Sei sulla pagina 1di 4

Come Dungeon Master, creare una storia da zero e sessioni in maniera costante può

rivelarsi davvero difficile: per aiutarvi esistono i manuali ufficiali delle


campagne per Dungeons & Dragons 5e.
Queste “Avventure D&D 5e” sono dei tomi splendidamente illustrati che contengono
tutti i punti narrativi cruciali, i mostri e le mappe di cui avrete bisogno per
creare un’avventura longeva!

Annoverato tra i migliori giochi di ruolo da tavolo mai realizzati, dal suo inizio
nel 1974, Dungeons & Dragons ha generato innumerevoli ambientazioni per tutti i
gusti, con aggiornamenti e nuove edizioni.

Avventure D&D 5e
La quinta edizione tra tutte le altre è quella che dona più importanza a narrazione
ed immersione nel teatro della mente, grazie alla sua semplicità. Le principali
campagne D&D 5e coprono una vasta gamma di luoghi e temi: alcune di queste campagne
sono brutali, altre un giro “piacevole” attraverso curiosi mondi fantasy.

Questi manuali sono la testimonianza della versatilità del sistema Dungeons &
Dragons nel suo insieme. Poiché tutte le campagne sono progettate come sandbox,
potete adattarle al meglio per il vostro party, personalizzandole come lo ritenete
più opportuno.

Avventure D&D 5e
1: Starter Set 5e
2: Stranger Things Starter Set
3: Il Furto dei Dragoni
4: Il Dungeon del Mago Folle
5: Il Tesoro della Regina dei Draghi
6: L’Ascesa di Tiamat
7: I Principi dell’Apocalisse
8: La Discesa nell’Averno
Avventure D&D 5e
1: Starter Set 5e
Avventure D&D 5e
Lo Starter Set di Dungeons & Dragons è la tua porta d’accesso a questo fantastico
mondo. Questa scatola contiene le regole essenziali del gioco oltre a tutto il
necessario per interpretare personaggi eroici, in avventure pericolose, in mondi
fantastici.
Le “Miniere Perdute di Phandelver”, l’avventura inclusa nello Starter Set 5e di
Dungeons & Dragons, è un’avventura destinata a un gruppo di circa 4-5 giocatori,
dove gli eventi e le sfide sono progettati per portare i personaggi dal primo al
quinto livello entro la fine della trama.
Campagna carina e decisamente longeva per un gruppo di giocatori alla prima
esperienza.

2: Stranger Things Starter Set


Avventure D&D 5e
Questo Starter Set è un cofanetto introduttivo che include un’avventura basata
sulla famosa serie Stranger Things. Però stiamo ben attenti a non banalizzarlo come
una semplice trovata pubblicitaria, poichè una volta letti i contenuti possiamo
dire che questa piccola scatola rossa è una delle migliori introduzioni ai moderni
giochi di ruolo da tavolo che si possa trovare sul mercato.

All’interno della scatola troverai cinque personaggi pre-generati, uno ciascuno per
i cinque membri del party come descritto nella Stagione 2 di Stranger Things.

La parte veramente sorprendente del Set è l’avventura stessa, basata su quella che
il gruppo di ragazzi ha giocato brevemente durante la prima stagione. È
estremamente scorrevole e si concentra su come far intraprendere le azione ai
giocatori durante la campagna. Le indicazioni per il DM sono veramente ottime, con
un buono spazio per l’interpretazione. A differenza di Lost Mine of Phandelver –
l’avventura che è stata spedita con lo Starter Set 5a edizione originale –
incoraggia i Dungeon Master ad improvvisare e spiegare il mondo con le loro stesse
parole.

Attenzione, tuttavia, che l’avventura stessa è dolorosamente breve. C’è abbastanza


in questo Starter Set per un massimo di due sessioni al tavolo.

A differenza delle “Miniere Perdute di Phandelver” che porta i giocatori dal primo
fino al quinto livello, questa avventura inizia al terzo livello e termina al
quarto. Ciò significa che ci sono solo una manciata di incontri reali e, sebbene
siano giocosi ed eccellenti per i principianti, i giocatori di ruolo esperti
saranno probabilmente delusi dalla quantità di contenuti offerti.

3: Il Furto dei Dragoni


Avventure D&D 5e
Un’eccellente campagna, piuttosto breve rispetto alle altre, vi porterà dal primo
al quinto livello. Inoltre, il libro fisico presenta una bella mappa estraibile a
colori di Waterdeep.

Per quanto riguarda la storia, il cattivo che verrà interpretato dal Master
dipenderà da quale delle quattro stagioni (Inverno, Autunno, Estate e Primavera)
verrà scelta. Esempi di possibili cattivi includono seguaci di Xanathar ed alcuni
stranissimi adoratori del diavolo. Per quanto riguarda la storia, è effettivamente
una folle corsa per ottenere l’oro prima di chiunque altro.

Né high fantasy né horror, può essere considerata a tutti gli effetti una storia
urbana. Come vi aspettereste, la corruzione è al centro di Waterdeep e ci sono una
moltitudine di fazioni e criminali che i giocatori devono incontrare.

Il tono è piuttosto leggero e offre molte opportunità di gioco divertenti.

Di tutte le campagne, è più adatta a chi ama le indagini piuttosto che le botte da
orbi. Inoltre, diversamente da qualsiasi altra campagna, la posta in gioco non è
così alta: non stai salvando il mondo.

È perfetto per i giocatori principianti o una divertente diversione per i giocatori


che escono da una campagna più pesante, alla ricerca di qualcosa di un po ‘più
leggero.

4: Il Dungeon del Mago Folle


Avventure D&D 5e
Il sequel del “Furto dei Dragoni” porterà i giocatori dal livello cinque al
venti(!). Per far ciò scenderanno a Sottomonte, dove risiede il Mago Folle Halaster
Blackcloak. Nel suo “mondo” troverete un sacco di creature e una serie di strani
portali, che possono condurvi nel multiverso e in altri luoghi dei Reami
dimenticati.

Quindi, questo è effettivamente un gigantesco dungeon sotterraneo, e infinitamente


più hack’n’ slash rispetto al suo predecessore e qualunque altra fra le Avventure
D&D 5e, con lo scopo di fornire una buona dose di combattimenti agli amanti della
lotta.

5: Il Tesoro della Regina dei Draghi


Avventure D&D 5e
Il Tesoro della Regina dei Draghi è stata progettata come la campagna inaugurale
della nuova edizione di Dungeons & Dragons, ossia la 5e, e quindi la prima fra le
Avventure D&D 5e.
In un’audace ricerca di potere, il Culto del Drago insieme ai suoi alleati, cerca
di portare via Tiamat dalla sua prigione nei Nove Inferni.
A tal fine si stanno muovendo da una città all’altra, devastando tutti coloro che
si oppongono e raccogliendo un cumulo di ricchezze per la loro terribile regina.

La minaccia di annientamento è diventata così terribile che tutte le fazioni, dagli


Arpisti agli Zhentarim, si stanno unendo nella lotta contro il culto. Mai prima
d’ora la necessità di eroi era stata così disperata.

L’avventura è sicuramente buona, ma soffre di alcune parti lente e si nota a tratti


che questo materiale è stato sviluppato mentre il gioco (ovvero la 5edizione) non
fosse completamente finito. Tuttavia, la sua dipendenza da situazioni di gioco
divertenti e collaudate gli permette di brillare nonostante in alcuni frangenti sia
caratterizzata da legami deboli o spiegati male.

Ideale per chi è alle prime armi e vuole avventurarsi nel mondo del D&D!

6: L’Ascesa di Tiamat
Avventure D&D 5e
La seconda parte del Tesoro della Regina dei Draghi, l’Ascesa di Tiamat, porta il
party dal livello 8 al 15, ed ha come obiettivo il tentativo di fermare l’ascesa di
Tiamat. Nel corso di questa parte della campagna, il party lavorerà con, e, per il
Concilio, con l’obiettivo di riunire gli alleati nella battaglia contro Tiamat,
distruggere i suoi adepti e, infine, affrontare la stessa regina.

L’Ascesa di Tiamat presenta un fantastico framework e diversi incredibili “dungeon”


per far immergere i personaggi.

C’è molto materiale eccezionale nell’Ascesa di Tiamat: il libro vale la pena di


esser comprato, anche solo per rubare alcune delle fantastiche “location”
presentate.

Per gestirlo come una campagna completa richiederà al Dungeon Master di rielaborare
pesantemente il finale (che non abbiamo trovato convincente) in modo che tutto
quello che i personaggi hanno fatto con il Concilio di Waterdeep incida davvero
sull’economia della campagna.

7: I Principi dell’Apocalisse
Avventure D&D 5e
Terribili calamità stanno flagellando il Nord del Faerun; gli eventi non sono
casuali, ma sono causati dai servitori del Male Elementale.

Il manuale permette di cominciare l’avventura direttamente nel suo vorticoso


epicentro o di introdurre i personaggi gradualmente grazie a un parte introduttiva
che porterà i vostri eroi dal primo al terzo livello.

La parte centrale della trama invece pemetterà ai personaggi di scalare dal terzo
livello al tredicesimo circa.

I Principi dell’Apocalisse è ambientato nei Forgotten Realms e ci sono i giusti


agganci per poter utilizzare le cinque fazioni presentate nella 5edizione. Arpisti,
Guanto D’Arme, Enclave di Smeraldo, Zhentarim e Alleanza dei Lord saranno le
tuniche da poter indossare durante questo viaggio.
Sebbene nessuno dei singoli “dungeon” presenti nei Principi dell’Apocalisse sia
all’altezza di tante altre campagne, la maggior parte di questi è abbastanza buona.
La libertà data ai personaggi su come affrontare i culti elementali dovrebbe
piacere alla maggior parte dei giocatori/DM, anche quelli che criticano le
avventure già pubblicate definendole troppo spesso “railroad”, che secondo loro
obbligano i giocatori a percorrere determinate linee d’azione. I personaggi non
possono semplicemente farsi strada attraverso l’intera campagna e, sebbene sia
quasi sempre un’opzione, ci sono situazioni frequenti in cui l’invisibilità,
l’inganno o la negoziazione sono la scelta “corretta”. In generale, chi saprà
trarre vantaggio dagli attriti tra e all’interno dei culti avrà una “vita più
facile”.

8: La Discesa nell’Averno
Avventure D&D 5e
Sicuramente una delle Avventure D&D 5e più “difficili” di sempre, quella ambientata
a Baldur’s Gate: Discesa nell’Averno ti porta letteralmente ai Nove Inferi, andata
e, forse, ritorno.

Una campagna insolitamente lunga, che porta i giocatori dal 1° al 13° livello, ed
anche un libro abbastanza voluminoso. Sicuramente la campagna “definitiva” per i
fan di Baldur’s Gate (la campagna funge da prequel del videogioco Baldur’s Gate
III) o per quei party che si divertono ad esplorare un inferno saturo di violenza
allo stato puro.