Sei sulla pagina 1di 184

29 nov/5 dic 2019 n. 1335 • anno 27 internazionale.

it 4,00 €
Ogni settimana Zadie Smith Scienza Cina
il meglio dei giornali Mi affascina Breve storia La verità sui campi
di tutto il mondo presumere del sangue di prigionia nello Xinjiang

Perché
i laburisti
sono
di nuovo
di sinistra
Il ruolo dei giovani, una nuova
idea di leadership,
l’importanza della base.
Comunque vadano le elezioni
del 12 dicembre, Jeremy
Corbyn ha spostato gli equilibri
della politica britannica
aRt 1, 1 DCB VR • aut 8,20 € • Be 7,50 €

D 10,00 € • Pte Cont 7,00 € • e 7,00 €


settimanale • Pi, sPeD in aPDl 353/03

C h 8 , 2 0 C h f • C h C t 7, 7 0 C h f

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Val Venegia

Mamma “sì, ma un po’ più ovattata”


“tipo zucchero filato?”
a sciare e a fare morbidosi
pupazzi di panna!”. Insomma,

ma è t ipo “sì, un po’ più farinosa...”


“posso farci un vestito da sposa?”
la prima volta di tua figlia
sulla neve sarà magica.
“e con chi ti vuoi sposare?!” “col Cerca le settimane bianche
panna? papà, perché ci porta in Trentino su visittrentino.info.

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Le Alpi
in stile
italiano.

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
CERTIFICATO MASTER CHRONOMETER
Dietro l’eleganza di ogni singolo
orologio Master Chronometer si cela
il più alto livello di certificazione:
MOONWATCH 8 test della durata di 10 giorni,
per garantire precisione e resistenza
magnetica senza pari.

Milano • Roma • Venezia • Firenze - Numero Verde: 800 113 399

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
29 novembre/5 dicembre 2019 • Numero 1335 • Anno 27
“Solo il lettore decide”
Sommario Zadie Smith a pagina 110

in copertina
la settimana
29 nov/5 dic 2019 ` #%%'–S``a$) internazionale.it 4,00 €
Ogni settimana Zadie Smith Scienza Cina
il meglio dei giornali Mi affascina Breve storia La verità sui campi
di tutto il mondo presumere del sangue di prigionia nello Xinjiang

La sfida del corbynismo


convivenza Perché
i laburisti
sono
di nuovo
Il ruolo dei giovani, una nuova idea di leadership, l’importanza della
base. Nonostante gli errori sulla Brexit, il Labour di Jeremy Corbyn
di sinistra
Il ruolo dei giovani, una nuova
idea di leadership,
l’importanza della base.
Comunque vadano le elezioni
ha spostato gli equilibri della politica britannica. Comunque vadano
a finire le elezioni del 12 dicembre (p. 44). Foto di Felicity McCabe
del 12 dicembre, Jeremy
Corbyn ha spostato gli equilibri
della politica britannica

(Contour/Getty)
Giovanni De Mauro
Beppe Grillo ha incontrato l’ambasciatore aSia e pacifico botSwana ScienZa
cinese in Italia, il signor Li Junhua. Fin qui 18 La verità sui campi 52 Il peso 113 Fidarsi degli altri
nulla di strano. È normale, anzi, è perfino di prigionia cinesi degli elefanti è la scelta migliore
auspicabile che un ambasciatore incontri The Guardian Die Zeit Aeon
personalità di rilievo del paese di cui è
africa e medio ScienZa economia
ospite. E, piaccia o no, Grillo rientra in oriente 58 Breve storia e lavoro
questa categoria. Gli incontri sono stati 22 Imputato 119 Una potenza
del sangue
due in ventiquattr’ore. Il primo a cena Benjamin petrolifera scopre
The New Yorker
venerdì 22 novembre e il secondo nel Netanyahu di essere fragile
tardo pomeriggio di sabato, nella sede Haaretz portfolio Mediapart
dell’ambasciata in via Bruxelles a Roma. 24 Un altro attacco 68 All’ombra
Qualcuno ha fatto notare che tra un all’informazione della foresta
incontro e l’altro Grillo ha visto Luigi Di
cultura
in Egitto Tommaso Protti
Maio, ministro degli esteri, ma neanche L’Orient-Le Jour 88 Cinema, libri,
questa è una stranezza. E gli incontri non ritratti musica, schermi, arte
sono stati esattamente “top secret”, come americhe 76 Shiori Itō.
ha titolato qualche giornale italiano, tanto 28 La Colombia Pubblica accusa le opinioni
che lo stesso Grillo ne ha parlato su si mobilita Der Spiegel 14 Domenico Starnone
Facebook (“Un piacevole incontro ieri contro il governo
40 Evgeny Morozov
viaggi
con l’ambasciatore della Cina Li Junhua. El Espectador
Gli ho portato del pesto e gli ho detto che
80 La porta 42 Ilaria Maria Sala
europa del polo nord 90 Goffredo Fofi
se gli piacerà dovrà avvisarmi in tempo
perché sarei in grado di spedirne una
32 In Bosnia Público 92 Giuliano Milani
i migranti 96 Pier Andrea Canei
tonnellata alla settimana, sia con aglio graphic
continuano 98 Giorgio Cappozzo
che senza, per incoraggiare gli scambi journaliSm
ad aspettare 82 Cartoline
economici!”) e Li Junhua ha pubblicato su
Balkan Insight le rubriche
Twitter una foto di entrambi. Considerato dal monte Stol
tutto questo, non deve sorprendere viSti dagli altri Aleksandar Zograf 14 Posta
neppure che pochi giorni prima, il 19 35 Il territorio frana 17 Editoriali
cinema
novembre, Grillo abbia pubblicato sul suo insieme alle
blog un testo che parla della regione 85 Chaplin 127 Strisce
infrastrutture a Khartoum 129 L’oroscopo
cinese dello Xinjiang, al centro di “una Tages-Anzeiger
campagna mediatica sui diritti umani African Arguments 130 L’ultima
36 Il paese
volta a screditare l’operato del governo delle promesse pop Articoli in formato
cinese”. In questo testo si cita una non mantenute 102 Mi affascina mp3 per gli abbonati
studiosa italiana secondo cui nella Bloomberg presumere
regione c’è “una buona convivenza tra 38 A Genova si vive Zadie Smith
han e uiguri e non si percepisce alcun tipo di più e si nasce
internazionale.it/sommario

di discriminazione”. Non sembrano di meno


essere d’accordo i 75 giornalisti di 14 paesi Le Monde
– da Le Monde al New York Times
passando per la Bbc e il Guardian, di cui
pubblichiamo l’articolo a pagina 18 – Dicembre

che hanno documentato l’esistenza


����
num
Il meglio ero �

Il nuovo
della
sta
tutto il mpa di
mo
per bam ndo

di una rete di centri di detenzione in cui


bine
e bambin
i

Internazionale
�,�� €
Monop
attini
sono rinchiuse almeno un milione di tr
Caccia avolgenti
Internazionale pubblica in
persone della minoranza musulmana Kids all'alber
di
Salto in Natale
alto
trampo sul
o

esclusiva per l’Italia gli articoli


degli uiguri. u è in edicola lino
dell’Economist.

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 7


Perché
i gatti
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
sembran
So o matti
Immagini
La voce delle donne
Roma, Italia
23 novembre 2019

Il corteo organizzato dal movimento


Non una di meno in occasione della
Giornata mondiale per l’eliminazione
della violenza contro le donne. Migliaia
di persone hanno sfilato a Roma per
protestare contro la violenza patriarca-
le, razzista, istituzionale, ambientale
ed economica. In Italia ogni 72 ore una
donna viene uccisa da una persona che
conosce, di solito il partner o l’ex part-
ner. Nel mondo ci sono 137 femminicidi
ogni giorno, in Asia avviene il maggior
numero di omicidi di donne, con 20mi-
la casi registrati nel 2017. Foto di Anto-
nio Masiello (Getty Images)

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Immagini
Opposizione a terra
Harare, Zimbabwe
20 novembre 2019

Un poliziotto fa cadere una donna che si


sta allontanando di corsa da un raduno
del principale partito d’opposizione del-
lo Zimbabwe, il Movimento per il cam-
biamento democratico (Mdc). Il 20 no-
vembre gli agenti antisommossa hanno
disperso con la forza i sostenitori
dell’Mdc che si era riuniti sotto la sede
del partito. Quest’anno diversi incontri
dell’Mdc sono stati vietati con la scusa
di possibili violenze. Nel paese crescono
le tensioni politiche, anche perché il go-
verno di Emmerson Mnangagwa non
sembra in grado di affrontare la grave
crisi economica. Foto di Jekesai Njikizana
(Afp/Getty Images)

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Immagini
Record di spettatori
Città del Messico
23 novembre 2019
Una foto aerea scattata da un drone ri-
trae la Plaza México, l’arena per corride
più grande mondo, durante la partita di
esibizione tra il campione di tennis sviz-
zero Roger Federer e il tedesco Alexan-
der Zverev, numero sette al mondo.
Inaugurata nel 1946, era la prima volta
che la struttura ospitava un incontro di
tennis. Con 42.517 spettatori, quella tra
Federer e Zverev è stata la partita di ten-
nis con il pubblico più numeroso della
storia. Il record precedente risaliva al
2010, per un incontro che si era svolto a
Bruxelles davanti a 35mila persone. Foto
di Madla Hartz (Epa/Ansa)

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Posta@internazionale.it
Fiumi volanti nale 1334). È sicuramente tar- sembra assumere un accento Parole
di, e non si capisce perché, sarcastico, ultima beffa del
u L’articolo di Fred Pearce con tutta l’urgenza che l’Euro- Genio?
Domenico Starnone
sulle foreste pluviali (Interna- pa stessa pone sul tema, si Roberto Colombo
zionale 1334) sembra fornire, debbano aspettare altri due Fantasmi
in qualche modo, una base
scientifica alla suggestione di
anni. Certo è emblematico co-
me nella comunicazione, in
Internazionale Kids in agguato
Jean Giono nel racconto L’uo- particolare sul clima, l’accen- u Sono un lettore del settima-
mo che piantava gli alberi, in to sui successi non sia pari a nale, ma oggi ho acquistato
cui il protagonista trasforma quello posto sulle infinite ca- Kids e l’ho divorato. È il gior-
una zona arida e abbandonata tastrofi. nale ideale per crescere a con-
in un ambiente ospitale e ric- Giovanni Mazzitelli tatto con diverse realtà e af-
co d’acqua piantando alberi. frontare i problemi senza le ti-
Quella che sembrava una fa- Liberiamoci piche banalizzazioni delle ri-
vola un po’ ingenua contiene della Gioconda viste riservate ai più piccoli. u Intanto almeno un rovescia-
una verità che lo scrittore ave- Giuseppe Parisi mento è già avvenuto: una si-
va intuito. Spesso lo sguardo u Su Internazionale 1333 Ja- militudine che esprimeva di-
dell’artista coglie realtà non son Farago propone un padi- Errata corrige sagio – stretti come sardine – è
ancora esplorate, sarebbe sag- glione autonomo per custodi- diventata metafora di forza
gio prestarci attenzione. re la Gioconda. Secondo il cri- u Su Internazionale 1333 a pa- politica, di compattezza. Sen-
Edgardo Viglielmo tico d’arte il Louvre starebbe gina 46 Tim Buckley è stato tirsi sardine oggi è uno stato
soffocando, ostaggio dell’ope- capo degli analisti finanziari d’animo positivo che si vuole
Niente soldi ra più famosa di Leonardo. In della Citigroup, non ammini- condividere da un capo all’al-
all’energia fossile effetti, nella sala che attual- stratore delegato. tro dell’Italia, e questo è un
mente ospita il dipinto, orde bene. Il meglio di sé gli esseri
u Finalmente un trafiletto che di turisti si accalcano tra Errori da segnalare? umani lo danno quando, di
riporta una notizia di massi- schiamazzi, selfie e flash. Sul- correzioni@internazionale.it fronte a un pericolo incom-
ma importanza nella battaglia la parete opposta le Nozze di bente, si stringono l’uno all’al-
al cambiamento climatico: dal Cana, immenso capolavoro PER CONTATTARE LA REDAZIONE tro, si organizzano, intreccia-
2021 la Banca europea per gli del Veronese, giace nell’indif- Telefono 06 441 7301 no saperi e abilità, elaborano
investimenti non finanzierà ferenza generale. Monna Lisa Fax 06 4425 2718 strategie per il bene comune,
Posta via Volturno 58, 00185 Roma
progetti legati alle fonti assiste a questa scena para- Email posta@internazionale.it si dicono: restiamo uniti. Sono
d’energia fossile (Internazio- dossale e l’enigmatico sorriso Web internazionale.it momenti straordinari, di quel-
li che nei racconti, al cinema,
funzionano alla grande. Nella
Dear Daddy Claudio Rossi Marcelli realtà meno. I processi di af-
fiatamento e autorganizzazio-
ne nell’interesse generale ge-
Mutua assistenza nerano subito congegni verba-
li degradanti, reazioni violen-
te, studiate criminalizzazioni.
Mia suocera non è più au- vecchiaia (art. 591 c.p.). Nella tempo pieno lontano dalla sua Chi si prova a prendere per
tosufficiente e bisogna de- pratica non è così semplice. In città d’origine può essere im- l’ennesima volta un paese di-
cidere se portarla da noi o passato le famiglie erano più possibile prendersi cura dei sperso e compattarlo è sbef-
in una casa di cura. Per al- numerose e la responsabilità genitori anziani. Bisogna agi- feggiato (“di nuovo un movi-
cuni spiacevoli motivi non di un genitore anziano ricade- re nel limite delle proprie pos- mento, che noia, altri giroton-
è stata una buona madre va su più figli; con un’aspetta- sibilità, e una casa di cura o di, altri vaffa, altro spettacolo,
per mio marito. Dovrem- tiva di vita più bassa, era più una forma di assistenza do- altra divizzazione, altra fucina
mo tenerne conto? –Emma raro avere familiari molto an- mestica possono essere una di terroristi”), specie se si au-
ziani; le donne non erano am- soluzione. Nel vostro caso pe- todefinisce con un nome poco
In linea di principio è tutto messe nel mondo del lavoro e rò c’è anche una questione macho, un sostantivo di gene-
chiaro: i genitori devono pren- il loro ruolo era prendersi cura emotiva. Non credo che tua re femminile nell’Italia dei ce-
dersi cura dei figli e i figli de- della famiglia; genitori e figli suocera debba necessaria- loduristi vincenti. E poi ci so-
vono prendersi cura dei geni- spesso abitavano vicini, a vol- mente vivere con voi, ma te- no a ogni angolo i fantasmi in
tori. Questa mutua assistenza te perfino nella stessa casa. E, nete presente questo: il fatto agguato di renzini con l’indice
è da sempre alla base della vi- soprattutto, la realizzazione che lei non sia stata una buona alzato, di zingarettini a caccia
ta familiare e della convivenza personale passava per quella madre non significa che tuo di sostegno, di pentastellini in
sociale, ed è perfino prevista dell’intero nucleo familiare, marito non debba essere un rotta eccetera. Insomma è una
dalla legge, che punisce l’ab- mentre oggi ne abbiamo una buon figlio. bella impresa contro troppe
bandono di minore ma anche visione più individuale. Per imprese pessime. Vale la pena
quello di persona incapace per una figlia unica che lavora a daddy@internazionale.it di andare a vedere.

14 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Editoriali

A Malta la giustizia si è svegliata


“Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio,
di quante se ne sognano nella vostra filosofia”
William Shakespeare, Amleto
Direttore Giovanni De Mauro Times of Malta, Malta
Vicedirettori Elena Boille, Chiara Nielsen,
Alberto Notarbartolo, Jacopo Zanchini
Editor Giovanni Ansaldo (opinioni), Daniele Il grido “giustizia per Daphne!” ha risuonato alla Malta è in preda a un caos che Muscat e i suoi
Cassandro (cultura), Carlo Ciurlo (viaggi, visti
dagli altri), Gabriele Crescente (Europa), Camilla Valletta il 16 di ogni mese per ricordare il giorno hanno contribuito a scatenare. L’indagine non
Desideri (America Latina), Simon Dunaway
(attualità), Francesca Gnetti (Medio Oriente), dell’ottobre del 2017 in cui Daphne Caruana Ga- avrebbe prodotto una simile crisi politica se il
Alessandro Lubello (economia), Alessio
Marchionna (Stati Uniti), Andrea Pipino lizia è stata assassinata. Ma la giustizia se l’è pre- premier avesse messo alla porta Schembri e Miz-
(Europa), Francesca Sibani (Africa), Junko Terao
(Asia e Pacifico), Piero Zardo (cultura, sa comoda. Dopo i primi arresti non ci sono stati zi quando i loro sporchi affari finanziari sono sta-
caposervizio)
Copy editor Giovanna Chioini (web, progressi significativi. Chi erano i mandanti? ti rivelati da Caruana Galizia. Muscat ha favorito
caposervizio), Anna Franchin, Pierfrancesco
Romano (coordinamento, caporedattore),
Giulia Zoli
Qualcuno li stava proteggendo? Erano queste le la diffusione del marcio, rendendo normale
Photo editor Giovanna D’Ascenzi (web), Mélissa
Jollivet, Maysa Moroni, Rosy Santella (web)
domande che i manifestanti ponevano invano. l’idea di chiudere un occhio di fronte alla corru-
Impaginazione Pasquale Cavorsi (caposervizio),
Marta Russo
Due settimane fa tutto è cambiato con l’arresto zione pur di accaparrarsi una fetta della torta.
Web Annalisa Camilli, Stefania Mascetti
(caposervizio), Martina Recchiuti (caposervizio),
del presunto intermediario tra i mandanti e gli Oggi a Malta il valore più importante è la ric-
Giuseppe Rizzo, Giulia Testa
Internazionale a Ferrara Luisa Ciffolilli,
esecutori, e da allora i colpi di scena si susseguo- chezza, a prescindere da come si ottiene. L’edili-
Alberto Emiletti
Segreteria Teresa Censini, Monica Paolucci, no senza sosta. zia selvaggia ha rovinato per sempre il paese e i
Angelo Sellitto Correzione di bozze Sara
Esposito, Lulli Bertini Traduzioni I traduttori In questa storia ci sono eroi e cattivi. Gli eroi potenti accumulano ricchezze ai danni dei più
sono indicati dalla sigla alla fine degli articoli.
Marina Astrologo, Stefania De Franco, Francesco sono tutti quelli che hanno portato avanti le in- poveri. Perché è questo che fa la corruzione.
De Lellis, Andrea De Ritis, Andrea Ferrario,
Federico Ferrone, Susanna Karasz, Giusy chieste di Caruana Galizia e hanno continuato a Quando gli hanno chiesto se aveva intenzio-
Muzzopappa, Valentina Rapetti, Francesca
Rossetti, Fabrizio Saulini, Andrea Sparacino, chiedere giustizia, nonostante i tentativi del go- ne di dimettersi, Muscat ha risposto che bisogna
Martina Testa, Bruna Tortorella, Nicola
Vincenzoni Disegni Anna Keen. I ritratti dei verno di oscurarli. Ora anche i cattivi comincia- andare avanti e dare al paese una leadership sta-
columnist sono di Scott Menchin Progetto
grafico Mark Porter Hanno collaborato Gian no a saltare fuori. Il ministro dell’economia bile. Ma il premier dovrebbe chiedersi se il pro-
Paolo Accardo, Giulia Ansaldo, Cecilia Attanasio
Ghezzi, Gabriele Battaglia, Gaia Berruto, Chris Cardona si è sospeso dopo essere stato in- gresso e la leadership stabile non sarebbero più
Francesco Boille, Giorgio Cappozzo, Catherine
Cornet, Sergio Fant, Claudia Grisanti, Ijin Hong, terrogato dalla polizia. Il capo di gabinetto del facili da ottenere se si facesse da parte. Malta ha
Anita Joshi, Alberto Riva, Andreana Saint
Amour, Francesca Spinelli, Laura Tonon, Pauline premier laburista Joseph Muscat, Keith Schem- bisogno di ritrovare una parvenza di normalità
Valkenet, Guido Vitiello, Marco Zappa
Editore Internazionale spa bri, si è finalmente dimesso. Il ministro del turi- in cui il bene comune e la giustizia prevalgano
Consiglio di amministrazione Brunetto Tini
(presidente), Giuseppe Cornetto Bourlot smo Konrad Mizzi lo ha seguito poco dopo. sull’avidità, la corruzione e il clientelismo. u as
(vicepresidente), Alessandro Spaventa
(amministratore delegato), Giancarlo Abete,
Emanuele Bevilacqua, Giovanni De Mauro,
Giovanni Lo Storto
Sede legale via Prenestina 685, 00155 Roma

L’Iran dopo le proteste


Produzione e diffusione Francisco Vilalta
Amministrazione Tommasa Palumbo,
Arianna Castelli, Alessia Salvitti
Concessionaria esclusiva per la pubblicità
Agenzia del marketing editoriale
Tel. 06 6953 9313, 06 6953 9312
info@ame-online.it
Subconcessionaria Download Pubblicità srl
Stampa Elcograf spa, via Mondadori 15,
37131 Verona
Distribuzione Press Di, Segrate (Mi)
The Guardian, Regno Unito
Copyright Tutto il materiale scritto dalla
redazione è disponibile sotto la licenza Creative
Commons Attribuzione - Non commerciale - Le sequenze di protesta e feroce repressione sono compenserà l’aumento delle spese. Da quando gli
Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Significa che può essere riprodotto a patto di tristemente familiari in Medio Oriente. In Iran il Stati Uniti si sono ritirati dall’accordo sul nucleare
citare Internazionale, di non usarlo per fini
commerciali e di condividerlo con la stessa blocco di internet ha contribuito a oscurare gli con Teheran e cercano di soffocare l’economia
licenza. Per questioni di diritti non possiamo
applicare questa licenza agli articoli che eventi di questo mese, ma quel che sappiamo è iraniana, indebolita da decenni di cattiva gestio-
compriamo dai giornali stranieri.
Info: posta@internazionale.it inquietante. Amnesty international ha parlato di ne, l’inflazione e la disoccupazione sono alle stel-
almeno 143 morti dal 15 novembre e riferisce che le. Il ritiro degli Stati Uniti ha mandato in frantu-
Registrazione tribunale di Roma la polizia ha sparato sulla folla. Il regime si vanta mi l’ultima speranza di molti. L’ottimismo e
n. 433 del 4 ottobre 1993
Direttore responsabile Giovanni De Mauro di aver arrestato almeno mille persone, e altre l’energia sprigionati quando il presidente Hassan
Chiuso in redazione alle 19 di mercoledì
27 novembre 2019 fonti suggeriscono che il numero degli arresti po- Rouhani ha firmato l’accordo sono svaniti.
Pubblicazione a stampa ISSN 1122-2832
Pubblicazione online ISSN 2499-1600 trebbe essere quattro volte più alto. È improbabile che le condizioni degli iraniani
PER ABBONARSI E PER Le proteste hanno coinvolto il settanta per migliorino se il contesto internazionale non cam-
INFORMAZIONI SUL PROPRIO
ABBONAMENTO cento delle province. Sembra che siano state più bierà. Francia, Germania e Regno Unito dovreb-
Numero verde 800 111 103
(lun-ven 9.00-19.00), simili a quelle del 2017 e 2018 – senza capi, moti- bero continuare a sostenere i negoziati, per quan-
dall’estero +39 02 8689 6172
Fax 030 777 23 87 vate da ragioni economiche e animate da elettori to questo compito appaia disperato. C’è il reale
Email abbonamenti@internazionale.it
Online internazionale.it/abbonati più poveri – rispetto al più borghese, urbano e po- pericolo che l’Iran scateni una crisi regionale per
LO SHOP DI INTERNAZIONALE liticizzato “movimento verde” del 2009. Secon- attirare l’attenzione della comunità internaziona-
Numero verde 800 321 717
(lun-ven 9.00-18.00)
do le autorità hanno partecipato circa 87mila le. Teheran era ben preparata, visti i disordini de-
Online shop.internazionale.it
Fax 06 442 52718
persone, soprattutto giovani disoccupati. La scin- gli ultimi anni e il suo ruolo in Libano e Iraq, altri
Imbustato in Mater-Bi
tilla è stato il forte aumento del prezzo del carbu- due paesi scossi dalle proteste. Ma di sicuro il dis-
rante. Il governo ha dichiarato di voler combatte- senso non si fermerà qui. Accusare gli Stati Uniti
re il contrabbando e pagare sussidi ai tre quarti e il Regno Unito di alimentare i disordini, come
più poveri degli ottanta milioni di cittadini irania- ha fatto il regime, non servirà a convincere gli ira-
ni. Ma pochi credono che le autorità manterranno niani, e la repressione brutale alimenta il loro
le loro promesse, e in molti casi il denaro non malcontento. u ff

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 17


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Asia e Pacifico
La verità sui campi
di prigionia cinesi
Emma Graham-Harrison e Juliette Garside,
The Guardian, Regno Unito
I documenti riservati ottenuti da no stati pensati fin dall’inizio come centri di
un consorzio di giornalisti detenzione per fare il lavaggio del cervello,
costruiti su vasta scala, con detenuti segre-
investigativi svelano come gati secondo diversi livelli di sicurezza.
funzionano i centri nello
Xinjiang, dove Pechino detiene Indottrinamento forzato

THoMas PeTer (reuTers/ConTrasTo)


più di un milione di uiguri Tra i documenti segreti c’è una circolare del
2017 che spiega nel dettaglio il modo in cui
i campi nello Xinjiang dovrebbero essere
l funzionamento interno di una vasta costruiti e gestiti. Firmato da Zhou Hailun,

I rete di campi di concentramento cine-


si in cui sono rinchiusi almeno un mi-
lione di persone appartenenti alle
minoranze musulmane del paese è stato
svelato da alcuni documenti del Partito co-
il funzionario più alto in grado per la sicu-
rezza e vicecapo del Partito comunista nello
Xinjiang, chiarisce che i centri sono stati
progettati per sottoporre i detenuti a un pe-
riodo di indottrinamento forzato. Il docu-
munista ottenuti dall’International consor- mento dichiara che i campi devono aderire sicurezza poste sulle torrette. I detenuti po-
tium of investigative journalists (Icij) e resi a un rigido sistema di controllo fisico e men- trebbero essere trattenuti per un tempo in-
pubblici il 24 novembre. I China cables (di- tale, con vari passaggi chiusi a chiave nei definito; comunque devono restare per al-
spacci cinesi), una serie di documenti go- dormitori, nei corridoi, ai piani e negli edi- meno un anno nei campi prima che il loro
vernativi riservati, lasciano intravedere per fici; intorno a ciascun edificio si devono co- percorso possa ritenersi “completato” e sia
la prima volta la struttura, la vita quotidiana struire delle recinzioni e intorno al com- preso in considerazione il loro rilascio. I
e la cornice ideologica dei centri nella re- plesso un muro; una stazione di polizia campi devono essere gestiti in base a un si-
gione dello Xinjiang, che hanno suscitato la dev’essere collocata al cancello d’ingresso, stema a punti, che i detenuti guadagnano
condanna della comunità internazionale. e tutto dev’essere sorvegliato da guardie di per la “trasformazione ideologica”, il “ri-
Condivisi dall’Icij con il Guardian e altri 16
mezzi d’informazione, i documenti sono
stati ritenuti autentici da diversi esperti,
mentre la Cina ha dichiarato che sono falsi.
Da sapere Il partito fuori dalla realtà
In ogni caso i documenti sono coerenti con u “La Cina non voleva che sa- russIa mentalità dei musulmani del-
pessimo. adesso sono le carte KaZaKIsTan lo Xinjiang”. stando a quei fi-
le prove sempre più numerose del fatto che
Pechino gestisce dei campi di detenzione a dircelo”, commenta sul new KIrGHIZIsTan MonGoLIa le, inoltre, alcuni funzionari
York Times adrian Zenz, urumqi del partito si sarebbero oppo-
segreti, in cui si entra non su base volonta-
esperto di politiche etniche ci- sti alle detenzioni di massa e
ria e che sono usati per una “trasformazio- Kashgar
Xinjiang
nesi, parlando dei documenti per questo sarebbero stati
ne” attraverso l’indottrinamento. riservati del Partito comunista CINA epurati. “I documenti dimo-
Quando erano emerse le prime notizie pubblicati il 24 novembre strano la vastità del potere del
di detenzioni di massa senza processo di cui dall’International consor- InDIa partito ma anche la sua debo-
erano vittime gli uiguri, la minoranza turco- tium of investigative lezza: non solo alcuni funzio-
600 km
fona musulmana, e persone appartenenti journalists (Icij). I file getta- nari si sono opposti alle diret-
ad altre minoranze etniche, le autorità di no luce sulla vera natura dei tive e uno ha addirittura fatto
Pechino inizialmente avevano negato l’esi- campi di rieducazione nello ti, a essere internati sono uo- filtrare i file, ma emarginando
stenza dei campi. Ma poi, non potendo Xinjiang, centri di detenzio- mini di mezza età, che in ge- questi funzionari il partito si
ne di massa creati per fare il nere mantengono la famiglia. priva di informazioni di prima
ignorare alcune foto satellitari e molte testi-
lavaggio del cervello agli uigu- Pochi giorni prima della rive- mano sulle condizioni nello
monianze di ex detenuti e di loro familiari, lazione dell’Icij, il New York
ri e ad altri musulmani nella Xinjiang, necessarie per go-
il partito ha ribadito che le strutture erano regione. “I file”, scrive Zenz, Times aveva pubblicato altri vernare”, scrive sul new York
destinate a una “formazione professionale” “mostrano anche l’impatto documenti, ricevuti da un Times Jim Millward, esperto
su base volontaria. I China cables sembra- devastante della detenzione funzionario del partito, che della regione. “Come all’epo-
no fornire la conferma, dall’interno dell’ap- sulle comunità e sulle famiglie spiegavano la strategia di Pe- ca di Mao, il partito si sta ta-
parato burocratico cinese, che i campi era- dello Xinjiang”. spesso, infat- chino per “trasformare la gliando fuori dalla realtà”.

18 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Il campo di Dabancheng, Xinjiang, tificato più di 24mila “persone sospette”
Cina, settembre 2018 solo nei quattro distretti meridionali dello
Xinjiang. Due terzi di loro sono state incar-
darino, il secondo sulla “formazione pro- cerate: 15.600 nei campi di rieducazione,
fessionale”. Erano già stati pubblicati dei 706 in prigione. Altre 2.096 persone sono
resoconti credibili sul lavoro forzato nello state sottoposte a sorveglianza e 5.508 sono
Xinjiang come parte del sistema governati- state definite “temporaneamente impossi-
vo dei campi. Alcune persone che “comple- bilitate a essere detenute”, il che suggerisce
tano” la rieducazione potrebbero essere che potrebbero finire nei campi in futuro. In
costrette a lavorare nei campi di secondo uno dei bollettini si parla di controllare nel-
livello. La circolare consiglia inoltre ai fun- lo Xinjiang 1,9 milioni di utenti di un’app
zionari per la sicurezza locale di “non per- per condividere file. Più di 40mila persone
dere mai di vista gli studenti per un anno che l’hanno usata sono state segnalate co-
dopo il loro rilascio” . me sospette o potenzialmente “dannose”.
Le autorità cinesi negano di gestire cam- Nel loro insieme questi documenti for-
pi di detenzione e affermano che “i centri di niscono informazioni sulla costruzione e il
educazione e formazione professionale” funzionamento di una vasta campagna go-
rientrano in un inasprimento delle misure vernativa che ha portato al più grande inter-
contro l’estremismo e il terrorismo. Nel namento di massa di una minoranza etni-
2009 quasi duecento persone, soprattutto co-religiosa dalla fine della seconda guerra
cinesi di etnia han, sono morte nel corso di mondiale. Vittima di questo sistema è la
scontri scoppiati a Urumqi, il capoluogo minoranza uigura insieme ad altri gruppi
dello Xinjiang. Decine di altre persone sono etnici, per la maggior parte musulmani. Le
rimaste uccise e centinaia ferite in una serie autorità cinesi hanno diviso famiglie, cer-
di attentati in diverse città, dentro e fuori cato di sopprimere la lingua e la cultura ui-
spetto della disciplina” e lo “studio e adde- dalla regione. Alcuni uiguri hanno anche gure, raso al suolo siti storici e criticato an-
stramento”. Ma neanche dopo aver com- combattuto tra le fila di gruppi armati estre- che le più lievi espressioni dell’identità
pletato questa “trasformazione attraverso misti all’estero, incluso l’Isis in Iraq. musulmana, gestendo nei minimi dettagli
l’istruzione”, i detenuti possono andarsene: La circolare prova che mentre i campi qualsiasi cosa, dalla lunghezza della barba
sono trasferiti in un’altra sezione del campo d’internamento venivano costruiti, le auto- ai nomi dei neonati. Secondo gli osservato-
dove staranno per altri tre, sei mesi per la rità si preoccupavano già di cosa sarebbe ri critici verso Pechino, la campagna sem-
“formazione professionale”. Le telefonate potuto succedere se questo piano di deten- bra avere l’obiettivo di cancellare il patri-
settimanali e una videochiamata al mese zione fosse stato reso noto, anche all’inter- monio, la società e l’identità religiosa e
con i familiari sono l’unico contatto con il no delle gerarchie dei funzionari cinesi. La culturale degli uiguri. “I documenti riserva-
mondo esterno, e possono essere sospese circolare chiede la “più assoluta segretez- ti cinesi hanno una struttura particolare. E
per punizione. “Impedire la fuga” è in cima za” e, oltre a un ovvio divieto di girare video questi corrispondono al 100 per cento a tut-
alla lista delle priorità. L’ordine richiede e scattare foto, impone allo staff di non ag- ti quelli che ho visto in precedenza”, dice
una videosorveglianza continua “senza gregare dati importanti, impedendo perfi- James Mulvenon, esperto nella verifica dei
punti ciechi” per monitorare i detenuti in no a chi sta dentro il sistema di afferrarne documenti governativi cinesi e direttore
ogni momento della giornata. Il controllo di pienamente la portata. “Le regole lavorati- dell’integrazione dell’intelligence per Sos
ogni aspetto della vita dei reclusi è così tota- ve dei centri di educazione e formazione International. Mulvenon aggiunge che l’eti-
lizzante che a questi viene assegnato un professionale sono rigide e molto confiden- chetta ji mi (segreto) apposta ai documenti
posto specifico non solo nei dormitori o nel- ziali”, si legge nel documento. “Bisogna far significa che vanno al di là dell’abituale ri-
le aule, ma anche nella fila per il pranzo. capire allo staff la necessità di mantenere il servatezza del governo cinese. “Si tratta di
Persone che sono state rinchiuse nei segreto, applicare una rigida disciplina po- documenti riservati molto seri”.
campi hanno riferito di torture, stupri e litica e addestrarlo alla segretezza”. L’ambasciata cinese a Londra ha dichia-
maltrattamenti. Apparentemente preoccu- rato che quelli che sono stati definiti “docu-
pato per le conseguenze dei maltrattamen- Sorveglianza digitale menti trapelati sono stati inventati di sana
ti, nella sua circolare Zhou invita lo staff a Oltre alla circolare sui campi, i documenti pianta, sono notizie false”, e ha aggiunto:
“non permettere mai che si verifichino segreti includono anche quattro “bolletti- “Non esistono documenti o circolari per i
morti anomale”. ni” che danno le dimensioni della repres- ‘campi di detenzione’. I centri per l’educa-
Molti dettagli corrispondono ai racconti sione e della rete a strascico digitale che la zione e la formazione professionale sono
di ex detenuti dei campi, ma forniscono an- alimenta. I bollettini sono stati inviati ai stati istituiti per prevenire il terrorismo”. Ha
che straordinarie informazioni inedite. Per funzionari per aggiornarli e guidarli nell’uso affermato inoltre che “gli apprendisti po-
esempio, sul periodo minimo di confino di della Piattaforma integrata per le operazio- trebbero andare a casa regolarmente”, an-
dodici mesi e sul fatto che esistono due li- ni congiunte (Ijop), il cuore del sistema di che per prendersi cura dei bambini, e che
velli di campi: il primo incentrato sull’ideo- sorveglianza. Dicono che in una sola setti- “nello Xinjiang la libertà religiosa è assolu-
logia e sull’apprendimento del cinese man- mana del luglio del 2017 il sistema ha iden- tamente rispettata”. u gim

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 19


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Asia e Pacifico
Hong Kong INDIA

Gabinetti
Plebiscito contro Carrie Lam inaccessibili
Un rapporto dell’Ufficio nazio-
nale di statistiche (Nso) del go-
60MINUTES AUSTRALIA

Il Politecnico di Hong Kong, 26 novembre 2019


verno indiano contraddice i da-
ti sulla diffusione dei servizi
igienici annunciati a ottobre
dal primo ministro Narendra
Modi, scrive il Deccan He-
AUSTRALIA rald. Nel 2014 Modi aveva lan-
Spie di Pechino ciato la campagna Clean India
(India pulita), destinando 20
ANTHoNy WALLACE (AfP/GETTy)

allo scoperto miliardi di dollari alla costru-


zione di gabinetti nell’India ru-
Il 23 novembre un uomo di no- rale, dov’è ancora molto diffusa
me Wang William Liqiang (nella la defecazione all’aperto. Il 2
foto) ha rivelato ai quotidiani ottobre, 150° anniversario della
The Age e Sydney Morning nascita del Mahatma Gandhi,
Herald e al programma televi- Modi ha annunciato che il 100
sivo 60 minutes di essere una Il 24 novembre più del 70 per cento degli elettori di Hong per cento dei villaggi rurali del
spia di Pechino. È la prima volta paese si è dichiarato “libero
Kong ha votato per il rinnovo dei consigli distrettuali della
che un agente dell’intelligence dalla defecazione all’aperto”.
cinese esce allo scoperto. Nelle
città, eleggendo in maggioranza candidati favorevoli alla
Ma secondo il rapporto
interviste Wang, che ha chiesto democrazia. Anche se si è trattato di elezioni locali per
dell’Nso uscito il 27 novembre,
asilo a Canberra, ha rivelato nei consigli che si occupano di questioni minori, il voto è stato più di un quarto delle famiglie
dettagli come Pechino controlla interpretato come un referendum sulle proteste nelle zone rurali alla fine del
alcune aziende quotate in borsa cominciate all’inizio di giugno. “Lam ha sempre sostenuto 2018 non aveva ancora accesso
per finanziare operazioni d’in- che la ‘maggioranza silenziosa’ della città vuole solo a un gabinetto. E il 3,5 per cento
telligence, inclusa la sorveglian- ne aveva uno a disposizione e
stabilità e il mantenimento dello status quo”, scrive
za dei dissidenti e la cooptazio- non l’ha mai usato.
ne di mezzi d’informazione.
Jeremy Goldkorn su SupChina Access, “ma il risultato
L’uomo ha fornito anche detta- del voto l’ha smentita, perché gran parte dei tre milioni di Famiglie senza servizi igienici
negli stati dell’India rurale, %
gli sulle attività dell’intelligence elettori che sono andati alle urne ce l’ha molto di più con il Fonte: National statistical office report 2018
cinese a Hong Kong, sulle infil- governo che con i manifestanti”. Subito dopo l’annuncio orissa 50,7
trazioni nel movimento demo- dell’esito delle elezioni Lam aveva promesso che il Uttar Pradesh 48,0
cratico della città e sulla mani- governo avrebbe “ascoltato con umiltà le opinioni dei Jharkhand 41,9
polazione delle elezioni a Tai- cittadini”, ma poi ha aggiunto che non accoglierà le Tamil Nadu 37,2
wan. Wang ha poi svelato l’esi-
stenza di una rete di spie sotto
richieste dei manifestanti e le proteste sono ricominciate. Bihar 36,2

copertura che operano impune- Il Politecnico, l’università occupata dai manifestanti e Rajasthan 34,2

mente in Australia. Due giorni assediata dalla polizia, il 27 novembre è stato sgomberato. Karnataka 30,1

dopo le rivelazioni di Wang, si è Il governo cinese non ha commentato la disfatta dei


venuto a sapere che alcuni pre- candidati che appoggiava. “Pechino rimane in silenzio
sunti agenti dell’intelligence ci- perché non si aspettava che i suoi candidati avrebbero IN BREVE
nese avrebbero offerto denaro a Bangladesh Sette militanti di
perso in maniera così rovinosa”, scrive Goldkorn. “Sembra
un venditore di auto di lusso di un gruppo islamista locale sono
origini cinesi, Bo Nick Zhao,
che i direttori delle redazioni cinesi fossero sinceramente stati condannati a morte in pri-
perché si candidasse al parla- convinti che i candidati dell’establishment avrebbero mo grado per l’attentato del
mento australiano. Bo è stato trionfato. La propaganda è una droga che può dare alla 2016 in un caffé di Dhaka in cui
trovato morto in un hotel di testa e Pechino ci si è sballata”, scrive su Foreign Policy morirono 22 persone, tra cui
Melbourne a marzo e la polizia James Palmer, che ha lavorato per anni nella redazione del molti italiani e giapponesi.
non è ancora riuscita a chiarire il Global Times, il quotidiano vicino al governo di Pechino. Sri Lanka Gotabaya Rajapak-
caso. Pare che poco prima si fos- sa, nuovo presidente dello Sri
“Un tale errore di valutazione”, continua Palmer, “mette
se rivolto all’agenzia australiana Lanka, ha nominato primo mi-
di controspionaggio. Pechino ha
in evidenza un problema serio: nel Partito comunista gli nistro e ministro delle finanze
denunciato le “menzogne” le- alti funzionari credono alla loro stessa propaganda su il fratello Mahinda, e ministro
gate “all’isteria e al nervosismo” Hong Kong. Una prospettiva preoccupante sia per il dell’agricoltura l’altro fratello,
di certi politici australiani. governo della Cina, sia per il futuro della città”. u Chamal.

20 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Africa e Medio Oriente
Benjamin Netanyahu durante una riunione di governo. Gerusalemme, 3 novembre 2019
ODeD BALILty (AFp/Getty)

21 novembre le bandiere dietro la residenza


Imputato di Netanyahu erano le stesse, anche la giac-
ca che indossava era la stessa. Ma lui non
Benjamin Netanyahu era lo stesso del giorno prima. Durante il
discorso pronunciato dopo l’annuncio
dell’incriminazione, sembrava svuotato,
spaventato, disperato. Come uno svitato
che vaga per le strade borbottando cose
Yossi Verter, Haaretz, Israele
senza senso, ha ripetuto gli argomenti e le
Il primo ministro israeliano è i pubblici ministeri e il procuratore genera- frasi fatte che recita dal 2017.
stato incriminato per le con un linguaggio rozzo e una smisurata
sfrontatezza. Messo con le spalle al muro, Anatra, cavallo e leone
corruzione, frode e abuso in senso sia metaforico sia letterale, e con L’imputato Netanyahu è più isolato che
d’ufficio. Cercherà di ottenere la prospettiva di un processo, forse perfino mai. La sua cerchia ristretta è piena di per-
l’immunità e di restare al potere, del carcere, Netanyahu ha reso evidente sonaggi improbabili, alcuni dei quali sono
portando il paese alla rovina quello che si sa da tre anni: non ha alcuna stati interrogati di recente dalla polizia
intenzione di andarsene in silenzio e limi- perché sospettati di aver corrotto e intimi-
tare i danni. dito i testimoni. A casa lo aspettano la mo-
on c’è stato un briciolo di umiltà Il suo risentimento verso il sistema e la glie e il figlio, la cui stabilità emotiva può

N né di pentimento da parte
dell’imputato Benjamin Netan-
yahu il 21 novembre. Il primo
capo di governo israeliano a essere incri-
minato per corruzione, frode e abuso d’uf-
convinzione di essere perseguitato ingiu-
stamente, di essere vittima di una kafkiana
caccia alle streghe, porteranno il paese in
una situazione inedita. Non è esagerato af-
fermare che lo stato oggi è in grave pericolo.
essere definita discutibile. Con la loro cat-
tiveria e la loro infinita avidità, sono re-
sponsabili di gran parte dei suoi problemi.
Finché continueranno a dominarlo e con-
trollarlo, i fallimenti di Netanyahu si susse-
ficio mentre è in carica non ha chinato il Le minacce alla sicurezza sono serie e ri- guiranno.
capo per la vergogna né ha mostrato segni chiedono giudizio e un altissimo senso di Ricorrendo al mondo animale, si po-
di un esame di coscienza. Come un crimi- responsabilità. Ma l’uomo al timone sta lot- trebbe dire che Netanyahu è come un’ana-
nale qualunque, ha attaccato gli inquirenti, tando per la sua vita, ed è capace di tutto. Il tra zoppa che sta per diventare un cavallo

22 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
morto, ma nel frattempo combatterà come denti che si chiuderà nel giro di tre setti- È chiaro che la prossima campagna elet-
un leone ferito. I termini usati nel suo pro- mane, e neppure se Netanyahu fosse rie- torale sarà incentrata su questioni legali.
vocatorio discorso vengono dal mondo letto e fosse in grado di formare una coali- L’imputato indosserà ogni giorno le vesti
oscuro e perverso delle teorie del complot- zione di maggioranza dopo le elezioni di della vittima e griderà la sua innocenza.
to in cui vivono lui e la sua famiglia: “un marzo 2020, una prospettiva che sembra Cinquanta milioni di shekel (13,1 milioni di
colpo di stato contro il primo ministro”, ancora inimmaginabile. In ogni modo, il euro, il budget della campagna elettorale
“calunnie”, “indagini parziali”, “mondo caso approderà sulle scrivanie dei giudici del Likud) saranno dilapidati per convince-
del crimine”, “accuse inventate”, “testi- dell’alta corte. E molto probabilmente an- re l’opinione pubblica dell’innocenza del
moni corrotti”, “estorsione”. Il suo obietti- che loro diranno lo stesso. capo del partito. Pur tenendo conto del fat-
vo è denigrare il sistema della giustizia, to che la realtà ci sorprende ogni giorno, è
che sarebbe mosso da motivazioni esterne Giorni contati difficile credere che i rappresentanti del Li-
e starebbe tentando un colpo di stato con- Saremo già nel pieno della campagna elet- kud lo lasceranno succedere. Quello che
tro di lui, in modo da istigare i suoi sosteni- torale, a meno che non succeda qualcosa di funzionò per lo Shas nel 1999 (quando il
tori ad attaccarlo. Finora solo una piccola totalmente imprevedibile e un altro candi- partito religioso ottenne il suo più alto nu-
parte di loro è stata disposta a scendere in dato ottenga il sostegno di 61 rappresentan- mero di seggi nonostante la condanna per
piazza. Ma il premier non si fermerà fino a ti dell’attuale knesset, che ha i giorni contati. corruzione del leader Aryeh Deri) non fun-
quando molti altri saranno spinti a uscire Come agiranno i ministri e i parlamentari zionerà per il partito di governo nel 2020.
di casa con le torce in mano. del Likud se diventasse evidente che il loro Servono delle primarie per scegliere il
Quanto erano patetici gli opinionisti candidato a formare un nuovo governo è leader del Likud. Il 21 novembre Gideon
che ripetevano il mantra di “un giorno tri- stato escluso? La loro situazione sarà simile Saar, uno dei principali rivali di Netanyahu
ste”, come se fino al 21 novembre in Israele a quella di una compagnia di soldati che ha all’interno del partito, ha chiesto ancora
tutto fosse stato felice. Come se Netan- perso i contatti con il comandante e non ha che in caso di nuove elezioni si tengano del-
yahu e i suoi alleati, consulenti, ministri e idea di cosa fare. le primarie, il più presto possibile. “Penso
parlamentari non avessero contribuito a Quanti dirigenti del Likud mostreranno che riuscirò a formare un governo”, ha di-
demolire le fondamenta della democrazia la stessa servile fedeltà all’uomo che sta per chiarato durante una conferenza organiz-
israeliana. Il 21 novembre non è stato un condurli nell’abisso? Quando verrà la resa zata dal Jerusalem Post. La parte mancante
giorno triste, ma un giorno di ottimismo e dei conti, Netanyahu si guarderà indietro e alla fine della frase è chiara: Netanyahu non
orgoglio: il leader corrotto, i suoi assistenti troverà solo una manciata di invertebrati può riuscirci.
e la sua famiglia hanno fallito nel loro pia- del suo partito e gli esaltati di destra che Prima del 21 novembre Netanyahu era
no. Gli ingranaggi della giustizia si sono manifestano tutte le settimane sotto casa di l’unico candidato, ma non è sicuro che le
mossi lentamente ma hanno funzionato. Il Mandelblit? cose restino così. u fdl
procuratore generale Avichai Mandelblit,
con una condotta degna di rispetto, ha pre-
so la sua decisione. E un tribunale emette- Da sapere Le due prime volte
rà il verdetto. u Dopo tre anni di indagini, il governo, nelle prossime setti- lità di ministro delle comuni-
Fino all’inizio del processo, che proba- 21 novembre 2019 il procura- mane o in seguito a nuove ele- cazioni si sarebbe mosso per
bilmente sarà ritardato perché l’imputato e tore generale di Israele Avi- zioni, che si svolgeranno a avvantaggiare l’imprenditore
i suoi avvocati faranno di tutto per allungare chai Mandelblit ha incrimi- marzo dell’anno prossimo. I Shaul Elovitch, azionista di
i tempi del procedimento, il sistema politico nato il primo ministro Benja- tre casi che riguardano Netan- maggioranza di Bazeq, la più
dovrà adattarsi alla nuova situazione. L’ipo- min Netanyahu con l’accusa yahu sono questi. grande compagnia di teleco-
tesi di un governo di unità nazionale è mor- di corruzione, frode e abuso Caso 1.000 Netanyahu è ac- municazioni israeliana, e pro-
d’ufficio in tre diversi casi. È la cusato di frode e abuso d’uffi- prietario del sito Walla!, in
ta il 20 novembre (quando il rivale di Netan-
prima volta nella storia di Isra- cio per aver ricevuto regali dal cambio di una copertura gior-
yahu, Benny Gantz, ha annunciato di non
ele che un premier in carica produttore hollywoodiano nalistica favorevole.
essere riuscito a formare un governo) ed è viene incriminato. Netanyahu Arnon Milchan in cambio di u Omar Shakir, cittadino sta-
stata sepolta il giorno dopo. I parlamentari ha respinto ogni accusa. La favori politici. tunitense e direttore di Hu-
hanno diciannove giorni di tempo per tro- legge non lo costringe a farsi Caso 2.000 Netanyahu è ac- man rights watch in Israele
vare una via d’uscita prima di essere trasci- da parte, ma le incriminazioni cusato di frode e abuso d’uffi- e in Palestina, è stato espulso
nati in una terza campagna elettorale. Il di- potrebbero rendergli difficile cio per un accordo stretto con da Israele il 25 novembre dopo
lemma principale ce l’hanno i 31 parlamen- restare al potere. Per arrivare Arnon Mozes, editore del quo- aver perso una battaglia legale
tari del Likud. Anche i leader degli altri al processo possono volerci tidiano Yedioth Ahronoth, in per restare nel paese. È la pri-
partiti del blocco di destra saranno costretti dei mesi, dato che probabil- base al quale il primo ministro ma volta che qualcuno resi-
mente Netanyahu chiederà al- avrebbe ricevuto una copertu- dente in Israele è espulso in
a rivedere le loro mosse.
la knesset di garantirgli l’im- ra favorevole in cambio di ini- base a una legge del 2017, che
È molto probabile che presto Mandel-
munità parlamentare. La knes- ziative per danneggiare il gior- consente allo stato d’impedire
blit fornirà al presidente Reuven Rivlin un set e il suo comitato per gli af- nale rivale Israel Hayom, di l’ingresso nel paese agli stra-
parere legale in cui affermerà che un parla- fari interni dovranno decidere proprietà di Sheldon Adelson. nieri sospettati di sostenere il
mentare accusato di corruzione e frode sull’immunità, ma potranno Caso 4.000 Netanyahu è ac- movimento Boicottaggio, di-
non può ricevere il mandato per formare farlo solo dopo che sarà for- cusato di corruzione, frode e sinvestimento e sanzioni
un governo: non nella fase senza prece- mata una nuova coalizione di abuso d’ufficio perché in qua- (Bds). +972 Magazine

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 23


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Africa e Medio Oriente
La redazione di Mada Masr al Cairo, il 25 gennaio 2015 posito dell’arresto di Shady Zalat. Dopo più
di tre ore Lina Attalah e due giornalisti, Mo-
hammad Hamama e Rana Mamdouh, sono
stati trasferiti alla stazione di polizia di
Dokki a Giza, e poi sono stati rilasciati.
All’alba del giorno precedente le forze di
sicurezza avevano fatto irruzione senza un
mandato d’arresto nell’appartamento di
Shady Zalat, avevano arrestato il giornali-
sta, confiscato il suo cellulare, il suo portati-
le e quello della moglie, e sequestrato una
serie di documenti di lavoro. Nel pomerig-
gio Mada Masr aveva pubblicato un comu-
nicato di denuncia: “Consideriamo questo
DAVID DEGNER (GEtty)

arresto una minaccia alla nostra esistenza.


I giornalisti hanno come unica protezione
l’integrità del proprio lavoro e il valore che
gli altri gli attribuiscono. Siamo in pericolo
e se non ci opporremo saremo tutti prigio-
nieri”. Shady Zalat è stato rilasciato poco
dopo il raid nella sede di Mada Masr.
Un altro attacco Mada Masr è tra le centinaia di siti bloc-
cati dalle autorità egiziane negli ultimi an-
all’informazione in Egitto ni. Gli egiziani possono consultarlo solo
tramite un’applicazione di rete privata vir-
tuale (Vpn). Ci sono giornalisti egiziani in
detenzione preventiva da anni, alcuni cor-
rispondenti internazionali sono stati espul-
Caroline Hayek, L’Orient-Le Jour, Libano
si e diversi siti messi al bando. “Ci chiedono
La perquisizione della sede di pubblicate in arabo e in inglese, e per questo spesso come riusciamo ancora a lavorare in
Mada Masr e l’arresto di quattro è nel mirino del governo. Il 20 novembre ha questo contesto di repressione e di pressio-
pubblicato un articolo sul figlio di Al Sisi, ni che hanno costretto la maggior parte dei
suoi giornalisti, in seguito Mahmoud, trasferito a Mosca per assumere mezzi d’informazione a chiudere o ad alli-
rilasciati, dimostra la volontà del un incarico diplomatico. Il ricollocamento nearsi con il potere”, afferma Lina Attalah.
governo di mettere a tacere sarebbe stato deciso in seguito ad alcune L’Egitto è al 163° posto su 180 nella classifica
qualunque voce indipendente critiche interne all’apparato di sicurezza, del 2019 sulla libertà di stampa di Reporter
denuncia l’articolo, che cita funzionari emi- senza frontiere, due posizioni più in basso
ratini ed egiziani coperti da anonimato e rispetto all’anno scorso. Le autorità hanno
e autorità egiziane cercano ancora diffonde dettagli sulle agenzie di sicurezza arrestato almeno quattromila persone da

L di imbavagliare la stampa. Quat-


tro giornalisti del sito indipenden-
te Mada Masr sono stati liberati la
sera del 24 novembre dopo essere stati arre-
stati durante una perquisizione fatta nella
del paese.

Minaccia esistenziale
Nel primo pomeriggio del 24 novembre al-
cuni agenti in borghese hanno fatto irruzio-
settembre, in seguito ad alcune manifesta-
zioni contro Al Sisi. u fdl

Da sapere
Un esempio raro
redazione nel pomeriggio. L’intervento ha ne nella sede di Mada Masr al Cairo, hanno
suscitato una protesta sui social network e trattenuto per alcune ore i dipendenti e u Il sito d’informazione indipendente Mada
in molti hanno denunciato la repressione confiscato per breve tempo i loro computer Masr pubblica articoli in arabo e in inglese
nei confronti di “uno degli ultimi simboli e cellulari. “Non sappiamo quante persone sulla situazione in Egitto e in Medio Oriente,
del giornalismo indipendente in Egitto”. fossero presenti, ma era prevista un’assem- concentrandosi in particolare sui temi della
La perquisizione è avvenuta all’indoma- blea con tutto il personale. Alcuni sono riu- libertà d’informazione, dei diritti umani,
ni dell’arresto del giornalista Shady Zalat, sciti a scappare”, ha raccontato un giornali- dell’arte, dello sviluppo sociale e del lavoro. La
redazione è composta per metà da donne e la
che fa parte della redazione di Mada Masr sta di Mada Masr che vive all’estero. Al loro
direttrice è Lina Attalah. Mada Masr si occupa
dal 2014. Dopo l’arrivo al potere di Abdel avvocato Mahmoud Osman è stato impedi-
anche di altre attività, come l’organizzazione
Fattah al Sisi nel 2013 un’ondata di repres- to di entrare. Sono stati interrogati anche di eventi, la formazione dei giornalisti e
sione si è abbattuta sui giornalisti, i dissi- due dipendenti stranieri, lo statunitense l’offerta di servizi editoriali, per sostenere il
denti e gli attivisti per la democrazia egizia- Ian Louie e la britannica Emma Scolding, e sito. Le pubblicazioni sono cominciate al Cairo
ni. Mada Masr è noto per le inchieste sulla due cronisti di France 24, che erano lì per il 30 giugno 2013, durante le proteste contro
corruzione e sulle questioni di sicurezza intervistare la direttrice Lina Attalah a pro- l’allora presidente Mohamed Morsi.

24 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Africa e Medio Oriente
Beni, 25 novembre 2019 Namibia IRAQ

Il bilancio
USHINDI MWENDAPEkE ELIEzAIRE (AFP/GETTy)

Lo scandalo della pesca si aggrava


“Le proteste in Iraq diventano
The Namibian, Namibia sempre più sanguinose”, titola
In Namibia il 27 novembre 1,3 milioni Middle East Monitor. Le forze
di sicurezza hanno aperto il fuo-
di elettori sono stati chiamati alle urne
co contro i manifestanti a Bas-
per le elezioni presidenziali e sora e a Nassiriya, nel sud del
legislative. La corsa alla presidenza, paese, uccidendo almeno cin-
RDC scrive The Namibian, è stata que persone tra il 23 e il 24 no-
Contestati movimentata dalla partecipazione del vembre. Nei giorni successivi al-
primo candidato indipendente nella tri tre manifestanti sono morti a
i caschi blu Baghdad, portando il bilancio a
storia del paese, Panduleni Itula, di
352 morti dall’inizio delle prote-
Il 25 e il 26 novembre a Beni, Go- professione dentista, che sfida il
ste il 1 ottobre. Il 25 novembre il
ma e Butembo, nell’est della Re- presidente uscente Hage Geingob, della South West parlamento si è riunito per di-
pubblica Democratica del Con- Africa people’s organisation (Swapo). Di recente il paese scutere una proposta di legge
go, sono scoppiate manifesta- è stato scosso da uno scandalo di corruzione che ha elettorale per limitare l’influen-
zioni violente contro le autorità
portato alle dimissioni di due ministri. Uno di loro, za dei blocchi politici al potere.
locali e la missione di stabilizza-
zione delle Nazioni Unite, dopo
Bernhard Esau, ex responsabile della pesca e delle risorse
le numerose stragi di civili cau- marittime, è stato arrestato il 23 novembre. Migliaia di
2.000 km
sate dai ribelli delle Forze allea- documenti pubblicati da WikiLeaks hanno dimostrato ARABIA
SAUDITA INDIA
te democratiche (Adf ), scrive che la più grande azienda di prodotti ittici islandese, la
Forum des As. I manifestanti Samherji, ha pagato dal 2012 tangenti per dieci milioni di Mar Arabico
chiedono la partenza dei caschi dollari per ottenere le quote di pesca namibiane. Il voto SOMALIA
blu, la cui presenza è considera-
del 27 novembre servirà a capire se lo scandalo ha influito SEyCHELLES MALDIVE
ta inutile. Negli scontri sono
morti almeno due civili. L’insta-
sulla popolarità dello Swapo, che alle elezioni del 2014
TANzANIA Isole Chagos
bilità della situazione ha spinto aveva ottenuto l’80 per cento dei voti, mentre il
l’Oms e l’Unicef ad allontanare presidente Geingob era stato eletto con l’87 per cento MAURITIUS

da Beni 76 operatori impegnati delle preferenze. ◆ Oceano


MADAGASCAR Indiano
nella lotta contro l’ebola.
IN BREVE
LIBANO ma politico incapace di risolvere Mauritius Il 22 novembre è
la crisi economica e garantire i scaduto il termine entro il quale
ALGERIA
Ombre servizi di base. Finora le prote- il Regno Unito doveva restituire
Gli arresti dal passato ste sono state pacifiche, ma ulti- le isole Chagos a Mauritius.
prima del voto mamente alcuni gruppi stanno L’Unione africana ha esortato
Il premier ad interim Saad Hari- “alimentando la tensione”, scri- Londra a interrompere la sua
Mentre si avvicinano le presi- ri ha annunciato il 26 novembre ve Al Modon, “per far rivivere “amministrazione coloniale”.
denziali del 12 dicembre, in Al- che non si ricandiderà alla guida le vecchie divisioni politiche e Etiopia Al referendum del 20
geria è in corso un’ondata di ar- del governo. Hariri si era dimes- settarie rifiutate dai manifestan- novembre il 98 per cento dei vo-
resti preoccupante. Dall’inizio so il 29 ottobre sotto la pressione ti”. La notte del 26 novembre ci tanti ha approvato la creazione
della campagna elettorale, il 17 dei manifestanti, che dal 17 ot- sono stati momenti di tensione di un nuovo stato federato per
novembre, “almeno duecento tobre protestano contro un siste- tra i sostenitori di Hezbollah e l’etnia sidamo.
persone sono state arrestate per Amal e quelli del partito maro- Guinea Bissau I due candidati
Beirut, 25 novembre 2019
aver manifestato nei luoghi do- nita Forze libanesi su una strada alla presidenza che si affronte-
ve si tenevano i comizi”, denun- che durante la guerra civile del ranno al ballottaggio del 29 di-
MOHAMED AzAkIR (REUTERS/CONTRASTO)

cia a El Watan kaci Tansaout, 1975-1990 divideva la zona est cembre sono Domingos Simões
del Comitato per la liberazione di Beirut, cristiana, da quella Pereira e Umaro Sissoco Em-
dei detenuti. Molti manifestanti ovest, musulmana. Il giorno pri- baló, entrambi ex primi ministri.
chiedono un rinvio del voto. “È ma c’erano stati scontri anche Siria Almeno 24 persone sono
un segno che si vogliono fare le con persone vicine al partito di morte il 20 novembre, quando
elezioni senza il popolo, se non Hariri. I sostenitori di Hezbollah l’esercito siriano ha bombarda-
contro il popolo”, denuncia Said e Amal hanno anche attaccato to un campo profughi e un ospe-
Salhi, della Lega algerina per la gli accampamenti dei manife- dale nella provincia di Idlib,
difesa dei diritti umani. stanti a Beirut, Tiro e Baalbek. controllata dall’opposizione.

26 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
LAVORARE INSIEME PER UN AMBIENTE MIGLIORE
Ecco la tecnologia INKJET di Brother che rispetta gli standard ambientali

“At your side” rappresenta il cuore pulsante della strategia del Gruppo Brother. Un approccio che
ha l’obiettivo di supportare tutti i Clienti nel conseguimento di un migliore stile di vita, personale e
professionale, mantenendo un approccio etico verso l’ambiente e nei confronti del mondo in cui operiamo.
Come Gruppo, ci impegniamo a perseguire uno sviluppo sostenibile che tenga in considerazione
l’impatto ambientale di ogni nostra attività. Come singoli individui, ci impegniamo ad essere consapevoli
dell’importanza della tutela dell’ambiente in ogni azione.
Brother è attivamente impegnata nella riduzione al minimo degli impatti negativi ambientali senza
compromettere la qualità del prodotto: dalla progettazione fino all’utilizzo, l’impatto ambientale è tenuto
in considerazione in ogni stadio del ciclo di vita dei prodotti.
Le certificazioni ambientali ottenute dai nostri prodotti sono sinonimo di efficienza energetica
e basso impatto ambientale.

La tecnologia inkjet, in particolare, è Tra i tipi di carta utilizzabili vi è anche quella I documenti personali e riservati potranno così
sinonimo di rispetto per l’ambiente, fotografica, con risultati di stampa dalla qualità essere messi al sicuro.
grazie al basso consumo energetico richiesto apprezzabile. Il gruppo di lavoro potrà scegliere il tipo di
sia in fase operativa che in stand by, alla In particolare, il modello MFCJ6945DW si connessione preferito (rete cablata o wireless) e
totale assenza di emissioni di sostanze nocive, rivela perfetto per la gestione dei documenti stampare comodamente anche da dispositivo
all’impatto minimo in termini di smaltimento in grande formato, in quanto offre anche la mobile.
dei consumabili, considerato l’ingombro ridotto possibilità di effettuare copia e scansione fino
delle cartucce. al formato A3. Tutte le funzioni possono essere MFCJ6945DW è dunque il modello dal mood
eseguite anche in fronte-retro automatico, green ideato per soddisfare le esigenze degli
L’ultima generazione di multifunzione a getto per ottimizzare le scorte di carta e rendere più ambienti alla ricerca di semplicità di utilizzo e
di inchiostro di Brother con linguaggio PCL fluida l’operatività di ogni giorno. alte prestazioni.
ottempera a tutti i doveri sia verso l’ambiente Molto interessante è la possibilità di visualizzare
che nei confronti dell’utilizzatore, che può le pagine di inchiostro residue anche in
contare su un alto livello di affidabilità, elevate base all’utilizzo effettivo che l’utente fa della
prestazioni e risparmio quotidiano. macchina e quindi alla quantità di inchiostro
per colore che consuma abitualmente.
Questi dispositivi sono progettati per
supportare a lungo il lavoro con una capacità Nel quotidiano sarà possibile apprezzare la
carta fino a 500 fogli come standard, insieme velocità di risposta all’input di stampa
a un’alimentazione manuale da 100 fogli per (meno di 6 secondi dal momento dell’invio), le
una grande flessibilità di supporti in ingresso, funzionalità di sicurezza da interferenze esterne
sia per formato che per grammatura. La stampa e la possibilità di profilare gli utenti mediante
fino al formato A3 è supportata su tutti i accesso con carte di autenticazione grazie alla
modelli. tecnologia NFC (Near Field Communication).
Scopri di più su brother.it/x-series

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Americhe
zazioni studentesche, dai sindacati degli
La Colombia si mobilita insegnanti o dagli operatori sanitari. E non
è chiaro con chi bisogna parlare per prova-
contro il governo re a risolvere la crisi. L’appello al dialogo
del presidente Duque cadrà nel vuoto in
assenza di un interlocutore preciso: se par-
lasse con i partiti, potrebbe far infuriare
ancora di più i colombiani; rivolgendosi
El Espectador, Colombia
agli studenti, non risolverà il problema con
Lo sciopero nazionale del 21 tra il governo e le Farc, firmato nel 2016. I i sindacati. Duque potrebbe aprire tavoli di
novembre è andato avanti nei colombiani sono preoccupati anche dialogo, senza riuscire a mettere fine alle
dall’aumento degli omicidi di attivisti, lea- proteste.
giorni successivi con proteste der sociali ed ex combattenti delle Farc. Lo sciopero del 21 novembre è senza
in tutto il paese. Il movimento, Cosa farà Duque davanti a questa legitti- dubbio il risultato di un’insoddisfazione
senza leader, chiede riforme ma espressione d’insoddisfazione nei con- diffusa. Nel paese c’è uno scontento pro-
economiche e sociali fronti del suo governo appena quindici fondo nei confronti del governo, come di-
mesi dopo la sua elezione? mostra uno dei pochi slogan che tutti i ma-
nifestanti ripetevano: “Fuori Duque”.
cominciato come uno sciopero na- Uno slogan comune L’altro slogan comune è stato quello contro

È zionale senza rivendicazioni preci-


se e si è trasformato in una protesta
sociale che non ha precedenti nella
storia recente della Colombia. Il 21 novem-
bre migliaia di persone hanno partecipato
I sindacati hanno dato il via alla protesta,
ma non è stata una mobilitazione di setto-
re. Studenti, professori, lavoratori e disoc-
cupati di ogni provenienza sociale sono
scesi in piazza per esprimere il loro disap-
l’ex presidente di destra Álvaro Uribe (lui e
Duque fanno parte dello stesso partito).
Ma se la popolarità dell’ex presidente sta
crollando, gli altri politici non guadagnano
consensi.
alla manifestazione in plaza de Bolívar, a punto e la loro rabbia. Con una particolari- È difficile isolare la protesta sociale dal-
Bogotá, e ci sono stati scontri tra i manife- tà: non c’era nessuno a guidarli. la violenza, perché questa ha molte cause.
stanti e le forze dell’ordine. Poi gli scontri A differenza di altri paesi dell’America Alle manifestazioni c’erano infiltrati con il
hanno lasciato il passo a un grande cacero- Latina dove i cittadini hanno fatto rivendi- volto coperto. La loro provenienza non è
lazo (manifestazione pacifica in cui si bat- cazioni sul salario minimo, sull’istruzione chiara, ma di certo non sono d’accordo con
tono pentole e tegami per fare rumore) sia gratuita o sul costo dei servizi pubblici, in la protesta pacifica. D’altro canto le violen-
nella capitale sia in altre città colombiane. Colombia la protesta non è nata da una ri- ze sono anche la conseguenza di una frat-
Sui social network il malcontento si è chiesta particolare. Lo sciopero è stato tura sociale che esiste da decenni. È ovvio,
diffuso, contagiando rapidamente moltis- spontaneo. I manifestanti non hanno ri- la gente che ha fame è disposta a tutto.
sime persone ed è stato fissato un altro ap- sposto a un appello lanciato dalle organiz- Non è una giustificazione, ma spiega le
puntamento nel centro di Bogotá per il 22 azioni criminali in questi momenti di ten-
novembre. All’iniziativa ha risposto una Da sapere sione. Visti in prospettiva, i saccheggi avve-
folla enorme, al punto che la squadra mo- nuti a Bogotá e a Cali sono stati l’ultimo se-
Polizia violenta
bile antisommossa ha deciso di bloccare la gnale del fatto che c’è una montagna di bi-
manifestazione. Il sindaco di Bogotá Enri- sogni insoddisfatti. Ovviamente è più facile
que Peñalosa ha imposto il coprifuoco in Mar dire che è violenza fine a se stessa, senza
dei Caraibi
tutta la città, e il presidente Iván Duque ha sforzarsi di capire. La politica economica
annunciato alcune misure di ordine pub- PANAMÁ applicata dall’alto non ha la stessa violenza
blico e l’apertura di un dialogo nazionale. VENEZUELA
di un pugno, ma con il tempo può portare
La sera del 22 novembre in alcune zone una persona a distruggere un bancomat.
della capitale, come a Cali il giorno prima, Medellín Alcuni deputati hanno commentato gli
ci sono stati saccheggi e tentativi di rapina Oceano
Bogotá episodi vandalici che ci sono stati nelle città
in alcuni condomini. Duque ha aumentato Pacifico Cali colombiane. “È evidente che la polizia ha
il numero di poliziotti schierati, ha intensi- bisogno di riconsiderare il proprio ruolo.
ficato le attività d’intelligence e ha manda- COLOMBIA Sono circolate foto terribili delle manifesta-
to l’esercito per le strade. Ma il suono dei BRASILE zioni, i vandali hanno fatto quello che vole-
cucchiai sulle pentole ha spezzato il silen- ECUADOR
vano ma nessuno è stato arrestato, mentre
zio del coprifuoco. Centinaia di persone si in vari video si vedono i manifestanti aggre-
sono riunite davanti al complesso residen- PERÙ 200 km diti dalle forze dell’ordine”, afferma Luis
ziale in cui vive il presidente, a nord di Bo- u Il 23 novembre 2019 Dilan Cruz, 18 anni,
Fernando Velasco, senatore del Partido li-
gotá, per esprimere il loro malcontento. stava manifestando a Bogotá insieme ad altre beral (destra), secondo cui è mancata la
L’insoddisfazione deriva soprattutto dal centinaia di studenti quando è stato colpito alla capacità di “prevenire e controllare”.
programma economico di Duque e dal ri- testa da un proiettile sparato dalla polizia Gli uribisti propongono la politica del
tardo nell’attuazione dell’accordo di pace antisommossa. È morto due giorni dopo. pugno di ferro. “Quando un governo affron-

28 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Bogotá, 22 novembre 2019
RAUL ARBoLEDA (AFP/GEtty)

ta una situazione come questa il diritto alla cittadini che il presidente li ascolta e capi- mento di creare un grande consenso, non
protesta non c’è, tutto passa in secondo pia- sce le loro esigenze. con i partiti o i parlamentari, ma con gli in-
no rispetto alla sicurezza dei cittadini”, dice È d’accordo Katherine Miranda, dei tellettuali e i leader di tutti i settori sociali”.
la senatrice María Fernanda Cabal, del Verdi. Anche se il presidente il 22 novembre Secondo il senatore Efraín Cepeda, del
Centro democrático, il partito del presiden- si è detto disponibile all’ascolto e al dialo- Partito conservatore, è giusto collaborare
te Duque. “La gente vuole autorità. Io avrei go, “non ha dato indicazioni chiare su come con il governo: “La voce del popolo è la vo-
decretato il coprifuoco da subito, mettendo uscire dalla crisi, né ha fornito soluzioni al ce di dio. Bisogna trovare un accordo. Il
al lavoro i servizi segreti e aprendo spazi al malcontento sociale. Duque ha solo punta- dialogo è fondamentale, perché i cittadini
dialogo, ma entro certi limiti”. to il dito contro gli atti vandalici e gli episo- si sono fatti sentire”.
Su un punto tutti gli schieramenti politi- di di violenza, ma non sta davvero ascol- La senatrice María Fernanda Cabal so-
ci sono d’accordo: per risolvere la situazio- tando le esigenze dei cittadini”. stiene che, oltre alla militarizzazione delle
ne, il governo Duque non deve puntare solo La pensa così anche il senatore Iván Ce- città e al pugno di ferro per difendere i cit-
sul dialogo, ma deve anche mantenere un peda, del Polo democrático alternativo tadini, Duque deve prendere “decisioni
atteggiamento di ascolto e di conciliazione. (centrosinistra). “Non ha senso che il go- ferme e non avere paura”.
Solo così potrà evitare che la crisi peggiori. verno continui l’iter parlamentare della L’unica cosa evidente è che la situazione
legge di bilancio”, ha detto dopo le mobili- non offre molti margini di manovra. Con il
Pochi spazi di manovra tazioni, “perché è solo una riforma tributa- Natale alle porte e un parlamento avverso
Secondo Velasco c’è uno scollamento evi- ria che va contro i diritti per cui la gente che cerca, in una corsa contro il tempo, di
dente tra i cittadini e i politici: non solo scende in piazza”. approvare la legge di bilancio, ci sono due
quelli al governo, ma anche i leader degli A destra la lettura degli eventi non è alternative: affrontare una volta per tutte i
altri partiti e i dirigenti d’azienda. “Dobbia- molto diversa. Per il senatore Armando Be- problemi sociali ed economici del paese o
mo capire che la gente scende in piazza per- nedetti, del Partido de la U, il governo deve gettare benzina sul fuoco rischiando un in-
ché non ha trovato nei partiti dei portavoce impegnarsi per far applicare gli accordi di cendio più grande.
in grado di trasmettere i loro bisogni allo pace con la guerriglia e preparare un pac- La speranza è che si avvii un dialogo so-
stato”, dice. chetto di riforme sociali: “Non si possono ciale attento ai problemi concreti delle per-
Secondo Rodrigo Lara, di Cambio radi- far pagare ai cittadini altre tasse. Servono sone, altrimenti il malcontento continuerà
cal (centrodestra), bisogna dare messaggi sussidi per la sanità e l’università pubblica. a crescere fino a superare le capacità dello
di empatia e comprensione, e dimostrare ai Bisogna smettere di viziare i ricchi. È il mo- stato di contenerlo. u fr

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 29


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Americhe
Stati Uniti-Guatemala STATI UNITI

La clemenza
Rimpatrio forzato di Trump
CArLOS JASSO (rEUTErS/CONTrASTO)

“La decisione del presidente


Erwin Ardon a Colón, in Honduras, il 24 novembre statunitense Donald Trump di
annullare i provvedimenti di-
sciplinari contro Edward Galla-
gher, un ufficiale della marina
accusato di crimini di guerra,
ha creato uno scontro nell’am-
BOLIVIA ministrazione”, scrive il New
Elezioni York Times. Il 24 novembre si
è dimesso richard Spencer, se-
più vicine gretario della marina. “Spencer
ELMEr MArTINEz (AP/ANSA)

aveva espresso dubbi sulla deci-


“Il 24 novembre la presidente ad sione di Trump di riabilitare
interim della Bolivia, Jeanine Gallagher, punito perché si era
Áñez, ha firmato un decreto che fatto fotografare vicino al cada-
annulla il risultato delle elezioni vere di un miliziano del gruppo
presidenziali del 20 ottobre, vin- Stato islamico”. In precedenza
te da Evo Morales (nella foto) e “Il 21 novembre Erwin Ardon, un migrante honduregno, è Trump aveva concesso la grazia
giudicate irregolari dall’Orga- a Clint Lorance, un tenente
volato da El Paso, in Texas, a Città del Guatemala a bordo
nizzazione degli stati americani, dell’esercito condannato per
e stabilisce le condizioni per di un Boeing 737 semivuoto”, scrive la Cnn. “Si tratta del
aver ordinato l’uccisione di ci-
convocare nuove elezioni entro primo richiedente asilo espulso dagli Stati Uniti in base vili in Afghanistan, e a Mathew
120 giorni”, scrive Página 12. all’accordo stipulato dall’amministrazione Trump con il Golsteyn, un maggiore accusa-
Non potranno candidarsi né l’ex governo del Guatemala a luglio”. Il programma è simile a to di omicidio premeditato du-
presidente Evo Morales né il suo quello creato dall’Unione europea e dalla Turchia per rante il servizio in Afghanistan.
vice Álvaro García Linera, esi- fermare i migranti prima che arrivino in Europa. Prevede
liati in Messico. Negli scontri
che chi intraprende il viaggio verso gli Stati Uniti e passa
scoppiati dopo la rinuncia di IN BREVE
Morales, spinto a dimettersi dal- per il Guatemala debba presentare la richiesta d’asilo nel
Perù Il 25 novembre il tribunale
le forze armate, sono morte paese centroamericano. Se non lo fa e continua il viaggio costituzionale ha stabilito che
trenta persone. Il 25 novembre entrando negli Stati Uniti, gli viene impedito di Keiko Fujimori, la leader
Juan ramón Quintana, ex mini- presentare richiesta d’asilo e viene rimandato indietro. dell’opposizione in prigione pre-
stro di Morales, è stato accusato Una volta in Guatemala può decidere se fare richiesta ventiva da più di un anno con
di sedizione e terrorismo. d’asilo e vivere in uno dei posti più pericolosi della regione l’accusa di riciclaggio di denaro,
o tornare nel suo paese. Erwin Ardon ha deciso di tornare potrà essere scarcerata.
Stati Uniti Il 26 novembre Al-
in Honduras. Questo potrebbe di fatto cancellare il diritto
BRASILE fred Chestnut, Andrew Stewart
d’asilo per gran parte dei migranti centroamericani, visto
Il nuovo partito che le persone che fuggono dall’Honduras, dal Salvador e
e ransom Watkins, tre uomini
condannati all’ergastolo quando
di Bolsonaro dal Nicaragua – che sono la grande maggioranza di quelli avevano 16 anni, sono stati libe-
che cercano di entrare negli Stati Uniti – devono per forza rati dopo 36 anni di carcere. I lo-
Il 21 novembre il presidente Jair passare dal Guatemala. Secondo molti esperti e ro processi erano basati su prove
Bolsonaro ha lanciato il suo false e coercizioni di testimoni.
commentatori, si tratta di una palese violazione delle
nuovo partito, Aliança pelo Bra-
sil (Apb). “Cercare il posto di dio
norme internazionali e statunitensi sul diritto all’asilo.
nella società, promuovere la di- Negli Stati Uniti le organizzazioni per i diritti umani
fesa della vita, lottare contro la hanno presentato ricorso in tribunale contro questa Stati Uniti
corruzione e diffondere i valori procedura. L’accordo stipulato con il governo Il paese delle armi
cristiani” sono alcuni obiettivi guatemalteco è solo una delle misure adottate da Settimana dal 20 al 27 novembre
FONTE: GUN vIOLENCE ArCHIvE

dell’Apb. Secondo la Folha de Washington per ridurre il flusso di migranti al confine con
S.Paulo, “anche se gli statuti Morti per armi da fuoco* 314
il Messico. Un altro provvedimento molto contestato
dei partiti non vanno presi alla
lettera, la formazione di Bolso-
costringe migliaia di migranti ad aspettare per lunghi Feriti 539
naro sembra più a destra di Are- periodi nelle città messicane di confine, di solito luoghi Stragi** 9
na, il partito dell’esercito duran- particolarmente violenti, che la loro domanda d’asilo sia *Sono esclusi i suicidi
te la dittatura militare”. esaminata dalle autorità statunitensi. u **Almeno quattro vittime (feriti e morti)

30 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Europa
Vučjak, 20 novembre 2019 prifuoco 24 ore su 24 ore e impedire nuovi
arrivi. “Potrà uscire solo chi non ha inten-
zione di rientrare”, ha dichiarato il ministro
dell’interno del cantone Una-Sana, Nermin
Kljajić.

Ostacoli politici
Sulle autorità però ci sono forti pressioni
perché trovino soluzioni alternative, anche
perché le strutture di Bira e Miral sono di
proprietà di privati. “Sono stati investiti mi-
lioni di euro in strutture private per l’acco-
glienza dei migranti. È intollerabile”, ha
ELVIS BARUKCIC (AFP/GETTy)

dichiarato il ministro della sicurezza bo-


sniaco Dragan Mektić. La proposta di due
siti alternativi, a Medeno Polje e Lipa, ha
suscitato le proteste della popolazione ser-
ba che è tornata a vivere nella zona dopo la
guerra. Oggi Medeno Polje e Lipa fanno
parte della Federazione croato-musulma-
na, una delle due entità in cui è diviso il pa-
In Bosnia i migranti ese, ma i serbi contrari alla costruzione dei
nuovi centri hanno avuto l’appoggio della
continuano ad aspettare Repubblica serba (l’altra entità della Bosnia
Erzegovina, a maggioranza serba) e del
membro serbo della presidenza tripartita
dell’intera Bosnia, Milorad Dodik.
L’ipotesi di Medeno Polje è stata accan-
Danijel Kovačević, Balkan Insight, Serbia
tonata perché anche in questo caso la strut-
Migliaia di persone dirette verso nell’area di Bihać. In circa 700 vivono tura è proprietà di un privato. Mektić ha di-
l’Unione europea sono bloccate nell’ormai famosa tendopoli di Vučjak, in chiarato di aver individuato altre due possi-
mezzo al bosco, senza elettricità, acqua bili collocazioni e di attendere l’approvazio-
da mesi al confine con la corrente e servizi igienici. Altre duemila ne del governo federale. Il primo ministro
Croazia. Con l’avvicinarsi persone si trovano nei centri di accoglienza bosniaco Denis Zvizdić ha annunciato che
dell’inverno, la loro situazione di Bira, nei pressi di Bihać, e Miral, vicino il governo metterà a disposizione due ex
comincia a farsi insostenibile alla città di Velika Kladuša. Nel centro di strutture militari, una nei pressi di Tuzla e
Bira i migranti fuggiti da Vučjak dormono l’altra vicino a Sarajevo. Zvizdić si è lamen-
per terra, fuori dalla struttura, nella vana tato che i migranti non vengano suddivisi
n un palazzo abbandonato nei pressi attesa che si liberi un posto all’interno. equamente sul territorio del paese, riferen-

I di una stazione ferroviaria di Banja


Luka, nel nord della Bosnia, Moham-
med, un afgano di 25 anni, cerca di ri-
scaldarsi. Siamo a metà novembre e la tem-
peratura è appena sopra lo zero. La giacca
Le autorità del cantone Una-Sana, dove
si trova Bihać, avevano minacciato di chiu-
dere entrambi i centri entro il 15 novembre.
Poi hanno rinunciato, ma hanno promesso
di rafforzare la sorveglianza, imporre il co-
dosi al rifiuto della Repubblica serba di
ospitare centri d’accoglienza.
Secondo Kljajić, dall’inizio del 2019 cir-
ca 43mila migranti hanno attraversato il
cantone Una-Sana, più che nel 2018. Zoran
di Mohammed non sembra fatta per l’in- Galić, capo della polizia di frontiera, ha am-
verno bosniaco. “Non penso che resterò qui messo che i suoi agenti faticano a contenere
a lungo”, dice. Vuole viaggiare per 160 chi- il flusso proveniente dalla Serbia. A Banja
lometri fino a Bihać, nel nordovest del pae- Luka, capoluogo della Repubblica serba,
se, e da lì attraversare il confine con l’Unio- Mohammed racconta che anche lui è entra-
ne europea, in Croazia. La sua meta finale è to in Bosnia dalla Serbia, pagando 2.500
la Francia, dove vivono alcuni parenti. Se- euro ai trafficanti per attraversare il fiume
condo Mohammed, Bihać è il punto dove è Drina, che divide i due paesi. “Penso che il
più facile varcare la frontiera. “Ho sentito nostro paese sia sottoposto a un grande
dire che la polizia croata è pericolosa. Pic- stress perché è ai confini dell’Unione euro-
chiano i migranti, rubano i soldi e i telefoni. pea”, ha detto Galić all’Associated Press. “I
Ma non posso arrendermi adesso”. migranti restano bloccati qui. Questo po-
Presto Mohammed si unirà ai cinquemi- trebbe complicare la situazione complessi-
la migranti e profughi che si trovano va della sicurezza in Bosnia”. u as

32 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Romania REGNO UNITO

L’università
DarrIn ZaMMIt LuPI (reuterS/ContraSto)

Fiducia al presidente in sciopero


Dal 25 novembre sessanta uni-
Adevărul, Romania versità britanniche – tra cui ox-
ford, Cambridge e i grandi ate-
Il presidente della romania è ancora nei di Londra e Manchester – so-
Klaus Iohannis. al ballottaggio del no in sciopero per protestare
24 novembre il capo di stato uscente, contro la precarietà, i tagli ai fi-
del Partito nazionale liberale, ha nanziamenti, le rette sempre più
MALTA
infatti sconfitto con il 65,8 per cento alte e l’aumento dei carichi di la-
L’inchiesta dei voti Viorica Dăncilă, candidata
voro. Per due settimane saranno
sospese le attività didattiche. “È
arriva ai vertici del Partito socialdemocratico ed ex una sfida alla commercializza-
premier. abbandonata anche dai zione che negli ultimi dieci anni
Le dichiarazioni dell’imprendi- suoi ex alleati di governo (i liberali ha trasformato la vita accademi-
tore Yorgen Fenech, arrestato il dell’alde), Dăncilă ha pagato per gli scandali di ca”, scrive il Guardian.
20 novembre per l’omicidio di
corruzione che hanno colpito il partito e il suo ex leader,
Daphne Caruana Galizia, sem-
brano finalmente aver inchioda-
Liviu Dragnea, ma soprattutto per il discusso progetto di IN BREVE
to il governo del premier laburi- riforma della giustizia presentato dal suo governo, che Cipro I presidenti di Cipro e
sta Joseph Muscat alle sue re- avrebbe reso più difficile la lotta alla corruzione. Il della repubblica turca di Cipro
sponsabilità, scrive il Times of progetto era stato bocciato dalle istituzioni europee e nord hanno annunciato un nuo-
Malta. Il capo di gabinetto duramente criticato in piazza dai romeni. Secondo vo round di trattative sulla riuni-
Keith Schembri (nella foto) e il Adevărul è stata una “vittoria schiacciante. Ma non ficazione dell’isola.
ministro del turismo Konrad Unione europea Il Parlamento
solo del presidente. È un intero paese che rinasce. Grazie
Mizzi, coinvolti nelle inchieste europeo ha approvato con 461
della giornalista sulla corruzio-
alla ‘romania esterna’, la ‘romania interna’ può voti favorevoli e 157 contrari la
ne e il riciclaggio a Malta, si so- cominciare a diventare un paese normale”. Il riferimento commissione guidata da ursula
no dimessi. Poco dopo Schem- è ai romeni della diaspora, in totale più di cinque milioni, von der Leyen, che dovrebbe
bri è stato arrestato. che hanno votato al 90 per cento per Iohannis. u entrare in carica il 1 dicembre.

Grecia governo ha deciso di rischiare le sue cre- zionaria e xenofoba all’unione europea.
denziali liberali e di fare un passo decisivo allo stesso tempo esiste il pericolo reale e
verso l’estrema destra, adottando come immediato che la Grecia si trasformi da
Mitsotakis politica ufficiale il concetto secondo cui i culla del diritto ed esempio di solidarietà,
getta la maschera richiedenti asilo sono degli invasori che
devono essere confinati su delle isole-pri-
com’era stata negli ultimi anni durante il
governo di alexis tsipras, in un modello
gione. negativo per la comunità internazionale,
Efimerida ton Syntakton, È evidente che nea dimokratia cerca di paragonabile ai paesi del gruppo di Vise-
gestire dal punto di vista della comunica- grád, all’Italia di Matteo Salvini o all’au-
Grecia
zione le reazioni all’aumento degli arrivi di stralia: un esempio da non seguire in mate-
l progetto di smantellare i campi per i migranti dalla turchia, che ha cavalcato ria di politiche di dissuasione, detenzione

I migranti sulle isole greche di Lesbo,


Chio e Samo, nell’egeo orientale, e
sostituirli con centri di detenzione
chiusi, presentato dal governo di Kyriakos
Mitsotakis (nea dimokratia, centrode-
quando era all’opposizione e di cui conti-
nua a nutrirsi ancora oggi. tuttavia ha fatto
male i suoi conti.
Le comunità locali interessate sanno
che non gli conviene trasformarsi in aree
e isolamento dei richiedenti asilo. u afr

Salonicco
turCHIa
500 km

stra), rischia di peggiorare ulteriormente le dove lo stato di diritto è di fatto sospeso, Mar Egeo
condizioni dei migranti e aggravare le diffi- per quanto il governo cerchi di indorare la
coltà vissute dalle comunità locali negli ul- pillola promettendo vantaggi economici. GRECIA Lesbo
Smirne
timi anni. Lo dimostra la reazione della giunta muni-
Chio
È la prima volta che in Grecia vengono cipale dell’est di Samo, guidata da nea di- Atene
Samo
proposte misure di questo tipo, che finora mokratia, che ha deciso di dimettersi con il
non erano state sostenute da nessun parti- pieno sostegno dell’opposizione.
to dell’arco costituzionale a parte ellinikì Il governo greco sta pagando il conto ai Mare di Creta

lysi (Soluzione greca, estrema destra). Il paesi che hanno imposto una politica rea-

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 33


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
30° anniversario

Rose d’ Or
Elicriso + Rosa Mosqueta
L’unione che fa la forza!

Olio Vergine Biologico


w w w . m o s q u e t a s . c o m
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Visti dagli altri
Il viadotto crollato nei pressi di Savona, il 24 novembre 2019
MArCo BErTorELLo (AFP/GETTy)

se sempre rinviate e della furbizia tragica di


Il territorio frana chi dovrebbe controllare e non lo fa o lo fa
male. Così adesso in molti dicono: “Qui
insieme alle infrastrutture crolla tutto!”.
I viadotti e le gallerie della rete autostra-
dale italiana sono 7.317. Questo numero
così alto ci ricorda che l’Italia è una penisola
che da nord a sud, a parte qualche pianura,
Oliver Meiler, Tages-Anzeiger, Svizzera
è coperta da colline e montagne. In partico-
Dopo il crollo del viadotto nei giorni di piogge la montagna è franata. Cas- lare la Liguria è composta per il 98 per cento
pressi di Savona gli italiani si sol, che viaggiava a bordo della sua Fiat da montagne e solo per il 2 per cento da pia-
Panda, è riuscito a frenare in tempo e ha su- nure. L’A10, che da Genova porta a Venti-
lamentano dell’incapacità delle bito lanciato segnali di avvertimento ai vei- miglia, è una serie ininterrotta di gallerie e
istituzioni di fare prevenzione coli che stavano arrivando. viadotti.
e di usare i soldi pubblici per “Ho fatto solo il mio dovere”, dice.
rimodernare strade e ponti Quando ha visto davanti a sé quella voragi- La direttiva europea
ne ha pensato al ponte Morandi, crollato a Gli ingegneri hanno realizzato un’opera
Genova. Il suo senso del dovere ha salvato d’arte, che però è invecchiata male, come il
Italia ha un nuovo eroe, un eroe molte vite. Gesticolando disperatamente resto della rete stradale italiana.

L’ per caso. È Daniele Cassol, 56 an-


ni, vigilante. Viene da Savona, in
Liguria. Tutti i giornali pubblica-
no una foto dove si vede Cassol, sul viadotto
di Madonna del Monte, lungo l’autostrada
Cassol è riuscito a fermare un pullman con
decine di passeggeri. I cartelli autostradali
sono conficcati nel fango, giù nella voragi-
ne, e sembrano punti esclamativi.
E ora gli italiani tornano a lamentarsi di
I mezzi d’informazione pubblicano
elenchi di viadotti autostradali più o meno
minacciati da frane e crolli. Il Corriere della
Sera ne indica quindici che saranno sotto-
posti a verifiche perché considerati partico-
A6, che alza le braccia. È in piedi sotto la sé stessi. Della loro cronica incapacità di larmente a rischio. Undici si trovano in Li-
pioggia, mentre alle sue spalle i guardrail fare prevenzione, di proteggersi dai capricci guria e cinque proprio sull’A10. Tuttavia
sono sospesi sul vuoto e manca un pezzo di della natura e dai pericoli dello sgretola- non esiste una mappa ufficiale dei rischi,
viadotto lungo circa trenta metri. Lo ha ap- mento di infrastrutture ormai vecchie. Si nonostante l’Unione europea l’avesse chie-
pena portato via uno smottamento: dopo lamentano della burocrazia, delle promes- sta già nel 2008. In una direttiva europea di

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 35


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Visti dagli altri
quell’anno si legge che i ministeri dei tra- Genova, 28 giugno 2019. La demolizione del ponte Morandi
sporti dei paesi dell’Unione dovevano desi-
gnare un’autorità indipendente a cui si af-
fidare il compito di organizzare ispezioni
“approfondite” di tutte le vie di trasporto.
Dopo il crollo del ponte Morandi, a Ro-
ma hanno letto la direttiva con più atten-
zione, però l’agenzia non è ancora entrata
in funzione: ci sono solo il nome e l’organi-
gramma. La stampa la chiama “agenzia
fantasma”. Gran parte della rete autostra-
dale italiana – 5.887 chilometri su 7.488 – è
gestita da aziende private che riscuotono
NICoLò CAMPo (LIGhtRoCkEt/GEtty)

pedaggi. La responsabilità del ponte Mo-


randi fa capo ad Atlantia, una holding di
proprietà della famiglia Benetton. Mentre
il viadotto crollato nei pressi di Savona è
gestito dal gruppo Autostrada dei Fiori,
che fa parte del gruppo Gavio, un’azienda
piemontese che si occupa di infrastrutture.
Forse il viadotto non era in cattive condi-
zioni, ma bisognerebbe chiedersi com’è
possibile che ci sia stata una frana di quelle
dimensioni. Il paese delle promesse
Fiumi coperti dal cemento
Il problema si chiama dissesto idrogeolo-
non mantenute
gico, è antico e non è mai stato affrontato
con serietà. In Liguria, visti i molti pendii,
il rischio che in presenza di forti precipita- John Follain e Marco Bertacche, Bloomberg, Stati Uniti
zioni il terreno frani è particolarmente al-
to. Ma una parte considerevole del proble- I politici dicono di voler mettere passi avanti. Inoltre l’Italia ha dimostrato
ma è legata alle attività degli esseri umani: in sicurezza le infrastrutture di non sapere spendere il denaro dove sa-
anche in Liguria, come altrove, si è costru- rebbe indispensabile. Secondo la corte dei
ito in aree dove non si sarebbe dovuto. E
obsolete. Ma burocrazia, scelte conti, le regioni italiane usano solo un
quando c’era un corso d’acqua di mezzo, il sbagliate e pochi investimenti quinto dei fondi assegnati per la protezio-
suo letto è stato ristretto o addirittura ce- nelle nuove tecnologie ne dai rischi idrogeologici, questo a causa
mentificato, togliendo così molti canali di impediscono il cambiamento dell’eccessiva burocrazia.
deflusso. Dopo ogni inondazione grave, i
governi hanno sempre proclamato che Serve tempo
avrebbero immediatamente risolto il pro- l crollo di un viadotto sull’autostrada L’ente di controllo ipotizzato dal governo
blema in tutto il territorio nazionale.
Italiasicura, il programma varato dall’ex
presidente del consiglio Matteo Renzi, in-
dicava 10.386 casi da affrontare con urgen-
za costruendo dighe e allargando i letti dei
I A6, nel nordovest dell’Italia, ha mes-
so in evidenza l’incapacità del paese
di occuparsi delle infrastrutture ob-
solete sparse nelle regioni più vulnerabili.
Il giorno dopo la frana il governo è tornato
dopo la tragedia di Genova dovrebbe chia-
marsi Ansfisa. Ma, secondo due funzionari
che hanno accettato di discutere argomen-
ti confidenziali a condizione di mantenere
l’anonimato, passerà molto tempo prima
corsi d’acqua. I lavori, però, non vanno a fare promesse sulla sicurezza. “Dobbia- che l’agenzia diventi operativa. Per creare
avanti. Il denaro non manca: per la messa mo dare la massima disponibilità alla Li- agenzie governative serve tempo e bisogna
in sicurezza del territorio è stato istituito un guria per un piano straordinario per la si- superare una serie di ostacoli burocratici,
fondo di 12 miliardi di euro, ma sono stati curezza delle infrastrutture”, ha detto la spiega uno dei due funzionari, aggiungen-
fatti piani di spesa solo per il 10 per cento ministra delle infrastrutture Paola De Mi- do che gli operatori pubblici e privati do-
della cifra. “Manca la capacità di spendere cheli, del Partito democratico. vrebbero essere costretti a investire di più,
il denaro bene e rapidamente”, scrive il Promesse di questo tipo non sono una anche in nuove tecnologie come i sensori
Corriere della Sera. Gli uffici competenti novità. Nel 2018, dopo il crollo del ponte per il rilevamento dei rischi.
vanno a rilento, le procedure sono com- Morandi a Genova, il governo si era impe- In Italia molti ponti e autostrade sono
plesse e molte imprese di costruzione non gnato a creare una nuova agenzia per mo- stati costruiti negli anni cinquanta e ses-
si fidano dello stato perché, dicono, paga nitorare le condizioni dei ponti e delle gal- santa, quindi ci sono tante infrastrutture
sempre con grande ritardo. u ma lerie. Ma da allora non sono stati fatti molti obsolete e c’è il pericolo costante di nuovi

36 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
disastri. Dopo il crollo del ponte Morandi il Politica
Movimento 5 Stelle, che fa parte della coa-
lizione di governo, aveva chiesto la revoca
delle concessioni per gli operatori che non
riescono a garantire un’adeguata manu-
Resistenza contro Salvini
tenzione di ponti e strade. Su questo tema i
cinquestelle si scontrano da tempo con il
Daniel Verdú, El País, Spagna
Partito democratico, l’altro partito della
coalizione, che preferirebbe rivedere le Nato a Bologna come iniziativa za Maggiore a Bologna, simbolo dell’Italia
condizioni contrattuali invece di revocare spontanea, il movimento delle studentesca che non è mai andata d’accor-
le concessioni. do con il vento populista che soffia in Italia
sardine sta prendendo piede negli ultimi tempi. L’iniziativa era stata
Responsabilità sconosciute in tutto il paese lanciata da quattro amici su Facebook:
Il viadotto crollato si trovava su un tratto di “L’ultima volta che Salvini è venuto a Bo-
autostrada gestito dal gruppo Gavio. Il atteo Salvini spinge da fuori logna ha dichiarato che in piazza Maggio-
ponte Morandi, invece, si trovava in un
tratto amministrato da Autostrade, una di-
visione di Atlantia, azienda controllata
dalla famiglia Benetton. In alcuni casi non
è chiaro se le infrastrutture ricadano sotto
M e palazzo Chigi vacilla. Il
governo formato a settem-
bre dal Partito democratico
(Pd) e dal Movimento 5 stelle va avanti tra
liti e dissensi. Il leader della Lega, princi-
re c’erano centomila persone a sostenerlo.
Una bufala colossale (saranno stati sì e no
diecimila), che però è in linea con lo stile
della Lega di costruire consensi a partire
dalla pancia e dalle bugie”, ha scritto Mat-
la giurisdizione locale, regionale o nazio- pale responsabile della sua stessa uscita di tia Santori, 32 anni, uno degli organizzato-
nale. “In Italia esistono 43mila ponti stra- scena in piena estate, ripete che il governo ri. E ha funzionato. Il 14 novembre, men-
dali. Le sovrapposizioni tra operatori pub- non ha la legittimità delle urne e bisogna tre Salvini teneva il suo comizio al Pala-
blici e privati, regioni, province e comuni convocare elezioni anticipate. Un discorso dozza, che ha una capienza di circa cin-
sono così intricate che in 1.600 casi non che comincia a fare presa e ha segnato a quemila persone, in piazza più di diecimi-
sappiamo chi ne sia responsabile”, spiega fuoco una data sul calendario politico ita- la cittadini protestavano contro la sua po-
Oliviero Baccelli, professore di economia liano: il 26 gennaio 2020, quando in Emi- litica di odio ed esclusione. Una festa
e politica dei trasporti all’università Boc- lia-Romagna, feudo della sinistra per ec- spontanea senza bandiere politiche o sigle
coni di Milano. cellenza, ci saranno le elezioni regionali. di partito: solo sardine. Un movimento ci-
A peggiorare la situazione c’è il fatto La coalizione di centrodestra guidata da vile, del popolo, come lo stesso Salvini
che molte strade e ponti si trovano in aree Salvini potrebbe vincere per la prima volta ama definire questo tipo di reazioni, che
montuose e sempre più instabili a causa nella regione e portare il paese al voto an- sta prendendo piede in tutto il paese, a
delle condizioni meteorologiche estreme. ticipato. Ma la tensione ha aperto una cre- prescindere da dove si trovi il leader della
“Oltre alle infrastrutture dobbiamo moni- pa anche nel muro dell’estrema destra. Lega. L’ex ministro li ha definiti “imbecilli
torare anche le aree che le circondano”, dei centri sociali di sinistra, nuovi squadri-
sottolinea il geologo Antonello Fiore, pre- Un voto importante sti” di Bologna.
sidente della Società italiana di geologia Il 18 novembre a Modena (186mila abi- Le sardine manifestano contro Salvini
ambientale, parlando di Liguria e Piemon- tanti), sotto una pioggia battente, sette- in Emilia-Romagna mentre la coalizione
te. “Anche un viadotto perfettamente sta- mila persone si sono date appuntamento di centrodestra sale nei sondaggi. La can-
bile dal punto di vista strutturale può esse- per accogliere Salvini cantando a gran didata della Lega, Lucia Borgonzoni, cer-
re distrutto da una frana”. u as voce Bella ciao. La canzone è diventata ca d’imporsi sull’attuale presidente della
l’inno della resistenza contro l’avanzata regione, Stefano Bonaccini (Pd). Salvini
della Lega in un territorio finora inespu- sa che le elezioni saranno fondamentali
Da sapere gnabile per la destra. Una manifestazione per far crollare il governo e ha cominciato
Un paese che crolla simile c’era già stata nei giorni preceden- la campagna elettorale più di due mesi
Numero di frane in Italia ti: il 14 novembre a Bologna dodicimila prima del voto. Senza contare che la Lega
Fonte: Ispra persone si erano riunite in piazza Mag- arriverà al voto del 26 gennaio avendo già
620.800 giore per rispondere allo sbarco dell’ex vinto alla fine di ottobre le elezioni regio-
ministro dell’interno nel cuore della sini- nali in Umbria, governata per cin-
stra italiana. quant’anni dalla sinistra.
528.900
È la prima volta che in Italia si forma Nessuno al governo dubita del fatto
483.300 486.600 una corrente organizzata di giovani contro che se il 26 gennaio Matteo Salvini vin-
l’ascesa dell’estrema destra. Il movimento cesse in Emilia-Romagna sarebbe diffici-
383.800 delle sardine ha raggiunto città come Tori- le continuare a governare facendo finta di
no, Firenze e Milano, dove il 18 novembre niente. Con una sinistra frammentata e i
sono scese in piazza migliaia di persone. cinquestelle divisi, sembra che solo il mo-
Ma tutto era cominciato come un appello vimento delle sardine prenda le cose sul
2006 2009 2012 2015 2018 a protestare stretti “come sardine” in piaz- serio. u fr

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 37


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Visti dagli altri
Nella zona di Campopisano a Genova Nell’immenso centro storico della città
alcune zone che sono state restaurate e va-
lorizzate hanno dei prezzi abbastanza alti,
intorno ai tremila euro al metro quadrato.
Qui le giovani coppie e le famiglie fanno
fatica a trovare un alloggio. In compenso in
alcune parti più trascurate del centro e nel-
le periferie i prezzi sono in caduta libera:
scendono anche sotto gli 800 euro al me-
tro quadrato, ma comunque si fa fatica a
trovare dei compratori. Così in un quartie-
re popolare come quello di Certosa, non
STUArT FrEEdMAN (IN PICTUrES/GETTy)

lontano dal cantiere della nuova struttura


che prenderà il posto del ponte Morandi, ci
sono appartamenti di più di cinque stanze
in vendita per 80mila euro.

Fuggire dalla disoccupazione


“Nella città ci sono almeno trentamila ap-
partamenti sfitti e questo fa scendere i
prezzi. Se vivi nella Val Polcevera, un quar-
tiere periferico, e hai ereditato due o tre
A Genova si vive di più appartamenti rischi di avere dei problemi
di soldi, mentre qualche decennio fa una
e si nasce di meno situazione del genere era sinonimo di be-
nessere. Questi beni vanno conservati, bi-
sogna pagarci le tasse ed è molto difficile
ricavarne un reddito”, spiega Borzani.
Jérôme Gautheret, Le Monde, Francia Inoltre per i proprietari diventano un osta-
colo alla mobilità: non si trasloca e si prefe-
Nel capoluogo ligure aumentano di vecchiaia – il rapporto tra la popolazione risce aspettare un improbabile cambia-
gli ultracentenari e diminuisce con più di 65 anni e quella con meno di 15 mento della situazione piuttosto che ven-
anni – nel 2018 in Italia è 168, la cifra più dere in perdita.
drasticamente il numero alta d’Europa. La Liguria ha l’indice più La difficile demografia del capoluogo
di nascite. La città si spopola alto d’Italia: 258. ligure è accompagnata dalla partenza dei
con effetti negativi sulla sua “Ci sono alcuni quartieri di Genova e giovani che fuggono dalla disoccupazione
economia alcune zone della costa dove l’indice è ad- (la percentuale di disoccupati tra chi ha
dirittura superiore a trecento, questo signi- meno di 35 anni è del 34 per cento) provo-
fica che per ogni bambino ci sono tre pen- cata dal declino delle grandi industrie lo-
ndubbiamente la notizia fa piacere: a sionati”, spiega Luca Borzani, ex assessore cali, duramente colpite dalla globalizza-

I Genova si vive a lungo, più che nel


resto d’Italia. Alla fine del 2017 la cit-
tà aveva quasi trecento centenari, più
del doppio rispetto alla media nazionale. E
tra gli abitanti delle grandi città italiane, i
alla cultura del comune di Genova, autore
con Marco Aime di un saggio su questo fe-
nomeno intitolato: Invecchiano solo gli altri
(Einaudi 2018). In tutta la Liguria le perso-
ne con più di 65 anni rappresentano più del
zione. Tutto questo crea un mercato squili-
brato, che tra qualche decennio potrebbe
diventare il tratto caratteristico di tutta
l’Italia. In effetti le stesse dinamiche che si
osservano a Genova si riscontrano, in mi-
genovesi sono quelli che invecchiano in 28 per cento della popolazione, cioè sei sura diversa a seconda delle regioni, su
condizioni migliori. Probabilmente anche punti in più rispetto alla media nazionale. scala nazionale.
grazie alla dieta locale: poca carne rossa, Queste statistiche su Genova e sulla Li- “Genova potrebbe essere un laborato-
molto pesce, verdure e olio d’oliva. Inoltre guria sono impressionanti per la loro porta- rio del futuro, un luogo in cui inventare
il fatto che la città sia addossata ai monti ta. Con appena novemila nascite per venti- l’avvenire delle grandi metropoli occiden-
costringe anche i più anziani a fare ogni mila decessi, il saldo naturale della regione tali”, conclude Borzani. “Ma i politici non
giorno un po’ di esercizio fisico. è catastrofico: dal 1980 la Liguria ha perso sono disposti a lanciarsi in questo progetto.
C’è però anche il rovescio della meda- 225mila abitanti, un sesto della sua popola- E in effetti neanche i cittadini chiedono di
glia: i nuovi nati non sono sufficienti a ri- zione. In mezzo secolo la città è passata da andare in questa direzione: un elettorato
stabilire l’equilibrio tra le generazioni. Ge- ottocentomila a 540mila abitanti, la stessa anziano vuole soprattutto la sicurezza e la
nova e la Liguria invecchiano a una veloci- popolazione che aveva nel 1930. Questi da- ripetizione di quello che aveva prima. E
tà maggiore rispetto al resto dell’Italia. Un ti hanno messo il mercato immobiliare in questo non spinge i rappresentanti locali a
dato riassume questo fenomeno: l’indice una situazione molto difficile. prendere delle iniziative”. u adr

38 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
«CAINO: Questa sera ho deciso di pronunciare la mia autodifesa,
immaginando che davanti a me ci sia un’aula di tribunale e che
voi, se vorrete ascoltarmi, siate i giurati».

Il monologo che Andrea Camilleri aveva preparato per il suo


ritorno al teatro. Una riflessione profonda sul Bene e il Male
che chiama i lettori a pronunciare il verdetto.

www.sellerio.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Le opinioni

La ricetta sbagliata
di Elizabeth Warren
Evgeny Morozov
uest’anno si è parlato delle grandi azien- sidente fosse Warren. I poteri della troika formata

Q de tecnologiche fino allo sfinimento. dai colossi della tecnologia, della finanza e dello sta-
Alla fine, però, non si è materializzata to dovrebbero essere contrastati. Ma farlo in modo
nessuna rivolta contro di loro. La Sili- indiretto, concentrandosi sulle tendenze monopoli-
con valley è ancora lì, al suo posto. Le stiche del capitalismo digitale, non basta. Bisogna
cose potrebbero cambiare nel 2020, so- denunciare i legami tra finanza, forze armate e tec-
prattutto se Elizabeth Warren fosse eletta presidente nologia negli Stati Uniti. Questa strategia può pro-
degli Stati Uniti. È facile scambiare le posizioni popu- durre un programma progressista, mentre quella
liste di Warren – mandiamo in frantumi i giganti della indiretta alimenta solo l’utopia che una nuova gene-
tecnologia! – per un orientamento di sinistra. In realtà razione di tecnocrati possa risolvere le contraddizio-
si tratta solo di una riproposizione del credo (neo)li- ni del capitalismo globale.
berista secondo cui i mercati ben regolati portano Cosa dovrebbe fare la sinistra in assenza di un
benessere. Warren e quelli come lei criticano l’insie- programma di questo tipo? Innanzitutto dovrebbe
me delle grandi aziende tecnologiche, abbandonare la dicotomia tra le grandi
convinti che all’orizzonte si stia avvici- È facile scambiare e le piccole aziende tecnologiche, e do-
nando una loro versione più misurata e l’opposizione vrebbe insistere sulla contrapposizione
gestibile. Questa profezia populista di Warren ai giganti tra tecnologia capitalista e non capitali-
presenta la crescita delle aziende tec- della tecnologia sta. La proprietà (non solo delle impre-
nologiche come il risultato di errori po- per un orientamento se ma anche dei sensori, delle reti e dei
litici commessi da tecnocrati distratti o di sinistra. dati) è più importante delle dimensioni
corrotti, quando in realtà è solo il pro- In realtà si tratta delle singole aziende. Questo non si-
dotto della pianificazione di altre élite gnifica che dovremmo fare come War-
solo di una
di Washington decise a consolidare il ren, cioè equiparare i servizi digitali alle
potere globale degli Stati Uniti.
riproposizione del utenze del gas e della luce. Il modello
Facendo questa analisi, Warren ac- credo (neo)liberista proposto da Warren, che prevede la ri-
costa raramente i colossi tecnologici ai gorosa regolamentazione delle aziende
colossi finanziari come l’Arabia Saudita, la holding tecnologiche, è problematico per diversi motivi e il
giapponese Softbank o la banca J.P. Morgan, e ai co- principale è che i dati sono diversi dalle forniture di
lossi statali (il Pentagono, con i suoi appalti miliarda- acqua, gas, elettricità e di petrolio, perché si prestano
ri, e l’Nsa, con il suo apparato di spionaggio). Inserite a molti piani d’azione. Determinare il modo in cui i
all’interno di questa troika, si capisce che le aziende dati sono assemblati e con quale obiettivo è impossi-
tecnologiche sono una conseguenza del capitalismo bile. A seconda di come vengono usati, per esempio,
globale finanziarizzato e militarizzato. possono servire alla pubblicità, a creare notizie false
Il vero motivo per cui le aziende tecnologiche sta- o a gestire i prestiti delle banche.
tunitensi hanno dimensioni colossali è semplice: i Questo non può essere il progetto di una politica di
grandi finanziatori e gli apparati dello stato hanno sinistra. Sicuramente l’insieme organizzato dei dati
bisogno che siano così. I primi devono poter recupe- potrebbe creare comportamenti esterni alle logiche
rare gli investimenti in perdita e i secondi devono di mercato, fondati sulla solidarietà. O magari i dati
rendere efficienti e convenienti le loro attività di di- potrebbero cambiare la società della conoscenza così
fesa e intelligence. Rimpicciolire le aziende tecnolo- come lo stato sociale cambiò la società industriale,
giche sarebbe possibile solo limitando il potere di stendendo le fondamenta per la crescita umana. Infi-
Wall street e del Pentagono, e quindi accettando una lando la soluzione al problema delle grandi aziende
riduzione del peso degli Stati Uniti nell’ordine glo- tecnologiche nella camicia di forza istituzionale del EVGENY
bale. È impossibile, soprattutto se consideriamo classico modello delle utenze significa perdere l’occa- MOROZOV
l’ansia di Washington per la crescita della Cina nei sione di creare un panorama nuovo, che possa demer- è un sociologo
esperto di tecnologia
tre settori: tecnologia, finanza e potenza militare. cificare la vita quotidiana come cent’anni fa lo stato
e informazione.
Delle aziende tecnologiche “rimpicciolite” compro- sociale demercificò quella lavorativa. Questo piano
Il suo ultimo libro
metterebbero la potenza degli Stati Uniti a livello non offre una soluzione utopica profetizzando l’av- pubblicato in Italia è
geopolitico. Le possibilità di un accordo in questo vento di una tecnologia più “piccola” e “umana”. Ma L’ingenuità della rete.
senso tra il Pentagono, Wall street e la Silicon valley almeno, riconoscendo che le aziende tecnologiche Il lato oscuro della
(per non parlare dell’amministrazione Trump) sono rappresentano innanzitutto il capitalismo statuniten- libertà di internet
nulle, e nulle rimarrebbero anche se il prossimo pre- se, indovina la diagnosi. u as (Codice 2019).

40 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Le opinioni

Un messaggio chiaro
dal voto di Hong Kong
Ilaria Maria Sala
e elezioni distrettuali del 24 novembre a Lam e la Cina si sono persuasi che i contestatori non

L Hong Kong non potevano concludersi rappresentassero nessuno.


con un risultato più chiaro: contraria- Ora la stampa cinese cerca un modo per affrontare
mente a quanto sostenuto dalla gover- la disfatta elettorale (per il Partito comunista cinese il
natrice Carrie Lam, non c’è una “mag- voto del 24 novembre è la conferma che le elezioni a
gioranza silenziosa” che da mesi si op- suffragio universale sono una pessima idea). All’ini-
pone ai manifestanti senza avere il coraggio di dirlo; zio i mezzi d’informazione cinesi hanno riferito solo
c’è, al contrario, una maggioranza che sostiene le ri- che a Hong Kong le elezioni si erano svolte regolar-
chieste dei contestatori, anche se non condivide sem- mente, evitando di comunicare i risultati. Poi, dopo la
pre i metodi violenti con cui la protesta si è espressa sorpresa iniziale, hanno denunciato immaginari bro-
nell’ultimo periodo. È raro che le urne diano un mes- gli che avrebbero favorito i sostenitori della democra-
saggio così limpido, eppure è successo: 17 dei 18 di- zia, e altrettanto immaginarie intimidazioni allo
stretti di Hong Kong hanno votato a fa- schieramento vicino a Pechino.
vore dei sostenitori della democrazia. È raro che Passato il primo momento d’imba-
Le elezioni distrettuali di solito sono le elezioni diano razzo, anche Carrie Lam si è pronun-
una faccenda secondaria. Servono a un messaggio così ciata: ha preso atto del risultato delle
eleggere amministratori locali, che si limpido, eppure elezioni ma ha detto di non voler fare
occupano di questioni legate al traffico, è successo: 17 dei 18 ulteriori concessioni ai manifestanti.
alla raccolta della spazzatura, agli orari distretti di Hong Così l’iniziale euforia dell’opposizione
delle scuole o delle cliniche, e non di Kong hanno votato per la vittoria si sta trasformando in
grandi strategie politiche. Quest’anno a favore rabbia e in nuove contestazioni. Però
invece il campo democratico ha deciso sembra che un piccolo e significativo
dei sostenitori
di mobilitarsi per esprimere attraverso cambiamento ci sia stato: le forze
il voto il messaggio che il governo ha vo-
della democrazia dell’ordine sono diventate meno ag-
luto ignorare nelle piazze. L’unico di- gressive dopo che molti osservatori
stretto rimasto fedele a Lam è quello grande ma poco hanno sottolineato come alcune ex roccaforti del
popolato delle isole più lontane. voto filogovernativo fossero tra le zone più colpite
In una di queste, Lantau, vivo anch’io: è un territo- dai lacrimogeni della polizia. Tra i fumi e le lacrime
rio ancora rurale, che sorprende chi conosce Hong causate dai gas chimici, la lealtà al governo degli abi-
Kong solo per i suoi quartieri finanziari, commerciali tanti è diminuita.
e ad alta densità abitativa. Qui si aggirano bufali d’ac- Che fare di fronte alle dichiarazioni di Carrie
qua dalle grandi corna ricurve e ci sono ancora alcune Lam? I consiglieri appena eletti come prima cosa so-
leggi di un’altra epoca. Qui agli uomini (e solo agli uo- no andati all’università politecnica, occupata e an-
mini) capaci di dimostrare di essere discendenti delle cora sotto l’assedio della polizia. Hanno convinto le
famiglie contadine che abitano queste isole da più di forze dell’ordine a farli passare e a lasciarli parlare
un secolo viene concesso gratuitamente un appezza- con gli studenti che erano intrappolati all’interno.
mento di terreno su cui costruire una casa. Difficile Quelli che avevano bisogno di cure mediche sono
che un incentivo di questo genere li invogli a votare stati portati in ospedale senza essere arrestati. Per
contro il governo attuale, visti i prezzi delle case a gli altri, invece, l’intervento dei consiglieri non è ba-
Hong Kong. stato e sono stati portati via in manette.
Tutti gli altri, invece, hanno espresso una richiesta Così, per quanto possa apparire surreale, a Hong
di cambiamento evidente. Sono stati eletti giovani Kong dopo le elezioni il braccio di ferro tra governo e
attivisti che finora si erano impegnati a costruire la manifestanti continua. Se i cortei dovessero diven-
società civile di Hong Kong, ma anche politici noti e tare di nuovo violenti, se dovesse ricominciare il lan- ILARIA MARIA
manifestanti passati dalla protesta di piazza alla poli- cio di bombe molotov e mattoni e l’uso di armi di SALA
è una giornalista
tica istituzionale. Davanti a questo messaggio inequi- fortuna (gli studenti del politecnico, forti dei loro
italiana che vive a
vocabile il governo di Hong Kong e quello di Pechino studi di ingegneria, hanno costruito una catapulta e
Hong Kong.
sono rimasti inizialmente interdetti. Questo succede si sono cimentati con archi e frecce, ferendo un poli- Collabora con Quartz
nei regimi non democratici: a forza di ripetere la pro- ziotto al polpaccio) sarebbe solo l’ennesima prova di e il New York Times.
paganda stabilita, il regime spesso finisce per convin- quello che si legge in tanti graffiti sui muri della città: Ha scritto questa
cersi che quella sia la verità. A forza di rifiutare ogni “Siete stati voi a insegnarci che le proteste pacifiche column per
dialogo con i sostenitori della democrazia, Carrie sono inutili”. u Internazionale.

42 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech


 


 
  

 
  
  


  
         
 !!
  "  !  #    
$"

 

  

 









%%%" &

"


 

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
In copertina
Jeremy Corbyn (al centro) e un gruppo di militanti laburisti in corteo a Tolpuddle, nel Dorset, il 21 luglio 2019

La sfida del c
44 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Il ruolo dei giovani, una
nuova idea di leadership,
l’importanza della base.
Nonostante gli errori sulla
Brexit, il Labour di Jeremy
Corbyn ha spostato gli
equilibri della politica
britannica. Comunque
vadano a finire le elezioni
del 12 dicembre

Jack Shenker, Prospect,


Regno Unito
lla fine di ottobre, mentre

A nel Regno Unito le tem-


perature scendevano e le
notti si facevano più lun-
ghe, più di 1.500 persone
hanno partecipato a una
conferenza online per discutere di cosa
dovrebbe fare il Partito laburista britanni-
co per vincere le elezioni del 12 dicembre.
I partecipanti si presentavano e dicevano
da dove venivano: c’erano militanti del
quartiere londinese di Crouch End, della
Calder Valley nello Yorkshire, di Canter-
bury e della Cornovaglia. Era un’euforica
celebrazione del Partito laburista di Je-
remy Corbyn da parte dei suoi sostenitori
più appassionati. “Non ascoltare i pessi-
misti e i cinici di Westminster!”, implora-
va Ash Sarkar, una giornalista del sito di
sinistra Novara, suscitando applausi en-
tusiastici.
“Questa volta sei tu l’arma segreta del
partito”, scriveva Calum Cant, un attivi-
sta dell’associazione politica Momentum,
elencando poi alcune iniziative a livello
JESS HURd (REPoRt dIgItAL/REA/CoNtRASto)

locale che il partito avrebbe organizzato


per sfidare la ben più ricca propaganda del
Partito conservatore: campagne per far
registrare gli elettori, call center nelle ca-
se dei militanti, catene di messaggi su
WhatsApp per invitare amici e familiari a
fare campagna elettorale porta a porta nei
collegi elettorali incerti. “È solo impe-
gnandoci di più che potremo vincere”,

corbynismo Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
45
In copertina
diceva Cant. Poi è arrivato il momento del mo ministro. Con il paese e la costituzione del dibattito politico con un’intensità che
collegamento con Corbyn. Il leader labu- impantanati nel caos della Brexit, e con si vede solo una volta in una generazione.
rista è apparso sullo schermo con dietro enormi divergenze tra i due principali par- Per molti versi, il leader settantenne da
un’area giochi per bambini. Chiamava da titi del paese, la posta in gioco è altissima. cui il movimento ha preso il nome è la fi-
una stanza del centro comunitario di Har- Nelle prossime settimane le parole, le gura meno interessante di questo fenome-
row, dove aveva appena incontrato alcuni azioni e l’aspetto di Corbyn saranno co- no. Molto più importante di qualsiasi indi-
lavoratori della grande distribuzione, sin- stantemente sotto osservazione, come del viduo infatti è capire che tipo di futuro il
dacalisti e iscritti al partito. “In questa resto è successo fin dalla sua improvvisa corbynismo vuole costruire. Che vinca o
campagna elettorale nessuno, in nessuna ascesa alla guida del partito. Tuttavia, a perda le elezioni, i suoi militanti e gran
parte del paese, dirà che non c’è una vera giudicare dal passato, i giornalisti britan- parte delle sue idee non scompariranno.
scelta”, ha dichiarato. Era un Corbyn al nici non faranno grandi sforzi per spiegare Per questo è interessante capire come
massimo della forma, calato nel suo ruolo la forza di attrazione esercitata da Corbyn. queste idee saranno portate avanti, sia per
preferito: quello del politico alla mano che Forse anche per questo non sono stati in chi ne è affascinato sia per chi le rifiuta.
parla direttamente con la base, ben diver- grado di capire la situazione nel 2017. L’in-
so dal deputato intrappolato nei teresse dei mezzi d’informazio- Correnti e tribù
corridoi di Westminster, dove ne per Corbyn si è concentrato Il corbynismo non è mai stato un movi-
l’atmosfera e i rituali trasudano essenzialmente sui pettegolezzi mento monolitico. Una parte della sua
un potere istituzionale che non parlamentari e sui dissidi all’in- base può essere ricondotta a quanto resta
gli si addice affatto. terno del partito. Non sono mai della corrente della sinistra laburista che
“Perciò preparatevi”, ha con- stati curiosi di indagare il conte- negli anni ottanta faceva capo a Tony
cluso. “L’inverno del 2019 sarà freddo e sto del suo successo e le conseguenze per Benn. Quella corrente raggiunse la matu-
umido, ma lo ricorderete come il momen- la politica britannica. Un evidente errore, rità politica all’inizio del thatcherismo e
to in cui avete assicurato al paese un go- perché il progetto di Corbyn non può esse- cercò, senza successo, di assumere la gui-
verno che non crede nel libero mercato e re liquidato come una moda passeggera o da del partito per sfidare la premier Mar-
nel neoliberismo, ma nella gente e nella un residuo irrilevante del passato. Il suo garet Thatcher. Alcuni militanti di quella
giustizia sociale, basato sui valori del so- significato è più profondo. fazione, come lo stesso Corbyn e il mini-
cialismo. Ricorderete di aver sofferto il Il corbynismo è nato da uno specifico stro ombra delle finanze John McDon-
freddo e l’umidità per una giusta causa”. A insieme di circostanze economiche e an- nell, sono rimasti nel partito anche du-
quel punto la folla online ha raggiunto il tagonismi sociali che negli ultimi dieci rante gli anni moderati e centristi del
culmine dell’entusiasmo. anni hanno sconvolto il panorama politico New Labour di Tony Blair, ma sono stati
I militanti laburisti non danno grande in buona parte del mondo, frammentando messi ai margini; altri ne sono usciti, so-
importanza ai sondaggi, secondo i quali il vecchio consenso tecnocratico e scate- prattutto dopo l’appoggio di Blair alla
Corbyn è il leader dell’opposizione meno nando un’aspra lotta per quello che dovrà guerra in Iraq, e sono tornati solo per
amato. Li considerano il risultato dell’im- essere costruito sulle rovine del passato. schierarsi con Corbyn nel 2015. Molti dei
magine distorta di Corbyn costruita dai Partecipando a questo scontro, il corbyni- sostenitori dell’attuale leadership laburi-
mezzi d’informazione. Un’immagine che smo sta cercando di modificare i termini sta appartengono alla generazione del
secondo loro sarà presto trasformata baby boom, hanno fatto l’università negli
dall’energia della campagna elettorale. anni sessanta o nei primi anni settanta,
“Corbyn mi ha ridato fiducia nella politi- Da sapere hanno comprato casa al momento giusto,
ca”, ha scritto una militante. “È lui il no- Il voto e l’Europa hanno fatto carriera nel settore pubblico
stro uomo”, ha aggiunto un altro. “Nazio- e stanno per andare in pensione.
nalizziamo le aree giochi!”, ha commen- u Il 12 dicembre 2019 i britannici andranno alle Altrettanto importante per il successo
tato scherzosamente un terzo. urne per rinnovare il parlamento. Le elezioni del corbynismo è stata però un’altra gene-
sono state convocate per superare lo stallo sulla razione: quella dei figli della crisi del 2008,
Brexit. Nel parlamento uscente, infatti, non
Il gioco delle generazioni che sono diventati adulti nell’era dell’au-
c’era una maggioranza pronta a sostenere
Il “corbynismo” – termine ampio e nebu- sterità, del debito, delle case dai prezzi
l’accordo sull’uscita dall’Unione europea
loso usato per descrivere sia l’ideologia di negoziato dal premier conservatore Boris inavvicinabili e del lavoro precario. Molti
sinistra nata sulle macerie della crisi fi- Johnson il 17 ottobre. La nuova scadenza per la sono arrivati al Partito laburista da orga-
nanziaria sia un improbabile connubio di Brexit è fissata al 31 gennaio 2020. nizzazioni come Uk Uncut (che contesta i
forze politiche – è finalmente alla prova u Secondo un sondaggio di YouGov del 22 tagli alla spesa pubblica e l’evasione fisca-
dei fatti. Quattro anni dopo aver conqui- novembre i conservatori, che hanno costruito la le delle multinazionali), l’ecologista Cli-
stato la leadership del Partito laburista – campagna elettorale sullo slogan Get Brexit mate camp e il movimento di protesta
sfidando ogni previsione: la sua vittoria done (Facciamo la Brexit), hanno il sostegno contro le tasse universitarie. Altri giovani
era data cento a uno – e a più di due anni del 42 per cento degli elettori, che potrebbe hanno cominciato a fare politica dopo
garantirgli una netta maggioranza alla camera
dalle elezioni legislative del 2017, quando aver scoperto che un’istruzione e dei buo-
dei comuni. I laburisti, che in caso di vittoria
i conservatori della premier Theresa May ni agganci non bastavano a proteggerli
hanno promesso un nuovo accordo e un nuovo
hanno perso la maggioranza assoluta in referendum sulla Brexit, sono intorno al 30 per dalla precarietà: uno studio del 2013 com-
parlamento a causa dell’inatteso risultato cento. Terzi i Liberaldemocratici (favorevoli a missionato dalla Bbc alla London school
dei laburisti, oggi Corbyn sa che il voto del rimanere in Europa), con il 16 per cento delle of economics e all’università di Manche-
12 dicembre sarà molto probabilmente la intenzioni di voto, seguiti dai Verdi (europeisti, ster ha concluso che questi “nuovi lavora-
sua ultima opportunità per diventare pri- 4 per cento) e dal Brexit party (3 per cento). tori dei servizi” oggi sono il secondo grup-

46 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Corbyn visita un centro giovanile a Londra, il 3 ottobre 2019
HOLLIe ADAMS (GeTTy IMAGeS)

po sociale del Regno Unito per dimensio- deva molto dal contesto: l’idea di elimina- da sinistra. “Le condizioni per realizzare
ni. La terza via di Blair non poteva convin- re le tasse universitarie, nazionalizzare le la socialdemocrazia non esistono più. So-
cere chi dalla politica vuole più di una vaga ferrovie e aumentare le tasse per le grandi no scomparse con la crisi del 2008”, ha
promessa di smussare gli angoli del fon- aziende e sui redditi elevati poteva essere detto James Meadway, economista ed ex
damentalismo di mercato o rallentare il coraggiosa per gli standard del Regno consulente di McDonnell.
ritmo della distruzione del pianeta. Unito dopo il 2010, ma non per quelli di
I confini tra queste tribù non sono net- molti altri paesi europei di oggi, e tanto I dubbi dei veterani
ti: idee e persone si sovrappongono, e cer- meno per gli standard britannici degli an- Quale potrebbe essere quindi un’alterna-
te sfumature ideologiche trascendono il ni ottanta. Lo shock provocato dalle pro- tiva? Dallo studio laburista sui modelli
divario generazionale. Le posizioni di Mc- poste moderatamente socialdemocrati- alternativi di proprietà, pubblicato dopo
Donnell, per esempio, sono più vicine che del programma del 2017 ha messo in le elezioni del 2017, ai lavori di esperti ed
all’organizzazione Momentum di quanto evidenza quanto il neoliberismo sia pro- economisti come Nick Srnicek, Alex Wil-
lo siano quelle di Karie Murphy, la respon- fondamente radicato nel paese. liams, Paul Mason e Grace Blakeley, sta
sabile dello staff di Corbyn, accusata dai Tuttavia, quello della socialdemocra- emergendo una nuova letteratura che sul
colleghi di essere troppo incline al con- zia che cerca di attutire le conseguenze tema offre più di un’indicazione. L’alter-
trollo e alla disciplina e recentemente ri- peggiori del capitalismo, costruendo una nativa potrebbe implicare nuove forme di
mossa dall’incarico. Se si vogliono capire rete di sicurezza sociale, è un programma proprietà pubblica in un’economia più co-
le due grandi spaccature all’interno del nato in un’altra epoca, quando i mercati operativa, servizi essenziali per tutti, una
progetto di Corbyn, bisogna tenere pre- ancora promettevano una crescita infini- maggiore automazione e l’equa distribu-
senti queste tribù. ta, i cui frutti potevano essere ridistribuiti zione dei vantaggi della produttività au-
La prima spaccatura riguarda il radica- dallo stato. Nell’era del capitalismo sfre- mentata sotto forma di una settimana la-
lismo, o la sua assenza, nel progetto poli- nato e finanziarizzato, della crisi climatica vorativa più corta.
tico del partito. Secondo l’Institute for fi- e dell’enorme potere delle multinazionali Così, mentre la vecchia sinistra consi-
scal studies il programma laburista del sulla tecnologia e sui dati, un potere che dera il 1945 come l’apice del laburismo, e
2017 rappresentava non solo una rottura trascende i confini nazionali, molti dei so- vorrebbe ricreare l’atmosfera di un paese
con la politica dell’austerità, ma “qualco- stenitori di Corbyn – soprattutto i giovani che aveva “vinto la guerra e voleva vincere
sa di molto, molto più radicale: una vera – credono che la trasformazione socialista la pace”, la nuova generazione di attivisti
alternativa al capitalismo di mercato pra- richiederà soluzioni più coraggiose, qual- appartiene a una tradizione politica diver-
ticato in questo paese da almeno qua- cosa di simile all’avventurosa rivoluzione sa. Per loro i punti di riferimento non sono
rant’anni”. Ma la sua “radicalità” dipen- economica della Thatcher. Ovviamente l’economia verticistica e le grandi nazio-

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 47


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
In copertina
Durante la conferenza annuale del Labour party. Brighton, 24 settembre 2019
LEoN NEAL (GETTy IMAGES)

nalizzazioni del dopoguerra, ma i sinda- e gli ottanta. “Quando si parla dei nostri coli di base, non sono state suggerite dalla
cati e le associazioni di mutua assistenza. obiettivi, la cosa che secondo me la gente direzione del partito.
Sotto il profilo teorico, invece, il modello è non capisce è che non vogliamo che il po- Al di là dei manifesti programmatici, ci
il socialismo libertario di G.D.H. Cole. tere sia concentrato ai vertici dello stato”, sono divergenze anche su quale tipo di po-
Questa filosofia non è mai completamen- dice Faiza Shaheen, 36 anni, che è la diret- litica è necessario attuare giorno per gior-
te scomparsa – per esempio era riaffiorata trice dell’istituto di ricerche Class e la can- no. Neal Lawson, che dirige l’istituto di
nella nuova sinistra degli anni cinquanta e didata laburista che cercherà di strappare ricerche Compass, paragona questa se-
sessanta – ma è stata a lungo eclissata dal- il seggio all’ex ministro conservatore Iain conda spaccatura a quella tra il vento e il
la classica socialdemocrazia statalista. Duncan Smith nel collegio elettorale di sole della favola di Esopo, in cui i due ele-
Un’altra differenza generazionale è Chingford e Woodford Green. “Stiamo menti competono tra loro per vedere chi
che l’esperienza diretta di molti giovani cercando di costruire una società in cui per primo riuscirà a far togliere i vestiti a
sostenitori di Corbyn fa apparire inade- tutti hanno diritto di partecipazione”. un viandante. Il vento soffia con tutta la
guati i tradizionali rimedi socialdemocra- sua forza, ma l’uomo reagisce avvolgen-
tici alla crisi degli alloggi. Per chi è escluso Rivoluzione culturale dosi nel mantello, mentre il sole comincia
dal mercato della casa e cresce condivi- Alcuni veterani del partito, tuttavia, te- a scaldare sempre più, così che il viandan-
dendo musica, dati e conoscenze online, mono che allontanarsi troppo dai confini te si spoglia e decide di tuffarsi in un ru-
la famosa frase di Proudhon che equipara della socialdemocrazia classica potrebbe scello. Questa storia riflette bene la diffe-
la proprietà al furto assume una nuova va- penalizzarli a livello elettorale. Il voto di renza tra avere potere su qualcuno – il do-
lenza. Per questi ragazzi e ragazze l’idea dicembre metterà presto alla prova que- minio sugli altri garantito da una gerarchia
del diritto di proprietà è molto più radicale sta teoria. Ma finora gli scettici non sono – e l’influenza esercitata attraverso la per-
di quella dei socialdemocratici del passa- riusciti a convincere il partito. All’ultimo suasione, quindi un progetto comune con-
to. Negli ultimi due anni all’interno del congresso laburista, che si è tenuto a set- trollato dal basso. Secondo Lawson, i ver-
partito le posizioni sul tema sono molto tembre a Brighton, i delegati hanno vota- tici laburisti non hanno colto la morale
cambiate, come testimonia l’abbandono to mozioni a favore della decarbonizza- dalla favola: cioè che convincere è meglio
della vecchia idea di “costruire più case zione dell’economia, della libera circola- che usare la forza.
popolari”, sostituita da un più rivoluziona- zione dei migranti e dell’abolizione delle Il vento e il sole rappresentano due cul-
rio “diritto” da parte degli inquilini di scuole private: politiche che vanno molto ture politiche divergenti, ciascuna figlia
comprare le case dai proprietari. oltre – o contraddicono apertamente – lo del suo tempo. E il corbynismo – che riuni-
È una netta frattura con il socialismo stesso programma laburista del 2017. Tut- sce l’etica partecipativa dei nuovi movi-
britannico dominante tra gli anni settanta te queste proposte sono scaturite dai cir- menti con la vecchia battaglia per conqui-

48 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
stare il potere nel partito e poi arrivare ai L’opinione
vertici dello stato – è una miscela dei due
elementi. Gli scettici temono che nei pro-
grammi basati sulle proposte decise dal
basso si possano annidare contraddizioni,
Tutto dipende dalla Brexit
soprattutto quando si tratta di decidere
come spendere le risorse e scegliere tra
The Independent, Regno Unito
interessi diversi. Ma nella sua scalata alla
leadership, lo stesso Corbyn ha seguito il Se il Regno Unito uscirà menti nelle infrastrutture, quasi tutti gli
modello del sole, rinnegando l’idea secon- dall’Europa, le ambiziose osservatori sono d’accordo: avranno ef-
do cui i politici hanno il monopolio della fetti positivi sul tasso di produttività a
saggezza e affermando che per costruire il
proposte dei laburisti saranno lungo termine e sulla crescita economica
suo programma avrebbe raccolto suggeri- irrealizzabili del paese. Ma i dubbi sono molti. I servizi
menti dalle figure più diverse: dagli inse- pubblici riusciranno ad assorbire una ra-
gnanti ai paramedici fino agli assistenti el 1983 il Partito laburista pre- pida crescita dei finanziamenti? Ci sono
sociali. L’aumento degli iscritti che ha
coinciso con il suo arrivo alla guida del
partito ha fatto pensare che il Labour po-
tesse aprirsi ai luoghi di lavoro, ai quartie-
ri e alle comunità per diventare un vero
N sentò un lungo manifesto pie-
no di misure contraddittorie e
impraticabili, ancora ricorda-
to come la “lettera di suicidio più lunga
della storia”. Non si può dire lo stesso del
abbastanza lavoratori qualificati per co-
struire nuove case, installare la banda
larga e creare strade e ferrovie? Perché le
aziende nazionalizzate dovrebbero fun-
zionare meglio che se gestite dai privati?
movimento collettivo. programma del 2019, il più radicale pre- Al livello delle relazioni industriali, il
Momentum, che si considera un ponte sentato dal partito almeno dal 1945. Se il riequilibrio dei rapporti di forza a favore
tra il Labour e una serie di gruppi di base, Labour perderà, stavolta non sarà per dei lavoratori e dei sindacati può impli-
promotori di campagne e collettivi che mancanza di coraggio o zelo riformista. care un aumento significativo del costo
condividono a grandi linee i valori laburi- C’è sicuramente molta ambizione del lavoro per molte imprese. L’aumento
sti, si è impegnato molto a favore di queste nelle 107 pagine del documento. Ci sono dei costi e il rafforzamento dei diritti dei
aperture, sostenendo i lavoratori in scio- i consueti impegni per creare un servizio lavoratori, la limitazione dei poteri di ge-
pero e aprendo circoli per la distribuzione scolastico nazionale e un servizio di as- stione dei dirigenti e l’aumento del sala-
del cibo. Corbyn ne ha preso nota e ha sistenza per gli anziani; l’estensione del- rio minimo colpirebbero gravemente
messo in piedi un’“unità per le iniziative la contrattazione collettiva nazionale a settori come la ristorazione, l’agricoltura
comunitarie” il cui funzionamento è lon- tutti i settori; il lancio di una rivoluzione e anche l’assistenza e la sanità. L’infla-
tanissimo dal burocratismo delle tradizio- industriale verde; l’eliminazione delle zione salariale si aggraverebbe ulterior-
nali riunioni di sezione. “Il modo inclusivo rette universitarie; la creazione di un mente se il Regno Unito uscisse davvero
in cui gestiamo queste iniziative è fonda- fondo per infrastrutture e trasporti, e di dall’Unione europea, perché la disponi-
mentale”, ha detto Corbyn durante la con- un altro per la trasformazione sociale; la bilità di manodopera diminuirebbe.
ferenza online di ottobre. “Non ci limitia- nascita di un comitato per gli investi-
mo a bussare a casa della gente e chiedere menti sostenibili, di una banca naziona- Carta straccia
se ha votato, ma discutiamo con loro i pro- le per gli investimenti e di una serie di Senza fare ingiustificati allarmismi, la
blemi della comunità”. banche per gli investimenti regionali. E domanda è se i conti pubblici possano
poi: 150mila nuove case popolari ogni davvero sostenere il peso finanziario di
La forza della persuasione anno; diritto al cibo; eliminazione del un governo Corbyn. Tuttavia qualsiasi
Tuttavia, nonostante questa retorica e la fenomeno dei lavoratori poveri; azzera- programma di partito è carta straccia fin-
tanto sbandierata riforma della democra- mento delle emissioni prima del 2050; ché non si conosce l’esito della Brexit. La
zia, troppo spesso il partito è ancora sbi- eliminazione del divario retributivo di promessa dei tory di “realizzare la Bre-
lanciato verso il vertice. E le sue strutture genere; voto ai sedicenni; banda larga xit” non scongiura l’eventualità di
interne sono rimaste sostanzialmente im- gratuita; aumenti delle tasse per i ricchi un’uscita senza accordo alla fine del
mutate. Il vecchio modo di fare politica si e per le aziende. 2020. In quel caso ogni impegno di spesa
è manifestato in tutta la sua evidenza nelle Uno degli aspetti più importanti del pubblica, da parte di chiunque, rischia di
prime ore del congresso di Brighton, programma è che non tenta di nasconde- essere senza valore.
quando il comitato esecutivo nazionale, re il pesantissimo sforzo finanziario che L’accordo sulla Brexit del Labour non
dominato dalla corrente di sinistra, ha ap- richiede: 83 miliardi di sterline in più è stato ancora negoziato né votato dagli
poggiato un rozzo tentativo di silurare il all’anno di nuove tasse, in un momento elettori. Quindi, per quanto contorto,
vicesegretario eletto, ma anticorbyniano, in cui il rapporto tra gettito fiscale e pil è l’impegno più importante, affascinante,
Tom Watson, per poi fare ingloriosamente ai massimi da cinquant’anni. Tutte le co- democratico ed equo del manifesto del
marcia indietro. Qualcosa di simile è suc- perture sono indicate in un fascicolo al- partito è la promessa di un referendum
cesso sull’Europa. A differenza dei mili- legato, chiamato Funding real change. definitivo sulla Brexit. Se il Regno Unito
tanti più giovani, la vecchia guardia della In realtà, tuttavia, la sostenibilità eco- rimanesse nell’Unione europea, le ambi-
sinistra – compreso il leader sindacale Len nomica e l’applicabilità del programma zioni laburiste avrebbero qualche possi-
McCluskey e forse lo stesso Corbyn – sim- dipenderanno da quanto le proposte fa- bilità di essere realizzate. Fuori
patizza per la cosiddetta Lexit (Left, sini- ranno effettivamente aumentare la cre- dell’Unione, anche nel caso di una Brexit
continua a pagina 50 » scita. Su alcuni aspetti, come gli investi- morbida, sarebbero pura fantasia. u fas

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 49


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
In copertina
stra, più Brexit), un’uscita dall’Unione che in un’epoca in cui l’elettorato è volubi- cazione”, cioè il destino toccato al Partito
europea di tipo “progressista”. Manovre e le e pronto a cambiare idea con disinvol- socialista greco (Pasok), ridotto all’irrile-
intrighi hanno quindi frenato la lenta evo- tura – come dimostrano gli imprevedibili vanza come altri partiti progressisti in Eu-
luzione del partito verso la sua attuale po- alti e bassi dei liberaldemocratici, del Par- ropa. Immaginate cosa sarebbe successo
sizione: sulla Brexit servono un nuovo ac- tito nazionale scozzese e del Brexit party se il Labour avesse evitato, come chiede-
cordo e un nuovo referendum. E ancora: – si sprechi un’opportunità unica. L’auto- vano insistentemente dopo la sconfitta
uno dei motivi per cui lo sgradevole dibat- rità del partito e il suo pensiero sono anco- del 2015 i cosiddetti moderati, di riconsi-
tito sull’antisemitismo interno al partito ra troppo accentrati. Se la sini- derare radicalmente le proprie
ha fatto tanti danni è stato il deplorevole stra laburista non si radica nelle posizioni e, lasciandosi guidare
arroccamento iniziale, figlio di una men- comunità che vuole rappresen- dai sondaggi, si fosse imbarcato
talità da bunker. Grazie alla sua visione tare, rischia di essere spazzata in una caccia agli elettori centri-
più pluralistica della politica, Momentum via al prossimo giro di boa. “Il sti e con redditi medio alti. Diffi-
ha subito riconosciuto il problema e ha vento non è più la forza che era cile immaginare in che disastro
cercato di risolverlo. un tempo”, scrive Lawson in un suo re- sarebbe sprofondato. Invece, liberandosi
Uno dei motivi di questo ritorno alla cente saggio. “Mentre il sole ha tutte le della camicia di forza ideologica della “fi-
logica del vento di Esopo nelle alte sfere qualità per diventare un nuovo modello di ne della storia”, che dalla caduta del muro
laburiste è che, fin dal primo giorno della cambiamento”. di Berlino imprigiona ogni discorso politi-
sua elezione, Corbyn è stato costretto sul- co, il corbynismo ha allargato i confini del
la difensiva dagli attacchi dei mezzi d’in- Un nuovo progetto politicamente possibile, rompendo, come
formazione e dall’opposizione interna. Che il corbynismo piaccia o meno, i suc- dice Lawson, “quello strato di permafrost
Ancora oggi molti deputati laburisti consi- cessi che ha ottenuto finora – molti dei che per trent’anni non ha permesso ai no-
derano la corrente corbyniana una forza quali solo quattro anni fa erano inimmagi- stri sogni di germogliare”.
faziosa, ossessionata dal desiderio di oc- nabili – sono straordinari. Ha riportato la Se il 12 dicembre il corbynismo doves-
cupare i vertici del partito. Qualche intrigo parola socialismo al cuore del discorso po- se espugnare la fortezza e andare al gover-
di sicuro c’è stato, ma spesso nella direzio- litico britannico e ha spostato a sinistra il no, le sue contraddizioni verrebbero sicu-
ne opposta. Alcuni deputati hanno com- baricentro del dibattito, non solo nel Par- ramente alla luce. Con l’economia in crisi,
plottato per far fuori Corbyn subito dopo tito laburista ma anche, almeno in termini il tessuto sociale a brandelli e le infrastrut-
la sua conquista della leadership, nel 2015. di politica economica, nell’intero paese. ture democratiche lacerate, un governo
Altri lo hanno fatto dopo il referendum Nel 2019 “austerità” è diventata una paro- Corbyn dovrebbe affrontare una situazio-
sulla Brexit del giugno 2016, sostenendo la da evitare, alla quale perfino i conserva- ne estremamente difficile. Come osserva
la candidatura di Owen Smith, chiara- tori cercano disperatamente di non farsi Tom Blackburn, c’è il rischio che, pur
mente destinata al fallimento. associare, mentre il Financial Times ha avendo evitato di fare la fine del Pasok, al
Il corbynismo, quindi, ha consumato dichiarato in prima pagina che il capitali- Partito laburista tocchi la sorte di Syriza, il
molte energie per garantirsi la sopravvi- smo attuale ha bisogno di un “reset”. partito di sinistra arrivato al potere in Gre-
venza, non solo a Westminster. Anche Il progetto di Corbyn ha contribuito a cia nel 2015 cavalcando l’opposizione al
Momentum è stato costretto a usare le sue salvare il Partito laburista dalla “pasokifi- vecchio sistema e ben presto costretto a
risorse per difendere Corbyn. Il punto è ridimensionare le sue ambizioni radicali.
che l’obiettivo di dar vita a un tipo diverso “Sono ottimista e al tempo stesso mol-
di politica rischia sempre di essere relega- Da sapere to, molto pessimista”, dice Aliya Yule, che
to in secondo piano da problemi più im- Le accuse di antisemitismo ha fondato insieme ad altri giovani Labour
mediati, come la lotta per le cariche nel for a green new deal, l’organizzazione che
partito. Questo ha privato il corbynismo di u In un articolo pubblicato dal Times il 26 no- ha spinto il partito ad adottare l’ambizioso
una parte delle sue energie ribelli, lascian- vembre il rabbino capo del Regno Unito, obiettivo di azzerare completamente le
do la base, ancora numerosa ma in fase di Aphraim Mirvis, ha scritto che nel Labour il “ve- emissioni entro il 2050. “Non credo che la
leno dell’antisemitismo ha messo radici, con
ridimensionamento, demotivata e senza sinistra abbia risvegliato abbastanza la co-
l’approvazione della dirigenza”. L’articolo di
guida, almeno nelle fasi non elettorali. scienza di classe e abbia veramente cam-
Mirvis, scrive il Financial Times è “uno dei
“Per certi versi l’avvicinarsi delle ele- più duri interventi da parte di un’autorità religio-
biato la politica, al di là della figura di Cor-
zioni ha generato nel partito un’evidente sa mai visti in una campagna elettorale. Sotto la byn. Dobbiamo organizzarci all’interno
ritrosia a prendere rischi”, sostiene Tom guida di Jeremy Corbyn il Labour è stato spesso delle comunità molto più di quanto stiamo
Blackburn, che lavora per Momentum e accusato di tollerare sentimenti antisemiti e di facendo adesso. Non siamo ancora riusci-
scrive per New Socialist, uno dei siti d’in- non fare abbastanza per sradicarli. Corbyn ha ri- ti a comunicare alla gente qual è la nostra
formazione di sinistra nati nell’orbita del sposto a Mirvis invitando la comunità ebraica a ideologia e per che cosa ci battiamo”.
progetto di Corbyn. “La tentazione è sem- ‘impegnarsi’ con i laburisti e ha sottolineato che Probabilmente le prossime elezioni si
pre la stessa: evitare di agitare troppo le i meccanismi disciplinari interni sono stati ‘rapi- riveleranno un abbaglio, soprattutto se il
di ed efficaci’. ‘L’antisemitismo è ripugnante in
acque nella speranza che il partito sia pre- Partito laburista perderà. Ma la delusione
ogni sua forma, è un male della nostra società’,
miato e riesca ad andare al governo. Lo sarà ugualmente forte anche se il corbyni-
ha detto. ‘Non ha diritto di cittadinanza nel Re-
scollamento tra i leader e la base”, prose- gno Unito di oggi e non sarà in nessun modo tol-
smo vincerà e poi, una volta al potere, si
gue Blackburn, “è la conseguenza del pa- lerato sotto un governo laburista’. Lo scorso lu- dimostrerà incapace di mantenere le pro-
ternalismo radicato nel Labour e della sua glio Mirvis aveva accolto la nomina di Boris messe di cambiamento. Questo non signi-
riluttanza a sfruttare fino in fondo le capa- Johnson alla guida del Partito conservatore con fica, tuttavia, che quel fermento non sarà
cità dei suoi stessi militanti”. Il timore è un tweet di congratulazioni”. servito a nulla. I conservatori di Edward

50 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Militanti del Labour durante il congresso del partito. Brighton, 19 settembre 2019
DAN KITWooD (GETTY IMAGES)

Heath cominciarono a parlare di libero dice che dovremmo cercare l’anima di siamo trovarla nella battaglia che si è svol-
mercato nel 1970, ma realizzarono il loro questo paese, io l’ho trovata nell’impegno ta a settembre dietro le quinte dell’Hilton
programma solo negli anni ottanta, con di base. Evidentemente in passato aveva- Metropole di Brighton durante il congres-
una leadership diversa. mo cercato nei posti sbagliati”. so laburista: Aliya Yule e gli altri sosteni-
Il corbynismo, come il thatcherismo, Ma questi cambiamenti sono davvero tori del new deal verde erano accampati
non dovrebbe essere giudicato solo in ter- destinati a durare? Se il Partito laburista nei corridoi per cercare di difendersi dalle
mini elettorali. Il suo successo consisterà non andrà al governo, probabilmente Cor- pressioni dei sindacati e dei vertici del
nell’aver dato un nuovo significato alla pa- byn non rimarrà in circolazione a lungo, e partito per annacquare il progetto sull’az-
rola “buonsenso” e aver costruito una i candidati alla successione della sua area zeramento delle emissioni. La loro vitto-
maggioranza favorevole a una politica dovranno affrontare sfide molto difficili. ria – anche spostando la data dell’azzera-
economica di sinistra e a un progetto che, In una prima fase anche da parte della si- mento delle emissioni dal 2030 al 2050, i
come ha sottolineato Corbyn stesso, vada nistra moderata del partito. laburisti hanno sottoscritto il programma
oltre la difesa delle conquiste delle gene- Ma anche se i laburisti fossero sconfit- ecologista più radicale mai approvato da
razioni precedenti e segni l’inizio della ti, il programma di Corbyn non verrebbe un grande partito – fa pensare che i giova-
costruzione di un paese pronto per il futu- gettato alle ortiche: per ora chiunque aspi- ni attivisti potrebbero avere la meglio. “Il
ro. Lontano da occhi indiscreti, il lavoro in ri a guidare il partito dovrà accettarlo. Al- new deal verde è nato grazie al modo in cui
questa direzione è già cominciato, con meno finché non avrà conquistato la lea- il movimento laburista è cambiato sotto la
quella che Meadway chiama “la costru- dership. E nonostante le tensioni interne, guida di Corbyn, in quello spazio che si è
zione delle istituzioni”: la creazione di la sinistra laburista gode di buona salute, aperto e ha permesso agli iscritti di mobi-
istituti di ricerca di sinistra come Com- molto più dell’ala blairiana, ridotta a lan- litarsi su determinati temi”, mi ha detto
mon wealth e il lancio di nuove iniziative ciare attacchi e accuse perché incapace di Yule. “Sappiamo che con queste idee pos-
di educazione alla politica di base come trovare un’adeguata risposta al crollo del- siamo vincere. Non ne potevamo più di
The world transformed, il festival appog- la fiducia nell’ideologia di mercato. Anche sentirci dire dall’alto che era un sogno im-
giato da Momentum che si svolge paralle- le dimissioni di Tom Watson, che pure non possibile”. u bt
lamente al congresso ufficiale laburista. è un blairiano, sono state rivelatrici: chi
“Quando entri in contatto con le co- non è di sinistra ha difficoltà a immagina- L’AUTORE
munità locali ti accorgi che ci sono moltis- re un futuro nel partito. Jack Shenker è un giornalista britannico.
simi attivisti pronti a mobilitarsi”, mi ha Tutto questo lascia ancora aperta la Vive tra Londra e Il Cairo. Il suo ultimo libro
detto Faiza Shaheen quando le ho chiesto questione di quale tipo di corbynismo è Now we have your attention: the new politics
se fosse ottimista per il futuro. “La gente avremo in futuro. La risposta, forse, pos- of the people (Bodley Head 2019).

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 51


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Botswana

Il peso
degli
elefanti
Bastian Berbner, Die Zeit, Germania
Negli ultimi decenni nessun paese al mondo ha
fatto quanto il Botswana per proteggere gli
elefanti. Ma allora perché il nuovo presidente
ha deciso di riaprire la caccia?
on le sue quasi dieci ton- vedono ippopotami, scimmie, bufali e un

C nellate di peso, i quattro


metri d’altezza, le zanne e
la proboscide, l’elefante
sembra uscito dalla prei-
storia. Quando gli esseri
umani abbandonarono le savane africa-
coccodrillo. Ma soprattutto elefanti: ele-
fanti che fanno il bagno nel fango, elefanti
che nuotano nel fiume, un cucciolo di ele-
fante che si abbevera goffamente. Quan-
do il tramonto immerge il paesaggio in
una luce dorata, la capitana dirige la barca
ANN AND STEVE TOON (ALAMY)

ne per andare alla conquista del mondo, verso un branco di elefanti sulla riva, ad
annientarono una specie dopo l’altra gli appena quattro metri di distanza.
animali di grande taglia. In Nordamerica Scendendo dalla barca Fabian fa un
toccò alla tigre dai denti a sciabola e al gran sorriso: “Pensavo che saremmo riu-
mammut, in Sudamerica a bradipi lunghi sciti a vederne al massimo due o tre. Si
sei metri e a roditori grandi come orsi, in sente sempre dire che sono in via d’estin-
Australia al leone marsupiale e a uccelli zione”. Invece ne hanno visti centinaia.
grandi il doppio degli struzzi. È soprav- In nessun altro paese al mondo ci sono modo più politicamente corretto possibi-
vissuto solo l’elefante, che è una contrad- tanti elefanti quanti in Botswana: circa le. Il Botswana è noto per essere il paese
dizione vivente: forte e vulnerabile, goffo 135mila. E non c’è luogo del Botswana più dell’Africa con meno corruzione. La sua
e agile, tenero e imponente. Minacciato e popolato di questi animali delle rive del democrazia funziona e non è mai stato
minaccioso. fiume Chobe. Allo stesso tempo in nessun coinvolto in guerre. Per chi ha a cuore
In una barca su un fiume del Botswana altro posto i turisti pagano tanto per ve- l’ambiente e i diritti delle donne ci sono
settentrionale, Gudrun osserva con il bi- derli. Nel mercato dei safari, il Botswana lodge come quello in cui alloggiano Gu-
nocolo un branco di babbuini, mentre suo attira clienti in cerca di un’esperienza drun e Fabian, che hanno barche a energia
figlio Fabian indica una macchia grigia esclusiva. La stanza del lodge dove per- solare e dove le guide sono tutte donne.
sulla riva. È ancora lontana, ma con quel- nottano Gudrun e Fabian costa duemila Ma, soprattutto, il Botswana è il paese
le orecchie svolazzanti e la proboscide è dollari. A notte. africano che vanta più successi nella pro-
inconfondibile. Secondo Caspar Venter, un sudafrica- tezione della fauna. L’animale che meglio
Per i tedeschi Gudrun e Fabian, lei do- no titolare di un’agenzia in Germania spe- rappresenta questi successi è l’elefante
cente universitaria, lui studente di econo- cializzata in viaggi e safari in Africa, chi va africano di savana (Loxodonta africana).
mia aziendale, è il primo giorno di safari. in vacanza in Botswana è ricco e vuole La lotta per la sua sopravvivenza è in cor-
Nel loro giro in barca, che dura tre ore, scoprire la natura selvaggia africana nel so da molti anni. Per i biologi è una specie

52 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Elefanti nell’area protetta di Khwai, nel nord del Botswana, agosto 2018

chiave, svolge cioè un ruolo fondamenta- Congo e nella Repubblica Centrafricana che si possa immaginare. Il mondo è ri-
le nel suo ecosistema. Abbattendo gli al- sono praticamente spariti. In Kenya e in masto a bocca aperta di fronte all’epilo-
beri, gli elefanti liberano spazi per le pra- Tanzania il numero di esemplari è più al- go, drastico e inaspettato, di una storia di
terie, dove zebre, antilopi, giraffe e altri to, ma è in calo. La loro popolazione si sta successo che sembrava portare solo van-
animali possono andare a nutrirsi. Allo riducendo un po’ ovunque, ma non in taggi: agli elefanti, che potevano soprav-
stesso tempo, però, gli spazi aperti richia- Botswana. Un terzo degli elefanti africa- vivere; al Botswana, che guadagnava mi-
mano i predatori. Così si stabilisce un ni rimasti vive in questo paese, che è un lioni di dollari con il turismo; ai turisti, a
equilibrio naturale: gli elefanti sono inge- baluardo nella lotta contro l’estinzione cui regalava momenti emozionanti.
gneri dell’ecosistema. della specie.
All’inizio del novecento in Africa vive- O forse dovremmo dire che lo era? La battaglia di una vita
vano circa dodici milioni di elefanti, Perché nel maggio di quest’anno il presi- In una strada secondaria della capitale
mentre oggi sono meno di 400mila. dente Mokgweetsi Masisi ha fatto una Gaborone, a pochi minuti d’auto dal quar-
Nell’Africa occidentale gli elefanti sono dichiarazione sconvolgente: il Botswana tiere governativo, arriviamo a un cancello
ormai così rari che molti abitanti di que- consentirà di nuovo la caccia agli elefan- che si apre cigolando. Qui abita l’uomo
sta regione non ne hanno mai visto uno. ti. Il paese dei safari politicamente cor- che ha trasformato il Botswana in un mo-
Anche nella Repubblica Democratica del retti fa la cosa più politicamente scorretta dello per la tutela degli animali. Due guar-

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 53


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Botswana
Elefanti in un acquitrino nell’area del fiume Chobe, in Botswana, 20 settembre 2018
MONIRUL BHUIYAN (AFP/GETTY IMAGES)

die ci indicano la strada. Superiamo tre esemplari erano 80mila, alla fine del de- razzano tutti in Botswana. Sanno di essere
cani e due Land Rover. All’interno dell’a- cennio centomila e il loro numero conti- al sicuro, mentre in Namibia li attendono
bitazione le pareti sono piene di fotografie nuava a crescere. i cacciatori. Durante il giro in barca vedia-
del padrone di casa in compagnia di per- Nel 2008 Ian Khama, allora leader del mo un branco di 38 elefanti nuotare verso
sonalità mondiali. Botswana democratic party (al governo la Namibia. Torneranno indietro prima
Seduto su un divano a righe, l’ex presi- dai tempi dell’indipendenza), diventò che faccia buio, spiega la capitana. Di not-
dente del Botswana, Ian Khama, ci rac- presidente. Forte dei suoi nuovi poteri, te quel lato diventa più pericoloso, perché
conta che gli animali sono la passione del- portò avanti la sua missione. Nominò suo oltre ai cacciatori ci sono i bracconieri.
la sua vita. Due settimane fa ha visto un fratello ministro dell’ambiente e ampliò Anche in Zambia e in Zimbabwe si spa-
elefante con le zanne lunghe fino a terra. le riserve naturali, che oggi coprono il 40 ra agli elefanti, mentre in Angola gli ani-
Non vuole dirci dove, per proteggere l’ani- per cento del territorio nazionale. Nel mali corrono il pericolo di calpestare le
male. Khama spiega che un giorno, a metà 2014 poi introdusse una misura radicale: mine, che risalgono ai tempi della guerra
degli anni novanta, quando era capo il divieto assoluto di caccia. civile. Siccome non erano al sicuro in nes-
dell’esercito, ricevette la notizia che alcu- suno di questi posti, negli ultimi anni mol-
ni bracconieri avevano ucciso uno degli Un posto sicuro ti elefanti hanno lasciato l’altopiano ango-
ultimi rinoceronti rimasti nel paese. A Gli elefanti sono animali intelligenti. An- lano seguendo il corso del fiume Okavan-
quel punto prese una decisione: visto che che se non sanno leggere una cartina geo- go, hanno percorso le steppe zambiane e
la situazione in Botswana era tranquilla, grafica, sanno benissimo dove sono i con- le distese namibiane, e infine hanno attra-
inviò buona parte delle truppe nella bo- fini. Lungo il fiume Chobe, le macchine versato a nuoto il fiume per approdare in
scaglia, incaricando i soldati di pattugliare fotografiche e i binocoli di Gudrun e Fa- quello che nel mondo umano si chiama
il nord. E ordinò di shoot to kill, sparare per bian puntano sempre verso la riva del Bot- Botswana e che nel mondo dei bisogni
uccidere. Poco dopo tra i cacciatori di fro- swana. L’altra riva è in Namibia. animali è sinonimo di sicurezza.
do ci furono i primi morti. Da quella parte l’erba alta sembra un E qui sono rimasti.
Khama fece arrivare alcuni esemplari invito per gli elefanti, mentre in Botswana Mike Chase è un biologo che gestisce
di rinoceronte dal Sudafrica e gli animali ci sono ormai chiazze quasi interamente un centro di ricerca sugli elefanti nel nord
cominciarono a riprodursi. In seguito i brulle. I due paesi non sono divisi da un del paese. Negli ultimi vent’anni ha messo
guardacaccia del ministero dell’ambiente muro o da una recinzione, ma solo dal fiu- dei collari dotati di gps a centinaia di
constatarono con stupore che un’altra me, largo circa cinquanta metri, che gli esemplari. Sul suo computer ci sono map-
specie era in aumento: quella degli ele- elefanti, eccellenti nuotatori, potrebbero pe cosparse di puntini colorati che indica-
fanti. All’inizio degli anni novanta gli attraversare senza difficoltà. Eppure scor- no i luoghi dove vivono gli animali. Il Bot-

54 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
swana è pieno di pallini, i paesi vicini no. zo. Per tenere lontani gli elefanti servono
Gli elefanti arrivano fino al confine e tor- recinzioni elettrificate dove passa una
nano indietro. Capita che qualcuno osi corrente da settemila volt. Capita che gli
spingersi oltre, ma poi torna presto sui elefanti rovescino un tronco d’albero su
suoi passi. Non sappiamo come facciano questo tipo di recinzione e poi scavalchi-
gli elefanti a comunicare tra loro quali so- no con attenzione i fili caduti a terra, ma
no i posti sicuri, ma sappiamo che lo fan- succede raramente.
no. Sono animali sociali, provano com- Squilla il telefono: ecco le coordinate.
passione e dolore, si proteggono a vicenda Thebe dirige la macchina verso il fiume e
dai predatori. In qualche modo tra gli ele- poi, quando la vegetazione s’infittisce,
fanti dell’Africa meridionale si è diffusa la proseguiamo a piedi. Sentiamo l’odore
notizia che in Botswana si vive bene. La dell’elefante morto molto prima di veder-
politica di Khama ha trasformato i com- fuori Kasane, all’ingresso del parco nazio- lo. A ogni passo Thebe batte forte le mani
portamenti di questi animali. nale. Negli ultimi anni, aggiunge, gli ele- per allontanare gli eventuali predatori.
Il Botswana e il suo presidente hanno fanti hanno abbattuto la maggior parte L’elefante è steso sulla sabbia, poggia-
ricevuto il plauso della comunità interna- degli alberi in prossimità della riva. to sul lato sinistro, con gli occhi chiusi e la
zionale per aver introdotto il divieto di Sulla porta di metallo verde del suo uf- bocca piena di vermi. Dev’essere morto
caccia. Khama ha ricevuto un importante ficio c’è il cartello “Human-wildlife con- da almeno tre giorni. Le zanne sono al lo-
incarico in un’organizzazione statuniten- flict” (conflitto tra esseri umani e animali ro posto. È un bene: non sono stati i brac-
se per la tutela degli animali, ha tenuto selvatici). È il nome del reparto che dirige. conieri. Non ha la bava alla bocca, e anche
discorsi alle fiere del turismo e poi, nell’a- In realtà potrebbe chiamarsi “Human- questo è un bene: probabilmente non è
prile del 2018, dopo dieci anni al potere, ha elephant conflict” (conflitto tra esseri morto di antrace.
dato l’addio alla politica. Il nuovo presi- umani ed elefanti). Thebe ispeziona il cadavere. Sulla pan-
dente è Mokgweetsi Masisi, vice di Kha- Quando sale sul suo fuoristrada, The- cia dell’animale, proprio dietro le zampe
ma e da lui scelto come successore. Kha- be indossa un’uniforme beige, occhiali da anteriori, c’è il foro di un proiettile. “Pro-
ma si è ritirato a vita privata, ma poi si è sole e stivali pesanti. Nella cosiddetta en- babilmente è stato un contadino”, dice
chiesto se ha sostenuto la persona giusta. clave del parco, in cui sorgono cinque vil- Thebe indicando una recinzione di legno
laggi, qualcuno ha trovato il corpo di un a circa duecento metri di distanza.
Ottantamila in più elefante. Thebe non ha ricevuto le coordi- Spesso, spiega, quando i campi sono
Masisi è appena tornato da un incontro a nate esatte del posto, ma non vuole per- pieni di mais o miglio, i branchi di elefanti
porte chiuse con il presidente namibiano dere tempo. divorano il raccolto nel giro di poche ore.
in una località in mezzo alla boscaglia. Sul rettilineo che attraversa il parco na- È il lavoro di un anno intero. I contadini
Quando si accomoda all’estremità di un zionale Thebe corre a 140 chilometri all’o- che possono permettersi le recinzioni
lungo tavolo di legno scuro, indossa anco- ra, anche se il limite è di 80. Supera di vo- elettrificate sono pochissimi. Su racco-
ra il gilet beige da safari sopra la camicia lata le giraffe e i facoceri. A un certo punto mandazione del governo, alcuni cercano
bianca. Tendendosi in avanti con le dita deve fermarsi perché un branco di elefan- di proteggere i campi con la polvere di pe-
intrecciate, come se stesse pregando, di- ti attraversa la strada. Raggiunta peroncino. Pestano i peperonci-
ce: “Ho fatto la cosa migliore per il paese.” l’enclave guarda il telefono: an- ni piccanti e mettono la polvere
Sostiene che negli anni novanta gli cora niente coordinate. Allora in un secchio pieno di concime,
esperti abbiano calcolato il numero di ele- gira a sinistra, sale su una collina poi aggiungono un pezzo di car-
fanti che la scarsa vegetazione del Bot- e parcheggia di fianco a una ca- bone ardente. Il fumo acre do-
swana è in grado di nutrire. Un elefante panna di legno. Vuole incontra- vrebbe servire a tenere lontani
adulto consuma 250 chili al giorno tra er- re un allevatore di cui gli ha parlato un gli elefanti. Ma se il vento cambia direzio-
ba, semi, rami e corteccia e beve 160 litri collega. Dalla capanna esce un uomo con ne diventa tutto inutile. C’è chi tira le pie-
d’acqua. Il risultato di quello studio è stato una maglietta logora, che porta Thebe al tre agli elefanti, chi suona i tamburi e chi
54mila elefanti. recinto delle mucche. Quella mattina nel- spara: qualcuno in aria, qualcun altro mi-
Secondo Masisi “al momento ce ne so- la recinzione ha trovato un buco largo tre ra al cuore o alla testa.
no almeno 135mila”. metri. Thebe ispeziona le orme nella sab- Thebe chiama un collega perché ven-
Il problema è nello scarto tra i due dati: bia. Ipotizza che nella notte due o tre ele- ga a estrarre le zanne dell’elefante e a bru-
80mila elefanti. fanti siano entrati nel recinto. È stato for- ciare la carcassa. Poi porterà l’avorio in un
Le conseguenze si vedono facilmente tunato, spiega l’allevatore: leoni e leopardi deposito sicuro.
nel parco nazionale di Chobe, special- non hanno approfittato del buco per cattu- Ottantamila elefanti mangiano sette
mente se lo si osserva da un aereo. Quan- rare una mucca. “La prossima volta spare- milioni di tonnellate di cibo all’anno e be-
do ci si avvicina alla città di Kasane, si ve- rò all’elefante”, aggiunge. vono cinque milioni di metri cubi d’acqua,
de che sul lato botswaniano del fiume Nella zona il problema è sempre que- quasi il doppio del volume della piramide
Chobe non ci sono quasi più alberi per al- sto: le recinzioni non reggono. In teoria di Cheope. Il Botswana è un paese semi-
meno cinquecento metri dalla riva. In Na- per proteggere i bambini che frequentano desertico, dove da maggio a novembre
mibia la foresta arriva fino all’acqua. la scuola secondaria c’è una recinzione di piove pochissimo.
È opera degli elefanti, spiega Horatius metallo blu, solo che è in gran parte divel- Nel nord del paese tre specie competo-
Thebe, 39 anni. L’ufficio di questo guarda- ta e in alcuni punti è coperta di vegetazio- no per le scarse risorse. Gli esseri umani:
caccia del ministero dell’ambiente si trova ne. Hanno smesso di ripararla da un pez- negli ultimi anni il boom turistico ha tra-

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 55


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Botswana
sformato Kasane da villaggio in una picco- liberamente con un campanaccio al collo. to in missione sei ministri e un deputato
la città. Per costruire alberghi e centri Pharudi e il cugino erano in giro da cir- del partito di governo per scoprire cosa
commerciali servono terreni; per irrigare ca mezz’ora quando hanno visto un ele- pensasse la popolazione degli elefanti. In
le aree verdi dei centri commerciali e ri- fante maschio a quindici metri di distan- ogni quartiere e in ogni villaggio del paese
empire le piscine degli hotel serve acqua. za. Dopo un attimo di esitazione, l’elefan- c’è una piazza centrale, la kgotla. Solita-
Le mucche: quasi ogni abitante del te li ha caricati a testa bassa. mente gli abitanti si riuniscono a discute-
Botswana possiede delle mucche, com- Pharudi racconta che suo cugino è re all’ombra di una grande acacia. Tutti
presi impiegati e dipendenti pubblici. Più scappato a sinistra e lui a destra. Lui è in- hanno diritto di parola, capivillaggio e di-
bestie hai, di più prestigio sociale godi. Un ciampato e ha visto l’elefante rincorrere il soccupati, bambini e pensionati, uomini e
numero maggiore di persone implica più cugino. Si è rialzato e si è messo a correre donne. Per tre mesi i politici hanno per-
mucche, e le mucche hanno bisogno di senza più voltarsi. Il giorno successivo la corso il paese, ascoltando la gente.
bere e mangiare. famiglia ha celebrato i funerali di due fra- Ancora prima che morisse il cugino di
Gli elefanti: vedi sopra. telli. Joe Pharudi, la gente di Semolale aveva
Tre giorni dopo Joe Pharudi era seduto chiesto al governo di vendere o uccidere
Danni ingenti su un fuoristrada tra due ranger. Hanno gli elefanti, o comunque di fare in modo
A un primo sguardo il Botswana sembra attraversato la savana ricoperta di arbusti che non costituissero più una minaccia. In
vuoto. È grande come la Francia ma ha alzando dietro di loro una nuvola di polve- altri villaggi gli abitanti hanno chiesto di
meno abitanti di Berlino. Eppure la scarsi- re rossa. In un’altra macchina c’erano due castrarli, di macellarli per la festa nazio-
tà di risorse produce conflitti ovunque. In poliziotti e un gruppo di operatori della tv nale o preteso che il governo erigesse re-
alcune località le persone si spingono in nazionale. Le macchine si sono fermate cinzioni elettrificate o scavasse fossati in-
territori abitati dagli elefanti. A Kasane, nel punto dov’era stato ritrovato il cada- torno ai villaggi. Alcuni hanno ricordato
per esempio, case, benzinai e hotel lungo vere del cugino di Pharudi. che in passato, quando era permesso spa-
il fiume tagliano la strada agli animali che Un poliziotto ha indicato due solchi rare agli elefanti, le comunità rurali ven-
cercano l’acqua. Gli animali, a loro volta, nella sabbia dalla forma allungata. Qui devano le licenze di caccia agli occidenta-
vanno ad abbeverarsi nelle piscine. l’elefante aveva impalato la vit- li ricchi, che erano disposti a pa-
Altrove sono gli elefanti a penetrare tima con le zanne per lanciarla gare anche 40mila dollari a ele-
nel territorio degli esseri umani, soprat- per aria, ha spiegato. Poi ha mo- fante. Questi soldi servivano poi
tutto quando c’è la siccità. Vanno a bere strato un albero, rosso di san- a finanziare scuole, presidi sani-
dai pozzi dei contadini distruggendo gue. Gli occhi di Joe Pharudi si tari e strade, o venivano ridistri-
pompe e generatori. A volte con le zanne sono riempiti di lacrime. Uno buiti tra gli abitanti.
bucano le grandi cisterne di plastica dove dei ranger ha aggiunto: “Se ti attacca un Il rapporto presentato a Masisi conte-
i contadini raccolgono l’acqua. leone, fermati e fissalo negli occhi, forse ti neva un grido d’allarme. E una raccoman-
Nell’ufficio accanto a quello di Hora- risparmierà. Se ti attacca un leopardo, fer- dazione: “Bisognerebbe sospendere il
tius Thebe, un impiegato ha davanti a sé mati e fai rumore, e avrai una possibilità. divieto di caccia”.
un mucchio di carte. Legge e timbra, leg- Ma se ti attacca un elefante puoi solo met- Nella sala dove si riunisce il governo
ge e timbra: sono tutte segnalazioni che terti a pregare. L’unica cosa è sparargli Masisi spiega: “Il mio predecessore ha
riguardano il conflitto tra esseri umani e una pallottola in testa”. vietato la caccia senza chiedere alla gente
animali selvatici. Un contadino deve rice- Il cugino di Joe Pharudi è il secondo cosa ne pensava, io invece seguo le racco-
vere 157 pula (13 euro) per una capra ucci- abitante del villaggio ucciso da un elefan- mandazioni del popolo”. Il governo ha
sa da un leopardo. Un altro mille pula (83 te. Non è facile sapere quante persone si- così deciso di rilasciare licenze di caccia
euro) per un vitello mangiato da un leone. ano state uccise dagli elefanti in Botswa- per quattrocento elefanti all’anno, come si
Ma il più delle volte le segnalazioni ri- na, perché ogni regione rileva i suoi dati. faceva in passato. Masisi, però, vuole ras-
guardano gli elefanti. Nella sola Kasane negli ultimi quattro sicurare i suoi detrattori: “Il numero di
Un contadino scrive che due elefanti mesi ci sono state tre vittime. elefanti rimarrà stabile. Ci siamo presi cu-
hanno distrutto gli alberi di mango da- Forse il Botswana ha esagerato nel pro- ra di loro per anni e continueremo a farlo”.
vanti alla sua abitazione. Il proprietario di teggere i suoi elefanti, al punto che ora Il ragionamento del capo dello stato è
una casa dev’essere risarcito per i danni a sono troppi? Appena entrato in carica, il questo: su una popolazione di 135mila
un muro. Nel 2018 il governo ha speso 25 presidente Mokgweetsi Masisi ha manda- esemplari quattrocento animali non fan-
milioni di pula (due milioni di euro) per no la differenza per quanto riguarda la
risarcire i danni provocati dagli animali, conservazione della specie. Ma dandogli
dice Thebe. Il Botswana sembra la caccia nei posti dove creano più proble-
Ottocento chilometri a sudest di Kasa- mi, gli elefanti finiranno per allontanarsi
ne c’è Semolale, il villaggio dov’è nato Joe
vuoto: è grande come da quei territori e per ritirarsi nei parchi
Pharudi. Un sabato di giugno è andato al la Francia e ha meno nazionali e nelle riserve dove il divieto di
funerale di un cugino. Come da tradizio- caccia sarà applicato rigidamente. Gli al-
ne, la famiglia voleva macellare una muc-
abitanti di Berlino. Ma levatori potranno di nuovo occuparsi dei
ca in onore degli invitati. Pharudi e un al- la scarsità di risorse loro animali senza preoccupazioni e i con-
tro cugino, il fratello minore del morto, si tadini potranno tornare tranquillamente
sono incamminati verso la boscaglia per
produce conflitti a coltivare i campi. In questo modo gli abi-
andare a prendere una mucca: in Botswa- ovunque tanti del Botswana hanno la sensazione
na è normale che gli animali si muovano che il governo stia facendo qualcosa per

56 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Il parco nazionale del Chobe nel 1999
SCIENCE PHOTO LIBRARY/AGF

loro. È importante anche dal punto di vi- tutelassero gli elefanti allo stesso modo, è fanno vittime, ma nessuno pretende che
sta psicologico, sottolinea il presidente: probabile che questi animali tornerebbe- le mucche vengano uccise. Quello nel bel
così si evita che prendano l’iniziativa e ro anche in Namibia, Angola, Zambia e mezzo della savana del Botswana è un
sparino. Zimbabwe. E i puntini colorati sulle map- conflitto tipico dell’età moderna: il con-
pe del biologo Mike Chase sarebbero di- trasto tra interessi nazionali e globali, tra i
Decisioni da ponderare stribuiti più uniformemente. bisogni di un popolo e quelli dell’umanità.
Dappertutto in Africa c’è carenza di ele- Gli altri paesi dovrebbero impegnarsi a Ian Khama non voleva restare a guar-
fanti, solo in Botswana sono troppi. Masi- combattere più seriamente i bracconieri. dare mentre il suo successore distruggeva
si racconta che quando gli chiedono per- Ma serve una situazione politica stabile, e il lavoro di una vita. Perciò ha infranto una
ché non regala qualche migliaio di elefan- dei ranger formati e ben pagati, in modo delle leggi non scritte del paese, quella per
ti ai paesi che non ne hanno, lui risponde che non si facciano corrompere dai brac- cui un presidente si ritira dalla politica do-
che lo farebbe volentieri, se solo qualcuno conieri. Inoltre per riuscire a controllare la po l’ultimo mandato. Lui invece ha fonda-
venisse a prenderli. savana i governi dovrebbero mettere a di- to un nuovo partito, che si è presentato
Il problema del Botswana con gli ele- sposizione veicoli e armi, costruire avam- alle elezioni del 23 ottobre (vinte di nuovo
fanti sembra avere due soluzioni possibi- posti, organizzare pattuglie e investire in dal Botswana democratic party).
li. L’abbattimento di massa, che Masisi apparecchiature di sorveglianza. A volte la ricerca della verità è un’im-
esclude categoricamente; o una tutela Sia per Khama sia per Masisi la coope- presa difficile perché di verità non ce n’è
degli elefanti estesa non solo al Botswana razione internazionale sarebbe la soluzio- una sola, ma due che sembrano escludersi
ma anche ai paesi limitrofi, in modo che ne migliore. Ma entrambi sanno che per a vicenda. In questo caso le due verità so-
gli elefanti “profughi” possano tornarci. È realizzarla servono decenni di lavoro. no che l’essere umano minaccia l’elefan-
proprio questo il tentativo fatto nella Ka- Nel frattempo il Botswana cosa do- te, e l’elefante minaccia l’essere umano.
vango-Zambezi transfrontier conserva- vrebbe fare? Secondo Masisi non si può Il ranger di Semolale ha detto che di
tion area (Kaza). Sulla carta è la più gran- chiedere alla gente di sopportare la lotta fronte all’attacco di un elefante l’essere
de riserva naturale del mondo, e com- con gli elefanti, perciò bisogna consentire umano non ha via di scampo. Non è sem-
prende un’area a cavallo tra Botswana, la caccia. Secondo Khama, invece, la gen- pre vero però, non se l’essere umano ha un
Namibia, Angola, Zambia e Zimbabwe. I te non dovrebbe fare tante storie. Vede un fucile. Forse il fattore decisivo non è tanto
cinque paesi si sono impegnati a renderla certo vittimismo nelle lamentele sui rac- che l’essere umano diventi il più forte, ma
un rifugio per gli animali selvatici. colti e le recinzioni distrutte, come in il più intelligente. E che sappia trovare dei
A oggi, però, l’obiettivo è stato rag- quelle sui morti. In fondo anche gli inci- compromessi. Come sparare solo quattro-
giunto solo in Botswana. Se gli altri paesi denti stradali con le mucche ogni tanto cento volte all’anno. u sk

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 57


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Scienza

Breve storia
del sangue
Jerome Groopman, The New Yorker, Stati Uniti. Foto di Bernard Faucon
Per secoli la curiosità sulle funzioni del sangue ha alimentato teorie pericolose.
Ma anche scoperte rivoluzionarie, che hanno permesso di fare grandi passi avanti
nella comprensione del corpo umano e delle malattie
uarant’anni fa, mentre fre- che il nostro sangue (ognuno di noi ne ha da sorprendersi se questa sostanza occu-

Q quentavo il tirocinio in ema-


tologia all’università della
California a Los Angeles, un
docente cominciò il suo cor-
so citando un verso del Levi-
tico, il terzo libro della Torah e della Bib-
bia: “La vita della carne è nel sangue”. Per
tutti i giovani medici presenti si trattava di
una verità biologica. I globuli rossi tra-
in media tra le nove e le undici pinte, cioè
dai quattro ai cinque litri) percorre ogni
giorno circa ventimila chilometri. La no-
stra rete di vene, arterie e capillari è lunga
circa 96mila chilometri, “più del doppio
della circonferenza della Terra”.
I popoli antichi non sapevano niente di
tutto questo, ma avevano capito l’impor-
tanza del sangue ed erano affascinati dal
pa una posizione centrale in molte religio-
ni e se ancora oggi, nonostante tutto quel-
lo che abbiamo scoperto sulle sue funzio-
ni, siamo ancora affascinati dal suo aspet-
to mistico primordiale. La linea che separa
la medicina dal mito è più sottile di quanto
pensiamo, e il sangue continua ad attra-
versarla costantemente.

sportano l’ossigeno, necessario per far suo mistero. Per loro il sangue era qualco- Letale e purificante
battere il cuore e far funzionare il cervello. sa di nascosto, visibile solo quando usciva In alcune culture la perdita di sangue è
I globuli bianchi ci difendono dagli attac- da una ferita, oppure durante un parto, un percepita come un pericolo non solo per
chi di agenti patogeni. Nel plasma le pia- aborto spontaneo o le mestruazioni, per- l’individuo ma anche per la comunità. In
strine e le proteine formano coaguli che ciò era il simbolo sia della vita sia della un remoto villaggio induista del Nepal
possono impedire emorragie mortali. Il morte. George torna spesso su questa di- occidentale, George ha conosciuto Ra-
sangue è costantemente rinnovato dalle cotomia, che definisce “la doppia natura dha, una chau, che nel dialetto locale si-
cellule staminali del midollo osseo, i glo- del sangue”, e la associa alla figura mitolo- gnifica “donna con le mestruazioni intoc-
buli rossi si rinnovano ogni pochi mesi, le gica di Medusa, una delle tre gorgoni. Si cabile”, di 16 anni. Durante il ciclo Radha
piastrine e la maggior parte dei globuli diceva che nelle vene di Medusa scorres- non può entrare nella casa di famiglia né
bianchi nel giro di pochi giorni. Dato che sero due tipi di sangue: quello a sinistra nel tempio, e non può toccare le altre
le cellule staminali del midollo producono era letale, quello a destra era in grado di donne perché potrebbe contaminarle.
ogni tipo di cellula ematica, quando ven- dare la vita. Controllare il sangue signifi- Non può nemmeno consumare latte o
gono trapiantate possono restituire la vita cava controllare la morte, quindi non c’è burro di bufala, perché gli animali si am-
a un organismo morente. malerebbero e smetterebbero di produr-
Nel libro Nine pints (Nove pinte), uscito re latte. Può mangiare solo riso bollito,
negli Stati Uniti nel 2018, la giornalista Per alcuni popoli il che la sorella minore getta su un piatto da
Rose George esamina non solo la biologia una distanza di sicurezza.
unica del sangue ma anche i suoi aspetti
sangue era visibile La pratica di segregare le donne du-
storici e culturali, e perfino i suoi collega- solo quando usciva da rante il mestruo è molto diffusa. George
menti con l’origine della Terra e della vita. osserva che la parola “tabù” potrebbe de-
“Il ferro contenuto nel nostro sangue vie-
una ferita o durante il rivare da due termini polinesiani, tapua,
ne dalla morte delle supernove, come tut- parto, quindi era il che significa “mestruazione”, o tabu, che
to il ferro del nostro pianeta”, scrive Geor- significa “separato”.
ge. “Questo liquido rosso vivo contiene
simbolo sia della vita Ma il sangue mestruale non è conside-
sali e acqua, come il mare dal quale proba- sia della morte rato nocivo, e in alcuni casi la segregazio-
bilmente siamo venuti”. George calcola ne può assumere la forma di una pratica

58 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
L’ombre de l’arbre, 1991. Dal progetto A Wogeo, un’isola al largo delle coste Una donna con le mestruazioni può ucci-
artistico Les idoles et les sacrifices della Papua Nuova Guinea, il sangue me- dere uno sciame di api o fermare la gran-
struale è considerato allo stesso tempo dine e i fulmini.
comunitaria. A 500 chilometri da dove letale e purificante, e gli uomini emulano Secondo i principi dell’islam, le donne
vive Radha, nei pressi del confine tra il le mestruazioni incidendosi il pene con mestruate non possono recitare certe
Pakistan e l’Afghanistan, la donne me- chele di granchio. Nell’antica Roma il preghiere e devono evitare i rapporti ses-
struate della popolazione kalasha “si riti- sangue mestruale non era solo una male- suali vaginali. Anche nell’ebraismo le
rano in una prestigiosa struttura chiama- dizione. Nella sua Naturalis historia, Pli- mestruazioni e i parti possono contami-
VU/kARMA PReSS PHoto

ta bashali, dove oziano, si divertono e nio il Vecchio scrive che quando le donne nare i riti. Secondo il rabbino e teologo
dormono abbracciate”, scrive George. “ hanno il ciclo possono impedire ai semi Shai Held, “il parto ha luogo al confine
In questa versione della reclusione me- di germogliare, possono far seccare le tra vita e morte, e in una certa misura lo
struale la donna è rispettata perché il suo piante e far cadere i frutti dagli alberi. Ma confonde: viene al mondo una nuova vi-
sangue è indice di fertilità e di potere”. il loro potere distruttivo è anche utile. ta, ma c’è una perdita di sangue, che è

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 59


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Scienza
considerato la sede della vita”. Gli ebrei e Dall’antichità fin quasi qualsiasi tipo di sangue. L’accusa del san-
i musulmani osservanti seguono una dieta gue si è dimostrata incredibilmente dura-
che vieta il consumo di sangue. Sia la car- ai tempi moderni, il tura, visto che in Europa è riemersa più
ne kosher sia quella halal devono essere salasso – effettuato con volte sia nel medioevo sia agli inizi
dissanguate, e la kosher viene anche sala- dell’era moderna, e anche nella Russia
ta per eliminare qualsiasi residuo di san- pietre taglienti e poi zarista all’inizio del novecento e, recen-
gue. Una piccola macchia di sangue in un con bisturi e lancette – temente, è stata ripresa da Hamas nel suo
uovo lo rende immangiabile. Mentre i fe- conflitto con Israele.
deli accettano queste proibizioni come era una pietra miliare
leggi divine il cui rispetto dimostra la loro della pratica medica Quattro elementi
devozione, alcuni studiosi ipotizzano che Per migliaia di anni si è pensato che il cor-
in origine fossero misure sanitarie per evi- po umano contenesse quattro tipi di liqui-
tare che la carne marcisse, un processo lo di unità e sostiene che i cristiani, a diffe- di: la bile gialla, la bile nera, il sangue rosso
accelerato dall’ossidazione e dalla prolife- renza degli ebrei e dei musulmani, sono e il flemma bianco (il muco prodotto dalle
razione dei batteri. Oggi anche la carne stati “riscattati e battezzati nel sangue di mucose nelle vie respiratorie). Ognuno
che non è né kosher né halal viene dissan- Cristo”. L’idea del sangue divino come corrispondeva a un temperamento (colle-
guata. Le persone che dicono di volere la veicolo della salvezza umana, scrive Biale, rico, melanconico, sanguigno e flemmati-
bistecca “al sangue” in realtà stanno par- giustifica “l’interpretazione letterale” co), e a uno dei quattro elementi: il fuoco,
lando della mioglobina, una proteina ros- dell’eucarestia come dogma, le celebra- la terra, l’aria e l’acqua, da cui secondo le
sa che immagazzina ossigeno nei muscoli zioni dell’ostia che si diffusero in tutta credenze traeva origine tutto quello che
e diventa di un colore più intenso quando l’Europa e il nuovo culto delle reliquie”. esisteva nel cosmo. Galeno, un medico del
è esposta all’aria. Si credeva anche che il sangue dei mar- primo secolo, era convinto che il sangue
Nonostante il rigido divieto di ingerire tiri curasse le malattie. La Legenda aurea, fosse prodotto nel fegato a partire dal cibo
sangue, circa duemila anni fa una setta una raccolta delle vite dei santi della fine e dalle bevande trasportati dall’apparato
ebraica ribelle decise di mettere questo del duecento, attribuiva poteri curativi digestivo.
gesto al centro dei suoi rituali. Il suo capo, all’acqua usata per lavare le vesti macchia- Questo sangue “naturale” entrava nel-
Gesù di Nazaret, disse ai suoi discepoli te di sangue di Thomas Becket, l’arcive- le vene che lo trasportavano, a ondate, in
che il pane e il vino dell’ultima cena erano scovo di Canterbury assassinato nel 1170. tutte le parti del corpo. Si riteneva che il
il suo corpo e il suo sangue, e da allora in Anche al sangue di san Pietro martire, uc- sangue venisse costantemente consuma-
poi dovevano essere consumati in sua me- ciso dagli eretici catari nel 1252 , si attribu- to dai tessuti e poi ricreato a ogni pasto. La
moria. Il rito dell’eucarestia diventò una ivano proprietà medicamentose. Il sangue funzione primaria del cuore era quella di
delle pietre miliari del primo cristianesi- diventò un elemento centrale dell’icono- generare calore. Il sangue che scorreva
mo insieme alla dottrina della transustan- grafia cristiana – le stimmate, il sacro cuo- nelle arterie era “vitale”: il suo scopo era
ziazione, cioè la trasformazione letterale, re – e anche dell’antisemitismo cristiano. portare lo spiritus vitalis alla carne.
e non metaforica, che avviene durante il Alla fine del dodicesimo secolo in In- All’epoca si pensava anche che per es-
sacramento. ghilterra ci furono dei pogrom contro gli sere in buona salute bisognasse avere i
ebrei, accusati di aver ucciso bambini cri- quattro temperamenti in equilibrio. I pro-
Poteri curativi stiani per usare il loro sangue nella prepa- blemi arrivavano quando uno prendeva il
Gli studiosi hanno discusso a lungo sui razione del pane azzimo per la pasqua sopravvento sugli altri , perciò era fonda-
motivi di questa inversione di tendenza ebraica. Viene la tentazione di chiedersi mentale uno svuotamento periodico. Per
nel modo di considerare il sangue, dal di- se questa calunnia, che sarebbe stata la maggior parte del tempo il corpo se ne
vieto di ingerirlo alla sua santificazione chiamata “l’accusa del sangue”, sia lega- occupava naturalmente: la bile nera, quel-
come anello di congiunzione con il divino. ta in qualche modo ai rituali molto rigidi la gialla e il flemma venivano espulsi attra-
Alcuni ipotizzano che, nel periodo del Se- del giudaismo per evitare il consumo di verso gli escrementi, il sudore, le lacrime
condo tempio (dal sesto secolo aC al pri-
mo secolo dC), molti ebrei erano ormai
ellenizzati, e i primi convertiti al cristiane- Da sapere Le donazioni in Italia
simo prendevano in prestito i riti dionisia- Donatori di sangue ogni 1.000 abitanti, 2018 Fonte: Centro nazionale sangue Totale
ci. Un esempio è l’agape cristiana, un ban- 45
Periodici
Nuovi
chetto in cui i fedeli mangiavano simboli- 40
camente la carne del loro dio e bevevano il 35
suo sangue, un rito che somigliava a certe 30
antiche pratiche greche. 25
David Biale, un professore di storia 20
ebraica dell’università della California a 15
Davis, ha ricostruito questa divergenza fra 10
tradizioni ebraiche e cristiane nel libro 5

Blood and belief. Biale cita una lettera del 0


iT a
Sa nto

Ba gna

To ta

Ve a
to

ov om e
i B na

Li o

M a
ise

ia
Pi glia

d’ e
m ta
ia

Ab ia

C zo
ria

am o

a
ia

1376 in cui la mistica Caterina da Siena


lle nt
. d iuli

an

a R rch

ri

ni
n

C azi
br

rd

l
a

Lo os
ne

al
z
ci
. d ag

za

gu

ab
ol
ic

pa
Va mo
re

ru
sc

Pu
e

ba

L
A

Si

It
Pr V. G

ili Ma
sil

ol
rd

al
U

mette in guardia dagli scismi nella chiesa


e
F.
ov

cattolica, invoca l’eucarestia come simbo-


Em

Pr

60 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Le rocher, 1991
vu/kArMA preSS photo

e il muco. Ma, a parte le mestruazioni, il utile per curare l’angina o gli ascessi peri- un’altra si nutre di pipistrelli. Alcune man-
corpo non aveva un modo per liberarsi del tonsillari. Aprendo la vena sciatica si dava giano criceti e rane”. George cita alcune
sangue. Così dall’antichità fin quasi ai sollievo alla gotta e all’elefantiasi, mentre delle prime prove dell’uso umano di san-
tempi moderni il salasso – fatto con pietre i dolori mestruali venivano alleviati ta- guisughe – tra cui un dipinto sulla parete di
taglienti, denti di pesci e in seguito con bi- gliando la safena”. una tomba egizia di tremila anni fa – ed è
sturi e lancette – fu una pietra miliare della George è affascinata da quello che andata a visitare un allevamento di san-
pratica medica. chiama “uno strumento essenziale per il guisughe in Galles, realizzato dalla Bio-
Nel suo libro George racconta di Avi- salassatore”: le sanguisughe. Ne esistono pharm. Le sanguisughe allevate lì, desti-
cenna, scienziato e filosofo persiano più di 600 specie. “Non tutte le sanguisu- nate all’uso chirurgico, sono “anellidi di
dell’undicesimo secolo, che aveva dedica- ghe succhiano il sangue e non tutte quelle acqua dolce a vari segmenti e con dieci
to molti studi ai salassi. Scrive George: “I che lo fanno succhiano il sangue degli es- stomaci, 32 cervelli, nove paia di testicoli e
diversi vasi sanguigni servivano a scopi seri umani. Nel corso dell’evoluzione mol- diverse centinaia di denti, che succhiano
diversi. Salassare le vene tra le sopracci- te si sono specializzate nella ricerca di il sangue”. George spiega che quando si
glia serviva a placare i mal di testa persi- fonti di sussistenza specifiche: una varietà nutrono il loro peso corporeo può aumen-
stenti, tagliare le vene sotto la lingua era del deserto vive nel naso dei cammelli, tare di cinque volte, e per digerire un pasto

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 61


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Scienza
impiegano un anno. Il loro morso è “spet- si sarebbe mantenuta a lungo in quelle che il sangue non veniva consumato e as-
tacolarmente efficiente” ed è molto meno condizioni”. sorbito, ma doveva necessariamente cir-
traumatico per la pelle di un taglio con il Nell’Inghilterra medievale i frati tra- colare in modo continuo. Durante una
bisturi perché anestetizza la preda ren- scrivevano dettagliati metodi per estrarre dimostrazione pubblica aprì un serpente
dendolo meno doloroso. gli “elementi” dal sangue. “Prendete del vivo per far vedere come funzionava la
Oggi l’uso medico più comune delle sangue umano, versatelo in una fiala di circolazione. Quando la vena del cuore
sanguisughe è nel campo della chirurgia vetro e tenetela coperta di letame per 40 veniva compressa, il muscolo si riduceva
plastica, in cui possono essere utili per giorni. Poi tiratela fuori, mettetela in un di dimensioni, e quando poi il cuore veni-
drenare i tessuti gonfi dopo un intervento. vaso di rame e scaldatela. Lasciatela raf- va aperto, non conteneva nessuna traccia
Gli ematologi usano il salasso – che chia- freddare per un giorno e una notte. Racco- di sangue. Con l’aiuto di lacci emostatici,
mano flebotomia terapeutica – nel tratta- gliete quello che è rimasto in cima ed è Harvey dimostrò anche che le vene si
mento della policitemia vera (una malat- trasparente. Mettetelo in un’ampolla di congestionavano e che il sangue che con-
tia rara che porta il midollo osseo a pro- vetro e distillatelo con un filtro. Una volta tenevano poteva spostarsi solo nella dire-
durre troppi globuli rossi) e per ridurre distillato, mescolatelo con la stessa quan- zione del cuore.
l’accumulo di ferro nel corpo provocato da tità di aqua ardens, poi distillate la miscela Armati di queste conoscenze, i medici
una malattia chiamata emocromatosi. in un alambicco. L’acqua che rimane è più cominciarono a considerare la possibilità
Molti dei benefici dei salassi di cui si parla- efficace di tutte le altre acque al mondo di fare trasfusioni . Nel 1666 Richard Lo-
va nelle epoche passate possono probabil- per curare le ferite”. wer presentò alla Royal society di Londra
mente essere attribuiti all’effetto placebo, Queste credenze perdurarono fino al- il primo rapporto scientifico sulla trasfu-
ma la stessa cosa si può dire di alcuni sofi- la prima fase della rivoluzione scientifica. sione che aveva fatto tra due cani usando
sticati trattamenti di oggi. Robert Boyle, il chimico inglese del sei- una penna d’oca per collegare un’arteria
In epoca premoderna il sangue non era cento che formulò la legge fondamentale nel collo di uno alla giugulare dell’altro.
solo oggetto di cure ma anche fonte di me- sul comportamento dei gas, fa- Un anno dopo alcuni medici
dicinali. Secondo lo scrittore Richard ceva ricorso all’alchimia per francesi iniettarono il sangue di
Sugg, la convinzione che il sangue abbia estrarre lo “spirito del sangue” un vitello nella vena di un ragaz-
poteri curativi risale all’antica Roma. come panacea. zo. Convinti che la procedura
Prendendo spunto da un racconto di Pli- A quel punto lo studio del non fosse pericolosa, ripeterono
nio il Vecchio, ricostruisce una scena che sangue aveva cominciato a esse- l’esperimento e, mentre il san-
si svolge nel Colosseo: “L’uomo disteso re condotto su basi veramente scientifi- gue entrava nel corpo dell’uomo, il suo
accanto al gladiatore ha la faccia schiac- che. Nel 1628 il paradigma di Galeno, se- battito cardiaco aumentò, cominciò a su-
ciata contro una ferita aperta sulla sua go- condo cui il sangue era prodotto dal cibo, dare sulla fronte e a lamentare un forte
la. Sta bevendo sangue fresco dalla ferita fu demolito dalla pubblicazione di Exerci- dolore alla schiena.
del gladiatore perché soffre di epilessia e tatio anatomica de motu cordis et sanguinis Questi sintomi fanno pensare che il
sta usando una cura molto popolare per in animalibus, del medico inglese William suo corpo, avendo sviluppato gli anticorpi
questo suo misterioso disturbo”. Harvey. La rivoluzionaria intuizione di al sangue del vitello dopo la prima trasfu-
Nel quarto secolo, sotto il regno di Co- Harvey – il sangue esce dalla parte sinistra sione, a quel punto lo rigettasse. Ma i me-
stantino, il primo imperatore cristiano, i del cuore attraverso le arterie e torna alla dici francesi non si lasciarono scoraggiare,
combattimenti tra i gladiatori diventaro- parte destra attraverso le vene – viene gli fecero una terza trasfusione e l’uomo
no meno frequenti, ma si continuò a bere spesso citata come la più grande scoperta morì poco dopo.
sangue umano, di solito quello dei crimi- della medicina fatta da una persona sola.
nali condannati a morte. L’ammalato lo È ancora più sorprendente che sia ar- I nostri gruppi
beveva “ancora caldo qualche secondo rivato a questa scoperta attraverso l’os- Quei primi fallimenti spinsero la Royal
dopo la decapitazione”, scrive Sugg. Si di- servazione empirica e l’induzione, che society, il parlamento francese e la chiesa
ce che nel 1483 il re francese Luigi XI, un sono alla base del metodo scientifico mo- cattolica a vietare le trasfusioni di sangue
fanatico religioso paranoico, imbevesse i derno. Facendo defluire il sangue di pe- negli esseri umani. Per 150 anni questa
suoi pasti di sangue raccolto da bambini in core e maiali, Harvey scoprì che il suo pratica fu bandita dalla medicina orto-
buona salute, nel vano tentativo di evitare volume era molto maggiore di quello del dossa. Se ne tornò a parlare nel 1900,
la morte per lebbra. cibo che avevano ingerito. Ne concluse quando Karl Landsteiner, un medico
dell’università di Vienna, fece il primo
Scoperta solitaria passo verso la scoperta dei gruppi sangui-
Gli alchimisti spiegavano i benefici del I primi fallimenti gni. Studiò il siero (uno dei componenti
sangue in base agli elementi classici. liquidi del sangue) di sei uomini sani, il
Conteneva “aria” che, se distillata, pote-
spinsero la Royal suo e quello di cinque colleghi. Scoprì che
va curare l’epilessia e l’emicrania; “ac- society, il parlamento il siero di certi donatori faceva agglutina-
qua”, che era un tonico per i disturbi car- re i globuli rossi di altri e ne dedusse che
diaci e neurologici; ma soprattutto “fuo-
francese e la chiesa dovevano esserci diversi tipi di sangue,
co”, che poteva rianimare una persona al cattolica a vietare le che potevano essere classificati in base
momento della morte. Si pensava anche alle agglutinazioni osservate.
che il sangue fosse afrodisiaco. Gli alchi-
trasfusioni di sangue Nel corso degli anni Landsteiner e i
misti ne preparavano estratti garantendo negli esseri umani suoi colleghi individuarono i principali
ai pazienti “una vecchiaia lussuriosa che gruppi sanguigni che conosciamo oggi –

62 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Les coquelicots, 1991
vU/kARmA PReSS PHoto

A, B, AB e 0 – e dimostrarono che in base fino a quando non fosse servito. Durante deriva dalle parole greche “vicino” e “vi-
alle interazioni tra loro si poteva decidere la prima guerra mondiale, questa scoperta ta”. Collegando tra loro due individui,
se una trasfusione era sicura. I portatori di salvò la vita a molti soldati feriti. Nel 1937 come una coppia di gemelli siamesi, alcu-
sangue del gruppo AB potevano riceverlo Landsteiner e Alexander Wiener indivi- ni scienziati sono riusciti a osservare gli
da qualsiasi donatore; quelli del gruppo 0, duarono un’altra essenziale caratteristica effetti della condivisione del sangue. Dal
come lo stesso Landsteiner, potevano do- del sangue: il fattore Rh, motivo dell’in- 2013 Amy Wagers, ricercatrice di Harvard
narlo a tutti. Si potevano fare trasfusioni compatibilità del sangue tra alcune madri che si occupa di cellule staminali, ha stu-
senza mettere a rischio la salute del pa- e i loro feti, che all’epoca provocava la na- diato la parabiosi in coppie di topi di età
ziente. Per la prima volta dall’epoca degli scita di molti bambini morti. diversa, e ha scoperto che quando circola
alchimisti, il sangue diventò di nuovo una Alcuni degli esperimenti più famosi e attraverso il corpo di uno più vecchio, il
medicina. discussi fatti di recente sul sangue stanno sangue di un topo giovane può invertire il
Seguirono altre scoperte. Nel 1914 si in un certo senso riportando in vita la vec- deterioramento dei muscoli e ringiovani-
scoprì che il citrato di sodio impediva al chia speranza che il sangue possa rivelar- re il cervello.
sangue di coagularsi e quindi consentiva si un elisir di giovinezza. Uno di questi Questi sorprendenti risultati sono sta-
di prelevarlo da un donatore e conservarlo campi di ricerca è la parabiosi, il cui nome ti confermati da alcuni ricercatori ester-

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 63


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Scienza
ni, anche se altri non sono riusciti a repli- mo paura o ci sentiamo minacciati “si rag- vello molecolare per poter individuare le
care i risultati. Oggi diverse aziende pub- gela”. Queste associazioni primitive sem- anomalie che causano le leucemie, i linfo-
blicizzano il ringiovanimento tramite in- brano sorde ai progressi della scienza. In mi e altre malattie. Sono stati creati nuovi
fusioni di sangue giovane. Il libro di Geor- Giappone si sta facendo strada una teoria farmaci che prendono di mira queste mu-
ge ne cita una, l’Ambrosia, che prende il pseudoscientifica secondo cui i gruppi tazioni e riescono a ottenere la remissione
nome dal cibo degli dèi e ha cliniche a San sanguigni determinano i tipi di personali- di tumori del sangue resistenti perfino alle
Francisco e a Tampa. Il suo fondatore, Jes- tà, un po’ come se fossero dei segni zodia- cure chemioterapiche più intensive.
se Karmazin, è stato un medico del Brig- cali. Le persone del gruppo A, scrive Ge- Negli ultimi anni le tecniche di sostitu-
ham and women’s hospital di Boston fino orge, sono considerati “perfezionisti”, zione dei geni sono andate avanti a tal
al 2016, quando ha firmato un accordo vo- gentili, calmi perfino nelle situazioni di punto che possono essere efficaci per cu-
lontario di sospensione della pratica in emergenza, e guidatori prudenti. Quelle rare malattie del sangue congenite come
Massachusetts. Un sistema, osserva Ge- del gruppo B sono eccentriche ed egoiste, l’emofilia e la talassemia. E le stesse cellu-
orge, comunemente usato dai medici che ma anche gioviali. Quelle del gruppo 0 le ematiche sono state geneticamente
rischiano di essere radiati. sono allo stesso tempo vigorose e caute, manipolate per essere usate come armi
Karmazin sostiene che la sua mentre quelle del gruppo AB so- contro il cancro: in un trattamento chia-
azienda sta semplicemente con- no complicate”. I datori di lavo- mato terapia “Car-T”, le cellule dei linfo-
ducendo un test clinico sulla ro decidono chi assumere e i citi T possono essere modificate per rico-
trasfusione di plasma da dona- giovani con chi uscire in base al noscere e combattere la leucemia, il can-
tori sotto i 25 anni. Ma per parte- gruppo sanguigno. Nel 2011, cro ai polmoni e il linfoma di Hodgkin. Le
cipare alla sperimentazione bi- quando si dimise per aver offeso proteine che portano le cellule staminali a
sogna pagare ottomila dollari, e più di i sopravvissuti al disastro di Fukushima, diventare leucociti, globuli rossi o piastri-
cento persone hanno aderito all’iniziati- un ministro usò come scusa il suo gruppo ne possono essere usate per accelerare la
va. Karmazin sostiene di aver ottenuto sanguigno. “Il mio sangue è di tipo B”, produzione di sangue in pazienti che han-
risultati straordinari: alcuni pazienti han- disse, “il che significa che posso essere no un emocromo basso e per tamponare
no dichiarato di sentirsi più giovani e sem- irritabile e impetuoso, mia moglie mi ha gli effetti tossici della chemioterapia e del
bra che almeno uno sia guarito dall’al- chiamato per ricordarmelo”. trapianto di midollo, riducendo il rischio
zheimer. Tumori, malattie cardiache e Quando studiavo medicina, l’aspetto di infezioni ed emorragie.
diabete, dice, possono essere curati con che apprezzavo di più del sangue era la
due litri di plasma giovane. facilità con cui ci si poteva accedere. Basta Anima rossa
George spiega che non esiste nessun pungere un dito e possiamo farne scivola- I progressi sono stati così rapidi che i pe-
buon motivo per credere a queste affer- re una goccia su un vetrino che, visto al riodi precedenti della mia carriera sem-
mazioni, che non sono state mai sottopo- microscopio, ci rivelava un mondo di cel- brano quasi essere stati incredibilmente
ste al giudizio di chi lavora nello stesso lule di forme, dimensioni e colori diversi. primitivi. Poco dopo aver preso la specia-
campo. Ma, come nell’Europa del rinasci- Guardare il sangue in questo modo era lizzazione in ematologia, nei primi anni
mento, quando la nobiltà beveva il san- come risolvere un indovinello, si poteva ottanta, mi sono imbattuto in molte per-
gue dei giovani, oggi ci sono molte perso- studiare la configurazione del nucleo e il sone affette da emofilia che stavano mo-
ne ricche, soprattutto nella Silicon valley, contenuto del citoplasma per arrivare a rendo a causa delle trasfusioni di sangue.
disposte a pagare per una boccata di im- una diagnosi corretta. Nel 1985, due anni dopo la scoperta
mortalità. Mentre prendevo la specializzazione dell’hiv, sono stati ideati dei test per lo
in ematologia, un’altra rivoluzione della screening dei donatori e per eliminare il
Sangue e politica scienza cambiò l’arte della diagnosi: la sangue infetto dalle banche del sangue.
Linee di sangue. Fratelli di sangue. Faide tecnica del dna ricombinante permette di Questi test salvavita, e altri simili per
familiari che sfociano nel sangue. Ancora clonare e sequenziare più facilmente i ge- l’epatite B e C, oggi sono procedure di
oggi pensiamo al sangue come qualcosa ni, e di far risalire le malattie a specifiche routine che diamo per scontate.
che rafforza l’identità tribale. Gli inquisi- mutazioni del nostro codice genetico. Gli Alla fine del 2018 si è tenuto a San Die-
tori spagnoli pensavano che fosse il san- ematologi non devono più fare affidamen- go il convegno annuale dell’American so-
gue a definire la razza, come i proprietari to solo sullo studio delle cellule al micro- ciety of hematology, l’organizzazione che
di schiavi degli stati americani del sud e i scopio. Possono analizzare il sangue a li- rappresenta gli ematologi statunitensi. Il
nazisti che teorizzavano l’eugenetica. Il programma comprendeva alcune nuove
ritorno dei sentimenti nativisti riporta in scoperte sulla biologia del sangue e con-
primo piano la fissazione sciovinista per I progressi scientifici ferenze sugli ultimi progressi nei tratta-
“il sangue e la terra”, alimentata da politi- menti dei pazienti, compresa un’alterna-
ci come Donald Trump, Marine Le Pen,
hanno permesso di tiva alla chemioterapia per una delle for-
Nigel Farage e Steve Bannon. Come dice analizzare il sangue a me più comuni e incurabili di leucemia.
George: “Temiamo ancora il sangue, no- Ma anche se gli studi sulle funzioni e
nostante la scienza e le nostre conoscen-
livello molecolare per sul comportamento del sangue sono sem-
ze, e chiediamo al sangue di dirci chi dob- individuare le pre più avanzati, io e i miei colleghi non
biamo temere”. siamo ancora riusciti a scoprire il suo mi-
Il sangue è usato anche in senso figura-
anomalie che causano stero più antico e profondo. Nel Levitico,
tivo ed emotivo: quando siamo arrabbiati alcune malattie la parola nefesh, tradotta come “vita”, si-
il nostro sangue “ribolle”, quando abbia- gnifica anche “anima”. u bt

64 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Hai tra le mani
il regalo dell’anno
e non lo sai
A Natale regala
un abbonamento a
Internazionale.

Seguendo le istruzioni puoi


far diventare questa copia
un anticipo del tuo regalo.
Foto di Francesca Leonardi

Internazionale
Internazionale + Internazionale Kids

99 euro*
114 euro*
invece di 109 invece di 124

*offerta valida fino all’8 gennaio 2020

1 Inserisci i dati della 2 Piega il giornale al 3 Completa il pacchetto


persona a cui vuoi regalare contrario partendo dalla con un nastro e mettilo
l’abbonamento su doppia pagina centrale sotto l’albero come
internazionale.it/abbonati. e ripiega in dentro i anticipo del tuo regalo.
Ora apri la pagina centrale punti metallici nel caso
del giornale. sporgessero.

A Natale regalati o regala un abbonamento a

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
ILLUSTRAZIONE DI ELENIA BERETTA

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Portfolio

All’ombra
della foresta
Per sei mesi il fotografo Tommaso Protti ha
viaggiato nell’Amazzonia brasiliana, dove è in
corso una crisi sociale e ambientale. Il suo lavoro,
realizzato grazie al premio della fondazione
Carmignac, è esposto a Parigi

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Campi bruciati vicino alla foresta
nazionale di Jacundá, nello stato
di Rondônia. Si stima che nel 2019
ci siano stati più di 80mila incendi
nella foresta amazzonica

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Portfolio
TUTTE LE FOTO © TOMMASO PROTTI PER FONDATION CARMIGNAC

70 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
La guardia
forestale
della co-
munità in-
digena dei
guajajara
trattiene
un uomo
sospettato
di collabo-
rare con i
taglialegna
illegali, ad
Araribóia,
nello
stato di
Maranhão.

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 71


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Portfolio
TUTTE LE FOTO © TOMMASO PROTTI PER FONDATION CARMIGNAC

72 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Bambini
kayapo
giocano
dietro a una
cascata
nel villaggio
indigeno di
Kubenkrãn-
ken, nello
stato meri-
dionale di
Pará.
La loro terra
è al confine
con l’area
meridiona-
le da cui
avanza la
deforesta-
zione.

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 73


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Portfolio
a gennaio a luglio del 2019 il degli indigeni e dei progetti di sfruttamento

D fotografo Tommaso Protti


ha viaggiato nell’Amazzonia
brasiliana insieme al giorna-
lista britannico Sam Cowie.
Dalla regione orientale di
Maranhão a quella occidentale di Rondônia,
attraversando gli stati di Pará e Amazonas, i
due reporter hanno documentato la vita nella
foresta, al centro di una crisi sociale, ambien-
minerario. Il 17 per cento della sua superficie è
già stata distrutta. Dal suo insediamento, il
1 gennaio 2019, il presidente brasiliano di
estrema destra Jair Bolsonaro ha negato
l’emergenza climatica e ha annunciato la fine
delle tutele ambientali e dei popoli indigeni,
chiamando “terroristi” gli attivisti.
La regione amazzonica si estende per sette
milioni di chilometri quadrati, con la foresta
tale e umanitaria, e incontrato decine di attivi- vera e propria che ne occupa 5,5 milioni. Il ter-
sti, leader indigeni, agricoltori, criminali e sa- ritorio ospita trenta milioni di persone, tra cui
cerdoti. 350 gruppi indigeni. Il 70 per cento della popo-
“Questa crisi è una conseguenza dei cam- lazione vive in aree urbane. Ed è proprio sul
biamenti nel mercato globale e dell’aumento tessuto sociale di questa Amazzonia urbaniz-
esponenziale dei consumi a livello mondiale, zata, spesso violenta e degradata, che Protti
dalla cocaina alla carne bovina”, dice Protti. ha concentrato il suo lavoro. u
Secondo gli scienziati la foresta sta raggiun-
gendo un punto di non ritorno a causa della Tommaso Protti è un fotografo italiano nato
deforestazione, dell’espropriazione delle terre nel 1986. Vive a São Paulo, in Brasile.
TuTTE LE foTo © ToMMASo PRoTTI PER foNDATIoN CARMIgNAC

Nella foto grande: un albero abbattuto in


un’area disboscata illegalmente nella riserva
indigena dell’Araribóia, nello stato di
Maranhão.
Sopra: Beatriz Costa, vent’anni, lavora come
prostituta a Crepurizão, una città mineraria
nel sudovest dello stato di Pará.
Qui accanto, da sinistra a destra: abitanti di
Manaus sul luogo di un omicidio legato al
traffico di droga. Il corpo di un uomo ucciso
fuori della sua casa in un quartiere povero di
Manaus. Componenti della banda
A família do Norte posano con droga e armi, a
Manaus. È considerata la banda più forte dello
stato dell’Amazzonia e controlla le vendite
locali di droga, le rotte del traffico e le carceri.

74 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Da sapere
Il premio
u Questo reportage di Tommaso
Protti è stato realizzato grazie al
Carmignac photojournalism
award, un premio di
fotogiornalismo, che quest’anno
era dedicato all’Amazzonia e alla
sua deforestazione. Ogni anno dal
2009 la fondazione Carmignac
finanzia la produzione di un
progetto di fotografia investigativa.
Le foto saranno esposte alla Maison
européenne de la photographie
(Mep) a Parigi dal 4 dicembre 2019
al 16 febbraio 2020 e sono raccolte
nel libro Amazon (Fondation
Carmignac/Reliefs 2019).

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 75


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Ritratti

Shiori Itō
Pubblica accusa
Alexandra Rojkov, Der Spiegel, Germania. Foto di Jérémie Souteyrat
È una giornalista giapponese. Giappone è uno dei paesi più avanzati del esi questa non sarebbe una notizia sensa-
Ha accusato un suo collega mondo, noto per la sua efficienza e le sue zionale, ma in Giappone fa scandalo. Il si-
innovazioni tecnologiche. Solo gli Stati stema giuridico giapponese è strano: più
famoso di averla stuprata. Uniti e la Cina hanno un’economia più del 99 per cento dei processi penali finisce
Il processo è stato archiviato, ricca. Più della metà della popolazione ha con una condanna. Ma raramente uno
ma lei non si arrende. Intanto una laurea, uno dei tassi d’istruzione più stupro può essere dimostrato. Nella mag-
nel paese si è aperto il dibattito alti di tutto il mondo. Ma su un punto il gior parte dei casi non ci sono né testimoni
paese è indietro. Il Forum economico né prove, è solo la parola di una persona
sulle violenze sessuali mondiale analizza ogni anno il divario tra contro quella di un’altra. Così in Giappone
donne e uomini. L’analisi si basa su indi- arriva davanti al giudice solo la metà di
a notte che ha cambiato per catori come il potere economico, la previ- tutte le violenze denunciate. E, anche

L sempre la vita di Shiori Itō è


cominciata con un attacco
di vertigini. Di punto in
bianco tutta la stanza le gira-
va attorno. Quella sera era
in un ristorante di sushi di Tokyo insieme
a Noriyuki Yamaguchi, un collega giorna-
lista. In Giappone Yamaguchi è famoso:
ha intervistato politici importanti e ha
denza sanitaria e le opportunità d’istru-
zione. In nessun altro paese industrializ-
zato le differenze sono così grandi come
in Giappone, che è al 110° posto su 149
nella classifica mondiale. Anche paesi co-
me il Ghana, l’Armenia o la Birmania so-
no più avanti sulle pari opportunità. Ma la
storia di Shiori Itō parla più chiaro di qual-
siasi statistica.
quando si va in aula, una condanna è rara.
La colpa è delle leggi giapponesi. Sono
considerati stupri solo i casi in cui ci sono
segni evidenti di violenze fisiche.

Una denuncia inutile


Shiori Itō non sapeva niente di tutto que-
sto quando, quel 3 aprile del 2015, si è sve-
gliata nella stanza d’albergo di Yamagu-
scritto una biografia del premier Shinzō Itō ha lineamenti molto delicati, chi. Ha preso i suoi vestiti ed è scappata
Abe. Itō e Yamaguchi si conoscevano ap- l’aspetto fragile, ma la sua voce è ferma. dall’hotel. Per diversi giorni si è nascosta
pena. Lei era alla ricerca di un lavoro e Gli avvocati le sconsigliano di rilasciare da un’amica, dove non ha fatto altro che
Yamaguchi le aveva proposto di andare a interviste, ma ha deciso di incontrarmi lo fissare il vuoto. Il 9 aprile Itō ha denuncia-
cena insieme. Ma improvvisamente Itō stesso. Porta un cappello quando varca la to Yamaguchi. “Avevo fiducia nel nostro
ha cominciato ad avere le vertigini. Ha soglia del caffè nella zona ovest di Tokyo sistema”, dice, “ero così ingenua”. Gli
chiesto all’uomo di scusarla ed è andata dove ci siamo date appuntamento. Ormai agenti di polizia hanno prelevato tracce
in bagno. Lì si è seduta sul coperchio della quasi tutti in Giappone conoscono la sua dagli abiti di Ito, hanno raccolto le dichia-
tazza. “Ho appoggiato la testa sulla cassa storia, per questo cerca di non farsi vedere razioni dei testimoni e le riprese delle tele-
dello sciacquone”, dice. “È l’ultima cosa in luoghi pubblici. “Ma non devo nascon- camere dell’albergo. Nel giugno del 2015 è
che ricordo”. Era il 3 aprile del 2015, aveva dermi. Devo vincere”, dice. stato emesso un mandato d’arresto nei
solo 25 anni. Itō ha denunciato Yamaguchi. Vuole confronti di Yamaguchi. Ma poi la polizia
La memoria le è tornata solo diverse un risarcimento per lo stupro. In molti pa- ha ritirato il provvedimento. Il caso è pas-
ore dopo. Le faceva male il basso ventre. sato a un’altra procura: le indagini doveva-
Quando ha riaperto gli occhi ha visto Ya- no ricominciare da capo.
maguchi: era disteso sopra di lei, nudo. Biografia Nel luglio del 2016, a più di un anno
Anche lei era nuda. Ha implorato Yama- dalla denuncia, i giudici hanno chiesto
◆ 1989 Nasce a Tokyo, in Giappone.
guchi di smettere, ma lui non reagiva. Ha l’archiviazione del processo. Le prove non
◆ 2013 Si trasferisce a New York per studiare
finto di dover andare in bagno. A quel pun- bastavano a portare Yamaguchi davanti al
giornalismo all’università.
to ha capito dove si trovava: nella stanza ◆ 2015 Esce a cena con il giornalista Noriyuki
giudice. L’episodio in albergo non aveva
d’albergo del collega. Com’era arrivata fin Yamaguchi e si sente male. In seguito accusa lasciato segni di violenza fisica sul corpo
lì? E perché? Oggi, a più di quattro anni di Yamaguchi di averla drogata e stuprata, ma il di Itō. Lei era sicura che Yamaguchi le ave-
distanza, non se lo chiedono solo gli avvo- giudice chiede l’archiviazione. va messo qualcosa nel bicchiere per farla
cati, ma l’intera società giapponese. Il ◆ 2017 Fa causa a Yamaguchi. svenire, ma non c’erano prove. Lui ha ne-

76 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Shiori Itō a Tokyo nel 2017
THE NEw YOrK TIMES/CONTrASTO

gato di aver drogato Itō. Ha detto che la guchi è rimasto a piede libero mentre Itō di giornalisti con i loro computer poggiati
ragazza era così ubriaca che non poteva lottava con le conseguenze psicologiche sulle ginocchia: li aveva invitati a una con-
lasciarla andare a casa da sola. Il tassista di quella notte. ferenza stampa. “Due anni fa sono stata
che li ha portati in hotel ha dichiarato che Shiori Itō è nata e cresciuta in Giappo- violentata”, ha detto. “Nel corso del pro-
la ragazza aveva chiesto di essere lasciata ne, ma fin da giovanissima ha viaggiato cesso mi sono resa conto che il sistema
a una stazione. Era stordita e aveva vomi- all’estero. A quindici anni ha passato un giuridico e sociale in Giappone penalizza
tato sul sedile. Yamaguchi ha confermato anno negli Stati Uniti, ospite di una fami- le vittime di abusi sessuali”. Così Itō ha
quest’ultimo punto, ma ha detto che Itō glia del Kansas. Quando è rientrata nel deciso di cambiare il sistema.
durante la notte si era ripresa. Una volta suo paese, era un’adolescente più sicura di In Giappone obbedienza e docilità so-
sveglia, ha aggiunto, si era vergognata per sé ed estroversa, a differenza della mag- no considerate virtù fondamentali. L’ar-
il suo comportamento e gli aveva offerto gior parte delle ragazze giapponesi, che monia è importante, le emozioni come la
di fare sesso. vengono educate a essere timide e riser- rabbia vengono represse. Chi non è d’ac-
Oggi la reputazione di Yamaguchi è in- vate. Da giornalista ha viaggiato in Perù, cordo con il capo preferisce licenziarsi che
tatta, mentre sulla vita di Itō incombe Sierra Leone e Germania. Ha vissuto a affrontare un conflitto. Ancora più forte è
un’ombra. Lei cerca di continuare a lavo- New York, ha girato un film sulle mutila- la pressione delle convenzioni sulle don-
rare come giornalista, gira film, viaggia in zioni genitali e ha intervistato i ribelli co- ne. Devono essere prima di tutto kawaii,
America Latina. Ma quella notte in alber- lombiani. Forse queste esperienze le han- che in giapponese significa più o meno
go la perseguita. Soffre di attacchi di pani- no dato la forza e la sicurezza per fare “graziose”, “amabili”. Alcune donne par-
co. Si blocca quando vede uomini che so- quello che per molte sue connazionali sa- lano con un tono di voce innaturalmente
migliano a Yamaguchi, piange quando rebbe stato impensabile: ha reagito. Ha alto per adeguarsi a questo ideale infanti-
parla di lui. “Non si supera una violenza cominciato una battaglia destinata a cam- le. Altre indossano gonne corte o ridono
una volta sola, ma ogni giorno”, dice. biare la vita di molte donne giapponesi. con malizia. Ma c’è una cosa che fanno
All’inizio del 2017 i mezzi d’informa- Il 29 maggio del 2017 ha avviato una quasi tutte: stanno zitte.
zione sono venuti a conoscenza della sto- causa civile contro Yamaguchi davanti a Secondo un sondaggio, il 70 per cento
ria dell’albergo. Yamaguchi ha buone rela- un giudice di Tokyo. Ha trovato degli av- delle giapponesi ha subìto molestie ses-
zioni con la politica: erano state le sue vocati che si fanno pagare a forfait, solo suali almeno una volta nella vita. Nella
amicizie influenti a far ritirare l’ordine così può permettersi il processo. Non ap- metropolitana di Tokyo c’è un vagone ri-
d’arresto? All’inizio i giornalisti hanno pena i suoi legali hanno notificato l’atto, servato alle donne nelle ore di punta, per
parlato delle accuse ma non hanno fatto il Itō ha preso posto in una sala vicino al tri- proteggerle da chi allunga le mani. Nono-
nome di Itō. Non è successo niente, Yama- bunale. Davanti a lei si sono sedute decine stante questo, nel passato recente del

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 77


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Ritratti
Giappone non c’è stato nessun forte movi- tere prima di ingoiare delle pillole di son- niamo prese più seriamente”. In Giappone
mento femminista. Il #MeToo non ha at- nifero. Una alla sua famiglia, una a sua Itō ha molti nemici. Ma più il processo va
tecchito. Tradizionalmente le proteste madre. L’ultima era per Yamaguchi: “An- per le lunghe, più guadagna consensi.
non trovano spazio in Giappone. Come che se me ne vado, non significa che tu Il giorno dopo l’incontro con Nanami
dice un proverbio locale: “Il chiodo che sarai salvo”. Si è svegliata in ospedale at- c’è un evento organizzato da Itō e dai suoi
sporge va preso a martellate”. taccata alle flebo. Lo scontro pubblico con avvocati. Nessun cartello indica il luogo
“Dobbiamo parlare di queste cose”, ha Yamaguchi ha distrutto la sua vita. Ma Itō dell’appuntamento. Si paga un ingresso,
detto Itō ai giornalisti. “Non si tratta solo si ostina a portare avanti il processo. “Lo con il quale viene finanziato il processo.
di me, è una questione di diritti umani”. faccio per me, ma anche per le altre don- Ma la sala è strapiena. Sono venute molte
Itō ha chiesto a Yamaguchi undici milioni ne”, dice. Perché il suo caso ha messo in ragazze, ma anche pensionate con i capel-
di yen di risarcimento, circa 92mila euro. moto qualcosa. Sempre più spesso le arri- li grigi tagliati corti e qualche uomo. I posti
Ma soprattutto vuole che il diritto giappo- vano lettere di donne che le raccontano a sedere non bastano, molti restano in pie-
nese venga riformato: l’abuso dev’essere esperienze simili. Una di loro è Nanami. di appoggiati alle pareti. “Il caso di Itō è
riconosciuto anche quando la vittima non Nanami ha diciotto anni, ma sembra rivoluzionario, potrebbe fare la differen-
ha evidenti segni di violenza. “La legge una bambina. Indossa un’uniforme scola- za”, dice la sua avvocata, “ma deve avere
giapponese non ci protegge. Vogliamo che stica a scacchi e un paio di enormi occhia- più sostegno”. I presenti applaudono con
succeda ancora?”, dice. È la prima volta li con la montatura in corno e, in una gior- forza. È come se volessero risarcirla per
che una donna giapponese accusa pubbli- nata afosa di luglio, il suo viso è imperlato tutto il tempo in cui sono rimasti in silen-
camente il suo presunto stupratore. È il di sudore. Nanami aveva 14 anni quando, zio. Arriva il momento delle domande dal
chiodo che sporge. Non ci vorrà molto pri- mentre tornava a casa, un uomo l’ha inse- pubblico, si fa avanti una professoressa.
ma che cerchino di martellarla. guita per strada. La sua versione è che lei Racconta che ora tiene un seminario
si è messa a correre e lui non l’ha raggiun- all’università sull’autodeterminazione
Via dal Giappone ta, ma aggiunge che non ha mai potuto sessuale. Un parlamentare promette che
Subito dopo la fine della conferenza stam- farà di tutto per ottenere la massima chia-
pa sono arrivate le prime notifiche sul cel- In Giappone rezza sul caso di Itō. Le ragazze chiedono:
lulare. Prima una, poi dieci, poi centinaia, come possiamo aiutarla? Poi si crea una
racconta Itō. La maggior parte erano in- la sessualità fila davanti alla giornalista. Le donne la
sulti. Gli uomini la chiamavano “puttana” è onnipresente, abbracciano, le porgono fiori e biglietti.
e “bugiarda”. Ma anche molte donne
prendevano le difese di Yamaguchi. “Una ma è anche un tabù Nessun rimorso
mi diceva che mi sarei dovuta vergogna- Shiori Itō non è più l’unico chiodo che
re”, ricorda. Vergognarsi perché aveva raccontare tutta la verità su quello che è sporge. All’inizio del 2019 un processo ha
parlato in pubblico di qualcosa che secon- successo quel giorno. In Giappone la ses- catturato l’attenzione di tutto il paese: un
do la mentalità di molti giapponesi do- sualità è onnipresente, e allo stesso tempo padre che aveva violentato per anni la fi-
vrebbe rimanere privato. è un tabù. Le edicole vendono manga por- glia è stato assolto. I giudici hanno ricono-
Quando le persone la vedono passare nografici, ci sono caffè dove le cameriere, sciuto che i rapporti con la ragazza non
per strada si voltano e bisbigliano. Riceve indossando divise da domestiche, chia- erano consensuali, ma hanno sostenuto
minacce di morte. Una politica l’ha derisa mano i clienti “mio signore”. Non esiste che la figlia avrebbe potuto difendersi.
in tv: secondo lei ha voluto solo vendicarsi una metropoli con un numero di single su- Dopo la sentenza, la scrittrice Minori Ki-
perché non era riuscita a ottenere il lavoro periore a quello di Tokyo. Molti giovani tahara ha lanciato un appello per una ma-
che voleva. È anche la versione che rac- giapponesi scoprono il sesso solo attraver- nifestazione. Si aspettava una ventina di
conta pubblicamente Yamaguchi. Sostie- so le esagerazioni dei manga. Difficilmen- persone, ne sono arrivate più di quattro-
ne che quella notte Itō l’ha stretto a sé di te si parla di quello che dovrebbe succede- cento. Ognuna aveva un fiore in mano. Da
sua spontanea volontà. Ancora oggi nega re nell’intimità tra due persone. Nanami allora la “protesta dei fiori” si ripete ogni
di averla violentata. Anzi, l’ha querelata ha imparato a scuola come si usano i pre- mese in nove città giapponesi. Le donne
per diffamazione e falsa testimonianza. servativi, ma nessuno le ha detto che un chiedono due cose: le vittime di abusi de-
Yamaguchi lavora ancora come gior- rapporto dovrebbe essere consensuale. vono essere più protette e il sesso non con-
nalista. Itō viene diffamata e minacciata. Prima di conoscere la storia di Itō non ave- sensuale dev’essere considerato stupro
Teme per la sua incolumità. Per questo va mai sentito la parola “stupro” . anche se la vittima non presenta segni di
nell’ottobre del 2017 ha deciso di lasciare Per molto tempo non ha trovato le pa- violenza fisica. Nel settembre del 2019 so-
il Giappone. Si è trasferita a Londra, dove role per raccontare quello che le era suc- no scese in strada circa mille donne. Una
ha fondato una società di produzione. cesso con quell’uomo. È stata zitta, è ri- di loro era Shiori Itō.
Spesso dorme in ufficio. Sta pagando un masta per giorni a letto. Ai genitori ha Ancora non si sa quando il processo ar-
caro prezzo per la sua battaglia. detto che era malata. “Non volevo preoc- riverà a sentenza. Se Itō dovesse perdere,
All’inizio del 2019 la sua ansia è au- cuparli”, dice. Poi ha visto alla tv le imma- potrebbe essere costretta a pagare un ri-
mentata: si avvicinava un’udienza con gini della conferenza stampa di Itō. “Im- sarcimento. Yamaguchi chiede 130 milio-
Yamaguchi. L’incontro in tribunale era provvisamente non mi sono più sentita ni di yen, più di un milione di euro, dieci
inevitabile, ma la sola idea l’ha fatta ri- sola”. Nanami ha attraversato l’intera città volte la somma chiesta da Itō. “Se perde-
piombare nel trauma. Poco prima della per ringraziare Itō. “Scriva che è comin- rò, non sarò mai in grado di pagare”, dice
data, in preda a un attacco di panico, ha ciato tutto con Shiori Itō”, mi dice Nana- la giornalista. Ma non si è mai pentita di
cercato di suicidarsi. Ha scritto alcune let- mi. “Da quando lei ha rotto il silenzio ve- aver sporto denuncia. u nv

78 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Viaggi

La porta
del polo nord
Luís Maio, Público, Portogallo
Nonostante la vita universitaria adagiato su un enorme massiccio roccio-
e l’offerta culturale, Tromsø so. Sotto il ponte scorrono le acque cristal-
line del fiordo, specchio luminoso e sere-
conserva ancora le tracce di no dei due lati dello stretto, attraversato in
quando era il punto di partenza continuazione da pescherecci e traghetti.
per l’esplorazione dell’Artico Il ponte conduce alla funivia che in
quattro minuti porta i passeggeri fino
all’altopiano di Storsteinen, a 421 metri
romsø è una di quelle città sul livello del mare. La funivia è stata

T che sembrano più belle se


le osservi a figura intera.
Questa fotogenia in for-
mato panoramico dipende
probabilmente dalla sua
insularità, o per essere più precisi dal fatto
che gran parte del suo territorio urbano si
estende sul versante occidentale della pic-
cola isola di Tromsøya. Ma la magia co-
inaugurata all’inizio degli anni sessanta,
ma nel corso degli anni è stata moderniz-
zata, e oggi offre un ampio terrazzo da cui
è possibile ammirare un panorama verti-
ginoso e abbagliante. Da questo nido
d’aquila si rivela tutta la bellezza della cit-
tà, ma anche dei canali e delle isole circo-
stanti, mentre sullo sfondo si stagliano i
picchi innevati di Kvaløya. La vista diven-
PeTe RowboTToM (MoMeNT/GeTTY IMAGeS)

mincia a distanza più ravvicinata, ovvero ta ancora più impressionante verso le ci-
a metà del ponte a sbalzo che dal 1960 col- me della montagna, che si raggiungono
lega il centro della città alla sua estensione solo a piedi.
continentale. Dall’alto del ponte, a 38 me- I dintorni di Tromsø sono piuttosto fre- bre e la metà di gennaio, quando il sole
tri sul livello del mare, si percepisce il si- quentati. La città si trova 70 gradi a nord non oltrepassa la linea dell’orizzonte e la
nuoso lungomare della città insulare, del circolo polare artico, ad appena due- luce diurna si riduce a una macchia lattigi-
puntellato da moli, strutture portuali e im- mila chilometri dal Polo nord, e nella zona nosa e opaca – il posto d’onore spetta alle
barcazioni di ogni tipo. Anche sull’altra si verificano regolarmente fenomeni unici aurore boreali, per loro natura capricciose
sponda sono ormeggiate diverse barche, e straordinari che si osservano meglio lon- e schive ma che qui si ripetono con relativa
ma sull’isola il panorama è molto diverso, tano dalle luci e dai fumi della città. Da frequenza. In estate, invece, tutte le atten-
a cominciare dall’elegante e moderno queste parti esistono solo due stagioni. In zioni si concentrano sul cosiddetto sole di
quartiere residenziale di Tromsdalen, inverno – soprattutto tra la fine di novem- mezzanotte, che in realtà è un giorno che
comincia alla fine di maggio e si conclude
solo due mesi dopo. Se le aurore boreali
Informazioni pratiche sono imprevedibili, il sole di mezzanotte è
◆ Arrivare Il prezzo di un vo- lo stufato di renna e il merluz- una garanzia, e il monte Tromsdalstinden
lo a/r da Roma a Tromsø zo essiccato. Recentemente è il punto d’osservazione ideale.
(Scandinavian Airlines) parte nella zona si è affermata l’in- Una delle tradizioni locali consiste nel
da 250 euro. dustria della pesca del gran- salire in cima alla montagna. Non con la
◆ Quando andare Il “sole di chio gigante, che è una specie funivia o con l’equipaggiamento da scala-
mezzanotte” (il periodo in cui invasiva proveniente dal Paci- ta, ma a piedi, facendo jogging o portan-
il sole non tramonta mai) dura fico. do a passeggio il cane, in qualsiasi giorno
dal 20 maggio al 22 luglio. In ◆ Leggere Fridtjof Nansen, della settimana o periodo dell’anno. A
estate la temperatura oscilla in La spedizione della Fram (Carte
destra della funivia c’è un sentiero che
media tra i 15 e gli 8 gradi. La scoperte 2010).
sale a zig zag, meno ripido e di conse-
notte artica (quando il sole ◆ La prossima settimana
non sorge mai) dura invece dal Viaggio a Varsavia, in Polonia. guenza più lungo. Dall’altro lato, invece,
21 novembre al 21 gennaio. il migliore per osservare le au- Avete suggerimenti su posti c’è la scalinata degli sherpa, così chiama-
Questo periodo, in cui le tem- rore boreali. dove dormire o mangiare? ta perché i suoi 1.200 scalini sono stati
perature possono scendere a ◆ Mangiare I piatti tipici Scrivete a: viaggi@internazio- scolpiti da sherpa nepalesi. Questo è il
meno di 1o gradi sotto zero, è della regione di Tromsø sono nale.it. percorso più frequentato, talmente fre-

80 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Tromsø e l’isola di Kvaløya viste dal belvedere della funivia dell’università di Tromsø, con sezioni
che raccontano la storia locale, dalla pre-
senza dei vichinghi alle sfide del riscalda-
mento globale.
Più specializzato è il Museo polare,
situato in un antico magazzino di fronte
al mare che dall’esterno sembra essere
rimasto identico a com’era nel 1830,
quando ha aperto i battenti. All’interno
della struttura è documentata l’esplora-
zione del polo nord da parte di Fridtjof
Nansen, oltre alla scoperta del passaggio
a nord-ovest o la corsa al polo sud, en-
trambi trionfi di Roald Amundsen. L’altra
faccia del museo è la storia delle grandi
cacce nell’Artico, da quella dei trichechi
all’inizio dell’ottocento alla mattanza
delle foche, ancora oggi legale in nove
stati. Tutto è raccontato senza falsi mora-
lismi e con abbondanza di pelli e animali
imbalsamati. Dopo questo pugno nello
stomaco si vede il Polstjerna con occhi
meno innocenti. Questa imbarcazione
da caccia è stata costruita nel 1949 ed è
rimasta in servizio per 33 anni, durante i
quali ha “recuperato” nientemeno che
centomila foche.
Il Polstjerna è stato restaurato ed è
protetto da una struttura di vetro, attrac-
cato a un molo nel centro della città ac-
canto al Polaria, un museo interattivo
recente con meno contenuti ma un’archi-
tettura spettacolare. L’edificio sembra
costituito da blocchi di neve appoggiati
quentato che in alcuni punti bisogna met- la tendenza a socializzare – Tromsø è la l’uno all’altro come tessere di domino.
tersi in fila e aspettare il proprio turno per città con il maggior numero di pub pro ca- Un’altra costruzione appariscente è la
salire o scendere. È un esercizio impe- pite in Norvegia – hanno tutte a che fare cattedrale dell’Artico, costruita nel 1965,
gnativo, per non dire brutale. Ma i più at- con l’università, che può vantarsi di esse- a metà strada tra i picchi innevati della
letici sostano alla stazione superiore della re la “più a nord d’Europa”, come quasi Norvegia e l’Opera di Sydney. All’interno
funivia solo per prendere la rincorsa e poi tutto a Tromsø. L’ateneo, inaugurato nel è possibile ammirare una vetrata e un or-
lanciarsi verso i rifugi di montagna, più in 1972, si concentra sulle materie legate alla gano, entrambi moderni e maestosi. Ma
alto. È un’attività adatta soprattutto ai sua collocazione geografica, con corsi af- è la struttura piramidale ad aver fatto
lunghi giorni d’estate, ma il sentiero che fascinanti come lo studio delle aurore bo- dell’edificio un’icona della città, anche se
conduce alla vetta del Tromsdalstinden è reali, la cultura del popolo sami e la scien- non è una vera cattedrale ma solo la chie-
ben segnalato per essere percorribile an- za spaziale. L’università dispone di sei sa parrocchiale del quartiere continenta-
che in inverno. Ovvero al buio, sotto la campus, di cui il principale si trova presso le di Tromsdalen.
neve e con temperature abbondantemen- l’estremità orientale della città, vicino Tromsø ospita anche vari musei e gal-
te sotto zero. all’Istituto per la ricerca polare e all’Istitu- lerie di arte contemporanea e il Perspekti-
to norvegese per la ricerca marina, che vet museum, dedicato alla fotografia. È
Clima festoso insieme formano il più importante centro un’apprezzabile (e gratuita) introduzione
Alcuni turisti temerari vanno a Tromsø internazionale di ricerca sull’Artico. all’ultimo secolo di vita di una città che si
proprio per questo, ma la maggior parte L’orto botanico più settentrionale è definita come porta d’ingresso al grande
del battaglione di sportivi estremisti è for- d’Europa, come prevedibile, si trova a nord. Oggi la città ha terminal per le navi
mata da ragazzi che vivono o studiano nei Tromsø. Questo piccolo ma singolare da crociera, centri commerciali e hotel di
dintorni. In montagna o in città, i giovani giardino abbina rocce locali dalle forme lusso, ma conserva ancora una certa poe-
sono in netta maggioranza, soprattutto la bizzarre a una varietà di fiori e piante pro- sia vagabonda, che riporta subito all’epo-
sera, quando molti ristoranti e bar si riem- venienti da vari ambienti freddi, dall’Hi- ca eroica delle grandi esplorazioni polari.
piono in un clima di socializzazione alco- malaya alla Norvegia passando per il Tromsø, in fondo, è un posto speciale, do-
lica e rumorosa, un’altra cosa piuttosto Caucaso. La maggior parte delle attrazio- ve non si va per trovare qualcosa, ma per
sorprendente a latitudini così gelide. La ni cittadine ha qualche legame con l’ac- seguire le tracce degli esploratori leggen-
bassa età media, la passione per lo sport e cademia, a cominciare dal Museo dari che da lì sono partiti. u as

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 81


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Graphic journalism

Stol è il nome di un monte


della Serbia orientale, nei preSSi
della cittadina di bor.
con i Suoi 1.156 metri non è il
più alto della regione, ma grazie
al Suo aSpetto particolare Si riconoSce
da lontano...

Stevan macaj, un medico e chirurgo


nato in ungheria che raccolSe degli
appunti Sulla Serbia orientale del
diciannoveSimo Secolo, Scriveva
che nella vicina bulgaria lo Stol
era un riferimento quando
le perSone dovevano Scappare
in Serbia per SottrarSi
all’oppreSSione ottomana.
baStava Solo dirigerSi
verSo quella
montagna che Si
diStingueva
anche
da
lontano...

82 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
In realtà l’area
attorno al monte Stol
è Stata dISabItata
per SecolI e le unIche
perSone che SI
rIfugIavano lì erano
occaSIonalI “hajduk”
(fuorIlegge) rIcercatI
dalle autorItà
ottomane. l’etImologIa
popolare lega l’orIgIne
del nome “Stol”
(tavolo) all’Idea che
queSto foSSe Il luogo
In cuI “glI hajduk
conSumavano I loro
paStI”.

In tempI pIù recentI è dIventato un poSto penSo SpeSSo a come Il mondo della natura
per le eScurSIonI, vISto che è facIlmente cambI dI contInuo. per eSempIo, neglI annI
acceSSIbIle dalla cIttà. grazIe allo Settanta quI c’era una numeroSISSIma
StraordInarIo panorama che SI gode dalla popolazIone dI farfalle “apollo”,
cIma è un poSto Ideale per medItare, tra le pIù belle della regIone. erano
e magarI per rIflettere Sulla proprIa State claSSIfIcate come una SottoSpecIe
quotIdIanItà prIma dI tornare alla vIta locale dI parnaSSIuS apollo. oggI Sono quaSI
urbana... completamente ScomparSe.
anche Senza la dISaStroSa Influenza
deglI eSSerI umanI, SpecIe dI pIante e anImalI
vanno e vengono neglI habItat naturalI,
che Sono percIò luoghI Sempre nuovI e
dIverSI...
Sono convInto che contemplando queStI
cambIamentI In qualche modo dIventIamo
pIù SaggI...

Aleksandar Zograf è un autore di fumetti nato a Pančevo, in Serbia. Nel 2019 ha pubblicato delle raccolte dei suoi fumetti
in Bosnia Erzegovina (Ohrabrenja) e in Giappone (Serubia yomoyama-banashi), e ha autoprodotto un libro
in italiano (Le vecchie e nuove storie dal fiume).

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 83


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Cinema
Proiezioni all’aperto, a Khartoum
AfRICAN ARGuMENTS [2]

Gubara e Insan (Essere umano) di Ibrahim

Chaplin Shaddad.
“Sotto il regime di Al Bashir abbiamo
vissuto in una specie di bolla, dove ogni

a Khartoum
iniziativa veniva soffocata”, spiega Shahe-
en al Sharif. “Riscoprire la nostra storia e
imparare a conoscere meglio i nostri con-
nazionali sono due obiettivi di questa rivo-
luzione. Possiamo realizzarli solo recupe-
rando la letteratura, il cinema e l’arte del
passato, raccontando la storia del Sudan
attraverso questi mezzi. Ecco perché vo-
Samira Sawlani, African Arguments, Regno Unito
gliamo proiettare molti film sudanesi”.
Dopo la caduta del regime settembre, una folla si è radunata sotto il
in Sudan, sono tornate le cielo stellato per assistere a una proiezione Come ai vecchi tempi
gratuita di Tempi moderni. Per i giovani che formano lo zoccolo duro
proiezioni di film all’aperto, “Non c’era neanche un posto libero. In del movimento di protesta le proiezioni
una tradizione dimenticata tanti erano seduti a terra, altri sono rimasti sono state un’esperienza nuova e stimo-
in piedi”, racconta l’insegnante Shaheen al lante, mentre nei più anziani hanno risve-
Sharif, uno degli organizzatori dell’evento. gliato i ricordi di un tempo lontano.
estate scorsa Lamia Nabil sta- “Tutta la comunità si è data da fare, chi ha “Durante il colonialismo c’erano i ‘ci-

L’ va prendendo un tè con alcuni


amici a Khartoum, la capitale
del Sudan. Mentre discuteva-
no della situazione politica
del paese dopo la caduta del regime del
presidente Omar al Bashir, avvenuta
all’inizio di aprile, Nabil ha ammesso che si
portato un proiettore, chi le casse. Qualcu-
no ha donato la grande tela che è stata ste-
sa per fare da schermo. La signora che ven-
de il tè ci ha regalato le sedie”.
Ad Al Amarat, un quartiere della capi-
tale, hanno cominciato a esserci due proie-
zioni al mese e i comitati di altri quartieri
nema itineranti’: camioncini che giravano
con uno schermo e degli altoparlanti per
mostrare film ‘educativi’, di propaganda”,
racconta l’architetto Zainab Gaafar. “Do-
po, quando la gente cominciò a comprare i
televisori, capitava di vedere gruppi di per-
sone sedute nei cortili a guardare le tra-
sarebbe concessa volentieri un diversivo. hanno seguito l’esempio. Gli abitanti si so- smissioni”.
Le sarebbe piaciuto, per esempio, guarda- no riuniti per vedere film occidentali come Anche Hassan Abbas, 65 anni, sottoli-
re un film di Charlie Chaplin mangiando Tutti insieme appassionatamente, Sherlock nea l’importanza del cinema durante la
popcorn. Holmes o Aladdin, ma anche classici della sua infanzia. “A partire dagli anni quaranta
I suoi amici hanno colto al volo l’idea: cinematografia sudanese come Beats of the aprirono molti cinema e arene dove si pro-
alcune settimane dopo, un giovedì sera di Antonov di Hajooj Kuka, Tajooj di Gadalla iettavano film hollywoodiani, egiziani e

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 85


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Cinema
Proiezioni all’aperto, a Khartoum
AFrICAN ArGUMENTS [2]

produzioni di Bollywood. Aspettavamo commenta Abbas, “ma i giovani lo erano quello locale, da quello apertamente poli-
con trepidazione le nuove uscite e andava- ancora più di noi. Non protestavano solo tico a uno più squisitamente legato alla
mo di corsa a comprare i biglietti. È stato per il prezzo del pane o del carburante, ma quotidianità, e comprende anche la moda
un aspetto importantissimo delle nostre contro l’incompetenza, la corruzione e dei nuovi cinema all’aperto. È particolar-
vite da ragazzi”. l’oppressione”. mente significativo che le proiezioni siano
La situazione cambiò con l’arrivo al po- organizzate dai comitati di quartiere.
tere di Al Bashir nel 1989 e con le difficoltà Simbolo di cambiamento “Quando Al Bashir era al potere, i comitati
economiche causate dalle sanzioni impo- Questi stessi giovani hanno organizzato le erano in gran parte asserviti al governo”,
ste dagli Stati Uniti. Subito dopo essersi in- proiezioni dei film di Chaplin e continuano spiega Gaafar. “Durante la rivoluzione le
sediato, il nuovo presidente proclamò il a tenere in vita le speranze nate con la rivo- persone si sono riprese i loro spazi organiz-
coprifuoco, che impedì ai sudanesi di usci- luzione. “Questa rivoluzione è stata guida- zando proteste, proiezioni cinematografi-
re la sera. Anche quando questa misura fu ta dai giovani”, dice Al Sharif. “Noi sentia- che o altre iniziative”.
abolita, in pochi partecipavano alle riunio- mo la responsabilità di portarla a termine. Anche se sono nate come un modo per
ni nei luoghi pubblici. Il lavoro dei registi Abbiamo imparato molto dalle rivolte pre- distrarsi dalla politica, le proiezioni a cielo
sudanesi diventò più difficile e le proiezioni cedenti, rimaste in larga parte incompiute. aperto simboleggiano la rivoluzione del
all’aperto diminuirono. Quasi tutti conoscono qualcuno che ha Sudan. Organizzate dai giovani, promuo-
“È una delle tante cose che quel gover- perso la vita combattendo per la causa. Lo vono il cinema come strumento per riscat-
no riuscì a toglierci”, dice Abbas. “Fu come dobbiamo ai nostri martiri”. tare gli spazi pubblici, riunire le persone e
se una parte della nostra cultura popolare Il cambiamento in Sudan sta avvenen- recuperare ciò che è stato perduto , rubato
venisse lentamente cancellata. L’emozio- do su molti piani, da quello nazionale a o cancellato. u vr
ne di andare al cinema, di ammirare i ma-
nifesti affissi nelle strade, di sentirsi pieni
di speranza pensando a quello che avrem-
Da sapere Un entusiasmo ritrovato
mo visto in futuro: tutto è svanito molto u Il rinnovato interesse per il stati chiusi più di cinquanta ci- la, è stato presentato a settem-
rapidamente”. cinema nella capitale sudane- nema e uno, il Kolazim, è di- bre a Venezia dove ha vinto il
Trent’anni dopo, le vecchie tradizioni se Khartoum è esemplificato ventato un centro commercia- Leone del futuro, premio per
stanno rifiorendo. Mesi di proteste in tutto anche dal restauro di vecchie le”, racconta Mohi Aldin Ali un’opera prima. Poche setti-
arene per le proiezioni cine- Saad Aldin, un giornalista cul- mane dopo ha ottenuto rico-
il Sudan e un imponente sit-in nelle strade
matografiche come l’Halfaya, turale. “L’entusiasmo per il ci- noscimenti anche al festival
di Khartoum hanno fatto deporre Al
scrive il sito emiratino nema coincide con l’uscita egiziano di El Gouna. Il prota-
Bashir. E dopo mesi di faticosi negoziati, 7DNews. “Servirà parecchio nelle sale di un film sudanese gonista del film è un ragazzo
l’esercito e i rappresentanti della società impegno per rimediare ai dan- che ha vinto due importanti sudanese, convinto che mori-
civile hanno sottoscritto un accordo per ni inflitti all’industria cinema- premi internazionali. You will rà da giovane per via di una
gestire la fase di transizione che porterà a tografica. A causa delle politi- die at twenty (Morirai a maledizione. Il cinema gli farà
nuove elezioni. “Noi eravamo stanchi”, che del vecchio regime, sono vent’anni) di Amjad Abu Ala- conoscere un nuovo mondo”.

86 Internazionale 1335 | 22 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
FCP Festival
+ Premio del Cinema
Elio Petri
i edizione di Porretta
+ Concorso Terme
Fuori Dal Giro
vii edizione

07 — 14
dicembre
2019

xviii edizione

porrettacinema.com
info@porrettacinema.com

facebook PorrettaCinema
twitter @PorrettaCinema
instagram porrettacinema

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Cinema
Italieni Francia
I film italiani visti da
un corrispondente straniero.
C’era una volta il sequencer
Questa settimana Salvatore
Aloïse del canale tv
francotedesco Arte. Dall’amore con cui inquadra

DR
Il musicista e produttore
Marc Collin firma Le choc le apparecchiature (Ana ha
Lucus a lucendo. du futur, omaggio alle quasi un mancamento quan­
A proposito di Carlo Levi pioniere dell’elettronica do un amico le mostra un Ro­
Di Alessandra Lancellotti, land Cr­78) e dalla colonna
Enrico Masi. Italia/Francia Grazie ad artisti come Vange­ sonora da cui traboccano ar­
2019, 83’ lis e John Carpenter, la musi­ tisti come Nitzer Ebb, Throb­
●●●●● ca realizzata con i sintetizza­ bing Gristle e Jean­Michel
Per molti è l’autore di Cristo si tori ebbe un certo impatto nel Jarre, si capisce che Collin è
è fermato a Eboli. Ma Carlo cinema della fine degli anni lavoro, tra cui Delia Derby­ un cultore della materia più
Levi è tanto altro: oltre che settanta e dell’inizio degli an­ shire, Laurie Spiegel e Wendy che un regista. La musica è
scrittore e uomo politico, ni ottanta. Adesso il musici­ Carlos. Alma Jodorowsky, ni­ favolosa (anche se non travol­
condannato al confino per il sta e produttore Marc Collin, pote di Alejandro, interpreta gente come in Eden di Mia
suo antifascismo, è anche al suo debutto come regista Ana, una musicista che vive a Hansen­Løve) e lo slancio
pittore, medico, antropologo, con Le choc du futur, firma un Parigi nel 1978, frustrata da femminista non si può non
poeta. Il film di Alessandra tributo a quel genere forse un ambiente che ancora non apprezzare.
Lancellotti ed Enrico Masi si troppo serio ma che ha il pre­ riesce a intuire le possibilità The Guardian
sofferma su questi diversi gio di rendere onore a un di cambiare radicalmente il Il film è stato presentato
aspetti, interrogandosi su temi gruppo di pioniere di cui non panorama musicale offerte al Torino film festival, che
tipicamente “leviani”, come il tante persone conoscono il da sintetizzatori e sequencer. si chiude il 3o novembre.
significato della libertà,
l’idolatria del potere, le
retoriche della propaganda. Massa critica
Filo conduttore è il nipote e Dieci film nelle sale italiane giudicati dai critici di tutto il mondo
discepolo, Stefano Levi Della

ST
PH

Torre. Colpisce lo sguardo che

PO
IL

E
A

S
T
A

IM
E
R

N
EN

Levi ha sul mezzogiorno, in


M

IM
EG

O
T
D

T
D

T
N

K
EL

G
N
IA

quanto scoperta dell’altro.


A

N
N

L E i ti L E
L E i to T

L I i to P E

T i t i YO
ni R D

ti I
E

IO
n Y

ni S H
E
n GE
a OB

n E
U L

a R

n W
a D
ci AT
o UA

Quella Basilicata – per la


o ND
o AI

o
ci A

iU A
ci N
iU N

iU E
t
ad L
an I G

at W
gn D

an R

an O

at N
an G

gn G

at A
gn I

Fr BÉ

a
U

Fr M
Re H E

Re H E
Fr F

St S
C HE

Re H E

St H E

St H E

regista tutto comincia da quei


LO

Media
T

T
T

paesaggi – e la sua Aliano,


dove è stato al confino e dove MIDwAY - 11111 11111 11111 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111
è stato seppellito, con le rare
immagini dei suoi funerali. frozen 2 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
Anche il titolo è un
riferimento a quella terra. The IrIShMAn 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111
In Cristo si è fermato a Eboli
Levi parla di lucus a non
joker 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 - 11111
lucendo, riferendosi a un Le MAnS ’66
bosco dove non filtra la luce. I
11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111 11111
registi, invece, insieme al LIGhT of MY LIfe 11111 - 11111 - 11111 - 11111 - 11111 - 11111
nipote, hanno scelto di
togliere la negazione. La pArASITe 11111 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111 11111 11111 11111
conoscenza dell’artista ha
permesso, dice ancora Le rAGAzze DI wALL… 11111 - 11111 11111 11111 11111 11111 - 11111 11111 11111
Lancellotti, di cancellare
l’oscurità: “Carlo Levi è un
STorIA DI un… 11111 - 11111 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111
grande faro su alcuni temi del
L’uffICIALe e LA SpIA 11111 11111 - 11111 - 11111 11111 11111 - - 11111
novecento che sono
estremamente attuali”. Legenda: ●●●●● Pessimo ●●●●● Mediocre ●●●●● Discreto ●●●●● Buono ●●●●● Ottimo

88 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
I consigli L’ufficiale e la spia Parasite Storia di un matrimonio
della Roman Polanski Bong Joon-ho Noah Baumbach
redazione (Francia/Italia, 126’) (Corea del Sud, 131’) (Stati Uniti, 136’)

Frozen 2 di battaglia che, come il resto di Woody Allen. E questo


del film, bombarda lo spetta- sembra proprio “un nuovo
tore di effetti speciali senza film di Woody Allen”. I giova-
mai però offrire un vero senso ni interpreti (a cui va aggiunta
di pericolo. Sorprendente- Selena Gomez) del film sono
mente Emmerich usa con par- contaminati dal gioco allenia-
simonia la carta del patriotti- no (febbrili, logorroici e gene-
smo e non ha la mano partico- rosi nel dispensare riferimen-
larmente pesante nei confron- ti culturali), ma a loro volta
ti del nemico giapponese. Ma contaminano il regista che ha
non sottolinea mai il costo di 83 anni con il loro entusiasmo
vite umane imposto dalla e la loro energia.
guerra e la sua diventa una Murielle Joudet,
lunga, noiosa e rumorosa le- Les Inrockuptibles
DR

zione di storia. Cath Clarke,


In uscita ogni immagine. Elsa e Anna The Guardian Il peccato. Il furore
non aspettano che le cose gli di Michelangelo
Frozen 2. Il segreto succedano, le vanno a cercare, Un giorno di pioggia Di Andrej Končalovskij.
di Arendelle sono attive e reattive, caratte- a New York Con Alberto Testone. Russia/
Di Jennifer Lee e Chris Buck. ristiche che fanno di loro Di Woody Allen. Con Timothée Italia 2019, 134’
Stati Uniti, 2019, 103’ un’eccezione nel panorama Chalamet, Elle Fanning, Selena ●●●●●
●●●●● dei personaggi femminili sul Gomez. Stati Uniti 2019, 92’ Il film di Končalovskij su Mi-
Elsa e Anna, le sorelle prota- grande schermo. Tuttavia le ●●●●● chelangelo Buonarroti non è
goniste di Frozen (2013), sono buone intenzioni e le forti “La città ha preso il soprav- una biografia né un affresco
tornate per imporre nuova- emozioni non riescono del tut- vento”, dice il giovane Gatsby storico. È più una visione
mente il dominio di Disney to a compensare la convenzio- (Timothée Chalamet) per giu- dell’autore sul rinascimento
sull’industria cinematografi- nalità dei personaggi, con le stificare a sua madre il movi- come epoca in cui grandi ca-
ca mondiale con un musical loro chiome bionde, le vite mentato soggiorno a New polavori scolpiti nel marmo
divertente e graziosamente strette, gli occhioni grandi e la York, dopo che una serie ro- sorgevano dalla sporcizia
disegnato, scritto ancora una pelle liscissima. Forse è arriva- cambolesca di incontri e ma- mondana. Ma la sfida princi-
volta da Jennifer Lee, che è to il momento che Disney ab- lintesi ha stravolto il piano ini- pale che affronta il regista
anche regista insieme a Chris bandoni i suoi ideali antiquati ziale: passare un fine settima- russo è sulla figura di Miche-
Buck. Frozen si era concluso di bellezza femminile. na a Manhattan con la sua fi- langelo: all’inizio è quasi ripu-
con Elsa che aveva finalmen- Manohla Dargis, danzata Ashleigh (Elle Fan- gnante, una figura lontana
te accettato i suoi poteri ma- The New York Times ning), che a sua volta è stata dall’umanista rinascimentale.
gici e la corona di regina, sequestrata dalla città. Una Alla fine si trasforma in una fi-
mentre Anna aveva trovato Midway lunga lista di personaggi gura tragica, divisa tra ambi-
un ragazzo carino e normale, Di Roland Emmerich. avrebbe potuto pronunciare zione terrena e destino divi-
Kristoff. Ma non c’è il lieto fi- Con Ed Skrein, Patrick Wilson. quella frase, per quello che no. Valerij Kičin,
ne nella terra dei sequel. Elsa Stati Uniti/Cina 2019, 138’ New York rappresenta nei film Rossijskaja Gazeta
sente il richiamo di una voce ●●●●●
eterea che la spinge ad anda- Roland Emmerich è il regista Un giorno di pioggia a New York
re “nell’ignoto” (che è anche che in Independence day ha
il titolo della nuova, potente fatto pilotare un caccia al pre-
ballata simbolo del film) e co- sidente degli Stati Uniti, e poi
mincia una nuova avventura, in Sotto assedio gli aveva mes-
seguita da Anna. Insieme sal- so in mano un lanciarazzi. Ma
gono le montagne, toccano il con Midway è diventato serio,
cielo e rientrano nel cerchio scolpendo una statua cinema-
della vita. È una storia vivace, tografica al coraggio di tanti
piacevole e prevedibilmente giovani uomini che si sono sa-
prevedibile, piena di rivela- crificati in nome della libertà,
zioni e riconciliazioni, non- e garantisce veridicità storica
ché di oscure trame politiche. alla sua versione della guerra
Anche se non sorprende mai, nel Pacifico. Il film comincia
il film sprizza creatività in con Pearl Harbor, una scena
DR

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 89


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Libri
Italieni Regno Unito
I libri italiani letti da un
corrispondente straniero.
La lista di Bowie
Questa settimana l’australiano
Desmond O’Grady.

CA/REDFERNS/GETTy
Un giornalista britannico David Bowie, 1966
Maddalena Spagnolo esplora i cento libri che
Pasquino in piazza hanno influenzato l’opera
Campisano editore, 320 pagine, del grande musicista
40 euro
● ● ●●● David Bowie aveva una pas-
La statua di Pasquino è so- sione enorme per i libri e la let-
pravvissuta dietro piazza Na- tura. Negli anni settanta,
vona, a Roma, per cinquecen- quando non prendeva l’aereo,
to anni nonostante il sole, il viaggiava con un baule che,
vento, la pioggia, lo smog e ad- una volta aperto, diventava
dirittura una piena del Tevere. una vera e propria libreria.
Le braccia e le gambe sono Quando viaggiò in treno da
mozzate, non ha orecchie né Varsavia a Mosca, le guardie di
naso anche se, come ha osser- frontiera trovarono libri dedi-
vato qualcuno, “percepisce cati ad Albert Speer e a Goeb-
tutti gli odori e sente tutto”. Lo bels, e si convinsero di avere a Victoria and Albert museum Bowie. C’è di tutto, da Arancia
studio di Maddalena Spagnolo che fare con una spia. Bowie di Londra, lo stesso Bowie for- meccanica a Madame Bovary, da
ricostruisce la sua storia da spiegò che gli servivano per nì una lista dei cento libri che Omero a Ian McEwan. Il libro è
quando il cardinale napoleta- documentarsi su un film con- lo avevano influenzato di più. imperdibile per i fan di Bowie.
no Oliviero Carafa la piazzò tro il nazismo. Il film era in- In Bowie’s books, il giornalista Ma tutti potranno trovare inte-
davanti alla sua residenza, co- ventato. Ma la voracità di britannico John O’Connell ha ressante scoprire come e perché
me segno del suo status. Si Bowie come lettore era auten- analizzato quella lista, presen- cento libri hanno influenzato un
presume che in origine fosse tica. In occasione della mostra tando ogni libro e andando a ri- grande artista.
una statua di Ercole, ma la sua che gli fu dedicata nel 2013 dal cercarne le tracce nell’opera di El País
identità cambiò e i romani co-
minciarono a “vestirlo” con
messaggi satirici contro il po- Il libro Goffredo Fofi
tere della curia papale. Spa-
gnolo specifica che Pasquino è
sopravvissuto mandando mes-
Romanzo del Brasile
saggi sia a favore sia contro il
papa e distingue il fascino che
la statua esercitava sul popolo, Caetano Veloso immense Billie Holiday, continuamente al pubblico, in
che lo elesse suo portavoce ma Verità tropicale Carmen Miranda, Chavela un “romanzo del Brasile”
pensava che fosse un rudere, e Sur, 616 pagine, 20 euro Vargas, Mercedes Sosa, Oum commovente e trascinante,
sulle élite, che invece ne ap- Chi ha amato la musica Khaltoum eccetera. La musica collocato sapientemente nella
prezzavano il valore artistico e brasiliana della seconda metà è un’arte maggiore. Caetano storia di un’epoca. Si parla di
archeologico. Il libro illustra del novecento, e il cinema novo scrive e canta, e ha il dono, musica ma anche, con
riccamente l’importanza della dei Rocha e dei Guerra, e narrando di sé e del passione e ironia, di
statua nei secoli. Ma oggi è prima ancora la letteratura sul tropicalismo e del Brasile tra rivoluzione, e pochi sono i
uno spettacolo triste. Non per Nordeste di Guimarães Rosa e speranze e delusioni, gioie e narratori e gli artisti che hanno
la statua che è ancora lì al suo tutta una cultura composita e dolori, aperture e storture, di saputo con altrettanta
posto. Ma per le “pasquinate”, formidabile, non potrà che accostarci con semplicità e sincerità, vitalità e precisione
confinate su un tabellone piaz- amare le memorie di un sapienza a un mondo che i più raccontare un tempo che è
zato accanto a Pasquino, che cantautore geniale quanto vecchi tra noi hanno amato e i stato anche nostro. Grazie a
non hanno niente dello spirito Brassens e Brel, Dylan e più giovani devono conoscere. Sur per la nuova e accurata
tagliente che le ha rese celebri. Springsteen, Cohen e Marley, Gli aneddoti si succedono alle edizione di un “classico” del
Forse ora per le invettive si Vinicius de Moraes e Violeta riflessioni, alle analisi; il 2002, che l’autore ha rivisto e
preferiscono altri mezzi. Parra e, solo cantanti, le privato si mescola aggiornato. u

90 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
I consigli Edward Carey Lutz Bassmann Bilotta, Catacchio, Gerasi
della Piccola Black Village Mercurio Loi. Il piccolo
redazione La nave di Teseo 66thand2nd palcoscenico
Sergio Bonelli editore

Il romanzo Tommy Wieringa


Santa Rita
Sebastian Faulks
I fantasmi di Parigi
Né schiavi né schiavisti Iperborea, 302 pagine,
18,50 euro
Neri Pozza, 304 pagine, 18 euro
●●●●●
●●●●● Tariq, 19 anni, s’innamora del
Un piccolo aereo si schianta su suo riflesso mentre fa pipì. È
un campo di grano vicino al un aggiornamento ironico del
DAMIEN GRENoN (PHoTo12/CoNTRASTo)

Léonora Miano
La stagione dell’ombra confine con la Germania. A vecchio mito di Narciso: uno
Feltrinelli, 204 pagine, 16 euro bordo c’è un russo che ha at- specchio da barba al posto di
● ● ● ●● traversato la cortina di ferro. Il una fonte boschiva e un ragaz-
Chi non si è asciugato una pilota, gravemente ferito, è cu- zo nordafricano al posto del
lacrima quando in Radici ha rato nella fattoria dell’agricol- giovinetto greco. La possibilità
incontrato il personaggio di tore Aloïs Krüzen, insieme alla di osservarsi da una prospetti-
Kunta Kinte, un guerriero moglie e al figlio Paul. La pre- va diversa è importante per
nero catturato da uomini senza di un russo fa scalpore a Sebastian Faulks. I fantasmi di
bianchi, marchiato prima di Mariënberg, un villaggio dove Parigi lo fa approfondendo il
essere strappato al suo non succede mai nulla. Nel groviglio del passato: familia-
popolo mandingo? Nella suo nuovo romanzo, Tommy re, romantico e nazionale. I
Stagione dell’ombra, Léonora Wieringa ritorna a Twente, la due protagonisti, Hannah e
Miano ha scelto di regione in cui è cresciuto. E Tariq, si rendono conto che le
concentrarsi non su quelli torna anche a un tema a lui ca- storie della guerra e dell’impe-
che sono stati sradicati dalla Léonora Miano ro: l’aereo, simbolo di gioia di ro proiettano lunghe ombre
tratta degli schiavi, ma su vivere. Nessuno scrive di voli sulla Parigi di oggi. Tariq arri-
quelli che sono rimasti, a cui eventi. L’autrice franco- come Wieringa e pochi trasci- va dal Marocco, alla ricerca di
hanno sottratto le persone camerunese contribuisce a nano il lettore con tanta forza qualche traccia della madre
amate e che hanno visto rivelare una storia poco in un paesaggio allo stesso morta e della sua eredità fran-
crollare il loro mondo. Miano conosciuta, la storia della tempo familiare e mitico. co-algerina. Tra una cosa e
ci porta quindi in un villaggio maggioranza di sub- Quarant’anni dopo l’inciden- l’altra approda nella stanza de-
mulongo, dove in una notte sahariani che non erano né te, Paul Krüzen si prende cura gli ospiti di Hannah. Più gran-
sono spariti dodici uomini. prigionieri né trafficanti di del padre Aloïs nella stessa fat- de di lui, statunitense, è una ri-
Ebeise, la matrona del clan, schiavi. Affronta un periodo toria. Il russo è partito da tem- cercatrice impegnata a studia-
suggerisce che le madri degli storico che durò diversi secoli po, e sulla sua scia la madre di re l’esperienza in guerra delle
scomparsi siano allontanate e che ha ripercussioni sul Paul. Padre e figlio devono ca- donne nella Francia occupata.
dalla comunità, l’unico modo modo in cui ancora oggi gli varsela da soli. Paul Krüzen Il romanzo oscilla tra le loro
per impedire che il loro africani percepiscono se ogni settimana visita la prosti- diverse prospettive. Il pregio
dolore si diffonda e stessi e il loro rapporto con gli tuta tailandese Rita in un bor- del libro è nella trama, dove
indebolisca il gruppo. Il altri. L’altro grande merito dello oltre il confine. Santa Ri- tutti gli elementi prendono di-
romanzo si apre con queste dell’autrice è di aver ta è la patrona dei casi dispera- rezioni insolite prima di cade-
donne recluse, abbandonate raccontato il destino di questi ti: è chiaro che a Mariënberg re nella posizione giusta. Han-
al loro sgomento. Lungi uomini e donne attraverso ha un gran da fare. Il terribile nah trascorre il suo tempo in
dall’essere un manifesto le loro parole e i loro cliché della donna come putta- un archivio, ricostruendo la
contro la tratta degli schiavi, sentimenti, testimoniando na e come santa, per fortuna Parigi del passato, mentre Ta-
il testo di Miano ritrae un dall’interno la distruzione del qui non disturba. Perché lo riq, affamato di nuove oppor-
popolo precoloniale con le loro universo, che aveva una sguardo è focalizzato sui casi tunità, cerca un futuro diverso.
sue credenze, le sue storie sua poesia e una sua disperati, su quelli che si ag- La storia dimenticata delle
d’amore, i suoi odi e i suoi spiritualità. Questa grappano al conforto e alla donne in guerra che Hannah
intrighi. E soprattutto con i spiritualità Miano riesce a (falsa) speranza che Rita gli of- scopre è parallela a ciò che Ta-
suoi numerosi abitanti: quelli riportarla in vita adottando fre. Lei stessa è una presenza riq apprende sui pieds-noirs
che hanno aspettato fino al uno stile deliberatamente flebile, un’immagine di sogno, (cittadini francesi residenti in
loro ultimo respiro un incantato. La scrittrice tenuta in vita dai perdenti del Algeria tra il 1830 e il 1962) e
ipotetico ritorno dei dispersi; confessa di aver voluto romanzo: uomini soli e impo- sugli harki (musulmani algeri-
quelli che li cercano, ma scrivere un testo delicato, in tenti. Lo stile di Wieringa è po- ni schierati dalla parte dei
senza sapere dove; quelli che, grado di far risaltare tente. Sembra che il libro sia francesi durante la guerra al-
indifesi, non hanno mai l’umanità dei personaggi. stato scolpito nella pietra. gerina d’indipendenza, dal
trovato l’atteggiamento Clarisse Juompan-Yakam, Gerwin van der Werf, 1954 al 1962). Un romanzo
giusto di fronte a questi Jeune Afrique Trouw sconcertante, non interamen-

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 91


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Libri
te riuscito nelle sue voci e nei cose, ma potrà riguadagnare il chica di Léo Malet, “il detecti- Argentina
suoi meccanismi narrativi, ma vantaggio sull’altra squadra ve dello shock” Nestor Burma
pieno del profondo affetto di locale? O alla fine la cittadina è di nuovo qui, trasformato ma

SIMONE PAdOVANI (AwAKENINg/gEtty)


Faulks per Parigi. crollerà sotto il peso dei suoi uguale a se stesso, maligno e
Shahidha Bari, peccati passati e presenti? sarcastico, sempre scontroso.
The Guardian Qualcuno potrebbe pensare Ora usa uno smartphone che
che a chi non interessa l’ho- lo rende perennemente nervo-
Fredrik Backman ckey non può interessare il ro- so. Vive, come una volta, nella
Noi contro di voi manzo. Si sbaglierebbe. Back- sua agenzia rinnovata,
Mondadori, 468 pagine, 21 euro man scrive dell’hockey nel Fiatlux.com. Ama la poesia e
● ● ●●● modo in cui Balzac parlava, l’umorismo nero, la boxe e il Mariana Enríquez
Il nuovo libro dello svedese per esempio, dell’esercito whisky irlandese. Nella versio- Nuestra parte de noche
Fredrik Backman continua la francese, il che significa che il ne ricreata da Leroy, che firma Alfaguara
saga di una piccola località di suo punto di vista è eccentrico un potente episodio sul traffi- Inquietante romanzo, che ha
cui i lettori si erano innamora- rispetto al tema. Noi contro di co di migranti nel decimo ar- per protagonisti un padre e un
ti con il precedente La città de- voi posa uno sguardo lirico sul rondissement di Parigi, ci so- figlio che si aggirano tra la
gli orsi. Qui tutti sono osses- modo in cui una comunità no anche due donne al fianco Londra degli anni sessanta e
sionati dall’hockey su ghiac- guarisce, le famiglie risorgono di Nestor Burma. La fedele se- l’Argentina dei decenni suc-
cio, dai giocatori e dalla squa- e gli individui crescono. È gretaria Kardiatou Chatelain, cessivi, in cui si mescolano ter-
dra locale, guidata da un uo- davvero tutti per uno e uno giovane e graziosa franco-se- rore soprannaturale e paure
mo del posto che in passato è per tutti. Bethanne Patrick, negalese, che riesce a tenergli molto reali. Enríquez è nata a
approdato alla lega professio- The Washington Post testa, e l’elegante e impertur- Buenos Aires nel 1973.
nistica statunitense, prima di babile commissiaria Stéphanie
tornare a casa. Peter, sua mo- Jérome Leroy Faroux. Il Nestor Burma di Ana Maria Shua
glie Kira e i loro figli tornano Terminus Nord Jérome Leroy, “disilluso ma La guerra
in Noi contro di voi. E la città Fazi, 239 pagine, 15 euro senza amarezza, non crede più Páginas de Espuma
continua a lottare, sopra e sot- ●●●●● alla rivoluzione. La sua profes- Un libro di microstorie raffina-
to il livello del ghiaccio, con le È un personaggio indistruttibi- sione è un modo per corregge- te che osservano da vicino il
conseguenze delle violenze le. Quando pensiamo che sia re le ingiustizie più palesi”. fenomeno della guerra nelle
sessuali. Un misterioso nuovo morto, ricompare sempre. Na- Jean-Claude Raspiengeas, sue forme più svariate, guer-
allenatore promette grandi to nel 1942 dalla penna anar- La Croix rieri, armi, strategie, campi di
battaglia, eroi ed eroine. Shua
è nata a Buenos Aires nel 1951.
Non fiction Giuliano Milani Pedro Mairal
I nostri primi centomila anni Breves amores eternos
Ediciones Destino
Racconti sulle molteplici for-
me del desiderio e del sesso,
Silvana Condemi bro semplice, breve e ricco, nuto negli ultimi trent’anni, le ambientati in una quotidianità
e François Savatier che mette a disposizione di sorprese rispetto alla vulgata in cui spesso s’insinuano ele-
Noi siamo sapiens tutti le ultime scoperte sulle dei manuali sono tante e resti- menti di assurdo. Mairal è na-
Bollati Boringhieri, 143 pagine, nostre origini, nonché le ipote- tuiscono complessivamente to a Buenos Aires nel 1970.
18 euro si e le teorie che permettono di un’immagine più tragica della
“Per milioni di anni la nostra spiegarle. La paleoantropolo- nostra vicenda: l’antichità di Andrés Neuman
evoluzione è stata prima biolo- ga Silvana Condemi, assistita un rapporto con l’ambiente Anatomía sensibile
gica che culturale. Poi, alcune dal giornalista scientifico squilibrato e predatorio, il pa- Páginas de Espuma
centinaia di migliaia di anni François Savatier, spiega cos’è rallelismo tra domesticazione In ognuno dei trenta capitoli
fa, è comparso Homo sapiens, successo dalla adozione del bi- del lupo e di autodomestica- Neuman (Buenos Aires, 1977)
la cui evoluzione è diventata pedalismo (la camminata su zione della specie umana o an- esamina con umorismo e poe-
più culturale che biologica – due zampe, avvenuta circa cora l’importanza, per la crea- sia una parte del nostro corpo,
finché, circa 40mila anni fa, la cinque milioni di anni fa) alla zione dello stato, non della ne- rivelandone aspetti nascosti e
cultura ha spiccato il volo e ha nascita dei primi stati (a parti- cessità di superare lo stile di inaspettati, celebrandolo e di-
preso il sopravvento sulla bio- re da circa cinquemila anni fa). vita dei cacciatori-raccoglitori fendenone le imperfezioni.
logia”. Questa, in sintesi, la A causa del grande rinnova- (che non era poi così male), Maria Sepa
storia raccontata in questo li- mento delle conoscenze avve- ma della guerra. u usalibri.blogspot.com

92 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Dicembre 2019
numero 3
Il meglio della
stampa di
tutto il mondo
per bambine
e bambini
3,00 €

Monopattini
travolgenti
Caccia all'albero
di Natale
Salto in alto sul
trampolino

Perché i gatti
sembrano matti
Sotto la pioggia
ANNO I N. 3 DICEMBRE 2019

con Aldo&Rosa
INTERNAZIONALE KIDS

P.I.: 27 NOVEMBRE 2019

I compiti a casa
MENSILE

sono utili?

È uscito il nuovo
Internazionale Kids!
In questo numero: la passione
per i monopattini elettrici, a caccia
di alberi di Natale, gatti che sembrano
matti, musei spettacolari, pattinaggio
sul ghiaccio e molto altro
Ogni mese articoli, giochi e fumetti
dai giornali di tutto il mondo
per bambine e bambini
Internazionale 1226 | 13 ottobre 2017 93
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trenta cortometraggi A cura di Orario proiezioni
d’autore sulla crisi Francesco Cara 16.45 – 17.45
climatica da un’idea di 18.00 – 19.00
Ludovico Einaudi 22.15 – 23.30
Teatro Dal Verme,
Milano

CLIMATE
SPACE DAL 3 AL 21
DICEMBRE 2019

Ingresso libero fino ad Per informazioni


esaurimento posti www.ludovicoeinaudi.com
www.ponderosa.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Libri
Ragazzi Ricevuti
Guardare Andrea Fenoglio
Un’altra vita
le stelle Fusta editore, 175 pagine,
16,90 euro
Il progetto Pas di Saluzzo
Lara Albanese, accoglie migranti africani che
Tommaso Vidus Rosin ogni primavera raccolgono
Mappe spaziali frutta. Le storie di Lassè e
Nord-Sud, 87 pagine, Casimir parlano delle loro
24,90 euro terre, più legate alle nostre di
Quando un’astrofisica (Lara quanto crediamo.
Albanese) si mette insieme
a un illustratore filosofo A cura di Christian Raimo
(Tommaso Vidus Rosin) che Grande come una città
si è diplomato in tromba al Alegre, 223 pagine, 15 euro
conservatorio, può succede- Il movimento politico nato
re di tutto. Per esempio che nel terzo municipio di Roma
insieme facciano un libro ha portato centinaia di
davvero galattico. Mappe iniziative culturali in luoghi
spaziali è un librone colora- che per anni sono stati
tissimo, un po’ enciclope- desertificati o lasciati al puro
dia, un po’ romanzo d’av- Fumetti interesse commerciale.
ventura, un po’ libro dei so-
gni. Nella vita quasi tutti
noi, non importa se siamo
Memorie a colori Martino Mazzonis
Lavorare tutti?
grandi o piccoli, abbiamo Ediesse, 164 pagine, 13 euro
guardato all’insù per osser- Negli Stati Uniti le proposte
vare le stelle (che purtroppo Silvia Rocchi nonno che invece sembra di lavoro garantito pubblico e
in città si vedono poco). Più Susi corre prigioniero di vecchi retaggi il new deal verde hanno
o meno tutti abbiamo so- Canicola, 36 pagine, 17 euro socioculturali mai risolti. Lo suscitato grande interesse.
gnato di viaggiare nello spa- Tornano gli albi giganti della scontro tra generazioni, sessi Attraverso la ricostruzione
zio come gli astronauti e collana Sudaca delle edizioni e modi opposti di vedere e del dibattito accademico e
ogni tanto ci chiediamo co- Canicola con un titolo al sentire la vita in questo bello politico, il libro offre una
me sarebbe vivere su Marte. femminile che è una vera festa spaccato della provincia, fotografia della società
Gli autori conoscono tutte le per gli occhi. Brucia (Rizzoli porta a esiti sorprendenti. statunitense.
strambe domande che ci Lizard 2017) aveva già Narrando come un flashback
facciamo e con questo libro permesso di cogliere il talento un momento lontano Andrea Marcolongo
pieno d’illustrazioni allegre e la singolarità di Silvia Rocchi dell’adolescenza – del resto Alla fonte delle parole
ci spiegano quell’universo con un racconto imperniato su Brucia era ambientato negli Mondadori, 300 pagine,
ancora pieno di mistero. Si due donne, un’adolescente e anni ottanta – l’autrice con i 18 euro
parte dalle mitologie dei po- una donna matura, nel pastelli a olio crea una sorta Viaggio poetico attraverso
poli fino ad arrivare agli contesto della vita di fabbrica, di rimembranza, nel senso l’etimologia di 99 parole
anelli di Saturno. Si fa anche mettendo a confronto chi poetico della parola. Lo crea il scelte dall’autrice, verso la
una capatina negli altri pia- cresce negli agi e chi tira colore, le sue macchie, i suoi scoperta di qualcosa che non
neti, da Nettuno gelido a avanti con lavori alienanti e effetti materici di luce e sappiamo più di possedere.
Urano storto, da Venere precari. Se Brucia era movimento. Insieme a un
splendente al gigante Giove realizzato in bianco e nero, vero senso dello spazio e della Lucia Berlin
con i suoi tanti satelliti. Si Susi corre, invece, è composizione e magistrale Welcome home
parla del Sole e della Luna. coloratissimo. Anche qui il capacità di far guardare al Bollati Boringhieri, 192 pagine,
Si parla della nostra Terra. E racconto è costruito su lettore le doppie pagine nel 20 euro
poi si va oltre. Insomma, a un’antinomia: un’adolescente loro insieme. Colori Splendido album di famiglia
fine lettura ci viene una gran che vuole conquistare in fretta impressionistici di un luna che comincia nel 1936 (al
voglia di diventare astrofisi- la libertà viene accompagnata park della memoria. concepimento dell’autrice) e
ci. Igiaba Scego a una fiera di paese da un Francesco Boille finisce, incompiuto, nel 1965.

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 95


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Musica
Dal vivo Dal Messico
Giardini di Mirò
Napoli, 30 novembre
Potere al popolo
giardinimiro.it
Umbertide (Pg), 1 dicembre
pitale messicana è tra le città

DADO RUVIC (REUTERS/CONTRASTO)


cinemametropolis.it Spotify lancia dei
premi musicali basati solo che fanno registrare più
The Stranglers sugli ascolti in streaming ascolti insieme a New York e
Bologna, 30 novembre dei suoi utenti Londra. Spotify, fondata nel
estragon.it 2008, è sbarcata nel paese
Roma, 1 dicembre Oggi ci sono decine di premi solo nel 2013 e oggi, secondo
orionliveclub.com in giro per il mondo. E ag- l’azienda, Città del Messico è
Torino, 2 dicembre giungerne un altro alla lista il posto con più ascoltatori
facebook.com sembra una scelta azzardata. nel mondo. Mia Nygren, re-
/teatro.venariareale Ma l’ingresso di Spotify nel sponsabile di Spotify per
settore sembra in grado di decisi dalla gente. Ma non ci l’America Latina, ha dichia-
Venerus cambiare le carte in tavola: il sarà nessuna votazione, solo rato: “Abbiamo scelto il Mes-
Milano, 30 novembre 5 marzo 2020 il servizio di una raccolta dei dati della sico perché il numero degli
magazzinigenerali.org streaming svedese lancerà piattaforma di streaming. La utenti, aggiunto all’enorme
Torino, 6 dicembre “la prima cerimonia basata al scelta della sede per la pre- diversità della musica e al
hiroshimamonamour.org 100 per cento sui dati gene- miazione, che sarà trasmessa tempo che passano sulla piat-
Roma, 7 dicembre rati dagli utenti”. Questo si- in diretta sul canale in lingua taforma, riflette perfetta-
auditorium.com gnifica che possiamo scor- spagnola Tnt Latin America, mente quello che si ascolta
darci le solite giurie fatte di ha assolutamente senso: Cit- oggi nel mondo”.
Paolo Conte addetti ai lavori. Spotify vuo- tà del Messico. Sorpresi? Se si Jenzia Burgos,
Napoli, 2 dicembre le che i riconoscimenti siano guardano le statistiche, la ca- Remezcla
teatrosancarlo.it

Vinicio Capossela
Palermo, 2 dicembre
Playlist Pier Andrea Canei
teatromassimo.it
Catania, 3 dicembre
Amori animali
metropolitancatania.it
Cosenza, 5 dicembre
inprimafila.net Sex Pizzul Mina Fossati Bonnie “Prince” Billy

La Tempesta su Marte
Tre Allegri Ragazzi Morti,
1 Mosquito
Il fenomeno brasileiro che
dribbla le difese ma non le pa-
2 Farfalle
“Se ne scrivono di cose
dalle stelle alle stalle signori
3 Squid eye
Le virtù mimetiche del
calamaro non sono in discus-
Blindur, Black Snake Moan, stoie del professionismo, giornalisti non rompeteci le sione; basta sapersi cacciare
Alosi, La Niña transfer forzati, mercati dopa- farfalle”. Così, come un amba- nell’abisso, basta vedere com’è
Roma, 6 dicembre ti: rabbia e fuga dal fossato pu- rabacciccicoccò o un ciccio profondo il mare. Basta saper-
largovenue.com trido in cui galleggia la palla. bombo cannoniere (“poverac- la cercare, questa bellezza di-
Meno effimeri di un calem- ci poveretto son rimasto quel versa. Il grande talento di Will
ROBERTO PANUCCI (CORBIS/GETTY IMAGES)

bour, i tre fiorentini (Irene Ba- che ero però ho girato il mondo Oldham, venuto dal Kentucky
vecchi, basso; Francesco con la faccia da torero”), e pure con il suo bagaglio di banjo e
D’Elia: synth; Simone Vassal- con quel tocco di protervia gi- violini e cori gentili, dopo una
lo: batteria; alla voce, tutti) giona, alla “io sono io e voi non residenza artistica alle Hawaii
tornano in forma con l’album siete un” puntini. Un pezzo ritorna quasi come una versio-
Anticalcio e la loro patchanka forte dell’ultra annunciato al- ne alt-country di Sponge Bob.
discopunk che mixa i Mano bum: par di vedere Ivano Fos- Sei anni dopo l’ultimo album,
Negra, i Chemical Brothers e sati uscire dalla doccia sgoc- ecco I made a place, disco dol-
le sigle di Piero Umiliani. Per ciolando nonchalance, con cissimo di melodie e spesso
una domenica sportiva con una chitarra e l’idea da far fi- spiazzante nel suo ecosistema
squadra minore da ammirare, schiettare a Mina mentre pre- lirico d’amore, natura e apoca-
Vinicio Capossela tipo l’Empoli degli anni buoni. para il caffè. lisse.

96 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Dance Dua Lipa Sam Smith Meduza, Becky Hill,
Scelti da Claudio Don’t start now I feel love Goodboys
Rossi Marcelli
Lose control

Album Beck dere”. Sexorcism però arriva al


momento giusto: se c’è una
Beck cosa che ha senso nel 2019 è
Hyperspace un album di pop alternativo
Universal sulle virtù taumaturgiche del
●●●●● sesso. Brooke Candy ospita un
Una volta chiesi a Peter Buck cast di spostati dell’industria
cosa gli mancava dei R.E.M. musicale: Iggy Azalea, Charli
“Essere giovane e al centro Xcx e Violet Chachki per rac-
della mia cultura”, rispose. Le contare una storia di liberazio-
PETER HAPAk

sue parole mi sono venute in ne sessuale. Pop futurista, trap


mente ascoltando il quattordi- e house permettono a Candy e
cesimo album di Beck, in cui alla sua banda di parlare di
sette pezzi su undici sono piacere e giochi di potere
scritti e prodotti insieme a town c’è l’estratto dell’audio di nale You know the one, per (Drip), identità (Nymph, Freak
Pharrell Williams. Viene da un arresto fatto da un poliziot- esempio, le armonie di Shelley like me) e pura ricerca del di-
pensare che era una mossa ob- to razzista, mentre BrokEn è e i riff di Salsburg danno il giu- vertimento (Xxxtc, Fmu). An-
bligata. L’ironia è che Strato­ una specie di spiritual con un sto calore al testo di Oldham. I che se si compiace troppo del-
sphere, la canzone migliore, coro gospel. Arabesque invece toni più oscuri della seconda le sue provocazioni, Sexorcism
non ha nulla a che fare con è cantata in francese. Guns parte del disco, invece, sono ha un autentico senso di libe-
Williams e quindi ci si chiede imita Bob Dylan e parla in mo- sostenuti dal clarinetto e dal razione che lo trasforma in un
cosa abbia portato di buono do confuso di armi da fuoco. È sassofono di Jacob Duncan. grido di battaglia per tutti gli
questa unione. Beck dice che come Masters of war, solo che è L’album si chiude con un mes- emarginati e gli arrapati.
l’ha incoraggiato a concentrar- brutta. Molti brani durano un saggio di speranza per le nuo- Emma Garland, Crack
si sulla scrittura e a preferire paio di minuti e sono pieni di ve generazioni contenuto nella
una produzione minimale, ma esercizi di stile fatti bene e con ballata Building a fire. Un fina- François Dumont
ascoltando la chitarra slide, le sincerità. Nel finale ci sono an- le curioso per uno dei dischi Ravel: concerti per piano,
percussioni, l’elettronica e il che un paio di pezzi azzeccati, più complessi di Oldham, ma Tzigane
rumore del lavandino in Saw come Orphans e Cry cry cry. a suo modo intenso. François Dumont, piano; Jenni­
lighting viene qualche dubbio. Everyday life ha tanti passaggi Sam Sodomsky, Pitchfork fer Gilbert, violino; Orchestra
Non fraintendetemi, Hyper­ a vuoto, ma diamo credito ai National de Lyon, direttore:
space non è una delusione to- Coldplay: la loro ambizione Brooke Candy Leonard Slatkin
tale, ma saltellando tra i generi esagerata è divertente, anche Sexorcism Naxos
qua e là in modo un po’ super- quando va a vuoto. Nuxxe ●●●●●
ficiale, sembra come passare il Alex Hudson, Exclaim! ●●●●● È sorprendente, ma i brutti di-
sabato pomeriggio in un nego- In un pianeta migliore di que- schi dei concerti per piano di
zio di vestiti: dai un’occhiata, Bonnie “Prince” Billy sto Brooke Candy sarebbe una Ravel sono davvero molti. Mi
ma non ti senti mai ispirato. I made a place grande star. Purtroppo sulla fa piacere dire che questo è
Michael Hann, Drag City Terra la sua ascesa è stata ral- molto bello. François Dumont
The Guardian ●●●●● lentata da una scarsa volontà suona i due lavori con quello
Will Oldham pubblica un nuo- di uniformarsi o di ripulirsi: i stile virtuoso ma diretto e sen-
Coldplay vo disco con lo pseudonimo suoi lavori sono sempre stati za fronzoli che una volta
Everyday life Bonnie “Prince” Billy dopo bollati come “difficili da ven- avremmo definito “francese”.
Sony Wolfroy goes to town. I made a È quello che offre anche Leo-
●●●●● place è fatto di musica contem- nard Slatkin, che questi con-
Everyday life è il disco più pre- plativa. Il cantautore statuni- certi li conosce molto bene (li
tenzioso dei Coldplay. Ha del- tense ha scavato ancora di più aveva registrati anche con la
le scritte arabe sulla copertina nei misteri della vita. E la band grande Alicia de Larrocha). In
e una canzone intitolata Ibn che lo accompagna è perfetta Tzigane la violinista Jennifer
Adam, che significa “figlio di per lo scopo. Il duo composto Gilbert è perfetta: mi piace-
Adamo”. Se quella è la vostra dalla cantante Joan Shelley e rebbe sentirla in un repertorio
idea di profondo, questa rac- dal chitarrista Nathan più importante. È un album
colta di 16 brani vi piacerà. Salsburg è una compagnia ras- del quale tutti i musicisti coin-
Nella prima metà del disco, in- sicurante, come un amico che volti devono essere fieri.
titolata Sunrise, domina il turi- si prende cura di voi durante David Hurwitz,
DR

smo musicale: in Trouble in un brutto viaggio. Sull’autun- Brooke Candy ClassicsToday

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 97


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Schermi
Documentari YouTube
Chiara Ferragni. Unposted Il futuro passa
Amazon Prime Video
Dopo l’anteprima a Venezia dal beauty
e il successo in sala, il
documentario di Elisa Nell’ultimo mese Disney+ e
Amoruso sulla influencer e Apple TV+ si sono aggiunti alle
imprenditrice arriva in rete, tante piattaforme già esistenti
chiudendo il cerchio. per guardare film e serie tv
online. E YouTube, oltre a
Está todo bien promuovere il suo servizio
Amazon Prime Video Premium, corre ai ripari con
Tra gli effetti più drammatici nuovi progetti. L’ultimo
della crisi venezuelana ci sono annunciato è James Charles
quelli sulla salute: il film instant influencer, un
segue quattro personaggi Serie tv programma pensato e
impegnati a diverso titolo nel presentato dal ventenne James
sistema sanitario, alla ricerca Elegia di un mondo perduto Charles, youtuber con sedici
di soluzioni d’emergenza. milioni di iscritti celebre per i
suo consigli sul trucco e i
La versione di Giò Arte.tv, 7 episodi sceneggiato storico. Ma rive- prodotti di bellezza. Lo show,
LaF, sabato 30 novembre In un’estate di cinquant’anni dendolo oggi non ha niente di che sarà visibile sul canale di
ore 21.05 fa, nell’Oise, nasceva una delle polveroso e anzi se ne può ap- Charles gratuitamente nella
Dopo il successo del libro Mio più belle serie francesi. Mauri- prezzare l’evidente libertà cre- primavera del 2020, mira a
fratello rincorre i dinosauri, ce Pialat, che aveva 44 anni, ativa. Questa elegia di un trovare il prossimo influencer
Giacomo Mazzariol parte dal girò i sette episodi di La mai- mondo destinato a scomparire del settore. Il tema non è
Veneto per un viaggio in Italia son des bois che raccontava la ci dimostra anche, al contrario casuale: nel 2018 i video
insieme al fratello Giovanni, vita quotidiana di un villaggio di quello che è successo al ci- dedicati al beauty hanno
affetto da sindrome di Down, durante la prima guerra mon- nema, che la “lezione” televi- generato su YouTube 169
per parlare di disabilità. diale. È quello che in un’altra siva di Pialat non ha avuto se- miliardi di visualizzazioni.
epoca si sarebbe definito uno guito. Les Inrockuptibles Gaia Berruto
The artist is present
Rai 5, venerdì 6 dicembre
ore 21.15
La preparazione delle
Televisione Giorgio Cappozzo
performance messe in scena
durante la personale di
Quanto amore
Marina Abramović al MoMA
di New York nel 2010
diventano l’occasione per L’altro giorno per strada ho ur- novità del format sta nell’at- apparentemente così innatura-
ripercorrere vita e carriera tato un labrador e gli ho chie- tenzione che riserva al turba- le da sfiorare il poetico. Ma il
dell’artista serba. sto scusa, peraltro dandogli mento emotivo degli umani. bisogno di cura e gratitudine
del lei. Forse ero solo distratto Nelle lunghe attese mentre può andare oltre il regno ani-
The weight of dreams e non ho distinto l’animale l’animale/figlio è sotto i ferri, male, e umanizzare ogni cosa.
Rai Storia, sabato 30 novembre dall’uomo, oppure anche io ho si aprono, si confessano, si ri- Dopo settimane di assenza per
ore 23.10 fatto il salto e come in That’s velano. Mi ha commosso in la sostituzione della scheda lo-
Aurelio e Latifa vivono nella amore (Rai 3) posso testimo- particolare la storia di un gio- gica (in pratica un’operazione
cabina del loro camion ma niare che il confine caro a vane e del suo riccio africano, al cervello) in casa nostra è tor-
sognano una vita normale. Darwin è definitivamente ca- il racconto del loro primo in- nata la tv. Una volta sistemata
Attraverso la loro storia, uno duto. In una clinica veterinaria contro, la quotidianità e l’in- abbiamo sorriso alla ritrovata
sguardo sullo spietato sistema romana si avvicendano storie sorgere della malattia. La stra- luminescenza. I colori appari-
del trasporto su gomma in di padroni/genitori in ansia per ordinaria sproporzione tra la vano più vivi e il sonoro più
Europa, lungo le rotte la sorte dei loro cuccioli: gatti, statura del ragazzo e quell’es- caldo. Cambiando i canali mi
commerciali e cani, uccelli e roditori, affidati sere minuscolo vestito di acu- sono ritrovato a dirle “brava!”,
dell’emigrazione. alle cure di giovani medici. La lei restituiva un’idea di amore manco fosse un labrador. u

98 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Cultura

Arte
Videobrasil Infinity mirrored room
Sesc 24 de Maio, São Paulo, fino
al 2 febbraio
Il nazionalismo come stru-
mento per capire i conflitti del
nostro tempo è lo sfondo di
questa ventunesima edizione
della biennale sesc_Videobra-
sil, che raccoglie sessanta ope-
re da 28 paesi. Il titolo, Comu-
nidades imaginadas, è preso in
prestito dagli studi del sociolo-
go irlandese Benedict Ander-
son per riflettere sulle forme di
organizzazione sociale e co-
munitaria che esistono ai mar-
gini degli stati nazionali:
comunità religiose, gruppi di
persone sradicate dalle loro
terre, comunità irregolari e

KArstEN MorAN (tHE NEw YorK tIMEs/CoNtrAsto)


utopiche.
Universes in Universe

Atsuko Tanaka
Moderna Museet, Stoccolma,
fino al 16 febbraio
Il suono amplificato di un cam-
panello rompe il silenzio di
una sala vuota. Work (bell)
dell’artista Atsuko tanaka
consiste in venti campanelli
azionati dallo spettatore, di-
sposti lungo il perimetro della New York
galleria a intervalli di due me-
tri. Presentato nel 1955 alla
Gutai art exhibition di tokyo,
Riproduzioni infinite
è stato descritto dall’artista co-
me un dipinto perché tanaka
sostiene che un’opera non Yayoi Kusama visitatori in tutto il mondo. Al- duo che Kusama vuole ottene-
debba necessariamente coin- Galleria David Zwirner, New la Zwirner sono previsti cento- re sarà vanificato dalla dila-
volgere la vista. Electric dress è York, fino al 14 dicembre mila visitatori, le liste d’attesa gante febbre di selfie, che sem-
invece un abito fatto con cento La torre Eiffel o la Grande mo- per vedere la mostra sono lun- brano essere l’unico scopo dei
neon a tubo e novanta lampa- schea della Mecca, il nuovo ghe e per entrare nella stanza tanti visitatori. Le stanze degli
dine colorate. In una perfor- iPhone o l’ultimo libro di Har- Dancing lights bisogna mettere specchi sono diventate l’arte
mance filmata, tanaka si muo- ry Potter. Per alcune esperien- in conto un paio d’ore di fila. paradigmatica dell’era del te-
ve nell’oscurità con l’abito illu- ze bisogna saper aspettare, co- La sua mirrored room più re- lefono dotato di fotocamera,
minato. In un altro video l’arti- me per l’ultima mostra di Ya- cente prevede un singolo globo che ha visto l’arte interattiva
sta disegna sulla sabbia di una yoi Kusama alla galleria Zwir- di luce sospeso che si moltipli- lasciare il posto a un’arte con-
spiaggia con la punta di una ner. Ignorata per decenni, l’ar- ca all’infinito negli specchi cre- dannata a fare da sfondo a set
piccozza. Le onde si avvicina- tista ha finalmente ottenuto il ando una costellazione. I globi fotografici. Non c’è un modo
no progressivamente alle linee successo meritato, e gode di da bianchi diventano rossi e si giusto o sbagliato di fruire
e alle forme circolari che lei ha una visibilità senza precedenti. spengono lasciando lo spetta- un’opera, ma il compito
appena tracciato. Nata a osaka Con le sue Infinity mirrored tore al buio. Non serve un ma- dell’artista è suggerire un nuo-
nel 1932, tanaka è una pionie- room, stanze che producono nuale di psicanalisi per dia- vo regime visivo invece di cre-
ra dell’avanguardia giappone- infiniti riflessi colorati, Kusa- gnosticare che l’obiettivo di are sfondi per smartphone.
se. Frieze ma attira decine di migliaia di auto-obliterazione dell’indivi- The New York Times

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 101


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Pop
Mi affascina presumere

Zadie Smith
o sempre saputo di avere una per- Ero Jane Eyre, la Celie del Colore viola, il signor

H sonalità poco coerente. Di avere Biswas di Naipaul, David Copperfield. Dal punto di
un sacco di voci contraddittorie vista autobiografico, le nostre coordinate coincideva-
che mi rimbalzano in testa. Da no raramente. Non mi era mai morta di consunzione
piccola me ne vergognavo. Mi un’amica né ero stata violentata da mio padre né ave-
sembrava che gli altri avessero vo vissuto a Trinidad, nel profondo sud degli Stati
delle opinioni forti su di sé, che sapessero esatta- Uniti o nell’ottocento. Ma mi ero sentita triste e smar-
mente chi erano. Io non sono mai stata così. Non so- rita, a volte disperata, spesso confusa. Era sulla base
no mai riuscita a togliermi il sospetto che tutto, in di quei vaghi indizi emotivi che mi ritrovavo a imme-
me, fosse il risultato di una serie di coincidenze im- desimarmi con quegli sconosciuti immaginari: a pro-
probabili, tra cui quella della mia na- vare sentimenti insieme a loro, per loro,
scita: un caso su quattrocento miliardi. Non sono mai accanto a loro e attraverso di loro, estra-
Per come la vedevo io, anche le mie riuscita a togliermi polando a partire dalle mie emozioni,
emozioni e convinzioni più forti avreb- il sospetto che che, seppure su una scala decisamente
bero potuto benissimo essere diverse tutto, in me, minore, mantenevano comunque una
se fossi stata figlia dei nostri vicini di fosse il risultato di certa parentela con la drammaticità
pianerottolo o figlia di un altro secolo, una serie di della letteratura, com’è vero peraltro di
un altro paese, un altro dio. Mi perdevo coincidenze tutte le emozioni umane. Le voci dei
in questi pensieri. improbabili, tra personaggi andavano a ingrossare i
Per fare un esempio concreto: se ranghi di tutte le altre voci che avevo
cui quella della mia
Asma, la ragazzina pachistana della dentro, e finivano per rendere indistin-
porta accanto, mi dipingeva le mani
nascita ta l’idea di una “mia” voce. O forse è
con l’henné – le piaceva usarmi per fare meglio dire così: non ho mai pensato di
pratica – per me era questione di un attimo fantasti- avere una voce del tutto separata dalle molte voci che
care di essere sua sorella. Immaginavo di vivere con sento, leggo e interiorizzo ogni giorno.
Asma, e di sapere e provare quello che sapeva e pro- A un certo punto, durante questa infanzia poco
vava lei. A dire la verità, era raro che entrassi in casa coerente, rimasi colpita da una vecchia vignetta che
di un’amica senza chiedermi come sarebbe stato non vidi da qualche parte. Raffigurava Charles Dickens
uscirne mai più. O come sarebbe stato essere polac- circondato da tutti i suoi personaggi, come se aves-
ca, ghaneana, irlandese o bengalese, essere più ricca sero preso vita: era la contentezza fatta persona. Non
o più povera, dire certe preghiere o professare certi sembrava affatto preoccupato né in imbarazzo. Non
ideali politici. Praticavo un voyeurismo delle pari pareva sospettare di essere schizofrenico o affetto da
opportunità. Volevo sapere come sarebbe stato esse- qualche altro disturbo mentale. Aveva un nome per
re chiunque. Soprattutto, mi chiedevo come sarebbe indicare la sua condizione: romanziere. Fin dalla
stato credere nel tipo di cose in cui non credevo. tenera età, l’ho adottato a mia volta come alibi. E da
Ogni volta che passavo del tempo con zio Ricky, che anni, ormai, nelle pagine dei romanzi, “io” sono sia
era molto credente, e arrivava il momento in cui a adulta sia bambina, sia maschio sia femmina, sia ne-
tavola tutti dovevano chinare la testa, chiudere gli ra sia scura sia bianca, gay ed etero, buffa e tragica,
occhi e ringraziare dio per un piatto di escovitch fish progressista e conservatrice, religiosa e atea, nonché
Zadie SMith alla giamaicana, mi veniva fin troppo facile convin- viva e morta.
è una scrittrice cermi che ero anch’io, come lui, una testimone di Tutte le voci che ho dentro hanno avuto modo di
britannica. Il suo Geova. Mi vedevo abbandonare i Caraibi e arrivare venir fuori, e anche se non ho mai raggiunto il senso
ultimo libro è Perché
nella gelida Inghilterra, tremante, mano nella mano di appagamento che ho visto in faccia a Dickens in
scrivere (Minimum
con mia madre, che – in questa strana versione im- quella vignetta – esso stesso forse frutto d’immagi-
fax 2017). Questo
articolo è uscito sulla
maginaria – era mia sorella. nazione – con il tempo mi sono sforzata di provare
New York Review of Non voglio dire che immaginassi tutto ciò con meno imbarazzo per il mio ossessivo interesse verso
Books con il titolo esattezza, però lo facevo in maniera ossessiva. E la vita degli altri e le tante voci che ho in testa. Tutta-
Fascinated to presume: quello che facevo nella vita, lo facevo anche con i li- via, ogni volta che mi coglie l’antico senso di vergo-
in defense of fiction. bri. Ci vivevo dentro e li sentivo vivere dentro di me. gna, cerco di ripensare a quella vignetta, insieme ad

102 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
MANUELE FIOR

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 103


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Pop
alcuni citatissimi versi di Walt Whitman: sempio, sono per forza pesantemente influenzate
dal termine stesso. Eppure trattiamo quelle due pa­
Forse che mi contraddico? role, scelte con precisione, come se fossero in sé
Benissimo, allora vuol dire che mi contraddico, e per sé basilari e neutre, come se fossero scese tali e
(Sono vasto, contengo moltitudini.) quali dall’alto dei cieli. Quando ovviamente sono
solo, come tutto il linguaggio, un contenitore verbale
Sono certa di non essere la prima, tra gli autori di che, come tutti i contenitori di quel tipo, per­
romanzi, a tirar fuori questa vecchia citazione di mette l’emergere di certe idee e limita le possibilità
Whitman in difesa della nostra indifendibile arte. E di altre.
sarebbe piuttosto facile, a questo punto, andare
avanti a spron battuto e scrivere una difesa trionfali­ he aspetto avrebbero i nostri dibattiti
stica della letteratura d’invenzione ridicolizzando
chi quest’arte la vede con sospetto: il genere di letto­
re che si chiede come ha fatto un uomo a scrivere
Anna Karenina, o perché Zora Neale Hurston una
volta ha scritto un libro senza neanche un personag­
gio nero, o perché una donna omosessuale come
Patricia Highsmith ha passato tanto tempo a imma­
ginare la propria vita nei panni di un maschio bianco
(apparentemente) etero di nome Ripley. Ma i miei
C sulla letteratura, mi chiedo a volte, se
il nostro contenitore verbale preferi­
to per indicare il fenomeno di scrive­
re di altre persone non fosse “appro­
priazione culturale” ma piuttosto
“voyeurismo interpersonale” o “profonda fascina­
zione per l’altro” o addirittura “rianimazione trans­
epidermica”? I nostri dibattiti sarebbero ancora ac­
cesi, forse anche furibondi, ma sono certa che sareb­
romanzi e racconti io non li scrivo con spirito trion­ bero diversi. Non saremo forse un po’ troppo passivi
falistico, e non è con quello spirito che posso difen­ di fronte ai concetti che ci vengono trasmessi? Li au­
derli. E oltretutto ho in testa una contro­voce che ri­ torizziamo a pensare al posto nostro, e a diventare
leva, nei versi di Whitman, una certa dose di spoc­ comode parole d’ordine quando non vogliamo fare
chia. Contenere moltitudini suona, al momento, la fatica di pensare. Ti quoto, come si dice in rete. Ma
come un atto di colonizzazione. Chi è questo Whit­ uno scrittore avrà senz’altro il compito di pensare
man, e chi si crede di essere, quando dice di contene­ con la sua testa! E subito, in quell’arrogante punto
re chiunque? Whitman parli a nome di Whitman, esclamativo, una mia voce interiore riconosce
che a nome mio parlo io, grazie mille. Come fa Whit­ l’inconfondibile segnale della pomposità dei baby
man – bianco, gay, americano – a contenere, per dire, boomer, dell’irresponsabilità morale della Genera­
una ragazza inglese nera polisessuale o una persona zione X… Io credo davvero che sia compito dello
palestinese non binaria o un repubblicano battista di scrittore pensare con la sua testa, anche se questo
Atlanta? Come fa Whitman, morto nel 1892, a conte­ compito, per me, non equivale a una posizione fissa
Storie vere nere, o anche solo a conoscere minimamente, le par­ ma a un processo continuo: pensare le cose da capo,
La rapina in una
ticolarità di ciascuno di noi che viviamo nel tumul­ ogni volta, in ogni nuova circostanza. Il che richiede
gioielleria di
tuoso 2019? una certa dose di flessibilità mentale. Nessun artico­
Burnsville, nel
Minnesota, sembrava
Questa mia voce interiore ha il sospetto che il lo di fede della nostra cultura – che sia “penso dun­
essere riuscita bene: problema stia nella parola “contenere”, che sembre­ que sono”, “essere o non essere”, “sii te stesso” o
tre uomini travestiti rebbe avere del terreno lessicale in comune, specie “contengo moltitudini” – dovrebbe né può rimanere
sono entrati nel nella forma del sostantivo contenimento, con altri completamente fisso o al riparo dalle correnti della
negozio con delle ambiti semantici preoccupanti. Il linguaggio della storia. Esiste sempre la potenzialità di un cambia­
mazze, hanno proprietà terriera. Il linguaggio dell’ideologia carce­ mento radicale.
sfasciato tutte le raria. Il linguaggio delle politiche sull’immigrazione. “Riesaminate tutto ciò che vi è stato detto”, ci di­
vetrine, hanno Perfino il linguaggio della strategia militare. E non ce Whitman, “e ripudiate quanto insulta l’anima vo­
rapidamente
sembra affatto sorprendente che abbiamo, nel 2019, stra”. Lo confesso: quanto insulta l’anima mia è
raccattato i gioielli e
una tale ipersensibilità al linguaggio, dato che è l’idea – molto diffusa nella cultura attuale e presen­
sono scappati con un
furgone rubato.
qualcosa che ci portiamo costantemente addosso, in tata con gradi molto variabili di complessità – che si
Purtroppo per loro bocca e in testa. Il linguaggio è lì, alla nostra portata, possa e si debba scrivere solo delle persone che sono
nella fretta non si e possiamo apportargli dei cambiamenti, a volte an­ sostanzialmente “simili” a noi: dal punto di vista et­
sono accorti che tra i che radicali, mentre su tante altre questioni concrete nico, sessuale, genetico, nazionale, politico, perso­
gioielli c’era un – per esempio proprio la disuguaglianza economica, nale. Che solo un intimo legame autobiografico con
piccolo trasmettitore la riforma del sistema giudiziario, le politiche il personaggio, da parte dell’autore, possa essere la
gps. La polizia ha sull’immigrazione e la guerra – si dimostra spavento­ base legittima di un’opera di letteratura. Io non ci
avuto gioco facile nel samente impossibile incidere. Il linguaggio diventa credo. Se ci credessi, non avrei potuto scrivere nean­
trovare il rifugio di
il terreno di battaglia più comodo. E il linguaggio è che uno dei miei libri. Ma nella mia apostasia non
Marquell Lamar
anche, in senso letterale, una forma di contenimen­ provo nessun senso di trionfo. Può benissimo essere
Evans, 28 anni,
Antoine Devill Scott,
to. I termini che scegliamo – o i termini che ci vengo­ che semplicemente non vogliamo più romanzi come
26 anni, e Trevon no offerti – fungono da contenitori delle nostre idee, i miei o non ci servono i romanzi o qualunque tipo di
Shukur Edwards, e inevitabilmente plasmano e strutturano ciò che opera letteraria che, per esistere, debba sostanzial­
19 anni, con tutta la pensiamo, o ciò che pensiamo di pensare. Le nostre mente dissentire dalla nuova teoria della “somi­
refurtiva. polemiche sull’“appropriazione culturale”, pere­ glianza”. Può darsi che l’intera categoria di ciò che

104 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
un tempo chiamavamo fiction, letteratura d’inven-
zione, ci stia diventando ignota. E se un numero suf-
ficiente di persone si allontana dall’idea di fiction
come la si intendeva un tempo, combattere contro
questa trasformazione equivarrà a fare la guerra
contro un neologismo come “impattante” o a pian-
gere la scomparsa del pronome “egli”. Succede per
la cultura quello che succede per la lingua: ciò che
nessuno usa o vuole, muore. Ciò che serve, fiorisce e
si diffonde.
Di conseguenza, quello che mi interessa fare qui
non è un discorso prescrittivo ma descrittivo. Per me
la domanda non è: dobbiamo abbandonare la fic-
tion? Questo lo decideranno i lettori, anzi, lo stanno
già decidendo. Molti hanno deciso da un pezzo. La
domanda è: sappiamo veramente cos’era la fiction?
Ci sembra di sì. Nell’allontanarcene, l’abbiamo ac-
cusata di aver compiuto atti di appropriazione e co-
lonizzazione, di essere illusoria, futile, ingenua, po-
liticamente e moralmente irresponsabile. Le abbia-
mo trovato una miriade di difetti ma raramente ci

MANUELE FIOR
siamo soffermati a domandarci, o a ricordare, cos’è
che un tempo le chiedevamo: quali teorie ci offriva
sul sé e l’altro, o perché, per tanto tempo, quelle teo-
rie siano apparse sensate a tante persone. Imbaraz-
zati dal romanzo – e dalla sua mortificante abitudine clusione definitiva. La letteratura guardava con dif-
di mettere le parole in bocca agli altri – molti si sono fidenza qualunque teoria dell’individuo che sem-
spostati in fretta verso quello che sembra un terreno brasse fondata in massima parte su ciò che si vede a
più sicuro, ossia l’autenticità apparentemente indi- occhio nudo, ossia le parti di noi che sono concrete,
scutibile dell’esperienza personale. evidenti e chiaramente riconoscibili in mezzo a una
Il vecchio – e mai molto utile – adagio “scrivi di ciò folla. La letteratura – almeno quella di una certa qua-
che sai” si è trasformato in qualcosa di più simile a lità – era piena di dubbi, innanzitutto nei confronti di
una minaccia: “stai al tuo posto”. Questo principio se stessa. Aveva seri dubbi sulla natura dell’identità
permette l’esistenza della categoria della letteratura individuale.
come fiction, ma solo nella misura in cui riconoscia-
mo e ammettiamo che l’esperienza personale resta ome tanti altri scrittori, io voglio cre-
inviolata e non trasferibile. Concede che l’esperien-
za personale si possa mostrare, con la massima at-
tenzione, ai dissimili da noi, agli estranei, perfino ai
nemici, ma sostiene che con costoro non si possa mai
davvero condividere. Questa regola si applica anche
nella direzione opposta: l’esperienza di chi è dissimi-
le da noi non possiamo mai cooptarla, riproporla a
mo’ di ventriloqui o “rubarla” in altri modi (come ha
notato il filosofo Anthony Appiah, queste idee di pro-
C dere nella letteratura. Ma al tempo
stesso sono piena di dubbi, per defor-
mazione professionale. So che la vec-
chia metafora di Whitman va aggior-
nata. Il contenimento, come metafo-
ra del parlare di altre persone, è inadeguato ai tempi
che viviamo. Tempi in cui tanti di noi provano un de-
siderio collettivo, disperato e giustificato di liberarsi
una volta per tutte dalle fantasie e dalle proiezioni
prietà culturale hanno del dna in comune con il con- altrui, in quanto limitate e limitanti. Con tutto il ri-
cetto tardocapitalista dell’integrità del marchio). spetto per Whitman, quindi, voglio rimandarlo a
Solo i nostri simili sono simili a noi. Solo i nostri simi- sedere e chiamare invece, in difesa della letteratura,
li possono capirci, anzi, solo loro dovrebbero provar- un’altra voce poetica dell’ottocento, quella di Emily
ci. E tutto questo edificio filosofico dipende dalla vi- Dickinson:
sibilità e dalla leggibilità, dall’idea che si possa esse-
re certi di chi è o non è “simile a noi” semplicemente Ogni dolore che incontro, misuro
guardandolo e/o ascoltando ciò che ha da dire. con uno sguardo critico;
La letteratura non credeva in niente di tutto que- e mi chiedo se pesa quanto il mio,
sto. La letteratura aveva il sospetto che nelle persone o ha una forma più agevole.
ci fosse molto di più di ciò che scelgono di rendere
evidente. La letteratura si chiedeva che senso potes- Qui ci si avvicina di più all’esperienza di creare
se avere parlare di somiglianza tra gli individui, se la personaggi inventati. Tutto comincia con una co-
coscienza individuale stessa è un mistero profondo scienza a spasso nel mondo: guarda, ascolta, nota le
che tante altre discipline – in primis la filosofia – in- cose. Una forma di attenzione, a cui subito fanno se-
dagano da millenni senza raggiungere nessuna con- guito le domande. Che effetto fa essere quella perso-

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 105


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Pop
immaginarie – le emozioni che derivavano dalla per-
dita della madrepatria, dall’ansia dell’integrazione,
dalle battaglie con la fede e il suo contrario – potesse-
ro avere qualche vaga somiglianza con emozioni che
avevo provato o che potevo immaginare. Che i nostri
dolori non fossero totalmente scollegati tra di loro.
La gioia dello scrivere quel libro – e il rischio che ho
corso nel farlo – stavano nell’incertezza. Non ero mai
stata in guerra, in Bangladesh o nella Giamaica del
primo novecento. Non ero, in prima persona, un’im-
migrata. Sarei riuscita a far sì che il lettore trovasse
credibili le persone immaginarie che avevo messo in
quelle situazioni inventate? Forse sì, forse no. Dipen-
de dal lettore. “Non ci credo”, è sempre libero di dire
il lettore, quando viene messo davanti a una certa
emozione, a una certa azione. I romanzi sono mac-
chine costruite apposta per farci credere in qualcosa
di falso, ed è in base a questo che funzionano o falli-
scono. Io so che posso leggere la prima frase di un
romanzo e accorgermi che la mia reazione è “non ti
credo”. E molti lettori senz’altro avranno abbando-
nato Denti bianchi proprio per questo.
MANUELE FIOR

Eppure il credere di cui stiamo parlando non è


una questione empirica. Nello scrivere quel roman-
zo, non potevo essere propriamente “inesatta”, ma
potevo essere – e spesso lo sono stata – poco convin-
na? Provare ciò che prova? Chissà. Posso usare le cente. Potevo non riuscire a far sì che il mio lettore ci
emozioni che provo io per immaginare quelle che credesse, ma bisogna tener presente che quello a cui
prova qualcun altro? punta la letteratura è un tipo di credulità molto stra-
Poco più avanti nella stessa poesia, Dickinson no dato che, ricordiamolo, tutto il contenuto di un
passa dall’astrattezza alla precisione: romanzo è per definizione non vero. E allora, che si-
gnificato diamo a quel credere? Facendo l’insegnan-
V’è chi soffre indigenza, e v’è chi soffre il freddo – te di scrittura ho notato, nei miei corsi, l’emergere
v’è la disperazione; della convinzione che la letteratura possa o debba
e v’è l’esilio da volti nativi, essere il prodotto di una forma assoluta di “esattez-
sotto un’aria nativa. za”. L’allievo mi spiega che dovrei credere al suo per-
sonaggio perché quello è precisamente il modo in
Dickinson si crea in mente una mappa di possibi- cui il tipo di persona X si comporterebbe. E come fa
lità. Ma ancora più avanti, nel finale della poesia, a saperlo? Perché si dà il caso che sia lui stesso il tipo
ammette che nessuna mappa mentale può mai esse- di persona X. Oppure lo sa perché ha passato un sac-
re perfetta, anche se questo non significa che simili co di tempo a fare ricerche sul tipo di persona X e il
mappe non servano a nulla: romanzo è il risultato della sua scrupolosa ricerca
(argomentazioni simili si trovano anche nelle inter-
Ed anche quando non capisco bene viste a scrittori professionisti).
ogni specie, è per me Come se la letteratura potesse dimostrare la sua
uno struggente conforto, passando credibilità al lettore! Come se, armato di una bella
per il Calvario, raccolta di dati su ciò che una persona prova, è e fa,
sempre e ovunque, uno scrittore potesse sperare di
notare come son fatte le croci, scavalcare il giudizio intimo del lettore, che si forma
come gli altri le portano, frase per frase, momento per momento. È questo il
affascinata tanto da presumere giudizio che temiamo? È così incerto, così rischioso.
che qualcuna sia simile alla mia. È impossibile da quantificare: non sono dati. È qual-
cosa che succede tra il singolo lettore e il singolo
Invece della potenziale tracotanza del conteni- scrittore. È un incontro – talvolta uno scontro – di
mento, quindi, Emily Dickinson ci offre un’altra co- sensibilità, che spesso prende la forma, come capiva
sa: il fascino del presumere. Un presumere che non bene Emily Dickinson, di un confronto tra dolori.
dà per scontato di essere “esatto”, così come io non Cos’ho io in comune con Olive Kitteridge, una
davo per scontato, descrivendo la vita di un variega- ruvida donna bianca in là con gli anni che ha passato
to assortimento di persone nel mio primo romanzo, tutta la vita nel Maine? Eppure si scopre che i suoi
di farlo in maniera “esatta”. Ma mi affascinava pre- dolori sono simili ai miei. Non tutti. Non è una map-
sumere che alcune delle emozioni di quelle persone patura perfetta del mio io sulla pagina, non ho mai

106 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
incontrato un libro che fosse in grado di farla, meno va Updike non aveva il potere di distorcere il capitale
che mai i miei. Ma una parte del dolore di Olive sociale di un maschio bianco negli Stati Uniti (al
pesava come il mio. Certo, potrei passare da una tempo stesso nei libri di Updike i maschi neri, quasi
scrittrice come Elizabeth Strout a una come Toni sempre caricature, sono perfetti esempi di conteni-
Morrison e scoprire che i nostri dolori sono ancora mento grottesco). Viceversa, quando Margaret
più allineati, per ovvie ragioni come la razza e la clas- Mitchell pubblicò Via col vento, il panorama cultura-
se sociale, due fattori contingenti che contribuisco- le offriva un numero infinitamente piccolo di rappre-
no molto a formare l’esperienza di una persona e sentazioni non dannose delle donne nere, e di con-
quindi la sua sensibilità. Ma tra me e Olive qualcosa seguenza il danno che fece l’autrice con il suo fami-
è passato, eccome. Mi affascina presumere, da lettri- gerato personaggio di Mami fu considerevole: iniet-
ce, che tanti tipi diversi di persone, a me estranee tò nella cultura una nuova dose di un vecchio veleno
nella vita, si possano rivelare, nello spazio intimo che ancora esiste e che raggiunse perfino me, a dodi-
della letteratura, portatrici di dolori non dissimili dai ci anni, nel mio angolino di Londra, mentre cercavo
miei. E quindi leggo. una qualunque forma di rispecchiamento culturale
e trovavo solo specchi distorti, cliché mostruosi,
a la lettura sembra più facile da scherno mortificante, falso contenimento.

M difendere rispetto alla scrittu-


ra. La scrittura è un atto di pre-
sunzione ben più grande. Ren-
dendocene conto, cerchiamo
di giustificare l’atto dello scri-
vere con false difese, come la discutibile idea che si
possa mai essere veramente “esatti” quando si tratta
di rappresentare il comportamento umano in
un’opera d’invenzione. Capisco il desiderio – lo nu-
Con questa storia alle spalle, è naturale che guar-
diamo con paura e diffidenza le rappresentazioni che
danno di noi quelli che non sono simili a noi. Altret-
tanto ragionevole è dare per scontato che i nostri si-
mili quantomeno saranno scrupolosi nelle loro de-
scrizioni, e saranno motivati dall’amore e da una
conoscenza profonda invece che dal pregiudizio e
dalla fobia. Nel novecento e nel nostro secolo la
scrittura delle donne, e di ogni tipo di minoranza op-
tro io stessa – ma non capisco come uno possa spera- pressa, ha meravigliosamente allargato il panorama
re di riuscirci. Che significa, in fondo, dire “una don- letterario, nobilitando dolori che, storicamente, o
na bengalese non direbbe mai così” o “un omoses- erano passati inosservati o erano stati brutalmente
suale non si sentirebbe mai così” o “una donna nera soppressi o trasformati in caricatura. Siamo impa-
non farebbe mai così”? Come si fa ad affermare in zienti di parlare per noi stessi. Ma nel nostro giustifi-
maniera assoluta queste cose, a meno di non avere cato desiderio di rendere più eque le vecchie struttu-
già fissa in testa una specie di caricatura? Bisogna re di potere o addirittura cancellarle – di rivendicare
notare che l’obiezione “un uomo bianco non direbbe piena autonomia quando si tratta della rappresenta-
mai così” si sente di rado ed è quasi strutturalmente zione della nostra individualità – capita, a volte, di
impensabile. Perché? Perché avere quell’identità dimenticare il mistero che sta al cuore di ogni indivi-
significa vedersi assegnare tutte le concepibili po- dualità. Quanto, di ciò che un individuo contiene,
tenzialità umane, non solo alcune specificamente possa essere nascosto alla vista e in ultima analisi
circoscritte. inconoscibile. Quanti invisibili dolori possiamo con-
Ma forse sto ponendo la domanda nel verso sba- dividere tutti, al di sopra e a dispetto delle nostre
gliato. Mi si potrebbe rispondere che quando si tratta tante evidenti e significative differenze. Dimenti-
di presumere, il rischio di errore è tanto più basso chiamo anche cosa sono gli scrittori: gente che ha
quanto più sono simili lo scrittore e il suo soggetto. Il delle voci in testa e tanta inopportuna curiosità verso
rischio del contenimento è il rischio di presentare la vita degli altri.
una nozione falsa come vera: il rischio della caricatu-
ra. Quelli che sono diversi da noi hanno alle spalle uasi tutti nutriamo amore e interesse
una lunga e orrida serie di tentativi di contenerci
dentro false immagini. E quindi – continua la rispo-
sta – se dobbiamo essere contenuti in un linguaggio,
che almeno quel linguaggio sia il nostro.
In un mondo ideale, un modo di attenuare il pro-
blema del falso contenimento sarebbe la varietà.
Non so immaginare quale maschio bianco possa es-
sersi sentito, al momento dell’uscita di Corri, Coni-
glio, limitato o minacciato in quanto uomo bianco
Q per la nostra vita, per “la nostra gente”.
La nostra vita è un’opera di non-fic-
tion. Questa è la mia famiglia. Questo
è il mio quartiere. Il mio corpo. La mia
realtà. La fiction, come modalità lette-
raria, ha sempre condiviso questo stesso amore e
interesse, ma con una torsione verso l’immaginazio-
ne. È sempre stata interessata non solo alle cose co-
me sono ma anche a come potrebbero essere altri-
dal ritratto che John Updike fa di Rabbit Angstrom, menti. Io una volta ho scritto un romanzo su un ra-
ma in effetti il panorama culturale offriva una tale gazzo anglo-ebreo-cinese, immaginario e pieno di
varietà di ritratti di uomini bianchi che nessuna sin- trattini. Erano l’amore e l’interesse a motivarmi, ma
gola presentazione doveva sostenere il peso della erano un amore e un interesse rivolti verso l’altro.
rappresentazione di un intero popolo. Rabbit Nella fattispecie, amore e interesse per il giudaismo
Angstrom non era il maschio bianco. Era solo un ma- e il buddismo: due sistemi di pensiero rispetto a cui
schio bianco tra i tanti, e quindi il ritratto che ne face- non vanto nessun diritto di nascita. Ma anche una

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 107


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Pop
profonda curiosità nei confronti di questa persona pensando gli altri, non potremmo avere nessuna vita
inventata, Alex-Li, di cui avevo la voce in testa. sociale. Una delle cose che faceva la letteratura è
Alex-Li è un tipo strambo, nerd, ossessivo, malin- rendere questo processo esplicito. Visibile. Ogni for-
conico. Anche se a guardarlo non lo direste, proba- ma di narrazione è l’invito a entrare in uno spazio
bilmente è più “simile a me” di qualunque altro per- parallelo, un’arena ipotetica in cui si può avere ac-
sonaggio io abbia mai creato. La domanda è: in cosa cesso immaginario a tutto ciò che non siamo. E se sul
consiste questa “somiglianza”? Esteriormente non proprio conto la letteratura credeva qualcosa, crede-
mi somiglia. Non abbiamo gli stessi dei. Non siamo va di avere l’empatia nel dna, di essere frutto di com-
della stessa razza o dello stesso sesso. Ma lui è parte passione. Potrei riempire una biblioteca intera di ci-
della mia anima. E la letteratura è uno dei pochi luo- tazioni autocelebrative al riguardo, ma ne sceglierò
ghi rimasti su questo pianeta in cui una frase così solo una che ho trovato di recente in un saggio auto-
folle ha senso. Alex-Li non è “esatto”. Non può e non biografico del meraviglioso scrittore colombiano
vuole rappresentare la comunità delle persone mez- Héctor Abad:
ze ebree e mezze cinesi. Per dirla con Kafka, a mala-
pena rappresenta se stesso. E quindi può darsi che La compassione è, in buona parte, una qualità dell’imma-
per il semplice fatto di esistere sia effettivamente un ginazione: consiste nella capacità di mettersi al posto
oppressore, perché “occupa lo spazio” dove potreb- dell’altro, d’immaginare ciò che sentiremmo se ci trovassi-
be invece stare un “vero” personaggio di finzione mo in una situazione analoga. Mi è sempre sembrato che
mezzo ebreo e mezzo cinese. Questa è un’accusa da gli insensibili manchino d’ispirazione letteraria – quella
cui non può difendersi, e non sarebbe neanche da lui capacità dei grandi romanzieri di farci indossare i panni al-
provarci. L’unica cosa che può dire è che non gli im- trui –, e non siano in grado di vedere che la vita gira conti-
porta di non essere letto, di non essere comprato, di nuamente e che il posto dell’altro a un certo punto potreb-
non essere amato. Ma se anche a una sola persona be toccare a noi. Dolore, povertà, oppressione, ingiustizia,
capiterà di incontrarlo e accorgersi che le proprie tortura.
emozioni e le sue hanno un peso simile, allora Alex-
Li avrà svolto in pieno il suo assurdo ruolo di finzione Era questo che la letteratura credeva di essere
su questo pianeta. ma, come sempre quando si crede in qualcosa, in
parte è una pia illusione. Nel corso dei secoli, la let-
orse il “contenimento” e l’essere “affa- teratura è stata una creatrice di compassione o uno

F scinati dal presumere” non sono poi


così diversi. Comportano lo stesso ri-
schio: quello di sbagliare. Forse il con-
tenimento ci appare tale solo quando si
dimostra sbagliato. Il caso da manuale
è Madame Bovary. Per più di un secolo, tante donne
si sono profondamente identificate con questa don-
na immaginaria, creata da un uomo, il quale in teoria
rivendicava a sua volta una scandalosa identificazio-
strumento di contenimento? Mi pare che possiamo
sostenere entrambe le tesi. La letteratura spesso si è
interessata all’altro ma molte volte ha parlato al po-
sto dell’altro invece di presentarlo veramente al pub-
blico. La letteratura ci ha dato Madame Bovary ma
anche lo Zio Tom (ci ha anche dato dei meravigliosi
testi a sé stanti che non riguardano affatto gli esseri
umani, che parlano invece di animali, alberi, extra-
terrestri, oggetti inanimati, idee e del linguaggio
ne personale con l’altro da sé: Madame Bovary c’est stesso). Ma che la curiosità della letteratura nei con-
moi. Io sono una di queste lettrici, eppure in Madame fronti dell’altro fosse una forma di compassione o
Bovary ci sono molti momenti in cui sento la presen- che fosse di contenimento, una cosa che non si può
za di una coscienza maschile dietro il testo, come mi mai negare è che l’interesse c’era.
succede quando leggo Anna Karenina. Il che signifi- Al contrario, una componente importante della
ca che la mappatura di sé sull’altro tentata da Flau- nuova filosofia è un’aperta esibizione di disinteresse,
bert e da Tolstoj non è perfetta. Ma c’è stata eccome. un grande orgoglio nel non interessarsi all’altro, che
Per me Anna Karenina ha significato il massimo di a volte si caratterizza come rivalsa e a volte come ge-
quanto potesse significare una donna immaginaria. sto di autoconservazione (quando dall’altro si sente
E anch’io, insieme a generazioni di lettrici, mi so- provenire dell’odio, è ragionevole voltargli comple-
no chiesta: come faceva un uomo a conoscerci così tamente le spalle). L’espressione di questo orgoglio
bene? Ma il mistero non è tanto misterioso. I mariti, si presenta di solito sotto forma di “ne ho abbastanza
dopotutto, sanno molto delle mogli, e le mogli dei di”, “mi frega zero di”, completate voi la frase. E la
mariti. Gli innamorati si conoscono. I fratelli sanno cosa strana è che le persone che adesso releghiamo
molto delle sorelle e viceversa. I musulmani, i cri- a quest’area di non interesse un tempo erano proprio
stiani e gli ebrei si conoscono, o pensano di cono- le persone di cui la letteratura era più curiosa. Le per-
scersi. La nostra vita sociale e personale è un proces- sone contraddittorie, bugiarde, illuse, volontaria-
so di continua creazione di fiction in cui interioriz- mente cieche, abiette, irrisolte, imperfette, cattive,
ziamo l’altro da noi, lo rappresentiamo in forma malate, smarrite e divise. Un tempo la letteratura era
drammatica, lo immaginiamo, parliamo a suo nome fatta di questa gente.
e per suo tramite. L’esattezza di questa raffigurazio- Ciò che tutti i movimenti di liberazione desidera-
ne fittizia non è mai garantita al cento per cento, ma no è, senz’altro, ottenere comprensione e compas-
senza la capacità almeno di ipotizzare cosa stiano sione. I loro componenti vogliono essere visti e chia-

108 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
mati nella maniera più esatta. Essere rispettati e co­
nosciuti. Ma non è certo l’unica cosa che vogliono.
Vogliono anche essere liberi. Vogliono istruzione,
diritti e la facoltà di vivere in piena sicurezza. A volte,
al fine di assicurarsi tutto questo, emerge un’ideolo­
gia separatista, perché la compassione dell’altro non
esiste, o storicamente non si è mai manifestata, e si
dà per scontato che non si manifesterà mai. Tutti,
a livello politico e personale, hanno diritto all’ideo­
logia separatista. È un diritto che chi ha un approccio
realistico alla politica e chi ha studiato la storia si
è conquistato a caro prezzo. Ma la letteratura aveva a
che fare con le persone, con tutte le persone, tutto
il tempo. Questo non significava affatto che la lette­
ratura dovesse parlare di tutte le persone – lo faceva
molto di rado – ma solo che l’identità, la sensibilità
e le emozioni del lettore non si potevano mai co­
noscere, controllare o predeterminare nella loro in­
terezza.

oni Morrison scriveva in primo luogo

T per la sua gente. Ma una grande va­


rietà di lettori si commuove di fronte

MANUELE FIOR
alle stazioni della croce descritte nei
suoi libri. E si sorprende di trovarci
dolori non dissimili dai propri, così
come Toni Morrison trovava dolori non dissimili dai
propri in Faulkner e – se leggete i suoi saggi accade­ le nostre opinioni, le nostre convinzioni, cosa com­
mici sulla letteratura americana – in altri mille luoghi preremo, chi ci piacerà, dove andremo. Gli attori in­
più improbabili. Anche se nella nostra letteratura visibili che raccolgono tutta questa conoscenza spe­
pratichiamo una forma di separatismo – libri per il rano non solo di conoscerci perfettamente ma anche
nostro popolo, la nostra comunità, la nostra gente – di modificarci, per i loro fini. E anche questo mio ar­
l’infinita varietà di individualità ed esperienze con­ ticolo senza dubbio entrerà in quelle stesse fauci di­
tenuta in qualunque insieme di persone si ritenga gitali e verrà trasformato da una serie di idee in una
“un popolo” supera ogni nostra fantasia di controllo serie di dati, a cui risponderanno, forse, una serie di
sulle reazioni dei lettori. Posso comunque prendere frasi fatte, che prima sono state individuate dalle
in mano il romanzo di una donna simile a me in ogni macchine, poi sono diventate virali, e ora ci vengono
particolare – stessa razza, classe sociale, sessualità, restituite come se fossero davvero il nostro linguag­
nazionalità, tradizione culturale – leggere la prima gio. “Mi frega zero di questa Zadie Smith” o “Zadie
frase e scoprire che quella donna non è, dopotutto, Smith è tutto” o… be’, avete presente la dinamica.
“simile a me”. Abbiamo sensibilità diverse. I nostri Abbiamo preso l’abitudine di non compiere tanto il
dolori hanno pesi diversi. Ma non sarà nulla di tutto gesto rischioso e privato della lettura, quanto piutto­
questo a farmi mettere da parte il suo libro o a farme­ sto di esternare la nostra reazione a ciò che leggia­
lo divorare. L’unica cosa che può decidere se un libro mo, reazione che si traduce poi in una serie di dati.
è adatto a me (o no) è questa misteriosa capacità di E la tragica ironia, alla fine di tutto, è che queste
farmi credere, che l’autore non può suscitare citan­ nostre personalità uniche a cui siamo tanto attaccati,
domi le sue abbondanti ricerche o spiegandomi che che crediamo non trasferibili e con cui alcuni di noi
tutto questo “è successo davvero”. Credere in un ro­ sperano di produrre letteratura – queste personalità
manzo deriva, per me, da un certo tipo di frase. La spettacolarmente individualizzate, che nutrono
familiarità, l’affinità e la compassione giocano un’opinione piuttosto che un’altra, che rivendicano
senz’altro un ruolo, ma se le frasi non mi parlano, un’identità come superiore a un’altra – sono total­
non mi parla nient’altro. Io credo in una frase che ab­ mente irrilevanti rispetto al secondo testo, il testo
bia equilibrio, cura, rigore e integrità. Il tipo di frase ombra che sta dietro tutto questo. Ai monopoli tec­
che mi fa sentire – malgrado qualunque prova empi­ nologici che comprano e vendono i tuoi dati – e per i
rica del contrario – che ciò che sto leggendo è, lette­ quali il tuo input quotidiano di informazioni perso­
rariamente parlando, vero. nali è solo materia grezza, da scambiare sul mercato
Noi ci comportiamo come se non volessimo farci come i futures del succo d’arancia o i raccolti di mais
conoscere dagli altri, ma a volte sembra che ci di­ – tu ti riveli non tanto attraverso i tuoi punti di vista e
mentichiamo che passiamo le giornate ad alimenta­ le tue provocatorie esternazioni, quanto in base alla
re un grande motore di conoscenza, che crede di sa­ frequenza dei tuoi post o dei tuoi tweet, alla loro lun­
pere qualunque cosa sul nostro conto: i nostri gusti, ghezza o sintassi, ai pattern dei loro link e dei loro

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 109


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Pop
MICHEL PLEAU follower. A quelli non interessa se sei di sinistra o di Poesia
è un poeta canadese destra, patriota o attivista. Per quel testo ombra, sei
nato a Québec nel solo una massa di dati. Sei la persona che twitta quat- forse non abbiamo mai abbandonato
1964. Questo testo è tordici volte in venti minuti e perciò ha qualche biso-
apparso sul numero il parco giochi
gno insoddisfatto ed è vulnerabile a un particolare
92 della rivista di dove la luce dei lampioni
tipo di propaganda politica, oppure sei la persona
poesia Exit rimane ancora una buona alunna
(Montréal, 2018). che passa per una serie di siti di lifestyle e di infor-
Traduzione di mazione, il cui tragitto predice, con straordinaria
Domenico Brancale. specificità, quanto è probabile che prenoterai siamo più soli
una vacanza a febbraio o che voterai il prossimo no- di un’altalena
vembre. non sappiamo ancora il nostro proprio alfabeto
Questa versione di te ridotta a dati è “esatta”
all’ennesima potenza: vede tutto e sa tutto, e fa sem-
conosciamo tutti i giorni della settimana
brare veramente patetica la conoscenza fumosa de-
li recitiamo a memoria dall’infanzia
gli individui di cui si vantava un tempo la letteratura.
Un libro non ci osserva mentre lo leggiamo; non può nell’ordine giusto
trasformarsi, pagina dopo pagina, per adeguarsi ai
nostri gusti, o offrirci solo ritratti di persone che co- il cielo ha smesso da tanto di essere
nosciamo già e in mezzo alle quali ci sentiamo a no- il prolungamento dei rami
stro agio. Non può prendere nota delle nostre reazio- siamo numerosi
ni e modificare le sue storie in modo da confermare poggiati contro il paesaggio
il nostro punto di vista sul mondo o rafforzare i nostri
e sparsi di finestra in finestra
pregiudizi. Un libro non sa quando lo apriamo e
quando lo chiudiamo; non può spingerci a credere
che ci sia necessario guardarlo come prima cosa al non si sa dove costruire
mattino e come ultima cosa la sera, e anche se può l’immensa casa del cuore
farci l’effetto di una droga, non saprà mai esattamen- dove maturano innumerevoli voci
te come o perché. Solo gli algoritmi sono in grado di
fare tutto questo, e molto altro. qui
Ormai, l’idea di privare queste fauci digitali della
siamo dall’altra parte del mondo
loro dieta quotidiana di “te” è diventata inconcepi-
abbiamo scelto il nostro spazio
bile. Nel frattempo, il circuito chiuso che la letteratu-
ra un tempo richiedeva – lettore, scrittore, libro –
sembra talmente antiquato che fatichiamo a trovarci
un senso. Perché intraprendere un dialogo silenzio- Michel Pleau
so con una persona invisibile su cose immaginarie?
E oltretutto quella dell’utilità della letteratura è, di
fatto, un’altra questione irrisolta. Quante storie pie-
ne di compassione bisogna raccontarvi dal punto di processo. Sappiamo che certe rappresentazioni ven-
vista dell’altro, prima che questi altri riusciate a ve- gono privilegiate e altre ignorate. Il pregiudizio in
derli come esseri umani al pari di voi stessi? A secon- quest’ambito va analizzato a fondo, volta per volta. Il
da di come la pensate, o tutte quelle storie piene di romanzo che ho di fronte è un tentativo di compas-
compassione non cambiano assolutamente nulla o sione o un atto di contenimento? Ogni lettore lo de-
sono la base su cui poggiano tutti i movimenti di li- ciderà per sé. Questo è il compito di una coscienza
berazione. individuale e non lo si può delegare ad argomenta-
zioni generalizzate, neanche al contenitore mentale
arlando per me, da lettrice, la bilancia preconfezionato dell’“appropriazione culturale”.

P pende dal lato della compassione. Ho


chiuso dei romanzi e sono rimasta per
un lungo momento a fissarne la quarta
di copertina e ho avuto la sensazione
che quei libri mi conoscessero come
non posso onestamente dire di essermi sentita cono-
sciuta da molti esseri umani nelle interazioni della
vita reale, e neanche da me stessa. Perché anche se
l’altro può non conoscerci perfettamente, e magari
Possiamo avere il sospetto che certe persone rac-
conteranno la nostra storia meglio di altre. Ma non
possiamo mai esserne completamente certi. Mal-
grado la sicurezza dei raccoglitori di dati, un indivi-
duo non si può mai conoscere perfettamente o nella
sua interezza. L’incontro intimo tra un libro e il suo
lettore non si può predeterminare. Per dirla in un al-
tro modo, un libro può provare a modificare il nostro
comportamento, ma non ha modo di sapere per cer-
neppure bene, la dura verità è che neanche noi ci co- to se ci è riuscito. Di fronte a un libro siamo liberi.
nosciamo sempre perfettamente o bene. Anzi, ci Tra lettore e libro c’è solo il rischio continuo dell’er-
sono cose a cui la soggettività è cieca e che solo rore, di parola in parola, di frase in frase. Internet
dall’esterno si riescono a vedere. Ma, per quanto sia non può decidere. E neanche lo scrittore. Solo il let-
frustrante, non sono regole fisse a governare questo tore decide. E allora decidete. u mat

110 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
1989
La caduta del
muro di Berlino
e la fine dei
regimi comunisti
nella stampa
internazionale
dell’epoca

Internazionale extra

1989
La caduta del muro
di Berlino e la fine dei regimi
comunisti nella stampa
internazionale dell’epoca
192 pagine di reportage,
commenti, foto e fumetti
In edicola e in libreria
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Scienza
lucidità e il suo entusiasmo per la ricerca.
Parlammo di una sua intuizione sul tema,
cioè l’asimmetria informativa tra fidarsi e
non fidarsi: quando ci fidiamo di qualcuno,
prima o poi capiamo se la fiducia è ben ripo-
sta; quando non ci fidiamo, di solito non
veniamo a sapere se ci saremmo potuti fida-
re. Da questa asimmetria emerge che impa-
riamo di più se ci fidiamo. Impariamo qual-
cosa dei singoli individui e delle situazioni,
e acquisiamo esperienza.
Yamagishi e i suoi colleghi lo dimostra-
rono con degli esperimenti simili a quello
OLIvEr FUrrEr (GETTY IMAGES)

citato prima, in cui però i volontari interagi-


vano tra loro prima di decidere se versare il
denaro. I più fiduciosi si rivelarono più bravi
a individuare le persone affidabili a cui in-
viare il denaro. La stessa tendenza emerge
anche in altri ambiti. Chi si fida dei mezzi
d’informazione risulta più informato sulla
politica e sull’attualità. Chi si fida della
Fidarsi degli altri scienza risulta più competente in materia.
Si tratta di una semplice correlazione, ma è
è la scelta migliore verosimile che chi tende a fidarsi diventi più
bravo a capire chi è affidabile.
L’intuizione di Yamagishi ci dà un buon
motivo per fidarci. Ma la questione si com-
plica: se la fiducia ci dà l’opportunità d’im-
Hugo Mercier, Aeon, Australia
parare, allora dovremmo fidarci troppo,
Quando ci fidiamo della persona diffusi. La fiducia nella scienza è rimasta non troppo poco. Paradossalmente, proprio
sbagliata il prezzo da pagare può invece a buoni livelli, forse perché gli scien- il motivo che dovrebbe spingerci a fidarci di
ziati sono considerati affidabili. Ma in alcu- più (ottenere maggiori informazioni) po-
essere alto. Ma alcuni studi ni ambiti, come il cambiamento climatico e trebbe renderci meno propensi a farlo.
dimostrano che chi tende ad i vaccini, una parte della popolazione non si Se la fiducia viene tradita, se cioè ci fi-
avere fiducia nel prossimo vive fida abbastanza neanche di loro, con conse- diamo di qualcuno sbagliando, il prezzo da
meglio e impara di più guenze devastanti. pagare può essere alto, causando irritazio-
ne, rabbia e a volte disperazione. Il benefi-
Guadagno finale cio, cioè la lezione imparata dall’errore, è
hi di noi non conosce qualcuno I sociologi hanno vari strumenti per misu- spesso sottovalutato. Il prezzo della diffi-

C che ha sofferto per aver dato fidu-


cia agli altri, clienti truffati,
amanti respinti o amici dimenti-
cati? In realtà quasi tutti noi siamo rimasti
scottati da un atto di fiducia mal riposto. Di-
rare il grado di fiducia delle persone. Il più
diffuso è un test in cui i due partecipanti non
si conoscono. Il primo riceve una somma
modesta, per esempio dieci dollari, e deve
decidere quanto inviare all’altro. La somma
denza verso qualcuno di cui ci saremmo
potuti fidare non è visibile, perché non sap-
piamo niente del rapporto che sarebbe po-
tuto nascere.
In conclusione, non ci fidiamo abba-
rette o indirette che siano, queste esperien- versata viene poi triplicata e il secondo par- stanza perché il prezzo della fiducia mal ri-
ze potrebbero far pensare che ci fidiamo tecipante sceglie quanto restituire al primo. posta è evidente, mentre i benefici della fi-
troppo delle persone e che siamo ingenui. Nei paesi occidentali la fiducia è ricompen- ducia mal riposta (imparare) e quelli man-
Ma la verità è che ci fidiamo troppo poco. sata: più è alta la cifra versata dal primo par- cati della diffidenza ingiustificata sono più
Negli Stati Uniti la fiducia interpersona- tecipante, più sono i soldi che gli vengono sfumati. E invece dovremmo prenderli in
le, che misura quanto le persone percepi- restituiti e quindi il suo guadagno finale. considerazione: dare una possibilità agli
scono in generale gli altri come affidabili, è Nonostante questo, il primo versa in media altri non è solo eticamente giusto, ma è an-
al livello più basso degli ultimi cinquant’an- solo metà della cifra iniziale. che la scelta più intelligente. u sdf
ni. E non perché le persone siano meno Se persone e istituzioni sono più affida-
oneste rispetto al passato: la netta riduzione bili di quanto si pensi, perché ci fidiamo co- Hugo Mercier è un ricercatore dell’Istituto
della criminalità negli ultimi decenni indica sì poco? Nel 2017 il sociologo Toshio Yama- Jean Nicod del Centro nazionale della ricerca
il contrario. Anche la fiducia nei mezzi d’in- gishi mi invitò nella sua casa a Machida, in scientifica a Parigi. Ha scritto il saggio The
formazione è ai minimi, nonostante la Giappone. Il cancro che alcuni mesi dopo enigma of reason (2017) con Dan Sperber,
grande accuratezza di quasi tutti quelli più l’avrebbe ucciso non aveva minato la sua e Not born yesterday (in uscita nel 2020).

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 113


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Scienza

PIERRE MIGNARd
SALUTE
Salute
La dialisi
fai da te Adolescenti sedentari
Un piccolo rene artificiale por-
tatile è stato sperimentato con The Lancet, Regno Unito
successo da quindici volontari
con insufficienza renale grave La maggior parte degli adolescenti
in cura all’ospedale di Singapo- non fa abbastanza esercizio fisico. È
re. Collegato attraverso dei tubi il risultato di uno studio che prende IN BREVE
all’addome, l’apparecchio è in in considerazione i dati raccolti in Statistica Molière ha scritto
grado di svolgere la dialisi peri- indagini scolastiche in 146 paesi di davvero le sue commedie. Negli
toneale, che consiste nel depu- tutto il mondo, relativi a 1,6 milioni ultimi anni si è ipotizzato che al-
rare il sangue dall’eccesso di cuni testi fossero stati scritti da
di ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 17
tossine e liquidi. I risultati clini- un altro autore, Pierre Corneille.
ci, presentati alla conferenza anni. L’81 per cento degli adolescenti Per risolvere l’enigma è stata
annuale dell’American society svolge un’insufficiente attività fisica. analizzata la struttura dei testi,
of nephrology che si è svolta di Il tasso d’inattività è più alto tra le ragazze rispetto ai in particolare la scelta delle pa-
recente a Washington, confer- ragazzi. Negli ultimi anni la situazione dei maschi è role e la grammatica, delle ope-
mano l’efficacia del dispositivo migliorata, mentre tra le femmine è rimasta stabile. Non ci re di dodici autori dell’epoca di
e l’assenza di effetti collaterali a sono grandi differenze tra i paesi a basso, medio e alto Molière. Secondo Science Ad-
distanza di un mese. Grande vances, non è emerso alcun in-
reddito, anche se gli adolescenti dei paesi ricchi sono
come un cofanetto dvd e tra- dizio che i testi attribuiti a Mo-
sportabile a tracolla, l’apparec- leggermente più attivi di quelli dei paesi poveri. Il tasso lière siano stati scritti da altri.
chio permette al paziente di fa- d’inattività è più alto in Asia orientale, mentre per i ragazzi Salute L’overdose di droghe, i
re la dialisi autonomamente, la situazione migliore si registra nei paesi occidentali ad suicidi e alcune malattie po-
senza dover andare in ospedale alto reddito e per le ragazze in Asia meridionale. Si tratta trebbero essere all’origine
tre volte alla settimana. Si basa comunque di stime, basate sui dati riportati dai soggetti dell’aumento della mortalità
su una tecnologia innovativa di stessi, perché mancano indagini svolte con strumenti negli Stati Uniti, scrive Jama.
assorbimento rigenerativo, Complessivamente l’aspettati-
come i contapassi. Mancano anche dati relativi a
scrive New Scientist, in grado va di vita è aumentata dai 69,9
di fornire alte dosi di dialisi in sottogruppi di popolazione e al tipo di attività svolta. anni del 1959 ai 78,9 del 2016,
piccoli spazi riutilizzando gli Comunque sia, governi e autorità sanitarie dovrebbero ma da allora risulta in calo. So-
stessi liquidi. Quello di Singa- mettere a punto con urgenza dei programmi per no aumentate in particolare le
pore non è l’unico rene artifi- incoraggiare l’attività fisica durante l’adolescenza. u morti nella fascia di età dai 25 ai
ciale portatile in fase di speri- 64 anni, soprattutto nelle regio-
mentazione. ni industriali del midwest e nel
Ambiente New England.
CARL ANdERSoN (US ARMy CoRPS of ENGINEERS)

RICERCA

Università PALEOANTROPOLOGIA

sotto attacco Le cause


dell’estinzione
Gli attacchi contro ricercatori e
studenti universitari sono in au- I neandertaliani potrebbero es-
mento nel mondo, scrive Natu- sersi estinti a causa della popo-
re. Il rapporto annuale dell’ong lazione molto ridotta, delle
Scholars at risk ha registrato ne- unioni tra consanguinei e delle
gli ultimi dodici mesi 324 episo- fluttuazioni demografiche. Non
di in 56 paesi tra attacchi diretti, sarebbe stato quindi l’arrivo del-
detenzioni illegali, restrizioni ai le popolazioni umane moderne
viaggi e licenziamenti. Gli attac-
Svelato il mistero del rutenio a causarne la scomparsa circa
chi hanno spesso avuto motiva- L’aumento di radioattività rilevato due anni fa in alcune regioni quarantamila anni fa. I ricerca-
zioni politiche prendendo di mi- d’Europa è stato probabilmente dovuto al rilascio di materiale dallo tori, scrive PlosOne, hanno si-
ra minoranze etniche, religiose stabilimento di Mayak (nella foto, un magazzino dell’impianto), negli mulato l’andamento demografi-
o sociali. Hanno perso la vita al- Urali meridionali, in Russia. Nel settembre del 2017 era stato osser- co della popolazione neanderta-
meno 32 persone tra ricercatori, vato un lieve aumento della presenza di rutenio, un raro metallo di liana usando come parametri i
studenti e addetti alla sicurezza transizione del gruppo del ferro. Secondo Pnas, i ricercatori avreb- dati di popolazioni moderne di
dei campus. bero identificato con precisione il sito da cui è uscito il materiale. cacciatori raccoglitori.

114 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Il diario della Terra
BéNé et aL., INterNatIONaL CeNter fOr trOPICaL agrICULtUre

Il nostro clima
Il futuro
dell’auto
u La transizione verso l’auto-
mobile elettrica potrebbe es-
sere più lenta del previsto e il
costo delle batterie non scen-
derà molto nei prossimi anni,
scrive Mit Technology Re-
view, la rivista del Massachu-
setts institute of technology.
Di recente alcuni gruppi di ri-
cerca avevano ipotizzato costi
competitivi dei veicoli elettrici
Agricoltura Un nuovo studio analizza la sostenibilità della produzione agricola dal punto di
già tra cinque anni. Ma secon-
vista ambientale, sociale, nutrizionale ed economico, ed è la prima volta che questi fattori sono
esaminati contemporaneamente. I ricercatori, scrive Scientific Data, hanno messo a punto venti do un rapporto della Mit ener-
indicatori, dal consumo delle risorse idriche ai lavoratori impiegati, dall’indice di obesità al gy initiative, finanziata anche
valore aggiunto della produzione. I dati, che per alcune aree del pianeta erano insufficienti, sono da aziende petrolifere, i veico-
relativi a 97 paesi a basso, medio e alto reddito. L’asia meridionale e alcune parti dell’africa, come li elettrici continueranno a es-
l’egitto e il Madagascar, hanno un’agricoltura poco sostenibile. Le americhe, l’europa, l’australia sere più costosi di quelli ali-
e parte dell’asia hanno invece registrato risultati migliori. Nella mappa: la sostenibilità del sistema mentati con i combustibili
alimentare. Il blu indica un’elevata sostenibilità, il rosso una bassa sostenibilità. fossili per almeno dieci anni.
Il problema sono le batte-
rie al litio. Il loro costo, da an-
Radar che si sono abbattute sul contaminato duemila chilo- ni in calo, potrebbe stabiliz-
Kenya occidentale hanno cau- metri di spiagge in Brasile ha zarsi nei prossimi anni. È diffi-
sato frane e alluvioni in cui so- raggiunto per la prima volta lo cile infatti ipotizzare una ridu-
Gas serra no morte 52 persone. u alme- stato di rio de janeiro. zione del prezzo del litio, un
a livelli no 41 persone sono morte nel-
le frane e nelle alluvioni a Kin- Morbillo Quindici persone
elemento chimico sempre più
richiesto che è estratto con
record shasa, nella repubblica De- sono morte a causa di un’epi- tecniche già efficienti. Per ab-
mocratica del Congo. demia di morbillo alle Samoa. battere i costi bisognerebbe
Il governo ha lanciato una usare batterie di tipo diverso,
Gas serra La concentrazione Terremoti Un sisma di ma- campagna di vaccinazione ob- ma la tecnologia non è ancora
di gas serra nell’atmosfera ha gnitudo 6,4 sulla scala richter bligatoria. matura. Secondo il rapporto,
raggiunto livelli record nel ha colpito l’albania, causando le automobili elettriche e ibri-
2018 e, nonostante l’accordo 27 morti e 650 feriti. Decine di Tonni La Commissione inter- de si diffonderanno però in
di Parigi, non ci sono segni di case sono state distrutte a Du- nazionale per la conservazio- ogni caso, arrivando a circa un
rallentamento, ha annunciato razzo e thumane, nell’ovest ne dei tonnidi dell’atlantico ha terzo della flotta globale entro
l’Organizzazione meteorolo- del paese. introdotto dei limiti alla pesca il 2050, anche in assenza di in-
gica mondiale. La concentra- del tonno obeso, una specie terventi fiscali. Se invece que-
zioni media globale di anidri- Petrolio La marea nera che ha vulnerabile. sti fossero adottati, per esem-
de carbonica (CO2) è salita a pio applicando una tassa sul
407,8 parti per milione, nel carbonio, si potrebbe arrivare
2017 erano 405,5. Secondo il a metà della flotta.
Programma delle Nazioni Comunque, affinché le au-
Unite per l’ambiente, per evi- tomobili elettriche possano
tare che l’aumento della tem- contribuire davvero a combat-
jOSh MOre

peratura media globale superi tere il cambiamento climati-


gli 1,5 gradi bisognerebbe ri- co, l’energia elettrica con cui
durre le emissioni del 7,6 per Rettili Cento cuccioli di gaviale del gange, un rettile dell’ordine sono alimentate non dovreb-
cento all’anno fino al 2030. dei coccodrilli a rischio d’estinzione, sono stati avvistati nel Parco be essere prodotta con com-
nazionale di Bardia, in Nepal. Secondo le stime, nel mondo riman- bustibili fossili, ma da fonti
Piogge Le piogge torrenziali gono meno di mille esemplari adulti. Nella foto: gaviale del Gange rinnovabili.

116 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Il pianeta visto dallo spazio 07.10.2019
L’isola vulcanica Hunga Tonga-Hunga Ha’apai

Nord
250 m

Hunga Tonga
Veliero

Istmo
eARTHobSeRvAToRy/NASA

Oceano Pacifico
Hunga Ha’apai

u Si pensava che l’isola vulcani- una caldera situata quasi due L’isola si è formata nel 2015 tegge dalle onde e si è rafforzato
ca Hunga Tonga-Hunga chilometri sotto la superficie nell’arcipelago di Tonga in l’istmo che collega l’isolotto ori-
Ha’apai, nata all’inizio del 2015 dell’oceano. L’eruzione ha fatto seguito all’eruzione di un ginario di Hunga Tonga al resto
nell’arcipelago di Tonga, sareb- però emergere, tra la fine del vulcano sottomarino. In dell’isola.
be scomparsa presto per l’azione 2014 e l’inizio del 2015, masse di precedenza nell’area A nord dell’isola si vede il ve-
erosiva del mare. Ma quasi cin- materiale vulcanico che hanno c’erano due isolotti, Hunga liero Ssv Robert C. Seamans. Ha
que anni dopo è ancora in buona unito gli isolotti raggiungendo i Tonga e Hunga Ha’apai. quaranta persone a bordo, tra
salute, come dimostra quest’im- 120 metri d’altezza. Nei mesi se- cui lo scienziato della Nasa Dan
magine scattata dal satellite Ra- guenti la nuova isola si è stabi- Slayback. “Abbiamo osservato
darsat-2 dell’Agenzia spaziale lizzata grazie alla redistribuzio- dettagli non visibili dallo spa-
canadese. ne e all’alterazione idrotermale zio”, spiega Slayback, “come la
Prima dell’eruzione nell’area del materiale vulcanico. In se- presenza di centinaia di sterne
c’erano due isolotti, visibili in guito il cratere si è aperto al ma- fuligginose in fase di nidifica-
basso a sinistra (Hunga Ha’apai) re a causa dell’erosione, ma con- u
zione e di una vegetazione che
e in alto a destra (Hunga Tonga), temporaneamente si è formato sta emergendo”.–Kathryn Han-
che costituivano le estremità di un banco di sabbia che lo pro- sen (Nasa)

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 117


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Solo dal 28 novembre al 2 dicembre:
un anno di abbonamento a Internazionale
tutto digitale a 49 euro invece di 75 euro

1 anno

49 euro

internazionale.it/black

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Economia e lavoro
Ras Tanura, Arabia Saudita. Un impianto della Saudi Aramco
ChRISToPhE VISEux (ThE NEw YoRk TIMES/CoNTRASTo)

le. E il 16 novembre i banchieri hanno fatto


Una potenza petrolifera sapere che il prezzo chiesto da Riyadh non
andava bene: per loro l’azienda valeva forse
scopre di essere fragile 1.200 o al massimo 1.500 miliardi di dollari,
non duemila. Gli investitori non avrebbero
mai accettato le condizioni dei sauditi, ne-
anche se l’azienda si fosse impegnata a pa-
gare 75 miliardi di dollari (la metà dei suoi
Martine Orange, Mediapart, Francia
profitti) in dividendi nei prossimi anni.
L’atteso collocamento in borsa lore dell’Aramco, che garantisce l’80 per Così il regime ha deciso di annullare tut-
della Saudi Aramco, l’azienda di cento delle entrate al regime saudita, si sa- ti gli incontri per la presentazione dell’ope-
rebbe dovuto attestare intorno ai duemila razione agli investitori internazionali. Le
stato saudita, non attira miliardi di dollari. L’azienda doveva quo- cifre del collocamento sono state ridimen-
l’interesse degli investitori. È la tarsi a Londra o a New York, cedendo agli sionate: il prezzo iniziale dovrebbe assicu-
prova che Riyadh non domina investitori stranieri tra il 5 e il 10 per cento rare un valore di 1.700 miliardi di dollari.
più il mercato del greggio del capitale. Grandi banche come la Gold- Inoltre, solo tra l’1,5 e il 2 per cento del capi-
man Sachs, Citigroup, Morgan Stanley e tale sarà ceduto a privati. Le azioni saranno
Bank of America avevano già l’acquolina in destinate unicamente ai sauditi.
iente sta andando come spera- bocca. Poi tutto è cambiato. Dopo gli attac-

N va. Con il collocamento in borsa


dell’Aramco, il principe eredita-
rio Mohammed bin Salman cer-
cava una sorta di consacrazione mondiale.
Da quando è al potere lavora incessante-
chi di settembre contro gli impianti
dell’Aramco, Bin Salman ha deciso di anda-
re avanti comunque con la quotazione in
borsa, a lungo rinviata. Ma lo sbarco su una
grande piazza finanziaria internazionale
Plebiscito in patria
Svanita la possibilità della consacrazione
internazionale, Bin Salman vorrebbe alme-
no ottenere un plebiscito in patria. Tutti i
miliardari sauditi sono stati invitati a parte-
mente all’operazione, indispensabile per era ormai fuori discussione: l’Aramco sa- cipare all’operazione. E certe offerte non si
finanziare Vision 2030, il progetto che do- rebbe stata quotata alla borsa di Riyadh. rifiutano. Inoltre tutte la banche saudite
vrebbe portare l’Arabia Saudita nell’era In seguito i sauditi hanno deciso di met- hanno ricevuto l’ordine di concedere pre-
post-petrolifera. Secondo i suoi piani, il va- tere in vendita solo il 5 per cento del capita- stiti a tassi bassissimi ai loro clienti, per

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 119


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Economia e lavoro
metterli nelle condizioni di comprare le trolifero come un tempo. Dal 2014 Riyadh Riyadh, che in passato aveva cercato di
azioni dell’Aramco. Anzi, i sauditi che vo- non riesce più a imporre le sue posizioni mettere in ginocchio i produttori statuni-
gliono indebitarsi per questo scopo, posso- sul mercato del greggio. La guerra dei prez- tensi, si ritrova sotto il fuoco di fila della
no ottenere il doppio dei soldi che in condi- zi lanciata contro le aziende statunitensi guerra dei prezzi del petrolio. L’Aramco è
zioni normali la banca gli presterebbe. che estraggono petrolio con la tecnica del la prima azienda petrolifera del mondo, ha
“Questo è un giorno storico per l’Aram- fracking si è tradotta in un’amara sconfitta i prezzi di estrazione più bassi (meno di
co. Siamo entusiasti all’idea di diventare che ha provocato un crollo dei prezzi, dan- dieci dollari al barile) e possiede riserve
una società quotata in borsa”, ha detto il 18 neggiando tutti i paesi produttori. Riyadh immense, ma da sola non può provvedere
novembre Amin Nasser, direttore generale si è poi convertita alle posizioni attendiste a tutti i bisogni economici del paese e alla
dell’azienda. Il nuovo presidente dell’Aram- dell’Organizzazione dei paesi esportatori sua trasformazione. Il governo saudita ha
co, Yasir al Rumayyan, ex direttore del fon- di petrolio (Opec), cioè la riduzione e il bisogno che il prezzo del petrolio si attesti
do sovrano saudita, fa di tutto perché l’ope- controllo della produzione per mantenere attorno ai 73 dollari, mentre dal 2014 oscil-
razione vada in porto. A settembre Al Ru- il prezzo al barile almeno al di sopra dei 50 la in media tra i 50 e i 60 dollari, con punte
mayyan ha preso il posto di Khaled al Falih, dollari. Tuttavia la sua voce non ha più lo addirittura di 25 dollari.
Un fatto senza precedenti è il crescente
Un fatto senza precedenti è il deficit deficit che il bilancio pubblico saudita regi-
stra a causa della diminuzione delle entra-
che il bilancio pubblico saudita te petrolifere. Nel 2014 il debito del paese
registra a causa della diminuzione raggiungeva appena il 2 per cento del pil,
mentre oggi è arrivato al 24 per cento. E nel
delle entrate petrolifere 2020 il governo prevede un deficit di bilan-
cio di cinquanta miliardi di dollari. Intanto
ex ministro del petrolio in conflitto con Bin stesso peso all’interno dell’organizzazio- l’economia ristagna, la disoccupazione ha
Salman sia sulla politica petrolifera sia sul ne. Tutte le decisioni sono prima discusse superato il 12 per cento e le riforme sugge-
collocamento. La quotazione si è trasfor- con la Russia, che pure non fa parte rite e sostenute dal Fondo monetario inter-
mata in un atto di patriottismo: dev’essere dell’Opec. nazionale – per esempio l’abolizione dei
un successo. Questa perdita d’influenza è emersa sussidi, in particolare di quelli sui carbu-
Tuttavia, anche se il regime saudita rie- chiaramente in occasione degli attacchi di ranti, e l’aumento dell’iva – alimentano
sce a salvare le apparenze, la quotazione settembre agli impianti dell’Aramco. Fino l’austerità e aggravano le tensioni sociali.
dell’Aramco evidenzia le sue numerose ad allora nessuno aveva mai osato attacca- La cessione di una piccola parte del ca-
fragilità. “Vent’anni fa gli investitori si sa- re Riyadh. Ora il mondo ha scoperto la vul- pitale dell’Aramco doveva essere un mezzo
rebbero azzuffati per l’Aramco. Oggi, inve- nerabilità di un paese considerato intocca- per ottenere entrate supplementari, un po’
ce, è molto più difficile vendere. Contro le bile. Il regime saudita ne è uscito umiliato. di quel lubrificante finanziario di cui il pae-
fonti d’energia fossili sta montando la ma- In condizioni normali la soppressione, an- se ha bisogno. Ora questa scommessa
rea della storia”, commenta un analista che se temporanea, del 5 per cento della sembra molto incerta, e il programma Vi-
dell’agenzia Bloomberg. Le preoccupazio- capacità mondiale di produzione di petro- sion 2030 voluto da Bin Salman è partito
ni per il cambiamento climatico stanno si- lio, avrebbe dovuto provocare tensioni pe- davvero male. “La quotazione dell’Aramco
curamente modificando l’atteggiamento santi sui mercati. E invece niente, o quasi: non salverà il regno”, prevedono alcuni
del mondo finanziario. Diversi fondi han- l’impennata dei prezzi del petrolio è durata analisti.
no già deciso di non investire più nelle fon- solo due giorni. Quindici giorni dopo il Già qualcuno preannuncia che il regi-
ti d’energia fossili, tenuto conto del fatto prezzo del greggio era di nuovo ai livelli più me saudita, tra non moltissimo tempo, non
che sul lungo periodo rappresentano più bassi dall’inizio dell’anno. avrà altra scelta, per impedire il crescente
un rischio che una risorsa. malcontento sociale, che abbandonare la
Ma gli investitori hanno fatto anche al- Garante di ultima istanza parità fissa tra il rial e il dollaro, il corsetto
tre considerazioni. Alcuni puntano il dito Dietro quest’assenza di fibrillazioni c’è una monetario che asfissia il paese imponendo
contro il dominio incontrastato del regime, realtà inquietante per Riyadh: l’Arabia una moneta troppo forte rispetto alla sua
e in particolare di Bin Salman, sulla dire- Saudita non ha più il ruolo di garante di ul- economia.
zione dell’azienda. Altri evidenziano le tima istanza del mercato petrolifero, cioè Se le cose dovessero andare così, ci sa-
incertezze del mercato petrolifero mon- quello di assicurare in qualsiasi momento rebbe un terremoto geopolitico, perché
diale e le deboli prospettive in un mondo l’equilibrio degli approvvigionamenti. Gli questa rottura segnerebbe in modo defini-
sull’orlo della recessione. La realtà però Stati Uniti le hanno fatto perdere questo tivo la fine dell’allineamento incondizio-
potrebbe essere ancora più cruda: se i fi- potere. Non sono più i principali clienti di nato tra gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita. E
nanziatori non sono più pronti a investire Riyadh, quindi non sono più i protettori del sarebbe anche un sisma monetario: lo sta-
le centinaia di miliardi di dollari sognate regime saudita. Sono diventati dei rivali. tuto del dollaro come unica moneta di ri-
da Bin Salman è perché l’Aramco non è più Oggi sono il primo produttore di petrolio al serva internazionale e come unica divisa
una potenza planetaria, la gallina dalle uo- mondo, davanti all’Arabia Saudita e alla per gli scambi internazionali sarebbe ine-
va d’oro che forse è stata in passato, e l’Ara- Russia, grazie alla produzione basata sul vitabilmente rimesso in discussione. Ma
bia Saudita non controlla più il settore pe- fracking. questa è un’altra storia. u gim

120 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Riempi la tua borsa con le idee
dello shop di Internazionale

Spedizione
gratuita
dal 28 novembre
al 9 dicembre

borsa__

50 %
portami
con te

shop.internazionale.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Economia e lavoro
Castle Dale, Stati Uniti Stati Uniti FINANZA

Troppi rischi
Fca accusata di corruzione negli Stati Uniti
“Negli ultimi tre anni le quattro
GeorGe Frey (AFP/Getty)

Torino, Italia principali banche d’investimen-


to europee – la tedesca Deutsche
Bank, le svizzere Credit Suisse e
Ubs e la britannica Barclays –
hanno ritirato 280 miliardi di
dollari dalle loro principali atti-
AMBIENTE vità negli Stati Uniti”, scrive il
Meno energia Financial Times. La decisione
è legata alla necessità di “sfuggi-
dal carbone
MArCo BertoreLLo (AFP/Getty)

re allo sguardo delle autorità di


vigilanza”, spostando gli investi-
“Nel 2019 l’elettricità generata menti in ambiti e strutture so-
partendo dal carbone dovrebbe cietarie in cui la legislazione sta-
diminuire del 3 per cento rispet- tunitense è meno severa. “Gli
to all’anno precedente”, scrive istituti”, precisa il quotidiano fi-
Le Monde citando uno studio nanziario, “hanno ridotto solo
pubblicato il 25 novembre da Il 20 novembre la General Motors (Gm) ha avviato in parte la loro presenza negli
Carbon brief, un’organizzazione Stati Uniti. Nella maggior parte
un’azione legale contro la Fiat Chrysler Automobiles
specializzata nell’analisi del set- dei casi hanno spostato i loro pa-
tore dell’energia. “È una delle (Fca). La Gm accusa la concorrente di aver corrotto i
trimoni in altre attività che sono
rare notizie positive nella lotta al vertici del sindacato di categoria statunitense United soggette a norme più flessibili,
cambiamento climatico”, osser- automobile workers (Uaw) per ottenere condizioni per esempio nell’acquisto di ti-
va il quotidiano francese. “Nel favorevoli nei contratti firmati con i propri dipendenti tra toli del debito pubblico”.
2018 le centrali elettriche a car- il 2009 e il 2015. Gli stessi vantaggi sarebbero stati negati
bone sono state responsabili dal sindacato alla Gm, che in questo modo è stata JoSe LUIS GoNzALez (reUterS/CoNtrASto)
della metà dell’aumento delle
costretta a sostenere un costo del lavoro nettamente più
emissioni mondiali di anidride
carbonica. La diminuzione della alto della Fca. Come spiega il Financial Times, nelle
loro produzione quest’anno fa carte dell’accusa si legge che l’obiettivo della Fca era
sperare che le emissioni di gas a indebolire la Gm per costringerla un giorno alla fusione.
effetto serra non aumentino”. L’azione legale è rivolta solo contro la Fca e alcuni suoi ex
dirigenti, non è indicato nessun sindacalista. Si fa anche il
nome di Sergio Marchionne, l’ex amministratore delegato
PAESI BASSI
della Fca morto nel 2018. Subito dopo la notizia, si sono
Il cattivo odore dimessi Gary Jones, il presidente della Uaw, e Vance
dei maiali Pearson, un altro dirigente del sindacato. “L’iniziativa IN BREVE
della Gm”, scrive il New York Times, “deriva da Regno Unito Il 25 novembre
Il governo olandese ha dichiara- un’inchiesta giudiziaria che tra il 2017 e il 2018 aveva già transport for London, l’autorità
to guerra ai maiali. Dal 25 no- portato alla condanna per corruzione di tre dirigenti della responsabile dei trasporti pub-
vembre gli allevatori di suini po- Fca e quattro sindacalisti della Uaw”. Inoltre arriva in “un blici di Londra, ha dichiarato la
tranno richiedere una ricom- app per il trasporto privato Uber
momento delicato per la Fca, che sta negoziando un
pensa (da 52 a 151 euro a capo) “inadatta” alla licenza per ope-
per la rinuncia ai loro maiali. In
nuovo contratto di lavoro con la Uaw e sta definendo i rare nella capitale britannica.
questo modo, spiega Bloom- termini per la fusione con i francesi del gruppo Psa, che Uber aveva perso la sua licenza
berg, il ministero dell’agricoltu- darebbe vita al quarto produttore mondiale di automobili nel 2017, ma aveva ottenuto un
ra pensa di contrastare i disturbi scavalcando proprio la Gm”. I dirigenti della Fca hanno periodo suppletivo di quindici
legati ai cattivi odori prodotti da definito le accuse “infondate” e sospettano che “la Gm mesi, più una proroga di due
quest’attività, ma soprattutto di voglia danneggiare l’accordo con la Psa”, aggiunge mesi a settembre. L’azienda sta-
ridurre le emissioni di ammo- tunitense ha fatto sapere che ri-
Bloomberg. “In effetti il gruppo francese potrebbe
niaca. I Paesi Bassi hanno un’al- correrà in appello contro la deci-
ta concentrazione di maiali e
usarle per strappare condizioni migliori”, anche se diversi sione della transport for Lon-
mucche e una recente sentenza esperti sostengono che l’azione legale potrebbe durare don e che continuerà a operare
li ha costretti a tagliare le emis- anni e aggiungono che non sarà facile per la Gm provare nella città per l’intera durata del
sioni di azoto. le sue accuse in tribunale. u procedimento.

122 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Annunci

VIAGGI A PIEDI
per capire se stessi e il mondo
Camminare è rallentare, camminare
è sobrietà, camminare è rispettare e
conoscere la madre terra, portando
pace e armonia nel mondo.

Vuoi pubblicare un annuncio su queste pagine? Per informazioni e costi contatta Anita Joshi • annunci@internazionale.it • 06 4417 301
Richiedi il catalogo gratuito
con 153 proposte diverse.

2020
0439 026029
info@cammini.eu
www.cammini.eu

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 123


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
PROTEZIONE

Mettere al sicuro famiglia


e salute dagli imprevisti
vero il benessere della nostra famiglia. coperture: il rimborso delle spese medi-
La serenità è un valore Meglio affidarsi ai Family Banker di che da infortunio e un indennizzo in caso
prezioso per ogni famiglia. Banca Mediolanum, professionisti che di malattie gravi giovanili che colpiscano
aiutano a impostare un approccio finan- i minori appartenenti al nucleo familiare.
Eventi straordinari ziario metodico, focalizzando tre ele- Anche la salute di tutta la famiglia va
e inaspettati possono menti: proteggersi dai rischi, anche con il protetta. Mediolanum Capitale Salute, la
supporto dei Family Protection Specia- polizza assicurativa di Mediolanum As-
cambiare il corso del futuro. list, accumulare le risorse necessarie per sicurazioni per il rimborso delle spese sa-
Diventa fondamentale ogni progetto e ottimizzare il patrimonio nitarie, prevede una garanzia base con la
già accumulato. possibilità di attivare una o più garanzie
proteggersi, trasferendo Se questo è il percorso da intraprendere, opzionali, distribuite su tre livelli cre-
i rischi dalla famiglia prima ancora di imbastirlo, bisogna ren- scenti di copertura, permettendo così di
a una compagnia dere prevedibile anche l’imprevisto. costruire la polizza più adatta in base alle
Occorre soddisfare l’obiettivo primario di proprie esigenze.
assicurativa ogni famiglia, ovvero mettere al sicuro la Offre una copertura completa attraverso
sostenibilità del proprio tenore di vita at- servizi accurati e permette l’accesso a
tuale, prevedendo e neutralizzando eventi strutture attentamente selezionate in tutta

S
e abbiamo un appuntamento esterni che potrebbero cambiare la situa- Italia e senza lunghe liste d'attesa.
al mattino presto, puntiamo zione economica di una famiglia, quindi La serenità è un valore prezioso a cui
la sveglia la sera prima. Se la sua capacità di affrontare il futuro. ogni famiglia dovrebbe ambire.
vogliamo passare un esame Il bene più prezioso da proteggere e met- Le soluzioni assicurative aiutano a non
universitario, ci prepariamo. tere al sicuro, quindi, è la capacità di ogni doversi occupare e preoccupare degli im-
Se vogliamo partecipare a un evento individuo di produrre reddito fino al mo- previsti, grandi o piccoli, a quelli ci pensa
sportivo, ci alleniamo. La preparazione è mento della pensione, un valore noto la compagnia assicurativa.
intrinseca nelle nostre abitudini quoti- come Capitale Umano.
diane, eppure non riesce a esprimersi to- Un grave infortunio, soprattutto del capo- MESSAGGIO PUBBLICITARIO
talmente in un ambito di grande valore famiglia, o che ne determini eventual- CON FINALITÀ PROMOZIONALE
come quello finanziario. La nostra vita è mente anche la prematura scomparsa, Prima di sottoscrivere le polizze
costellata da eventi topici, importanti, che potrebbe compromettere il futuro della di Mediolanum Assicurazioni S.p.A.,
vanno pianificati per tempo e stimati in famiglia stessa. distribuite da Banca Mediolanum,
termini di assorbimento di risorse finan- Bisogna garantire continuità di reddito ai "Mediolanum Capitale Umano",
ziarie, per non farsi cogliere del tutto im- propri familiari e per farlo è necessario per i rischi da infortunio o malattia
preparati. trasferire i rischi dal nucleo familiare a e "Mediolanum Capitale Salute",
Pianificare in anticipo le tappe cardine una compagnia assicurativa. per il rimborso delle spese sanitarie,
della vita è l’unica soluzione che ci con- Una soluzione, pensata proprio per pro- verifica le tue esigenze assicurative
sente di affrontare correttamente i nostri teggere il Capitale Umano e tutelare e leggi il Set informativo disponibile
obiettivi e di accompagnarli in maniera quindi presente e futuro della famiglia, su bancamediolanum.it e presso
congrua dal punto di vista finanziario. arriva da Mediolanum Assicurazioni con gli uffici dei Family Banker.
Tante sono le variabili da considerare, da Mediolanum Capitale Umano. Le polizze prevedono l’applicazione
intersecare su più livelli. La polizza offre una copertura assicura- di franchigie, scoperti e massimali,
Agire da soli ci può esporre al rischio di tiva ampia, flessibile e personalizzabile, nonché limitazioni ed esclusioni
allontanarci dall’obiettivo primario, ov- ancora più completa grazie a due nuove alla Copertura Assicurativa.

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
PUBBLICITÀ

Seguici su

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
ready
to
go?
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Strisce
Ho i biglietti per un circo I porcellini d’India possono
che non sfrutta essere feroci se provocati.
Alex Hallatt, Nuova Zelanda

animali selvatici
o esotici.
Fico!
Arctic Circle

Hai idea di quanto


ti voglio bene?
Guillermo Decurgez, Argentina
Decur

ehi, io quindi
sai che quello che vedi sono molto è meglio
di più. non
E. Pich e J. Kunz, Germania

è solo una parte


di me ? scherzare hihi .
con me.
War and Peas
Ryan Pagelow, Stati Uniti
Buni

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 127


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Promosso da . Promòvidu dae Con . Paris a Col sostegno di . Cun s’agiudu de

Con il patrocinio di . Cun su patrotzìniu de Media partner

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
L’oroscopo

Rob Brezsny
COMPITI A CASA
Hai il potere di ritrovare il genio
che è in te. Consigli su:
tinyurl.com/ReGeniusYourself.

SAGITTARIO farti da maestra e catalizzatrice. Se l’errore si verifica a causa di “un


Il compositore Ludwig van Beethoven, del Sagittario, hai un compagno o una compagna fantasma nella mente?”, aggiunge.
con cui condurre questi esperi­ Oppure dipende da “una sostanza
era completamente assorbito dal suo lavoro. Anche
menti, sarà fantastico. Altrimenti, azzurra che scorre nel sangue o da
quando si prendeva un po’ di tempo per occuparsi dei
cerca di essere particolarmente demoni e dei?”. Sono sicuro che tu,
dettagli della vita quotidiana, gli capitava di avere irresistibili dolce e affettuoso con te stesso. come la maggior parte di noi, provi
ispirazioni musicali che non riusciva a ignorare. Più di una volta a volte questa misteriosa sensazio­
gli capitò d’insaponarsi la faccia con l’equivalente ottocentesco VERGINE ne. La buona notizia è che nelle
della crema da barba e di essere distratto poi da una scintilla del Nel seguito di Alice nel paese prossime settimane potrai smette­
suo genio e dimenticare di radersi. I suoi servitori lo trovavano delle meraviglie la nostra re di desiderare le esperienze mal­
divertente. Sospetto che nelle prossime settimane sarai un po’ eroina usa uno specchio magico sane che il tuo corpo desidera. Per
come Beethoven, Sagittario. Scommetto che sarai soggetto per accedere a un mondo fantasti­ prima cosa chiediti perché l’ogget­
co. Lì incontra la Regina Rossa e to del desiderio del corpo non è in
a interessanti fascinazioni e improvvise illuminazioni.
poco dopo le due si prendono per sintonia con il tuo bene supremo.
mano e corrono più veloci che pos­
sono. Alice si accorge che nono­ CAPRICORNO
ARIETE ma in accoglienza e la perdita in stante lo sforzo non sembrano an­ Nei prossimi undici mesi
Gli esseri umani inventaro­ guadagno. Secondo la mia lettura dare avanti. Perché? La Regina le potrai migliorare la tua vita
no l’aratro nel 4500 aC, la dei presagi astrali, Gemelli, appar­ spiega il mistero: nel suo regno de­ quotidiana. Potrai scoprire o con­
ruota nel 4000 aC e la scrittura nel tieni al segno dello zodiaco che vi correre più che puoi per rimane­ cepire inn0vazioni che renderan­
3400 aC. Ma molto prima, nel nelle prossime settimane avrà re nello stesso posto. Ti suona fa­ no più piacevole la tua vita. A ri­
6000 aC, avevano imparato a fare maggiori probabilità di sperimen­ miliare, Vergine? Mi chiedo se ulti­ schio di sembrare esagerato, pen­
la birra e a estrarre sostanze stupe­ tare l’enantiodromia. Sarà una cosa mamente hai vissuto un’esperien­ so che celebrerai almeno un passo
facenti dalle piante. Lo psichiatra positiva o negativa? Dipende da te. za simile. Se è così, ti consiglio di avanti che sarà il tuo equivalente
Ronald Siegel lo fa notare per so­ Per un risultato migliore, non te­ smettere di correre. Siediti, rilassa­ personale dell’invenzione della
stenere la tesi che il desiderio di mere contraddizioni e paradossi. ti e permetti al mondo di sfrecciar­ ruota, della bussola o del calen­
modificare il proprio stato di co­ Accoglili con gioia. ti davanti. Certo, è possibile che tu dario.
scienza sia un istinto fondamenta­ rimanga indietro, almeno tempo­
le dell’umanità, come bere e man­ CANCRO raneamente, ma servirà per ricari­ ACQUARIO
giare. Naturalmente, ci sono molti Molti statunitensi parlano carti. Tra meno di tre settimane L’unica cosa che impariamo
modi per farlo senza usare droghe una sola lingua, l’inglese, sarai così piena di energia da recu­ dalla storia è che non impa­
e alcol, tra cui ballare, cantare, pre­ ma pensano di essere più intelli­ perare il tempo perduto, e forse riamo mai niente dalla storia, dice­
gare, meditare e fare sesso. Qual è genti degli immigrati che ne parla­ qualcosa di più. va il filosofo Friedrich Hegel. Io
il tuo preferito? Per come la vedo no due. Questo mi stupisce e mi penso che nei prossimi mesi avrai
io, nelle prossime settimane sarà spinge a consigliare a me stesso e a BILANCIA l’opportunità di smentire la sua te­
più importante che mai modificare tutti i cancerini come me di riflet­ La maggior parte delle per­ oria. Sarai incline a studiare il tuo
i tuoi schemi mentali. tere umilmente su come giudichia­ sone sane di mente vorreb­ passato e avrai la capacità di trarne
mo i nostri simili. È un momento be che ci fosse meno animosità tra lezioni importanti e di usarle con
TORO favorevole per prendere atto della gruppi con idee e interessi diversi. coraggio e saggezza per cambiare
Cos’è che oggi ti spaventa, tendenza che abbiamo a conside­ Quanto sarebbe migliore il mon­ il tuo destino.
ma che potresti abbastanza rarci superiori agli altri e per chie­ do se tutti fossero in grado di ac­
facilmente non temere più? Le derci perché pensiamo che gli altri cettare chi è diverso da sé. Ma il PESCI
prossime settimane saranno un non siano degni di amore e rispet­ problema è più profondo: la mag­ Il poeta Henry Wadsworth
periodo favorevole per smantella­ to quanto noi. Non sto dicendo che gior parte di noi è in contrasto con Longfellow (1807­1882) era
re questa paura. Sarai più corag­ abbiamo più colpe rispetto ad altri se stessa. La scrittrice Rebecca molto amato e ammirato. Al cul­
gioso che mai e la tua fantasia sarà segni dello zodiaco, ma solo che West sosteneva che perfino parti mine della fama guadagnava tre­
insolitamente abile a concepire si­ per noi le prossime settimane sa­ della stessa persona non comuni­ mila dollari a poesia. Oggi però i
stemi per liberarti da questo peso ranno il periodo ideale per correg­ cano tra loro e non imparano l’una critici letterari considerano le sue
inutile. Per prima cosa dovrai ela­ gere gli errori. dall’altra. Questa è la cattiva noti­ opere poco originali, sdolcinate e
borare una scena che simboleggi zia, Bilancia. Quella buona è che indegne di lode. Tutto il contrario
quella minaccia e visualizzarti LEONE le prossime settimane saranno un della poeta Emily Dickinson
ILLUSTRAZIONI DI FRANCESCA GHERMANDI

mentre la fai saltare in aria con una “L’amore erotico è una del­ periodo favorevole per promuove­ (1830­1886): quando era in vita le
internazionale.it/oroscopo

“bomba” composta da un centina­ le forme più alte di contem­ re l’armonia tra le varie parti di te. sue opere erano praticamente sco­
io di rose. plazione”, scriveva il poeta Ken­ Incoraggiale a parlarsi con since­ nosciute, ma oggi sono considera­
neth Rexroth. Ti consiglio, Leone, rità! te dei capolavori. In conformità
GEMELLI d’ispirarti a questa utile provoca­ con i presagi astrali, t’invito a rive­
La parola enantiodromia in­ zione. Secondo la mia analisi dei SCORPIONE dere il tuo passato per capire quali
dica il fenomeno che si veri­ presagi astrali, sei nella stagione La poeta Cecilia Woloch si delle tue opere, come quelle di
fica quando una forma d’espressio­ delle delizie fortunate e audaci, in chiede: “Come si smette di Longfellow, dovrebbero essere ar­
ne si trasforma nel suo opposto, cui l’amore impavido può salvarti desiderare quello che il corpo desi­ chiviate e quali, come quelle di
spesso in modo radicale. Lo yang da scelte sbagliate e idee irrilevan­ dera, come si spiega alla carne che Dickinson, dovrebbero guidarti
diventa yin, la resistenza si trasfor­ ti, e in cui la sua magnificenza può il suo giudizio è sbagliato?”. Forse verso il futuro.

Internazionale 1335 | 29 novembre 2019 129


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
L’ultima
bénédIcTe, SvIzzerA

PIrAro, STATI unITI


“I miei antenati erano cacciatori-raccoglitori. Io invece sono
più navigatrice-compratrice”.
kroLL, beLgIo

bloomberg contro Trump? “forza”. “Lei è ancora più


vecchio e più ricco”. “Il popolo adora queste cose”.
IñAkI Y frencHY, SPAgnA

fInck

Alice nel paese delle responsabilità. “Mettimi via. chiudimi.


cucinami. Lavami. Sbrinami. riempimi. Ignorami. Toglici.
“Ho appena inventato la bandiera”. “e a che serve?”. controllami. non mi mangiare. non mi bere. Pagaci. Posami.
“Ad avere ragione”. Spolveraci. Spazzami”.

Le regole Piante grasse


1 Quando arriva un figlio, la collezione di cactus deve andare via. 2 Hai fatto seccare perfino una pianta
grassa? Hai ufficialmente il pollice nero. 3 Lascia stare quell’annaffiatoio: ti serve solo lo spruzzino.
4 Il fatto che usi una crema all’aloe vera non ti rende un esperto di piante grasse. 5 Se ti pungi è colpa
tua. regole@internazionale.it

130 Internazionale 1335 | 29 novembre 2019

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Il futuro è loro. Il presente è anche tuo.
PER NATALE REGALA
IL TOURING CLUB ITALIANO!
Regala il valore di far parte della più grande comunità di persone che si
prendono cura dell’Italia come bene comune. Regala la gioia di scoprire l’arte,
la cultura e la bellezza dei nostri territori. Regala il piacere di vivere insieme lo
vrbub|o7;ѴѴ†01omѴ;bmbŒb-ঞˆ;;]Ѵb;ˆ;mঞou]-mbŒŒ-ঞ7-bvo1bĺ

regalatouring.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.tech
Dicembre 2019 COPIA OMAGGIO

› SCOPRI A CENTRO RIVISTA LO


SPECIALE PER SCEGLIERE A
COLPO SICURO IL LIBRO GIUSTO
DA REGALARE A NATALE

Il romanzo-rivelazione
dell’anno. Tutti pazzi per
I leoni di Sicilia
di Stefania Auci
Il ritorno del re del thriller, Donato Carrisi:
che segreti nasconde La casa delle voci?
Andrea Vitali, il grande narratore dell’Italia
più vera: un bambino e un nonno amatissimo
Sotto un cielo sempre azzurro
Alessia Gazzola dopo Alice ci presenta
Costanza, che cerca di mettere ordine tra
le pieghe della storia e della sua vita, in
Questione di Costanza
La bussola d’oro di Philip Pullman
ora è anche una serie TV

L’amore e la passione nel racconto affascinante


di un maestro: Cercami di André Aciman
Plastic Detox: Jose Luis Gallego
spiega come «deplastificare» il pianeta
La nuova, sorprendente inchiesta sul Vaticano
Anno XVI numero 5

di Gianluigi Nuzzi: Giudizio universale


La forza dell’amicizia, il coraggio del perdono:
Dora Heldt, Tre amiche al lago
DICEMBRE 2019

33 17
8 37

44
NARRATIVA 12 Mancuso 11 Morchio 43 La ricetta della felicità
15 Pagliassotti 14 Tuzzi 43 Conoscere il vino
4 Gazzola 15 Condemi, Savatier 18 Sapkowski 44 Un futuro senza
6 Petti 15 L’anastatica di Freud 18 Leoni plastica
8 Vitali 34 Nuzzi 31 Pullman 44 Una vita migliore
10 Wells 41 Nardone 32 Stan Lee 45 Oltre la morte
10 McGuire 39 Vichi 48 Iniziare bene la giornata
11 Ondaatje 47 Jacq 48 Rupi Kaur commenta
-e
11 O MEMOIR E Gibran
14 Berlin TESTIMONIANZE
16 Auci 36 Nadia Toffa
17 Santopolo 45 La salita di El Capitan
VARIA E RAGAZZI
37 Handke 10 Tornare bambini
38 Aciman 33 Fai spazio in cameretta SCOPRI A CENTRO
41 Luccone AVVENTURA, e nel cuore con Marie RIVISTA LO SPECIALE
46 Heldt AZIONE, Kondo
47 Ortin PER SCEGLIERE IL LIBRO
GIALLI 33 Una favola GIUSTO DA REGALARE
E THRILLER per l’inclusione A NATALE
SAGGI 42 I colori amici
2 Carrisi ti cambiano la vita
7 Romano 6 Lehane 43 I segreti della cucina
7 Rackete 6 Child giapponese

› VAI SUL SITO, CERCA I LIBRI DI QUESTO NUMERO › LEGGI SUBITO LE PRIME PAGINE WWW.ILLIBRAIO.IT

ISCRIVITI SUL SITO


WWW.ILLIBRAIO.IT/REGISTRAZIONE
POTRAI
SCARICARE GLI SPECIALI ONLINE IN PDF
ACCEDERE A CONSIGLI DI LETTURA PERSONALIZZATI
ISCRIVERTI ALLE NEWSLETTER PERSONALIZZATE
ABBONARTI ALLA RIVISTA E RICEVERLA GRATIS A CASA
AGGIORNARE I DATI DELL’ABBONAMENTO
DIVERTIRTI CON SFIDE E QUIZ LETTERARI

GESTISCI IL TUO ABBONAMENTO


RICEVI LA NOSTRA RIVISTA A DOMICILIO MA VUOI CAMBIARE INDIRIZZO DI RICEZIONE,
NOMINATIVO O ANNULLARE L’ABBONAMENTO? È SEMPLICE E VELOCE!
VAI SU: WWW.ILLIBRAIO.IT/LA-RIVISTA

Periodico registrato presso il Tribunale di Milano il 23/06/2003 al n. 399 • Anno XVI numero 5 • In copertina: Stefania Auci © Yuma Martellanz
Direttore responsabile: Stefano Mauri • Coordinamento: Elena Pavanetto • Redazione: Lucia Tomelleri • Progetto grafico e impaginazione: Elisa Zampaglione DUDOTdesign
Finito di stampare per conto del Gruppo editoriale Mauri Spagnol nel mese di novembre 2019 da Grafica Veneta S.p.A. di Trebaseleghe (PD) © Gruppo editoriale Mauri Spagnol, 2019
L’editoriale
DICEMBRE 2019
AMORE, PAZIENZA E FORTUNA: LA RICETTA DEL MESTIERE
di Stefano Mauri

C erchiamo nuove voci in tutto il mondo (alla Buchmesse


di Francoforte eravamo in più di cinquanta) con la
passione del primo giorno, e in più l’esperienza di tanti anni.
risolvere misteri sepolti tra le ossa. Grande soddisfazione per
il premio Campiello vinto da Andrea Tarabbia, con Madrigale
senza suono, Bollati Boringhieri, ispirato a Gesualdo da Venosa,
Da questa tensione costante alla scoperta di nuove autrici e un musicista uxoricida vissuto a cavallo tra XVI e XVII secolo.
autori, che contraddistingue il nostro lavoro, grazie alla casa E infine, a metà ottobre, quando tutti gli editori del mondo
editrice Nord è nato il libro che ha meravigliato tutti: librai, trattengono il respiro, il maestoso premio Nobel. Sicuramente il
media, lettori, editori di tutto il mondo e persino noi, che pure più ambito, e vinto per il 2019 da Peter Handke, di cui Guanda
lo abbiamo scelto con convinzione: I Leoni di Sicilia, oggi alla presenta in queste pagine il nuovo romanzo, appena stampato
quattordicesima edizione, è un Lebranth, Colombia e ancora croccante, dopo decenni
gran bel romanzo su una storia di fiducia in questo autore.
vera, che da quando ha toccato Vi consiglio di leggere gli inviti
la libreria non ha mai smesso alla lettura al centro della rivista,
di essere ristampato. Come due esordi italiani che, partendo
abbiamo già scritto in passato, da storie vere quanto incredibili e
viva la Sicilia! dimenticate (o forse rimosse), ci
La qualità è difficile da misura- stupiscono e appassionano. Non
re, in qualche modo se ne fanno ci stupisce invece il consenso
carico i più prestigiosi premi che hanno già incassato da tanti
letterari. Non sempre viene rico- editori stranieri. Cerchiamo
nosciuta a prima vista dai lettori nuovi autori anche direttamente,
e dai critici, perciò per trovarla tra chi ha voglia di mettersi alla
ci vogliono gusto e velocità. Ma © Yuma Martellanz prova tramite il torneo lettera-
anche pazienza. Ci sono migliaia rio Io Scrittore. Ogni anno, da
di premi nel mondo, ma pochi hanno la capacità di far conoscere questo torneo, che è anche una palestra gratuita e sincera
davvero a tanti lettori l’opera prescelta. In questa particolare per correggere le proprie insicurezze di scrittore, nascono
arena con un po’ di fortuna si riverbera il lavoro degli editori di uno o più autori. Alcuni di loro hanno cambiato vita grazie al
qualità. Nel numero scorso Margaret Atwood era protagonista successo letterario. Quasi un milione di royalties è stato nel
in copertina, ha poi vinto il Booker Prize con I testamenti, tempo erogato ai vincitori. Ma, soprattutto, il torneo consente
Ponte alle Grazie, e abbiamo presentato Sigrid Nunez, vinci- di ricevere decine di giudizi sul proprio manoscritto protetti da
trice dell’ultimo National Book Award, il premio letterario più totale anonimato. Spesso più utili per essere migliori – anche
prestigioso negli USA, con L’amico fedele, Garzanti. Emanuele se non il migliore, direbbe Vito Mancuso – delle diplomatiche
Trevi, in copertina a febbraio, ha poi vinto il premio Viareggio risposte degli editori. Tra qualche mese si riparte.
con Sogni e favole, Ponte alle Grazie. Va anche ricordato il Come di consueto, nelle pagine centrali di questo numero tro-
premio Bancarella all’ultimo romanzo di Alessia Gazzola con verete anche la guida per andare in libreria a scoprire i libri che
Alice Allevi come protagonista: Il ladro gentiluomo, Longane- davvero volete regalare per Natale, oltre alle ultimissime novità.
si. Oggi Alessia (siciliana pure lei) volta pagina e ci presenta Buona lettura!
Costanza, una madre che per mestiere scava nel passato per Stefano Mauri

1
LONGANESI

Il nuovo romanzo del genio italiano


del thriller
Un fenomeno editoriale straordinario, oltre 3 milioni di copie vendute
nel mondo, tradotto in più di 30 lingue

Gli estranei sono il pericolo. Fidati soltanto di mamma e papà. Hanna è tormentata da un ricordo vivido, ma che potrebbe
Pietro Gerber non è uno psicologo come gli altri. non essere reale: un omicidio. E per capire se quel
La sua specializzazione è l’ipnosi e i suoi pazien- frammento di memoria corrisponde alla verità
ti hanno una cosa in comune: sono bambi- o è un’illusione, ha disperato bisogno di Pie-
ni. Spesso traumatizzati, segnati da eventi Nessuno tro Gerber.
drammatici o in possesso di informazioni
importanti sepolte nella loro fragile me-
vuole veramente Hanna è un’adulta oggi, ma quel ricordo
risale alla sua infanzia. E Pietro dovrà aiu-
moria, di cui polizia e magistrati si servo- sentire ciò tarla a far riemergere la bambina che è an-
no per le indagini.
E Pietro è il migliore di tutta Firenze, per
che hanno da dire cora dentro di lei. Una bambina dai molti
nomi, tenuta sempre lontana dagli estranei
questo lo chiamano l’addormentatore di i bambini. e che, con la sua famiglia, viveva felice in un
bambini. luogo incantato: la «casa delle voci».
Ma quando riceve una telefonata dall’altro capo Quella bambina, a dieci anni, ha assistito a un
del mondo da parte di una collega australiana che gli omicidio.
raccomanda una paziente, Pietro reagisce con perplessità e O forse non ha semplicemente visto.
diffidenza. Perché Hanna Hall è un’adulta. Forse l’assassina è proprio lei.

ato
g
ere

Donato Carrisi DICONO DI LUI


marco Chi

è nato nel 1973 a Martina Franca e vive a Roma.


Dopo aver studiato giurisprudenza, si è specializza- «Un autore di grande talento.»
Gian

to in criminologia e scienza del comportamento. È Le Figaro


©

regista oltre che sceneggiatore di serie televisive e


per il cinema. È una firma del Corriere della Sera ed «Leggere Carrisi è come essere in paradiso.»
è l’autore dei romanzi bestseller internazionali (tutti
Ken Follett
pubblicati da Longanesi) Il suggeritore, Il tribunale
delle anime, La donna dei fiori di carta, L’ipotesi del
male, Il cacciatore del buio, Il maestro delle ombre,
«Un narratore spettacolare.»
L’uomo del labirinto, La ragazza nella nebbia, dal La Vanguardia
quale ha tratto il film omonimo con cui ha vinto il
David di Donatello per il miglior regista esordiente, «Tensione e rischio senza tregua. Eccellente.»
Il gioco del suggeritore. In uscita nell’autunno 2019 Michael Connelly
il film diretto da Donato Carrisi e tratto da L’uomo
del labirinto.
«Grande. Basterebbe un aggettivo per definire
le qualità davvero uniche di Carrisi.»
Sergio Pent, La Stampa
«Carrisi è un maestro nel creare la tensione
e nel costruire meccanismi narrativi.»
Severino Colombo, Corriere della Sera

2
3
LONGANESI

Dall’autrice dell’Allieva, amata


da oltre 1 milione di lettori in Italia,
un nuovo inizio, una nuova protagonista,
una nuova formidabile serie
Verona non è la mia città. E la paleopatologia non è il mio che mi sono specializzata in Anatomia patologica e tutto
mestiere. Eppure, eccomi qua. Com’è potuto suc- volevo fare tranne che dissotterrare vecchie ossa,
cedere, proprio a me? Mi chiamo Costanza spidocchiare antiche trecce e analizzare resti
Macallè e sull’aereo che mi sta portando
È questione centenari – mi devo adattare, in attesa di
dalla Sicilia alla città del Veneto dove già di coraggio, trovare il lavoro dei sogni in Inghilterra.
abita mia sorella, Antonietta, non viag-
gio da sola. Con me c’è l’essere cui ten-
è questione di Ma, come sempre, la vita ha altri pro-
grammi per me. Così, mentre cerco di
go di più al mondo, sedici chili di deli- intraprendenza… ambientarmi in questo nebbioso e ge-
zia e tormento che rispondono al nome
di Flora. Mia figlia è tutto il mio mondo,
E, me lo dico sempre, lido inverno veronese, devo anche ras-
segnarmi al fatto che ci sono delle scelte
anche perché siamo soltanto io e lei… Lo è questione che ho rimandato per troppo tempo. Ed è
so, lo so, ma è una storia complicata.
Comunque, ce la posso fare: in fondo, devo
di Costanza. giunto il momento di farle. In fondo, che ci
vuole? È questione di coraggio, è questione di
resistere soltanto un anno. È questa la durata del intraprendenza… E, me lo dico sempre, è questio-
contratto con l’istituto di Paleopatologia di Verona, e io – ne di Costanza.

Alessia Gazzola DICONO DI LEI


z
a Martellan

(Messina, 1982) è laureata in Medicina e Chirurgia «Alessia Gazzola è da sempre capace


ed è specialista in Medicina Legale. Ha esordito nella
di incollare i lettori alla pagina.»
Yum

narrativa con L’allieva nel 2011, cui sono seguiti Un


segreto non è per sempre (2012), Sindrome da cuore la Repubblica
©

in sospeso (2012), Le ossa della principessa (2014),


Una lunga estate crudele (2015), Non è la fine del
mondo (2016), Un po’ di follia in primavera (2016),
«Alessia Gazzola, la perfezione della leggerezza.»
Arabesque (2017), Il ladro gentiluomo (2018), vinci- La Stampa
tore del premio Bancarella 2019 e Lena e la tempe-
sta (2019). Dai romanzi della serie L’allieva, tradotti
in numerose lingue, è tratta la serie tv di successo
in onda su RaiUno con Alessandra Mastronardi nei
panni di Alice Allevi e Lino Guanciale nel ruolo di
Claudio Conforti. Collabora con i supplementi cul-
turali di La Stampa e del Corriere della sera. Vive a
Verona con il marito e le due figlie.

4
LONGANESI

«Quella di Lavinia Petti è una Napoli ricamata


di misteri.» Io Donna
Napoli, quartiere Forcella. In una notte d’inverno, una neonata viene Lavinia Petti, nata a Na-
abbandonata nella Ruota degli Esposti dell’ospedale dell’Annunzia- poli, è laureata in Studi Islamici
all’Istituto Orientale di Napoli e
ta. Al collo ha una catenina di rame con una chiave arrugginita e una ha vinto vari concorsi letterari.
moneta antichissima. Adottata, Francesca Annunziata, detta Fan- Longanesi ha pubblicato Il la-
ny, trascorre nelle campagne del Moiariello che sovrastano la città dro di nebbia (Premio Brancati
2016), tradotto in molte lingue.
un’infanzia libera, fatta di avventure solitarie e di notti popolate da
sogni inquietanti, forse premonitori, che le valgono l’appellativo di janara, strega. A quattor-
dici anni, Fanny scopre per caso la verità sul suo passato. Furiosa per quello che considera un
tradimento, scappa di casa e si rifugia in una grotta vicino al mare, portando con sé soltanto
gli oggetti con cui è stata trovata. Nonostante l’impresa le paia impossibile, decide di ricercare
i suoi veri genitori proprio a partire da quegli enigmatici amuleti…

«Un vero e grandissimo narratore.» Donato Carrisi


Tampa, 1943. Mentre il mondo intero è in guerra, la mafia Dennis Lehane, scrittore
e sceneggiatore, ha pubblicato
americana sta vivendo la sua epoca d’oro. L’ex boss Joe Coughlin numerosi romanzi bestseller
lavora come consigliere per la famiglia mafiosa dei Bartolo: gestisce pluripremiati e tradotti in oltre
i loro interessi in Florida, a Boston e a Cuba e fa da intermediario trenta lingue, molti dei quali
tra la criminalità organizzata e l’alta società, tra morti ammazzati e sono diventati film di successo
come Mystic River, Shutter Island
fruscii di abiti da sera. Negli anni successivi alla tragica scomparsa e Gone, Baby, Gone. Presso Lon-
della moglie, uccisa in un agguato, Joe si è risollevato, si è rifatto ganesi è uscito il romanzo Ogni
una vita insieme al figlio e ora ha tutto: soldi, potere, una nuova e nostra caduta.
bellissima amante, la garanzia dell’anonimato. Ma il successo non può da solo cancellare una
vita di peccati: qualcuno lo vuole morto, e lui avrà poche settimane per capire chi e perché lo
ha preso di mira, prima che sia troppo tardi. Duro, amaro, struggente, un eccezionale romanzo
di sangue, passione e vendetta, calato in un’epoca storica magistralmente ricostruita da uno
degli autori americani più talentuosi della sua generazione.

«Il miglior autore contemporaneo di crime.»


Haruki Murakami
Lupo solitario, cavaliere errante, ex militare, difensore del bene e Lee Child è nato a Coventry,
della giustizia: Jack Reacher è uno dei più iconici personaggi con- in Inghilterra, nel 1954 e vive
negli Usa dal 1998. È autore
temporanei. La sua casa è un’America profonda e struggente: strade della serie di thriller incentrati
infinite che attraversano il nulla, diner al tramonto, piccoli motel sulla figura di Jack Reacher, pub-
fatiscenti, una moltitudine di individui con le loro storie di mise- blicati in Italia da Longanesi. Nel
ria e follia. Eroe contemporaneo di una nuova epopea on the road, 2019 è stato proclamato Au-
tore dell’anno dal British Book
Reacher è protagonista di questi racconti, che offrono uno spaccato Awards.
originalissimo di un personaggio che incarna in un modo tutto suo
il sogno americano. Sono crimini, incidenti, misteri con cui Reacher deve confrontarsi lungo il
suo eterno cammino nato dalla penna di un autore che ha conquistato milioni di lettori e che
può vantare fra i suoi estimatori più entusiasti scrittori del calibro di Murakami e King.

6
LONGANESI

Esiste una medicina per curare


il sovranismo?
Nell’ultimo decennio si è assistito alla nascita di numerosi movimenti populi-
sti confluiti tutti nella definizione di «sovranismo» e viene da chiedersi perché
così tante società nazionali siano convinte di avere perduto la propria sovra-
nità e vogliano riconquistarla. Le motivazioni e lo stile di tale rivendicazione
cambiano da un Paese all’altro. I due maggiori partiti sovranisti italiani, per
esempio, hanno priorità e tratti diversi da quelli dei Paesi scandinavi. Il sovra-
nismo americano, soprattutto dopo l’elezione di Trump, non è quello unghere-
se di Orbán o quello francese di Marine Le Pen. Ma tutti rappresentano società
che hanno accumulato malumore contro le formule politiche e i principi eco-
nomici che sono stati per molti anni le colonne portanti della loro esistenza.
Tutti hanno un nemico a cui attribuire la propria infelicità, vera o presunta.
Romano indaga a fondo le origini, i rischi e le conseguenze delle nuove ondate
di sovranismo. Con numerosi esempi, spiega in che modo l’epidemia sia stata
favorita da altri fenomeni. E offre nuovi spunti sui rimedi per curare un male
che pare in inarrestabile crescita. Un punto di vista inatteso che mette in di-
scussione l’Europa così come è stata pensata fino a oggi.
Sergio Romano è stato ambasciatore alla NATO e, dal settembre 1985 al marzo 1989, a Mosca. Ha insegnato a Firenze, Sassari, Pavia, Berkeley, Harvard e, per alcuni anni,
all’Università Bocconi di Milano. È editorialista del Corriere della Sera. Il suo ultimo libro pubblicato da Longanesi è Trump (2017).

GARZANTI

Il libro manifesto di una giovane


donna che è già diventata simbolo
della lotta per il cambiamento
«La storia del nostro pianeta ha raggiunto un punto di svolta: gli ecosistemi
vengono distrutti, il sistema climatico sta crollando, e se non proteggiamo i
diritti di altri esseri umani, anche i nostri diritti saranno presto in pericolo.»
Carola Rackete è la giovane donna che nel giugno scorso, dopo giorni di richie-
ste di aiuto e attesa in acque internazionali, ha sfidato i divieti delle autorità
per portare in salvo i migranti presi a bordo della Sea-Watch 3, diventando in
pochi giorni un simbolo globale di coraggio, giustizia e fedeltà ai propri ideali.
Ma Carola Rackete è molto più di quello che i media internazionali hanno
raccontato in quei giorni concitati: è un’attivista con una chiara visione e una
fortissima passione civile, un modello per tanti ragazzi e ragazze che scelgo-
no di impegnarsi per un mondo migliore. Con questo appello appassionato
e convincente motiva le ragioni delle sue battaglie e ci ispira a combattere in
difesa dell’ambiente, dei diritti umani, del futuro del pianeta, perché oggi agi-
re non è più una scelta ma una urgente necessità. Prima che sia troppo tardi.
Carola Rackete (1988) ha studiato Scienze nautiche a Elsfleth, in Germania, e Scienze ambientali a Ormskirk, in Inghilterra. Ha partecipato a spedizioni a bordo delle navi
da ricerca Meteor e Polarstern, dell’Arctic Sunrise di Greenpeace e dell’organizzazione British Antarctic Survey. Dal 2016 è impegnata nelle operazioni di salvataggio nel Mar
Mediterraneo. È membro del movimento ambientalista Extinction Rebellion.

7
GARZANTI LIBRI

Uno sguardo intimo sulla vita


senza rinunciare al sorriso
Nel nuovo romanzo di Andrea Vitali un sorprendente intreccio
di incanto, meraviglia e fantasia

La fortuna di Mattia si chiama Zaccaria. È suo nonno. Un capisce di cosa stia parlando. La diagnosi del medico non lascia
tipo alto, magro, con i baffi e un vocione che fa tremare i ve- dubbi: non si può più tenerlo lì. E per Mattia il mondo intero
tri alle finestre. Da quando è venuto a vivere in casa sembra crollare di colpo. Possibile che il nonno sia così
del nipote, dividendo con lui la camera da letto grave e non si tratti invece di uno dei suoi scher-
perché altro posto non c’è, le cose sono cam- C’era un zi? Oppure è entrato in una realtà tutta nuova
biate da così a così. Per Mattia la noiosa vita
di figlio unico è come se avesse ingranato la
sacco di verde intorno, che si apre solo davanti agli occhi di chi la sa
vedere? Con Sotto un cielo sempre azzurro
quarta e… via nei boschi a imparare i versi il cielo sempre azzurro, Andrea Vitali ci porta nel luogo più intimo
degli uccelli e il modo che usano gli alberi tutto quello che rivedo della sua fantasia. Ammicca, invitandoci a
per comunicare fra di loro, a cercare casta- seguirlo dietro cancelli invisibili ma che
gne o a raccogliere ciliegie arrampicati sui nei disegni che facevo cigolano davvero, in quello spazio della no-
rami. E la sera, aspettando di addormentar- allora quando oggi stra mente in cui conserviamo la parte più
si, il suono della voce del nonno che racconta vitale di noi stessi ma che spesso crediamo
storie incredibili di luoghi e persone mai sentiti li riguardo. non sia più possibile raggiungere, quando invece
prima. Un paradiso! con un sacco di verde intorno e non sarebbe così difficile scoprire la meraviglia che ci
un cielo sempre azzurro. Una mattina, però, quando si sveglia, circonda, soprattutto in ciò che chiamiamo follia solo perché
Zaccaria non sembra più lo stesso. È serio, nervoso, e non si abbiamo paura di guardare il vero nascosto in ogni cosa.

Andrea Vitali DICONO DI LUI


z
a Martellan

è nato a Bellano nel 1956. Medico di professione, «Se c’è una cosa che in Italia rischia l’estinzione
ha esordito nel 1989 con il romanzo Il procurato-
è l’arte di sorridere (e di far sorridere).
Yum

re, che si è aggiudicato l’anno seguente il premio


Uno dei pochi a possederne ancora il brevetto
©

Montblanc per il romanzo giovane. Nel 1996 ha


vinto il premio letterario Piero Chiara con L’ombra è Andrea Vitali.»
di Marinetti. Approdato alla Garzanti nel 2003 con
Una finestra vistalago (premio Grinzane Cavour
Antonio D’Orrico, La Lettura
2004, sezione narrativa, e premio Bruno Gioffrè
2004), ha continuato a riscuotere ampio consenso «Leggere Andrea Vitali è felicità allo stato puro,
di pubblico e di critica con i romanzi che si sono
succeduti, costantemente presenti nelle classifiche
senza rimorsi di coscienza.»
dei libri più venduti, ottenendo, tra gli altri, il premio Bruno Gambarotta, Ttl-La Stampa
Bancarella nel 2006 (La figlia del podestà), il premio
Ernest Hemingway nel 2008 (La modista), il premio
Procida Isola di Arturo Elsa Morante, il premio Cam-
piello sezione giuria dei letterati nel 2009, quando
è stato anche finalista del premio Strega (Almeno il
cappello), il premio internazionale di letteratura Alda
Merini, premio dei lettori, nel 2011 (Olive compre-
se). Nel 2008 gli è stato conferito il premio letterario
Boccaccio per l’opera omnia, nel 2015 il premio De
Sica e nel 2019 il premio Giovannino Guareschi per
l’Umorismo nella Letteratura.

8
9
GARZANTI LIBRI

Un viaggio alla riscoperta del bambino


che è in tutti noi
«Nel momento stesso in cui dubitate di poter volare, cessate di essere in grado di farlo»
diceva Peter Pan. Ed è quello che succede quando si cresce. Ci si convince di non
essere più in grado di assaporare la magia dei momenti, che la fantasia non sia
importante, che non sia possibile tornare bambini. Ma non è sempre così. In questo
libro, che è una piccola perla, Enrico Galiano con il suo stile inconfondibile, e Sara
Di Francescantonio con il suo tratto immaginifico, ci invitano a riscoprire quegli at-
timi che rendono l’infanzia un’età magica che si vorrebbe senza fine. Il libro è anche
il primo progetto editoriale a cui hanno partecipato attivamente i lettori descriven-
do sui social i gesti che hanno riportato in vita il bambino che è in tutti noi. Quel
bambino che crediamo di non essere più e invece è sempre lì e ha voglia di tornare.
Enrico Galiano, insegnante in una scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i venti milioni di visualizzazioni su Facebook. Nel 2015 è stato
inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. Sara Di Francescantonio è laureata in Lettere e Filosofia e in Design, Comunicazione Visiva e
Multimediale. Graphic designer e illustratrice freelance, collabora con case editrici, agenzie letterarie e testate giornalistiche.

Un gatto ha sempre la risposta giusta

Per il gatto Alfie e il suo amico George, Edgar Road è un vero e pro- Rachel Wells ha sempre
prio paradiso. Qui, possono schiacciare in pace un pisolino e godersi desiderato scrivere e ha sempre
amato i gatti. Ha combinato
le coccole delle famiglie del quartiere, che fanno a gara per averli con queste due passioni nei suoi for-
sé. Perché Alfie e George hanno un dono speciale: sanno guardare tunatissimi romanzi, per adulti e
dentro il cuore delle persone e ripararne gli ingranaggi rotti, aiutan- per bambini, che hanno come
protagonista l’intraprendente e
dole a ritrovare la vera amicizia. È per questo che si danno subito da simpatico gatto Alfie.
fare quando a Edgar Road fanno la loro comparsa dei nuovi inquilini
non proprio affabili… Con Il gatto che aggiustava i cuori, Rachel Wells ha emozionato migliaia
di lettori. Ora, torna a stupire con una storia sull’importanza della lealtà e del sostegno recipro-
co, che ci invita ad abbassare le difese e a condividere le nostre emozioni, perché è questa l’unica
via possibile per lasciarsi alle spalle le paure e abbracciare la felicità.

Una nuova serie dall’autrice della


trilogia-fenomeno Uno splendido disastro
Naomi non ricorda un tempo in cui la sua vita sia stata facile. Abi- Jamie McGuire vive in Ok-
tuata a pretendere il massimo da sé stessa, combatte sempre per ciò lahoma con il marito e i figli. I
in cui crede e non si arrende mai. Eppure, dopo l’ennesima battaglia suoi libri entrano regolarmente
nei bestseller del New York Ti-
persa, tutte le sue fragilità, prima dissimulate dietro una facciata da mes e sono pubblicati in Italia
dura, hanno visto la luce. E ora un nuovo lavoro a Colorado Springs da Garzanti.
le sembra la soluzione migliore per curare il suo cuore spezzato. O almeno così crede, finché
non incontra Zeke. Le basta fissare quegli occhi azzurri, per intuire che lui non è come gli altri.
C’è qualcosa, nei suoi modi gentili, che la lascia senza fiato. Naomi, giorno dopo giorno, impara
a fidarsi di lui. Riesce persino a raccontargli del suo passato. Solo allora Naomi capisce che si sta
innamorando e non vuole opporsi. Anche se, questa volta, ci pensa una vecchia conoscenza a
ostacolarla: è Peter, che spera di poterla riconquistare dopo anni di lontananza. Ma Naomi non
intende stare al gioco ed è pronta a tutto per non perdere la persona che ama.

10
Un investigatore dall’istinto infallibile
sullo sfondo di una Genova ferita
Un ingegnere che non è ingegnere, un manager che non è manager: Bruno Morchio vive a
chi è in realtà Oreste Mari, l’uomo sulle cui tracce si muove Bacci Genova, dove ha lavorato
come psicologo e psicotera-
Pagano, inseguendo un vago odore di fumo e spinto da un’osses- peuta. È autore della serie di
sione che lo induce a indagare senza la garanzia d’essere pagato? romanzi che hanno per prota-
In una primavera piovosa, otto mesi dopo il crollo del ponte Mo- gonista l’investigatore privato
randi, il detective dei carruggi ripercorre la valle del Polcevera e ne Bacci Pagano.
osserva le ferite, la bellezza e i gusci fossili d’un illustre passato che non c’è più. Nelle strade
di quella periferia irriconoscibile sembra cercare il senso di quanto è accaduto negli ultimi
trent’anni e l’uomo che sta cercando potrebbe forse fornire qualche risposta alle domande
che lo assillano...

Dall’autore del Paziente inglese, un romanzo


sulla ricerca della verità e della propria identità
È il 1945 e Londra, al termine del conflitto, sta tornando alla nor- Michael Ondaatje è auto-
malità. Non è così per Nathaniel e la sorella Rachel, cui la madre dà re di romanzi e diverse raccolte
poetiche. Il paziente inglese è
una notizia inaspettata: sta per trasferirsi a Singapore per lavoro stato insignito nel 2018 del Gol-
e ha deciso di affidarli a un conoscente, che loro hanno sopran- den Man Booker Prize come mi-
nominato «Falena». I ragazzi sono costretti ad accettare, anche se glior opera narrativa degli ultimi
cinquant’anni.
quell’uomo ambiguo non ispira loro alcuna fiducia. Eppure, giorno
dopo giorno, Falena diventa una guida insostituibile, iniziandoli a un mestiere per cui non
esistono manuali: farsi strada in un mondo dove niente è come sembra. Nathaniel e Rachel
ci mettono poco a capire che è sempre meglio dubitare anche di chi crediamo di conoscere.
Chi è davvero la loro madre? Come mai è partita in fretta, senza bagagli e senza dare notizie?

«Un romanzo epico sui grandi temi


della paternità e dei doveri di famiglia.» Elle
-
La tempesta imperversa sul fiume, ma la luna buca la coltre di nubi Kenzaburo- Oe, scrittore
e illumina a giorno la figura di un uomo inghiottito dalle onde. È di fama mondiale, ha vinto il
questo il sogno che tormenta Cho-ko- Kogito da quando suo padre è premio Nobel per la letteratura
nel 1994, oltre a numerosi altri
annegato, anni prima, proprio in quelle acque. Da allora, ha cercato riconoscimenti. Sempre presente
di affidare alle pagine di un romanzo il senso di smarrimento che nella vita pubblica, ha fatto sua
ancora prova, ma non ci è mai riuscito. Finché sua sorella Asa lo in- la campagna contro l’energia
nucleare. Garzanti ha in catalo-
vita a tornare nella valle natia dello Shikoku: ad attenderlo c’è una go numerose sue opere.
valigia rossa che contiene alcuni documenti del padre che potreb-
bero aiutarlo a sciogliere i nodi del suo passato e a mettere fine a una crisi d’ispirazione durata
-
troppo a lungo… Kenzaburo- Oe ci consegna un romanzo visionario che rappresenta la summa
della sua esperienza autoriale.

11
GARZANTI LIBRI

La felicità di riscoprire e praticare le virtù


La nuova guida etica di un grande filosofo, un autore da 800.000
copie vendute

Viviamo secondo un modello di sviluppo che ado- infinito desiderio di bellezza? Riscoprendo le no-
ra gli oggetti, non la lettura, la cultura, la par- La qualità stre radici che affondano nella cultura classica
tecipazione sociale e politica. Consumiamo, e nella tradizione cristiana Vito Mancuso ci
inquiniamo, ma così devastiamo noi stessi della nostra vita accompagna in viaggio lungo il sentiero
e il nostro pianeta. Essere migliori è diven- interiore, il valore delle quattro virtù cardinali, e offre una
tato quindi un’urgenza, e il lavoro etico e nuova prospettiva di senso per le nostre
spirituale una necessità non rimandabile. di ciò che siamo vite in balìa dei tumultuosi venti dell’e-
Ma come far nascere, in noi, il desiderio di dipendono da noi sistenza. Perché solo colui che non cerca
praticare il bene? Dove trovare una motiva- più di vincere e di prevalere, ma recupera
zione che sappia liberarci dalle catene dell’ef-
e illuminano il nostro il senso profondo dell’essere forte, saggio e
fimero, una forza motrice che dia impulso al destino. temperante, può infine essere giusto, e fiorire in
nostro costante bisogno di guarigione e al nostro armonia con il mondo.

Vito Mancuso DICONO DI LUI


z
a Martellan

teologo e filosofo, ha insegnato presso l’Università «Viviamo in tempi nichilisti.


Vita-Salute San Raffaele di Milano e l’Università de-
Ma Vito Mancuso ci insegna
Yum

gli Studi di Padova. Il suo pensiero è oggetto di una


monografia uscita in Germania nel 2011 (Essentials che una speranza di salvezza c’è.»
©

of Catholic Radicalism. An Introduction to the Lay Michela Marzano, la Repubblica


Theology of Vito Mancuso). Per Garzanti ha pub-
blicato Io e Dio. Una guida dei perplessi, Il principio
passione, Io amo. Piccola filosofia dell’amore, Questa
vita, Dio e il suo destino, Il coraggio di essere liberi, Il
bisogno di pensare e La via della bellezza.

12
BOLLATI BORINGHIERI

L’avvincente memoir
dell’autrice di La donna
che scriveva racconti
Lucia Berlin ha sempre nascosto pezzetti della sua storia nei racconti scrit-
ti, alla sera, seduta al tavolo della cucina con un bicchiere di bourbon ac-
canto al quaderno. La sua è stata una vita inimitabile: sposata tre volte,
ha cresciuto i suoi quattro figli spostandosi per tutta l’America. In ogni
spostamento, Berlin è andata cercando la sua casa: questo memoir è uno
splendido album di famiglia, dove ogni luogo in cui ha vissuto porta con sé
una storia, e spesso proprio quella storia che è poi riapparsa in uno dei suoi
inconfondibili racconti. La storia che inizia nell’anno del concepimento di
Lucia, il 1935, si conclude, incompiuta, nel 1966. Ed è proprio questa in-
compiutezza – che il figlio Jeff ha arricchito con numerose fotografie priva-
te e con le lettere di Lucia a familiari e amici – a rendere ancora più prezio-
so ciò che Lucia ci racconta. Nella sua voce unica, la vita diventa finzione,
ma quando si tratta della vita di una donna libera e inafferrabile come lei,
è la stessa finzione che si rivela essere un’avvincente realtà.

Lucia Berlin (1936-2004), a ventiquattro anni incomincia a pubblicare racconti su prestigiose riviste americane, vincendo numerosi premi. Le sue storie sono ispirate dagli
anni dell’infanzia trascorsi nelle città minerarie del West; dal tempo dell’adolescenza a Santiago, in Cile; da tre matrimoni falliti; dal problema dell’alcolismo; dagli anni vissuti a
Berkeley, New Mexico, e a Città del Messico; dai tanti lavori fatti per sostenere i quattro figli. Negli anni Novanta ha insegnato presso l’University of Colorado, a Boulder.
Bollati Boringhieri ha pubblicato La donna che scriveva racconti, miglior libro del 2016 per la Repubblica, e Sera in Paradiso.

Ritornano le indagini
del commissario Melis,
in una Milano degli anni ‘80
sempre più nera
La notte, quando il buio sembra favorire il delitto, segna tre diversi casi, che
impegnano il commissario Melis negli anni ‘80. È l’11 luglio 1982 quando,
mentre l’Italia festeggia la vittoria ai Mondiali, il capo ultras di una delle due
squadre milanesi viene ucciso con due colpi di pistola. Regolamento di conti,
ma fra chi? Forse bisogna scavare nella vita privata del morto… Una sera
dell’estate del 1984, a Milano, due bimbe scompaiono e vengono ritrovate nel
cuore della notte. Entrambe, qualche giorno dopo, raccontano lo stesso incu-
bo: dietro una finestra illuminata, quella notte hanno visto un uomo tagliare
la testa a un altro. Fantasie? Nelle strade deserte di una Milano afosa, Melis
indaga. Ed è un vero cold case quello che aspetta Melis nella villa in Liguria
dei suoi amici Letizia e Franco nella Pasqua del 1986. I due sono convinti che
la casa sia infestata dai fantasmi: lì, negli anni Trenta, morirono due uomini,
rivali in amore. Incidente, come dissero le inchieste, o omicidio, come fareb-
bero pensare le presenze notturne? Una pista molto fredda per Melis…
Hans Tuzzi è l’apprezzato autore, tra gli altri libri, dei celebri gialli ambientati a Milano che hanno come protagonista il commissario, poi vicequestore, Norberto Melis, pub-
blicati da Bollati Boringhieri.

14
Con i migranti sulla rotta alpina
I giornali la chiamano «la rotta alpina», anche se ne parlano so- Maurizio Pagliassotti è
lo in occasione di qualche fatto straordinario: il ritrovamento di scrittore e giornalista. Scrive per
un cadavere, la dichiarazione di un politico, lo sconfinamento ac- il manifesto.
cidentale di una pattuglia francese. Sono i dodici chilometri che separano Claviere, in Italia,
da Briançon, in Francia, attraverso il passo del Monginevro. Da quei dodici chilometri passa
un’intera umanità in cerca di salvezza, un’umanità che non si può fermare, infinitamente più
forte e motivata di noi. In questo libro appassionato, scritto con una voce unica, Pagliassotti
ce la racconta senza pudore, dopo averla setacciata per anni, per il suo mestiere di cronista e
per spirito di cittadinanza. Attorno a quel percorso si mette in mostra la condizione umana,
le piccolezze, le miserie, le violenze, e insieme i grandi gesti d’amore e di giustizia. Ciò che
resta, su quella striscia di confine e nei lettori di questo libro così lancinante perché vero, sono
le ipocrisie dei mille discorsi d’occasione, le contraddizioni delle politiche sulla migrazione e
l’evidenza, spietata, di uno snodo storico epocale.

Non si smette mai di conoscere se stessi


Un libro chiaro che racconta il tortuoso cammino dell’uomo, dalla Silvana Condemi, paleoan-
prima culla africana ai primi Stati, in una vertigine di dati e conget- tropologa, è direttrice di ricerca al
CNRS.
ture sempre più precise. Sono stati scoperti strumenti in pietra molto François Savatier è un gior-
più antichi della nostra specie; si sono trovate tracce di popolamento nalista di Pour la science, specializ-
in regioni in cui non si pensava che l’uomo vivesse ancora; sappiamo zato in preistoria. Per Bollati Borin-
hanno pubblicato Mio caro
ormai di almeno cinque distinte specie umane che hanno condiviso ghieri Neandertal. Trecentomila anni di
il pianeta simultaneamente; sappiamo per certo che ci sono stati storia dei nostri fratelli.
incroci tra loro e che gli umani attuali portano le tracce di un me-
ticciato globale. Possiamo ricostruire le varie traiettorie percorse dai nostri antenati nel mondo a
partire da una continua uscita dall’Africa; e conosciamo la chiave del nostro successo, dovuto alla
demografia e all’aggressività ecologica tipica della nostra specie. Il mosaico di Homo sapiens si
compone: una storia rinnovata dalla quale possiamo trarre importanti lezioni sul nostro futuro.

A 120 anni esatti dalla prima uscita,


un’edizione celebrativa dell’opera
che ha svelato l’inconscio e ha fatto nascere
la psicoanalisi
L’interpretazione dei sogni, al momento dell’uscita, come è accaduto spesso alle grandi ope-
re rivoluzionarie, è stato accolto dalla critica scientifica e accademica ufficiale con imba-
razzata ostilità. L’enorme risonanza che quest’opera ha suscitato e continua a suscitare ha
dato ragione al suo autore: chiunque voglia accostarsi con qualche serietà allo studio della
psicoanalisi o voglia solo rendersi conto di quale radicale mutamento di prospettive essa
abbia prodotto nella cultura moderna, non può prescindere dalla lettura di questa che è
non soltanto l’opera capitale di Freud, ma anche il suo libro più affascinante e sconvolgente.

15
NORD

TUTTI PAZZI PER I LEONI!


È il romanzo-rivelazione dell’anno,
ha conquistato la critica e i lettori e presto sarà una serie TV Rai

«Il romanzo intreccia le vicende storiche con la vita


privata dei Florio, trasportando il lettore in un mondo
affascinante di forti personalità.»
La Lettura – Corriere della Sera

«Da tempo non leggevo un romanzo così:


grande storia e grande letteratura.»
Nadia Terranova

«Una famiglia da leggenda… Un appassionante


spaccato di storia pubblica, privata e di costume.»
Vanity Fair

«Avvincente e documentato, parla di coraggio e


ambizione, di sentimenti e di magarìe,
ed è la sorpresa di questa stagione editoriale.»
TTL – La Stampa

Una grande anticipazione solo per i lettori del Libraio. Quando


torneremo a leggere la storia dei Florio? Che sorprese ci riserverà?

Stefania Auci è al lavoro sul secondo volume, in uscita nel 2020, completamente immersa nell’atmosfera
telllanz

della Palermo della Belle Époque, in cui brilla la stella di Franca Florio, «l’unica», come la chiamò
D’Annunzio, ammirata dal mondo intero e segnata da un destino che prima le dona fama, bellezza e
a Mar

potere e poi le ruba crudelmente ogni cosa. E, accanto a lei, il marito, Ignazio Florio, tanto affascinante
Yum

quanto infedele, che dissipa in pochi anni un patrimonio senza eguali in Europa. È grazie a questi due
©

personaggi che la vicenda dei Florio tocca il suo apice drammatico, rivelando luci e ombre non solo di
una grande famiglia, ma anche di un intero Paese.

16
Dopo Il giorno che aspettiamo, il nuovo
bestseller di un’autrice tradotta in tutto
il mondo
Tutti mentono, persino a se stessi. Nina Grego-
ry era convinta che, nel momento in cui il padre
avesse deciso di ritirarsi, lei sarebbe stata pronta
a prendere in mano l’impresa di famiglia. Intanto
si è costruita una carriera in politica, diventando
una delle migliori speech writer di New York. In
fondo c’è tempo, il padre rimarrà al timone del-
la compagnia ancora per anni. Invece lui muore
all’improvviso e a Nina crolla il mondo addosso:
non è affatto preparata ad abbandonare tutto
quello che ha costruito, per intraprendere un cam-
mino scelto da altri. Era una bugia. E il problema
con le bugie è che, smascherata una, è molto più
difficile ignorare tutte le altre. Come le piccole
incongruenze del fidanzato, quando le racconta
dove ha passato la serata. O i silenzi dei dirigenti
dell’azienda, di fronte a operazioni poco limpide.
A poco a poco, Nina apre gli occhi su una scomoda
verità: la sua vita non era completa e appagante,
era solamente falsa. E ora che il suo futuro è appe-
so a un filo, senza nessuno accanto di cui potersi
fidare, è una preda circondata da squali. È quindi
arrivato il momento di guardare in faccia la realtà
e iniziare a combattere per ciò che vuole davvero.
Perché la felicità arriva quando trovi il coraggio di
essere sincera, soprattutto con te stessa.

DICONO DEL LIBRO

«Un romanzo incantevole


sugli imprevisti della vita.»
Publishers Weekly

«La combinazione perfetta:


Jill Santopolo è cresciuta a Hewlett, nello stato di New York. Dopo aver conseguito la laurea in
stile vivace e storia profonda.»
Letteratura inglese alla Columbia University, ha intrapreso una brillante carriera nel mondo dell’editoria People
e adesso è direttore editoriale di Philomel Books, un imprint del Penguin Random House Group. Dopo Il
giorno che aspettiamo, diventato un caso editoriale venduto in 30 Paesi ancora prima della pubblicazio-
ne, Non sai quanto è il suo secondo romanzo.
«Bellissimo.»
Marie Claire

«Un vortice di emozioni.»


Bustle

17
NORD

La saga che ha ispirato la serie evento Netflix


«The Witcher»
Ha una spada di ferro, ma per i mo-
stri ne usa una d’argento. Non ha una
patria, ma arriva ovunque chiedano il
suo aiuto. Perché lui è Geralt di Rivia,
«The Witcher».
Andrzej Sapkowski è nato a Łódź, in Polonia,
nel 1948. Con la pubblicazione della serie che ha
come protagonista Geralt di Rivia, ha ottenuto un
travolgente successo prima in patria e poi all’estero,
coronato dall’uscita della serie di videogiochi The
Witcher, ispirati ai suoi romanzi. Attualmente è uno
degli scrittori fantasy più letti d’Europa, con oltre
250.000 copie vendute in Italia.

DICONO DEI LIBRI

«Geralt di Rivia è il Witcher creato dalla penna raffinata di Andrzej Sapkowski,


autore polacco di una delle saghe fantasy di maggior successo.»
Matteo Strukul, Il Venerdì – la Repubblica
«Uno dei migliori esempi di fantasy moderno.»
Wired

Da un autore di respiro
internazionale, un grande
thriller storico con protagonista
Dante Alighieri
Autunno 1307. È un momento difficile per Dante Alighieri. Frustrato per il
mancato riconoscimento delle sue qualità intellettuali, il poeta si mette in
viaggio verso Parigi, dove conta di conseguire il baccellierato alla facoltà delle
Arti, nella speranza di aprirsi così la strada verso una cattedra universitaria.
Ma già lungo il cammino è testimone di eventi inquietanti e, una volta giun-
to in città, capisce subito che le strade di Parigi non sono meno pericolose
di quelle della sua Firenze, soprattutto per le tensioni legate agli arresti dei
membri dell’Ordine del Tempio decretati da re Filippo. E anche la Sorbona è
percorsa da un’aspra contesa tra i sostenitori del sistema geocentrico e gli am-
bigui novatores, che si rifanno invece alla controversa teoria eliocentrica. Una
disputa non solo dottrinale, come dimostra la morte di uno stimato astro-
nomo di origine italiana, il cui cadavere viene rinvenuto proprio in un’aula
dell’università. Il giorno successivo, Dante viene avvicinato da due giovani
della corporazione degli studenti italiani, che gli chiedono d’indagare su quel-
Giulio Leoni, romano, è uno degli scrittori italiani di gialli
lo che, a loro giudizio, solo in apparenza è stato un suicidio. Se l’istinto gli
storici e di narrativa del mistero più conosciuti all’estero, grazie
anche alla serie di romanzi dedicati alle avventure di Dante Ali- suggerisce di non fidarsi, il poeta non può resistere alla sfida di sciogliere un
ghieri, tradotta in tutti i maggiori Paesi del mondo. enigma e portare la luce della verità lì dove imperano le tenebre…

18
Guida
al libro
perfetto
oltre 50 bestseller
per un regalo a colpo sicuro

STACCA L’INSERTO
E PORTALO CON TE IN LIBRERIA
PER SCEGLIERE IL LIBRO GIUSTO
DA REGALARE A NATALE

Speciale Natale 2019


Quest’anno regalo…
AVVENTURA, AZIONE E THRILLER

Il genio italiano del thriller


thriller: un
autore da oltre 3 milioni di copie
vendute nel mondo. Una ragazza
scomparsa e ritrovata. Un uomo
senza più nulla da perdere. La cac
cac-
cia al mostro è iniziata. Dentro la
tua mente. Da questo romanzo il
film evento 2019 con Toni Servillo e
Dustin Hoffman. Dalla regina del thriller
italiano, una nuova indagi-
ne della straordinaria Teresa
Battaglia, fiera, indomita,
a tratti brusca, sempre
compassionevole. «Sono un
commissario di polizia e per
la prima volta ho paura di
non poter salvare nessuno,
Un’indagine labirintica per l’inve- nemmeno me stessa.»
stigatore privato Cormoran Strike,
nato dalla penna di J.K. Rowling.
«Ambizioso, sofisticato ed elegan-
te.» The Times

«Il mio nome è Nikka. Mi hanno


uccisa. Ma questo è solo l’inizio.»
Il nuovo psicothriller di un autore
da oltre mezzo milione di copie Una serie di esplosioni
vendute in Italia. stanno sconvolgendo New
York. Il detective Michael
Bennett dovrà salvare la
sua amata città dal caos
nel nuovo episodio della
serie bestseller di James
Patterson.
20
Dal maestro italiano dell’avven-
tura, una nuova storia epica con
gli inafferrabili Oswald Breil e Sara
Terracini. «Ogni libro di Buticchi
vale per due, intrighi e avventure
raddoppiano.» Sette - Corriere
della Sera

Il libro che ha ispirato lo sceneg-


giatore della serie Tv, che ha rac-
contato il disastro nucleare che ha
sconvolto il mondo a oltre 30 anni
dall’accaduto... Un resoconto ac-
cessibile ma completo di ciò che è
realmente successo il 26 aprile 1986
nella centrale nucleare ucraina.

Il grande ritorno di un
autore da oltre dieci mi-
lioni di copie vendute.
Amori, intrighi e rivolte
nella Barcellona di inizio
Novecento. «Il campione
del romanzo storico.»
Corriere della Sera

Una nuova indagine dei Una pietra nasconde il


coniugi Fargo, instancabili segreto per raggiungere il
cacciatori di tesori. «Cussler paradiso o evocare l’infer-
e Blake hanno trovato la no… Il nuovo best seller di
formula vincente, e questo un autore da 3 milioni di
capitolo, con affascinanti copie vendute in Italia.
descrizioni di località esoti- «Un grandissimo scrittore.»
che e misteriosi retroscena, Gianluigi Nuzzi
soddisferà le aspettative di
ogni fan.» Kirkus Reviews

21
Quest’anno regalo…
LE PIÙ INTENSE VOCI ITALIANE

Da uno dei più originali scrittori


italiani, il racconto del Novecento
attraverso la storia di un quar
quar-
tiere. Un’esperienza di lettura
indimenticabile, un’illuminante,
tragica ed esilarante avventura di
conoscenza.

I cinque protagonisti di questi


racconti si ritrovano tutti a fare i
conti con un tempo che sembra
non avere inizio né fine, corrente di
La musica più pura, il un fiume che conduce alla foce e
più efferato dei delitti alla sorgente. Il nuovo libro di «uno
in un gioco di specchi dei più grandi scrittori del nostro
potente e sottilissimo. tempo.» Mario Vargas Llosa
«Tarabbia si avvicina a
un fatto attirato da un
richiamo morale, e lo
usa per indagare − sen-
za alcunché di morboso,
miracolo − il Male nella
e della Storia attraver-
so la scrittura.» Marco
Rossari, Il Sole 24Ore.
Romanzo vincitore del Da una delle voci più importanti
Premio Campiello. del panorama culturale italiano un
libro che rivoluzionerà il modo in cui
raccontiamo le storie ai bambini.
Perché l’unione fa la forza.

22
Sono le nostre imperfezioni a
renderci più forti, a tracciare la
strada delle nostre cose interrotte.
Un esordio che ha la forza di un
romanzo maturo e potente, desti-
nato a lasciare il segno.

La magia di Positano, il fascino


dell’epoca d’oro del cinema italia-
no, una giovane protagonista alla
ricerca di sé. Il nuovo romanzo di
una scrittrice amatissima.

Dall’autrice della serie


L’allieva, grande succes-
L’allieva
so in libreria e in Tv, un
romanzo intenso sulla
magia dei nuovi inizi e la
voglia di vivere andando
oltre le nostre barriere.
«Alessia Gazzola è da
sempre capace di incollare
i lettori alla pagina.»
la Repubblica

Donne, amore, morte, Un romanzo intenso e


ribellione: una storia sen- struggente sui migliori anni
za tempo raccontata da della nostra vita. «Una
un’interprete d’eccezione. storia di ricordi e della
Vicende di donne che tes- nostalgia dei meravigliosi
sono un filo rosso di sangue e tormentati anni dell’a-
e passioni, per specchiarci, dolescenza.» Benedetta
nuove, in un racconto del Sangirardi, F
femminile ancora tutto da
scrivere.

23
Quest’anno regalo…
UNA STORIA PER BAMBINI DI TUTTE LE ETÀ

A Mariluz succedono sempre un


sacco di cose molto molto strane,
e anche se è una bambina come
tante vive mille avventure fuori dal
comune… Le storie per bambini
dell’autore di Patria.

Il brillante esordio nella


narrativa per ragazzi della vin
vin-
citrice del Premio Campiello
2018. Una grande avventura
senza tempo che insegna ad
È un mondo davvero accogliere la diversità come
poco saggio quello ideato un’inattesa ricchezza.
da Jacques Prévert: storie
inusuali, che divertono,
protestano e che si muo
muo-
vono – libere, leggere e im-
pertinenti – sulle note del
fantastico e della poesia.

Le favole di Sepúlveda
raccontano i grandi temi
universali: l’amicizia, la leal-
tà, l’amore e il rispetto per
la natura. «Parole adatte ai
bambini e agli adulti. Parole
che sono un ponte tra Esopo
e l’America Latina e che non
saranno mai neutrali.»
la Repubblica Che forza questo libro per
diventare una forza! Com’è
entusiasmante scoprire che
c’è un modo per diventa-
re grandi e che chiunque,
proprio chiunque, può farlo.
24
Mettete le zampe sulle sto- Questo libro vi farà esplo-
esplo Una voce fresca e capace,
rie e sui segreti di alcuni tra rare le profondità oceaniche, una mano essenziale e sug-
i più affascinanti felini della i deserti sabbiosi, le cime gestiva per una storia d’ispi-
Storia! Con tanti gattini real- innevate delle montagne, razione che invita grandi e
mente esistiti, tra cui grandi dove vivono molte specie in piccoli a trovare il coraggio
eroi, campioni di caccia al via d’estinzione. Per divertirsi di partire alla scoperta del
topo, star di Hollywood e e capire l’importanza di sal- mondo e della natura.
persino un micio coraggioso vaguardare gli animali che
che ingannò i tedeschi. abitano il nostro pianeta da
millenni e che oggi rischiano
di scomparire.

Questa è la storia del cane ma-


remmano Mano, randagio regale
e bellissimo, che dagli umani ha
ricevuto la violenza più atroce e il
dono dell’amore, e che degli umani
toccherà nel profondo le coscienze.

Cento storie di bambini che


sono riusciti a trasformare la
loro fragilità in un superpo
superpo-
tere, perché essere diversi è
la nostra più grande risorsa.

25
Quest’anno regalo…
UN’AVVENTURA LEGATA
AL MONDO DEL WEB

Una grande avventura firma-


ta Two Players One Console!
Un rocambolesco viaggio nel
tempo tra mille pericoli e tanto
divertimento.

Vi siete mai chiesti com’è


la vita di uno Zombie di
Minecraft? Scopritelo
leggendo il diario di un au-
tentico Minecraft Zombie
di dodici anni. Gli Zombie
sono poi così diversi da noi?
La risposta vi sorprenderà.

Il mondo di Fortnite in un
romanzo mozzafiato! Un
romanzo Fortnite 100% non
ufficiale.

I libri ufficiali della nuova


serie animata di Rai YoYo. Un
elefante con il manto zebra
zebra-
to, una giraffa con la coda
da pavone e tanti altri… Le Da Leopardi a Frida
avventure di un gruppo di Kahlo, passando per Nikola
animali molto particolari, Tesla e Alan Turing, fino
per celebrare la bellezza ad arrivare, tra gli altri, a
della diversità. Bukowski e Marilyn Monroe,
una carrellata di «disgra-
ziati, bullizzati, psicolabili
e diseredati» che hanno
sfidato la sfiga e ne sono
usciti vincitori, in questa
vita o nell’altra.
26
Quest’anno regalo…
UN LIBRO CHE PARLA ANCHE CON LE ILLUSTRAZIONI

La graphic novel che racconta la storia


vera di Islam Mitat: da ragazza libera a spo-
spo
sa dell’Isis. Una vicenda raccontata da una
giornalista che dal 2014 è reporter dalla Siria.

Conosciuto sui social come il Baffo,, Giulio


Mosca ci regala una raccolta illustrata di versi
in cui racconta quei momenti della vita così
intensi da non poter essere descritti solo a
parole: la potenza del primo amore, di un’a-
micizia, il panico che ti assale all’improvviso…

Scrittori e illustratori
di fama internazionale ci
parlano dei loro «viaggi»,
passando in rassegna non
solo le mappe che com-
paiono nei loro libri, ma
anche quelle che li hanno
ispirati e gli schizzi che
hanno realizzato durante
il processo di scrittura.

Alcuni tra i più grandi


numi tutelari dell’arte, della
Il libro ufficiale di Cri-
letteratura e dello spetta-
stiano Ronaldo. La Striker
colo ci fanno scoprire un
Force 7, la più grande
nuovo angolo di noi stessi,
agenzia segreta al mon-
forse quello più colorato,
do, deve difendere la Terra
grazie a esercizi, consigli,
dalla distruzione. Serve
scarabocchi e attività da
qualcuno in grado di gestire
eseguire a cuor leggero,
un’incredibile intelligenza
senza giudizi e senza pen-
artificiale... sferica.
sieri.

27
Quest’anno regalo…
LE GRANDI VOCI DELLA LETTERATURA
INTERNAZIONALE

Un romanzo sublime sul valore


della letteratura: amica, confi-
dente, fonte di gioia e nutrimento
inesauribile per l’animo umano.
Vincitore del National Book Award,
il più prestigioso premio letterario
internazionale.

Il suggestivo repêchage di
una grande autrice americana.
Un romanzo di formazione per
adulti confusi e insicuri. «Merita
L’attesissimo seguito del best sel- lo stesso scaffale di Henry Ja-
ler Il racconto dell’Ancella. «Questo mes e Edith Wharton.»
libro nasce da tutte le domande John Fowles
che i lettori mi hanno fatto su
Gilead e i suoi meccanismi interni.
L’altra fonte di ispirazione è il mon-
do in cui viviamo oggi.»
Margaret Atwood

Il racconto intimo e memora-


bile della First Lady degli Stati
Uniti che ha ispirato il mondo.
Un racconto onesto e corag-
gioso che lancia una sfida a
tutti noi: chi siamo davvero e
«Sii più intelligente che puoi,
chi vogliamo diventare?
è la cosa migliore che puoi
fare.» Finalmente in Italia una
delle più grandi autrici del seco-
lo scorso, con un romanzo che
28 è un inno alla forza delle donne.
Quest’anno regalo…
UN LIBRO PER VIVERE MEGLIO

Il vino ha bisogno di autenticità,


non di bugie. Da un grande esperto,
tutto quello che serve (davvero)
sapere sul vino.

Dall’autore della Dieta della


longevità, un programma di nu-
trizione per cambiare le cattive
abitudini alimentari del bambino e
di tutta la famiglia. Un programma
che rivoluzionerà la salute di tutti
quelli che lo adottano.

Quest’anno regalo…
UN LIBRO PER CONOSCERE E CAPIRE
Dopo oltre settant’anni dalla
caduta del fascismo, mai come ora
l’idra risolleva la testa, soprattutto
su Internet, ma non solo. In questo
libro, gli strumenti per difendersi
dal rigurgito nostalgico che sta
montando dentro e fuori il chiac-
chiericcio sguaiato dei social.

Tra avventure umane ed esperien-


ze artistiche, nove grandi italiani del
Rinascimento che hanno ispirato
una nuova stagione di modernità.
Una lettura per riconoscere i perico
perico-
losi difetti del tempo in cui viviamo,
e riscoprire l’energia per rigenerarci
e farci rinascere.

29
#gemsforfuture

Gli alberi, amici fedeli


che meritano
il più grande rispetto

Un classico per
ragazzi che insegna Il racconto di uno
ad amare la natura scienziato sognatore,
custode della
ricchezza vegetale
della Terra

L’emergenza climatica Un intenso memoir


affrontata da naturalistico
un grande scrittore

Quest’anno regalo…
UN LIBRO PER UN PIANETA MIGLIORE!
SALANI

Da questa trilogia la serie TV


in onda su Sky
«Una storia che ha tutti i segni distintivi del mito.»
Publishers Weekly
Lyra vive al Jordan College di Oxford. Oxford non
è lontana da Londra. Ma il mondo di Lyra è ben
diverso dal nostro. Giganteschi orsi corazzati re-
gnano sull’Artico; lo studio della natura viene
chiamato «teologia sperimentale». E soprattutto
ogni essere umano ha il suo daimon: un compa-
gno, una parte di sé di sesso opposto al proprio,
grazie al quale nessuno deve temere la solitudine.
Questo mondo attraversa un periodo critico: nella
luce misteriosa dell’Aurora Boreale cade una Pol-
vere di provenienza ignota, dalle proprietà oscure.
Uomini di scienza, autorità civili e religiose se ne
interessano e ne hanno allo stesso tempo paura.
Lyra l’intrepida, che ha solo undici anni, si trova
al centro degli intrighi e quando intuisce segreti
pericolosi e inquietanti decide di andare alla ri-
cerca della verità, grazie anche all’aiuto di uno
stranissimo strumento «scientifico», una sorta di
bussola d’oro, un aletiometro che serve appunto
a misurarla, quella verità… Una fantasmagoria di
incredibili invenzioni che procede a ritmo incal-
zante in una lussureggiante molteplicità di toni: il
favoloso e l’immaginifico, l’epico e il drammatico,
il lirico e il mistico. Il romanzo di Pullman è fuori
dal tempo, un’allegoria della condizione umana,
che riesce a proporre in un’avventura mozzafiato i
grandi temi della riflessione filosofica – il daimon
socratico, il libero arbitrio, il caso e la necessità –
compenetrandoli alla narrazione, riuscendo così
a far vibrare le nostre corde più profonde, a emo-
zionarci e a rinnovare in noi i grandi interrogativi
fondamentali.

Philip Pullman è nato nel 1946 a Norwich, in Inghilterra. Da bambino ha vissuto in Australia e
in Zimbabwe e ha studiato in Africa e in Galles. Si è laureato in Letteratura inglese a Oxford, dove vive
attualmente. Ha scritto romanzi, racconti e adattamenti teatrali, per i quali ha ottenuto innumerevoli
riconoscimenti. Salani ha in catalogo tutti i suoi libri.

31
SALANI

Dalla leggenda della cultura pop


ideatore di Avengers, un evento
editoriale di rilievo assoluto
Nia è una hacker di grande talento, ma è molto sola.
Vive lontana dal mondo, con la sola compagnia di
un padre enigmatico e geniale. L’unico modo che
ha per comunicare con l’esterno sono i suoi profili
social, ma l’amicizia virtuale di un milione di sco-
nosciuti non riesce a riempire il vuoto che la cir-
conda. Cameron ha un sogno: diventare famoso su
YouTube. Mentre si trova sulle sponde del misterio-
so Lago Erie per registrare il video che spera possa
regalargli la notorietà, un temporale che sembra
sfidare le leggi della fisica gli fa perdere i sensi. Al
risveglio, Cameron non è più lo stesso, ha acquisi-
to un nuovo e sorprendente talento cibercinetico:
la capacità di comandare computer e dispositivi
elettronici con la mente. Nia e Cameron sono diver-
sissimi eppure complementari. Entrambi dotati di
straordinarie capacità, quando si incontrano online
capiscono che è finito il tempo della solitudine: è il
momento di unirsi e sfruttare i loro poteri per lot-
tare contro un’oscura e misteriosa organizzazione
dalle risorse illimitate che gestisce il mondo dell’in-
formazione da dietro le quinte. Ma il male non ha
un solo volto… e, mentre i loro poteri si evolvono,
i due impareranno a loro spese che non si possono
fidare nemmeno di quelli che gli sono più vicini.
Ambientato nell’universo Alliances, creato assieme
a Luke Lieberman e Ryan Silbert e scritto con Kat
Rosenfield, finalista al premio Edgar, Stan Lee ci of-
fre un romanzo denso di avventure adrenaliniche e
vertiginose ed esuberanti invenzioni, le stesse che lo
hanno affermato come mente creativa dello spetta-
colare universo Marvel.
Stan Lee è conosciuto nel mondo come l’uomo i cui supereroi hanno proiettato la Marvel verso
l’empireo dell’industria dell’intrattenimento. Le sue co-creazioni includono Spider-Man, gli Avengers,
Pantera Nera, gli X-Men, Iron Man, l’incredibile Hulk, i Fantastici Quattro e centinaia di altri.

Kat Rosenfield è una commentatrice politica ed esperta di cultura pop, finalista all’Edgar Award
con Amelia Anne is Dead and Gone e Inland. Ex reporter per MTV News, i suoi lavori sono apparsi su
testate come Wired, Vulture, Entertainment Weekly, Playboy, US Weekly e TV Guide.

32
Dall’autrice del Magico
potere del riordino,
una storia che insegna
ai più piccoli come fare
spazio nella propria
cameretta e nel proprio
cuore
Kiki e Jax sono migliori amici, anche se sono davvero diversi. A
Kiki piace avere tante cose. A Jax piace avere tutto in ordine. Ma
quando le COSE rischiano di dividerli, riusciranno i due amici
a fare spazio l’uno per l’altro?
Tutta la filosofia di Marie Kondo declinata in un racconto di-
vertente, profondo e accessibile anche da parte dei più piccoli.
Marie Kondo, la famosa esperta del riordino, ha aiutato tantissime persone a trasformare la loro casa disordinata in uno spazio pieno di serenità, creatività e gioia grazie ai
suoi libri venduti in tutto il mondo, alle sue seguitissime trasmissioni tv e a uno stile di vita che è diventato un marchio di fabbrica. konmari.com

Salina Yoon è una pluripremiata autrice e illustratrice di tanti libri per piccoli lettori, e di quasi duecento libri-gioco. salinayoon.com

Essere differenti è bello:


la prima storia per ragazzi
di Gherardo Colombo
Questa è la storia di una bambina tutta verde, che vive in una casa tutta verde,
ha giocattoli e vestiti tutti verdi, mangia addirittura cibi tutti verdi. È felice in
questo piccolo universo a un colore, così come hanno deciso i suoi genitori,
convinti che il verde sia il colore più bello del mondo. Ma quando la bambi-
na inizia la scuola scopre intorno a sé una realtà tutta nuova e coloratissima.
Come convincere la mamma e il papà che il rosso, il giallo, il blu non sono
una minaccia ma una bellissima alternativa da avvicinare al verde? Gherardo
Colombo affronta con delicatezza tematiche a lui care: il senso di giustizia,
l’inclusione, l’accettazione della diversità in un mondo in cui essere differenti
è bello. In questo libro saranno i bambini a portare il colore nella vita degli
adulti che hanno perso il potere dell’immaginazione. Per dare a tutti, grandi
e piccoli, il coraggio di aprirsi al mondo, e capire che «se tutti fossimo dello
stesso, identico colore ci mancherebbe la vivacità della vita».

Gherardo Colombo per oltre trent’anni ha fatto il magistrato presso il Tribunale, la Procura della Repubblica di Milano e la Corte di Cassazione, contribuendo ad alcune
inchieste celebri, dalla Loggia P2 a Mani pulite, dal delitto Ambrosoli al processo IMI-SIR. Nel 2007 ha lasciato la magistratura e da allora si dedica alla riflessione pubblica sulla
giustizia, con i ragazzi delle scuole e tramite il suo sito www.sulleregole.it. Salani ha in catalogo numerosi suoi libri, l’ultimo dei quali è Sono Stato io! (con Anna Sarfatti).

33
CHIARELETTERE

Il libro d’inchiesta definitivo sui segreti


vaticani. Un viaggio esclusivo nelle stanze
più inviolabili dei sacri palazzi

Nel cuore della Santa Sede, all’interno del palazzo apostolico, i diretta realizzato grazie a oltre tremila documenti top secret,
cardinali sono impegnati da mesi in un’operazione di salvatag- che arrivano fino all’estate del 2019.
gio che sembra impossibile. Un piano segreto di emergen- Chi gestisce i depositi milionari intestati a cardinali e laici
za da realizzare assolutamente entro cinque anni, ormai defunti? Perché molte fondazioni benefiche
prima che sia troppo tardi. I clamorosi dossier
riservati che compongono la nuova inchiesta
Se il registrano passivi clamorosi e nessuna rendi-
contazione? Che fine fanno i lasciti dei fedeli?
di Gianluigi Nuzzi tracciano uno scenario pontificato Perché allo IOR, già prima della rinuncia di
impensabile: la Chiesa è prossima al de- di Francesco fallirà Benedetto XVI, tanti clienti fuggono chiu-
fault finanziario. dendo i conti?
Mancano i soldi per pagare i dipendenti, sarà per il crac Voragini nei bilanci, crollo delle offerte, lot-
sono sospese le ristrutturazioni dei palaz- finanziario che te di potere, e ancora le ombre di tre ban-
zi, è minacciata la sopravvivenza delle par- che dalle contabilità misteriose, che sfug-
rocchie in Italia e nel mondo. si prospetta sempre gono a ogni controllo e alimentano interessi
Giudizio universale è un viaggio esclusivo nelle più vicino. opachi. Ciò che qui viene svelato provocherà
stanze più inviolabili dei sacri palazzi, tra riunioni una profonda inquietudine, non solo tra i cattoli-
a porte chiuse dov’è stato possibile ascoltare a viva voce i ci. Eppure fotografa una realtà che potrà essere affrontata
moniti e le parole allarmate di Francesco. Un racconto in presa solo se non resterà nascosta, ma diventerà patrimonio di tutti.

Gianluigi Nuzzi DICONO DEL LIBRO


z
a Martellan

è autore di diverse inchieste che hanno questo libro, per aver rivelato docu- «Nuzzi racconta – con tremila carte
avuto vasta eco, anche internazionale. menti top secret, Nuzzi sarà processato
riservate e inedite – come il Vaticano
Yum

Nel 2009 il suo primo libro, Vaticano in Vaticano e poi prosciolto. Nel 2017
Spa, rivela, grazie alle carte segrete di Peccato originale racconta, sempre sia passo dopo passo
©

monsignor Renato Dardozzi, gli scan- grazie a documenti interni alla Santa arrivato sull’orlo del precipizio.»
dali finanziari e politici dalla fine dell’e- sede, la fitta trama di scandali che ha Ezio Mauro, la Repubblica
poca di Marcinkus agli anni Novanta segnato la Chiesa da papa Luciani al
del secolo scorso. Nel 2012 Sua Santità pontificato di Francesco, con scoop
rende pubbliche le carte riservate del come le rivelazioni di abusi all’interno
papa, stravolgendo gli equilibri di pote- del Preseminario San Pio X, dove vi-
re nei sacri palazzi e facendo scoppiare vono i chierichetti del papa, oppure la
una crisi che contribuirà alle dimissioni trattativa segreta tra Santa sede e ma-
di Benedetto XVI nel 2013. Nel 2015 gistratura sul caso Emanuela Orlandi.
Via Crucis racconta i primi anni del Dal 2013 conduce su Rete 4 Quarto
pontificato di Francesco e l’inizio di una grado, trasmissione incentrata sui gran-
rivoluzione per una Chiesa finalmente di casi di cronaca che appassionano e
trasparente e rivolta agli ultimi. Per dividono l’opinione pubblica.

34
CHIARELETTERE

«Ho imparato a non odiare il dolore


per imparare ad amare la vita.»
Il nostro tempo ha bisogno di consumare sem-
pre nuovi eroi. Nadia Toffa lo è diventata, suo
malgrado. Giornalista, protagonista di inchieste
coraggiose per la trasmissione Le Iene, grazie alla
bravura professionale, alla immediata simpatia e
autenticità, si è imposta all’attenzione di milioni
di persone, giovani e meno giovani. La malattia
che l’ha colpita, e che Nadia non ha mai nascosto,
l’ha avvicinata alla sofferenza di tanti malati che
hanno potuto rispecchiarsi in lei e sentirsi meno
soli, e più capiti.
Questo libro rivela i suoi pensieri degli ultimi me-
si, tra il gennaio e il giugno del 2019, quando, do-
po i molti attacchi subiti sulla rete in seguito alla
decisione di rendere pubblica la sua condizione,
Nadia ha scelto di rimanere in silenzio, mettendo
fine alle polemiche. Il suo desiderio, espresso alla
mamma Margherita, era che i testi da lei scrit-
ti fossero pubblicati, per non nascondere nulla e
continuare a essere sé stessa fino alla fine. Per l’u-
manità, la carica vitale e l’esempio che Nadia ci ha
lasciato, come ha scritto don Patriciello, abbiamo
verso di lei un forte debito di riconoscenza.

«I testi qui raccolti li ho ricevuti in consegna da


Nadia. Sono stati scritti nei giorni del silenzio.»
Margherita Toffa

Tutta l’Italia ha partecipato al dolore dei familiari dicato alle tragiche conseguenze dell’inquinamento 2018 Fiorire d’inverno, sulla sua malattia. Dal 2017
per la morte di Nadia Toffa (Brescia, 1979-2019). prodotto dall’Ilva. Inviata e conduttrice della tra- lottava con il cancro non nascondendo la malattia,
I funerali, su sua stessa richiesta, sono stati celebra- smissione Le Iene, per anni ha condotto inchieste anzi raccontandola come «occasione di rinascita»
ti da don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano, coraggiose su temi difficili e scabrosi, senza mai e motivo di speranza, infondendo coraggio a tanti
noto per la sua opera di sensibilizzazione sulla Terra tirarsi indietro. Nel 2015 ha vinto il premio Ischia malati. A poco più di un mese dalla sua morte, a
dei fuochi. Alla cerimonia funebre era presente una Internazionale di Giornalismo come migliore gior- seguito di una petizione online che ha raccolto più
rappresentanza dei cittadini di Taranto, in particola- nalista televisiva. di centomila firme, è stato deciso che il reparto di
re quelli del rione Tamburi, in segno di riconoscenza Ha pubblicato nel 2014 il libro Quando il gioco si fa oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Santissi-
dopo i numerosi servizi televisivi che Nadia ha de- duro, sul fenomeno dell’azzardopatia in Italia, e nel ma Annunziata di Taranto porterà il suo nome.

36
GUANDA

Il nuovo romanzo del Premio Nobel


per la Letteratura 2019
Una stupefacente capacità di visione e un eccezionale talento letterario.
Il racconto di un viaggio reale che gradualmente si trasforma
in un percorso interiore

È un giorno di mezza estate e la narrazione si apre


con una puntura d’ape: un segnale che induce
l’autore e protagonista a lasciare la «Baia di nes-
suno», la sua casa nei pressi di Parigi, per mettersi
in cammino verso la regione quasi disabitata del-
la Piccardia, ripercorrendo l’itinerario, compiuto
negli stessi luoghi, in un passato non meglio de-
finito, dalla ladra di frutta. La ragazza – un perso-
naggio sfuggente, dai tratti leggendari –, «afflitta
dalla smania di vagare» e incline a scartare dalla
strada maestra per «sgraffignare» e assaporare i
frutti intravisti in orti e frutteti, è partita invece in
quell’occasione con un intento preciso: ritrovare
la madre, scomparsa da circa un anno dopo aver
lasciato senza preavviso il suo posto da dirigente
in una banca. Attraverso una serie di peripezie,
incontri, folgorazioni ispirate dal contatto con la
natura, la ragazza riuscirà infine a ricongiunger-
si con la propria famiglia (madre, padre, fratello).
La ladra di frutta a poco a poco si sovrappone al-
la figura del narratore, diventando la vera prota-
gonista del racconto. Un romanzo di viaggio: un
viaggio in quello che Peter Handke definisce un
entroterra, ma che da realtà fisica ed esteriore si
trasforma in percorso interiore.

DICONO DEL LIBRO

«La letteratura tedesca non è concepibile


senza Peter Handke.»
Die Zeit

«Questo libro è una delizia, una pietra miliare Peter Handke, nato a Griffen (Austria), nel 1942, è romanziere, drammaturgo e poeta. La casa edi-
trice Guanda ha pubblicato: Storie del dormiveglia, Falso movimento, Il peso del mondo, La storia della
nell’opera di uno dei più grandi autori
matita, Pomeriggio di uno scrittore, Epopea del baleno, Saggio sul luogo tranquillo, Saggio sul cercatore
del nostro tempo.» di funghi, Prima del calcio di rigore, L’ambulante, I giorni e le opere e I calabroni. Nel 2009 gli è stato
WDR conferito il premio Franz Kafka, nel 2014 l’International Ibsen Award e nel 2019 il Premio Nobel per la
Letteratura. Ha collaborato in varie occasioni con il regista Wim Wenders, fino a Il cielo sopra Berlino.

37
GUANDA

Nel racconto affascinante di un maestro,


tornano i protagonisti di Chiamami
col tuo nome
Sono passati parecchi anni da quell’estate in Riviera: Elio, in scopre la persona che avrebbe voluto conoscere da sempre. Tra
piena confusione adolescenziale, aveva scoperto la forza tra- i due nasce un’attrazione fortissima, che li porterà a mettere in
volgente del primo amore grazie a Oliver, lo studente discussione tutte le loro certezze. Anche per Elio il de-
americano ospite del padre nella casa di famiglia. stino ha in serbo un incontro inaspettato a Parigi,
Erano stati giorni unici, in grado di segnare che potrebbe assumere i contorni di un lega-
le loro vite con la forza di un desiderio in-
cancellabile, nonostante ciascuno abbia
Non ti me importante. Ma nulla può far sbiadire in
lui il ricordo di Oliver, che vive a New York
poi proseguito per una strada diversa. Il prometto niente, una vita apparentemente serena, è sposato
nuovo romanzo di André Aciman si apre
con l’incontro casuale su un treno tra un
ma andrò e ha due figli adolescenti, eppure… Una
parola, solo una parola, potrebbe bastare
professore di mezza età e una giovane fino in fondo a riaprire una porta che in fondo non si è
donna: lui è Samuel, il padre di Elio, sta
andando a Roma per tenere una conferenza
con te. mai chiusa.
Con la magistrale sensibilità che ha dimo-
ed è ansioso di cogliere l’occasione per rivedere strato nel raccontare i sentimenti, André Aci-
suo figlio, pianista affermato ma molto inquieto nel- man riannoda i destini dei protagonisti di Chiama-
le questioni sentimentali; lei è una fotografa, carattere ribelle mi col tuo nome, in un romanzo che si interroga e ci interroga
e refrattaria alle relazioni stabili, e in quell’uomo più maturo sulla durata dell’amore, al di là del tempo e delle distanze.

André Aciman
d Estrada

insegna letteratura comparata alla City University di New York e vive con la famiglia a Manhattan. Dopo Chiamami col tuo nome, romanzo che
ha segnato il suo esordio ed è diventato un film nel 2017 per la regia di Luca Guadagnino, Guanda ha pubblicato Notti bianche, Harvard Square,
Sigri

Variazioni su un tema originale, il memoir Ultima notte ad Alessandria e la raccolta di saggi Città d’ombra.
©

DICONO DEL LIBRO

«Chiamami col tuo nome è stato celebrato «Cercami è un romanzo toccante senza essere
per come ha saputo raccontare il tema della natura sentimentale. Una storia memorabile, di amore
dell’amore, un tema che in Cercami che dura oltre il tempo e le generazioni.»
viene portato avanti con grazia e profondità. Kirkus Reviews
La resa psicologica dei personaggi è vivida e acuta,
ma ciò che in definitiva cattura l’interesse del lettore «Questo romanzo dimostra, ancora una volta, come
è scoprire se le vite incrociate dei due amanti, André Aciman sappia fondere l’aspetto sensuale e quello
Elio e Oliver, si riuniranno. Si può solo sperarlo.» intellettuale in storie capaci di arrivare al cuore.»
Booklist Publishers Weekly

38
GUANDA

Un’indagine sulle note di Canzonissima


per il commissario Bordelli

È il 6 gennaio del ’69 e molti italiani si preparano


a vedere la «finalissima» di una delle trasmissio-
ni più popolari e seguite, Canzonissima. Anche il
commissario Bordelli si siede davanti al televiso-
re per godersi la serata, ma una telefonata della
questura lo strappa dalla poltrona e lo costringe a
uscire di casa: una ragazza è stata uccisa, proprio
mentre andava in onda la sigla... zum zum zum
zuuum zum. Da quel momento le giornate del
commissario si complicano, altri misteri dovran-
no essere risolti. Uno in particolare lo tormenta: la
terribile vicenda del maniaco omicida che ha già
ucciso sei prostitute, tutte e sei bionde, di media
statura, una ogni nove mesi esatti. Bordelli si sente
affaticato, e in mezzo alle ricerche concitate cerca
di ritagliarsi momenti di tranquillità e di riflessio-
ne nel silenzio del bosco, che i versi degli animali
rendono ancora più vero e profondo. Tra poco più
di un anno andrà in pensione, e teme di lasciarsi
alle spalle dei casi insoluti...

Marco Vichi è nato nel 1957 a Firenze e vive nel Chianti. Presso
Guanda ha pubblicato i romanzi: L’inquilino, Donne donne, Il brigan-
te, Un tipo tranquillo, La vendetta, Il contratto, La sfida, Il console, Per
nessun motivo; le raccolte di racconti Perché dollari?, Buio d’amore,
Racconti neri, Se mai un giorno; la serie dedicata al commissario Bor-
delli: Il commissario Bordelli, Una brutta faccenda, Il nuovo venuto,
Morte a Firenze (Premio Giorgio Scerbanenco – La Stampa 2009
per il miglior romanzo noir italiano), La forza del destino, Fantasmi
del passato, Nel più bel sogno e L’anno dei misteri. Il graphic novel
Morto due volte con Werther Dell’Edera e Il commissario Bordelli con
Giancarlo Caligaris, e la favola Il coraggio del cinghialino. Ha inoltre
curato le antologie Città in nero, Delitti in provincia, È tutta una follia,
Un inverno color noir e Scritto nella memoria. Il suo sito internet è
www.marcovichi.it.

40
PONTE ALLE GRAZIE

Torniamo padroni delle nostre


emozioni, per vivere meglio
Da sempre le dinamiche emotive sono state al centro dell’attenzione di artisti,
filosofi e uomini di fede. Gli scienziati, dal canto loro, hanno troppo spesso
coltivato l’illusione di un sapere puramente razionale e oggettivo, non conta-
minato da passioni e sentimenti, sulla base del mito che considera i proces-
si cognitivi come «superiori» al mondo delle emozioni. Da una prospettiva
costruttivista e strategica, l’autore intende sfatare questa visione, rifiutando
qualunque biologismo che intenda ridurre le emozioni a pure reazioni elettro-
chimiche, così come il tentativo di analizzarle con strumenti quantitativi e sta-
tistici o di «vederle» tramite le moderne tecnologie di neuroimaging utilizzate
dalle neuroscienze. Lo studio delle emozioni, al contrario, è un’esplorazione
della complessità del reale e dell’interazione psicologica fra noi e il mondo.
Quando paura e dolore, rabbia e piacere assumono forme disfunzionali o li-
mitano le nostre prestazioni, Nardone propone un approccio terapeutico di
tipo strategico e orientato al cambiamento. È necessario prima «domare» le
emozioni per poi riconoscerle, trasformando i limiti in risorse estremamente
potenti, costruendo un’alleanza tra intelligenza e istinto, ragione e sentimento,
calcolo ed emozione. Giorgio Nardone, allievo di Paul Watzlawick, ha alle spal-
le oltre trent’anni di attività terapeutica. Ha fondato e dirige il
Centro di Terapia Strategica di Arezzo che ha affiliati in tutto il
mondo. I suoi libri sono pubblicati da Ponte alle Grazie.

Un esordio originale e vigoroso


31 dicembre 2011. L’ingegner De Stefano e sua moglie – per il mondo che li
circonda una coppia ideale: belli, benestanti, di successo – sono sull’orlo della
rottura ma non riescono a confessarlo ai genitori di lei e come ogni anno pas-
sano San Silvestro in loro compagnia. Emanuele, il figlio amatissimo e unico,
sembra aver quasi superato la sua dislessia e avviarsi verso una vita finalmente
felice. La Bioambiente, azienda romana specializzata in energie rinnovabili in
cui De Stefano si accinge a ricevere un’agognata promozione, pare vivere un
momento florido, e l’amicizia con il collega Moses, geniale ecologista italoa-
mericano, può forse fornire una sponda al suo disordinato bisogno di cambia-
mento. Ma l’anno che sta per arrivare passerà sulle loro vite come un turbine,
ne spezzerà ogni certezza e li cambierà tutti, per sempre. Il primo romanzo di
Luccone – grazie a uno stile inedito, dalla tessitura sapiente, all’uso incalzante
e originale dei dialoghi, a un congegno narrativo che nel finale svela il suo ma-
gistrale equilibrio – tiene assieme i temi del disagio privato, la decadenza di
un’intera classe, il grande sfondo di una Natura che pare ribellarsi alle nostre
insolenze e mostra tutta la sua impietosa potenza.
DICONO DI LUI

«Quando traduci e curi molto bene i romanzi degli altri, Leonardo G. Luccone vive e lavora a Roma. Ha tradotto e
e lo fai per vent’anni, dentro di te dev’esserci per forza un bravo curato volumi di scrittori angloamericani come John Cheever e F.
romanziere. Luccone lo ha trovato, e lo ha tirato fuori.» Scott Fitzgerald. Il suo ultimo libro, Questione di virgole, ha vinto
il premio Giancarlo Dosi per la divulgazione scientifica. La casa
Sandro Veronesi mangia le parole è il suo esordio nella narrativa.

41
VALLARDI

Trasforma la tua vita


partendo dai colori
Sfrutta il loro magico potere per sembrare più brillante,
più giovane, più in forma
Quante volte ci capita di sentirci spenti, giù di
tono, incapaci di esprimere la luce che sentiamo
brillare in noi? Diamo la colpa alla mancanza di
sonno, allo stress o alla giornata sbagliata, ma non
siamo consapevoli che la ragione è un’altra: i colo-
ri. Come le tempere sulla tavolozza di un grande
pittore, anche la nostra pelle ha bisogno degli ab-
binamenti giusti per risplendere. Ma come fare a
orientarsi? Come capire quali sono i colori giusti
per noi? Il segreto c’è, si chiama armocromia ed è
il metodo scientifico ideato da Rossella Migliaccio
per identificare la nostra palette di colori persona-
le, scoprire le sfumature che ci valorizzano e im-
parare a far risaltare il nostro fascino e la nostra
unicità. Grazie all’armocromia impareremo a co-
noscere i colori che ci sono amici e a declinarli per
scegliere abiti, accessori, make-up, arredamento...
Ma non è solo una questione di immagine: ri-
scoprire i colori ci spinge a domandarci quando
e perché abbiamo smesso di usarli, a rivedere la
nostra storia e, talvolta, a iniziarne una nuova. Co-
noscere il linguaggio segreto dei colori può cam-
biarci la vita, rendendoci più sicuri, più belli e, di
conseguenza, più felici.

no
hi
sec

Rossella Migliaccio
nuela Per

è nata a Napoli e cresciuta a Milano. Dopo la laurea all’Università Bocconi ha iniziato a lavorare nel mondo della pubblicità e dell’editoria di
moda. Si è trasferita a Londra dove ha conseguito la certificazione internazionale come Consulente di Immagine e ha iniziato a lavorare con
a
lia M

clienti privati e aziende in tutta Europa. Ha insegnato presso enti e accademie tra cui il Politecnico di Milano e la Business School del Sole24Ore.
È membro dell’Association of Image Consultants International e ha fondato il primo istituto in Italia dedicato alla consulenza di immagine:
me

Italian Image Institute. Tiene corsi Business to Business e per il grande pubblico, ed è diventata il punto di riferimento per marche e firme presti-
A
©
giose, personaggi pubblici e influencer. Armocromia è il suo primo libro.

42
La magia segreta
della cucina giapponese
Le città italiane sono affollate di all you can eat asiatici, la cucina fusion
domina la ristorazione e orientarsi tra uramaki, hosomaki, temaki non
è mai sembrato così difficile. Eppure bastano le indicazioni giuste e un
pizzico di curiosità per scoprire che l’autentica cucina nipponica ha i
suoi templi anche nel nostro Paese, luoghi che celebrano la sua storia
e ne rispecchiano la filosofia. Perché nella cucina giapponese dietro il
nome di ogni piatto si nasconde un rito, una tradizione, una trama di
ispirazioni, un incantesimo millenario di felicità. Ideatori di Japadvisor
– il blog più seguito dedicato alla ristorazione giapponese in Italia –, gli
autori ci raccontano la magia del Sol Levante preparazione dopo prepa-
razione e un piatto dopo l’altro, facendoci scoprire legami inaspettati tra
la sapienza della cucina giapponese e la cura culinaria della tradizione
italiana.
Marco Brandolini, classe 1992, laureato in Economia e appassionato di gastronomia. Sco-
pre nel corso degli anni una grande passione per il washoku, che lo porta ad approfondirne la
comprensione attraverso la partecipazione a diversi eventi culturali e corsi dedicati, primo fra tutti
Washoku Kentei nel 2016.
Giulia Laura Peracchio, classe 1995, appassionata viaggiatrice. Il fil rouge dei suoi più
diversi interessi e costanti interrogativi è sempre stata la comunicazione, un argomento che ha
avuto modo di approfondire durante la Laurea in Scienze umanistiche per la comunicazione e che
l’ha aiutata nella realizzazione di Japadvisor.

Puoi decidere di essere felice. La bussola per orientarsi


E diventarlo nel mondo del vino
La felicità non capita per L’argomento «vino» non
caso, ma è una decisione. ha un limite se non quel-
Perché allora la vita con- lo che decidete voi. Ecco
temporanea è segnata da perché ci sono centinaia
ansia, paura, stress, senso di libri sulla materia. Alcu-
di colpa? Secondo Marian ni sono eruditi, altri sono
Rojas c’è una spiegazione e, ponderosi tomi tecnici, al-
soprattutto, una soluzione. tri ancora soltanto bagatel-
In questo libro, già best sel- le per beoni! Questo libro è
ler in Spagna, Rojas unen- diverso da tutto ciò. L’arte
do la prospettiva medica e del vino è uno strumento
neuroscientifica (il ruolo utile e pragmatico, proget-
intossicante dell’ormone tato per condurvi lungo i
dello stress, il processo di sentieri del vino, ovunque
infiammazione sistemica vi portino. Vi insegnerà le basi e vi darà solide fondamenta,
legato all’alimentazione) a quella psicologica ed etica (le emo- per conoscere tutto sul vino e ottenere le competenze di un
zioni represse, la sofferenza, il senso di colpa) ci insegna prati- sommelier.
che di esercizio emotivo per circoscrivere il dolore, ridimensio-
Madeline Puckette, nota sommelier e visual designer, ha fondato il sito wi-
nare la paura, conquistare l’equilibrio interiore. nefolly.com, da cui deriva questo libro e che è stato nominato nel 2013 «Wine/Spirit
Marian Rojas Estapé, psichiatra, collabora con l’Instituto Español de Investiga- Blogger of the Year» dall’International Wine & Spirit Competition.
ciones Psiquiátricas di Madrid. Ha lavorato a Londra e a Barcellona e si è impegnata in Justin Hammack, enologo ed esperto di tecnologie del web, è cofondatore di
diversi progetti di cooperazione e volontariato in Asia e in America. winefolly.com.

43
CORBACCIO

#Noplasticforfuture
Piccoli (grandi) gesti
per il pianeta

Dobbiamo «deplastificare» il pianeta! Se continuiamo a


produrre e consumare plastica al ritmo degli ultimi anni,
nel 2050 nel mare ci sarà più plastica che pesci. È arrivato
il momento di agire a tutti i livelli, politico, culturale e…
individuale: perché ognuno di noi può fare la differenza.
Questo libro ti darà la chiave per ridurre il consumo della
plastica giorno per giorno, in tutti gli ambiti: nella vita do-
mestica, nel tempo libero e sul lavoro. Con idee pratiche,
ingegnose, adatte a tutti, alle quali magari non avresti mai
pensato, scoprirai che «mettere a dieta» il tuo consumo
di plastica è molto più facile del previsto. Non c’è bisogno
di stravolgere drasticamente le tue abitudini e il tuo stile
di vita: bastano piccoli cambiamenti per ottenere grandi
risultati. Sei pronto a fare la tua parte?

Jose Luis Gallego, laureato in Ingegneria al politecnico di Madrid, è


naturalista, giornalista e scrittore. Da venticinque anni lavora per la radio e
per la televisione e collabora con varie testate e con istituzioni e imprese che
operano in settori legati alla sostenibilità ambientale. Ha pubblicato più di venti
libri sulla natura e sulla salvaguardia dell’ambiente, che hanno vinto numerosi
premi e che lo hanno reso un autore di riferimento per le tematiche ambientali.

Un maestro motivazionale ci accompagna


in un viaggio alla scoperta della nostra
interiorità
In questa raccolta di riflessioni, tratte dalle opere più Wayne W. Dyer, psicote-
significative di Dyer, troviamo pensieri divertenti, con- rapeuta e scrittore, è autore di
sigli, frasi enigmatiche che ci fanno pensare e che ci numerosi libri di enorme suc-
cesso in tutto il mondo, pubbli-
ricordano il potere della nostra mente. Attraverso gli cati in Italia da Corbaccio.
anni, Dyer è passato dall’analisi di come superare i li-
miti e blocchi mentali che ci affliggono, alla scoperta della saggezza del Tao, alla
descrizione della vita connessa allo spirito universale a cui tutti possiamo tende-
re. Leggendo un pensiero al giorno, oppure aprendo a caso il libro, troveremo un
piccolo spunto per migliorare la giornata, avviare un progetto importante, trovare
una soluzione a un problema. Perché, come ricorda Dyer, quando cambiamo il
nostro modo di guardare alle cose, le cose cambiano.

44
L’impresa eccezionale
che ha ispirato il film
Premio Oscar per il
miglior documentario
Alex Honnold è una gemma rara, il diamante più prezio-
so prodotto dalle formazioni rocciose di Yosemite. Perché
Alex sembra appartenere al granito stesso sul quale ar-
rampica come incollato a invisibili appigli. La sua impresa
clamorosa – salire la via Freerider su El Capitan in free solo,
quindi senza corda né assicurazione – è stata così impres-
sionante da un punto di vista tecnico e soprattutto umano
che il documentario della salita girato in presa diretta dal
grande fotografo e alpinista Jimmy Chin ha vinto l’Oscar.
Dietro questo alpinista estremo si nasconde un uomo biz-
zarro e geniale, erede ideale delle generazioni di climber
che l’hanno preceduto. Synnott, amico di Alex ed esponen-
te di spicco della generazione che l’ha preceduto, non solo
riesce a farci rivivere «in diretta» la tensione della storica
arrampicata «impossibile» di Honnold, ma ci immerge
anche nell’atmosfera dell’età dell’oro di Yosemite, come se
fossimo anche noi lì, intorno al fuoco, dopo una giornata
in parete, a scambiarci storie con i compagni di cordata.
Pioniere dell’arrampicata su big wall e uno degli alpinisti più prolifici della
sua generazione, Mark Synnott ha salito El Capitan più di venti volte e ha
partecipato a oltre trenta spedizioni internazionali. Oltre a viverle, Synnott rac-
conta le proprie imprese e quelle degli altri alpinisti estremi più forti al mondo
sul National Geographic e altre riviste.

Cosa succede quando si muore? Un libro


di testimonianze che danno speranza
«Ho lavorato per decenni sul filo della ricerca sull’esperienza Raymond Moody,
di pre-morte. Nei miei studi ho ascoltato migliaia di persone medico e psicologo ameri-
cano, è il massimo esperto
che mi narravano di viaggi profondamente intimi verso… di pre-morte, esperienza su
cosa? L’aldilà? Il paradiso del quale parlava la loro religione? cui ha raccolto e analizzato
Una zona del cervello che si rivela soltanto nel momento migliaia di testimonianze.
Ha scritto saggi e libri di
della disperazione? So che molti studiosi sono convinti in enorme successo in tutto il
cuor loro che le esperienze di pre-morte siano un accenno mondo. In Italia Corbaccio
della vita oltre la vita, ma non hanno ancora trovato la ‘pro- ha pubblicato Schegge di
eternità, Una scia di infinite
va scientifica’ del fatto che una parte di noi continui a vivere stelle e La vita oltre la vita.
dopo la morte fisica. Partendo da questo presupposto, sono
convinto che l’esperienza di pre-morte costituisca un’oc-
chiata nell’aldilà, un breve passaggio in una realtà comple-
tamente diversa.»

45
TRE60

Una storia di amicizia, segreti e perdono.


Un inno alla forza delle donne
Marie, Jule, Alexandra e Friederike sono amiche
inseparabili. Ogni anno, all’inizio dell’estate, si
riuniscono nella casa al lago di Marie, dove tra-
scorrono giornate spensierate confidandosi amori,
segreti e sogni nel cassetto. Ma quando la loro ami-
cizia viene troncata da un brutto litigio, ognuna
prende la sua strada, perdendo completamente di
vista le altre. A distanza di anni è un triste evento
a costringere Jule, Alexandra e Friederike a rincon-
trarsi: la morte di Marie, affetta da un problema
cardiaco congenito. La dolce Marie, da sempre la
più fragile delle quattro, ha espresso il suo ultimo
desiderio: che le tre amiche si riuniscano per qual-
che giorno, per i successivi cinque anni, nella sua
vecchia casa al lago, proprio come erano solite fare
un tempo. Dopo un’iniziale titubanza, le tre donne
decidono di rispettare le estreme volontà dell’ami-
ca, e ritornano nella casa al lago insieme ad Hanna,
compagna di Marie. Tra bugie, tradimenti, storie
d’amore e vecchie diatribe familiari, Jule, Alexan-
dra e Frie-derike ripercorrono la storia della loro
amicizia, sino a quel famoso litigio che anni prima
aveva diviso le loro strade. E scoprono che, forse, c’è
una verità che ancora non conoscono.

DAL LIBRO

Friederike mise un punto al termine della lunga


frase.
«Passatemi i vostri appunti», disse Marie
quando anche Alexandra e Jule ebbero finito
di scrivere. Dopo averli riuniti, li mise in una
busta e vi scrisse sopra la data. «Ecco. Riapri-
remo la busta esattamente lo stesso giorno, fra
trent’anni. Non vedo l’ora!»
Dora Heldt
Dopo un istante di silenzio, Jule disse: «Sapete
z Schepers

è nata a Sylt nel 1961 e vive ad Amburgo con la famiglia. Ha lavorato che quel giorno avremo tutte superato i cin-
a lungo come libraia ma ora si dedica alla scrittura a tempo pieno. Da
quant’anni? Dovremmo essere smaniose che
Fran

anni domina le classifiche tedesche con i suoi romanzi, da cui sono stati
arrivi?»
©

tratti numerosi film.


«Sì.» Marie la guardò. «Dovremmo aspettare
con gioia quel giorno. Siamo sempre state uni-
te. E anche allora saremo insieme. Cosa mai ci
dovrebbe accadere?»

46
«Morgane Ortin fa la rivoluzione.
Dell’amore.» Elle
Morgane Ortin, 28 anni, laureataAmori solitari è un romanzo che nasce da
in Lettere alla Sorbona, dal 2015 dirige
una contestazione: da tutte le parti sentia-
la casa editrice DesLettres, specializ-
mo dire che le lettere d’amore sono morte,
zata nella pubblicazione di epistolari
che nessuno sa più scriverle e che le parole
di grandi scrittori. Nel 2017 ha aperto
l’account Instagram @amours_solitai-
hanno ceduto il posto alle immagini. Eppu-
res (seguito poi da @amours_familieres
re ogni giorno circolano milioni e milioni di
e @amours_amicales) per raccogliere e
messaggi, chiusi nell’intimità di ciascun tele-
pubblicare ogni giorno messaggi d’a-
fono. Amori solitari li ha riuniti, ed è nato un
more anonimi, e che vanta oltre mezzo
milione di follower.
romanzo, per proclamare a gran voce che la
lettera d’amore non è morta, si è semplicemente evoluta grazie alla tecnologia.
E li ha riuniti perché condividerli è necessario, in un’epoca in cui il sentimento
è negato o deformato, ma il bisogno di sentimento è più che mai vivo.
Amori solitari è un romanzo che restituisce nobiltà al sentimento: osate scri-
vere il vostro amore, dichiararvi, non abbiate paura, è troppo importante. Il
sentimento è avanguardia, il romanticismo è moderno. Amori solitari è il ma-
nifesto di questa nuova era.

Il nuovo romanzo di Christian


Jacq. L’antico Egitto non è mai
stato così appassionante
Christian Jacq ha rag- Diventato sovrano dell’Egitto poco più che adolescen-
giunto il successo mondiale
te, Thutmose III (il cui nome significa «colui che re-
con Il romanzo di Ramses,
una saga pubblicata in 30
gna sul giunco e sull’ape») dimostra subito un osses-
Paesi che ha battuto ogni sivo interesse per gli antichi rituali e i testi religiosi,
unito a una pacata indifferenza nei confronti del suo
record di vendita, opzionata
nel 2019 per la realizzazione
ruolo. L’Egitto intero freme: un sovrano debole, inca-
di una serie tv con produzio-
ne internazionale. pace di guidare l’esercito, può significare la rovina; e
infatti l’ombra dei nemici si allunga, minacciosa, sul
Paese. Ma Thutmose ha ingannato tutti: il suo unico scopo è migliorare le sorti
del suo popolo e solo grazie al suo studio instancabile è diventato uno strate-
ga e un «lettore di uomini» senza rivali. Ben diciassette saranno le campagne
militari in cui si impegnerà per mantenere la pace e il regno, e innumerevoli le
sue imprese a gloria dell’Egitto, tra cui la costruzione dei grandiosi templi di
Karnak. Eppure, nonostante le vittorie, Thutmose non sarà un vero «faraone»
– termine che designa sempre una coppia, dato che è l’incarnazione di Osiride
e Iside – finché non sposerà Satiah, una donna in apparenza fragile, ma che
nasconde l’anima di un’autentica guerriera…

47
TRE60

Il buon giorno si vede davvero dal mattino


Ci sono buone abitudini che, una volta acquisite, ci aiutano a vivere meglio.
Svegliarsi presto la mattina per seguire una routine fatta di azioni e di gesti sa-
lutari è senza dubbio una delle più importanti, perché ci permette non solo di
affrontare la nuova giornata con vitalità e ottimismo, ma anche di pianificare,
nella tranquillità delle prime ore, azioni da compiere e obiettivi da realizzare.
Attraverso la storia di due insoliti personaggi, una giovane imprenditrice e un
eccentrico pittore, e del loro incontro con uno stravagante e simpatico miliar-
dario che li guiderà in un percorso di crescita individuale, Robin Sharma, tra i
massimi esperti di leadership e di sviluppo personale, ci propone un program-
ma basato proprio su alcune abitudini mattutine da seguire ogni giorno, per
migliorare produttività e rendimento, e in generale la qualità della propria vita.
I «grandi» mattinieri della Storia sono molti. Come loro, anche noi, possiamo
aspirare a qualcosa di significativo e soddisfacente. E