Sei sulla pagina 1di 5

NUOVE TECNICHE

CONFRONTO TRA METODO SOXHLET, ULTRASONICAZIONE E NAVIGLIO ESTRATTORE

Estrazione di inquinanti da suolo contaminato


Sono stati confrontati tre differenti metodi di estrazione per valutare il contenuto delle sostanze inquinanti organiche del terreno nella zona adiacente lindustria ACNA, a Cengio (SV). Lefficienza dellestrazione col metodo Soxhlet e con ultrasonicazione stata paragonata a quella di un dispositivo a pressione, chiamato Estrattore Naviglio, che risultato il pi efficiente fra i metodi,grazie sia al gradiente di pressione generato dal dispositivo che determina una minore perdita e una minore decomposizione delle sostanze inquinanti durante lestrazione, sia alla bassa temperatura di esercizio del sistema.
DI DANIELE NAVIGLIO1, PELLEGRINO CONTE2, FABIANA PIZZOLONGO1, ALESSANDRO PICCOLO2 1.1. DIPARTIMENTO SCIENZA DEGLI ALIMENTI, UNIVERSIT DEGLI STUDI DI NAPOLI 2. DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL SUOLO DELLA PIANTA E DELLAMBIENTE, UNIVERSIT DI NAPOLI

metodi di estrazione delle sostanze inquinanti organiche dai terreni e da altri ambienti hanno ricevuto grande attenzione negli ultimi anni poich lestrazione il primo punto essenziale per lanalisi degli agenti inquinanti per controllare la qualit ambientale e per decidere se bonificare o meno il terreno1-11. Un certo numero di metodologie estrattive a disposizione degli operatori per estrarre le sostanze inquinanti organiche dai terreni contaminati. I metodi pi semplici applicano o lagitazione meccanica (estrazione in batch) o lestrazione 3,12. Soxhlet Sia lagitazione meccanica sia il Soxhlet necessitano di grandi volumi di solventi che implicano costi alti e scarsa rappresentativit del campione analizzato. Questi metodi non sono selettivi e dopo lestrazione possono essere recuperati differenti categorie di inquinanti12. Lestrazione basata su fluidi supercritici (SFE) un metodo pi selettivo, ma la selettivit dipende dal solvente scelto come fluido supercritico3. Tuttavia, la tecnica estrattiva SFE pu subire notevoli 54 - Laboratorio 2000 - Febbraio 2006

Fig.1- Schema di funzionamento dell Estrattore Naviglio. Il ciclo del rimescolamento dal punto 2 al 5 (fase dinamica) dura 2 min. Il punto 3 (fase statica) comincia alla fine del ciclo di 2 minuti e dura altri 2 minuti prima che ricominci uno nuovo (punto 4).

Estrazione di inquinanti da suolo contaminato


Triclorobenzeni (1,2,3; 1,2,4; and e 1,3,5) Diclorobenzeni (1,2; 1,3; ande 1,4) Clorobenzene Esaclorobenzene
Tab.1- Inquinanti organici identificati dalla ARPAP.

Pentaclorobenzene Tetraclorobenzene Aniline Naftaleni

Tr (min) 7.59 15.87

16.98

23.90 24.17

24.44 25.02 34.05 34.44 46.03 55.08 61.77 64.90 67.35 67.53 70.23 72.72 75.15 77.80 78.71 81.12

Nome del composto Cloro-Benzene 1,4-Dicloro-Benzene 1,3-Dicloro-Benzene 1,2-Dicloro-Benzene 1,3-Dicloro-Benzene 1,4-Dicloro-Benzene 1,2-Dicloro-Benzene 2-(2-Isobutenil)-3-Metilfurano 1,3,5-Tricloro-Benzene 1,2,3-Tricloro-Benzene 1,2,4-Tricloro-Benzene Naftalene Cis-2,4-Dimetiliano, S,S-Diossido 3-N-Esiltiolano, S,S-Diossido Difenil Etere Alifatici 9,10-Antracenedione 1,1-Dimetiletil Estere Alifatici S,S-Diossido 2-Etiltiolano Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici

lestrazione delle sostanze inquinanti lacqua; essa risulta essere pi una efficiente procedura di purificazione degli estratti del terreno che una reale estrazione alternativa per i campioni del terreno. Lultrasonicazione stata usata per estrarre gli idrocarburi aromatici policiclici (PAH) e altre sostanze in11,18,19 . quinanti da differenti ambienti Uno svantaggio dellultrasonicazione rappresentato dalle alte energie impiegate (fino a 60kJ) che possono produrre radicali liberi: di conseguenza possono formarsi nel batch di estrazione nuove sostanze. Un metodo brevettato di estrazione basato sulla pressione, chiamato Estrattore Naviglio, recentemente stato utilizzato per estrarre le essenze da campioni di frutta20,21. Questa tecnica sembrata efficiente e veloce ed basata su un nuovo principio di estrazione solido-liquido: il Principio di Naviglio21. Lobiettivo del presente lavoro stato quello di impiegare lEstrattore Naviglio per estrarre le sostanze inquinanti da un terreno contaminato e per confrontare la sua efficienza a quella delle tecniche ben note, perch indicate anche nei metodi ufficiali quali il metodo Soxhlet e lultrasonicazione. MATERIALE E METODI Suolo - Un terreno molto inquinato stato prelevato dalla zona industriale di ACNA vicino a Cengio (Savona) in Italia del Nord. Dopo essiccamento ad aria e setacciamento a 2mm, il terreno stato analizzato per determinarne la struttura ed risultato costituito per il 21,2% da sabbia grossa, il 35,6% da sabbia fine, il 39,6% da limo e per il 3,6% da argilla. Il contenuto totale di carbonio organico stato misurato mediante analisi elementare (analizzatore elementare Fyson EA1108) ed risultato 2,83% + 0,02. Le sostanze inquinanti organiche presenti in questo terreno sono state precedentemente identificate dallagenzia ambientale di Piemonte (ARPAP) (tabella 1). Estrazione Soxhlet e Ultrasonicazione - Lestrazione Soxhlet stata condotta su 10 g del terreno setacciato aggiunto di 100mL di una miscela di n-esano/acetone (1:1) come solvente. Lestrazione stata fatta
Laboratorio 2000 - Febbraio 2006 -

Tab.2- Assegnazione dei picchi GC-MS nellestratto ottenuto mediante Soxhlet. Tr: tempo di ritenzione espresso in minuti.

interferenze della matrice e dare una 12 bassa efficienza di estrazione . Anche lestrazione assistita con microonde (MAE) stata applicata con successo per recuperare i diserbanti 13 da suoli contaminati . In questo caso, gli svantaggi sono rappresentati da una riproducibilit variabile dovuta ad alcuni punti necessariamente manuali durante lestrazione e allesigenza, per motivi di sicurezza, di utilizzare sistemi a microonde specifici 13 per analisi organiche, molto costosi . Pi recentemente, colonne di terreno eluite con i solventi organici sono state usate per recuperare i diserbanti 12 dai suoli . Tuttavia, i pochi grammi di terreno (fino a 5 g) impaccati nelle colonne non possono essere altamen-

te rappresentativi dellintero campione di terreno in analisi. Le micro-estrazioni in fase solida (SPME: Solid Phase Microextraction) sono state applicate per analizzare 14 efficientemente clorobenzeni , erbi5,15,16 17 , e pesticidi in suoli inquinati. cidi Il problema principale riguardante la SPME che i campioni del terreno non possono direttamente essere estratti. Infatti, sono usate due fasi separate per estrarre le sostanze inquinanti il terreno: per prima cosa viene effettuata lestrazione delle sostanze inquinanti dal terreno tramite Soxhlet, poi, viene applicata la SPME su pochi millilitri di estratto del terreno. La tecnica SPME quella applicata pi comunemente per

55

Estrazione di inquinanti da suolo contaminato


Tr (min) 7.62 12.93 24.44 31.40 Nome del composto Cloro Benzene 3-Esanolo Naftalene 2,6-Dicloro-Anilina 2,5-Dicloro-Anilina 2,4-Dicloro-Anilina 3,5-Dicloro-Anilina 2,3-Dicloro-Anilina 3,4-Dicloro-Anilina 2,6-Dicloro-Anilina 2,5-Dicloro-Anilina 2,4-Dicloro-Anilina 3,5-Dicloro-Anilina 2,3-Dicloro-Anilina 3,4-Dicloro-Anilina Difenil Etere 9,10-Antracenedione 7h-Benz[DE]Antracen-7-One Alifatici Come gas di trasporto stato usato elio a un flusso di 1.5 mL/min-1 e con uno split di 30 mL.min-1. La temperatura stata mantenuta a 40C per 5 min e poi portata a 250C con un gradiente di 3C/min-1. La temperatura di 250C stata mantenuta per 20 minuti. La temperatura delliniettore stata mantenuta a 40C per 0.12 secondi e poi immediatamente portata a 250C dopo liniezione. Come detector stato usato uno spettrometro di massa Perkin-Elmer Turbomass-Gold a corrente ionica totale e a impatto elettronico. stato utilizzato un intervallo di massa compreso tra 50 e 300 amu e un tempo di scansione di 0.20 s. Gli spettri di massa sono stati elaborati mediante un software Perkin-Elmer Turbomass 4.0 e i picchi sono stati identificati usando NIST98 mass-spectra library. RISULTATI E DISCUSSIONE Nelle figure 2A, 2B, e 2C, sono riportati rispettivamente i gascromatogrammi GC-MS con rivelazione TIC degli estratti ottenuti mediante Estrattore Naviglio , ultrasonicazione e metodo Soxhlet. Nel caso dellestrazione Soxhlet, solo pochi contaminanti del suolo sono stati eluiti tra 5 e 50 min, mentre sono presenti molti picchi con tempo di ritenzione compreso tra 50 e 89 min (Fig.2C). Al contrario, il gas cromatogramma TIC del campione sottoposto a ultrasonicazione ha presentato un grande numero di picchi di contaminanti compresi tra 5 e 50 minuti e pochi picchi compresi tra 50 e 89 minuti (fig.2B). Il gascromatogramma relativo allestratto mediante Estrattore Naviglio (fig.2A) presenta i picchi osservati sia per lestratto tramite Soxhlet che per quello tramite ultrasonicazione, dimostrando cos la maggiore efficacia di questo metodo di estrazione. Le tabelle 2, 3, e 4 riportano rispettivamente le assegnazioni dei picchi rilevati nei gascromatogrammi degli estratti tramite Soxhlet, ultrasonicazione, ed Estrattore Naviglio rispettivamente. stato trovato che o composti chimici differenti possono essere attribuiti a un picco, oppure due o pi picchi possono essere assegnati a un composto chimico. Infatti, per il gascromatogramma dellestratto Soxhlet, i picchi eluiti a 15,87 e 16,98 minuti sono stati assegnati a pi di un isomero di diclorobenzene e il picco a 24,17 minuti potrebbe essere attribuito a tre isomeri differenti del triclorobenzene (tab.2). Daltra parte, per il gas cromatogramma dellestratto da ultrasonicazione, gli isomeri della dicloroanilina possono es-

32.24

34.45 55.06 69.95 78.72

Tab.3 - Assegnazione dei picchi GC-MS nellestratto ottenuto mediante ultrasonicazione. Tr: tempo di ritenzione espresso in minuti.

durare per 72 ore, Dopodich la fase organica stata lavata due volte con 100 mL di soluzione di NaOH 1.0x10-4 M in un imbuto separatore (Metodo EPA N. 3630A). La fase organica risultante stata poi asciugata con pochi grammi del solfato di sodio anidro, stata filtrata attraverso la carta da filtro Whatman 40 ed stata concentrata a un volume di 2mL in un evaporatore rotante. Per ultrasonicare il campione del terreno stato usato un Sonicatore XL2020 Misonix. Un campione del terreno di 10 g stato sospeso in 100 mL di n-esano/acetone (1:1) ed stata applicata unenergia totale di 39,6 kJ (55W per 12 minuti). Il terreno poi stato filtrato su carta da filtro Whatman 40 e la fase organica stata concentrata a un volume finale di 2 mL. Estrattore Naviglio- Un campione di 100 g del terreno inquinato stato posto in un sacchetto di polietilene che stato introdotto nella camera di estrazione e addizionato di 0.5 L della miscela di n-esano/acetone (1:1). La camera stata chiusa ermeticamente e stato attivato il pistone (fig.1) comandato da un compressore ad aria. Il pistone stato tenuto in funzione in un ciclo su e gi (punti 2 - 5 nella figura 1) per un totale di 2 minuti (fase dinamica). Durante la fase di discesa la pressione esercitata dal pistone sul contenuto del cilindro aumenta fino a 9 bar, mentre durante la fase di salita diminuisce rapidamente riportando 56 - Laboratorio 2000 - Febbraio 2006

il sistema a pressione atmosferica. Ogni 2 minuti, il pistone tenuto nella posizione gi per tenere la pressione costante di 9 bar per due minuti (punto 3 nella figura 1, fase statica). Il tempo di esecuzione totale dellestrazione a pressione stato di 1 ora. Dopo questo periodo, lestratto organico stato recuperato, filtrato su carta da filtro Whatman 40 e concentrato ad un volume di 2 ml. Per le prove sperimentali stato usato un Estrattore Naviglio della capacit di mezzo litro, fornito dalla ditta Nuova Estrazione S.a.s. (Napoli, Italia). Purificazione degli estratti ed analisi GC-MS - Un volume di 1 mL di tutti gli estratti stato purificato su una colonna di vetro impaccata con 10 g di gel di silicone e 10 g di gel di allumina. La colonna stata eluita in successione con 100 ml di n-esano, 100 mL di acetone e 100 mL di metanolo. Ogni eluato stato concentrato a un volume di 2 mL ed stato analizzato mediante GC-MS. In questo studio, il confronto fra le tre differenti procedure di estrazione stato condotto soltanto sulleluato da n-esano poich altre analisi su questo terreno sono state gi effettuate da ARPAP (tab.1). Un gascromatografo Perkin-Elmer Autosystem XL equipaggiato con una colonna RTX 5MS (5% diphenil-95% dimetylpolysiloxane; 30m x 0.25mm ID, 0.25m df) Restek stato usato per la separazione gascromatografica.

Estrazione di inquinanti da suolo contaminato


Tr (min) 7.59 15.87 Nome del composto Clorobenzene 1,4-Dicloro-Benzene 1,3-Dicloro-Benzene 1,2-Dicloro-Benzene 1,3-Dicloro-Benzene 1,4-Dicloro-Benzene 1,2-Dicloro-Benzene 3-Metil-2-(2-Oxopropil)Furano 1,3,5-Tricloro-Benzene 1,2,3-Tricloro-Benzene 1,2,4-Tricloro-Benzene Naftalene S,S-Diossido Cis-2,4-Dimetiltiano 1,3,5-Tricloro-Benzene 1,2,3-Tricloro-Benzene 1,2,4-Tricloro-Benzene Tetracloro-Tiofene 1,2,4,5-Tetracloro-Benzene 1,2,3,5-Tetracloro-Benzene 1,2,3,4-Tetracloro-Benzene 2,6-Dicloro-Anilina 2,5-Dicloro-Anilina 2,4-Dicloro-Anilina 3,5-Dicloro-Anilina 2,3-Dicloro-Anilina 3,4-Dicloro-Anilina 2,6-Dicloro-Anilina 2,5-Dicloro-Anilina 2,4-Dicloro-Anilina 3,5-Dicloro-Anilina 2,3-Dicloro-Anilina 3,4-Dicloro-Anilina 1,2,4,5-Tetracloro-Benzene 1,2,3,5-Tetracloro-Benzene 1,2,3,4-Tetracloro-Benzene Tr (min) 33.41 Nome del composto Bifenile 2-Etenil-Naftalene Acenatene S,S-Diossido 3-N-Esiltiolano Difenil Etere Alifatici Butilated Hidroxitoluene 4,6-Di(1,1-Dimetiletil)-2-Metil-Fenolo Alifatici Alifatici 9,10-Antracenedione Estere dellacido Te, 1,1-Dimetiletil esadecanoico Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici 7h-Benz[DE]Antracen-7-One Alifatici Alifatici Didodecil Ftalato Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici Alifatici

16.99

34.04 34.45 34.61 39.07 42.09 46.03 55.07 61.77 62.10 64.92 67.34 67.62 69.60 69.72 69.97 70.22 70.49 71.56 72.15 72.30 72.60 72.72 73.10 74.10 75.15 75.30 77.81 78.73 81.11

23.91 24.18

24.44 25.02 25.87

28.24 31.21

31.40

32.24

33.31

Tab.4- Assegnazione dei picchi GC-MS nellestratto ottenuto mediante Estrattore Naviglio. Tr: tempo di ritenzione espresso in minuti.

sere attribuiti ai picchi con entrambi i tempi di ritenzione di 31,40 e 32,24 minuti (tab.3). Lestratto ottenuto dallEstrattore Naviglio ha mostrato la presenza degli isomeri dei diclorobenzeni a 15,87 e 16,99 minuti, dei triclorobenzeni a 24,18 e 25,87 minuti e tetraclorobenzeni a 31,21 e 33,31 minuti (tab.4). Inoltre, gli isomeri di dicloroanilina sono stati rilevati sia nel picco a 31,40 minuti sia in quello a 32,24 minuti, mentre il bifenil, 2-etenylnaphtalene e lacenaphtene sono stati assegnati al picco eluito a 31,41 minuti (tab.4). Spesso nei gascromatogrammi di contaminanti

organici da matrici complesse c incertezza nellassegnazione dei picchi per la somiglianza fra gli spettri di massa di composti chimici differenti, che rende quindi difficile lattribuzione assoluta di un picco22,23. Le principali sostanze inquinanti recuperate con lestrazione Soxhlet sono state clorobenzeni (7,59, 15,87, 16,98 e 24,17 minuti), materiali contenenti zolfo (25,02, 34,05 e 67,35 minuti), un furano-derivato (23,90 minuti), naftalene (24,44 minuti) e antracenedione (55,08 minuti) (tab.2). Lestrazione tramite ultrasonicazione ha fornito principalmente

di cloro anilina (31,40 e 32,24 minuti) ed antracene-derivati (55,06 e 69,95 minuti) (tab.3). Lestrazione tramite Estrattore Naviglio ha fornito un estratto che contiene non soltanto i prodotti chimici gi estratti tramite Soxhlet e ultrasonicazione, ma anche altre sostanze inquinanti che non potrebbero essere rilevate negli estratti mediante le altre due tecniche. Vale a dire, triclorobenzeni (24,18 e 25,87 minuti), tetraclorobenzeni (31,21 e 33,32 minuti), tetraclorotiofene (28,24 minuti) e didodecilftalato (71,56 minuti). Dallestrazione a pressione sono state rilevate anche
Laboratorio 2000 - Febbraio 2006 -

57

Estrazione di inquinanti da suolo contaminato


Fig.2- Cromatogrammi GC-MS (a corrente ionica totale) degli estratti ottenuti tramite: A. Estrattore Naviglio; B. Ultrasonicazione; C. Soxhlet .

BIBLIOGRAFIA 1)Haddock, J.D., Landrum, P.F., Glesy, J.P., Anal. Chem., 55, 1197 (1983)2) 3)Alexander, M., Environ. Sci. Technol., 11, 2713 (1995) 4)Morselli, L., Sabbioni, M., Zappoli, S., Quattroni, G., Fresenius Envir. Bull., 4, 463 (1995) 5)Wilcock, R.J., Corban, G.A., Nortcott, G.L., Wilkins, A.L., Langdon, A.G., Environ. Tox. Chem., 15, 670 (1996) 6)Lemme, T.H., Olness, A., Voorhees, W.B., Environ. Sci. Technol., 31, 3682 (1997) 7)Alonso, M.C., Puig, D., Silgoner, I., Grasserbauer, M., Barcel, D., J. Chromat. A, 823, 231 (1998) 8)Baldock, J.A., Skjemstad, J.O., Org. Geochem., 31, 697 (2000) 9)Benoit, P., Barriuso, E., Bergheaud, V., Etivant, V., Agronomie, 20, 505 (2000) 10)Mackay, D., Fraser, A., Environ. Poll., 110, 375 (2000) 11)Poerschmann, J., J. Microcolumn Separations, 12, 603 (2000) 12)Conte, P., Zena, A., Pilidis, G., Piccolo, A., Environ. Poll., 112, 27 (2001) 13)Prez, R.A., Snchez-Brunete, C., Miguel, E., Tadeo, J.L., J. Agric. Food Chem., 46, 1864 (1998) 14)Lopez-Avila, V., Dodhiwala, N.S., Beckert, W.F., J. Agric. Food Chem, 41, 2038 (1993) 15)Sarrin, M.N., Santos, F.J., Galceran, M.T., J. Chromat. A, 819, 197 (1998) 16)Snchez-Brunete, C., Prez, R.A., Miguel, E., Tadeo, J.L., J. Chromat. A, 823, 17 (1998) 17)Hernandez, F., Beltran, J., Lopez, F.J., Gaspar, J.V., Anal. Chem., 72, 2313 (2000) 18)Popp, P., Kolbitz, K., Oppermann, G., J Chromatography A, 687, 133 (1994) 19)Mastral, A.M., Calln, M., Murillo, R., Garca, T., Fuel, 77, 1513 (1998) 20)Moret, I., Piazza, R., Benedetti, M., Gambero, A., Barbante, C., Cescan, P., Chemosphere, 43, 559 (2001)21) 22)Naviglio, D., Ferrara, L., Montesano, D., Mele, G., Tomaselli, M., Martini, F., Pintonello, M., Diana, S., Saggiomo, S., It. Food & Bev. Tech. 10(26), 19-27 (2001) 23)Naviglio, D., Anal. Lett. 36(8), 1647-1659 (2003) 24)Snyder, L.R., Glajch, J.L., Kirkland, J.J., Practical HPLC metod development, J. Wiley and Sons, New York, 1988 25) http://www.nuovaestrazione.it/

sostanze alifatiche che non erano presenti negli estratti ottenuti tramite Soxhlet e ultrasonicazione (tab.4). Nonostante i composti alifatici non siano propriamente agenti inquinanti ambientali, questi possono essere componenti delle sostanze umiche del terreno e co-estratti preferenzialmente mediante lestrazione a pressione con lEstrattore Naviglio. I differenti composti rilevati con i tre metodi di estrazione possono essere dovuti ai processi di estrazione intrinseci di ogni metodo20,21. Lestrazione Soxhlet basata sulla permeazione di un solvente caldo nella matrice del terreno. La diffusione e losmosi sono i meccanismi principali per cui sono dissolti i residui organici solubili a temperatura ambiente e alle alte temperature. Tuttavia, la temperatura elevata pu produrre sia la volatilizzazione dei residui pi volatili che la decomposizione delle sostanze pi termolabili, con conseguente assenza di questi composti nei cromatogrammi GC. Questa pu essere la ragione per la quale le di cloro anilina e 7H-benz-[DE-]antracen-7-one, rilevati negli estratti dalle estrazioni per pressione e per ultrasonicazione (tab.3 e 4), non erano rilevabili invece nellestratto tramite Soxhlet (tab.2). Lultrasonicazione impiega alte energie per ridurre il terreno in particelle fini e per solubilizzare i prodotti chimici organici adsorbiti. Tuttavia, durante questo processo si possono formare radicali liberi altamente reattivi che probabilmente reagiscono con alcuni dei composti pi instabili presenti nel terreno. Inoltre, lunico leggero aumento di temperatura che si presenta durante lultrasonicazione non pu essere sufficiente per solubilizzare i prodotti chimici organici pi fortemente adsorbiti sulle particelle del terreno. Di conseguenza, le reazioni secondarie, la decomposizione e la minore solubilit possono limitare la rivelabilit di diclorobenzeni e dei composti contenenti zolfo, rilevabili invece negli 58 - Laboratorio 2000 - Febbraio 2006

estratti tramite Soxhlet ed Estrattore Naviglio (tab.2-4). Anche se il metodo basato sulla pressione impiegato in questo lavoro non implica le alte temperature come il Soxhlet e le alte energie come lultrasonicazione, esso appare il metodo pi efficiente per lestrazione delle sostanze inquinanti del terreno. Con lEstrattore Naviglio, il solvente compresso nei pori del terreno mediante un incremento di pressione a temperatura ambiente (fig.1). Questa azione facilita la permeazione del solvente nei micropori del terreno, aumentando la sua superficie di contatto allinterno. Da questo punto in poi, un rilascio molto veloce di pressione facilita la solubilizzazione e, contemporaneamente, lestrazione in fase eterogenea24 anche dei residui adsorbiti su terreno mediante una rapida decompressione generata nel sistema di estrazione. Leffetto estraente esercitato dalla decompressione del terreno conseguente allimprovviso abbassamento di pressione considerato il motivo della maggiore efficienza di estrazione dellestrattore Naviglio rispetto alle tecniche di ultrasonicazione e Soxhlet. Anche se la formazione di nuovi composti durante lestrazione a pressione non pu essere esclusa, essi dovrebbero essere presenti in misura minore. A sostegno di questa teoria la concordanza dei risultati ottenuti con lEstrattore Naviglio con quelli forniti dallARAP (tab.1 e 4). In conclusione, lEstrattore Naviglio un promettente metodo di estrazione per il recupero della maggior parte delle sostanze inquinanti un terreno contaminato e quindi permette una migliore determinazione del livello di contaminazione del terreno rispetto agli altri metodi comunemente usati. La grande quantit di solvente utilizzato per lestrazione dal terreno pu essere notevolmente ridotto usando un cilindro con un volume minore nellEstrattore Naviglio 25.