Sei sulla pagina 1di 4

La particella ba (಩

಩ bǎ) –
grammatica cinese
In cinese, la struttura della frase transitiva di norma segue lʼordine
Soggetto – Verbo – Oggetto (SVO):

౯፡֦
Io guardo te

Il soggetto può anche non comparire, come nellʼimperativo:

୏ᳪ!
apri la porta!

Sia il verbo (୏) che lʼoggetto (ᳪ) però restano nella stessa posizione
relativa.

In cinese esiste comunque un mezzo per spostare il complemento


oggetto alla sinistra del verbo, mettendolo in rilievo nella frase, e
sottolineando che subirà lʼeffetto espresso dallʼazione del verbo. Quando
lʼoggetto è stato così spostato lo si chiama anche “oggetto anticipato”. Il
complemento oggetto che può subire questo spostamento potrà essere
animato o inanimato, reale o astratto.

Questo spostamento si realizza tramite lʼimpiego della particella “bǎ”, ಩


(originariamente “impugnare”), che “annuncia”, contrassegnandolo,
lʼarrivo di un oggetto.
Al verbo saranno però obbligatoriamente aggiunti degli elementi che ne
precisino la modalità di azione.

Vediamo un esempio.

֦಩ᤏ๐
಩ᤏ๐ᑯӤ

Analizzando la frase abbiamo:


֦ – ಩ᤏ๐ – ᑯӤ
tu – ಩ il vestito – vestire sopra
Tu indossi il vestito

In questo modo, il complemento oggetto ᤏ๐ (il vestito) è stato anticipato


alla sinistra del verbo ᑯ, al quale è stato aggiunto Ӥ in funzione
direzionale.

I motivi per effettuare questo spostamento possono essere di ordine sia


stilistico che strutturale. Lʼoggetto può essere anticipato per chiarire
subito lʼargomento della frase, dando maggiore importanza ad esso e al
risultato dellʼazione su esso, piuttosto che al verbo. Questa è una scelta
facoltativa.

Secondo uno schema stilistico frequente, a volte si usa la forma con ಩


quando si vuole suggerire che lʼazione ha avuto sullʼoggetto un risultato
tale da danneggiarlo:

ሞ಩ᘌἬ಩ᘌἬ‫ݰ‬ധԧ
Il gatto – ಩ il topo – mangiato tutto
Il gatto ha mangiato il topo

In altri casi però lʼuso di ಩ è necessario per evitare conflitti di posizione


con altri elementi della frase che concorrono con lʼoggetto per la
posizione alla immediata destra del verbo.
Per esempio, quando il verbo è seguito da altri elementi che ne precisano
il risultato, la direzione, la trasformazione.

౯಩֢ӱ
಩֢ӱ᮷ٟਠԧ
Io – ಩ i compiti – tutti scrivere finire
Ho finito di fare i compiti

(Anche la semplice particella ԧ può essere sufficiente a precisare il


significato compiuto del verbo)

ঌঌ಩਎ৼ
಩਎ৼනࣁᄱፃ᯾
La mamma – ಩ il bambino – mettere in – vasca – dentro.
La mamma mette il bambino nella vasca

๐‫ާۓ‬಩ោ‫ܔ‬ ಩ោ‫ܔ‬೭ԧᬦ๶
Il cameriere – ಩ il menù – portato qua
Il cameriere ha portato il menù

՜಩ᬯḒᦸ
಩ᬯḒᦸᘉ౮ԧ᝕᧍
Lui – ಩ questa poesia – tradotto in inglese
Lui ha tradotto questa poesia in inglese

՜Ӟፗ಩౯ ಩౯୮֢๏‫݋‬
Lui sempre – ಩ io – considerare fare amico
Lui mi considera sempre un amico

Quando si forma il complemento di grado, la particella ஑, che esprime gli


effetti dellʼazione del verbo, deve seguire il verbo, non permettendo una
“intromissione” di altri elementi. Lʼoggetto non può quindi che essere
spostato alla sinistra del verbo, mantenendo con questo un rapporto di
contiguità, senza spezzare lʼordine logico della frase.

՜಩౯ጱ᫣
಩౯ጱ᫣‫ץ‬஑፥অ!
Lui – ಩ la mia macchina – riparare veramente beneѺ
Lui ha riparato la mia macchina veramente bene!

La passività dellʼoggetto veicolata dalla particella ಩ può essere


ulteriormente evidenziata utilizzando la forma passiva del verbo, con ᤩ.
La frase precedente diventa così:

౯ጱ᫣ᤩ ᤩ(՜
՜)‫ץ‬஑፥অ!
La mia macchina – ᤩ (lui) – riparare davvero bene!
La mia macchina è stata riparata davvero bene (da lui)!

ᘌἬᤩሞ ᤩሞ‫ݰ‬ധԧ
Il topo – ᤩ (il gatto) – mangiato
Il topo è stato mangiato (dal gatto)

Quando si utilizzano dei verbi ausiliari modali, come ᚆ, ଫᧆ, మ, ᵱᥝ,


ecc., la struttura con ಩ si utilizza comunque alla sinistra del verbo che
esprime lʼazione transitiva.

՜ժᵱᥝ಩ᬯԶԪఘ಩ᬯԶԪఘ‫ې‬ቘӞӥ
Essi hanno bisogno – ಩ queste faccende – sistemare un poco.
Essi hanno bisogno di dare una sistemata a queste faccende

In frasi che contengono anche un complemento di termine, la struttura


con ಩ si usa per non allontanare troppo il complemento oggetto dal
verbo, che è seguito a sua volta dal complemento di termine.

౯಩ත‫ک‬ጱ෈կ
಩ත‫ک‬ጱ෈կԻᕳԧෛ๶ጱ௛ᕪቘ
Io – ಩ ricevuti documenti – consegnare a – il nuovo arrivato direttore
Ho consegnato i documenti ricevuti al nuovo direttore

Infine, se vogliamo utilizzare un complemento risultativo negativo, la


particella che esprime la negazione, ဌ, dovrà essere anteposta a ಩,
come in:

౯ဌ಩ᢓᔤ಩ᢓᔤ‫ݰ‬ਠ
Io non – ಩ questa torta – mangiare finire
Io non ho mangiato tutta la torta.