Sei sulla pagina 1di 18

Le fonti del diritto internazionale

Il diritto internazionale
generale

Caratteristiche del diritto


internazionale
Regola i rapporti fra i soggetti cui sono
indirizzate le sue norme
La funzione legislativa decentrata = manca
un legislatore che si ponga al di sopra dei
destinatari delle norme
Coincidenza di massima tra creatori e
destinatari delle norme
- Tutti i soggetti del diritto internazionale

partecipano alla funzione normativa?

Perch e come nascono le norme


di diritto internazionale
Comunit di soggetti (Stati) che necessariamente
si trovano a dover interagire
Ogni soggetto orienta il proprio comportamento
in funzione della propria utilit come singolo o
come membro di un gruppo
Emergono comportamenti comuni
A un certo punto questi comportamenti vengono
avvertiti non solo come utili e
appropriati/convenienti, ma come obbligatori
per tutti
3

Le fonti di norme internazionali


generali
Consuetudine
Principi generali di diritto
Caratteristiche comuni

Fonti di norme non scritte


Il procedimento di formazione non
regolato dal diritto
Lefficacia nei confronti di un singolo Stato
non dipende dalla sua volont vincolano
tutti gli Stati norme di diritto
internazionale generale
4

La consuetudine internazionale
elementi costitutivi
Elemento oggettivo o materiale:
usus/diuturnitas = ripetizione costante e
conforme di un determinato comportamento
da parte degli Stati
Elemento soggettivo o psicologico: opinio iuris
sive necessitatis = convinzione che il
comportamento sia prescritto dal/conforme al
diritto e/o socialmente doveroso
Il momento della creazione coincide con quello
dellattuazione
5

Critiche alla teoria dualistica


Svalutazione dellelemento soggettivo:
non corrisponde alla realt sino al
momento in cui la norma viene ad
esistere
Gli Stati che danno vita alla norma

consuetudinaria ponendo in essere quel


comportamento sbagliano nel ritenerlo doveroso?

Svalutazione dellelemento oggettivo:


non determinato nella sua consistenza
ed estensione
Consuetudini istantanee?

Laccertamento delle norme consuetudinarie


nella giurisprudenza della CIG
Art. 38 Statuto Corte internazionale di
giustizia:
La Corte, la cui funzione di decidere in base al
diritto internazionale le controversie che le
sono sottoposte, applica:
...
b) La consuetudine internazionale, come
prova di una pratica generale accettata
come diritto

Una prassi copiosa non di per s sufficiente a


costituire lopinio iuris
(v. trattamento personale tecnico presso
rappresentanze diplomatiche Stati esteri)

Il mero fatto che gli Stati dichiarino di riconoscere


certe regole non sufficiente
(v. cooperazione allo sviluppo)

La presenza di una norma in uno o pi trattati non


da sola significativa
(v. lump sum agreements)

Quanto pi la pratica diffusa e costante e il


convincimento sulla doverosit condiviso tanto pi
breve pu essere il tempo di formazione
8

La valutazione dei fatti costitutivi


di una norma consuetudinaria
Non necessario che la prassi sia
perfettamente uniforme se le
deviazioni da essa sono considerate
- illeciti internazionali
- eccezioni alla norma generale
Es.: divieto delluso della forza
- aggressione armata: illecito
- legittima difesa: eccezione al divieto
9

I fatti che concorrono alla formazione


della consuetudine e attraverso i quali si
manifestano prassi e opinio iuris
Prassi diplomatica

diplomazia multilaterale

Giurisprudenza internazionale

Art. 38 Statuto Corte internazionale di giustizia:

La Corte, la cui funzione di decidere in base al diritto internazionale le controversie


che le sono sottoposte, applica:
... d) , le decisioni giudiziarie

Giurisprudenza interna
Trattati internazionali

Trattati multilaterali

Dichiarazioni di principi dellAssemblea generale delle


NU

-Dichiarazione universale dei diritti delluomo 1948


-Dichiarazione sul divieto delluso delle armi nucleari 1961
-Dichiarazione e Programma di azione per linstaurazione di un nuovo ordine
economico internazionale 1974
10

La modificazione delle norme


consuetudinarie

Cambiamenti nella comunit


internazionale contestazione
generalizzata desuetudine /
trasformazione della norma
Rivoluzione sovietica
Guerre mondiali
Decolonizzazione
Disgregazione del blocco socialista
11

La contestazione delle norme


consuetudinarie
La contestazione da parte di uno Stato

Stati di nuova formazione

Lobiettore persistente

pu uno Stato sottrarsi allapplicazione di


una regola consuetudinaria alla cui
formazione si opposto sin dallinizio?

12

Leccezione alla portata generale del


diritto consuetudinario: le norme
consuetudinarie particolari
Vincolano solo un numero
determinato di Stati legati da:

Continuit geografica (consuetudini


regionali)
Partecipazione ad un accordo
internazionale

Norme di diritto internazionale particolare


13

Il contenuto delle norme


cosuetudinarie: esempi
Norme sulla produzione giuridica:

Pacta servanda sunt

Norme sulle relazioni fra gli Stati:


Eguaglianza sovrana degli Stati
Rispetto della sovranit territoriale
Principio del non intervento negli affari interni di uno Stato
Obbligo di soluzione pacifica delle controversie

Norme a tutela dellesercizio del potere di governo


Immunit dello Stato dalla giurisdizione per gli atti jure imperii
Immunit organica/funzionale
Immunit diplomatiche/personali
Norme sui diritti umani:
Divieto di riduzione in schiavit, di genocidio, di apartheid (gross
violations dei diritti umani fondamentali)
14

I Principi generali del diritto


- Art. 38 Statuto Corte internazionale di giustizia:
La Corte, la cui funzione di decidere in base al diritto
internazionale le controversie che le sono sottoposte,
applica:
...
C) I principi generali di diritto [riconosciuti dalle nazioni
civili]

Principi accolti dal diritto interno della


maggioranza degli Stati
Lapplicabilit nel diritto internazionale legata
a una concezione giusnaturalistica del
fenomeno giuridico
15

Nozione e requisiti
Categoria di norme consuetudinarie
Usus: uniforme previsione e applicazione
da parte degli Stati allinterno dei
rispettivi ordinamenti
Opinio iuris: perseguono valori
considerati necessari anche sul piano
internazionale

16

Il contenuto dei principi generali


regole processuali, di giustizia sociale e
di logica giuridica

in materia processuale:
terziet del giudice;
eguaglianza delle parti nel processo;
efficacia del giudicato;

in materia di obbligazioni:
principio dellintegrale riparazione;
diritto al pagamento degli interessi di mora;

in materia di interpretazione degli atti:


principio della conservazione degli atti.
17

Ladattamento dellordinamento italiano alle


norme consuetudinarie di diritto
internazionale
- art. 10 Cost.: lordinamento giuridico italiano si
conforma alle norme di diritto internazionale
generalmente riconosciute

Qual il suo effetto?

18