Sei sulla pagina 1di 3

Filologia germanica Vaciago Lezione 15

swa tte swa hwt swa he of godcundum stafum urh boceras geleornode, t he fter
medmiclum fce in scopgereorde mid a mstan swetnisse ond inbryrdnisse geglngde
ond in Engliscgereorde wel geworht forbrohte.

TRADUZIONE: sicch, qualunque cosa egli apprendeva relativa alle lettere divine (ossia: alle
Sacre Scritture) attraverso dei dotti, ci (t) egli, dopo un breve periodo (oppure: dopo poco
tempo), in lingua poetica con la massima dolcezza e ispirazione ornava e in lingua inglese ben
elaborato, recitava/esponeva. (In pratica: ornava in lingua poetica con la massima dolcezza e
ispirazione e recitava in lingua inglese ben elaborato).

Swa tte = sicch

swa hwt swa = qualunque cosa

geleornode = apprendeva geleornian = imparare/apprendere (verbo debole)

of = prep da

boceras = acc. pl. i dotti bocere: nome maschile prestito dal latino!

stafum: dat. pl. nom = stf (m) = lettera

gocundum = dat. pl. gocund= divino

t = ci -> acc. sing. (n)

fter = prep.: dopo (after)

medmiclum = dat. sing. medmicel: agg. = poco tempo perdita della sillaba mediana!

scop - gereorde = si legge scioiereorde! e significa lingua poetica gereord = lingua (n)
scop = poeta

swetnisse = dolcezza (f) swetnis

ibryrdnisse = ispirazione -> acc. sing. inbryrdnes = nome f.

pa = dimostr. acc. femm. mstan (superlativo!) = acc. sing. femm. mst = (most) mid a
mstan (mid + ACC!) = con la massima (swetnisse .dolcezza e ispirazione)

v. pag 110 (lista preposizioni)

geglngde = (ielende) -> 3 pers sing passato indicativo glengan (verbo forte) = adornare
in questo verbo cade la sillaba mediana!

Englisc-gereorde = lingua inglese


Wel = avverbio (well) bene

Geworht = part. passato - gewyrcan = elaborare wyrcan (work) produrre

forbrohte = 3 pers. sing. passato indicativo forbringan

v. pag. 33 paragrafo 74 e seguenti.

Se un aggettivo breve, il comparativo e il superlativo si formano con dei suffissi. Invece con
aggettivi + lunghi si usano altri meccanismi. paragrafo 75 si usa sempre un suffisso e il
suffisso ra. (GMC) comparativo e ost superlativo. 2 piccole categorie particolari
paragrafo 75 pag. 33 5 agg. che nella formazione del comp. e sup. risalendo al germanico
(GMC), si conserva lesito di un suffisso che originariamente non era -ra ma conteneva una i .
= *ira (GMC) la i in una sillaba non accentata METAFONIA PALATALE = comparativo e
superlativo di questi agg., oltre al suffisso presenta una vocale radicale palatalizzata. Esito
della metafonia palatale ie in anglosassone (AGS).

Es: eald (old) comp: ieldra sup: ieldest

Categoria di 4 aggettivi in cui c il fenomeno del SUPPLETIVISMO = quando diverse forme di


un paradigma derivano da radici diverse. yvel ( bad) comparativo: wiersa superlativo:
wierst.

v. pag. 46

v. pag. 50 III classe dei verbi DEBOLI 4 verbi tra cui il verbo avere che hanno una
coniugazione particolare.

pag. 49 II classe dei verbi deboli.

v. pag. 46 I classe debole = 3 sottogruppi principali caratteristica di questi verbi che si


formano con un suffisso che in germanico era una palatale approssimante (j) suffisso * -ja
(GMC ). 2 fenomeni che causa questa approssimante: METAFONIA PALATALE (riguarda le
vocali centrali e velari) e GEMINAZIONE DEL GERMANICO OCCIDENTALE (solo dove
lapprossimante palatale del suffisso sopravvive a tal punto da formare la geminazione) se
consonante seguita da j e la vocale che precede la consonante una vocale breve, la
consonante diventa doppia e lapprossimante scompare e si assimila alla consonante = VCJ
CC (questo fenomeno riguarda il consonantismo). Dal momento che si ha un suffisso ja
caratteristico del verbo debole della I classe e questo suffisso contiene unapprossimante, nei
verbi deboli della I classe, dove possibile trover i riflessi dei fenomeni della metafonia e
geminazione consonantica. La metafonia palatale causata sia dallapprossimante j, sia dalla
vocale corrispondente alta palatale i. La geminazione causata solo dallapprossimante.

GMC * fram-ja la a della radice diventa una e (primo frontamento) la a del GMC diventa
ash e poi per metafonia palatale la ash diventa e consonante e approssimante palatale j e
quindi abbiamo la geminazione e poi le desinenze. In alcune forme la geminazione non
presente (per es. la II e III sing del presente, il passato e il participio). La metafonia palatale si
riflette in tutta la coniugazione ma la geminazione la troviamo solo in una parte del
paradigma. Questo dovuto al fatto che a seconda di che desinenza seguiva, la j o rimaneva
approssimante palatale, oppure gi in germanico diventava una i. Es: fram j-ist * GMC
fram j j posizione intervocalica in questo caso.

La regola della geminazione si applica a tutte le consonanti ma c uneccezione: se il nesso


consonantico costituito da una vibrante r + i NON si ha la GEMINAZIONE del germanico
occidentale. Verbi deboli che hanno la radice che termina con una vibrante non hanno questa
caratteristica della geminazione perch la vibrante non soggetta a questo sviluppo questa
particolarit indicata nella seconda colonna a pag. 46!

Es: verbo nerian = salvare originariamente questo verbo deriva da una radice * nas-ja-n (la
sibilante si sonorizza e diventa una vibrante) e in proto-anglosassone abbiamo cos la forma
nar-jan e quindi niente geminazione. La j poi si vocalizza diventando i e avremo sempre la
metafonia palatale quindi infine nerian.--> radice termina con una vibrante e non presenta
geminazione.

v. III colonna verbi I classe pag. 46 non avviene la geminazione perch presente una
vocale lunga affinch ci sia la geminazione, oltre ad avere la consonate + approssimante
palatale, anche necessario che la vocale radicale sia breve. Se abbiamo un verbo con radice
lunga o sillaba pesante, non abbiamo la geminazione ma avremo sempre metafonia palatale.

v. paragrafo 122 pag. 48

verbi irregolari (che in realt erano verbi deboli) la formazione del participio passato (Past
ptc.) non rispetta pi quella che oggi la regola produttiva del passato.

Es: *fram-i- al posto della i che scompare ja causa i fenomeni di geminazione.

Al passato non cera la i e non presente metafonia palatale e data lassenza dellelemento
vocalico tra la consonante finale della radice e il suffisso dentale del passato, abbiamo
fenomeni di assimilazione o adattamento del consonantismo.

Assenza del suffisso al passato.

GMC presente: * sokjan passato: sk (suffisso dentale del preterito) al presente


avviene la metafonia la o diventa e! Al passato non avendo elemento palatale non
avviene la metafonia.

la u del GMC in determinati contesti sar seguita da una vocale non alta poi diventa una
o. Es: wyrcan u nel presente diventa una i (non c geminazione) al presente la u si
palatalizzata, mentre al passato e part. passato, la u subisce il fenomeno per cui diventa o.