Sei sulla pagina 1di 1

E-Grammatica Fonologia, Vocali, consonanti, semiconsonanti

VOCALI, CONSONANTI, SEMICONSONANTI

Le vocali
Le vocali vocali sono quei fonemi che escono dalla cavità orale e nasale senza incontrare ostacoli. Le
vocali della lingua italiana sono le seguenti:

a, e, i, o, u.

Le vocali costituiscono la base della pronuncia: qualsiasi parola per essere pronunciata deve
comprendere almeno una vocale.

Vocali aperte e chiuse


In italiano le vocali o, meglio, i grafemi vocalici sono cinque (a, e, i, o, u), ma i suoni, o fonemi
vocalici, sono sette.
Vocale Suono Esempio
Le vocali a, i, u non creano problemi, perché la a ha
a aperto carta
sempre un suono aperto, la i e la u un suono chiuso.
è aperto tèrra
Le vocali e, o possono essere invece pronunciate con
é chiuso méla
un suono aperto o chiuso; la differenza viene
i chiuso pila
rappresentata graficamente mediante l'accento
ò aperto ròsa
fonico: l'accento grave (ò) indica l'apertura (ròsa), ó chiuso códa
quello acuto (ó) indica la chiusura (códa). u chiuso muso

Gli omografi
Nella maggior parte dei casi non è necessario distinguere con l'accento la pronuncia aperta o chiusa
delle vocali.
La distinzione tra i due suoni è però importante quando costituisce un tratto distintivo tra due
omografi.
Sono detti omografi quei vocaboli che, pur essendo scritti nello stesso modo, sono pronunciati
diversamente, a seconda della posizione dell'accento tonico. Ciò che fa distinguere il significato di
due omografi è, infatti, solo l'accento. Ecco alcuni omografi:

 accètta (verbo)  affétto (verbo)


 accétta (nome)  arèna (nome)aréna (verbo)
 affètta (verbo)  ascèsi (nome)
 affétta (verbo) affètto (nome)  ascési (verbo)

Alcuni vocaboli, invece, sono omografi non omofoni.

C. Graziani, V. Paiano, P. Pippia, F. Soracco - 16 - © Garamond 2009