Sei sulla pagina 1di 5

DISUM

A.A. 2014-2015

I verbi preterito-presenti
Il perfetto ie. conteneva in s sia lidea di unazione compiuta nel passato, senza
alcuna relazione con il presente (come nel perfetto storico latino, corrispondente
al passato remoto italiano) che lidea di unazione compiuta nel passato, i cui
effetti si riflettono sul presente (perfetto logico latino, corrispondente al passato
prossimo italiano). Tali perfetti potevano dunque avere significato di presente,
pur essendo dal punto di vista morfologico dei passati. Si vedano ad esempio il
gr. , oppure il lat. novi, ho conosciuto quindi so, oppure i verbi difettivi
lat., perfetti con significato di presente, odi odio, memini ricordo.
Anche nel germ. abbiamo una categoria di verbi preterito-presenti che hanno
forme di preterito (perfetto) forte con significato di presente. Trattandosi di
preteriti forti possono essere distinti secondo le classi dei verbi forti in base alle
alternanze apofoniche che si presentano nella radice. Si distinguono, come per i
verbi forti, due temi del preterito, uno per il singolare e uno per il plurale, che
costituiscono in realt i due temi del presente. In alcuni casi sono per avvenuti
fenomeni di livellamento e di analogia che hanno annullato del tutto le
alternanze apofoniche, come nel caso del verbo germ. *ma.
Dal momento che le antiche forme di perfetto esprimono azione presente, per
indicare lazione nel passato si dovette creare un nuovo preterito, formato sul
modello dei verbi deboli. Questo nuovo preterito fu formato aggiungendo
direttamente alla radice verbale dello stesso grado del plurale del presente
(lantico secondo tema del preterito) il suffisso in dentale, cio senza vocale
tematica. Dallo stesso tema dellantico preterito plurale si formano linfinito,
lottativo e il participio presente, mentre il preterito dellottativo e il participio
preterito si formano dal nuovo preterito debole.

1
FILOLOGIA GERMANICA - LCEEO

C. Sipione

DISUM

A.A. 2014-2015

I CLASSE
germ. *wait - *witum - *wiss(n) (< *wittn <*witn) sapere;
GOT.

AN.

AS.

AAT.

AGS.

infinito

witan

vita

witan

wian

witan

presente sg.

wait

veit

wt

wei

wt

presente pl.

witum

vitom

witun

wium

witon

nuovo pret.

wissa

vissa

wissa

wissa / wista

wisse / wiste

part. pret.

-----

vitenn

------

giwian

witen

vitar
La forma del pret. presenta gi in germ. lesito -ss- inseguito allassimilazione di
germ. *wittn <*witn.
ing. wit, ned. weten, sved. veta, isl. vita, ted. wissen;

germ. *aih - *aium - *aiht(n) avere, possedere;


GOT.

AN.

AS.

AAT.

AGS.

infinito

aigan

eiga

witan

eigan

gan

presente sg.

aih

wt

-----

h /g

presente pl.

aigum

eigom

witun

eigum

gon

nuovo pret.

aihta

tta

wissa

------

hte

part. pret.

-----

tt

------

------

gen

an. si origina dalla caduta della fricativa e dalla monottongazione del dittongo;
al pl. si ha anche alternanza grammaticale. in an. al pret. si avuta
lassimilazione di -ht- > -tt-.
sved. ga, isl. eiga;
cfr. ingl. own, ned. eigen, sved. egen, isl. eiginn, ted. eigen proprio;
2
FILOLOGIA GERMANICA - LCEEO

C. Sipione

DISUM

A.A. 2014-2015

II CLASSE
germ. *daug- *dugum - *duht(n) valere, essere utile;
GOT.

AN.

AS.

AAT.

AGS.

infinito

daug

-----

------

tugan

-----

presente sg.

-----

-----

dg

toug

dag /dah

presente pl.

-----

-----

dugun

tugum

dugon

nuovo pret.

-----

-----

------

tohta

dhte

part. pret.

-----

-----

------

------

-----

ned. deugen, ted. taugen; sved. isl. duga (da un verbo debole);

III CLASSE
germ. *kann - *kunnum - *kun(n) potere;
GOT.

AN.

AS.

AAT.

AGS.

infinito

kunnan

kunna

kunnan

kunnan

cunnan

presente sg.

kann

kann

kan

kann

can

presente pl.

kunnum

kunnom

kunnum

kunnum

cunnon

nuovo pret.

kuna

kunna (<*kuna)

konsta

kunda /konda

ce

part. pret.

kuns

kunnat

------

------

cunnen

Al pret. si osserva assimilazione in an.; in ags. la nasale cade dinanzi a fricativa


e si ha allungamento di compenso della vocale che precede. In aat. la vocale
radicale subisce abbassamento.
ingl. can, ned. kunnen, sved. kunna, isl. kunna, ted. knnen;

3
FILOLOGIA GERMANICA - LCEEO

C. Sipione

DISUM

A.A. 2014-2015

germ. *arf - *urum - *urft(n) potere;


GOT.

AN.

AS.

AAT.

AGS.

infinito

urban

urfa

thuran

durfan

urfan

presente sg.

arf

arf

tharf

darf

earf

presente pl.

urbum

urfom

thurum

durfum

urfon

nuovo pret.

urfta

urfta

thorfta

dorfta

orfte

part. pret.

urfts

urft

------

------

-----

La grafia <u> del got. indica abbassamento di /u/ dinanzi a /r/. In ags. la forma
del sg. presenta esito di frattura, mentre al pret., come in aat. si verifica
abbassamento di /u/.
isl. urfa, ted. drfen;

IV CLASSE
germ. *skal - *skulum - *skul(n) dovere;
GOT.

AN.

AS.

skulan

skulu /skolo

scolan sculan

sculan

presente sg. skal

skal

scal

sceal

presente pl. skulum

skolom /skulum sculun sculum /sulum

nuovo pret.

skulda

skulda /skylda

scolda scolda /scolta /solda sceolde

part. pret.

skulds

------

------

infinito

AAT.

scal /sal

AGS.

sculon

------

La forma an. skylda lesito metafonizzato di una originaria forma di ottativo.


In ags. si ha la pronuncia palatalizzata del nesso consonantico iniziale. Al pret.
in aat. e ags. si ha abbassamento della vocale radicale.
ingl. shall, ned. zullen, sved. skola, isl. skulu, ted. sollen;

4
FILOLOGIA GERMANICA - LCEEO

C. Sipione

DISUM

A.A. 2014-2015

V CLASSE
germ. *ma - *muum - *muht(n) potere, essere in grado;
GOT.

AN.

AS.

AAT.

AGS.

infinito

magan

mega

mugan

magan /mugan

magan

presente sg.

mag

mag

mag

mg

presente pl.

magum megom

mugun

magum /mugum

magon

nuovo pret.

mahta

mtta

mahta /mohta

mahta /mohta

mehte

part. pret.

-----

megat /mtt

------

------

In got. la vocale radicale non muta. In an. m si prodotta la scomparsa nella


fricativa velare con conseguente allungamento della vocale che precede. Nel
pret. an. mtta avvenuta assimilazione del gruppo consonantico -ht- > -tt- e
allungamento della vocale che precede. In ags. la vocale del pret. ha subito
frattura. La seconda forma del pret. in aat. dovuta ad abbassamento vocalico.
ingl. may, ned. mogen, sved. m, isl. mega, ted. mgen;

VI CLASSE
germ. *mt - *mtum - *mst(n) (<*mtdn) dovere;
GOT.

AN.

AS.

AAT.

AGS.

infinito

-----

-----

mtan

muoan

mtan

presente sg.

-mt

-----

mt

muo

mt

presente pl.

-----

-----

mtun

muoum

mton

nuovo pret.

-msta

-----

msta

muosa /muosta

mste

part. pret.

-----

-----

------

------

Laat. presenta dittongazione della vocale radicale.


ingl. must, ned. moeten, ted. mssen.

5
FILOLOGIA GERMANICA - LCEEO

C. Sipione