Sei sulla pagina 1di 6

ECONOMIA POLITICA: microeconomia

I mercati imperfetti
Le altre forme di mercato si distinguono per 1) la numerosit delle imprese; 2) il grado di omogeneit del prodotto; 3) lelasticit della curva di domanda.
Numero imprese Monopolio Oligopolio Concorrenza monopolistica Concorrenza Perfetta Una Poche Molte Molte Prodotto Differenziato Omogeneo o Differenziato Differenziato Omogeneo Molto elastica Infinita Elasticit domanda Poco elastica Elastica

Il Monopolio
Una impresa assorbe tutta la domanda. Quindi Px(X). RT = Px(X)*X parabola con RT=O per X=O e Px=0
RMPx Curva di domanda = RE RTmax quando lelasticit =-1

ma vale ancora maxPROCM=RM perch PRO = RT CT = Px*X - CT

Il Monopolio
Il massimo profitto si ottiene ancora fissando X in modo che

CM = RM

(X2)

Poi si sale alla curva di domanda RE per trovare il prezzo corrispondente (A). Il monopolista ottiene cos un extra-profitto B-A razionando X. DISCRIMINAZIONE DEI PREZZI Si pu anche differenziare il prodotto su mercati diversi traendo il massimo che diverse fasce di consumatori sono disposti a pagare: RMa=RMb = CM PRO=RTa+RTb-CT

Loligopolio
Loligopolio un regime di mercato caratterizzato dalla presenza di poche imprese che producono e offrono una merce ad una molteplicit di compratori in concorrenza tra loro. Se le imprese sono due, si parla di duopolio. I beni prodotti e offerti possono essere omogenei o differenziati. La presenza di due o poche imprese sul mercato fa s che si verifichi interdipendenza tra le decisioni prese dalluna e le scelte operate dalle altre La curva di domanda ad angolo Equilibrio in E La curva di domanda incorpora le reazioni dei concorrenti: se diminuisco i prezzi lo fanno anche loro per non perdere clienti; se aumento i prezzi gli altri non lo fanno per portarmi via la clientela. Quindi i prezzi rimangono stabili (spesso collusione) La competizione avviene sulla qualit o sul progresso tecnologico
4

La concorrenza monopolistica
Mentre il monopolio, il duopolio e loligopolio sono forme di mercato caratteristiche della grande impresa, la concorrenza monopolistica riguarda prevalentemente la piccola e media impresa, in particolare il settore dei beni di largo consumo di qualit. Prodotto differenziato: curva di domanda inclinata negativamente come per il monopolio: si genera una rendita di breve periodo. Ma i vantaggi monopolistici non durano nel tempo a causa dellentrata di concorrenti (che copiano), questo erode i margini di profitto e spinge limpresa a ricercare nuove forme di differenziazione del prodotto o ad innovare tecnologicamente i prodotti o i processi produttivi. Quindi le forze concorrenziali si esplicitano nel medio-lungo periodo.

La teoria manageriale dellimpresa


Separazione tra propriet (azionisti) e controllo (manager) Conflitto tra interessi I manager preferiscono gestire imprese pi grandi che garantiscono maggiore prestigio, potere e stipendio Tuttavia devono garantire un PRO accettabile agli azionisti altrimenti perdono capitale a XE dove il PRO superiore a i (C/O) Questo porta ad una crescita dimensionale dellimpresa, ad una concentrazione del mercato e a pratiche collusive
6

CT

RT

Profitto massimo E

Profitto accettabile C/O

Tendono quindi ad ingrandire limpresa sino

Xmin

X0

XE

Xmax