Sei sulla pagina 1di 24

domani

ALCEO MORETTI DIRETTORE


Periodico di Cultura - Economia
Informazione - Politica - Sport
Anno XXV - N. 19 - NOVEMBRE 2010
Spedizione in A.P. 70%
Filiale di Ancona
Pubblicità non superiore al 50%
Distribuzione gratuita
E-mail: info@marchedomani.com
redazionemarchedomani@alceomoretti.191.it

“Rilancio
FOTO di un’area
PAG. 2 cruciale”
Macroregione
Adriatico
DAVID FAVIA
Ionica
al centro
del seminario
Alde - Inter
Intervventi per il lavor
lavoroo
Alleanza dei Le azioni attivate dalla Regione Marche
democratici a sostegno dell’occupazione:
e dei liberali quattro le linee guida, un focus
PAOLO TRAINI per l’Europa sulle misure anticrisi 2010

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano Le nostre interviste


in visita alla mostra di Macao dedicata a Padre Matteo Ricci A tu per tu con:
PATRIZIA
“Una vera festa CASAGRANDE,
delle Marche” ORIANO
GIOVANELLI,
DINO
LATINI
Il Governatore Un turismo E per il
Gian Mario da... prossimo
Spacca: Maraviglia Natale
“Rafforzati Il primo l’azienda
i legami tour annuncia la
con operator Palla di
la Cina” specializzato torrone
nel Giampaoli:
promuovere “L'imperativo
il territorio è innovare”
“Magica Sport Cultura
avventura”: • Panathlon “Non sentivo più Muse,
con le Ancona: cantare i merli nel Stagione
Winx a colloquio mio giardino” lirica:
di Iginio con Pacetti Il romanzo d’esordio di due titoli
Straffi e Duca Luigi Minardi, del
il primo • Rugby - Parla libro-compendio grande repertorio nel
film il presidente di una ricca cartellone 2010/11
italiano Maurizio esperienza umana Di scena Mozart
in 3D Longhi e politica e Donizetti
PAGINA
2 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

portanti gli incarichi che nel laborato anche con personag- vadano combattuti e vinti è davvero generoso: un FAVIA – E’ successo –
corso della sua attività gli gi governativi, ho collabora- quanto prima per il bene del- uomo vero, senza paludamen- e non so perché- che lei ha
sono stati affidati, svolgen- to con imprese che volevano l’Italia. ti e senza ipocrisia. Con Di scelto all’interno del parti-
do attività –che in molti casi fare investimenti in quella MORETTI – Rimanen- Pietro si ragiona molto bene, to una collocazione diver-
tuttora svolge- per clienti nazione. E’ stata un’esperien- do fedele a quanto dicevo perché dice sempre pane al sa da me, lontana da me,
come Pirelli, Lloyd Adria- za molto bella, perché si trat- prima, e cioè che non hai pane, vino al vino. E’ una per carità, legittimamente…
tico, Telecom Italia, solo ta veramente di una nazione mai fatto il gregario, nel persona che io trovo molto MORETTI – …infatti
per fare qualche nome. Ma straordinaria: del resto, pri- 1998 eri già consigliere vicina al mio modo di esse- so che voleva fare addirit-
come fai a coniugare gli ma che cadesse sotto il gio- nazionale di Forza Italia. re: un uomo combattivo, bat- tura un suo …
impegni della politica con go sovietico, era una grande FAVIA – Sì, fui eletto tagliero e straordinariamente FAVIA – …esatto: so
quelli della professione? realtà industriale, con un’in- consigliere nazionale in organizzato. E siccome io che voleva candidarsi, so
FAVIA – Quando non dustria metalmeccanica di quell’epoca, poi segretario sono un cultore dell’organiz- che ha avuto dei dissidi an-
facevo politica mi dedica- prim’ordine, a partire dalla provinciale; feci sostanzial- zazione –tu lo hai ben visto che all’interno della mia
vo molto di più alla profes- Skoda; Bata, che tutti co- mente il numero due del- quando collaboravamo-, nel- opposizione, che è stata ca-
sione; adesso il mio studio noscono, era praghese. l’onorevole Bertucci e poi l’Idv mi trovo benissimo: è peggiata dal professor Bor-
MORETTI – Buonase- è affidato a tre valenti av- MORETTI – Io ho lavo- con lui ce ne andammo un partito dove si approfon- ghese, persona stimabile,
ra cari amici; ospite di vocati che portano avanti rato molto per il Corriere avendo capito che il proget- disce tutto, dove si lavora per bene, che ha voluto rap-
questa trasmissione è un l’attività ed io intervengo della Sera; tra gli impor- to non funzionava più: di- bene. Io poi ho avuto que- presentare alcune margina-
grintoso personaggio, mol- soltanto sulle questioni più tanti incarichi che ti sono ventava troppo di destra e sto grande premio di essere li differenziazioni rispetto
to agile in politica: l’ono- importanti, quando c’è pro- stati affidati, anche le trat- si dimostrava troppo poco spostato dalla Commissio- alla nostra linea politica,
tative per la cessione del nuovo e solidarista. ne Trasporti, dove mi sono ma con il quale ci siamo
gruppo Rizzoli… MORETTI – Nel tuo fatto le ossa, per assumere parlati e non c’è dubbio che
FAVIA – …sì: all’epoca, percorso politico, dopo il ruolo di capogruppo nel- troveremo un’ulteriore co-
nell’ambito della cordata Forza Italia hai aderito al- la Commissione Affari co- esione.
Uckmar, lavorai per l’acqui- l’Udeur… stituzionali, quindi non pos- MORETTI – Lui viene
sizione della Rizzoli, che poi FAVIA – …poiché il so che ringraziare Di Pie- dal Partito comunista e tu
in realtà venne acquisita dal progetto era troppo di de- tro: presidente del gruppo vieni da Forza Italia:
gruppo Fiat... stra, me ne andai nel parti- Idv in Commissione, oltre come vi siete trovati feli-
MORETTI – ...parliamo to più moderato di centro ad avermi fatto deputato e cemente in questa compa-
adesso di politica: tu hai che c’era nel centrosinistra, adesso, in qualche modo, gine che non è né l’uno né
cominciato con Forza Ita- l’Udeur; sono stato rieletto - avermi consentito di diven- l’altra?
lia, no? creandolo praticamente da tare coordinatore regionale FAVIA – E’ questo è il
FAVIA – Sì, ho comin- zero qui nelle Marche- nel del partito. Mi ha regalato bello dell’Italia dei Valori:
ciato con Forza Italia, facen- 2005 in Regione, con un un sogno, Di Pietro, un partito, come dice il pre-

ONOREVOLE DAVID FAVIA

“La questione
morale
al centro”
revole David Favia. Dico prio bisogno o c’è richiesta do sostanzialmente il nume- ottimo risultato elettorale. un’esperienza professiona- sidente, post-ideologico, in
subito che registriamo di specifica della mia presen- ro due dell’onorevole Ber- Successivamente, quando le e politica di prim’ordine cui tutti sono ben accetti,
lunedì, per gli impegni di za da parte del cliente. tucci. E’ stata una buona Mastella decise di lasciare il in un partito con figure di senza richiesta di abdicare
Favia in Parlamento: mi MORETTI – Ma come avventura, inizialmente: For- centrosinistra, causando poi prim’ordine, perché con Di alle proprie origini, alle
scuso quindi con i miei te- legale principale, titolare za Italia si presentava come in qualche modo la caduta Pietro lavorano persone proprie idee; un partito
lespettatori se non saremo dello studio, sei sempre esi- il nuovo, poi abbiamo capi- del governo Prodi, Merlon- come Massimo Donadi, Le- dove si collabora per fare.
proprio sulla notizia gio- gente o… to come stavano le cose, e ghi mi mise in contatto con oluca Orlando, il professor Questo è il motivo per cui
vedì, quando andremo in FAVIA – …sì, insomma da qui la mia uscita … Di Pietro. Già come Udeur Borghesi, Evangelisti, e an- vi convivono tante culture
onda. David, grazie di i ragazzi li tengo abbastan- MORETTI – …arrivan- avevamo fatto alcune liste che i nuovi come Maurizio diverse; io stesso ho porta-
aver trovato il tempo per za in riga, ma sono già mol- Zipponi… to dentro il partito persone
essere qui, con tutto il gi- to bravi. Una cosa vorrei Una grande responsabilità io MORETTI – ...vedo dai come Andrea Filippini -che
nepraio di attività che dire: facendo negli ultimi sondaggi che i riscontri è un giovane straordinario,
hai... anni sempre meno l’avvo- attribuisco a Berlusconi: sono positivi… il nostro presidente del
FAVIA – …grazie a te, cato, ho riscoperto, scevra FAVIA – …il partito è Consiglio comunale-, Bran-
Alceo, e buonasera a tutti. dalla routine, la bellezza di quella di aver anestetizzato le all’8 per cento, qui nelle doni, Licia Canigola addi-
MORETTI – David, io questa professione. Adesso coscienze attraverso una televisione Marche siamo al 9 per cen- rittura dal Pdci…
ti conosco da tanti anni – seguo spesso a titolo gra- to, un po’ sopra la media MORETTI – …ho visto
tra l’altro abbiamo fatto tuito persone poco abbienti che ha indotto valori ed obiettivi nazionale; insomma, l’Idv è che Giaccaglia è un perso-
anche delle cose insieme-, che devono confrontarsi fasulli. E’ necessario osare di un partito credibile, conso- naggio….
e ho notato che nel tuo va- con problematiche com- lidato. FAVIA – …tutto il
riegato percorso, sia pro- plesse –penso al Tribunale più affinché l’Italia torni ad MORETTI – Ho visto gruppo dei Repubblicani, e
fessionale che politico, tu dei Minori-, con questioni che ve ne ha dato atto an- non dimentichiamo il grup-
non hai mai fatto il grega- molto particolari. Fatta in essere un paese normale che il presidente Spacca, po di ‘Vola Ancona’ di
rio, hai sempre avuto un questo modo, quasi da av- ieri, all’inizio dei lavori… Renato Galeazzi e di cui
ruolo da protagonista: vocato di strada, dunque ri- do ai tempi di oggi, hai fat- insieme all’Italia dei Valori; FAVIA – ...sì; il presi- abbiamo fatto vicesindaco
perché? Hai qualità ecce- scoprendone tutta l’umani- to una cosa terribile per immediata fu la simpatia tra dente della Regione, con Marcello Pesaresi. Quindi il
zionali? tà, la professione mostra il Berlusconi, che è sempre il presidente dell’Idv e il cui ho un legame straordi- nostro è un partito in cui
FAVIA – In realtà io mi suo lato più bello. sicuro dei suoi pupilli: tu, mio gruppo, perché non è nario ormai da moltissimi chiunque abbia voglia di
adatto anche a fare il gre- MORETTI – ‘Scarta- che sei stato nelle sue file, che io me ne andai da solo: anni, è venuto ieri (al Con- fare è ben accetto, senza
gario… bellando’ nel tuo curri- gli hai detto un bel no, di ho sempre creduto molto gresso regionale dell’Idv, che gli si faccia un’analisi
MORETTI – …ma non culum professionale, ho vi- recente, quando ti ha of- nelle reti, nelle squadre, e fu ndr.) a lodare la nostra atti- del sangue, se non ovvia-
lo fai vedere (hanno un tono sto cose molto interessan- ferto cose meravigliose se una squadra molto ‘pesante’ vità, il nostro partito; noi mente dal punto di vista
amichevole)... ti: perché, per esempio, hai davi il voto a lui. quella con cui ce ne andam- siamo partner sicuramente dell’etica e giudiziario.
FAVIA – …(scherzando) lavorato molto in Cecoslo- FAVIA – In realtà è sta- mo, tant’è vero che poi i ri- leali che gli riconoscono MORETTI – I miei te-
probabilmente, sai, la stoffa, vacchia? ta una cosa abbastanza buf- sultati elettorali si sono vi- straordinarie capacità. lespettatori sono molto cu-
la grinta, il modo in cui mi FAVIA – Intanto perché fa: mi hanno contattato de- sti. Da allora sono nell’Idv, e MORETTI – Lo dico- riosi -lo vedo dai sondaggi
presento mi rendono un po’ l’ex Cecoslovacchia, ora di- gli intermediari ai quali ho proprio ieri sono stato eletto no tutti che il vostro è un e dalle note che mi man-
più protagonista di quello visa in Repubblica Ceca e detto subito di no, poi quel- coordinatore regionale del partito unito, compatto, dano-: vogliono sapere
che magari vorrei essere; Slovacchia, è un posto me- lo che avrebbero voluto of- partito: un partito dove si eccetera. Un fatto mi sal- tanto dei personaggi che
comunque faccio tutto. raviglioso, soprattutto la frirmi me lo ha detto Capo- lavora tanto, molto coeso e ta all’occhio: la Moroder, intervisto e io cerco di sod-
MORETTI – (Rivolto ai parte ceca e boema: Praga rale, il giornalista di Repub- molto organizzato, con una che ha lasciato il Pd unen- disfarli, per questo abbia-
telespettatori) Adesso una è una delle città più belle blica, che mi ha intervista- leadership veramente impor- dosi a voi con grande en- mo l’audience che sai. Par-
breve presentazione di Da- del mondo. Dopo la caduta to il giorno dopo perché era tante. tusiasmo e che voi avete lami dunque dei vari inca-
vid Favia, iniziando dalla del muro di Berlino intuii venuto a saperlo, e non da MORETTI – Hai parla- accolta molto bene -tu richi politici che hai avu-
sua professione: eminente che era possibile per l’im- me, né da dentro l’Idv, ma to di Di Pietro: che impres- l’hai anche spinta verso in- to: sei stato anche vicepre-
rappresentante del Foro prenditoria italiana operare proprio da dentro le file di sione ti fa questo battaglie- carichi importanti-, ieri sidente del Consiglio re-
anconetano, già giovanissi- in maniera proficua in quei Berlusconi. Ovviamente non ro leader politico? (Scher- addirittura –l’ho letto sui gionale, se non sbaglio…
mo era stato ammesso al Paesi e scelsi elettivamente ho nessun tipo di rimpianto, zando) Quando lo incontri giornali- non ha nemmeno FAVIA – …sì; io sono
patrocinio dinanzi alla Cor- la Cecoslovacchia: ci ho la- perché conosco la persona e hai un paraurti? parlato; che cosa è succes- stato eletto la prima volta
te di Cassazione. Molto im- vorato quasi un anno, ho col- l’ambiente: credo anzi che FAVIA – (Ride) L’uomo so? nel 1997 al Comune di An-
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani PAGINA
3
cona, poi nel 2000 consi- MORETTI – Che cosa prattutto dei marchigiani, destra. Certamente mi vie- ché sono molto demagogici,
gliere regionale, rieletto nel pensi, invece, della situa- sta facendo molto bene: in- ne da pensare alla vicinan- populisti, soprattutto dove
2005; nel frattempo, nel zione nazionale? Secondo ternazionalizzazione, ricer- za, per 15 anni, a Berlusco- stanno all’opposizione.
2002, sono stato eletto con- te si va alle elezioni pre- ca, green economy; l’impe- ni, anche coprendone le MORETTI – Tu, che
sigliere provinciale alla Pro- sto o no? gno sul fronte del lavoro, ‘marachelle’. Però che i tra l’altro hai anche dimo-
vincia di Ancona portando FAVIA – Purtroppo non dei servizi alla persona. motivi siano personali e strato la capacità di vede-
il collegio di ‘Ancona 2’ credo: ho la sensazione che Credo che abbia imbocca- non politici ha poca impor- re nel futuro, un governo
dal 14 al 25 per cento. Nel tutti tendano, per motivi di- to la strada giusta, anche tanza: l’importante è che si Tremonti lo vedi?
2008 sono stato eletto par- versi, a volte opposti, a ‘vi- perché è un gigante nell’ siano resi conto e che per FAVIA – No; è un’ipo-
qualsiasi motivo siano usci- tesi che potrebbe verificarsi
ti allo scoperto, favorendo solo nel momento in cui non
quanto prima l’andata a ci fosse più Berlusconi: Tre-
“C’è bisogno di maggiore tensione etica, nella società casa di questo governo. Il monti potrebbe diventare
posizionamento, poi, non allora il leader del centro-
prima ancora che nella politica. C’è bisogno di attenzione ha importanza: l’importan- destra, considerato il rap-
te è che questo Paese torni porto particolare e straordi- aspetto? Da ragazzo eri
ai problemi concreti, alle esigenze delle persone più ad essere un paese norma- nario con la Lega. Però, se- così?
deboli”. L’onorevole David Favia a ruota libera sotto i le. condo me, perderebbe sia FAVIA – Da ragazzo
MORETTI – Tu sei un Fini che pezzi dell’ex Forza sicuramente non avevo le
riflettori degli “Incontri” di Alceo possibilità che ho adesso
Moretti. Professione avvocato, nel fare quello che tu dici:
te ne ringrazio, però se è
l’attività politica cominciata nelle file vero quello che dici…
MORETTI - …lo dico-
di Forza Italia, all’Italia dei Valori no i fatti…
Favia aderisce nel 2008 e viene eletto FAVIA - …credo che
sia una dote naturale; a
deputato: capogruppo Idv in volte sbaglio, e abbiamo
Commissione Affari costituzionali, di avuto modo di fare un
esempio prima, però è
recente è diventato coordinatore vero: cerco sempre di sa-
per vedere la persona giu-
regionale del partito. “Una realtà, la sta al posto giusto…
nostra, credibile e consolidata: nelle MORETTI – …i miei
telespettatori ormai da 31
Marche siamo al 9 per cento, sopra anni sanno che dico sem-
la media nazionale” pre quello che penso, e
questa è la fortuna di que-
sta trasmissione. Ripeto,
quindi, che hai la capaci-
lamentare, nel 2009 sono vacchiare’. Intanto c’è una tà di attrarre personaggi
stato rieletto consigliere co- situazione di crisi terribile, importanti -l’unico sba-
munale, poi dimettendomi che questo governo non sta glio tuo è stato quello di
contro la duplicazione de- gestendo bene: si sono aver creduto troppo nella
gli incarichi. Dimenticavo: sprecati tanti soldi –penso fedeltà alla tua linea poli-
nel 2006 ero già stato rie- ai 7 miliardi dell’Alitalia, ai tica da parte della Moro-
letto consigliere comunale. 5 della Libia- e non si è at- der- e poi manovri, per-
Quindi, riassumendo: tre tenti ai problemi concreti, ‘accalappiare’ i fondi eu- forte osservatore politico; Italia. Quindi parliamo di ché sei un manovratore:
volte consigliere comunale, al precariato, alle esigenze ropei, che sono una gran- che ne pensi di un eventua- una cosa nell’immediato ab- tu vai in barca?
una volta provinciale, due delle persone più deboli dissima risorsa, e bravo nel le futuro di alleanza con bastanza complicata; forse FAVIA – Sì, ma non
regionale e una volta depu- della nostra società, poichè gestire quelle che sono le questi movimenti, per in un futuro, ma lo vedo amo la barca a vela; la me-
tato. l’attenzione è volta, da una conseguenze della proget- esempio quello di Fini… come progetto perdente. diazione mia è il caicco,
MORETTI – Come parte, a proteggere Berlu- tualità nazionale, perché FAVIA – …la lontanan- MORETTI – Perché, vado quasi tutti gli anni in
sono i rapporti con l’Udc sconi giudiziariamente, dal- purtroppo questo governo za politico programmatica secondo te, Bossi trova Turchia…
di Casini? l’altra a fare gli interessi di ha tagliato drasticamente i tra il centrosinistra e Fini, ogni spunto per urlare: MORETTI – …hai
FAVIA – Qui nelle Mar- questo gruppetto che è ben trasferimenti agli enti loca- ma anche Casini, è notevo- “Elezioni, elezioni!”. l’abilità manovriera che
che buoni: c’è una classe venuto fuori dalle ultime li: il 67 per cento dei con- le. E’ chiaro, come dice Di FAVIA – Perché se si di solito hanno coloro che
dirigente importante, capa- indagini. In realtà ci sareb- tributi in meno per le Mar- Pietro, che se si tratta del andasse a votare lui aumen- hanno in mano un timone:
ce, integerrima, e program- be bisogno di osare di più che, 80 milioni di euro solo batter d’ali di una farfalla terebbe il consenso e quindi quella di mettere le per-
maticamente abbiamo tro- per mandare a casa Berlu- nella sanità, dunque siamo per mandare a casa Berlu- capitalizzerebbe la situazio- sone giuste in posti impor-
vato un’importante coesio- sconi e per dare all’Italia in grandissima difficoltà. sconi, rifare le elezioni e ne del momento. Questo è tanti e dove in genere fan-
ne. A livello nazionale i rap- un governo che si occupi In realtà, il governo che poi ognuno riposizionarsi, uno dei grandi difetti della no bene.
porti sono un po’ più tesi, veramente della crisi e del- cosa sta facendo? Sta recu- è una cosa che si può fare. Lega: il fatto di pensare a se FAVIA – Le persone io
anche perché, almeno fino le persone più deboli. perando, con una proget- Ma un progetto comune lo stessi e non al quadro com- cerco di studiarle, di indi-
a poco tempo fa, nell’Udc MORETTI – Una bel- tualità dedicata, nei con- vedo molto difficile; do- plessivo. Ma in politica que- viduarle riguardo alle po-
c’erano figure giudiziaria- la botta al premier l’ha fronti delle Regioni, dei vrebbe essere preceduto da sto non si può fare. tenzialità; ci sono due fi-
mente colpite, quindi lon- data ieri sera Report; hai Comuni e delle Province di un’intesa programmatica MORETTI – Come hai gure che non hai citato
tane rispetto al nostro modo visto la trasmissione? centrodestra per mettere in piuttosto complicata. fatto, in un momento così prima e che sono importan-
di pensare. Sotto il profilo FAVIA – Non l’ho vi- difficoltà la governance di MORETTI – E il com- litigioso in Italia, dove tut- ti: Paolo Eusebi, che attual-
programmatico ci sono del- sto ma ho letto su Televi- centrosinistra e tentare poi portamento della Lega, sia ti sono contro tutti, a fare mente è capogruppo in
le distanze tra noi e l’Udc: deo: una bella botta… non di vincere le elezioni anche in campo nazionale sia nei un’assemblea come quella Regione, e Paola Giorgi, vi-
loro, ad esempio, sono fa- saprei; io attribuisco una dove non governa. Io non rapporti con Berlusconi, di ieri che veramente ha cepresidente del Consiglio
vorevoli al nucleare, noi grande responsabilità a credo che si possano pie- come lo vedi? sorpreso tutti? Unita, mi regionale. Hanno ambedue
siamo contrari. Io credo Berlusconi, che va al di là gare le istituzioni agli inte- FAVIA – La Lega dice hanno riferito, compatta… collaborato con me per un
dunque che la mediazione delle sue colpe politiche, e FAVIA – …come ti di- periodo, li ho conosciuti,
che il Pd sta tentando sia cioè quella di aver aneste- cevo prima. io crede molto ne ho intuito le capacità e
estremamente complicata, tizzato le coscienze attra- Di Pietro è persona generosa: nelle reti, quindi anche se le ho approfondite, poi le
anche se queste sono cose verso una televisione che un uomo vero, senza molti mi danno del decisio- ho aiutate.
a livello nazionale, in mano ha indotto dei valori e de- nista e del ‘dittatore’ … MORETTI – Il Ro-
al presidente Di Pietro. Ve- gli obiettivi fasulli. La re- paludamenti e senza ipocrisie, MORETTI – scioni in Prometeo è del-
dremo se alla fine le oppo-
sizioni riusciranno a trova-
altà è che adesso, con le
coscienze anestetizzate,
combattivo e molto organizzato. (scherzando)…giustamente,
eh!
l’Idv?
FAVIA – Sì; Giacomo
re una convergenza o meno. qualsiasi episodio negati- Dunque una leadership importante. FAVIA – Quando si ar- è un ottimo ingegnere, un
MORETTI – Ritornan- vo passa quasi come nor- riva con il nodo al pettine buon imprenditore che cre-
do ai rapporti locali, come malità, sotto silenzio, quin- Gian Mario Spacca? Ha capacità o al collo di bottiglia, come do, in quella posizione non
vedi il Comune di Ancona di non so che impatto ab- straordinarie e sta facendo si suol dire, bisogna che in conflitto con la sua atti-
con sindaco Gramillano? bia avuto sulle coscienze qualcuno decida e chi è vità, possa fare bene…
FAVIA – Gramillano è degli italiani la trasmissio- molto bene: un ‘gigante’ nel nella mia posizione deve MORETTI – (rivolto ai
una persona alla cui scelta
io ho partecipato; è stata
ne di ieri sera. C’è bisogno
di maggiore tensione etica,
ricercare le risorse” decidere… telespettatori) …in conclu-
MORETTI – … riguar- sione: lui (indicando Fa-
una sorpresa perché avevo di maggiore tensione mo- ressi di parte, ma purtrop- a Roma il contrario di quel- do a questo, poi, non hai via) come partito nelle
di lui un’idea completa- rale, nella politica e nella po, a 360 gradi, questo è lo che dice sul territorio: è mai tralasciato! (ridono) Marche ha il 9 per cento,
mente diversa da quello che società prima ancora che quello che sta facendo il un partito che si è molto FAVIA – Ognuno di noi ma se facciamo la percen-
in realtà l’uomo è: un uomo nella politica. C’è bisogno centrodestra. piazzato sul territorio; un ha due popoli: le persone tuale degli incarichi im-
molto caparbio e molto veramente di cambiare tut- MORETTI – Torno a partito molto più vecchio, che lo amano e quelle che portanti che hanno i suoi
poco preparato politica- to, perché, come diceva ieri quanto dicevi prima in da Prima Repubblica, di lo odiano; io spero, natu- uomini si sale molto…
mente; questo non so se sia Gian Mario Spacca, men- merito alla capacità del quello che non appaia: in ralmente, che siano di più FAVIA – …perché sono
un vantaggio o uno svan- tre in Francia e in Germa- nostro Governatore di ri- qualche modo al nord ha quelle che mi vogliono bravi...
taggio, ma per me è uno nia gli indicatori sono di cercare i mezzi finanziari ripreso quelli che erano i bene. Credo molto sia nel- MORETTI – …e tu sei
svantaggio. Io credo che se ripresa, da noi la caduta li- in Europa, eccetera: sai posizionamenti della vec- l’amicizia -che in politica capace di mettere in evi-
diventasse un po’ più con- bera continua e questo go- come chiamano Spacca a chia Democrazia cristiana. non è una cosa semplice, denza questa bravura.
scio delle proprie capacità verno non è in grado di Bruxelles? Lo chiamano Certo sono grossi lavorato- ma noi siamo anche un bel Grazie, David, sei stato
politiche e un po’ più dut- reggere la botta, come si “il rabdomante” dei finan- ri -io conosco molti perso- gruppo di amici-, sia nelle molto gentile a rimandare
tile nel farsi consigliare da dice. ziamenti. naggi, in sede locale ammi- reti: cerco di dare spazio a il tuo viaggio verso Roma
chi ne sa un po’ più di lui e MORETTI – E invece FAVIA – Gian Mario è nistrano anche bene e in tutti e quindi con il dialo- di qualche ora; ti auguro
rafforzasse ancor di più la dove si lavora bene i ri- una fortuna per la nostra re- Parlamento lavorano-, però go, con l’unione program- di continuare ad avere suc-
Giunta come ha fatto ulti- sultati ci sono, tant’è vero gione. c’è della ipocrisia perché si matica siamo riusciti a fare cesso. Grazie ai telespet-
mamente con l’entrata dei che Spacca ha annunciato MORETTI – Senti, che presentano in un modo e poi appunto questa unità. tatori e arrivederci alla
nostri due uomini, Pesaresi al vostro congresso che cosa pensi del movimento dall’altro tengono banco alle MORETTI – Tu sei prossima settimana.
e Pirani, potrebbe fare mol- nella nostra regione la di- di Fini che diventerà pre- iniziative molto criticabili abilissimo nell’attrarre
to meglio di quello che sta soccupazione è diminuita sto partito? di Berlusconi, venendo personaggi di valore e poi
facendo adesso, perché in della metà. FAVIA – Io penso bene, meno alle promesse che fan- sei abilissimo nel saperli
un momento come questo FAVIA – Gian Mario, perché ha avuto il coraggio no ai loro elettori. Comples- collocare nei posti giusti, Trasmissione del
c’è bisogno di capacità e con la collaborazione del- di rompere una logica per- sivamente ne do quindi un quelli importanti; come si
attività straordinarie. la nostra coalizione, so- versa all’interno del centro- giudizio negativo, anche per- è sviluppato in te questo 21 ottobre 2010
PAGINA
4 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

L’intervento del Governatore Alla Loggia dei Mercanti del capoluogo il seminario Alde-
Gian Mario Spacca Alleanza dei democratici e dei liberali per l’Europa
“Rilanciare
un’area vitale” Macroregione, il via
“Ottenere dall’Unione persone, con un’aspettativa “Il percorso per il rico- te della Regione, Gian stato anche sottolineato il ropa e migliorare la qualità
europea il riconoscimento di vita di 77 anni per gli noscimento della strategia Mario Spacca, per l’adozio- valore aggiunto di questa dei servizi in un’area più
della Macroregione Adria- uomini e 82 per le donne. della Macroregione da parte ne del documento di risolu- Macroregione dal momento ampia. Nel documento si
tico Ionica per dare un nuo- Il Prodotto interno lordo dell’Unione europea sarà zione da parte dei membri che molti dei Paesi parteci- chiede al Consiglio europeo
vo impulso ai progetti in (Pil) complessivo ammonta lungo. Dobbiamo agire con del Comitato delle Regioni panti sono potenzialmente di invitare la Commissione
corso in questa area”. È a 956.224 milioni pari pazienza, costanza e deter- gruppo Alleanza liberali de- candidati all’Unione euro- europea a presentare una Stra-
quanto ha auspicato il pre- all’1,83 per cento del Pil minazione. Oggi si aggiun- mocratici, al termine dell’in- pea. Il documento afferma tegia europea per la Macro-
sidente della Regione Mar- mondiale. Quello pro capi- ge un tassello importante per contro svoltosi alla Loggia una serie di principi: innan- regione Adriatico-Ionica, sul-
che, Gian Mario Spacca, te si attesta sui 16.201 euro ottenere il più ampio con- dei Mercanti di Ancona, zitutto che la Macroregione la base della Dichiarazione
nell’intervento di apertura e la forza lavoro totale se- senso a livello europeo, dan- sulle strategie macroregiona- è una forma innovativa di del Consiglio Adriatico-Ioni-
del Seminario Alde (Alle- gnala 21 milioni di occu- do ancora più forza e voce a li. La proposta è basata sul- cooperazione europea inter- co (adottata il 5 maggio
anza dei democratici e dei pati. “Come è avvenuto per questo progetto in tutte le la convinzione che la crea- regionale e transnazionale tra 2010 ad Ancona dai Mini-
liberali per l’Europa) sulle il Baltico, area nella quale sedi comunitarie”: ha espres- zione di una Regione Adria- le Autorità locali e regiona- stri degli Esteri degli otto
Macroregioni. È un obietti- già esisteva un consolidato so soddisfazione il presiden- tico-Ionica sia “il punto li, gli Stati membri e l’Unio- Paesi partecipanti all’Inizia-
vo, ha ricordato Spacca, ne europea; è un importante tiva Adriatico-Ionica IAI,
“sancito ufficialmente il 5 elemento per l’ampliamento ndr.) e che la stessa Com-
maggio 2010, in Ancona, dell’integrazione europea e missione, nel quadro della
nel corso della riunione del dà valore aggiunto al con- prossima programmazione
XII Consiglio Adriatico Io- cetto di cittadinanza europea. dopo il 2013, consideri le
nico con tutti i ministri de- Può, inoltre, rafforzare la co- Macroregioni come strumen-
gli Esteri dei Paesi aderenti operazione economica nel ti efficaci per l’utilizzo del-
e che dovrà essere realiz- territorio della Macroregio- le risorse e definisca i criteri
zato entro il 2014, prima ne e contribuire ad indivi- per l’approvazione delle
dell’avvio della prossima duare soluzioni a problemi strategie macroregionali.
programmazione comunita- specifici condivisi dai part- La maturità di un’area per
ria 2014/2020. È nostro spe- ner, come ambiente, preven- la costituzione della Ma-
cifico interesse valorizzare zione incendi, energia, tra- croregione è, infine, emer-
la dimensione adriatica e sporti, autostrade del mare, sa dal seminario, può es-
ionica, in ambito europeo, accessibilità, pesca, sicurez- sere misurata proprio in
essendo un’area vitale per za portuale, gestione costie- base all’esistenza di reti e
lo sviluppo economico e ra, sviluppo rurale, turismo, scambi tra Comuni e ge-
cornice ideale per promuo- cultura, cooperazione univer- mellaggi di Comuni, Re-
vere scambi proficui tra le sitaria, protezione civile e gioni, Università e Came-
società civili”. La Regione cooperazione tra pmi. Offre re di commercio sull’area.
Marche, ha sottolineato il la possibilità di utilizzare i Il Comitato delle Regioni
presidente, “ha sempre avu- Il Governatore Gian Mario Spacca durante il suo intervento chiave” per lo sviluppo sta- fondi europei in modo più gruppo Alde si è impegna-
to una significativa presen- al seminario svoltosi alla Loggia dei Mercanti di Ancona bile, prospero e di pace dei razionale ed efficiente, può to a sostenere questa pro-
za politica e istituzionale sulle strategie macroregionali (foto Rillo) Paesi che si affacciano sul contribuire ad aumentare la posta presso tutte le isti-
nel bacino Adriatico e Io- mare Adriatico-Ionico. E’ mobilità dei cittadini in Eu- tuzioni europee.
nico, sostenuta da una fitta
rete di collegamenti e col- tessuto di cooperazione tra
laborazioni”. Ha ricordato
i rapporti di collaborazione
Paesi, anche per l’Adriati-
co e lo Ionio –ha auspicato Il presidente Flo Clucas: “Voi come punto di partenza: un ruolo
avviati negli anni: dalla Spacca– l’elaborazione di
costituzione della Comuni- una strategia europea potrà essenziale e baricentrico, forte di numerosi progetti”
tà di lavoro per l’Adriatico basarsi sulla pluralità di ini-
centrale e meridionale
(1990), all’Unità nazionale
di crisi per il coordinamen-
ziative già in atto. La pro-
posta di costruire la Macro-
regione vuole valorizzare
“Dalle Marche il secondo Rinascimento”
to degli aiuti alla ex Jugo- tutte le esperienze di coo- “Le Marche, regione Mercanti di Ancona. “La giocare un ruolo essenzia- verso temi alti, rivolgere
slavia (1995), ai numerosi perazione esistenti, pro- al plurale, terra di anti- Macroregione Adriatico Io- le e baricentrico per la re- l’attenzione alle nuove
progetti realizzati tra il muovendo un ambiente più che tradizioni multicul- nica è fondamentale –ha alizzazione della Macrore- opportunità che la Macro-
1995 e il 1999 che hanno sostenibile, uno sviluppo turali, possono essere il proseguito- per uno svilup- gione. E non è un caso, regione adriatica può of-
visto il coinvolgimento del- economico e sociale più punto di partenza di un po ispirato alla coesione quindi, che abbiamo volu- frire, opportunità di cre-
l’intero territorio marchi- equilibrato, il rafforzamen- secondo Rinascimento territoriale e sociale, per la to organizzare proprio qui scita e vantaggio per tut-
giano (tra i principali, la to delle istituzioni demo- europeo”. Lo ha detto comprensione tra i popoli, questo seminario. L’Europa ta l’Europa. Potranno pro-
costruzione del reparto di cratiche, la sicurezza del- Flo Clucas, presidente per la sicurezza e per la tu- sta vivendo momenti diffi- filarsi nuove occasioni di
Ortopedia all’Ospedale l’intero bacino, dando con- dell’Alde (Alleanza dei tela ambientale. In questo cili e, come durante il Ri- sviluppo, per il lavoro,
South Camp di Mostar; la cretezza all’obiettivo di democratici e dei libe- senso le Marche con la Se- nascimento, dopo le fasi per le donne, per le pic-
riattivazione dei servizi di coesione territoriale soste- rali per l’Europa) intro- greteria dell’Iniziativa oscure, si aprì il dibattito ai cole e medie imprese, per
smaltimento rifiuti a Mostar nuta dal Trattato di Lisbo- ducendo i lavori del se- Adriatico Ionico e con i grandi temi, si cambiarono la cultura, per l’ambien-
e Valona; l’assistenza isti- na e agevolando le proce- minario sulle Macrore- numerosi progetti e inizia- le menti per cambiare il te, per le infrastrutture.
tuzionale alle municipalità dure di ingresso degli Stati gioni europee che si è tive avviate e di cui sono mondo, così ora dobbiamo Non sarà un percorso fa-
di Elbasan, Gijrokastro e esterni nella Ue”. tenuto alla Loggia dei state promotrici, possono ridare slancio al dibattito cile ma ne varrà la pena”.
Valona; il sostegno all’im-
prenditoria in Bosnia e Al-
bania). Inoltre, nel periodo
di programmazione 2000/
Lavoro e formazione: il nuovo piano della Provincia di Ancona, che stanzia quasi 16
2006 la Regione Marche ha
partecipato a iniziative di milioni di euro, grazie anche al Fondo sociale europeo. La presidente Casagrande
cooperazione (transfronta-
liere e transnazionale) fi-
nanziate dal Fondo europeo
di sviluppo regionale, atti-
vando 65 progetti (35 come
“Un aiuto ai cassaintegrati”
capofila, 28 come partner) Quindici milioni e sette- voro e di ricerca (complessi- sottolineato la Casagrande–:
per 17 milioni di euro e im- cento mila euro circa per il vamente circa 870 mila euro), proteggere l’occupazione e in-
plementandone altri 25 pro- nuovo piano provinciale del un’occasione per diplomati e vestire sul futuro. Il lungo
getti, per ulteriori 7 milio- lavoro e della formazione. È laureati di realizzare esperien- periodo di crisi che stiamo at-
ni. “La Regione Marche – quanto mette a disposizione ze di lavoro e di ricerca, che traversando ci impone di qua-
ha detto Spacca– ha opera- la Provincia di Ancona, prin- spesso da tirocini si trasforma- lificare la formazione al lavo-
to, negli anni, per facilitare cipalmente tramite il Fondo no in occupazione vera e pro- ro per rispondere alla compe-
il dialogo e la collaborazio- sociale europeo (dodici milio- pria. “Dal 2008 –ha aggiunto titività di un mercato globale
ne nell’intera area. Insieme ni e duecento mila euro). Si la Casagrande- sono state atti- in via di trasformazione”. “Le
all’Italia e alla Commissio- tratta di risorse che andranno vate quasi 400 borse lavoro e dimensioni della crisi –ha det-
ne europea ha partecipato per la creazione d’impresa, le altre 140, già finanziate, stan- to Maurizio Quercetti, as-
al progetto per la sicurezza borse lavoro e di ricerca, la Da sinistra, l’assessore Maurizio Quercetti e la presidente no per iniziare. Con le nuove sessore provinciale al Lavoro
e la cooperazione nel- formazione e il sostegno al Patrizia Casagrande risorse potranno essere rapida- e alla Formazione– mettono
l’Adriatico che ha portato reddito di lavoratori disoccu- lioni e 800 mila ore di cigs i disoccupati”. Tra i corsi pre- mente attivati almeno altri 200 al centro il ruolo e le compe-
alla convocazione della pati e in cassa integrazione, autorizzate, anche nella formu- visti, che partiranno nel 2011, progetti. Cinquecento mila tenze della Provincia nella
Conferenza di Ancona del oltre al supporto alle donne la ‘just in time’, con progetti ci sono quelli per tecnico del- euro, invece, andranno al so- gestione del mercato del la-
2000, con la quale si è dato per conciliare tempi di vita e che possono essere attivati in le problematiche energetico- stegno alla creazione d’impre- voro. Particolarmente strate-
vita all’Iniziativa Adriatico di lavoro. “In particolare –ha qualsiasi momento e con ur- ambientali, informatico, ope- sa. Nel piano rientrano anche gico per contrastare gli effetti
Ionica”. Oggi l’Iniziativa spiegato la presidente della genza. Per loro si è deciso di ratore Cad e tecnico progetta- le iniziative per l’orientamen- della crisi economica sull’oc-
conta otto Stati membri: Ita- Provincia di Ancona, Patrizia potenziare i servizi speciali- zione siti web. C’è poi la for- to rivolte ai giovani delle scuo- cupazione è il ruolo dei no-
lia, Grecia e Slovenia (ade- Casagrande, nel corso di stici di orientamento nei cen- mazione permanente, che ri- le superiori, che ogni anno la stri centri per l’impiego. Oc-
renti al’Ue); Croazia (pros- un’apposita conferenza stam- tri per l’impiego e sono stati guarda soprattutto gli ambiti provincia attiva per indirizzar- corre rendere sempre più ac-
sima all’ingresso nell’Unio- pa-, quest’anno ci si è concen- erogati i voucher per la forma- delle lingue, il marketing, il li verso la scelta universitaria cessibili i servizi promuoven-
ne); Albania, Bosnia Erze- trati sulle misure anticrisi, con zione continua, per un totale turismo e la cultura, la domo- o lavorativa. Sempre per i ra- done la qualità, l’innovazio-
govina, Montenegro e Ser- percorsi formativi studiati ap- di circa 3 milioni e mezzo di tica, il collaudo e il controllo gazzi c’è il ‘Progetto Leonar- ne e la crescita, affinché, no-
bia. Un bacino geografico positamente per i lavoratori in euro. Un milione e duecento di qualità, il risparmio energe- do’, che permetterà a circa 300 nostante le tante difficoltà, i
di oltre 600 mila chilometri cassa integrazione in deroga o mila euro, invece, è la cifra tico, ma anche la cinemato- studenti di realizzare un’espe- centri per l’impiego rappre-
quadrati, in cui vivono – in mobilità, che hanno rag- destinata all’apprendistato, grafia e il montaggio video- rienza studio con stage al- sentino sempre più lo snodo
nelle aree interessate alla giunto quota 7.207 unità per mentre quasi 300 mila euro digitale. Tra le azioni anticrisi l’estero. “Sono due gli obiet- pubblico delle politiche atti-
macroregione- 60 milioni di un ammontare di oltre 3 mi- andranno alla formazione per rientrano, inoltre, le borse la- tivi che ci siamo posti –ha ve del lavoro sul territorio”.
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani PAGINA
5
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in visita ufficiale in Cina, ha reso omaggio alla figura di Padre
Matteo Ricci. Grande apprezzamento per la mostra allestita a Macao; il Governatore Gian Mario Spacca

“Un onore per tutti i marchigiani”


U
n onore per tutti i mar- zione anche per cinese. “La visita del capo saggio di pace sia ancora
chigiani e un signifi- la più grande car- dello Stato alla mostra –ha oggi di grande attualità. Il
cativo riconoscimen- ta geografica sottolineato Spacca– suggel- nostro intento, in occasio-
to alla figura di un figlio universale com- la nel migliore dei modi lo ne del 400° anniversario
della nostra terra: Padre posta da Ricci e sforzo organizzativo e l’im- della morte di Padre Ricci,
Matteo Ricci”. Così il presi- stampata a Pechi- pegno che la Regione ha è quello di ricordare la for-
dente della Regione Marche, no nel 1603: la profuso nell’allestimento za delle idee, la cultura, la
Gian Mario Spacca, ha ac- “Misteriosa map- dell’evento, iniziativa cul- ricchezza intellettuale di
colto la visita del capo del- pa visiva delle turale che contribuisce a raf- questo missionario che riu-
lo Stato, Giorgio Napolita- due forme” forzare i legami tra Italia e scì a fare breccia nella cor-
no, al Macao Museum of (Liangyi xuanlan Cina, in una fase di grande te imperiale cinese e rice-
Art dove è allestita la mo- tu), esposta in vitalità nella storia dei rap- vette l’onore, mai concesso
stra dedicata al grande mis- prima assoluta a porti tra i due Paesi. L’aver prima ad uno straniero, di
sionario maceratese, realiz- Macao. inserito la tappa di Macao essere lì seppellito. Da un
zata dalla Regione Marche Tra le inizia- nella visita ufficiale in Cina, maggior approfondimento
sotto l’Alto Patronato del tive promosse per definita dallo stesso presi- dell’opera di Matteo Ricci
Presidente della Repubblica celebrare la ri- dente Napolitano missione potremo trovare conforto,
italiana. In Cina Spacca ha correnza del IV di forte amicizia, di profon- ispirazione e forza per af-
voluto portare il saluto di centenario della do e reciproco riconosci- frontare le sfide che un
tutta la comunità marchigia- morte del gesui- mento, di condivisa assun- mondo sempre più grande
na a Napolitano, che ha già ta maceratese, la zione di responsabilità per ci pone. In questo forse il
dimostrato in diverse occa- mostra “Matteo un mondo migliore, conso- metodo di Li Madou ci po-
sioni di essere particolar- Ricci. Incontro lida ulteriormente il ponte trà essere d’aiuto, con il
mente legato alla nostra ter- di civiltà nella ideale che le Marche hanno rigore di una disciplina che
ra. E legato anche alla figu- Cina dei Ming” voluto costruire in questi riconosce i doveri prima dei
ra di Padre Ricci, che il capo rende omaggio mesi grazie alla mostra e ne diritti, fondandosi sul co-
dello Stato ha voluto omag- alla figura del rafforza quindi il significa- raggio personale, sulla ri-
giare non solo visitando la missionario (Li to. Le parole usate dal pre- cerca e sullo studio che fa
mostra ma anche deponen- Madou nella tra- sidente Napolitano per ri- crescere la conoscenza, sul
do una corona sulla sua tom- slitterazione in cordare la straordinaria fi- dialogo senza pregiudizi
ba. Accompagnato dalla cinese del nome gura di Padre Ricci, defini- che rispetta ogni persona”.
moglie Clio e dal figlio, il Ricci) che nel ta modello di relazioni ri- Inaugurata lo scorso 7
presidente Napolitano ha di- Paese asiatico spettose delle diversità, agosto, l’esposizione di
mostrato grande interesse gode di una fama sono il modo migliore per Macao è l’ultima tappa del-
per le opere esposte al Ma- Il Governatore Gian Mario Spacca con il presidente pari solo a quel- sottolineare la forza del suo l’itinerario avviato il 6 feb-
cao Museum of Art e ha Giorgio Napolitano e la moglie del capo dello Stato Clio la di Marco Polo. messaggio. Matteo Ricci è braio scorso al Capital Mu-
espresso particolare apprez- durante la visita alla mostra Un evento, quel- un marchigiano che in estre- seum di Pechino, prosegui-
zamento per l’allestimento lo al quale ha vo- mo Oriente portò lo spirito to allo Shanghai Museum
realizzato; guidato dal Go- ha potuto ammirare le opere è stata in particolare per il luto essere presente il presi- della propria terra, ma l’ac- prima e al Nanjinjg Provin-
vernatore Spacca e del cura- italiane e cinesi proposte e modo in cui l’allestimento dente Napolitano, che cade coglienza ricevuta in Cina cial Museum di Nanchino
tore della mostra, Filippo di fronte ai pezzi provenien- riesce a restituire la metodo- non a caso nell’Anno cultu- nel corso delle varie tappe poi. Grande successo di
Mignini (presente alla visi- ti dalla nostra regione ha ri- logia utilizzata da Matteo rale della Cina in Italia e della mostra testimonia pubblico anche per l’alle-
ta anche il dirigente della levato che questa mostra è Ricci per far incontrare le nel quarantennale delle re- come questa figura appar- stimento di Macao, dove la
Regione Marche Raimondo una vera festa delle Marche. due culture, quella italiana lazioni diplomatiche tra Ita- tenga a tutta l’Italia e al mostra è stata prolungata
Orsetti), il capo dello Stato L’attenzione di Napolitano e quella cinese. Forte atten- lia e Repubblica Popolare mondo e come il suo mes- fino al 7 novembre.
Incontro con
PAGINA
6 la politica MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

INTERVISTA CON ORIANO GIOVANELLI, ONOREVOLE PARTITO DEMOCRATICO


Il Governo Berlusconi: “E’ inesistente e di corto respiro; dopo gli spot una gestione fallimentare”
Le priorità: “Cambiare la legge elettorale; attuazione di misure per fronteggiare l’emergenza economica”

“La crisi? E’ ancora ignorata”


questo soprattutto all’ultimo “Assolutamente sì. Gli ita- l’eventuale candidato a pre- to un attacco strumentale e mie locali, in verità non si è
ROBERTO I. ROSSI provvedimento su cui tanto liani, come dicevo, hanno il mier in caso di elezioni an- demagogico dicendo che in realizzato il disegno costitu-
si discute, in aula come sui diritto di barrare nella scheda ticipate? un colpo di spugna si sareb- zionale e questa Commissio-
giornali, e che tanto preoccu- il nome della persona che “In caso di elezioni an- bero abolite tutte le Province, ne è stata svuotata del suo
ticipate ci saranno delle re- poi alcune, poi nessuna, fa- ruolo. E’ paradossale che ciò

C
ome valuta l’attuale golari elezioni primarie, alle cendo una rovinosa marcia avvenga mentre si parla di fe-
momento del Gover- quali potranno partecipare indietro e abbandonando ogni deralismo, ma è altrettanto pa-
no Berlusconi? Ritorno alle tutti i candidati del centrosi- disegno razionalizzatore. Se- radossale che in nome del fe-
“La maggioranza è divisa nistra che lo vorranno. È an- condo il Pd c’è una reale ne- deralismo si massacrino Co-
su tutto ormai da tempo, il urne: cora presto per prevedere il
governo è inesistente e di “E’ difficile futuro leader. Per statuto e
E’ palese il disegno del
corto respiro, perché ogni non solo, ma perché credo
volta deve trovare un accor- fare una fortemente in lui e l’ho ap- premier: cerca di evitare il
do su ogni provvedimento,
nonostante il voto favorevo-
previsione. poggiato già una anno fa, il
mio leader è il nostro segreta- confronto a marzo 2011,
le del gruppo Fli alla fiducia La mia rio Pierluigi Bersani”. ma lo vorrebbe anticipare rispetto
chiesta da Berlusconi a ini- Che tipo di alleanze si
zio mese alle Camere. Una preoccupazione stanno attivando? alla fine del mandato. In qualsiasi
farsa, il racconto surreale di più grande “Assolutamente non ripro-
caso noi siamo pronti.
un paese che non esiste. Dopo porremo una alleanza tipo
una politica fatta di spot pro- e quella di l’Unione con le sue litigiosi- E’ necessario
pagandistici, la politica delle
soluzioni facili ma non sem-
tutto il Pd è la tà, ma un’alleanza che oltre a
vincere, governi con un pro- ridare al Paese una scelta
pre legali e democratiche, ora difesa della gramma chiaro. Ora teniamo libera
è emerso il vuoto governati- aperti i rapporti e ci stiamo
vo nella fallimentare gestio- democrazia e la rinascita confrontando con tutte le for-
ne di ogni singola problema- di una politica pulita, seria, fatta ze di opposizione che sono cessità di semplificazione muni, Province e Regioni con
tica, dalla più piccola alla interessate a mandare a casa amministrativa, delle funzio- tagli insostenibili. Questo è il
grave crisi economica che di profondi e alti valori” Berlusconi. Ripeto, stiamo ni e dei costi, che è possibile risultato del duo Bossi-Tre-
continua ad essere ignorata e vivendo una grave crisi eco- raggiungere attraverso la ge- monti”.
sottovalutata”. nomica, già da troppo tempo stione associata delle funzio- Nello specifico, c’è qual-
Pensa che nella prossima pa il premier: il lodo Alfano. credono li rappresenti al me- trascurata, ma non solo, stia- ni dei Comuni più piccoli. Ma che aspetto relativo alle
primavera si andrà alle Detto questo, è palese il dise- glio. La legge attuale, defini- mo vivendo una crisi politi- siamo aperti anche ad una ri- Marche?
urne? gno di Berlusconi, che cerca ta dal suo stesso autore, il ca, delle istituzioni, una crisi flessione sulle Province che “Riguardo ai tagli sì, pur-
“E’ difficile fare una pre- di evitare lo scontro elettora- ministro Calderoli, una democratica. Dobbiamo ave- produca qualcosa di efficace. troppo, e lo possiamo già no-
visione politica quando non le a marzo 2011, ma lo vor- ‘porcata’, è stata cucita su mi- re chiaro questo innanzitutto, Noi parliamo di un federali- tare, ma per fortuna il presi-
è la politica la sola protago- rebbe anticipare prima della sura di questa maggioranza e per riunirci insieme intorno smo efficiente e che non sia dente Spacca, d’intesa con gli
nista. Mi riferisco alle cam- fine del mandato elettorale. di Berlusconi che può farsi all’unico progetto valido che come lo sta attuando questa enti locali, sta facendo un ot-
pagne mediatiche volte a in- In qualsiasi caso noi siamo eleggere al Quirinale con solo manderà a casa Berlusconi”. maggioranza, la maschera per timo lavoro per poter arginare
fangare chiunque si espri- pronti. La differenza tra il Pd un centralismo che interferi- le conseguenze disastrose del-
ma in disaccordo con l’attua- e il centrodestra è che Berlu- sce sempre più pesantemente la crisi economica che gli enti
le maggioranza. La mia pre- sconi si chiede continuamen- sull’autonomia statutaria, fi- stanno affrontando da soli e
occupazione più grande e te: “Mi conviene andare alle nanziaria e amministrativa per colpa anche della legge
quella di tutto il Pd è la di- elezioni, o meglio fare prima degli enti locali. Rivediamo finanziaria che li penalizza
fesa della democrazia e la ri- un lodo reiterabile che mi il modo di essere delle Re- ancor di più. La maggioranza
nascita di una politica pulita, permetta l’impunità come pre- gioni e cominciamo ad elimi- di centrosinistra si è preoc-
seria, fatta di profondi e alti mier e da capo dello Stato? nare prima di tutto enti e cupata di tagliare innanzitut-
valori. L’abbassamento dello Mentre il Pd si chiede: “E’ agenzie inutili che oggi gesti- to i veri sprechi, passando poi
stile e dei contenuti che il giusto per gli italiani, che stan- scono funzioni amministrati- ad alcune scelte strategiche
berlusconismo ha trascinato no vivendo questa crisi, ag- ve che possono essere svolte come il risparmio energetico,
con sé, avrà, purtroppo, un gravare la loro condizione con benissimo da Province e Co- il sociale, cultura e turismo
impatto a lungo termine sul altre elezioni? Perché dovrem- muni; trasformiamo le Prefet- come assi verso cui concen-
Paese, che non si esaurirà con mo chiamarli di fronte a una ture in uffici territoriali del go- trare le poche risorse dispo-
nuove ed imminenti elezioni, scelta elettorale se con la leg- verno e accorpiamo gli uffici nibili. Inoltre, poco tempo fa
anche se sono certamente il ge attuale non possono sce- decentrati dei Ministeri che il Governatore ha chiamato
primo passo verso un cam- gliere chi deve andare in Par- non hanno più senso”. all’appello tutti i parlamenta-
biamento più duraturo. Ab- lamento a rappresentarli?”. il 38% dei voti. Dobbiamo L’utilità o meno delle Lei fa parte della Com- ri marchigiani di maggioran-
biamo il dovere di arrestare Allora facciamo una cosa per cambiare l’attuale legge per Province: qual è il suo pen- missione parlamentare per le za e di opposizione affinché
questa deriva e ci opporremo volta: cambiamo la legge elet- poter ridare al Paese una scel- siero? questioni regionali: quali vigilino e facciano il possibi-
in Parlamento con tutte le torale e cerchiamo di attuare ta libera, una vera democra- “Un ente che governi le sono i punti sui quali si sta le in aula per poter cambiare
nostre forze affinché le rego- delle politiche risolutive per zia bipolare di alternanza tra politiche di area vasta fra lavorando? la manovra e ridurre i tagli ai
le democratiche vengano ri- sciogliere l’emergenza crisi”. centrodestra e centrosinistra”. Comuni e Regioni esiste in “Questa Commissione era bisogni primari della popola-
spettate nel segno della Co- E’ per la modifica della Un aggiornamento sul tutta Europa, una ragione ci nata per raccordare il Parla- zione. Un appello che ho su-
stituzione. Mi riferisco con legge elettorale? cammino del Pd: chi sarà sarà. Il governo prima ha fat- mento con Regioni e autono- bito fatto mio”.

Confindustria Pesaro Urbino


Eletta dalla Giunta Pesaro: omaggio al cinema
Pagliano: ecco e al genio di Fellini
la nuova squadra L’appuntamento è per
giovedì 4 novembre, alle
ore 18.15, nella sala Ade-
Il presidente di Confindustria Pesaro Urbino, Claudio le Bei della Provincia di
Pagliano, ha completato la sua squadra di governo. Il Pesaro e Urbino (Pesaro,
Consiglio direttivo, eletto dalla Giunta, è formato dai via Gramsci). A cura di
quattro vicepresidenti Gian Marco Scavolini (Scavolini Luciano Dolcini e in col-
spa), Corinna Sperandini (Superleggera srl), Arturo Ro- laborazione con la presi-
mani (Cartex Italia srl), Federico Ferrini (Techfem srl), e denza del Consiglio pro-
da Vittorio Livi (Fiam Italia spa), Marco Montagna (Co- vinciale l’incontro dal ti-
struzioni Giuseppe Montagna srl), Francesco Cangiotti tolo “1960-2010. La dol-
(Interedil srl), Roberto Forni (Della Rovere spa) e Mauro ce vita oggi-Omaggio a
Papalini (Pulirapida srl). Nel corso della sua prima riu- Federico Fellini”. Saran-
nione, con delibera espressa all’unanimità, Pagliano ha no presenti Pierpaolo
cooptato Edera Grianti Bertozzini (Costruzioni Edili Loffreda, critico cinema-
Bertozzini spa), Paola Michelacci (Mi.Va srl), Luigi tografico, con un interven-
Moretti (Benelli Armi spa) e Stefano Porcellini (Biesse to dal titolo “1960-La
spa) che si aggiungeranno ai membri eletti nel corso dolce vita-Il Papa buono,
della Giunta. Il presidente Claudio Pagliano (Mercantini il Parlamento, i giornali Luciano Dolcini (a sinistra) insieme con Roberto Molinelli
Mobili Spa) e il vicepresidente Gian Marco Scavolini e il popolo italiano” –let-
(Scavolini spa) sono stati nominati rappresentanti di ture a cura di Cristian Del- ginati (La strada)-Tra vi- dotto dal giornalista del Roberto Molinelli, com-
Confindustria Pesaro Urbino in seno al Consiglio di la Chiara- e Mattia Fer- sione e realtà (8 e ½)”, con Resto del Carlino Paolo An- positore e direttore d’or-
Confindustria Marche, mentre Chiara Andreani (Nuova ri, giornalista e condutto- contributi filmati. Nel corso geletti, verrà proiettato il chestra: l’artista sarà pre-
T.C.M. srl), Francesco Cangiotti (Interedil srl), Federico re della trasmissione radio- dell’incontro, cui porterà il cortometraggio “Poi qual- sente all’appuntamento
Ferrini (Techfem srl), Arturo Romani (Cartex Italia srl), fonica “Cineconnection”, suo saluto il presidente del cuno”, omaggio di Luciano con la proposta “Nino
Andrea Sebastianelli (Ags Italia spa), Corinna Speran- che parlerà de “Il mondo Consiglio provinciale Luca Dolcini al genio di Federico Rota, colonna sonora dei
dini (Superleggera srl) e Gianfranco Tonti (Ifi spa) fa- di Fellini: umili ed emar- Bartolucci e che sarà con- Fellini; musiche originali di film di Fellini e non solo”.
ranno parte della Giunta regionale degli industriali.
Incontro con il mondo
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani delle istituzioni PAGINA
7
INTERVISTA CON PATRIZIA CASAGRANDE, PRESIDENTE UPI MARCHE
Federalismo: “Rivendichiamo un ruolo nell’individuare le funzioni che verranno destinate a ciascun ente”
Servizi essenziali per i cittadini: “Vanno garantiti, trattando con il Governo, e attivando politiche di sviluppo”

“Acqua e rifiuti? A noi!”


P atrizia Casagrande,
presidente della Pro-
vincia di Ancona e
dell’Unione delle Province
Razionalizzazione
amministrativa:
zione
riscontro?
amministrativa
possa finalmente trovare
“Perché non ci siamo
marchigiane, solo qualche mai tirati indietro di fonte
giorno fa a Catania ha rap- “Trasferire il alle enormi difficoltà ge-
presentato la nostra regio- nerate dalla crisi. Anzi,
ne all’Assemblea naziona- patrimonio abbiamo monitorato i no-
le dell’Upi (Unione italia-
na delle Province). Un’as-
abitativo dell’Erap stri territori per tampona-
re emergenze e trovare
semblea di particolare ri- ai Comuni e la misure anticicliche adatte
lievo, in vista del federali- gestione alla alle diverse situazioni.
smo fiscale e dei pesanti ta- Abbiamo continuato a pre-
gli alle risorse degli enti Provincia occuparci di strade e scuo-
locali imposti dalla recen- le, come direbbe Tremon-
te manovra finanziaria. comporterebbe un sostanziale ti, e di molto altro, aggiun-
L’intervento della pre- risparmio e la possibilità di utilizzare L’intervento della presidente dell'Upi Marche, Patrizia go io. Abbiamo tenuto i
sidente Casagrande, citato Casagrande, all’Assemblea nazionale dell’Unione italiana cantieri aperti e garantito
più volte nel corso dei la- un buon numero di appartamenti, da delle Province a Catania l’occupazione in tutti i
vori, ha suscitato nella pla- assegnare al crescente numero di modi in cui abbiamo po-
tea un interesse particola- ce, in quanto enti di area strativo-burocratiche già tuto. Il federalismo fisca-
re. “Sono convinta che persone e famiglie in difficoltà” vasta, propongono, non da molti anni”. le richiede proprio questo
questo non è il momento ascoltate, una serie di Perché pensa che la genere di maturità agli enti
delle proteste, ma delle semplificazioni ammini- proposta di razionalizza- locali”.
proposte. La congiuntura è
molto difficile, bisogna abitativo dell’Erap ai Co-
prenderne atto e trattare muni e la gestione al no-
con il Governo –inciso di stro ente comporterebbe un
Patrizia Casagrande- per sostanziale risparmio e, so-
ottenere le risorse necessa- prattutto, la possibilità di
rie a garantire ai cittadini i utilizzare un buon numero
servizi essenziali, e, con- di appartamenti, magari in-
temporaneamente, mettere venduti, da assegnare al
in atto serie politiche di crescente numero di perso-
sviluppo”. ne e famiglie in difficoltà”.
Presidente, quali pro- Casa, acqua, rifiuti.
poste le sembrano più ur- Nessuno parlerà più del-
genti? l’inutilità delle Province?
“Per prima cosa chie- “Non è questo il punto.
diamo al Governo e al Par- Il Ministro Tremonti qual-
lamento che l’Unione del- che settimana fa sgombe-
le Province abbia final- rava il campo dalle dema-
mente un ruolo da prota- gogiche polemiche sulla
gonista nell’individuazio- soppressione dei nostri
ne di quelle funzioni che il enti dicendo che senza le
futuro federalismo fiscale Province nessuno potreb-
assegnerà a ciascuno degli be più occuparsi della ma-
enti locali. Intanto, in am- nutenzione e della costru-
bito regionale stiamo lavo- zione di strade e scuole.
rando affinché le compe- Già da molto tempo il no-
tenze di acqua e rifiuti si- stro ente non si occupa
ano attribuite alla Provin- solo di strade e scuole, ma
cia, per una gestione che di prevenzione di rischi
pensi più ai servizi da for- idrogeologici, di rifiuti e
nire alla collettività e meno ambiente, di formazione e
ai proventi che ne potreb- lavoro, di aiuto e sostegno
bero derivare. In tema di alla creazione di nuove
razionalizzazione delle at- imprese. Inutile fare un
tribuzioni, sono convinta lungo elenco. Utile, inve-
che trasferire il patrimonio ce, ribadire che le Provin-

Fondazione Cariverona,
nominato il nuovo Cda
Paolo Biasi
presidente
Il Consiglio generale delle comunità locali in
di Fondazione Carivero- un dialogo continuo con
na, in una recente riunio- le istituzioni e gli enti.
ne, ha provveduto a no- Il presidente ha chiesto
minare, per il quinquen- al neo consigliere Mac-
nio 2010–2015, il presi- cagnani un particolare
dente e i membri del impegno nel campo
Consiglio di amministra- dell’attività delle com-
zione. Paolo Biasi è sta- missioni che andranno a
to confermato all’unani- predisporre il documen-
mità presidente, mentre to programmatico previ-
sono stati nominati vice- sionale per gli interventi
presidente vicario Gio- erogativi nei territori e
vanni Sala e vicepresi- nel Comitato finanza, or-
dente Silvano Spiller. ganismo dedicato alle
Consiglieri: Umberto scelte di investimento
Bagnara, Luigi Binda, della Fondazione, con un
Paolo Conte, Giovanni ruolo permanente e di ri-
Maccagnani e Silvano lievo nell’operatività
Pedrollo. I nominati della Fondazione. Il pre-
sono espressione delle sidente, a nome del Con-
diverse realtà territoriali siglio, ha rivolto ai col-
e di specifiche professio- leghi uscenti il più vivo
nalità nei vari settori di ringraziamento per la
intervento della Fonda- professionalità e l’impe-
zione. Ciò favorirà una gno assicurato nei cin-
rafforzata attenzione alle que anni di mandato ora
esigenze dei territori e concluso.
Incontro con
PAGINA
8 la politica MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

INTERVISTA CON DINO LATINI, CONSIGLIERE REGIONALE ALLEANZA PER L’ITALIA


Ipotesi elezioni anticipate: “Ormai non esiste più una maggioranza omogenea; no a governi tecnici”
Manovra finanziaria: “Occorre fare di necessità virtù e saper spendere bene i pochi soldi che ci saranno”

“A primavera si andrà a votare”


Cup: come sta proceden- adeguato aiuto? ra morta. Se ad ogni impianto stabilità (ex-legge finanzia- re, a livello nazionale?
ROBERTO I. ROSSI do il percorso di questo servi- “Snellimento di procedure di biomassa o fotovoltaico scat- ria) che nel 2011 attiverà “Penso di sì. Ormai, a li-
zio? autorizzative e soprattutto in- ta il locale comitato del ‘No’, pesanti tagli per gli enti lo- vello nazionale, non esiste più
“E’ in fase di miglioramen- terventi per il credito, conside- continueremo a mantenere, cali? una maggioranza omogenea e
come Marche, il penultimo “Occorre fare di necesità non penso sia giusto andare

P
iano casa Marche: qua- posto nella graduatoria nazio- virtù e saper spendere bene i verso soluzioni alternative
li correzioni suggerisce? nale per il fabbisogno energe- pochi soldi che ci saranno”. come i governi tecnici. Nel
“Le correzioni che ho indi- Green economy: tico”. Pensa che nella prossima 2008 l’elettorato ha compiuto
cato nella mia proposta di leg- Come valuta la legge di primavera si andrà a vota- una scelta chiara”.
ge di modifica del Piano casa “Bisogna
regionale, seppur non abbiano realizzarla e non
avuto la giusta risonanza me-
diatica, non puntano sulla vo- farla rimanere
Promozione sistemi produttivi locali: approvati dalla
lontà di allargare le maglie
degli interventi ma intendono lettera morta. Se Giunta i criteri e le modalità attuative; la Giannini
ad ogni impianto
migliorare la legge stessa per
renderla attuabile e non tener-
la morta”.
Sanità. Come si possono
di biomassa o “Puntare sui distretti”
salvaguardare i presidi ospe-
fotovoltaico scatta “Favorire lo sviluppo
dei distretti produttivi mar-
Gli oltre tre milioni e 260
mila euro che possiamo ora
dei fattori di competitivi-
tà aziendale. Una strada,
dalieri esistenti nei Comuni un comitato del chigiani, rafforzandone il si- investire sono molto utili per quella scelta dalla Giun-
di Osimo e di Loreto? stema organizzativo e l’in- favorire la ripresa della via ta, che mira su aggrega-
“Entrambi i presidi devo- ‘No’, continueremo tegrazione tra filiere produt- dello sviluppo, ora che la fase zioni e collaborazioni tra
no essere salvati almeno per i a mantenere, come tive, anche attraverso reti e acuta della crisi sembra pas- imprese, per creare quella
prossimi dieci anni, il tempo aggregazioni d’impresa. sata, ma i cui riflessi occupa- massa critica necessaria ad
necessario per realizzare la Marche, il Obiettivi da raggiungere tra- zionali si fanno ancora pe- investire proficuamente in
nuova struttura e quindi copri-
re le carenze oggi esistenti:
penultimo posto nella graduatoria mite l’incentivazione delle
attività di sviluppo speri-
santemente sentire”. Sara
Giannini, assessore alle Atti-
ricerca e innovazione. Per
partecipare al bando –repe-
pneumologia, chirurgia, urolo- nazionale per il fabbisogno mentale, trasferimento tec- vità produttive, commenta ribile al sito
gia, radiologia”. nologico e innovazione, così l’approvazione da par- www.impresa.marche.it e a
Asur: lei rivedrebbe l’or- energetico” senza tralasciare banda lar- te della Giunta regionale, breve pubblicato sul Bol-
ganizzazione di questa strut- ga e infrastrutture telemati- su sua proposta, degli inter- lettino ufficiale delle Mar-
tura? che, risparmio energetico e venti a favore dei sistemi che– è necessario un rag-
“Certamente; andrei nella to rispetto alla pessima parten- rata la difficoltà che s’incontra internazionalizzazione. In- produttivi locali. Si tratta gruppamento di almeno tre
logica dell’area vasta, senza za. Le scuse agli assistiti sono con il mondo bancario”. terventi che possiamo met- di contributi –provenienti imprese, sotto forma di as-
personalità giuridica, ma so- dovute, almeno da parte mia”. Ambiente: come giudica tere finalmente in pista gra- dal riparto 2008 del Fondo sociazione temporanea,
prattutto introdurrei il concet- Lavoro: su quale che tipo la green economy? zie alle risorse statali, trasfe- unico per le imprese, che lo consorzio, cooperativa o se-
to del controllo che eviterebbe di interventi dovrebbe spin- “Bene. Ma bisogna realiz- riteci dal Governo naziona- Stato trasferisce alle Regio- condo l’innovativo model-
tante spese”. gere la Regione per offrire un zarla e non farla rimanere lette- le con un ritardo di due anni. ni– inerenti alla fascia alta lo del “contratto di rete”.
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani PAGINA
9
Assemblea legislativa delle Marche: incontro tra rappresentanti del Partito democratico,
delle associazioni di categoria e delle organizzazioni sindacali sul rilancio del buon governo

“Riorganizzare la macchina”
Dibattuti gli effetti della manovra economica e il ruolo degli enti locali
provare ad uscire dallo stato base delle risorse che si han- tornare a funzionare il prima duttivi- sta soprattutto colpen- sistema pubblico e quello pri-
ROBERTO I. ROSSI di crisi economica”. “Rite- no a disposizione, attivan- possibile”. “E’ importante re- do i luoghi dove sta gover- vato. L’ente Regione è sovra-
niamo importante parlare do un’operazione entro la cuperare la coralità –ha detto nando il centrosinistra; le dimensionato, importante è
della manovra economica – fine dell’anno”. “Per evitare Nevio Lavagnoli, presidente Regioni ed i Comuni sono trasferire il più possibile verso
ha specificato Palmiro Uc- ulteriori tracolli –ha afferma- della Cia, Confederazione ita- stati fatti passare come enti i Comuni”. “La prospettiva oc-

I
l vero problema è la frat- chielli, segretario regionale to l’onorevole Pd, Oriano liana agricoltori, Marche-, fa- spreconi, così non è. Come cupazionale si sta appesanten-
tura esistente tra le isti- del Pd-, in quanto nei pros- Giovanelli-, conseguenti alle cendo emergere una precisa Regione siamo costretti ad do –ha riferito Gianni Ventu-
tuzioni e le parti sociali. simi mesi le risorse per i decisioni del Governo centra- strategia. Fondamentale, in indirizzare tali tagli verso le ri, segretario regionale Cgil-,
Quando si stileranno i bi- territori saranno in calo e il le, è necessario incrementare questo periodo, è confrontarsi attività produttive. Stiamo secondo i dati dell’Inps dal
lanci nei vari enti locali le cercando, come ente, di con- prossimo 31 dicembre saran-
persone si preoccuperanno tenere gli sprechi, e stiamo no ben 18 mila i lavoratori a
davvero, siamo ancora ai individuando i settori dove reddito zero e quindi si attive-
segnali di fumo. Bisogna indirizzare le risorse, tra i rà, nelle Marche, una situazio-
costruire un nuovo terreno quali la green economy”. “ Il ne di straordinaria difficoltà”.
di lavoro comune. L’acme tema della manovra -ha di- “Bisogna avere il coraggio di
arriverà in primavera, in pie- chiarato Stefano Mastrovin- ragionare su una strategia ben
na campagna elettorale. Un cenzo, segretario regionale precisa –ha sostenuto Ilva
input: ridurre l’impatto dei Cisl- ci sta impegnando mol- Sartini, presidente Confeser-
tagli previsti dalla manovra- to. La situazione cambierà ra- centi Marche-, capendo come
Tremonti sulla popolazione, dicalmente nei prossimi mesi orientarsi, dobbiamo impe-
come è fondamentale la pro- e il confronto istituzionale gnarci a riorganizzare la mac-
duzione, a livello politico, deve continuare; una raziona- china istituzionale come Re-
del massimo della raziona- lizzazione del sistema è ne- gione. Sarà fondamentale ca-
lizzazione. L’obiettivo da cessaria, come sarà importante pire di quali infrastrutture ab-
centrare è quello della rior- salvaguardare le priorità rela- biamo bisogno e, quindi, sul-
ganizzazione della macchi- tive alle attività commerciali le quali investire”. “Eliminare
na istituzionale, attraverso i e dei servizi pubblici, mante- pigrizie e incompatibilità –ha,
contributi, tra gli altri, delle nendo la coesione regionale”. infine, sottolineato Paolo Pe-
imprese, degli artigiani, dei “Nonostante i tagli –ha spie- razzoli, consigliere regionale
commercianti e dei sindaca- gato l’onorevole Pd, Massi- Pd-; il rischio è che nei pros-
ti”. E’ il pensiero espresso mo Vannucci- la spesa cor- simi mesi, man mano che i
da Claudio Martini presi- nostro impegno è votato il numero degli incontri e delle tra tutte le categorie. L’agri- rente continuerà a crescere. I tagli verranno percepiti dalle
dente del Forum nazionale all’attivazione delle risorse riunioni come quella odierna coltura può essere un volàno tagli della manovra andrebbe- persone, è quello di diventare
degli Enti locali del Partito a livello europeo. Con i ta- di Ancona. La politica può la- per il nuovo sviluppo econo- ro inquadrati sul federalismo come amministratori del cen-
democratico, già presidente gli della legge di stabilità si vorare per far tornare ad in- mico”. “La manovra-Tremon- fiscale. Legge di stabilità: è trosinistra la controparte ri-
della Regione Toscana, nel rischiano autentici corti cir- contrare il sistema pubblico ti –ha evidenziato Sara Gian- problematica per quello che spetto ai cittadini, cittadini
corso dell’incontro tra i cuiti e una guerra tra poveri. con le esigenze dei cittadini. nini, assessore regionale all’In- non c’è scritto, ovvero la redi- che invece noi stiamo cercan-
maggiori rappresentanti Stiamo cercando di elabora- Il sistema pubblico oggi è dustria e al Sostegno all’in- stribuzione del prelievo fisca- do di difendere in tutti i modi
marchigiani del Pd, parten- re idee e programmi sulla squalificato, sistema che deve novazione per i settori pro- le e il Patto di stabilità tra il negli enti che governiamo”.
do dal Parlamento fino a
giungere ai Comuni del ter-
ritorio, e i responsabili re- Approvati dall’Università
gionali di diverse associa-
zioni di categoria e delle
organizzazioni sindacali,
per la Pace della Regione
svoltosi nei giorni scorsi
nella Sala Pagoda dell’As-
semblea legislativa delle
Pronti 15
Marche. Al centro del dibat-
tito gli effetti della manovra progetti
economica e il ruolo auto- “Diritti umani, diffusione venire operativa, e questo
nomo degli enti locali sul dei principi democratici e di grazie all’entusiasmo e alla
futuro dell’occupazione. partecipazione, valorizzazio- consapevolezza che insieme,
Una iniziativa che ha pun- ne delle differenze di etnia, dalle Università alle associa-
tato sull’intento di prosegui- religione, cultura e genere, zioni, si può offrire un vali-
re un percorso di confronto salvaguardia dell’ambiente”. do contributo alla comunità
e di arricchimento, formu- Questi i temi fondamentali marchigiana e non solo, sul
lando quelle azioni riformi- dei quindici progetti appro- tema della pace”. Ora si pas-
ste in grado di rilanciare il vati nei giorni scorsi dall’As- serà alla fase operativa che
buon governo ai vari livelli
–nazionale, regionale e lo-
cale-, in considerazione del-
la difficile congiuntura eco-
nomica, alla luce dei tagli
previsti dalla legge di stabi-
lità (ex-legge finanziaria). “Il
rischio -ha precisato Marti-
ni- è di registrare una consi-
stenze diminuzione delle
prestazioni degli enti locali
a livello di servizi sociali.
Le categorie economiche
stanno già, giustamente, pro-
testando, contestando il qua-
dro che andrà a delinearsi Da sinistra: il Rettore dell'Università Politecnica delle
nei prossimi mesi, quando Marche, Marco Pacetti, e il presidente dell’Associazione
gli enti locali elaboreranno Università per la Pace della Regione Marche, Raffaele
i bilanci a seguito dei tagli Bucciarelli
della legge di stabilità. Ser-
ve un confronto politico tra sociazione Università per la potrà essere concretizzata
maggioranza ed opposizio- Pace della Regione Marche. grazie all’accordo sottoscrit-
ne per ridurre gli effetti del- Presieduta dal consigliere re- to tra l’Associazione e la
l’impatto della manovra. gionale Raffaele Bucciarel- Giunta regionale, che pre-
Una manovra che è legitti- li, presidente dell’Associa- vede lo stanziamento di
ma; anche in altri Paesi eu- zione. La riunione ha di fat- fondi destinati alla realiz-
ropei, in tempi di crisi, la to approvato il Piano annua- zazione dei progetti che
stanno attivando con i do- le delle attività, frutto del la- coinvolgeranno scuole, as-
vuti tagli. La priorità per voro svolto dai quattro tavo- sociazioni di volontariato,
affrontare questa delicata li che hanno operato, dal mo- istituzioni pubbliche e la
fase è sapersi riorganizzare mento della loro costituzio- società civile. L’Associazio-
con meno sostegni econo- ne avvenuta nell’ottobre del ne Università della Pace ha
mici, programmando la ri- 2009, su argomenti quali i sede ad Ascoli Piceno e an-
duzione delle spese della diritti umani, l’ambiente e la novera tra i suoi soci, oltre
macchina pubblica”. “Anco- biodiversità, la legalità e gli alla Regione Marche, l’Uni-
ra –ha aggiunto Enzo Gian- effetti sociali nei territori oc- versità Politecnica delle
carli, consigliere regionale cupati, il dialogo interreli- Marche, le Università di
Pd-, non ci si rende conto di gioso. Soddisfazione quella Urbino e Macerata, i Comu-
quanto diminuiranno i ser- espressa dal presidente Buc- ni delle Marche, il Cvm-as-
vizi. Come Regione voglia- ciarelli, che vede “finalmen- sociazioni di volontariato
mo attivare un quadro per te l’Università per la Pace di- sensibili ai temi della pace.
PAGINA
10 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

Gli interventi attivati


dall’Ente guidato
da Gian Mario Spacca
e concertati
con le organizzazioni sindacali e
le associazioni
di categoria. Quattro le linee
direttrici: facilitare l’accesso
al credito e la liquidità per
le aziende; accordi di programma
per le aree in difficoltà del Piceno
e dell’Appennino centrale;
ammortizzatori in deroga e altri
provvedimenti a integrazione del
reddito dei lavoratori; azioni
a supporto delle famiglie

Regione
le iniziative
L
a crisi finanziaria giani, sono state imputate ha messo a disposizione 35 re a sostegno delle famiglie. chieste pervenute, le risor- della crisi, è stato approva-
che si è manifestata 8.039 operazioni (di cui milioni di euro per misure La Regione Marche ha pre- se sono state così distribu- to un nuovo intervento a
nel secondo semestre 1.170 relative alle aree di destinate a sostenere la ri- visto per l’anno 2009 un ite nelle cinque province favore di persone e nuclei
del 2008 ha rafforzato il crisi di Fabriano e del Pice- conversione produttiva e sussidio mensile ai 1.820 della regione: Ancona familiari colpiti da disoc-
metodo di lavoro comune no) relative ad altrettante l’occupazione nell’area del soggetti che, in base al red- 31,37%; Pesaro 27,31%; cupazione, per fronteggiare
tra regione, enti locali, par- pmi che occupano 22.122 distretto della meccanica dito Isee rimodulato nei Macerata 20,22%; Ascoli fragilità sociali conseguen-
ti sociali e datoriali in un addetti. Il totale dei finan- nella zona dell’entroterra modi previsti dal bando Piceno 11,04; Fermo ti alle dinamiche del mer-
rapporto di collaborazione ziamenti garantiti è stato di anconetano; un protocollo d’accesso, sono stati indi- 10,05%. I Comuni maggior- cato del lavoro. In partico-
che ha individuato risposte 336 milioni di euro, per un d’intesa con il Ministero viduati all’interno di colo- mente interessati sono stati: lare ha riguardato ex lavo-
significative alle situazioni finanziamento medio di 43 dello Sviluppo economico ro che hanno presentato la Ancona (116), Fano (113), ratori dipendenti, che han-
di difficoltà che si sono ma- mila euro; per il 2010 è sta- individua poi strumenti per richiesta di sussidio. Il sus- Fabriano (82) e Pesaro (77), no perso il lavoro dal 1°
nifestate anche sul nostro to poi prevista una riduzio- tutelare il sistema produtti- sidio è di 200 euro mensili, a dimostrazione che le zone gennaio 2009, residenti da
territorio. Tutti i principali ne dell’Irap di circa 10 mi- vo esistente, assicurare il per un massimo di dodici che risentono maggiormen- almeno 3 anni nelle Mar-
interventi anti-crisi della lioni di euro a favore delle rilancio delle attività indu- mesi, ed è erogato in quote te della crisi sono quelle di che, disoccupati a causa di:
Regione sono stati concer- licenziamento; dimissioni
tati e condivisi con le orga- per giusta causa; mancato
nizzazioni sindacali e le as- rinnovo di un contratto a
sociazioni di categoria. La termine (vi rientrano i la-
Regione Marche si è mossa Quest’anno voratori che hanno matura-
in quattro direzioni. La pri- nuove to a partire dal 01/09/2008
ma: facilitare maggiormen- un periodo lavorativo di al-
te l’accesso al credito e la disposizioni meno 3 mesi, ovvero 90
liquidità per le imprese at- giorni, con uno o più con-
tivando alcune misure stra- in aiuto tratti anche non continuati-
ordinarie quali: lo scorri- delle persone vi). Sono ricompresi in que-
mento delle graduatorie dei st’ultima fattispecie, e con
bandi in essere finalizzati colpite da le stesse modalità, i lavora-
al sostegno dell’innovazio- disoccupazione, tori subordinati (anche
ne e ricerca per 15 milioni quelli con contratto di som-
di euro e l’aumento delle fronteggiando ministrazione e di appren-
anticipazioni finanziarie distato) e i contratti di col-
che ha consentito di liqui- fragilità sociali laborazione. L’entità del
dare fino al 60% dei vari conseguenti contributo erogato dalla Re-
contributi spettanti alle gione è ammontato a 200
imprese; negoziazione di alla grave euro mensili da corrispon-
una linea di credito di 100
milioni di euro con la Bei
contingenza dere per un periodo di sei
mesi, in una unica soluzio-
destinata al finanziamento economica ne, trattandosi di un inter-
dei progetti delle piccole e vento a carattere congiun-
medie imprese; istituzione, turale che intende affronta-
con risorse aggiuntive del re la situazione di emergen-
bilancio 2009 e 2010, di un imprese che aumenteranno striali e salvaguardare l’oc- quadrimestrali di 800 euro Fano e Fabriano, collegate za. Quest’ultimo intervento
fondo di solidarietà desti- gli occupati: ne hanno già cupazione nell’area del Pi- cadauna ed interessa quei ai settori della nautica e del- ha interessato 1.200 sogget-
nato a concedere garanzie beneficiato oltre 3.700 im- ceno. Nel protocollo è pre- lavoratori dipendenti che, la produzione di elettrodo- ti per un costo complessivo
di II grado finanziato con prese per 6.100 nuovi as- vista la messa a punto di alla data di presentazione mestici. Il sostegno econo- di 1.440.000 euro che sono
complessivi 10,8 milioni di sunti. una manovra di intervento della domanda, risultavano mico interessa i lavoratori stati così ripartiti nelle cin-
euro a cui si sono aggiunte La seconda direzione ri- coordinato specifica per residenti nella regione Mar- licenziati (54,15%), dimes- que province; Ancona
risorse per ulteriori 10 mi- guarda gli accordi di pro- quest’area. che e disoccupati a causa si per giusta causa (1,70%) 28,19%; Ascoli Piceno
lioni di euro messe a dispo- gramma per le aree in crisi La terza direzione fa riferi- di licenziamento o manca- e lavoratori subordinati, in- 22,29%; Pesaro-Urbino
sizione da Province e Ca- del Piceno e dell’Appenni- mento agli ammortizzatori to rinnovo di un contratto clusi i contratti di appren- 20,34%; Macerata 18,32%;
mere di commercio. Al fon- no centrale marchigiano: in deroga e ad altre misure a termine. Il costo dell’in- distato e a progetto, ai qua- Fermo 10,85%. Nel com-
do, istituito presso la So- negoziato nel 2010 un ac- a integrazione del reddito tervento è stato di li non è stato rinnovato un plesso, per gli anni 2009–
cietà regionale di garanzia cordo di programma speci- dei lavoratori. 4.500.000 euro, totalmente precedente contratto 2010 i fondi messi a dispo-
Marche (Srgm), a cui hanno fico con il Ministero dello Veniamo alla quarta dire- a carico del bilancio regio- (44,15%). Per il 2010, te- sizioni per l’intervento sono
aderito 21 confidi marchi- Sviluppo economico, che zione, concernente le misu- nale. Sulla base delle ri- nuto conto del protrarsi stati di 5.940.000 euro.
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani PAGINA
11
Sostegno ai contratti di solidarietà
stipulati al fine di evitare
licenziamenti; contributi erogati alle
imprese per la stabilizzazione dei
contratti a termine; favorite le
assunzioni a tempo indeterminato di
giovani laureati, con particolare
riferimento alle realtà impegnate nella
riconversione ecologica (eco-
industria) e nell’energia sostenibile
(eolico, geotermia, energia solare) in
collaborazione con le Università;
incentivi per nuovi occupati a fronte
di trasformazione di rapporti, da full-
time a part-time, nei settori
manifatturieri

Marche:
per il lavoro
mazione di rapporti di la- mila euro.

Misure anticrisi 2010, i bandi voro da full-time a part-time


(lunga durata) solo per i
settori manifatturieri
I destinatari sono le im-
prese del comparto produtti-
vo manifatturiero comprese
Bando dell’11 marzo aziende artigiane e coopera-
Incentivi per la stipula di Intervento articolato in All’interno del programma scadenza 31 dicembre 2010. 2010 scadenza 31 dicembre tive aventi sede nella regio-
contratti di solidarietà due linee di azione tra loro nazionale Fixo le Università Per contratti in essere al 2010. ne. Contributo per la trasfor-
Bando del 4 marzo 2010 collegate: 1) assegnazione di marchigiane, attraverso i pro- 1° ottobre 2009, 400 soggetti La creazione di nuova mazione di contratti full-time
scadenza 31 dicembre 2010. borse di studio per esperien- pri uffici di Placement e Sta- per 2.500 euro, totale: un mi- occupazione a fronte della a part-time e contemporanea
Contributo regionale per i ze lavorative, finalizzate al- ge, sono coinvolte nella pro- lione di euro. Contributo per disponibilità aziendale a assunzione di un altro lavo-
contratti di solidarietà stipu- l’occupabilità, nei confronti gettazione, erogazione e ge- le imprese che stabilizzano dare risposta positiva alla ri- ratore part-time. Se trattasi di
lati per evitare licenziamenti, di 100 giovani laureati, da stione della formazione ine- anche part-time lavoratori con chiesta di lavoratori e di la- tempi indeterminati il con-
nelle imprese fino a 15 di- realizzarsi nelle imprese mar- rente ad ogni borsa di studio contratti a termine: tempo de- voratrici, in forza al 1° set- tributo è di 2 mila euro, se di
pendenti ed in quelle con più chigiane per un periodo di in funzione delle esigenze terminato, inserimento lavo- tembre 2009, di trasformare tempi determinati mille euro.
di 15 dipendenti, escluse dal I lavoratori assunti devono
campo di applicazione della essere disoccupati. Ad oggi
Cigs, 500 mila euro. Il contri- non sono pervenute doman-
buto regionale viene erogato Progetto de.
alle imprese di cui sopra dopo Progetto sperimentale
l’emanazione del decreto di sperimentale reti reti territoriali per l’occu-
approvazione del Ministero territoriali per pazione
per integrare il reddito dei la- Attivazione di una rete
voratori coinvolti nella ridu- l’occupazione: territoriale (mono o pluriset-
zione d’orario. Ad oggi sono attraverso il toriale) di almeno 15 impre-
pervenute domande di 9 se, che diano garanzie occu-
aziende per 508 lavoratori collegamento con pazionali nel tempo ad un
coinvolti e 86 esuberi colle- gruppo di lavoratori (alme-
gati (licenziamenti evitati). bandi Fesr e no 50) inseriti in una “lista
Totale impegnato ad oggi l’utilizzo dei di bacino territoriale”; 400
euro 381.547,19. mila euro (per 2 progetti spe-
Fondi rimentali) a cui sono stati
Incentivi alle imprese
per assunzioni a tempo in-
interprofessionali aggiunti, previo accordo sin-
dacale, 250 mila euro. Pro-
determinato di giovani lau- si sta getto sperimentale e innova-
reati tivo per cui la flessibilità del
Bando dell’11 marzo ipotizzando una lavoro (la possibilità di la-
2010 scadenza 9 giugno2010. sinergia vorare in diverse imprese
Deve trattarsi di primo rap- aderenti al progetto) è abbi-
porto di lavoro con l’azienda operativa nata alla sicurezza del lavo-
da parte del lavoratore: borse ro attraverso l’assunzione
lavoro per 100 giovani laure- come sbocco del progetto. Si
ati, 4.200 euro (700 euro men- sei mesi. Ogni borsa assegna- specifiche del percorso di in- rativo, a progetto, ripartito. il proprio contratto da full- sta ipotizzando una sinergia
sili per 6 mesi), e 3mila euro ta prevede una quota di so- serimento lavorativo. Sono Beneficiarie tutte le imprese time a part-time, almeno per attraverso il collegamento
d’incentivo all’impresa al stegno al reddito per un valo- arrivate oltre 500 domande; comprese le cooperative con un anno, dà diritto ad un con bandi Fesr e l’utilizzo
momento della trasformazio- re individuale di euro 750 con accordo sindacale sono sede operativa nelle Marche. contributo di 2 mila euro per dei Fondi interprofessionali.
ne della borsa lavoro in con- mensili, e, quindi, un valore state incrementate le risorse Ad oggi è stato approvato il un’assunzione a tempo in- La Regione nella fase di pre-
tratto a tempo indeterminato, totale di ogni borsa pari ad per finanziare 250 borse an- primo gruppo di domande di determinato e di mille euro disposizione del progetto; ha
con particolare riferimento euro 4.500. 2) Aiuti alle im- ziché le 100 previste, per una oltre 100 imprese, per circa se a tempo determinato. Il già svolto diversi incontri
alle imprese impegnate nella prese che s’impegnano a tra- spesa totale di 1.850.000 150 stabilizzazioni, di cui contratto deve essere alme- con le parti sociali per con-
riconversione ecologica (eco- sformare la borsa di studio in euro. circa il 50% donne. T o t a l e no di durata pari a quella certare le azioni operative, i
industria) e nell’energia so- contratto a tempo indetermi- impegnato ad oggi: 350 mila temporale del contratto tra- settori e i territori per la spe-
stenibile (eolico, geotermia, nato ed assumono i borsisti, Incentivi alle imprese euro. sformato in part-time. 150 rimentazione e con l’assisten-
energia solare) in collabora- tramite l’erogazione di un in- per stabilizzazione di con- neo assunti a tempo indeter- za tecnica di Italia lavoro
zione con le Università mar- centivo pari a 3 mila euro per tratti a termine Incentivi per nuovi oc- minato o a termine con con- conta di uscire con il bando
chigiane. ogni assunzione realizzata. Bando del 4 marzo 2010 cupati a fronte di trasfor- tratti lunghi; risorse: 300 nei prossimi mesi.
PAGINA
12 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

Una nuova società creata da Energy Resources e Wt Motors per Nell’ambito del progetto europeo
produrre veicoli a impatto zero. La presenza al Salone di Milano “City Sec” ideato da Svim
Città sostenibili,
Con Elettra via lo smog viaggio di studio
D
ue eccellenze marchi- Le città della “Comunità visti. Con questa strategia
giane uniscono le for- per l’energia sostenibile delle Torino stima di ridurre entro
ze per produrre vei- Marche” hanno partecipato ad il 2020 di oltre il 41% le
coli elettrici a impatto zero. una visita di studio a Torino, emissioni registrate nel ’91.
Energy Resources, realtà lea- per analizzare le soluzioni pro- Un confronto significativo in
der nel settore delle rinno- gettate dal capoluogo piemon- particolare si è svolto tra gli
vabili, e Wt Motors, azienda tese per abbattere le emissioni esperti del Politecnico di To-
attiva nel comparto dei vei- inquinanti e incrementare l’im- rino e quelli dell’Università
coli da trasporto leggero, dan- piego di fonti rinnovabili. I Politecnica delle Marche che,
no vita ad Elettra, una nuo- Comuni, che hanno aderito alla in qualità di partner scientifi-
va società che produrrà nel- Comunità nell’ambito del pro- co di progetto, assisterà i Co-
le Marche una gamma com- getto europeo “City Sec” pro- muni nella stesura dei Piani
pleta composta da scooter e mosso da Svim, entro il 2020 d’azione. È stato, inoltre, visi-
quad (già disponibili), e da dovranno superare gli obietti- tato l’Environment Park, il
una city car che promette di vi stabiliti dalle direttive euro- parco tecnologico realizzato
rivoluzionare la mobilità cit- pee: ridurre le emissioni del nel ’96 per riqualificare
tadina. La novità, presenta- Da sinistra: Giovanni Emidi ed Enrico Cappanera, rispettivamente presidente e 20%, incrementare l’utilizzo di un’area industriale inquinata
ta in questi giorni a Milano amministratore delegato di Energy Resources; Manuele Vindusca, presidente di Wt Motors, e rinnovabili del 20%, attuare un e svolgere attività di ricerca
nell’importante vetrina il pilota Andrea Montermini, che a Monza ha ottenuto il titolo di campione italiano Gran risparmio energetico del 20%, nei settori Ict, ambiente ed
dell’Eicma, il Salone inter- Turismo (Gt2); sul tavolo il modellino della city car che verrà prodotta dal 2011; sotto, uno così come stabilito nel Patto energia, adottando soluzioni
nazionale del ciclo e moto- degli scooter elettrici prodotti dalla nuova società dei sindaci. Durante la visita di innovative di risparmio ener-
ciclo, che si concluderà do- competenze tec- nelle Marche. A tenere a bat- studio, i Comuni hanno potu- getico. Tappa anche al Museo
menica 7 novembre, è stata niche maturate tesimo la nascita di Elettra è to conoscere il metodo attuato didattico “A come ambiente”
illustrata, nei giorni scorsi, nel settore e di intervenuto anche Andrea dalla città di Torino per la ste- e alla centrale di cogenerazio-
in anteprima per le Marche, un costante in- Montermini, già pilota di sura del Piano di azione per ne e teleriscaldamento di
nella sede di Wt Motors, a vestimento in Formula 1, che a Monza ha l’energia sostenibile e le azio- Moncalieri, che serve il 40%
Monsano. “L’inquinamento termini di ricer- ottenuto, di recente, il titolo ni previste, tra le quali: l’im- della città di Torino, fornendo
delle nostre città è sempre ca ed innovazio- di Campione italiano Gran piego di fonti rinnovabili per energia elettrica e termica di-
di più un’emergenza, l’allar- ne, che è sfocia- Turismo (Gt2) per il 2010. gli edifici di Comune e Pro- rettamente alle abitazioni: un
me per le polveri sottili sta to, tra l’altro, Montermini è testimonial vincia e per gli ospedali della sistema che ha consentito di
raggiungendo livelli preoc- nella collabora- della campagna nazionale Regione Piemonte, nel settore eliminare tremila caldaie e ga-
cupanti –ha commentato zione con il Po- per la guida sicura ed ha de- industriale l’attivazione di in- rantire così maggior sicurez-
Enrico Cappanera, ammi- mos (Polo per la ciso di spalleggiare questo centivi per l’incremento del- za. La visita, guidata da Svim,
nistratore delegato di Ener- mobilità sosteni- progetto a favore della mo- l’efficienza energetica negli la società della Regione Mar-
gy Resources–, da oggi le bile) del Lazio e bilità sostenibile: “Oltre a ri- insediamenti produttivi e per che ideatrice e coordinatrice
Marche possono dire di aver deciso di investire in questo con l’Università La Sapien- spettare l’ambiente –ha af- l’avvio di linee di produzione del progetto “City Sec”, ha
le competenze e i mezzi per nuovo progetto avviando za di Roma”. La produzione fermato il campione–, le vet- di sistemi da fonte rinnovabi- registrato forte interesse e di-
dare la soluzione: mettere a una stretta collaborazione dei veicoli è stata per ora av- ture elettriche possono dare le, l’incremento della mobilità sponibilità da parte delle am-
disposizione veicoli elettri- con Wt Motors: “Ci siamo viata nello stabilimento del- splendide emozioni, e sono ciclabile, l’ammodernamento ministrazioni. Hanno parteci-
ci che non inquinano, garan- occupati dell’ingegnerizza- la Wt Motors, e dal prossi- capaci di una più bella ge- della flotta dei veicoli per il pato i Comuni di Ancona,
tiscono silenziosità e si ri- zione dei veicoli elettrici – mo anno, in relazione alle stione della potenza, sia in trasporto pubblico. Per ogni Pesaro, Ascoli Piceno, Mace-
pagano da soli grazie all’ali- ha sottolineato Manuele risposte del mercato, verrà termini di sicurezza che di azione sono stati misurati i rata, Jesi, San Benedetto del
mentazione dei pannelli so- Vindusca, presidente di Wt individuato un vero e pro- divertimento”. costi energetici e ambientali Tronto e Fano.
lari”. Energy Resources ha Motors–, forte di elevate prio sito produttivo, sempre Is. T. di partenza ed i vantaggi pre- Is. T.
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani PAGINA
13
Incontro con Giampaolo Giampaoli, presidente dell’omonima industria dolciaria. Centodieci anni di attività,
una realtà storica che continua a tenere il mercato. Al passo con i tempi, per la soddisfazione del consumatore

“L’imperativo: innovare”
E per il prossimo Natale l’azienda annuncia la “Palla di torrone”
stampa che così di frequente tinuano a sgorgare idee per tato, quasi mai un torrone. perché, come Giampaoli spie- minore apprezzamento ha ri-
SILVANA CORICELLI era abituato ad incontrare la soddisfazione del consu- Perciò abbiamo pensato di ga, diversamente dal classico scosso il panettone al vino
come presidente della Came- matore. Proprio all’insegna dare anche a quest’ultimo mandorlato viene steso a (nelle due versioni al Verdic-
ra di Commercio dorica. L’ul- dell’innovazione la versione un’immagine elegante e inno- mano tre volte anziché una chio e al Rosso Conero, sot-
tima delle sola per ottenere tolineando un legame forte

N
eanche mezz’ora di giacche vesti- quella sottigliez- con il territorio) lanciato sul
cassa integrazione”. In te dal timo- za che consente mercato lo scorso anno. “Te-
una fase in cui si li- niere della di spezzarlo con nere il passo con i tempi è
cenzia più di quanto si assu- storica indu- appena due dita. per noi imperativo categori-
me, l’azienda Giampaoli con- stria dolciaria “Spesso ci senti- co –ribadisce Giampaoli-,
tinua a tenere il mercato e, (già presiden- vamo dire dai mostrandoci attenti ai cam-
decisamente in controtenden- te di Confin- clienti che prefe- biamenti che avvengono al-
za nell’annus horribilis per dustria Anco- riscono il torrone l’interno della società”. Ri-
l’occupazione, anche di re- na, dell’Erf e morbido perché il sposta a precise esigenze
cente ha irrobustito la squa- di Unionca- classico friabile è l’impegno dell’azienda sul
dra dei collaboratori: 40, at- mere Mar- troppo duro da ta- fronte salutistico: per diabe-
tualmente, con le assunzioni che), realtà gliare e da morde- tici e per chi ha problemi di
degli stagionali per preparare nata nel 1900 re. Ci dispiaceva peso i prodotti “ZuccheroZe-
la campagna natalizia. Più e giunta ormai perdere la vera ro”, la linea nata grazie alla
forti della crisi a suon di in- alla quarta ge- tradizione del tor- collaborazione con il profes-
novazioni: di prodotto e di nerazione. rone friabile, sor Paolo Fumelli, già prima-
processo, come sottolinea Coadiuvato quindi abbiamo rio del centro antidiabetico
Giampaolo Giampaoli, “fa- nella gestione pensato di ovvia- dell’Inrca. Prodotti arricchiti
cendo bene attenzione all’or- dell’azienda re a questo pro- da micronutrienti quelli della
ganizzazione interna, alla pre- dal figlio Ga- blema rendendo il linea al Selenio, l’ormai lunga
senza di uno staff dai diversi briele, re- torrone più sotti- cooperazione tra azienda
profili”. Qualità, radicamento sponsabile del Giampaolo Giampaoli con la nipote Gioia e il figlio Gabriele durante l’incontro con la le, ma sempre a Giampaoli e Inrca ha visto lo
nel territorio, ricerca, capaci- settore com- stampa al ristorante “La Moretta”; a destra il professor Paolo Fumelli mandorla intera e scorso anno la stipula di un
tà di innovare: “Nella nostra merciale, e dalla nipote Gio- del torrone che l’azienda an- vativa, appunto, che possa sempre friabile”. accordo per trasferire in cam-
azienda abbiamo messo in ia, responsabile del marketing nuncia per le prossime festi- trovare nuovi estimatori e Innovazione ed alta qua- po alimentare le molecole an-
pratica quello che si declama e della comunicazione oltre vità natalizie: torrone a for- nuove occasioni regalo”. Ol- lità sono da sempre le linee tiossidanti scoperta del grup-
da anni, e ciò su cui più che che del controllo dei costi dei ma sferica, cambiando aspet- tre alla “Palla di torrone” (in guida dell’azienda Giampao- po di ricerca diabetologica del-
mai adesso le imprese devo- prodotti, Giampaoli si para- to ad un prodotto storico. due varianti, torrone mandor- li, che propone i suoi prodot- l’Inrca per la produzione di ali-
no insistere per fronteggiare gona ad un playmaker: colui “Operiamo in un mercato lato pralinato al cioccolato al ti nel rispetto della più antica menti funzionali, non a carat-
i contraccolpi della crisi ed che coordina e detta il gioco, molto competitivo –dice latte oppure al cioccolato fon- pasticceria, su esclusive ricet- tere farmacologico, dietetico o
agganciare la ripresa”. Ed è “mosso da sempre grande en- Giampaoli- e ogni anno dob- dente), per le festività 2010 è te e con materie prime sele- di integratori, ma capaci di ap-
da imprenditore che Giampa- tusiasmo per il lavoro e da biamo inventare nuove solu- stata sviluppata un’altra no- zionate. E se il Panciocc (il portare all’organismo sostan-
oli parla: l’incontro, al risto- spirito di intrapresa”. Un’in- zioni. Per Natale spesso si vità: il “Sottile”, torrone faci- primo panettone ripieno di ze benefiche in dosi concen-
rante “La Moretta”, con la veterata passione da cui con- regala un bel panettone incar- le da rompere e da mangiare cioccolato) ha fatto storia, non trate.
PAGINA
14 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

istituzioni. no, spaziando dai capoluo- iniziative proposte in oc- questo, in via Berti, là dove filarsi con il passaggio di
MORETTI - Che cosa ghi di provincia alle città casione del nostro impor- c’era la nostra rotativa, ab- proprietà, nel giugno del
trai da questa esperienza? più importanti di ogni area tante anniversario: un in- biamo allestito un piccolo 2004, dall’editore Sensi al
Mi riferisco al rapporto della regione. Abbiamo le serto storico esce il vener- museo che racconta la sto- nuovo editore Francesco
con il pubblico... caratteristiche del giornale dì, ripercorrendo in 10 fa- ria del giornale, un museo Gaetano Caltagirone, però
aperto agli studenti delle sono stato confermato,
scuole marchi- quindi...
giane e a MORETTI – …Paolo
chiunque vorrà Traini che tipo di direttore
venire a tro- è? Severo? So che qualche
varci: il visita- articolo lo cestini...
tore avrà così TRAINI – …sì, è vero,
modo di tro- cestino qualche articolo,
varsi fisica- però più che altro io cerco
mente al co- di dialogare con i miei
MORETTI – Buonase- spetto di quel- giornalisti, di far capire
ra cari amici; un grande la che è stata la loro che tipo di giornale
avvenimento sta interes- storia del gior- voglio fare e quindi da
sando la nostra regione, e nale. parte mia c’è una grande
si tratta di un fatto davve- MORETTI collaborazione. Se devo
ro raro nel nostro Paese: - Da qualche definirmi in un modo, mi
nelle Marche abbiamo un tempo stam- definisco un direttore ope-
giornale che ha compiuto pate il giorna- raio: arrivo presto la mat-
il 5 ottobre scorso 150 anni le a colori; tina, vado via tardi la sera
di vita, parlo del Corriere questo ne ha e cerco di essere molto
Adriatico. Ospite di questa aumentato presente...
trasmissione è quell’ ‘orso’ l’appeal? MORETTI – (scherzan-
(in tono scherzoso) del suo TRAINI – do)… chissà come sono
direttore, Paolo Traini, Già dal 2005 contenti i tuoi redattori!
perché non è certo facile avevamo una TRAINI – Io penso che
farlo venire in televisione: spruzzatina di ci sia un buono spirito di
in 8 anni questa è la terza pagine a colo- collaborazione all’interno
volta, e stasera Traini è ri, poi, un anno della redazione: i miei gior-
con noi per parlarci di que- e mezzo fa, ab- nalisti sanno che io sono
sto importante compleanno biamo adottato presente per lavorare con
della testata che dirige: un il full color e loro, per dare delle indica-
avvenimento quasi unico questo indub- zioni e certo anche per con-
che una testata italiana biamente ha trollare, perchè ci sono an-
compia 150 anni... segnato una che delle cose delicate che
TRAINI – …è un tra- svolta storica, devono passare sotto i miei
guardo storico: in Italia c’è
solo un’altra testata, La
Gazzetta di Mantova, che
è più antica del Corriere
Adriatico. Il 5 ottobre ab-
biamo dunque celebrato
l’evento con un numero
PAOLO TRAINI
speciale, e tutta una serie

“Noi sulla notizia prima


di iniziative è in corso nel-
l’area di diffusione del no-
stro giornale, le Marche.
MORETTI - Tra l’altro
so che avete affollato an-
che gli uffici postali, per-
ché le Poste italiane vi han-

dell’Unità d’Italia”
no dedicato...
TRAINI – …il 5 ottobre
è stato emesso un francobol-
lo di posta ordinaria per
celebrare lo storico traguar-
do del Corriere Adriatico, un
francobollo che ha riscosso
un successo clamoroso: il
primo giorno all’Ufficio po-
stale centrale di Ancona ne
sono stati venduti 10 mila TRAINI – …questa regionale e questa è la no- scicoli la storia dell’Italia, una boa strategica nella occhi. La collaborazione è
esemplari e anche nei giorni esperienza conferma l’idea stra forza, il nostro bigliet- delle Marche e del Corrie- storia del Corriere Adriati- fondamentale, poiché è alla
successivi la vendita è an- che ho maturato in 8 anni to da visita. re Adriatico nel corso di co, innanzitutto perché con base del buon lavoro e del
data molto bene. E’ un fran- di direzione del Corriere MORETTI – Come questi 150 anni; delle pa- il colore abbiamo fatto una prodotto finale.
cobollo che verrà diffuso in Adriatico, e cioè che il no- riuscite a fare l’edizione gine storiche vengono al- riforma grafica importante MORETTI – Voi siete
tutta Italia, quindi un mez- stro è un giornale molto vi- sportiva del lunedì, con legate al quotidiano tre che ha ridisegnato il gior- noti in Italia per il forte
zo di promozione importan- cino alla gente, al territo- tutti quei resoconti di par- volte la settimana, il mar- nale, incaricando uno stu- numero di lettori che van-
te per la nostra testata. rio: un giornale che sa rac- tita che arrivano anche da tedì, il giovedì e il sabato; dio spagnolo, di Barcello- tate per ogni copia; que-
MORETTI – Indubbia- contare la vita quotidiana paesini di 800 abitanti? abbiamo inoltre chiesto –e na, che è molto avanti in sto a che cosa è dovuto?
mente. Tra le iniziative delle Marche da 150 anni TRAINI – Questa è la questo ti farà piacere, per- questo campo. Anche attra- TRAINI – Questa è un
per la ricorrenza, un bus a a questa parte. Un fatto mi forza del giornale. E’ vero chè sei un appassionato verso le mie indicazioni, po’ una caratteristica di
due piani che gira per le inorgoglisce: il primo di- che lo sport oggi è molto d’arte- a 14 pittori marchi- abbiamo fatto un giornale tutti i giornali regionali;
Marche; come viene accol- rettore del Corriere Adria- cambiato: prima si concen- giani di raccontare, dal loro moderno, leggibile, fruibi- noi abbiamo più di 320
to dai cittadini? tico, 150 anni fa, fu il mar- trava tutto la domenica, punto di vista, i 150 anni le in maniera semplice, ot- mila lettori quotidiani -
TRAINI – Noi abbiamo chigiano Luigi Mercantini, tenendo dei successi sia sono dati Audipress-, una
pensato a delle iniziative che era un patriota… dal punto di vista diffusio- media di venduto di 20-21
che fossero rivolte soprat- MORETTI – …e un nale che sotto il profilo mila copie; la media è di
tutto ai lettori; le istituzio- poeta… Anche un francobollo è stato emesso pubblicitario. Abbiamo 16-17 lettori quotidiani per
ni coinvolte, certamente, TRAINI – …ha scritto avuto dei buoni riscontri copia…
però, ripeto, abbiamo cer- ‘La spigolatrice di Sapri’, in occasione della ricorrenza. sul mercato e questo dun- MORETTI – …che è
cato di parlare soprattutto che tutti abbiamo studiato que ci conforta rispetto alle considerata molto alta…
alla gente. Secondo questo alle scuole medie. Era un
Celebrata con tutta una serie di scelte fatte. TRAINI - …molto alta
intento la scelta di addob- patriota, un poeta e un iniziative: la lunga storia del MORETTI – Voi stam- rispetto alla media di 4-5
bare, diciamo così, un bus uomo del popolo: dopo 150 pate il giornale alla Roto- lettori dei grandi giornali
che ricalca lo stile tipico anni il giornale mantiene quotidiano ripercorsa in 10 fascicoli, press, dove viene stampa- nazionali
londinese -a due piani, ros-
so-, un pullman che sta
l’imprimatur che il suo pri-
mo direttore gli diede, que-
mentre un bus a due piani attraversa to anche il Resto del Car-
lino; (scherzando) ma non
MORETTI – E questo
è dovuto a che cosa?
girando tutte le piazze del- sta caratteristica che ne fa la regione. Affascinante il museo c’è pericolo che si scambi TRAINI – Al fatto che
la regione, dai Comuni più un giornale del territorio, qualche articolo… il giornale regionale passa
grandi a quelli più piccoli, della nostra regione. Il tra-
allestito in via Berti. E poi le opere TRAINI – …la Roto- molto di mano: è molto
e che ovunque sta riceven- guardo del secolo e mezzo che 14 artisti press è un’azienda di gran- presente nei locali pubbli-
do una grande accoglien- è stato dunque costruito e de rilievo, di grande pre- ci, quindi ha una diffusio-
za: il nostro è un giornale consolidato nel tempo. hanno dedicato al Corriere per i stigio… ne in questo senso caratte-
che vuole essere popolare
e ci sta riuscendo, come
MORETTI – Spieghia- festeggiamenti MORETTI - …indub- ristica e anomala. Ma,
mo adesso bene ai miei biamente… come dicevo, è una carat-
d’altra parte è nella sua telespettatori l’organizza- TRAINI - …e noi ci teristica di tutti i giornali
stessa tradizione e nella zione del Corriere Adria- siamo trovati da subito regionali, non solo del
sua storia. tico; quante sono le edi- quindi l’edizione del lune- del giornale… molto bene; il giornale è di Corriere Adriatico.
MORETTI – Ci sono zioni ? dì era molto intensa, inve- MORETTI - …interes- una qualità eccelsa e di MORETTI - Qual è il
giornalisti a bordo di que- TRAINI – Le edizioni ce adesso lo sport si dilui- sante questo… sicuro non c’è pericolo di tipo di argomento più inte-
sto bus? sono 5, una per ogni pro- sce fra sabato, domenica e TRAINI - …e ognuno ‘coincidenze’ col Carlino ressante per il lettore del
TRAINI – Sì; noi ci vincia; abbiamo 40 giorna- lunedì. Resta il fatto che il di loro ha creato un’opera perché le rotative sono due Corriere Adriatico? Sport,
confrontiamo con le piazze listi professionisti e un Corriere Adriatico è pre- dedicata al Corriere Adria- e stampano in parallelo: in- politica, economia, crona-
raccontando cos’è il Corrie- buon numero di collabora- sente con i suoi corrispon- tico che noi abbiamo tra- somma, siamo indipenden- ca...
re Adriatico, che tipo di gior- tori e di corrispondenti che denti ovunque e ovunque sformato in poster e che di- ti l’uno dall’altro. TRAINI – ...stando ai
nale è stato e che tipo di ci consente di coprire il c’è gente che ci informa, stribuiamo su quel famoso MORETTI – Tu dirigi dati che mi fornisce l’uffi-
giornale facciamo. In tanti territorio in maniera capil- che è vicina al giornale e pullman rosso di cui parla- il giornale dal 2002; hai cio di diffusione, a tirare è
ci vengono a trovare: la lare e molto assidua. Pro- che ci vuole bene. Proprio vamo prima, avvicinando avuto momenti difficili? soprattutto la cronaca: la
gente, le scuole, anche i sin- duciamo dalle 70 alle 90 a queste persone, come di- dunque il mondo dell’arte TRAINI – Un momen- cronaca, le storie un po’
daci, i rappresentanti delle pagine di cronaca al gior- cevo prima, sono rivolte le al giornale. Oltre a tutto to di difficoltà poteva pro- pruriginose, diciamo così,
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani PAGINA
15
e lo sport a far salire sia la cordo, come qualcuno del fatto o vorresti che fosse- TRAINI – Me lo han- tenzione e molta cura nel-
tiratura che il venduto gior- tuo campo sostiene, che un ro già bravi? no raccontato, è uno dei le scelte che vengono fat-
naliero. Però la cronaca tira giornalista vero deve ave- TRAINI- Questa è una tanti episodi che fanno la te di volta in volta.
più di ogni altro aspetto: re un certo numero di que- cosa che faccio quotidia- storia del Corriere Adria- MORETTI – Che cosa
la cronaca e lo sport, es- rele? namente: la faccio con i re- tico. In 150 anni di fatti ti piace di più nel giorna-
senzialmente, che poi sono TRAINI – Di querele dattori già professionisti a particolari, curiosi, ne lismo di oggi?
i cavalli di battaglia del me ne arrivano già parec- cui cerco di trasmettere le sono successi parecchi, e TRAINI – Io il giorna-
nostro giornale, le parti che chie, quindi mi bastano mie esperienze, i miei pun- noi conserviamo gelosa- le lo amo dalla prima al-
seguiamo con maggiore at- quelle che ricevo (ridono). ti di vista, il mio modo di mente ogni storia, ogni l’ultima pagina: nei gior-
tenzione e che ci distin- Sta di fatto che oggi è dif- vedere questo lavoro, ma aneddoto, perché fa parte nali sono nato, si può dire,
guono rispetto agli altri. ficile fare informazione, la faccio ancor più volen- della vita del nostro gior- ho sempre frequentato gli
MORETTI – E’ opi- perché c’è un’attenzione tieri con i giovani che si nale. ambienti giornalistici e per
nione diffusa che la tele- diversa nei confronti di avvicinano a questa pro- MORETTI – Per espe- me il giornale è il pane
visione danneggi la vita di quello che si scrive rispet- fessione. E quando perce- rienza -ho lavorato molti quotidiano. In quei pochi
anni anche al Corriere giorni all’anno in cui non
della Sera- so che il pro- c’è il giornale in edicola momento vengono trascu-
blema della vendita del sto male, diciamo. rati a vantaggio del gos-
giornale è molto presen- MORETTI – E questa sip o di una para-informa-
Che una testata compia 150 anni nel nostro Paese è un te ad un direttore; è una tua passione è conosciu- zione che, ripeto, forse in-
avvenimento quasi unico: succede al Corriere Adriatico, cosa che ti assilla?
TRAINI – No, non mi
ta. C’è qualcosa che vor-
resti cambiare nel gior-
teressa a pochi.
MORETTI – Senti, la
fondato ad Ancona il 5 ottobre del 1860. Ospite degli assilla però è presente, nalismo? crisi tremenda che si è
“Incontri” di Alceo Moretti è Paolo abbattuta su tutta l’Euro-
pa, quindi anche sul no-
Traini, direttore della storica testata stro Paese, sulla nostra
regione, ha colpito pure
dal 2002; “Vicini alla gente, vicini al il vostro giornale o vi di-
territorio: il traguardo del secolo e fendete bene?
TRAINI – Ci difendia-
mezzo è stato costruito nel tempo”. mo discretamente.
Raccontare la vita delle Marche, MORETTI – Questo è
importante...
giorno dopo giorno. Cinque, TRAINI – …teniamo il
mercato con l’orgoglio dei
attualmente, le edizioni, una per nostri 150 anni, quindi
provincia; folta schiera di non possiamo venir meno
a un rispetto totale, lo ri-
corrispondenti e collaboratori per badisco, nei confronti del
una copertura capillare: “Abbiamo le lettore, cercando ogni
giorno di fare il giornale
caratteristiche del giornale regionale migliore possibile, impie-
gando tutte le nostre ener-
ed è questa la nostra forza, il nostro gie e ricordandoci quello
biglietto da visita”. Cronaca e sport i che siamo stati nel corso
di questo secolo e mezzo.
cavalli di battaglia, ampio giro E’ il peso della storia,
d’orizzonte, durante l’intervista, sui chiamiamolo così, e lo
sentiamo tutti i giorni.
temi dell’informazione; “Massima MORETTI – Sei con-
perché se un giornale è TRAINI – Vorrei che tento, nel complesso, di
cura e grande attenzione nelle scelte: totale deve essere fatto bene è giusto che da parte del complesso dei aver seguito l’entusiasmo
il rispetto nei confronti del lettore” abbia un riscontro, sia per colleghi ci fosse quell’at- di quel giorno al liceo,
quello che riguarda il ven- tenzione costante, quoti- quando scrivesti il tuo
duto quotidiano in edico- diana, che la nostra pro- primo articolo, e di aver
la, sia per quello che ri- fessione richiede: quella intrapreso la via del gior-
un quotidiano per la tem- to a qualche anno fa, quin- pisco una passione, un in- guarda le adesioni pubbli- cura anche del particolare nalismo?
pestività con cui dà le di bisogna verificare la teresse, un atteggiamento citarie. E comunque io che spesso viene meno TRAINI – Sì: ho fatto
notizia, eccetera; d’altro notizia con molta cura, con costruttivo diversi rispet- sono il primo ad essere probabilmente perché bi- e faccio il lavoro che vole-
canto, comincia a nascere molta attenzione, cercando to alla media, cerco di cu- critico con me stesso se sogna fare le cose in fret- vo e quindi sono più che
la tesi che la televisione di essere il più circostan- rare queste attitudini e di ritengo che il giornale in ta, ottemperando a una soddisfatto. Non riuscirei
apre la strada alla lettu- ziati possibile, senza urta- trasmettere alla persona un determinato giorno sia serie di impegni che sono altrimenti a stare 12-13-14-
ra del quotidiano il gior- re la suscettibilità di nes- che ne è portatore tutto fatto meno bene: la riunio- stringenti. Ecco allora che 15 ore al giornale tutti i
no dopo, per vedere più suno. Io sempre raccoman- quello che di positivo io ne del mattino analizza qualche volta si trascura la giorni.
sviluppata e arricchita nei do ai miei cronisti di esse- riesco a dare in questo sen- proprio il tipo di giornale cura del dettaglio, che è MORETTI – (Rivolto
particolari la notizia; tu re curiosi, attenti, ma di ri- so . che è uscito per capire se invece sempre importan- ai telespettatori) Infatti il
di che tesi sei? portare fedelmente l’acca- MORETTI – Ti ricor- abbiamo sbagliato e dove te, perché il lettore va ri- direttore del Corriere
TRAINI – Indubbia- duto. di del primo pezzo che possiamo migliorarci. spettato fino in fondo. Adriatico è famoso pro-
mente l’informazione tele- MORETTI – Una vol- hai scritto? MORETTI – Li riuni- MORETTI – Come prio perché a qualsiasi ora
visiva ha creato qualche ta il giornalista era un TRAINI – Sì, me lo ri- sci ogni mattina i tuoi? giudichi il clima da ‘spy si va al giornale è sempre
problema ai quotidiani, che forte cliente del calzola- cordo. TRAINI – Certo; ci ve- story’ creato da certi lì, lo si trova. Paolo, gra-
hanno dovuto un po’ rive- io, perché consumava MORETTI – Su che diamo verso le 11-11.30 ... giornali che verrebbe vo- zie infinite per il tempo
dere l’impostazione dei molte paia di scarpe per cos’era? MORETTI – …sei se- glia di buttare nel cesti- che ci hai dedicato
loro servizi, sia di cronaca trovare le notizie; oggi, TRAINI – Frequenta- vero nel giudizio, nella no ogni giorno? TRAINI – Grazie a voi.
che di politica che di ‘bian- invece, col computer è vo il liceo; era una partiti- critica? TRAINI – E’ chiaro MORETTI – Molti au-
ca’. Essere preceduti da un tutto diverso… na di calcio tra le squadre TRAINI – Non più del che c’è stata un’esaspera- guri per la tua attività; so,
tam tam quotidiano come TRAINI – …indubbia- del liceo classico e del li- necessario, però è chiaro zione dei toni: molti quo- e me ne rallegro, che le
quello che fa Sky, con mente il rapporto con la ceo scientifico di San Be- che bisogna cercare di es- tidiani si combattono a iniziative per celebrare i
un’informazione 24 ore su notizia si è modificato ri- nedetto. Poi ho continuato sere consapevoli degli er- colpi di indiscrezioni per- 150 anni del vostro gior-
24, ci costringe a costruire spetto a quando ho comin- ad occuparmi di sport… rori fatti per non ripeterli sonali che forse non inte- nale hanno riscontri mol-
gli articoli in maniera di- ciato io a fare questa pro- MORETTI - …che è la e cercare di migliorare, di ressano a nessuno: biso- to positivi, addirittura en-
versa, dando più spazio fessione, tanti anni fa. Di- tua passione… crescere; questo è il nostro gnerebbe un po’ più bada- tusiastici in certi episodi.
all’approfondimento che verso era l’approccio con TRAINI – …che è la obiettivo: portare il gior- re alla sostanza, alle cose Grazie, grazie ai telespet-
alla cronaca spicciola o la notizia: non c’era il mia passione, però la cro- nale sempre più in alto. concrete che interessano tatori e arrivederci alla
essenziale. Questo però è un computer, non c’era inter- naca è la scuola vera: MORETTI – L’infor- alla gente, tornando a fare prossima settimana.
problema che devono affron- net, non c’erano i telefoni sono la cronaca nera e la mazione oggi è molto più politica veramente perché
tare soprattutto i grandi quo- cellulari, quindi bisognava cronaca giudiziaria che veloce di un tempo; come c’è davvero necessità di
tidiani d’informazione; i muoversi e camminare formano la scorza del cro- si fa ad accertare la fon- curare quegli aspetti della Trasmissione del
giornali locali hanno anco- molto per rintracciare le nista. datezza di una notizia? vita pubblica, sociale ed
ra un vantaggio rispetto al- fonti. Oggi è completamen- MORETTI – Adesso ti TRAINI – Qualche economica che in questo 14 ottobre 2010
l’informazione televisiva, te diverso, però se si vuol racconto una cosa che volta si va a naso, perché
quello di poter offrire una essere un buon cronista forse non sai; insieme non sempre si può verifi-
cronaca locale con servizi bisogna muoversi e andare agli altri amici del Comi- care la notizia, soprattutto Marche domani - Anno XXV Numero 19 - Novembre 2010
di ampio respiro: è un’arma sul posto per vedere di tato di Liberazione delle quando le cose accadono
che ci consente di avere, persona come stanno le Marche, io sono stato re- la sera tardi. Qualche Direttore responsabile Alceo Moretti
rispetto alla televisione, un cose, piuttosto che fidarsi sponsabile, nel periodo giorno fa, per esempio, in
gap che ancora non è stato di chi le cose le riferisce, Gestione editoriale
clandestino, del fatto che occasione della partita Gruppo Alceo Moretti Comunicazione S.r.l.
colmato . per cui questa resta una ca- il vostro giornale per dell’Italia a Genova, a cau- C.so Mazzini, 64 - 60121 Ancona - Tel. 071/205115 - Fax 071/53082
MORETTI – Il rappor- ratteristica fondamentale di quattro giorni sia uscito sa degli scontri in campo E-mail: info@marchedomani.com
to con il tuo editore com’è? chi vuole costruirsi una scritto a macchina, non e fuori dallo stadio abbia-
E’ un editore molto presen- professione degna di que- potendo essere stampato mo dovuto ribaltare il Presidente: Alceo Moretti
te?, ti lascia lavorare, ti op- sto nome. a causa dell’azione che giornale la sera tardi, ri- Vicepresidente: Giorgio Moretti
prime? Ti telefona alle sei MORETTI – Tu hai varammo per sospender- vedendo l’impostazione Consiglio: Sergio Moretti
della mattina come fa una carriera notevole, nel ne l’uscita, poiché ci de- originaria: eravamo prepa- Stampa
qualcuno? corso della quale hai di- finiva “ribelli”, “bandi- rati per raccontare una Rotopress International srl - Via Brecce - 60025 Loreto (AN)
TRAINI –Assoluta- mostrato grandi capacità: ti”, eccetera. Fu Mario partita di calcio, abbiamo Tel. 071-7500739 - Fax 071 - 7500570 - E-mail: info@rotoin.it
mente no: è un editore at- hai lavorato in varie re- Venatori, giovane parti- dovuto raccontare una se- Chiuso in tipografia il 2 novembre 2010
tento, com’è giusto che sia, dazioni n Italia, non solo giano del nostro Comita- rata di incidenti e di scon-
però con grande senso di nelle Marche ma anche in to, ad andare di notte al tri. In casi come questo Prestampa
democrazia e di liberalità, Abruzzo e nel Lazio; sei giornale per portare via bisogna avere la lucidità Ediga s.a.s. - Via Abbruzzetti, 2A - Jesi (AN)
per cui siamo liberi di fare stato caporedattore di te- un pezzo prezioso della e la prontezza per cambia- Reg. tribunale di Ancona n. 5 del 14/02/87 Pubblicazione periodica
il giornale come meglio state regionali del Mes- rotativa; però devo dire re le pagine tempestiva- Spedizione in Abbonamento Postale Pubblicità inferiore 50%
crediamo: con equilibrio, saggero, eccetera. Hai la che il giornale non si è mente e rifare il giornale,
attenzione, cura e con i pazienza di trasmettere ai arreso: per quattro gior- per cui ci vuole molta ela- Pubblicità
giusti approfondimenti . tuoi giovani collaborato- ni è uscito a macchina, sticità, molta flessibilità, e GRUPPO ALCEO MORETTI COMUNICAZIONE
MORETTI – Sei d’ac- ri l’esperienza che ti sei ma è uscito! ci vuole anche molta at- Tel. 071/205115 (4 l. r.a.) E-mail redazionemarchedomani@alceomoretti.191.it
PAGINA
16 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

Il report della Camera di commercio di Ancona sui dati Istat Piano triennale opere pubbliche,
Il presidente Giampieri: “Confermato l’impegno delle imprese” l’assessore Antonio Canzian
“Interventi in
“Export, trimestre positivo” difesa della costa”
D
opo una prima parte in metallo (+47%), gli appa- rivolte principalmente ai mer- Nel triennio 2011-2013
dell’anno particolar- recchi elettronici (+6,4%), gli cati europei, infatti l’Unione la Regione Marche inve-
mente negativa per le apparecchi elettrici (+12,7%) europea assorbe il 63,02% stirà 26 milioni e 550
imprese della provincia di ed i macchinari (+9,7%). Vice- delle esportazioni della pro- mila euro nel settore dei
Ancona, nel secondo trimestre versa continuano a mostrare vincia di Ancona del primo lavori pubblici finanziati
le esportazioni hanno ripreso segnali di difficoltà il sistema semestre 2010, con una cre- con le risorse del bilancio
a crescere in maniera sostenu- moda (prodotti tessili, abbiglia- scita del 7,6% rispetto allo regionale: 11 milioni e
ta, riavvicinandosi a livelli an- mento, pelli ed accessori, con stesso periodo dell’anno pre- 950 mila euro saranno
tecedenti la fortissima crisi del un calo del –12,1%) ed i mezzi cedente; mentre gli altri Paesi subito disponibili nel
2009”. E’ quanto riporta una di trasporti (-72,3%). Questi ul- europei non aderenti all’Unio- 2011 per la difesa della
nota della Camera di commer- timi, tuttavia, risentono dell’an- ne europea rappresentano il costa e per la realizzazio-
cio di Ancona. “In base ai dati damento delle esportazioni 12,84% del totale (+6,5%). Le ne della vasca di colmata
forniti dall’Istat –prosegue la della nautica che mostra una importazioni si ripartiscono in dell’area portuale di
nota-, nel periodo compreso volatilità degli andamenti parti simili fra i paesi europei Ancona, indispensabile per
tra aprile e giugno le imprese molto marcata, dato l’ingente (che rappresentano il 31,7% consentire il dragaggio dei
della provincia di Ancona valore delle commesse ed i delle importazioni doriche) e porti marchigiani. Su
hanno esportato beni per 830 Rodolfo Giampieri il Medio oriente (40,2%), in proposta dell’assessore ai Antonio Canzian
tempi molto lunghi delle con-
milioni di euro, in aumento to tutto il 2009 e la prima segne”. “Segnale molto inco- analogia con quanto già indi- Lavori pubblici, Antonio lavori di ripascimento
del 20,8% rispetto allo stesso parte del 2010; si è ancora raggiante –si legge ancora nel- cato per i principali prodotti”. Canzian, la Giunta regio- previsti verranno realizzati
periodo del 2009; consideran- distanti dal livello anteceden- la nota della Camera di com- Dati che il presidente del- nale ha approvato la privilegiando il recupero
do l’intero semestre, l’export te la crisi, ma ci si è allonta- mercio di Ancona- è quello la Camera di commercio di proposta di Programma di materiale marino, per
sale a 1,47 miliardi di euro nati dai minimi dello scorso proveniente dagli apparecchi Ancona, Rodolfo Giampieri, triennale e l’elenco non alterare l’equilibrio
con un aumento su base an- anno. L’incremento comples- elettrici, comprendente gli ap- commenta in questo modo: annuale degli investimenti costiero”. Il programma
nuale del 5,5%; si tratta di un sivo degli scambi commercia- parecchi per uso domestico, “Questi dati, finalmente positi- di competenza della inviato in Consiglio
risultato estremamente impor- li ha prodotto un sensibile rial- che dopo la forte battuta d’ar- vi per ciò che concerne la pe- Regione. L’atto dovrà regionale prevede, nel
tante considerato che il primo zo anche del valore delle im- resto subita nel corso del 2009 netrazione commerciale al- essere approvato dall’As- 2011, queste opere pubbli-
trimestre si era chiuso con una portazioni della nostra provin- e nei primi tre mesi del 2010 l’estero, confermano il valore e semblea legislativa. “La che: manutenzione straor-
variazione negativa del 6,6% cia, salite a 800 milioni di euro sono tornati a crescere e rap- l’impegno delle nostre imprese priorità è stata riconosciu- dinaria scogliere Pesaro,
rispetto allo stesso periodo negli ultimi tre mesi (+26,9% presentano al 30 giugno 2010 che affrontano con decisione ta alla difesa della costa e 500 mila euro; lavori
dell’anno precedente. La cre- rispetto allo stesso trimestre il 31% delle esportazioni do- le grandi sfide; inoltre, questi ai porti, che necessitano di urgenti litorale Fano, 200
scita delle esportazioni del se- dello scorso anno). Nel seme- riche (erano il 27% al 31 risultati testimoniano, innanzi- interventi risolutivi - mila euro; vasca colmata
condo trimestre è stata del stre iniziale del 2010 le impor- marzo 2010). Le importazioni tutto, che la strategia di reazio- afferma Canzian-; la vasca porto Ancona, 8 milioni e
21,4%, rispetto alla media tazioni sono aumentate com- della provincia di Ancona nei ne alla crisi puntando sui mer- di Ancona, che assorbirà 200 mila euro; manuten-
nazionale del 18,2%, e consi- plessivamente del 31,3%, ridu- primi sei mesi del 2010 si di- cati stranieri è una scelta che la maggiore quota delle zione litorale Portonovo
derando tutto il primo seme- cendo l’attivo della bilancia vidono in parti quasi uguali paga. Ricordiamo che questi risorse del 2011, risulta Ancona, 500 mila euro;
stre si hanno variazioni del commerciale a soli 73 milioni fra i prodotti dell’estrazione imprenditori possono contare, essenziale e propedeutica spostamento scogliere
6,9% e del 12,4%”. “Dal con- di euro. Molti sono i settori di minerali da cave e miniere nei processi di internazionaliz- per avviare il dragaggio Potenza Picena 800 mila
fronto con i dati delle esporta- che nell’analisi delle esporta- (627 milioni di euro, in cre- zazione, sul sostegno della Ca- degli scali marchigiani, in euro; emersione scogliere
zioni dei singoli trimestri – zioni del primo semestre 2010 scita del +40,1% rispetto al mera di commercio, che, attra- quanto dovrà stoccare il San Benedetto del Tronto,
continua la nota- si osserva mostrano una ripresa: i prodot- primo semestre 2009) e i pro- verso la propria azienda spe- materiale estratto, come un milione e 150 mila
che negli ultimi tre mesi è ti alimentari (+9,7%), il legno dotti delle attività manifattu- ciale Marchet, in collaborazio- previsto dal Piano regiona- euro; manutenzione
stato raggiunto un valore net- e la carta (+13%), gli articoli in riere (782 milioni di euro, ne con la Regione Marche, li le dei porti, approvato scogliere Massignano e
tamente più elevato rispetto a gomma e materie plastiche +26,6%). Come spesso sotto- accompagna e li segue in ogni dall’Assemblea legislativa Campofilone, 600 mila
quelli che hanno caratterizza- (+11,1%), i metalli e prodotti lineato le esportazioni sono fase di questo percorso”. all’inizio dell’anno. I euro.
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani

Arte e Sport e
cultura Natura avventura

Romanticismo
Gusto e benessere Mare
Il primo tour operator specializzato nel promuovere la regione attirando il visitatore più esigente. Il
fondatore Guido Guidi: “L’obiettivo è comunicare la profonda armonia che caratterizza i nostri luoghi”

Un turismo da… Maraviglia


Il Governatore Spacca: “Importante iniziativa per tutto il territorio”
piacere dell’immagine con per tutte le tasche, a parti- “Il progetto –ha speci- Hoffman e la mostra su vel rappresenta un segnale
ROBERTO I. ROSSI un workshop fotografico; re da 200 euro per il week- ficato Guidi- è nato dalla Padre Matteo Ricci a Ma- importante e di grande op-
viaggi in yacht per i clien- end arrivando anche ai 35 mia volontà e dal corag- cao, in Cina, una nazione, portunità per il nostro terri-
ti più esigenti; trasferi- mila euro per una settima- gio di imprenditore. Il quest’ultima, che, vantando torio per provare ad uscire
menti in elicottero; auto na alla scoperta delle Mar- punto di partenza? La par- un numero consistente di dal delicato periodo di crisi

P untare sul turismo di d’epoca con maggiordomo che. In quanto tour opera- tecipazione ad un bando persone con redditi annui economica”.
qualità rappresenta personale; tour degli out- tor di riferimento per l’in- regionale, che poi abbia- oltre i 150 mila euro, è un “L’emozione che desta
oggi la strategia vin- let a bordo di limousine; coming verso le Marche, mo vinto, con un apporto importante punto di riferi- questa iniziativa –ha detto
cente per incrementare gli shopping abbinato al coo- Maraviglia si propone al finanziario relativo, circa mento per la Maraviglia Tra- l’assessore regionale al Turi-
arrivi nelle Marche. In vel. smo, Serenella Moroder- è
quest’ottica nasce Mara- “Per valorizzare le Mar- davvero forte. Lo slogan
viglia Travel, il primo che –ha aggiunto Spacca- e ‘Marche di charme’ sta rac-
tour operator specializza- renderle attraenti è fonda- cogliendo grande consenso,
to nell’attrarre visitatori mentale dare vita ad azioni un semplice anagramma che
da tutto il mondo alla sco- della comunità regionale at- racchiude l’essenza di que-
perta della regione. Una traverso iniziative non solo sta regione, capace di offrire
iniziativa scaturita grazie istituzionali ma soprattutto particolari suggestioni, so-
anche al sostegno della imprenditoriali. E il piano di prattutto se viene scoperta
Regione Marche, che ha lavoro della Maraviglia Tra- nei suoi luoghi più segreti”.
cofinanziato il progetto, in
particolare per l’approccio
innovativo nella gestione
del turismo, attraverso i
I dati del 2010 presentati
fondi Por Fesr Marche
2007–2013.
dall’assessore Serenella Moroder
“Negli ultimi anni le
Marche sono finalmente
uscite dall’ombra –ha sot-
“Siamo in
tolineato Guido Guidi,
fondatore e presidente del crescita”
Consiglio di amministra- “Siamo tra le poche regioni italiane che hanno visto incrementare
zione di Maraviglia Tra- Un momento della conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa. Da sinistra: il turismo. Un successo che deve essere di incoraggiamento per tutti.
vel, nel corso della confe- Michela Rossi, responsabile del progetto; Serenella Moroder, assessore regionale al Turismo; Gli operatori del settore devono ‘fare squadra’ sempre più, con una
renza stampa svoltasi nel- il Governatore Gian Mario Spacca; Guido Guidi, fondatore e presidente del Consiglio rete consolidata e accompagnata dalle istituzioni”. E’ quanto ha
la sede della Regione di amministrazione di Maraviglia Travel dichiarato Serenella Moroder, assessore regionale al Turismo, che,
Marche–, e il nostro tour nei giorni scorsi, ha illustrato i dati 2010 che testimoniano la decisa
operator si è formato per king class; una battuta di territorio come collettore 40 mila euro, rispetto al- tenuta del turismo marchigiano, soprattutto per l’estate appena tra-
sprigionare le grandi po- caccia al tartufo nei bo- e promotore di un network l’impegno del nostro tour scorsa. “Nonostante la congiuntura negativa –ha detto la Moroder-
tenzialità turistiche della schi: è quanto prevede il di imprese che collabora- operator, circa 1,8 milioni , con la politica dell’ospitalità abbiamo saputo fronteggiare e rilan-
di euro. Il bando regiona- ciare il settore attraverso la promozione. Ad esempio, lo spot di
le ha rappresentato per la Dustin Hoffman, che sarà riproposto nelle televisioni nazionali a
nostra azienda una spinta partire dal mese di novembre, ha fatto accrescere la notorietà della
fondamentale. Da circa nostra regione e confidiamo in un prosieguo di tale promozione”.
due anni stiamo effettuan- “Il movimento turistico nelle strutture ricettive delle Marche –
do sopralluoghi in struttu- ha specificato la Moroder-, nel periodo che va da gennaio ad agosto
re che saranno prese in 2010, rispetto allo stesso periodo del 2009, ha registrato un totale
considerazione per parte- di un milione e 892 mila arrivi e quasi 14 milioni di presenze, per
cipare alla messa in prati- un incremento dell’1,7% per gli arrivi e del 3,8% per le presenze.
ca degli obiettivi dell’ini- Sono soprattutto i turisti stranieri a scegliere le Marche con una
ziativa. Ed i primi risulta- variazione del 4,5% per gli arrivi e del 6,8% per presenze, mentre
ti stanno già arrivando, gli italiani che hanno scelto le Marche sono stati +1,2% negli arrivi
come gli accordi siglati e +3,4% nelle presenze. Sono soprattutto i lombardi a scegliere la
con diversi buyer interna- nostra regione come meta turistica preferita, con 335.846 arrivi e
zionali. Ci rivolgiamo a 2.597.839 presenze. Seguono Lazio (208.560 arrivi e 1.584.449
chi cerca un sogno. Ci presenze), Emilia Romagna (195.781 arrivi e 1.337.583 presenze).
stiamo impegnando nel E poi Veneto, Piemonte, Umbria e Campania”. “In termini provin-
mettere in rete le strutture ciali –ha aggiunto la Moroder-, i dati testimoniano una decisa
ricettive per promuovere al tenuta per l’estate 2010, anche per quanto riguarda il flusso sul
meglio le Marche”. territorio, che ha visto distinguersi la provincia di Ancona, con un
“Abbiamo cercato -ha incremento del 5,8% di presenze e del 2,2% di arrivi, seguita dalla
aggiunto Michela Rossi, re- provincia di Fermo con il 5,2% di presenze e 2,8% di arrivi; nella
regione, svelando i suoi progetto, il cui obiettivo no tra loro in sinergia. sponsabile del progetto- di provincia di Ascoli Piceno sono state 4,7% le presenze e 3,5% gli
lati più nascosti, comuni- è offrire alle imprese mar- “Ogni territorio –afferma valorizzare le nostre eccel- arrivi, a Macerata il 2,5% le presenze e in lieve calo gli arrivi con
cando la profonda armo- chigiane l’opportunità di Guidi- viene promosso lenze regionali attraverso un -0,1, nella provincia di Pesaro e Urbino sono aumentate le presen-
nia che caratterizza questi accogliere i propri clienti valorizzando patrimonio lavoro sinergico”. ze dell’1,6% e gli arrivi dello 0,9%”. “Il movimento turistico della
luoghi e soprattutto met- nel modo più raffinato, ve- ambientale, storico-artisti- “Questo progetto –ha stagione estiva, periodo giugno-agosto 2010 rispetto allo stesso
tendo in rete le eccellen- icolando le loro proposte co, enogastronomico, gli precisato il Governatore periodo del 2009 –ha concluso la Moroder-, ha visto un incremen-
ze, in modo da attirare il grazie al personal shopper eventi culturali e le mi- Gian Mario Spacca- è to degli arrivi del 4,4%, 1.267.771, e delle presenze del 3,8%,
turista di fascia alta, quel- al seguito del turista. Il gliori strutture di acco- un’occasione significativa 10.917.163. Sono ancora le presenze di turisti stranieri a dare un
lo che può davvero porta- target turistico a cui pun- glienza”. per far crescere il turismo grande slancio, con una crescita del 15,3% e del 5,2% di arrivi,
re ad un salto di qualità ta il tour operator si fonda I Paesi di riferimento di qualità nelle Marche, a fronte di una variazione di presenze di turisti italiani del 2,5%
del nostro turismo. Da su 25 percorsi studiati ad verso i quali verrà attivata una regione che vuole es- e del 4,3% di arrivi. Tra gli stranieri la Germania campeggia con
questa ispirazione è nato hoc divisi in sei filoni te- l’azione di promozione sere sempre più attrattiva”. 48.430 arrivi e 347.825 presenze. Seguono gli olandesi con 25.290
il nome: Maraviglia, unio- matici: gusto, arte e cultu- delle Marche saranno prin- Un progetto che ha arrivi e 171.086 presenze; a seguire i francesi, gli svizzeri, la
ne di Marche e Meravi- ra, romanticismo e benes- cipalmente Germania, Re- come supporto le azioni Repubblica Ceca, la Gran Bretagna e la Russia. L’interesse dei
glia”. sere, natura, mare, sport e gno Unito, Olanda, Russia, sinergiche della Regione, turisti investe soprattutto le località di mare, con una distribuzione
Ammirare le colline da avventura, percorsi che nel Usa, Cina e Giappone, ma tra le quali la riproposi- percentuale del 56,4%, seguite dalle città di interesse storico arti-
una mongolfiera; parteci- tempo andranno ad incre- le proposte verranno rivol- zione nelle emittenti tele- stico (29,8%), poi dalle località montane, luoghi di culto e dal
pare alla caccia ai tartufi; mentarsi. I pacchetti pre- te anche al mercato italia- visive italiane dello spot turismo termale”.
oppure: vivere a fondo il visti da Maraviglia sono no e ai marchigiani stessi. con il testimonial Dustin Martina Alliney
PAGINA
18 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

“Magica avventura” per le fatine a firma Rainbow, nelle sale dopo essere state protagoniste al Festival di Roma

Con le Winx di Iginio Straffi


il primo film italiano in 3D
film, ci racconta qualcosa ter mostrare alle bambine chia, l’anno prossimo verrà proiettare nel Rainbow Ma-
LINDA CARLUCCI in più sulla pellicola. un mondo fatto di incante- proiettato in America, Fran- gic Land, il parco a tema che
Perché la scelta del simi in 3D ci sembrava cia, Portogallo e in molti al- aprirà i battenti la prossima
3D? un’ottima idea, e così ab- tri Paesi esteri”. primavera a Valmontone. Ab-
Qual è il segreto delle biamo acquistato uno spazio

L
e Winx tornano sul gran- Winx, essendo riuscite a di 60 ettari, a trenta minuti
de schermo, ma questa conquistare il cuore delle da Roma, per dare vita ad un
volta in 3D: “Magica giovanissime? regno magico dove i visitato-
avventura” è il titolo della “Le Winx sono sei fatine ri potranno godere di espe-
seconda puntata della trilogia magiche che, pur vivendo in rienze sensoriali in 4 e 5D.
dedicata alle sei fatine magi- un regno fatato, si trovano al Altro progetto a cui tengo
che nate da un’idea vincente centro di storie imperniate molto è la commedia di ani-
di Iginio Straffi, creatore sui temi che più stanno a mazione dal titolo ‘Roma–
delle beniamine delle bam- cuore alle giovani ragazze: Scuola di gladiatori’, scritta
bine di mezzo mondo. Stia- l’amore, il rapporto con i ge- per noi da Michael Wilson,
mo parlando della prima pel- nitori e ovviamente l’amici- lo sceneggiatore dell’‘Era
licola italiana girata in stere- Iginio Straffi, ideatore zia. Il segreto del successo è glaciale’ e ‘Shark tale’, e che
oscopia, budget del film 22 delle Winx e regista del avere una buona storia e dei vedrà la luce l’anno prossimo
milioni di euro, il 30 per cen- film personaggi ben definiti. Si- dopo ben quattro anni di la-
to in più rispetto al prece- mila schizzi di preparazio- curamente le Winx piaccio- vorazione. Inoltre, abbiamo
dente. Presentato alla Festa ne, 90 scenografie, 220 per- no molto anche per il loro siglato un importante accor-
del Cinema di Roma, sonaggi, 125 mila frane fi- aspetto e per i vestiti che in- do con Nickelodeon, per la
“Winx–Magica avventura” nali e 5 milioni di layer, e dossano, i nostri consulenti produzione della quinta e
ha riscosso enorme consenso l’impegno di 400 persone, o sono stilisti che escono dagli della sesta serie delle Winx.
di critica e di pubblico, fiu- meglio dei nostri 400 talen- atelier di Dolce e Gabbana e E’ la prima volta che questo
mi di ragazzine hanno inva- ti, come io amo chiamare chi di Gucci”. network acquista un cartone
so le sale cinematografiche lavora per la Rainbow di Lo- Quali sono i progetti fu- non prodotto proprio dalla
durante l’ultimo weekend per reto e per la sede romana di turi di Rainbow? Nickelodeon”.
seguire le avventure di Flora Rainbow Cgi, i nostri studi “Quest’estate abbiamo gi- Quanto dovranno aspet-
e delle sue magiche amiche. alla Bufalotta dove ci dedi- rato in Toscana ‘Mia & Me’, tare le fans delle Winx per
Le sofisticatissime tecniche chiamo alla parte prettamen- una fiction per bambini che vedere il prossimo film sul
utilizzate dalla Rainbow, te tecnica e grafica dei no- vede tra i protagonisti Rosa- grande schermo?
azienda di Loreto che ha stri prodotti”. bel Laurenti Sellers, la picco- “Il prossimo film è già
creato le Winx, danno l’op- “L’idea ci è venuta tre biamo iniziato a lavorarci”. In quante sale e in quan- la interprete del Diario di Anna previsto e se volete provare a
portunità agli spettatori di anni fa, quando ancora la Quante persone si sono ti Paesi viene distribuito il Frank e che andrà in onda l’an- capire il nodo centrale basta
entrare ancor più nel magico moda del 3D non era esplo- dedicate alla realizzazione film? no prossimo sul piccolo scher- guardare Winx–Magica av-
mondo delle sei fatine e dei sa, prima di Avatar per in- di questo progetto? “Il film è uscito in 400 mo. Mentre realizzavamo il ventura, i nodi rimasti irrisol-
loro incantesimi. Iginio Straf- tenderci. Le Winx sono fati- “Il film ha richiesto tre sale italiane, in altrettante film delle Winx abbiamo an- ti verranno sciolti nella terza
fi, regista e produttore del ne magiche e l’idea di po- anni di lavorazione, oltre 6 sale russe e anche in Tur- che lavorato su dei filmati da pellicola”.

Il Rof premiato all’Accademia


dei Georgofili di Firenze
Il Rossini Opera Festi- nella cultura, ha premiato mondo”. In particolare, a
val si è aggiudicato il pre- inoltre Calzedonia Spa e proposito del Rof, “perchè
mio ‘In onore dell’Italia Giusto Manetti Battiloro il recupero e la valorizza-
che ci onora’, consegnato Spa. Le tre realtà sono sta- zione delle composizioni
dall’Assem- rossiniane
blea del Co- hanno confe-
mitato dei rito prestigio
Cento del internaziona-
Premio Fi- le testimo-
renze Donna niando la vo-
nella sede lontà di tene-
dell’Accade- re sempre
mia dei Ge- viva la realtà
orgofili di culturale ed
Firenze. Il artistica che
Comitato, contraddistin-
che ha lo gue nel mon-
scopo di do il nostro
“promuove- Paese”. Per il
re iniziative Rof ha ritira-
volte a far Sulle scene del Rof in una delle sue passate edizioni to il premio,
meglio co- alla presenza
noscere e onorare settori te scelte poiché, recita la del presidente del Comi-
della vita italiana partico- motivazione, “presentano tato Maria Oliva Scara-
larmente efficienti e meri- un’Italia diversa, che fun- muzzi, il sovrintendente
tevoli” nell’imprenditoria e ziona e si fa ammirare nel Gianfranco Mariotti.

Giovedi 4 novembre - ore 23,20


Domenica 7 novembre - ore 13,15

su
31° anno

Patrizia Casagrande
Presidente Provincia di Ancona
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani cultura PAGINA
19
Amici della Musica: apertura della Stagione nel segno di Chopin d’apertura, è nato in Canada
nel 1981; segnalato dai critici
con predilezione per le musiche
romantiche, neoromantiche e
Si “Guido Michelli”: venerdì 5 pianoforte e orchestra Op. 22, la Società Amici della Musica al XIV Concorso pianistico impressioniste. Lo scorso
apre nel novembre al Teatro delle Muse oltre alla bellissima “Pelléas et dedica un “Progetto Chopin” internazionale “Fryderyk maggio Wnukowski si è
nome di (ore 21) concerto del pianista Mélisande”, Suite per orchestra, che comprende tre dei quattor- Chopin” di Varsavia (2000), esibito in un recital speciale a
Fryde- polacco - canadese Daniel Op. 80 di Gabriel Fauré. Il dici concerti della Stagione più si è già esibito in sale Tokyo durante la cerimonia
ryk Wnukowski (foto a lato) con concerto è organizzato in altre iniziative, come la confe- prestigiose quali Concertge- d’inaugurazione del nuovo
Chopin, l’Orchestra Filarmonica collaborazione con l’Ambasciata renza di Piero Rattalino dello bouw Music Hall ad Amster- monumento dedicato dalla
di cui Marchigiana diretta da Romolo della Repubblica di Polonia in scorso 22 ottobre, film, e dam, Salle Pleyel a Parigi, città a Chopin. Nello stesso
ricorre il Gessi; in programma il Concerto Italia, e con l’Istituto Polacco reading in cui approfondire la Stadt Casino di Basilea e mese è stato impegnato in un
bicente- per pianoforte e orchestra Op. di Roma e l’Associazione Italo- figura del compositore polacco. Filarmonica Nazionale di concerto all’aperto a Singapo-
nario della nascita, la Stagione 11 e l’Andante Spianato e Polacca delle Marche. Daniel Wnukowski, il Varsavia, interpretando gli re per un pubblico di circa 3
concertistica Amici della Musica Grande Polacca brillante per All’importante bicentenario giovane protagonista della serata autori dal repertorio classico mila persone.

“Non sentivo più cantare i merli nel mio giardino”, la ricca esperienza umana e politica di Luigi Minardi fonte
del suo primo romanzo. La riflessione individuale per uno sguardo collettivo sulle contraddizioni del presente

Lungo le strade della consapevolezza sottotraccia del romanzo ni. La condizione giovanile progetti firmato Minardi e insegnante: giovani perduti individuo e comunità, il
SILVANA CORICELLI d’esordio di Minardi: “Non il “nervo scoperto” di una finanziato dal Governo, “che non trovano la propria passaggio del testimone tra
sentivo più cantare i merli società dalle fragili impo- prende corpo come risposta strada”, malati di disincan- generazioni. Snodo della
nel mio giardino” (Pequod stazioni, che producono a coloro che “attendono di to. Ma confrontarsi con la riflessione il valore di una
– I Grandi), libro compen- disagio esistenziale e malattia può segnare un pratica politica vissuta con

M
entre si legge il dio di una ricca esperienza bloccano la prospettiva di punto di svolta. Addirittura etica e rigore. Che diventa
libro di Luigi umana, segnata dalla futuro: “E’ difficile guarda- l’inizio di una nuova vita lungimiranza nel governare:
Minardi bisogna vocazione sociale. Lo re in faccia al futuro per un uomo: così è per “Comporre la sintesi tra
avere vicino un quaderno slancio delle persone dell’umanità quando sembra Orion, protagonista del interessi diversi per giunge-
di appunti. Per trascrivervi destinate a “misu- romanzo, la cui esistenza re ad una visione nuova e
parole come amor proprio, rare il divario” tra ricomincia dalla stanza di superiore”, un “nuovo
impegno, concentrazione. la realtà e le un reparto di cardiologia. paradigma capace di
Per ricordare il “valore speranze. Biologo, “Quando sparisce il rumore interpretare la realtà”. La
della responsabilità”, che insegnante nella di fondo tutto diventa più prima linea del sindaco la
fare le cose al meglio e non scuola pubblica, pulito”. E’ quel distacco prova che ha dato a
tirarsi indietro descrivono la sulle strade della che permette di osservare le Minardi più soddisfazione:
qualità della persona. Che politica come cose da fuori: “Appena ed è un ribadire l’amore per
soddisfazione intima deriva sindaco della sua uscito dall’ospedale Orion le Marche (“armoniosa
dal compiere ogni giorno il città, poi segretario guardava con occhi nuovi terra”, fitta di piccole
proprio dovere, contribuen- provinciale di tutto ciò che lo circonda- comunità dove le cose
do al “funzionamento del partito, consigliere va”. Per guadagnarsi il muovono “con lentezza e
grande organismo colletti- provinciale e futuro dovrà però ripercorre- ponderazione”) ed i suoi
vo”. Parole semplici, ma regionale, presiden- re le tappe fondamentali abitanti. Il senso dell’esi-
dentro c’è tutto il rapporto te dell’Assemblea della sua vita: un recupero stenza assume riferimenti
tra società e politica. Parole legislativa e Luigi Minardi; a fianco il che intercetta la vicenda metafisici e l’autore ci offre
depauperate di principi e di assessore regionale frontespizio del libro collettiva, diventando un’esperienza esemplare:
obiettivi e si sa che “un con deleghe alla credere ancora a qualcosa viaggio nella storia italiana un libro per ritrovarsi, per
recipiente svuotato si può Cultura e alle di costruttivo”, invertendo del secondo Novecento. I “accordarsi con il proprio
riempire di qualsiasi Politiche giovanili. la tendenza che “ha sposta- tumulti del ’68, le figure sentire”. Percorrendo la
contenuto”. L’indicazione Il suggello del to verso l’esterno il punto chiave di Berlinguer, Moro strada della consapevolez-
di appuntare sulla carta Ministero al di orientamento dell’indivi- e Craxi, l’esperienza della za, la possibilità di
viene dallo stesso autore: è progetto trait duo”. Tutte le agenzie del sinistra chiamata a confron- fermarci a riflettere sulle
un modo di “introiettare i d’union tra cultura senso e del significato tarsi con il cambiamento, il energie disperse della
pensieri in un archivio (“elemento costitu- chiamate a raccolta: la tramonto dell’uomo moder- nostra vita e ricavarci uno
interiore”. Semi “depositati tivo delle Marche, famiglia, la scuola, le no e le contraddizioni del spazio interiore. Parole
nella coscienza” per insieme alla istituzioni, la parrocchia, il presente. Un’analisi che semplici, e che però
maturare “concetti da bellezza del suo paesaggio peggiorare lo spirito degli mondo del lavoro. L’appel- indaga il rapporto tra hanno la potenza di
trasformare in azioni”. E da e alla saggezza dei marchi- uomini”. ‘Giovani. Ri- lo è forte e ha gli accenti società e istituzioni, il illuminare quando frastor-
trasferire ai giovani, loro, la giani”) e nuove generazio- cercatori di senso’, il parco sensibili di Minardi- nuovo equilibrio tra nante è la confusione.

La dignità della vecchiaia nelle Palazzo Marini: Carlo Urbani,


opere di Francesco Cianciotta onorificenze alla memoria
Cattedra ordinaria Italiana Carlo Urbani che di formazione medico-
honoris causa, premio in suo nome, nei paesi infermieristica e distribuzione
“Ippocrate 2010” e intitola- poveri d’Asia ed Africa, di medicinali per malattie
zione della Scuola di difesa sostiene azioni di solidarietà, endemiche.
sanitaria Nbcr (nucleare,
biologico, chimico e radiolo-
gico) istituita dall’Università
Giovanni Paolo I in coope-
razione con la Nato. Sono COMUNE DI ANCONA
questi i prestigiosi riconosci-
menti tributati al dottor
Carlo Urbani, medico
marchigiano di Castelplanio
(An) che nel 2003 indivi- È indetta procedura aperta per l’aggiudicazione dei
duò, bloccandone l’epidemia lavori di adeguamento sismico del complesso sco-
Una delle opere fotografiche di Francesco Cianciotta proposte nella mostra che si è appena e rimanendone purtroppo lastico Domenico Savio di Via Torresi –Ancona-
conclusa ad Urbisaglia vittima nell’adempimento del Importo complessivo appalto: € 1.257.412,84 I.V.A.
proprio lavoro, l’allora
“Queste mani sono di protagonisti di “Radici”, insieme con il video che, a sconosciuta Sars (sindrome esclusa compresi oneri di sicurezza
Lisa, lei preferisce farsi l’esposizione che la giornali- cura di Mirko Cardinali, respiratoria acuta severa). I Categoria prevalente: OS21.
chiamare così anche se il sta Paola Ciccioli, come raccoglie le immagini titoli sono stati assegnati Lavorazioni scorporabili e/o subappaltabili: OG1.
nome che le hanno dato i spiega nella sua presentazio- selezionate tra le migliaia ufficialmente nel corso della
genitori è Giulia. Ha 86 ne pubblicata da donnedella- realizzate da Cianciotta nel presentazione dell’anno Le offerte devono pervenire a: Comune di Ancona –
anni e quando il fotografo realtà, ha voluto organizzare corso di un anno. Segnalata accademico 2010-2011 Ufficio Protocollo, Piazza XXIV Maggio 1, 60121
Francesco Cianciotta l’ha “per rendere omaggio alla da Shoot4Change, il network dell’Università Giovanni Ancona, entro e non oltre ore 12.00 del 22/11/2010.
ritratta, in un giorno vecchiaia che esprime fatica, internazionale di fotografi Paolo I di Roma presso la I requisiti e le modalità di partecipazione sono
dell’estate appena conclu- umiltà, dignità”. E’ quella che danno visibilità agli Camera dei Deputati a riportati nel bando di gara in pubblicazione su:
sa, era seduta sotto un che Paola conosce, in mezzo “esclusi” del pianeta, la bella Palazzo Marini. Lo stesso G.U.R.I., Albo Pretorio, sul sito
pergolato a prendere il alla quale è cresciuta e che esposizione voluta dalla Rettore dell’Ateneo, Luciano www.comune.ancona.it e sul sito del Ministero
fresco e a chiacchierare ritrova ogni volta che torna Ciccioli. La vecchiaia come Ridolfi, ha dato lettura della Infrastrutture e Trasporti. Il disciplinare contenente
con le amiche sue coetanee nel paese in cui è nata: dignità, un omaggio al motivazione dei riconosci-
o giù di lì. ‘Ha le mani “Così vera e così lontana lavoro senza sosta degli menti e consegnato alla norme integrative del bando e la modulistica di gara
d’oro’, dice Maria, che per dalle immagini che mi capita ultraottantenni di un vedova di Urbani, Giuliana sono disponibili sul profilo di committente http://
l’assidua frequentazione è di intravedere in televisione, piccolo paese del macerate- Chiorrini, una pergamena e www.comune.ancona.it/ankonline/it/uffici/
ormai quasi una parente, che oscura gli anziani se: i vecchi di Urbisaglia una coppa in ricordo avvisiconcorsi/index.html.
oltre che punto di riferi- oppure li costringe a che hanno potuto rispec- dell’evento. Commosso il Per informazioni contattare Il Settore Edilizia Sco-
mento per l’intero vicinato. ridicolizzarsi”. Firmati da chiarsi nelle opere di fuori programma, concesso lastica e Asili Nido: tel 0712222516 (Arch.Annamaria
Avere le mani d’oro nel Cianciotta i ritratti di Francesco Cianciotta. E con alla mamma del medico Bianchini) 071 2222546 (Geom. Monina).
piccolo centro marchigiano “Radici”: 25 ingrandimenti loro, Paola sottolinea, marchigiano, Maria Scaglio-
dove Lisa vive, Urbisaglia, nella mostra che è stata “chiunque creda che, senza ne, all’interno della scaletta Ancona 30/09/2010
significa saper fare tutto e allestita nel teatro comunale il rispetto della memoria, d’interventi. La Scaglione ha
saperlo fare bene, al di Urbisaglia (appena non sapremmo dare nome e ringraziato il Rettore e i IL RESPONSABILE
DEL PROCEDIMENTO
meglio”. Lisa e gli ultraot- conclusa, ampio il riscontro senso alle nostre esistenze”. presenti ricordando suo (Arch. Anna Maria Bianchini)
tantenni di Urbisaglia i all’iniziativa), proposti S.C. figlio Carlo e l’Associazione
PAGINA
20 cultura MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

Sedici appuntamenti nel cartellone del Sanzio “Er Carnevale”, repliche al


Valle dal 5 al 7 novembre
Urbinoinscena Eureka, bravura
e passione sul palco
Toccano le peripezie del sediario Quinto, vessa-
to dai debiti e impegnato a portare avanti la sua
bislacca famiglia. Tocca questa lotta per sbarcare il
lunario: per l’attualità e per le passioni che venano
l’intera vicenda. Di struggente ironia sullo sfondo di
una Roma papalina che diventa luogo dell’anima:
attenta la restituzione dell’epoca e delle sue atmo-
sfere, bravi i protagonisti che, diretti da Massimo
Russo, riescono a proiettare la storia in una dimen-

tra teatro e danza


S
edici appuntamenti voro della letteratura Zingaretti, il celebre Bevilacqua, di Matteo
compongono il italiana che diventa in commissario Montalbano Fantoni e Giulio D’An-
cartellone di Urbi- questa riscrittura spec- della tv, accompagnato na, talenti e progetti
noinscena 2010.2011, chio in cui riflettere dalla musica di Ambro- emersi dalla Vetrina
ricca ed articolata “anni tribolatissimi” che gio Sparagna, presenterà giovane danza d’autore,
stagione del Teatro ci affliggono con le una lettura scenica de testimoniano con la loro
Sanzio di Urbino. Il pesti del degrado, La sirena di Tommasi di originalità qualità ed
programma disegna un dell’indurimento dei Lampedusa. Il 22 marzo evoluzioni della nuova
percorso che tocca cuori, dell’omologazione la compagnia Vocitinte coreografia italiana.
generi diversi, i quali delle coscienze, dell’in- presenterà L’uomo, la Urbinoinscena si com- sione meta-temporale a confronto con i temi del-
connotano le sezioni in capacità di trasformare bestia e la virtù di pleta con due appunta- l’amore e della morte, della fame e della solidarietà,
cui il cartellone si la realtà. Il 10 dicembre Luigi Pirandello, spetta- menti dedicati ai più dell’umiliazione inferta e della dignità. Commozione
articola. sarà la volta di Decame- colo diretto dal giovane piccoli –Il sogno di e divertimento, tanto, a suon di colpi di scena:
La sezione teatro si rone. Amori s sghignazzi regista Antonio Minga- Tartaruga de Il Baule ispirato al “Rugantino” e alla filmografia di Luigi
inaugura l’8 e 9 novem- libero adattamento di relli e realizzato in Volante (12 dicembre) e Magni (“In nome del Papa Re”, “Nell’anno del
bre con Sogno d’una Ugo Chiti dal Decame- collaborazione con Storia di un uomo e Signore”), “Er Carnevale sta pe’ finì” (nella foto),
notte d’estate, una delle ron di Boccaccio. Uno Comune di Recanati/ della sua ombra di commedia musicale in due atti nata 18 anni fa dalla
commedie più popolari e spettacolo coinvolgente Teatro Persiani e Amat. Principio Attivo Teatro penna di Russo e di Nicola Guerzoni (rappresentata
amate di Shakespeare in cui i temi anche Tre gli appuntamenti (9 gennaio)– e due più di 100 volte a Roma), ha aperto con successo la
che vede in scena 18 scabrosi sono trattati nella sezione dedicata spettacoli proposti dalla stagione del Teatro Valle: il tributo del pubblico
giovanissimi attori con grande forza e alla danza. Il 26 genna- Compagnia dialettale agli attori dell’associazione “Eureka” e ad un
guidati da Carlo Cecchi, insieme con grande io 2011 il Sanzio ospi- urbinate nell’ambito della progetto culturale che dà seguito –seconda co-
in veste di regista ed pudore. Paolo Rossi terà una trasposizione sezione la città in scena: produzione pensata con l’assessorato alla Cultura
attore. Lo spettacolo, (foto sopra) sarà sul contemporanea di But- L’appartament (5 e 6 di Chiaravalle- all’operazione inaugurata lo scorso
prodotto dal Teatro palco del Sanzio il 16 terfly, attraverso il gennaio) e Om e ga- anno con “Natale in casa Cupiello” (più di 2.500 gli
Stabile delle Marche, febbraio 2011 per linguaggio coreografico lantom (29 e 30 aprile). spettatori). Ventuno tra attori e ballerini in scena,
viene riallestito ad reinventare Mistero di Laura Corradi di La stagione è realiz- plauso alla restituzione della figura della “zitella-
Urbino durante una Buffo, testo che Dario Ersiliadanza. A seguire, zata in collaborazione nubile” Gegia, sorella di Quinto (nel ruolo un istrioni-
residenza al Sanzio. Si Fo presentò per la prima il 23 febbraio, omaggio fra assessorati alla co Massimo Russo), zia del furfantello Cecco e della
prosegue il 30 novem- volta nel 1969 e per il al Giappone con Ukiyo- Cultura e al Turismo del bigotta Flaminia, interpretati con convinzione. Un
bre con I promessi quale ricevette il Nobel e. Il fluire di una stella, Comune di Urbino e progetto che si staglia anche per l’accuratezza della
sposi alla prova di per la letteratura. Un creazione di Susanna Amat, con il sostegno ricerca storica: tutte dipinte a mano le scenografie,
Giovanni Testori con omaggio al maestro con Beltrami per la grande della Regione Marche e ispirate agli acquerelli di Ettore Roesler Franz; belli
Sandro Lombardi, Iaia un testo-archetipo di un étoile Luciana Savigna- del Ministero per i Beni i costumi d’epoca, le musiche originali, le coreografie
Forte, Marion D’Am- genere, il teatro di no. Il 7 aprile tornerà la e le Attività culturali. di Alina Bianchi.
burgo, Massimo Verda- narrazione, particolar- Nuova Danza Italiana Info: Teatro Sanzio tel.: Repliche dal 5 al 7 novembre (inizio spettacolo
stro per la regia di mente consono alle doti con Anticorpi Explo. I 0722 2281, Amat tel.: ore 21); info 071/9499267 dalle ore 10 alle 13 e 071/
Federico Tiezzi. Testori istrioniche dell’attore. ‘pezzi brevi’ di Marco 071 2072439, 74511020 dal venerdì alla domenica pomeriggio.
si misura con il capola- L’11 marzo Luca D’Agostin, di Marta www.amat.marche.it. Sil. Cor.

Stabile delle Marche, l’intervento dell’assessore regionale alla Cultura


Marcolini. Direttore facente funzione della struttura Marta Morico
“Azioni volte ad un rilancio”
“La gestione ammi- il 2011. “Il primo soci, come Marcolini punto di vista artistico
Teatropolis Giovani: iscrizioni fino al nistrativa del Teatro problema dei soci, ricorda, non hanno riguardano la stagione
1° dicembre Stabile è rientrata nei
giusti binari, ora deve
affrontato durante
l’estate, è stato dunque
inoltre rinnovato il
contratto al direttore
teatrale 2011/2012, e
l’approvazione del
Scadono il 1° dicembre le iscrizioni per poter partecipare
alle attività gratuite dell’anno 2010-2011 del gruppo teatrale occuparsi del futuro quello –argomenta artistico uscente, Rai- bilancio 2011, saranno,
permanente Teatropolis Giovani. Età per iscriversi e partecipare affrontando il debito Marcolini- di rinvenire mondo Arcolai: il continua l’assessore alla
pregresso e program- le risorse necessarie per Consiglio di ammini- Cultura, “il banco di
mando le prossime evitare che ne risentis- strazione della Fonda- prova per il Consiglio
azioni, cogliendo anche se, fino ad essere annul- zione “Le Città del di amministrazione e
le opportunità offerte lata, la stagione teatrale Teatro” Teatro Stabile l’Assemblea dei soci per
dalla riforma regionale 2010/2011. Grazie alla delle Marche ha di la scelta di un direttore
dello spettacolo dal grande dedizione del recente nominato diret- che sappia sintetizzare
vivo. Le azioni attuali personale interno e alla tore facente funzione capacità artistiche e
sono quindi volte disponibilità e convinta della struttura fino al organizzative di alto
principalmente ad una adesione del maestro 31 dicembre Marta profilo per affrontare
prospettiva di crescita e Carlo Cecchi si è Morico, che fino a questa drammatica
14/21 anni; i corsi prevedono: livello base (il teatro come gioco, rilancio dello Stabile”. potuto evitare il peggio. questo momento ha situazione. Il Teatro
aperto a tutti), livello formazione (con un gruppo selezionato di Così l’assessore regiona- Ora occorre affrontare ricoperto allo Stabile il Stabile –commenta
allievi), teatro in lingua (inglese e spagnolo). Info e iscrizioni: le alla Cultura Pietro gli scenari futuri. Con- ruolo di responsabile di Marcolini- ha bisogno
ufficioitalia@pontetraculture.com Marcolini nel suo temporaneamente, produzione e distribu- di tutti gli aiuti, econo-
recente intervento in Comune, Provincia e zione. “Un funzionario mici e politici, non solo
merito allo Stabile delle Regione hanno ‘asciu- di spessore”, commenta per contrastare le defe-
Concorso letterario “Città di Anco- Marche: “Il lavoro che i gato’ le figure apicali – Marcolini, e aggiunge: zioni come quella grave
na”: due studenti della Politecnica tra i soci stanno svolgendo
per la stabilizzazione e
direttore amministrati-
vo– facendo riferimento
“La situazione è quella
di chi si sobbarca la
del Provincia di Pesaro,
ma anche per poter
primi classificati valorizzazione delle alla collaborazione del soluzione di problemi allargare la base sociale
Due studenti dell’Università Politecnica delle Marche attività del Teatro –la dirigente del servizio annosi aggravati da una e il circuito di un
hanno partecipato con lusinghieri risultati al concorso letterario sottolineatura- parte Bilancio della Regione; congiuntura finanziaria teatro di produzione
“Città di Ancona”, organizzato dall’associazione “Voci nostre”. dalla ricognizione non si è potuto proce- terribile che comprende regionale. E non ha
Luigi Quattrini, studente di Medicina e Chirurgia, si è addirittu- dell’attuale situazione dere alla stabilizzazione tagli diretti del Ministe- sicuramente bisogno di
ra aggiudicato il primo posto nella sezione E-studenti, e terza si finanziaria”: un deficit dei dieci precari, sei di ro e anche tagli di avare considerazioni
è posizionata, nella stessa sezione, Fiorenza Finizio, studentessa che supera i 450 mila Pesaro e quattro di risorse per due terzi a volte a condizionare
di Ingegneria. Le opere con cui i due allievi hanno partecipato euro nel 2010 e a cui si Ancona, favorendo Regioni, Province e tutte le decisioni e
al concorso saranno pubblicate entro dicembre 2010 nella aggiungeranno altri 250 comunque tutte le Comuni”. I prossimi respingere ogni respon-
XXXIX edizione del volume antologico “Voci nostre”. mila euro, previsti per soluzioni alternative”. I passaggi, che da un sabilità”.
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani cultura PAGINA
21
Dove abita l’utopia: mostra degli artisti selezionati al Rettorato, opere inedite di Ferretti alla Mole
Sono trascorsi dieci anni industriale, antesignano di Marco Pacetti: sèguito, da installazioni di Alessia Allegri e Dal 6 novembre
dalla scomparsa di Libero un’arte in cui fossero protagoni- parte dell’Università Politecnica Pedro Campos Costa (Premio un’ampia antologica di
Ferretti e altrettanti anni ste la nuova forma urbis e delle Marche, alla originaria Ferretti 2010), Michele Calzava- opere inedite di Ferretti, a
compie la rassegna “Dove l’eco delle tecniche costruttive collaborazione con un’iniziativa ra, Fabio Tasca, Alessandro partire dagli anni Sessanta,
abita l’utopia”, promossa sin più recenti. La mostra degli che si prefigge di divulgare i Sciarraffa, Massimo Brazzini, sarà ospitata alla Mole
dall’inizio da Stefania Fanesi artisti selezionati per la X valori estetici e umani in cui Nadia Galbiati, Pietro Giromi- Vanvitelliana, accanto ad
Ferretti, moglie dell’artista edizione del Premio Libero Ferretti ha creduto, ma anche ni, Enrico Ferraris e Claudio opere e installazioni dei
anconetano. Trasferitosi Ferretti è stata inaugurata al l’attaccamento ad un’utopia, Onorato. La mostra resterà giovani artisti vincitori
giovanissimo a Milano, Ferretti Palazzo del Rettorato di come quella della vivibilità della aperta fino al 13 novembre, tutti delle 10 edizioni del
fu tra i primi a lavorare in Ancona, insieme con Stefania città. Quest’anno sono in i giorni esclusi i festivi, dalle Premio intitolato all’artista
Italia nel campo del design Fanesi Ferretti, dal Rettore esposizione dipinti, sculture e 16.30 alle 19.30. anconetano.

Muse, Stagione lirica: due titoli del grande repertorio, Così fan tutte e Don Pasquale. Il recital di Sonia
Ganassi, Premio Corelli, e il concerto Form per il 150° dell’Unità d’Italia completano il cartellone

Di scena Mozart e Donizetti


L
a Stagione lirica 2010/ Nel Stagione-. Privilegiare la
11 della Fondazione cartel- produzione significa
Teatro delle Muse si lone continuare a dare risposte
aprirà il 21 e il 23 gennaio altri di alta qualità, ottimizzando
con l’opera Così fan tutte di due le risorse. Significativo il
Mozart: regia, scene e appun- seguito dato alla collabora-
costumi di Pier Luigi Pizzi, tamen- zione con il Sof e la
direttore d’orchestra Daniel ti: sinergia che esiste tra le
Kawka; gli interpreti: recital, risorse artistiche del territo-
Carmela Remigio Fiordiligi, il 5 rio”. Un punto di forza per
Ketevan Kemoklidze febbra- il territorio il sistema dello
Dorabella, Markus Werba io, di spettacolo nelle Marche, ha
Guglielmo, Paolo Fanale Sonia sottolineato da parte sua il
Ferrando, Giacinta Nicotra Ganas- direttore delle Muse, Velia
Despina, William Shimell Carmela Remigio sarà Fiordiligi in Andrea De Rosa, regista del Sonia Ganassi, cui è stato si, cui Papa. Con un inciso: “La
Don Alfonso. L’opera è un “Così fan tutte” “Don Pasquale” attribuito il Premio Corelli è stato cultura non produce solo
nuovo allestimento, produ- attribu- reddito, ma anche senso di
zione della Fondazione Giacomo Medici. L’allesti- Ravenna Manifestazioni. Sul nica Marchigiana e il Coro ito il Premio Franco appartenenza” Di una
Muse in collaborazione con mento è della Fondazione palco l’Orchestra Filarmo- Lirico “Vincenzo Bellini”. Corelli, alla sua VII stagione all’insegna della
lo Sferisterio Opera Festi- edizione, per i ruoli del sostenibilità ha parlato
val. mezzosoprano nel dittico l’assessore dorico alla
La seconda opera in
cartellone è il Don Pasqua-
Musecaffé: la storia del teatro firmata Tamburi Hin und Zurück e L’Heure
Espagnole prodotto e messo
Cultura Andrea Nobili, alla
presentazione insieme con
le di Donizetti, in scena il 4 Resterà allestita fino al 22 dalle origini ai tempi moderni. l’atrio del teatro all’Eur, di cui in scena lo scorso anno il sindaco Fiorello Gramil-
e il 6 marzo: la regia è dicembre, nello spazio In mostra -a cura della l’architetto Moretti era il dalla Fondazione Muse. Ad lano, la presidente della
affidata ad un giovane musecaffé del Massimo di Fondazione Muse e della progettista. Purtroppo gli accompagnare la Ganassi Provincia di Ancona
regista di talento, Andrea Ancona, la mostra dedicata al Galleria Gioacchini di Ancona eventi bellici interruppero il sarà la Form- Orchestra Patrizia Casagrande, il
De Rosa, anche musicista lavoro di Orfeo Tamburi in collaborazione con gli Amici progetto artistico ed i mosaici Filarmonica Marchigiana. direttore della Form Fabio
di formazione; direttore sulla storia del teatro italiano del Teatro delle Muse e non vennero mai realizzati. A Eseguito da quest’ultima il Tiberi e Ivana Iacchetti in
d’orchestra Bruno Campa- dalle origini al melodramma. sostenuta da Capogrossi sas– presentare l’esposizione, concerto con cui si chiude- rappresentanza della
nella, le scene sono di Italo Esposto è un ciclo di lavori Agenzia generale Gruppo visitabile nei giorni di rà la Stagione, il 29 aprile, Regione: la Fondazione
Grassi e i costumi del preparatori sul tema del teatro Cattolica assicurazioni- 26 spettacolo, è stata Loretta per il 150° anniversario Muse, il Consiglio d’ammi-
premio Oscar Gabriella realizzati dall’artista a seguito bozzetti preparatori ai 5 grandi Mozzoni, direttrice della dell’Unità d’Italia. nistrazione e la direzione
Pescucci. Gli interpreti: Don dell’incarico ricevuto negli cartoni che furono ordinati Pinacoteca civica di Jesi, “La crisi economica è del Teatro hanno voluto
Pasquale è Carlos Chaus- anni Quaranta per la decora- all’artista dalla Commissione affiancata dal gallerista una dura realtà che colpisce favorire con un sensibile
son, Norina è Sandra zione del teatro dell’Eur di per l’Esposizione universale di Giancarlo Gioacchini e dal la musica e la cultura in risparmio chi deciderà di
Pastrana, Ernesto è Alexey Roma, per cui Tamburi Roma: erano destinati a fornire professor Enrico Paciaroni, generale -ha detto il abbonarsi. Nuovi abbona-
Kudrya, Dottor Malatesta è progettò appunto una visione il supporto preparatorio alla presidente degli Amici del direttore artistico Alessio menti dall’8 novembre.
Borja Quiza, Un notaro è di tutta la storia del teatro realizzazione dei mosaici per Teatro. Vlad, presentando la M. All.

Silvia Fiorentino Off/Side, la contemporaneità protagonista


espone da Papier
Dialogico e narrativo, il linguaggio di Silvia Ha preso il via con Life” per la regia di progetto Contemporanea spettacolo “E se fosse
Fiorentino sa fondere la suadente eloquenza femmi- “Orphans” della compagnia Stefano Tosoni, con che vedrà privilegiare da lieve”. Il 12 febbraio a
nile con la forza espressiva dell’arte figurativa, Nim -Neuroni in Movimen- Loretta Antonella, Tom- parte dello Stabile marchi- calcare la scena sarà Isabel-
restituendo l’avvolgente cornice di una quotidianità to la seconda edizione di maso Benvenuti, Francesco giano una serie di appunta- la Carloni con il suo ultimo
da mostrare e condividere. Una quotidianità che può Off/Side – Teatro lavoro, “Minchia di Re”,
assumere i toni sospesi delle favole senza venir mai del Presente, tratto dall’omonimo romanzo
meno all’urgenza del racconto, filo conduttore progetto curato di Giacomo Pilati. I mesi di
dell’opera dell’artista. E si ritrova l’amore per dalla Compagnia marzo ed aprile vedranno
Ancona, terra d’adozione, accanto alla magia di Vicolo Corto in protagonista la danza: il 16
essere madre, nelle creazioni della Fiorentino espo- collaborazione marzo Daniele Albanese
ste nel capoluogo da Papier, in via degli Orefici con lo Stabile della Compagnia Stalk
(fino al 5 novembre): “Geografia emozionale” delle Marche e porterà in scena “Something
l’emblematico titolo a legare le proposte, maglie di l’Amat, e con il about today (The Vicious
un mondo al femminile dove cosmo interno ed sostegno degli Circle)”, protagonisti lo
esterno si compenetrano riflettendosi l’uno nell’al- assessorati alla stesso Albanese insieme con
tro. E’ un mondo popolato di donne e principesse Cultura del Lucia Palladino e Manfredi
quello delle stoffe su cui la china ha lasciato linee Comune e della Perego. Il 25 e 26 marzo
morbide e fluide, ma al contempo decise e marcate: Provincia di toccherà ad una delle
curve nere che segnano un ideale percorso dialogi- Ancona. “Abbia- danzatrici marchigiane più
co, un flusso di coscienza in cui irrompono macchie mo mantenuto la apprezzate anche per le sue
di colore acceso che spezza, violento, l’incantesimo promessa fatta lo esperienze all’estero:
narrativo. Perché l’opera di Silvia Fiorentino porta scorso anno, Rebecca Murgi, che
alla luce ataviche contraddizioni: il sospetto della quando ci impe- presenterà il suo ultimo
mater crudele accostata alla dolcezza femminile. E gnammo a pro- progetto, “Concerti”, in
poi ci sono gli oli su tela dalle sfumature marine muovere e soste- collaborazione con l’Istituto
dell’azzurro, dove la carica espressionista si palesa nere una stagione musicale Pergolesi di
nel colore vibrante. E ancora i dipinti dedicati al di teatro contem- “Maratona di New York”, produzione dello Stabile delle Marche Ancona. La sezione si
capoluogo, incuranti della prospettiva e delle pro- poraneo di alta concluderà l’8 aprile con la
porzioni, perché l’architettura è sentimento, mondo qualità; la Dorica –inciso Giarlo e Rebecca Murgi. Il menti con il teatro contem- performance di quattro
raccontato e non fotografato. Non è un caso che dell’assessore Andrea 14 e 15 gennaio 2011 sul poraneo. Nella doppia veste promesse della giovane
nell’opera dell’artista trovino spazio le parole, Nobili- in questo modo palco Synergie Teatrali, di attori e registi Cristian danza contemporanea
disposte a cornice nel ritmo della raffigurazione. conferma la sua vocazione compagnia di Ascoli Giammarini e Giorgio italiana emerse dalla Vetrina
Tratti continui e naif, come nelle cartoline appese a alla contemporaneità, Piceno, con lo spettacolo Lupano si confrontano con della giovane danza d’auto-
cascata e nei disegni a pennarello dalle linee infanti- appunto, e la sua propensio- “Blackout”, regia di il testo di Edoardo Erba, re promossa dal network
li. Un universo colorato, quello di Silvia Fiorentino, ne a farsi luogo della Stefano Artissunch, prota- uno fra i più tradotti e Anticorpi XL: Marco
in cui il linguaggio non può prescindere dal rappor- sperimentazione artistica”. gonisti Stefano Artissunch, rappresentati al mondo, D’Agostin, Marta Bevilac-
to affettivo con il paesaggio, tanto da fondersi in un Dieci gli appuntamenti fino Pier Giorgio Cinì, Laura vincitore del Premio qua, Matteo Fantoni e
unicum spazio-corpo in cui i sentimenti vanno ad aprile al Teatro studio Graziosi e Stefano Tosoni. Candoni (1992); lo spetta- Giulio D’Anna. A chiudere
espressi nel momento stesso in cui affiorano. Ecco alla Mole Vanvitelliana La rassegna continua il 25 colo è stato già in scena a la rassegna, il 27 aprile,
allora che tutto può diventare sostrato per l’opera, (ore 21.30). Si prosegue il gennaio (repliche fino al Milano con successo. Il 4 e Danio Manfredini che
tutto concorrendo a soddisfare il bisogno di raccon- 17 dicembre (replica 18) 30 gennaio) con una delle il 5 febbraio sarà la volta la porterà in scena una riedi-
tare, anche pezzi di stoffa e spille, ricompresi in con la Compagnia Vicolo ultime produzioni del volta del sodalizio artistico zione de “I tre studi per
quella fluida linea nera che raccorda le coscienze e Corto/Hangar CultLab, Teatro Stabile delle nato tra Vasco Mirandola e una crocefissione” risalente
le memorie. che presenteranno la loro Marche, “Maratona di Enrica Salvatori, attore lui al 1992.
Rosemary Martarelli ultima produzione, “Box New York”, nell’ambito del e danzatrice lei, con lo M. A.
PAGINA
22 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010

Scherma, mondiali Parigi – Il Ct azzurro Cerioni: “Siamo


determinati”
Proprio nelle ore in cui andiamo in stampa, Parigi, la capitale francese, ospiterà i campionati mondiali di scherma.
Mondiali in programma dal 4 al 13 novembre 2010, ai quali parteciperà, tra le altre compagini, l’Italia femminile di
fioretto. Il commissario tecnico jesino Stefano Cerioni non è spaventato dalla pressione che in questi giorni sta un
po’ condizionando le atlete azzurre, considerata la loro forza: “I favori del pronostico non ci devono né illudere né
distrarre. Siamo pronti ad affrontare l’evento con la giusta determinazione”. Questa la squadra azzurra di fioretto
femminile: Elisa Di Francisca (Jesi), Arianna Errigo, Ilaria Salvatori, Valentina Vezzali (Jesi). (R.I.R.)

Intervista con Tarcisio Pacetti, presidente Panathlon International Club di Ancona


“Premiare chi lo possiede per noi è un… obbligo”

“Il fair play? Un dono!”


Mondiali volley: “A Brasile e Bulgaria? Cartellini rossi!”
mondo evidenzia solo ed operato per la promozione ley mondiale. Insomma, tutto gioco, sacrificio, determina-
PAOLO PAPILI esclusivamente segnalazioni del fair play attraverso cam- andava benissimo se non fos- zione, ma soprattutto corret-
repressive: giallo (fatto nega- pagne locali e nazionali, se stato per quella partita…”. tezza”.
tivo), rosso (fatto fortemente conferenze, articoli sui me- Brasile-Bulgaria… E’ l’identikit di Oscar
negativo). Quanto la repres- dia, libri, interventi alla ra- “Già. Il PalaRossini era Pistorius? Non a caso l’ave-

I
l Panathlon è un’associa- sione può migliorare lo stato dio e alla televisione. E’ il stracolmo come non mai, gli te invitato…
zione internazionale ri- delle cose? Per questo, con i numero uno, un esempio da spettatori pregustavano lo “Un testimonial perfetto
conosciuta, che persegue nostri obiettivi abbiamo pen- seguire, un riferimento inso- spettacolo, ed invece… sap- di una giornata unica, orga-
l’obiettivo di approfondire, sato al cartellino verde”. stituibile”. piamo tutti come è finita. Non nizzata dal Panathlon e che
divulgare e difendere i valori Oltre al cartellino verde Fair play, quello che non mi sarei mai aspettato di vi- ho fortemente voluto. Desi-
dello sport, inteso come effi- vi siete distinti anche con il si è visto ad Ancona ai re- vere una situazione del gene- derio e voglia di mettersi in
cace strumento per la forma- premio fair play… centi Mondiali di pallavolo re, con un risultato finale de- gioco: un’efficace sintesi del
zione della persona e come “Il fair play è un… dono maschile. ciso a tavolino dalle due squa- messaggio che, attraverso
veicolo di solidarietà tra uo- e premiare chi ne è dotato per “Non riesco ancora a ca- dre che volevano entrambe quell’incontro, si è voluto
mini e nazioni, senza alcuna noi è un obbligo. I premi ad pacitarmi su quello che è perdere per situazioni di co- lanciare all’opinione pubbli-
distinzione di lingua, colore Ancona, come in tutta Italia, accaduto. Sono un grande modo. E’ stato davvero un ca ed agli occhi degli oltre
e razza”. Parole e musica del sono di tre specie: il premio appassionato di questa disci- tradimento in piena regola, duemila studenti della provin-
presidente del Panathlon In- ‘gesto’, ad esempio, lo scorso plina e ho vissuto questo uno schiaffo alla cultura del- cia di Ancona che hanno gre-
ternational Club di Anco- anno l’abbiamo consegnato evento con grande entusia- la pallavolo”. mito le tribune del Palaindo-
na, Tarcisio Pacetti, un fiu- all’ex allenatore dell’Ascoli smo e partecipazione, forse Certi principi bisogne- or”.
me in piena di idee e di con- Pillon, per aver fatto segnare ancora di più di quello che rebbe trasmetterli a scuo- Il Panathlon non finisce
cretezza: “Sentiamo la neces- agli avversari della Reggina; vidi nel ‘78. Ho avuto il la… mai di sorprendere…
sità di incrementare la visibi- il premio ‘carriera’ al Cardi- piacere di rivedere tanti ami- “La scuola deve organiz- “Se avessimo fatto meeting
lità degli eventi positivi, cer- nale Mazza, per le sue attitu- ci, come Edwards Skorek, zarsi. Il Coni, è molto bravo soltanto con i soldi dei soci
cando di limitare al minimo Tarcisio Pacetti
dine generali nell’insieme che, prima di cederlo alla a finanziare l’attività di base, non avremmo mai raggiunto i
l’eventuale cronaca di quelli tributo per iniziare questo im- della sua carriera sportiva; il Panini Modena, era con me incaricando un diplomato alle nostri scopi. Dietro ad ogni
negativi. Famiglia, scuola e portantissimo cambiamento premio ‘promozione’ ad Al- alla Lubiam. Oggi, l’ex gio- scienze motorie. Bisognerà iniziativa c’è un progetto, una
società, tutti possono fare culturale, epocale, può e deve ceo Moretti, che proprio non catore polacco veste i panni lavorare molto su diversi struttura capace e vincente. Poi
molto: un determinante con- fornirlo lo sport. Oggi questo poteva mancare. Alceo ha di dirigente della Federvol- aspetti: voglia di mettersi in i risultati arrivano”.

Il Comune sta organizzando A tu per tu con Dario Duca, socio del Panathlon International Club
degli eventi per il 6 novembre di Ancona, discobolo, pluricampione juniores e master
Offagna: grande “I ragazzi? Da irrobustire”
attesa per “Ho iniziato con il calcio che oggi sono impegnato:

l’inaugurazione a quattordici anni, per ritro-


varmi discobolo e vivere l’at-
letica quotidianamente”. Il fa-
seguo i ragazzini del Falco-
nara”.
Anche da tecnico le sod-

dello stadio brianese Dario Duca, 68 anni,


socio Panathlon Internatio-
nal Club di Ancona, raccon-
disfazioni non sono manca-
te, immagino…
“In passato Ernesto Mo-
“Raimondo ta il suo percorso: “Giocare a
pallone mi piaceva, avevo ini-
ziato a tirare i primi calci con
scatelli arrivò in nazionale
juniores. In tempi più recen-
ti un plauso lo meritano sia
Vianello” la Fortitudo Fabriano. I miei
genitori, però, non erano
molto entusiasti…”.
Francesco Piagnerelli, sia
Elisa Coltrinari”.
Piccoli Dario Duca cre-
E poi che cosa avvenne? scono, insomma…
“Durante gli allenamenti “Adesso è molto difficile
rimasi affascinato dal lancio lavorare con i ragazzi. Nelle
del disco. Un giorno un mio scuole, ad esempio, la parte
amico mi chiese se volessi atletica non la insegna più
provare: mi piacque e la mia nessuno. Oggi gli insegnanti
famiglia fu felice”. nell’orario di educazione fi-
Lasciò il calcio imme- sica consegnano un pallone
diatamente? ai ragazzi e li lasciano gio-
“No, continuai a giocare care senza grosse pretese, così
ancora per un po’, il distacco è dura coltivare potenziali
non fu imminente, ma ormai atleti”.
avevo fatto la mia scelta”. Spesso ci si lamenta sul-
Con le prime competizio- la mancanza di strutture…
ni magari… “Secondo il mio modesto
“A sedici anni partecipai Il discobolo fabrianese, Dario Duca parere, oggi ce ne sono an-
ai campionati studenteschi ed che troppe. Se ripenso a
iniziai il mio cammino con la trasferimento ad Ancona…”. ta: 48,22 metri nel lancio del come ho cominciato io, vie-
Stamura Ancona, presieduta Racconti… disco. Con questo risultato ne da sorridere…”.
da Enzo Politi. Disputai an- “Mi sposai e mi stabilii migliorai il record nazionale Si spieghi…
Lo stadio di Offagna che qualche gara con il mar- nella città in cui ancora oggi master, detenuto in quel mo- “Partivamo con il pulmi-
tello, ma io preferivo il disco, vivo”. mento dall’olimpionico Car- no anche quattro volte a set-
Grande attesa ad Offagna per l’evento che caratteriz- dove vinsi il titolo regionale Ritornò alla Stamura? melo Rado. L’ultimo titolo re- timana. Ci allenavamo al
zerà la giornata di sabato 6 novembre 2010, quando il juniores battendo il record di “No, me ne andai in gionale l’ho conquistato a campo delle Saline a Seni-
sindaco Stefano Gatto taglierà il nastro per inaugurare il Migliarini”. un’altra Società sportiva: la quarantotto anni”. gallia, visto che ad Ancona
nuovo stadio del Borgo medioevale intitolato a Raimon- Poi? Ceramica Adriatica del pre- Tante soddisfazioni otte- il campo di calcio era riser-
do Vianello, l’artista romano scomparso lo scorso 15 “Dovetti espletare il ser- sidente Giancarlo Trapane- nute anche viaggiando… vato solo per il calcio, eppu-
aprile, all’età di 87 anni, che da ragazzo trascorreva molte vizio militare. Andai a Roma se. In seguito tornai alla “Proprio così. Partecipai re andavamo volentieri. Oggi
estati a Villa Malacari, ad Offagna, dove andava a trovare al Centro atleti, ottenendo di- Stamura Endas, gareggiando ai campionati del mondo, ma quello che manca è il sacri-
sua cugina Arianna e lo zio Alessandro Malacari. Per screti risultati ai campionati fino all’età di quarantanove ottenni ottimi risultati a li- ficio dei ragazzi, non gli im-
celebrare tale evento, l’Amministrazione comunale sta laziali”. anni”. vello europeo: ad Atene arri- pianti”.
organizzando una serie di iniziative, in collaborazione Mai un’interruzione… Tante squadre, tanti vai quarto, a Budapest quin- Del Panathlon che cosa
con il Coni e la Figc, tra le quali la più importante è il “Mai. Dopo il congedo, successi… to ed a Malmoe settimo”. ne pensa?
convegno che si terrà all’interno della Chiesa del S.S. tornai a Fabriano e gareggiai “Vinsi 15 titoli italiani Ha mai pensato di alle- “Penso che abbiamo un
Sacramento, con inizio alle ore 15.30, dal titolo “Lo sport: con la Società sportiva del- del disco e 4 nel peso. A nare? ottimo presidente: Tarcisio
comunicazione, formazione ed educazione”. l’Atletico fino all’età di tren- quarant’anni la mia soddi- “Anche quando gareggia- Pacetti è davvero unico”.
Roberto I. Rossi taquattro anni. Poi arrivò il sfazione più grande d’atle- vo ho sempre allenato. An- Paolo Papili
10 NOVEMBRE 2010 MARCHEdomani PAGINA
23
“Venicemarathon”: Marcella Mancini sesta
A Venezia, nella venticinquesima edizione della maratona lagunare, Marcella Mancini ha conquistato il titolo
italiano sulla distanza, che fa il bis con quello da lei vinto nel 2006 a Padova. L’atleta del Runner Team 99 ha chiuso
con il tempo di 2h37:23 e il sesto posto assoluto in gara. Di origine abruzzese, la 39enne Mancini è marchigiana dal
punto di vista sportivo: infatti vive e si allena a San Benedetto del Tronto. Bronzo tricolore per la pesarese Laura
Giordano (Industriali Conegliano/2h40:36), campionessa italiana uscente, preceduta al traguardo dalla debuttante
Melissa Peretti (Co-Ver Sportiva Mapei/2h39:23). La Venicemarathon, con 7mila atleti al via, ha visto il successo del
keniano Simon Kamama Mukun (2h09:35) e, tra le donne, dell’etiope Makda Harun Haji (2h28:08).

Il commento Calcio, Eccellenza – Il patron dell’Ancona 1905, Andrea Marinelli, confida


Annullare nella realizzazione di una nuova struttura: “Sto valutando l’ipotesi di crearla”
i Gp
di F.1
quando
“Serve un nuovo stadio”
diluvia “Il progetto? Più piccolo rispetto al Del Conero e coperto”
Chi ha vinto a Yeongam? struito peggio. È assurdo di- stagione, non me lo fanno
La safety-car! Chi ha perso? PAOLO PAPILI sputare partite su quel cam- utilizzare per motivi di or-
La Fia (Fédération interna- po. Comprendo perfetta- dine pubblico”. Da qui
zionale de l’automobile)! Sì, mente che salendo di cate- l’idea di costruire un nuo-
perché il primo Gran premio goria dovremmo ritornare a vo impianto: “Ho indivi-
di Formula 1 disputato nel giocarci, ma, secondo me, duato il campo d’atletica
circuito della regione di
Honam in Corea del Sud,
domenica 24 ottobre, anda-
va annullato a causa della
L o stadio di proprietà
oggi non è più un de-
siderio, ma una neces-
sità sempre più pressante.
proprio in questo periodo
andrebbero iniziati i lavori
per rimetterlo in sesto. Il
problema è che non posso
Italo Conti alle Palombare,
il pensiero può sembrare
suggestivo e mi piace. Re-
alizzare in quell’area uno
Una società ha nella gestio-
forte pioggia che ha condi- ne dell’impianto uno stru- essere solo io a sostenere stadio da 10-12 mila posti
zionato tutta la gara. Certo, mento al quale non può e determinati costi. Fino ad sarebbe meraviglioso. La
i piloti, a quei livelli, sono in non potrà in nessun modo oggi ho sentito molte pro- proposta l’abbiamo inoltra-
grado di affrontare partico- rinunciare se vuole imma- messe da parte delle istitu- ta, il Comune ci chiede di
lari situazioni climatiche e ginare di programmare un zioni, ma pochi fatti. Sto temporeggiare prometten-
meteorologiche, ma per futuro di competitività spor- valutando seriamente l’ipo- doci aiuti, ma so che non è
quanto si è visto in televisio- tiva di alto livello. Quando tesi di creare un altro sta- così. Per tornare a giocare
ne, il non avere il coraggio si parla di stadio di proprie- dio, molto più piccolo ri- al Viale della Vittoria biso-
di stoppare in modo definiti- tà, per ciò che riguarda spetto al Del Conero, coper- gnava sistemare l’area d’in-
vo il Gp non ha permesso di Ancona, non s’intende ne- to e con vicino un campo gresso della curva nord e
assistere ad un evento lega- cessariamente uno stadio per gli allenamenti. Un so- verificare la staticità della
to ai veri valori dello sport. diverso dal “Del Conero”, gno? Semplicemente tribuna coperta. Tutto que-
La cronaca di quanto è ac- L’Ancona 1905 al Del Conero contro l’Atletico Piceno (1-1) un’idea. Ritengo che sia più sto non è stato fatto e con
se nell’immediato futuro
caduto. Una forte e consi- l’attuale impianto, dopo sviluppare. Eppure a San dell’Ancona, Andrea Ma- vantaggioso costruire un l’Elpidiense Cascinare (il
stente pioggia anticipa la una serie di modifiche, ris- Benedetto del Tronto l’im- rinelli, ha lanciato l’idea di nuovo stadio piuttosto che giornale sarà in stampa
partenza, nonostante ciò vie- pecchierà necessità sempre pianto è stato coperto, a modernizzare l’impianto di migliorare il vecchio. Il ndr.) dovremmo traslocare
ne dato il via, ed appena più evidenti. Questo argo- Jesi esiste un progetto per Passo Varano: “Il Del Co- Dorico? E’ un gioiello, ma un’altra volta”. Non si può
dopo 4 giri, sul totale dei 55 mento, però, dalle nostre migliorare il “Carotti”, ad nero è un pozzo senza fon- nonostante degli accordi andare avanti così, serve
in programma, la safety car parti sembra impossibile da Ancona no. Il presidente do, concepito male e co- ben precisi presi ad inizio una svolta.
fa il suo ingresso in pista,
considerato che la sicurezza
era a rischio per la scarsa
visibilità. Durante il giro di
Rugby – A tu per tu con Maurizio Longhi, presidente Calcio - Al
ricognizione la direzione di Comitato regionale Marche Fir: “Siamo in continua crescita” PalaRossini
gara decide di sospendere la
corsa e di riavviarla dopo la Coppa
un’ora. L’autentico diluvio,
che si abbatte sul circuito
di Yeongam, costringe le vet-
ture a ripartire ancora in
“Il problema? I campi” dei
Campioni
regime di safety car. La visi- Un recente dato pone arbitri. Una cifra do? La Coppa dei Campio-
bilità rimane scarsa e la nazionale italiana di considerevole, “Sono legate, quasi esclu- ni, negli anni tramutata in
l’asfalto, di recente stesura, rugby davanti a quella di considerato che il sivamente, agli impianti spor- Champions League, il tro-
non riesce a drenare al calcio, un bel risultato movimento è in tivi. Partendo dall’aspetto feo dalle grandi orecchie,
meglio. E in compagnia frutto… continuo aumen- tecnico, il rugby si deve gio- conquistata nel corso dal-
della safety car i piloti com- “Dell’attività svolta to. Una concreta care su manti erbosi, con i l’ultima stagione dall’Inter
piono ben 14 giri, arrivan- dalla Federazione in que- testimonianza del- fili d’erba superiori tra i 2 e di Mourinho, ha riscosso
do ad un totale di 18 su 55. sti ultimi dieci anni, Fede- la positività del i 4 centimetri rispetto a quel- un enorme successo al Pa-
La pioggia diminuisce il suo razione che si è mossa per nostro lavoro. Il li dei campi di calcio, e tro- laRossini di Ancona. L’ini-
impatto sulla pista, e la centrare importanti obiet- fatto che i genito- vare impianti adeguati alle ziativa, promossa dal Cen-
gara, fino alla fine, produ- tivi di qualità. Non è un ri dei giovani at- nostre esigenze è molto dif- tro coordinamento Inter
ce una serie infinita di emo- caso, infatti, che i vari test- leti abbiano l’in- ficile. E’ già raro avere a di- Club, ha visto il capoluogo
zioni e di incidenti, con i match disputati dall’Italia teresse di seguire sposizione dei campi, pensa- marchigiano quale quarta
piloti in grande difficoltà. siano stati organizzati con- i propri figli ed re poi che siano attrezzati tappa del viaggio itinerante
Frenate lunghe con derapa- tro squadre di livello su- anche di entrare a con fondi in erba, anche sin- programmato per far cono-
te, testa-coda, tamponamen- periore, in modo che il far parte in modo tetici, come richiesto dalle scere il trofeo conquistato
ti a catena, costringono ben pubblico potesse vedere attivo e dinamico nostre esigenze sportive, è, dal team nerazzurro, a con-
otto protagonisti ad uscire all’opera il meglio del delle società spor- nel nostro territorio regiona- clusione di una stagione
di scena. Con la safety car rugby mondiale e, al tem- tive dove militano le, un aspetto molto partico- davvero incredibile. Un
che torna in pista al 20°, al po stesso, la squadra di tali figli è un ri- lare e difficile da centrare. viaggio che si concluderà
22°, al 24° ed al 33° giro, Mallett si potesse confron- sultato che ci im- Questo è il problema mag- nel corso della prossima
per dare l’opportunità ai tare con formazioni in gra- prime una spinta giore. Quello minore, ma non primavera, dopo aver toc-
tecnici di liberare il circui- do di offrire un grande essenziale nel pro- tanto, è legato al mondo dei cato 35 città italiane.
to dai residui dei numerosi spettacolo, con un impe- sieguo del nostro media, i quali non ci offro- (R.I.R.)
sinistri. Insomma, ben 18 gno particolare da parte lavoro, come Fe- no, purtroppo, il dovuto ri-
giri su 55 sono stati per- della squadra azzurra, evi- Maurizio Longhi derazione”. scontro considerato l’impe-
corsi in compagnia della tando di uscire con un ri- A tal proposi- gno che come Federazione Maratona di
safety car! Un terzo dell’in- sultato devastante. Una tesserati, di squadre e di to, si stanno organizzando rivolgiamo ad uno sport in
tera gara. Con quali ri- impostazione degli eventi società nel mondo del corsi per dirigenti ed alle- costante crescita, non solo New York:
scontri? Spettacolo (quel-
lo sportivo) azzerato, auto
che ha permesso all’Italia
di crescere. Qualche anno
rugby italiano, marchigia-
no nello specifico. Affron-
natori?
“La didattica federale
nelle Marche ma in tutta
Italia”.
25 i
distrutte, piloti arrabbiati fa la nostra nazionale era tare squadre davanti a noi nazionale organizza, da Nel 2009 le Marche, marchigiani
e pubblico, sia quello pre-
sente intorno al circuito
al di sotto della norma, su-
bendo sconfitte molto pe-
nel ranking mondiale ha
fatto sì che emergessero i
tempo, corsi per tecnici a
cadenza annuale. E, per
dopo 30 anni, hanno ospi-
tato l’Italia in un test-ma-
in gara
che quello davanti alle te- santi, ora il livello del team nostri valori”. quanto ci riguarda, a livel- tch svoltosi al “Del Duca” Saranno 25 gli atleti mar-
levisioni di tutto il mondo, azzurro è cresciuto, e i con- Uno sport, il rugby, in lo marchigiano, considerato di Ascoli Piceno contro le chigiani che parteciperanno
che non ha avuto l’occa- fronti sono quasi alla pari continua crescita in Ita- l’approccio crescente delle Isole Samoa. C’è, oggi, la alla Maratona di New York,
sione di seguire un Gran con quasi tutte le squadre lia ed anche nelle Mar- persone nei confronti delle possibilità che il team del la più celebre al mondo, in
premio vero, bensì una se- internazionali. Non è un che… nostre società, ci stiamo atti- Ct Mallett torni a giocare programma domenica 7 no-
quenza di incidenti che caso che l’Italia sia entrata “Qualche anno fa i dati vando per dare il via a corsi nella nostra regione? vembre 2010, tutti membri del
hanno falsato l’esito finale a far parte negli ultimi anni ufficiali dei tesserati nella per dirigenti, ma anche per “Considerato che il ca- “ColleMar-athon”/Futur, con
del Gp. Quindi, per mante- del torneo delle ‘Cinque nostra regione ci resero fe- le mamme dei ragazzini di- lendario del 2010-2011 è il patrocinio dell’Assemblea
nere alto il livello dei valo- nazioni’, torneo diventato, lici, considerati i circa sposte ad organizzare i ‘terzi già completo, le Marche legislativa delle Marche e del-
ri dello sport, consigliamo per l’appunto l’attuale ‘Sei 1.900 atleti iscritti; oggi, tempi’, un modo, questo, per sono fuori dai test-match. l’Università di Urbino. Cor-
di inserire nel regolamento nazioni”. E la conseguen- nella stagione 2010-2011, ampliare le conoscenze di Le possibilità nel prossimo rere nella “grande mela” sarà
della F.1 una normativa za mediatica, molto forte, il numero dei tesserati è tutti coloro che si avvicina- futuro sono quelle di ospi- l’occasione per i 25 marato-
che imponga lo stop defini- ha fatto incrementare il nu- salito a 2.900, con 2.200 no al rugby”. tare le nazionali Under 18 neti marchigiani per far cono-
tivo quando sul circuito in- mero degli spettatori nei giocatori e 700 persone Quali sono le maggiori e 20 ed anche quelle fem- scere alla metropoli statuniten-
combe un diluvio. vari stadi dove l’Italia ha che ricoprono ruoli di di- difficoltà che sta incontran- minili”. se le bellezze e le peculiarità
Rob. I. Ros. giocato, oltre al numero di rigenti, di allenatori e di do il rugby in questo perio- Roberto I. Rossi della terra marchigiana.
PAGINA
24 MARCHEdomani 10 NOVEMBRE 2010