Sei sulla pagina 1di 6

Storia Greca

Neolitico: Antico (VI mil.) Medio (V m.) Recente (IV) Antico : primi esempi di abitazioni a pianta quadrangolare con mura in argilla (Verria in Macedonia) Medio: importante sviluppo di abitazioni e persino fortificazioni , Magule (gobbe del terreno) zone :Tessaglia ed Eretria. Recente: Dimini e sua acropoli , sviluppo nella costruzione delle fortificazioni , diffusione del meandro e delle spirali nella decorazione dei vasi. A Cipro VI sec.abitazioni a volta a che anticipano le tholai. Et del Bronzo (2800-1100 a.C.) diviso in antico-medio- recente e a seconda della geografia Elladico (nel continente), Cicladico (nelle isole ), Minoico ( Creta). CIVILTA' MINOICA Minoico Antico 3400-2100- fase prepalaziale. Diffusione dell' uso del metallo, nuovi e piu ricchi materialie forme per le ceramiche, raffinata gioielleria. Minoico Medio 2100-1580 fase protopalaziale Primi palazzi con struttura semplice che si sviluppa in ambienti diversi la cui fondamentale struttura il Megron. Fase Secondi Palazzi ambienti di rappresentanza destinati a funzioni sociali elevate (i cosiddetti teatri) Solchi piu profondi nel tessuto sociale dovuti forse a guerra o invasione. La decorazione della ceramica sempre piu fantasiosa e ricca ,raffinate decorazioni parietali dei palazzi . Comincia verso il finire dell epoca la diffusione della scrittura sillabica che ancora conviver con la precedente scrittura geroglifica. Minoico Tardo 1425-1150 Civilt Micenea e la sua espansione nel mediterraneo Se con Medio Ellenico abbiamo avanzamento di popolazione indoeuropea (protogreci) fino al Peloponneso tra 16 e 13sec assistiamo a profondi cambiamenti sociali , economici e delle forme del potere. I palazzi (dove sono presenti teatri)si costruiscono in luoghi forti e arroccati in controtendenza rispetto ai minoici dai quali comunque subiscono una netta influenza nell'oreficeria (maschere d oro di Micene), ceramica ma soprattutto nella scrittura con l' invenzione della lineare B. Nel 1450 la parte di Creta occidentale in mano micenea e abbiamo uno straordinario materiale di testi in lineare B (tavolette)nei punti di Cnosso (15 o contempornee a quelle di Pilo - disputa)e Pilo (1200). Ne emerge un quadro (soprattutto grazie alle tavole di Pilo)che vede un economia a fondamento agrario e una struttuta politica fortemente centralizzata sottoposta al dominio del wanax il signore affiancato da un comandante militare il lawaghetas titolare di un suo temenos, al signore sottoposta un aristocrazia militare e fondiaria. Struttura sociale piramidale composta dai damos o i damoi sono singole unit territoriali e di una foraza lavoro dipendente o di tipo servile e fascia sociale intermedia. Scambi commerciali nel mondo grego e con altre popolazioni del mediterraneo testimoniati dagli oggetti in oro , argento o avorio provenienti come da Micene come da Cnosso da Tebe e Tirinto. L civilt micenea fu molto mobile e di

grande capacit di adattamento , sempre alla ricerca di contrarre relazioni di ogni tipo e legami cn civilt e popolazioni vicine.Per gli studiosi non si pu parlare di civilt fenicia prima del 12sec., tuttavia i testi greci ne presuppongono la presenza in periodi ben precedenti , forse con questo termine intendevano tutte le popolazioni non greche del Vicino oriente Fine della civilt micenea e la tradizione sulle migrazioni doriche E' nel 13 sec. Che il mondo miceneo ha il suo declino testimoniato anche dalla distruzione dei palazzi di Micene , Tirinto e Pilo forse per causa naturale, forse per opera di invasori /distruttori o probabilmente anche a causa di rivolte interne .La tradizione dell'epica greca ha invece 2 nomi ben precisi per i conquistatori del mondo miceneo ovvero i Dori del Peloponneso e i Tessali.L' invasione dorica del Peloponneso secondo tradizione cronografica ellenistica nel 1104 , 80 anni dopo la fine della guerra di Troia. Stranamente per la tradizione non li presenta ne come distruttori della civilt precedente ne come costruttori (le mura della antiche citt doriche vengono attribuite ai Ciclopi!) La penetrazione appare veloce ma graduale. La societ dorica appare molto meno verticistica le fertili pianure un tempo dominio dei signori dei palazzi appartengono ora a nuove trib, le quali crearono i principali centri politici vicini a territori coltivabili(Argo , Steniclaro, Festo e Larissa). Ma quali furono le cause del crollo del mondo miceneo? Non si sa di preciso forse , non un caso che proprio in quegli anni vi fu il passaggio dall' et del bronzo a quella del ferro , e probabilmente i Dori sfruttando queste nuove conoscenze tecnologiche metallurgiche avrebbero soppiantato i micenei gia in crisi. Non comunque abbastanza..Di certo si sa che le citt ormai diventate propriamente doriche portarono con se o ereditarono dalla conquista importanti e grandi novit sul piano sociopolitico, tecnologico , militare ,artistico e funerario, con una diffusione di valori collettivi e espressioni ugualitarie sicuramente come risposta al crollo del precedente potere acccentratore palaziale. Le origini della polis La polis il punto di intersezione storica tra la societ e la cultura di tipo palaziale e le societ e culture di tipo tribale e territoriale . Di eredit micenea il ruolo centrale dell' acropoli dove risiedeva il centro del potere del sovrano (wanax) che sar per tutta l 'et arcaica greca il centro sociale e politico di un potere per nn piu in mano ad un solo individuo e ai suoi familiari. Topograficamente attorno all' acropoli abbiamo l' asty o citt ( ma citt bassa) e intorno a questa la chora o la campagna(territorio) quest' ultima propriet di chi detiene il potere. La polis greca vive dell' equilibrio tra asty e chora un equilibrio non solo umano e ambientale ma anche economico , sociale e politico(decorazione scudo di achille)XI E IX prendono origine le poleis , da diverse situazioni, con diversi precedenti e differenti caratteristiche. Quella che nasce nell' 8 sec la forma comune della polis che da citt aristocratica oplitico-contadina , col periodo delle tirannido e poi del tardo arcaismo sfocier nel 5sec in quella tendenziale dicotomia tra democrazia e oligarchia. La Polis nasce quindi come un risultato di un lungo e variegato processo , come sviluppo di una forma comune di polis, tra le diverse evoluzioni delle piu diverse comunit nate dalla crisi e dopo la crisi dei palazzi micenei.Dall'atomismo delle singole poleis si passa quindi alla koin di civilt della polis in un secondo momento, cosi nasce una

regionalizzazione che ci fu soprattutto tra il 6e 7 sec. Con la nascita di anfizionie e leghe tra i popoli e citt che via via si coloreranno di tinte politiche diverse e di connesse alleanze con le 2 citt egemoni Atene ( nell' ambito ionico) e Sparta(nell'ambito dorico). Colonizzazione dell' Asia Minore.Le citt ioniche ed eoliche. Dopo un primo momento di frequentazione ,Dal mondo in fermento e in crisi miceneo si distaccano e migrano gruppi di persone dando cosi vita all 'espansione micenea in Asia Minore negli ultimi secoli del secondo millennio a.C. Dalla Tessaglia si va a Lesbo dove partono le colonizzazioni eoliche verso la costa asiatica (tenedo , da kane sino a smirne). Sulla costa cosi nasce la dodecapoli eolica, tra cui emergono Cuma e Smirne.Dalle Cicladi , dall' eubea e dall'attica si muove la colonizzazione verso la dodecapoli ionica.( mileto samo efeso colofone ecc..) Da XI a 730 circa ALTO ARCAISMO 750-580 MEDIO ARCAISMO Aristocrazia iliadica (piccoli capi attorno al grande capo) e odissiaca (aristrocrazia come gruppo sociale che prevede la presenza di un primus inter pares) Regalit citt greche arcaiche: Basileiai cittadine vitalizie ed ereditarie a Sparta (nella forma della diarchia sino al 3 sec) , Argo, Messene e Cirene. Ad Atene la basileia ereditaria e vitalizia seguita dall' arcontato( prima a vita ma non ereditario, poi decennale, poi annuale)

Legislazioni e forme politiche. Tra l VIII e VII sec .si presentano tre fondamentali aspetti: la colonizzazione che assume un particolare rilievo (nel Mediterraneo orientale e lungo le coste del Mar Nero), le grandi figure dei legislatori( Licurgo a Sparta , Draconte ad Atene,Zeleuco a Locri ,Caronda a Catania , Filolao corinzio e Pittaco di Mitilene) e l ' avvento dei regimi tirranici in molte citt greche dell' istmo peloponnesiaco o dell' Asia Minore. Primo passo verso il controllo sociale connesso con l ' uso della scrittura compiuto dalle aristrocrazie .La prima legislazione scritta appartiene a Zeleuco di Locri guarda caso in una colonia, questo perch queste comunit nascenti necessitvano di un controllo sociale immediato anche perch nn avevano una tradizione orale. A sparta le leggi di licurgo nn furono scritte. Mura di Gortina 5 SEC. La costituzione di Sparta L'ordinamento politico spartano celebre per la sua staticit e compattezza in realt frutto di una serie di conflitti civili che ebbero fine circa 400 anni prima della guerra del Peloponneso , esso non imbocc mai la strada della tirannide ed ebbe una costituzione stabile e compatta simbolo di eunomia.La Grande Rethra il risposto Delfico ricevuto da Licurgo su cui basato tutto l' ordine di Sparta e la sua struttura tribale:l' organizzazione in philai (le 3 trib generiche doriche da conservare) e in obai trib territorali o villaggi; l ' esistenza di una gherousiadi 30 membri compresi gli archaghetai ovvero i 2 re dai due rami della stirpe e eraclidea).Il funzionamento politico si basava sulla riunione stagionale dell' Apella. L organizzazione sociale di

Sparta prevede un numero fisso di cittadini secondo la tradizione 9000 oguno dei quali possiede un lotto di terra che nn coltiva personalmente ma affida ai servi rurali ovvero gli iloti. Poi vi erano i perieci che erano liberi abitatori di borgate periceriche che avevano per l obbligo militare.Rigida era anche l 'organizzazione militare tra l 8e il 7 ci fu una fase di conquiste che era la maniera spartana di risolvere certe questioni che altre poleis risolvevano con l' emigrazione. La conquista spartana della Messenia Fino agli inizi del sec 8 Sparta era stata impegnata nella conquista della Laconia , intorno alla met del secolo aggirano verso occidente la barrriera del Taigeto e conquistano la Messenia o almeno la sua parte centro orientale. La prima guerra messenica dura 20 anni, la seconda dal 684 al 668 (seconda Pausania) ed contro una coalizione di messeni ribelli guidati dall' eroe Aristomene (che forse fu tradito) che fu sconfitto nella battaglia della Grande Fossa , la fortezza di Ira al confine con l'Arcadia cadde in mano spartana dopo 11 anni. L'Atene arcaica e aristocratica Atene fu sede di un palazzo miceneo , posto sull' acropoli che era circondata da mura ciclopiche , inoltre troviamo necropoli micenee in Attica.Secondo la tradizione l'eroe civilizzatore e unificatore dell' Attica fu Teseo . Prima di Teseo si ricordano i nomi di 4 re compreso il padre Egeo a Teseo sarebbero succeduti 7 re fino a Medonte o Acasto a questi segu la dinastia dei Medontidi per la tradizione re ma forse furono arconti a vita(1049?-753) a questo periodo segu quello degli arconti decennali(753683).Poco conosciamo della storia dell' Attica nel medio e alto arcaismo. Teseo dipinto come una sorta di monarca illuminato democratico, moderato e liberale anche se in contrapposizione le aristocrazie locali gli diedero persino il ruolo di tiranno.L'Attica nn fu una regione propensa e in cui fosse facile l'avvento di una Tirannide e infatti non la conobbe per tutto il 7sec .Ci fu solo un complotto di Cirone genero del tiranno di Megara che fu sventato(636) dall'intervento della famiglia degli Alcmeonidi. Era circa il 624 quando si data l'opera del legislatore Draconte che viene ricordato soprattutto per la durezza e la severit delle sue pene( famosa legge sull' omicidio). La ricerca di un bilanciato equilibrio tra poteri porter al comporsi dell colleggio dell' arcontato.L' arconte per eccellezza era quello eponimo(che dava il nome all'anno), poi vi era il basileus( che si occupava delle funzioni sacrali e quello polemarco che si occupava delle questioni militari ruolo che pian piano svanir mentre conserver solo quello di gestione dall'esterno del piano giudiziario.A questi 3 si affiancavano i 6 thesmotetai forse all'origine legislatori e custodi delle leggi. Le Anfizionie Esse sono leghe di popoli o di citt costuite intorno a un santuario.Strabone di parla delle anfizionie legate a Posidone quelle di Calauria e di Onchesto in Beozia.Legate ad Apollo erano quelle di Delo e di Delfi , a Delo si svolgeva il tradizionale panegyris(il grande raduno tenuto ogni anno in primavera) degli Ioni delle isole tutt'attorno . Delfi e il suo santuario di Apollo venne inglobata dalla lega religiosa che si raccoglieva attorno al santuario di Demtra ad Antela composta da Tessali e i popoli perieci dei Tessali.Gli anfizioni sono i popoli membri della lega rappresentanti nel

sinedrio. Ogni popolo dispone di due delegati quindi di 2 voti. I popoli sono 12 di cui 7 sono I tessali se presi insieme con i loro popoli perieci.Due volte all anno una ad Antela l ' altra a Delfi si hanno le riunioni ordinarie dell'anfizionia.Gli altri popoli che la compongono sono i Beoti , Locresi Focesi , Ioni e Dori.Nel primo decennio del 6 Sec. Si ha la prima guerra sacra Tessali , Ateniesi e il tiranno di Sicione contro i focesi di Crisa che disturbano i pellegrini che furono annientati.Da questa vittoria si rafforzarono i Tessali nella Grecia centrale ed Atene fu ammessa all' anfizionia che mostro grandi segnali di crescita dopo questa prima guerra sacra. Tirannidi arcaiche Si distinguono le cosiddette tiranniche istmiche ( Citt gravitanti l'istmo di corinto , sicione, megara e corinto stesso)da altre pur esse in Grecia come quella di Atene o quella, diversa per l ' aspetto cronologico e reale di Argo ;e tirannidi di cittdi citt ionicheo egee( come Mitilene a Lesbo o Mileto ed Efeso in Asia) .Il termine tiranno probabilmente di matrice orientale dati i rapporti tra l'istmo che conobbe precocemente questa forma di governo e appunto l'oriente.La tirannide un momento di crisi dell' aristocrazia e nasce in seno stesso dell'aristocrazia vedi il Caso di Cipselo(610) tiranno di Corinto figlio di Labda donna dominante dell'aristocrazia bacchiade che attu un governo mite , solo con la seconda generazione di tiranni avverr quella spaccatura e lacerazione tra tiranno e compagine aristocratica. Sul piano socio-economico il tiranno tende ad esercitare una funzione propulsiva,diffusa su tutte le attivit di un equilibrio nuovo , che consenta di dare qualche risposta ai bisogni elementari degli strati piu poveri (mantenendo per e curando i rapporti con la societ oplitica) senza per coinvolgerli nella sfera del potere ,ed colui che cerca di potere ogni azione produttiva.La tirannide nn mai l'anticamera della democrazia ma perlopiu di un aristrocrazia moderata. Poi col passare degli anni , con l avvento della seconda generazione la funzione d' equilibrio del tiranno viene meno e si accentuano aspetti personalistici e violenti del potere della tirannide , caratteristiche che finisono per isolarlo dalla stessa societ che egli ha constribuito a creare. Non un caso dunque che le tirannidi arcaiche non vadano oltre la seconda o la terza generazione.( Cipselo 30 anni , Periandro40 , Psammetico 3 anni). Ortagora ( o forse Mirone) figlio di Andrea(papiro Erodoto) di umili origini a Sicione instaur una tirannide dopo esser stato arconte polemarco, tra i suoi successori fu celebre Clistene(riforma delle tribu suinidi,porcidi , asinidi) tiranno violento , audace e temibile. Sviluppi politici nel 6sec. Solone fu arconte dal 594 al 593 o dal 592 al 591, fu grande riformatore sociale nomoteta , cre infatti leggi costituzionali che sostituirono i thesmoi di Draconte.Port quindi qua e l ammodernamenti e ordine nei vecchi e guasti sistemi attici. Egli avvert acutamente il divario tra la struttura politica, che va conservata anche se perfezionata e resa stabile e il rapporto sociale ormai diventato conflittuale tra la classe poverae quella ricca ,tra quindi coltivatori e proprietari terrieri.E'soprattutto in gioco la condizione degli hektemoroi coloro che lavoravano la terra per i ricchi versando forse 1/6 del loro prodotto perch anche a dispetto del rispetto di quest obbligo risultavano spesso morosi ed erano vendibili come schiavi. sistema delle misthoseis i fitti . Solone proibisce la schiavit per debiti e abolisce

parzialmente i debiti. Sostitu la dracma leggera in argento con quella pesante(eginetica) con una svalutazione del 30% che riduceva i debiti di altrettanto.Si erano rafforzate le condizioni per i possessi stabili (furono fatti sparire i cippi che attestavano un diritto diverso di propriet). Sostitui le vecchie 4 trib gentilizie con 4 nuove trib in cui distribu la cittadinanza in base ai possedimenti terrieri. Pentacosiomedimni (coloro che ogni anno ricavavano almeno 500 medimni di grano dai loro campi)
Pentacosiomedimnmi (coloro che potevano mantenere un cavallo o che ricavavano almeno 300 medimni) Zeugiti (coloro che avevano animali da giogo e ricavavano almeno 200 medimni) Teti (la maggioranza, i lavoranti dei campi, coloro che guadagnavano meno di 200 medimni, compresi i nullatenenti).

Ai Teti fu permessa da Solone la partecipazione la partecipazione all' assemblea e al tribunale del popolo (che forse cre lui stesso). Solone dunque si afferma come un valorizzatore del politico , come un creatore di valori comunitari , la sua unica debolezza fu solo quella di apparire come mediatore e gli infatti volle essere pacificatore , conciliatore e non tiranno. Finito il suo arcontato ad Atene ripresero i conflitti politici, cinque piu altri cinque anni di anarchia e per un paio d anni(582-580) l arcontato di Damasia.Abbattuto Damasia si speriment un arcontato decemvirale composto da 5 eupatridai( gente di nobile lignaggio),3 agrikoi , 2 demiurgoi.Poco dopo troveremo una diversa articolazione , ancora una volta in 3 gruppi politici dividi in base territoriale: i pedieis(pedion) i paralioi (costa)e i diakroi(montagna).Anche se non erano divisioni in base a ideologie vi furono comunque molti conflitti risolti con l ' avvento della tirannia di Pisistrato. La tirannide di Pisistrato Egli crebbe di prestigio e potere durante il suo arcontato di polermarco nei quali consegu importanti successi contro Megara(le sottrasse Salamina e Nisea).Originario di Baukron , riesce a diventare capo dei Diakroi. Pisistrato ebbe un programma politico e sociale ben piu deciso e marcato di quello Soloniano ; cercando di sviluppare le piccole propriet terriere e dedicandosi a una politica estera d espansione cio di ricerca di veri punti d appoggio commerciali