Sei sulla pagina 1di 37

CRONACHE di NAPOLI WWW.CRONACHEDINAPOLI.

ORG
Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
Direzione, redazione: LIBRA EDITRICE soc. coop. a r.l., S.S. Sannitica km. 19,800 - Centro Tamarin - 81025 Marcianise (Ce) - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725 Anno XII - Numero 101
Prezzi di vendita in abbonamento: sette numeri a settimana: annuale Euro 230,00; semestrale Euro 120,00; trimestrale Euro 65,00 - Arretrati Euro 2,00 - Concessionaria esclusiva per la pubblicità: Martedì 13 Aprile 2010
Publikompass Spa - Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli Tel. 081/4201411 - Poste Italiane S. p. A. spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/04 n. 46 art. 1 comma 1 DCBC Napoli) San Martino I Papa e martire
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382 Euro 1,00

A Mugnano vince Porcelli, a Bacoli Schiano, a Terzigno Auricchio. All’interno la composizione di tutti i Consigli

Ballottaggi, ecco i nuovi sindaci


Nella ‘rossa’ Pomigliano trionfa Russo (Pdl). A S. Anastasia s’impone Esposito, a Caivano Falco per 167 voti
In otto sono di
Marano, Miano,
Giugliano,
Sant’Antimo
e Calvizzano Gaetano Cesarano Gilda Cesarano Salvatore Cesarano Carmela Di Girolamo Daniela Cante Pietro Sartori Sergio Isidori Anna Mele
Giovanni Porcelli Ermanno Schiano Antonio Falco

Droga, patto Di Lauro-Casalesi: 17 arresti




L’organizzazione gestiva un traffico di cocaina e hashish sul litorale GIUGLIANO - Spaccio per il clan Bidognetti,
aggravamento della misura per il nuovo gruppo
domizio e nel Napoletano. Nella banda ci sono anche dieci donne della “matriarca” Angela Incandela. Diciotto le
persone raggiunte dalla nuova misura restrittiva.
In manette anche la convivente di Giovanni Letizia, legata all’ala


Le persone arrestate sono residenti a Giugliano,


Domenico Auricchio Carmine Esposito Raffaele Russo Miano, Marano, Calvizzano e Sant’Antimo.
Alle Pagine 20, 21, 22, 25, 26 e 29
stragista del clan che faceva capo al boss bidognettiano Setola Primo Piano a Pagina 16

Piscinola Blitz dei carabinieri di Marianella L’analisi degli investigatori: gli Amato-Pagano dettano le condizioni della ‘pace’ ai rivali della faida
Stupefacenti nascosti
nell’ascensore, 3 dentro Gli scissionisti si prendono Secondigliano
Ai Di Lauro resta solo il ‘Terzo Mondo’. E i Licciardi ricompongono l’asse con i Bocchetti a San Pietro
I militari sono intervenuti mentre i giovani
stavano per cedere le dosi agli acquirenti Ponticelli, Pollena, S. Anastasia, Cercola, Volla, Ercolano, Somma V., Massa di Somma e Casalnuovo Forcella
Smercio
Pozzuoli
Scatta l’allarme Clan Sarno e Orefice, in 72 alla sbarra di droga
col paniere,
dell’Asl:
i cocainomani catturati in 2
hanno superato Uno abita
il numero ai Quartieri
Vincenzo Sarno Giuseppe Sarno Ciro Terracciano Luigi Terracciano Luisa Terracciano Vincenzo Terracciano
degli eroinomani Uno ha tentato la fuga
sui cornicioni: acciuffato Cesare Pagano
e degli alcolisti A Pagina 13 Primo Piano a Pagina 10
I dati presentati
La droga sequestrata durante un convegno
A Pagina 11 A Pagina 9 Giugliano, nascondevano le scarpe
NAPOLI A PAGINA 5
Amalia Carotenuto Giacomo Carotenuto Veronica Carotenuto Enrico Orefice
A Pagina 14
Ciro Mancuso Luigi Piscopo
rubate in un negozio: coppia nei guai
GIUGLIANO - Torna in
Baby clandestini a bordo, azione la banda del buco: Rione Sanità
caos al porto: sequestrata S. Pietro a Patierno, rifiuti pericolosi Pozzuoli, a rischio scarcerazione svaligiato nel fine settimana
il negozio di calzature e
borse ‘Turco’ di corso Cam-
Vendeva droga
a un ‘cliente
l’imbarcazione diretta a Genova in strada: anche il bus non passa in 9 dei Longobardi-Beneduce pano. La refurtiva, per un
ammontare di circa 15mila
euro, è stata però ritrovata
al volante,
NAPOLI - I cittadini POZZUOLI - Processo dalle forze di polizia a casa acciuffato
NAPOLI A PAGINA 6
della periferia nord si
industriano come posso-
no per far fronte all’emer-
senza ‘casa’, 9 ras verso la
libertà. Disposta la riasse-
gnazione del caso, incom-
di una coppia, denunciata in
stato di irreperibilità. E a Ponticelli in trappola
il ‘palo’ di un pusher
Comune, Realfonso: genza rifiuti. Ieri mattina
in via Cupa Principe si è
be il rischio della decor-
renza termini. Conflitto di A Pagina 15 A Pagina 13
bilancio gonfiato, i conti avventurato tra eternit,
elettrodomestici e gomme
competenze in tribunale
sulla trattazione dell'in- Castellammare, Fincantieri: fumata
non rispecchiano la verità per auto allo scopo di
liberare la strada.
chiesta a carico di presunti
affiliati ai Longobardi. nera all’incontro sindacati-governo
I residenti ripuliscono la zona A Pagina 9 Gennaro Longobardi A Pagina 17 A Pagina 28

I due erano in auto a via Marina, abbordati da una moto Torre del Greco Il 50enne era rimasto coinvolto in un incidente in via Pagliarone
Banditi armati sequestrano i dipendenti a
e svaligiano il Punto Snai in via Duomo
NAPOLI - Raid nei con-
Vigilante muore dopo 3 giorni d’agonia 3
TORRE DEL GRECO -
fronti di due dipendenti del
punto Snai in via Duomo.
Caivano E’ deceduta nella mattinata
di ieri, la guardia giurata che
Boscoreale - Il 22enne è imparentato con Salvatore Paduano dei Gionta
Banditi armati hanno seque- Vìola rimase coinvolta nell’inci- Preso con 2 etti di ‘erba’, è il cognato di un latitante
strato per alcuni minuti gli dente di pochi giorni fa, in DOMENICA 30 MAGGIO 2010
impiegati facendosi conse- la sorveglianza via Pagliarone. Mario Tucci, BOSCOREALE - Riceve
gnare le chiavi dell’agenzia.
speciale, vigilante presso la Bsk Ser- San Giorgio, una partita di 200 grammi
di marijuana ed immediata-
Calcio Napoli Alla manifestazione potranno partecipare
tutti gli atleti tesserati F.C.I., U.D.A.C.E.,
E quindi una volta avutele vice, era in sella alla sua
in mano hanno arraffato il 28enne motocicletta di servizio aggredito mente dopo viene bloccato Mazzarri, furia U.I.S.P. e Enti di promozione sportiva e cicloamatori
in regola con la Federazione di appartenenza
bottino, corrispondente
all’incasso della giornata, in manette
quando ha tragicamente
urtato un’autovettura, finen-
e rapinato dai carabinieri. In manette
Michele Papa, 22 anni, di contro gli arbitri per l’anno 2010, appartenenti a tutte le categorie,
di ambo i sessi in età dai 15 anni in su
circa 2000 euro. E’ accadu-
to domenica sera, indagano
do in gravissime condizioni.
Il 50enne è decudo all’ospe-
del ciclomotore Torre Annunziata. E’
parente di Salvatore Padua-
Quagliarella stangato LEGGI LE INFORMAZIONI COMPLETE
le forze dell’ordine.
Sorpreso fuori l’abitazione: dale Loreto Mare di Napoli. Lo scooter rinvenuto no ricercato per estorsione. Il tecnico: ci hanno tolto sei punti
processato per direttissima A PAGINA 37 OPPURE SUL SITO
dai poliziotti a Portici Tre giornate di stop all’attaccante www.granfondodelvolturno.it
A Pagina 12 A Pagina 19 A Pagina 27 A Pagina 27 A Pagina 28 A Pagina 30, 31 e 32
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 2
CRAOttualità
NACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Martedì 13 Aprile 2010

POLITICA, IL RETROSCENA
L’ITALIA Il presidente della Camera ha illustrato una ‘terza via’: non so se il modello francese sia adatto a noi, si potrebbe pensare un sistema tutto italiano
AL VOTO Fini: la riforme istituzionale la può fare anche la maggioranza da sola
ROMA (Claudio Traiano) - “E’ opportu- aggiunto riferendosi all’articolo 138 della ciò accada, si rischia di buttare all’aria evidenziato - potremmo anche dar vita ad
no ma non indispensabile che una riforma carta. Tuttavia le riforme costituzionali che tutto il buon lavoro fatto. Per questo biso- un sistema tutto italiano. Al di là delle scel-
Il partito di Di Pietro così importante come quella del sistema
italiano sia condivisa da un numero il più
non ottengono subito il consenso di almeno
i due terzi del parlamento possono essere
gna cercare fino all’ultimo di coinvolgere il
più possibile una maggioranza quanto più
te, dobbiamo stare attenti al principio che
dobbiamo garantire, una democrazia
sconfitto da Di Brino: ampio possibile delle forze politiche”. Lo
ha detto il presidente della Camera Gian-
sottoposte a referendum confermativo. E
“sulla base dell’esperienza passata - ha
vasta”. Quanto alla nuova archiettura istitu-
zionale, Fini ha spiegato che non necessa-
risponde a due fattori, quello rappresenta-
tivo e quello governante”. Fini ha parlato
batosta per Monaco franco Fini durante un incontro con gli stu-
denti di un liceo romano. “Non si può dire
fatto notare l’inquilino di Montecitorio - c’è
il rischio che il referendum imponga un
riamente l’Italia deve ispirarsi ad un model-
lo straniero, bensì potrebbe anche inventar-
anche della riforma della giustizia: “Io
sono per la separazione delle carriere dei
nel ‘feudo’ di Termoli ‘vergogna’ se la maggioranza modifica da
sola una parte della costituzione”, ha
prendere o lasciare, visto che questo stru-
mento non prevede soluzioni parziali. Ove
ne uno proprio. “Non so se il modello fran-
cese sia il migliore per il nostro paese - ha
magistrati, ma senza che i pubblici ministe-
ri siano alle dipendenze dell’esecutivo”.

Nel centro lombardo si è imposto Sodano, D’Agostino in Calabria. Il Pd tiene per un soffio Macerata e Matera

Ballottaggi, ‘sfonda’ il centrodestra


Centrosinistra battuto nella storica roccaforte di Mantova ed a Vibo Valentia
di Dario De Rossi no Carancini si è aggiudicato il ballottaggio il 65.38 per cento dei voti contro la rivale Ida in piazza Ducale, ha ottenuto oltre il 72 per
contro il candidato del centrodestra Fabio D’Ippolito (Popolo della Libertà-Unione di cento dei consensi. Carroccio ancora trionfa-
ROMA - Il centrodestra ha strappato Manto- Pistarelli con il 50.29 per cento. Anche a Cetro). Speranza era in vantaggio anche dopo tore in Veneto con l’elezione del nuovo sinda-
va e Vibo Valentia al centrosinistra. Nicola Matera, dopo una lotta all’ultimo voto, si è il primo turno, ma tra lui e la sfidante c’è una co di Castelfranco Veneto. Luciano Dussin
Sodano (nella foto in alto) ha vinto una delle affermato il democratico Salvatore Adduce: querelle legale: il centrodestra, in largo van- ha passato il secondo turno con il 56.91 per
sfide più importanti dei ballottaggi elettorali: il candidato appoggiato da Pd, Italia dei Valo- taggio sui voti di lista, sostiene di aver supera- cento delle preferenze. La sua sfidante, Dona-
con il 52.2 per cento ha battuto la sfidante ri e Sinistra ha ottenuto il 50.3 per cento, con- to il 50 per cento e che quindi - se avesse ta Sartor, candidata di Pd, Idv ed altre liste
Fiorenza Brioni (47.8 per cento) ed ha con- tro il 49.7 per cento di Angelo Tosto (appog- vinto Speranza al ballottaggio - non avrebbe collegate, si è fermata al 43.09 per cento.
quistato dopo sessantacinque anni la roccafor- giato da diverse liste civiche e dal Movimento potuto ottenere il premio di maggioranza. Ha Dopo Montenero di Bisaccia, la sua città nata-
te rossa della Lombardia. Una sfida cruciale, per l’Autonomia). Il dato finale dell’affluenza replicato la maggioranza uscente: valgono le, Antonio Di Pietro ha perso anche Termo-
quella del capoluogo, tanto che negli ultimi nei quarantuno Comuni interessati ha detto anche i voti dati al solo sindaco, senza indica- li, il centro più importante del basso Molise,
giorni si erano presentati in città i leader del che solo il 58.7 per cento degli aventi diritto è zione della lista, quindi il centrodestra è sotto l’area dove il leader Idv è cresciuto ed ha stu-
Partito democratico Pier Luigi Bersani, andato a votare. Nel primo turno, due settima- il 50 per cento ed il premio di maggioranza è diato: al ballottaggio, infatti, ha vinto il candi-
Piero Fassino e Massimo D’Alema. Ribal- ne fa, la percentuale era stata del 74.3 per in palio. Il ballottaggio più insolito si è svolto dato del centrodestra Basso Di Brino, che ha
tone anche a Vibo Valentia, dove Nicola cento. C’è stato quindi un crollo di 15 punti e a Vigevano, comune di sessantaduemila abi- sconfitto il candidato sostenuto dall’Idv Filip-
D’Agostino (nella foto in basso) ha trionfato mezzo. Il centrosinistra si è confermato alla tanti in provincia di Pavia, dove si sfidavano i po Monaco. La città è stata amministrata
nella sfida contro Michele Soriano (esponen- guida di Lamezia Terme, in provincia di due partiti del centrodestra. Il candidato della negli ultimi anni dal dipietrista Vincenzo
te del Pd, il più votato al primo turno) ottenen- Catanzaro, il più popoloso con oltre settanta- Lega Nord Andrea Sala ha distanziato netta- Greco. Il nuovo sindaco di Gioia Tauro è
do il 59.2 per cento. Il suo avversario si è fer- mila abitanti tra i Comuni non capoluogo al mente il candidato del Pdl Antonio Prati. Renato Bellofiore. Il candidato delle liste
mato al 40.7 per cento. Il centrosinistra si è voto. Il sindaco uscente Gianni Speranza Sala, che giovedì scorso ha avuto il supporto civiche ha vinto con il 51.5 per cento contro il
confermato per un soffio a Macerata: Roma- (Pd, Idv e Sinistra) ha vinto il ballottaggio con di Umberto Bossi, che ha tenuto un comizio 48.4 per cento di Umberto Pirilli, del Pdl.

Diffusi Ma l’Ocse AFGHANISTAN

ECONOMIA i dati ha frenato: Il dietro-front di Kabul: nessuna confessione


I fatti del giorno
dell’Istat la Francia Dottori italiani, Emergency: sequestro DALL’ITALIA...
relativi e l’Italia Franco Frattini: non li abbandoneremo Milano
a febbraio a rischio KABUL - Emergency parla Il pm: legittimo sospetto, norma incostituzionale
MILANO - Il pubblico ministero Fabio De Pasquale ritiene
di “sequestro” per i tre ope-
ratori prelevati sabato scorso che il nuovo provvedimento sul legittimo impedimento sia in

Industria in crescita, dall’ospedale di Lashkar


Gah, in Afghanistan, mentre
il governo afgano ‘frena’
rispetto alle accuse lanciate
parte incostituzionale in quanto la legge disciplina il legittimo
impedimento ma “nulla dice sulle ipotesi di assoluta impossi-
bilità a comparire”. Sull’impossibilità a comparire dovrebbe,
a suo avviso, decidere il giudice caso per caso. Al processo
per i diritti televisivi di Mediaset, il pm ha dunque chiesto che

guadagnato il 2.7% ed un comandante dei tale-


bani smentisce qualsiasi
legame con l’organizzazione
di Gino Strada. “I tempi di
un fermo legale sono scadu-
la legge sia messa all’attenzione della corte costituzionale.
Roma
Condanna Google: il Web non è terra di nessuno
ROMA (Armando Silvestri) - Per la rallentamento della crescita economi- ti. Ancora non è stata forma- Ed il ministro degli Esteri ROMA - “Non esiste la sconfinata prateria di internet dove
prima volta dall’inizio del 2008 la ca in Italia e Francia: li vede l’organi- LA STANGATA lizzata alcuna accusa. Ecco Franco Frattini (nella foto), tutto è permesso e niente può essere vietato, pena la scomuni-
produzione industriale in Italia è tor- zazione per la Cooperazione e lo Svi- perché, più che di detenzio- protagonista di una polemica ca mondiale del popolo del web. Esistono invece leggi che
nata a crescere: a febbraio, secondo
l’istituto nazionale di Statistica, è
luppo economico, che ha diffuso ieri i
dati sul superindice di febbraio. A feb-
Carburanti ancora su: ne, si può parlare di seque-
stro - ha affermato Maso
con Strada, ha assicurato che
i tre italiani non sono stati
codificano comportamenti che creano degli obblighi che ove
non rispettati conducono al riconoscimento di una penale
aumentata del 2.7 per cento rispetto
allo stesso mese del 2009 ed è rimasta
invariata rispetto a gennaio. La produ-
braio “ha continuato a mostrare un’e-
spansione economica, anche se a dif-
ferenti ritmi tra paesi e regioni del
volano Api, Erg e Total Notarianni, responsabile
comunicazione di Emer-
gency - a questo punto mi
abbandonati. I tre operatori
sono stati fermati, con altre
sei persone, con l’accusa di
responsabilità”. Lo ha scritto il giudice Oscar Magi per
motivare la condanna inflitta a tre dirigenti di Google sul caso
ROMA - Nuovi aumenti per benzina e del video nel quale un ragazzo disabile veniva picchiato.
zione di autoveicoli a febbraio è salita mondo”. L’economia italiana è “soli- gasolio. Dopo ‘Shell’, ieri ‘Api-Ip’ ha sembra lecito esigere la libe- aver partecipato ad un com-
del 16.1 per cento. Gli incrementi più da e forte”, ha detto il presidente della ritoccato i prezzi di riferimento. Stesso razione del nostro personale plotto per uccidere Goulab DAL MONDO...
marcati hanno riguardato poi i prodot- commissione europea Josè Manuel movimento in rialzo anche per ‘Erg’ e e chiediamo che il governo si Mangal, governatore della
ti chimici (più 15.7 per cento rispetto Durao Barroso osservando che sui ‘Total’. “La sostanziale stabilità delle attivi in questo senso”. Pre- provincia di Helmand. Ieri si
allo stesso mese del 2009), la fabbri- conti pubblici “l’Italia, come altri quotazioni internazionali ed il progressi- cisando che dal punto di era parlato di una presunta Kabul
cazione di computer e prodotti di elet- paesi, deve fare uno sforzo” e “man- vo recupero dei margini lordi delle com- vista diplomatico “il ministe- confessione dei cooperanti. Karzai alla Nato: uccisi quattro civili a Kandahar
tronica ed ottica (più 9.9 per cento) ed tenere la disciplina”. Infine il piano di pagnie dopo un lungo periodo di sofferen- ro degli Esteri si sta muo- Ieri Kabul ha frenato: l’in- KABUL - Il presidente afghano Hamid Karzai ha accusato
i mezzi di trasporto (più 9.1 per salvataggio avviato per la Grecia ha za non hanno fermato i listini dei carbu- vendo”, il portavoce ha chiesta dei servizi d’informa- le truppe della Nato di aver ucciso quattro civili a Kandahar,
cento). In calo invece la produzione riportato la fiducia sui listini azionari e ranti”, si legge su ‘Quotidiano Energia’. aggiunto che l’appello lan- zione afgani sulla vicenda è aprendo il fuoco su un autobus che si era avvicinato ad un
nell’industria del legno, carta e stampa sulla tenuta dell’euro, ieri in rialzo “Ad oggi i margini sulla benzina appaio- ciato sul sito “sta riscuoten- ancora in corso, ha dichiara- convoglio di militari stranieri nel Sud dell’Afghanistan. La
(meno 4.7 per cento), nell’attività rispetto alle altre valute. Tensioni in no superiori alla media dei tre anni pre- do un successo clamoroso, to il portavoce del ministero Nato ha ammesso l’accaduto ed ha espresso “profondo rin-
estrattiva (meno 1.8 per cento) e nel netto calo quindi sui mercati finanziari cedenti, mentre quelli sul diesel legger- ora ci prepariamo per una dell’Interno Zamaray crescimento”. Altre diciotto persone sono rimaste ferite: i
settore dei macchinari e delle attrezza- greci dopo l’intesa raggiuntoa dall’eu- mente al di sotto rispetto al valore di rife- mobilitazione nazionale per Bashary: “Non si possono soldati della coalizione internazionale Isaf hanno aperto il
ture (meno 1.3 per cento). Segnali di rogruppo nel fine settimana. rimento, soprattutto per i self-service”. sabato prossimo a Roma”. fare ipotesi sugli sviluppi”. fuoco per errore contro il pulmann di civili in viaggio.

CRONACHE di NAPOLI
CRONACHE di NAPOLI TAGLIANDO PER RICHIESTA ABBONAMENTO Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
Direttore Responsabile: Direttore Editoriale:
Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
_ sottoscritt_ __________________________________________ DOMENICO PALMIERO PINO DE MARTINO
www.cronachedinapoli.org Società editrice: Libra Editrice soc. coop. a r.l.
Direzione e redazione:
Concorso di Lunedì 12 Aprile 2010 chiede di sottoscrivere un abbonamento a CRONACHE di NAPOLI S.S. Sannitica, 87 km. 19,800 - Centro Tamarin- 81025 Marcianise (Ce)
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725
Spedire il tagliando
 TRIMESTRALE  SEMESTRALE  ANNUALE Iscritta AGCI al n. 13738
Conc. Ora Combinazione vincente Numerone e la copia del versamento effettuato Testata registrata con il n. 5086 del 9/11/1999 presso il Tribunale di Napoli
1314 08:00 3 4 5 6 9 14 15 16 17 18 13 sul conto corrente postale n. 59384925 EURO 65,00 EURO 120,00 EURO 230,00 La testata beneficia dei contributi diretti di cui alla Legge n° 250/90 e successive modifiche ed integrazioni
1315 09:00 2 4 6 7 9 11 13 15 18 19 5 in busta chiusa, al seguente indirizzo:
Stampa: Grafic Processing S.R.L. Z. I. Acerra - Agglomerato A.S.I. Pantano
80011 Acerra (NA)
1316 10:00 3 4 5 8 11 12 13 15 17 19 17 e di poterlo ricevere al seguente indirizzo:
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382
1317 11:00 1 2 3 5 10 12 14 15 17 18 6
1318 12:00 2 3 4 7 8 10 11 14 17 18 9 LIBRA EDITRICE Via/Piazza___________________________________________________
E-mail: cronachedinapoli@yahoo.it
Concessionaria esclusiva per la pubblicità: PUBLIKOMPASS SpA
1319 13:00 2 3 5 6 8 11 12 13 19 20 1 soc. coop. a r.l. Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli - Tel. 081.4201411 - Fax 081.4201431
1320 14:00 2 3 4 6 13 14 15 16 18 20 19 Cap_______ Città_____________________________________
TARIFFE EDIZIONE NAZIONALE Euro
S.S. Sannitica, 87 - Km. 19,800 b/n 4/c
1321 15:00 8 9 11 12 13 14 15 17 18 19 19
Commerciali 41,00 62,00
1322 16:00 1 2 3 6 11 12 15 17 18 19 18 81025 Marcianise - Caserta Autorizzo al trattamneto dei dati ai sensi del Dlgs. 196/03 Ricerche di personale 39,00 56,00
1323 17:00 1 3 4 5 7 8 14 15 16 17 2 Info: 0823/581055 - 581005 Comunicazione d'impresa 54,00 81,00
Pr.(____) ___/___/___
1324 18:00 4 6 7 8 10 12 15 18 19 20 16 TARIFFE PICCOLA PUBBLICITA'


Necrologio testo a parola - -


1325 19:00 4 5 8 12 14 15 16 17 18 19 11 info@cronachedinapoli.org Firma______________________ -
Adesioni a parola -
1326 20:00 4 5 6 8 11 12 15 18 19 20 19 Croce - -
CRONACHE di NAPOLI
Attualità Martedì 13 Aprile 2010
3
IL RETROSCENA
IL DRAMMA Pochissimi minuti prima della sciagura era passato un altro locomotore. Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano in contatto diretto con il prefetto
A BOLZANO Lo smottamento provocato dalla rottura di un impianto d’irrigazione a monte
BOLZANO (Claudio Traiano) - Poco un impianto d’irrigazione a monte della della Venosta hanno recuperato la scatola della Repubblica Giorgio Napolitano,
prima della disgrazia un altro convoglio era frana. Rompendosi, l’impianto avrebbe infra- nera presente a bordo del treno. L’apparec- appresa la notizia del deragliamento, si è
passato dal punto del deragliamento senza diciato pesantemente il terreno sottostante, chio è apparso visibilmente danneggiato ed è immediatamente messo in contatto con il
Le operazioni di soccorso che accadesse nulla. Lo ha detto il direttore
della linea ferroviaria Helmuth Moroder.
rendendolo instabile fino a farlo franare.
L’assessore altoatesino alla Mobilità Tho-
stato posto sotto sequestro dai carabinieri.
Nel frattempo continuano ad essere estratte
prefetto di Bolzano, al quale ha chiesto di
essere informato in tempo reale. “Una
particolarmente difficili “E’ stata una questione di pochi minuti.
Poco dopo - ha detto - è passato il treno che
mas Widmann ha sottolineato che l’anno
scorso era stata monitorata proprio la scarpa-
salme dai vagoni. I cadaveri sono stati com-
posti all’interno di sacche bianche. Per tra-
casualità incredibile sembra essere stata
all’origine della disgrazia in val Venosta”.
per il terriccio ed il fango è andato a finire contro la frana. Con tutta
probablità - ha detto ancora Moroder - a cau-
ta da cui ieri mattina si è staccata la frana che
si è abbattuta sul convoglio ferroviario in val
sportarli i soccorritori hanno usato delle
barelle con una ruota, di quelle usate general-
Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e
dei Trasporti Altero Matteoli, che è giunto
sare lo smottamento è stata la rottura di un Venosta. Il comandante dei vigili del fuoco di mente per i soccorsi sui sentieri di alta mon- sul posto del disastro. “Non sono un tecnico,
e la tortuosità della zona tubo per l’irrigazione dei campi a monte Castelbello Lorenz Tappeiner poi ha ricor- tagna. A bordo del convoglio c’erano più che ma appare evidente che la forza che ha agito
della massicciata”. L’ipotesi ha trovato con- dato che nel 2006 era stata effettuata un’eser- altro pendolari, ha detto il governatore sui vagoni in transito è stata enorme. La
ferme da un primo sopralluogo dei tecnici, citazione di Protezione civile nella zona dove Durnwalder. “Si è trattato di una disgrazia frana di una decina di metri ha colpito il
che avrebbero infatti riscontrato un difetto in è avvenuto il disastro. I tecnici della ferrovia imprevedibile”, ha aggiunto. Il Presidente treno proprio mentre stava passando”.

Il convoglio ha travolto due pini di alto fusto, che però hanno impedito ai vagoni di finire nel fiume

Treno investito dalla frana, nove morti


L’incidente tra Laces e Castelbello, nella zona di Merano: ventotto i feriti
di Dario De Rossi lungo delle reti paramassi, salendo dal greto del torrente e
raggiungendo i feriti dall’alto. Si è salvato solo per un caso
BOLZANO - Un treno regionale è deragliato nella zona uno dei controllori in servizio. L’uomo, secondo quanto
di Merano, in provincia di Bolzano. Nove i morti, ventotto ha riferito l’assessore provinciale ai Trasporti Thomas
i feriti, secondo quanto ha confermato il governatore Luis Widmann, avrebbe cambiato all’ultimo il treno. Sarebbe
Durnwalder. Ma le vittime potrebbero essere molte di sceso dal treno finito poi sotto la frana proprio a Laces,
più perché i morti sono rimasti intrappolati in un vagone due minuti prima della tragedia. La linea della val Venosta
in mezzo alla terra ed alla fanghiglia. Tra i feriti, sette sono è una delle più moderne dell’alto Adige. Realizzata su un
in gravi condizioni. L’incidente ferroviario è avvenuto tracciato preesistente, è stata inaugurata nel 2005. La linea
intorno alle nove di ieri mattina. Coinvolto il treno regio- parte da Malles, in cima alla vallata, nei pressi del confine
nale ‘R108’ della società di trasporti ‘Sad’, gestita dalla con l’Austria e con la Svizzera e - con un tracciato affasci-
Provincia autonoma, che è deragliato nella zona di Mera- nante ai piedi di monti alti tremila metri e lungo le pendici
no, nel tratto della linea tra Castelbello e Laces, in un coltivate a frutteto - giunge sino a Merano. Di prima mat-
punto dove i binari attraversano una stretta gola. Il convo- tina il servizio viene rafforzato, per far fronte alla maggior
glio era partito da Malles alle 8.20 ed avrebbe dovuto domanda di trasporto di lavoratori e studenti, mentre nei
giungere a Merano alle 9.43. La strada statale attigua alla fine settimana i convogli circolano in gran parte in doppia
linea ferroviaria è stata chiusa al traffico per consentire trazione. In più ogni due ore c’è un collegamento diretto
l’afflusso dei mezzi di soccorso. Il governatore altoatesino con i treni espresso regionali, che nel tratto dalla bassa val
Durnwalder ha interrotto la seduta di giunta per recarsi sul Venosta si fermano solo nelle località principali e permet-
posto e rendersi conto con i propri occhi della situazione. tono di spostarsi dall’alta val Venosta a Merano in tempi
A causare il deragliamento del treno potrebbe essere stato più rapidi. Questi treni espresso - che circolano soltanto
uno smottamento, che avrebbe spostato un tratto della nelle giornate feriali - proseguono poi per Bolzano, garan-
sede ferroviaria. I soccorritori hanno detto che “i feriti tendo un collegamento diretto anche con il capoluogo.
sono numerosissimi”. Una decina quelli portati all’ospe-
dale di Merano con traumi cranici e toracici, uno con un
femore fratturato. Una ventina di feriti sono stati inoltre TRAGEDIA NELLE MARCHE
smistati negli ospedali di Silandro e di Bolzano. Per il tra-
sporto dei feriti sono stati usati gli elicotteri. I passeggeri
del convoglio dovrebbero essere trentanove, ma su questa Lo schianto domenica sera a Vigne di Fabriano, in provincia di Ancona: forse il maltempo la causa
I fatti del giorno
cifra non ci sono certezze dal momento che sulla linea sal-
gono spesso molti abbonati. Il conto, dunque approssima-
tivo, è stato fatto grazie ad un bigliettaio che aveva effet-
tuato i controlli poco prima della tragedia. I morti sono
Precipita aereo, vittime due uomini ed una donna
ANCONA (Simone Santomartino) - rispetto alla carlinga, come se durante
Roma
DALL’ITALIA...

rimasti intrappolati nel vagone in mezzo alla terra ed alla


Due uomini ed una donna sono morti una virata si fosse schiantata prima Duplice omicidio al Quadraro, giallo nella Capitale
fanghiglia. Così è difficile al momento stabilire il numero
preciso delle vittime. Almeno uno dei vagoni del convo- nello schianto di un Cessna, precipita- l’ala e quindi il resto dell’aeromobile, ROMA - Due uomini, un trentenne ed un quarantaquat-
to domenica sera a Vigne di Fabriano, con un effetto rimbalzo. L’aereo era trenne, sono stati trovati morti in un appartamento in via dei
glio, investito dalla frana, si è infatti completamente riem- in provincia di Ancona, probabilmente partito alle tre del pomeriggio da
pito di terra e di fanghiglia. I soccorritori stanno hanno Ciceri, nella zona del Quadraro, a Roma. Rientrato a casa, il
a causa del maltempo. Le tre persone a Roma Urbe: l’ultimo contatto, circa tre padre del trentenne ha trovato il figlio senza vita ed ha lan-
lavorato con pale e picconi per entrare e per scavare, recu- bordo avevano dai trentasette ai set- ore più tardi, è stato con la torre di Fer-
perando chi è rimasto intrappolato. Sul luogo della disgra- tant’anni: i nomi non sono stati ancora rara. Non ci sarebbe stata alcuna ciato l’allarme alla polizia. Secondo la ricostruzione della
zia è stato allestito un ospedale da campo della Protezione resi noti, in attesa di dare la notizia ai richiesta di cambiamento di rotta polizia, una delle vittime era sul letto e l’altra sul divano.
civile. E’ stato istituito un numero telefonico d’emergenza parenti. Sull’episodio sono state aperte prima che dell’aeromobile si perdesse
(800/70051) al quale può telefonare chi voglia avere infor- due inchieste: una della procura di ogni traccia. Confermato l’ultimo Como
mazioni sui passeggeri del treno. In particolare un vagone, Ancona, affidata al pubblico ministero drammatico contatto del pilota con la
quello in testa al convoglio, è apparso completamente Rosario Lioniello, l’altra tecnica del- torre di controllo: “Oh my God”, mio Giovane marocchina picchiata e stuprata per anni
distrutto: è stato ricoperto dal terriccio e tutti i vetri sono l’agenzia nazionale per la Sicurezza fatto che le parti dell’aeromobile recu- Dio, ha urlato in inglese. I resti dell’ae-
sventrati. La parte frontale è andata addosso a due pini di COMO - Dopo anni di maltrattamenti, una diciannovenne
del volo. E’ possibile che il Cessna perate siano state ritrovate in luoghi reo sono stati individuati in una vallata marocchina ha denunciato alla polizia padre e marito. Pic-
alto fusto. Sono questi due alberi che hanno fatto in modo abbia avuto un doppio impatto prima diversi e distanti fra loro. Nel mezzo ci dopo la segnalazione di alcuni testimo-
che il treno non precipitasse nel fiume, ed i pompieri lo di schiantarsi al suolo. Lo lascia pensa- sono due case, che non sono state col- ni che lo avevano visto precipitare ed chiata con la cinghia o quando capitava con cavi elettrici dal
hanno assicurato con un grande paranco. Per raggiungere re, in attesa di una ricostruzione uffi- pite dall’impatto. Un’ala del Cessna e avvertito il boato. Le indagini sono padre operaio, residente nel Parmense, e violentata e picchia-
il punto dell’impatto i soccorritori debbono arrampicarsi ciale della dinamica dell’incidente, il l’elica sono state trovate più in alto condotte dai carabinieri di Fabriano. ta, poi, dal marito che era stata obbligata a sposare. La giova-
ne, che si era da poco trasferita a Como, è riuscita a fuggire.

ROMA MILANO VARSAVIA Orvieto


Incendio in casa, anziano intossicato dal fumo
ORVIETO - Un incendio è divampato domenica in un’abi-
tazione di Orvieto, provocando la morte di un idraulico in
pensione, l’ottantunenne Paolo Portarena, che è rimasto
soffocato dal fumo. La moglie, l’ottantenne Bruna
Bambini, disabile, è stata invece ricoverata al centro grandi
ustioni dell’ospedale ‘Sant’Eugenio’ di Roma: non è grave.

DAL MONDO...
Washington
Fa a pezzi la moglie e la nasconde nel congelatore

In ‘minicar’ contro un pullman, La lasciano spirare a tredici mesi: Sabato il funerali di Lech Kaczynski, WASHINGTON - Il trentanovenne Anthony Hopkins,
predicatore evangelico dell’Alabama, sposato e padre di sei
senza scampo una quindicenne aveva la tessera sanitaria scaduta feretro esposto al pubblico in Polonia figli, è stato formalmente imputato di aver usato violenza sui
figli, di aver fatto a pezzi la moglie e di averne nascosto i resti
in un congelatore. Avrebbe ucciso dopo essere stato sorpreso
ROMA - Due vittime in tre giorni mentre erano MILANO - Una bimba di tredici mesi è morta VARSAVIA - Avrà luogo sabato il funerale del
alla giuda della loro ‘minicar’. Avevano dicias- al pronto soccorso dell’ospedale ‘Uboldo’ di presidente polacco Lech Kaczynski, della mentre aveva un rapporto sessuale con una delle figlie.
sette e quindici anni. Sabato sera la macchinina Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, moglie Maria e delle altre vittime dell’incidente
di Jacopo Fanfani, nipote di Amintore ed perché il padre, un nigeriano, non aveva potuto aereo avvenuto in Russia. “Il presidente russo
unico figlio di Donatella Papi, la giornalista che rinnovare la tessera sanitaria. Questo avrebbe Dmitry Medvedev ha intenzione di prender parte Mosca
ha sposato il mostro del Circeo Angelo Izzo, si è causato ritardi fatali nelle cure alla piccola. La alla cerimonia funebre”, ha spiegato il ministro Assassinato il giudice a capo della lotta ai naziskin
ribaltata in tangenziale a Roma per poi accartoc- tragedia sarebbe avvenuta il tre marzo. I genitori degli Esteri polacco Radoslaw Sikorski. Sarà
ciarsi contro il guard-rail. E ieri all’Olgiata la hanno presentato denuncia per omicidio colposo certamente presente il presidente della commis- MOSCA - Era un giudice impegnato contro i naziskin,
quindicenne Federica Lupi è finita a carico dei medici dell’ospedale. La sione europea José Manuel Barroso. Eduard Ciuvashiov, la vittima uccisa ieri a colpi d’arma
contro un pullman che stava andando struttura sanitaria ha negato le accuse. Non è ancora chiaro se alla celebrazio- da fuoco mentre stava uscendo dalla sua abitazione, in una
Secondo a prendere dei bambini per portarli a
I genitori Tommy Odiase, il padre della vitti-
Si attende ne parteciperà anche il presidente ame- zona centrale della capitale, ad un chilometro dalla sede
grave lutto scuola non riuscendo a controllare la nigeriani ma, aveva da poco perso il lavoro e la presenza ricano Barack Obama. “Mi aspetto del governo ed a poche centinaia di metri dalla cittadella
in tre giorni vettura, scivolata in curva sull’asfalto hanno sporto dunque non gli era stato possibile rin- dei capi che il mondo intero partecipi”, ha finanziaria. Era in prima linea contro gli ultranazionalisti.
dopo quello bagnato: è morta sul colpo. Si tratta di
un bus di una compagnia privata che denuncia novare la sua tessera sanitaria. Questo
avrebbe spinto i medici a rifiutarsi di di governo affermato Sikorski. Il fratello gemello
di Kaczynski, Jaroslaw, ha intanto
di sabato ogni mattina svolge un servizio navet- ai carabinieri curare la bambina fino all’intervento e di stato riconosciuto il corpo del leader, che è Belfast
ta per studenti e lavoratori di un resi- dei carabinieri, sollecitato proprio dal- stato riportato a Varsavia domenica. Autobomba in Irlanda del Nord, ritorna la paura
dence. E’ successo verso le otto del mattino. Sul l’uomo. I genitori della piccola ritengono che Oggi il feretro sarà esposto al pubblico. Le scato-
mezzo solo l’autista e due accompagnatrici. La “se lei fosse stata italiana, questo non sarebbe le nere delll’aereo presidenziale, recuperate inte- BELFAST - Torna la tensione in Irlanda del Nord. Un’au-
‘minicar’, per l’asfalto scivoloso per la pioggia, successo”. A Carugate, nel Milanese, c’è stata gre, hanno intanto fornito elementi utili per stabi- tobomba è esplosa in periferia di Belfast, vicino alla sede dei
ha invaso all’uscita di una curva la corsia dove anche una manifestazione a sostegno della fami- lire le cause dello schianto. Secondo il vicepre- servizi segreti britannici. L’ordigno era piazzato in un’auto
stava arrivando lo scuolabus. Il pullman, nel ten- glia. Sulla morte l’ospedale “smentisce soprat- mier russo Sergei Ivanov, la decodifica dei dati dietro l’ex base militare. Non ci sono vittime, ma un anziano
tativo di evitare l’impatto, dopo lo scontro ha tutto riguardo al presunto rifiuto di cure dei ha confermato che l’equipaggio aveva ricevuto è rimasto ferito. L’attacco nel giorno del trasferimento dei
abbattuto un albero. Ferito il conducente. medici per la tessera sanitaria scaduta”. l’avviso sulle condizioni meteo difficili. poteri di polizia e giustizia dalla Gran Bretagna all’Ulster.
4 Martedì 13 Aprile 2010
Campania CRONACHE di NAPOLI

Le indagini Il ‘business’ Gli arresti Benevento E’ stato ammanettato dai carabinieri


EMERGENZA
CRIMINALITA’ Stalking alla ex,
quarantaseienne
L’OPERAZIONE finisce in carcere
Santa Maria Capua Vetere Presi madre e fratello del ras Vittorio Casertano, dentro per associazione camorristica ed omicidio

Usura ed estorsione, incastrati in tre


Obbligo di firma per il titolare di un mobilificio di Capua. Agivano tra Caserta e Viterbo
di Vittorio Petraroli gli interessi da ricevere ed i nomi dei ciglione si sono recati nelle abitazioni ne specializzata, che li versava su conti
“creditori” della famiglia Casertano casertane dei tre sospettati. L’indagine aperti appositamente, cambiando, poi, il BENEVENTO (Claudio Traiano) -
SANTA MARIA CAPUA VETERE - erano annotati scrupolosamente dalla che ha portato ai due fermi parte da un nome dell’intestatario. Intercettazioni I carabinieri in forza al reparto opera-
Un quaderno di colore verde nel quale donna in un quaderno verde, sequestrato filone d’inchiesta, coordinato dalla Pro- telefoniche hanno poi portato a stabilire tivo e radiomobile del comando pro-
erano meticolosamente annotate cifre, dai carabinieri. Madre e figlio sono stati cura della Repubblica di Santa Maria che alcuni di quegli assegni rubati erano vinciale di Benevento hanno tratto in
nomi, e movimenti finanziari. La prova arrestati nella mattinata di ieri con l’ac- Capua Vetere, incominciata alla fine del gestiti da Anna Casertano. Nel computer arresto il quarantaseienne Gerardo
della loro colpevolezza. Un giro di cusa di estorsione e usura. Una terza 2005. Tutto è partito dalla segnalazione di Angelo Casertano (sottoposto poi a Zenga, originario di Pietrelcina, pic-
usura sull’asse Caserta-Viterbo è stato persona, Enrico Russo, residente a di un cittadino di Oriolo Romano, in sequestro) sono stati rinvenuti dai cara- colo centro in provincia di Beneven-
scoperto dai carabinieri della compagnia Capua e titolare di un mobilificio, è provincia di Viterbo, rivoltosi ai carabi- binieri altri conteggi e movimenti ban- to, perché si è reso responsabile siste-
di Ronciglione, diretta dal capitano stato sottoposto all’obbligo di presenta- nieri per segnalare lo smarrimento di un cari riconducibili al giro di soldi proven- maticamente - da circa due mesi a
Marco Livio Nasponi. Due le persone zione alla polizia giudiziaria. Per ese- assegno. Gli assegni venivano rubati in to dell’attività di usura sua e della questa parte - di vessazioni varie nei
tratte in arresto, tutte del Casertano. A guire i due arresti, i carabinieri di Ron- provincia di Caserta da un’organizzazio- madre. confronti dell’ex moglie, la quaran-
gestire il vasto giro era una donna, tottenne ed anch’ella operaia Marina
Anna Casertano, sessanta- Tizzani. L’uomo si rendeva respon-
treenne, residente a Santa sabile di reiterate persecuzioni verba-
Maria Capua Vetere, madre Avellino Il trentenne serbo è stato rintracciato dopo la denuncia della vittima, che è stata avvicinata ed aggredita al centro della città li e telefoniche, costellate da minac-

Tenta di violentare una ragazza, preso


di cinque figli. Tra questi, ce, pedinamenti ed aggressioni fisi-
Vittorio Casertano (nella che, di cui una avvenuta nella serata
foto), ras molto in vista di sabato scorso. Zenga nella circo-
presso i cartelli camorristici stanza, è stato sorpreso mentre colpi-
locali, quarantacinquenne, AVELLINO (Giorgio Ranocchi) - Si ed in pieno centro cittadino avrebbe com- va violentemente la moglie in strada,
tuttora in carcere per asso- aggirava per le strade della città a bordo di piuto l’ultima ‘impresa’ che gli è costata nella zona di Capodimonte, dai mili-
ciazione camorristica e tari dell’Arma, che stavano operando
un furgone bianco e - dopo essersi avvici- la denuncia ed un decreto d’espulsione nella zona nell’ambito di un servizio
omicidio. Insieme a un nato a giovani donne - si ‘esibiva’ nell’at- dall’Italia. A suo carico altri precedenti
altro dei suoi figli, Angelo di controllo del territorio disposto dal
to di procurarsi piacere. In seguito alle analoghi e l’assenza di un regolare per- comando provinciale e finalizzato
Casertano, di trentotto numerose segnalazioni ricevute, la squa- messo di soggiorno. In seguito ad un
anni, anche lui tratto in principalmente a frenare il fenomeno
dra volante del capoluogo irpino ha inten- accurato servizio di controllo, gli agenti dei furti di notte nelle abitazioni. La
arresto nella mattinata di sificato l’attività di controllo del territorio delle volanti hanno fermato il furgone
ieri, la donna concedeva prestiti anche donna, inoltre, afflitta da un perdu-
con l’obiettivo d’identificare l’autore degli bianco ed identificato il giovane serbo che rante stato d’ansia e di paura - che
di piccole somme, per poi pretendere di atti osceni. Il trentuno marzo scorso il gio- è stato inoltre riconosciuto, in un secondo
riavere indietro cifre da capogiro. Con l’avevano da tempo indotta a modifi-
vane, poi identificato come M.M., tren- momento, dalla studentessa quale autore care le proprie abitudini di vita -
tassi di interesse altissimi. Anna Caser- tenne di origine serba domiciliato a Napo- del tentativo di violenza sessuale esercita-
tano, tra le altre cose, era conosciuta nel quando è stata condotta in caserma,
li - a Scampia - ha avvicinato una studen- to nei suoi confronti. Il malvivente, tra ha sporto immediatamente una detta-
Casertano anche in qualità di consulente tessa che percorreva una strada periferica l’altro volto già noto alle forze dell’ordine
finanziario. Stando a quanto emerso gliata denuncia presso gli uffici della
della città e con forza ha tentato di trasci- per reati contro il patrimonio, era diventa- Benemerita contro Zenga che, arre-
durante le indagini dei carabinieri, erano narla all’interno di un furgone bianco con to ormai l’incubo delle ragazze avellinesi,
in molti a rivolgersi a lei per avere dei stato in flagranza di reato per
ovvie intenzioni. La donna, in preda alla ed è stato deferito all’autorità giudiziaria stalking, dopo le formalità di rito, è
finanziamenti, anche se, una volta otte- paura, è riuscita però a sottrarsi all’azione ed allontanato dal territorio irpino. E’ in stato associato in ua cella della casa
nuto il denaro, la sessantatreenne inta- criminosa ed ha denunciato l’accaduto in corso inoltre l’istruttoria per l’espulsione circondariale di Benevento, a disposi-
scava il grosso della somma. Tutti i questura. L’uomo si trovava ad Avellino del malvivente dal territorio nazionale. zione dell’autorità giudiziaria.
movimenti di denaro, i prestiti concessi,

La vicenda L’assessore pugliese Loizzo e la Poli Bortone hanno scritto a Matteoli, il presidente della Provincia di Brindisi Ferrarese a Berlusconi
I fatti del giorno
Montaguto, invocato l’intervento del governo MONTAGUTO (Clara di Francesco) sindacali dei lavoratori e dei datori di
Serino
Stroncato da un’overdose di eroina e cocaina
SERINO - E’ giunto cadavere all’ospedale ‘Landolfi’ di
Il giallo di Potenza - L’assessore regionale pugliese ai Tra-
sporti Mario Loizzo ha inviato al mini-
lavoro ed i cittadini”. “Ad oltre un
mese dalla frana, ancora non si cono-
Solfora intorno alle undici e mezzo di domenica sera, stron-
cato da un’overdose. E’ morto così M.D.V., barbiere serine-
Assassinio Claps, si aprirà stro dei Trasporti Altero Matteoli una
lettera nella quale ha sollecitato “un
intervento governativo di carattere
scono le possibili strategie predisposte
da Trenitalia per risolvere questo grave
disagio, né i tempi d’attesa per la riso-
se trentunenne. All’ospedale è giunto accompagnato da due
amici, anche loro tossicodipendenti. Sul posto i carabinieri. I
tre si erano recati a Secondigliano per acquistare droga, ma
oggi l’incidente probatorio straordinario, che metta a disposizione
della Protezione civile e del commissa-
rio straordinario tutte le risorse neces-
luzione definitiva”. Lo ha affermato in
una nota la senatrice Adriana Poli
Bortone, di ‘Io Sud’ che ha scritto ai
già durante il ritorno il ragazzo - che aveva assunto una
miscela di eroina e cocaina - si era sentito male.

sarie per affrontare” l’emergenza ministri Matteoli e Giulio Tremonti San Marzano sul Sarno
determinata dalla frana di Montaguto, (Economia) proponendo che che scor- Allarme maltempo, il Solofrana rompe gli argini
in provincia di Avellino, che ha interrot- per il sedici aprile prossimo, una mani- porino “attraverso delibera Cipe, dai
to i collegamenti ferroviari tra la Puglia festazione di protesta nel luogo della 38 milioni di euro destinati con i Fas SAN MARZANO SUL SARNO - La pioggia insistente ha
con la Campania ed il Lazio. “Oltre a frana, che da oltre un mese blocca la alle aree sottoutilizzate, i soldi necessa- caratterizzato la notte tra domenica e ieri nel salernitano.
ciò - si legge nella nota - riteniamo linea ferroviaria tra la Puglia e Napoli- ri al ripristino della tratta ferroviaria ed Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per l’allagamento
necessario ed urgente convocare un Roma e la statale ‘90’ tra Foggia e alla messa in sicurezza dell’intera area. di scantinati e garage e diverse le chiamate di soccorso giunte
tavolo di lavoro con la Regione Cam- Benevento. “La gravità della situazio- E’ una situazione gravissima per la al pronto intervento dei caschi rossi, che sono intervenuti in
pania e le società interessate, dove ne sul sistema dei trasporti ferroviari - quale già avevo scritto al ministro Mat- diverse zone . L’acquazzone ha provocato allagamenti e fatto
affrontare i problemi relativi alla situa- si legge nel telegramma - non è più tol- teoli, per chiedere un intervento urgente gonfiare i corsi d’acqua. Nuovo allarme a San Marzano sul
zione dei collegamenti ferroviari, auto- lerabile. Infatti i nostri concittadini magari intervenendo anche con bonus Sarno dove, ieri mattina, il Solofrana ha rotto gli argini.
mobilistici ed aerei da coordinare per stanno subendo grossissimi disagi, ad hoc per la riduzione del costo dei
far fronte a quella che appare come peraltro senza conoscere quando potrà biglietti, per almeno il 50 per cento, per Fragneto Monforte
SALERNO - Nell’inci- Salerno che ha redatto la
dente probatorio che si perizia sul cadavere, tecnici una vera e propria emergenza sociale essere superata questa emergenza e gli Eurostar che hanno come base di Topi d’appartamento in azione, in fuga con gli ori
terrà domani alla procura di e funzionari della polizia per le nostre popolazioni”. Il presidente quali siano le iniziative che il governo partenza od arrivo una città della FRAGNETO MONFORTE - Ancora un furto in abitazio-
Salerno, nell’ambito del- scientifica che sino ad ora della Provincia di Brindisi Massimo intenda assumere od abbia già assun- Puglia e Roma. Spiace constatare - ha ne a Fragneto Monforte, nel Sannio, dove i malviventi si sono
l’inchiesta sull’uccisione di hanno lavorato sulle tracce Ferrarese dell’Unione di Centro, ha to”. Alla manifestazione - ha scritto concluso - che il ministro Matteoli non introdotti nella casa di un sessantenne ed hanno rubato monili
Elisa Claps, si comince- trovate in chiesa tranne che inviato un telegramma al presidente del Ferrarese - parteciperanno consiglieri abbia inteso in alcun modo dare una in oro. I ladri sono entrati attraverso una finestra del piano
ranno a prendere in esame su quelle riguardanti il Dna. Consiglio Silvio Berlusconi ed al sotto- ed assessori della Provincia di Brindisi, risposta alle richieste dei pugliesi che, terra, lasciata incautamente aperta. I carabinieri hanno anche
le tracce di Dna repertate E sarebbe in fase di deposi- segretario Gianni Letta annunciando, i sindaci della zona, le organizzazioni quotidianamente, si sentono raggirati”. trovato un’auto risultata rubata il nove aprile scorso in provin-
fino ad oggi. In particolare to, alla procura generale di cia di Napoli. La vettura è stata abbandonata dai malviventi
andranno comparate le Salerno, la consulenza I BALLOTTAGGI che, alla vista dei militari dell’Arma, si sono dileguati a piedi.
tracce trovate sugli indu- medico legale effettuata da
menti della vittima con Francesco Introna, del Salerno
quelle del sottotetto della
canonica della chiesa della
‘Policlinico’ di Bari. Gran-
de attesa davanti al palazzo
Sono diventati primi cittadini rispettivamente Pasquale Mauri dell’Udc e Martino Melchionda del Pd Cerca di rubare in una casa, presa una rumena

Angri ed Eboli eleggono i sindaci


‘Santissima Trinità’ a di giustizia di Salerno, dove SALERNO - Ha tentato di rubare all’interno di un apparta-
Potenza, dove sono stati si attendono possibili nuovi mento in via Fusandola, a Salerno, ma il tempestivo inter-
trovati i resti della ragazza. elementi sul caso della vento degli agenti in forza al commissariato di polizia ha
Il passo successivo potreb- ragazza scomparsa dicias- evitato che il furto potesse essere portato a termine. Nei guai
be essere la comparazione sette anni fa ed il cui corpo ANGRI ED EBOLI - I ballottaggi hanno emesso la loro una venticinquenne di nazionalità rumena che, approfittan-
del Dna trovato sugli indu- è stato ritrovato il diciasset- sentenza. Nel Salernitano erano due i Comuni impegnati nel do del giorno festivo, stava per svaligiare un’abitazione che
menti con quello di Danilo te marzo scorso. Gli inqui- secondo turno: Angri ed Eboli. Nel primo caso è stato eletto era stata lasciata incustodita nel fine settimana. La donna è
Restivo, unico indagato per renti hanno fatto trapelare sindaco il consigliere provinciale Pasquale Mauri (nella foto stata denunciata in stato di libertà all’autorità giudiziaria.
omicidio, violenza sessuale soltanto che in settimana si a sinistra), appoggiato dall’Unione di Centro e da tre liste Melizzano
ed occultamento di cadave- avvierà l’incidente probato- civiche. Con il 56 per cento dei voti, ha battuto l’assessore
re. Restivo, che ora vive in rio: molte delle analisi provinciale Antonio Squillante, esponente della giunta gui- Comincia a gridare e mette in fuga terzetto di ladri
Inghilterra, di recente ha genetiche e merceologiche data da Edmondo Cirielli e sostenuto da sei liste civiche e MELIZZANO - Domenica la squadra mobile del commis-
fatto sapere di essere dispo- sono irripetibili, hanno sot- ‘Noi Sud’, che si è fermato al 44 per cento. Affluenza al 67.5 sariato di polizia di Telese Terme è intervenuta a Melizzano
sto a sottoporsi all’esame tolineato le fonti giudizia- per cento. Ad Eboli invece Martino Melchionda (nella foto per un tentato furto in abitazione. A chiamarli la proprietaria
del Dna. All’incidente pro- rie, ed andranno affrontate a destra), supportato dal Partito democratico, da Alleanza per cinquantottenne: ha raccontato agli agenti che, mentre rien-
batorio parteciperanno i proprio in questa fase. Nel l’Italia e da una lista civica, è stato eletto sindaco con il 52.6 trava in casa, ha notato tre persone sul balcone intente a for-
consulenti della famiglia rapporto dovrebbe essere per cento dei voti, contro il 47.4 per cento di Massimo zare la porta. Spaventata, ha iniziato ad urlare, ed i ladri sono
Claps e di Restivo, il con- già contenuta la causa della Cariello, sostenuto da Udc, Sinistra, Italia dei Valori, partito fuggiti su un’automobile guidata da un quarto complice. Sul
sulente della procura di morte di Elisa Claps. Socialista italiano e due civiche. Affluenza al 64.7 per cento. luogo è giunto anche il personale della polizia scientifica.
S.S. Sannitica km. 19,800 - 81025 Marcianise - Caserta - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165

CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI


S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Martedì 13 Aprile 2010


CRONN ACHE
apoli
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 5

CAOS PROTESTA DISAGI


I 400 dipendenti portuali in un sit-in E’ stato impedito l’attracco
ALLO SCALO hanno mandato in tilt il traffico fino alle 13 di due navi da crociera e tre mercantili

Baby clandestini a bordo,


porto di Napoli bloccato
Sequestrata l’imbarcazione. Conateco chiede 200mila euro di danni
di Salvio Esposito lo scalo di Napoli e tre navi merce sono in
Fuorigrotta NAPOLI - Giornata movimentata, ieri, al
attesa di entrare, in più la nave della
Compagnia Messina sta lasciando gli
porto di Napoli. Bloccato lo scalo parteno-
peo, eppure non si è verificato nessun inci- IRREGOLARI ormeggi senza completare le operazioni.
A causa tutto questo io pago penalità ed è
dente in mare, nessuno sciopero. Sono stati fermo il lavoro dei miei 400 dipendenti
scoperti, invece, dei clandestini sulla nave che da oggi stanno protestando”. Il molo
‘Vera D’ battente bandiera liberiana. L’im- Bausan è stato fermo per ore con conse-
barcazione ha attraccato nel molo parteno- guente caos. E’ montata, infatti, la protesta
peo il 7 aprile e ieri mattina avrebbe dovuto tra i lavoratori portuali. La protesta dei
riprendere la navigazione verso Genova. lavoratori della Conateco è scattata, per
Nove le persone che erano stipate tra i con- l’appunto, dopo il blocco a tutte le opera-
tainer, cinque di loro minorenni. Sono stati zioni sulla banchina 51-52 determinato dal
sbarcati, ma questo non ha risolto subito prolungarsi dell'ormeggio della ‘Vera D’.
Riapre i battenti l’empasse visto che il comandante della La nave, il cui comandante è di nazionalità
‘Vera D’, nelle prime concitate ore, ha russa, è arrivata a Napoli dopo uno scalo
il trentanovesimo mantenuto la sua posizione, in tutti i sensi. ad Abidijan, sulla Costa d’Avorio, e dove-
E’ stato superato il numero di per- va ripartire ieri mattina. Poi la
circolo didattico sone consentite a bordo, quindi le Scoperti ieri mattina scoperta dei nove clandestini, tre Conateco “abbiamo chiesto e ottenuto dal
Tribunale di Napoli un sequestro conserva-
L’ALLARME
eliche sono rimaste ferme. Da chia- ghanesi e cinque nigeriani, la
tivo della nave che ci garantisca per even-
NAPOLI (rc) - La
scuola riapre. Dopo gli
interventi e le verifiche
rire è stata anche la situazione degli
immigrati, tre ghanesi e sei nigeria-
ni, per i quali l’ufficiale ha chiesto
5 nigeriani e 3 ghanesi
stipati su una nave
maggioranza dei quali minorenni,
di cui il comandante voleva si
facesse carico l’Italia. L’impegno
tuali danni fino ad un massimo di 200mila
euro”. “Ci sono tre navi in attesa più altre
due di cui ho perso i container - ha spiegato
Cgil: rispettare
effettuati dal Servizio
Manutenzione Urbana
della municipalità di
aiuto all’Italia. Bloccata così l’atti-
vità dell’area container del porto.
Intanto pure altre navi non hanno
battente bandiera liberiana
dell’ormeggio ha creato, quindi,
problemi all’attracco di due navi
da crociera e tre merci, facendo
spiega Legora De Feo - navi che da domani
mi chiederanno il pagamento della pena- tutte le tutele
Fuorigrotta sono ripre- potuto far scalo. “Stiamo perdendo approdata alla banchina perdere lavoro al consorzio che lità. Appena l’armatore ci fornirà garanzie
se le attivita' didattiche
presso il 39esimo cir-
colo didattico ‘Giaco-
lavoro e soldi” è stato il grido d’al-
larme lanciato subito dall’ammini-
stratore delegato del Consorzio Napoletano
gestisce il terminal. Tir di traverso
e sit-in hanno mandato in tilt il
traffico nell’area portuale fino alle 13. A
in merito al pagamento dei danni, la nave
potrà lasciare il porto di Napoli”. Secondo
quanto risulta alla Capitaneria di porto, i
internazionali
mo Leopardi’ di via clandestini starebbero in buone condizioni: NAPOLI (rc) - Caos ieri mattina al
Terminal Containers, Pasquale Legora De lasciare la nave Vera D sono stati, alla pèorto di Napoli. E tra proteste e
Leopardi, a Fuorigrot- Feo. “Questa nave sta di fatto bloccando la fine, i tre clandestini che hanno detto di uno di loro, sabato scorso, ha effettuato un
ta. Per gli alunni della controllo in ospedale, ma non è stato neces- disagi si è alzato anche il vento della
banchina 51-52 - ha spiegato - il che signifi- essere minorenni. Intanto, secondo quanto polemica. La Cgil in una nota del
scuola primaria il ca che già due navi della Msc hanno saltato reso noto dall’amministratore delegato del sario neanche il ricovero.
tempo sarà organizza- pomeriggio ha espresso forte preoc-
to su una doppia tur- cupazione per la vicenda. L’organiz-
nazione oraria, mentre zazione sindacale, ha continuato la
per i piccoli della scuo- nota, “osserverà con attenzione l’e-
la materna sarà garan-
volversi della situazione, in partico-
tito il tempo pieno, Agenzia lare in merito alle garanzie umani-
tarie per i tre ghanesi e i sei nigeria-
mantenendo anche il
servizio di refezione Agenas ni, tra cui pare vi siano cinque
minori, per i quali si sta procedendo
scolastica. “Si continua al rientro a bordo. Tale atto appare
con impegno a lavora- tanto più preoccupante se troverà
re al ripristino dell’agi- “Gli anda-
menti ano- riscontro la notizia di una sollecita-
bilità dell'intero edificio zione in tal
mali sono
scolastico ed al conse- il sintomo senso da
guente ritorno al rego- evidente di parte del
lare svolgimento delle problemi Ministero
attività nel tempo più derivanti degli Interni.
breve possibile” si dalla rile- Se fossero
legge in una nota diffu- vazione confermate
sa dal Comune. Le contabile” tali notizie la
scuole aperte rappre- Cgil si ado-
sentano sempre una pererà, coin-
buona notizia. Perché volgendo
sono le scuole a rap-
presentare il tessuto
SANITA’ anche gli
organismi
sociale di una città, di preposti per
un quartiere. Il buon i diritti uma-
funzionamennto di nitari, per-
un’amministrazione, ché siano

Intramoenia, la Campania
ma soprattutto la pos- NAPOLI (se) - Quasi 6 tolte le spese, 18.333.000 rispettate le
sibilità di togliere i milioni di euro. E’ quanto euro) ai 3.582.000 del tutele inter-
ragazzi dalle ‘tentazio- ci rimette la Regione Molise (398mila euro nazionali a
ni’ della strada e dar Campania per l’intramoe- spese escluse). Ma ci sono difesa dei nove extracomunitari”.
loro una possibilità di nia. Eppure per quest’ulti- anche due Regioni, come L’imbarcazione oggetto della dispu-

ci rimette 6 milioni di euro


formazione scolastica mo i dati nazionali parlano Campania e Basilicata, ta, appartiene ad una delle più grandi
e di vita. Una scuola di business. A costituire che con l’intramoenia ci società armatoriali della Germania,
per evitare la strada l’eccezione che conferma rimettono pure, con costi la Peter Dohle di Amburgo, ed è
agli ‘scugnizzi’ napole- la regola è proprio la superiori ai stata costruita nel 2004. Può traspor-
tani. Un odioso luogo Campania, seguita dalla ricavi che tare oltre 3mila container. Prima
comune li etichetta
come ‘i ragazzi degli
ultimi banchi’. Sono
Basilicata. Un business da
1,25 miliardi di euro, ma La causa: regolamentazione poco chiara portano
saldo finale
il L’80% dello scalo partenopeo, la ‘Vera D’
aveva attraccato nel porto di
Abidjan, capitale della Costa D’A-
quelli che fanno confu-
anche un’opportunità per i
medici e per i cittadini, sanitari regionali, riportato che però per l’88% servo- 150 milioni di euro. Con
rispettivamen-
te a -
dei ricavi vorio. E’ probabile che lì siano saliti
a bordo i clandestini. I clandestini
sione. Che sberleffano
i professori. Che gio-
che possono scegliere da
chi farsi curare. In sostan-
sull’ultimo numero del
quindicinale ‘Il Bisturi’.
no a coprire i costi. A
conti fatti, dunque, e
differenze sostanziali se si
analizzano le variazioni
5.821.000
euro in Cam-
è conseguenza sono per la maggior parte minoren-
ni, cinque su nove. Il comandante
cano a carte durante le
lezioni. Che vanno a
za una miniera d’oro per
alcune strutture sanitarie,
Dall’analisi emerge che
quasi l’80% dei ricavi di
aziende sanitarie nel 2008
hanno guadagnato per
dei ricavi tra le Regioni: si
va dai 262.699.000 di euro
pania e -
127.000 euro
dell’attività della ‘Vera D’, di nazionalità russa,
ha sostenuto che, a causa della pre-
scuola un giorno sì e
tre no. Ma sono i ragz-
che però rischia di essere
vanificata da una regola-
una struttura sanitaria per
le prestazioni erogati deri-
l’intramoenia, al netto
delle spese, poco meno di
della Lombardia (ma nelle
casse aziendali restano,
in Basilicata.
Complessiva-
intramuraria senza dei nove clandestini, era stato
superato il numero massimo di per-
zi che hanno bisogno mentazione ancora poco va dalla libera professione mente, è pro-
più che mai della scuo- sone consentite a bordo: da qui la
chiara, con il conseguente che i medici esercitano in prio nel Sud decisione di non ripartire e neanche
la come luogo dove rischio di scarsa trasparen- intramoenia (in media il che si registra la crescita
socializzare, confron- di spostare la nave. Di qui la prote-
za degli introiti e delle 95% di tutti i camici bian- maggiore di ricavi, ma sta degli operatori del terminal nel
tarsi, imparare, E ora i spese, e da macroscopiche chi, in ogni Regione). Una anche e soprattutto di
piccoli del quartiere di
porto di Napoli. I dipendenti, con tir
differenze regionali. E’ percentuale che, in contan- costi. Andamenti anomali e autogru, hanno bloccato la bretella
Fuorigrotta avrà di questo il quadro in chiaro- ti, si traduce in che, secondo l’Agenas, che collega il raccordo autostradale
nuovo la sua scuola. scuro sulla libera profes- 1.258.163.000 euro nel- “sono il segno evidente di con il porto. La protesta è terminata
Una vittoria per le isti- sione intramuraria traccia- l'anno 2008, con una cre- problemi derivanti anche grazie all'intervento degli agenti del
tuzioni, per gli inse- to dall’Agenas, l’agenzia scita del 79,6% rispetto al dalla rilevazione commissariato Vasto-Arenaccia,
gnanti, per le famiglie, regionale per i servizi 2001. Numeri importanti, contabile”. diretti dal vice questore Pasquale
per i ragazzi. Trocino.
6 Martedì 13 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

‘GLI UMORI A VIA VERDI’


IL PALAZZO Nella riunione che si è svolta ieri i consiglieri hanno ribadito la volontà di votare a favore della manovra
DI CITTA’
Duro attacco alla giunta da parte Sinistra e Idv incontrano Rosetta e le confermano il sì
del precedente responsabile Salvatore Parisi (Sel): abbiamo chiesto il rilancio
delle casse municipali dell’azione amministrativa con un programma
NAPOLI (al.ma.) - I consi- dei Valori. Qualche anno fa,
glieri comunali della sinistra e quando di aprirono alcune
di Italia dei Valori voteranno inchieste giudiziarie sulla
il bilancio di previsione 2010 giunta di Palazzo San Giaco-
presentato dalla giunta comu- mo, i dipietristi uscirono dal
nale di Rosa Russo Iervolino governo cittadino. Oggi a
e si confermano parte inte- quanto pare ci hanno ripensa-
grante della maggioranza di to. Evidentemente hanno pre-
centro sinistra. Ieri, i consi- valso logiche di schieramen-
glieri di Idv, Sinistra Ecologia to, le future alleanze. Idv si
e Libertà, Rifondazione asterrà sul bilancio di previ-
Comunista, Sdi, Verdi per la sione e manterrà la sua pre-
Pace e Comunisti Italiani senza in aula per garantire il
hanno incontrato il primo cit- numero legale. “Qualora il
tadino ufficializzando le posi- sindaco Rosa Russo Iervoli- stabilizzazione dei restanti cio Michele Saggese e un non potrà mai essere subordi-
zioni che assumeranno in no, ottenga i numeri per con- 700 Lsu e una città pulita e eventuale intervento del nato a una giunta che ha
aula. “Abbiamo chiesto il tinuare il suo mandato, l’Idv decorosa da offrire ai turisti”. primo cittadino - afferma affossato la Città e a creato
rilancio dell’azione ammini- sosterrà la giunta a patto che Secondo alcune indiscrezioni Roberto De Masi consigliere solo danni”. Duro il commen-
strativa, individuando un pro- - spiega Francesco Moxeda- trapelate dalla sede di Palazzo dell’ala dura intransigente to di Ciro Signoriello vice
gramma d’interventi da rea- no capogruppo Idv - sia pre- San Giacomo, i dipietristi dell’Udc - Penso, però, che capogruppo del Pdl: “Il comu-
lizzare subito nell’interesse sentato un programma di fine potrebbero ottenere delle pol- non ci sono le condizioni per nicato congiunto diffuso dalla
dei cittadini napoletani” - ha mandato che coinvolga l’inte- trone nel sottogoverno e nelle dialogare con una giunta e sinistra e Italia dei Valori è
detto Salvatore Parisi consi- ra alleanza e che riguardi partecipate comunali. Replica un Pd inesistente - continua ridicolo. Quelli che hanno
gliere di sinistra e libertà. almeno tre questioni fonda- l’opposizione: “Ascolteremo De Masi - Il governo cittadi- affossato la Città vogliono
Contraddittoria e singolare la mentali, cioè il rifacimento di con attenzione la relazione in no si preoccupa unicamente rilanciare l’azione ammini-
posizione che assumerà Italia tutte le strade cittadine, la aula dell’assessore al bilan- di tirare a campare. L’Udc strativa?”.

di Ciro Cresentini

NAPOLI - La manovra di 3,997


Le entrate attesse dal Comune attraverso la riscossione delle multe pari a 70 milioni di euro sono ‘virtuali’

Bilancio di previsione, i veleni dell’ex


miliardi di euro prevista dal bilancio
di previsione della giunta del comu-
ne di Napoli viene definita un’ope-
razione elettorale dall’ex assessore
al bilancio Riccardo Realfonzo.
“Le entrate previste sono virtuali, i
conti si fanno quadrare con un
eccesso di fantasie - denuncia il pro-

Realfonzo: eccesso di fantasia nei conti


fessore sannita - sono stati tappati i
buchi. Addirittura il governo cittadi-
no prevede 70 milioni di euro di
entrate per la riscossione della
multe, risorse che non entreranno
mai nelle casse comunali”. E l’ex
assessore attacca anche sulle parte-
cipate comunali. “Il sindaco tiene in
sospeso le nomine nei consigli di
amministrazione delle società -
afferma Realfonzo - In questo modo
L’assessore dimissionario è convinto che sono cifre virtuali buone a ‘tappare buchi’
spera di assicurarsi la fedeltà di di piazza Municipio e la commissio- re evidenzia anche tagli alle politi- in favore dei meno abbienti”. Inve- stra continuano a tacere. “Nel 2009 Dunque, su quali basi gli uffici
alcuni politici accattoni rimasti ne tributaria sul mancato versamen- che sociali. “Sono stati tagliati i stimenti che sono stati tagliati per le abbiamo previsto entrate di 12 comunali hanno calcolato il valore
disoccupati”. Parole di fuoco. Eppu- to di alcune contribuzioni che rimborsi della tassa dei rifiuti - politiche sociali. “Sono stati tagliati milioni - precisa il professore - L’at- degli immobili? Leggiamo delle
re, il sindaco Iervolino ha annuncia- avrebbero determinato uno sfora- aggiunge Realfonzo - in favore dei gli stanziamenti in favore del verde, tuale assessore Saggese prevede cifre che non possono che essere
to di voler sottoporre il documento mento del patto. Il primo cittadino, cittadini indigenti - Sono stati disat- la viabilità e la scuola” - sottolinea addirittura di moltiplicare per cin- azzardate, considerati i vincoli esi-
contabile a una società di revisione ha definito il bilancio “povero ma tesi gli atti approvati dal Consiglio Realfonzo. Le articolate critiche del que quell’importo. False previsioni. stenti di destinazione e mancando
per offrire garanzie all’esecutivo in equilibrio. Abbiamo registrato Comunale e gli accordi sottoscritti professore sannita spiazzano decisa- Vorrei ricordare tutte le polemiche, invece la destinazione futura degli
nazionale sul rispetto del patto di difficoltà insieme tutti i Comuni con le organizzazioni sindacali mente gli esponenti della sinistra in le indagini sul piano di dismissione immobili. E’ ovvio infatti che cia-
stabilità. Secondo alcune indiscre- d’Italia perché le risorse a disposi- Cgil, Cisl e Uil. Invece, quando consiglio comunale che si appresta- del patrimonio immobiliare. Penso scun bene avrà un valore di mercato
zioni, pare però che si sarebbero zione dei sindaci vanno assottiglian- svolgevo l’attività di assessore no a votare compatti il bilancio di che molti appartamenti saranno che è legato a quello che sarà con-
prodotti contenziosi legali tra l’ente dosi sempre di più”. Ma il professo- avevo individuato 6 milioni di euro previsione. Gli esponenti della sini- svenduti” - conclude Realfonzo. cesso di fare all’acquirente.

L’ANSIA
Sarebbero ben sei le inchieste della magistratura riguardanti sprechi, assunzioni clientelari, finanza a rischio e appalti

La maggioranza si ricompatta e incrocia le dita


Ambiente, al via il XIII concorso
per le scuole ‘Gabbiano Jonathan’
NAPOLI - Al via da oggi e fino al 15 la
NAPOLI (c.c.) - La giunta comu- tredicesima edizione del Premio Gabbiano
bassolinano Ferdinando Balza- Jonathan, concorso di filmati a tematica
nale di Rosa Russo Iervolino e la mo e nel ruolo di dirigente di
maggioranza di centro sinistra ambientale proposto a tutte le scuole di ogni
primo piano il capo staff del ordine e grado della Campania. Produzioni
tentano di ricompattarsi attuando governatore della regione Puglia
un programma di fine consiliatura Video del liceo J. Sannazaro di Napoli, l’I-
Nichi Vendola. Anche la riquali- stituto Comprensivo D.co Cimarosa di Napoli (docenti
o ridefinendo i nuovi equilibri ficazione di Bagnoli, gli appalti e i
con la lottizzazione di posti di ed alunni autori di uno splendido orto didattico).
milioni di euro spesi per la bonifi-
sottogoverno (partecipate comu- ca sono finiti nel mirino dei magi-
nali e rimpasto). Ma, giunta e strati. Indagini riguardano l’esi-
maggioranza potrebbero essere stenza del disastro ambientale per Ripristinata la scogliera
travolte da alcune inchieste giudi- la crescita esponenziale di tumori del molo del Castel dell’Ovo
ziarie. Secondo indiscrezioni nella zona di Cavalleggeri D’Ao-
sarebbero sei le inchieste aperte sta probabilmente da ricollegare NAPOLI - Reso possibile per l’inter-
dagli inquirenti che riguardano alla presenza di tonnellate di vento della Provincia di Napoli, realiz-
storie di sprechi, assunzioni clien- amianto prodotto dalla Cementir e zato di concerto con la Soprintendenza
telari, affidamenti appalti, scelte dalla Eterna e alla colmata di vele- ai Beni Ambientali, è stata ripristinata
urbanistiche, consulenze, opera- ni dell’ex Italsider. Indagini in la scogliera di massi di pietra lavica a
zioni finanziarie. Pare che gli corso anche sul progetto, denomi- protezione del ‘Molo Ramaglietto’ di
investigatori indaghino sulla nato ‘La Birreria’, redatto dal vice Castel dell’Ovo che a causa delle continue mareg-
gestione delle partecipate Napoli sindaco e assessore all’urbanistica giate si era scomposta in più punti.
Servizi, Elpis, Bagnoli Futura e Sabatino Santangelo, approvato il
sui piani urbanistici attuativi di 19 febbraio scorso dalla giunta
Miano (ex Birra Peroni), sul pro- comunale di Napoli che ha legitti- ‘Terroni’ il libro di Pino Aprile
getto Palaponticelli e i contratti mato la trasformazione e la desti-
stipulati relativi alla cosiddetta nazione d’uso industriale dell’area
presentato all’Antisala dei Baroni
finanza creativa (derivati). Ci prevedendo di sostituire le funzio- NAPOLI -Oggi alle 17.30 all’Antisala
potrebbero essere colpi di scena ni industriali dismesse (Birra dei Baroni del Maschio Angioino “Pas-
nei prossimi giorni. Nell’occhio Peroni) con un centro commercia- sato e futuro. Il Nuovo Sud” presentano
del ciclone Napoli Servizi, la I sospetti del Pdl, Varriale: “Voti al sindaco in cambio di una nuova spartizione” le, albergo di centoventi stanze e ilnuovo libro di Pino Aprile : ‘Terroni.
società pubblica nata per occupar- ‘accessori’. Altre indagini riguar- Tutto quello che è stato fatto perché gli
si della pulizia del patrimonio
comunale. Nel 2008 Palazzo San
Giacomo aveva intenzione di pri-
Sull’operazione l’ombra delle società partecipate dano le funzioni assunte dall’Aip,
socio privato della Elpis,la parteci-
italiani del Sud diventassero meridiona-
li’. Insieme all’Autore intervengono Gigi di
NAPOLI (c.c.) - “Il bilancio bilancio in cambio di una società in house alla quale pata delle affissioni pubblicitarie il Fiore e lo storico Gennaro De Crescenzo.
vatizzarla. Ma a inizio 2009 le ha di previsione sarà approvato nuova spartizione nelle affidare lo spazzamento ed il cui capitale sociale era garantito
concesso 50 milioni di euro. La perché molti consiglieri del società partecipate”: lo sostie- decoro urbano senza alcuna da un quadro d’autore e i contratti
società, stando ai bene informati, centro sinistra sono interessati ne il consigliere comunale strategia coerente sullo smalti- stipulati dal Comune di Napoli ‘Finanza al servizio delle imprese’,
ha accumulato tanti debiti fuori alla nuova società partecipata Salvatore Varriale, del Pdl. mento dei rifiuti e tantomeno nell’ambito della finanza creativa
bilancio come i 400mi1a euro per (i derivati). Intanto, è pronto il il convegno all’Unione industriali
che si occuperà dello spazza- “Non solo il bilancio è peg- sull’organizzazione delle
attività di formazione professio- mento e il decoro urbano”. E’ giorato in quanto ai dati di società partecipate. Altrove le manuale Cencelli, il metodo
nale e ben 32milioni sotto la voce NAPOLI - “La finanza al servizio dello
quanto denuncia Salvatore cassa per la cronica mancata partecipate rappresentano una inventato dalla democrazia cristia- sviluppo delle imprese”. E’ questo il
“direzionale”. Spuntano anche 2 Varriale consigliere comuna- riscossione delle entrate e la voce consistente tra le entrate, na per lottizzare i posti di sottogo-
milioni per la vigilanza armata tema del convegno in programma oggi
le del Pdl. “Mi risulta che presenza di nuovi e consisten- qui da noi continuano ad esse- verno in base ai ‘pesi’ delle cor- alle ore 15.00 presso la sede dell’Unio-
nei parchi. Non sono stati chiariti siano in corso trattative per ti debiti fuori bilancio, ma è re in perdita cronica e tornano renti politici, per suddividere le
i requisiti che hanno determinato ne Industriali di Napoli, in piazza dei
garantire al sindaco i numeri previsto un investimento di 35 utili solo alla spartizione”, poltrone nelle partecipate comuna- Martiri 58. Introdurrà i lavori il Presi-
le assunzioni di un ex ammini- per l’approvazione e del milioni di euro per una nuova conclude. li. Il ‘Cencelli’ garantirà il patto di
stratore delegato della società, il dente dell’Unione Industriali di Napoli, Giovan-
fine consiliatura? ni Lettieri.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Martedì 13 Aprile 2010
7
L’HINTERLAND PARTENBOPEO IL POLO INDUSTRIALE
Sono passati al centrodestra La città dove si produce la Fiat
quasi tutti i principali Municipi era dal 1993 amministrata
della provincia di Napoli da una giunta di centrosinistra

Dopo la conquista di Palazzo Santa Lucia altre importanti enti locali passano sotto il controllo della coalizione di Governo

Ballottaggi, il Pdl completa il cappotto


Conquistati 4 Comuni su 6, cade anche Pomigliano d’Arco l’ultima roccaforte della sinistra in Campania
di Alfio Mancini meglio sul candidato del Pd Vincenzo
LE REAZIONI LE ‘MEDAGLIE’ DEL COORDINATORE Masserelli coadiuvato da Sel, Rc,


NAPOLI - Non si arresta l’onda del Liberaldemocratici e una lista civica.


COSENTINO L’ONDA
Per il centrosinistra successo per il centrodestra in Campa-
nia. Dopo avere sbaragliato gli avver-
Un successo che abbiamo L’onda del successo
Comprensibile la soddisfazione dei
vertici del Pdl locale, in particolare del
sari alle regionali e prima ancora alle coordinatore regionale, Nicola
una Caporetto elezioni provinciali, completa l’opera
conquistando nell’hinterland napoleta-
costruito tassello dopo ha fatto sì di sbaragliare Cosentino, che ha attraversato un
brutto momento politico legato alle
Landolfi euforico: no quattro Comuni sui sei arrivati al
ballottaggio. Una vittoria impreziosita
tassello che consolida
il risultato delle regionali
gli avversari anche
nelle consultazioni locali
note vicende giudiziarie che lo hanno
coinvolto e che gli sono costate la
un risultato storico dalla ‘presa’ di Pomigliano d’Arco,
amministrata dal centrosinistra dal
1993. Un’affermazione resa ancora
guardia a Bacoli dove Ermanno
Schiano del Pdl (insiema ad una lista
dante Giovanni Barone (Pd, La Sini-
strra, Idv) per il centrosinistra. Un
candidatura a governatore e molto
probabilmente anche la carica nel par-
tito locale, il quale ha affermato con
più significativa se si considera che civica) con il 56,5% ha sfilato la pol- risultato più che buono per il Pdl se si orgoglio: “Un successo che abbiamo
già la roccaforte di Castellammare di trona all’esponente del centrosinistra considera che ha sfiorato anche la vit- edificato tassello dopo tassello, che
Stabia era passata in mani Pdl addirit- Carlo Giampaolo (Pd, Idv e Sel) che toria a Caivano dove Simone Mono- con il dato di oggi consolida l’ottimo
tura al primo turno. Nella “seconda ha raccolto il 43,5% dei consensi. poli appoggiato anche da Adc, Adp, risultato ottenuto quindici giorni fa
Stalingrado partenopea” Raffaele Nella cittadina vesuviana di Terzigno, Nuova Italia, Udeur e Dc si è femato con la conquista della Regione Cam-
Russo alla guida di una coalizione invece, Domenico Auricchio si è al 49.2% consegnando la vittoria di pania”. “Un particolare ringrazia- ‘STALINGRADO
formnata da Pdl, Udc, Udeur, Liberal- affermato con oltre il 60% dei voti, misura ad Antonio Falco (Udc, Popo- mento - ha aggiunto (ed è la medaglia
democratici, Noi Sud e tre civiche con succedendo praticamente a se stesso. lari, Api, Socialisti, Mpa, Repubblica- che si appunta al petto insieme a quel- Pomigliano d’Arco, insieme a
il 55.5% batte il suo sfidantae, Ono- Auricchio, infatti, era già sindaco ni democratici) con il 50.8%. Partita la di Castellammare) - lo riservo ai Castellammare di Stabia era rite-
frio Piccolo portato da Pd, Idv, Sel, prima del commissariamento del tutta al centro a Mugnano, il Pdl usci- cittadini di Pomigliano d’Arco, che nuta la Stalingrado della Regione
Alleanza riformista e tre liste civiche, Municipio. Dunque un ritorno. A to al primo turno, in questo caso non dopo anni di malamminiostrazione di Campania per la presenza di una
che si è fermato al 44.5%. Oltre Pomi- Sant’Anastasia, Comune pure com- ha dato indicazioni ai suoi. Così, Gio- sinistra hanno regalato alla città e al forte componente operaia tra gli
gloiano, sono stati altri tre i Comuni misssariato, l’ha spuntata Carmine vanni Porcelli sostenuto da una inedi- maggiore polo industriale della regio- abitanti della cittadina
andati al centrodestra: Bacoli, Terzi- Esposito (Pdl, Dc, Npsi e civica ta alleanza Udc-Idv insieme ad Api, ne, una reale prospettiva di cambia-
gno e Sant’Anastasia. Cambio di Arcobaleno) che ha sbaragliato lo sfi- Mpa e tre liste civiche ha avuto la mento”.
NAPOLI (a.m.) - Una Capo-

‘non farsi cadere le braccia’


retto per il centrosinistra i
ballottaggi nei Comuni della
provincia di Napoli. Ed infat- STOP ALLEANZA A SALERNO
ti, per ora, i vertici dei princi-
pali partiti dello schieramen-
to, a partire dal Pd hanno evi- Udc alleato
tato commenti. Solo i Verdi,
con il commissario regionale,
Emilio Borrelli, hanno
scomodo:
abbozzato una reazione uffi-
ciale soffermandosi soprattut-
indispensabile
to sull vittoria del centrode-
stra a Terzigno. “Con l’affer-
mazione del sindaco Auric-
e deciso
chio a Terzigno - ha commen-
tato Borrelli - i cittadini si
a ‘contare’
sono espressi chiaramente a
favore della seconda discari- NAPOLI (a.m.) - Il risultato
ca che si sta realizzando nel dei ballottaggi e l’uscita dalla
Parco del Vesuvio. Abbiamo maggioranza di governo del
combhattuto come leoni su centrodestra alla Provincia di
quel territorio - ha aggiunto - Salerno testimoniano quanto
Centinaia di persone si sono l’Udc sia un’alleato ‘scomodo’
per il Pdl. Fatto che crea non

Il Pd prende il ‘toro per le corna’


rivolte a noi per chiederci di
opporci a questo scempio poche apprensioni nella coali-
ambientale e abbiamo rag- zione in vista della formazione
della giuntra regionale e dei
giunto il 2.1% sostenendo destini delkla stessa Provincia
unb sindaco inno0vativo per di Napoli, dove i centristi hanno
la città che è arrivato al bal- già manifestato la loro insoddi-
lottagggio”. Il quale però ha

Entro giugno tutti i congressi


sfazione per la conduzione del-
perso. Che è quello che è suc- l’esecutivo da parte del presi-
cesso negli altri Municipi al dente Luigi Cesaro. “Alla luce
voto tra cui quello fondamen- dei risultati dei ballottaggi - ha
tale di Pomigliano d’Arco, sottolineato in proposito,
una roccaforte della sinistra Pasquale Sommese, consiglie-
che è caduta sotto l’assalto
degli avversari del fronte
opposto che per questo hanno
avuto ben donde ad esprimere
Ieri il via libera dalla segreteria regionale del partito re regionale riconfermato e in
odore di delega ai Trasporti di
Palazzo Santa Lucia - si palesa
un ruolo determinante del
tutto il proprio entusiasmo. NAPOLI (iol.chiuchiolo) - con- prima. sarà composta solo da chi rinno- no alla proposta di far eleggere nostro partito che ha consentito
“Con la conquista di Pomi- gressi da fare si faranno. Tutti Sulla composizione della platea verà nei prossimi mesi la tessera “il segretario nazionale dai segre- in tutte le realtà, la vittoria dei
gliano d’Arco, che con entro la fine del mese di giugno. congressuale ieri la segreteria ha fatta nel 2009. Insomma, si tratta tari regionali”. L’idea di Prodi è sindaci al cui fianco ci siamo
Castellammare di Stabia - ha Il Partito democratico ha preso il chiarito che essa va considerata di una sorta di verifica del tesse- “apprezzabile perchè va nella schierati. Dopo le regionali - ha
affermato Luigi Cesaro, pre- toro per le corna e senza perdere sulla base del dispositivo nazio- ramento che se da un lato servirà direzione di una riforma dello proseguito - anche nelle realtà
sidente della provincia di oltremodo il tempo in lunghe e nale approvato nel gennaio scor- ad avere conferma delle adesioni, statuto. E’ tempo - prosegue amministrative gli elettori
Napoli e coordinaore provin- avvilenti analisi del voto ha so secondo il quale il tesseramen- dall’altro sarà utile ad avere chia- Amendola - di approdare a uno hanno compreso ed apprezzato
ciale del Pdl - possiamo real- affrontato subito il problema più to valido è quello del 2009 rinno- re le idee su chi è rimasto e chi è statuto federale più moderno. In le nostre scelte premiandoi un
mente dire di aver portato a importante: la nuova struttura vato nel 2010. Risolto così il pro- andato via. Intanto si alimenta il questo senso ritengo che vada modello di politica incentrato
termine la missione affidataci degli organismi dirigenti che blema di chi pensava alla possi- dibattito anche in Campania sulla nella direzione giusta. Per quanto sui programmi e sulla compe-
un anno fa’”. “Quello di oggi dovranno sostituire quelli provvi- bilità di riaprire i termini del tes- proposta dell’ex presidente del concerne l’elezione del segretario tenza amministrativa”. Indi-
- gli ha fatto eco il coordina- sori insediati prima delle elezio- seramento, causa le ultime e Consiglio, Romano Prodi, di nazionale da parte dei segretari spensabile, dunque, e decisi a
tore regionale vicario, Mario ni. Le prime indicazioni sul numerose fughe dal partito, non ‘rifondare’ il Pd a partire dalla regionali, invece, mi lascia un pò contare, non c’è dubbio. Pure a
Landolfi (nella foto) - è un calendario e le modalità da resta che aprire le porte dei cir- struttura fino ai leader. perplesso il fatto che siano venti costoi di mettere in discussione
risultato storico, che se da un rispettare sono state approntate coli. La platea congressuale chia- Il segretario regionale del Pd, persone a decidere la guida del gli accordi siglati, come è suc-
lato certifica la vitalità della ieri dalla segreteria regionale con mata a eleggere i prossimi segre- Enzo Amendola, dice sì ad uno partito”. Il effetti dopo le prima- cesso proprio a Salerno. Si è
proposta politica del Pdl, l’approvazione di un ordine del tari provinciali di Caserta, Napoli statuto federale per “un partito rie il Pd si è buttato sulle elezioni spacca, nfatti, copme dicevamo
dall’altro segnala lo stato giorno che sarà portato all’atten- e Salerno, e i segretari cittadini, più a vocazione territoriale” ma regionali “mentre era necessario la maggioranza di governo del-
comatoro del centrosinistra zione della direzione regionale modificare lo statuto e trovare l’ente provinciale. L’’Udc ritira-
in Campania”. Immancabile giovedì per la ratifica. Le date forme di ammodernamento in to il sostegno alla Giunta retta
la chiosa di Alessandra Mus- orientative dei congressi provin- senso federale - continua Amen- dal presidente Edmondo
solini che ha messo in risalto Cirielli e ne chiede la dimissio-
“il nuovo corso che si è aper- ni. In una nota, l’Udc ha infor-
to in Campania, dopo l’esal- mato che il coordinamento pro-
tante vittoria di Stefano Cal- Entro un paio di mesi Meglio mettere mano vinciale si è riunito per valutare
doro”. Infine l’omaggio a vanno rinnovate subito all’organizzazione “le recenti gravi esternazioni sui
Nicola Cosentino da parte principali organi di stampa del
del parlamentare, Amedeo le tessere del 2009 evitando di perdersi in presidente Cirielli e di alcuni
Laboccetta componente della suoi collaboratori tendenti a
commissione Antimafia della per votare i nuovi avvilenti analisi delegittimare il ruolo politico
Camera. “L’esito dei ballot- leader provinciali della pesante sconfitta della dirigenza dell’Udc nonchè
taggi tenutisi negli importanti dell’intero partito”. Dopo quella
centri del napoletano - ha che la nota definisce “serena
detto - sono l’ulteriore con- ciali di Napoli, Caserta e Salerno dola - in modo da sviluppare una analisi” dei “gravi
ferma della efficacia politica (Avellino e Benevento hanno già struttura più adatta alle necessità accadimenti” si è unanimemen-
del lavoro svolto dalla diri- tenuto le assemblee) sono tutte del territorio. E mi sembra - con- te convenuto di uscire dalla
genza locale ed in particolare fissate negli ultimi due fine setti- clude - che quella di Prodi sia maggioranza, chiedendo le
dal coordinatore regionale mana di giugno. Questo vuol dire una un’indicazione nel senso di dimissioni del presidente Ciriel-
Nicola Cosentino”. che i congressi cittadini dovran- cambiare lo statuto per un partito li”. Si attendono swviluppi
no tenersi immediatamente più a vocazione territoriale”.
8 Martedì 13 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

La protesta La questione
NAPOLI Nasce il comitato di inquilini della zona Nel 2008 una denuncia-querela nei confronti
che ha presentato esposti alla Procura della società per i “gravi danni provocati al loro
IL CASO della Repubblica di Napoli fabbricato causati dallo scavo delle gallerie”

I vertici di Metronapoli

La società: pronti
alla collaborazione
con i cittadini
NAPOLI (c.c.) - I vertici della Metro-
politana napoletana tentano di buttare
Il commento acqua sul fuoco annunciando di aver
presentato un’ampia documentazione
L’allarme di Caniparoli: “Non si tecnica alla Procura di Napoli. “Siamo
capisce come mai opere come pronti a collaborare con la magistratu-
la metropolitana non siano state ra e risolvere tutti i problemi che sono
sottoposte a procedure di valu-
stati posti dai cittadini e dai condomini
degli edifici di Via Melisurgo - sosten-
tazione di impatto ambientale”. gono i dirigenti della società - Non
abbiamo più niente da dire”. Tace il
Comune di Napoli, concedente dei
Fumata nera per il taglio del nastro della stazione della Linea 1 lavori che da anni ha praticamente con-
cesso una delega in bianco al dirigente

Metropolitana, slitta l’apertura


comunale Gianfranco Pomicino. E le
opere da chi
vengono ese-
guite? Dalle
principali
aziende del

della fermata ‘Università-Bovio’ mattone: Viani-


ni, Pizzarotti,
Torno Interna-
tional, Impregi-
lo, Giustino
Costruzioni,
Tutto rinviato a settembre per il rischio crollo dei palazzi del centro storico Fiore. Ma gli
abitanti di via Melisurgo non intendono
mollare. “Da oltre un anno ripetuta-
di Ciro Crescentini delle gallerie ma anche durante il fun- mente abbiamo chiesto alla Procura di
zionamento della metropolitana per- Napoli di poter conoscere le risultanze
NAPOLI - Slittano ancora i tempi per ché le vibrazioni indotte dal transito L’ALLARME del perito d’ufficio ingegner Coppola e
l’inaugurazione della stazione ‘Uni- dei treni provocano la compattazione del pm Morra senza ricevere neanche
versità - Bovio’ della linea 1 della di quei terreni sciolti che per loro Danni ai fabbricati per i lavo- una risposta - evidenziano - Permane
metropolitana. Secondo alcune indi- natura sono pieni di vuoti”. Caniparo- ri della Metro, denuncia dei intanto il pericolo di crollo dei fabbri-
screzioni raccolte da ‘Cronache’, l’a- li sottolinea che “molti edifici in pros- residenti di un condominio di cati dell’area interessata senza che la
pertura sarebbe stata rinviata a settem- simità delle gallerie subiscono danni Procura della Repubblica di Napoli dia
bre. La ragione principale del ritardo perché si verifica l’abbassamento del via Melisurgo: attendono da alcun riscontro alla denuncia presenta-
sarebbe dovuta al rischio crollo dei suolo”. Cosa che è capitata già in anni delle risposte in merito. ta due anni fa, opponendo il segreto
fabbricati ubicati nel centro di Napoli. molti edifici ubicati nel centro storico d’ufficio alle nostre giuste richieste di
Lo hanno denunciato recentemente i e a pochi passi da Piazza Municipio. trasparenza”. Sul rispetto dell’equili-
residenti di un condominio di via Lo stesso Caniparoli in un’intervista brio idrogeologico di Napoli, il geolo-
Melisurgo che da anni chiedono rispo- concessa recentemente a ‘La Voce no che lungo quel tratto potevano venire presentato esposti alla Procura della Repub- go Riccardo Caniparoli, nel 2004
ste. Nel 2008 presentarono una denun- delle Voci’ si è soffermato sullo scem- alla luce le opere greco-romane”. Intanto, blica di Napoli. “Si può arrivare a cedimen- disse: “Si è sempre pensato a costruire
cia-querela nei confronti della Metro- pio delle opere archeologiche. “Secoli lo scavo delle gallerie avrebbero determina- ti strutturali con tutte le conseguenti inim- senza valutare l’impatto che le nuove
politana di Napoli “per i gravi danni di storia maciullati dalle ruspe di pro- to lesioni agli edifici di Piazza Bovio e via maginabili disastrose situazioni” denuncia- opere avrebbero avuto sul sottosuolo,
provocati al loro fabbricato e a quelli gettisti incoscienti e mattonari - ha Melisurgo. Elio Caselli, un battagliero inge- va Caselli. “La Procura di Napoli, nella non trascurando la vibrazione del traf-
circostanti causati dallo scavo delle detto Caniparoli - Eppure tutti sapeva- gnere ha promosso un comitato di inquilini e persona del Pm Maria Laura Morra fico. Quando si apre una voragine, si
gallerie della costruenda metropolita- nominò perito d’ufficio l’ingegnere Giusep-
pe Coppola e all’inizio del 2009 sequestrò continua a rinsaldare il sottosuolo con
na”. I cittadini segnalarono che lo il cemento - aggiunge Caniparoli - Ma
scavo aveva comportato “l’abbassa- il cantiere della metropolitana nel tratto di
via Depretis tra Piazza Borsa e Piazza c’è qualcuno che valuta l’impatto del
mento della falda d’acqua e il compat- cemento sul sottosuolo assecondando
tamento degli strati di pozzolane e Municipio - ricordano i residenti -. Da allo-
ra tutto tace. Nulla si riesce a sapere in la natura invece di andarle contro?”.
l’abbassamento delle fondazioni dei
vari edifici e in particolare dell’adia- merito alle indagini espletate dal perito di Le denunce del geologo non sono state
cente fabbricato di piazza Francese ufficio e dal pm”. E non finisce qui. “Quan- mai prese in considerazioni. Il Comune
che è ruotato di oltre sessanta milli- do verranno realizzati i tunnel a venti metri di Napoli, il concedente dei lavori del
metri verso detta piazza”. Preoccu- sotto il livello del mare in che modo verrà Metrò, quando intende assumere inizia-
pante l’allarme che viene ancora una garantita la ventilazione per i passeggeri in tive concrete poiché la città poggia sul
volta lanciato da Riccardo Caniparo- caso di fermata accidentale di dieci minuti? vuoto con 733 cavità, 260 ricoveri bel-
li docente di Valutazione D’Impatto - domanda Caniparoli -. A quali sistemi di lici, novantadue cisterne e cinquanta-
Ambientale. “Non si capisce come ventilazione sarà delegata la sicurezza dei quattro gallerie?
mai opere come la metropolitana che passeggeri per 24 ore al giorno?”.
producono grossi effetti in zone alta-
mente urbanizzate non siano state sot-
toposte a procedure di valutazione di
impatto ambientale - spiega Caniparo-
li - Eppure lo stabiliscono le normati-
ve europee”. Secondo l’esperto “sca-
vare come è stato fatto nelle pozzolane
provoca un abbassamento sensibile
del suolo, non solo durante lo scavo

Vico Supportico, dal Mercadante piovono pietre


Per proteggere i clienti del ristorante sottostante una impalcatura è diventata attrazione per i turisti
NAPOLI (lo.lerose) - A Napoli catura così non è un belvedere. la paletta di un netturbino che
tutto diventa folclore e assieme ai Tra l’altro sono due anni che è sembra averli lasciati lì già da
piatti tipici i turisti che, negli ulti- lì”. Inspiegabile che ci si alzi da qualche mese. Anche le pulizie
mi tempi, hanno scelto di man- tavola per fotografare un’imbal- della strada vengono effettuate
giare alla Taverna d’ ‘o re, si catura, eppure questo è quello dai dipendenti della Taverna do
sono divertiti a immortalare con i che puntualmente accade. “ Pen- re che, giustamente, devono sop-
flash la caduta di piccoli calci- sandoci – hanno detto ancora i perire ad una mancanza da parte
nacci. Il ristorante, in vico Sup- due camerieri- non riusciamo a dei netturbini del Comune che
portico di Separazione adiacente spiegarci questa cosa. Magari sembrano ignorare il vicolo così
al teatro Mercadante, vicino Piaz- sono turisti che sono già stati qui come tutte le stradine interne sul
za Municipio, offre ai turisti non in passato e che a distanza di lato opposto del porto. “E’ un
solo i locali interni ma anche tempo, vedendo ancora l’ imbal- peccato – hanno raccontato alcu-
tavoli all’aperto che offrono la catura credono sia il caso di ni passanti - perché la zona meri-
vista sull’arco del teatro. E’ pro- immortalarla perché fa parte terebbe più attenzione da parte di
prio sotto le finestre dell’arco che dell’ arredo del vicolo”. Sulla tutti. Beati i turisti che si diverto-
è stata posta l’imbalcatura di con- particolare atmosfera del vicolo no a fotografare i segni di cedi-
tenimento per evitare che i calci- non c’è che dire, sembra un pic- mento dei palazzi. Per noi, che
nacci dei balconi e del sottotetto colo borgo fuori dal caos della viviamo qui, non c’è da ridere è
cadano giù ferendo qualcuno. strada che da piazza Municipio un dispiacere continuo”. Tra
Non si è capito il perché ma gli porta al porto di Napoli, eppure vicoli, teatri storici e piatti tipici i
stranieri intenti a cenare hanno anzicchè valorizzarlo, ancora una turisti si interessano divertiti allo
trovato divertente e caratteristico realtà – hanno detto Giovanni e volta si tende a investirlo di sgretolamento di sottotetti e pare-
il fenomeno della caduta di sassi Massimo due dipendenti della abbandono. Scarsa manutenzione ti. Il gusto è soggettivo ma le foto
e il rumore sulla lamiera tanto da Taverna do re (nella foto) - è per la strada e poca pulizia vicino scattate dai turisti seduti ai tavoli
voler scattare foto per immortala- brutto da vedersi. In un vicolo al secondo ingresso del teatro della Taverna d’ ‘o re non posso-
re laparticolarità di un pasto con- così caratteristico, anche grazie tanto che, diverse persone del no che definirsi scatti di una
sumato tra piccoli cedimenti. “In al gioco di luci soffuse, un’imbal- vicolo, fanno notare il carrello e Napoli trash.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Martedì 13 Aprile 2010
9

SAN PIETRO A PATIERNO VIA CUPA PRINCIPE


LA DENUNCIA TOSSICI
6 aprile Inviata una nota all’assessore
comunale all’Igiene Giacomelli
allo scopo di sollecitare un sopralluogo
Rifiuti La carreggiata era invasa da eternit,
elettrodomestici, pneumatici
e materiale di risulta dei cantieri edili

Sporcizia e degrado: scatta il ‘fai da te’ di associazioni e cittadini per sgomberare dai rifiuti la strada della periferia nord

Lo scuolabus non passa, i residenti puliscono la via


I comitati civici: la videosorveglianza costerebbe meno della continua bonifica
di Claudia Procentese Michele Attanasio dell’associazione
sportiva ‘La Quercia’, abbiamo dovu-
NAPOLI - I cittadini della periferia to rimuovere la spazzatura per per-
nord si industriano come possono per mettere il passaggio non solo allo
far fronte all’emergenza rifiuti. Quella scuolabus ma anche alle auto. Insom-
che è stata dichiarata ormai finita, ma ma, ancora una volta cittadini indisci-
che mostra ancora il suo volto in questa plinati e istituzioni sorde. Chiediamo
parte di hinterland cittadino. Ieri matti- all’assessore Giacomelli di effettuare
na un gruppo di residenti di via Cupa immediatamente un sopralluogo, in
Principe si è avventurato tra eternit, modo da rendersi conto di quanto da
elettrodomestici e gomme per auto allo tempo denunciamo”. La richiesta, inol- Ieri mattina
scopo di liberare l’arteria da un’auten- tre, di chi abita in via Cupa Principe è gli abitanti del
tica ‘bomba ecologica’. Lungo la stra- quella dell’installazione di telecamere posto
da una distesa di televisori, piastrelle, per la videosorveglianza “che sicura- hanno
divani, poltrone, vasche da bagno, mente - spiega il portavoce del comita- rimosso
mobili di ogni genere. In piena carreg- to civico - costeranno molto meno di
giata addirittura porte, pneumatici, la spazzatura
quanto costano gli interventi di bonifi- al fine di
scarpe, carteggi d’ufficio, materiale di ca e smaltimento di questi rifiuti. Gra-
risulta dei cantieri. San Pietro a Patier- permettere
zie alle telecamere si potrebbe punire il passaggio
no è ancora ostaggio dei rifiuti. Cittadi- chi per anni ha deturpato questo quar-
ni ed associazioni scendono in campo non solo
tiere e continua a farlo”. Sulla carta
con una pulizia ‘fai da te’. Qualche l’emergenza rifiuti sarebbe finita. Non allo scuolabus
mese fa, questa zona era sorvegliata lo è di certo la crisi che fa soprattutto ma anche
notte e giorno dalla polizia municipale della periferia luogo di sversamento agli altri
dal momento che erano stati riscontrati abusivo di immondizia in discariche a veicoli
enormi cumuli di rifiuti sversati illegal- cielo aperto, vicino a terreni agricoli o
mente, tra cui anche sostanze pericolo- destinati al pascolo.
se come l’amianto. Dopo l’intervento
delle ditte specializzate per lo smalti-
mento del rischioso pattume, tutto è
ritornato come prima. Ora l’area delle Mancanza di semafori e blocchi di cemento che ne sbarrano l’accesso trasformano lo slargo in una landa deserta e pericolosa
cosiddette masserie a causa delle pira-
midi di ‘monnezza’ è irraggiungibile
anche dallo scuolabus. I genitori sono
costretti a fare un chilometro a piedi
fino alla strada principale per raggiun-
gere il mezzo di trasporto. “Dopo la
denuncia ed una nota inviata il 6 aprile
Piazza Poderico chiusa da cinque anni
NAPOLI (davide gam- scandalo di piazza que ed un nuovo timo- una trappola per cittadi- ca stradale, sia orizzon-
scorso tramite fax all’assessore comu- bardella) - Chiusa da Poderico, inaugurata re: quello che l’intera ni che finiscono per tale che verticale. La
nale all’Igiene Giacomelli, nulla è cinque anni. Per man- cinque anni fa dal sin- area possa finire in divenire vittime di rapi- mancanza di detti
cambiato. - si sfoga Giuseppe Grazio- canza di semafori. daco di Napoli Rosa preda al caos. Con l’i- ne e automobilisti che impianti sta creando
so, presidente dell’associazione Città Blocchi di cemento Russo Iervolino ed naugurazione del mega- si ritrovano imbottiglia- seri pericoli alla cir-
senza periferie - Via Cupa del Principe sbarrano l’accesso alle ancora chiusa alla cir- store, infatti, il rischio è ti negli ingorghi. La colazione pedonale e
è praticamente vietata allo scuolabus, auto tramutando una colazione veicolare che la circolazione strada, transennata con veicolare”. Una situa-
ma non per un divieto di circolazione, delle strade del pieno dopo anni di denunce e possa andare in tilt, blocchi di cemento nel zione resa ancora più
bensì per i rifiuti che ostruiscono il centro cittadino in una segnalazioni. Mentre mandando su tutte le 2005 al termine dell’i- allarmante dalla presen-
passaggio del mezzo. Un pulmino che landa deserta abbando- manca ormai poco furie residenti e com- naugurazione, risulta za di alcune scuole - tra
si reca tutti i giorni alla masseria nata al degrado. Caos, all’apertura del centro mercianti. La situazione ancora chiusa perché cui l’elementare-mater-
Rosano allo scopo di prelevare i bam- ingorghi, storie di orchi commerciale negli ex della piazzetta dell’Are- mancano i semafori na “Matteo Renato
bini e portarli in classe. Il percorso, e minori violentati non locali della Sip dell’A- naccia torna così nuo- previsti dall’ammini- Imbriani” - dove le
invece, è divenuto impossibile perché hanno potuto nulla con- renaccia, via Acquavi- vamente sotto i riflettori strazione comunale. “A mamme ed i piccoli
questa strada è continuamente oggetto tro lo sbarramento di va, strada che costeggia del parlamentino locale. fare bella mostra vi alunni sono costretti ad
di sversamenti di rifiuti di tutti i generi, una delle arterie di lo slargo del quartiere, è Dopo la brutta storia troviamo solo alcuni attraversare la strada
soprattutto quelli nocivi alla salute”. In allacciamento tra il ancora off limits. Di dello scorso anno, in supporti sui i quali rischiando quotidiana-
mezzo alle coltivazioni, polveri di cuore di Napoli e la giorno i ragazzini gio- cui un uomo anziano dovevano essere mon- mente di essere investi-
amianto, sabbie combuste, i soliti panni periferia nord. Ed ora, cano a calcio indistur- abusò di un minore nei tati i semafori. - denun- ti. Eppure lo scorso
che servono a contenere le detonazioni con l’imminente apertu- bati. Di sera invece la pressi della zona chiusa cia il consigliere muni- anno l’assessore al
dei liquidi industriali in quella che è ra di un megastore, c’è zona diventa terra bru- al traffico, si riapre la cipale del Pdl Enrico ramo, Gennaro Mola,
ancora la ‘terra dell’emergenza’. Pano- chi teme la paralisi per ciata per chiunque. polemica per un’arteria Cella - Inoltre, manca promise che entro 15
rami sfregiati dalla mondezza. Al un intero quartiere. È lo Anni di degrado dun- che rappresenta ancora una adeguata segnaleti- giorni sarebbero partiti
momento la preoccupazione maggiore gli interventi per la ria-
è costituita dai rifiuti speciali ed pertura della strada.
ingombranti. Il passaggio al digitale Promesse che non sono
terrestre, infatti, ha reso inutili molti GIOCATTOLI PERICOLOSI: LA PROPOSTA DI ASSOUTENTI state mantenute. “E’
I bambini giocano nella piazzetta dell’Arenaccia
vecchi televisori che ora si ritrovano inaudito - attacca Cella
scaraventati e abbandonati ovunque è
possibile farlo senza essere notati.
Sono i nuovi simboli della difficoltà di
Napoli di avviare una raccolta differen-
ziata efficace soprattutto per gli scarti
“Pubblicare i nomi dei negozi disonesti” - che questo stato di
cose vada avanti da
alcuni anni tra l’indiffe-
renza della amministra-
NAPOLI (rc) - La notizia e alla sicurezza dei informazione i nomi di miei nipotini, quindi se zione comunale. Quan-
speciali. I vecchi televisori si aggiun- è di qualche giorno fa. bambini, la polizia ha quegli esercenti com- sapessi che il rivenditore do finalmente seguiran-
gono agli ingombranti soliti, come fri- Un ingente sequestro di sequestrato infatti in un merciali disonesti che del negozio dove abi- no i fatti, con la riaper-
goriferi, scaldabagni e agli immancabi- giocattoli di privi del deposito 2133 giocattoli commettono queste truf- tualmente faccio detti tura della strada? E’
li pneumatici, il tutto mescolato a sac- marchio ‘ce’ è stato contraffatti provenienti fe in modo tale che gli aacquisti che sono auspicabile che si pro-
chetti di rifiuti casalinghi. “In questa effettuato a Napoli dagli dalla Cina per un valore acquirenti saprebbero potenzialmente nocivi e ceda al più presto, al
strada scaricano di tutto, scatole, agenti del commissaria- di circa ventimila euro. bene poi cosa fare. - pericolosi per la salute in fine di garantire la
copertoni, amianto, materiale prove- to di polizia Vomero a Ora, però, i consumatori afferma Sabino Geno- particolare dei i bambini, sicurezza e la vivibilità
niente dall’edilizia. - aggiunge Grazio- Poggioreale. Nel corso napoletani chiedono più vese dell’Assoutenti - certamente cambierei dell’area in questione
so - Poi con frequenza quasi program- di un controllo ammini- trasparenza. “Ritengo Ad esempio io molto negozio. Invece, pur- che oggi manca,
mata si incendiano per fare spazio ai strativo, nell’ambito di che andrebbero pubbli- spesso acquisto negli troppo, sembra che per soprattutto in vista del-
nuovi rifiuti. Questa mattina (ieri per servizi finalizzati alla cizzati dalle forze dell'or- esercizi commerciali la privacy non sia possi- l’apertura del centro
chi legge) siamo usciti di buon’ora e tutela del consumatore dine e dagli organi di vomeresi giocattoli per i bile”. commerciale di via
insieme ai residenti, a Mario Ortu del- Con la prossima apertura di un megastore
Arenaccia”. si teme la paralisi del traffico veicolare
l’associazione ‘San Pietro giovani’ e
10 Martedì 13 Aprile 2010 Napoli CRONACHE di NAPOLI

Gli Amato-Pagano dettano le regole della ‘pax’ con i DI Lauro: ai reduci della cosca la sola riserva del Terzo Mondo

Gli spagnoli conquistano Secondigliano


La rinascita dei Licciardi: dalla Masseria Cardone al ritrovato asse con San Pietro
di Luigi Sabino sizione degli scissionisti poiché i riacquistato parte del suo presti-
Di Lauro sono stati costretti ad gio criminale anche grazie alla
NAPOLI - L’area nord di Napo- abbandonare buona parte delle ricomposizione della frattura con
li continua a essere considerata piazze di spaccio rimaste loro il gruppo Bocchetti di San Pietro
dagli inquirenti uno degli scenari dopo la faida. Un patto quindi a Patierno. Per gli inquirenti,
più caldi per quanto riguarda gli che rispecchierebbe l’attuale rap- infatti, l’agguato in cui sono
equilibri di camorra. Gli avveni- porto di forza tra le due organiz- rimasti uccisi Gennaro Sacco e
menti degli ultimi mesi, infatti, zazioni. Il clan Di Lauro, infatti, suo figlio potrebbe essere la con-
hanno mutato non poco gli asset- non avrebbe la struttura militare seguenza di questa riavvicina-
ti criminali dell’area. Due gli per affrontare uno scontro arma- mento tre i due sodalizi. Secondo
aspetti su cui si stanno concen- to con gli Amato-Pagano giac- le cronache giudiziarie, infatti,
trando le attenzioni degli investi- ché buona parte dei suoi elemen- all’origine dello scontro tra i due
gatori, il consolidarsi del gruppo ti di spicco è in galera. Dall’altra gruppi vi fu proprio il desiderio
Amato-Pagano anche nell’area parte gli scissionisti, dopo i di Sacco di rendersi autonomo
di Secondigliano e la ripresa del numerosi colpi subiti dalle forze dalla Masseria Cardone e di
clan Licciardi. Secondo quanto dell’ordine tra cui l’arresto dello assumere il controllo di San Pie-
riferiscono fonti investigative il stesso Raffaele Amato, avreb- tro a Patierno. Per gli inquirenti
clan guidato dal latitante Cesare bero deciso di zittire le armi in l’alleanza tra le due organizza-
Pagano negli ultimi tempi, modo da non attirare troppo l’at- zioni potrebbe avere ripercussio-
avrebbe esteso la propria sfera tenzione degli investigatori. Da ni sull’intera area in particolare
per quanto riguarda i rapporti
con il sodalizio degli Amato
ALL’OMBRA DELLE VELE Pagano. Secondo le informazio-
ni in possesso alle forze dell’or-
Territori contesi dine, infatti, tra gli scissionisti e i
La zona di Scampia ha subito il passaggio Licciardi non vi sarebbe buon
di consegne già dopo la faida, negli ultimi sangue perché, da quanto dichia-
mesi è stata la volta di gran parte del quar- rato da alcuni pentiti, al tempo
tiere Secondigliano della faida di Secondigliano i
Licciardi non avrebbero appog-
giato apertamente gli Amato
d’influenza su quasi tutto il quar- qui la necessità di stipulare un Le stese di motociclette Pagano. La situazione attuale è
nelle zone di via Dante e Amato-Pagano Cesare Pagano
tiere confinando i Di Lauro nel accordo con i nemici pur affer- Di Lauro Marco Di Lauro comunque quella di una convi-
solo Rione dei Fiori. Secondo la mando la loro supremazia. del Limitone di Arzano a venza, fredda ma pacifica, con la
Secondigliano Licciardi Maria Licciardi
ricostruzione degli inquirenti allo Accordo che, riferiscono gli delimitazione delle rispettive
stato attuale tra il gruppo degli investigatori, è già operativo zone d’influenza.
scissionisti e il clan di Paolo Di come dimostrano alcuni indizi Marco Di Lauro è il
Lauro sarebbe stata stipulata raccolti sul territorio come gli figlio di Paolo Di
una tregua in modo da allentare arresti di alcuni personaggi del Lauro, sarebbe il
la pressione delle forze dell’ordi- gruppo Amato Pagano avvenuti
ne. I termini dell’accordo secon-
do gli investigatori prevedono
all’interno di Secondigliano, una
zona fino a poco tempo fa sotto
reggente del clan
Cesare Pagano è
I quartieri
l’impegno degli Amato-Pagano
di non aggredire i Di Lauro a
condizione che questi ultimi non
il controllo diretto dei Di Lauro.
Più complesso da decifrare inve-
ce è il ruolo che stanno giocando
nel registro dei tren-
ta latitanti più peri- ‘contesi’
colosi d’Italia
escano dalla loro roccaforte del i Licciardi nei nuovi assetti SCAMPIA
‘Terzo Mondo’. La sensazione camorristici. Il gruppo della Maria Licciardi è
ritenuta al vertice Il quartiere all’ombra
degli esperti delle forze dell’ordi- Masseria Cardone, dopo anni in
ne è che più che un accordo si cui sembrava essere ai margini dell’organizzazione delle Vele prima della
tratti di una vera e propria impo- della malavita dell’area nord, ha della Masseria faida era gestito dai Di
Lauro. Dopo la guerra di
camorra passò sotto il
controllo degli scissioni-
L’accordo pilotato e la spartizione dei territori. L’avvertimento ai giovani dell’organizzazione del rione dei Fiori: cinque ragazzi sfregiati sti, ovvero dell’organiz-

Lo ‘scacchiere’ malavitoso dell’area nord


zaizone malavitosa degli
Amato-Pagano

SECONDIGLIANO
E’ stata sempre la roc-
‘RIONI BLINDATI’ caforte del clan Di Lauro
che, dopo i patti sanciti
alla fine della mattanza

1 “CESSATE IL FUOCO” delle Vele, sono stati let-


teralmente ‘confinati’ nel
bunker di via Cupa del-
Gli inquirenti riferiscono che l’Arco, il cosiddetto
nelle scorse settimane i vertici Terzo Mondo

dei due clan si sarebbero accordati SAN PIETRO


per stipulare un cessate il fuoco Dopo essere stata per
anni colonia dei Licciar-
di, passò sotto il control-
2 LE CONDIZIONI DEL RAS lo dei ribelli del gruppo (i
Sacco-Bocchetti). Dopo
Pagano avrebbe offerto ai Di Lauro la morte di Gennaro
Sacco i Bocchetti si
la garanzia di non colpirli Secondo gli inquirenti i sono riavvicinati all’orga-
militarmente a condizione che non clan della zona di Secon-
digliano e Scampia sono
nizzazione della Masse-
ria Cardone
superino i confini del rione dei Fiori scesi a patti

NAPOLI (l. s.) - Cinque ragazzi avere violato uno dei punti alla sti che sua struttura orga- delle ostilità con gli scissionisti l’ordine hanno puntato sulla zona.
sfregiati. Cinque giovani uomini base della tregua tra le due orga- hanno nizzativa. Per gli poiché buona parte dei suoi ele- L’attenzione cui è sottoposta l’a-
destinati a portare a vita il mar- nizzazioni. Dai controlli effettuati compro- inquirenti, Pagano menti di spicco sta scontando rea nord dai giorni della faida di
chio degli scissionisti di Secondi- sul territorio dalle forze dell’ordi- messo non avrebbe offerto ai Di dure pene detentive. Ora l’orga- Secondigliano, difatti, ha lasciato
gliano. Questo è il prezzo che ne, sono, infatti, emersi alcuni poco la capacità Lauro la garanzia di non nizzazione è, infatti, nelle mani poco campo di manovra agli
alcuni affiliati del gruppo Di segnali che inducono gli inquiren- operativa delle due colpirli militarmente a condi- del più giovane dei figli di Paolo uomini delle due organizzazioni
Lauro hanno pagato per avere ti a ritenere che tra i due sodalizi cosche. Il gruppo più zione però che questi non superi- di Lauro, Marco, e potrebbe con- criminali. I sequestri di droga e
infranto il divieto di uscire dalla criminali sia in corso una sorta di colpito sicuramente è stato sto no i confini del Rione dei Fiori, tare solo su poche decine di affi- armi, gli arresti di affiliati, l’attac-
loro roccaforte del Rione dei ‘pace armata’. Le fonti investiga- quello degli Amato-Pagano che avrebbe storica roccaforte del clan. Condi- liati. Ciò avrebbe portato i Di co ai patrimoni criminali hanno
Fiori, il Terzo Mondo. Secondo la tive riferiscono che nelle scorse nei mesi scorsi ha dovuto incassa- costretto l’attuale reggente, Cesa- zioni dure e non trattabili che però Lauro ad accettare i termini del- indebolito le strutture camorristi-
ricostruzione degli investigatori settimane i vertici dei due gruppi re non solo l’arresto del padrino re Pagano a decidere di trovare un i ‘dilauriani’ non hanno potuto l’accordo perché la possibilità di che che premono sulla zona
pochi giorni fa cinque apparte- camorristici si sarebbero accordati Raffaele Amato ma anche nume- accordo con i nemici del clan Di rifiutare. Il clan di Paolo Di continuare il traffico di droga anche se non le hanno completa-
nenti al clan guidato da Paolo Di per stipulare un cessate il fuoco rosi blitz che hanno permesso la Lauro in modo da non vedere Lauro, infatti, non avrebbe la senza subire aggressioni, anche se mente smantellate. Prima che ciò
Lauro sono stati costretti a ricor- generale. Alla base di questa inte- cattura di decine di affiliati. Que- ulteriormente compromessa la forza per contrastare una ripresa in un’area limitata come il Rione accada, dunque i vertici dei due
rere alle cure ospedaliere a causa sa vi sarebbe la necessità per i due dei Fiori, potrebbe favorire la rior- sodalizi sarebbero corsi ai ripari
delle ferite inferte da armi da clan di allentare la pressione delle ganizzazione del clan. Una scelta preferendo ‘convivere’ piuttosto
taglio. L’ipotesi degli inquirenti è forze dell’ordine divenuta insoste- I CONTROLLI EFFETTUATI ANCHE A POGGIOREALE strategica per entrambi i gruppi che continuare uno scontro che
che si tratti di una punizione inflit- nibile. Nell’ultimo anno, infatti, motivata dalla necessità di allon- avrebbe portato al crollo dei loro
ta dal gruppo degli scissionisti per sono stati eseguiti numerosi arre- tanare i riflettori che le forze del- imperi criminali.

MARCO DI LAURO
Bracconaggio, maxioperazione tra le Vele CESARE PAGANO
NAPOLI (gi.le.) - Operazione della polizia di Stato na del 6 settembre la polizia municipale sequestrò
Il rampollo alla guida della famiglia e della Lega italiana dei diritti dell’Animale dome-
nica mattina nei quartieri di Poggioreale e Secondi-
centinaia di uccelli: al mercato in via Brecce
Sant’Erasmo e in via Roma verso Scampia furono Il cognato del boss degli scissionisti
NAPOLI - Nato il 16 giugno 1980 a Napoli è gliano: sequestrate decine di volatili. Gli uccelli sottoposti a sequestrato 110 uccelli Fringillidi della NAPOLI - Cesare Pagano, inserito nell’elen-
ricercato dal 2005, per associazione di tipo sono stati poi liberati nel bosco di Capodimonte. specie Carduellis-Carduellis bianco, Carduellis Car- co dei trenta latitanti più pericolosi d’Italia, al
mafioso e altro; il 17.11.2006 sono state dira- L’intervento è scattato nelle prime ore della giorna- duellis giovani, Ibrido, Peppola, Verdoni, Canarini, pari del giovanissimo Marco Di Lauro, è
mate le ricerche in campo internazionale, per ta nei mercati di via Brecce Sant’Erasmo a Poggio- Cardellini molti dei quali in fase di accoppiamento considerato dagli inquirenti l’alter-ego di Raf-
arresto ai fini estradizionali. Marco Di Lauro é reale e di via Roma verso Scampia a Secondiglia- con cova, nidi in costruzione e con uova e 18 Torto- faele Amato, a Napoli. Di ‘Cesarino’ e del
nell’elenco dei 30 latitanti di massima pericolo- no. Una operazione che mira alla tutela della fauna re bianche. Alcuni volatili erano in pessime condi- suo ruolo all’interno del clan, parla Giusep-
sità facenti parte del “Programma Speciale di protetta: sono stati sequestrati cardellini, ibridi, un zioni di salute. Furono stati inoltre sequestrati 20 pe Misso jr nel corso di un interrogatorio:
Ricerca” selezionati dal Gruppo Integrato picchio e verzellini. Gli animali sono stati chiusi in contenitori per muta, 16 Cincarelle, 8 schiccatori, 6 “Durante la faida sia il clan Di Lauro che il
Interforze. Sarebbe rimasto lui al comando del gabbie e portati nel bosco di Capodimonte. Qui le ricevitori per cardellini, 15 gabbie di varie dimen- clan degli scissionisti inviò emissari per chie-
clan Di Lauro dopo l’arresto del padre, Paolo, gabbie sono state aperte dai bambini e gli uccelli sioni. Alcuni volatili furono liberati, altri accompa- dere un appoggio, anche militare, da parte
alias Ciruzzo ‘o milionario Di Lauro. sono tornati in libertà. Negli stessi mercati la matti- gnati al Parco Nazionale degli uccelli a Licola. del clan Misso”.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Martedì 13 Aprile 2010
11

EMERGENZA
CRIMINALITA’
Preferivano non tenere IL SEQUESTRO
le ‘bustine’ addosso, ma andarle
a recuperare presso la ‘base’ dei fornitori di Marco Impa- posta sulle scale di un con-
rato che non si allontanava dominio viene tagliato e
allestita presso il ‘Lotto B’ mai dalla sua zona di spac- separato dal resto della strut-
cio e che quindi veniva rifor- tura portante.
nito a domicilio.
I NASCONDIGLI Pacchi
I SISTEMI
Sigilli a oltre di pasta, confezioni di zuc-
chero, pannolini. E poi anco-
ra slip, reggiseni
‘OCCULTI’
duecento grammi imbottiti, culle per
bambini e vani

di ‘roba’ e 50 euro ascensore. Senza


contare la categoria
hi-tech. Nel tempo
gli spacciatori o i
semplici custodi di
Nell’immagine a destra i carabinieri con lo droga hanno dato
scatolato metallico all’interno del quale erano grande importanza
contenute le dosi di stupefacenti pronte ad all’inventiva per
contrastare le operazioni di
essere spacciate al dettaglio polizia e i sequestri di mate- Nascondigli
riale. Oltre all’utilizzo di
Piscinola, il terzetto aveva nascosto le sostanze stupefacenti all’interno del vano dell’elevatore insospettabili pensionate o
ingenui minorenni, il siste-
Pacchi di pasta, con-
fezioni di zucchero,
ma che vive dei proventi del pannolini, slip, reggi-

Droga in ascensore, tre arresti


narcotraffico oggi può con- seni imbottiti, culle
tare su professionalità di ele- per bambini e vani
vato livello. Decine di tecni- ascensore
ci e artigiani le cui
opere fanno letteral-
mente impazzire gli
esperti delle sezioni
narcotici. Si passa
Recuperati duecento involucri di crack, marijuana e cocaina dalle ‘classiche’
pareti fittizie dietro
le quali si celano
di Carlo Virno ormai noto alle forze dell’or- tre erano intenti a vendere e 50 euro ritenuti dagli inqui- “paranza”, forse era lui l’or- viva dei due incensurati; la fessure che comuni-
dine, hanno deciso di agire; stupefacenti ad una decina di renti provento della attività ganizzatore dello spaccio in presenza dei due ragazzi in cano tra diversi
NAPOLI – Non è riuscito a gli arrestati sono Marco acquirenti. I militari li hanno illecita. Gli arrestati sono quella zona. Va detto che un tratto di via Vittorio Ema- piani di un edificio,
tre spacciatori evitare arresto Imparato 18 anni, già noto fermati e perquisiti; in tasca stati rinchiusi nella casa cir- l’arresto di Marco Imparato nuele, zona di spaccio, non è ai collaudati davanzali a Insospettabili
e sequestro di droga che era alle forze dell’ordine, non avevano droga perché condariale di Poggioreale e già noto, di Armando Ferra- sfuggita ai militari che li scomparsa. Questi ultimi
stata nascosta nel vano del- Armando Ferrara venten- l’avevano occultata nella saranno processati per con- ra e di Giuseppe Marciello hanno seguiti a distanza fin sono i ‘preferiti’ dagli scis- Oltre all’utilizzo di
l’ascensore; i carabinieri ne incensurato e Giuseppe cabina dell’ascensore; questa corso in detenzione a fini di non può dirsi un ‘arresto quando non si sono incontra- sionisti. Nei Lotti T\B e G i insospettabili pensio-
della stazione Marianella Marciello di 21 anni anche la droga sequestrata: duecen- spaccio di sostanze stupefa- casuale’ ma è il frutto di una ti con Imparato. I militari poliziotti ne hanno scoperti nate o ingenui mino-
quando hanno scoperto dove lui senza precedenti penali; i to involucri contenenti com- centi. Più grave è la posizio- indagine non facile; Marco dopo l’arresto dei tre pusher diversi. Il sistema è semplice renni, il sistema può
i tre pusher vendevano stu- carabinieri li hanno sorpresi plessivamente 170 grammi ne di Marco Imparato già Imparato per consegne e non hanno smesso di inda- quanto ingegnoso. Una parte contare su ‘professio-
pefacenti, dopo averli prele- nei pressi del “Lotto B” di di marijuana, 14 grammi di noto alle forze dell’ordine e spostamenti di piccoli quan- gare e sperano di arrivare del marmo che forma il nalità’ criminali
vati da un nascondiglio via Vittorio Emanuele men- crack, 35 grammi di cocaina ritenuto il più attivo dalla titativi di stupefacenti si ser- presto alla identificazione davanzale di una finestra

Gli agenti hanno fatto irruzione all’interno di un appartamento a San Giovanni a Teduccio: fermata una donna, ricercato il marito

Genitori ‘pusher’ al posto dei figli


lità ed un altro in quelle del marito, con-
tenenti delle altre banconote. Tutto il
denaro pari ad una somma di circa 2.240
euro e la sostanza stupefacente rinvenuta
sono stati posti sotto sequestro. Lucia

Madre e padre avevano sostituito i due giovani nell’attività Cozzolino è stata pertanto arrestata e
condotta presso la Casa Circondariale di
Pozzuoli. Il marito della donna, denun-
ciato in stato di irreperibilità, è tuttora
NAPOLI (rc) – Il blitz è scattato sabato 827 di corso San Giovanni a Teduccio. tualmente lo scambio droga – denaro. cita attività. E’ bastato infatti avvicinarsi ricercato. Il mercato della droga all’om-
notte. Gli agenti del commissariato San La droga era ben occultata in più punti Compreso l’andamento dell’attività, i all’appartamento, sfortunatamente per i bra del Vesuvio sembra non voler far
Giovanni Barra, hanno arrestato Lucia dell’appartamento ed i clienti venivano poliziotti non hanno impiegato molto a coniugi al pian terreno, ed osservare registrare battute di arresto. Se prima la
Cozzolino, 45 anni, per detenzione e ricevuti all’interno dove avveniva pun- sorprendere la coppia nel pieno dell’ille- attraverso le finestre tutte le operazioni
spaccio di sostanze stupefacenti. I fatti si di vendita e pagamento. Dopo aver
sono svolti in un appartamento di San quindi osservato per qualche minuto, gli SOLDI E DROGA
Giovanni a Teduccio, zona già da tempo EMERGENZA CARCERI agenti hanno profittato dell’apertura Il blitz della polizia
sotto l’occhio degli investigatori del della porta d’ingresso per entrare nel- ha portato al seque-

SPACCIO FAMILIARE
commissariato, in quanto ritenuta area di
florida attività di spaccio di sostanze stu-
pefacenti ed in particolare di cocaina.
“Agenti allo stremo delle forze” l’appartamento, dove oltre alla donna
c’era il marito, che sfruttando il contem-
poraneo arrivo della figlia e l’uscita di
stro di oltre duemila
euro e di quasi due-
NAPOLI - “Quelle che l’ordinamento definisce camere, che in cento grammi di
Nei giorni scorsi, questa attività investi- altre persone presenti in casa, ha fatto

LA VICENDA gergo vengono dette ‘celle’, ma che nella realtà superano persi- stupefacenti tra
gativa aveva già dato come frutto l’arre- perdere le sue tracce. Sottoposto poi hashish e cocaina
sto di due figli della Cozzolino, di cui no la fantasia dantesca sono ormai veri è propri magazzini di l’appartamento ad una perquisizione
uno minore, per lo stesso reato di cui stoccaggio in cui si ammassa materiale umano”. Esordisce cosi' domiciliare, gli agenti hanno rinvenuto
Nei giorni scorsi erano stati già sabato notte si è resa poi responsabile la Gennarino De Fazio, della Direzione Nazionale della UILPA tre involucri termosaldati, più un pezzo vendita al dettaglio di stupefacenti era
arrestati i due figli della Cozzolino, madre in concorso con il padre. In prati- Penitenziari, riferendosi all'attuale situazione penitenziaria, carat- sfuso di cocaina per un totale di 32 una prerogativa dei ‘guaglioni’ apparte-
di cui uno minore, per lo stesso ca i genitori avevano ripreso l’attività dei terizzata soprattutto dall'eccezionale sovrappopolamento che grammi e circa 180 grammi di hashish. nenti ai clan della malavita organizzata,
reato di cui sabato notte si è resa figli, ma con maggiori accortezze dal ormai da mesi attanaglia. De Fazio poi aggiunge: “La Polizia La donna prima ancora di essere perqui- oggi la polverizzazione del ‘sistema
punto di vista della visibilità. Lo spaccio penitenziaria, allo stremo delle forze fisiche e frustrata e scorag- sita, ha spontaneamente consegnato camorra’ ha dimostrato che dell’esercito
poi responsabile la madre avveniva infatti all’interno dell’apparta- giata nel morale”. delle banconote di vario taglio ed indica- invisibile di pusher possono fare parte
in concorso con il padre mento della famiglia situato al civico to due borselli uno nelle sue disponibi- tutti.

EMERGENZA CARCERI
Il 40enne di Caserta si è suicidato inalando il gas di un fornelletto scaldavivande all’interno del penitenziario di Santa Maria Capua Vetere

Detenuto si toglie la vita dietro le sbarre


NAPOLI (rc) - “Ancora morte in zesco. Chi ha una coscienza,
carcere, ancora un detenuto suici- soprattutto i politici e gli ammini-
da. L’altro ieri sera nella casa stratori del sistema, dovrebbe
circondariale di Santa Maria seriamente interrogarsi sulle pro-
Capua Vetere si è tolto la vita un prie responsabilità e sulla proprie
detenuto casertano di 40 anni, un detenuto ieri a Santa Maria per cui l’ Amministrazione peni- attesa di sentenza definitiva. I incapacità a porre rimedio ad
Giovanni Gallicola, posizione Capua Vetere. “Il modo in cui è tenziaria fu condannata a risarci- detenuti stranieri sono circa il una ecatombe di cui non si intra-
giuridica di ‘giudicabile’. L’uomo morto il detenuto del carcere di re i familiari con 150mila euro. 25% dei presenti mentre le caren- vede la fine”. E’ dura la reazione
si è suicidato inalando il gas delle Santa Maria Capua Vetere, ana- Riteniamo che sia giunto il ze di personale di polizia peniten- di Eugenio Sarno, reduce dalla
bombolette che tutti i reclusi legit- logo a quello posto in essere momento di rivedere il regola- ziaria sono stimate in circa 20/25 protesta davanti al carcere di Fro-
timamente detengono per cuci- pochi giorni fa nel penitenziario mento penitenziario, al fine di vie- unità. Bisogna che sulle criticità sinone, alla notizia dell’ennesimo
narsi e riscaldarsi cibi e bevande, di Reggio Emilia da un altro dete- tare l’uso delle bombolette di gas, penitenziarie si intervenga quanto suicidio in carcere avvenuto nel
come prevede il regolamento nuto suicida, ricorda quello di un visto che l’Amministrazione assi- prima e con estrema urgenza, per penitenziario di santa Maria
penitenziario. E’ l’ennesimo fatto altro ristretto morto nel carcere di cura il vitto a tutti i detenuti. evitare l'implosione del sistema. E Capua Vetere.
drammatico che testimonia anco- Pavia qualche anno fa; episodio Indubbiamente la carenza di per- questo sarà quanto chiederà il
ra una volta l’urgente necessità di sonale di polizia penitenziaria, Sappe a Roma nell’incontro già
che è quello che sta nella prima programmato con il Ministro

‘‘ ‘‘
intervenire immediatamente sul-
l’organizzazione e la gestione linea delle sezioni con i detenuti della Giustizia Alfano” conclude
delle carceri, dove il numero 24 ore al giorno, e di figure pro- la nota. “Sgomento, incredulità,
esorbitante dei detenuti e la fessionali specializzate nonché il dolore. Questi sono i sentimenti
carenza di personale non consen- costante sovraffollamento delle che albergano nei cuori e nelle
tono più alla polizia penitenziaria DONATO CAPECE carceri italiani sono due temi che menti degli operatori penitenziari EUGENIO SARNO
di garantire i controlli necessari”. La carenza di personale si dibattono da tempo e sono con- “Le bombolette utilizzate dal quarantenne per togliersi la di fronte alla strage silenziosa che E’ doloroso commentare
E’ quanto dichiara in una nota cause di questi tragici episodi. A vita sono permesse dal sistema penitenziario. Riteniamo si consuma nelle nostre prigioni
Donato Capece, segretario gene- non consente più Santa Maria Capua Vetere sono che sia giunto il momento di rivedere il regolamento peni- degradate, sempre più luogo di il ventesimo suicidio
rale del sindacato autonomo Poli- alla polizia penitenziaria ristretti più di 940 detenuti a fron- tenziario, al fine di vietare l’uso delle bombolette di gas, supplizio. Ci tocca commentare il in cella, un trend
zia Penitenziaria Sappe a com- te di 547 posti letto e i due terzi visto che l’Amministrazione assicura il vitto a tutti i detenuti” 20° suicidio in cella di un detenu-
mento della morte per suicidio di di garantire i controlli dei presenti sono imputati, cioé in to di questo 2010. Un trend paz- negativo da ecatombe
12 Martedì 13 Aprile 2010 Napoli CRONACHE di NAPOLI

EMERGENZA CRIMINALITA’ RAID NELLA ZONA PORTO


I banditi in sella ad una moto di grossa E’ accaduto in via Marina, i malviventi
cilindrata si sono affiancati all’auto sono saliti sul veicolo ed hanno sequestrato
e il passeggero ha estratto la pistola i malcapitati per alcuni minuti

I malviventi hanno seguito la vettura con dentro alcuni dipendenti della ricevitoria in via Duomo e li hanno assaliti

Trafugato l’incasso del punto ‘Snai’


Hanno sottratto circa duemila euro. Al vaglio un impianto di videosorveglianza
di Ciro Ammendola dei due dirigendosi verso le rispettive era su via Marina, transitavano solo sprovvista, ripresisi dallo choc dopo


abitazioni. Insomma la solita routine auto. Nessuno ha prestato attenzione a qualche minuto sono riusciti ad allertare
NAPOLI - Raid nei confronti di due quotidiana stava consumandosi. Tutta- quanto stava accadendo sul ciglio della le forze, grazie ad alcuni passanti, del-
dipendenti del punto Snai in via via quella che si avviava a concludere strada. I banditi però anzichè farli scen- l’ordine. Nel frattempo i banditi hanno
Duomo. Banditi armati hanno seque- non era il solito tran tran. In agguato dere, sono saliti sulla vettura per farsi impiegato pochi minuti a raggiungere
strato per alcuni minuti gli impiegati infatti c’erano due banditi con intenzio- Al vaglio consegnare le chiavi. Una strategia l’agenzia ripulendola. Intanto una volta
facendosi consegnare le chiavi dell’a- ni ben decise e cioè mettere a segno un l’impianto adottata per sfuggire agli occhi di even- messi al corrente dell’accaduto le forze
genzia. E quindi una volta avutele in colpo. E il bersaglio era l’agenzia collo- di sorveglianza tuali pericolose testimonianze. I malvi- dell’ordine e gli uomini della scientifica
mano hanno arraffato il bottino, corri- cata in prossimità del Duomo. Ignari di venti si sono trattenuti alcuni minuti si sono precipitati sul posto, I balordi
spondente all’incasso della giornata, essere nel mirino dei rapinatori l’auto Le indagini nell’auto. In pratica era in corso un però avevano già completato l’opera.
circa 2000 euro. E’accaduto nella tarda delle vittime procedeva a velocità velocissimo sequestro di persona. In Al loro arrivo, gli agenti hanno trovato
serata di domenica, i due dipendenti ter- moderata. I malfattori, che probabil- Le forze dell’ordine quei pochi minuti avrebbero raccoman- la saracinesca aperta. Gli investigatori
minata la giornata lavorativa, chiuse le mente li braccavano dall’uscita dell’a- stanno cercando dato ai due, nel frattempo depredati di hanno eseguito un accurato sopralluogo
scommesse sportive e dopo aver esple- genzia, in sella ad una moto di grossa di ricostruire tutte le fasi soldi e cellulare di non fare mosse all’interno del locale cercando eventuali
tato le ultime consuete mansioni e cioe cilindrata si son posti di fianco e quindi azzardate del tipo avvertire le forze del- tracce lasciate dai malfattori. Probabile
chiudere corrente e rete informatica, il passeggero ha estratto la pistola inti- del colpo al Punto Snai l’ordine o reagire. Quindi, raccolte le che gli agenti abbiano sequestrato i
sono saliti sull’auto di proprietà di uno mando di fermarsi. In quel momento, si chiavi, si sono dileguati. I due presi alla nastri delle telecamere a circuito chiuso.

Il 21enne originario del Vasto aveva derubato un minorenne minacciandolo con un coltello Continuano
i controlli
Poggioreale, blitz della Polfer allaFerrovia
Era irreperibile
da due mesi.
Flosco è stato

In trappola rapinatore latitante arrestato saba-


to pomeriggio
per rapina
aggravata e
porto abusivo
d’arma con

Era destinatario di un ordine di custodia per un altro raid l’accusa di


aver portato
via il telefono
sulla provenienza del telefono che non baldi, quando un giovane lo ha avvicinato agenti della Polfer effettuano un controllo per rapina aggravata e porto abusivo d’ar- cellulare ad un
NAPOLI (Giuseppe Letizia) - Arre- ragazzino di
stato per aver rapinato un minore con convincono gli uomini della Polfer: gli e minacciato con un coltello. Gli ha por- ai terminali e accertano che il 21enne è ma con l’accusa di aver portato via il
quindici anni
un coltello a piazza Garibaldi tre gior- agenti scorrono la rubrica del cellulare e tato via il cellulare. Poco più tardi Flosco destinatario di una ordinanza di custodia telefono cellulare ad un minore minac-
minacciandolo
ni fa e perché era irreperibile da feb- contattano il padre del proprietario. Spie- viene riconosciuto dal minore e arrestato cautelare in carcere per rapina in concor- ciandolo con un coltello in stazione un’o-
con un coltello
braio ad una ordinanza di custodia ga ai poliziotti che un’ora prima il figlio è per rapina aggravata e porto abusivo d’ar- so emessa a febbraio dal giudice per le ra prima. Contestualmente gli agenti della in stazione
cautelare in carcere: Massimo Flosco stato rapinato del cellulare da una persona ma. Il coltello viene sottoposto a seque- indagini preliminari del tribunale di Polfer gli hanno notificato l’ordinanza di appena un’ora
è stato bloccato sabato pomeriggio armata di coltello. B. S., 15 anni, è sceso stro: ha una lama lunga sei centimetri. Napoli. Era irreperibile da due mesi. Flo- custodia cautelare in carcere emessa dal prima
dagli agenti della Polfer in corso dal pullman della linea 21 a piazza Gari- Poco più grande di un taglierino. Gli sco è stato arrestato sabato pomeriggio gip a febbraio per rapina in concorso.


SANITA’ E REGIONE
POLIZIA
I vigilantes protesteranno oggi a Santa Lucia dopo l’annunciato rischio del ridimensionamento degli organici
Intercettazioni,
Massimo
Flosco

Incastrato
Guardie giurate, il giorno della mobilitazione Cirillo: errore
farne un abuso
L’incontro previsto ieri con i sindacati che questo martedì avrebbero manife-
stato davanti a Palazzo Santa Lucia per
NAPOLI - “Le intercet-
tazioni possono esse-
Il giovane riconosciuto è stato disertato da alcune parti interessate chiedere la riapertura del tavolo istitu- re cattive solo quando
zionale tra le due Ati (quella vincitrice c’e’ un abuso rispetto
dalla vittima 15enne NAPOLI (davide gambardella) - Non della gara e quella soccombente) e alla loro diffusione”. Lo
Era in possesso ha prodotto i frutti sperati, il tavolo isti- LA VICENDA l’Asl Napoli 1. Ma la “convocazione- ha detto il vicecapo
tuzionale di ieri a Palazzo Santa Lucia farsa” di ieri mattina dei rappresentanti della Polizia France-
Il taglio dei dipendenti, previ-
di un telefono rapinato per la soluzione dei licenziamenti in sto per la fine di aprile, preve- delle varie parti non ha scongiurato il
sco Cirillo rispondendo
alle domande dei prati-
vista del passaggio di cantiere per la de una riduzione delle unità taglio previsto sia dalla società suben- canti della scuola di
gestione della vigilanza nelle strutture impiegate ed operanti sull’ap- trante che dalla stessa azienda sanitaria giornalismo dell’Uni-
Meridionale. Il 21enne aveva un dell’Asl Napoli 1. L’incontro infatti è palto pari a 156, mentre fino locale. E il clima di proteste alimentate versità di Salerno.
telefono Samsung di ultima genera- stato ‘disertato’ da alcune delle parti allo scorso anno erano 263
da un malcontento sempre più stri- Cirillo spiega che “la
interessante, mandando su tutte le furie impiegate per la vigilanza
zione. Nella rubrica c’era il numero di sciante sta generando tensione in tutta legge che dovrebbe
un familiare: i poliziotti hanno contat- i sindacati di categoria che hanno con- la categoria. Con la chiusura di un regolamentare le inter-
tato il padre del proprietario. Ha spie- fermato la manifestazione prevista per troviamo di fronte all’ennesima farsa Gabriele ha convocato tutti per il tavo- mese fa del confronto tra la Regione cettazioni ancora non
gato che un’ora prima il figlio era stamattina intorno alle dieci davanti portata avanti da tutte le parti interes- lo in vista del cambio di cantiere, ma Campania e le altre parti in causa nella c’e’. In ogni caso,
stato rapinato del cellulare da un alla sede della Regione Campania di sate alla gara per i servizi di sorve- evidentemente a pochi interessa il futu- vertenza che prevede entro la fine di quando sono stato
ragazzo con un coltello alla fermata via Santa Lucia. Il tentativo di Corra- glianza all’interno delle strutture del- ro di centinaia di famiglie che rischia- ascoltato dalle com-
aprile il cambio nella gestione dei ser- missioni giustizia di
del pullman a piazza Garibaldi. La do Gabriele di correre ai ripari in vista l’Asl Napoli 1, non si può far altro che no di trovarsi sul lastrico”. Il taglio dei vizi di vigilanza, è calato nuovamente
vittima, B. S. di 15 anni, ha ricono- Camera e Senato, ho
della giornata di agitazione dei vigilan- incrociare le braccia - spiega Pietro dipendenti, previsto per la fine di apri- il silenzio sulla situazione dei vigilantes spiegato che eliminarle
sciuto il rapinatore. Il coltello con tes rientranti nella gara d’appalto 2009 Marullo, esponente dell’Ugl -. Alla le, prevede una riduzione delle unità napoletani. E le voci degli ultimi giorni equivarrebbe a togliere
lama di sei centimetri è stato seque- è andato in fumo, e nel pomeriggio di manifestazione abbiamo chiesto anche impiegate ed operanti sull’appalto pari che prospettano un taglio nel nuovo strumenti importantis-
strato. Massimo Flosco è stato arresta- ieri si sono vissuti momenti di tensione la partecipazione di altri istituti di vigi- a 156, mentre fino allo scorso anno piano di gestione, montano lo stato di simi dalla nostra cas-
to con l’accusa di rapina aggravata e quando i dipendenti che rischiano l’e- lanza, perché la crisi che vive l’intero erano 263 quelle adoperate per svolge- agitazione dei lavoratori, i quali denun- setta di lavoro. Possia-
porto abusivo di arma. Contestual- subero hanno tentato di inscenare una settore ha finora generato una serie di re il servizio di vigilanza. Le sigle sin- ciano “l’insensibilità delle parti inte- mo svolgere il nostro
mente i poliziotti gli hanno notificato protesta davanti alla sede dell’azienda licenziamenti che preoccupano non dacali Fimlcams Cgil, Fisascat Cisl e ressate” che rischiano di mandare per lavoro anche senza
una ordinanza di custodia cautelare in sanitaria locale di Napoli. “Quando ci poco i sindacati. L’assessore Corrado Ugl Sic.Civ. avevano già annunciato strada centinaia di famiglie. intercettazioni”.
carcere emessa a febbraio dal gip del
Tribunale di Napoli per rapina in con-
corso. Le forze dell’ordine lo cercava-
no da due mesi. Flosco è del quartiere HANNO INCASSATO 4 MESI DI RECLUSIONE A TESTA E’ UN ROMENO DI 52 ANNI, DISPOSTA L’AUTOPSIA
Vasto-Arenaccia, da pochi anni è resi-
dente in viale Molveno a Castelvoltur-
no. Ecco nei dettagli la ricostruzione
delle forze dell’ordine: alle due del
Scontri a Udine, condannati due ultras del Napoli Trovato cadavere in via Figurelle a Barra
pomeriggio di sabato due agenti della NAPOLI (rc) - Il giudice del tribunale di decisione del giudice Feruglio è arrivata dopo la NAPOLI (giulet) - Trovato cadavere in via zia. Abitava in un campo rom in via Repub-
Polizia ferroviaria sono in servizio in Udine, Francesca Feruglio, ha condannato ieri deposizione di alcuni testi e con un’integrazione Figurelle nel quartiere di Barra ieri mattina. bliche Marinare sotto ad una sopraelevata e
borghese all’ingresso del terminal a a quattro mesi di reclusione e 800 euro di multa, istruttoria dei filmati dei disordini. La condanna Il corpo di un romeno di 52 anni è stato rin- a duecento metri dal luogo dove è stato rin-
piazza Garibaldi. Notano un ragazzo pena sospesa, gli ultras napoletani, Cristian a quattro mesi era già stata chiesta alla prece- venuto in strada dagli agenti del commissa- venuto cadavere. Il corpo era vicino al mar-
camminare a passo veloce verso la Gaglione, di 23 anni di Ercolano, e Francesco dente udienza dal pubblico ministero onorario riato poco prima di mezzogiorno. Nessun ciapiede. Ieri mattina sarebbe uscito dal
stazione, sul lato di corso Meridiona- Serafino, 28 anni, di Aversa, coinvolti nei Antonella Soldati. Assoluzione era stata invece segno di violenza. Il decesso per cause campo e avrebbe percorso circa duecento
le. Decidono di controllarlo. Ma non disordini prima della partita di campionato Udi- chiesta dall’avvocato Giovanni Adami, che ha naturali. Intanto il magistrato di turno ha metri, quando si è sentito male e si acca-
fanno in tempo: quando il giovane nese-Napoli dello scorso 14 febbraio. I due, pro- ricordato come non vi fosse prova della parteci- disposto l’autopsia e gli agenti stanno effet- sciato sull’asfalto vicino al marciapiede. Un
vede i poliziotti sopraggiungere alle cessati per direttissima, erano stati arrestati dagli pazione agli scontri per i due e come l’auto tuando accertamenti specifici: non aveva passante la allertato i soccorsi sanitari e le
spalle, comincia a correre sul marcia- uomini della Questura di Udine ed erano chia- fosse stata noleggiata da un altro soggetto. I due documenti di riconoscimento e i poliziotti forze dell’ordine. I medici del 118 hanno
piede laterale della stazione.. Viene mati a rispondere dei reati di concorso in pos- furono fermati alcune ore dopo gli scontri nellà- sono risaliti all’identità in base alle dichia- accertato il decesso. Gli agenti del commis-
bloccato dopo un breve inseguimento. sesso di strumenti atti a offendere durante le rea di servizio di Gonars (Udine) dell’autostrada razioni dei connazionali. In queste ore stan- sariato San Giovanni-Barra hanno effettuato
Ha un telefono Samsung-GT di ulti- manifestazioni sportive e concorso in rissa. La A4, Venezia-Trieste. no verificando se avesse precedenti di poli- i rilievi in via Figurelle.
ma generazione. Fornisce spiegazioni
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Martedì 13 Aprile 2010
13

Spacciavano col paniere, inseguiti e presi


Sono di Forcella e dei Quartieri Spagnoli, sequestrati dosi di cocaina e oltre 2mila euro
LA DINAMICA
Blitz al vico Gli scambi con i clienti
delle Zite I militari hanno notato ‘scambi’ sospet-
ti nei pressi dell’abitazione di Angelo
1
NEL WATER Massa che quale dal balcone del suo
appartamento al 3° piano faceva
I carabinieri che sta- scendere un paniere legato ad un filo
vano perquisendo l’a-
Il segno di saluto
bitazione hanno senti-
to scorrere acqua nel
bagno ed hanno sco-
perto che nella vasca
Mentre i carabinieri si stavano appre-
stando ad intervenire è giunto sul
2
da bagno era stato posto un altro uomo (un 42enne del
versato un grosso luogo) che ha salutato il 27enne che
quantitativo di droga era affacciato al balcone ed è entrato
Il tentativo di fuga
19 NOVEMBRE
Lo stupefacente get-
I carabinieri hanno fatto immediata-
mente irruzione. I due alla vista dei
3
tato nel water era
ormai disciolto e irre- militari si sono dati alla fuga fino al
cuperabile. Recupeti terzo piano, dove un uomo ha loro
due grammi di cocai- permesso l’accesso nella sua casa
na (le dosi sequestra-
te ai due acquirenti
di Carlo Virno del suo appartamento al terzo piano avvertiva il Massa dell’arrivo dei stessero dall’inseguimento; tutti e ed hanno sequestrato 2.370 euro in
del civico 33 in via delle Zite, cala- carabinieri; questa ‘spiata’ non è due, quindi, sono stati bloccati ed contanti e ritenuti provento dell’atti-
che sono stati segna- NAPOLI - Movimentata cattura di va il paniere nel quale acquirenti servita ad evitare la cattura dei due ammanettati; inevitabile l’irruzione vità illecita, due grammi di cocaina;
lati quali assuntori) due spacciatori che hanno impegna- riponevano il denaro per poi riceve- spacciatori; i carabinieri hanno fatto in quella casa che doveva essere due acquirenti sono stati segnalati
to i carabinieri della Compagnia re la droga con le stesse modalità. immediatamente irruzione ed hanno perquisita; una terza persona, (suc- alla Prefettura come assuntori di
LA DENUNCIA Borgo Loreto in un lungo insegui- Queste le fasi della cattura dei due sorpreso Pasquale Mastroianni e cessivamente identificata e denun- sostanze stupefacenti per i provve-
mento che si è concluso con l’arre- pusher; i carabinieri quando hanno Angelo Massa sulle scale ai piani ciata per favoreggiamento persona- dimenti del caso. Quando i militari
sto dei due malviventi già noti alle scoperto come veniva venduta la alti dello stabile; particolarmente le) ha tentato di non far entrare i sono entrati in quella casa hanno
Il padrone 42enne
forze dell’ordine. Gli arrestati sono droga hanno fatto irruzione nello elaborato è stato l’arresto carabinieri ed ha chiuso la porta sentito scorrere acqua nel bagno ed
dell’appartamento al Angelo Massa di 27 anni di Forcel- stabile dove hanno notato una terza Mastroianni che è salito su un corni- ferendo i due militari; i carabinieri hanno capito che nella vasca da
terzo piano è stato la già sottoposto agli arresti domici- persona che con un cenno di saluto cione sperando che i militari desi- sono comunque riusciti ad entrare bagno era stato versato un grosso
denunciato per favo- liari per spaccio di stupefacenti e quantitativo di droga che ormai
reggiamento perso- Pasquale Mastroianni di 47 anni ‘sciolto’ non era più recuperabile. Il
nale. Gli arrestati che abita nella zona dei Quartieri proprietario di quella abitazione è
sono stati trasferiti Spagnoli; i militari dell’Arma nel DUE CARABINIERI FERITI FUGA LUNGO I CORNICIONI stato quindi denunciato dalle forze
nella casa circonda- corso di servizi antidroga nella zona dell’ordine con l’accusa di favoreg-
riale Poggioreale di Forcella hanno notato i due che Uno dei due arrestati ha violentemen- Mastroianni ha tentato la fuga lungo giamento personale; Pasquale
con il solito sistema della droga te chiuso l’uscio di un’abitazione i cornicioni del palazzo venendo Mastroianni e Angelo Massa, dopo
calata con il paniere davano stupefa- gli adempimenti del caso, sono stati
centi a giovani assuntori; ciò avve- Nella circostanza due carabinieri inseguito e comunque arrestato rinchiusi nel carcere di Poggioreale
niva nei pressi dell’abitazione di si sono feriti dopo la fuga rischiando di precipitare in attesa delle decisioni del magi-
Angelo Massa il quale, dal balcone strato.

Tavola rotonda di esperti del diritto presso l’Università Federico II. Gli interventi dei magistrati Egle Pilla e Raffaele Piccirillo

La camorra si sconfigge sottraendole i patrimoni racket e persone che prendevano


parte alla spartizione dei proventi
illeciti, basti pensare che alcune
aziende confiscate fiorentissime

Gli inquirenti: il vero potere dei boss è quello finanziario all’interno del sistema dovrebbero
chiuderebbero immediatamente se
dovessero operare nel rispetto delle
regole”. Clan meno imprenditori e
NAPOLI (ucia) - “Soltanto con secondo le parole del professor facilmente individuato, ‘riconosci- menti di contrasto vanno quindi più ‘accattoni’ è invece il ritratto di
indagini patrimoniali complesse si Giuseppe Riccio, organizzatore bile’. Ed anche distinguere tra per- aggiornati, adeguati alla nuova quelli napoletani, per i quali più che
ottengono veri risultati nella lotta dell’evento. La criminalità organiz- sona vittima della camorra o con situazione. Le organizzazioni crimi- il territorio di origine conta quello
alla camorra e alla mafia, ed è una zata è sempre più ‘sistema’, a farne essa connivente presenta sempre nali sono ora essenzialmente econo- di “espansione”. “I clan napoletani
cultura d’indagini che purtroppo parte sono sempre più ‘colletti bian- più difficoltà. Il crimine insomma si mie criminali che diventano econo- sono traggono i loro maggiori pro-
spesso manca”. “Serve inoltre una chi’, persone che mai si sospettereb- evolve, cresce, prospera, si mostra mia reale attraverso il riciclaggio venti dagli stupefacenti e dal racket
maggiore competenza in campo be di essere camorristi o mafiosi. Il ‘pulito’ e fatto ancora più inquietan- del denaro sporco, hanno spiegato i ed hanno una naturale predisposi-
economico e finanziario da parte criminale ha perso ormai da tempo te diventa sempre più difficile da due magistrati. “Nel Casertano vari zione all’espansione”, hanno affer-
dei magistrati, conoscenze indi- quella sua caratteristica di essere individuare, da combattere. Gli stru- clan facenti capo ai Casalesi”, mato i magistrati. “Nel Nolano
spensabili che purtroppo la laurea hanno spiegato Piccirillo e Pilla, dopo la disfatta del clan Alfieri
in giurisprudenza non garantisce”. ricordando i loro trascorsi in Terra sono sorti decine di gruppi crimina-
Ad affermare ciò sono stati Raffae- L’INIZIATIVA di Lavoro, “sono stati essenzial- li che hanno ottenuto finanziamenti
le Piccirillo e Egle Pilla (nella foto mente degli imprenditori criminali da clan napoletani che così cerca-
a sinistra), entrambi giudici per le radicati sul territorio. Essi hanno vano di espandere la propria sfera
indagini preliminari presso il tribu- preso il comando di interi settori d’influenza. I clan napoletani, divisi
nale di Napoli. I due gip hanno par- economici, principalmente del ciclo per natura, non è raro che riescano
lato agli studenti della Federico II di del calcestruzzo, e dello smaltimen- anche a coabitare sulla stesso terri-
Napoli, nell’ambito del progetto ‘il to dei rifiuti tossici. Hanno così torio pacificamente spartendosi le
diritto dentro la città’, patrocinato creato un ‘sistema’ nel quale non è attività criminali, per loro il quar-
dalla facoltà di giurisprudenza per chiarissima la distinzione tra crimi- tiere d’origine finge essenzialmente
“aprire l’università al territorio”, nali e imprenditori, vittime del da quartier generale”.

I CONTROLLI A PONTICELLI RIONE SANITA’


Nei guai un trentaduenne, intercettato in via De Meis Sotto chiave anche 455 euro in banconote di piccolo taglio
‘Palo’ riesce a far scappare il pusher Scoperto a cedere una confezione
Sequestrati due grammi di marijuana di stupefacenti, trentenne in carcere
NAPOLI (rc) - Proseguono le
operazioni antidroga da parte dei
vio sembra non voler far regi-
strare battute di arresto. Se prima
Polizia sempre più tecnologica: NAPOLI (rc) - Blitz nel cuore
della Sanità In vico Arena i cara-
nieri in contrasto al fenomeno
dello spaccio di stupefacenti. Chi
militari della Benemerita. Nel
quartiere Ponticelli i carabinieri
del nucleo operativo della com-
la vendita al dettaglio di stupefa-
centi era una prerogativa dei
‘guaglioni’ appartenenti ai clan
il nuovo passaporto biometrico binieri della stazione “San Carlo
Arena” (agli ordini del marescial-
lo Michele Guarino) hanno tratto
si dedica all’attività di spacciatore
tende quasi a sempre ad adottare
delle strategia di difesa per rende-
pagnia Poggioreale hanno tratto della malavita organizzata, oggi NAPOLI (rc) - Cinque postazioni, il momento. La procedura assume con- in arresto per spaccio di stupefa- re quanto più difficile possibile
in arresto per spaccio di stupefa- la polverizzazione del ‘sistema rilascio entro quindici giorni. Da oggi notazioni differenti in alcuni casi parti- cente Nunzio Cortellazzi, l’attività di contrasto delle forze
cente in concorso Carmine De camorra’ ha dimostrato che del- anche la Divisione di polizia ammini- colari: se infatti per la stessa mano l'im- 30enne, del luogo, già noto alle dell’ordine. Nelle piazze di spac-
Robbio, 32enne del luogo, già l’esercito invisibile di pusher strativa e sociale sezione passaporti pronta del dito indice non fosse dispo- forze dell’ordine. I militari del- cio, vale a dire nei luoghi in cui
noto alle forze dell’ordine. I possono fare parte tutti. Carne da della Questura di Napoli ha attivato la nibile, si utilizzerà, procedendo in suc- l'Arma nel corso di un servizio di gli stupefacenti vengono venduti
militari dell'Arma hanno sorpre- macello da mandare in pasto alle procedura per i passaporti elettronici di cessione, la prima impronta del dito osservazione e controllo hanno in maniera sistematica da tempo,
so il De Robbio in via De Meis cosche rivali o alle forze dell’or- II generazione. La novità di maggior medio, o anulare o pollice; in mancan- sorpreso il trentenne intento a rac- la ‘difesa’ è quasi sempre assicu-
mentre stava svolgendo le fun- dine, comunque sempre attente e rilievo, è rappresentata dall'inserimento za di una mano, si acquisirà una sola cogliere dalle vicinanze di un cas- rata da ‘vedette’ che razionalmen-
zioni di “palo”, impedendo ai presenti in maniera capillare sul delle impronti digitali nel microchip impronta; nel caso di totale impossibi- sonetto dei rifiuti una dose di stu- te posizionate, sono sempre pronte
carabinieri di raggiungere il territorio. Lo dimostrano gli oltre del nuovo libretto, procedura da cui lità all'acquisizione delle impronte, pefacente per cederla ad acquiren- a dare un segnale convenzionale
complice che stava cedendo a cento arresti avvenuti dall’inizio sono esclusi minori di 12 anni. L'acqui- verrà rilasciato invece un passaporto te avvicinatosi a lui a bordo di una di allarme alla vista delle pattu-
diversi acquirenti dello stupefa- del 2010 da parte della polizia e sizione delle impronte avverrà attraver- senza impronte. Previsto infine un pas- autovettura (e successivamente glie. Si tratta di un meccanismo
cente, garantendogli così la fuga. dei carabinieri. Ma per debellare so la scansione elettronica del dito indi- saporto temporaneo con validità non segnalato all'ufficio territoriale del molto efficiente che tende a dare
Nel corso di una perquisizione i definitivamente, cancellare in ce di ciascuna mano del richiedente. Le superiore ai 12 mesi e non rinnovabile governo di Napoli quale assuntore così tanta sicurezza a chi material-
carabinieri hanno rinvenuto e maniera drastica il fenomeno impronte, però, non vengono acquisite nel caso in cui il richiedente sia tempo- per uso non terapeutico). Nel mente spaccia che spesso non si
sequestrato 2 grammi di marijua- dello spaccio da alcune zone del da nessuna banca dati, ma solo dal raneamente impossibilitato al deposito corso di una perquisizione perso- ha timore si avere con sé anche
na. Indagini sono in corso per capoluogo campano, è necessario microchip contenuto nella copertina delle impronte, per valido e giustificato nale i carabinieri hanno rinvenuto centinaia di singole dosi. Ma non
del passaporto, poco più spessa e rigida motivo. Le domande di rilascio potran- e sequestrato al Cortellazzi 455 in tutti i luoghi l’illecito è così
identificare il complice. L'arre- che le istituzioni forniscano rispetto quelle tradizionali; al momento no essere presentante, oltre che presso
stato dopo le formalità di rito è alternative non solo culturali ma euro, provento dell'illecita attività. bene organizzato e spesso lo spac-
del passaggio attraverso gli uffici di l'ufficio specifico della Questura di L'arrestato è stato condotto in car- cio viene messo in essere dispo-
stato trasferito nella casa circon- formative e lavorative ai tanti immigrazione, queste impronte verran- Napoli, anche presso i 20 commissaria-
dariale di Poggioreale. Il mercato giovani che vengono assoldati no confrontate con quelle rilevate al ti della città e i 16 della provincia. cere. Proseguono le attività del nendo di molte meno persone, a
della droga all’ombra del Vesu- dalla criminalità organizzata. comando provinciale dei carabi- volte persino dai singoli.
14 Martedì 13 Aprile 2010 Napoli
LA LOTTA
‘‘ CRONACHE di NAPOLI

UNA DONNA PADRINO ALLA MALAVITA L’ALLEANZA TRA COSCHE

‘‘
Alla guida del sodalizio Le due organizzazioni sono
di Pollena Trocchia c’era scese a patti e si sono divisi
Luisa Terracciano, la zia gli introiti degli affari illeciti
della piccola Valentina mettendo da parte i rancori

Contestati i reati di camorra, usura, estorsione, traffico di stupefacenti e di armi


L’espansione dei Sarno nel Vesuviano, L’UDIENZA
Ventidue latitanti
degli ‘spagnoli’

chiesto il rinvio a giudizio per 72 persone vanno a giudizio

Imputati il gotha del clan di Ponticelli e il gruppo Arlistico-Terracciano/Orefice


di Manuela Galletta

NAPOLI - Un’alleanza inattesa.


Nata dalle ceneri di vecchi rancori e
LE PERSONE COINVOLTE
feroci ostilità che anni addietro sfo- NOME NATO IL RESIDENZA NOME NATO IL RESIDENZA NOME NATO IL RESIDENZA
ciarono pure in agguati di camorra. Sarno Giuseppe 1958 Ponticelli Pasquale Fusco 1975 Cercola Pagano Antonio 1945 Pollena Trocchia
Un’alleanza stipulata in nome degli Sarno Vincenzo 1970 Ponticelli Gallo Salvatore 1987 Cercola Francesco Panico 1978 Cercola
affari. Siamo all’indomani della Orefice Raffaele 1970 Pollena Trocchia Gammella Vincenzo 1967 Pollena Trocchia Antonio Piccolo 1956 Sant'Anastasia NAPOLI - Mentre le forze dell’ordine
faida che tra il 2004 ed il 2005 ha Pasquale Carotenuto 1956 Pollena Trocchia Giaquinto Annarita 1971 Pollena Trocchia Luigi Piscopo 1958 Ponticelli continuano a dare loro la caccia, la
tinto il sangue il Vesuviano, siamo Amico Giuseppe 1956 Cercola Giordano Armando 1981 Cercola Massimo Pluvio 1957 Pollena Trocchia giustizia fa il suo corso. Il pubblico
all’indomani dei morti lasciati sul Arenga Giovanni 1977 Sant'Anastasia Giordano Giuseppe 1971 Pollena Trocchia Ciro Renna 1977 Ercolano ministero antimafia Stefania Castaldi
selciato dal clan Sarno che muove i Arlistico Gustavo 1987 Pollena Trocchia Giordano Luigi 1976 Roma Massimiliano Sabbatino 1976 Pollena Trocchia ha chiesto il giudizio immediato per
primi passi per l’espansione del suo Ascione Ciro 1954 Pollena Trocchia Giordano Salvatore 1968 Sant'Anastasia Carlo Saldo 1984 Pollena Trocchia 22 presunti affiliati al clan degli scis-
regno. E’ un’avanzata veloce, quella Beneduce Concetta 1963 Pollena Trocchia Guadagni Salvatore 1978 Pollena Trocchia Scognamiglio Umberto 1971 Cercola sionisti del clan Di Lauro, tra capi e
dell’esercito militare di Ponticelli. Boccia Nunzio 1961 Ponticelli Guidone Vincenzo 1976 Sant'Anastasia Giacomo Silvano 1973 Somma Vesuviana gregari, che sono riusciti a sfuggire al
Un’avanzata alla quale, fatti due Busiello Gaetano 1984 Pollena Trocchia Improta Paolo 1968 Cercola Terracciano Ciro 1969 Cercola blitz del maggio dello scorso anno sca-
conti, gli Arlistico- Busiello Oreste 1985 Pollena Trocchia Improta Roberto 1986 Volla Terracciano Ciro 1964 Cercola turito dall’inchiesta battezzata “C3”.
Terracciano/Orefice decidono di Busiello Salvatore 1965 Pollena Trocchia Improta Salvatore 1983 Volla Terracciano Luigi 1980 Pollena Trocchia Niente udienza preliminare, dunque: il
non opporsi. Senza uomini e mezzi Caiazzo Giovanna 1978 Ponticelli Ippolito Antonio 1967 Ponticelli Terracciano Luisa 1960 Sant'Anastasia vaglio delle accuse da parte del gup è
in grado di fronteggiare l’invasione Capriolo Giuseppe 1972 Pollena Trocchia Maddaloni Massimo 1977 Massa di Somma Terracciano Vincenzo 1974 Massa di Somma stato bypassato perché il magistrato
di quelli del rione De Gasperi, il Carotenuto Amalia 1980 Pollena Trocchia Maione Liberato 1983 Sant'Anastasia Velotti Giuseppe 1977 Ponticelli inquirente titolare del caso ritiene gli
clan di Pollena Trocchia opta per Carotenuto Giacomo 1988 Pollena Trocchia Mancuso Ciro 1970 Barra elementi indiziari a carico degli inda-
l’alleanza, per l’accordo sulla sparti- Carotenuto Veronica 1981 Pollena Trocchia Marino Assunta 1968 Sant'Anastasia gati a prova di piccone, inconfutabili.
zione degli affari illeciti che consen- Casti Annunziata 1936 Pollena Trocchia Marino Maria 1962 Pollena Trocchia Il processo di primo grado è fissato per
te loro di mantenere comunque il Ciano Gabriele 1980 Massa Di Somma Milano Raffaele 1972 Sant'Anastasia il 29 giugno dinanzi ai giudici della
controllo del proprio territorio. Lo Cozzolino Mario 1961 Ponticelli Nocerino Biagio 1986 S. Sebastiano al V. prima sezione penale del tribunale di
scenario più recente dell’espansione De Liguoro Mario 1967 Ponticelli Nocerino Ciro 1956 Castello di Cisterna Giuseppe Sarno Napoli, ma la data potrebbe cambiare.
Vincenzo Sarno

dei Sarno nel Vesuviano è stato Di Marzo Salvatore 1962 Pollena Trocchia Nocerino Pasquale 1975 S. Sebastiano al V. I destinatari dell’avviso di fissazione
fotografato dall’inchiesta che all’al- Durantino Pasqualina 1964 Ercolano Nota Pasquale 1955 Ponticelli del giudizio immediato hanno quindici
ba del 27 maggio dello scorso anno Eposito Gioacchino 1965 Napoli Onore Massimo 1971 Casalnuovo giorni di tempo per decidere se presen-
portò all’esecuzione di 59 ordinanze Esposito Giuseppe 1971 Pollena Trocchia Ottomobrini Patrizia 1985 Massa di Somma tare richiesta di rito abbreviato, formu-
di custodia cautelare in carcere per i Giovanni Francato 1969 Sant'Anastasia Orefice Enrico 1962 Sant'Anastasia la che, in caso di condanna, prevede lo
reati, contestati a vario titolo, di Adriano Fusco 1968 Ponticelli Pagano Amelia 1978 Pollena Trocchia sconto di un terzo della pena. Il pro-
associazione di stampo mafioso, cesso è stato disposto per il capo degli
estorsione, usura, traffico di armi e scissionisti Cesare Pagano (nella
di stupefacenti (per lo più cocaina), foto) (il cui nome è stato inserito nel-
e intestazione fittizia di beni. A
distanza di un anno su quell’indagi-
Vennero arrestati lo scorso settembre: intascarono 3mila euro dalla vittima del racket l’elenco dei trenta ricercati più perico-
losi d’Italia, il cognato del boss Raf-
ne è calato il sipario: il pubblico NAPOLI (Marco Cesario) - La gie tipiche di un’organizzazio- di Napoli, i tre imputati sono faele Amato (detenuto da maggio), per
ministero antimafia Vincenzo D’O-
nofrio ha messo un punto agli
accertamenti ‘nati’ dal blitz ed ha
Imponevano procura ne ha chiesto il rinvio a
giudizio, ora spetterà al giudice
delle udienze preliminari Mon-
ne malavitosa. La vittima è un
imprenditore del centro storico.
Secondo l’impostazione accu-
attualmente detenuti. Ieri matti-
na dinanzi al giudice Montefu-
sco si è aperta l’udienza preli-
il fratello Carmine Pagano, e per i
nipote Carmine ed Elio Amato. L’e-
lenco di chi a giugno, salvo scelte di
chiesto il rinvio a giudizio per 72 tefusco del tribunale di Napoli satoria, i tre imputati (difesi minare, ma la seduta si è con-
persone. Fissata l’udienza prelimina-
re: si va in aula il 24 aprile dinanzi
al giudice Cimma della trentaseiesi-
le assunzioni stabilire se accogliere la propo-
sta della magistratura
inquirente. Sul banco
dagli avvocati Gaetano Inser-
ra e Domeni-
co Ducci)
clusa con un nulla di fatto. A
causa di un impedi-
mento di uno degli
giudizio diverse, dovrebbe comparire
in aula continua con i nomi di Maria-
no Abete, Salvatore Barbato, Lucio
Carriola (arrestato lo scorso tre aprile
ma sezione penale del tribunale di degli imputati ci sono avrebbero avvocati degli imputa-
Napoli. Sotto accusa c’è il gotha del
clan Sarno: i boss, oggi pentiti, Vin-
cenzo e Peppe Sarno, ed i loro
a un imprenditore, tre persone: il 48enne
Vincenzo Prinno
(nella foto a sinistra) e
preteso dal-
l’imprendito-
re un repstito
ti, i lavori sono stati
aggiornati. L’udienza
è stata rinviata al pros-
dagli agenti del commissariato di
Secondigliano che l’hanno stanato in
un appartamento a San Pietro a Patier-
no), Carmine Cerrato (finito in
parenti più stretti, Antonio Ippolito,
Ciro Mancuso e Luigi Piscopo ’o
pazzignano, chiamati a controllare i
comuni ‘satellite’. Più numeroso
due dei Prinno il figlio Christian
(nella foto a destra)
(arrestati agli inizi del
settembre dello scorso
di tremila
euro. Ma non
solo. I Prinno,
in particolare
simo 28 aprile: in
quella occasione i due
Prinno e Armando
Block potranno deci-
manette il 3 marzo scorso, si nascon-
deva in una villa a Quarto), Andrea
Chianese, Giuseppe Costagliola,
Daniele D’Agnese, Vincenzo Di
invece l’elenco di imputati relativi al
gruppo Arlistico-Terracciano/Orefi-
ce. Luisa Terracciano, zia della
piccola Valentina uccisa per errore
trascinati in aula anno), e Armando
Block (fermato qual-
che settimana dopo). Tutti sono
accusati di estorsione aggravata
avrebbero
anche impo-
sto l’assunzione di un operaio
presso il garage della vittima.
dere se essere proces-
sati con la modalità
del rito abbreviato, formula che
in caso di condanna prevede lo
Maio (bloccato il 23 dicembre dello
scorso anno nel comune di Giugliano),
Antonio Duraccio, Maurio Errichel-
li, Davide Francescone, Gennaro
in un agguato di camorra del 2000, è
ritenuta la vera leader del clan, più
abile nella gestione degli affari per-
sino del marito Pasquale Carotenu-
dalla procura dall’articolo sette della legge
antimafia del 1991 per aver
agito avvalendosi di metodolo-
Per quest’accusa, confezionata
grazie al lavoro della squadra
antiracket della Squadra Mobile
sconto di un terzo della pena, o
se proseguire per il rito ordina-
rio.
Gallucci, Umberto Giardino, Marco
Liguori, Fortunato Murolo, Anto-
nio Domenico Pagano, Salvatore
Rosselli e Oreste Sparano.
to. Anche suo figlio Giacomo
Carotenuto (difeso dagli avvocati
Francesco Buonaiuto e Fabio IL PROCESSO
Marfella) dovrà comparire in aula
tra poche settimane: nell’avviso di
fissazione dell’udienza preliminare
Anche il pm si era convinto dell’innocenza degli imputati dopo aver visionato le prove della difesa. Scagionato un terzo imputato
viene indicato come collaboratore di
giustizia, ma la dicitura di pentito
accanto al suo nome è solo il frutto
di un errore di distrazione. Il 22enne
non è passato dalla parte dello Stato,
ed è ancora detenuto in carcere.
Accusati di concussione, assolti due poliziotti
NAPOLI (maga) - Per quell’accusa, il questore china dell’extracomunitario. I fatti al centro dell’in- agenti nella speranza di ricavare elementi a soste- minare. La difesa cala sul tavolo le sue carte e chie-
Altro personaggio della mala vesu- non esitò a rimuoverli dal loro incarico e a spostarli chiesta risalgono al 14 novembre del 2008 e si sono gno dell’indagine. Nulla emerge, ma per il magi- de ed ottiene dal gup un'integrazione probatoria.
viana sotto accusa è il boss Raffaele in un altro ufficio. Mauro C. e Francesco M., due svolti sulla circumvallazione esterna di Casoria. Un strato inquirente la denuncia dell’extracomunitario L’extracomunitario, dopo alcune ricerche, viene
Orefice, autore di una lettera, seque- agenti delle volanti in forza alla Questura di Napoli, carabiniere della compagnia di Casoria, libero dal è più che sufficiente per sostenere l’accusa in giudi- trovato e arriva in aula. Ha difficoltà a parlare la lin-
strata, indirizzata al figlio con la un paio di anni fa sono stati iscritti nel registro degli servizio, passa di là a bordo della propria auto e zio contro gli agenti. Si arriva così all’udienza preli- gua italiana e non sa leggere. Superato l’ostacolo
quale si consegnava al ragazzo il indagati per il reato di concussione, perché sospetta- nota prima la discussione tra i due agenti e il cittadi- della lingua, l’uomo racconta la sua verità. E la sua
testimone della successione. Un pas- ti di aver obbligato un extracomunitario a rivolgersi no straniero, e poi la rimozione della vettura. Aven- storia combacia perfettamente con quella sempre
saggio di consegne nei fatti mai al titolare di una ditta di carroattrezzi da loro segna- do egli appreso in precedenza da una fonte confi- sostenuta dai due agenti. Quel 14 novembre del
avvenuto: il ragazzo, appassionato lata per rimuovere la macchina dopo un controllo denziale che, su quell’arteria, c’erano poliziotti che 2008 Mauro C. e Francesco M. non fermarono per
di calcio, ha scelto di non seguire le austradale “pilotato” sulla circumvallazione esterna usavano fermare gli automobilisti e contestare loro un controllo l’extracomunitario, ma si fermarono
orme paterne, e si è allontanato dalla di Casoria. Un’accusa infamante per due poliziotti, in modo pretestuoso infrazioni al codice della stra- per prestargli aiuto, perché lo notarono in difficoltà
vita che il boss detenuto Raffaele un’accusa che ieri mattina è caduta grazie al lavoro da tali da rendere necessaria la rimozione dell'auto a con l’auto in panne. E, dal momento che la macchi-
Orefice aveva scelto per lui. difensivo portato avanti dall’avvocato Antonio Sal- cura sempre della stessa ditta (alla quale andava na non ripartiva, venne chiamato il carroattrezzi.
zano che è stato condiviso anche dal pubblico versato in contanti un centinaio di euro), il militare Inoltre, su invito della difesa, l’extracomunitario
ministero Giancarlo Novelli, lo stesso magistrato dell’Arma allerta i suoi colleghi e ne chiede l’im- mostra in aula i suoi documenti, quelli personali e
che aveva trascinato i due agenti. Il giudice per le mediato intervento. L’extracomunitario, che nel quelli della vettura: una esibizione cartacea che ha


indagini preliminari Loredana Di Girolamo del frattempo si era allontanato, viene rintracciato e spazzato via anche l’ultima ipotesi accusatoria,
tribunale di Napoli ha assolto Mauro C. e France- portato in caserma per un interrogatorio. Qui, diran- quella secondo la quale gli agenti avevano indebita-
sco M., al termine del processo con rito abbreviato, no poi i carabinieri alla procura, l’uomo rende delle mente requisito i documenti all’uomo come arma
con la formula più ampia possibile, per non aver dichiarazioni con le quali in buona sostanza accusa di ricatto, per tutelarsi in caso di denuncia. La storia
IL BLITZ commesso il fatto, formula che certifica, laddove ce i poliziotti di aver preteso da lui il pagamento di 150 è tutta qui. Il pubblico ministero si convince dell’er-
ne fosse bisogno, l’onestà e l’intregità, inizialmente euro da destinare a Corbisiero per ottenere la resti- rore e, ieri mattina, torna sui suoi passi: invece di
Gli imputati sono stati messa in discussione dalla procura, della coppia di tuzione dell'auto, una Pegeout 106, che era stata formalizzare in aula la richiesta di rinvio a giudizio,
coinvolti nell’inchiesta agenti. L’assoluzione, inoltre, è stata stabilita anche portata via. Sulla scorta di questi elementi (l’extra- La sentenza emessa ieri dal gip Loreda- chiede l’assoluzione dei poliziotti e di Corbisiero. Il
per Luigi Corbisiero (difeso dall’avvocato Diego comunitario firmò anche il verbale), il pm dispone na Di Girolamo del tribunale di Napoli giudice è d’accordo: il caso è chiuso, i due agenti
che nel maggio scorso Pedicini), dipendente della ditta di rimozione forza- l’arresto di Corbisiero (poi scarcerato dal Riesame) certifica l’onestà e l’integrità dei due poli- non sono venuti meno ai loro doveri, sono rimasti
ha portato a 59 arresti ta dei veicoli, che prelevò col carroattrezzi la mac- e fa mettere sotto intercettazione le utenze dei due ziotti finiti sotto accusa per concussione vittime di un terribile equivoco.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CNRapoli
ONANCord
HE
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta 81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165 - 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org Sito web: www.cronachedinapoli.org

Martedì 13 Aprile 2010 Pagina 15

I COMMENTI
GIUGLIANO E’ il terzo colpo in pochi giorni. Il centro storico è la zona preferita dai ladri
LA CRONACA I commercianti: telecamere nel sottosuolo
GIUGLIANO (rp)- Ancora un colpo tata oramai l’incubo dei negozianti.
della banda del buco. Con il furto ai Gli esercenti sono oramai esasperati,
Hanno agito nella notte danni del negozio di calzature ‘Turco’ si sentono alla mercè dei delinquenti
di corso Campano torna prepotente ed abbandonati dalle istituzioni, come
tra venerdì e sabato nel centro storico la paura della banda afferma il presidente della Confeser-
del buco. “Come facciamo a dormire centi Giuseppe Magliacano (nella
L’esercizio commerciale tranquilli sapendo che in qualsiasi ora foto): “Siamo abbandonati a noi stes-
della giornata possiamo trovarci si, la delinquenza e la crisi economica
si trova al corso Campano all’interno del negozio i ladri” affer-
mano gli esercenti -. E’ incredibile
stanno uccidendo il commercio”.
“Vedo che nelle zone limitrofe come
di Antonio Mangione La merce tra- come queste persone entrino con Aversa o Secondigliano è forte la pre-
grande facilità nelle fogne. Anche in lazione di telecamere anche nel sotto- senza dell’Esercito e delle forze del-
fugata ritrova- questo caso manca una strategia di l’ordine - afferma Magliacano - men-
GIUGLIANO - Torna in azione ta dalla polzia suolo. Decine i colpi messi a segno
la banda del buco: svaligiato nel ristrutturazione, controllo e messa in negli ultimi tre mesi, senza contare tre a Giugliano i malviventi continua-
all’interno del- sicurezza del sistema fognario” spie- no a fare quello che vogliono, soprat-
fine settimana il negozio di calza- quelli falliti. Questi sono i numeri
l’abitazione gnao i commercianti che hanno chie- della cosiddetta banda del buco, che tutto di notte, usando lo stratagemma
ture e borse ‘Turco’ di corso della coppia
Campano. La refurtiva, per un sto nei mesi scorsi addirittura l’instal- con i suoi assalti dalle fogne, è diven- delle fogne. Bisogna intervenire”.
denunciata
ammontare di circa
15mila euro, è stata
però ritrovata dalle
forze di polizia a casa di
Portati via oltre 200 pezzi tra borse e scarpe per un valore di 15mila euro. Scoperti anche gli arnesi usati per lo scasso

Banda del buco al negozio ‘Turco’


una coppia di coniugi di
Giugliano, denunciati in
stato di irreperibilità.
L’ennesimo colpo è
stato messo a segno pro-
babilmente nella notte
tra venerdì e sabato. Era
stato studiato nei mini-
mi dettagli. Due, forse
tre le persone che hanno
scavato il percorso che
li ha condotti al negozio
La merce trovata a casa di una coppia: denunciati per ricettazione
di calzature, situato a ciale. Avvisati del colpo, gli tera refurtiva è stata così conse- della banda del buco. Il venerdì
I CONTROLLI
pochi metri dalla casa comunale agenti del commissariato di poli- Sono entrati nel locale gnata dalla Polizia alla vittima prima di Pasqua hanno tentato di
e dal Comando di Polizia Muni- zia di Giugliano-Villaricca, diretti Indispensabili per le indagini le svaligiare la filiale della Bnl di Sono sette le postazioni attive
cipale. Dopo essersi introdotti dal vicequestore aggiunto Maria praticando un foro telecamere di videosorveglianza, Villaricca, ma furono messi in

Repentine
all’interno di
una sezione di
un partito poli-
tico (il Pd,
Rosaria Romano sono riusciti
attraverso un’intensa e particola-
reggiata attività d’indagine a risa-
lire al nascondiglio dov’era stata
nella parete della sede
di un partito politico
che registrano tutto quello che
accade nelle strade più importanti
del centro storico. E’ il terzo
colpo in nemmeno dieci giorni
fuga dall’allarme. Ha fatto scal-
pore, invece, il furto perpetrato
all’interno dell’ufficio anagrafe
in via Biagio Riccio. Dopo aver
‘Occhi elettronici’
le indagini
eseguite
ndr), hanno
praticato un
foro nella pare-
riposta la merce. Oltre all’intera
refurtiva, i poliziotti hanno trova-
to anche gli arnesi usati per lo
scavalcato i cancelli, praticarono
un foro di circa 40 centimetri di
diametro e si sono introdussero
per stanare i ladri
te confinante, scasso. Denunciati in stato di irre- nei locali dell’ufficio anagrafe. GIUGLIANO (am) - Gli occhi elettronici dislocati nei
dagli agenti riuscendo a
portare via
peribilità con l’accusa di ricetta-
zione e possesso di arnesi atti
Difficile scoprire cosa stessero
cercando. Sicuramente non i
punti strategici della città rilevano e registrano in tempo
reale tutto ciò che accade, dalla trasgressione delle
centinaia di allo scasso i proprietari della casa soldi, visto che nell’ufficio c’era- regole del codice della strada, agli scarichi abusivi, pas-
di polizia paia di scarpe e dove è stata ritrovata la merce no scarsi cento euro. I malviventi sando anche attraverso scippi o rapine. Sono collegate
borse di note rubata, tra cui G.G., 33enne, e rovistarono tra carte e documenti. con il comando della polizia municipale e con il com-
di Giugliano griffe: Nero sua moglie R.C.,25enne, entram- I carabinieri della compagnia di missariato di polizia di Giugliano e contemporanea-
Giardini, Sto- bi di Giugliano. Sono in corso Giugliano hanno ascoltato i mente anche con la Questura di Napoli, che visionano
nefly, Sweet Years, Rocco ulteriori indagini per accertare se dipendenti dell’ufficio e raccolto 24h le immagini nella sala operativa, in modo da rece-
Barocco. Dopodiché sono scap- la coppia abbia fornito solo il indizi utili alle indagini. Un raid, pire con immediatezza i dati in caso di indagini, aller-
pati via, facendo perdere le loro nascondiglio o se invece abbia quello al Comune, che ha poco a tando in tempo reale polizia, carabinieri e finanza in
tracce. La scoperta del furto è partecipato materialmente al che fare con quelli messi a segno caso di effrazioni o episodi delinquenziali in danno a
stata fatta sabato mattina dal tito- colpo. Celeri le indagini dei poli- negli ultimi mesi a danno di eser- cose o persone. Attualmente sono in funzione sette
lare del negozio, al momento del- ziotti, che sono riusciti ad identi- cizi commerciali e istituti di cre- postazioni, più altre sette dove ci sono le telecamere di
l’apertura dell’esercizio commer- ficare in poche ore il luogo. L’in- dito. ultima generazione, le cosiddette ‘Dom’, che sono in
grado di riprendere targhe di auto in corsa e memoriz-
zarne gli spostamenti fino15 giorni precedenti la data di
GIUGLIANO Giugliano - La seduta è stata convocata per giovedì alle 17,15. Prevista la presenza degli ambientalisti ricerca. Il progetto prevede l’installazione in tutto di 25
telecamere intelligenti. Gli comuni entrati nel progetto
Progetto ‘Chance’, al via Alpha hanno inteso in qualche modo sopperire alla
oggi nella scuola Impastato
GIUGLIANO (rp) - Ini-
zieranno questo pomerig-
gio, a partire dalle 15, le
Termovalorizzatore, se ne discute in Assise
GIUGLIANO (antmang) - di un impianto dedicato allo
grave carenza d’organico cui sono ridotti i presidi di
polizia presenti sul territorio.

Realizzazione dell’inceneritore smaltimento delle ecoballe.


attività del iniziali del e la gestione del ciclo integrato Secondo le istituzioni “le evi-
progetto ‘Chance’, pres- dei rifiuti. Questi gli argomenti denti difficoltà della finanza
so la succursale dell’isti- che saranno trattati nel consi- pubblica non consentono, infat-
tuto Impastato al corso
Campano. A seguito glio comunale convocato dal ti, di reperire i fondi necessari
delle attività di selezione presidente Luigi Guarino dopo per sostenere l’investimento, Conclusa la rassegna primaverile
di 15 ragazzi avviate la riunione dei capigruppo per che dovrà orientarsi verso tec-
dallo scorso mese, il giovedì 15 aprile alle 17, 15. E’ nologie innovative e a bassissi- ‘Riscopriamo Giugliano e dintorni’
gruppo di lavoro formato attesta grande partecipazione al mo impatto ambientale rispetto
da tre docenti e due edu- consesso civico, che potrebbe agli inceneritori convenziona- GIUGLIANO - Si è conclusa la rassegna primaverile
catori selezionati, coadiu- riaprire una nuovo fronte di li”. Spetterà ai Comuni operare 2010 di “Riscopriamo Giugliano e dintorni”, organiz-
vato dalla preside, ha protesta. Dopo le polemiche su la scelta tecnica e localizzativa, zata da Comune, Parco Auchan e associazione N’A-
selezionato tra tutte le Taverna del Re, i comitati con il supporto attivo della tec- zione Napoletana,. L’ultimo eventi ha visto protagoni-
scuole del territorio 15 ambientalisti sono pronti ad nostruttura regionale e di quelle sta la riserva naturale di Varcaturo del Parco degli
ragazzi idonei alla parte- organizzare una raccolta di provinciali di Napoli e Caserta, uccelli, visitato da bambini, adulti e anziani. Al centro
cipazione delle attività. firme contro la costruzione del quello di Villa Literno, quella do prevede che, individuato il le cui Amministrazioni sono storico è stata organizzata l’isola pedonale, dove si è
Oggi pomeriggio la festa termovalorizzatore. Aspettano che sembrava un’ipotesi lonta- sito, le Amministrazioni locali motivate al buon esito dell’a- ripetuto l’appuntamento con animazione, giochi e il
di inizio del progetto e la comunque l’evolversi delle na può diventare realtà. Le tre procedano ad esperire un bando zione, come da loro recente buffet preparato da Marvin.
firma del Patto Formati- decisioni che saranno prese gio- amministrazioni hanno siglato esplorativo che verifichi la accordo con i due Comuni.
vo. Il progetto, infatti, è vedì prima di prendere posizio- un documento di intenti che disponibilità del mondo Contrari l’opposizione e i comi-
rivolto a ragazzi pluripe- ne in un senso o nell’altro. avvia a soluzione la questione imprenditoriale del settore, a tati ambientalisti, favorevoli Giugliano, domani al Primo Circolo
tenti o drop-out, già fuo- Fatto sta che dopo l’accordo dei milioni di tonnellate di eco- livello nazionale ed internazio- invece alla costruzione di un
riusciti dal circuito scola- siglato tra la Regione Campa- balle stoccate da anni sul terri- nale, ad investire nella progetta- impianto di trattamento mecca- il recital dell’attrice Teresa Barretta
stico, per i quali sono nia, il Comune di Giugliano e torio dei due Comuni. L’accor- zione, realizzazione e gestione nico biologico.
previsti vari moduli di GIUGLIANO - Si terrà domani sera alle 20 presso la
intervento: corso di recu- Sala Teatro del Primo Circolo Didattico di Piazza
pero della licenza media; Gramsci la rivisitazione teatrale a cura di Teresa Bar-
percorsi orientativi e for- GIUGLIANO Si parlerà anche del campo di Camposcino e della situazione dei vigilini retta del “Teatro di Dioniso”. Lo spettacolo dal titolo
mativi personalizzati ‘A Maria’ sarà completamente gratuito per il pubblico.
dopo il conseguimento
della licenza media; corsi
integrati di istruzione/for-
mazione presso Istituti
Il Piano spiagge al centro del question time L’attrice giuglianese Teresa Barretta è una delle promo-
trici degli spettacoli che ogni hanno sono organizzati in
onore della festa della donna, in collaborazione con
l’associazione Spazio Aspasia
superiori che fanno riferi- GIUGLIANO (am) - delle dodici interroga- stradali, campo di cal- scorso, i titolari degli era stato prima approva-
mento al progetto per le Sarà un giovedì ricco di zioni/interpellanze pre- cetto di Camposcino, stabilimenti sono preoc- to e poi ritirato in auto-
altre attività. “E’ impor- impegni per la politica sentente: localizzazione servizio di igiene al cupati per la nuova sta- tutela da parte della
tante - afferma il sindaco giuglianese. termodistruttore, strisce mercato del giovedì, gione. Il documento giunta, che aveva rile- Giugliano, Madonna della Pace: iniziati
Pianese - che nascano Oltre alla blu, sosta a pagamento, disservizi igiene urbana mira a stabilire delle vato delle incongruenze i riti nel santuario dell’Annunziata
dei progetti concreti che seduta di strisce blu, esenzione e mancato scerbamento regole allo stato di di carattere tecnico a
abbiano delle finalità consiglio per disabili, Taverna del delle strade cittadine. incuria, abbandono e livello sia formale che GIUGLIANO - Sono iniziati i festeggiamenti in onore
sociali. L’effettivo rein- comunale Re, dichiarazioni Gana- Probabile che i punti anarchia delle spiagge sostanziale nel piano. della Madonna della Pace, festività molto sentita dai
serimento alle attività che si terrà di pini, stato di attuazione riguardanti l’incenerito- della città. L’atto, che Sono in corso riunioni giuglianesi che in massa seguono la Vergine e tutte le
didattiche per la forma- pomeriggio, del piano spiagge, lavo- re siano rimandati al prevede la riqualifica- tra i consiglieri della celebrazioni che si svolgono in città. Le celebrazioni si
zione dei giovani fuoriu- è prevista in ri di rifacimento del pomeriggio. Diversi, zione ambientale della quarta commissione, terranno tutti i lunedì presso Piazza Annunziata, alle
sciti dal circuito scolasti- mattinata, a manto stradale di via comunque, gli argo- zona e la creazione di che insieme alle asso- 18 con il Rosario Vocazionale, alle 18.30 con il
co è fondamentale e pro- partire dalle Carrafiello, rilascio menti interessanti. Tra regole che possano ren- ciazioni di categoria, Vespro Solenne ed alle 19 con la Santa Messa. Ieri la
pedeutico per un reale ed La casa 10, la seduta del que- delle autorizzazioni questi il piano spiagge. dere più vivibile e più stanno apportando dei celebrazione del parroco Raffaele Grimaldi con la
effettivo inserimento comunale stion time, per discutere commerciali, dissesti Dopo il flop dell’anno usufruibile il litorale, correttivi al piano. comunità di San Nicola.
nella società civile”. di Giugliano
16 Martedì 13 Aprile 2010 In primo piano CRONACHE di NAPOLI

OPERAZIONE
GLI ARRESTATI
MATRIARCA 2
Sono stati NOME COGNOME DATA DI NASCITA RESIDENZA
i carabinieri
Ermelinda Abbate 14.05.1982 Castelvolturno
a portare avanti
le indagini Monica Abbate 07.01.1986 Castelvolturno
Anna Abbate 22.05.1973 Frignano
Assunta Abbate 01.09.1977 Castelvolturno
Gaetano Cesarano 03.10.1982 Sant’Antimo
Anna Abbate Assunta Abbate Ermelinda Abbate Monica Abbate
Gilda Cesarano 09.08.1980 Sant’Antimo
Salvatore Cesarano 26.07.1955 Sant’Antimo
18 Anna
Daniela
Mele
Cante
21.09.1984
03.07.1979
Marano
Calvizzano
Sono diciotto
le ordinanze Antonietta Pica 28.11.1959 Castelvolturno
emesse
nei confronti Antonio Zammarelli 24.03.1978 Castelvolturno
di pusher Antonio De Maria 17.08.1984 Castelvolturno
Marianna De Rosa 11.12.1980 Castelvolturno
Pietro Sartori 28.02.1975 Miano
Sergio Isidori 05.01.1966 Giugliano
Carmela Di Girolamo 19.06.1964 Giugliano
1 Antonietta Pica 28.11.1959 Castelvolturno
E’ una la persona Daniela Cante Gaetano Cesarano Gilda Cesarano Salvatore Cesarano
che è riuscita
a sfuggire
alle manette
E’ ricercata

Antonio De Maria Marianna De Rosa Carmela Di Girolamo Sergio Isidori Anna Mele Antonietta Pica Pietro Sartori

INCHIESTA DELLA DDA

Spaccio per il clan Bidognetti, La vicinanza


all’ala stragista
di Setola
Imparentate tra di loro
Dieci donne
sono finite
diciassette pusher tornano dentro nella rete
dell’Arma
GIUGLIANO - Tre le 18
Erano ai domiciliari: sono di Giugliano, S. Antimo, Miano, Calvizzano e Marano
GIUGLIANO (Tina Palom- aggravata dal metodo mafioso tificazione di tutti i componenti la definire una “azienda a con- ti: la concretezza del rischio di
persone raggiunte da
un’ordinanza di custodia
cautelare in carcere vi
sono anche 10 donne,
ba) - Spaccio per il clan Bido- non prevede gli arresti domici- di un sodalizio criminoso dedi- duzione e gestione familiare” e fuga degli imputati, attesa l'im- Antonio Zammarelli imparentate fra loro.
gnetti, aggravamento della liari per questo tipo di reato. to al traffico idi stupefacenti, versavano una quota mensile minenza della relativa esecu- L’inchiesta, condotta
misura per il nuovo gruppo Caratteristica dell'inchiesta è con base logistica a Castelvol- fissa, provento della attività di zione della pena inflitta, e valu- dalla Dda partenopea,
della “matriarca” Angela l'attiva partecipazione delle tumo, al cui vertice si indivi- spaccio, al gruppo Bidognetti e tati i numerosi precedenti pena- riguarda una organizza-
Incandela. Diciotto persone donne in questa attività illecita. duavano Angela Incandela e al clan dei Casalesi, ricevendo- li degli stessi, la possibilità, da zione dedita allo spaccio
raggiunte dalla nuova misura Dopo l'arresto cominciò a col- Alessandro Cirillo. ne in cambio l'esclusiva nella parte degli indagati, di reitera- di notevoli quantitativi di
restrittiva del pm Giovanni laborare Roberto Abbate, Nel corso dell'attività si accer- gestione delle piazze di spaccio zione del delitto di spaccio di hascisc e cocaina sul lito-
Conzo della Dda di Napoli e arrestato lo scorso novembre. tavano diversi livelli organizza- di Castelvoltumo. stupefacenti sul litorale domi- rale domiziano. Gli inda-
del gip (solo una risulta irrepe- L'attività investigativa fu avvia- tivi e strutturali dell'attività di A seguito della sentenza di zio, considerata la gravita dei gati, secondo gli investi-
ribile, Fabio Carmosino, e due ta nel mese di maggio 2004, approvvigionamento, fornitura condanna, è stata emessa dal reati ascritti e la recidiva speci- gatori, farebbero parte di
sono in carcere: si tratta di monitorando alcuni soggetti e smercio di ingenti quantitativi giudice per l'udienza prelimina- fica a loro carico. una più vasta organizza-
Monica Abbate e Antonio De residenti nelle province di di sostanze stupefacenti del re, su richiesta dei magistrati Tra i soggetti destinatari della zione già decimata da
Maria) che li ha portati dagli Caserta e Napoli che si riforni- tipo cocaina e hashish. I mem- della Procura, la misura caute- misura vi è, tra gli altri, Danie- numerosi arresti nell'ope-
arresti domiciliari al carcere. vano di sostanza stupefacente bri dell'organizzazione crimina- lare della custodia in carcere, la Cante, convivente di Gio- Rosa Pica razione “Matriarca” con-
Dopo la sentenza dello scorso del tipo cocaina e hashish prin- le erano prevalentemente sog- anche a seguito di attività e rin- vanni Letizia, facente parte del dotta dagli stessi carabi-
mese di febbraio quando furo- cipalmente in Castelvolturno. getti appartenenti allo stesso contri di polizia giudiziaria gruppo di fuoco dell'ala stragi- nieri di Mondragone con
no condannati a 260 anni di Con il coordinamento dei nucleo familiare tanto da poter- sulla base dei seguenti elemen- sta di Giuseppe Setola. il coordinamento della
reclusione (da un minimo di sei magistrati della Dda di Napoli Dda e che portò in carce-
anni ad un massimo di 19 anni furono eseguite numerose inter- re 38 persone. Il traffico
di reclusione) erano usciti dal cettazioni telefoniche, seguite di cocaina ed hashish sul
carcere diciotto imputati su 38. da pedinamenti e da altre atti- litorale casertano ed
Ieri sono stati condotti di nuovo vità di riscontro da parte della anche napoletano era
in cella con una vasta operazio- polizia giudiziaria che consentì controllato dall'organiz-
ne dei carabinieri di Mondrago- di eseguire arresti in flagranza zazione anche attraverso
ne diretti dal colonnello Cre- e sequestri di significative alcuni componenti dell'a-
scenzio Nardone, il capitano quantità di sostanze stupefacen- la stragista dei casalesi,
Alessandro Barone e il tenen- ti. Giuseppe Setola
te Giovanni De Risi perché la In particolare le indagini con- guidata da Giuseppe
nuova legge sullo spaccio sentirono di pervenire all'iden- Setola.

OPERAZIONE MATRIARCA
gestite dall’organizzazione erano quel-
Ognuno aveva un ruolo ben definito La matriarca
le della zona destra del Volturno, di
Pinetamare e di Pescopagano. I Casale-
Angela Incan-
nell’organizzazione che si occupava dela in manette.
Era il 30 marzo
si avevano appaltato la vendita al
minuto della droga nella zona alla
dello smercio di sostanze stupefacenti dello scorso
anno quando fu
donna, che versava una somma mensile
per questo permesso a Alessandro
su tutto il litorale domizio arrestata Cirillo, componente di spicco del grup-
po di fuoco del superkiller Giuseppe
Setola. L'inchiesta fu nel maggio 2004
monitorando persone del napoletano e

A marzo del 2009 fu sgominato


GIUGLIANO (red.cro.) - La prima
operazione scattò il 30 marzo del 2009. del casertano che si rifornivano di
Fu smantellata un’organizzazione col- droga sul litorale domitio.
legata al clan dei Casalesi che faceva Nel corso dell’attività furono accertati
capo ad Angela Incandela. Furono 38 diversi livelli organizzativi e strutturali
le persone arrestati nell’ambito dell’in-
chiesta portata avanti dai carabinieri di
Caserta e di Mondra-
gone.
Uomini, donne e quat-
il ‘cartello’ di Cirillo e Incandela dell’attività di approvvigionamento,
fornitura e smercio di ingenti quantita-
tivi di sostanze stupe-
facenti del tipo
‘cocaina’ e ‘hashish’.
tro minori: tutti
“assunti” dal gruppo
Trentotto persone finirono in manette. Al vertice un ras del gruppo Setola Un duro colpo contro
lo spacciatori del lito-
di spacciatori, ognuno di monopolio e riusciva a guadagnare coli di parentela, anche stretti, come rale domizio, che ieri
con un ruolo ben pre- fino a 50mila euro al mese, ma il 10% L’inchiesta nel caso di Alfonso Cesarano (nella ha visto portare a ter-
mine la seconda fase
ciso. Un’organizza- del ricavato doveva andare al clan dei foto a destra), arrestato per la strage
zione criminale dedita dell’operazione, deno-
Casalesi. Al vertice c’era una donna, Nel corso dell’attività furono dei sei immigrati ghanesi a Castelvol-
minata proprio
alla detenzione ed allo Angela Incadela, (proprio il suo pote- turno, ma poi scagionato anche dalle
spaccio di sostanza re ha dato il nome all'operazione
accertati diversi livelli rivelazioni di uno dei sicari, Oreste “Matriarca2”, che ha
stupefacente, soprattutto cocaina e Matriarca), e Alessandro Cirillo (nella organizzativi e strutturali Spagnuolo, divenuto collaboratore di consentito di rimettere dietro le sbarre
hashish, sul litorale domizio e nella foto a sinistra) detto ’o sergente, dell’attività di approvvigionamento, giustizia, della moglie, del padre, del alcuni dei componenti di quel gruppo
zona compresa tra Giugliano e Castel- che rischiavano di riavviare l’attività di
appartenenti al clan camorristico dei fornitura e smercio di ingenti fratello e della suocera, proprio (guar-
smercio di sostanze stupefacenti.
volturno. Il gruppo operava in regime Casalesi, fazione Bidognetti, operante da caso) Angela Incandela. In manette
in Castelvolturno. E con loro tutta una
quantitativi di sostanze finì anche Daniela Cante, moglie di
banda che aveva basi ‘familiari’, dato stupefacenti del tipo Giovanni Letizia, altro esponente del
che coinvolgeva persone legate da vin- ‘cocaina’ e ‘hashish’ clan Bidognetti. Le ‘piazze’ di spaccio
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Nord Martedì 13 Aprile 2010
17
POZZUOLI Nei guai venditori di pane abusivo e persone che non hanno osservato il codice della strada
POZZUOLI
GIUDIZIARIA Controlli dei carabinieri, dieci denunciati
POZZUOLI (rp) - Dieci persone hanno rinvenuto e sequestrato com- veicolo già sottoposto a sequestro
denunciate per panificazione abusiva e plessivamente: un manufatto 54 mq; amministrativo; tre motociclisti sono
Tra le persone imputate infrazioni al codice della strada. A Poz-
zuoli, i carabinieri della locale Stazione
una impastatrice; 2 bilance; 300 chili di
pane secco da triturare; 200 chili di
stati sorpresi alla guida di motoveicoli
senza aver mai conseguito la patente.
c’è anche il boss Cerrone, insieme al personale dell’Asl - diparti-
mento di prevenzione di Pozzuoli -
pane tagliato a fette posto all’essicazio-
ne; 700 chili di pane crudo pronto per
Nel medesimo contesto, i militari del-
l’Arma hanno sanzionato 69 violazioni
ritenuto dalla Dda a capo hanno denunciato in stato di libertà per essere infornato; 220 chili di farina di al codice della strada (12 per guida
panificazione abusiva un 27enne del provenienza non certificata. Il tutto per senza casco, 10 per guida di veicolo
del gruppo dei ‘quartesi’ luogo. I militari hanno sorpreso il un valore commerciale complessivo di sprovvisto di polizza assicurativa, 8 per
27enne in un locale della sua abitazio- 80mila euro. I controlli stadali, invece, guida senza patente, 5 per guida di vei-
ne dove aveva abusivamente allestito hanno portato alla denuncia di nove colo sprovvisto di revisione, 2 per
POZZUOLI (Manuela Galletta) - Il un impianto di panificazione in viola- persone. I controlli a Pozzuoli e a guida di veicolo sottoposto a sequestro
processo di primo grado sugli “amici di zione delle più elementari norme igie- Quarto durante un controllo per la sicu- amministrativo), sottoposto a sequestro
Quarto” arrestati nel dicembre del 2006 nico-sanitarie ed in assenza delle auto- rezza. Quattro cittadini extracomunitari - fermo amministrativo 32 veicoli ed
sembrava essere destinato ad una con- rizzazioni amministrative prescritte per sono stati deferiti perchè sprovvisti di elevato sanzioni pecuniarie per un
clusione imminente. Ieri mattina il pub- la specifica attività produttiva. nel permesso di soggiorno; due automobi- importo complessivo pari ad oltre die-
blico ministero antimafia Antonello corso di perquisizione i carabinieri listi sono stati sorpresi alla guida di cimila euro.
Ardituro avrebbe dovuto con-
segnare ai giudici della settima
sezione penale del tribunale di
Napoli (presidente Ferro) le
proprie conclusioni, ma, per
Conflitto di competenze in tribunale sulla trattazione dell’inchiesta a carico di presunti affiliati ai Longobardi

Processo senza ‘casa’, 9 ras verso la libertà


via di una clamorosa questione
sollevata in aula dall’avvocato
Alfonso Pagliano (alla quale
si sono associati gli altri difen-
sori, tra i quali Claudio Davi-
no e Massimo Fumo), la
requisitoria è saltata. Di più: il
processo si è bloccato e il
rischio di scarcerazione dei
nove imputati per decorrenza
dei termini di custodia cautela-
re si fa più insistente. Salvato-
Disposta la riassegnazione del caso, incombe il rischio della decorrenza termini
re Cerrone, ritenuto uno degli esponenti gna il fascicolo e manda gli atti alla sesta
sezione penale del tribunale di Napoli.
POZZUOLI Secondo i medici dell’Azienda Sanitaria ha superato quello degli eroinomani e degli alcolisti
di primo piano del clan Longobardi e
detenuto in regime di carcere duro dal Ma il presidente del “nuovo” collegio
marzo del 2007, potrebbe tornare clamo-
rosamente in libertà nonostante le pesan-
tissime accuse di associazione di stampo
mafioso, armi ed estorsione che pendo-
no sul suo capo. E la stessa sorte potreb-
non ci sta, sostiene che la sua sezione è
oberata di lavoro e rispedisce il “pacco”
al mittente. Nuova grana per Alemi, che,
per risolvere la questione, rimanda gli atti
alla settima tribunale ma dispone un cam-
Allarme dell’Asl, in aumento il numero dei cocainomani
POZZUOLI (rp) - Allarme dell’Asl sumo di cocaina e di alcool. Siamo il direttore del Dipartimento Dipen-
be toccare ai presunti affiliati al gruppo bio alla presidenza del collegio: fuori Napoli 2 Nord: “A Pozzuoli il numero consapevoli che il fenomeno che noi denze Patologiche di Pozzuoli, Gior-
dei “quartesi” imputati con lui. L’intop- Romano, dentro Ferro che era in servizio dei pazienti cocainomani ha superato registriamo presso i nostri SerT è solo gio Di Lauro - è stata progettata con i
po che si è verificato è semplice: i giudi- al Riesame (designato solo per questo quello degli eroinomani e degli alcoli- la punta di un iceberg; da noi arriva finanziamenti della ex legge 328 -
ci che stavano seguendo il dibattimento caso). Siamo al 13 gennaio. Il dibattimen- sti”. Sono stati presentati ieri presso il solo chi ha già distrutto la propria vita ambito Na 4- ente capofila Comune di
hanno ritenuto fondata la questione del- to va avanti, poi ieri l’avvocato Alfonso Centro per le Tossicodipendenze del ed ha compromesso fortemente il pro- Pozzuoli e sarà gestita dalla Cooperati-
l’avvocato Pagliano secondo la quale Pagliano cala l’asso nella manica. Il pena- Rione Toiano di Pozzuoli, alcune stati- prio stato di salute. Spesso la cocaina e va Officinae Editoria per gli aspetti
non spettava a loro trattare il caso. Di lista contesta la modalità di selezione del stiche relative ai pazienti trattati dai l’alcool determinano in chi ne è dipen- tecnici ed il tutoraggio; gli utenti, dopo
conseguenza il collegio giudicante ha collegio giudicante, sostiene che sia stato Ser.T dell’Asl Napoli 2 Nord. L’occa- dente la perdita del proprio posto di un periodo di formazione, lavoreranno
trasmesso gli atti al presidente Carlo violato l’articolo 25 della Costituzione sione è stata data dalla presentazione lavoro e la rottura dei rapporti sociali, nel settore della grafica e della florovi-
Alemi affinché quest’ultimo provveda sulla designazione del giudice naturale di di percorsi formativi in editoria, giardi- per questo un percorso di recupero vaistica”. Il Dipartimento Dipendenze
ad indicare i nuovi giudici che dovranno un processo e chiede una riassegnazione naggio ed ortocoltura promossi in deve passare sia attraverso la psicote- Patologiche con l’Unità Operativa
valutare le accuse mosse agli imputati. del fascicolo. La settima sezione penale sinergia da Asl, Comuni dell’Ambito rapia, sia attraverso il recupero al lavo- Alcologia, fornirà il coordinamento, la
Se il presidente dovesse riassegnare il del tribunale di Napoli accoglie l’eccezio- Sociosanitario, cooperativa sociale ro”. Su questi presupposti è nato il pro- supervisione e la gestione psico-sanita-
processo, i nuovi assegnatari si ritrove- ne, con grande disappunto del pubblico Officinae Editoria e diretti ad ex alcoli- getto voluto da Asl Napoli 2 Nord, ria del progetto. Il Centro che si trova
rebbero a dover studiare due anni di pro- ministero antimafia Ardituro pronto a sti ed ex cocainomani. “E’ accaduto Ambito sociosanitario di Pozzuoli e sul territorio di Pozzuoli in Via Lucil-
cesso (non c’è pericolo di ripetizione del chiedere la condanna degli imputati. Atti qualcosa che non mi sarei mai aspetta- quello dei cocainomani e degli alcooli- cooperativa sociale Officinae Editoria, lio 19, nelle adiacenze del Ser.T, sarà
processo trattandosi di reati di mafia) nuovamente ad Alemi, che avrà una setti- to 10 anni fa - dice Giorgio Di Lauro, sti. “La dipendenza da cocaina e alcool incentrato sullo sviluppo di saperi pro- aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9
prima dell’estate, considerato che a mana di tempo per sciogliere la matassa. Direttore del Dipartimento Dipenden- sono fenomeni che hanno un impatto fessionali per ex alcoolisti ed ex cocai- alle ore 14. La cocaina, secondo quan-
ridosso dei mesi estivi scatterà la scarce- Sarà una corsa contro il tempo, una corsa ze Patologiche di Pozzuoli - trattiamo sociale e sanitario molto più devastan- nomani nell’ambito dell’editoria. Oltre to emerge dalla Relazione annuale
razione per decorrenza termini. per evitare nuovi clamorosi casi di scarce- più pazienti cocainomani che eroino- te rispetto all’eroina. Il cocainomane o all’apprendimento, gli ospiti del centro 2009 sul fenomeno droga condotta
La storia del processo senza “casa” ha razione per decorrenza termini che mani. Per questo abbiamo modificato l’alcoolista riconoscono la propria diurno saranno inseriti in un percorso dall’Osservatorio Europeo delle dro-
inizio lo scorso novembre quando il pre- rischiano di far finire la giustizia napoleta- il nostro modello di assistenza in fun- dipendenza solo quando sono in uno di ortoterapia, parteciperanno ad un ghe e delle tossicodipendenze (Odet),
sidente Romano della settima sezione na nuovamente nell’occhio del cicloone zione di questa evoluzione, sviluppan- stadio estremamente avanzato di utiliz- gruppo psicoterapeutico di sostegno e è il più popolare stimolante in Europa
penale del tribunale di Napoli si spoglia dopo le “contestate” scarcerazioni di do percorsi terapeutici di reintegrazio- zo della sostanza. Inoltre i sintomi non si avvarranno del supporto specialisti- ed il suo uso è concentrato nei paesi
dell’incarico perché s’accorge di aver Ettore Bosti (accusato di essere il man- ne sociale”. A Pozzuoli, infatti, sono sono così diretti come per l’eroina. La co-sanitario; proprio grazie alla colla- occidentali come Danimarca, Spagna,
giudicato, in qualità di giudice dell’Ap- dante dell’omicidio di un 17enne) e di causa di molti incidenti stradali, di
due (presunti) esponenti del Sarno (accu- circa il 32% i pazienti cocainomani borazione con l’Ambito sociosanitario Irlanda, Italia e Regno Unito. La fascia
pello, i co-imputati di Cerrone che ave- contro il 29,7% dei pazienti dipendenti molti infarti giovanili e di patologie e con la Cooperativa sociale a tutti i di età maggiormente interessata al suo
vano optato per il rito abbreviato. Il pre- sati di aver cercato di far ritrattare un pen- ipertensive verificate in età giovanile è
sidente del tribunale Carlo Alemi riasse- tito). da alcool o da eroina; tuttavia il trend partecipanti sarà assicurato il pranzo e consumo, è rappresentata dai giovani
in preoccupante crescita è proprio da ricercarsi nella forte crescita di con- una borsa lavoro. “La struttura - spiega adulti di 15-34 anni.

FRATTAMAGGIORE L’ufficio elettorale centrale consegnerà a Russo la fascia tricolore. A breve la nomina della giunta

Elezioni, oggi la proclamazione del sindaco


FRATTAMAGGIORE campi della gestione ammini- legge. Le urne hanno conse- degli eletti, il sindaco France-
Caivano, scoperto con 2 pistole: 35enne
condannato ad un anno con pena sospesa
(Teresa Cerisoli) - E’ prevista strativa e di chiara militanza gnato a Francesco Russo sco Russo potrà convocare la CAIVANO (f.o.) - I carabinieri della Compagnia di
per questa mattina alle 10.30, nei partiti del centrosinistra. un’ampia maggioranza, for- prima riunione del civico con- Casoria lo avevano sorpreso in casa con due pistole (una
al primo piano del palazzo di Potrebbero esserci quelli che mata da 19 consiglieri: 10 del sesso. E rimettere mano, for- Mondial calibro 6 ed una semiautomatica Beretta calibro
città, la proclamazione ufficia- non sono riusciti ad entrare in Pd, 4 dell’Udc, 3 di Idv e 2 malmente, a quanto lasciato 7,65) ed otto proiettili, arrestandolo per detenzione illega-
le del sindaco. Il presidente Consiglio comunale e quelli dell’Api. Per la convalida uffi- prima della campagna eletto- le di arma da fuoco. Ieri, Giovanni Anatriello, 35enne
dell’ufficio elettorale centrale che hanno dato un contributo ciale degli eletti al consiglio rale. Intanto, all’indomani del- incensurato, è stato chiamato ad affrontare un processo
consegnerà a Francesco di tipo elettorale alla coalizio- comunale, invece, i tempi l’elezione, è stata l’affissione per direttissima, nel quale la toga di turno ha accolto l’ar-
Russo (nella foto) la fascia tri- ne”. Sette saranno gli assesso- sono più lunghi, essendo stati all’albo pretorio del Munici- gomentazione difensiva del suo legale (il penalista Fiora-
colore già indossata nel quin- ri da nominare nella squadra depositati diversi ricorsi, da pio la graduatoria per l’asse- vante De Rosa), che lo ha condannato ad un anno di
quennio 2005/2010. Seguirà, di governo, in numero uguale parte di consiglieri non eletti e gnazione dei lotti per l’edilizia reclusione, con la sospensione condizionale della pena,
poi, il giuramento del primo alla passata giunta che, impli- di consiglieri eletti che non economica e popolare, per anziché ad un anno e mezzo come aveva chiesto il pub-
cittadino di osservare lealmen- citamente, aveva già previsto trovano alcuni voti nei seggi. dare la prima casa a quanti ne blico ministero. Dunque, l’uomo è tornato in libertà.
te la Costituzione. Francesco la riduzione prevista dalla Dieci giorni dopo la convalida hanno bisogno.
Russo è uscito vincitore dalle
urne nei giorni 27 e 28 marzo. “Fare Acerra”, in città nasce
In questi quindici giorni, QUARTO Al suo posto subentrerà Lista. Il cordoglio del sindaco e dell’intera Assise il laboratorio politico del Pdl
intanto, fra gli addetti ai lavori ACERRA - Nasce sul web, ma promette di uscire molto
si è iniziato a parlare della presto dal mondo virtuale della rete. Si tratta di ‘Fare
giunta che dovrebbe aiutare il
sindaco in questo secondo
mandato. Si era ventilata la
notizia di “ripescare” per la
Colpito da ictus, muore il consigliere Riccio Acerra’, laboratorio politico di idee, proposte e program-
mi tutto interno al Pdl che come si legge nella pagina
Facebook del movimento, agirà sulla base di tre principi
fondamentali: Popolo, Identità e Futuro. “Popolo, sta a
squadra di governo i primi QUARTO (rp) - “A nome gliere comunale era tornato tra Riccio tornò a sedersi tra i rappresentare l’intenzione di recuperare la dimensione
non eletti, quelli cioè che i cit- dell’amministrazione comuna- i banchi del parlamentino banchi del consiglio comuna- popolare e sociale di un grande partito come il Pdl - spie-
tadini non avevano premiato le e della cittadinanza di Quar- locale. Visibilmente provato, le. Nonostante la sofferenza ga Ulderico de Laurentiis, dirigente nazionale della Gio-
col favore dei voti. Al to - afferma il sindaco Secone ma sempre lucido nei suoi subita, Riccio sembrò a tutti vane Italia -. Identità significa promuovere una politica
momento si tratta solo di - esprimo il mio cordoglio per interventi, Pasquale Riccio pienamente ristabilito. Ma le fortemente ancorata ai valori, alle tradizioni e alla voca-
rumors, affermato dal primo la morte del consigliere comu- aveva da poco lasciato la mag- sue condizioni di salute erano zione del nostro territorio ricco di risorse mai utilizzate.
cittadino. “Sto aspettando la nale Pasquale Riccio (nella gioranza di centrosinistra in state minate anche da una
proclamazione ufficiale - ha foto), con il quale ho condivi- conflitto con il sindaco Seco- forma grave di diabete. Duran-
affermato il riconfermato so anni intensi di attività con- ne. Le sue battaglie sembra lo te l’ultima seduta del consiglio Bacoli, chiusura dell’ufficio postale:
Russo -. In questi giorni non siliare. Entrambi fummo eletti abbiano nuovamente affatica- comunale, Riccio diede ancora incontro alla Cgil con i pensionati
ci sono stati né incontri uffi- per la prima volta nel consi- to. Uno sforzo che probabil- battaglia, criticando politica-
ciali interpartitici, né con i glio comunale di Quarto nel mente gli è costato il secondo mente il sindaco rispetto BACOLI - Si terrà questa mattina alle 10, presso la
spedale Santa Maria delle Gra-
consiglieri eletti. Per quanto 1985 e con lui scompare una zie di Pozzuoli. Riccio fu sot- ictus in pochi mesi. Per due all’attuazione delle linee guida sede della Spi Cgil dell’Area flegrea a Bacoli di via
riguarda la giunta, al momen- figura importante per la politi- toposto d’urgenza ad un deli- anni Riccio ha avuto la delega riguardanti il Piano Casa ed Ercole, l’assemblea dei pensionati bacolesi per discute-
to posso solo dire che sarà ca locale, un uomo sempre catissimo intervento chirurgi- dal sindaco per ciò che riguar- annunciando non solo la sua re della situazione dell’uufficio postale di Bacoli. Dopo
rispettata la visibilità dei parti- aperto al dialogo ed al con- co per fermare l’emorragia da gli affari del cimitero di via uscita dalla maggioranza di l’assemblea i pensionati si recheranno al Comune per
ti politici che fanno parte della fronto. Un punto di riferimen- cerebrale che lo aveva colpito Dante Alighieri e soltanto un centrosinistra, ma anche la sue chiedere un incontro con il viceprefetto perchè faccia
coalizione in relazione al to”. Riccio fu eletto nel 2007 nel sonno. Riccio, 59 anni, era mese fa aveva deciso di lascia- scelta di appoggiare, in vista da intermediario tra Poste e proprietà dell’immobile
risultato delle urne. Sarà una nelle fila della Margherita e stato già colpito da un altro re la maggioranza di centrosi- delle elezioni regionali, candi- per scongiurare lo sfratto. L’assemblea sarà presieduta
giunta di alto profilo, formata poi è passato nell’Italia dei ictus il 23 settembre scorso. nistra. Dopo appena un mese dati di centrodestra. Ora al suo da Salvatore Palmese, responsabile Spi Cgil area fle-
da professionisti che hanno Valori. Da tempo gravemente Dopo una breve degenza al dal primo ictus, il 30 ottobre posto in Consiglio enterà grea. L’ufficio postale, infatti, dovrebbe chiudere a
capacità e competenze nei vari ammalato, era ricoverato all’o- nosocomio puteolano, il consi- dello scorso anno, Pasquale Lista. breve creando notevoli disservizi all’utenza.
18 Martedì 13 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

MARANO Il 20 maggio la sentenza POZZUOLI Ha 20 anni: fu sorpreso a spacciare sostanze stupefacenti in via De Chirico
MARANO
LA CRONACA Processo al clan Vollaro, ecco
le condanne per gli abbreviati Droga, incensurato condannato a dieci mesi
MARANO (tipa.) - Ieri è stata celebrata a POZZUOLI (ferore) - Droga nel puteolano: un incensura- dall’accusa e la condizionale della pena sospesa, perché il
Cagliari la requisitoria per il processo per asso- to è stato condannato a 10 mesi di reclusione, con la condi- suo assistito è incensurato. Lo scorso venerdì a fare da sce-
Gli uomini in divisa ciazione del clan Vollaro. Il pm ha chiesto le zionale della pena sospesa. Il protagonista di quest’ennesi-
mo processo per droga, scaturito da uno dei tanti arresti che
nario all’arresto è stata via De Chirico, dove le forze puteo-
lane stavano svolgendo un servizio di controllo, mirato pro-
seguenti condanne per gli imputati che hanno
hanno subito riconosciuto chiesto gli abbreviati: Filippo Maurizio La seguono alle diverse operazioni antidroga nella zona puteo-
lana, è stato Salvatore Sgamato, 20 anni, che era accusato
prio al contrasto del mercato delle sostanze stupefacenti,
quando improvvisamente hanno notato uno scambio: Sga-
Monica di Marano 14 anni, Giovanni Vertola
l’uomo residente nella zona di Melito 14 anni Antonio Busiello di Castel
di detenzione di sostanze stupefacenti. A comporre il banco mato aveva ceduto una bustina ad un altro giovane in cam-
di prova, sul quale ha fatto leva il pubblico ministero per bio di una banconota. Scena, questa, che ha permesso ai
di via San Rocco Volturno il pm ha chiesto 9 anni difeso dall’av-
vocato Francesco Piccirillo. Il 20 maggio la sen-
vedere accolta la sua richiesta - aveva invocato un anno e militari dell’Arma di intervenire subito e di bloccare il gio-
mezzo di reclusione - c’erano le 15 bustine di hashish, che i vane pusher, che oltre ad essere trovato in possesso 15 dosi
tenza. L’associazione finalizzata all’imposizione carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile locale ave- di ‘fumo’, che complessivamente pesavano circa 10 gram-
di Daniele Giordano del pizzo nacque in Sardegna dove partiva l’in- vano trovato addosso al giovane pusher al momento della mi , è stato sorpreso con in tasca 55 euro in contanti, i quali
dagine dello spaccio ed è questo il motivo per cui perquisizione personale, a cui è stato sottoposto al momento sono stati ritenuti il sicuro provento dell’attività illecita gesti-
MARANO - Vìola gli obblighi il processo si sta celebrando a Cagliari. L’opera- dell’arresto. Le prove, però, non sono bastate al magistrato ta dal 20enne puteolano. Finito in manette, il giovane è stato
della sorveglianza speciale, un zione in questione fu denominata ‘San Ciro’ e della procura per vedere accolta la sua richiesta, perché il obbligato a passare una notte in cella, poi, sabato a seguito
36enne finisce con le manette ai portò in cella molti personaggi del clan Vollaro difensore del 20enne puteolano (l’avvocato Domenico De dell’esito del processo per direttissima, in cui è stato con-
polsi. L’episodio è successo la scor- di Portici. Rosa) è riuscito a vedere accolta la sua argomentazione dannato a 10 mesi di reclusione, con la condizionale della
sa mattina a Marano, quan- difensiva, chiedendo una pena più bassa di quella invocata pena sospesa, è stato scarcerato.
do i carabinieri della locale
tenenza hanno arrestato per
aver violato gli obblighi e E’ un 36enne del luogo. I militari dell’Arma l’hanno sorpreso in compagnia di un pregiudicato
le prescrizioni inerenti la

Non rispetta il provvedimento restrittivo, preso


misura di prevenzione della
sorveglianza speciale di
pubblica sicurezza, Anto-
nio Moccia, trentaseienne
residente in via San Rocco
e volto già noto alle forze
dell’ordine. Nell’ambito di
un servizio di controllo i
militari dell’Arma hanno
sorpreso Moccia in compa-
gnia di un altro soggetto
Ha violato la sorveglianza speciale: attende il rito direttissimo
gravato da precedenti pena- la malavita, ovvero a soggetti
li. Non c’è stato scampo per l’uomo sospettati di vivere di proventi di
CASALNUOVO E’ successo sabato sera: attimi di paura e disagi alla circolazione in via Vittorio Emanuele
che, immediatamente riconosciuto reato: assenza di un lavoro stabile, e
dagli uomini della Benemerita, è
stato tratto in stato di arresto. Ades-
so il trentaseienne dovrà rispondere
dell’accusa di violazione della sor-
veglianza speciale ed è in attesa del
mancanza di un reddito proveniente
da fonti lecite. La misura può essere
applicata in aggiunta a condanna
definitiva o anche in assenza di
qualsiasi condanna: può scattare
Auto abbatte il passaggio a livello
CASALNUOVO (Daniele Giorda- livello mentre le barriere erano in fase blema è stato registrato in relazione al primo episodio increscioso che si veri-
processo con il rito per direttissima. sulla sola segnalazione dell'autorità no) - La folle corsa di una auto che di chiusura ha colpito una delle aste traffico ferroviario. Infatti, le barriere fica nei pressi della stazione delle Fer-
Alla fine sarà il giudice monocrati- di pubblica sicurezza, corroborata cerca di evitare un passaggio a livello, metalliche distruggendola. Sul posto essendo automatizzate, in caso di gua- rovie dello stato. Il passaggio a livello
co a stabilire se esistono i presup- dalle risultanze di indagini in corso la frenata e la collisione con le barriere sono immediatamente arrivati i cara- sto fissano il sistema semaforico sul è stato più volte colpito e distrutto da
posti per convalidare l’arresto oppu- o di segnalazioni che possono aver metalliche: è l’episodio che alza la binieri della locale tenenza agli ordini rosso, arrestando di fatto il via vai di automobilisti poco prudenti che hanno
re far decadere l’accusa. Continua portato a procedimenti penali, anche tensione in un normale sabato sera. del comandante Antonino Lampaso- mezzi sulle rotaie. A portare tutto alla cercato di oltrepassarlo mentre era in
l’impegno delle forze dell’ordine se dai relativi processi il soggetto Momenti di paura a via Vittorio Ema- na che hanno avuto un gran da fare normalità i tecnici delle Ferrovie dello fase di chiusura. Intanto finisce ancora
sul territorio: un impegno costante sia risultato assolto. Uno degli nuele: un auto ha abbattuto la barriera per garantire la sicurezza della zona. stato che giunti sul posto hanno ripa- una volta sotto accusa la zona. Le
finalizzato al contrasto delle attività obblighi che scaturisce in automati- del passaggio a livello della vicina sta- Una pattuglia dell’Arma si è posizio- rato le barriere e ripristinato la norma- rotaie dei treni che tranciano in due la
illecite. Retate, blitz, operazioni co dalla sorveglianza speciale, con- zione centrale delle Ferrovie dello nata all’incrocio con via Roma per lità e la sicurezza della zona. Qualche città pongono fortemente in rilievo il
quotidiane per garantire vivibilità al siste nell' evitare i contatti con pre- Stato creando non pochi disagi alla inibire il passaggio dalla stazione dei disagio in più per la circolazione stra- problema sicurezza. La zona inserita
territorio. Negli ultimi mesi si sono viabilità della zona ed al traffico ferro- treni, mentre alcuni militari hanno dale bloccata in direzione Licignano. tra le opera pubbliche da effettuare
giudicati, evitare situazioni di viario. Il curioso episodio è avvenuto controllato lo scorrimento veicolare Ci sono volute oltre due ore per ripor- nell’ambito del Patto dei 5, prevede la
intensificati i controlli relativi ai sospetto, evitare la frequentazione
soggetti raggiunti dalla misura di poco dopo le 22.00 di sabato al pas- nella direzione opposta. Qualche pro- tare tutto alla normalità. Non è il scomparsa della stazione ferroviaria e
di locali pubblici frequentati da pre- saggio a livello che divide il centro la scomparsa delle rotaie in favore di
sorveglianza speciale. Quest’ultimo giudicati, evitare di frequentare case
è un provvedimento di sicurezza della città dalla storica frazione di un Boulevard di servizi. Il progetto
in cui si eserciti la prostituzione, Licignano. Secondo la ricostruzione vecchio molti anni, ancora non ha mai
disposto dal Tribunale penale a sog- evitare di lasciare il territorio italia- fatta dalle forze dell’ordine e da alcuni visto la luce e viaggia di pari passo
getti sospettati di collegamenti con no (o il comune o il diverso territo- testimoni oculari, una macchina che con la costruzione della linea destinata
rio prescritto). E proprio una ‘catti- ha cercato di superare il passaggio a ai treni ad alta velocità.
va’ frequentazione ha fatto scattare
La cattura l’arresto per Antonio Moccia. L’uo-
mo infatti è stato sorpreso dai mili- Il luogo La viabilità
I controlli tari della tenenza di Marano in com-
pagnia di un pregiudicato, nono- L’auto ha abbattuto La circolazione ha subito
I carabinieri hanno catturato stante avesse l’obbligo di girarci il passaggio a livello una battuta d’arresto
l’uomo durante un’operazione alla larga. L’operazione messa a di via Vittorio Emanuele nella zona della stazione
del controllo del territorio segno dalle forze dell’ordine dimo- L’automobilista non aveva di ferrovia di Licignano
L’arrestato attende il giudizio stra come i controlli sui ‘sospettati’ visto le barriere abbassarsi In azione le forze dell’ordine
del giudice monocratico siano aumentati nell’ultimo periodo.

CARDITO Le indagini sono scattate grazie alle dichiarazioni dei pentiti: decade l’accusa di aver gestito lo spaccio nel Parco Verde tra il ’94 e il ’99

Assolto il boss Francesco Pezzella


CARDITO (Ferdinando Ore- Cardito e Carditello). Sentenza, batte per vedere accolta la sua stizia, come Alfredo Russo,
Calvizzano, opere pubbliche e sport
In arrivo il nuovo campo sportivo
fice) - Le dichiarazioni di questa, che ha trovato confer- tesi accusatoria. Ma prima il sua moglie Luisa Maresca,
Alfredo Russo e Giuseppe ma anche davanti alle toghe Riesame di Napoli e poi il giu- Giuseppe Reccia e Giuseppe CALVIZZANO (cmo) - Opere pubbli-
Marino, entrambi ex boss ed della settima sezione della dice per le udienze preliminari Marino, i quali avrebbero rife- che e sport: il campo sportivo potrebbe
oggi collaboratori di giustizia, corte d’Appello di Napoli, le ed infine anche la corte d’Ap- rito delle notizie sul fatto, che a essere realizzato a breve. L’amministra-
non sono sufficienti per ritene- quali hanno ritenuto più che pello hanno respinto, uno dopo gestire lo spaccio delle sostan- zione comunale ha, infatti, realizzato un
re il boss Francesco Pezzella validi i motivi dell’assoluzione l’altro, le sue accuse, scarce- ze stupefacenti nella fine degli progetto per realizzare il manto d’erba sul
colpevole. Così, anche la setti- di primo grado, emessa dal rando (nel Riesame) ed assol- anni ’90 nel Parco Verde fosse Campo Italia. L’opera dovrebbe essere
ma sezione della corte d’Ap- giudice per le indagini prelimi- vendo (sia nel primo che nel proprio il reggente dei Pezzel- finanziata con alcuni fondi regionali, a cui
pello di Napoli assolve da ogni nari. Resta da vedere, dunque, secondo grado di giudizio) il la, non hanno alcun riscontro. il comune dovrebbe avere accesso parte-
accusa il reggente della cosca se la procura intenderà ricorre- boss Francesco Pezzella, che è Questo anche perché la difesa cipando a un bando. L’investimento previsto è di
carditese, accusato di aver re anche al terzo grado di giu- sempre stato ritenuto estraneo è riuscita a dimostrare dal circa quattrocentomila euro, di cui solo trecentomila
gestito lo spaccio di droga nel dizio ( la Cassazione ), perché ai fatti di cui è stato accusato in primo momento che non ci serviranno per la realizzazione del manto erboso.
Parco Verde di Caivano, tra il a conti fatti è circa un decen- questo processo. Per i giudici sono prove vere e proprie sulla
’94 ed il ’99. Per cui nemmeno nio, che il pubblico ministero in cui sono incappate le dichia- colpevolezza di ‘a muta, così è
nel secondo grado di giudizio il antimafia Nunzio Fragliasso si razioni dei collaboratori di giu- detto il boss carditese.
L’aula del tribunale di Napoli
Casoria, domenica il sindaco Ferrara
pubblico ministero Nunzio
Fragliasso della Direzione presenterà il progetto ‘Percorsi e santità’
Antimafia di Napoli ha visto
accolta la sua tesi, che si rifà GIUGLIANO Continua l’operazione ‘Strade sicure’ delle forze dell’ordine. Fermati 809 veicoli CASORIA (rn) - Domenica 18 aprile, alle
proprio alle dichiarazioni dei ore 18:30, presso la casa natale del Beato
pentiti della mala caivanese, tra Padre Ludovico, in occasione dell’anniver-
sario della beatificazione, la cittadinanza è
cui proprio i due ex boss.
Accolta a pieno, invece, l’argo-
mentazione difensiva del pena-
lista Giuseppe Tuccillo (difen-
Controlli alla circolazione, in due finiscono nei guai invitata a prendere parte alla celebrazione
eucaristica al termine della quale il sindaco
Stefano Ferrara (nella foto), alla presenza
sore di fiducia di Pezzella), il GIUGLIANO (rp) - Ancora con- senza cinture, 11 per guida con da. In molti credono di di autorità civili e religiose, illustrerà il pro-
quale dopo aver ascoltato la trolli sul terriotorio da parte delle carta di circolazione ritirata, 37 per farla franca, trasgredendo getto ‘Percorsi di santità’ per riscoprire il cammino di
requisitoria del procuratore forze dell’ordine. A Giugliano nel guida senza casco, 2 per guida di le norme che regolano la fede dei beati: Padre Ludovico, Giulia Salzano,
generale, che aveva invocato corso di servizi finalizzati al con- veicolo sottoposto a sequestro, 54 circolazione stradale, ma Mari Cristina Brando e Luigia Velotti.
ben otto anni di reclusione per trollo della circolazione stradale e per mancata osservazione della le forze dell’ordine sono
l’imputato di rango, ha smon- della sicurezza degli automobilisti, segnaletica stradale, 46 per man- all’erta. Infatti, sono state Casalnuovo, al via i lavori al corso Umberto
tato, parola dopo parola, le i carabinieri dela locale compagnia canza di documenti di circolazione. nove le persone finite nei
accuse degli inquirenti. A fare hanno denunciato in stato di libertà Ancora controlli della Benemerita, guai sorprese dai militari Il cantiere chiuderà entro il 20 aprile
ricorso in Appello era stato il nove persone per guida in stato di dunque, per assicurare la sicurezza dell’Arma dei carabinieri
pubblico ministero antimafia, ebbrezza, poiché sorpresi alla sul territorio giuglianese. L’area alla guida dei propri vei- CASALNUOVO - Sono regolarmente
che aveva chiesto il secondo guida con valori alcolici superiori dell’hinterland napoletano è molto coli in stato d’ebbrezza. partiti i lavori di rifacimento del manto
grado di giudizio dopo l’epilo- ai limiti consentiti. I militari del- vasta, e le forze dell’ordine cerca- Continua l’operazione ‘Strade sicu- stradale lungo corso Umberto. Come
go del processo di primo La Benemerita avvisato nei giorni scorsi per mezzo di
l’Arma dei carabinieri hanno inol- no di controllare e presidiare l’inte- re’ delle forze dell’ordine, che manifesti pubblici, ieri mattina i lavori
grado, celebrato con la formula tre eseguito 809 controlli a veicoli; ra zona. Molti i posti di blocco punta a debellare definitivamente i presidia il terri-
del rito abbreviato nel 2006 torio per debel- di pavimentazione stradali sono iniziati
sanzionato 286 violazioni al codice della Benemerita, specialmente nel crimini di strada e le violazioni al lungo la strada principale della città, nel
davanti al giudice per le udien- lare le violazio-
della strada, di cui 25 per mancata week-end, proprio per debellare i codice della strada, per riportare la ni del codice tratto tra l’incrocio di via San Giacomo
ze preliminari di Napoli, che revisione, 22 per mancanza di casi di violazioni al codice della sicurezza nelle strade cittadine e la
assolse il reggente dei Pezzella della strada e quello di via San Marco. Le attività lavorative
copertura assicurativa, 26 per guida strada da parte dei pirati della stra- tranquillità sul territorio. dovrebbero proseguire fino al prossimo 20 aprile.
(clan egemone nelle zone di
CRONACHE di NAPOLI Napoli Nord Martedì 13 Aprile 2010
19
CAIVANO MUGNANO

LA CRONACA La terra dei fuochi


torna a bruciare
MUGNANO (Fabio D’Avino) - La
‘terra dei fuochi’ torna a bruciare.
Anche a Mugnano, in pieno giorno,
Ha 28 anni ed è del luogo i cassonetti della spazzatura sono
l’obiettivo principale dei piromani
Arrestato dagli agenti della volante della zona. Nei pressi della villa
del commissariato di Afragola comunale, i contenitori della spaz-
zatura negli ultimi tempi stanno
durante il controllo del territorio ‘vivendo’ un periodo difficile. Lo
smaltimento dei rifiuti è un cruccio
di tutti i comuni dell’area nord di
Napoli, e molti cittadini credono
che la soluzione migliore sia bru-
ciarli, eliminarli dalle strade utiliz-
zando benzina e cerini.

Vìola la sorveglianza speciale, preso


E’ stato sorpreso fuori dalla propria abitazione: processato col rito direttissimo
di Francesco Celardo menti di rito. Successiva- dell'ordine nei suoi con-
mente è stato portato in fronti, il giudice gli ha CASORIA Il consigliere Salvatore Graziuso (Pd) scrive al sindaco per risolvere la questione
CAIVANO - Sorpreso tribunale per essere giudi- inflitto la sorveglianza
fuori casa, ma viene sco-
perto ed arrestato. A finire
in manette per violazione
degli obblighi della sorve-
glianza speciale è stato
cato con il rito direttissi-
mo. Vincenzo Di Paola ha
ottenuto otto mesi ed è
stato scarcerato. Il giudice
monocratico Di Marzio
speciale dalla quale è
tenuto a rispettare alcune
regole fondamentali: tra
cui non frequentare altri
pregiudicati, e di rispetta-
Centro per l’impiego cittadino, è bagarre
CASORIA (Raffella Nolasco) - Ad tra Casoria e Afragola nel difficile denominazione vada modificato in
Vincenzo Di Paola , della prima sezione penale re gli orari di permanenza oggi nessuna risposta è giunta al con- tentativo di trovare in Afragola la ‘Centro per l’impiego di Casoria’,
28enne recidivo di Caiva- del tribunale di Napoli ha in casa deciso dal giudice. sigliere Salvatore Graziuso (Pd) sede del centro per l’impiego che si così da evitare confusione tra gli
no. A scoprire la violazio- disposto l’obbligo di Un serie di regole che se (nella foto) all’interpellanza indiriz- trova invece a Casoria”. Dall’inter- utenti; di conoscere se i locali occu-
ne sono stati gli agenti firma, contrariamente alle venissero violate potreb- zata al sindaco di Casoria, all’asses- pellanza si evince bene tutta la vicen- pati dal centro sono idonei sotto il
della squadra volante attese della Procura che bero portare al suo ingres- sore alle Politiche sociali, al presi- da che inizia il 14 gennaio del 2009 profilo della salvaguardia della sicu-
appartenenti al commissa- voleva gli arresti domici- so in carcere. E proprio la dente della provincia di Napoli. Il quando fu chiuso il centro per l’im- rezza del personale e degli utenti, e
riato di Afragola diretto liari. Di Paola è stato dife- violazione di una di queste consigliere del Pd aveva già qualche piego sito in via De Gasperi a Casoria se sono provvisti del certificato di
dal vice questore Paolo so dall’avvocato Maurizio fondamentali regole che mese fa denunciato il continuo spo- (ex collocamento). Nel gennaio del agibilità per l’uso richiesto per la
Iodice. Nello specifico, Capozzi. La violazione gli agenti del commissa- stamento dell’ufficio del lavoro di 2009 fu spostato in via Po’ (Casoria); sua attuale destinazione urbanistica,
gli agenti della volante comporterebbe nuovamen- riato di Afragola lo hanno Casoria che obbliga i cittadini a nel marzo del medesimo anno l’ente nonché le altre certificazioni idonee a
effettuando un giro di pat- te un giudizio da parte del inchiodato alle sue vagare tra Afragola e Casoria nel ten- Provincia chiuse il centro per l’impie- garantire l’incolumità degli operatori
tugliamento del territorio giudice. Infatti, la sorve- responsabilità. Si era fatto tativo di capire dove è ubicata la sede go di Afragola (posto nel complesso del centro e degli utenti”. L’ultima
per al repressione dei reati glianza speciale viene trovare fuori dalla sua abi- di tale centro. Graziuso però, nono- LU.MO in Afragola), accorpandolo a richiesta di Graziuso è quella di cono-
in genere, decidono di addebitata a personaggi tazione nell'arco del stante il silenzio come risposta, non si quello di via Po’. Tuttavia al centro scere quali siano gli orari per il fun-
controllare il 28enne pres- che sono stati ritenuti dal tempo che il giudice aveva arrende ed invia un ulteriore solleci- per l’impiego di Casoria che riceve zionamento dell’ufficio in questione,
so il suo domicilio. Dopo giudice delinquenti per deciso che il recidivo to. La questione, come spiegato da utenti di Casoria-Arpino, Casavatore, dal momento che lo stesso, resta
aver bussato alla sua porta tendenza, oppure che si doveva rimanere in casa. Graziuso è: “L’ufficio Arzano ed Afragola viene lasciata la aperto fino alle ore 19:00 per tutti i
Di Paola non si è fatto tro- sostengono solo ed esclu- In un primo momento il dalla sera alla mattina denominazione ‘Centro per l’impiego giorni della settimana. Il consigliere
vare tra le mura domesti- sivamente con attività ventottenne era agli arresti cambia sede, lascian- di Afragola’, pur trovandosi a Caso- del Pd auspica che il primo cittadino
che. Dopo alcune ore e delinquenziali. Dal dicem- domiciliari. Successiva- dogli però inalterata la ria. “Si tratterebbe di una disposizio- “si faccia parte attiva per la promo-
stato rintracciato sotto bre 2008 il Di Paola a mente fu scarcerato e denominazione: ‘Cen- ne voluta dal presidente della provin- zione di iniziative finalizzate a tutela-
casa violando gli obblighi seguito di alcuni reati con- rimesso nuovamente in tro per l’impiego di cia Cesaro, che nella circostanza re gli interessi dell’utenza attraverso
imposti dal giudice sul tro al patrimonio veniva libertà. Subito dopo poi il Afragola’ a seguito finisce per generare disorientamento un costruttivo confronto con l’ente
rispetto della sorveglianza definito delinquente per giudice visti gli atti a suo della quale cosa i cit- dell’utenza” è scritto nell’interpellan- Provincia, affinché tale ultimo adotti
speciale. Ammanettato sul tendenza. Pertanto a carico ha deciso di com- tadini-utenti sono za stilata da Graziuso nella quale si le proprie decisioni nel rispetto della
posto è stato portato in seguito dei numerosi arre- minargli la sorveglianza obbligati a pendolare chiede “il provvedimento afferente la dignità dei territori sui quali agisce”.
caserma per gli accerta- sti effettuati dalle forze speciale.

QUALIANO

Trasporti,
Onofaro scrive Marano, il presidio anti discarica organizza
a Napolitano la manifestazione in vista del primo maggio
QUALIANO (rp) - Il MARANO (cmo) - Il presidio di Mara-
sindaco Salvatore Ono- no contro la discarica continua a chiede-
faro scrive al Presidente re adesioni per la manifestazioni in vista
della Repubblica, Gior- del 1 maggio. Secondo gli ultimi aggior-
gio Napolitano, per namenti, la manifestazione avrà caratte-
denunciare disservizi in re locale. Per non far scemare la protesta
tema di trasporto pubbli- il presidio si sta animando anche grazie alle nuove
co. “Mi faccio portavoce tecnologie come il social network Facebook.
-dichiara il primo cittadi-
no - di una serie di segna-
lazioni da parte dei geni-
tori degli studenti pendo-
MARANO Acerra, completata la bonifica dell’area Pip
lari che ogni mattina Il Comune chiede l’aiuto della cittadinanza
devono prendere l’auto-
bus per recarsi agli istitu- ACERRA - E’ stata completata la bonifica
ti di scuola superiore dell’Area Pip e della zona adiacente il Cen-
fuori dal nostro territorio. MARANO (Carmela 2011, infatti, i maranesi

Bilancio decisivo in Consiglio


tro Sportivo Arcoleo. Il Comune ha esorta-
In particolare mi è stato Maria Orlando) - E’ tempo saranno chiamati alle urne to i cittadini a segnalare all’ufficio di polizia
evidenziato che dagli inizi di bilanci a Marano: tra per eleggere il nuovo sinda- municipale qualsiasi sversamento abusivo
di aprile non passano poco l’amministrazione co e il nuovo consiglio nel territorio di Acerra. Una collaborazione
alcuni autobus della trat- dovrà affrontare in Assise la comunale. A circa un anno alla quale le istituzioni non possono fare a meno se si
ta verso Monterusciello e
Catelvolturno. E’ inaccet-
tabile restare a terra e
perdere la giornata di
prova di fiducia del Bilan-
cio. Come è risaputo, con la
discussione del Bilancio si
In Assise la prova del nove per Perrotta di scadenza ci sono già i
primi rumors sul toto-sinda-
co. Molti papabili alla carica
vuole debellare la problematica una volta per tutte.

scuola”. Il sindaco scrive misurerà anche la compat- anche gli equilibri all’inter- gruppo centrista è presente maggioranza e quindici in del primo cittadino sarebbe- Giugliano, giovedì sera all’Agorà
a Napolitano “invocando tezza della maggioranza no dell’Udc potrebbero in maggioranza con otto opposizione, rendendo la ro l’attuale sindaco Salvato-
un interessamento affin- Perrotta (nella foto in essere rivisti dato che con la consiglieri ed è rappresenta- situazione sempre in equili- re Perrotta la presentazione di ‘Baciami molto’
ché non venga offesa la basso). Dopo un inverno vittoria di Biagio Iacolare to in giunta da ben cinque brio precario. Il partito di oppure il vice- Se andrà GIUGLIANO - Giovedì 15 aprile alle
dignità dei nostri concit- difficile e una situazione alle regionali, potrebbe sorti- assessori. Circa un mese fa Casini che in provincia ed in sindaco Massi- 20:30 presso la Vineria ‘Agorà’, in Piaz-
tadini”. “Altre città numerica sempre risicata, ad re effetti anche sul locale. Il l’Udc ha aperto e chiuso una Regione appoggia il centro- mo Nuvoletta tutto liscio za Matteotti, sarà presentato il l’ultimo
hanno sistemi di traspor- oggi Perrotta è supportato partito di Casini che in pro- crisi lampo, chiedendo una destra potrebbe sterzare e far per il centrosini-
to pubblico efficienti ed da due grossi gruppi consi- vincia ed in Regione appog- verifica su quello che è stato saltare l’appoggio all’attuale stra, mentre per il sindaco libro di Antonio Menna ‘Baciami
molto’. Il giornalista e scrittore di Mara-
integrati. Noi non possia- liari. Da un lato c’è l’Unione il centrodestra
mo e non vogliamo più di Centro che ha ribadito gli
gia il centrodestra potrebbe
sterzare e far saltare l’ap-
realizzato, in base agli
accordi programmatici sot-
amministrazione di centrosi-
nistra. Infine, c’è stato il potrebbero
amministrerà no, 40enne, è giunto al suo terzo libro.
restare isolati e paralizza- Ne parleranno con l’autore, alcuni giornalisti del-
ti. E’ assurdo che il qua-
impegni sottoscritti con il poggio all’attuale ammini- toscritti. Allo stato attuale ci cambio di casacca di Chia- essere candidati fino a maggio l’area nord di Napoli.
programma elettorale del strazione di centrosinistra. Il sono sedici consiglieri in nese, che nei mesi scorsi è l’attuale capo-
dro delle linee dei bus sia
uguale a quello di venti
2006 e il Pd, dove sono con- passato tra le fila dell’Udc, gruppo del Pdl del 2011
fluiti pur restando indipen- assegnando un voto in più Saverio Santo-
anni fa, quando io stesso denti i quattro consiglieri del alla maggioranza di Perrot- ro, oppure Giuseppe Sim- Marano, oggi il blocco della rete idrica
ero studente. Non è giu-
sto che padri e madri per Partito di Rifondazione, che ta. Se andrà tutto liscio con boli. Sembra invece certa Disagi in città dalle ore 9 alle ore 16
garantire la puntualità ha appoggiato la linea politi- l’approvazione del bilancio, una ricandidatura al Palazzo
ca del neoeletto consigliere Perrotta si troverà a finire Comunale di Mauro Berti- MARANO - Oggi la rete idrica
dei loro figli alle lezioni a subirà un arresto dalle ore 9 alle ore
scuola debbano farsi regionale Corrado Gabrie- naturalmente il proprio ni, che ha amministrato la
le di fuori uscire dal Prc. città per due consiliature 16. Lezone interessate saranno
carico di pagare navette mandato che scade a mag-
Dopo le elezioni regionali prima di Perrotta. quelle di via San Rocco, di via
private, gravando ancora gio dell’anno prossimo. Nel Recca e via Castel Belvedere. Inol-
di più sugli esigui bilanci tre, disagi in via Adda, via San
economici familiari” con-
clude Onofaro. Marco, via Coree di sotto e via Torre Centi-
ce.
20 Martedì 13 Aprile 2010 Speciale Elezioni CRONACHE di NAPOLI

CENTRO CENTROSINISTRA
MUGNANO
ELEZIONI

Terminato il ballottaggio
tra i due aspiranti alla carica
di primo cittadino: alle urne Giovanni Vincenzo
solo il 52,40% degli aventi diritto Porcelli Massarelli

7.247 53,7 6.246 46,3


VOTI % VOTI %

La città ha scelto Porcelli, ‘bocciato’Massarelli


L’esponente del centro ha battuto il rivale del centrosinistra con uno scarto di oltre mille voti: è sindaco
di Mariano Fellico
IL VINCITORE
MUGNANO - Una vittoria con uno
scarto di oltre mille voti. Una per- Corteo in strada con tutti i diciotto consiglieri comunali della maggioranza. Festeggiamenti fino a notte inoltrata
centuale del 53,7 per cento contro il

“Ha vinto la politica del cambiamento”


46,3 per cento. E’ questo il reso-
conto del ballottaggio che ha visto
vincere il candidato Giovanni Por-
celli contro Vincenzo Massarelli.
Per l’esponente del centrosinistra, MUGNANO (marfell) - lo territoriale dovuto a che hanno voglia di voler afferma il sindaco che ha potenzialità, noi che, gra-
portato anche dall’uscente Daniele “Ha vinto la politica del tante negligenze com- continuare a credere che festeggiato per le vie zie alle strutture pubbli-
Palumbo, 6246 preferenze. Alle cambiamento”. E’ con- messe dall’amministra- un cambiamento sia della città con cittadini e i che presenti, potremmo
urne, per il ballottaggio, presenze tento il neo sindaco di zione uscente. E sono ancora possibile”. “Ha 18 consiglieri eletti della destinare Mugnano ad
in calo: solo il 52,40% degli aventi Mugnano Giovanni Por- sempre tante le persone vinto il cambiamento - maggioranza - il deside- essere uno dei fiori
diritto. Circa 13400 elettori, rispet- celli. Sono le 16:45 di rio di voler credere in un all’occhiello dell’Area
to all’oltre ottanta per cento del ieri quando è iniziata la progetto politico che Nord della Provincia di
primo turno. Ma leggendo i dati festa, la festa del ‘cam- possa dare discontinuità Napoli, dobbiamo lavora-
definitivi risalta agli occhi lo ‘stop’ biamente’. “Voglio rin- ad anni di governo che re con forza al rilancio
di preferenze per Massarelli: 6246 graziare tutti coloro che hanno portato in una delle eccellenze territo-
al ballottaggio, mentre al primo hanno creduto in me e nel situazione di grande stal- riali e al miglioramento
turno aveva ottenuto 6118. Poco progetto politico - affer- lo i progetti di crescita e dei servizi. Mettere a
più di 128 voto in più nella tornata ma il sindaco -. Voglio di sviluppo del territorio sistema le risorse pubbli-
elettorale più importante. Discorso ringraziare tutti coloro mugnanese è stato ripa- che, puntare alla riquali-
decisamente diverso per Porcelli: al che mi hanno votato. gato. Non ci vuole molto ficazione e al rilancio
primo turno aveva ottenuto 6275 Sono state tante le perso- a sincerarsi che i territori delle stesse significherà
ne incontrate, la maggior limitrofi vivono in una incrementare l’occupa-
voti, mentre ieri ha raggiunto quota parte delle quali denun- situazione più favorevole. zione. Con noi sarà possi-
7247 voti. Ben 972 voti in più, ciano uno stato di tracol- Noi che abbiamo grandi bile voltare pagina”.
segno tangibile che quasi mille per-
sone hanno deciso di votare lui e la
sua coalizione. Altro dato significa-
tivo è che nessuno dei candidati
sindaco ‘esclusi’, Mario Mauriello
LA COMPOSIZIONE DEL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE
(Pdl, Alleanza di Popolo, Dc,
Nuovo Psi, Verdi per la Pace, Con Giovanni
Francesco

Romualdo

Te per Mugnano Mauriello sinda-


Domenico
Mastromo

Porcelli
Sarnataro

Bocchetti

Verrazzo
Gennaro

Gargiulo

Liccardo
Marcello

Carmine
Geremia

Raffaele
Liccardo

co) e Luigi Vallefuoco (Il Qua-


Ranucci
Guarino

Iacolare
Claudio

Renato
Soreca

Giosuè
Mauro

Cirullo

drifoglio per Mugnano, Mugnano


Micillo
Mario

Carlo

Anna

Porri
Nino
Futura) hanno deciso di non appog-
giare nessuno dei due aspiranti sin-
daco al ballottaggio. Quindi, Por-
celli, a capo di una coalizione for-
mata da Udc, Idv, Mpa, Giovanni
Porcelli sindaco, Democratici in
movimento, Api e Peter Pan, è riu-
scito a spuntarla contro la ‘corazza-
ta’ di Massarelli formata da Popola-
ri Democratici con Vincenzo Mas-
sarelli, Sinistra Ecologia e Libertà,
Pd, Rifondazione Comunista, Libe-
ral Democratici. Il centrosinistra, e
ancor di più il Partito democratico,
perde uno dei suoi più fedeli
‘feudi’. Mugnano dalla sinistra è
ora posizionata al ‘centro’. Il sinda-
Vincenzo
Amatore

Vincenzo
Massarelli

Pierluigi
Schiattarella

Luigi
Sarnataro

Francesco
Palumbo

Filippo
Daniele

Luigi
Iossa

Biagio
Vallefuoco

Vincenzo
Cardone

Carlo
Del Core

Gennaro
Della Corte

Mario
Mauriello

Luigi
Vallefuoco
Eliana
Padrevita

Donato
Liccardo

co potrà contare su 18 consiglieri di


maggioranza: Mario Micillo,
Geremia Liccardo, Francesco
Sarnataro, Raffaele Guarino,
Carlo Bocchetti (Udc), Gennaro
Mastromo, Marcello Soreca,
Claudio Gargiulo, Domenico Lic- Grafica: CRONACHE di NAPOLI
cardo (Idv), Romualdo Mauro,
Carmine Cirullo, Giosuè Ranucci
(Napoli Nord), Renato Verrazzo,
LO SCONFITTO Il democratico: “Onore ai vinti, auguro ai trionfatori di riuscire a lavorare per il bene della comunità”
Anna lacolare, Nino Porri (Lista
Porcelli), Eliana Padrevita (Mpa),
Donato Liccardo e Vincenzo
Amatore (Api). Massarelli, invece,
sarà a capo dell’opposizione forma- MUGNANO (rp) - “Ringra-
zio tutti i miei elettori che
Massarelli: ringrazio tutti i miei elettori,
ta da 12 consiglieri (lui compreso):
Pierluigi Schiattarella, Luigi Sar-
nataro (Pd), Francesco Palumbo
(Lista Massarelli), Filippo Daniele
(Ld), Luigi Iossa (Lista Mauriello),
rappresentano un terzo della
della cittadinanza di Mugna-
no”. Così Vincenzo Massa-
relli (nella foto) pochi minuti
dopo il responso delle urne.
rappresentano un terzo della cittadinanza
meglio per oltre dieci anni. tico), Biagio Liccardo (Par- (Liberal democratici), Luigi
Biagio Vallefuoco, Vinvìcenzo “Onore ai vinti - il candidato Molti i delusi e molti i volti tito Democratico), Rino Iossa (Lista con te per
Cardone, Carlo Dei Core (Pdl), alla fascia tricolore del cen- illustri che, con l’insuccesso Savanelli (Partito Democra- Mugnano), Biagio Vallefuo-
Gennaro Della Corte (Lista Qua- trosinistra ha concluso - del democratico, non hanno tico), Gaetano Tammaro co (Popolo della Libertà),
drifoglio), Mario Mauriello (can- auguro ai vincitori di riuscire potuto metter piede in consi- (Partito Democratico), Vincenzo Cardone (Popolo
didato sindaco non eletto), Luigi a lavorare davvero per il bene glio comunale. Nel caso in Domenico Palumbo (Partito della Libertà), Carlo Del
Vallefuoco (candidato sindaco non della città”. Con la sconfitta cui a trionfare fosse stato Democratico), Gennaro Core (Popolo della Libertà),
letto). di Massarelli ha di fatto fine Vincenzo Massarelli, il con- Assunto (Partito Democrati- Gennaro Della Corte (Lista
il governo del centrosinistra siglio comunale sarebbe stato co), Vincenzo Selvaggio Quadrifoglio), Gennaro
che nella città ha avuto la così composto: Gennaro (Partito Democratico), Fran- Mastromo (Italia dei valori),
Bove (Udeur), Gianluca cesco Palumbo (Lista Mas- Mario Micillo (Unione di
Morgante (Udeur), Aniello sarelli), Natonio Albolino centro), Mauro Romualdo
Il centrosinistra perde Romagnuolo (Sinistra e (Lista Massarelli), Aniello (Napoli Nord), Renato Ver-
la leadership del Comune Libertà), Vincenzo Giorda- Piscopo (Lista Massarelli), razzo (Lista Porcelli), Luigi
no (Rifondazione Comuni- Filippo Daniele (Liberal Vallefuoco (candidato sinda-
dopo oltre un decennio sta), Pierluigi Schiattarella democratici), Marcello co), Giovanni Porcelli (can-
(Partito Democratico), Luigi Toscano (Liberal democrati- didato sindaco), Mario Mau-
di egemonia incontrastata Sarnataro (Partito Democra- ci), Crescenzo Capasso riello (candidato sindaco).
CRONACHE di NAPOLI
Speciale Elezioni Martedì 13 Aprile 2010
21
CENTRO CENTRODESTRA
CAIVANO
ELEZIONI

Oltre 16mila persone alle urne


per il dopo Papaccioli: il neosindaco
al ballottaggio è stato appoggiato Antonio Simone
dalla civica ‘Rilanciamo Caivano’ Falco Monopoli

8.484 50,8 8.217 49,2


VOTI % VOTI %

Falco batte Monopoli sul filo di lana


All’esponente dell’Udc la poltrona di primo cittadino per 267 preferenze
di Piera Di Micco
IL VINCITORE
CAIVANO - Il nuovo sindaco è
Tonino Falco. Terminato l’ultimo
step delle elezioni amministrative
Raggiante la fascia tricolore: “La realtà politico-amministrativa deve essere vissuta dai giovani”

Falco: politica moderata al servizio della gente


2010. Il ballottaggio ha visto la vitto-
ria del medico caivanese con la coa-
lizione formata da sei partiti, Unione
di centro, Alleanza per l’Italia,
Repubblicani democratici, Italia
Popolare, Socialisti per Caivano e CAIVANO (pidimi) - guardo tanto desiderato e le affinchè la vita politico- dove sono nati e dove stan- non improvvisata, durere-
l’Mpa. L’affluenza alle urne rispetto Sembrano non avere mai guadagnato, il quale ha amministrativa della città no crescendo e maturando. mo cinque anni ed abbia-
agli iscritti sul territorio, pari a fine i festeggiamenti del dichiarato: “La nostra sia fatta e vissuta da giova- Mi metterò subito a lavoro mo ambizioni ed obbiettivi
28811, non è stata elevata, poco più nuovo sindaco Antonio intenzione, da sempre, è ni caivanesi che facciano per migliorare occupazione concreti che porteremo
della metà, precisamente si sono Falco, nonché quelli della quella di fare una politica esperienza e contempora- e sicurezza, oltre che avanti. La politica delle
recati alle urne il 58, 92% degli sua coalizione e dei tanti moderata al servizio dei neamente facciano cose ovviamente l’ambiente. I chiacchiere non ci appar-
aventi diritto. Ben 8.484 cittadini che lo hanno sostenuto. cittadini. Faremo il possibi- positive per il territorio giovani sono il futuro di tiene, noi siamo per la con-
D’altronde non si potrebbe questa città ed è giusto che cretezza, lo abbiamo dimo-
hanno scelto Tonino Falco dopo il fare diversamente, dopo la si faccia tanto per loro. strato e continueremo a
commissariamento dovuto allo scio- lunga e faticosa campagna Sono già pronti dei progetti farlo”. Da oggi il primo cit-
glimento anticipato dell’amministra- elettorale e tutto l’iter pre occupazionali, cosa che tadino Antonio Falco, ha
zione Papaccioli. Come si ipotizza- elettorale, è più che merita- credo, saranno attuati nel preso il posto del commis-
va, è stata davvero una lotta all’ulti- to e più che dovuto. Già minor tempo possibile”. sario prefettizio Marco
mo “voto”. Tanto è vero che le per- dai primi minuti dall’avve- Sul dato squisitamente Valentini, e occupa la pol-
centuali di differenza sembrano sem- nuta vittoria, tra la confu- elettorale ha aggiunto:” E’ trona della casa comunale
brano essere irrilevanti. Il 50,8% ha sione di un bagno di folla, stata una durissima lotta, di piazza Cesare Battisti,
votato Falco, mentre il 49,2% Simo- risaltava la radiosità del che ci ha visti impegnati da qui inizierà la sua
ne Monopoli. Una differenza nume- primo cittadino Antonio con tutte le nostre forze. avventura che durerà per
rica di 267 voti. Una differenza che Falco, vincitore di un tra- Questa è una coalizione ben cinque anni.
però si è avvertiva già nelle prime
sezioni scutrinate. I risultati parziali,
alle 16,20 circa (scutrinio di 7 seggi
su 31), parlavano di una differenza
enorme, si evinceva Tonino Falco
LA COMPOSIZIONE DEL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE
con quasi 300 voti in vantaggio
ANTONIO
Della Rossa

Della Rocca
rispetto a Simone Monopoli. Già da
De Giorgio
Abbagliato

Francesco

quel momento sono iniziati i festeg-


Arcangelo
Domenico

FALCO
Casaburo
Giuseppe

Giuseppe

Giuseppe

Vittorioso
Vanacore

Bernardo

Monopoli
Raffaele

giamenti di tutti i suoi sostenitori.


Giacinto

Celiento
Libertini

Mellone

Gebiola
Michele
Antonio

Simone
Alfonso
Castelli
Alessio

Natale

Brindisi, congratulazioni, urla,


Mario

Mario

applausi fino al risultato finale. È da


lì che in città è stato caos totale, il
corso era paralizzato, tutti in strada,
tutti in festa, e Tonino Falco portato
sulle spalle a mò di santo. Ebbene si,
sarà proprio lui il sindaco di Caiva-
no. La fascia tricolore è sua. Ammi-
nistreranno per ben cinque anni,
accanto al nuovo primo cittadino, sei
eletti dei popolari Francesco Emio-
ne, Giuseppe Carofilo, Vincenzo
Angelino, Maria Cantone, Arcan-
gelo Serrao, Raffaeoe Marsico,
quattro eletti dell’Unione di Centro,
Enzo Pinto, Alessandro
Ummarino, Sabatino Peluso, Giu-
seppe Marino, tre eletti dell’Api,
Vincenzo
Angelino

Maria
Cantone

Arcangelo
Serrao

Raffaeoe
Marsico

Enzo
Pinto

Alessandro
Ummarino

Sabatino
Peluso

Giuseppe
Marino

Pasquale
Mennilo

Pasquale
Angelino

Gennario
Riccio

Raffaele
Del Gaudio

Giamante
Alibrico
Francesco
Emione

Giuseppe
Carofilo

Pasquale Mennilo, Pasquale Ange-


lino, Gennario Riccio, tre eletti
socialisti Raffaele Del Gaudio, Gia-
mante Alibrico, Giacinto Libertini,
due eletti Mpa Alessio Vanacore e * in corsivo i consiglieri
Antonio Abbagliato. Nei banchi di maggioranza
dell’opposizione siederanno Simone Grafica: CRONACHE di NAPOLI
Monopoli, candidato sindaco non
eletto, Mario Della Rossa (Adc),
Mario De Giorgio (Adc), Giuseppe
Bernardo (Adc), Giuseppe Celien-
to (Pdl), Giuseppe Mellone (Pdl),
Alfonso Castelli (Pdl), Michele Vit-
LO SCONFITTO Il consigliere provinciale: abbiamo avuto un’ottima affermazione, ringrazio chi ha creduto in noi
torioso (Adp), Domenico Natale
(Nuova Italia), Francesco
Casaburo, candidato sindaco non
eletto della coalizione di centrosini-
stra, Raffaele Gebiola (Pd) e
Simone Monopoli: la città ha scelto così,
faremo un’opposizione costruttiva in Assise
Arcangelo Della Rocca (Pd). Non
hanno nessun eletto le altre coalizio-
ni, che d’altronde hanno deciso
anche di non allearsi con nessuno dei
due candidati sindaco. Non siederan-
no, dunque, al tavolo del consiglio CAIVANO (pdm) - Festa in città da è proprio Monopoli, candidato del cen- comunale: Mario Della Rossa, Mario
comunale, il candidato a sindaco non parte dei tantissimi sostenitori della trodestra, ad augurare buon lavoro al De Giorgio, Giuseppe Bernardo, Giu-
eletto Enzo Falco e il suo partito nuova fascia tricolore e sconforto tra le nuovo sindaco della città di Caivano: seppe Chioccarelli, Vincenzo Gine-
Sinistra ecologia e Libertà. Medesi- fila dello sconfitto, Simone Monopoli “La città ha scelto così - ha dichiarato il stra, Giuseppe Ponticelli, Giuseppe
ma cosa per il candidato a sindaco (nella foto) che esce comunque a testa consigliere provinciale Monopoli, poco Celiento, Giuseppe Mellone, Alfonso
non eletto Luigi Padricelli, che alta da un avvincente duello che ha dopo i risultati finali del ballottaggio - Castelli, Francesco Cacciola, Pasquale
aveva formato una coalizione di due lasciato tutti con il fiato sul collo fino faremo una costruttiva opposizione per Licito, Francesco Abate, Michele Vit-
liste, I giovani Caivano futura e la all’ultimo minuto. Molto sportivamente il bene della città. Abbiamo avuto torioso, Gennaro Marino, Pasuale
Destra sociale. Neppure Carlo Cic- comunque un’ottima affermazione e rin- Tavano, Domenico Natale, Giseppe
carelli, candidato a sindaco non elet- All’esponente di Alleanza grazio tutti quelli che hanno creduto in Della Gatta e Giuseppina Accurso. Le
to con la civica Rilanciamo Caivano, noi”. Nel caso in cui fosse stato eletto cose sono però andate diversamente e
è riuscito a rientrare tra gli eletti, ma di centro toccherà guidare sindaco Simone Monopoli e quindi il così a Simone Monopoli toccherà guida-
nonostante il risultato non del tutto la minoranza sin dalla prima centrodestra caivanese,si sarebbero re l’opposizione, ben sapendo che il suo
positivo, ha deciso nello step del bal- seduti al tavolo della maggioranza i sogno è svanito per meno di trecento
lottaggio, differentemente dagli altri, seduta di consiglio comunale seguenti diciotto candidati al consiglio voti di scarto dall’avversario.
di unirsi con la coalizione di centro.
22 Martedì 13 Aprile 2010 Speciale Elezioni CRONACHE di NAPOLI

ELEZIONI CENTRODESTRA CENTROSINISTRA IL PERDENTE Il democratico: ora abbiamo il tempo per riflettere e capire come migliorare

BACOLI Giampaolo: sconfitta più che dignitosa


BACOLI (jogedera) - “Siamo contenti perché abbia- Pd e Sinistra e Libertà – poiché è ovvio che tutti pote-
mo ottenuto una sconfitta più che dignitosa. Abbiamo vamo dare di più. Non bisogna abbattersi e se saremo
Non riesce l’impresa a Giampaolo: lavorato molto e adesso è arrivato il momento di riflet- compatti e coesi la prossima volta di sicuro batteremo il
tere su quali sono stati gli errori e cosa si può migliora- Popolo della Libertà e vinceremo le elezioni. Adesso
la sua coalizione conquista sei re”. E’ con queste parole che il nuovo consigliere bisogna fare una dura e costruttiva opposizione”. Rassi-
Carlo Giampaolo ha voluto rassicurare i suoi elettori curazioni a cui s’aggiungono le affermazioni di Tiberio
seggi. In Consiglio anche ed i rappresentanti di partito presenti presso la sezione Sauro, rappresentante di Ci mettiamo la faccia salito in
centrale del Partito Democratico presente nel pieno sede per dialogare con i futuri rappresentanti dell’oppo-
Tiberio Sauro e Vincenzo Marotta centro del paese. “Dobbiamo capire che il vero danno sizione consiliare: “Spero che a breve si faccia una
per le coalizioni di centro-sinistra è rappresentato dalla cosciente e pronta analisi del voto. C’è bisogno di una
di Josi Gerardo Della Ragione Ermanno Carlo mancata unità tra i partiti della coalizione. Un’unione
che avviene, così come accaduto anche questa volta,
riflessione di carattere politico per comprendere quali
sono stati gli errori. Noi siamo pronti al dialogo costrut-
I numeri Schiano Giampaolo soltanto pochi giorni prima delle elezioni e che di certo tivo mantenendo sempre la nostra autonomia”. Analisi
BACOLI - Elezioni terminate e delle elezioni non da alla cittadinanza un’immagine compatta e politica la quale, così come asserito dallo stesso Giam-
paese in mano al centro-destra:
Ermanno Schiano è il nuovo sin-
daco della città di Bacoli. Si con-
amministrative
bacolesi
7.367 56,5 5.675 43,5 coesa. Siamo contenti del nostro lavoro e se abbiamo
parso la colpa è stata anche mia – asserisce il rappre-
paolo, avverrà nei prossimi giorni tra le delegazioni dei
partiti e delle liste presenti e non presenti in Consiglio
VOTI % VOTI % sentante della coalizione costituita da Italia dei valori, comunale.
cludono senza novità del-
l’ultima ora le elezioni
amministrative tenutesi
per la seconda volta in L’esponente del Pdl conquista la poltrona più ambita della città con oltre il 56% dei consensi
quindici giorni presso uno

Schiano vince senza affanni


dei paesi flegrei. Difatti,
così come ampiamente
pronosticato alla vigilia da
gran parte dei politici e
cittadini bacolesi, la coali-
zione con a capo il consi-
gliere provinciale Erman-
no Schiano ha nettamente
battuto il raggruppamento
di centro-sinistra presiedu-
to da Carlo Giampaolo.
Una vittoria, quella del
Il consigliere provinciale aveva già sfiorato la vittoria al primo turno
Popolo della Libertà e della lista 1800 preferenze di scarto su un
civica denominata “Il faro delle numero di votanti di poco superio-
re ai 13mila. Una situazione che
Libertà”, ottenuta con una percen-
tuale pari al 58% contro il 42% adesso ben delinea il nuovo qua- LA COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
rosicchiato dalla coalizione forma- dro istituzionale con un consiglio
comunale, che succede al prece-

Scotto Di Carlo
ta da Italia dei Valori, Partito

Scotto Di Vetta
Della Ragione
dente diretto dal sindaco in quota
Democratico e Sinistra Ecologia e Ermanno
Carannante

Carannante
Libertà. “Siamo entusiasti di que- Pd Antonio Coppola, suddiviso
in: 3 consiglieri del Faro della

Rodriquez
Schiano
Giuseppe

Giuseppe
Salvatore
sta vittoria – ha esordito festante il

Esposito
Libertà (Rodriguez, Schiano e
Antonio

Simone
nuovo primo cittadino della città –
Laringe

Grande
Savoia
Aniello
abbiamo ottenuto una larga mag- Illiano), 6 consiglieri del Partito

Maria
Luigi

Luigi
Democratico (Macillo, Gampao-

Aldo
gioranza e adesso cercheremo di
mettere in essere il nostro pro- lo, Mancino, Illiano, Schiavo e
gramma elettorale a cui la cittadi- Castaldo), uno dell’Udc (Marot-
nanza locale ha dato ampia fidu- ta), uno della lista Ci mettiamo la
cia. La popolazione ci ha premiato faccia (Sauro) e ben nove del
con pieno merito”. Dichiarazioni Popolo della Libertà (Carannante
festose e di giubilo asserite nel bel A., Laringe, Scotto di Carlo,
mezzo del corteo messo veloce- Della Ragione, Savoia, Scotto di
mente in piedi per festeggiare la Vetta, Carannante L., Esposito).
vittoria del centro-destra. Successo Distribuzione che determina in
preventivato (già palesatosi al questo caso la scomparsa dal con-
primo turno ed in parte confermato siglio comunale della lista “Il cen-
al ballottaggio) raggiunto con ben tro per Bacoli” dell’ex segretario
dell’Udc, Antonio Di Meo, della
Democrazia Cristiana di Donadio
e della lista civca de “L’Alternati-
Il neosindaco va” diretta da Gianluca Schiano

Grafica: CRONACHE di NAPOLI


(cugino del novello sindaco della
Francesco
Macillo

Nicola
Castaldo

Salvatore
Illiano

Antonio
Barletta

Adele
Schiavo

Carlo
Giampaolo

Vincenzo
Marotta

Tiberio
Sauro
Domenico Luigi
Illiano

Porfirio
Schiano

città flegrea). A destare invece l’u-


Le parole della fascia tricolore nico grosso neo della giornata (a
“Siamo entusiasti di questa vit- prescindere dal vincitore delle ele-
toria abbiamo ottenuto una larga zioni) è il dato relativo all’affluen-
maggioranza e adesso cerche- za. Difatti a recarsi alle urne è
remo di mettere in essere il stato solo il 58% degli aventi dirit-
nostro programma elettorale”
to al voto contro il 74% del primo * in corsivo i consiglieri
turno tenutosi ad inizio Aprile. di maggioranza

MELITO Il centrodestra può contare nuovamente su 18 consiglieri. Immutati gli equilibri rispetto all’aprile del 2008

Si ‘testa’ la maggioranza in attesa del Bilancio


MELITO (Luciano Motto- cratico dichiarandosi indi- Si tornò così al ‘classico’ 16 commissario cittadino del-
Rapina, ricettazione e lesioni:
20enne di Melito in cella per un anno
la) - Prove di maggioranza in pendente. L’armonia di par- contro 14, presto scongiurato l’Udc. E’ storia di questi
via Salvatore Di Giacomo in tenza (18 consiglieri di mag- dal rientro di Felice Di Giro- giorni invece il ‘balletto’ dei MELITO - I carabinieri della tenenza
vista dell’approvazione del gioranza) durò pochi giorni lamo in maggioranza e dal- consiglieri del Pdl Florindo di Melito hanno rintracciato ed arrestato
bilancio preventivo prevista perchè nel dicembre del 2009 l’entrata tra gli amentiani di Buffardi e Ciro Marano, un Antonio Caccamo, 20enne, residente a
per il mese prossimo. I movi- arrivò la sfiducia al presiden- Francesco Mottola. Lo scor- giorno, secondo radiopoliti- Misano Adriatico, nel Riminese, ma di
menti delle ultime settimane te dell’Assise Giuseppe so febbraio ci fu poi l’ultimo ca, vicini al sindaco e il gior- fatto domiciliano a Melito. Il ragazzo è
non hanno scosso gli equili- Patrizio Esposito (Pdl) che scossone con l’allontanamen- no seguente lontanissimi stato raggiunto da ordine di carcerazio-
bri ed anzi l’amministrazione prese così le distanze dalla to della giunta di Gino Gab- dalla fascia tricolore. Sabato ne emesso il 30 marzo dalla corte di
Amente è uscita rafforzata componente di governo così bano (Bilancio) e la conse- è però tornato il sereno quasi Appello di Bologna. Caccamo dovrà
dall’ultima ‘campagna trasfe- come il suo compagno di guente fuoriuscita dalla mag- in concomitanza con l’uscita espiare la pena di un anno, 11 mesi e 18 giorni di
rimenti’. In sostanza le tre partito Ciro Federigo, il gioranza del casiniano Gio- dal Partito Democratico di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di rapi-
uscite dalla maggioranza, quale fu l’unico consigliere a vanni Barretta, che aveva Alessandro Simeone e la na, ricettazione, lesioni e resistenza a pubblico
avvenute in tre diversi perio- non votare la mozione di sfi- sposato la causa dell’assesso- conseguente entrata, al fian- ufficiale. Il giovane è ora rinchiuso a Poggioreale.
di, sono stata tamponate da ducia nei confronti dell’ex re silurato pochi giorni dopo co di Stefano Capriello, nel
altrettanti arrivi. Gli ultimi esponente della Margherita. aver ricevuto l’incarico di gruppo misto.
quindici mesi non sono stati Il sindaco Antonio Amente Bacoli, transenne al Fusaro:
soltanto quelli degli arrivi e zona messa in sicurezza
delle partenza ma anche
quelli dei ritorni. Il primo ad L’OPPOSIZIONE L’esponente del Pd: “Il documento contabile è il prima banco di prova. Verificheremo la forza della maggioranza” BACOLI (jgdr) - Messa in sicurezza
allontanarsi dal governo fu via Fusaro: adesso i detriti caduti in
Felice Di Girolamo che strada in seguito ad una frana sono
decise di abbandonare il
Popolo della Libertà e sposa-
re la causa di Italiani nel
mondo insieme con l’ex
Carpentieri: i numeri vanno valutati sistematicamente segnalati da alcune transenne. Si è così
in parte attenuata la critica situazione
in cui verteva la strada di periferia da
almeno tre mesi a questa parte, riu-
assessore alle Politiche socia- MELITO (lu.mo) - “I numeri vanno escono dalla maggioranza ed inoltre tato ad un nuovo cambio di direzione, scendo così a rendere percorribile il
li Francesco Mottola, già conteggiati e valutati a seconda dei in questi anni di amministrazione ci queste vanno spiegate”. L’intenzione marciapiede ivi stante. Intanto continua la diatri-
all’opposizione. All’opposi- provvedimenti che saranno portati via sono state continue sostituzioni di del primo cittadino Antonio Amente ba tra pubblico e privato per ciò che concerne la
zione passò qualche settima- via in consiglio comunale”. Sono assessori. Inoltre il consiglio comuna- sarebbe cambiata già nei primi giorni definitiva rimozione del materiale.
na più tardi anche Marco state queste le parole dell’esponente le è da tre mesi orfano di un leader. del 2010. Si attendeva soltanto il
Ponticiello che entrò a far del Partito Democratico Venanzio Tutti questi fattori mi convincono di nome di quello
parte del movimento politico Carpentieri (nella foto). “Entro il 30 una precarietà e del fatto che que- che dovrebbe Monte di procida, ancora chiusa
di Sergio De Gregorio. aprile si dovrà procedere in Assise st’amministrazione non scoppi di essere il futuro al pubblico la necropoli di Cappella
Dopo dieci mesi di equili- all’approvazione del Bilancio - ha salute. La coesione del governo di presidente del
brio, con la maggioranza a proseguito il giovane politico - L’ap- centrodestra andrà valutata su fatti Consiglio. Il nome MONTE DI PROCIDA (jgdr) - Ancora
quota 16 e l’opposizione a provazione del documento contabile e concreti e non attraverso proclami. La è venuto fuori chiusa al pubblico la necropoli di Cappel-
14, ci fu il rientro tra gli di rilevata importanza, vedremo la nostra posizione per quanto riguarda nelle ultime ore ed la. E’ questo lo stato di cose vigente pres-
amentiani dello stesso Ponti- maggioranza con quale forza proce- l’elezione del presidente del Consi- è quello dell’ex so la piazza Mercato di Sabato, in seguito
ciello che anticipò solo di derà. Di certo il Bilancio si preannun- glio? Nel corso delle ultime riunioni assessore alle al monitoraggio effettuato, proprio presso
pochi giorni il passaggio in cia di difficile quadratura. Negli ulti- ufficiali i due gruppi di maggioranza Politiche sociali il sito, nel corso di questa stessa settimana.
maggioranza dell’ex presi- mi tempi ci sono stati continui movi- avevano evidenziato la volontà di Francesco Mot- A confermarlo è il custode della struttura
dente del consiglio comunale menti che hanno evidenziato la man- voler concedere la leadership del tola, sponsorizza- il quale, nonostante abbia le chiavi, non
Stefano Capriello, che prese canza di stabilità nel governo Amen- Consesso all’opposizione. Se ci sono to dallo stesso sin-
te. Ci sono consiglieri che entrano ed motivazioni politiche che hanno por- daco. ha avuto ancora ordini di aprire le porte della necro-
le distanze dal Partito Demo- poli ai turisti che si avvicinano per poterlo visitare.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Martedì 13 Aprile 2010


CRdeOl NNolano
ACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 23

NOLA NOLA
VOLLA - C’è una svolta nel- sa il primo cittadino di Volla Volla è una tranche di una più
VOLLA l’inchiesta, avviata nel marzo Salvatore Ricci, il segretario ampia inchiesta che coinvolge

Inchiesta
dello scorso anno, sull’appalto
per la raccolta dei rifiuti nel
comune di Volla assegnato
generale Vittorio Ferrante, il
responsabile dell’ufficio tecni-
co Oscar Gatta e Mario Staf-
anche altri quattro comuni
dove la “Ecologia Saba” ha
operato, Cerco-
Toccava ragazze, La raccolta
sulla ‘Sa.ba’,
alla “Ecologia Sa.ba”, la
società di recente colpita da
felli, responsabile per il proce-
dimento amministrativo per
la, Ottaviano,
Marigliano e
‘promoter’ differenziata
avviso
un’interdittiva antimafia. Il
pubblico ministero Maria
Antonietta Troncone in forza
l’appalto sui rifiuti.
Per ora il pubblico ministero
Maria Antonietta Troncone ha
Casalnuovo. Nei
mesi scorsi i
carabinieri della
patteggia decolla
a comparire
al pool inquirente di Nola
(guidato dal procuratore Paolo
Mancuso) ha fatto recapitare a
formulato l’accusa di concorso
in abuso d’ufficio: secondo il
magistrato inquirente, gli
compagnia di
Castello di
Cisterna, delega-
a un anno e 10 mesi nell’aerea nolana
quattro persone un invito a indagati (che vanno ritenuti ti alle indagini,
per il sindaco comparire per rendere interro-
gatorio come persone indaga-
innocenti fino a prova contra-
ria) avrebbero facilitato l’ag-
hanno acquisito
presso tutti i
NOLA (rc) - Ha patteggiato un
anno e dieci mesi di reclusione
davanti al gup Ines Casciaro
NOLA (ad)- I dati forniti dal-
l'Osservatorio regionale sui
rifiuti potrebbero a primo
Salvatore Ricci te. L’atto è stato notificato
nella giornata di ieri dai cara-
binieri della compagnia di
giudicazione dell’appalto alla
“Ecologia Saba” per la raccol-
ta dei rifuti in città. L’indagi-
comuni una serie
di documentazione relativa
all’appalto vinto dalla “Ecolo-
Antonio Toraldo, 49enne origina-
rio di Nola ma residente da diverso
acchito lasciar pensare ad un
errore nella loro trascrizione e
pubblicazione. Invece sembra
tempo a Lecce. La pena è stata
Castello di Cisterna ed interes- ne che riguarda il Comune di gia Saba”. concordata con il pubblico mini- che si possa sottoscrivere la
stero Angela Rotondano, la quale notizia che l'area nolana del
nel dicembre scorso aveva chiesto capoluogo campano sia quella

Sicurezza, dibattito in Consiglio ed ottenuto che venisse emessa che in percentuale tenga meglio
un’ordinanza di custodia cautelare sulla raccolta differenziata. La
in carcere con l’accusa di violenza notizia sembra risultare alquan-
sessuale. Stando a quanto emerso to paradossale perché nello
dalle indagini, pare che l’uomo stesso periodo in cui questi dati
fosse solito spacciarsi come pro- vengono raccolti la stessa area
moter per adescare giovani fan- soggetta ai rilevamenti è sog-
In discussione il piano per la videosorveglianza e la nomina dei nuovi revisori dei conti ciulle con la promessa di un posto
di lavoro. Come hostess nei conve-
gette a continue segnalazioni in
merito al deposito incontrollato
gni, oppure indossatrici. L’uomo di rifiuti. Passeggiando per
di Antonio D’Ascoli fenomeno parcheggio selvag- rente importante contro i feno- alcune città dell'agro in alcuni
gio, rendendo, in molti casi, meni di criminalità, ma anche avrebbe inserito alcuni annunci su
un noto sito Internet specializzato giorni è possibile ammirare
NOLA – Videosorveglianza e difficoltoso il passeggio. In di sversamento illegale ed abu- delle vere e proprie discariche a
nomina dei nuovi revisori dei questi mesi di vacatio, l’ammi- sivo dei rifiuti”. Più comples- e sul quale è possibile ricercare
personale per lavoro, ma anche cielo aperto. Dei cumuli di
conti. Sono questi i due argo- nistrazione Biancardi ha già sa, la procedura per l’attivazio- rifiuti lasciati del tutto arbitra-
menti fondamentali all’ordine dato un indirizzo ben preciso ne dei varchi. “ Dopo l’ appro- effettuare compravendita di oggetti
e quant’altro. Tutto legale, certo. riamente da cittadini poco vir-
del giorno del consiglio comu- in tal senso, con la sistemazio- vazione del regolamento – tuosi a dispetto delle regole
nale di giovedì. Mentre per ne di alcune piazze, un tempo aggiunge ancora Esposito – è Ma in questo caso, dietro ad una
normale ricerca di aspiranti della stessa raccolta che preve-
quello di oggi pomeriggio, utilizzate semplicemente a par- necessaria anche un’ ulteriore de il deposito di determinati
avremo la trattazione di temi cheggio. Con l’entrata in vigo- autorizzazione che deve inve- hostess, ci sarebbe stato il deside-
rio di spingersi oltre. E chi, fra le rifiuti di giorno in giorno.
spiccatamente tecnici, oltre re del sistema dei varchi, ed il ce rilasciare il ministero”. “ Il Anche in luoghi del tutto assur-
che la risposta a delle interpel- potenziamento del programma regolamento sulla videosorve- ragazze, abboccava all’amo, era
convocata per un colloquio. L’ap- di. Come ad esempio succede
lanze. Per quanto concerne la di rivalutazione del centro, glianza – afferma il consigliere proprio nella città bruniana
questione della videosorve- l’amministrazione prevede di comunale del Partito Demo- puntamento sarebbe avvenuto
quasi sempre alla stazione ferro- dove ad oggi, nel pressi di via
glianza, si tratta di dare seguito migliorare ancor di più l’ambi- cratico, Salvatore Maffettone Galluccio, dove sorge il ponte
ad un passaggio di estrema zioso obiettivo. Per quanto – è stato esaminato attenta- viaria di Lecce. Secondo l’accusa,
Toraldo sarebbe andato a prendere dell'autostrada A16, che per
importanza per la reale appli- concerne invece le telecamere mente in commissione. In tutto il suo tratto è ricoperto di
cazione del progetto. In parti- per la videosorveglianza, va linea di massima siamo d’ac- di persone le aspiranti, imbonen-
dole di false promesse, passando materiale ferroso - ma anche di
colare, l’assemblea cittadina è detto che queste sono funzio- cordo sull’impostazione ma il altro genere - che è stato dato
impegnata nell’approvazione nici nei punti di accesso al limitazione della circolazione nali al potenziamento degli piano deve partire al più pre- poi ai fatti. Cioè, portandole in un
luogo idoneo e scattando alcune alle fiamme. È dunque un risul-
dei due regolamenti specifici cuore antico della città. Gli all’interno del perimetro del standard di sicurezza. Per la sto. Quello della videosorve- tato di rilievo per le ammini-
per la disciplina dell’utilizzo stessi sono dotati di telecamere centro storico è stata fissata loro reale attivazione manca glianza è un progetto estrema- fotografie, che avrebbe dovuto esi-
bire, a suo dire, a vari committenti. strazioni dell'hinterland nolano
delle telecamere. Una discus- che “ riconoscono” i veicoli dalle 9,30 alle 13,00 e dalle davvero poco, come conferma mente importante per la città, che negli ultimi mesi sono fini-
sione che implicherà diversi non autorizzati, sanzionandoli. 16,30 alle 20,30. In tal modo, lo stesso assessore Esposito. “ rispetto al quale vogliamo dare A quel punto i freni inibitori si
sarebbero allentati per dare il posto te nell'occhio del ciclone come
profili relativi anche alla tutela In particolare, nel sistema sono si punta ad ottenere una sensi- Dopo l’approvazione del rego- il nostro fattivo contributo. Nel caprio espiatorio - insieme ad
della privacy. Ma in linea state inserite le targhe dei vei- bile riduzione della presenza lamento, il sistema entrerà in merito del regolamento, però, alle violenze. Tentativi di baci e
palpeggiamenti. L’ultimo episodio alcune città della provincia di
generale, le forze politiche sia coli autorizzati che hanno dun- delle auto che hanno totalmen- funzione nel giro di una decina abbiamo delle osservazioni da Caserta - oltre ad essere anche
di maggioranza che di opposi- que, al passaggio del varco, te ingolfato il centro, con il di giorni. In tal modo avremo sollevare, funzionali al miglio- lo fece finire sugli organi di stam-
pa: Toraldo ha portato dalla stazio- oggetto delle avvisaglie di san-
zione, dovrebbero giungere ad una sorta di lasciapassare. La proliferare, in più punti, del – continua Esposito – un deter- ramento del testo zioni da parte del capo della
una sostanziale intesa. Il prov- ne al centro commerciale Leclerc,
sulla statale Lecce-Maglie, una Protezione civile Guido Berto-
vedimento è infatti ritenuto tra- laso. Nonostante il recente pas-
sversalmente utile e funzionale NOLA- Nella giornata di ieri hanno l'ha ricoperta di scritte. Ora sembra 16enne del brindisino. Il provino,
ad elevare gli standard di sicu-
Nola avuto inizio di lavori di riqualificazio- che l'amministrazione al governo della insolitamente, nel bagno del centro sato, accompagnato anche da
ne di una delle maggiori piazze della città nolana si sia ravveduta sulle commerciale. Con il pretesto di fatti oltre che da parole, non sia
rezza e controllo del territorio. stato dei più edificanti in mate-
“ Il consiglio comunale – città della città bruniana della provin- potenzialità di questo pezzo del centro scattare alcune foto, avrebbe chiu-
ria di rifiuti per l'intera aerea
afferma l’assessore al ramo,
Giuseppe Esposito – è chiama-
to all’ approvazione di due
Al via i lavori cia del capoluogo campano. Si tratta di
piazza Morelli e Silvati. Nonostante la
sua collocazione geografica nel territo-
storico cittadino. Un intervento che
avrà dunque un duplice scopo. Oltre
quello di migliorare la viabilità della
so a chiave la porta cercando di
afferrarla Ma la ragazza è riuscita
a sottrarsi alla stretta, rifugiandosi
che si estende intorno alla città
che diede i natali a Giordano
Bruno, i dati segnalano oggi l'a-
regolamenti. Uno, quello rela-
tivo alla videosorveglianza,
l’altro relativo ai varchi”. In
di riqualificazione rio cittadino fosse di importante rilie-
vo, per il traffico che ogni giorno l'at-
traversa, questa piazza era stata abban-
donata un po' a sé stessa. Nella fatti-
strada andrà anche ad influire positiva-
mente sulle attività commerciali che
popolano la piazza. Anche questo pro-
getto si inserisce nella line apolitica da
in un negozio e chiamando il 112.
I carabinieri della stazione di
Cavallino (il centro sorge nel terri-
torio comunale del comune del-
rea nolana come meglio messa
in segno di civiltà e capacità
nella gestione della differenzia-
buona sostanza, così come già
sottolineato in altre circostan-
ze, l’amministrazione comuna-
le, in un’ ottica di maggiore
delle piazze specie i lavori andranno a restaurare il
monumento in memoria di Morelli e
Silvati, opera scultorea donata al
sempre adottata dal primo cittadino
Geremia Biancardi. in campagna elet-
torale promise di trasformare la città
l’hinterland del capoluogo), visio-
nando le immagini, hanno indivi-
duato Toraldo, nella stessa giorna-
zione dei rifiuti. Oltre all'area
nolana l'altra zona della regione
che si assesta ad una percentua-
vivibilità del centro storico, ha
inteso portare avanti un pro-
getto di limitazione dell’uso
cittadine comune dalla Provincia. Una scultura
che si trova al centro della piazza, e
che negli anni è stata oggetto dell'inci-
bruniana in "un salotto", in modo da
contribuire a creare le condizioni
necessarie per lo sviluppo di un centro
ta bloccato e denunciato in stato di
libertà. Il Tribunale ieri ha accolto
l’istanza degli avvocati Luigi
le superiore alla media è quella
della penisola sorrentina. Anco-
ra deficitarie le altre zone della
provincia di Napoli e della pro-
dell’auto. A tal proposito, sono viltà della popolazione giovanile, che commerciale naturale. Rella e Giovanni Battista Cervo,
scarcerando l’imputato. vincia di caserta.
stati previsti dei varchi elettro-

NOLA
NOLA (adasc) – Al di stata la sottoscritta, che
là dei temi all’ordine del
giorno, il consiglio
comunale di domani
pomeriggio, potrebbe
essere l’occasione utile
La vicenda del consigliere Scala in molti casi, come nelle
ultime elezioni ammini-
strative ha tenuto lette-
ralmente in vita il parti-
to. Numeri che testimo-
A Marigliano la giornata
mondiale del teatro
per mettere un punto
fermo sulla vicenda del
consigliere Carmela
Scala. Quest’ ultima,
dopo aver espresso più
domani in discussione in Assise
sidenza del consiglio e a noi interessano per- altre decisioni. Il mio Partito Democratico che
niano il mio grande
impegno per il Pd. Non
va altresì dimenticato
che sia in occasione
delle amministrative,
MARIGLIANO - Il Comitato di Quartiere di Lausdomi-
ni, nell’ambito della sua programmazione annuale delle
attività sul territorio, in collaborazione con la Fita Campa-
nia, ha messo in atto un progetto rivolto agli alunni delle
volte il proprio dissenso per la candidatura a sin- scuole di ogni ordine e grado del territorio di Marigliano,
comunale, nella giornata sone che vogliono stare pensiero è che sarebbe prevede l’impegno degli con l’obiettivo di favorire e sviluppare le attitudini socio-
circa la linea politica del di ieri. Staremo a vede- in un partito e non in un stato più lineare e coe- iscritti a sostenere i can- daco, sia in occasione
Pd, di cui in consiglio delle ultime regionali, relazionali degli alunni attraverso la cultura del teatro. Il
re. "In politica tutte le albergo. Per quel che rente, anche rispetto ai didati del partito e
comunale ne era il capo- scelte sono legittime – riguarda il partito locale suoi stessi elettori, se lo quindi fa divieto di dare sul mio nome c’è stata giorno 27/03/2010 in occasione della “Giornata Mondiale
gruppo, ed aver dichia- aveva dichiarato il vice non ci sono rilievi da avesse fatto presente in sostegno a candidati di una levata di scudi, del Teatro”, è stata messa in scena una commedia di
rato di – coordinatore regionale poter fare, per il sem- modo chiaro e per altri partiti”. Si dimenti- nonostante il mio plu- Eduardo De Filippo“Non ti pago”, con la regia di Antonio
a v e r del Pd, Domenico Tucil- plice fatto che io stesso tempo, evitandoci di ca – ha invece ribadito riennale impegno, il mio Giorgino, la quale tratta seppur in maniera ironica, un tema
votato e lo - basta che le si sono venuto ad occupar- prendere questo sgrade- in questi giorni Scala – vasto consenso, la mia non facile come quello del vizio del gioco.
f a t t o assuma in modo chiaro mene in rappresentanza vole provvedimento, che l’unica persona a esperienza, il mio impe-
votare, e che le stesse vangano della Segreteria regiona- motivato con riferimen- canalizzare un significa- gno. Il partito ha dimo-
in occa- motivato in modo one- le, per aprire una nuova to al codice etico del tivo consenso è sempre strato tutto l’individuali-
s i o n e sto. Per quanto concerne fase con il contributo di smo di cui è pervaso. Io Nola, associazioni in libreria
d e l l e
ultime
la chiarezza, la nostra tutti. Io stesso ho invi- sono stata sempre leale
e solidale. Sono una
per gli incontri d’autore
opinione è che posizioni tato ripetutamente la
regiona- ambigue in politica non professoressa Scala ad moderata –torno al cen- NOLA - Una lettura un po' di versa dal solito sulla storia
li, l’ono- debbano essercene, sino incontri con gli altri tro. In consiglio comu- d'Italia ed in particolare del Mezzogiorno. Un libro sul Sud
revole a che si fa parte di un consiglieri e il partito, nale sarò nel gruppo e per il Sud. Questo è in breve il senso dell'interessantissi-
Pasquale Sommese partito – aveva aggiun- per il aprire insieme una misto, in attesa della mo incontro organizzato per mercoledì 14 aprile 2010 ore
( Udc), è stata colpita to ancora Tuccillo - fase nuova. A questi futura costituenda di 18.00, nell'ambito della rassegna Incontri d’autore 2010
dal provvedimento di che vuole essere degno incontri, la professores- centro con l’Udc, un della Libreria Guida di Nola, presso la Sala Consiliare del
espulsione dal Pd. Prov- di questo nome. Diver- sa Scala, si è sempre progetto in cui crede Comune di Nola. è il lavoro di Pino Aprile che punta a
vedimento che sarebbe samente sarebbe un sottratta. Evidentemen- l’onorevole Sommese, mettere in luce molti aspetti della nostra storia nascosti o
stato recapitato alla pre- albergo e non un partito te aveva già maturato ed anch’ io”. occultati fino ad oggi. L'incontro è organizzato dalla Libre-
ria guida di Nola in collaborazione con le associazioni
Mmeridies e Il Segnalibro e l'Assessorato beni culturali del
Comune di Nola
24 Martedì 13 Aprile 2010 Nolano CRONACHE di NAPOLI

POMIGLIANO Il rappresentati di categoria hanno fatto sapere con non prenderanno parte alla manifestazione del 21 aprile a Torino
VOLLA E POLLENA
LA CRONACA Sindacati divisi, la Uilm: no all’incontro al Lingotto
POMIGLIANO D’ARCO (Domenica Andolfo) - La ziative a posteriori se il piano non dovesse essere con- indebolendo il potere del sindacato in fabbrica. Se vin-
Uilm non parteciperàalla manifestazione promossa dalla vincente’’. Per salvare e rilanciare una fabbrica in crisi la cessero i no invece la Fiat potrebbe anche decidere di
Fiom per il prossimo 21 aprile davanti al Lingotto in Fiat ha chiesto flessibilità ai sindacati. Le richieste avan- ritirare l’investimento e lo stabilimento sarebbe costretto
occasione della presentazione del piano strategico 2010- zate nei giorni scorsi dall’azienda passano dai 18 turni a chiudere o a ridurre sensibilmente il proprio personale.
2014 della Fiat. ‘’Non siamo d’accordo a manifestare lavorativi al raddoppiamento dello straordinario, dalla A mettere in guardia dalle nefaste conseguenze è Gerar-
perche’ prima vogliamo ascoltare cosa ha da dire la Fiat. mobilità interna alla riduzione delle pause. Le condizioni do Giannone, segretario di fabbrica di Comunisti Sinistra
Solo dopo esprimeremo il nostro parere sui contenuti e delineate da Fiat dividono gli operai: alcuni sono per Popolare. "Il referendum sarebbe un arma a doppio
A Pollena Trocchia acciuffato un 29enne agiremo di conseguenza - commenta Eros Panicali, accettare, altri per rifiutare le richieste dell’azienda. taglio - spiega - Infatti, nel caso passasse il si, la Fiat
responsabile nazionale settore auto secondo cui tre sono Alcuni di loro si spingono a parlare di "schiavismo", a capirebbe di avere pieno potere in fabbrica e potrebbe,
di Pomigliano che durante un posto di controllo le principali criticita’, la chiusura di Termini, la situazio- proposito dell’introduzione del montaggio nel turno not- perché no, eliminare tutte le voci di dissidio. In fabbrica
ne di Pomigliano dove non si e’ trovato un accordo uni- turno. Le condizioni proposte da Fiat non sono diverse ci sarebbero quindi meno democrazia e meno diritti. Se
ha investito con la sua 147 un militare, tario sui 18 turni e il futuro di Mirafiori. ‘’Mi sembra però da quelle vigenti in altri stabilimenti, valide anche invece fosse il no a prevalere dopo una firma dei sinda-
logico basare un eventuale protesta solo sui contenuti e grazie all’accettazione dei sindacati. Tra gli operai monta cati al piano Fiat, la fabbrica diverrebbe ingovernabile e
che ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni quindi e’ ovvio procedere prima all’incontro che dovra’ la paura e la preoccupazione. Alcuni di loro chiedono la Fiat potrebbe anche ritirare l’investimento". Infine
essere sgombro da pregiudiziali da ambo le parti - osser- apertamente di istituire un referendum in fabbrica. L’i- Giannone mette in guardia anche dall’ipotesi che i sinda-
va anche il segretario piemontese della Uilm, Maurizio dea di indire un referendum però potrebbe suscitare cati, nella trattativa con Fiat, arrivino a due posizioni dif-
Peverati -per questo non parteciperemo alle manifesta- effetti distorsivi. Infatti, se vincessero i si, l’azienda ferenti, come è emerso fino a questo momento, con la
zioni proposte dalla Fiom riservandoci, ovviamente, ini- avrebbe completamente le mani libere sulla produzione, Fiom più defilata dalle altre organizzazioni sindacali.

Giro di vite dei carabinieri, tre in manette


A Volla due arresti: il primo per evasione dai domiciliari l’altro per taccheggio all’ipermercato
di Almerico Colizzi CERCOLA SANT’NASTASIA
VOLLA - Lo hanno pizzicato mentre girovagava nei pressi
della sua abitazione invece di starsene chiuso in casa come gli De Michele a capo Nonna Michela spegne
aveva invece ordinato il giudice quando lo aveva condannato
agli arresti domiciliari per detenzione di sostanze stupefacenti
ai fini di spaccio: domenica scorsa, intorno alle diciotto e
del coordinamento anziani cento candeline
trenta, P. S., classe 1955, è stato infatti arrestato dai carabi- CERCOLA (ac) – Francesco De Michele, SANT’ANASTASIA (co) - In alcune persone
nieri del comando stazione della cittadina dell’hinterland par- l’avanzamento dell’età sembra dare nuovo slancio
tenopeo, impegnati in un servizio di pattugliamento del terri- arzillo sessantacinquenne cercolese, è stato
confermato a capo del Coordinamento Centrale di vita. Nuova linfa che quasi rigenera e che di
torio comunale finalizzato alla prevenzione e repressione di certo aiuta ad andare avanti ogni giorno che
crimine, dopo un breve inseguimento all’interno dello stabile degli Anziani della cittadina vesuviana che pre-
in cui l’uomo era destinato al domicilio coatto. La gazzella ha side ormai da ben cinque anni, da quando cioè passa. Sembra proprio la descrizione che incarna
avvistato il cinquantacinquenne che passeggiava sul marcia- nel duemilacinque ne divenne presidente pro- Michela Beneduce. Un’anziana signora origina-
piede antistante il palazzo di residenza e avendolo riconosciu- tempore. “Continuerò a svolgere quest’incarico ria del quartiere napoletano di Ponticelli. Una
to, si sono avvicinati ma quando l’uomo si è accorto dell’arri- con l’impegno di sempre e la dedizione neces- donna che ha compiuto la bellezza dei cento anni,
vo delle forze dell’ordine ha tentato la fuga catapultandosi saria – ha commentato il neoeletto – per non e che in barba alla sua età sembra essere molto
all’interno dell’edificio sperando, in questo modo, di riuscire venir meno alla fiducia che gli anziani cercolesi vogliosa di continuare la sua vita. Sono ormai
a raggiungere il quarto piano dello stabile e quindi di tornare mi hanno accordato nel confermarmi ai vertici quattro anni che la donna soggiorna presso la casa
a casa: gli uomini del comandante Russo, però, lo hanno inse- del coordinamento comunale non presentando di riposo "Madonna del-
guito per le scale fino al terzo piano del palazzo e lo hanno alcun candidato alle elezioni in modo che io l’Arco", dove a sua dire
bloccato mentre, probabilmente stanco di correre a piedi, potessi rimanere in carica per altri due anni. trascorre delle serene
l’uomo stava cercando di entrare nel vano ascensore. I milita- Ascolterò volentieri tutte le richieste che mi giornate. Salvo un breve
ri vollesi, dopo la cattura, hanno stretto le manette ai polsi del perverranno e lotterò per i diritti dei cercolesi periodo in cui è stata
cinquantacinquenne e lo hanno accompagnato prima negli più anziani proprio come ho fatto fino a questo ospite dei figli che negli
uffici del comando cittadino per il disbrigo delle formalità di momento mentre – ha concluso De Michele – anni si erano trasferiti a
rito e successivamente nelle celle del carcere di Poggioreale continuerò a rafforzare il rapporto con l’ammi- Torino, la donna vive
dove l’uomo attende di essere giudicato dai magistrati per il nistrazione locale per promuovere ancora più presso la suddetta casa di
reato di evasione dai domiciliari. Un altro arresto è stato ope- iniziative a favore degli anziani del paese”. riposo da quando è rima-
rato dai carabinieri del comando cittadino domenica scorsa sta vedova. Non è stata la
quando, allertati dalla sorveglianza interna dell’ipermercato Fino al duemiladodici, De Michele, sarà affian-
cato nel mandato dal consiglio direttivo: Ferdi- volontà dei figli, che anzi
‘Auchan’, sono intervenuti nella galleria del centro commer- volevano restasse con
nando Esposito (vicepresidente), Domenico

1
ciale ‘Le Ginestre’ per stringere le manette ai polsi di un tac-
cheggiatore che poco prima aveva rubato dagli scaffali del Spadaro (segretario), Antonio De Rosa (coordi- loro nel nord Italia, anche
supermercato riuscendo a guadagnare l’uscita dal varco delle natore), Agostino Borrosi (ccordinatore), per essere più vicina e
casse: da quanto si è appreso, prima di essere catturato, il Caselli Sara (coordinatrice). Svariate attività presente coi propri nipoti,
trentottenne R. S., aveva rimosso, con l’ausilio di un taglieri- culturali e ricreative sono gli obiettivi di inizio ma bensì la sua di ritornare nella provincia del
no, le piastrine antitaccheggio da alcuni prodotti per l’igiene Pollena Trocchia mandato: già sono funzionanti una serie di atti- capoluogo campano, dove ha sempre vissuto, per
Un 29enne di Pomigliano trascorrere gli ultimi anni della sua vita. Per
I fatti

intima e da alcuni peluche in vendita all’Auchan e li aveva vità motorie e sportive mentre sono in pro-
poi occultati nelle tasche dei propri abiti per uscire con indif- ha superato un posto di gramma una gita giornaliera sulla costiera festeggiare questo storico traguardo - che oggi è
blocco investendo un cara- comunque raggiunto da molte persone soprattutto
ferenza dal passaggio riservato ai clienti che non effettuano binieri: arrestato
Amalfitana il venti maggio ed un soggiorno cli-
acquisti. In tasca diversi prodotti per l’igiene intima ed alcuni matico, a partire dalla seconda decade di giu- nel Belpaese - la signora ha comunque voluto
peluche, per un valore complessivo totale di circa settanta gno presso i Giardini di Naxos. Ma le linee attorno a sé tutti i parenti e gli amici. Oltre al per-
euro, che hanno restituito al centro commerciale, legittimo programmatiche di De Michele puntano all’at- sonale ed ai compagni di viaggio della struttura
proprietario. A Pollana Trocchia i carabinieri della tenenza di tuazione di forme di solidarietà per gli anziani che la ospita erano presenti i suoi cinque figli, gli
cercola hanno tratto in arresto per resistenza a p.u. beneduce
rosario, 29enne, residente a pomigliano d’arco, incensurato.
L’uomo non si è fermato all’alt intimato dai militari dell’arma
durante un posto di controllo alla rotatoria tra massa di
2 più bisognosi del paese: “Sto valutando le reali
esigenze dei miei concittadini e invito tutti gli
anziani – sottolinea De Michele – a far perveni-
undici nipoti, i tre pronipoti ed i tantissimi parenti
che sono accorsi da diverse parti. Nonostante il
giorno del compleanno cadesse di martedì 6, il
compleanno è stato festeggiato solo sabato 10, per
re le loro richieste ed a mettermi a conoscenza
somma e pollena trocchia in direzione di piazza amodio inve- Volla delle loro necessità: per questo sarò a disposi- ovviare alla difficoltà, soprattutto di chi non vive
stendo con la sua 147 uno dei carabinieri, che ha riportato A volla durante i controlli del terri- più nell’hinterland partenopeo di raggiungere la
lesioni guaribili in 15 giorni. I carabinieri sono riusciti a rag- zione di tutti presso la sede del coordinamento
torio arrestate due persone per in Piazza Libertà”. casa di riposo "Madonna dell’Arco".
giungerlo e a bloccarlo, accertando che il 29enne non si era taccheggio e per insservanza
fermato poiché stava circolando con assicurazione scaduta. degli obblighi di dimora

Saviano, domenica cani a passeggio


La città ricorda la tragedia della Flobert
SANT’ANASTASIA (mabe) - tutt’abbruciat’. Nel succedersi
Ricorre il 35 esimo anniversa- Sant’Anastasia, dopo 35anni ancora vivo il ricordo delle vittime degli anniversari commemora-
per l’iniziativa dell’Asl rio del dramma della Flobert. tivi per le "morti bianche" delle
Era l’11 aprile del 1975 quando ad un incontro programmatico di liberarsi e fare pochi passi 13 vittime che hanno perso la
SAVIANO - Iniziativa singolare a Saviano domenica 18 la fabbrica di armi giocattolo con un gruppo di cittadini di prima di svenire. Per le vittime vita sul luogo del lavoro sono
aprile. Da piazza Vittoria partirà la passeggiata con gli sita in contrada Romani esplo- via Romani, ufficializzò che lo fu eretto un monumento nel state effettuate manifestazioni ,
amici a 4 zampe. “L’amico che vorrei”, associazione che se. Nello scoppio persero la scoppio della Flobert fece tre- locale Cimitero. Poche sono le mostre fotografiche. Oggi, ad
ha organizzato l’evento, permetterà l’installazione gratuita vita 12 operai, quello il dato dici vittime e non dodici. La persone locali che hanno aprire quella ‘ferita’compiutasi
dei microchip ai propri animali domestici, sarà infatti pre- noto sino a due anni fa, quando tredicesima vittima, Fiorentina memoria del tragico accaduto. in seno alla periferia cittadina
sente l’Asl Na3-Sud sezione Sanità Animale. L’inziativa si una tredicesima vita si è Guadagno, si spense a causa Un giorno che non si può can- di Sant’Anastasia, in un tempo
si terrà su un percorso prestabilito lungo il quale ci saranno aggiunta alla lista di caduti sul delle ustioni dopo tre giorni cellare e nemmeno lo strazio in cui vi erano realtà lavorati-
gazebo informativi sui progetti dell’associazione. Saranno
presenti i soci dell’associazione, i veterinari che partecipa- lavoro. La notizia fu resa nota dallo scoppio della fabbrica. La delle scene che conseguirono ve, fabbriche,
no all’associazione e l’Asl-Sanità Animale, responsabile dall’amministrazione cittadina Flobert, una fabbrica di armi l’esplosione. Corpi dilaniati e come la stessa
dell’installazione dei microchip. La partecipazione del guidata nel 2008 dal sindaco giocattolo sita in contrada sparsi un po’ ovunque, un Flobert, la Fag e
pubblico con o senza “amico” è libera. “L’amico che vor- Carmine Pone che in seguito Romani esplose lasciando al odore sgradevole e tanto dolore la Corderia
rei” è un’associazione animalista di volontari, senza fini di suolo brandelli umani ancora per chi era testimone di quel Napoletana, a
lucro. vivi nel ricordo dell’unico cruento vedere. I ricordi resta- memoria di quel
supersite. Le vittime, il cui no indelebili nelle 12 famiglie sanguinoso epi-
riconoscimento fu arduo perché che si sono ritrovate per la logo, una lettera
Nola, nella sala dei medaglioni ridotte a brandelli, erano native maggiore parte dei casi prive di scritta da Ciro
cerimonia in memoria di Luigi Cortile o residenti di Sant’Anastasia, un padre e di un marito. Nel Liguori, unico
Somma Vesuviana, Ottaviano, ricordo di quel giorno e di superstite della
NOLA - Sala dei Padiglioni dell’Episcopio, presentazione Marigliano, Portici e per ono- quanto era avvenuto, anche tragedia, ed
della rassegna stampa riguardante la citta’ di nola e cerimo- rarne la memoria fu eretto un l’allora nascente gruppo dei inviata a Regione Campania,
nia in memoria di “Luigi Cortile, Maresciallo Maggiore monumento nel locale Cimite- Zezi scrisse una canzone intito- alla Provincia, all’Anmil, ai
della Guardia di finanza”, Medaglia d’oro al Merito Civile. ro. L’unico superstite fu Ciro lata "A’Flobert", il cui testo Comuni di Sant’Anastasia,
Nei giorni scorsi aprile scorso, alle ore 18.00, si è tenuta la Liguoro, che si ritrovò sotto le contiene anche questo piccolo Somma Vesuviana e Pomiglia-
presentazione della IX edizione della Rassegna Stampa “Un macerie, pieno di sangue e, ma crudo pezzo di storia citta- no d’Arco. "E’ doveroso ricor-
mosaico di fatti e notizie” sulla città di Nola, relativa all’an- dopo la visione che ebbe della dina: "Cammino e ch’ tristezza dare. La Memoria storica costi-
no 2008, edita dal Centro Studi “Alcide De Gasperi”, alla Madonna dell’Arco, come lui m’avoto e ncopp’ ‘a rezza tuisce un valore e un patrimo-
presenza delle massime Autorità civili militari e religiose stesso racconta, ritrovò la forza dduje over’ operaje cu ‘e carne nio di tutte le comunità".
locali. Tra i presenti: S.E. Mons. Beniamino Depalma,
Arcivescovo Vescovo di Nola, Il Sindaco della Città di
Nola, Geremia Biancardi.
CRONACHE di NAPOLI
Nolano Martedì 13 Aprile 2010
25
ELEZIONI CENTRODESTRA CENTROSINISTRA SANT’ANSTASIA Il candidato del Pd: non mi aspettavo un distacco così evidente

A SANT’ANASTASIA Barone: lavoreremo comunque per la città


SANT'ANASTASIA (mabe) - Una amara scon- a caldo Giovanni Barone espressione del Pd cit-
fitta per il centrosinistra cittadino , pronto però tadino nonché l'uomo di punta della coalizione
Con oltre il 65% dei voti ad assolvere a pieno il ruolo assegnatogli dalle del centrosinistra , da oggi seduta nei banchi
urne,quello di opposizione alla amministrazione dell'opposizione cittadina. “Nonostante l'esito
sarà l’esponente a sigla Esposito. “Non mi aspettavo una scon- ottenuto lavoreremo per Sant'Anastasia. Abbia-
fitta numerica cosi elevata”, afferma Giovanni mo chiamato Immediatamente il sindaco , Car-
del Pdl a guidare Barone, commentando il responso delle urne, mine Esposito, per congratularci per l'esito da
“ma sono sereno e siamo già pronti a fare oppo- lui conseguito. Siamo orgogliosi e contenti del-
il paese vesuviano sizione nel civico consesso”. La coalizione di l'esperienza fatta in questa tornata elettorale
centrosinistra pensava di avere tirato i remi del- condotta con gioventù di qualità. Abbiamo già
di Maria Beneduce I due sfidanti Carmine Esposito Giovanni Barone l'amministrazione dalla sua, hanno sperato sino
alla fine, ma le urne , il popolo sovrano, nono-
cambiato tanto nella politica cittadina , alla
politica del fare affiancheremo la politica dei
al ballottaggio stante le bagarre avvenute in seno alla scorsa modi di fare”. Barone ha ottenuto dalle urne 4.
SANT’ANASTASIA - E’ il leader
del popolo azzurro a vincere il ballot- Carmine amministrazione di centrodestra, ha scelto di 927 voti( 36.35%). Ma se Barone ha dichiarato
taggio. Carmine Esposito straccia al
ballottaggio Giovanni Barone,
Esposito e
Govanni
8.628 63,65 4.927 36,35 volere sotto altre vesti,nomi e motivazioni, il
Pdl a capo del governo cittadino. “ Ci stiamo
la sua serenità, l'amaro sapore della sconfitta
era vivo sul viso dei suoi sostenitori presenti
espressione del centrosinistra anasta- Barone VOTI % VOTI % attrezzando per attuare l'opposizione” , afferma all'interno della sezione del Pd cittadino.
siano in questa tornata eletto-
rale. Le urne hanno parlato, i
cittadini hanno scelto l’uomo
del rinnovamento alla condi-
L’esito del ballottaggio ha decretato la vittoria schiacciante dell’esponente di centrodestra sull’avversario di centrosinistra

Esposito è il nuovo sindaco


zione della cittadina per i
prossimi cinque anni. Il
nuovo sindaco accede alla
fascia con 8.628 consensi
(63,65%) lasciando al candi-
dato Barone 4. 927 voti(
36.35%) il 63.36% degli elet-
tori si sono cosi espressi. Un
consenso cresciuto in queste
due settimane che hanno con-
dotto al ballottaggio e durante
il quale Esposito “per coeren-
In strada caroselli d’auto con bandiere del Popolo della libertà salutano l’elezione del nuovo numero uno di Palazzo Siano
za”, non ha stretto apparentamenti con scuso ma dovuti esclusivamente alla
nessuno seguito dall'avversario del Pd. tensione del momento, non siamo pen-
Nella prima tornata elettorale del 28 e titi di nulla in quanto c’era da parte
29 marzo,Esposito ha ricevuto 6450 nostra la volontà del cambiamento, del LA COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
voti (35,93% dei consensi) mentre le rinnovamento del paese e i miei con-
liste a lui collegate hanno avuto questi cittadini hanno ricevuto il messaggio.

Fra Francesco
risultati: la lista PdL ha ottenuto 3340 Ringrazio i giovani che in connubio
Gifuni Mario

Carmine De Simone
De Simone

De Filippo
Girolamo

Salvatore
Ciccarelli
Annarrita

preferenze; Democrazia Cristiana 322 con le donne saranno al centro della

Rossella

Raffaele

Ritanna
Saverio

Maione
Giorgio

D’Aura

Abate
Barra
Lucia
consensi; Nuovo Psi 1163 preferenze; mia squadra amministrativa, afferma
Arcobaleno, 1475 voti totalizzando Esposito riferendosi alla composizione
della prossima giunta, “che non sarà
Esposito
6.300 voti. Un paese in festa, un corteo
lungo decine di metri è passato anche posta a verifica prima di due anni.
dinnanzi alla sezione cittadina del Pd, Ribadisco non sono per mediazioni o
momento che ha visto i futuri consi- spartizioni , chiedo a tutti i miei di
glieri delle due fazioni stringersi la essere da domani siano poi operosi
mano. Immediatamente a seguito della per il rilancio del paese, parlerò con
vittoria, il sindaco di Sant'Anastasia, tutti” , ponendo un inciso riguardo alla
nonché Capo Gabinetto della Provin- passata amministrazione di centrode-
cia di Napoli per il presidente Luigi stra guidata da Pone, “Se mai sparti-
Cesaro, ha indetto una conferenza zioni o mediazioni dovessero prende-
stampa ed ha dichiarato, “Nervosismi re il posto dell'operosità dell'ammini-
a parte mostrati nello svolgersi di que- strazione lo dirò al paese e me ne
sta campagna elettorale, dei quali mi andrò”.

Grafica: CRONACHE di NAPOLI


Ricciardi Franco
Spadaro Maria
CERILLO FRANCESCO

Cerillo Saverio

Pone Eduardo

Molo Raffaele
Casagrande

Barone Ines
Gifuni Maria
vincenzo
Romano

Franco

SANT’ANASTASIA L’uomo ha portato il cellulare all’interno della cabina elettorale nel seggio del plesso scolastico zona 167 in via Boccaccio

Sorpreso al voto col telefono, denunciato


SANT’ANASTASIA fotografare la sua preferen- sul cellulare non era stata zione esemplare quella
Marigliano, un motoraduno per la solidarietà
Domenica l’appuntamento per i centauri
(mabe) - Giovane anasta- za di voto. Il fatto e' acca- registrata alcuna immagine espressa dai militari e che
siano denunciato per avere duto verso le ore 13.00 di della scheda elettorale. Ad non poteva andare al di là MARIGLIANO - Domenica 18 Apri-
tentato di fotografare il suo ieri, nel seggio elettorale ogni modo anche se i mili- della denuncia, ma di le 2010, a partire dalle ore 9.30 a Mari-
voto nella cabina elettora- ubicato nel plesso scolasti- tari prontamente intervenu- esempio per chi in futuro gliano presso il Convento di San Vito
le. Tensione alta sui seggi co Elsa Morante, sito nella ti non hanno riscontrato volesse ripetere forse una ci sarà il 1° Motoraduno "Un Morso di
elettorali, nella serata di zona 167 la Gescal, in via l'oggetto della denuncia bravata, o forse un esempio Solidarietà"Un giorno dedicato ai cen-
domenica. Un clic è stato Boccaccio. Il 27enne e' registrato tra le immagini di sicurezza di voto per il tauri e a tutti gli appassionati di moto,
sufficiente per attirare l'at- stato sorpreso dal presiden- presenti sul cellulare,che preferito dal giovane. Un saranno presenti mezzi di ultima gene-
tenzione del presidente del te di una sezione. I militari stava per mostrarsi l'arma avvenimento che ha per razione, moto sportive e Moto D'epoca
seggio elettorale, nella dell'arma sono intervenuti che avrebbe reso pubblico qualche istante minacciato che animeranno il convento, ma non solo: il
periferia cittadina dei ed hanno sequestrato il un voto, l'intenzione del 27 di far scoppiare, tra i già raduno infatti, è aperto a tutti i possessori di
Romani, e che ha visto un telefono. Nel corso di una enne si è mostrata talmente caldi animi di questa ulti- mezzi a due ruote di ogni marca e modello.
giovane di 27 anni finire successiva ispezione i cara- palese da rendere necessa- ma fase elettorale, una
denunciato dai carabinieri. binieri hanno accertato che ria la denuncia. Una puni- guerra di inciuci.
La denuncia espressa dagli Somma Vesuviana, Croce rossa
uomini della Benemerita, in campo per i minori disagiati
presenti sul seggio della
'vergogna' parla chiaro “ SOMMA VESUVIANA - Nuova ini-
violazione della segretezza
VOLLA Un altro passo avanti per il decollo della struttura dopo i numerosi problemi di inizio attività ziativa per il gruppo dei volontari della
del voto”. Il tutto si è svol- della Croce Rossa Italiana di Somma
to ieri in occasione del bal- Vesuviana. Questa volta l’intento è quel-
lottaggio per le comunali,
che ha visto la partita fina-
le giocata tra Carmine
Il mercato dei fiori si sposta al Caan lo di offrire a 10 minori, appartenenti a
famiglie disagiate, la possibilità di fre-
quentare, in modo del tutto gratuito, un
Esposito e Giovanni Baro- VOLLA (Alcol) – Dal fossato del Maschio nuovo spazio mercatale ma l’inaugurazione come un volano di sviluppo economico e corso di karate per i maschietti e di ginna-
ne. L'uomo beccato a scat- Angioino al Centro Agroalimentare di Napoli vera e propria, alla presenza delle autorità sociale, da parte degli enti provinciali e regio- stica artistica per le femminucce. Il progetto, dal tito-
tare una fotografia alla sua in via Palazziello a Volla, uno dei maggiori istituzionali è prevista per domenica diciotto nali, nonché del comune di Napoli, socio lo “Lo sport, un’occasione per…”, vuole, secondo il
scheda elettorale, già pre- mercati ortofrutticoli d'Italia: grandi novità in aprile alle sei del pomeriggio. Il trasferimento maggioritario del Caan, sono le questioni su motto latino del “Mens sana in corpore sano”.
sente di preferenza, è un vista per il mercato dei fiori che ha aperto i dei fiorai dal Maschio Angioino al Caan è cui il presidente di Assomercati aveva punta-
27enne del posto, incensu- battenti alle quattro di questa mattina, con l’i- sicuramente un altro passo avanti per il to l’indice già in passato: “La Regione Cam- Volla, Il Municipio si affida
rato. L'uomo nonostante le nizio delle attività commerciali all’interno decollo della struttura vollese e mette fine ad pania – le parole di D’Onofrio – ha stanziato
tante note informative che della struttura sita in località Lufrano, dopo i una serie di problematiche quali la riorganiz- diversi milioni di euro per la realizzazione ed ad un broker per assicurare il Comune
evidenziano anche all'inter- vari tentennamenti degli ultimi mesi contro i zazione di tutti i servizi generali all’interno il completamento delle infrastrutture viarie.
no delle cabine elettorali quali si era schierato in primis Carmine del complesso attraverso forme alternative Ma ad oggi ancora non ha erogato nulla, e VOLLA – Servizio di consulenza e
di non introdurre videote- D’Onofrio, presidente dell’Assomercati diverse e più garantiste dell’attuale; la chiu- l’impresa che stava eseguendo i lavori ha brokeraggio assicurativo per la durata di
lefoni, macchine fotografi- Confcommercio, comitato regionale operato- sura di tutte le strutture mercatali, abusive e dovuto fermarsi. Così come la Provincia di due anni: l’amministrazione comunale
che e tutto quanto possa ri all’ingrosso che aveva lanciato un vero e prive dei requisiti di legge, dove viene eserci- Napoli, che non ha completato altre impor- della cittadina dell’hinterland vesuviano,
rendere pubblico il voto, proprio ultimatum a nome della categoria, tato commercio agroalimentare al pubblico tanti opere”. Una questione, quella delle presieduta dalla fascia tricolore Salvato-
che dovrebbe essere segre- annunciando scioperi e manifestazioni, e pro- all’ingrosso a carattere fisso e continuativo infrastrutture e delle vie accessorie al Caan re Ricci, è alla ricerca di un broker, il cui
to, ha introdotto il cellulare fetizzando, nella più malaugurata delle ipote- ma, come dice il proverbio, ‘non è tutto oro sulla quale più volte in passato aveva alzato ingaggio non comporterà alcun onere a
all'interno della cabina si, la chiusura dello stesso centro agroalimen- quello che luccica’ e la mancata copertura la voce anche il primo cittadino Salvatore carico del Comune in quanto le prestazio-
elettorale ed e' stato sor- tare. Gli operatori del settore florovivaistico finanziaria delle spese necessarie al decollo Ricci, schierandosi in prima linea per il com- ni dello stesso saranno remunerate tramite provvi-
preso mentre stava per sono al lavoro da stamattina, dunque, nel di quello che in paese, e non solo, è visto pletamento dei lavori. gione posta a carico delle Compagnie Assicurative
con le quali verranno stipulati i contratti assicurativi.
26 Martedì 13 Aprile 2010 Speciale Elezioni CRONACHE di NAPOLI

CENTRODESTRA CENTROSINISTRA
IL RESPONSO
DELL’URNA

Al voto il 65% degli aventi


diritto. I democratici
decidono di rimboccarsi le maniche Raffaele Onofrio
e tornare a fare i militanti Russo Piccolo

11.768 55,5 9.417 44,4


VOTI % VOTI %

Nella rossa Pomigliano vince Russo (Pdl)


Battuto Onofrio Piccolo. Delusione a sinistra: i radicali non ottengono nemmeno un seggio
di Domenico Andolfo
IL VINCITORE
POMIGLIANO D’ARCO - Lello
Russo vince, strappa alla sinistra la
roccoforte ‘rossa’ e la consegna al
Il commento del neo eletto: ci vorrà molto lavoro ma abbiamo la Provincia e la Regione dalla nostra parte
centrodestra. L’ex sindaco socialista
trionfa nella cittadina delle fabbri-
che, portando al governo, per la
prima volta nella storia della città, la
destra, i militanti provenienti dalle
file di Alleanza nazionale. Il vento è
“Le elezioni si perdono quando si governa male”
POMIGLIANO D’ARCO ha perse il centrosinistra. uomo che fosse nelle corde politica del nuovo sindaco, un incarico. In molti hanno
cambiato nella città operaia, ma a (domando) - Esplode di Come ha detto De Luca - ha dei pomiglianesi". I primi annuncia Russo, c'è il tema lasciato. Loro non si chiedo-
soffiare più forte di tutti è stato il gioia il nuovo sindaco Lello ribadito Russo - le elezioni cento giorni Russo vuole del lavoro e della lotta alla no nemmeno il perché".
nuovo sindaco Lello Russo. Lui, Russo, colui che, stando alle si perdono quando si gover- dedicarli alla riqualificazione povertà. "Ci vorrà molto Russo si presenta alla città
insieme a tutto il centrodestra, ha interpretazioni dei suoi sup- na male. La coalizione - delle periferie per cui "è lavoro, ma abbiamo la come liberatore, dovrà ades-
spazzato via il Pd dal suo feudo, porter, ha guidato la ‘rivolu- spiega - aveva bisogno di un necessario un forte impegno Regione e la Provincia dalla so mostrare il proprio essere
costringendo Onofrio Piccolo alla zione arancio’. Il centrode- uomo d'esperienza, di un economico". Ma nell'agenda nostra parte". L'ultima repli- liberale. Russo guiderà una
resa e Michele Caiazzo a guardare stra pomiglianese ha preso in ca è per chi l'accusa di aver maggioranza composta da
la città dai banchi dell’opposizione. prestito l'arancio dagli ucrai- accolto a braccia aperte i 19 consiglieri: 8 Pdl; 5 Udc;
Quella abbattutasi sulla Stalingrado ni che sconfissero i comuni- transfughi del centrosinistra. 2 1799; 1 Pomigliano al
del Vesuvio, chiamata così da alcuni sti. Per i suoi elettori Russo è "Questi non sono trasformi- Centro; 1 Noi Sud; 1 Liberal
noti commentatori, è una vera tem- colui che li ha “liberati dal sti, sono fuggitivi. Sono Democratici. A questi infine
pesta. Infatti la sinistra, quella radi- bassolinismo e da Caiazzo”. scappati tutti per lo stesso si aggiungerà Franco Vigo-
cale, è fuori dal consiglio comunale. Il candidato del centrodestra motivo. Dall'altro lato non rita di ‘Pomigliano Città
La Federazione della Sinistra nella non nega il valore considere- c'era libertà. Trasformista è Aperta’, che non si è appa-
città operaia per antonomasia non ha vole che ha dato la sua figura chi lascia un posto per un rentato con il centrodestra,
rappresentanza: nemmeno un seggio alla coalizione arancio. altro. Chi ha bussato alla ma che ha sostenuto ugual-
per Tommaso Sodano e ‘compa- "Però - spiega Lello Russo - nostra porta non sapeva se mente la candidatura di
gni’. Resiste solo il Pd, ma questa queste elezioni in primis le avrebbe trovato un seggio o Russo al ballottaggio.
sconfitta potrebbe aprire una crisi in
seno al Partito democratico cittadino.
I leader già si dicono pronti a fare
autocritica, pronti “a tornare a fare i LA COMPOSIZIONE DEL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE
militanti, a riconquistare un rapporto
forte con la città”. La sconfitta bru-
cia molto nel comitato di via Carduc- Raffaele
ci. Esulta invece il Pdl in città, ma
anche fuori. Ieri, in serata, è arrivato Russo
il commento al risultato da parte del
vice coordinatore regionale del
Popolo delle Libertà Vincenzo
Nespoli. “La vittoria a Pomigliano
assume un significato politico chia- Salvatore Russo Giuseppe Capone Mattia De Cicco Maurizio Caiazzo Domenico Leone Giovanni Sgammato Michele Caiazzo Antonio Della Ratta Vincenzo Violante Franco Vigorita
ro: dopo Castellamare di Stabia
cade l’ultima roccaforte rossa che
ha la stessa storia operaistica di
Pomigliano d’Arco. Dove ci sono
realtà industriali in difficoltà, il con-
senso va al centrodestra perchè pro-
viamo a risolvere i problemi mentre
la sinistra si abbandona alla dema-
gogia”. Questa la lettura di Nespoli,
ma il consenso, Pomigliano, l’ha Gianfranco Mazzia Pasquale Sanseverino Raffaele Esposito Leonide Colombino Giuseppe Cantone Giovanni Sodano Eduardo Riccio Giuseppe Esposito Liberato De Falco Giovanni Esposito
dato al ‘suo’ sindaco Lello Russo.
Ieri a festeggiarlo c’erano tutti: dagli
operai, non i precari Fiat impegnati
invece a consolare Piccolo, ai com-
mercianti, dagli imprenditori agli
impiegati comunali. C’erano tutti,
anche i politici di schieramenti oppo-
sti, come Celestino Beneduce, con-
sigliere di Sinistra e Libertà a Mari-
gliano, ma espressione di ‘Autono- Vincenzo Caprioli Felice M. De Falco Maria Iorio Laura Palmese Vincenzo D’Onofrio Pasquale Pignatiello Giuseppe Picozzi Vincenzo Romano Onofrio Piccolo Vincenzo Libio
mia Socialista’ che, nel porgere gli Grafica: CRONACHE di NAPOLI
auguri a Russo, spiega: “Lello Russo
è un socialista prestato al centrode-
stra. Un grande politico”. Netta la LO SCONFITTO Dura autocritica del leader del centrosinistra: “Abbiamo bisogno di un lavoro di ricostruzione”
vittoria al ballottaggio di ieri. Russo
ha raggiunto il 55,55% dei consensi.
Piccolo invece si è fermato al
44,45%. Lello Russo ha raccolto
11768 voti; Piccolo è andato sotto i
diecimila, raggiungendo 9417 prefe-
POMIGLIANO D’ARCO
(domando) - Onofrio Piccolo
Onofrio Piccolo ammette la disfatta:
renze. L’affluenza non è stata altissi-
ma, il 65%, più alta però rispetto agli
altri comuni andati al voto. Tra i due
candidati è rimasta sostanzialmente
invariata la forbice di voti espressa al
ammette la sconfitta e nel fare
autocritica individua alcune
ragioni della disfatta. Piccolo è
convinto che sia stato il centrosi-
nistra a perdere le elezioni, più
“Le elezioni le abbiamo perse noi”
le difficoltà incontrate a rag- gno adesso di un lungo lavoro di a riunire tutti sotto la stessa ban-
primo turno. 2300 voti infatti hanno che Lello Russo a vincerle. “La giungere gli obiettivi che ci era- ricostruzione. Il partito dovrà diera. “A sinistra bisogna aprire
diviso i due candidati. Rispetto al sconfitta è chiara - ammette Pic- vamo prefissati ad inizio legisla- riflettere e partire da un proget- un ragionamento serio. C’è
primo turno Piccolo ha quindi rosic- colo - le elezioni principalmente tura”. Non è però questo l’unico to di opposizione per ritornare bisogno di unità. Quando si è
chiato 200 voti a Russo, a cui però in le abbiamo perse noi”. Piccolo motivo addotto da Piccolo alla al governo della città”. Nella divisi si perde, insieme invece si
questo ballottaggio sono andati non si nasconde e individua le sconfitta. “A questo si aggiunge base del partito, tra i militanti, vince”. Negli ultimi giorni di
anche i voti di Franco Vigorita e di ragioni della debacle. “Scontia- - ha detto - un distacco del Pd e però sono in tanti ad attribuire la campagna elettorale Piccolo
‘Pomigliano Città Aperta’ che, nella mo gli ultimi anni dell’ammini- di tutte le forze del centrosinistra sconfitta ai ‘transfughi’ nel cen- aveva invitato gli elettori di cen-
prima tornata elettorale, ha raccolto strazione - ha ammesso il candi- dalla città. Questo ci ha voluto trodestra. I 2300 voti in più di trosinistra a votare per lui per
quasi 1600 preferenze. Quindi Picco- dato sindaco del centrosinistra - dire la gente”. Nonostante la Lello Russo, secondo i militanti “fermare l’avanzata di Berlu-
lo e il centrosinistra hanno recupe- cocente delusione, Piccolo, nel del Pd e degli altri partiti della sconi e della destra in Campa-
rato molti voti, non abbastanza commentare a caldo la sconfitta, coalizione, hanno nomi e cogno- nia”. Piccolo affiancherà gli
però per ribaltare il risultato. Una Il candidato del Pd non cerca capri espiatori, ma fa mi precisi: tutti coloro che eletti altri suoi sette compagni di parti-
volta acquisito il risultato Onofrio un ragionamento politico per nella precedente legislatura con to nei banchi dell’opposizione.
Piccolo si è complimentato con chiedeva di essere votato individuare le ragioni della dia- Della Ratta sono passati adesso Agli 8 uomini del Pd si aggiun-
Russo porgendogli gli auguri di per fermare l’avanzata fatta elettorale. La critica fatta nella coalizione di Russo. Picco- geranno altri tre provenienti dal-
amministrare bene la città. I sosteni- spinge Piccolo ad individuare la lo però non li cita mai e pensa al l’Idv, da Alleanza Riformista e
tori di Russo hanno fatto festa per di Berlusconi in Campania strada per la rinascita. “C’è biso- centrosinistra che non è riuscito da Pomigliano Democratica.
tutta la serata in città.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Martedì 13 Aprile 2010


CNRapoli
ONASCud
HE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org
Pagina 27

Torre del Greco Si tratta di Mario Tucci, la guardia giurata rimasta gravemente ferita in un incidente in via Pagliarone

Schianto in moto, morto un 50enne


Da tre giorni l’uomo era ricoverato in Rianimazione nell’ospedale Loreto Mare di Napoli
di Paola Russo
TORRE DEL GRECO - E’
il nosocomio Loreto Mare di
Napoli, in quanto ritenuto
troppo grave per poter restare
verrà effettuata nelle prossi-
me ore, in modo da avere
maggiore chiarezza. In effetti
G.B., rimasta totalmente ille-
sa, diversamente dalla moto-
cicletta di Mario Tucci, che
il secondo impatto per cui il
motociclo si è distrutto e
l’uomo ha perso la vita, sca-
San Giorgio
deceduta nella mattinata di
ieri, la guardia giurata che
all’ospedale Maresca, inade-
guato per le condizioni in cui
già al momento dei fatti, la
polizia municipale non seppe
fu rinvenuta molto distante
dal luogo dell’impatto e
raventato violentemente sul-
l’asfalto. Nei prossimi giorni Il raid accaduto in via Residenziale
rimase coinvolta nell’inci- versava la guardia giurata stabilire con esattezza quanto soprattutto interamente giungerà il risultato dell’au-
dente di pochi giorni fa, in
via Pagliarone. Mario Tucci,
vigilantes presso la Bsk Ser-
vice, era in sella alla sua
torrese. Inizialmente i sanita-
ri dichiararono prognosi
riservata e fratture multiple,
ma già a poche ore dall’acca-
accaduto. Sul posto interven-
ne prima l’ambulanza, che
prelevò Tucci riverso sull’a-
sfalto, e successivamente
distrutta. Tucci fu difatti
ritrovato a diversi metri dal-
l’automobile con la quale si
era scontrato. L’incidente che
topsia, che potrà dare ele-
menti utili alle indagini, con-
dotte dai vigili urbani di
Palazzo La Salle. Natural-
Giovane rapinato dello scooter,
motocicletta di servizio
quando ha tragicamente urta-
to un’autovettura, finendo in
gravissime condizioni. Il
duto, le condizioni dell’uomo
erano ritenute altamente a
rischio. Nella mattinata di
ieri è purtroppo giunta la
giunse anche una pattuglia di
vigili urbani, per effettuare i
rilievi del caso. L’automobile
che urtò contro la motociclet-
ha segnato la morte della
guardia giurata è avvenuto lo
scorso giovedì, in mattinata,
quando Mario Tucci stava
mente l’esito dell’attività
investigativa potrebbe cam-
biare anche la situazione del-
l’automobilista coinvolto nel-
il motorino ritrovato a Portici
50enne era stato prelevato e notizia della sua morte, pro- ta della guardia giurata era circolando ad alta velocità in l’incidente e rimasto fortuna- SAN GIORGIO A CRE- commissariato hanno rin-
trasportato d’urgenza presso prio dall’ospedale napoletano una Alfa Romeo guidata da via Nazionale, esattamente tamente totalmente illeso. MANO (pr) Giovane rapi- venuto il ciclomotore
dove era stato ricoverato. Sul all’altezza dell’incrocio con nato, rinvenuto poco dopo rubato al giovane. Il vei-
caso sono ancora in corso le via Pagliarone. Proprio il ciclomotore derubato. colo è stato ritrovato nella
indagini, la polizia municipa- all’incrocio la motocicletta Stava circolando in sella vicina Portici, in via Poli,
L’impatto avvenne le non ha ancora stabilito con avrebbe urtato l’automobile, Disposta l’autopsia al suo ciclomotore, il ed una volta recuperato è
certezza la dinamica dei fatti che data la totale assenza di ragazzo originario di San stato poi restituito al pro-
contro una vettura, e le eventuali responsabilità lesioni, lascerebbe pensare ad sul corpo Giorgio, avvicinato dai prietario. Sul caso sono
dal ‘Maresca’ penali. Anche per questo un impatto leggero, che però per accertare due malviventi responsa- ancora in corso le indagini
l’agente fu trasferito motivo è stata disposta dalle per l’alta velocità con la bili della rapina. La vitti- per risalire ai due malvi-
autorità competenti l’auto- quale la motocicletta proce- le cause reali ma si trovava in via Resi- venti che nella serata di
al nosocomio di Napoli psia sul corpo dell’uomo, che deva, potrebbe aver causato del decesso denziale, quando i due domenica hanno rapinato
rapinatori sono giunti in il malcapitato giovane.
sella ad una motocicletta e Stando alle prime ipotesi
lo hanno bloccato e formulate dagli investiga-
minacciato. Affiancato il tori, potrebbe essersi trat-
La nota inviata dalla Gori comprende San Giorgio, Portici, Ercolano, Cercola e Torre del Greco. Lo stop da domenica a martedì giovane con la moto, i due tato di due rapinatori che
gli hanno intimato di scen- temendo di essere scovati

Lavori alle condotte, cinque comuni senza acqua dere dal mezzo e conse-
gnarlo nelle loro mani.
Una richiesta alla quale la
vittima non si è potuta
opporre, dato che i due
dalle forze dell’ordine
hanno preferito abbando-
nare la refurtiva, rendendo
così più difficoltoso risali-
re alla loro identità. Una
TORRE DEL GRECO (veronica piani alti degli edifici, invece, si regi- zierà a partire dalle ore 22 di domenica ufficiali sono necessarie 36 ore conse- balordi erano armati di decisione scaturita, quindi,
mosca) - Mancanza d’acqua in ben cin- streranno in località Leopardi, Via 18 aprile e dovrebbe riprendere ufficial- cutive per completare i lavori sul tronco pistola, puntata proprio dal panico, sarebbe questa
que comuni dell’area vesuviana tra Napoli, Via Litoranea e tutte le relative mente entro le ore 22 di martedì 20 acquedottistico torrino Cercola Portici, verso di lui. Così il giova- la pista principalmente
domenica sera e martedi sera. Si prean- traverse. La Gori ha comunicato che la aprile. Circa quarantotto ore in totale. In con l’aggiunta di altre 12 ore per il ne si è fermato, ed ha con- seguita dalle forze dell’or-
nuncia un inizio settimana, il prossimo, mancanza di erogazione dell’acqua ini- realtà come si evince dai documenti riempimento dei serbatoi. Non è esclu- segnato il mezzo ai due dine. Non è, però, escluso
alquanto disagiato per un notevole baci- so però che in alcune località e a secon- malviventi, che nel frat- del tutto che i due malvi-
no di utenza. La società che gestisce il
servizio di erogazione idrica, la Gori, ha
PORTICI da dello svolgimento dei lavori, il servi-
zio possa essere lentamente ripristinato
tempo continuavano a venti si siano impossessati
minacciarlo sempre pun- del mezzo per compiere
inviato una nota ufficiale secondo la
quale per consentire degli improrogabili
lavori che devono essere condotti dalla
E il sindaco chiude gli istituti scolastici anche prima di martedì sera. La Gori
inoltre informa che sarà garantito il
massimo impegno al fine di ridurre al
tandogli l’arma contro.
Uno dei due si è quindi
impossessato del ciclomo-
altri raid, o per tentare di
ricavarne del denaro dal-
l’eventuale ricettazione,
Regione Campania ai partitori di san PORTICI (Ciro Oliviero) - Nella mattinata di ieri, attraverso un’ordinanza sin- minimo i disagi all’utenza. Gli operatori
Giorgio a Cremano e Portici, si verifi- dacale, il primo cittadino della città della Reggia borbonica, Enzo Cuomo, ha della GORI restano a disposizione per tore e in pochi istanti si cambiando idea successi-
cheranno mancanze d’acqua. I comuni dato comunicazione per la chiusura delle scuole di tutto il territorio cittadino per i ogni ulteriore informazione. Si prean- sono dileguati entrambi, vamente al colpo. In que-
interessati sono: Portici, su tutto il terri- giorni 19 e 20 aprile prossimi. La decisione presa dal sindaco Cuomo segue la nunciano disagi quindi non solo per le senza lasciare alcuna trac- sto caso la tempestività
torio comunale, San Giorgio a Crema- comunicazione da parte della Regione Campania, che attraverso una nota dello utenze domestiche, ma anche per gli cia. La vittima ha però con la quale il giovane
no su tutto il territorio comunale, Erco- scorso 8 aprile, dava notizia della sospensione dell’erogazione idrica per la sezio- esercenti, come i bar, ristoranti, saloni immediatamente denun- rapinato ha sporto denun-
lano su tutto il territorio comunale, Cer- ne di acquedotto che prende il nome dalle città in cui opera, ovvero da Cercola a di parrucchieri, e tutte quelle attività ciato l’accaduto agli agen- cia è stata determinante:
cola sull’intera area comunale ad esclu- Portici. La sospensione dell’erogazione idrica partirà dalle 22 di domenica 18. commerciali legate all’utilizzo dell’ac- ti del locale commissaria- gli agenti sono potuti
sione località Caravita, Via L. Giorda- come noto sono necessarie trentasei ore per il ripristino del servizio, e per questo qua. Alcuni disagi si potranno verificare to, che dopo aver raccolto intervenire in tempi brevi,
no, Via Libertà, Via Figliola, Via Cupa l’ordinanza prevede la chiusura degli edifici scolastici per le giornate di lunedì e anche per le strutture pubbliche come la testimonianza del gio- recuperando il ciclomoto-
Travi, e tutte le relative traverse delle martedì. Questa disposizione viene presa in particolar modo perché bisogna assi- ad esempio poliambulatori, scuole, uffi- vane, ed i vari dettagli re derubato poco prima
stesse, ed inoltre Torre del Greco ad curare condizioni igienico sanitarie ottimali per gli alunni, oltre che il personale ci comunali, ospedali, non solo in ter- utili per intercettare i rapi- alla vittima. Il raid della
esclusione di Cappella Nuova, Via Pur- che opera nelle strutture. Come si segnala nella stessa nota diffusa dall’ente mini di approvvigionamento dell’acqua natori, hanno avviato subi- scorsa domenica ha fatto
comunale porticese, anche attraverso il suo sito istituzionale, l’ordinanza è valida to le indagini per bloccare scattare nuovamente l’al-
gatorio, Piazza Luigi Palomba, Via Del per tutte le scuole, salvo quelle che avranno la facoltà di restare aperte in caso ma anche per le condizioni igienico-
Clero, e tutte le relative traverse. Sem- sanitarie, anche se è doveroso sottoli- i due ed eventualmente larme criminalità in città,
siano fornite di autocisterne o scorte di acqua potabile, atte a garantire l’ottempe- recuperare la refurtiva. A dato che anche nei giorni
pre per la città del corallo, in altre zone ranza delle norme igienico sanitarie previste dalla legge. Come previsto dalla neare che ad oggi sono molte le struttu-
sono previsti episodi di abbassamenti di re provviste di impianti autoalimentati e poche ore dalle prime precedenti c’erano state
stessa normativa vigente in materia di chiusura di edifici pubblici l’ordinanza è ricerche, gli agenti del ulteriori segnalazioni.
pressione con mancanze d’acqua ai stata trasmessa e ratificata ad ogni dirigente scolastico. scorte di acqua potabile.

SAN GIORGIO Domani l’apertura del cantiere. Cambiano sensi di marcia e percorsi degli autobus
SAN GIORGIO A
CREMANO (Nadia
Cozzolino) - Riparti-
ranno domani i lavori
di riqualificazione che
Restyling urbanistico e riqualificazione Sorrento, inaugurato ma non ancora
utilizzabile l’approdo di Marina Piccola
daranno un nuovo
volto ad una delle più
importanti strade citta-
dine, via Flothard De
Lauzieres. L’opera che
Disco verde ai lavori in via De Lauzieres
che non avrebbe per- causato dal fatto che la
SORRENTO - Non può essere ancora utilizzato per l’assen-
za del collaudo tecnico-amministrativo. Il nuovo pontile del
porto di Marina Piccola, inaugurato lo scorso anno e destinato
ad accogliere i tender delle navi da crociera, costrette ancora a
rivalorizzerà la via di
allacciamento tra piaz-
messo ai loro esercizi
commerciali di poter
Gori dovrà effettuare
in settimana delle ope-
Il sindaco gettare l’ancora al largo, è tuttora inutilizzabile a causa di una
banale negligenza. Nonostante il previsto boom degli approdi
za Massimo Troisi e vendere come di con- razioni sul servizio crocieristici, con circa 160 imbarcazioni attese, contro le 120
via Guglielmo Marco- sueto durante il perio- idrico della città ed in della scorsa stagione turistica, difficilmente il pontile sarà
ni era stata già intrapre- do natalizio. Dopo particolare nella zona messo a disposizione in tempo per i viaggiatori. Ma non è
sa diverso tempo fa: meno di quattro mesi di Via de Lauzieres. In questo l’unico problema di Marina Piccola. Il restyling attua-
durante il primo perio- ecco finalmente annun- diverse zone della città, to dall’amministrazione comunale e dall’assessorato ai Tra-
do estivo del 2009, l’a- ciata la ripartenza del- il 18 Aprile, l’azienda sporti non ha infatti tuttora provveduto alla riprogettazione
zienda vincitrice del- l’opera di rivalorizza- che gestisce le risorse delle biglietterie e dei servizi annessi.
l’appalto, aveva dato il zione. I lavori dureran- idriche, ha comunicato
via alla riqualificazione no tre mesi, al termine che, a causa di queste
urbana della strada. I dei quali sarà conse- operazioni, ci sarà una Sorrento, migliorano le condizioni
lavori erano però stati gnata alla città una mancanza idrica sul della turista 22enne caduta nel vuoto
interrotti appena prima strada completamente territorio sangiorgese.
delle vacanze natalizie. rinnovata, con i mar- Sarebbe quindi stato SORRENTO - Una turista 22enne precipita dal
Questa mossa è stata ciapiedi più larghi, impensabile iniziare i muretto del residence. e finisce in ospedale. Il fatto è
decisa a causa del fatto nuova pavimentazione lavori ad inizio Aprile l’opera di riqualifica- za Tanucci. Saranno via Recanati. Modifi- Quelli della Vesuvia- successo la scorsa nottata, la ragazza, con le amiche,
che via De Lauzieres è stradale, delle fontane, e dover poi ricreare zione, l’amministrazio- anche invertiti alcuni cato anche il percorso na Mobilità assicure- di ritorno dai pub, forse perchè aveva dimenticato le
il più importante viale una nuova illuminazio- fratture sul manto stra- ne comunale, ed in par- sensi di marcia: via degli autobus del- ranno il trasporto chiavi o per gioco, si era arrampicata al muro prospi-
commerciale di San ne all’avanguardia. La dale per permettere alla ticolare l’assessore ai Sandriana sarà percor- l’Anm. I pullman pro- anche su via San Mar- ciente un residence da dove poter raggiungere il ter-
Giorgio a Cremano. I riqualificazione sareb- ditta Gori di gestire la Lavori Pubblici Ulisse ribile con direzione da venienti da piazza tino. I veicoli dei resi- razzo, ma è precipitata. La ragazza, di origine ingle-
commercianti avrebbe- be dovuta iniziare, propria opera di messa Botti, ha pianificato, via Recanati a viale Troisi effettueranno il denti in via De Lau- se, ora si trova ricoverata in ospedale con qualche
ro patito in maniera come stabilito, circa a punto delle tubature. dal 6 Aprile la chiusura Regina dei Gigli; via seguente itinerario: zieres potranno transi- vertebra fratturata ma le sue condizioni - rispetto alla
davvero considerevole dieci giorni fa. L’evi- Per permettere una al traffico delle strada Mazzini sarà percorri- via Recanati, via San- tare solo da piazza prognosi al momento del ricovero - sono decisamen-
la chiusura della strada dente ritardo è stato gestione migliore del- da via Recanati a piaz- bile da via Pagliare a riana, via De Gasperi. Tanucci. te migliorate.
28 Martedì 13 Aprile 2010 Napoli Sud CRONACHE di NAPOLI

EMERGENZA CRIMINALITA’ L’OPERAZIONE, LE INDAGINI


Il fermo è avvenuto durante Il ventiduenne è originario
una perlustrazione all’interno di Torre Annunziata,
del rione Provolera trasferito in carcere

In manette l’incensurato Michele Papa, parente di Salvatore Paduano ricercato nell’ambito dell’inchiesta sul doppio pizzo

Cercano latitante e trovano il cognato con la droga


Il ragazzo è stato sorpreso mentre ritirava una ‘partita’ di marijuana di 200 grammi
di Roberto Scognamiglio che sabato mattina all'alba ha ziata. Tale area, situata nei pres- menti del centauro, l'hanno busta appena recapitata al gio-
messo sotto assedio le roccafor- si dell'ex fabbrica d'armi e notato mentre cedeva una busta vane un involucro contenente TORRE ANNUNZIATA - OPERAZIONE GARIBALDI
BOSCOREALE - Riceve una ti dei clan Gionta e Gallo. Il caratterizzata da un reticolato di ad un altro individuo. La pattu- 200 grammi di marijuana già
partita di 200 grammi di
marijuana ed immediatamente
dopo viene bloccato dai carabi-
blitz, dedicato all''eroe dei due
mondi' identificato dalle forze
dell'ordine nell'imprenditore
stretti vicoletti, è considerata
dalle forze dell'ordine zona
sotto il controllo della famiglia
glia delle Benemerita a quel
punto è entrata in azione. Gli
agenti si sono immediatamente
suddivisi in dosi pronte per la
vendita. Gli investigatori stanno
tuttora indagando sugli artefici
In 9 fanno scena muta, parla solo Calabrese:
nieri. In manette con l'accusa di
detenzione illecita di stupefa-
che con le sue denunce ha inca-
strato i malavitosi, ha consenti-
malavitosa dei Chierchia, cosca
conosciuta anche con il nome di
avvicinati al punto in cui è
avvenuta la 'cessione sospetta'
del mercato illecito a cui era
destinata la partita di stupefa-
non ho mai convocato in casa mia la vittima
centi è finito Michele Papa, 22 to ai militari di bloccare gli 'Fransuà', organizzazione stori- ed hanno bloccato Papa che cente sequestrata. Nel frattem- TORRE ANNUNZIATA (Manuela Galletta) - Inchiesta sull'e-
anni, di Torre Annunziata, estorsori responsabili di aver camente legata a quella dei aveva pochi attimi prima rice- po, una volta bloccato ed identi- storsione imposta dai Gallo e dai Gionta ad uno dei soci di un
incensurato. Ad arrestarlo sono fatto pagare durante tutto il Gionta. In una delle stradine vuto la busta sospetta. Il centau- ficato, Papa è stato tratto in noto cantiere nautico di Torre Annunziata, ieri mattina dinanzi al
stati i carabinieri della compa- 2009 un doppio pizzo agli della Provolera il pattugliamen- ro che gliel'aveva ceduta è inve- arresto e condotto in cella a giudice per le indagini preliminari Antonella Terzi sono com-
gnia di Torre Annunziata agli imprenditori del polo nautico to ha individuato il movimento ce riuscito a dileguarsi. Scattata Poggioreale. Nelle prossime ore parsi i dieci indagati 'maggiorenni' arrestati sabato scorso con le
ordini del capitano Luca Toti e torrese. Undici è il numero sospetto di un uomo a bordo di la perquisizione personale, i l'autorità giudiziaria deciderà accuse di associazione mafiosa e racket. In nove si sono avvalsi
del tenente Francesco Pane- degli arresti, mentre i destinatari uno scooter. I militari di piazza carabinieri hanno rinvenuto e sulla convalida del fermo e sula della facoltà di non rispondere, mentre Tullio Calabrese (caduto
bianco. Il fermo è stato esegui- dell'ordinanza di custodia cau- De Nicola, seguendo gli sposta- sequestrato all'interno della sorte del giovane. vittima di un agguato nel 2007 per mano dei Gionta) ha cercato
to nella mattinata della scorsa telare in carcere sono tredici. di chiarire le accuse che gli sono state mosse dal pubblico mini-
domenica, all'indomani dell'o- Due uomini restano quindi tut- stero antimafia Pierpaolo Filippelli. Calabrese ha spiegato di
perazione 'Garibaldi', il blitz tora latitanti: Natale Antonio non aver mai convocato in casa sua l'imprenditore che lo ha
Balzano e Salvatore Paduano. denunciato per imporgli il pagamento di una tangente, circostan-
Michele Papa, il 22enne arre- za invece riferita dalla vittima: a dire dell'indagato, nel corso di
quell'incontro, venne avanzata all'imprenditore una richiesta di
stato domenica mattina, è assunzione. "Volevo solo sapere se era possibile mettermi a
E’ in attesa cognato di Salvatore Paduano, lavorare", ha fatto mettere a verbale Calabrese. Calabrese, secon-
latitante dal settembre 2009. do la procura, avrebbe imposto il pizzo all'imprenditore per conto
dell’interrogatorio L'operazione che ha portato al del clan Gallo, condotta contestata anche a Giuseppe Di Nocera
di convalida fermo di Papa è avvenuta nel e a Ludovico Lamberti, che hanno invece scelto di non rispon-
corso di un servizio di perlu- dere alle domande del gip. Scena muta, sul fronte del clan Gion-
con il magistrato strazione messo in atto dai cara- ta, anche per Antonio Solimeno, Francesco Iapicca, Mario
competente binieri nel rione 'Provolera', nel Genovese, Felice Praitano, Michele Amoruso, Raimondo
centro storico di Torre Annun- Bonfini e Maurizio Perna. Nel blitz di sabato scorso è stato
arrestato anche un 17enne del clan Gionta, la cui posizione è al
POMPEI vaglio del tribunale dei minori di Napoli. Secondo quanto rico-
struito dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata, che
hanno condotto l'inchiesta battezzata "Garibaldi", l'imprenditore
sarebbe stato costretto nel 2009 a pagare una tangente sia ai
Si tratta dell’arteria più antica Gallo (9mila euro in tre tranche) sia ai Gionta (9mila e 500 euro
in quattro rate). La vittima del racket, che lo scorso febbraio s'è
del sito all’ombra del Vesuvio rivolto alle forze dell'ordine per essere aiutato ad uscire dall'infer-
no in cui i clan lo avevano trascinato, ha puntato l'indice anche
contro altre due persone della cosca dei "Valentini" che sono riu-
La spaccatura che si è formata scite a sfuggire alla cattura: i ricercati sono Antonio Natale Bal-
zano e Salvatore Paduano, quest'ultimo già ricercato da settem-
nel manto è profonda 15 centimetri bre per un'altra inchiesta sulla mala oplontina.

POMPEI (Mario Cardone) - E' cedu-


to di circa quindici centimetri di
profondità un tratto di strada di via del
Foro, la strada antica più centrale degli
Scavi archeologici di Pompei. I custo-
Allarme degrado nell’area archeologica di un muro nei pressi della Casa dei
Casti Amanti (è intervenuta sull'argo-
mento anche l'associazione Italia
Nostra). Anche in quel caso si parlò di
smottamento del terreno dovuto alla
di (la direzione degli Scavi è proprio
sul posto) ieri mattina,
appena si sono accorti
dell'incidente hanno
Cede un tratto di strada di via del Foro pioggia mentre fu contrastante con
questa linea l'intervento
di qualche politico autore-
vole, che fece riferimento
immediatamente avvisato
la Direzione e transennato Sono stati i custodi del parco a notare la crepa e ad avvertire i vertici a manovre incaute di
mezzi di cantiere, operati-
l'area, notoriamente molto vi sul sito nel periodo del-
frequentata dai turisti menti di terra. La temporanea assenza l'antica città di Pompei è sorvegliato a l'incidente. Nel caso
(sulla zona sono visitabili del direttore del sito pompeiano La struttura vista sorvegliati a vista dagli esperti attuale si dovrà chiarire (a
le Terme del Foro, l'Arco (Varone) non ha fatto scattare imme- della direzione locale del Ministero parte la pioggia notturna)
Onorario ed il Tempio diatamente una perizia tecnica, ele- dei Beni archeologici che giustamente se c'è movimento sulla via
della Fortuna Augusta). Il mento di prassi per stabilire l'entità e interpreta accadimenti come quello di del Foro di mezzi di cari-
cedimento del tratto di strada antica è le presumibili cause del franamento ieri come un campanello d'allarme. co e scarico merci per il vicino risto-
probabilmente dovuto alla pioggia not- della strada. Bisogna però precisare Alta è la guardia anche da parte del rante turistico gestito da Autogrill e
turna, tra l'altro sul sito di recente che nell'ambiente di Villa dei Misteri ceto culturale nazionale, che tiene in se, nel caso, ne può derivare danno
erano stati fatti dei lavori con movi- non è stato dato eccessivo peso all'in- alta considerazione le sorti del Monu- all'assetto di Via del Foro.
cidente. Sono necessari accertamenti mento vesuviano, unico nel suo genere
più approfonditi che presumibilmente e patrimonio dell'umanità. Basti solo
partiranno nei prossimi giorni. Lo ricordare a proposito la polemica da
stato di conservazione dei ruderi del- poco sopita che ha riguardato la caduta

ANACAPRI SAN SEBASTIANO

Geometra indagato per gli abusi Aggredirono un 55enne per una lite di viabilità Vandali nelle scuole di Portici, Giannone
a Villa Caprile, la parola al Riesame In due condannati ad oltre 10 anni di reclusione (Siulp): colpa del disagio familiare
PORTICI (ca) - Vandalismo nelle scuole. Indagini delle
ANACAPRI (feror) - E’ finito anche davanti al collegio del Riesame di SAN SEBASTIANO AL VESUVIO (feror) - Il contendente, che probabilmente non si sarebbe mai forze dell'ordine. Gli episodi verificatisi nelle ultime settimane
lui sul registro degli indagati per i Napoli hanno discusso per ottenere la primo luglio in via Figliola si è consumata una feroce aspettato di ritrovarsi ad affrontare una simile situa- sono al vaglio degli investigatori. E dunque il problema del
lavori abusivi scoperti a “Villa Capri- revoca dell’interdizione dai pubblico aggressione. Un pestaggio dopo il quale Gennaro De zione. Degli attimi da incubo vero e proprio per la vit- bullismo e vandalismo minorile torna in primo piano. Sul
le”, la residenza estiva dell’ex capo di uffici per il loro assistito. Ma l’esito si Simone, 55 anni, ha rischiato grosso. Forse troppo, tima, che dopo essere stata percossa ferocemente e caso si sono espressi anche il componente del Siulp Giovanni
Confindustria Luca Cordero di saprà solo nei prossimi giorni, perché i perché i suoi aggressori lo avevano colpito armati di lasciata cadere al suolo, forse non avrà nemmeno Iannone, che sostiene come “il problema sia conseguenza di
Montezemolo. A condurre le indagini giudici si sono riservati per decidere. cinture e catene, lasciandolo accasciato, privo di sensi visto chi gli lo aveva conciato in quel modo allonta- un disagio sociale e familiare”. Sulla stessa linea il parroco
sono stati il procuratore aggiunto di Nell’inchiesta sono ipotizzati dei reati ed in fin di vita sul manto stradale. I colpevoli di quel narsi in fretta e furia, perché al loro arrivo i paramedi- della chiesa Madonna della Salute Domenico Noviello impe-
Napoli Aldo De Chiara ed il sostituto di abusivismo che sarebbero stati raptus di follia, scaturito da un diverbio dovuto al traf- ci lo hanno trovato privo di coscienza ed in gravissi- gnato col suo vicario in iniziative a favore dei giovani.
Milena Cortigiano, magistrati del