Sei sulla pagina 1di 20

Gallera si vanta del flop-vaccini e dà la colpa ai medici in ferie.

E Salvini lo scarica
Sa bene che un suo governo sarebbe il modello Lombardia esportato in tutt’Italia y(7HC0D7*KSTKKQ( +#!z!#!"![

Lunedì 4 gennaio 2021 – Anno 13 – n° 3 a 1,80 - Arretrati: a 3,00 - a 9,70


econ il libro
1,80 “Afghaneis3t,0
– Arretrati: an0”
Redazione: via di Sant’Erasmo n° 2 – 00184 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

Meglio le elezioni GOVERNO Pochi “responsabilli” e ministre renziane in uscita MEDIAPART La “via della seta” ora si veste di mecenatismo

» Gad Lerner Renzi dà i tre giorni La Cina va all’assalto


a Conte, pontieri Pd dell’Africa (facendo
e Franco Monaco

D
entro l’attuale congiuntu-
ra critica, non è buona
norma farsi guidare dalla per far ragionare Iv collette per i musei)
paura che vinca la destra. Meglio
essere pronti a una sfida alta. Da q SALVINI A PAG. 4 q BERTRAND A PAG. 14 - 15
come si sono messe le cose, sareb-
be auspicabile che si seguisse una
via trasparente e lineare. Quella
già prefigurata da Conte nel caso

AZZOLINA LA MINISTRA AL “FATTO”: “IN AULA IL 7, STUDENTI GIÀ TROPPO SACRIFICATI”


quasi certo che venga meno la
maggioranza: un passaggio par-
lamentare in cui ciascun sogget-

“Basta accanirsi sulla scuola


to, singolo o partito, si assuma la
propria responsabilità agli occhi
del Paese. Come fu per i governi
Prodi, tra i pochi che, in conformi-
tà alla Costituzione, furono sfidu-
ciati in Parlamento.

Per i contagi cercate altrove”


SEGUE A PAGINA 4

Ultimo tentativo
» Marco Travaglio

C
ari amici, in condizioni
normali sottoscriverei il
vostro appello parola per
parola. Ma questi non sono tempi IL FATTO ECONOMICO.
normali. Infatti nessuno in Euro-
POSITIVI IN LIEVE CALO
Gas e petrolio, in Italia
pa, a parte qui, evoca elezioni an-
ticipate né crisi di governo perchè
nessuno può permettersi il lusso 9 e 10 Italia tutta
di perdere due-tre mesi mentre
partono le vaccinazioni, la terza “arancione”, poi torna trivella continua
ondata Covid e il Recovery Plan.
Quindi ritengo doveroso almeno nuove restrizioni
tentare di salvare quello che repu-
to il miglior governo possibile q CASELLI E GIARELLI A PAG. 3
senza vendere l'anima al diavolo.
Cioè senza pagare il pizzo ai ricat-
tatori di oggi e di domani. E senza L’INTERVISTA
impapocchiare, per la solita pau-
ra che vinca Salvini, governissimi Occhetto: “Il Pd?
tecnici o parapolitici che sortireb-
bero l'unico effetto di rinviare di In mano a Renzi
qualche mese una vittoria salvi-
niana ancor più certa e tonante. e senza bussola”
C’è una strada onesta e prati-
cabile per almeno tentare di scon-
giurare questo rischio? Secondo
me sì: la via maestra della Costi-
tuzione, cioè della democrazia
parlamentare, nello spirito della
(peraltro pessima) legge elettora-
le proporzionale che Pd, FI e Lega No Dad Sit-in di protesta di studenti a Milano
ci hanno imposto dal 2017 (e che, p Senza lo stop nel Milleproroghe, ripartiranno gli iter
tra parentesi, non impone affatto p ”Volevamo il rientro a dicembre, ma abbiamo rinviato su ri- bloccati due anni fa: a rischio quasi tutte le coste italiane
le alleanze prima del voto, ma solo q CAPORALE A PAG. 5 chiesta delle Regioni. Che poi ci hanno chiesto di far tornare Una contraddizione rispetto al “green deal” dei fondi Ue
dopo, come si è visto in questa le- il 50 e non il 75% dei ragazzi. Basta scuse, il governo ha deciso”
gislatura). Per la Costituzione, le q DI FOGGIA A PAG. 10 - 11
legislature durano cinque anni, LETTERE SELVAGGE q DELLA SALA A PAG. 3
almeno finchè c’è una maggio-
ranza che sostenga un governo. “Io, ragazza gay,
Dunque evitare di interrompere
la legislatura è legittimo. E anche messa al bando » PIETRE & POPOLO Pandemia e mercato hanno umiliato la cultura La cattiveria
utile, visto che una crisi al buio e
dai miei genitori”
una campagna elettorale oggi sa-
rebbero un danno per l'Italia. Le Caro 2021, devi restituirci la bellezza Qui, se non salta fuori
un cognato di Fontana
che produce vaccini,
opposizioni hanno diritto a chie- q LUCARELLI A PAG. 8
dere le elezioni, ma i giallo-rosa per i lombardi la vedo dura
hanno il dovere di provare a ne- » Tomaso Montanari che lo si possa met- ne Weil. E se mi WWW.FORUM.SPINOZA.IT
gargliele, per completare l'opera ACCADE A PARMA tere nella cella di un chiedo quale qua-

P
avviata e farsi giudicare quando roposito di inizio anno: condannato all’iso- dro vorrei nella
ne avranno (e, si spera, avremo) Leggere Sofocle riprendersi la bellezza. lamento perpetuo mia stanza pensan- Le firme
raccolto i frutti. Cioè nel 2022 e La parola “bellezza”, in- senza che ciò sia do di non poterne
non oggi, in mezzo al guado e al com’era davvero: tendo: sfigurata da un potere u n’atrocità, anzi il mai più uscire, non ho q HANNO SCRITTO PER NOI:
guano, con la gente tutta presa dal che la usa per costruire con- contrario”. dubbi: la Madonna Sisti- BOCCOLI, BONETTI,
virus e ancora poco conscia di co- miracolo sul web senso, ingannare, vendere, Mai come durante il con- na di Raffaello. Per la sua BORZI, COLOMBO, DALLA CHIESA,
sa accadrebbe con un governo vendersi attraverso marke- finamento da pandemia ab- vertiginosa altezza artistica, DE RUBERTIS, D’ESPOSITO,
Salvini, vale a dire col “modello q MOLICA FRANCO A PAG. 18 ting e storytelling. biamo potuto comprendere certo. Ma anche per ciò che GARAVINI, GENTILI,
Lombardia” su scala nazionale. Ma, in concreto, come si la saggezza di questa defini- ha saputo suscitare. PIZZI, RODANO,
SEGUE A PAGINA 20 fa? “Il bello è un quadro tale zione che dobbiamo a Simo- A PAG. 16 SCUTO, TRUZZI E ZILIANI
2 l CRONACA IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

COVID-19 • LA PANDEMIA NEL NUOVO ANNO

Gennaio, verso nuove restrizioni


Zone rosse con indice Rt a 1,25
» Stefano Caselli
IL VERTICE LEGHISTA e Lorenzo Giarelli

C
t hi sperava in un ritorno
alla normalità a partire
“Gallera non ci dal 7 gennaio si metta il
cuore in pace: il contagio

rappresenta” non dà tregua e le restrizioni sa-


ranno prorogate. Ieri mattina il
premier Giuseppe Conte ha in-
Salvini furioso contrato i capidelegazione della
maggioranza e il Comitato tecni-
con l’assessore co scientifico. Sembra ormai cer-
to che, forse già oggi, un’ordinan-
za del ministro della Salute Ro-
berto Speranza colorerà di aran-
cione l’Italia intera nel weekend
del 9-10 gennaio (bar e ristoranti
chiusi, divieto di spostamenti al
di fuori dei confini regionali), do-
po una piccola “tregua” gialla u-
guale per tutti il 7 e l’8 gennaio.
Dal 7 gennaio (data di scadenza
del Decreto Natale) al 15 gennaio
(data di scadenza del Dpcm del 3
dicembre) si profila l’ipotesi di un
“provvedimento ponte” (verosi-
milmente un decreto legge, poi-
ché per limitare il diritto allo spo-
stamento sul territorio non basta Stretta in arrivo

D
oveva essere una riunione un semplice provvedimento del Saranno inaspriti
con i sette governatori le- presidente del Consiglio) conte- i parametri
ghisti – che coincidono an- nente misure restrittive valide per le “zone”.
che con le Regioni più colpite dal per tutto il Paese, indipendente- A destra, Lucia
covid tra cui Veneto e Lombardia – mente dai colori delle Regioni Azzolina FOTO
per fare il punto su riapertura delle (quindi anche per le zone gialle). ANSA/LAPRESSE
scuole e campagna vaccinale. Ma a Colori che – anche questo pare
far notizia non sono le solite la- assai probabile – potranno presto
mentele dei presidenti di Regione cambiare per alcune Regioni. L’8
contro il governo ma la sfiducia di
Matteo Salvini e dei vertici leghisti
gennaio, infatti, l’Istituto Supe-
riore di Sanità diffonderà il nuovo
CONTAGI Italia zona arancione già il prossimo week-end
nei confronti dell’assessore alla Sa-
nità lombardo Giulio Gallera.
monitoraggio del contagio, che
dovrebbe essere compilato sulla Ieri 14.245 casi e 347 morti. In calo il tasso di positività
Quest’ultimo ieri ha fatto l’ennesi- base di nuovi parametri di valuta-
ma uscita fuori luogo spiegando a zione dell’indice Rt, la velocità di
La Stampache il motivo dei ritardi diffusione del contagio ieri a 0.99 ste due cose deve essere ricercato
della vaccinazione in Lombardia nazionale secondo i calcoli del fi- con grande attenzione, pondera-
(solo il 3% di quelli già consegnati) sico dell’Università di Trento Ro- zione e un po’ di coraggio in modo
dipende dalle “ferie di medici e in- berto Battiston. Se infatti fino ad da arrivare alla campagna di vac-
fermieri”. oggi la zona rossa scattava a 1,5 e cinazione facendo sopravvivere
Una frase l’arancione a 1,25, dalla prossima più cittadini che possiamo, ma
LA RIUNIONE che ha man- settimana basterà 1,25 per diven- cercando di non uccidere le im-
dato su tutte tare rossi e 1 per l’arancione. Ve- prese”.
I SETTE le furie il lea- neto, Liguria e Calabria rientre-
GOVERNATORI der della Le- rebbero nei parametri più severi, EPPURE GLI ULTIMI DATI, in Ligu-
DEL CARROCCIO ga che prima
ha chiesto di
Basilicata, Lombardia e Puglia li
sfiorerebbero, Emilia Romagna,
ria come altrove, certificano che
le cose non vanno affatto bene. Il
A RACCOLTA conto al pre- Friuli Venezia Giulia e Marche sa- contagio non arretra e nelle pros-
sidente Atti- rebbero a rischio. Il tema è stato al sime settimane (in questi giorni
lio Fontana e centro dell’incontro tra governo e stiamo pagando lo shopping na-
poi, accertato che quest’ultimo Regioni convocato ieri in tarda talizio) le cose verosimilmente
non ne sapesse niente, ha dato l’av- serata, quando Conte ha pure do- non miglioreranno. Anche ieri
viso di sfratto a Gallera. “Le sue pa- vuto far digerire agli enti locali la 14.245 nuovi casi Covid a fronte di
role non sono condivise e non rap- decisione di riaprire le scuole su- 102.974 tamponi per un tasso di
presentano il pensiero del governo periori dal 7 gennaio, nonostante positività (rapporto tra casi indi-
della Lombardia” fanno sapere nelle ultime ore in tanti – dal La- viduati e tamponi complessivi ef-
fonti leghiste. A Gallera ha risposto zio alla Campania – av es se ro fettuati) del 13,8%, in diminuzio-
anche Gianluca Spata, presidente chiesto un ripensamento. ne rispetto al 17,6% delle 24 ore
della Federazione regionale precedenti, ma comunque sensi-
dell ’ordine dei medici: “Man c a CHI INVECE sulle nuove restrizioni bilmente più alto dei valori regi-
personale”. Dopo l’“Rt a 0,51 e due è apparso rassegnato è il governa- strati nel periodo prenatalizio.
persone per infettarmi”, il “37,5% tore veneto Luca Zaia, che inter- Per il secondo giorno consecutivo
di febbre” e la corsa fuori Comune, vistato dal Corriere Veneto ha pre- – ed è il dato più preoccupante –
la misura è colma, anche perché la so atto della prevedibile decisione torna a salire la pressione sugli o-
linea di Salvini è quella di attaccare dell’esecutivo: “Sei tecnici riten- spedali, dopo un periodo relativa-
il governo sulle mancate assunzio- gono che serva la zona rossa, lo di- mente lungo di flessione. Anche
ni dei medici. Ma con Umbria e cano e la Regione agirà di conse- ieri 127 ricoveri in più nei reparti
Molise (tutte regioni di centrode- guenza”. Atteggiamento ben di- Covid (23.075 in totale) e 14 nuovi
stra), la Lombardia è ferma: 2.416 verso da quello del collega ligure ingressi in terapia intensiva
vaccinazioni effettuate. Giovanni Toti, da sempre sosteni- (2.583 il totale dei malati gravi).
FQ tore delle riaperture e di nuovo Ancora alto il numero dei morti,
sul piede di guerra con il governo: 347 in 24 ore, dato che porta il to-
“La situazione è complessa per il tale dei decessi da inizio pande-
Covid ed è complessa anche per mia a 75.332 vittime.
l’economia. L’equilibrio tra que- © RIPRODUZIONE RISERVATA
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 CRONACA l 3

L’INTERVISTA • Lucia Azzolina

“La scuola è già stata


fin troppo sacrificata:
il 7 si torna in classe”
» Virginia Della Sala colpevole non ha senso. Pensare che la re-

M
inistra Azzolina, il 7 gennaio è
sponsabilità della scuola appartenga al sin-
golo è sbagliato: la scuola è di tutti. Il Paese LO SBERLEFFO
previsto il ritorno a scuola degli tutto deve prendere consapevolezza che per
studenti delle superiori al 50%, farla andare bene ciascuno di noi deve im-
ma in queste ore sembra ci sia pegnarsi, anche semplicemente rispettando
un ripensamento. È così? le regole.
Posso confermare la volontà del governo di Perché non riaprire il 18 gennaio o ad
riaprire. Avremmo voluto farlo a dicembre, aprile?
ma abbiamo rimandato su richiesta delle È il solito balletto delle date: ogni volta che
Regioni. Poi avremmo voluto tornare al 75%
e invece abbiamo accolto il suggerimento del
50%. Abbiamo collaborato: ora è arrivato il
sta per arrivare la scadenza stabilita, c’è qual-
cuno che lancia la palla più lontano, senza ra-
gionevoli motivazioni. E non mi si dica di
POVERO
tempo di tornare in classe. La scuola è un ser-
vizio pubblico essenziale, non si può conti-
nuare a sacrificare i ragazzi né pensare che la
guardare quello che ruota attorno alla scuo-
la. Con le scuole chiuse gli studenti non stan-
no casa h24: tanto vale che stiano a scuola,
GIULIO, DOPO
didattica a distanza possa sostituire quella in
presenza.
Neanche se aumentano i contagi?
un luogo protetto e con regole da rispettare.
Alcuni esperti stanno mettendo in
guardia sulla circolazione del virus tra
IL PADEL,
Tutte le decisioni richiedono la prudenza che
finora ci ha guidati. Continueremo a seguir-
la. È chiaro però che se in questo momento
gli studenti…
Gli studi sui contagi nelle scuole ci sono, ma
escludono che siano determinanti. Il Centro
LE VACANZE
sale la curva dei contagi non può essere colpa europeo per il controllo delle malattie (Ecdc,

‘‘
delle scuole superiori, visto che sono chiuse
da due mesi.
Scuole chiuse, ma ne-
ndr) ha detto chiaramente che le riaperture
non hanno innescato la seconda ondata.
Mancano però i dati sulle nostre scuole.
, MICA POTE-
VA chiamare
tutti-tutti-tutti i sani-
gozi aperti: è stato un Il suo ministero li diffondeva, poi ha tari lombardi mentre
sacrificio vano? smesso: perché? erano in vacanza. Che
Possiamo dire che la Li abbiamo raccolti anche se non era nostro in Lombardia, quando
I NUMERI scuola ha fatto la sua dovere: ho voluto farlo, volevo il doppio con- lavori, lavori, ma

14.245
parte. Se dovessero trollo e hanno sop- quando riposi, riposi,

Le superiori
servire nuove misure perito alle mancan- come ha spiegato alla
di contenimento, ora ze delle Asl che era- Stampa Giulio Gallera.
bisognerebbe cercarle no in affanno. Poi, E poi i lumbard mica
in altri settori. come è giusto, li ab- son sboroni, “come
Le Regioni
però si stan-
no di nuovo op-
chiuse da mesi biamo dati all’Isti-
tuto superiore di sa-
nità, quindi al mini-
quelle altre Regioni
che hanno fatto prima
(nella somministra-

Se i contagi
I NUOVI POSITIVI al coronavirus nella ponendo alla ria- stero della Salute, zione di vaccini, ndr)
giornata di domenica a fronte dei 102.974 pertura. Sono in af- perché non abbia- solo per dimostrare di
tamponi effettuati. Sabato erano stati fanno? mo le competenze essere più brave di

13.8%
11.831 con 67.174 tamponi
salgono non
Sono state loro a chiede- per lavorarli. Posso- chissà chi”. Che poi
re di rientrare al 50% no farlo gli scienzia- anche lui ha avuto un
quando anche i Comu- ti. Continueremo a sacco da fare: il 28 di-

è qui la causa
ni sembravano pro- fare così. cembre c’aveva il qu-
pendere per il 75. Il 23 Le Regioni si so- drangolare di padel (il
dicembre è stata ap- no impegnate a dottore ha detto che
provata e firmata all’u- d a r e l a p r e c e- può giocare, ma solo
nanimità l’intesa che la denza alle scuole col casco di ghisa, che
IL TASSO DI POSITIVITÀ, dopo chiusura delle superiori nel contact tra- l’ultima partita era fi-
l’impennata degli ultimi giorni, ha fosse da ora in poi l’ulti- cing. Fornirà an- nita maluccio); il 29
registrato ieri una leggera diminuzione ma alternativa. Parliamo che informazio- c’era la Marcia Longa
rispetto a sabato, quando si era attestato

347
di impegni nero su bian- ni più precise sui dei Navigli (30 km in 8
al 17.6% co, a partire dal potenzia- contagi? comuni del Milanese,
mento del tracciamento nelle scuole. Se si È uno degli impegni messi nero su bianco. Il tutti da varcare in regi-
prende un impegno di fronte all’intero go- valore aggiunto sarà l’emersione di eventuali me di lockdown duro);
verno, mi aspetto che poi sia rispettato. asintomatici. Nei casi monitorati a settem- il 30, invece, ha dovu-
In queste settimane sono stati coinvolti bre e ottobre si è scoperto spesso che il resto to spiegare ai figli il
i prefetti, potenziato il trasporto, previ- della classe attorno a un positivo non si era fattore Rt, e lì la gior-
sti scaglionamenti. Siamo quasi alla re- contagiato. nata è volata, perché i
I DECESSI nelle ultime 24 ore. Anche su sa dei conti: se a gennaio si dovesse fal- Si darà precedenza alla scuola anche conti non tornavano. Il
questo fronte si è verificata una flessione lire, di chi sarà la colpa? sui vaccini? 31 ha preparato il ve-
rispetto al giorno precedente, quando i Partiamo dal presupposto che si può fare I nonni, il personale sanitario e le persone glione e l’1 ha aiutato
morti erano stati 364. Continuano, invece, sempre meglio. Intanto, però, è stato fatto di fragili hanno la precedenza. Salvare vite è la moglie a mettere a
ad aumentare i ricoveri, sia in terapia tutto: a settembre e ottobre le scuole erano prioritario. Poi si passerà al personale scola- posto casa. Il 2 era sa-
intensiva (154 i nuovi ingressi, 14 in più) aperte, la curva dei contagi era salita e c’è sta- stico, è già previsto nel piano vaccinale. bato e il 3 domenica, e
che nei reparti covid: +127 (in totale i to bisogno di alleggerire il peso sui trasporti Nel governo intanto tira aria di crisi: che fai, inizi la “più
pazienti ricoverati sono 23.075) quindi siamo andati progressivamente in colpirà anche la scuola? grande campagna
Dad con gli studenti più grandi. Da allora In questo momento le famiglie e gli studenti vaccinale della storia”
tutti hanno lavorato: i prefetti si sono impe- hanno bisogno di sicurezze. Al ministero c’è nel weekend...?
gnati sui territori a gestire i flussi, il loro coin- una serie di incombenze, attuali e per il pros- ANDREA SPARACIARI
volgimento è stato fondamentale. Lo stesso simo anno, non possono essere sospese o ri-
vale per il ministero dei Trasporti e per le Re- mandate. Senza contare che in questo mo-
gioni, fino a qualche giorno fa. Dunque, la mento a cittadini serve certezza e la minaccia
colpa? A questo punto direi che cercare un di una crisi non fa bene a nessuno.
4 l POLITICA IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

GIALLOROSA
t
Crisi, pontieri Pd al lavoro:
tre giorni per scongiurarla
» Giacomo Salvini

P l
er evitare una crisi al “LODO BETTINI”:
buio – Matteo Renzi ri-
tira le due ministre e in
IL TENTATIVO
IN EXTREMIS IL COMMENTO
Parlamento sfiducia il IERI MATTINA
premier Giuseppe Conte senza a provare a ricucire con
conoscere il dopo – sono scesi Matteo Renzi per evitare
in campo i pontieri. Ma al po- la crisi di governo
sto della corrente della Demo-
crazia Cristiana di Cossiga e
è sceso in campo
direttamente Goffredo
MEGLIO VOTARE
Taviani che alla fine degli anni
Sessanta faceva da “ponte” tra
Bettini, padrino politico
del segretario Pd
CHE UN PASTICCIO
la maggioranza del partito e le
correnti di sinistra, oggi ci sono
Nicola Zingaretti.
Bettini è uno
PER UN GOVERNO
vertici e i ministri di Pd e M5S
che provano a sedare Renzi.
dei principali fautori
dell’alleanza giallorosa
ANCOR PIÙ DEBOLE
Sono gli esponenti più “gover- e del governo Conte bis
nisti”, ma che hanno un filo di- e mantiene da sempre SEGUE DALLA PRIMA
retto anche col gianburrasca un filo diretto anche con

C
della situazione, il senatore di il senatore toscano. Nella onte consideri che se Prodi, do-
Scandicci. E a tutti Renzi, a telefonata di ieri il dem po la caduta del suo primo go-
partire dalla giornata di sabato avrebbe messo sul piatto verno, ha avuto una seconda
ma soprattutto in quella di ieri, un rimpasto “light” chance nel 2006 è perché la nitida par-
ha fatto pervenire lo stesso sentendosi rispondere lamentarizzazione della crisi, ne pre-
messaggio, l’ultimatum a suo un secco “no” dall’ex servò la credibilità. Ogni altra soluzio-
dire definitivo: tre giorni per premier. Ma le trattative ne – “responsabili”, rimpastone, cambi
rientrare dalla crisi, per far vi- vanno avanti e l’ipotesi di premier – incappa in una doppia o-
vere o morire il governo Conte. più realistica è quella biezione: avrebbe il sapore antico e
L’obiettivo è quello di rilancia- di un Conte ter senza sgradevole dei giochi trasformistici di
re, ancora una volta ributtando arrivare a nuove elezioni con in gioco le solite tre IN SERATA Lorenzo Guerini M5S, da parte sua, pur vedendo palazzo che gettano ulteriore discredi-
la palla nel campo del premier
e fissando come data in rosso il
poltrone (Luciana La-
morgese, Paola De Mi- È TREGUA tentano di mediare
tra Conte e Renzi:
come unica opzione quella del
sostegno a Conte (pure accet-
to su politica e istituzioni, ma soprat-
tutto non risolverebbe il problema, rei-
7 gennaio, giorno in cui, nel
Consiglio dei ministri dopo
cheli e Lucia Azzolina).
Offerta respinta al mit-
(MA ARMATA): entrambi i ministri
dem sono convinti
tando un gruppo di responsa-
bili, “sempre meglio di Renzi”),
tererebbe una condizione di asfissia e
precarietà. Chi può scommettere che,
l’Epifania, Renzi potrebbe rea- tente (“Non basta”, si sa- PRIMI SEGNALI che andare al redde non esclude il voto, magari con per questa via, ci si possa mettere al ri-
lizzare la minaccia di dimissio-
ni delle ministre Teresa Bella-
rebbe sentito risponde-
re Bettini), visto che l’ex DISTENSIVI rationem in Aula sia
la peggiore delle so-
il premier come leader e la de-
roga al limite dei due mandati.
paro dai ricatti quotidiani dell’ultimo
“responsabile” e tanto più di Renzi,
nova ed Elena Bonetti. Am- premier – bluffando o luzioni, da scongiu- mosso dalla pervicace, cinica e dispe-
messo e non concesso che il lea- meno – continua a ripe- rare. Sia perché al CERTO, dice una fonte di mag- rata convinzione che la sua strategia
der di Italia Viva non acceleri e tere che a lui “le poltrone momento l’opzione gioranza, se “Renzi e Conte evi- dell’ostruzionismo di maggioranza
decida di aprire la crisi già nelle non interessano” e che accette- dei “responsabili per Conte” tassero l’all-in contro l’all-in possa assicurargli visibilità e (impro-
prossime ore. rebbe di non aprire una crisi so- sembra svanita, perché, come sarebbe meglio”. E in serata, babile) consenso? Certo, parlamenta-
lo a costo di un passo indietro va ripetendo chi in queste ore dopo il lavoro dei pontieri, rizzare la crisi e rifiutare opache ma-
L’OBIETTIVO più realistico dei complessivo di Conte su Mes, chi ha in mano il pallottoliere, qualche segnale distensivo è novre di palazzo comunque non riso-
“diplomatici” resta comunque, riscrittura del Recovery Plan, “manca un leader a questo ipo- parso arrivare. Da una parte lutive presuppone di mettere nel conto
quello del Conte ter. Da chi for- delega ai servizi e un riassetto tetico gruppo”. Ma anche per- (“Non vogliamo aprire la crisi, elezioni anticipate. Davvero, non solo
mato e con quale futuro, è an- della squadra di governo. E an- ché una volta in aula potrebbe aspettiamo Conte” ha detto evocandole tatticamente senza con-
cora tutto da vedere. Sicché ieri che se difficilmente il premier davvero succedere di tutto, an- Maria Elena Boschi) e dall’al- vinzione. Conosciamo l’obiezione: ele-
mattina Goffredo Bettini, vera accetterà tutte queste richieste che la rottura definitiva che tra, con Conte che, per fonti vi- zioni dentro l’emergenza sanitaria ed
ombra del segretario dem Ni- – sostengono fonti di maggio- porterebbe il presidente Mat- cine a Palazzo Chigi, sarebbe economica, nel vivo del piano vaccina-
cola Zingaretti, ha chiamato il ranza – un conto è arrivare a un tarella a sciogliere le Camere: pronto a “cedere su qualcosa”. le e di quello per il Recovery sono un se-
leader di Italia Viva per capire Conte ter “per caso”, un altro è un’ipotesi che i dem sembre- Ma la crisi è ancora lì sul tavolo. rio problema (e chi le ha causate ne ri-
quali fossero i margini di ma- “guidare la crisi in prima perso- rebbero voler evitare. Ma l pro- E, in questo clima di tregua ar- sponderà). Ma l’obiezione può essere
novra e mettendo sul piatto la na” al Quirinale. blema, in casa Pd, è sempre mata, il dopo resta ignoto. rovesciata: si possono affrontare quel-
proposta di un rimpasto light, Anche Dario Franceschini e quello della polifonia di voci. Il © RIPRODUZIONE RISERVATA le sfide con un esecutivo fragile quanto
o più di questo?
Alle elezioni la destra parte favori-

PROTESTA VIA MAIL ta. Ma, se ben impostata da subito,


proprio a partire da un limpido di-
t LE VOCI DOPO L’APPELLO DI VALENTINI, I LETTORI DEL FATTO SCRIVONO AI PARLAMENTARI IV battito parlamentare in cui – come

“Renziani, non siate irresponsabili”


quello dell’agosto 2019 tra Conte e
Salvini – siano squadernati proble-
mi e responsabilità, la partita sareb-
be apertissima. Anche col Rosatel-
lum, una brutta legge elettorale, che
tuttavia costringe ad alleanze prima
delle elezioni. Che si configurerebbero

I
lpassaparola è partito su Twitter crisi di governo in un momento così elettori del Pd. Ritengo che in un mo- come una sorta di referendum a due:
grazie a un post di Giovanni Valen- delicato.”. mento terribile come quello che stia- tra uno schieramento europeista
tini. Poi ieri l’appello del direttore A Teresa Bellanova si è rivolto inve- mo attraversando tutto possa avveni- Pd-M5S-LeU guidato da Conte e uno
del Fatto Marco Travaglio ai nostri let- ce il lettore Franco Tede- re fuori che una crisi politi- sovranista capeggiato da Salvini.
tori: “Chi ha dato il voto al Pd e se lo schi: “Vorrei segnalarle che ca dagli esiti fortemente in- Non sarebbe una passeggiata per que-
vede scippare dai transfughi di Italia un atteggiamento così irre- certi e in ogni caso sicura- st’ultimo portare tutto il centrodestra
Viva scriva due paroline a loro e in co- sponsabile non solo vi con- mente negativi. Non posso- a una battaglia antieuropeista nella
pia anche a noi. Saremo lieti di pub- dannerà all’irrilevanza po- TRANSFUGHI no esserci motivazioni tan- stretta del negoziato con la Ue per il
blicarle sul Fatto”.
E così è: già poche ore dopo l’edito-
litica, ma soprattutto farà
perdere la stima nei con- MOLTI to fondate da giustificare il
mancato appoggio a questo
Recovery. Nel fronte antagonista sa-
rebbe l’occasione per un chiarimento
riale di Travaglio, la nostra casella
lettere@ilfattoquotidiano.it si è
fronti di persone che co-
me lei in passato hanno
ELETTORI PD governo”. Tra le altre, ecco
anche la mail di Fabio Di
identitario e strategico per Pd e M5S.
Con nuovi gruppi parlamentari fi-
riempita delle mail che i lettori a- fatto cose utili per i suoi SI SENTONO Crescenzo: “I cittadini di si- nalmente organici a tale prospettiva.
vevano girato identiche a deputati
o senatori renziani. Sergio, per e-
concittadini. Lei, come
altre degne persone del TRADITI nistra intendono sostenere
il governo Conte. Cari par-
La precarietà politica e la debolezza
di qualunque governo dipende anche
sempio, da Genova ci ha scritto di
aver votato il Pd e dunque di aver
suo gruppo parlamen-
tare, non potete diven-
E TEMONO lamentari di Iv eletti nelle
liste Pd, non tradite il voto
dalle contraddizioni irrisolte degli
attori politici. Un vallo arduo che va
contribuito all’elezione di Raffael- tare uno strumento nel- LA SFIDUCIA che vi è stato dato”. attraversato. Non possiamo permet-
la Paita (poi passata a Iv), a cui si è le mani di un segretario A Firenze Luigi ha inve- terci di condannare il Paese a governi
rivolto così: “Non sono più rappre- che a mio avviso opera ce contribuito ad eleggere senza respiro.
sentato da lei e trovo amorale, pur da vero e proprio ‘gua- Gabriele Toccafondi, a cui GAD LERNER
non essendoci obbligo di manda- statore’”. ha scritto ieri: “Mi appello al suo senso E FRANCO MONACO
to, passare ad un altro partito po- di responsabilità per scongiurare que-
chi mesi dopo l’elezione. Trovo i- DA TRENTO arriva il messaggio di sta dannosissima crisi, al di là delle ra-
noltre gravamente irresponsabile Luigi Rossi: “Molti dei senatori di gioni vere o fittizie che la ispirano.”
l’idea di Italia Viva di causare una Iv sono stati eletti con i voti di noi FQ
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 ITALIA l 5

• Achille Occhetto “Andare alle urne è una follia”

“Renzi? Una bolla


LA BIOGRAFIA
ACHILLE OCCHETTO,
sgonfiata. Conte chieda
i voti in Parlamento”
nato nel 1936 a Torino, è
stato l’ultimo segretario
del Pci (dal 1988) e il
primo segretario del
Partito Democratico della
Sinistra (fino al 1994).
Prima era stato segretario
della Figc dal 1962
al 1966. Nell’estate » Antonello Caporale s a p r a n n o a-
del 1964 pronunciò a

M
scoltare la so-
Roma, in Piazza San anca la visione. cietà. Significa
Giovanni, davanti a oltre “Anche il più scemo che non devono
un milione di persone, del villaggio adesso farsi scambiare
una delle orazioni funebri parla di visione. Ma per l’establishment, non
al funerale di Togliatti. la visione, cioè l’orizzonte, si devono immaginare il
A lui si deve, durante costruisce con una idea di fu- governo come l’approdo u-
il congresso del 1990, turo. Questi fantasmi che nico ed esclusivo del loro
la cosiddetta svolta della chiedono la visione l’hanno cammino. Si può stare an-
“Bolognina”. Nello stesso capito?”. che all’opposizione, e in
anno è stato cofondatore Conte è un galleggiatore, certi casi farebbe anche be-
e vicepresidente del un mediatore. Rallenta, ne per comprendere e rias-

‘‘
Partito del Socialismo non spinge, non innova, sorbire quel sentimento o- L’ex
Europeo non guida. stile che si manifesta ver- segretario
Guidare un governo così ibri- so di noi. Achille

‘‘
do, nato nell’emergenza per Il Pd sembra costrui- Occhetto.
tagliare le unghie alla Bestia, to per stare al governo A sinistra,
impone dosi da cavallo di me- nei secoli dei secoli. Conte e Renzi
diazione. L’unica tachipi- Invece deve adesso imma- ANSA/LAPRESSE
rina possibile per tenere caduta del Muro. Rivoluziona concentrarsi nella lotta al ginare un’alternativa al go-

La Rete è il tarlo insieme gli opposti.


Si dice: qui ci vorrebbe
i rapporti sociali, squaderna la
dimensione inaccettabile del
monopolio di questi nuovi
dominatori. È la prima esi-
verno dell’esistente.
Quando finirà questa legi-

che corrode Draghi. capitalismo liberista. Mi ven- genza. Il tarlo che corrode le Lei ha un’idea.

Il Pd deve
Ulteriore, enorme e mani- gono i brividi a pensare che, democrazie di tutto il mondo Proporre un new deal di stam-
festa prova di pigrizia in- svanita la paura del virus, si è proprio la Rete, quel lago po ecologista, un sistema che
le democrazie tellettuale. Un leader si
scopre e si forma nel gorgo
torni ad accapigliarsi e imma-
ginare di raddrizzare un po’ le
melmoso abitato da rospi che
sputano sentenze e false noti-
coniughi produzione e benes-
sere ambientale. Trascinare
di tutto il mondo:
sputa sentenze
della battaglia politica,
non può essere una scelta
statica, a tavolino. E poi l’i-
viti ammaccate per far riparti-
re il motore di sempre.
Si sono portati avanti e per
zie. Serve bonificarlo, render-
lo ciò che si voleva che fosse:
una linea orizzontale di ac-
smetterla tutto il Paese su questa posi-
zione.
Ma la legislatura sembra

e false notizie
dolatria del leader rischia
di essere il male oramai en-
demico della sinistra. Se
accapigliarsi non hanno
atteso che il virus scompa-
risse.
cesso alla conoscenza e alla
partecipazione.
Gli Stati hanno alzato
di stare sotto già in crisi.
Andare alle elezioni nel mez-
zo di questa pandemia è da

scopa. Ma ha
non si ribella a questo de- Vedo anch’io. Tutti a tentare bandiera bianca. matti.
stino sarà la sua fine. piccoli aggiustamenti dello Gli Stati non sono nelle condi- Andarci con un altro go-
E Renzi? status quo e nessuno che in- zioni di poter vincere questa verno?

un orizzonte?
Mi bastò un giorno per gaggi una battaglia campale guerra, ma l’Unione degli Sta- Fuori dalla realtà. Il Pd deve
prendere le misure. Una per dare all’Unione la forza di ti sì. smetterla di stare sotto scopa a
bolla, dissi al tempo. Sgon- introdurre innovazioni che fa- Sa che quasi nessuno più si Renzi. Ora traghettare il Paese
fiata, aggiungo adesso. rebbero cambiare il volto della dice di sinistra? Come se oltre l’incubo. Fra due anni si
Achille Occhetto in 84 pri- società. fosse una parola oramai voterà, e allora sarà il momen-
mavere ha visto il suo Lei dice e scrive anche sconveniente. Ci sono i to di distinguersi.
mondo capovolgersi e fra- nell ’ultimo libro (“Un a progressisti, i riformisti, i Senza Renzi il governo
nare (rischiando anche di forma di futuro”, Marsilio liberal… slatura, quan- Conte non ha i voti.
rimetterci la pelle di se- ndr) che bisogna ingag- Possiamo anche parlare inve- do si chiuderà Va in Parlamento e li chiede.
gretario del Pci quando il giare una lotta imponente ce che di destra e sinistra dello l’era Conte, il Se fosse Berlusconi, il suo
Muro di Berlino cadde). contro i grandi padroni scontro tra innovazione e con- Pd cosa avrà proposto all’Ita- vecchio grande nemico, a
Le sue parole sono lame del potere di calcolo e de- servazione. Il conflitto ora lia? Ha un orizzonte, un idea- darglieli?
affilate. gli algoritmi. matura dentro la modernità. le, una grande battaglia da svi- Se non c’è altra possibilità…
La pandemia la paragono alla Governare il cyberspazio, Gli innovatori vinceranno se luppare? © RIPRODUZIONE RISERVATA

ILCHIERICOVAGANTE
Fede nel pallone Il papa è come un portiere
FABRIZIO D’ESPOSITO
di calcio: “I pericoli arrivano da ogni parte”
I
l pallone di stracci, la pelota de trapo; la so- gamba dura. Per questo mi facevano sempre fora esistenziale. Non solo per la sua solitudine, la gioia regalata comunque introduce a una di-
litudine e la responsabilità del portiere; lo giocare in porta”. Ed è a questo punto che il pa- ma anche perché di fronte ai compagni di squa- mensione di fede, che il papa tratteggia in ge-
sport esperienza del popolo e delle sue pas- pa argentino aggiorna il catalogo metaforico dra ha la responsabilità di parare, come detto nerale per tutto lo sport, attingendo alla tradi-
sioni; la fede sportiva; Maradona uomo del portiere, delineando quasi una teolo- da Dino Zoff ieri alla Gazzetta dello Sport. E un zione del populismo gesuita: “Lo sport è espe-
fragile ma poeta in campo. Quante gia del pipelet, del suo ruolo solingo da gol incassato accentua la solitudine responsa- rienza del popolo e delle sue passioni, segna la
suggestioni nella magnifica intervi- sentinella, per citare Umberto Saba: bile del portiere. Ancora Saba, dalla poesia memoria personale e collettiva. Forse sono
sta di papa Francesco alla Gazzetta “Ma fare il portiere è stato per me u- Goal: “Il portiere caduto alla difesa/ ultima va- proprio questi elementi che ci autorizzano a
dello Sport, firmata da Pier Ber- na grande scuola di vita. Un portie- na, contro terra cela/ la faccia, a non vedere l’a- parlare di ‘fede sportiva’”.
gonzi sulla rosea di sabato scorso. re deve essere pronto a rispondere a mara luce./ Il compagno in ginocchio che l’in- Insomma il calcio è fede e anche cristiana nel
Ovviamente non si può partire pericoli che possono arrivare da o- duce,/ con parole e con la mano, a sollevarsi,/ senso vero della parola, come scrisse Vladimir
che dall’infanzia calcistica dell’ar- gni parte”. scopre pieni di lacrime i suoi occhi”. Dimitrijevic nel suo fondamentale La vita è un
gentino Bergoglio, nel barrio Boedo di E a proposito di poesia. Da suo connaziona- pallone rotondo: “Vi è in esso (nel calcio, ndr)
Buenos Aires. Il quartiere del San Loren- PAROLE che riecheggiano il concetto che le, Francesco rivela cosa ha fatto dopo aver a- un’uguaglianza che non esiterei a definire cri-
zo, maglia rossoblu, di cui il pontefice è tifoso lo stesso Francesco aveva spiegato un anno fa, vuto la notizia della morte di Diego Armando stiana. (...). Tutti i calciatori eccezionali trasfor-
con tanto di tessera. Come càpita sempre tra incontrando i calciatori ispanici del Villareal: Maradona: “Ho pregato per lui”. E non potendo mano un palese difetto in una qualità sublime.
bambini, Francesco giocava in porta ché tra i “Il portiere deve bloccare la palla là dove viene paragonare, per ovvi motivi, Diego a una divi- Alcuni hanno le gambe storte, altri si muovono
più scarsi: “Da piccolo mi piaceva il calcio, ma calciata, non sa da dove arriverà. E la vita è così”. nità spiega: “In campo è stato un poeta, un come dei panda, ma subito, non appena entra-
non ero tra i più bravi, anzi ero quello che in Ar- In entrambe le frasi ricorre due volte la parole grande campione che ha regalato gioia a milio- no in possesso della palla, attorno a loro tutto
gentina chiamano un pata dura, letteralmente vita. Appunto. Quella del portiere è una meta- ni di persone, in Argentina come a Napoli”. Ma diventa fluido”.
6 l ITALIA IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

LA SAI L’ULTIMA?
t

Notizie necessarie
Gatti al ministero,
cinghiali nel tabacchi,
cervi assembrati,
naufraghi sul faro,
amanti nel tunnel,
lanciafiamme pazzi
(senza De Luca)

» Tommaso Rodano

Russia Un gatto viene salvato dal tritarifiuti


ed entra in politica: è assistente del ministro
Se Caligola fece senatore il suo cavallo, in
Russia non si fanno parlare dietro: un gatto è
passato in poche ore dal rischiare la vita in
mezzo all’immondizia all’assumere un incari-
co di governo nella regione di Ulyanovsk. Il mi-
cio è stato salvato per miracolo in una centrale
di riciclo dei rifiuti: qualche infame l’aveva
chiuso dentro a una busta di plastica e gettato
in un cassonetto, il felino stava per essere “tri-
tovagliato” insieme al resto degli scarti, ma per
fortuna un operaio si è accorto di lui e l’ha ti-
rato fuori dal nastro trasportatore poco prima
della tragedia. Per il gattone si sono quindi spa-
lancate le porte delle istituzioni: l’amministra-
zione di Ulyanovsk ha deciso di nominarlo as-
sistente del ministro dell’ambiente regionale,
con delega alla protezione della vita selvatica.
La titolare del dicastero, la signora Gulnara
Rakhmatulina, ha annunciato raggiante l’in-
carico conferito al suo nuovo collaboratore.
D’altra parte, se ha fatto il minitro Toninelli...

Londra Repubblica e i titoli spiritosi: “Gira in città con Abruzzo C’è un assembramento a Civitella Alfedena: Chieti Due grossi cinghiali terrorizzano la città,
un velocipede. Probabilmente non lo sapeva guidare” un gruppo di bellissimi cervi passeggia in città entrano nelle tabaccherie e si nascondo al cimitero
Anche questa settimana il titolo più bello che abbiamo let- Civitella Alfedena, in Abruzzo, è zona rossa come il resto Due cinghiali scatenano il panico a Chieti: fanno un ma-
to è degli amici del sito di Repubblica: “Londra, gira in città d’Italia. Eppure qualcuno si riunisce in strada, senza distan- cello nelle vie del centro, entrano in tabaccheria, si nascon-
con un velocipede. Probabilmente non lo sapeva guidare”. ziamento sociale. L’assembramento è stato ripreso da un cit- dono al cimitero. Non parliamo di due cittadini particolar-
Un modo – “probabilmente” – sobrio ed elegante per intro- tadino, che l’ha caricato su YouTube: è un numeroso branco mente maleducati e aggressivi, ma proprio di cinghiali: non
durre lo schianto di un estroso signore londinese alla guida di cervi, che passeggia in tutta serenità nelle strade deserte in senso figurato. I suini selvatici hanno terrorizzato la città
di un biciclo, una di quelle antiche biciclette con una ruota del paese. Lo mostra il sito Abruzzo Live: “Nella nostra re- a cavallo di Capodanno. Questo il preoccupante report di
molto grande davanti e una piccola dietro. La descrizione gione vi sono delle zone dove la fauna che vi abita vive in Chieti Today: “I due grossi esemplari, arrivati dalla zona di
del video acchiappa click è pure molto raffinata: “Un uomo stretto contatto con l’essere umano, senza interferenze e Sant'Anna, si sono rifugiati all’interno del cimitero. Il cam-
in sella a un velocipede, lo storico biciclo in voga nell’800 con senza posizioni gerarchiche da rispettare. Il mondo animale posanto resterà chiuso per tutta la giornata di oggi (mer-
ruota anteriore enorme e quella posteriore molto piccola, rispetta gli spazi di quello umano e viceversa. Accade di fre- coledì 30 dicembre), perché uno dei due esemplari rimasto
gira nel quartiere di Stoke Newington, a Londra. Ma non è quente nel territorio che unisce Civitella Alfedena, Villetta all'interno non è stato ancora catturato, mentre l’altro è riu-
molto a suo agio quando arriva all’incrocio dove perde il con- Barrea e Barrea. Qui, infatti, l’habitat è popolato da cervi, scito a fuggire. Come mostrano i video diffusi sul web, gli
trollo della situazione: non riesce a fermarsi, centra in pieno lupi, caprioli e orsi. Sono di casa. Capita quindi che all’alba ci animali sono fuggiti fra le auto in via Silvino Olivieri e via
il furgone delle consegne e cade goffamente a terra”. Ecco, in si affacci dalla finestra della propria abitazione e si assista a Valignani. Uno dei due è addirittura riuscito a entrare in una
realtà il video non è così divertente: si vede un povero cristo un gruppo di cervi che si aggira indisturbato tra le strade del tabaccheria. La presenza insolita ha creato non poco panico
che va a sbattere. Probabilmente non sapeva guidare. paese. Ed è un risveglio meraviglioso”. tra automobilisti e pedoni”.

Australia Un uomo trovato tutto solo in cima a un faro Messico Scava un tunnel sotto casa per andare Usa Beve una birra e fuma un sigaro mentre pulisce il vialetto
in mezzo all’oceano. Era caduto dalla sua barca 3 ore prima a trovare l’amante, ma il marito alla fine scopre tutto di casa dalla neve con il lanciafiamme. E il video diventa virale
Un uomo solo in mezzo all’oceano, issato in cima a una L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio, diceva un noto Vincenzo De Luca, prendi appunti: a parlare di lancia-
sottile piattaforma verticale, pochi metri sopra le onde. Que- erotomane molto popolare in Italia fino a qualche anno fa. Ma fiamme sono buoni tutti, ma è quando arriva il momento di
st’immagine, romantica e minacciosa al tempo stesso, arriva l’amore vince anche sul Covid. In Messico un muratore geniale usarlo che escono fuori i veri imbecilli. Come definire altri-
dal mar del Corallo, in Austrialia, a largo di Bribie Island. ha scavato con le sue mani un tunnel per raggiungere la sua menti il signor Timothy Browning da Ashland, Kentucky? Il
L’uomo – racconta il Guardian – si chiama David Simpson, amante – vicina di casa – senza infrangere i divieti governativi nostro eroe si sveglia dopo una fitta nevicata con il vialetto
64 anni: è salito su quel piccolo faro, raggiunto a nuoto, dopo (anche lì c’è la pandemia e forse pure i Dpcm) e soprattutto sen- ricoperto di ghiaccio. Non ha voglia di fare come i comuni
esser caduto dal suo yacht di 13 metri. I soccorritori lo hanno za farsi scoprire da sua moglie e dal marito di lei. La galleria mortali: quelle operazioni noiose che contemplano sale,
salvato tre ore dopo l’incidente, che ha raccontato a una te- sbucava proprio sotto al divano della casa comunicante. La re- scopa e acqua bollente. Lui piuttosto usa il lanciafiamme. E
levisione locale: “Un’onda ha colpito il lato della barca men- lazione di Alberto e Pamela – questo il nome dei due fedifraghi non si accontenta dell’indubbia poesia del gesto: Timothy
tre stavo cercando di assicurare il gommone, spezzando la di Villa del Prado, nella città di Mexicali – è andati avanti frut- vuole condividerlo con tutti. E fu così che diventò virale il
corda. Il gommone mi ha colpito sulle costole e sono caduto tuosamente per qualche tempo, finché un giorno il marito cor- video di questo individuo in accappatoio bianco, calzini e
a circa 3 metri dalla barca”. L’uomo ha dovuto nuotare per nuto, Jorge, non li ha beccati in flagrante. Vedendo Alberto ciabatte, con un colbacco di lana a coprirgli le orecchie, una
circa 2 chilometri per raggiungere il faro. A parte alcune fe- scomparire da dietro il divano, Jorge ha scoperto l’incredibile lattina di birra e un sigaro a scaldargli il cuore, che da vero
rite, la guardia costiera l’ha trovato in buone condizioni di tunnel sotterraneo che collegava le due abitazioni. Percorren- psicopatico passa il lanciafiamme sul vialetto di casa per
salute. “Era felice di vederci – ha raccontato un agente della dolo a ritroso, si è trovato in casa di Alberto. Malgrado le sup- sciogliere la neve. La regista è sua moglie, che filma e com-
squadra che l’ha condotto in salvo – non voleva passare la pliche del cornificatore, la questione è stata risolta a ceffoni, ai menta: “Così si fa, così si pulisce l'ingresso”. The american
notte su quel faro”. Non l’avrebbe detto nessuno. quali ha partecipato anche la moglie del genio (civile). way.
8 l PIAZZA GRANDE IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

Inviate le vostre lettere (max 1.200 battute) a: il Fatto Quotidiano


00184 Roma, via di Sant'Erasmo n° 2 - lettere@ilfattoquotidiano.it

FACCEDICASTA LETTERESELVAGGE
Inviate le vostre lettere a:
il Fatto Quotidiano
VERONICA GENTILI SELVAGGIA LUCARELLI 00184 Roma,
via di Sant’Erasmo,2.
selvaggialucarelli

ORA ASPETTIAMO LA LEGGE


@gmail.com

PER OBBLIGARE I MEDICI. Amore in pandemia “Ho avuto una storia gay
E TIFIAMO PER JOHNSON (SR) È finita, i miei non mi parlano e io impazzisco”
PROMOSSI
“Vorrei lei vicina, invece passo scere le persone con cui, per tutta la vita, ero ma. Mi sento così: un rottame di cui si è vo-
OGNI COSA A SUO TEMPO. La domanda è malposta. For- il Natale sola coi sintomi Covid” sempre andata d’accordo; e quando anche luta liberare, senza scrupoli, senza un bri-
se volevi chiedere quanti sono. Parafrasando il profeta di i suoi hanno iniziato a pressarla per dei so- ciolo di pietà. Ormai sento i miei genitori
Quelo, la cosa più giusta da chiedersi al momento è quanti Cara Selvaggia, quando mi accingo a par- spetti, pian piano tutto ha iniziato a sgual- quasi assenti, sento che è troppo tardi e ciò
siano i vaccini in arrivo e se sia pronto un piano vaccinale lare di me, mi viene in mente sempre una cirsi, a pesare. Ci sono stati momenti di mi attanaglia, perché non riesco a ristabi-
che preveda una distribuzione quanto più frase tratta da Il piccolo principe: “È un grande disperazione, specialmente perché lire un contatto con loro: non combaciamo
celere possibile. Il tempo per doman- grande dispiacere per me confidare questi più. So che dovrei farmi aiutare: ma come
darsi se sia necessario l’obbligo vac- ricordi. Sono già 6 anni che il mio amico se posso affidare me stessa a un estraneo che
cinale per tutti al fine di raggiungere ne è andato con la sua pecora e io cerco di probabilmente finirebbe solo per tenere la
l’immunità di gregge non è evidente- descriverlo per non dimenticarlo. È triste
mente ancora questo. La questione dimenticare un amico. E posso anch’io di-
cambia però se il dilemma “obbligo o ventare come i grandi che non s’inte-
non obbligo” viene circoscritto a deter- ressano più che di cifre”. La lettera di
minate categorie, che per esigenze profes- una mia coetanea
sionali devono entrare a contatto con altre persone al fine che hai pubblicato
di prendersi cura della loro salute, magari inoculando loro il qualche giorno fa sul Fatto
suddetto vaccino. La libertà di medici e personale sanitario mi ha toccata parecchio. Non so
non può entrare in contrasto con i principi deontologici dei bene cosa mi stia capitando. Dentro
loro mestieri, che consistono nell’accudire la salute di indi- di me ho un vortice di sensazioni così in-
vidui più fragili e dunque anche più esposti ad eventuali in- tense e brutte che ultimamente stento a re-
fezioni. Questa posizione, che la politica ha il dovere di so- spirare. Stento a vivere. Questa pandemia
stenere per non abbandonare le suddette categorie a una ha cambiato tutto a tutti, è vero. Ma per me
faticosa autodeterminazione, è stata ben espressa dalla ripercorrere questi ultimi 10 mesi, mentre
sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, che è stata tra le cerco di condensare il tutto in questa let- i nostri caratteri hanno ini-
prime ad esporsi sulla questione in maniera diretta: “Si di- tera, significa sentire una fatica tale che, ti ziato a scontrarsi alle pri-
ce, attribuendolo al Giuramento di #Ippocrate, che al primo giuro, preferirei piuttosto arrivare a Mila- me gelosie, alle prime in-
posto tra i doveri di medici e infermieri stia quello di ‘non no dall’estremo sud a piedi. Il 2019 per me sofferenze dovute alla di-
nocere’. È compatibile con il rifiuto di vaccinarsi? Può un è stato l’anno in cui ho capito di non essermi stanza fisica che intercorre
medico diventare veicolo di infezione?”. Ci sono posizioni mai veramente innamorata in vita mia. tra noi. Inutile dire che la
che vanno prese con le parole e poi supportate con i fatti. Finché per caso, su un social, pubblicai uno pandemia ha esasperato il
Questa è una di quelle. Restiamo in attesa della legge.. sfogo per un qualcosa che mi era successo, tutto. Lei mi ha lasciata. Mi
Voto: 7 e una sconosciuta, una ragazza bellissima, sento soffocata, in gabbia:
ha risposto al mio post e poi mi ha scritto sono sicura che, rivedendoci, la nostra sto- testa china su un taccuino (cit.)? È la vigilia
QUESTIONI DI FAMIGLIA. Gli inglesi privatamente. Non mi dilungo: il rapporto ria non sarebbe mai finita così. E invece, i di Natale e mi domando con chi sia, cosa
che lasciano l’Unione europea in fon- si è rapidamente evoluto in qualcosa che miei incubi si stanno avverando. Se il mio stia facendo, se e perché le faccio schifo. Il
do, a prescindere da come la si pensi nemmeno sapevo definire, mi sono sentita cuore desiderava che mi svegliassi la mat- pensiero che qualcun altro possa anche
nel merito, sono un dispiacere per legata a lei in un modo che non ho potuto tina di Natale con lei al mio fianco, ora sto solo sfiorarla mi fa sentire come se mille
tutti. Sarà per questo che, seppur a- controllare, per la prima volta nella mia vi- passando questa vigilia chiusa in camera, lame mi tagliassero ogni centimetro del
bitualmente le ingerenze pubbliche di ta, dalla mia bocca sono uscite le parole “ti perché a tutto il dolore e la mancanza di for- mio corpo. E probabilmente, se il Covid o
un genitore nella vita di un figlio illustre amo”. Ci siamo innamorate: lei è partita in ze per andare avanti si è aggiunto anche lo il dolore mi porteranno via per sempre, a
destino una certa antipatia, lo smarcamen- quarta, mi ha detto e mi ha dimostrato cose spettro dei sintomi da covid. Ho fatto il lei non cambierà nulla. Vorrei poter spe-
to di Mr Johnson senior dal figlio suscita invece l’effetto che lì per lì, non te lo nascondo, mi hanno tampone, e ora sto aspettando il risultato. gnere l’interruttore dell’Amore. Hai visto
contrario. Stanley Johnson, ex deputato a Strasburgo, con- spaventata. Dimostrava di provare un sen- Questo non è Natale e non so se sarà mai “Mommy” di Xavier Dolan? La mia vita
vinto europeista e padre del primo ministro inglese che ha timento così forte per me che quasi mi fa- di nuovo Natale per me. È un mese che lei è sta prendendo esattamente la scia del fi-
gestito l’uscita del Regno Unito dall’Ue, ha deciso, come ri- ceva paura, mi sorprendeva ogni giorno di sparita totalmente dalla mia vita, dicendo- nale di quel film. Vorrei tanto essere nel
sposta alla Brexit, di chiedere la cittadinanza francese. più. Prima di incontrarla per la prima volta, mi cose così orribili che, credimi, avrei pre- finto finale, col sottofondo di Einaudi.
“Mia madre è nata in Francia, sua madre era totalmente non pensavo che sarebbe andata bene co- ferito morire. Ci sono stati i miei e suoi pro- Non avessi mai visto il sole, avrei soppor-
francese, così come sua nonna. Sicché, per me, si tratta di me poi è andata: è successo tutto con spon- blemi familiari, i limiti agli spostamenti tra tato l’ombra, ma la luce ha aggiunto al mio
riavere qualcosa che ho già. E questo mi fa molto felice", ha taneità, senza che potessi fermarmi a pen- regioni, e i chilometri tra noi sono davvero deserto una desolazione inaudita.
spiegato il vecchio Johnson, ma soprattutto ha aggiunto: sare. Ma, si sa, c’è sempre un grosso prezzo tanti. E ora, io che devo fare? L’assoluta ARABELLA
“Io sarò sempre europeo, questo è certo. Uno non può dire da pagare per quei pochi istanti di felicità strafottenza con cui ho dimenticato le con-
al popolo britannico: voi non siete europei. Avere legami che la vita ci riserva. venzioni per gettarmi in una storia dal ca- Cara Arabella, penso a un altro film, forse uno dei
con l’Unione Europea è importante”. Perché è vero che le A me non era passata mai neanche per rattere ignoto, da scoprire solo vivendo, è film d’amore più belli mai realizzati: “Se mi lasci ti
colpe dei padri non possono ricadere sui figli, ma anche dai sbaglio in testa l’idea che un giorno sarei stata la mia rovina? Credo di aver pianto cancello”. Ecco, questa sofferenza vale tutto quel-
figli bisogna pur potersi difendere in qualche modo. potuta stare con una ragazza, eppure è suc- più gli ultimi due anni di quanto abbia mai lo che di bello hai vissuto e provato con lei? Se sì,
Voto: 6 cesso, con una naturalezza tale da avermi fatto in tutti gli altri 25 della mia vita. Avevo come credo, lasciati investire dal dolore. Passa
sconvolta. Quando le nostre famiglie sono quanto bastava, avevo l’occorrente e non lo solo così. E non cancellare niente. Diventiamo mi-
BOCCIATI venute a sapere di questa storia, è scoppiato sapevo. Eppure lei si è comportata come se gliori, quando scriviamo sopra alle vecchie parole,
un putiferio: io stentavo persino a ricono- non stesse perdendo altro che un proble- anziché iniziare da una pagina bianca.
FUORI TEMPO MASSIMO. ”Non ho
nessun dubbio sul fatto che il presi-
dente Trump abbia vinto”: Burgess
Owens, ex giocatore afroamericano
di Nfl, appena insediatosi come de- Cinzia Monteverdi Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130;
(Presidente e amministratore delegato) Litosud, 20060 Milano, Pessano con Bornago, via Aldo Moro n° 4;
putato repubblicano eletto nello U- Direttore responsabile Marco Travaglio Antonio Padellaro (Consigliere) Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
tah, ha annunciato che si opporrà alla Vicedirettore responsabile libri Paper First Marco Lillo
Luca D’Aprile (Consigliere delegato all'innovazione) Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n° 35
Layla Pavone (Consigliere indipendente)
ratifica della vittoria di Joe Biden. Chi an- Vicedirettori Salvatore Cannavò, Maddalena Oliva Lorenza Furgiuele (Consigliere indipendente)
Pubblicità: Concessionaria esclusiva per l’Italia e per l’estero
SPORT NETWORK S.r.l., Uffici: Milano 20134, via Messina 38
Caporedattore centrale Edoardo Novella
cora insiste con questa storia, se non fosse ridicolo, sareb- Caporedattore Eduardo Di Blasi Tel 02/349621– Fax 02/34962450.
be quasi romantico. Vicecaporedattore Stefano Citati Roma 00185 – P.zza Indipendenza, 11/B.
mail: info@sportnetwork.it, sito: www.sportnetwork.it
Art director Fabio Corsi
Voto: 4 Consulente per il numero del Lunedì Ettore Boffano COME ABBONARSI Distributore per l’Italia: Press-di Distribuzione Stampa e Multimedia S.r.l. - Segrate
mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it È possibile sottoscrivere l’abbonamento su: Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
Società Editoriale il Fatto S.p.A. https://shop.ilfattoquotidiano.it/abbonamenti/ Chiusura in redazione: ore 22.00 - Certificato ADS n° 8429 del 21/12/2017
sede legale: 00184 Roma, Via di Sant’Erasmo n° 2 • Servizio clienti abbonamenti@ilfattoquotidiano.it • Tel. 06 95282055 Iscr. al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 PIAZZA GRANDE l 9

STORIEITALIANE LASETTIMANAINCOM
NANDO DALLA CHIESA SILVIA TRUZZI

Pandemie Solidarietà, chi era costei? MARE PROFUMO DI MARE


C’è un altro virus da combattere: il razzismo ALL’ARISTON VEDREMO
IL CAPITANO STUBING?
R
affaele Pisani è un si- pure risposto con garbo: “Mi cre-
gnore quieto, gentile e da, sono molto dispiaciuto di a-
colto con uno strug- verle involontariamente procu-
gente ma sereno mal di Napo- rato disagio e disgusto per la mia
li, la sua città natia. Ottanten- interpretazione del I° Canto BOCCIATI NON CLASSIFICATI
ne, torna spesso a un’infanzia dell’Inferno della Divina Com-
di privazioni, quelle della media di Dante nella parlata del- IO NON CI CREDEVO, MA POSSO SOGNARE. Pare che
guerra, ma solo per trarne ra- la mia adorata terra, Napoli. Le la Rai stia seriamente tendendo in considerazione l'idea
gioni di malinconia e tracce di giuro che non era nelle mie in- di una nave da crociera (una Love boat dell’Ariston) per il
felicità. Oggi abita a Catania tenzioni. Per quanto riguarda la pubblico a Sanremo. Lo ha detto Ama-
con la moglie Francesca, di mia situazione economica le as- deus, durante un collegamento con
cui parla come di una fidan- sicuro che assolutamente non Radio Zeta. "Io ho sempre detto che
zatina appena conosciuta tra i gravo sulle sue tasche […]. Ho la- non si può fare Sanremo senza pub-
banchi di scuola. Si diletta di vorato sodo e onestamente fino a blico, per me è fondamentale, sen-
poesia e letteratura napoleta- Bersaglio Il lungomare di Napoli FOTO ANSA qualche anno fa. Ho parecchi in- nò non sarebbe una rinascita, sa-
na. E scrive. Ha tradotto ad e- teressi, sono un vecchio che vuole rebbe un Sanremo sotto covid. Biso-
sempio in versi napoletani I morire da vivo e non vivere da gna organizzarsi bene per far sì che sia
promessi sposi e il I° Canto dell’Inferno di tore di una missiva così sarebbe morto. Mi emoziono ancora nel un pubblico sotto controllo, probabilmen-
Dante. Insomma, ce n’è quanto basterebbe stato considerato un gustoso INSULTATO vedere la mattina il sole levarsi o te sempre lo stesso. Va ripensata tutta la situazione". Gli
per una deliziosa oleografia. soggetto da psicanalisi, e gli si sa- un fiore sbocciare. Leggo, scrivo,
rebbe pronosticato un radioso UN UOMO
“eletti” rimarranno isolati in una bolla, tamponati e con-
rinnovo ogni giorno la mia di- trollati. Intanto si sfoltiscono i super-ospiti: “Avendo 26
SE NON FOSSE CHE il protagonista, proprio a futuro come imbrattatore dei ba- DI NAPOLI CHE chiarazione d’amore a France- canzoni in gara, probabilmente ne avremo qualcuno in
causa del suo amore per la propria città e il gni pubblici del suo paese. Poi
proprio dialetto, è stato bersaglio delle ire abbiamo visto crescere e investi-
HA TRADOTTO sca. […] Per concludere desidero
ringraziarla per l’augurio che mi
meno. Invece di cinque a serata potrebbero essere magari
quattro ma ci sarà sempre un grande show intorno ai bra-
di un lettore friulano, imbattutosi chissà re su questa sgangherata cultura DANTE fa di ‘vivere di pummarola’, è l’au- ni in gara". "La parte di spettacolo andiamo a costruirla,
come nella sua traduzione dantesca pub- le fortune politiche di leader de- gurio più gradito che potesse far- qualcosa stiamo già facendo, ma il grosso arriverà da
blicata da Beppe Severgnini su “Italians”. Il finiti un dì sulle migliori testate mi, a me piacciono molto. La gennaio". Zlatan Ibrahimovic, fuoriclasse del Milan, sarà
lettore udinese, che lasceremo anonimo, “visionari” e portatori “dell’unico vero pro- ‘pummarola’ è antiossidante, elimina uno degli ospiti fissi: “Ci sarà tutte e cinque le sere e non
ha pensato dunque di scrivergli in una getto politico chiaro e nuovo”. rancori e problemi esistenziali, combatte salterà nessuna partita del Milan, nonostante io da interi-
schiumante intemerata le seguenti rifles- Questa lettera ci racconta dunque una depressione e demenza, produce anticor- sta ci abbia provato in tutti i modi”, ha spiegato il condut-
sioni: “Si vede che non ha altro da fare, si- porzione, non maggioritaria certo, ma pi che immunizzano da ogni forma di ran- tore. Confermati Anche Elodie (una sola sera) e Achille
gnor Pisani. Spero che la Sua situazione e- nemmeno infinitesimale del nostro Nord core e bellicosità”. Segue “una grande Lauro (tutte e cinque o quattro in caso di
conomica non gravi sulle mie tasche. Direi ricco e progredito. Non sappiamo l’età del stretta di mano e un sorriso che abbrac- editio minor). Forse ci sarà anche il
di dare un taglio SALUTARE a quell’odio- lettore-scrittore. Speriamo solo che sia cerà lei, tutta la sua bellissima città di U- capitano Merrill Stubing.
sa napolinità (testuale) che perversa (te- molto elevata. Che egli sia cioè, quanto a dine e l’intera meravigliosa Regione Friu-
stuale) sulle reti RAI e sui media. Basta, a- scrittura, frutto di una lontana epoca di a- li-Venezia Giulia”. Risultato? Nuova lette- TRA LA VIA EMILIA E IL DRESS. Il
vete rotto! Staccatevi e rifondate il Regno nalfabetismo diffuso. Perché se fosse mai ra di insulti. Mia madre mi raccontava che presidente dell’Emilia Romagna, da
delle 2 Siciglie (sempre testuale) con una li- passato per una scuola regolare ci sarebbe durante la guerra la gente era più solidale. che gli hanno rifatto il look ha l’aria
berazione per tutti gli altri. Starete bene, vi- da mettersi le mani nei capelli. Quanto a Qui andiamo verso i 75mila morti ma gira di uno che da un momento all’altro sta
vrete di pummarola, non romperete più le tempo libero, deve averne di paragonabile ancora quest’odio. Il virus in circolazione per dire “Sono Bonaccini, Stefano Bonac-
scatole agli altri. BASTA! Possiamo avere il a quello (meglio speso) di Raffaele Pisani. non è uno solo. cini” (qualcuno deve suggerirgli di tornare quanto prima
diritto di dirlo????”. Quarant’anni fa l’au- Il quale, effettivamente avendone, gli ha © RIPRODUZIONE RISERVATA ad allacciare i primi tre bottoni della camicia, davvero). La
notte di Capodanno, in dolcevita nera che manco Sarte,
ha postato un tweet, vagamente autocelebrativo: “Buon

SOLOPOSTIINPIEDI
anno a voi, buon compleanno a me”.

LIGURI MAI. Il presidente di Regione Liguria Giovanni To-


ti ha salutato sui suoi social la piccola Greta, prima nata a
PAOLO ZILIANI Genova di questo 2021. Il capogruppo leghista in consi-
glio regionale Stefano Mai ha fatto un comunicato: “Non
si può definire italiano, né ligure, chi nasce sul nostro ter-

Regole Metti una sera una partita col Covid ritorio da genitori stranieri. Auguri e benvenuti a tutti i
nuovi nati del 2021 in Liguria, ma ribadiamo che per esse-
re italiani e liguri sia necessario intraprendere un percor-

Metodo Italy e metodo England a confronto so ben definito e quindi richiedere successivamente la
cittadinanza, secondo quanto previsto dalle norme vigen-
ti. No allo Ius soli”. A rincarare la dose il deputato leghista
Edoardo Rixi: “Quella bambina non è ligure, la nostra po-
sizione è chiara e nota, la Lega è contraria allo ius soli e fi-

M
i sono chiesto: da titola- pure il dopo non-partita nel cor- dello Sport; e un bel giorno, a di- no all’altro ieri questa era anche la posizione di Toti. Lei
re di rubrica settimana- so del quale il presidente di Palla stanza di 80 giorni (due mesi e non è cittadina dello Stato, se arriva lo ius soli lo sarà, ma
le sul Fatto, quale modo dice che il suo club rispetta i re- mezzo) dalla non-partita Pinco per ora non lo è”. A questo punto Toti, con estremo buon-
migliore di cominciare l’anno golamenti, era pronto a giocare vs. Palla, il terzo e ultimo giudice senso, ha spiegato: “Non ho chiesto alla Direzione dell’o-
nuovo dando un prezioso consi- la partita e ora attende le decisio- demolisce in toto le decisioni spedale se la mamma fosse immigrata, naturalizzata, cit-
glio agli addetti ai lavori del pal- ni degli organi preposti. prese in primo e in secondo gra- tadina italiana o di un altro Paese. Francamente non me
lone italico, un consiglio che Scoppiano le polemiche, il do e dispone che la partita venga ne frega nulla in questo caso. Greta è nata qui, andrà qui
permetta a tutti di risparmiare giudice sportivo dispone nuovi giocata ordinando così la can- in Liguria all’asilo e a scuola. I suoi geni-
in futuro tempo, denaro e salu- approfondimenti al termine dei cellazione del 3-0 a tavolino e del tori e anche lei, quando crescerà, da
te? Ho così ho iniziato a lambic- quali decide di dare vinta 3-0 la -1 inflitto a Pinco. lavoratrice avrà gli stessi diritti e gli
carmi il cervello attorno al tema partita a Palla e di penalizzare Dopo lo shock e lo sbigotti- stessi doveri degli altri lavoratori. E
del momento: che fare quando Pinco di 1 punto. Il club di Pinco mento di metà Italia per le sen- gli stessi diritti e doveri sociali”. Ai
un’importante partita viene mi- annuncia ricorso e va in appello; tenze pro-Palla, ecco lo shock e dirigenti leghisti andrebbe fatta una
nacciata dalla positività al Covid e mentre la polemica si trasfor- lo sbigottimento dell’altra metà domanda: come vi salta in mente di
dei giocatori? E ho isolato due ma in bufera e il Paese si spacca d’Italia per la sentenza (definiti- prendervela con una bambina appena
metodi: il “Metodo Italia” e il in due, Nord contro Sud, roba va) pro-Pinco. A questo punto nata? Evidentemente a casa non hanno
“Metodo Inghilterra”. Vediamo- che nemmeno Bonolis a Ciao occorre decidere (e non sarà fa- specchi.
li insieme. Darwin, la Corte d’Appello con- cile) la data del recupero della
ferma le sanzioni del giudice partita: magari allertando i Ca- TUTTI I NUMERI DEL PRESIDENTE. Il messaggio di fine
METODO ITALIA. Mancano pochi sportivo appesantendo le moti- schi Blu dell’Onu, visto il clima anno del Presidente Sergio Mattarella, visto da oltre 15
giorni alla partita tra Pinco e Pal- vazioni e quasi offendendo non ormai irrimediabilmente dege- milioni di spettatori, è il più seguito a partire dal 1986, an-
la e un paio di giocatori di Pinco solo il club di Pinco ma tutta la nerato. no in cui sono iniziate le rilevazioni dell'Auditel (fino al
risultano positivi al Coronavi- 4 ottobre Juve-Napoli ANSA città di Pinco, dipinta come una 2003 non venivano calcolate le tv non generaliste). Ci so-
rus. Il presidente di Pinco telefo- risma di furbastri pronti a tutto METODO INGHILTERRA. Mancano no solo tre messaggi presidenziali che come audience
na al presidente di Palla e gli pur di ciurlare nel manico. poche ore alla partita tra So e sfiorano quello di questo pazzo 2020. Sono quello di
chiede se si può rinviare la par- di Palla. In ossequio alle dispo- La bufera ora diventa tsuna- And-So e cinque giocatori di So Francesco Cossiga, nel 1991 e quelli di Oscar Luigi Scalfa-
tita ma il presidente di Palla dice sizioni della Asl la squadra di mi, non è più solo questione di risultano positivi al Coronavi- ro del 1992 e del 1993. Senza nulla togliere al Capo dello
che no, c’è un protocollo e lui Pinco non parte, ma la sera della pallone, siamo alla discrimina- rus. L’allenatore di So telefona Stato, va detto che quest’anno è stato trasmesso da tutte
vuole giocare. Alla vigilia del partita la squadra di Palla si pre- zione territoriale e ci si scontra all ’allenatore di And-So e gli le reti da Rai1 a La7 (eccetto Italia1) ma soprattutto c’era il
match la Asl di Pinco avvisa il senta in campo, con tanto di ar- attorno concetti cardine come e- chiede se si può rinviare la par- lockdown!.
club: non potete partire, i gioca- bitro e tifosi sugli spalti, per ave- tica, moralità, giustizia. Il presi- tita. Certo, gli risponde il collega,
tori devono andare in isolamen- re partita vinta 3-0 a tavolino. La dente di Pinco intanto non si dà nessun problema. Fine. Anzi:
to fiduciario anche per salva- tv che detiene i diritti offre la te- per vinto e ricorre al tribunale di the end.
guardare la salute dei giocatori lecronaca della non-partita e terzo grado, sorta di Cassazione © RIPRODUZIONE RISERVATA
10 l ECONOMIA IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

1.481e 28mln 10mld


IL GRAFICO

COSTO PER KM2 INCASSI STATALI STIMA INVESTIMENTI

ORO NERO Col mancato stop nel Milleproroghe ripartono gli iter bloccati 2 anni fa: sono a rischio
quasi tutte le coste italiane. Una contraddizione rispetto al “green deal” cui orientare i fondi Ue

GAS E PETROLIO
L
» Virginia Della Sala
a transizione verde dell’Italia
potrebbe dover aspettare anco-
ra, nonostante i buoni proposi-
ti di cui sono pieni i progetti per
il Recovery Fund: mettendo
per un attimo da parte le inten-
zioni e analizzando lo stato del-
le cose in questo momento ad
agosto potrebbero essere alme-
no 90 i permessi per la ricerca
di idrocarburi che potranno ri-
prendere il loro cammino verso
l’approvazione dopo due anni
di stop. Molte sono nell’Adria-
UNA VICENDA tico, tra Marche e Abruzzo, al-
CHE SPACCA tre in Sicilia magari vicinissime
I “GIALLOROSA” a Pantelleria e Favignana. Poi
LA MORATORIA in Calabria, in Salento e fino a
sulle nuove esplorazioni Santa Maria di Leuca. Più di
alla ricerca di gas cinquanta sono quelli per la
e petrolio scade tra terraferma. Nonostante il ten-
poche settimane: gli iter tativo appoggiato da due mini-
bloccati dovranno stri (Sviluppo Economico e
dunque riprendere. Ambiente) di inserire nel pros-
Non tutti però sono simo Milleproroghe una mora-
d’accordo: i ministri toria totale sulle tri-

Il 2021 è l’anno delle trivelle?


grillini hanno provato velle, la bocciatura
a inserire uno stop arrivata a provare
definitivo alle trivelle l’assenza di un ac-
nel Milleproroghe, cordo politico (Italia
senza successo però. IV Viva e il centrodestra
e mezzo Pd sono contrari i principali opposi-

Almeno 90 richieste in attesa


tori) non fa presagi-
re una svolta rapida.
Nei giorni scorsi il
ministro dello Svi-
luppo Economico,
Stefano Patuanelli,
ha però rassicurato:
se l’Italia sposa dav-
vero il cambiamento, non ci sa- no per lo più concentrate tra euro per chilometro quadrato stria Energia, nel 2018 ha gene-
ranno nuove trivelle. L’idea è l’Adriatico e il Canale di Sicilia: per la concessione di coltiva- rato un valore aggiunto di oltre
infilare la moratoria in una basta consultare le mappe del zione (prima era di 59 euro), 3 miliardi di euro impiegando
norma a gennaio. Mise per avere chiara la situa- 2.221 per chilometro quadrato circa 30 mila addetti. E nei
zione. C’è l’inglese Northern per la concessione di coltiva- prossimi quindici anni, prima
L’ORIGINE DELLA MORATORIA. Petroleum con circa 300 km zione in proroga (invece di 88 che mutasse lo scenario a causa
Nel 2018, il decreto semplifica- quadrati di fronte a Gela. Ac- euro) con maggiori entrate per del Covid e degli impegni legati
zioni aveva introdotto la so- canto Pantelleria è la società il bilancio dello stato previste ai fondi che dovranno arrivare,
spensione dell’iter per i per- piemontese Audax Energy Aad “nell’ordine di circa 16 milioni erano previsti investimenti di

‘‘
messi di ricerca e di prospezio- a chiedere di svolgere ricerche di euro per l’anno 2019 e 28 mi- almeno 10 miliardi che, come
ne per 18 mesi (inclusi quelli di in un area di circa 350 km qua- lioni per ciascuno degli anni raccontiamo nell’articolo ac-
valutazione di impatto am- drati. Tra Puglia (adriatica), successivi” secondo la relazio- canto, potrebbero star cam-
bientale) in attesa della stesura Calabria e Basilicata (Ionio) so- ne tecnica che identificava in biando volto.
del Piano per la Transizione E- no almeno otto le richieste di queste maggiori entrate, la fon-
nergetica Sostenibile delle A- rircerca in mare: Aleanna Ita- te di risarcimento per tutte le e- IL FUTURO PROSSIMO. Intanto,
ree Idonee (PiTESAI), ov- lia, Eni, Global Petroleum e la ventuali cause e richieste di ri- si mira ad ottenere almeno una
vero una mappatura dell’I- Northern Petroleum vogliono sarcimento qualora aree già proroga. La scorsa settimana

La moratoria talia che tenendo conto del


territorio stabilisse dove e
perforare per non meno di 740
chilometri a testa per ogni ri-
produttive dovessero rientrare
in quelle indicate dal piano co-
un deputato del Movimento 5
Stelle in commissione Am-

dura fino ad se fosse possibile trivellare.


Il via libera sarebbe stato ri-
lasciato solo se le istanze
chiesta.
La situazione non migliora
risalendo l’adriatico, anzi: co-
me non idonee alla coltivazione
di idrocarburi. Soldi che sareb-
bero fondamentali
biente, Giovanni Vianello, ha
annunciato un emendamento
per prorogare il PiTESAI e per
agosto: ora una fossero ricadute in quei ter-
ritori. Dopo due anni, però,
ste abruzzesi, marchigiane e
romagnole sono al centro delle
se si dovesse proce-
dere davvero con u-
bloccare in maniera definitiva
tutte le nuove trivelle e gli air
norma ad hoc il piano manca, i lavori sono
ancora nelle primissime fa-
richieste. Così come sulla terra-
ferma: Rockhopper e altre vo-
cevuto risposta. Quello che si sa
è che a dicembre dello scorso
Lo scontro
Una protesta
no stop totale ma di
cui non si conosce
gun. Potrebbe essere la batta-
glia finale del Movimento e di
per fermare si, complice anche la spe- gliono trivellare tra Isernia, anno - seppur con qualche me- di Greenpeace l’entità. Sono invece certo nel corso del 2021 tornerà

’’
ranza che l’Italia della tran- Campobasso e Chieti; l’Eni a se di ritardo - è scattato l’au- A sinistra, stati almeno 45, a i- ad essere un tema politico cen-
tutte le trivelle sizione energetica non ne a-
vesse davvero più bi-
Potenza; Aleanna Italia nel bo-
lognese, la Delta Energy tra
mento dei canoni concessori,
sia per la coltivazione che per lo
i ministri
Patuanelli
nizio dell’anno, i de-
creti di riduzione
trale: “Così - ha spiegato Via-
nello - il ministero dell’Am-
sogno. Sannio e Irpinia. E si potrebbe stoccaggio. Una delle maggiori e Costa ANSA delle aree di conces- biente avrà la possibilità di
Stefano La mappa dei proseguire ancora a lungo. conseguenze è stata la riduzio- sione di coltivazione completare la VAS e la Confe-
Patuanelli permessi in attesa Abbiamo chiesto al Mise co- ne dell’estensione delle aree di di idrocarburi sia on- renza unificata avrà il tempo u-
non risparmia nes- me sia cambiato l’assetto della ricerca e coltivazione. Il decre- shore, sia offshore. tile per siglare l’intesa, e inoltre
sun angolo della pe- presenza dei petrolieri in Italia to di febbraio prevedeva infatti Gli interessi petroliferi nel predisporremo lo stop a tutte le
nisola. Le richieste nell ’ultimo anno, ma al mo- che per queste zone le aziende Mediterraneo sono alti. Le at- nuove trivelle e air gun”. La bat-
pendenti in mare so- mento non abbiamo ancora ri- dovessero corrispondere 1.481 tività, secondo la Confindu- taglia è solo all’inizio.
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 ECONOMIA l 11

8%
LA PERCENTUALE della
domanda di petrolio nel 2018
coperta dalla produzione
nazionale. I principali Paesi
di approvvigionamento sono
stati l’Azerbaijan, Iraq e Arabia

I NUMERI

18
Mare Nostrum
Impianti
nel Mediterraneo
A destra la Rospo
Mare B di Edison-
Eni nell’Adriatico I MESI DI STOP
ANSA Nel 2018 il decreto
semplificazioni ha
sospeso le autorizzazioni
dei permessi di ricerca
e prospezione avanzati
al Mise per un anno
e mezzo: il blocco scade
ad agosto

3MLD
IL SETTORE
Secondo Confindustria
Energia, è questo il valore
aggiunto prodotto
dalle attività petrolifere
nel mediterraneo
(che, sempre secondo
queste stime, impiegano
30mila addetti)

AFFARI
E i colossi lasciano
» Carlo Di Foggia lavoratori”. Chi è nel settore ci spiega che le grosse oil
e Virginia Della Sala company stanno diversificando e che nel mondo ci
sono molte aziende che “mettono insieme quat-

A
ccadono strane cose nel Medi- tro-cinque investimenti, soprattutto su società che

ai “piccoli” arrembanti:
terraneo. A parole tutti dipin- sono in crisi di liquidità, per spremerle e spremerne
gono le trivelle come un setto- le riserve. Poi passano oltre. Il rischio è che si lascino
re vitale. Eppure i big lo considerano dietro relitti che toccherà poi ad altri bonificare”.
morente o dannoso per l’immagine e Energean si sta espandendo, ha fatturato nel 2019
lasciano il campo a nuove società ar- 79 milioni di dollari e, spiegano dal Mise, ha licenze

ecco il caso Energean


rembanti. È il caso di Edison: il colos- in Israele e Grecia occidentale e per sfatare ogni so-
so francese, tra i maggiori produttori spetto ha dichiarato di voler utilizzare le strutture i-
offshore della penisola, ha deciso di taliane di Edison come centro di gestione e sviluppo
vendere i suoi titoli minerari italiani a di tutte le altre attività nel Mediterraneo. L’azienda,
una società inglese che qui vuole fare quotata alle Borse di Londra e Tel Aviv, spiega al Fat-
buoni affari. Gran parte delle conces- to che intende investire in questi asset per “miglio-
sioni sono però in scadenza e servi- rarne l’efficienza”e“prolungarne la vita produttiva”e
ranno ingenti costi di bonifica dei siti, mentre il set-
tore è in bilico. E infatti, attraverso il Sole 24 Ore, l’ac-
COSA C’È DA SAPERE ne con first gas nel primo quadrimestre del 2021”. Tra
le prescrizioni del Mise c’è quella di comunicare su-
assicura di avere gli strumenti finanziari per assol-
vere ai doveri di dismissione. Non è chiaro, però, per-
quirente, Energean - che per fare l'operazione ha co- bito eventuali ritardi. Che, peraltro, sembrano esser- ché ha costituito una controllata di diritto cipriota
stituito una società cipriota – ha subito chiesto ga- L’operazione (in perdita) si verificati. Al Fatto Energean spiega che la produ- per rilevare Edison E&P. Intanto, ha dovuto rinun-

e i paletti fissati dal Mise


ranzie al governo: non ha fatto un’operazione da 284 zione partirà nell’ultimo trimestre 2021: ciare agli asset algerini e norvegesi di E-
milioni per nulla, il sottotesto, e per questo garanti- “Siamo sulla buona strada per portare dison perchè “l’autorizzazione normativa
sce l’occupazione “almeno per 18 mesi”, poi si vedrà. Karish in funzione entro tale data. Tutta- sarebbe stata protratta”.
Tutti i soggetti rassicurano sulla bontà dell’ope- • L’accordo tra i 2 gruppi via, qualsiasi ritardo può essere risolto L’operazione, comunque, non deve es-
razione, ma ci sono nodi critici. Il primo a identifi- Nei giorni scorsi Edison senza impatto rilevante sull'attività”. VIA 53 SITI sere stata facile. Tanto che Edison a mag-
(controllata dai francesi di Edf) ha
carli è il ministero dello Sviluppo Economico, stando
ai documenti consultati dal Fatto. “Il portafoglio ti- ceduto per 284 milioni i suoi titoli
L’operazione si è chiusa nei giorni
scorsi. Le concessioni italiane sono 53, GRAN PARTE gio ha assoldato come consulente Franco
Terlizzese, l’ex dg della direzione Unmig
toli di Edison E&P presenta un numero considere-
vole di titoli maturi, con prospettive significative di
minerari italiani a Energean,
gruppo quotato a Londra e Tel
concentrate soprattutto tra Abruzzo,
Marche e Sicilia. Di queste, solo tre sono
ANDRANNO del ministero che aveva espresso parere
favorevole (è in pensione da fine 2018). Il
esborsi per dismissione e ripristino a terra e a mare – Aviv, che ha costituito una al 100% di Edison, le altre in condivisio- DISMESSI CON contratto - 60 mila euro l’anno, esclusi
controllata cipriota. Il Mise
spiegava a marzo il dg della Direzione Attività mine-
rarie (Unmig), dando l’ok condizionato all’acquisi- ha segnalato che in gran parte
ne. Il diamante è la piattaforma Vega, a
largo di Scicli, di cui Edison ha il 60%, il ALTI COSTI benefit e rimborsi, più 20 mila di “success
fee” - prevedeva, tra le altre cose, assisten-
zione -. Sia la società sia la controllante si impegnano si tratta di titoli “maturi” che resto è di Eni. È qui che si punta a fare più za tecnico legale per predisporre i docu-
a portare a termine queste attività almeno per il pe- necessitano di ingenti costi ricavi: “Se Eni non vuole continuare, E- menti necessari a ottenere il via libera del
riodo 2020-2024”. La cessione, quindi, viene auto- di dismissione e ripristino dei siti nergean è qui per discutere con loro sul Mise a trasferire i titoli minerari alla con-
rizzata ma col vincolo di garantire le dismissioni ed ma Energean ha fornito garanzie futuro delle licenze”, spiegano dal gruppo, che vuole trollata Edison E&P. Abbiamo chiesto spiegazioni al
evitare azioni che riducano la capacità aziendale. E- adeguate. La cessione è avvenuta raddoppiare il giacimento, anche se poche settimane Mise, che risponde di aver “accertato che il contrat-
nergean, infatti, già “presenta capacità tecnica signi- in forte perdita per Edison, fa il Comune di Scicli su Vega ha chiesto il pagamento to... su iniziativa dello stesso Terlizzese è stato risolto
ficativamente inferiore a quella di Edison E&P”. Il che ha svalutato per 460 milioni di 89 milioni di Imu e Tasi arretrate. L’operazione ha consensualmente il 6 luglio 2020 con effetto retroat-
suo maggior asset è “il campo di Karish (offshore di la controllata Edison E&P ottenuto anche l'ok dei sindacati: “Siamo in fase di tivo dalla data di decorrenza, e quindi esso è nullo e
gas in Israele da 68 miliardi di metri cubi) i cui cro- transizione energetica - ci spiega un sindacalista - privo di effetti”. In ogni caso, il Mise “ha segnalato tale
noprogrammi consegnati prevedono una produzio- Per noi è importante ottenere le massime tutele per i fatto all’Autorità anticorruzione”.
12 l ECONOMIA IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

PARADOSSI La Ue, spinta da una potente lobby, punta gran parte della svolta green USIECONSUMI
sul gas “pulito”: ad oggi, e per diversi anni, è una cosa semplicemente impossibile
PATRIZIA DE RUBERTIS

Dai tetti Bollette luce-gas


di “Tamburi”
L’Ilva a Taranto Nuovi rincari
Ma si paga meno
è la più grande
acciaeria
d’Europa
FOTO ANSA
di un anno fa

L
a notizia è di quelle che ti fan-
no subito pensare che anche
il 2021 inizierà sotto i peggio-
PROTAGONISTI ri auspici per i bilanci familiari.
L’Arera, l’Autorità di regolazione
del mercato dell’energia, ha an-
nunciato che dal primo gennaio al
30 marzo le bollette elettriche sa-
ranno più care del 4,5%, mentre
quelle del gas del 5,3%. È il secon-
do trimestre consecutivo di au-
menti: per gli ultimi tre mesi del
2020 l’Arera aveva alzato del 2,6%
il prezzo dell’elettricità e del 3,9%
LUCIA MORSELLI quello del gas. Ma guardando bene
i numeri, emerge che, a causa del
• Ad di ArcelorMittal crollo mondiale dei consumi pro-
Italia, in audizione alla vocato dalla pandemia, tra aprile
Camera il 16 dicembre 2020 e marzo 2021, la famiglia ti-
ha detto: “Siamo convinti po beneficerà di un risparmio di
che l’idrogeno è la nostra 146 euro all’anno rispetto ai 12 me-
destinazione finale, ma si precedenti: la spesa per la luce,
non nell’arco di 4-5 anni” spiega l’Arera, scende del 10,2%, a
488 euro, quella per il gas

Ilva, creare l’acciaio


dell’8,8%, a 950 euro. In altre pa-
role, per i primi 6 mesi dell’anno si
sono pagate bollette molto basse e,
I NUMERI fisiologicamente, con la ripresa dei
consumi sono tornate a crescere

95% da idrogeno “verde”


anche le tariffe ma non così tanto
» Nicola Borzi da vanificare i risparmi accumula-

A
25 anni dalla privatiz-
zazione e dopo una IL PROCESSO
È LA QUOTA di

per ora è un’illusione


lunga trattativa con
idrogeno prodotto e ArcelorMittal, dal 10 LA MAGGIOR
consumato in Europa dicembre lo Stato attraverso TUTELA
derivato da fonti fossili: il Invitalia ha rimesso piede
CESSERÀ
restante 5% è comunque nell’Ilva di Taranto, acquisen-
un residuo di lavorazioni done il 50%. L’acciaieria più NEL 2022
chimiche, quello verde grande d’Europa, nata nel
praticamente non esiste 1961, oggi produce appena un
terzo della sua capacità di 10 ti. Questa novità riguarda solo 16
milioni di tonnellate l’anno con del gas avverrà su larga scala, il 2030: una goccia nel mare dei geno nel trasporto ferroviario milioni di utenti che si trovano nel
10mila dipendenti e una lunga prezzo dell’idrogeno “verde” consumi. Attualmente l’Euro- come sostituto del diesel usato regime tutelato, il 45% del totale. Il
storia di terribili impatti am- potrebbe dimezzarsi a 1,8 euro pa utilizza 339 terawattora (T- ogni giorno in Italia da 1.250 restante 55% dei consumatori (di
bientali. Per il rilancio “pulito” al chilo: la differenza di prezzo Wh) di idrogeno all’anno e il convogli. A novembre Snam ha cui il 70% sono piccole imprese) è
ora punta sull’idrogeno: “Sono tra l’acciaio ad alta impronta di 95% della produzione di idro- sottoscritto una partnership già nel mercato libero. In questo
in corso stesure di accordi con carbonio e quello “pulito” scen- geno europeo è “grigia”, cioé di commerciale e societaria con contesto, i contratti firmati con i
importanti aziende pubbliche derebbe al 10% circa. fonte fossile, perché deriva da gli inglesi di Itm Power, tra i gestori restano perlopiù blindati
italiane di questo settore. Sia- È uno degli obiettivi della processi industriali ad alta in- principali produttori di elettro- per 24 mesi. Alla scadenza, gli im-
mo convinti che l’idrogeno è la Strategia Ue sull’i d r o ge n o , tensità di carbonio come quelli lizzatori. A dicembre Ferrovie porti se non vengono ridiscussi
nostra destinazione finale, ma pubblicata l’8 luglio dalla Com- di scissione del metano. La Nord Milano, A2a e Snam han- tendono a salire velocemente.
non lo sarà nell’arco di 4 o 5 an- missione europea nell’ambito maggior parte del restante 5% no firmato un memorandum Questa una delle principali criti-
ni”, ha confermato la presiden- dei progetti di Next Generation è gas “blu”, un sottoprodotto di per sviluppare la mobilità a i- che da sempre rivolta al mercato

6,95
te di ArcelorMittal Italia, Lucia Eu per favorire entro il 2050 processi cloro-alcalini dell’in- drogeno “verde” in Lombardia concorrenziale, insieme allo stal-
Morselli, nell’audizione del 16 l’incremento dell’offerta e della dustria chimica. La quota di i- e alimentare i nuovi treni della king telefonico con cui si spingono
dicembre alla Camera. domanda di gas come combu- drogeno “verde” disponibile è linea Brescia-Iseo-Edolo, tra- ignari e inconsapevoli clienti a
stibile per un’Europa climati- ancora quasi nulla. sformando la Valcamonica nel- cambiare gestore. Ma ormai è ri-
SECONDO UN RAPPORTO dell’11 camente neutra. In questa pro- Intanto diversi Stati mem- la prima “hydrogen valley” ita- masto solo un anno di tempo al
MILIARDI: dicembre dell’Ufficio studi del spettiva l’idrogeno “pulito” e la bri, come Francia, Paesi Bassi, liana. Con la legge di bilancio mercato tutelato. Dal 2021 ci sarà
è lo stanziamento Parlamento europeo, la side- sua filiera, con l’industria e la Germania, Portogallo e Spa- 2021, sono stati destinati al tra- il superamento per le imprese,
nell’ultima legge rurgia dipende ancora troppo mobilità quali mercati di pun- gna, hanno già sviluppato una sporto pubblico locale “pulito” mentre dal 2022 toccherà alle fa-
di Bilancio a favore dal carbone e per questo è re- ta, sono centrali nei piani po- strategia nazionale sull'idroge- 6,95 miliardi: una quota di miglie. Una data che ha subito di-
del trasporto pubblico sponsabile del 4% di tutte le e- st-Covid di Bruxelles. no. Anche l’Italia ci sta lavoran- questi fondi consentirà entro il versi slittamenti (l’iter per lo stop
locale “pulito”: missioni umane di CO2 nella Tra gli obiettivi c’è l’installa- do: il 21 dicembre si è chiusa la 2026 di acquistare 358 bus e 21 definitivo è iniziato nel 2015) a
tra gli investimenti Ue e del 9% a livello mondiale. zione di elettrolizzatori di idro- consultazione pubblica sulle li- treni a idrogeno. causa della difficoltà di attuazione
anche l’acquisto Molti sognano un acciaio pro- geno da fonti rinnovabili per u- nee guida, mentre a ottobre il e per il timore di non consentire ai
entro il 2026 di 358 bus dotto sostituendo i combusti- na potenza di almeno 6 giga- ministero della Ricerca ha pro- MA PERCHÉ ITALIA E UE puntano clienti di fare scelte vantaggiose.
e 21 treni a idrogeno bili fossili con l’idrogeno “ver- watt (GW, un miliardo di watt) dotto quelle della Strategia ita- sull’idrogeno, anche se oggi è La scadenza del 2022 continua pe-
de”, ottenuto dall’ele ttrolisi entro il 2024 e 40 GW entro il liana ricerca idrogeno (Siri). ancora “sporco”? Come Il Fatto rò a sollevare perplessità. Il grillino
dell’acqua con energia pro- Se la produ- ha già scritto, un recente rap- Davide Crippa, tra i fautori dell’ul-
dotta da fonti rinnovabili. zione su larga porto di Re:Common e altre timo rinvio, ha chiesto di mantene-
Una strada oggi non an-
cora percorribile a causa dei
Qual è il problema? scala di idrogeno
“pulito” resta
Ong che hanno analizzato 200
documenti rivela che dietro
re per le famiglie in regime tutelato
un’ulteriore fase cuscinetto per in-
costi. Una tonnellata di ac- Ad oggi passare dunque ancora questa spinta ci sono le pressio- formarsi al meglio. Intanto a fare
ciaio attualmente costa cir- tutta da realizza- ni di una potente lobby, Hydro- da banco di prova c’è l’obbligato-
ca 400 euro, 50 dei quali per dal carbone all’energia re, i progetti per gen Europe, che ha incontrato rietà del passaggio delle imprese.
il carbone usato nei forni. usare il gas – pre- alcuni commissari europei e Novità per le famiglie in stato di
La sua sostituzione con l’i- a basso impatto farebbe sentato come so- per cui lavorano ex alti funzio- bisogno: da gennaio, i bonus di
drogeno richiederebbe cir- luzione per la de- nari della direzione Energia sconto sulla bolletta saranno gra-
ca 180 euro di idrogeno ai salire i costi del 30%: carbonizzazione della Commissione. Le vie del dualmente riconosciuti in modo
migliori prezzi attuali (3,6
se tutto va bene al 2030 – corrono. A ot- greenwashing, il rifacimento di automatico, senza presentare do-
euro al chilo). Ciò farebbe tobre Snam e FS una “verginità” ambientale a manda.
rincarare di un terzo il prez-
zo finale dell’acciaio. Ma se lo scarto sarà del 10% hanno stretto un
accordo per pro-
scopo di comunicazione, sono
infinite quanto la disponibilità
entro il 2030 la produzione muovere l’i dr o- in natura dell’idrogeno.
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 ECONOMIA l 13

PER TEMPO Il primo produttore Ue blocca le nuove licenza esplorative e azzererà la produzione
nel 2050. Gli introiti valgono oltre 10 volte più che i nostri, ma la politica ambientale si fa così

La lezione danese all’Italia:


» Giuliano Garavini

L
a Danimarca ha annuncia-
to a dicembre il blocco de-
finitivo ad ogni nuova li-

un futuro senza idrocarburi


cenza esplorativa per gas e
petrolio nel Mare del Nord. Ciò
contribuirà a tagliare le emissioni
di gas serra danesi del 70% nel
2030, ad azzerarle nel 2050. Gli i-
drocarburi in Danimarca hanno
un passato, ma non un futuro: la
produzione calerà fino ad azzerarsi
nel 2050. La scelta danese segue
quella francese del 2017, ma è ben
più importante perché compiuta LA SCELTA:
da un importante Paese produtto- DA DICEMBRE
re. Dimostra che una seria politica LO STOP
ambientale, in Danimarca così co-
me in Italia, ha bisogno di incidere IL GOVERNO danese ha
non solo dal lato dei consumi di e- deciso di porre fine
nergia da fonte fossile, ma anche all’esplorazione e
da quello della produzione. produzione di petrolio e
gas nel Mare del Nord
LA DANIMARCA, dopo gli esordi nel entro il 2050, oltre ad
1972, è diventata il terzo maggior annullare il suo ultimo
produttore di petrolio e gas natu- round di licenze e - in
rale dell’Europa occidentale, dopo accordo col Parlamento
Norvegia e Gran Bretagna. Dopo - ha stabilito di non
la Brexit, la Danimarca è rimasta il assegnarne più in futuro
maggior produttore di petrolio Dagli esordi nel ‘72 è
dell ’Unione europea. Nel 2004 diventato il terzo
produceva 390mila barili di petro- produttore di gas
lio al giorno (mbg), oltre 4 volte e naturale e petrolio
mezzo l’attuale produzione italia- dell’Ue (il primo se si
na, e 9,2 miliardi di metri cubi considera solo il greggio)
(mm3) di gas naturale, più o meno Il settore petrolifero
la capacità del famigerato Tap. Fi- nazionale sconta una
no al 2017 la Danimarca è stata un tassazione sugli utili
esportatore netto di petrolio. Con del 70 per cento
una tassazione complessiva degli i-
drocarburi che arrivava al 77%, la
rendita petrolifera ha rappresen-
tato un architrave del generoso
welfare del Paese scandinavo: nel
2017, anni dopo il picco produttivo
del 2004, questa rendita garantiva
ancora allo Stato danese lo 0,5 per di Total (a regime arriverebbe a giacimento Eni in Val d’Agri in Ba- pendenza, per quasi l’80% dita petrolifera e con giacimenti
cento del totale delle sue entrate. produrre 50mila bpg), la produ- silicata dal quale 400 tonnellate di del fabbisogno energetico, meno produttivi. Se la questione è
Il ministro del Clima Dan Joer- zione nazionale di dovrebbe atte- greggio sono state “sversate” non dalle importazioni. DA NOI... assai delicata per un grande Paese
gensen ha considerato che la più
radicale scelta di bloccare la pro-
starsi sui 110mila bpg. Mentre in
Danimarca l’industria petrolifera
lontano dalla diga del Pertusillo, il
principale bacino idrico del Mez-
Un Paese che si vuole
all’avanguardia della sfida SARÀ ALZATA esportatore come la Norvegia, in
cui il settore rappresenta il 12% del
duzione dei giacimenti operativi a-
vrebbe implicato costi troppo alti.
si avvia all’eutanasia, l’Italia si pre-
para addirittura ad aumentare la
zogiorno d’Italia. Le royalties pa-
gate in Italia sull’estrazione di i-
ambientale non può con-
sentire un aumento della
DEL 25% LA Pil, per Italia l’uscita progressiva
presenta meno problemi. Bisogna
Il progressivo declino della produ- produzione del 25%. drocarburi restano tra le più basse produzione di idrocarburi. PRODUZIONE: bloccare ogni nuova esplorazione
zione avrebbe invece consentito di
gestire al meglio la trasformazione
Il settore estrattivo occupa di-
rettamente pochissimi addetti (gli
al mondo: le imprese petrolifere e-
reditano indegnamente una ren-
Nel grande schema mon-
diale della riduzione delle INESISTENTI di idrocarburi e mettere in conto u-
na diminuzione progressiva della
dell’industria petrolifera e la ri-
qualificazione della manodopera.
occupati sono prevalentemente
nella raffinazione) e ha un impatto
dita risalente all’Eni statale di E-
nrico Mattei che garantisce loro
emissioni di gas serra non
basteranno incentivi alla
GLI INCASSI produzione. Se questo processo sa-
rà accompagnato da un aumento
Dopo la grande rinuncia dane- poco più che irrilevante sulle en- profitti stellari (l’informatissimo mobilità elettrica e investi- PER LO STATO della fiscalità, così da allinearla agli
se, l’Italia si ritroverà, a sua volta, trate fiscali italiane, visto che nel Davide Tabarelli di Nomisma ha menti nelle rinnovabili; bi- standard internazionali, si potran-
ad essere il maggior produttore di 2019 vi contribuiva direttamente scritto che in soli tre mesi di man- sognerà agire sul lato della no garantire le risorse per una
petrolio dell’Unione europea. Nel per meno dello 0,04%. In compen- cata produzione in Val d’Agri nel diminuzione coordinata transizione che sia giusta social-
2019 l’Italia produceva circa 85mi- so la nostra produzione di idrocar- 2017, Eni avrebbe perso 250 milio- della produzione di idrocarburi. A mente, riqualificando il lavoro, e
la bpg ma, secondo Nomisma, gra- buri presenta problemi macrosco- ni di euro). Nonostante questo, stringere la cinghia per primi do- che non abbandoni i territori che
zie all’avvio della produzione a pici. In primo luogo ci sono quelli l’industria estrattiva italiana non vranno essere i Paesi più industria- hanno sofferto di più per l’impatto
Tempa Rossa in Basilicata da parte ambientali. Clamoroso è il caso del diminuisce la nostra assoluta di- lizzati, meno dipendenti dalla ren- dell’estrazione di idrocarburi.

CONTROILMAINSTREAM
Il libro Una guida per leggere gli ultimi 10 anni
ALESSANDRO BONETTI
senza restare ostaggio di austerità e deflazione
L
e questioni economiche hanno un Roma Tre. Lavoro e salari(L’Asino d’Oro) In cosa consistono queste teorie domi- domanda, sia dei consumatori sia dello
ruolo sempre più importante e in- offre un punto di vista alternativo sulla nanti? Riassumendo all’osso: se i prezzi Stato. Uno Stato che spende (al netto degli
trusivo nelle nostre vite. Accanto al- lunga crisi italiana e lo fa con un linguag- (inclusi i salari) sono flessibili, l’economia interessi) troppo poco dall’inizio degli an-
la vecchia “casta” di grandi imprenditori e gio accessibile anche ai non specialisti. di mercato tende spontaneamente al pie- ni Novanta, anche per paura del debito
politici ne è emersa una nuova: quella de- A differenza di altri libri in voga, che no utilizzo di lavoro e capitale. Lasciamo pubblico, il cui annoso problema sembra
gli economisti. In realtà, in questi anni la pretendono di spiegarci in chiave mora- funzionare il mercato e raggiungeremo ora risolto dall’intervento della Bce. Un
gente comune è venuta a contatto solo con listica i “peccati capitali” dell’economia i- l’equilibrio ottimale. Da qui la spinta per intervento che economisti come la Stirati
una economia, non con l’economia. No- taliana, il volume della Stirati ha un ap- abbassare i salari e aumentare la flessibi- invocavano, inascoltati, da dieci anni.
nostante sia stata squalificata dalle crisi proccio critico e realista. È diviso in tre lità del lavoro al fine di ridurre la disoccu- Quindi, se “non ci sono i soldi” non è
che non ha saputo né prevedere né gestire, parti, autonome fra di loro, con un diverso pazione. Se vi ricorda Renzi, avete colto perché siamo stati “cattivi”, ma perché
all’economia mainstream sono rimaste » Lavoro grado di approfondimento teorico. Sì, nel segno. Ma le “riforme”non hanno fun- l’Eurozona è stata progettata male, tanto
saldamente in mano le redini del dibatti- e salari perché la professoressa sottolinea che la zionato: qualcosa che invece le teorie “cri- che la banca centrale ci ha messo 20 anni
to. Anzi, i suoi bramini hanno rafforzato la Antonella teoria è la chiave di volta. Certo, le misure tiche” avevano previsto. a capire cosa fare. Bisogna quindi accom-
presa sull’opinione pubblica. Stirati di austerità e indebolimento dei lavorato- Per queste diverse teorie, infatti, le ri- pagnare all’analisi di politica economica
Con la crisi da Covid, però, qualcosa è Pagine: 279 ri sono emerse da concreti rapporti di for- gidità del mercato del lavoro possono es- una critica profonda. Ma la Stirati ci mette
iniziato a cambiare. Una guida per orien- Prezzo: 18 e za, ma sono state giustificate da teorie ra- sere positive per la crescita. In quest’ottica in guardia: l’avversario è potente e ben ar-
tarsi nelle trasformazioni in corso è l’ulti- Editore: dicate nell’accademia e nell’o pi ni on e si ribalta anche il problema della produt- mato. Occorrono dunque studio e osser-
mo libro della professoressa Antonella L’asino d’oro pubblica. Teorie, però, che non sono le u- tività, non più dovuta al fatto che “è dif- vazione della realtà, in un ambiente plu-
Stirati, ordinario di Economia Politica a niche esistenti, né le migliori. ficile licenziare”, ma a una scarsità della ralista e aperto al confronto.
14 l ESTERI IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

IL DOSSIER
L’espansione del Dragone

LA CINA VUOLE
CONQUISTARE
L’AFRICA A COLPI
DI MOSTRE D’ARTE
Doppia strategia Pechino fa da tramite
per recuperare tutto ciò che è state portato via
nell’800 dalle ex colonie europee. Inoltre,
finanzia le strutture come il Museo delle civiltà
nere di Dakar, costato 30,5 milioni di euro

“L
» Louis Bertrand aveva detto il ministro senegalese
della Cultura il giorno dell'inaugura-
a sciabola che vi consegnamo oggi ri- zione del museo, il 6 dicembre 2018.
splende alla luce del sole, è la luce del- Quel giorno, oltre alla numerosa de-
la conoscenza e dell'amicizia che lega legazione cinese guidata dal ministro
i nostri popoli”, aveva detto, in pre- della Cultura e del Turismo Luo Shu-
senza del presidente senegalese Mac- gang, erano presenti anche due rap-
ky Sall, l'ex primo ministro francese presentanti del Quai Branly, il museo
Édouard Philippe, il 17 novembre parigino delle arti primarie, che con-
2019, in visita a Dakar. Interveniva in serva gran parte delle opere al centro
occasione della restituzione della del dibattito sulle restituzioni. Em-
Francia al Senegal della sciabola di El manuel Kasarhérou, all'epoca re-
Hadji Omar Tall, condottiero che si sponsabile delle collezioni del museo
oppose alla dominazione francese in francese (ora presidente), aveva af-
Africa occidentale. Philippe, accom- fermato: “Abbiamo potuto constata-
pagnato da un'importante delegazio- re che la Cina sta portando avanti, e da
ne ministeriale, aveva ricordato le cir- molto tempo, la sua strategia senza SALTO DI
costanze di questa restituzione: “Co- chiedere nulla come contropartita QUALITÀ
I NINNOLI me sapete, il presidente Macron ha immediata”. Il paese non solo si è im-
ASIATICI sottolineato più volte il suo desiderio pegnato a finanziare il MCN, ma ha Xi vuole
DI EUGENIA di valorizzare il patrimonio africano anche partecipato alla sua museogra- affermarsi
NEL NOVEMBRE in Africa. È quello che farà il Museo fia per un costo di 4,5 milioni di euro e
2018, l'ambasciata di delle civiltà nere con il sostegno dei collabora all'allestimento di mostre. come leader
Francia in Cina ha musei francesi”. Il gesto simbolico si è “Avevo sentito un certo nervosismo di una
ricevuto la proposta concretizzato un anno dopo l'inaugu- da parte dei colleghi senegalesi, e in
grande
di un accordo sulla razione del nuovo museo di Dakar, particolare di Hamady Bocoum, di-
lotta al traffico di che porta il marchio anche di un altro rettore del MCN - confida Kasarhé- potenza: gli
beni culturali. Nella attore internazionale importante, la rou -. Ho avuto l'impressione che i serve anche
lista però anche Cina. Da molti anni Pechino sta svi- partner cinesi abbiano fatto delle
c’erano oggetti delle luppando infatti una “diplomazia del proposte che lui, e i senegalesi in ge- l’influenza
collezioni asiatiche patrimonio culturale”, al cui centro nerale, hanno rifiutato”. Le autorità sulla cultura
dei musei francesi, c'è proprio l'Africa e il dibattito sulla cinesi stanno cercando di imporre le
tra cui quelli del restituzione delle opere d'arte africa- loro competenze in campo culturale, mondiale
salone cinese ne da parte degli ex colonizzatori. affermando non solo di poter svilup-
del castello di pare degli spazi espositivi conformi
Fontainebleau, creato PROGETTATO dal Beijing Institute of alle norme internazionali, ma anche
dall'imperatrice Architectural Design, uno studio di di poter mettere a disposizione le loro
Eugenia dopo architettura di cui è proprietario lo competenze. “Hanno un livello che
il saccheggio del stato cinese, il Museo delle civiltà ne- permette loro di formare il personale
Palazzo d'Estate re (MCN) di Dakar è un dono di 30,5 dei paesi in via di sviluppo”, sottoli-
di Pechino nel 1860 milioni di euro della Repubblica po- nea Matthieu Berton, responsabile
polare cinese al Senegal. “Sia mo della cooperazione tecnica presso
pronti a cercare delle soluzioni con la l'ambasciata di Francia a Pechino.
Francia. Se ci fossero 10.000 opere Essere presente sul campo culturale
senegalesi in Francia, saremmo permette dunque alla Cina di legitti-
pronti ad accoglierle tutte e 10.000”, mare i suoi esperti, ancora spesso as-
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 ESTERI l 15

Chi è Mediapart
Mediapart è un giornale online,
indipendente e partecipativo
fondato da François Bonnet,
Gérard Desportes, Laurent Mauduit,
Edwy Plenel, Marie-Hélène Smiejan

ALTRILUOGHI
potenza. Oltre a museo nazionale cinese. Ne sono se-
questo interesse guiti molti altri. Più di recente il nuo-
Affari e cultura nazionale, la Ci- vo museo d'arte di Pudong ha firmato
Mostre finanziate na desidera an- un accordo con la Tate di Londra per
dalla Cina, a che costituire le la sua mostra inaugurale e ha appena FABIO SCUTO
destra Xi Jinping proprie collezio- affidato il suo programma del 2022 al
con il presidente ni d'arte non ci- parigino Quai Branly, che include il
Macron
FOTO ANSA
nese perché i
suoi musei pos-
progetto “Africa Reborn”, curato dal
critico d'arte Philippe Dagen, sull'in- Iraq-Siria
sano essere con-
siderati alla pari
dei grandi musei europei. In questo
fluenza del “primitivismo” sull'arte
moderna. Bisogna tuttavia relativiz-
zare la portata della strategia cultura-
L’Isis non ha più
contesto, l'evoluzione della posizione
francese sulla questione della restitu-
le cinese. il suo Stato, ma
zione delle opere d'arte portate via
durante la colonizzazione interessa
LE PIÙ IMPORTANTI collezioni cinesi
d'arte africana oggi infatti apparten- uccide ancora
dunque molto Pechino. Nel novem- gono a collezionisti privati, come Guo
bre 2018, dopo la presentazione del Dong, uno dei più noti collezionisti

L
rapporto Sarr-Savoy sulla restituzio- che ha prestato parte delle sue opere o Stato islamico sta riven-
ne del patrimonio culturale africano, al museo del primo istituto cinese di dicando la responsabilità
l'ambasciata di Francia in Cina aveva studi africani della Zhejiang Univer- di decine di attacchi avve-
ricevuto una nota in cui le autorità ci- sity di Jinhua. A sua volta, il ricco col- nuti lo scorso mese di dicembre
nesi proponevano di firmare un ac- lezionista Xie Yanshen, che vive in tra Iraq e Siria che dimostrano
cordo comune sulla lotta contro il Togo da trent'anni, ha intrapreso nel come l’idra islamista non sia af-
traffico illecito di beni culturali. Un 2011 la costruzione del Museo inter- fatto decapitata. Un attacco mis-
silistico alla raffineria di petrolio
di Siniya, nella provincia nord i-
rachena di Salahuddin, l'ucci-
sione di soldati, poliziotti, fun-
zionari locali e altri nella vicina
Anbar. Attacchi avvenuti pochi
giorni dopo la riapertura di un
valico di frontiera con l'Arabia
Saudita dopo 30 anni di chiusu-
ra. Sebbene lontano dal detenere
alcun territorio importante, l’I-
sis - di cui l'Iraq ha annunciato la
sconfitta entro i suoi confini tre
anni fa - continua ad agire in aree
che gli insorti hanno utilizzato
come nascondigli per decenni,
come le montagne di Hamrin e le
aree desertiche. Alcune figure
importanti sembrano essere in
grado di eludere la cattura per
periodi significativi. Recenti ar-
resti nelle più grandi città ira-
chene hanno incluso quello del
“capo amministrativo” dell'Isis -
un uomo noto come Abu Naba -
che, secondo quanto riferito, tro-
vava finanziamenti per il gruppo
e trasmetteva messaggi tra i
membri. Naba è stato arrestato
all'aeroporto di Baghdad in otto-
bre. Inoltre, è stata smantellata
una rete islamista a Mosul, città
strappata all’IS nel luglio 2017.
Un’altra decina di terroristi è sta-
ta uccisa in scontri con gli agenti
sociati a un lavoro di scarsa qualità.
Dal 2017 la Cina partecipa anche al-
Patto con Londra documento che aveva sollevato le
proteste dell'amministrazione fran-
nazionale d'arte africana di Lomé,
dove sono esposte migliaia di sculture
del Cts, i commando antiterrori-
smo iracheni. La coalizione in-
l'ALIPH, il programma per la salva-
guardia del patrimonio nelle zone di
Il nuovo museo cese poiché includeva una lunga lista
di oggetti d'arte che appartengono al-
provenienti dalla sua collezione. La
diplomazia culturale degli attori pub-
ternazionale ha diminuito in
modo significativo le sue forze -
conflitto armato. di Pudong lavora con le collezioni asiatiche dei grandi mu-
sei francesi, tra cui gli oggetti del sa-
blici e privati cinesi riguarda dunque
più di recente anche alcuni paesi e-
specie gli Usa - e ha ripetuta-
mente affermato che il motivo è
MA NEL CAMPO del patrimonio cultu-
rale, la Cina si trova di fronte a paesi,
la Tate alla mostra lone cinese del castello di Fontaine-
bleau, creato dall'imperatrice Euge-
mergenti e le arti cosiddette “prima-
rie”, soprattutto africane, interessano
la ridotta necessità della sua pre-
senza nel Paese. Il portavoce mi-
come la Francia, che già da tempo go-
dono di una certa reputazione. Diver-
inaugurale del 2022 nia dopo il saccheggio del Palazzo
d'Estate di Pechino nel 1860. I nego-
sempre di più il pubblico e i collezio-
nisti cinesi. A questo stadio è tuttavia
litare ufficiale della coalizione
internazionale, il colonnello
si progetti di cooperazione franco-ci-
nese sono stati avviati dal 2014 facen-
che include il progetto ziati si erano poi conclusi con la firma
di una “dichiarazione di intenti”, non
difficile stabilire quali saranno le im-
plicazioni di una simile strategia sulle
Wayne Marotto, sostiene che la
coalizione “non ha osservato al-
do della cultura un “settore priorita-
rio di cooperazione”. Un documento
“Africa Reborn” vincolante, durante la visita del pre-
sidente Xi Jinping in Francia nel
relazioni sino-africane, sebbene fu-
turi accordi di cooperazione nel set-
cun segno di una rinascita. Dae-
sh è stato sconfitto territorial-
firmato nel 2018 da Emmanuel Ma- marzo 2019. Il governo cinese, co- tore sembrano probabili. I governi a- mente, la loro leadership, rete e
cron in visita a Pechino ha suggellato sciente che questo è un argomento fricani al momento si mostrano cauti. risorse notevolmente degradate.
la cooperazione dei due paesi nella molto sensibile per la Francia, sem- Per l'inaugurazione del museo di Da- Daesh non è più in grado di oc-
formazione del personale dei musei e bra per il momento disposto a pazien- kar, erano in programma due mostre cupare in modo sostenibile al-
sul piano del know-how tecnico. Ma tare. Oltre a voler lavare l'affronto straniere: una proposta dal Quai Bra- cun territorio in Iraq e Siria”. Ep-
questa nuova cooperazione implica delle umiliazioni passate, la Cina am- nly sulle culture dell'Oceania, l'altra pure il 24 novembre, sempre
dei compromessi: la consegna di ve- bisce a costituire delle collezioni d'ar- dedicata alle maschere cinesi del tea- Marotto ha citato la cifra di
stigia archeologiche, da tempo ri- te tradizionale straniera, con un inte- tro Dixi prestate dal museo etnogra- 10.000 come quella più realisti-
chieste dalla Cina, al momento della resse particolare per quella africana. fico provinciale di Guizhou, una pro- ca dei membri dell'Isis rimasti in
visita del maggio 2015 di Laurent Fa- Nell'ultimo decennio ha partecipato vincia nel sud-ovest della Cina. Le au- Siria e Iraq. Quasi un esercito,
bius, all'epoca ministro degli Esteri, a numerose mostre in collaborazione torità senegalesi avevano deciso di al- nel territorio che il Papa visiterà
ha contribuito a riscaldare le relazio- con i principali musei etnografici eu- lestire gli oggetti d'arte africana negli in marzo.
ni bilaterali. Recuperare le opere ropei, come il Quai Branly. La mostra spazi centrali del museo, e di presen-
d'arte sottratte dai paesi occidentali “Fleuve Congo”, allo Shanghai Mu- tare invece le maschere cinesi negli
nell'800 è fondamentale per la Cina, seum nel 2013 era stato il primo even- spazi più periferici, meno in vista.
che vuole riaffermarsi come grande to dedicato all'arte africana da un (Traduzione di Luana De Micco)
16 l ITALIA IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

PIETRE&POPOLO Riprendiamoci il senso dell’arte

“Bellezza” è l’essere umano:


sconfitto, ma sempre in piedi
» Tomaso Montanari sullo sfondo verde scuro dei pi-

P
ni. Così era la loro anima. […]
NUOVI PROPOSITI roposito di inizio anno: La forza della vita, la forza
E IL QUADRO riprendersi la bellezza. dell’umano nell’uomo è enor-
NELLA CELLA La parola “bellezza”, in- me, e nemmeno la forma più
2021: per il nuovo anno tendo: sfigurata da un potente e perfetta di violenza
l’obiettivo è riprendersi potere che la usa per costruire può soggiogarla. Può solamen-
il significato della parola consenso, ingannare, vendere, te ucciderla. Per questo i volti
“bellezza”, tradita vendersi attraverso marketing della madre e del bambino so-
dalla politica e storytelling. Ma, in concreto, no così sereni, sono invincibili.
e dalle aziende come si fa? “Il bello è un quadro In un’epoca di ferro la vita, se
per potere e denaro. tale che lo si possa mettere nella anche muore, non è comunque
Per capirne il senso cella di un condannato all’iso- sconfitta. (…) E accompagnan-
autentico, ecco le parole lamento perpetuo senza che ciò do con lo sguardo la Madonna
della scrittrice Simone sia un’atrocità, anzi il contra- Sistina, continuiamo a credere
Weil (in basso): “Il bello rio”. Mai come durante il con- che vita e libertà siano una cosa
è un quadro tale finamento da pandemia abbia- sola, e che non ci sia nulla di più
che lo si possa mettere mo potuto comprendere la sag- sublime dell’umano nell’uomo.
nella cella gezza di questa definizione che Che vivrà in eterno, e vincerà”.
di un condannato dobbiamo a Simone Weil. E se Eccoci dunque alla mèta:
all’isolamento perpetuo mi chiedo quale quadro vorrei l’incarnazione di questa parola
senza che ciò sia nella mia stanza pensando di perduta, “bellezza”. Che qui è
un’atrocità, anzi non poterne mai più uscire, intesa nell’unico modo per me
il contrario”. Ecco: non ho dubbi: la Madonna Si- possibile: come suprema e-
uno dei quadri capaci stina di Raffaello. Per la sua Capolavoro spressione dell’umano nell’uo-
di trasformare l’atrocità vertiginosa altezza artistica, La Madonna mo, della nostra comune uma-
dell’isolamento certo. Ma anche per ciò che ha Sistina di Raffaello nità: sempre sconfitta, sempre
nella delizia della saputo suscitare. Sanzio (sedicesimo risorgente.
solitudine è certamente secolo) colpì lo
la Madonna Sistina LE GRANDI OPERE d’arte provo- scrittore russo BELLEZZA. Non c’è forse parola
di Raffaello cano lungo i secoli una vivace Vasilij Grossman che sia pronunciata, oggi, con
risposta scritta: e l’insieme di più inconsapevolezza e super-
quei testi modifica per sempre ficialità: ma abbiamo bisogno
la percezione delle opere stesse. di parlare di bellezza, per sa-
In una gara infinita e collettiva Un’idea sfigurata dal potere e dal mercato za, dolce, commovente e dolo- perla riconoscere, coltivare, di-
il cui premio è riuscire a spiega- roso insieme. L'uomo prende fendere. Ne abbiamo bisogno
re, almeno un po’, cosa sia per Non c’è parola usata con più superficialità coscienza di sé e della propria perché abbiamo bisogno di re-
noi la bellezza. Così oggi io non croce, e comprende di colpo il stare, di tornare, umani. Gros-
saprei più guardare alla Ma- Mai come durante l’epidemia, abbiamo legame prodigioso fra le epo- sman aveva attraversato il buco
donna Sistina senza le parole
altissime, ultime, di Vasilij bisogno di riscoprire il valore dell’estetica che, il legame di quanto è vivo
oggi con ciò che vivo lo è stato e
nero dei campi di sterminio na-
zisti, e contemplava la prossi-
Grossman. Lo scrittore vide il non lo è più, e con ciò che invece mità di una possibile catastrofe
quadro “la fredda mattina del ancora deve esserlo. (…) Il ri- nucleare. Noi misuriamo i pas-
30 maggio 1955”, insieme alle cordo di Treblinka era riaffio- si veloci che potrebbero sepa-
migliaia di persone che a Mo- colpire il mio cuore e la mia ra, e perché le sue dita non rato nel mio cuore senza che me rarci dalla fine della vita umana
sca lo salutavano nell’esposi- mente – opere create dal pen- stringono il corpo del suo bam- ne rendessi conto… Era lei a sul pianeta, assistiamo al tratto
zione pubblica che precedeva nello, dal cesello o dalla penna – bino con una forza che nemme- calpestare scalza, leggera, la finale di un possibile suicidio di
la sua restituzione alla Germa- solo questo quadro di Raffaello no la morte riuscirebbe a scon- terra tremante di Treblinka, lei massa di un’umanità travolta
nia dell’Est. Da un secolo, la non morirà fino a che l’uomo a- figgere? Perché non fa nulla per a percorrere il tragitto da dove il dall’avidità della sua piccolissi-
Madonna Sistina era entrata vrà vita. Anzi, se anche l’uomo sottrarre il figlio al suo destino? convoglio veniva scaricato fino ma parte che ha sequestrato
nell’immaginario russo attra- dovesse estinguersi, gli esseri (…) La nostra epoca guarda la alla camera a gas. La riconosco per sé i beni comuni. In queste
verso i commenti sperticati di che prenderanno il suo posto Madonna Sistina e intuisce il dall’espressione che ha sul viso, condizioni, il diritto alla bellez-
alcuni dei più grandi scrittori di sulla terra – lupi, ratti, orsi o proprio destino. Ogni epoca negli occhi. Guardo suo figlio, e za è un diritto rivoluzionario:
quel grande Paese, da Tolstoj e rondini che siano – verranno, fissa lo sguardo su questa don- riconosco anche lui dall’espres- perché, permettendoci di ri-
Dostoevskij. Ma lo sguardo di sulle loro zampe o con le loro a- na con il bambino in braccio, e sione adulta, strana. Così dove- manere umani, può permetter-
Grossman andò oltre. Ascoltia- li, ad ammirare la Madonna di fra esseri umani di generazioni vano essere madri e figli quan- ci di meritarci la salvezza. For-
molo: “Mi è finalmente chiaro Raffaello... (…) Perché il volto popoli, razze e secoli diversi si do scorgevano le pareti bianche se, perfino di costruirla.
che di tutte le opere capaci di della madre non tradisce pau- instaura un senso di fratellan- delle camere a gas di Treblinka, © RIPRODUZIONE RISERVATA

BOOKBOOKS
L’ironia del virus Giornali a e tv a reti unificate:
FURIO COLOMBO
l’ufficio stampa di una pandemia poco originale
A
stuto e mutevole, il virus Corona ha morismo a un libro sul virus e il suo colos- to sulle pestilenze nei secoli, da Lucrezio a essere riservato che non si occupa degli al-
commesso un errore. Si è lasciato sale ufficio stampa che sono giornali, tv e Marsilio Ficino, da Ovidio a Machiavelli, tri (uccelli o non uccelli, lui uccello non è),
intrappolare in un libretto lieve e Internet? Ginzberg lo fa ed è necessario da Giustiniano a Montaigne. C’è già stato campa a lungo e, per quanto lo riguarda,
attraente di Siegmund Ginzberg, Raccon- andare a verificare il risultato. Un bravo chi ha battuto le mani alla finestra, se non non si ammala mai. Dunque il pipistrello
ti contagiosi (Feltrinelli) che sono, che io cuoco non sbaglia e neanche uno scrittore altro nella forma dei consigli lieti, tipo cu- è chiamato in causa senza ragione.
sappia, l’unico luogo in cui è il lettore a ri- che viene dalla tradizione narrativa ebrai- rarsi con buone letture, divertenti o di
dere del virus e non il contrario. Intendia- ca, passata per l’Oriente (è nato a Istan- viaggio. IL NEGAZIONISMO invece è cominciato pre-
moci, non è un libro da ridere. Ma è da ri- bul) ma con qualche traccia di Yiddish (il C’è già stato chi s’è incattivito narrando sto, con la stessa insensata fermezza e la
dere (diciamo: da sorridere) il modo in cui sorriso inevitabile che si spegne subito). dettagli paurosi e negando che ogni gua- breve capacità consolatoria di persuadere
viene affrontato, dalla disgrazia alla nega- Qui si fa largo un vasto spazio culturale rigione fosse possibile. Ginzberg racco- che la malattia non esiste. Girolamo Mer-
zione: un modo confuso dove il virus sem- (da Lucrezio a Camus) e una cascata di ci- glie una testimonianza di Luciano che curiale ha un’idea più semplice, meno
bra vincere più per la resa incondizionata » Racconti tazioni. “Perché”, si domanda Ginzberg, spiega almeno (è un’aggiunta mia) il com- contorta di quella del don Ferrante di
delle vittime che per l’inefficacia (tempo- contagiosi “gli scrittori che vedono nel contagio inar- portamento del Parlamento italiano. Di- Manzoni secondo cui le cose possono es-
ranea) delle cure. Siegmund restabile la fine del mondo, la racconta- ce (testimonia) Luciano che la malattia, sere solo sostanza o accidente, la peste
Ginzberg no? E poi chi la leggerà?”. Andando per i nella città di Abdera, si trasforma in un non c’è perché non è né l’uno né l’altro. Ma
GINZBERG è uno scrittore che, come i gran- Pagine: 336 secoli, l’autore si accorge che l’ossessiva impulso a recitare. Tutti diventano attori e – dice Mercuriale nel libro tragico e lieto
di cuochi (e lui lo è) sanno aggiungere Prezzo: 18 e insistenza, effetto della ripetizione delle assumono un ruolo, non importa quanto di Ginzberg – “qualunque malattia può
qualcosa di inaspettato, in dosi giuste, al Editore: stesse notizie, eventi e persone, riproduce insensato, e non c’è modo di farli smettere. essere la peste”.
piatto tradizionale. Si può aggiungere u- Feltrinelli in modo quasi inedito ciò che è stato scrit- Un capitolo è in difesa del pipistrello, un © RIPRODUZIONE RISERVATA
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 ITALIA l 17

ROMA Quelle cene delle festività con chi vive in strada


» Tommaso Rodano

L
e notti di Natale le strade
di Roma sembrano una
vasca gelida. Piove, fa
freddo, le vie sono quasi
deserte, sembra che l’inverno sia
calato sulla città tutto insieme. La
sera di Santo Stefano due colonie MODI DIVERSI
di macchine partono da via Casi- DI FARE
lina, l’arteria che taglia i quartieri BENEFICENZA
a sud-est, porta d’ingresso della
periferia. Le auto si spostano in- NON È NECESSARIO
sieme verso l’interno della città e farsi seguire da un
poi si dividono. La prima esplora esercito di giornalisti e
l’area intorno alla stazione Ter- social media manager per
mini, la seconda San Lorenzo e il fare beneficenza. Nei
Verano. giorni di Natale un noto
È difficile anche solo rendersi leader politico ha sponso-
conto, se non ci si ferma a contar- rizzato in ogni manierale
li, di quanti uomini e donne vivo- sue azioni di bene presso
no e dormono in queste strade, in l’opinione pubblica. Ma
fila lungo i marciapiede, negli an- nelle città si muovono reti
goli d’ombra, come tessere di un di solidarietà silenziose.
domino. Decine e decine. A Roma la sera di Santo
I volontari scendono dalle au- Stefano un gruppo di
to, si dividono i pacchi, si ferma- volontari dei circoli Arci
no con tutte le persone con cui chiusi per Covid e di altre
possono fermarsi. Distribuisco- realtà locali si è riunito
no un pasto caldo (primo: lasa- per cucinare e distribuire
gne, secondo: riso e fagioli), una cento pasti caldi e donare
fetta di panettone, un bicchiere coperte e beni di prima
di tè caldo, beni di prima neces- necessità
sità incartati come piccoli regali

Circoli chiusi, cuori


natalizi, coperte e cappotti.

ESISTONO reti di solidarietà che


nascono e operano in silenzio.
Senza trasformare ogni gesto in

spalancati: il Natale
un atto pubblico, in un momento
di propaganda politica o perso-
nale. Quella di via Casilina è un’i- perte che noi stasera portiamo a
niziativa davvero spontanea, dal chi dorme al freddo, nei prossimi
basso, quasi improvvisata. È sta- giorni saranno rimosse dall’Ama
ta lanciata dal circolo Arci Piane- (l’azienda municipale della rac-

di Arci oltre il Covid


ta Sonoro, uno spazio sociale un colta rifiuti, ndr). Nel nome del
po’ scuola di percussioni e di dan- ‘decoro’, lo chiamano così. Parla-
za, un po’ sala da ballo. Tutto no di decoro e seppelliscono l’u-
chiuso per Covid da fine ottobre. manità”.
L’idea di usare il tempo rubato A fianco del circolo Arci c’è il
dal Coronavirus al lavoro e alla fe- ristorante Scomodo. Chiuso per
licità per dare una mano agli altri Covid, neanche a dirlo. Ma il per-
si è allargata come un contagio: sonale è tornato in cucina per un
hanno aderito locali, associazio- giorno, aiutato dai volontari. Per
ni e circoli Arci di Roma, comitati tutto il pomeriggio si stende pa-
di quartiere e singoli individui. sta sfoglia, si girano pentoloni di
La rete sociale e culturale di Ro- A tavola sugo e di besciamella, si cuoce il
ma Est spenta dalla pandemia si è La preparazione riso. Cento pasti per cento perso-
riaccesa per la beneficenza. Par- dei pasti caldi ne. Una goccia nel mare. Alle 19 e
tecipano i circoli Arci Problem, che poi verranno 30 le confezioni sono pronte, si
Metrocore, Trenta Formiche, I- distribuiti parte.
bidem, Shakti YogaLab, l’asso- dai volontari a chi
ciazione “Le Danze di Piazza Vit- vive per strada DEGLI INCONTRI in strada è diffi-
torio”, il Comitato di Quartiere cile raccontare. Le persone sono
Certosa. Ci sono Andrea e Matteo tantissime, le loro traiettorie di
di Dar Bazar, un emporio solidale vita sconosciute, se non per i
che raccoglie e distribuisce abiti brandelli di racconto scambiati
usati. C’è il giornalista Saverio in pochi minuti. Scriverne sem-
Tommasi che porta con sé 30 co- bra ingiusto, non c’è possibilità di
perte e trenta cappelli di lana la- scappare dalla retorica e certe
vorati all’uncinetto dai volontari storie la retorica non la meritano,
del progetto Sheep Italia. non la sopportano.
Ci sono esseri umani di tutti i
A ORGANIZZARE le ultime prepa- colori, tutte le etnie. Giovani ara-
razioni, il 26 dicembre, si riuni- bi che nonostante la fame voglio-
scono una trentina di persone di- no essere sicuri che nelle lasagne
vise tra la cucina e il magazzino, non ci sia carne di maiale. Un vec-
improvvisato nella sala da ballo chio clochard con un glaucoma
del locale. Quasi tutti sono artisti all’occhio destro, Pasquale, che
o proprietari di circoli e associa- non la smette di dire “grazie” e
zioni. Persone che non lavorano “buon Natale”.
da mesi: il Covid ha interrotto i Davide Conte, la persona che Questo bisognerebbe fare: dona- Il cibo finisce presto, le perso-
loro progetti; chi ancora non si è ha fatto nascere questa rete un re strumenti. Non dovremmo di- ne continuano ad arrivare.
arreso convive con l’incubo di do- mese fa, condivide le sue impres- stribuire ‘pesci’ ma ‘canne da pe- L’ultima immagine prima di
verlo fare. sioni: “Per strada incontri perso- sca’”. Lo Stato non mostra sem- tornare indietro è Lola che affret-
Lola aveva aperto il Jelly Roll, ne che hanno un potenziale, ma a pre il suo volto migliore con chi ta il passo verso la sua macchina
nel rione Monti, poco più di un cui manca qualsiasi strumento prova a dare una mano: “Il para- per prendere l’ultima coperta ri-
anno fa. In dodici mesi ha dovuto per uscire da quella condizione. dosso – dice Davide – è che le co- masta, “sennò stanotte non dor-
affrontare di tutto. mo”. Torna di corsa dalla signora
Quando parla del suo Maria, che dorme in piazza dei
circolo è spaccata a me-
tà tra l’orgoglio per Reazioni solidali Proprietari Cinquecento, vicino all’ingresso
di Termini, di fronte alla rete me-
l’impresa avviata e la
voglia di scoppiare a di associazioni, ristoranti e locali tallica di un cantiere. Alle sue
spalle c’è un pannello pubblicita-

fermati dal Coronavirus si uniscono


piangere. Ma la sera di rio, con la fotografia di un mosai-
Santo Stefano è qui, co e una frase che sembra quasi
non è rimasta a casa ad messa in scena, una cornice per la
accarezzare i pensieri
neri, e dalla vigilia di
per cucinare un pasto e regalare fotografia perfetta. Invece è vera,
è davvero lì. Dietro ai profili delle
Natale impacchetta i
regali da distribuire in-
vestiti e coperte a chi è senza casa due figure vicine, si legge: “Un le-
game nella distanza di questo
sieme a Sara. tempo”.
18 l SECONDO TEMPO IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

Racalmuto per Sciascia Roma per i bambini Torna Officina Pasolini


Tra le iniziative della Fondazione per il Dal 7 al 28 gennaio, alla Casina di Primo appuntamento dell’anno con
centenario della nascita dello scrittore, Raffaello, ogni martedì e giovedì il Laboratorio creativo stasera alle 21
l’8.1, un confronto tra studiosi (dalle 19 pomeriggio, due laboratori creativi in diretta sulla pagina Facebook: The
sui canali Facebook e Youtube) per bambini dai 4 agli 11 anni compiuti Zen Circus con Enrico Deregibus

Q
» Angelo Molica Franco
uesto viaggio si compie in si-
lenzio. A guidarci è l’ininter-
rotto correre, frusciante e stro-
picciato, della penna d’oca sul-
la pergamena. E se per partire
verso Hogwarts Harry Potter
deve attraversare il muro del
binario 9 e ¾ della King’s Cross
Station, a noi invece basta ac-
cettare il regalo che il Com-
plesso della Pilotta di Parma lo
scorso dicembre ci ha fatto – u-
no dei tesori della Biblioteca
Palatina, i 35 manoscritti greci
realizzati tra il X e il XVIII se-
colo, sono stati digitalizzati e
INPILLOLE messi online su Internet Cul-
turale – per precipitare dentro
“ETIMOLOGICO” agli scriptoria medievali. Di-
L’IMPORTANZA visi tra fondo Parmense (risa-
DEI REVISORI lente agli illuminati bibliote-
cari del 700 Paolo Maria Pa- Senza
ciaudi e Giovanni Bernardo inchiostro
De Rossi) e fondo Palatino (dei La biblioteca
duchi Borbone di Parma), co- Palatina
stituiscono una capsula del e, in basso,
tempo per penetrare i segreti un
della proto-editoria. Anche la manoscritto
realizzazione del libro medie-
vale era un lavoro di squadra.

Viaggio tra i libri antichi,


Prima di tutto il luogo. Ne Il
UN CODICE nome della Rosa, Umberto E-
rarissimo del XIII co ci fa immaginare squadre di
secolo: l’Etimologico monaci in stanzoni con grandi
di Simeone vetrate. Ciascuno (antiquari,
grammatico, scritto

su ali di piume d’oca


librarii, rubricatori, allumina-
da un solo copista tori) con il proprio ruolo. In se-
con un “ductus” conda battuta, gli strumenti.
corsivo ma Dato uno scrittoio con piano
irregolare. Tale d’appoggio inclinato, occorre-
irregolarità, vano: pergamena o vello che
con lo scoloramento venivano raschiati con un col-
dell’inchiostro, ha tello e poi essiccati e tagliati,
portato 2 mani oppure carta (che si imporrà a CULTURA DIGITALE La Biblioteca Palatina di Parma pubblica online 35 manoscritti:
posteriori a integrare partire dal XV secolo); l’in-
le lacune, come chiostro, realizzato con una classici greci come Sofocle e Tucidide, sopravvissuti grazie agli amanuensi medievali
l’invocazione iniziale mistura di nerofumo e gom-
“Kurie” (Signore). ma, oppure a base di noce di
Compito dei revisori galla e solfato di ferro; infine la
era controllare punta d’oca, che doveva prove-
il lavoro dei copisti nire dall’ala sinistra per avere moria non solo del sacro, ma ty e sistemare il guardaroba.
una naturale curva sulla de- anche del mondo classico in Copiato dall’amanuense Iaco-
stra. Come vediamo in Ilias co- generale. Senza la loro opera, bo Diassorino, essendo un te-
LA PRIMA pia (Ms. Parm 1130), l’anti- poco sarebbe giunto fino a noi. sto per le classi agiate è fine-
GRAMMATICA quarium Demetrio Xanton- Sfogliando i codici, scoviamo mente ornato da fregi arabe-
PER STUDENTI thopoulos ha vergato in in- miscellanee di geografia e me- scati e fitormorfi, capolettera
chiostro bruno una copia car- dicina, ma anche di astrono- miniate in oro e una particola-
tacea non miniata de l’Iliade, mia e astrologia, a testimo- re sfumatura di rosso, il “san-
aggiungendovi in seconda let- nianza del fatto che le doman- gue di drago”.
tura le glosse e i titoli, mentre i de sullo Spazio e su un mondo
marginalia (i commenti a trascendentale non religioso PER INTRODURRE la preziosa fi-
margine scritti in rosso) sono sono una costante dell’uomo. gura dei revisori che controlla-
affidati ad altri due copisti. Il Soprattutto, si scopre un vero vano il lavoro dei copisti, sfo-
rosso, per esempio, poteva es- caposaldo della cultura occi- gliamo invece un codice raris-
sere a base di cinabro, solfato dentale: l’Erotemata di Ma- simo del XIII secolo: l’Etimo-
di mercurio, estratto sul Mon- nuele Crisolora. logico di Simeone grammati-
UN CAPOSALDO te Amiata (Siena). Si tratta della prima gram- co, vergato da un solo copista
della cultura, matica di greco pubblicata con un ductus corsivo ma irre-
l’”Erotemata” MOLTO PIÙ ARTICOLATI erano i nell’Europa occidentale da co- golare. Tale irregolarità, unite
di Manuele Crisolora: testi sacri: nel corpus palatino, lui che fu il pioniere dell’inse- allo scoloramento dell’inchio-
1ª grammatica vi è un codice membranaceo gnamento (ebbe nel XIII seco- stro, ha portato due mani po-
di greco pubblicata (su pergamena) risalente al lo a Firenze la prima cattedra steriori a integrare le lacune,
in Europa 940-960 d. C., un pregiatissi- di greco) e della diffusione del- come per esempio l’invocazio-
occidentale. Crisolora mo Tetravangelo su cui oltre al la letteratura greca. Una Stele ne iniziale “Kurie” (Signore). E
ebbe nel XIII secolo copista hanno messo mano un di Rosetta che fu un best-seller un solo copista. mo: è uno Speculum principis che sia importante avere più
a Firenze la prima miniatore per le iniziali zoo- del tempo, tanto che lo abbia- Non è, infatti, una forzatura (letteralmente specchio del occhi a rileggere un testo lo
cattedra di greco: morfe e floreali di ciascun van- mo in versione hard-cover – in parlare di proto-editoria, se principe), cioè un manuale di spiega bene la mela del paradi-
fu un pioniere gelo dal verde al blu, un rubri- cui un antiquarium verga le pensiamo che oltre alla Bibbia virtù ad uso dei reggitori, ge- so terrestre – venuta fuori dal
dell’insegnamento. catore per i capolettera rossi, e parti in greco, un librarium e a classici come Tucidide e So- nere letterario di grande diffu- fatto che in latino il termine
un alluminatore per le campi- quelle in latino, e ancora altre focle, i copisti seguivano anche sione nel mondo antico e tor- che indica il male e la mela è lo
ture oro. L’imitatio dell’antico mani si occupano dei margi- le mode del tempo. Lo dimo- nato molto in auge nel Me- stesso, “malus”/“malum”–che
era dunque lo strumento dello nalia – e in versione tascabile, stra il codice dei Discorsi sulla dioevo come oggi da noi pullu- in realtà era un fico.
scriptorium per serbare la me- integralmente realizzato da regalità di Dione Crisostor- lano i manuali per vivere heal- © RIPRODUZIONE RISERVATA
IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021 SECONDO TEMPO l 19

PORTFOLIO Foto di UMBERTO PIZZI


Testi di FABRIZIO D’ESPOSITO

Conte: ’na tazzulella ’e cafè


per mandare giù il rimpasto
1. Los tre amigos 3. Responsabili
de gobierno ma invisibili
Di fatto il vertice Per mesi, decine
dei 5S è un solido di migliaia di re-
triangolo di reali- troscena giornali-
smo governista: stici hanno riferi-
il fondatore Beppe to di quotidiane
Grillo (tra i promo- trattative tra Con-
tori di questo ese- te e Gianni Letta,
cutivo); ovviamen- colomba berlu-
te il premier Giu- sconiana filogo-
seppe Conte; il mi- vernativa per an-
nistro Luigi Di tonomasia, per
Maio, già vicepre- formare un grup-
mier gialloverde po di Responsabili
azzurri “contiani”:
il problema è che
nessuno li ha visti

2. “Giuseppi” 4. Il ghigno
santo subito di Rocco
Anche i suoi più Mentre il dem
irriducibili avver- Francesco Boccia
sari dovrebbero sussurra al pre-
ammettere che in mier, il portavoce
questi due anni e “contiano” Rocco
mezzo Giuseppe Casalino, ex del
Conte ha dovuto Grande Fratello,
governare coi fa la faccia feroce
peggiori politici in a qualche giorna-
circolazione: dap- lista: la sua smor-
prima con Matteo fia è un ghigno
Salvini fino all’a- quasi diabolico
gosto del 2019,
indi con il pokeri-
sta Matteo Renzi

5. Canta
che ti passa
Uno dei pochi
momenti davvero
rilassanti per il
premier in questi
due anni e mezzo
di governo: il ra-
dioso incontro
con il cantautore
napoletano Gigi
D’Alessio, decano
dei neomelodici
già berlusconiano

COSARESTERÀ
Arte è mistero Una canzone emoziona senza
BENEDICTA BOCCOLI
dire il perché, ma Lucio Dalla fa girare la testa
B
allerina! Non come una professione diversa, come i movimenti che improvviso. così mi distraggo un po’...”. Ci sono canzoni parando, è questa la novità”. In questo ascol-
o tanto meno un’identità. Per me Basta poggiare un disco, alzare l’asticella e che ti costringono al pensiero, hanno una to c’è una percezione nuova, come se fossero
davvero una condizione emotiva. O- sentire i fruscii che la puntina produce al pas- forza suggestiva che ti suona dentro. pensieri miei. Una canzone non ti spiega il
re di sudore alla sbarra, cura mania- saggio nei solchi del vinile. Un suono parti- Oggi è cosi con Lucio Dalla. Il più bravo. perché delle emozioni, te le fa sentire “... e se
cale della forma e del peso perfetto. Ma so- colare, reale, vero. Perché ogni disco è sca- Imprevedibile. La sua voce mi smuove un è una femmina si chiamerà Futura”.
prattutto divertimento smisurato, perché vato in modo diverso. Ogni singolo granello sentimento che non so definire, in bilico tra La bellezza di queste canzoni mi fa girare
ballare è anche una gioia che si scatena pre- di polvere influisce sulla musica. La verità euforia e torpore, maschio e femmina e tutte la testa, sono confusa, come dopo una serie di
potente. che si muove nell’aria. le contraddizioni del cuore che mi vengono pirouettes che mi schiantano sul tappeto.
Il mio giradischi lo sa, è testimone del mio Ma oggi non basta sentire, ho voglia di a- in mente. “Balla balla ballerino, tutta la notte Non è la testa a girare, è l’anima, anche lei,
passatempo preferito: danzo ogni volta che scoltare. In silenzio, da ferma, rannicchiata e al mattino, non fermarti... l’anno che sta ar- soprattutto lei, ballerina!
posso nel salotto di casa. La musica è sempre nel plaid a quadrettoni. “Caro amico ti scrivo, rivando tra un anno passerà, io mi sto pre- © RIPRODUZIONE RISERVATA
20 l ULTIMA PAGINA IL FATTO QUOTIDIANO Lunedì 4 Gennaio 2021

Dalla Prima

» Marco Travaglio

O
ra che i renziani se ne
vanno, Conte non deve
cercare né reclutare “re-
sponsabili” sottobanco. Deve
presentarsi in Parlamento nello
spirito dell’appello di Mattarella
ai “costruttori” e tenere un di-
scorso chiaro e sobrio rivolto an-
zitutto agli italiani: io sono qui, i
sabotatori sono questi, il piano i-
taliano per il Recovery è questo,
per i vaccini, la terza ondata, la ri-
costruzione faremo questo e que-
ste sono le riforme che realizzere-
mo sino a fine legislatura se avre-
mo l'appoggio delle Camere; in
caso contrario, salirò al Quirinale
a dimettermi e sarà Mattarella a
gestire la crisi. Se i 5Stelle, il Pd e
LeU gli assicureranno il sostegno
e si diranno indisponibili per
qualunque altro governo, sarà
chiaro a tutti che, caduto Conte,
si va a votare. Subito: cioè a fine
febbraio-inizio marzo, perchè
già in aprile il nuovo governo pos-
sa dare risposte all'Europa, sem-
prechè questa ci aspetti. Così, al
momento del voto di fiducia, tut-
te le carte saranno in tavola e tutti
sapranno che sfiduciare Conte
vuol dire precipitare l'Italia alle
urne anticipate. E ciascuno farà i
propri calcoli. Se qualche aspi-
rante “ costruttore” che ora sta al-
l'opposizione deciderà, libera-
mente e legittimamente, di so-
stenere il governo per restare in
Parlamento fino alla scadenza
naturale della legislatura, saprà
di doverlo fare gratis: oltre al na-
turale rimpiazzo della delegazio-
ne renziana (due ministre e un
sottosegretario), non ci saranno
poltrone in palio da scambiare.
E, col taglio dei parlamentari da
945 a 600, nessun partito potrà
garantire poltrone. Se quei voti
basteranno a fare maggioranza,
il governo andrà avanti. Altri-
menti cadrà.
Dopodichè, se Pd o M5S o
LeU vorranno sostenere qualche
ammucchiata raccogliticcia, non
faranno che rinviare la resa dei
conti, perchè prima o poi verran-
no puniti dai loro elettori. Altri-
menti si voterà e, salvo clamorose
sorprese, i giallo-rosa verranno
bocciati dagli elettori perchè pas-
serà l'idea che “hanno litigato” e
“hanno fallito” (grazie anche alla
narrazione dei giornaloni che
fanno tutti il gioco dell’Innomi-
nabile e dei poteri restrostanti
perchè non hanno mai digerito il
Conte-2 e non vedono l'ora di di-
re che l'avevano previsto). E vin-
cerà la destra, che si papperà il
governo, il Quirinale, i 209 mi-
liardi del Recovery e una maggio-
ranza tale da riscriversi la Costi-
tuzione à la carte. A meno che i
5Stelle non si decidano a chiede-
re a Conte di guidare le loro liste e
il Pd presenti volti nuovi ed esca
dalle sue mille ambiguità, mo-
strandosi compatto e coerente
nella crisi: a quel punto potrebbe
persino accadere il miracolo. In
ogni caso, ci libereremo per sem-
pre dell'Innominabile e della sua
masnada di ricattatori. Comun-
que vada, sarà un successo.

PROGRAMMITV

06:45 Unomattina 08:45 Radio Due Social Club 08:00 Agorà 07:40 I tesori di Re Salomone 07:59 Tg5 06:40 Cartoni animati 07:00 Omnibus News 19:10 Se mi vuoi bene
09:55 Storie italiane 10:00 Tg2 Italia 10:00 Mi manda Rai3 08:45 Slow Tour Padano 08:44 Mattino Cinque 08:30 Chicago Fire 07:30 Tg La7 21:00 100X100Cinema
11:55 È sempre mezzogiorno 11:10 I Fatti Vostri 11:00 Elisir 09:49 Ultima notte a 11:00 Forum - Natale 11:15 Chicago Justice 08:00 Omnibus 21:15 Charlie's Angels (2019)
13:30 Tg1 13:00 Tg2 GIORNO 12:00 Tg3 Cottonwood 13:00 Tg5 12:10 Cotto e Mangiato 09:40 Coffee Break 23:20 Cops - Una banda di
14:00 Ore 14 12:45 Quante storie 12:00 Tg4 12:25 Studio Aperto poliziotti
14:00 Oggi è un altro giorno 13:15 Passato e Presente 13:42 Beautiful 11:00 L’Aria Che Tira 00:55 The Room - La stanza
15:55 Il paradiso delle signore 15:15 Detto Fatto 12:30 Il Segreto 14:10 Una Vita 13:00 Grande Fratello Vip 13:30 Tg La7
17:15 Good Witch 14:20 Tg3 13:00 La Signora in Giallo 13:16 Sport Mediaset del desiderio
17:05 La vita in diretta 15:25 Il Commissario Rex 14:47 Tornando a casa per 14:15 Tagadà 02:40 Starsky & Hutch
17:55 LOL ;-) 14:00 Lo sportello di Forum Natale 14:05 I Simpson
18:45 L’Eredità 16:05 Geo 15:30 Dalla parte degli Animali 16:40 Taga-doc
18:15 Tg2 19:00 Tg3 16:30 Grande Fratello Vip 14:31 Beethoven
20:00 Tg1 18:30 Tg Sport Sera 16:44 Il Giardino Segreto 16:20 Beethoven 2 18:10 The good wife
20:30 Soliti Ignoti - Il ritorno 20:00 Blob 16:41 Inga Lindstrom 20:00 Tg La7 18:00 Delitti a circuito chiuso
18:50 N.C.I.S. 20:20 Che succ3de? 18:58 Tg4 18:06 Grande Fratello Vip 19:00 Little Big Italy
21:25 Il Tuttofare 20:30 Tg2 20.30 19:35 Tempesta d'amore 18:45 Caduta Libera 18:22 Studio Aperto 20:35 Uozzap
23:15 Hugo Cabret 20:45 Un posto al sole 20:00 Tg5 21:15 Robinson Crusoe 20:30 Deal With It Stai al gioco
21:20 Io e Marley 21:20 Report 20:30 Stasera Italia 19:30 C.s.i. 21:25 Anplagghed
00:25 Rai News24 23:25 Una Pezza di Lundini 23:15 Solo insieme - La sorpre- 21:20 Quarta Repubblica 20:40 Striscia La Notizia 21:16 Top Gun 23:30 Mato Grosso 23:30 The Best of Aldo, Gio-
01:00 Il caffè di Rai1 23:50 L’inventore di giochi sa di Francesco 00:47 S1m0ne 21:20 Grande Fratello Vip 23:35 Tiki Taka 01:30 Tg La7 Notte vanni e Giacomo
01:55 Italiani 01:30 Calcio Totale 00:00 Tg3 Linea notte 02:53 Tg4 Ultima Ora - Notte 01:00 Tg5 02:00 Studio Aperto 01:40 Uozzap 00:50 Airport Security: Europa