Sei sulla pagina 1di 45

APPARATO LINFOIDE

Apparato
linfatico

Organi linfoidi
CENTRALI
Midollo osseo rosso
Timo
PERIFERICI
Milza
Linfonodi
MALT
Noduli linfoidi solitari
Tonsille
Placche di Peyer
Appendice

Linfa
Liquido che imbeve i tessuti (istolinfa)
Liquido che filtra dai capillari (emolinfa)

Vasi linfatici
Capillari e reti dorigine
Precollettori
Collettori pre e post linfonodali
Tronchi linfatici principali

Capillare e
collettore linfatico

I fluidi plasmatici escono dai capillari


sanguigni per due ragioni:
pressoria
strutturale
Diametro del poro: 6-7 nm
Circa 20 volte il diametro di una molecola di acqua
Passano anche: ioni, piccole proteine, antigeni

Linfa
Liquido che filtra dai capillari (emolinfa)

15 ml/min; il 90% riassorbito

In condizione normali NON presentano


vasi linfatici:
Cristallino
Cornea
Epidermide
Cartilagine
Non sono presenti veri e propri vasi
linfatici:
Sistema nervoso centrale
Ossa e midollo osseo
P t d
Parte
della
ll placenta
l
t
Endomisio
Alterazioni del sistema linfatico edema:
linfedema

Vasi linfatici
Capillari e reti dorigine
Precollettori
Collettori pre e post linfonodali
Tronchi linfatici principali
Dotto toracico e dotto linfatico destro

I capillari linfatici sono molto permeabili


Iniziano a fondo cieco nella matrice extracellulare
Azione aspirante del capillare linfatico
Forma cilindrica, diametro medio: 10 - 60 m
- Endotelio (senza pori ma con discontinuit tra cellule)
- Membrana basale discontinua

Vasi linfatici
Capillari e reti dorigine
Precollettori
Collettori pre e post linfonodali
Tronchi linfatici principali
Dotto toracico e dotto linfatico destro

STRUTTURA DEI PRECOLLETTORI

Vasi brevi, composti


p
da:
- Endotelio e membrana basale continua
- Cellule muscolari lisce ad andamento spirale
- Posseggono qualche VALVOLA (semilunare)

Capillari e reti dorigine


Precollettori
Collettori pre e post linfonodali
STRUTTURA:
Endotelio e strato sottoendoteliale
2 strati muscolari ad andamento elicoidale
Strato connettivale esterno con fasci
connettivali di ancoraggio che continua con il
connettivo della capsula del Linfonodo
- Hanno numerose valvole

Vasi linfatici
Capillari e reti dorigine
Precollettori
Collettori pre e post linfonodali

Tronchi linfatici principali


(giugulare, succlavio, broncomediastinico)

Dotto toracico e dotto linfatico destro


(dotto toracico e tronco linfatico destro)

Tronchi
linfatici
principali
i i li
Dotto toracico

LINFONODO

Organo pieno, ovoidale


Diametro da qualche mm a 1,5 cm

1 FILTRA la linfa drenata dai vari distretti anatomici


1.
2. favorisce la RISPOSTA IMMUNITARIA
(linfociti e macrofagi)

Il linfonodo

Capsula
Organizzazione
vascolare
Linfa
Parenchima
Zona
Z
midollare
id ll
(B)
Zona corticale
(T B)
Zona
paracorticale (T)

Linfocentri e
gruppi linfonodali
In giallo sono rappresentati i linfonodi cervicali
superficiali e profondi;
in rosso il gruppo linfonodale laterale del linfocentro
ascellare (linfonodi brachiali) e i gruppi linfonodali
inferomediale e inferolaterale del linfocentro inguinale;
in verde il gruppo linfonodale pettorale del linfocentro
ascellare;
in blu il gruppo linfonodale centrale del linfocentro
ascellare
ll
e i gruppii lilinfonodali
f
d li superomediale
di l e
superolaterale del linfocentro inguinale;
in nero i linfonodi sternali e il gruppo linfonodale
sottoscapolare del linfocentro ascellare;
in viola il gruppo linfonodale sottoclavcolare del
linfocentro ascellare e il tronco succlavio.

Vasi linfatici e linfonodi


superficiali (cute, t. connettivo sottocutaneo,
lato flessorio delle articolazioni)
profondi (ossa, articolazioni, muscoli)
viscerali

Linfonodi regionali
Linfocentro ascellare
Linfocentro inguinale

Grandi tronchi linfatici


Dotto toracico
Dotti giugulari
Dotti succlavi
Dotti broncomediastinici

10

Linfonodi della testa e del collo

11

Linfonodi del collo sono clinicamente PALPABILI


Linfonodi retrofaringei non esplorabili clinicamente

Linfonodi sottomentonieri (I)


Da:

(sulla faccia inferiore del


muscolo miloioideo

- mento
- labbro inferiore
- 1/3 apicale lingua
- regione anteriore cavo orale
A:
linfonodi sottomandibolari
e cervicali profondi

12

Linfonodi sottomandibolari II
(in rapporto con la ghiandola sottomandibolare)
Da:
- ghiandola sottomandibolare
p
palpebre
-p
- naso e guancia
-gengive e denti
-labbro superiore
- 1/3 apicale lingua
A:
Linfonodi cervicali profondi

SCIALOADENITI
PROBLEMI DENTI e GENGIVE
ABRASIONI SUPERFICIE INTERNA DELLA GUANCIA

13

1/3 apicale lingua linfonodi sottomentali e


sottomandibolari

1/3 medio lingua linfonodi cervicali profondi


1/3 posteriore lingua linfonodi del triangolo posteriore

II. Catena cervicale superiore


(dalla base cranica allosso ioide)
III. Catena cervicale media
(dallosso ioide alla cartilagine
cricoidea)
IV. Catena cervicale inferiore
(dalla cartilagine cricoidea alla
regione sopraclaveare)

14

Linfonodi parotidei (vicino e allinterno della ghiandola)


Da:
-meato acustico esterno
-membrana del timpano
-tuba uditiva
- parte inferiore padiglione auricolare
- cute parte laterale volto
- regioni temporale e frontale
- palpebre
- radice naso

A:
Linfonodi cervicali profondi

SCIALOADENITI e CALCOLI DOTTO


STENONE

15

Linfonodi mastoidei (alla inserzione del m. sternocleidomastoideo)


Da:
- meato acustico esterno
superiore e posteriore
- regione temporale
A:
Linfonodi cervicali profondi

Linfonodi occipitali
Superficiali e profondi
Da:
- cute regione nucale
A:
linfonodi cervicali profondi

16

V. Linfonodi del triangolo


posteriore (tra
sternocleidomastoideo e
trapezio)

Linfonodi del triangolo posteriore


Da:
- cuoio capelluto
- regioni laterali e posteriori collo
- 1/3 posteriore lingua
- faringe
- tonsilla

A: linfonodi cervicali profondi

17

Linfonodi cervicali anteriori (superficiali e profondi)


(infraioidei, prelaringei, pretracheali, paratracheali)
A:
linfonodi cervicali profondi
La linfa da testa e collo
affluisce ai
linfonodi CERVICALI
PROFONDI
(lateralmente nel collo, lungo la
vena giugulare interna)

Linfonodi cervicali profondi


superiori e inferiori

RICEVONO la linfa da:


- gruppi linfonodali precedenti e direttamente da:
- cute
- lingua,
lingua faringe
faringe, laringe
laringe,
- parte cervicale esofago,
- trachea, tiroide
Vanno sempre esplorati

MALATTIE LINFOPROLIFERATIVE
(neoplastiche o infettive)
LEUCEMIE
LINFOMI
MONONUCLEOSI
TUMORI TESTA E COLLO

18

TRONCO LINFATICO GIUGULARE


destro e sinistro

Dai linfonodi cervicali profondi emerge il


TRONCO LINFATICO GIUGULARE
DESTRO e SINISTRO

DRENAGGIO LINFATICO DELLARTO SUPERIORE


Tutti i vasi linfatici dellarto superiore
(superficiali e profondi)
raggiungono i
LINFONODI ASCELLARI
(linfocentro ascellare)

19

D i linfonodi
Dai
li f
di ascellari
ll i ha
h origine
i i il
TRONCO LINFATICO SUCCLAVIO (destro e sinistro)

LINFONODI DELLARTO SUPERIORE


LINFONODI SUPERFICIALI
Linfonodi del palmo della mano
Linfonodi epitrocleari: ricevono da ultime 3 dita, lato ulnare
mano e avambraccio
A:
linfonodi e collettori brachiali
LINFONODI PROFONDI
(satelliti dei vasi profondi)
Linfonodi radiali e ulnari
Linfonodi interossei
(anteriore e posteriore)
Linfonodi cubitali
Linfonodi brachiali

20

Il linfocentro ascellare il punto di raccolta della linfa


proveniente non solo dallarto superiore ma anche da
parte del torace e della mammella

DRENAGGIO LINFATICO DELLA PARETE TORACICA

SUPERFICIALE e PROFONDO

SISTEMA SUPERFICIALE
Linfatici da CUTE di regioni toraciche
anteriori laterali e posteriori
anteriori,

linfonodi ascellari
(gruppi diversi)

21

SISTEMA PROFONDO
Comprendono vasi dei MUSCOLI toracici, intercostali,
diaframma e MAMMELLA.
Convogliano la linfa ai linfonodi
ASCELLARI
e anche a quelli
STERNALI
INTERCOSTALI
DIAFRAMMATICI

Dai linfonodi ASCELLARI


TRONCO LINFATICO SUCCLAVIO

Dai linfonodi STERNALI, DIAFRAMMATICI, INTERCOSTALI

DOTTO TORACICO E TRONCO LINFATICO DESTRO

22

TRONCO GIUGULARE E TRONCO SUCCLAVIO

Li f
Linfonodi
di dellascella
d ll
ll

23

Linfocentro
ascellare
brachiali o laterali
toracici o pettorali
sottoscapolari
centrali
sottoclavicolari o
apicali

24

Numero variabile da 15 a 36
5 gruppi:
1. Gruppo brachiale o laterale
2 G
2.
Gruppo toracico
t
i o pettorale
tt
l
3. Gruppo sottoscapolare
(nella parte distale
della piramide ascellare)
4. Gruppo
pp intermedio (o
( centrale))
5. Gruppo sottoclavicolare o apicale (nella parte prossimale della piramide)
Sono solo stazioni di passaggio attraversate dai vasi linfatici per
raggiungere lo sbocco in vena succlavia.

GRUPPO BRACHIALE (4-7)


Corrisponde alla parete laterale dellascella

Si compone di 4-5 linfonodi che si dispongono sulla faccia mediale della


vena ascellare.
Afferenze al gruppo brachiale: linfatici superficiali e profondi dellarto
superiore
Efferenze dal gruppo brachiale: in parte nel gruppo intermedio, in parte
nel gruppo sottoclavicolare, in parte nei linfonodi sopraclavicolari.

25

GRUPPO TORACICO (3,6)


E addossato alla parete mediale dellascella, intorno allarteria toracica
laterale (tra grande pettorale e dentato anteriore).
Si compone di 5-6 linfonodi organizzati in due ammassi:
prossimale e distale.
Prossimale: a livello del II e III spazio intercostale, in corrispondenza
del margine inferiore del muscolo grande pettorale.
Distale: sul decorso dellarteria toracica laterale, allaltezza del V
spazio intercostale o pi in basso.
Afferenze:
mammella, piani cutanei anteriori e laterali del torace,
porzione sovraombelicale delladdome
Efferenze dal gruppo toracico:
ai linfonodi del gruppo intermedio

GRUPPO SOTTOSCAPOLARE (4)


Si compone di 6-7 linfonodi.

Addossato alla parete posteriore dellascella, lungo i vasi


sottoscapolari.
Afferenze al gruppo sottoscapolare: linfatici dai tegumenti e dai
muscoli della parte superiore del dorso e della regione posteriore
della spalla.
Efferenze dal gruppo sottoscapolare: ai linfonodi del gruppo
intermedio.

26

GRUPPO INTERMEDIO (o CENTRALE) (5)


Si trova nel punto di convergenza dei tre gruppi suddetti.
p
di 3-5 linfonodi p
posti nella p
parte media della base dellascella.
Si compone
Afferenze al gruppo sottoscapolare: linfatici dai tegumenti e dai muscoli
della parte superiore del dorso e della regione posteriore della spalla.
Efferenze dal gruppo sottoscapolare: ai linfonodi del gruppo
intermedio
Aff
Afferenze
all gruppo iintermedio:
t
di
solo linfatici efferenti da gruppi
precedenti
Efferenze dal gruppo intermedio: ai
linfonodi sottoclavicolari

GRUPPO SOTTOCLAVICOLARE o
apicale (2,9)
Si trova sopra e medialmente ai
precedenti, con i quali si continua.
Si compone di un certo numero di
linfonodi, posti sotto alla clavicola,
su I e II costa, medialmente alla
vena ascellare.

Essi sono coperti dalla parte superiore del muscolo piccolo pettorale.

27

Afferenze al gruppo sottoclavicolare: dal gruppo intermedio e dagli altri


gruppi dellascella.
Riceve inoltre direttamente alcuni linfatici superficiali del braccio e
talvolta alcuni vasi provenienti dalla mammella.

Dai collettori efferenti dei linfonodi sottoclavicolari


(o apicali) nasce
TRONCO LINFATICO SUCCLAVIO

28

DRENAGGIO LINFATICO DELLA MAMMELLA


tutti i quadranti

gruppo toracico
quadranti mediali

linfonodi sternali
faccia posteriore mammella

linfonodi sottoclavicolari

DIVERSA PROGNOSI

DRENAGGIO LINFATICO DEI VISCERI TORACICI

LINFONODI MEDIASTINICI ANTERIORI


LINFONODI MEDIASTINICI POSTERIORI
LINFONODI BRONCHIALI

TRONCHI LINFATICI BRONCOMEDIASTINICI

29

Linfonodi mediastinici anteriori


Davanti alla vena cava superiore, allarco aortico e
carotide comune sinistra
Ricevono da:
- cuore, pericardio
i
di , pleura
l
polmone,
l
timo,
ti
tiroide,
ti id trachea
t
h

30

Linfonodi
toracici
Sternali
Intercostali
Diaframmatici
Mediastinici
anteriori

31

Linfonodi mediastinici posteriori


Iuxtaaortici
Iuxtaesofagei *
Interaorticoesofagei
Diaframmatici

Linfonodi bronchiali
Linfonodi Tracheobronchiali
Linfonodi della biforcazione
tracheale
Linfonodi dellilo polmonare

Ricevono la linfa da:


- trachea e bronchi
- polmone

Dai linfonodi mediastinici e bronchiali la linfa si getta:


tronco broncomediastinico destro o sinistro
oppure
dotto toracico e tronco linfatico destro

Arto inferiore
Linfonodi tibiali
Linfonodi peronieri
Linfonodi poplitei

LINFOCENTRO INGUINALE

32

LINFOCENTRO INGUINALE

LINFONODI INGUINALI SUPERFICIALI

LINFONODI INGUINALI PROFONDI

LINFONODI INGUINALI SUPERFICIALI


Occupano il sottocutaneo del triangolo femorale, vicino allo
sbocco della grande safena nella vena femorale

33

Linfocentro
inguinale

S.L.

S.M.

L. iliaci
esterni
superficiali
fi i li

I.L.

I.M.

LINFONODI INGUINALI
Superficiali:
Supero-mediali: linf.sup dai genitali esterni,
parte inf
inf.del
del canale anale
anale,
regione perianale, parete addominale inf.,
linf. uterini del legamento rotondo
Supero-laterali: regione glutea e parete addominale inf.
Infero- mediali : linf. superficiali
p
dellarto inferiore
Infero -laterali
(eccetto facce post. e lat.)
Profondi:
collettori efferenti dei linfonodi superficiali,
collettori profondi dei vasi femorali,
dal glande del pene e del clitoride

34

LINFONODI INGUINALI SUPERFICIALI

Drenano linfa da:


arto inferiore
pareti addome
regione glutea superficiale
genitali esterni
perineo

35

La linfa passa dai linfonodi inguinali superficiali ai

LINFONODI INGUINALI PROFONDI


Si collocano in profondit, nel triangolo femorale
E da
d questi
ti la
l linfa
li f prosegue verso i linfonodi
li f
di ILIACI ESTERNI

DRENAGGIO LINFATICO PARETE ADDOMINALE

SUPERFICIALE (cute) e PROFONDO (muscoli)

LINFONODI ILIACI ESTERNI

LINFONODI INGUINALI SUPERFICIALI

36

DRENAGGIO DEI VISCERI ADDOMINALI E PELVICI


I collettori linfatici si anastomizzano formando PLESSI con
interposte catene di linfonodi.

Plesso ILIACO ESTERNO


Plesso ILIACO INTERNO
Plesso ILIACO COMUNE
Plesso LOMBO AORTICO

LINFATICI DELLA PELVI E


DELLADDOME
Plesso iliaco esterno
Plesso iliaco interno
Plesso iliaco comune
Plesso lombo aortico (pre, para,retro)
Tronco linfatico lombare destro
Tronco linfatico lombare sinistro

Tronco
intestinale

Cisterna del chilo

Dotto toracico

37

LINFONODI e PLESSI ILIACI


drenano da:
Apparato urinario
Apparato genitale
maschile
Apparato genitale femminile

La linfa prosegue in alto verso altre stazioni linfonodali


(l. paraaortici)

38

PLESSO
SSO LOMBO
O
O
AORTICO
Linfonodi PRE AORTICI
Linfonodi PARA AORTICI
Linfonodi RETRO AORTICI

39

Plesso lombo aortico


Linfonodi preaortici
((intestino,, pancreas,
p
,
fegato, stomaco,
milza)
Mesenterici
Mesocolici
Epatici
Gastrici
G ti i
Pancreaticolienali

Linfonodi retroaortici

Tronco linfatico intestinale

Tronco lombare sin


sin.

Dotto toracico

40

Plesso lombo aortico


Linfonodi
paraaortici
ti i
rene
surrene
testicolo
ovaio
tuba
utero

Linfonodi retroaortici e
preaortici
ti i
Tronco lombare dx. sn.

Dotto toracico

41

Plesso lombo aortico


Linfonodi
retroaortici
t
ti i

Tronco lombare dx
dx. sn
sn.

In connessione con i
linfonodi paraaortici e
preaortici

Dotto toracico

LINFONODI PARAAORTICI
Vi giunge linfa da apparato urinario e genitale ma dopo
essere passata dai linfonodi iliaci:

su e e
surrene
rene
testicolo
ovaio
tuba
utero

Tronco lombare
destro e sinistro

LINFONODI RETROAORTICI
In connessione con i linfonodi paraaortici e preaortici

42

LINFONODI PREAORTICI
Vi giunge linfa da:
intestino, pancreas, fegato, stomaco, milza

Mesenterici
Celiaci
Mesocolici
Epatici
Gastrici
Pancreaticolienali

Tronco linfatico intestinale

Dai linfonodi para aortici emergono i tronchi linfatici lombari


Dai linfonodi celiaci emerge il tronco linfatico intestinale
Dalla confluenza di questi tre tronchi DOTTO TORACICO

43

DOTTO TORACICO
Origine: II vertebra lombare
Lunghezza: 38-45 cm
Calibro: 4-8 mm
Aspetto e decorso relativamente variabili; provvisto di
valvole
O
Origine:
g e cisterna
c ste a de
del c
chilo
ood
di Pecquet
ecquet

Decorre davanti alle prime


vertebre lombari e alle ultime
toraciche, dietro allaorta e
medialmente al pilastro mediale
destro del diaframma.
Orifizio aortico del diaframma;
poi nel mediastino posteriore,
davanti ai corpi vertebrali e
dietro allesofago.

Alla base del collo piega passando davanti alla cupola


pleurica sinistra fino a raggiungere langolo di confluenza
tra la vena succlavia sinistra e giugulare interna sinistra

44

Nel suo decorso riceve il tronco giugulare, succlavio e


broncomediastinico sinistro.
Riceve anche rami direttamente da linfonodi intercostali e
mediastinici posteriori.

DOTTO LINFATICO DESTRO


Si ha per confluenza nella regione sopraclavicolare dei
tronco succlavio destro, broncomediastinico destro e
giugulare destro.
Lunghezza: 10-12 mm

45