Sei sulla pagina 1di 1

tratto da:

Tutte le novelle
e i racconti, LA COLLANA (parte II)
op. cit.
di Guy de Maupassant
Dopo una settimana i Loisel hanno perso ogni speranza di trovare la
collana, così il signor Loisel dice alla moglie: «Dobbiamo ricomprare
la collana!». In un negozio trovano una collana identica (uguale) a
quella persa e la comprano. La pagano ben trentaseimila franchi. Il si-
gnor Loisel ha in tutto diciottomila franchi e trova gli altri diciotto-
mila in prestito. Mathilde riporta la collana alla signora Forestier che
è piuttosto arrabbiata per il ritardo, ma non si accorge che non è la
sua collana.
Da quel momento per i Loisel la vita diventa molto difficile perché
devono restituire il denaro. Licenziano la domestica (la persona che fa i
lavori domestici, di casa) e cambiano casa. Vanno a vivere in una soffitta
(appartamento sotto il tetto). Mathilde deve fare i lavori domestici, si de-
ve vestire con abiti poveri e la sua bellezza un po’ alla volta se ne va.
Suo marito lavora anche la sera e qualche volta di notte per guada-
gnare di più.
Dopo dieci anni i Loisel riescono a restituire tutto il denaro, ma
Mathilde sembra una vecchia e cura poco il suo aspetto: parla a voce al-
ta ed è sempre spettinata. Ogni tanto però ripensa a quella festa… e a
come basta poco per rovinarsi.
LE PAROLE DIFFICILI
Una domenica va a fare una passeggiata per la città e a un tratto ve-
Scrivi negli spazi le de una signora con un bambino: è la signora Forestier, sempre giovane
parole che non conosci.
Poi cercale sul
e bella. «Buongiorno, Jeanne!» dice Mathilde alla donna.
vocabolario o chiedi L’altra non la riconosce subito.
la spiegazione
all’insegnante.
«Sono Mathilde Loisel!» L’amica lancia un grido e dice: «Oh, mia
povera Mathilde, come sei cambiata!». «Sì – risponde Mathilde, – ho
..........................................................
passato giorni duri e per colpa tua!»
..........................................................
«Per colpa mia?»
..........................................................
«Ti ricordi la collana di diamanti che mi hai prestato? L’ho persa e
.......................................................... te ne ho presa un’altra uguale! E per dieci anni abbiamo vissuto in mi-
.......................................................... seria per ripagarla! Ora però è tutto finito e sono contenta»
..........................................................
La signora Forestier afferra le mani dell’amica e le dice: «Oh, mia po-
..........................................................
vera Mathilde! La mia collana era falsa. Valeva al massimo cinquecen-
to franchi!...».
..........................................................

..........................................................

..........................................................

..........................................................

..........................................................

..........................................................

..........................................................

134 VOLUME 3 UNITÀ 2 Narratori europei