Sei sulla pagina 1di 4

Esercitazione n2: Cromatografia su strato sottile

Scopo dell'esperimento quello di apprendere una tecnica di separazione particolarmente usata per
le sostanze organiche: la cromatografia.
Il principio fondamentale su cui si basa la cromatografia quello di far assorbire la miscela
in esame, sciolta in un opportuno solvente, su particolari substrati che hanno la capacit di
trattenere in modo diverso i vari componenti della miscela, che saranno poi trascinati via
da un opportuno solvente (eluente) con velocit distinta permettendone la separazione.
Nella cromatografia su strato sottile, in particolare, l'assorbimento realizzato su un sottile
strato di adsorbente (silice o allumina, a seconda dei casi) depositato su una lastrina di
vetro o di alluminio.

Separazione di miscele organiche da organismi vegetali


Materiale occorrente
1 mortaio con pestello

2 vaschette cromatografiche

4 pipette Pasteur

2 lastrine cromatografiche

2 imbuti di vetro

Foglie di spinaci

2 beute da 25 mL

Carota

2 spatole

Etanolo

2 dischi di carta da filtro

Acetato di etile

Procedimento
Ponete in un mortaio le foglie di spinaci insieme ad alcuni millilitri di alcool etilico e
pestatele fino a ridurle in poltiglia. La separazione del precipitato dalla fase liquida si
realizza per filtrazione. A tale scopo collocate sotto il gambo dell'imbuto, in cui stato
precedentemente posto il disco di carta da filtro opportunatamente ripiegato, la beuta
pulita e asciutta per raccogliervi il filtrato. Versate nell'imbuto, con l'ausilio di una spatola,
la miscela da filtrare. Caricate la soluzione ottenuta, di colore verde intenso, sulla linea di
base tracciata sulla lastrina cromatografica a circa 1,5 cm dal bordo, facendo uso di un
capillare. Attendete qualche minuto per consentire al solvente di evaporare e ponete la
lastra nella vaschetta per cromatografia contenente l'eluente.

Togliete la lastra dalla vaschetta quando il fronte dell'eluente arrivato a circa 1 cm dal
bordo superiore della lastra.
Osservate le varie bande colorate, dopo aver asciugato all'aria la piastra, e calcolate per
ciascuna di esse il relativo Rf:

Rf: distanza percorsa dalla sostanza / distanza percorsa dal solvente

1,5 cm

Separazione su strato sottile dei componenti dell'estratto di spinaci.

La cromatografia ci consente di chiarire che il verde delle foglie costituito da pi


componenti.

Osservazioni------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ripetete l'esperienza utilizzando, in luogo delle foglie di spinaci, la carota tritata!


Osservazioni------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Separazione di una miscela di inchiostri


Materiale occorrente
2 vaschette cromatografiche

Metanolo: cloroformio (8:2)

2 lastrine cromatografiche

Cloroformio::metanolo:ac.acetico (85:10:5)

Pennarelli colorati

Acetato di etile

Procedimento
Preparate

in

una

vashetta

cromatografica

il

sistema

eluente

costituito

da

cloroformio/metanolo 8/2 (v/v) per un volume totale di 15 mL circa.


Caricate con la miscela di inchiostri una lastrina cromatografica, facendo in modo di
depositare il punto della miscela su una riga tracciata a matita a circa 1,5 cm dalla
estremit inferiore della lastrina stessa. Ponete in sviluppo la lastrina e, dopo la eluizione,

si constata la avvenuta separazione dei componenti dell' inchiostro che assorbono nel
visibile. Riportate i valori di Rf dei vari componenti degli inchiostri colorati.

Ripetere l'esperimento utilizzando, come sistema eluente, acetato di etile puro.


Ripetere l'esperimento utilizzando, come sistema eluente, cloroformio/metanolo/acido
acetico 85/10/5 (v/v).
Osservazioni------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------