Sei sulla pagina 1di 33

MARTEDÌ 2 FEBBRAIO 2010 € 1,00 Anno 121 - numero 27

Presentazione del Signore


www.ilcittadino.it POSTE ITALIANE S.P.A. - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N° 46) ART. 1, COMMA 1, DCB - MILANO

C R O N A C A IL ROGO IERI POCO PRIMA DELLE 20: UN ALTRO INCIDENTE DOPO LO SCOPPIO ALLA BAERLOCHER Il commento
Carneade
Tavazzano, incendio nella centrale e le polveri
sottili
Brucia un trasformatore, bloccato uno dei gruppi GIOVANNI DITTA

IL LODIGIANO NELLA MORSA DEL FREDDO: SCHIANTI A RAFFICA SULLE STRADE E FERROVIE NEL CAOS

Arriva il gelo: termometro a ­10


n Il “Generale Inverno” è arrivato
anche nel Lodigiano: dopo la neve
caduta a più riprese nel corso del
fine settimana è il gelo adesso la
vera insidia, soprattutto lungo le
strade, teatro di numerosi inciden­
ti nelle ultime ore. Quella di ieri è
stata ancora una mattinata di ri­
tardi sui binari. A Lodi la colonni­
na di mercurio è scesa a ­6 mentre
nella Bassa, dove si è ripetuta la
tradizione dei canti della merla, si
sono toccati addirittura i ­10. Il
freddo durerà una settimana.

«C
alle pagine 4, 9 e 21 arneade, chi era co­
stui»... s’interrogava
n Ieri sera poco prima delle 20 è
scoppiato un incendio nella centrale
E.on di Tavazzano: a bruciare è stato
La centrale
di Tavazzano
è stata
Lodi, la centralina Don Abbondio, nelle
prime righe dell’VIII
capitolo de «I Promessi Sposi».
un trasformatore. Per sicurezza è
stato bloccato uno dei gruppi di pro­
interessata
ieri sera delle polveri sottili Non è azzardato supporre che il
pavido prelato, magari pensan­
duzione dell’energia. Un altro grave da un incendio do al volatile che Perpetua sta­
episodio dopo l’incidente alla Baerlo­
cher di Lodi.
che ha creato
attimi
in tilt dopo il blocco va spennando in cucina, la­
sciasse senza risposta il quesito
di apprensione
a pagina 18 (foto Ribolini) a pagina 11 Nella foto di Pasqualino Borella alcuni bambini giocano con la neve in piazza della Vittoria a Lodi segue a pagina 19

L’ONOREVOLE LODIGIANO IN CORSA PER IL PIRELLONE SVALIGIATO UN NEGOZIO DI TELEFONIA A CODOGNO. A CASALE È POLEMICA DOPO LE RISSE Il commento
Regionali, sarà Gibelli Notte di razzie in negozi e aziende: L’Europa
non sia
il “vice” di Formigoni la Bassa resta nel mirino dei ladri una gabbia
n In caso di LODI
vittoria di For­ Panorama GIANNI BORSA
migoni alle re­
gionali, l’ono­ ¢ SAN GIULIANO Il caso di Silvia, “Chi l’ha visto?”
P
revole lodigia­ rima si è trattato della espo­
no Andrea Gi­
belli della Lega
nord sarà il vi­
Blue Residence, a rischio
i soldi per gli interventi
ancora sulle tracce della 39enne sizione del crocifisso nelle
aule delle scuole pubbliche
in Italia; poi si è passati alla
cepresidente a pag. 14 n La trasmis­ legislazione antiabortista della
della Lombar­ sione di Rai3 Repubblica d’Irlanda; ora al
dia. ¢ SAN COLOMBANO “Chi l’ha vi­ Consiglio d’Europa (CdE) appro­
sto?” è tornata da – non più presso la Corte dei
a pagina 10 Andrea Gibelli Crisi al Fatebenefratelli: Il negozio di cellulari derubato a Codogno ieri sera a diritti umani ma in Assemblea
occuparsi am­ parlamentare – un dibattito per
dopo i tagli si assume
Capra e Minojetti: a pag. 18
n Un’altra notte di furti nella
Bassa. A Codogno svaligiato in
pieno centro un negozio di telefo­
piamente del
caso di Silvia
Tagliabue, la
il riconoscimento giuridico delle
coppie dello stesso sesso in tutto
il continente. L’argomento è
dal centrodestra ¢ BORGO
nini, anche se nel mirino sono fi­
niti capannoni e aziende. A Casa­
39enne di Lodi
scomparsa il
infatti stato segnalato nell’ordi­
ne del giorno della recente ses­
La Bardiafarma all’asta le due risse tra stranieri in quin­ 19 dicembre sione parlamentare al Palais de
in aiuto a Guerini per tre milioni di euro
dici giorni: e ora esplode la pole­
mica.
scorso. l’Europe.
L’organizzazione internazionale
a pagina 11 La troupe di Rai3 a casa di Silvia Tagliabue (nel riquadro)
a pagina 10 a pag. 19 alle pagine 22 e 23 segue a pagina 23

“Imprigionata” tra le porte di un treno: Si nasconde nella fogna dopo il furto:


a Lodi due ferrovieri vanno a processo rom finisce in manette a San Donato
n Si era nasco­
sto nella fogna
a San Donato
dopo aver ruba­
to un tir a San
Giuliano: cattu­
rato dai carabi­
nieri un rom.
In fug a i due
complici.
Lodi, pendolari salgono in carrozza a pagina 13 Il tir recuperato

n Mentre scende dal treno a Lodi


resta imprigionata con il cappotto
in una porta e viene salvata da tre
Era lo specialista
nordafricani, richiamati dalle sue
grida di aiuto. Per quell’episodio,
avvenuto nel dicembre del 2005, che
delle rapine:
ha coinvolto una donna di 56 anni,
due ferrovieri sono finiti a giudizio.
preso barasino
a pagina 11 a pagina 20
2 MARTEDÌ 2 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Economia
MILANO Nuovo affondo di Tremonti SALARI
contro le banche e i banchieri. Il
ministro dell’Economia, tra i rela­
tori di un incontro a Milano, dice
poche frasi ma lapidarie: «L’im­
Retribuzioni a sorpresa: corrono più dell’inflazione
pressione è che i banchieri sia in n Le retribuzioni nel 2009 sono cresciute più (negli ultimi due anni si sono attestati tra il
vacanza, sia al lavoro, sia locali, dei prezzi al consumo, anche grazie al rinnovo 20% e il 30%, con punte del 60%). Nei primi 10
sia centrali facciano qualcosa che di gran parte degli accordi scaduti, alcuni dei mesi dell’anno sono invece crollate le ore di
non è il loro mestiere, e che i go­ quali con il nuovo modello contrattuale. sciopero, sfiorando gli 1,8 milioni (­58,2%). Tra
verni non facciano qualcosa che è Secondo i dati diffusi ieri dall’Istat le le motivazioni principali delle ore perse per
nel loro dovere». retribuzioni contrattuali orarie nell’anno sono conflitti di lavoro ci sono «il licenziamento e la
Il riferimento al recente vertice di aumentate del 3% rispetto al 2008, meno del sospensione dei dipendenti», con il 22,8% del
Davos, che Tremonti definisce «la 3,5% registrato nell’anno precedente, ma molto totale e oltre 400.000 ore perse. A dicembre
montagna incantata», e alla rifor­ più velocemente dell’inflazione che si è sono scaduti una gran parte dei contratti di
ma su tre pilastri della finanza in­ attestata allo 0,8%. Sempre ieri l’Istat ha lavoro (compresi quelli della pubblica
dicata dal Governatore della Ban­ diffuso i dati sulla mobilità nel mercato del amministrazione) e l’Istat segnala che, «ove
ca d’Italia, Mario Draghi, non è lavoro tra il 2004 e il 2008, segnalando che nei non avvenissero rinnovi, la quota in termini di
esplicito ma, comunque, palese. E, quattro anni considerati (prima della crisi monte retributivo del contratti in vigore da
come avvenuto nel fine settimana, economica quindi) sono stati creati 1,1 milioni gennaio 2010 risulterebbe pari al 48,9%, in
il ministro ribadisce che «è diffici­ di posti di lavoro, per la stragrande netta riduzione rispetto a quella osservata a
le pensare che la prossima crisi si maggioranza andati a stranieri (850.000 in più, dicembre». Il ministero della Funzione
eviti con la tecnica». pari al 77% dell’aumento complessivo). pubblica ha commentato i dati sulle
Sul tema della finanza interviene L’aumento della manodopera straniera (passata retribuzioni sottolineando che «sono coerenti
anche il presidente di Confindu­ dal 3% al 6,5% degli occupati totali) è con il quadro di tenuta delle condizioni di vita
stria, Emma Marcegaglia, che, se­ spiegabile in parte con la regolarizzazione di degli italiani e, in particolar modo, dei
duta accanto a Tremonti, chiede persone che già lavoravano in nero, ma lavoratori dipendenti». Nel solo 2009 sono stati
«nuove regole» per la finanza e in­ soprattutto con l’incremento di posti rinnovati 23 accordi per 5,5 milioni di
vita a una riflessione «sugli effetti disponibili in attività pesanti (come ad esempio dipendenti. A livello settoriale, cinque
della separazione delle attività di l’edilizia e l’industria manifatturiera) o appartengono all’industria, otto ai servizi
trading delle banche dalla loro at­ scarsamente appetibili e a bassa privati e dieci alla pubblica amministrazione.
tività» più istituzionali». Per Mar­ remunerazione come i servizi alla persona, la Degli accordi recepiti, sei sono relativi alla
cegaglia «bisogna farlo senza po­ ristorazione e il turismo. Alla fine di dicembre parte normativa quadriennale, dieci al secondo
pulismo e demagogia» e, in parti­ 2009 ­ sottolinea l’Istat ­ erano in vigore 59 biennio economico. Dei sette rimanenti, sei
colare, «nelle nuove regole per la accordi per 11,7 milioni di lavoratori (alimentari, olearie, carta e carto­tecnica,
finanza l’Europa deve fare un pas­ dipendenti coinvolti e un’incidenza in termini chimiche, metalmeccaniche telecomunicazioni),
so avanti, altrimenti ­ sostiene ­ si di monte retributivo pari all’88%. Per contro sono stati rinnovati secondo il nuovo modello
rischiano regole favorevoli agli erano quindi in attesa di rinnovo 1,3 milioni di contrattuale, introdotto nel gennaio 2009, per
Stati Uniti e alle loro banche», non dipendenti, pari al 12% del monte retributivo un totale di circa 2,9 milioni di lavoratori.
utili «alle banche europee». Nel
suo intervento
Tremonti tocca
anche la que­
stione di “Basi­
INTANTO IL DICASTERO DELL’ECONOMIA ANNUNCIA DATI DI BILANCIO POSITIVI CON UN AVANZO DI CASSA DI 4,2 MILIARDI DI EURO

Tremonti, nuovo attacco alle banche


lea 3”. Secondo
il ministro «è la
via diretta per
produrre, laddo­
ve viene applica­
ta, il credit crun­
ch». Un tema,
quello delle nuo­
ve regole sulla
patrimonializ­
zazione della
banche solleva­
to anche a Davos
L’affondo del ministro: «Non sanno fare il loro mestiere»
dal direttore generale di Mps An­
tonio Vigni, secondo il quale le
nuove norme non devono penaliz­
zare gli istituti di credito e le pmi
Mutui: parte
italiane.
Ma l’intervento di Tremonti, al
convegno Aspenia­Ispi, tocca an­
la moratoria
che la questione dei rapporti
esclusivi Cina­Stati Uniti. Per il per le famiglie
ministro dell’Economia è meglio
un G3 di un G2, perché «i tavoli
con due gambe non stanno in pie­
in difficoltà
di, ce ne vogliono almeno 3», e in ROMA Parte la moratoria dei
questo discorso «l’Europa è fonda­ mutui alle famiglie in difficoltà
mentale». Poi, a proposito di Unio­ a causa di perdita del lavoro,
ne europea e di una maggiore coe­ cassa integrazione, invalidità o
sione tra i singoli Stati, Tremonti morte e che potranno sospende­
usa l’ironia e dice: «Dopo l’Era­ re il rimborso del pagamento
smus sarebbe fantastico avere una delle rate per almeno 12 mesi.
squadra di calcio comune». L’iniziativa, “gemella” di quel­
Il ministero del Tesoro, ieri, ha an­ la già lanciata quest’estate ver­
che anticipato dati di bilancio po­ so i debiti delle Pmi, riprende e
sitivi con un avanzo di cassa di 4,2 rende organiche iniziative di
miliardi che dipende ­ spiega il Te­ singoli banche e prevede un ac­
soro ­ principalmente dall’incre­ cordo base stilato dall’Abi e
mento del gettito tributario, da dalle associazioni dei consuma­
sempre un buon indicatore del­ tori a dicembre, cui hanno ade­
l’andamento dell’economia. Il dato rito già 187 banche, ovvero buo­
arriva proprio mentre l’Agenzia na parte del sistema bancario
delle Entrate rende noto ufficial­ italiano. In molti casi, peraltro, Sono 187 gli istituti di credito che hanno aderito al piano per i mutui casa
mente le prime elaborazioni sulle gli istituti di credito hanno am­
dichiarazioni 2009, che segnano un fabbisogno di 1.472 del mese di pliato e migliorato i ter mini sto, costruzione o ristruttura­ «sballata» la stima sul numero
come, anche nel 2008, il gettito è gennaio 2009». E il miglioramento dell’intesa. Le famiglie colpite zione dell’abitazione principale di famiglie interessate, «che
cresciuto grazie anche ad un au­ del saldo del mese di gennaio, ri­ possono così presentare la do­ di 150mila euro, e un reddito non solo non saranno le 530 mi­
mento del 3,07% (+570 euro in me­ spetto allo stesso mese del 2009, ­ manda allo sportello della ban­ dei clienti, che devono essere la già in difficoltà con il paga­
dia) dei redditi dichiarati dagli
italiani: dai 18.540 euro del 2007 ai
spiegano da via XX Settembre ­ «é
dovuto sostanzialmente a un in­ Il gettito ca fino al 31 gennaio 2011 e, in
caso di parere favorevole, entro
stati colpiti da un evento sfavo­
revole nel corso del 2009, di
mento delle rate, ma nemmeno
le 130 mila stimate». Il Coda­
19.110 euro del 2008. Questo anche cremento del gettito tributario». 45 giorni vedranno sospesa la 40mila euro annui. Possono cons consiglia ai consumatori
se è ancora elevatissima la quota
di connazionali (uno su due) che
nelle dichiarazione indica di in­
Ma anche se gli incassi vanno me­
glio c’è evidentemente ancora
qualche nodo da risolvere sul fron­
è cresciuto rata.
Il bacino interessato dal prov­
vedimento stimato dall’Abi è di
aderire anche quanti sono in ri­
tardo nei pagamenti per un
massimo di 180 giorni.
di «aderire solo se in grave dif­
ficoltà con il pagamento». «Va
accertata ­ aggiunge ­ la modali­
cassare sotto i 15.000 euro e si con­ te fiscale. Dalle dichiarazioni dei circa 110­130mila famiglie per Paletti che diverse banche, co­ tà di restituzione degli interes­
tano con il lumicino gli italiani
che dicono al fisco di aver incassa­
redditi 2008 risulta infatti ancora
che la metà degli italiani ha un
grazie a un un valore complessivo di circa 8
miliardi di euro. La sola Mps,
me ad esempio la Popolare di
Vicenza, il Creval hanno allen­
si non pagati, ossia la durata
dei pagamenti, lasciata pur­
to oltre 100.000 euro (uno ogni 100). reddito veramente basso (sotto i che aveva anticipato un anno fa tato in tema di reddito e impor­ troppo alla discrezionalità di
Per quanto riguarda i conti dello
Stato il Tesoro segnala una buona
15.000 euro) e che dichiarano so­
pra i 100.000 davvero in pochi: uno
aumento nelle linee essenziali il conte­
nuto dell’accordo Abi ha, fino a
to per allargare la platea a più
soggetti possibili.
ogni singola banca». Inoltre,
conclude il Codacons, «conside­
notizia. Che ha a che fare princi­ ogni 100. In tutto a dichiarare sot­ ora, sospeso 10mila mutui per Dalle associazioni dei consu­ rando l’andamento dei tassi di
palmente con il fisco: «Nel mese di
gennaio 2010 ­ si legge in una nota
to i 15.000 euro nel 2009 sono stati
19.832.302 connazionali (il 48,2%
dei redditi circa 1 miliardo di euro.
L’accordo quadro prevede dei
matori si levano però delle voci
critiche. L’accordo con l’Abi è
interesse, non ha senso allun­
gare il debito per pagare dopo
­ si é realizzato un avanzo del set­ dei poco più di 41 milioni di con­ paletti nell’accoglimento della stato firmato da 13 associazioni tassi presumibilmente più al­
tore statale pari, in via provviso­
ria, a circa 4.200 milioni, rispetto a
tribuenti censiti).
(Ansa)
dichiarati domanda: un importo massimo
del mutuo destinato all’acqui­
ma non da Adusbef e Codacons.
Secondo quest’ultima, risulta
ti».
(Ansa)

Un 2009 nero per l’economia russa QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE


CATTOLICA

Crisi alle porte e Pil crollato del 7,9% Direttore responsabile


Ferruccio Pallavera
Vice direttore
Aldo Papagni
Società editrice
MOSCA Il peggio sembra passato, ma il 2009 é stato l’anno pil:+ 3,1% nel 2010, +3,4% l’anno successivo e +4,2% nel Editoriale Laudense srl
nero dell’economia russa, il primo in rosso nel decennio 2012. Previsioni che sembrano confermate anche dalle Amministrazione
segnato dalla leadership di Vladimir Putin: lo scorso an­ agenzie di rating Standard and Poor’s e Fitch, sullo sfon­ Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 0371­
544300; fax 544301
no, secondo i dati preliminari dell’agenzia federale delle do dei primi segnali di crescita, della riduzione dell’infla­ Redazione
statistiche Rosstat, il Pil è crollato del 7,9%, contro un in­ zione e dei tassi di interesse: entrambe le società hanno Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 544200;
cremento del 5,6% nell’anno precedente e un aumento elevato recentemente il loro giudizio sul Paese da «nega­ fax 544201; e­mail:redazione@ilcittadino.it
medio del 6,9% dal 2000 al 2008. Una discesa agli inferi tivo» a «stabile». Sito Internet www.ilcittadino.it
che non si vedeva dal 1994, quando il Pil andò a picco, a Per uscire dagli inferi e tornare sotto le luci della ribalta Registrazione Tribunale di Lodi 4­7­1948 n. 2
Registro Stampa ­ Iscrizione al Registro
meno 12,7%. Unico, effimero motivo di conforto è che la economica la Russia deve però superare alcuni ostacoli. Nazionale della Stampa N. 704 del 5­2­1983
battuta d’arresto dell’economia russa è stata leggermen­ Innanzitutto la diversificazione di una economia che di­ Concessionaria esclusiva per la pubblicità
te inferiore alle attese del ministero dello Sviluppo eco­ pende ancora per il 60% dall’export di materie prime, e Pubblimedia srl ­ via Cavour, 31 ­ 26900 Lodi ­
nomico, che aveva previsto un calo dell’8,5%, e dello stes­ quindi ostaggio dell’andamento dei prezzi di mercato, in Tel. 0371­544300, fax 0371­544348;
so premier Vladimir Putin (8,5%­8,7%). particolare quello del petrolio, che con i suoi prezzi stel­ www.pubblimediasrl.it e­mail: info@pubblimediasrl.it
Stampa Sigraf spa ­ Treviglio (BG)
I settori più colpiti dalla crisi economica sono stati quelli lari aveva alimentato il boom durante le due presidenze
Tel. 0363­300330
delle costruzioni (­16,4%), dell’industria della trasforma­ Putin. Finora gli appelli in questa direzione del leader Quote abbonamento quotidiano Euro 210,00
zione (­13,9%) e quello del turismo e della ristorazione del Cremlino Dmitri Medvedev sono rimasti pura retori­ un giorno a scelta Euro 47,00
(­15,4%), mentre hanno tenuto abbastanza l’agricoltura ca. La Russia deve inoltre risolvere la carenza di liquidi­ due giorni a scelta Euro 88,00
(­1,7%) e il settore estrattivo (­1,9%). tà delle sue maggiori società, in mano a oligarchi che C/C int. a: Editoriale Laudense srl n. 17338203 ­ Via
Stando alle statistiche, comunque, il calo del Pil ha co­ hanno finanziato lo sviluppo con i crediti ma che ora si Paolo Gorini 34 ­ Lodi
Copie arretrate Il doppio del prezzo di copertina
minciato a frenare nell’ultimo quadrimestre del 2009 trovano con enormi debiti da pagare: una bomba a orolo­ La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui al­
(­2,1%,), con la ripresa dei prezzi del petrolio, mentre nel geria, secondo alcuni analisti. la legge 7 agosto 1990, n. 250
Putin (apparentemente ignorato dalla folla) in visita a un’agenzia di collocamento prossimo triennio è prevista una crescita progressiva del (Ansa)
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 € 1,00 Anno 121 - numero 28
San Biagio
POSTE ITALIANE S.P.A. - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N° 46) ART. 1, COMMA 1, DCB - MILANO
www.ilcittadino.it

OGGI A LODI UN VERTICE TRA SINDACATI E POSTE ITALIANE: SUL TAVOLO LA “LISTA NERA” DEI DISAGI DELLA CATEGORIA Ricorrenze
Il piccolo
Scoppia la “rivolta” dei postini gregge
di San Biagio
Turni forzati e buchi in organico: cresce la protesta DIEGO FURIOSI
LODI
Cronaca
¢ MELEGNANO
I vandali devastano
la “casa” degli scout
Vandali scatenati alla casa scout di
Melegnano. Razziati computer e vi­
deoproiettori per quasi 4mila euro.
a pag. 17

¢ SAN DONATO
Nascondeva la droga
a due passi dal centro
Bloccato dopo un pedinamento un
marocchino che spacciava in centro:
nascondeva la droga al “Pratone”
a pag. 14

S
Un postino al lavoro: la categoria si sente sotto accusa per colpa dell’azienda L’auto abbandonata nel distributore di piazzale 3 Agosto oggetto di un’asta an Biagio lo veneriamo come
Vescovo e martire. Vorrei
¢ BERTONICO
n I postini del Lodigiano si ribella­
no a chi li accusa di essere colpe­
voli dei ripetuti disservizi degli ul­
Case di riposo, Scontro alla rotonda, Il distributore che nessuno vuole soffermarmi, quest’anno,
soprattutto sulla sua prima
qualifica: San Biagio Vescovo di
timi tempi e lamentano carenze di
organico che li costringono a turni
spesso massacranti. La protesta
sono in arrivo 70enne sotto i ferri
Un 70enne è finito sotto i ferri dopo
ospita anche un’auto misteriosa Sebaste in Cappadocia, Turchia.
Non abbiamo notizie esplicite e
dirette, quindi dovremo basarci
sarà presentata a Poste Italiane in
un vertice oggi pomeriggio a Lodi.
nuovi posti letto lo scontro fra due auto avvenuto alla
rotonda per Casale e la ex Gulf.
n Va a vuoto l’asta per la riquali­
ficazione del distributore dismes­
“ospita” anche una vecchia Alfet­
ta Gtv di misteriosa provenienza.
su informazioni che ci derivano
da altri Vescovi contemporanei
so di piazzale 3 Agosto. Lo stabile
a pagina 22 a pagina 9 a pag. 22 è abbandonato e all’interno a pagina 11 segue a pagina 16

RESTA BLOCCATO IL GRUPPO INTERESSATO DAL ROGO, INGENTI I DANNI Sant’Angelo, Il dialetto
Tavazzano, dopo l’incendio nel capannone Prufüm
nove tonnellate ad mélga
centrale a potenza ridotta di eternit e ad pulénta
LODI n Il gruppo 6 della centrale E.on di A destra n Smonta il
Tavazzano (in grado di produrre fino uno scorcio tetto in eternit
PINO PAGANI
Dopo il “blocco” a 400 megawatt di potenza) è fermo. Il
giorno dopo l’incendio al trasforma­
della centrale
che E.on
e, i nve c e d i
smaltirlo, con­
tornano le auto
T
tore di lunedì sera sono ancora in gestisce serva 9 tonnel­ ame sa füsom astai adré a
corso le indagini per riuscire a capi­ a Tavazzano: late di materia­ scaldàs aturn a ‘n camìn
e lo smog risale re le cause dell’incidente. L’Arpa ha
confermato che non ci sono stati
l’incendio
sviluppatosi
le cancerogeno
nel capannone:
cun le bèle bràsche ruse
invernighénte, fai da
sversamenti di olio nell’ambiente. La lunedì sera nei guai un im­ schìde ‘d lègna e séca, scultém
potenza della centrale è ridotta di un ha messo prenditore di vüna d’le tante còse d’ucasiòn
terzo, ma non si registrano disagi. fuori uso Sant’Angelo. ca d’invèrn in d’le cà ‘d campa­
uno dei gruppi gna o in stàla, cun le giurnàde
a pagina 19 dell’impianto a pagina 21 Lastre di eternit cürte, is truèvun le nümeruse
familie di paisàn.

Lodi, 50 donne all’anno Lavoratori in nero, Incô invéce sém in salòt,


sprufundàd in una pultrùna ‘d
finta pèl lüstra e scüra da­
uccise dal tumore al seno: una maxi multa d’nàns a ‘n lungh calurìfor ad
vècia ghìsa cun tacàd­atàch un
pìcul cuntenitur ad ceramica
Il blocco è servito, ma non basta
«Manca la prevenzione» al locale notturno nustràna, cun serevìa pitürad
una spécie ad fiùr artìstich cal
a pagina 9
a pagina 9 a pagina 23 segue a pagina 13

LA PROVINCIA CHIEDE SOSTEGNO


In breve
¢ CASALE
I carabinieri scoprono
Graffignana, canti e lacrime al musical
un dormitorio abusivo
I carabinieri cercano l’autore di una ris­
sa e scoprono un dormitorio abusivo.
dedicato al deejay morto al volante
LODI
a pag. 24
Si farà una perizia
¢ OSPEDALETTO
per l’incidente
La carne di Cremonini
arriverà fino in Russia del giudice Forleo
n Sarà una
La carne lavorata da Cremonini ser­ perizia della
virà a fare hamburger in Russia. procura a
a pag. 22 chiarire le
n Canti, lacrime e applausi cause dell’inci­
a Graffignana per il musi­ dente che il 4
Il presidente della Provincia con il governatore della Lombardia Roberto Formigoni ¢ SPORT cal dedicato a Lorenzo Cop­ dicembre scor­
pi, il deejay morto in un in­ so ha coinvolto
Il Coni ai calciatori:
Sviluppo del Parco tecnologico: «Stop alle bestemmie»
cidente stradale. Il giovane
aveva attivamente collabo­
rato alla preparazione del­
alle porte di
Lodi il giudice
Clementina
Foroni in missione da Formigoni «Bestemmie nel calcio». Dura presa
di posizione del presidente del Coni.
lo spettacolo e gli amici lo
hanno voluto ricordare.
Forleo. Il giudice Forleo
a pagina 11
a pagina 12 a pag. 35 a pagina 20 L’applauso dedicato a Lorenzo Coppi (a sinistra)
2 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Esteri
A fianco il presidente iraniano IRAN
Ahmadinejad e Berlusconi, sotto
l’abbraccio tra il premier e Netanyahu
E Teheran annuncia
ROMA «Il problema della sicurez­
za in Israele è fondamentale. Ora altre nove esecuzioni
ancor di più perché c’è uno Stato
che prepara l’atomica, uno Stato
Mousavi: «Dittatura»
che ha una guida che ricorda per­ n Gli obiettivi della rivolu­
sonaggi nefasti del passato». zione islamica del 1979 non
Ad affermarlo è stato ieri il presi­ sono stati realizzati poiché
dente del Consiglio Silvio Berlu­ sono ancora intatte «le ra­
sconi durante la firma degli ac­ dici della tirannia e della
cordi bilaterali tra Italia e Israele dittatura» che avevano con­
nel palazzo del governo a Gerusa­ traddistinto l’epoca dello
lemme. Berlusconi punta l’indice Shah Reza Pahlevi. È un
contro il «progetto denunciato attacco durissimo all’esta­
dall’Iran di avvalersi di una pos­ blishment politico­religioso
sibilità atomica nucleare, che po­ della Repubblica Islamica
trebbe sfociare in un’arma nucle­ quello sferrato dal leader
are. «È una cosa ­ dice il premier riformista Mir­Hossein
in conferenza stampa ­ che tutti Mousavi, che ieri ha rila­
gli Stati del mondo devono consi­ sciato un’intervista al sito
derare con web “Kale­
grande attenzio­
ne». Il presiden­
te del Consiglio
IL PREMIER IN VISITA RIBADISCE LA POSIZIONE ITALIANA AL FIANCO DI GERUSALEMME E ATTACCA AHMADINEJAD me.org”.
Le dichiara­
zioni di

Berlusconi: «Sanzioni forti all’Iran»


assicura che fa­ Mousavi
rà ogni sforzo assumono
perché di fronte un significa­
alla minaccia di to ancora
Teheran «non ci più profon­
sia indifferenza do perché
e che ci sia la sono diffuse
volontà, che si durante le
traduca in fatti celebrazioni
concreti, di fer­
mare questo
progetto».
«Quanto agli
«Il problema della sicurezza in Israele è fondamentale» del Fajr (al­
ba), i dieci
giorni che
precedono
sviluppi di un’eventuale conti­ di Gaza ci è costata tante vite l’anniversario della rivolu­
nuazione da parte dell’Iran del
percorso per dotarsi di un’arma
atomica, spero proprio che la Co­
umane. Per quanto riguarda la Si­
ria siamo molto contenti se ini­
zierà un dialogo, sarà un processo
Italia­Israele: zione che verrà celebrato
nella Repubblica Islamica
l’11 febbraio. «La rivoluzio­
munità internazionale sappia
mettere in campo delle sanzioni
forti che possano dissuadere il go­
molto lungo che inizia con un dia­
logo. Noi siamo pronti ad iniziare
questo dialogo senza condizioni».
perfetta sintonia ne ­ ha affermato Mousavi ­
non ha rimosso tutte quelle
strutture che avevano por­
verno di Teheran dal progetto nu­
cleare». Secondo il Cavaliere, il
Berlusconi ha ringraziato il pre­
mier israeliano per l’accoglienza tra il premier tato al totalitarismo e alla
dittatura. Oggi ­ ha aggiun­
gover no iraniano «non ha un e per le “parole di simpatia” rivol­ to ­ sussistono contempora­
grande sostegno popolare. Anzi,
ha contro di sé una forte opposi­
te all’Italia. E annuncia che que­
sto “importante vertice bilaterale
e Netanyahu neamente elementi che por­
tano il Paese verso la ditta­
zione che è nostro dovere sostene­ continua nel tempo” perché si è GERUSALEMME Era cominciato come tura e altri che lottano
re ed aiutare. Auspico che si pos­ deciso di ripetere l’appuntamento un duetto, é finito quasi come un (contro questa forma di
sa arrivare alla dissuasione ri­ “ogni anno”. «Credo che i rappor­ idillio, condito da scambi di com­ governo, ndr)». Mousavi,
spetto al progetto nucleare senza ti e gli approfondimenti tra i no­ plimenti reciproci, lodi, manifesta­ uscito sconfitto alle elezio­
dover arrivare a uno scontro ar­ stri ministri e le firme degli ac­ zioni ripetute e insistite di amici­ ni presidenziali dello scor­
mato che nessuno vuole». cordi daranno grande impulso ai zia. Alla fine, fra Silvio Berlusconi so 12 giugno, ha quindi
«Ho messo al corrente il presiden­ rapporti tra i nostri due paesi, tra e Benyamin Netanyahu, il più sen­ severamente criticato la
te Netanyahu dei colloqui avve­ i nostri due popoli e le nostre due timentale è stato inaspettatamente repressione con cui le forze
nuti con Putin al riguardo e delle economie», sottolinea il premier il premier israeliano, malgrado la di sicurezza hanno contra­
assicurazioni che Putin mi ha da­ Berlusconi. serietà degli argomenti affrontati stato in questi mesi le pro­
to, ma credo di poter dire che ne­ (AdnKronos) (dalla minaccia nucleare iraniana, teste antigovernative. «Sof­
gli ultimi tempi c’è una forte con­ all’eterno conflitto in Medio Orien­ focare i media, riempire le
sapevolezza anche nella Federa­ te) e il carattere in genere misura­ carceri e uccidere brutal­
zione russa del pericolo rappre­ to della sua personalità. mente la gente che manife­
sentato dall’Iran», ha sottolineato Le attestazioni di stima più enfati­ sta pacificamente per i suoi
il Cavaliere.
«Sarò portatore della volontà di L’UNIONE COSTRETTA A SPOSTARE IL SUMMIT AD ALTRA DATA, MA L’IRRITAZIONE È FORTE che sono risuonate a proposito del­
la posizione assunta da «Silvio»
diritti ­ ha concluso ­ sono
segnali che indicano che le
Israele di riprendere i negoziati», sull’Iran. E a dispetto di qualche radici della dittatura e del­
ha affermato ancora il premier. mugugno recente per il livello del­ la tirannia (dell’epoca dello
L’Italia ha sempre avuto e conti­
nuerà ad avere una «posizione
chiara: siamo sempre stati vicini
a Israele e continueremo a farlo,
Rinvio Usa del vertice con la Ue: l’interscambio con Teheran. Posi­
zioni che esprimono «una fermez­
za, una chiarezza e una scala di va­
lori» degne di essere portate ad
Shah, ndr) sono rimaste
intatte».
Intanto, il vice capo della
magistratura iraniana,
convinti della sua assoluta buona
causa», ha detto ricordando di
aver proposto “nel lontano 1994
un piano Marshall” e torna a met­
imbarazzo in Europa e in Spagna «esempio a molti altri leader del
mondo», intona ‘l’amico Benyami­
n’. E che possono dare all’Italia «un
ruolo importante per reclutare un
l’hojjatoleslam Seyyed
Ebrahim Raeisi ­ citato
dall’agenzia d’informazio­
ne ‘Fars’­ ha annunciato
tere a disposizione la città di Eri­ BRUXELLES Obama mette in imbaraz­ non sarà a Madrid ma sarà invece in fronte internazionale in grado che saranno impiccati nei
ce per un incontro che porti alla zo l’Unione europea che, dopo la can­ Indonesia (dove ha passato parte del­ In breve d’impedire all’Iran di dotarsi di ar­ prossimi giorni nove dimo­
pace in Medio Oriente, eventual­ cellazione della presenza del presi­ la gioventù) e in Australia, ha co­ mi atomiche». stranti arrestati durante le
mente anche supportano i costi dente Usa al summit bilaterale con munque innescato una situazione di ¢ AFGHANISTAN Anche sul Libano, altro fronte cal­ proteste antigovernative
necessari». «Potete contare su di l’Ue il 24­24 maggio a Madrid, ha de­ crisi all’interno stesso dell’Ue dove do, Netanyahu non manca di mani­ scoppiate in Iran. «Altre
noi per dare una grande spinta al­
la pace», dice Berlusconi rivolto
ciso di spostare il vertice a un’altra
data. Unione europea e Stati Uniti
già si sentono le tensioni di una pre­
sunta rivalità tra Van Rompuy, nuo­
Dialogo aperto coi taliban festare «apprezzamento» per il
compito svolto dal contingente ita­
nove persone saranno pre­
sto giustiziate per aver par­
al premier israeliano Benjamin
Netanyahu. Poi ricorda che anche
sono in «stretto contatto» per trovare
«una soluzione che vada bene a en­
vo presidente del Consiglio, e Zapate­
ro, presidente di turno. Il presidente
Karzai in Arabia Saudita liano in seno a Unifil (la forza in­
ternazionale schierata dall’Onu
tecipato ai recenti scontri
avvenuti nel Paese», ha
«Bettino Craxi credeva nell’ac­ trambi» su quan­ spagnolo sarà gio­ Il dialogo coi taliban, auspicato alla sin dalla fine della guerra del 2006), affermato Raeisi in visita a
cordo e credeva che Arafat era in­ do fissare il pros­ vedì a Washin­ Conferenza di Londra sull’Afghanistan, pur denunciando la prosecuzione Qom, città non distante da
tenzionato ad andare a questo ac­ simo vertice bila­ n Il presidente gton per un ceri­ sta prendendo quota, dopo un incontro di «un enorme flusso di armi» dal­ Teheran. «(I condannati a
cordo». terale, ha fatto sa­ di turno monia spirituale svoltosi in segreto alle Maldive. E da ie­ la Siria in direzione delle milizie morte, ndr) sono tutti lega­
Poi l’invito all’Europa, «entrata pere oggi un por­ di Bruxelles, alla quale viene ri il presidente Karzai è in Arabia per di­ sciite di Hezbollah. Mentre sulla ti a movimenti anti­rivolu­
alcuni mesi fa in un momento di tavoce della Com­ Zapatero, tradizionalmente scutere con re Abdullah le prospettive questione dei rapporti fra Israele e zionari che avevano l’obiet­
stasi»: «Ora si è data un ministro missione europea. invitato un ospite di dialogo fra governo e oppositori. Turchia ­ strategici storicamente tivo di mettere a repenta­
degli Esteri, chiederò presto un Mentre una fonte in difficoltà straniero e, in per Israele, ma deterioratisi negli glio la sicurezza dell’Iran»,
colloquio per portare a questo al­ della presidenza per il “niet” quell’occasione, ¢ FRANCIA ultimi mesi sull’onda di una serie ha precisato il vice capo
to rappresentante la nostra visio­ spagnola Ue ha anche sul non potrà celare il di polemiche con il governo islami­ della magistratura. Lo scor­
ne dei problemi di cui l’Europa
deve interessarsi. E le priorità so­
chiaramente di­
chiarato che «é
fronte interno suo imbarazzo. Le
assicurazioni del
Processo dopo 10 anni co moderato di Tayyp Erdogan ­ ri­
sponde «sì, grazie» all’ipotesi di un
so 28 gennaio nella Repub­
blica Islamica sono state
no la soluzione della crisi medio­
rientale e il problema dell’Iran”.
molto improbabi­
le ora che il Summit ci sia» e che co­
portavoce del Con­
siglio di Sicurezza nazionale Usa,
sulla strage del Concorde intervento di mediazione di Berlu­
sconi, amico personale anche di
eseguite le condanne a mor­
te di Mohammad Reza Ali
»Vogliamo la pace con tutti i vici­ munque «tutto dipenderà dalle di­ Mike Hammer, che Obama è sempre Il 25 luglio 2000 il Concorde F­BTSC di Erdogan. E questo senza dimenti­ Zamani e Arash Rah­
ni, inclusa la Siria ­ ha aggiunto ­ scussioni a Bruxelles. «La decisione impegnato in «forti relazioni con Air France diretto a New York si schian­ care il richiamo ai buoni uffici del manpur, due giovani accu­
La nostra posizione è ancora vali­ finale sulla nuova data ­ ha detto la l’Europa», non basteranno infatti a tò su un albergo di Gonesse. Morirono premier italiano nei confronti del sati di far parte di un grup­
da», ha assicurato dal canto suo fonte spagnola ­ sarà presa in colla­ convincere Zapatero che aveva fatto 113 persone, 109 tra turisti tedeschi e rais dell’Autorità nazionale pale­ po filo­monarchico e rico­
Netanyahu. «Però purtroppo Si­ borazione con le istituzioni europee, di questo primo vertice con gli Usa personale di bordo e 4 persone nell’ho­ stinese, Abu Mazen (Mahmud Ab­ nosciuti colpevoli del reato
ria e Iran ancora mandano armi a in particolare con il presidente Van della sua presidenza europea una tel. Dieci anni dopo il dramma, e dopo bas) per un ritorno «senza precon­ di Moharebeh (essere nemi­
Hezbollah così come ad Hamas. Rompuy». L’annuncio della Casa «priorità». una lunga inchiesta durata otto anni, si dizioni» al tavolo del negoziato. co di Dio).
L’azione di Hamas dalla Striscia Bianca che Barack Obama a maggio (Ansa) è aperto ieri a Pontoise il processo. (Ansa)

Estrazioni del I punti di tensione


Obama sfida la Cina: «Vedrò il Dalai Lama»
02/02/2010
BARI 10 71 70 26 19 TIBET
CAGLIARI 42 52 86 83 58 Pechino si oppone con forza all'eventuale
FIRENZE 46 36 1 23 11 incontro tra il Dalai Lama, il 16 febbraio
76 25 81 26 47

Il presidente ignora il monito di Pechino


GENOVA
MILANO 38 65 74 81 50
in visita negli Stati Uniti, e Obama
NAPOLI 40 79 9 1 7
PALERMO 82 55 68 14 75
ROMA 80 64 54 82 10
TORINO 34 38 58 55 5 WASHINGTON Botta e risposta tra Pechino e Washington tra il governo centrale e il Dalai Lama sono una questio­
VENEZIA 32 25 61 85 23 mentre continua a salire la tensione tra i due paesi. Alla ne interna alla Cina». «Ci opponiamo a qualsiasi tentati­
NAZIONALE 26 82 71 68 59 Cina che ammoniva il presidente Barack Obama che un vo di una forza straniera di interferire con le questioni
10 36 46 65 79
incontro col Dalai Lama sarebbe dannoso per i rapporti interne cinesi usando come pretesto» il leader spirituale
25 38 52 70 80 tra le due nazioni, la Casa Bianca ha risposto immediata­ tibetano, ha aggiunto. «Il Dalai Lama è un leader cultura­
32 40 55 71 82 mente annunciando che Obama incontrerà il leader reli­ le e religioso rispettato in tutto il mondo e il presidente
34 42 64 76 86 gioso in occasione del suo prossimo viaggio negli Stati Obama si incontrerà con lui in questa veste ­ ha detto il
Uniti. Il portavoce della Casa Bianca Bill Burton ha inol­ portavoce della Casa Bianca ­ Deve essere chiaro che noi TAIWAN
tre sottolineato che Obama aveva già espresso ai dirigen­ consideriamo il Tibet parte della Cina. Abbiamo comun­ Dopo la decisione degli Stati Uniti
Jolly Super Star
ti cinesi, in occasione del suo viaggio di novembre in Ci­ que preoccupazioni nel campo dei diritti umani sul trat­ Barack Obana di vendere armi a Taiwan la Cina
8 26 32 40 62 88 87 18 na, la sua intenzione di incontrare il leader religioso tibe­ tamento riservato ai tibetani. Sollecitiamo il governo ci­ ha annunciato sanzioni alle
MONTEPREMI: 138.232.487,86
tano. Il Dalai Lama aveva visitato gli Stati Uniti poco pri­ nese a proteggere le tradizioni religiose e culturali del Ti­ società Usa che effettueranno tali
ma del viaggio di novembre di Obama in Cina e il presi­ bet». «Riteniamo le nostre relazioni con la Cina mature transazioni
QUOTE SUPERENALOTTO
Punti 6: - Punti 5: 38.647,84
dente Usa aveva ritenuto opportuno, per non irritare i di­ abbastanza per cercare di lavorare insieme sulle questio­
Jackpot:135.500.000,00 Punti 4: 324,77 rigenti cinesi, non incontrare all’epoca il leader tibetano. ni di interesse comune, come il clima, la economia globa­ INTERNET
Punti 5+1: - Punti 3: 17,69 Zhu Weiqun, responsabile del Partito comunista cinese le, la non­proliferazione, affrontando nello stesso tempo Gli Usa hanno apertamente accusato la
QUOTE SUPERSTAR per le etnie e gli affari religiosi, aveva affermato in una in modo franco i problemi dove non siamo d’accordo ­ ha Cina di "pirateria informatica" dopo che
Punti 6: - Punti 3: 1.769,00 conferenza stampa che il suo governo si opporrà con for­ aggiunto il portavoce ­ il presidente Obama è impegnato Google aveva reso noto che hacker cinesi
Punti 5+1: - Punti 2: 100,00 za ad un eventuale incontro tra Obama e il Dalai Lama, a creare relazioni positive, globali e di cooperazione con
Punti 5: - Punti 1: 10,00
erano entrati nelle caselle postali di
Punti 4: Punti 0:
che comincerà una visita negli Stati Uniti il 16 febbraio la Cina». dissidenti cinesi
32.477,00 5,00
ANSA-CENTIMETRI prossimo. Secondo il responsabile di Pechino «i rapporti (Ansa) Il Dalai Lama ANSA-CENTIMETRI
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 3
il Cittadino
Interni
OGGI IL VARO DEL CONTESTATO DISEGNO DI LEGGE, RITENUTO “AD PERSONAM” DALL’OPPOSIZIONE; BOCCIATI TUTTI GLI EMENDAMENTI

Giustizia, fuoco amico tra Pd­Idv e Udc


Casini apre sul legittimo impedimento, no del centrosinistra
ROMA È scontro alla Camera sul le­ leva fare significa indebolire, anche brizio Cicchitto commenta lo scam­
gittimo impedimento, il provvedi­ alle verifiche successive, la tenuta bio di accuse: «Pd e Idv sono giusti­ Quando è legittimo impedimento
mento che permetterà a premier e
ministri di rimandare le udienze dei
processi in cui sono imputati. Ad ar­
complessiva di questo provvedimen­
to». Su questi punti si dovrebbe defi­
nire la possibilità di un’astensione
zialisti, e l’Udc, al di là del suo desi­
derio di smontare il bipolarismo, si
ritrova sull’altro fronte, quello del
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Milleproroghe: saltano
roventare i lavori dell’Aula la spac­
catura delle opposizioni, con l’Udc
che tende una
da parte dei centristi.
Il presidente dei deputati del Pdl Fa­
garantismo».
(Adnkronos)
Incontri istituzionali con capi di Stato,
capi di governo o ministri di uno Stato
estero
condono e piano case
mano alla mag­ ROMA Il “piano casa” e la riapertura
gioranza e Pd e Attività svolte quale presidente dei termini del condono del 2003 in n La scure delle
Idv che attaccano del Csm, comandante delle Forze armate favore in particolare dei cittadini inammissibilità
i centristi. Ieri campani che non ne hanno potuto si è abbattuta su
l’aula, dove ha e presidente del Consiglio supremo usufruire, saltano dal decreto “mille­ quasi metà
preso il via la di­ di difesa proroghe” in discussione in commis­
scussione gene­ sione Affari Costituzionali al Senato. delle proposte
rale, ha respinto PREMIER E MINISTRI Le due proposte di modifica, la prima di modifica,
con 343 voti con­ a firma del relatore Lucio Malan circa 300 delle
trari (a favore Riunioni del Consiglio dei ministri (Pdl), e la seconda a nome dei senato­ 650 presentate
238) le pregiudi­ ri del Pdl Carlo Sarro e Vincenzo Ne­
ziali di costituzio­ Convocazioni del Parlamento, del spoli sono infatti state considerate
nalità presentate Senato e della Camera inammissibili dalla presidenza della commissione. La
da Dario France­ scure delle inammissibilità, tra l’altro, si è abbattuta su
schini del Partito Incontri istituzionali con capi di Stato, quasi metà delle proposte di modifica, circa 300 delle 650
democratico e Fe­ capi di governo o ministri di uno Stato presentate. L’opposizione e le associazioni ambientaliste
derico Palomba estero plaudono alla scelta di bocciare il nuovo condono e il
dell’Italia dei va­ “piano casa”. «Uno stop ­ commenta Ermete Realacci del
lori. Pd e Idv sono Pd ­ alla tendenza inveterata in questa maggioranza di
intenzionati a da­ PRESIDENTI CAMERA E SENATO abbassare i livelli di legalità, di dare il via libera al ce­
re battaglia nono­ Convocazione del Parlamento in seduta mento selvaggio, di favorire gli interessi speculatori e
stante i tempi comune o della Camera presieduta consentire nuovi scempi nelle città e nel territorio». So­
contingentati: il no state «evitate nuove ferite al territorio», plaudono an­
voto finale è in­ che Wwf e Fai. I presentatori dell’emendamento, però,
fatti già fissato non demordono. «Lo ripresenteremo in Aula ­ dicono ­
per oggi pomerig­ SENATORI E DEPUTATI perché vogliamo un pronunciamento chiaro e senza equi­
gio. Partito De­ Convocazione del Parlamento in seduta voci sulla questione. C’é un problema di legittimità per la
mocratico e Idv popolazione campana». La tagliola delle inammissibilità
hanno presentato insieme quasi 300 Il guardasigilli comune o della Camera di appartenza è scesa anche su diversi emendamenti del relatore, come
emendamenti. Angelino Alfano Convocazione della giunta quello che imponeva agli enti locali di non computare i
«State facendo ­ dice in Aula Pierlui­ (a sinistra) dividendi delle ex municipalizzate ai fini del Patto di sta­
gi Castagnetti (Pd) ­ una legge ine­ e l’onorevole o della commissione di appartenenza bilità interno o quello sul rimborso dell’Iva sulla tariffa
quivocabilmente incostituzionale». Taormina, rifiuti. Fuori anche la proposta del Pd “salva­Eutelia”,
Per Piero Fassino la maggioranza avvocato Inoltre le alte cariche delle Stato possono non per la creazione di un fondo di garanzia all’Inps per rim­
vuole reintrodurre «il lodo Alfano del premier, comparire in udienza se impegnate in ogni altra borsare i lavoratori in credito di almeno quattro mensili­
con legge ordinaria, chiamandolo fotografati ieri attività essenziale nell’esercizio delle loro funzioni tà. Restano in piedi gli emendamenti sugli obbligazioni­
con altro nome». Massimo D’Alema in aula durante sti e piccoli azionisti Alitalia, sulla proroga dello stop
parla di «sfida alla Corte Costituzio­ il dibattito agli sfratti e delle concessioni delle spiagge al 2015 così
nale». Antonio Di Pietro (Idv) attac­ come l’ulteriore stretta sulla pubblica amministrazione e
ca: «Solo in un regime fascista o pi­ sui fondi all’editoria. In piedi ancora l’emendamento bi­
duista si può accettare che delle per­ partisan per un condono preventivo fino al 31 marzo dei
sone, semplicemente perché fanno i manifesti elettorali abusivi. Resta infine l’emendamento
ministri o il capo del governo, non
devono andare dal giudice se chia­
mati a rispondere di reati».
Alta tensione alla Camera; del relatore sul nodo delle Zone Franche Urbane. La for­
mula individuata da Malan non soddisfa però l’opposi­
zione. «Noi ­ sottolinea Enzo Bianco (Pd) ­ vogliamo il ri­
Botta e risposta in Aula tra il leader
Udc Pier Ferdinando Casini e il ca­
pogruppo Dario Franceschini. «Que­
atteso oggi il secondo round pristino della normativa in vigore prima del decreto e ab­
biamo presentato emendamenti in questo senso».
Alessandra Chini
sto provvedimento è discutibile? È
detestabile? ­ si chiede Casini ­ Io
non lo credo affatto, ma il provvedi­
mento ha il pregio di prendere di pet­
to una questione che esiste». «C’è chi
fa finta di niente ­ prosegue ­ chi in­ REGIONALI n IL SEGRETARIO DEL PD CHIEDE TEMPO E NON TEME IL VOTO DI MARZO
dulge nel giustizialismo di vecchio
tipo e chi decide come noi di affron­
tare direttamente la questione. Per
noi questo è esattamente il male mi­
nore». Per Franceschini, «l’anoma­
lia è che non stiamo decidendo una
Bersani: «Se va male non lascio,
norma per il futuro, ma una norma
pensata per bloccare processi che so­
no in corso». Non usa mezzi termini
Francesco Barbato, deputato del­
e potrei candidarmi fra tre anni»
l’Italia dei Valori. «Unione dei Casa­ ROMA Pier Luigi Bersani rinvia a centristi: «Alle scorse regionali,
lesi, partito delle poltrone e delle pol­ dopo le regionali il tentativo di un n Il leader cinque anni fa l’Udc stava con la
pette», dice all’indirizzo dell’Udc. Ca­ confronto serio con la maggioranza dei democratici destra in tutte le regioni; quest’an­
sini reagisce chiedendo l’intervento su riforme e giustizia. E il Pd si conferma no ci sta solo in alcune. Io sono
del presidente Fini dopo le “parole sgancia dall’Udc nella battaglia anche troppo pragmatico per preferire il
dissennate e delinquenziali dell’ono­ contro il legittimo impedimento. primo scenario al secondo».
revole collega, che si deve vergogna­ «Siamo alla scorciatoia, non alla ri­ la scelta Certo, ammette il segretario del
re di quello che ha appena detto». forma», taglia corto il leader del di De Luca Pd, le distanze con l’Udc ci sono e
L’ex presidente della Camera entra Partito democratico che però non per la corsa oggi sono emerse in Aula nella di­
poi nel merito del testo, invitando la perde né la speranza di riforme in Campania scussione sul legittimo impedi­
maggioranza ad apportare alcune condivise né la convinzione che mento. Ma se per il leader sono su­
modifiche. «La legge secondo noi ha con l’Udc si debba lavorare «per ac­ perabili, storcono il naso i france­
una giustificazione di carattere poli­ corciare le distanze». mo dati un percorso più lungo» per schiniani, che da mesi chiedono la
tico, un provvedimento ponte davan­ Linea non condivisa dalla mino­ costruire l’alternativa a Berlusco­ chiusura di ogni confronto con la
ti a nuovi sbocchi di carattere costi­ ranza che proprio sul legittimo im­ ni. Un percorso che ha come tra­ maggioranza sui provvedimenti
tuzionale». Per Casini è necessaria pedimento vede la prova della «dif­ guardo le elezioni politiche del 2013 che riguardano la giustizia. E sono
«una tipicizzazione degli impedi­ ferenza di sistema» con i centristi. alle quali il segretario non esclude contrari a provvedimenti come
menti rispetto al presidente del Con­ Il bilancio dell’alleanza con l’Udc si di candidarsi come aspirante pre­ l’immunità, che il vertice, invece,
siglio; estendere il provvedimento a farà dopo il voto ma anche in caso mier. non considera un tabù se, però, af­
tutti i ministri o magari ai sottose­ di sconfitta Bersani spiega che non Fino ad allora Bersani seguirà il frontata dentro un quadro organi­
gretari come sciaguratamente si vo­ Il segretario del Pd Pierluigi Bersani attorniato dai cronisti ieri a Bologna si dimetterà perché ­ dice­ «ci sia­ suo «approccio pragmatico» con i co di riforme.
«Oggi in aula è diventato ancora
più evidente come le differenze con
i centristi non sono episodiche, ma
di sistema», osserva l’ex capogrup­
MENTRE IL PD PREPARA LE PRIMARIE, STA CRESCENDO L’INCERTEZZA SUL NOME DEI CANDIDATI E LA DATA DEL VOTO po Antonello Soro. E il capogruppo
e leader di Area Democratica Dario
QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE Franceschini ribatte in aula a Pier­

Bologna, adesso il Pdl corteggia l’Udc


CATTOLICA ferdinando Casini.
Direttore responsabile Il leader dell’Udc ­ dirà poi in
Ferruccio Pallavera Transatlantico ­ «ha la coda di pa­
Vice direttore
Aldo Papagni
glia, ha dovuto fare due giri per ri­
Società editrice battere a quello che gli ho detto,
Editoriale Laudense srl BOLOGNA Nel Pdl cresce la consapevolezza che è impossi­ aver gradito il metodo di scelta del candidato, che è stato cioé che il legittimo impedimento
Amministrazione bile lanciare la sfida al centrosinistra per le Comunali deciso a Roma. Il diretto interessato, l’ex direttore del non è un ponte sul futuro ma serve
Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 0371­ senza l’Udc. Nel Pd quella che sarà molto difficile evitare «Carlino» Giancarlo Mazzuca si é perfino detto disponi­ a bloccare i processi in corso».
544300; fax 544301
Redazione le primarie. In tutti che l’ipotesi di andare a votare il 28 e bile a fare un passo indietro se il suo nome impedisse un Questo lo stato dei rapporti dentro
Via Paolo Gorini, 34 ­ 26900 Lodi ­ Tel. 544200; 29 marzo insieme alla Regionali. E a Bologna, alle prese accordo con l’Udc. «Un accordo si farà ­ ha assicurato il Pd ma Bersani smentisce l’imma­
fax 544201; e­mail:redazione@ilcittadino.it con la successione del sindaco dimissionario Flavio Del­ Berselli ­ e mi auguro che si faccia sul nome di Mazzuca». gine di un partito «nel caos», in pe­
Sito Internet www.ilcittadino.it bono cresce, inevitabilmente, la confusione. I due schie­ Nel Pd stanno per partire le consultazioni a largo raggio, renne discussione su primarie e
Registrazione Tribunale di Lodi 4­7­1948 n. 2 ramenti hanno impiegato buona parte delle loro energie circa 300 persone fra dirigenti, presidenti di circolo, per­ candidati per le regionali. «Vedrete
Registro Stampa ­ Iscrizione al Registro
Nazionale della Stampa N. 704 del 5­2­1983
a rimpallarsi la responsabilità di non volere le elezioni. sonalità: una convergenza unanime permetterebbe di che alla fine, a bocce ferme, ci cave­
Concessionaria esclusiva per la pubblicità A parole tutti vogliono andare alle urne il 28 e 29 marzo, evitare le primarie ma al momento pare piuttosto diffici­ remo qualche gusto», assicura ai
Pubblimedia srl ­ via Cavour, 31 ­ 26900 Lodi ­ ma entrambi gli schieramenti sono in oggettiva difficol­ le. Rimangono in campo Maurizio Cevenini, presidente giornalisti. E se in Calabria e in
Tel. 0371­544300, fax 0371­544348; tà: il Pd non ha, di fatto, un candidato da proporre e una del Consiglio comunale che gode di ampia popolarità e Umbria «si deciderà in settimana»,
www.pubblimediasrl.it e­mail: info@pubblimediasrl.it parte della base ha messo sotto processo i vertici locali, il Duccio Campagnoli, assessore regionale alle Attività non si rimettono in discussione le
Stampa Sigraf spa ­ Treviglio (BG)
Pdl sta rincorrendo l’Udc (non senza qualche malumore) produttive, che ha dietro di sé l’imponente macchina del­ scelte fatte. Prima di tutto in Cam­
Tel. 0363­300330
Quote abbonamento quotidiano Euro 210,00
perché sa di non essere autosufficiente. Il leghista Manes la Cgil di cui è stato segretario. Nessuno dei due è, però, pania dove il candidato resta il sin­
un giorno a scelta Euro 47,00 Bernardini frena, dicendo che «il ministro emanerà il de­ il candidato “ufficiale” del Pd e sembrano in calo le quo­ daco Vincenzo De Luca. «É molto
due giorni a scelta Euro 88,00 creto se ci saranno le garanzie per tutti», definendo poco tazioni di Luciano Sita, big del potente mondo della coo­ forte. Ed è indagato per aver difeso
C/C int. a: Editoriale Laudense srl n. 17338203 ­ Via probabile il voto a marzo. E al ministero, secondo l’emis­ perazione, sul quale sembrava che si potessero concen­ il posto di lavoro di 300 cassainte­
Paolo Gorini 34 ­ Lodi sario del Pd, il senatore ed ex sindaco Walter Vitali, c’é trare le simpatie di un gruppo dirigente che per un breve grati», è la difesa di Bersani, infa­
Copie arretrate Il doppio del prezzo di copertina
La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui al­
un «silenzio sospetto». Il coordinatore regionale Pdl Fi­ periodo ha sperato che Prodi scendesse in campo e to­ stidito per il fatto che esponenti,
la legge 7 agosto 1990, n. 250 lippo Berselli si è detto certo di un accordo con l’Udc fin gliesse le castagne dal fuoco. anche di spicco, prima «invocano le
dal primo turno. Il partito di Casini ha detto però di non Leonardo Nesti L’assessore Pd Duccio Campagnoli primarie e poi dicono che é il caos».
4 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Primo Piano
LA NUOVA SOCIETÀ SAREBBE CONTROLLATA DAGLI SPAGNOLI, CON LA RETE AGLI ITALIANI: INTERPELLANZA PARLAMENTARE URGENTE DEL PD

L’ipotesi fusione fa “volare” Telecom


Il governo smentisce l’Ops di Telefonica, in Borsa titolo a +6%
MILANO Qualcosa sta per accadere in­ MADRID
torno a Telecom. Ne è convinta la
Un mese in Borsa
Borsa dove le voci sulla fusione tra
Telecom e Telefonica, che fino alune­
Valore del titolo (in euro)
Le indiscrezioni di «Repubblica»
dì non avevano fatto troppo rumore,
ieri lasciano il segno. Il titolo fa un
balzo del 6% tra scambi quadruplica­ IERI 1,146
definite assurde dalla Spagna
ti rispetto alla media giornaliera del­ 1,146 n La Spagna ha accolto con scetticismo le
l’ultimo mese e accendono i riflettori +6,01% indiscrezioni su una possibile fusione tra
della politica costringendo Palazzo Telecom Italia e Telefonica pubblicate da
Chigi a una nota ufficiale con la qua­ «Repubblica». Un’ipotesi che gli analisti iberi­
le smentisce di essere coinvolto. Per ci, consultati dal quotidiano Expansion, han­
l’opposizione la sostanza non cam­ no definito “assurda“ e ”ridicola”. Il gigante
bia e il Pd presenta un’interpellanza 1,080
delle telecomunicazioni spagnolo ha reagito
urgente nella quale chiede di chiari­ alla notizia con un “no comment”. «Non fac­
re la posizione del Governo. ciamo alcun commento, il governo italiano ha
Intanto il gruppo guidato da Franco già smentito la notizia», ha detto un portavo­
Bernabé conquista un’altro punto ce. Nessun commento anche dal ministero
nella sua battaglia in Argentina. La dell’Industria spagnolo. Il ministro Miguel
guerra di carte bollate sembra vinta Sebastian aveva chiesto due settimane fa al­
dagli italiani ora che i giudici di l’Italia una maggiore «reciprocita» tra i due
Buenos Aires hanno cancellato la ri­ 1,014 paesi nelle operazione di compenetrazione
soluzione emessa ad agosto dalla se­ aziendale, ricordando l’entrata di Enel in
gretaria al commercio interno ar­ 03/01/2010 10/01/2010 18/01/2010 25/01/2010 02/02/2010 Spagna con Endesa. La stampa di Madrid,
gentino che obbligava Telecom Italia comunque, ha reagito con cautela alla noti­
a cedere la propria partecipazione in zia, concedendo poco spazio sui siti all’ipotesi
Sofora, che a sua volta controlla Te­ Scambi di azioni (in milioni) di una Opa del gigante spagnolo su Telecom
lecom Argentina. 426,9 470 Italia. Scettici i commenti a caldo degli anali­
Tornando in Italia, la presidenza del milioni sti, a causa fra l’altro di una possibile perdita
Consiglio, anticipando la richiesta di potere in Europa e in America Latina, in
della Consob, ha ieri mattina smenti­ 234 particolare in Brasile, e all’apparente scarsa
to «nella maniera più totale: nessun creazione di valore per gli azionisti di Telefo­
incontro, nessun contatto, nessun nica. «L’operazione non quadra, non ha alcun
paletto» l’ipotesi de La Repubblica di 0 senso per Telefonica: é ridicolo, è assurdo che
un via libera del governo alle nozze Fonte: Borsaitalia.it ANSA-CENTIMETRI perda potere» da detto Adrian Zunzunegui di
con Telefonica. Secondo il quotidia­ Iberian Equities. In paesi come il Brasile le
no il dossier è sul tavolo del ministro Qui a sinistra due compagnie controllano più del 50 per
dello Sviluppo economico Claudio un’immagine cento del mercato (Telefonica con Vivo e Tele­
Scajola e del sottosegretario alla Pre­ di archivio com Italia con Tim Brasil), una situazione
sidenza del Consiglio Gianni Letta
che dovrebbero a giorni convocare i
vertici di Telecom per spiegare la po­
della facciata
del quartier
generale
Scajola ha confermato che farebbe cadere la scure dell’Antitrust. Gli
analisti sentiti da Espansion sono concordi
nell’esprimere dubbi su una ipotesi ritenuta
sizione del governo. Il via libera, se­
condo il quotidiano, si avrebbe a con­
di Telesp, ramo
della spagnola che incontrerà domani “assurda”. “Scetticismo” anche fra gli anali­
sti: una opa di Telefonica su Telecom Italia
dizione che la gestione della rete na­ Telefonica sarebbe “assurda” e “ridicola” titola l’edizio­
zionale di telecomunicazioni riman­
ga in mani italiane.
a San Paolo
del Brasile
Franco Bernabé ne elettronica del quotidiano economico.

Scajola, in Israele per la bilaterale


con il premier Silvio Berlusconi, ha Il viceministro alle Comunicazioni non capisco fino a che punto smenti­ municazioni del Partito Democrati­ un’offerta pubblica di scambio di Te­ venduto, o su chi sono stati gli inter­
confermato che incontrerà domani Paolo Romani sottolinea nel frattem­ sce la sostanza» reagisce il segreta­ co, Paolo Gentiloni, che ha presenta­ lefonica. La Consob, visto lo scatto mediari più attivi e per conto di chi
l’amministratore delegato Franco po il rischio che un’eventuale gover­ rio del Pd Pier Luigi Bersani e sulla to in mattinata un’interpellanza ur­ del titolo in Borsa con uno strappo in operano. Ma la Commissione vuole
Bernabé ma per il resto «troppe nance straniera, che abbia «la testa e vicenda dice il Pd «sarà in attesa vi­ gente sulla vicenda. rialzo dell’8% nella prima mezz’ora andare a fondo anche per verificare
chiacchiere». «Nessun parere favore­ il cuore fuori dell’Italia», possa met­ gile». ‘Il governo continua in una li­ Di certo la Borsa, malgrado le smen­ di scambi, ha avviato accertamenti a l’ipotesi che ci sia stata manipolazio­
vole del Governo, molte parole, mol­ tere in discussione gli investimenti nea di indifferenza sulle sorti di Te­ tite e i no comment dei soci, conti­ 360 gradi, monitorando l’operatività ne informativa.
te chiacchiere. Troppe» commenta. sulla rete. «Ho letto la smentita che lecom», dichiara il responsabile co­ nua a dar credito agli scenari di sul titolo: chi ha comprato e chi ha (Ansa)

IRIS la stufa a pellet più accesa in Europa


La qualità “Edilkamin”, a partire
da
€ 1.640*
Il prezzo pubblicizzato si intende IVA COMPRESA presso tutti i punti vendita aderenti all’iniziativa.

STRUTTURA
INTERAMENTE
IN GHISA

TE
in 10 RA RO**
ZE
TASSO 0 2 / 2 0 1 0 .
* l 28/ rni
fino a 60 gio
t a a
1° ra to
cquis
dall’a

Le stufe “usa e getta” lasciatele agli altri!

cerca
il tuo rivenditore
www.edilkamin.com

**Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali si vedano i fogli informativi e gli avvisi presso la Sede, le Filiali, le Agenzie Fiditalia e i punti vendita aderenti all'iniziativa. Condizioni valide fino al 28/02/10 per impor-
ti finanziati fino ad € 4.000,00 in 10 Rate. Salvo approvazione Fiditalia Spa. TAN 0,00 % e TAEG 0,00%. Spese di rendicontazione per invio: € 2 per spese di produzione e € 1,81 x per imposta di bollo (1 volta all'anno) - In caso di estinzione anticipata: 1 % del capitale residuo.
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 5
il Cittadino
Cronaca
A lato Provenzano e Dell’Utri;
nella foto a destra, Il generale
dei carabinieri Mario Mori
PARLA L’’ATTENTATORE DI PAPA WOJTYLA
e, sullo sfondo, Massimo Ciancimino

PALERMO «Dopo il suo arresto, avve­


nuto nel dicembre del ‘92, mio padre
si convinse che i carabinieri lo ave­
Agca a Pietro Orlandi:
vano tradito, e che avevano un nuo­
vo interlocutore, probabilmente con
l’avallo di Provenzano. Anni dopo mi
rivelò che, secondo lui, il nuovo refe­
«Emanuela è viva,
rente istituzionale, sia della mafia
che dei soggetti che avevano condot­
to la trattativa, fosse Marcello Del­
l’Utri»: a parlare è Massimo Cianci­
presto tornerà a casa»
mino, figlio dell’ex sindaco mafioso ROMA «Emanuela è viva e tornerà che dice. Non farnetica, c’é un filo
di Palermo, ieri durante la sua depo­ presto a casa». Mehmet Alì Agca, logico che lega le sue affermazioni.
sizione alla seconda giornata del l’attentatore di Papa Wojtyla, lo ave­ Ho trovato una persona molto di­
processo al generale Mario Mori in va detto due settimane fa quando versa dallo spaccone che appare in
corso nel capoluogo siciliano. «Mio era uscito definitivamente di pri­ tv». La prima parte del colloquio si
padre mi disse che c’erano rapporti gione. Venerdì scorso lo ha ribadito è svolta in una casa, davanti ad al­
diretti tra Bernardo Provenzano e a Pietro Orlandi, fratello della ra­ tre persone. È stato lo stesso Agca a
Marcello Dell’Utri. Glielo riferì lo gazza vaticana scomparsa nel giu­ volere un confronto a quattr’occhi.
stesso Provenzano» ha aggiunto gno 1983, che é volato da Roma a Sui contenuti del colloquio privato,
Ciancimino junior in aula. Ha poi ri­ Istanbul per incontrarlo. Pietro glissa ma ribadisce di aver
ferito, spiegando il contenuto di uno Del faccia a faccia ha parlato il quo­ detto all’ex terrorista: «Dammi del­
dei “pizzini“ scritti da Provenzano tidiano Sabah con un articolo della le prove, anche mia madre si aspet­
al padre Vito Ciancimino. Parlando giornalista Yasemin Taskin, corri­ ta notizie concrete, dopo i tuoi an­
della presunta trattativa tra Stato e spondente da Roma, che ha assisti­ nunci all’uscita dal carcere».
Mafia, il figlio di don Vito ha affer­ to al faccia a fac­ »Te le darò ­ mi
mato che questa riprese dopo la mor­ cia. «Emanuela è ha risposto ­ ho
te di Paolo Borsellino: «Alla luce del­ viva, te lo posso certezze inconfu­
l’ennesima strage, quella di via garantire ­ ha tabili. Ha detto
D’Amelio ­ ha detto ancora Cianci­ detto Agca ­. Può che Emanuela è
mino ­ nel momento in cui si perce­ trovarsi in Fran­ probabilmente
pisce la ferocia di Cosa nostra, mio cia o in Svizzera in un paese euro­
padre reputa interrotto qualsiasi ti­ dove abita in una peo. Ha parlato
po di rapporto con Salvatore Riina. villa lussuosa. di una villa, ma
Intorno al 22 agosto mio padre mi di­ La troveremo in­ lo ha fatto per fa­
ce di riprendere i contatti con i Cara­ sieme. Ho prove re un esempio,
binieri». «L’incontro avviene nel suo precise in mano. per dire che non
appartamento di Roma tra il 25 e il L’hanno rapita Mehmet Ali’ Agca Emanuela Orlandi è reclusa».
26 agosto, e ho un per ottenere la Agca ha ripetuto
documento che
ne prova il ri­
scontro. Cambia
MAFIA, NUOVE RIVELAZIONI DEL FIGLIO DELL’EX SINDACO DI PALERMO mia liberazione, ma non sono re­
sponsabile del rapimento. Posso
mettermi in contatto con i rapitori.
quello che ha sempre sbandierato
ai quattro venti: Il rapimento di
Emanuela è opera dei Lupi Grigi e

Ciancimino shock:
totalmente l’og­ Ti darò documenti così importanti di alcuni paesi dell’Est per la sua li­
getto del dialogo che saranno costretti a liberarla. berazione. A Orlandi ha aggiunto:
rispetto alla pri­ Spero che lei tornerà a casa proprio «É arrivato il momento di mettere
ma trattativa. In prima del prossimo mese di giu­ un punto a questa storia. È giusto
quel caso, era gno». che come io ho riabbracciato mia
una proposta ini­ Era stato proprio Pietro Orlandi a madre, anche tua madre Maria pos­
ziale delle istitu­ chiedere un incontro, dopo le ester­ sa riabbracciare Emanuela».

«Dell’Utri trattava
zioni di possibili Paolo Borsellino nazioni dell’ex Lupo Grigio all’usci­ La famiglia Orlandi, che non ha
benefici verso i ta dal carcere di massima sicurezza mai perso la speranza, aspetta con
familiari, un at­ Sincan, vicino ad Ankara, dove ha fiducia. Nei mesi scorsi la vicenda è
teggiamento più scontato quasi 10 anni per l’uccisio­ tornata alla ribalta a proposito del­
morbido verso i ne di un giornalista. L’ok di Agca le presunte responsabilità della
latitanti. Invece, non si è fatto attendere. «Mi ha det­ Banda della Magliana nel sequestro
si passa alla se­ to che questa storia si risolverà en­ e nell’uccisione di Emanuela. «Il

con Provenzano»
conda fase che è tro quest’anno ­ ha raccontato il fra­ fatto che Agca in tutti questi anni
più operativa. tello di Emanuela ­. L’ho guardato abbia detto che mia sorella é viva ci
Dalla resa dei la­ negli occhi: mi ha dato l’idea di par­ ha sempre lasciato uno spiraglio.
titanti si passa al­ lare con sincerità, non ho pensato Con me è stato onesto. C’é un senso
la volontà di vole­ nemmeno per un attimo che stesse nelle cose dice».
re catturare Sal­ Il boss Totò Riina mentendo. Agca crede nelle cose (Ansa)
vatore Riina. Ov­
viamente si parla di catturare Riina
e non Provenzano, perché era un in­ In breve
terlocutore privilegiato di mio padre
e loro sapevano che per potere giun­
gere a Riina avevano bisogno di mio
Ddl salva pentiti, no di Alfano Lo scontro BERTOLASO ALLA MADDALENA
padre». Ma della trattativa «mio pa­
dre chiese di informare Violante»,
all’epoca presidente della Commis­
«È una iniziativa personale» IL DDL "SALVA PENTITI"
Presentato dal senatore
L'OPPOSIZIONE
A rischio i processi per mafia.
«Nessun abbandono
ma una grande bonifica»
sione nazionale antimafia, «vicino ROMA Opposizione all’attacco sulla proposta Valentino, sottolineando
ai giudici comunisti». proposta di modifica del Codice di che «con il disegno di legge calenda­
del Pdl, Giuseppe Le dichiarazioni di uno o più I 327 milioni spesi per ristrutturare l’ex
Secondo quanto racconta in aula procedura penale presentata dal se­ rizzato tre giorni fa in Commissione Valentino (relatore pentiti, anche se attendibili, sono Arsenale militare a La Maddalena, ab­
Ciancimino junior, il padre riteneva natore del Pdl Giuseppe Valentino Giustizia al Senato, vengono riforma­ del ddl sul processo inutilizzabili se non esistono altre bandonato da decenni e ridotto a disca­
opportuno informare Luciano Vio­ che a giudizio dell’opposizione re­ ti due articoli del codice di procedura rica di amianto e idrocarburi, non sono
lante perché «voleva una contropar­ stringe la possibilità dell’uso dei pen­ penale. Il primo risultato, grave, è che breve), prevede che prove stati buttati: quelle strutture nate per
tita per la cattura di Riina» e spera­ titi, in particolare nei processi per mentre oggi ­ sulla base del codice e ci siano riscontri oggettivi ospitare il G8 dei Grandi ­ poi spostato
va di potere avere un trattamento di mafia. Nel dibattito innescato dal ddl a L’Aquila causa incompatibilità tra lo
favore per la restituzione dei beni Valentino interviene deciso lo stesso per considerare prova IL MINISTRO ALFANO sfarzo della costa Smeralda e il terre­
che gli erano stati sequestrati dalla Guardasigilli Angelino Alfano. «Sono n Il guardasigilli le dichiarazioni rese moto abruzzese ­ saranno l’occasione
magistratura. Quanto alla cattura di assolutamente contrario», assicura il stoppa il testo Il disegno di legge "non fa parte per il rilancio turistico, economico e
Totò Riina, secondo Ciancimino cen­ ministro della Giustizia, spiegando da imputati del programma di governo". anche occupazionale non solo dell’isola
molto discusso
trale fu il ruolo di un altro super che la proposta Valentino «è fuori dal avanzato in procedimenti È un'iniziativa personale ma dell’intera Gallura. Il capo della
boss, Bernardo Provenzano. «Mio programma di governo, non se ne è Protezione civile Guido Bertolaso arriva
padre mi disse che per riuscire a cat­ discusso con la coalizione». E dun­ dal senatore connessi del senatore Valentino in Sardegna per spegnere le polemiche
turare Totò Riina i carabinieri ave­ que, taglia corto il Guardasigilli, si del Pdl sullo stato d’abbandono delle strutture,
vano bisogno di Provenzano» che tratta «di un’iniziativa personale». Giuseppe realizzate in meno di un anno, prima di
avrebbe dato ai carabinieri, attra­ «Prendiamo atto della dichiarazione Valentino tornare a Roma per cercare di arginare
verso don Vito, le indicazioni per del ministro Alfano e della sua (e ANSA-CENTIMETRI quelle sulla “Protezione civile Spa”,
catturare Riina. I carabinieri avreb­ quindi del governo ) presa di distanza “svuotata” dalla commissione Bilancio
bero fatto avere a Vito Ciancimino dal ddl Valentino», replica la presi­ della giurisprudenza della Cassazio­ zia giudiziaria, da un soggetto che collaborazioni dei pentiti», avverte il del Senato per mancanza di copertura
«le mappe di Palermo» poi dati da dente dei senatori del Pd, Anna Fi­ ne ­ le dichiarazioni dei pentiti, se ri­ con le sue ultime parole indica l’auto­ capogruppo del Pd a Palazzo Mada­ finanziaria. Bertolaso in realtà ammet­
Massimo Ciancimino a Provenzano nocchiaro, «ci auguriamo ora che la tenuti attendibili, vanno comunque re di un reato non potranno neanche ma. Duro anche il commento di Wal­ te che «ci sono cose ancora da siste­
che li avrebbe restituiti con alcune maggioranza in Senato si comporti di riscontrate, con la riforma Valentino essere riferite in giudizio, perché la ter Veltroni: si tratta ­ dice ­ di una mare e lavori in corso». Ma, sottolinea,
zone «cerchiate con l’evidenziatore». conseguenza. Visto che il senatore le dichiarazioni di uno o più pentiti, testimonianza di quell’ufficiale di po­ norma che va verso «l’impunità dei «non mi pare certo che vi siano segni di
Riguardo alla mancata perquisizio­ Valentino non è un semplice parla­ anche se attendibili, sono assoluta­ lizia giudiziaria non potrà essere am­ reati mafiosi». «Invece di sostenere abbandono. Dirlo è dire una bugia».
ne del covo di Riina, sarebbe stata mentare ma è il coordinatore vicario mente inutilizzabili se non esistono, messa». gli enormi sforzi che magistrati e for­
concordata: «Riina diceva che se della Consulta sulla giustizia del Pdl a prescindere, altre prove». «Altra «Qualora venissero approvate, queste ze dell’ordine stanno compiendo con ROMA
avessero perquisito il covo, avrebbe­ attendiamo dalla maggioranza a pa­ conseguenza di questo pericolosissi­ norme azzererebbero, di fatto, i pro­ grande successo contro le mafie mili­
ro trovato tanta di quella documen­
tazione da fare crollare l’Italia».
lazzo Madama una parola chiara».
In precedenza, la stessa Finocchiaro,
mo disegno di legge ­ rimarca la Fi­
nocchiaro ­ è che le dichiarazioni ri­
cessi di mafia, anche in presenza di
sentenze di condanna di primo e se­
tari, Governo e maggioranza ultima­
mente mi sono sempre più impegnati
Il delitto di via Poma
(AdnKronos) non aveva risparmiato critiche alla cevute, anche da un ufficiale di poli­ condo grado e interromperebbero le nella direzione opposta». in aula vent’anni dopo
Era il 7 agosto del 1990 quando Simo­
COMO netta Cesaroni fu uccisa con 30 colpi di
tagliacarte in un ufficio di via Poma a
In crisi, perde la testa e ammazza il socio
Arrestato il titolare di una storica armeria
Torino, due fratelli romeni in carcere: Roma. Oggi, vent’anni dopo, quell’omi­
cidio approderà per la prima volta in
un’aula. Nell’aula bunker di Rebibbia la
terza Corte d’Assise di Roma cercherà

n Oberato dai debiti al punto da dover lasciare a casa il personale


nel novembre scorso e con lo spettro di chiudere un negozio storico
per la città di Como, ha perso la testa e ha ammazzato un suo socio in
«Sono loro gli assassini di “Giorgino”» di risolvere il mistero. Sul banco degli
imputati l’ex fidanzato, Raniero Busco
che si sfilò dalla rosa dei sospettati gra­
zie a un alibi che allora resse. Ma lo
affari esterni all’attività commerciale. Poi ha caricato il cadavere in TORINO Due fratelli di 17 e 26 anni camere di sicu­ ne. «Vogliamo sottolineare la scorso novembre il gup Maddalena Ci­
auto portandolo fino Crevoladossola (Domodossola) lungo la statale sono stati fermati dalla polizia per rezza li mostra­ grande collaborazione ­ ha detto il priani decise per il rinvio a giudizio per
del Sempione, a circa 180 chilometri da Como. Prima ha fatto tappa l’aggressione nei giardini di Via no mentre, capo della Squadra mobile Sergio omicidio volontario: fu trovata la sua
dal suocero che gestisce una pizzeria a Senna Comasco dove ha ta­ Vibò a Torino costata la vita a Ge­ un’ora prima Molino ­ di tutta la comunità ro­ saliva sul corpetto della ragazza.
gliato la testa a Giacomo Brambilla, 43enne gestore di alcuni im­ orge Munteanu, 15 anni, sabato dell’omicidio, mena e dei residenti della zona do­
pianti di carburante della Shell nel Comasco ma anche a Cassano scorso. I due sono stati rintraccia­ sono intenti ad ve è avvenuto l’omicidio, che fin ROMA
Magnago (Varese). Messa la testa nel forno della pizzeria, ha ricari­ ti nell’abitazione in cui vivono a acquistare del dall’inizio hanno fatto di tutto per
cato il corpo in auto ha viaggiato tutta notte fino a un paesino pie­
montese che ben conosce e lì ha abbandonato il cadavere accanto al
Nichelino, alle porte di Torino.
L’autore materiale dell’accoltella­
vino nel quar­
tiere Borgo Vit­
aiutarci a individuare gli autori.
Analoga collaborazione ­ ha con­
Alemanno trova casa
greto di un fiume per tornare in riva al Lario giusto in tempo per
aprire l’attività commerciale come nulla fosse accaduto. Qualche ora
mento, a quanto finora emerso,
dovrebbe essere il più giovane dei
toria, nei pressi
dei giardini do­
cluso Molino ­ l’abbiamo avuta an­
che dalla polizia romena attraver­
alla centenaria sfrattata
dopo è arrivata la Polizia. Questa la sequenza da film horror del due, che ieri hanno reso parziali ve è avvenuta George Munteanu so i suoi rappresentanti, che lavo­ Nemmeno a 100 anni Cesira può dor­
delitto avvenuto nella tarda serata di lunedì nel retro del negozio di ammissioni. I due sono stati indi­ l’aggressione. rano presso il Consolato di Mila­ mire sonni tranquilli. Nemmeno con la
armi e articoli per cacciatori “Arrighi” di via Garibaldi, in centro viduati all’interno dell’abitazione Gli investigatori della Squadra no». Non è stato però ancora tro­ sua disabilità che la costringe a letto. È
Como. A macchiarsi del sangue del benzinaio Alberto Arrighi, della mamma dove vivono da mobile della polizia di Torino li vato il coltello con cui George, da romana Cesira e vorrebbe compiere
40enne titolare del negozio. L’armiere, ora accusato di omicidio vo­ quando sono arrivati in Italia. Il hanno trovati chiusi in una stanza tutti affettuosamente sopranno­ 101 anni a maggio nella sua casa a
lontario aggravato dalla menomazione del cadavere, ha confessato. più grande dei due, che ha 26 anni della casa, al buio, nel vano tenta­ minato «Giorgino» è stato ucciso Monteverde, magari anche morire lì.
La vittima gli doveva del denaro, pare 200mila euro, che per lui era è in Italia da 3 anni e lavora come tivo di sottrarsi al fermo. La mam­ con un fendente che gli ha tagliato Ma questo fino era solo un sogno per­
linfa vitale: sembra che fosse pronto a vendere il negozio alla vittima decoratore, il più giovane, classe ma ha altri tre figli: due sorelle la gola. I due giovani fermati sono ché sulla sua testa pendeva uno sfratto
ma evidentemente qualcosa li ha fatti litigare. Sposato, padre di due 1992, (compirà 18 anni tra qualche che vivono in Italia e un bambino originari di Bacau. Il padre vive esecutivo per finita locazione. Fino a ie­
figli, nessun precedente penale alle spalle. Talmente stimato, Arri­ mese), è arrivato in Italia 10 anni nato da poco, avuto dal compagno in Romania. Il compagno italiano ri perché è intervenuto il sindaco, tro­
ghi, da essere spesso chiamato in Procura come esperto balistico. fa insieme alla madre. Alcuni foto­ italiano. Resta ancora da chiarire della madre è convalescente per vandole casa dopo un tam tam in rete.
grammi immortalati dalle video­ la dinamica esatta dell’aggressio­ un infortunio al lavoro.
6 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Azionario e titoli di Stato
FTSE MIB GLI INDICI DI IERI NIKKEY
Titolo Riferimento % INDICI Valore Minimo Massimo Variazione %
1,63%
Tokyo
A2A 1,3820 0,14 FTSE ITALIA ALL SHARE 22.942,35 22.455,59 22.942,35 +1,76 10.371,09
10.414,29
ANSALDO STS 14,2000 0,78
FTSE MIB 22.413,74 21.899,33 22.413,74 +1,83
ATLANTIA 18,5100 0,98

10.198,04
AUTOGRILL 9,0900 2,83 FTSE ITALIA MID CAP 24.961,94 24.644,44 24.971,37 +1,15
BANCA MPS 1,2070 2,46
FTSE ITALIA SMALL CAP 24.142,29 24.030,70 24.143,85 +0,27 27/1 28/1 29/1 1//2 2/2
BANCA POP. MILANO 4,8425 1,04
BANCO POPOLARE 5,0500 4,88 FTSE ITALIA MICRO CAP 23.000,52 22.934,53 23.195,84 -0,19
FTSE
BULGARI 5,8400 -0,51
FTSE ITALIA STAR 11.243,84 11.177,46 11.250,48 +0,35 0,68%
BUZZI UNICEM 10,9100 1,02 Londra
5.283,31
5.283,31
CAMPARI 7,3300 0,41 L’ANALISI
CIR 1,7360 -0,69
ENEL 3,9475 0,96 SEDUTA POSITIVA PER PIAZZA AFFARI: L’INDICE FTSE ALL SHARE IN CRESCITA DELL’1,76%
5.145,74

Milano: nuovo rialzo


ENI 17,1100 0,88
EXOR 11,7200 -1,60 27/1 28/1 29/1 1//2 2/2
FIAT 9,0200 -0,33
FINMECCANICA 10,1600 2,16 DAX
FONDIARIA - SAI
GENERALI
11,9800
17,5300
1,27
1,45
Bene Telecom e Mediobanca, debole il titolo Fiat Francoforte 0,98%
5.709,66
GEOX 4,6900 0,05 5.709,66

IMPREGILO 2,4550 3,92

5.540,33
INTESA SANPAOLO 2,8625 1,51
ITALCEMENTI 8,9850 0,06
27/1 28/1 29/1 1//2 2/2
LOTTOMATICA 14,3700 0,77
LUXOTTICA GROUP 19,0200 0,16
CAC
MEDIASET 5,7200 2,05
1,33%
MEDIOBANCA 8,3450 5,90 Parigi
3.812,13
3.812,13
MEDIOLANUM 4,0875 0,68
MONDADORI EDITORE 2,8550 1,24
PARMALAT 1,8520 1,76
PIRELLI & C 0,4185 -1,41 3.688,79

27/1 28/1 29/1 1//2 2/2


PRYSMIAN 13,4800 2,51
SAIPEM 25,0200 5,21
SNAM RETE GAS 3,4050 -0,44 IBEX
STMICROELECTRONICS 6,1550 1,82
1,33%
TELECOM ITALIA 1,1460 6,01
Madrid
11.140,90
11.140,90
TENARIS 16,2400 2,72 Nuova seduta positiva per Piazza zioni con gli ordini raccolti a gennaio, dopo essere rimasta al palo durante la
Affari che chiude in deciso rialzo con inferiori rispetto agli ultimi mesi del- seduta, guadagna nel finale l’1,45% a
TERNA 2,9275 -0,26 Telecom e Mediobanca in luce. Il Ftse l'anno scorso e perfino più bassi di quel- 17,5 euro. Mediobanca in una nota ha
Mib guadagna l’1,83% a 22.413 punti, li registrati a gennaio 2009, quando la bollato tuttavia la notizia come destitui-
UBI BANCA 9,8650 -0,65 mentre il Ftse All Share sale dell’1,76% crisi aveva toccato il punto peggiore. In ta di “ogni fondamento”. Tra gli altri
a 22.942 punti. scia male anche Exor (-1,6% a 11,7 euro) bancari ordini in acquisto per Banco 10.829,30
UNICREDIT 2,1250 3,28 e, nel settore, Pirelli (-1,41% a 0,41 euro). Popolare (+4,88% a 5,05 euro), Unicredit
SPRINT TELECOM (+3,28% a 2,21 euro), Mps (+2,46% a 1,2
UNIPOL 0,8975 0,96 SU IPOTESI OPS TELEFONICA MEDIOBANCA VOLA SU RITORNO euro). Ben comprata anche Intesa San- 27/1 28/1 29/1 1//2 2/2
Il mercato dà credito, malgrado le smen- VOCI FUSIONI CON GENERALI paolo (+1,51% a 2,86 euro) con il Credit
tite, alle indiscrezioni di un’offerta pub- Piazzetta Cuccia corre (+5,9% a 8,34 Agricole e le Generali pronte a scioglie-
MATERIE PRIME blica di scambio di Telefonica e spinge il
titolo a guadagnare nel finale il 6,01% a
euro) in scia al rilancio dell’ipotesi di
una possibile fusione con Generali che,
re il patto di consultazione sull'11%
circa di Ca' de Sass.
SMI
1,14 euro (+4,62% a 0,86 euro le rispar-
BRENT mio). Boom di scambi con 426 milioni di FTSE MIB MAGGIORI RIALZI 0,83%
DENARO $ 75,68 pezzi passati di mano (contro i 96,6 Zurigo
Titolo Riferimento Variazione
milioni della media giornaliera delle 6.550,12
LETTERA $ 75,68
6.550,12
ultime trenta sedute), pari al 3,2% del
capitale ordinario. A Madrid Telefonica
ORO chiude a +0,55% a 17,42 euro. TELECOM ITALIA 1,146 +6,01
DENARO $ 1117,00 MEDIOBANCA 8,345 +5,90
LETTERA $ 1117,00 ACQUISTI SU SAIPEM, IMPREGILO,
DEBOLE FIAT SAIPEM 25,02 +5,21 6.440,72
Tra gli altri big corrono Saipem (+5,21%
ARGENTO a 25,02 euro), Impregilo (+3,92% a 2,45 BANCO POPOLARE 5,05 +4,88
27/1 28/1 29/1 1//2 2/2
DENARO $ 16.690 euro), mentre è debole Fiat (-0,33% a 9,02
LETTERA $ 16,690 euro) all'indomani delle immatricola- IMPREGILO 2,455 +3,92

CAMBI MONETARI FTSE MIB MAGGIORI RIBASSI OBBLIGAZIONI


Euro Dollaro US Sterlina Yen Franco SV Titolo Riferimento Variazione Le più scambiate
1 EURO 1.0000 1.3961 0.87350 126.19 1.4728 EXOR 11,72 -1,59 Nome Ultimo prezzo Variazione
1 DOLLARO STATUNITENSE 0.71590 1.0000 0.62550 90.350 1.0546 PIRELLI E C 0,4185 -1,41 Bim-Imi-98/18 Sd 105,90 -0,26
1 STERLINA INGLESE 1.1442 1.5980 1.0000 144.37 1.6854 CIR-COMP IND RIUNITE 1,736 -0,69 Centrob-98/18 Zc 72,88 +0,35
1 YEN GIAPPONESE 0.0079233 0.011064 0.0069200 1.0000 0.011668
Bers-98/18 Lifestyle 107,50 +0,47
UBI BANCA 9,865 -0,65
Abn Ge20 Royal 8% - Euribor 101,60 +0,02
1 FRANCO SVIZZERO 0.67860 0.94770 0.59310 85.650 1.0000 BULGARI 5,84 -0,51 Boc Roma 96/16 Ind 98,00 +0,00
EURIBOR - QUOTAZIONI (fixing 365) TITOLI DI STATO
EONIA EURIBOR 1M EURIBOR 5M EURIBOR 9M I più scambiati
Nome Ultimo prezzo Variazione
0.335 0.431 0.864 1.114
EURIBOR 1W EURIBOR 2M EURIBOR 6M EURIBOR 10M
0.353 0.532 0.980 1.154 Btp-1Ag21 3,75% 97,54 +0,07
EURIBOR 2W EURIBOR 3M EURIBOR 7M EURIBOR 11M Btp-15Dc12 2% 99,44 +0,10
0.367 0.674 1.018 1.197 Cct-1Lg16 Ind 98,87 +0,08
EURIBOR 3W EURIBOR 4M EURIBOR 8M EURIBOR 1Y Btp-1Fb37 4% 89,46 +0,25
0.384 0.774 1.065 1.245 Btp-1Mz20 4,25% 102,00 +0,05
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 7
il Cittadino
Economia
I partecipanti al presidio
dei lavoratori dell’Alcoa
in Piazza Montecitorio a Roma
PREVISTO UNO SCIOPERO DI QUATTRO ORE
ROMA Mentre a Roma va in scena la
protesta degli operai di Alcoa, il mi­
nistro Maurizio Sacconi, che dice di
sentirsi «vicino» ai lavoratori, inter­
Fiat, oggi le tute blu
viene a poche ore dal vertice di Pa­
lazzo Chigi tra governo, azienda e
parti sociali per evitare la chiusura
degli stabilimenti italiani della mul­
incrociano le braccia
tinazionale dell’alluminio. «Si è cre­
ato un contesto di favore ­ sostiene il
ministro del Lavoro ­ per la continui­
tà produttiva per tutti gli stabilimen­
per Termini Imerese
ti ovunque collocati grazie ai vantag­ TORINO Oggi le tute blu del gruppo
gi che si determinano sul conto eco­ Fiat, dalla Sicilia a Torino, incrocia­
nomico dell’intero Gruppo. A questo no le braccia per dire no alla chiu­
punto ogni eventuale scelta di di­ sura di Termini Imerese e al piano
smissione o ridimensionamento del­ dell’azienda sugli stabilimenti auto­
la presenza di Alcoa in Italia appari­ mobilistici. Lo sciopero è stato in­
rebbe ingiustificata. Non una delle detto da tutte le organizzazioni sin­
attività produttive può quindi essere dacali e sarà di quattro ore, con una
dismessa. I governi italiani ­ conti­ manifestazione a Termini e presidi
nua Sacconi ­ hanno garantito al davanti ai cancelli delle fabbriche.
Gruppo Alcoa, per un lungo arco di Si fermeranno anche gli stabilimen­
tempo, condizioni di competitività ti Ferrari e Maserati, mentre i lavo­
per la produzione di alluminio nel ratori di Pomigliano, in cassa inte­
nostro Paese. Si tratta di aiuti com­ grazione, protesteranno davanti al­
plessivamente stimabili in circa un la Prefettura.
miliardo di euro». E non più tardi di »Con lo sciopero odierno ­ spiega il
una settimana fa il Consiglio dei Mi­ segretario generale della Fiom,
nistri ha approvato un decreto legge Gianni Rinaldini, che domani sarà
che contiene la previsione «di ulte­ a Termini Imerese ­ i lavoratori ri­
riori aiuti compatibili con i vincoli badiranno la loro contrarietà non
di appartenenza all’Unione europea solo alla chiusura dello stabilimen­
che consentono a gruppi come Alcoa to siciliano, ma anche alla scelta
di operare in termini ancora compe­ della Fiat di ridurre la presenza nel Auto da rottamare in un deposito
titivi». Non solo. nostro Paese».
Anche l’appello
del Santo Padre e
la lettera del Pre­
IL MINISTRO SI DICE SOLIDALE CON I LAVORATORI DELLA MULTINAZIONALE, IERI A ROMA «Scioperiamo
contro l’abban­
dono e il tradi­
tornare nel solco della responsabili­
tà», afferma Sergio D’Antoni, depu­
tato Pd e vicepresidente della com­
sidente del Consi­ mento degli sta­ missione Finanze della Camera.
glio Silvio Berlu­
sconi «non posso­
no non sollecita­
re il management
del Gruppo Alcoa
alla massima re­
Sacconi tende la mano all’Alcoa: bilimenti del
centro­Sud ­ dice
Giovanni Cen­
trella, segretario
nazionale Ugl
Metalmeccanici ­
Dopo la protesta di domani, venerdì
riprenderà il confronto sul futuro
della fabbrica siciliana al Ministero
dello Sviluppo Economico, dove so­
no al vaglio le proposte per dare
continuità produttiva e occupazio­

«Tagliare sarebbe ingiustificato»


sponsabilità so­ da parte del­ nale al sito. «Il tavolo ­ sottolinea il
ciale». Intanto, l’azienda che sta ministro del Lavoro, Maurizio Sac­
tra petardi che dimostrando coni ­ è assolutamente aperto alla
scoppiano a ripe­ ogni gior no di ricerca delle migliori situazioni che
tizione e caschet­ più totale indiffe­ da un lato conservino l’occupazio­
ti di plastica suo­ renza nei con­ ne, non solo diretta ma anche indot­
nati per terra come tamburi, la pro­ bo rosso di circa dieci centimetri, ne Europea poiché la questione deve termine dell’incontro che i lavorato­ fronti dei propri lavoratori». ta, salvaguardando se possibile
testa degli operai di Alcoa va avanti che scoppiando ha suscitato l’ira di collocarsi nel quadro della crisi glo­ ri di Alcoa, prima del vertice, hanno A Torino i sindacati si sono divisi l’antica cultura industriale dell’au­
davanti alla sede della Camera dei alcuni cittadini. bale che esige una partecipazione di avuto con una delegazione di senato­ sulle modalità dello sciopero: dalle to». Per Sacconi «il negoziato sulla
deputati. Molti i cartelli esibiti men­ Secondo Francesco Cavallaro, segre­ tutta la Comunità’». ri del Pd. Contestualmente alla di­ 9 alle 13 quello indetto dalla Fiom, Fiat per Sacconi deve puntare alle
tre all’unisono tutti i metalmeccani­ tario generale della Cisal «il caso del­ Da parte sua, il Pd al Senato per sponibilità all’approvazione del de­ dalle 10 alle 14 con uscita anticipata soluzioni migliori tendo conto an­
ci presenti cantano: «Non molleremo l’Alcoa va oltre le problematiche eco­ sbloccare la situazione è pronto ad creto il Pd «lavorerà perché il Gover­ quello Fim, Uilm e Fismic, tutto il che delle economicità».
mai». Non sono mancati momenti di nomiche» e rischia di «degenerare in approvare a stretto giro di posta il no si impegni per ridurre i costi ge­ giorno quello Cobas. Il presidente nazionale dei Verdi,
tensione per il lancio di petardi. una situazione esplosiva difficilmen­ decreto sulla sicurezza dell’energia nerali su tutto il territorio nazionale Alla protesta aderiscono l’Italia dei Angelo Bonelli, chiede al governo
Dopo che un uomo si è ustionato la te gestibile». Per questo «una solu­ elettrica nelle Isole maggiori, attual­ a vantaggio dell’intero sistema pro­ Valori e la Federazione della Sini­ di proporre la riconversione ricon­
mano e anche una giornalista del­ zione va ricercata con impegno e mente all’esame della Commissione duttivo, anche attraverso il comple­ stra che con Gianni Pagliarini, re­ versione per la produzione di auto­
l’Adnkronos è stata colpita da un pe­ grande responsabilità da parte di Industria. Un decreto che prevede in­ tamento del processo di liberalizza­ sponsabile Lavoro, chiede al gover­ bus ecologici, tram e tramvie delle
tardo, un gruppo di quattro persone tutti ed in particolare del governo. terventi per rendere più sicuro e in­ zione del mercato elettrico e del no «di uscire dalla letargia». «Sare­ fabbriche di Termini Imerese e Po­
nei pressi di Montecitorio ha lancia­ Deve anche essere perseguito con terconnesso il sistema elettrico di Si­ gas». mo vicini ai lavoratori di Termini. migliano D’Arco.
to, a pochi metri dai passanti, un tu­ forza un coinvolgimento della Unio­ cilia e Sardegna. È quanto emerso al (AdnKronos) La Fiat deve fare un passo indietro e Amalia Angotti

IL SETTORE È IN FIBRILLAZIONE: «VERSO LA CHIUSURA CINQUE RAFFINERIE ITALIANE»

Crisi, a secco perfino i petrolieri:


«A rischio 7.500 posti di lavoro»
ROMA Il settore della raffinazione «è in
crisi». È probabile che per fare fronte
alla situazione sarà necessario «ridur­
re la consistenza del sistema indu­
striale» e quindi la chiusura di quat­
tro o cinque raffinerie sulle sedici at­
tualmente attive in Italia. A rischio so­
no fino a 7.500 posti di lavoro, conside­
rando i lavoratori che lavorano nel­
l’impianto (in media 500) e quelli che
lavorano nell’indotto. A suonare il
campanello d’allarme è il presidente
di Unione petrolifera Pasquale De Vi­
ta illustrando il “Consuntivo petrolife­
ro 2009”. A causare la crisi del settore
«sono i consumi in calo nel mondo ma
che in Europa e in Italia nel prossimo
futuro cresceranno molto poco se non
scenderanno» ma anche i problemi al­
le esportazioni a causa «della competi­
zione dei Paesi produttori e dei nuovi
Paesi che operano
nel settore della AUTO
raffinazione come
la Cina», sottoli­
nea De Vita. Al go­
verno, rileva il
Toyota, obiettivi del 2010 ad alto rischio
presidente di Up, n Toyota vede in serio pericolo i target richiami dei veicoli mentre ­ per gli
«chiediamo rego­ di vendita 2010 appena diffusi, nel analisti ­ le vendite mensili potrebbero
le più semplici mentre sono da definire ampiezza e calare nell’immediato più del 20%
possibili, regole natura dei costi a carico del colosso registrato dopo simili provvedimenti
ambientali in li­ nipponico per il maxi­richiamo di oltre del 2009. Tutto questo a causa del
nea con gli altri 4,5 milioni di auto con problemi ai disorientamento della clientela e delle
Paesi e un quadro pedali dell’acceleratore. In una aggressive promozioni che, ad esempio,
normativo di rife­ conferenza stampa nel quartier Ford, Gm e Hyundai hanno lanciato di
rimento fermo e generale di Nagoya, il vicepresidente fronte alle difficoltà della rivale
certo nel tempo». esecutivo Shinichi Sasaki, a due giorni nipponica. Appena il 26 gennaio Toyota
Richieste queste dalla diffusione dei conti trimestrali di ha diffuso stime di vendite a livello
che saranno avan­ giovedì, ha ammesso di essere «molto consolidato di 8,27 milioni di veicoli
zate dagli operato­ preoccupato» sulle reali capacità del per il 2010, in rialzo del 6% sui 7,81
ri del settore in oc­ gruppo di raggiungere gli obiettivi milioni del 2009. L’impatto sugli utili
casione dei tavoli 2010 proprio quando, grazie a tagli di degli oneri per i problemi del pedale
che sono stati personale e costi, Toyota assaporava il dell’acceleratore é difficile da stimare,
aperti al ministe­ possibile ritorno dei conti in nero dopo almeno per ora, con gli strascichi
ro. Secondo il rap­ il primo rosso in oltre 70 anni di storia. legali possibili. Sasaki ha spiegato che
porto “Consunti­ Gli ordini, ha aggiunto Sasaki, «sono una valutazione sarà possibile solo con
vo petrolifero stati in qualche modo colpiti a l’approvazione dei conti di
2009”, gli indicato­ gennaio», in concomitanza con i aprile­dicembre 2010.
ri economici di
tutto il settore del­
la raffinazione «sono fortemente ne­ te contrazione delle esportazioni, che ropa e America del Nord. Anche nel
gativi e le perdite complessive del set­ negli anni precedenti avevano rappre­ nostro Paese è prevedibile che alcune
tore downstream superano abbondan­ sentato una possibilità di bilancia­ raffinerie dovranno chiudere: Livor­
temente il miliardo di euro». A spiega­ mento (­11%). Il problema del settore no e Pantano sono in cerca di compra­
re la crisi è il calo dei consumi di pro­ si riscontra a livello mondiale: in que­ tori; a Falconara sono previsti 92 esu­
dotti petroliferi (2004­2009, ­16% pari a sti ultimi mesi si sono susseguite fer­ beri; per Taranto e Gela si pensa a fer­
circa 15 milioni di tonnellate) e la for­ mate e chiusure degli impianti in Eu­ mate provvisorie.
8 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Agenda
INFO CINEMA
Lodi, un corso EMERGENZE
per i volontari POLIZIA
(soccorso pubblico)............113
del soccorso CARABINIERI
(pronto intervento)..............112
GUARDIA DI FINANZA...... 117
n L’assessorato alla protezione ci­
VIGILI DEL FUOCO
vile della provincia di Lodi in col­
(pronto intervento)..............115 Ô LODI
laborazione con il coordinamento CINEMA DEL VIALE Viale Rimembranze 10, Tel.:
delle organizzazioni di volontaria­ EMERG. SANITARIA......... 118 0371 426028 Lo spazio bianco (rassegna), Ore
to della protezione civile della pro­ SOCC. STRADALE ACI 803116 16.00, 21.00 CINEMA FANFULLA Viale Pavia 4, Tel.:
vincia di Lodi organizza il 9° corso TELEFONO AZZURRO 0371 30740 Lo spazio bianco (rassegna), Ore 21.15
base per volontari di protezione ci­ linea gratuita CINEMA MODERNO Corso Adda 97, Tel.: 0371
vile, riconosciuto dalla scuola su­ per minori di 14 anni......19696
periore di protezione civile come 420017 Avatar, Ore 21.15 Tra le nuvole, Ore 20.10,
magg. di 14 anni.199/151515 22.30
conforme agli standard formativi
regionali. Il corso si svolgerà in LODI (pref. 0371) Ô CREMA
nove giornate formative nel mese MULTISALA PORTA NOVA Via Indipendenza 44, Tel.:
di marzo ed una giornata esercita­
PREFETTURA....................4471
QUESTURA......................4441 0373 218411 ­ SALA 1 ­ Avatar in 3D, Ore 13.20,
tivi il 24 aprile presso l’area fieri­ 16.30, 19.35, 22.40 ­ SALA 2 ­ Avatar 2D, Ore
stica del villaggio San Biagio di CARABINIERI Centralino
......430497, 430811, 430926 14.30, 17.40, 21.00 ­ SALA 3 ­ Baciami ancora, Ore
Codogno. La sede delle lezioni è
presso la sala dei comuni della POLIZIA STRADALE.........45001 14.20, 17.10, 20.00, 22.40 ­ SALA 4 ­ Alvin super­
provincia, in via Fanfulla 12. Le POLIZIA MUNICIPALE....420449 star 2, Ore 14.30, 16.25, 18.20 La prima cosa bella,
iscrizioni dovranno pervenire en­ Ore 20.15 ­ SALA 5 ­ Tra le nuvole, Ore 15.10, 17.30,
tro e non oltre il 15 febbraio esclu­ CASALPUSTERLENGO 20.20, 22.40 Tra le nuvole (over 60), Ore 15.30
sivamente a mezzo e­mail alla pro­ (pref. 0377) Ô LODI VECCHIO
vincia di Lodi all’indirizzo prote­ POLIZIA MUNICIPALE....830298
CINEMA AURORA Piazza Vittorio Emanuele II 17,
zionecivile@provincia.lodi.it. Tel.: 0371 464198 RIPOSO
CODOGNO (pref. 0377)
POLIZIA MUNICIPALE....431448 Ô MELEGNANO
CINEMA AGORA' Via Lodi 17, Tel.: 02 9834107 RI­
CODOGNO IL SANTO «Qualsiasi manifestazione ben congegnata e GUARDAMIGLIO (pref. 0377) POSO
POLIZIA STRADALE.........41561
FESTA DI SAN BIAGIO strutturata ­ afferma ­, meglio ancora se "uni­ Ô PESCHIERA BORROMEO
Oggi mercoledì 3 febbraio la città celebra la fe­ S. BIAGIO 3 FEBBRAIO taria" come in questo caso, destinata a pro­
SANT'ANGELO LODIGIANO CINEMA DE SICA Via don Sturzo 2, Tel.: 02
sta del patrono San Biagio. Alle 10.15 ritrovo muovere il territorio troverà sempre il nostro 55604225 Tra le nuvole, Ore 21.15
presso il Palazzo Municipale. Alle ore 10.30 Tra i nostri santi più popolari, Biagio visse tra il 111 e il IV appoggio». "Castelli/fortificazioni" e "panora­ (pref. 0371)
Liturgia Eucaristica nella Chiesa Parrocchiale secolo in Armenia. Eletto vescovo di Sebaste, preferì la-
sciare la città e si ritirò in un eremo tra le montagne. Qui
mi" sono le due categorie tematiche di que­ POLIZIA MUNICIPALE......25011 Ô PIACENZA
di San Biagio e della B.V. Immacolata presie­ sta edizione, che mette in palio oltre 20mila CINEMA APOLLO Via Giuseppe Garibaldi 79, Tel.:
duta da Sua Eccellenza Mons. Claudio Baggi­ i suoi visitatori furono gli animali che egli curava con euro di montepremi. Sono 132 invece, al mo­ SAN COLOMBANO (pref. 0371) 0523 338076 RIPOSO CINEMA CORSO Corso Vitto­
ni, Vescovo di Vigevano. Alle ore 12 premiazio­ amore se feriti o ammalati. La leggenda narra che un mento, le foto candidate per il territorio, che POLIZIA MUNICIPALE....293208 rio Emanuele II 81, Tel.: 0523 321985 ­ SALA MIL­
ne della dipendente comunale sig.ra Rosa Pe­ giorno alcuni soldati, inviati da quelle parti dal governato- vede i comuni di Lodi, Maccastorna e Casal­ LENNIUM ­ Avatar, Ore 21.00 ­ SALA SPAZIO ­ Alvin
rini collocata in quiescenza nel corso dell'an­ re con l'ordine di catturare le belve da far combattere con pusterlengo tra i più fotografati. Le foto del Lo­ PAULLO (pref. 02) Superstar 2, Ore 21.00 CINEMA IRIS 2000 Corso Vit­
no 2009 presso la Sala Consiliare del Palazzo i cristiani nel circo, scoprirono il santo, lo arrestarono e lo digiano più votate si possono vedere acce­ POLIZIA MUNICIP......90626945 torio Emanuele II 49, Tel.: 0523 334175 ­ SALA 1 ­ Io,
Municipale. rinchiusero nella prigione della città. Fu durante il tragitto dendo al link http://rete.comuni­italiani.it/fo­ POLIZIA STRADALE....5270222 loro e Lara, Ore 20.30, 22.30 ­ SALA 2 ­ Baciami an­
che S. Biagio compì il miracolo della guarigione del bim- to/2009/geo/098&cl=votate. cora, Ore 20.00, 22.30 ­ SALA 3 ­ Avatar in 3D, Ore
BENEMERENZA 2010 bo che stava morendo soffocato a causa di una lisca di 21.30 CINEMA JOLLY Via Emilia Est 7/A, Tel.: 0523
pesce conficcata in gola. E' per questo motivo che S. Bia- MELEGNANO (pref. 02)
Nell'ambito della sagra patronale di San Bia­ MELEGNANO POLIZIA MUNICIP......98208238 760541 Gli abbracci spezzati, Ore 21.30 CINEMA
gio oggi si tiene la cerimonia del Codognese gio è invocato da quanti soffrono di mal di gola; nel gior- FESTA DI SAN BIAGIO POLITEAMA Via San Siro 7, Tel.: 0523 328672 RIPO­
no della sua festa il sacerdote pone due ceri accesi incrociati sulla gola dei fedeli a pro- POLIZIA STRADALE......326781
Benemerito 2010. Alle ore 17 presso la Rac­ Torna oggi a Melegnano la Festa di San Bia­ SO CINEMA TEATRO PLAZA Largo Giacomo Matteot­
colta d'Arte Lamberti, Via Cavallotti 6, Bene­ tezione da eventuali malanni. - A nulla valsero le minacce del governatore per fargli rin- gio, tradizione locale che si festeggia all'om­ ti 15, Tel.: 0523 326728 RIPOSO CINESTAR C.so
negare Cristo: il santo morì martire insieme ad altri cristiani nel 316. Non c'è: regione SAN GIULIANO MILANESE
merenza 2010 alla concittadina Maria Grazia bra del campanile della chiesa di San Pietro, (pref. 02) Europa Tag. Sud uscita stadio, Tel.: 0523 572011 ­
Petrali, pianista internazionale. Alle 21 presso d'Europa che non conosca il culto di S. Biagio, ma soprattutto in Italia sono numero- dedicata oltre che all'apostolo anche al ve­ SALA 1 ­ Baciami ancora, Ore 18.30, 21.30 ­ SALA
sissime le chiese a lui dedicate, tra le quali, nel Lodigiano, la parrocchiale di Codogno POLIZIA MUNICIP......98207211
la Chiesa del Tabor delle Missionarie del Sa­ scovo medico molto venerato nella diocesi di POLIZIA STRADALE......326781 2 ­ Baciami ancora, Ore 19.20, 22.20 ­ SALA 3 ­ Al­
cro Cuore di Gesù, Via S. F.Cabrini, 15, Con­ eretta nel 1511. S. Biagio, ovviamente, è patrono dei laringoiatri. Milano. Presso la chiesa di via Senna saran­ vin superstar 2, Ore 17.30, 20.00, 22.20 ­ SALA 4 ­
certo della pianista Maria Grazia Petrali. (Nino Ravenna) no dunque celebrate durante la giornata di do­ Tra le nuvole, Ore 17.30, 20.00, 22.20 ­ SALA 5 ­ Il
SAN DONATO MILANESE
mani due messe solenni con benedizione del­ (pref. 02) quarto tipo, Ore 17.35, 20.10, 22.25 ­ SALA 6 ­ Ava­
CORNO GIOVINE la gola, alle 10 e alle 18. Altro elemento ama­ POLIZIA MUNICIP........5274336 tar, Ore 18.30, 22.10 ­ SALA 7 ­ Avatar, Ore 17.10,
FESTA DI SAN BIAGIO INCONTRO PER GLI AGRICOLTORI psicoterapeuta, fondatore e Presidente del to della tradizione, la distribuzione delle offel­ POLIZIA STRADALE....5270222 20.30 ­ SALA 8 ­ Avatar in 3D, Ore 18.10, 21.30 Io,
La comunità è in festa per la sagra patronale I divieti di spandimento di reflui agricoli nelle Gruppo Anchise, Associazione per la ricerca, le e delle candele benedette simbolo della fe­ loro e Lara, Ore 17.20, 20.00, 22.30 ­ SALA 10 ­
di San Biagio. Alle 10.30 Santa Messa cele­ campagne termineranno domenica 7 febbraio la formazione e la cura della persona anziana sta: il banchetto sarà allestito per tutta la gior­ MERCATI DI OGGI Sherlock Holmes, Ore 17.10, 19.50, 22.30
brata da S.E. monsignor Giovanni Volta, ve­ e Confagricoltura si attiva per valutare la situa­ centrata sulla parola e la capacitazione. L'in­ nata sul sagrato esterno dell'edificio sacro.
scovo emerito di Pavia. Alle 11.30 cerimonia zione delle aziende milanesi, lodigiane e mon­ contro vuole essere un momento di confronto
Ô PIEVE FISSIRAGA
presso la sala Europa con l'intervento delle zesi. Come noto la direttiva nitrati della Comu­ e di approfondimento un approccio alla malat­ SAN DONATO MILANESE MULTIPLEX CINELANDIA Centro Commerciale Pieve,
autorità civili e religiose: consegna dei ricono­ nità Europea, fatta propria dal nostro Paese, tia, il conversazionalismo, che si propone di POESIA CHE MI GUARDI Tel.: 0371 237012 ­ SALA 1 ­ Baciami ancora, Ore
scimenti agli alunni meritevoli e consegna del­ impone precise norme da seguire anche in dare ad operatori e familiari strumenti per co­ Oggi mercoledì 3 febbraio al cinema Troisi, ore 19.50, 22.45 ­ SALA 2 ­ Avatar (versione tradiziona­
la civica benemerenza. Alle 12.30 pranzo con questo settore per evitare casi di eccesso di ni­ struire relazioni più felici con i pazienti. L'in­ 21.15, proiezione speciale del film "Poesia le), Ore 21.00 ­ SALA 3 ­ Avatar in 3D, Ore 19.50,
gli anziani presso il ristorante "Locanda del trati in falda. E' per questo che Confagricoltura contro si terrà presso il centro diurno anziani che mi guardi" di Marina Spada con Elena 22.45 ­ SALA 4 ­ Tra le nuvole, Ore 20.15, 22.40 ­ SA­
Sole". ha deciso di proporre una serie di incontri a ca­ Age Bassi, via Paolo Gorini 19. Le iscrizioni al Ghiaurov, Carlo Bassetti, Enrica Chiurazzi. Sa­ LA 5 ­ Avin Superstar 2, Ore 20.20, 22.35 ­ SALA 6 ­
rattere informativo destinati sia ai tecnici del caffè Alzheimer continuano ad essere aperte. rà presente in sala la regista Marina Spada. Il quarto tipo, Ore 20.30, 22.45
BREMBIO Centrale
GUARDAMIGLIO settore che agli imprenditori agricoli. Oggi mer­ Per maggiori informazioni consultare il sito Poesia che mi guardi propone una ri­lettura CASTELNUOVO BOCCA Ô SAN DONATO
ALLA SCOPERTA DEGLI INCA coledì 3 febbraio alle 15 appuntamento nella www.asplodi.it oppure contattare l'ufficio re­ dell'opera di Antonia Pozzi, poetessa milane­ D'A. Via S.Mamerte TROISI MULTISALA P.zza Dalla Chiesa 6, Tel.: 02
Nuova iniziativa della Biblioteca Comunale sala riunioni della sede di Lodi di lazioni con il pubblico dell'ASP Santa Chiara al se che morì suicida, nel 1938, appena venti­ 55604225 ­ SALA 1 ­ Poesia che mi guardi (rasse­
di Guardamiglio "Carlo Vallacchi" per do­ Confagricoltura, in via Francesco Agello. Nel numero 0371­403217, o inviare un messag­ seienne, attraverso la lettura di alcuni suoi te­ CREMONA P.zza Marconi
gna), Ore 16.00, 21.15
menica 21 marzo. Per gli appassionati corso di questi incontri ci si confronterà sulle gio di posta elettronica al seguente indirizzo: sti, di home­movies che la ritraggono in scene LIVRAGA P.zza Cabrini
dell'arte antica infatti, prevista visita alla problematiche applicative della Direttiva Nitra­ accettazione@asplodi.it. di vita familiare, con amici, mentre gioca a LODI P.zza Omegna Ô SAN GIULIANO
mostra "Inca ­ Origine e misteri delle civiltà ti, con particolare riferimento alla tenuta del re­ tennis, mentre nuota, e ancora di fotografie in OSSAGO LODIGIANO Centrale CINEMA ARISTON Via Matteotti 42, Tel.: 02
dell'oro" presso il Museo di Santa Giulia a gistro concimazioni e del registro fitofarmaci. IL LODIGIANO IN FOTO bianco e nero che l'artista scattò e che raffigu­ RIVOLTA D'ADDA P.zza V.Ema­ 9846496 RIPOSO
Brescia. Il costo di partecipazione è di 30 Dalla cornice aristocratica dello splendido Ca­ rano paesaggi, spesso solitari. A questo pia­ nuele II
euro comprendente: il pullman, l'ingresso CAFFÉ ALZHEIMER stello Trecchi di Maleo , passando per il rino­ no narrativo, se ne sovrappone uno contem­ SAN DONATO MILANESE Via
e la visita guidata della mostra. La raccolta Il caffè Alzheimer, iniziativa rivolta a familiari mato Castello Visconteo del capoluogo, mo­ poraneo. Maria, una regista di cinema, voce Martiri di Cefalonia
TRENI
delle adesioni è aperta sino al 18 febbraio di pazienti affetti da demenza di Alzheimer, ge­ numento simbolo della provincia: l'arte e il pa­ narrante del film, è affascinata dalla poesia di SAN GIULIANO MILANESE Bor­
presso la signora Merli Marika, contattan­ stito dall'ASP Santa Chiara in collaborazione esaggio dei 61 comuni della Provincia di Lodi Antonia Pozzi, ne studia l'opera e decide di ri­
do il numero di telefono 0377­51089. La con il Comune di Lodi, è ormai ai due terzi del diventano protagonisti del Concorso fotografi­ cercare il mondo e i personaggi della sua vita. golombardo
partenza è prevista per le ore 14,30 dal percorso informativo. Il numero di familiari at­ co nazionale 2009 di Comuni­Italiani.it, presti­ SANT' ANGELO LODIGIANO Cen­
piazzale delle scuole. Sono aperte le iscri­ tualmente iscritti è dieci, un numero che, an­ gioso portale internet, che, con un solo clic, SAN GIULIANO MILANESE trale
zioni. che secondo i presenti, non rappresenta evi­ mette a disposizione una grande quantità di CIBO PER LA MENTE
dentemente il bisogno effettivo sul territorio, informazioni sugli 8mila comuni della Peniso­ Per la rassegna teatrale "Cibo per la mente" FARMACIE DI OGGI LODI Ô MILANO CENTRALE
LODI ma come sostiene anche qualcuno di loro, la. Per accedere al concorso, che terminerà il promossa dal comune questa sera alle 6.43; 7.07; 7.20; 7.27; 8.28; 9.58; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 14.13;
LEZIONE ALL'UNITRE per familiari è difficile uscire dal proprio isola­ prossimo 28 febbraio, basta accedere al link 21.15 al teatro Ariston di via Matteotti 42 va 16.08; 16.14; 18..12; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.39; 22.46
Oggi alle 10.15 nella sede dell'Unitre, in via mento e superare la resistenza e "la vergo­ http://rete.comuni­italiani.it/foto/, attraver­ in scena Giulio Casale con il recital "La canzo­ LODI Ô MILANO GARIBALDI
Gorini 38, si parla di scienze politiche­sociali. gna" che spesso vive chi ha un parente am­ so il quale è possibile poi pubblicare diretta­ ne di Nanda". Prevendite presso l'ufficio alla 5.51; 6.13; 6.52; 7.38; 7.48; 9.53; 10.23; 17.15; 22.29
La dottoressa Patrizia Cardone terrà una lezio­ malato. All'interno di questo percorso oggi si mente le proprie foto, discuterle, promuoverle cultura del comune (02­98207257­402) e LODI Ô MILANO LAMBRATE
ne dal titolo "Quando una donna si impegna tiene un momento di apertura del caffè Alzhei­ e votarle. Un'iniziativa che il Presidente della presso il teatro (02­9846496). Ingresso 10 5.51; 6.23; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
in politica come può conciliare il suo tempo mer, con una conferenza aperta a tutti cittadi­ Provincia di Lodi Foroni ha voluto premiare, euro posto unico, abbonamento valido per tut­ 8.28; 9.16; 10.13; 11.10; 12.13; 13.11; 13.41; 14.13; 14.40; 16.08;
con la famiglia?". ni tenuta dal dott. Pietro Vigorelli, medico e concedendo il patrocinio morale dell'Ente: ti gli spettacoli 49 euro. 16.14; 16.40; 17.15; 17.22; 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12;
21.29; 22.14; 22.29
CASELLE LANDI LODI Ô MILANO ROGOREDO
IL TEMPO CHEVALLARD ­ via Garetti ­ Tel. 5.51; 6.13; 6.43; 6.52; 7.07; 7.13; 7.20; 7.27; 7.37; 7.38; 7.48; 8.12;
OGGI DOMANI OGGI METEO LODI 0377/69905 ­ Notturno 8.28;9.16;9.53;9.58;10.13;10.23;10.53;11.10;11.23;11.53;12.13;
ZERO ZERO
TERMICO: TERMICO: 12.23; 12.53; 13.11; 13.23; 13.41; 13.53; 14.13; 14.23; 14.40; 14.53;
1400 metri. 1650 metri.
CAVENAGO D'ADDA 15.23; 15.53; 16.08; 16.14; 16.23; 16.40; 16.53; 17.15; 17.22; 17.23;
Temperatura GENOCCHI ­ viale Caduti 3 ­ Tel. 17.52; 18.12; 18.53; 19.10; 20.14; 21.12; 21.29; 22.14; 22.29
0371/70114 ­ Notturno MILANO CENTRALE Ô LODI
Massima 5 5.15;5.45;6.20;6.45;7.20;8.20;9.20;11.20;12.20;13.20;14.20;15.20;
CODOGNO 15.45;16.20;17.20;17.25;18.20;19.15;20.20;21.15
(alle 13.00) MOCCHI ­ corso Roma 62 ­ Tel.
0377/32251 ­ Notturno MILANO ROGOREDO Ô LODI
5.41; 5.28; 5.59; 6.33; 6.58; 7.33; 7.37; 7.59; 8.34;
LODI LODI Minima -5 COLTURANO 9.05; 9.33; 9.35; 10.05; 10.29; 10.35; 11.07; 11.34;
(alle 6,00) BRUSA ­ via Vittorio Emanuele 11.35; 12.05; 12.33; 12.35; 12.59; 13.05; 13.34; 13.35;
55 ­ Tel. 02/98170503 ­ Nottur­ 13.59; 14.05; 14.33; 14.35; 14.59; 15.05; 15.34; 15.35;
no 15.59; 16.05; 16.33; 16.35; 16.40; 17.32; 17.37; 17.39;
17.52; 18.05; 18.13; 18.34; 18.37; 19.02; 19.03; 19.29;
Umidità alle 13.00 19.37; 20.09; 20.33; 20.37; 21.29; 21.37; 22.37; 23.37
N LODI
COMUNALE 3 ­ Secondo Cremo­ MILANO GARIBALDI Ô LODI
Evoluzione: Corpi nuvolosi Evoluzione: Una perturbazione 5.15; 7.00; 7.30; 9.15; 9.45; 10.15; 10.45; 11.15; 11.45; 12.15; 12.45;
61% nesi 27 ­ Tel. 0371/31587 ­ Not­
associati a un centro di bassa atlantica si avvicina da ovest. Al turno 13.15; 13.45; 14.15; 14.45; 15.15; 15.45; 16.08; 16.15; 17.05; 17.40;
pressione in discesa sull'Europa mattino nubi basse sulle pianure, 19.40; 22.09; 23.10
Centrale scorrono a nord delle soleggiato sui monti. In seguito SOLE PESCHIERA BORROMEO MILANO LAMBRATE Ô LODI
Oggi Domani SAN RICCARDO ­ Abruzzi 1 ­ Tel. 5.20; 5.28; 5.52; 6.27; 7.24; 7.27; 7.43; 8.27; 8.45; 9.27;
Alpi, sfiorando marginalmente i nubi in aumento, fino a cieli molto 07.44 17.32 02­70309897 ­ Notturno 10.22; 11.27; 12.26; 12.45; 13.27; 13.45; 14.26; 14.45;
settori Retici, dove si avranno al nuvolosi in serata, con tendenza a 15.27; 15.53; 16.27; 17.26; 17.27; 17.33; 17.40; 17.53;
mattino addensamenti irregolari, deboli precipitazioni, che SAN DONATO MILANESE 18.02; 18.23; 18.27; 18.50; 19.22; 19.23; 19.59; 20.24;
in assorbimento. Altrove cieli per diverranno estese da ovest in Oggi il sole sorge alle E tramonta alle 20.27; 21.22; 21.23; 22.25; 23.23
COMUNALE 1 ­ piazza Tevere 22
lo più sereni. Gelate estese al nottata. Nevicate oltre i 500/700 ­ Tel. 02/5271113 ­ Notturno LODI Ô CODOGNO
sereno pioviggine 6.33; 6.48; 7.27; 7.49; 8.10; 8.32; 8.53; 9.49; 10.46; 11.54; 12.49; 13.20;
mattino. metri. LUNA SAN GIULIANO MILANESE 14.20; 14.49; 15.20; 16.20; 16.49; 17.10; 18.09; 17.55; 18.23; 18.29;
Temperature: stabili Temperature: stabili BORGOLOMBARDO ­ via Labrio­ 18.41;19.07;19.45;20.09;20.49;21.10;21.45;22.10;23.09;00.10
2010 Mancano 331
Venti: In pianura: deboli da NO; A Venti: In pianura: deboli da NE; A giorni al la 18 ­ Tel. 02/9848432 ­ Fino CODOGNO Ô LODI
Giorni Trascorsi
2000 m: forti da NO; A 3000 m: 2000 m: moderati da S; A 3000 m: 34 2011 ore 21 5.31;5.54;6.23;6.34;6.59;7.16;7.21;7.54;9.00;10.53;12.53;13.22;
Calante
forti da NO. moderati da SO. Fonte: 3BMeteo.com 14.21; 15.53; 15.59; 16.22; 16.55; 17.02; 17.32; 18.32; 18.53; 19.59;
20.53; 21.09; 21.59; 22.09
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 9
il Cittadino
Sezione

Lodigiano & dintorni


I RESPONSABILI DELL’ASL PUNTANO A INCREMENTARE IN TEMPI BREVI GLI “SCREENING” IN UNA DELLE PROVINCE PIÙ COLPITE DAL FENOMENO

Tumore al seno, la prevenzione è scarsa


L’allarme degli esperti: «In poche si sottopongono ai controlli»
n Allarme dell’Asl. La percentuale di more al seno l’età si abbassa a 35».
donne che muore di tumore al seno è
alta, ma la loro adesione alla campa­
Sempre secondo i dati Asl, nei ma­
schi il tumore più letale nell’anno MILANO POTREBBE BLOCCARE IL TRAFFICO ANCHE DOMENICA PROSSIMA, GUERINI INVOCA AZIONI DAL PIRELLONE
gna di prevenzione contro la malattia 2007 è stato ancora una volta quello a

Emergenza smog: «Serve una regia»


è bassa. Nel 2008, infatti, soltanto il trachea, bronchi e polmoni (115 casi,
49,43 per cento delle donne tra i 50 e i 29 per cento), seguito da colon retto (9
70 anni ha aderito alla richiesta gra­ per cento), stomaco (8), fegato (7), pro­
tuita dell’Asl di sottoporsi allo “scree­ stata e sistema emolinfopoietico (6
ning”. «Il dato è preoccupante ­ com­ per cento). «La quantificazione del­

«Serve una regia»


menta il direttore generale del­ l’incidenza dei tumori ­ spiega Agnel­ n Il Pm10 resta sotto i livelli di attenzione, ma in
l’Azienda sanitaria Emilio Triaca ­. lo ­ e la sua valutazione sono in corso caso di nuovi e ripetuti sforamenti deve essere la
Di fronte alla possibilità di fare la di approfondimento all’interno del Regione a prendere l’iniziativa. A dichiararlo è il
mammografia senza sostenere alcun progetto del registro tumori. Entro sindaco Lorenzo Guerini. «A Milano ­ dice ­ si
tipo di spesa sanitaria, le donne che l’estate si avranno i primi risultati. I parla già di un nuovo blocco il 7 febbraio. È neces­
rispondono sono poche. Quest’anno dati della prevalenza, invece, cioè i sario che venga ripristinato un forte ruolo di co­
vogliamo spingere su questo tasto e soggetti ammalati e i nuovi casi, nel ordinamento da parte della Regione: non è giusto,
portare almeno al 60 per cento l’ade­ 2008 parlano di 7.286 pazienti. Le don­ e non è neppure utile, che una decisione così deli­
sione. Anche allora sarebbe bassa, ne sono state di più dei maschi e si so­ cata venga lasciata alle scelte dei singoli comu­
ma non posso mandare i carabinieri no ammalate prima. La prevalenza, ni». L’assessore all’ambiente Simone Uggetti ri­
a casa delle lodigiane per costringer­ per le femmine, infatti, parla di 4.136 corda come, domenica, in zona Albarola, il Pm10
le a fare diagnosi precoce. Noi voglia­ casi, mentre l’età media è di 62 anni, era di 38 microgrammi per metro cubo, rispetto
mo potenziare la campagna perché i contro i 65 dei maschi». ai 68 rilevati sabato; lunedì c’è stato un aumento a
dati sui morti per tumore sono allar­ Cristina Vercellone quota 45, per il momento ancora inferiore al limi­
manti». I numeri te della soglia di attenzione, pari a 50 microgram­
del 2007, infatti, mi. «Negli ultimi anni ­ aggiunge Guerini ­ i co­
testimoniano che muni capoluogo e le province si sono battute per
tra tutti i tumori, ottenere dalla Regione la ridefinizione delle “aree
il più letale nelle
donne resta quel­
lo al seno.
Gli esami sono gratis critiche”, con l’inclusione dei circondari delle cit­
tà e l’affermazione del principio in base al quale
provvedimenti di urgenza come il blocco del traf­
«Nel 2007 ­ spiega
il direttore sani­ per le donne fico devono essere disposti, se necessari, per tutte
le aree insieme. Tutta la Lombardia dovrebbe es­
tario Mauro sere “area critica”. La collaborazione con la Re­
Agnello ­, il can­
cro alla mammel­
tra i 50 e i 70 anni, gione è stata sin qui concreta e positiva, ma in
quest’ultima occasione, il Pirellone è venuto me­
la ha colpito 49 no al suo ruolo, smentendo quanto di buono ave­
donne, con una
percentuale del
ma non tutte accettano Un vigile urbano ferma le auto in transito in occasione del blocco del traffico di domenica scorsa a Lodi
va fatto. Bisogna favorire il coinvolgimento di tut­
ti nella ricerca di soluzioni concrete».
17 per cento su
tutte le morti femminili per tumore.
Nel 2006 i morti erano stati 55, ma
con numeri piccoli, come quelli della IL DIRETTORE DELL’AZIENDA SANITARIA SI DIFENDE: «PREVISTI SPAZI PER 58 PERSONE A CODOGNO». MA PER L’ASSESSORE È ANCORA POCO
nostra provincia, le variazioni an­
nuali hanno un significato casuale».
Sempre nelle donne, secondo i dati
dell’Asl, il tumore più letale dopo
quello al seno è quello che colpisce
trachea, bronchi e polmoni (36 casi
nel 2007, 12 per cento). Segue il tumo­
Case di riposo, letti in crescita nel Lodigiano
re al colon retto (35 casi, 10 per cen­
to), quello al pancreas (29 casi, 8 per
cento), stomaco (20 casi, 8 per cento),
La Regione chiede l’adeguamento: necessari sette posti ogni cento anziani
sistema emolinfopoietico (20 casi, 8 n Più posti letto nelle case di riposo. Triaca, non ha Triaca alla conferenza dei sindaci. L’INIZIATIVA
per cento). A chiederlo è la regione Lombardia. dubbi: «L’avevo Elevato è il numero degli utenti non
Da sempre l’Associazione lodigiana
amici di oncologia si batte per la pre­
Il 21 gennaio la commissione sanità
ha espresso parere favorevole a una
detto anche ai
sindaci in sede di
autosufficienti, le offerte esistenti
non bastano a coprire i bisogni. Nel­ «Rette troppo alte, Formigoni ci aiuti»:
venzione. «Abbiamo esperienza ­ dice delibera di giunta che prevede nel presentazione le case di riposo, e l’abbiamo fatto
la presidente Carla Allegri ­ di donne
coinvolte da un tumore alla mammel­
2010 di aggiornare l’indice a 7 posti
letto ogni 100 abitanti ultra75enni.
del documento di
programmazione
notare anche al tavolo sulla conti­
nuità di cura, vengono accolti anche
la petizione decolla, raccolte 400 firme
la molto prima dei 50 anni. Non sono Secondo gli enti locali, però, non è ­ commenta ­ che gli ammalati dimessi dagli ospedali, n «Serve un aumento dei contributi regionali per le case di
un medico, ma mi chiedo se non sia ancora abbastanza: le case di riposo i posti andavano che non sono autosufficienti e han­ riposo». È l’appello lanciato dal Centro per la tutela dei diritti
necessario anticipare l’età degli hanno cambiato ruolo e il Pirellone aumentati. Non no diverse patologie, a partire da dell’anziano, associazione lodigiana che ha promosso una
“screening” ai 40 anni e magari a 30 non aumenta i contributi. Dopo gli dissi, in quell’oc­ Luca Polli quelle oncologiche. Le Rsa stanno petizione. «Abbiamo già raccolto 400 adesioni e nei prossimi
iniziare con le prime ecografie di ultimi accreditamenti di dicembre casione, però, fungendo da soluzione intermedia giorni diffonderemo ulteriormente il progetto ­ spiega il pre­
controllo, sempre che non ci sia una 2009, nel Lodigiano, i posti sono ar­ che entro maggio 2011 saranno fini­ per persone che non possono rien­ sidente Carlo Ovena, con il vice Antonino Giliberto ­: l’obiet­
familiarità con la malattia. In quel rivati a 6,4 ogni cento anziani. ti i nuovi lavori della Rsa di Codo­ trare in famiglia; dall’accudimento tivo è arrivare con molte firme entro la metà di marzo e con­
caso il ginecologo può anticipare la Gli anziani con più di 75 anni, nel gno e che allora ci saranno altri 56 degli ospiti sono passate all’assi­ segnare la richiesta in Regione». Le motivazioni della petizio­
diagnosi. Penso che favorire un per­ 2008, risultavano essere 18.939, men­ posti letto disponibili. Questa è la stenza socio sanitaria vera a pro­ ne sono state illustrate in una lettera, redatta dal Centro tute­
corso ben organizzato per la donna tre le case di riposo presenti erano conseguenza del trasferimento delle pria». la, un gruppo di volontari che ha sede nella casa di riposo di
che deve fare diagnosi precoce avvici­ 14 con 1.194 posti letto. L’anno suc­ pazienti al Fatebenefratelli e ri­ Secondo l’assessore lodigiano, dun­ Santa Chiara di Lodi. «Le notizie di questi ultimi mesi relati­
ni ai servizi sanitari. Bisognerebbe cessivo la popolazione è cresciuta, sponde anche a un bisogno del terri­ que, «servono più risorse». «Il siste­ ve agli aumenti delle rette, siano esse pubbliche o private, ci
controllare i danni provocati dalla arrivando a 19.986 anziani, le Rsa torio». Attualmente sono oltre 700 ma delle case di riposo non regge hanno convinto ­ spiegano i vertici del gruppo ­ della necessi­
“pillola” sulle giovani». sono diventate 15 e i posti letto 1.271. gli anziani in lista d’attesa nel Lodi­ più ­ aggiunge la Cesani ­. La regio­ tà di lanciare una petizione, con l’intento di ottenere un au­
La ginecologa Cristina Samarati non «Nel 2010 ­ spiega il direttore sociale giano e secondo l’assessore ai servi­ ne Lombardia non adegua a suffi­ mento dei contributi sanitari». I vertici del sodalizio hanno
ha dubbi: «Per gli “screening” di mas­ Luca Polli ­ accrediteremo ulteriori zi sociali del comune capoluogo Sil­ cienza la quota destinata alle strut­ aggiunto: «A nessuno sfugge che oggi le condizioni di salute
sa ­ dice ­ ci sono criteri e calcoli pre­ 74 posti letto suddivisi nelle varie vana Cesani, l’intervento della Re­ ture. Ha fatto un piccolo aumento degli ospiti sono molto compromesse e in diversi casi estre­
cisi. Questo non vuol dire che poi lo case di riposo. L’Asl è impegnata a gione è inadeguato. «Nel nostro ter­ un anno fa, ma non basta a coprire i mamente gravi, e che il loro costo sta affossando il conto eco­
specialista non prescriva la mammo­ portare entro il 2011 i posti letto a 7 ritorio ­ dice ­ il fabbisogno è eleva­ costi. Questi ultimi ricadono in par­ nomico delle aziende e delle famiglie». Per aderire è possibile
grafia a partire dai 40 anni. È un di­ ogni cento ultra75enni, così come to. La lista d’attesa è lunga e la popo­ te sui comuni e molto sulle fami­ telefonare al numero 0371­403228 o inviare una mail a
scorso diverso. Se poi in famiglia c’è richiesto dal Pirellone». lazione del Lodigiano sta invec­ glie». ctda@altervista.org.
un parente che è stato colpito da tu­ Il direttore generale dell’Asl, Emilio chiando molto. Ce l’ha detto anche Cri. Ver.

Disabili, cambio ai vertici dell’Intesa: Iscrizioni per elementari e materne:


la Galbiati lascia, Manfredi al timone “finestra” aperta dal 6 al 27 febbraio
n Cambio ai vertici del gruppo Inte­ progetti. Per questo non bisognerà n Via alle iscrizioni per la scuola Nelle scuole dell’infanzia statali po­ Per ulteriori informazioni, gli inte­
sa associazioni disabili del Lodigia­ lasciare ogni cosa sulle spalle di primaria e la scuola dell’infanzia. tranno invece essere accolti i bambi­ ressati possono rivolgersi all’ufficio
no. La storica coordinatrice Anna Manfredi. Tutte le associazioni do­ Dal 6 al 27 febbraio i genitori potran­ ni nati entro il 31 dicembre 2007 e, so­ pubblica istruzione di palazzo Bro­
Rosa Galbiati De Vecchi lascia il po­ vranno rimboccarsi le maniche». no iscrivere i propri figli al primo lo in presenza delle condizioni previ­ letto, ai seguenti recapiti: telefono
sto all’ex assessore provinciale ai Anche la Galbiati continuerà a lavo­ anno di elementare e materna, per ste dalla legge, i nati entro il 30 apri­ 0371/409355, fax 0371/409453, e­mail:
servizi alla persona Alessandro rare da volontaria nel gruppo. «Or­ l’anno scolastico 2010­2011. le 2008; a tale proposito, la possibilità istruzione@comune.lodi.it. Anche
Manfredi. La decisione della Galbia­ mai è nel mio Dna ­ ammette ­. Poi Le domande devono essere presenta­ di accoglimento dei nati dopo il 31 di­ per quanto riguarda l’iscrizione alla
ti è stata comunicata nell’incontro stimo le persone con le quali ho lavo­ te presso le direzioni didattiche degli cembre 2007 dovrà essere accertata, mensa, i genitori dei “primini” pos­
del 30 gennaio. In questo momento rato per trent’anni. Insomma, ci sarò istituti statali della città, dalle ore 10 presso le istituzioni scolastiche ad sono rivolgersi in municipio e ritira­
strategico per l’approvazione del­ ancora è darò il mio aiuto, ma trovo alle 17, dal lunedì al venerdì, e dalle iscrizioni concluse. re il tesserino magnetico che si potrà
l’unico piano di zona e l’adesione da Galbiati Manfredi giusto che ci sia un’altra persona che ore 8 alle 12, nella giornata di sabato, Ferma restando, in base alla norma­ usare per il pagamento dei pasti nel­
parte di tutti i comuni della provin­ porti un orientamento diverso. C’è compilando gli appositi moduli, di­ tiva vigente, la possibilità d’iscrizio­ le farmacie comunali.
cia al Consorzio lodigiano servizi al­ svolte dalla Galbiati. «È una scelta molto lavoro da fare e i volontari so­ sponibili presso gli uffici di segrete­ ne a qualsiasi scuola della città, il Gli uffici per la compilazione dei mo­
la persona, si aprono prospettive im­ logica ­ commenta quest’ultima ­, do­ no sempre pochi». La Galbiati aveva ria delle varie direzioni didattiche. territorio comunale è stato comun­ duli e la richiesta del servizio di refe­
portanti di lavoro a sostegno dei di­ po tanti anni è bene che ci sia un fondato e diretto per vent’anni, fino Per quanto riguarda la scuola prima­ que suddiviso in circoscrizioni, con zione scolastica sono aperti lunedì,
sabili e delle loro famiglie. L’associa­ cambio. Manfredi è persona compe­ al 1980, l’associazione Pro handicap­ ria, hanno l’obbligo di iscrizione le l’indicazione delle scuole di riferi­ martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9
zione ha chiesto a Manfredi, che par­ tente. Ora è in gioco il grande proget­ pati di Tavazzano. Abbandonato l’in­ bambine e i bambini che compiono i mento per la varie zone: l’elenco del­ alle 12, mercoledì dalle ore 9 alle
tecipa già all’attività di coordina­ to lombardo di riunire tutte le asso­ carico era diventata coordinatrice 6 anni di età entro il 31 dicembre le vie che fanno capo alle diverse 17.15. Dal sito www.comune.lodi.it,
mento in rappresentanza del gruppo ciazioni che si occupano di disagio. del gruppo Intesa. Ora lascia le redi­ 2010; possono iscriversi anche coloro scuole può essere consultato anche nel settore “scuola e istruzione” del
volontari Amicizia di Codogno, di Vedremo con l’Asl e gli altri organi­ ne, ma continua a dedicare impegno che compiranno il sesto anno di età su Internet, all’indirizzo www.comu­ menu “aree tematiche”, è possibile
subentrare nelle funzioni finora smi competenti di realizzare questi e idee in entrambi gli organismi. entro il 30 aprile 2011. ne.lodi.it. scaricare anche il modulo.
10 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lodi
IL DATO EMERGE DALLA RICERCA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MONZA E BRIANZA: TRA LE ZONE PIÙ DINAMICHE LA VICINA CREMONA

La crisi si sconfigge con la “linea verde”


Nuovi imprenditori lodigiani: uno su tre ha meno di 30 anni
n I giovani lodigiani si buttano «Da questa crisi ­ spiegano dalla SUL NOSTRO SITO
nella mischia per affrontare la Camera di commercio di Monza e
crisi economica e decidono di
trasformarsi in nuovi imprendi­
Brianza ­ si esce tutti insieme, fa­
cendo diventare più solide le alle­ Un boom di visitatori
tori. A partire dall’inizio del
2009, sul territorio lodigiano,
anze, che già ci sono, mettendo
insieme le piccole e le medie im­ per la galleria di foto
hanno aperto i battenti ben 102
aziende gestite da titolari che
prese, e le istituzioni, per fare
quella massa critica di “know­
su Kim Rossi Stuart
non hanno ancora compiuto how” e risorse per affrontare al­
trent’anni. Queste attività rap­ cune emergenze come quella del
presentano il 30,3 per cento sul lavoro. E la priorità sono proprio
totale delle nuove aperture nel i giovani, a partire da quelli che
territorio lodigiano, un dato tra i fanno impresa, perché, in questo
più importanti di tutta la Lom­ momento di crisi, non ci sono so­
bardia. lo i giovani precari dipendenti
È quanto emerge dalla ricerca ma anche i giovani precari im­
“Crisi globale e capitalismo dei prenditori».
piccoli. L’impatto sui ceti medi Greta Boni
della Brianza”, realizzata dalla
Camera di commercio di Monza e
Brianza in collaborazione con la
società A.A.Ster e presentata nei
giorni scorsi a Monza.
I dati della ricerca dicono che ne­
gli ultimi sei mesi dello scorso
La sorpresa:
anno, in regione Lombardia, so­
no sbocciate più di 14mila nuove
imprese individuali: quasi 1 su 4
la maglia nera
ha come titolare un giovane con
meno di 30 anni. I giovani im­
prenditori che nel corso del 2009
va a Milano La provincia di Lodi è tra le più dinamiche della regione Lombardia, con Cremona, per quanto riguarda i giovani imprenditori L’attore nei panni di Vallanzasca
hanno raccolto la sfida in Lom­
bardia hanno un peso pari al 23,8 n Tutti in piazza a vedere
per cento sul totale delle nuove Kim Rossi Stuart, anzi no:
attività, una percentuale che nel tutti sul sito de “il Cittadi­
2008 si fermava al 21,3.
Se si pone lo sguardo alle altre MARZIA BRAGALINI È DI LODI, MANUEL RIZZO DI SANT’ANGELO E MASSIMILIANO DISINGRINI DI CASALE no”. Se la presenza dell’affa­
scinante attore, venerdì scor­
province lombarde, anche Cre­ so, ha richiamato nel centro
mona ha registrato un significa­
tivo incremento sul fronte degli
“imprenditori in erba”, con una
crescita nel 2009 del 30,9 per cen­
to. In tutte le altre province Lom­
barde, invece, le aziende avviate
Forbici e pizze: ecco chi ce l’ha fatta di Lodi un gran numero di
lodigiani, è quasi impressio­
nante il numero delle perso­
ne che subito nel pomeriggio
e poi nei giorni successivi si
sono collegate al nostro sito
da giovani imprenditori con me­
no di 30 anni, rappresentano il 23
o il 25 per cento delle nuove im­
Storie di successo di tre ragazzi che si sono messi in proprio Internet per scorrere le im­
magini della galleria fotogra­
fica che la nostra redazione
prese. È a Milano che si registra n In barba alle difficoltà si sono la crisi, ma fortunatamente, a ha dedicato all’avvenimento.
l’aumento più basso di tutta la rimboccati le maniche e hanno partire da quest’anno, sembra Sono stati 10.579 soltanto
Lombardia: le nuove attività av­ alzato la “saracinesca sul futu­ che la situazione si stia ripren­ nella giornata di venerdì 29 i
viate da giovani “under 30” si fer­ ro”. Marzia Bragalini, 21enne dendo». Alcuni soci, invece, han­ clic registrati tra gli scatti
mano infatti al 21,1 per cento. iscritta all’Unione artigiani di no deciso di buttarsi in un setto­ dei nostri fotografi, ma anco­
La ricerca della Camera di com­ Lodi, fa la parrucchiera e ormai re che negli ultimi tempi va a ra lunedì 1 febbraio, quando
mercio brianzola cerca di scopri­ da un anno gestisce tutta sola il gonfie vele: la sicurezza. Massi­ l’interesse sulla notizia pote­
re perché i più giovani hanno de­ negozio di via Vigna Alta, a Tor­ miliano Dising rini, 29enne va essere considerato “esau­
ciso di rischiare mettendosi sul retta, nel comune di Lodi. «Nel iscritto alla Confartigianato lo­ rito”, la galleria fotografica
mercato. L’8,2 per cento di coloro mio settore ­ racconta Marzia ­, digiana, ha fondato insieme al ha fatto registrare ben 6107
che hanno avviato un’attività in se lavori come dipendente pren­ fratello Daniele e all’amico Fi­ clic. Kim Rossi Stuart era in
proprio durante la crisi economi­ di pochissimo, io lavoravo in un lippo Stella la società “Dimen­ città per le riprese del film
ca ha perso il posto di lavoro, cir­ centro commerciale e mi pagava­ sione sicurezza”, un’attività spe­ “Il fiore del male”, incentra­
ca il doppio rispetto a quanto ac­ no tre euro l’ora, però non c’è so­ cializzata in sistemi di allarme to sulla figura del bandito
cadeva prima. La maggior parte sta alla domenica e nemmeno che ha sede legale a Casalpuster­ Renato Vallanzasca e diretto
degli imprenditori, però, il 47,5 durante le feste. Mi sono detta lengo ma che è operativa a Codo­ da Michele Placido. Sarà
per cento, ha intrapreso questa “ci provo, se non lo faccio ades­ gno. stato lo sguardo magnetico
strada perché spinto da un forte so...non lo faccio più” e ho trova­ «Abbiamo iniziato nel 2009 ­ spie­ dell’attore, oppure il fascino
desiderio di autonomia. to una buona occasione: la signo­ ga Massimiliano ­, la paura di delle cineprese, o ancora
Il 29,5 per cento era invece affa­ ra che prima qui aveva avviato aprire c’era, anche perché la cri­ l’atmosfera anni Settanta che
scinato dal progetto che aveva in un’attività voleva vendere, così si di cui si parlava sui giornali ci ha avvolto il centro cittadi­
mente, mentre l’8,2 per cento vo­ sono arrivata io». metteva in difficoltà. Però avevo no: fatto sta che le riprese
leva continuare la tradizione di Per il momento non ha bisogno voglia di fare qualcosa di “mio”, hanno stregato i lodigiani,
famiglia, un gruppo molto meno di assistenti, Marzia preferisce Marzia Bragalini, lodigiana di 21 anni, al lavoro nel suo negozio di Torretta tutti volevamo camminare con le che ancora una volta si sono
numeroso rispetto al 2008, quan­ contare soltanto sulle sue forze. nostre gambe. Adesso siamo rivolti al nostro sito per in­
do coloro che volevano inseguire Per cercare di attirare i clienti, rella Veronica. A Sant’Angelo si proprio per avere più possibilità molto soddisfatti di come stanno formarsi e avere più partico­
le orme dei genitori si attestava­ soprattutto i ragazzi e le ragazze, trova infatti “Buona Pizza”, il lo­ per il futuro ­ commenta Manuel andando le cose, la paura c’è lari. Per scoprire e capire
no al 36 per cento. Solamente una cerca di tenere prezzi competiti­ ro punto vendita. I due, iscritti ­, all’inizio abbiamo incontrato sempre ma è uno stimolo per fa­ attraverso “il Cittadino” ciò
piccola parte dei nuovi giovani vi, soprattutto in tempi di crisi. all’Unione artigiani, sono “ai alcune difficoltà economiche, re sempre meglio, ti dà la forza che stava accadendo nel cuo­
imprenditori, l’1,6 per cento, ave­ Manuel Rizzo, 29enne, sforna for nelli” già da diversi anni: ma quelle ci sono sempre. Nel per andare avanti». re della città.
va bisogno di guadagnare di più. pizze d’asporto insieme alla so­ «Abbiamo deciso di metterci in corso del 2009 abbiamo avvertito Gr. Bo.

ALL’ASSEMBLEA DELL’ASSOCIAZIONE BISLERI LANCIA LA PROPOSTA SULL’IMPIANTO COPERTO

La provocazione della Wasken:


«In piscina il mondo delle bocce»
n Un campo da bocce al posto della
piscina coperta. É la proposta di Gi­
gi Bisleri, presidente del club
Wasken Boys di Lodi, lanciata nel
corso dell’assemblea dei soci di ve­
nerdì sera. «In attesa che il progetto
dell’amministrazione comunale per
la costruzione della piscina olimpio­
nica venga ultimato ­ sostiene ­ ab­
biamo valutato l’opportunità di ve­
rificare la possibilità di ristruttura­
zione dell’attuale piscina coperta,
trasformandola in un palazzetto do­
ve andrebbero realizzati quattro
campi da bocce». Un’idea che s’inse­
risce nel progetto di riconversione
della struttura della Faustina, che
diventerà di attualità con la costru­
zione della nuova vasca olimpionica
di via Piermarini.
Per questo il responsabile Wasken e
patron del Palio di Lodi ha provato a
guardare al futuro. «Il palazzetto po­ Al tavolo dei relatori Bisleri (terzo da sinistra) e il sindaco Lorenzo Guerini Il pubblico composto dai soci che ha partecipato all’assemblea di venerdì sera per discutere delle nuove attività
trebbe anche essere usato per l’orga­
nizzazione di grandi manifestazioni intervenire dallo stesso presidente re bene in considerazione». Nel cor­ enunciati dal presidente Bisleri: chiera alla Faustina, per realizzare re di nuoto, tornei di calcio, Palio di
come i campionati italiani ed euro­ Wasken, il sindaco di Lodi Lorenzo so della riunione nella sede della Ca­ «Siamo convinti che attraverso lo tornei e competizioni. «Con questo Lodi e Notte bianca.
pei ­ dice Bisleri ­ inoltre gli attuali Guerini, invitato all’assemblea del­ scina Faustina, la Wasken ha poi vo­ sport si possa educare, socializzare e intervento la nostra città si arricchi­ E non è mancato il capitolo nuovi in­
spazi per gli spogliatoi potrebbero l’associazione sportiva, ha spiegato tato la modifica e integrazione del investire nella crescita e nel futuro». sce di un nuovo impianto sportivo, vestimenti, che saranno l’acquisto
essere ristrutturati per creare locali che il futuro della piscina coperta suo statuto, ha dato il via libera al Poi ha illustrato l’ampliamento del­ aggiunto a quello delle bocce, diven­ di un pulmino e chiusura della re­
a disposizioni delle associazioni, fe­ «sarà da ripensare con le società rendiconto finanziario del 2009 (che le attività del gruppo sportivo, con tando così due le strutture realizzate stante parte del portico («previo re­
derazioni sportive e per dare una sportive» e la proposta di riutilizza­ chiude con un bilancio positivo) e l’inserimento anche degli scacchi. dalla Wasken», spiega Bisleri. lativi permessi») della Cascina Fau­
nuova sede al comitato provinciale re l’impianto per fare più campi di ha presentato i programmi per que­ Ed è stato anche citato il lavoro per Infine sono state menzionate le sva­ stina, sede Wasken.
del Coni». E più volte sollecitato ad bocce «è una prospettiva da prende­ st’anno. Gli obiettivi sono stati la realizzazione di una grande scac­ riate iniziative promosse, tra cui ga­ Ma.Br.
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 11
il Cittadino
Lodi
NEI PIANI DELLA GIUNTA GUERINI C’ERA LA CONCESSIONE DELL’IMMOBILE A UN PRIVATO, CHE AVREBBE DOVUTO REALIZZARE UN BAR

Nessuno vuole il vecchio distributore


Il comune non riceve offerte per la struttura nei pressi del tribunale
n Non decolla il progetto di un
In breve
¢ IERI MATTINA
nuovo locale pubblico in piazzale
3 agosto, di fronte al tribunale. Il
bando di gara per la sistemazione
Sarà eseguita
Scivola sul ghiaccio,
dell’ex distributore di carburante
è andato deserto. Nessuna offerta
formale è stata presentata in co­
una perizia
frontale in tangenziale mune a Lodi. Allo stato la struttu­
ra rimarrà dunque ancora inuti­ sull’incidente
Un’auto scivola sul ghiaccio, va in te­ lizzata e abbandonata. I vetri del­
stacoda e fa un frontale con un’altra
auto che viaggiava nella sua stessa di­
rezione. È la dinamica di un incidente
l’edificio sono frantumati, all’in­
terno l’intonaco è scrostato e si in­
travede persino un’auto. È un’Al­
del gip Forleo
stradale avvenuto ieri mattina alle 7 in fetta Gtv anni Settanta, blu scuro
tangenziale, nel tratto fra San Grato e e senza targa, parcheggiata al pia­
la rotonda dell’ex Otto Blues. Per i rilie­ no terra dell’edificio, a fianco di
vi sono intervenuti i carabinieri, mentre cumuli d’indumenti e taniche. Per
il “118” ha disposto l’invio sul posto di il futuro però palazzo Broletto po­
un’ambulanza e un’automedica. I vigili trebbe tornare a proporre il piano
del fuoco, infine, sono intervenuti con di riqualificazione dell’edificio,
un mezzo di soccorso per aiutare gli au­ magari modificando i termini eco­
tomobilisti ad uscire dai veicoli. Alla fi­ nomici previsti.
ne solo un conducente, di circa 30 an­ La scadenza del bando era già sta­
ni, è rimasto ferito e ha avuto bisogno ta prorogata dal 18 dicembre del­
delle cure mediche, mentre l’altro è l’anno scorso al 22 gennaio, ma
uscito dall’abitacolo praticamente ille­ non c’è stato nulla da fare: dal mu­
so. Le auto invece, due Fiat Seicento nicipio è stato confermato che di­
completamente distrutte, sono state ri­ versi soggetti hanno manifestato
mosse da una gru di Baggi. Il traffico interesse per l’immobile, tuttavia
non è stato bloccato: una corsia infatti non sono state avanzate offerte
era rimasta libera e i carabinieri hanno formali. Lo stabile risale agli anni Clementina Forleo, ora a Cremona
fatto scorrere su quella le auto in arri­ Sessanta e si sviluppa su tre piani
vo. Sempre ieri mattina, intorno alle (seminterrato, piano terra, primo n Una perizia sulla dinamica del­
10, c’è stato un altro incidente, questa piano), per una superficie coperta l’incidente stradale che nel tardo
volta sulla provinciale 235 a Fontana. di circa 400 metri quadrati, oltre pomeriggio del 4 dicembre aveva
Si è trattato di un tamponamento fra all’area pertinenziale. È collocato coinvolto il giudice milanese Cle­
due auto: un automobilista è stato por­ tra viale Dalmazia e piazzale 3 mentina Forleo, attualmente in ser­
tato in ospedale per leggere contusioni; agosto, di fronte alla nuova statua vizio come gip a Cremona: intende
l’altro ha rifiutato il ricovero. Nel pome­ equestre dedicata al Barbarossa e disporla la procura della Repubbli­
riggio invece il sottopasso della tangen­ a uno spiazzo ora adibito ad area ca di Lodi, che potrebbe successiva­
ziale a San Bernardo, in direzione Cre­ di sosta. Nel novembre scorso, per mente formulare precise ipotesi di
ma, è stato chiuso per cirva venti minu­ dare un volto nuovo allo stabile, reato, come quella di lesioni volon­
ti, fra le 17 e le 18, per rimuovere alcu­ l’amministrazione Guerini aveva tarie, a carico di ignoti, oppure col­
ni pezzi di ghiaccio che pendevano dal­ deciso di lanciare una gara me­ pose, o infine archiviare il caso.
la copertura verso le auto in transito. diante pubblico incanto per la Il giudice, che tra l’altro nel 2005
concessione in gestione dell’im­ L’interno del vecchio distributore di benzina di piazzale 3 Agosto a Lodi: lo stabile oggi è inutilizzato e degradato aveva preso importanti decisioni a
¢ A SANTA CHIARA mobile di seguito delle inchieste sulle scalate
sua proprie­ bancarie Antonveneta e Unipol, sta­
Malati di alzheimer, tà. Obietti­
vo? Realizza­ È ATTESO A BREVE IL DECRETO DEL MINISTRO LFANO A va tornando a Milano al volante di
una Opel, al termine di una giorna­
un corso per aiutarli re un luogo
di aggrega­
ta di lavoro, quando si era schianta­
ta contro il guard rail centrale del­
Un metodo per comunicare con gli am­
malati di alzheimer c’è. Basta imparar­
lo. A offrire questa opportunità, il 3 feb­
braio, alle 16.30, al centro anziani di
zione e un
bar. Il prov­
ve d i m e n t o
era stato an­
Ci saranno notai in più l’Autosole, in un tratto prossimo al
casello di Lodi, riportando la frattu­
ra della mandibola. Un incidente
anomalo a proposito del quale era­
via Gorini 19 a Lodi, è la casa di riposo
Santa Chiara, all’interno dell’iniziativa
del Sainte Claire Cafè, organizzata in
collaborazione con il comune di Lodi.
che approva­
to dalla giun­
ta comunale,
insieme al
tra Lodi e il Sudmilano no trapelate due versioni: la prima,
quella di un’auto che aveva tagliato
la strada al magistrato, causando
una manovra repentina che le ave­
L’incontro, che sarà tenuto dal medico capitolato n È attesa an­ zione delle sedi notarili. Media­ va fatto perdere il controllo, in con­
e psicoterapeuta Pietro Vigorelli, vuole speciale in che la creazio­ n Intanto mente è prevista una sede notarile dizioni di asfalto viscido. La secon­
essere un momento di confronto e ap­ cui venivano ne di un posto sono stati ogni 7mila abitanti, ma tra i para­ da, quella di uno speronamento vo­
profondimento su un nuovo approccio illustrate le di notaio in più nominati metri che compensano questo rap­ lontario. Ma quando la polizia stra­
alla malattia. L’obiettivo è quello di da­ modalità per a Lodi e di una i “successori” porto ci sono anche la conforma­ dale era intervenuta non c’era trac­
re a operatori e familiari strumenti per il recupero a o due nuove se­ zione del territorio e le valutazioni cia di altre vetture coinvolte. La dot­
la costruzione di relazioni più felici con carico del di in paesi nel di Grignani sulla natura e la qualità degli affa­ toressa Forleo, lasciata sola a fare la
i pazienti. Sono invitati a partecipare i concessiona­ circondario, do­ a Melegnano ri. pendolare da Milano a Cremona,
familiari dei pazienti affetti dalla malat­ rio. Gli inter­ L’esterno dell’impianto, attualmente adibito a parcheggio ve finora un no­ e di De Giovanni Nei giorni scorsi sono stati pubbli­ aveva comunque subito invocato
tia, i cittadini interessati alla tematica venti minimi taio non c’è mai a Lodi cati sulla Gazzetta ufficiale anche l’assegnazione di una scorta.
e gli operatori del settore. Il “cafè al­ da eseguire per la ristrutturazio­ stato, nel decre­ gli estratti dei decreti di trasferi­ Dalla procura di Lodi non trapelano
zheimer”, partito ad ottobre, è un mo­ ne dell’immobile erano il rifaci­ to del ministero mento nelle sedi vacanti dei notai elementi riguardo alle indagini, e
do per aiutare i parenti dei malati di al­ mento della copertura, dei pavi­ della Giustizia, previsto per le risultati vincitori del concorso per non viene confermata l’acquisizio­
zheimer ad uscire dall’isolamento, in­
contrarsi, confrontarsi con gli altri sul­
le stesse difficoltà, parlare con degli
menti, degli impianti, oltre alla si­
stemazione degli intonaci, la tin­
teggiatura e l’adeguamento del
L’eventuale prossime settimane, che assegne­ l’assegnazione dei posti vacanti
rà le nuove 467 sedi volute dal mi­ che si era concluso in settembre: a
nistro Angelino Alfano. Nel di­ Melegnano, a seguito del pensio­
ne di filmati relativi a tratte auto­
stradali, utili per individuare even­
tuali attività di pedinamento. Da
specialisti, richiedere un sostegno psi­
cologico. Durante questi incontri dei fa­
miliari con gli esperti, i loro ammalati
fabbricato alle norme in materia
di abbattimento delle barriere ar­
chitettoniche e di prevenzione in­
imprenditore stretto notarile di Milano, che con­ namento di Giorgio Grignani, è
ta oggi 492 notai e che comprende stata assegnata Lilia Rottoli, già
anche Busto Arsizio, Monza e Va­ notaio a Milano, a Lodi, dopo il
Cremona invece era trapelata l’in­
disponibilità di registrazioni delle
telecamere del garage del palazzo di
vengono intrattenuti in attività ricono­ cendi. Secondo quanto program­ rese, oltre a Milano e Lodi, saran­ pensionamento di Orazio De Gio­ giustizia, dove il magistrato solita­
sciute come forme di terapia alternati­
va (arteterapia, ginnastica, fisiotera­
mato, i criteri di aggiudicazione
partivano da una base economica
interessato no creati in tutto 76 nuovi posti.
Una revisione, quella delle sedi no­
vanni, è assegnata invece Barbara
Elisa Focarete, già notaio a Torino.
mente tiene l’auto. L’impressione è
comunque che il “caso” venga trat­
pia, stimolazione cognitiva, laboratori, di 30mila euro di corrispettivo an­ tarili, che avviene mediamente La copertura delle sedi di prossi­ tato con la massima attenzione, al
attività musicali, conversazioni di grup­
po guidate). Al termine del pomeriggio i
nuo da versare al comune, termi­
ne massimo della concessione 20
avrebbe dovuto ogni sette anni e che è elaborata ma istituzione nel Lodigiano e nel
sulla base di indicatori statistici Sudmilano, il cui numero e la loca­
di là del fatto che fortunatamente le
ferite per il magistrato non l’abbia­
due gruppi, parenti e ammalati, s’in­ anni ed entità dell’investimento relativi alla popolazione residente, lizzazione esatti devono essere an­ no messa in pericolo di vita e che il
contrano per un breve scambio e un
aperitivo di saluto. Per informazioni
economico, sostenuto dai privati
per la ristrutturazione, minimo
investire al reddito medio e al numero di cora definiti dal ministero, potrà
imprese, dal quale si desume con avvenire per prima nomina o per
9 febbraio, comunque in ritardo ri­
spetto alla prima previsione dei me­
consultare il sito www.asplodi.it, telefo­ 200mila euro. Condizioni che, for­ formule prestabilite il “carico di trasferimento. dici, potrà tornare al lavoro a Cre­
nare allo 0371/403217, mandare una
mail ad accettazione@asplodi.it.
se, non sono state giudicate appe­
tibili dal mercato.
200mila euro lavoro” per la categoria. Una pro­
cedura che finora non ha mai visto
Il numero di nuove sedi è valutato
con soddisfazione dalla categoria
mona. La perizia potrà anche chia­
rire se i danni all’auto siano compa­
Matteo Brunello interventi “al ribasso”, con ridu­ notarile. tibili con l’impatto con altri mezzi.

DOMANI LO SCIOPERO

Silvia, ieri l’ennesima segnalazione: Giustizia: «Con il nuovo contratto 500 euro in meno»
n Quella che per la presidenza del tribunale di vede che in ogni ufficio pubblico un 25 per cento

è stata vista ancora a San Giuliano Lodi è «una gravissima carenza di personale
amministrativo» per i sindacalisti della Cgil si
traduce nella mancanza di un addetto su due in
settori chiave del palazzo di giustizia di Lodi.
dei lavoratori vadano premiati economicamente
e un altro 25 per cento, tassativamente, vada
dichiarato “non produttivo”. Uno status che non
solo si traduce in mancati riconoscimenti econo­
n Silvia Tagliabue è stata vista mento coincide, re». Lunedì, come detto, è arriva­ Ieri in viale Milano si è tenuta un’infuocata as­ mici ma che, se reiterato per tre anni, è giusta
ancora a San Giuliano. Lunedì se­ mentre i capelli ta una nuova segnalazione. An­ semblea dei lavoratori, promossa da Cgil Funzio­ causa per il licenziamento. Un sistema che ri­
ra, mentre andava in onda “Chi sono molto ar­ che se i giornalisti di “Chi l’ha vi­ ne pubblica, Uil pubblica amministrazione, Flp e schia di mettere i lavoratori uno contro l’altro».
l’ha visto?” su Raitre, ha telefona­ ruffati, come lo sto?” che l’hanno ricevuta non la Rdb Cub pubblico impiego, in cui nel mirino è Il contratto di settore è scaduto e tutte le sigle
to alla redazione un cittadino erano i suoi ritengono completamente atten­ finita la bozza di rinnovo contrattuale firmata che non hanno firmato la bozza di rinnovo appa­
sangiulianese dicendo di aver vi­ quando non li dibile. Venerdì scorso, infatti, in da altre sigle sindacali, tra le quali la Cisl, e si iono intenzionate a sollevare l’illegittimità del­
sto la 39enne (scomparsa da Lodi lavava per un quella zona di San Giuliano c’era­ sono poste le basi per un’adesione massiccia allo l’accordo che deve essere ancora vistato da Fun­
il 19 dicembre scorso) venerdì po­ po’». I genitori no anche loro con i genitori e i fa­ sciopero dei lavoratori della Giustizia annuncia­ zione pubblica e Ragioneria dello Stato: Cgil e
meriggio in via Tolstoy, ancora quindi non per­ miliari di Silvia: in auto hanno to per domani. Tra lavoratori con inquadramen­ Uil propongono al ministero della Giustizia di
una volta nei pressi del centro dono la speran­ girato a lungo, passando da matti­ to “B2” che temono di vedersi aggiungere il ruo­ assumere 3mila amministrativi, a fronte di una
commerciale “Le Cupole”. La se­ z a d i p o t e rl a na a sera per quelle vie, ma senza lo di cancellieri di udienza alle mansioni già riduzione dell’organico effettivo nazionale da
gnalazione è stata “girata” ai ca­ riabbracciare. vedere nulla. affidate, «e senza riconoscimento della qualifi­ 53mila a 43mila addetti negli ultimi 15 anni, ma
rabinieri di quella zona, che han­ «Ci sono alme­ Silvia Tagliabue Oltre a quella di San Giuliano, do­ ca», denuncia uno di loro, e il rischio che con il lo scenario da anni resta quello del blocco delle
no fatto indagini mirate. no tre segnala­ po la trasmissione di lunedì è ar­ nuovo contratto si perdano fino a 500 euro lordi assunzioni. «In queste condizioni ­ proseguono i
Ieri intanto anche i genitori di zioni che sono attendibili ­ ag­ rivata anche un’altra segnalazio­ all’anno in busta paga, il quadro che emerge è di sindacalisti ­ il processo breve si tradurrà nel­
Silvia sono tornati a San Giulia­ giunge la madre ­. Silvia è lì, ma ne, da Villasanta. Un telespettato­ sfiducia e incertezza. «Stanno ponendo le basi l’estinzione in massa dei processi penali, con
no per percorrere in auto, ancora non riusciamo a trovarla. Noi ab­ re pensava di aver visto Silvia in per una Giustizia che non funziona ­ denuncia buona pace di chi ha subito un torto e non potrà
una volta, tutte le strade in cui biamo messo la sua foto ovunque, strada, con delle coperte addosso, Felicia Russo, coordinatore regionale per la Giu­ mai avere un risarcimento». Non si esclude ne­
Silvia sarebbe stata avvistata ne­ tutti sanno che è scomparsa e che ma quando i carabinieri sono ar­ stizia della Fp Cgil, ieri a Lodi per l’assemblea anche la prospettiva di un referendum sul rinno­
gli ultimi giorni. «La descrivono la stiamo cercando. In ogni caso rivati sul posto hanno fatto le in­ dei lavoratori ­ tra peggioramenti economici e vo contrattuale. Venerdì ci sarà un corteo di
tutti come effettivamente è ­ dice spero che siano i carabinieri a dagini, ma non hanno trovato demansionamenti, che si aggiungono ai provve­ protesta, a Milano, cui diversi lavoratori della
la madre ­, un po’ ingobbita e con trovarla, perché se dovessi tro­ niente. dimenti del ministro Brunetta, nei quali si pre­ giustizia lodigiana potrebbero aderire.
la testa bassa. Anche l’abbiglia­ varmela davanti io potrei sveni­ D. C.
12 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lodi
NELL’INCONTRO DI IERI CON IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, FORONI, SI È PARLATO ANCHE DELLA DIFFICILE SITUAZIONE DEI PENDOLARI

Formigoni “rilancia” la ricerca lodigiana


«Pieno appoggio al Parco tecnologico e alla Casa dell’agricoltura»
L’ONOREVOLE CODOGNESE SPIEGA COME È NATA LA CANDIDATURA ALLA VICEPRESIDENZA DEL PIRELLONE

Gibelli: «Sarò vicino al territorio»


n Vicino ai lombardi e pronto a “mettere trale di Bertonico? La paura per la di­
una buona parola” per i suoi conterra­ scarica di Senna, per esempio, non è
nei lodigiani, per mantenere la Regione ancora passata...
ai livelli d’eccellenza che le competono. «Su Senna, con il ricorso della società al
Sono questi gli impegni di Andrea Gibel­ Tar, la questione non è più politica. La
li, l’onorevole di origini codognesi che il vicenda di Bertonico, invece, ha dimo­
centrodestra ha candidato come futuro strato come tanti ex amministratori e
vicepresidente della Lombardia qualora sindaci, compreso quello attuale di Lodi,
Roberto Formigoni, presidente uscente, abbiano lanciato il sasso e nascosto la
dovesse confermarsi per l’ennesima vol­ mano: i piani territoriali non li avevano
ta alla guida della regione. Fiducioso fatti gli amministratori del centrode­
sull’esito del duello elettorale, in caso di stra. Detto ciò, farò gli interessi dei citta­
vittoria Gibelli lascerà il suo incarico di dini con grande trasparenza, come ho
presidente della commissione attività sempre fatto. E tutte le partite che ri­
produttive della Camera per dedicarsi guarderanno il territorio troveranno in
“a tempo pieno” alla vicepresidenza. me un interlocutore sensibile».
Sulla stessa poltrona, fino a oggi, da Lo­ Capitolo nucleare: la Lombardia sem­
di era riuscito ad arrivare un solo parla­ bra una delle regioni meglio disposte
mentare, Oreste Lodigiani, che negli an­ alla riapertura delle centrali...
ni Ottanta per la Regione fu anche asses­ «Andrà letto alla lettera quanto dispone
sore ai lavori pubblici: e nelle mani di il decreto in esame alla mia commissio­
Da sinistra il presidente Foroni, l’assessore Peviani e il governatore Formigoni prima del vertice Gibelli, che aspira ad esserne il primo ne, che demanda la programmazione a
successore, passerebbe l’onere di dimo­ L’onorevole lodigiano Andrea Gibelli una serie di strumenti e limita le aree di
n Sbloccare il progetto della Casa del­ trasferire da Crema a Lodi il laboratorio strare che il Pirellone, rispetto a Roma, è utilizzo a determinate condizioni, com­
l’agricoltura, certificare la “leadership” d’analisi dell’Aral. Sul Parco tecnologico, molto più vicino al Lodigiano, anche po­ sa non abbia altri argomenti. Tra noi c’è presa la presenza d’acqua per il raffred­
del Parco tecnologico padano e risolvere i invece, Formigoni ha aderito alla propo­ liticamente. compatibilità, ma non nascondiamo che damento. Per ora, nessuno è autorizzato
tanti problemi dei pendolari lodigiani. sta di Foroni di incontrarsi con tutti i so­ Onorevole, è soddisfatto dell’investi­ ci rafforzeremo, perché lo vogliono i cit­ a “fughe in avanti” su una possibile loca­
Sono questi i tre principali impegni as­ ci del Parco (comune di Lodi, Camera di tura? tadini della Lombardia, specialmente lizzazione».
sunti dal governatore uscente (e ricandi­ commercio e la stessa Provincia) per dare «Contentissimo. Era nell’aria dalla setti­ sulla riforma e sull’attuazione del fede­ Crisi economica, rilancio dell’im­
dato) della Lombardia, Roberto Formigo­ impulso a un altro progetto per ora sol­ mana scorsa: mi hanno detto che c’era ralismo fiscale, tema sul quale il dibatti­ prenditoria, Expo 2015 di Milano: se
ni, nell’incontro privato tenuto ieri a Mi­ tanto abbozzato: un accordo quadro che, questa possibilità, che sarebbe stato un to con il governo sarà pragmatico e sul vincerete, quali priorità suggerirà a
lano con il presidente della provincia di oltre a sviluppare la struttura, ne ufficia­ investimento sulla mia persona e ho det­ quale porteremo il contributo che è nel Formigoni?
Lodi, Pietro Foroni, e con l’assessore pro­ lizzi nero su bianco il ruolo di primo pia­ to di sì». nostro Dna». «L’Expo è una grande occasione di tra­
vinciale alla cultura Mariano Peviani. no nella ricerca lombarda e nazionale già Cosa prevede per le prossime elezioni Averla alla vicepresidenza, per i lodi­ sformazione urbana e infrastrutturale,
Un colloquio breve, ma fitto, nel quale sottolineato più volte verbalmente dal go­ regionali? giani, cosa significherebbe? Milano l’ha ottenuta per le credenziali
«Formigoni ha dimostrato una conoscen­ vernatore. «Sono assolutamente ottimista. L’unica «Indubbiamente una possibilità di con­ che ha e ne uscirà più moderna. La crisi
za approfondita su ogni questione affron­ Confermato il proprio sostegno alla or­ “arma” di Filippo Penati capace di crea­ fronto con la Regione molto spiccata. Ne­ non dipende dalla struttura del nostro
tata ­ spiega Foroni ­ e dal quale usciamo mai decennale “battaglia” del Santangio­ re notizia è la riproposizione in salsa an­ gli ultimi anni il Lodigiano non ha prati­ Paese, ma da quella di un mondo costrui­
con la massima condivisione su tutto e lino per intitolare alla missionaria bara­ nacquata di tematiche tipiche della Lega camente avuto la possibilità di avere un to su strategie non industriali, ma finan­
con molta soddisfazione». sina Santa Francesca Cabrini l’aeroporto o del Pdl, come la sicurezza: ma chi deve consigliere regionale, visto che anche ziarie, sfociate in un’anomalia dagli ef­
Molta attenzione è stata riservata al polo di Malpensa («sarebbe la soluzione mi­ scegliere tra originale e una copia sa co­ Gianfranco Concordati del Pd, è all’op­ fetti senza precedenti: e all’interno di
della ricerca e dell’agroalimentare alle gliore»), Formigoni ha preso anche atto sa fare». posizione. In passato insomma è manca­ ciò la Lombardia, che è fatta soprattutto
porte di Lodi. Formigoni ha per esempio dell’eloquente “report” con il quale Foro­ I vostri avversari, però, accusano ta una “cinghia di trasmissione”, men­ di piccole e medie imprese, ha la soddi­
garantito pieno appoggio alla mai decol­ ni ha illustrato la situazione critica dei Formigoni di essere prigioniero della tre nella configurazione attuale la pro­ sfazione morale di chi, rispetto a quanti
lata istituzione della Casa dell’agricoltu­ pendolari lodigiani, dalle “emergenze” di Lega e di aver perso ogni slancio... vincia di Lodi è della medesima sensibi­ aveva definito il suo modello troppo
ra, il maxi progetto da 8 milioni di euro Casale e Codogno all’attesa dei viaggiato­ «I fatti in realtà dimostrano come tutto il lità politica della Regione. Il fatto che io frammentato e superato, è capace di ri­
nel quale avrebbero dovuto confluire di­ ri di Lodi per l’estensione alle ore di pun­ programma di Formigoni sia stato por­ viva sulla pelle certi i problemi, peral­ spondere meglio e di salvare i livelli pro­
versi soggetti (le associazioni di allevato­ ta del “metrò leggero” della S1. A tale tato avanti, e come oggi la Lombardia tro, non può che fare bene al territorio: duttivi. Può uscire meglio dalla crisi ri­
ri Aral e Apa, Consorzio Muzza, proposito, il governatore ha assicurato sia accreditata tra le migliori regioni ci sarà la possibilità di mettere una buo­ spetto ad altri, ma per farlo occorreran­
Coldiretti, Confagricoltura, Cia e asses­ «impegno e celerità per la risoluzione dei d’Europa, assolutamente all’avanguar­ na parola». no il sostegno al credito, investimenti
sorato all’agricoltura della provincia di problemi»: una promessa di attenzione dia. Quanto al rapporto tra noi e Pdl, mi Con lei in Regione e la Provincia del­ per l’innovazione e tutto quello che ser­
Lodi) ma bloccato da anni tanto dagli che Foroni giudica «molto incoraggian­ sembra la solita minestra riscaldata che lo stesso “colore” del Pirellone, il Lo­ ve per mettere le Pmi nelle condizioni di
oneri economici quanto dalle “resisten­ te». sentiamo anche a Roma: non ho ragione digiano potrà sentirsi al sicuro ri­ intercettare la ripresa».
ze” politiche (soprattutto cremonesi) nel Alb. Bel. di dubitare che chi specula su questa co­ spetto a beffe del passato quali la cen­ Alberto Belloni

�������������������

������������
���������

������������������
��������������������������������������������������������������������
������������������������������������������������������������������

�������������������������������������������������

���������������������
�������������������������������������������������

�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������
��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������
�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

#ONCESSIONARIA¬"-7¬-OTORRAD¬&�LLI¬#ARTENI¬�¬6IALE¬-ILANO�¬��¬�¬4EL�¬����¬������¬�¬,/$)¬
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 13
il Cittadino
Primo Piano
STORIE DI IMMIGRATI ­ 292 RACCONTI DI VITA VISSUTA DI CHI HA ABBANDONATO LA PROPRIA TERRA PER GIUNGERE NEL LODIGIANO

«Cosa mi ha portato qui? Una pazzia»


Mariela, lasciata dal marito, è arrivata in Italia: non tornerà in Senegal
n Una bella testa piena di trecci­ «No, non potrei, non adesso. Come
ne, due grandi cerchi alle orecchie ti accennavo, io da mia sorella fac­
e un sorriso smagliante. Mariela, cio una sorta di part­time. Guada­
ventisette anni, si presenta così, gno abbastanza per pagare la mia
con la sua carica solare che rac­ parte delle spese, mentre mia so­
chiude il calore dell’Africa. O, me­ rella fortunatamente non mi chie­
glio, del Senegal, il suo Paese nata­ de nessun contributo per l’affitto,
le. altrimenti non credo che riuscirei
Parrucchiera fino a un paio d’anni a tirare a campare. Ho bisogno di
fa, la protagonista delle storie di trovare un altro lavoro per arro­
immigrati di questa settimana si è tondare, questo è fuor di dubbio».
improvvisata commessa nel nego­ Cosa ti piacerebbe fare?
zio della sorella, perché «in Sene­ «Che domande, la parrucchiera.
gal non aveva più senso restare». Ma so che non è facile, anche per­
Capita, quando i matrimoni fini­ ché non vedo in giro tanti negozi
scono e i figli sono a carico di un con lavoranti di colore. In fondo lo
genitore soltanto. capisco: io sono abituata a trattare
Poco male, comunque: Mariela qui le teste ricce e ribelli, non quelle li­
si è trovata più che bene e sta cer­ sce e perfettamente domabili. Per
cando, con un certo successo, di ri­ questo non mi formalizzo e so che
costruirsi una vita. il lavoro perfetto in questo momen­
Non ha nostalgia di casa, non è to sarebbe la donna delle pulizie a
un’emigrante pentita, anzi, le ore: potrei gestirmi con i tempi e
manca solo il suo bambino, per es­ continuare ad aiutare mia sorella.
sere felice fino in fondo. Non solo».
«Appena riuscirò a trovare un la­ Cos’altro?
voro in regola, avvierò tute le pra­ «Con un lavoro in regola potrei an­
tiche per portarlo qui. Sono sicura che avviare le pratiche per chiede­
che si innamorerà dell’Italia, pro­ re il ricongiungimento con mio fi­
prio come me». glio. Il Senegal non mi manca in
Buongiorno Mariela, avresti modo particolare, ma mio figlio sì.
qualche minuto da dedicarci Non vedo l’ora di portarlo in Italia:
per raccontarci la storia della sono più che certa che gli piacereb­
tua vita? be da impazzire. Certo, ora ha solo
«Sì, tranquillamente, anche per­ quattro anni, un po’ pochi per ca­
ché di mattina non lavoro mai, a pire, però avrebbe un’infinità di
meno che mia sorella non abbia opportunità che in Senegal sono
qualche commissione particolare solo un miraggio per la stragrande
da fare. In quei casi la sostituisco, maggioranza della gente».
altrimenti sono in giro, come og­ Da come parli sembra che tu
gi». non abbia la minima intenzione
Di cosa ti occupi? di rientrare in patria.
«Beh, diciamo che sono una com­ Un gigantesco albero, ripreso nella foresta dei baobab del Senegal: la nazione africana non riesce ancora a sfruttare economicamente le sue potenzialità turistiche «Brava, hai colto nel segno. Qui sto
messa, più o meno, anche se svolgo più che bene: ho mia sorella e la
questo lavoro da poco più di un an­ no da friggere, il tè rosso, il latte di tarmi, me lo ripete sempre anche di vista economico. Prima che lui me è un modello da seguire. Se mi sua famiglia, ho le mie amiche e ho
no e provengo da un percorso pro­ cocco e poi anche articoli per la mia sorella». lasciasse casa nostra, non naviga­ sente scoppia a ridere». anche conosciuto un ragazzo ecce­
fessionale completamente diverso. bellezza, fra cui creme e prodotti Cosa ti ha portata qui? vamo nell’oro, ma sopravvivevamo Hai altri fratelli in Senegal? zionale con cui c’è un ottimo fee­
Comunque, sostituisco mia sorella dedicati alla cura dei capelli. Quel­ «Cosa mi ha portata qui? Bella do­ abbastanza dignitosamente. Fa il «Sì, uno, il fratello di mezzo – io so­ ling. Cosa posso chiedere di più?
in negozio. Sai, siamo aperti per li li conosco molto bene». manda. La risposta più vicina alla meccanico e il suo stipendio non è no la più piccina. Vive con la sua Solo mio figlio e mia mamma. Ma
molte ore al giorno e da sola non ce Perché? verità è questa: un momento di proprio da buttare via. E comun­ famiglia non lontano dalla casa di mia mamma non si muove, credi­
la farebbe. Il mio è una sorta di «Perché in Senegal facevo la par­ pazzia. Nel senso che ci vuole una que è sempre meglio del mio». mia madre e non è mai stato nem­ mi».
part­time decisamente elastico: rucchiera – fino a un paio di anni buona dose di incoscienza per fare Perché se ne è andato? meno sfiorato dall’idea di trasfe­ Cosa vedi nel tuo futuro, Marie­
quando lei ha bisogno, io accorro. fa, appena prima di partire. Non un salto del genere e forse io ne so­ «Era stanco, così ha detto. Sai cosa rirsi qui. Più di una volta ho pro­ la?
E se anche non ha bisogno, mi pre­ immaginare che avessi il negozio no stata travolta. Probabilmente se ti dico? Si arrangi. Io adesso sono vato a fare qualche battuta e a ve­ «Vedo la telefonata di una mia ami­
sento lo stesso». con la vetrina e il casco. Diciamo, non avessi avuto la spinta dei pro­ qui è sto meglio di lui. Ti stavo di­ dere la sua reazione: piuttosto mo­ ca che mi dice: “Ho sentito di una
Il negozio è di tua sorella? piuttosto, che lavoravo a domicilio, blemi economici, a quest’ora sarei cendo, senza il suo stipendio era­ rirebbe di fame». signora che cerca una donna delle
«Sì, è suo. L’ha aperto cinque anni proponendo comunque delle teste a casa con il mio bambino a intrec­ vamo alla frutta. Il bambino aveva Se la passa male? pulizie. Che ne dici?”, poi vedo un
fa indebitandosi fino al collo e niente male. Le mie clienti erano ciare qualche ciocca». due anni e io una certezza: volevo «No, no, decisamente. Ha un lavoro bel contratto da firmare, poi un ap­
adesso sembra che gli affari vada­ molto soddisfatte, e io mi galvaniz­ Eravate in difficoltà? che avesse un futuro come si deve, e una sua stabilità economica. partamento in affitto e quindi un
no abbastanza bene. È normale, zavo ogni volta. “Mariela, voglio «Non completamente, nel senso che potesse studiare, che non ci Inoltre, se dovesse avere bisogno di volo per il Senegal, il mio bambino
considerato che un africano non che sia solo tu a mettere mani in che non mi trovavo ancora alla fossero problemi fra lui e i suoi so­ soldi ci penserebbe senza dubbio che mi aspetta e, di nuovo in Italia,
ha grandi possibilità di trovare i questo cespuglio”, mi dicevano, e canna del gas, m c’erano tutte le gni. Così, un giorno mi sono la­ mia sorella: con quello che si gua­ una vita insieme. Sarebbe bellissi­
suoi prodotti tipici, quelli a cui è in risposta arrivava il mio inter­ premesse perché la situazione de­ sciata convincere da mia sorella e dagna in un mese qui Italia, da noi mo».
abituato, nei supermercati. La­ vento. Sono una parrucchiera, è generasse. Quindi, ho preferito ho preso il mio bel volo per l’Italia. si campa una vita. Ovviamente sto Credi che riuscirai a realizzare
sciando perdere gli ananas e le ba­ quello il mio vero lavoro, ci tengo a partire prima di toccare il fondo. Mio figlio adesso vive con la non­ esagerando, ma un fondo di verità questo sogno?
nane, diffusissimi anche qui, per il ribadirlo ancora oggi». Sai, a quel punto risalire è un’im­ na». c’è: ti privi di una piccola somma «Certo, basta assecondare il desti­
resto assaporare l’atmosfera culi­ Ogni tanto acconci qualche ami­ presa». Tua sorella ti ha ospitata? (il costo della vita in Italia è davve­ no. Una serie di eventi mi ha porta­
naria di casa in Italia sarebbe ca? Cosa è accaduto? «Mia sorella mi ha salvata. Mi ha ro molto alto rispetto al nostro), la ta qui, una serie di eventi segnerà
un’impresa, se non ci fossero nego­ «Certo, non potrei farne a meno. «Molto semplicemente è accaduto offerto un letto a casa sua e un la­ mandi in Senegal e fai la felicità di la mia strada. Per ora io sono feli­
zi come quello in cui lavoro io». Anche se qui in Italia non riesco che mio marito se ne è andato per voro in negozio, oltre ai suoi saggi chi è là. Facile e piacevole, no?». ce, lo dico sinceramente. Non vedo
Cosa vendete? sempre a trovare tutti i prodotti di altri lidi, lasciando me e il bambi­ consigli e a un bel sostegno mora­ Tu stai spedendo i soldi a tuo fi­ problemi, solo opportunità».
«Generi alimentari come il plata­ cui avrei bisogno. Devo acconten­ no completamente soli dal punto le. Si vede che è la più grande. Per glio? Elisa Crotti

DALLA PRIMA PAGINA l’sà; fa mulà l’aqua in di camp l’ambient, al cudugnìn doc ­ giornate corte, si trovavano le la semente , la macchina per tanti tira e molla tra richieste
p’r irigà, al traspòrt dal pru­ “nuànta chìli ad mélga al pa­ numerose famiglie dei contadi­ rincalzare , fare arrivare l’ac­ e proposte il risultato fu che la

Prufüm dut in casina, le spése d’la


màchina da bat, la dispùnibili­
tà d’l’èra par l’esicasiòn al sul.
tron e ‘l rést al paisàn!”
I védor, di finèstor e dal bal­
còn, intant anca chì al Quar­
ni. Oggi invece siamo in salot­
to, sprofondati in una poltrona
di finta pelle lustra e scura
qua per irrigare, il trasporto
del prodotto in cascina , le
spese della trebbiatrice, la
denominazione era cambiata e
allora si diceva “6 e uno 7”, ma
poi a conti fatti era sempre in

ad mélga Al paisàn, da par sua cun la so


famìlia, al gh’èva da fa la pri­
ma sapadüra e diradamént
tiér Resisténža, i s’èrun
apanàd, tame ‘na volta quéi
d’le cà di paisàn in casina. At
davanti ad un lungo calorifero
di vecchia ghisa con attaccato
un piccolo contenitore di cera­
disponibilità dell’aia per l’es­
siccazione al sole.
il contadino, da parte sua con
favore del padrone due punti
— dice ancora intanto per al­
leggerire l’ambiente il codo­

e ad pulénta dopu ca la mélga l’èra bütàda,


la racòlta dal prudùt, al tài e
la separasiòn dal prudut dal
gh’èvi di guài a véd sa süce­
dèva fôra. Al discùrs l’è andài
inàns amò pr’un bèl pès’, fin a
mica nostrana con sopra pittu­
rata una specie di fiore artisti­
co che ha dentro acqua che
la sua famiglia, doveva fare la
prima zappatura e diradamen­
to dopo che il granoturco era
gnino doc — novanta chili di
granoturco al padrone ed il
resto a contadino”!
gh’à indrén aqua c’la sèrv a mélgas, plà ‘l füs e sgranàl e quand è turnàd dal laurà la serve a dare un briciolo d’umi­ nato, la raccolta del prodotto, I vetri delle finestre e del bal­
dagh un brisìn d’ümidità a cürà ‘l prudut in sü l’èra; la spùsa dal so por fiol, Lüisa e se dità all’ambiente asciutto. il taglio e la separazione del cone, intanto anche qui al
l’ambient süt. màn d’òpra e infin al traspòrt neùd Simone. L’argomento che tiene banco è prodotto dallo stocco , pelare i Quartiere Resistenza, si erano
L’argumént ca tégn’ banch l’è in sül granè”. Em fìnid al bicieròtu dal bute­ suggerito dal solito “maestro fusi e sgranarli e curare il appannati, come una volta
sügerìd dal solit “maèstor bati­ “E adès arìva ‘l bèl ­ al na dìs liòn d’un négor véneto che battitore” , il signor Santino prodotto sull’aia; la mano quelli delle casa dei contadini
tùr”, al siur Santin Bartulét: al siur Santìn ca’l par turnàd l’amìs Giüsép l’èva purtàd da Bertoletti: il granoturco, ulti­ d’opera ed infine il trasporto in cascina . Avevi dei guai a
la mélga, ültim ràcolt d’la pa­ ai témp d’la sò giuéntü, quand tastà e intant s’invìom a turnà mo raccolto della passata sta­ sul granaio . vedere cosa succedeva fuori Il
sàda stagiòn agrìcula, la ca’l laurà chì la fèva cun so pà a le nòste cà cul nost amiìs gione agricola, la polenta e le “E adesso arriva il bello ­ ci discorso è andato avanti anco­
pulénta e le compartecipasiòn. carlu e la so famìlia a la casina Bartulét che da vün di casèt compartecipazioni . Il grano­ dice il signor Santino che sem­ ra per un bel pezzo , fino a
La mèlga da utùbor l’è bèle di Mulìn d’la Mülasàna ­ la d’la so sagésa pupulàr al na turco da ottobre è già stato bra tornato ai tempi della sua quando è tornata dal lavoro la
stài misa tüta sül granè. Una cundisiòn d’la cumpartecipa­ dìs: “tame cal regista cinema­ messo tutto sul granaio.Una gioventù quando questo lavoro sposa del suo povero figlio,
pàrt l’è druàda par ingrasà siòn. A prudut f ’nìd la divisiòn tugràfich, c’l’era anca puéta parte era usata per ingrassare qui lo faceva con suo papà Car­ Luisa e suo nipote Simone.
inimài ma in di témp indré l’èra, due punti ­ al sutulìnea ­ chi han masàd un qual an fa, i maiali ma in tempi indietro lo e la sua famiglia alla casci­ Abbiamo finito il bicchierotto
l’èra suratüt al principàl ali­ cinch stè ad circa stanta e al siur Pasulìni cul PP da­ era soprattutto il principale na dei Mulini della Mulazzana del bottiglione d’un nero vene­
mént invèrnàl adat a fa la c’nch chìli al fitàgul e un stì al d’nàns ca i saràn le inisiài dal alimento invernale adatto a ­ le condizioni della comparte­ to che l’amico Giuseppe aveva
pulénta. paisàn. Avarì žabèle sentìd dì so num (Pier Paolo: dìs vün ad fare la polenta. Difatti quando cipazione. A prodotto finito la portato per assaggiare ed in­
Difàti quand ca s’andèva in da ca uperasiòn chì c’l’èra nüm sut­vus, par miga distür­ s’andava nelle case dei conta­ divisione era, due punti ­ sotto­ tanto ci avviamo a tornare alle
d’la cà di paisàn, in d’le casine ciamàda: cìngh e vün sés!” bà ‘l racunt dal siur Santìn) dini , nelle cascine della bassa, linea ­ 5 stai di circa 75 chilo­ nostre case col nostro amico
d’la bàsa, at sentivi cul bèl “Bene, Andém inàns” e chi quand ca i saràn mort tüt i sentivi col bel caldo del focola­ grammi al fittavolo ed I staio Bertoletti che da uno dei cas­
cald dal fugulè, al bèl prufüm salta fôra amò i discurs che ém paisàn, tüt i maèstor artigiàn, re , il bel profumo di polenta , al contadino . Avrete già senti­ setti della sua saggezza popola­
ad pulénta, parchè nal parôl bèle fài in di àni indré; al èàto quand agh sarà miga pü i pani­ perché nel paiolo attaccato to dire che questa operazione re ci dice : “come quel regista
tàcad a la cadéna suta la càpa cui sindacati; al librét, i quan­ garoi, i àvi, i farfàl; quand i alla catena sotto la cappa c’era che era chiamata: cinque ed cinematografico che era anche
gh’èra propi l’è, la pulénta c’la titatìu ‘d légna, dal làt, l’urtìn, stabiliménti i sügütaràn, senža proprio lei la polenta che coce­ uno sei“ poeta e che hanno ucciso qual­
cusèva. al ròi e’l pursìl e via discorén­ pü fermàs, a prudü al so ciclo, va. “Bene. Andiamo avanti” e qui che anno fa, il signor Pasolini
Tame sa füsòm astài adré a do fin quand al sa sufèrma sül èco alura e apéna alura la no­ Come se fossimo dietro a con­ salta fuori ancora il discorso col PP davanti che saranno le
cunsümà ‘na vélia mortuòria, fàto di paisàn ca i èrun miga sta storia la sarà f ’nìda!” sumare una veglia mortuaria che abbiamo già fatto negli iniziali del suo nome ( Pier
cun un silén•i ca duminava tant cuntént da duè laurà par Ciau né. A la pròsima! ,con un silenzio che dominava anni indietro il patto con i Paolo : dice uno di noi sottovo­
l’ambiént e ‘na vus sula se poch e’l na dìs da c’l’àn chi ha Pinu Pagàn ­ cudugnìn l’ambiente e una voce sola si sindacati; il libretto, i quanti­ ce , per non disturbare il rac­
sentiva, al siùr Bartulét, tame fài la nuéna a San Giüsèp in sentiva, il signor Bartoletti, tativi di legna, del latte, l’orti­ conto dei signor Santino )
un cantastorie dal témp d’la dl’a Césa d’la frasiòn cun don PROFUMI DI GRANOTURCO E come un cantastorie del tempo cello, il maiale ed il porcile e quando saranno morti tutti i
féra ‘d Cudògn’, al cünta­sü le Francésch, parchè as gh’és da DI POLENTA (letterale dal della fiera di Codogno raccon­ via discorrendo fino a quando contadini , tutti i maestri arti­
so memorie ca pô i èn quéle di mudificà la quota d’la compar­ dialetto codognino) tava le sue memoria che poi si sofferma sul fatto che i con­ giani , quando non ci saranno
paisàn: “La mélga in d’le noste tecipasiòn. Dopu tant tira e Come se fossimo dietro a scal­ sono quelle dei contadini:” il tadini non erano mica contenti più le lucciole , le api ., le far­
campagne lud’•àne l’èra cal mòla tra richiéste e prupòste darsi attorno ad un camino granoturco nelle nostre cam­ di dover lavorare per poco e ci falle ; quando gli stabilimento
prudùt cultivàd in cumparteci­ al risültàd al fü che la denumi­ con le belle braci rosse vermi­ pagne lodigiane era quel pro­ dice di quel anno che hanno continueranno , senza più fer­
pasiòn, ciuè tra ‘l fitàgul e l nasiòn l’era cambiàda e alura glio, fatta da pezzi di legna dotto coltivato in comparteci­ fatto La novena a San Giusep­ marsi , a produrre il loro ciclo
paisàn, in due , al patron, al as disèva “Sés e vün sèt, ma pô forte e secca, ascoltiamo una pazione, cioè tra il fittavolo ed pe nella Chiesa della frazione , ecco allora ed appena allora
metèva a dispusisiòn al terén a cnt fài l’èra sémpor in favur delle tante cosse di occasione il contadino, dove il padrone con don Francesco , perché si la nostra storia sarà finita”!
necesàri žamò predispòt, la dal patron: ­ due punti ­ al na che d’inverno nelle case di metteva a disposizione il terre­ dovesse modificare la quota Ciao nè. Alla prossima
suménža, la machìna d’argu­ dìs amò intant par alegerì campagna o in stalla, con le no necessario già predisposto , della compartecipazione. Dopo Pino Pagani ­ codognino
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 15
il Cittadino
San Giuliano
L’EDIFICIO VERRÀ REALIZZATO AD APPENA CINQUE METRI DALLE CASE E AVRÀ CINQUE PIANI: «QUI DAVVERO RISCHIAMO DI SOFFOCARE»

«Un ecomostro al posto della caserma»


I residenti di via Manzoni si schierano contro il nuovo complesso
n «State facendo delle nostre ca­ TRANCIATO UN TUBO
se delle galere: perché toglierci
quel poco d’aria che abbiamo?».
Il taglio del nastro dei cantieri Paura in via Cavour per una fuga di gas:
presso l’area della ex caserma
dei carabinieri di via Trieste ha
fatto esplodere la polemica dei
qualche malessere e disagi alla viabilità
cittadini di via Manzoni, i quali n Grande preoccupazione ha destato fra i cittadini il fortissi­
si sono uniti in una corale prote­ mo e nauseabondo odore di gas propagatosi intorno alle 11.30
sta, che rapidamente ha raccolto di ieri in via Cavour e nelle zone ad essa immediatamente
numerose adesioni. Sotto accusa adiacenti. La causa dell’incidente è stata attribuita ad una
è l’ ingombro delle nuove strut­ accidentale ed errata manovra da parte di un escavatore, im­
ture a scopo sociale che sorge­ piegato in operazioni di allacciamento alla rete. Il lavoratore
ranno sul lotto di proprietà co­ stava utilizzando la macchina per creare un nuovo canale di
munale. Oltre che per l’impatto collegamento fra il vicino cantiere per la costruzione di nuovi
sulla visuale, il malcontento na­ edifici e la centralina installata all’altezza del civico 53 di via
sce anche per l’eccessiva vici­ Cavour. Durante tale attività urtava involontariamente un
nanza ai loro caseggiati, che sor­ tubo del gas provocandone la rottura. Una grossa quantità di
gono sul retro del futuro com­ metano si è subito sparsa nell’aria creando allarme ed anche
plesso che si affaccerà su via Tri­ qualche malessere nella cittadinanza. Alcuni passanti hanno
este. «Prima la caserma distava infatti accusato emicrania e nausea. Sul posto è subito inter­
dalle nostre case 20 metri, men­ venuta una squadra dei vigili del fuoco della caserma di piaz­
tre ci siamo resi conto che il nuo­ zale Cuoco di Milano, che ha provveduto a mettere in sicurez­
vo edificio sorgerà a circa 5 me­ za la zona chiudendo, per un paio d’ore, ogni forma di transi­
tri ­ lamenta il signor Lino Baf­ to all’intera via Cavour. È stata allertata anche la società Ge­
fetti, facendosi portavoce di un nia, che è immediatamente intervenuta sul posto con i suoi
gruppo di abitanti di via Manzo­ specialisti per la verifica e la pronta risoluzione del problema.
ni ­. Inoltre, al posto della costru­ La tempestività e professionalità degli operatori in effetti ha
zione di due piani fuori terra del­ permesso di chiudere il bilancio di questo incidente, poten­
la ex caserma, ne arriverà una di zialmente molto pericoloso, ma che ha sortito solo qualche
cinque piani a cui si aggiunge mal di testa e disagi alla circolazione.
uno spazio per i pannelli solari. L’area su cui sorgeva la vecchia caserma che verrà sostituita da un complesso a scopo sociale, ma i residenti alzano la voce
In pratica, dovremmo convivere
con un vero e proprio “ecomo­
stro”. Ho già raccolto quasi 80
firme da parte di residenti, i qua­
li non sono per niente soddisfatti
delle prospettive che si stanno LE SEGNALAZIONI ERANO ARRIVATE DA ALCUNI CLIENTI: L’AZIENDA CHIARISCE CHE È UNA PROCEDURA DI LEGGE
“Caro spesa”,
profilando».
La levata di scudi dei cittadini
nei giorni scorsi ha trovato sin­
tesi nel documento, che è stato
protocollato lunedì mattina in
comune, dove si legge: «L’impat­
to ambientale di questa costru­
Sigilli alle porte, ma è tutto regolare il municipio
si mobilita
zione è allucinante, con una pa­
rete alta quasi 28 metri. Perché
toglierci quel poco sole e la poca
I “nastrini” al Carrefour servono per verificare le intrusioni per gli anziani
aria che abbiamo?». E ancora: n Strani sigilli alle uscite di si­ re sulla gestione inter­
«Vi sono persone confinanti con curezza dell’iper Carrefour di na degli spazi commer­ n Prosegue
la nuova costruzione, che vi abi­ San Giuliano? Utenti potenzial­ ciali a contattare sem­ anche nel 2010
tano da più di cinquanta anni. mente “intrappolati” fra corsie e pre la direzione, e a il progetto:
Questo è l’importante rinnova­ carrelli? Per nulla: deve essere non scattare fotografie previsti sconti
mento della città?». Partendo da così. I sigilli, in plastica sottilis­ all’interno per docu­
queste premesse, i portavoce de­ sima, si rompono alla prima mentare i fatti, nem­ agli over 65
gli abitanti della zona hanno spinta, e soprattutto servono (co­ meno con i cellulari. nei negozi
chiesto un incontro urgente con me tutti i dispositivi dello stesso Dentro l’area espositi­ convenzionati
il sindaco Gina Greco, al fine di genere) a verificare l’integrità va infatti vige sempre della città
approfondire un tema che appare degli accessi ad una struttura fa­ il divieto di foto e ri­
di largo interesse per la parte di cilmente esposta ad intrusioni prese video, ed è possi­
comunità direttamente coinvol­ come il gigantesco quadrilatero bile incorrere in san­ n Contro il “caro spesa” l’am­
ta. La battaglia è appena inizia­ commerciale affacciato sulla via zioni ed accertamenti. ministrazione comunale di San
ta, in quanto solo con il recente Emilia. A segnalare qualche pos­ Detto questo, la que­ Giuliano rinnova e potenzia il
avvio degli interventi, i cittadini sibile anomalìa nel profilo delle stione è assai sempli­ progetto in vigore ormai da an­
della zona si sono resi conto delle uscite d’emergenza della citta­ ce: i sigilli in plastica ni, che prevede sconti rivolti
dimensioni del progetto di cui si della commerciale sangiulianese non solo non impedi­ agli over 65 nei negozi conven­
parla da tempo. In pochi giorni erano stati nei giorni scorsi al­ scono l’uscita, ma rap­ zionati. In questa nuova tornata
quindi si sono organizzati, con­ cuni utenti della piazza dello presentano anche un l’ente locale ha stretto un patto,
dividendo un’istanza che ha già shopping. elemento di sicurezza, approvato in giunta, con l’“An­
raggiunto le scrivanie dei vertici Girando carrello alla mano fra i personale e alimenta­ golo dei sapori” di via Marconi,
del palazzo municipale. I diretti padiglioni, si erano accorti infat­ re, per tutti. Servono dove i pensionati che si presen­
interessati a questo punto atten­ ti che sui maniglioni antipanico infatti a verificare che teranno a fare scorte da lunedì
dono un incontro con il primo posizionati in vari punti della non ci siano state in­ al venerdì, esibendo il tesserino
cittadino e con gli assessori com­ superficie interna figuravano trusioni forzate nel­ rilasciato dagli uffici del muni­
petenti, ai quali verrà chiesto di delle chiusure in plastica ad uni­ l’area commerciale al­ c i p i o, p o t r a n n o g o d e r e d i
rivedere il prospetto che ha alle re le due aperture a spinta. Na­ l’insaputa del persona­ un’agevolazione del 20 per cen­
spalle un lunghissimo iter proce­ stri sottili, ma pur sempre tali da Uno scorcio della galleria al centro Carrefour di San Giuliano dove sono comparsi i sigilli le impiegato. In altri to.
durale. Il piano per l’area dell’ex sigillare apparentemente le usci­ termini, hanno la fun­ Per richiedere la tessera, i di­
caserma, che ha racimolato ne­ te d’emergenza. zione di qualunque altro accor­ retti interessati già in questi
gli anni scorsi anche dei finan­ Il punto, però, è che le cose devo­ gimento simile che si mette su giorni potranno recarsi presso
ziamenti per il ruolo sociale che no stare proprio in questi termi­ superfici sottoposte a sorve­ gli sportelli dei servizi sociali
andrà a ricoprire, torna così in
primo piano. Se nei mesi scorsi
l’attenzione è caduta sui ritardi
ni: tutti gli accessi a spinta al­
l’ipermercato normalmente ven­
gono sigillati e restano così fino
«Si rompono alla prima spinta, glianza: fra l’altro tutte la grandi
catene commerciali italiane
adottano lo stesso sistema, è una
muniti di un documento. Come
di tradizione infatti la possibili­
tà di risparmiare sull’acquisto
con cui sono decollati i lavori, in
questo caso l’attenzione viene
puntata a tutto campo sul futuro
all’eventuale utilizzo. E non solo
nella galassia Carrefour, ma in
tutti gli altri iper e supermerca­
nessuno rimarrà intrappolato» procedura stabilita per legge dal
decreto 626/96 e successivi. Per
quanto riguarda la loro eventua­
di generi alimentari viene con­
cessa alla fascia di cittadinanza
a cui è indirizzata l’iniziativa,
del comparto residenziale di via ti. Problemi di inceppamento? le resistenza, è del tutto simboli­ indipendentemente dal reddito.
Manzoni, dove c’è un gruppo di Sono assolutamente esclusi, vi­ rompono appena si forza il mani­ nicazione della multinazionale ca, perché qualunque pressione Negli anni scorsi il progetto ha
sangiulianesi che teme un “vici­ sto che i nastrini, larghi forse glione. alimentare: «In primo luogo in­ energica li lacera immediata­ collezionato centinaia di ade­
no” troppo ingombrante. mezzo centimetro e spessi qual­ Chiarimenti in merito vengono vitiamo chiunque abbia even­ mente». sioni da parte di sangiulianesi
Giulia Cerboni che frazione di millimetro, si forniti dallo stesso ufficio comu­ tuali reclami o domande da por­ Emanuele Dolcini che hanno colto al volo l’oppor­
tunità di riempire il paniere,
con qualche sgravio sulle loro
tasche. L’esecutivo di centrosi­
nistra capitanato dal sindaco

Rifiuti, Lega all’attacco: Gina Greco, siglando l’accordo


con una nuova insegna, ha por­
tato avanti il progetto, che a
questo punto attende solo le

«Sacchi lasciati in strada» adesioni degli aventi diritto.


Sulla stessa scia corre anche
un’altra alleanza tra ente locale
e negozianti, in particolare le
n «La mancanza di comunicazio­ sacco grigio ­ riprende Dornetti ­ cartolerie, che dopo la speri­
ne da parte di Genia si è tradotta viene ispezionato sommariamen­ mentazione iniziale, nel 2009
in sacchi non conformi abbando­ te prima di essere caricato sul ca­ hanno rinnovato la convenzione
nati per le strade». La protesta mion di raccolta: se l’addetto non che si traduce in sconti sull’ac­
viene lanciata dal capogruppo dei lo trova congruo continua ad ap­ quisto di materiale per la scuo­
“lumbard” Stefano Dornetti, il plicare il cartello di non conformi­ la. Una scommessa quest’ulti­
quale lamenta una serie di disagi tà. Ma noi ci chiediamo: è il mate­ ma che, oltre a valorizzare i ne­
legati al cambio di colore dei sac­ riale interno non conforme o il gozi di vicinato, va a vantaggio
chi della spazzatura, che era stato sacco non conforme?». E in tema delle famiglie con alunni le qua­
annunciato sul periodico comuna­ di rifiuti, soprattutto di discari­ li, soprattutto nel periodo di set­
le “Tam Tam”. L’esponente del che abusive e altri noti problemi, tembre, con la riapertura delle
Carroccio, fa presente: «Oltre al l’esponente leghista annuncia aule si trovano a fare riforni­
piccolo richiamo sul periodico, da una nuova iniziativa che raggiun­ mento di quaderni, pennarelli e
Genia non è partita nessuna lette­ gerà la rete Internet con i contri­ di altra cancelleria da mettere
ra rivolta alle famiglie con le indi­ buti anche dei cittadini. «Da oggi ­ in cartella.
cazioni dei provvedimenti da at­ sottolinea ­ sul sito della Lega Le occasioni, visto anche la pa­
tuare.Il risultato è che i sacchi ne­ nord sezione di San Giuliano gina segnata dalla crisi, sino ad
ri non vengono più raccolti dagli (www.infoleganord.org) e sul mio ora sono state colte al volo in ef­
addetti, che applicano un cartello sito (www.dornetti.it) apriamo la fetti da molti sangiulianesi, che
con la scritta “materiale non con­ nuova sezione che si chiamerà non si sono certo fatti sfuggire
forme” lasciando la sporcizia per “Cartoline dall’inferno”, dove le opportunità di “tagliare” sui
strada». Ma c’è un altro aspetto su pubblicheremo le immagini di de­ costi.
cui viene posta l’attenzione. «Il grado della nostra città». Alcuni sacchetti della spazzatura non raccolti perché non conformi: la Lega denuncia mancanza di informazioni G. C.
14 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
San Donato
L’OPERAZIONE HA PERMESSO DI STRONCARE IL TRAFFICO DI DROGA, CHE L’UOMO NASCONDEVA NELLA GRANDE AREA VERDE CITTADINA

In manette lo spacciatore del “Pratone”


Dopo i pedinamenti, i carabinieri arrestano un marocchino
n Ogni giorno, o quasi, partiva da
Melegnano per raggiungere San
Donato e qui andava a zonzo per il
comune sudmilanese. Passava da
un bar all’altro, lungo le vie del
L’Udc “chiama” i moderati:
centro e incontrava numerose per­
sone. Ogni giornata aveva lo stes­
so “copione” per P.H.S., un maroc­
«Noi siamo l’unica loro casa»
chino di 48 anni, che per mantene­ n «I moderati di centro si stanno accorgendo di contare poco o nulla sia a de­
re lui (di fatto disoccupato) e la stra che a sinistra, dove comandano la Lega e Di Pietro. E allora guardano al­
sua compagna spacciava droga l’Udc, unica loro vera “casa”». L’hanno sostenuto venerdì scorso a San Dona­
che nascondeva sottoterra al “Pra­ to i vertici regionali e provinciali del partito di Casini, in un faccia a faccia
tone”, proprio a due passi dal mu­ coi cittadini che alle regionali del 28 marzo hanno già deciso ­ o stanno deci­
nicipio e sotto gli “occhi” di centi­ dendo ­ di mettere la croce sul vecchio scudocrociato. Un pomeriggio di rifles­
naia di finestre che s’affacciano sione a cascina Roma per parlare di grandi orizzonti, ma anche di questioni
sul quadrilatero verde della città. locali. Con qualche tirata di giacca alla giunta guidata da Mario Dompè, che,
Dopo un lungo pedinamento, che secondo il coordinatore comunale Luigi Verdicchio «nel 2007 si era impegna­
andava avanti da cinque giorni, ta a fare propri diversi punti a cuore ai centristi cattolici come l’avvio di una
due carabinieri in borghese l’han­ Consulta delle famiglie, ma non l’ha ancora fatto. Eppure nel programma
no arrestato sequestrando 131 2007 della maggioranza c’era un’ampia disponibilità verso le istanze Udc».
grammi di eroina e 2mila euro in Oppure ancora per affrontare il tema di Milano che vuole rilanciarsi con
contanti. L’uomo è stato processa­ Expo 2015: «In consiglio provinciale abbiamo approvato un ordine del giorno
to per direttissima ieri presso il importante ­ ha spiegato
tribunale di Milano, dove gli è sta­ Enrico Marcora, candidato
ta confermata la custodia in car­ alla presidenza provinciale
cere a San Vittore visti i preceden­ contro Podestà e Penati, ed
ti penali. Era infatti già stato con­ oggi unico consigliere Udc
dannato per detenzione di stupefa­ a palazzo Isimbardi ­; l’im­
centi e gli erano inoltre stati tolti pegno ad affidare priorita­
anche i figli per una situazione di riamente le commesse per
difficoltà. il grande appuntamento
Era sotto controllo. Alcune segna­ fieristico ad imprese lom­
lazioni erano arrivate ai carabi­ barde. Noi siamo gli asse­
nieri, insospettiti dal fatto che il L’area del “Pratone” era diventata il nascondiglio della droga per il 48enne spacciatore marocchino, che è stato arrestato gnatari di Expo, ed è giusto
marocchino avesse quale unica che siamo noi i primi a la­
occupazione quella di girare per della droga. Erano presumibil­ vorare. L’Udc ha lanciato
la città apparentemente senza mo­ mente i clienti, a testimonianza l’ordine del giorno e pian
tivo. E nelle sue passeggiate si fer­ dell’ampia rete di compratori che piano in provincia ci sono
mava sempre con gente diversa,
con cui però s’intratteneva solo
qualche attimo davanti ai bar. I
L’attività del 48enne in pratica si rivolgevano a lui. Ma al “Prato­
ne” e presso l’abitazione di Mele­
gnano non sono stati trovati altri
venuti dietro tutti». Il pas­ L’intervento del segretario regionale Luigi Baruffi
saggio sandonatese di Lui­
gi Baruffi, deputato e segretario regionale, accompagnato dallo stesso Marco­
militari gli si sono messi alle co­
stole in borghese per non dare nel­
l’occhio. Dopo cinque giorni han­
avveniva sotto gli “occhi” stupefacenti. Lui portava con sé
piccole quantità di droga preleva­
te dal tubo e le smerciava agli ac­
ra e da Pasquale Salvatore, capogruppo al comune di Milano, non ha eluso pe­
raltro il confronto con nodi spinosi della storia Udc come il cronico problema,
che sembra affliggere i centristi, di individuare candidature che non si “sgon­
no ricostruito l’attività illecita quirenti incontrandosi con loro in fino” in breve tempo. «In Lombardia per noi è Savino Pezzotta, ex sindacali­
dell’uomo. Così, alla fine, non è ri­
masto altro da fare che program­
di decine e decine di finestre via Libertà, nei pressi di un bar,
oppure in via Europa e in via
sta Cisl, lo sfidante di Roberto Formigoni e Filippo Penati ­ ha confermato Ba­
ruffi ­: un nome limpido, il candidato ideale che può far capire il valore del­
mare l’arresto proprio davanti al Gramsci. Dopo l’arresto è stato l’Udc nella nostra regione». Anche a San Donato il segretario regionale ha
municipio, nel “Pratone”, dove il grammi di eroina purissima. Ad­ tà di spaccio. Nel nascondiglio sot­ trattenuto presso le camere di si­ scandito che «l’Udc è un partito che tiene fede ai patti, casomai sono altri che
nordafricano andava ad approvvi­ dosso ne aveva altri 11, mentre toterra è stato recuperato anche curezza della compagnia dei cara­ hanno fatto doppi giochi». Inoltre ha aggiunto qualcosa sul cosiddetto “dop­
gionarsi di droga. Lo hanno bloc­ nella sua abitazione di Melegnano un bilancino di precisione, men­ binieri di San Donato e ieri è stato pio forno” (allearsi a macchia di leopardo): «Un’astuzia il “doppio forno”?
cato lunedì quando, da sotto una sono stati scovati 2mila euro in tre decine e decine di telefonate trasferito al carcere di San Vitto­ Talmente astuto che dove non facciamo alleanze, come in Lombardia, siamo
zolla di terreno, ha estratto un tu­ contanti che, secondo gli uomini sono giunte sul suo cellulare du­ re. già sicuri di perdere».
bo in plastica. Dentro c’erano 120 dell’Arma, sono frutto dell’attivi­ rante le operazioni di recupero Emiliano Cuti Emanuele Dolcini

INTERPELLANZA DELLE OPPOSIZIONI, IL SINDACO: «COLPA DELLE VECCHIE AMMINISTRAZIONI»

Azienda servizi, i conti in rosso


finiscono in consiglio comunale
n «Quale futuro per l’Azienda co­ dell’interpellan­ namenti relativi alle erronee, e
munale servizi e i suoi dipenden­ za, specificano: inesigibili, doppie fatturazioni del­
ti?». L’interrogativo viene lanciato «Ci domandia­ la Tia (Tariffa igiene ambientale),
dalla terna di simboli di minoran­ mo come i conti­ che risalgono al 2003 e la mancata
za composta dalle liste “Noi per la nui cambiamen­ restituzione dei farmaci scaduti,
città”, Partito democratico e Ver­ ti negli assetti inseriti a bilancio poco prima del
di, che nei giorni scorsi hanno pro­ delle figure di ri­ nostro arrivo. Situazioni queste
tocollato un’interpellanza corale lievo possano in­ che, per garantire una corretta ge­
in cui nel mirino è finita la sigla fluire sull’anda­ stione finanziaria e operativa, ab­
pubblica con «un passivo da 351 mento della ge­ biamo dovuto regolarizzare». In
mila euro». Il centro sinistra chie­ stione. Con qua­ merito invece ai passaggi in corso
de chiarimenti su un gran numero le serenità i di­ il vertice del municipio annuncia:
di aspetti relativi alla gestione del­ pendenti potran­ Il sindaco Dompè «Stiamo procedendo alla ristruttu­
l’azienda, ponendo sotto i riflettori no lavorare se razione dell’azienda secondo le
una gamma di interrogativi che non sanno mai a chi fare riferi­ norme contenute nel decreto Bru­
spaziano dagli appostamenti in bi­ mento?». Ma dal versante del co­ netta con una particolare attenzio­
lancio per le vertenze in corso, agli mune, in attesa dell’approfondi­ ne verso i dipendenti». Infine
incarichi di consulenza, fino al­ mento in sede ufficiale, per il mo­ Dompè lancia la stoccata politica.
l’iter per il bando relativo al reclu­ mento il sindaco Mario Dompè, «È triste pensare ­ conclude ­ che
tamento di un nuovo direttore ge­ con una nota di replica in cui tocca chi ha causato i danni nella gestio­
nerale che fu pubblicato nei mesi il delicato tasto dei conti in rosso, ne di Acs non ha il buongusto di ta­
scorsi. A tal proposito vengono sol­ risponde: «Il passivo di 351 mila cere». Per gli altri chiarimenti a
lecitate notizie riguardo anche al­ euro non deriva da attività gestio­ questo punto occorre attendere
l’esito di questa gara aperta ai pro­ nali ma dipende da accantonamen­ che l’interrogazione venga messa
fessionisti. Non solo. Dopo il val­ ti prudenziali di tipo finanziario all’ordine del giorno del consiglio
zer di vertici che negli ultimi due dovuti alle sopravvenienze passive comunale, in cui l’azienda del co­
anni e mezzo si sono avvicendati lasciateci in eredità dalle prece­ mune di San Donato verrà posta al
sulle poltrone più alte dell’azienda denti amministrazioni. Voglio ri­ centro dell’attenzione.
pubblica, i consiglieri firmatari cordare, ad esempio, gli accanto­ G.C.

POASCO

I residenti bocciano il progetto del campo di calcio


n Il futuro centro sportivo di cascina Sorigherio a all’estensione del campo, bensì anche alla
Poasco diventa motivo di polemiche e malumori. disponibilità di altri servizi, che devono
Un drappello di cittadini giovedì alle 17.15 ha rispondere ad una serie di requisiti, a partire
annunciato l’intenzione di incontrarsi davanti al dagli spogliatoi. Ma su questo fronte il gruppo di
comune proprio per reclamare un campo da calcio sandonatesi della frazione decentrata che ha
che possa ospitare anche partite disputate tra animato la protesta, si mostra pronto a non
professionisti. In particolare, i residenti della demordere, affinché l’occasione di un nuovo
frazione più vicini al mondo dello sport, e punto di riferimento per gli appassionati del
soprattutto del pallone, non sembrano per niente calcio, possa sorgere con tutte le caratteristiche
soddisfatti del progetto che prevede un campo da per ospitare eventi importanti. L’istanza quindi
46 metri per 90. In quanto vorrebbero che l’area tornerà a raggiungere il palazzo municipale, a cui
gioco possa posizionarsi sulle dimensioni 60 metri verrà chiesto un campo che sia per dilettanti, ma
per 100, mediante una modifica dell’accordo anche per confronti agonistici di un certo livello.
stretto tra comune e operatore privato, affinché la Ulteriori aggiornamenti dovrebbero sortire dal
nuova struttura possa acquisire maggior rilievo, confronto che potrebbe tenersi nei prossimi
con i numeri giusti per diventare una platea di giorni, in cui i diretti interessati solleciteranno
richiamo per i tifosi. Per il momento sembra che una revisione del disegno, che deve comunque
l’ente locale abbia espresso una serie perplessità passare al vaglio anche degli investitori che
facendo rilevare che la possibilità per un campo hanno realizzato un complesso residenziale nella
da calcio di entrare in una rete di partite di zona, i quali dovranno corredare il quartiere di
maggior livello, non è esclusivamente legata un nuovo punto di riferimento dedicato allo sport.
16 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sudmilano
PESCHIERA n MA L’ASSESSORE DIFENDE IL PROVVEDIMENTO: «NON ABBIAMO FATTO ALTRO CHE APPLICARE LE LEGGI DELLO STATO»

Ordinanza anti­burqa, si scatena la bufera


Critiche dal centrosinistra: «Sono altre le questioni importanti»
PESCHIERA Si infiamma il dibattito
politico peschierese sull’ordinan­
za “anti burqa”: insorgono i par­
titi del centrosinistra, che seppu­
re con argomenti diversi, attacca­
Carpiano, perde l’equilibrio
no il provvedimento firmato il 29
gennaio dal sindaco.
L’ordinanza riguarda il divieto di
e cade mentre è al lavoro
copertura del volto in luogo pub­ CARPIANO Infortunio sul lavoro a re, i colleghi di lavoro hanno chia­
blico, o aperto al pubblico: puni­ Carpiano, attimi di paura per un mato la centrale operativa del 118,
sce con Euro 500 di ammenda chi camionista di Lodi. L’incidente è che ha inviato a Carpiano un’am­
utilizza «caschi motociclistici al avvenuto nella prima mattinata di bulanza della Croce bianca di Me­
di fuori di quanto previsto dal co­ ieri alla Sda, ditta di logistica che legnano, i cui sanitari hanno
dice della strada, e qualunque al­ si trova a Francolino, frazione di prontamente soccorso il 37enne.
tro copricapo che nasconda inte­ Carpiano in fregio alla provincia­ Al loro arrivo, comunque, per for­
gralmente il volto». le Binasca. Attorno alle 7.30 un ca­ tuna il camionista aveva già ripre­
L’assessore alla sicurezza Dona­ mionista di Lodi (G.G. le iniziali so conoscenza, per cui a quel pun­
tello De Mercurio spiega i motivi del 37enne) stava scaricando il ca­ to le sue condizioni non hanno più
che avrebbero indotto la maggio­ mion all’interno della ditta di lo­ destato particolari preoccupazio­
ranza di centrodestra ad optare gistica. Improvvisamente però, ni. Dopo averlo caricato in ambu­
per il provvedimento in questio­ per cause in corso d’accertamen­ lanza, i soccorritori l’hanno sotto­
ne: «Alcuni cittadini, preoccupa­ to, il camionista ha perso l’equili­ posto agli accertamenti di rito. In
ti, ci avevano segnalato la presen­ brio ed è ruzzolato pesantemente base ad una prima diagnosi, il
za per strada di due donne con in­ a terra. L’allarme all’interno della 37enne ha subito un trauma crani­
dosso il cosiddetto niqab, l’abito ditta è scattato immediatamente, co non commotivo e una serie di
che copre completamente il cor­ anche perché all’inizio le condi­ escoriazioni alle gambe e alle ma­
po, lasciando intravedere soltan­ zioni del lodigiano sembravano ni. I sanitari della Croce bianca di
to gli occhi. Sono state viste a piuttosto gravi. A seguito della ro­ Melegnano hanno quindi deciso
quanto pare anche all’interno di vinosa caduta, infatti, l’uomo ha di trasferirlo a Vizzolo al pronto
un nostro supermercato. Abbia­ picchiato la testa a terra, perden­ soccorso dell’ospedale Predabissi,
mo semplicemente applicato le do i sensi per pochi minuti. Dopo dove i medici l’hanno sottoposto
norme vigenti previste nei casi in Un’ordinanza del sindaco di Peschiera Borromeo vieta alle persone di circolare con il viso completamente coperto avergli prestato le primissime cu­ ai controlli del caso.
cui si impedisce o rende difficol­
toso il riconoscimento della per­
sona».
Gli argomenti adottati dall’espo­
nente leghista non bastano però a
placare le dure critiche prove­ VIZZOLO n INCIDENTE IERI MATTINA ALLA “CURIEL” ALLARME DEI PENDOLARI PER LA SITUAZIONE NELLE STAZIONI DI SAN ZENONE E DI LODI
nienti dal centrosinistra. Luca

Si stacca una finestra Pericolo ghiaccio sulle banchine:


Brunet, capogruppo consiliare di
Rifondazione comunista, è netta­
mente contrario: «Anziché occu­
parsi di questioni importanti per
il territorio di Peschiera ci si oc­
cupa di ordinanze che non hanno
alcun bisogno di essere scritte. A
Peschiera non c’è mai stato alcun
problema di ordine pubblico lega­
in un’aula delle medie «Rischiamo di romperci le ossa»
to alla presenza di cittadini che VIZZOLO Alla scuola media “Cu­ dirigente scolastico, Roberto SAN ZENONE Pericolo banchine
indossano il burqa, non vedo riel” di Vizzolo ieri mattina Sanzemi: «È un fatto che crea gelate per i pendolari lodigiani.
quindi l’utilità di questa azione l’anta di una finestra si è stac­ preoccupazione e paura al pen­ A lanciare l’allarme è Luca Ra­
della maggioranza. Evidentemen­ cata dai cardini in un’aula ed è siero delle possibili conseguen­ vizza, residente a Lodi e dipen­
te il sindaco deve dare il necessa­ caduta sopra un banco, andan­ ze. Comunque abbiamo subito dente del comune di Melegnano,
rio spazio e la conseguente visibi­ do in mille pezzi. Per fortuna in messo in atto le prime misure che da testimone diretto dei di­
lità alla Lega; altresì non si spie­ quel momento c’era in classe di sicurezza». Nessuno alla fine sagi sofferti quotidianamente
gherebbe questo suo bisogno di solo una maestra, visto che i è rimasto ferito. La maestra dai viaggiatori teme come di
schierarsi contro il burqa». ragazzi (della terza A) erano che stava aprendo la finestra, questi tempi, con le temperatu­
Diverso il ragionamento di Fran­ nel laboratorio di scienze, e infatti, è riuscita a scansarsi in re spesso e volentieri sotto lo ze­
cesco Ortugno, consigliere comu­ nessuno è rimasto ferito; ma tempo quando questa è crolla­ ro, qualche passeggero rischi
nale del Pd, comunque molto cri­ certo l’incidente avrebbe potu­ ta. I vetri invece sono volati in seriamente un brutto capitom­
tico nei modi: «l’Ordinanza che to avere conseguenze più gravi. tutta la classe. Gli alunni natu­ bolo:«È una cattiva abitudine ­
vieta in generale di circolare a L’istituto di via Verdi ha subito ralmente non sono più rientra­ attacca il pendolare ­ sottoline­
volto coperto e non riconoscibile nei mesi scorsi un importante ti e dopo il laboratorio di scien­ ando come il pericolo sia alto
è di per sé accettabile, e già previ­ lavoro di restauro, costato cir­ ze sono andati in un’altra aula soprattutto alle stazioni di San
sta dalle leggi italiane. Tuttavia il ca 2,5 milioni, e i ragazzi sono per proseguire le lezioni per il Zenone e di Lodi ­: purtroppo i
problema a Peschiera non è il entrati nella scuola nuova lo resto della mattinata. signori delle ferrovie non spaz­
burqa, bensì la sicurezza dei com­ scorso settembre. I serramenti Ma su quanto accaduto va al­ zano le banchine e la gente ri­
mercianti ed esercenti nei negozi erano nuovi, con relativi certi­ l’attacco dell’amministrazione schia di spaccarsi le ossa. An­
dei quali entrano, soprattutto in ficati di idoneità. Ieri mattina Francesco Galvano, militante che ieri (lunedì, ndr) ho preso il
inverno, persone con il volto co­ l’azienda che si era occupata del Pdl locale e soprattutto fra­ 18.08 da Melegnano per Lodi,
perto da caschi, cappucci e altro dei lavori (la Aircom Srl) ha tello di un ragazzo che frequen­ che peraltro era in ritardo di 10 La stazione di San Zenone al Lambro: ieri mattina mancava il sale anti­gelo
vestiario atto a proteggersi il vi­ mandato sul posto dei tecnici ta la scuola “Curiel” e che ieri minuti che a destinazione sono
so. Crediamo pertanto che sia sta­ che hanno provveduto subito avrebbe potuto essere in quella diventati 150: sono arrivato sul­ tarmi all’ufficio movimento, ma situazione per San Zenone, dove
ta fatta tanta demagogia a fini alla riparazione, mentre entro classe. «La finestra è caduta su la banchina al di fuori delle tet­ mi hanno risposto che avevano l’intervento è slittato di alcune
elettorali. Ho il serio timore che la settimana effettueranno una un banco che abitualmente è toia, ed era tutto ghiacciato». iniziato a pulirle, sì, ma da Pia­ ore a causa dell’esaurimento
la polizia locale oltre a trovare il revisione a tutte le finestre per occupato da un ragazzo ­ spiega Insomma: non bastassero ritar­ cenza! ­ si sfoga Ravizza, già momentaneo delle scorte di sa­
tempo per ascoltare gli spioni al verificare che non ci sia un di­ ­. Nella stessa aula, inoltre, c’è di, soppressioni, carrozze spes­ membro in passato del comitato le. La situazione, assicurano i
telefono, riesca difficilmente a far fetto strutturale. un’altra finestra con il vetro so stipate e guasti frequenti alle pendolari di Lodi ­. Insomma: gestori del servizio ferroviario,
rispettare questa ordinanza. Pro­ «Siamo rammaricati per l’acca­ rotto: da un mese è stato segna­ porte e agli impianti di riscal­ sembra che ci prendano tutti in resta comunque costantemente
babilmente dovranno rinunciare duto ­ spiega il vicesindaco e lato, ma finora non è interve­ damento, i pendolari devono giro: e se il ghiaccio non si scio­ monitorata: e ai pendolari della
a fare altre attività di controllo ed assessore all’istruzione Mario nuto nessuno e con il freddo la prestare bene attenzione anche glie da solo è un problema». Milano­Piacenza non resta che
investigazione sul territorio. Mazza ­, ma vogliamo rassicu­ crepa è aumentata. È preoccu­ quando si apprestano a salire o Quanto alla giornata di ieri, in­ augurarsi che, in attesa dell’ar­
Chissà, forse la prossima ordi­ rare le famiglie sull’immediato pante, soprattutto se pensiamo a scendere dal treno, pena il pe­ tanto le ferrovie, comunicano di rivo di temperature più miti, la
nanza sarà vietare il carnevale o presidio del problema e sull’in­ che tutto questo accade in una ricolo di finire gambe all’aria o, aver lavorato per rendere sicura promessa veng a realmente
chi si veste da uomo ragno». tervento a tutela di tutta la co­ scuola praticamente nuova». peggio, ancora, sui binari. «Già la banchina di Lodi attorno alle mantenuta.
Valerio Esposti munità scolastica». Gli fa eco il D. C. a novembre ero andato a lamen­ 10 del mattino; più complessa la Al. Be.

DALLA PRIMA PAGINA chiese, attraverso i loro vescovi tà’ o si è indifferenti ad essa, non chie e la fede cristiana predicata, Potremmo esprimerci anche così: l’interno della Chiesa…. Una
e/o presbiteri, avevano aderito ne esce compromessa tutt’intera celebrata e vissuta si è intrecciata da una minoranza subita ad una Chiesa che conscia della sua ‘mi­

Il piccolo all’arianesimo dividendo il corpo


vivente di Cristo che è la Chiesa.
Riteniamo che anche il Vescovo
la vita di una persona, di un grup­
po, di un popolo, dell’umanità
intera?)tocca ai credenti di oggi,
con la storia della città: si dice ha
creato tradizione! E’ ancora così?
Difficile dare una risposta secca
minoranza scelta, senza che venga
meno la ‘cattolicità’ della fede
ecclesiale per non cadere nell’eli­
norità’ ha più vivo il senso della
testimonianza, coglie meglio le
differenze in sé e fuori di sé, è più

gregge Biagio, in comunione con il Vesco­


vo di Roma (Papa) e con Ambro­
gio, Bassiano, Felice ecc … abbia
in primis ai pastori ma anche ai
genitori cattolici, catechisti ed
animatori …, essere appassionati
ed univoca: certamente sono cam­
biate le condizioni socio­culturali;
certamente le comunità cristiane
tarismo. Senza rinunciare alla
missionarietà, anzi riscoprendola
nel suo significato più proprio;
aperta al dialogo ecumenico e
interreligioso, vive con più sciol­
tezza la sinodalità e la collabora­

di San Biagio professato, predicato ed insegnato


la fede cattolica nella sua integri­
tà ed autenticità, combattendo
assertori della fede cattolica, con
la vita, con la predicazione e l’in­
segnamento. La Chiesa di oggi,
della città hanno mantenuto una
dimensione popolare innegabile;
nello stesso tempo registriamo
senza rinunciare ad animare le
realtà temporali – dall’economia
all’ambiente, dalla scienza al­
zione tra le Chiesa locali…. Que­
sto ethos interno ha anche un
influsso sul modo con cui la Chie­
(IV secolo) e diversi contesti (pro­ l’arianesimo e tutte quelle altre come quella di ieri e di sempre, ha anche noi la difficoltà e la fatica l’educazione, dallo sport alla fa­ sa si rende presente nel quadro
prio in questi giorni in televisione dottrine erronee che circolavano ricevuto dal Signore la missione di vivere un tempo di transizione miglia, dalla relazione fra uomo e sociale e politico di una nazione e
è andato in onda uno sceneggiato nella chiesa di allora. Venerando di “custodire il buon deposito” durante il quale si è tentati di donna alla vita umana ecc … ­ del sul modo con cui i singoli cristia­
su S. Agostino). Due mi sembrano S. Biagio quale patrono della città (2Tim.1,14) della fede perché pos­ ‘nostalgia’, di ‘delusione’ o di lievito del Vangelo che sa fermen­ ni operano a nome proprio e con
le note qualificanti l’esercizio non possiamo non cogliere la sua sa essere trasmesso e vissuto per ‘fughe in avanti’. Eppure la chiesa tare tutta la pasta; riscoprendo la propria responsabilità, nel campo
pastorale dei Vescovi in quel seco­ franchezza apostolica nel perseve­ il bene di tutti gli uomini. è nata come ‘gregge minuto’ sog­ testimonianza nel suo significato politico? Certamente sì e vorrei
lo: la salvaguardia della integrità rare e nell’insegnare la ‘vera’ fede 2. Dieci anni or sono nella prefa­ getto a incomprensioni, pressioni pregnante; ancorandoci alla pre­ richiamarne qui alcune conse­
e purezza della dottrina e la cura cattolica. E non è cosa da poco! zione al volumetto su S. Biagio e persecuzioni a tal punto che ghiera, alla preghiera contempla­ guenze. Esso 1) esclude una ridu­
zelante e coraggiosa del ‘piccolo Perché se anche un aspetto del edito dalla pro Loco codognese, Gesù, testimoniato dal Vangelo di tiva e alla vita sacramentale, qua­ zione dell’impegno dei cristiani
gregge’, della chiesa a loro affida­ ‘deposito della fede’ venisse messo scrissi che nel sec. IV – da allora Luca, dirà ai suoi queste parole di le cuore propulsore e centro gene­ nel campo sociale e caritativo; 2)
ta. in discussione o negato, tutta la la tradizione ‘orale’ fa risalire la consolazione: “Non temere, picco­ rativo della vita divina che suscita induce a un ‘pensare politicamen­
1. L’eresia ariana (in sostanza la fede cristiano­cattolica ne verreb­ devozione al santo Patrono – si lo gregge, perché è piaciuto al fraternità e che sola salva il mon­ te’ che sia veramente tale, rifug­
negazione della divinità di Gesù) be non solo contaminata ma com­ poteva pensare alla ‘parrocchia’ Padre vostro darvi il suo regno” do. E’ solo un abbozzo o un pen­ gendo dalle soluzioni puramente
era nella sua fase più espansiva e promessa. E non si tratta di man­ di Codogno come a ‘un gregge (Lc 12,32). Con tale proclamazione siero, sul quale sarà necessario settoriali; 3) contribuisce a creare
la Chiesa tutta soffriva di profon­ tenere in piedi un castello di car­ minuto ma ben custodito’. Lo egli determina anche lo statuto di ritornare perché questa passag­ un tessuto comune di valori; 4)
de lacerazioni e divisioni. Non si ta, bensì di salvaguardare ciò che stesso ‘piccolo gregge’ che ha ogni comunità cristiana che desi­ gio, questa transizione la stiamo promuove le regole del consenso
trattava, infatti, di un confronto sta più a cuore a Dio: l’amore e caratterizzato l’esperienza delle deri ricevere dal Signore la vita già vivendo e in qualche caso dei cittadini. Il percorso di un
accademico, bensì era in gioco la quindi la salvezza di tutti gli uo­ comunità cristiane dei primi seco­ piena del suo regno. Ecco, si trat­ subendo. Al riguardo il Card. cristiano cresciuto in una Chiesa
‘verità’ di Dio e quindi della sal­ mini attraverso Gesù, il Verbo­Fi­ li, compresa quella del Vescovo ta di prendere atto di questo ‘sta­ Martini già nel 1998 scriveva: “ Il ‘piccolo gregge’ che ha colto la
vezza dell’uomo (se Gesù non è glio fatto carne per la nostra sal­ Biagio. Sono passati secoli e la tuto evangelico proprio di ogni riconoscere invece con serenità di sua missione di essere seme e
anche vero Dio, consustanziale vezza. In un tempo di relativismo parrocchia di Codogno non solo si comunità cristiana’ e nello stesso essere piccolo gregge, di essere lievito, è dunque complesso ed
con il Padre, allora anche la re­ non solo morale ma anche e forse è ingrandita numericamente ma ­ tempo accompagnare con fiducia seme e lievito nella città implica esigente” (Il seme, il lievito e il
denzione dal peccato non è real­ soprattutto dottrinale (quello passando attraverso il tempo­epo­ questo passaggio da un regime­ un ethos preciso. Un ethos di piccolo gregge. pp. 117­118). Com­
mente avvenuta) e la verità stessa morale non dipende forse da quel­ ca della ‘cristianità’ ­ si è anche tempo di cristianità (che non c’è umiltà, di mitezza, di misericor­ plessità ed esigenza che interpel­
del cristianesimo e delle chiese lo dottrinale, o meglio: quando si identificata con la città stessa; nel più) ad un nuovo stile e tempo che dia, di perdono, di riconoscimento lano anche noi!
che ne professavano la fede. Molte nega o non si ricerca più ‘la’ veri­ tempo ha figliato altre tre parroc­ Gesù ci indica come evangelico. delle proprie colpe anzitutto al­ d. Diego Furiosi
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 17
il Cittadino
Melegnano
I LADRI HANNO FORZATO LE PORTE D’INGRESSO DELL’IMMOBILE E SACCHEGGIATO GLI STORICI LOCALI DEL GEM DI VIA BADEN POWELL

Vandali scatenati, razzia alla sede Scout


Rubati computer e videoproiettori per un valore di 4mila euro
IL DEPUTATO DEL PD n Vandali scatenati alla casa
scout di Melegnano. Razziati In breve
Nucleare, Quartiani: computer e videoproiettori nel­
la sede del Gem per un danno UNA BURLA AL TELEFONO
«Quello del governo stimato in quasi 4mila euro. I
teppisti sono entrati in azione Chiamano il “118”,
è un salto nel vuoto» nella notte tra domenica e lune­
dì, quando hanno colpito alla ma era un falso allarme
n «Le nuove centrali nucle­ storica casa scout in via Baden
ari? Non possiamo seguire Powell, che accoglie numerose «Venite subito a Melegnano, c’è un
il governo quando chiede associazioni attive in città. Do­ uomo che si sente male». Ma non è
solo tre mesi per decidere po essere penetrati nel cortile vero nulla. Il falso allarme è scattato
dove farle. E c'è pure il ri­ che circonda la struttura in riva lunedì sera attorno alle 22.50, quan­
schio che chi aveva già pri­ al fiume Lambro, i ladri hanno do la centrale operativa del 118 ha
ma sul proprio territorio forzato le porte d’ingresso e si ricevuto una telefonata. «Venite in
una centrale oggi chiusa, sono infilati nelle varie sedi, piazza Piemonte ­ diceva concitata la
come Piacenza e la Bassa che sono state messe in gran voce all’altro capo del telefono ­. C’è
Lodigiana, si trovi a pagare parte a soqquadro. Nel quartier un uomo solo in casa che si è sentito
anche quella nuova. Senza generale degli scout, ad esem­ male». Nella periferia nord di Mele­
nessun tipo di compensazio­ pio, i teppisti hanno aperto una gnano sono accorse un paio di ambu­
ne». È il monito lanciato da decina di cassetti alla probabile lanze e due squadre di vigili del fuoco
Erminio Quartiani, parla­ ricerca di soldi e oggetti di valo­ in arrivo dalla caserma di Lodi. Una
mentare melegnanese del re. Ma non hanno trovato nulla, volta giunti in piazza Piemonte, però,
Partito Democratico, af­ per cui si sono “consolati” con i soccorritori hanno scoperto che in
frontando a Roma la costru­ una serie di raid vandalici. Do­ realtà si trattava di un falso allarme.
zione del documento che po aver recuperato gli estintori Guidati dal vicesindaco di Melegnano
dovrebbe dettare entro po­ presenti all’interno della strut­ Enrico Lupini, che abita in piazza
chi mesi il nuovo corso tura, infatti, ne hanno svuotato Piemonte, hanno infatti girato atten­
dell'energia atomica trico­ il contenuto in palestra e nella tamente il quartiere per una ventina
lore. Quartiani, che è nella sede scout. I ladri hanno quindi di minuti, senza tuttavia trovare nes­
Decima commissione della raggiunto il gabbiotto degli at­ suno che si fosse sentito male all’in­
Camera (Attività produtti­ trezzi e, dopo aver scardinato la La devastazione provocata dall’incursione dell’altra notte nella sede Scout di via Baden Powell nel cuore di Melegnano terno del proprio appartamento.
ve), è intervenuto mercoledì porta d’ingresso, hanno aspor­
27 gennaio alla seduta uni­ tato un paio di picconi. A quel IL 13 E IL 14 FEBBRAIO
taria delle commissioni punto si sono diretti nel quar­
decima e settima, quella tier generale del Gem, nota as­ I Fratelli dimenticati
che sovrintende all'ambien­
te e territorio. Sotto i riflet­
sociazione cittadina che si occu­
pa dei ragazzi diversamente abi­ UN EXTRA DEL 30 PER CENTO, IL COMUNE REPLICA: «COLPA DEL REGOLAMENTO» in campo per Haiti
tori il testo, il decreto leg­ li. Dopo essere penetrati nella
ge, che il governo vuole struttura, che è stata messa an­ Anche la Fondazione Fratelli dimenti­
mandare in porto entro
pochissimo per dare il via
al nuovo nucleare italiano.
Secondo il capogruppo Pd
ch’essa sottosopra, servendosi
dei picconi hanno scassinato la
pesante cassaforte, dalla quale
hanno prelevato due computer
“Tassa sui loculi”, cittadini infuriati cati scende in campo per i terremo­
tati di Haiti. Sabato 13 e domenica
14 febbraio le volontarie dell’asso­
ciazione attiva in città effettueranno
alla Camera il governo
sull'atomo si sta buttando
all'avventura. Non sul nu­
cleare in sè: «Il Partito De­
portatili e un videproiettore per
un danno che i responsabili del
Gem hanno quantificato in qua­
si 4mila euro. Poi hanno «visita­
«Ci fanno pagare due volte il posto» una raccolta di fondi. «Saranno in­
fatti vendute numerose torte prepa­
rate sia da noi sia dalle nostre bene­
fattrici ­ hanno spiegato i responsa­
mocratico non è mai stato to» le sedi delle altre associazio­ n “Tassa sui vivi”, impazza la decine di bili del movimento ­. Il ricavato sarà
pregiudizialmente contro la ni ospitate nella casa scout, infi­ polemica. Il “giallo” è scoppiato cittadini, la destinato ai terremotati di Haiti at­
politica nucleare civile e la ne si sono rapidamente dilegua­ in questi giorni, quando i citta­ maggior traverso l’ispettoria salesiana di
nuova legge che lo regola­ ti senza che nessuno si accor­ dini (ancora viventi) che 10 anni parte dei Port­au­Prince, nostro referente per
menta» è tornato a sottoli­ gesse di nulla. D’altra parte, so­ fa hanno acquistato un loculo al quali anzia­ garantire la finalità dei fondi, come
neare. Ma sul “galoppo” dei prattutto durante le ore nottur­ cimitero di Melegnano si sono ni. «La clau­ del resto avvenuto in occasione dello
tempi per un problema di ne, la casa scout nel quartiere visti chiedere un corrispettivo sola era già tsunami. Saremo quindi presenti sa­
dimensioni così colossali: Borgo si trova in una posizione pari al 30 per cento del prezzo c o n t e nu t a bato 13 dalle 15.30 alle 19 davanti
«Si parla di tre mesi, a fare tutto sommato isolata. L’ipotesi originario del manufatto. Come nel contrat­ al nostro negozio in via Zuavi e dome­
data dall'approvazione del più plausibile è che, in prossi­ dire che, se un decennio or sono t o f i r m at o nica 14 febbraio dalle 9 alle 12.30
decreto legislativo, per defi­ mità della struttura in via Ba­ avevano pagato il loculo 2mila all’atto del­ sia davanti al nostro negozio sia nei
nire la nuova strategia nu­ den Powell, i ladri avessero a di­ euro, oggi devono versare una l’acquisto pressi della Basilica».
cleare compresa l'ubicazio­ sposizione un’auto a bordo della somma aggiuntiva di circa 700 del loculo ­
ne dei siti (qualcuno, peral­ quale, dopo aver caricato la re­ euro. Ieri (martedì) mattina di­ si è affretta­ DUE INCIDENTI
tro smentito, sostiene ci furtiva, sono fuggiti a tutta velo­ versi melegnanesi hanno preso to a precisa­
siano già e comprendano
anche la “riaccensione” di
cità facendo perdere in pochi
minuti le proprie tracce.
d’assalto il municipio in piazza
Risorgimento per chiedere spie­
re Lupini ­.
Lo scopo è
Mattinata movimentata
Caorso, nda). Un tema simi­
le andava preparato da anni
A scoprire il blitz teppistico lu­
nedì sera sono stati Cesare Be­
gazioni.
«Da un giorno con l’altro ­ han­
proprio
quello di di­
in città e sulla Binasca
con una precisa e puntuale doni e Domenico Dolcini, storici no tuonato infuriati ­ ci siamo sincentiva­ Mattinata movimentata per le strade
informazione sulla politica fondatori degli scout e della Po­ visti chiedere tra i 500 e i 700 eu­ re l’acquisto di Melegnano, due incidenti in poche
energetica del nucleare lisportiva Csm. Arrivati in via ro per il loculo acquistato dieci prematuro ore in via Castellini e sulla Binasca.
civile. Ma allo stato attuale, Baden Powell attorno alle 19, in­ anni fa. Stiamo insomma par­ dei manu­ Attorno alle 9.30 di ieri mattina una
di fatto non si sa come in­ fatti, Bedoni e Dolcini si sono ri­ lando di una vera e propria tas­ fatti, che poi 38enne residente in zona Giardino
tenda muoversi l'esecutivo trovati la casa scout completa­ sa sui vivi ­ hanno incalzato i rimangono stava viaggiando in sella alla sua bi­
nazionale sulle nuove cen­ mente sottosopra, mentre all’in­ melegnanesi ­, che peraltro non di fatto inu­ cicletta lungo via Castellini, strada
trali». Il deputato melegna­ terno della palestra era ben visi­ si paga in altri comuni del terri­ tilizzati per nel cuore di Melegnano a pochi metri
nese solleva anche altre bile la polvere degli estintori torio». decenni». dalla centralissima piazza Matteotti.
ricadute del problema: svuotati. L’allarme è scattato La replica di palazzo Broletto è legnano.mi.it)». «All’atto della Secondo i Giunta nell’ultimo tratto di via Ca­
«Adesso che torniamo al immediatamente e così, tempo giunta a stretto giro di posta. «Il concessione di sepoltura desti­ calcoli di palazzo Broletto, at­ stellini, però, la donna è stata urtata
nucleare siamo sicuri che pochi minuti, in Borgo si sono regolamento di polizia mortua­ nata a persona vivente ­ recita il tualmente nel cimitero di Mele­ da un’auto guidata da una donna re­
continueranno a servire le precipitati i responsabili degli ria approvato nel 1998 dalle pas­ documento ­ dovrà essere versa­ gnano sono un centinaio i loculi sidente in città, che l’ha fatta ruzzo­
maxicentrali a gas su cui si scout, del Gem e delle altre asso­ sate amministrazioni e tuttora to, oltre all’importo per la con­ vuoti, il cui costo varia a secon­ lare a terra. Le condizioni della don­
sono investiti miliardi, co­ ciazioni, che hanno dovuto fare vigente parla chiaro ­ ha taglia­ cessione, anche un corrispetti­ da della posizione dai 2mila ai na non sono parse particolarmente
me Turano­Bertonico?». anch’essi i conti con l’amara to corto il vicesindaco di Mele­ vo pari al 30 cento della tariffa 3mila euro. «E il risultato ­ ha preoccupanti, ma la ciclista ha rag­
Infine, l'aspetto dei costi in sorpresa. Sul posto è tempesti­ gnano Enrico Lupini ­. Qualora vigente. Lo stesso valore per­ ribadito Lupini ­ è che il comu­ giunto comunque il pronto soccorso
bolletta: «Da quanto posso vamente accorsa una pattuglia il loculo acquistato dieci anni fa centuale (riferito alla tariffa vi­ ne non è in grado di soddisfare del Predabissi per essere medicata.
capire oggi, i cittadini delle dei carabinieri di Melegnano, non sia ancora occupato, colui gente in quel momento) dovrà la domanda di coloro che richie­ Attorno alle 7.30 invece, stavolta
zone dove già c'erano cen­ che hanno compiuto un sopral­ che l’ha comprato deve versare essere versato alla scadenza di dono un loculo per i parenti de­ nella zona della provinciale Binasca,
trali, come Caorso, paghe­ luogo nei vari locali presi di mi­ il 30 per cento del prezzo origi­ ogni successivo decennio, in as­ funti. Non è un caso ­ ha conclu­ si sono scontrati un mezzo pesante e
ranno esattamente come ra per recuperare eventuali ele­ nario del manufatto. È quanto si senza di occupazione della se­ so ­ che di recente siamo stati una macchina, senza comunque che
tutti gli altri italiani il co­ menti utili all’attività investiga­ legge al comma 3 dell’articolo 27 poltura». costretti a realizzare una cin­ neppure in questo caso siano stati
sto delle nuove». tiva. del relativo regolamento (scari­ L’improvvisa richiesta del co­ quantina di nuovi manufatti». segnalati particolari problemi.
Stefano Cornalba cabile dal sito www.comune.me­ mune ha però colto di sorpresa St.Co.

Dall’assessore alla sicurezza Maullu


i complimenti al “pensionato sceriffo”
n Blitz a Melegnano di Stefano ieri mattina a Melegnano è arri­ per gli anziani del territorio».
Maullu: l’assessore regionale vata anche una troupe del L’iniziativa è stata partecipata
incontra l’arzillo vecchietto che «Tg5», che dovrebbe mandare dall’assessore alla sicurezza e
ha messo in fuga un truffatore. in onda il servizio in una delle alla polizia locale di Melegnano
L’episodio si è verificato un pa­ prossime edizioni. Ma anche Marco Lanzani in compagnia
io di settimane fa quando, dopo Rosa Angela Livraghi, anziana del comandante della polizia lo­
avere seguito in comune i corsi residente in via Dezza, ha rac­ cale Davide Volpato e dell’uffi­
anti­truffa organizzati proprio contato il tentativo di truffa da ciale Fabio Barbieri.
da Maullu in collaborazione lei sventato qualche tempo fa. «Il corso anti­truffa organizzato
con palazzo Broletto, l’84enne «L’obiettivo della nostra azione dall’assessorato regionale in
Ferdinando Molteni ha subito ­ ha chiarito ieri Maullu, asses­ collaborazione con il nostro co­
un tentativo di raggiro al Mon­ sore regionale alla polizia loca­ mune ­ ha spiegato Lanzani ­ ha
torfano. le, alla protezione civile e alla avvicinato sempre più le istitu­
«Sono amico di suo figlio ­ gli prevenzione ­ è di creare una si­ zioni locali alle fasce deboli del­
ha detto il truffatore ­. Ho qui il curezza partecipata, che veda la popolazione. Lo scopo è quel­
tagliando dell’assicurazione cioè la stretta sinergia tra poli­ lo di sconfiggere una piaga pur­
per lui, ma mi dovrebbe dare zia locale, carabinieri, guardia troppo diffusa anche nella no­
2.900 euro. Vedrà che poi suo fi­ di finanza e polizia di Stato». stra città». Soddisfatto anche
glio le spiegherà tutto». Ma il L’ultima battuta di Maullu è Fabio Raimondo, assessore alle
pensionato non è caduto nel tra­ stata per i corsi anti­truffa pro­ politiche sociali di Melegnano,
nello e ha messo in fuga il truf­ mossi a San Donato, Buccina­ che ha contribuito all’organiz­
fatore. Dopo la notizia data su sco e Melegnano che, ha affer­ zazione dei corsi.
queste pagine, per intervistarlo mato, «si sono rivelati positivi S. C. Lanzani (a sinistra) e Maullu con gli agenti della polizia locale, i primi interlocutori dei cittadini in materia di sicurezza
18 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Paullo
LA SITUAZIONE OCCUPAZIONALE È AL COLLASSO: IN UN ANNO LE RICHIESTE AI SERVIZI SOCIALI SONO AUMENTATE DEL 300 PER CENTO

Lavoro, uno sportello contro la crisi


Operativo da domani, sarà l’unico riferimento del circondario
UN 28ENNE n La fotografia della crisi è rap­
presentata dagli impietosi dati
Un pizzaiolo rischia della Caritas, che nel volgere di
un anno mostrano un’impenna­ Paullo for Kenya, l’assemblea
un infortunio grave ta delle richieste d’aiuto, doppie

con l’impastatrice
rispetto al passato. Il nodo cru­
ciale è il posto di lavoro, a ri­
schio per le vicissitudini azien­
per preparare l’attività futura
n Chi l’ha detto che in dali, perso in molte occasioni, o n Dal 1997 l’associazione Paullo for gamasco padre Borlini, amico di Ma­
fatto di sicurezza sul lavo­ addirittura mai trovato. Da do­ Kenya riparte ogni anno con grande riani, è passata sotto l’egida di padre
ro il pizzaiolo corre pochi mani, giovedì, chi si trova in vitalità. E anche venerdì 5 febbraio Charles.
rischi? In realtà ci si può difficoltà, avrà a disposizione alle 21 gli associati si ritroveranno in All’assemblea annuale che si terrà
far male anche mentre si un nuovo strumento: nasce, sala consiliare a Paullo per discutere venerdì sopra la biblioteca comuna­
prepara una “quattro sta­ presso il palazzo comunale in nuovi progetti e fare un bilancio dei le (in piazza della Libertà 1) chiun­
gioni”. Ne sa qualcosa P. via Mazzini, lo sportello del la­ lavori realizzati in Africa sulle rive que può partecipare ed eventual­
G., un 28enne di Sordio, voro promosso da Afol (Agenzia del lago Vittoria
che proprio ieri mattina formazione orientamento lavo­ nell’anno che si è
intorno alle 10.30 ha ri­ ro Sudmilano) che avrà il com­ appena concluso.
schiato di farsi davvero pito principale di far incontrare La morte di pa­
male ad un braccio, che domanda e offerta di lavoro. dre Giuseppe
stava per essere risucchia­ Prima occorreva andare fino a Borlini, missio­
to dalla macchina impa­ San Donato per le consulenze nario dell’ordine
statrice a Paullo. Alla fine gratuite, oggi le distanze si ac­ dei Passionisti
l’ha aiutato un collega e corciano. A disposizione presso scomparso im­
se l’è cavata con qualche gli uffici, ogni giovedì dalle provvisamente lo
escoriazione alla mano. È 14.30 alle 17.30, ci saranno due scorso agosto,
stato medicato al pronto operatori, Sara Scatigna e Ma­ non ha ridimen­
soccorso dell’ospedale di rio Sacchetto. Si possono iscri­ sionato lo slancio
Vizzolo Predabissi e di­ vere disoccupati e inoccupati, e l’operosità del­
messo con sette giorni di oppure precari. l’associazione.
prognosi. L’infortunio è Potranno consultare le offerte Gianpietro Ma­
avvenuto in una pizzeria di lavoro, saranno supportati riani, imprendi­
del centro. L’uomo stava nella stesura del curriculum e Chi è in cerca di lavoro potrà rivolgersi allo sportello che aprirà domani a Paullo tore edile in pen­
lavorando con l’impasta­ preparati ai colloqui di lavoro, sione e fondatore
trice: ha visto un po’ di nonché ottenere delucidazioni aumentare le richieste dei sog­ generale. In questa situazione si del sodalizio
farina dietro la macchina in merito alle forme contrattua­ getti “in sofferenza” del 300 per perde la voglia di lottare. Molte paullese per il
e ha cercato incautamente li in vigore per un’eventuale as­ cento, imponendo un incremen­ persone, studenti che escono Kenya, continua
di toglierla infilando la sunzione. Servono la car ta to della spesa non preventivata dall’università, non fanno più infatti a dare ani­
mano e non riuscendo più d’identità e il codice fiscale, la della stessa misura per sopperi­ neanche le domande di lavoro. m o a q u e s t o Gianpietro Mariani con alcuni bambini in terra africana
a ritrarla mentre la mac­ lettera di licenziamento (in caso re a domande di sussidi per Mentre proliferano for me di gruppo di circa
china continuava a fun­ di licenziamento), le date degli estinguere le rate del mutuo, precarietà. Si assume in ritenu­ 250 iscritti di Paullo e comuni limi­ mente tesserarsi all’associazione.
zionare. Alla fine l’uomo ultimi rapporti di lavoro. per pare gli affitti o la semplice ta d’acconto e ci sono più di trofi. Persone che con i loro contri­ L’ufficiale al merito della Repubbli­
si è liberato ed è arrivata «È un qualcosa decisamente bolletta del gas, o per fare stu­ trenta possibilità di reperire buti ­ raccolti per lo più tra cene di ca Italiana Gianpietro Mariani e al­
la Croce bianca di Mele­ nuovo per il nostro comune ­ diare i figli. «Stiamo comincian­ forza lavoro in forma flessibile. solidarietà, sottoscrizioni a premi e cuni suoi soci racconteranno i loro
gnano che l’ha accompa­ commenta l’assessore al lavoro do a lavorare sul prossimo bi­ Che futuro abbiamo noi? Un fu­ offerte varie ­ nel 2009 hanno reso ultimi viaggi nel continente nero,
gnato in ospedale. Sul Zeno Pizzacani ­, e credo sia un lancio ­ continua l’assessore turo di gente in piazza. Perché possibile la realizzazione della scuo­ perché il gruppo ha sempre parteci­
posto anche la polizia lo­ modo per aiutare le persone. Pizzacani ­, consapevoli che le tra tre­quattro anni la crisi non la secondaria femminile nel villag­ pato anche direttamente alla costru­
cale che ha eseguito i ri­ Certo non crediamo che questa esigenze sociali saranno la prio­ sarà finita. Siamo tor nati al gio di Alendo e il completamento del­ zione di diverse opere rivolte al­
lievi di rito e ha procedu­ sia la soluzione, magari è una rità e cercando di recuperare 1993: vuol dire che abbiamo per­ l’impianto di canalizzazione e depu­ l’istruzione e all’emergenza idrica
to per la ricostruzione goccia nel mare, ma è un atto fondi da inserire in tale posta. so 17 anni e se recuperiamo un razione dell’acqua piovana per la nel territorio della missione (l’attivi­
dell’accaduto per il quale concreto in un quadro che dà Detto questo non ci dimenti­ punto all’anno, ci vorranno tut­ scuola primaria di quello di Odendo. tà dei volontari è illustrata anche sul
non sono stati contestati enormi preoccupazioni». Un in­ chiamo che bisogna allo stesso ti e 17 gli anni per ritornare allo Entrambi i villaggi fanno parte della sito Internet http://www.paullo­
addebiti. dicatore arriva dai servizi so­ tempo lavorare per riattivare il stato di benessere di prima». missione di Karungu nel sud­ovest forkenya.it).
ciali che in 12 mesi hanno visto motore dell’economia a livello Emiliano Cuti del Kenya, che dopo la morte del ber­ Chiara Tumiatti

PER LA PRIMA VOLTA LA MORATTI HA PARLATO DI «UN INTERVENTO STRATEGICO»

Ora anche il sindaco di Milano


dice “sì” al metrò fino a Paullo
n Il metrò fino a Paullo diventa tivo del proget­ bandonando la vecchia conce­
una scelta prioritaria anche di to preliminare, zione milanocentrica». Il punto
Milano. Per la prima volta il si aprono spi­ di partenza sono i livelli d’in­
sindaco meneghino Letizia Mo­ ragli decisa­ quinamento. Ogni giorno si ri­
ratti, alla conferenza di lunedì mente positivi versano a Milano oltre 500mila
sull’inquinamento e l’ambiente, per la realizza­ automobili: per questo l’aria è
ha citato il prolungamento della zione dell’in­ diventata irrespirabile. Solo il
linea tre come intervento stra­ frastruttura 30 per cento dei pendolari usa
tegico, applaudita dai sindaci più attesa. trasporto pubblico. Tra le gran­
dal Sudmilano. Con il sì di Mila­ Claudio Mazzo­ di vie d’accesso alla città, diver­
no, da sempre poco propenso a la, primo citta­ se hanno mezzi di trasporto
“consumare” risorse per allun­ dino di Paullo, pubblico inadeguati con linee di
gare le rotaie di Metropolitane su questo pun­ Letizia Moratti autobus che hanno tempi di per­
Milanesi fuori dal centro abita­ to è esplicito: correnza addirittura più lente
to, viene eliminato l’ultimo «Sono convinto che se Milano delle auto private. L’unica solu­
ostacolo per il reperimento dei mettesse in agenda come inter­ zione è far sì che i pendolari la­
finanziamenti. Dopo il parere vento prioritario il prolunga­ scino la macchina «fuori» dalla
positivo espresso dalla commis­ mento del metrò, noi tutti città. «Per questo ci vuole il me­
sione ministeriale ex legge 1221 avremmo grosse possibilità di trò a Paullo ­ dice Mazzola ­. Gli
e 1042 (che di fatto sostituisce il vedere concretizzato il progetto effetti positivi non ce li hanno
ministero delle Infrastrutture in tempi utili per l’Expo 2015. solo i nostri pendolari, ma gli
nella valutazione delle opere), L’uscita della Moratti rappre­ stessi abitanti di Milano. Detto
che ora di fatto passa la palla al senta un mutamento importan­ questo però va fatto un passo ul­
Cipe (Comitato Interministeria­ te: il comune meneghino era teriore: trovare il denaro neces­
le per la programmazione eco­ sempre stato scettico e ora fa sario per finanziare l’opera».
nomica) per il via libera defini­ fronte unito con noi sindaci, ab­ E. C.

MASSIMO GATTI

«Il trasporto pubblico deve diventare una priorità»


n Il no al blocco del traffico molti sindaci provinciale e il suo presidente pensino
l’avevano anticipato e alla fine Milano si è piuttosto a venire a riferire subito in
presentata quasi sola alla domenica consiglio in merito a cosa intendono fare per
senz’auto. Frutto questo, secondo l’ex sindaco incentivare e valorizzare il trasporto
di Paullo e consigliere provinciale Massimo pubblico, una delle principali competenze
Gatti (lista civica un’Altra della Provincia». Quello di Gatti è il solo
Provincia­Prc­Pdci) di una politica sballata, gruppo in consiglio provinciale che fin
che fa acqua sia dal punto di vista dei dall’inizio si è presentato con un programma
provvedimenti anti­smog sia da quelli di alternativo su queste tematiche. «Considerato
programmazione viabilistica a partire dalle che il centrodestra non appare in grado di
metropolitane. Ora, invece, ci si aspetta che risolvere questo problema e non riesce
l’assessore alla viabilità Giovanni De Nicola neppure a decidere per le targhe alterne ­
riferisca in consiglio provinciale sulla reale continua Gatti ­ occorre che tutti, anche nel
situazione dell’inquinamento atmosferico e centrosinistra, assumano il trasporto
sulle opere pubbliche. «La conferenza dei pubblico come priorità. Leggere sui giornali
sindaci convocata venerdì mattina in che le pratiche per il prolungamento del
Provincia dalla giunta, fuori tempo massimo metrò fino a Paullo sono passate dal
per accodarsi a Regione Lombardia e comune ministero dei Trasporti al Cipe (Comitato
di Milano, ­ dichiara Gatti ­ è pura demagogia interministeriale per la programmazione
da campagna elettorale. Un’infinità di economica, ndr) senza un euro di
chiacchiere al vento. Come si può pensare di stanziamento, non è certo un buon segno. Non
convocare in fretta e furia i sindaci del nostro è più sopportabile essere presi in giro. Le
territorio per chiedere loro un blocco totale mobilitazioni dei pendolari e della
del traffico da un giorno all’altro? La giunta popolazione vanno prese sul serio».
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 19
il Cittadino
Centro Lodigiano
TAVAZZANO n I TECNICI SI SONO GIÀ MESSI AL LAVORO PER QUANTIFICARE I DANNI, CHE SAREBBERO INGENTI, E INDAGANO SULLE POSSIBILI CAUSE

Centrale, potenza ridotta dopo il rogo


Il gruppo 6 dell’impianto interessato dall’incendio rimane fermo
TAVAZZANO Il gruppo 6 della
centrale di Tavazzano (in gra­
do di produrre fino a 400 me­
gawatt di potenza) è fermo. Il
giorno dopo l’incendio al tra­
Vent’anni fa il precedente:
sfor matore, avvenuto lunedì
sera, erano ancora in corso le
indagini per riuscire a capire
esplose un trasformatore
le cause dell’incidente, mentre TAVAZZANO L’incidente alla centrale di Tavazzano di lunedì, con
i tecnici si erano già messi al l’incendio di un trasformatore, a molti ha fatto tornare alla mente
lavoro per quantificare i danni un altro episodio (ben più grave e con conseguenze molto pesanti)
e riparare le macchine danneg­ avvenuto all’inizio degli anni Novanta all’allora centrale Enel. Ci
giate. L’Arpa ha confer mato fu infatti l’esplosione di un trasformatore e lo sversamento nel ca­
che non ci sono stati sversa­ nale Belgiardino di quintali e quintali di olio combustibile “Sir­
menti di olio nell’ambiente, quel”, diverso da quello utilizzato oggi e altamente tossico. «Da
mentre i vigili del fuoco non una parte c’era il problema di tenere in servizio la rete principale
sono tornati per svolgere ulte­ ­ spiega uno dei diretti
riori verifiche sulla sicurezza. testimoni di quel­
I carabinieri di Tavazzano, in­ l’evento ­ e dall’altra
fine, sono andati con una pat­ bisognava contenere
tuglia per avere informazioni l’inquinamento». I vi­
sull’accaduto, ma non hanno gili del fuoco di Mila­
avviato alcuna indagine. no rimasero al lavoro
«È uscito dell’olio e c’è stata la per parecchio tempo:
fiammata ­ fanno sapere dallo nel canale, che sfocia
stabilimento ­. Comunque l’in­ direttamente in Adda,
cendio è durato pochissimo e c’erano ampie chiazze
ha danneggiato solo una parte di olio che si cercò di
del trasformatore. L’impianto contenere con l’uso di
di sicurezza è entrato subito in galleggiati e materiali
funzione e ha spento le fiamme speciali.
quasi subito, prima ancora del­ Negli anni la centrale
l’arrivo dei vigili del fuoco». di Tavazzano­Monta­
L’allarme era scattato poco pri­ L’area della centrale E.on interessata dalle fiamme: l’incendio ha avuto come conseguenza il blocco del gruppo 6 naso è passata più vol­ L’impianto nel territorio comunale di Tavazzano
ma delle 20. In quel momento te di mano: nel 2001 da
c’erano al lavoro in tutta la Enel agli spagnoli di Endesa, nel 2008 agli attuali proprietari tede­
centrale una decina di persone schi di E.on. Nel frattempo gli impianti sono stati rinnovati, l’olio
più alcuni manutentori, ma combustibile è stato via via eliminato e dal primo gennaio 2010 è
nessuno di questi era addetto
al controllo del trasformatore,
che funziona autonomamente.
L’Arpa tranquillizza: stato completamente eliminato dal ciclo di combustione e sostitui­
to dal gas metano.
Altri incidenti di rilievo negli ultimi anni non sono stati rilevati.
Anche per questo nessuno è ri­
masto coinvolto o ferito nell’in­
cendio.
«Non ci sono stati Ma nel 2004 fu scoperta una grossa quantità di idrocarburi nel sot­
tosuolo della centrale, su un’area di 3mila metri quadrati. Oltre
all’olio, erano state scoperte tracce di solventi clorurati, una so­
Il trasformatore si trova quin­ stanza che non aveva niente a che vedere con la centrale e che pro­
di all’ester no, vicino all’in­
gresso, circondato su tre lati da
versamenti di olio babilmente proveniva da attività esterne ed era arrivata fino lì
viaggiando nella falda acquifera. La bonifica venne effettuata da
un muro di cinta in cemento Endesa, anche se l’inquinamento risaliva a diversi anni prima e la
armato spesso almeno trenta
centimetri. Alle sue spalle tro­ I vigili del fuoco sono intervenuti lunedì sera a Tavazzano
nell’area circostante» società iberica non ne aveva nessuna responsabilità.
D. C.
neggia l’impianto a turbogas a
cui è collegato, il modulo a ci­
clo combinato numero 6: BORGHETTO
l’energia elettrica entra nel
trasformatore a 16mila volts ed
esce a 380mila, per non avere La minoranza boccia Co’ di Sopra: SAN COLOMBANO n IL DIRETTORE ALBERTINI: «UN’ESPERIENZA UNICA NEL LODIGIANO»
perdite prima dell’immissione
nella rete di distribuzione. In
base a una prima stima, all’in­
terno ci sarebbero stati almeno
400 quintali di olio, fuoriusciti
in piccola percentuale dopo
l’incendio. In ogni caso la per­
sotto accusa volumetrie e oneri
n In attesa del progetto definitivo, il piano di recupero
che interessa la storica cascina Co’ di Sopra incontra la
netta bocciatura da parte di entrambe le minoranze, Pdl e
Lega. Costi degli oneri e mancata acquisizione delle aree
Arrivederci al “Borgo notizie”
dita è stata raccolta nelle va­
sche di contenimento e non è
andata dispersa.
a standard sono le principali imputazioni rivolte agli
amministratori. Il comparto di recupero prevede 31mila
metri quadrati di intervento edilizio, quasi tutti di ri­
Sospesa la pubblicazione dello storico mensile
In quanto alle cause dell’incen­ strutturazione, con l’uso pubblico di 1500 metri quadrati SAN COLOMBANO Chiude la voce aspetto, ma a tante diverse questioni. «Abbiamo un pro­
dio, i responsabili dello stabili­ di piazzola antistante la cascina e 6mila metri di area libera di San Colombano: addio blema di sede, che rischia di avere delle ricadute econo­
mento di Tavazzano­Montana­ verde in uso alla fiera di maggio, opere di sistemazione di al “Borgo notizie”, storico men­ miche, abbiamo un problema di ricambio e di forze fre­
so restano prudenti. Già lunedì queste aree per un controvalore di 147mila euro e oneri sile che da 28 anni racconta i sche, ci sono le perenni difficoltà economiche ­ continua
sera si era parlato di un possi­ secondari che entrano nelle casse comunali per circa fatti, le persone e le questioni Acciarito ­. Se il problema fosse stato solo uno forse
bile corto circuito o di una per­ 300mila euro. Diverse le critiche delle minoranze, a parti­ del circondario delle colline ba­ l’avremmo risolto, invece così abbiamo bisogno di tempo
dita di isolamento inter na: re dalla formula scelta per le aree standard: non l’acqui­ sandosi sul lavoro volontario di per capire se è possibile andare avanti o meno».
l’olio è andato in sovrapressio­ sizione da parte del comune, ma il solo vincolo a uso pub­ una quarantina di appassiona­ Di tutti i motivi, però, quello che individua lo storico di­
ne, le valvole si sono aperte e a blico perpetuo con la proprietà che rimane privata. Per­ ti. Ufficialmente le pubblicazio­ rettore, da 25 anni, Luigi Albertini, è la stanchezza, che
quel punto c'è stata la fiamma­ ché non acquisire le aree al patrimonio pubblico? E poi, ni sono «sospese» e il numero in può riassumere anche tutti gli altri problemi. «Dopo 28
ta. la sistemazione della piazzetta antistante la cascina non edicola in questi giorni e datato anni di esperienza unica nel Lodigiano, ma anche in tut­
Il gruppo interessato dall’in­ sembra funzionale a un interesse pubblico e il rischio, gennaio 2010 è dunque l’ultimo ta la Lombardia, c’è un’inevitabile stanchezza ­ spiega
cendio, come detto, è in grado questa la critica, è che si sistemi a giardino privato con i della gloriosa testata. L’edito­ Albertini ­. Qui ci sono stati un gruppo di amici che inve­
d i p ro d u r re f i n o a 4 0 0 m e ­ soldi a scomputo oneri che potevano essere incassati dal riale Sanco Società Cooperativa Il direttore Luigi Albertini ce di fare la Pro loco o un’associazione di solidarietà han­
gawatt di potenza, praticamen­ comune. «C’è un eccesso di volumetria residenziale, a cui è arrivata alla decisione della no scelto di fare il volontariato con un’esperienza edito­
te un terzo di quanto la centra­ non corrisponde un calcolo adeguato di oneri: visto il sospensione dopo mesi di discussioni interne al consi­ riale, un giornale semplice, libero, vicino alla gente. Do­
le può produrre a pieno regi­ cambio di destinazione d’uso di diverse zone in preceden­ glio d’amministrazione, e probabilmente una parte del­ po 28 anni siamo stanchi, fisicamente e mentalmente.
me. In o gni caso nei gior ni za agricole ci aspettavamo la richiesta di oneri al 100 per l’attività editoriale proseguirà sul sito web attivato di re­ Era connaturata all’esperienza stessa l’idea che un gior­
scorsi la produzione era già ri­ cento e non al 50 per cento ­ dice Giovanna Gargioni della cente www.ilborgonotizie.it: questo almeno sarebbe l’in­ no finisse. Certo, se poi la proprietà mi dicesse di prose­
dotta, pari circa al 50 per cento Lega ­. Siamo favorevoli al recupero dell’antica cascina e tendimento di una parte dei soci e dei redattori che non guire, di certo non mi tirerei indietro». Per San Colomba­
delle potenzialità, così l’inci­ di una parte importante del paese, ma la sensazione è che hanno condiviso l’iniziativa della sospensione, alla fine no il “Borgo notizie” è diventato un punto di riferimento
dente non avrebbe provocato si perda l’anima agricola dell’area». «C’è stata poca atten­ maturata a maggioranza. «Ma non è la fine dell’esperien­ immancabile e una sorta di istituzione. Fondato nel 1982
contraccolpi particolari: un al­ zione e cura per un piano di recupero fondamentale per za del Borgo ­ dice Oreste Acciarito, presidente del consi­ per iniziativa del compianto Gianbassano Muzzi insieme
tro impianto, che era fermo, è Borghetto ­ le fa eco Sonia Balzani del Pdl ­. Non siamo glio d’amministrazione della Sanco ­. Per il momento so­ a un manipolo di grafici e giornalisti de “il Giorno” e a
stato attivato subito dopo l’in­ contrari all’intervento ma si è concesso molto, forse trop­ spendiamo le pubblicazioni, ma continuiamo a essere un gruppo di amici, il “Borgo notizie” in 28 anni non ave­
cendio per garantire la conti­ po, cercando di farlo passare non per scelta politica, il presenti in sede come sempre. Vediamo se i problemi so­ va mai mancato un’uscita, nemmeno dopo il vuoto lascia­
nuità della produzione. che sarebbe legittimo, ma per dovuto. Non è così». no superabili o meno». Il motivo della sospensione delle to dalla scomparsa del suo fondatore.
Davide Cagnola pubblicazioni, infatti, non è riconducibile a un solo Andrea Bagatta

Musica e cultura romena a Salerano:


la Candelora diventa internazionale
Salerano Salerano si prepara a fe­ che di integrazione culturale e so­ per la cultura e curatore dell’ini­
steggiare la tradizionale ricorren­ ciale nella comunità» e proprio se­ ziativa ­ sul passato di Salerano,
za della Candelora, chiamata an­ guendo questo filone di pensiero, per documentarne le origini e per
che festa della Madonna della se­ alla messa solenne di domenica descrivere elementi di storia che
riola. Appuntamento religioso che parteciperà anche un rappresen­ permettano agli abitanti di cono­
si fa risalire alla presentazione di tante della chiesa ortodossa rome­ scere le radici del luogo da loro
Gesù al tempio e che richiama an­ na. La serata di domani sarà anche abitato». Già si conosce l’elegante
che l’attesa e la necessità nella no­ musicale con la presenza di Valen­ copertina che riporta l’immagine
stra vita di una luce superiore, ma tina Dimofte, che presenterà nel­ di un’antica mappa del luogo. In bi­
anche rituale del calendario agra­ l’occasione pezzi della tradizione blioteca intanto si aprirà la mostra
rio, da cui si cominciano a valuta­ musicale romena.Solo qualche fotografica a cura dell’associazio­
re i segnali dell’uscita dall’inver­ giorno di pausa e sabato si terrà ne Aiutiamoli, con la proposta di
no. Il ricco programma di iniziati­ un’altra iniziativa culturale. L’am­ immagini a cura di ragazzi diver­
ve partirà già domani, giovedì 4 ministrazione comunale presente­ samente abili. Domenica poi il mo­
febbraio, alle ore 21, quando presso rà il libro sulla storia di Salerano mento delle celebrazioni solenni
la biblioteca comunale, in collabo­ “Locus Salerani” di Attilio Beltra­ con la consegna dei ceri benedetti
razione con la parrocchia, si terrà mi, realizzato con il patrocinio del­ e il conferimento della “candelina
la serata “Terzo incontro intercul­ la Provincia di lodi e della regione d’oro” ad un cittadino benemerito.
turale con la Romania”. Il sindaco Lombardia. «Si tratta di una ricer­ In paese c‘è grande attesa per co­
Stefania Marcolin spiega che «l’in­ ca accurata ed approfondita ­spie­ noscere il nome del premiato.
tento è quello di sviluppare politi­ ga Carmelo Signorelli, consigliere Cristoforo Vecchietti Il vescovo monsignor Giuseppe Merisi e il parroco don Antonio Valsecchi a una scorsa celebrazione della Candelora
20 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Centro Lodigiano
GRAFFIGNANA n TRA LACRIME E TANTA COMMOZIONE VA IN SCENA ALL’ORATORIO IL MUSICAL BENEFICO DI CUI ERA UNO DEGLI ARTEFICI

Uno spettacolo nel nome di Lorenzo


Gli amici del 22enne scomparso in un incidente lo ricordano così
GRAFFIGNANA Tra lacrime di com­
In breve
mozione e applausi sinceri gli
amici del graffignanino Lorenzo
Coppi hanno replicato lo spetta­
Taglio e cucito, SAN MARTINO
colo “High school musical” per
sentirlo meno lontano. La sua
tragica scomparsa in un inciden­
a Cornegliano Burattini protagonisti
te stradale, ancora troppo recen­
te per apparire reale, non ha sa­ il nuovo corso alla palestra Cipolla
puto lasciare spazio alla gioia Fra computer, tecnologia e infor­
che, solo poche settimane fa, ave­
va regalato il debutto in oratorio
fa il pienone matica spuntano ancora talvolta
gli antichi burattini. Accadrà ve­
di uno spettacolo ideato tra ami­ CORNEGLIANO nerdì a San Martino in Strada,
ci. Però questa seconda esibizio­ Escono dalle n L’iniziativa, quando alle 14.30 uno spettacolo
ne, che come l’altra ha registrato soffitte ago, fi­ promossa in a cura del comitato Carnevale
il tutto esaurito, era comunque lo e spoletta. collaborazione Cremasco andrà in scena presso
la stessa che anche Lorenzo C h i c r e d ev a con il municipio, la palestra Angelo Cipolla. L’ini­
avrebbe fortemente voluto. Tan­ che taglio e cu­ ziativa, organizzata dall’ammini­
to da essere incentivata dai suoi cito non fosse­ è condotta da strazione comunale, vedrà coin­
genitori, che non hanno però ro più materia un’ex stilista: volti sia i piccoli della scuola del­
avuto la forza di partecipare al­ d’insegnamen­ «Successo l’infanzia che i bambini delle
l’evento. to dovrà ricre­ imprevisto» scuole elementari: «Ci sembrava
Ecco perché la compagnia graffi­ dersi. Almeno carino dare la possibilità ai nostri
gnanina ha deciso di ricordarlo alla Muzza di alunni di riscoprire la vecchia arte
con più grinta possibile. Chi era Cornegliano Laudense. È di Ma­ del teatro dei burattini ­ spiega
presente alla prima si è accorto riangela Tesoro, stilista e model­ l’assessore sanmartinese al­
che quella di sabato scorso non lista, l’idea di creare un corso di l’istruzione Paola Galimberti ­, in
era una semplice replica, bensì taglio e cucito dedicato a tutti un mondo fatto sempre più di tec­
un “nuovo” spettacolo. Grandio­ coloro che hanno voglia di met­ nologia e di informatica guardare
si i ragazzi protagonisti sul pal­ tersi in gioco e mani di fata. Due un bello spettacolo dal vivo fatto
coscenico, giovani che, con il figli e un lavoro nel campo della dai cultori di questa arte non può
cuore spezzato ma con tanto co­ moda, lasciato proprio per cor­ che essere un toccasana». Per il
raggio, si sono presentati in sce­ rere dietro alla famiglia, Ma­ comitato sarà anche l’occasione
na e rimessi in gioco con un “an­ riangela non ha rinunciato alla di presentare le nuove maschere
gelo custode” che invece di pen­ I protagonisti di “High school musical” applaudono nel ricordo dell’amico, tra gli artefici dell’iniziativa benefica passione e ha deciso di metterla cremasche “Gagèt col sò uchèt” e
sare alla musica come la volta a disposizione dei suoi concitta­ “Bèta da la lengua scèta”: «Sulla
precedente li ha seguiti dal cielo. dini in un corso patrocinato dal­ composizione dello spettacolo il
Hanno recitato, ballato e anche l’amministrazione comunale. comitato, che per altro ringrazio,
improvvisato. Sono riusciti ad Due incontri settimanali nell’ex ha avuto piena autonomia ­ con­
emozionare e coinvolgere il pub­ sala civica del palazzo munici­ clude l’assessore ­. Si tratta di
blico presente in maniera inde­ pale, il martedì sera e il venerdì un’iniziativa sicuramente formati­
scrivibile. C’erano bambini, ra­ pomeriggio, e tre livelli di ap­ va, ma anche ludica, per far en­
gazzi e adulti per un totale di cir­ prendimento per conoscere tut­ trare i bambini nella simpatica e
ca 400 persone con gli occhi pun­ to, o quasi, del cucito e della cre­ divertente atmosfera carnevale­
tati sul palco. Questo soprattutto azione di abiti artigianali. «Cre­ sca».
nel finale quando i giovani arti­ devo che il corso non avrebbe su­
sti hanno preso posizione e ini­ scitato alcun interesse ­ spiega VILLANOVA
ziato a cantare “Se provi a vola­ l’insegnante in erba ­ e invece
re”, mentre alle loro spalle veni­
vano proiettate alcune fotografie
siamo già partiti. Abbiamo un­
dici iscritti, ma avrebbero potu­
Premiati gli studenti
del loro amico Lorenzo Coppi in
arte Lorejay. Tutto il pubblico si
to essere molti di più. L’incontro
pomeridiano ha fermato molti,
più bravi del paese
è alzato in piedi per accompa­ soprattutto per motivi di lavo­ L’amministrazione comunale di
gnare la canzone con il battito ro». Casalinghe, pensionate, ma Villanova Sillaro ha premiato
delle mani. Infine, quando sullo anche giovani donne, desiderose quattro suoi studenti meritevoli
schermo è apparsa l’ultima foto di apprendere un’arte antica e con altrettante borse di studio
di Lorenzo, è partito un applauso mai morta. A tutte è stato conse­ che sono state consegnate in oc­
lunghissimo che è diventato sem­ gnato l’elenco del materiale ne­ casione dell’ultimo consiglio co­
pre più forte. Tanto che molti cessario per stare sulla griglia munale. I destinatari, che aveva­
presenti non si sono vergognati di partenza e partire alla scoper­ no risposto al bando riguardante
di nascondere le lacrime. ta delle funzioni dell’ago e di tut­ l’anno scolastico 2008­2009 e in
Parte del ricavato della serata è Lorenzo Coppi, scomparso in un incidente Sono stati gli stessi genitori del giovane a volere la messa in scena dello spettacolo ti i “punti” più noti e usati in possesso dei requisiti richiesti,
stato devoluto all’oratorio, al­ sartoria. Alla fine del corso (per sono stati così festeggiati nel cor­
l’Unicef per la popolazione di Haiti e all’associa­ ora sono in programma tre mesi so di una cerimonia pubblica: si
zione “Gotas de amor”. Toccanti la parole di don di lezioni), ognuna delle parteci­ tratta di Beatrice Pavesi e Stefano
Davide Daccò che ha ricordato l’esempio di Lo­ panti arriverà a confezionare un Castoldi per la scuola secondaria
renzo «giovane da discoteca ma con grandi valori
e molto disponibile», e di Marco Lazzari dell’Uni­ In teatro un applauso lunghissimo capo d’abbigliamento. Una colle­
zione “nostrana” che potrebbe
di primo grado cui è andata una
borsa di studio di 150 euro; di Eri­
cef, che ha ringraziato la compagnia teatrale per i anche sfilare in un evento ad ca Predico e Daniele Guarnieri per
la scuola secondaria di secondo
1300 euro devoluti dopo la prima rappresentazio­
ne.
Paola Arensi
quando è apparsa la sua foto hoc per le neo stiliste della Muz­
za.
Ross. Mun.
grado, a cui sono andati 250 eu­
ro.

DOVERA n ARRESTATI TRE CONNAZIONALI NIGERIANI SAN MARTINO n IL TAR ANNULLA LA SANZIONE DEL COMUNE PERCHÉ L’EDIFICIO È PIÙ ANTICO DELLA LEGGE

Una lucciola si ribella, Nei guai per il lavoro del suo inquilino
gli aguzzini in manette Multata per l’affitto della casa “dei contadini” a un commesso
OVERA Si pro­ ne che ha interessato le città di SAN MARTINO L'inquilino della vec­ per prima cosa di sospendere l’ob­
s t i t u i v a i n n La donna era Crema, Caltanissetta, Palermo e chia casa colonica non fa il contadi­ bligo di pagamento. I giudici ammi­
campagna, nei stata portata Padova, ha permesso di rico­ no, ma il commesso, e per questo il nistrativi di primo grado accolgono
pressi di Bar­ in Italia con il struire la struttura dell’organiz­ comune affibbia alla padrona di ca­ la richiesta e sospendono l'ingiun­
buzzera (Do­ miraggio di un zazione. Lo straniero già ospite sa una multa di 11mila e 690 euro: zione, il comune ricorre al Consi­
vera), schia­ del centro di Pian del lago (Cal­ succede a San Martino in Strada, glio di Stato e ancora una volta, nel
v i z z a t a a 1 9 posto di lavoro, tanissetta) e adesso arrestato è ma il Tribunale amministrativo re­ dicembre del 2008, la sanzione co­
a n n i d a u n a invece dopo le il nigeriano A. A., 27 anni. gionale (Tar) dà ragione alla donna munale viene sospesa.
banda di sfrut­ minacce è finita A far scattare l’inchiesta, nello e così il “danno” per lei si limita al Il giudizio nel merito della contro­
tatori nigeria­ sulla strada scorso mese di agosto, fu il con­ pagamento delle proprie spese di versia viene depositato nella can­
ni che l’aveva­ trollo da parte dei carabinieri di giudizio. celleria del Tar solamente settima­
no portata in Crema, lungo la statale Paulle­ La vicenda, andata a sentenza in na scorsa, e nuovamente dà ragione
Italia con il miraggio di un po­ se, della ragazza di 19 anni. Do­ questi giorni, prende il via nel mag­ alla proprietaria: “Queste sanzioni
sto di lavoro come parrucchie­ po qualche tentennamento, la gio del 2008, quando alla proprieta­ ­ scrivono i giudici ­ sono previste
ra. Invece è finita sulla strada, giovane decise di collaborare ria di un cascinale viene notificata nell’ipotesi di mutamento di desti­
dove dietro la minaccia di riti fornendo elementi utili per rin­ dal municipio la consistente in­ nazione d’uso in violazione di un at­
“voodoo” (religione afroameri­ tracciare l’organizzazione che giunzione di pagamento “per cam­ to di impegno sottoscritto ai sensi
cana che mischia animismo e la sfruttava. Fu lei a ricostruire bio di destinazione d’uso senza ope­ della legge 93 del 1980, ma nel caso
cristianesimo) era costretta a il suo arrivo in Italia nel maggio re” di un fabbricato agricolo, in vio­ tale atto d’impegno non risulta esi­
vendere il suo corpo. La sua sto­ 2009. Un viaggio iniziato nel set­ lazione della legge regionale stente, trattandosi di immobile
ria però, raccontata ai carabi­ tembre del 2008 quando partì 12/2005 della Lombardia in materia agricolo edificato in epoca anterio­
nieri del nucleo operativo e ra­ senza documenti da un villaggio di urbanistica. Secondo il servizio re all'entrata in vigore della stessa
diomobile della compagnia dei nel Delta State. tributi comunale la donna ha affit­ legge regionale”.
carabinieri di Crema ha per­ Le avevano detto che nella no­ tato un fabbricato agricolo non a un «Si tratta di una sentenza innovati­
messo di sgominare una vera e stra Nazione il lavoro era sicu­ contadino, ma a un uomo che lavo­ va, in termini di diritto ­ spiega
propria associazione a delin­ ro: poteva finire a fare la com­ ra come commesso, e quindi l’abita­ l’avvocato Andena ­ perché stabili­
quere, in collaborazione con i messa in un Internet point, la zione non sarebbe più da conside­ Il municipio di San Martino in Strada, comune impegnato nel contenzioso sce, sia nella decisione del Tar sia
militari di Padova. cameriera o la parrucchiera. rarsi al servizio dell'attività agrico­ in quella cautelare del Consiglio di
Tre le ordinanze di custodia L’arrivo nel Belpaese si trasfor­ la, cui invece il piano regolatore de­ residenza rurale non sarebbe confi­ tenere la loro destinazione attuale Stato, come debba essere disciplina­
cautelare in carcere eseguite mò invece ben presto in “prigio­ stina la zona nella quale si trova il gurabile per gli edifici costruiti pri­ ed essere recuperati mediante in­ ta questa materia alla luce delle
l’altro ieri dai carabinieri. A fi­ nia”: venne af fidata ad una cascinale. ma della legge regionale 93/80 e che terventi di manutenzione e restau­ norme della regione Lombardia». E
nire in manette è stata una “maman”, residente a Crema, la La multa viene calcolata dal comu­ l’uso agricolo dell’edificio sarebbe ro”, oltre a eccepire le modalità di proprio perché mancavano chiari
32enne nigeriana, considerata quale sotto le minacce di un rito ne sulla base del canone d’affitto stato dismesso da decenni, ricaden­ calcolo della sanzione. precedenti giuridici il comune ha
la “maitresse” del gruppo, il suo voodoo la obbligò a prostituirsi. percepibile, in cinque anni. do quindi in una norma di attuazio­ Argomentazioni che però il comu­ “combattuto” fino in fondo la sua
convivente e un altro nigeriano: Per la 32enne, arrestata in Vene­ La donna in prima battuta chiede al ne del piano regolatore di San Mar­ ne non ritiene sufficienti: il ricorso battaglia per il pagamento del tri­
sono accusati di favoreggiamen­ to, e i suoi due complici, blocca­ comune di annullare la sanzione in tino che prevede che “gli edifici esi­ viene respinto e così la sanmartine­ buto. I giudici però hanno dato ra­
to dell’immigrazione clandesti­ ti a Crema e Caltanissetta, si so­ “autotutela”, presentando agli uffi­ stenti in zona agricola e non adibiti se si affida a un avvocato ammini­ gione al contribuente, che tra l’al­
na, induzione e sfruttamento no aperte le porte del carcere. ci una memoria in cui sostiene che a usi agricoli alla data di adozione strativista, Carlo Andena, che im­ tro aveva ricevuto l’immobile in
della prostituzione. L’operazio­ Emiliano Cuti il vincolo di destinazione d’uso alla del piano regolatore possono man­ pugna l’ingiunzione al Tar e chiede eredità.
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 21
il Cittadino
Centro Lodigiano
SANT’ANGELO n NEI GUAI UN IMPRENDITORE EGIZIANO, CHE NON HA ANCORA FORNITO SPIEGAZIONI PLAUSIBILI SULLA PRESENZA DEL MATERIALE

Sequestrato il “forziere” dell’amianto


Smaltite abusivamente in un capannone nove tonnellate di eternit
SANT’ANGELO Un intero tetto in SANT’ANGELO
eternit, smontato senza autoriz­
zazione da un capannone e cu­
stodito illegalmente da chissà
Sono in aumento Domenica alla Girona
quanto tempo nello stesso edifi­
cio. È quanto scoperto la scorsa gli automobilisti iniziativa sulla Shoah
settimana a Sant’Angelo dalla per non dimenticare
polizia provinciale, piombata
sull’area industriale del comune senza copertura n Sant’Angelo non dimentica.
barasino per incastrare l’im­ Shoah, discriminazione, ri­
prenditore edile che, sostituita
la copertura del suo magazzino
assicurativa spetto, dignità: questi saran­
no i temi principali dell’ini­
con una in plexiglass, teneva n Gli automobilisti privi di copertu­ ziativa organizzata dall’asso­
stoccate quasi 9 tonnellate di la­ ra assicurativa aumentano e la poli­ ciazione culturale “Bottega
stre in eternit, contenenti una zia provinciale passa al contrattac­ dell’arte” con il patrocinio
percentuale del pericolosissimo co. È di due lodigiani multati il bi­ dell’amministrazione comu­
amianto stimata attorno al 15 lancio dei controlli per pizzicare i nale di Sant’Angelo. Domeni­
per cento. L’imprenditore, un “furbetti dell’assicurazione”. «Una ca pomeriggio alle 16 presso
50enne di origini egiziane incen­ prassi sempre più diffusa», come la sala Girona si terrà “Per
surato e regolarmente iscritto spiega il comandante della polizia non dimenticare”, un’iniziati­
alla Camera di commercio, non provinciale Arcangelo Miano; non­ va fortemente voluta dall’as­
ha ancora fornito giustificazio­ ché scorretta verso le eventuali vitti­ sociazione culturale perché
ni ritenute sufficientemente me di incidenti stradali, cui per il ri­ «il ricordo è un modo di in­
plausibili: indagato a piede libe­ sarcimento del caso non resterebbe contrarsi ­ dice Luisella Pelle­
ro per violazione di tre reati, ri­ che ricorrere all’apposito (ma non grini, presidente del sodalizio
schia ora da 6 mesi a 2 anni per inesauribile) fondo di garanzia. A santangiolino ­. Abbiamo
aver smantellato il tetto in eter­ dimostrazione dell’alta percentuale pensato ad un incontro di
nit senza i requisiti necessari, di trasgressori, tra lo scorso week riflessione con poesie e musi­
da 3 a 6 mesi per la custodia in end e lunedì la polizia ne ha pescati ca in occasione della giornata
deposito del materiale e fino a 2 2 su 15 controllati; per i “colpevoli”, mondiale della memoria, ma
anni per aver ingannato la poli­ oltre al sequestro dell’auto, sono in anche per valorizzare il senso
zia locale facendo figurare uno Da sinistra il comandante Miano e l’ispettore istruttore dei reati ambientali della polizia provinciale Borella in conferenza stampa arrivo multe tra i 700 e i 1500 euro. del ricordo in un senso più
smaltimento autorizzato del­ ampio e generale». Il cuore
l’eternit grazie a una vecchia della manifestazione sarà
concessione, contraffatta per la costituito da brani di autori
bisogna, risalente a lavori ana­ classici famosi: «Leggeremo
loghi fatti da altri addirittura
nel 2002. SANT’ANGELO n SI INFIAMMA IL CLIMA POLITICO CON L’IPOTESI DI UN DUELLO PUBBLICO NEL CENTRODESTRA poesie di autori classici come
per esempio Ungaretti, Primo
Il blitz della polizia provinciale, Levi, Anna Frank oppure
operato dagli agenti del nucleo
ambientale, è scattato nel pome­
riggio di giovedì scorso. Raccolti
gli elementi sufficienti per in­
tervenire, i poliziotti hanno do­
vuto vincere le resistenze del­
Carlin sfida Crespi ad un confronto altri come Penna e Luzi ­ pro­
segue la Pellegrini ­: tutto
questo per far capire che la
saggezza sta proprio nel ri­
cordare e non dimenticare
quello che purtroppo è acca­
l’egiziano, che dopo aver prova­
to a impedire l’ingresso degli
agenti ha dovuto lasciare loro
L’ex sindaco: «Una giunta immobile, non temo smentite» duto in passato». L’attenzione
sarà ovviamente su quel che è
accaduto tempo addietro, ma
via libera. Nel capannone, so­ SANT’ANGELO «Crespi faccia vedere gari avvierà la ristrutturazione si sposterà progressivamente
stanzialmente, non c’era gran­ cosa sa fare perché in tre anni del ponte sul Lambro di Maiano, sull’oggi: «Toccheremo tantis­
ché: fatte salve, è inteso, le 283 non ha ancora mostrato niente. per la quale i finanziamenti sono simi temi che ci ricondurran­
lastre di eternit, alcune delle Sono pronto a un confronto pub­ pronti ormai da almeno un an­ no ad un viaggio temporale
quali peraltro parzialmente rot­ blico e non temo smentita». L’af­ no». Lo sfogo di Carlin va oltre: degli ultimi decenni. Il ricor­
te, e capaci di coprire una super­ fondo arriva da Giuseppe Carlin, fresco della nomina a livello di do, la shoah, la discriminazio­
ficie complessiva pari a 650 me­ ex sindaco di Sant’Angelo, espo­ Pdl provinciale, l’ex primo citta­ ne razziale, la violenza sui
tri quadrati. I campioni per sta­ nente di Sviluppo Santangiolino dino ragiona anche sugli equili­ bambini e sulle donne: tutte
bilire la percentuale di amianto e recentemente nominato segre­ bri politici santangiolini. «La problematiche che inevitabil­
contenuta nelle lastre sono stati tario amministrativo del Popolo convention di Arezzo ­ dice ­ ha mente vanno a creare il non
già affidati ai tecnici dell’Arpa della libertà della provincia di dato uno slancio notevole al parti­ rispetto della dignità umana e
lodigiana per le analisi del caso: Lodi. A tre anni dall’inizio del to di Berlusconi e i nostri vertici che purtroppo rischiano di
secondo le prime stime, comun­ mandato Crespi, Carlin esce allo Giuseppe Carlin hanno tracciato la rotta: massima essere sempre attuali». I bra­
que, la quota della sostanza can­ scoperto per fare le pulci allo sto­ libertà di aggregazione e di iscri­ ni saranno interpretati dai
cerogena presente nel materiale rico sindaco. zione al Pdl, visto che basta com­ ragazzi della scuola di recita­
oscillerebbe attorno ai 1200­1300 «Siamo ormai arrivati al giro di pilare un modulo per essere zione della stessa “Bottega
chilogrammi su un totale di qua­ boa dell’amministrazione Crespi iscritti. Sta poi alla sensibilità di dell’arte”, che si intervalle­
si 9000 chilogrammi complessi­ e in questo momento vediamo tut­ ognuno fare buon uso della tesse­ ranno ai brani musicali ese­
vi. ti i segni tangibili dell’incapacità ra. Crespi sarà uomo del Pdl solo guiti dai Last minute: «Saran­
Le lastre del “vecchio tetto”, ov­ amministrativa e politica di que­ quando avvierà un rimpasto e ag­ no proprio i nostri ragazzi ad
viamente, sono state poste sotto sta giunta ­ attacca Carlin ­. Non è gregherà la componente Pdl che alternarsi sulla scena e a
sequestro dalla polizia provin­ più credibile che l’attuale giunta oggi sta all’opposizione in consi­ raccontare ai presenti le toc­
ciale, che ha anche provveduto a scarichi sulla mia passata ammi­ glio comunale (i consiglieri Simo­ canti storie di persone che
delimitare l’area del capannone nistrazione la colpa per ogni cosa na Malattia e Maurizio Cerioli, hanno vissuto da vicino le
nella quale l’imprenditore egi­ che succede a Sant’Angelo. Nel ndr). Aggiungo che Crespi sarà violenze e le atrocità dell’uo­
ziano le aveva indebitamente 2007 Crespi ha vinto le elezioni: è del Pdl solo quando avvierà un mo. Anche la band suonerà
stoccate. L’indagato non avreb­ arrivato il momento che governi, Domenico Crespi Il palazzo muncipale: l’ex sindaco va all’attacco della giunta confronto con la Lega nord, fina­ dal vivo ­ precisa il presidente
be ancora spiegato per quale che pensi a un progetto di largo lizzato all’entrata nella compagi­ barasino ­, e ovviamente ri­
motivo le custodisse, ma non è respiro per lo sviluppo futuro di dell’immobilismo e dell’isola­ nibile a un confronto pubblico ­ ne amministrativa degli alleati produrrà brani famosi a tema
escluso che l’uomo aspettasse Sant’Angelo. Crespi e i suoi as­ mento per colpa di questa giun­ afferma Carlin ­ per spiegare cosa naturali del Popolo della libertà. che ricondurranno la mente
l’occasione propizia per liberar­ sessori la smettano di occuparsi ta». non funziona in comune e non te­ In assenza di questi presupposti, all’argomento di giornata.
sene a basso costo, o di trovare solo di ordinaria amministrazio­ Carlin va oltre, aggiungendo che mo smentita alcuna». «Non vor­ Crespi rimarrà un sindaco appog­ Saranno soprattutto brani
un referente capace di riutiliz­ ne, non basta infatti coprire le bu­ «Crespi attualmente è un uomo rei che l’immobilismo attuale ­ giato soltanto da una lista civi­ tratti dai repertori di De Gre­
zarle in qualche modo: spetterà che presenti nelle strade per far solo che in comune si deve occu­ prosegue Carlin ­ sia solo l’anti­ ca». Carlin dunque lancia il guan­ gori, De Andrè o Guccini.
alla procura, che ha già aperto crescere una comunità. Dopo Lo­ pare di tutto visto che la sua giun­ pasto, non vorrei cioè che Crespi to di sfida, ora non resta che at­ Un’altra forma di arte al no­
un fascicolo, fare luce su questi di, Sant’Angelo è sempre stato il ta non è all’altezza di ammini­ stia preparando il botto per l’ulti­ tendere per verificare la reazione stro servizio, affinché tutti
interrogativi. centro trainante del Lodigiano, strare Sant’Angelo e lo sta dimo­ mo anno di mandato, quando farà di Crespi. possano non dimenticare».
Alberto Belloni non possiamo piombare nel buio strando chiaramente; sono dispo­ partire le opere pubbliche e ma­ Lorenzo Rinaldi

CORTE E ABBADIA

L’Unione dell’oltre Adda indice un bando


per l’assegnazione delle borse di studio
10 RAPPRESENTANTI
OFFERTE 14 LAVORO
OFFERTE

n L’Unione dei comuni dell’oltre Adda lodigiano indice un ban­


do per l’assegnazione delle borse di studio agli studenti dei pae­
si che la compongono. Un modo, per le amministrazioni comu­
nali di Corte Palasio e Abbadia Cerreto, di essere al fianco dei
ragazzi che vogliono proseguire negli studi e accrescere il loro
livello d’istruzione. «Crediamo che questa sia un’iniziativa lode­
vole e soprattutto utile ­ spiega il presidente dell’Unione, non
che sindaco di Corte Palasio, Marco Stabilini ­, e intendiamo ACQUALIFE cerca personale vo­ CONCESSIONARIA auto con sede in
sostenerla e supportarla per il valore che ha nei confronti della lenteroso di bella presenza da in­ Lodi cerca meccanico con esperienza
nostra cittadinanza e del nostro futuro. Coloro che andranno ad serire come promoters nei centri e conoscenza elettronica / elet­
ottenere i benefici di questo bando sono i cittadini del futuro, commerciali per la zona di Mila­ tromeccanica. Ottima retribuzione
dunque abbiamo precisi doveri nei loro confronti». Per poter no sud. Per appuntamento Si­ adeguata alle effettive conoscenze e
accedere al contributo economico sarà necessario presentare gnora Mariangela 039.2454428 ­ capacità. Telefonare per informazioni
un’apposita domanda in carta semplice, corredata dalla fotoco­ 039.5963400 0371.30755 ­ 35237
pia del diploma di licenza media o di maturità entro il prossimo
23 gennaio. Potranno dunque usufruire dei benefici tutti gli
studenti che abbiano conseguito il diploma di licenza media con
ottimo o distinto, oppure coloro che hanno sostenuto l’esame di
maturità: «I soldi stanziati per le borse di studio corrispondono
a 2mila euro circa ­ precisa Stabilini ­: per quanto riguarda le
LE OFFERTE
scuole medie, la somma verrà divisa fra tutti coloro che hanno
conseguito la licenza con “ottimo” o “distinto”, mentre per
DI LAVORO
quanto riguarda le superiori tutti i diplomati potranno presen­
tare la domanda, ma solo i tre punteggi più alti riceveranno il E DI IMPIEGO
riconoscimento da parte dell’Unione dei comuni». L’iniziativa
viene considerata come un importante incentivo allo studio: «Ci SI INTENDONO RIVOLTE
sembra importante sostenere chi vuole proseguire con gli studi AD AMBOSESSI
e stare al fianco delle loro famiglie ­ conclude il presidente del­
l’Unione ­. Per questo abbiamo scelto di continuare con la con­ (Legge N. 903 9-12-77
segna delle borse di studio e per questo siamo convinti di conti­ e
nuare su questa strada anche nei prossimi anni». N. 125 10.04.91)
22 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Basso Lodigiano
I PROBLEMI DEL SETTORE VERRANNO DISCUSSI OGGI A LODI IN UN INCONTRO TRA SINDACATI E AZIENDA: «I LAVORATORI SONO SOLO DELLE VITTIME»

Troppi disagi, postini sul piede di guerra


Turn over inesistente e carenze di organico: esplode la protesta
n La corrispondenza non arriva
e i primi a farne le spese sono ir­
rimediabilmente sempre loro, i
postini. Inutile negarlo, è sem­
pre andata così e adesso che la
A processo coppia di rapinatori “seriali”,
riorganizzazione dei recapiti ha
acuito i disagi, è vero più che
mai. Apostrofarli come dei “fan­
nel mirino era finito anche Corno Giovine
nulloni” viene facile, eppure sot­ CORNO GIOVINE Avrebbero colle­ trice della filiale. Il colpo non è
to i caschi e la divisa fluorescen­ zionato undici rapine “fotoco­ durato più di due minuti: i mal­
te ci sono uomini e donne che pia” in tre anni fra Lodigiano e viventi hanno arraffato i soldi
ogni giorno macinano chilome­ Cremonese, soprattutto agli uffi­ che c’erano nella cassa, circa 25
tri, volano da un capo all’altro ci postali. È con questa accusa milioni, e poi sono fuggiti con
dei 47 “recapiti” del Lodigiano che due bresciani di 40 e 31 anni una Fiat Croma lasciata al­
per supplire alle croniche caren­ sono a processo a Cremona. Agi­ l’esterno.
ze di organico, e di fatto mettono vano a volto coperto, con in pu­ Le indagini furono condotte dai
“rattoppi” a un servizio che così gno una pistola e una mazza, poi carabinieri, che nei mesi succes­
zeppo di lacune non si può. Non fuggivano con un’auto che risul­ sivi si confrontarono con i “col­
ce lo raccontano però, e quel che tava quasi sempre rubata: una leghi” cremonesi (dove erano av­
è taciuto, si sa, finisce in qual­ dinamica che si ripeteva sempre venute rapine del tutto simili) e
che modo con lo scomparire. Si uguale, colpo dopo colpo, e che si scambiarono le informazioni
innesta qui il percorso assem­ avrebbe permesso agli investiga­ Presi grazie alle indagini dei carabinieri riuscendo a stringere il cerchio
bleare condotto la scorsa setti­ tori di attribuire ai due malvi­ intorno ai due bresciani.
mana dal sindacato Slp­Cisl di venti così tante rapine. nella centralissima via Roma: Quello di Cor no Giovine fu il
Lodi nei quattro centri primari Nella Bassa hanno colpito a Cor­ sul volto avevano una sciarpa quarto colpo realizzato dalla
di distribuzione a Casale, Lodi, no Giovine nell’ottobre del 2000, rossa, mentre in mano avevano banda, almeno in base a quanto
Sant’Angelo e San Colombano: con un bottino di quasi 25 milio­ una pistola e una mazza da mu­ sostenuto dall’accusa. Ne segui­
nelle diverse sedi i postini della ni (allora c’erano ancora le lire). ratore. Sono andati subito al so­ rono altri sette, per lo più nel
provincia hanno unito le loro I testimoni li hanno descritti co­ do, chiedendo i soldi senza trop­ Cremonese e tutti a uffici posta­
voci in un coro di protesta che me tranquilli e sicuri di sé. Di pi complimenti e puntando la pi­ li, sempre messi a segno con la
ha assunto la forma dapprima di prima mattina entrarono quindi stola in faccia al dipendente, che stessa velocità e decisione.
un cartello rivendicativo inol­ Al malcontento degli operatori si aggiunge quello dei cittadini in attesa della posta nell’ufficio postale che si trova si trovava al lavoro con la diret­ D. C.
trato ai vertici regionali azien­
dali, e quindi del tavolo di con­
fronto tra le parti in programma
oggi alle 14.30 presso il palazzo
delle Poste in via Fascetti a Lo­
di. Vi prenderanno parte i sinda­ NEL NUOVO COMPLESSO INDUSTRIALE INAUGURATO DALL’INALCA ARRIVERANNO ANCHE I PRODOTTI SEMILAVORATI A OSPEDALETTO
cati confederali Cgil­Cisl e Uil, a
raccogliere invece in una corpo­
sa lista nera le mille criticità e
manchevolezze emerse ha prov­
veduto il segretario territoriale
di Slp­Cisl Giovanni Martorana:
«Siamo dalla parte dei lavorato­
La carne lodigiana alla conquista della Russia
ri e degli utenti ­ afferma ­, ci
siamo fatti carico delle proble­
matiche attivando l’apertura di
Dal macello Cremonini a Mosca per finire sulle tavole di tutto il Paese
un conflitto di lavoro con Poste OSPEDALETTO Da Ospedaletto a gistica, si lavo­
Italiane per rivendicare i corret­ Mosca per finire sulle tavole di rano solo gli In breve
tivi necessari affinché il servi­ McDonald’s di tutta la Russia: è h a m b u r g e r,
zio sia riportato entro standard questo il prossimo destino della cioè arriva del­ SOMAGLIA
ottimali». Quindi lo sfogo ama­ carne lodigiana lavorata al ma­ la carne già di­
ro: «I postini sono solamente le
vittime di questa situazione».
cello Inalca della Bassa.
Proprio ieri, infatti, Inalca ha
sossata di cui
viene ultimata
Imprenditore derubato
Un vortice di «insufficienze»
che non rende difficile compren­
inaugurato a Mosca un nuovo
complesso produttivo e distri­
la lavorazione.
La car ne che
da due fratelli albanesi,
dere lo scadimento del servizio:
intere zone prive di postini tito­
butivo, completamente automa­
tizzato, capace di lavorare circa
sarà utilizzata
a Mosca sarà
un’ex socia a giudizio
lari e mancanza di addetti di 80mila hamburger l’ora, corri­ p r o ve n i e n t e Sarà giudicata a Piacenza con rito
scorta, insufficienti assunzioni spondenti a 25mila tonnellate dagli impianti abbreviato M.D.S., imprenditrice
a tempo deter minato per far all’anno, facilmente aumentabi­ che già ora 42enne residente nel Basso Lodigia­
fronte ai buchi negli organici e li a 50mila. Alla cerimonia era­ esportano car­ no accusata di essere la mandante
mancato ricorso al turn­over dei no presenti il ministro del­ ne in Russia, del brutale pestaggio con rapina di
postini andati in pensione, ca­ l’Agricoltura russo, Elena Bori­ tra cui quello cui era rimasto vittima A.U., impren­
renza degli addetti allo smista­ sovna Skrynnik, il ministro per di Ospedaletto ditore 49enne di Somaglia attivo nel
mento della corrispondenza in le Politiche agricole alimentari o di Modena o settore dei locali pubblici nel territo­
arrivo, sistema di certificazione e forestali italiano, Luca Zaia, e altri anche su­ rio piacentino. L’uomo era stato sor­
degli orari non confor me e a altre importanti autorità locali damericani. preso da due albanesi armati di
chiudere mezzi aziendali fati­ ed internazionali. Non è semplice spranga il 30 giugno del 2007, nel
scenti inadatti a coprire le di­ L’impianto moscovita servirà esportare in cuore della notte, davanti al “Bulli e
stanze tra i Cpd e i luoghi di ef­ principalmente i ristoranti Russia, perché pupe”, locale di Castelvetro Piacen­
fettivo servizio. McDonald’s della Federazione quel Paese ha tino: era stato rapinato di 2500 euro
«I postini non sono car ne da Russa e lavorerà carne semila­ dazi doganali e del telefono cellulare. I carabinieri
mandare al macello, hanno di­ vorata congelata proveniente par ticolari e di Fiorenzuola d'Arda e di Monticelli
ritto a svolgere la loro attività dai vari stabilimenti di macella­ accordi bilate­ avevano recuperato il filmato delle
con i necessari strumenti, a tu­ zione Inalca europei e sudame­ rali che inte ­ telecamere che avevano immortala­
tela della loro sicurezza e della ricani, tra cui quello di Ospeda­ grano di volta to l'aggressione, e pochi giorni pri­
collettività ­ prosegue Martora­ letto. in volta le nor­ ma i fratelli albanesi L.S., all’epoca
na ­, alcuni sono costretti a lavo­ Il nuovo complesso sorge su mative inter ­ 22enne, e il 26enne L.S., erano stati
rare oltre le otto ore al giorno un’area di 25mila metri quadra­ Il ministro delle Politiche agricole Zaia a Mosca in occasione dell’apertura dello stabilimento Inalca nazionali. Lo fermati in zona su un’auto con alcu­
per far fronte alle emergenze, lo ti, si sviluppa su tre piani per stabilimento di ni bastoni al seguito. Il maggiore dei
fanno per rispetto della clientela 26mila metri quadrati di super­ gata la cassa integrazione a ro­ vrapposizioni con la lavorazio­ Ospedaletto, però, ha già da an­ due era buon amico dell’imprenditri­
e senso del dovere, ma non è pos­ ficie coperta complessiva, darà tazione per i 500 lavoratori delle ne effettuata nella Bassa. Siamo ni l’abilitazione all’esportazio­ ce che in passato era in affari con il
sibile continuare a questa stre­ lavoro a circa 400 persone ed ha cooperative di lavoro del macel­ molto tranquilli da questo pun­ ne in Russia». 49enne di Somaglia. I due albanesi,
gua». Dovremmo ricordarlo noi richiesto un investimento di 100 lo, anche se i primi sei mesi di to di vista». Le mucche lodigiane, insomma, arrestati non senza fatica dai carabi­
di qua abituati a quel saluto di­ milioni di euro, completamente cassa si sono conclusi con po­ E una conferma in questo senso arriveranno a Ospedaletto dove nieri piacentini e di Codogno, hanno
stratto che accompagna la visita autofinanziati. che ore effettuate rispetto a arriva direttamente dall’azien­ saranno macellate e disossate, e già patteggiato. La 42enne invece
del portalettere mentre lo sguar­ Le attività lavorative russe non quelle richieste. da, che spiega come si svolge il dove entreranno nella catena affronta il processo, che si è aperto
do già corre alla prossima bollet­ comporteranno cambiamenti di «A Ospedaletto non cambierà processo produttivo da Ospeda­ del freddo per raggiungere an­ proprio ieri: dovrà rispondere del­
ta da pagare: a soffrire dei dis­ alcun genere nella produzione o nulla ­ spiega il sindacalista Ci­ letto a Mosca. «Si tratta di due che Mosca. Là saranno trasfor­ l’accusa di concorso in rapina e le­
servizi, chi l’avrebbe mai detto, nella lavorazione degli altri sta­ sl Luca Grazioli ­. L’investimen­ realtà completamente diverse ­ mate in hamburger per le tavole sioni aggravate.
sono in primis proprio loro. bilimenti europei. A Ospedalet­ to in Russia era già programma­ spiegano dall’Inalca ­. A Mosca, di McDonald’s.
Laura Gozzini to è stata recentemente proro­ to da tempo ma non ci sono so­ oltre alla parte distributiva e lo­ Andrea Bagatta CORNOVECCHIO
La condanna definitiva
giunge dopo un anno,
Due auto si scontrano a Bertonico, in carcere per un mese
Giustizia “lumaca”, un rapinatore

un settantenne in prognosi riservata dovrà scontare in carcere solo tren­


ta giorni. Il 9 febbraio dell’anno
scorso il milanese L.C. di 34 anni era
stato colto in flagrante mentre com­
BERTONICO Due auto si scontrano no eventuali responsabilità. Da timo, che aveva battuto il viso e la metteva una rapina nella metropoli.
all’incrocio e volano nel campo, una prima ricostruzione dei fatti parte bassa del corpo, c’era il so­ L’arresto in effetti era stato imme­
grave un uomo. Ieri pomeriggio la Nissan sarebbe arrivata da Lodi spetto di fratture alle gambe e di diato e così anche il processo per di­
alle 13 circa si è verificato un inci­ diretta verso Castelnuovo mentre un violento trauma cranico. L’uo­ rettissima. Però da allora il giovane
dente a Bertonico all’incrocio tra la Peugeot da Casalpusterlengo a mo sanguinava in viso e per il è rimasto presso la comunità tera­
la strada provinciale 26 che da Lo­ Bertonico. Dopo lo schianto en­ gonfiore respirava faticosamente. peutica di Cornovecchio in attesa
di porta a Cremona e la strada trambe le auto sono finite in un Tutti i pazienti, che non hanno della condanna definitiva per rapina
provinciale 192 che collega Casal­ campo vicino e dopo aver caram­ mai perso conoscenza, sono stati aggravata. Atto arrivato soltanto
pusterlengo a Bertonico. In quel bolato si sono fermate con le quat­ sottoposti a ore di accertamenti. nella giornata di ieri, quando i cara­
tratto c’è una canalizzazione dei tro ruote a terra. La più danneg­ In serata il conducente della Nis­ binieri della stazione di Maleo lo
veicoli che porta all’area ex Gulf. giata era la Peugeot. Le macchine san e il passeggero dell’altra auto hanno raggiunto presso la struttura
Coinvolte una Nissan Qashqai non erano accartocciate, ma i tre sono stati dimessi con pochi gior­ per comunicargli la nuova situazione
condotta dal 49enne C.A. e una passeggeri sono rimasti feriti. Sul ni di prognosi. La peggio l’ha avu­ e condurlo in carcere a Lodi. Tutta­
Peugeot 207 sulla quale viaggiava­ posto l’automedica in partenza da ta M.P., che nel tardo pomeriggio via il rapinatore milanese rimarrà al­
no M.P. di 70 anni residente a Vol­ Casalpusterlengo, un’ambulanza era ancora in sala operatoria per­ la Cagnola soltanto un mese dato
piano (To) e il 57enne S.F. L’impat­ della Croce casalese e una della ché sono subentrate complicazio­ che, per la lentezza della macchina
to tra i due mezzi potrebbe essere Croce rossa di Lodi. M.P. e C.A. so­ ni. La sua prognosi è stata dichia­ burocratica e una durata complessi­
avvenuto per una mancata prece­ no stati trasferiti a Codogno men­ rata riservata in via precauziona­ va della pena di un anno e quattro
denza, ma la dinamica è ancora tre M.P., la cui portiera lato guida le, anche se il paziente non ri­ mesi, il resto del periodo in pratica è
poco chiara e al vaglio dei carabi­ era completamente sfondata, è schierebbe la vita. già stato scontato nella comunità
nieri di Castiglione che stabiliran­ stato portato a Lodi. Per quest’ul­ Paola Arensi L’incidente all’incrocio di due strade provinciali: le auto sono finite nel campo della Bassa.
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 23
il Cittadino
Codogno
IN UNA PIZZERIA DELLA CITTÀ I CARABINIERI HANNO INDIVIDUATO TRE DIPENDENTI NON REGOLARI SUI VENTI AL MOMENTO IMPIEGATI

Lavoro in nero, l’Arma setaccia la Bassa


Un locale notturno multato di 143mila euro dopo le indagini
n Blitz dei carabinieri per scova­ IL SINDACO
re lavoratori in nero, un locale
notturno della Bassa deve paga­
re 143mila euro di multa. Sabato Novello, al premio di satira «Sulla sicurezza
notte i carabinieri della compa­
non accettiamo
gnia di Codogno e i colleghi del
nucleo ispettorato del lavoro di
Lodi hanno effettuato numerosi
voteranno anche i visitatori lezioni da nessuno»
controlli nei locali di Codogno e n Non solo la giuria di qualità. esposizione terminata, la «con­ n «Altro
della zona limitrofa. Ma anche il voto ed il giudizio ta» dei voti permetterà così di che sparare
Tutto nell’intento di scoprire popolare. decretare la vignetta più ap­ sulla Croce
eventuali posizioni lavorative ir­ Come accade per il festival ca­ prezzata dal pubblico, il cui au­ Rossa. La
regolari o sfruttamento della noro di Sanremo. La quinta edi­ tore riceverà dal comune una minoranza
manovalanza detto «caporalato» zione del premio internazionale targa ricordo. Una curiosità: spara solo
­fenomeno che fortunatamente di satira di costume intitolato a nel 2008 il voto popolare premiò fuochi d’ar­
nella Bassa Lodigiana non è mai Giuseppe Novello torna ad ab­ proprio il vignettista codognese tificio: dura­
stato registrato­. Inizialmente i bracciare la formula organizza­ Remo Rizzi. Ma c’è di più: come no pochi
militari sono entrati in una nota tiva già sperimentata con suc­ già due anni fa, anche in questa secondi e
pizzeria di Codogno dove hanno cesso nel 2008: anche quest’an­ edizione 2010 ad essere premiati poi si spen­
trovato tre lavoratori in nero sui no, infatti, il concorso affianca saranno anche i cittadini che si gono, senza Dossena
20 complessivi all’opera. Di con­ al voto della giuria di qualità trasformeranno in «giudici po­ lasciare
seguenza il titolare dovrà pagare (quest’anno presieduta dal vi­ polari». Tra tutti i visitatori che traccia». È una replica di­
diverse sanzioni, oneri assicura­ gnettista del Corriere della Sera avranno espresso il proprio gra­ retta quella che il sindaco
tivi e previdenziali nonché le im­ Emilio Giannelli) anche il voto dimento per una delle vignette Emanuele Dossena indiriz­
poste evase per tutto il personale dei visitatori alla mostra che dà in gara, infatti, verrà estratto il za al capogruppo consiglia­
irregolare. Gli importi comples­ esposizione alle opere selezio­ vincitore del premio messo in re del centrosinistra Fran­
sivi sono ancora da quantificare Un carabiniere in azione: gli ultimi controlli hanno portato nuove sanzioni nate al concorso. palio per l’occasione: un buono cangelo Riboldi, pronto nei
ma si tratterà senz’altro di sva­ I dettagli organizzativi sono spesa da 200 euro da utilizzare giorni scorsi ad imputare
riate migliaia di euro. Questo so­ tante. Il locale, gestito da un uni­ no con i blitz serali anche nel stati messi a punto proprio in nei negozi di Codogno che han­ all’esecutivo di centrode­
prattutto perché alle domande co titolare, è aperto ancora oggi. corso dell’anno. Infatti soltanto questi giorni dalla segreteria no aderito all’iniziativa. stra un “flop” amministra­
delle forze dell’ordine uno dei L’episodio ricorda recenti dra­ in questo modo camerieri e ma­ del concorso. Da questo sabato 6 Sempre per la cronaca, l’edizio­ tivo in tema di sicurezza.
camerieri interessati ha ammes­ stici provvedimenti che hanno novali, ma anche altre figure, po­ febbraio (è il giorno di apertura ne 2008 del Premio Novello vide «Sulla sicurezza non accet­
so di lavorare per la pizzeria da portato alla chiusura del Medi­ tranno lavorare in regola con le dell’esposizione allestita al vec­ vincere tra i giurati popolari un tiamo lezioni da nessuno­
circa due anni. Poco dopo i cara­ terraneo di Casalpusterlengo dovute tutele assicurative previ­ chio ospedale Soave) e fino al signora di Casalpusterlengo, attacca Dossena­ Tanto
binieri hanno notificato al tito­ lungo l’ex strada statale 234. Tut­ ste dall’ordinamento italiano. termine della mostra fissato al 7 fortunata estratta tra le 300 meno le accettiamo dalla
lare di un noto locale notturno to per la scoperta di numerosi la­ Tutto perché, soprattutto in que­ marzo, i visitatori potranno vo­ schede che due anni furono in­ minoranza, che votò contro
della zona una maxi multa di voratori in nero. Pesanti anche sti periodi di crisi, spesso una tare la loro vignetta preferita serite nell’urna di selezione da l’adozione della video­sor­
143.000 euro. In questo caso i le sanzioni che hanno colpito le persona con uno stipendio nella utilizzando una apposita scheda altrettanti visitatori al Premio. veglianza e attaccò proprio
controlli erano stati compiuti lo cooperative operanti all’interno media non riesce a coprire tutte che sarà loro consegnata pro­ Proprio il successo ottenuto nel il sottoscritto quando, que­
scorso novembre. Dagli accerta­ della logistica Ceva di Casalpu­ le spese mensili e cerca un dop­ prio all’ingresso dell’esposizio­ 2008 dall’iniziativa del voto po­ sta estate, decise che pote­
menti era emersa la presenza di sterlengo. Come predisposto dal pio lavoro avvantaggiando im­ ne. polare ha portato quest’anno al­ va essere punto di riferi­
lavoratori in nero e tra sanzioni, comando provinciale dei carabi­ prenditori senza scrupoli per ve­ La scheda potrà poi essere ripo­ la replica di questa fortunata mento delle segnalazioni
tasse e contributi da versare la nieri di Lodi i colleghi della com­ ra necessità. sta in un’urna sempre collocata formula di votazione. dei cittadini». Per Dossena,
cifra totale è diventata esorbi­ pagnia di Codogno proseguiran­ Paola Arensi negli spazi della mostra. Ad Luisa Luccini dunque, la sicurezza resta
una priorità del centrode­
stra. «La sospensione il
ASSEMBLEA PUBBLICA giovedì sera del terzo tur­
no di vigilanza è solo tem­
Rione Don Bosco, DA SETTIMANE, MANCANDO I FONDI, SI STANNO TRASFORMANDO IN VERI E PROPRI “VOLONTARI DELLA DIDATTICA” poranea, in vigore solo
fino a fine aprile ­ ribadi­
venerdì l’incontro sce ancora il sindaco ­ sulla

con la giunta
n Quarto incontro pubbli­
co per la giunta comunale:
sindaco ed assessori incon­
Ognissanti, docenti gratis in classe sicurezza continuiamo poi
a mantenere contatti stret­
ti con la Regione, per otte­
nere finanziamenti «ad
hoc», da indirizzare pro­
prio al settore della vigi­
trano il quartiere periferi­
co “Don Bosco”. È fissata
per questo venerdì sera, 5
Nelle malattie “brevi” i prof della scuola sostituiscono i colleghi lanza, come sempre fatto
in tutti questi anni». Dal
tema della sicurezza, le
febbraio, l’assemblea pub­ n Sobbarcarsi ore di insegna­ gnante­ sbotta la dirigente scola­ riflessioni di Dossena si
blica che vedrà gli ammini­ mento in più. E farlo gratis, al stica­? Assolutamente no, va con­ aprono poi a considerazio­
stratori della città incon­ posto di supplenti che la riforma tro il valore del processo educati­ ni generali. «Non è la pri­
trare i residenti del rione “Gelmini“ impedisce di chiama­ vo che è legato a doppio filo alla ma volta che il consigliere
“Don Bosco” presso gli re per il breve periodo. stessa funzione dell’insegnamen­ Riboldi ironizza sul fatto
spazi della scuola materna È decisamente uno spirito di ser­ to e della scuola». Rabbia ed che il sottoscritto parli
“Resistenza” di viale Cai­ vizio fuori dal comune quello amarezza, come si può ben capi­ spesso di Codogno come
ro. Come già per gli incon­ che da settimane è in capo al re, ci sono tutte. Ma c’è anche la !capitale della Bassa”, la­
tri già svolti per il centro “nucleo storico” dei docenti del­ voglia di reagire nel modo mi­ sciando intendere, con que­
storico, il rione di “San l’istituto di scuola media “Ognis­ gliore ad una situazione che si sta sua ironia, che il sotto­
Biagio” e il rione di “San santi”: alcuni insegnano lettere, contesta da cima a fondo. E che scritto stia dicendo delle
Giorgio”, anche l’assem­ altri matematica o inglese, tutti la scorsa settimana, in un incon­ fesserie­ sottolinea Dosse­
blea di venerdì nel quartie­ loro però (e sono una quindici­ tro sindacale con i docenti, ha na­ In merito, prendo a
re “Don Bosco” inizierà na) da settimane si stanno tra­ portato a bocciare la proposta di prestito una recente di­
alle 21 e darà voce a segna­ sformando in veri e propri «vo­ ovviare al problema facendo o chiarazione del cardinale
lazioni, suggerimenti e lontari della didattica». Ovvero: entrare dopo o uscire prima da Bagnasco che metteva in
critiche dei cittadini resi­ in classe ad insegnare ci vanno scuola gli alunni senza inse­ evidenza come, a livello
denti non solo nel quartie­ anche in ore di scuola che non gnante. «Non scherziamo, il di­ nazionale, sia diventato
re intitolato al famoso sa­ spetterebbero loro. E ci vanno a ritto all’istruzione è un diritto usuale denigrare il Paese
cerdote ma anche a quelli titolo completamente gratuito, sancito dalla nostra Costituzione intero pur di fare dispetto
delle zone residenziali di per sostituire i colleghi rimasti a ­ sottolinea la preside ­ Il mondo alla parte avversaria. Eb­
via Polenghi e di via Lam­ casa per improvvisa malattia. E i della scuola deve risparmiare? bene, lo stesso fa Riboldi:
berti. Viabilità da tenere supplenti? Per incarichi brevi Lo sappiamo bene anche noi, mi pur di fare dispetto a chi
sotto controllo, nuovi inse­ non si possono più chiamare: le creda. E per questo siamo favore­ amministra Codogno, deni­
diamenti della media di­ nuove disposizioni ministeriali, volissimi alla lotta agli sprechi e gra la sua città. Non è la
stribuzione prossimi all’ar­ infatti, consentono alle scuole di Mancano i soldi e all’Ognissanti i docenti si trasformano in volontari della didattica agli sforzi per ottimizzare le ri­ prima volta che succede e
rivo, centro sportivo e pa­ avvalersi dei supplenti solo dal sorse. Ma i settori della scuola questo mi rammarica mol­
lazzetto dello sport, scuole sedicesimo giorno di assenza di stipendio e pur di non lasciare insegnanti che da settimane dove si deve e si può risparmiare to. Ma chi fa simili attac­
di rione: anche queste le un insegnante titolare. Per le pri­ aule scoperte, tornano in classe. stanno entrando in aula a titolo non sono quelli dell’insegnamen­ chi palesa tutta la sua
questione all’attenzione me due settimane la parola chia­ A fare le veci dei supplenti che completamente gratuito, sosti­ to, sono altri. Così facendo­ con­ mancanza di prospettiva,
dell’incontro che permette­ ve è u n a s o l a : a r r a n g i a r s i . chiamare non si può. «La situa­ tuendosi ai supplenti che non si clude la preside­, si colpisce a palesa il fatto di non avere
rà di dare voce ad uno dei L’Ognissanti, per fortuna, lo fa zione è proprio questa­ conferma possono chiamare». In classe ci è morte il processo educativo della argomenti propositivi con
rioni residenziali più popo­ nella maniera migliore, avvalen­ la preside Maria Rapelli­: piutto­ pure andata qualche volta la scuola, la sua funzione di docen­ cui sostenere la propria
losi della città. dosi di insegnanti «storici» che, sto di lasciare degli studenti in stessa Rapelli. «E che possiamo za e di didattica». critica».
senza prendere un euro in più di classe senza fare nulla, abbiamo fare, lasciamo alunni senza inse­ Lu. Lu.
24 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Casale
I CARABINIERI ERANO ALLA RICERCA DI UN MAROCCHINO CHE ERA STATO COINVOLTO NELLA RISSA DI SABATO SERA IN PIAZZA DEL POPOLO

Un dormitorio abusivo di nordafricani


Cinque persone sono state controllate dai militari dell’Arma
n Un dormitorio abusivo con cin­ CENACOLO DEGLI ARTISTI
que nordafricani viene scoperto
dai carabinieri di Casale durante
un controllo a sorpresa scattato Parte il “Bravo” 2010, tutti i cittadini
in seguito alla rissa di sabato sera
in piazza del Popolo. Subito sono
state eseguite le identificazioni di
potranno presentare nomi e candidati
rito per gli extracomunitari e l’or­ n Il premio “Bravo” organizzato dal Cenacolo degli artisti di Ca­
dinanza di carattere amministra­ sale coordinato da Renzo Ghelfi, si apre a tutti i cittadini. «Il pre­
tivo verso la proprietà dello stabi­ mio ­ dice Ghelfi ­ introduce quest’anno la novità delle segnalazio­
le: entro cinque giorni dovrà ren­ ni per i candidati meritevoli da parte di tutti i cittadini. Ogni casa­
dere inagibile l’accesso ai senza­ lese potrà di fatto segnalare una persona che ritiene meritevole di
tetto, pena una pesante sanzione essere ufficialmente premiata. Il Cenacolo assegnerà il premio
pecuniaria. ogni qualvolta vorrà sottolineare l’operato di quelle persone che
Una delle due persone coinvolte in diversi campi e settori, dallo sport all’imprenditoria, dal mondo
nella rissa di sabato sera in piazza del lavoro alla cultura hanno saputo diffondere il nome del loro
del Popolo era noto ai carabinieri paese di origine in tutta Italia e nel mondo». L’apposita giuria
della stazione di Casale come per­ terrà in evidenza le segnalazioni pervenute per l’assegnazione del
sona domiciliata «in luogo non premio civico che consiste in una originale scultura dell’artista
adatto», ovvero in una cascina casalese Roberto Scarioni con diploma personalizzato di merito.
fuori dall’abitato casalino, di cui Nel 2009 il “Bravo” è stato assegnato alla “eccellenza” del mondo
non è stata reso nota l’ubicazione. dell’artigianato di Casale: Domenico Morosini, Gianni Livraghi, i
Ieri mattina quindi una pattuglia fratelli Giorgio e Giovanni Paolo Meazzi e i fratelli Galimberti. Si
dei carabinieri di Casale, nell’am­ tratta di un premio civico che va ad affiancarsi alle premiazioni
bito dei controlli di routine, è sta­ istituzionali annuali dei premi Pusterla assegnati dall’ammini­
ta indirizzata per un controllo a strazione come atto di riconoscenza verso cittadini, enti, associa­
sorpresa proprio al domicilio del zioni e istituzioni che si sono particolarmente distinti per bontà e
marocchino coinvolto sabato sera solidarietà verso il prossimo. Da segnalare che l’albo d’oro del
nella rissa. Qui i carabinieri han­ premio “Bravo” vede finora iscritti, oltre ai premiati 2009, gli
no scovato all’interno dello stabi­ imprenditori Franco Curioni e Silvano Chiapparoli, la “parruc­
le cinque nordafricani che occu­ chiera dei divi” Anna Josè Buttafava e lo scrittore Aldo Milanesi.
pavano abusivamente l’immobile. Nella foto d’archivio, i carabinieri di Casale mentre controllano i documenti di alcuni stranieri fermati per la strada
A tutti sono stati controllati i do­
cumenti e due marocchini sono
stati portati alla caserma di Codo­
gno per il foto segnalamento ne­
cessario a capire se fossero in re­
gola o meno con il permesso di È STATA UNA DOMENICA NEL SEGNO DELLA CULTURA PER TUTTI, GRANDI E PICCOLI
soggiorno.
Contestualmente, gli uffici comu­
nali si sono attivati per notificare
alla proprietà l’obbligo di inibire
entro cinque giorni l’accesso allo
stabile sulla base dell’ordinanza
Per il compleanno della biblioteca
emanata quest’estate dal sindaco
Flavio Parmesani. Se non saran­
no sbarrati gli accessi in modo da
impedire l’ingresso dei senzatet­
arriva il premio per i “superlettori”
to, la proprietà sarà passibile di n Sono Serafino Dabusti e Simo­
una sanzione di oltre 500 euro. na Sordi i superlettori 2009, ri­
«Da parte nostra c’è la ferma in­ spettivamente con 186 e 175 presti­
tenzione a proseguire in tutte le ti librari, della biblioteca comu­
sedi opportune per applicare l’al­ nale e mediateca provinciale di
lontanamento coatto a carico del­ Casalpusterlengo, che ha festeg­
l’extracomunitario coinvolto nel­ giato l’anniversario dei due anni
la rissa, in attesa di permesso di di attività nella nuova suggestiva
soggiorno perché ha fatto richie­ sede ricavata dalla ristrutturazio­
sta come badante ­ dice il sindaco ne dell’ex magazzino municipale
Flavio Parmesani ­. I controlli di via Libertà.
vanno bene, ma bisogna anche fa­ Grande festa quindi in biblioteca Casimiro Carniti, lettore di romanzi Simona Sordi, la divoratrice di libri
re in modo che chi si macchia di officiata dalla responsabile Nico­
gesti di violenza sia allontanato, letta Riboldi e dall’assessore alla
se non in regola: l’iter è in corso e cultura Giuseppe Passerini che
lo seguiremo con grande attenzio­ ha preso il via nel pomeriggio do­
ne». menicale con la manifestazione
In realtà, dal comando dei carabi­ “Aspettando il Carnevale”, con
nieri di Codogno precisano che al animazione e laboratorio per
momento è possibile solo una se­ bambini organizzati e gestiti dal
gnalazione alla questura di Lodi e personale della biblioteca e dai
agli enti preposti affinché in sede volontari del servizio civile nazio­
di valutazione sull’emersione del nale del progetto per biblioteche La piccola Arianna Montini è risultata la superlettrice di favole e fiabe a Casale
lavoro dell’extracomunitario sia “Lodi Amo”. La Riboldi ha anche
negato il permesso per i prece­ presentato alcuni dati riferiti al­ diverse categorie per gli adulti zo Zoppi, Martina e Chiara Pe­
denti accumulati. Anche in que­ l’attività 2009 con 31.860 presenze, Luigi Salvaderi “Superinterpre­ drazzini, per gli “Album”, Riccar­
sto caso è stata sporta una quere­ circa 31mila prestiti e 2555 servizi stito”, Bassano Peviani “Super­ do Franzelli e Arianna Giussani,
la di parte a suo carico per lesioni di interprestito. Gli iscritti sono multimediale”, Angela Fraschini per “Favole e fiabe”, Arianna
da parte dell’altro straniero coin­ complessivamente oltre 4300 con “Superteatro”, Daniele Lana “Su­ Montini e Viola Motti, per “Fila­
volto nella rissa. Tuttavia, l’iter un incremento di 935 nuovi iscrit­ permusica”, Pasquale Rea “Su­ strocche e poesie”, Emma e Am­
amministrativo non prevede l’im­ ti, molti dei quali provenienti dai percinema”, Andrea Angelo Fra­ bra Dametti, per “Libri di paura”,
mediata espulsione dello stranie­ paesi limitrofi, nel 2009. schini “Casale e dintorni”, Casi­ Alessandro Grossi e Alessandra
ro: la questura può negare il per­ Tornando alla manifestazione miro Carniti “Romanzi gialli”, Giussani, per i cartoni Agnese
messo, e solo a quel punto even­ “La biblioteca ti premia”, con zai­ Vittoria Steffenini “Romanzi Chinosi e Diana Bianca Scicolo­
tualmente potrebbe scattare l’al­ netti e borse del “Superlettore” e amore”, Dennison Goldon “Poe­ ne.
lontanamento, sempre che il nor­ con biglietti omaggio per cinema sia”. Gran conclusione con il taglio e la
dafricano non presenti ricorso. e spettacoli offerti dal teatro co­ Per la sezione bambini i superlet­ degustazione della torta.
Andrea Bagatta munale, sono stati premiati per le tori primi libri sono stati: Loren­ Francesco Dionigi  Un momento della manifestazione per il “compleanno” della biblioteca

L’antica fontana regalata al comune LUTTO


Lasciando un incolmabile vuoto
è mancato
le ore 10 partendo dall'abitazio­
ne in via Castello n. 29 per la
chiesa parrocchiale, indi per il

dopo due anni è ancora senz’acqua


cimitero locale.
Un particolare ringraziamento a
tutto il Personale del Reparto
n Più di due anni fa ha qua in modo perenne e
donato al comune continuativo non nella Rianimazione dell'ospedale Ci­
un’antica fontana di cui realtà ma in una bella vile di Piacenza.
ha personalmente cura­ opera pittorica realizza­
to la ristrutturazione e ta dall’artista casalese Si ringraziano anticipatamente
la ricostruzione con Roberto Scarioni, pub­ tutti coloro che vorranno parte­
pezzi originali d’epoca. blicamente esposto co­
La fontana si trova in me “pro memoria” per cipare alla cerimonia.
via Cavour 22 a Casal­ il comune affinché ri­
pusterlengo, proprio ad spetti gli accordi presi. Caselle Landi, 3 febbraio 2010
angolo con il suo risto­ In effetti il comune di
rante, la “Vecchia Cor­ Casale ha acquisito al Onoranze Funebri MARNI
te”, ma nonostante sia­ patrimonio municipale Codogno ­ Tel.0377/431886
no passati oltre 24 mesi questa pregevole opera ANGELO BORSOTTI
il comune non ha rispet­ rimessa a nuovo, basti
tato l’accordo di dona­ pensare che uno dei di anni 57
zione. simboli della città, la
La donazione al comune fontana di piazza del Po­ Addolorati ne danno il triste an­
casalese è stata effettua­ polo, ha almeno un se­ nuncio la mamma Anna, la mo­
ta da Renzo Ghelfi, pre­ colo di vita in meno ri­ glie Emilia, i figli Edoardo, Anna
sidente e promotore del spetto a questa fontana
gruppo culturale Cena­ La fontana che si trova a due passi dal locale di Ghelfi regalata da Ghelfi. con Luca e Alessio, il nipotino
colo degli artisti promo­ Ora il ristoratore e ope­ Simone, gli zii, le zie, i cognati,
tore tra l’altro del premio “Bra­ 8 alle 22 durante i mesi inverna­ ratore culturale spera che la le cognate, i nipoti e i parenti
vo”, ed è subordinata alla clau­ li. nuova amministrazione comu­ tutti.
sola, voluta dal proprietario, Ed allora Ghelfi visto che il pat­ nale guidata dal sindaco Flavio
che ci sia uno scorrere d’acqua to non è stato rispettato, ha in­ Parmesani concretizzi gli impe­
a getto continuo dalle ore 7 alle scenato un’insolita “protesta”: gni presi dai predecessori in I funerali si svolgeranno in Ca­
24 nel periodo estivo e dalle ore la fontana fa sgorgare infatti ac­ tempi brevi. selle Landi giovedì 4 febbraio al­
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 25
il Cittadino
Sezione
La pubblicazione delle foto g r afie di questa pa gina è g r atuita. Gorini 34, Lodi (da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 19,30) o in via
Le foto a colori, accompa gnate da un testo, e i messa g gi posso­
no:
• essere inviati via e­mail all’indirizzo auguri@ilcittadino.it,
• essere spediti o conse gnati presso i nostri uffici in via Paolo
Cavour 31, Lodi (da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle
14,30 alle 17,30, il sabato dalle 9 alle 11,30)
• essere trasmessi con SMS al n. 334 2318135
Su www.ilcittadino.it è possibile trovare tutte le informazioni
Giorni di Festa
§ AUGURI § 6 FEBBRAIO § 1 FEBBRAIO § 2 FEBBRAIO
Buon compleanno Asia!!! Buon compleanno Mattia!!! Buon compleanno Lorenzo!!! Buon compleanno Beatrice!!!

Insieme ad una bella nevicata un anno fa sei arriva­ A te Mattia e al tuo dolce, inconfondibile sorriso i Grandi auguri per il 1° anno di nascita di Lorenzo Auguri!!! Oggi compi due anni di vita, io compio
ta, nel dì della Candelora noi non vedevamo l’ora di miei più affettuosi auguri nel giorno del tuo secon­ D’Amelio; da parte dei nonni: Anna, Giuliana, An­ due anni di Paradiso quaggiù da quando sei nata
conoscere il nostro angelo biondo e di baciare il tuo do compleanno. Bacio Gianky. tonio ed Ennio. tu!!!
visino tondo. I nonni.

§ 29 GENNAIO § BORGHETTO LODIGIANO ­ 3 FEBBRAIO § AUGURI § 2 FEBBRAIO


Buon compleanno Edoardo!!! Buon compleanno Mirko!!! Buon compleanno Zoe!!! Buon compleanno Mattia!!!

Il 29 gennaio Edoardo Gallarati ha compiuto 1 an­ Auguroni Mirko Zanaboni!!! Tanti cari auguri Mi­ Tanti auguri a Zoe Bassanini per il tuo primo Tantissimi auguri di buon compleanno Mattia per
no auguri d’immenso amore e gioia da mamma Da­ rko per il tuo primo compleanno. Dal tuo amico splendido anno il 7 febbraio da tutti coloro che ti il tuo primo anno!!! Da tutti i nonni e gli zii!!
niela e papà Alessandro... Mattia. vogliono bene.

§ 8 MESI § AUGURI § 4 FEBBRAIO § 25 GENNAIO


Tanti auguri Ilaria!!! Buon compleanno Michele!!! Buon compleanno Marianna!!! Buon compleanno Andrea!!!

Tanti auguri dallo zio Roby “il milanista” alla viva­ Tanti auguri di buon compleanno a Michele Rai­ E’ arrivato il giorno più bello dell’anno: il tuo com­ Buon compleanno Andrea tanti auguri al nostro
cissima Ilaria perchè ha compiuto 8 mesi ed è spun­ mondi di Cadilana che domenica compirà 4 anni. pleanno. Auguri e baci nonno Gianmario, nonna campione dalle nonne e nonno zie e zii e le cuginette
tato il primo dentino! Con tanto affetto la mamma Alessandra il papà Ga­ Adele e Gianky. Emma e Beatrice.
briele e la sorellina Eleonora.

§ 3 FEBBRAIO § 6 FEBBRAIO § CODOGNO § AUGURI


Buon compleanno Ilaria!!! Buon compleanno Sara!!! Buon compleanno Giada!!! Buon compleanno ad Ilaria e Mauro!!!
Alla nostra Oggi Doppi
piccola 3 febbraio auguri
Sara la piccola nella
che Giada famiglia
il 6 febbraio compie Bianchi!!
compie 5 anni. Tanti
4 anni Tanti auguri
tanti auguri da mamma
auguroni piccolo Antonella
da mamma tesoro dalla alla
e papà. tua mamma piccola
Giusi, Ilaria
papà Mauro, che il 30
tua sorella gennaio ha
Greta, compiuto
nonna 8 mesi
Marilena, ed al
la bisnonna suo
Valda; papà
bacioni Mauro
dagli zii che il
e i tuoi 31 gennaio
cuginetti ha
Beatrice compiuto
e Luca. gli
E’ arrivato il giorno tanto atteso... 18 anni sono un anni!!
bel sogno, vivilo fino in fondo! Auguri Ilaria da chi
ti vuole bene.
26 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Sezione
La pubblicazione delle foto g r afie di questa pa gina è g r atuita. Gorini 34, Lodi (da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 19,30) o in via

Giorni di Festa Le foto a colori, accompa gnate da un testo, e i messa g gi posso­


no:
• essere inviati via e­mail all’indirizzo auguri@ilcittadino.it,
• essere spediti o conse gnati presso i nostri uffici in via Paolo
Cavour 31, Lodi (da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle
14,30 alle 17,30, il sabato dalle 9 alle 11,30)
• essere trasmessi con SMS al n. 334 2318135
Su www.ilcittadino.it è possibile trovare tutte le informazioni

§ 4 FEBBRAIO § AUGURI § BORGHETTO LODIGIANO, 1 FEBBRAIO 2010 § BORGHETTO LODIGIANO, 1 FEBBRAIO 2010
Buon compleanno Gilberto!!! Buon compleanno Mattia!!! Buon compleanno Mattia!!! Buon compleanno Mattia!!!

Sei forte papà Gilberto. Tanti auguri di buon comple­ Mattia, tantissimi auguri per i tuoi due anni! Sei la Tanti auguri Mattia per i tuoi 13 anni dai tuoi fami­ Mattia, ti facciamo i nostri migliori auguri di buon
anno per i tuoi 34 anni dal tuo piccolo Alessandro. nostra vita e ti vogliamo tanto bene! liari! compleanno. Dalle classi 2ªA e 2ª B di Borghetto Lo­
La tua mamma Rita e il tuo papi Antonio. digiano!!!!

§ 1 FEBBRAIO § BORGHETTO LODIGIANO ­ 6 FEBBRAIO 2010 § AUGURI § AUGURI


Buon anniversario Paola!!! Buon compleanno mamma Mary!!! Buon compleanno Rosario!!! Buon compleanno Gianna Rossi!!!

“01 febbraio 2010 – ricorderò per sempre quel giorno… Auguri Mary Campolunghi Cagnazzi!!!Auguri Buon compleanno Rosario oggi compi 29 anni gli Tanti auguri alla signora Gianna Rossi di Casti­
il nostro primo giorno d’amore! Buon Anniversario!!! mamma per i tuoi 42 anni. Da tuo figlio anni più belli spero che questi auguri ti giungano glione d’Adda per i suoi 92 anni dal bar «La Tenta­
Ti amo” con tanto affetto i tuoi amici Franco, Stefy, Elena e zione».
Gaetana.
§ AUGURI ­ 100 PRIMAVERE § AUGURI § AUGURI § 31 GENNAIO
Buon compleanno Carmela Albanesi!!! Buon compleanno bisnonna Valda!!! Buon compleanno nonni !!! Buon compleanno Giovanni!!!

Il giorno 6 febbraio la signora Carmela Albanesi arri­ Il giorno 5 febbraio la nonna e bisnonna Valda compie Auguri di buon compleanno ai nonni Piera e Dome­ Tanti auguri Giovanni!!! Auguri di buon complean­
verà al traguardo delle 100 primavere. Auguri vivissi­ 85 anni. Auguri sinceri dai tuoi figli Marilena, France­ nico dai vostri nipoti Fabio, Elena, Ilaria. Vi è piaciu­ no da tutta la tua famiglia.
mi e felicitazioni da tutti: parenti, amici e tutte le per­ sca con Franco e Domenico con Patrizia, i nipoti e pro­ ta la sorpresa?!
sone che ti conoscono e ti vogliono bene. nipoti Greta, Giada, Beatrice e il piccolo Luca.

60° ANNIVERSARIO § AUGURI ­ 55 ANNI § COMPLIMENTI


§ PIEVE FISSIRAGA Buon compleanno Francesco!!! Campionati Italiani î LIVRAGA Complimenti alle ragazze
Mamma Rosetta e papà Gianni
Francesco con
questa foto che
abbiamo fatto noi
vogliamo rega­
larti questo mo­
mento di felicità
e donarti i nostri
auguri con tan­
tissima stima au­
gurandoti buon
compleanno a te
che sei nato dove
il mare è turchi­
no su un isola li
tra i gabbiani le
barche le tartaru­
ghe. Aspettando
la nave ascoltan­
do il mare che si
infrange sugli
scogli aspettando
il tramonto per
tuffarti nel mare
Tanti auguri a papà Gianni e mamma Rosetta della tua vita au­ Complimenti ai nostri genitori per il terzo Complimenti alle ragazze della Chiaradance per la strepitosa
per il vostro 60° anniversario di matrimonio da guri dai tuoi ami­ posto conquistato nel liscio ai «Campiona­ esibizione di sabato sera al teatro di Livraga dalle vostre fans.
Nuccio, Antonella, Ornella, Sergio e tutti i vostri ci tutti Rosario, ti Italiani dei Maestri» effettuati a Cervia.
nipoti. Con affetto. Tano, Stefi, Ele. Ilaria e Marika Guida.
MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010 27
il Cittadino
Lettere & Opinioni
Le lettere al direttore (che posso­ TROPPI INTERROGATIVI SUL FUTURO DEL FANFULLA? co una risposta nè dal primo cittadino
Paolo della Maggiore nè dall’assesso­
no essere inviate anche all’indiriz­ re al verde pubblico Sig. Polgatti nè da
altri facenti parte della giunta chia­
zo mail posta@ilcittadino.it) devo­ mati in causa per le loro specifiche
competenze.
no portare in calce il nome, l’indi­ Mi domando come mai, forse esistono
cittadini di serie A e serie B, oppure
rizzo e il numero di telefono del non si sa come rispondere quando
l’oggettiva evidenza è inconfutabile e
mittente altrimenti non verranno sotto gli occhi di tutti?
Anch’io ambisco a gratificare su que­
pubblicate. La direzione si riserva sto forum l’operato di chi governa a
Zelo ma purtroppo non me ne è stata
il giudizio sulla pubblicazione e ancora data l’occasione è anche vero
che la speranza è l’ultima a morire ma
ogni possibilità di intervento sui te­ i segnali non sono incoraggianti e al­
lora continuerò nella mia «civile» bat­
sti che vengono inviati. taglia fino a che il vento cambiera’ di­
rezione.
LODI Una cosa deve essere ben chiara al­
l’amministrazione di Zelo, il mio cam­

Le colpe per mino fino ad oggi è passato dall’invia­


re le comunicazione al sito ufficiale
del paese per passare poi a questo fo­

le quattro torri rum gentilmente messo a disposizio­


ne da «Il Cittadino» e se sarà necessa­
rio mi spingerò ancora oltre pur di

dell’Albarola rendere di dominio pubblico l’inosser­


vanza dei diritti di una cittadina che
paga regoalrmente le tasse e verso la
n All’Albarola, tra via Saragat e via quale chi governa ha dei doveri che il
Aldo Moro, è stato ormai ultimato proprio ruolo istituzionale impone.
l’enorme caseggiato che costituisce Spero succeda prima o poi di congra­
una vera bruttura per tutto il quartie­ tularmi con altrettanto coinvolgimen­
re. Una delle più belle e vivibili zone di to con qualche assessore che prenda
Lodi ha dovuto ospitare quattro caser­ esempio dal Sig. Uggetti e dal suo ope­
moni che sono un vero pugno in un oc­ rato non è poi cosi’ difficile assolvere
chio. Era bello il quartiere, prima di ai propri doveri sempre che lo si riten­
una simile orripilante lottizzazione. ga opportuno, con questo non mi
In una zona servita da strade strettis­ aspetto che le cose cambino da un
sime è stata autorizzata un’edificazio­
ne intensiva da anni Cinquanta. Ogni
volta che metto piede in città per anda­
re a trovare mia madre resto esterefat­
Dopo quarant’anni non metterò più piede alla Dossenina giorno all’altro ma qui non si è nem­
meno cominciato, forse se vi fossero
segnali di buo auspicio la cittadinan­
za sarebbe più predisposta ad intera­
ta da una simile bruttura: il mio oc­ n Sono un tifoso del Fanfulla ed è da decenni che re l’amaro in bocca dove la società non esiste menica scorsa. gire con chi governa a pieno merito.
chio non riesce a capacitarsi per ciò ne seguo le vicende e le partite. praticamente da mesi. Non voglio certo giudica­ Ci sono troppe domande senza aver adeguata ri­ Prometto che continuerò ad aggior­
che è stato realizzato. Le soddisfazioni sono solo amarcord ritornando re l’operato di chi è ai vertici societari ma ne pos­ sposta, che fine ha fatto per esempio il Sig.Bono narvi in merito a l’evolversi nel bene e
Nei prossimi mesi a Lodi si vota per il agli anni ’80 con la mitica squadra di Veneri. Da so discutere ciò che è stato palesemente detto sui che, oltre alla solita ridda di voci, risulta solo un nel male come si dice a buon intendi­
nuovo sindaco: mi auguro che gli abi­ allora solo delusioni. giornali. fantasma. Qual è il progetto del Fanfulla tanto tore poche parole.
tanti della zona, disgustati da un simi­ Quando si dice che al peggio non c’è limite... ciò L’estate scorsa è stato fatto un certo tipo di ragio­ ventilato la scorsa estate e qual è soprattutto il Maria Migliore
le vandalismo urbanistico, sappiano calza a pennello per il Fanfulla che nella storia re­ namento in cui si affermava la necessità di non futuro della società? Zelo Buon Persico
punire l’amministrazione comunale cente ha regalato parecchie delusioni a noi poveri superare determinati parametri risaltando co­ Non sarà certo determinante la mia presenza al­
che l’ha voluto e imposto. tifosi, le bastonate fanno male ma il cuore ti porta munque che, pur risicato sia il budget, la stagio­ la Dossenina, ma da oggi con grande rammarico SUDMILANO
Severina Vignati sempre lì ad aspettare che questo povero Guerrie­ ne si concluderà senza problemi. Dopo un paio di dopo circa 40 anni passati nella gioia di vedere la

Non è mio compito prendere le difese


dell’attuale giunta comunale, ma è giu­
ro si rialzi. L’amore per questa squadra e questi
colori ti portano a fare anche gesti quasi estremi
per starne vicino per annusare l’erba della Dosse­
mesi i primi scricchiolii per non dire voragini e,
sempre rilasciando dichiarazioni sui giornali, la
situazione si fa critica fino alla decisione di re­
mia squadra solcare il campo della Dossenina di­
rò basta, almeno affinché non ci sia chiarezza in
quello che sta succedendo e, soprattutto, in quel­
Vi spieghiamo
sto ricordare che non è stata questa am­
ministrazione comunale ad autorizza­
re la costruzione dei quattro grandi edi­
nina calpestata dai ns.eroi in bianco­nero, sensa­
zioni che solo i veri tifosi riescono a capire.
Ma ora basta. Ciò che dirò avrà sicuramente po­
stringere il rimborso ai giocatori. Ad oggi la si­
tuazione è enormemente peggiorata dove lo staff
tecnico ed i giocatori non possono più avvalersi
lo che succederà.
Si potrà perdere o vincere le partite questo non
fa differenza ma l’amarezza di vedere in campo
chi prenderà
fici dell’Albarola, ma la giunta prece­
dente.
E per non gettare tutte le croci addosso
ca valenza sull’intero mondo calcistico lodigia­
no o meglio ancora nella ristretta cerchia del
Fanfulla, un singolo non fa testo, però da dome­
dei normali fondamenti societari.
In una situazione del genere sfido chiunque a da­
re il meglio di sé dove il futuro è solo nero. I gio­
una squadra che parte gia sconfitta e l’umiliazio­
ne di una squadra fantasma questo, chiedo scusa
alla dirigenza bianco­nera, non la posso digerire.
il nostro voto
a chi c’era prima di Lorenzo Guerini, è nica scorsa (Naviglio Trezzano­Fanfulla 3­0) ho catori e l’allenatore meritano da noi tifosi una Ringrazio la spettabile redazione de il cittadino n Un appello ai cittadini residenti nel
giusto aggiungere che l’intero quartiere detto basta. Si intenda che non è una questione particolare menzione poiché giocando in questo per lo spazio concessomi. sud Milano e in particolare a tutti i cit­
­ trent’anni fa ­ è stato disegnato urba­ di risultati dove il calcio è fatto anche per perde­ stato, a mio parere, le partite le vincono comun­ Alessandro Bertolotti tadini di San Giuliano Milanese e San
nisticamente in modo anacronistico e re le gare ma è il contesto che porta a ciò a lascia­ que anche quando si perde come è successo do­ Cavacurta Colombano al Lambro. Alle prossime
inadeguato. Le strade sono strettissime, elezioni per il rinnovo del consiglio
tanto che ci passano a malapena due regionale della Lombardia che si
auto, la chiesa non ha neppure un sa­ mo accontentarci solo di una riduzio­ libera dalla morsa del traffico e tà venne presentato dall’allora ammi­ minante lettura del libro dal titolo terranno il 28 e il 29 marzo 2010.
grato. Povera Albarola... ne degli emolumenti, il gruppo deve dello smog, infatti pare che la nistratore delegato di FS Lorenzo Nec­ «Fuori orario. Le prove del disastro Chiediamo di sostenere l’attuale As­
Ferruccio Pallavera dimagrire anche nella governance. giornata di blocco della circola­ ci, di cui tutto si potrà dire tranne che FS» scritto magnificamente dal gior­ sessore del PdL all’Industria, Piccola e
90 tra consiglieri e sindaci nelle sole zione abbia dato il risultato spe­ fosse di sinistra, nei primi anni No­ nalista Claudio Gatti: sarà una lettura Media Impresa e Cooperazione Roma­
POPOLARE DI LODI tre banche principali del gruppo, Ve­ rato di far diminuire la concen­ vanta, quando al governo maramal­ edificante e capirà che cercare di risol­ no La Russa che si presenterà per esse­
rona, Lodi, Novara. Troppi. trazione di polveri sottili nel­ deggiava ancora il CAF (Craxi, Andre­ vere i problemi delle ferrovie in Italia re rieletto.

Si auspica Consiglieri che in alcuni casi hanno


percepito circa 250.000 euro di compen­
si pari a quanto percepisce un senatore
l’aria. Devo però notare che no­
nostante il divieto di circolazio­
ne, per la città si potevano notare
otti, Forlani).
La prima tratta ad Alta Velocità ad ini­
ziare i lavori fu la Roma­Napoli duran­
è quasi impossibile a causa dei classici
intrallazzi tipici del nostro paese.
Dal libro, pieno di testimonianze e do­
Romano La Russa è nato a Paternò
(Catania) l’ 11 gennaio 1952. Risiede a
Milano. Coniugato, ha cinque figli. Im­

un grande del nostro parlamento italiano. 
Nelle repliche agli interventi, il Presi­
dente Fratta Pasini condividendo l’opi­
in giro diverse automobili.
Lungo via Paolo Gorini, nel tra­
gitto tra la mia abitazione e l’edi­
te il primo governo Prodi: il governo
Berlusconi li proseguì e terminò. Stes­
so discorso per la Bologna­Firenze. La
cumenti provati, l’unico amministra­
tore che ne esce degnamente è Gian­
carlo Cimoli ed il suo staff, che hanno
prenditore. Dal 1985 al 1990 è stato con­
sigliere comunale a Cinisello Balsamo
(MI). Dal 1990 al 2005 è stato consiglie­

cambiamento nione di Volpe non nella sostanza ma


nella forma, aggiunge che all’allinea­
mento dei compensi dei manager a
cola ne ho contate complessiva­
mente poco meno di venti. Diffi­
cile credere che tutte queste auto
tratta Milano­Bologna, a parte il rac­
cordo di Melegnano, è stata pratica­
mente interamente costruita durante
tentato, inutilmente, di migliorare e
modernizzare il sistema Ferrovie.
Guarda caso, fu il governo Prodi a vo­
re comunale a Sesto San Giovanni
(MI). Eletto al Consiglio regionale nel
1995 (collegio di Como), è stato presi­
n «Saviotti Lei piace ai piccoli azioni­ quelli dei senatori dovrebbe anche esse­ avessero il permesso che permet­ i governi di Berlusconi. E la costruzio­ lerlo nel 1996 e fu confermato da Berlu­ dente della Commissione speciale per
sti , anche per il fattore C ma non mi re abbinata la riduzione dei tempi per teva di superare lo stop. ne della nuova stazione di Reggio Emi­ sconi nel 2001: venne poi sostituito in­ l’attuazione della «Legge Bassanini»,
fraintenda.» Queste le prime parole l’ottenimento della pensione in 5 anni.  La cosa che, oltre a questo, mi ha lia è sempre rientrata nel progetto, al­ spiegabilmente nel 2004 da Elio Cata­ ha fatto parte della Commissione Affa­
dell’intervento di Modesto Volpe Pre­ Ma il tema principale rimane quello più colpito è stato come nel corso tro che approvazione in tutta fretta da nia, lo stesso amministratore che ora ri istituzionali, è stato consigliere se­
sidente della Associazione Nazionale del rinnovo delle cariche in occasione della giornata in tutte le zone che parte del governo Prodi! Altro discor­ sta sfasciando l’Atm di Milano, dove gretario della Commissione speciale
dei Piccoli Azionisti, del Banco Popo­ dell’assemblea di aprile per l’approva­ ho percorso a piedi o in bicicletta so è l’utilità della stazione, su questo si un giorno si’ e l’altro pure avvengono per le Riforme istituzionali. Romano
lare all’assemblea straordinaria del 30 zione del bilancio. non mi sia capitato di incontrare puo’ ragionare e forse posso essere incidenti e guasti a ripetizione. La Russa è stato rieletto consigliere re­
gennaio tenutasi a Verona per l’appro­ Mi auguro ha proseguito Volpe, che nessun addetto ai controlli, nes­ d’accordo con lei. Vede signor S.B. di Codogno, lei è libe­ gionale il 16 aprile 2000 nella lista del
vazione dell’emissione del Prestito chi ha raggiunto i 70, 75 , 80 anni di età suno che verificasse ed eventual­ La regione Emilia Romagna è riuscita rissimo di scrivere ciò che vuole, ma la presidente Formigoni e ha fatto parte
Obbligazionario Convertibile da un pensi alla pensione e non più a gover­ mente sanzionasse i trasgressori a strappare dei parziali risarcimenti visione politica delle cose ci fa spesso della Commissione «Affari Istituzio­
Miliardo di euro, oltre ad alcune modi­ nare una banca, rivolgendesi all’asso­ del divieto di circolazione. come la ricostruzione delle stazioni di diventare miopi, ci fa vedere solo la nali». Capogruppo di AN in Regione
fiche statutarie. Piace perché senza pito Prof Giarda. Numerosi i commen­ Era così difficile far girare delle Parma e Modena e lei li considera co­ parte della realtà che noi vogliamo ve­ dal 1995 al 2004. È componente della
mezze parole ci ha confermato che il ti al termine dell’assemblea, e tutti in­ pattuglie (in realtà sarebbe ba­ me uno spreco: il motivo mi è oscuro o dere, ma quando si riportano dei dati e Direzione nazionale di AN.
Banco è sano, non ci sarà fusione con centrati su richieste di rinnovo delle stato un agente a piedi o in bici­ forse è solo incavolato perché la regio­ dei fatti, bisogna essere precisi, altri­ Il 13 giugno 2004 è stato eletto al Parla­
UBI, e Italease è sotto controllo anche candidature. La maggior parte dei so­ cletta) che fermassero tutte quel­ ne è governata dal centro sinistra e so­ menti si fa solo demagogia e disinfor­ mento europeo dove ha ricoperto di­
se nel 2010 potrebbe rallentare la cre­ ci ritiene che l’attuale governance non le auto che molti lodigiani, come no stati più bravi di altri! mazione. versi incarichi: vicepresidente della
scita del gruppo, e con il fattore “C” debba ricandidarsi per gli scarsi e pes­ il sottoscritto, avranno visto per­ Casomai è la regione Lombardia che è Pierpaolo Anelli delegazione per le relazioni con l’Iran,
potrebbe dare addirittura qualche pia­ simi risultati riportati nel triennio. I correre industurbate le strade riuscita ad ottenere solo le briciole per Lodi membro della Commissione per l’in­
cevole sorpresa se si rivalutassero al­ più inferociti ritengono che chi non si cittadine, ignorando il divieto di il lodigiano come risarcimento del dustria, la ricerca e l’energia, della
cune e importanti proprietà del porta­ è accorto dei «buchi» Italease e delle circolazione? passaggio dell’Alta Velocità e la Lom­ ZELO BUON PERSICO Commissione per le libertà civili, la
foglio immobiliare. Se aggiungiamo altre voragini causate dai grandi im­ Mettere delle regole e poi non bardia, se non mi sbaglio, è governata giustizia e gli affari interni e della de­
che anche la Banca Popolare di Lodi è
ritornata all’utile dopo le ben note vi­
cissitudini, non si può che approvare
mobiliaristi clienti del banco, non pos­
sono continuare a godere della fiducia
degli azionisti .
farle rispettare è un modo poco
serio di amministrare una città
e, alla fin fine, suona come una
dal centro destra da 15 anni!
Per quanto riguarda la stazione di Bo­
logna, la riqualificazione rientra nel
Mi sento legazione per le relazioni con gli Stati
del Golfo, compreso lo Yemen. Relato­
re per la direttiva sulla liberalizzazio­
l’attività svolta sino ad oggi dall’Am­
ministratore Delegato .
Il Presidente dell’Anpa ha anche rin­
In effetti conclude Modesto Volpe dopo
la chiusura ufficiale dell’assemblea da
parte del Presidente Fratta Pasini , ab­
presa in giro per tutti quei citta­
dini che invece le regole le rispet­
tano. Cordiali saluti.
progetto Grandi Stazioni, lavori che
hanno riguardato o riguarderanno an­
che Milano Centrale, Roma Termini,
una cittadina ne del mercato del gas.
Romano La Russa è da tantissimi anni
in prima linea su temi quali lo Sviluppo
graziato pubblicamente l’AD della Ban­
ca Popolare di Lodi Maurizio Di Maio
che «meriterebbe una mille miglia pla­
biamo una governace che è fatta da
una numerosissima schiera di catte­
dratici, che se pur di levatissimo spes­ FERROVIE ITALIANE
Ferdinando Meliconi Torino Porta Nuova, Napoli Centrale,
Bari Centrale, Palermo Centrale e al­
tre 5 cioé le 12 principali stazioni ita­
di serie B dell’’Industria, Piccola e Media Impresa
e Cooperazione non che la difesa del­
l’occupazione durante gli anni di crisi.
tinum per essere andato in pochi mesi sore culturale, morale, e professionale, liane, quindi il colore politico della cit­ n Ho letto con sommo gradimento la Per l’impegno e l’abnegazione che ha
nelle aziende di centinaia di clienti del­
la banca riportando fiducia quindi in
molti imprenditori e azionisti.»
non sono a contatto con la quotidianei­
tà delle imprese e dei tessuti sociali
dei territori.
Non si faccia tà non c’entra un bel niente.
Vorrei ricordare anche al signor S.B.
che l’attuale dirigenza di FS, insediata
lettera pubblicata sul Forum del Citta­
dino (vedi il Sito Internet del Cittadino,
Forum Territorio e Ambiente, Ndr) dal
sempre dimostrato per tutto il sud Mi­
lano speriamo che a San Giuliano Mi­
lanese e a San Colombano al Lambro
Noi siamo stati sempre molto critici,
ha proseguito Volpe, come nel caso
della nomina a part time, di Maurizio
È ora di cambiare per dare fiducia a
tutti e ad aprile ci sarà sicuramente
un grande cambiamento, grazie anche
demagogia e dal governo Prodi nel 2006, è sempre
stata confermata dall’attuale maggio­
ranza di governo: se Moretti e com­
Sig. Alessandro Capra in merito a
quello che dovrebbe rappresentere la
normale realtà di ogni paese dove
possa prendere almeno 5000 voti.
Corrado Biondino
consigliere comunale Pdl San Giuliano
Di Maio. Ci siamo opposti alla condivi­
sione con il il Credito Bergamasco di
una risorsa così importante come
alle nuove modifiche statutarie che
consentiranno di raccogliere più facil­
mente le firme per la candidatura di
disinformazione pany non vanno bene, perché non ven­
gono sostituiti? Evidentemente per il
governo Berlusconi vanno benissimo
l’Amministrazione si fa carico di quel­
le che sono le segnalazioni e le neces­
sità dei cittadini che in esso vi risiedo­
Milanese
Maddalena Dalcerri
consigliera comunale Pdl San Colombano
quella dell’AD, e oggi i fatti dimostra­ nuovi consiglieri da sottoporre all’as­ n Caro direttore, leggo sul giornale di Moretti e Cipolletta. no. al Lambro e Coordinatrice Pdl
no la fondatezza delle nostre critiche, semblea dei soci. lunedì 1 febbraio la lettera del signor Per quanto riguarda gli investimenti, Evidentemente il Sig. Uggetti, che pe­
che sono sempre state costruttive. Anpa Associazione Nazionale Piccoli S.B. di Codogno che imputa tutte le forse il signor S.B. non sa che da parec­ raltro non conosco, ritiene un suo do­ LODIGIANO
Rivolgendosi al presidente Fratta Pa­ Azionisti del Banco Popolare malefatte delle Ferrovie dello Stato al­ chi anni la gestione dei treni regionali vere ottemperare al proprio mandato
sini, Volpe ricorda l’invito fatto in oc­
casione di un pubblico incontro con i
piccoli azionisti a Lodi nel quale fu ri­
BLOCCO DEL TRAFFICO
l’attuale dirigenza, “di stretta osser­
vanza PD”. Ora, va bene tutto, evi­
dentemente il signore, simpatizzan­
è a carico delle regioni e la Lombardia
non è tra quelle che brillano per «gene­
rosità»? I risultati di 15 anni di gover­
mettendosi a disposizione della comu­
nità con impegno e dedizione rispon­
dendo con i fatti e non a parole.
Pulite dalla neve
chiesta la riduzione degli emolumenti.
Invito che il presidente confermò di
prendere in considerazione con una
Troppe auto, te di centro destra, cerca di portare
acqua al suo mulino, ma qui si misti­
fica totalmente la realtà: sicuramen­
no Formigoni e della sua maggioranza
per quanto riguarda il trasporto ferro­
viario non mi sembrano esaltanti, al­
Questo è in netta antitesi e contrappo­
sizione con quanto succede normal­
mente a Zelo Buon Persico paese dove
anche le piste
riduzione del proprio emolumento del
25% al quale si sarebbero allineati tuti
gli altri componenti dei consiglio.
e nessuno te il centro sinistra avrà le sue colpe,
ma il centro destra non ne è certo
immune e questa dirigenza è in cari­
trimenti non ci sarebbero centinaia di
lettere all’anno indirizzate a questo
giornale per denunciare le gravi man­
risiedo da poco tempo, come già men­
zionato sul forum del Cittadino in una
mia precedente comunicazione che vi
ciclabili
Ma oggi prosegue il presidente d el­
l’Associazione Nazionale dei P iccoli
A zionisti del Banco Popolare, non ab­
a controllare ca dal 2006, mentre i mali delle Fer­
rovie dello Stato vengono da molto,
molto lontano.
canze del servizio. O no?
Se proprio vuole farsi un’idea di come
è stata e viene gestita l’azienda Ferro­
invito a leggere se ne avete tempo e vo­
glia. Alle mie comunicazioni, che poi
non sono solo le mie ma anche quelle
n Gli spazzaneve della provincia
hanno pulito le strade dalla neve, ma
ci voleva qualcuno che pulisse an­
biamo avuto la certezza che tutti han­ n Gentile Direttore, domenica ho Vorrei ricordare al signor S.B. di Co­ vie dello Stato, al di là del colore politi­ di altri abitanti che vivono nello stes­ che le piste ciclabili.
no seguito il suo esempio e non possia­ potuto apprezzare la città di Lodi dogno che il progetto dell’Alta Veloci­ co dei suoi dirigenti, le consiglio l’illu­ so contesto, non è mai arrivata una di­ Marco Donati
28 MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO 2010

il Cittadino
Lettere & Opinioni
SAN MARTINO IN STRADA ELEZIONI PER IL COMUNE DI LODI zazioni qualsiasi critica o pensiero di­
verso dal proprio.

Signor sindaco, Mi suggeriscono di guardare al di fuo­


ri del mio orticello ma ho l’impressio­
ne che loro non vadano al di là del pro­

ricostruisca prio naso. Altrimenti si sarebbero ac­


corti che la gestione privata dell’ac­
qua, ma anche di altri servizi privatiz­

“la Madonnina” zati negli ultimi 10 anni come ad esem­


pio il gas metano o la telefonia, non ha
portato gli sperati benefici.
n Signor direttore, mi perdoni se Le Le brutte sorprese non riguardano so­
scrivo con ritardo questa lettera, ma lo l’Italia tant’è vero che a Parigi dopo
non ho mai trovato l’ispirazione per 25 anni di gestione privata hanno final­
farlo. Sono un’ottantenne che non mente deciso di ritornare alla gestione
abita più nel Lodigiano da parecchi pubblica (tra l’altro il caso parigino di­
anni, ma acquisto e leggo “Il Cittadi­ mostra che non esiste nessuna legge
no” tutti i giorni perché lo trovo in europea che impone la privatizzazione
edicola a Milano. dei servizi pubblici locali).
Ho letto con interesse quanto ha Dicono anche che sono un catastrofi­
scritto il dottor Luca Marini sindaco sta.
di San Martino in Strada, nel fasci­ Probabilmente hanno già dimenticato
colo a colori pubblicato lo scorso 31 lo scandalo dei rifiuti dello scorso au­
dicembre, chiamato “Il brindisi dei tunno quando Italia 90, la ditta sicilia­
sindaci”. Dalle parole del dottor Ma­ na che aveva in appalto la raccolta dei
rini ho capito che si tratta di un cat­ rifiuti in alcuni Comuni lodigiani tra
tolico convinto, e di questo me ne cui Sant’Angelo, Mulazzano e Maleo,
compiaccio e a Lui mi rivolgo. venne decapitata da una decina di ar­
Vede, dottor Marini, io da piccola ar­ resti perché in odore di mafia.
rivando con il calesse di mio nonno, A Sant’Angelo l’immondizia restò in
proveniente da una cascina di Zorle­ mezzo alla strada per giorni e il Comu­
sco e diretta a Lodi, ero solita percor­ ne fu costretto a rivolgersi all’Astem
rere la Via Emilia e fermarmi, per con un notevole aggravio di spesa,
s