Sei sulla pagina 1di 12

La gerarchia delle fonti di diritto

internazionale e i rapporti fra di


esse Le norme di ius cogens

La gerarchia delle fonti


Fonti/norme di primo grado:
- Consuetudine/norme consuetudinarie,
principi generali di diritto
Fonti/norme di secondo grado:
- Accordi/ norme pattizie
Fonti/norme di terzo grado:
- Fonti previste da accordi/ norme contenute
in fonti previste da accordi
2

Quale circostanza giustifica questa


graduazione?
- Fondamento della giuridicit
delle norme

Principi che regolano i rapporti


tra norme
Gerarchia
Specialit:
- ratione materiae = in relazione alloggetto
delle norme
- ratione pesonarum = in relazione ai
destinatari delle norme
Successione nel tempo

Rapporto tra norme generali e


norme particolari
Le norme generali possono essere derogate dalle
norme particolari?
- Flessibilit delle norme generali
- Principio di specialit ratione personarum delle
norme particolari
Condizione:
La norma generale prevede la possibilit di essere
derogata
Effetto:
La norma particolare prevale tra i soggetti da essa
vincolati
5

Lo jus cogens
Norme di diritto internazionale generale
Non derogabili o derogabili solo da una
norma avente la stessa natura
Effetti:
- limitano la libert dei contraenti nello stabilire il contenuto
dellaccordo : Articolo 53 conv. Vienna - Trattati in conflitto con

una norma imperativa del diritto internazionale generale (ius


cogens)

Possono determinare lestinzione di un trattato: Articolo 64 conv.


Vienna - Sopravvenienza di una nuova norma imperativa del

diritto internazionale generale (ius cogens)

Individuazione delle norme di ius

cogens

Articolo 53 conv. Vienna: norma imperativa del


diritto internazionale generale una norma accettata e
riconosciuta dalla comunit internazionale degli Stati
nel suo insieme come norma alla quale non
consentita alcuna deroga e che pu essere modificata
soltanto da una successiva norma del diritto
internazionale generale avente lo stesso carattere.

Opinio iuris: convincimento del carattere

imperativo della norma


Fondamento: riconoscimento dellesistenza di
valori fondamentali per lintera comunit
internazionale
7

Esempi:
- divieto delluso della forza armata
- rispetto della sovranit e
uguaglianza degli Stati
- divieto di violazioni gravi e
persistenti dei diritti umani
fondamentali
- principi di diritto umanitario
8

Rapporto tra accordi e fonti


previste da accordi
Pu una fonte prevista da accordo derogare allaccordo
che la prevede?
- La forma, i contenuti e gli effetti delle fonti previste da
accordo sono regolati dallaccordo che le
prevedono

Condizione: laccordo prevede la possibilit di essere


derogato attraverso una fonte da esso prevista

In generale: gli accordi presentano una caratteristica di


rigidit non sono derogabili tramite atti emanati in
base ad essi
Casi particolari laccordo prevede di poter essere
modificato tramite atti emanati in base ad esso
9

Rapporti tra fonti di pari grado


Consuetudine v. consuetudine
- Specialit ratione materiae
- Specialit ratione personarum?
- consuetudini particolari
- Successione nel tempo

10

Trattato v. trattato
Se i soggetti dei due trattati coincidono
perfettamente: successione nel tempo /
specialit ratione materiae
Se i soggetti dei due trattati non
coincidono:
a) incompatibilit tra norme
convenzionali illecito
internazionale
b) clausole di compatibilit
11

Fonti previste dal medesimo


accordo
Regolamentazione stabilita
dallaccordo: es. gerarchia
- Criterio di specialit
- Successione nel tempo

12