di permettere ai il tempo di un selfie». (R.d’A.) spetta la distanza necessaria: «Lo abbia- tecitorio 7 i casi, tutti poi guariti. specifici impegni di
lity show e non consentiremo che lo mafiosi di uscire di galera». © RIPRODUZIONE RISERVATA mo detto in conferenza dei capigruppo, © RIPRODUZIONE RISERVATA riservatezza».
Venerdì 1 maggio 2020 PRIMO PIANO 11

Coronavirus:
le misure
Il governo valuta più riaperture dal 18
In un decreto gli indici per accelerarle
primo cittadino Antonio Deca- pre la salute ma abbiamo anche spazio alla criminalità. Di qui la iniziato a fare e che lo stesso pre- combattuto uniti e non a caso il L’AGENDA
ROBERTA D’ANGELO
ro, che ha aperto un dibattito ac- iniziato a conoscere la perico- richiesta della governatrice (che mier Conte aveva anticipato nel virus sta calando», concorda il
Ok al testo di
J
ole Santelli rimette in mo- ceso tra i sindaci. Santelli ha co- losità del virus e dobbiamo im- incassa anche il placet di Matteo suo intervento in Parlamento. governatore del Lazio e leader
to la Calabria e spiazza il munque difeso la decisione che parare a conviverci. Su questo, Renzi: «Là dove si può ripartire Boccia ha quindi rassicurato i del Pd Nicola Zingaretti. Speranza: tra i
governo deciso dal primo consente tra l’altro l’apertura di tutti dobbiamo essere consape- in sicurezza facciamolo») di una governatori, con i quali ha fis- Più collaborativo anche il go- criteri indici di
momento a impugnare la sua bar e ristoranti all’aperto. Ora, voli che l’Italia non si presenta «cornice» da parte dell’esecuti- sato un nuovo incontro l’11 per vernatore del Veneto Luca Zaia
ordinanza, ma anche i presi- secondo la governatrice, «siamo in modo uniforme». Anzi, sen- vo, entro la quale far decidere le verificare lo stato delle cose. (che spera il voto delle regiona- contagio e posti in
denti delle altre regioni, e l’ese- in una fase diversa. Abbiamo un za un’iniziativa forte del gover- singole realtà regionali. «Quando abbiamo trovato in- li non slitti a dopo l’estate), che terapia intensiva
cutivo accelera per dare una ri- obiettivo importante che è sem- no locale, per Santelli si lascia Un lavoro che il governo aveva sieme le soluzioni, abbiamo dall’inizio della pandemia ha I governatori
sposta organica contro la ria- viaggiato solo, e ha deciso in au-
pertura del Paese a macchia di tonomia le soluzioni da pren-
chiedono «abiti su
leopardo. Le linee-guida arriva- dere per combatterla. «È giusto misura» a
no dal ministro della Sanità Ro- Cosa si può fare, e cosa no, a partire dal 4 maggio che ci sia una sorta di abito sar- seconda delle
berto Speranza, che fissa in un Principali contenuti del Dpcm del 26 aprile sulla fase 2 toriale», è la sua immagine in ri- zone. Santelli
decreto i criteri per dare il via al- Dal 4 maggio Prossimo Uso della Distanziamento Note ferimento alle differenze tra le
la ripresa delle attività in modo step mascherina* sociale Regioni, «fatto salvo il parere
(Calabria) difende
diversificato dal 18 maggio, tra i Visite ai parenti Sì - X X della comunità scientifica». la scelta di riaprire
quali l’indice di contagio, i po- Visite ai fidanzati Sì - X X E se il presidente della Liguria bar e ristoranti
sti disponibili nelle terapie in- Visite agli amici NO - - - Giovanni Toti parla di un «pia-
tensive, la capacità di monito- Autocertificazione Sì - - - Aggiornata no improvvido» fatto dal pre-
rare l’andamento del virus. La- Spostamenti nella regione Sì - - - Con autocertif. mier, lo stesso Fontana assicu-
sciando sempre all’esecutivo la Spostamenti fuori regione NO - - - Con autocertif. ra che «noi non proporremo
parola per chiudere eventuali Ristorante NO 1 giugno X X delle ordinanze che vadano ad
nuove "zone rosse" in cui do- Shopping NO 18 maggio X X allargare quanto previsto dal
vesse riesplodere l’emergenza. Mezzi pubblici Sì - X X Dpcm, elimineremo tutte le re-
Di nuovo in collegamento via Cinema, teatri, discoteche NO - - - strizioni che avevamo posto». In Pisano:
web, i venti presidenti ieri si so- sostanza, dunque, «allarghere-
no confrontati con la ministra
Parrucchieri
Funerali
NO 1 giugno X X Su appuntamento
Max 15 persone mo dove avevamo ristretto» ri- Bending non
Sì - X X
dei Trasporti Paola De Micheli, Matrimoni Sì - X X Solo coi testimoni spetto alle direttive del governo. avrà accesso
delle Regioni Francesco Boccia Resta però ancora da capire co-
e hanno atteso le comunicazio-
Santa messa NO - - -
me si rimetteranno in moto in
a dati dell’app
Passeggiate Sì - X X
ni del titolare della Salute. Un Jogging
sicurezza i trasporti pubblici.
Sì - X X
clima meno teso rispetto alla Un vero rompicapo per il go- «Stiamo discutendo
Palestra (e altri centri sportivi) NO - - - All'aperto
riunione del giorno preceden- vernatore della Lombardia, sul per far sì che ci sia il
Allenamento personale Sì - X X
te, secondo Boccia, malgrado quale ieri De Micheli ha rac- 100% di pubblico nelle
l’accelerata a sorpresa della pre- Allenamento di squadra NO 18 maggio - - colto pareri e preoccupazioni. società che
sidente della Calabria, che ha Parco Sì - X X Dalla Lombardia l’idea di Fon- gestiscono l’app
scatenato il malcontento anche Area giochi per bambini NO - - - tana «di organizzare una diffe- Immuni, che sono
di molti sindaci della regione, e Musei e mostre NO 18 maggio X X renziazione dell’inizio dell’o- due: Sogei, per il
non solo. Da Bari è partita la ri- * Non sono soggetti all’obbligo i bambini sotto i 6 anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina o i soggetti che interagiscono con i predetti rario di lavoro». server di gestione dei
chiesta di «un’unica regia» dal © RIPRODUZIONE RISERVATA dati, e PagoPa per lo
sviluppo, insieme al
dipartimento». Così la
INTERVISTA A STEFANO BONACCINI, PRESIDENTE DELL’EMILIA-ROMAGNA ministra

«Ora rischiamo fischi, serve svolta


dell’Innovazione,
Paola Pisano, sentita
ieri in commissione
Affari costituzionali
della Camera, sulla

Scaricherò senza problemi la app» app per il


tracciamento da
diffondere nella "Fase
2". Quanto alla
EUGENIO FATIGANTE ho avuto a che fare con ben 4 go- alberghi e campeggi. Ho firma- società Bending

S
tefano Bonaccini lo dice verni differenti: oltre il 90% del- to un’ordinanza che permette Spoons, a cui si deve
subito: «Anche se da pre- le volte abbiamo sempre appro- l’avvio dei lavori nelle strutture, il progetto, «essa non
sidente della Conferen- vato all’unanimità decisioni e nei parchi tematici, negli stabi- fornirà alcun servizio:
za Stato-Regioni non mi sono accordi. Verrà il momento in cui limenti balneari e negli esercizi ha fornito il codice
mai permesso di giudicare le ci divideremo di nuovo, magari commerciali. Ma da soli non ba- sorgente e alcune
decisioni di altri governatori, anche aspramente. Ma questo stiamo. Il governo deve garanti- linee di codice. Non
stavolta faccio un’eccezione: non è il momento degli steccati re al settore - tra i più colpiti e avrà accesso ai dati,
considero una forzatura sba- politici o geografici. che rischia di partire più tardi che saranno sugli
gliata quella di Jole Santelli, pur Quando partirà, lei scaricherà (perché non esporta merci, ma smartphone tranne
non mutando la mia stima e a- la app Immuni? importa persone) - proroga una minima percen-
micizia per lei». Lo farò, senza problemi. Dovrà d’imposte, ma anche risorse a tuale su un server
Cosa non sta funzionando nel garantire la massima garanzia di fondo perduto, accesso al credi- centrale, in cui
dialogo fra governo e Regioni? protezione dei dati personali, in- to, bonus per le vacanze da finiranno cifrate però».
Il dialogo è stato costante dall’i- sieme all’efficacia ovviamente, e spendere nelle strutture ricetti-
nizio dell’emergenza. Resto con- allora potrà essere davvero fon- ve del Paese.
vinto che da questa crisi ne u- damentale per contribuire a ga- Compiti fatti sulle liste per la
sciamo solo se restiamo uniti e rantire la sicurezza nella ripar- Cassa in deroga?
lavoriamo insieme. Il ministro tenza. Sì, siamo stati la prima Regione Good Lobby:
Boccia ci ha riconosciuto che nel Non trova assurda la difficoltà a firmare gli accordi. Mi auguro
95% dei casi le ordinanze delle italiana nel reperire dispositivi si acceleri al massimo l’arrivo restano
Regioni sono assolutamente come le mascherine? delle risorse a tutti. A destra: Milano si aperti alcuni
corrette e conformi ai vari La loro produzione era stata ab- Quale merito riconosce al go- prepara alla Fase 2
Dpcm, il che fa giu- verno Conte? E cosa Sopra: Stefano punti chiave
stizia di tante inesat- Il governatore: «Da Santelli una forzatura si attendeva di più? Bonaccini, presidente
tezze che circolano. sbagliata, il 95% delle ordinanze sono state Il governo si è trova- dell’Emilia Romagna «Finalmente l’app è un
Quale linea va tenu- corrette. Non è il momento di steccati to a gestire una si- decreto e non più un
ta sulle aperture? tuazione di una gra- segreto, ma
Serve mantenere la politici o geografici. Turismo, da soli non vità senza preceden- rimangono ancora
massima cautela e bastiamo: urge il rinvio delle imposte. ti. Siamo stati il pri- CARTABIA CORREGGE LE INTERPRETAZIONI DATE ALLA SUA RELAZIONE aperte alcune
attenzione affinché i Adesso comincia la fase più difficile: mi mo Paese occidenta- questioni chiave», è
contagi non riparta-
no. Allo stesso tem-
po, se il contagio
aspetto tanta liquidità. Ma sempre al
primo posto la tutela della salute»
le a fronteggiare l’e-
pidemia. Il premier
ha fatto moltissimo
«La Corte non scende nella contesa» l’allarme di Priscilla
Robledo di "The Good
Lobby". «Nulla è stato
continuerà a scen- nell’emergenza e Roma cora che succedessero questi fraintendi- chiarito rispetto a chi
dere, mi auguro possano essere bandonata in tutta Europa, non credo si percepisca che sia stato menti» - al Corriere della sera, nella quale «è avrà l’accesso e la

U
anticipate le aperture già pro- solo da noi, per il bassissimo va- molto apprezzato. Ora però co- na chiara sottolineatura dell’indi- spiegato bene che il significato delle mie gestione materiale dei
grammate per inizio giugno, co- lore aggiunto. Tutti i Paesi occi- mincia la fase della "ripartenza" pendenza della Consulta dal di- parole - sottolinea - era un richiamo ai prin- dati, il cosiddetto
me bar e ristoranti o parruc- dentali inizialmente si sono tro- e, se prima a ogni misura re- battito partitico. Marta Cartabia, cipi, non l’applicazione di quei principi a "responsabile del
chieri ed estetiste: è la richiesta vati spiazzati. Però nella nostra strittiva si prendevano applausi, presidente della Corte costituzionale, lo ri- casi concreti». È vero, aggiunge, che «non e- trattamento" –
che abbiamo avanzato al gover- regione ci sono numerosi esem- ora si rischiano i fischi, specie di badisce con forza in un incontro in strea- siste lo stato di eccezione: è un’affermazio- continua l’esponente
no. pi di aziende che si sono ricon- quanti temono di non riaprire ming con la Stampa estera. ne, quasi ovvia, che qualunque professore dell’organizzazione –.
Impossibile definire una linea vertite in poche settimane. Noi più la propria azienda o di per- «Trovo sia inappropriato attribuire al pre- direbbe ad allievi del primo anno, e il fatto Riguardo poi al tema
univoca fra i governatori? abbiamo predisposto un vade- dere il proprio posto di lavoro. sidente della Corte l’intendimento di che la Costituzione non preveda uno stato della cancellazione
Io sento costantemente i miei mecum e ci sono due laborato- Al primo posto la tutela della sa- scendere nell’agone politico: se c’è una di eccezione non significa che sia insensi- dei dati, il decreto si
colleghi. E sottolineo che nella ri che ne testano la validità pri- lute - ci mancherebbe -, ma, fa- virtù, un principio, che il presidente del- bile al contesto della realtà. Ho parlato di contraddice: da un
quasi totalità delle scelte abbia- ma della distribuzione. cendo rispettare i protocolli fir- la Corte tiene a preservare è quello di es- principi come "finestre aperte sulla realtà"». lato indica come essi
mo adottato decisioni restritti- Si deve fare qualcosa di più per mati tra sindacati e imprese, do- sere super partes». Poi aggiunge: «Sono Cartabia chiarisce che «sarebbe gravis- dovranno essere
ve, ognuno per le peculiarità pe- il settore-chiave del turismo? vremo cercare di far ripartire stata soprattutto sorpresa, e anche di- simo che un presidente della Corte co- cancellati (indicando
raltro del proprio territorio, as- Stiamo già al lavoro perché si quanto pià il mondo della pro- spiaciuta, che il richiamo a ripartire dal stituzionale volesse entrare nella di- un termine
solutamente corrette. possa ripartire in sicurezza. E ci duzione e del lavoro, pur te- fondamento dell’ordinamento giuridico scussione per dire "questo atto del go- perentorio), dall’altro
Vede aprirsi una frattura fra affidiamo alla genialità degli o- nendo alta l’attenzione dal pun- che è la Costituzione abbia potuto essere verno non va bene"». ammette che possano
Nord contro il Sud o fra Regio- peratori romagnoli. È un setto- to di vista sanitario. Dal prossi- speso in riferimento a singoli aspetti po- La presidente poi invita a una leale colla- essere poi anonimiz-
ni di centrodestra contro il cen- re troppo importante per noi: in mo decreto mi aspetto un forte litici del momento o a singole contese di borazione tra istituzioni centrali e locali: zati o aggregati per
trosinistra? 5 anni è cresciuto dall’8 al 13% impulso all’economia e tutele ai tipo politico che erano in corso». «Sarebbe meglio se lo Stato e le Regioni si fini di ricerca. Il punto
Qualora dovesse verificarsi uno del Pil regionale, una crescita più deboli. Servono, anche con Secondo Cartabia, «è doveroso» per un pre- parlassero fra loro, prima di sollevare un e- va chiarito, questi dati
di questi scenari, sarebbe un gra- straordinaria. Abbiamo definito l’aiuto dell’Europa, tanta liqui- sidente della Corte «dire "ripartire dalla Co- ventuale confitto», è il suo auspicio. Anche sono sensibilissimi e il
ve errore. E io continuo a lavo- dei protocolli e ci sono già di- dità e un gigantesco piano di in- stituzione perché è la bussola"». La presi- perché, sottolinea, «il pluralismo è una ric- rischio di hackeraggio
rare perché ciò non avvenga. So- versi milioni di euro a disposi- vestimenti. dente della Consulta richiama il contenu- chezza, ma può anche diventare un caos». non può venire
no presidente da quasi 5 anni e zione per le sanificazioni di bar, © RIPRODUZIONE RISERVATA to della sua intervista rilasciata - «prima an- © RIPRODUZIONE RISERVATA sottovalutato».
12 PRIMO PIANO Venerdì 1 maggio 2020

Coronavirus:
i territori
Calabria, l’apertura è un autogol
Il governo all’attacco: parte la diffida. Anche i sindaci di centrodestra contro la governatrice Santelli
Bar ancora chiusi e strade semideserte. Giro di vite intanto contro il rientro degli studenti fuorisede
FEDERICO MINNITI no ancora chiusi». IL CASO
Reggio Calabria Il resto del centrodestra, però, fa scudo. In pri-
mis il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto: La Regione, che

È conta 1.108 casi


l’alba del 30 aprile, ma nessun bar in «Pienamente d’accordo con il provvedimen-
Calabria sta aprendo. L’ordinanza in to di Jole Santelli». Poi il deputato reggino e e una curva in
seconda serata ha colto alla sprovvista plenipotenziario di Forza Italia in Calabria,
gli esercenti calabresi: in tanti invocavano ma- Francesco Cannizzaro plaude all’iniziativa decrescita, ha
glie più larghe per la Fase 2, pochi si aspetta- della presidente: «I primi a chiudere, i primi provato a giocare
vano la sortita della governatrice poche ore a ripartire». Fino al turno della Lega che, per d’anticipo. Ieri
prima. Riportando indietro le lancette, tor- la prima volta siede tra i banchi del Consiglio
niamo alle 22 del 29 aprile quando la Calabria regionale calabrese. A parlare è Tilde Minasi:
era già possibile
“strappa” col governo: non c’è più tempo da «Non comprendo davvero queste proteste: fare jogging fuori
perdere, riaprire vuol dire fiducia. Almeno se- perché dovremmo restare ancora chiusi se la dal proprio
condo Jole Santelli. nostra è una delle regioni meno colpite?». Comune e
Così, la Regione – che conta 1.108 casi e una Nel pomeriggio, qualche bar a Cosenza ini-
curva in costante decrescita – prova a gioca- zia a popolarsi. La governatrice Santelli con-
consumare
re d’anticipo. I calabresi, a differenza di altri tinua le sue presenze sulle reti televisive na- aperitivi
italiani, potranno fare jogging fuori dal pro- zionali: «I calabresi sono stati attentissimi al- all’aperto
prio Comune, andare in barca o consumare le regole: sono certa della maturità del mio
aperitivi, pranzi e cene all’aperto. Un allenta- popolo, per questo possiamo e dobbiamo
mento che pone, però, diversi limiti operati- riaprire». Tra un’ospitata e l’altra, la presi-
vi. Leggendo l’ordinanza, infatti, sono man- dente trova il tempo per firmare una nuova
tenute le distanze di sicurezza, oltre che in- ordinanza: riguarda il rientro dei fuorisede.
trodotto l’obbligo di mascherine e prenota- La Calabria diventa un’armonica: si apre al
zioni anticipate. Dallo Stretto al Pollino, l’or- suo interno e alza i muri verso i suoi concit-
dinanza viaggia sui social network. Auspici e tadini che vivono o studiano lontano. Lo fa, Il Tribunale
polemiche si intrecciano. Tanto basta affin- però, a metà: chi rientra in Calabria, deve se-
ché bar e ristoranti rimangano ancora par- gnalarsi alle Autorità e mettersi in quaran- di Ferrara:
zialmente chiusi e le strade semideserte. Un tena obbligatoria. Un bar in Calabria resta chiuso nonostante l’ordinanza della Regione / Ansa buoni spesa
vero e proprio boomerang. Ma alla gover-
natrice va anche peggio. Bastano sei ore per
agli stranieri
capire che l’ordinanza firmata dalla Santel- I DUBBI DEGLI IMPRENDITORI

«Basta con pericolose fughe in avanti»


li è un atto di guerra al governo: «Parte la dif- L’assistenza e la
fida – fa sapere a sera, dopo una giornata di solidarietà sociale
polemiche, il ministro degli Affari regionali devono essere
Francesco Boccia – e se non verrà ritirata, riconosciute non solo
l’ordinanza sarà impugnata. Così si mette a al cittadino italiano
rischio la salute dei cittadini». Ma la mossa
è soprattutto mal digerita da gran parte dei
sindaci calabresi.
Il primo a ribellarsi è Giuseppe Falcomatà, fa-
Anche le località turistiche si ribellano ma anche a quello
straniero. È il
principio introdotto
dal giudice del
scia tricolore di Reggio Calabria: «La Lega DOMENICO MARINO con darsena e centinaia di alla meno peggio sedie e sagi economici», racconta mattina possiamo riparti- tribunale di Ferrara
Nord ha messo il timbro su questa ordinan- Cosenza posti barca, oltre a due tavolini. Organizzandosi uno dei gestori, al lavoro re. Poi abbiamo due dire- Mauro Martinelli,
za – incalza il sindaco – per creare uno scon- cantieri nautici interessa- con percorsi differenziati tra tavolini da spolverare zioni diverse per entrare nell’ordinanza in cui

«C
tro frontale col governo». E ancora: «Ho rite- apisco la sin- ti dall’ordinanza della go- per ingresso e uscita, ac- e frigoriferi da rifornire. ed uscire, tutto a norma di definisce
nuto opportuno ribadire l’illegittimità di que- cera volontà di vernatrice che dà il via li- quisto di macchine per la Poco lontano i vigili urba- legge». «discriminatoria» la
sta ordinanza – dice Falcomatà – a Reggio Ca- alcune attività, bera tra l’altro alla siste- sanificazione dei locali, ni fanno controlli. «In L’altro volto dell’emergen- delibera del Comune
labria rimangono in vigore i dettami del Dpcm in grave difficoltà, di apri- mazione delle barche. E plexiglass per tenere di- Lombardia la metro fun- za Covid–19 in Calabria, emiliano dove si
annunciato da Conte lo scorso il 26 aprile». Le re e mi spiace, ma questo ancora molti altri ammi- stanziati i clienti al banco. ziona, anche noi vogliamo lontana da polemiche e fissava il permesso di
parole di Falcomatà trovano eco in tutta la non è il momento di fare nistratori di mete vacan- riaprire, con prudenza – scontri di palazzo, è rac- soggiorno tra i criteri
Calabria, grazie anche a un assist istituziona- confusione. Il ritorno alla ziere importanti, interes- A Cosenza, mercoledì spiega un altro barista – contata da dietro le sbar- per la concessione
le di prim’ordine. Il premier Conte sta rife- quotidianità dev’essere sati a dare respiro a picco- notte, è stata una ma non possiamo atten- re del penitenziario co- dei buoni spesa per
rendo alla Camera e, tra i primi appunti del ponderato». Frena sulla fa- li e grandi imprenditori, pizzeria il primo dere ordini dal nord». Un sentino dove nei giorni l’emergenza Covid.
suo lungo discorso, c’è la dichiarazione di «il- se 2 Flavio Stasi, sindaco ma senza pericolose fughe terzo, ancora, aggiunge: scorsi associazioni hanno «Nei limiti in cui poi si
legittimità» del provvedimento varato dalla di Corigliano Rossano, in avanti: Soverato e Palmi locale a riaprire i «Io ho anche la vendita dei portato beni di prima ne- rifletta sul diritto alla
Regione Calabria. quarta città della Calabria tra i tanti. Già poche ore battenti, seguita al tabacchi e non abbiamo cessità. In una lettera fat- alimentazione, quale
All’arma bianca contro l’ordinanza partono e ad alta densità turistica. dopo lo sblocco regionale mattino da alcuni mai chiuso, se non la par- ta recapitare alle varie si- bisogno primario di
un po’ tutti. Anche i commilitoni: da Sergio A- Prende le distanze dalla era corso ai ripari pure te del bar. Ma oggi ripar- gle del volontariato, i de- ogni essere umano,
bramo, sindaco di Catanzaro, a Paolo Ma- forzatura della presidente Mimmo Lo Polito, primo
esercizi commerciali tiamo anche se finora i tenuti di media e alta si- la disciplina
scaro, primo cittadino di Lamezia Terme. En- della Regione, Jole Santel- cittadino di Castrovillari. aperti al pubblico clienti sono stati pochissi- curezza scrivono: «Con normativa finisce per
trambi di centrodestra, ma entrambi iper cri- li. Come lui, i primi citta- A Cosenza mercoledì not- mi. Ho investito nelle pa- immensa gioia sentiamo il incidere», prosegue il
tici con la misura varata da Jole Santelli, so- dini di altre perle turisti- te una pizzeria è stata il Altri si stanno attrezzando ratie in plexiglass e ci sia- dovere morale ed infinito giudice, su «quel
stenuta appena 3 mesi fa in campagna elet- che: Franco Mundo di Tre- primo locale a riaprire i per i prossimi giorni. mo attrezzati con una senso di gratitudine nel- “nucleo irriducibile”
torale. «A Catanzaro rimangono invariate le bisacce e Gianni Papasso battenti. Seguita ieri mat- «Non possiamo aspettare macchina ad ozono per la l’estendere i nostri più ca- di diritti fondamentali
disposizioni del Dpcm del 26 marzo», affer- di Cassano all’Jonio che tina da alcuni bar che han- che calino i contagi a Mi- sanificazione. Due o tre ri e sentiti ringraziamenti della persona che lo
ma Abramo. Il sindaco del capoluogo di Re- tra l’altro coi Laghi di Si- no rialzato le saracinesche lano, noi qui dobbiamo la- volte alla settimana inter- per il vostro pensiero». Stato deve
gione precisa: «Quindi bar e ristoranti saran- bari ha un porto turistico spolverando e sanificando vorare, abbiamo molti di- veniamo la sera, così la © RIPRODUZIONE RISERVATA riconoscere a tutti».
La magistratura ha
accolto così un
L’INTERVISTA ricorso presentato da
Asgi (Associazione

«A Venezia eventi pubblici da luglio» degli studi giuridici


sull’immigrazione) e
dai sindacati e ha
ordinato quindi
all’amministrazione
Brugnaro: città allo stremo, troppi due choc in pochi mesi. Si acceleri, noi siamo pronti «di riformulare i criteri
e le modalità di
accoglimento delle
FRANCESCO DAL MAS 2021. Ripartiremo gradualmen- Il primo cittadino, per rendere altissima la qualità posticipato a “maggio” e intan- richieste
Venezia te con i Musei, la Fenice, le preoccupato per il della nostra offerta turistica. to le persone, le attività, come consentendo la
spiagge del Lido. L’altro giorno lockdown mondiale, ha Tutte queste persone sono a ca- fanno a pagare le bollette? Il Go- presentazione di

D
opo l’”Aqua granda” abbiamo presentato, assieme a sa senza un reddito e con que- verno deve sostenere i Comuni nuove domande». «La
dello scorso autunno, 66 categorie economiche e so- inviato a Conte le sti codici Ateco si è fatta una per garantire la continuità dei decisione del
Venezia sta facendo i ciali, il programma #Rimbal- proposte per ripartire: confusione pazzesca, anche nel servizi prioritari come il tra- tribunale è un attacco
conti con l’emergenza corona- zaItalia con proposte al Gover- serve un sostegno a tutte concedere le casse in deroga. sporto pubblico locale. all’Italia e alle
virus che sta mettendo in gi- no per rispondere a urgenze e E quindi? A quanto ammontano le per- persone che hanno
nocchio non solo la sua tenuta bisogni del mondo produttivo.
le persone collegate alla Bisogna garantire un sostegno dite? Il sindaco Luigi Brugnaro sempre lavorato e
sociale ma anche il suo intero In questi giorni ha detto: «Sia- filiera turistica effettivo per almeno 12 mesi a Il Comune avrà minori entrate pagato le tasse e che
sistema produttivo ed econo- mo sull’orlo di una crisi di ner- tutte le persone collegate alla fi- per circa 115 milioni di euro e la mantengono già a
mico. In primis la filiera turisti- vi». Perché? ristica veneziana. Non è sola- liera turistica. Ad oggi ci siamo nostra società di trasporti un a lavorare. Come Comune, ab- proprie spese i
ca, che ora paga, più di tutti gli Probabilmente non moriremo mente ristoranti e alberghi, ma aiutati da soli. Ci siamo auto- minore incasso di circa 80 mi- biamo anticipato il contributo richiedenti asilo da
altri, un lockdown mondiale di coronavirus, ma sicuramen- tante altre professionalità, arti- prodotti gel igienizzante, ci sia- lioni di euro. Non siamo più in alle scuole paritarie, che sono troppo tempo» è la
che, come anticipa il sindaco te rischiamo di morire di fame. giani, guide turistiche, tassisti, mo comperati autonomamen- grado di tenere e si sappia che in forte crisi. Penso anche alle risposta del sindaco
Luigi Brugnaro, non permet- Da quel 23 febbraio in cui ab- commessi nei negozi, stagiona- te oltre un milione di masche- le persone sono molto, molto chiese, alle parrocchie, all’atti- leghista, Alan Fabbri,
terà un vero e proprio riavvio biamo sospeso il Carnevale, a li nei servizi aeroportuali, nei rine, siamo riusciti a rinviare arrabbiate. Il governo dia pote- vità liturgica e pastorale che de- secondo il quale la
prima di 12 mesi. Venezia è sceso un silenzio as- musei, nelle spiagge: piccole at- tutti i pagamenti delle tasse lo- re ai sindaci e alle regioni, per- ve riprendere, perché, tra l’al- pronuncia del giudice
Intanto, però, lei sindaco pro- sordante. E in questi mesi, sia- tività che sono il vero segreto cali. Il decreto “aprile” è stato ché ogni territorio ha delle sue tro, è un importante fattore di «mette a rischio i
gramma la ripartenza. Qualche mo stati ligi e obbedienti a tut- specificità. coesione sociale. Per le chiese, buoni spesa per
anticipazione? ti i Dpcm del presidente del Sta pensando agli alberghi, ai qui a Venezia, stiamo velociz- tantissime famiglie e
Faremo cose straordinarie. Il Consiglio Conte, abbiamo giu- bar, ai ristoranti? zando le pratiche per il rimbor- beffa le categorie
primo grande evento pubblico stamente rispettato tutte le or- Non solo. L’altra sera abbiamo so dei danni dell’acqua alta di produttive».
che confermiamo, per il terzo dinanze nazionali e regionali. fatto illuminare la torre del cam- novembre. «Incredibile e
sabato di luglio, è la festa del SS. Ora però è tempo di ricomin- panile di San Marco, quello che Lei si è sottoposto al test siero- gravissimo!»
Redentore. Guarda caso, ricor- ciare a vivere. Nessuno dal Go- qui definiamo ”el Paron” con la logico. Con quale risultato? commenta il
da, ogni anno, il voto della Re- verno ha ritenuto di doversi scritta #RisorgiamoItalia. Ho a- Negativo. Questo è un grande segretario della Lega,
pubblica Serenissima a Cristo confrontare con i sindaci, che derito alla manifestazione na- lavoro silenzioso che si affianca Matteo Salvini. «Non
per la fine della pestilenza del hanno vissuto questo periodo zionale di tutti quei settori che alle numerose azioni messe in cambiamo idea:
1576. A fine agosto la Biennale in trincea, praticamente senza sono stremati e chiedono al go- campo da inizio emergenza. Tu- aiutare prima gli
cinema. In settembre le prime i- alcun aiuto. verno di poter riaprire e di far- telare chi opera in prima linea è italiani in difficoltà
niziative per celebrare i 1600 an- Che cosa non ha capito il Go- lo in sicurezza. Poi, però, ho in una priorità per la garantire la per il virus non può
ni della nostra città che ufficial- verno? mente i bambini piccoli e le lo- salute di dipendenti e cittadini. essere illegittimo!».
mente compirà il 25 marzo Non ha capito cos’è la filiera tu- Volontari in barca per la distribuzione del cibo / Reuters ro mamme che devono tornare © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 1 maggio 2020 PRIMO PIANO 13

Coronavirus:
l’economia
Fondi Mes, battaglia sulla sorveglianza
La Commissione studia la via d’uscita
Un’ipotesi sul tappeto è che la l’unica condizionalità su cui la landia, Austria), ma sulla veri- meranno gli Stati che chiede- tagemma: poiché il Trattato L’EUROPA
GIOVANNI MARIA DEL RE
Bruxelles Commissione, responsabile Commissione vigilerà è la coe- fica a decidere è Bruxelles. ranno i fondi. In questo modo Mes richiede la valutazione
della verifica, presenti all’Eu- renza tra le spese e gli obietti- Del resto tutta l’operazione del si soddisfa la necessità del Trat- della sostenibilità del debito Timori sul nuovo

L strumento, ma
a politica prevarrà sulle rogruppo una lettera interpre- vi di spesa sanitaria e di pre- «Mes sanitario» è all’insegna tato Mes di un impegno dello del richiedente, la Commissio-
vecchie regole Ue. Paro- tativa molto morbida che ri- venzione in campo sanitario». dei trucchi giuridici. Così, sul Stato richiedente, ma renden- ne procederà a un’analisi ex per Gentiloni la
la del commissario Pao- duce la sorveglianza a poco più Dunque niente «troika» o con- fronte delle condizionalità, si dolo standard per tutti si eli- ante per tutti gli Stati dell’Eu-
lo Gentiloni che ieri ha voluto di una formalità. La decisione trolli di riforme o bilancio. Non è usato lo stratagemma di crea- mina il negoziato individuale rozona, con esito scontato vigilanza è solo
rassicurare sulla possibilità di di Eurogruppo e leader Ue, sot- è da escludere qualche prote- re un documento standardiz- e l’obbligo di un programma di (nessun debito è al momento su «coerenza»
una «sorveglianza rafforzata» tolinea Gentiloni, «prevede che sta dei «falchi» (Olanda, Fin- zato, uguale per tutti, che fir- riforme e risparmi. Altro stra- insostenibile). delle spese
(contenuta in una bozza riferi- Sulla scorta della disastrosa sti-
ta ieri da Repubblica) per gli ma flash pubblicata ieri da Eu-
sanitarie
Stati che chiedano accesso al- «No soldi agli italiani» rostat (crollo del 3,8% del pil La soluzione:
le nuove linee di credito da 240 IL dell’Eurozona nel primo tri- valutazione
miliardi di euro (36 per l’Italia) CASO Così l’olandese Rutte mestre 2020), Gentiloni ha i- preventiva sulla
del Mes per rispondere agli ef- rassicura un operaio noltre chiesto un’accelerazio-
sostenibilità dei
fetti della pandemia. Della ne del Piano di ripresa, su cui
questione discuterà l’8 maggio Il premier olandese Mark Rutte si con- hanno trovato un’intesa di debiti. Merkel:
una nuova videoconferenza ferma tendenzialmente anti-italiano. Non principio i leader. «Ci serve un «Noi con l’Italia»
dell’Eurogruppo, che entro i- a caso i Paesi Bassi sono il Paese che Piano - ha detto - che sia suffi-
nizio giugno dovrà rendere o- più di ogni altro sta contrastando il pro- cientemente ampio, mirato al-
perativo l’intero pacchetto che, getto di emettere eurobond per affron- le economie e ai settori più col-
oltre all’uso del Mes, prevede tare l’emergenza coronavirus. Ecco ora piti e attivabile nei prossimi
Sure (il finanziamento delle un video che pare confermare questo mesi. Se non ora, quando?». In-
casse integrazioni da 100 mi- sentimento. Nelle immagini si vede un o- tanto, rispondendo a una let-
liardi di euro) e il piano di in- peraio che si avvicina a Rutte e gli dice: tera del fondatore della Co-
vestimento da 200 miliardi di «Per favore, non date soldi agli italiani e munità di Sant’Egidio, Andrea Cade il Pil
euro della Bei. agli spagnoli». E lui, tra le risate, rispon- Riccardi, la cancelliera Angela
È il cosiddetto "Two Pack", par- de: «No, no», e alza il pollice. È la scena Merkel ha assicurato che «la (-4,7%). Meno
te della governance economica ripresa dalle telecamere dell’olandese Germania e l’Europa stanno di Francia
Ue, a prevedere che gli Stati Nos, che ha pubblicato il siparietto sul con forza dalla parte dell’Ita-
dell’euro che abbiano chiesto suo sito web, sottotitolando lo scambio lia», aggiungendo che «sarà ne-
e Spagna
aiuti al Mes debbano restare di battute in olandese. Il breve dialogo è cessario fare di più, siamo
sotto una «sorveglianza raffor- avvenuto durante una visita di Rutte a u- pronti ad agire nello spirito Il coronavirus si
zata» della Commissione fino no stabilimento per il trattamento dei ri- della solidarietà europea». abbatte, come
a che non avranno ripagato il fiuti, in cui è girato il video. © RIPRODUZIONE RISERVATA previsto, sui conti
75% dei prestiti, con rapporti italiani ed europei: il
dettagliati ogni tre o sei mesi. Belpaese sconta così
Imporre questo al nuovo "Mes IN CRESCITA LE DOMANDE DI PRESTITI. RAPPORTO DI BANKITALIA SULLA STABILITÀ un calo del 4,7% del

Il Pd accusa le banche
sanitario" vanificherebbe però Pil (il massimo dal
il faticoso accordo dell’Euro- 1995, inizio delle serie
gruppo del 9 aprile (avallato storiche). Ma fa
dai leader Ue il 23 aprile) che meglio di Francia (-
prevede come unica condizio- 5,8%) e Spagna (-
ne l’utilizzo delle linee di cre-
dito per spese sanitarie dirette
e indirette. «C’è un gran lavo-
ro - afferma Gentiloni - su co-
Bilanci, mina da 15 miliardi 5,2%) anche se va
peggio della media
europea (-3,8%
l’Eurozona). E fa
me adattare regolamenti figli Roma piate a 56mila, rilevano Abi e Mcc, di cui 37mila meglio anche delle
di un’epoca precedente alle de- sono quelle fino a 25mila euro. Certo sono anco- previsioni del governo

P
cisioni politiche, ma le deci- rova a prendere velocità il meccanismo dei ra una frazione delle richieste arrivate alle ban- che nel Def aveva
sioni politiche sono quelle che prestiti bancari alle imprese garantiti dal- che visto che la sola Intesa Sanpaolo, tra erogate indicato un -5,5%. Il
verranno rispettate». Si tratta lo Stato, con un raddoppio delle domande e in via di erogazione, ne ha 100mila con una cre- calo del Pil nel primo
di trovare il trucco giuridico. Il premier olandese Rutte e l’operaio anti-italiano giunte al Fondo. Ma dalla politica giungono del- scita di 15-20mila al giorno. trimestre dell’anno, in
le critiche sulla lentezza nelle erogazioni e si guar- La politica così protesta: dopo «l’atto d’amo- assenza di variazioni,
da ora alle modifiche alle norme per semplifica- re» chiesto alle banche dal presidente del Con- determinerebbe un
IL PREMIER CONTE ASSICURA ANCHE «PIÙ FONDI PER LA DISABILITÀ» re il processo e proteggere dai rischi di infiltrazioni siglio Conte (che ieri ha sottolineato l’impor- calo acquisito del -
Soldi a chi fa i lavori antisismici e di efficienza energetica criminali. Gli istituti di credito tuttavia devono
affrontare i rischi crescenti del-
tanza di "monitorare" l’erogazione delle risor-
se), il vicesegretario del Pd, An-
4,9% sull’anno. Ma,
avverte l’Istat, il dato
La nuova idea per il decreto: una maxi-detrazione fino al 110% la crisi economica globale e ita- Il dem Orlando: «Non drea Orlando, in aula alla Ca- raccolto nel contesto
liana che rischiano di contagia- stanno facendo il loro mera lamenta che «le misure del lockdown è meno
Roma Conte ha confermato pure il "bonus turismo" da re il comparto, come avverte la lavoro». Via Nazionale: non stanno arrivando alla me- consolidato del solito
500 euro per le famiglie (a basso reddito) che fa- Banca d’Italia nel rapporto sul- ta non perché non ci sono, ma e il risultato definitivo
la crisi rischia di
P iù fondi per straordinari e protezioni del-
le forze dell’ordine e dei militari dell’ope-
razione Strade sicure, impegnati da due mesi
ranno vacanze in Italia quest’anno e annuncia-
to più fondi per la disabilità. Mentre ai Comuni
dovrebbero andare circa 4 miliardi, comprese
la stabilità finanziaria, trasfor-
mando gli Utp (inadempienze
probabili) nei bilanci in una "mi-
perché le banche non stanno
contagiare gli istituti di facendo il loro lavoro».
credito per la probabile E sul fronte delle aziende medie,
potrebbe essere
peggiore.
Intanto ad aprile
nei controlli anti-coronavirus. E un rilancio dei risorse ad hoc per le Province delle "zone rosse" na" di 15 miliardi di rettifiche, a-
cantieri, non appena potranno riaprire anche che avranno «un riconoscimento» specifico, ha spirando così la redditività e gli
crescita d’inadempienze la Sace sottolinea come siano al-
lo studio 2,5 miliardi di euro di
l’inflazione cala e si
azzera, scendendo ai
quelli per le ristrutturazioni private, con una chiarito il premier. utili. Il blocco dei tribunali ren- Al Fondo di garanzia operazioni con 150 banche che minimi dall’ottobre
grossa novità: l’aumento di ecobonus e si- Per tutte le imprese, poi, ci saranno diverse derà poi più lenta la cessione de- arrivate 56mila richieste saranno presentate attraverso il del 2016, ma il
smabonus, forse fino al 110%. misure, dai ristori a fondo perduto per quelle gli Npl che negli ultimi mesi a- di finanziamento «processo semplificato». La fa- «carrello della spesa»
In attesa del via libera europeo a un nuovo allen- micro ai rafforzamenti di capitale per le a- veva accelerato. Certo le misure se istruttoria bancaria prende si impenna, con un
tamento delle regole sugli aiuti di Stato, il gover- ziende fino a 249 dipendenti, insieme ad aiu- del governo (la moratoria sui prestiti, il sistema del tempo visti anche gli importi di una certa rincaro del 2,6%. A
no continua il lavoro sul nuovo decreto in deficit ti per gli affitti (per 3 mesi) e le bollette (equi- delle garanzie), frenano la crescita dei crediti de- importanza, che arrivano fino a 365 milioni di raffreddare l’indice è
per 55 miliardi che dovrebbe arrivare, ora, entro parando le utenze a quelle domestiche e ri- teriorati e aiutano a sostenere le famiglie e la fi- euro. «Quando poi il dossier arriva in Sace, in invece l’energia,
metà della prossima settimana (forse il 6 mag- ducendo, di conseguenza, gli oneri di siste- ducia dei risparmiatori verso il comparto non è 48/72 ore la garanzia potrà essere rilasciata al- come accade anche
gio). La novità sui bonus per l’edilizia è stata an- ma). In tutto si muoveranno circa 15 miliardi, stata «intaccata», rileva l’istituto centrale, non la banca», spiega l’amministratore delegato nel resto
nunciata ieri alla Camera direttamente da Con- cui si aggiungono i 50 miliardi a Cdp per soc- materializzandosi la fuga dei depositi bancari che Pierfrancesco Latini. A queste si aggiungono le dell’eurozona (dove
te, che ha parlato di «un meccanismo articolato correre le grandi imprese in crisi. Altri 25 mi- possono così finanziare i prestiti. operazioni allo studio per le grandi imprese, l’inflazione si ferma
che consenta ai cittadini di beneficiare di sconti liardi andranno al pacchetto per il lavoro, tra Il meccanismo messo in piedi dal governo, dopo per un ammontare totale di circa 10 miliardi di allo 0,4%): il crollo
pari al costo pressoché totale dei lavori anti-si- Cig e Cassa in deroga, bonus autonomi e pro- le prime fasi di messa a punto organizzativa e euro, che saranno presentate attraverso il «pro- delle quotazioni del
smici e di efficientamento energetico» (ci lavora- roga degli aiuti per le famiglie. (r.r.) normativa, comincia quindi a macinare. Le do- cesso ordinario». (r.r.) petrolio si riflette sui
no il Mise e il sottosegretario Riccardo Fraccaro). © RIPRODUZIONE RISERVATA mande giunte al Fondo garanzia sono raddop- ©RIPRODUZIONE RISERVATA carburanti: (-9,0%
benzina, -10,7%
diesel). Non è invece
LA STRATEGIA DI FRANCOFORTE contemplata nel
paniere Istat la voce

La Bce rafforza gli stimoli. «Spread? Evitiamo frammentazioni» "mascherine". La


misurazione dei
prezzi è d’altra parte
PIETRO SACCÒ cui le banche possono raccogliere ferenza stampa rispondendo a una rispetto ai massimi di metà febbraio. tarato sul modo ante-
Milano fondi per aumentare il credito alle domanda sull’Italia ha chiarito: «Non Nei fatti tutta l’espansione moneta- epidemia. Certo è che
imprese (le aste Tltro); una nuova se- tollereremo alcun rischio di fram- ria della Bce favorisce gli Stati più in non era mai stata

S
econdo i calcoli della Banca rie di operazioni di rifinanziamento, mentazione» della zona euro. Un si- difficoltà, come l’Italia. Secondo le rilevata una forbice
centrale europea quest’anno sempre dirette alle banche, così da gnificativo (e ulteriore) passo avan- stime degli analisti, a fine anno tra il così ampia tra il tasso
il Pil della zona euro crollerà garantire che la liquidità resti ab- ti rispetto all’infelice «non siamo qui piano di acquisti tradizionale (il generale e quello
come non era mai successo prima: bondante (queste nuove operazio- per chiudere gli spread» della confe- Pspp) e il Pepp quest’anno la Bce relativo ai prodotti
la caduta prevista è tra il 5 e il 12%, a ni sono state chiamate Peltro, sigla renza stampa dello scorso 12 marzo. comprerà tra i 190 e i 220 miliardi di della spesa
seconda di quanto dureranno le mi- che sta per Pandemic emergency Gli investitori che avevano aspetta- euro di titoli di Stato italiani. Già og- quotidiana, che in
sure di contenimento e dell’efficacia longer–term refinancing opera- tive molto alte su nuovi interventi di gi quasi il 17% del debito pubblico i- tempi di Coronavirus
delle soluzioni che i governi trove- tions, cioè operazioni di rifinanzia- emergenza delle banche centrali taliano (409 miliardi su 2.447 a mar- assorbe la gran parte
ranno per sostenere l’economia. La mento a lungo termine per l’emer- (prima della Bce toccava alla Fed) so- zo) era nel bilancio della Banca d’I- degli esborsi familiari.
La sede della Bce a Francoforte Bce sta facendo la sua parte con il genza pandemica). no rimasti delusi dalla strategia più talia, che lo ha acquistato per conto Il che significa che
piano anti–crisi introdotto a marzo L’arma più forte anti–crisi resta quel- cauta adottata tra Washington e della Bce. Dieci anni fa nei bilanci neppure i prezzi
e con le diverse misure di allenta- la schierata a metà marzo: il Pepp, il Francoforte. Le Borse europee han- della Banca d’Italia c’erano Btp per aiuterebbero a
Alleggeriti i costi delle mento del credito introdotte nelle programma di acquisto di titoli pub- no chiuso in calo (–2,1% Milano, tor- 65 miliardi in tutto. Il tasso sui Btp tamponare
operazioni di rifinanziamento ultime settimane. Chi sperava in blici e privati per 750 miliardi di eu- nata sotto i 18mila punti) al termine decennali alla fine di una seduta mo- l’impoverimento degli
per le banche e introdotte nuovi interventi sostanziosi dalla riu- ro nel 2020. È in base a questo piano di un mese che, in generale, è stato vimentata in cui si è mosso tra un italiani, attanagliati in
nione (a distanza) del consiglio di- che la Banca d’Italia, per conto del- comunque di forte recupero. Per Wall minimo dell’1,68% e un massimo una sorta di
nuove aste di liquidità rettivo non è stato accontentato. La l’Eurosistema, e la Bce in queste set- Street, in particolare, il Dow Jones ha dell’1,85% ha chiuso all’1,74%, in ca- stagflazione
Borse in calo alla fine di un Bce si è limitata a rafforzare gli sti- timane stanno acquistando diversi chiuso il mese migliore dal 1974 (con lo di 3 centesimi rispetto all’apertu- "subdola": il tasso
mese di recupero. Tasso Btp moli monetari con due novità: un al- miliardi di titoli di Stato italiani per un rialzo del 12%). Per Milano il rial- ra e con uno spread di 235 punti sui ufficiale si appiattisce
leggerimento delle condizioni delle tenere sotto controllo lo spread. Il zo mensile è stato superiore al 4%, Bund tedeschi. ma i prodotti più
scende dopo una giornata tesa operazioni di rifinanziamento con presidente Christine Lagarde in con- ma il FtseMib è ancora sotto del 30% © RIPRODUZIONE RISERVATA sensibili rincarano.
14 PRIMO PIANO Venerdì 1 maggio 2020

Coronavirus:
l’epidemia
Giù i malati, è record di dimessi
Quasi 5mila guariti in un giorno, ricoveri in calo, un’altra frenata nella curva (anche in Lombardia)
L’Iss: «L’R0 sotto l’1 ovunque, va mantenuto». Scontro sugli scenari prospettati a Conte: «I dati? Giusti»
VIVIANA DALOISO s’intende. no su giorno ieri ha segnato un vano a casa, con sintomi lievi cord assoluto anche per i tam- l’indice di contagiosità sotto IL PUNTO
I presupposti perché dal 4 aumento del +0,9%, contro il o senza sintomi: una percen- poni elaborati: 68.456 contro i l’1, e questa è la naturale con-
Calo senza
U
n record assoluto di maggio le cose cambino, d’al- +1,0% del giorno precedente tuale schizzata ormai oltre 63.826 di giovedì. Il rapporto seguenza del lockdown». Con-
guariti e dimessi: tronde, ci sono tutti e a con- (1.872 i nuovi casi): il valore l’80%. In calo per il 27esimo tra tamponi fatti e casi indivi- seguenza che tuttavia diventa precedenti anche
quasi 5mila in un fermarlo oltre a Borrelli c’è an- non è mai stato così basso dal- giorno consecutivo i pazienti duati è di 1 malato ogni 36,6 un monito per le settimane a dei malati, scesi
giorno. E, di conseguenza, u- che Luca Richeldi, primario di l’inizio dell’epidemia. I conta- in terapia intensiva: 1.694 (- tamponi fatti, il 2,7%: negli ul- venire: dato che gli asintoma-
na diminuzione altrettanto ec- Pneumologia della Fondazio- giati totali in Italia sono 101 sui 1.795 di ieri): col risul- timi giorni questo valore era tici sono probabilmente «tra il a 101.551, con
cezionale nel numero degli i- ne Policlinico Gemelli Irccs di 205.463, con 101.551 infezioni tato che gli ospedali del nostro stato in media del 4,1% (gio- 4 e il 7%» degli italiani, la ri- un decremento
taliani attualmente positivi al Roma e membro di spicco del in corso. A fronte di 18.149 per- Paese, alla vigilia della Fase 2, vedì era sceso al 3,2%). E per la presa non potrà essere uno di 3.106 in un
coronavirus: -3.106. Il segnale Comitato tecnico scientifico: sone ricoverate (-1.061 rispet- possono contare su oltre 7mi- prima volta, anche se il bilan- scriteriato “liberi tutti”, «muo-
è talmente confortante, sul «Con le misure che abbiamo to a giovedì), ben 81.708 si tro- la posti letto liberi. Numero re- cio resta sempre drammatico, viamoci passo dopo passo non
colpo solo.
piano epidemiologico, da con- adottato in senso restrittivo, il dato dei morti scende sotto è solo uno slogan di buonsen- Scendono a 286
vincere il capo negli ultimi 15 quota 300, a 285 per l’esattez- so, significa rilassiamo le mi- i morti. Mai così
della Protezio- Gli esperti del giorni di lock- I PRIMI ESAMI za. Confortanti, in particola- sure ma teniamo quell’indice tanti i tamponi
ne civile Angelo Comitato tecnico down abbiamo re, i numeri della Lombardia: sotto 1». È scontro, invece, sul
effettuati: oltre
Borrelli a dare scientifico avevano dimezzato i de- Ad Alzano e Nembro con un aumento dei casi del documento “segreto” con i
68mila, e solo
un annuncio ceduti e rad- +0,7% (sotto la media nazio- possibili scenari legati alla ria-
atteso in vista prospettato al doppiato i gua- positivo il 61% degli abitanti nale) e coi nuovi contagi au- pertura del 4 maggio elabora- il 2,7% positivi
della Fase 2, ma premier un picco di riti. Si sono di- mentati di sole 598 unità, por- to dagli esperti del Comitato
comunque sor- 151mila ricoveri in mezzate anche Il 61% degli abitanti di Nembro e Alzano Lombardo sot- tando però il conteggio alla ci- tecnico scientifico e che a-
prendente: «Ci le persone rico- toposti al test sierologico è risultato avere gli anticorpi fra da capogiro di 75.732. An- vrebbe convinto il premier
avviamo verso
terapia intensiva. verate e se e, dunque, essere entrato in contatto con la malattia. Si cora in forte calo il numero Conte alla stretta sull’ultimo
una nuova fase Numeri esagerati, guardiamo a tratta di una percentuale sul campione di 750 test effet- dei pazienti ricoverati (-286) Dpcm: «Il documento non è
dell’emergenza secondo alcuni un mese fa i tuati tra giovedì scorso e martedì. In tutto, i test riguar- e buona riduzione di quelli in mai stato secretato» ha preci-
e dunque ab- numeri sono di deranno 2.500 cittadini dei due paesi già epicentro lom- terapia intensiva (-29). sato Brusaferro, sottolinean-
biamo deciso di interrompere
qui la nostra conferenza stam-
molto superiori». Insomma,
«stiamo andando nelle dire-
bardo del contagio da coronavirus. Finora ne sono sta-
ti eseguiti 1.500, ma la metà è ancora in analisi nei la-
Se la situazione sta miglioran-
do sotto tutti i punti vista,
do che «i dati sono giusti». Nel-
le ultime ore, infatti, alcuni
■ Le notizie
pa». Niente più appuntamen- zione giusta». Ora la sfida sa- boratori dell’ospedale Bolognini di Seriate. però, il presidente dell’Istitu- statistici avevano evidenziato

1
to delle 18 in tv dunque (che nitaria sarà tutta da giocare sul Intanto, 650 cittadini delle 700 famiglie di Suello, picco- to superiore di sanità Silvio come il dato dei 151mila rico-
per altro era già stato “taglia- territorio, nella convivenza lo centro di 1.800 abitanti in provincia di Lecco, hanno Brusaferro ribadisce che «il vi- verati nelle terapie intensive
to” a due volte a settimana). I “controllata” col virus, forti di aderito all’opportunità di eseguire il test sierologico sul rus non è sconfitto». «La cur- entro l’8 giugno (lo scenario a-
dati del contagio continue- «una gestione più calma, dia- Coronavirus al prezzo politico di 45 euro, in una pale- va – ha spiegato ieri mattina pocalittico che si sarebbe ve-
ranno ad essere diffusi quoti- gnosi più veloci e maggiore e- stra. Un’occasione offerta, su base volontaria, dal Co- presentando le tabelle e gli rificato se si fossero allentate Bimbo col Covid
dianamente, ma il Paese può sperienza dei medici». mune, per ora limitata ai residenti. Ieri si sono sotto- studi dell’Istituto – continua in un colpo solo tutte le misu- operato al cervello
tornare, anche da questo pun- I numeri, dunque, ancora una posti al prelievo del sangue i primi 350 residenti, sostanzialmente a decrescere re di lockdown) fosse notevol-
to di vista, alla sua “quasi nor- volta. La curva epidemica na- tra coloro che devono rientrare al lavoro. nel numero di sintomatici e mente sovrastimato. Per guarire dalla sua
malità”. Se e finché durerà, zionale dei contagi totali gior- dei casi in tutte le regioni, con © RIPRODUZIONE RISERVATA malattia, l’idrocefalo,
Luca – che ha 8 mesi –
aveva già subito un
LO STUDIO intervento chirurgico,

«Polmoniti negli asintomatici» con cui gli erano state


posizionate delle
speciali valvole capaci di

Quelle radiografie di Codogno ridurre i liquidi in


eccesso e quindi di
preservare il cervello. A
che mettono in allerta i medici un certo punto però le
valvole hanno iniziato a
non funzionare bene, e
VITO SALINARO ca Maria Sconfienza, responsabi- così all’inizio di aprile i
le della Radiologia diagnostica e genitori lo portano al

S
i può essere asintomatici al interventistica al Galeazzi e pro- Policlinico. La situazione
Covid-19 e al tempo stesso a- fessore alla Statale di Milano, tra è urgente, ma dal
vere una polmonite intersti- gli autori del paper – si è focaliz- tampone risulta che sia
ziale bilaterale. Non è un contro- zato sull’analisi retrospettiva del- la madre che il piccolo
senso ma una preoccupante con- le radiografie al torace eseguite sono positivi al nuovo
statazione che emerge dalle radio- post-quarantena. I pazienti che ri- coronavirus. I medici del
grafie eseguite, in una sola setti- chiedevano la radiografia non ri- Policlinico di Milano non
mana, su 100 dei 170 cittadini del- ferivano malesseri», al massimo si arrendono, tentano un
la "zona rossa" di Codogno (Lodi). «solo sintomi vaghi, come febbri- primo intervento, poi un
A riferirlo è un team di ricercatori cola (sotto 37,5 gradi) e avvisaglie secondo. Luca alla fine
dell’Irccs (Istituto di ricovero e cu- parainfluenzali». ce l’ha fatta: è il primo
ra e carattere scientifico) ortope- Eppure 100 radiografie al torace su caso noto di un bimbo
dico Galeazzi e dell’Università Sta- 170 – circa il 60% – presentavano così piccolo positivo a
tale di Milano che svela un alto «immagini riconducibili a una pol- Covid-19 sottoposto a
coinvolgimento polmonare in per- monite interstiziale bilaterale, intervento
sone residenti nella zona. quindi altamente sospette e riferi- neurochirurgico. E vivo.
Lo studio è stato pubblicato sulla bili alla polmonite correlata a Co- Il murales in omaggio agli operatori sanitari realizzato a Milano, vicino all’ospedale Auxologico San Luca / Ansa

2
rivista Radiology ed è stato con- vid-19. Il coinvolgimento era bila-
dotto con gli atenei terale in tutti i casi:
di Pavia e Palermo, Su 170 esami eseguiti simmetrico nel LA RICERCA NEI LABORATORI
con il centro Medi- 54% dei pazienti,
al torace, ben 100
cal radiologico di
Codogno e la radio-
logia della Casa di
hanno evidenziato
patologie riferibili
mentre le anomalie
dei raggi X al torace
erano maggiori su
Test diagnostici, la corsa a trovare i più affidabili Vaccino, si accelera
«Dosi a dicembre»
cura San Camillo di al Covid-19 un lato del torace ENRICO NEGROTTI in cui avviene la reazione, possono es- ne prodotto dal nostro spinoff accade- «Vogliamo essere pronti
Cremona. I ricerca- nel 46% dei casi». sere più di una. E il test si può svolge- mico (In3diagnostic)». lanciare e fornire fino a
Intanto, sempre
T
tori documentano Polmonite, occorre ra gli argomenti più dibattuti in re sia in modo automatizzato (con un Ai test rapidi messi a confronto con il 100 milioni di dosi di
in maniera detta- in Lombardia, nove specificare, che non vista della gestione della fase 2 robot), sia manualmente con pipette test molecolare (il tampone) è invece vaccino entro la fine
gliata «la compro- persone tornano ha poi provocato dell’epidemia c’è quella dei test multicanali». «Il nostro test – aggiunge dedicato lo studio clinico avviato al- dell’anno». Lo ha detto
missione polmona- positive dopo essere conseguenze gravi sierologici, per verificare la presenza di Rosati – utilizza un metodo immu- l’Irccs Ospedale Sacro Cuore Don Ca- ieri l’amministratore
re in persone al- nei pazienti. I raggi anticorpi che indichino che l’avvenu- noenzimatico semiquantitativo e si è labria di Negrar (Verona). Da oltre un delegato di
l’apparenza non in- state dimesse comunque hanno to contatto con il Sars-CoV-2. In attesa dimostrato molto specifico: individua mese i ricercatori guidati da Francesca AstraZeneca, Pascal
tensamente colpite dagli ospedali fornito informazio- dell’analisi su 150mila persone che ver- le IgG, cioè gli anticorpi che aumenta- Perandin, responsabile dell’Unità sem- Soriot, in merito
da Covid-19». ni preziose sull’in- ranno testati con la strumentazione no quando si supera l’infezione, a 2-3 plice di Microbiologia afferente al Di- all’accordo fra la stessa
Il 23 febbraio, ricordano gli autori teressamento polmonare in un Abbott, in tanti sono al lavoro per in- settimane dall’inizio della stessa». Il te- partimento di Malattie infettive e tro- AstraZeneca e Oxford.
dell’indagine, dopo la scoperta del campione interessante. «Questi ri- dividuare altri strumenti utili. st «correla molto bene con gli anticor- picali (diretto da Zeno Bisoffi), punta- Si accelerano dunque i
paziente 1 avvenuta all’ospedale sultati – evidenzia Sconfienza – All’Università di Torino, presso il di- pi neutralizzanti, quelli in grado di pre- no a verificare quale dei test rapidi sia tempi per il vaccino anti-
di Codogno il 20 febbraio, è stata supportano i dati in merito alla tra- partimento di Scienze veterinarie, Ser- venire il legame del virus con le cellu- più affidabile per una diagnosi di infe- Covid al quale sta
imposta alla popolazione della smissione della patologia in sog- gio Rosati, Barbara Colitti e Luigi Ber- zione da Sars-CoV-2. «Lo studio – spie- lavorando lo Jenner
stessa cittadina e di 10 comuni li- getti asintomatici o poco sintoma- tolotti hanno realizzato un test (regi- All’Università di Torino ga Perandin – valuterà 400 pazienti sin- Institute della Oxford
mitrofi una quarantena di 14 gior- tici, che quindi possono risultare strato come strumento di diagnostica sviluppata una piattaforma tomatici (già arruolati 300) che sono University con la
ni. Al termine di questo periodo, positivi al virus e pertanto conta- in vitro al ministero della Salute) che per l’analisi sierologica giunti al Pronto Soccorso dell’Ospeda- partnership dell’azienda
un centro radiologico codognese giosi anche in assenza di sintomi può essere utilizzato su larga scala per- le di Negrar (che è impegnato nell’as- italiana Advent-Irbm di
ha ricevuto «un’alta e anomala ri- e anche dopo due settimane di ché utilizza metodiche presenti in mol- con il metodo Elisa sistenza con 100 posti per pazienti Co- Pomezia. Un primo
chiesta di radiografie al torace da quarantena». Insomma, il sospet- tissimi laboratori. «Abbiamo sfruttato E all’ospedale di Negrar vid, anche di terapia intensiva, ndr) che stock, se i test in corso
parte della popolazione», ma non to che ci sia una quota di malati – spiega Rosati, docente di Malattie in- (Verona) si confrontano dopo essere stati visitati da un infetti- avranno esito positivo,
perché i richiedenti presentassero non identificati dal punto di vista fettive – la nostra esperienza dei labo- vologo sono risultati clinicamente so- potrebbe già essere
particolari sofferenze o accusasse- clinico «è reale». ratori degli Istituti zooprofilattici che
i risultati di analisi rapide spetti di avere contratto la malattia». disponibile a dicembre
ro sintomi riconducibili al coro- E proprio ieri, fonti sanitarie lom- svolgono attività di monitoraggio per e tamponi su 400 pazienti Oltre a tre diversi test molecolari su per le categorie di
navirus. «Alcune persone – spie- barde hanno fatto sapere che ci so- malattie degli animali utilizzando la tampone naso-faringeo, il confronto popolazione più fragili,
gano gli esperti – sono state invia- no casi di persone tornate positi- tecnica Elisa. Per il nostro test basta un le. Anche se non c’è ancora un dato cer- avviene tra cinque test rapidi: «Quat- ma per la produzione su
te dai medici di base, altre invece ve (con polmoniti che hanno ri- investimento di contenuto, per una to – osserva Rosati – la permanenza di tro sono test classici, immunocroma- larga scala i tempi
si sono presentate spontanea- chiesto nuovi ricoveri oppure che strumentazione che è già presente in una memoria immunitaria dovrebbe tografici, e uno a immunofluorescen- saranno più lunghi. La
mente per sottoporsi ad un con- hanno provocate solo forme lievi di moltissimi laboratori, sia pubblici, sia essere garantita. Ed è il presupposto su za: la differenza è che i primi vengo- sperimentazione clinica
trollo», preoccupati dal generale e- malattia) anche dopo essere state convenzionati, sia privati, sia appunto cui si fondano le speranze di sviluppa- no letti da una persona e quindi in- sull’uomo, dopo i
volversi della malattia. Tutti però dimesse dagli ospedali e dichiara- negli Istituti zooprofilattici. E consen- re un vaccino efficace». terpretati, il quinto da uno strumen- risultati positivi già
provenivano da un ambiente «ad te "negative" al virus. Al momen- te quindi di non dipendere dalle gros- «I pazienti – conclude Rosati – sono sta- to. Si valuta la presenza di IgM e IgG. ottenuti in laboratorio e
alto contagio» e ad «elevato ri- to sono nove e si concentrano nel- se piattaforme dedicate dei colossi del- ti arruolati dagli ospedali torinesi Città Incrociando i dati dei diversi test e i da- sulle scimmie, è partita
schio» di trasmissione del virus. le Asst di Lodi e Cremona. Segno la diagnostica in vitro, che solo gli o- della salute, Mauriziano e San Luigi, e ti clinici dei pazienti si vuole vedere in 5 centri in Inghilterra
«Il lavoro dei ricercatori del Ga- che sappiamo ancora troppo poco spedali e i grandi laboratori si possono della collaborazione del dipartimento quale sia il più accurato per la diagnosi lo scorso 23 aprile su
leazzi e dei colleghi delle univer- sul Sars-Cov-2. permettere». Il risultato è disponibile in di Chimica della nostra università e dal- dell’infezione». 550 volontari sani.
sità e delle radiologie – spiega Lu- © RIPRODUZIONE RISERVATA due ore, ma «le piastrine a 96 pozzetti l’Istituto zooprofilattico di Brescia; vie- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 1 maggio 2020 PRIMO PIANO 15

Coronavirus:
il tema
Ragazzi e Fase 2, ecco come fare
Il Forum: avviare da subito attività ricreative e formative dai 3 ai 18 anni. Piccoli gruppi in sicurezza
Coinvolte scuole, parrocchie, Comuni, oratori, associazioni. «Serve un albo comunale degli animatori»
LUCIANO MOIA «Il nostro obiettivo è chiaro –
spiega Ciccarelli, lunga mili-
– potranno ospitare attività di
animazione per piccoli gruppi
con la presenza, tra l’altro, del-
l’Autorità garante per l’infan-
Diario Italia IL PROGETTO

B
ambini e ragazzi finora tanza nell’associazionismo sa- di minori e giovani». zia e l’adolescenza (a livello ter- Il piano messo
dimenticati dai decreti
del governo, recuperati
lesiano – quello di consentire la
ripresa sui territori delle atti-
Chi potrà gestire queste atti-
vità? «La nostra proposta – di-
ritoriale), dei servizi sociali co-
munali e di alcune associazio- Il lutto nel cuore dʼAfrica a punto dal
cartello delle
nei buoni propositi di alcuni vità di animazione sociale gio- cono ancore le esperte del Fo- ni che si occupano di educa-
ministri ma con progetti anco-
ra tutti da definire, attendono
vanile e di permettere ai geni-
tori di poter rientrare al lavo-
rum – è quella di istituire degli
albi comunali degli animato-
zione, come Foi (Forum na-
zionale degli oratori), Arci ra-
e i nostri morti lombardi associazioni
di sapere cosa sarà di loro nel- ro». Da qui l’idea di coinvolge- ri/educatori (in possesso di re- gazzi, Agesci, Scout d’Europa MARINA CORRADI
familiari è già
la Fase 2. re associazioni- quisiti di mora- e altri. «Nessuna preclusione all’esame del
ministro Elena
D
A dare concretezza alle gior- smo, parroc- lità, competen- naturalmente, siamo aperti a opo un tg, nel pomeriggio la tv resta accesa,
nate che verranno per i nostri chie, oratori, za ed esperien- tutti i contributi positivi». Il senza che nessuno la guardi. Ma, distratta, Bonetti. Nella
ragazzi ha pensato il Forum centri aggrega- za), da accerta- piano entra anche nel detta- alzo gli occhi, e non riesco più a staccarli. cabina di regia
delle associazioni familiari con tivi ed altre re con curricu- glio di attività ricreative e for- Non avevo mai visto quei documentari della Bbc girati con
un programma, già presentato realtà educative la e lettere di ac- mative (pensate per rispettare telecamere mimetizzate nella giungla, o fra i ghiacci del spazio a realtà
al ministro della famiglia Ele- con proposte i- compagna- il distanziamento fisico), orari, Polo. Telecamere a forma di rocce, tronchi, o tartarughe, o territoriali
na Bonetti, che prevede tra l’al- donee a creare mento garanti- formazione dei gruppi (2 edu- pinguini. Che con assoluta discrezione spiano la fauna e aggregazioni
tro di istituire albi comunali iniziative di a- te dai vari enti catori ogni 15 persone di cui selvatica senza spaventarla, senza interferire con la vita
degli animatori – divisi per nimazione e (parrocchie, almeno uno dei due maggio- dei branchi. Una cosa straordinaria: vedi giocare i
giovanili
quartieri nelle grandi città – formazione a- movimenti, as- renne), modalità per accedere leoncelli bambini, e come i pinguini scavano nella neve
con il coinvolgimento di par- deguate al ri- sociazioni). al servizio (richiesta on line al un nido per attirare una femmina, che vi deponga le
rocchie, associazioni, oratori. schio Covid- L’albo potrà es- Comune di residenza compi- uova. Mi viene in mente il Libro di Giobbe: «Sai tu
E poi utilizzo di spazi pubblici 19, vista l’im- Emma Ciccarelli (Forum) sere utilizzato lando un apposito modulo o quando figliano le camozze, e assisti al parto delle
e privati, suddivisione per fasce possibilità di sia dagli enti segnalazione agli enti presen- cerve?»… «Vieni, guarda», dico alla figlia, e anche lei si
d’età, rigidi criteri per la sicu- riattivare i tra- che si occupe- ti sul territorio, come associa- ferma davanti allo schermo, incantata.
rezza, coinvolgimento dei ge- dizionali centri La proposta ranno dell’ani- zioni, parrocchie, società spor- Ma ciò che mi colpisce di più, è un branco di giraffe. Una L’esercito
nitori che non lavorano. A met- estivi, campi preparata da Emma mazione, sia tive, ecc...), formazione dei compagna giace morta nella savana, forse di vecchiaia. La
dei piccoli
gruppi dei minori in fasce di
tere a punto il progetto, nato
con la collaborazione delle ol-
scuola e grest.
In questa pro-
Ciccarelli e Cristina dalle famiglie
per richiedere – età e per quartieri di residenza.
cosa sbalorditiva è che il branco, ignaro della telecamera
nascosta, converge verso la sorella immobile sull’erba, e a ignorato
tre 50 associazioni del Forum, spettiva nessu- Riccardi entra nel in caso di parti- E gli spazi? Possono essere va- decine le si fermano attorno, e rimangono immobili a
con i centri giovanili e gli scout, na delle risorse dettaglio di spazi, colari esigenze lorizzati i cortili, le terrazze dei osservarla. Muovono leggermente i lunghi colli eleganti, si
dal “Palazzo”
hanno pensato la vicepresi- presenti sul ter- orari e contenuti –un servizio di palazzi, i giardini pubblici, a- chinano verso terra, la guardano con i grandi occhi miti. Il
dente del Forum Emma Cicca-
relli e la componente del con-
siglio direttivo Cristina Riccar-
ritorio dovreb-
be andare di-
spersa. «Le scuole pubbliche
baby–sitting».
Va detto che la
maggior delle realtà che do-
ree messe a disposizione del-
l’ente territoriale, i cortili del-
le scuole. Gli educatori do-
sole cala ed è il tramonto, rosso fuoco: le giraffe, in circolo,
ancora vegliano la compagna. Osservano, si direbbe, con
stupore la loro simile, che il giorno prima correva insieme a
9,8 milioni
Gli under 18 Italia
di, entrambe con una lunga e- per esempio – osserva Cristina vrebbero entrare in questo vranno essere retribuiti con i loro. Incredibile, eppure la telecamera lo testimonia: il
sperienza in campo educativo. Riccardi, che tra l’altro è anche progetto già lavorano con e- vaucher e sono previste sche- branco, nella notte che cala, sembra in lutto. Allora penso (16,2% dei residenti).
L’una milanese, l’altra romana, vicepresidente di Aibi – po- ducatori di esperienza conso- de di valutazione del servizio ai nostri morti lombardi, portati via a centinaia coi Erano quasi 15 milioni
mamme di famiglia. Insomma, tranno essere utilizzate come lidata. Ma potrebbero essere da avviare mensilmente alle camion, senza funerali. Il tempo dovuto ai morti, a metà degli anni ‘80
una proposta che nasce dal luoghi di animazione di sup- coinvolti, con tutte le verifiche famiglie. Mamma e papà non nell’epidemia cancellato: quel tempo del lutto, che è
basso – la prima bozza è stata porto, per garantire le attività a del caso, anche i giovani del sono però esclusi, anzi, visto indispensabile a chi rimane. Talmente iscritto nel codice
stesa da Nino Sutera, già pre-
sidente del Forum regionale
della Lombardia – non dalle
piccoli gruppi di ragazzi. Ma
anche i cortili condominiali e i
terrazzi – laddove esistono e ri-
servizio civile. Il progetto Fo-
rum prevede che il coordina-
mento di queste attività sia as-
che l’obiettivo rimane quello
di favorire coesione e solida-
rietà sociale.
della vita che, scopro, misteriosamente se ne vede eco anche
in un branco di animali selvaggi. (L’orma di Dio troppo
grande, per non lasciare traccia in ogni sua creatura).
61 giorni
Tanti sono ormai
teorie di presunti esperti. sultano fruibili ed in sicurezza segnato a una cabina di regia © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
quelli senza scuola
nelle regioni del Nord:
L’APPUNTAMENTO IL 3 MAGGIO L’APPLAUSO PER LE FAMIGLIE era il il 24 febbraio

«Tutti affacciati dai balconi


per ringraziare dell’impegno
564
Le associazioni del
mamme, papà, figli e nonni» Forum delle famiglie
(47 realtà nazionali e
Affacciati da balconi e finestre ad applaudire e 18 forum regionali)
ringraziare: genitori, bambini e nonni che non
uscendo di casa hanno dato un contributo
decisivo al bene comune. È il flash-mob
nazionale #graziefamiglie, lanciato dal Forum
delle associazioni familiari, domenica alle ore
18. È un’occasione per ribadire che continua Bruno (Cgm):
l’impegno per le famiglie nel fare da
ammortizzatore sociale, vivendo in spazi ai minori
stretti per mesi, evitando tensioni sociali, un servono
modo per tributare un riconoscimento per
quanto hanno saputo organizzare, sacrificare,
scambi tra pari
superare, sopportare in oltre due mesi di
lockdown: «nella “fase 2” bambini, mamme, «Mantenere la
papà, nonni meritano di essere protagonisti dimensione collettiva
della narrazione e delle misure economiche e del servizio come
sociali». «Abbiamo giustamente ringraziato valore educativo
medici e sanitari, ma non le famiglie che irrinunciabile. Va
hanno risposto con responsabilità trovando accettata la sfida del
soluzioni e imparando al volo a fare mille distanziamento,
mestieri: tenere i figli a tempo pieno, diventare preservando la
insegnanti e assistenti informatici, lavorare in relazione tra coetanei.
smart-working e poi fare la spesa anche per Bambini e ragazzi
genitori e anziani, o la riabilitazione per un hanno bisogno di uno
parente disabile non più assistito dai centri scambio fra pari, il
chiusi per l’emergenza: le famiglie meritano di solo mondo degli
essere ringraziate», afferma il presidente adulti va loro stretto»,
nazionale del Forum Famiglie, Gigi De Palo. è quanto indicato da
© RIPRODUZIONE RISERVATA Giuseppe Bruno
Presidente di CGM
(Consorzio Gino
LA POSSIBILITÀ AL VAGLIO DEL GOVERNO LA SVOLTA Mattarelli), la più
importante rete di

Conte: «Si sta valutando la riapertura di asili nido e centri estivi» Disabili, dal 4 maggio
tornano i centri diurni
imprese sociali e
cooperative italiane, a
proposito della Fase 2
ALESSIA GUERRIERI ché, è il passaggio successivo del suo La responsabile del dicastero di viale tecnico scientifico», la rassicurazione per l’infanzia. Occorre
Roma ragionamento, è condivisibile «l’ur- Trastevere Lucia Azzolina da giorni ha del ministro Elena Bonetti sugli stan- Quello di Conte è l’annuncio che tan- anche «garantire la
genza di ripensare gli spazi educativi dato la disponibilità, ribadita anche dard di sicurezza che saranno predi- te famiglie attendevano: dal 4 mag- possibilità di uno

D
opo la possibilità di passeg- in forma dilatata, anche tramite una ieri, «a mettere a disposizione i loca- sposti. Anche perché l’ostacolo è pro- gio riapriranno i centri diurni per di- scambio
giate, alla fine pare che an- nuova progettazione degli ambiti ur- li delle scuole, i cortili e le palestre af- prio il via libera del Cts, anche se ieri sabili. Persone che non saranno di- intergenerazionale
che i più piccoli avranno set- bani e l’utilizzo degli finché si possano or- uno dei suoi membri, Luca Richeldi, menticate neppure nelle prossime immaginando luoghi
timane più impegnate e soprattutto spazi di prossimità». Anche da Azzolina ganizzare i centri e- non si è detto preoccupato da questa misure che saranno prese. Ovvia- come spazi di incontro
fuori casa dal 4 maggio. Dopo un pri- Ovviamente in sicu- la conferma: a luglio e stivi». Questo ovvia- possibilità. Certo c’è chi si spinge più mente tutto seguendo protocolli di dove nonni e bambini
mo momento di titubanza, dovuto rezza. Il piano infan- ad agosto potremmo mente una volta fi- in là, come il leader di Noi per l’Italia sicurezza che allontanino lo spettro possano, in un
anche al parere contrario degli esperti, zia è quello su cui nita l’attività didat- Maurizio Lupi, per cui si può riaprire del contagio per loro, così fragili. «E- ambiente educante,
la conferma di un piano dedicato ai stanno lavorando il mettere a disposizione tica, dunque a luglio «con gradualità asili nido, scuole ma- ra un segnale che aspettavamo da “imparare” a stare di
bambini con la riapertura di centri e- ministero dell’Istru- i cortili e le palestre ed agosto. Nel frat- terne ed elementari», vista la bassa in- tempo», dice il presidente nazionale nuovi vicini anche
stivi ed asili è arrivata direttamente zione e quello della delle scuole. Bonetti: tempo però si pensa cidenza del virus sui minori. «Quale di Anffas Roberto Speziale, per cui a- senza toccarsi e
futuro stiamo riprogettando se non
dal premier Conte, riferendo ieri in
aula alla Camera. «Occorrerà valuta-
Famiglia, basato su
piccoli gruppi segui-
presto un protocollo all’immediato, con
un protocollo che si ci occupiamo dell’infanzia?», si chie-
desso «è essenziale che le parole di-
ventino fatti concreti». Ecco perché
alimentare un
continuum fra il
re la possibile riapertura, in modalità ti dallo stesso edu- sta mettendo a pun- de infine il presidente di Cgm (la più ci si augura che Regioni ed enti locali progetto educativo del
sperimentale, di nidi e scuole dell’in- catore, anche utilizzando gli spazi del- to insieme a enti locali e Terzo setto- importante rete di imprese sociali i- «capiscano che il loro intervento è servizio e quello che
fanzia – le parole del presidente del le scuole lasciate vuote fino a settem- re per riaprire in sicurezza i parchi a taliane) Giuseppe Bruno, che ricorda necessario per rendere realmente e- avviene in famiglia con
Consiglio – oltre ai centri estivi e ad al- bre. Anche per aiutare tutti quei ge- maggio e i centri estivi da giugno. come «i servizi educativi siano molto sigibili queste misure». (A.Guer.) una co–costruzione e
tre attività ludiche ed educative de- nitori che nelle prossime settimane «Stiamo lavorando a un documento di più di un bonus baby–sitting». © RIPRODUZIONE RISERVATA co–attuazione del
stinate a nostri bambini». Anche per- torneranno a lavorare in ufficio. da sottoporre al parere del comitato © RIPRODUZIONE RISERVATA percorso»
16 PRIMO PIANO Venerdì 1 maggio 2020

Coronavirus:
il mondo
Al-Sisi aumenta ancora i suoi poteri:
in Egitto il virus è anche il dissenso
costituzionali fondamentali, metterle a disposizione di moschee e siti turistici riman- finanziario del coronavirus as- pendent lancia l’allarme di- IL GIRO DI VITE
FEDERICA ZOJA
come quello di manifestazio- quelle pubbliche, disporre la gono sigillati. Allentato, mo- sume proporzioni apocalitti- soccupazione: almeno 200mi-
Il rais potrà
C
on un numero ufficia- ne e di espressione. Questa chiusura delle scuole, sospen- deratamente, il coprifuoco che per una nazione di 100 mi- la cittadini egiziani hanno per-
le di casi superiore a settimana, però, l’introduzio- dere determinati settori lavo- notturno mentre, di giorno, lioni di cittadini impegnata a so il lavoro a seguito della chiudere scuole e
5mila e in costante au- ne di un nuovo emendamen- rativi del pubblico e porre in negozi e centri commerciali rilanciare lo sviluppo. Secon- chiusura di alberghi, resort, ri- attività e requisire
mento, l’Egitto contende il tri- to alla legge sullo stato d’e- quarantena i viaggiatori. Sen- sono aperti. Contenimento do il ministro del Turismo, storanti, bar, negozi sul Mar
ste record di contagi da Covid- mergenza ha attribuito ulte- za l’assenso e il vaglio di altri del virus, sicurezza del Paese e Khaled el-Enany, la perdita de- Rosso. Gli fa eco al-Araby al- i centri medici
19 al Sudafrica e di decessi al- riori prerogative al presidente poteri dello Stato. pure controllo del dissenso rivante dallo stop del settore è Jadid, che calcola la perdita di senza l’avallo
l’Algeria. La presidenza di Ab- tra cui quella di requisire le Nel frattempo, nella pratica, i- fanno a pugni, però, con le ra- di un miliardo di dollari al me- posti di lavoro su tutto il terri- di altri organi
del Fattah al-Sisi ha disposto il strutture mediche private per stituti scolastici, università, gioni economiche: l’impatto se. Il quotidiano Egypt Inde- torio in almeno 3 milioni. Il tu-
rinnovo per altri tre mesi del- rismo, in tempi di stabilità, as-
Rinnovato
lo stato di emergenza già in vi- sicura 12,5 miliardi di dollari per 3 mesi lo stato
gore per fare fronte a condi- l’anno al Cairo. d’emergenza. Con
zioni «pericolose» in termini Nel frattempo, la caduta libe- oltre 5mila casi,
sanitari e di sicurezza: in par- ra del prezzo del petrolio ha
ticolare, si legge nel testo pub- assestato un altro fendente al
il Paese contende
blicato nella Gazzetta ufficia- Paese: non è solo una que- il «primato»
le, «le Forze Armate e la Poli- stione di entrate minori a pa- al Sudafrica
zia devono adottare tutte le rità di export, ma anche di fles-
misure necessarie per la dife- sione di rendite derivanti dai
sa dal terrorismo, per garanti- lavoratori impiegati nel com-
re la sicurezza e tutelare le pro- parto petrolifero nel Golfo e o-
prietà pubbliche e private e la ra disoccupati. Il Cairo ha
vita dei cittadini». chiesto al Fondo monetario
Anche in tempi di virus, dun- internazionale un nuovo pre-
que, il nemico numero uno ri- stito. L’obiettivo macro-eco- Libano, vince
mane il terrorismo. E si con- nomico è non rendere vani i
fermano vittime collaterali sacrifici sopportati finora: sva- la rivolta:
delle reti a strascico di eserci- lutazione della moneta, taglio chiesto aiuto
to e polizia tutti gli oppositori dei sussidi, riduzione dei po-
politici, veri e presunti. Per il sti pubblici. Ma quello micro
al Fmi
Paese, nei fatti, il cambiamen- è altrettanto importante per il
to rispetto allo scenario pre- sistema politico-militare: pre- Il Libano chiederà
epidemia è relativo: la legge venire, o almeno attutire, lo aiuto al Fondo
marziale è operativa da tre an- scontento sociale. Quello e- monetario
ni in Egitto, disposta nell’apri- sploso nel settembre 2019 e internazionale (Fmi)
le 2017 dopo un duplice at- oggi, a maggior ragione, die- nell’ambito di un
tentato contro la minoranza tro l’angolo. piano di salvataggio
cristiana. Sono sospesi diritti Pompiere al Cairo, con rigorosa mascherina, annuncia la fine del digiuno quotidiano del Ramadan con un colpo di cannone / Ansa © RIPRODUZIONE RISERVATA economico per uscire
dalla peggiore crisi
degli ultimi decenni.
LE MISSIONI Una recessione che la
Mercenari Usa La diffusione del coronavirus 187 quarantena dovuta
alla pandemia di
e truppe francesi nel mondo Paesi colpiti Covid-19 ha
ulteriormente acuito.
in fuga da Sahel Nei giorni scorsi, i
manifestanti sono
e Afghanistan tornati per le strade in
Libano per esprimere
la rabbia contro le
FRANCESCO PALMAS
Oceano condizioni di vita
Atlantico insostenibili e

È
un primo fuggi fuggi dal- chiedere al governo di
l’Afghanistan. Più delle trat- rivolgersi al Fmi. A
tative con i taleban ha po- Tripoli, la protesta ha
tuto la paura del coronavirus. Il incendiato le ultime
Pentagono ha mobilitato in tutta tre notti: negli scontri
fretta la flotta da trasporto strate-
gico ed evacuato mille contractor.
3.249.022 Oceano Oceano
è stata ferita una
trentina di persone.
Attualmente operano nel Paese Totale contagi Pacifico Tensioni notturne si
centrasiatico più di 26.500 merce- Indiano sono registrate anche
nari, tutti sul libro paga del Penta- a Beirut. Il crollo
gono; solo 10.500 sono cittadini
statunitensi. Per questi, Washing- 230.804 economico è stato
uno dei fattori
ton ha un trattamento di riguardo: Totale VITTIME scatenanti nell’ottobre
il rimpatrio è una misura preven- 2019 di una rivolta
tiva, per evitare altre contamina- senza precedenti
zioni, dopo i tre casi di inizio apri- contro l’intera classe
le. Allora era stato necessario tra- TOTALE CONTAGI TOTALE VITTIME politica, accusata di
sferire gli infettati a Ramstein, in Stati Uniti 1.053.036 Iran 94.640 Svizzera 29.586 Stati Uniti 61.547 Iran 6.028 Irlanda 1.232 corruzione e
Germania, a bordo di aerei appo- Spagna 213.435 China 83.944 Portogallo 25.045 (New York) 18.076 Brasile 5.541 India 1.151 incompetenza.
sitamente equipaggiati. In Afgha- Italia 205.463 Brasile 80.246 Ecuador 24.934 Italia 27.967 Paesi Bassi 4.711 Russia 1.073 Secondo la stampa, ci
nistan sarebbe stato impossibile Regno Unito 172.478 Canada 53.907 Arabia saudita 22.753 Regno Unito 26.711 Cina 4.637 Portogallo 989 vogliono 80 miliardi di
curarli. Non c’è nemmeno un la- Francia 166.628 Belgio 48.519 Svezia 21.092 Spagna 24.543 Turchia 3.174 Ecuador 900 dollari per uscire dalla
boratorio ad hoc per la profilassi. 39.512 20.612
recessione in corso.
Germania 162.123 Paesi bassi Irlanda Francia 24.376 Svezia 2.586 Perù 943
Per l’Istituto Johns Hopkins si re-
Turchia 120.204 India 34.780 Messico 17.799 Belgio 7.594 Svizzera 1.737 Romania 792
gistrerebbero nel Paese più di un
migliaio di casi di coronavirus. Nel- Russia 106.498 Perù 33.931 Singapore 16.169 Germania 6.518 Messico 1.732 Indonesia 784
l’altro fronte caldo della guerra al FONTE: Johns Hopkins University & Medicine Dati aggiornati a ieri 30 aprile ore 21.00
terrorismo, i francesi sono pru- Johnson:
denti, colpiti al cuore dello stato
maggiore saheliano dall’epidemia TRUMP MEDITA RITORSIONI SULLA CINA E RIPRENDE A VIAGGIARE «Raggiunto
di coronavirus. Per ora si tratta di il picco
una decina di casi, ma le fonti ri-
feriscono anche di operativi infet-
tati. Il ritmo dei combattimenti
Più di mezza America riapre, l’orrore dei cadaveri a New York dei contagi»
non ne avrebbe ancora risentito.
L’area è in pieno fermento. Gli a-
mericani stanno spostando le for-
ELENA MOLINARI
New York
ti fissati dall’Amministrazione, a par-
tire dalla riduzione dei casi negli ul-
timi 15 giorni.
stra come l’emergenza abbia soffo-
cato gli obitori e le camere mortua-
rie di ospedali e cimiteri della Gran-
nanziari» alla Cina per i costi della
crisi, biasimando la sua gestione del-
la pandemia di coronavirus. Fra le i-
674
i morti ieri nel Regno

D
ze speciali da Arlit, in Niger, alla re- a oggi, più di mezza Ameri- Il presidente Donald Trump aveva già de Mela, dove sono decedute più di potesi esportare c’è quella di cancel-
gione turbolenta della triplice fron- ca tornerà al ristorante, dal ventilato la possibilità di non esten- 18mila persone. I gestori dell’agenzia lare parte dei debiti obbligazionari Unito arrivati a 26.711
tiera. Non partiranno più, come parrucchiere e a fare shop- dere i provvedimenti federali prima funebre di Brooklyn sono stati inter- con Pechino. Trump ha anche chie- complessivi: per Boris
minacciato a gennaio. ping, e anche l’altra metà non sarà di Pasqua, ed era stato persuaso a far- rogati e rischiano pene gravi, mentre sto ai servizi di intelligence di inda- Johnson «è il picco»
Nel Sahel, il coronavirus fa un po’ più tenuta a rispettare le direttive sul lo dal suo staff. Ma la crisi sanitaria non si hanno notizie di dove i corpi gare sulle origini del virus e sulla ri-
meno paura. Diversa la situazione distanziamento sociale. Nonostante nel Paese resta rinvenuti verran- sposta delle autorità di Pechino alla
nel Corno d’Africa. La task force
statunitense per l’area ha rilancia-
to lo stato d’emergenza sanitaria
gli avvertimenti delle autorità sani-
tarie e nonostante la conta giorna-
liera dei morti da Covid-19 superi an-
grave, soprattutto
in alcune città. A
ricordarlo, tragi-
Su un camion a Brooklyn no ora portati.
decine di corpi ammassati Nonostante le ria-
perture, dunque,
sua diffusione, e questi hanno con-
cluso che il nuovo coronavirus non
è stato «creato dall’uomo o geneti-
500 milioni
i nuovi poveri,
appena dichiarato dal generale co- cora le 2mila vittime, sono almeno camente, è stato il da giorni. Il presidente la realtà sul terre- camente modificato» ma stanno an-
mandante la guarnigione di Gibu- 28 su 50 gli Stati che da oggi allente- macabro ritrova- ventila la possibilità di no lascia la mag- cora esaminando se le origini della secondo il segretario
ti. La misura preventiva durerà un ranno le restrizioni contro i contagi mento a New York «indennizzi finanziari» da gior parte degli a- pandemia siano legate al contatto Onu Guterres, che la
mese, condizionando i 4.500 mili- da coronavirus, proprio mentre sca- di una montagna
Pechino. Ma per gli 007 il mericani profon- con animali infetti o a un incidente crisi potrebbe creare
tari e civili del Pentagono e le cen- dono le linee guida decise dalla Ca- di cadaveri in de- damente timoro- in un laboratorio cinese.
tinaia di contractor dislocati fra sa Bianca 45 giorni fa. composizione Covid non è stato creato si, anche se le Ma un vero ritorno alla normalità, in
Camp Lemonnier, il porto di Gi-
buti e l’aerodromo di Chabelley.
Sebbene non si registri nessun ca-
Tra i primi a ricominciare c’è stata la
Florida, che da almeno una settima-
na ha riaperto le sue spiagge, e il We-
ammassati den-
tro un furgone e all’interno del ri-
morchio di un camion, parcheggiati
chiusure forzate
per contenere i contagi hanno avu-
to un prezzo enorme, portando alla
Cina come negli Usa, dipende dalla
disponibilità di un vaccino, e
Anthony Fauci, l’autorevole virologo
100mila
sono gli esponenti di
so di coronavirus nella guarnigio- st Virginia, dove oggi potranno a tor- davanti a un’agenzia funebre di una perdita di oltre 30 milioni di posti di della task force della Casa Bianca
ne, a Gibuti la pandemia sta dila- nare a lavorare anche i dentisti, una delle strade più affollate di Brooklyn. lavoro. Il presidente Usa, che ieri ha contro il coronavirus, non esclude equipaggi bloccati sulle
gando, con oltre un migliaio di ca- delle categorie più a rischio. Molti La scena dell’orrore segue le terribi- ripreso a spostarsi in aereo, andan- che gli Stati Uniti possano produrne navi da crocere a causa
si in due settimane. Stati hanno dato il via alla riapertu- li immagini delle fosse comuni ad do in Arizona, sta esplorando la pos- uno entro gennaio. della crisi sanitaria
© RIPRODUZIONE RISERVATA ra anche se non rispettano i requisi- Hart Island, l’isola dei disperati, e mo- sibilità di chiedere «indennizzi fi- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 1 maggio 2020 ATTUALITÀ 17

IL NAUFRAGIO ■ Continenti

Sulla “Strage di
Pasquetta”, Gafà,
mediatore con la
Malta, prime ammissioni: VATICANO

Provvedimenti
per inchiesta Londra

«Respingimenti da 3 anni»
Libia, rivela: «L’ho
fatto su ordine del «Sono stati disposti provvedi-
premier Abela, come menti individuali per alcuni di-
pendenti della Santa Sede, al-
altre volte». Intanto la scadenza di quelli adottati
La Valletta avverte all’inizio dell’indagine sugli in-
l’Ue: porti chiusi NELLO SCAVO poli. Sulla stessa barca c’erano razioni negli ultimi tre anni». tare nei dettagli la ricostruzio- tra cui il Jesuit Refugee Service, vestimenti finanziari e nel set-
per coronavirus, cinque cadaveri». Incalzato dal- Nei giorni scorsi Gafà aveva ne e visionare i documenti in la Daphne Caruana Galizia tore immobiliare della Segre-

A
ltri 57 migranti sono sta- la giornalista Sylvana Debono, pubblicamente attaccato pub- possesso del nostro giornale, Foundation, l’Ong Repubblika teria di Stato». Lo ha confer-
da ora barconi ti intercettati dal solito il negoziatore maltese, già no- blicamente Avvenire. Ma ora in vista dell’interrogatorio del e numerose altre, hanno chie- mato il direttore della Sala
quarantena motopesca libico–mal- to per la sua dichiarata avver- Newsbook, che ha avuto acces- primo ministro Abela, atteso sto al premier di «dire la verità» Stampa vaticana Matteo Bru-
tese dalla tripla identità, sta- sione nei confronti della repor- so a fonti investigative, scrive per i prossimi giorni. sulle intese segrete con la Libia, ni, rispondendo alle domande
volta in vista di un trasbordo su ter Daphne Caruana Galizia, che «questa dichiarazione giu- Sull’isola c’è un certo scettici- e alle autorità di non spegnere dei giornalisti.
una nave quarantena: Malta uccisa nell’ottobre 2017, ha ag- rata è arrivata dopo che il gior- smo per gli sviluppi di un’in- i riflettori e indagare sulle re-
non vuole rischiare l’ennesimo giunto: «Ho fatto tutto questo nale Avvenire ha rivelato, con chiesta che rischia di mettere sponsabilità dei respingimenti
respingimento illegale. A La Val- su istruzioni dell’Ufficio del Pri- una inchiesta che ha smentito alla sbarra l’intero governo e i vietati dal diritto internaziona- LIBIA
letta, infatti, c’è stato un colpo mo Ministro, dopo che il sud- colpo su colpo le dichiarazio- vertici delle forze armate. Già le e compiuti segretamente in
di scena. Nell’inchiesta sulla detto ufficio mi ha chiesto di ni ufficiali de La Valletta ciò che nei mesi scorsi Malta aveva vi- questi tre anni. Non è dato sa- Al-Sarraj dice no
“Strage di Pasquetta” ha fatto le
prime ammissioni Neville Gafà,
aiutare attraverso il coordina-
mento diretto con il ministero
è accaduto nelle fatidiche ore
in cui Malta, l’Italia e l’Ue han-
sto cadere un intero governo a
causa dell’inchiesta sul mo-
pere, infatti, quanti episodi sia-
no avvenuti, quanti altri morti
alla tregua di Haftar
l’uomo che ha rivendicato il ne- degli Affari interni libico e la no fatto del loro meglio per sot- vente e i responsabili dell’omi- e dispersi in mare vi siano sta- Il Governo di accordo nazio-
goziato con le fazioni libiche Guardia costiera libica. Mi è sta- trarsi al loro dovere di salvare cidio di Daphne Caruana Gali- ti, e se davvero Malta ha potu- nale libico (Gna) guidato da
per organizzare la cattura e il to chiesto di farlo poiché sono vite umane». E ieri il Tribunale zia. E ora una ventina di orga- to agire indisturbata senza che Fayez al–Sarraj ha respinto la
respingimento di migranti. stato coinvolto in queste ope- della capitale ha voluto ascol- nizzazioni della società civile, il principale vicino, l’Italia, si ac- tregua proposta dal generale
Davanti al giudice Joe Mifsud, corgesse di nulla. Khalifa Haftar nel mese sacro
IL FATTO Gafà ha dichiarato di avere Per ore intanto si erano perse del Ramadan. In una nota, il
coordinato personalmente notizie di un altro gommone Gna sottolinea che per rag-
Alla deriva anche il respingimento con- partito dalla Libia con 57 per- giungere una vera tregua ser-
per 5 giorni: clusosi con 12 morti nei gior- sone. Ieri il motopesca “Mae Ye- vono delle «garanzie» e ha det-
ni seguenti la Pasqua. E di a- manje”, che viaggia anche con to di non fidarsi dell’uomo for-
12 le vittime verlo fatto per ordine del pri- il nome di “Dar al Salam 1”, ma te della Cirenaica che lunedì
Nei giorni scorsi mo ministro Robert Abela, a risulta registrato anche come scorso in tv si è autoprocla-
l’agenzia Ue Frontex ha sua volta indagato per l’omis- “Maria Christina” – secondo u- mato rais della Libia.
confermato ad sione di soccorso. na modalità di registrazione na-
Avvenire che tra il 9 e Non solo. Rispondendo alle do- vale vietata da tutti i codici – ha
l’11 aprile i suoi aerei mande di Newsbook, il portale raggiunto i naufraghi. Verran- COLOMBIA
avevano avvistato vari d’informazione di ispirazione no trasbordati su una motona-
barconi, tutti segnalati cattolica a Malta, Gafà ha pre- ve turistica maltese, che do- Trucidati attivista
a Malta e Italia. Un
gommone è stato
cisato di suo pugno: «Confer-
mo che nella notte di Pasqua e
vrebbe poi sostare a 13 miglia
dall’isola per il periodo di qua-
e la famiglia
soccorso da Malta, due nei giorni seguenti sono stato A sinistra: una delle “navi rantena. Il governo di Malta ha Un commando ha ucciso l’at-
dalle navi umanitarie. Il coinvolto in una missione in cui fantasma” utilizzate per già avvisato l’Ue: da ora mi- tivista Alvaro Narváez Daza,
quarto, con 63 persone, una nave con 51 migranti irre- catturare i migranti. Sopra: granti al largo su "barconi qua- presidente della Giunta di a-
è stato lasciato alla golari tra cui 8 donne e 3 mino- il mediatore Neville Gafà rantena". zione comunale di El Bado, nel
deriva per 5 giorni. ri è stata portata in porto a Tri- © RIPRODUZIONE RISERVATA dipartimento del Cauca. Insie-
Nella notte del 15 aprile me a lui sono stati massacrati
un peschereccio inviato anche il figlio, la nipote 15en-
segretamente da Malta ne e la moglie. L’altro figlio è ri-
ha soccorso 56
persone: 7 erano
Ue: in Grecia La Ue non nasconde la preoccupazione
per la condizione dei profughi nei centri
in cui non può essere praticato il
distanziamento sociale» ha dichiarato il
non c’è capacità medica per affrontare
una potenziale esplosione del virus.
masto ferito in modo grave.

disperse in mare. situazione in Grecia. «La situazione dei migranti e commissario Ue per la Gestione delle Lavoriamo con Onu e ong» e vari
Durante il lungo viaggio dei profughi, specialmente nei campi» crisi, Janez Lenarcic. «I campi sono strumenti «per fornire l’assistenza ISRAELE
verso Tripoli altri 5 sono
preoccupante delle isole in Grecia «è una grande sovraffollati, perciò estremamente necessaria, sperando di essere in
poi deceduti. preoccupazione perché sono situazioni vulnerabili alla diffusione del virus e grado di evitare la diffusione del virus». Dieci Paesi della Ue:
stop alle colonie
Guidati dalla Gran Bretagna, 10
LO STUDIO CHE PREOCCUPA DOPO L’ESAME DELLE OSSA NEL CIMITERO TEUTONICO, CHIUSO IL CASO ambasciatori europei, Italia

Allarme clima: «Resti più antichi di un secolo


compresa, hanno presentato
«un passo formale» al governo
israeliano sia sull’avvio il pros-
simo 3 maggio del bando di co-
struzione di nuove case a Gi-

al Polo Nord +20° Non sono di Emanuela Orlandi» vat Hamatos, oltre la Linea Ver-
de a Gerusalemme est sia sul-
la eventuale annessione di par-
ti della Cisgiordania. Passi «u-

M
entre l’intero pianeta è al- cussioni naturali e ambientali. Tra Roma sigillati, presso la Gendarmeria». rizzato l’accesso alla sepoltura e l’a- nilaterali» che potrebbero dan-
le prese col coronavirus, è cui la "spinta" dell’aria gelida al di Come si ricorderà i resti umani erano pertura non di una, ma di due tom- neggiare – hanno aggiunto – gli

R
sempre più alto anche fuori dell’Artico, e che potrebbe an- isalgono ad almeno 100 anni stati ritrovati lo scorso mese di luglio be vicine ubicate all’interno del sforzi di riavvio dei colloqui di
l’altro allarme, quello del riscalda- dare verso il nord America, ripor- fa i resti umani rinvenuti in al- negli ossari adiacenti alle due tombe Camposanto. Entrambe le tombe e- pace. I rappresentanti europei
mento globale. Gli ultimi studi in tando l’inverno in alcuni Stati del Ca- cuni ossari del Camposanto aperte su richiesta della famiglia di E- rano risultate vuote. hanno chiesto il congelamen-
particolare registrano un caldo re- nada e degli Stati Uniti. Inoltre le cor- Teutonico in Vaticano. Per questo mo- manuela, la figlia di un dipendente Da successivi accertamenti era emer- to del bando per le nuove ca-
cord al Polo Nord. Con una tempe- renti polari potrebbero ritrovarsi di tivo il procedimento relativo alla pre- della Santa Sede che risiedeva con la so che tra gli anni ‘60 e ‘70 del secolo se dei coloni.
ratura che addirittura raggiunge an- fronte a quelle più calde, in salita, sunta sepoltura nello stesso cimitero famiglia all’interno dello Stato, scom- scorso erano stati effettuati lavori di
che i 20 gradi in più rispetto alle me- provenienti dal Golfo del Messico, di Emanuela Orlandi «è stato archi- ampliamento del Collegio Teutonico.
die climatiche di riferimento per il innescando così delle "super-celle" viato dal giudice unico dello Stato La decisione è del giudice Erano stati così individuati due ossa-
Circolo polare Artico. Secondo le negli Stati centrali, e il conseguente della Città del Vaticano, che ha inte- unico dello Stato della ri collocati sotto la pavimentazione di
mappe del Centro meteo america- rischio della formazione di tornado. gralmente accolto la richiesta del- Città del Vaticano. Ma la un’aerea all’interno dello stesso Col- I preti del decanato di Monza,
no Gfs (Global forecast system) il cal- Intanto l’attivista per il clima Greta l’Ufficio del promotore di giustizia». legio, chiusi da una botola. Le verifi- con il Vicario Episcopale,
do che si registra al Polo nord sareb- Thunberg ha lanciato una campa- Lo rende noto un comunicato della famiglia può continuare che sulle ossa – si legge nella nota di affidano al Signore della vita il
be dovuto all’alta pressione prove- gna in favore dei diritti dei bambini Sala Stampa della Santa Sede, pub- in proprio gli accertamenti ieri – «effettuate dal prof. Giovanni Ar- papà di don Gaudenzio
niente dall’Asia che è riuscita ad ar- per sostenere gli sforzi dell’Unicef in blicato ieri, in cui si precisa anche cudi, perito d’ufficio, alla presenza dei
rivare alle aree artiche, colpendo la risposta alla pandemia di Covid-19. che in spirito di collaborazione e di parsa il 22 giugno 1983 in centro a Ro- consulenti della famiglia Orlandi, han- ALDO
zona, come per esempio la Siberia. «Come la crisi climatica, la pande- attenzione alle istanze dei familiari ma. Il tutto in seguito a una segnala- no portato a concludere che i fram-
La diretta conseguenza del riscalda- mia di coronavirus è una crisi dei di- della ragazza scomparsa, «il provve- zione anonima che indicava una tom- menti rinvenuti sono databili ad epo- SANTAMBROGIO
mento al polo Nord potrebbe essere ritti dei bambini – ha detto Thunberg dimento di archiviazione lascia alla ba del Cimitero Teutonico come pos- ca anteriore alla scomparsa della po- e pregano il Signore perché
una probabile accelerazione del tas- – Colpirà tutti i bambini, ora e nel famiglia Orlandi di procedere, priva- sibile luogo di sepoltura di Ema- vera Emanuela». Il legale della fami- l’accolga nella sua casa per
so di fusione dei ghiacci artici, che lungo termine, ma i gruppi vulnera- tamente, ad eventuali ulteriori ac- nuela. Il promotore di giustizia, Gian glia però annuncia la volontà di con- donargli la ricompensa di chi ha
già si trovano al di sotto della media. bili saranno i più colpiti». certamenti su alcuni frammenti già Piero Milano e il suo aggiunto Ales- tinuare negli esami. (r.r.) vissuto con responsabilità e
Questo potrebbe avere gravi riper- © RIPRODUZIONE RISERVATA repertati e custoditi, in contenitori sandro Diddi, avevano perciò auto- © RIPRODUZIONE RISERVATA
generosità il dono della paternità.
MONZA, 1 maggio 2020

NORD DEL MOZAMBICO COME USA E ISRAELE CONTRO GLI SCIITI LIBANESI
I preti ’98 sono vicini a don
Grido d’allarme del vescovo di Pemba:
«È in corso una guerra per le risorse» Berlino mette Hezbollah fuori legge Gaudenzio Santambrogio in
occasione della morte
del suo caro
Maputo mane, ha detto il pastore CAMILLE EID polizia hanno condotto ieri terroristica e non darle aiuti
papà
ad Aiuto alla Chiesa che mattina una serie di raid in 4 né diretti né indiretti». Plau-
ALDO
«C I
i sono stati soffre (Acs). Di recente, nel l governo tedesco mette moschee e organizzazioni a so anche da parte di Wa-
centinaia di mirino sono finite le chie- al bando le attività di Berlino, Dortmund, Munster shington. Il divieto tedesco, e pregano perché la luce della
morti, migliaia se, più volte bersaglio di fe- Hezbollah sul proprio e Brema ritenute legate al ha detto l’ambasciatore Usa Pasqua sia fonte di consolazione.
di persone sono state cac- roci attentati in cui sono territorio. Lo ha annunciato movimento sciita. a Berlino, Richard Grenell, VENEGONO INFERIORE,
ciate dalle proprie case. morte decine di persone. il portavoce del ministro del- Secondo i servizi di intelli- «rispecchia la determinazio- 1 maggio 2020
Nella nostra provincia ab- «Non sappiamo chi sia die- l’Interno, confermando la gence tedeschi, in Germania ne dell’Occidente a far fron-
biamo oltre 200mila rifu- tro tutto questo ma imma- notizia anticipata dalla Bild. si trovano circa 1.050 mem- te alla minaccia globale rap-
giati. Il popolo qui ha po- giniamo abbia a che fare «Hezbollah – aveva dichiara- bri e sostenitori di Hezbol- presentata» dal movimento,
chissimo e il poco che ha lo con le risorse naturali», af- to al quotidiano il ministro lah, anche se non riuniti in al quale «non può essere NECROLOGIE
sta perdendo a causa di ferma il vescovo. dell’Interno Horst Seehofer un’organizzazione vera e consentito di utilizzare l’Eu- Per E-MAIL:
questa guerra». È un grido La matrice religiosa, legata – è un’organizzazione terro- propria. Il premier israelia- ropa come rifugio sicuro per necrologie@avvenire.it
Per FAX allo 02/6780.446
disperato quello di monsi- all’estremismo islamista, ristica che ha commesso un no ha salutato la decisione di sostenere il terrorismo». SI RICEVONO
gnor Luiz Fernando Lisboa, sarebbe dunque solo un gran numero di attacchi e ra- Berlino, che segue in questa Gli Stati Uniti, ha affermato dalle ore 14 alle ore 19.30
vescovo di Pemba, nella re- pretesto. Anche perché, co- pimenti in tutto il mondo», mossa gli Usa, Gran Breta- il diplomatico, sono pronti a al numero 02/6780.200
€ 3,50 a parola + Iva
gione mozambicana di Ca- me ha sottolineato monsi- aggiungendo che «le sue at- gna, Canada e Australia. «Le lavorare con gli alleati euro- adesioni
bo Delgado. Nell’area è in gnor Lisboa, le autorità mu- tività illegali e la preparazio- nazioni amanti della pace – pei «per negare» a Hezbollah € 5,10 a parola + Iva
con croce € 22,00 + Iva
corso un conflitto dimenti- sulmane di Cabo Delgado ne dei suoi attacchi si svol- ha detto Benjamin Ne- «qualsiasi spazio di opera- con foto € 42,00 + Iva
cato, la cui violenza è au- e dell’intera nazione han- gono anche sul suolo tede- tanyahu – devono condan- zione» in Europa.
mentata nelle ultime setti- no condannato gli attacchi. sco». Centinaia di agenti di nare questa organizzazione © RIPRODUZIONE RISERVATA
NECROLOGIE
18 CATHOLICA Venerdì 1 maggio 2020

IL FATTO
Le nomine di
Francesco hanno
puntato su preti che
Chiese di Milano e Agrigento in festa
Due vescovi ausiliari, un coadiutore
già ricoprivano
ruoli importanti
all’interno delle
proprie diocesi.
L’annuncio nelle
Chiese siciliane alla
presenza di pochi
collaboratori a causa
della pandemia SICILIA LOMBARDIA

Prete cresciuto a Trapani Sono don Giuseppe Vegezzi


don Damiano affiancherà e don Giovanni Raimondi
Nocera-Sarno il cardinale Montenegro scelti tra i vicari episcopali
Il «Discorso LILLI GENCO meraviglie di Dio nella propria ENRICO LENZI comunione con il Papa e con il
alla città» Trapani vita». Milano collegio episcopale e a essere
Una vocazione adulta quella di presenza disponibile e operosa
di Giudice
D «D
on Alessandro Da- don Alessandro, cresciuto nel- esidero esprime- nella Conferenza episcopale
miano, 59 anni, vica- la comunità della Cattedrale re a nome di tut- lombarda e nella Conferenza e-
Non si è potuto rio generale della dio- negli anni dei primi sbarchi di ta l’arcidiocesi la piscopale italiana». L’emergen-
svolgere come cesi di Trapani, è il nuovo ve- immigrati a Trapani. Dopo il di- mia più sentita riconoscenza a za, oltre a impedire l’annuncio
sempre in apertura scovo coadiutore di Agrigento. ploma e una breve esperienza papa Francesco che conferma secondo una prassi consolida-
della novena per san L’annuncio, alle 12, è stato da- lavorativa, gli studi presso il Se- la sua attenzione, la sua stima, ta, al momento «impedisce an-
Prisco, patrono della to, contemporaneamente alla minario Romano maggiore e A sinistra, il vescovo coadiutore eletto Damiano con Fragnelli la sua sollecitudine per la no- che di fissare la data della con-
diocesi di Nocera Sala Stampa vaticana, a Trapa- l’ordinazione il 24 aprile 1987 a stra Chiesa diocesana». È il pas- sacrazione episcopale e – ag-
Inferiore–Sarno e della ni dal vescovo Pietro Maria Fra- Trapani, città nella quale è na- saggio centrale del messaggio giunge ancora l’arcivescovo
città di Nocera gnelli e ad Agrigento dal cardi- to il 13 luglio 1960. Da allora di- che l’arcivescovo di Milano, Delpini – non consente di e-
Inferiore, ma il nale Francesco Montenegro versi incarichi in cui ha alter- Mario Delpini ha rivolto alla sprimere in modo adeguato la
vescovo Giuseppe che ha voluto precisare di ave- nato le responsabilità diocesa- Chiesa ambrosiana per annun- gioia di tutti noi e in particola-
Giudice ha voluto re chiesto lui stesso la nomina ne alla vita in parrocchia. Dal- ciare, in contemporanea con la re delle comunità e delle per-
comunque rivolgere il di un coadiutore al Papa. la prima esperienza di "Unità Sala Stampa vaticana, la nomi- sone che hanno con gli eletti
proprio Discorso alla «Per poter vivere insieme que- pastorale" vissuta in diocesi a na di due nuovi vescovi ausilia- legami speciali di affetto e di
città, un sti mesi fino alla quella di Cancellie- ri. Si tratta di mon- riconoscenza».
appuntamento atteso scadenza del mio La richiesta re della Curia per signor Giuseppe L’arcivescovo Dunque la data per
dai fedeli del territorio. mandato», ha chia- di un aiuto poi assumere la gui- Natale Vegezzi, fino- Delpini l’ordinazione epi-
«Il nostro cuore è rito l’arcivescovo «per questi da della comunità ra vicario episcopa- esprime la sua scopale verrà fissa-
cambiato, la che il prossimo me- parrocchiale "Cristo le per la zona pasto- ta quando l’emer-
pandemia ha scavato se compirà 74 anni, ultimi mesi Re" in uno dei quar- rale II (Varese) del- gratitudine e genza consentirà di
nell’intimo e messo a e ha inviato il subi- di mandato» tieri più popolari l’arcidiocesi di Mila- della Chiesa tornare a una nor-
nudo fragilità, ferite, to il suo saluto in di- è stata fatta della città. Nel frat- no e di monsignor nei confronti male attività pasto-
retta facebook al- tempo le licenze di Giovanni Luca Rai-
paure – dice il il
vescovo l’arcivescovo eletto
dal presule teologia morale e in mondi, finora vica-
del Pontefice rale con la celebra-
zione anche delle
nell’introduzione del e alla Chiesa di Tra- al Papa diritto canonico per rio episcopale per la per le nomine Messe con la pre-
Discorso alla città –. pani «nel segno di nuovi servizi: al zona pastorale IV senza del popolo.
Ma ha tirato fuori una comunione che sorge tra fianco della pastorale familiare, (Rho) dell’arcidiocesi ambro- Monsignor Giuseppe Natale Ve-
anche risorse e le due Chiese e che potrebbe nella cura dei separati e divor- siana. In contemporanea alla gezzi è nato a Nerviano, in pro-
capacità che non continuare». Con semplicità ha ziati, dei disabili del centro "Vil- nomina dei due nuovi ausilia- vincia di Milano, il 30 gennaio
pensavamo di condiviso la lettera del nuovo la Betania", poi vicario giudi- ri, il Papa ha anche accettato la 1960. Ha quindi 60 anni com-
possedere. Tra le arcivescovo coadiutore con i ziale, e dal 2013, giudice del tri- rinuncia all’ufficio di ausiliare piuti. Si è formato nel Semina-
lacrime ci ha fatto saluti all’arcivescovo emerito di bunale ecclesiastico siculo. Nel Il vescovo ausiliare eletto di Milano Giuseppe Vegezzi presentata da due vescovi am- rio ambrosiano, ricevendo l’or-
intravedere il mondo Agrigento, Carmelo Ferraro, al- 2014 il vescovo Pietro Maria brosiani: Luigi Stucchi ed Er- dinazione sacerdotale il 9 giu-
che vorremmo le autorità civili e militari e ai Fragnelli lo ha nominato vica- minio De Scalzi, che hanno rag- gno 1984. È stato viceparroco a
costruire, quando «laici, presbiteri, diaconi, se- rio generale. Commosso, sep- giunto il limite d’età dei 75 an- Luino e a Cerro Maggiore (en-
tutto sarà finito, a minaristi, religiosi e religiose, pur nella sobrietà richiesta dal- ni. L’annuncio dei nuovi vesco- trambe in provincia di Varese) e
livello personale, uomini e donne di buona vo- l’emergenza sanitaria, il mo- vi ausiliari non ha potuto avve- dal 1993 al 2002 ha svolto il ruo-
sociale, politico ed lontà». «In questo tempo ine- mento vissuto a Trapani. Il ve- nire secondo la prassi consue- lo di oblato vicario per le Vica-
ecclesiale. Ed ecco dito – ha scritto don Alessan- scovo Fragnelli, tra la commo- ta con la convocazione in curia rie. Nel 2002 è diventato parro-
allora – aggiunge il dro nel suo primo messaggio al zione dei pochi presenti - i del clero e dei fedeli ambrosia- co a Milano di San Cristoforo e
vescovo – la cornice cardinale Montenegro – espri- membri del Collegio dei con- ni e l’annuncio dato dall’arci- Santa Maria delle Grazie al Na-
di riferimento in cui ma la mia vicinanza agli am- sultori e i vicari foranei - ha do- vescovo in modo solenne. Que- viglio, mentre nel 2012 aveva as-
collocare il Discorso malati e a quanti se ne prendo- nato all’arcivescovo eletto "l’a- sta volta, a causa dell’emergen- sunto la guida della parrocchia
alla città di no cura, alle famiglie e ai lavo- nello del concilio". «In questo za sanitaria legata alla pande- di San Vittore in Rho. Dal 2018
quest’anno: riflessioni ratori preoccupati per l’avveni- momento di rinnovata tessitu- mia provocata dal coronavirus, era stato nominato vicario epi-
e indicazioni re, ai migranti che giungono ra dei rapporti tra le nostre dio- l’arcivescovo Delpini ha scelto scopale per la zona pastorale II
indirizzate al mondo nelle nostre coste. La disponi- cesi, non posso fare a meno di una lettera all’arcidiocesi per dell’arcidiocesi corrisponden-
sociale ed ecclesiale bilità espressa a papa France- ricordare come Agrigento ha comunicare la nomina di que- te alla provincia di Varese.
per continuare a sco è il nuovo "sì" che rivolgo a donato settant’anni fa alla no- sti due nuovi vescovi ausiliari, Compirà 54 anni il prossimo 22
tessere la tela del Gesù e alla Chiesa, il "sì" degli stra Chiesa il vescovo santo Fi- chiamati a diventare ancora di novembre, invece, monsignor
bene ed educarci ad operai del Regno, l’ottavo che lippo Jacolino. Da allora sono più suoi stretti collaboratori. Giovanni Luca Raimondi, nato
un nuovo modo di ripeto in questi 33 anni di mi- cambiate tante cose nella Chie- «Monsignor Raimondi e mon- nel 1966 a Cernusco sul Navi-
gestire la vita, più nistero presbiterale», ministero sa e nella società ma – ha con- signor Vegezzi – ricorda lo stes- glio in provincia di Milano. An-
attenti alle relazioni di chi «non va in cerca di suc- cluso Fragnelli – oggi come ie- so Delpini – già ricoprono in che per lui la formazione verso
familiari e amicali, più cessi personali ma nella consa- ri, contano solo testimoni cre- diocesi ruoli di grave responsa- il sacerdozio è avvenuta nel Se-
parsimoniosi nella pevolezza delle proprie fragi- dibili della "gioia del Vangelo"». bilità. L’elezione all’episcopato minario diocesano. Sacerdote
gestione delle risorse, lità, si sforza di riconoscere le ©RIPRODUZIONE RISERVATA Il vescovo ausiliare eletto di Milano Giovanni Luca Raimondi li chiama a una più profonda dal 13 giugno 1992 ha svolto la
per rimetterci in sua missione in diverse parroc-
cammino ancora più chie: viceparroco a Busto Arsi-
ricchi di fede e di vita zio dal ’92 al 2000, poi a Desio
nuova». Non manca Il vescovo di Fidenza, Ovidio Vezzoli, ha sentire la loro voce rilevando che, chi era dei disoccupati dal 1 marzo, di chi ha fino al 2008 quando è diventa-
anche una carrellata
Fidenza apre annunciato un’importante iniziativa, fragile prima, lo è ancor di più ora». Di qui ridotto drasticamente le occasioni di to responsabile della Comunità
attenta e puntuale di un fondo di insieme alla Caritas diocesana, intitolata l’iniziativa di una raccolta fondi, partendo lavoro, di chi non è beneficiario di altre pastorale a Bernareggio. Dal
aspetti critici, nella «Insieme per Ricominciare». «Le famiglie da «una cifra consistente messa a misure pubbliche o non ha entrate familiari 2018 è il vicario episcopale del-
speranza di poter aiuto ai poveri che vivevano in uno stato di fragilità disposizione dalla diocesi». Dal 4 maggio il superiori a 400 euro al mese a persona la zona pastorale IV che corri-
invertire la rotta. preesistente alla crisi sanitaria, hanno fatto Fondo inizierà la raccolta delle domande (info: www.caritasfidenza.it). (Q.Cap.) sponde al territorio di Rho.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE RICHIESTE DEI GENITORI AL GOVERNO

Una Fase 2 anche per le scuole: sono un elemento determinante per la ripartenza
A
lcuni Paesi europei hanno complessi e contribuirebbe a quel siva del problema. Coinvolgere i ge- quelli che vivono in aree non facil- gano i bandi per consentire a tutte nonché per la necessaria connetti-
deciso la riapertura della recupero delle comunità di vicina- nitori in questo processo servireb- mente raggiungibili dalla rete inter- le scuole di poter fruire del perso- vità di rete e con estensione del
scuola ancora prima della ri- to di cui molto si parla. be anche a renderlo più condiviso, net o le cui famiglie vivono un disa- nale docente necessario. provvedimento anche a favore degli
presa delle attività economiche per- Perché non utilizzare il tempo fra oltre che a fornire qualche possibi- gio socio economico tale da non Inoltre il rimborso alle famiglie studenti dei Centri di formazione
ché l’istruzione è considerata stra- metà maggio e l’inizio di settembre le buona idea. Ma le vacanze? Se si consentire il libero accesso alla di- delle spese scolastiche (comprese professionale; l’apertura di centri e-
tegica, non solo un obbligo per la lasciando alle scuole (che sono au- “spalma” la scuola, si possono spal- dattica a distanza. le rette) sostenute per il periodo stivi utilizzando tutti gli spazi e le
formazione delle nuove generazio- tonome,) la possibilità di speri- mare le vacanze. Solo così può venir garantita la li- marzo/giugno 2020 e detraibilità strutture rese disponibili dalla so-
ni. Il governo italiano, invece, ha de- mentare forme di riapertura che ri- L’Agesc chiede una riflessione ri- bertà di scelta educativa da parte totale per la frequenza scolastica cietà civile per garantire un servizio
ciso di non riaprire a maggio, rin- spettino i parametri generali di si- spetto al prossimo anno scolastico, delle famiglie e la libertà di inse- e per i servizi educativi nelle scuo- ai minori fino alla ripresa dell’atti-
viando tutto a settembre. Perché gli curezza e tutela di studenti e inse- che preveda prima di tutto la sicu- gnamento delle scuole paritarie me- le paritarie nel corso del 2020 ri- vità scolastica a settembre 2020; la
adulti possono andare in ufficio o gnanti, continuando ad utilizzare rezza di alunni ed insegnanti. Poi u- diante adeguati stanziamenti stata- maste a carico. creazione di un fondo statale straor-
sul tram mantenendo quella di- forme di insegnamento misto, in na maggiore flessibilità nelle moda- li straordinari per scuole e Centri di Inoltre, Agesc chiede l’attivazione dinario e strutturale di contributo
stanza e gli studenti no? Oggi non presenza e a distanza (quasi super- lità di ritorno in classe e alla didat- Formazione Professionale assieme immediata di provvedimenti a so- aggiuntivo per le scuole paritarie e
possiamo ragionare sulla scuola sol- fluo notare che parametri di sicu- tica a distanza, per alla previsione di stegno delle famiglie con figli in età i Centri di formazione professiona-
tanto per il suo valore culturale, che rezza concretamente inapplicabili garantire il diritto di Fra metà maggio e poter assumere scolare (assegno unico o provvedi- le per l’anno scolastico 2019/2020.
nessuno discute, la scuola può ave- avrebbero l’effetto contrario). accedere alle scuole settembre gli istituti personale docen- menti similari); l’aumento da 2 a 10 Possiamo solo chiedere – purché ri-
re un valore aggiuntivo, può diven- Molte scuole, statali e paritarie, so- di ogni ordine e grado potrebbero te munito di ido- milioni dello stanziamento a favore gorosamente da casa – a san Giu-
tare un elemento abilitante per la ri- no in grado di partire subito, non e all’Istruzione e For- degli alunni delle scuole paritarie seppe da Copertino, protettore de-
partenza. Tra l’altro, la scuola di ba- solo fornendo ai ragazzi e alle loro mazione Professio-
sperimentare forme di neo titolo di stu-
dio anche se in per l’acquisto di dispositivi digitali gli studenti di metterci lui una buo-
se è una scuola di prossimità, che famiglie un aiuto prezioso, ma con- nale (IeFP) a tutti gli riapertura che rispettino assenza di abilita- individuali per la fruizione delle na parola.
non comporterebbe spostamenti tribuendo alla soluzione comples- studenti, soprattutto i parametri di sicurezza zione e si dispon- piattaforme di didattica a distanza, © RIPRODUZIONE RISERVATA
20 SPECIALE CISL Venerdì 1 maggio 2020

Pagina a cura della


Confederazione Italiana
SISTEMA Sindacati Lavoratori
Coordinamento

SERVIZI Ufficio Stampa Nazionale


Via Po 21, Roma

LOMBARDIA E SICILIA

Patronato Inas in campo Sportello


telefonico
per un futuro di sussidiarietà e ascolto on-line
L
a triste vicenda
del giovane
25enne d’origi-

A
zzerare le distanze nonostante la distanza: un compito case della gente, anche se a distanza. La nostra quotidianità possiamo mollare su nessuno di questi fronti, perché le perso- ne Senegalese suicida-
che il patronato della Cisl sta portando avanti con e- cambia forma ma resta un’azione di frontiera; ci auguriamo ne contano su di noi, a maggior ragione adesso", sottolinea Pet- tosi a Milano, poco do-
norme impegno dall’inizio della quarantena. "Sono che si colga l’opportunità per valorizzarla", dice Petteni. teni. In molti casi, infatti, avere un pin per l’accesso alle pre- po aver ricevuto la co-
giorni di fuoco per noi: tra l’assistenza per le domande per il Le richieste di assistenza sono moltissime: in un momento di stazioni non è sufficiente: quando si tratta di attivare un dirit- municazione di esse-
bonus di 600 per i lavoratori, quelle per il conge- grande incertezza, sia umana che economica, to, spesso l’iper-semplificazione risulta poco efficace; per af- re stato collocato in cassa integrazione dal
do straordinario per prendersi cura dei bimbi e molti chiedono aiuto per accedere a sostegni so- frontare la complessità legata alla formulazione di risposte so- datore di lavoro, per via del calo delle ven-
quelle per medici, infermieri e altri operatori che cio-previdenziali. "In tanti si rivolgono a noi per ciali complete e coerenti, l’elemento umano si rivela indispen- dite dovuto all’emergenza coronavirus, ci
hanno contratto il Covid-19 sul lavoro, in tutta I- ottenere l’indennità di disoccupazione perché, al- sabile e l’ascolto un valore. "Quello che ci guida - spiega il pre- pone una grande riflessione, soprattutto
talia i nostri esperti stanno supportando senza so- la riapertura delle attività, purtroppo molti non sidente dell’Inas - è la volontà di fare la nostra parte nel rimet- sulla necessità di condividere e rafforzare i
sta le persone", spiega Gigi Petteni, presidente del- torneranno al lavoro", spiega il presidente dell’I- tere in moto il Paese, mantenendo viva la prossimità che ci con- servizi di aiuto psicologico. Le emozioni so-
l’Inas Cisl. "Anche se non possiamo guardare ne- nas. traddistingue e mettendoci, come sempre, in ascolto dell’altro. no importanti e non vanno mai sottovalu-
gli occhi chi ha bisogno di noi, c’è una linea attiva diretta - il no- Ma nessuno dei bisogni sociali è andato in quarantena: "C’è chi Sono questi strumenti di solidarietà e sussidiarietà che, ci au- tate. Il periodo prolungato d’isolamento so-
stro numero verde 800 249307 - che per molti, in questi gior- deve fare domanda di pensione, chi per il bonus per il figlio ap- guriamo, diventino generativi di una società post-Coronavis ciale, la lontananza dalla sede di lavoro, di
ni, rappresenta una vera àncora di salvezza, perché ’porta’ i no- pena nato, chi deve chiedere i permessi per assistere un fami- più orientata ai bisogni delle persone". Per ricevere tutela e as- convivenza con la famiglia senza momen-
stri operatori, la loro esperienza e la loro umanità, dritte nelle liare disabile o la reversibilità per aver perso il coniuge. Non sistenza chiama il numero verde 800 249 307. ti per sè, la morte improvvisa di un proprio
caro, possono mettere a dura prova la no-
stra pazienza. Proprio per questo, segna-
LA TUTELA DEI CONSUMATORI ricevere un anticipo del 40% dell’importo deliberato dalla liamo due iniziative messe in campo a li-
Sospensione mutui e credito al consumo per arginare la crisi Commissione tecnica; la firma di un nuovo protocollo con
Netcomm, l’Associazione dei siti di vendita online, con la rea-
vello Regionale: "Sportello di ascolto e
counselling dedicato ai migranti" dell’A-
lizzazione di un Decalogo per effettuare in sicurezza gli ac- nolf Lombardia per contattare il servizio e

N
ell’emergenza sanitaria che ha colpito così dura- ne dei pagamenti delle rate dei mutui prima quisti online ai quali moltissime famiglie stanno ricorrendo; per un primo colloquio è possibile inviare
mente il nostro Paese, non ci siamo mai fermati, so- casa (Fondo Gasparrini), dei mutui ipoteca- la fornitura delle mascherine a prezzi calmierati. Invitiamo i una mail a anolf.lombardia@cisl.it e "Spa-
prattutto ora che questa emergenza si sta trasfor- ri e dei prestiti chirografari, del credito al con- consumatori a continuare a contattarci, rivolgendosi sia ai zio Amico, Sportello On Line di ascolto e o-
mando in emergenza economica. Anche grazie al nostro ser- sumo (quest’ultima grazie ad un’azione di nostri sportelli territoriali o via telefono, via mail o via social rientamento" lanciato dalla Cisl Sicilia con
vizio di chat GRATUITO siamo stati sempre in contatto con i moral suasion nei confronti di Assofin, l’Associazione che rag- sia attraverso la nostra Chat GRATUITA, alla quale al mo- le associazioni Anolf e Anteas. Sarà acces-
consumatori e abbiamo cercato di dare voce alle loro richie- gruppa le finanziarie). Abbiamo inoltre chiesto e ottenuto dal mento sono arrivate, e sono state evase, più di 7.000 richieste sibile chiamando il numero verde
ste, ai loro dubbi, alle loro paure e abbiamo presentato al Go- Ministero dell’Economia e delle Finanze, più tempo per pre- di info e assistenza, accessibile dalla home page del sito adi- 800065501. Si rivolgerà ai cosiddetti "invi-
verno una serie di proposte, alcune delle quali sono state ac- sentare la domanda al Fondo Indennizzo Risparmiatori (al consum.it dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 al- sibili: famiglie fragili, anziani, immigrati,
colte come speravamo. Tra queste ricordiamo: la sospensio- momento prorogata fino al 18 giugno 202) e la possibilità di le 18 presidiata da un pool di esperti dell’Associazione. non autosufficienti, nuovi poveri, minori".

DICHIARAZIONE REDDITI LE INIZIATIVE DEGLI ENTI


730 al via:
consegnata La formazione professionale
la certificazione
unica è un’opportunità per i giovani
I I
eri era l’ultimo giorno utile l blocco di attività scola- Nel nostro Paese restano ampie Anche per questo IAL, con al-
per i datori di lavoro per stiche e formative per l’e- le disparità di opportunità fra i tri Enti di formazione profes-
consegnare ai dipendenti e mergenza Covid ha obbli- giovani, in funzione del per- sionale, sta chiedendo a Go-
Via Tevere 20, 00198 Roma collaboratori la Certificazione gato a chiudere anche i Centri corso scolastico o formativo se- verno e Parlamento misure che
Unica relativa ai redditi 2019. di Formazione Professionale o- guito e del contesto familiare e prevedano per gli allievi dei
In via straordinaria, a causa ve circa 170.000 ragazzi del- socio-economico di prove- Centri di Formazione profes-
dell’emergenza COVID-19, la l’IeFP, IFTS, ITS assolvono al- nienza, per alcuni difficile e sionale interventi per favorire
scadenza è stata prorogata al l’obbligo di istruzione, acqui- complesso. l’accesso alla
30 aprile, anziché a fine marzo. siscono una qualifica o un di- In questa fase tecnologie
Ricordiamo invece che per i ploma, si specializzano nei emergenziale digitali e alla
pensionati, e altri beneficiari percorsi tecnici superiori. inoltre, il digi- rete, analoghi
di prestazioni INPS come la di- Gli Enti di Formazione Profes- tal divide, la a quelli as-
soccupazione, le Cu sono di- sionale, fra cui IAL, si sono su- differente sunti a soste-
sponibili sul sito dell’Istituto e bito impegnati per avviare le possibilità di avere accesso al- gno di scuole e università pub-
possono essere scaricate diret- attività a distanza, consapevo- la tecnologia digitale, che è al bliche o paritarie. Un impegno
tamente dal Caf su delega del- li della funzione sociale della contempo effetto e causa del necessario perché nessuno re-
l’interessato. formazione, in termini educa- divario sociale e culturale, può sti indietro, perché il Paese in-
La Certificazione Unica è, di so- tivi e per l’alta capacità di in- esasperare tali disuguaglianze vesta su tutti i giovani, sulle lo-
lito, l’ultimo documento da al- clusione ed emancipazione so- e accrescere le condizioni di e- ro capacità, sulle loro aspira-
www.ialnazionale.it, ial.nazionale@ialcisl.it, twitter: @IAL_Nazionale legare alla dichiarazione dei red- cioeconomica. sclusione. zioni, sui loro sogni.
diti e quindi la disponibilità del-
la CU scandisce
l’avvio della cam-
pagna fiscale, con
i contribuenti DECRETO "CURA ITALIA" EPIDEMIA E POVERTÀ
che hanno final- Da Focsiv e Caritas raccolta fondi
mente tutto quel-
lo che serve per
rivolgersi al Caf a
Novità per gli inquilini per aiutare le popolazioni più povere

S L’
fare il loro 730. i registrano alcune im- milioni di euro di cui 60 mi- emergenza provo- raccogliamo l’appello della
Da quest’anno possiamo assi- portanti novità nella lioni relativi al FSA (50 milio- cata dalla diffusio- FOCSIV a partecipare a una
stervi per la presentazione del legge di conversione ni per il 2020 più 10 milioni ne del COVID-19, "Campagna di comunicazio-
Viale Castro Pretorio 116 730 e dell’Isee anche online: re- del decreto ’Cura Italia" per per il 2019) e 9,5 milioni che sta producendo, non solo in I- ne e raccolta fondi" in colla-
00185 Roma gistrandosi al Portale Personal- quanto riguarda il capitolo ca- corrispondono al FMI previ- talia, ma in tutto il mondo si- borazione con la Caritas Ita-
Caf dal sito Caf Cisl potete i fo- sa. In primo luogo, la sospen- sto per il 2020. Per favorire un tuazioni molto pesanti di ve- liana, che sostenga le nostre i-
tografare e inviare i documenti sione di tutte le esecuzioni rapido utilizzo di questi fondi ro stress economico e sociale, niziative, i nostri progetti di
all’operatore della vostra sede di immobiliari è stata estesa fino le norme prevedono che en- soprattutto per le popolazioni sviluppo in tante parti del
fiducia che, se necessario, vi al 1° settembre 2020. È stata tro 10 giorni dall’entrata in vi- più povere e fragili. Per i pae- mondo. Una Campagna na-
contatterà al telefono o via e- anche introdotta gore della legge di si più vulnerabili zionale da sviluppa-
mail per completare la dichia- la sospensione di conversione il mi- non è solo emergen- re nei prossimi gior-
razione. Una procedura molto ogni procedura e- nistero delle Infra- za sanitaria, per la ni sino alla fine del
semplice, con la quale potrete secutiva per la strutture deve tra- quale mancano 2020, rivolta al gran-
contare sull’assistenza di sem- durata di 6 mesi sferire queste ri- strutture ospedalie- de pubblico italiano
pre ma senza uscire di casa. decorrenti dalla sorse alle Regioni re adeguate, respira- con il coinvolgimen-
Per informazioni e consulenze, data di entrata in ed entro i succes- tori, dispositivi di to in primis dei me-
sono sempre a vostra disposi- vigore della legge di conver- sivi 30 giorni le Regioni devo- protezione, medicine, ecc. È dia cattolici e poi di quelli di
zione gli sportelli a distanza Caf sione. Il Sicet segnala inoltre no fare altrettanto rispetto ai un dramma sociale che porta maggiore diffusione in Italia.
Cisl attivati in tutte le provincie. due nuove disposizioni (art. Comuni. È stata anche con- alla disoccupazione, alla fame, Affinché non si dimentichi
Nel rispetto delle misure di si- 65 comma 2, ter e quater) vol- fermata la possibilità per i Co- all’indigenza, alla povertà as- che, come ci ricorda papa
curezza e distanziamento, l’ac- te ad accelerare la distribu- muni di procedere all’unifi- soluta. In questo scenario, è Francesco, se è vero che anche
cesso ai nostri uffici avverrà so- zione dei fondi per il sostegno cazione delle risorse previste importante - per il nostro DNA noi siamo stati duramente col-
lo su appuntamento, che pote- affitto (FSA) e la morosità in- dai due diversi fondi, come - agire insieme e impegnarci piti e che il virus ci ha obbli-
te prenotare sul sito [ colpevole (FMI) che erano stabilito nel decreto con cui il una volta di più anche per le gato a fermarci, non possiamo
http://www.cafcisl.it ]www.caf- stati stanziati con le ultime ministero ha ripartito i 46,1 nostre comunità lontane e più non preoccuparci dei nostri
cisl.it o al numero verde gratui- due leggi di bilancio e non an- milioni relativi al fondo mo- fragili, nei paesi in cui operia- fratelli e sorelle delle tante pe-
to 800800730. cora ripartiti. Si tratta di 69,5 rosità incolpevoli 2019. mo. Per questo come ISCOS riferie del mondo.
TELEVISIONE 21
Venerdì 1 maggio 2020

Le radio cattoliche Tv2000 Dulcis in fundo

Scrittura ironica
contro le paure

Domani
SABINA LEONETTI

Oggi
U
n laboratorio di scrittura
ironica ai tempi del
coronavirus, per provare a
Le nostre scelte elaborare insieme, attraverso la
scrittura, la quotidianità sospesa che
LA 7/ore 14.15 RAI 3/ore 20.00 TV2000/ore 22.30 TV2000/ore 20.50 RAI STORIA/ore 21.10 ITALIA 1/ore 21.25 tutti stiamo sperimentando,
Bread and roses Concerto Primo Maggio Giorni e nuvole Soul. Testimoni Lunga vita alla signora Trolls cercando di ritrovare la leggerezza
In occasione della Festa Ci sarà anche Sting, dal Film di Silvio Soldini con Nuova veste del Leone d’Argento alla Film d’animazione del che servirà poi a ricostruire il mondo.
dei Lavoratori il film di suo studio di Londra, nel Margherita Buy e Antonio programma con Monica Mostra del Cinema di 2016 targato Dreamworks Una sfida insolita e coraggiosa,
Kean Loach su cast del Concertone in Albanese: una coppia Mondo che racconta i Venezia 1987, il film di diretto da Mike Mitchell e
messa in campo dalla compagnia

Domani
immigrazione e dignità versione tv in diretta colta e benestante che protagonisti di questo Ermanno Olmi racconta di Walt Dohrn, basato sulle
umana: Maya è costretta a anche su Rai Radio2. Tra i all’improvviso si trova a tempo di pandemia: un giovane chiamato a bambole Troll dolls ideate Bottega degli Apocrifi di
Oggi

lasciare sua madre per tanti collegati: Patti dover fare i conti con l’infettivologo Amedeo servire come aiuto da Thomas Dam: creature Manfredonia (Foggia), e raccolta da
emigrare da clandestina Smith, Gianna Nannini, difficoltà economiche e Capetti e Cristiana Forni, cameriere ad un sontuoso fantastiche che vivono nei 48 partecipanti provenienti da
negli Stati Uniti. Vasco e Zucchero. lavorative. infermiera consacrata. pranzo di gala. boschi. Puglia, Marche, Campania, Emilia
Romagna, Lombardia, fino a Svizzera
e Inghilterra. Sei gruppi di lavoro
misti, a dimostrazione che è possibile
accorciare ogni distanza, allargare la
comunità anche nella condizione di
isolamento. «Ci è capitato di leggere
spesso in giro #ilteatrononsiferma –
spiega Stefania Marrone,
drammaturga della Bottega degli
Apocrifi e guida del laboratorio –
eppure noi siamo una compagnia
teatrale e siamo fermi. Questa
iniziativa non è il teatro, quindi, ma
nasce grazie a esso». Il laboratorio ha
generato un rito collettivo più forte
dell’isolamento, che per tutto aprile è
stato amplificato, aprendo la stanza
virtuale. «Ogni partecipante –
racconta Stefania – ha invitato due
persone ad assistere alla lettura dei
testi finali, nati dalle paure di
ognuno. Un’esperienza che del teatro
ha conservato ritualità, confronto e
bisogno di essere insieme».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

meteo

Oggi in tv

domani

AVVENIRE Direttore Generale Segreteria di redazione STEC, Roma


Nuova Editoriale Italiana Alessandro Belloli (02) 6780.510 via Giacomo Peroni, 280
Tel. (06) 41.88.12.11
SpA - Socio unico Riciclato PEFC
Piazza Carbonari, 3 Registrazione Redazione di Roma E.TI.S. 2000 SpA
Caporedattori centrali 20125 MILANO Tribunale di Milano Strada Ottava / Zona Industriale Avvenire è realizzato
Andrea Lavazza Piazza Indipendenza, 11/B con materia
n. 227 del 20/6/1968 95121 Catania
QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE CATTOLICA Francesco Riccardi Presidente 00185 Roma prima riciclata e da
Redazione di Milano L’UNIONE SARDA SpA fonti controllate
LA CONSAPEVOLEZZA CAMBIA IL MONDO Marcello Semeraro Telefono: (06) 68.82.31 Via Omodeo - Elmas (Ca)
Massimo Calvi Consiglieri Piazza Carbonari, 3 Fax: (06) 68.82.32.09 Tel. (070) 60131 PEFC/18-31-746 www.pefc.it
Antonella Mariani Franco Anelli 20125 Milano
Francesco Ognibene Vincenzo Corrado Distribuzione:
Danilo Paolini (Roma) Centralino Edizioni teletrasmesse: PRESS-DI Srl La testata fruisce dei contributi
Linda Gilli statali diretti di cui alla legge
Gigio Rancilio (Social Media) (02) 6780.1 (32 linee) C.S.Q Via Cassanese 224 Segrate (MI)
Luciano Martucci Centro Stampa Quotidiani Poste Italiane 7 agosto 1990, n. 250
Direttore responsabile Massimo Rinieri Paolo Nusiner Servizio Clienti Via dell’Industria, 52 Spedizione in A. P. - D.L. 352/2003 e successive
Marco Tarquinio Giuliano Traini (Art Director) Barbara Zanardi 800.82.00.84 Erbusco (Bs) Tel. (030)7725511 conv. L. 46/2004, art.1, c.1, LO/MI modifiche e integrazioni

FEDERAZIONE Privacy - Regolamento (UE) 2016/679 RGPD CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ BUONE NOTIZIE e NECROLOGI SERVIZIO CLIENTI
ITALIANA EDITORI GIORNALI Informativa abbonati e-mail: buonenotizie@avvenire.it Per attivare un nuovo
Ai sensi degli artt. 13 e ss del RGPD, La informiamo che i Suoi dati AVVENIRE NEI SpA - Socio unico
personali verranno trattati con modalità informatiche o manuali per l’in- Piazza Carbonari 3 - Milano - Tel. (02) 67.80.583 necrologie@avvenire.it abbonamento, informazioni
CERTIFICATO ADS vio del quotidiano. I suoi dati potranno essere comunicati a terzi inca- pubblicita@avvenire.it per fax allo (02) 6780.446; tel. (02) 6780.200 / sul proprio abbonamento
n. 8511 del 18-12-2018 ricati di svolgere o fornire specifici servizi strettamente funzionali all’invio (02) 6780.1; si ricevono dalle ore 14 alle 19.30. e richiesta di copie arretrate calmo mosso
del giornale. I dati non saranno trasferiti al di fuori del territorio dell’U-
nione Europea e saranno conservati fino all’esaurimento dell’obbligo TARIFFE PUBBLICITÀ in euro a modulo* mm 38.5 x 29.6 € 3,50 a parola + Iva Numero Verde 800 82 00 84 sereno poco variabile nuvoloso pioggia
LA TIRATURA DEL 30/4/2020 contrattuale da parte di Avvenire di invio del quotidiano. EDIZIONE NAZIONALE FERIALE FESTIVO Solo necrologie: adesioni € 5,10 a parola + Iva; Dalle 9.00 alle 12.30 nuvoloso molto agitato
mosso
È STATA DI 125.563 COPIE Per l’esercizio dei diritti di cui agli artt. 15-22 del RGPD l’interessato può COMMERCIALE* 375,00 562,00 con croce € 22,00 + Iva; con foto € 42.00 + Iva; e dalle 14.30 alle 17.00
rivolgersi al Titolare scrivendo a Avvenire NEI S.p.A. - Socio unico FINANZIARI, LEGALI, SENTENZE* 335,00 469,00 L’editore si riserva il diritto di rifiutare (da lunedì a venerdì)
Piazza Carbonari 3 - 20125 Milano o scrivendo al RPD anche via e-mail var. rovesci temporali neve nebbia 1-3 1-4 7-9 variabili
CODICE ISSN 1120-6020 all’indirizzo privacy@avvenire.it. EDIZIONE MI/LOMBARDIA FERIALE FESTIVO insindacabilmente qualsiasi testo e-mail: pioggia
CODICE ISSN ONLINE 2499-3131 Potrà consultare l’informativa completa sul nostro sito www.avvenire.it. COMMERCIALE* 95,00 117,00 e qualsiasi inserzione. abbonamenti@avvenire.it
Venerdì 1 maggio 2020

INDICE
Quell’affabulazione
chiamata Sardegna
II
Il “non-Stato”
di Moresnet III
La Parigi fantasma
di Atget e Mac Orlan IV
Figurine, 60 anni fa
il primo album VI

cultura
MAURIZIO FANTONI MINNELLA religioni esterni, ancor prima di quello etico e
scienza civile determinato, appunto, dalla mas-

F
ino a pochi decenni fa parlare siccia presenza dei lavoratori della ca-
di periferie era diventato un pre-
tecnologia morra.
testo per fare i conti con la mo- tempo libero A porre l’attenzione su questo lembo
dernità dando a quest’ultima un voto spettacoli di periferia napoletana sono stati due
negativo. Nella maggior parte dei casi sport fattori determinanti: il film Gomorra di
si preferisce ignorare l’esistenza di que- Matteo Garrone (2015), dal libero di Sa-
sti frammenti “infelici” di territorio ur- viano, che sfruttava l’ambientazione
bano contemporaneo concentrandosi delle Vele per raccontare, con un taglio
SCENARI

sui luoghi centrali, istituzionali o su Negli anni del boom fenomenologico da cinéma verité, il su-
quelli di produzione di cultura, di e- al centro del dibattito burbio popolare amplificando l’impat-
venti o di studio. Succede oggi, tuttavia, e di una crescita disordinata to devastante del malaffare sulla vita
che taluni di questi luoghi, almeno per degli abitanti, i quali, almeno in parte,
ciò che riguarda metropoli come Mila- tra teoria e speculazione, faticano tuttavia a identificarsi con i
no, Torino e in misura minore Genova, i vecchi e nuovi bordi delle città personaggi del film. In altre parole, e-
solo per citare alcune città del nord I- tornano alla ribalta. Non senza rischi siste una parte “sana” delle Vele, che
talia, siano ubicate proprio entro il pe- non ha mai accettato l’idea di essere
rimetro di zone comunemente ritenu- assimilata a quella “malata”, e quindi si

Periferie tra utopia


te periferia, le quali a loro volta, per ef- ribella. L’altro fattore riguarda la de-
fetto delle trasformazioni avvenute, si molizione in atto delle Vele, per ora av-
ritrovano in una posizione centrale, o venuta parzialmente e in due fasi di-
meglio, in una nuova centralità. Si rea- stinte, fino alla conclusione dei lavori di
lizza o si realizzerebbe così una parzia- abbattimento che lasceranno in piedi
le sutura fra centro e periferia, laddove soltanto una unità abitativa. Questo si-

e nuova centralità
a prevalere erano le lacerazioni e le me- gnifica una volontà di cambiamento,
tastasi di un territorio vasto sul quale di trasformazione degli spazi alienati
pesano due stratificazioni: quella se- in luoghi sostenibili a misura delle per-
colare del contado e quella ben più re- sone, che per ora non sappiamo quali
cente dello sviluppo industriale. risultati effettivi sarà in grado di dare.
Per molti anni in Italia si è smesso di Al contrario, nella metropoli milanese
parlare di periferie urbane dopo che tra il risanamento delle più antiche peri-
gli anni ‘50 e ‘60 del secolo scorso, cru- do necessario alla città del futuro. Un ferie urbane passa, almeno nei casi più
ciali in merito allo sviluppo economi- primo elemento indicatore è la crea- noti, attraverso i meccanismi econo-
co e demografico, era esploso il dibat- zione della città policentrica, capace di mico–finanziari della globalizzazione,
tito, in ambito urbanistico e tra gli ar- saldare tra loro le parti slabbrate di un ossia attraverso società d’investimenti
chitetti, sulla progettazione di nuovi tessuto urbano lacerato dal tempo in multinazionali o addirittura stati so-
spazi e luoghi per la gente più sfortu- cui l’urgenza di creare periferie e sob- vrani come il Qatar. Il segno dominan-
nata, immigrati dal sud italiano o citta- borghi in larga parte non lasciò spazio te è quello della verticalità, con gratta-
dini autoctoni esclusi, per ragioni di a una pianificazione urbana degna di cieli high tech e “giardini sospesi”, ver-
censo, dalle aree centrali. L’ampio di- un paese avanzato, secondo le rifles- ticalità che peraltro non sembra ap-
battito e il concorso di idee che ne se- sioni di Renzo Piano. Un altro elemen- partenere alla tradizione di Milano città
guì aveva messo in moto il cortocircui- to è dato dall’attualità dell’ecomostro di orizzontale, intesa come nuovo mo-
to dell’utopia per sempre più ampi seg- Scampia, sia in virtù di un’interpreta- dello di sviluppo urbano e di rappre-
menti umani, risultando poi alla prova zione sociologica del malessere socia- sentazione in una scena che mette in-
dei fatti incapace di dare risposte plau- le intimamente collegato alle logiche sieme società multinazionali, assicura-
sibili e sostenibili per un vivere umano camorristiche di sfruttamento dello zioni, nuovi ricchi e cittadini comuni,
accettabile e compatibile con gli stan- spaccio, sia in chiave prettamente ur- desiderosi di sentirsi parte della nuova
dard di civiltà. Lo abbiamo visto in tan- banistica che rimanda innanzitutto al grandeur milanese.
ti complessi di edilizia popolare, ma degrado fisico degli ambienti interni ed © RIPRODUZIONE RISERVATA

con drammatica evidenza nell’ormai


famigerato, diremmo perfino leggen-
dario, quartiere napoletano di Secon- A sinistra,
digliano. Le cosiddette “Vele”, nel tem- un’opera
po, sono diventate il paradigma del fal- di street art
limento del sogno di un’architettura au- / M. Fantoni Minnella
tenticamente democratica. E non è cer-
to risultata sufficiente la difesa dei pro- A destra,
gettisti circa la bontà originaria del pro- le Vele
getto che si sarebbe “guastato” in cor- di Scampia
so d’opera. L’urgenza di fornire le città,
soprattutto le grandi e le medie, di nuo-
vi alloggi e infrastrutture in grado di
soddisfare le esigenze portò a un’eufo-
ria e a una vertigine costruttiva nei cui
ANTICIPAZIONE

gangli e zone d’ombra s’inserivano ma-


fia, camorra e più in generale il malaf-
fare che caratterizza la nostra epoca.
Non solo sicurezza, le città dopo il virus
Alla fase di progettualità delle periferie
urbane subentra, in seguito, la fase sto-
rica del recupero e riqualificazione dei
centri storici di cui l’Italia possiede un
avranno bisogno di uno sguardo nuovo
vero giacimento prezioso, accompa- MARIA ANTONIETTA CRIPPA probabili del nostro bisogno di speranza; ci ri- spedali, le chiese; quell’abitare che col passare de- quinamento. Cresceranno insieme i timori per
gnato da una visione perlopiù conser- cordano le invisibili presenze che possono po- gli anni ci diventa familiare. La loro lunga dura- l’ampliarsi a dismisura della scala di pochi cen-

D
vativa del passato quasi in contrasto ue esigenze elementari accomunano polare ogni solitudine, il valore di dignità per ta è per noi essenziale. Occorre infatti che edi- tri urbani megalopolitani sempre più intercon-
con gli interventi che in passato sosti- tendenzialmente tutti gli abitanti del tutti e di equità fra tutti inscritto nel diritto, fon- fici, quartieri e città in cui abitiamo durino più nessi. Fin d’ora però si impone una questione
tuivano edifici antichi con manufatti pianeta in questo frangente pandemi- damentale ma misconosciuto, alla casa; il ri- di noi, ha affermato Hannah Arendt in Vita ac- urbana veramente nuova, per imponenza e va-
moderni snaturandone il contesto co: il bisogno di una dimora sicura, che proteg- spetto per i malati fino al loro congedo dalla co- tiva, per non essere disorientati dal continuo rietà di modi, nella distinzione di due categorie
complessivo. Anche in questo caso la ga dal contagio, e l’esigenza di un ambito di re- munità dei vivi. […] mutamento dei fenomeni naturali. La guerra, di cittadini: i poveri e i ricchi.
definizione ormai abusata di centro lazioni, oggi per la gran parte degli uomini di ca- Il confinamento cui siamo oggi costretti dovreb- in questo nostro confinamento, non ci è pas- Sono tre i nuclei tematici affrontati da Secchi. Il
storico diventava un brand per gli in- rattere urbano, che garantiscano la continuità be far cogliere l’importanza dell’esperienza di u- sata vicino con la sua violenza distruttiva; per primo è l’identificazione della nuova questione
vestitori. Tuttavia vi è anche un risvol- della vita. Il confinamento entro quattro mura, na dimora sicura e la tragicità di condizione di questo la città ci attende intatta, come prezio- nell’emergenza di diseguaglianze sociali con-
to positivo nell’interesse rivolto verso gli spesso avvertito come costrittivo e da qualcuno chi ne è privo. Certo, una dimora può anche di- so bagaglio di memorie dal quale ripartire, co- nesse a ingiustizie spaziali imponenti, identifi-
antichi sedimenti delle nostre città, il ritenuto addirittura lesivo delle libertà persona- venire una prigione dorata se le sue porte risul- me dono di rinnovata cittadinanza. Dimora si- cabili non solo nella nota contrapposizione tra i
loro nucleo originario. Dunque, dal li, ha dato densità inusuale alla percezione del tano ermeticamente chiuse. Tuttavia non si può cura e cittadinanza inclusiva costituiscono in- nuclei di abitati marginali – come le villas mise-
cuore delle città, non solo italiane ma proprio dimorare in un luogo, più o meno al chiu- sottovalutare il fatto che essa protegga il nucleo fatti diritti fondamentali, dei quali nessuno do- ria o le favelas – e le città istituzionali, o nelle ga-
europee, si preannuncia una sorta di so, con continuità. sociale primario, familiare o individuale, nell’o- vrebbe essere privato. ted cities per soli ricchi o soli pensionati diffuse
rinascita del vivere collettivo attraver- Contemporaneamente ne ha esasperato la rizzonte più vasto della città. Per questo Leon Tra le molte riflessioni che occorrerebbe qui ri- in certe aree, ma anche nella mescolanza, nel
so la valorizzazione estetica del tessu- drammaticità il tendenziale svuotamento di stra- Battista Alberti identificò, nel suo De re aedifica- chiamare, ha importanza assoluta il tema della cuore stesso delle città storiche, di nuclei distin-
to urbano e alla creazione di isole pe- de e di luoghi di vita collettiva, lasciando in vista toria, la città come una grande casa comune, a- coesistenza oggi, in tutte le aree urbanizzate del ti delle due categorie.
donali grandi o piccole a seconda del- solo l’alternanza di pieni e vuoti, figure di pros- naloga a quella privata e con essa luogo di rico- mondo, della città dei ricchi con quella dei po- Il secondo riguarda la coincidenza di questo fe-
le dimensioni delle aree in questione. simità e di distanze pensate a scala umana. Co- noscimento di una cittadinanza, ritenuta diritto veri. Ne ha fatto oggetto di indagine l’urbanista nomeno con i mutamenti in corso dei modelli so-
L’allontanamento delle automobili da me è noto, vuota di presenze è la gran parte del- e regola di vita di tutti i suoi abitanti. Bernardo Secchi (1934–2014). La città contem- cioeconomici e con l’emergere di conflitti colle-
tali aree ha spesso comportato tempi le fotografie d’architettura; dal vivo però quel Per indicare il sistema residenziale cittadino, gli poranea più che già realtà è, a suo parere, intri- gati alle inequità sociali. Il terzo, il più innovati-
lunghi e non pochi conflitti tra le am- vuoto vibra di un’attesa che solo fotografi e regi- architetti hanno coniato l’espressione tessuto cato e confuso fenomeno in attesa di un proget- vo, afferma che i luoghi, palinsesti storici di lun-
ministrazioni pubbliche e le associa- sti con talento d’artista hanno raramente prean- urbano, o insieme di trama e ordito di strade e to. Esso potrà certo generare crescente consa- ga durata, non sono modellabili all’infinito in
zioni di categoria, primi tra tutti i com- nunciato. In tre casi di pochi giorni fa quest’inu- costruzioni nel quale si incastonano, come e- pevolezza delle responsabilità comuni nei con- corrispondenza dei mutamenti dell’economia e
mercianti, nella convinzione che val- suale abitare ha assunto una straordinaria evi- mergenze di maggiore o minor forza, gli edifici fronti dell’ambiente, della tutela da rischi idro- della politica, non solo per inerzia propria ma
ga l’equazione secondo cui la circo- denza simbolica della condizione umana, amo- pubblici: il palazzo comunale, le scuole, gli o- geologici o di terremoti, della protezione dall’in- anche perché in sé stessi condizione imprescin-
lazione delle automobili garantireb- rosa e fragile al tempo stesso: nella solitudine di dibile del cambiamento.
be la certezza dei guadagni. Infine in papa Francesco nella vasta piazza San Pietro in Si tratta di messe a fuoco molto lontane dal so-
una prospettiva economica neolibe- Vaticano, in comunicazione con il mondo inte- ■ gno di progetti ideali o utopici. Registrano che l’e-
rista i centri storici, riportati, talora in ro nella sera piovosa del 27 marzo scorso; nella quità sociale non è più garantita a priori dalla ge-
maniera discutibile, all’antico splen-
dore, diventano un lucroso affare la
desolazione del piazzale di un garage di Las Ve-
gas, dove gli homeless dormono sdraiati a terra
La rivista / “Munera” e il mondo che cambia nialità di un progetto umano, al quale oggi si
contrappone la durezza di una povertà, connes-
cui principale conseguenza è la fine entro il recinto di un perimetro rettangolare, che È dedicato a “Il mondo che verrà” il navirus. La prospettiva è come sempre sa non solo a imponenti movimenti migratori
del centro storico come spazio col- delimita l’area di pavimento alla quale hanno di- nuovo numero della rivista europea di interdisciplinare, con interventi di Ste- ma anche ai modi di vita che il mondo occiden-
lettivo interclassista. ritto; nella folla di casse per persone morte in o- cultura Munera, disponibile in down- fano Biancu, Sergio Astori, Pierluigi tale ha assunto.
Se l’onda lunga del dibattito sui centri spedali, gli unici luoghi di legittimo affollamen- load gratuito dal sito di Cittadella (cit- Galli Stampino, Ghislain Lafont e nu- È illusorio ritenere che il freno che la pandemia
storici pare essersi esaurita nelle sue to, nei quali personale medico e paramedico, tadellaeditrice.com). Nata nel 2012, con merosi altri. In questa pagina antici- ci impone oggi sia occasione per apprendere a
stesse contraddizioni e ambiguità, ne- medicine e mezzi di cura risultano insufficienti. questo fascicolo Munera intende av- piamo una parte dell’articolo di Maria “vedere” i poveri tra noi e per contribuire a pro-
gli ultimi decenni si è inteso affrontare Queste immagini consegnano, saldate in un’u- viare una riflessione sui cambiamenti Antonietta Crippa su “Speranze e ti- poste costruttive di solidarietà tra noi e loro?
la questione delle periferie come sno- nità di tempo, tre figure finora altamente im- indotti dall’attuale pandemia di coro- mori nelle città del mondo”. © RIPRODUZIONE RISERVATA
II
Venerdì 1 maggio 2020

ROMANZO/1
Partendo dal mitico
Cagliari dello scudetto
la narrazione
familiare di Deiana
si insinua nel fascino
misterioso e ancestrale
che può fare dell’Isola
il punto d’arrivo
di una vita La
campagna
nei pressi

Il labirinto
NARRATIVA

MASSIMO ONOFRI di Giara


di Gesturi,

A
ngelo Deiana scopre le sue in
esistenziale carte sin dalla prima riga: «Ci
sono viaggi che sembrano
Sardegna

di Soldini destini». Stiamo senz’altro parlan-


do di personaggi di fantasia, sicché
in gioco è sempre il personaggio–
uomo: ma ci sono ragioni per pen-
FULVIO PANZERI sare che lo scrittore, che vive in u-
na bella città dell’Etruria ed è di o-

L’
immagine di copertina di rigini sarde, abbia proiettato non
Vendi Vernic ben si poco di sé in queste pagine, a co-
adatta, non solo a minciare dall’infatuazione per il Ca-
introdurre, ma anche a dare una gliari, vincitore dell’unico scudetto
prospettiva visiva al nuovo nel 1970, di cui infante già cono-

Quell’affabulazione
romanzo di Tommaso Soldini, sceva a memoria e ripeteva come
scrittore ticinese, classe 1976, assai una litania, la formazione: «Alber-
attivo nella Svizzera italiana anche tosi, Martiradonna, Zignoli, Cera,
come presenza culturale. Uno Niccolai, Tomasini, Domenghini,
scrittore in crescita, che al terzo Nenè, Gori, Greatti, Riva».
romanzo torna sul tema delle Del resto, come sarebbe possibile di-
ossessioni e dell’irrisolutezza della menticarsi d’una impresa del gene-
propria esistenza, in una Paese che
diventa sempre più specchio, vista
la contiguità dei territori, delle
fratture esistenziali che
caratterizzano il Nord Italia. Del
resto Soldini, già nel titolo del
re, ottenuta a scapito della solita Ju-
ventus, che travalica di molto (come
sanno tutti i Sardi non necessaria-
mente indipendentisti) la mera di-
mensione sportiva. Ecco: «Due gol
al Bari, la Juventus che perde in ca-
chiamata Sardegna
romanzo indica quanto il ricorso a sa della Lazio e scudetto vinto con lui deve partire per l’isola, gli fa no- sto viaggio in Sardegna c’era qual- serenata (seppure eseguita con una Ma per quale ragione Damiano è co-
questo tema possa essere due giornate di anticipo». A sovra- tare subito che, in spagnolo, destino cosa di più, di ancestrale, come di- tempistica non ortodossa), a San stretto a partire per la Sardegna? Per
importante, visto lo stato di stare tutti, però, non è il mitico Gigi vuole «anche dire destinazione». In ceva babbo, ed era il caso che io an- Quirico (come sognato), realizzan- il fatto che Poretti, il vicedirettore del
impossibilità alla cura che Riva, la cui bellezza spirituale non effetti, il romanzo di Angelo Deiana dassi e ricercarlo al di là del Tirreno, do il più grande desiderio di lei, con settimanale per cui lavora, decide di
caratterizza “l’inguaribile”, ovvero il possiamo non continuare ad ammi- è senz’altro anche questo: una ri- nonostante il mal di mare». Luigi e Tiziano testimoni, e in chie- inviarlo al posto di un’altra giornali-
protagonista di questa storia che rare ogni volta che lo sentiamo in flessione sulle radici, in funzione, di- Non reputando così importante il fi- sa, sedute in seconda fila «dietro bab- sta prediletta dal direttore (e sulla ba-
dosa, con effetti sperimentali e un’intervista. A sovrastare tutti è ciamo così, d’un oroscopo persona- nale d’un romanzo, almeno sino al bo e mamma», due figure cruciali di se della convinzione che, in quanto
giochi linguistici una commedia Claudio Olinto de Carvalho, l’«uomo le; una meditazione, anche implici- punto di rinunciare ad anticiparlo in questa storia, Gavino e la zia Bona- sardo, sarebbe stato avvantaggiato
tragicomica, che a volte sconfina in che tutti chiamavano Nenè». ta, su quell’isola che resta, appun- una recensione, soprattutto quando catta (la «carta vincente»). Viaggio di nella comunicazione) per un «re-
un impietoso sguardo sul grottesco Il protagonista è Damiano Marras to, destinazione privilegiata – e i- si tratta d’un lieto fine (come qui), a nozze previsto a Bosa. E una canzo- portage sui paesi sardi destinati a
di certe situazioni e su un uso per (fratello di Luigi, commercialista, e pnotica – anche per tanti continen- meno che, però, non se ne infici il ne, Non potho reposare (che consiglio scomparire», oltre trenta, da collo-
nulla retorico del kitsch nelle di Tiziano, neurochirurgo come il pa- tali, come si dice qui (io vivo ad Al- gusto della lettura (e non è questo il di ascoltare nella straordinaria ver- care nella prestigiosa «Rubrica Cen-
situazioni al limite, quando ad dre di cui è l’orgoglio). La sua fidan- ghero). Si legge a pagina 54: «Forse caso), diciamo subito che Damiano sione di Maria Carta), a fare da leit- trale». Poco importa aggiungere qui,
esempio Michele, il protagonista, zata, Fabiola, una volta appreso che aveva ragione Fabiola: dietro a que- e Fabiola si sposeranno, con tanto di motiv sotterraneo. sulla trasferta, ciò che veniamo a sa-
alla ricerca della moglie, che crede pere già dalla prima pagina: «E com’è
di aver visto entrare in un locale andata a finire? Male, secondo il di-
ROMANZO/2

per lo scambio di coppie, la segue


iniziando una sorta di avventura
ipnotica. Soldini supera qualsiasi
forma di luogo comune
Fratelli a Bilbao fra terrorismo e perdono rettore, l’azienda, la mia famiglia e,
soprattutto, secondo la mia com-
pagna. Non ho rispettato la conse-
gna che mi era stata imposta, sono
identificando la figura dell’uomo ALESSANDRO ZACCURI schia, pur senza perdere nulla in originalità, cando i figli in una sorta di Euskadi domesti- stato licenziato e ho rischiato anche
con quella di Alice, trasformando il può essere considerato un libro sintomatico ca. Con risultati fallimentari, considerata la pa- di perdere la persona che al mo-

S
suo ingresso in questo “paese delle embrerà strano, ma tra il romanziere della tendenza diffusa in molta narrativa (non tologica introversione di Gorane e la tossico- mento della partenza in nave, dal
meraviglie”, gestito a livello di che racconta e il poliziotto che verba- soltanto italiana) degli ultimi anni: un an- dipendenza in cui si è rifugiato Jokin. porto di Civitavecchia, ritenevo la
immaginario, tra echi felliniani e lizza è proprio quest’ultimo, l’agente dare della prosa verso la poesia, in un certo Ambientato tra il 2007 e il 2008, quando nel più importante: Fabiola». Occorre
rimandi a Paolo Poli, in una ricerca Duval, a nutrire le maggiori preoccupazioni senso, che consegna al lettore la responsa- Paese basco il terrorismo sta entrando in fa- sottolineare, invece, che nel suo
ossessiva che mette a nudo le sullo statuto di realtà e sul principio di falsifi- bilità ultima di decifrare la trama e ricono- se regressiva, La mischia ha una sua tipicità viaggio Damiano ha trovato «per-
fragilità, le debolezze, l’ossessione cazione che della letteratura dovrebbero es- scerne le implicazioni. Un’intenzione stili- anche nel ridurre un dramma collettivo a mi- sone, case e storie» che gli «hanno
come proiezione di un mondo sere costitutivi. Dominique Luque, il narrato- stica che nella fattispecie non è contrad- sura di tragedia familiare, seguendo il filo di cambiato la vita». Già, le persone
immaginario in cui si è intrappolati re di professione, ha invece scritto il suo libro detta, ma semmai ribadita, dai numerosi in- una morbosità che si fa del tutto evidente so- dell’isola, tra le quali il già citato Ga-
e che riesce a liberarsi in una sorta senza troppo riflettere, attingendo alle vicen- serti di materiale burocratico, tra i quali fi- lo nell’ultima parte del romanzo. La costru- vino Ore, uno che «ricordava tutto:
di inseguimento, tra labirinti, de private della figlia Germana e di un giova- zione si regge su dilatazioni improvvise (in per ogni dettaglio, una parola».
tranelli, sfide. La vicenda ha un ne basco, Jokin, che a pubblicazione avvenu- almeno un paio di casi gli interrogatori di Du- Ecco: «Gavino e nonno Antioco si co-
antefatto: di punto in bianco, una ta è stato identificato come latitante dell’Eta. La complessa storia val assumono quasi la consistenza di racconti noscevano da quando erano in fa-
sera, la moglie Gemma dice a Da qui l’ordine di cattura eseguito dalla poli- di Goranne che racconta autonomi) e sintesi addirittura concitate, la- sce, abitavano l’uno di fronte all’al-
Michele che il loro matrimonio è zia francese, da qui la mole di documenti che sciando molto spazio a un non detto che tro e fino alla seconda elementare e-
finito, mettendolo praticamente il coscienzioso Duval sta raccogliendo me-
quella del gemello Jokin sconfina spesso nell’indicibile. rano anche stati compagni di classe,
alla porta. Lui, giornalista diante le testimonianze di amanti e di cono- militante dell’Eta Il peso maggiore della narrazione cade, come già dopodiché, abbandonata la scuola,
d’inchiesta, non riesce a capire le scenti, di cartomanti ed editori. Compreso Intreccio di ferite, drammi accennato, su Gorane, la cui voce si sviluppa via a lavorare nei campi e a badare al-
ragioni: le scoprirà quando la quello del romanzo di Luque, un esasperato psicologici, poliziotti, sempre più in forma autobiografica, con una le pecore». Siamo al punto cruciale:
moglie chiederà il divorzio, senza direttore editoriale che a un certo punto se ne cadenza ora di confessione, ora di requisitoria. Damiano, infatti, sin dai primi anni
cercare un compromesso con l’ex– esce con una curiosa affermazione program-
genitori superficiali e amore Jokin e gli stessi genitori sono stati i primi a for- di scuola, aveva capito una cosa fon-
marito, anche sull’affido dei figli. matica: «La letteratura è fuori controllo». fraterno: il romanzo nire direttamente la loro versione dei fatti, ma damentale, che lo rendeva subito di-
Lui, nel frattempo, lavora a un caso, In apparenza “fuori controllo”, ma in effetti d’esordio di Valentina Maini alla fine rimane soltanto Gorane, col suo talen- verso dai suoi fratelli: che gli «piace-
quello di un neonazista che truffa controllatissimo nella sua struttura labirinti- to d’artista disseminato per le strade di Parigi at- va scrivere», gli «piaceva raccontare
un amico e, per non farsi scoprire, ca e stratificata, è La mischia, il romanzo d’e- traverso una strategia che ricorda quella del- storie». Fatto che gli fa avvertire im-
tenta di farlo fuori. Così Michele sordio di Valentina Maini nel quale la storia gurano anche le relazioni stilate dal dottor l’insondabile Banksy. E sarà ancora lei, che por- mediatamente che, su quei paesi sar-
vive in una sorta di doppia di Jokin risulta inscindibile dalle peregrina- Jespersen, lo psicoanalista di origine dane- ta dentro di sé il mistero della parola basca ar- di, non vuole fare reportage, ma «ro-
inchiesta, quella a cui lo obbliga il zioni di sua sorella gemella Gorane, che nel se che, dopo aver avuto in cura Gorane, do- reba, “sorella”, a trovarsi nell’unica posizione manzo». Al centro del quale – e sia-
lavoro e, l’altra che riguarda il frattempo ha abbandonato Bilbao per met- vrebbe ora redarre la perizia su Jokin. che permette di chiudere il cerchio tra violen- mo finalmente a Nenè – stanno ap-
comportamento della moglie, le tersi sulle tracce del fratello. Gorane è il pri- Ma ci sarebbe un’altra indagine da intra- za e violenza o, forse, tra la ferita e il perdono. punto nonno Marras, Gavino e il
sue ambiguità, la traccia di un mo personaggio a entrare in scena, attraver- prendere, quella relativa ai genitori dei gemelli, © RIPRODUZIONE RISERVATA grande calciatore, un uomo super-
cappello rosso, che le ha regalato so un resoconto in terza persona nel quale una coppia di militanti dell’Eta che, dalla metà stizioso che, coi suoi sacchetti di stof-
durante un weekend a Londra, che Maini imprime alla sua scrittura un anda- degli anni Sessanta in poi, ha perseguito con Valentina Maini fa odorosi di caffè, guarisce dalle ma-
vede indossato da una donna nei mento deliberamente lirico e sincopato. Que- ogni mezzo l’ideale dell’indipendenza, rifiu- La mischia lattie. Ma anche un trauma, senza
pressi del locale per scambisti. Da sto, del resto, è uno degli aspetti per cui La mi- tando qualsiasi legame con la Spagna ed edu- Bollati Boringhieri. Pagine 500. Euro 18,50 cui Damiano non sarebbe mai nato:
qui la necessità di attraversare una «Ho scoperto, proprio poco prima di
situazione labirintica, per ritrovare partire per il mio viaggio in Sarde-
una moglie che non capisce, ma
che ama ancora. Soldini ha il pregio
Minima gna, che il motivo principale per cui
non si sono più presi è legato al fat-
di trasformare una vicenda che, to che mio nonno, pastore, non tol-

Il dialogo,
D
all’apparenza, poteva diventare una agli scaffali delle nostre biblioteche personali, Jaeger, c’è un libro più contingente di Guido Calogero lerava che mio padre preferisse an-
semplice commedia degli equivoci, vecchi libri ci guardano forse aspettando che del quale, quando ero all’università, seguii le lezioni dare a giocare a calcio invece che ba-
in un romanzo che riprende echi ci ricordiamo di loro. In questo periodo mi sui presocratici, i sofisti, Socrate e la dialettica di Hegel. dare al gregge».
della tradizione del Novecento
lombardo: il gioco linguistico di
unʼarte sono accorto che di solito preferisco rileggere libri che
ho già letto, che anni prima mi ripromettevo di leggere
Si tratta di Le regole della democrazia e le ragioni del
socialismo. Amico di Aldo Capitini, di Norberto Bobbio
E chi se la dimentica più l’immagine
di Nenè in carrozzina, a settantadue
lasciare certe frasi a metà o un’idea
che avrebbe potuto osare anche
ostacolata o che ho iniziato ma non portato a termine. Chi
potrebbe negare che nella gara di qualità fra libri
e del più giovane Carlo Azeglio Ciampi, Calogero è
stato sia il filosofo del dialogo come strumento della
anni, in una casa di riposo? Sarà Ga-
vino a raccontare a Damiano della
Testori, di elidere la lettera iniziale
ai nomi dei luoghi, tanto che si dai partiti? vecchi e libri nuovi, i nuovi non siano
assolutamente svantaggiati? Senza parlare
logica che teorico del liberal–socialismo. In un saggio
del 1944 scritto per aiutare i giovani antifascisti a
morte di Nenè: dentro un romanzo
familiare gremito di non pochi colpi
parla ad esempio di “abitanti della dell’intera storia della cultura scritta, i libri discutere democraticamente si legge che «la di scena. Di quella mitica squadra
Vizzera”, con un effetto di stampo pubblicati nei cinquant’anni fra il 1920 e il 1970, democrazia è una maniera di comportarsi» e che «non che vinse lo scudetto, ben sette gio-
rodariano, nonché l’uso della ALFONSO BERARDINELLI non sono forse migliori di quelli usciti nell’ultimo c’è la democrazia o la non–democrazia, c’è l’uomo che catori rimasero a vivere in Sardegna:
postilla come divagazione, già mezzo secolo? Quando dal 1992 al ‘93 l’amico agisce più o meno democraticamente». La prima Gigi Riva, Ricciotti Greatti, Beppe To-
usato da Gadda e Arbasino, che Piergiorgio Bellocchio tenne sull’Unità una rubrica regola della discussione democratica è saper ascoltare masini, Adriano Reginato, Cesare Po-
arricchisce un romanzo che osa il dedicata a “Vecchi libri”, sembrò che la sua dichiarata prima di saper parlare, è «il tener conto degli altri». La li, Mario Brugnera e Mario Martira-
gioco, nelle parole e nelle situazioni distanza dal presente fosse un po’ eccessiva. I libri di vera dialettica è «conversazione organizzata». C’è donna. Una ragione ci deve per for-
più critiche. cui parlava, però, oltre che vecchi erano anche tuttavia un punto che sembra trascurato da Calogero: za essere. Io la conosco.
© RIPRODUZIONE RISERVATA introvabili da troppi anni e la sua polemica era rivolta il ruolo antidialogico che esercitano i partiti. C’è © RIPRODUZIONE RISERVATA

contro editori già allora sempre più privi di memoria e dialogo se si è disposti a cambiare idea dopo aver
Tommaso Soldini senso del passato. Fra i vari libri che recentemente mi ascoltato. Ma questa è una cosa che l’appartenenza a Angelo Deiana
L’inguaribile hanno inviato tacite richieste di attenzione, oltre a Miti un partito ostacola fino a renderla impossibile. A Diosa
Marcos y Marcos e misteri di Kerényi, La rinascita del paganesimo antico Diciamo perciò che la partigianeria partitica è un grave La leggenda di Nenè
Pagine 320. Euro 17,00 di Warburg, Cristianesimo primitivo e paideia greca di intralcio al comportamento democratico. L’Erudita. Pagine 242. Euro 20,00
III
Venerdì 1 maggio 2020
STORIA

Moresnet, il “non-Stato”
La cittadina
mineraria tra Belgio,
Olanda e Germania
non venne assegnata
dal Congresso

dimenticato dai Grandi


di Vienna
e per un secolo visse
in apolide neutralità:
tale «meraviglioso
errore della storia»
mostra l’illusorietà
di ogni confine
ri in questa zona di frontiera. Il ter-
ritorio diventa neutrale». Il lettore si
in quale esercito, quello prussiano
o quello olandese?».
no stato. Oh sì, hanno una loro na-
zionalità: nel 1853 852 di loro sono
ritorio un tempo napoleonico deb-
ba restare in vigore la legge di Bo- E Del Noce

FILOSOFIA
farà tante domande, Dröge le ver- Ecco dunque sorgere quello che Ca- belgi, 807 prussiani, 204 olandesi, naparte, pre–Congresso di Vienna.
LORENZO FAZZINI
ga a nome di tutti: «Ci sarà una do-
gana? Quale legge si applica al ter-
mille Piccioni, docente della facoltà
di diritto della Sorbona, definisce
ma ben «695 sono neutrali, ovvero
discendenti di coloro che abitava-
Moresnet deve la sua fortuna ap-
punto alla cava di miniera di pro-
illuminò
M
etti una miniera di un
materiale ancora poco
conosciuto (lo zinco), ma
ritorio? Cosa succede se un ladro si
rifugia al di là della frontiera del Mo-
resnet neutrale? Chi si occuperà
con parole quanto mai chiare, e al
contempo indefinite: «Il Paese è u-
nico nel suo genere, un meraviglio-
no nel territorio neutrale al mo-
mento della sua nascita nel 1816».
Come fa a reggersi uno Stato–non
prietà della Veille Montaigne, una
società belga. Ma attorno agli sca-
vi e alla lavorazione della calamina
Cartesio
che si rivela con il passare degli an- dell’amministrazione pubblica e in so errore della storia». Né Olanda Stato così? Prussia e Paesi Bassi (e si accatastano i problemi delle città
ni sempre più importante per l’e- che modo? Chi riscuote le imposte né Germania. Gli abitanti di More- poi Belgio, quando questo si stacca della prima rivoluzione industriale: MAURIZIO SCHOEPFLIN
conomia europea, e non solo. Met- e a quanto devono ammontare? Gli snet – nel 1816 sono 250; nel 1853, dall’Olanda e Moresnet farebbe mancanza di sanità, di istruzione,

C
ti il periodo post–napoleonico, con abitanti di sesso maschile devono sono quintuplicati, nel 1859 si sale «parte» del Belgio) decidono non l’epidemia del gioco d’azzardo, la he la figura e l’opera di
le potenze europee impegnate a di- prestare il servizio militare? E se sì, a 695 – non appartengono a nessu- decidendo: ovvero, che su quel ter- piaga della prostituzione. Tutto, Renato Cartesio (1596–
segnare nuovi confini sulla mappa senza un’autorità pubblica ricono- 1650) abbiano giocato un
del Continente, a tracciare nuove sciuta (solo un gendarme in azio- ruolo decisivo nella storia della
influenze geopolitiche e a distan- ne). Dunque, Moresnet – dove si filosofia occidentale è una certezza
ziare popoli l’uno dall’altro. Metti può pagare in moneta prussiana, che nessuno può e vuole mettere
un triangolino di terra boschiva tra belga, olandese e francese – è uno in discussione. Questione assai
quelli che un tempo erano i Paesi Stato o no? «Non vi è dunque una più complessa e ampiamente
Bassi (poi diventato territorio bel- vera identità nazionale, si tratta di dibattuta è stata invece, e
ga) e la Prussia, una zona che vien una società multiculturale avant la continua a essere,
«dimenticata» nelle trattative del lettre – afferma Dröge –. Ogni con- l’interpretazione di tale ruolo. A
Congresso di Vienna. Metti tutti fine è arbitrario, a seguito di una questo proposito, un contributo
questi, e altri, ingredienti, mesco- spartizione ci sarebbe sempre qual- di notevole rilievo è stato
lali insieme, e ti salta fuori la sto- cuno che finirebbe nel Paese “sba- apportato da Augusto Del Noce
ria incredibile, Moresnet, al confi- gliato”». Tanto che sarà oggetto di (1910–1989), il famoso pensatore
ne delle attuali Germania, Olanda un tentativo linguistico molto no- cattolico che dedicò molte
e Belgio, uno Stato–non Stato che to: i fautori dell’esperanto cercano energie allo studio del
tale è rimasto dalla sua nascita di renderlo «il» territorio in cui si cartesianesimo, esaminandone in
(1816) fino al congresso di Versail- parla quella lingua che si voleva particolare, e con grande lucidità,
les (1920), quando – dopo la prima franca per un’Europa priva di na- i riflessi da esso
guerra mondiale – il fazzoletto di zionalismi. E che invece soccombe avuti in campo
terra (3,4 chilometri quadrati) pas- alla furia delle armi dal 1914 al 1918: religioso. Ciò si
sa al Belgio. dopo la Grande Guerra anche l’e- rende
A raccontare questa curiosissima sperimento apolide di Moresnet fi- chiaramente
vicenda, appoggiandosi su una mo- nisce. Curiosità, a pochi chilometri manifesto nel
numentale ricerca storica fatta di dal «meraviglioso errore della sto- corposo ed
documenti dell’epoca, archivi di co- ria» c’è Maastricht, la città olande- eccellente
muni, aziende e Stati, testi specia- se dove venne firmato il celebre lavoro Riforma
listici ma anche memorie di sem- Trattato, inizio dell’Europa unita. cattolica e filosofia. I. Cartesio,
plici cittadini, è il saggista olande- Ma questa è, evidentemente, un’al- che risale al 1965 e non
se Philip Dröge in un libro godibi- tra storia. casualmente segue di un solo
lissimo, che intreccia la grande sto- © RIPRODUZIONE RISERVATA anno la pubblicazione del
ria europea e la piccola vicenda di Problema dell’ateismo, uno dei
questo borgo centro–europeo, per Philip Dröge testi chiave della produzione
un secolo oggetto di un esperi- Terra di nessuno delnociana. Il libro è diviso in due
mento socio–politico particolaris- Il “Moresnet Neutrale” in una cartolina del 1900 Keller. Pagine 286. Euro 17,50 parti, i cui rispettivi titoli –
simo. E che è giustamente definibi- L’interpretazione religiosa di
le come recita il titolo, Terra di nes- Cartesio e L’ambiguità religiosa
suno (in libreria da inizio maggio). del pensiero di Cartesio –

Il Tevere di Mian, un sistema–mondo


SAGGISTICA

Con sagacia narrativa, Dröge parte costituiscono già di per sé


da Vienna, 1815, quando i Grandi un’indicazione preziosa per
della storia «tracciano i confini con comprendere il percorso seguito
delle matite dalla punta grossa, co-
sì grossa che interi paesi scom-
paiono sotto le linee». E si dimen-
ticano di una miniera di zinco tra
sospeso tra storia, cinema e cronaca dall’autore, che si dimostra
convinto della presenza nella
filosofia cartesiana di una chiara
componente religiosa, la quale,
Prussia e Olanda, un angolo di GIORGIO FERRARI Marchetti di Italo Balbo che scivola sul Teve- da municipale per la raccolta e lo smaltimen- tuttavia, risulta caratterizzata da
mondo che compare già nelle me- re facendo ingelosire il Duce, la Roma augu- to dei rifiuti, e il ricordo secolare delle belve, un’evidente ambivalenza. Afferma

A
morie di Plinio il Vecchio: nel 49 c.C. che cosa pensiamo quando parliamo stea e quella papalina, i clan degli Spada e dei dei lupi, degli orsi, dei leoni, non meno feroci Del Noce: «Intendo dire che in
in un suo scritto c’è citato il nome del Tevere? A un fiume che mai come Casamonica, il Tevere di Henry James («Rapi- di quei clan baronali – nobiltà, banchieri e ogni tesi filosofica cartesiana
di Kelmis, il centro abitato più rile- altri al mondo ha visto scorrere la Sto- do e sporco come la Storia»), l’Idroscalo di Pa- grandi elettori di papi – che sul Tevere spa- nuova… si trovano
vante (sponda prussiana) nei pres- ria, che è stato padre, padrino, ammonitore, solini, la Rive Gauche che vide la fondazione droneggiavano all’epoca di Cola di Rienzo e- indissolubilmente uniti il motivo
si di Moresnet. Il soldato romano e testimone, perfino dio? Oppure a una lutu- di Roma, passato e presente s’inseguono e si sattamente come spadroneggiano oggi sotto religioso, nel senso del trasporto
scrittore «giunge nei pressi della mi- lenta discarica di rifiuti urbani, a un cimitero intrecciano in una mesta ricognizione: il Pa- altro nome, sotto altre maschere; ed entram- in filosofia dell’idea della
niera – annota Dröge –. Vede degli del consumismo, ingombro di spazzatura, di dre Tevere come metafora della Storia, gran- bi, lupi e predatori, si aggirano famelici lungo rivoluzione teocentrica… e il
abitanti che scavano il terreno in carcasse di animali morti, di scheletri di bar- de serbatoio di significati e di memorie che le rive del fiume come hanno fatto per secoli. motivo che permette, nel suo
cerca di pietre. Le sue note sulla mi- che? O forse addirittura la parola “Tevere” non ingloba e inghiotte Roma stessa e se ne fa di- Nell’immane sforzo di accreditare il Tevere co- sviluppo, l’apparire di ogni forma
niera costituiscono il primo docu- vuol significare più nulla, corso d’acqua ab- sincantato portavoce. Come il Father Thames me un sistema–mondo, Mian non tralascia di successivo pensiero laico che
mento che indica il Paese come luo- bandonato dai ricordi e dal fasto dei tempi an- per gli inglesi o il Mississippi per gli america- nulla, sommerso – è il caso di dirlo – dalla sua non sia più ritorno all’antico». Si
go di ritrovamento della preziosa dati e quindi inutile e dimenticabile in un ni, illustri comprimari che Mian convoca sul- storia impetuosa che lo porta a ritroso, fino al- tratta, a giudizio di Del Noce, di
calamina», dal quale si ricava lo zin- mondo che corre forsennato sul binario della la scena per raccontare il respiro del Tevere, le la Romagna del Monte Fumaiolo, dove il Te- una svolta critica tanto
co e da cui il nome della città. modernità? A queste domande tenta di ri- sue Aquae Magnae, la sua Cloaca, la sua Ac- vere nasce in una polla cerulea per gettarsi importante quanto necessaria: «Il
Quando nasce concretamente Mo- spondere Marzio G. Mian, giornalista e viag- qua Marcia, le sue foreste perennemente di- nell’Aretino, poi nella Tuscia, nella Sabina, fi- carattere propriamente teoretico
resnet? La data clou è il 26 giugno giatore innamorato dei fiumi e soprattutto del sboscate fino alla verdissima Umbria per da- no al corso maestoso e lento che giunge fino di questa ambiguità – egli scrive –
1816 quando vien firmato l’accor- loro passato. In questo suo Tevere controcor- re navi, pece, attrezzi e fuoco domestico a Ro- a Roma. Un atto d’amore, questo denso rac- è stato generalmente
do tra Paesi Bassi e Prussia: «Fino a rente Mian ne risolca le acque con piglio di- ma, l’ostilità di Garibaldi che lo vuole storpia- conto di Mian, crepitante di voci, di fatti, di disconosciuto dagli storici. Di
quando il confine non sarà stabili- sincantato fin dalle prime righe: «Vista da qui to, deviato, lontano dalla capitale (ricordate gente. E di un’incancellabile nostalgia per ambiguità pratica si è invece
to, i due Paesi amministreranno – scrive –, dalla foce dove muore il Tevere, l’I- Carlo Verdone nel film Il gallo cedrone che lo qualcosa che forse abbiamo irrimediabil- troppo, e costantemente, parlato,
congiuntamente il territorio conte- talia è in decomposizione». vorrebbe interrare e coprire d’asfalto?), l’Iso- mente perduto. dalla prudenza alla maschera. È
so e si divideranno i proventi della Il torvo umore del litorale di Ostia, il “mare ne- la Tiberina dove nell’età imperiale i riti magi- © RIPRODUZIONE RISERVATA ora appunto nel passaggio al
miniera – scrive Dröge –. Prende- ro” dei Teucri di Enea, gli Scipioni, la borgata ci e misterici soppiantavano le cure medicali, senso puramente teoretico,
ranno una decisione solo quando delle felliniane Notti di Cabiria, l’artiglio ra- e poi i gabbiani, il loro slang metropolitano af- Marzio G. Mian almeno in primo luogo,
si troveranno d’accordo tra loro. pace della speculazione edilizia che sogna un finato sulle discariche che avvolgono il fiume Tevere controcorrente dell’ambiguità che io vorrei
Concordano di non inviare milita- waterfront per gli yacht dei ricconi, il Savoia– come una lebbra, il collasso dell’Ama, l’azien- Neri Pozza. Pagine 286. Euro 14,50 vedere una svolta essenziale della
critica cartesiana». Del Noce si
riferisce al fatto che si è discusso
I best seller della fede molto intorno alla personalità del
celebre pensatore francese che di
sé disse larvatus prodeo (procedo

Anche Con la riapertura parziale delle librerie, a orari e giorni limitati e non
su tutto il territorio, i “Best seller della fede” ritornano nella versio-
La classifica dei libri più venduti nelle librerie religiose viene elaborata da "Rebeccali-
bri" rilevando i dati dalle librerie Ancora, Messaggero, Paoline, San Paolo. Sono esclusi
mascherato), mentre egli ritiene
assai più importante andare a
ne originale. Con il richiamo alle sofferenze della pandemia L’arte di i titoli inferiori a 5 euro e non sono compresi la Bibbia, i testi liturgici, la catechesi, i sus- “smascherare” la sua filosofia,
nelle librerie guarire (libro appena uscito) Rosina si conferma al vertice. Spicca-
no anche i libri dei papi, tra cui il nuovo volume di Benedetto XVI, e
sidi. Info: www.rebeccalibri.it, il portale dell’editoria religiosa italiana. soprattutto al fine di chiarirne
l’influenza esercitata sulla
cʼè voglia spazio anche per il romanzo del premio Pulitzer Elizabeth Strout. LEGENDA: ▲ in ascesa; ▼ in discesa; ▲▼ stazionario; ▲ nuovo ingresso; ▲▲ rientro in classifica modernità, di cui, a giudizio di
non pochi studiosi, Cartesio deve
di guarire essere considerato il padre.

1 ▲▼
L’arte di guarire
2 ▲
San Giovanni Paolo Magno
3 ▲
L’arte di ricominciare
4 ▲▲
Van Thuan. Libero tra le sbarre
5 ▲
Diario di un cardinale (1936–1944)
Nell’illuminante postfazione di
Enzo Randone e Giuseppe
Riconda il lettore troverà alcuni
A CURA DI REBECCALIBRI utilissimi suggerimenti per
Fabio Rosini Francesco (Jorge Mario Bergoglio), Fabio Rosini Teresa Gutiérrez de Cabiedes Domenico Tardini
avvicinarsi a un’opera che fa luce
San Paolo Luigi M. Epicoco San Paolo Città Nuova San Paolo
con particolare acutezza su di un
Pagine 336. Euro 16,00 San Paolo. Pagine 128. Euro 12,00 Pagine 312. Euro 14,50 Pagine 349. Euro 20,00 Pagine 288. Euro 20,00
filosofo e un’epoca che hanno
lasciato tracce ancora ben presenti

6 7 8 9 10
nella cultura contemporanea.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

▲ ▼ ▲▲ ▲ ▲▲
Cercare le cose da lassù Qualcuno a cui guardare Diario. La Misericordia Divina Olive, ancora lei Dal profondo del nostro cuore Augusto Del Noce
Benedetto XVI Luigi M. Epicoco nella mia anima Elizabeth Strout Robert Sarah (con Joseph Riforma cattolica e filosofia
Paoline Città Nuova M. Faustina Kowalska Einaudi Ratzinger–Benedetto XVI ) I. Cartesio
Pagine 136. Euro 12,00 Pagine 160. Euro 12,00 Lev. Pagine 984. Euro 12,00 Pagine 272. Euro 19,50 Cantagalli. Pagine 144. Euro 18,00 Scholé. Pagine 742. Euro 35,00
IV
Venerdì 1 maggio 2020

La Parigi fantasma
Un’antologia di testi

FOTOGRAFIA
sparsi del grande
autore del “Porto
delle nebbie” dedicati
alla nuova arte: oltre

di Atget e Mac Orlan


al ritratto dell’erede
di Nadar, anche
Kertész, Abbott,
Chartier–Bresson,
Man Ray, Ronis
in rapporto
Benché giovani alla poetica
del “fantastico
A questo nostro sociale”

maggio diamo PIERRE MAC ORLAN

la speranza
I
l passato sentimentale di Parigi
si associa molto bene alla sotti-
di antichi riti gliezza letteraria che può pos-
sedere un vecchio semplice, un vec-
chio venditore ambulante, come di-
GOFFREDO FOFI venne Atget.
Parigi non è una città che si offre

L
a notte tra il 30 immediatamente al primo deside-
aprile e il rio di un fotografo–poeta. Occorre
primo maggio, tempo perché le case adottino un
era d’uso, almeno nell’Italia passante che non è del quartiere.
centrale e certamente nel paese Essere del quartiere non significa un ritratto di Nadar evoca tutto ciò
umbro dove sono nato e neppure che l’arrondissement vici- che un’immagine sensibile può de-
cresciuto, no ci accolga in libertà. Le strade di siderare di preciso sulla vita di Pa-
che i giovani maschi Parigi sono accoglienti, alla moda rigi tra il 1854 e il 1900.
adolescenti si organizzassero in francese, che è leggera e molto su- Atget e Nadar aprirono uno stesso
piccoli gruppi con qualche perficiale. Bisogna essere partico- diaframma su immagini del loro
strumento e girassero le larmente simpatici per ottenere in tempo che dovevano dare vita a
campagne cantando stornelli pochi giorni quel diritto di cittadi- quella malinconia letteraria provo-
sotto le finestre delle case nanza che permette di contempla- cata dalla contemplazione di foto-
coloniche, corteggiando le re una copia fotografica della Place grafie antiche.
ragazze di casa, che du Tertre con un sorriso spontaneo L’opera di Atget, per la scelta dei
rispondevano a tono sotto di complicità amichevole e colta. soggetti è più fe onda e più ricca in
l’attento sguardo dei genitori. Una visione fotografica di Parigi si estensione poetica. Il vecchio te-
Un rito di passaggio, una complica più facilmente quando la stimone delle strade di Parigi sa-
celebrazione per l’apertura città si fregia di un internazionali- peva scegliere le sue testimonian-
della stagione più intensa smo molto pittoresco. Ma questo ze nell’elemento popolare di que-
dell’anno, per i lavori e per gli crocevia d’Europa nasconde istin- sta Parigi il cui segreto presto ci ap-
amori. L’ultimo stornello diceva tivamente i suoi volti familiari. At- parirà come quello in cui viveva
«suvvia biondina metti lo zinale get che conosceva benissimo le François Villon.
/ e vien giù la cantina col strade di Parigi fu certo uno dei poe- Un reportage fotografico della rue
boccale» (lo zinale, voce ti più puri di questo formicaio di de la Juiverie, nell’ora in cui le gio-
dialettale versi liberi. vani prostitute sollevano la gonna
In questi per il Gli elementi fotografici di Parigi, per sedersi accanto agli studenti di
giorni grembiule). quelli che conferiscono forza a que- Navarre varrebbe, senza dubbio,
senza festa, Le ragazze sta raccolta d’immagini ad opera di molto più di cento scatti sulle ceri-
scendevano Berenice Abbott, sono quelli che i monie del campo del Drappo d’O-
usciamo nell’aia nostri padri consideravano “di com- ro, per esempio. Gli spettacoli sem-
dalle paure offrendo a mercio al minuto”. Il piccolo nego- plici sono più difficili da riprodur-
e le forzate ciascun ziante di Parigi, l’operaio dell’am- re nell’immaginazione rispetto ad
giovane un ministrazione comunale occupano altri forniti ufficialmente di tutte le
clausure, bicchiere di un posto importante. È lì che s’in- risorse del loro tempo. Uno scorcio
dalla morte vino e due contra l’élite popolare, quella che Eugène Atget, “Giovane prostituta attira i clienti” (1921); in alto a destra, Anonimo, “Ritratto di E. Atget” (1890 c.) della rue Lepic nell’ora del traffico
di tanti uova fresche, rappresenta la storia della strada, le rappresenterà per i nostri discen-
una delle sue angosce e i denti un’umanità
quali era d’obbligo bere sotto i suoi trionfi. Sa- seau il Doganie- ti di noi la Parigi di Atget non è più scomparse. L’ho più poetica e sag-
loro occhi mentre le altre rebbe necessa- re, ma bisogna che un ricordo di una delicatezza visto un paio di gia dell’arrivo di
finivano in un cestino e rio che un perso- tener conto che misteriosa. Vale tutti i libri scritti su volte: place du un sovrano alla
venivano divise prima di naggio come At- Atget era un uo- questo argomento. Senza dubbio Tertre e rue Nor- stazione del Bois
tornare, all’alba, alle proprie get, un uomo co- mo colto, ossia permetterà di scriverne altri. vins, il treppiede de Boulogne.
case. Aver visitato molte case scienzioso e sce- perfettamente sulla spalla e la Atget, infaticabi-
nel corso di una notte voleva vro da ogni va- consapevole del- * camera fotogra- le pedone delle
dire aver bevuto molti bicchieri nità, venisse al le risorse degli fica nera in pa- strade di Parigi
di vino e molte uova, ma mondo in cia- strumenti e della Lo chiamavano il “bonhomme At- lissandro avvol- sapeva, forse per
tornare a casa ubriachi e spesso scuna delle tecnica di cui si get”, il “père Atget”, perché aveva l’a- ta in un tessuto caso, ma io credo
vomitanti faceva parte del rito, e grandi città del serviva. spetto di un vecchio artigiano un verdastro. Ama- che il suo gusto
quando successe anche a me i mondo per la- Il vecchio poeta po’ curvo. Da vivo, passò inosser- va il suo mestie- personale gli ser-
miei genitori mi assistettero con sciarcene un’im- di strada, manca- vato. Appoggiava il suo apparecchio re con convin- visse da lanterna,
affettuoso compiacimento: magine esatta, to di recente, do- un po’ dappertutto, davanti a un zione. Poteva vi- mettere insieme
voleva dire che stavo perché sono u- veva a Berenice muro, un negozio, un’insegna al- verne senza de- una collezione
diventando adulto. Queste manamente ve- Abbott di non l’angolo di una strada. Gli piaceva- siderare di più. d’immagini com-
tradizioni durano ancora, e re solo le visioni sprofondare nel- no alcune pareti, come anche a- Oggi la sua figu- moventi. Molti
sono antichissime. Ai tempi del ispirate dalla E. Atget, “Coin in rue de Seine” la dispersione desso a Utrillo, questo per il colore, ra è inseparabi- E. Atget, “Boulevard de Strasbourg” giovani artisti, dal
Rinascimento si chiamavano sentimentalità delle sue opere l’altro per scoprire nella luce del suo le dalla Parigi tra 1918 in poi, han-
Cantalmaggio, e il Poliziano vi collettiva. tra le tante foto- obiettivo la rivelazione delle fonti il 1900 e il 1914, no studiato le fo-
ha scritto sopra una poesia Atget non cercava le complicazioni grafie anonime. La giovane artista a- poetiche delle vecchie strade già a- una Parigi ricca di avventure locali. tografie calde, viventi, ricche di par-
famosa: «Ben venga ‘l maggio /e della notte e dell’alba piene di im- mericana è riuscita a mettere insie- docchiate dai demolitori. Poche A quel tempo, un viaggio notturno ticolari, scattate dall’anziano si-
il gonfalon selvaggio» (e il previsti affascinanti, non sprecava me la parte migliore della persona- persone lo conoscevano. Non ap- tra la Chapelle e Montmartre pote- gnore. Man Ray, Berenice Abbott,
gonfalone era un ramo di mai i suoi scatti fotografici allo sco- lità di Atget... La forza di una im- parteneva né all’arte né alla lette- va creare più avventure di un viag- Germaine Krull e molti altri lo sti-
glicine o di acacia, festosi fiori po di oltrepassare per caso il terri- magine fotografica sta nel fatto che ratura. Era solo un artigiano co- gio nel 1939 tra Colomb–Béchar e mavano molto. Ma sono forse i re-
primaverili da appendere alle torio di cui era il padrone. La sua o- la si può guardare più a lungo di scienzioso che conosceva bene il Gao. Per forza di cose l’opera foto- porter fotografici degli ultimi anni
porte delle fanciulle). Non so se pera è onesta, prima di tutto. Rap- quanto sia necessario per ammira- suo mestiere. Si consultavano le sue grafica di Atget riflette quel miste- che, con profonda sensibilità, pro-
questo rito, ancora vivo nella presenta il reportage di qualità ec- re un quadro o un disegno. Per mol- carte per scoprire delle immagini ro come un cappello a cilindro in lungheranno la tradizione senti-
mia Gubbio pur se appena un cezionale e spesso uno stupore pu- mentale della collezione Atget. La
poco inquinato dalle Pro Loco, ramente plastico. Nessuno più di lui storia quotidiana del nostro tempo
IL LIBRO

si ripeterà anche quest’anno,


ma in questo caso avrebbe un
significato ben più vasto, quello
dell’uscita, si dice, ameno in
conosceva Parigi, dal Fort–Monjol,
ormai scomparso, fino alle belle
aiuole dei giardinetti pubblici. In o-
gni cosa sapeva cogliere la sfuma-
Scrivere con il “terz’occhio” riprodotta da loro ispirerà molti li-
bri e molti poeti.
Quando sfoglio una raccolta di fo-
tografie di Atget, penso a quella

P
Italia, dal periodo più brutto di tura che le dava valore. ierre Mac Orlan – il grande scrittore del Por- nista. Lo appassionano sia le immagini antiche, o i pubblicata da Jonquières, ho la cer-
una brutale epidemia. Atget morì in tarda età e forse inti- to delle nebbie e di sagaci libretti come Pic- primi lavori di Eugène Atget di cui è tra i più accesi tezza d’imparare qualcosa, senza
Aspettiamo tutti il Maggio, in mamente scoraggiato. Ma io non lo colo manuale del perfetto avventuriero – è estimatori. Non sfuggono al suo occhio neppure gli sforzo, con naturalezza. La cono-
questi giorni senza festa, come penso. Ho incontrato Atget, una vol- stato uno dei più profondi conoscitori della vita pa- scatti di artisti contemporanei come Germaine K- scenza fotografica dell’umanità in
il mese della liberazione dalle ta, per caso. In quel periodo vende- rigina fra le due guerre. Mac Orlan scoprì molto pre- rull o Claude Cahun. E poi anche Kertész, Bereni- bianco e nero è inquietante. Si
forzate clausure, dalle paure, va dei ritratti di ragazze e di negozi sto che esistevano due modi di fare letteratura: la ce Abbott, Man Ray, Maurice Tabard, Moholy– confonde con la personalità di cia-
dalla morte di tanti. Non una che potevano servire all’ispirazio- scrittura e la fotografia e come Nagy, Albert Renger–Patzsch... Per scuno senza provocare le noie del-
festa, e se un passaggio, non ne dei pittori. Quest’uomo di tea- questa fosse la continuazione del- lui è sempre l’occasione per fare e- la cultura. È un’arte primaria cu-
certo verso un domani senza tro ormai anziano era impenetra- l’altra con altri mezzi, un modo mergere non tanto i tratti caratteri- riosamente perfida come la canzo-
paure, pieno anzi di nuove bile. Prima di tutto perché nessuno straordinario per esprimere la stici, lo stile o la poetica dell’artista, ne ascoltata a vent’anni e che ci per-
preoccupazioni su quel che cercava di capirlo e di comprende- poetica del “fantastico sociale”. O- gli interessano non le intenzioni del seguita per tutta la vita.
potrà fare una classe dirigente re il profondo valore della sua ope- ra i suoi saggi sparsi dedicati alla fotografo ma quali aspetti della Atget, curvo sotto il peso della sua
malata quanto il paese, quanto ra. Atget era un uomo di strada, un fotografia e ad alcuni autori tra i realtà le fotografie riescono a strap- enorme camera nera, era un gran-
il pianeta. Una svolta che non artigiano Poeta dei crocicchi di Pa- più importanti dell’Otto–Nove- pare e a rivelare». de chansonnier delle strade di Pari-
possiamo neanche chiamare rigi. Non annunciava il suo mestie- cento vedono la luce in un’anto- «La conoscenza fotografica dell’u- gi, amico delle ragazze di Belleville
epocale, perché temiamo re con frasi di rito, come facevano logia per la prima volta in tradu- manità in bianco e nero – scrive nel e delle casupole sui vicoli medieva-
perfino che possano non esserci tutti gli altri, ma la sua figura era in- zione italiana, edita da Medusa col 1939 – è inquietante. Si confonde li. Per associazione d’idee, fa pen-
altre epoche dopo questa, e che, confondibile, un po’ curva, con il titolo Saggi sulla fotografia (pagi- con la personalità di ciascuno senza sare a Aristide Bruant, a Gérard de
se ci fossero, possano essere suo apparecchio fotografico e il ne 128, euro 15). Nella prefazione provocare le noie della cultura. È Nerval, a Eugène Sue. Non chiede-
tremende e forse, ci dice treppiede, tra la fruttivendola, l’im- Simone Paliaga ricorda che «foto- Autoritratto di P. Mac Orlan un’arte primaria curiosamente per- va tanto. Le sue doti si diffondeva-
l’inconscio, definitive. Ma è pagliatore di sedie e il capraio con grafo amatore da quando, a par- fida come la canzone ascoltata a no a sua insaputa. Sapeva che la
importante in ogni caso, e fino il flauto di Pan. tire dai primi mesi del 1920, acquista una Rolleiflex, vent’anni e che ci perseguita per tutta la vita». Pub- magia futura e clandestina che re-
all’ultimo se necessario, non Le modelle lo accoglievano con Mac Orlan comincia a fare scatti della sua casa a blichiamo in questa pagina due brani dedicati a gistrava sulle lastre di buona qualità
arrendersi. Insieme agli altri. E simpatia. Lavorava e amava i risul- Saint–Cyr–sur–Morin, del giardino e degli interni, Eugène Atget, il fotografo che più di ogni altro in- era, prima di tutto, figlia del tempo
dunque: «en venga maggio»! tati del suo lavoro con una tenerez- contagiando con la passione anche la moglie Mar- carna la poetica letteraria di Mac Orlan. (R.A.) di pausa e della luce ben calibrata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA za comparabile a quella di Rous- guerite. Di foto diventa anche, ben presto, collezio- ©
RIPRODUZIONE RISERVATA ©
RIPRODUZIONE RISERVATA
VI
Venerdì 1 maggio 2020

Sale chiuse, ma il cinema


Lorini (Anec):

INCHIESTA
«Persi 125 milioni
di euro, urge riaprire
in estate». Lonigro
(Anica): «Lavoriamo uniti

è pronto per ripartire


per rilanciare il mercato
in tempi brevi e offrendo
un prodotto importante»

Dischisacra conferma l’iscrizione un paio di gior- comitati scientifici sia rispetto ai viduali, promuovendo i progetti del- sta caratterizzando gli italiani: da qui
ANGELA CALVINI
ni fa all’Anica del colosso americano tempi che alle modalità per la ria- le singole sale con l’hashtag #Cultu- dobbiamo ripartire e ragionare in
Il Vespro
C
ome dice Carlo Verdone, che del web Netflix, annunciata dal Pre- pertura in sicurezza delle sale al chiu- raACasa. «Tante le sale della Diocesi maniera strategica». Lo Stato sta dan-
il cinema in Italia possa ri- sidente dell’Associazione Nazionale so e delle arene in spazi aperti». L’u- di Milano che si sono messe in pista do una mano ma «il vero problema
partire dai “drive in” è «un’i- Industrie Cinematografiche Audio- scita in digitale dei film in questo pe- – afferma don Gianluca Bernardini, sarà un piano a lungo termine, c’è
di Monteverdi dea romantica» che non corrispon-
de alla nostra realtà. La crisi, dati al-
visive e multimediali, Francesco Ru-
telli. In questa fase di grande tra-
riodo è un fatto «assolutamente ec-
cezionale e strettamente collegato
presidente Acec Milano – ci sono
proposte di film da vedere in salotto
bisogno di un sostegno anche per la
stagione 2021– 2022».
“arrangiato” la mano forniti da Anec, dalla chiu-
sura totale del 7 marzo sino al 3 mag-
sformazione dell’ecosistema cine–
audiovisivo, la filiera del cinema ita-
alla chiusura di tutti i cinema sul ter-
ritorio nazionale» prosegue annun-
con commenti e dibattito online fi-
no a “call comunitarie”, moderate
Mario Lorini, presidente dell’Anec,
l’associazione che raduna gli eser-
da Bestion gio farà perdere alle 1100 strutture
sul suolo nazionale (in totale 3850
liano ora sta pure cercando una so-
luzione per fare sopravvivere le sale
ciando uscite di peso presto in sala.
«Al momento sono previsti per fine
dall’associazione». Si va dal Dopoce-
na con Dante ai “radiodrammi” del
centi del cinema, sottolinea come
questo tsunami si sia abbatutto do-
schermi) ben 19 milioni e 500 mila italiane all’emergenza coronavirus. luglio titoli importantissimi come Te- CinemateatroNuovo di Magenta, dal po un anno positivo: «Il 2019 si era
spettatori, per un 125 milioni di eu- Come dice Luigi Lonigro, presiden- nent il nuovo film di Christopher No- supporto alla didattica a distanza del chiuso chiusa con la miglior perfor-
ANDREA MILANESI ro di incassi bruciati. te sezione distributori Anica: «Le as- nantola e Mulan mega produzione Centro Asteria di Milano, alle visio- mance a livello europeo, più 14,5 per
E mentre le sale italiane restano chiu- sociazioni stanno lavorando ad un della Disney. Inoltre ci sono tanti im- ni collettive pensate per i più picco- cento di crescita. Grazie al lavoro di

A
l vaglio dei secoli, le se, nell’attesa di uno spiraglio dei progetto comune finalizzato a far ri- portanti film italiani ,che sarebbero li offerte dall’Excelsior di Cesano Ma- Movie–ment, progetto coordinato di
musiche che nel prossimi decreti governativi, qual- partire il mercato in tempi brevi e dovuto uscire nel periodo del lock- derno, dal Cinemateatro Stella di Mi- tutta la filiera cinema sostenuto dal
1610 Claudio che nuovo film ha cominciato ad u- con una presenza di prodotto im- down , pronti per arricchire la pro- lano e dal Cinema Rondinella di Se- Mibact, prima della chiusura stava-
Monteverdi (1567–1643) ha scire sulle piattaforme online. Come portante. Siamo in attesa di cono- posta in occasione della riapertura sto San Giovanni. Il motto è “essere mo a un incremento del + 22% di
portato sotto il manto protettivo l’ultimo film dei fratelli D’Innocen- scere quali saranno le decisioni dei dell’intero parco sale italiano». vicini agli spettatori” come fa “Casa spettatori. Oggi completamente fer-
della Madonna sono passate alla zo che ha vinto l’Orso d’argento per Ma chi sta reagendo meglio in que- Tiberio”, dove il Cinema Tiberio di mi, la nostra interlocuzione princi-
storia come alcune tra le pagine la miglior sceneggiatura al Festival sto periodo di emergenza sono le sa- Rimini propone film, opere, balletti pale è col Mibact, grazie al fondo e-
più complesse e ispirate di Berlino 2020, Favolacce, la cui u- Giraldo (Acec): «Dopo le di comunità, proprio perché, no- e documentari. C’è poi chi, come il mergenze di 130 milioni per il set-
dell’intero repertorio sacro; con scita in sala era prevista il 16 di apri- la pandemia servono nostante le immense difficoltà, non Piccolo Teatro di Padova propone tore cinema audiovisivo e spettaco-
il Vespro della Beata Vergine il le, che arriverà on demand dall’11 investimenti, ma il vero sono strettamente legate alle regole film sul tema del “cambiamento del- lo. Ora – aggiunge – chiediamo che
compositore cremonese ha maggio su Sky ed altre piattaforme. problema sarà un piano del profitto. Chiuse da fine febbraio, le proprie abitudini”. Nella Settima- gli ammortizzatori sociali vengano
costruito un edificio sonoro in Sempre su Sky arriverà il 7 maggio il tenaci nella loro vocazione di aggre- na Santa, poi, è stata seguitissima l’i- proprogati». Resta il nodo della ria-
cui ha raccolto antiche pratiche e trionfatore degli Oscar e di Cannes a lungo termine. Ci sarà gatore sociale nel nome di un an- niziativa Passio contemporanea – La pertura. «I cinema sono i luoghi do-
moderni stili consacrandoli alle Parasite del coreano Bong Joon–ho. bisogno di un sostegno nuncio di bellezza e speranza, stan- Passione tra cinema e arte. Altre ini- ve la popolazione troverà i primi mo-
più alte forme di devozione Piattaforme web e mondo del cine- anche per la stagione no dimostrando la loro capacita di ziative vedono le “catechesi a do- menti di ripresa controllata e sicuri.
mariana, sfidando così le ma tradizionale stanno intessendo 2021– 2022» adattamento meglio delle multisale micilio” attraverso il cinema e la Le sale cinematografiche, ricordia-
inesorabili leggi del tempo. Ai un dialogo sempre più stretto, come da blockbuster. Capaci di riorganiz- messa in scena live di Roberto An- mocelo, non sono solo luoghi di in-
giorni nostri la sfida è stata zare le proprie risorse e metterle a glisani nello spettacolo vincitore de tratteninemto, sono presidi socia-
raccolta da Simon–Pierre servizio della comunità in modo o- I Teatri del Sacro (2017) Giobbe, sto- li, che siano nei centri storici come
Bestion che, per sua espressa riginale, ecco che le 650 sale Acec di ria di un uomo semplice. Mille le i- nei centri commerciali. Aiutano gli
intenzione, ha scelto di offrirne tutta Italia hanno adottato, ciascuna niziative da scoprire sulla pagina Fa- uomini a crescere insieme – ag-
una lettura fortemente a suo modo, gli strumenti digitali per cebook AcecSdC, sotto l’hashtag #a- giunge Lorini –. Gli spazi verranno
personale e originale; il punto di raggiungere i loro spettatori e racco- casaconAcec. rimodulati, ma stiamo lavorando
partenza, nobile e condivisibile, glierli, ancora una volta, attorno a un «I tempi incerti in cui viviamo han- anche sulla distanza di gruppo,
è quello di nobilitare e progetto comune. Per esempio, de- no cambiato il modo in cui si dialo- permettendo di stare insieme allo
attualizzare il capolavoro cine sono le iniziative delle sale coor- ga con il pubblico, ma non hanno in- stesso gruppo familiare. E stiamo
monteverdiano, sottolineandone dinate dall’Acec Milano, che ha fat- taccato la voglia e la capacità di re- lavorando a un progetto che rico-
l’intensa carica spirituale. Nelle to da collettore delle creatività indi- stare vicini, con la motivazione for- minci da spazi all’aperto. I cinema
note di copertina del disco il te di tornare presto a incontrare tut- da sempre sono nati per racco-
direttore francese afferma infatti: ti gli amici della sala, nuovamente gliere in sicurezza i grandi nume-
«In questa registrazione ho “in presenza” – spiega Francesco Gi- ri, siamo abituati alla sanificazio-
voluto catturare le emozioni di SPETTACOLO raldo, segretario generale Acec – U- ne, siamo in grado di garantire un
un ufficio serale dei Vespri:
quella sorta di “lunghezza
Agis, le proposte na volta usciti da questa situa-
zione pandemica sarà giunto
flusso, spalmato su più giorni e più
orari. Macché “drive in” con spet-
d’onda celeste” che ci rapisce per la ripartenza il momento che il modo tatori chiusi in auto, ripartiamo
nell’istante, ci estranea dal cattolico investa più de- dalle arene che abbiamo in mera-
mondo esterno per tutto il Anticipato in una lettera inviata al Mini- cisamente sulla cultura vigliose rocche, giardini, castelli».
tempo della sua durata, stro dei Beni e delle Attività Culturali e del che insieme alla fede Ripartire sì, ma con quali film? «Sa-
imponendoci un ritmo a cui non Turismo, Dario Franceschini, l’Agis (Asso- popolare potranno rebbe bello partire con i film del-
siamo abituati e facendoci vivere ciazione Generale Italiana dello Spettacolo), segnare la Chiesa del l’Accademia dei David Donatello.
momenti di grazia e di ha presentato ieri, il documento “Lo spetta- prossimo futuro. Una delle offerte potrebbe essere
meraviglia». Le scelte stilistiche e colo in Italia nella fase 2 – Proposte per la ri- Linguaggio cinema riproporre alcuni dei film più im-
interpretative appaiono partenza delle attività e per la riapertura al pub- e teatro servire a portanti della stagione e quelli che
estremamente coraggiose e blico”, realizzato con tutte le componenti ade- metterci in contat- sono rimasti in mezzo al guado co-
stranianti; nulla di “blasfemo”, renti all’associazione, dallo spettacolo dal vivo al- to con il mondo». me Volevo nascondermi di Giorgio
s’intenda, ma alcune libertà l’esercizio cinematografico. Cinque i punti prin- Come ripartire in Diritti, e qualche blockbuster per la
negli “arrangiamenti” risultano a cipali del documento illustrato da Carlo Fonta- pratica? «Il pub- famiglia».
tratti disorientanti e na, presidente Agis, Filippo Fonsatti, residente blico che ci fre- Coglie l’assist Piera Detassis, Presi-
provocatorie, a partire Federvivo, Francesco Giambrone, presidente quenta, non è un dente dei David di Donatello, che
dall’organico impiegato (che Anfols. Al primo posto la richiesta di un calen- pubblico generali- verranno trasmessi in diretta su Rai
viene arricchito con strumenti dario di ripresa delle attività di spettacolo dal sta da block buster, 1 in prima serata l’8 maggio con la
derivati da diverse culture vivo e delle proiezioni cinematografiche, dif- è un pubblico che conduzione di Carlo Conti e pre-
popolari), da alcune discutibili ferenziato per tipologia architettonica (spa- coccoliamo da sem- miazioni virtuali: «C’è un’ipotesi, in
scelte di tempo, dalle intonazioni zi aperti o edifici chiusi). Il secondo punto pre con rassegne e at- caso di riapertura delle arene, che il
delle antifone (che sembrano riguarda le misure di sicurezza per l’atti- tività educational. Per David possa essere il filo condutto-
attingere alla tradizione vità di pubblico spettacolo fra cui una noi importante è l’espe- re con i suoi protagonisti: speriamo
bizantina e ortodossa) oppure deroga dalle misure di distanziamen- rienza, più che il prodotto. di sì perché ci teniamo. Abbiamo vo-
dall’utilizzo diffuso della tecnica to per coppie e/o gruppi conviven- E il web andrà ad aumentare luto fortemente la diretta dell’8 mag-
vocale del “falsobordone”. Ne ti. Poi vengono richieste la ri- l’esperienza cinematografica, gio: si parlerà della crisi, certo, ma
deriva una versione in qualche presa delle attività produtti- non va a sostituire la sala. Co- sarà un momento importante per la
modo “destrutturata”; niente (o ve e fondi integrativi per munque da questa emergenza è e- riaffermazione del cinema italiano».
quasi) da eccepire sulla prova la ripartenza. mersa una forte voglia di cinema che © RIPRODUZIONE RISERVATA

generale dei musicisti e dei


cantori dell’ensemble La
Tempête, ma è bene sapere che
qui ci si trova di fronte a un
“Vespro di Bestion a partire dalle
È vero, non si vive di soli film
musiche di Monteverdi”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ma neanche senza... i suoi sogni
L’INTERVENTO

DAVIDE MILANI i provvedimenti, anche ultimi, che nel no- sogno, senza ideali, senza passione, senza no un potenziale che nessun piano Mar-
stro Paese normano il comportamento dei slanci, sarebbe un mostruoso animale fat- shall culturale centralizzato potrà mai ot-

I
n molte case scarseggia il pane, fallisco- cittadini in vista della riapertura graduale to semplicemente di istinto e di raziocinio, tenere. Si tratta infatti di realtà che non o-
no filiere produttive, sta scomparendo di tutte le attività, fa specie constatare co- una specie di cinghiale laureato in mate- perano per un proprio pubblico ma per la
una generazione. Editoria libraria, mu- me prevalga un’idea di uomo che deve sta- matica pura». Nell’indecisione di questo stessa comunità in cui tutti stiamo, per i na-
sei, teatri, spettacoli dal vivo, musica, festi- re in salute, per consu- limbo, è urgente, in am- viganti «nella stessa barca», come ha po-
val, cinema (produzione, promozione cul- mare e lavorare affinché Un’industria ferma bito culturale, una ri- tentemente ricordato papa Francesco. Chi
turale, esercizio) sono azzerati da mesi e alimenti il mercato. Offri- che così mette a rischio flessione per capire come lavora nella cultura agisce per attivare e-
lo saranno chissà ancora per quanti. Può re l’orizzonte e le moda- 800mila posti di lavoro agire affinché questo set- sperienze di senso e bellezza: una delle mis-
apparire sgraziato invocare interventi lità per riaprire – con re- tore, in tutte le sue arti- sioni più nobili.
pubblici per la cultura, per il cinema, per sponsabilità e gradualità, Noi, come Fondazione colazioni, sopravviva. Fondazione Ente dello Spettacolo è una di
ciò che non è pane «con tutti i problemi nel rispetto delle norme Ente dello Spettacolo, Non si tratta solo di sal- queste realtà, la Rivista del Cinematografo
che ci sono». È un settore – fa bene ricor- comunque stabilite – siamo feriti ma non vare posti di lavoro. Il vi- ne è la voce: siamo come tutti feriti ma non
darlo – che in Italia da stipendio a 800mi- scuole, chiese, musei, e-
la persone. «Non di solo pane vivrà l’uo- venti culturali significa
a morte e ora chiediamo rus non ha bombardato
palazzi ma la fiducia nel
a morte, invochiamo interventi politici di
orizzonte, di sistema oltre che economici.
mo» risponde Gesù al demonio tentatore tornare a offrire la possi- alla politica interventi futuro, nelle relazioni, Alle competenti Istituzioni dello Stato, al
che vuole indurlo a usare la sua potenza bilità di alimentare l’u- economici e di sistema nel senso dell’esistere. A Mibact offriamo la disponibilità per pro-
divina per trasformare i sassi in cibo, per manità della persona. La milioni di italiani, come gettare, confrontarci, collaborare: noi ci sia-
limitare ad azioni materiali la sua reale ripresa del Paese – il do- tutti così abbattuti, spa- mo per ritessere le trame della società, nu-
Claudio Monteverdi (1567-1643) missione di annunciatore di parole di vi- poguerra lo insegna – non può realizzarsi ventati, umiliati, mancano le esperienze e trire l’umanità di ciascuno, ridare forza al
ta, senso, speranza. solo con progettualità economiche. Senza l’alimento della cultura. Occorre un piano, popolo, infondere il coraggio per tornare ad
Monteverdi Per orientare e sostenere la ripresa morale, la fede e le chiese, senza la cultura e i suoi da varare con chi progetta e realizza cultu- abitare con fiducia, le nostre piazze e le re-
Vespro sociale, civile e non solo economica del Pae- santuari laici, la possibilità della speran- ra, non solo a favore. Esistono già: sono lazioni sociali.
La Tempête, Simon–Pierre Bestion se questo pane è fondamentale. L’esperien- za, la natura stessa del soggetto rischiano di realtà attive, dinamiche, spesso piccole, con Sacerdote, presidente Fondazione
Alpha Classics. Euro 30,00 – Cd za della fede, per i credenti, è la sintesi più essere compromesse. Era la convinzione an- potenzialità straordinarie. Sono da ascol- Ente dello Spettacolo
doppio piena di questa fame spirituale. Leggendo che di Fabrizio De André: «Un uomo senza tare: se sostenute e indirizzate scateneran- © RIPRODUZIONE RISERVATA
VII
Venerdì 1 maggio 2020
STORIE DI CUOIO

60 anni di generazioni
Nella primavera
di sessant’anni fa nello
stabilimento modenese si
lavorava al primo storico
Album delle figurine

cresciute a pane e Panini


dei calciatori, in edicola
per la stagione di Serie A
1960-’61. Un mito che
continua con i millennials

FURIO ZARA
Spadafora:
P
er chi non lo ha mai sfogliato – ma
esiste qualcuno? – l’Album Panini
è una raccolta di facce con un e-
«Ok protocollo
lenco di nomi, numeri, partite.
Chi ha maturato questa balzana idea,
pensa anche che la Divina Commedia
o stop al calcio»
sia la storia di uno che va all’Inferno, il «In questi giorni il Comitato
resto non lo spoileriamo. In realtà l’Al- tecnico scientifico sta incontrando
bum Panini – da sessant’anni a questa le varie componenti del mondo
parte – si offre come il più grande A- del calcio, non solo la Figc, per
tlante sentimentale d’Italia e si assume avere approfondimenti sul
il compito – etico verrebbe da dire – di Foto grande: protocollo presentato per la
dare contezza e contabilità ai nostri a- il primo Album ripresa degli allenamenti. Se verrà
mori, alle tante vite che viviamo, al dei calciatori della trovata una sintesi tra il Comitato e
«naufragar che ci è dolce» in quel ma- Panini, stagione la Figc gli allenamenti potranno
re di figurine. L’album Panini – di sta- di Serie A riprendere e questo avrà una
gione in stagione – ci restituisce l’arco- 1960-’61 ricaduta positiva anche sulla
baleno che dà forma al mondo che ci Dall’alto in basso possibile ripartenza del
circonda, con la certezza che – per noi le storiche campionato. Viceversa sarà il
appassionati – «la bellezza del gioco del figurine di Pier governo a decretare, per motivi di
calcio risiede nella forma sferica del pal- Luigi Pizzaballa evidente emergenza sanitaria
lone, che sembra quasi voler mimare la («L’introvabile») mondiale, la chiusura del
prodigiosa armonia dei mondi» (cit. portiere campionato anche creando, nei
Gianni Brera). All’alba di quel favoloso dell’Atalanta limiti del possibile, le condizioni
decennio dei ’60, l’Italia si era ormai la- Carlo affinchè ilmondo del calcio paghi
sciata la guerra alle spalle. Dell’Omodarme meno danni possibile». Lo ha
Ogni giorno era una promessa di felicità. («Scioglilingua») detto il ministro per le Politiche
Da conquistare però con il sacrificio. I centrocampista giovanili e lo sport, Vincenzo
fratelli Benito e Giuseppe Panini trova- della Juventus Spadafora, al programma “Mi
rono a Milano un lotto di vecchie figuri- Pedro Waldemar manda Raitre”. Parole apprezzate
ne invendute, che appartenevano alle e- Manfredini dal presidente della Lega Serie A,
dizioni milanesi Nannina. («Piedone») Dal Pino: «Da parte nostra c’e’
Vi erano fotografati i calciatori delle attaccante stata e sempre ci sarà disponibilita’
squadre di Serie A. Pensarono che ac- argentino a un dialogo costruttivo».
quistarle fosse un affare, non si sa mai. della Roma
Erano del settore: avevano fondato a Mo-
dena l’Agenzia Distribuzione Giornali
Fratelli Panini. Così divisero e imbusta- Bundesliga,
rono il malloppo in bustine bianche con
cornicette rosse. Dentro ogni bustina c’e-
rano due figurine ciascuna. Una bustina
Merkel frena
veniva venduta a 10 lire. Si dissero: ve-
diamo come va. Sembrava che gli italia- Psg campione
ni non aspettassero altro. Il successo fu
straordinario, i fratelli Panini vendette- Niente via libera dalla cancelliera
ro tre milioni di bustine. La storia del- tedesca Angela Merkel sulla ripresa
l’Album comincia così, con una raccol- della Bundesliga. Le autorità
ta – quella della stagione 1960-61 – che calcistiche speravano di ricevere
unisce il lavoro delle Edizioni Nannina e glio di capelli da divo del cinema di menticato e ci torna alla memoria, detto nel taschino era una respon- l’ok per riprendere le partite di
dei Fratelli Panini. L’anno successo i Pa- quel periodo, da Hollywood sul Te- all’improvviso, con quel cognome sabilità, un’investitura, un regalo campionato senza tifosi già dal 9
nini decidono di fare da soli. Stampa- vere. È arrivato due anni prima in che non entra tutto in una riga del- concesso dalla combinazione divina maggio. La Merkel ha incontrato i
no le figurine, confezionano l’album e giallorosso, lo chiamano “Piedone” la figurina e la Panini lo pubblica Del- che regolava la distribuzione delle 16 governatori statali del paese e
distribuiscono le bustine. E’ una cate- perché quando sbarcò a Ciampino, l’Omodar e porta a capo il “me”. Un figurine. In sessant’anni sono cam- ha avvertito che esiste ancora il
na di montaggio che farà la loro fortu- acquistato per 78 milioni di lire dal altro unicum tra quelle fotografie biate molte cose. pericolo che le infezioni da Covid–
na. La collezione del campionato 1961- Racing di Avellaneda, il fotografo spesso in bianco e nero e colorate a La posa pl