Sei sulla pagina 1di 1

L' INTRODUZIONE AL NOVECENTO

L' epoca dalla fine del '800 fino alla fine del '900 pu essere divisa in 4 periodi pi importanti
in base alle condivisioni storiche, le quali influenzarono la societ e la letteratura italiana:
1. l et del Decadentismo
2. il periodo fino alla 1. guerra mondiale
3. l epoca tra le 2 guerre
4. l epoca dopo la 2. guerra mondiale

Due sono i pi grandi avvenimenti storico- politici, che hanno segnato quest epoca: la 1. e la
2. guerra mondiale. Diversi fatti precedenti a questi avvenimenti hanno condizionato lo
sviluppo storico, politico, industriale e quello della societ italiana.
Uno di questi avvenimenti sarebbe l avviamento verso la Rivoluzione industriale che ha
come conseguenze la crescit della technologia in generale ( dopo luso industriale del vapore
si passa al uso industriale dell eletricit).
Lo sviluppo delle industrie ha avuto lati positivi e lati negativi. Il lato positivo si visto nel
miglioramento delle condizioni di vita in generale, nel organizzarsi degli operai impartiti e
insindacati e nella nascita delle nuove ideologie ( nasce la dottrina del Marxismo- Manifestio
del Partito Comunista, 1848). I lati negativi, invece, erano che il mondo era diventato
dominato dalle macchine. La macchina diventa l ossessione del uomo.
Nel 900 si sviluppa anche il colonialismo e l anticolonialismo. Di conseguenze si sviluppa
anche l emancipazione dei paesi colonizzati. Dall altra parte, cultura ottiene carrattere
policentrico ( il centro cuturale si sposta dall Europa in vari paesi).
Dal canto suo, il positivismo ha condizionato il mondo in cui l individuo reagiva di fronte
alla problematica sociale. Il positivismo cerca di trovare la soluzione dei problemi con gli
strumenti della scienza e con la ragione, con la fiducia nel mondo fisico e con l oggettivit
del reale. Tuttavia, dalle ricerche positivistiche risulta che il mondo cos com e che non si
pu cambiare e questo fatto orta al crollo della cultura positivistica.
Cos, negli ultimi anni del 800 si cercano altri modi per intervenire nella realt. Nasce cos lo
occultismo e la psicanalisi, alle basi dei quali si trova la convinzione che le leggi del mondo
possono essere cambiate con un pocesso interno del uomo. Insieme con questi concetti, anche
il concetto deella storia viene messo in dubbio e il passato non pi visto come un succedersi
razionale di eventi.
Di conseguenze, le concessioni irrazionalistiche sostituiscono le conoscenze storiche.
In questo periodo si fa pi netta l opposizione tra gli intelletuali e le masse e tra la vecchia e
la nuova generazione.
Anche il teatro cambia. Le opere teatrali non suscitano pi la commozione, ma la ribellione e
lo scandalo.
Sul mercato letterario predomina la cultura di massa, che spinge la pubblicazione dei libri.
Cos, l editoria diventa un industria, mentre la letteratura non pi solo il patrimonio dei
pochi.