Sei sulla pagina 1di 108

11/17 gennaio 2019 n. 1289 • anno 26 internazionale.

it 4,00 €
Ogni settimana Joseph Stiglitz Brasile Attualità
il meglio dei giornali Il patto economico Il villaggio Macron non ferma
di tutto il mondo che può salvarci delle donne i gilet gialli

Un
mondo
senza
insetti
Cosa succederà
al pianeta e alla vita
degli esseri umani se
gli insetti continuano
a diminuire
CHF • CH CT
• BE
SETTIMANALE • PI, SPED IN APDL

•E
• CH
CHF • PTE CONT
DCB VR • AUT
• UK
ART
D
11/17 gennaio 2019 • Numero 1289 • Anno 26
“Se avete infranto i vostri buoni propositi prima ancora

Sommario della ine di gennaio, non tormentatevi”


Linda Geddes a paGina 97

in copertina
La settimana
11/17 gennaio 2019 n. 1289 • anno 26 internazionale.it 4,00 €
Ogni settimana Joseph Stiglitz Brasile Attualità
il meglio dei giornali Il patto economico Il villaggio Macron non ferma
di tutto il mondo che può salvarci delle donne i gilet gialli

Un mondo senza insetti


svaghi Un
mondo
senza
Sono fondamentali per la catena alimentare e il funzionamento degli
ecosistemi. Ma negli ultimi anni il numero degli insetti è crollato.
insetti
Cosa succederà
al pianeta e alla vita
degli esseri umani se
gli insetti continuano
a diminuire
Un fenomeno poco studiato, con gravi conseguenze anche per il
futuro dell’umanità (p. 36). Illustrazione di Matt Dorfman da una foto
di Bridgeman Art Library
Giovanni De Mauro
Come sarà il mondo fra trentacinque anni? francia iran cultura
è il 1983 e trentacinque anni dopo l’uscita 12 Macron 52 I fanatici
80 Cinema, libri,
del romanzo 1984 di George Orwell il non si è liberato opportunisti
musica, video, arte
quotidiano Toronto Star chiede allo dei gilet gialli The Guardian
scrittore Isaac Asimov di fare le sue New Statesman
brasiLe Le opinioni
previsioni per il 2019. Asimov scrive che 58 Potere femminile
europa
“l’informatizzazione continuerà 10 Domenico Starnone
14 Cosa vogliono Stern
inevitabilmente a progredire” e che gli gli studenti
32 Joseph Stiglitz
“oggetti computerizzati portatili” albanesi portfoLio 34 Anthony Samrani
cominceranno a entrare in tutte le case. La Panorama 64 Il dolore dell’attesa 82 Gofredo Foi
crescente complessità della società Laia Abril 84 Giuliano Milani
renderà impossibile fare a meno dei stati uniti 86 Pier Andrea Canei
computer, e cambierà soprattutto il lavoro, 18 La propaganda ritratti
88 Christian Caujolle
come era già successo con la rivoluzione di Mosca non deve 70 ShadyAbu Zeid.
industriale. Spariranno le mansioni far paura Satira amara
ripetitive, quelle da catena di montaggio. The Nation Mada Masr Le rubriche
Lo scrittore si augura che entro il 2019 la 10 Posta
viaGGi
popolazione avrà smesso di crescere e che i africa e medio
74 L’isola per pochi 11 Editoriali
oriente
governi incoraggino la riduzione del tasso
22 Le rivolte popolari Przegląd Bałtycki 104 Strisce
di natalità. E aggiunge: “Le conseguenze 105 L’oroscopo
fanno tremare
dell’irresponsabilità degli esseri umani per Graphic
Khartoum 106 L’ultima
i riiuti e l’inquinamento saranno sempre journaLism
Le Pays 76 Cartoline
più evidenti e insostenibili”. Se alcune
24 La nuova dal doponatale
delle previsioni di Asimov sono
tentazione dei Massimo Giacon Articoli in formato
sorprendenti, altre sembrano
leader autoritari mp3 per gli abbonati
completamente sbagliate. è vero che il
Le Monde Libri
2019 (una data importante per la
78 Adolescenti
fantascienza: è l’anno in cui sono asia e pacifico invisibili
ambientati Blade runner e Akira) è 26 Tensione The New York Times
cominciato con l’allunaggio di una sonda sullo stretto
cinese, ma siamo ancora lontani dalla di Taiwan pop
colonizzazione della Luna ipotizzata dallo Foreign Policy 90 Guida rock alla
scrittore o dallo spostamento nello spazio gestione aziendale
della produzione industriale. Come siamo visti daGLi aLtri Ian Leslie
lontani dall’aver costruito una centrale 28 Una protezione
elettrica in grado di raccogliere l’energia in meno scienza
solare per distribuirla sulla Terra. Oppure per i migranti 96 I buoni propositi
dalla rivoluzione della scuola come efetto The Observer che migliorano
30
internazionale.it/sommario

dell’informatizzazione – “l’istruzione sarà Il governo pronto la salute


divertente” e “ogni studente potrà a salvare la banca New Scientist
imparare ciò che più desidera a modo suo e Carige
con i suoi tempi” – o dalla rivoluzione del Bloomberg economia
e Lavoro
tempo libero, sempre grazie ai computer – 102 Perché la Apple
cuba
“avremo una vita ricca di svaghi”, con tutto
46 La prossima è in diicoltà
il tempo per dedicarci alle nostre passioni. The Conversation
rivoluzione
Forse però non è colpa di Asimov se alcune Internazionale pubblica in
The New York Times
sue previsioni non si sono avverate, ma esclusiva per l’Italia gli articoli
siamo noi a essere in ritardo. u dell’Economist.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 3


Immagini
Una scelta delicata
Kinshasa, Rdc
30 dicembre 2018

Elettori consultano le liste dei candidati


in un seggio di Kinshasa, la capitale del-
la Repubblica Democratica del Congo.
Il 30 dicembre 2018 quaranta milioni di
cittadini sono stati chiamati alle urne
per le elezioni presidenziali, legislative e
provinciali. Lo scrutinio si è svolto in
una relativa calma, anche se ci sono sta-
te irregolarità e in alcune aree non si è
potuto votare. Nell’attesa dei risultati
preliminari, il 9 gennaio, a Kinshasa so-
no state raforzate le misure di sicurezza
per prevenire episodi di violenza. Il gior-
no prima il candidato presidente della
principale coalizione d’opposizione,
Martin Fayulu, aveva invitato la com-
missione elettorale a rispettare la scelta
dei congolesi. Foto di Marco Longari
(Afp/Getty Images)
Immagini
Dopo lo tsunami
Banten, Indonesia
24 dicembre 2018

Una donna davanti a quello che resta


della sua casa, spazzata via dall’onda
anomala che ha colpito le coste della re-
gione di Banten, sull’isola d Giava, e
Lampun, a Sumatra, il 22 dicembre. Il
maremoto è stato provocato dal collasso
di un vulcano nello stretto di Sunda e ha
causato almeno 437 morti e 14mila feri-
ti. Foto di Ulet Ifansasti (Getty Images)
Immagini
La città di ghiaccio
Harbin, Cina
7 gennaio 2019

Le sculture e gli ediici di ghiaccio rea-


lizzati per l’International ice and snow
festival, che si tiene ogni anno a Harbin,
in Cina. Per l’edizione 2019, che si è
aperta il 5 gennaio e durerà circa un me-
se, sono stati usati 120mila metri cubi di
ghiaccio e 111mila metri cubi di neve, su
un’area di seicentomila metri quadrati.
Foto di Roman Pilipey (Epa/Ansa)
Posta@internazionale.it
L’Italia razzista voluta Casapound Italia ha raggra- sulla plastica (con le implica- Parole
da Matteo Salvini nellato al collegio Lazio 1 – Ro- zioni nella gestione dei riiuti
ma Collatino (Roma est, ap- e l’esasperazione al consumi-
Domenico Starnone
u Nell’articolo di Walter Mayr punto) appena 2.594 voti (un smo) e sullo strapotere di
sul razzismo in Italia (Interna- terzo di Leu e Potere al popolo Amazon nella logistica. Il qua- La volta
zionale 1287) viene purtroppo
reiterata una brutta prassi
insieme). A Montesacro (Ro-
ma nordest) ancora peggio:
dro che emerge è davvero
sconfortante.
buona
giornalistica in voga negli ulti- poco più di 1.200 voti. Sugli Marco Gaviglio
mi tempi: far raccontare i fa- iscritti poi, ventimila? E quan-
scisti a loro stessi, con conse- do avremo l’occasione di vede- Errata corrige
guenti iperboli mitopoietiche. re questa massa tutta insieme?
In particolare a pagina 36 si Ai loro appuntamenti naziona- u Su Internazionale 1287, a pa-
parla di Casapound in questi li raramente superano le poche gina 108, lo sport a cui faceva
termini: “Fondato nel 2003, il migliaia. Le loro attività socia- riferimento Giacomo Leopardi
movimento, che prende il no- li? A parte qualche selie nella poesia “A un vincitore nel u C’è un’arte in cui il genere
me dal poeta statunitense Ezra con qualche etto di pasta, vi ri- pallone” è il pallone col brac- umano eccelle: costruire favo-
Pound, grande ammiratore di sulta che il loro lavoro sia quo- ciale; a pagina 98 nella segna- le per poi sfregiarle. Elenchia-
Mussolini, ha più di cento se- tidiano e le loro sedi aperte e lazione del libro di Caryl Phil- mo esempi a prova di questa
zioni in tutta Italia e almeno frequentate? O basta esibire lips, Jean Rhys non è uno scrit- terribile vocazione. Stiamo ot-
ventimila iscritti. A Roma, e un contratto di aitto per ri- tore, ma una nota scrittrice. timamente nel paradiso terre-
soprattutto a Roma est, i neo- vendicare un’attività politi- stre e ci facciamo cacciare. Un
fascisti sono diventati una po- ca? Temo che dare spazio a Errori da segnalare? dio manda suo iglio a salvarci
tenza da prendere sul serio, quelle che sono false notizie correzioni@internazionale.it e noi lo crociiggiamo. Ci ca-
perché ofrono assistenza ai montate ad arte dai neofasci- viamo dallo stato di natura e
poveri e perché sono presenti sti, senza un minimo d’inchie- PER CONTATTARE LA REDAZIONE
facciamo di tutto per tornarci.
anche dove lo stato è assente sta, rischi di alimentare una lo- Telefono 06 441 7301 Orchestriamo gloriose rivolu-
da tempo”. Da dove vengono ro autonarrazione assoluta- Fax 06 4425 2718 zioni e puntualmente le tra-
questi dati? Le sezioni aperte mente fuori dalla realtà. Posta via Volturno 58, 00185 Roma diamo. Alla prima occasione
Email posta@internazionale.it
sono attive? E soprattutto “una Lettera irmata Web internazionale.it dichiariamo che la storia è ini-
potenza” a Roma? Andando a ta, che il messia è arrivato, che
vedere i risultati delle ultime Plastica e Amazon INTERNAZIONALE È SU la porta del paradiso s’è ria-
tornate elettorali direi proprio Facebook.com/internazionale perta, e ricominciamo ad az-
Twitter.com/internazionale
di no, tanto che, alle scorse u Sul numero 1287 ho letto Instagram.com/internazionale zufarci sulla soglia, a voltolar-
elezioni politiche del 4 marzo, una dopo l’altra le inchieste YouTube.com/internazionale ci nell’orrore. Abitiamo un pia-
neta di un azzurro strepitoso e
lo roviniamo senza speranza.
Dear Daddy Claudio Rossi Marcelli Ci diamo a sempre nuova
scienza e la volgiamo in appli-
Una favola per famiglie cazioni tecniche insensate.
Facciamo nobili dichiarazioni
dei diritti umani e appena se
ne dà l’occasione li calpestia-
Io e il mio compagno abbia- nettoni, le pubblicità dei gio- tici, gli ebrei e i romani. Quan- mo. Ci giuriamo solennemen-
mo discusso: siamo non cattoli in tv, le renne inte, le do abitavamo in Danimarca le te amore eterno e gli assegnia-
credenti ma, mentre lui tombolate e i campanelli dora- mie iglie sono state coinvolte mo una ine precoce tra lacri-
considera il Natale una fe- ti. Perché è proprio diicile dalla maestra in un presepe vi- me e sangue. Ci sentiamo al
sta anche laica, io penso sfuggire al Natale. Ma è una fe- vente, ma mentre una di loro sicuro dentro la regola ma
che sia una grossa incoe- sta talmente ampia che ogni protestava: “Non voglio farlo, aspiriamo a essere un’eccezio-
renza di cui rendere conto famiglia può trovare la sua non sono cristiana e non voglio ne devastante. E si potrebbe
in futuro a nostra iglia di chiave per viverla: per noi, per partecipare”, sua sorella l’ha continuare. A ogni generazio-
un anno. Tu come l’hai esempio, signiica passare convinta dicendo: “Ma dai, la ne pare che inalmente, aggiu-
spiegato ai tuoi igli? tempo con la famiglia, scam- storia della nascita di Gesù è stando qua e rivoluzionando
–Tiziana biarsi regali, decorare casa e una bella favola, stiamo solo là, il tempo delle malefatte sia
mangiare ino al collasso. I facendo una recita su una leg- inito. Ma poi è più forte di noi,
A spiegare la tradizione del miei igli sanno che il Natale è genda molto carina. Che pro- sfregiamo l’Eden e ne faccia-
Natale a tua iglia ci penseran- una festa religiosa, ma che ha blema c’è?”. E in efetti, quan- mo lager. Tranne naturalmen-
no prima di tutto le luci per origini più antiche di quelle do i igli hanno ben chiaro cosa te che in questo 2019. Bisogna
strada, gli alberi addobbati, le cristiane: il solstizio d’inverno sia il Natale per la loro fami- aver iducia, è la volta buona:
immagini di Babbo Natale, le si festeggia dalla notte dei glia, non c’è nessun problema. raddrizzeremo tutti i torti e
decorazioni sulle porte, le can- tempi e, in un modo o nell’al- non storceremo nessuno dei
zoni alla radio, i pandori e pa- tro, lo celebravano anche i cel- daddy@internazionale.it più sacri diritti.

10 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Editoriali

Trump non deve tradire i curdi


“Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante se ne sognano nella vostra ilosoia”
William Shakespeare, Amleto
Direttore Giovanni De Mauro
The Times, Regno Unito
Vicedirettori Elena Boille, Chiara Nielsen,
Alberto Notarbartolo, Jacopo Zanchini
Editor Giovanni Ansaldo (opinioni), Daniele La recente cattura di jihadisti stranieri in Siria Bolton, ha detto che gli Stati Uniti ritireranno le
Cassandro (cultura), Carlo Ciurlo (viaggi, visti
dagli altri), Gabriele Crescente (Europa), Camilla dimostra che il gruppo Stato islamico (Is) è anco- truppe solo se Ankara s’impegnerà a non attacca-
Desideri (America Latina), Simon Dunaway
(attualità), Francesca Gnetti (Medio Oriente), ra una minaccia nel paese e che i curdi restano re i curdi. Pochi credono che questa mossa avrà
Alessandro Lubello (economia), Alessio
Marchionna (Stati Uniti), Andrea Pipino un indispensabile alleato dell’occidente. Eppure l’efetto desiderato, e i curdi stanno cercando di
(Europa), Francesca Sibani (Africa), Junko Terao
(Asia e Paciico), Piero Zardo (cultura, i curdi si ritrovano circondati da nemici e l’ap- trovare un accordo con Assad in cambio di prote-
caposervizio)
Copy editor Giovanna Chioini (web, poggio dei loro presunti alleati è sempre meno zione. L’errore di Trump manderà un messaggio
caposervizio), Anna Franchin, Pierfrancesco
Romano (coordinamento, caporedattore), convinto. L’impressione è confermata dalla de- inquietante agli alleati degli Stati Uniti in tutto il
Giulia Zoli
Photo editor Giovanna D’Ascenzi (web), Mélissa cisione di Donald Trump di ritirare le truppe sta- mondo. A marzo il presidente turco Recep Tayyip
Jollivet, Maysa Moroni, Rosy Santella (web)
Impaginazione Pasquale Cavorsi (caposervizio), tunitensi dalla Siria. Il vuoto di potere creato da Erdoğan dovrà afrontare le elezioni amministra-
Marta Russo
Web Annalisa Camilli, Andrea Fiorito, Stefania questa decisione avventata sarà riempito dalla tive, e vorrà fare contenti i suoi elettori dando
Mascetti (caposervizio), Martina Recchiuti
(caposervizio), Giuseppe Rizzo, Giulia Testa Russia, dall’Iran e dal presidente siriano Bashar un’altra lezione ai curdi.
Internazionale a Ferrara Luisa Cifolilli,
Alberto Emiletti al Assad. Nessuno dei tre può essere considerato Il ritiro da una guerra non può essere fatto in
Segreteria Teresa Censini, Monica Paolucci,
Angelo Sellitto Correzione di bozze Sara un possibile alleato. fretta e furia e annunciato sui social network. Il
Esposito, Lulli Bertini Traduzioni I traduttori
sono indicati dalla sigla alla ine degli articoli. Ci sono buoni motivi per ritirarsi dalla Siria. piano degli Stati Uniti ha qualche merito: se por-
Giuseppina Cavallo, Stefania De Franco,
Francesco De Lellis, Andrea De Ritis, Federico Ma la decisione di Trump non tiene conto della tato avanti con intelligenza, il ritiro dalla Siria
Ferrone, Susanna Karasz, Giusy Muzzopappa,
Chiara Pittaluga, Francesca Rossetti, Fabrizio situazione dei curdi, che hanno combattuto per potrebbe rendere Erdoğan un alleato più aida-
Saulini, Andrea Sparacino, Bruna Tortorella
Disegni Anna Keen. I ritratti dei columnist sono conto dei paesi occidentali riluttanti a impegnare bile all’interno della Nato, e per Trump signii-
di Scott Menchin Progetto graico Mark Porter
Hanno collaborato Gian Paolo Accardo, i loro soldati. I curdi hanno sconitto l’Is a Koba- cherebbe mantenere una delle promesse fatte
Cecilia Attanasio Ghezzi, Gabriele Battaglia,
Francesco Boille, Catherine Cornet, Sergio Fant, ne, scongiurato il massacro degli yazidi sul monte durante la campagna elettorale. Ma la guerra
Andrea Ferrario, Anita Joshi, Fabio Pusterla,
Alberto Riva, Andreana Saint Amour, Francesca Sinjiar e c0nquistato Raqqa. Molti di loro fanno contro l’Is non è ancora inita. La presenza degli
Spinelli, Laura Tonon, Lorenzo Trombetta,
Guido Vitiello, Marco Zappa parte delle Ypg, le Unità di protezione del popolo Stati Uniti non dovrebbe essere a tempo indeter-
Editore Internazionale spa
Consiglio di amministrazione Brunetto Tini legate ai ribelli del Pkk turco. Ankara li considera minato, ma dovrebbe comunque avere uno sco-
(presidente), Giuseppe Cornetto Bourlot
(vicepresidente), Alessandro Spaventa terroristi che minacciano l’integrità della Tur- po strategico ed essere vincolata all’eliminazio-
(amministratore delegato), Giancarlo Abete,
Emanuele Bevilacqua, Giovanni De Mauro, chia. I curdi siriani invece dicono di volere solo ne di qualsiasi possibilità di un ritorno dell’Is. In
Giovanni Lo Storto
Sede legale via Prenestina 685, 00155 Roma l’autonomia in uno stato federale siriano. Il consi- questa impresa i curdi hanno perso migliaia di
Produzione e difusione Francisco Vilalta
Amministrazione Tommasa Palumbo,
Arianna Castelli, Alessia Salvitti
gliere per la sicurezza nazionale di Trump, John soldati. Meritano un trattamento migliore. u as
Concessionaria esclusiva per la pubblicità
Agenzia del marketing editoriale
Tel. 06 6953 9313, 06 6953 9312
info@ame-online.it
Subconcessionaria Download Pubblicità srl
Stampa Elcograf spa, via Mondadori 15,

Le ambizioni spaziali della Cina


37131 Verona
Distribuzione Press Di, Segrate (Mi)
Copyright Tutto il materiale scritto dalla
redazione è disponibile sotto la licenza Creative
Commons Attribuzione - Non commerciale -
Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Signiica che può essere riprodotto a patto di
citare Internazionale, di non usarlo per ini
commerciali e di condividerlo con la stessa
licenza. Per questioni di diritti non possiamo
applicare questa licenza agli articoli che
Le Monde, Francia
compriamo dai giornali stranieri.
Info: posta@internazionale.it L’inizio del 2019 è stato astronomico. La Nasa è in grado di lanciare gli equipaggi in orbita. Ma gli
arrivata vicina a Ultima Thule, un corpo celeste Stati Uniti, che hanno mandato in pensione lo
Registrazione tribunale di Roma
n. 433 del 4 ottobre 1993
a 6,5 miliardi di chilometri dal nostro pianeta, il Space Shuttle nel 2011, dovrebbero lanciare
Direttore responsabile Giovanni De Mauro
Chiuso in redazione alle 19 di mercoledì
“più lontano mai visitato”. Due giorni dopo quest’anno i progetti di SpaceX e Boeing. Per
9 gennaio 2019
Pubblicazione a stampa ISSN 1122-2832 l’agenzia spaziale cinese ha fatto atterrare una quanto riguarda il numero di razzi lanciati, la Ci-
Pubblicazione online ISSN 2499-1600
sonda sulla faccia nascosta della Luna. Le due na oggi può competere con gli Stati Uniti. Il suo
PER ABBONARSI E PER
INFORMAZIONI SUL PROPRIO
rivali hanno entrambe rivendicato uno storico bilancio spaziale però resta molto inferiore a
ABBONAMENTO traguardo. L’impresa cinese ha colpito in modo quello di Washington: nove miliardi di euro nel
Numero verde 800 111 103
(lun-ven 9.00-19.00), particolare la nostra immaginazione: la Luna è 2017, cinque volte meno degli Stati Uniti.
dall’estero +39 02 8689 6172
Fax 030 777 23 87 l’astro che ci è più familiare, e la sua faccia na- Il controllo dello spazio è prima di tutto uno
Email abbonamenti@internazionale.it
Online internazionale.it/abbonati scosta il suo lato più misterioso. Ma bisogna strumento di sovranità. La Cina ne padroneggia
LO SHOP DI INTERNAZIONALE mettere le cose nella giusta prospettiva: nel 2019 quasi tutti gli aspetti, e ora può passare a missioni
Numero verde 800 321 717
(lun-ven 9.00-18.00)
ricorreranno i cinquant’anni della missione di natura più scientiica, in grado di dare un volto
Online shop.internazionale.it
Fax 06 442 52718
Apollo 11, che portò il primo uomo sulla Luna. La rassicurante alle sue ambizioni. La comunità in-
Imbustato in Mater-Bi
missione cinese non può reggere il confronto ternazionale sceglierà di cooperare con la Cina,
con quell’impresa, ma in termini geopolitici è un come aveva fatto con la Russia per la stazione
segnale importante. spaziale internazionale? È diicile immaginare
La Cina porta pazientemente avanti il suo pro- che Donald Trump sia d’accordo. In ogni caso, la
gramma d’esplorazione spaziale. Oggi è l’unico conquista dello spazio non si costruisce guardan-
paese insieme alla Russia a disporre di un “taxi” do alla prossima scadenza elettorale. u f

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 11


Francia
Parigi, 5 gennaio 2019
BDUL ABEISSA (AFP/GETTy IMAGES)

Macron non si è liberato ceti medi, promettendo di aprire un dialogo


con il movimento, era sembrato che la si-
tuazione potesse tornare sotto controllo.
dei gilet gialli Ma dopo più di un mese nessuna richiesta
dei gilet gialli è stata soddisfatta: non è stato
rivalutato il salario minimo, la patrimoniale
non è stata ripristinata e Macron è andato
avanti sorridendo come se niente fosse. Nel
Pauline Bock, New Statesman, Regno Unito
frattempo i poliziotti hanno scioperato per
Nonostante le concessioni del fuggire dal suo uicio quando i manifestan- le diicili condizioni di lavoro (i cosiddetti
presidente, il movimento è ti hanno forzato l’ingresso dell’ediicio con gilet blu) e i loro salari sono stati alzati
un muletto da cantiere. L’“ottavo atto” del nell’arco di una giornata.
tornato in piazza e le violenze movimento dei gilet gialli, andato in scena La partecipazione alle proteste che si
sono aumentate. Il governo a Parigi e nel resto della Francia il 5 gennaio, tengono ogni settimana è diminuita, ma
punta sul dialogo, ma sono in è stato segnato da un nuovo aumento dei nelle cittadine e nei paesi di tutta la Francia
arrivo altre riforme impopolari manifestanti – cinquantamila, rispetto ai molti gilet gialli hanno trascorso le festività
trentamila della settimana prima di Natale nelle rotonde stradali, dove tutto è comin-
– e da violenti scontri con la polizia. Sono ciato. Un movimento che riesce a convince-
l 4 gennaio, mettendo in pratica il pro- stati sparati proiettili e gas lacrimogeni, e re la gente a passare intere giornate per

I posito per l’anno nuovo di Emmanuel


Macron di essere inlessibile con i gi-
let gialli, il portavoce del governo
francese Benjamin Griveaux ha dichiarato
che l’esecutivo “andrà avanti con le riforme
sono state incendiate auto e barricate. A Pa-
rigi un manifestante ha picchiato alcuni
agenti e a Tolone è stato un poliziotto a pic-
chiare i manifestanti.
Per Macron è una pessima notizia: la cri-
strada al freddo invece che a casa non è cer-
to un movimento che sta per dissolversi.
Dopo aver into di fare concessioni ra-
gionevoli, il governo di Macron può deinire
quelli che continuano a protestare “agitato-
in modo ancor più radicale”, ha condannato si non è ancora inita. ri” in cerca di violenza e ordinargli di inter-
le azioni dei manifestanti e li ha definiti A dicembre, quando il presidente fran- rompere la protesta. Ma la verità è che non
“agitatori che istigano all’insurrezione”. Il cese aveva fatto alcune concessioni per al- si avvia “un grande dibattito nazionale”
giorno dopo Griveaux è stato costretto a leviare le diicoltà della classe operaia e dei con il più importante movimento degli ulti-

12 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


mi decenni chiamando i manifestanti “de- Le opinioni
linquenti”, a meno che non si voglia far fal-
lire il dialogo.
Questo non significa minimizzare la Il riiuto della mediazione
violenza di alcune manifestazioni. È inne-
gabile che ci siano stati episodi di brutalità,
non solo nel caso di Griveaux e nelle strade La curiosità dei cinquestelle. che hanno in comune con Emmanuel Ma-
di Parigi, ma anche contro i mezzi d’infor- L’ostilità verso i giornalisti. Il cron”. Se infatti il presidente è convinto
mazione. I manifestanti hanno circondato che Bfm Tv sia il principale organizzatore
gli uici dell’agenzia Afp e le sedi del quoti- nodo della violenza. La stampa delle proteste, i gilet gialli accusano
diano Libération e dell’emittente Bfm Tv francese rilette sui gilet gialli l’emittente di mentire sull’aluenza alle
per protestare contro il modo in cui hanno loro manifestazioni riportando cifre trop-
parlato del movimento. Durante le proteste memoria di diplomatico po basse. Ma il dato più interessante, con-
i giornalisti sono stati costantemente presi
di mira, anche se molti di loro hanno con-
tratti di lavoro precari come quelli dei gilet
gialli. Pochi giorni prima di Natale, la sede
dell’agenzia delle entrate della cittadina di
“A non si era mai visto un go-
vernante di un paese
dell’Unione europea soste-
nere apertamente un movimento che si
batte per rovesciare il governo di un altro
clude Libération, è che i gilet gialli odiano
i mezzi d’informazione per gli stessi moti-
vi che li spingono a detestare i politici. “È
la crisi della rappresentanza. I giornalisti
sono considerati lontani dai cittadini e di-
Saint-Avold è stata incendiata. stato membro”. Così Le Monde com- fensori degli interessi di un’altra classe so-
menta la presa di posizione a favore del ciale. I gilet gialli riiutano ogni forma di
Malcontento difuso movimento dei gilet gialli del vicepresi- mediazione e non hanno iducia nei corpi
Gli attacchi ai giornalisti e gli atti di violen- dente del consiglio italiano Luigi Di Maio, intermedi. Pretendono che i giornalisti di-
za gratuita possono voler dire che il movi- che in una lettera aperta pubblicata il 7 cano la verità (la loro verità) proprio come
mento dei gilet gialli si è radicalizzato (di gennaio sul blog del Movimento 5 stelle ha chiedono la creazione dei referendum
sicuro si sono radicalizzati alcuni dei suoi scritto: “Gilet gialli, non mollate”. Parole d’iniziativa popolare. Vogliono avere la
componenti), ma sono anche il segno che la che “hanno il merito della chiarezza. Per parola senza iltri, senza intermediari”.
comprensibile rabbia dei manifestanti per Di Maio, ‘in Francia, come in Italia, la po- Sulla spaccatura tra i manifestanti e le
le vuote promesse del governo non è stata litica è diventata sorda alle esigenze dei istituzioni si concentra Edwy Plenel su
contenuta né gestita adeguatamente. cittadini’ e lo ‘spirito’ dei gilet gialli è lo Mediapart, che critica “l’inedita ampiez-
Più il movimento andrà avanti, più cre- stesso che ha portato alla nascita del Mo- za” della risposta repressiva del governo.
scerà la rabbia dei manifestanti e più sarà vimento 5 stelle. Resta il fatto che una si- “Per quanto condannabili, le violenze dei
evidente che Macron non ha intenzione di mile condotta era per lo meno inattesa, gilet gialli sono la risposta alle violenza di
cedere. Ma la scommessa del presidente considerato che arriva da un partito, i cin- un potere che non vuole ascoltare. Pun-
rischia di essere perdente: i gilet gialli sono questelle, che ha sempre denunciato le in- tando il dito contro chi ‘mette in discus-
sostenuti dal 55 per cento dei francesi, men- gerenze straniere negli afari italiani”. sione le istituzioni’, il primo ministro
tre Macron e le sue politiche sono osteggia- Inattesa ma comprensibile dal punto di vi- Édouard Philippe ha fatto capire perché il
ti dal 75 per cento della popolazione. sta politico, continua Le Monde: “Secon- governo è così ostinato: la presidenza è al-
Il malcontento sociale cresce. Gli inse- do il politologo Massimiliano Panarari, larmata soprattutto perché viene messa in
gnanti si mobilitano, il personale sanitario ‘questa proposta velata ai gilet gialli rivela discussione direttamente dalla questione
e altri dipendenti pubblici sono in allerta e la speranza dei cinquestelle di poter inal- politica che il movimento pone, al di là
nel periodo natalizio hanno scioperato i di- mente trovare degli alleati in Europa’. In delle sue cause iniziali (carovita, potere
pendenti dei servizi d’emergenza locali. La efetti, se la Lega di Matteo Salvini ha i d’acquisto, ingiustizia iscale). Si tratta del
ritenuta alla fonte per le imposte, entrata in suoi ‘partiti fratelli’, come il Rassemble- declino del sistema presidenziale france-
vigore a gennaio, arriva in un pessimo mo- ment national francese, il partito di Di se, un potere personale che conisca la Re-
mento e rischia di dare a qualcuno la sensa- Maio non è mai stato in grado di costruire pubblica, la devitalizza e la paralizza, co-
zione di avere meno soldi in tasca. E Ma- alleanze fuori dall’Italia”. me una specie di monarchia elettiva che, a
cron sta per avviare un’ampia riforma delle Un altro punto in comune tra il movi- forza di abusi di potere, inisce per scredi-
pensioni e delle leggi sulla disoccupazione, mento francese e i cinquestelle è l’ostilità tare l’intera democrazia”. Secondo Plenel,
che provocherà altre proteste. verso i mezzi d’informazione. “Cosa dete- “il potere ha scelto deliberatamente di de-
Il “grande dibattito nazionale” tra i gilet stano di più i gilet gialli? I partiti e i giorna- monizzare il movimento e di aidarsi alla
gialli e il governo non è ancora cominciato e listi, le due categorie che si classiicano repressione poliziesca. Così ha mostrato
già le tensioni sono evidenti. I partiti d’op- agli ultimi posti in tutti i sondaggi sulla i- la sua posizione sul tema della violenza.
posizione, compresi quelli agli estremi del- ducia dei francesi”. Almeno in questo, Gli storici dei movimenti sociali farebbero
lo spettro politico, stanno cercando di stru- scrive Libération, i manifestanti “sono bene a ricordare al governo che la violenza
mentalizzare il movimento. I gilet gialli dei francesi come gli altri”. Come spiega il popolare è un’eco della violenza dello sta-
avranno anche qualche diicoltà a proporre quotidiano, l’odio dei manifestanti è in to, che difende brutalmente un ordine po-
paciicamente le loro rivendicazioni, ma di particolare rivolto contro il canale di noti- litico, sociale ed economico ritenuto im-
sicuro non spariranno presto. u as zie Bfm Tv. “E questa è forse l’unica cosa mutabile dai suoi beneiciari”. u

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 13


Europa
Studenti protestano davanti al ministero dell’istruzione a Tirana, il 6 dicembre 2018
MAlTon DIbRA (EPA/AnsA)

struita la transizione albanese: l’anticomu-


Cosa vogliono nismo e l’alternanza tra il Partito democra-
tico (Pd, centrodestra) e il Partito socialista
gli studenti albanesi (Ps, centrosinistra). Questi due elementi,
insieme al clientelismo che hanno genera-
to, hanno garantito per anni la stabilità del
regime, sofocando ogni voce critica.
Blendi Kajsiu, Panorama, Albania Finta alternanza
A Tirana i giovani manifestano dere un altro regime politico corrotto. Ep- Ma da almeno cinque anni questo sistema
per un’università migliore e più pure, anche se comprensibile, il paragone non funziona più. Il discorso anticomunista
è sbagliato. È comprensibile perché in ef- è servito a giustiicare un capitalismo sel-
accessibile. Ma soprattutto fetti alcune similitudini esistono: entrambi vaggio basato sulla speculazione. In questo
chiedono il superamento del i movimenti si sono sviluppati nell’am- sistema tutte le proprietà e i beni pubblici
sistema economico e politico biente studentesco, al di fuori delle strut- sono stati privatizzati o regalati e le imprese
ereditato dalla transizione ture politiche, a partire da rivendicazioni statali sono state saccheggiate. Tutto ciò
economiche che si sono presto trasformate che era pubblico o statale è stato associato
in richieste più ampie. Inoltre, oggi come alla corruzione, all’ineicienza, al parassi-
er tutto il mese di dicembre in Al- allora la mobilitazione ha il sostegno della tismo e al furto, mentre il privato è diventa-

P bania ci sono state manifestazio-


ni studentesche che hanno messo
in seria diicoltà il governo del
primo ministro socialista Edi Rama. Alcu-
ni osservatori hanno paragonato le prote-
società, stanca di una classe politica ormai
delegittimata. Ma il contesto è completa-
mente diverso. Il movimento del 1990 rap-
presentò l’inizio della transizione, quello
del 2018 potrebbe invece segnarne la ine.
to sinonimo di eicienza, onestà, sviluppo
e progresso. Il contrasto è servito a giustii-
care le privatizzazioni che hanno arricchito
i governanti e i loro amici.
Questo modello economico ha fatto cre-
ste alla mobilitazione degli studenti che Il movimento attuale sembra chiudere scere la disoccupazione e le disuguaglian-
nel dicembre 1990 rovesciò il regime co- la fase che fu aperta dalle proteste di 28 anni ze, ha di fatto portato alla privatizzazione
munista. Molti si augurano che la storia si fa. Quest’ultima mobilitazione segna infat- dello stato e ha costretto migliaia di albane-
ripeta e che gli studenti riescano a far ca- ti la rottura dei due pilastri su cui è stata co- si a emigrare. Ma non ha rilanciato lo svi-

14 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


luppo del paese. Tuttavia per anni nessuno fatti Rama ha bisogno di basha e viceversa, sca, ma hanno fallito perché il vecchio
ha osato criticarlo, perché chiunque solle- proprio come nano e berisha avevano biso- meccanismo non funziona più. Il clienteli-
vasse dei dubbi era subito accusato di no- gno l’uno dell’altro. smo che per molto tempo ha tenuto in vita
stalgie comuniste o marxiste. Il bipolarismo Pd-Ps ha impedito per il bipolarismo albanese non risponde più
Il risultato è che il confronto sul modello anni la nascita di una vera alternativa. Ma alle esigenze dei giovani. Il risultato è una
di sviluppo da seguire è stato del tutto as- le due stampelle sui cui si è retta la demo- rabbia difusa che non può essere placata
sente dai dibattiti politici, concentrati uni- crazia albanese sono arrugginite. Diversi con slogan anticomunisti né canalizzata
camente sulle questioni legate alla vita per- analisti e politici hanno provato a usare i nella falsa contrapposizione Pd-Ps.
sonale degli avversari o sulla loro corruzio- vecchi slogan anticomunisti per demoniz- le speranze nate con le ultime manife-
ne. Quando un partito arrivava al potere, zare le proteste studentesche. Ma senza stazioni studentesche vanno oltre i conini
seguiva la stessa politica del governo prece- successo, perché la generazione che scen- del modello politico attuale. Per questo mo-
dente. È così che ha funzionato il bipolari- de in piazza oggi non ha conosciuto il regi- tivo molti analisti, intellettuali e politici
smo tra democratici e socialisti, un simula- me. Il Pd e il Ps hanno cercato di strumen- prevedono un cambiamento del sistema
cro di alternanza politica. talizzare e instradare la rabbia studente- nel suo complesso simile a quello ottenuto
Ancora oggi l’interpretazione della crisi dal movimento del dicembre 1990. Quella
e delle rivolte del 1997 (innescate dal falli- mobilitazione, tuttavia, si inseriva nel con-
mento delle società inanziarie che avevano
Da sapere testo del crollo dei regimi comunisti: nono-
dato vita a un enorme schema piramidale) Un mese di mobilitazioni stante il mito romantico che si è consolidato
rimane prigioniera di questa logica bipola- negli anni, non furono solo gli studenti a
re. In realtà l’esplosione sociale del 1997 rovesciare il comunismo albanese.
non fu solo il risultato del fallimento dei de- All’epoca, inoltre, un progetto capace di
mocratici o dei socialisti, ma del capitali- sostituire l’ideologia comunista esisteva:
smo senza regole che si era instaurato dopo era il neoliberismo di ludwig von Mises,
la caduta del regime. la crisi del 1997 non Friedrich Hayek e Milton Friedman, alter-
fu solo un’esplosione di rabbia contro l’allo- nativo al comunismo ma anche alla social-
ra presidente sali berisha, ma contro il mo- democrazia di stampo keynesiano. A dife-
dello di sviluppo scelto dal paese. renza di quanto successe nel 1990 con il
Quel movimento, anche se nato da pre- comunismo, oggi stiamo vedendo le prime
cise rivendicazioni sociali, fu presto stru- crepe nell’ordine neoliberista, non il suo
mentalizzato politicamente e alla ine portò crollo. Il sistema è in crisi a livello globale,
al potere i socialisti, che continuarono a se- ma un’alternativa chiara ancora non c’è.
guire le ricette adottate dal Pd di berisha. Il Anche se dopo le manifestazioni Rama
quale tornò al potere nel 2005, per poi esse- è stato costretto a un rimpasto di governo
u le università albanesi sono in stato di agita-
re di nuovo sostituito dal Ps otto anni dopo, zione da più di un mese. la mobilitazione è co-
che ha coinvolto la metà dei suoi ministri,
senza che il modello socioeconomico fosse minciata il 4 dicembre 2018 con il boicottaggio oggi è diicile parlare di un cambiamento
messo in discussione. oggi la situazione è delle lezioni nelle facoltà di ingegneria e archi- di sistema. le manifestazioni studentesche
ancora la stessa. tettura dell’università di Tirana e nel giro di po- che nel 2013-2014 hanno fatto cadere il go-
Questo bipolarismo di facciata non è so- chi giorni ha coinvolto gli studenti degli altri verno in bulgaria non hanno certo fatto
lo servito a gettare discredito sui movimen- atenei della capitale e del paese. A far scattare la crollare il sistema politico. E ancora oggi i
ti, ma ha anche permesso di dare legittimità protesta è stata l’istituzione di una nuova tassa. bulgari, come i romeni, manifestano contro
politica alle forze che sono al potere e all’op- le manifestazioni sono continuate per il tutto il la corruzione della loro classe politica.
mese di dicembre e, dopo un’interruzione di
posizione. “sei tu il mio più grande capitale Questo non signiica che il movimento
dieci giorni, sono riprese il 7 gennaio 2019. Gli
politico”, disse una volta Fatos nano, primo studentesco in Albania sia inutile. Al con-
studenti hanno presentato una lista di otto ri-
ministro socialista tra il 1997 e il 1998 e tra il chieste – tra cui maggiori inanziamenti per gli
trario, potrebbe avere successo proprio là
2002 e il 2005, a berisha, allora capo atenei pubblici, più trasparenza nell’uso dei fon- dove fallì il movimento del 1990: cioè nella
dell’opposizione. la formula aveva eviden- di del ministero dell’istruzione e migliori infra- difesa dell’università pubblica. I manife-
temente proprietà transitiva, visto che na- strutture didattiche – ma l’impressione è che le stanti del dicembre 1990 rovesciarono il
no era a sua volta il più grande capitale poli- proteste siano il frutto di un malcontento gene- comunismo ed entrarono in politica, ma
tico di berisha. rale che investe l’intero sistema politico ed eco- dimenticarono l’università pubblica, che
nomico del paese. da allora ha continuato a declinare. Gli stu-
Un modello in frantumi u Dopo aver criticato gli studenti, il 28 dicem- denti che manifestano oggi riusciranno a
bre il primo ministro Edi Rama, socialista, ha
le cose non sono cambiate. solo un’opposi- salvare la società albanese solo se salve-
deciso un rimpasto di governo, sostituendo otto
zione in crisi come quella dell’inetto lulzim ranno l’università pubblica. Perché questa
ministri, tra cui i titolari dell’istruzione, degli
basha (Pd) può mantenere al potere un go- esteri e delle inanze. Il presidente Ilir Meta ha
istituzione può diventare non solo la fonte
verno corrotto e arrogante come quello di però riiutato di irmare il decreto di nomina del dello sviluppo intellettuale, tecnologico e
Rama. E solo la debolezza della maggioran- nuovo ministro degli esteri Gent Cakaj, che ha sociale del paese, ma anche il vivaio dove
za permette a basha di continuare a guidare anche la cittadinanza kosovara. - Balkan coltivare una coscienza sociale capace di
l’opposizione praticamente da solo. A conti Insight, Ibna battersi contro le ingiustizie. u adr

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 15


Europa
Belgrado, 5 gennaio 2019 Unione europea Migranti

accordo
i sovranisti all’assalto sullo sbarco
MARKO DJURIcA (REUTERS/cONTRASTO)

Il 9 gennaio il primo ministro


The Spectator, Regno Unito maltese Joseph Muscat ha an-
“Le elezioni europee di ine maggio nunciato che è stato raggiunto
un accordo per permettere lo
potrebbero portare una valanga di
sbarco di 49 migranti bloccati
voti al Rassemblement national di nelle acque dell’arcipelago da
Marine Le Pen, alla Lega di Matteo settimane. Erano stati soccorsi
serbia Salvini e agli altri partiti populisti e dalle navi Sea Watch (nella foto)
in piazza sovranisti. E una loro vittoria e Sea Eye tra la costa libica e
potrebbe cambiare il volto politico Lampedusa, ma i governi di Ita-
contro vučić dell’Unione europea”, scrive Fredrik lia e Malta non avevano conces-
so l’autorizzazione ad attracca-
Il 5 gennaio decine di migliaia di Erixon sul settimanale euroscettico
re. Altre 249 persone, soccorse a
persone hanno protestato a Bel- The Spectator. Al punto che, aggiunge, l’atmosfera nella dicembre da navi militari malte-
grado per il quinto sabato di ila capitale europea si è fatta “pre-rivoluzionaria”. Per il si, saranno distribuite tra Ger-
contro il presidente Aleksandar politologo svedese, i populisti, arrivati al potere in molti mania, Francia, Portogallo, Ir-
Vučić e il governo guidato dal paesi membri, “hanno imparato l’arte del compromesso” landa, Romania, Lussemburgo,
suo partito, l’Sns. I manifestanti, Paesi Bassi e Italia, riferisce il
e “puntano a buttare giù la porta, ma non più a distruggere
che sono scesi in piazza anche a Times of Malta.
Kragujevac e a Novi Sad, chie-
l’Unione. Un dettaglio fondamentale per capire cosa sta
dono di far luce sull’omicidio succedendo: Viktor Orbán in Ungheria, Matteo Salvini in
del politico serbo-kosovaro Oli- Italia, Jarosław Kaczyński in Polonia e Alice Weidel in
ver Ivanović, ucciso un anno fa, Germania vogliono riformare l’Unione, non uscirne. E
e di punire i responsabili del pe- chiedono che gli stati nazionali si riapproprino di

FEDERIcO ScOPPA (AFP/GETTy)


staggio del politico di opposizio- prerogative e poteri ceduti a Bruxelles. Anche in mancanza
ne Borko Stefanović, aggredito a
di un programma comune, il messaggio dei sovranisti
novembre. “Anche se sembra
che il paese si stia ribellando”,
funziona. E la loro avanzata sta facendo dubitare le forze
scrive lo sloveno Delo, “Vučić è politiche più moderate, il centrodestra e il centrosinistra,
ancora saldamente in sella. E at- dell’eicacia del loro approccio alle questioni europee”. ◆
traverso i mezzi d’informazione
che controlla fa credere ai serbi
che i salari e le pensioni sono in bosnia erzegovina ba, è cominciata quando sono in breve
crescita, che la disoccupazione
diminuisce e che il paese sta per
giustizia emerse le prime incongruenze
nella ricostruzione della morte
Germania A Brema, Frank Ma-
gnitz, responsabile locale del
vivere un’età dell’oro”. per David del ragazzo, che la polizia ha su- partito di estrema destra Afd, è
bito considerato accidentale. stato aggredito e ferito grave-
Nella Repubblica Serba, una Secondo il movimento, guidato mente da tre individui a volto
Ungheria delle due entità che compongo- dal padre della vittima, Davor coperto.
Le proteste no la Bosnia Erzegovina, la ine
dell’anno è stata segnata dalla
Dragičević, David sarebbe stato
ucciso e la polizia avrebbe depi-
Romania Il 1 gennaio la Roma-
nia ha assunto la presidenza di
continuano repressione del movimento Giu- stato le indagini per coprire i re- turno del consiglio dell’Unione
stizia per David (Pravda za Da- sponsabili. “La rivolta dei citta- europea. In un’intervista il pre-
Gli ungheresi continuano a pro- vida) che da mesi chiede di far dini”, scrive il quotidiano sidente della commissione eu-
testare contro la cosiddetta leg- luce sulla morte di David Oslobođenje, “non riguarda ropea Jean-claude Juncker ha
ge schiavitù, che prevede ino a Dragičević, un giovane ucciso in solo il caso Dragičević, ma è espresso dubbi sulla capacità
400 ore di straordinari obbliga- circostanze mai chiarite nel l’espressione di una rabbia dif- politica di Bucarest di guidare
tori all’anno. Il 5 gennaio a Bu- marzo del 2018 a Banja Luka. Il fusa e radicale contro un regime l’Unione per i prossimi sei mesi.
dapest i manifestanti erano die- 25 dicembre la polizia ha sgom- criminale e nepotistico. Il gover- Ucraina Il 5 gennaio il patriarca
cimila, schierati anche contro la berato il presidio che da mesi no accusa i manifestanti di esse- ecumenico di costantinopoli
riforma del sistema giudiziario occupava la piazza principale re mossi da motivi politici, non Bartolomeo ha irmato il decre-
voluta dal governo di Viktor Or- della città, arrestando diverse dalla ricerca della verità. E in to, tomos, che rende autocefala,
bán. I sindacati hanno minac- persone. La mobilitazione, di- questo ha ragione: la frustrazio- cioè indipendente, la chiesa or-
ciato uno sciopero generale per ventata presto una spina nel ne verso il regime ha ormai ac- todossa ucraina. La chiesa russa
il 19 gennaio, ma diicilmente si ianco per Milorad Dodik, l’uo- quisito una dimensione chiara- ha criticato la scelta, minaccian-
arriverà a tanto, scrive Hvg. mo forte della Repubblica Ser- mente politica”. do lo scisma.

16 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Stati Uniti
Stati Uniti e il budget complessivo dell’or-
La propaganda di Mosca ganizzazione, che comprende l’attività sui
social network rivolta alla Russia.
non deve far paura Strategia elaborata? Un altro elemen-
to riguarda la qualità dei contenuti prodotti
dall’Ira. Il post più condiviso su Facebook in
vista delle elezioni era una vignetta che ri-
traeva Yosemite Sam, il personaggio arma-
Aaron Maté, The Nation, Stati Uniti
to dei Looney Tunes. Su Instagram l’imma-
Due rapporti sulle attività russe molto esile. Il rapporto della New Knowled- gine di maggior successo invitava gli utenti
sui social network nel 2016 ge ammette che valutare i contenuti dell’Ira a mettere “mi piace” se credevano in Gesù.
“solo in base alla possibilità che abbiano Il post dell’Ira su cui si citava Hillary Clin-
dimostrano che la loro inluenza inluenzato le elezioni è un approccio limi- ton che ha avuto più successo su Facebook
sull’opinione pubblica tato”, perché “i contenuti esplicitamente era una lunga tirata complottista sui brogli
statunitense è stata limitata. La politici corrispondono a una percentuale elettorali. È significativo che le persone
sinistra dovrebbe tenerne conto minima del totale”. Per la precisione, appe- convinte che l’intervento russo abbia alte-
na “l’11 per cento dei contenuti” attribuiti rato il risultato delle elezioni non citino mai
all’Ira e il 33 per cento della risposta degli i post in questione. Il reale contenuto di
a pubblicazione di due rapporti utenti era “legato alle elezioni”. I contenuti questi post chiarisce perché.

L sulle elezioni presidenziali del


2016 ha scatenato una nuova on-
data di panico sui tentativi della
Russia di manipolare l’opinione pubblica
statunitense attraverso i social network. Se-
dell’Ira “riguardavano in minima parte i
candidati alle elezioni: il 6 per cento dei
tweet, il 18 per cento dei post su Instagram
e il 7 per cento degli interventi su Facebook
contenevano i nomi ‘Trump’ o ‘Clinton’”.
Politica o marketing? Lontani dal ri-
velare una complessa campagna di propa-
ganda, i rapporti forniscono prove del fatto
che i russi hanno invece portato avanti
un’operazione basata sul clickbait (creare
condo i giornali i troll russi avrebbero osta- Proporzioni I ricercatori sostengono contenuti la cui funzione principale è attira-
colato il voto dei neri, “seminato discordia” che “la portata dell’operazione russa è stata re il maggior numero possibile di utenti),
e “alterato il risultato delle elezioni” con senza precedenti”, ma basano questa con- prendendo di mira categorie precise come i
annunci pubblicitari di giocattoli erotici e clusione su dati discutibili. Gli studi ripor- neri o gli elettori di fede evangelica per cer-
Pokémon Go. “I due studi”, ha scritto Da- tano la tesi secondo cui i post russi avrebbe- care di raggiungere un pubblico vasto a ini
vid Ignatius sul Washington Post, “descri- ro “raggiunto 126 milioni di persone su commerciali. Nel provvedimento con cui
vono un tentativo della Russia, elaborato e Facebook”, ma è una conclusione basata ha rinviato a giudizio l’Ira, Mueller rivela
su più livelli, di usare ogni strumento della sulle stime dello stesso social network. “La che l’agenzia ha venduto “promozioni e an-
nostra società aperta per creare risentimen- nostra valutazione più accurata”, ha detto il nunci pubblicitari” sulle sue pagine al prez-
to e disordine sociale”. Secondo Michelle dirigente di Facebook Colin Stretch davan- zo di 25-50 dollari. “Questa strategia”, sot-
Goldberg del New York Times, “è sempre ti al congresso statunitense nell’ottobre tolinea lo studio di Oxford, “non rappresen-
più evidente” che la disinformazione creata 2017, “è che circa 126 milioni di persone po- ta un intervento segreto per ini politici, ma
dalla Russia “ha cambiato il corso della sto- trebbero essere state raggiunte da uno dei è coerente con le tecniche usate nel marke-
ria americana” nelle elezioni del 2016, in contenuti prodotti dall’Ira tra il 2015 e il ting digitale”. Lo studio della New Know-
cui “è facile che i troll russi abbiano avuto 2017”. Ma Stretch ha precisato che i post ledge sottolinea che l’Ira ha venduto anche
un ruolo decisivo”. generati da proili russi sospetti e apparsi su prodotti che “forse hanno fornito all’agen-
I rapporti, commissionati dal senato sta- Facebook erano “uno ogni 23mila”. zia una fonte di introiti”, come magliette,
tunitense e realizzati dal centro di ricerca Spesa Un altro elemento che sminuisce “giocattoli erotici per la comunità lgbt e
sulla propaganda dell’università di Oxford l’inluenza russa sugli elettori statunitensi quadri a cinque pannelli raiguranti soprat-
e dalla New Knowledge, un’azienda che si riguarda i soldi spesi. Lo studio di Oxford tutto immagini a sfondo patriottico”.
occupa di sicurezza su internet, ofrono un stima la spesa dell’Ira tra il 2015 e il 2017 in- Basandoci su questi dati si può descri-
quadro completo dell’attività russa sui so- torno ai 73.711 dollari in attività su Face- vere l’attività russa sui social network nel
cial network. Gli autori analizzano l’operato book. Com’è noto, circa 46mila dollari sono 2016 come un campagna che ha avuto un
dell’Internet Research Agency (Ira), l’azien- stati spesi per annunci su Facebook legati impatto minimo, limitata nel coinvolgi-
da russa specializzata nella produzione di alla Russia prima delle elezioni del 2016. La mento e nella spesa e fatta con contenuti di
contenuti virali online, inita nel mirino del cifra rappresenta lo 0,05 per cento degli 81 basso livello. Questa considerazione ci
procuratore speciale Robert Mueller nel milioni di dollari spesi in annunci su Face- porta a una conclusione inevitabile, conte-
febbraio del 2018. Leggendo i rapporti è book dai comitati elettorali di Clinton e nuta anche nello studio della New Know-
estremamente diicile conciliare i loro dati Trump. I ricercatori sostengono che l’Ira ledge: “L’attenzione per le elezioni ha rap-
con le drammatiche conclusioni a cui sono avesse “un budget superiore ai 25 milioni di presentato un aspetto secondario dell’ope-
arrivati i giornali statunitensi. dollari per manipolare il discorso politico razione”. I ricercatori deiniscono questa
Contenuti L’aspetto più sorprendente statunitense”, ma questa stima nasce da un tesi “accurata”, ma sottolineano che co-
è che il legame tra l’attività russa sui social errore ricorrente, cioè la confusione tra la munque “ignora le sfumature e merita
network e la campagna elettorale del 2016 è spesa dell’Ira dedicata alle attività negli maggiore contestualizzazione”.

18 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


51 milioni di dollari. Se è impossibile che
un’operazione da centomila dollari abbia
inluito su un’elezione statale, come possia-
mo pensare che un’operazione della stessa
portata (se non minore) da parte della Rus-
sia possa aver inluenzato un’elezione pre-
sidenziale da 2,4 miliardi di dollari?
Concentrarsi su contenuti appena per-
cepibili e poco elaborati significa anche
sminuire problemi molto più seri. Come ha
sottolineato il giornalista Ari Berman, le
elezioni del 2016 sono state “la prima corsa
presidenziale in cinquant’anni senza la pie-
na protezione del Voting rights act”, il prov-
vedimento approvato nel 1965 per garantire
il diritto di voto dei neri, ma in parte boccia-
to nel 2013 dalla corte suprema. Invece di
insistere sulla possibilità che gli elettori del
midwest siano stati ingannati dai russi, biso-
gnerebbe leggere i reportage dei giornalisti
che hanno indagato sul campo, scoprendo
che a spingere le persone a non votare sono
stati la disillusione politica, gli stipendi
bloccati, le disuguaglianze e la brutalità
della polizia.

Disinformazione pericolosa
A più di due anni dalla sconitta alle presi-
denziali, i democratici statunitensi sembra-
no voler sfruttare il panico sulle attività
Il post con più condivisioni creato dai vo dei russi di ostacolare il voto di alcune della Russia per spostare l’attenzione dai
troll russi durante la campagna eletto- categorie potrebbe essere stato decisivo”, loro errori. Robby Mook, ex consulente
rale del 2016: “Mi hanno cacciato dalla ha commentato l’ex consulente di Obama elettorale di Hillary Clinton, ha lanciato
tv perché sono troppo violento. Metti David Axelrod. l’allarme per le primarie democratiche del
mi piace e condividi se sei cresciuto Considerare seriamente questa possibi- 2020, afermando che “i russi cercheranno
guardandomi in tv, hai un’arma e non lità signiica andare contro la logica. Lo sap- nuovamente di dividere i democratici”.
hai ucciso nessuno!”. piamo grazie al New York Times. Pochi Quando all’inizio del 2018 è scoppiato lo
giorni dopo la pubblicazione del rapporto scandalo sulla società Cambridge Analyti-
Di sicuro merita una rilessione il fatto della New Knowledge, il giornale ha rivela- ca e sul suo contributo alla campagna elet-
che un’operazione di questo livello sui so- to che l’azienda aveva fatto un “esperimen- torale di Trump, Hillary Clinton ha dichia-
cial network venga spacciata come una to segreto” nelle elezioni per un seggio al rato: “Come hanno fatto i russi a far arrivare
minaccia che può aver deciso le presiden- senato in Alabama, nel dicembre del 2017. i loro messaggi precisamente agli elettori
ziali del 2016. Questo ci porta a conclusioni Secondo un documento interno, la New indecisi di Wisconsin, Michigan e Pennsyl-
che non hanno niente a che fare con l’atti- Knowledge avrebbe usato “molte delle tat- vania?”. La verità è che in quegli stati i russi
vità russa sui social network né con il suo tiche russe che oggi sappiamo aver inluen- hanno speso solo 3.102 dollari, e la maggior
presunto efetto sugli elettori. Prendiamo zato le elezioni del 2016”, arrivando a or- parte durante le primarie per annunci che il
la tesi, molto difusa, secondo cui i post chestrare una falsa operazione per difon- più delle volte non riguardavano i candidati
russi avrebbero fatto crollare l’aluenza dere l’idea che il candidato repubblicano, ma problemi sociali. Tra l’altro Wisconsin e
alle urne degli afroamericani. Il fatto che i Roy Moore, fosse aiutato dai troll russi. Michigan sono due degli stati che Clinton
troll russi abbiano cercato di ingannare i Secondo il New York Times, il progetto ha deciso di non visitare mai negli ultimi
neri e altre minoranze è sicuramente da aveva un budget di centomila dollari, ma mesi di campagna elettorale.
condannare, ma non c’è alcun motivo di era “probabilmente troppo limitato per Non esistono prove che la disinforma-
pensare che ci siano riusciti. Eppure è esat- avere un efetto concreto sulle elezioni”. Un zione difusa dai russi abbia avuto un im-
tamente quello che hanno sostenuto molti esponente del Partito democratico ha con- patto reale sull’elettorato statunitense. So-
opinionisti. “Se consideriamo il risicato diviso questa valutazione, dichiarando che stenere il contrario signiica fomentare la
margine con cui Trump ha conquistato il “era impossibile che un’operazione da cen- paura di un Cremlino che “semina la discor-
Michigan e il Wisconsin e la scarsa aluen- tomila dollari potesse condizionare il voto”. dia”, e alimentare una disinformazione an-
za delle minoranze nei due stati, il tentati- Le elezioni per il senato in Alabama costano cora più pericolosa. u as

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 19


Americhe
STATI UNITI
Guatemala VENEZUELA

Trump insiste López Obrador


sul muro Scontro istituzionale si dissocia
“Negli Stati Uniti lo shutdown, la “Il 4 gennaio il governo messi-
sospensione di tutte le attività Città del Guatemala, 8 gennaio 2019 cano guidato dal presidente An-
non essenziali del governo fede- drés Manuel López Obrador
rale, dura da quasi tre settimane (centrosinistra) si è dissociato
e nessuna delle parti in causa dalla dichiarazione congiunta
sembra disposta a cedere per del gruppo di Lima, creato nel
sbloccare la situazione”, scrive il 2017 da vari paesi latinoameri-
Wall Street Journal. “Il presi- cani per afrontare la crisi in Ve-
dente Donald trump continua a nezuela”, scrive Proceso. Nella
dire che non farà passare nessu- dichiarazione i paesi del gruppo
na legge di bilancio in cui non non riconoscono il secondo
siano previsti 5,7 miliardi di dol- mandato del presidente vene-
NOe Perez (AfP/Getty)

lari per costruire un muro al zuelano Nicolás Maduro, rielet-


conine con il Messico. I demo- to nel maggio del 2018, “perché
cratici, che dal 3 gennaio con- le elezioni non hanno rispettato
trollano la camera, non vogliono gli standard di trasparenza in-
sentir parlare del muro e pro- ternazionali”. Obrador ha fatto
pongono al presidente di trovare Il 7 gennaio 2019 il governo del presidente Jimmy sapere che in politica estera il
una soluzione temporanea che Messico s’impegnerà a non in-
Morales ha provato a espellere i funzionari della
consenta di far funzionare il go- terferire negli afari interni degli
verno rimandando la discussio-
Commissione internazionale contro l’impunità in altri paesi e a rispettare l’autode-
ne sulla frontiera”. L’8 gennaio Guatemala (Cicig), ma la sua decisione è stata sospesa terminazione dei popoli.
trump ha tenuto un discorso al- poco dopo dalla corte costituzionale guatemalteca. La
la nazione, il primo da quando è commissione, un organismo indipendente creato nel
presidente, in cui ha cercato di 2006 con un’accordo tra il paese centroamericano e le IN BREVE
dare ai democratici la colpa del- Colombia Il 21 dicembre il
Nazioni Unite, stava indagando su Morales e alcuni
lo shutdown e ha descritto in guerrigliero dissidente delle
familiari per inanziamento illecito della campagna farc, Wálter Arizala detto Gua-
modo allarmante la situazione
al conine, sostenendo che è in
elettorale. Negli ultimi anni ha condotto inchieste cho, è stato ucciso in un’opera-
corso una “crisi umanitaria” le- importanti che hanno portato alla destituzione dell’ex zione delle forze di sicurezza co-
gata all’immigrazione e al trai- presidente Otto Pérez Molina. u lombiane. era responsabile, tra
co di droga. Ma molti esperti l’altro, del sequestro e dell’omi-
fanno notare che il numero di cidio di tre giornalisti ecuado-
persone che attraversano il con- BRASILE delle politiche sociali. Ha tra- riani nell’aprile del 2018.
ine con il Messico è in calo da Comincia l’era sferito a quest’uicio la compe-
tenza sulla riparazione alle vit-
Stati Uniti Il 5 gennaio si è sui-
cidato Scott Dozier, un detenuto
vent’anni e che oggi la maggior
parte dell’eroina che entra nel Bolsonaro time dell’ultima dittatura, di del Nevada condannato a morte
paese non passa dal conine sud. cui prima si occupava la giusti- nel 2007. Dozier, la cui salute
Inoltre non ci sono prove credi- Il 1 gennaio Jair Bolsonaro, zia”. Inoltre, scrive la Folha de mentale era peggiorata a causa
bili che i gruppi terroristici ab- eletto a ottobre del 2018, ha co- S.Paulo, “il presidente ha ai- delle condizioni di detenzione,
biano fatto entrare dei loro uo- minciato il suo mandato da dato al ministero dell’agricoltu- aveva chiesto che la condanna a
mini negli Stati Uniti dal Messi- presidente del Brasile. “Le si- ra, in mano alla lobby dell’agri- morte fosse eseguita.
co, come sostiene il presidente. de che quest’incarico compor- business, il controllo sulle terre
ta sono enormi, speriamo che degli indigeni”.
Migranti fermati negli Stati Uniti
al conine con il Messico, milioni
Fonte: Bbc
Bolsonaro si armi di una buona
dose di senso di responsabili-
Stati Uniti
1,6 tà”, scrive Istoé. Secondo Car-
Il paese delle armi
los Pagni, columnist del gior-
PILAr OLIVAreS (reUterS/CONtrAStO)

Dati del 2018 e del 2019 (aggiornati al 9


gennaio)
fONte: GUN VIOLeNCe ArCHIVe

1,2 nale argentino La Nación,


Bolsonaro (nella foto) ha inau- 2018 2019
0,8 gurato la sua presidenza mo- Sparatorie 56.894 1.127
strando inclinazioni reaziona- Stragi* 340 6
0,4 rie: “Ha escluso le persone
feriti 28.158 613
omosessuali, trans e bisessuali
dai programmi del ministero Morti 14.624 330
0
2000 2006 2012 2018 della donna, della famiglia e *Con almeno quattro vittime (feriti e morti).

20 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Africa e Medio Oriente
Le rivolte popolari tra la dimensione politica e quella sociale è
evidente e i manifestanti invocano aperta-
mente la caduta del regime.
fanno tremare Khartoum Per non essere destituito e ritrovarsi a
dover fare i conti con la giustizia internazio-
nale, il presidente sudanese ha minacciato
i leader dell’opposizione di punizioni com-
misurate al loro tradimento. Secondo il bi-
Hamadou Gadiaga, Le Pays, Burkina Faso
lancio uiciale sono morti una ventina di
Dal 19 dicembre i sudanesi austerità che ha fatto aumentare i prezzi dei manifestanti, mentre per Amnesty interna-
scendono in piazza per prodotti alimentari. Il rincaro del pane è tional le vittime sono ormai una quaranti-
stato il casus belli, e le manifestazioni di pro- na. Il numero, però, è destinato a salire per-
protestare contro il rincaro del testa si sono difuse rapidamente dalle città ché le due parti sono diventate più intransi-
pane e chiedono apertamente la minori, come Atbara, alla capitale, nono- genti. Il 5 gennaio migliaia di sudanesi sono
ine del regime di Omar al stante la dura repressione della polizia e il scesi in piazza a Khartoum e in altre città
Bashir, al potere dal 1989 controllo costante dei servizi segreti, che del paese per gridare il loro scontento, e
fanno di Khartoum una delle città più sor- molti di quelli che hanno cercato di rag-
vegliate di tutta l’Africa. Le rivolte del pane giungere il palazzo presidenziale sono stati
l presidente sudanese Omar al Bashir cavalcano senza dubbio una tensione poli- arrestati (dall’inizio delle proteste, il 19 di-

I è ormai preso tra l’incudine di un’in-


surrezione popolare e il martello della
Corte penale internazionale (Cpi). Il 3
gennaio in un discorso pubblico ha cercato
di difendersi, accusando chi ormai chiede
tica esplosiva, in particolare da quando Al
Bashir, al potere dal 1989, ha modiicato la
costituzione per potersi candidare a un
nuovo mandato nel 2020. La connessione
cembre, sono inite in carcere più di otto-
cento persone).

Un’alternativa poco appetibile


Omar al Bashir sa bene che, se perderà il
la sua destituzione di complottare con gli potere, lo attende la Cpi, che il 4 marzo
stranieri per destabilizzare il regime. L’uo- 2009 ha emesso contro di lui un mandato
mo forte di Khartoum non è mai stato così d’arresto per genocidio, crimini contro
alle strette e molti osservatori pensano che l’umanità e crimini di guerra per quello che
la crisi scoppiata per l’aumento del prezzo hanno fatto le sue milizie e i suoi agenti se-
del pane possa costare ad Al Bashir la sua greti in Darfur. Per questo cerca di tenersi
sopravvivenza politica. stretta la poltrona. Sempre il 3 gennaio Al
L’economia sudanese è stata asissiata Bashir ha annunciato un aumento sostan-
dai lunghi anni di guerra civile, e soprattut- zioso degli stipendi e nuovi vantaggi per i
to dall’indipendenza del Sud Sudan nel funzionari pubblici, ma bisogna capire se
2011, che ha fatto perdere a Khartoum i tre questo “regalo” basterà a calmare gli animi
quarti delle riserve petrolifere. Il deprezza- di chi ormai vuole solo toglierselo di torno.
mento della sterlina sudanese ha aggravato E tra i più determinati ci sono i dipendenti
la crisi e il governo ha imposto un piano di della pubblica amministrazione.
Se questa forma di corruzione non fun-
Protesta antigovernativa nel Sudan meridionale, 23 dicembre 2018 zionerà, Al Bashir potrà ancora una volta
ricorrere alle armi, ordinando agli agenti di
sparare sui civili proprio come nel settem-
bre del 2013, quando decine di manifestan-
ti furono uccisi per aver denunciato la ditta-
tura e il malgoverno. Questa strategia po-
trebbe comunque essere controproducen-
te, perché se i sudanesi riuscissero a caccia-
re Al Bashir, il presidente sudanese dovreb-
be rispondere anche di queste azioni da-
vanti alla giustizia internazionale. Forse
farebbe meglio a negoziare la sua uscita di
scena con i leader dell’opposizione, che po-
AttIvIStA SuDAnESE/AP/AnSA

trebbero, all’occorrenza, indicargli la strada


dell’esilio. Per esempio in Arabia Saudita,
dove andrebbe a incontrare un’altra vittima
delle proteste popolari, Zine el Abidine Ben
Ali, l’ex dittatore tunisino, il primo a cadere
sotto i colpi della “primavera araba”. u cp

22 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Africa e Medio Oriente
Un seggio a Lubumbashi, nella Rdc, 30 dicembre 2018 Dalla Rdc
Alta tensione a Kinshasa
u Quaranta milioni di congolesi sono stati
chiamati alle urne per le elezioni presidenziali,
legislative e provinciali il 30 dicembre 2018, in
ritardo di due anni rispetto alla ine del
mandato del presidente Joseph Kabila. Il voto si
è svolto in un’atmosfera di relativa calma, alla
presenza di 40mila osservatori formati dalla
chiesa cattolica e di altri 20mila delle
organizzazioni civiche. Sono state riscontrate
irregolarità e non si è potuto votare in alcune
CARoLINE ThIRIoN (AFP/GETTy)

aree del paese, come le regioni dell’est colpite


dall’epidemia di ebola, ma non sono stati
denunciati brogli evidenti. Nei giorni
successivi, con il pretesto di non turbare le
operazioni di spoglio, Kabila ha ordinato di
bloccare internet e le trasmissioni di Radio
France International per fermare le
speculazioni, le false notizie e le indiscrezioni
sul vincitore. Un portavoce della conferenza

La nuova tentazione episcopale congolese aveva dichiarato che


dalle urne era emerso un chiaro vincitore,
senza precisarne il nome. Secondo la
dei leader autoritari radiotelevisione belga Rtbf “era Martin
Fayulu, il candidato della coalizione
d’opposizione Lamuka”. Il 9 gennaio a
Kinshasa sono state raforzate le misure di
sicurezza nell’attesa dell’annuncio dei risultati.
Joan Tilouine, Le Monde, Francia
Bloccare l’accesso a internet è risultati non uiciali o delle temute prove di che si applicano anche a internet o aumen-
diventato molto frequente in brogli. Inoltre il provvedimento è stato ap- tano drasticamente le tarife delle teleco-
provato per impedire l’organizzazione di municazioni. Alcuni paesi, come l’Uganda,
tempi di elezioni o di proteste. manifestazioni o stroncare sul nascere i hanno tassato l’uso dei social network.
L’ha fatto anche il presidente progetti di rivolta architettati sui social net-
congolese Joseph Kabila dopo le work, molto frequentati dagli attivisti. Costi non trascurabili
elezioni del 30 dicembre 2018 Poco importa se questo ha rallentato il Negli ultimi anni alcuni governi africani si
conteggio dei voti da parte della commis- sono rivolti alla Cina per ottenere strumen-
sione elettorale e la raccolta d’informazioni ti che gli permettano di sorvegliare le attivi-
arrivata l’epoca della ciberviolenza. da parte delle decine di migliaia di osserva- tà digitali dei loro cittadini. L’industria del

È Quando ci sono elezioni o scoppia-


no rivolte, alcuni paesi africani spa-
riscono dalla mappa del web per
giorni o perino settimane. Il blocco delle
telecomunicazioni in periodo di elezioni fa
tori elettorali inviati dalla chiesa cattolica,
dalle organizzazioni regionali e dalla socie-
tà civile congolese. “Non possiamo lasciar
agire chi vuole provocare il caos”, ha detto
un consigliere di Kabila.
ciberspionaggio, che sia cinese, israeliana,
europea e russa, fornisce ormai una varietà
di servizi ai regimi in cerca di soluzioni
avanzate per tenere sotto controllo gli op-
positori. Tra i clienti ci sono l’Etiopia, il Su-
ormai parte dell’arsenale dei regimi che te- Due anni fa il presidente congolese ave- dan, il Camerun, il Marocco, il Congo, la
mono un’insurrezione popolare. va fatto lo stesso: alla vigilia del 19 dicembre Tanzania, lo Zimbabwe e il Ruanda.
Questa volta è toccato alla Repubblica 2016, data in cui si è concluso uicialmente Ma il blocco di internet in molti casi re-
Democratica del Congo (Rdc), dove il 4 per il suo secondo e ultimo mandato, aveva or- sta lo strumento più eicace e difuso. A
cento degli 80 milioni di abitanti naviga re- dinato a tutti gli operatori internet di so- caro prezzo: il politologo Darrell West, della
golarmente su internet. Alle elezioni presi- spendere i loro servizi, in un clima di violen- Brookings institution, ha stimato le perdite
denziali, legislative e provinciali del 30 di- za e contestazioni. economiche causate da 81 blocchi di inter-
cembre 2018 non ci sono stati scontri. Dalla I territori digitali africani sono sempre net in 19 paesi, tra il luglio 2015 e il giugno
tarda mattinata del giorno dopo, però, in- più minacciati da regimi autoritari che fati- 2016. Secondo West, si aggirano sui 2,4 mi-
ternet e gli sms hanno smesso di funziona- cano a controllare l’informazione online. I liardi di dollari (2,1 miliardi di euro), 320
re. Secondo i consiglieri del presidente capi di stato dell’Africa sono quelli che usa- milioni solo per il Marocco e 72 milioni per
uscente Joseph Kabila, l’obiettivo era con- no di più il blocco delle telecomunicazioni, il Congo. La repressione online ha dunque
trastare la folle macchina dei pettegolezzi e si legge nel rapporto Transparency di Face- un costo, ma è irrisorio di fronte alla minac-
delle notizie false, ma anche la difusione di book. Spesso adottano leggi antiterrorismo cia di perdere le elezioni. u gim

24 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Siria BURKINA FASO

Stato
La lotta per la supremazia
AMINE BEN AZIZA (REuTERS/CoNTRASTo)

d’emergenza
Roch Marc Christian Kaboré, il
Enab Baladi, Siria presidente del Burkina Faso, ha
“L’annuncio del ritiro delle truppe decretato il 31 dicembre lo stato
d’emergenza in alcune provin-
statunitensi dalla Siria ha aperto la
ce. La misura è stata adottata
porta alle speculazioni politiche e dopo la morte di dieci gendarmi
militari, e solleva interrogativi su chi in un’imboscata nel nordovest
TUNISIA riempirà il vuoto”, scrive il settimanale del paese il 27 dicembre, scrive
I disperati indipendente siriano Enab Baladi. Jeune Afrique. Da tre anni il
paese è scosso da attacchi sem-
di Kasserine L’annuncio era stato fatto dal
pre più frequenti e violenti da
presidente Donald Trump il 19
parte di gruppi jihadisti. Inoltre
“Il gesto di Abderrazak Zorgui dicembre, ma il 6 gennaio, durante una
il 1 gennaio 47 persone sono
ricorda quello di Mohamed visita in Israele e in Turchia, il consigliere per la sicurezza morte in una rappresaglia con-
Bouazizi, che nel 2011 fece nazionale John Bolton ha speciicato che il ritiro dipende tro la comunità peul a yirgou.
scoppiare la rivoluzione”, com- da alcune condizioni, in particolare la sicurezza dei
menta Souiane Ben Farhat su
combattenti curdi e la sconitta deinitiva del gruppo
Al Janoubiya. Zorgui, giornali-
sta di una tv locale di Kasserine,
Stato islamico. Secondo Enab Baladi con il ritiro di
si è suicidato dandosi fuoco il 24 Washington il nordest della Siria sarà teatro di una gara
dicembre 2018. Aveva registrato tra l’Iran e la Russia per aumentare la loro inluenza e
un video in cui spiegava che con controllare le riserve petrolifere della zona. Intanto Hayat
il suo gesto voleva attirare l’at- tahrir al Sham, il gruppo jihadista dominante nella
tenzione sulla povertà e la man- regione di Idlib, nel nord della Siria, cerca di raforzarsi
canza di opportunità per gli abi-
nelle province che sfuggono al controllo di Damasco,
tanti della sua città (nella foto, le
proteste scoppiate a Kasserine il 25
scrive il quotidiano libanese L’Orient-Le Jour. Nell’area
dicembre). Ben Farhat punta il intorno ad Aleppo ha battuto il gruppo Nureddin al Zinki,
IN BREVE
dito contro la situazione della ailiato al Fronte nazionale di liberazione, una coalizione Arabia Saudita Il ministero
Tunisia, “il paese che produce di gruppi ribelli sostenuta dalla Turchia. ◆ della giustizia ha stabilito il 6
più jihadisti al mondo e dove i gennaio che i tribunali sono te-
giovani sono disperati”. nuti a informare con un sms le
NIGERIA vulgato informazioni che avreb- donne del loro avvenuto divor-

GABON
Il ritorno bero compromesso le operazio-
ni militari contro il gruppo terro-
zio. La decisione vuole evitare
che gli uomini mettano ine ai
Silenzio di Boko haram ristico Boko haram. Nelle ultime matrimoni senza informare le
settimane i miliziani, in partico- mogli.
sul golpe L’esercito nigeriano ha perquisi- lare la fazione ailiata al gruppo Egitto Il 6 gennaio il presidente
to il 6 gennaio gli uici del quo- Stato islamico, hanno intensii- Abdel Fattah al Sisi ha inaugura-
Il 7 gennaio cinque militari della tidiano Daily Trust a Maiduguri, cato gli attacchi nel nordest (nel- to una gigantesca cattedrale vi-
guardia repubblicana hanno oc- nello stato di Borno, e nella ca- la foto, le vittime di un attacco di cino al Cairo in occasione del
cupato la sede della radiotelevi- pitale Abuja. Due giornalisti Boko haram a Sajeri, l’8 gennaio Natale copto. Il giorno prima un
sione gabonese a Libreville per della redazione locale sono stati 2019). Per breve tempo hanno ordigno esplosivo scoperto vici-
invitare la popolazione a rove- arrestati con l’accusa di aver di- occupato anche la città di Baga, no a una chiesa aveva ucciso un
sciare il governo. Nel giro di po- dove ha sede la forza internazio- poliziotto.
che ore i militari sono stati arre- nale che combatte contro il Madagascar L’alta corte costi-
stati. Il presidente Ali Bongo gruppo. “Davvero la lotta contro tuzionale ha confermato l’8 gen-
ondimba manca dal paese da Boko haram appartiene al pas- naio che Andry Rajoelina ha
ottobre, a causa di un ictus. Non sato?”, si chiede Vanguard. vinto le presidenziali del 19 di-
ha rilasciato dichiarazioni sul Dalla ine del 2015 il presidente cembre.
tentativo di golpe “facendosi Muhammadu Buhari sostiene di Somalia Il 2 gennaio il governo
AuDu MARTE (AFP/GETTy)

notare per la sua assenza”, scri- aver sconitto i terroristi. Alle ha espulso Nicholas Haysom,
ve Afrik. Nel 2009 Ali Bongo presidenziali del 16 febbraio gli inviato dell’onu. Il diplomatico
aveva preso il potere al posto del elettori gliene chiederanno con- aveva chiesto chiarimenti
padre omar, che aveva governa- to, “perché da allora qualcosa sull’arresto di un candidato alle
to per 41 anni. dev’essere andato storto”. prossime elezioni.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 25


Asia e Paciico
Tensione
sullo stretto di Taiwan
Derek Grossman, Foreign Policy, Stati Uniti
Nei discorsi d’inizio anno i La presidente taiwanese Tsai Ing-wen a Taipei, Taiwan, 5 gennaio 2019
presidenti di Cina e Taiwan, Xi
Jinping e Tsai Ing-wen, hanno
ribadito le loro posizioni
inconciliabili sulla sovranità
dell’isola

oco più di tre anni fa si incontrava-

P no a Singapore Ma Ying-jeou,
all’epoca presidente di Taiwan, e
ASHLeY PoN (BLooMBerg/geTTY)

il presidente cinese Xi Jinping.


Durante lo storico evento Ma e Xi si erano
rivolti l’uno all’altro chiamandosi xiansheng,
“signore”, così Xi non aveva dovuto ricono-
scere Ma come presidente, dato che per
Pechino Taiwan non è un paese ma una pro-
vincia irrequieta. Nonostante i rapporti cor-
diali tra l’isola e la terraferma durante la
presidenza Ma, i due non si erano avvicina- riuniicazione con Taiwan al suo “sogno ci- di appoggiare un referendum sulla sovrani-
ti a un accordo e quel vertice è stato la mi- nese”: Xi ha auspicato per Taiwan una solu- tà dell’isola e ha detto di non voler cambia-
gliore opportunità sprecata per arrivare alla zione come quella di Hong Kong e Macao, re unilateralmente lo status quo.
pace dopo settant’anni di tensione. dove però le interferenze di Pechino nella È probabile che i risultati delle recenti
Purtroppo oggi le cose non vanno me- politica e nei processi elettorali sono sem- elezioni locali a Taiwan peggioreranno i
glio. Questa settimana Xi e la presidente pre più pesanti. Chen Ming-tong, capo del rapporti tra le sponde dello stretto in vista
taiwanese Tsai Ing-wen hanno incrociato le consiglio di Taiwan per i rapporti con la Ci- delle presidenziali del 2020. La pesante
armi con discorsi contrapposti sulla sovra- na continentale, ha commentato: “Le paro- sconitta del Partito progressista democra-
nità dell’isola. Nel suo messaggio di capo- le di Xi dimostrano l’intenzione di Pechino tico (Dpp) di Tsai a favore del Kuomintang
danno Tsai ha svelato le sue “quattro esi- di distruggere Taiwan e annetterla”. potrebbe aver convinto Pechino che la sua
genze”: Pechino deve riconoscere l’esisten- strategia di pressione sull’isola – nella sfera
za di Taiwan, rispettarne la libertà e la de- Mantenere lo status quo diplomatica, in quella economica e in quel-
mocrazia, avere con l’isola rapporti paciici La politica taiwanese nel suo complesso ha la militare, oltre che nel processo elettorale
e alla pari e comunicare solo attraverso ca- sempre rilettuto la volontà difusa tra i cit- – ha avuto successo. Lai sembra pensare a
nali autorizzati. Il giorno dopo Xi ha com- tadini di mantenere le relazioni con la Cina una candidatura presidenziale e Pechino
memorato il 40° anniversario del Messag- nello stato attuale, paciico anche se ambi- cercherà di fermare la sua ascesa, inendo
gio ai compatrioti di Taiwan smentendo che guo. Naturalmente c’è un acceso dibattito così per favorirlo e creando una situazione
il “consenso del 1992” (la formulazione sul- su come questo debba avvenire e su quanto ancora più diicile se Lai dovesse vincere.
la sovranità di Taiwan che enfatizza l’idea saggio sia nel lungo periodo riiutarsi di ri- In un caso o nell’altro, le prospettive di
di “una sola Cina”) lasci spazio a “interpre- conoscere il “consenso del 1992”. Allo stes- pace sono scarsissime. Dopo il discorso di
tazioni diverse”. Ha inoltre risposto che il so tempo Tsai ha dimostrato di essere una Xi, il Kuomintang, più ilocinese, ha di fatto
futuro dei rapporti tra le due sponde dello partner pragmatica e credibile per Pechino. respinto le richieste di Pechino. Se le posi-
stretto sarà “un paese, due sistemi”, cioè Anche se i leader cinesi la vedono come una zioni del Dpp e del Kuomintang dovessero
una Cina con due governi. Tsai ha risposto secessionista, ha preso le distanze da igure convergere nell’opposizione alla Cina, si
dicendo che Taiwan “non ha mai accettato di primo piano che a Taiwan insistono sulla prospetta uno scenario da incubo per Pechi-
il ‘consenso del 1992’” e che “non sosterrà questione della sovranità. Al premier Wil- no. Xi Jinping dovrebbe rivedere la sua po-
mai l’idea di ‘un paese e due sistemi’”. liam Lai, che si era detto “all’opera per l’in- sizione per evitarlo, ma il suo discorso sug-
Il peso di questo insuccesso grava so- dipendenza di Taiwan”, Tsai ha ribadito: gerisce che, almeno per il momento, la Cina
prattutto sulle spalle di Xi, che ha legato la “Sai bene quali sono i limiti”. Si è riiutata crede di avere la mano vincente. u gim

26 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Il treno di Kim a Pechino Cina-Stati Uniti malaySia

Un’oferta
Timide aperture generosa
JASon Lee (ReUTeRS/ConTRASTo)

Pechino avrebbe oferto al go-


La delegazione statunitense a Pechino, 7 gennaio 2019 verno della Malaysia di usare la
sua inluenza per spingere gli
Stati Uniti e altri paesi a ritirare
le accuse contro i politici coin-
volti nello scandalo legato al
fondo pubblico 1MDB, che ha
Corea del nord fatto cadere il primo ministro
Kim torna najib Razak, arrestato per cor-
ruzione a luglio. Lo rivela un’in-
in Cina chiesta del Wall Street
Journal, secondo cui l’aiuto ci-
AnDy WonG (AP/AnSA)

Il 7 gennaio Kim Jong-un è arri- nese includerebbe anche la sor-


vato a Pechino per una visita, la veglianza totale – cimici a casa,
quarta in meno di un anno, che in uicio, nei device, raccolta di
potrebbe anticipare un nuovo dati – dei reporter del quotidia-
vertice tra il leader nordcoreano no statunitense a Hong Kong
e il presidente statunitense Do- che hanno seguito il caso. Inol-
Il 9 gennaio a Pechino i colloqui di medio livello tra Stati
nald Trump. Pochi giorni prima tre la Cina sta inanziando infra-
Trump aveva rivelato che sono
Uniti e Cina sulla guerra dei dazi si sono conclusi con
strutture nel paese a costi supe-
in corso trattative per organizza- segnali positivi e a ine mese è atteso un incontro tra i riori a quelli di mercato, così da
re un secondo incontro con responsabili del commercio dei due paesi. A dicembre il aiutare a coprire parte dei debiti
Kim, ribadendo però che le san- presidente statunitense Donald Trump e quello cinese Xi del fondo 1MDB.
zioni contro Pyongyang riman- Jinping avevano stabilito una tregua di novanta giorni,
gono in vigore. Dopo sei mesi di rimandando al 1 marzo 2019 un nuovo aumento dei dazi
distensione culminati nel sum- R.S. IyeR (AP/AnSA)
statunitensi su 200 miliardi di dollari di merci cinesi. Per
mit tra i due leader il 12 giugno a
Singapore, il dialogo tra Corea
entrambe le parti è urgente trovare un accordo, che però
del nord e Stati Uniti era entrato non è scontato. Pare che la Cina sia disponibile a comprare
in una fase di stallo. nel suo di- più prodotti statunitensi ma non a cambiare la regola per
scorso d’inizio anno, Kim ha ri- cui un’azienda straniera che vuole operare in Cina deve
badito l’impegno per la denucle- cedere tecnologia e proprietà intellettuale. u
arizzazione ma ha avvertito che
se le sanzioni rimarranno in vi-
gore è pronto a cambiare linea.
Qual è il signiicato della visita giappone tà costiere che vivono grazie ai
di Kim in Cina? Il messaggio sussidi garantiti all’industria ba- Kerala, 1 gennaio 2019
sembra chiaro: Kim vuole far
Balene leniera. È un esempio del peso in Breve
sapere a Washington e a Seoul e politica politico sproporzionato dei pro- India Il 2 gennaio 2019 nello
che, in mancanza di sviluppi duttori dell’industria alimentare stato del Kerala due donne qua-
positivi, ha un’alternativa. Il 2018 si è chiuso con una noti- giapponese, che rappresentano rantenni accompagnate da poli-
Mentre il presidente cinese Xi zia anacronistica: per autorizza- meno del 2 per cento della popo- ziotti in borghese sono entrate
Jinping vuole ribadire agli Stati re la caccia alle balene a ini lazione eppure riescono a in- nel tempio indù di Sabarimala,
Uniti il ruolo cruciale di Pechi- commerciali, sospesa nel 1988, luenzare il parlamento e il go- interdetto alle donne in età ri-
no nei negoziati con la Corea il Giappone ha lasciato la Inter- verno, garantendo i sussidi per produttiva. A settembre la corte
del nord, scrive NKNews. Il national whale commission, gli agricoltori e impedendo l’ab- suprema aveva dichiarato illega-
possibile summit tra Kim e l’organismo intergovernativo bassamento dei dazi sull’impor- le il divieto suscitando le prote-
Trump potrebbe però essere che vigila sullo stato di conser- tazione dei prodotti alimentari. ste degli estremisti indù, che so-
ostacolato dalla defezione di Jo vazione delle balene. Come si “La loro inluenza sul processo no aumentate dopo l’atto dimo-
Song-gil, diplomatico nordco- spiega una scelta così dannosa decisionale a Tokyo toglie rap- strativo delle due donne.
reano di altissimo livello che fa- per l’immagine del Giappone presentanza e risorse alle zone Bangladesh Il 30 dicembre il
ceva le veci di ambasciatore a nel mondo, visto che il consumo urbane, dove i sussidi per l’indu- partito di governo Awami lea-
Roma, scomparso a novembre. di carne di balena nel paese con- stria baleniera potrebbero esse- gue ha vinto le elezioni con il 90
Secondo fonti sudcoreane Jo e tinua a diminuire? Sulla decisio- re usati, per esempio, per co- per cento dei voti. Gli osservato-
famiglia avrebbero chiesto asilo ne ha pesato il voto dei parla- struire asili nido e scuole mater- ri hanno espresso dubbi sulla re-
agli Stati Uniti. mentari sostenuti dalle comuni- ne”, scrive The Diplomat. golarità del voto.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 27


Visti dagli altri
Una protezione in meno
per i migranti
Lorenzo Tondo, The Observer, Regno Unito
Negli ultimi mesi gli sbarchi nello scantinato. “Dicono che sono initi gli
sono diminuiti e il governo sbarchi… così dicono. Eppure quest’anno
abbiamo fermato dodici barche a vela che
italiano ha chiuso l’uicio trasportavano migranti dalla Turchia”, sot-
guidato da Carlo Parini, che tolinea Parini. “Seguiamo queste indagini
dal 2006 contrastava il traico da tanti anni. Eravamo quasi arrivati al cuo-
di esseri umani re dell’organizzazione criminale. Peccato
interromperle”. Con lo sguardo che vaga
per l’uicio alla ricerca di qualcosa che te-
a storia della crisi dei migranti nel me di aver perso, Parini all’improvviso

L Mediterraneo centrale, una storia


di morti e naufragi, sta tutta su una
scrivania disordinata e piena di
documenti in una piccola stanza della pro-
cura di Siracusa.
esclama: “Eccolo qui, inalmente! Lo cerca-
vo da giorni. Leggi, questo è il mio primo
sbarco”. Parini lo ricorda come se fosse ieri.
Trentacinque abitanti dello Sri Lanka in-
freddoliti erano arrivati in Italia dall’Egitto
Lì, tra montagne di fogli c’è il commis- a bordo di un’imbarcazione di legno. Era
sario Carlo Parini, 56 anni, capo di una una sera d’inverno del 1999, e lui era ancora
squadra che combatte l’immigrazione irre- un semplice funzionario dell’antimafia.
golare. Parini è pensieroso. A novembre è Mentre aspettava l’arrivo dei migranti nel
arrivato l’annuncio della chiusura della porto di Riposto, sulla costa a nord di Cata-
squadra nella storica città della Sicilia su- nia, Parini non aveva idea che quel momen-
doccidentale, con una giustiicazione inat- to avrebbe cambiato la sua vita e inaugurato
ALESSIo MAMo

tesa: “Gli sbarchi dalla Libia si sono ridotti una carriera ventennale.
dell’ottanta per cento e questo uicio non è
più necessario”. Oltre mille persone arrestate
Dal 2006 a oggi, Parini – igura impo- Il giorno dopo, i quotidiani italiani scrissero
nente, con il suo metro e novantacinque di che lo sbarco era un “caso isolato”. Nessuno farto. Non aveva praticamente dormito per
altezza – ha guidato il Gruppo interforze di – né la polizia né la stampa – avrebbe potuto tre giorni. Poi è arrivato quel maledetto ot-
contrasto all’immigrazione clandestina prevedere quello che sarebbe successo ne- tobre del 2013, che ha cambiato per sempre
(Gicic). In questo periodo, circa duecento- gli anni seguenti, che l’Europa avrebbe af- la crisi dei migranti. Che cambiò probabil-
mila persone sono arrivate sull’isola. Le lo- frontato la più grave crisi di migranti e rifu- mente un po’ tutti noi”.
ro storie sono tutte catalogate nei faldoni giati dopo la seconda guerra mondiale. Lo Parini si riferisce alla strage di Lampe-
polverosi che riempiono l’uicio di Parini e sbarco nel porto di Riposto era solo la punta dusa del 3 ottobre 2013, quando 368 persone
che negli ultimi giorni sono stati trasferiti in dell’iceberg. annegarono nel Mediterraneo tentando di
scatole di cartone destinate all’archivio, Nel duemila le persone che hanno attra- raggiungere la Sicilia. Fino ad allora i gover-
versato il Mediterraneo per raggiungere la ni europei si erano limitati a osservare la
Sicilia sono state 2.782. Nel 2002 sono state crisi dalle grandi capitali. In quel momento
18.225. Nel 2011 sono sbarcate in 57.181. Tra decisero che bisognava agire. Il 18 ottobre
il 2006 e lo scorso novembre Parini ha ge- l’Italia lanciò l’operazione Mare nostrum,
stito 1.084 nuovi arrivi, ha indagato sulla un intervento militare a ini umanitari per
morte di oltre duemila migranti e ha arre- evitare che si ripetessero simili tragedie.
stato 1.081 persone accusate di traico di Parini diventò uno dei comandanti della
esseri umani. L’ultimo dato gli ha fatto gua- missione. A bordo della nave militare San
dagnare l’attenzione della stampa interna- Giorgio cominciò a pattugliare le acque del
zionale e il soprannome di “cacciatore di Mediterraneo centrale per soccorrere le
scaisti”. imbarcazioni in diicoltà.
“Lavoravamo giorno e notte, senza so- “Abbiamo salvato migliaia di vite”, ri-
sta. Trascorrevamo le giornate al porto. Un corda Parini, “e contemporaneamente ab-
giorno uno dei miei uomini ha avuto un in- biamo cercato di indagare sulle persone

28 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Il commissario Carlo Parini, Siracu-
sa, 31 agosto 2017

che favoriva il ritorno dei migranti e dei ri-


fugiati in Libia, un paese dove secondo le
ong queste persone sono sottoposte a mal-
trattamenti e torture. “Non so cosa stia suc-
cedendo in Libia”, sottolinea Parini. “Ma
dai racconti delle migliaia di migranti che
ho interrogato, sembra essere un posto in-
fernale. Le ferite e i segni delle torture sui
loro corpi sembravano dimostrarlo. Molte
donne venivano stuprate in Libia. Alcune di
loro, quando partorivano qui in Sicilia, ab-
bandonavano i igli perché quei bambini
erano il frutto di una violenza che volevano
dimenticare per sempre”.
Secondo Amnesty international, nel
2017 circa ventimila persone sono state in-
tercettate dalla guardia costiera e riportate
in Libia.

È più probabile annegare


A giugno in Italia si è insediato un nuovo
governo nato dall’alleanza tra i populisti del
Movimento 5 stelle e la Lega, una formazio-
ne di destra. Il nuovo ministro dell’interno,
Matteo Salvini, è noto per le sue posizioni
contro l’immigrazione. La prima mossa di
Salvini è stata chiudere i porti italiani alle
navi che efettuano le operazioni di soccor-
so. Parini preferisce non commentare le
strategie del ministro, un silenzio che forse
vale più di mille parole.
oggi le imbarcazioni delle ong sono
coinvolte nel traico, quelle che sfruttano i avanti la loro caccia, in Europa la presenza quasi scomparse dal Mediterraneo centra-
migranti per arricchirsi”. di migranti e rifugiati alimentava le prote- le. Le persone in cerca di asilo continuano a
Le autorità italiane convinsero i colleghi ste, l’ascesa del populismo di destra e politi- rischiare la traversata, ma senza le navi di
dell’Unione europea a partecipare alla mis- che autoritarie e repressive nei confronti salvataggio è probabile che i naufragi au-
sione sulla base di un principio un po’ idea- dei richiedenti asilo. mentino drammaticamente. L’anno scorso
listico: la stessa strategia adottata per cattu- L’operazione Mare nostrum fu sostituita il numero delle vittime è calato, ma quello
rare i maiosi avrebbe funzionato nella lotta dall’operazione Triton, il cui obiettivo prin- degli annegati rispetto al totale delle perso-
ai traicanti. La magistratura siciliana so- cipale era quello di pattugliare il Mediterra- ne sbarcate è cresciuto enormemente negli
spettava che il traico fosse regolato da una neo piuttosto che salvare vite umane. Nel ultimi mesi. oggi le probabilità di morire
struttura di potere basata su un codice 2015 le imbarcazioni delle ong cominciaro- durante la traversata sono il triplo rispetto
d’onore simile a quello di cosa nostra. Per no a operare in acque libiche. Da allora han- al passato.
questo motivo è stato deciso di usare le in- no salvato decine di migliaia di vite. E le Parini ha lasciato l’incarico a metà di-
tercettazioni, uno strumento vitale nella autorità le prendono di mira, coniscando le cembre. Dopo aver guidato una delle più
lotta alla maia. Seduti dietro le loro scriva- imbarcazioni senza una ragione plausibile. importanti squadre incaricate di contrasta-
nie, gli inquirenti ascoltarono le conversa- “Nel corso del mio lavoro, non ho mai avuto re l’immigrazione irregolare in Italia, oggi
zioni di centinaia di persone in Africa. Tut- problemi con le ong”, spiega Parini. “Anzi, lavora per la dogana. La storia della crisi dei
tavia, senza informazioni attendibili, la alcune di loro erano molto eicienti”. migranti, ormai conservata in uno scanti-
caccia ai traicanti a distanza si è rivelata Gli sbarchi dei migranti si sono ridotti nato a Siracusa, resterà indelebile nella sua
frustrante. “Abbiamo arrestato migliaia di drasticamente nel febbraio del 2017, quan- memoria. Parini non dimenticherà mai i
scaisti”, spiega Parini. “Era il nostro com- do nel tentativo di ridurre i lussi migratori 167 corpi senza vita che è stato costretto a
pito. Ma i veri traicanti si trovavano in Li- Marco Minniti, all’epoca ministro dell’in- guardare in faccia: “Mi porterò le immagini
bia e noi non avevamo uomini in Libia”. terno del governo di centrosinistra, ha stret- di quei cadaveri nella tomba. E probabil-
Mentre le autorità siciliane portavano to con la guardia costiera libica un accordo mente anche oltre”. u as

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 29


Visti dagli altri
ChRISTIAN MANTUANo (oNEShoT)

Roma, 12 ottobre 2018. Luigi Di Maio con i giornalisti

Il governo pronto a salvare mantenere i requisiti di capitale anche in


caso di stress test. Il governo è pronto a met-
tere soldi in una banca, dopo aver criticato
la banca Carige il Partito democratico, che aveva fatto la
stessa cosa con il Monte dei Paschi di Siena.
Il piano è in linea con le politiche dei gover-
ni precedenti. In passato le stesse garanzie
di liquidità sono state date al Monte dei Pa-
Ferdinando Giugliano, Bloomberg, Stati Uniti
schi di Siena, a Veneto Banca e alla Banca
La Lega e i cinquestelle sono ro pubblico per aiutare le banche anziché i Popolare di Vicenza, due istituti che alla i-
pronti a dare delle garanzie, con cittadini. Il piano potrebbe anche non fun- ne sono stati liquidati. Non proprio la rivo-
zionare, perché non è chiaro se l’Italia sia luzione promessa dai populisti.
denaro pubblico, per l’istituto nelle condizioni di mettere denaro pubblico
di credito in diicoltà. Ma così nelle casse di Carige senza infrangere le re- Nessun efetto domino
facendo rinnegano i loro gole dell’Unione sugli aiuti statali. Le accuse di ipocrisia non sono l’unico pro-
princìpi, scrive Bloomberg L’intervento del governo permette alla blema per i populisti. Il piano del governo
Carige di emettere titoli con una garanzia potrebbe non funzionare. Il problema prin-
statale. Così per la banca sarà più facile con- cipale sono le regole dell’Unione europea
i populisti italiani sono bastati servare l’accesso al mercato dei inanzia- sugli aiuti di stato, che issano le condizioni

A otto minuti per rinnegare una


delle loro battaglie più impor-
tanti. Il 7 gennaio, infatti, il go-
verno di coalizione ha aperto la strada al
salvataggio della banca Carige, afermando
menti. All’inizio di gennaio, dopo che gli
azionisti non sono riusciti a concordare un
aumento di capitale, la Banca centrale eu-
ropea ha posto l’istituto di credito italiano
in amministrazione straordinaria.
per la ricapitalizzazione precauzionale ipo-
tizzata dal governo. È consentita solo per
rimediare a un importante turbamento
nell’economia di uno stato e preservarne la
stabilità inanziaria. Carige possiede beni
che in caso di necessità sarebbe disponibile La parte del piano del governo che ri- per soli 25 miliardi di euro, quindi non è una
a ricapitalizzarla. La scelta del governo puz- guarda la ricapitalizzazione è la più sor- banca sistemica, cioè talmente importante
za d’ipocrisia. Per anni il Movimento 5 stelle prendente. I populisti sarebbero disposti a da non poter fallire. Le altre banche italiane
ha accusato i suoi avversari di usare il dena- ricapitalizzare la Carige per permetterle di sono capitalizzate meglio rispetto al passa-

30 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Se sta gradendo questa rivista venga a leggerla MOLTO PRIMA su: MARAPCANA.ME troverà anche riviste,fumetti,libri,musica,apps,software,giochi,serie,film!
to, quindi è diicile sostenere che una liqui-
dazione di Carige avrebbe un efetto domi-
Immigrazione
I comuni si ribellano
no. I mercati finanziari hanno mostrato
scarsi segnali di contagio.
Inoltre non bisogna dimenticare il pre-
cedente delle banche venete. Nel giugno
2017 l’istituzione europea che gestisce i
Le Monde, Francia
fallimenti delle banche ha deciso che i due
istituti di credito non dovevano essere sal- Alcuni sindaci italiani afermano rio valutare l’impatto sociale ed economi-
vati perché non erano considerati sistemi- che il decreto sicurezza è co del decreto sulle nostre città, già pena-
ci. All’epoca le due banche possedevano lizzate dai tagli alla legge di bilancio”, si
beni per 28 e 35 miliardi di euro, dunque
disumano e favorisce l’aumento preoccupa Beppe Sala, il sindaco di Mila-
leggermente superiori a quelli di Carige. dei migranti irregolari no, del Partito democratico, che teme di
Se Veneto Banca e Banca Popolare di Vi- vedere in strada un numero sempre mag-
cenza potevano fallire, perché non può on mollo di un millime- giore di migranti la cui assistenza peserà
farlo Carige?
Un altro requisito della ricapitalizzazio-
ne precauzionale è che prima dell’interven-
to statale i piccoli obbligazionisti subiscano
perdite. Questo signiica che alcuni investi-
“N tro!”. Matteo Salvini ha
pubblicato il 3 gennaio
insieme a questo tweet
un fotomontaggio dei quattro sindaci del
Partito democratico con il into slogan
sul bilancio dei comuni.
Altri sindaci, a Napoli, Firenze o Par-
ma, hanno seguito l’esempio di orlando.
Matteo Salvini non ha esitato a deinirli
“traditori”, minacciando di chiamarli a
tori dovrebbero perdere i loro soldi, crean- “prima i clandestini”. Un gesto che riassu- rispondere davanti alla giustizia. Il decre-
do un problema politico per il governo ita- me l’entità dello scontro sul decreto sicu- to sicurezza e immigrazione prevede an-
liano. I cinquestelle e la Lega hanno pro- rezza e immigrazione voluto dal ministro che lo smantellamento della rete degli
messo di restituire i soldi a chi ha investito dell’interno di estrema destra. Sprar, il sistema di protezione dei richie-
in banche che sono fallite negli ultimi anni. Il sindaco di Palermo Leoluca orlando denti asilo e dei rifugiati frutto di un ac-
Nella legge di bilancio del 2019 il governo ha annunciato per primo l’intenzione di cordo approvato nel 2002 tra i comuni e il
ha previsto un fondo da 1,6 miliardi di euro sospendere in parte l’applicazione del de- ministero dell’interno. Il sistema era ri-
per risarcire i piccoli obbligazionisti e (in- creto. I dipendenti dell’amministrazione volto ai cittadini stranieri e gli consentiva
credibilmente) gli azionisti, concedendo pubblica della città siciliana hanno ricevu- di beneiciare di corsi di italiano o di usu-
ino al 95 per cento dell’investimento gene- to l’indicazione di continuare a iscrivere fruire di un alloggio.
rale ai primi e ino al 30 per cento ai secondi. all’anagrafe qualsiasi migrante che abbia
Per questo motivo sarebbe molto diicile un permesso di soggiorno. orlando afer- Mancanza di fondi
imporre perdite ai cittadini che hanno inve- ma che Palermo è un simbolo di apertura Il decreto prevede, invece, che solo i mi-
stito nella banca Carige. e di resistenza alla politica di chiusura dei nori non accompagnati e i profughi di
Il governo potrebbe promettere di rim- porti rivendicata dal ministro dell’interno. guerra potranno accedere allo Sprar. Gli
borsare anche chi ha investito in Carige, ma La battaglia si sta conducendo non so- altri migranti dovranno essere trasferiti
davvero Bruxelles approverebbe l’operazio- lo intorno ai simboli ma anche sul terreno in centri di accoglienza che alcuni para-
ne se sapesse che Roma intende aggirare le giuridico. Per il sindaco di Palermo la nuo- gonano a centri di detenzione. “Questa
regole ofrendo in seguito risarcimenti ge- va legge sulla sicurezza viola i diritti fon- legge ci ricorda anni bui”, dice Gennaro
nerosi? Anche se l’Unione europea accet- damentali garantiti dalla costituzione ita- Capparelli, sindaco di Acquaformosa, un
tasse questa manovra, probabilmente im- liana. “È un provvedimento disumano e piccolo comune della Calabria da tempo
porrebbe limiti e condizioni. Bruxelles deve criminogeno”, ha detto il sindaco, “poiché considerato un modello di integrazione.
ancora esprimersi sul piano di compensa- trasforma in irregolari persone che si tro- È grazie ai migranti se questo paese di
zione previsto dalla manovra 2019, che po- vano legittimamente sul nostro territo- poco più di mille abitanti è rinato. Sono
trebbe anche considerare come una viola- rio”. Il sindaco è pronto a ricorrere alla state create delle opportunità lavorative e
zione delle regole sugli aiuti di stato. corte costituzionale contro il testo. la scuola non ha chiuso.
Nessuno di questi imbarazzanti interro- Una delle principali misure del decre- Tra qualche mese però Capparelli non
gativi ha bisogno di una risposta immedia- to è l’abrogazione dei permessi di sog- beneicerà più dei fondi dello Sprar. “Non
ta. La banca potrebbe trovare una soluzione giorno umanitari di due anni che consen- avrei mai pensato che un ministro sareb-
interamente privata per raforzare la sua tivano un accesso al lavoro e ai servizi so- be arrivato a tanto, questo è fascismo”, ha
base di capitale. Carige potrebbe fondersi ciali per i migranti presenti in Italia. Per dichiarato, scoraggiato. Alcuni sindaci si
con un altro istituto, anche se questa è una molti sindaci questi permessi garantiva- schierano a favore del dialogo. Tra questi
soluzione complicata considerando la sua no la stabilità del tessuto sociale del loro il sindaco di Bari Antonio Decaro, presi-
scarsa redditività e la quantità di prestiti comune. Consentivano in particolare dente dell’Associazione nazionale dei co-
tossici. A questo punto è probabile che Ca- l’accesso al servizio sanitario nazionale, muni italiani, che ha richiesto una riunio-
rige perseguiti il governo italiano per molto passaggio obbligato per beneiciare delle ne d’urgenza al ministero dell’interno.
tempo, e che questo possa essere il primo di cure di base, a cominciare dall’assegna- Per il momento Matteo Salvini non ha ac-
una lunga serie di bruschi risvegli. u as zione del medico di famiglia. “È necessa- colto la richiesta. u gim

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 31


Se sta gradendo questa rivista venga a leggerla MOLTO PRIMA su: MARAPCANA.ME troverà anche riviste,fumetti,libri,musica,apps,software,giochi,serie,film!
Le opinioni

Il patto economico
che può salvare il pianeta
Joseph Stiglitz
rmai una buona parte della società biente naturale sano è essenziale per il benessere

O occidentale è insoddisfatta del co- umano. Se non afronteremo le side del cambiamen-
siddetto establishment, soprattutto to climatico imporremo un fardello enorme alla pros-
della classe politica. La protesta dei sima generazione. Sarebbe meglio lasciare un’eredi-
gilet gialli in Francia, scatenata dalla tà di debiti, che i nostri igli potrebbero in qualche
decisione del presidente Emmanuel modo gestire, piuttosto che la minaccia di un disastro
Macron d’introdurre un aumento della tassa sul car- ambientale inarrestabile.
burante per combattere il cambiamento climatico, è Quasi novant’anni fa il presidente statunitense
solo l’ultimo esempio. Ci sono buoni motivi per esse- Franklin D. Roosevelt rispose alla grande depressio-
re scontenti: quarant’anni di promesse ne con il new deal, un coraggioso pac-
da parte dei leader di centrodestra e La riduzione delle chetto di riforme. Oggi dobbiamo ri-
centrosinistra, basate sulla fede neoli- emissioni di CO2, mettere al lavoro la gente come fece
berista nel fatto che la globalizzazione, se fatta nel modo Roosevelt. All’epoca la soluzione furo-
la inanziarizzazione, la deregolamen- giusto, favorirebbe no gli investimenti per portare l’energia
tazione, la privatizzazione e le riforme l’occupazione, elettrica nelle campagne e la costruzio-
avrebbero portato una prosperità senza in un contesto ne di strade e dighe. Gli economisti
precedenti, sono state disattese. Men- in cui l’economia si mettono in discussione l’eicacia del
tre una piccola élite ha ottenuto grandi prepara a un mondo new deal. Molti pensano che la spesa fu
vantaggi, la maggior parte della popo- insuiciente e non abbastanza prolun-
dominato dalle
lazione è uscita dalla classe media ed è gata da generare la ripresa di cui l’eco-
sprofondata nell’insicurezza. energie rinnovabili nomia aveva bisogno. Ma le riforme di
I numeri ci dicono che la Francia se Roosevelt hanno lasciato un’eredità
la passa meglio rispetto alla maggior parte dei paesi, importante. Lo stesso vale per il new deal verde, che
ma la percezione conta più dei numeri. Anche in potrebbe concentrarsi sui trasporti pubblici e
Francia le cose non vanno bene per molte persone. sull’adeguamento dell’economia alle nuove side.
Quando si riducono le tasse per i più ricchi e si au- La riduzione delle emissioni di CO2, se fatta nel
mentano quelle dei cittadini comuni, il tutto per que- modo giusto, favorirebbe l’occupazione, in un conte-
stioni di bilancio (imposte da Bruxelles o da ricchi i- sto in cui l’economia si prepara a un mondo dominato
nanzieri), non c’è da stupirsi se qualcuno si arrabbia. dalle energie rinnovabili. Naturalmente alcuni posti
Lo slogan dei gilet gialli esprime bene le loro preoc- di lavoro andranno persi – a cominciare da quelli dei
cupazioni: “Il governo parla della ine del mondo, noi 53mila minatori negli Stati Uniti – e serviranno pro-
siamo preoccupati per la ine del mese”. grammi per trovare un altro impiego a queste perso-
C’è una profonda siducia nei governi e nei politi- ne. Ma il ritmo e l’ordine sono fondamentali. Sarebbe
ci. Oggi chiedere sacriici in cambio della promessa stato più sensato creare nuovi posti di lavoro prima
di una vita migliore non funziona più. Questo vale della scomparsa di quelli vecchi, e garantire che i pro-
soprattutto per le politiche trickle down (efetto a ca- itti delle compagnie petrolifere e del carbone fosse-
scata), come i tagli alle tasse per i ricchi, che secondo ro tassati prima di chiedere alle persone in diicoltà
alcuni dovrebbero portare beneici a tutti. di fare nuovi sacriici.
Quando ero alla Banca mondiale, la prima lezione Il new deal verde manda un messaggio positivo a
di riforma politica che ho imparato è che la sequenza questa generazione e anche alla prossima. Può por-
e il ritmo sono importanti. La promessa del green new tare quello di cui le persone in diicoltà hanno più
deal (nuovo patto ambientalista) portata avanti dai bisogno, cioè i posti di lavoro, mentre in futuro potrà JOSEPH STIGLITZ
progressisti negli Stati Uniti rispetta entrambe le ca- proteggerci dal cambiamento climatico. Dovrà esse- insegna economia
ratteristiche e ha l’obiettivo di combattere sia la disu- re ampliato, soprattutto in paesi come gli Stati Uniti, alla Columbia
guaglianza sia i cambiamenti climatici. Il new deal dove molti cittadini non hanno accesso a un’istruzio- university. È stato
capo economista
verde si basa su tre considerazioni: prima di tutto ci ne di qualità, a un’assistenza sanitaria adeguata e a
della Banca mondiale
sono risorse inutilizzate o scarsamente utilizzate – a una casa decorosa. Il movimento che sostiene il new
e consulente
cominciare dal talento umano – che potrebbero esse- deal verde dà un barlume di speranza a una classe di- economico del
re impiegate in modo più eicace. In secondo luogo, rigente in crisi. I leader mondiali dovrebbero soste- governo statunitense.
se ci fosse una maggiore richiesta di lavoratori con nerlo. Abbiamo bisogno di qualcosa di positivo per Nel 2001 ha vinto il
livello medio o basso di specializzazione, i loro sti- salvarci dall’ondata di populismo, nazionalismo e premio Nobel per
pendi e standard di vita crescerebbero. Inine un am- protofascismo che si è abbattuta sul mondo. u as l’economia.

32 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Le opinioni

Il dominio della Russia


in Medio Oriente
Anthony Samrani
l nuovo ordine mediorientale non è ancora causa e di stabilizzare la situazione sul campo.

I chiaro. La regione attraversa una fase di as- Un’impresa non facile, soprattutto a lungo termine.
sestamento, segnata dalla parziale ritirata L’Iran è il grande sconitto del 2018. La sua forza si
degli Stati Uniti, dal ritorno della Russia, è scontrata con una serie di muri. L’economia, già in
dalla decadenza degli stati arabi e dall’esa- seria diicoltà, è asissiata dal ritorno delle sanzioni
sperazione della rivalità tra l’Iran e l’Arabia statunitensi innescate dall’uscita di Washington
Saudita. Nel 2018 il panorama ha cominciato a farsi dall’accordo sul nucleare. Teheran non ha più i mezzi
più chiaro. Le potenze regionali hanno preso il so- per inanziare la sua politica regionale, come testi-
pravvento e le milizie si sono indebolite. La Siria è al moniano le proteste sul fronte interno. La sua inge-
centro di questa rivalità tra potenze, che ha dato il renza in Iraq è contestata da una parte della popola-
tono a un anno che potremmo riassumere così: la pax zione, mentre la sua presenza in Siria non è accettata
americana non esiste più, quella puti- dalle potenze esterne al conflitto.
niana prende piede ma ha dei limiti, Nel 2018 la politica L’Iran può cercare di resistere e aspet-
quella iraniana non è accettata da nes- statunitense nella tare l’uscita di scena di Trump, contan-
suno e quella turca somiglia a un mito regione è sembrata do sulle incoerenze dell’alleanza anti-
del passato. Israele ha altre priorità, più incoerente, raniana tra Stati Uniti, Israele e Arabia
mentre gli arabi sono sempre più emar- o meglio più Saudita.
ginati nella loro regione. Ma cerchiamo “trumpiana”, che Dopo una fase di relativo declino, la
di fare un bilancio più dettagliato mai. Washington Turchia ha ripreso una traiettoria
dell’anno appena inito. non ha né una ascendente nella regione grazie al suo
Il parziale ritiro degli Stati Uniti dal- intervento militare in Siria. Con l’even-
prospettiva globale
la regione era stato avviato già da Ba- tuale ritiro degli Stati Uniti, Ankara in-
rack Obama, ma sta subendo un’acce-
né una strategia travede un doppio sogno: annientare la
lerazione per volontà di Donald Trump, minaccia curda alla frontiera e conqui-
che non nasconde il suo disinteresse per il Medio stare una zona d’inluenza nel nord della Siria. Ma
Oriente. Il presidente statunitense non vuole giocare dovrà gestire l’ambivalenza della sua posizione di
al gendarme, con buona pace dei suoi migliori alleati, madrina dei ribelli e di partner della Russia e
Israele e Arabia Saudita. L’annuncio del ritiro dei sol- dell’Iran, sia a Idlib sia nel nord della Siria.
dati dal nordest della Siria è un gesto simbolico e do- Israele ha accelerato il suo piano per impedire
vrebbe far ricredere gli opinionisti che prevedevano all’Iran d’installarsi in Siria, con decine di attacchi
un’ofensiva statunitense contro l’Iran. Trump vuole che hanno colpito perino le forze russe nel paese vi-
mettere in ginocchio Teheran con le sanzioni, ma cino. Israele non ha inviato i soldati sul campo e ha
non è disposto a lanciarsi in una nuova avventura né preferito gestire la minaccia iraniana con interventi
a impedire l’apertura del corridoio iraniano che col- aerei e attraverso i negoziati con Mosca. Tuttavia la
legherà Teheran al Mediterraneo. politica israeliana in Siria dipende sempre più da Mo-
Nel 2018 la politica statunitense in Medio Oriente sca, con cui i rapporti sono complicati, e non basta a
è apparsa più incoerente, o meglio più “trumpiana”, estromettere gli iraniani dal paese.
che mai. Washington non sembra avere né una pro- Ancor più che negli anni precedenti, l’Arabia Sau-
spettiva globale né una strategia, e si accontenta di dita sembrava il simbolo dell’emarginazione degli
difendere gli interessi dei suoi due alleati o di privile- arabi, esclusi addirittura dal tavolo del negoziato sul-
giare le azioni unilaterali e precipitose. la Siria. Ora però l’apertura dell’ambasciata degli
La Russia è senza dubbio la vincitrice dell’anno in Emirati Arabi Uniti a Damasco, che sarà seguita
Medio Oriente. L’orso russo è tornato ed è capace di dall’apertura dell’ambasciata saudita, testimonia
parlare a tutti i governi della regione, facendo cresce- una volontà di tornare in gioco e alimenta la speranza
re la propria inluenza in diversi paesi (Siria, Libano, di contenere l’inluenza iraniana nel paese. Nel 2018
Egitto). In Siria Mosca è ormai arbitra di tutte le di- l’Arabia Saudita ha teso la mano a Damasco, promet- ANTHONY
SAMRANI
vergenze. L’opposizione, i curdi, la Turchia, Israele e tendo una normalizzazione dei rapporti in cambio
è un giornalista
perino gli arabi del Golfo devono passare dai russi del ritiro degli iraniani. Il problema è che Riyadh libanese. Lavora per
per intervenire nel paese. La Russia fa da tampone sembra avere sempre meno da ofrire, con un libretto il quotidiano
tra israeliani e iraniani e tra turchi e curdi. La forza di degli assegni che si è assottigliato, una reputazione L’Orient-Le Jour, per
Mosca in Medio Oriente dipenderà proprio dalla sua intaccata dalla vicenda Khashoggi e una politica il quale ha scritto
capacità di continuare a soddisfare tutte le parti in estera incentrata prima di tutto sullo Yemen. u as questo articolo.

34 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


In copertina

Un
mondo
senza
insetti
Brooke Jarvis, The New
York Times, Stati Uniti
Foto di Levon Biss
Sono fondamentali per la
catena alimentare e il
funzionamento degli
ecosistemi. Ma negli ultimi
anni il numero degli insetti
è crollato. Un fenomeno
poco studiato, con gravi
conseguenze anche per il
futuro dell’umanità
une Boye Riis stava facendo

S una passeggiata in bicicletta


con il iglio più piccolo, go-
dendosi il sole basso sui cam-
pi e i boschi vicino alla sua
casa a nord di Copenaghen,
quando improvvisamente si rese conto
che mancava qualcosa. Era estate. Era in
piena campagna, stava andando veloce,
ma stranamente non gli era inito in boc-
ca neanche un insetto.
Per un attimo, Riis tornò con il pensie-
ro alla sua infanzia sull’isola danese di
Lolland, nel mar Baltico. Allora, andare
in bicicletta d’estate voleva dire attraver-
sare nugoli d’insetti, e anche tenendo la
bocca chiusa si finiva per inghiottirne
qualcuno. Quando andava in macchina
con i genitori, spesso il parabrezza era co-
sì pieno d’insetti morti che quasi non si
vedeva nulla. Tutto questo sembrava or-
mai lontano. Non riusciva a ricordare
l’ultima volta che aveva dovuto togliere
gli insetti dal parabrezza. Si era perino
chiesto se nel frattempo le case automo-

36 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Exaerete frontalis, America centromeridionale bilistiche non avessero inventato qualche
tipo di rivestimento che li teneva lontani.
Ma ora, si rese conto con un certo allar-
me, quest’assenza era ovunque. Dov’era-
no initi tutti quegli insetti? Quando era-
no spariti? E perché non se n’era accorto
prima? Riis guardò suo iglio, che sfrec-
ciava sulla bici in quella magniica gior-
nata, senza mangiare insetti, e fu preso
dalla malinconia al pensiero che a lui sa-
rebbe mancata quell’esperienza. Certo,
era strano provare nostalgia per una cosa
simile. Ma non riusciva a liberarsi di quel
senso di perdita.
Ho incontrato Riis, un professore di
scienze e matematica delle superiori, in
una calda giornata di giugno. Era agitato
perché non aveva ancora scritto il suo di-
scorso per la cerimonia di consegna dei
diplomi, ma prima aveva un lavoro da fa-
re. Aveva recuperato in garage un grande
retino per insetti e lo aveva attaccato al
tettuccio della macchina. La rete bianca
percorreva tutta la lunghezza dell’auto e
iniva in un sacchetto rimovibile. Mentre
la issava, Riis si è guardato intorno pre-
occupato. “Non è legale al 100 per cen-
to”, ha detto, “ma direi che per il bene
della scienza si può fare”.
Da quella mattina Riis non aveva più
smesso di pensare alla scomparsa degli
insetti. Più cose scopriva, più la nostalgia
lasciava il posto alla preoccupazione: gli
insetti sono gli indispensabili impollina-
tori e riciclatori degli ecosistemi, e sono
alla base delle catene alimentari dovun-
que. Riis non è il solo ad aver notato il loro
declino. Recentemente gli scienziati han-
no scoperto che negli ultimi vent’anni la
popolazione delle farfalle monarca negli
Stati Uniti è diminuita del 90 per cento, il
che signiica una perdita di 900 milioni
di esemplari, mentre nello stesso periodo
quella di una specie di bombo (Bombus
ainis) che un tempo viveva in 28 stati si è
ridotta dell’87 per cento. Per quanto ri-
guarda altre specie meno studiate, un
esperto di farfalle mi ha detto: “Non pos-
siamo fare altro che alzare le braccia e
dire ‘Non ci sono più’”.
Ma la cosa più inquietante non è la
sparizione di certi tipi di insetti: è il timo-
re, condiviso da Riis e da molti altri, che
un intero mondo di insetti stia scompa-
rendo, e che questa perdita possa inluire
sulla vita del pianeta in modi imprevedi-
bili. “Ci accorgiamo delle estinzioni”,
dice l’entomologo dell’università del
Connecticut David Wagner, “ma non no-
tiamo i cali delle popolazioni”.
Dato che gli insetti sono moltissimi,

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 37


In copertina
poco appariscenti e diicili da monitora- Papilio Paris, Asia sudorientale
re, il timore che ce ne siano molti meno di
prima è più percepito che documentato.
La gente ha cominciato ad accorgersene
lungo i canali, nei giardini o sotto la luce
dei lampioni, luoghi familiari che sono
diventati insolitamente vuoti. Questa
sensazione è ormai così difusa che gli
entomologi le hanno dato un nome: il
“fenomeno del parabrezza”.

La nuova norma
Per veriicare quello che all’inizio era solo
il vago sospetto che stesse succedendo
qualcosa di strano, Riis e altri duecento
danesi stavano passando il mese di giu-
gno in giro per le strade secondarie del
paese con i loro retini sulle auto, nell’am-
bito di uno studio condotto dal Museo di
storia naturale della Danimarca in colla-
borazione con le università di Copena-
ghen, di Aarhus e del North Carolina.
Nel 2016, quando avevano program-
mato lo studio, i ricercatori non erano si-
curi di trovare dei volontari. Poi un arti-
colo pubblicato da un’oscura società te-
desca di entomologia aveva attirato l’at-
tenzione sul problema del declino degli
insetti. Dall’articolo emergeva che, in
termini di peso, la quantità degli insetti
volanti nelle riserve naturali tedesche si
era ridotta del 75 per cento in soli 27 anni. Come osservava Eraclito 2.500 anni fa, è fenomeno nelle foto dei pescatori che
Se si considerava il picco massimo delle impossibile mantenere una prospettiva mostravano i loro trofei alle Florida Keys.
popolazioni, in piena estate, il calo era stabile. Non è più lo stesso iume, ma ne- Con il passare dei decenni i pesci diven-
stato dell’82 per cento. anche noi siamo più le stesse persone. tavano sempre più piccoli, tanto che certi
Riis aveva saputo dello studio grazie a Uno studio condotto nel 1995 da Peter esemplari da trofeo erano più piccoli di
una ricerca dei suoi studenti. Devono H. Kahn e Batya Friedman su come i quelli che negli anni precedenti venivano
aver sbagliato a citare i dati, aveva pensa- bambini di Houston percepivano l’inqui- ignorati. Ma il sorriso sulla faccia dei pe-
to. Ma non era così. Quello studio sareb- namento riassumeva così la nostra ceci- scatori rimaneva lo stesso. Il mondo non
be diventato, secondo il sito Altmetric, il tà: “Il livello di degrado ambientale au- ci sembra mai rovinato, perché ci abituia-
sesto articolo scientiico più discusso del menta a ogni generazione, ma ogni gene- mo alla rovina.
2017. E i giornali di tutto il mondo avreb- razione considera quel livello la norma”. In un certo senso, gli insetti sono il ti-
bero cominciato a parlare di un’“apoca- La biologa marina Loren McClenachan po di fauna che conosciamo meglio, gli
lisse degli insetti”. ha trovato l’esempio perfetto di questo animali selvatici la cui vita si mescola più
Nel giro di pochi giorni dall’annuncio da vicino con la nostra: i ragni nella doc-
del suo progetto, il Museo di storia natu- Da sapere cia, le formiche al picnic, le zecche attac-
rale aveva dovuto respingere decine di cate alla pelle. A volte ci sembra di cono-
volontari. Sembrava che ovunque ci fos- Un calo sorprendente scerli in troppo bene. In un altro senso,
sero persone come Riis, che si erano ac- Insetti raccolti in alcune riserve naturali però, sono uno dei più grandi misteri del
tedesche, grammi al giorno
corte del cambiamento ma non sapeva- Fonte: Hallmann et al., Plos One, The Guardian
nostro pianeta, e ci ricordano quanto po-
no come interpretarlo. co sappiamo di quello che succede nel
8
Com’era possibile che qualcosa di co- mondo intorno a noi.
sì fondamentale come gli insetti volanti Abbiamo catalogato e descritto un mi-
6
stesse sparendo? E che ne sarebbe stato lione di specie di insetti, un numero stu-
del mondo senza di loro? pefacente di tripidi e lepismatidi, di for-
Chiunque sia tornato sui luoghi della 4 micaleoni e tricotteri, di sputacchine e di
sua infanzia scoprendo che tutto era di- altre enormi famiglie di insetti che la
ventato più piccolo, sa bene che gli esseri 2 maggior parte di noi non sa neanche co-
umani non sono molto bravi a ricordare il me si chiamino. Quelli che crediamo di
passato. Questo vale in particolar modo 0 conoscere bene, in realtà non li conoscia-
per i cambiamenti del mondo naturale. 1989 1994 2001 2007 2012 2017 mo afatto: esistono 12mila tipi di formi-

38 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Platypria melli, Asia meridionale mentato di quelli ben studiati, compresi
vari tipi di api, falene, farfalle e coleotteri.
Nel Regno Unito dal 30 al 60 per cento
delle specie aveva un’area di distribuzio-
ne più ristretta. Le tendenze più generali
erano diicili da individuare, anche se
nel 2014 la rivista Science aveva cercato
di quantiicare il calo facendo una sintesi
dei risultati degli studi esistenti ed era
giunta alla conclusione che per la mag-
gior parte delle specie monitorate la ridu-
zione era in media del 45 per cento.
Gli entomologi sapevano anche che il
cambiamento climatico e il degrado
complessivo degli habitat naturali dan-
neggiano la biodiversità, e che gli insetti
sono minacciati anche dagli erbicidi e dai
pesticidi, oltre che dalla scomparsa di
prati, foreste e perino spiazzi erbosi do-
vuta alla continua espansione delle aree
occupate dagli esseri umani. C’erano stu-
di su altre specie più conosciute dai quali
si deduceva che anche gli insetti associa-
ti a quegli animali stavano diminuendo.
Gli ittiologi avevano scoperto che i pesci
trovavano sempre meno libellule da
mangiare. Gli ornitologi continuavano a
constatare che gli uccelli insettivori era-
no in diicoltà: dalle campagne francesi
erano scomparse otto pernici su dieci,
mentre gli usignoli e le tortore erano di-
che, circa 20mila varietà di api, quasi a nessuno”, dice Dave Goulson, un ento- minuiti rispettivamente del 50 e del’80
400mila specie di scarafaggi. Eppure gli mologo dell’università del Sussex. Que- per cento. Metà degli uccelli che un tem-
entomologi calcolano che questa sor- sto vale soprattutto per le popolazioni di po popolavano le campagne europee era-
prendente, assurda e poco studiata varie- insetti, che sono per loro natura variabili no scomparsi nell’arco di soli trent’anni.
tà forse rappresenta solo il 20 per cento di e di anno in anno subiscono ampie lut- All’inizio molti scienziati avevano pensa-
tutti gli insetti del nostro pianeta: ci sono tuazioni che non permettono di stabilire to che dipendesse dal solito fattore, la
milioni e milioni di specie che la scienza una tendenza precisa. distruzione degli habitat, ma poi hanno
ignora totalmente. Quando hanno cominciato ad accor- cominciato a chiedersi se per caso gli uc-
gersi del calo degli insetti e a indagare sul celli non stessero semplicemente moren-
Dati mancanti fenomeno, gli entomologi si sono lamen- do di fame. In Danimarca, l’idea di usare
Con tutta questa abbondanza, probabil- tati della mancanza di dati sul passato le macchine con le reti per studiare il fe-
mente alla maggior parte degli entomo- con cui confrontare le loro osservazioni. nomeno del parabrezza è venuta a un or-
logi del passato non è mai venuto in men- “Vediamo che ci sono cento esemplari e nitologo di nome Anders Tottrup, il quale
te che l’oggetto dei loro studi potesse re- pensiamo che vada tutto bene”, dice aveva notato che i lodolai, i piccoli gui e i
stringersi. Mentre studiavano i cicli di Wagner. “Ma se due generazioni fa fosse- gruccioni – tutti uccelli che si nutrono di
vita e le tassonomie delle specie che li af- ro state centomila?”. Rob Dunn, un eco- grossi insetti come i coleotteri e le libellu-
fascinavano, ben pochi pensavano a mi- logo della North Carolina state university le – erano improvvisamente spariti.
surare una cosa banale come il loro nu- che ha contribuito a ideare l’esperimento I segnali erano senza dubbio allar-
mero. E poi, calcolare le quantità è un la- danese, qualche tempo fa si è messo a manti, ma erano solo segnali, e quindi
voro lento, noioso e oscuro: bisogna pre- cercare studi che riguardano gli efetti dei non bastavano a giustiicare grandi prese
parare e controllare trappole, aspettare pesticidi spruzzati nei campi sugli insetti di posizione sulla salute degli insetti nel
anni se non addirittura decenni perché i che vivono nei boschi vicini, e ha scoper- loro complesso o su quella che poteva es-
dati diventino significativi, e farsi do- to che non esisteva nessuno studio del sere la causa di un declino generale. “Non
mande poco soisticate. E chi mai avreb- genere. “Non abbiamo tenuto conto di esistono dati quantitativi sugli insetti,
be inanziato una ricerca simile? La mag- alcune questioni veramente basilari”, di- perciò è solo un’ipotesi”, mi ha spiegato
gior parte dei fondi accademici sono per ce. “È come se fossimo stati tutti ciechi”. Hans de Kroon, un ecologo dell’universi-
progetti a breve termine, ma quando Se non avevano i dati, gli entomologi tà Radboud di Nimega, nei Paesi Bassi.
quello che ti interessa è un invisibile cam- avevano però alcuni indizi molto preoc- Non è certo il tipo di linguaggio che spin-
biamento generazionale, “un program- cupanti. Oltre all’impressione che ci fos- ge la gente a fare le barricate.
ma di monitoraggio di tre anni non serve sero meno insetti, c’era un calo docu- Poi è arrivato lo studio tedesco. Gli

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 39


In copertina
scienziati restano cauti sulle implicazio- Cladonota, America centrale
ni per altre regioni del mondo. Ma quello
studio presentava esattamente il tipo di
dati longitudinali che stavano cercando,
e non riguardava una sola specie. Le cifre
erano sorprendenti: indicavano un forte
impoverimento di tutto l’universo degli
insetti, perino nelle aree protette dove
dovrebbero essere sottoposti a una mi-
nore pressione. La rapidità e le dimen-
sioni del calo erano scioccanti perino
per gli entomologi che erano già preoc-
cupati per le api, le lucciole e i parabrezza
troppo puliti.
Quei risultati erano sorprendenti an-
che da un altro punto di vista. I dati a lun-
go termine sulla quantità di insetti – quel-
li che nessuno riusciva a trovare – non
erano stati pubblicati da una rivista pre-
stigiosa né erano frutto degli studi di
scienziati ailiati a qualche università,
ma provenivano da una piccola associa-
zione di appassionati di insetti che aveva
sede nella piccola cittadina tedesca di
Krefeld.

Pile di scatoloni
Krefeld si trova a mezz’ora di macchina
da Düsseldorf, vicino alla sponda occi-
dentale del Reno. È una cittadina di case
di mattoni, con giardini pieni di iori colo-
rati e uno Stadtwald, un parco comunale, ghi ino alle spalle, è un tipo estremamen- base volontaria, e molti dei suoi iscritti
dove ci sono un laghetto, una birreria te preciso quando si tratta di lavorare sugli fanno lavori che non c’entrano nulla con
all’aperto e (non ho potuto fare a meno di insetti. E il suo lavoro sugli insetti è l’unica la loro passione. Ma hanno una profonda
notare) sciami di insetti che danzano nel- cosa di cui vuole parlare: “La cosa più im- conoscenza degli insetti, accumulata in
la luce del pomeriggio. portante sono i dettagli sulla natura e sul anni di quella che altri potrebbero consi-
Al centro della città vecchia, un cartel- declino della biodiversità, non quelli sulla derare un’attenzione ossessiva.
lo indica la sede della società entomolo- vita degli entomologi”. I loro progetti spesso comportano
gica, che usa come deposito una vecchia Ai volontari dell’associazione non pia- l’installazione di trappole a rete simili a
scuola di tre piani. Se provate a chiedere ce essere etichettati come “amatori”. È tende, che incanalano gli insetti verso
di vedere le collezioni, vi sentirete dare una deinizione che, secondo loro, rilette bottiglie piene di etanolo. In base ai prin-
risposte del tipo: “Questa stanza è tutta una visione troppo restrittiva di cosa si- cìpi scientifici dell’associazione, gli
dedicata ai lepidotteri”, alludendo a una gnifica essere un esperto o addirittura iscritti seguono procedure standard: im-
stanza piena di quelli che all’inizio pensa- uno scienziato, di quello che signiica es- piegano sempre trappole identiche, co-
vo fossero scafali di libri ma in realtà era- sere uno studioso del mondo naturale. struite seguendo un modello usato per la
no innumerevoli bacheche di legno piene Gli amatori ci hanno fornito buona prima volta nel 1982. Le collocano sem-
di farfalle e falene spillate. parte delle frammentarie conoscenze pre negli stessi posti. Conservano tutto
Sugli scafali che ospitano davvero li- che abbiamo sulla natura. Tutti quegli quello che catturano, indipendentemen-
bri, ho contato 31 volumi della serie Beetles studi sulle api e le farfalle sono in gran te dallo scopo principale dell’esperimen-
of middle Europe. Un volume di 395 pagine parte frutto della mobilitazione in massa to in corso (hanno comprato tanto etano-
che catalogava esemplari di pompilidi del di volontari disposti ad andare a contare lo da attirare l’attenzione della polizia).
paleartico occidentale, recava la scritta insetti, ogni due settimane o una volta Le bottiglie piene di insetti sono rac-
“1948-2008”. Ho chiesto alla mia guida, all’anno, anno dopo anno. Anche le spa- colte in migliaia di scatoloni. Così, quan-
un membro dell’associazione di nome ventose cifre sulla scomparsa degli uccel- do i membri dell’associazione, come
Martin Sorg che era uno dei principali au- li sono state raccolte così. Per quanto pos- tutti gli altri entomologi, hanno comin-
tori dello studio, se quello era il periodo in siamo essere tecnologicamente avanzati, ciato ad accorgersi che c’erano meno in-
cui gli esemplari erano stati raccolti. il mondo naturale è ancora un posto enor- setti in giro, hanno avuto una base su cui
“No”, mi ha risposto, “quello è il tempo me e complesso, e l’unico modo per sape- misurare i loro timori.
che ci ha messo l’autore per scriverlo”. re cosa sta succedendo è che molte per- “Non gettiamo via nulla, conservia-
Sorg, che si rolla le sigarette, porta occhia- sone passino molto tempo a osservarlo. mo tutto”, spiega Sorg. “Questo ci per-
li alla John Lennon e ha i capelli grigi lun- L’associazione di Krefeld è gestita su mette di andare indietro nel tempo”.

40 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Sternotomis, Africa Ma l’estinzione non è l’unica tragedia che
stiamo vivendo. Ci sono specie che esi-
stono ancora, ma sono solo l’ombra di
quello che erano un tempo. Nel suo The
once and future world, il giornalista J.B.
MacKinnon cita una serie di osservazioni
fatte negli ultimi secoli che danno la mi-
sura di quello che abbiamo perduto:
“Nell’Atlantico settentrionale, un banco
di merluzzi blocca un veliero in mezzo
all’oceano. Al largo delle coste di Sydney,
in Australia, una nave veleggia da mezzo-
giorno al tramonto attraverso branchi di
capodogli a perdita d’occhio. I pionieri
del Paciico si lamentano che i salmoni in
risalita rischiano di capovolgere le loro
canoe”. Si parlava di leoni nel sud della
Francia, di trichechi alla foce del Tamigi,
di stormi di uccelli che impiegavano tre
giorni a sorvolare una zona, di cento ba-
lenottere azzurre nell’oceano Antartico
per ognuna che ce n’è oggi. “Questi non
sono reperti di un’era lontana”, scrive
MacKinnon. “Stiamo parlando di cose
che gli occhi umani hanno visto, che sono
rimaste nella memoria umana”.
Della biodiversità non stiamo perden-
do solo diversità, ma anche “bio”, cioè
quantità di vita. Mentre scrivevo questo
articolo, gli scienziati hanno scoperto che
la più grande colonia di pinguini reali del
Nel 2013 gli entomologi di Krefeld scritto gli autori, fa pensare “che negli ul- mondo si è ridotta dell’88 per cento negli
hanno confermato che gli insetti cattura- timi decenni non siano state decimate ultimi 35 anni, e che oltre il 97 per cento
ti in una certa riserva naturale erano circa solo le specie più vulnerabili, ma tutta la dei tonni australi che un tempo popolava-
l’80 per cento in meno rispetto al 1989. comunità degli insetti volanti”. no gli oceani non esiste più.
Avevano esaminato altri siti, analizzato Per alcuni scienziati è stata una presa Sentirsi rassicurati dalla sopravviven-
vecchi dati e scoperto che ovunque suc- di coscienza. “Gli scienziati pensavano za di pochi esemplari simbolici signiica
cedeva la stessa cosa: dove trent’anni pri- che questi dati fossero noiosi”, dice non tener conto del valore dell’abbon-
ma avevano bisogno di una bottiglia da Dunn. “Ma loro li trovavano importantis- danza, di un mondo naturale ricco di
un litro per contenere i campioni, adesso simi. Sono loro che hanno tenuto d’oc- complessità e di interazioni. Le tigri, per
ne bastava una da mezzo litro. Ma identi- chio la Terra al posto di tutti noi”. esempio, esistono ancora, ma nel 93 per
ficare tutti gli insetti che c’erano nelle cento delle terre dove vivevano adesso
bottiglie avrebbe richiesto anni di fatico- Efetto a cascata non ci sono più. Questo è importante non
so lavoro, perino a entomologi profes- La perdita di biodiversità in atto su tutto solo per motivi sentimentali: i grandi
sionisti. Perciò l’associazione usava un il pianeta è nota come la sesta estinzione animali, soprattutto i grandi predatori
metodo standard per pesare gli insetti di massa: è la sesta volta nella storia del come le tigri, costituiscono un anello di
nell’alcol e capire quanto si era ridotta la mondo che un gran numero di specie collegamento tra interi ecosistemi e
loro massa complessiva negli anni. “La scompare a un ritmo insolitamente rapi- muovono energie e risorse semplice-
riduzione di questa massa”, dice Sorg, “è do, e questa volta non a causa di un aste- mente spostandosi, mangiando, defe-
una cosa molto diversa dal declino di po- roide o delle ere glaciali ma per l’inter- cando e morendo. Uno degli efetti della
che specie”. vento umano. loro perdita è il fenomeno che è stato
L’associazione ha collaborato con de Quando pensiamo alla perdita di bio- chiamato “cascata trofica”: il disfaci-
Kroon e altri scienziati dell’università diversità, ci vengono in mente gli ultimi mento del tessuto di un ecosistema che si
Radboud, che hanno analizzato i dati esemplari di rinoceronte bianco setten- veriica quando, in mancanza di predato-
controllando cose come gli efetti della trionale protetti da guardie armate, o gli ri, le popolazioni di prede aumentano e
vegetazione circostante e del tempo at- orsi polari sui banchi di ghiaccio che si c’è uno scompenso nella catena alimen-
mosferico sulle luttuazioni delle popola- stanno sciogliendo. L’estinzione è una tare. Questi luoghi sono più vuoti, impo-
zioni di insetti. Lo studio inale del 2017 tragedia profonda, che tutti possono veriti in mille modi sottili.
ha preso in considerazione 63 riserve na- comprendere. Non c’è modo di tornare Da qualche tempo gli scienziati parla-
turali e ha rilevato riduzioni consistenti indietro. La colpa di aver fatto scompari- no di estinzione funzionale (in contrap-
in ogni tipo di habitat. Questo, hanno re una specie unica al mondo è eterna. posizione alla più familiare estinzione

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 41


In copertina
numerica). Gli animali e le piante funzio- completa di una specie) e dell’estirpazio- zionare il mondo naturale”. Gli insetti
nalmente estinti sono ancora presenti ne (estinzione localizzata), oggi gli scien- sono il classico esempio dell’invisibile
nell’ecosistema, ma non sono più abba- ziati parlano di defaunazione: la perdita importanza dell’ordinario.
stanza da inluire sul suo funzionamento. di individui, di abbondanza, della pre- Gli scienziati hanno cercato di calco-
Non si tratta dell’estinzione di una spe- senza assoluta di animali in un luogo. In lare tutto quello che gli insetti fanno per
cie, ma di tutte le interazioni che quella un articolo apparso nel 2014 sulla rivista noi semplicemente esistendo in grandi
specie aveva con l’ambiente: l’estinzione Science, un gruppo di ricercatori sostene- numeri. Migliaia di miliardi di insetti che
della dispersione dei semi, dell’impolli- va che questa parola dovrebbe diventare svolazzano di iore in iore impollinano
nazione, della predazione e di tutte le al- familiare e importante come il concetto circa tre quarti delle colture di cui ci nu-
tre funzioni ecologiche che un animale di deforestazione. Nel 2017 un altro arti- triamo, un servizio che vale più o meno
un tempo aveva. Anche se restano ancora colo riferiva che un notevole calo delle 500 miliardi di dollari all’anno. Senza
alcuni esemplari di quella specie, il feno- popolazioni e della diversità si riscontra contare l’80 per cento delle piante da io-
meno può essere devastante. Più intera- anche in specie considerate a basso ri- re selvatiche, che ovunque sono alla base
zioni si perdono, più un ecosistema di- schio di estinzione. I suoi autori prevede- della vita e che sfruttano anch’esse l’im-
venta caotico. vano “conseguenze negative a cascata pollinazione. Se calcoli economici come
Un articolo pubblicato nel 2013 dalla sul funzionamento e sui servizi degli eco- questi vi suonano strani, pensate alla val-
rivista Nature, che presentava modelli di le di Maoxian, in Cina, dove la carenza di
reti alimentari sia naturali sia generate Gli insetti sono insetti impollinatori ha costretto gli agri-
dal computer, suggeriva che una perdita coltori ad assumere lavoratori, al costo di
anche solo del 30 per cento dell’abbon- il classico esempio 19 dollari al giorno ciascuno, per sostitu-
danza di una specie può essere così de- dell’importanza ire le api. Ogni persona impollina a mano
stabilizzante da innescare l’estinzione dai cinque ai dieci alberi di mele al gior-
totale di altre specie, anzi, nell’80 per dell’ordinario no.
cento dei casi sono proprio quelle che Mangiando e facendosi mangiare, gli
hanno subìto questo efetto secondario a sistemi, fondamentali per il sostenta- insetti trasformano le piante in proteine e
scomparire per prime. Un famoso esem- mento della civiltà”, e proponevano favoriscono la crescita di tutte le innume-
pio di questo efetto a cascata è quello che un’altra espressione per deinire la perdi- revoli specie – compresi i pesci d’acqua
riguarda le lontre marine. Quando nel ta della fauna selvatica del pianeta: “an- dolce e la maggior parte degli uccelli –
Paciico settentrionale sono state quasi nichilimento biologico”. che si nutrono di loro, senza contare tutti
spazzate via, le loro prede, i ricci di mare, Si calcola che, dal 1970 a oggi, le po- gli animali che mangiano quelle specie.
si sono moltiplicati così tanto da divorare polazioni di animali selvatici si siano ri- Ci preoccupiamo di salvare l’orso grizzly,
intere foreste di alghe, trasformando un dotte in media del 60 per cento. Se pren- dice l’ecologo Scott Hofman Black, ma
ambiente ricco di diversità in una landa diamo in considerazione la categoria che cosa farebbero i grizzly senza le api che
desolata e forse contribuendo ad alcune ci è più vicina, i mammiferi, gli scienziati impollinano le bacche o senza le mosche
estinzioni numeriche, come quella della sono convinti che su sei animali selvatici che nutrono i piccoli salmoni? E, a dirla
ritina di Steller. che un tempo mangiavano, scavavano tutta, cosa faremmo noi?
tane e allevavano piccoli, oggi ne rimane Gli insetti sono fondamentali per la
L’era della solitudine solo uno. Al loro posto ci siamo noi. Da decomposizione, che consente il riciclo
I conservazionisti tendono a concentrar- uno studio pubblicato quest’anno su Pro- delle sostanze nutrienti, mantiene sano il
si sulle specie rare e a rischio di estinzio- ceedings of the National Academy of terreno, fa crescere le piante e regola gli
ne, ma sono quelle più comuni, proprio a Sciences è emerso che, se si considera il ecosistemi. Questo loro ruolo è quasi
causa del loro gran numero, a far funzio- peso dei mammiferi terrestri, il sempre invisibile, inché all’im-
nare i sistemi viventi del pianeta. La mag- 96 per cento della biomassa è provviso diventa evidente. Do-
gior parte delle specie non è comune, ma costituita da esseri umani e ani- po aver introdotto gli animali
all’interno di molti gruppi di animali la mali da allevamento, mentre gli da allevamento in Australia,
maggior parte degli individui – circa l’80 animali selvatici sono solo il 4 all’inizio dell’ottocento, i coloni
per cento – appartiene a specie comuni. per cento. si trovarono ad afrontare il pro-
Come per il lento avvicinarsi del crepu- Abbiamo cominciato a dire che ormai blema dei loro escrementi: per qualche
scolo, è diicile accorgersi del loro decli- viviamo nell’antropocene, in un mondo motivo, lo sterco di mucca impiegava
no. In India, quando ci si è resi conto che plasmato dall’essere umano. Ma il natu- mesi, se non anni, a decomporsi. I bovini
stavano scomparendo, i grifoni dorso- ralista e profeta del degrado ambientale si riiutavano di mangiare vicino a quegli
bianco non c’erano quasi più. E.O. Wilson propone un nome diverso: oggetti maleodoranti, di conseguenza ci
A proposito di questo fenomeno, Ke- l’eremocene, o era della solitudine. voleva sempre più terra da pascolo, e le
vin Gaston, che insegna biodiversità e Wilson ha cominciato la sua carriera mosche che se ne nutrivano erano così
conservazione all’università di Exeter, come entomologo tassonomista studian- numerose che il paese diventò famoso
ha scritto sulla rivista BioScience: “Gli do le formiche. Gli insetti – che sono la per i bui cappelli che gli allevatori indos-
esseri umani sembrano per loro natura cosa più lontana possibile dalla carisma- savano per tenerle lontane. Fu solo nel
più capaci di accorgersi della perdita to- tica megafauna – non sono quello a cui di 1951 che un entomologo capì cosa non
tale di una caratteristica ambientale che solito pensiamo quando parliamo di bio- andava: gli insetti locali, abituati a man-
non del suo progressivo cambiamento”. diversità. Ma sono, per usare le parole di giare gli escrementi più ibrosi dei marsu-
Oltre che dell’estinzione (la perdita Wilson, “le piccole cose che fanno fun- piali, non riuscivano a smaltire quelli

42 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Coprophanaeus lancifer, Sudamerica Metallyticus splendidus, Asia sudorientale

delle mucche. Nei 25 anni successivi, marciume e di morte; e in cui “la specie in cui quella perdita si sta estendendo a
l’importazione di decine di specie di ster- umana sopravvive solo tornando a man- tutto l’ecosistema, con una forte riduzio-
corari diventò una priorità nazionale. Ne- giare pesce e granaglie impollinate dal ne del numero di lucertole, uccelli e rane.
gli Stati Uniti, gli stercorari fanno rispar- vento”, tra denutrizione generale e guer- Nell’articolo si parla di “una cascata troi-
miare agli allevatori circa 380 milioni di re per accaparrarsi le risorse. ca dal basso verso l’alto, con il conseguen-
dollari all’anno. In realtà non sappiamo te collasso della rete alimentare della fo-
tutto quello che fanno gli insetti. E solo il Punto di rottura resta”. La posta di Lister si è subito riem-
2 per cento delle specie invertebrate è Ma il punto cruciale del fenomeno del pa- pita di messaggi, soprattutto di persone
stato studiato abbastanza per calcolare rabrezza è che ci troveremo a rimpiangere che studiano gli invertebrati terrestri e
se quelle specie sono a rischio di estinzio- gli insetti ben prima che scompaiano del avevano osservato un declino altrettanto
ne, senza contare tutti i pericoli che po- tutto. Uno studio su Puerto Rico appena terriicante. Nonostante le sue stesse sco-
trebbe comportare la loro estinzione. pubblicato da Proceedings of the Natio- perte, Lister ha trovato queste notizie
Quando gli si chiede di immaginare nal Academy of Sciences presenta dati sconvolgenti. “Non immaginavo che ci
cosa succederebbe se gli insetti scompa- che vanno dagli anni settanta all’inizio di fosse una crisi dei lombrichi”.
rissero del tutto, gli scienziati usano pa- questo decennio, quando un ecologo tro- La cosa strana, dice Lister, è che tutte
role come caos, collasso, apocalisse. Wa- picale di nome Brad Lister è tornato nella queste perdite sono invisibili agli occhi di
gner, l’entomologo dell’università del foresta pluviale in cui aveva studiato le una persona comune che attraversa la fo-
Connecticut, descrive un mondo senza lucertole – e soprattutto le loro prede – resta pluviale di Luquillo. Durante la sua
iori, dove le foreste sono silenziose, un quarant’anni prima. Lister ha messo delle ultima visita, la foresta sembrava ancora
mondo di escrementi, foglie secche e car- trappole e trascinato reti tra le foglie negli “senza tempo” e “fantasmagorica”, piena
casse putride che si accumulano nelle stessi luoghi in cui lo aveva fatto negli an- di “cascatelle e tappeti di iori”. Solo un
città e ai bordi delle strade, un mondo “al ni settanta, ma questa volta ha raccolto esperto avrebbe capito che mancava qual-
collasso in cui il decadimento, l’erosione molto, molto meno: a livello di biomassa, cosa. Ma Lister prevede che queste perdi-
e la perdita si estenderebbero a tutti gli da 10 a 60 volte meno artropodi rispetto a te porteranno la foresta a un punto di rot-
ecosistemi”, passando dai predatori alle prima. È facile leggere questo numero co- tura, dopo il quale “ci sarà un improvviso
piante. me il 60 per cento in meno, ma in realtà si e drammatico crollo del sistema” e i cam-
Anche E.O. Wilson ha descritto un tratta di 60 volte meno: dove prima aveva biamenti diventeranno evidenti. Il posto
mondo senza insetti, dove la maggior catturato 473 milligrammi di insetti, che ama diventerà irriconoscibile.
parte delle piante e degli animali terrestri adesso ne catturava otto. Gli insetti della foresta di Puerto Rico
sono estinti; in cui per un po’ di tempo c’è “È stato devastante”, mi ha detto Li- non hanno dovuto combattere con i pesti-
un’esplosione di funghi che si nutrono di ster. Ma ancora più spaventoso è il modo cidi e la scomparsa del loro habitat, i due

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 43


In copertina
problemi indicati nell’articolo di Krefeld. comunque un declino”. Da quando è ga perché tanti indizi sul calo della biodi-
Lister attribuisce il loro declino al cam- uscito lo studio di Krefeld, gli scienziati versità degli insetti vengano proprio da
biamento climatico, che a Luquillo ha già hanno cominciato a cercare altri serbatoi lì. Perché, se sulla situazione degli insetti
fatto salire le temperature di due gradi di informazioni dimenticati che potreb- in Europa non sappiamo molto, sulle al-
dalla prima volta che è andato a raccoglie- bero aprire inestre sul passato. Alcuni dei tre parti del mondo ne sappiamo ancora
re campioni lì. Alcuni studi precedenti ricercatori dell’università Radboud han- meno. “E non sapremmo nulla se non
avevano già previsto che gli insetti tropi- no analizzato i dati raccolti dalle società fosse per loro”, i cosiddetti amatori, dice
cali sarebbero stati particolarmente sen- entomologiche olandesi sui coleotteri e Goulson. “Dovremmo solo basarci sul
sibili all’aumento delle temperature. A sulle falene in certe riserve, e hanno ri- fatto che non troviamo più insetti sul pa-
novembre gli scienziati che hanno sotto- scontrato un calo signiicativo (rispettiva- rabrezza”.
posto alcuni coleotteri a un’ondata di ca- mente del 72 e del 54 per cento) che corri- Thomas pensa anche che questa tradi-
lore in laboratorio hanno veriicato che spondeva ai rilevamenti di Krefeld. zione naturalistica sia il motivo per cui
diventavano molto meno fertili. Altri Roel van Klink, un ricercatore del Cen- l’Europa si sta muovendo più rapidamen-
scienziati si stanno chiedendo se la causa tro tedesco per la ricerca integrata sulla te di altre regioni del mondo – per esem-
non potrebbe essere la siccità provocata biodiversità, mi ha detto che prima dello pio degli Stati Uniti – per afrontare il pro-
dal caldo, un’invasione di ratti o sempli- studio di Krefeld non si era mai interessa- blema della sparizione degli insetti: l’in-
cemente la somma dei molti cambiamen- to alla biomassa. Adesso sta cercando se- teresse porta allo studio, che porta a una
ti nei luoghi dove un tempo gli insetti era- rie di dati storici – molti dei quali sono maggiore consapevolezza, che a sua volta
no abbondanti. stati raccolti nell’ambito di studi sugli in- genera preoccupazione e spinge all’azio-
Come altre specie, gli insetti reagi- ne. Dopo che sono stati difusi i dati di
scono a quella che Chris Thomas, ecolo- Potrebbero servire Krefeld, ci sono stati dibattiti nel Bunde-
go dell’università di York, ha deinito “la stag tedesco e nel parlamento europeo su
trasformazione del mondo”: non solo il cambiamenti come proteggere la biodiversità degli in-
cambiamento del clima, ma anche una profondi come le setti. Gli stati dell’Unione europea hanno
difusa riconversione degli spazi naturali votato per estendere il divieto di usare i
in spazi umani, a causa dell’urbanizza- cause del fenomeno pesticidi a base di neonicotinoidi e hanno
zione, dell’agricoltura intensiva e di altri cominciato a inanziare altre ricerche per
fattori, che lascia sempre meno risorse a setti infestanti in agricoltura, come quello capire come il numero degli insetti sta
disposizione degli altri esseri viventi. E sulle cavallette in Kansas – che potrebbe- cambiando, quali sono le cause di questo
quelle che restano sono spesso contami- ro contribuire a tracciare un quadro più cambiamento e cosa si può fare.
nate. Secondo Hans de Kroon, oggi la completo su specie che sono al tempo I ricercatori chiedono ai governi di col-
vita di molti insetti è come fuggire da stesso abbondanti e in pericolo. Finora ha laborare, suggeriscono soluzioni creative
un’oasi che si restringe all’altra, “con in trovato 140 serie di vecchi dati che si rife- come includere habitat per gli insetti nei
mezzo un deserto velenoso”. riscono a località nelle quali si potrebbe progetti delle strade, delle linee elettri-
Un motivo di particolare preoccupa- efettuare un nuovo campionamento. che, delle ferrovie e di altre infrastrutture,
zione sono i pesticidi neonicotinoidi, a e chiedono nuovi studi. Potrebbero esse-
base di neurotossine che si pensava col- Nuovi progetti re necessari cambiamenti tanto profondi
pissero solo le colture trattate e invece si Si sta anche cercando di lanciare un nu- quanto lo sono le cause che hanno deter-
accumulano nell’ambiente e vengono mero maggiore di progetti per il monito- minato questa situazione. “È un’altra pro-
consumate da ogni tipo di insetto, non raggio degli insetti, quelli di cui gli scien- va del fatto che stiamo distruggendo i si-
solo da quelli presi di mira. Una delle ipo- zati avrebbero voluto disporre stemi che sostengono la vita sul
tesi più accreditate per spiegare la ridu- per comprendere meglio la sca- pianeta”, dice Lister. “La natura
zione del numero delle api è che le neu- la dell’attuale distruzione. Uno è resiliente, ma la stiamo por-
rotossine impediscano agli insetti di ri- è un progetto pilota tedesco si- tando a tali estremi che prima o
trovare la strada di casa. È stato dimo- mile a quello condotto con le poi il sistema collasserà”.
strato che perfino gli alveari esposti a auto in Danimarca. Per analiz- Gli scienziati sperano che
bassi livelli di neonicotinoidi raccolgono zare i campioni raccolti, i ricercatori stan- gli insetti avranno la possibilità di dimo-
meno polline e producono meno uova e no coinvolgendo dei naturalisti volontari, strare questa resilienza. Mentre le tigri
regine. Da alcuni studi recenti è emerso amatori come quelli di Krefeld ma con mettono al mondo tre o quattro cuccioli
che ormai le api stanno meglio nelle città conoscenze suicienti per capire quello alla volta, in Australia un esemplare di
che nelle campagne. che vedono. epialo del luppolo è arrivato a deporre
La varietà degli insetti è tale che alcu- “Non sono specie facili da identiica- 29.100 uova, e ne aveva ancora 15mila
ne specie riusciranno a cavarsela nei re”, dice Aletta Bonn del Centro tedesco nelle ovaie. La grande fertilità che li con-
nuovi ambienti, altre prospereranno e per la ricerca integrata sulla biodiversità, traddistingue dovrebbe permettere agli
altre ancora, costrette a cercare cibo e che coordina il progetto. Bonn dice che insetti di riprendersi, ma solo se avranno
rifugio in un mondo completamente di- vorrebbe pagare i volontari per il loro la- l’opportunità e lo spazio per farlo.
verso da quello per cui erano fatte, soc- voro, ma i inanziamenti non bastano. “È un discorso che dobbiamo afron-
comberanno. Anche se per capire meglio Questo, comunque, non scoraggia i vo- tare al più presto”, dice Goulson. “Se per-
i motivi e i meccanismi che determinano lontari. diamo gli insetti, tutta la vita sulla Ter-
questi alti e bassi abbiamo bisogno di Secondo Goulson, la lunga tradizione ra...”. Qui si ferma, e la pausa sembra
molti più dati, dice Thomas, “la media è europea di naturalismo amatoriale spie- durare un’eternità. u bt

44 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Cuba

La prossima r
Jon Lee Anderson, The New York Times, Stati Uniti

Cuba celebra il sessantesimo anniversario


dell’ingresso di Fidel Castro all’Avana. E oggi
il paese può cambiare di nuovo, scegliendo
di diventare più democratico
el sessantesimo anni- In altre parole, per la prima volta dal 1959

N versario della rivoluzio-


ne cubana, che il Partito
comunista ha festeggia-
to il 1 gennaio 2019, il
paese è stabile: è riusci-
to a superare minacce come l’invasione
della baia dei Porci nel 1961, la crisi dei
missili nel 1962 e cinquant’anni d’isola-
mento diplomatico e di devastanti san-
a Cuba non c’è un Castro al governo, e la
transizione è stata gestita senza i drammi
o gli spargimenti di sangue che molti altri
stati rivoluzionari hanno afrontato dopo
la morte dei loro patriarchi.
Il sistema comunista cubano non dà
segni di cedimento. Ma c’è un forte di-
battito interno tra chi chiede più demo-
crazia e chi vorrebbe mantenere la ditta-
zioni economiche imposte dagli Stati tura, anche se i termini usati non sono
Uniti. questi. L’esito del dibattito determinerà
Cuba è anche sopravvissuta al collas- il futuro del paese. Anche se la retorica
so dell’Unione Sovietica, la sua principa- usata è così rigida da sembrare quasi li-
le benefattrice durante gli anni della turgica, lo spazio per i punti di vista di-
guerra fredda, e a una serie di agitazioni versi è in aumento. È evidente che la so-
interne traumatiche, compreso l’esodo cietà cubana non è più un blocco omoge-
di centinaia di migliaia di persone dal neo (se mai lo è stato) di lavoratori rivolu-
porto di Mariel nel 1980 e la crisi dei bal- zionari disposti semplicemente ad ap-
seros, i cubani che tentavano diraggiun- plaudire o a restare in silenzio davanti
gere gli Stati Uniti su imbarcazioni di alle decisioni dei loro leader.
fortuna , nel 1994. Inoltre, l’isola ha sa-
puto gestire bene le sue prime transizioni Preoccupazioni economiche
politiche importanti: la morte del líder Un possibile segnale di cambiamento è il
máximo Fidel Castro nel 2016 e la nomi- referendum di febbraio sulla nuova costi-
na a presidente di Miguel Díaz-Canel tuzione, che dovrebbe sostituire quella
Bermúdez, 58 anni, che è stato un diri- dei tempi della guerra fredda. La propo-
gente fedele del Partito comunista, suc- sta ha subìto numerose modifiche per
ceduto a Raúl Castro nell’aprile del 2018. tenere conto delle opinioni dei cittadini
cubani consultati sulle riforme. Non tutte
le modiiche sono progressiste: in seguito
a quella che è stata deinita una richiesta
RoLLS PRESS/PoPPERFoto/GEtty IMAGES

generalizzata, è stata eliminata una clau-


sola che avrebbe consentito esplicita-
mente il matrimonio gay; inoltre è stata
ripristinata la frase che afferma che il
principale obiettivo politico di Cuba è
avanzare “verso la società comunista”.
I cubani si sono opposti anche a un di-
segno di legge che vietava di accumulare
la proprietà privata. Alla ine il governo

46 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


rivoluzione
Fidel Castro (a sinistra, con il braccio alzato) entra all’Avana, l’8 gennaio 1959

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 47


Cuba
Santiago de Cuba, 31 dicembre 2018
yAMIL LAGE (AFP/GEtty IMAGES)

ha ceduto e ha stabilito che saranno dei sono venute a galla nelle consultazioni ne, circa il 13 per cento della forza lavoro
regolatori statali a determinare, caso per rilettono con chiarezza la posizione dei del paese, lavorano in proprio. Il cuenta-
caso, quanti beni si possono possedere. cubani più anziani, socialmente conser- propismo è il settore più attivo, innovato-
Un altro decreto che ha generato resi- vatori, che hanno passato la maggior re e redditizio dell’economia nazionale,
stenze da parte dei cubani propone un parte della loro vita sotto il regime comu- ma il governo ha cercato di frenare la sua
sistema di approvazione uiciale preven- nista e sono una percentuale sempre crescita attraverso controlli più rigidi. Di
tivo per svolgere attività culturali e una maggiore della popolazione. recente i tassisti privati hanno dichiarato
censura dell’arte ritenuta “volgare e Altre preoccupazioni sono legate uno sciopero informale (un’iniziativa
oscena” o in cui si faccia un cattivo uso all’inluenza e alla crescente iducia in se quasi senza precedenti) dopo che il go-
dei simboli nazionali. Il governo ha pro- stessi dei cubani più giovani: molti fanno verno ha annunciato nuovi limiti alla pro-
messo che rivedrà alcuni aspetti del de- parte della nuova economia del paese e fessione e un piano per aumentare il tra-
creto. sono cuentapropistas, lavoratori autono- sporto pubblico.
Questi disaccordi rivelano che la bat- mi, una forma di occupazione che si è Una delle principali preoccupazioni
taglia per definire lo stato cubano sta difusa soprattutto durante il mandato di del governo è capire come sostenere
cambiando. Alcune preoccupazioni che Raúl Castro. oggi quasi 600mila perso- un’economia che nel 2018 ha avuto un

48 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Nonostante tutti i suoi augurio per il futuro di Cuba, anche se i
suoi leader devono ancora convincersi
difetti, buona parte che la stampa libera, l’arte, la letteratura
del mondo rispetta e il diritto di associazione non sono una
minaccia. Dovranno continuare a gioca-
Cuba per aver re d’astuzia con gli Stati Uniti, per evitare
afrontato il gigante che si ripetano certe politiche di conteni-
mento della guerra fredda, che portaro-
statunitense negli no all’isolamento del governo cubano e
ultimi cinquant’anni che oggi sono applicate al Venezuela di
Nicolás Maduro.
In un’epoca in cui gli Stati Uniti non
dove prima del 2008 i cittadini non pote- possono più dire di essere il bastione de-
vano neanche avere un cellulare. mocratico di una volta, Cuba ha l’oppor-
Un’altra notizia importante è stato il tunità di farsi valere, anche se in scala
nuovo record di turisti alla ine del 2018: molto minore. Nonostante tutti i suoi di-
4,75 milioni, quasi il doppio di quelli di fetti, buona parte del mondo la rispetta
appena quattro anni fa, quando il presi- per aver afrontato il gigante statuniten-
dente statunitense Barack obama e Raúl se negli ultimi cinquant’anni. Cuba è
Castro annunciarono la ripresa delle re- ammirata e amata anche per il suo pro-
lazioni diplomatiche tra Washington e gramma di assistenza medica interna-
L’Avana dopo cinquant’anni di rottura. zionale, per la sua musica, i suoi balli e i
A diferenza del suo predecessore, il suoi successi nell’arte e nello sport. Ma
presidente Donald trump ha assunto queste virtù del passato non bastano per
una posizione ostile rispetto a Cuba e ha garantire il progresso dell’isola.
imposto una serie di sanzioni per limita- Per esistere senza fare della sopravvi-
re gli investimenti e gli aiuti inanziari ad venza la sua unica aspirazione, Cuba de-
aziende e istituzioni legate alle forze ar- ve reinventarsi. Può cominciare evitando
mate o ai servizi d’intelligence cubani, di schierarsi nel nuovo ordine mondiale,
compresi alcuni alberghi e centri turisti- estremamente polarizzato. Nell’imme-
ci. I rapporti tra i due paesi si sono dete- diato, questo signiica rivedere i rapporti
riorati anche a causa di misteriosi “attac- con il Venezuela e con il Nicaragua: due
chi sonori” avvenuti sull’isola dalla ine paesi con cui Cuba ha legami che vengo-
del 2016. no da lontano e una storia condivisa. Ma
Questi attacchi, che hanno colpito al- entrambi stanno diventando sempre più
cune decine di diplomatici statunitensi e repressivi e non sono più degli amici di
canadesi, hanno portato alla chiusura cui si possa andare orgogliosi. Per fare la
della rappresentanza diplomatica statu- cosa giusta non c’è bisogno che l’isola
nitense a Cuba. Il dipartimento di stato tradisca i suoi amici: potrebbe mettere in
degli Stati Uniti ha trasferito i suoi servizi campo le sue notevoli risorse politiche e
consolari per i cubani presso la sua am- diplomatiche per assumere un ruolo di
basciata in Guyana, a più di tremila chi- leadership e garantire che le necessarie
lometri. Nel novembre del 2018 il consi- transizioni politiche a Caracas e a Mana-
gliere per la sicurezza nazionale di gua si realizzino in modo paciico.
trump, John Bolton, ha accusato Cuba, il Anche i leader cubani devono prose-
Nicaragua e il Venezuela di essere la guire sulla strada dell’apertura. Come ha
tasso di crescita molto basso, dell’1,4 per “troika della tirannia” e si è impegnato a fatto sessant’anni fa con una rivoluzione
cento, e come far quadrare i conti pubbli- promuovere iniziative per aiutare a rove- che, nel bene e nel male, ha contribuito a
ci senza eliminare la gratuità del sistema sciare i loro governi. deinire il mondo moderno, oggi Cuba
sanitario e d’istruzione, e garantendo ci- può di nuovo scegliere quale strada se-
bo, lavoro e una casa ai cittadini. Reinventarsi guire. Potrebbe diventare un paese più
In ogni caso, anche se la maggior par- Anche se i rapporti uiciali tra L’Avana e democratico, e questa sarebbe davvero
te delle notizie che arrivano da Cuba in Washington restano precari, in generale una scelta rivoluzionaria. u fr
questi giorni riguarda l’economia, ci sono il contatto tra comuni cittadini cubani e
novità che potremmo considerare di statunitensi è aumentato e migliorato. L’AUTORE
un’altra epoca. A dicembre, per esempio, oggi i cubani possono avere un’attività
Jon Lee Anderson è un giornalista
i giornali riportavano in prima pagina che commerciale e viaggiare (non potevano statunitense. Dal 1999 scrive per il New
i cubani avranno accesso alla rete 3g sui farlo senza un permesso uiciale ino a yorker. I suoi ultimi libri pubblicati in Italia
loro telefoni. È un avvenimento insignii- dieci anni fa), non sono più isolati come sono Che. Una vita rivoluzionaria (Feltrinelli
cante per la maggior parte dei paesi occi- prima e hanno più libertà. 2017) e Guerriglieri. Viaggio nel mondo in
dentali, ma di grande importanza a Cuba, Questi cambiamenti sono un buon rivolta (Fandango 2011).

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 49


Iran

I fanatici
opportunisti
Arron Merat, The Guardian, Regno Unito
Hanno combattuto per la rivoluzione in Iran, sono stati considerati terroristi e
inanziati da Saddam Hussein. Oggi i Mujahidin del popolo iraniano sono una
setta, che il governo statunitense usa nella sua strategia contro Teheran

M
ostafa e Robabe “Vogliamo solo incontrare nostra iglia attacchi suicidi e della guerriglia urbana.
Mohammadi sono fuori dal campo, senza i suoi superiori”. Il Prendevano di mira alberghi, compagnie
venuti in Albania Mek sostiene che Somayeh non vuole la- aeree e aziende petrolifere di proprietà
per salvare la iglia. sciare la base. “Somayeh è una ragazza statunitense, e furono responsabili della
Ma una volta arri- introversa”, dice la madre. “Loro intimi- morte di sei cittadini statunitensi in Iran.
vati nella capitale discono le persone come lei. Vuole andar- Questi attacchi spianarono la strada al
Tirana, si sono accorti di essere seguiti da sene, ma teme di essere uccisa”. ritorno dall’esilio dell’ayatollah Ruhollah
due agenti dell’intelligence albanese. Uo- Khomeini, che subito identiicò il Mek co-
mini con gli occhiali scuri li hanno pedi- Verso l’esilio me una minaccia al suo progetto di tra-
nati prima dal loro albergo ino all’uicio Da quando hanno lasciato l’Iran all’inizio sformare l’Iran in una repubblica islamica
dell’avvocato, poi lungo il tragitto verso il degli anni ottanta, gli affiliati del Mek sotto il controllo del clero. Dopo la rivolu-
ministero dell’interno, e di nuovo fino hanno un obiettivo: rovesciare la Repub- zione, Khomeini usò i servizi di sicurezza,
all’hotel. blica islamica. Ma il gruppo si era formato i tribunali e i mezzi d’informazione per
I Mohammadi sostengono che la i- all’inizio degli anni sessanta come milizia sofocare il sostegno politico al gruppo e
glia Somayeh è trattenuta contro la sua studentesca islamista-marxista e aveva poi eliminarlo deinitivamente. L’ayatol-
volontà da un gruppo rivoluzionario svolto un ruolo decisivo nella cacciata lah ordinò un giro di vite contro tutti i rap-
estremista in esilio in Albania, conosciu- dello scià durante la rivoluzione iraniana presentanti e i simpatizzanti del Mek. I
to come Mujahidin del popolo iraniano del 1979. Anticapitalisti, antimperialisti e sopravvissuti lasciarono il paese.
(Mujahidin-e Khalq, spesso indicato con antiamericani, negli anni settanta i com- Il presidente iracheno Saddam Hus-
l’acronimo Mek). Considerato da molti battenti del Mek uccisero molti agenti sein, che stava combattendo una sangui-
una setta, il Mek in passato era stato in- dello scià, spesso usando la tattica degli nosa guerra contro l’Iran con il sostegno
cluso nella lista delle organizzazioni ter- degli Stati Uniti e del Regno Unito, colse
roristiche da Stati Uniti e Regno Unito,
ma la sua opposizione al governo irania-
Da sapere l’opportunità di impiegare i combattenti
del Mek in esilio contro Teheran. Nel
no gli ha fatto guadagnare il sostegno di
Le tappe più importanti 1986 ofrì al gruppo armi, denaro e una
potenti falchi di Washington, tra cui il 1965 Fondazione del gruppo Mujahidin del base militare a 80 chilometri dal conine
consigliere per la sicurezza nazionale de- popolo iraniano (Mek). con l’Iran, chiamata campo Ashraf.
gli Stati Uniti John Bolton e il segretario 1979 Rivoluzione iraniana. Per quasi vent’anni, sotto la guida
di stato Mike Pompeo. 1980-1988 Guerra tra Iran e Iraq. sempre più feroce di Massoud Rajavi, il
Somayeh Mohammadi è una dei circa 1986 Gli ailiati del Mek si trasferiscono a Mek attaccò obiettivi civili e militari lun-
campo Ashraf, in Iraq.
2.300 ailiati del Mek che vivono in una go il conine con l’Iran, e aiutò Saddam
2003 Invasione statunitense dell’Iraq.
base costruita su 34 ettari di terreno nelle Hussein a reprimere i suoi nemici interni.
2009 L’Unione europea cancella il Mek dalla
campagne del nordovest dell’Albania. lista delle organizzazioni terroristiche, seguita
Ma dopo essersi schierati con il dittatore
Negli ultimi vent’anni i suoi genitori han- nel 2012 dagli Stati Uniti. iracheno – che bombardò indiscriminata-
no cercato in tutti i modi di sottrarla al 2014-2016 Con una serie di voli privati, gli mente le città iraniane e fece un uso siste-
gruppo. “Noi non siamo contro nessuno,” ailiati del Mek sono trasferiti in una località matico di armi chimiche in una guerra
dice Mostafa in un ristorante di Tirana. vicino a Tirana, in Albania. che causò un milione di morti – il gruppo

52 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Maryam Rajavi durante l’incontro annuale del Mek a Parigi, il 30 giugno 2018
SIAVOSH HOSSEINI (NURPHOTO/GETTY IMAGES)

perse quasi tutto il sostegno che aveva in Repubblica islamica e alla conquista del poggiano questo minuscolo gruppo rivo-
Iran, dove i suoi ailiati erano ormai con- potere da parte di Maryam Rajavi in Iran. luzionario bloccato in Albania non se ne
siderati prevalentemente dei traditori. Al raduno del 2017 John Bolton – che già preoccupano: sostengono il Mek per irri-
Nell’isolamento della base irachena e sot- caldeggiava una guerra all’Iran prima di tare Teheran. D’altra parte il gruppo è solo
to il rigido controllo del leader, il Mek di- entrare nell’amministrazione statuniten- una piccola parte di una più ampia strate-
ventò una specie di setta. se guidata da Donald Trump – ha dichia- gia dell’amministrazione Trump in Me-
Dopo l’invasione statunitense rato che il Mek avrebbe governato a Tehe- dio Oriente, che ha l’obiettivo di isolare e
dell’Iraq il Mek avviò un’imponente cam- ran entro il 2019. strangolare economicamente l’Iran.
pagna per farsi togliere dalla lista dei La più grande attrazione della conven-
gruppi terroristici, anche se alcuni rap- tion del 2018 è stato un altro sostenitore di Strategia di successo
porti denunciavano il suo coinvolgimento lunga data del Mek: l’ex sindaco di New Prima di diventare il beniamino della de-
negli omicidi di diversi scienziati nucleari York Rudy Giuliani, oggi avvocato di Do- stra statunitense ed europea, il Mek si è
iraniani commessi ino al 2012. Massoud nald Trump. “I mullah se ne devono an- dovuto reinventare. Democrazia, diritti
Rajavi non compare in pubblico dal 2003 dare. L’ayatollah se ne deve andare. E de- umani e laicità sono diventati i nuovi
(molti analisti lo considerano morto), ma vono essere sostituiti da un governo de- mantra dell’organizzazione. Maryam Ra-
sotto la guida di sua moglie Maryam il mocratico, rappresentato dalla signora javi ha rinunciato alla violenza ed è riusci-
Mek ha ottenuto un notevole sostegno da Rajavi”, ha detto alla platea. ta a riposizionare il gruppo: da setta an-
parte di alcuni settori della destra statuni- Nel frattempo in Albania il Mek si sfor- tioccidentale a governo ombra democra-
tense ed europea, in cerca di alleati nella za di mantenere il controllo sui suoi ai- tico e ilostatunitense.
lotta contro Teheran. Nel 2009 il Regno liati, che hanno cominciato a disertare. Il Il lungo cammino verso la rispettabi-
Unito ha rimosso il Mek dalla lista dei gruppo è inito anche nel mirino dei mez- lità è cominciato con l’invasione statuni-
gruppi terroristici. L’amministrazione del zi d’informazione e dei partiti di opposi- tense dell’Iraq nel 2003. Gli Stati Uniti
presidente Barack Obama l’ha fatto nel zione locali, contrari ai termini dell’accor- avevano deinito il Mek un’organizzazio-
2012 e poi ha contribuito a negoziare il do che ha portato i combattenti del Mek a ne terroristica alla ine degli anni novan-
trasferimento del gruppo in Albania. Tirana. ta, come gesto di buona volontà nei con-
Alla conferenza annuale Free Iran che È diicile trovare un osservatore serio fronti del nuovo governo riformista di
il gruppo organizza ogni estate a Parigi, disposto a sostenere che il Mek abbia le Teheran. Ma nei primi giorni dell’occu-
decine di parlamentari statunitensi e bri- capacità o il consenso popolare necessari pazione statunitense dell’Iraq, alla Casa
tannici, insieme a politici e militari in per rovesciare la Repubblica islamica. Ma Bianca si accese una disputa su quale do-
pensione, inneggiano alla caduta della i politici statunitensi e britannici che ap- vesse essere la sorte dei cinquemila com-

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 53


Iran
LYNSEY ADDARIO (GETTY IMAGES REPORTAGE)

Un addestramento delle combattenti del Mek nella base di Ashraf, vicino a Baghdad. Iraq, 11 maggio 2003

battenti del Mek che si trovavano nella programma nucleare iraniano. Tra il vore del Mek, abbia incassato almeno
base di Ashraf. 2007 e il 2012 sette scienziati nucleari 180mila dollari. Agli incontri parigini
Condoleeza Rice, all’epoca segretaria iraniani furono attaccati con veleno o hanno partecipato anche diversi politici
di stato, sosteneva che siccome il Mek era con bombe magnetiche inserite da sicari britannici. Alla convention di quest’anno
nella lista delle organizzazioni terroristi- nelle loro auto. Cinque di loro morirono. Theresa Villiers, parlamentare conserva-
che, doveva essere trattato come tale. Ma Nel 2012 il canale Nbc News, citando due trice ed ex ministra dei trasporti, ha parla-
gli oppositori dell’Iran, tra cui il segretario funzionari statunitensi anonimi, riferiva to dell’importanza dei diritti delle donne,
della difesa Donald Rumsfeld e il vicepre- che gli attacchi erano stati pianiicati dai ha reso omaggio a Maryam Rajavi (a cui è
sidente Dick Cheney, ritenevano che il servizi segreti israeliani e realizzati da vietato l’ingresso nel Regno Unito) e si è
Mek dovesse essere usato come arma agenti del Mek in Iran. impegnata a sostenere la sua “giusta cau-
contro la Repubblica islamica. Fu più o meno a questo punto che il sa” nel voler creare “un Iran libero dalla
La fazione di Rumsfeld ebbe la meglio. Mek cominciò a lavorare per crearsi una brutale repressione dei mullah”.
Anche se il gruppo era ancora nella lista nuova immagine in occidente. Gruppi as- Ma mentre il Mek accumulava alleati
delle organizzazioni terroristiche, il Pen- sociati al Mek inanziarono le campagne politici in occidente, non era più al sicuro
tagono classiicò i combattenti che si tro- elettorali di alcuni politici statunitensi, in Iraq a causa del ritiro delle truppe statu-
vavano nella base di Ashraf come “perso- invasero Washington di pubblicità e pa- nitensi. Tra il 2009 e il 2013 le forze di si-
ne sotto protezione” in base alla conven- garono inluenti personalità occidentali curezza irachene hanno condotto almeno
zione di Ginevra: uicialmente disarmati, per scrivere articoli e fare discorsi a favo- due raid nella base del gruppo, uccidendo
ma con la loro sicurezza di fatto garantita re della cancellazione del gruppo dalla li- circa cento persone.
dalle forze statunitensi in Iraq. Gli Stati sta delle organizzazioni terroristiche. Daniel Benjamin, all’epoca capo
Uniti proteggevano un gruppo che loro L’elenco di politici statunitensi di entram- dell’antiterrorismo al dipartimento di sta-
stessi deinivano terroristico. bi gli schieramenti che hanno ricevuto to statunitense, mi ha spiegato che Wash-
Man mano che l’occupazione statuni- notevoli compensi per partecipare agli ington decise di cancellare il Mek dalla
tense dell’Iraq degenerava in una disa- eventi a sostegno del Mek è incredibil- lista delle organizzazioni terroriste stra-
strosa guerra civile, a Washington la de- mente lungo e comprende John McCain, niere non perché credeva che i suoi ailia-
stra accusava sempre di più l’Iran di es- Newt Gingrich e gli ex presidenti del Par- ti avessero abbandonato la violenza, ma
sere responsabile della disintegrazione tito democratico Edward Rendell e Ho- per “evitare che fossero uccisi tutti” rima-
del paese. Politici di primo piano chiede- ward Dean, oltre a diversi ex dirigenti nendo in Iraq.
vano pubblicamente di bombardare Te- dell’Fbi e della Cia. Si ritiene che John Così il gruppo ha comprato i terreni in
heran, mentre cresceva il panico per il Bolton, apparso più volte agli eventi a fa- Albania e ha costruito la sua nuova base.

54 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Ma il trasferimento dall’Iraq alla relativa sicura, in territorio iracheno. Negli anni uomini armati di coltelli. Il Mek mise an-
sicurezza dell’Albania ha causato un’on- successivi Rajavi lanciò la sua “rivoluzio- che a segno dei regolamenti di conti più
data di defezioni. Ho parlato con una de- ne ideologica”, vietando i matrimoni e personali. Nel 1998 un killer uccise Asa-
cina di disertori, metà dei quali sono an- imponendo il divorzio “perpetuo” a tutti dollah Lajevardi, ex guardia della prigio-
cora in Albania. Mi hanno raccontato che gli ailiati del gruppo. Rajavi sposò una ne di Evin, che si era occupato delle ese-
i comandanti del Mek abusavano siste- delle donne divorziate, Maryam Azodan- cuzioni di migliaia di ailiati del gruppo.
maticamente degli ailiati per mettere a lu, che da allora ha preso il suo nome ed è
tacere il dissenso e impedire le defezioni, diventata la sua principale assistente. Tutti i cuori
usando la tortura, l’isolamento, la coni- Per Saddam Hussein il Mek era uno Rajavi spiegava ai suoi seguaci che l’ope-
sca dei beni e la separazione delle fami- strumento utile nella guerra contro l’Iran, razione Luce eterna era fallita perché i
glie per mantenere il controllo. ma solo a breve termine. Nel luglio del combattenti pensavano alle loro mogli:
Le testimonianze di questi disertori 1988, sei giorni dopo il cessate il fuoco che l’amore aveva indebolito la loro volontà di
confermano le denunce fatte in prece- ufficialmente mise fine al conflitto tra combattere. Nel 1990 tutte le coppie den-
denza dall’ong Human rights watch, se- l’Iran e l’Iraq, il Mek lanciò una missione tro la base furono costrette a divorziare, e
condo cui alcuni ex ailiati hanno assisti- suicida in territorio iraniano, chiamata ogni donna dovette sostituire l’anello nu-
to a “pestaggi, abusi verbali e psicologici, operazione Luce eterna. Rajavi prean- ziale con un ciondolo raigurante il volto
confessioni estorte con la forza, minacce di Massoud. I loro i igli furono “adottati”
di esecuzione e torture, che hanno causa- L’operazione Luce dai sostenitori del Mek in Europa. I co-
to la morte di due persone”. mandanti pretesero che tutti gli ailiati
eterna ha rivelassero pubblicamente ogni minimo
Ideologia e sangue rappresentato uno pensiero sessuale. Manouchelur Abdi,
Il Mek ha avuto origine dal Movimento di che ha 55 anni e ha lasciato il Mek dopo il
liberazione iraniano, un’“opposizione uf- spartiacque per il Mek trasferimento in Albania, mi ha racconta-
iciale” islamica democratica, fondata nel to che le sessioni di confessioni si teneva-
1961 dai sostenitori di Mohammad Mos- nunciò che sarebbe stato l’inizio di un’al- no ogni mattina: “Dovevo confessare che
sadegh, il primo ministro deposto nel 1953 tra rivoluzione. “Sarà come una valanga”, sentivo la mancanza di mia iglia e loro mi
da un colpo di stato orchestrato da Regno disse ai combattenti che stava per man- rimproveravano e mi umiliavano”.
Unito e Stati Uniti. A quei tempi il Mek, i dare incontro alla morte. Batoul Soltani si è unita al Mek nel
cui ailiati erano soprattutto studenti ide- La missione inì in un massacro. Gli 1986 con il marito e la figlia neonata.
alisti della classe media, combinava l’isla- sventurati combattenti del Mek furono All’inizio la famiglia poteva vivere insie-
mismo con la dottrina marxista. Reinter- attirati in un’imboscata dell’esercito ira- me, ma nel 1990 Soltani fu costretta a di-
pretava i passaggi coranici alla base della niano, che li annientò senza sforzo. Kho- vorziare e a rinunciare alla iglia di cinque
fede sciita come ingiunzioni a socializza- meini usò la fallita invasione come prete- anni e a un altro iglio appena nato, en-
re i mezzi di produzione, eliminare il si- sto per l’esecuzione di migliaia di appar- trambi mandati all’estero per essere cre-
stema di classe e promuovere la lotta del- tenenti al Mek e di altri militan- sciuti da simpatizzanti del mo-
le minoranze etniche dell’Iran. ti di sinistra rinchiusi nelle car- vimento. Soltani aferma di es-
Il Mek svolse un ruolo importante nel- ceri iraniane. Amnesty interna- sere stata costretta in più occa-
la rivoluzione del 1979, conquistando il tional ha calcolato che più di sioni ad avere rapporti sessuali
palazzo imperiale e scontrandosi spesso 4.500 persone furono messe a con Massoud Rajavi a partire
con la polizia e l’esercito. Due anni dopo morte, ma secondo alcune fon- dal 1999. L’ultima violenza è
Massoud Rajavi, che aveva trent’anni, in- ti la cifra sarebbe più alta. stata nel 2006, anno in cui è fuggita da
contrò il leader supremo, l’ayatollah Kho- L’operazione Luce eterna ha rappre- Ashraf. Rajavi non compariva in pubblico
meini, che ne aveva settantasette. I due sentato uno spartiacque per il Mek. Den- già da tre anni. Soltani accusa Maryam
non andarono d’accordo. “Lui mi ha dato tro la base di Ashraf, mentre si consolida- Rajavi di aver aiutato Massoud ad abusa-
la mano per farmela baciare e io ho riiu- va la prospettiva di un esilio senza ritorno, re delle donne dell’organizzazione per
tato. Da allora siamo nemici”, raccontò gli affiliati del gruppo, traumatizzati e anni. “Massoud Rajavi diceva: ‘L’unica
Rajavi a un giornalista nel 1981. sconsolati, cominciarono a irrigidirsi sot- ragione per cui voi donne mi potreste la-
Khomeini vedeva nel Mek una minac- to la leadership paranoica di Rajavi. sciare è un uomo. Perciò voglio tutti i vo-
cia al suo potere. Per questo impedì a Ra- Il Mek continuò a condurre attacchi stri cuori’”, mi ha raccontato Soltani, se-
javi di candidarsi come presidente e deinì oltre il conine con l’Iran e aiutò Saddam condo cui Rajavi aveva centinaia di “mo-
il suo gruppo nemico dell’islam. Fece ar- Hussein a reprimere le rivolte interne gli” all’interno del campo.
restare migliaia di sostenitori del Mek e scoppiate dopo la sconitta subita dagli In un’intervista telefonica dalla Ger-
scatenò un’ondata di violenza contro ai- Stati Uniti nella guerra del Golfo del 1990. mania, un’altra ex militante, Zahra Moini,
liati e simpatizzanti del movimento. A Nel marzo del 1991 il dittatore iracheno mi ha raccontato: “Era Maryam a leggere
metà degli anni ottanta migliaia di perso- impiegò il Mek per reprimere il movimen- le promesse per far sì che il matrimonio
ne considerate vicine al Mek erano state to armato per l’indipendenza dei curdi potesse essere consumato. Chi si oppone-
uccise dal governo negli scontri o dopo nel nord del paese. Nel 1992 il gruppo lan- va spariva”. Altre due disertrici, Zahra
essere state condannate a morte. ciò una serie di attacchi contro le missioni Bagheri e Fereshteh Hedayati, hanno de-
Fu a questo punto che Massoud Rajavi diplomatiche iraniane in dieci paesi, com- nunciato di aver subìto l’asportazione
accettò l’offerta di Saddam Hussein di presa la missione permanente alle Nazio- dell’utero senza il loro consenso nell’ospe-
combattere l’Iran da una posizione più ni Unite di New York, assaltata da cinque dale di Ashraf, con il pretesto di piccoli

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 55


Iran
interventi per altri problemi di salute. La anche i sostenitori del Mek nell’ammini- Malek stava per scappare, e accusa il Mek
procedura era poi giustiicata alle vittime strazione Trump “sono abbastanza svegli della sua morte. Il Mek aferma che Sha-
spiegando che rappresentava “l’apice” da capire che il gruppo non è democratico rai è affogato nel tentativo di salvare
della loro fedeltà al leader. e non ha seguito in Iran”. Trump e i fauto- un’altra persona, e la polizia albanese ha
Hedayati era entrata nel Mek nel 1981 ri della linea dura contro l’Iran, aferma ritenuto la sua morte non sospetta.
insieme al marito. “Mi dissero che avevo Pillar, non sono interessati a sostituire il
una cisti, ma mi tolsero anche l’utero. Mi regime attuale, ma a farlo crollare: “Fan- Interferenze
spiegarono che così avrei avuto un lega- no tutto il possibile per sovvertire l’ordine I disertori che se lo potevano permettere
me ancora più forte con il leader”, mi ha politico in Iran, per presentare questo ri- hanno lasciato illegalmente l’Albania e si
raccontato. Hedayati, che ora vive in Nor- sultato come una vittoria, indipendente- sono rifugiati in altri paesi europei, ma
vegia, aferma che più di cento donne so- mente da quello che succederà dopo”. circa 120 persone sono rimaste a Tirana,
no state sterilizzate dai medici del Mek. Secondo Hassan Heyrani, che ha la- dove vivono alla giornata. Lo stato alba-
sciato il Mek l’estate scorsa, il lavoro prin- nese non concede il diritto di asilo agli
I soldi dei sauditi cipale del gruppo in Albania è combattere ailiati del Mek né ai suoi disertori, e dal 1
Ufficialmente l’Albania ha accettato di nella guerra d’informazione online tra settembre è stato sospeso anche il sussi-
ospitare gli ailiati del Mek per ragioni l’Iran e i suoi rivali. Heyrani racconta di dio dell’Onu di 238 euro al mese.
umanitarie. In realtà, il governo albanese aver lavorato in una “fabbrica di troll” Migena Balla, l’avvocata che rappre-
ha approittato dell’occasione per ingra- senta Mostafa e Robabe Mohammadi
ziarsi l’amministrazione statunitense, All’inizio del 2016 nella loro lotta per ottenere il rilascio del-
dopo il riiuto di molti altri paesi europei. la iglia Somayeh, ritiene che siano state
Per l’amministrazione Trump, il Mek sono spuntati esercitate pressioni sulla polizia e sul si-
è una risorsa importante nel conlitto re- migliaia di account stema giudiziario per garantire che il Mek
gionale tra l’Arabia Saudita e l’Iran. A non “crei problemi politici”. “Quando so-
maggio di quest’anno Trump si è ritirato Twitter sospetti no andata alla stazione di polizia per de-
dall’accordo sul nucleare iraniano e ha positare la denuncia dei miei clienti, i po-
annunciato nuove sanzioni, che hanno all’interno della base in Albania, in cui liziotti si sono dileguati. Hanno paura di
causato il crollo della moneta e quattro circa mille persone pubblicano propagan- perdere il lavoro”, mi ha detto Balla.
mesi di proteste intermittenti in tutto da a favore di Rajavi e contro l’Iran in in- Il Mek non ha gradito la presenza dei
l’Iran. A metà novembre gli Stati Uniti glese, persiano e arabo, su Facebook, coniugi Mohammadi in Albania. Accusa
hanno ripristinato le sanzioni sulle espor- Twitter, Telegram e nelle sezioni dei com- Mostafa (e tutti gli ex ailiati che hanno
tazioni di petrolio e sul sistema bancario menti dei giornali. Un portavoce del Mek denunciato i metodi del gruppo) di esse-
di Teheran. Ma la strategia mediorientale ha deinito queste accuse “una menzo- re un agente pagato dal “regime dei mul-
di Trump è stata criticata dopo l’omicidio gna”, fabbricata per sostenere il lah”. Il 27 luglio Mostafa è stato
del giornalista Jamal Khashoggi per mano governo iraniano. ricoverato in seguito a un’ag-
di agenti sauditi a Istanbul, che ha avuto Secondo Marc Owen Jones, gressione di quattro esponenti
seri contraccolpi sul principe ereditario un ricercatore che studia l’uso del Mek, ripresa in un video
saudita Mohammed bin Salman e sui suoi dei bot per la propaganda politi- dalla moglie. Gli aggressori so-
alleati a Washington. ca sui social network, all’inizio no stati fermati dalla polizia al-
Per gran parte della sua vita in esilio, il del 2016 sono spuntati migliaia di account banese, ma sono stati rilasciati dopo che
Mek è stato inanziato da Saddam Hus- Twitter sospetti, che avevano “Iran” co- una falange del gruppo si è presentata in
sein. Dopo la caduta del dittatore irache- me localizzazione e “diritti umani” nella caserma. L’organizzazione ha pubblicato
no, il gruppo ha dichiarato di raccogliere descrizione o nel nome, e hanno comin- diverse lettere attribuite a Somayeh che
fondi dalle organizzazioni della diaspora ciato a pubblicare contenuti a favore di accusano il padre di essere una spia ira-
iraniana e da singoli donatori. Il Mek ha Trump e del Mek. niana. E di recente ha difuso un video
sempre negato di ricevere inanziamenti Alcuni giornalisti albanesi denuncia- girato all’interno della base in cui la don-
dall’Arabia Saudita, ma nel 2016 l’ex capo no che il Mek, che ha stretti legami con na, visibilmente scossa, dichiara di voler
dell’intelligence saudita, il principe Turki potenti politici e con i servizi di sicurezza restare nel gruppo.
al Faisal, ha partecipato al raduno annua- locali, opera impunemente in Albania. I coniugi Mohammadi hanno risposto
le del gruppo a Parigi. Ylli Zyla, capo dell’intelligence militare con lettere aperte rivolte alla iglia e ai po-
“I soldi arrivano sicuramente dai sau- albanese dal 2008 al 2012, accusa il grup- litici albanesi. “Sono tua madre e voglio
diti”, aferma Ervand Abrahamian, pro- po di violare le leggi del paese. “I suoi ai- incontrarti”, ha scritto Robabe a Soma-
fessore alla City university di New York e liati vivono in Albania come ostaggi”, mi yeh. “Ti ho nutrita al seno, ti ho tenuta tra
autore del più importante saggio sulla ha detto, e il loro campo sfugge alla giuri- le braccia. Sei la mia carne e il mio san-
storia del gruppo, The iranian mojahedin. sdizione della polizia albanese. gue. Sto invecchiando, ma la mia vita non
“Non esiste nessun altro capace di garan- Gli ex ailiati accusano il Mek di esse- ha senso senza vederti”. u fdl
tire un tale alusso di denaro”. re responsabile della morte a giugno di
Gli analisti concordano che il Mek non Malek Sharai, un comandante di alto li- L’AUTORE
ha la capacità né il sostegno per rovescia- vello, il cui cadavere è stato trovato dai Arron Merat è stato corrispondente da
re il governo iraniano. Paul Pillar, che ha sommozzatori della polizia in fondo a una Teheran per l’Economist tra il 2011 e il 2014.
lavorato per 28 anni alla Cia ed è stato cisterna dietro la base albanese del grup- Ha scritto articoli sull’Iran per il Guardian,
analista dell’antiterrorismo, aferma che po. La sorella, Zahra Sharai, sostiene che il Sunday Times e Vice News.

56 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Brasile

Potere
femminile
Jan Christoph Wiechmann, Stern, Germania
Foto di Marlena Waldthausen
Noiva do Cordeiro è un villaggio fondato alla ine
dell’ottocento da una ragazza che si oppose a un
matrimonio forzato. Oggi la comunità rispetta
una sola regola: comandano le donne
uesto è un villaggio partico- le madri possano lavorare e riposarsi. De-

Q lare. Appena arriviamo i


bambini ci corrono incon-
tro gridando: “Benvenuti a
Noiva do Cordeiro. Volete
fare un giro?”. Le donne si
abbracciano e gli uomini parlano a voce
bassa e in tono pacato, un fatto raro in
Brasile. Negli spazi comuni non c’è il cro-
ciisso o il ritratto del presidente, ma la
gli anziani si occupano i vicini, che si dan-
no il cambio. In caso di controversie, nes-
suno si rivolge al giudice: il sabato sera sul
palco del teatro si discute per trovare in-
sieme una soluzione. La comunità fa pen-
sare a una setta o a un esperimento utopi-
stico. A Noiva do Cordeiro non ci sono
regole, divieti, gerarchie, privilegi o “reli-
gioni”, proprio come sognava John Len-
foto di una vecchia signora, Delina. Man- non. È consentito fumare, bere, amare
ca la piazza con il municipio e la canoni- persone dello stesso sesso, essere atei e
ca, ma c’è una casa comune dove si cuci- liberi sotto ogni punto di vista. C’è una
na, si mangia e si gioca insieme. Non ci sola regola: comandano le donne. Loro
sono il sindaco e il prete; anzi, la chiesa è determinano la politica e l’economia,
stata abbattuta. “È stata la decisione mi- prendono decisioni sulla cultura, sulla
gliore che abbiamo preso”, dicono gli giustizia e sull’agricoltura. In Brasile, che
abitanti. ha eletto presidente un misogino di estre- ghi del prossimo spettacolo teatrale e al-
I bambini non vanno all’asilo ma sono ma destra, Jair Bolsonaro, Noiva do Cor- tre ancora discutono le questioni del vil-
aidati a turno alle famiglie, in modo che deiro è in controtendenza: qui il potere è laggio: come si può migliorare la connes-
aidato alle donne. sione internet? Serve un ospedale? Come
È evidente quando, alle prime luci del portare i turisti a Noiva?
giorno, venti donne e due uomini salgono “Prendiamo le decisioni così”, spiega
su un camion sgangherato che percorre la Flávia, una donna snella con i ricci bion-
regione collinosa dello stato di Minas Ge- di. “Nei campi, non in consiglio comuna-
rais ino ai campi. È uno spettacolo d’altri le. Parliamo tra di noi tutto il giorno”.
tempi: una contadina intona canzoni po- Potremmo deinirla una democrazia
polari mentre sulla valle si alza una nube di base, ma da queste parti è un’espres-
di fumo prodotta dalla legna che brucia. sione sconosciuta. Flávia, 34 anni, viveva
Nei campi le donne raccolgono i pi- in una favela con la madre e dieci fratelli.
menta biquinho, i peperoncini rossi. Il sole La matriarca, Delina, incontrò lei e la sua
del mattino è già forte. Alcune comincia- famiglia e le portò con sé nel villaggio.
no a cantare, spesso canzoni che parlano Oggi Flávia è la portavoce di Noiva do
di amore e amicizia. Altre provano i dialo- Cordeiro e, allo stesso tempo, scrive testi

58 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Nella casa comune di Noiva do Cordeiro, Brasile, ottobre 2018

per il teatro, lavora nei campi e fa l’agen- che organizza il lavoro nei campi, la rac- ne. A loro si aggiungono i bambini della
te di un gruppo musicale. “Sono tutto colta dei mandarini e della legna. Altrove scuola e le lavoratrici della sartoria, che
quello che voglio essere”, dice versando sarebbe la leader, “ma qui non ci sono ge- preparano i costumi per la banda locale.
centinaia di minuscoli peperoncini in un rarchie”, spiega ridendo. “Mi occupo Si abbracciano come se non si vedessero
mastello. “Ognuna si dedica alle cose dell’organizzazione solo perché mi da settimane. Dalla casa vicina arriva
che ama. Perché dovremmo limitarci a piace”. l’odore del cafè appena tostato. Per pran-
fare un solo lavoro?”. zo si serve manioca, carne di manzo ap-
Potremmo deinirla realizzazione per- Decisione da prendere pena macellato e torte fatte in casa. I
sonale, ma anche questo è un concetto Tutte le lavoratrici percepiscono lo stesso bambini corrono tra le tavolate e i più
sconosciuto. stipendio, circa mille real al mese (235 eu- grandi danno una mano in cucina. La sce-
Tra i cespugli accanto a Flávia è seduta ro). “Ne restituiamo gran parte alla comu- na ricorda un ostello della gioventù, una
Vilma, 42 anni, una donna minuta che nità per comprare quello che serve, un festa di paese o una comune degli anni
vende hamburger e si occupa dei bambini trattore o un computer”, dice. settanta.
una volta alla settimana, organizzando Potremmo deinirlo socialismo, ma è Delina Fernandes, la più anziana, non
lotte con i cuscini e gare a chi mangia più una parola che da queste parti non si usa. può camminare e viene portata in sala
gelato: “Sono la mattacchiona del villag- Finito il lavoro nei campi, le donne si con la sedia a rotelle. Indossa abiti ampi e
gio”. Accanto a Vilma c’è Leia, 48 anni, riuniscono per mangiare nella casa comu- semplici, e in bocca ha una sigaretta rolla-

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 59


Brasile
Delina, la matriarca di Noiva do Cordeiro, nel 2016 Nella casa comune del villaggio, 2016

ta. È circondata da donne che vogliono Per chi non lo avesse ancora capito, qui temente dalla religione, dall’etnia e dalla
parlarle del futuro del villaggio. C’è la lea- regna davvero il matriarcato, solo che le classe sociale. Per i tempi era un fatto ri-
der politica, Rosa, che dice di mettere in abitanti di Noiva non lo chiamano così. voluzionario. La zona era estremamente
dubbio ogni cosa tre volte, soprattutto se Non hanno bisogno di un termine e di una cattolica e loro furono isolati, esclusi dal-
stessa. Poi c’è la tesoriera, Tania, “la lady teoria per deinire il loro sistema. Non si le attività commerciali e accusati di em-
di ferro delle inanze”. E inine Edilane, considerano neanche femministe. pietà. Ma il villaggio continuò a espan-
una sorta di assessora all’economia, che Quando le chiedo chi siano i suoi mo- dersi.
procura nuovi afari per il villaggio. delli di riferimento, Flávia risponde: “La- Alla ine degli anni cinquanta la nipo-
C’è una decisione importante da pren- dy Gaga. L’ex presidente Lula. La nostra te di Maria, Delina, sposò Anísio Pereira,
dere. Il villaggio sta crescendo, passerà Delina, madre dell’amore”. Nelle sue pa- un predicatore che avviò la seconda ri-
da 350 a seicento abitanti e servono terra role non ci sono ironia né vergogna. Poi bellione mettendo in dubbio la fede cat-
e lavoro. Ci si chiede se potenziare l’agri- aggiunge una frase che fa riflettere: tolica con i suoi concetti di penitenza,
coltura o cercare nuove strade, quella del “Amo mio marito. Ma l’amore per la mia confessione e celibato del clero. Portò
turismo per esempio. Apertura o tradi- comunità e per le mie donne è molto più dalla sua parte gli abitanti del villaggio,
zione? Presto verrà il sottosegretario per forte”. che si allontanarono anche dalla religio-
il turismo a illustrare il progetto di un fe- ne di stato. Pereira si spinse oltre: mise in
stival. In Brasile, Noiva è ormai un posto Un regime del terrore dubbio tutte le religioni, arrivando a cre-
famoso, e il sottosegretario ci vede un’at- L’origine di questo potere femminile va dere di possedere lui stesso la verità. Or-
trazione da sfruttare: il villaggio modello cercato nella storia del villaggio, che al- dinò la sottomissione delle donne, vie-
delle donne felici. terna, come spesso succede nei percorsi tandogli di tagliarsi i capelli, di usare
Nel frattempo gli uomini siedono tut- di emancipazione, momenti di oppres- metodi contraccettivi, di truccarsi e di
ti in ila a un lungo tavolo di legno. Chini sione e di ribellione. Noiva do Cordeiro portare il reggiseno. Le obbligò a indos-
sulle loro scodelle tolgono i semi ai frutti fu fondat0 centotrent’anni fa da Maria sare gonne lunghe ino alle caviglie, per-
della jabuticaba, uno spettacolo di cui Senhorinha, una ragazza di 19 anni sfug- ino in estate. Alla moglie impediva di
solitamente sono protagoniste le vendi- gita a un matrimonio forzato. Insieme portare dal medico i igli malati, perché a
trici nei mercati. I più giovani si alzano all’uomo che amava, Maria si stabilì lon- salvarli ci avrebbe pensato Dio. Tre dei
per tornare al lavoro, per coprire i tetti o tano dalla civiltà, in una valle isolata. I loro quindici bambini morirono.
fare lavori idraulici, a seconda di quello due ebbero nove igli, che lasciarono li- “Era un regime del terrore”, racconta
che serve. Lavorano sempre gratis. beri di sposare chi volevano, indipenden- Rosa, la iglia maggiore di Delina. “C’era

60 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Noiva do Cordeiro, ottobre 2018

solo una cosa che mio padre non aveva E gli uomini cosa ne pensano? più diplomatico, più amorevole”.
considerato: aveva insegnato alle iglie a “Chiedilo a loro”, dice andando verso Nella sua umanità il villaggio sembra
dubitare di tutte le religioni. Così loro la cucina. È il suo turno di fare le pulizie. avvolto in un alone di purezza, quasi di
misero in discussione la sua. Perché non A Noiva do Cordeiro è frequente ve- santità. Uno si chiede dove siano i pro-
posso ascoltare la musica se mi rende fe- dere gli uomini afettuosi con i loro igli; blemi. Forse riguardano l’accoglienza
lice? Perché devo pregare per quattro ore altrettanto spesso li si incontra la sera degli stranieri o le minoranze?
di ila se sto per svenire dalla fame?”. all’osteria vicino al campo sportivo, co- “Prova a chiederlo a Erik”, mi sugge-
Alla ine, nel 1995, Delina lo spodestò me in ogni altro villaggio. Sembra uno risce Nego.
durante una messa: “Basta! Da oggi in spettacolo tipico dell’America di Donald
poi non digiuniamo più”, disse. La iglia, Trump: uomini bianchi con la birra in Teatro e tabù
Nette, decise che al suo matrimonio si mano, lavoratori senza diploma scolasti- Erik è un giovane timido con tanti ricci e
sarebbe cantato e ballato. Ma fu Rosa a co, partite di calcio e musica country che un viso magro. Non è all’osteria, ma a
reagire nella maniera più radicale: “Mi si alternano sul megaschermo. Eppure mensa, seduto davanti al computer col-
faccio sterilizzare”, annunciò. E così le questi uomini fanno riflessioni d’altro lettivo acquistato dal villaggio. Sta lavo-
donne presero una decisione drastica: genere: “Da noi il matriarcato funziona”, rando al sito della comune. Hanno inten-
bandire la religione, che porta solo sven- dice Nego, fratello minore di Rosa, un zione di mettere in aitto delle stanze su
tura. idraulico dal viso giovanile. “Nella storia Airbnb, vitto e felicità inclusi, per non
Si era consumata la terza ribellione. del nostro villaggio gli uomini hanno fal- parlare del contatto ravvicinato con il po-
Tutte le rivolte avevano un elemento co- lito sempre. Ora è il turno delle donne, e tere al femminile.
mune: il riiuto di un sistema di potere a la nostra vita è migliorata molto”. Quando gli chiedo dell’intolleranza,
predominanza maschile. “Era naturale Nego è sposato con un’insegnante di Erik racconta: “Qualche anno fa ho sco-
che imboccassimo un’altra strada”, dice vent’anni più giovane. “Le donne sono perto che mi piacciono gli uomini, ma
Rosa. più adatte alla politica”, aferma. “Met- non sapevo di cosa si trattasse con preci-
Le donne scelsero quelle che in fondo tono al primo posto il bene comune, non sione, perché qui siamo davvero isolati”.
erano cose ovvie: l’amore per il prossimo la competizione. Non sgomitano e si ar- Erik è andato a studiare a Belo Horizonte
predicato dal patriarca, ma libero da pa- rabbiano meno. Nella zona il nostro vil- e lì ha scoperto la parola “omosessualità”,
triarchi; la comunità, ma senza divieti. laggio è ancora visto con ostilità. Noi che nel villaggio era un tabù . “Ho avuto
“Ha preso il comando chi aveva guidato la uomini saremmo già passati alle maniere un crollo, sono caduto in depressione”,
ribellione, cioè le donne”, spiega Rosa. forti, ma le donne hanno un approccio racconta. “Alla ine ne ho parlato con De-

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 61


Brasile
lina, che ha detto alle donne del villaggio: Nonostante l’impegno, il villaggio so- forse è solo il pregiudizio di un giornali-
‘Aiutate Erik, non lasciatelo solo’”. pravvive a fatica. Molti uomini fanno gli sta diidente.
Le donne hanno scritto uno spettaco- artigiani o lavorano nei mercati generali L’ultima sera incontro la matriarca.
lo teatrale per ragionare sulla storia di a Belo Horizonte, a due ore di macchina Delina ha 74 anni e vive in una camera
Erik e tutto il paese ha assistito alla pri- dal villaggio, e tornano solo nel ine setti- spoglia, più spartana delle altre. In grem-
ma. “Quel giorno sono rinato”, ammette mana. “Il sogno di Delina è riportarli tut- bo ha una grossa scodella e mentre par-
Erik. “Nessuno ha più fatto osservazioni ti a casa dopo aver avviato un’industria liamo suddivide il raccolto della giorna-
spiacevoli su di me”. Nel frattempo han- tutta nostra”, dice Flávia. ta, separando i peperoncini rossi da quel-
no dichiarato la loro omosessualità an- li gialli. Le chiedo se l’amore e la cordia-
che altri uomini e donne. In molte zone Più umanità lità, un po’ sofocanti, non siano un’esa-
del Brasile rurale essere gay è ancora un Una mattina arriva la salvezza. L’Audi gerazione. Ha l’aria perplessa. “Niente
problema. nera del sottosegretario al turismo afatto. Sono bisogni umani primari: vici-
Obietto che tutto questo somiglia s’inerpica veloce per le strade sterrate. È nanza, calore e amore”, dice. “È quello
all’educazione socialista del popolo. Ma un uomo gioviale e in carne, il ritratto del che vogliamo tutti. Solo che oggi, spesso,
Erik non la pensa così: com’è successo politico brasiliano. Un comitato di acco- non ne facciamo più esperienza”.
per il matriarcato, non c’è stata una teo- glienza femminile canta in suo onore, E le donne rappresentano meglio
ria che ha convinto gli abitanti del villag- mentre alcuni bambini pettinati con la quest’aspirazione?
gio ad accettare l’omosessualità. Ci sono “Ci è capitato, dopo tutta quella tiran-
arrivati attraverso l’esperienza persona- “Stiamo bene come nia maschile. Vogliamo più umanità e la
le. “La discriminazione che subivo mi ricerchiamo in modo molto consapevo-
faceva stare male, per questo l’abbiamo individui solo se le”, aferma Delina.
affrontata e superata insieme”, dice. stiamo bene E questo atteggiamento acquista an-
“Quando si tratta d’amore, non sono le cora più importanza in un’epoca di rin-
singole persone a dover cambiare, ma come collettività” novato dispotismo maschile?
tutta la società”. Ora sembra proprio confusa. “Cosa
Ora Erik segue un corso d’informati- riga in mezzo servono da mangiare. Sem- signiica?”, chiede.
ca a distanza. Come tutti gli altri abitanti bra uno spettacolo tardo coloniale. Accenno al #MeToo.
di Noiva do Cordeiro, non riesce a imma- “Non sono creature commoventi?”, “#MeToo?”, chiede. Delina non ne ha
ginare una vita fuori dal villaggio. “Ci ho chiede il sottosegretario. Poi aggiunge: mai sentito parlare.
provato a São Paulo, ma la gente è sola ed “Bisogna far fruttare la loro unicità. Sono Forse il suo matriarcato funziona solo
egocentrica, soprattutto gli uomini. Noi le persone più felici del mondo. Una cosa perché Noiva do Cordeiro è isolato dal
ci abbracciamo sempre e ci sosteniamo a del genere l’avevo vista solo in Africa. resto del mondo?
vicenda. Qui mi sento una persona com- Voglio sviluppare il villaggio, costruire “Lo scopriremo presto”, risponde.
pleta, realizzata”. una cabinovia e anche degli al- “Non siamo state noi a volere
Sono parole che si ascoltano spesso a berghi. Sarà un parco a tema l’isolamento. Nelle scuole i no-
Noiva do Cordeiro: qui non è solo la vita ‘matriarcato’, unico al mondo. stri bambini erano esclusi, gli
a essere condivisa, ma anche il pensiero Immagino già lo slogan: ‘Qui uomini non trovavano lavoro.
e il linguaggio sono in sintonia. “Non troverete la felicità”’. Il sottose- Non riiutiamo le idee che ven-
pensiamo in modo individualista”, dice gretario è l’antitesi di Noiva do gono da fuori, ma non so se la
Flávia. “Stiamo bene come individui so- Cordeiro, in tutti sensi. Ma Rosa, la lea- vostra vita sia poi tanto meglio della no-
lo se stiamo bene come collettività”. der politica, gli dice: “Le siamo così grati, stra”. Ora sorride, non con suicienza,
Le donne parlano entusiaste di una lei è il primo esponente politico che ha piuttosto come se volesse fare pace. Non
libertà sconinata, ma dopo qualche gior- iducia in noi. Oggi comincia una nuova ha l’aria della guru, sembra una donna
no si capisce che alla base della loro con- era”. Il politico viene invitato ad assistere saggia e altruista.
vivenza c’è un sistema di regole molto alla serata culturale della settimana, Il matriarcato di Noiva do Cordeiro è
rigide: i genitori gestiscono la scuola e gli l’evento più importante del villaggio, il modello a cui ispirarsi per un mondo
insegnanti sono volontari che non perce- nell’ampia sala comune. migliore?
piscono stipendio. Quasi nessuno ha Le abitanti mettono in scena uno Delina ha uno sguardo indagatore,
l’assicurazione sanitaria e quindi per le spettacolo sulla liberazione dalla religio- come se avessi fatto la domanda sbaglia-
operazioni tutti devono partecipare alla ne. La frase centrale è: “La chiesa predi- ta. Poi dice: “Io non lo considero un ma-
colletta. Le abitanti cambiano spesso ca- ca l’amore, ma in realtà è terrore”. Lo triarcato. Il dominio del maschilismo è
sa, amano dormire insieme, ospiti di spettacolo prosegue con una cover di La- così forte che quando, per una volta, so-
un’amica o di una famiglia. Tutti i bam- dy Gaga, poi la serata va avanti in modo no le donne a prendere le decisioni sem-
bini crescono come se fossero fratelli. ancora più strano: le donne salgono sul bra subito un fatto straordinario. Ma in
Saremmo tentati di deinirlo comuni- palco per chiedere pubblicamente per- sostanza noi vogliamo la parità”. u sk
smo o magari collettivismo, ma anche dono per i loro litigi. È una specie di con-
questi termini sono sconosciuti alle don- fessione collettiva. Flávia legge una sdol- L’AUTORE
ne del villaggio. Noiva do Cordeiro ricor- cinata dichiarazione d’amore dedicata a Jan Christoph Wiechmann è un
da un enorme appartamento condiviso Delina, intitolata Tu, l’amore in persona. giornalista tedesco che scrive per Stern e
composto da ottanta case: l’ambienta- Questi momenti di adorazione fanno per il settimanale svizzero Das Magazin.
zione perfetta per un reality. pensare a un lavaggio del cervello, ma Vive a Rio de Janeiro.

62 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Portfolio

Il dolore
ra il 1980 e il 2000 circa

dell’attesa T settantamila persone sono


morte in Perù durante il
conflitto tra il gruppo
guerrigliero Sendero lu-
minoso, d’ispirazione
marxista e maoista, e le forze armate del
paese. Sendero luminoso fu praticamente
sconitto dalla dittatura di Alberto Fuji-
mori negli anni novanta, e solo dei picco-
li nuclei sono rimasti attivi. Dopo decenni
A vent’anni dalla ine del conlitto armato in Perù ci dalla ine degli scontri, in cui guerriglieri
sono ancora ventimila persone scomparse. Ma i loro e forze armate commisero feroci violazio-
ni dei diritti umani, ci sono ancora venti-
familiari non si arrendono. Le foto di Laia Abril mila persone scomparse.
“I familiari dei desaparecidos vivono in

64 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Nella foto grande: una sezione del
Retablo de la memoria, un’opera che
rappresenta il periodo di violenze
vissute dal Perù tra il 1980 e il 2000.
L’opera è stata realizzata
dall’associazione Anfasep e ora è
ospitata nel museo di Ayacucho.
Anfasep è stata fondata nel 1983 da un
gruppo di donne indigene che hanno
avuto un ruolo chiave nel far conoscere i
crimini del conlitto e mandare avanti le
ricerche degli scomparsi. Anfasep ha
aperto anche una mensa per i minori
rimasti orfani.
Sotto: una delle attiviste
dell’associazione.

un limbo tra la vita e la morte, aspettando


di avere notizie dei loro cari”, spiega la
fotografa Laia Abril, che nel 2018 ha in-
contrato alcune di queste famiglie. “Por-
tano un lutto ambiguo: inché non trove-
ranno i resti dei loro parenti non ne po-
tranno accettare la morte. E non avranno
pace ino a quando non potranno celebra-
re un funerale”. u

Laia Abril è nata a Barcellona nel 1986.


Le foto pubblicate in queste pagine fanno
parte del progetto Suyay, che in lingua que-
chua signiica “aspettare”. È stato realiz-
zato in collaborazione con il Comitato in-
ternazionale della Croce Rossa (Icrc).

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 65


Portfolio

In alto, a sinistra e al centro: oggetti appartenuti a Fortu-


nato Yangali, scomparso nel 1993. “Molte persone pen-
sano che se dopo cinque anni un parente non torna signi-
ica che è morto”, dice la iglia, Luyeva Yangali. “Nel
1998, ho chiesto a mia madre di lasciare Churcampa e di
trasferirci a Lima. Sapevo che mio padre non sarebbe
mai tornato, ma lei non voleva partire perché se lui fosse
tornato non avrebbe trovato lì la sua famiglia. Quando
vivevamo a Lima eravamo poveri. A mio padre non pia-
ceva che mia madre indossasse i sandali fuori casa.
Quando mi sono accorta che mia madre portava i sandali
perché non poteva permettersi delle scarpe le ho pro-
messo che gliele avrei comprate io, perché è quello che
avrebbe fatto mio padre se fosse stato ancora vivo”.
In alto, a destra: i vestiti di un bambino della comunità
indigena degli asháninka, ucciso nel 1984 durante l’at-
tacco di Sendero luminoso a Putis, nella regione di Aya-
cucho. Almeno 123 persone furono uccise, tra cui 19
bambini. I loro corpi sono stati trovati solo nel 2001 in
una fossa comune. È diicile identiicare i bambini per-
ché è quasi impossibile estrarre il dna dalle loro ossa, che
non sono ancora del tutto sviluppate al momento della
morte. È più semplice se i familiari riescono a riconosce-
re oggetti che gli appartenevano. Ma questo succede di
rado perché gli oggetti si rovinano con il tempo.
Qui accanto: foto della famiglia di Luyeva Yangali. “Mio
padre e i miei zii portavano sempre vestiti ben stirati.
Mia madre continua a stirarli, così se un giorno loro do-
vessero tornare troverebbero i vestiti pronti”, racconta
Luyeva.
A pagina 67: il poncho di Martin Cayllahua, che nel 1991
fu arrestato dalle forze di sicurezza, quando il iglio Ro-
ger Santos aveva sette anni. Roger Santos non ha mai più
avuto notizie del padre.

66 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 67
Portfolio

Sopra: negli anni ottanta il conlitto si difuse nella foresta


amazzonica, coinvolgendo i combattenti di Sendero lumi-
noso, l’esercito peruviano e le comunità locali. Secondo l’ul-
timo rapporto della commissione per la verità e la riconci-
liazione, ci furono più di trecento massacri, stupri, torture e
saccheggi. Seimila indigeni asháninka furono uccisi, su una
popolazione di 52mila persone.
Accanto: “Mi chiamo Wilmer Juan Gavilán Limaylla. Ho 34
anni e quasi tutti i miei familiari sono stati uccisi nel 1990”.
La sera dell’11 aprile 1990, i guerriglieri di Sendero lumino-
so attaccarono il villaggio di Naylamp de Sonomoro, ucci-
dendo 42 persone. Un proiettile colpì il fratello di Wilmer,
che sofre ancora delle conseguenze di quella ferita. Nel
2017 sono state identiicate 24 vittime. Wilmer Juan Gavilán
Limaylla e il fratello hanno riconosciuto i resti dei genitori e
dei tre fratelli.

68 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Nella foto grande: “Da quando ho ricevuto i resti di mio marito e so
che sarà sepolto mi sento più serena. Sono rimasta sola e ho
cresciuto i miei igli come meglio ho potuto. Bisogna andare avanti
e fare tutto il possibile per loro”, dice Vilma Huatuco, moglie di
Alejandro Quispe Anicama, scomparso l’11 aprile 1990.
Qui sopra: Adelina García a La Hoyada, un luogo diventato un
memoriale per le famiglie che stanno ancora cercando i loro
parenti. La Hoyada faceva parte del centro di detenzione Los
Cabitos usato dalle forze di sicurezza peruviane: qui centinaia di
persone sono state imprigionate, torturate e uccise. Dopo gli scavi
sono stati identiicati circa cento corpi dei cinquecento stimati.
A sinistra: il cimitero dov’è sepolta la madre di Wilmer Juan Gavilán
Limaylla, uccisa nel 1990.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 69


Ritratti

Shady
Abu Zeid
Satira
amara
Sharif Abdel Kouddous, Mada Masr, Egitto
Illustrazione di Ale e Ale
È un blogger comico e i suoi video su YouTube, in
cui racconta con ironia la vita al Cairo, hanno
migliaia di visualizzazioni. È in carcere da mesi,
vittima della repressione del regime di Al Sisi
l 6 maggio 2018, all’alba, più di ma sono tutti originali. Hanno un modo

I venti poliziotti hanno fatto irru-


zione in casa di Shady Abu Zeid.
Hanno frugato tra le sue cose,
sequestrando computer e cellu-
lari, e poi lo hanno portato via.
Da quel giorno Zeid è in prigione, in cu-
stodia preventiva, accusato di adesione a
un’organizzazione illegale e difusione di
notizie false.
speciale d’interrogare la società egiziana
e scavare al suo interno, mettendo a nu-
do le sue norme più assurde. Afrontano
argomenti come il maschilismo, il classi-
smo, la tradizione, la religione, la xeno-
fobia, le strutture di potere familiari e i
diritti dei gay.
“Smonta ogni cosa”, spiega Andeel,
vignettista e autore satirico egiziano che zaly Harb, Amal Fathy (che il 18 dicem-
Non è ancora chiaro cosa abbia pro- collabora con Mada Masr. “Fa comicità bre è stata rilasciata con la condizionale)
vocato l’arresto di questo ragazzo di 25 sociale, aprendo un dialogo con le perso- e Sherif al Rouby, ailiati al movimento
anni. Non è un attivista politico o un agi- ne e con la società, e sidando le regole 6 Aprile. L’inchiesta è ancora in corso.
tatore; è un videoblogger e autore satiri- sociali e le convinzioni più radicate. Non Alcuni giorni dopo l’arresto, Andeel
co, un comico con un corpo esile e una mette afatto in discussione il governo né ha reso omaggio a Zeid, dedicandogli un
personalità ingombrante. incita le persone a ribellarsi allo stato. episodio di Big Brother, il suo programma
Laureato in scienze della comunica- Semplicemente lo ignora”. su internet. “È uno dei miei comici prefe-
zione alla October university for modern Shady Abu Zeid è detenuto nell’ambi- riti, una delle poche persone di cui am-
sciences and arts del Cairo, nel 2015 ha to del caso 621/2018, una delle più grandi miro davvero il lavoro. Lo trovo illumi-
cominciato a postare video su un canale inchieste egiziane in cui le persone coin- nante, perché ha una voce comica rico-
YouTube chiamato The Rich Content. I volte non sono militanti islamisti, per noscibile, diversa dalle altre”, spiega
ilmati, più di venti, mostrano il suo ta- esempio i blogger Mohamed Ibrahim Andeel.
lento satirico e artistico. Alcuni sono di- (conosciuto in rete come Oxygen) e Mo- Nel luglio del 2015, in uno dei primi
retti e schietti, altri più astratti e oscuri, hamed Khaled, gli attivisti Shady al Gha- video postati sul suo canale, il comico

70 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


critica i pregiudizi contro i cristiani copti, li. “Per molto tempo le azioni di Shady strade del Cairo con un amico molto più
che sono numerosi in Egitto. Zeid mette per combattere le molestie sessuali sono alto e robusto. I due fermano alcuni gio-
in ridicolo l’intolleranza esibendola pub- state frutto solo dei suoi sforzi individua- vani, chiedendogli quante donne abbia-
blicamente. li. Non erano sostenute da alcun grup- no molestato. Ogni volta che uno degli
L’argomento più afrontato nei suoi po”, ha scritto in un post su Facebook intervistati si vanta di averlo fatto, il ro-
video è quello delle molestie sessuali, il Azza Gamal Eldeen, un suo amico. “È busto amico di Zeid rompe un uovo sulla
tema sociale che lo fa arrabbiare di più. stato picchiato e intimidito da alcuni mo- testa del molestatore. Un’umiliazione
Negli ultimi anni il blogger ha trascorso lestatori, ma ha continuato a sostenere pubblica, a cui si aggiunge una violazio-
le vacanze dell’Aid al Adha – quando ge- molte donne vittime di violenza, anche ne dello spazio personale e dei conini
neralmente le molestie sono più difuse, se non era loro amico o non le conosceva isici simile a quella che le donne devono
visto che le persone passano più tempo di persona”. afrontare quando vengono molestate.
per strada – facendo campagne contro la Un video girato nel settembre del Proprio grazie a uno di questi ilmati
violenza sulle donne. In una di queste 2016 spiega molto bene il lavoro di Zeid, contro le molestie, a metà del 2015, Zeid
marchiava con della vernice la schiena al tempo stesso polemico e ironico. Il è entrato a far parte di Abla Fahita, un
dei molestatori, per renderli identiicabi- blogger, basso e magro, cammina per le programma satirico dell’emittente egi-

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 71


Ritratti
ziana Cbc (cancellato lo scorso marzo). È Biograia quello che stava facendo Shady non era
diventato famoso come inviato: faceva assolutamente pericoloso per lo stato”,
interviste per strada, prendendosi gioco u 1992 Nasce al Cairo, in Egitto. aggiunge. Andeel ha deciso di lasciare
del modo in cui gli egiziani afrontano u 2015 Comincia a pubblicare video su The l’Egitto alcuni mesi dopo l’incarcerazio-
varie questioni. Tra i suoi video più popo- Rich Content, un canale YouTube. ne di Shady e ora vive all’estero.
lari ce n’è uno girato nel governatorato di u 2016 In un video satirico prende in giro la Alcuni giorni dopo l’irruzione della
polizia egiziana.
Daqahliyya, che si trova a nordest del polizia nella casa di Zeid è stata difusa
u Maggio 2018 Viene arrestato e messo in
Cairo, dove parla con persone che aveva- carcere.
una foto che ritraeva il blogger in panta-
no votato per il parlamentare Tawfiq loncini e maglietta, seduto a un tavolo
Okasha, e un altro nel quale si traveste da pieno di oggetti che solo lo stato egiziano
Babbo Natale. dell’interno di garantire l’incolumità di potrebbe considerare delle prove: poster
“Si è caricato sulle spalle tutta la sta- Zeid. Abla Fahita ha difuso un comuni- rivoluzionari, una bombola di gas lacri-
gione, attirando un nuovo pubblico”, cato nel quale denunciava il ilmato co- mogeno, bottiglie di alcol, una maschera
scrive su Facebook Mahmoud Ezzat, me “ofensivo e inaccettabile” e ha licen- antigas e una maschera di Guy Fawkes.
produttore del programma e amico inti- ziato Zeid. Il blogger ha continuato a la- “Mi sono sentito sconitto”, spiega Iskan-
mo del blogger. “Le persone venivano da vorare in maniera indipendente, postan- der. “Siamo davanti a una persona che si
noi e ci dicevano che, quando guardava- do ilmati sul canale The Rich Content, e è fatta da parte, che non voleva occuparsi
no la trasmissione, non vedevano l’ora si è tenuto alla larga dalle questioni aper- di politica per non essere arrestata, e che
che arrivasse lui. E nonostante questo tamente politiche. comunque è stata messa in prigione. È
Zeid non si è mai montato la testa per il “Sapeva che la situazione era molto davvero demoralizzante. Zeid non ha
successo. È una delle persone più intelli- difficile”, racconta Wael Iskander, un fatto niente per meritarselo”.
genti e in gamba con cui io abbia mai la- amico di Zeid che appare in alcuni dei
vorato”. suoi ilmati. “È un videoblogger. Gli pia- Occhi chiusi
ce scendere in strada e parlare di cose Roula, la sorella di Zeid, va spesso a far-
Preservativi e censura legate alla società. È questo che lo appas- gli visita in prigione e scrive frequente-
All’inizio del 2016 ha suscitato polemi- siona”. Uno dei video più divertenti di mente di lui su Facebook. Dopo una visi-
che un video che Zeid ha pubblicato in Zeid risale a gennaio 2018: si vede lui che ta recente ha postato alcune foto di un
occasione del quinto anniversario della intervista alcune persone, chiedendo co- modellino di nave molto elaborato che
rivoluzione del 2011. Nel ilmato lui e l’at- sa ne pensino degli alieni. Il co- Zeid ha fabbricato per lei con
tore Ahmed Malek ingono di festeggiare mico si prende gioco delle idee centinaia di schegge di legno,
la giornata della polizia il 25 gennaio (an- comuni sulla religione, i valori ci ha messo due settimane.
niversario della rivoluzione) in piazza tradizionali e la paura dell’altro. “Shady è così. Dovunque sia,
Tahrir, distribuendo ad agenti di polizia L’espressione impassibile del riesce a incanalare la sua ener-
inconsapevoli dei palloncini fatti con comico contrasta con la totale gia e il suo dispiacere in qualco-
preservativi goniati. Sui palloncini c’era assurdità delle risposte. sa di creativo”, scrive Roula.
scritto: “Dalla gioventù egiziana alla po- Ormai sono sei mesi che Shady Abu L’ultimo video di Zeid, pubblicato su
lizia, per il 25 gennaio”. Lo scherzo è di- Zeid è in prigione. Dopo il suo arresto a The Rich Content appena tre settimane
ventato virale: ha avuto più di 1,4 milioni maggio sui social network sono aumen- prima del suo arresto, descrive uno sce-
di visualizzazioni in un giorno e ha spinto tati i messaggi di solidarietà. Gli amici nario da incubo. Comincia con il blogger
un alto funzionario di polizia a denuncia- postano foto di lui e rievocano aneddoti che chiude gli occhi. Sulle sue palpebre è
re i due autori. divertenti, ribadendo che Shady non è dipinto, in nero, un altro paio di occhi
Malek, che all’epoca era un attore stato dimenticato. I loro messaggi de- spalancati e spenti. Il ilmato prosegue
emergente, è stato sanzionato dal sinda- scrivono un burlone dal cuore d’oro, un con Shady che passa la giornata in una
cato degli attori. Subito dopo si è scusato amico leale che ama gli animali, i ilm, sorta di surreale sonnambulismo: si met-
e la sua carriera non ha subìto intralci. suonare la chitarra e andare in spiaggia. te il rossetto sulla guancia, mastica una
Zeid invece ha difuso un comunicato in Senza eccezione, gli amici e i familiari sigaretta, pesca in una zona ricoperta di
cui difendeva il suo diritto ad “afrontare sottolineano un tratto di Shady più di riiuti, seduto sul ciglio di una strada.
questioni sociali in maniera comica” e ogni altro: il suo umorismo. Per gli amici, Poi Zeid va a casa di un amico dove
criticava le minacce che gli erano state anche quelli ormai abituati all’ondata di tutti si comportano come lui: sono inca-
rivolte sulla pagina Facebook ufficiale arresti fatti in Egitto negli ultimi anni, paci di vedere, con gli occhi chiusi e con
della polizia. “La costituzione della re- l’incarcerazione del blogger è stata una gli occhi inti disegnati sulle palpebre.
pubblica egiziana, entrata in vigore nel sorpresa. Non riescono a credere al fatto Uno di loro regge una chitarra come se
2014, protegge la libertà di parola e la che contro di lui non ci sia un’accusa fosse un violino, suonandola con un ar-
creatività e considera tutte le istituzioni chiara – una cosa strana, perino per gli chetto. Un altro mette del riso all’interno
dello stato responsabili di proteggere chi standard del paese. di foglie d’uva, arrotolandole in uno spi-
esprime le sue opinioni e la sua creativi- “La cosa mi ha colpito profondamen- nello e passandolo poi a Shady, che lo
tà, non di terrorizzarlo e minacciarlo con te”, spiega il vignettista Andeel. “Ci sono accende e lo fuma. Versano dell’olio
il rapimento e la tortura”, ha scritto il motivi personali, legati al mio lavoro: il d’oliva dentro un bicchiere con del ghiac-
blogger. suo arresto è un avvertimento a chiun- cio e lo bevono. Nessuno parla. Alla ine
In seguito la sua famiglia ha fatto un que faccia qualcosa di simile a lui. Ma mi Zeid torna a casa, si sdraia sul letto e si
reclamo uiciale, chiedendo al ministro ha colpito anche a livello politico, perché addormenta. u f

72 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Annunci

Non
chiamateci
I nostri ragazzi non sono profughi, sono i
“profughi” nostri futuri concittadini europei. Fuggono
dalla guerra, il loro domani dipende da noi,
ma il nostro dipende da loro. Non è mai
tardi per costruire un futuro migliore!
Scopri di più:
“Il miglior momento per piantare un albero
www.secondtree.org era vent’anni fa;
il secondo miglior momento è ora”

Vuoi pubblicare un annuncio su queste pagine? Per informazioni e costi contatta Anita Joshi • annunci@internazionale.it • 06 4417 301
ABBIAMO SCOPERTO CHE
C’È VITA DOPO LA VITA.

Con il Patrocinio e la collaborazione


del Consiglio Nazionale del Notariato

Scopri di più su
lasciti.fondazioneveronesi.it

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 73


Viaggi

L’isola
per pochi
Kazimierz Popławski, Przegląd Bałtycki, Polonia
A Naissaar, in Estonia, ci sono simo secolo in poi gli abitanti furono co-
un parco naturale e delle stretti più volte a sgomberare le loro case
per fare posto ai soldati perché l’isola era
antiche fortezze. In passato fu considerata un avamposto difensivo di
più volte spopolata per motivi grande importanza strategica. Gli svedesi
militari. Oggi ci abitano nel 1705 avevano costruito sull’isola una
stabilmente solo due famiglie piccola fortezza. Poi l’impero zarista co-
struì un sistema di nove bastioni e inine
la famiglia delle nazioni sovietiche avviò
a passione dell’est per le re- la produzione di mine navali.

L pubbliche create dal nulla è


nota. Alcune furono messe
in piedi durante guerre e
rivoluzioni. Erano un modo
per riempire un vuoto, ma
anche il risultato di abili strategie. Nel
1917, l’anno che divide la storia della
Russia in due grandi epoche, fu creata la
Repubblica sovietica di Naissaar.
Gli ediici militari dell’isola, che si pos-
sono ammirare ancora oggi, furono co-
struiti per volontà dello zar alla vigilia
della prima guerra mondiale. Nel 1907
furono approvati i piani di difesa e nel
1913 arrivarono i primi operai. Nel 1914 fu
disposta la militarizzazione completa
dell’isola e vennero allontanati tutti gli
abitanti. In quel periodo furono costruiti
ALEkSANdR ABROSIMOv (GETTy IMAGES)

Naissaar (Nargö in svedese, Nargen un porto sulla costa meridionale e una li-
in tedesco) è una piccola isola che oggi fa nea ferroviaria a scartamento ridotto nel
parte dell’Estonia. È una striscia di terra nord. Era lunga quasi 38 chilometri (oggi
di 19 chilometri a meno di dieci chilome- è l’unica linea ferroviaria a scartamento sull’isola, annunciando la creazione di
tri dalla capitale Tallinn, di fronte al ver- ridotto ancora funzionante in Estonia). una repubblica socialista indipendente.
sante nordoccidentale dell’omonima Anche il sistema di fortiicazioni fu poten- La neonata nazione prese il nome di Re-
baia. Lo storico Adamo da Brema men- ziato, con bunker e altre installazioni di pubblica sovietica dei marinai e dei mura-
ziona “l’isola delle donne” nelle sue Ge- difesa. Nel luglio del 1914 lo zar Nicola II tori della fortezza dell’isola di Naissaar (o
sta hammaburgensis ecclesiae pontiicum visitò l’isola per posare la prima pietra di in versione abbreviata, Repubblica sovie-
(Gesta dei vescovi della chiesa di Ambur- un grande porto militare. tica di Naissaar o Isola indipendente di
go, 1073-1076), chiamandola Terra Fe- Poco dopo lo scoppio della rivoluzione Nargen).
minarum. d’ottobre, il 17 dicembre 1917, l’equipag- Stepan Maksimovič Petričenko, un
Secondo la leggenda riportata da Ada- gio della nave militare Petropavlovsk (poi sindacalista anarchico di origini ucraine,
mo, l’isola era abitata da donne bellissime ribattezzata Marat) e i muratori che ave- diventò il leader del consiglio dei com-
(“quando le donne vi nascono, sono le più vano costruito la fortezza presero il potere missari del popolo. Fu proprio il consiglio,
belle tra tutte”) e uomini crudeli, che in formato da un commissario delle inanze,
realtà erano solo pescatori e cacciatori di un commissario della salute pubblica e
foche svedesi. Sull’isola sono state trova- Gli ediici militari, che più avanti anche da un commissario
te monete arabe risalenti a un periodo che dell’istruzione, a proclamare che “ai sensi
va dall’ottavo al decimo secolo. A metà
si possono ammirare della legge, Naissaar è oggi una repubbli-
dell’ottocento il territorio di Naissaar era ancora oggi, furono ca (sovietica) indipendente”.
diviso in 34 proprietà agricole ed era abi- Il passo successivo fu quello di scrive-
tato da quasi duecento coloni. Nel 1858 fu
costruiti per volontà re la costituzione. Il consiglio scelse il
costruita una piccola chiesa, che dipende- dello zar alla vigilia villaggio di Lõunaküla come capitale e
va dalla parrocchia svedese di San Miche- L’internazionale come inno nazionale.
le a Tallinn, e nel 1874 fu aperta la prima
della prima guerra Come bandiera della nuova repubblica
scuola. Anche se la colonizzazione di mondiale fu adottato il vessillo rosso e nero dei sin-
Naissaar risale al medioevo, dal diciotte- dacalisti anarchici. Si pensò anche alla

74 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Naissaar, in Estonia Informazioni
pratiche

u Arrivare e muoversi Il prezzo di un


biglietto a/r dall’Italia per Tallinn parte
da 198 euro (Lufthansa, Finnair, klm).
L’isola di Naissaar si può raggiungere dalla
capitale estone con i traghetti della
compagnia Sunlines. Per maggiori
informazioni si può consultare il sito visit
Tallinn (bit.ly/2A3Ld08).
u Escursioni Il parco naturale dell’isola ha
un sentiero ad anello lungo undici chilometri
che parte dall’area campeggio e ha diversi
punti di osservazione con pannelli
informativi. Per maggiori informazioni si può
contattare l’uicio dei parchi estoni
(iimsi.looduskeskus@rmk.ee oppure 00372
676 7842).
u Leggere Jaan kross, Il pazzo dello zar,
Iperborea 2016, 19 euro.
u La prossima settimana viaggio
a Cordova, in Spagna. Ci siete stati? Avete
suggerimenti su tarife, posti dove dormire,
libri? Scrivete a: viaggi@internazionale.it.

creazione di una valuta indipendente, di irmato un trattato di pace con la Repub- sopravvissuti al periodo sovietico. La co-
cui però non si conosce il nome. La re- blica socialista federativa sovietica rus- sta dell’isola è selvaggia e varia, con
pubblica sovietica riconosceva di fatto sa). Con la pace i vecchi residenti potero- spiagge di ghiaia e massi erratici.
l’Estonia, che all’epoca era in lotta per no tornare sull’isola e contribuire al suo Nel 1991, dopo che l’Estonia ha riac-
l’indipendenza, mentre il consiglio con- sviluppo: nel 1934 la popolazione totale quistato l’indipendenza, Naissaar è stata
siderava nemici della nazione sia i bol- salì a 450 abitanti. Naissaar si spopolò di nuovo smilitarizzata. Nel 1995 è di-
scevichi sia i tedeschi. nuovamente durante la seconda guerra ventata una riserva naturale. Prima di
La repubblica rossonera non durò a mondiale e rimase una base chiusa aprirla ai turisti, lo stato ha dovuto smal-
lungo. La sua breve esistenza fu troncata dell’esercito sovietico fino alla fine tire oltre cinquemila residui di arma-
il 26 febbraio del 1918 con l’occupazione dell’occupazione russa nel 1991. menti, soprattutto mine. Se si visita l’iso-
dei territori estoni da parte dell’impero la, bisogna ricordarsi che forse non tutti
tedesco. Allo sbarco dell’esercito tedesco Una costa selvaggia gli armamenti sono stati rimossi. Al mo-
i soldati russi abbandonarono Naissaar. I Molti ediici risalgono a quel periodo: co- mento ci sono due famiglie che vivono
marinai si rifugiarono prima a Helsinki e struzioni in cemento a scopo difensivo, stabilmente a Naissaar.
poi sull’isola di kronstadt, dove il rivolu- un casinò, una sauna, un refettorio, una Cosa c’è da vedere, a parte le costru-
zionario russo Petričenko sarebbe stato centrale elettrica, una caserma, le case zioni militari e le rovine della fabbrica di
uno dei protagonisti della rivolta del 1921 degli uiciali (frutto delle riparazioni di mine navali? vale la pena di visitare il vil-
contro il potere centrale bolscevico di Le- guerra inlandesi e simili alle casette di laggio di Männiku, dove è possibile am-
nin. La repubblica sovietica isolana durò legno nel parco Ujazdów a varsavia) e una mirare uno degli esempi meglio conser-
appena due mesi. fabbrica di mine navali circondata dai bi- vati di caserma sovietica, il faro, una chie-
Nel 1918 l’esercito russo in ritirata fece nari della ferrovia. Il centro di Naissaar, sa del periodo tra le due guerre (che qual-
saltare in aria i bunker, la chiesa e altri con le sue costruzioni militari, la caserma che anno fa è stata restaurata), un cimite-
ediici. Nel 1920 Naissaar entrò uicial- e il faro nella zona nord, è collegato trami- ro dell’epoca della guerra di Crimea e i
mente a far parte della neonata Estonia (a te la linea ferroviaria a scartamento ridot- resti di un giardino appartenuto al re di
Tartu, a febbraio del 1920, l’Estonia aveva to. I vecchi ediici agricoli e ittici non sono danimarca Eric vI. u fas

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 75


Graphic journalism Cartoline dal doponatale

76 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Massimo Giacon è un autore di fumetti e designer italiano nato a Padova nel 1961. Il suo ultimo libro è
...ed è subito serial. 100 serie televisive viste da Massimo Giacon (Panini Comics 2018).

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 77


Cultura

Libri
Twin peaks
ABC

morte di solito non è naturale, ma intenzio-

Adolescenti nale e violenta. Il modello è quello di Laura


Palmer di Twin peaks, l’idea di una ragazza
slegata dalla realtà. “Tutti amano la ragaz-
za morta”, osserva Bolin, ma naturalmente

invisibili “la amiamo proprio per questo: perché è


morta, e la sua morte fa da catalizzatore per
il divertimento dell’attività investigativa”.
È un telo bianco su cui un protagonista pre-
feribilmente di sesso maschile può proiet-
tare le sue fantasie.
Un episodio dopo l’altro un protagonista
Carina Chocano, The New York Times, Stati Uniti
maschio cerca di aferrare il signiicato del-
Cosa vuol dire crescere e una ragazza viva e vegeta. L’onnipresenza la morte della ragazza, e mentre la sua iden-
diventare scrittrici in di questo schema, che Bolin chiama dead tità si organizza intorno a quella di lei, della
girl show, lo spettacolo della ragazza morta, personalità o del punto di vista di quest’ul-
un’America ossessionata dalle le fa pensare che la “ragazza morta” possa tima non rimane traccia. Sui saggi di Bolin
“ragazze morte” essere una igura a cui ispirarsi per avere aleggia la questione dell’autorità, un’auto-
successo. rità bianca e patriarcale. Nello spettacolo
a chiave di qualsiasi sto- della ragazza morta il marito e il padre in-

“L ria su una ragazza morta


è l’ossessione, inquie-
tante e semisessuale,
dell’investigatore per la
ragazza stessa, o meglio, per l’assenza che
ha lasciato”, scrive Alice Bolin nella sua rac-
Il Dead girl show
Quella delle “ragazze morte” è una delle
variazioni più recenti di un genere molto
amato: i romanzi di formazione che raccon-
tano quanto sia diicile essere viste in una
cultura che riiuta di vederti. Bolin percepi-
combono in lontananza. È scontato che il
colpevole del delitto sia un parente di sesso
maschile. Al tempo stesso, sottolinea Bolin,
il racconto (e la legge) tendono a favorirlo,
aiutandolo a farla franca.
Naturalmente lo status di “vittima per-
colta di saggi Dead girls. Essays on surviving sce la storia che viene invece raccontata, lo fetta” della ragazza morta ha la capacità di
an american obsession. Una volta identiica- spettacolo della ragazza morta, come una “nascondere le morti di eserciti di vittime
to il ilo di necroilia che attraversa la cultu- iaba moderna con tanto di bosco oscuro e non bianche o povere o brutte o disabili o
ra televisiva, da Twin peaks a True detective ambientazione idilliaca, in un paesino dove immigrate o tossicodipendenti o gay o
passando per qualsiasi poliziesco, Bolin “ancestrale avidità e rabbia violenta” porta- trans”, e Bolin sottolinea come potrebbe
continua a vederlo ovunque e a chiedersi no al “sacriicio estremo, la vergine marti- essere proprio lei, la ragazza morta, “il vero
come andrebbero le cose se uno spazio così re”. La ragazza morta di solito non è una volto della complicità delle donne bian-
centrale e privilegiato fosse occupato da ragazzina ma una giovane donna, e la sua che”. Bolin ha cominciato a scrivere il suo

78 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


True detective
HBo

libro dopo aver pubblicato un saggio molto La raccolta di saggi di Michelle Tea, uccisa e ne aveva colonizzato il cadavere”.
apprezzato su True detective – la serie con un Against memoir, è più eclettica e ad ampio È un’immagine memorabile ed emblema-
investigatore problematico e una vittima di raggio, ma elabora molti di questi temi con tica. Come Bolin, anche Tea fugge da un
sesso femminile messa in modo da risultare una prosa rapida e immediata. Anche lei posto sperduto in città (prima Tucson, poi
fotogenica – e dopo essersi trasferita ricostruisce la sua formazione artistica e San Francisco), dove scopre a sua volta
dall’Idaho a Los Angeles. femminista attraverso le inluenze cultura- Chelsea girls. Del libro di Myles la colpisce
Il suo trasferimento, che in un primo li, ripercorrendo però esperienze più turbo- l’esperienza di sentirsi sepolta viva in una
momento sembra non avere alcun legame lente. Se il libro di Bolin è una meditazione cultura, sotto le macerie di storie di altri:
con le tematiche trattate nel libro, in realtà lirica, quello di Tea è un sonoro schiafone. “Avere troppo da dire e al tempo stesso es-
si integra con loro. Una ragazza ingenua Si apre con un capitolo su Valerie Solanas, la sere costrette a conquistarsi un posto da cui
scappa dalla sua città nel nord-ovest degli famigerata attentatrice di Andy Warhol, poter parlare con le unghie”.
Stati Uniti, una zona famosa per i serial kil- autrice dell’eccentrico SCUM Manifesto. La sua giovinezza selvaggia è ormai ab-
ler come sottolinea l’autrice, per raggiunge- Quando lo lesse per la prima volta, Tea lo bastanza lontana da apparirle avvolta nel
re una grande città indiferente dove perde giudicò “completamente reale e completa- mito. Particolarmente inquietante è un sag-
presto le sue illusioni. Questa ragazza, che mente irreale” nel raccontare una verità gio sulle hags, le lesbiche punk, molte delle
non è morta, arriva in città alla ricerca del “dolorosamente assurda”, ossia che vivia- quali tossicodipendenti, che vivevano e
suo io scomparso e non trova niente. mo in un mondo in cui “gli uomini fanno di morivano (in quantità spaventose a causa
È una trama seducente che Bolin intito- tutto alle donne che se ne vanno in giro ter- dell’eroina contaminata) nel quartiere di
la, parafrasando Joan Didon, Hello to all rorizzate, traumatizzate e arrabbiate”. Mission a San Francisco, quando la città era
that. Tra i racconti che cita ci sono I lancia- punk, queer e pericolosa. Memorabile an-
iamme di Rachel Kushner e Chelsea girls di Sotto le macerie altrui che il resoconto di com’è essere una giova-
Eileen Myles, dove giovani protagoniste Un dolore palpabile percorre molti di questi ne donna che vive in città e che deve afron-
arrivano in città dal nulla, cercando di “af- saggi, assieme a una gioia aspra e a un’in- tare ogni giorno atti di esibizionismo, ossia
fermarsi come artiste”. tensa curiosità. Dopo aver scoperto che il lashers, come venivano deiniti negli anni
È facile romanzare questa trama, scrive patrigno che lei riteneva suo padre aveva sessanta.
Bolin, ma “l’educazione sentimentale non fatto dei buchi nelle pareti della loro casa Sia in Dead girls sia in Against memoirs la
è certo una metafora innocua, soprattutto per spiare lei e sua sorella, osserva: “Avreb- scrittura autobiograica seduce anche per il
quando delle donne bianche americane – be dovuto essere lui ad afrontare la vergo- suo desiderio di cogliere la nostra esperien-
dalle eroine di Henry James alla protagoni- gna di essere stato scoperto, ma alla ine si è za dell’epoca, di intrappolarci in un mo-
sta di I lanciaiamme – simboleggiano l’in- tenuto la casa mentre le iglie sono dovute mento che non smette di trascorrere. “Non
nocenza del loro giovane paese”, un paese scappare via, e si è tenuto la moglie, una sarai mai più in questa speciica condizio-
in cui il simbolo della ragazza (bianca) mor- madre in cui le iglie non sarebbero più riu- ne”, scrive Tea. “Le sue tracce punteggiano
ta è spesso usato per giustiicare la violenza scite ad avere iducia. Era entrato nella fa- la versione della tua storia che stai raccon-
e mantenere lo status quo razzista. miglia come un parassita invadente, l’aveva tando oggi”. u gim

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 79


Cultura

Cinema
Italieni Dagli Stati Uniti
I ilm italiani visti da
un corrispondente straniero.
Messaggi in codice
Lee Marshall collabora con
Condé Nast Traveller
e Screen International. conservatrice dell’Academy

DR
I Golden globe sono
ancora i cugini più potrebbe sentirsi legittimata
Suspiria scanzonati degli Oscar? a ignorare il ilm di Barry Jen-
Di Luca Guadagnino. kins, If Beale street could talk,
Italia/Stati Uniti 2018, 152’ Nel corso degli anni i Golden tratto dal romanzo di James
●●●●● globe, assegnati da una pic- Baldwin. Qualcosa di simile
Questa rivisitazione di una cola e notoriamente idiosin- era successa con Crash, che
pietra miliare del giallo italia- cratica giuria (cioè l’associa- Green book vinse nell’anno in cui tutti
no non è paragonabile all’ori- zione della stampa straniera erano pronti a scommettere
ginale e non vuole esserlo. di Hollywood), si sono rita- prova generale informale in sulla vittoria dei Segreti di
Guadagnino si pone davanti gliati la fama di premi più vista della notte degli Oscar. Brokeback mountain. Inoltre
al ilm di Dario Argento come scanzonati. E in questo sen- Prima della sua vittoria ai la giuria dei Globe ha dimo-
Brahms alle prese con il ca- so, la vittoria di Bohemian Globe, Bohemian rhapsody strato che si può risolvere
priccio n. 24 di Paganini. Il rhapsody ai danni del più uni- non aveva alcuna possibilità una questione come quella
classico di Argento diventa lo versalmente acclamato A di vincere un Oscar. Oggi ne che riguarda Bryan Singer,
spunto per una serie di varia- star is born, risponderebbe al- ha molte di più. Lo stesso va- il regista di Bohemian rhapso-
zioni, a cominciare dall’am- la descrizione. Ma forse, a le per Green book, ilm critica- dy, licenziato a riprese quasi
bientazione nella Berlino pensarci bene, mai come to per aver afrontato in mo- ultimate, semplicemente
dell’autunno tedesco, quando quest’anno la cerimonia dei do buonista e vecchio stile le ignorandola.
la Germania federale trabal- Golden globe dà l’idea di una questioni razziali: la parte più Variety
lava davanti alla Raf. Oltre al-
la banda Baader-Meinhof,
Guadagnino farcisce Suspiria Massa critica
con l’olocausto, le teorie di Dieci ilm nelle sale italiane giudicati dai critici di tutto il mondo
Lacan, il teatrodanza di Pina

ST
PH

Bausch, la stregoneria come

PO
IL

E
A

S
T
A

IM
E
R

N
EN
M

IM

espressione demoniaca degli


EG

O
T
D

T
D

T
N

K
EL

G
N
A

archetipi di Jung sulla igura


A

N
N

L E i ti L E
L E i to T

L I i to P E
to I

T i t i YO
ni R D

ti I
E

IO
n Y

ni S H
E
n GE
a OB

n E
U L

a R

n W
a D
ci AT
o UA

o ND
o AI

della madre e chi più ne ha


ci A

iU A
ci N
iU N

iU E
ad L
an I G

at W
gn D

an R

an O

at N
an G

gn G

at A
gn I

Fr BÉ

a
U

Fr M
Re H E

Re E
Fr F

St S
C HE

Re E

St H E

St H E

più ne metta. Ma questo regi-


H

LO
H

Media
T

T
T

sta poco amato dagli italiani


ha il talento di sovraccaricare aquaMan 11111 11111 11111 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111
in modo geniale. Il suo Suspi-
ria è volutamente frammen- BOheMIan rhapSODy 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
tario. I manierismi sono forse
troppi, dai tre ruoli aidati a cOLD war 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 - - 11111
Tilda Swinton alla colonna
sonora cautamente rainata
La DOnna eLettrIca - - 11111 11111 - - 11111 11111 11111 - 11111
di Thom Yorke che fa un po’
rimpiangere i Goblin. Ma la
the OLD Man anD… 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111
cosa strana delle variazioni di IL rItOrnO DI Mary… 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 - - - 11111
Guadagnino è l’emozione che
rimane dopo un clou che sio- rOMa 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
ra l’assurdo. Non è il tipo di
emozione che si associa a un SuSpIrIa 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
horror: un misto di euforia e
tristezza esistenziale diicile
Van GOGh. SuLLa… - - 11111 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111
da spiegare quando tutto in-
torno le teste esplodono in un
VIce 11111 - 11111 11111 - - 11111 - 11111 11111 11111
bagno di sangue. Legenda: ●●●●● Pessimo ●●●●● Mediocre ●●●●● Discreto ●●●●● Buono ●●●●● Ottimo

80 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


I consigli Vice. L’uomo nell’ombra Capri revolution Suspiria
della Adam McKay Mario Martone Luca Guadagnino
redazione (Stati Uniti, 132’) (Italia, 122’) (Stati Uniti/Italia, 152’)

Welcome to Marwen Ancora in sala quanto di parte, perché è mol-


to di parte, questa satira sel-
Aquaman vaggia sembra non temere
Di James Wan. nulla, tranne forse lo spettro
Con Jason Momoa, Nicole della noia. Scritto e diretto da
Kidman, Willem Dafoe. Adam McKay, premio Oscar
Stati Uniti 2018, 143’ per la sceneggiatura della
●●●●● Grande scommessa, si occupa
Se avete sempre desiderato ve- di un argomento sulla carta
dere una cena da cinque porta- diicile da trasportare sullo
te di pesce, crostacei e frutti di schermo, almeno quanto la
mare afrontare una battaglia crisi dei mutui subprime del
epica sotto i vostri occhi, i ven- 2008. Cioè la vita e le opere
ti minuti inali di Aquaman vi dell’ex vicepresidente degli
DR

faranno felici. Tuttavia per ar- Stati Uniti Dick Cheney. Ma


In uscita un ilm di un grande studio, va rivare a questa scena bisogna McKay spinge sul fatto che in
comunque applaudito. riuscire a stare due ore in ap- inglese vice vuol dire “vice”,
Welcome to Marwen Ian Freer, empire nea. Tutta la traila da fare per ma anche “vizio”, l’opposto
Di Robert Zemeckis. scoprire come e perché il ta- della virtù, e il suo ilm non
Con Steve Carell, Leslie Mann. Una notte di 12 anni tuato Arthur è destinato a di- esita a dipingere il due volte
Stati Uniti 2018, 116’ Di Álvaro Brechner. ventare il signore degli oceani vice di George W. Bush come
● ● ●●● Uruguay/Spagna/Argentina/ è micidiale, anche se a raccon- l’eminenza grigia dietro alcuni
Dopo essere stato brutalmen- Francia/Germania 2018, 122’ tarla contribuiscono attori co- dei più inquietanti aspetti del-
te malmenato e aver perso la ●●●●● raggiosi come Nicole Kidman la vita politica statunitense de-
memoria, l’artista Mark Ho- Come si sopravvive a dodici e Willem Dafoe. Il supereroe gli ultimi anni. Lasciamo agli
gancamp (Steve Carell) si è anni di carcere durissimo che surista di Jason Momoa è ben- storici e agli analisti politici la
rinchiuso in un mondo di fan- sembrano non avere mai ine? venuto, ma il ilm, nel suo discussione se sia veritiero o
tasia dove il modello in scala Come si evita la discesa nella complesso, è più che altro un no, perché il vero divertimen-
di un villaggio belga durante follia? Come si racconta tutto pantano. Joshua rothkopf, to che dà Vice non è nella con-
la seconda guerra mondiale, questo in modo da far rilettere time Out ferma o nella messa in discus-
Marwen, rilette in modo biz- e arrabbiare lo spettatore? Alle sione dei propri preconcetti,
zarro le sue esperienze. L’arri- prime due domande contribu- Vice. L’uomo nell’ombra ma nel modo in cui la storia è
vo di una nuova vicina di casa iscono a rispondere le storie di Di Adam McKay. Con Christian raccontata. Christian Bale che
(Leslie Mann) mette Marwen Eleuterio Fernández Huido- Bale, Amy Adams, Steve Carell. per interpretare Cheney è in-
sottosopra. Ma tutti gli ingre- bro, Mauricio Rosencof e José Stati Uniti 2018, 132’ grassato venti chili ha detto a
dienti che alimentano il ilm Mujica (poi eletto presidente ●●●●● The Hollywood Reporter:
di Robert Zemeckis, tratto dal dell’Uruguay), i leader tupa- Intelligente, audace, categori- “Quando non hai il collo, senti
documentario di Jef Malm- maro che il regime uruguaiano co e divertente, Vice. L’uomo che nessuno può farti cambia-
berg, Marwenco, sono bizzar- tenne in quello stato di prigio- nell’ombra è un tonico per tem- re idea”. Kenneth turan,
ri. Il villaggio in scala è un nia dal 1973 al 1985. La rispo- pi diicili. Tanto brillante Los angeles times
luogo dove Zemeckis può get- sta all’ultima domanda la for-
tare elementi molto diversi, nisce invece Álvaro Brechner Vice
dalla parodia dei ilm di guer- con il suo ilm Una notte di 12
ra al feticismo per le scarpe, anni, che non è un ilm politico
per descrivere in modo arti- tradizionale e nemmeno un
colato le soferenze del suo thriller carcerario. Metà del
eroe. Una mossa coraggiosa ilm mostra in modo claustro-
di un regista che ha sempre fobico le condizioni carcerarie
camminato su un ilo sottile estreme. Poi ne esce, ma solo
che divide umorismo nero e attraverso le memorie e i sogni
grandi emozioni. Anche se ri- dei prigionieri. Una storia che
esce solo parzialmente a illu- doveva essere raccontata, tan-
minare il pubblico sulla visio- to che si possono perdonare
ne del mondo disturbata di un l’emotività e il trionfalismo del
uomo che ha subìto un trau- inale. horacio Bernades,
ma profondo, trattandosi di página 12
DR

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 81


Cultura

Libri
Italieni Trinidad e Tobago
I libri italiani letti da un
corrispondente straniero.
Alterne fortune
Questa settimana Vanja
Luksic, del settimanale
francese L’Express.

SToCkbyTE/GETTy
Il romanzo d’esordio di
Claire Adam racconta la
Francesco Erbani storia di due gemelli
Non è triste Venezia nell’isola di Trinidad
Manni, 229 pagine, 15 euro
● ● ●●● A dispetto del loro numero
“Pietre, acque, persone. reale, i gemelli occupano un
Reportage narrativo da una posto di rilievo nella letteratu-
città che deve ricominciare”, ra mondiale. La loro natura si
recita il sottotitolo. Non è una presta a scambi d’identità, in-
speranza ma una volontà quietanti sincronismi, legami
espressa in tante testimonian- misteriosi tra persone lontane
ze raccolte dall’autore. E que- e parabole a volte inaspettate.
sto perché “Venezia è, appun- La diferenza tra due gemelli è
to, una città, molto più città di al centro di Golden child, il sor-
tante altre”, come spiega un prendente esordio di Claire
professore dello Iuav, Franco Adam. In realtà Peter e Paul, sta possibilità come un dato di dad, dove Claire Adam è cre-
Mancuso. Costruita sull’acqua che all’inizio del romanzo fatto. Un insegnante sarà il pri- sciuta. La sapienza popolare,
con una straordinaria maestria hanno 13 anni, sono presentati mo a metterlo in discussione e così utile quando si tratta di
dove, nei secoli gloriosi della come molto diversi. Secondo i le reazioni molto diverse dei capire se pioverà o no, si tra-
Serenissima, niente era lascia- medici che li hanno fatti na- genitori a questa possibilità sforma pericolosamente in
to al caso, questa città di una scere, Paul ha avuto dei pro- sono linfa importante per la superstizione quando si parla
bellezza unica oggi è in grave blemi durante il parto che po- trama. Intima ma anche cau- di bambini scomparsi miste-
pericolo. Come se la cono- trebbero incidere sul suo svi- stica l’ambientazione nella riosamente.
scenza e la saggezza di una luppo. La famiglia prende que- parte rurale dell’isola di Trini- The Economist
volta non esistessero più.
“L’acqua alta” è sempre più
minacciosa anche a causa dei
cambiamenti climatici e la so-
Il libro Gofredo Foi
luzione scelta, il Mose (Modu-
lo sperimentale elettromecca-
Un antidoto alla banalità
nico) è ormai chiaramente
sbagliata. Poi c’è il nuovo turi-
smo di massa, che non serve a Edith Wharton silenzioso e austero, che sopravvivono, e quando inine
nessuno, e comunque sicura- Ethan Frome quando è giovane contadino, il narratore può visitare la casa
mente non alla città. Queste Neri Pozza, 142 pagine, 12 euro alla morte della madre, per di Ethan e scopre una Mattie
invasioni di turisti frettolosi e È bene cominciare l’anno paura di rimanere solo, sposa paralitica divenuta acida e
seliedipendenti che fanno rileggendo qualcosa di antico, l’infermiera che l’accudiva, cattiva, assistita con amore da
fuggire i veneziani sono vista la banalità delle novità di Zenobia, che si rivela donna Zenobia, comprende
accompagnate da mostruose dicembre. Scritto nel 1911, è rigida e dura. Lei prende in l’assoluta tristezza di un uomo
navi da crociera che mettono un romanzo breve degno dei casa come serva Mattie, una che si è arreso al fato. Non c’è
in pericolo il delicato equili- migliori dei grandi cugina povera e gentile di cui altro in questa aspra favola
brio della Laguna (con la L dell’ottocento. Ed è una strana Ethan s’innamora, ricambiato puritana, una delle rare
maiuscola, insiste Erbani). storia d’amore, quella che il silenziosamente. La moglie incursioni di Wharton nel
Sentendo tante voci preoccu- giovane narratore, inito per intuisce e caccia la ragazza. mondo dei poveri. Con misura
pate e pronte ad agire per sal- lavoro in una piccola comunità Quando Ethan l’accompagna e profondità ha fatto di Ethan
vare questa meraviglia unica del New England, dice di alla ferrovia in slitta i due si uno dei più afascinanti e
al mondo si capisce quanto avere “appresa, a pezzi, da dichiarano e decidono di tragici antieroi della
sbagliava Aznavour: c’è anco- persone diverse”. Parla di un uccidersi, precipitando con la letteratura americana, e non
ra tanto amore a Venezia. vecchio invalido, povero, slitta in una scarpata, ma solo di quella. u

82 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


I consigli Besnik Mustafaj Lucia Berlin Sergio Leone
della Piccola saga carceraria Sera in paradiso C’era una volta il cinema
redazione (Castelvecchi) (Bollati Boringhieri) (Il Saggiatore)

Il romanzo Helen Phillips


A tutto c’è rimedio
Charles Soule
L’anno dell’oracolo
Lettera d’amore Safarà editore, 200 pagine,
16,50 euro
Nord, 432 pagine, 18,60 euro
●●●●●
●●●●● Un uomo che può vedere il fu-
Helen Phillips è attratta dalla turo in frammenti criptici
fantascienza, dal fantasy, dalle sconvolge lo scenario mondia-
yoHAN boNNET (AFP/GETTy)

Rao Pingru
La nostra storia distopie, dalle iabe: qualsiasi le mentre milioni di persone
La nave di Teseo, 368 pagine, cosa, insomma, che generi attendono senza iato ogni sua
22 euro stati d’animo di estraneità e singola previsione. Questo è il
● ● ● ●● incertezza. Al centro di questa tema del romanzo d’esordio di
Rao Pingru e Mao Meitang si raccolta di racconti c’è la sen- Charles Soule, che si serve del
sposarono a Nanchang nel sazione che il terreno sotto i suo sguardo acuto per creare
1948, quando la Cina era piedi del lettore possa spostar- un thriller brillantissimo. Sou-
ancora dominata da ritmi e si in ogni momento e diventa- le impiega il minimo possibile
rituali che perduravano dai re spaesante. Il primo racconto di speculazione teorica, prefe-
giorni imperiali. Sono rimasti si chiede cosa succederebbe se rendo costruire un racconto
sposati durante gli anni di potessimo inserire il nostro satirico sul comportamento e
Mao, nonostante siano stati codice iscale in una macchina sulla causalità. Intelligente-
separati per più di vent’anni: e scoprire la data della nostra mente, fa partire il romanzo
nel 1958 Pingru fu condannato morte. Che tipo di vita vivrem- nel mezzo dell’azione: il bassi-
a un programma di Rao Pingru mo dopo, e quali problemi na- sta trasandato Will Dando lir-
rieducazione attraverso il scerebbero nei rapporti con le ta con una donna in un bar, e
lavoro. Il suo crimine? Un tutto questo – accompagna persone care? Phillips usa le le rivela di esser lui la igura
tempo aveva prestato servizio ino alla ine il libro, dove opportunità oferte dalla fan- misteriosa conosciuta nella
nell’esercito del kuomintang. Pingru include anche delle tascienza speculativa per de- cultura popolare come l’ora-
Il loro matrimonio si è poesie. La nostra storia non è scrivere stati emotivi di solito colo. In efetti, Will conosce
concluso nel 2008, con la un’invettiva politica, e gli anni inespressi. Per esempio esplo- parte del futuro, che gli è stato
morte di Meitang. Pingru ha in cui la famiglia rimase ra la paura di perdere la pro- rivelato in sogno attraverso
allora cominciato a scrivere e a separata sono trattati con un pria identità che può sorgere 108 pronostici. Possono essere
dipingere La nostra storia. Il tocco leggero. Nel 1958 Pingru con la maternità. Si spinge più propizi, come una donna che
libro è prima di tutto una e Meitang avevano cinque in là in un altro racconto, dove compra il latte, o mortali, co-
lettera d’amore molto igli. Sappiamo più sulle i igli della protagonista sono me il crollo di un ponte. Con il
commovente di Pingru a sua soferenze di Meitang e dei degli alieni. I temi legati al ge- suo migliore amico, Hamza
moglie. È anche la sua pittura bambini che su quelle di nere sono presenti in una va- Sheikh, e con la moglie incinta
d’amore: quasi ogni pagina è Pingru, anche se possiamo rietà di forme. In un’altra sto- di Hamza, Miko, Will vende
splendidamente illustrata con intravedere la sua vita in una ria si scopre un pianeta popo- alcune previsioni alle aziende
i suoi dipinti, a volte strazianti, selezione delle lettere di lato dalle controparti dei terre- per centinaia di milioni di dol-
tra cui una serie che registra il Meitang, in appendice. stri, con i quali gli esseri umani lari, mentre altre le pubblica
declino di Meitang e che Malgrado le diicoltà, Pingru possono unirsi e ricreare la su internet. Ha buone inten-
culmina con un’immagine di e Meitang non pensarono mai forma ermafrodita che sono zioni. “Le previsioni mi sono
lei sul letto di morte. Ma come alla separazione. Quando da sempre destinati a incarna- arrivate. Sto cercando di usar-
suggerisce il titolo, La nostra Pingru fu condannato alla re. Chi ha compiuto questo le nel modo più saggio”, dirà
storia non riguarda solo rieducazione, le autorità passo dice che sancisce la ine allo spumeggiante giornalista
Meitang, riguarda anche consigliarono a Meitang di della solitudine e dell’insoddi- Leigh Shore, che diventa suo
Pingru. oltre alla sua divorziare. In seguito lei gli sfazione, ma che dire di quelle alleato. Ma Will attira rapida-
lealtà, alla sua gentilezza, avrebbe detto: “Se tu avessi persone che sentono di aver mente le ire di personaggi po-
alla sua mancanza di avuto una relazione, avrei già trovato i loro compagni di tenti e pericolosi tra cui il pre-
autocommiserazione e alla chiesto subito il divorzio. Ma vita? Cosa devono fare? Altre sidente degli Stati Uniti, un te-
sua natura indulgente, ciò che non avevi tradito il tuo paese, storie della raccolta sono più lepredicatore ipocrita e il ne-
emerge dal testo e dai dipinti è non avevi sottratto nulla sperimentali e oblique e si di- mico più interessante, un as-
un uomo innamorato di tutto. indebitamente, non eri un menticano più rapidamente, sassino sornione che ha
Il suo profondo interesse per ladro, non avevi fatto nulla di ma il livello medio è spavento- l’aspetto di una nonna. Soule
la memoria – per ciò che si sbagliato, perché avrei dovuto samente alto. aina il dilemma di Will con
ricorda e per ciò che si lasciarti?”. Rosie Milne, Alastair Mabbott, una trama bizantina in cui lui e
dimentica, e per le ragioni di Asian Review of Books The Herald Scotland i suoi compagni non possono

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 83


Cultura

Libri
dire se le profezie si stanno co-
alizzando in una pericolosa
sce la giovinezza della tran-
quilla signora e la sua trava-
manifesta come un attacco ir-
razionale all’ordine costituito.
Lingue
partita inale o se le loro stesse gliata amicizia con klara Han- Il morbo inaugura un periodo

MILAN SZyPURA (HAyTHAM-REA/CoNTRASTo)


vite sono manipolate dall’arco sen, rivelando pezzi di un pas- di eccezionalità che coinvolge
delle predizioni. sato in cui compaiono l’invi- la vita quotidiana, le istituzio-
Kirkus Review dia, il tradimento, i soldi e la ni, le convenzioni sociali, la
morte di klara nel 1938. Quan- scienza. Gli “esanimi” – così
Ronaldo Wrobel do altri fatti sorprendenti e sono chiamati quelli che ne so-
Il romanzo incompiuto inaspettati vengono a galla, no colpiti – cadono in una pro-
di Soia Stern Ronaldo si trova di fronte a fonda e completa apatia, una
Giuntina, 210 pagine, 17 euro una serie di dilemmi morali. mancanza di volontà e di desi- Laurent Pernot
● ● ●●● Frontline derio di vivere che non sembra L’art du sous-entendu
Soia Stern nacque in Germa- frutto di un’infezione quanto Fayard
nia nel 1919 e fuggì in brasile Rafael Argullol di una maledizione. Con il ri- Pernot, professore a Strasbur-
alla vigilia della seconda guer- La ragione del male torno a un nuovo e transitorio go e specialista in retorica an-
ra mondiale. Figlia di un ebreo Lindau, 267 pagine, 19 euro medioevo, si veriicano nella tica, spiega con chiarezza e
accordatore di pianoforti cieco ●●●●● città isolata dal mondo atti di umorismo la grande diversità
e di un’infermiera che l’abban- Erede di una nobile letteratura fanatismo e di violenza, in ge- di esposizione dei greci e dei
donò quand’era ancora picco- sulle catastroi a cui apparten- nere diretti contro le principali romani per poi passare ai siste-
la, Soia sarà sempre trattata gono Diario dell’anno della pe- vittime del male, gli esanimi, mi retorici contemporanei.
con il disprezzo e la volontà di ste di Daniel Defoe e La peste considerati colpevoli di qual-
umiliare che i tedeschi riserva- di Albert Camus, il romanzo di che crimine sconosciuto. Que- Kory Stamper
vano agli ebrei. Ronaldo è il Argullol è la cronaca di una ca- sta crisi inirà? E le persone ne Word by word
nipote di Soia, vive a Copaca- lamità in una tranquilla citta- serberanno memoria per im- Vintage
bana e un giorno riceve una dina e della reazione dei suoi pedire che si ripeta? Argullol “Pensiamo all’inglese come a
telefonata da un giudice tede- abitanti. In una città senza no- propone in questo libro abil- una fortezza da difendere, ma
sco che gli prospetta la possibi- me, che potrebbe essere una mente imbastito una rilessio- sarebbe meglio paragonarlo a
lità di intentare una causa che qualsiasi del nostro occidente ne lucida quanto attuale un bambino che quando co-
potrebbe renderlo miliardario. opulento, dilaga – come nella sull’inferno del conformismo. mincia a muoversi non va do-
Con la scoperta del diario di Londra di Defoe o nella orano José Ramón Martín Largo, ve vogliamo noi, ma verso le
sua nonna, Ronaldo ricostrui- di Camus – una malattia che si La República Cultural dannate prese elettriche”. Co-
sì kory Stamper, lessicografa
statunitense, comincia il suo
Non iction Giuliano Milani divertente trattatello su come
si scrivono i dizionari.
Cina nera Bernard Cerquiglini
Le ministre est enceinte
Seuil
Yu Hua Zedong è arrabbiato Hua conti- esempio, racconta le tre onda- La querelle sulla femminilizza-
Mao Zedong è arrabbiato nua l’esplorazione degli stra- te di suicidi di funzionari vis- zione di nomi di professione è
Feltrinelli, 192 pagine, 18 euro ordinari cambiamenti a cui sute dall’autore (durante la ri- esemplare del ruolo che la lin-
Con i suoi romanzi (tra cui hanno assistito i baby boomer voluzione culturale, poi gua può esercitare. Cerquiglini
Brothers, Arricchirsi è glorioso cinesi: la crescita esponenziale nell’epoca di Deng e inine è un linguista francese.
degli anni 2000 e il più recen- delle città, la reintroduzione oggi). Qui e negli altri testi si
te Il settimo giorno) lo scrittore dell’economia privata, la rivo- ritrovano le speciicità che Marie Treps
yu Hua ha raccontato in modo luzione del modo di vivere, rendono grande la scrittura di Maudits mots
straordinario le trasformazio- l’emergere di una nuova ideo- Hua: i riferimenti infantili, TohuBohu
ni epocali subite dalla Cina e logia che, servendosi della tra- l’umorismo nero, l’autoevi- Come vengono creati gli insul-
dai cinesi nel corso degli ulti- dizione, controlla le esistenze denza delle dimostrazioni, ti razzisti, per quali ragioni e in
mi decenni. Il suo La Cina in dei cittadini. Il libro raccoglie spesso basate su immagini che quali circostanze storiche na-
dieci parole è ancora un’ottima articoli di giornale pubblicati arrivano dritte alla pancia del scono? Marie Treps, linguista
introduzione a questo paese in in varie sedi, particolarmente lettore, e gli apologhi e le bar- e semiologa francese, cerca di
rapidissimo movimento, che utili perché scritti espressa- zellette che spiegano ciò che spiegarcelo.
sta segnando in modo indele- mente per essere letti da stra- sta avvenendo senza bisogno Maria Sepa
bile il nostro tempo. In Mao nieri. Il primo saggio per di teorie. u usalibri.blogspot.com

84 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Ragazzi Ricevuti
Amiche Angiola Codacci-Pisanelli
Kepparli arabo?
improbabili Eigie, 112 pagine, 12 euro
Chi parla e studia arabo capi-
sce il dialetto siro-palestinese
Teresa Radice perché è molto simile all’ara-
e Stefano Turconi bo classico, ma si raccapezza
Tosca dei boschi a stento in Marocco. Libro
Bao publishing, 160 pagine, che aiuta a fare chiarezza su
19 euro una lingua afascinante.
Molti conoscono Radice e
Turconi per lo straordinario Il Philippe Godard
porto proibito, graphic novel Il consenso nell’epoca
dagli echi vittoriani e gotici del terrorismo
che ha fatto furore. Ma Radice Elèuthera, 184 pagine, 15 euro
e Turconi sono autori eclettici Il consenso, in un’epoca se-
capaci di passare con gnata dalla violenza difusa, è
nonchalance dalle incapace di deinire valori co-
scorribande disneyane (è in muni. Si limita così a indicare
edicola il loro Orgoglio e capri espiatori, alimentando
pregiudizio con Paperino che il terrorismo che combatte.
fornisce la sua versione di
mister Darcy) a rainatissimi
Fumetti De Biasi, Caputo,
fumetti per ragazzi. Nel loro
ultimo albo, Tosca dei boschi,
Forza della natura Chomani, Pedde
Curdi
le atmosfere disneyane si Rosenberg&Sellier, 196 pagine,
fanno quasi citazione, nei 14 euro
colori e nella sostanza. Barbara Baldi cismo tedesco, rovesciata pe- Analisi dell’identità curda
Sembra quasi di sguazzare in Ada rò in una dimensione liquida, transnazionale, delle lotte tra
un mondo già visto, se non Oblomov edizioni, 120 pagine, gassosa, impressionistica. le tante anime curde nei rap-
fosse che la variante Turconi- 20 euro Friedrich non banalmente ci- porti internazionali e nel
Radice rende non solo tutto Come dare forte intensità a tato ma rievocato, in modo coinvolgimento geopolitico
più iabesco, ma anche tutto ciò che è tenue. Ecco l’intento particolare in certe immagini della società clanica.
più ironico. Le vicende di una del lavoro di baldi, soprattutto a tutta pagina del libro, dove
duchessina Lucilla che vuole in questo secondo libro dopo il igure ieratiche viste di spalle Roberto Marchesini
fuggire da un matrimonio sorprendente esordio con Lu- dominano dall’alto un pae- Geometrie esistenziali
combinato imposto dai cenera. Costruire immagini di saggio possente. Un’opera Apeiron, 340 pagine, 15 euro
genitori sono scandite in tre questa forza a getto continuo e speciica al fumetto, possibile Riconoscere e apprezzare le
tempi. La sua vita cambierà dalla netta impronta romanti- solo con una sequenzialità diverse abilità di ogni specie
quando incontrerà Rinaldo il ca è un exploit. E come in Lu- per immagini isse che baldi è il vero contributo che pos-
menestrello e sua sorella cenera, dove gli echi letterari riempie di stasi continue e siamo dare al rapporto tra uo-
Tosca, orfani sempre pronti a rimandavano soprattutto ai li- contemplazione. Un’espe- mo e animale.
cacciarsi nei guai a in di bri delle sorelle brontë, la pro- rienza sensoriale inedita, do-
bene. Infatti Tosca è una tagonista è una donna di umili ve l’anelito a qualcosa di alto The 88 fools
ladra, una sorta di Robin condizioni che aspira a sovver- per sfuggire al senso di solitu- Guida tascabile
Hood italiana. Cornice della tire il suo destino. Immersa in dine e a un padre orco da ia- per maniaci dei ilm
storia la rivalità tra Siena e paesaggi che nella loro mae- ba nera è suggerito. Ma alla i- Clichy, 694 pagine, 15 euro
Firenze. Una grande storia stosità sovrastano gli individui ne evidente, come la presen- I ilm imperdibili, le citazioni,
che il duo Turconi-Radice ci ino quasi a schiacciarli, Ada za di due grandi esponenti le biograie di registi, attori,
fa toccare con mano vive con il padre in una piccola della pittura giunti al tramon- attrici, sceneggiatori, musici-
attraverso un’amicizia località di montagna dell’Au- to (Gustav klimt ed Egon sti; i premi, i campioni d’in-
improbabile, e forse proprio stria del 1917. Si pensa alla pit- Schiele), insieme alla barba- cassi, la censura, i remake, i
per questo unica al mondo. tura di Caspar Friedrich, pitto- rie della prima grande guerra. prequel e i sequel. E ininite
Igiaba Scego re paradigmatico del romanti- Francesco Boille altre curiosità divertenti.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 85


Cultura

Musica
Dal vivo Dagli Stati Uniti
Noyz Narcos
Roma, 11-12 gennaio
Svolta latina in classiica
atlanticoroma.it
Bologna, 18 gennaio

DAVID BECkER (GETTY IMAGES)


estragon.it L’urbano, il genere che Real, segna il ritorno di una
unisce rap e ritmi latini, veterana del genere. Il 2019
Le Luci della Centrale dominerà il 2019 potrebbe essere l’anno della
Elettrica normalizzazione dell’urba-
Milano, 14 gennaio Il 2018 è stato un anno di no. Bad Bunny ha appena
teatronazionale.it grandi successi per la música pubblicato il suo disco
urbana (o urbano), il genere d’esordio, X100PRE. Nel suo
Catania Jazz che mescola rap, pop, singolo MIA il trapper porto-
Michael Formanek, Tim Berne, reggaetón, dembow, cham- Bad Bunny ricano è stato aiancato dal
Mary Halvorson peta e altri stili tipici della rapper canadese Drake. Il
Catania, 14-17 gennaio musica latinoamericana. be sono stati i portoricani suo successo potrebbe essere
cataniajazz.com L’urbano ha sfruttato l’onda Ozuna e Bad Bunny e il co- la chiave per arrivare a un
lunga del successo di Despa- lombiano J Balvin, mentre la ampio consenso della critica
Band of Rascals cito di Luis Fonsi per rideini- canzone più riprodotta du- nei confronti dell’urbano. E a
Pontinvrea (Sv), 16 gennaio re il concetto di musica in lin- rante l’estate è stata I like it di quel punto perino i principa-
beer-room.com gua spagnola negli Stati Uni- Cardi B, un brano dallo stile li mezzi d’informazione non
Rho (Mi), 17 gennaio ti. I numeri recenti fanno ca- latino dove sono ospiti pro- avranno altra scelta se non
rocknrollrho.it pire che l’urbano non è lonta- prio Balvin e Bunny. Qualco- quella di prendere sul serio
Vignola (Mo), 18 gennaio no dalla conquista del mon- sa si muove anche nella scena questo genere.
stonescafe.it do. Nel 2018 i tre artisti con underground: Bellaca del año, Eduardo Cepeda,
più visualizzazioni su YouTu- l’ultimo disco di Tomasa Del Pitchfork
Calcutta
Ancona, 17 gennaio
facebook.com/calcuttapaginadi
Padova, 19 gennaio
Playlist Pier Andrea Canei
padovaoggi.it/eventi/tipo/
concerti
Romantic Irpinia
Milano, 20 gennaio
mediolanumforum.it
Mercalli La Rappresentante Ex
Riccardo Sinigallia
Brescia, 18 gennaio
latteriamolloy.it
1 Ciclisti
“Dove lavori adesso? Io
solo storie di sesso”. Ormai è
2 di Lista
Giovane femmina
“Sei grande ormai, puoi resta-
3 Gatto
Non c’è nulla di più inver-
nale di un gatto sul davanzale,
Bologna, 19 gennaio di nuovo un ilone, chiamia- re a bocca aperta”. Il punto di con un’intro di piano elettrico
locomotivclub.it molo neo Romantic Italia: vista queer sul romanticismo sullo sfondo e poi un blues pi-
Milano, 25 gennaio quando il testo sembra di un italiano di ritorno. Vita di una grotto che si difonde nella
santeria.milano.it/eventi Mogol sotto Lexotan e la mu- femmina “che desidera, che semioscurità. E per una que-
sica ha i colori sintetici di una ingurgita, che ascolta, che vive stione di simpatia e serendipi-
sigla di Rai Due degli anni ot- e non è mai sazia”, creatura di ty congiunta si ritorna su un al-
SUGAR

tanta. Di questo sottogenere, è Veronica Lucchesi, che canta, bum, Bumaye, uscito a settem-
un azzeccato addendum la e Dario Mangiaracina. Una bre: rieccoci in Irpinia con la
band irpina intitolata al padre partnership in crime che nega il band che può vagamente ri-
della sismograia, del cui nuo- cantautorato come concetto, portare alle scorribande dei
vo album Una casa stregata si proprio mentre assembla tea- Bud Spencer Blues Explosion.
apprezza il tocco narrativo, co- tro, racconto e canzone con un Degli Ex si ricorda un curioso
me in questo ritratto di perdu- piglio autoriale che tra Paler- singolo, Alta velocità, che cita i
to amore di provincia. Lui è mo e Milano (via Marrakech Tears for Fears di Pale shelter.
andato a Roma e lei è caduta Copenaghen e Viareggio) Ma sono dettagli. Alla ine il
in trappola matrimoniale. “E nell’album Go go diva trova una bello che rimane è questo
Riccardo Sinigallia intanto passa il tempo”. messa a fuoco più decisa. struggente blues italico.

86 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Jazz/
impro Franco D’Andrea Octet David Virelles Heroes Are Gang Leaders
Scelti da Antonia Intervals II Igbó Aláko. rin (The Singer’s The Amiri Baraka sessions
Tessitore Parco della Musica Grove) vol. I and II Flat Langston’s Arkeyes
Pi Recordings

Album 21 Savage vecchia drum machine sullo


sfondo. Una musica che po-
21 Savage trebbe passare per no wave del
I am > I was Lower East side, ma la sensibi-
Sony lità melodica fa pensare a una
●●●●● discendenza diretta dal punk.
Con questo disco 21 Savage La sensazione che resta è di un
annuncia che è diventato un gruppo nato nel giro di poche
uomo migliore, sia come arti- prove e questa è la sua forza.
sta sia come igura pubblica. Se fossimo nel 1979, questi
Nel 2018 il rapper di Atlanta si brani sarebbe initi in una
COLUMBIA

è dedicato meno alla musica e compilation della serie Killed


più alla ilantropia. Con alle by death. The C.I.A. è diverti-
spalle diversi singoli di succes- mento rumoroso e fuori di te-
so (rockstar, Bartier Cardi), ha torio, che si è già dimostrato movente e triste. sta, fatto da chi lo sa fare.
proseguito nella sua trasfor- fertile per altre band, i Novali- Eamon Sweeney, Mark Deming, All Music
mazione da uomo di strada a ma sembrano particolarmente Irish Times
dominatore delle classiiche a proprio agio, con suoni La Morra
impegnato nel sociale. Questo orientati verso il dub e afasci- The C.I.A. Spendor da ciel. Musica ri-
disco, uscito il 21 dicembre, si nanti incroci con l’elettronica. The C.I.A. scoperta da un manoscritto
può considerare uno dei mi- Il risultato inale è una visione In the Red Records iorentino del trecento
gliori album rap dell’anno ap- moderna, non solo una sco- ●●●●● La Morra; direzione: Corina
pena passato. In I am > I was perta archeologica del Perù Nel 2018 Ty Segall è stato as- Marti e Michal Gondko
21 Savage tiene fede alla sua andino ma un viaggio nei ritmi surdamente proliico. Se con- Ramée
promessa di “tornare gangsta” che animano il Perù contem- sideriamo anche The C.I.A., un ●●●●●
ma bilancia l’aura oscura dei poraneo. progetto parallelo concepito Nel 1980 dei ricercatori trova-
lavori precedenti con suoni più Russ Slater, insieme alla moglie Denée e a no negli archivi della chiesa di
dolci e un po’ d’ironia nei testi. Sounds and Colours Emmett kelly dei The Cairo San Lorenzo, a Firenze, un re-
Gli ospiti sono di primo livello, Gang, siamo a quota sette al- gistro fondiario dell’inizio del
da Post Malone a J. Cole (che Willard Grant Conspiracy bum. Dopo un ep su cassetta cinquecento. Ogni tanto nel
arricchisce l’ottima A lot) ino Untethered venduto ai suoi concerti, il testo s’intravedono delle note
a Childish Gambino e Ofset Loose gruppo ha pubblicato questi musicali sbiadite. Non c’è
dei Migos. Con le sue 15 can- ●●●●● dieci brani, che occupano ap- dubbio: per riciclare della per-
zoni, I am > I was è un ascolto Gli album postumi sono insi- pena lo spazio di 22 minuti: un gamena, che all’epoca era
piacevole, pieno di giusta vul- diosi, perché spesso si rivelano tempo suiciente a trasmette- molto costosa, era stato can-
nerabilità, angoscia e ferocia. delle opere davvero brutte. re la passione e la forza che gli cellato un manoscritto prece-
Eric Diep, HipHopDX Sketches for my sweetheart the estimatori del musicista cali- dente. Purtroppo neanche i
drunk di Jef Buckley e Closer forniano ritrovano nel resto raggi ultravioletti permettono
Novalima dei Joy Division sono delle ec- della sua produzione. La new di vedere il testo originale:
Ch’usay cezioni. Questo album, uscito wave e il riot grrrl si incontra- questa grande antologia di più
Wonderwheel Recordings alla ine del 2018, è l’undicesi- no nello stile vocale di Denée di duecento opere medievali
●●●●● mo e l’ultimo della band Segall, mentre gli altri suona- sembra perduta per sempre.
Dopo cinque album nei quali i country statunitense Willard no chitarre sporche, con una Poi nel 2013 una nuova tecni-
Novalima hanno rivitalizzato Grant Conspiracy, visto che il ca di imaging multispettrale
la musica afroperuviana come loro leader, Robert Fisher, è dell’università di Amburgo
pochi altri, la band di Lima ha morto a 59 anni lo scorso feb- permette di farla ricomparire.
deciso di cambiare completa- braio. Untethered è una raccol- Mancava solo il gruppo di Co-
mente strada. La parola ta sorprendentemente coesa e rina Marti e Michal Gondko:
ch’usay in lingua quechua si- completa, che Fisher aveva più oggi La Morra permette inal-
gniica “viaggio interiore” e o meno inito prima della sua mente a questa musica di tor-
rappresenta bene quello che fa scomparsa. Turns è un brano nare alla luce con precisione
IN THE RED RECORDS

il gruppo di Lima in questo di- che rappresenta bene i Willard infallibile dei cantanti, inezza
sco: si avventura lontano dai Grant Conspiracy, e in genere del tessuto musicale e perfe-
ritmi della costa e va alla sco- in tutto l’album predomina zione degli equilibri.
perta delle radici andine e una vena soft e rassicurante, Jacques Meegens,
amazzoniche. In questo terri- che rende l’ascolto più com- The C.I.A. Diapason

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 87


Cultura

Video
Romantic road
Venerdì 11 gennaio, ore 21.15
In rete
Sky Arte The industry
Rupert e Jan, una coppia di
sessantenni britannici, intra-
prendono un epico viaggio at-
traverso l’India rurale a bordo theindustryinteractive.com
di una Rolls Royce del 1936, Malgrado i suoi cofee shop, è
che le malconce strade del pa- diicile immaginare che i
ese mettono a dura prova. Paesi Bassi siano il crocevia
numero uno della produzione
Michelangelo ininito e del traico di stupefacenti in
Sabato 12 gennaio, ore 21.15 Europa. Una vera e propria
Sky Arte “industria”: da qui il titolo di
Ritratto avvincente che mostra questo documentario che
le sculture i dipinti e i disegni indaga la itta rete di
dell’artista, presentati con
spettacolari riprese e inedite
Il documentario produttori, traicanti e
spacciatori, dai disoccupati
ricostruzioni con soisticati
efetti digitali.
Le emozioni del maestro che sbarcano il lunario
coltivando cannabis in
soitta, agli studenti che
Internet: le verità nascoste Stephen Nomura Schible ha trare in profondità, ma con di- sintetizzano le ecstasy, ai boss
Martedì 15 gennaio, ore 20.55 colto il musicista giapponese screzione, nell’universo uma- del traico di cocaina
National Geographic Ryuichi Sakamoto in un mo- no e creativo del compositore, attraverso i porti del mare del
La storia del web dalle origini mento di particolare fragilità, per seguirlo durante la realiz- Nord. Una mappa navigabile
in California ino alla sua dif- con il corpo reduce dalla ma- zazione di un nuovo capolavo- del paese raccoglie decine di
fusione nel mondo, attraverso lattia e la coscienza ambienta- ro. Il documentario si trova fa- notizie su sequestri e arresti
le parole dei pionieri e degli lista scossa dalla catastrofe di cilmente sul mercato britanni- recenti, mentre un’infograica
imprenditori che con le loro in- Fukushima. L’emozionante co e tedesco, mentre il distri- riassume contatti e traici
novazioni hanno segnato i pri- documentario Ryuichi Saka- butore italiano sembra volerlo mettendo in relazione
mi 50 anni di vita della rete. moto: Coda, presentato a Ve- tenere nel cassetto. testimonianze e ricostruzioni
nezia nel 2017, riesce a pene- ryuichisakamoto-coda.com in tre dimensioni.
I tre architetti
Venerdì 18 gennaio, ore 21.15
Rai 5
Le opere di tre maestri
Fotograia Christian Caujolle
dell’architettura del novecento
– Frank Lloyd Wright, Mies
L’occhio di dio
van der Rohe e Gio Ponti – e
l’impatto che hanno avuto
sulla cultura architettonica Una fotograia digitale utenti di internet, a cui invece Dame de la Garde. Al di là
contemporanea. panoramica a 360 gradi vale la pena di dire che la dell’insensato risalto che una
scattata dall’alto della Perla startup cinese Big Pixel aveva notizia può avere in rete, la
Diana Vreeland. d’Oriente, la torre di 468 metri già realizzato foto simili a questione vera su cui
L’imperatrice della moda innalzata nel quartiere degli Hong Kong, a Macao, a piazza interrogarsi è a cosa servano
Sabato 19 gennaio, ore 22.00 afari di Shanghai, è entrata Tiananmen a Pechino, sulla queste immagini. Per ora le
LaF nel Guinness dei primati spiaggia di Phuket, in loro applicazioni sono
Attraverso ilmati e testimo- perché costituita da almeno Thailandia e addirittura in circoscritte alla pubblicità di
nianze di chi l’ha conosciuta, 195 miliardi di pixel. Se questo Corea del Nord. Queste telefoni o di automobili di
viene ricostruito il proilo numero non vi dice molto vi immagini a 360 gradi sono il lusso. Anche volendo essere
dell’icona di stile e leggendaria basta sapere che la deinizione risultato dell’assemblaggio di ottimisti e conidare nel
direttrice dell’edizione statu- della foto è tale che “permette centinaia di singole immagini progresso tecnologico, l’unica
nitense di Vogue, una donna di vedere distintamente i ad alta deinizione. Già nel cosa che viene in mente è il più
che ha contribuito a deinire il lineamenti dei passanti per 2014 era stato usato un grande, invasivo e invisibile
concetto di moda come lo co- strada”. La notizia ha avuto un sistema simile per fotografare sistema di sorveglianza mai
nosciamo oggi. incredibile seguito tra gli Marsiglia dall’alto di Notre esistito. u

88 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Cultura

Arte

© 2018 ARtIStS RIGhtS SOCIetY (ARS), NeW YORK


Freud
Musée d’art et d’histoire du
judaïsme, Parigi
ino al 10 febbraio
Oltre duecento opere, oggetti
e dispositivi scientiici gettano
un nuovo sguardo sul percor-
so intellettuale e scientiico
del padre della psicoanalisi. Il
merito della mostra è dimo-
strare che la teoria freudiana è
intrecciata con metafore visi-
ve, fonti concrete e oggetti
bizzarri. Il pensiero freudiano
non è la rilessione di uno spe-
cialista barricato nel suo do-
minio, ma il viaggio di un uo-
mo curioso aperto a tutte le
correnti e disposto a navigare
tra le arti e i saperi. Klimt, Mu-
sil, Loos, Wittgenstein, Koko-
schka, Rothko (presenti nella
mostra) hanno attinto sugge-
stioni dall’immaginario freu-
diano e assimilato la sua lezio-
ne. La mostra non poteva es-
sere completa senza una de-
viazione sul surrealismo, che
Freud sosteneva nonostante
pensasse che tutti i surrealisti
fossero pazzi tranne Dalí. Jackson Pollock, Autumn rhythm (Number 30)
Libération

Foam talent
New York
Foam next door,
Amsterdam
Da Pollock a Herrera
ino al 3 marzo
Prima tappa di una mostra iti-
nerante che da quattro anni Epic abstraction mezzo secolo di Pollock, che si spaccature di colore di Shiraga
chiama venti artisti tra i 18 e i Metropolitan museum, New lega alla saga dell’espressioni- sono un atto drammatico ma
35 anni a rappresentare le York, a partire dal 18 dicembre smo astratto come una rivolu- suggeriscono l’equivoco di un
nuove generazioni della foto- La prima sala di Epic abstrac- zione che ha sottratto il prima- Pollock selvaggio, mentre era
graia contemporanea. Dopo tion, voluminosa mostra che to a Parigi issando un nuovo un artista rigidamente disci-
Amsterdam proseguirà per raccoglie pittura e scultura del punto di riferimento per gli ar- plinato. Dopo la stanza di
New York, Londra e Franco- novecento, colpisce come un tisti. La mostra dà per scontati Rothko, ancora più intensa, la
forte. Più di mille artisti han- potente accordo d’organo. Pa- i vecchi giudizi della critica mostra va in pezzi, con alcune
no risposto alla talent call di siphaë di Jackson Pollock è un senza sofermarsi sulle critici- eccezioni come Easter monday
quest’anno e i venti seleziona- terriicante compattamento di tà: l’inlazione retorica, spes- di de Kooning, un’astrazione
ti hanno attraversato il mezzo elementi mitologici riferiti alla so, e l’idea macho che tutto sia iperattiva e serena. Ci sono al-
fotograico con estrema facili- madre maledetta del Minotau- dovuto, sempre. Infelicemen- tri eccellenti esempi, ma il
tà, spaziando dalle installazio- ro, mentre Autumn rhythm è te esposto tra i Pollock, c’è un dubbio non è sulla qualità del-
ni alla fotograia classica un’orchestrazione inestricabil- dipinto di Kazuo Shiraga del le opere esposte. Quello che
all’assemblaggio di materiali mente sublime di gocciolature gruppo Gutai, un movimento manca è una lettura che si basi
d’archivio, trattando i temi e nere, bianche e marroni. L’ag- che ha portato l’innovazione sulle side e il rischio di insuc-
gli argomenti più disparati. gettivo epico non basta per statunitense in una direzione cesso che afrontavano gli arti-
Dazed and Confused rendere giustizia alla gloria di puramente performativa. Le sti. The New Yorker

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 89


Pop
Guida rock alla gestione aziendale

Ian Leslie
ella sua autobiograia, intitolata lan- girare macchine soisticate che generano diversi lus-

N guidamente Life, Keith Richards si di ricavi. Recentemente, a un convegno, il batteri-


racconta un episodio che la dice sta dei Metallica ha parlato dell’importanza di usare
lunga sulla cultura aziendale dei il giusto software per il customer engagement. Eppure,
Rolling Stones e sulla sua carriera la macchina musicale alla ine dipende sempre da un
decennale come chitarrista della piccolo gruppo di persone di talento che lavorano a
band. È il 1984, e gli Stones sono ad Amsterdam per stretto contatto per creare qualcosa di magico. Poi,
una riunione (sì, anche Keith Richards partecipa alle quando i componenti di un gruppo decidono che non
riunioni). La sera Richards e Mick Jagger escono per sopportano più di stare insieme nella stessa stanza,
andare a bere e tornano in albergo a notte fonda. Jag- la magia inisce e i soldi se ne vanno.
ger è piuttosto malconcio. “Date un Se i gruppi rock sono aziende, le
paio di bicchieri a Mick e lui parte”, dice Se i gruppi rock sono aziende somigliano sempre di più ai
Richards, sprezzante. aziende, le aziende gruppi rock. Gli ambienti di lavoro sono
Jagger decide che vuole vedere somigliano sempre diventati molto più informali, con me-
Charlie Watts, che però è già andato a di più ai gruppi rock. no enfasi su protocolli e gerarchie. Mol-
letto. Allora prende il telefono, com- Gli ambienti di te aziende cercano di coltivare la crea-
pone il numero della camera di Watts lavoro sono tività che nasce dalla collaborazione e
e fa: “Dov’è il mio batterista?”. Dall’al- diventati molto più dalla vicinanza. Incoraggiano collabo-
tro capo del telefono non arriva nessu- informali, con meno razioni basate sulla chimica personale,
na risposta. Jagger e Richards si fanno
enfasi su protocolli aidando ai coach il compito di ainare
un altro giro di drink. Venti minuti do- le dinamiche di squadra e assegnando
po qualcuno bussa alla porta. È Watts,
e gerarchie esercizi di team building ai dipendenti.
elegantissimo, rasato di fresco e profu- I lavoratori sono incoraggiati a condivi-
mato di acqua di colonia. Aferra Jagger e gli dice a dere il pranzo, a giocare a ping pong e a stare insieme.
brutto muso: “Non chiamarmi più ‘il mio batteri- Come dice il fondatore di Hubble, un’agenzia per
sta’”. Poi lo colpisce al mento con un gancio destro. l’aitto di uici a Londra, “speriamo che i nostri di-
Le rock star a volte sembrano esistere in un mon- pendenti diventino prima amici e poi colleghi”.
do completamente separato dal nostro. È facile di- Le aziende hanno anche acquisito una patina di
menticare, quindi, che anche loro sono vittime dei glamour da rock star, soprattutto nella Silicon valley.
giochi di potere tipici della cultura aziendale. Watts Gli amici che un tempo si ritrovavano nei garage per
era efettivamente il batterista, mentre Jagger era il strimpellare canzoni alla chitarra e alla batteria oggi
leader (o co-leader) del gruppo. Era Jagger a domina- magari s’incontrano per progettare una nuova app e
re la scena sui palchi di tutto il mondo e a prendersi la sognano di andare sui giornali dopo aver intascato
responsabilità delle decisioni più importanti della buonuscite miliardarie. Garry Tan, fondatore di una
band a livello economico. Chiamando Watts il mio startup che poi ha lasciato e oggi gestore di un fondo
batterista, tuttavia, il cantante aveva fatto saltare il di capitali di rischio a San Francisco, mi ha spiegato:
delicato equilibrio di deferenza e rispetto che sta alla “Una startup è come un gruppo musicale. Cerchi un
base delle relazioni tra colleghi in qualsiasi ambiente batterista e qualcuno dice: ‘Ah, io andavo a scuola
IAN LESLIE di lavoro. Ovviamente, non sono molti gli uici in cui con uno che suonava la batteria’. A quel punto, il tuo
è un giornalista e i capi assumono quantità industriali di stimolanti ar- futuro si lega a doppio ilo a quello delle persone con
pubblicitario tiiciali e si prendono a pugni. Ma le dinamiche di in- cui ti ubriacavi al bar dell’università o giocavi dopo la
britannico. Il suo cidenti come questo sono familiari a chiunque abbia scuola”.
ultimo libro
avuto voglia almeno una volta di dire al proprio capo Tutte le startup di successo devono afrontare una
pubblicato in Italia è
di darsi una regolata. transizione delicata: amici che lavorano a un’idea i-
Bugiardi nati (Bollati
Boringhieri 2016). L’idea che le band dovrebbero suonare insieme ca diventano manager di un’impresa complessa con
Questo articolo è solo per amore della musica è sempre stata molto ro- diversi soggetti interessati. È un problema simile a
uscito su 1843 con mantica e oggi sembra decisamente bizzarra. I grup- quello di molti gruppi rock, che da un giorno all’altro
il titolo A rocker’s pi rock sono miniaziende (a volte neanche tanto passano da essere piccole star locali a marchi globali,
guide to management. mini): band come i Coldplay o i Kings of Leon fanno responsabili non più solo di se stessi ma di centinaia

90 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


FRANCESCA GHERMANDI

di persone. In entrambi i casi, individui che hanno scite a sopravvivere al contatto con il successo.
fatto scelte d’istinto e solo in base alle loro condizioni La storia dei gruppi rock può essere vista come un
acquisiscono nuove responsabilità, spesso onerose, grande laboratorio per studiare uno dei problemi
senza alcuna preparazione. Persone assunte solo fondamentali di ogni impresa: come fare in modo
perché erano amici o familiari mostrano tutti i loro che un gruppo di persone di talento diventi più della
limiti quando sono sotto pressione, e la solidarietà tra somma delle sue parti e, una volta fatto questo, come
i componenti del gruppo originale viene messa seria- tenerle insieme. Ecco quattro modelli diversi.
mente alla prova. Secondo uno studio della Harvard
business school, quando una startup va male, nel 65 Amicizie
per cento dei casi è a causa di “conlitti tra i fondato- I Beatles hanno inventato il concetto di band come
ri”. Per ogni gruppo come i Coldplay ci sono migliaia unità creativa negli anni sessanta. Con il sodalizio
di band di talento dimenticate perché non sono riu- artistico tra John Lennon e Paul McCartney si assiste

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 91


Pop
all’integrazione di due funzioni ino a quel momento partito a razzo, diventando rapidamente uno dei
separate: la composizione e l’esecuzione. La band duecento siti più visitati su internet, e Tan e il suo so-
non aveva un frontman isso: tutti e quattro i Beatles cio hanno rastrellato milioni di dollari. Poi nel 2010 il
erano in grado di essere la voce solista. Anche se traico sul sito ha cominciato a rallentare e nessuno
all’inizio Lennon era il leader di fatto, una delle inno- riusciva a spiegarsi il perché. I due soci si sono trova-
vazioni della band fu quella di non farsi chiamare ti in disaccordo su cosa fare. Tan, che è educato ino
qualcosa tipo Johnny and the Beatles, com’era l’abi- all’estremo, sofre lo scontro: “Mio padre era un tipo
tudine all’epoca. Poiché promotori e giornalisti face- volitivo e aveva poco tatto. Io sono diventato il suo
vano fatica a ricondurre questa nuova entità a uno opposto”. Le tensioni con l’amico socio lo hanno por-
schema consolidato, l’amicizia diventò un aspetto tato sull’orlo del crollo isico e mentale. Per tutelare
centrale dell’immagine del gruppo. John, Paul, Geor- la sua salute, si è dimesso dall’azienda a cui aveva da-
ge e Ringo si presentavano al mondo come una ban- to tutto.
da di compagni inseparabili. Le loro voci si fondeva- Nel 1970 i Beatles erano impelagati in una serie di
no a meraviglia. Si tagliavano i capelli e si vestivano dispute finanziarie, legali e personali. La Apple
allo stesso modo. Parlavano in sincrono. “In realtà Corps, la società fondata dalla band nel 1967, era di-
siamo la stessa persona”, diceva McCartney nel ventata una macchina mangiasoldi. Lennon trovava
1969. “Siamo le quattro parti di un’unità”. più ispirazione nella sua nuova moglie Yoko Ono che
Non era solo facciata. I Beatles avevano passato nei suoi colleghi, e insisteva per portarla al lavoro con
anni a stretto contatto tra loro a Liverpool e ad Am- sé. Harrison era sempre più frustrato per via del suo
burgo, condividendo monolocali luridi, camerini ruolo limitato nel gruppo. Nel frattempo, McCartney
minuscoli e furgoni sgangherati. E si erano impegna- aveva inciso un album da solista, McCartney, e vole-
ti a creare un rapporto di amicizia che funzionasse tra va che la Emi, la casa discograica sua e della band, lo
tutti e quattro: in tour, Lennon divideva la stanza con facesse uscire al più presto. Ma in uscita c’era anche
George Harrison e McCartney con Ringo Starr per il nuovo album dei Beatles, Let it be, e la Emi non vo-
evitare che la partnership Lennon-McCartney mi- leva che i due album si cannibalizzassero a vicenda.
nasse l’equilibrio del gruppo. In privato si comporta- Harrison scrisse una lettera amichevole a McCart-
vano come in conferenza stampa, inendo l’uno le ney a nome del gruppo, chiedendogli di posticipare
frasi dell’altro e scambiandosi battute. Jagger li chia- l’uscita del suo disco. Starr andò a consegnare la let-
mava “il mostro a quattro teste”. tera a casa di McCartney, che quando la lesse andò su
Ci sono ottimi motivi per mischiare l’amicizia e tutte le furie e cominciò a urlargli contro, minaccian-
gli afari. I ricercatori che studiano gli ambienti di la- dolo. Alla ine McCartney ebbe la meglio, ma l’episo-
Storie vere voro riscontrano che i dipendenti che hanno amici in dio compromise il suo rapporto con Starr, che in se-
Due impiegati di ufficio si sentono più motivati e più soddisfatti. guito commentò: “Sono molto emotivo, queste cose
Apaman, un’agenzia Quando Jessica Methot, docente di risorse umane mi turbano veramente”.
immobiliare di
alla Rutgers university, ha studiato gli efetti dell’ami- Queste divergenze d’afari erano profondamente
Sapporo, in
cizia sul lavoro, ha scoperto che le persone che hanno personali perché per i Beatles tutto era profonda-
Giappone, hanno
pulito un pub di
più amici in uicio sono più contente di andare a la- mente personale. Alla ine su cosa avevano litigato
ianco al loro uicio. vorare e ottengono valutazioni migliori. Fin qui nulla Starr e McCartney? Su un piano di marketing! Il pro-
Per farlo hanno usato di strano. La cosa sorprendente è che dicono anche blema era che i Beatles erano amici per la pelle, e per
uno spray deodorante più spesso di sentirsi svuotate, oberate di lavoro e questo le diferenze tra loro erano diventate inconci-
le cui bombolette, senza energie. Questo, secondo Methot, è legato alla liabili.
una volta azionate, fatica emotiva di conciliare i ruoli potenzialmente
continuano a incompatibili di collega e amico. Dittature
spruzzare il Quando si hanno amici al lavoro i conlitti profes- Tom Petty and the Heartbreakers erano una band
contenuto inché non
sionali diventano emotivamente più stressanti. Co- fondata nel 1976 da cinque musicisti di Gainesville,
sono vuote. Ne hanno
me ci sentiamo se dobbiamo dire a un amico che gli in Florida, che si erano trasferiti a Los Angeles in cer-
usate “un centinaio”,
con le porte e le
sarà tagliato lo stipendio? E come si sente lui? Come ca di fama. Petty era il cantante solista, il composito-
inestre chiuse. osserva Methot, “più si è vicini tra colleghi, più si di- re e il motore trainante del gruppo, ma i proventi era-
Quando il deodorante venta sensibili a quello che succede al lavoro. Il tradi- no divisi equamente tra tutti e cinque i componenti.
ha riempito mento sembra esponenzialmente più grave”. I casi Petty aveva abbastanza talento per mettersi in pro-
completamente il più problematici riguardano gli intrecci sentimenta- prio, ma voleva stare in una band perché gli dava un
locale e ha raggiunto li: non si può smettere di vedere il proprio ex quando senso di appartenenza dopo un’infanzia difficile.
lo scaldabagno, questo ex è un collega. Il ricambio di musicisti all’in- L’etica degli Heartbreakers era “tutti per uno, uno
quest’ultimo è terno dei Fleetwood Mac è stato molto frequente nel per tutti”. Nel 1978 la band aveva già pubblicato due
esploso distruggendo
corso degli anni anche perché la cantante Stevie album di successo. L’album successivo, Damn the
il pub, l’agenzia
Nicks e il chitarrista Lindsey Buckingham erano torpedoes, sarebbe diventato più volte disco di platino
immobiliare e uno
studio medico amanti, oltre che colleghi. proiettandoli tra i grandi del rock. Prima, però, il lea-
adiacente. Non ci Lavorare con gli amici è esaltante quando va tutto der dovette prendere una decisione diicile.
sono state vittime, liscio, ma può diventare un inferno quando le cose Il nuovo manager degli Heartbreakers, Elliot Ro-
ma 42 persone sono vanno male. Nel 2008 Garry Tan ha fondato Poste- berts, a 35 anni era già un veterano del settore, aven-
rimaste ferite. rous, una piattaforma di microblogging. Posterous è do lavorato con Neil Young e Joni Mitchell. Appena

92 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


arrivato prese da parte Petty e gli disse che doveva
pensare di più a se stesso. “Non è possibile che nella
band tutti prendano gli stessi soldi”, gli spiegò Ro-
berts, “perché a un certo punto ti sentirai usato e di-
venterai rancoroso. Ci sono già passato con altre
band. La situazione esplode e tutti se ne vanno”. Pet-
ty ascoltò il consiglio: il tempo delle divisioni in parti
uguali era inito.
I suoi compagni si sentivano traditi. “Ero furio-
so”, ha raccontato il tastierista Benmont Tench a
Warren Zanes, il biografo di Petty. “Ma allo stesso
tempo ero fregato, perché le persone con cui volevo
suonare erano queste. Volevo suonare negli Heart-
breakers. Ci ho messo anni per accettarlo”. Nessuno
lasciò il gruppo, ma il cameratismo a cui Petty teneva
tanto non c’era più.
Ho chiesto a Zanes se secondo lui quella di Tom
Petty era stata una decisione cinica. Secondo lui no:
“Le band cominciano sempre come un esercizio di
idealismo, ‘noi contro il mondo’, in cui il successo
eleva tutti allo stesso livello. Quelle che non si sciol-
gono prima ancora di entrare in sala di registrazione
sono quelle che riescono ad adattare la loro ilosoia
al business. Una ridistribuzione dei poteri è neces-

FRANCESCA GHERMANDI
saria”. La decisione di Petty fu dura per tutti, mi ha
detto. “Ma trent’anni dopo erano ancora insieme,
mentre tante altre band erano inite nel bidone della
spazzatura”.
Ci sono altri esempi. Sul palco, Bruce Springsteen
esalta sempre i rapporti che lo legano alla E Street
Band, ma nella sua autobiograia spiega senza mezzi try, un negozio di dischi in centro, cominciò a parlare
termini: “Il più delle volte la democrazia in una band con il commesso Peter Buck, un chitarrista dilettante
è una bomba a orologeria. Se devo essere io a sobbar- che aveva lasciato il college. I due scoprirono una
carmi il grosso del lavoro e delle responsabilità, tan- passione comune per il rock underground e dopo un
to vale che abbia anche il potere. Ho sempre pensato po’ decisero di formare una band insieme ad altri due
che la longevità della E Street Band sia dovuta anche studenti, Bill Berry e Mike Mills. Trentadue anni do-
al fatto che non c’è mai stata confusione di ruoli tra i po, la loro band, i R.E.M., si è sciolta amichevolmen-
suoi componenti”. Insomma, non c’è il minimo dub- te, mettendo ine a una delle collaborazioni più felici
bio su chi sia il boss. nella storia del rock.
In un’epoca in cui i processi decisionali condivisi Un altro habitué di Wuxtry Records era Bertis
vanno di moda anche nel mondo degli afari, ci sono Downs, uno studente di legge. Fan della prima ora
ancora aziende di successo gestite come dittature dei R.E.M., Downs diventò il loro consulente legale e
alla maniera di Springsteen. Nel 2009, l’amministra- manager. La band, mi spiega, funzionava come una
tore delegato della Cisco, John Chambers, ha detto al democrazia ateniese. “Tutti avevano lo stesso diritto
New York Times: “Sono una persona che ama il co- di parola. Non c’era un ordine prestabilito”. Non si
mando e il controllo. Voglio poter dire ‘giriamo a de- applicava nemmeno il principio di maggioranza:
stra’ e vedere 67mila persone che girano a destra”. “Ognuno di loro aveva potere di veto, perciò tutti e
Ma le strutture verticistiche possono essere contro- quattro dovevano essere d’accordo su qualsiasi deci-
producenti. Per dieci anni la Royal Bank of Scotland sione, economica o artistica. Discutevano inché non
è stata guidata da Fred Goodwin, che non voleva es- si raggiungeva l’unanimità. E hanno detto ‘no’ un
sere contraddetto su nulla, dalla graica sulle cartoli- sacco di volte”.
ne di Natale all’eccessiva esposizione della banca ai Alla base della struttura decisionale “piatta” dei
crediti tossici. Nel 2008 la banca è crollata e il gover- R.E.M. c’era la parità economica. Come spiega Tony
no britannico è stato costretto a salvarla con i soldi Fletcher nel suo libro dedicato alla band, R.E.M, la
dei contribuenti. Se a capo della vostra azienda c’è un storia, ogni musicista percepiva la stessa percentuale
tiranno, auguratevi che sia bravo come Springsteen o dei diritti d’autore, a prescindere da chi avesse con-
Tom Petty. tribuito a una canzone e in quale misura. Lo stesso
valeva per i diritti di registrazione ed esecuzione, an-
Democrazie che se qui la divisione in parti uguali è la norma.
Nel 1979 Michael Stipe, uno studente universitario di Un’eccezione a questa regola erano gli Smiths. Quan-
Athens, in Georgia, curiosando tra gli scafali di Wux- do Morrissey e Johnny Marr fondarono la band, nel

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 93


Pop
crisi. “Il rapporto dev’essere più profondo del pro-
getto”, dice.
Perché il modello democratico funzioni tutti de-
vono essere sicuri che ogni singolo componente ab-
bia a cuore gli interessi del gruppo e non solo i suoi.
La politica di Morrissey e Marr non favoriva la iducia
nel gruppo. Il processo decisionale dei R.E.M., inve-
ce, era la dimostrazione concreta del fatto che ognu-
no si idava dell’altro. Un altro elemento necessario è
che ognuno creda nelle competenze dell’altro. Tony
Fletcher, biografo dei R.E.M., dice che “in una band
c’è quasi sempre qualcuno che secondo gli altri non è
abbastanza bravo o non fa la sua parte”. Questo non
è mai successo nei R.E.M., dove ciascun componen-
te era bravo a fare diverse cose. Everybody hurts, la
più grande hit della band, è stata scritta quasi com-
pletamente dal batterista Bill Berry.
FRANCESCA GHERMANDI

Inine, avere una visione condivisa del successo


aiuta. I Coldplay sapevano di voler diventare il grup-
po più famoso del mondo; ognuno aveva la stessa
chiara ambizione. Per loro la divisione dei ricavi fun-
ziona come un sistema di quote azionarie: ogni socio
ha un interesse diretto a tenere insieme la band.
1982, pretesero che a loro due spettasse una quota
maggiore dei ricavi, qualsiasi fosse la fonte, rispetto Nemici-amici
al bassista Andy Rourke e al batterista Mike Joyce. L’episodio del pugno di Charlie Watts a Mick Jagger
Questo, ovviamente, portò un elemento d’instabilità era la spia di un momento diicile per i Rolling Sto-
all’interno del gruppo, accelerandone lo scioglimen- nes. La band non era mai stata così vicina allo sciogli-
to dopo cinque anni. mento come allora. L’ultimo album, Undercover,
I R.E.M. sono una delle poche band di successo aveva venduto poco. Jagger era impegnato con la sua
che hanno disatteso la regola di Springsteen. Un’altra carriera solista e sembrava cercare una via d’uscita,
sono i Coldplay. Anche qui, ogni componente del probabilmente perché era stanco di combattere con
gruppo riceve la stessa percentuale dei ricavi e ha più Richards, che si era appena liberato da una dipen-
o meno lo stesso potere decisionale. Nessuno dei due denza debilitante dall’eroina ed era passato all’alcol.
gruppi ha mai dovuto licenziare o sostituire un fon- Ma gli album del cantante erano stati un lop, così al-
datore (dopo che nel 1997 Bill Berry lasciò i R.E.M. la la ine fu costretto a tornare dal suo vecchio socio. I
band andò avanti per altri 14 anni come “un cane a due arrivarono a un accordo. Alla ine degli anni ot-
tre gambe”, secondo la deinizione di Stipe). Se la de- tanta gli Stones erano di nuovo in tour per promuove-
mocrazia ha funzionato così bene per queste band, la re un altro album di successo. Da allora non hanno
domanda sorge spontanea: perché è così rara? La ri- più smesso di fare concerti (e soldi).
sposta è semplice, dice Jeremy Lascelles, che dirige “Nelle band che sopravvivono a lungo spesso si
l’agenzia di management musicale Blue Raincoat. In trova un accordo sul non essere d’accordo”, dice Si-
una band, spiega, “entra in ballo l’elemento più tos- mon Napier-Bell, manager di molte band famose
sico nelle relazioni tra persone: l’ego. Un musicista come gli Yardbirds o gli Ultravox. “Le persone che
ha bisogno di un grande ego per salire sul palco e non si sopportano possono trovare modi interessan-
mettersi a nudo davanti al pubblico. Per un gruppo ti per andare avanti”. Gli Stones sono riusciti a trova-
questo signiica avere una serie di ego giganteschi re questa quadratura proprio perché non sono mai
che lottano per la supremazia”. Non è un caso che la stati legati come i Beatles. Non che Jagger e Richards
storia degli ego iniammabili in campo musicale sia non siano amici, ma l’amicizia non è mai stata un ele-
dominata dagli uomini: le aziende che hanno consi- mento centrale della loro immagine. Quando si arri-
gli d’amministrazione pieni di maschi (cioè quasi va al dunque, sono lì per lavorare.
tutte) dovrebbero prendere nota. Negli Stones, inoltre, c’è una chiara divisione
Trovare la giusta combinazione di caratteri paga. delle responsabilità, una condizione necessaria per
Da investitore, Garry Tan dice che il rapporto tra i tutte le startup che aspirano a diventare aziende sta-
fondatori di una startup conta quanto il modello di bili. All’inizio, quando ha fondato Facebook, Mark
business. Quando incontra un gruppo d’imprendi- Zuckerberg era responsabile di tutto, ora invece si
tori che cercano inanziamenti, Tan cerca di captare concentra solo sul prodotto mentre Sheryl Sandberg
qualsiasi segnale di discrepanza tra loro. Se s’inter- si occupa del business. In Life, Keith Richards de-
rompono a vicenda e si parlano sopra è brutto segno; scrive Jagger come una personalità fredda e arida a
se invece usano gli stessi manierismi e giri di parole, cui interessano più i soldi che la musica. Ma è stata
hanno maggiori speranze di sopravvivere a una proprio la leadership di Jagger sugli aspetti econo-

94 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


mici – e l’accettazione di questa leadership da parte
di Richards – a permettere agli Stones di andare
Poesia ANDRÉS SÁNCHEZ
ROBAYNA
è un poeta, saggista e
avanti per tutti questi anni. In termini brutali: Jagger
è l’amministratore delegato, Richards è il direttore
Frammento traduttore letterario
nato nel 1952 a Gran
di produzione. Robert Greenield, biografo degli Canaria. Questa
Stones, mi ha detto: “Mick è un brillante uomo d’af- È tardi, e non ti prende sonno. Il suo volto viene poesia, inedita, uscirà
fari oltre che un grande cantante. A Keith non è mai dal fondo della notte. La bellezza si alza nella raccolta Por el
fregato un cazzo dei soldi”. dalle sue cieche celle ino ai tuoi occhi assorti. gran mar (Galaxia
All’inizio, il chitarrista Brian Jones era il principa- Ovale, labbra, tempie di incendiata purezza. Gutenberg 2019).
le motore creativo della band, ma era anche un colle- Traduzione di Valerio
ga imprevedibile e sgradevole. Nel 1969 Jagger e Ri- Nardoni.
Non è tardi, però: con lei guardaste insieme
chards lo cacciarono dal gruppo con una manovra
non molto diversa da un colpo di mano in consiglio di i mandorli iorire sui loro rami secchi.
amministrazione. Da allora Mick e Keith hanno pre- Alte, come ordinate, verso l’ininitezza,
so tutte le decisioni più importanti della band consul- accanto a lei guardasti lunghe ile di palme.
tandosi con Watts e Bill Wyman, che se n’è andato
nel 1993. Altri musicisti sono entrati e usciti dalla Non è tardi: ami ancora. Ma il tuo amore è soltanto
band, ma non hanno praticamente avuto mai acces- l’ultimo scintillio dei rami tremolanti.
so ai diritti d’autore. Ronnie Wood, chitarrista solista
E le splendide palme tracciano unicamente
del gruppo dal 1975, di fatto è un impiegato salariato
da quarant’anni. la linea dei tuoi passi sulla sabbia deserta.
Un altro motivo della longevità degli Stones è che
non hanno paura di litigare, anche alle tre di notte in Andrés Sánchez Robayna
un albergo di Amsterdam. Quando Posterous è an-
data in crisi, Garry Tan e il suo socio avrebbero dovu-
to collaborare per cercare delle risposte. Invece si pena sette anni di successo, mentre gli Stones sono
sono evitati a vicenda perché non volevano accapi- ancora in giro. Una startup ha una iammata e si spe-
gliarsi. Il problema era che avevano investito troppo gne, l’altra diventa una grande azienda.
nell’idea di essere amici. Tan anni dopo ha ammesso: Forse c’è un compromesso tra creatività e stabili-
“Tenevo così tanto a questa idea dei due grandi soci tà. Gli Stones hanno smesso di essere innovatori nel-
fondatori (e a continuare a trasmettere questa imma- la musica alla ine degli anni settanta, ma sono riusci-
gine di fratellanza) che mi sono dimenticato di quello ti a sopravvivere all’esaurimento della loro vena cre-
che serve per costruire un rapporto e dare il proprio ativa grazie a un accordo professionale che gli ha
meglio sul lavoro: afrontare i conlitti e risolverli”. permesso di sfruttare le loro innovazioni precedenti.
Finché le cose andavano bene avevano sempre evita- L’azienda a cui somigliano di più è la Microsoft. I
to gli scontri. “Raramente ci dicevamo le cose in fac- Beatles hanno fatto dischi solo per sette anni prima
cia e in modo onesto. Non ci siamo mai fermati a di sciogliersi, ma quegli album rappresentano il più
pensare ai bisogni dell’altro”. Oggi Tan consiglia ai importante corpus musicale nella storia del rock.
fondatori delle imprese su cui investe di afrontare L’intensità emotiva del loro sodalizio ha massimizza-
più apertamente i disaccordi. to il loro potenziale creativo ma ha reso il gruppo fra-
Ernest Bormann, studioso della comunicazione gile. Quando un giornalista ha chiesto a Mark
tra piccoli gruppi, dice che in ogni gruppo c’è una Lewisohn, un esperto della band, se era sorpreso che
soglia della tensione che rappresenta il livello otti- la band si fosse sciolta così presto, ha risposto che la
male di conlitto. Il conlitto incontrollato può di- vera domanda è come abbiano fatto delle personalità
struggere il gruppo, ma senza conlitto subentrano così ostinate a stare insieme tutto quel tempo.
la noia e l’apatia. Secondo Simon Napier-Bell le La psicoanalista Marie-Louise von Franz ha
band che non litigano tendono a spegnersi creativa- scritto che “ogni volta che si sta in un gruppo biso-
mente. Ricorda che una volta, in sala d’incisione, gli gna stendere un velo su una parte della propria per-
Yardbirds si misero a litigare: il chitarrista Jef Beck sonalità”. I vantaggi della collaborazione vanno a
voleva fare un assolo, ma non tutti erano d’accordo. scapito dell’espressione di sé. Qualche volta, dice, è
Beck pensava di non avere abbastanza spazio per il contrario: un gruppo trova una maggiore unità di
esprimersi. Alla ine gli altri gli concessero una man- spirito e ogni singolo si esprime più pienamente di
ciata di battute su una canzone intitolata The nazz quanto non riuscirebbe a fare da solo. Prevale
are blue. Napier-Bell era in studio con la band quan- un’“armonia superpersonale”. Questa rara condi-
do Beck registrò l’assolo. Quando arrivò il suo mo- zione, spiega von Franz, è alla base di miti come
mento, suonò una sola nota e la mandò in feedback, quello di re Artù e i cavalieri della tavola rotonda. Se
guardando i suoi compagni con aria di sida. “Tutto il gruppo rock è un mito moderno, allora forse ado-
quello che provava era in quella nota”, dice Napier- riamo i Beatles soprattutto perché sembrano incar-
Bell. “È il momento clou dell’album”. nare la possibilità dell’armonia perfetta. Ma nel
Una delle diferenze più evidenti tra i Rolling Sto- mondo terreno del business, forse è meglio farsi
nes e i Beatles è che i Beatles si sono sciolti dopo ap- guidare dagli Stones. u fas

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 95


Scienza
MATTEO COLOMBO (GETTy)

dell’allontanamento dai problemi quoti-


I buoni propositi diani. Ma a quanto pare il contatto con la
natura ofre anche altri vantaggi. “Il nostro
che migliorano la salute ritmo cardiaco rallenta, siamo meno tesi,
respiriamo meglio e il sistema immunita-
rio si raforza”, spiega Rachel Stanclife del
Centre for sustainable healthcare di Ox-
ford, nel Regno Unito. “Non sappiamo con
Linda Geddes, New Scientist, Regno Unito
certezza perché, ma probabilmente dipen-
Molti hanno l’abitudine di darsi dei pazienti si sentivano meglio ed erano de dalla riduzione dello stress, che è un
degli obiettivi per il nuovo anno. più attivi, e quasi la metà aveva perso peso. problema sia mentale sia isico”.
La cosiddetta ecoterapia, che consiste nel
Il settimanale New Scientist partecipare ad attività all’aperto, come il Imparare una nuova lingua Qual è il
ha analizzato i comportamenti giardinaggio o la tutela delle risorse natu- modo migliore per ainare la mente, mi-
che possono fare la diferenza rali, si sta rivelando anche una cura pro- gliorare la capacità di pensiero e allontana-
mettente per le forme di depressione lievi re il declino cognitivo legato all’età che
o moderate. avanza? Molti scelgono l’enigmistica, ma
Trascorrere più tempo a contatto con In efetti, sappiamo da tempo che gli non è la soluzione ideale. “Il problema del-
la natura Alle Isole Shetland, in Scozia, i abitanti dei quartieri con più verde, indi- le parole crociate e del sudoku è che non
medici stanno prescrivendo cure insolite. pendentemente dalle loro condizioni so- sono attività molto varie”, dice Thomas
Oltre alle normali terapie, consigliano alle cioeconomiche, tendono ad avere meno Bak dell’università di Edimburgo.
persone che hanno vari problemi isici e problemi cardiovascolari e livelli più bassi La cosa migliore è afrontare lo studio
mentali di prestare attenzione ai suoni e di stress. Questi dati possono essere spie- di una lingua straniera, perché è un eserci-
agli odori delle colonie di uccelli marini, di gati in vari modi. Stare all’aperto aumenta zio mentale che implica molte abilità di-
costruire capanne nei boschi o di ammira- l’esposizione alla luce del sole che, com’è verse, dalla percezione al controllo della
re la forma delle nuvole. In Nuova Zelanda noto, è una cura eicace per le depressioni lingua madre e all’apprendimento di rego-
hanno scoperto che, seguendo queste “ri- stagionali e non. Poi ci sono i benefici le grammaticali, che può essere quasi ma-
cette verdi”, nel giro di sei mesi due terzi dell’esercizio isico, dei contatti sociali e tematico. Se poi parliamo la nuova lingua

96 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


con qualcun altro, abbiamo anche i vantag- dell’ossitocina, il cosiddetto ormone della stra capacità di attenzione, con la memoria
gi dell’interazione sociale. socialità, che riducono lo stress, “stretta- di lavoro, con l’organizzazione e la gestione
Se non siete portati per le lingue, potre- mente legato alla pressione alta”, spiega del tempo. Riduce la nostra capacità di di-
ste prendere in considerazione lo studio di Rodlescia Sneed della Michigan state uni- fenderci dalle infezioni. Ci fa sentire fame e
uno strumento musicale o cominciare a versity, negli Stati Uniti. Aiutare gli altri in quindi può spingerci a mangiare troppo. E
cantare in un coro. L’apprendimento musi- età avanzata comporta benefici ancora inluisce sull’umore, rendendoci irritabili e
cale comporta molte delle stesse abilità di maggiori. Sneed ha scoperto che la mente aumentando il rischio di depressione. La
quello linguistico, ed è stato associato a un delle persone che si occupano dei nipoti buona notizia è che si possono evitare que-
potenziamento della memoria, dell’atten- rimane acuta più a lungo di quella di chi ste conseguenze negative prendendo una
zione e dell’empatia. Potrebbe perino mi- non lo fa. decisione semplice: andare a letto prima.
gliorare la vostra capacità d’imparare una Se non avete sonno ino a notte inoltra-
nuova lingua. Fare più esercizio isico Questo è il buon ta, probabilmente è a causa della luce artii-
proposito che all’inizio dell’anno è in cima ciale. Alcuni studi hanno dimostrato che
Ridurre il consumo di alcol Probabil- alla lista di molte persone. È sempre una quando dormiamo in campeggio, nel buio
mente avete sentito parlare dell’espressio- buona cosa, ma non è detto che il modo mi- più itto, l’orologio del nostro corpo si spo-
ne dry january (gennaio a secco). L’idea è gliore per metterlo in atto sia iscriversi in sta di diverse ore. Il vantaggio principale è
che rinunciando all’alcol per un mese intero palestra. “Bisognerebbe essere più attivi che ci viene sonno prima e dormiamo di
si compensano gli eccessi delle feste. È una nel corso della giornata, invece di metterci più. Sotto una tenda, in genere fa anche più
bella sida, ma ne vale la pena? la coscienza a posto facendo ginnastica per fresco, e anche questo è importante, perché
Almeno a breve termine sembra che ci mezz’ora”, dice Keith Diaz della Columbia per poter dormire la nostra temperatura
siano dei beneici per la salute. Uno studio university di New york. corporea deve scendere.
condotto su un campione di bevitori forti e
moderati che si sono astenuti dall’alcol per A contatto con la Non mangiare la sera tardi Non conta
un mese ha rilevato un notevole calo dell’in- solo quello che mangiamo, ma anche quan-
sulinoresistenza (che implica una minore natura il nostro ritmo do. Il nostro modo di metabolizzare il cibo
possibilità di ammalarsi di diabete di tipo cardiaco rallenta e varia nell’arco della giornata, a causa dei
2), un abbassamento della pressione san- ritmi di attività del fegato, del pancreas, dei
guigna, del livello di colesterolo e di due respiriamo meglio muscoli e delle cellule di grasso. Vari studi
fattori associati allo sviluppo di tumori. hanno associato l’assunzione di cibo la sera
Non è però chiaro se il “gennaio a secco” Diaz e i suoi colleghi hanno scoperto che tardi a un aumento del rischio di diabete e
inluisca sui comportamenti a lungo termi- gli adulti che restano seduti ininterrotta- obesità. In uno studio recente Marta Garau-
ne. “Tutto sommato, penso che iniziative mente per una o due ore corrono un rischio let e i suoi colleghi dell’università spagnola
come questa siano un’ottima cosa, perché maggiore di morte prematura rispetto a di Murcia hanno confrontato quello che
tutto quello che spinge le persone a rilette- quelli che passano lo stesso tempo seduti succedeva quando uno stesso gruppo di
re sul loro rapporto con l’alcol è positivo”, ma ogni mezz’ora si alzano e si muovono. persone cenava quattro ore oppure un’ora
dice Ian Hamilton, specialista di abuso di Questo dipende dal fatto che i nostri mu- prima di andare a letto. Anche se il pasto era
sostanze dell’università di york, nel Regno scoli contribuiscono a regolare il livello di lo stesso, mangiare più tardi comportava
Unito. “Ma preferirei che continuassero a zuccheri nel sangue, ma per farlo devono una minore tolleranza al glucosio, cioè uno
bere a gennaio e s’impegnassero invece a essere attivi. Rimanere seduti a lungo causa stato prediabetico associato a un livello di
non farlo per due giorni consecutivi a setti- anche un ristagno di sangue negli arti infe- zuccheri nel sangue superiore alla norma.
mana per tutto l’anno”. riori, che può danneggiare i vasi sanguigni. La causa potrebbe essere la melatonina, un
“Un minuto di esercizio è suiciente per ormone che cominciamo a secernere la se-
Aiutare gli altri Le persone impegnate nel mettere in moto i muscoli e compensare i ra per dire ai nostri organi e tessuti di prepa-
volontariato sono mediamente più felici e danni dello stare seduti”, spiega Diaz. Ma rarsi per la notte, e che continuiamo a rila-
sane di quelle che non lo sono. Potete assi- più ci si muove meglio è. La sua équipe ha sciare mentre dormiamo. “Pensiamo che
curarvi questi beneici dedicandovi a una scoperto che sostituendo mezz’ora da se- l’associazione tra il cibo e la melatonina
causa a cui tenete, che abbia a che fare con duti con una leggera attività isica il rischio possa ridurre il controllo del glucosio o dan-
l’arte, l’ambiente, la politica o altro. Ma i ri- di morte precoce si riduce di circa il 15 per neggiare il metabolismo”, dice Garaulet.
sultati migliori si ottengono svolgendo atti- cento, mentre un’attività più intensa può
vità in cui si aiutano gli altri. arrivare a ridurlo del 36 per cento. Rilassarsi e riprovarci Se avete infranto i
Può sembrare un controsenso, ma as- vostri buoni propositi prima ancora della
sumersi maggiori responsabilità può ridur- Dormire di più Secondo la National sleep ine di gennaio, non tormentatevi. Il tempo
re lo stress. Una possibile spiegazione è che foundation, negli Stati Uniti, la maggior che impieghiamo a prendere una nuova
quando facciamo volontariato ci dimenti- parte degli adulti ha bisogno di dormire abitudine è variabile: in media ci vogliono
chiamo dei nostri problemi o li mettiamo dalle sette alle nove ore a notte. La mancan- 66 giorni, ma a volte può servire un anno
in prospettiva. Un’altra è che un comporta- za di sonno è stata collegata a quasi tutte le intero. Perciò, se la prima volta non ci riu-
mento altruistico attiva nel nostro cervello malattie più gravi, da quelle cardiache al scite, rilassatevi e riprovateci. Non dovete
il circuito della ricompensa e il rilascio diabete e al cancro. Interferisce con la no- aspettare il 2020 per farlo. u bt

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 97


Scienza

FDNA
astronomia
salute
La dea
della Luna il dna dei neonati
Il 3 gennaio la sonda cinese
Chang’e 4 è atterrata sulla fac- The American J. of Human Genetics, Stati Uniti
cia nascosta della Luna. La son-
da, che prende il nome dalla Uno screening genetico ha segnalato
dea della Luna, era partita l’8 rischi di malattia inattesi per alcuni
dicembre dalla base spaziale di neonati. L’obiettivo del test, in Breve
Xinchang, nel Sichuan. L’atter- chiamato BabySeq, era capire quali Tecnologia È stato sviluppato
raggio, il primo sul lato nasco- un programma che riconosce,
informazioni possono essere estratte
sto del nostro satellite, è avve- con un successo parziale, i volti
da un’analisi del dna efettuata dopo delle persone con alcune malat-
nuto nel bacino Polo Sud-Ait-
la nascita. È stato prelevato il dna di tie genetiche rare. DeepGestalt
ken, un enorme cratere meteo-
ritico che potrebbe ospitare 159 neonati, di cui 127 sani e gli altri è una forma di intelligenza arti-
ghiaccio in supericie. Chang’e ricoverati in terapia intensiva. Per iciale che può, per esempio, in-
4 raccoglierà dati che potrebbe- ognuno è stata determinata la sequenza di tutto il dna dividuare i casi di sindrome di
ro chiarire come si è formata la usato per produrre proteine. I ricercatori hanno scoperto Noonan, che presenta segni fac-
Luna e capterà le onde radio ciali caratteristici, scrive Nature
che quasi il 10 per cento dei neonati aveva varianti
provenienti dallo spazio alla ri- Medicine.
genetiche legate alla comparsa di malattie durante Astroisica Sono stati chiariti
cerca delle tracce lasciate dal
l’infanzia, per esempio problemi al cuore o sordità. Dato alcuni aspetti dell’evoluzione di
big bang. Un altro obiettivo del-
la missione, scrive il Guardian, che il rischio non era emerso analizzando la storia un buco nero e della regione che
è studiare l’origine dell’acqua familiare e clinica, il risultato è stato sorprendente. lo circonda, la corona. Nel mar-
lunare: capire come si forma e Inoltre, il 3,5 per cento dei bambini aveva varianti zo del 2018 la Stazione spaziale
si distribuisce nel suolo potreb- genetiche legate a malattie che compaiono in età adulta, internazionale ha permesso di
be essere utile per costruire una studiare il maxi buco nero
come alcune forme di cancro. Questa informazione è stata
base lunare permanente. In J1820+070, scrive Nature, men-
trasmessa ai genitori dei bambini che avevano dato il loro tre consumava la materia cattu-
questa ottica, la sonda è anche
consenso a questa parte della sperimentazione. È troppo rata da una stella vicina. In que-
dotata di una miniserra con se-
mi di patate e piante del genere presto però per pensare a screening genetici di routine, sta fase il sistema del buco nero
Arabidopsis, imparentate con i estesi a tutti i neonati, anche perché non è chiaro come i emette una grande quantità di
cavoli. dati emersi nei test possano essere utili agli individui. u raggi x. Il processo è controllato
dalla corona, che tende a con-
trarsi.
genetica Biologia
Fotosintesi
YUSAN YAN e JAMeS TUMULTY

tecnoLogia
ottimizzata chi difonde
Nei laboratori dell’università le notizie false
dell’Illinois, negli Stati Uniti, so-
no state create piante di tabacco Alcune fasce di popolazione po-
(Nicotiana tabacum) transgeni- trebbero essere più sensibili al-
che con una produttività di fo- le notizie false. Secondo uno
glie e steli maggiore del 40 per studio pubblicato su Science
cento. I ricercatori, scrive Advances, a difondere le in-
Science, hanno ottimizzato l’ef- formazioni false o fuorvianti su
icienza della fotosintesi ricor- Facebook durante la campagna
rendo a una nuova tecnica gene- i geni delle specie monogame per le elezioni presidenziali ne-
tica. In particolare, hanno sem- gli Stati Uniti nel 2016 è stato
pliicato, rendendolo meno di- Gli animali monogami condividono alcune caratteristiche. Uno stu- un gruppo relativamente picco-
spendioso, il processo metaboli- dio condotto su dieci specie di pesci, anibi, uccelli e mammiferi ha lo di utenti. Quelli che s’identi-
co che permette alla pianta di analizzato l’attività del dna nel cervello. Si è scoperto, scrive Pnas, icano come repubblicani han-
eliminare i sottoprodotti tossici che nei maschi che formano una coppia stabile con la femmina si at- no condiviso di più le notizie
dovuti alla fotosintesi. Il prossi- tivano geni simili, per esempio quelli coinvolti nell’apprendimento e false rispetto ai democratici e
mo passo sarà applicare il meto- nella memoria. Altri geni sono invece meno attivi rispetto alle specie agli indipendenti. Inoltre, sono
do ad altre piante come soia, ri- con più partner. Nella foto: un esemplare di dendrobate pigmeo (non state più attive le persone di età
so e patate. monogamo) e uno di Ranitomeya imitator (monogamo) superiore ai 65 anni.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 99


Il diario della Terra
TAkAShI YAMAMoTo

Il nostro clima
Il ghiaccio
si scioglie
u Quest’anno l’Antartide ha
perso precocemente una parte
consistente del suo ghiaccio
marino. Secondo il National
snow and ice data center, ne-
gli Stati Uniti, il 1 gennaio
l’estensione della banchisa era
ai minimi da quando si è co-
minciato a raccogliere i dati
satellitari, nel 1978. Nell’emi-
sfero australe l’estate non è
ancora inita e non si possono
fare previsioni per le prossime
settimane. Ma alla ine della
stagione l’estensione della
Pinguini Durante l’inverno australe le femmine di pinguino Spheniscus magellanicus (nella
foto) tendono a spiaggiare sulle coste dell’Argentina settentrionale, dell’Uruguay e del Brasile. banchisa potrebbe toccare un
Secondo Current Biology, maschi e femmine di questa specie migrano dai siti di nidiicazione minimo storico, inferiore al
in Patagonia in modo diverso: le femmine, di dimensioni più piccole, si spingono più a nord, dato del 2016. Lo scioglimen-
forse per trovare temperature più miti o perché sono trascinate dalle correnti o per evitare la to ha colpito in particolare la
competizione per il cibo con i maschi. A causa di questo diverso comportamento e dell’impatto Barriera di Ross, una piatta-
antropico, le femmine potrebbero avere una mortalità più alta dei maschi, con conseguenze sulla forma glaciale dell’Antartide
stabilità della popolazione della specie. occidentale.
Il ghiaccio marino è impor-
tante perché protegge i ghiac-
Radar nel nordovest del Venezuela
(5,5).
sone sono state punte da cara-
velle portoghesi, invertebrati
ciai sulla terraferma. “L’esten-
sione del ghiaccio marino an-
I cicloni Frane Trentadue persone so-
simili alle meduse, mentre fa-
cevano il bagno in alcune
tartico è sorprendentemente
ridotta quest’anno, non solo
fanno danni no morte travolte da una frana
nella regione di Sukabumi,
spiagge del Queensland, nel
nordest dell’Australia.
vicino alla Barriera di Ross ma
un po’ ovunque”, spiega Ceci-
in Asia sull’isola indonesiana di java. lia Bitz, ricercatrice dell’uni-
Vulcani Il vulcano Manam, in versità di Washington, in
Neve Una forte tempesta di Papua Nuova Guinea, si è ri- un’intervista a Grist. Secondo
Cicloni Almeno quattro per- neve ha causato la morte di svegliato proiettando rocce in- Bitz, il livello del ghiaccio è
sone sono morte nel passaggio cinque persone nel centro- candescenti sui villaggi della molto basso anche nel mare di
della tempesta tropicale Pa- nord degli Stati Uniti. zona. u L’altezza del vulcano Amundsen. “Il polo nord e il
buk sul sud della Thailandia. Anak krakatoa (nell’immagi- polo sud non potrebbero esse-
Decine di migliaia di persone Valanghe Quattro sciatori so- ne), in Indonesia, si è ridotta di re più diversi nel modo in cui
sono state costrette a lasciare no morti travolti da una valan- due terzi dopo l’eruzione del sono inluenzati dal cambia-
le loro case. u Il bilancio del ga nel nord della Norvegia. 22 dicembre. Lo tsunami pro- mento climatico”, scrive Grist.
passaggio della tempesta tro- Un’altra persona è stata uccisa dotto dall’eruzione ha causato “L’Artico è un oceano circon-
picale Usman sul centro delle da una valanga nelle Alpi ba- la morte di più di 400 persone. dato da continenti freddi e ha
Filippine è salito a 126 vittime. varesi, in Germania. già superato il punto di non ri-
torno. L’Antartide è invece un
Terremoti Un sisma di ma- Balene Il 26 dicembre il Giap- continente freddo circondato
gnitudo 6,6 sulla scala Richter pone si è ritirato dalla Com- da un oceano relativamente
è stato registrato al largo delle missione internazionale per la più tiepido. A diferenza del
isole Molucche, in Indonesia. caccia alle balene. L’obiettivo ghiaccio artico, quello antarti-
Non ci sono state vittime. Al- è riprendere la caccia a luglio. co ha cominciato a ridursi solo
tre scosse sono state registrate due anni fa e non è chiaro cosa
jAxA

nel sud delle Filippine (6,9) e Celenterati Più di 3.500 per- accadrà in futuro”.

100 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


Il pianeta visto dallo spazio 26.09.2018
Lilongwe, la capitale del Malawi
EArtHOBSErvAtOry/NASA

Zona industriale

Stadio

Fiume Lilongwe

Nord
2 km

u Quest’immagine, scattata dal fase di rapida urbanizzazione Alla ine degli anni mostra una grande zona indu-
satellite Landsat 8 della Nasa, che è ancora in corso. Oggi nella sessanta Lilongwe aveva striale a nord della città. Anche
mostra Lilongwe, la capitale del capitale vivono più di un milio- solo ventimila abitanti. lo stadio è visibile dallo spazio.
Malawi. Alla ine degli anni ses- ne di persone. Dal 1990 l’area Oggi ne ha più di un Il Malawi è un paese
santa Lilongwe era una cittadi- ediicata si è estesa molto, pas- milione. dell’Africa orientale. Non ha
na con ventimila abitanti, dedita sando da cinque chilometri qua- sbocchi sul mare ma è bagnato
alla pesca e situata vicino al iu- drati a più di trentacinque. La dal lago Malawi, uno dei più
me omonimo. La situazione città si è sviluppata soprattutto a grandi del continente, che copre
cambiò nel 1975, quando il pre- nord e a nordovest di Capital circa un terzo della supericie
sidente Hastings Banda trasferì Hill, un quartiere centrale che u del paese. Ex colonia britannica,
la capitale da Zomba, nel sud ospita la maggior parte degli il Malawi è indipendente dal
del paese, a Lilongwe. Seguì una ediici governativi. L’immagine 1964.–Nasa

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 101


Economia e lavoro
New York, Stati Uniti. Davanti all’Apple store produttori cinesi come Huawei e Xiaomi,
ma anche di Google, Lg e Samsung, ha ero-
so la posizione un tempo dominante della
Apple sul mercato degli smartphone. I dan-
ni sono stati particolarmente rilevanti sui
mercati emergenti, un dato che Cook attri-
buisce al dollaro forte e a condizioni macro-
economiche più diicili. La Apple, inoltre,
ammette che i clienti non sostituiscono i
loro telefoni con la frequenza di prima. Se-
condo uno studio di BayStreet Research,
ino al 2015 l’utente passava al modello suc-
cessivo dell’iPhone ogni due anni, nell’ulti-
KenA BeTAnCuR (AfP/GeTTy)

mo trimestre del 2018 si è arrivati a tre anni.


Questo, secondo la Apple, è dovuto alla di-
minuzione delle sovvenzioni concesse da-
gli operatori per l’acquisto del telefono, ma
anche, a mio parere, al fatto che i nuovi di-
spositivi non ofrono molto di più. Io uso un
iPhone 7, comprato nel 2016, e in tutta sin-

Perché la Apple cerità non ho nessuna voglia di spendere


mille dollari per non so che nuove caratteri-
stiche di una versione più aggiornata.
è in diicoltà È preoccupante il fatto che la Apple sia
un’azienda con un unico prodotto. A otto
anni dal lancio dei tablet, per esempio, le
vendite dell’iPad rappresentano un ottavo
di quelle degli iPhone. Le vendite dei cellu-
Arturo Bris, The Conversation, Australia
lari Samsung, invece, rappresentano solo il
Il calo del fatturato ha fatto in cui valutiamo i manager. Rosenzweig fa 36,6 per cento delle entrate totali del grup-
crollare in borsa il valore numerosi esempi per dimostrare che le po sudcoreano. Il declino delle azioni della
competenze di un dirigente non inluenza- Apple, che sono scese del 37 per cento da
dell’azienda. Che è alle prese no il rendimento di un’azienda in modo si- agosto, rilette i dubbi dei mercati sulla ca-
con una concorrenza feroce, gniicativo. In presenza di buone prestazio- pacità di crescita dell’azienda. La Apple è
soprattutto in Asia, e dipende ni tendiamo a esprimere giudizi troppo po- considerata un’azienda remunerativa e dai
troppo dalle vendite dell’iPhone sitivi sui dirigenti. In un saggio del 2003 le rendimenti sicuri, il cui valore si basa non
economiste Marianne Bertrand e Antoinet- tanto su un futuro luminoso ma su quello
te Schoar, rispettivamente dell’università che è in grado di dare agli azionisti ora.
a Apple ha cominciato il 2019 delu- di Chicago e del Massachusetts institute of Come spiega Rosenzweig, la storia della

L dendo gli investitori. Secondo


l’azienda, le vendite scarse dell’ul-
timo modello di iPhone hanno in-
debolito gli utili tra settembre e dicembre
del 2018. Per questo periodo la Apple preve-
technology, calcolavano che il contributo
degli amministratori delegati variava tra il 2
e il 4 per cento del rendimento dell’azienda.
In altri termini, se l’utile operativo della Ap-
ple è pari al 38 per cento delle entrate, Tim
Apple non è nuova. Oggi diamo all’iperdi-
pendenza da un unico prodotto la colpa dei
problemi con gli investitori. Cook e la sua
squadra risponderanno diversiicando le
attività, scommettendo su nuove tecnolo-
de 84 miliardi di dollari di entrate, con un Cook sarebbe stato in grado di aggiungere o gie o mantenendo inalterate le attuali ofer-
utile operativo (diferenza tra costi e ricavi sottrarre non più dell’1,5 per cento. te di prodotti. Ma a prescindere dal succes-
della produzione) del 38 per cento delle en- so delle strategie, i dirigenti saranno ecces-
trate. In precedenza le entrate previste era- Fattori esterni sivamente elogiati o criticati. È sempre faci-
no comprese tra gli 89 e i 93 miliardi di dol- I problemi della Apple sono dovuti innanzi- le per gli analisti dimostrare saggezza con il
lari. La revisione ha fatto crollare del 10 per tutto a fattori esterni. Cook ha spiegato che senno di poi. La realtà è che le aziende più
cento il valore delle azioni. È il momento di nel 2018, a parte i servizi – che comprendo- grandi del mondo sono più vulnerabili ai
individuare dei colpevoli, e non mi stupirei no l’App Store e iTunes e rappresenta il 14 fattori esterni di quanto ci piace pensare. I
di leggere titoli come “Tim Cook non regge per cento dei ricavi – tutti gli altri settori del- dirigenti reagiscono, ma l’efetto della loro
il confronto con Jobs”. Ma faremmo meglio la Apple registreranno una “contrazione”. reazione è piuttosto limitato. u gim
a non crederci. In un saggio fondamentale Stiamo parlando di Mac, iPad, iWatch ma
pubblicato nel 2007, The halo efect, l’econo- soprattutto dell’iPhone, che rappresenta Arturo Bris è un economista spagnolo.
mista Phil Rosenzweig spiega che le perce- più del 60 per cento dei proitti dell’azien- Insegna inanza all’Imd business school
zioni sul rendimento contaminano il modo da. La concorrenza sempre più feroce di di Losanna, in Svizzera.

102 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


EUROZONA
Banca mondiale TAIWAN

Vent’anni Il sole oscurato


di moneta unica dai dazi
Il 1 gennaio 1999, dopo anni di “Nell’industria dei pannelli so-
preparazione, undici paesi lari di Taiwan circa quattromila
dell’Unione europea adottaro- persone hanno perso il posto di
no l’euro. “Vent’anni dopo co- lavoro, mentre ad altre diecimi-
me sta la moneta unica?”, chie- la è stato ridotto l’orario di lavo-

ARTUR WIdAk (NURPhOTO/GeTTy)


de Le Monde. “Potrebbe esse- ro”, scrive il quotidiano The
re stata la cosa più folle fatta da- China Post. Secondo i rappre-
gli europei, la più utopica: undi- sentanti del settore, nel 2018 la
ci paesi (nel frattempo diventati produzione è calata a causa
19) che hanno rinunciato alle lo- dell’introduzione di dazi doga-
ro monete, il simbolo dell’iden- nali in altri paesi. Tra questi ci
tità nazionale”. Nel bilancio sono gli Stati Uniti, che un anno
ventennale non mancano le no- fa hanno annunciato dei dazi
te positive, continua il quotidia- sulle importazioni di pannelli
no francese: “Secondo gli ultimi Le dimissioni di Jim Yong Kim solari, destinati a durare alme-
sondaggi della Commissione Il 7 gennaio Jim yong kim (nella foto) si è dimesso da presidente del- no quattro anni. Le tarife sono
europea, la maggioranza dei la Banca mondiale. Lavorerà in un’azienda impegnata in progetti in- entrate in vigore nel febbraio
340 milioni di cittadini dell’eu- frastrutturali nei paesi in via di sviluppo. “Si apre una corsa alla suc- 2018 con un’aliquota del 30 per
rozona è afezionata alla mone- cessione che sarà molto soferta”, scrive il Washington Post. “Per cento. A settembre, inoltre, an-
ta unica e non ha intenzione di tradizione la nomina spetta agli Stati Uniti, che però potrebbero che l’India ha introdotto dei da-
uscirne. L’euro, inoltre, ha mes- scontrarsi con una forte opposizione da parte dei paesi emergenti”. zi sulle importazioni di pannelli
so ine all’uso della svalutazione solari, con l’obiettivo di favorire
nei paesi europei come mezzo la nascita di un’industria locale.
per favorire le esportazioni e ha
permesso di tenere sotto con- Cina
trollo l’inlazione”. Oggi la mo-
neta unica copre il 36 per cento In cerca di investitori
dei pagamenti globali, aggiunge
il Financial Times, e “costitui-
sce il 20 per cento delle riserve Bloomberg Businessweek, Stati Uniti
kyOdO/ReUTeRS/CONTRASTO

in valuta straniera delle banche


centrali di tutto il mondo”. Tut- “Spaventate dalla fuga in massa di
tavia, osserva la Süddeutsche capitali locali registrata nel 2015, le
Zeitung, “l’euro non è diventa- autorità di Pechino hanno deciso di
to adulto, è ancora un adole- attirare investitori stranieri aprendo le
scente. Per raggiungere la ma- porte del mercato dei titoli di stato e
turità, gli manca quell’unione
delle obbligazioni, il terzo più grande IN BREVE
politica che gli permetterebbe
di afrontare meglio le crisi. Il
al mondo”, scrive Bloomberg Giappone L’8 gennaio Carlos
patto di stabilità, lo strumento Businessweek. Finora, però, Ghosn, ex amministratore dele-
introdotto al posto dell’unione l’apertura non ha prodotto grandi gato della Renault ed ex presi-
politica, si è rivelato ineicace”, efetti a causa delle tensioni geopolitiche, in particolare dente della Nissan, è apparso
e il tempo per fare le riforme per la prima volta davanti ai giu-
quelle prodotte dalla guerra commerciale tra gli Stati Uniti
“sta per scadere”. dici dopo che il 19 novembre
e la Cina. Pechino, per esempio, ha tenuto alcuni grandi 2018 è stato arrestato a Tokyo. Il
Cittadini dell’eurozona favorevoli fondi d’investimento lontani da una prima grande asta di
all’euro, percentuale manager, accusato di appropria-
Fonte: Eurobarometro obbligazioni denominate in dollari organizzata lo scorso zione indebita e frode iscale ai
%
74
ottobre. A novembre, inoltre, l’Industrial & Commercial danni della Nissan, ha respinto
Bank of China, la più grande banca cinese, è stata costretta ogni addebito a suo carico.
a cancellare un’asta di obbligazioni negli Stati Uniti. “Il L’udienza, in realtà, era stata is-
70
sata per discutere i motivi della
governo cinese, comunque, proseguirà sulla strada
carcerazione preventiva di
66
intrapresa e ha deciso di autorizzare l’ingresso delle Ghosn. Il giudice ha spiegato
obbligazioni cinesi nei mercati globali. Ad aprile, per che la prolungata detenzione è
esempio, i titoli del debito cinese dovrebbe essere inseriti dovuta al pericolo di fuga e in-
62
2006 2010 2014 2018 nel Bloomberg Barclays Global Aggregate Index”. ◆ quinamento delle prove.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 103


Strisce
War and Peas
Elizabeth Pich e Jonathan Kunz, Germania

Buni
Ryan Pagelow, Stati Uniti

Benvenuti nel nuovo mondo


Jake Halpern e Michael Sloan, Stati Uniti
ammar e raghida mandano i ragazzi
al campo scuola ebraico locale Pensi che ci faranno nuotare? Ciao ragazzi!
con l’aiuto della comunità. La parola ebraica
“bitachon” vuol dire
Ero un po’ preoccupata, ma faremo Non lo so. fiducia. Lavoreremo
di tutto per accoglierli e farli sen- su questo concetto
tire i benvenuti. questa settimana.

quindi Non sai nuotare?


Puoi farcela, Lima! Hamotzì lèchem min haaretz
No. L’ultima volta che ho nuotato ringraziamo dio per il pane,
non è andata molto bene... Sono Nessuno nella mia famiglia sa uniamo in coro le nostre voci
quasi annegata. nuotare. né io, né i miei fratelli nella preghiera quotidiana…
e nemmeno mamma e papà.

team

(continua)

104 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019


L’oroscopo

Rob Brezsny
COMPITI PER TUTTI
Ho raccolto tutti gli oroscopi a lungo termine
che ho scritto per voi all’indirizzo
bit.ly/YourGloriousStory2019.

CAPRICORNO destino. Secondo i miei calcoli, do- permetteranno di ottenere qual-


Nel 1984 il cantautore John Fogerty pubblicò un nuo- vresti dedicare più tempo del soli- che vantaggio in più.
to a sentire il sole e il vento sulla
vo album il cui pezzo principale era The old man down
pelle, non solo perché è importan- SAGITTARIO
the road. Il disco fu un successo, ma la sua ex casa di-
te per la tua salute, ma anche per- Gli abitanti delle Isole Salo-
scograica lo citò in giudizio sostenendo che aveva rubato l’idea ché probabilmente le idee migliori mone comprano molti beni
della canzone da Run through the jungle, un pezzo che lui stesso ti verranno all’aperto. e servizi con la valuta locale, ma
aveva scritto e registrato nel 1970, quando faceva parte dei usano anche altre monete simboli-
Creedence Clearwater Revival. Il processo non fu breve, ma al- VERGINE che per pagare eventi sociali come
la ine Fogerty fu assolto. Il giudice stabilì che non aveva plagia- La sonda Opportunity della le feste di matrimonio, risolvere
to se stesso, anche se c’erano delle somiglianze tra le due can- Nasa è atterrata su Marte controversie e presentare scuse uf-
zoni. In questo spirito, ti autorizzo a prendere in prestito qual- nel gennaio del 2004 e ha comin- iciali. Tra queste valute alternati-
ciato la sua missione, che sarebbe ve ci sono i denti delle volpi volan-
cosa di buono che hai fatto in passato per creare qualcosa di
dovuta durare 92 giorni, scattando ti, una specie locale di pipistrello.
nuovo. Un piccolo autoplagio non sarà un problema.
fotograie e raccogliendo campio- In questo spirito, e in conformità
ni di suolo. Era così resistente che con i presagi astrali, vorrei che
più di 14 anni dopo funzionava an- espandessi l’idea di quello che per
ARIETE cio sostenibilità dell’ateneo ha tro- cora e continuava a inviare dati te costituisce una ricchezza. Oltre
Gli efetti speciali digitali vato una soluzione brillante: cari- sulla Terra, superando di gran lun- ai beni materiali e ai soldi che tieni
usati nel 1993 per il ilm Ju- carli in una macchina chiamata di- ga i tempi per cui era stata proget- in banca, cos’altro possiedi di valo-
rassic park oggi possono sembrare geritore anaerobico, che trasforma tata. Prevedo che nel 2019 anche re? In quali altri modi misuri la tua
ingenui, ma all’epoca erano rivolu- i riiuti biodegradabili in energia. tu creerai una meraviglia simile, forza, vitalità e merito? È un buon
zionari. Ispirati dalle nuove oppor- Problema risolto! La maionese Vergine: una risorsa, un’inluenza momento per pensarci.
tunità oferte dai computer, registi scaduta ha fornito elettricità a una o una situazione così robusta da
come Stanley Kubrick, George Lu- parte del campus. Ti consiglio di durare più a lungo di quanto im- ACQUARIO
cas e Peter Jackson lanciarono pro- considerare questo aneddoto co- magini. Cosa potrebbe essere? Il libro della giungla di
getti che ino a quel momento era- me una metafora che potrebbe es- Rudyard Kipling è una rac-
no inconcepibili. Nel 2019 t’invito serti utile. C’è qualcosa nella tua BILANCIA colta di storie che si svolgono in
a cercare il tuo personale equiva- vita che ha cominciato a deterio- Nel 1557 il matematico gal- India. Ne sono stati tratti tre ilm e
lente della svolta di Jurassic park. rarsi e non puoi più usare? Perché lese Robert Recorde inven- in tutti il protagonista, Mowgli, ha
Secondo la mia analisi dei presagi non trasformarlo in una fonte di tò il segno dell’uguale (=). Non ab- come avversario un enorme ser-
astrali, potresti trovare aiuti e ri- energia? biamo notizie storiche sulla sua pente chiamato Kaa. Nei racconti
sorse che ti permetteranno di rea- data di nascita, quindi non sappia- originali di Kipling, però, Kaa è un
lizzare sogni apparentemente im- CANCRO mo di che segno fosse, ma secon- maestro benevolo e un alleato del
possibili. Coltivando verdura, frutta do me era della Bilancia. C’è forse ragazzo. Te lo dico per farti rilet-
e grano su mezzo ettaro di un’altra tribù più abile della tua nel tere su una situazione della tua vi-
TORO terreno si possono sfamare dodici trovare correlazioni, stabilire equi- ta. C’è un’inluenza che somiglia
Sono un grande sostenitore persone. Se usiamo lo stesso spa- valenze e creare reciprocità? Qual metaforicamente a Kaa, che è sta-
dell’autenticità. Ti consiglio zio per allevare animali che produ- è il segno dello zodiaco più bravo a ta cioè distorta ma che in realtà ti
quasi sempre di essere te stesso cono carne, se ne sfamano al mas- scegliere le giuste proporzioni e a sostiene? Se è così, ti consiglio di
con sfacciato candore e impuden- simo quattro. Senza contare che unire gli apparenti opposti? Chi è il apprezzarla di più.
te disinvoltura, di parlare con sin- per produrre la carne ci vogliono genio dell’equilibro? Nei prossimi
cerità dei tuoi valori più profondi almeno quattro volte più acqua e mesi, amica mia, sospetto che sa- PESCI
e delle tue percezioni più chiare, e venti volte più elettricità. Nei pros- rai più abile del solito in questa raf- Virginia Woolf pensava che
di dedicarti con passione a quello simi mesi considerala una metafo- inatissima arte. la sua amante Vita Sackvil-
che t’interessa veramente. Ma og- ra su cui rilettere. Secondo la mia le-West, dei Pesci, fosse una di-
gi voglio fare un’eccezione e dirti analisi dei presagi astrali, dovresti SCORPIONE screta scrittrice, ma un po’ inco-
che a volte è più saggio adottare la dare la priorità all’eicienza. Qua- Al numero 1209 di North stante e pigra. Per lei esprimersi
strategia del “ingere inché non si le investimento ti darà una resa Orange street a Wilming- era così naturale che non si sforza-
avvera”, cioè fare inta di essere maggiore? Qual è il modo più sag- ton, nel Delaware, c’è un modesto va di perfezionare la sua arte. In
quello che vorresti essere con tale gio di usare le tue risorse? uicio a un solo piano. Eppure più una lettera Virginia le scriveva:
ILLUSTRAZIONI DI FRANCESCA GHERMANDI

convinzione che alla ine lo diven- di 285mila aziende statunitensi “Penso che nella tua mente ci sia-
internazionale.it/oroscopo

terai davvero. Penso che questo LEONE l’hanno scelto come indirizzo. Co- no pensieri più profondi e origina-
sia il momento ideale per farlo. I bambini di oggi non pas- me mai? Perché le regole iscali li di quelli che hai espresso ino-
sano molte ore a giocare del Delaware sono così vantaggio- ra”. T’invito a meditare sulla pos-
GEMELLI all’aperto. Rispetto ai loro genitori, se che permettono di risparmiare sibilità che nel 2019 il consiglio di
La mensa degli studenti trascorrono la metà del tempo in molto sulle tasse. Anche altri edi- Woolf possa valere anche per te.
della Michigan state univer- mezzo alla natura. In media un ici del Delaware ospitano miglia- Tra le tue abilità ce n’è qualcuna
sity serve montagne di maionese. bambino passa meno tempo ia di aziende. È tutto legale. Te lo che ti viene così facile che non ti
Ma alla ine del 2016 dodici quin- all’aria aperta di un detenuto. E gli dico sperando d’ispirarti ad anda- sei mai impegnato a svilupparla?
tali di quella salsa sono andati a adulti ancora meno. Ma spero che re a caccia di situazioni simili: Se c’è, dedicale maggiore atten-
male. Invece di buttarli via, l’ui- nel 2019 saprai sfuggire a questo scappatoie o scorciatoie che ti zione.

Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019 105


L’ultima
ENRICO BERTUCCIOLI, ITALIA

Il Tetris di Donald Trump.

PIRARO, STATI UNITI


ChAPPATTE, ThE NEw yORk TIMES, STATI UNITI

“Rami, erbacce, iori, sassi…


Non saltiamo solo sull’erba, sai”.

Theresa May sull’auto della Brexit.


“Sei arrivata a destinazione”.
FOBIE, INTERNETGAZET, BELGIO

kAPLAN

“Durante le vacanze mi faccio sempre


Con tre pieni di benzina un gilet giallo gratis. tra i cinque e i sette nemici”.

Le regole Essere astemi


1 Per far tacere chi ti chiede perché non bevi, rispondi serio che “hai dovuto smettere”. 2 La birra
analcolica è il male. 3 Per non rovinare un brindisi, impara l’arte di ingere di sorseggiare. 4 Non
darti arie perché bevi un Virgin Mary: è comunque succo di pomodoro. 5 Cerchi una comitiva che
non ti escluda all’aperitivo? Fatti degli amici musulmani. regole@internazionale.it

106 Internazionale 1289 | 11 gennaio 2019