Sei sulla pagina 1di 14

Gramtica espaola

La pronuncia dello spagnolo


Spagnolo ci, ce, z g, j h qu s v y, ll ch Italiano come la th inglese di thin. Basta dire t con la linga fra i denti (cielo, acero) simile alla c toscana di casa (gente, joya) come in italiano, non si pronuncia k (quitar,querido) ss (casa,beso) b (vaso,mvil) simile alla ij napoletana di guaijo' (yo,ayer, lluvia,hallar) c di ciliegia, ma pronunciata con la lingua che tocca i denti (noche,hecho) g di gallo, a meno che sia scritto g, nel qual caso si legge gu. Davanti ad a o o, si legge come in italiano. (guapo, guerra) gn di ragno (maana,dao) rr (radio,rubio)

gue, gui r

Gli articoli e le congiunzioni


Gli articoli determinativi sono el, la, los, las per indicare rispettivamente egli, ella, essi, esse, mentre quelli indeterminativi sono un, una, unos, unas. Infatti, in spagnolo esiste anche la forma plurale, che indica generalmente qualche, alcuni (Unos meses = qualche mese). Davanti a parole di genere femminile che iniziano per a ed hanno l'accento nella prima sillaba (es: gua), l'articolo la diventa el: el gua. Una a... , una h... = Un a..., Un h... La congiunzione e si dice y, che diviene e davanti a parole che inizano per i. O rimane o, e si trasforma in u davanti a parole che inizano per o (una u otra); ma si dice pero. Gli articoli composti sono solo due, al e del, con l'ovvio significato. Per tutti gli altri, si scrive semplicemente prima la preposizione e poi l'articolo: della diviene cos de la. L'articolo neutro esiste, si scrive lo ed indica la cosa, ci; per esempio, lo que ms me gusta per dire quello che pi mi piace.

Gli aggettivi
Aggettivi dimostrativi, questo codesto este esta estos estas ese esa esos esas quello aquel aquella aquellos aquellas

possessivi anteposti... mi tu su il mio il tuo il suo, la sua

nuestro, nuestra il nostro, la nostra vuestro, vuestra il vostro, la vostra su il Suo, la Sua ...e posposti mo tuyo, tuya suyo, suya mio tuo,tua suo, sua

nuestro, nuestra nostro, nostra suyo, suya Suo, Sua

Gli aggettivi posposti si usano in uno dei casi seguenti:

C' un dimostrativo C' un pronome, tranne todo C' un articolo indeterminativo, o determinativo (in quest'ultimo caso assume valore rafforzativo) C' un numerale con senso indeterminato

Este amigo mio Ningn amigo mo (ma: Todos mis amigos !) Un amigo mo , El amigo mo (Proprio l'amico mio, e non quello di un altro) Mis tres amigos : i miei tre amici

I plurali dei nomi ed i pronomi


Il plurale si forma aggiungendo sempre la s se i nomi terminano per vocale, ed es se terminano per consonante: mano = manos, plan=planes I pronomi si dividono in due categorie: quelle atone, che introducono il complemento oggetto e quello di termine, e quelle toniche, precedute da altre preposizioni: Forme atone Complemento oggetto Complemento di termine In italiano me te lo la nos os los

me te la le nos os les

mi ti lo, gli la, le ci vi li, loro le, loro

las les Nota: glielo,gliela si dicono se lo, se la. Forme toniche m ti l ella s me te lui lei s

nosotros, vosotras noi vosotros, vosotras voi


ellos, ellas loro Nota: si dice segn yo, segn t per dire per me, per te. Con me, con te si dice conmigo, contigo.

Le preposizioni
A EN POR Paco busca (cerca) a su si mette sempre davanti al complemento oggetto ed all'articolo hermana(1), Voy a determinato o ad una persona(1), e per il moto a luogo(2) Espaa(2) Stato in luogo complemento d'agente(1), moto per luogo(2), tempo indeterminato(3),passato e futuro, e con le parti della giornata(4),complemento di causa(5),di mezzo(6),sostituzione(7),prezzo(8) Estoy en casa Fue visto por Luca(1),Pasamos por Venecia(2),Fuimos en Belluno por la

Navidad(3),Lo hize por la maana(4),No habl por el frio(5),Te escribo por correo(6),Vengo por mi hermano(7),lo vendo por 1000 Ptas(8) moto a luogo(1),tempo indeterminato (al futuro) ed indeterminato(2),finale(3),opinione(4),relazione(5),mezzo finale(6) Salgo para Bologna(1),Es para hoy(2),Estudio para aprender(3),Para tu mam(4),Para ser joven, sabe muchas cosas(5),Es para ti(6) Hace una semana no llueve Lo conozco desde hace 1 ao Entre t y to, entre las 9 y las 10 Dentro de 5 minutos

PARA

HACE DESDE HACE ENTRE

complemento di tempo da, temporale (la duration form inglese) tra, fra, sia di persone che di tempo

DENTRO entro, temporale DE

I comparativi ed i superlativi
Uguaglianza tan... como [+soggetto] Maggioranza ms... que [+soggetto] Minoranza Superlativo Menos... que [+soggetto] muy [+aggettivo], -simo

Esempi: Sono pi alto di lui: Soy ms alto que el. Sono altissimo: Soy altsimo.

Qualche eccezione sui comparativi: aggettivo comparativo bueno grande malo pequeo mejor mayor peor menor traduzione buono, migliore grande, maggiore cattivo, peggiore piccolo, minore

I verbi spagnoli

Nei verbi, il soggetto segue le stesse regole dell'italiano, e dunque pu essere omesso. Soggetto Essere yo t el, ella nosotros vosotros soy eres es sois Stare estoy ests est estis estn

somos estmos

ellos, ellas son

Il verbo "stare" si usa nel significato di trovarsi, aver luogo, fermarsi e per esprimere una condizione fisco/mentale (estoy triste, estoy alegre) o momentanea (es verde significa che sempre verde, mentre est verde vuol dire che per esempio prima era rosso e poi diventato verde). Vediamo adesso il verbo avere: Soggetto Avere(1) Avere(2) yo t el he has ha tengo tienes tiene tenemos tenis

nosotros hemos vosotros habis

ellos han tienen Il verbo contrassegnato con (1) serve solo come ausiliare, mentre l'altro ha il significato di possedere, avere.

L'indicativo presente
I verbi spagnoli, come in italiano, di dividono in tre coniugazioni: i verbi terminanti in -ar, in -er ed in -ir. Come in italiano, la declinazione diversa per ognuna delle tre coniugazioni. Da questo momento in poi, ometter il soggetto nei verbi. -ar -o -as -a -is -an -er -o -es -e -is -en -o -es -e -s -en -ir

-amos -emos -imos

Dunque, per il verbo "amar" si dir yo amo, t amas, el ama, nosotros amamos, vosotros amis, ellos aman. Ci sono alcune irregolarit che colpiscono solo la prima persona di molti verbi. I pi importanti

sono:

infinito 1. persona italiano dar estar hacer ver saber salir doy estoy hago veo s salgo dare stare fare vedo sapere conoscere uscire

conocer conozco

Nota per che si dice yo doy, t das, el da ecc.

Il passato prossimo
Il passato prossimo si forma sempre con l'ausiliare "haber". Inoltre, il participio passato invariabile nel genere e nella persona. Se il verbo termina per -ar, il participio termina per -ado (amar,amado), altrimenti termina per -ido. Alcune irregolarit sono date da ver,visto - decir,dicho - escribir,escrito - hacer,hecho - morir,muerto. Dunque, per dire "siamo andati a Bologna", sar Hemos ido a Bologna.

L'imperfetto
-ar -ba -bas -ba -bais -ban -er, -ir -a -as -a -ais -an

-bamos -amos

Anche in questo tempo, ci sono dei verbi che seguono delle irregolarit, ma in tutte le persone: ser diventa era, ir iba e ver vea.

Il trapassato prossimo
Segue le stesse regole del passato prossimo, ma l'ausiliare questa volta al passato. Lo avevo visto diventa quindi Lo haba visto.

Il passato remoto
-ar -er, -ir

- -aste -

- -iste -i

-amos -imos -asteis -isteis -aron -ieron

Come negli altri casi, anche qui vi sono numerose eccezioni, che si protraggono lungo tutte le persone. Ad esempio, andar diviene anduve, anduviste, anduvo eccetera, e cos succede per estar (estuv-), haber (hub-), poder (pud-), tener (tuv-), hacer (hic-), saber (sup-), venir (vin-), decir (dij-), querer (quis-), ecc.

Il tempo futuro
-ar, -er, -ir + +s + +emos +is +n In questo caso, ho scritto "+" in quanto, ad esempio, "amar" diviene "amar". Le irregolarit dei verbi in questo tempo sono date dal cambio di radice, come per esempio haber (habr), poder (podr), saber (sabr), salir (saldr), tener (tendr), venir (vendr), ... Inoltre, se ci sono due infiniti, uno nella secondaria ed uno nella principale, quello della secondaria diventa presente se introdotto da se (Se verrai, ti parler diviene Si vienes, te hablar), diviene congiuntivo presente se introdotto da "quando" ("quando piove, resto in casa" diviene Cuando llueva, me quedo en casa) con il significato di "qualora"; mantiene invece la forma presente se si vuol dare il concetto di "tutte le volte che". Cos, la frase precedente significa "Se per caso piove, rimango in casa", mentre "Cuando llueve, me quedo en casa" vuol dire "Sto a casa tutte le volte che piove".

Il tempo condizionale
-ar, -er, -ir +a +as +a +amos +ais +an

I verbi irregolari nel futuro lo sono anche nel condizionale, quindi per esempio "hacer" fa hara, valer diviene valdra e via di seguito. Il condizionale presenta delle irregolarit rispetto all'italiano: per dire "Mi ha detto che sarebbe venuto" si dice Me ha dicho que vendra, seguendo, per chi la conosce, la duration form inglese. Un'altra eccezione si ha con il verbo essere: "Saranno state le cinque quando..." si dice Seran las cinque cuando...

Il congiuntivo presente ed imperfetto


Congiuntivo presente -ar -e -es -e -emos -is -en -a -as -a -amos s -an -er, -ir

L'uso del congiuntivo presente lo stesso che in italiano, con in pi le eccezioni gi viste precedentemente. Le irregolarit nei verbi sono le seguenti: decir (diga), hacer (haga), tener (tenga), venir (venga), conocer (conozca), dar (d), estar (est), ser (sea), haber (haya), ir (vaya), saber (sepa), con, tra parentesi, la prima persona singolare del congiuntivo presente. Le irregolarit si trascinano per tutte le persone (saber=sepa, sepas, sepa, ...) Congiuntivo imperfetto -ar +a +as +a +amos +arais +aran -er, -ir -iera -ieras -iera -iramos -ierais -ieran

I verbi irregolari nel passato remoto sono irregolari anche in questo tempo: hacer = hiciera, e cos via.

L'imperativo
Soggetto -ar -er -ir t vostros -a -e -e -ad -ed -id

L'imperativo segue le modalit italiane. Si pu inoltre notare che la seconda persona singolare dell'imperativo segue l'indicativo presente. Per fare l'imperativo negativo, si pone no +congiuntivo presente. Per esempio, "non cantare!" si dice "no cantes!"

Il gerundio
-ar -er, -ir -ando -iendo Se il verbo della seconda o terza declinazione conclude la propria radice con una vocale (reir = rE ir, ridere), il gerundio diventa -yendo: reir = reyendo. Altre irregolarit sono date dal verbo sentir (sintiendo) e dormir (durmiendo). Il gerundio viene pi usato in spagnolo che in italiano, ed in particolare obbligatorio quando indica che l'azione ancora in corso - "sto ancora studiando" diviene "estoy todavia estudiando", "sigo estudiando". Inoltre, viene usato anche come sorta di "duration form" inglese per parlare di una cosa che era od in corso al momento della narrazione: "E' tutta la mattina che canta" si dice "Ha estado cantando toda la maana". La stessa cosa vale nel passato, cos per dire "Stavo vedendo la partita ieri" si traduce con "Estuve viendo el partido ayer".

Come dire l'ora


Che ore sono? Qu hora es? Sono le... 14.10 14.15 14.20 14.30 14.40 14.45 12.00 Son las... dos y diez dos y cuarto dos y veinte dos y media tres menos veinte tres menos cuarto las doce / mediodia

24.00 / 00-00 las doce / medianoche Funziona proprio come in italiano, insomma! Per dire "E' l'una" si dice, al pari della nostra lingua, "Es la una". Le parti del giorno di dividono in maana, dalle 6 alle 12; tarde, dalle 12 alle 19, noche dalle 19 alle 24 e madrugada dalle 24 alle 6.

Come costruire le relative


Le relative sono identiche all'italiano: il "che" diviene que, ma non cambia nulla: "il cane che ho visto", infatti, si traduce "el perro que he visto". Vediamo le relative composte: cui a quien

a que con il quale del quale della quale senza la quale per il quale con quien con que cuyo cuya sin quien sin que por quien por que

Se ci si riferisce ad una persona, si usa la particella "quien", se ad una cosa, la particella "que".

Numeri, giorni della settimana, mesi e particolarit


Vediamo i numeri (che puoi anche ascoltare):
1=uno, 2=dos, 3=tres, 4=cuatro, 5=cinco, 6=seis, 7=siete, 8=ocho, 9=nueve, 10=diez, 11=once, 12=doce, 13=trece, 14=catorce, 15=quince, 16=diecisis, 17=diecisiete, 18=dieciocho, 19=diecinueve, 20=veinte, 21=veinteuno, ..., 25=veinticinco, ..., 30=treinta, 31=treinta y uno, ..., 40=cuarenta, 50=cinquenta, 60=sesenta, 70=setenta, 80=ochenta, 90=noventa, 100=cien, 101=ciento y uno, 105=ciento cinco, 200=doscientos, 300=trescientos, 400=cuatroscientos, 500=quinientos, 600=seiscientos, 700=sietecientos, 800=ochocientos, 900=nuevecientos, 1000=mil, 10.000=diez mil, 100.000=cien mil, 1.000.000=un milin, 1.000.000.000=mil millones, 1.000.000.000.000=un billon Notare che i numeri si declinano! Quindi 200 uomini sono "doscientos hombres", ma 200 donne sono "doscientas mujeres" !

Ecco i mesi dell'anno (anche in formato .ra):


enero febrero marzo abril mayo junio julio agosto octubre diciembre gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto ottobre dicembre

septiembre settembre noviembre novembre

I giorni della settimana (anche in formato .ra):


lunes martes jueves viernes sabado luned marted gioved venerd sabato

miercoles mercoled

domingo domenica Le stagioni dell'anno sono primavera, verano, otoo, invierno, con l'ovvia traduzione. Per dire la data, p.es. il 4.08.1997, si dice El cuatro de agosto de mil novecientos noventa y siete. Come senz'altro si sar notato, tutti gli accenti sono acuti ( ), e non gravi ( ` ) come in italiano. Dunque, si scriver ms e mai ms. Prima di ogni domanda, si usa in spagnolo introdurre un punto interrogativo capovolto ( ); esso va posto quando inizia la domanda effettiva. Per esempio, nella frase "Ma Giorgio, lo hai visto?", il punto di domanda va posto prima del "lo": Pero Giorgio, lo has visto?. Idemi dicasi per le esclamazioni, precedute da un "". Il genere dei nomi identico all'italiano, tranne qualche eccezione, peraltro rara.

I falsi amici(*)
Anche se molto simile all' italiano e forse proprio per questo motivo, lo spagnolo a volte inganna. Ecco qui solo alcune delle molte parole "traditrici":

Albail Apuro Banco Burro Cara Chiste Compromiso Cuarto Efectivo Fecha Habitacin Ladrillo Largo Negocio Tripulacin

Muratore Imbarazzo, Fretta Banca Asino Viso, faccia Barzelletta Impegno Stanza Contanti Data Stanza Mattone Lungo Affare, Lavoro Equipaggio

Casarse Salir Tener

Sposarsi Partire Avere, Possedere

Alcune forme colloquiali(**)


Gli Spagnoli, come noi, utilizzano spesso un tipo di linguaggio che non si trova nelle grammatiche di nessun tipo, ma solo sulla strada ed in questo sito, ovviamente! Ecco a voi dunque una breve ma esaustiva lista delle forme pi utilizzate.

Apura! Es una pasada Qu guay! Qu rollo! Mola / Mola un montn Mola que te cagas (volg.) Chiflo por... Es del ao de la pera Es la pera Me cago en... (la leche / la mar) Mecachis! Jolines! Jo va! No tienes abuela Un duro Veinte duros Paso / No me unto Paso olmpicamente Me da igual Bscate la vida Qu morro / jeta tienes! Tiene un morro que se lo pisa Enrollarse como una persiana Tener enchufes Empollar / Ser un empolln

Sbrigati! E' una figata Che bello! Che pizza! E' forte / E' forte un sacco E' una figata pazzesca Sballo per... E' vecchio come il cucco E' fortissimo Porca vacca / Porco cane Mannaggia! Accidenti! Non hai ritegno 5 pesetas 100 pesetas Me ne frego Me ne frego altamente Fa lo stesso Arrangiati! Che faccia tosta! E' uno sfacciato bestiale Parlare un sacco senza mai fermarsi Avvere "agganci", spintarelle Studiare molto / Essere un secchione

Una nota prima di concludere: forse i pi smaliziati avranno cercato, in questa tabella, le parolacce, le frasi volgari, magari per poi dirle alla gente di passaggio. Di certo non troveranno qui pane per i loro denti.

Ma in Spagna si parla solo spagnolo?


Una nota: la Spagna viene divisa per "comunit autonome" (comunidades autonmicas), caratterizzate da loro leggi e loro lingua. Gi, infatti in Catalunya, alle isole di Micorca e Mallorca ed a Valencia si parla il catalano, in Gallizia il gallego, in Asturia l'asturiano, e nei paesi baschi il basco (euskera). Nella Spagna del centro e del sud, invece, lo spagnolo quello ufficiale ma varia la pronuncia: infatti, le "s" alla fine delle parole non vengono pronunciate, come neppure le finali in "ado, ido" che diventano "a" ed "io" e cos via. Ad esempio, la frase Hay dos amigos cerca de la parada diventa, in Andalucia ed Estremadura, Hay doj amigo serca de la para'. Una cosa simile avviene anche in Sud America (Messico, Paraguay, Argentina, Per....) anche se ci sono altre differenze. Per maggiori informazioni, ecco qui una mappa che vi pu tornare utile per capire dove si trovano queste regioni, e qualche link per approfondire la grammatica, la pronuncia e la storia di queste comunit.

Informazioni sul galego Un sito tutto in Asturiano con grammatica La Generalitat de Catalunya ed una grammatica Una grammatica di basco

Gli accenti
Un'ultima considerazione riguarda gli accenti. Ci sono delle regole ben precise per sapere dove metterli. Basta contare, dalla fine della parola, il numero delle sillabe e, sentendo dove cade l'accento, seguire questo schema:

Numero di Esempi sillabe 3 2 m-di-co r-pi-do au-to-mti-co

Note

vi-s-ta Non si mette l'accento se

le parole terminano in n os 1 co-ra-zn Si mette l'accento con pas-in parole che terminano in mu-jer n o s.

Ulteriori informazioni si possono trovare nella pagina dedicata alla mia esperienza di studente Socrates/Erasmus a Vigo. Se avete domande, mandatemi pure una e-mail. Saludos a todo el mundo desde Italia!