Sei sulla pagina 1di 64

www.gazzetta.

it Lunedì 10 maggio 2010 1 e


Redazione di Milano Via Solferino 28 - Tel. 026339 Redazione di Roma Piazza Venezia 5 - Tel. 06688281 Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano Anno 114 - Numero 109

IN PREMIER NESSUN ALLENATORE ITALIANO AVEVA MAI VINTO IL TITOLO INGLESE CICLISMO AL GIRO TAPPA CON TANTE CADUTE

Re Carlo d’Inghilterra Sfreccia Farrar


Wiggins a terra
Chelsea a valanga (8-0). Ancelotti campione all’esordio
3 GALAVOTTI ALLE PAGINE 28-29 Carlo Ancelotti, 50 anni REUTERS
Evans già in rosa
3 ALLE PAGINE 40-41-42-43-44-45-47

LA CORSA SCUDETTO TRA INTER E ROMA

ALL’ULTIMO
INTER 79
Diego Milito, 30 anni,
cannoniere nerazzurro:
ieri ha segnato il 21o
gol in campionato,
contribuendo
al 4-3 dell’Inter
sul Chievo RICHIARDI Cadel Evans, 33 anni, campione del mondo, in rosa ANSA

RESPIRO
FORMULA 1 AL GRAN PREMIO DI SPAGNA
ROMA 77
Dopo il calcione a
Balotelli e le
Webber vola via
però Alonso è 2˚
polemiche, Francesco
Totti, 33 anni, si è
ripreso la Roma: suoi i
due gol della vittoria
I nerazzurri campioni virtuali
per 49 minuti dopo aver recuperato
sul Cagliari LAPRESSE
e sale in classifica
3 ALLE PAGINE 34-35-36-37
sul Chievo. Poi si svegliano
i giallorossi e con una doppietta
di Totti rimontano il Cagliari.
Si deciderà tutto tra Siena e Verona
3 ALLE PAGINE 2-3-5-6-8-9-10-11
L’abbraccio tra Webber (a sinistra) e Alonso REUTERS
UNA STRANA DOMENICA
di LUIGI GARLANDO
SUPERBIKE RECORD, POLE E DOPPIETTA

No, l’assassino non era il maggiordomo. Per scoprire Per Biaggi e l’Aprilia
come andrà a finire dovremo restare incollati alla
poltrona altri 90 minuti. Inter o Roma? Gran bel film
questo campionato, spesso migliore dei suoi
solo vittorie a Monza
protagonisti. Eppure ieri sembrava che il vincitore 3 GOZZI A PAGINA 39
avesse gettato la maschera. Ore 4.28 del pomeriggio,
il cagliaritano Lazzari gela l’Olimpico su punizione. PALLAVOLO BATTUTA TRENTO CAMPIONE D’EUROPA
La Roma scivola a -5 dall’Inter, che sta dilagando sul
Chievo. Sembra finita. Al centro di piazza Duomo,
Vittorio Emanuele, dall’alto del suo cavallo, ascolta Cuneo, gioia tricolore
rumore di popolo che sta per riversarsi a festeggiare.

SEGUE A PAGINA 6 3
Il bello della prima volta
3 PASINI e SALVINI ALLE PAGINE 48-49

SERIE A 37 a GIORNATA
4 A MARASSI IL GENOA 1-0 QUARTO POSTO DUE RIGORI CRISI 3-2 DEL PARMA

Il Napoli manda in B l’Atalanta Il Milan k.o. Pari Samp Juve contestata


Di Natale sempre più bomber: 28 a porte chiuse a Palermo Cade ancora
PARTITE
Bologna-Catania 1-1
CLASSIFICA
Inter 79 Bari 47 Ma il 3o posto La Champions Mai così male
Fiorentina-Siena 1-1 Roma 77 Udinese 44
Genoa-Milan 1-0 Milan 67 Chievo 44 è blindato è vicinissima da 48 anni
Inter-Chievo 4-3 Sampdoria 64 Cagliari 43
Juventus-Parma 2-3 Palermo 62 Lazio 43 3 ALLE PAGINE 12-13 3 ALLE PAGINE 14-15 3 ALLE PAGINE 16-17-18
Livorno-Lazio 1-2 Napoli 59 Catania 42
Napoli-Atalanta 2-0 Juventus 55 Bologna 41
Palermo-Sampdoria 1-1 Genoa 51 Atalanta 35
Roma-Cagliari 2-1 Parma 49 Siena 31
00 5 1 0>

Udinese-Bari 3-3 Fiorentina 47 Livorno 29

R CHAMPIONS R EUROPALEAGUE R IN B
9 771120 506000

IL ROMPI PALLONE
di Gene Gnocchi

Benitez ora esagera


con le richieste. Vuole Leonardo, 40 anni IMAGE Giampaolo Pazzini, 25 anni LIVERANI Ale Del Piero, 35 anni LAPRESSE
un’auto Fiat affidabile.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
2
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


Inter e Roma, tutto in 90 mi- di aggancio subito dalla diretti (1-1 sia all’andata sia
Si lotterà solo nuti: in caso di arrivo a pari Samp, è in vantaggio negli al ritorno), conta la differen-
per 1˚e 4˚ posto punti (80), i giallorossi sono scontri diretti (3-0 a San Si- za reti generale: +7 per la
in vantaggio negli scontri di- ro, battuto 2-1 a Marassi). Samp (che rimarrebbe inva-
retti (1-1 a San Siro, 2-1 al- Samp-Palermo, altra lotta riata in caso di segno «X»),

P
l’Olimpico) e conquistereb- all’ultimo respiro: se arri- +11 di partenza per i sicilia-
bero il campionato. Il Milan vassero appaiate a 65, in ni. Napoli sicuro del sesto
è aritmeticamente terzo: Champions andrebbero i ro- posto, Juve settima. Atalan-
anche in caso di sconfitta e sanero. A parità di scontri ta, Siena e Livorno in B.

ALBERTO CERRUTI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

MILANO dIl bello della diretta


presta lo scudetto all’Inter al
34’ del primo tempo, quando
Cambiasso firma il 2-1 del sor-
passo al Chievo. Il brutto della
diretta se lo riporta via al 38’
della ripresa, quando Totti tra-
sforma il rigore di un altro 2-1,
con sorpasso al Cagliari. La fe-
sta appena incominciata a San
Siro finisce dopo 49’ e così, per 12’ PRIMO TEMPO 13’ PRIMO TEMPO 34’ PRIMO TEMPO
assicurarsi il secondo titolo del- Punizione per il Chievo, Cross di Eto’o, la palla colpisce Cross di Maicon da destra,
la stagione, tra la coppa Italia e Samuel anticipa Scardina, la palla Mantovani e va a spegnersi sul secondo palo sbuca Cambiasso
la Champions League, Mou- sfiora Motta e va in porta REUTERS nell’angolino lontano SPORT IMAGE che incrocia al volo di sinistro BAZZI
rinho dovrà vincere un’altra fi-
nale, domenica prossima a Sie-
na. Ma al di là dei soliti sospetti

Batticuore
del nostro calcio malato, se l’In-
ter giocherà come ieri non avrà
problemi a confermarsi campio-
ne d’Italia.

Carattere, forza,
tecnica e condizione

scudetto
atletica sono le armi
nerazzurre per
il quarto successo
consecutivo

La chiave Un po’ distratta all’ini-


zio, quando regala al Chievo
l’autogol del vantaggio con una
fortuita deviazione di Motta su
punizione di Luciano, l’Inter
vince la quarta partita consecu-
L’Inter ne fa quattro
tiva in campionato grazie a tre
qualità determinanti: 1) il ca-
rattere per pareggiare subito,
anche se con un’altra autorete;
2) la forza tecnica per schiaccia-
è campione per 49’
re gli avversari con tutti i suoi
campioni, portandosi sul 4-1
con altri tre gol, tutti bellissimi,
firmati da marcatori diversi; 3)
una confortante condizione at-
ma poi riecco Totti
letica, preziosa negli ultimi mi-
nuti quando la squadra si risca- Chievo avanti, i nerazzurri dilagano, vedono
tena alla ricerca del 5-3, dopo
la rete di Pellissier che riapre
una partita chiusa da tempo.
il titolo, soffrono e tutto slitta all’ultima giornata
bile direttore d’orchestra che in ogni angolo del campo, an- gno di una festa-tricolore a San re gli occhi aperti sino all’ulti- aveva perso con un identico
Inter potente Senza Lucio, Cor- detta tempi e movimenti in che in spazi molto ristretti. Siro, attesa dal 2-1 dell’Inter di mo minuto di ieri e della prossi- 3-4, sfiorando una rimonta an-
doba e soprattutto Sneijder, mezzo al campo, mentre Balo- Stankovic pizzica la traversa da Trapattoni contro il Napoli, nel ma giornata. cora più clamorosa perché a me-
Mourinho si affida a Materazzi telli parte piano al contrario del fuori, poi dopo la doppia auto- 1989. I pallonetti di Milito del tà ripresa perdeva 0-4. E anche
e Samuel dietro, tra Maicon e solito immenso Milito, sempre rete si accende Maicon che sco- 3-1 e di Balotelli del 4-1 sembra- Chievo dignitoso A chi maligna l’anno scorso tornò a casa con
Zanetti, con un 4-3-3 in cui il aiutato dal generosissimo Eto’o della un pallone raccolto e sca- no mettere al sicuro vittoria e perché il Chievo non aveva mai un 2-4. Nessun sospetto, quin-
trio Stankovic-Cambiasso-Mot- che smarca lui e gli altri compa- gliato in rete al volo da Cam- scudetto, grazie anche al van- incassato 4 gol in questo suo di, e anzi complimenti al Chie-
ta copre le spalle al tridente gni, sacrificandosi sulle fasce. biasso. E’ il 34’ del primo tempo taggio del Cagliari. Ma i due gol campionato da applausi, ricor- vo che spaventa l’Inter sull’1-0
Eto’o-Milito-Balotelli. E come Quando accelera, l’Inter fa pau- e visto che la Roma sta pareg- del Chievo e soprattutto della diamo che nel 2006-’07, primo e si arrende soltanto sul 3-4 gra-
sempre è Cambiasso l’impecca- ra per la potenza che sprigiona giando, l’Inter accarezza il so- Roma costringono l’Inter a tene- scudetto sul campo di Mancini, zie a una buona organizzazio-

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
3

39’ y
PRIMO TEMPO
La chicca
di Milito
nel disegno
GOL,
MINUTI E
LA MOVIOLA
di Francesco Ceniti
2
di Rinaldi: SUSSULTI Facile per Banti:
il centravanti gara tranquilla
argentino
e un solo ammonito
dell’Inter taglia
in due la difesa 15.12
del Chievo e Chievo Gara abbastanza semplice per
con un morbido in vantaggio
Banti che la gestisce senza
pallonetto 7’ SECONDO TEMPO 15’ SECONDO TEMPO 30’ SECONDO TEMPO
a San Siro.
Roma ancora patemi. L’arbitro fischia il
(leggermente Lancio lungo di Maicon a Tiro di Marcolini su cui si Errore di Zanetti, Pellissier minimo sindacale, aiutato da
deviato) beffa smarcare Balotelli che sul filo del avventa Granoche che anticipa prende il tempo ai centrali e batte sullo 0-0,
a -1 dall’Inter. un atteggiamento in campo
Sorrentino fuorigioco batte Sorrentino REUTERS Samuel e batte Julio Cesar LIVERANI Julio Cesar per il 4-3 GETTY IMAGES molto corretto: pochissimi gli
interventi sopra le righe.
15.13 La naturale conseguenza è un
L’Inter pareggia solo ammonito in tutta la
INTER CHIEVO (autorete

4 3
partita: cartellino giallo per
di Mantovani) Sardo che al 25’ della ripresa
e torna a +2 entra in ritardo su Pandev.
sulla Roma. Per il resto ci sarebbero stati
GIUDIZIO 777 gli estremi per concedere un
MARCATORI autorete di T.Motta (I) al 12', autorete di Mantovani (C ) al 13',
Cambiasso (I) al 34', Milito (I) al 39' p.t.; Balotelli (I) al 7', Granoche (C ) al 15'
15.34 rigore all’Inter per il fallo
Pellissier (C ) al 30' s.t. Cambiasso-gol, commesso da Scardina su
(4-3-3) (5-3-2)
2-1: nerazzurri Balotelli, ma Banti in modo
a +4 corretto ferma prima l’azione
Julio Cesar; Maicon, Materazzi, Sorrentino; Sardo, N. Frey, Mantovani, e virtualmente
Samuel, J. Zanetti; Stankovic, Scardina (dal 30' s.t. Ariatti),
punendo l’irregolarità
Cambiasso, T.Motta (dall'11' s.t. Jokic; Luciano, Rigoni (dal 1' s.t. campioni dell’attaccante nerazzurro che
Muntari); Eto'o, Milito (dal 47' s.t. Bentivoglio), Marcolini; Pellissier, d’Italia. si era aggiustato il pallone con
Mariga), Balotelli (dal 19' s.t. Pandev). Granoche (dal 17' s.t. Abbruscato). le mani. Regolare, invece, la
PANCHINA Toldo, Chivu, Quaresma,
Arnautovic.
PANCHINA Squizzi, Iori, Moro,
De Paula. 16.28 posizione dello stesso Balotelli
sul lancio di Maicon nell'azione
Lazzari gela
ALLENATORE Mourinho. ALLENATORE Di Carlo. che porta al quarto gol
l’Olimpico
ESPULSI nessuno. ESPULSI nessuno. e porta dell’Inter.
AMMONITI nessuno. AMMONITI Sardo per gioco scorretto. in vantaggio
il Cagliari
ARBITRO Banti di Livorno sulla Roma.
NOTE paganti 35.052; incasso 1.338.383 euro. Abbonati 40.327 per una quota I giallorossi
di 818.283,70 euro. Angoli 5-1. In fuorigioco 0-1. Recuperi: p.t. 2', s.t. 3'. scivolano a -5 CORSI E RICORSI
dall’Inter.
POSSESSO PALLA PASSAGGI Per il 4o anno
16.34 Siena nel destino
INTER 60% CHIEVO 40% INTER 620 CHIEVO 257 Pari di Totti, C’è sempre il Siena tra l’Inter e
TIRI IN PORTA TIRI FUORI la Roma torna lo scudetto. Nel 2007 il titolo
a -4, ma l’Inter
IIIIIIIIII III IIIIIIIII IIIII è ancora
arrivò con un 2-1 al Franchi,
INTER 10 CHIEVO 3 INTER 9 CHIEVO 5 grazie al contemporaneo k.o.
campione. della Roma a Bergamo. L’anno
MOMENTI CHIAVE successivo l’Inter fallì il match
PRIMO TEMPO 3-1
5' Stankovic da fuori area colpisce la parte
SECONDO TEMPO
7' c GOL! Balotelli, lanciato da Maicon,
16.38 point in casa contro il Siena
(2-2) e fu costretta a vincere a
superiore della traversa. segna con un pallonetto: 4-1
Rigore di Totti:
2-1 della Roma Parma all’ultima giornata. Nella
12’ c GOL! Thiago Motta devia 15' c GOL! Granoche devia un tiro di sul Cagliari. stagione scorsa fu festa
ne difensiva, malgrado l’assen- ti. E così, soprattutto, il Chievo Diego Milito, 30 involontariamente un calcio di punizione Marcolini: 4-2 scudetto a San Siro contro i
di Luciano: 0-1 L’Inter è a +2
za del futuro milanista Yepes. dimostra che si può perdere anni, ed Esteban 30' c GOL! Pellissier rasoterra dal centro: dai giallorossi toscani (3-0), anche se la
Ma il Chievo non si limita a di- con dignità, anche senza un Cambiasso, 29, 13’ c GOL! Mantovani tocca in modo 4-3 partita riaperta. certezza era arrivata la sera
maldestro un cross di Eto’o: 1-1 a 90’ dalla fine:
struggere, cerca anche di co- obiettivo concreto. Un’altra le- festeggiano. Un 37' Pandev, smarcato da Eto’o colpisce il lo scudetto prima, grazie alla sconfitta del
struire con Luciano, Rigoni e zione di questa piccola grande gol a testa nel 34' c GOL! Cambiasso gira in corsa al volo palo. Milan a Udine. Domenica, tra
un cross di Maicon: 2-1 si deciderà
Marcolini bravi a proporsi in società, guidata da Campedelli 4-3 dell’Inter al all’ultima l’altro giorno del 65˚
avanti per non lasciare troppo e Sartori, che per vincere il suo Chievo AFP 39' c GOL! Milito raccoglie un passaggio di compleanno del presidente
Eto’o e segna con un pallonetto: 3-1 giornata.
soli Pellissier e Granoche. Così, scudetto, con Di Carlo in pan- Moratti, vincere a Siena vorrà
autorete del vantaggio a parte, china, non ha dovuto aspettare dire nuovamente scudetto.
arrivano i gol dei due attaccan- l’ultima giornata.

...tu sai il perché.


Citycom sta facendo girare la testa agli italiani, perché combina
l’agilità di uno scooter sportivo con tutti i comfort di un granturismo:
www.preference.it

la ruota alta da 16” è studiata per muoversi liberamente nel traffico,


mentre la comodità è assicurata dal capiente vano sotto-sella,
dal parabrezza di serie e dal doppio faro alogeno anteriore.
Da capogiro anche il design, con linee sportive e ultra-innovative…
Citycom è ora disponibile
anche nella nuova nuance antracite opaco!

Assistenza Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Tan 0% - Taeg massimo 8,08%. Esempio di finanziamento: importo finanziato € 2.550,00 comprensivo di
spese istruttoria € 150,00, 30 rate da € 85,00, tan 0,00% taeg 4,85%. Sull'operazione di Credito Finalizzato si applicheranno i seguenti costi: spese di incasso
SANYANG
SAN
S ANY
ANNYANG
ANNG
N G IItalia S.r.l.
stradale
inclusa foratura rata € 1,30 mensili per pagamenti tramite RID o bollettini postali e, addebitata sulla prima rata di rimborso, imposta sostitutiva dello 0,25% dell'importo finanziato. Via
Viaa delle
delle
elle Industrie,
Ind
n 12 http://www.sym-italia.it
Per tutte le condizioni contrattuali fare riferimento ai fogli informativi a disposizione della clientela presso i Concessionari Sym e sul sito www.findomestic.it.
SYM sceglie lubrificanti Motorex per l’intero periodo
Offerta valida dal 12 aprile 2010 al 30 giugno 2010. Salvo approvazione di Findomestic Banca S.p.A. Offerta di credito valida presso i punti vendita
Are
Ares
res
re
esse - Mila
e
Arese i
ila
Milano
di garanzia che aderiscono all'iniziativa. Offerta di credito non cumulabile con altre promozioni in corso. Telefono 02 9345641

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
4
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
5

SERIE A 37a GIORNATA


momentaneo 3-1 («Ho visto il Stankovic Dejan Stankovic ne-

«Dipende sempre da noi» portiere che faceva due passi


in fuori e ci ho provato. C’è sta-
ta una leggera deviazione, ma
il tiro mi era riuscito»), sono
27 i centri stagionali, di cui 21
ga che la squadra abbia avverti-
to il peso di essere stata cam-
pione d’Italia per oltre un’ora.
«Abbiamo respirato solo la par-
tita contro il Chievo, erano im-
Cambiasso: «Conta vincere, non quando. Basta con i sospetti» in campionato. «Sono conten-
to per il gol perché è stato bello
portanti i tre punti, non abbia-
mo pensato alla Roma. Da me-
e importante - aggiunge il Prin- si viaggiamo ad alta tensione
LUCA TAIDELLI dremo a Siena con la voglia di to e Champions. In Coppa non perso punti. Quando uno lan- cipe -. La partita è cambiata sul e, da grande squadra, riuscia-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA sempre, sappiamo che dipen- sogno rivincite da ex Real, ma cia le bombe, possono prende- 4-1 perché ci sentivamo al sicu- mo a gestirla. A Siena sarà diffi-
de da noi e che ci sono tanti pre- solo di andarci da campione re diverse dimensioni, ma i tifo- ro e abbiamo cercato di gestir- cile, ma vincere un campiona-
MILANO dIn assenza di quello cedenti di partite che cambia- d’Italia. Le polemiche sul Sie- si ascoltano e può crearsi un’at- la sbagliando qualcosa. Poi pe- to non è mai facile. Il clima pe-
vero, dell’Inter parla l’allenato- no all’ultimo minuto. La gente na? Quando si parla dell’impe- mosfera tipo Coppa Italia». rò l’Inter è venuta di nuovo fuo- sante tra Inter e Roma? Mi inte-
re in campo. «Campioni per è esplosa dopo il gol del Caglia- gno dei calciatori bisogna esse- ri nell’ultimo quarto d’ora. I ressa solo fare un bel calcio,
un’ora? La cosa importante è ri, noi forse abbiamo un po’ av- re cauti, perché spesso si man- Milito Della gara parla anche due giorni di riposo che ci ha vincere e portare lo scudetto ai
vincere lo scudetto - dice Este- vertito l’emozione dello sta- ca di rispetto. Ricordate cosa si Diego Milito, «noioso» per la dato l’allenatore serviranno nostri meravigliosi tifosi». E al
ban Cambiasso -, sul quando si dio. Con due successi a Siena e diceva prima di Fiorentina-In- regolarità con cui va in gol. per affrontare al meglio le due presidente Moratti, che giusto
possono fare solo ipotesi. An- Madrid vinceremo campiona- ter? Poi noi a Firenze abbiamo Con il geniale pallonetto del finali di Siena e Madrid». domenica compirà 65 anni.

LE PAGELLE di NICOLA CECERE

INTER MOTTA ESSENZIALE, MAICON ASSISTMAN CHIEVO MARCOLINI LUCIDO, GRANOCHE HA FIUTO
h7 h 7,5 h 6,5 h 6,5
7
Reagisce due
L’ALLENATORE
Mourinho
Voto da dividere con il suo staff
IL MIGLIORE
Eto’o
Sorrentino gli nega il gol con una
6,5
Prestazione
L’ALLENATORE
Di Carlo
Sarà anche tifoso interista, ma
IL MIGLIORE
Marcolini
Il più lucido e continuo di un
volte a orgogliosa
in quanto riferito soprattutto gran parata, unico neo di una gara in panchina si contorce come centrocampo che va in inferiorità
situazioni di nonostante le
pericolo con all’eccellente condizione atletica perfetta per intelligenza tattica e gravi assenze una trottola. Ottenendo dai suoi numerica per le continue
lucidità e generale con la quale l’Inter è altruismo. E c’è il suo piede in due nel reparto una esibizione sempre dignitosa sovrapposizioni di Maicon. Dai suoi
arrivata alle partite decisive delle quattro azioni vincenti e per 15’ minuti pure pericolosa cross nascono primo e secondo gol
buone trame arretrato

5,5 7 6 6 6 6,5 6 6 6 6 5,5 5,5


Julio Cesar Maicon Materazzi Samuel Zanetti Stankovic Sorrentino Sardo N. Frey Mantovani Scardina Jokic
Pomeriggio di Protagonista Risente anche Scavalcato dal Udite, udite: ha Subito una Non ha Combattivo e E’ lui che va a Causa uno Catapultato in E’ il quinto
scarse del primo lui del clima cross commesso un traversa con responsabilità ruvido, non a chiudere su degli autogol un match difensore a
soddisfazioni. tempo, quando rilassato, dell’autogol di errore in una legnata da gravi, sul caso è l’unico Milito e tocca più sfortunati difficilissimo a sinistra, si
Su tutti e 3 i gol la manovra si tranquillo del Motta, poco disimpegno! E lontano, poi un pallonetto di che si becca col corpo il tiro dell’intera causa delle ritrova spesso
la sensazione è sviluppa sulla match: per reattivo sul gol fallisce pure un costruttivo Milito è troppo l’ammonizione. di quel tanto stagione. E’ assenze di a contrastare il
di poca sua fascia. eccellere ha del 3-4 a tocco «sotto» andirivieni che avanti però si Deve fare leva che serve per l’unico centrale Mandelli e treno Maicon e
reattività. Con Mette il cross bisogno di testimoniare il non difficile serve a fare riscatta con un sul fisico per scavalcare di ruolo, tenta Yepes. Cerca rischia a più
una maggiore per il gol di avvertire il rilassamento davanti alla legna. Peccato paio di contrastare Sorrentino. come può di di reggere l’urto riprese di
concentrazione Cambiasso e rumore dei creatosi dopo porta. Episodi. per quell’errore interventi assai avversari Adattato a tenere il di Eto’o e tutto rimanere steso
almeno una poi apre a nemici. Gara l’acuto di Mario. Ma la sostanza al tiro nel finale difficili. In assai più forti stopper non reparto al sommato non tra i binari per
parata era Balotelli la via normale, Sbavature, non dei 90’ resta ma è in forma. particolare sul piano sfigura nel riparo dalla viene travolto tutto il primo
possibile della porta insomma vere mancanze quella solita. (Mariga s.v.) quello su Eto’o tecnico complesso tempesta (Ariatti s.v.) tempo

7,5 6,5 7 6,5 6 6 6 5,5 6,5 6,5 6 6


Cambiasso T.Motta Milito Balotelli Muntari Pandev Luciano Rigoni Pellissier Granoche Bentivoglio Abbruscato
Buon per l’Inter Sfortunato Omaggio a quel Un sombrero a Dovrebbe Porta vivacità e Un onesto Facendo il Una mezza Uno stacco in Rianima la Dà il cambio a
se davvero sull’autogol, poi pallonetto dal Sorrentino congelare il aiuta a gestire il andirivieni, regista centrale occasione ed mezzo a manovra Granoche
Maradona lo tocchi eleganti limite che proprio sotto la match ma pallone. Ma col senza il veleno spetterebbe a eccolo rapinare Materazzi e nonostante, appena dopo la
lascia a casa, e ed essenziali, scavalca la Nord, incassa il proprio dopo il palo del dell’ex (è lui seguire il gol che riapre Samuel (!) la appena rete del 2-4 e
anche per sa quando mano protesa boato, suo ingresso la possibile 5-3 a passato troppo Cambiasso, clamorosamen- dice lunga sulle entrato, debba contribuisce ad
l’Italia di Lippi... bisogna del portiere e risponde con partita invece portiere fuori tempo) e un che però ha i te la sfida. sue qualità. assistere al 4-1 aprire la difesa
Sempre più accelerare e plana docile un timido ma di spegnersi si causa, infligge rendimento tempi di Felice di Trova il gol con che in teoria nerazzurra con
muratore-geo- quando nella rete: un leggibilissimo rianima per le altri minuti apprezzabile inserimento di riabbracciare deviazione sanciva la fine i suoi
metra-architet- rallentare. Un capolavoro applauso: così distrazioni thrilling al sino al limite, una punta e sa Chivu, che però volante delle ostilità. spostamenti
to, più un altro che gira al balistico. Il da ieri la difensive di palpitante quando si beffarlo. resta in fiutando la Sbagliato: il rapidi. Ma nel
guizzo sotto massimo resto è corsa e riappacificazio- Samuel e popolo smarrisce Sostituito panchina: hai direzione del Chievo ha la finale nessuno
porta alla Milito regime sacrificio ne è ufficiale Zanetti. nerazzurro. all’ultimo guizzo all’intervallo visto mai... tiro-cross forza di reagire lo innesca

TERNA ARBITRALE Banti 6 La partita fila via sul velluto, caratterizzata da pochi scontri e una generale cavalleria. Di conseguenza sono pochi gli interventi del livornese. Ghiandai 6 - Giordano 6

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
6
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


x dalla prima
«Mou? Ci pensiamo HA DETTO
Moratti su
di
LUIGI GARLANDO
1

dopo la Champions»
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Totti: «Il
fallaccio su
Mario? Fatto da UNA STRANA
DOMENICA
lui è qualcosa di
incredibile. Ma
resta un ottimo
Moratti vuole solo José, ma sembra meno ottimista rispetto a sportivo»
Totti si è già divorato un gol grosso come il
Colosseo, il sole estivo della Capitale fa
qualche giorno fa. E, oltre a Capello e Mihajlovic, spunta Zeman colare sui volti dei giallorossi la stanchezza
dell’entusiasmante rimonta, già pagata con la
ANDREA ELEFANTE dente prima dell’inizio di In- Samp. A Milano invece una pioggerellina
MIRKO GRAZIANO ter-Chievo — e in più c’è la autunnale rinfresca i ragazzi di Mourinho,
5 RIPRODUZIONE RISERVATA Champions: al resto pensere- che corrono vispi come sposini e sfiorano il
mo dopo». V gol appena ci provano. San Siro esplode al
MILANO d«Lui ci ama e noi lo Sul gol del Cagliari e pregusta la festa.
amiamo, è il nostro allenato- Fabio, Sinisa e una sorpresa Ec- deferimento
re: José Mourinho, José Mou- co perché l’Inter, sperando tut- di Mou: «Ha E invece dal gol di Lazzari, nome che
rinho, José Mourinho». Lo spe- tora che non serva, si è cautela- fatto una evangelicamente ispira il contropiede a
aker ha alzato di vari decibel ta studiando e perlustrando battuta. Altri destini sepolti, la Roma risale, nel modo più
l’urlo per chiamare il nome del già le strade alternative allo non sono stati letterario possibile, cioè con Francesco Totti,
portoghese tre volte, mentre Speciale. E la prima è quella deferiti. Così il totem, risorto pure lui: dalle sculacciate del
San Siro rimbombava come che porta a Fabio Capello, che tira l'aria...» Presidente della Repubblica alla doppietta
per nessun altro dei nerazzur- a un primo contatto non ha che rianima le speranza della Roma e
ri elencati all’annuncio delle manifestato una chiusura, an- permette all’Inter di sentirsi campione d’Italia
formazioni. Uno stadio, un zi. E il tecnico che più di tutti solo per 49 minuti. Rimessi a posto i pollici
mondo, che si sono «consegna- gli altri viene considerato idea- (in bocca) e prese a calci solo le cose lecite
ti» allo Speciale, come si fa le per dare una continuità an- (la palla), il capitano nega la festa anticipata
quando ci si abbandona a un che «filosofica» al lavoro di a Balotelli, in gol pure lui: l’emozionante
sentimento totale, che si vor- Mourinho non è tipo da tirarsi domenica si è concessa finezze del genere.
rebbe intoccabile. E se nean- indietro o rinnegare una dispo-
nibilità di massima. Ma resta
Non solo. Distratta dall’idea della festa, l’Inter
che tutto questo amore doves-
gettonatissimo anche il nome S concede al Chievo mezza rimonta (da 4-1 a
se bastare?, dev’essersi chie- di Sinisa Mihajlovic, tecnico di Diego Milito 4-3) e sfiora la paura di un pareggio letale,
sto Massimo Moratti. E se alla L’incontro a Parigi, nel 2008, fra Massimo Moratti e José Mourinho carisma che ama e conosce segna il suo che ribalterebbe il mondo fotografato al gol
fine Mourinho — che vinca tut- profondamente questa Inter, gol numero 27 di Lazzari. Alla fine, tutto resta come al
to o no — deciderà comunque ni?». Ma sa di doverne avere una volta, lasciare la questio- uomo che sposerebbe natural- in questa fischio d’inizio. Tutto ancora aperto.
di andarsene? L’Inter non ama (anche) un altro. ne ancora in sospeso, signifi- mente il progetto morattiano. stagione, Con
farsi questa domanda, tuttora cherebbe restare con un fian- A ruota, seguono i vari Spallet- lui esulta Anche il confronto a distanza di ieri, come la
spera sia uno scrupolo inutile, Fortemente Mou Le porte per co scoperto. Ecco perché ieri, ti, Jorge Jesus (Benfica) e Gre- Balotelli, 11 gol finale di Coppa Italia, ha dimostrato che
ma è proprio nel vangelo del Mourinho restano aperte, anzi in parallelo con il silenzio del gorio Manzano (Maiorca). An- stagionali l’Inter (a tratti travolgente) sta molto meglio.
suo tecnico fare sempre tutto, di più: spalancate. L’Inter ha portoghese («Quando tornerò che se a Palazzo Saras non è Può attutire con disinvoltura qualsiasi
e al momento giusto, per non fatto e farà di tutto perché a parlare? Mai», ha sibilato la- ancora del tutto tramontata assenza (Lucio, Sneijder), forte di un organico
farsi mai trovare impreparati. Mourinho decida di rispettare sciando lo stadio), anche Mo- una tentazione che saprebbe che si è confermato il più forte del
Dunque la società capisce l’ap- il suo contratto, che potrà esse- ratti, per la prima volta, ha so- molto anche di «scelta poli- campionato. Se vince le prossime due partite,
proccio della squadra, quello re anche allungato e/o rinno- stituito l’ottimismo dei giorni tica»: trovare un ruolo Mou si mette in tasca l’Italia e l’Europa. Ma il
spiegato ieri da Cambiasso: vato. Però continuare a profes- precedenti con frasi generi- importante per Zde- solo fatto che la Roma, all’ultima giornata, sia
«Ma come si fa, con questo pre- sare sicurezza sulla sua perma- che: «Il futuro di Mourinho? nek Zeman, non ancora in grado di strappare lo scudetto ai
sente che ci attende, a pensare nenza quando il portoghese Abbiamo due partite molto im- escludendo quello di più forti, basta a raccontare i meriti immensi
a quello che succederà doma- ha preferito invece, e più di portanti — ha detto il presi- guida tecnica. della squadra e di chi la guida.

L’Inter è favorita, ma l’ultimo atto non è


IL ROMENO HA OSPITATO IL PERSONALE DELL’OSPEDALE DOVE È STATO OPERATO ALLA TESTA così scontato. L’orgoglioso Siena, già
spacciato, ieri ha fatto un punto a
Firenze. Domenica se la giocherà,
Chivu invita da Verona 30 tifosi speciali probabilmente più di quanto abbia
fatto il Chievo sul 4-3 e più del
Cagliari di Jeda. Il fascino di
tore di calcio, ma anche grazie San Siro quei suoi trenta tifosi Chievo non molla: ha lottato e questo torneo è anche la sua
Pellissier «Inter a loro aveva già abbandonato il molto speciali. E, anche se è ri- lotterà fino alla fine. Anche con- libertà: libere Samp e Palermo,
devastante». timore di non poterlo essere
mai più: «Mi piacerebbe che
masto in panchina, è stato il
grazie che desiderava.
tro la Roma. Abbiamo tanta
gente fuori, spero di recupera-
rampanti, di giocarsi la
Champions, mentre le nobili
Di Carlo «Noi così tutti quelli che mi hanno opera- re Yepes». Si associa Sergio Pel- Milan e Juve perdevano ancora,
to e si sono presi cura di me in Realismo Chievo Realista Mim- lissier: «L’Inter è devastante, afflitte senza sconti dai propri
pure con la Roma» ospedale, a Verona, potessero mo Di Carlo: «Abbiamo cercato la più forte in Italia. Ci abbia- limiti. Il campionato, che ci ha
venire a vedere Inter-Chievo». di contenere l’Inter, quando mo provato quando hanno un raccontato una storia sportiva
5 RIPRODUZIONE RISERVATA Detto e fatto: cinque mesi dopo vanno in avanti sono impressio- po’ mollato sul 4-1, ma se non splendida, merita un epilogo
quel Chievo-Inter, lo scontro nanti. Trovato subito il pareg- ci è riuscito il Barcellona, per- all’altezza, limpido e sereno. Chi
MILANO dCristian Chivu l’aveva terribile con Pellissier, l’opera- gio, hanno cominciato ad acce- ché stupirsi se il Chievo non ha ha intenzione di intossicare
promesso quando non era an- zione alla testa e la grande pau- lerare. Sono straordinari e Mili- fatto risultato a San Siro?». l’ultima settimana con sospetti e
cora tornato ad essere un gioca- ra, Chivu ha potuto ospitare a to ha fatto un gran gol, ma il lu.tai. veleni, eviti, se ci riesce.

Nuovi TV LED 3D Samsung.

Emozioni in una
nuova dimensione.
Con i nuovi TV 3D LED Samsung ogni spettacolo è pura emozione. Vivi l’esperienza tridimensionale
più completa, realistica e coinvolgente, con il lettore Blu-ray 3D e gli occhialini dedicati.
E grazie alla conversione in tempo reale, puoi vedere in 3D qualunque trasmissione TV, evento sportivo,
film in Blu-ray o videogioco. Entra in una nuova dimensione.

Per la visione in 3D è necessario utilizzare gli occhialini 3D attivi e il lettore Blu-ray 3D.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
7

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
8
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


RUGGIERO PALOMBO

2
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
LA MOVIOLA
di Francesco Ceniti
ROMA dTotti-day doveva esse-
re e Totti-day è stato. Con i pic-
Tre rigori non dati coli Cristian e Chanel a festeg-
giarlo in campo insieme ai figli
Ok quello che porta dei suoi compagni (la vera sce-
al 2-1 della Roma na da incorniciare del pomerig-
gio romano), con la moglie
Ilary, amici e parenti a celebrar-
Bergonzi concede un rigore,
lo in tribuna (con annesso stri-
ne poteva dare altri tre. Ok
scione «Totti non si discute si
quello che regala la vittoria
ama»), con mezzo stadio inclu-
alla Roma: Biondini ha il
so l’intero ufficio stampa giallo-
braccio largo sul cross di Riise
rosso a indossare la leggenda-
e la distanza non è
ravvicinata. Nel primo tempo
ria maglia numero 10, e infine
da punire anche il gomito di
con il Cagliari assai impegnato
Canini che da terra ostacola
a non rovinare il tutto. Missio-

Qui Roma
De Rossi. Altro rigore non dato
ne compiuta, anche se per 49
ai giallorossi per la netta
minuti l’Inter è stata campione
trattenuta di Astori su
d’Italia. La vittoria sui sardi è
Burdisso sull’1-1. Ma anche il arrivata grazie alla doppietta
Cagliari può recriminare: sullo del capitano al termine della so-
0-0 Juan affossa Nainggolan, lita rimonta (nona in campio-
la palla poi va a Jeda che nato, quattordicesima stagio-
sbaglia, ma non si può parlare nale) provocata dall’imprevi-
di vantaggio concesso. sto di una punizione di Lazzari,
quando alla fine mancavano
venti minuti. Balotelli e il picco-
lo scempio di Coppa Italia?

Dal calcione ai gol


Cancellati, dimenticati, rimos-
GLI OSPITI si. Ce ne fosse stato bisogno,
Roma ha ribadito da che parte
Melis: «Due palle sta. E quella parte si chiama
Totti.
per il raddoppio»

La resistenza di Totti
ROMA Giorgio Melis, tecnico La chiave Volendo guardare
del Cagliari, giura di averci dentro a una partita che la Ro-
provato. «Abbiamo tenuto ma ha faticato a vincere solo
testa a una Roma stanca ma per via del numero di legni col-
ricca di talento. Dopo l’1-0, piti (tre, due Totti e uno Mot-
abbiamo avuto due chance per ta) e per le troppe occasioni
raddoppiare, poi ci ha pensato
Totti». Lazzari, il guastafeste
buttate al vento, la chiave è rac-
chiusa nel cambio che Ranieri Il Cagliari già in vacanza va in vantaggio, poi si scatena il capitano;
con la punizione gol: «Sono ha proposto dopo un’ora: fuori
rimasto sorpreso anch’io...». Toni, a conferma che la convi-
venza con Totti è impossibile,
segna una doppietta e mantiene i giallorossi in corsa per il titolo

LE PAGELLE di MASSIMO CECCHINI

ROMA RIISE LOTTATORE, TONI SPENTO CAGLIARI JEDA SBAGLIA UN GOL INCREDIBILE
h7 h 6,5
6
Applausi alla
R 6,5
L’ALLENATORE
Ranieri
Gestendo poche energie, sceglie
IL MIGLIORE
Totti
Doveva essere il suo giorno e così è
5
Una partita
S 5,5
L’ALLENATORE
Melis
La squadra si mostra ordinata,
IL MIGLIORE
Lazzari
Non è una partita da Pallone d’Oro,
forza di interpretata
volontà, ma la il rombo a specchio e fa i cambi stato. Sbaglia tanto, colpisce due pali con intensità anche se sceglie di non ripartire ma il bel gol su punizione e l’accenno
benzina giusti. Occhio Roma: ha sempre e segna due gol. È a quota 192 gol in balneare: quasi mai. E la volontà? Urge di voglia prodotto nello scorcio di
sembra finita. più uno stile da Nazionale A: la rincorsa a Baggio è lanciata. italian style tutta la filmografia sui gladiatori match, di questi tempi, lo santificano.

6 6 6 6 6,5 6,5 6 5 5 5 5,5 5


Julio Sergio Motta Burdisso Juan Riise Perrotta Marchetti Dessena Canini Astori Agostini Biondini
Se i suoi L’esterno Sapendo che si Vedi accanto, Convinto di In una partita Buoni interventi Dal suo lato Sopresa: in Discorso Motta e Davanti ha un
avessero perfetto per doveva più con il solito essere in da belle ma di stampo arremba Riise e mezzo all’area analogo a Perrotta lo De Rossi con la
energia, una partita da attaccare che pizzico di Premier attacca statuine è fra i «sindacale». si sposta sia Totti che quello fatto per aggrediscono grinta dei giorni
sarebbe giorno tre punti «a difendere, in un eleganza. con un’ansia da pochi che prova Esce spesso Menez. Toni possono il compagno di con furia e migliori, si
da prescindere». paio di Certo, l’entrata forsennato, inserimenti per all’intervallo per Li soffre muoversi con reparto. C’è da Nainggolan lo limita a gestire
abbronzatura. Spinge, sbaglia circostanze si su Nainggolan colpisce un dare un senso un problema entrambi, senza relativa facilità. dire comunque aiuta a il traffico dal
Invece gli tocca qualche cross, distrae un po’, nella ripresa legno in tandem alla pressione all’inguine. che decida mai Le ganasce che il filtro corrente suo lato e, per
pure subire un colpisce un ma ha scelto il sarebbe da con Totti e si giallorossa, Comprensibile. di lasciare il giuste stavolta davanti alla alternata. Il colmo di
gol su punizione palo ed esce giorno giusto: calcio da rigore, procura il mani cercando poi di Con la forte per evidentemente coppia centrale finale, contro sfortuna,
e parare su solo perché le punte del però stavolta da rigore. non allungare Nazionale alle proporsi in sono state è ai minimi, Taddei e Cerci, incappa nel
Matri. Vatti a occorre Cagliari non chi vuoi che Ammonito, sarà troppo la porte meglio avanti, ma è lasciate in perciò la colpa è un po’ più «mani» del
fidare... un’altra punta. infieriscono. protesti... squalificato. squadra. non rischiare chiedere troppo Sardegna è condivisa complicato rigore decisivo

6 6 6 5 s.v. 6,5 5,5 5,5 6 5 5,5 6,5


Pizarro De Rossi Menez Toni Cerci Taddei Conti Nainggolan Cossu Jeda Matri Lupatelli
Il ginocchio Qualsiasi film A questi ritmi le Volontà da Entra per Entra per Toni, Punzecchiato Mossa a Ha piedi Si vede che non Visto che Portiere di
cigola e il suo abbia proposto sue ventenne, Motta e si allarga il gioco e da fischi sorpresa (!) di sapienti e ha frequentato Burdisso e Juan riserva
raggio d’azione la videoteca accelerazioni ruggini da prende le sue la Roma se ne ingenerosi per Melis-Festa per mosse l’Actor’s Studio, sono distratti, dell’ultimo
è limitato, ma Ranieri, la grinta scuotono dal «come briciole di giova. il suo gol la mediana, intelligenti, perché il gol sembra scudetto
trova una è sempre da torpore. Ha eravamo». gloria Nell’assalto dell’andata, dimostra una capisce però che sbaglia a combattuto fra giallorosso,
libertà gladiatore. voglia di fare e Canini e Astori accelerando al finale scala in gestisce la generosità pari che non è un due passi dalla la voglia di entra per
d’impostazione Biondini non lo per questo (al non ringhiano momento retroguardia palla a ritmi di al tasso di pomeriggio da porta è così segnare e Marchetti e
inusitata: Cossu inquieta e solito) esagera, affatto, ma non giusto e con l’entusiasmo valzer, senza confusione. C’è affondi o buffo da far quella di non pare quasi
prima e Lazzari reclama, a ma è vivo anche ne approfitta e il impegnando di un Primavera. mai seguire il un rigore ai bunker, così si malinconia. essere troppo voler affossare
poi decidono di ragione, anche perché nessuno tandem con Lupatelli con un Se sarà l’ultima trequartista di suoi danni, ma tiene a distanza Esce subito cattivo: i sogni di Totti &
stargli sempre un rigore per lo bracca. Totti pare ormai tiro dal limite all’Olimpico, turno che non è giorno di dal dirimpettaio (Nené 6 l’incertezza lo Co. ma il finale
alla larga. «affondamento». (Baptista s.v.) difficile. dell’area. chapeau. s’infila in area recriminazioni Pizarro Almeno si batte) penalizza recita altro

TERNA ARBITRALE: BERGONZI 5 La partita ha ritmi estivi e ansie da scudetto. La moviola racconta di 4 possibili rigori (3-1 per la Roma): ne fischia solo uno. Il resto è facile. Giachero 6; Comito 6

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
9

w ROMA CAGLIARI
I NUMERI 2 1
192le reti in
Serie A di Totti,
che raggiunge e
supera Hamrin,
a quota 191,
Prossimo GIUDIZIO 77
obiettivo Baggio, MARCATORI Lazzari (C) al 28’, Totti (R) al 34’ e al 38’ s.t. (su rigore)
con 205 gol. (4-3-1-2) (4-3-1-2)
Julio Sergio; Motta (Cerci dal 32’ s.t.), Marchetti (Lupatelli dal 1’ s.t.);
Burdisso, Juan, Riise; Perrotta, Dessena, Canini, Astori, Agostini;

Francesco
6
le vittorie
Pizarro, De Rossi; Menez (Baptista dal
35’ s.t.); Toni (Taddei dal 14’ s.t.), Totti.
PANCHINA Lobont, Tonetto, Mexes,
Brighi.
Biondini, Conti, Nainggolan; Cossu
(Lazzari dall’8’ s.t.); Jeda (Nené dal 16’
s.t.), Matri.
PANCHINA Ariaudo, Marzoratti,
Totti, casalinghe Larrivey, Ragatzu.
ALLENATORE Ranieri.
33 anni, consecutive ESPULSI nessuno
ALLENATORE Melis.
festeggia della Roma ESPULSI nessuno
AMMONITI Pizarro e Riise per gioco
il secondo contro il scorretto. AMMONITI Nainggolan e Nenè per
gol AP Cagliari, dopo il gioco scorretto, Matri per proteste.
2-2 del 31
ARBITRO Bergonzi di Genova.
ottobre 1999.
NOTE paganti 25.837, incasso di 708.387 euro. Abbonati 24.454, quota
di 457.894 euro. In fuorigioco 2-1. Angoli 9-0. Recuperi: 2’ p.t.; 3’ s.t.
entrambi troppo statici, e den- Roma prodiga Dodici al netto vrà scendere in campo un’altra

2-1
tro Taddei, col passaggio dal dei gol. Troppa grazia per una Roma (senza Riise squalifica- POSSESSO PALLA CONTRASTI VINTI
4-3-1-2 al 4-2-3-1 e il brasilia- squadra che si è messa a fare to).
no che sarebbe poi finito terzi- sul serio solo sullo 0-1, trovan-
no al posto di Motta, sostituito do autostrade nella pur affolla- Cagliari di più A un certo punto il punteggio ROMA 54% CAGLIARI 46% ROMA 5 CAGLIARI 19
sull’1-1 da Cerci per tenere la ta area del Cagliari. Dieci minu- la Roma s’era messa a fare tale finale delle TIRI IN PORTA TIRI FUORI
squadra ancora più alta. Modi ti in tutto dal gol di Lazzari al- e tanto calcio camminato che il ultime 5 gare della
per restituire a Totti il ruolo di l’aggancio di Totti con un dia- Cagliari, quasi per forza d’iner- Roma: ha battuto
IIIIIIIIIIIIII II IIIIIIIIII III
ROMA 14 (3 PALI) CAGLIARI 2 ROMA 10 CAGLIARI 3
centravanti, l’unico ormai che gonale, al sorpasso dal dischet- zia, è arrivato diverse volte al Atalanta, Lazio,
è in grado di recitare, e per assi- to, provvidenziale la mano di cospetto di Julio Sergio. Memo- Parma e Cagliari e MOMENTI CHIAVE
curare a Menez (assente Vuci- Biondini sul cross di Riise. An- rabile quella sullo 0-0 in cui un ha perso con la PRIMO TEMPO 0-0 SECONDO TEMPO 2-1
nic) qualche alternativa nella che per l’arbitro Bergonzi, che imbarazzatissimo Jeda ha poi Sampdoria 5’ Totti riceve palla da Perrotta, destro dal 15’ Jeda sbaglia da due passi.
corsa, specialità cui la casa sem- qualche rigore se lo è perso per messo a lato l’assist di Lazzari. limite e palo. 25’ Tira Riise, deviazione Totti, traversa.
brava ieri avere abdicato. Qua- strada, una sorta di liberazio- Che, subentrato a Cossu, si sa- 42’ Gran tiro di Motta da fuori area, che c GOL! 28’ Punizione di Lazzari da 20 metri.
si che la vittoria dovesse co- ne. Campionato dunque anco- rebbe reso artefice della puni- colpisce il palo.
c GOL! 34’ Diagonale di Totti dalla destra.
munque arrivare per un dise- ra in bilico, ma è chiaro che per zione dello 0-1. Il modo giusto 44’ Punizione laterale, testa di Toni, Perrotta c GOL! 38’ Mani di Biondini. Totti trasforma
gno superiore. Cosa peraltro sognare l’impresa last minute per risvegliare Totti e procede- fa gol ma è in fuorigioco. il rigore.
puntualmente verificatasi. contro il Chievo, a Verona do- re verso l’annunciato lieto fine.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
10
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37ª GIORNATA


TIFOSA SPECIALE
In tribuna pure
lo striscione
della moglie

P
L’ALTRA METÀ DELLA COPPIA TUTTI CON TOTTI
Ilary Blasi, 29 anni, non fa mancare il supporto a suo marito Francesco, L’Olimpico al completo si è schierato in favore
nel mirino dopo i fattacci della finale di Coppa Italia. E come tanti tifosi giallorossi, dell’attaccante. Tra gli altri striscioni, oltre a questo, «Totti
anche la showgirl mostra con orgoglio il suo striscione per il capitano GMT per mille anni» e «Sempre e comunque grazie capitano» ANSA

Tutti al Francesco day ALESSANDRO CATAPANO 1o col tutore. Totti uno di questa gente che mi è stata vi-

L’Olimpico, 5 RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA dGuardatelo. Mentre


aiuta Cristian a fare pipì, pa-
zienza se a bordo campo,
noi», dice un cartello. E c’è,
purtroppo, pure chi è ancora
arrabbiato, quelli per esem-
pio che hanno una maglietta
con una scritta agghiacciante:
cina. A voi e a tutti coloro che
vivono per la Roma dico solo
una cosa: crediamoci fino alla
fine. Noi ci proviamo».

Ilary, i bimbi quando scappa scappa. Del re-


sto, lo dice anche il proverbio:
la pipì dei bambini è acqua
santa. Osservatelo. Mentre
prende in braccio Chanel in
«10, 100, 1000 Balotelli».

Dimmi che credi Una presta-


zione un po’ così, due gol
pesanti come pietre (13o e
Non succede, ma se... Perché
nel giorno dell’orgoglio tottia-
no incidentalmente si giocava
contro il Cagliari. Pareva una
formalità, anche per la corte-

«Che festa, lacrime e la porta lontano


dal corteo. Guardatelo be-
ne, il Totti papà. È la stes-
sa persona che quattro
giorni prima ha rincor-
14o in campionato), il giro
d’onore, l’abbraccio con la
Sud. La capacità ancora di
stupirsi per tanto amore.
«Oggi l’Olimpico era ma-
sia degli ospiti, e invece è stata
una sofferenza. La Roma resta
incollata all’Inter, programma
la trasferta a Verona (con die-
cimila tifosi al seguito) e spera

io ci credo» so e scalciato un avver-


sario proprio lì dove
ora dispensa cocco-
le e sorrisi. Non
era un mostro pri-
gnifico — racconta in sera-
ta dal suo blog —, mi ha
dato tanto affetto in un
momento difficile. Grazie
di cuore a tutti coloro che
in un evento eccezionale a Sie-
na, che sia calcistico o atmosfe-
rico. «Ci vorrebbe un miraco-
lo, mi dicono di crederci. Fieri
di avergli dato noia fino all’ul-
Striscioni e numeri 10: Totti sfila ma, non è un santo oggi. Sem-
plicemente, Francesco Totti è
indossavano la mia ma-
glia, che è anche la vostra.
tima giornata», dice Pizarro.
Comunque vada, «Grazie cam-
un uomo, e come tutti con le Sono i nostri colori, il nostro pioni». Stava scritto in tribuna
e fa fare anche la pipì a Cristian sue debolezze, le sue zone
d’ombra.
orgoglio. I miei gol sono per Tevere.

p
Amore, orgoglio, rabbia Le ca-
rezze del Totti papà, più dei
gol, degli striscioni, delle ma-
la foto
gliette, sono la risposta miglio-
re ai calcioni del Totti arrab-
biato. La città si è costituita
parte civile in una specie di
class action contro i suoi de-
trattori. Tutti i 50mila del-
l’Olimpico chiamati a testimo-
niare. C’è chi indossa la ma-
P glia numero 10 di questa sta-
Cristian ha un gione, chi dei campionati pre-
bisogno e papà cedenti (Ilary ne porta una edi-
Totti non si tira
indietro: aiuta il
primogenito, 4 zione 2006-07). C’è chi punta E a Torino spunta Tanti l’hanno criticato,
anni e mezzo, a sull’amore («Roma ti ama, qualcuno l’appoggia: a Torino
fare pipì. Accanto, l’Italia ti invidia», si legge in un omaggio i tifosi della Juve hanno reso
Totti con Cristian Sud), sull’orgoglio («Roma è al giallorosso omaggio a Totti con uno
e la figlia Chanel, fiera di te», in Tevere), sull’iro- striscione per il calcione a
3 TEDESCHI nia: «Mejo 2o con il cuore che Balotelli in Coppa Italia.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
11

SERIE A 37a GIORNATA


La Sensi a Mou: «Torno nella culla d’oro»
E Ranieri: «S’informi meglio sul mio addio al Chelsea, ma sembriamo due galletti». E non chiude alla Nazionale

x
STEFANO BOLDRINI detto delle cose e ne sono state giocarci il campionato fino al- ho un progetto Roma. Dovre-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA LA FRASE DI MOURINHO riportate altre. Non mi sembra l’ultimo contro un’Inter strato- mo incontrarci con la presiden-
SULLA SENSI PRIMA corretto. Finisco qui perché sferica. La Roma ha fatto un tessa Sensi e parlare dei pro-
ROMAdRicchi e poveri. C’è chi, DELLA FINALE DI C. ITALIA non mi vedo proprio a fare l’av- campionato quasi perfetto, ora grammi perché il prossimo cam-
come la presidentessa Rosella vocato difensore di Mourinho». stiamo raschiando il barile, ma pionato per la Roma sarà molto
Sensi, lascia l’Olimpico rispon- Si può essere donna, non ci arrendiamo»). Celebra difficile». Traduzione: ora sono
dendo a Mourinho: «Torno nel- dottoressa, Il passato Nella domenica dei Totti («gli avevo detto che la ri- qui e attendo gli eventi, ma alla
la mia culla d’oro». E c’è invece ringraziamenti, con un campio- sposta migliore era quella del Nazionale lascio una porta
chi, come Claudio Ranieri, dice presidentessa, si può nato ancora aperto, Rosella campo»). Ringrazia il pubblico aperta. E questo potrebbe esse-
«sono nato a Testaccio-San Sa- essere nate in una culla Sensi difende Totti («ha sbaglia- («mi sono emozionato andan- re un bel guaio per la Roma: se
ba e per questo, se voglio, pos- d’oro, ma se oggi noi to e si è scusato, ma in campo si do sotto la Sud»). E riserva i col- va via Ranieri, che cosa acca-
so essere molto cattivo. Ma io siamo dove siamo, possono dire cose ben più pe- pi migliori per il futuro. drà? Quasi sicuramente andrà
rispetto le persone e credo che santi di un calcione») e dà un via Toni. Rummenigge ha detto
nel calcio i protagonisti debba- non dico che meritiamo bel voto a tutti («Ranieri e la Ma Ranieri resta? Il dubbio è le- che in Germania «non torna
no essere i giocatori». C’è anche rispetto: dico che squadra sono stati fantastici»). cito: dalla federazione potreb- più», ma anche la Roma non
il convitato di pietra, Josè Mou- esigiamo rispetto Ranieri omaggia la truppa be arrivare la proposta per gui- sembra intenzionata ad acqui-
rinho, che non è presente al- Rosella Sensi, 38 anni IMAGE SPORT («dobbiamo essere contenti di dare l’Italia. «La Nazionale? Io starlo. O lui, o Totti.
l’Olimpico, ma è come se ci fos-
se.

Toh, difende Josè Ranieri dà


un’altra lezione di stile. Accade
MOD. D G 2 075 0 3 4 / 1 3 D O LC E GA B BAN A . IT

quando parla di fronte alle tele-


camere di Sky. Prima risponde
ironico alla domanda su quale
film mostrerà alla Roma la pros-
sima volta («Paperino») — ed è
un messaggio per Mourinho
che aveva aperto il fronte cine-
matografico —, poi si fa serio
quando gli viene chiesto se le
dichiarazioni rilasciate sabato
dal tecnico portoghese («l’han-
no mandato via dal Chelsea per-
ché serviva un vincente») lo ab-
biano infastidito: «Mourinho
dovrebbe informarsi meglio,
ma basta con questa polemica,
sembriamo due galletti». Alla fi-
ne, prende addirittura le parti
dell’avversario: «Mourinho ha

DOPO INTER-ROMA
«Nostro figlio
picchiato
dalla polizia»
ROMA «Gli manca un dente, ha
uno spacco in testa, un
ematoma sul fianco e
un’impronta di stivale sulla tuta
all’altezza del petto. Potevano
benissimo fermarlo e chiedergli
che stai facendo qua, mi dai i
documenti». Fanno il giro delle
televisioni le immagini del
pestaggio di Stefano Gugliotta
da parte di alcuni poliziotti la
sera del 5 maggio (dopo la
finale di coppa Italia tra Inter e
Roma) in via Pinturicchio a
Roma. È il padre Mario a
raccontare quello che è
successo al figlio di 25 anni
quella sera. Le immagini
trasmesse in televisione già
avevano fatto il giro del web sin
da venerdì. Erano stati alcuni
vicini ad affacciarsi al balcone e
filmare il pestaggio: due i filmati
che il legale del giovane oggi
porterà al Tribunale del riesame
per chiedere la scarcerazione
del ragazzo dopo che sabato
era stato comunque
confermato il fermo da parte
del gip. Nel primo filmato si
vede un poliziotto che si
avvicina al ragazzo in motorino
e poi l’arrivo di altri agenti che
cominciano a colpirlo a un suo
accenno di reazione. Il secondo
è più drammatico, si sentono le
urla delle persone affacciate ai
balconi che chiedono di
smetterla. Un testimone
racconta: «È il poliziotto che si
è avvicinato a lui e ha
cominciato a menarlo. E poi
sono arrivati altri poliziotti a
menare questo ragazzo e
questo ragazzo inerme con il
motorino in mano che non
sapeva più cosa fare».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
12
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA

Milan già in vacanza


Finisce k.o.
con il Genoa
ma assicura
la Champions
In un ambiente surreale
per la mancanza di pubblico
decide Sculli, favorito
da una disattenzione
difensiva dei rossoneri

La delusione di Borriello dopo aver fallito l’1-1

DAL NOSTRO INVIATO


ANDREA SCHIANCHI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
a San Siro contro la Juventus,
come se fosse una finale: buon
per loro, invece, che gli scontri
diretti con la Samp sono favo-
x in perfetto stile-ultrà, hanno
pensato bene di mettersi in mo-
stra facendo scoppiare petar-
di, petardoni e altre amenità.
lan vanno in tilt. Il gol di Sculli,
su azione di calcio d’angolo, è
la testimonianza della disatten-
zione dei rossoneri: come si fa
x ca alto e Borriello ciabatta ma-
le proprio all’ultimo secondo.
Giornataccia, se non ci fosse il
gol di Miccoli a spalancare le
GENOVA d«E’ finita! Siamo in revoli e, anche in caso di arrivo HA Nella ripresa, per fortuna, qual- a lasciare libero in area di rigo- HA porte della Champions Lea-
Champions!». Adriano Gallia- a pari punti, il terzo posto è DETTO cosa di più da segnalare, so- re un avversario tanto pericolo- DETTO gue. E adesso, con i soldini (an-
ni stringe i pugni ed esulta. Ma blindato. E’ soltanto la mate- prattutto grazie alla mossa tat- so? E come si fa, Leonardo, a zi: i soldoni) dell’Uefa in cassa-
non per il risultato del Milan: matica, tuttavia, a far sorride- tica di Gasperini che, passan- ordinare la sostituzione di Gat- forte, Galliani dovrà organizza-
sono le notizie che arrivano da re il Milan, perché di bello la do alla difesa a quattro, libera tuso con Seedorf proprio nel re il mercato per la prossima
Palermo a farlo gioire, è il pa- squadra di Leonardo combina le corsie esterne per le volate momento in cui si deve calcia- stagione. Innanzitutto c’è da
reggio tra i siciliani e la Samp- ben poco. di Sculli e Fatic, e sfrutta la fan- re il pallone dalla bandierina? decidere chi siederà in panchi-
doria a regalare al Milan la cer- tasia di Palacio alle spalle di Ac- Sono, questi, gli attimi in cui na: Van Basten, Filippo Galli o
tezza del terzo posto e quindi La chiave Sarà colpa dello sta- quafresca. Il Milan prosegue la un piccolo dettaglio può fare Allegri? A Berlusconi l’ultima
l’accesso diretto all’Europa dei dio vuoto, di un ambiente sur- V scena muta: gli unici tentativi la differenza: i cambi si effet- V parola, anche se si sa che il suo
Grandi. L’eroe della strana reale in cui giocare una partita Sculli sono di Borriello (tiro respinto tuano quando si è in possesso Abate preferito è Van Basten, ma
giornata rossonera non è Bor- di pallone, o forse delle ener- Una grande da Amelia al 4’, e rovesciata de- di palla. Era la prima l’olandese pretende garanzie.
riello, né Pato, e neanche Ro- gie che a fine stagione comin- vittoria per il viata dal portiere al 9’), e poi volta che In pratica, non ci sta a guidare
naldinho, bensì Fabrizio Mic- ciano a venire meno, fatto sta Genoa, ma ha c’è il buio. Milan spento Forte del vantag- giocavo senza un Milan di basso profilo. Ora,
coli, autore del gol dell’1-1 con- che l’estetica è la grande scon- perso lo sport: i gio e dell’ingresso di Suazo per pubblico. Ho dopo aver sistemato la pratica
tro i blucerchiati. Già, perché fitta della giornata. Nel primo nostri tifosi Genoa sprint E’ nella parte cen- Acquafresca, i genoani assalta- provato una sportiva, si apre quella «politi-
se i Leonardo Boys avessero do- tempo, un solo tiro in porta (si- dovevano trale della ripresa il momento no a folate il fortino. E vanno sensazione ca»: dove andare? Fare nuovi
vuto basarsi soltanto sulle loro nistro di Borriello) e un gol an- essere con noi clou della partita. Il Genoa vicinissimo al raddoppio sem- surreale investimenti o navigare a vista
forze, adesso starebbero a nullato a Pato per un fuorigio- spinge, e bene, raddoppiando pre con Sculli. Il Milan, che per- come in questa stagione? Le ri-
piangere per l’ennesima scon- co millimetrico. Gli unici sus- spesso le sgroppate delle ali de Flamini per doppia ammoni- sposte arriveranno nei prossi-
fitta (la terza nelle ultime quat- sulti arrivano dai botti che pro- con gli inserimenti di Mesto a zione (ma già il primo fallo era mi giorni direttamente dalla Fi-
tro partite) e dovrebbero pre- vengono da fuori, dove i tifosi destra e Criscito a sinistra. Il da rosso...), produce due occa- ninvest, sempre più attenta al-
parare l’ultima di campionato, del Genoa si sono radunati e, centrocampo e la difesa del Mi- sioni da gol: Huntelaar inzuc- la faccende di casa Milan.

LE PAGELLE di A.S.

GENOA 7 MESTO 6 Si sacrifica soprattutto


nel lavoro di copertura, dando una
ACQUAFRESCA 5,5 Solto una
bella cosa: discesa e tiro in corsa
MILAN 5 FLAMINI 5 L’arbitro lo grazia,
perché era già da espulsione il
HUNTELAAR 5 Si divora il gol del
pareggio, tutto solo davanti ad
AMELIA 7 Si oppone due volte alle mano ai compagni per cercare di che si stampa sulla traversa: DIDA 6,5 Sul gol nulla da fare. primo fallo. Lui, solo ammonito, Amelia. Più facile buttarlo dentro,
conclusioni di Borriello salvando la limitare il raggio d’azione di troppo poco per uno come lui. Attento su un’altra incursione di non si redime: altra randellata e quel pallone, che mandarlo alto.
propria porta. Sempre attento Ronaldinho. Attento a non farsi Sculli. questa volta il rosso è stato
SUAZO 6 Vola in contropiede, ma
h 6,5 BORRIELLO
nelle uscite. superare. inevitabile. IL MIGLIORE
non trova mai il momento buono ABATE 5,5 Balbetta in difesa. In
PAPASTHATOPOULOS 5,5 ZAPATER 6 Fa partire la manovra per affondare il Milan. Ci prova dal avanti, si fa vedere per un solo PIRLO 5,5 Poco lucido in fase
Incerto nelle chiusure e genoana e dimostra di avere le limite dell’area e il tiro viene cross decente. d’impostazione. E troppo
nell’impostazione. deviato. macchinoso. E’ vero che sbaglia il gol dell’1-1,
idee chiare. THIAGO SILVA 6,5 Tiene su la proprio alla fine, ma prima fa un
baracca rossonera andando a GATTUSO 6 Corre parecchio, fa
h
FATIC 6,5 Entra a inizio ripresa e JURIC 6 Un motorino sempre IL MIGLIORE lavoro incredibile ed è l’unico a
dà vivacità alla manovra. 7 tappare buchi che si aprono a pressing, lotta: si guadagna il rendersi davvero pericoloso con
acceso. Copre, aiuta, tampona, SCULLI destra e a sinistra.
Praticamente fa l’ala sinistra e pane. giocate di classe.
spinge.
mette in crisi Abate. La zuccata in completa solitudine FAVALLI 6,5 Gioca d’esperienza SEEDORF 5 Entra e il Milan becca
BOCCHETTI 6 Attento a dirigere il TOMOVIC 5,5 Prima a sinistra e davanti a Dida vale la vittoria. su Acquafresca, cercando il gol. Non riesce mai a cambiare RONALDINHO 5,5 Una sola
traffico, là dietro. Quando serve, poi a destra: non convince del A questa prodezza aggiunge tanto l’anticipo. marcia. Troppo lezioso e poco invenzione, per Borriello, oltre il
usa anche i muscoli contro tutto. sacrificio in copertura e tante incisivo. 90’. Da uno come lui si pretende di
ANTONINI 5,5 Spinge poco e non
Borriello. volate. più.
PALACIO 6,5 Da ala destra tiene duetta, come al solito, con Dinho PATO 6 Torna in campo dopo
in ansia Antonini. Poi, dietro la sulla fascia. quaranta giorni. Segna un gol che All. LEONARDO 5 Sbaglia a fare la
CRISCITO 6,5 Elegante e preciso All. GASPERINI 7 Azzecca la
sia quando fa il centrale (nel primo prima punta, fa valere tecnica e mossa nell’intervallo: difesa a 4, ZAMBROTTA 6 Entra nel finale, si viene annullato per un millimetrico sostituzione Gattuso-Seedorf in
tempo) sia quando si sposta sulla sapienza di palleggio. corsie laterali protette e il Milan va sbatte parecchio, ma senza fuorigioco, piazza due dei suoi occasione di un calcio d’angolo
fascia sinistra. (Palladino s.v.) in affanno. fortuna. scatti micidiali. per gli avversari.

TERNA ARBITRALE: DAMATO 6,5 Un solo dubbio: Flamini era da espellere al primo fallo. Per il resto, buona direzione. Dobosz 6,5; Passeri 6,5

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
13

w
Leo: «Raggiunto
a: è terzo I NUMERI

i k.o. esterni
3 il nostro obiettivo»
consecutivi per
GENOA MILAN il Milan; l’ultima
Il tecnico rossonero: «Peccato, nel momento
GIUDIZIO 77
1 0 volta in
campionato era
stato tra
novembre e
decisivo infortuni e squalifiche ci hanno frenato»
MARCATORE Sculli (G) al 12’ s.t. dicembre 2005 DAL NOSTRO INVIATO
G.B. OLIVERO Leonardo
(3-4-3) (4-3-3) 5 RIPRODUZIONE RISERVATA ha portato

2
Amelia; Papasthatopoulos (Fatic dal 1’ Dida; Abate, Thiago Silva, Favalli, il Milan al
s.t.), Bocchetti, Criscito; Mesto, Antonini (Zambrotta dal 29’ s.t.); GENOVA dAdesso, magari, sem- terzo posto
Zapater, Juric, Tomovic; Palacio Flamini, Pirlo, Gattuso (Seedorf dal 12’
s.t.); Pato (Huntelaar dal
bra un traguardo di consola- PEGASO
(Palladino dal 44’ s.t.), Acquafresca
(Suazo dal 20’ s.t.), Sculli. 20’ s.t.), Borriello, Ronaldinho. le vittorie di zione. In realtà l’estate scorsa
PANCHINA Abbiati, Bonera,
fila del Genoa a Adriano Galliani aveva indica-
PANCHINA Scarpi, Gucher, Aleksic,
Milanetto. Jankulovski, Inzaghi. Marassi contro il to chiaramente il principale
ALLENATORE Leonardo.
Milan: il 14 obiettivo del Milan: terzo po-
ALLENATORE Gasperini squalificato settembre 2008 sto, ossia la qualificazione di-
(in panchina Chiappino). ESPULSO Flamini al 40’ s.t. per
doppia ammonizione.
era finita 2-0 retta alla Champions League.
ESPULSI nessuno. AMMONITI con reti di Sculli Leonardo ha compiuto la mis-
Bocchetti per gioco scorretto. AMMONITI Gattuso per g.s.
e Milito su rigore sione e ha portato la squadra lì
ARBITRO Damato di Barletta dove gli era stato chiesto. E l’al-
NOTE Gara a porte chiuse. Angoli 10-10. In fuorigioco 3-2. lenatore non nasconde che il

5
Recuperi primo tempo 0; secondo tempo 3’. Milan sarebbe potuto arrivare
POSSESSO PALLA PASSAGGI
anche un po’ più in alto: «Sono
contento di aver raggiunto
le reti (3 con il l’obiettivo: è importante per il
GENOA 44% MILAN 56% GENOA 380 MILAN 477 Genoa) futuro, per il mercato. Però,
realizzate da senza voler cercare alcuna giu-
TIRI IN PORTA TIRI FUORI
Giuseppe Sculli stificazione, non posso non ri-
IIIII IIII IIIIIIII IIIIII al Milan, una cordare che nel momento deci-
GENOA 5 MILAN 4 GENOA 8 MILAN 6 delle sue vittime sivo della stagione abbiamo
MOMENTI CHIAVE
preferite al pari avuto infortuni e squalifiche
del Bologna che hanno condizionato le no-
PRIMO TEMPO 0-0 SECONDO TEMPO
stre prestazioni. E il calo di ri-
18’ Punizione di Ronaldinho, Pato anticipa tutti 9’ Rovesciata di Borriello, Amelia si salva. sultati nelle ultime giornate si
e segna, ma è in fuorigioco e il gol viene 12’ c GOL! Angolo di Fatic, Sculli solo in
annullato. mezzo all’area batte Dida. può spiegare anche con la si-
24’ Amelia para su Borriello. 18’ Gran tiro di Acquafresca sulla traversa. tuazione di classifica: questi
39’ Huntelaar di testa si mangia il gol del sono giocatori vincenti che
pareggio solo davanti alla porta. quando hanno capito di non
47’ Borriello spara alto.
poter più conquistare lo scu-
detto inconsciamente posso-
Davanti alle no aver perso qualche motiva-
tribune vuote, la zione. Io, comunque, voglio co: purtroppo è un problema istintivo e rapido. L’ho schiera-
partita si decide PROGRAMMI ROSSONERI per l’ennesima volta ringrazia- generale che si trascina da tem- to perché volevo fargli ripren-
al 12’ della re tutti per quello che hanno po. Io mi sentivo in imbarazzo dere il ritmo della partita». Il
ripresa, quando Dal 23 tournée in Stati Uniti e Canada fatto, per come hanno sofferto a dire qualcosa ai giocatori per- Papero ci sarà anche domeni-
Sculli colpisce In panchina toccherà a Tassotti e superato molte difficoltà, ché potevano ascoltarmi gli av- ca prossima contro la Juve: la
di testa per la disponibilità che hanno versari e le altre persone pre- partita contro i bianconeri è
indisturbato GENOVA La qualificazione alla convocati per il Mondiale. mostrato sempre». Per il futu- senti». La seconda spiegazio- l’unico riferimento al futuro
nell’area Champions League chiarisce i Non ci sarà nemmeno ro, però, questo gruppo andrà ne è tattica: «I ritmi sono stati su cui Leonardo non oppone
rossonera e piani del Milan. I giocatori hanno Leonardo, impegnato al fortemente ritoccato: «I cam- troppo bassi e non li abbiamo uno sbarramento dialettico.
segna il gol adesso due giorni di riposo (che Supercorso di Coverciano: a biamenti devono esserci - con- mai alzati. Speravamo di sor- «Io penso solo all’ultima gior-
vincente serviranno soprattutto ad guidare la squadra sarà Mauro corda Leonardo -, fanno parte prenderli con le ripartenze e nata di campionato e alla sfida
TANOPRESS Antonini: ieri ha accusato un Tassotti. Il ritorno in Italia è del gioco». per questo motivo avevo prefe- con la Juve che è sempre bella
fastidio al polpaccio sinistro programmato per il 4 giugno, rito Gattuso a Seedorf: così il da vivere. Del mio futuro per-
che l’ha costretto a chiedere il quando inizieranno Ritmi bassi Un altro fatto è che centrocampo era più compat- sonale non parlo anche perché
cambio), da mercoledì si ufficialmente le vacanze. il Milan si è sciolto nella fase to e pronto a riconquistare pal- non c’è nulla da dire. L’unica
alleneranno in vista della partita Il ritrovo a Milanello per l’inizio finale della stagione. Anche ie- la, Pirlo aveva più libertà e po- verità è che bisogna giocare
di domenica contro la Juve che della stagione 2010-11 sarà ri contro il Genoa la prestazio- tevamo anche permetterci di domenica contro la Juve. E il
chiuderà la stagione ufficiale. poco dopo la metà di luglio, ne è stata negativa e Leonardo lasciare in avanti tre giocatori modo migliore per rispettare i
Poi sei giorni di vacanza e probabilmente il 20. E l’unico dà una duplice spiegazione. con caratteristiche decisamen- tifosi è preparare bene l’ulti-
domenica 23 maggio partenza impegno sicuro per l’estate La prima è di carattere ambien- te offensive». mo incontro della stagione».
per la tournée in America rossonera è l’Emirates Cup, il tale: «E’ stata una partita surre- Molto probabilmente quello
(incontri previsti il 26 a torneo di Londra che si ale, senza voler giustificare la Il papero Si è rivisto Pato che sarà anche l’ultimo incontro
Washington, il 30 a Chicago e il disputerà il 31 luglio e il 1˚ nostra prestazione che non è non giocava dal 21 marzo: della sua avventura sulla pan-
2 giugno a Montreal) cui agosto e a cui oltre al Milan stata buona. Una domenica co- «Anche quando non è in gran- china del Milan, ma di questo
parteciperanno i giocatori non parteciperà di sicuro l’Arsenal. me questa, con le tribune vuo- di condizioni, Pato può trova- Leonardo parlerà un’altra vol-
te, va contro l’essenza del gio- re lo spunto decisivo perché è ta.

L’ACCUSA IL PRESIDENTE DEL GENOA STA CON IL PREFETTO


che consolarsi con una visita al-

Preziosi: «Marassi chiuso? l’acquario e con una foto ricor-


do con Zapater.

Sbaglio dell’Osservatorio»
Esordio Nulla, neppure lo sta-
dio vuoto, invece, ha reso me-
no bella la giornata di Luca
Chiappino, l’allenatore della
ALESSIO DA RONCH mente, aveva imposto l’Osser- cune centinaia, hanno prote- Primavera rossoblù, genovese,
5 RIPRODUZIONE RISERVATA vatorio da Roma. Ai nostri tifo- stato, con un corteo che è arri- promosso sulla panchina per
si è stato impedito di andare a vato allo stadio mezz’ora pri- un giorno grazie alla squalifica
GENOVA d«É stata un’idiozia». Siena, o a Milano con l’Inter, e ma dell’inizio della partita e il di Gasperini e alla nube di ce-
Il successo sul Milan non an- persino a Napoli, e a quelli del tutto si è svolto senza mai supe- nere che ha bloccato il vicealle-
nacqua l’ira di Enrico Preziosi, Milan viene concesso di venire rare i limiti. Durante la partita natore Caneo in Germania, do-
che non usa i cori volgari, gli qui? Bisogna rivedere questo hanno fatto esplodere delle ve si era recato come osservato-
striscioni o le bombe carta dei osservatorio e se la cosa è acca- bombe-carta e alla fine sono re. «Che soddisfazione - se la
tifosi, ma è deciso a far capire duta perché si voleva che le ti- stati salutati dalla squadra, gode -. Certo, avrei preferito vi-
quanto è stato brutto giocare foserie di una certa regione an- uscita compatta dallo stadio I tifosi del Genoa fuori dallo stadio, dove si è giocato senza pubblico PEGASO verla insieme al pubblico».
l’ultima partita in casa della dassero dove volevano in que- per esultare. La beffa è toccata
stagione senza il pubblico: ste ultime due giornate è peg- a cinquanta polacchi, ai quali
«Non me la prendo col prefetto gio. Se si vuole intervenire con uno sponsor aveva offerto una
- spiega il presidente del Ge- serietà bisogna evitare idiozie giornata speciale con Genoa ACQUISTIAMO BIGLIETTI
noa -, che ha deciso che la sfida come questa». experience (il tour dentro lo FINALE CHAMPIONS LEAGUE MADRID
si disputasse a porte chiuse, stadio per vivere da vicino il TEL. 346 3673854 - finalemadrid@hotmail.it
ma per quello che, precedente- Protesta I tifosi del Genoa, al- pre-gara). A loro non è rimasto

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
14
#
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


DAL NOSTRO INVIATO
LUCA CALAMAI

Lo sprint
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

PALERMO dNon è finita. Ma ora


il match-ball lo ha in pugno la
Samp: due punti di vantaggio
in classifica e un solo ostacolo
da superare, il Napoli a Maras-

Pari a Palermo
si. È vero che Mazzarri, ex do-
riano, ha il dente avvelenato
per un divorzio non ancora di-
gerito ma i rancori non fanno
gol. E Cassano e compagni in

La Samp blinda
questo momento volano. Fini-
sce con Delneri e Pazzini ab-
bracciati. Li vuole la famiglia
Agnelli ma una Samp in Cham-

Evitata la trappola
dello scontro diretto
la squadra di Del Neri
il quarto posto
ha il match-ball Al rigore di Pazzini risponde quello di Miccoli:
domenica a Marassi
contro il Napoli i siciliani restano con due punti di distacco
pions potrebbe essere più intri- staldello e Lucchini per una vol- giusti arrivano tutti al talento ad uscire. Il Palermo, però, ora
gante di una maglia biancone-
ra. Dall’altra parte della barri-
PALERMO 1 SAMPDORIA 1 ta più decisivi dei celebrati ge-
melli Pazzini e Cassano.
uruguaiano Cavani. Tre occa-
sioni importanti, 3 conclusioni
è bello tosto. Il collaboratore di
Rosetti segnala un fuorigioco
cata c’è lo sguardo perso nel (4-3-1-2) Sirigu; Cassani (dal 43’ s.t. (4-4-2) Storari; Zauri, Gastaldello, Luc- maldestre. Il segno di una do- su Hernandez. Decisione dub-
vuoto di Miccoli e la delusione Bertolo), Kjaer, Goian, Balzaretti; Mi- chini, Ziegler; Semioli (dal 20’ s.t. Guber- La chiave Il primo tempo scivo- menica nata male. bia. Pastore, schierato a tra le
di 40mila tifosi. L’1-1 suona co- gliaccio, Liverani, Nocerino; Pastore; ti), Palombo, Tissone (dal 39’ s.t. Poli), linee di centrocampo e attacco,
la via nel segno della paura.
Cavani (dal 10’ s.t. Hernandez), Miccoli Mannini; Cassano, Pazzini (dal 36’ s.t.
me una sconfitta per un Paler- (dal 34’ s.t. Budan). Pozzi).
Delneri chiede a Pazzini di to- Rigori giusti Due rigori accendo- è l’ultimo ad arrendersi. Con
mo che ci ha creduto fino all’ul- ALLENATORE Rossi. ALLENATORE Delneri. gliere spazio a Liverani e Rossi no la gara nella ripresa. Roset- Miccoli in panchina è lui a tra-
timo. La squadra di Rossi può PANCHINA Benussi, Celustka, Caldero- PANCHINA Guardalben, Cacciatore, tiene molto bloccati i due curso- ti, che ha già il biglietto per i scinare il Palermo. Al 39’ il ta-
consolarsi, sai che gioia, ricor- ni, Blasi. Rossi, Franceschini. ri Balzaretti e Cassani per evita- mondiali in Sudafrica, vede be- lento argentino conquista pal-
dando le tante occasioni. Tre di re le ripartenze di FantAnto- ne i contatti in area Sirigu-Man- la sulla tre-quarti, salta un av-
GIUDIZIO 777 ARBITRO Rosetti di Torino.
Cavani, una di Miccoli, una nio. Risultato: l’unica conclu- nini (9’) e Zauri-Miccoli (23’). versario e conclude di potenza.
(clamorosa) di Budan. Sicura- PRIMO TEMPO 0-0 NOTE paganti 19.502 per un incasso di sione in porta è un destro di Tocca a Pazzini portare avanti Storari respinge come può, Bu-
mente è mancata un po’ di fred- MARCATORI Pazzini (S) su rigore al ’9’, 251.257 euro; abbonati 16.370 per una Cassano, da posizione molto la Samp e a Miccoli fare 1-1. Si dan anticipa di tutti ma di te-
dezza in fase conclusiva ma bi- Miccoli (P) su rigore al ’23’ s.t. quota di 237.200 euro. Tiri in porta 4-3. defilata, deviato in tuffo da un accende il Barbera, si spegne il sta, con la porta spalancata, ap-
sogna anche dire che la Samp è AMMONITI Sirigu, Goian, Pastore e Mi- Tiri fuori 6-3. Angoli 7-2. In fuorigioco Sirigu leggermente sorpreso. Il buon Fabrizio che, in seguito al poggia sul fondo.
gliaccio (P); e Guberti (S) tutti per gioco 6-2. Recuperi: primo tempo 1’; secondo
apparsa un blocco di granito. Palermo, a dire il vero, crea contatto con Zauri, si infortuna
falloso. tempo 3’.
Con i due difensori centrali Ga- qualcosa in più. Ma i palloni e dopo pochi minuti è costretto La Samp gestisce La squadra di

LE PAGELLE di SEBASTIANO VERNAZZA

PALERMO GOIAN INSICURO, KJAER LAVORA PER DUE SAMPDORIA PALOMBO UNA TRAVE PORTANTE
h 6,5 h7
6
La Samp pare
a6
L’ALLENATORE
Rossi
Come è difficile attaccare
IL MIGLIORE
Balzaretti
A sinistra il Palermo martella e
7
Alta precisione
R7
L’ALLENATORE
Delneri
Non cambia il software
IL MIGLIORE
Lucchini
Lui e Gastadello, una coppia
un’Inter in tattica. In
minore: leva il una squadra che tiene difesa buona parte del merito va al biondo questa squadra per appiccicare un uomo di fatto. A ogni movimento
fiato, restringe «alta» e linee serrate. di fascia. Incursioni continue, nulla accade a Pastore. Appena 41 gol dell’uno corrisponde un’azione
gli spazi Incartato da Delneri. abbondanza di cross. LAPRESSE per caso subiti: è questa la chiave. dell’altro. FOTOPRESS

5,5 5,5 6,5 5 6 5,5 6 6 6,5 6,5 6 6,5


Sirigu Cassani Kjaer Goian Migliaccio Liverani Storari Zauri Gastaldello Ziegler Semioli Palombo
Una parata, su Nell’azione che Se non ci fosse La Samp ha Passa i primi In avvio il solito Le parate che Chiude a più Lui e Lucchini Dalla sua parte Si sacrifica Solito califfo
tiro cross di porta al rigore, il danesone, confermato trenta minuti a architetto, i servono, su non posso, come alpinisti, il Palermo sull’altare di della mediana,
Cassano. Mannini lo Cassano e il quel che a schiaffeggiare suoi passaggi Miccoli e operaio si tirano su a trova pane Balzaretti, si concentrato di
L’uscita bassa aggira. Errore Pazzo Catania si era Mannini. Poi si sembrano Pastore, ma sul specializzato vicenda. Il duro. Giusto dedica alle forza e di
del rigore: che pesa. Non farebbero intuito: Goian dà una calmata progetti. Poi il tiro di nelle diagonali «Gasta» Pastore, chiusure e ai esperienza.
Mannini è spinge come come Attila, profonda. Fuori e sbriga il dorian-pres- quest’ultimo difensive. Sulla sembra patire quando raddoppi, e si Difficile
astuto nel Balzaretti terra bruciata e Bovo lavoro sporco sing gli toglie non è perfetto, valutazione un po’ i 20 pencola su vede zero in traforarlo, alla
cercare il sull’altro zero prigionieri. squalificato, a fari spenti. La lucidità, così il respinge corto pesa il vistoso minuti AV (alta quella fascia, appoggio alle fine te lo ritrovi
portiere, Sirigu versante, non è Lavora per dentro il qualità non è il «Live» sballa le e buon per lui tamponamento velocità) di gli procura un punte. L’umiltà davanti e sono
cede alla preciso nei due, è la romeno. Una suo forte. misure. che Budan da rigore su Miccoli, ma è filo d’ansia. E’ dell’ala destra. cavoli. Trave
tentazione pochi cross. stampella di spremuta di gli faccia la Miccoli. un dettaglio. svizzero, è portante.
dell’aggancio. (Bertolo s.v.). Goian. insicurezza. grazia. affidabile.

w
I NUMERI
6,5 6 5,5 6,5 6 5 6,5 6,5 6,5 6,5 5
3
Nocerino Pastore Cavani Miccoli Hernandez Budan Tissone Mannini Cassano Pazzini Guberti
Abbina quantità A intermittenza. Maratoneta A lungo lontano E’ dura Pochi minuti, Delneri lo Sapiente Capisce che Pressa i Straccia un
e qualità. Due tiri dell’attacco, si dalla porta, ma addentrarsi e ma decisivi in preferisce allo gestione delle Goian è l’anello difensori, ma assegno
Recupera palla importanti, tra sciroppa dosi tiene viva la districarsi nella negativo, sbarbato Poli. due fasi. debole, appena senza circolare: le trasferte
e la smista con una pausa e letali di squadra, con difesa della perché su Tissone ha il Difensore può punta il ammazzarsi di Cassano lo consecutive a
intelligenza. l’altra. Gli basta pressing alto e tecnica mista a Samp. Quando respinta di ghigno del duro aggiunto e/o romeno e gli fa fatica come imbocca a segno per
Presta gambe ancheggiare va al tiro con rabbia. Si ci riesce, lo Storari, a porta e non si lascia attaccante in il gioco delle tre Cavani. Resta pochi passi
Giampaolo Pazzini;
e muscoli a per dispensare vista procaccia il ferma il spalancata, impressionare più. Cerca e tavolette. Suo il presente a se dalla porta e
Liverani, porge classe. Alla annebbiata. rigore, lo guardalinee Di mette fuori. dalle scarpe trova Sirigu per tocco per il stesso e fa «Gube» trova aveva realizzato
l’«attrezzo» a poesia, però, Fischi ingiusti, trasforma e si Liberatore per Sarebbe stato rosse di il rigore dello Mannini da vedere come si modo e una rete in casa
Pastore. aggiunga la a Cavani si infortuna sul un fuorigioco il gol del 2-1 e Pastore. 0-1. Astuto. rigore. calcia un maniera di del Chievo e una
prosa. chiede serio. Auguri. fantasmatico. della quasi (Poli s.v.). rigore. scaraventare il doppietta in casa
l’impossibile. Champions. (Pozzi s.v.). pallone in cielo. Roma

TERNA ARBITRALE: ROSETTI 6 I due rigori ci sono e li coglie. Meno convincente la gestione di falli e cartellini. Tradito da un assistente sul non fuorigioco di Hernandez. Calcagno 6; Di Liberatore 5

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
15
#

IL TECNICO BLUCERCHIATO RENDE MERITO AGLI AVVERSARI


IL FILM
Vantaggio del Pazzo
Il pari non basta a Miccoli Delneri: «Che peccato
V che in Champions ci sia
spazio solo per una»
DAL NOSTRO INVIATO Gianpaolo Pazzini, 25 anni, ferenza del passaggio dell’a.d.
FILIPPO GRIMALDI esulta alla sua maniera, Marotta alla Juventus, in attesa
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
dopo il gol numero 18 in questo che pure Delneri (possibile al-
campionato IMAGE SPORT ternativa a Benitez) chiarisca il
PALERMO dVada come deve an- suo futuro (su base biennale).
dare, ma già questa è una vitto- Lui ci scherza su: «E’ più facile
ria. Perché la verità, racconta che la Samp giochi in Cham-
Giampaolo Pazzini, è che «nes- pions, piuttosto che il sottoscrit-
to passi alla Juve». Alla doman-
9’ SECONDO TEMPO
suno a inizio stagione avrebbe
scommesso un euro su di noi». da se lui cederebbe alla corte
Il primo rigore Invece eccola qua, questa bianconera, la risposta è one-
Gianpaolo Pazzini di piatto destro spiazza il portiere sta: «Chi non andrebbe alla Ju-
Samp «da incorniciare» passata
del Palermo Salvatore Sirigu sotto gli occhi di ve, o all’Inter? Però per fare un
indenne a Palermo, che adesso
Fabrizio Miccoli, che si rifarà presto LAPRESSE matrimonio bisogna essere in
(dice il Pazzo) ha un solo pen-
due, ed il mio sì non c’è, sempli-
siero per la testa: «Mettere l’ulti-
cemente perché manca la ri-
ma ciliegina sulla torta, poi pen-
Tutta la gioia Delneri chiude facendo posses- chiesta». Delneri ha un solo rim-
dei giocatori so palla. Con grande personali- serò al Mondiale». pianto: «Palermo e Samp han-
della tà. Lo stesso Cassano si mette no dimostrato di essere entram-
Sampdoria, al servizio dei compagni per far Padrona del destino Ma nessuno be degne della posizione che
che vanno ad trascorrere il tempo, a confer- si fa illusioni sul Napoli, «per- purtroppo alla fine occuperà
esultare con i ma del ritrovato feeling con il ché non ci regalerà nulla», di una squadra sola».
propri tifosi resto del gruppo. L’Ital-Samp questo l’a.d. Marotta è sicuro.
dopo l’1-0 di meriterebbe di essere studiata «Resta il fatto che stiamo viven- Tifosi Non è stata una giornata
Pazzini GETTY perché dal punto di vista tatti- do un epilogo straordinario, e felice solo per qualche tifoso.
co è un piccolo gioiellino. E dal per la prima volta la Samp sarà Due charter sono stati cancella-
punto di vista caratteriale è to- arbitra del proprio destino. Le ti a Genova. Fra quelli arrivati
sta in ogni angolo del campo, basterà vincere. Vediamo già lo in Sicilia, uno è caduto al Barbe-
con capitan Palombo a dare il 23’ SECONDO TEMPO striscione d’arrivo». ra (frattura di una spalla) e un
buon esempio. Il preliminare E il secondo... altro è stato fermato al suo arri-
di Champions ora è a portata di Fabrizio Miccoli, 30 anni, pareggia i conti su rigore con il Il domani Fra 7 giorni, poi, sarà vo in aeroporto a Palermo. Men-
mano. E Marassi è pronto a can- suo 19o centro gol in questo campionato. Ma non sarà più chiaro anche il futuro blu- tre, al rientro dalla Sicilia, circa
tare: «Il cielo è sempre più sufficiente per il sorpasso Champions FOTOPRESS cerchiato, dove l’arrivo di Ga- 500 tifosi hanno accolto la squa-
blù». Blucerchiato. sparin non è ancora certo. A dif- dra in aeroporto a Genova.

ZAMPARINI IL PRESIDENTE ROSANERO CI CREDE

«Conto sul Napoli


Noi ce la faremo»
volta. Dispiace che per un epi-
Rossi: «Spiace per il sodio, come il fuorigioco fi-
fuorigioco finale». schiato ad Hernandez nel fina-
le, non si sia riusciti a vincere la
Miccoli k.o.: si teme partita. Ne manca un'altra,
adesso dipende più dagli altri
per i crociati che da noi. In settimana lavore-
remo per diventare grandi,
ALESSIO D'URSO quella che oggi sembra delusio-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA ne potrebbe trasformarsi in gio-
ia domenica prossima dopo la
PALERMO dDeluso, depresso? gara con l'Atalanta. Dispiace
Macché. Il presidente del Paler- per Miccoli, credo che il suo in-
mo Maurizio Zamparini rilan- fortunio al ginocchio in seguito
cia: «Sono convinto che in al fallo da rigore sia piuttosto
Champions andremo noi, sono serio...». Ha un distorsione ad
tranquillo. Il pari è giusto e ci un ginocchio con sospetto inte-
tiene in corsa, la Samp paregge- ressamento ad un crociato.
rà col Napoli e noi vinceremo
con l'Atalanta, la mia buona Protagonista Proprio il «Roma-
stella brillerà a Bergamo...». Il rio del Salento» (col 19o gol sta-
patron rosanero anche ieri ha gionale è diventato il goleador
lasciato il Barbera durante il rosanero di tutti i tempi in Se-
primo tempo per sfuggire alla rie A con 41 reti) ha rivelato in
tensione del match: «Sono an- serata di temere una lesione al
dato al Santuario di Santa Ro- crociato del ginocchio destro:
salia, poi sono tornato allo sta- oggi si sottoporrà ad ulteriori
dio e ho portato l'1-1... Pastore accertamenti. Fabio Liverani
in Spagna? Abbiamo ricevuto ha aggiunto: «Non vedo perché
due offerte, ma abbiamo rispo- non dovrei credere alla Cham-
sto che il giocatore non è tratta- pions, due anni fa con la Fioren-
bile, almeno per 3 anni. I nostri tina l'ho conquistata quando
giovani restano tutti. Tra 15, tutti davano per scontato che ci
20 giorni chiuderemo per 4-5 sarebbe andato il Milan. Il più
elementi che ci permetteranno grande dispiacere è aver preso
di completare la squadra. Se gol in superiorità su calcio da
partono Simplicio e Bresciano, fermo. Siamo sicuri che il Napo-
rinforzeremo centrocampo e li farà la sua parte come noi fa-
anche la difesa». remo la nostra domenica. All'
arbitro posso rimproverare di
Speranza L'applauso finale del non aver fatto riprendere il gio-
pubblico del Barbera ha emo- co velocemente, pochi i 3' di re-
zionato il tecnico Delio Rossi, cupero alla fine. Zamparini ci
l'uomo della svolta rosanero: conta : «Fin quando la matema-
«I tifosi hanno capito che la tica non mi condanna io gioco
squadra ha dato tutto pure sta- e ci credo sempre».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
16
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


IL FILM DELLA GARA 15’ 35’ 48’
PRIMO TEMPO PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
Del Piero Del Piero Lanzafame Inutile 3-2
illude bis: il Parma di Iaquinta:
e Iaquinta la Juve: fa 2-1. Dopo il secondo gol
gol inutili sponda di il pari di 11 della Juve arriva
Iaquinta che minuti prima, la su un assist di

V
al volo smarca punta ex Juve si Marchisio con
il capitano. ripete: Crespo, destro secco
Sul suo destro, appoggia al della punta
Mirante non può compagno che azzurra
nulla LIVERANI insacca LIVERANI LAPRESSE

Juve, mai così male da 48 anni


Contestata e battuta: col Parma c’è la 14a caduta e si rischia di eguagliare il record di 15 del 1961-62
questo movimento ha segnato
JUVENTUS 2 2 dei 3 gol, quelli con cui il Par-
ma già prima dell’intervallo ha
ribaltato lo svantaggio di Del
PARMA 3 Piero, anche se sull’1-1 Chielli-
GIUDIZIO 77 ni ci ha messo decisamente il
MARCATORI Del Piero (J) al 15’, Lanza- piede. Davanti ai due, Biabiany
fame (P) al 24’ e al 35’ p.t.; Biabiany (P) svariava su tutto il fronte con
al 40’, Iaquinta (J) al 48’ s.t. Crespo punta centrale, mentre
JUVENTUS (4-3-3) Buffon; Caceres, alle loro spalle Morrone spezza-
Cannavaro, Chiellini, De Ceglie (dal 36’ va le velleità di Diego sempre
s.t. Grosso); Melo, Poulsen (dal 31’ s.t. più involuto e rilanciava l’azio-
Trezeguet), Marchisio; Diego (dal 18’ ne: come sul 2-1, quando ha
s.t. Candreva), Iaquinta, Del Piero.
PANCHINA Manninger, Amauri, Camo-
scagliato l’argentino davanti a
ranesi, Legrottaglie. ALL. Zaccheroni. Buffon, con la linea della Juve
PARMA (3-5-2) Mirante; Zaccardo, che sbagliava il fuorigioco e
Dellafiore, Lucarelli; Valiani, Lanzafa- Lanzafame che raccoglieva la
me (dal 21’ s.t. Lunardini), Morrone, respinta del portiere. Dietro di-
Galloppa, Antonelli; Biabiany, Crespo fesa e tre e Valiani e Antonelli a
(dal 32 s.t. Castellini). PANCHINA Pava- battere le fasce.
rini, Baccolo, Vinicius, Bojinov, Pasi.
ALL. Guidolin.
Juve senza cuore A tutto questo
ARBITRO Romeo di Verona. la Juventus replicava con ingiu-
AMMONITI Galloppa, De Ceglie per g.s. stificabile mancanza di convin-
NOTE paganti 4.618, incasso di 121.105 euro; zione, come rassegnata o in at-
abbonati 19.048, quota di 384.565,29 euro. tesa della fine di tanto strazio.
Tiri in porta 4-3. Tiri fuori 9-2. In fuorigioco Passata in vantaggio dopo un
1-2. Angoli 5-2. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’.
Jonathan Biabiany, 22 anni, segna il terzo gol del Parma al 40’ s.t. in una micidiale ripartenza: il francese evita l’uscita di Buffon e insacca LAPRESSE quarto d’ora con un traversone
di Melo per Iaquinta che appog-
LUCA CURINO pionato, 6 delle quali all’Olim- per dire — di questo piazza- Parma padrone Detto dei deme- giava a Del Piero, evidentemen-
pico e molte contro squadre in- mento la prossima stagione per riti della Juventus, vanno sotto- te ha pensato che fosse fatta e
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
feriori come il Parma che a Tori- i torinesi comincerà prima di lineati i meriti del Parma, che
Lanzafame e Biabiany ha lasciato che il Parma pren-
TORINO dMancati tutti gli obiet-
no aveva vinto una volta sola, tutti, a Mondiale in corso, visto come gli avversari ha un allena- fanno sfracelli nella desse il sopravvento a centro-
tivi, compreso l’accesso diretto più di dieci anni fa. Dovesse per- che il preliminare di Europa Le- tore in partenza, ma che a diffe- difesa bianconera. campo, dove soltanto il brasilia-
dere anche domenica a San Si- ague si gioca il 29 luglio. Ora, renza loro non aveva neanche La squadra no ha recitato bene la parte sfor-
all’Europa minore alla quale pe-
ro col Milan, la Brutta Signora se si considera che con il Parma l’obiettivo di salvare le ferie. No- zandosi pure di imitare Lanza-
raltro s’iscrive solo grazie ai me-
eguaglierebbe il proprio record Zaccheroni ha schierato, in pie- di Zaccheroni dà fame in fase d’attacco. Zacche-
riti di Inter e Roma, la Juventus nostante questo ha giocato con
riesce comunque a primeggiare
di k.o. in A, 15 nel 1961-62. di o seduti, 11 nazionali impe- impegno e sportività, il che di- il peggio di se stessa roni provava a rivitalizzare la
gnati in Sudafrica, si può ben squadra mandando in campo
in qualcosa. Quest’anno ha of- mostra che dai dirigenti ai cal-
Delitto e castigo Sono numeri capire la ricaduta dell’attuale Candreva per Diego, fischiatis-
ferto il peggio di se stessa, in ciatori, passando per il tecnico,

1,353
che certificano il fallimento disastro sull’annata ventura: simo, e poi Trezeguet per Poul-
campo e in tribuna, fino all’ulti- completo di questa stagione, in- uomini insufficienti, prepara- c’è serietà. Bravo è stato Guido- sen. Ma uno schieramento così
ma partita in casa persa contro nescato in sede, materializzato- zione sballata e una stagione lin a preparare la gara sul piano offensivo esponeva la squadra
un avversario che non aveva si in campo e scandito dalla con- lunghissima, in pratica la prose- mentale e tattico, cioè nel tene- LA MEDIA PUNTI DI ZAC al contropiede, arrivato puntua-
più niente da chiedere, dopo 6 testazione e dalle intemperan- cuzione di questa perché non ci re i suoi concentrati su una par- Ferrara ha fatto meglio (o meno le e letale a 5’ dalla fine con An-
minuti di sospensione per l’abi- ze degli ultrà bianconeri. La ga- sarà tempo per le vacanze. L’ap- tita del genere e nel piazzare peggio) di Zac sulla panchina Juve. tonelli e Biabiany. Il 3-2 a tem-
tuale lancio di bombe carta sta- ra di ieri ne è il compendio e re- puntamento del 2 luglio a Pin- Lanzafame oltre a Galloppa in Il tecnico napoletano, esonerato po scaduto di Iaquinta, tra i po-
volta più insistente del solito. lega la Juve al 7˚ posto, forse il zolo è il castigo per i giocatori un centrocampo a 5 da dove si dopo la 21a, ha raccolto 33 punti chi a salvarsi, era tanto inutile
Quella di ieri è stata la 18ª scon- più scomodo dopo i tre che por- che non pagheranno con la ra- sganciavano in incursione. L’ex per una media di 1,571 a partita. quanto in fuorigioco. Proprio
fitta stagionale, la 14ª in cam- tano in B. Perché in virtù — si fa diazione. juventino, soprattutto, grazie a Zac ne ha conquistati 22 in 16 gare. come la Juve.

LE PAGELLE di L.C.

JUVENTUS 5 POULSEN 5 Davanti alla difesa


filtra poco. (Trezeguet s.v.)
PARMA 7 MORRONE 7 Tenace davanti alla
difesa, fa ripartire l’azione:
Vincenzo Davide
BUFFON 6 In quella che potrebbe MARCHISIO 5 Perde troppi palloni Iaquinta, 30 MIRANTE 6 Prende due gol senza bellissimo il lancio per Crespo Lanzafa-
essere la sua ultima gara a Torino, colpe, ne nega un terzo a Melo. nell’azione del 2-1.
e ne recupera pochi. Vano l’assist anni, punta me, 23
becca 3 gol (e il 300o con la Juve): per Iaquinta. GALLOPPA 6,5 Sempre in partita
sul terzo può fare meglio. della Juve ZACCARDO 7 Sicuro in difesa, si anni
DIEGO 4,5 Troppo poco uno OTN PHOTOS distingue con diversi buoni e nel vivo del gioco, lavora bene a LAPRESSE
CACERES 5,5 Al rientro dopo 3 interventi. centrocampo.
spiovente per Del Piero. Porta
mesi arriva al cross, però è palla e la perde, calcia fuori l’unica ANTONELLI 6,5 Se la vede con
assente nel contropiede del 3-1. DELLAFIORE 6 Spettatore sull’1-0,
occasione. Esce tra i fischi. ma non commette altri errori. Caceres a sinistra: è suo il
CANNAVARO 5,5 Comincia bene, contropiede con assist per
CANDREVA 6 Più efficace di LUCARELLI 5,5 Si applica su
ma è corresponsabile sugli ultimi Biabiany.
Diego, anche quando passa a Iaquinta, non indenne da
due gol. BIABIANY 6,5 Impegna i difensori
centrocampo. responsabilità sui gol della Juve.
CHIELLINI 5 Come Cannavaro si della Juve anche se solo alla fine si
fa infilare sul 2-1 e manca sul 3-1,
in più devìa incidentalmente l’1-1. h 6,5 IAQUINTA
IL MIGLIORE VALIANI 6,5 Batte tutta la fascia
destra, tra i più vivaci.
rivela davvero pericoloso
segnando il 3-1.
DE CEGLIE 5 Con Valiani è quasi Fa l’assist per l’1-0, un altro lo CRESPO 6 Da prima punta
sempre in affanno, viene
ammonito e si fa male. Forse la
porge a Diego e segna l’inutile
secondo gol.
h 7
IL MIGLIORE
LANZAFAME
propizia la seconda rete di
Lanzafame e apre bene per
Juve pretende troppo da lui. Parte da centrocampo e Galloppa. Fa poco altro.
(Grosso s.v.). DEL PIERO 5,5 Illude la Juve, poi s’inserisce: così segna due gol, il (Castellini s.v.)
MELO 6,5 Tra i pochi a onorare la interviene per calmare gli ultrà e primo per la deviazione di Chiellini. All. GUIDOLIN 7,5 Sta per lasciare
gara con cambi di gioco, nel secondo tempo sparisce. una squadra che non ha più niente
il traversone per l’1-0, un tiro All. ZACCHERONI 5 Aveva chiesto LUNARDINI 6 Rileva Lanzafame da chiedere, ma riesce a tenerla
deviato da Mirante e altre di chiudere in bellezza, ma i suoi nel secondo tempo e si batte in sulla corda. E con Lanzafame
conclusioni. non gli danno più retta. difesa del vantaggio. indovina la mossa vincente.

TERNA ARBITRALE: ROMEO 5,5 Giusto negare il rigore di Zaccardo su Chiellini, ce ne sarebbe uno a parti invertite. Iaquinta segna in leggero fuorigioco Lanciano 6; Rossomando 5,5

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
17

SERIE A 37a GIORNATA


soffermano sui tafferugli sugli
x
Ma Zac non si boccia spalti, il capitano chiamato sot-
to la curva nord per tranquilliz-
zare i supporter bianconeri.
«C’è tanto, troppo nervosi-
smo, colpa anche nostra. Se
HA DETTO
PARMA
Super Guidolin
«Vincere qui
«Io risceglierei me» non vinci — prosegue Del Pie-
ro — i tifosi delusi contestano,
il clima pesante condiziona le
prestazioni figlie di tanti erro-
ri e frustrazioni. Quello che di
Del Piero
Ora lavoriamo
per la prossima
stagione, non
possiamo più
è eccezionale»
TORINO «Vincere in casa della
Juve è una soddisfazione
L’allenatore bianconero alla sua ultima gara a Torino: certo è sbagliato e da condan-
nare sono le bombe carta, quel-
sbagliare enorme, i ragazzi hanno fatto
qualcosa di eccezionale».
lo che si è visto sugli spalti con Guidolin è raggiante, la vittoria è
«Juve, quanto mi rode. Se avessi giocato con 4 punte...» tanti bambini allo stadio vici-
no agli incidenti. Dobbiamo
la ciliegina su un’ottima
stagione. «Complimenti al mio
FRANCESCO BRAMARDO guardare all’estero e prendere gruppo per tutto il campionato,
5 RIPRODUZIONE RISERVATA ad esempio quello che funzio- più di così non potevamo
na, da chi ha eliminato il proble- proprio fare. Il mio futuro? Ne
TORINO dSi abbassa il sipario al- ma. Non per questo mi sento di V parlerò a fine stagione». L’unica
l’Olimpico, e nel modo peggio- lasciare il nostro calcio. Avremo Chiellini nota stonata della domenica è
re, non meglio comunque del- le vacanze più corte, ripartire- Una grande non la guerriglia sugli spalti tra ultrà
l’andazzo di tutta una stagione. mo dallo spareggio per i prelimi- crolla così, ma juventini e gialloblù. «Fatti gravi,
La contestazione dei tifosi, la nari di Europa League, dovre- non accetto questo mondo è diventato
sconfitta numero 15, il settimo mo lavorare duro, non possia- bombe carta ed insopportabile. Il calcio italiano
ha dato una brutta immagine di
posto matematico che condan- mo permetterci di sbagliare incidenti vari
sé, dovrebbe vergognarsi». Il
na i bianconeri ai preliminari di un’altra stagione». Del Piero ai
club gialloblù ha stigmatizzato
Europa League. Ragionamenti primi di luglio ci sarà? Magari
gli episodi di violenza con una
da dopo partita, in uno spoglia- una convocazione al Mondiale Alberto
nota ufficiale. «Il Parma è
toio silenzioso, dal basso profi- o altri progetti? «Nessuno mi ha Zaccheroni, solidale con i suoi tifosi e
lo. detto nulla in merito. Ricomin- 57 anni SAYA denuncia l’atteggiamento
cio da capo». aggressivo della curva
Interrogativi Ci mettono la fac- bianconera, questa vittoria è
cia Zaccheroni, Del Piero e Chiel- Condanna Amareggiato per la per i tifosi gialloblù».
lini, per condannare le bombe sconfitta («Una grande squa-
carta, la violenza sugli spalti, dra non crolla ogni volta che A metà Davide Lanzafame,
per tentare di dare una spiega- subisce un gol, un episodio ne- protagonista assoluto con una
zione all’ennesima brutta figu- gativo»), Giorgio Chiellini doppietta, non ha esultato dopo
ra. «Mi rode, e non poco, anche La delusione squadra presa in corsa. Anche io più adatta alla prossima Juve? condanna gli incidenti sugli i gol. Metà del suo cartellino è
oggi potevamo fare meglio. Cer- di Alessandro mi pongo degli interrogativi, for- Sorride amaro Zac. «Io prende- spalti: «I cori razzisti, gli stri- della Juve, ma lui non ha fretta
to — spiega Zaccheroni — le mo- Del Piero, 35 se se avessi giocato con quattro rei sempre Zaccheroni, in que- scioni infamanti, le bombe di tornare: «Preferisco essere
tivazioni sono calate nel tempo, anni, al attaccanti...». O avesse avuto sto copio Mourinho che giusta- carta sono sempre da condan- un giocatore importante a
dalla Champions all’Europa Lea- termine della due Buffon tra i pali. «Mi sareb- mente dice che se un allenatore nare, oltretutto hanno inciden- Parma che fare panchina
gue e forse hanno inciso sulla partita persa be bastato averlo sempre Gigi. È pensa di essere inferiore ad un za zero sui nostri risultati in altrove, qui ho trovato la mia
concentrazione sulla determina- 3-2 con il comunque un’esperienza in più collega difficilmente riesce a tra- campo, sulla partita. Non cre- giusta dimensione. Non so cosa
zione del gruppo. Mi dà molto Parma in una squadra che ha giocatori smettere sicurezza nei giocato- do però sia giusto sospendere succederà a fine stagione,
fastidio, perché è la prima volta all’Olimpico di valore. Il futuro? Spero di alle- ri». una gara per cento scemi, ci decideranno le due società».
che mi capita di non migliorare IMAGE SPORT nare la prossima stagione una sono altri sistemi per isolar- Alberto Mauro
la posizione in classifica di una squadra dall’inizio». Il tecnico Ale resta Chiellini e Del Piero si li».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
18
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


s
di, imitato da Morrone con i

Follia Olimpico
OGGI IL CDA PRONTO L’ESPOSTO PER IL TITOLO 2006
suoi. Ma mentre i capitani si di-
rigevano verso la curva, dalla
stessa Nord partiva l’11ª bom-
ba carta. E una 12ª ha salutato
il richiamo dello speaker a «ri-
I TECNICI
Benitez-Liverpool
Bombe carta Nuovo incontro
pristinare immediatamente la
serenità». Dopo più di 5 minuti
la partita è ripresa sull’1-1 con
una punizione di Del Piero.
Non ci sono stati feriti. Un ultrà ri a fine gara per la prima volta

e cori razzisti
della Juve, M.T., è stato arresta- Lo spagnolo prova è andato oltre il Liverpool: «Ho
to in flagranza, uno del Parma V incontrato Broughton. Lui ha
denunciato, ma grazie al circui- Benitez
a liberarsi in 7 giorni detto che è stato positivo. Io in-
to tv in queste ore dovrebbero
esserci altri arresti. La Juve in-
È la prima scelta Due le alternative: vece dico che dobbiamo rive-
della nuova derci questa settimana (merco-
vece teme la squalifica del cam- Prandelli o Delneri ledì, ndr). Rimango volentieri
Gara sospesa, Del Piero calma gli ultrà po e una pesante multa oltre ai
Juventus, ma
Rafa deve prima se c’è un’intesa, cioè se restano
150 mila euro che le sono già «smarcarsi» dal FRANCESCO BRAMARDO Torres e Gerrard». Ma è chiaro
In arrivo squalifica e pesante multa stati inflitti quest’anno, alla dif-
fida e alla curva chiusa con la
Liverpool 5 RIPRODUZIONE RISERVATA che le garanzie ancora non ci so-
no e con ciò apre di fatto alla
LUCA CURINO
Roma per i cori contro Balotel- TORINO d«Ora non soffriremo Juve. In caso di fumata nera,
li. più, Andrea Agnelli pensaci due le soluzioni su cui si lavora:
5 RIPRODUZIONE RISERVATA Prandelli e Del Neri. Andrea
tu». Auguri. Ne ha davvero biso-
Regolamento di conti Questi si Della Valle smentisce: «La Figc
TORINO dUna raffica di bombe
gno l’erede di Jean Claude
sono sentiti anche ieri a corre- non ci ha chiesto Prandelli per
carta, un vero bombardamento Blanc, tra una settimana uffi-
do dello striscione «Totti uno di la Nazionale, resta a Firenze».
dalla curva Nord nel settore noi» esposto per il calcio all’in- cialmente nuovo presidente
Onorato Del Neri, ma taglia cor-
ospiti, ha costretto l’arbitro a so- terista. Ma il bombardamento V del club. Lo striscione apparso
to: «Ora penso solo alla Samp.
spendere Juve-Parma dopo 28 dei parmigiani è un’altra sto- Prandelli ieri all’Olimpico in curva nord
La Juve? Chi non andrebbe, Ma-
minuti. Un paio di petardi era- ria: un regolamento di vecchi È l’alternativa riassume le attese del popolo
rotta non me l’ha chiesto...».
no esplosi già prima, non è chia- conti, quando sul prato del Tar- a Benitez, bianconero. Per l’incoronazio- Per ora, almeno.
ro a opera di chi, ma dal 24’ gli dini si consumò una rissa dalla Andrea Agnelli ne c’è una settimana di tempo,
ultrà bianconeri ne hanno tirati quale la frangia allora dominan- deve trovare toccherà al cda straordinaria Cda Oggi il cda ordinario analiz-
10 a ripetizione, costringendo i te uscì perdente, anche nell’am- un accordo tra una settimana cooptare il zerà il bilancio del terzo trime-
funzionari della Prefettura a in- bito degli ultrà bianconeri. Non con Della Valle nuovo presidente. Sette giorni stre, nell’ambito del quale ver-
tervenire e i sostenitori emilia- a caso è la stessa che occupa la di lavoro, ancora nell’ombra, rà definito anche l’esposto da
ni al fuggi fuggi, mentre Morro- curva Nord. L’una e l’altra, co- per gli uomini della nuova Juve presentare alla Figc per la resti-
ne chiedeva a Romeo di sospen- munque, ieri si sono ritrovate impegnati nella scelta del nuo- tuzione dello scudetto del
dere la gara. Intanto l’altra cur- unite nel contestare una volta vo allenatore. 2006. L’ad e presidente uscen-
va gridava «uccidete questi ba- di più la dirigenza uscente e la te, Jean Claude Blanc, illustre-
stardi» e precedeva ogni lancio squadra dalla A di Amauri Big Ben La Juve ha fretta di an- rà poi ai consiglieri anche le ulti-
con quell’«ooooh» che si sente (new entry) alla Z di Zebina, nunciare lunedì prossimo il me mosse del comitato sporti-
quando il tabellone sta per an- senza trascurare Cannavaro e V nuovo allenatore, ma Rafa Beni- vo. Si parlerà pure dell’immi-
nunciare un risultato gradito. Melo. Sostegno solo per il «ca- Delneri tez ha bisogno di tempo. Lo spa- nente ingresso in società di Bep-
merata Buffon», che «non si È la terza scelta gnolo sta lavorando con i suoi pe Marotta come direttore ge-
150 mila euro Dopo essersi con- vende», e per Andrea Agnelli, e non ha ancora legali sulla buonuscita (utile a nerale e di Fabio Paratici, che
sultato con l’arbitro, Del Piero è invocato da mesi e ottenuto. rinnovato saldare i conti con la numerosa in bianconero succederà a Ren-
andato a parlare con i tifosi del Ma evidentemente non è basta- il contratto famiglia di collaboratori) per zo Castagnini (capo degli osser-
settore da cui partivano i petar- Del Piero parla con i tifosi più agitati GETTY IMAGES to a calmare gli animi. con la Sampdoria «smarcarsi» dal Liverpool. E ie- vatori e uomo mercato).

Colleziona i dischetti della Nazionale Italiana


nell’esclusivo ALBUM AZZURRI.

Dal 3 maggio al 26 giugno


solo da Carrefour, GS e
DìperDì, ricevi un dischetto
gratis ogni 10€ di spesa*.

*Per ogni 10€ di spesa in un unico scontrino. Spesa da effettuarsi con Carta SpesAmica nei punti vendita aderenti al programma fedeltà. Sono esclusi gli acquisti di giornali, riviste, schede prepagate per TV digitali, ricariche
telefoniche, buoni regalo, giftcard, carburante, farmaci da banco, libri di testo e contributi in denaro per i premi. Iniziativa valida nei punti vendita aderenti.

I dischetti della Nazionale Italiana sono disponibili solo da:

Il gioco continua anche su:

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
19

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
20
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
21

SERIE A 37a GIORNATA


TRATTATIVE E’ PRATICAMENTE FATTA PER IL CENTROCAMPISTA
zupping 1
Per Mazzarri è in arrivo Guarente di
GABRIELLA MANCINI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

All’Atalanta del Napoli. I due club trattano


sulla base di 5 milioni di euro
per la difesa mi piace Ruiz del-
l’Espanyol, in attacco Pazzini,
dispiaciuto. Non ho protesta-
to, stavo richiamando Quaglia-
Galeazzi:
andranno 5 più Vitale. «Mi piacerebbe gio-
care qui» ha detto Guarente ie-
ma in caso di Champions non
credo lascerà Genova».
rella». Che guarda avanti: «So-
no arrivato in doppia cifra e il
quei conti
milioni e Vitale ri al San Paolo. Il Napoli ha fat-
to un sondaggio con l’Atalanta Gioia e rimpianti Mazzarri è al
Napoli è in Europa, ora mi
manca solo la convocazione
non tornano
Piace Manfredini pure per il difensore Thomas settimo cielo: «Annata superla- per il Mondiale». Bortolo Mut- Sandro Sabatini si collega
Manfredini. Il presidente De tiva, era dal 1994 con Lippi in ti chiude con orgoglio: «Abbia- con Vanessa Leonardi e la
GIANLUCA MONTI Laurentiis è già in clima merca- panchina che il Napoli non arri- mo dato tutto e onorato la ga- inziga: «Chi c’era lì con te?».
Tiberio
5 RIPRODUZIONE RISERVATA to: «Cerchiamo un centrale vava sesto. A Marassi ce la gio- ra. Siamo stati sfortunati, co- E lei: «Lo dico: uno dello
Guarente,
mancino, un mediano e una cheremo, anche se mancherà me in tante altre occasioni, co- staff del Bari che è venuto a
24 anni
NAPOLI dTiberio Guarente do- prima punta da 20 gol. Guaren- quel “monello” di Lavezzi». Il munque eravamo retrocessi salutarmi perché voleva
TERRUSO
vrebbe essere il primo acquisto te è un ottimo centrocampista, Pocho sarà squalificato: «Sono già domenica scorsa». essere inquadrato». Era un
magazziniere, appena è
arrivata la linea è fuggito,
«tutto rosso», ha sottolineato
2 lei (Sky Sport24).

Quagliarella show
NAPOLI
ATALANTA 0 Franco Lauro: «L’Inter ha
accarezzato per un lungo
GIUDIZIO 77 PRIMO TEMPO 1-0 periodo il sogno dello

L’EuroNapoli è sesto
MARCATORI Quagliarella al 43’ p.t. e scudetto...». Giampiero
38’ s.t.
Galeazzi è nostalgico: «Una
NAPOLI (3-4-3) De Sanctis; Rinau- giornata all’antica, con tutte
do, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gar-
gano (dal 2’ s.t. Pazienza), Hamsik,
le partite in contemporanea,
Dossena (dal 28’ s.t. Rullo); Lavezzi, perché per dieci minuti
l’Inter è stata campione
L’Atalanta va in B e guarda al futuro: Denis (dal 18’ s.t. Bogliacino), Quaglia-
rella. PANCHINA Iezzo, Santacroce, Ci-
garini, Hoffer. ALL. Mazzarri.
d’Italia...». Lauro, per non
correggerlo in diretta,
c’è Colantuono in pole per il dopo Mutti ATALANTA (4-4-2) Consigli; Capelli
(dal 26’ s.t. Caserta), Manfredini, Bian-
abbozza: «Un po’ di più....».
Ma Bisteccone è irrefrenabile
co, Bellini; Ferreira Pinto (dal 13’ s.t.
Garics), Guarente, Padoin, Valdes
come nelle telecronache
(dal 13’ s.t. Ceravolo); Amoruso, Tiri- degli Abbagnale: «Una
bocchi. PANCHINA Coppola, Peluso, decina di minuti: il gol di
De Ascentis, Radovanovic. ALL. Mutti Lazzari ha aperto la porta al
diciottesimo scudetto, al
ARBITRO Orsato di Schio.
quinto consecutivo, al
ESPULSI nessuno. AMMONITI Lavezzi secondo di Mourinho, poi la
(N) comp. non regolamentare, Aroni-
ca (N), Maggio (N), Valdes (A), Amoru-
doppietta di Totti, liberatrice,
so (A), Caserta (A) gioco scorretto. che dà speranza alla Roma».
NOTE spettatori 43.111 (compreso abbona- Per la verità all’’Inter
ti), incasso totale di 854.779,00 euro. Tiri in bastava il pari dei
porta: 4-3. Tiri fuori: 7-4. Angoli: 8-5. Fuori-
gioco: 5-3. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 3’
giallorossi: è stata campione
d’Italia per 49’, dal
I giocatori napoletani in vantaggio di Cambiasso al
parata: è festa grande secondo gol di Totti (90˚
destro è una vera sassata (43’) minuto, Rai 2).
per il sesto posto e per
che sblocca il risultato a una
l’Europa League LIVERANI
manciata di minuti dal riposo.
Un gol che permette al Napoli Il Chelsea di Carlo Ancelotti
MIMMO MALFITANO trato alla grande realizzando iniziali lascerebbero presagire d’ipotecare il sesto posto. L’op- ha vinto. «La Premier volta
5 RIPRODUZIONE RISERVATA la doppietta che gli ha permes- il peggio. L’Atalanta, infatti, tie- portunità importante, tuttavia, non si scorda mai» (Sky
so di varcare la soglia della ne il possesso della palla per
Doppietta capita a Caserta, subentrato a Sport24).
NAPOLI dIl pomeriggio delle doppia cifra: sono 11 le reti se- venti minuti buoni. Il solito De- dell’attaccante Capelli nella ripresa, che di te-
certezze si vive al San Paolo. gnate in questa stagione. Infi- nis manda alto di testa (8’) un dopo le tre giornate sta sfiora il pari (35’). Lavezzi, Domenica Sportiva con Max
Quella più intrigante riguarda ne, ce n’è una amara, che con- invito di Dossena che l’allenato- di squalifica. intanto, vola via in contropiede Biaggi, tifoso romanista, il
il Napoli: la sconfitta interna cerne l’Atalanta e il suo allena- re manda in campo dal 1’: la e i difensori atalantini sono co- presidente del Siena e tifoso
della Juve è servita per capita- tore: il club nerazzurro retro- sua spinta si sente, peccato che Nerazzurri pericolosi stretti a qualche fallo di troppo: giallorosso Massimo
lizzare al massimo la vittoria cede in serie B, mentre il presi- il ragazzo si stia riprendendo soltanto in avvio il Pocho è incontenibile, ma ha Mezzaroma e il nerazzurro
contro l’Atalanta. Con 4 punti dente Ruggeri avrebbe già in- proprio adesso che il campiona- poco da arrabbiarsi per l’ammo- Enrico Mentana. Al centro
di vantaggio e una sola giorna- dividuato il tecnico per la pros- to è praticamente concluso. È Il protagonista Semplice indivi- nizione subita che non gli per- del dibattito Siena-Inter con
ta da giocare, il collettivo di sima stagione. Si tratta di Ste- manovrata l’azione dei berga- duarlo in chi ha segnato entram- metterà di giocare a Genova, do- le polemiche già innescate.
Walter Mazzarri è ormai certo fano Colantuono, attualmente maschi. Guarente dispensa be le reti. Ma il quoziente di dif- menica: se l’è cercata con una «Siamo iscritti al
del sesto posto e, quindi, del- al Torino. buoni palloni affinché Tiriboc- ficoltà per Fabio Quagliarella protesta inutile. Momenti che campionato — ha detto
l’Europa League senza il pri- chi e Amoruso impensierisca- era alto per il sol fatto che rien- Quagliarella rende comunque Mezzaroma — è un obbligo
mo preliminare. L’altra, sep- La chiave Mazzarri si concede no De Sanctis, ma Cannavaro trava dopo tre giornate di squa- piacevoli andando a impattare dei ragazzi giocare a pallone
pur meno eclatante, riguarda un esperimento: il tridente of- si conferma strepitoso e dalle lifica. Un tempo che non ha la- di testa il cross di Bogliacino per e onorare il calcio».
Fabio Quagliarella, che dopo fensivo con Hamsik nei quattro sue parti è buio pesto per gli av- sciato strascichi sulla forza del- il raddoppio: il San Paolo è una Aspettiamoci un’altra
3 giornate di squalifica è rien- di centrocampo. Le difficoltà versari. l’attaccante. Il suo diagonale di bolgia. Canta, Napoli. domenica ricca di emozioni.

LE PAGELLE di GAETANO IMPARATO SCONTRI A FINE GARA

NAPOLI 7 DOSSENA 6 Prima F.Pinto poi Fabio ATALANTA 5 Un pallone avvelenato spedito Gyorgy Ultrà scatenati
DE SANCTIS 6,5 Devia la freccia
Ceravolo: li gestisce bene. (Rullo
s.v.)
Quagliarella,
CONSIGLI 5,5 Paratona su
sotto la traversa, il pressing che fa
spostare Gargano, un messaggio
Garics, feriti 13 agenti
27 anni ANSA 26 anni
di Guarente. C’è, e si vede... Lavezzi, in difetto sul primo gol. del tipo: non merito la B.
LAVEZZI 6,5 Spreca l’assist di LAPRESSE NAPOLI Tredici poliziotti sono
RINAUDO 6 Meglio su Amoruso Hamsik ma con uno stop-tiro in CAPELLI 6 Toglie un pallone a PADOIN 6 Gira molto intorno a lui rimasti lievemente feriti negli
che Tiribocchi, ma fa il suo. area strappa applausi. «Quaglia»: da applausi. e al suo lavoro, ma decolla poco. scontri verificatisi all’esterno
CANNAVARO 6,5 D’anticipo e DENIS 5,5 Lotta, però di testa CASERTA 5 Ha la palla del pari della stazione Centrale dopo
VALDES 5,5 È sulla fascia
d’astuzia. Impeccabile, la Curva lo manda fuori due palloni d’oro. sulla testa, non centra la porta. incriminata, lì l’Atalanta Napoli-Atalanta. Un centinaio di
manderebbe in Sudafrica... BOGLIACINO 6,5 Giusto il tempo BIANCO 6 Di poco ma è il più perde. ultrà del Napoli hanno lanciato
ARONICA 6,5 Furbo a spezzare le di mettere lo zampino sul lucido della difesa nerazzurra. sassi, petardi e altri oggetti
GARICS 6 Diligente,
accelerazioni nerazzurre. raddoppio. verso i 150 tifosi atalantini.
MANFREDINI 5,5 Sfiora il rigore generoso, ma non muta
su Lavezzi, lotta senza sbavature. gli equilibri sul corridoio. La sassaiola si è verificata

h 7,5 QUAGLIARELLA
MAGGIO 7 Due cross calibrati per IL MIGLIORE quando gli ultrà bergamaschi, a
Denis, il pallone che innesca l’1-0 e BELLINI 5 Soffre Maggio, nella AMORUSO 5,5 Ripiega, aiuta
sfiora di testa il gol nella ripresa. bordo di due bus scortati dalla
sua zona Quagliarella va a nozze. a centrocampo, ma palloni da
Al rientro, le cose migliori spostato Polizia, sono arrivati alla
GARGANO 6 Una punizione FERREIRA PINTO 5,5 Alla fine più buttare dentro niente. Stazione Centrale per rientrare
intrigante, pochi errori e veniali. a destra: il diagonale chirurgico
che s’infila tra palo e Consigli e fumo che arrosto. TIRIBOCCHI 5,5 Due ottime a Bergamo. Gli agenti di pubblica
PAZIENZA 6 I suoi intriganti l’incornata volando due metri. CERAVOLO 5,5 Inizia al galoppo, occasioni, ma sbaglia di sicurezza hanno fatto da scudo
palloni filtranti li piazza sempre. ma finisce trotterellando. misura. per evitare il contatto tra le due
All. MAZZARRI 6,5 Prova il
HAMSIK 6,5 Non sbaglia un tridente con Hamsik mediano. All. MUTTI 5,5 Cambia tifoserie. Gli atalantini (nessun
passaggio, la palla in profondità
per Lavezzi è un gioiello perso.
Sbavature più dei singoli che d’un
assetto comunque da rivedere.
h 6,5 GUARENTE
IL MIGLIORE
l’asse destro con Garics e
Ceravolo, senza frutti.
ferito) poi sono entrati in
stazione da un ingresso
secondario.
TERNA ARBITRALE: ORSATO 6 Solo due dubbi per falli in area su Denis e Lavezzi, sul Pocho il rigore poteva starci. Cariolato 6; Niccolai 6 g.m.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
22
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


abbiate fiducia in me e in que-

Fiorentina-Siena sta società, se resteremo tutti


uniti faremo ancora grandi co-
se». Il d.s. Corvino conferma,
Montolivo pure e intanto an-
che il presidente del Siena
LE PAGELLE
FIORENTINA 6 SIENA 6,5
di M. D. V.

Pari e buoni intenti Massimo Mezzaroma piazza FREY 6,5 Stuccature salva-pari. E CURCI 6,5 L’1-1 sul suo palo, ma il
paletti futuri. «La prossima ga- applaude lo sciagurato Larrondo. resto del match è muro buono.
ra contro l’Inter — dice a Tele- DE SILVESTRI 6 Contro Mac ROSI 6 Controlla Ljajic che gli va
Lombardia —? Il mondo ci os- (tranne che sul lancio dell’1-0) la via una volta sola. Combatte.
serva, dobbiamo dimostrare vince lui: blocchi e salite.
CRIBARI 5,5 Due o tre sbavature
Della Valle: «Abete non mi ha chiesto Prandelli» di essere seri e impegnarci nel
massimo della correttezza e
NATALI 5,5 Larrondo gli gira
attorno: palo. Match un po’
da brividi: da lui si passa.
TERZI 6 Sfiora quasi il gol, dietro
dello spirito sportivo onoran- svagato.
Mezzaroma: «Con l’Inter bisognerà essere seri» do la maglia». Ecco perché il
«dopo» vale e sprinta di più.
KROLDRUP 5 Sul primo gol viene
saltato. Come in altri occasioni.
dà la sostanza e la robustezza che
servono.
DEL GROSSO 5,5 Sventa sul
MATTEO DALLA VITE GOBBI 5,5 Botta secca: Curci c’è. finale, si addormenta nel momento
5 RIPRODUZIONE RISERVATA Meriti Il film della partita, inve- Ma anche l’1-0 sulle sue zolle. dell’1-1.
ce, andava a... 33 giri: match
FIRENZEdC’è più senso della vi-
ta, e del domani, nel dopo-ga-
morbido e lento, vivo nell’idea
di provarci ma con pochissime
h 6,5 MONTOLIVO
IL MIGLIORE VERGASSOLA 6,5 Per il gol del
vantaggio e la voglia di non
affondare.
ra. Perché il «durante» offre batterie da spendere. Pron- Perché, da capitano, non mette
due spunti rock col resto che è ti-via e dopo 3’ Maccarone lan- mai la marcia bassa e non CODREA 6 Partita di controllo, di
abbassa mai la testa. appoggi e di idee con senso.
musica stanca e confusa. E per- cia Calaiò, la zolla mancina vi-
ché quando l’1-1 è cosa asso- ola va in Fase Rem, Vergasso- EKDAL 5,5 Contro Montolivo via
BOLATTI 5,5 Meglio di altre via si sbriciola un po’. Match lieve.
data e piuttosto noiosa, ecco la, 0-1. La Fiorentina dell’attac- occasioni: è più sprint ma sbaglia
che due scene rubano gli oc- co Viola-School si mette d’im- tanto. (Donadel s.v.) JAJALO 6 Anche lui impegna Frey:
chi e tre frasi inscatolano il fu- pegno e mette l’1-1 con combi- ingresso farcito di buoni segnali.
MARCHIONNI 6,5 Bel gol,
turo. La scena prima è la Fio- nazione Ljajic-Jovetic-Mar- preciso. Buoni movimenti e GHEZZAL 6 Largo a destra è il
rentina che, piazzata a centro- chionni. Il resto? Frey salva, alcune scintille. problema di Gobbi. Scariche di
campo ad aspettar giudizi, vie- poi c’è Larrondo che, minuto qualità.
ZANETTI 5,5 Non lascia il segno in
ne applaudita dal Franchi; la 40 s.t., la mette sul palo a por-
h 6,5 CALAIÒ
un match fatto di poche tracce. IL MIGLIORE
seconda è che Larrondo, scia- Marco Marchionni lancia la maglia in curva dopo il gol dell’1-1 LAPRESSE ta semivuota. Ahi. Morale: la
guratissimo nel non segnare Fiorentina ci provava ma non JOVETIC 6 L’assist per l’1-1,
l’1-2, viene preso sotto brac- ci riusciva; il Siena ci provava giocate, voglia ma pure
Frey gli devitalizza tre zuccherini
imprecisione.
cio da Malesani come un Callo-
ni moderno al quale però scen-
FIORENTINA 1 SIENA 1 e magari avrebbe anche meri-
tato di riuscirci, a vincere. LJAJIC 6 Avvia l’1-1, personalità:
da gol. L’assist dell’1-0 è suo.

dono due lacrime per la vitto- prodromi di baby big, ora light. LARRONDO 5 Circumnaviga Natali.
(4-2-3-1) Frey; De Silvestri, Natali, Kroldrup, (4-3-3) Curci; Rosi, Cribari, Terzi, Del Grosso; Poi? Porta semivuota: palo. Ma no!
ria schiacciata sul palo. Que- Gobbi; Montolivo, Bolatti (dal 32’ s.t. Donadel); Vergassola, Codrea, Ekdal (dal 13’ s.t. Jajalo);
Addio La partita è tutta qui, KEIRRISON 5 Troppa leggerezza e
ste le scene post-sigilli di Ver- con tre pensieri finali. La pri- trasparenza: non la vede mai. MACCARONE 6 Cambio-campo
Marchionni (dal 15’ s.t. Zanetti), Jovetic, Ljajic; Ghezzal, Calaiò (dal 33’ s.t. Larrondo), Macca-
gassola e Marchionni. Il resto Keirrison (dal 1’ s.t. Gilardino). PANCH. Avra- rone (dal 39’ s.t. Jarolim). PANCH. Ivanov, Ma- ma: Ljajic ha spunti, il Dna del- GILARDINO 5,5 Fermato in dubbio che porta all’1-0. Poi, spunti
sono virgolette. mov, Aya, Agyei, Carraro. ALL. Prandelli. lagò, Brandao, Reginaldo. ALL. Malesani. la «star» ma ancora leggerez- fuorigioco. S’incespica ma lotta. annacquati. (Jarolim s.v.).
za. La seconda: questo Siena, All. PRANDELLI 6 Vuole vincerla All. MALESANI 6,5 Con Calaiò,
Fidatevi Per esempio dell’azio- GIUDIZIO 7 PRIMO TEMPO 1-1 ARBITRO Tozzi di Ostia. più Perinetti, sarà da B altissi- inserendo gli esperti, ma rischia Larrondo e Jajalo rischia il
nista di riferimento viola An- MARCATORI Vergassola (S) al 3’, Mar- ESPULSI nessuno. ma. La terza, by Corvino: «Mu- davvero di perderla. colpaccio.
chionni (F) al 14’ p.t. AMMONITI Kroldrup (F) per gioco scor-
drea Della Valle: «La Naziona- retto; Cribari (S) per gioco scorretto,
tu? Bisogna saper perdonare
NOTE Pag. 9.029, incasso 50.476 euro; abb.
le non ci ha chiesto Prandelli, 20.349, quota 443.148. Tiri in porta 2-5. Tiri fuo- Del Grosso (S) e Larrondo (S) per com- però c’è Jovetic, e noi puntia- TERNA ARBITRALE: TOZZI 6 Fischia e ammonisce poco, solo piccoli
non ho parlato con Abete, la ri 8-2. Ang. 9-1. In fuor. 2-1. Rec. 2’ p.t., 4’ s.t. portamento non regolamentare. mo su di lui». Un altro film da dubbi in 2 offside. Carretta 6; Manzini 5,5
Figc non mi ha chiesto niente: girare, fra conferme e addii.

Offerta valida fino al 31/05/2010. IVA, IPT e messa su strada escluse. Solo per veicoli in stock grazie al contributo dei Ford Partner. Le immagini presentate sono a titolo puramente illustrativo e possono contenere
accessori a pagamento. Esempio su Transit Van 260S TDCi 85CV prezzo di listino € 18.000 IVA esclusa. L'offerta su Transit Connect non include la porta laterale scorrevole destra.

45 anni di missioni speciali


6000 diverse identità
TRANSIT
SOCIO INSEPARABILE

Transit Connect TDCi € 8.750 Transit Van TDCi € 13.000

Solo a maggio.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
23

SERIE A 37a GIORNATA


Di Vaio e Lopez fra gli sbadigli
Bologna e Catania salve dopo un lungo tic toc. Esordio per Appiah. Insulti alla Menarini in tribuna
DAL NOSTRO INVIATO
FRANCESCO CARUSO
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
BOLOGNA 1 DOPO PARTITA
BOLOGNAdNon è dura affatto CATANIA 1 La Menarini non fa festa
l’avventura, per Bologna e Ca- GIUDIZIO 77 PRIMO TEMPO 1-0
tania salve a braccetto per il se- MARCATORI Di Vaio al 14’ p.t. Maxi Lopez al
«Situazione inaccettabile»
condo anno consecutivo. Più 6’ s.t.
scialba di un’amichevole di me- BOLOGNA (4-3-1-2) Viviano; Raggi, Bri- BOLOGNA (m.j.l) Salvezza per due, firmato
tà settimana. Le due squadre, tos, Moras, Lanna; Buscè, Casarini (dal Colomba e Mihajlovic. Il padrone di casa ha
semi gemellate dai colori di 36’ p.t. Modesto), Guana; Adailton (dal festeggiato a centrocampo: «La permanenza in A
13’ s.t. Succi); Zalayeta (dal 1’ s.t. Ap-
maglia, potevano festeggiare piah), Di Vaio. ALL. Colomba. PANCHINA
ce la siamo guadagnati prima di questa gara —
meglio la salvezza suggellata Colombo, Santos, Pisanu, Gimenez. dice Franco Colomba —. Oggi siamo soddisfatti,
da 90 minuti di assoluta noia e CATANIA (4-3-3) Andujar; Potenza, ma se fossimo retrocessi sarebbero stati guai
prevedibilità. Impossibile spe- Silvestre, Spolli, Capuano; Ledesma, seri. Dedico questo risultato a Bulgarelli, Roversi,
rare che i due gol bastino a rav- Carboni, Biagianti (dal 24’ s.t. Moretti); Fiorini e Chiodi, miei ex compagni tutti purtroppo
vivare una gara priva di mor- Izco (dal 17’ s.t. Barrientos), Maxi Lo- deceduti. Loro, come il sottoscritto, hanno dato il
pez (dal 10’ s.t. Martinez), Mascara.
dente, di gioco, priva di tutto. ALL. Mihajlovic. PANCHINA Campagno-
cuore per i colori rossoblù».
Al Dall’Ara, mentre Bologna e lo, Alvarez, Ricchiuti, Morimoto.
Catania badano al sodo, ovve- ARBITRO Giannoccaro di Lecce.
Sinisa rilancia Mihajlovic: «Dobbiamo pensare al
ro a non farsi male, assistiamo AMMONITI Britos per proteste. Genoa: vogliamo vincere a tutti i costi per battere
alla saga dell’insulto, ovviamen- NOTE Paganti 9.696, incasso 65.655 euro, il primato di punti in A di Zenga. Sono contento che
te nei confronti della famiglia abbonati 12.583 per 167.654. Tiri in porta insieme al Bologna ci siamo salvati. Ma non avevo
Menarini, totalmente invisa al- 4-3. Fuori 2-4. Fuorigioco 0-1. Angoli 4-0. dubbi, ci saremmo riusciti anche senza i dieci gol
Recuperi: p.t. 2’, s.t. 2’.
la tifoseria locale, ormai da tem- di Maxi Lopez, che è stato un grande». Marco Di
po. Gli unici sussulti agonistici Vaio: «La società faccia tesoro di questi due anni,
accompagnano il gol di Di Vaio anche quest’affettuoso saluto Maxi Lopez, 26 le: della difesa rossazzurra, po- troppo lungo ma finalmente re- puntando sulla programmazione. Ringrazio i
per il momentaneo vantaggio al tecnico serbo è un appunto anni, festeggia che tracce. E di questo devono cuperata che potrebbe tornare compagni per una salvezza più bella di quella
emiliano e il primo gol del Na- alla presidenza rossoblù che lo la decima rete accontentarsi i 23mila del Dal- utile nella prossima stagione. Il dell’anno passato». Intanto montano le questioni
poli che affonda definitivamen- mandò via. in 16 partite l’Ara di qui all’intervallo. Nel se- vero colpo è stato invece quello societarie. Il digì Baraldi si defila: «Parlerò più
te l’Atalanta. Prima della gara, col Catania: la condo tempo il Bologna fa esor- di un altro argentino, Maxi Lo- avanti», invece la presidente Menarini si scalda su
salutato da un bell’applauso Narcotico e vecchi merletti Di Gallina fa uova dire Appiah. Il ghanese era arri- pez, 10 gol in 16 partite (nel una tv locale: «La festa è stata rovinata dagli
l’ingresso di Sinisa Mihajlovic partita come s’è capito, nean- d’oro... ANSA vato a novembre: sei mesi per mezzo c’è anche un rigore sba- insulti contro me e la mia famiglia che non accetto.
che qui non hanno dimentica- che a parlarne. Un insulso giocare 45 minuti, niente male. gliato) l’ultimo della serie a Bo- I nostri tifosi meritano di più, ma se c’è qualcuno
to nonostante l’esperienza del- tic-toc a centrocampo, costella- C’è un esordio anche nel Cata- logna, all’inizio della ripresa su che crede di fare meglio si accomodi, sono pronta
lo scorso anno sulla panchina to nel primo tempo dal dodicesi- nia, quello dell’argentino Bar- assist di Biagianti. Se rimango- a lasciare. Noi abbiamo voglia di rimanere. Non
del Bologna fu fuggevole e bru- mo gol di Di Vaio (lanciato in rientos, annunciato in estate co- no lui e Mihajlovic il Catania conosco Tesoro. Fuori c’è gente che fa pressioni
scamente interrotta da uno area da Buscè) che batte An- me un colpo stellare. Una stella l’anno prossimo potrà puntare sui media perché ci vuole male».
strano esonero. Se vogliamo, dujar con un sinistro in diagona- però offuscata da un infortunio all’Europa League.

LE PAGELLE di ANDREA TOSI

BOLOGNA 6 CATANIA 6
VIVIANO 6 Di stima. Zero parate ANDUJAR 6 Sicuro sui tiri parabili,
vere, non può nulla su Lopez. impotente su Di Vaio.
RAGGI 6,5 Solita prova solida. POTENZA 6 Tiene la posizione.
MORAS 5,5 Perde Lopez SILVESTRE 6 Prova anche
nell’azione del pareggio. qualche sortita offensiva.
BRITOS 5,5 Anche lui si fa tagliare SPOLLI 5,5 Poco brillante.
fuori dall’argentino.
CAPUANO 5,5 Disordinato.
LANNA 6 Compitino pulito.
LEDESMA 6 Il suo tango lento può
BUSCÈ 6 Assist al capitano. bastare a centrocampo.
GUANA 5,5 Chiude faticosamente CARBONI 5,5 Qualche passaggio
un campionato per lui dispendioso. a casaccio.
CASARINI 6 Comincia bene poi BIAGIANTI 6 Fa l’assist a Maxi e
s’infortuna. poco altro (Moretti s.v.).
MODESTO 5 Impalpabile. IZCO 5,5 Dalle sue parti non
ADAILTON 5,5 Finisce sulle succede nulla (Barrientos s.v.).
gambe (Succi s.v.). MASCARA 6 Non deve sudare.
APPIAH 6 Finalmente il debutto.
ZALAYETA 5 Gli basta un tempo
per dimostrare che non ha voglia.
h 6,5 MAXI
IL MIGLIORE
LOPEZ
Gira al largo ma col gol del pari

h IL MIGLIORE tocca quota 10 gol


6,5 DI VAIO
MARTINEZ 5,5 Il suo cambio non
È suo il gol della salvezza sposta nulla.
aritmetica: è a 12, metà dell’anno
All. MIHAJLOVIC 7,5 Subentrato
passato, ma sono gol pesanti.
con la squadra all’ultimo posto,
All. COLOMBA 7 voto all’annata: ora ha ancora una gara utile per
salvo subentrando nel continuo centrare il record di punti
marasma societario. in Serie A per il Catania.

TERNA ARBITRALE: GIANNOCCARO 6 Riesce a rimanere sveglio nella


camomilla generale. Alessandroni 6 - Chiocchi 6

taccuino
AUSTRIA SVIZZERA
Salisburgo che beffa La Coppa al Basilea
d(c.r.) Un errore clamoroso del dIl Basilea travolge 6-0 il Losanna
guardalinee Feichtinger ha impedi- in finale e vince la sua decima Cop-
to la festa-scudetto del Red Bull Sa- pa di Svizzera.
lisburgo: ha segnalato un fuorigio-
co inesistente annullando al 49’ s.t. IRLANDA DEL NORD
il gol dell’1-1 di Afolabi contro l’Au-
stria Vienna, Il gol vincente per l’Au-
Linfield pure la Coppa
stria Vienna, ora a un punto dalla dIl Linfield vince 2-1 contro il Por-
capolista, era stato segnato al 46’ tadown in finale di Coppa nordirlan-
s.t. da Junuzovic. dese e fa bis dopo il campionato.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
24
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


piegare la resistenza di un Li-

Lazio e Lucarelli vorno con la testa già altrove.

Lazio in porto Al primo affondo


la Lazio è già in gol: combina-
zione Mauri-Kolarov e sul cross
LE PAGELLE
LIVORNO 5 LAZIO 6,5
di S.CIE.

la vittoria è doppia
del serbo Rocchi è il più lesto. DE LUCIA 6 Incolpevole sui gol, MUSLERA 6 Non può nulla su
Sembra tutto già deciso, ci pen- ordinaria amministrazione per il Lucarelli, attento su Vitale e
sa invece Lucarelli (l’unico reat- resto. Bellucci.
tivo tra i livornesi) a riaprire la BERNARDINI 5,5 In difficoltà BIAVA 6 Bel salvataggio su Lucarelli
gara. Che la Lazio però chiude quando viene attaccato. in apertura, tiene bene la zona.

Rocchi-Brocchi mettono i biancocelesti al sicuro definitivamente col bel gol di


Brocchi poco prima dell’inter-
PERTICONE 5 Spesso fuori
posizione, perde quasi tutti i duelli.
DIAS 6,5 Ormai è diventato una
sicurezza.
vallo. Il secondo tempo è pura
La punta del Livorno: addio con gol e tanti applausi accademia, a parte un paio di
tentativi nel finale di Vitale e
GALANTE 6 Il vecchio guerriero è
l’unico che dietro tiene botta.
RADU 6 Attento come sempre con
qualche pizzico di narcisismo.

Bellucci. Reja alla fine sorride. RAIMONDI 6 L’assist a Lucarelli e LICHTSTEINER s.v.
DAL NOSTRO INVIATO molta corsa.
STEFANO CIERI Missione compiuta con 21 pun- DIAKITE 6 Se la cava
ti conquistati in 14 gare. Una MORO 6 Perde qualche pallone, discretamente in un ruolo non suo.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA media che, se fosse stata tenuta ma ne recupera tanti.

LIVORNO dOra c’è anche l’arit-


dall’inizio, avrebbe proiettato
la Lazio in Europa League. Otti-
LIGNANI s.v. h 7 BROCCHI
IL MIGLIORE

metica: la Lazio è salva al termi- MOZART 5 Regia opaca e


mo il lavoro del tecnico che non impalpabile, Ruotolo lo toglie.
Primo gol con la Lazio e che gol.
ne del più travagliato campio- solo ha regalato a Lotito (che ie- Giusto premio ad un ottimo finale
nato degli ultimi venti anni. ri ha festeggiato il 53˚ comple- BERGVOLD 5,5 Un po’ meglio di di stagione.
Non sarà una stagione da ricor- anno) una permanenza che a Mozart, ma insufficiente.
dare (Supercoppa estiva a par- HITZLSPERGER s.v.
un certo punto si era fatta mol- PRUTSCH 5 Spaesato e
te), ma almeno i biancocelesti to difficile, ma ha anche posto inconcludente. LEDESMA 6 Solita diga in mezzo al
riescono a conservare la A. Dal- le basi per un futuro con minori VITALE 6 Costringe Muslera alla
campo, stavolta con qualche
la quale invece il Livorno si con- affanni (in settimana vertice piccola falla.
parata più difficile.
geda mestamente, nonostante i tra i due). MAURI 6,5 Fa partire l’azione
propositi bellicosi. In quanto a
bellicosità sono invece state di Cristiano Lucarelli, 34 anni, saluta i tifosi del Livorno, retrocesso in B IPP Livorno in vacanza Dovrà invece h IL MIGLIORE
7 LUCARELLI dell’1-0 e c’è sempre ogni volta che
la Lazio accelera.
parola entrambe le tifoserie, ricominciare da zero il Livorno. Si fa male quasi subito, resta in KOLAROV 6 Lampi di classe, ma
ma fortunatamente ci si è limi- Società in vendita, squadra da campo e segna pure. A inizio anche troppe pause.
tati ai cori («duce-duce» da par-
te dei laziali e «foibe-foibe» sul
LIVORNO 1 LAZIO 2 rifare: il commiato dalla serie A
rischia di essere duraturo. An-
ripresa si arrende. ROCCHI 7 Un gol pesante ed un
palo. Per lui è un peccato che la
versante livornese quelli da cen- (3-5-2) De Lucia; Bernardini, Pertico- (3-5-2) Muslera; Biava, Dias, Radu; Li- che perché l’uomo-simbolo ha DANILEVICIUS 6 Si butta su tutti i
ne, Galante; Raimondi, Moro (dal 42’ chtsteiner (dal 15’ p.t. Diakite), Brocchi stagione stia finendo.
surare). salutato. Lucarelli avrebbe pre- palloni, non gli arriva quello giusto.
s.t. Lignani), Mozart (dal 1’ s.t. Ber- (dal 43’ s.t. Hitzlsperger), Ledesma, FOGGIA 6 Mezzora per dimostrare
gvold), Prutsch, Vitale, Lucarelli (dal 3’ Mauri, Kolarov; Rocchi (dal 21’ s.t. Fog- ferito farlo con un risultato posi- BELLUCCI 5 Gira al largo e
che è pienamente recuperato.
La chiave Le motivazioni fanno s.t. Danilevicius), Bellucci. gia), Floccari. tivo, lui il suo ce lo ha messo (al- quando gli arriva la palla buona la
la differenza, specie quando il PANCHINA Bardi, Marchini, Modica, Di PANCHINA Berni, Siviglia, Baronio, la prima palla utile ha fatto gol) spreca male. FLOCCARI 6 Fa salire la squadra
caldo si fa sentire. La squadra Gennaro. ALLENATORE Ruotolo. Cruz. ALLENATORE Reja. poi un problema muscolare lo quando la manovra ristagna.
ALL. RUOTOLO 5,5 Prova a
di Reja vuole i 3 punti per taglia- ha costretto ad uscire. Livorno trasmettere alla squadra la sua ALL. REJA 6,5 Lazio pratica e
GIUDIZIO 77 ARBITRO Gava di Conegliano.
re il traguardo senza aspettare si è alzata in piedi per omaggiar- grinta, ma stavolta la vincente: la salvezza è quasi
le disgrazie altrui (con l’Atalan- MARCATORI Rocchi (La) al 13’, Lucarelli ESPULSI nessuno lo. Un bello spot per un calcio comunicazione non riesce. esclusivamente merito suo.
ta sconfitta a Napoli la salvezza (Li) al 33’, Brocchi (La) al 44’ p.t. AMMONITI Raimondi (Li), Prutsch (Li) e nel quale ultimamente sembra
sarebbe arrivata comunque). NOTE Paganti 1.787, incasso 19.459,00 6. Abb. Perticone (Li) per gioco scorretto. Dias esserci posto solo per i veleni. E TERNA ARBITRALE: GAVA 6 Tradito da Ferrandini sul gol di Lucarelli in
Le bastano i primi 45’ e un pizzi- 7.427, quota 106.255,11. Angoli 6-3. Tiri in porta (La) per gioco scorretto. chissà che l’addio non sia solo fuorigioco. Per il resto non sbaglia nulla. Melloni 6 – Ferrandini 5
co di determinazione in più per 2-5. Fuori 4-3. Fuorigioco 5-0. Recuperi 2’ e 4’. un arrivederci.

DAL 18 MAGGIO RAI DUE E RETE 4 PASSANO ALLA TV DIGITALE

DEVO CAMBIARE NO...


l’antenna ? va bene la tua !

IN 19 PROVINCE DI LOMBARDIA, PIEMONTE E EMILIA ROMAGNA


Lombardia: Sondrio, Lecco, Como, Bergamo,Varese, Monza Brianza, Brescia, Milano, Lodi, Cremona, Pavia.
Hai diritto a un
Piemonte: Verbania, Biella, Novara, Vercelli, Asti, Alessandria. Emilia Romagna: Piacenza, Parma.
contributo statale
E in alcuni Comuni delle province di Modena, Reggio Emilia e Verona
di 50 euro
per l’acquisto di un
Decoder interattivo,
Per maggiori informazioni Per ricevere la Tv Digitale basta un se hai 65 anni o più,
Decoder collegato al tuo televisore o un un reddito pari o inferiore
chiama il Numero Verde a 10.000 euro
apparecchio Tv con Decoder integrato.
e sei in regola
oppure visita il sito con l’abbonamento Rai.
www.decoder.comunicazioni.it Campagna di comunicazione a cura di

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
25

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
26
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 37a GIORNATA


y LE PAGELLE
Bum Bum e vola a 101 QUANTI
RECORD
di P. ARCH.

Di Natale è il re di Udine
TRA I GOL UDINESE 6
S. HANDANOVIC 5,5 Immobile soprattutto sul 2-2.
FERRONETTI 6 Discreta guardia a destra.
Totò 70˚ a ZAPATA 4,5 Rigore su Meggiorini, si sposta con

L’attaccante supera Bierhoff come marcatore stagionale friulano quota 100 Barreto. Non c'è.
LUKOVIC 5 Poca sicurezza, molti falli: rischia il rosso.
Antonio PASQUALE 6 Ferma le partenze di Alvarez.
Di Natale
E adesso il Bari punta a battere la Fiorentina per il decimo posto è il 70˚
SIQUEIRA 6 Da metà ripresa: pure lui toglie velocità al
barese.
ISLA 7 Tanti chilometri e i due inviti per Totò-gol.
giocatore che
DAL NOSTRO INVIATO raggiunge quota INLER 6 Spesso arretra per difendere a 4-1-4-1.
ASAMOAH K. 6,5 Un assist splendido per Di Natale.
PIERFRANCESCO ARCHETTI
UDINESE 3 100 reti nella
Serie A a girone
SANCHEZ 6 Rende meno, ma uno slalom da urlo.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA (Obodo s.v.)
BARI 3 unico. Le 28 reti
UDINE dAlmeno un motivo c'è e
prevarica sorrisoni e addii. Il te- GIUDIZIO 777
hanno
migliorato le 27 h 7,5 ILDIMIGLIORE
NATALE
ma più affascinante fra Udine- PRIMO TEMPO 2-2 di Bierhoff del Come lo omaggia Ventura, «mai gol banali». Anche il
MARCATORI Barreto (B) al 18’, Di Nata- ’97-98.
se e Bari, meritatamente estra- le (U) al 21’, Pepe (U) al 26’, Koman (B)
cross per il 2-1, un paio di errorini davanti.
nee ad ogni burrasca di classifi- al 39’ p.t.; Di Natale (U) al 18’, Almiron
FLORO FLORES 6 Onesto quando ammette una
ca, è vedere se Antonio Di Nata-
le, capocannoniere a quota 26
(B) al 47’ s.t.
UDINESE (4-3-3) Handanovic; Ferro- Toni simulazione. Fallisce di poco il 4-2.
netti, Zapata, Lukovic, Pasquale (dal Negli ultimi 3 PEPE 6,5 Stop di destro, tiro di sinistro per il 7˚ gol.
prima del via, batte un record. I ALL. MARINO 6,5 Lascia fra gli applausi anche se non
20’ s.t. Siqueira); Isla, Inler, K. Asamo- tornei il titolo di
gol diventano poi 28: ha supera- ah; Sanchez (dal 41’ s.t. Obodo), Di Na- vince.
capocannoniere
to Oliver Bierhoff come miglior tale (dal 31' s.t. Floro Flores), Pepe. è stato vinto a
marcatore stagionale dei bian- ALLENATORE Marino. PANCHINA
una quota più BARI 6
coneri in A ('97-98); permette Romo, Cuadrado, Corradi, Lodi.
bassa, aveva
agli appassionati, che da tempo BARI (4-4-2) Padelli; Belmonte (dal PADELLI 6 Al debutto: 3 gol imparabili, ne salva due.
4’ s.t. Stellini), A. Masiello, Bonucci, fatto meglio BELMONTE 5 Sempre in difficoltà con Pepe: sarà
seguono con striscioni l'incre- Parisi (dal 32’ s.t. M.Pisano); E. Alva- Luca Toni squalificato.
mento del raccolto, di srotolare rez, Donati, Gazzi, Koman (dal 19’ s.t. (Fiorentina) che STELLINI 5,5 Nel 2˚ tempo in mezzo, poche opposizioni.
il lenzuolo a 3 cifre: 100 reti in Almiron); Barreto, Meggiorini. ALLE-
nel 2005-06 A.MASIELLO 5 Al centro, poi a destra: Di Natale lo salta
A per Di Natale. Ma quando ar- NATORE Ventura. PANCHINA Gillet,
siglò 31 reti. sempre.
riva a 101, anche gli estimatori S. Masiello, Kamata, E. Rivas
Toni è l’unico BONUCCI 6 Talvolta elegante, altre fatica.
sono sorpresi e devono arrotola- ARBITRO Pinzani di Empoli. che ha fatto PARISI 5,5 Tiene per metà gara, poi Sanchez passa (M.
re uno 0 per mostrare il secon- AMMONITI Barreto (B), Belmonte (B), Pisano s.v.).
meglio E. ALVAREZ 5 L'unica volta che tira, piglia Zapata.
do 1. Per tranquillizzare la piaz- Lukovic (U) per gioco scorretto,
di Di Natale a
za che lo adora e i compagni Handanovic (U) comp. non reg. DONATI 6 Discreto invito per il 3-3, entra anche nel 2-2.
partire dal GAZZI 6 Perde il comando da metà primo tempo. Lo
che gli mettono la corona, Totò NOTE Paganti 4008 per 30139 euro. Abbona-
’61-62 recupera.
ti 13960, quota 109116,95. Tiri in porta 7-6.
ribadisce: «Chiuderò la carrie- Tiri fuori 6-5. Angoli 7-3. In fuorigioco 6-4. KOMAN 6 Secondo centro in campionato.
ra qui, mi trovo bene». Recuperi 1' p.t., 5' s.t.

I motivi Il Bari non è in riposo


Antonio Di Natale, 33 anni, incoronato dai compagni di squadra AP
h 6,5 ALMIRON
IL MIGLIORE

retribuito: un primato l'ha già splendide; il Bari più carattere, vanti fornendogli gli inviti per pa all'azione. Dal 19' s.t., è molto attivo e porta il Bari al pareggio. Il
superato, quello dei punti in A, non affoga. l'1-1 e il 3-2. L'azzurro gira pri- 3-3 di testa è il 5˚ gol.
ora mira al 10˚ posto: «Sarebbe ma di destro, poi di sinistro sul Addio Marino È l'ultimo giro di
P. BARRETO 6 Sbaglia un rigore e il pari nel finale, però
storico. Se battiamo la Fiorenti- I protagonisti Forse le delizie mi- palo lontano. La fase difensiva campo per Marino a Udine do- R infila il primo vantaggio e si fa fischiare dal «suo»
na possiamo farcela», racconta gliori di Di Natale non sono le del Bari è generosa come quella po 3 stagioni: 2 volte 7˚, l'Uefa Luca Toni, pubblico.
Ventura. I suoi iniziano e chiu- reti, ma l'assist al millimetro bianconera. Belmonte, A. Ma- fino ai quarti un anno fa, l'eso- 32 anni, MEGGIORINI 6,5 Non segna ma determina tanto.
dono le esultanze. Barreto, di per Pepe, che urla per il 2-1, e siello e amici patiscono i picco- nero e il richiamo tra Natale e attaccante della ALL. VENTURA 6,5 Bari poco accomodante, piacevole
proprietà Udinese, sbaglia il un tiro al volo che sibila accan- letti di Marino; Zapata e Luko- febbraio, in questa. È giusto Roma ANSA seppur con qualche errore.
suo 5˚ rigore ma dopo infila to al palo. Totò si dimostra an- vic non sigillano l'area dalle sciogliere la coppia quando
l'1-0. Almiron invece nel recu- cora una volta attaccante multi- scosse di Meggiorini e Barreto. non ci si ama più, e nel calcio LA TERNA ARBITRALE PINZANI 5,5 Si fida
pero acchiappa il 3-3. Negli in- uso: governa pallone e spazi Un po' di fortuna per gli ospiti: non ci sono figli di mezzo, sem- dell'assistente sul 2-2 ma Bonucci (in fuorigioco)
contri pre estivi la brutta figura con intelligenza, dinamismo e il 2-2 di Koman viene assegnato mai migliaia di euro cui rinun- sembra partecipare. Grazia l'ammonito Lukovic.
tocca ai difensori: l'Udinese ha classe. Se Sanchez non è il soli- nonostante il fuorigioco del ciare o pretendere. «Lascio, ma Forconi 5,5 - Evangelista 6
più qualità e costruisce chance to serpente, Isla aiuta il centra- compagno Bonucci, che parteci- ho la coscienza a posto».

SERIE B La capolista
Lecce è pronta alla festa y Mondonico IL POSTICIPO ORE 20.45
taccuino
COSA
«Venerdì tutti allo stadio» SERVE
PER LA A cerca punti
GALLIPOLI
Primavera aggredì guardalinee
I genitori denunciano: provocato
ce merita di tornare subito in A
salvezza GALLIPOLId (p.m.) I genitori di Michele Buccarella,
L’appello ai tifosi anche nel calcio. Non so se ve- Venerdì sera il ALBINOLEFFE attaccante della Primavera del Gallipoli, hanno
del presidente nerdì andrò ancora in curva. Lecce riceve il sporto querela alla Procura della Repubblica di
Sin qui ha portato bene, visto Cesena: ecco SALERNITANA Lecce contro l’assistente dell’arbitro Decio Savelli (di
Semeraro per la che due anni fa vincemmo a Ba- cosa gli serve
ALBINOLEFFE (4-4-2) SALERNITANA (4-3-1-2)
Barletta). Buccarella è stato squalificato per cinque
ri per 4-0 e sabato ad Ascoli per per la A con anni a seguito dell’aggressione all’assistente nella
gara del ritorno in A 2-1». due giornate 27 PELIZZOLI
16 LUONI
1 IULIANO
7 GALASSO
gara del 17 aprile Gallipoli-Palermo. Secondo la
d’anticipo. 88 CIOFFI 23 E. PEPE querela, supportata da testimoni, si sono sentiti
GIUSEPPE CALVI La tiepida Lecce Poche bandie- 26 SALA 34 BASTRINI offesi dall’assistente con gesti rivolti al pubblico e
5 RIPRODUZIONE RISERVATA re per le strade, solo qualche
bambino con la maglia giallo- Vince 18 CRISTIANO
21 LANER
3 BALESTRI
28 CARCURO
parole offensive verso il calciatore.

LECCEdLa serie A verrà di not- rossa, dopo la vittoria ad Asco- E’ promosso: 10 BERNARDINI 25 JADID
terzo posto a -11 58 HETEMAJ 39 SOLIGO
LA SITUAZIONE
te. Ancora un punto, nell’antici- li: la città non s’infiamma. Ep-
po di venerdì contro il Cesena, pure, nelle più recenti promo-
3 BOMBARDINI 30 CAPONE Il Crotone a un punto dai playoff
Pareggia
28 RUOPOLO 82 ORLANDO
e il Lecce si tirerà fuori dalla mi- zioni in A, il Lecce ha contato 32 TORRI 8 DIONISI
Per il Padova situazione pesante
schia, conquistando la promo- sul calore dei supporter in uno E’ promosso: All. MONDONICO All. CERONE dLa classifica di serie B dopo 39 giornate: Lecce p.
zione (l’ottava nella sua storia) stadio gremito. Il 7 giugno terzo posto a -8 PANCHINA 82 Layeni, 77 PANCHINA 13 Robertiel- 73; Brescia 68; Cesena 65; Sassuolo 62; Torino 61;
a due giornate dalla conclusio- I tifosi giallorossi ad Ascoli LEZZI 2003 la squadra di Rossi nella Piccinni 5 Foglio, 4 Geroni, lo, 37 Pippa, 88 Brunetti,
6 Previtali, 8 Cisse, 9 Celli- 36 Pastore, 38 Franco, Cittadella 60; Crotone (-2), Grosseto 59; Empoli 55;
ne del campionato. Dopo l’eso-
do di quasi tremila tifosi ad mente (già abbattuti contro l’Al-
sfida decisiva col Palermo
(3-0) fu trascinato da oltre Perde ni.
ARBITRO Pierpaoli di Firenze
24 Cartone, 18 Caputo. Ascoli 54; Ancona (-2), Modena 51; AlbinoLeffe*,
Vicenza, Piacenza 49; Reggina 47; Frosinone,
Ascoli, il Salento si prepara a binoLeffe) i prezzi dei biglietti. 35.000 tifosi; il 15 giugno 2008 E’ promosso Triestina 46; Mantova 45; Padova 42; Gallipoli 40;
GUARDALINEE Fiore-P. Bernardoni
trasformare il «Via del Mare» in la formazione di Papadopulo se sabato il Salernitana* (-6) 17. (* una gara in meno; Salernitana
PREZZI da 15 a 80 euro
un villaggio giallorosso. «Vener- Richiamo speciale In curva con i nella finale playoff con l’Albino- Brescia perde: TV Sky Calcio 1, Dahlia Sport già retrocessa in Prima divisione).
dì tutti allo stadio per festeggia- tifosi ad Ascoli, Paolo Perrone, Leffe giocò davanti a 30.000 terzo posto a -7 Queste le partite del prossimo turno, che sarà
Inizio ore 20.45 - Andata 1-1
re il ritorno in A dopo un solo sindaco di Lecce, prenota una spettatori. Sarebbe fondamen- ALBINOLEFFE A centrocampo Bernardini spalmato su quattro giorni. Venerdì 14 (ore 20.45):
anno»: archiviando il successo notte infinita, tra lo spettacolo tale venerdì toccare quota dovrebbe essere preferito al rientrante Pre-
vitali così come Bombardini a Foglio per il
Lecce-Cesena (1-3); Sabato 15 (ore 15.30):
nelle Marche, il presidente Gio- sul campo e l’entusiasmo che 20.000 tifosi. A parte i 2.503 ab- ruolo di esterno sinistro alto. Squalificati Ancona-Cittadella (0-1), Empoli-AlbinoLeffe (0-2),
vanni Semeraro ha lanciato il esploderà in città. «Siamo già bonati, il Lecce, da 5 mesi e Garlini e Passoni. Diffidati Bombardini, Celli- Frosinone-Grosseto (1-2), Modena-Brescia (0-1),
ni, Cioffi, Laner, Previtali, Ruopolo e Sala.
messaggio. Oggi la società di nell’elite per cultura, turismo, mezzo al primo posto, ha regi- SALERNITANA Sono 5 i giovani della Prima- Piacenza-Triestina (3-1), Reggina-Gallipoli (1-2),
via Templari deciderà, per favo- spirito di accoglienza e appeal strato il record di 8.098 tifosi vera convocati, tutti in panchina (prima vol- Salernitana-Sassuolo (2-3), Torino-Vicenza (0-1).
ta per Franco) eccetto Orlando. Squalifica-
rire un maggiore afflusso di verso produttori cinematografi- «da botteghino» nel match con- ti Merino e Tricarico. Diffidati Carcuro, Fa- Domenica 16 (ore 15): Crotone-Mantova (1-2). Lunedì
spettatori, di ridurre ulterior- ci — dice il sindaco —, ma Lec- tro il Torino. va, L. Fusco, Galasso, Peccarisi e Polito. 17 (ore 20.45): Padova-Ascoli (0-1).

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
27

LA SITUAZIONE DOPO LA 37a GIORNATA


RISULTATI CLASSIFICA I MARCATORI
BOLOGNA-CATANIA 1-1 PARTITE RETI RIGORI 28 RETI: Di Natale (6) (Udinese)
PUNTI POSIZIONE ULTIME
Di Vaio (B), Maxi Lopez (C) SQUADRE PUNTI IN CASA FUORI TOTALE IN CASA FUORI TOTALE DIFF. FAVORE CONTRO 2008-2009 E STAGIONE QUATTRO
RETI DIFFERENZA 2008-2009 GARE 21 RETI: Milito (4) (Inter)
FIORENTINA-SIENA 1-1 G. V. N. P. G. V. N. P. G. V. N. P. F. S. F. S. F. S. T. R. T. R.
Vergassola (S), Marchionni (F) 19 RETI: Miccoli (6) (Palermo)
INTER 79 19 15 4 0 18 8 6 4 37 23 10 4 42 15 32 19 74 34 +40 6 6 7 6 81 (-2) 1 VVVV
GENOA-MILAN 1-0 18 RETI: Pazzini (3) (Sampdoria)
ROMA 77 19 15 1 3 18 8 7 3 37 23 8 6 36 17 30 24 66 41 +25 11 9 6 5 60 (+17) 6 VPVV
Sculli (G) 15 RETI: Gilardino (1) (Fiorentina)
INTER-CHIEVO 4-3 MILAN 67 18 11 5 2 19 8 5 6 37 19 10 8 34 20 23 19 57 39 +18 10 7 3 2 71 (-4) 2 PPVP 14 RETI: Barreto (4) (Bari); Borriello (1)
Thiago Motta (I) autorete, Mantovani (C) autorete, Cam- SAMPDORIA 64 18 12 6 0 19 6 4 9 37 18 10 9 30 10 18 31 48 41 +7 5 4 5 4 45 (+19) 12 VVVN (Milan); Totti (5) (Roma)
biasso (I), Milito (I), Balotelli (I), Granoche (C), Pellissier (C)
PALERMO 62 19 13 6 0 18 4 5 9 37 17 11 9 34 14 23 32 57 46 +11 8 7 6 6 56 (+6) 7 NVVN 13 RETI: Matri (3) (Cagliari); Vucinic (2)
JUVENTUS-PARMA 2-3
NAPOLI 59 19 9 8 2 18 6 6 6 37 15 14 8 26 16 24 26 50 42 +8 5 2 8 5 43 (+16) 13 VNVV (Roma)
Del Piero (J), Lanzafame (P), Lanzafame (P),
Biabiany (P), Iaquinta (J) JUVENTUS 55 19 9 4 6 18 7 3 8 37 16 7 14 32 26 23 27 55 53 +2 4 3 5 4 71 (-16) 2 PVNP 12 RETI: Di Vaio (2) (Bologna); Eto'o (2)
LIVORNO-LAZIO 1-2 (Inter); Pato (Milan); Hamsik (2) (Napoli);
GENOA 51 19 11 5 3 18 3 4 11 37 14 9 14 42 28 15 32 57 60 -3 10 9 10 9 65 (-14) 5 VPPV
Rocchi (La), C. Lucarelli (Li), Brocchi (La) Maccarone (1) (Siena)
NAPOLI-ATALANTA 2-0
PARMA 49 18 9 4 5 19 4 6 9 37 13 10 14 20 16 22 34 42 50 -8 4 2 4 3 in B in B PPPV 11 RETI: Tiribocchi (Atalanta); Pellissier
Quaglierella (N), Quagliarella (N) FIORENTINA 47 19 9 3 7 18 4 5 9 37 13 8 16 28 20 20 25 48 45 +3 3 2 5 4 68 (-21) 4 PPPN (Chievo); Floccari (2) (4 con il Genoa)
PALERMO-SAMPDORIA 1-1 BARI 47 18 10 4 4 19 2 7 10 37 12 11 14 28 15 19 34 47 49 -2 10 4 6 4 in B in B PPVN (Lazio); Quagliarella (Napoli); Cavani (1)
Pazzini (S) rigore, Miccoli (P) rigore (Palermo)
UDINESE 44 19 10 5 4 18 1 6 11 37 11 11 15 38 25 15 31 53 56 -3 7 6 8 5 55 (-11) 8 NVNN
ROMA-CAGLIARI 2-1 10 RETI: Adailton (1) (Bologna); Maxi
Lazzari (C), Totti (R), Totti (R) rigore CHIEVO 44 18 6 5 7 19 6 3 10 37 12 8 17 20 19 17 21 37 40 -3 2 1 10 6 38 (+6) 16 VVPP
Lopez (1) (Catania); C. Lucarelli (3)
UDINESE-BARI 3-3 CAGLIARI 43 18 7 6 5 19 4 4 11 37 11 10 16 36 28 19 29 55 57 -2 7 6 6 6 53 (-10) 9 NNNP (Livorno); Ronaldinho (5) (Milan)
Barreto (B), Di Natale (U), Pepe (U), Koman (B), LAZIO 43 18 4 6 8 19 6 7 6 37 10 13 14 16 20 20 22 36 42 -6 5 3 5 5 50 (-7) 10 PVPV
Di Natale (U), Almiron 9 RETI: Martinez (1) (Catania); Balotelli
CATANIA 42 18 7 7 4 19 2 8 9 37 9 15 13 24 15 19 30 43 45 -2 9 7 5 3 43 (-1) 13 NPNN (Inter); Del Piero (3) (Juventus);
BOLOGNA 41 19 7 5 7 18 3 6 9 37 10 11 16 25 27 16 27 41 54 -13 3 3 4 2 34 (+7) 17 NVNN Cassano (1) (Sampdoria); Floro Flores

PROSSIMO TURNO ATALANTA 35 18 7 5 6 19 2 3 14 37 9 8 20 23 18 13 33 36 51 -15 4 3 6 2 47 (-12) 11 VPNP (Udinese)

domenica 16 maggio, ore 15 8 RETI: Jeda (2) e Nené (1) (Cagliari);


SIENA 31 18 4 7 7 19 3 3 13 37 7 10 20 17 24 23 42 40 66 -26 4 2 8 6 43 (-12) 13 NPPN
ATALANTA-PALERMO (0-1); BARI-FIORENTINA (1-2); Mascara (5) (Catania); Lavezzi (Napoli);
CAGLIARI-BOLOGNA (1-0); CATANIA-GENOA (0-2); LIVORNO 29 19 5 5 9 18 2 3 13 37 7 8 22 19 25 7 32 26 57 -31 4 3 4 2 in B in B PVPP Bojinov (Parma); Calaiò (Siena)
CHIEVO-ROMA (0-1); LAZIO-UDINESE (1-1); U DIRETTAMENTE IN CHAMPIONS U PRELIMINARI DI CHAMPIONS U DIRETTAMENTE IN EUROPA LEAGUE U RETROCESSIONE IN SERIE B. 7 RETI: Valdes (2) (Atalanta); Palacio
MILAN-JUVENTUS (3-0); PARMA-LIVORNO (1-2); A parità di partite giocate la nostra classifica tiene conto di quest’ordine preferenziale: 1o punti negli scontri diretti. 2o differenza reti negli scontri diretti. 3o differenza (Genoa); Trezeguet (Juventus);
SAMPDORIA-NAPOLI (0-1); SIENA-INTER (3-4) reti globale. 4o gol segnati. 5o ordine alfabetico.
Huntelaar (1) (Milan); Hernandez
(Palermo); Pepe (Udinese)

2
6 RETI: Amoruso (2) (5 reti con il
CONCORSI Parma) (Atalanta); Lazzari (Cagliari);
Concorsi n. 46 del 9 maggio 2010 SBAGLIO SU HERNANDEZ Marchionni e Jovetic (1) (Fiorentina);
TOTOCALCIO
X Sculli (Genoa); Maicon (Inter); Iaquinta
Bologna - Catania
Fiorentina - Siena
Genoa - Milan
Inter - Chievo
X
1
1
Palermo: rigori ok (Juventus); Rocchi (Lazio); Biabiany
(Parma); De Rossi (Roma); Ghezzal (1)
La Moviola

ma il fuorigioco no
Juventus - Parma 2 (Siena)
Livorno - Lazio 2 5 RETI: Almiron e Meggiorini (Bari);
Napoli - Atalanta 1
Palermo - Sampdoria X Conti (Cagliari); Morimoto (Catania);
Roma - Cagliari 1 Vargas (Fiorentina); Crespo, Mesto e M.
Udinese - Bari X
ANTONELLO CAPONE dinho. Secondo giallo a
Rossi (Genoa); Amauri e Diego
Perugia - Foligno 2 5 RIPRODUZIONE RISERVATA Flamini (40’ st) a razzo
Varese - Cremonese 1 su Palacio. (Juventus); Seedorf (Milan); Denis e
Lancio di Pastore, Hernandez non è in fuorigioco RAI
Reggiana - Ternana 1 BOLOGNA-CATANIA 1-1 Maggio (Napoli); Budan (Palermo);
Verona - Portogruaro S. 2 Lanzafame e Zaccardo (Parma);
MONTEPREMI Regolare l’1-1 di Maxi JUVENTUS-PARMA 2-3 nis (5’) che prima com- sa blucerchiata. Rosetti
€ 436.547,21 Lopez (6’ st): è in linea Contatti con qualche mette fallo su Bianco. pronto a fischiare i rigo- Perrotta, Riise e Toni (Roma); Mannini
LE QUOTE con Moras su lancio di dubbio Zaccardo-Chiel- Al 90’ manca un rigore ri, nella ripresa: al 9’ Si- (Sampdoria); Vergassola (Siena)
Ai 14 (1) 240.440 € lini e viceversa. Regola- al Napoli: Padoin quasi rigu prende Mannini e
Ai 13 (41) 4.398 € Biagianti. 4 RETI: 14 giocatori
Ai 12 (569) 316 € re l’1-2 di Lanzafame: sfila la maglia a Lavez- pallone (anche giallo); 3 RETI: 35 giocatori
Ai 9 (52) 3.514 €
FIORENTINA-SIENA 1-1 Crespo non parte in fuo- zi. Giallo a Maggio per Al 23’ Zauri va dritto
TOTOGOL 2 RETI: 50 giocatori
rigioco. Iaquinta in fuo- entrata su Valdes, ma ri- con il corpo su Miccoli.
COMBINAZIONE VINCENTE Regolare lo 0-1 (3’): da rigioco (48’ st) sul servi- schia il rosso. 1 RETE: 67 giocatori
4 - 10 - 12 - 5 - 6 - 9 - 11 Maccarone a Calaiò (te-
MONTEPREMI zio di Marchisio: segna UDINESE-BARI 3-3 RETI: in questo turno 33 (3 rigori, 2
436.547,21 €
nuto in gioco da Natali) il 2-3. PALERMO-SAMP 1-1 Zapata su Meggiorini autoreti); in totale 968 (89 rigori, 12
LE QUOTE a Vergassola (dietro la Per la partita Cham- (4’): rigore, Barreto lo autoreti)
Ai 7 nessun vincitore palla). Strattonata di LIVORNO-LAZIO 1-2 pions due che andran- sbaglia. Ok il 2-1 (26’):
Ai 6 nessun vincitore Kroldrup a Rosi: dubbi.
Ai 5 (18) 530 € Kolarov per Rocchi, in no al Mondiale: Rosetti Andrea Masiello tiene
Ai 4 (205) 55 €
HE E LE
SEGUI LE STATISTUTIC
linea: 0-1 ok (13’ pt). e l’assistente Calcagno. in gioco Pepe. Il 2-2 an-
GENOA-MILAN 1-0 E LE
Lucarelli dà una spinta L’altro guardalinee è Di drebbe annullato: cross
CURI OS ITA ’ SU TT
Abate su Juric: Damato a Ledesma: sarebbe ri- Liberatore. Suo l’unico di Donati (39’) e ci sono
E DE LL A SE RIE A
dà punizione da fuori e gore. In fuorigioco Lu- neo, al 44’ st: ferma Her- quattro del bari in fuori- SQUADR SI TO
non rigore, ci prende. carelli (33’): è l’1-1. nandez lanciato da Pa- gioco: Bonucci cerca di SUL NOST RO
Al 18’ annullato un gol store in posizione cen- giocare la palla, parteci-
a Pato in fuorigioco sul- NAPOLI-ATALANTA 2-0 trale solo davanti a Sto- pa, non conta che Ko-
la punizione di Ronal- Annullato un gol a De- rari. Ma è dietro la dife- man venga da dietro.
Gazzetta.it

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
28
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

MONDO PREMIER LEAGUE


Anelka più Drogba
L’idea è vincente
La coppia scartata da Scolari, Hiddink e Grant
è la chiave tattica di Ancelotti. Ma non l’unica
GIANCARLO GALAVOTTI sexy story del capitano con Va- lo dei tempi di Mourinho.
5 RIPRODUZIONE RISERVATA nessa Perroncel, ex compagna
di Bridge, e dalla serie di aman- Centrocampo Perso Essien a di-
LONDRAd«La rosa va bene così». ti che hanno raccontato i tradi- cembre, Ancelotti ha dovuto ri-
Lo diceva quand’è arrivato, lo menti di Cole alla moglie Che- disegnare gli schemi. Abbando-
ripete mentre alza il trofeo del- ryl. Gli scompensi nel quartetto nato il rombo, ha riproposto il
la Premier League che il Chel- difensivo di base hanno portato 4-3-3 dell’era Mou aggiustando-
sea non vedeva da 4 anni, la se- a 6 sconfitte in Premier League. lo col suo albero di Natale. Un
conda e ultima volta di Mou- Ma il Manchester del dopo Ro- successo imperniato sulla conti-
rinho. Carlo Ancelotti ha raccol- naldo ha perso 7 volte. Cech ha nuità di Lampard, 22 gol (10 ri-
to l’eredità di Ranieri, Mou- ritrovato la continuità e il livel- gori), e sviluppato dall’esplosio- Una delle tre reti realizzate ieri da Didier Drogba. L’attaccante ivoriano è stato determinante nella corsa al titolo AP
rinho, Scolari, Grant e Hiddink, ne di Malouda, reinventato da
e ha saputo ottenere il massimo Ancelotti. Mikel ha lavorato in

103
da tutti, anche da chi non aveva copertura su livelli discreti, co-
mai dato il meglio o non sem- me Ballack sotto la norma però. CALCIOPOLI
brava più in grado di darlo.
L’eliminazione dalla Cham- I GOL IN CAMPIONATO Attacco Erano incompatibili Napoli: domani
pions contro l’Inter ha minac- Il Chelsea chiude segnando 103 reti per Grant e Hiddink: Drogba e
ciato di affondare il Chelsea. in totale, è la prima volta che una Anelka non potevano convive- c’è Ancelotti
Ma Ancelotti ha pilotato il mo-
mento difficile e la reazione del-
squadra chiude la Premier con oltre
100 gol. Il precedente record era
re in pianta stabile. Il capolavo-
ro di Carletto è stato convincer-
Mancini il 25
la squadra ha portato alla Pre- dello United: 97 reti nel 1999-2000 li che potevano essere grandi in- NAPOLI Carlo Ancelotti sarà
mier e alla finale di Coppa d’In- sieme. Anelka s’è messo a servi- domani il teste principale
ghilterra. Il Chelsea ha battuto re l’idea con un’umiltà esaltan- dell’accusa al processo

2
le 3 grandi rivali, United, Arse- te. Drogba chiude da capocan- Calciopoli di Napoli. Con lui è
nal e Liverpool, andata e ritor- noniere, 29 gol, grazie alla part- stato chiamato anche Roberto
no, suggellando il titolo con nership con il francese. In gen- Mancini, ma il tecnico del
un’impresa mai riuscita prima. LE TRIPLETTE DI DROGBA naio, quando Drogba è venuto Manchester City sarà a Napoli
Seconda tripletta in Premier per a mancare per disputare la Cop- solo il 25 insieme ai testi delle
Difesa Ancelotti ha gestito al Drogba (la precedente nel 4-0 al pa d’Africa, Anelka ha rilevato parti civili. Domani con Ancelotti
meglio gli infortuni, e i guai ex- Watford l’11-11-06). Classifica il centro dell’attacco del Chel- ci sarà un maresciallo dei
tracalcistici di Terry e A.Cole. marcatori vinta con 29 reti; l’aveva sea, senza soluzione di conti- carabinieri per le sim svizzere. John Terry festeggia con la Didier Drogba, 32 anni, riprende
Imperturbato dal chiasso per la già vinta nel 2006-07 con 20 gol nuità. moglie e la figlia REUTERS i festeggiamenti col cellulare AP

PORTOGALLO SPAGNA

Il Benfica Enigma Ibra


Ora il Barça
ritorna fa a meno di lui
campione MADRID Sopra la panca, Ibra
ride. E sotto la panca, che fa?

dopo Trap
Sabato a Siviglia Guardiola ha
deciso di giocarsi la Liga senza
l’acquisto più caro della storia
MANUEL MARTINS DE SÀ del Barça. Zlatan ha
5 RIPRODUZIONE RISERVATA festeggiato con onesta
passione i gol, ma la situazione
LISBONAdCinque anni dopo la è complessa. Dopo la prima
conquista dello «scudetto» panchina dell’anno, ritorno con
con Trapattoni in panchina, il lo Stoccarda in Champions,
Benfica torna campione di Por- Ibra mandò un messaggio di
togallo staccando lo strepitoso rabbioso sconforto attraverso
Braga di 5 punti e il Porto, cam- il suo agente Mino Raiola. Da
pione da 4 stagioni, di 8 lun- allora l’ex interista ha passato
ghezze. Nell’ultima giornata, prima un momentaccio, poi un
al Da Luz traboccante di 65mi- momento di gloria, 5 reti in 4
la spettatori, ha battuto (2-1) partite, chiuso bruscamente
il Rio Ave (in 10 dal 9’ del pt) da un infortunio. Poi le due
mentre il Braga sul campo del sostituzioni con l’Inter dopo
Nacional non è andato oltre un’oretta passata senza
l’1-1. Al Braga resta la consola- lasciare traccia, la panchina
zione di giocare i preliminari nel 4-1 col Villarreal, la
di Champions a scapito del sostituzione col Tenerife
Porto che, assieme al Manche- seguita da titoli del tipo: «Esce
ster Utd, vantava il primato di Ibra, torna il Barça» (Marca).
presenze. Sabato Ibra è stato ignorato
da Guardiola, domenica dai
Coppa per il Porto Questo è il giornali impegnati a celebrare il
32o titolo vinto dal Benfica in «tridente della cantera». Messi
76 edizioni, contro i 24 del Por- ha segnato il suo 44o gol
to e i 18 dello Sporting: mi- stagionale, 32o in Liga. Bojan è
glior attacco (78 gol), miglior arrivato a 8 reti nelle ultime 11
difesa (20), più successi (24), apparizioni, alcune davvero
meno sconfitte (2). Per il Por- fugaci, Pedro ha superato Ibra,
to c’è ancora la speranza di 22 gol a 21 (uno nelle ultime 6).
non chiudere la stagione a ma- Guardiola ha concesso due
ni vuote: domenica prossima giorni di vacanza. Tempo per
giocherà la finale di coppa del pensare al futuro tenendo. Che
Portogallo contro il Desporti- fare? Che dire? Dove andare?
vo Chaves, squadra di serie B Intanto ieri è sbarcato in Italia
già retrocessa in C. Porto, Kakà. L’ex milanista è sbarcato
Sporting e Maritimo andran- a Lamezia Terme e si è diretto
no in Europa League. Sono re- a San Lucido (Cosenza) per
trocessi lo storico Belenenses una visita di controllo presso il
(71 presenze in 75 edizioni, centro del fisioterapista Luigi
campione nel ’46) e il Leixões, Novello che lo cura da tempo.
neopromossi Beira Mar e Porti- Filippo Maria Ricci
monense.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
29

MONDO PREMIER LEAGUE


GIANCARLO GALAVOTTI
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

LONDRAdRe Carlo d’Inghilterra


y Otto volante LA PARTITA

PREMIER
viene incoronato dai tifosi men-
CLASSIFICA
tre il suo Chelsea regala gol co-
me caramelle. Ancora più del FINALE al Wigan
solito, dopo tre «settebello» sta-
Drogba tris:
volta sono 8 gol. La rete del
Risultati
Wigan si gonfia come non s’era
mai gonfiata quella di una riva- Arsenal-
Fulham 4-0,
re dei bomber
le dei Blues. Sugli spalti appare
un cartellone, la faccia tonda Aston Villa- 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
di Ancelotti incoronata: «King Blackburn 0-1,
Carlo, more than special». Re Bolton- LONDRA d La carica dei 103.
Carlo è più che speciale. Anche Birmingham 2-1, Una pirotecnia di gol per il pri-
lui come José Mourinho, cam- Burnley- mo titolo inglese di Carlo Ance-
pione d’Inghilterra alla prima Tottenham 4-2, lotti. Gran finale, 8-0 al Wigan,
stagione. In volata sul Manche- Chelsea- collezione di record. Mai tante
ster United, un duello lungo 38 Wigan 8-0, reti segnate da campioni della
giornate, ma è più che specia- Everton- Premier, in 18 edizioni, e prima-
le. Mou faceva più punti, Ance- Portsmouth 1-0, to assoluto per il Chelsea la go-
lotti fa più gol. Il suo Chelsea Hull City- leada che porta al traguardo i
non ha l’implacabile efficienza Liverpool 0-0, blues con il punto di vantaggio
da software «made in Portu- Man. United- sui campioni uscenti. Drogba
gal», ma sicuramente diverte Stoke City 4-0, conquista la scarpa d’oro della
di più. West Ham- Premier con il tris nell’8-0, che
Man. City 1-1, lo porta a 29, staccando così
Abramovich felice E si diverte, Wolverhampton Ronney, a secco nella vittoria
si spella le mani e grida «Chel- -Sunderland 2-1 dello United e uscito per un ac-
sea» anche Roman Abramovi- ciacco muscolare (adduttori).
ch, che dopo 3 anni con Mou Classifica Il Wigan cerca di guastare i pia-
ha detto basta, annoiato dagli Chelsea 86; ni di Ancelotti con un 3-4-2-1.
schemi e piccato per lo scontro Carlo Ancelotti, 50 anni, a sinistra, fa il giro di campo di corsa con la coppa insieme a Florant Malouda, 29 anni AP Man. United 85; Il Chelsea mette a segno il pri-
di personalità. Carletto vince Arsenal 75; mo contropiede, Anelka conver-
al primo colpo, senza far rumo- Tottenham 70; te l’assist di Malouda, ma il van-

King Carlo
re. Il rumore, assordante, lo Man. City 67; taggio non basta a calmare i
fanno i 40.000 tifosi Blues, Aston Villa 64; nervi degli Ancelotti-Boys. Le
quando attaccano «Carlo Carlo Liverpool 63; cariche del Wigan, però, svani-
Carlo». Hanno aspettato tutta Everton 61; scono al 31’, quando Caldwell
la stagione, ma Ancelotti li ha Birmingham, tira giù per la maglia Lampard
convinti. Si lascia andare alla Blackburn 50; in area, e viene espulso. Drog-

Che trionfo
festa, tra stelle filanti ed esplo- Stoke City 47; ba vorrebbe tirare il rigore, ma
sioni, solleva la coppa che lo Fulham 46; Lampard non molla, e fulmina
aspetta sul podio, la coppa del- Sunderland 44; Pollitt. Alla ripresa l’ivoriano si
la Premier League. Bolton 39; rifà con gl’interessi, dopo il 3-0
Frank Wolverhampton di Kalou e il 4-0 di Anelka. Il 5-0
Stile Ancelotti «Io preferisco la Lampard con 38; Wigan 36; Drogba lo realizza di testa. Poi
Coppa», dice il titolo delle sue la figlia AP West Ham 35; il secondo rigore, finalmente

Chelsea campione
memorie italiane, pubblicate Burnley, suo: 6-0 con carambola sul pa-
un anno fa. Anche questa è una Hull City 30; lo. Joe Cole propizia il 7-0: Pol-
coppa, ma che coppa! Le me- Portsmouth* 19. litt intercetta la sua bordata,
morie escono in inglese in ago- *9 punti di Drogba completa il tris. Joe Co-
sto: «Carlo Ancelotti: the life penalità le ha ancora in serbo un assist

Londra ai suoi piedi


and games of an ordinary ge- speciale, per l’8-0 tutto Cole, fir-
nius». Con l’8-0 a Wigan il tecni- mato al volo da Ashley.
co reggiano ha sciolto ogni dub- g.c.g.
bio residuo: vita e partite di un CHELSEA-WIGAN 8-0
genio ordinario. «Si può vince-
MARCATORI Anelka (C) al 6’,
re la Premier anche senza pole-
miche — dice — senza fare È il primo tecnico italiano a vincere in Inghilterra Lampard (C) su rigore al 32’
p.t., Kalou (C) al 9’. Anelka
troppo rumore. Il mio stile è all’11’, Drogba (C) al 18’,
questo, non ho alcuna intenzio-
ne di cambiare».
«Si può fare senza polemiche: è il mio stile» Drogba su rigore al 23’,
Drogba al 35’, A. Cole (C) al
44’ del s.t.
«Abbiamo chiuso il campiona- Arsenal grandi avversari. La dif- — perché ho trovato una socie- CHELSEA (4-3-3) Cech 6,5;
«Noi squadra» Nessuno lo vuole to al meglio, sono felicissimo, è ferenza? Questo è il campiona- tà ottimamente strutturata, Ivanovic 6,5 (dal 14’ s.t.
diverso, in Inghilterra. Dove stata una grande impresa, frut- to più bello del mondo, l’atmo- una grande organizzazione, e Belletti 6), Alex 6, Terry
6,5, A. Cole 6,5; Ballack 6
Parma Ham e Parma cheese, to del lavoro serio di tutti i gior- sfera, la cultura sportiva ingle- giocatori fantastici. Potremo (dal 25’ s.t. Matic 6), Lampard
prosciutto e parmigiano, sono ni. Il segreto? Siamo stati una se non hanno eguali». vincere ancora tanto. Non è ve- 7, Malouda 6; Kalou 6,5 (dal 14’ s.t.
tanto popolari da sembrare squadra in ogni momento, e ab- ro che la rosa è troppo avanti J. Cole 6,5), Drogba 7, Anelka 7. All.
quasi prodotti locali. Arriva tar- biamo vinto come squadra». Ora la FA Cup Gli inglesi apprez- negli anni». Ma questo Chelsea Ancelotti 7,5.
WIGAN (3-4-2-1) Pollitt 6; Boyce 5,5,
di tra i giornalisti che lo accol- zano il successo ottenuto senza è campione con l’età media più Caldwell 4,5, Gohouri 5, 5; Melchiot 5,
gono con un battimani sponta- W l’Inghilterra «È il mio secondo acquisti milionari, senza un me- alta nella storia della Premier Diame 5,5 (dal 27’ s.t. Scharner s.v.),
neo. «Non fatemi domande dif- campionato, dopo quello col ga staff suo (solo lo psicologo League. E può vincere ancora: McCarthy 5,5, Figueroa 6; Watson 6,5
(dal 17’ s.t. Thomas 5,5), Rodallega 5 (dal
ficili, ho già un livello alcolico Milan — continua Ancelotti — Demichelis lo ha accompagna- a cominciare dalla FA Cup, sa- 36’ s.t. Moses s.v.); N’Zogbia 6.
altissimo». Tanto champagne ma è stato combattutissimo fi- to al Chelsea da Milano). «Ma è bato a Wembley contro il Port- All. Martinez 6.
in campo e nello spogliatoio. no alla fine, con Manchester e stato facile — ribatte Ancelotti smouth. ARBITRO Atkinson 6.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
30
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
31

PRIMA DIVISIONE GIRONE A 34a GIORNATA


Derby e salvezza al Como Sorpasso Varese
con una cinquina
Lecco, è retrocessione Cremonese terza
COMO-LECCO 2-0 casa la gioia di poter evita- avendo di fronte un avver- schi. Il Como, però, sape- VARESE-CREMONESE 5-1 centrando così il miglior
GIUDIZIO ++ re i playout, mentre dal- sario decisamente inno- va che solo la vittoria gli GIUDIZIO ++++ piazzamento degli ultimi
MARCATORI Cozzolino al 15’, l’altra parte gli spalti vuo- cuo ha faticato a sblocca- avrebbe garantito la tran- MARCATORI Neto Pereira (V) al 5’, 25 anni. La squadra di San-
Kalambay al 30’ s.t. Zecchin (V) al 10’, Carrozza (V) al
ti per la trasferta vietata re il risultato. Un pari che, quillità. E l’ha inseguita 12’, Villar (C) al 27’ p.t.; Carrozza
nino, che decide di lascia-
COMO (3-4-3) Zappino 6; Conti 6,5,
Gonnella 6, Goretti 6; Maggioni 6,
agli ospiti hanno fatto da tra l’altro, agli ospiti non sin dall’inizio. Con un’oc- (V) al 4’, Momentè (V) all’8’ s.t. re in panchina i diffidati
Riva 6,5 (dal 37’ s.t. E. Brevi s.v.), cornice alla desolante sta- sarebbe comunque neppu- casione sui piedi di Cozzo- VARESE (4-4-2) Moreau 6,5; Pisano Armenise ed Ebagua, ipo-
Salvi 6, Franco 6,5 (dal 44’ s.t. gione bluceleste. re servito per evitare l’ulti- lino già al primo minuto 6,5, Gentili 6,5, Preite 6,5, Grillo teca il successo nel primo
6,5 (dal 24’ s.t. Gambadori 6,5);
Bruno s.v.); Zerzouri 6 (27’ s.t. mo posto, ma che avrebbe che colpisce l’interno del Zecchin 7,5, Buzzegoli 8, Corti 6,5, quarto d’ora, giocato con
Kalambay 6,5), Cozzolino 6,5,
Filippini 6.5. (Malatesta, Ardito,
La chiave Partita non sem- poi, alla luce dei risultati, palo prima di arrivare nel- Carrozza 8; Momentè 6,5 (dal 27’ estrema intensità. Il risul-
Prandelli, Fragiello). All. Strano-O. plice per il Como, che pur salvato comunque i coma- le mani del portiere. Il gol s.t. Eliakwu 6), Neto Pereira 7,5 tato viene sbloccato già al
(dal 29’ p.t. Aloe 6). (Murriero,
Brevi 6,5. però non arriva. Il secon- Armenise, Ebagua, Del Sante). All.
5’ da Neto Pereira, imbec-
LECCO (4-5-1) Orlandi 6; Bartoluc-
GIRONE A RISULTATI do tempo comincia con Sannino 8. cato da Momentè. Il solito
ci 5, Mandorlini 5, Pedotti 6, ALESSANDRIA-AREZZO 1-2 un po’ di nervosismo tra i CREMONESE (4-4-2) G. Bianchi 5,5; sontuoso Buzzegoli, ispi-
SQUADRE PT G V N P RF RS
Cortese 5 (dall’11’ s.t. Soderlund COMO-LECCO 2-0 A. Bianchi 5, Cremonesi 5,
5); Giannone 5 (dal 17’ s.t. Sau
NOVARA 67 34 18 13 3 52 24
FIGLINE-MONZA 2-0
padroni di casa, anche se ra il 2-0: lancio per Mo-
VARESE 62 34 17 11 6 53 34 Galuppo 5 (dal 15’ s.t. Sales 6),
5,5), Calzi 5,5, Corrent 5, Galli 5, CREMONESE 61 34 16 13 5 62 47
NOVARA-PAGANESE 0-1 le possibili occasioni arri- Oscar Brevi (a sinistra) Malacarne 5; Villar 6,5, Fietta 5,5, mentè che spara sul portie-
Guglieri 6; Marconi 5 (dal 40’ s.t. PERGOCREMA-SORRENTO 1-1 vano a getto continuo. festeggia con Kalambay re, il regista riprende
AREZZO 61 34 17 10 7 54 35 PERUGIA-FOLIGNO 0-2
Zanchetta 6 (dal 26’ s.t. Carotti 6),
Ciano s.v.). (Andreoletti, Ciasca, BENEVENTO 56 34 16 8 10 50 37 Clamoroso errore di Coz- dopo il gol del 2-0 CUSA Pradolin 5,5; Varricchio 5,5 (dal scheggiando la traversa
PRO PATRIA-LUMEZZANE 2-1
Martinelli, Cozza). All. Ratti 5,5. 15’ s.t. Guidetti 6), Musetti 6. (Vino,
ARBITRO Ruini di Reggio Emilia 6.
LUMEZZANE 52 34 14 10 10 45 38 VARESE-CREMONESE 5-1 zolino all’8’, ma proprio il Burrai, Coda, Gilioli). All. Venturato
ed è, quindi, Zecchin a se-
FIGLINE (-1) 45 34 12 10 12 45 44 VIAREGGIO-BENEVENTO 2-2
NOTE paganti 2.030, abbonati ALESSANDRIA 43 34 12 7 15 35 46
bomber dà il via alla festa 5. gnare di testa, dopo una

3
1.021, incasso di 14.877,37 euro. SORRENTO 41 34 10 11 13 44 45 al 16’ mandando in rete ARBITRO Barbeno di Brescia 6. prima inzuccata fermata
Ammoniti Cozzolino, Mandorlini e MONZA 41 34 9 14 11 37 45 VERDETTI con un bel tiro rasoterra, NOTE paganti 1.584, abbonati 879, dal palo (10’). Carrozza fa
Kalambay. Angoli 6-2. incasso di 14.917,74 euro. Amm.
PERUGIA (-2) 40 34 12 6 16 31 38 PROMOSSO IN B Novara sfruttando una respinta Gentili, Fietta, Preite, Varricchio, poi tris su azione persona-
COMO 40 34 9 13 12 27 34
FOLIGNO 39 34 10 9 15 53 56 PLAYOFF della difesa. Marconi sciu- Corti ed Eliakwu. Angoli 2-13. le (12’). La Cremonese, al
LILLIANA CAVATORTA VIAREGGIO 38 34 8 14 12 29 39
(23 e 30 maggio, 6 e 13 giugno) pa malamente la rete del tappeto, tenta di reagire
Benevento-Varese
PERGOCREMA 36 34 9 9 16 35 44 Arezzo-Cremonese possibile pareggio. Ma la I campionati del Lecco FILIPPO BRUSA con Villar, in rete al 27’,
COMO dComo salvo e Lec- PRO PATRIA 35 34 7 14 13 37 49 partita è nelle mani del dall’ultima promozione ma in avvio di ripresa Car-
PAGANESE 33 34 8 9 17 33 48 PLAYOUT
co retrocesso. Il derby del LECCO 31 34 8 7 19 34 53
(23 e 30 maggio) Como. La firma finale è di Il Lecco era stato promosso VARESE dIl Varese rende rozza e Momentè siglano
Lario non era mai stato co- MARCATORI: 18 RETI Le Noci (8, Pergocrema). 15 RETI
Paganese-Viareggio
Pro Patria-Pergocrema
Kalambay, che al 30’ se- in C1 nel 2007: retrocesso e alla Cremonese la sconfit- la cinquina. Il Varese af-
sì decisivo. E ieri gli ultimi Evacuo (4, Benevento); Motta (5, Novara); Paulinho (1, Sor- gna un’altra bella rete, ripescato in Prima divisione ta dell’andata (1-4), con fronterà nei playoff il Be-
rento). 14 RETI Chianese (2, Arezzo); Musetti (Cremonese). RETROCESSO IN SECONDA
90 minuti della stagione 13 RETI Artico (2, Alessandria); Cozzolino (4, Como); Cava- DIVISIONE
sfruttando un bel suggeri- nel 2008, salvo ai playout nel gli interessi, e soffia ai gri- nevento mentre alla Cre-
hanno regalato ai tifosi di gna e Giacomelli (Foligno). Lecco mento di Riva. 2009 (superata la Samb) giorossi il secondo posto, monese tocca l’Arezzo.

VIAREGGIO-BENEVENTO 2-2 ALESSANDRIA-AREZZO 1-2 PERUGIA-FOLIGNO 0-2 NOVARA-PAGANESE 0-1 PERGOCREMA-SORRENTO 1-1 PRO PATRIA-LUMEZZANE 2-1 FIGLINE-MONZA 2-0
Viareggio: pareggio fatale L’Arezzo è in forma playoff Foligno: missione compiuta Paganese aggancio playout Il Pergocrema fa i calcoli La Pro Patria evita guai Il Figline chiude con il botto
Il Benevento non si piega Bianchi lascia l’Alessandria Perugia a picco e fischiato Tortori piega il Novara Balzano firma il pareggio Pacilli affossa il Lumezzane Vittoria e rientro di Chiesa
MARCATORI Ignoffo (B) al 13’, La MARCATORI Fofana (Ar) al 1’ p.t.; MARCATORI Sciaudone al 13’, Gia- MARCATORE Tortori al 16’ s.t. MARCATORI Tavares (P) al 44' MARCATORI Marci (PP) al 17’, Gala- MARCATORI Villafane al 42' p.t.;
Camera (B) al 26’, Fiale (V) al 38’ Maniero (Ar) al 16’, Volpara (Al) al comelli al 40’ p.t. NOVARA (4-4-2) Ujkani 6; Ghel- p.t.; Balzano (S) al 38' s.t. binov (L) al 29’ p.t.; Pacilli (PP) al 19’ Fanucchi al 16' s.t.
p.t.; Eusepi (V) al 38’ s.t. 42’ s.t. PERUGIA (3-5-2) De Marco 5,5; ler 6, Lisuzzo 6,5, Cossentino 6,5, PERGOCREMA (4-3-3) Rossi s.t. FIGLINE (4-3-1-2) Novembre
VIAREGGIO (4-3-3) Ravaglia 6; ALESSANDRIA (4–3–1–2) Cicutti Pagani 6, Urbano 6, Bonomi 6; Rai- Gemiti 7; Ledesma 6 (dal 10’ s.t. Chauvenet 6; Lolaico 6 (dal 40' s.t. PRO PATRIA (4-3-2-1) Giambru- 6,5; Duravia 6,5, Bettini 7, Ghinas-
Carnesalini 5,5, Fiale 6, Benassi 6,5; Ciancio 5,5, Signorini 6, Cam- mondi 6, Forò 5,5 (dal 45’ s.t. Tac- Shala 6), Porcari 7, Juliano 5,5 (dal Brambilla s.v.), Zaninelli 6, Blan- no 6,5; Bruccini 6, Pivotto 6, Rinaldi si 6, Pasquini 6; Cosentini 6, Con-
5,5, Barsotti 5,5 (dal 31’ s.t. Costan- maroto 6, Schettino 6; A. Buglio 5,5 cucci s.v.), La Vista 6, Perrulli 6 16’ s.t. Gonzalez 5,5), Bertani 6,5 chard 6, Federici 6; Ghidotti 6, Ulia- 5,5, Chiecchi 6 (dal 42’ s.t. Rudi sumi 6,5, Guerri 6,5; Fanucchi 7
tino s.v.); Falivena 5,5 (dal 18’ s.t. (dal 27’ s.t. Bolla s.v.), Briano 6, Da- (dal 20’ s.t. Sansotta 6), Lacrimini (dal 31’ p.t. Rigoni 6); Rubino 6, Mot- no 6, Galli 6; Gherardi 6, Tavares 6 s.v.); Serafini 6, Cristiano 6, Marci (dal 43' s.t. Chiesa s.v.); Frediani
Martucci 6), Reccolani 5,5, Pizza 6; monte 5,5 (dal 29’ p.t. Motta 6); Arti- 5,5; Bondi 6,5, Federici 6,5 (dall’11’ ta 6,5. (Fontana, Coubronne, Cen- (dal 29' s.t. Florean s.v.), Le Noci 6 6,5; Melara 5,5 (dal 39’ s.t. Nocciola 6,5 (dal 22' s.t. Sanni 6), Villafane 7
Caturano 6, Eusepi 6, Guadalupi co 6; Fantini 5,5 (dal 18’ s.t. Volpara s.t. Rocchi 6). (Bossi, Fiorucci, Can- turioni, Evola). All. Tesser 6. (dal 10' s.t Ferrari 6). (Colombi, Ros- s.v.), Pacilli 6; Urbano 6. (Sala, Kulli, (dal 14' s.t. Spuntarelli 6). (Pardini,
5,5. (Babbini, Panariello, Briotti, 6), Rodriguez 5,5. (Servili, Longhi, nistrà, Fiordiani). All. Zaffaro- PAGANESE (4-4-2) Pantanelli 6; si, Pianu, Romano). All. Rastelli 6. Sarno, Baù, Ripa). All. Gaudenzi 6. Redomi, Campolattano, Fioretti).
Fommei, Mandorlini). All. Rossi 6. Pucino, Ghosheh). All. F. Buglio 6. ni-Buzzi 6. Gambi 5,5, Ingrosso 5,5, Esposito SORRENTO (5-3-2) Criscuolo 6; LUMEZZANE (4-4-2) Trini 6; For- All. Torricelli 7.
BENEVENTO (4-3-3) Baican 6,5; AREZZO (4–3–1–2) Giusti 6; Lave- FOLIGNO (4-3-3) Tomassini 6; No- 6,5, Sciannamé 6; Izzo 7, Vicedomi- Esposito 6 (dal 36' s.t. Balzano 6), miconi 6 (dal 21’ s.t. Zanardini 6), MONZA (4-4-2) Marcandalli 5,5;
Ciarcià 6, Cattaneo 6, Ignoffo 7, rone 6,5, Cannarsa 6, Pecorari 6, ri 6, Pencelli 6, Gregori 6,5, Rossi 6 ni 6,5, Memushaj 7, Macrì 5,5 (dal Masiero 6, Lo Monaco 6, De Giosa Mei 5,5, Emerson 6, Pini 6; Brada- Oualembo 6, Tuia 5,5 (dal 1' s.t. S.
Ferraro 6; La Camera 6,5 (dal 13’ Music 6,5; Venitucci 6 (dal 41’ s.t. (dal 32’ s.t. Guastalvino s.v.); Fondi 5’ s.t. Tufano 5,5); Ibekwe 6 (dal 6, Silvestri 6 (dal 13' s.t. Gallo 6); schia 6,5, Faroni 6, Calliari 5,5, Lau- Seedorf 6), Cudini 6, Fiuzzi 6; Era-
s.t. Poli 6), Cejas 7, Vacca 6,5; Ger- Conti s.v.), De Oliveira 6,5, Togni 6; 6 (dal 36’ s.t. Furiani s.v.), Borgese 43’ s.t. Cucciniello s.v.), Tortori 6,5 Greco 6, Nicodemo 6, Arcidiacono ria 6; Galabinov 6, Pesenti 5,5 (dal mo 6, Prato 6 (dal 36' s.t. Ravasi
minale 6 (dal 33’ s.t. Simone s.v.), Erpen 6,5; Fofana 6 (dal 36’ p.t. Es- 6,5, Sciaudone 6,5; Turchi 6,5, Gia- (dal 28’ s.t. Lasagna 6). (Saraò, Ca- 6; Myrtaj 6, Carlini 6 (dal 25' s.t. Sil- 14’ s.t. Mineli 6). (Gazzola, Nicola, Pi- s.v.), Iacopino 6, Campinoti 6 (dal
Bueno 6, Clemente 6 (dal 24’ s.t. sabr 6), Maniero 6,5 (dal 38’ s.t. Baz- comelli 7 (dal 20’ s.t. Da Dalt 6), Ca- staldo, Zarineh, Giglio). All. Palum- vestro s.v.). (Delfino, Angeli, Fialdi- cinelli, Andreoli, Romeo). All. Meni- 23' s.t. Anghileri 6); Viola 6,5,
Scrugli 5,5). (Gori, Pedrelli, Ciampi, zoffia s.v.). (Frasca, Miglietta, Poli, vagna 6. (Riommi, Patacchioli, Gal- bo 6,5. ni, Raggio Garibaldi). All. Simonelli chini 6. Samb 6,5. (Ciceri, Barjie, C. See-
Castaldo). All. Acori 7. Sereni). All. Semplici 6,5. lozzi, Virdis). All. Matrecano 6,5. ARBITRO Paparazzo di Catanza- 6. ARBITRO Bindoni di Venezia 6. dorf, Russo). All. Cevoli 6.
ARBITRO Manera di Conegliano ARBITRO Coccia di San Benedet- ARBITRO D’Alesio di Forlì 6. ro 6. ARBITRO Perisan di Pordenone 6. NOTE paganti 270, abbonati 1.045, ARBITRO Pairetto di Nichelino
Veneto 6. to del Tronto 6. NOTE paganti 1.258, abbonati NOTE paganti 1.990, abbonati incasso di 7.146 euro. Ammonito
NOTE paganti 490, abbonati 750, 6,5.
NOTE paganti 785, abbonati 562, NOTE paganti 875, abbonati 727, in- 2.062, incasso di 28.064 euro. 1.691, incasso di 25.800 euro. Am- Emerson. Angoli 4-5.
incasso di 4135 euro. Ammonito NOTE paganti 282, abbonati 152,
incasso 6.742 euro. Espulso Pana- casso non comunicato. Ammoniti Espulso Bondi al 45’ s.t.; ammoniti moniti Tortori e Tufano. Angoli GIUDIZIO+++
Gallo. Angoli 2-1. incasso di 1.346 euro. Nessun am-
riello (dalla panchina) al 42’ s.t.; am- Briano e Signorini. Angoli 4-10. Raimondi, Rossi, Gregori, Perrulli, 13-2.
Tomassini e Turchi. Angoli 3-3. GIUDIZIO++ BUSTO ARSIZIO (Va) dLa Pro Patria monito. Angoli 7-9.
moniti Ciarcià, Barsotti, Eusepi e GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++
Poli. Angoli 11-0. batte il Lumezzane e accede ai GIUDIZIO++
GIUDIZIO+++ CREMA (Cr) dIl Pergocrema pareg-
ALESSANDRIA dUn Arezzo più de- NOVARA dSotto l’acquazzone è fe- playout dove si giocherà la salvez-
GIUDIZIO+++ terminato e già pronto per i playoff PERUGIA dIl Foligno evita i playout sta per tutti. Il Novara celebra il ri- gia contro il Sorrento e cercherà la za con il Pergocrema. Buon avvio FIGLINE VALDARNO (Fi) dIl Figline
(incontrerà la Cremonese) espugna e salva il campionato, il Perugia torno in B con una partita in cui si salvezza ai playout con la Pro Pa- della squadra di Gaudenzi che pas- chiude in bellezza: batte il Monza
VIAREGGIO (Lu) dIl Viareggio non
supera il Benevento e finisce ai senza troppa difficoltà il Moccagat- nemmeno la faccia. La quinta scon- concede più all’accademia che alla tria. Neppure la vittoria sarebbe sa in vantaggio, al 17’, con un tiro di con merito, centra il settimo posto
playout dove affronterà la Pagane- ta. Pronti via e gli ospiti sono già in fitta consecutiva scandisce il disa- ricerca del risultato, mentre la Pa- servita ai cremaschi per evitare gli Marci da fuori area che si insacca e ritrova la sua stella Enrico Chie-
se, mentre gli uomini di Acori se la vantaggio: dopo 40" palla in corrido- stro di un club giunto sull’orlo del ganese agguanta il treno dei spareggi e i risultati provenienti da- all’incrocio. Subito dopo la Pro ha la sa. La prima rete è di Villafane che
vedranno col Varese ai playoff. io per Fofana che di piatto infila Ci- fallimento. Il gol ospite arriva pre- playout (sfiderà il Viareggio) all’ulti- gli altri campi hanno determinato il possibilità di raddoppiare ma prima si libera e poi lascia partire un tiro
Ospiti avanti 2-0 con Ignoffo (13’, di cutti. L’Alessandria sente il colpo e sto (13’) perché De Marco non trat- ma fermata. I padroni di casa gesti- finale di gara, con il relax del Pergo Urbano e poi Pacilli non sfruttano che s’insacca nell’angolino destro.
testa) e La Camera (26’, conclusio- non riesce a impensierire Giusti. tiene un pallone calciato da Sciau- scono la gara fin dal primo minuto e il pareggio. I gialloblù erano pas- una favorevole occasione. Reagi- Il raddoppio trova invece la zampa-
ne dalla distanza). Il Viareggio, che Nella ripresa l’Arezzo raddoppia al done. Più bello il raddoppio: Giaco- ma non si rendono pericolosi. Nel- sati in vantaggio in chiusura di pri- sce il Lumezzane che al 29’ pareg- ta vincente del solito Fanucchi che
per salvarsi doveva vincere, ha 16’ con Maniero che si infila facil- melli si accorge che il portiere è fuo- la ripresa la Paganese ci prova al- mo tempo con Tavares, abile a gia con Galabinov. Nella ripresa, la da fuori area lascia partire un gran
provato a rimettere in piedi la parti- mente nella difesa grigia. Al 42’ Vol- ri dai pali e lo infila con un astuto l’8’ quando Izzo colpisce l’incrocio chiudere in rete un assist di Le No- Pro Patria inizia con più convinzio- tiro sul quale nulla può Marcandal-
ta: Fiale (38’) ha accorciato in mi- para, su spizzicata di Bolla, accor- pallonetto. La ripresa è stata vissu- dei pali. E’ il preludio al vantaggio: ci. La ripresa è stata giocata al pic- ne colpisce un palo con Pacilli che li. Negli ultimi minuti di gioco, dopo
schia, poi nella ripresa il tambureg- cia le distanze. Festa finale in cam- ta all’insegna di un monotono conto al 16’ Tortori si trova la palla tra i colo trotto ed è stata priva di emo- poi trova di testa il gol vittoria. Nel il brutto infortunio che lo ha tenuto
giante assalto verso la porta di Bai- po e saluto del presidente Bianchi alla rovescia. E alla fine fischi della piedi e batte Ujkani con un preciso zioni. A pochi minuti dal termine, il finale, il Lumezzane attacca ricerca fuori per 6 mesi, rientra in campo
can ha prodotto molte occasioni e che, dopo 5 anni, lascia il club a un curva locale, che era rimasta pole- rasoterra. Al fischio finale ciascu- neo entrato Balzano si è trovato del pari che non arriva per alcune Chiesa, a coronamento del grande
il 2-2 di Eusepi (38’). Annullato poi gruppo torinese: tra una decina di micamente quasi deserta nei primi no sotto la propria curva a riceve- tutto solo in area a spingere in fon- buone parate di Giambruno sulle impegno profuso dal giocatore
per fuorigioco il 3-2 di Caturano. giorni il passaggio ufficiale. minuti della gara. re l’abbraccio dei tifosi. do al sacco un passaggio di Myrtaj. conclusioni degli attaccanti. per la propria squadra.
Giovanni Lorenzini Nicola Pilotti Gianfranco Ricci Giuseppe Cortese Dario Dolci Aldo Restelli Eleonora Natali

SECONDA DIVISIONE f ALTO ADIGE, E’ UNA STORICA DOMENICA: CONQUISTATA LA PRIMA DIVISIONE 34 a GIORNATA
dL’Alto Adige è in festa: GIRONE A RISULTATI GIRONE B RISULTATI GIRONE C RISULTATI
ALGHERO-PRO BELVEDERE 3-0 CARRARESE-BASSANO 2-1 BRINDISI-MANFREDONIA 4-1
dopo 4 tentativi vani ai SQUADRE PT G V N P RF RS
ALTO ADIGE-VALENZANA 1-0
SQUADRE PT G V N P RF RS
CELANO-SACILESE 0-1
SQUADRE PT G V N P RF RS
CASSINO-CISCO ROMA 1-2
ALTO ADIGE 63 34 18 9 7 33 23 LUCCHESE 68 34 19 11 4 58 34 JUVE STABIA 73 34 22 7 5 65 28
playoff e la salvezza della SPEZIA 60 34 16 12 6 47 27
CARPENEDOLO-MEZZOCORONA 0-1
SAN MARINO 56 34 15 11 8 58 41
FANO-NOCERINA 0-0
CATANZARO (-3) 69 34 22 6 6 61 29
GELA-ISOLA LIRI 1-0
stagione scorsa ai playout, LEGNANO (-2) 57 34 16 11 7 49 30
CROCIATI NOCETO-CANAVESE 1-1
GUBBIO 55 34 15 10 9 40 27
GIACOMENSE-BELLARIA 1-2
CISCO ROMA 68 34 19 11 4 52 23
MELFI-CATANZARO 2-2
FERALPI SALÒ-SPEZIA 2-2 POGGIBONSI-GUBBIO 0-2 MONOPOLI-IGEA 4-1
ecco il trionfo (in volata FERALPI SALÒ 57 34 14 15 5 41 32 PRO SESTO-PAVIA 0-3 FANO 55 34 14 13 7 36 24 PRATO-ITALA SAN MARCO 3-0 BRINDISI 57 34 16 9 9 55 35 NORMANNA-JUVE STABIA 2-2
sullo Spezia) che porta per PAVIA 57 34 15 12 7 49 32 PRO VERCELLI-OLBIA 1-1 SANGIOVANNESE 54 34 13 15 6 42 33 PRO VASTO-COLLIGIANA 2-3 BARLETTA (-1) 56 34 15 12 7 35 31 SCAFATESE-NOICATTARO 1-0
la prima volta la squadra ALGHERO (-1) 56 34 15 12 7 43 25 RODENGO-LEGNANO 1-5 PRATO 52 34 14 10 10 50 37 SAN MARINO-SANGIOVANNESE 2-3 SIRACUSA 54 34 16 6 12 40 29 SIRACUSA-BARLETTA 2-0
RODENGO (-1) 49 34 12 14 8 40 32 SAMBONIFACESE-VILLACIDRESE 1-1 BASSANO 51 34 12 15 7 48 35 SANGIUSTESE-LUCCHESE 1-1 GELA 49 34 13 10 11 34 26 VICO EQUENSE-VIBONESE 0-1
di Bolzano (girone A) in
CROCIATI NOCETO 42 34 9 15 10 36 37 SANGIUSTESE 43 34 12 7 15 34 43 CASSINO 48 34 14 6 14 40 43
Prima divisione. OLBIA 42 34 8 18 8 32 27 VERDETTI ITALA SAN MARCO 42 34 10 12 12 42 45 VERDETTI MELFI 47 34 13 8 13 48 42 VERDETTI
Nessuna sorpresa nei VALENZANA 41 34 9 14 11 24 29 CELANO 41 34 10 11 13 35 42 PROMOSSA IN PRIMA MONOPOLI 43 34 11 10 13 38 41 PROMOSSA IN PRIMA
PROMOSSO IN PRIMA
playoff rispetto all’ultima SAMBONIFACESE (-1) 41 34 10 12 12 44 46 DIVISIONE Alto Adige SACILESE 40 34 9 13 12 35 39 DIVISIONE Lucchese NORMANNA 42 34 10 12 12 34 37 DIVISIONE Juve Stabia
giornata: unica novità, PRO VERCELLI 41 34 11 8 15 30 37 PRO VASTO 40 34 9 13 12 38 47
PLAYOFF
MANFREDONIA 42 34 11 9 14 33 42
PLAYOFF
CANAVESE 40 34 9 13 12 31 39 PLAYOFF NOCERINA 38 34 8 14 12 37 37 SCAFATESE 41 34 9 14 11 35 37
l’eliminazione del Bassano (23 e 30 maggio, 6 e 13 giugno) (23 e 30 maggio, 6 e 13 giugno) (23 e 30 maggio, 6 e 13 giugno)
MEZZOCORONA 39 34 11 6 17 42 46 GIACOMENSE 37 34 9 10 15 31 45 Sangiovannese-San Marino ISOLA LIRI 35 34 9 8 17 23 44 Barletta-Catanzaro
(B) che perde sul campo di VILLACIDRESE 39 34 10 9 15 38 43
Pavia-Spezia
POGGIBONSI 36 34 8 12 14 36 50 Fano-Gubbio NOICATTARO 34 34 8 10 16 30 50 Brindisi-Cisco Roma
Feralpi Salò-Legnano
una Carrarese che CARPENEDOLO 35 34 9 8 17 34 50 BELLARIA 35 34 8 11 15 27 40 VIBONESE (-1) 31 34 7 11 16 27 47
nonostante i tre punti non PRO BELVEDERE 28 34 5 13 16 15 39 PLAYOUT
(23 e 30 maggio)
COLLIGIANA (-1) 35 34 8 12 14 33 41 PLAYOUT
(23 e 30 maggio)
VICO EQUENSE 26 34 5 11 18 21 37 PLAYOUT
(23 e 30 maggio)
evita l’ultimo posto e lascia PRO SESTO (-2) 20 34 5 7 22 24 58 Pro Belvedere-Mezzocorona CARRARESE 33 34 7 12 15 37 57 Colligiana-Giacomense IGEA (-4) 9 34 1 10 23 24 74 Vico Equense-Isola Liri
la categoria dopo 32 anni. MARCATORI: 15 RETI Cocco (6, Alghero); Lazzaro (5, Carpenedolo-Villacidrese MARCATORI: 20 RETI Marotta (3, Gubbio). 18 RETI Cesca Bellaria-Poggibonsi MARCATORI: 21 RETI Ciofani (6, Cisco Roma). 16 RETI Vibonese-Noicattaro
Spezia). 14 RETI Pietribiasi (Sambonifacese). (San Marino). 16 RETI Zubin (6, Itala San Marco); Basilico Mosciaro (5, Catanzaro). 15 RETI Longoni (Catanzaro); De

&
13 RETI Carbone (3, Pavia). RETROCESSA IN SERIE D (Prato). 13 RETI Staffolani (3, Poggibonsi). 12 RETI Guidone (2, RETROCESSA IN SERIE D Angelis (4, Juve Stabia); Chiaria (Melfi). 13 RETI William RETROCESSA IN SERIE D
TUTTI I TABELLINI 12 RETI Bachlechner (1, Canavese); Chiaretti (3, Pro
Pro Sesto
Carrarese); Nicolini (4, Giacomense). 11 RETI Biggi (2) e
Carrarese
(Brindisi). 12 RETI Peluso (Juve Stabia); Perna (2,
Igea
LI TROVATE Vercelli). Scandurra (Lucchese); Vieri (4, Prato); Grassi (5, San Marino). Normanna).
A PAGINA 33

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
32
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

PRIMA DIVISIONE GIRONE B 34a GIORNATA


Portogruaro in B Pescara secondo
Ma per 79 minuti
Suicidio Verona era stato in vetta
Soddimo al 10’ fa di Soddimo a quello di Bo-
calon. La curva pescarese
Impresa di Calori: decide Bocalon all’89’ vedere la B, poi (800 tifosi al seguito) si
gela in un attimo, Galizia
la doccia fredda sfugge a Zanon e fa il se-
Il Bentegodi contesta, Remondina salta? condo gol del Marcianise
(2’ prima annullata una
VERONA-PORTOGRUARO 0-1 lato B». Intanto piovono fi- struire. La squadra di Ca- MARCIANISE-PESCARA 2-3 rete di Tedesco per fuori-
GIUDIZIO ++++ gioco). Il Pescara vince
MARCATORE Bocalon al 44’ s.t.
schi e i 25 mila del Bente- lori è più solida, più orga- GIUDIZIO +++
VERONA (4-3-3) Rafael 5; Cangi 6, godi urlano la loro rabbia nizzata, il rombo funzio- MARCATORI Soddimo (P) al 10’, ed è secondo, trampolino
Ceccarelli 5,5, Massoni 6 (dal 27’ («Siete senza c...») fuori e na meglio (Vicente davan- Tedesco (M) al 31’ p.t.; Ganci (P) ideale per i playoff da co-
al 3’, Zizzari (P) al 30’, Galizia (M)
s.t. Anselmi s.v.), Pugliese 6; dentro lo stadio. Porto- ti alla difesa, Cunico tre- al 43’ s.t.
minciare contro la Reggia-
Russo 6, Esposito 7, Pensalfini
gruaro in B, Verona ai quartista) dell’anarchia MARCIANISE (4-2-3-1) Fumagalli 5; na, ma resta con l’amaro
5,5; Rantier 5 (dall’11’ s.t. Farias Ciano 6, Porpora 5,5, D’Apice 5, in bocca. Il tecnico Di
6), Selva 5, Ciotola 5,5 (dal 14’ s.t. playoff (sfida il Rimini): è tattica di chi si affida solo Tomi 6 (dal 45’ s.t. Piscitelli s.v.);
Di Gennaro 5,5). (Ingrassia, il mondo alla rovescia. all’onnipresente Esposi- Francesco: «E’ il nostro
D’Ambrosio 6,5, Alfano 6; Manco
Garzon, Dalla Bona, Colombo). All. Non basta gonfiarsi di ri- to. A un certo punto Re- 6 (dal 15’ s.t. Alvino 6), Romano
destino soffrire fino alla fi-
Remondina 5.
cordi, di uno scudetto che mondina prova a cambia- 5,5 (dal 15’ s.t. Sorrentino 6), ne. Ma a 2’ dalla fine pen-
PORTOGRUARO (4-3-1-2) Rossi 6;
compie 25 anni: serve al- re, toglie i due esterni, Galizia 6,5; Tedesco 6. savo che fosse fatta. Com-
Cardin 6,5, Siniscalchi 7, (Mezzacapo, Murolo, Di Napoli, plimenti al Portogruaro:
Madaschi 7, Gotti 6,5; Espinal 6, tro. Remondina è appeso passa al 4-3-1-2 con Fa- La festa del Portogruaro dopo la promozione in serie B IPP Della Ventura). All. Boccolini 6.
merita la promozione».
Vicente 7, Puccio 6,5 (dal 30’ s.t. un filo: ieri sera c’è stato rias dietro le punte. Il Ve- PESCARA (4-4-1-1) Pinna 6; Zanon
Pondaco s.v.); Cunico 6,5; Marchi un vertice societario, oggi rona cambia passo, ma 6, Olivi 6,5, Mengoni 6, Petterini
6,5 (dal 23’ s.t. Bocalon 7), Altinier GIRONE B RISULTATI 6; Gessa 6 (dal 15’ s.t. Zizzari 6), La partita Il Pescara colpi-
6 (dal 47’ s.t. Gardella sv). se ne saprà di più (in arri- non basta a trovare la luci- SQUADRE PT G V N P RF RS ANDRIA-RAVENNA 0-0
Zappacosta 6 (28’ s.t. Vitale 6),
COSENZA-TARANTO 0-1 sce al primo affondo: al
(Marcato, Fusciello, Romano, vo Vavassori? O Baldini, dità. Anche il Porto colpi- PORTOGRUARO 59 34 16 11 7 39 26
FOGGIA-SPAL 0-3
Tognozzi 6, Dettori 6; Soddimo 7
10’ traversone di Ganci e
PESCARA 58 34 15 13 6 39 25 (dal 37’ s.t. Carboni s.v.); Ganci
Levacovich). All. Calori 7. presente in tribuna?). sce un palo (Marchi, 31’ VERONA 55 34 13 16 5 38 20
GIULIANOVA-RIMINI 0-2
Soddimo fa l’1-0. Pari
ARBITRO Massa di Imperia 5,5 LANCIANO-CAVESE 0-0 7,5. (Prisco, Sembroni, Medda,
p.t.), poi nella ripresa reg- RIMINI 51 34 15 6 13 39 36 MARCIANISE-PESCARA 2-3 Romito). All. Di Francesco 7. campano al 31’: cross di
NOTE paganti 14.873, abbonati
10.455, incasso di 155.533 euro. Bravo Calori Contano gli ge l’urto alla grande pri- REGGIANA 49 34 13 10 11 45 38 POTENZA-PESCINA 1-0 ARBITRO Gambini di Roma 6,5. Manco e capocciata di Te-
Ammoniti Russo, Pugliese, episodi, certo: la traversa ma che il ragazzo arrivato TERNANA 49 34 14 7 13 34 34 REGGIANA-TERNANA 1-0 NOTE paganti 1.400 circa, non ci
desco. Al 44’ Ganci scheg-
SPAL 45 34 10 15 9 37 29 VERONA-PORTOGRUARO 0-1 sono abbonati, incasso di quasi
Ceccarelli, Puccio, Gotti, Bocalon di Russo (6’ p.t.) e Cecca- dall’Inter segni lo storico TARANTO 45 34 10 15 9 26 24 21.000 euro. Nessun ammonito. gia l’incrocio dei pali. L’as-
e Cardin. Angoli 6-3. relli che si mangia un gol gol: è il minuto 89, Cuni- LANCIANO 44 34 9 17 8 31 36 Angoli 6-1. sedio del Pescara è finaliz-
incredibile (17’ s.t.), ma il co crossa da sinistra, Cec- CAVESE 43 34 9 16 9 25 25 VERDETTI zato dallo stesso attaccan-
DAL NOSTRO INVIATO Verona fatica subito a co- carelli tocca, la palla s’im- MARCIANISE (-1) 43 34 11 11 12 44 40 DAL NOSTRO INVIATO te al 3’ della ripresa: incor-
GUGLIELMO LONGHI COSENZA 43 34 10 13 11 43 45 PROMOSSO IN B Portogruaro
penna, Rafael accenna RAVENNA 40 34 9 13 12 38 36
NICOLA BERARDINO nata su spiovente di Ges-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA colpevolmente l’uscita ANDRIA 40 34 9 13 12 31 35 PLAYOFF sa. Sciupano tanto gli
(23 e 30 maggio, 6 e 13 giugno)

6
poi torna indietro, Alti- FOGGIA (-1) 40 34 9 14 11 27 37 Reggiana-Pescara MARCIANISE (Ce) dIl gol del abruzzesi prima del terzo
VERONA dRiccardo Boca- nier raccoglie e mette al PESCINA 34 34 8 10 16 32 49 Rimini-Verona Portogruaro arriva a Mar- gol (al 30’) con Zizzari
GIULIANOVA 32 34 6 14 14 28 43 PLAYOUT
lon, 21 anni, dopo il gol si centro dell’area per Boca- POTENZA (sentenza sportiva) 34 34 8 10 16 30 48 (23 e 30 maggio) cianise al 43’ della ripre- che insacca dopo una bot-
toglie la maglia e corre co- anni da professionista lon, solo. Il Porto è in B, il MARCATORI: 15 RETI Altinier (Portogruaro).
Giulianova-Andria sa. Il Pescara sta vincen- ta di Ganci respinta da Fu-
Pescina-Foggia
me un tarantolato sotto lo Il Porto è tra i professionisti Verona deve ancora soffri- 14 RETI Piovaccari (1, Ravenna).
RETROCESSO IN SECONDA
do per 3-1 e vede sfumare magalli. Poi la beffa fina-
11 RETI Biancolino (2, Cosenza); Sy (3, Andria).
striscione che con efficace da 6 stagioni: 4 tornei in C2 re. I tifosi contestano, ed 10 RETI Tedesco (2, Marcianise); Rossi (1, Reggiana). DIVISIONE Potenza (sentenza la promozione diretta do- le che rimanda le speran-
della giustizia sportiva)
sintesi annuncia: «Porto il (esordio nel 2004) e 2 in Prima è solo l’inizio. 9 RETI Cipriani (2, Spal). po 79’ d’illusione: dal gol ze promozione ai playoff.

REGGIANA-TERNANA 1-0
Nardini, un gol che conta: la Reggiana conquista i playoff LE ALTRE PARTITE Romagna in festa: Rimini ai playoff, Ravenna salvo
Battuta e scavalcata la Ternana, esclusa dagli spareggi
GIULIANOVA-RIMINI 0-2 Pierotti 6 (37’ s.t. Dionigi s.v.), Pomante Caraccio 5,5), Velardi 5,5, Mancino 5,5 Nocerino 6; Scartozzi 6, Spinelli 6, NOTE spettatori 1.500 circa, paganti, ab-
MARCATORE Nardini al 13’ s.t. toria per 1-0 anche all’andata). La 5,5, Sibilano 6, Di Simone 6; Chiaretti (dal 1' s.t. Trezzi 5), Desideri 5 (15' s.t. Favasuli 6, Radi 6; Schetter 6 (37’ s.t. bonati e incasso nc. Ammoniti Berardi,
GIUDIZIO ++
REGGIANA (4-3-3) Tomasig 7,5; squadra di Giorgini è uscita di sce- 6,5, Iennaco 6 (32’ s.t. Rizzi s.v.), Paoluc- Morini 5); Ceccarelli 5. (Bindi, Torta, Maiorano s.v.); Turienzo 6 (dal 47’ s.t. Taccola, Gerardi. Angoli 3-4.
MARCATORI Rinaldi 3' pt.; Lebran 25' s.t ci 6, Doumbia 5,5 (1’ s.t. Ceppitelli 6); Sgambato, Colomba). All. Ugolotti 5. Insigne sv), Bacchiocchi 6. (Pane, Cruz, POTENZA (r.v.) Perde il Pescina, che nei
Girelli 6,5, Mallus 6,5 (dal 20’ s.t. na nel malumore dei circa 300 tifo-
si. Le bastava il pari, una volta in GIULIANOVA (4-4-2) Dazzi 6; Lieti 6, Anaclerio 6, Sy 5,5. (Locatelli, Mezavilla, SPAL (4-4-2) Capecchi 6; Ghetti 6, Lagnena, Bernardo). All. Stringara 6. playout pesca il Foggia. Il Potenza rie-
Castiglia 6,5), Zini 7, Mei 6,5 (dal 9’
svantaggio non ha saputo esprime- Vinetot 6,5, Teho 5 (dal 36' s.t. Di Polverini, Nicolao). All. Papagni 6. Zamboni 7, Lorenzi 7, Cabeccia 6,5; ARBITRO Aureliano di Bologna 6. sce a evitare l'ultimo posto, ma retroce-
s.t. Ingari 6); Viapiana 6 (dal 1’ s.t.
re rabbia da rimonta di fronte ad Nardo s.v.), Migliore 7; Mariani 5,5 RAVENNA (4-3-1-2) Rossi 6; Rizzo 6, Quintavalla 6, Schiavon 7, Migliorini NOTE paganti 833, abbonati 508, incas- de per la giustizia sportiva. Decide una
Romizi 7), Saverino 6,5, Maschio 7;
un avversario rimaneggiato, che (dal 22' s.t. Bebeto s.v.), Croce 5,5, Ciuffetelli 6, Fasano 6, Biserni 5,5; Ros- 6,5, Rossi 7 (55' s.t. Smit s.v.); Cipriani so di 7.657 euro. Espulso Colussi al 16’ rovesciata di Prisco.
Nardini 7,5, Alessi 6,5, Ferrari 6,5.
ha dovuto sostituire tre uomini per Pucello 5,5, Rinaldi 6; Del Grande 5,5, setti 5,5 (dal 1’ s.t. Toledo 6,5), Cavagna 6,5 (30' s.t. Bedin 6,5), Meloni 7 (45' s.t..; ammoniti Spinelli, Turchi, Colussi,
(Manfredini, Gualandri, Stefani,
infortuni, trovandosi costretto a Maritato 5,5 (25' s.t. Bontà s.v.). 6,5 (40’ s.t. Sabato s.v.), Giordano 6; Cor- s.t. Pedruzzi s.v.). (Righetti, Marongiu, Di Cecco e Bacchiocchi. Angoli 2-2. COSENZA-TARANTO 0-1
Morelli). All. Dominissini 7.
giocare dal 27’ della ripresa prati- (Gasparri, Panetta, Marcheggiani, rea 6; Piovaccari 5,5 (13’ s.t. Scappini 6), Bortel, Bazzani). All. Notaristefano 7. LANCIANO (Ch) (f.c.) Un guardalinee ko,
TERNANA (4-2-3-1) Visi 6,5; Per- Torbidone). All. Bitetto 5,5. GIUDIZIO +++
camente in inferiorità numerica, Gerbino Polo 6. (Menegatti, Packer, ARBITRO Zanichelli di Genova 6,5. gara ferma per 20’: le bandierine vanno MARCATORE Crovetto al 32’ s.t.
ney 5, Borghetti 6, Tedeschi 6, Im- RIMINI (4-3-3) Pugliesi 6; Catacchini
con Nardini non in grado di aiutare Sciaccaluga, Fonjock). All. Esposito 6. NOTE paganti 1.618, abbonati 1.815, al team menager locale Diomede e al pre- COSENZA (3-5-2) Gabrieli 6; Ungaro
burgia 5; Confalone 6, Danucci 6, Lebran 7, Rinaldi 7, Regonesi 6,5;
i compagni per problemi muscolari ARBITRO Baratta di Salerno 5,5. incasso di 27.428 euro. Ammoniti sidente ospite Fariello e la gara è potuta 5,5, Di Bari 6, Scognamiglio 5,5; Bernar-
5,5; Noviello 6 (dal 16’ s.t. Tozzi Bor- Marchi 6,5 (dal 28' s.t. Baccin s.v.),
e in campo solo per onor di firma. NOTE paganti 1.380, abbonati 2.682, Ceccarelli, Di Dio e Lorenzi. Angoli 5-3. riprendere. Questo l’unico guizzo. di 5,5, Virga 5,5 (dal 35’ s.t. Giardina
soi 5), Di Deo s.v. (dal 18’ p.t. Co- D'Antoni 6, Frara 6; Tulli 5,5,
Non solo, gli emiliani si sono pre- incasso di 13.542 euro. Espulsi FOGGIA (r.p.) La Spal si salva e condan- s.v.), De Rose 6, La Canna 6, Maggiolini
stantini 5; dal 18’ s.t. Negrini 5,5), Longobardi 5,5 (dal 22' s.t. Morante
sentati alla sfida con una difesa di Pomante al 44’ p.t., Mezavilla (dalla na il Foggia ai playout (con il Pescina). Al POTENZA-PESCINA 1-0 5,5 (22’ s.t. Chianello 5); De Pascalis 6,
Concas 5; Perna 5,5. (Cunzi, Berto- s.v.), Giacomini 5,5 (dal 16' s.t. Nolè,
fortuna: Romizi e Ferrari esterni. panchina) al 34’ s.t. e Di Simone al 47’ 46' Milan respinge male e Meloni sbloc- Danti 6,5 (4’ s.t. Olivieri 5). (Ameltonis,
li, Alessandro, Lacheheb). All. Gior- 6). (Tornaghi, Ischia, Malaccari, GIUDIZIO ++
gini 5. s.t.; ammoniti Spadavecchia, Scappini ca. Doppia lunga interruzione (11’15") in Amico, Marsili, Sposato). All. Glerean 6.
Uomo gol E’ stato proprio Nardini Kirilov). All. Melotti 6,5. e Cavagna. Angoli 2-5. MARCATORE Prisco al 2' s.t. TARANTO (4-4-2) Barasso 6,5; Calori
ARBITRO Carbone di Napoli 5. avvio di ripresa per lancio di carta, poi il
il match winner, bravo a sfruttare ARBITRO Cafari Panico di Cassino 6,5. ANDRIA (g.e.) Ravenna salvo per la mi- rigore (fallo di Carbone) di Cipriani e Mi- POTENZA (3-4-1-2) Della Corte 6; 6,5, Migliaccio 6,5, Prosperi 6,5, Bolzan
NOTE paganti 2.102, abbonati un assist di Alessi (minuto 13 della NOTE paganti 743, pagavano anche gli Chiavaro 6, Taccola 6, Barbato 6; Iraci 6; Cuneaz 6,5 (dal 38’ s.t. Colombini
gliore avulsa su Andria e Foggia. Fatali le gliorini firmano il trionfo della Spal.
1.772, incasso di 23.230 euro. Am- ripresa) con un diagonale vincen- abbonati, incasso di 6.059 euro. Am- 6,5, De Simone 6, Berardi 6, Frezza 6,5; s.v.), Taulo 6,5, Gori 6 (dal 44’ s.t. Rajcic
espulsioni di Pomante e Di Simone: nel
moniti Ferrari, Romizi, Borghetti e te. Prima e dopo la Ternana ha tro- moniti Lebran e Teho. Angoli 2-9. Catania 7 (dal 42’ s.t. Gerardi s.v.); Pri- s.v.), Triarico 6 (18’ s.t. Crovetto 6,5); In-
recupero la squadra di Esposito (appe- LANCIANO-CAVESE 0-0
Costantini. Angoli 1-7. vato sulla sua strada Tomasig, de- GIULIANOVA (Te) (g.a.) Il Rimini vince sco 6,5 (38’ s.t. Grillo s.v.), Magliocco nocenti 5,5, Russo 6. (Bremec, Ciafardi-
na richiamato al posto di Soda) colpisce
cisivo in almeno tre occasioni. Ma con merito sul campo di un Giulianova GIUDIZIO + 5,5 (15’ s.t. Aquino 6). (Di Matteo, Giannu- no, Quadri, Pisani). All. Passiatore 6,5.
GIUDIZIO+++ 2 traverse con Scappini e Giordano.
contro una Reggiana così malcon- rassegnato e va ai playoff (contro il Ve- LANCIANO (4-4-2) Aridità 6; Vastola 6, sa, Mazzetto, Profeta). All. Capuano 6,5. ARBITRO Citro di Battipaglia 6.
REGGIO EMILIAdIl cuore della Reg- cia (e reduce da tre sconfitte con- rona). Decidono di testa di Rinaldi e Le- Moi 6, Antonioli 5, Mammarella 6; PESCINA (4-2-3-1) Merletti 6; Locatelli NOTE paganti 617, abbonati 2.083,
FOGGIA-SPAL 0-3
giana vale i playoff, strappati pro- secutive) serviva un altro caratte- bran: è festa per i 500 tifosi al seguito. Turchi 6 (dal 39’ s.t. Marfisi s.v.), Di 5, Di Bella 6, Petitto 5, Suriano 5; Ferra- incasso di 19.795 euro. Angoli 7-6.
prio alla Ternana. Il successo che re rispetto a quello mostrato ieri Nei playout il Giulianova trova l'Andria. GIUDIZIO +++ Cecco 6, Aquilanti 6 (32’ s.t. Perfetti resi 6, De Angelis 5; Cipolla 5,5 (dal 44’ COSENZA (v.l.) Un bel gol di Crovetto
ha permesso di agganciare gli um- dagli umbri. Così i granata si sono MARCATORI Meloni al 46' p.t.; Cipriani s.v.) Sansone 6,5; Colussi 5, Masini 5 s.t. Letta s.v.), Bettega 6 (dal 40’ s.t. Ca- regala al Taranto un successo platoni-
bri sul quinto gradino della classifi- esaltati e alla fine hanno meritata- rig. al 29', Migliorini al 33' st. (dal 25’ st Zeytulaev 5). (Bellucci, Tano, talli s.v.), Rebecchi 5,5 (dal 22’ s.t. Negro co. Il Cosenza saluta Glerean: «Lascio
mente festeggiato i playoff nel tri- ANDRIA-RAVENNA 0-0
ca promuove i granata alla semifi- FOGGIA (4-1-4-1) Milan 4,5; Carbone Coppini, Di Michele). All. Pagliari 5. 6); Mateus 5. (Bifulco, Scardola, Franci- per non mettere in difficoltà la società»;
nale contro il Pescara in virtù del pudio del Giglio. GIUDIZIO +++ 4,5, Burzigotti 5,5, Di Dio 5, Micco 5,5; CAVESE (3-4-1-2) Russo 5; D’Orsi 6 sci, Cornacchia). All. Cappellacci 6. in arrivo Giannini, che piace anche allo
vantaggio negli scontri diretti (vit- Ezio Fanticini ANDRIA (4-4-2) Spadavecchia 6; Agnelli 5,5; Millesi 5 (dal 31' s.t. (dal 33’ p.t. Rapino 5,5), Cipriani 6, ARBITRO Adduci di Paola 6. stesso Taranto (come Capuano).

SERIE D f Gavorrano (E) e Fondi (G), prima volta in Seconda divisione. Chieti (F) e Milazzo (I) devono rinviare la festa 33 a GIORNATA
GIRONE A GIRONE B GIRONE C (37ª Giornata) GIRONE D (37ª Giornata) GIRONE E GIRONE F GIRONE G GIRONE H (37ª Giornata) GIRONE I
AQUANERA-ACQUI 0-2 COLOGNESE-ALZANOCENE 2-1 ALBIGNASEGO-ESTE 0-3 ADRIESE-CARPI 1-1 CALENZANO-GAVORRANO 2-3 ATESSA VDS-RECANATESE 1-1 ASTREA-VITERBESE 2-2 CASARANO-FORZA E CORAGGIO 1-1 ACICATENA-VIRIBUS UNITIS 3-1
CHIERI-ALBESE 4-1 DARFO-CARATESE 0-2 JESOLO-MANZANESE 2-0 BOCA PIETRI-ROVIGO 1-1 CASTEL RIGONE-PONTEVECCHIO 2-1 BOJANO-L'AQUILA 1-1 FLAMINIA-GAETA 2-3 CASERTANA-FRANCAVILLA F. 3-1 AVELLINO-MAZARA 4-0
CUNEO-CASALE 2-2 INSUBRIA-BORGOSESIA 0-2 MONTEBELLUNA-CONCORDIA 0-0 BORGO A BUGGIANO-CASTELLARANO 3-2 FORCOLI-GUIDONIA 0-1 CAMPOBASSO-ATLETICO TRIVENTO 0-0 FONDI-BOVILLE ERNICA 2-2 FRANCAVILLA S.-SIBILLA BACOLI 0-1 CASTROVILLARI-ADRANO 2-2
DERTHONA-SESTRESE 2-0 OLGINATESE-SESTESE 0-1 MONTECCHIO-VEROLESE 5-2 CASTELFRANCO-SANTARCANGELO 2-1 MONTERIGGIONI-GROUP CITTÀ DI CASTELLO 1-1 CHIETI-LUCO CANISTRO 1-1 LATINA-CASTELSARDO 4-3 GROTTAGLIE-SANT'ANTONIO ABATE 3-2 MILAZZO-SAMBIASE 2-1
ENTELLA-RIVOLI 3-1 OLTREPO-PIZZIGHETTONE 0-1 PALAZZOLO-BELLUNO 2-3 CECINA-CHIOGGIA 2-1 MONTEROTONDO-ORVIETANA 6-3 CIVITANOVESE-REAL MONTECCHIO 1-0 MOROLO-RONDINELLE 1-2 ISCHIA-MATERA 3-1 MODICA-PALAZZOLO 3-4
LAVAGNESE-VALLE D'AOSTA 6-1 PONTISOLA-CARAVAGGIO 1-2 PORDENONE-DOMEGLIARA 0-0 FOSSOMBRONE-PISA 1-1 MONTEVARCHI-DERUTA 1-0 ELPIDIENSE-CASOLI 1-1 RIETI-BUDONI 2-0 NEAPOLIS-PIANURA 1-0 NISSA-HINTERREGGIO 1-1
PRO SETTIMO-SARZANESE 0-0 RENATE-SOLBIATESE 1-2 PORFIDO ALBIANO-VIRTUS VECOMP 2-5 MEZZOLARA-PONSACCO 1-1 SANSEPOLCRO-FORTIS JUVENTUS 1-2 MIGLIANICO-CENTOBUCHI 4-0 SANLURI-ARZACHENA 2-1 OSTUNI-ANGRI 6-1 ROSSANESE-ROSARNO 1-0
SAVONA-BORGOROSSO 3-1 TRITIUM-CANTÙ SAN PAOLO 2-0 TAMAI-MONTICHIARI 1-1 PONTEDERA-CASTEL SAN PIETRO 0-1 SCANDICCI-SANGIMIGNANO 2-0 MORRO D'ORO-SANTEGIDIESE 0-1 SELARGIUS-CYNTHIA 2-1 POMIGLIANO-PISTICCI 1-2 SAPRI-TRAPANI 1-3
VIGEVANO-SETTIMO 3-1 VOGHERA-FIORENZUOLA 1-1 VENEZIA-UNION QUINTO 3-2 RICCIONE-CASTELLANA 3-3 SPORTING TERNI-SESTESE 3-0 OLYMPIA AGNONESE-RENATO CURI 1-2 TAVOLARA-POMEZIA 4-1 TURRIS-FASANO 3-0 VIGOR LAMEZIA-MESSINA 1-1
VILLAFRANCA-SANVITESE 1-1 RUSSI-ROSIGNANO 1-2 ha riposato BITONTO

CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA CLASSIFICA


Tritium p. 80; Renate 53; Alza- Montichiari p. 81; Este 73; Venezia Pisa p. 79; Carpi 64; Fossombro- Gavorrano p. 62; Castel Rigone e Chieti p. 64; L'Aquila 61; Santegidie- Neapolis p. 79; Pianura 69; Casara- Milazzo p. 65; Trapani 64; Ro-
Savona p. 82; Casale 67; Entel- noCene 52; Colognese, Ponti- 72; Jesolo 69; Union Quinto 63; Group Città di Castello 55; Montero- se e Atessa VdS 60; Civitanovese Fondi p. 61; Gaeta e Sanluri 57;
la 64; Albese 55; Sarzanese ne 62; Chioggia 61; Santarcange- no 66; Forza e Coraggio 63; Sant' sarno 61; Avellino 59; Vigor La-
sola e Darfo 51; Voghera 48; Pordenone 60; Montebelluna 59; lo 58; Castelfranco e Rosignano tondo e Guidonia 54; Deruta 51; Se- 57; Atletico Trivento (-1) 56; Olym- Selargius 56; Pomezia 55; Fla- Antonio Abate 57; Casertana e Po- mezia 57; Rossanese 56; Sapri
53; Acqui 48; Lavagnese e Set- Insubria 47; Pizzighettone e Tamai 56; Virtus Vecomp 51; Villa- minia 51; Viterbese 49; Rondi-
timo 45; Borgorosso e Aquane- 56; Russi 54; Rovigo 52; Mezzola- stese 46; Sansepolcro e Fortis Ju- pia Agnonese 50; Recanatese (-1) migliano 55; Francavilla S. 54; Grot- 50; Modica 47; Nissa 46; Sam-
Cantù San Paolo 45; Olginate- franca 48; Albignasego 47; Sanvi- ra e Borgo a Buggiano (-1) 46; ventus 45; Forcoli e Scandicci 44; 48; Casoli 44; Campobasso 43; nelle 47; Latina 46; Budoni e taglie 47; Matera 46; Turris e Ostu- biase 45; Hinterreggio 42; Ma-
ra 44; Cuneo 39; Chieri e Vige- se 42; Solbiatese 39; Sestese tese 46; Verolese 45; Concordia Castellana e Cecina 45; Pontede- Montevarchi (-1) 41; Pontevecchio Bojano (-2) 41; Miglianico 40; Rena- Tavolara 41; Cynthia e Astrea
vano 38; Rivoli (-1) 33; Pro Set- ni 44; Angri 40; Sibilla Bacoli e Bi- zara 41; Messina 38; Palazzolo
38; Fiorenzuola 37; Caratese 44; Domegliara e Belluno 43; Palaz- ra 44; Riccione e Ponsacco 42; 40; Orvietana 38; Monteriggioni e to Curi 38; Luco Canistro 37; Morro 37; Boville Ernica 36; Arzache- tonto 36; Ischia e Pisticci* 35; Fran- (-2) 37; Viribus Unitis 32; Ca-
timo 32; Derthona e Sestrese 36; Borgosesia 32; Caravag- zolo 29; Manzanese 24; Porfido Al- Adriese 34; Castel San Pietro 33; Sporting Terni 37; Calenzano 32; d'Oro e Centobuchi 36; Elpidiense na 34; Castelsardo e Rieti 33;
27; Valle d'Aosta (-1) 16. cavilla F. 28; Fasano 23. (* una ga- strovillari (-1) e Acicatena 24;
gio 26; Oltrepo (-1) 21. biano 23; Montecchio 17. Boca Pietri 29; Castellarano 24. Sangimignano 30. 15; Real Montecchio 14. Morolo 27 ra in più). Adrano (-1) 21

PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO PROSSIMO TURNO
domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15 domenica 16 maggio, ore 15
Acqui-Chieri (1-1); Albese-Derthona AlzanoCene-Oltrepo (4-0); Borgose- Belluno-Porfido Albiano (5-1); Concor- Carpi-Pontedera (2-0); Castel San Pie- Deruta-Sporting Terni (1-1); Fortis Juven- Atletico Trivento-Miglianico (1-2); Caso- Arzachena-Fondi (0-2); Boville Erni- Angri-Turris (3-2); Bitonto-Grottaglie Adrano-Vigor Lamezia (1-4); Hinter-
(0-0); Borgorosso-Pro Settimo (1-2); sia-Renate (0-1); Cantù San Pao- dia-Villafranca (1-2); Domegliara-Jesolo tro-Cecina (3-1); Castellana-Borgo a Bug- tus-Calenzano (0-0); Gavorrano-Scandicci li-Morro d'Oro (3-1); Centobuchi-Civitano- ca-Latina (1-2); Budoni-Sanluri (2-0); Fasano-Casarano (1-2); Forza e reggio-Rossanese (0-0); Mazara-Mi-
Casale-Entella (2-1); Rivoli-Aquanera lo-Colognese (0-2); Caratese-Insu- (1-4); Este-Palazzolo (1-0); Manzanese-Ve- giano (1-1); Castellarano-Fossombrone (5-0); Group Città di Castello-Sansepolcro vese (0-1); L'Aquila-Atessa VdS (3-1); Lu- (2-2); Castelsardo-Flaminia (1-1); Coraggio-Casertana (2-1); Francavilla lazzo (1-0); Messina-Sapri (2-0); Pa-
(1-2); Sarzanese-Vigevano (1-0); Se- bria (0-0); Caravaggio-Olginatese nezia (2-2); Montichiari-Albignasego (1-0); (2-2); Chioggia-Russi (1-1); Pisa-Castel- (2-0); Guidonia-Castel Rigone (1-2); Orvie- co Canistro-Elpidiense (3-1); Real Montec- Cynthia-Rieti (1-2); Gaeta-Astrea F.-Pomigliano (0-1); Matera-Ostuni lazzolo-Castrovillari (1-1); Rosar-
strese-Savona (0-3); Settimo-Lava- (1-2); Fiorenzuola-Pontisola (1-1); Piz- Sanvitese-Montecchio (1-0); Union Quin- franco (1-1); Ponsacco-Boca Pietri (1-1); tana-Forcoli (3-1); Pontevecchio-Monte- chio-Chieti (1-1); Recanatese-Olympia (4-2); Pomezia-Selargius (1-4); Ron- (0-0); Pianura-Francavilla S. (2-1); Sant' no-Modica (0-1); Sambiase-Acicate-
gnese (0-0); Valle d'Aosta-Cuneo zighettone-Darfo (2-1); Sestese-Triti- to-Montebelluna (0-0); Verolese-Tamai Rosignano-Mezzolara (0-0); Rovigo-Ric- varchi (3-2); Sangimignano-Monterotondo Agnonese (2-0); Renato Curi-Campobas- dinelle-Tavolara (1-2); Viterbe- Antonio Abate-Neapolis (0-1); Sibilla Ba- na (4-1); Trapani-Avellino (2-0); Viri-
(0-4). um (0-3); Solbiatese-Voghera (0-2). (0-2); Virtus Vecomp-Pordenone (1-1). cione (1-1); Santarcangelo-Adriese (4-1). (1-1); Sestese-Monteriggioni (3-0). so (1-5); Santegidiese-Bojano (1-1). se-Morolo (0-0). coli-Ischia (1-1); riposa Pisticci. bus Unitis-Nissa (1-0)

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
33

SECONDA DIVISIONE 34a GIORNATA


GIRONE A f Classifica avulsa: Legnano terzo, Salò quarto, Pavia quinto. Emozioni in coda: Sambo salva nel recupero
ALTO ADIGE 1 FERALPI SALO’ 2 RODENGO 1 PRO SESTO 0 ALGHERO 3 SAMBONIFACESE 1 CROCIATI NOCETO 1 CARPENEDOLO 0 PRO VERCELLI 1
VALENZANA 0 SPEZIA 2 LEGNANO 5 PAVIA 3 PRO BELVEDERE 0 VILLACIDRESE 1 CANAVESE 1 MEZZOCORONA 1 OLBIA 1
GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO+
MARCATORE Marchi al MARCATORI Cesarini (S) MARCATORI Gaeta (L) al MARCATORI De Vincenzi- MARCATORI Cocco al 38’ MARCATORI Cappai (V) al MARCATORI Ferretti (CN) MARCATORE Galli al 6’ MARCATORI La Marca
24’ s.t. al 35’ p.t.; Capuano (S) al 6’, 20’ e al 23’ p.t.; Cilona (L) al is al 4’, Carbone al 27’ p.t.; p.t.; Cocco su rigore al 19’, 3’, Dimas (S) al 47’ s.t. al 2’, Parisi (Ca) al 5’ p.t. s.t. (PV) al 38’ p.t.; Ghidini (O) al
ALTO ADIGE (4-4-2) Zo- Rossetti (FS) al 35’, Sella 1’, Bonomi (R) su rigore al Ferretti su rigore al 22’ s.t. Alese al 48’ s.t. SAMBONIFACESE CROCIATI NOCETO CARPENEDOLO 27’ s.t.
mer 7; Brugger 7, Cascone (FS) al 44’ s.t. 10’, D’Onofrio (L) al 25’, La- PRO SESTO (4-4-2) Va- ALGHERO (4-4-2) Aresti (4-4-2) Milan 6; Barbetti (4-4-2) Indolfi Raia 6; Ber- (4-2-3-1) Lamacchia 6; PRO VERCELLI (4-4-2)
6,5, Zullo 7, Martin 7; Cam- FERALPI SALO’ (4-3-3) menza (L) su rigore al 48’ lentini 6; Perico 6, Grisendi 6,5; Calà 6, Borghese 6, 6,5 (dal 31’ s.t. Staiti s.v.), sanelli 6 (dal 27’ s.t. Verdi Flena 5,5, Ruffini 5,5, Zeoli Castagnone 7; Grancitelli
po 7, Bacher 6,5, Scavone Gargallo 6,5; Sberna 6, Co- s.t. 5, Ceriani 5,5, Gavazzi 5; Sentinelli 6,5, Colman Ca- Viskovic 7, Orfei 7, Fiorotto 6), Paoletti 6,5, Addona 6, Grieco 5,5; Rosso 6, Bo- 5,5 (dal 36’ s.t. Prizio s.v.),
7,5, Polito 6 (dal 1’ s.t. Fink licchio 6, Leonarduzzi 6, RODENGO (4-4-2) Porte- Personé 5,5 (dal 18’ s.t. Tur- stro 6; Demartis 6,5 (dal 6; Sarzi 6,5, Creati 6,5, Ti- 6,5, Delledonne 6; Ferretti no 5,5; Valerio 5,5 (dal 1’ Labriola 6,5, Ciolli 5,5, Ma-
6,5); Marchi 8, Sorrentino Longhi 6 (dal 37’ s.t. Picardi si 4,5; Coly 5, Bettenzana chi 6), Rebuscini 5,5 (dal 34’ s.t. Amadio s.v.), Molino sci 6, Schettino 6,5 (dal 20’ 6,5, Castagnetti 6, La Ca- s.t. Orlandi 5,5), Pagani 5,5 riani 6; Angelilli 6, La Marca
6 (dal 15’ s.t. Ortolan 6,5). s.v.); Zanola 6 (dal 34’ s.t. 4,5, Bertoni 6, Wilson 5; 43’ s.t. Magrin s.v.), Lentini 6, Manzini 6,5, Gentile 6; s.t. Dimas 8); Brighenti 6 gnina 6, Pin 6 (dal 15’ s.t. (dal 7’ s.t. Capogna 5,5), 6,5 (dal 12’ s.t. Rolandone
(Mair, Mirri, Artuso, Fisch- Savoia s.v.), Sella 6,5, Scio- Brognoli 5 (dal 38’ p.t. Marti- 6 (dal 28’ s.t. Zanoni s.v.), Cocco 6,5 (dal 47’ s.t. Alese (dal 9’ s.t. Graziani 6), Pietri- Guareschi 6); Miftah 6, Germani 6 (dal 30’ s.t. P. Lo- 6), Ruffini 5,5 (dal 22’ s.t.
naller, Clemenzi). All. Seba- li 6 (dal 25’ s.t. Baggio s.v.); nelli 6), Prandini 5 (dal 18’ Mautone 5,5; Sehic 4,5, Ia- 6,5), Barraco 6 (dal 23’ s.t. biasi 5,5. (G. Fantin, Porci- Famà 6 (dal 31’ s.t. Pietrane- renzini s.v.); G. Lorenzini Paonessa 6), Didu 6,5; Di
stiani 7. Graziani 6, Rossetti 6,5, s.t. Sandrini 5), Preti 6, Lisi daresta 6. (Boerchio, Mari- Cossu 6). (Zani, Calistri, no, Dal Degan, Castellan). ra s.v.). (Mondini, Tagliavi- 5,5. (Altebrando, Rossini, Benedetto 6, Polani 6. (Ca-
VALENZANA (4-4-2) Lo- Quarenghi 6. (Mersich, Bo- 5,5; Florian 4,5 (dal 1’ s.t. noni, Fumarolo, Ungari). Correale, Dal Bosco). All. All. Viviani 6,5. ni, Migliaccio, Magnani). Vignali, Rebecca). All. Roc- sadei, Corallo, Da Matta,
rello 6,5; Benvenga 6,5, Re- naccorsi, Dibelli, Morè). All. Bonomi 6), Sinato 5. (Pe- All. Cotta 5. Pinna 6,5 (Corda squalifica- VILLACIDRESE All. Torresani 6. ca 5,5 (Rizzardi squalifica- Chiaretti). All. Sesia 6.
dersoli, Pigoni, Salomoni, to).
nellucci 7, Aliboni 7, De Ste- Caini 6 (Ottoni squalifica- PAVIA (4-3-1-2) Mandrel- (4-3-2-1) Floris 6; Dei 6,5, CANAVESE (4-3-2-1) to). OLBIA (4-3-3) Scarzanel-
Taboni). All. Trainini 5.
fano 6 (dal 1’ s.t. Lorenzini to). li 6; Stefani 6, Fogacci 6, PRO BELVEDERE Cirina 6, Pinna 6, Pelizzari Pozzato 6; Conrotto 6, Pa- MEZZOCORONA (4-3-3) la 7; De Martis 6, D’Acqui 6,
LEGNANO (4-4-2) Furlan
6,5); A. Caponi 7, Affatigato SPEZIA (4-1-4-1) Aprea Acerbi 6,5, Ricci 6; Tho- (4-4-1-1) Dan 5,5; Castelli 6; Manzo 6, Cappai 6,5 (dal gliarulo 6, Carretto 6,5, Rig- Nodari 6; Traversi 6, Berar- Bricchetti 5,5, Fedeli 6,5
6; Marchetti 6, Marietti 6,5,
6,5, Palazzo 6,5, Cini 6 (dal 6,5 (dal 49’ s.t. Conti s.v.); mas 6 (dal 18’ s.t. Daffara 5,5, Gritti 6, Citterio 5,5, 31’ s.t. Cordeddu s.v.), Bian- gio 6; Casisa 6 (dal 27’ s.t. do 6,5, Giacomoni 6, Pia- (dal 1’ s.t. Parente 6); Espo-
Zaccanti 6,5, Silva Fernan-
32’ s.t. Nitride s.v.); Barbie- Enow 6, Buscaroli 6,5, Milo- 6), Bonacina 6,5, Boldrini 6 Murante 6 (dal 5’ s.t. Pane chi 6; Steri 6, Lombardo Koffi 6), Russo 6, Niada 6 netti 6,5; Furlan 6, Oretti 6, sito 6 (dal 19’ s.t. Bruno 6),
des 5,5; Pontarollo 7, Ca-
ri 7, Stanco 6,5 (dal 28’ s.t. ne 6 (dal 34’ s.t. Salvalag- (dal 1’ s.t. D’Amico 6); Car- 5,5); Caredda 5,5 (dal 30’ 6,5; Ricciardo 6 (dal 37’ s.t. (dal 43’ s.t. Provenzano De Cesare 6 (dal 21’ s.t. Ta- Volpe 6 (dal 35’ s.t. Varruc-
pellupo 7, Monticciolo 7, Ci-
Ravasi 6). (Grosso, Uggeri, gio s.v.), Scantamburlo 6; bone 7 (dal 35’ s.t. Camilluz- s.t. Scazzola s.v.), Gaglia- Anastasi s.v.). (Pomarè, s.v.); Parisi 6,5, Santoni 6 rantino 6); Corradi 6,5, Gal- ciu s.v.), Granaiola 6; Mo-
lona 7 (dal 19’ s.t. Minincleri
Usco, Rizzo). All. Mangia Grieco 6,5; Chianese 6,5 zi s.v.); Ferretti 6,5, De Vin- no 6, Pasqui 6, Mauri 5,5; Bregliano, Marini, Sefer, (dal 9’ s.t. Ottonello 6); Ba- li 7 (dal 47’ s.t. Donzelli s.v.), retti 5,5, Cuoghi 6,5, Ghidi-
6); Gaeta 8 (dal 37’ s.t. La-
6,5. (dal 20’ s.t. Padoin 6), Ca- menza s.v.), D’Onofrio 7. cenziis 6,5. (Facchin, A. Bigatti 5,5; Scapini 6. (Co- Trotti). All. Mereu 5,5. chlechner 6. (Merlano, Vet- Ferretti 6,5 (dal 37’ s.t. La ni 7. (Righi, Lisai, Mascian-
ARBITRO Borriello di Man- puano 6,5, Lollo 6,5, Her- (Redaelli, Bianchi, Fioroni, D’Errico, Pavoletti, L. D’Erri- ser, Lemma, Calvani, Can- ARBITRO Viti di Campo- tori, Scutti, Curcio). All. Pri- Forgia s.v.). (Fracalossi, tonio, Scalise). All. Gautieri
tova 7. zan 6,5; Cesarini 7. (Santo- Leto Colombo, Bisso). All. co). All. Mangone 7. di, Borin). All. Discepoli 5,5. basso 6. na 6. Flavi, De Vito, Ziviani). All. 6.
NOTE spettatori 3.100 cir- ni, Del Padrone, Ferrarese, Scienza 7. ARBITRO Chiantini di Pisa ARBITRO Soricaro di Bar- NOTE spettatori 200 cir- ARBITRO Vivenzi di Bre- Erbetta 6,5. ARBITRO Merlino di Udine
ca, incasso non comunica- Beretta). All. Grammatica 6 ARBITRO Bolano di Livor- 6. letta 6,5. ca, incasso non comunica- scia 6. ARBITRO Corletto di Ca- 6.
to. Ammoniti Polito e Mar- (D’Adderio squalificato). no 5,5. NOTE spettatori 800 cir- NOTE spettatori 700 circa, to. Espulso Lombardo al NOTE spettatori 300 cir- stelfranco Veneto 6. NOTE spettatori 700 circa,
chi. Angoli 6-1. (u.z.) ARBITRO Di Francesco di NOTE spettatori 200 cir- ca, incasso di 2.560 euro. incasso non comunicato. 23’ s.t.; ammoniti Tisci e Di- ca, incasso non comunica- NOTE spettatori 150 circa, incasso di quasi 4.800 eu-
Teramo 6,5. ca, incasso di quasi 1.200 Ammoniti Rebuscini, Ceria- Ammoniti Borghese, Ca- mas. Angoli 6-7. (m.o.) to. Ammonito Conrotto. An- incasso non comunicato. ro. Nessun ammonito. An-
NOTE spettatori 1.600 cir- euro. Ammoniti Capellupo, ni e Boldrini. Angoli 3-4. stelli e Pane. Angoli 5-1. goli 3-3. (ma.p.) Ammoniti Bono, G. Lorenzi- goli 2-2. (r.l.)
ca, incasso non comunica- Coly, Cilona, Silva Fernan- (s.g.) (st.so.) ni e Giacomoni. Angoli 6-1.
to. Ammonito Buscaroli. des e Portesi. Angoli 2-3. (l.b.)
Angoli 8-8. (g.t.) (f.t.)

GIRONE B f La Carrarese vince, nega i playoff al Bassano ma non si salva. Il Gubbio è davanti al Fano. Bellaria che colpo
SAN MARINO 2 POGGIBONSI 0 FANO 0 CARRARESE 2 PRATO 3 GIACOMENSE 1 PRO VASTO 2 CELANO 0 SANGIUSTESE 1
SANGIOVANNESE 3 GUBBIO 2 NOCERINA 0 BASSANO 1 ITALA SAN MARCO 0 BELLARIA 2 COLLIGIANA 3 SACILESE 1 LUCCHESE 1
GIUDIZIO++ GIUDIZIO++++ GIUDIZIO+ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++
MARCATORI Grassi (SM) MARCATORI Boisfer al FANO (4-3-3) Lombardi MARCATORI Crocetti (B) MARCATORI Vieri al 28’, MARCATORI Uccello (B) MARCATORI Iannelli (C) al MARCATORE Kabine al 3’ MARCATORI Taddeucci
al 20’ p.t.; Pippi (S) su rigo- 37’ p.t.; Casoli al 46’ s.t. 6,5; Bruno 6, Terrenzio 6, al 4’, Del Vivo (C) al 36’ p.t.; Basilico al 42’ p.t.; Basilico al 30’, Madiotto (G) al 40’, 24’, Suriano (PV) su rigore p.t. (L) al 40’ p.t.; Ventura (S) al
re all’8’, Gasparello (SM) al POGGIBONSI (4-4-2) Bini Fenucci 6, Savini 6; Ionni 6, Guidone (C) al 6’ s.t. al 24’ s.t. Elia (B) al 48’ s.t. al 44’ p.t.; Tortolano (C) al CELANO (4-3-3) Amabile 9’ s.t.
18’, Cori (S) al 26’, Raimondi 6; Narducci 5,5 (dal 28’ s.t. Marinucci Palermo 6, Ba- CARRARESE (4-4-2) Dei PRATO (4-3-1-2) Pazzagli GIACOMENSE (4-3-3) 18’, Iannelli (C) al 32’, Soria 5; Rambaudi 5 (dal 18’ s.t. SANGIUSTESE (4-1-4-1)
(S) al 30’ s.t. Mattiuzzo 5,5), Dierna 6, ratteri 6; Invernizzi 5,5 (dal 7,5; Vannini 6,5, Del Nero 6; Salvi 6,5, Lamma 6,5, Spironelli 5,5; Franceschi- (PV) al 34’ s.t. Cesaro 5,5), Ficorilli 5, Po- Fanti 7 (dal 35’ s.t. Palmieri
SAN MARINO (4-3-1-2) Machetti 7, Forino 5,5; Pre- 28’ s.t. Ambrosini 5), Barto- 6, Del Vivo 6,5, Russo 6; Ba- Collacchioni 6, De Agostini ni 6 (dal 33’ s.t. Madiotto PRO VASTO (4-4-2) Gau- sillipo 5, Fruci 5,5; Ruggie- 6); Di Emma 6, De March
Scotti 6; Tafani 6, Baldini 6, vete 5,5, Rovrena 6, Dal- lini 5,5, Pazzi 5 (dal 15’ s.t. riti 6,5, Camilli 6,5 (dal 31’ 6; Fogaroli 6,5 (dal 33’ s.t. s.v.), Di Paola 5, Minardi dino 6; Della Penna 6, Bom- ro 5,5 (dal 1’ s.t. Falomi 6) 6,5, Bordoni 5, Carboni 6;
Aquino 6 (dal 5’ s.t. Ligi l’Ara 6,5 (dal 6’ s.t. Guaita Trudo 5). (Ottalevi, Misin, s.t. Del Sole 6), Vincenzi Pagliuca s.v.), Corvesi 6, 6,5, Rossi 6; Perelli 6, Conti bara 6,5, Di Berardino 6, Bucolo 6, P. Barbetti 6; Raparo 6,5; Ventura 7, Pigi-
5,5), Gilardi 5,5; Di Benedet- 6), Nolè 6,5 (dal 32’ s.t. Marchetti, Baldazzi, Del 6,5 (dal 41’ s.t. Volpini s.v.), Zagaglioni 6 (dal 19’ s.t. Fer- 5, Branzani 6,5 (dal 28’ s.t. Servi 6; Agnorelli 6, Piro 6 Bongiovanni 5,5 (dal 24’ ni 6,5, Scarsella 6, Lorini
to 6 (dal 31’ s.t. Testa s.v.), Hemmy 6,5); Staffolani Pinto). All. Cornacchini 5,5. Bonfanti 7 (dal 31’ s.t. Taor- rario 6); Ouchene 5,5 (dal A. Russo s.v.); Nicolini 6, (dal 21’ s.t. De Giorni s.v.), s.t. Agate s.v.), L. Barbetti 6,5 (dal 23’ s.t. Marozzi 6);
Loiodice 6,5, Massaro 6,5; 5,5, Alteri 5,5. (Lanzano, NOCERINA (4-4-2) Terra- mina 6); Guidone 8, Granito 13’ s.t. Silva Reis 6); Vieri 7, Espinal 6, Errico 5,5 (dal 10’ Avantaggiato 6, Dimatera 5, Villa 5. (Giombetti, Di Pa- Allegretti 6 (dal 17’ s.t. Bor-
Grassi 6,5; Gasparello 6 Salvadori, Patarini, Coppa- ciano 6; Camorani 6, Cuo- 6,5. (Giarnera, Dughetti, Ka- Basilico 8. (D’Oria, Varutti, s.t. Bravo 5). (Pazzini, Che- 6 (dal 39’ s.t. Sposito s.v.); squale, Franchi, Marasco). di 6). (Montanari, Pupino,
(dal 27’ s.t. Furlan 6), Ce- ri). All. Firicano 5,5. mo 6, Giuliano 6, Vicari 6; bashi, Santella). All. Bonvi- Cecchi, Acciai). All. Bellini rubini, Valentini, Gennari). Croce 6 (dal 1’ s.t. Soria All. Modica 5,5. Iovino, De Marco). All. Giudi-
sca 6. (Bicchiarelli, Cazza- GUBBIO (4-3-3) Laman- Gaeta 5,5 (dal 32’ s.t. Mar- ni-Pinna 7. 6,5. All. Gadda 5. 6,5), Suriano 6. (Sassanel- SACILESE (4-3-3) Calle- ci 6.
malli, Matarazzo, Poletti). na 6,5; Anania 6,5, Briganti garita 5,5), Iannini 6, Giraldi BASSANO (4-4-2) Grillo ITALA SAN MARCO BELLARIA (4-3-3) Simon- li, Ambrosecchia, Digno, garo 5,5; Grazzolo 6, Vec- LUCCHESE (4-3-3) Pen-
All. Mendo 6. 6, Marconi 6,5, Bruscagin 6, Cavallaro 6; Palumbo 6; Basso 6, Pellizzer 5,5, (4-4-2) Brunner 7; Politti cini 5,5; Arrigoni 6 (dal 16’ Berra). All. Di Meo 6. chiato 5,5, Conte 6, Artusi nesi 6; Petri 6, Venturelli
SANGIOVANNESE 6; Boisfer 7, Sandreani 6, 5,5 (dal 39’ s.t. Pignatta Pavesi 5,5, Beccia 6; Baido 5,5, Piscopo 5,5, Adani s.t. Pedalino 5,5), Paganot- COLLIGIANA (4-4-2) Vi- 5,5 (dal 43’ s.t. Fantin s.v.); 6,5, Mariotti 6, Michelotti 6
(4-1-4-1) Vaccarecci 6; Sa- Rivaldo 6,5 (dal 32’ s.t. Gag- s.v.), Rana 5 (dal 24’ s.t. Ba- 6, Caciagli 6, Favret 6 (dal 5,5, Lestani 5,5; Benvenu- to 5,5, Camillini 6,5, Pezzi van 6; Furno 6, Conte 6, Gardin 6, Faloppa 6, Berta- (dal 15’ s.t. Cheikh 6); Moca-
centi 6,5, Chiarini 6, D’Am- giotti s.v.); Casoli 7, Marot- batunde 6). (Franzese, San- 41’ s.t. Anaclerio s.v.), Fa- to 6 (dal 43’ s.t. Donda 5,5; Tacchinardi 6, Briglia Ferracuti 6,5, Gaveglia 6; gno 6 (dal 9’ s.t. Dal Cin 6); relli 7, Kras 6,5 (dal 35’ s.t.
brosio 6, Salvatori 6; Bric- ta 6 (dal 33’ s.t. Perez s.v.), nibale, Musacco, Serrapi- biano 6; Crocetti 6,5 (dal s.v.), Piovesan 5,5, Moras 6,5 (dal 27’ s.t. Elia s.v.), Visone 6 (dal 22’ s.t. Billio De Ros 6, Ligori 6, Kabine Moriconi 6), Vannucci 6; Mi-
ca 6; Romanelli 6 (dal 22’ Gomez 6,5 (dall’11’ s.t. Anto- ca). All. Pastore 5,5. 10’ s.t. La Grotteria 6), Gua- 6, Buonocunto 5,5 (dal 19’ Trotta 5,5; Ferrani 5, Uccel- 6), Collini 6, D’Amico 6,5, 6,5 (dal 30’ s.t. Corbanese chelini 5,5, Taddeucci 6,5,
s.t. Raimondi 6,5), De Cri- nini 6). (Marinelli, Chiappet- ARBITRO Palazzino di riniello 6 (dal 31’ s.t. Iocola- s.t. Montina 5,5); Zubin 5,5, lo 6,5 (dal 31’ s.t. Severi Pietrobattista 6 (dal 39’ s.t. s.v.). (Sartorello, Rovere- Belluomini 6 (dal 25’ s.t. Pe-
stofaro 6, Zane 6 (dal 18’ ta, Taddei, Bertinelli). All. Ciampino 6. no 6). (Zattin, Martina, Ve- Roveretto 6 (dal 1’ s.t. Pe- s.v.), Nobili 6. (Temeroli, Sireno s.v.); Iannelli 7, Pelle- do, Furlan, Pignataro). All. ra 5,5). (Berti, Bartoccini,
s.t. Garufo 6,5), Pippi 6,5; Torrente 6,5. NOTE spettatori 1.200 cir- ronese, Drudi). All. Beghet- ron 5,5). (Fici, Rizza, Rever- Fanfoni, Nazzani, Crisci). grini 6 (dal 12’ s.t. Tortolano Leonarduzzi 6,5 (De Agosti- Ferretti, Raffi). All. Favarin
Cori 6,5 (dal 38’ s.t. Di Cre- ARBITRO Ostinelli di Co- ca, incasso di quasi 7.600 to 6. dito, Visintin). All. Zoratti All. B. Russo 5,5. 6). (Gatti, Movilli, Mannuc- ni squalificato). 6.
scenzo s.v.). (Dessena, Pe- mo 6. euro. Espulso il tecnico Pa- ARBITRO Di Paolo di Avez- 5,5. ARBITRO Bergher di Rovi- ci, Smith). All. Vanoli 6,5. ARBITRO Ronchi di Calta- ARBITRO Buttarelli di
lagatti, Di Franco, Bernic- NOTE spettatori 1.000 cir- store al 42’ s.t.; ammoniti zano 6. ARBITRO Del Giovane di go 5. ARBITRO Pasqua di Tivoli nissetta 6. Ciampino 5,5.
chi). All. Fraschetti 6. ca, incasso non comunica- Iannini, Rana e Camorani. NOTE spettatori 900 cir- Albano Laziale 6. NOTE spettatori 350 cir- 6. NOTE spettatori 500 cir- NOTE spettatori 250 cir-
ARBITRO Bagalini di Fer- to. Ammoniti Dierna, Fori- Angoli 2–4. (g.f.) ca, incasso di quasi 2.800 NOTE spettatori 200 cir- ca, incasso di 1.349 euro. NOTE spettatori 500 cir- ca, incasso di quasi 3.000 ca, incasso di quasi 600 eu-
mo 6. no, Rovrena, Anania e Boi- euro. Ammoniti Russo, Vin- ca, incasso non comunica- Ammoniti Espinal, Ferrani ca, incasso non comunica- euro. Ammoniti Rambaudi, ro. Nessun ammonito. An-
NOTE spettatori 300 cir- sfer. Angoli 6-2. (e.p.) cenzi, Bonfanti, Granito e to. Ammoniti Ouchene e e Trotta. Angoli 7-3. (e.m.) to. Ammonito Conte. Angoli Fruci e Fantin. Angoli 7-5. goli 5-8. (m.g.)
ca, incasso non comunica- Pellizzer. Angoli 7-4. (m.b.) Ferrario. Angoli 8-1. (p.c.) 4-4. (m.m.) (g.a.)
to. Nessun ammonito. An-
goli 0-4. (g.b.)

GIRONE C f Il Brindisi scavalca il Barletta. Manfredonia e Igea in campo con la Berretti: i siciliani evitano la radiazione
MELFI 2 CASSINO 1 SIRACUSA 2 BRINDISI 4 MONOPOLI 4 GELA 1 SCAFATESE 1 VICO EQUENSE 0 NORMANNA 2
CATANZARO 2 CISCO ROMA 2 BARLETTA 0 MANFREDONIA 1 IGEA 1 ISOLA LIRI 0 NOICATTARO 0 VIBONESE 1 JUVE STABIA 2
GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO+++ GIUDIZIO++ GIUDIZIO++
MARCATORI Montella (C) MARCATORI Vigna (C) al MARCATORI Capocchia- MARCATORI autorete di MARCATORI Di Miceli (M) MARCATORE Cruciani al MARCATORE Sifonetti su MARCATORE Paternò al MARCATORI Varriale (JS)
al 6’, Chiaria (M) al 22’, 5’ p.t.; Babù (CR) al 17’, Mor- no al 30’ p.t.; Dalì all’8’ s.t. Morelli (M) al 2’, Mortelliti al 14’, Recchia (M) al 20’, 10’ s.t. rigore al 7’ p.t. 48’ s.t. al 10’, Peluso (JS) al 21’,
Guazzo (M) al 40’ p.t.; Lon- bidelli (CR) al 47’ s.t. SIRACUSA (4-4-2) Forno- (B) al 9’, Albadoro (B) al 37’ Iannazzo (M) al 23’, Loseto GELA (4-1-4-1) Ferla 6; SCAFATESE (4-3-3) Sor- VICO EQUENSE Grieco (N) al 28’ p.t.; Perna
goni (C) al 6’ s.t. CASSINO (4-3-3) Paoletti ni 6; Di Silvestro 6, Perrico- p.t.; Alessandrì (B) al 23’, (M) al 38’ p.t.; Genovese (I) Lordi 6,5, Lucioni 6,5, Italia- riso 6; Colella 6 (dal 35’ s.t. (3-4-2-1) Munao 6 (dal 36’ (N) al 33’ s.t.
MELFI (4-4-2) Manis 6; 6; Bica Badan 6, Merli Sala ne 6, De Pascale 6, Capoc- Ferrante (M) al 25’ s.t. al 5’ s.t. no 6, Piva 6; Viviano 6; Opo- Miale s.v.), Mastronicola s.t. G. Trapani 6); Loreto 6, NORMANNA (4-3-3) Ca-
Marino 6 (dall’8’ s.t. Vana- 6, Bianciardi 6, Martinelli 6; chiano 6,5; Carrozza 6,5 BRINDISI (4-3-3) V. Fer- MONOPOLI (4-4-2) Cor- ku 6 (dal 15’ s.t. Puccio 6), 6,5, Pagano 6,5, Avallone 6 Gargiulo 6, Cinque 6; Morfù valiere 6; Pistillo 6, Campa-
core 6), Agius 6, Vignati 6, Conti 6, Giannone 6,5, Lolli (dal 29’ s.t. Giurdanella rante 6; Maulella 6, Idda 6, no 6; Costantino 6, Colella Scopelliti 6 (dal 25’ s.t. Cun- (dal 17’ s.t. De Girolamo 6); 6,5, Armellino 6,5, Mineo 6, nella 6, Di Girolamo 6,5 (dal
Sicignano 6; Loiacono 6, El 6 (dal 36’ s.t. Berardi s.v.); s.v.), Lewandowski 6 (dal Trinchera 6 (dal 24’ s.t. 6 (dal 16’ s.t. Lucarelli 6), zi 6), Cruciani 6,5, Memè 6; Basile 6,5, M. Pepe I 6, Cor- Rapesta 6; De Rosa 6, Na- 26’ s.t. Tovalieri s.v.), Ber-
Kamch 6, Viola 6, Naglieri Bracaletti 6 (dal 30’ s.t. Ro- 31’ s.t. Di Piazza s.v.), Mati- Camposeo 6), Pasqualini Terracciano 6, Scrò 6; Di Franciel 6,5. (Zummo, Di sale 6; Napoli 6,5, Rama- poli 6 (dal 18’ s.t. Arcobelli toncini 5,5; Arini 6,5, Rinal-
6; Chiaria 6,5 (dal 26’ s.t. meo s.v.), Morello 6 (dal 38’ nella 6, Bufalino 6 (dal 3’ 6,5; Battisti 6,5, Minopoli Miceli 6 (dal 20’ s.t. Confalo- Muro, Ricca, Argetta). All. glia 6, Sifonetti 7 (dal 21’ s.t. 6); Incoronato 6 (dal 31’ s.t. di 7, Zolfo 6,5; Fontana 6
Dal Fonso s.v.), Guazzo 6,5 s.t. Bardeggia s.v.), Vigna s.t. Berti 6); Dalì 6,5, Dal 6,5, Pizzolla 6,5; Mortelliti ne 6), Pollidori 6, Lanzolla Provenza 6,5. Muro 6,5). (Schettino, Ce- Esposito 6). (A. Trapani, (dal 4’ s.t. Ciminari 6), Per-
(dall’8’ s.t. Arcamone 6). 6. (Amadio, Goisis, Bonac- Rio 6,5. (Castelli, Donado- 6,5, Albadoro 6,5 (dal 15’ 5,5, Loseto 6 (dal 16’ s.t. ISOLA LIRI (4-3-2-1) Fiori- rasuolo, Poziello, Cioce). Russo, Burgos, Scognami- na 6,5, Grieco 6 (dal 35’ p.t.
(Careri, Mitra, Mangiacasa- quisti, Cafiero). All. Pellegri- ni, Mignogna, Martines). s.t. Baldassarre 6), Ales- Curri 6); Recchia 7, Iannaz- ni 6,5; Mallardi 6 (dal 43’ All. Rossi 6,5. glio). All. Ferraro 6. Longo 6). (Pettinari, Bale-
le, Pellecchia). All. Rodolfi no 6. All. Pizzo 6,5. sandrì 6,5 (dal 29’ s.t. Nun- zo 6. (Pellegrino, Bizzarri, p.t. Mirarci 6), Matrisciano NOICATTARO (4-3-2-1) VIBONESE (4-4-2) Sena- strieri, Mariniello, Massi-
zella s.v.). (Pinzan, Taurino,
6,5. CISCO ROMA (4-3-3) Am- BARLETTA (4-3-2-1) Vur- Vincenti, Lisi). All. Chirical- 6, Mucciarelli 6, La Rocca Petruzzelli 6; Libera 6 (dal- tore 6; Perna 6, Barbera 6, mo). All. Juary-Foglia Man-
Piccinni, Carcione). All. Sil-
CATANZARO (3-4-3) Vo- brosi 6; Gasperini 6, Padel- chio 5,5; Manganaro 6, lo 6. 6; D’Alessandro 6, Costan- l’11’ s.t. Coppola 6), Di Bari Vallefuoco 6 (dal 34’ s.t. Fi- zillo 6.
va 6,5.
no 6; Gimmelli 6, De Franco la 6, Di Fiordo 6, Angeletti Gambuzza 5,5 (dal 44’ p.t. IGEA (4-3-3) Policano 7; zo 6, La Cava 6; Zappaco- 6 (dal 27’ s.t. Mastromarino lardo 6), Bertini 6; Mazza 6, JUVE STABIA (4-4-2)
MANFREDONIA (4-4-2)
6, Di Maio 6; Di Cuonzo 6, 6,5; Babù 6,5, Chiappara Romeo 6), Marchetti 6, Le- Magnanensi 6, Milone 6, sta 5,5 (dal 13’ s.t. Girelli 6), Be. Lorusso 6, Loseto Lopetrone 6 (dal 48’ s.t. D’Oriano 6; Bocchetti 6 (dal
Gervasio 5,5; Pistilli 5,5, Mo-
Corapi 6 (dal 17’ s.t. Donati 6,5, La Rosa 6; Goretti 6 gittimo 6,5; Menicozzo 6,5 Calabrò 6 (dal 33’ s.t. Arco- 5,5), Carboni 5,5; Bussi 5,5 6; Perrone 6, Ba. Lorusso Schiavello s.v.), Piroli 6, Pa- 29’ s.t. La Monica s.v.), Grit-
relli 5 (dal 31’ p.t. Sementino
6), Bruno 6 (dal 26’ s.t. Lodi (dal 12’ s.t. Caputo 6), Di Io- (dal 12’ s.t. Shiba 6), Ben- raci 6), Collura 6 (dal 35’ (dal 22’ s.t. Bianchini 5,5). 6, Aliperta 6 (dall’11’ s.t. De nagia 6 (dal 33’ s.t. Ramon- ti 6, Iorio 6,5, Pezzella 7; Ta-
5,5), Lo Riso 6, Granatiero
s.v.), Berger 6; Longoni rio 6 (dal 12’ s.t. Ciofani 6), djemia 6, Muwana 6,5; Re- p.t. Stelitano 6); Livoti 6, La (Mangiapelo, Sperati, Pao- Santis 6,5); Strambelli 6, dino 6); Paternò 6,5, Becca- rantino 7, Cinelli 6 (dal 10’
5,5; Gentile 6, Di Gennaro 6,
6,5, Mosciaro 6, Montella Bellè 6 (dal 25’ p.t. Morbi- scio 6, Cavaliere 6 (dal 19’ Rosa 6, Torre 6; Genovese lacci, Raffaello). All. Grossi Colluto 6; Doria 5,5. (Ritor- ria 6. (Mengoni, Di Mauro, s.t. Acoglanis 6), Ruscio
L. La Torre 5,5 (dal 36’ s.t.
6,5 (dal 41’ s.t. Basile s.v.). delli 6,5). (Previti, Sabatuc- s.t. Lanotte 6); Infantino 6. G. La Torre s.v.), Pugliese 7, Casini 6 (dal 27’ s.t. Bajra- 5,5. no, Fumai, Sassarini, Fala- Conti, Orefice). All. Galfano 6,5, Gomes 6; Varriale 6,5,
(Mancinelli, Di Meglio, Be- ci, Lo Piccolo, Farina). All. (Di Masi, Cutrupi, D’Alloc- 5,5 (dal 1’ s.t. Zazzera 5,5); mi 6), Serrano 6. (Molino, ARBITRO Grossi di Pistoia gario). All. Trillini 6. 6. Peluso 6,5 (dal 4’ s.t.
nincasa, Capicotto). All. Au- Incocciati 6,5. co, Stefanini). All. Scianni- A. Ferrante 6,5, Fiore 6,5. Aveni, Lando, Rizzo). All. 6,5. ARBITRO Viti di Campo- ARBITRO De Meo di Fog- D’Esposito 5,5). (Panico,
teri 6,5. ARBITRO Moretti di Bari manico 6. (Mucciarone, Padalino, Sca- Pappalardo 6. NOTE spettatori 500 cir- basso 6,5. gia 6. Fabbro, De Angelis, Vicen-
ARBITRO Ferraioli di No- 6. ARBITRO Pagano di Torre rano, Ciliberti). All. Manca- ARBITRO D’Iasio di Mate- ca, incasso non comunica- NOTE spettatori 400 cir- NOTE spettatori 100 circa, tin). All. Rastelli 6.
ce Inferiore 6,5. NOTE spettatori 200 cir- Annunziata 6,5. no 6,5 (Bucaro assente). ra 6. to. Ammonito Viviano. An- ca, incasso non comunica- incasso non comunicato. ARBITRO Lo Castro di Ca-
NOTE spettatori 1.200 cir- ca, incasso non comunica- NOTE spettatori 600 cir- ARBITRO Giorgetti di Cese- NOTE spettatori 150 circa, goli 8-4. (r.ce.) to. Ammoniti Perrone e Lo- Ammonito Vallefuoco. An- tania 6.
ca, incasso non comunica- to. Ammoniti La Rosa e Pa- ca, incasso non comunica- na 6. incasso non comunicato. seto. Angoli 5-4. (s.c.) goli 2-1. (a.s.) NOTE spettatori 600 cir-
to. Ammoniti Marino, Mon- della. Angoli 2-3. (d.tor.) to. Ammoniti Gambuzza, NOTE spettatori 2.000 cir- Espulso Lanzolla al 42’ s.t.; ca, incasso non comunica-
tella, El Kamch e Di Cuon- Menicozzo e Lewan- ca, incasso non comunica- ammonito Costantino. An- to. Nessun ammonito. An-
zo. Angoli 0-2. (g.t.) dowski. Angoli 3-6. (m.l.) to. Nessun ammonito. Ango- goli 5-2. (l.s.) goli 2-2. (g.ar.)
li 7-2. (f.d.s.)

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
34
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

FORMULA 1 GP SPAGNA
w
(a.cr.) Il sistema dell’ala soffiata che
L’ALA SOFFIATA i piloti Ferrari mettono in funzione

Alonso
agendo con la mano sinistra (nella
I NUMERI Buco rimandato foto IPP Fernando Alonso) coperta
da un guanto con una protezione
Niente Monaco particolare, sarà per ora
forse in Turchia
6
accantonato in attesa che in Turchia
ne arrivi una versione più sofisticata.
«Ci siamo accorti che da una parte
Nelle 6 gare ci rende più rapidi in rettifilo ma
precedenti, chi è dall’altra ci toglie un po’ di carico sul

V
scattato dalla lento — ha spiegato il responsabile
pole position non della Gestione Sportiva, Stefano
ha mai vinto. Domenicali —. Anche se la decisione
L’ultimo a riuscirci definitiva la prenderemo soltanto tra
era stato Vettel in qualche giorno, è probabile che non
Giappone lo useremo a Montecarlo».

5
I podi
conquistati da
Fernando
Alonso a
Montmelò. Con
una sola vittoria,
nel 2006 con la
Una Ferrari d
«Abbiamo fatto Renault La partenza
del GP di Spagna
ieri al Montmelò

4
AP NICO

il massimo Nel Mondiale di


F.1 in 5 gare ci
ROSBERG
Al via: 8˚
All’arrivo: 13˚
Nel Mondiale:

E arriveranno sono stati 4


vincitori diversi:
Alonso, Vettel,
Webber e
5˚ con 50 punti

altre novità» Button (unico a


vincerne due)

«C’è un piano aggressivo per migliorare


Il titolo? Devo finire 5 volte di fila sul podio» 3
I successi di
MICHAEL
SCHUMACHER
DAL NOSTRO INVIATO super Ferrari e non si riferisce Mark Webber. Al via: 6˚
ANDREA CREMONESI alle prestazioni. «Siamo stati Il 33enne All’arrivo: 4˚
5 RIPRODUZIONE RISERVATA super perché in questi 3 giorni australiano Nel Mondiale:
non abbiamo sbagliato nulla. aveva vinto 9˚ con 22
MONTMELÒ (Spagna)d«Alonsoo, Abbiamo preparato bene le nel 2009 punti
Alonsoo» cantano i tifosi all’in- qualifiche, tirato fuori il massi- in Germania
dirizzo del podio quasi sorpre- mo dalla F10 e fatto una solida e Brasile
si di scovarci con la sua tuta gara. Dobbiamo continuare a
rossa il loro beniamino. «In ef- lavorare; per puntare al cam-

2
fetti — ammette Fernando — pionato devo finire sul podio
per il nostro potenziale al mas- almeno 4 o 5 volte di fila». LEWIS MARK
simo saremmo potuti arrivare HAMILTON WEBBER
quarti e lì saremmo arrivati Novità Perché i desideri dello I podi stagionali Al via: 3˚ Al via: 1˚
senza questi 2 regali, graditi». spagnolo si realizzino servono di Fernando All’arrivo: 14˚ All’arrivo: 1˚
I doni cui si riferisce sono però altre prestazioni rispetto Alonso, che dopo Nel Mondiale: Nel Mondiale:
l’inattesa sosta ai box di Seba- a quelle offerte qui dalle rosse. avere iniziato 6˚ con 49 punti 4˚ con 53 punti
stian Vettel, a 12 giri dall’arri- «E da questo punto di vista re- vincendo in
vo dopo un fuoripista causato sto ottimista: so che abbiamo Bahrain, non era
un piano piuttosto aggressivo più riuscito a

Volano le Red Bull


da un guasto ai freni, e il botto
della McLaren di Lewis Hamil- di novità da mettere in pista finire tra i primi 3
ton contro le protezioni quan- nei prossimi GP e sappiamo do-
do l’inglese pregustava il 2˚ po- ve e come intervenire. Così in
sto. Invece secondo è arrivato Turchia potrebbe arrivare una
versione evoluta della nostra
Fernando che si è trovato oltre
ala soffiata». Ma che a Mona-

Ma super Fernando
che sul podio anche nella piaz-
co, pista lenta, forse sarà ac-
za d’onore del campionato, a 3
cantonata.
punti da Jenson Button.
Massa E ciò potrebbe anche
Emozioni «È un risultato magni- aiutare un Felipe apparso delu-
fico. È sia un riconoscimento so e preoccupato dopo la cor-

vola in classifica
per il lavoro mio e della squa- sa. «Qui non si è trattato di an-
dra sia per i tifosi che, in que- dare più piano di Alonso, che
sto fine settimana mi hanno so- ci può stare. È che ero comple-
stenuto e vissuto accanto a me tamente fuori ritmo. Dietro
momenti emozionanti. Pro- Button, mi sono accorto che la
metto loro che farò di tutto nel sua McLaren schizzava via in
prossimo GP in Spagna, a Va-
lencia (27 giugno), per emo-
accelerazione, segno che lui
aveva una trazione migliore. Lo spagnolo chiude 2˚ dietro Webber e davanti a Vettel
zionarli ancora di più salendo In più nell’ultimo settore era-
sul primo gradino del podio». vamo carenti di grip ma la co-
sa che più mi ha preoccupato è
Adesso è a meno 3 da Button. Si rivede Schumacher: 4˚
Nessun errore Alonso parla di che quando abbiamo montato DAL NOSTRO INVIATO Michael piace stargli dietro, quindi de- Martello Non ha vinto molto,
le gomme dure non sono anda- PINO ALLIEVI Schuma- vo dare sempre il massimo». Webber, solo 3 gran premi

x
to di colpo due secondi più ve- 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
cher, 41 Pilota schietto, duro, velocissi- compreso quello di ieri. Ma
ha detto loce come era lecito aspettar-
si. Poi quel problema all’ala an-
anni AP mo. Australiano sino in fondo
nei modi semplici di fare, nel
ogni volta che c’è riuscito ha
dominato. E se sinora abbia-
MONTMELO' (Spagna) dHa vinto
teriore (danneggiata in un con- il pilota che più assomi- piacere di bersi una birra nei mo raccontato i pregi, dobbia-
FELIPE MASSA tatto con Chandhok; n.d.r.) momenti di relax, nella gioia mo pure dire che tra i suoi di-
glia ai mitici cavalieri
non mi ha certo aiutato, per di scambiare due chiacchiere fetti c’è una certa incostanza
Qui non si è trattato di fortuna però i tempi sul giro del rischio di una vol- con gli amici al tavolo di un di risultati. Dovuta talvolta al-
andare più piano di Alonso, non sono peggiorati perché se ta. Uno che ha il co- bar, nell’onestà di riconoscere la sfortuna, in altri casi a cedi-
che ci può stare. È che ero mi fossi dovuto fermare a sosti- raggio di dire: «Sì, i meriti altrui. menti pure psicologici. Nel GP
tuirla avrei perso almeno tre avere in squadra Mark Webber, 33 anni, è ap- di Spagna a Montmelò, pista
completamente fuori ritmo.
posizioni. Però dobbiamo cre- un ragazzino forte prezzato da tutti nel paddock che premia l’aerodinamica e ri-
Stavo dietro Button, ho scere, altrimenti per la Red e dotato come Vet- perché sa argomentare, sorri- chiede una guida accorta per
visto come la McLaren Bull sarà facile mettere insie- tel mi crea qualche dere, riconoscere gli amici dai non mandare in crisi gomme e
schizzava in accelerazione me delle doppiette». problema. Non mi dispensatori d’incenso. freni, Webber ha fatto quello

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
35

Da sin.: il capo
4
Webber
meccanico
Handkammer,
Alonso, NEL 2009
Webber, I PRIMI 2
Vettel REUTERS SUCCESSI

Mark
Webber
è nato il 27
«Questa è stata
agosto 1976
in Australia.
la mia giornata
CARRIERA
Ha debuttato in
F.1 con la
Minardi nel
però sarà dura

da battaglia battere la rossa»


2002, poi ha
corso con
Jaguar (2003 e
2004), Williams
(2005 e 2006).
È alla Red Bull «Non mi ero mai trovato in testa dall’inizio
dal 2007.
Nel 2009 ha C’è voluta un’eternità ad arrivare alla fine»
chiuso al quarto

x
MARCO DEGL’INNOCENTI
posto in
classifica,
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
ha detto
grazie ai primi MONTMELÒdNon c’è stata un’al-
due successi tra doppietta Red Bull, ma la vit- GRANDE MACCHINA
della carriera toria annunciata da una pole
nei GP di position sensazionale è arriva- Incredibile quanto hanno
Germania e ta. E quella di Mark Webber lo è fatto i tecnici nelle due
Brasile. stata senza discussioni, al termi- ultime settimane. Ma
ne di una gara perfetta, condot- sappiamo che non siamo
ta al comando dall’inizio alla fi-
ne. «La cosa più importante era ad un tè delle cinque.
passare in testa la prima curva Serve una vettura veloce
— racconta l’australiano — ci e che risponda sempre
sono riuscito, anche se è stata
dura, perché c’erano altre auto
veloci dietro di me. Ma dopo lui. Ma era la mia giornata».
JENSON aver preso il comando ho trova-
BUTTON to il mio ritmo, ho fatto atten- Un’eternità Anche una gara in-
Al via: 5˚ zione alle gomme ed al motore terminabile, per Mark: «Mi sem-
All’arrivo: 5˚ ed ho provato a controllare la brava di non aver mai corso un
Nel Mondiale: gara. È stato un risultato fanta- GP così lungo. Davvero il più
1˚ con 70 punti stico, una vittoria speciale, ne lungo di tutti. Nelle altre due
FELIPE
sono assolutamente entusia- vittorie era sempre successo
MASSA
sta, soprattutto perché la stagio- qualcosa, e non mi ero mai tro-
Al via: 7˚
ne, finora, per me non era stata vato in testa dall’inizio alla fi-
All’arrivo: 6˚
molto positiva». ne. Stavolta, invece, si è tratta-
Nel Mondiale:
to soltanto di far diminuire il
7˚ con 49 punti
Tris Nella carriera di Webber contagiri. E c’è voluta un’eterni-
questa è la terza vittoria, più tà».
bella – a parte la prima, in Ger-
FERNANDO mania, lo scorso anno – anche Vettel Nessun problema, per
ALONSO dell’altra, ottenuta a San Pao- lui, al contrario di quanto capi-
SEBASTIAN VETTEL Al via: 4˚ lo: «In Brasile il fatto principale tato al compagno Vettel. Una
Al via: 2˚ All’arrivo: 2˚ fu la conquista del Mondiale da vettura perfetta: «Grazie al la-
All’arrivo: 3˚ Nel Mondiale: parte di Jenson Button. Qui, in- voro bestiale di meccanici e tec-
Nel Mondiale: 3˚ con 60 punti 2˚ con 67 punti vece, eravamo in casa di Alonso nici. Incredibile quanto hanno
ed il pubblico era eccitato per fatto nelle due ultime settima-
ne. D’altra parte lo sappiamo,
che ha voluto, ridicolizzando i sa oltre i suoi limiti attuali. non siamo ad un tè delle 5. Per

p
rivali come faceva il leone Adesso Fernando è a 3 lun- avere successo e battere team
Mansell. Merito suo e di una
Red Bull perfetta che ha con-
ghezze dal leader Button, risul-
tato eccezionale dopo 5 corse
la foto Mark Webber,
33 anni, prende
come McLaren o Ferrari si deve
lavorare duro e questo succes-
dotto al comando dall’inizio al- in cui la Ferrari ha viaggiato a un ombrello in so va a merito di Red Bull e Re-
la fine, difendendosi con facili- corrente alternata. Con una faccia prima del nault».
tà dagli attacchi di Vettel pri- macchina dotata di scarsa ade- via GETTY IMAGES Con due vittorie e cinque pole,
ma e di Hamilton poi. renza, soprattutto con le gom- la Red Bull resta sempre la
me più dure, Massa ha soffer- squadra da battere, ma Web-
Beffa È stata quasi una passeg- to più di Alonso e, senza trazio- ber non pensa che il resto della
giata a 192 orari di media, sen- ne né tenuta di strada, si è fer- stagione possa continuare co-
za errori o panico, a differenza mato a un modesto 6˚ posto, sì: «Conosco la F.1 troppo be-
del compagno di squadra Vet- mugugnando per il rendimen- ne. Davanti a noi c’è una strada
tel, che non lo ha potuto attac- to della F10: urge che qualcu- ancora molto lunga. Per que-
care in partenza, che poi si è no lo segua nelle sue richieste sto dobbiamo intanto
fatto sorprendere da Hamil- tecniche. La famosa «ala soffia- aspettare e vedere co-
ton, a cui ha dovuto cedere il ta» che ha debuttato qui, ha me la nostra vettu-
2˚ posto (sosta lenta al box) e fornito più svantaggi che van- ra si svilupperà e si
che nel finale ha forse chiesto taggi e al prossimo GP non ci adatterà alle diffe-
troppo all’impianto frenante, sarà. renti piste che ar-
rallentando dopo una sosta riveranno. Sap-
per le gomme. Una giornatac- Grinta Felipe ha fatto tutta la piamo che ol-
cia per Vettel, ma anche per corsa alle spalle di Schuma- tre alle Red
Hamilton, che quando era me- cher (4˚), il quale ha resistito Bull davanti
ritatamente secondo, a 2 giri agli attacchi di un Button (5˚) Hamilton, botto a 220 all’ora ci sono un pa-
dal termine, con 10" di vantag- troppo calcolatore e remissi- io di altri con-
gio su Fernando Alonso, è an- vo. Più indietro Sutil (7˚), Ku- Forse è colpa di un sassolino correnti forti,
dato a muro per la gomma an- bica (8˚) e Barrichello (9˚) soprattutto la
teriore sinistra che ha ceduto. hanno dato il meglio con mez- Come a Monza 2009, Hamilton perde il podio McLaren e la
zi non eccelsi. Bene Alguersua- quasi sotto la bandiera a scacchi: ma se il Ferrari, che
Dedizione Così alle spalle di ri, il 10˚ posto è un cioccolati- botto a Lesmo era dovuto alla foga con la hanno anche i
Webber si è piazzato un altro no per la Toro Rosso. Ora la quale Lewis cercava di attaccare Button, piloti giusti. Do-
pilota esente da errori e auto- F.1 va a Montecarlo, dove do- stavolta l’uscita di pista a due giri dalla fine alla vremo valutare
re di una gara clinica quanto menica si corre su strade nor- curva 3 a 220 all’ora è legata allo scoppio della bene cosa accadrà
veloce: Fernando Alonso. Ov- malmente aperte al traffico. Al- gomma anteriore sinistra. Cosa l’abbia causato nei prossimi mesi.
vero, Ferrari in gloria sulla pi- tro giro altra corsa. E forse al- è ancora un mistero: le prime indagini Serve una macchina
sta meno adatta alla F10. Un tra gara col fiato sospeso per la suggeriscono che possa essere stato un corpo veloce, ma anche una
colpo di fortuna, è vero, ma Ferrari, mentre la Red Bull ha estraneo, un sassolino, incuneatosi nel cestello macchina che ti rispon-
ogni tanto ci sta. E onore allo già messo in fresco lo champa- del freno. Le parti coinvolte sono state spedite da sempre quando ne
spagnolo che ha spinto la ros- gne. a Woking e lì saranno analizzate IPP da tv hai bisogno».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
36
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

FORMULA 1 GP SPAGNA
Hamilton, fenomeno sfortunato
Lewis fa la solita corsa di attacco ma perde punti importanti. Adesso arriva la sua Montecarlo

LE PAGELLE DI PINO ALLIEVI


GLI ALTRI w taccuino
A Nico non I NUMERI
LE MANS SERIES

Sembra piace la nuova


Mercedes
2
Bourdais re a Spa
dLa Peugeot ha conquistato una

un Mansell
doppietta alla 1000 km di Spa, 2ª
BARRICHELLO 7
Le gare nelle quali prova della Le Mans Series. Ha vin-
Ce la mette sempre tutta, con
è andato a punti to la 908 HDi numero 3 dei francesi
la Williams che non è la Red

moderno
Jaime Alguersuari Sébastien Bourdais e Simon Page-
Bull. Coriaceo e più pratico
(Toro Rosso). Lo naud e del portoghese Pedro
FERNANDO ALONSO LEWIS HAMILTON dell’evanescente Hulkenberg.
spagnolo vanta il Lamy, che ha preceduto la vettura
8 8 SUTIL 7
record di più
giovane pilota a
gemella con il n.2 del duo Franck
Montagny e Stephane Sarrazin,
Ottenere il massimo con il minimo. Peccato. Il secondo posto sarebbe Si è piazzato settimo, non
La più spiccata qualità di Alonso è stato strameritato dopo una corsa
esordire in F.1 mentre al terzo posto si è classifi-
distante da Massa che l’ha

P 8,5 di sapersi adattare a qualunque d’attacco alla sua maniera. Invece cato il nostro Dindo Capello, com-
preceduto. Con la Force India
macchina, succhiandole il sangue quel botto gli ha sottratto punti pagno di Allan McNish e Tom Kri-
è un gran risultato.

1
sino all’ultima goccia. Un pilota così importanti. Quando c’è da rischiare stensen sulla prima Audi R15.
è una garanzia per gli obbiettivi e metterci il cuore non manca mai.
MARK WEBBER mondiali del Cavallino: sa orientare Domenica si va a Montecarlo una
KUBICA 6,5
SUPERSTARS
il team e sostenerlo LAPRESSE delle sue piste preferite LAPRESSE Ottavo e a punti per la quarta
Al 5˚ GP, Kamui
Inarrivabile! «Sin dalle qualifiche ho provato volta consecutiva con una non
Kobayashi
Malucelli che debutto
ad andare più forte di lui rischiando e eccezionale Renault. Con
(Sauber) e Timo dTerza prova del tricolore Super-
sfruttando ogni metro di asfalto, ma non ci un’ottima qualifica.
Glock (Virgin) stars a Vallelunga (Roma). In gara 1
sono riuscito», ha ammesso con franchezza
sono finalmente il successo è andato a Gianni Mor-
Sebastian Vettel. Quando è in giornata e ALGUERSUARI 6
riusciti a vedere bidelli (BmW), in gara 2 si è imposto
scatta in testa, Mark Webber è difficilmente Tra cose buone e meno
la bandiera a Matteo Malucelli che debuttava sul-
battibile. Una proiezione moderna di Nigel buone, ha ottenuto con la Toro
scacchi la Chevrolet. In campionato coman-
Mansell. Ieri l’australiano ha fatto miracoli Rosso un altro punto davanti
da sempre Max Pigoli (Mercedes)
con una semplicità disarmante. Lo al pubblico di casa.
con 83 punti.
aspettiamo alla riprova in duelli ravvicinati.
Intanto la Red Bull, nel giorno in cui Vettel
non ha avuto la possibilità di emergere, ha
trovato nel secondo uomo l’arma per
imporre la sua macchina.
SEBASTIAN VETTEL
7,5
Ha avuto un guasto all’impianto
MICHAEL SCHUMACHER
7
Quarto grazie ai ritiri, però con
KOBAYASHI 6
Il giapponese della Sauber
centra un’ottima qualifica nei
primi 10, poi è brillante per un
17˚
Il piazzamento
RALLY ASFALTO
Targa Florio a Riolo
ottenuto da dA cinque anni di distanza, «To-
frenante simile all’Australia. Era brio e un bel duello con Button. La tratto di gara.
furioso. Ma siccome accade solo a Mercedes col passo lungo e una
Jarno Trulli con tò» Riolo (Citroën Xsara) ha vinto la
lui, viene il sospetto che usi i freni diversa distribuzione di pesi lo ha la Lotus nelle sua terza Targa Florio, 3ª prova
ROSBERG 5
diversamente da Webber. A rilanciato su un circuito che gli si tre gare (nelle del Trofeo Rally Asfalto. Alle sue
Brutto week-end, con la
Monaco, però, non può mancare addice. Forse la sua vera stagione altre due spalle Felice Re (Citroën Xsara) e
Mercedes che ha costruito
l’obiettivo LAPRESSE è partita da Montmelò LAPRESSE l’abruzzese si è Luca Pedersoli (Ford Focus).
una macchina su misura per le
ritirato) nelle
esigenze di Schumacher e non
quali è riuscito
per lui. Ma può rifarsi a
a concludere
Montecarlo, dove la marca GP2
tedesca torna al passo corto.
Non va dimenticato che nella Lo svizzero Leimer
collisione iniziale con Kubica,
uscendo di pista Nico (foto conquista gara-2
REUTERS ) ha rovinato il fondo
(ro.chi.) Fabio Leimer ha vinto
della macchina.
gara-2 della GP2 corsa ieri a
JENSON BUTTON FELIPE MASSA Montmelò. Lo svizzero ha

5,5 5,5 condotto al comando tutti i 25


giri e ha battuto Luiz Razia e
Mark La sosta lunga ai box lo ha Due GP da dimenticare: la Cina e Pastor Maldonado, 8˚
penalizzato. E così si è trovato ieri. Tra l’altro, ha girato a lungo
Webber, 33 Giacomo Ricci e 11˚Davide
davanti Schumacher. Il primo con l’ala anteriore danneggiata da
anni, è al 1˚ tentativo di sorpasso è stato un contatto con la Hrt di Valsecchi. Il ferrarista Jules
successo maldestro, gli altri pure, alla fine Chandhok. Non è questo il vero Bianchi, partito ultimo, è
nel 2010 ha rinunciato. Da un leader Massa. Lo sa lui, lo sa la Ferrari. arrivato 12o. In classifica guida
COLOMBO Mondiale era lecito attendersi un Felipe soffre più di Alonso la guida Pic (vincitore di gara-1) con 10
ulteriore tentativo LAPRESSE con poco carico aerodinamico AP punti su Leimer e Ricci con 8.

L’ARRIVO LE CLASSIFICHE I GIRI VELOCI IL CALENDARIO MILLE MIGLIA


PILOTI
1. Hamilton 1’24"357 (59˚) 14-3 BAHRAIN (vincitore Alonso)
Canè-Galliani
POS PILOTA NAZ TEAM DISTACCO (PIT STOP)
POS PILOTA NAZ PUNTI BAH AUS MAL CIN SPA
2. Webber 1’24"828 (62˚) 28-3 AUSTRALIA (vincitore Button)
1. WEBBER AUS Red Bull-Renault 1h35’44"101 (1) 1. BUTTON GB 70 6 25 4 25 10
3. Alonso 1’24"846 (57˚) 4-4 MALESIA (vincitore Vettel)
media 192,471 km/h 2. ALONSO
3. VETTEL
SPA
GER
67
60
25
12
12
-
-
25
12
8
18
15 4. Button 1’25"166 (64˚) 18-4 CINA (vincitore Button) decima vittoria
2. ALONSO SPA Ferrari a 24"065 (1) 5. Vettel 1’25"176 (56˚) 9-5 SPAGNA (vincitore Webber)
3. VETTEL GER Red Bull-Renault a 51"338 (2)
4. WEBBER
5. ROSBERG
AUS
GER
53
50
4
10
2
10
18
15
4
15
25
- 6. Rosberg 1’25"455 (50˚) 16-5 MONACO (Montecarlo) con la Bmw 328
6. HAMILTON GB 49 15 8 8 18 - 7. Kubica 1’25"466 (66˚) 30-5 TURCHIA (Istanbul)
4. SCHUMACHER GER Mercedes a 1’02"195 (1) 8. Petrov 1’25"470 (63˚) 13-6 CANADA (Montreal)
7. MASSA BRA 49 18 15 6 2 8
5. BUTTON GB McLaren-Mercedes a 1’03"728 (1) 8. KUBICA POL 44 - 18 12 10 4 9. Massa 1’25"497 (64˚) 27-6 EUROPA (Valencia)
6. MASSA BRA Ferrari a 1’05"767 (1) 9. SCHUMACHER GER 22 8 1 - 1 12 10. Schumacher 1’25"529 (64˚) 11-7 GB (Silverstone)
10. SUTIL GER 16 - - 10 - 6 11. Alguersuari 1’25"655 (63˚) 25-7 GERMANIA (Hockenheim)
7. SUTIL GER Force India-Mercedes a 1’12"941 (1)
11. LIUZZI ITA 8 2 6 - - - 12. Barrichello 1’25"728 (59˚) 1-8 UNGHERIA (Budapest)
8. KUBICA POL Renault a 1’13"677 (1) 12. BARRICHELLO BRA 7 1 4 - - 2 13. Sutil 1’25"845 (65˚) 29-8 BELGIO (Spa)
9. BARRICHELLO BRA Williams-Cosworth a 1 giro (1) 13. PETROV RUS 6 - - - 6 - 14. Liuzzi 1’25"924 (63˚) 12-9 ITALIA (Monza)
14. ALGUERSUARI SPA 3 - - 2 - 1 15. Kobayashi 1’26"083 (62˚) 26-9 SINGAPORE (Singapore)*
10. ALGUERSUARI SPA Toro Rosso-Ferrari a 1 giro (2)
15. HULKENBERG GER 1 - - 1 - - 16. Buemi 1’26"724 (41˚) 10-10 GIAPPONE (Suzuka)
11. PETROV RUS Renault a 1 giro (1) 16. BUEMI SVI 0 - - - - - 17. Hulkenberg 1’26"863 (63˚) 24-10 COREA (Yeongam)**
12. KOBAYASHI GIA Sauber-Ferrari a 1 giro (1) 17. DE LA ROSA SPA 0 - - - - - 18. Trulli 1’29"564 (56˚) 7-11 BRASILE (San Paolo)
18. KOBAYASHI GIA 0 - - - - - 19. Glock 1’29"776 (60˚) 14-11 ABU DHABI (Abu Dhabi)
13. ROSBERG GER Mercedes a 1 giro (2)
19. KOVALAINEN FIN 0 - - - - - 20. Di Grassi 1’29"904 (47˚) * Gara in notturna. L’equipaggio Canè-Galliani su
14. HAMILTON* GB McLaren-Mercedes a 1 giro (1) 20. CHANDHOK IND 0 - - - - - ** Il circuito deve ancora essere Bmw 328 Coupè del 1939 (nella
21. De La Rosa 1’30"411 (9˚)
15. LIUZZI* ITA Force India-Mercedes a 1 giro (1) 21. DI GRASSI BRA 0 - - - - - 22. Chandhok 1’32"041 (26˚) approvato dalla Fia. foto Giovanelli) ha vinto sabato
22. SENNA BRA 0 - - - - -
16. HULKENBERG GER Williams-Cosworth a 2 giri (2)
23. TRULLI ITA 0 - - - - -
sera a Brescia la Mille Miglia
17. TRULLI ITA Lotus-Cosworth a 3 giri (1) 24. GLOCK GER 0 - - - - - 2010, gara di regolarità
18. GLOCK GER Virgin-Cosworth a 3 giri (1) COSTRUTTORI riservata ad auto d’epoca
POS COSTRUTTORE PUNTI BAH AUS MAL CIN SPA sportive: si tratta del 10o
19. DI GRASSI BRA Virgin-Cosworth a 4 giri (1) 1. MCLAREN-MERCEDES 119 21 33 12 43 10
trionfo della coppia. Al 2o posto
RITIRATI: Al 1˚ giro KOVALAINEN (FIN-Lotus Cosworth) cambio; 2. FERRARI 116 43 27 6 14 26
SENNA (BRA-HRT Cosworth) uscita di pista; al 19˚ DE LA ROSA 3. RED BULL-RENAULT 113 16 2 43 12 40 Viaro-Gessler (Usa-Alfa Romeo
(SPA-Sauber Ferrari) pneumatico; al 28˚ CHANDHOK (IND-HRT 4. MERCEDES GP 72 18 11 15 16 12 6c 1500 Gran Special del 1933),
Cosworth) incidente; al 43˚ BUEMI (SVI-Toro Rosso Ferrari) idraulica. 5. RENAULT 50 - 18 12 16 4 al 3o un’altra Bmw 328, ma del
GIRO PIÙ VELOCE: il 59˚ di Hamilton in 1’24"357, media 6. FORCE INDIA-MERCEDES 24 2 6 10 - 6 1937, con l’equipaggio italiano
7. WILLIAMS-COSWORTH 8 1 4 1 - 2
198,655 km/h. Ciravolo-Leitner. Dei 375
8. TORO ROSSO-FERRARI 3 - - 2 - -
LEADER DELLA CORSA: Dal 1˚ al 66˚ giro Webber. equipaggi al via 30 si sono
9. SAUBER-FERRARI 0; 10. LOTUS-COSWORTH 0; 10.
*Ritirato ma classificato HRT-COSWORTH 0; 12. VIRGIN-COSWORTH 0 Lewis Hamilton, 25 anni LAPRESSE ritirati.

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
37

FORMULA 1 GP SPAGNA RALLY


s
fortuna avevo ancora un buon

Vettel: «Il mio podio


MONDIALE LATVALA 1˚
vantaggio su chi mi seguiva».

Ritorno Alle sue spalle c’era


Schumacher, arrivato quarto,
I RIVALI Loeb contro
miglior prestazione da quando un albero
è quasi miracoloso»
è tornato in F.1: «Una grande
gara è un’altra cosa — replica il
pilota della Mercedes a chi gli Ford supera
fa i complimenti —. Anche que-
sta volta abbiamo dovuto difen- la Lancia
«I freni non funzionavano, non so come ho fatto a finire» derci e sperare nei problemi al-
trui, la distanza con le Red Bull R GUIDO RANCATI
è ancora troppo grande». Kubica 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
Schumi deluso: «Dipendiamo dai problemi degli altri» In ogni caso Michael ha tenuto
dietro il campione Jenson But-
«Ho guastato la
gara al primo dDall’inferno al paradiso e ri-
MARCO DEGL’INNOCENTI ton: «Ma credo che abbia avuto giro quando ho torno. La domenica neozelan-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA
qualche problema al box e quin- toccato dese di Sébastien Loeb si con-
di mi sono trovato in buona po- Kobayashi e suma così, con un avanti-indré
MONTMELO’ (Spagna) dDue sfortu- sizione per superarlo in fondo rovinato l’ala» che manda al macero ogni pro-
nati e uno ritrovato, ma soddi- al rettilineo. Poi non gli ho la- nostico. Davanti a tutti dopo la
sfatto a metà: potrebbero esse- sciato alcuna possibilità di pas- prima delle 4 speciali in pro-
re definiti così Lewis Hamilton, sarmi». gramma, l’Extraterrestre va ad
Sebastian Vettel e Michael Schumi è anche rimasto senza abbracciare un albero in quel-
benzina, ma dopo il traguardo: la successiva, riesce a continua-
Schumacher.
«L’importante è che al box ab- re, ma si ritrova dietro a Séba-
L’oscar della jella va a Hamil-
biano calcolato bene il carbu- stien Ogier, Jari-Matti Latvala
ton, tradito dalla sua McLaren rante». In ogni caso, le novità e Petter Solberg. Il fuori pro-
mentre il secondo posto era a sulla sua vettura non sembra- R gramma dell’asso della Ci-
portata di volante: «Una vera no aver soddisfatto completa- Alguersuari
mazzata che a due giri dalla fi- «Felice per il troën è solo il primo dei colpi
mente né lui, né i tecnici Merce- di scena che movimentano un
ne mi sia capitato una guaio des: «Per Montecarlo pensia- punto, ma che
finale-thrilling che coinvolge
del genere. Qualcosa ha cedu- mo di tornare al passo corto». casino tra guai ai
Solberg, costretto alla resa da
to sul lato anteriore sinistro e box e la penalità un incontro troppo ravvicinato
la gomma si è afflosciata. È la Secondi Altri due protagonisti per l’incidente con un altro albero, e Ogier,
quarta o la quinta volta nella sono usciti malconci dal Mont- con Chandok» che nella terz’ultima curva del
mia carriera che si fora una melò. Jenson Button e Nico Ro- fine settimana si gira e vede
gomma. Davvero sfortuna, per- sberg. L’inglese della McLaren sfumare il sogno di vincere. Ne
ché avevo fatto una gran corsa: ha criticato Schumacher per approfitta Latvala che racco-
dal 3˚ al 2˚ posto, in mezzo al- avergli lasciato poco spazio nel glie ad Auckland il terzo suc-
le due Red Bull. Sarebbero sta- sorpasso: «Con la sua esperien- cesso iridato in carriera e con-
ti punti pesanti». Sebastian sacco di cose sono andate stor- ha superato e io non ho avuto za doveva capire che non era la sente alla Ford di raccogliere il
Vettel insegue te, per cui sono contento di più la possibilità di riprender- manovra giusta». 75˚ successo in un rally irida-
Inseguitore Il terzo posto non è, Lewis Hamilton. aver in qualche modo salvato il lo. Abbiamo buttato via la dop- Nico Rosberg (13˚) ha visto da to, uno più della Lancia.
normalmente, da buttare, ma L’inglese lo ha podio». pietta». lontano il compagno Schumi:
Vettel questa gara voleva vin- superato A rovinargli la gara è stato un A quindici giri dalla fine i suoi «Ho dovuto sempre lottare con Arrivo: 1. Latvala (Fin-Ford Focus) in
cerla. «Invece, sin dall’inizio approfittando cambio gomme troppo lungo. freni hanno smesso di funzio- la macchina che proprio non 4h04’09"8; 2. Ogier (Fra-Citroën C4) a
ho capito che Webber per me di una sosta «Un’eternità. E per di più con nare: «Stavo quasi per ritirar- va: mi preoccupa. E all’inizio ci 2"4; 3. Loeb (Fra-Citröen C4) a 15"2.
era irraggiungibile — ammette troppo lunga traffico nella corsia box che mi mi, non so come abbia fatto a si è messo anche Kubica, che Mondiale — Piloti: 1. Loeb p. 108; 2.
il tedesco della Red Bull —. Un COLOMBO ha attardato. Così Hamilton mi portare a termine la corsa. Per mi ha spinto nel prato». Latvala 72; 3. Hirvonen 64; 4. Ogier 63.

©2
2001
100&T
TMM Dis
Disc
Di
Disc
scove
sc ove
ov
ovver
erry Com
Co
C mmunicat
icat
a ions
at ns
ns

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
38
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

49 €
• WR 10 bar
• Cassa acciaio
• Fondello serrato a vite

I nuovi Vagary Aqua39 ti offrono la superiorità tecnologica di un


prodotto “made in Citizen”, design e materiali d’avanguardia e
un prezzo assolutamente concorrenziale. L’ideale per chi ama
immergersi nelle profondità ed emergere nel quotidiano.
Da 49 € a 119 €

109 € 69 €
www.vagary.it by

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
39

SUPERBIKE GP ITALIA
li ma gli esami hanno escluso
danni. In serata era già nel
Biaggi paddock e domani volerà in I RISULTATI
precede Sudafrica dove si corre dome-
Toseland,
Crutchlow
nica, sempre che gli aeroporti La Bmw centra
non vengano chiusi di nuovo
e Haslam per la nube di polvere vulcani- il primo podio
ALEX PHOTO ca: per ora il GP è confermato. con Corser
E’ stata una giornata storica
anche per l’altro gigante Bmw
con il primo podio dell’austra-
liano Troy Corser, 38 anni co-
me Max Biaggi.

50
Biaggi
LE SUE VITTORIE Biaggi sul podio col presidente
Max Biaggi ha vinto 50 gare iridate. Piaggio Colaninno ALEX PHOTO
29 nella classe 250
8 nella classe 500 Gara-1: 1. Biaggi (Aprilia) in
5 nella MotoGP 31’07"044; 2. Toseland
(GB-Yamaha) a 0"247;
8 in Superbike 3. Crutchlow (GB-Yamaha) a
0"297; 4. Haslam (GB-Suzuki) a

Delirio a Monza
0"958; 5. Camier (GB-Aprilia) a
PAOLO GOZZI Ducati Sulla pista dei preceden- 4"493; 6. Xaus (Spa-Bmw) a
7"343; 7. Fabrizio (Ducati) a
5 RIPRODUZIONE RISERVATA ti 18 trionfi la Ducati ha dato 7"369; 16. Scassa (Ducati)
definitivamente addio alle re- 17. Lanzi (Ducati).
MONZA dSulla pista più presti- sidue speranze iridate. Michel Gara-2: 1. Biaggi in 31’07"122;

con una doppietta


giosa Max Biaggi ha vinto co- Fabrizio, settimo in gara uno, 2. Haslam a 4"547; 3. Corser a
me piace a lui. Schizzando via 5"469; 4. Camier a 10"267;
ha concluso la giornata nella 5. Sykes a 15"561;
dalla pole, pennellando traiet- polvere mentre Noriyuki Haga 6. Haga (Gia-Ducati) a 15"816;
torie perfette con la pista ha fatto 11˚ e 6˚. Sconsolante. 10. Scassa a 21"974.
sgombra e gli avversari dispe- Domani al Mugello torna in pi- Mondiale (dopo 5 gare su 12):
ratamente agganciati al codi-
no del missile Aprilia. Rsv4 Aprilia strepitosa: Max ora è a 3 punti da Haslam sta con la 1198 laboratorio il
mitico Troy Bayliss. Doveva es-
1. Haslam p. 181; 2. Biaggi 178;
3. Rea e Checa 110; 5. Toseland
106; 6. Haga 100; 11. Fabrizio 62;
strepitosa (330,2 km/h il nuo-
vo record di velocità, in prova)
e Biaggi perfetto per una dop-
Ducati, addio Mondiale. Domani test con Bayliss sere un test premio, invece il
vecchio campione — 41 anni e
16. Lanzi 26; 18. Scassa 16.
COSTRUTTORI: 1. Aprilia 184;
2. Suzuki 181; 3. Ducati 149.
pietta che è il logico risultato In vetta Monza ha lanciato provare a ribaltare il risultato, seland è rimasto coinvolto nel fermo da due stagioni — vuo- Supersport: 1. Laverty
di una supremazia indiscutibi- l’Aprilia per la prima volta al ma né il navigato James Tose- solito groviglio alla prima cur- le tornare per riportare la ros- (Irl-Honda) in 28’51"936;
sa dove merita. 2. Sofuoglu (Tur-Honda) a 2"817;
le. «Pilota, moto, sponsor ita- comando del Mondiale Co- land né l’emergente Cal Cru- va (ancora perfettibile) finen- 3. Lascorz (Spa-Kawasaki) a
liani e vincenti sono l’orgoglio struttori e Biaggi è ad appena tchlow sono riusciti a sovverti- do incastrato sotto l’Aprilia di 3"043; 4. Pirro (Honda) a 21"238.
dei 21 mila addetti dei gruppi 3 punti dal solidissimo Leon re il pronostico. Leon Camier che ha tirato drit- Superstock Ayrton Badovini Mondiale: 1. Lascorz p. 101;
Piaggio e Alitalia» ha commen- Haslam, che ha difeso il prima- In gara-2 Crutchlow, incollato to concludendo quarto. ha vinto la quarta gara su 4 in 2. Sofuoglu 97; 3. Laverty 91;
Superstock 1000 con la Bmw. 8. Pirro 34.
tato il presidente Roberto Co- to (4˚ e 2˚) con la Suzuki. a Biaggi fino a 5 giri dalla fine, Toseland è stato ricoverato al- Prossima gara: domenica a
laninno salito sul podio con Solo la Yamaha aveva il moto- è caduto per l’olio uscito dal ra- l’ospedale di Monza per un for- Ha 100 punti in classifica, più Kyalami (Sudafrica)
Biaggi. re — 228 CV dichiarati — per diatore forato da un sasso. To- te trauma alle vertebre cervica- del doppio sul secondo.

IL VINCITORE GRANDE GIOIA IN CASA PIAGGIO

«Chi non credeva in me


Mercedes-Benz è un marchio Daimler.

adesso dovrà stare zitto»


non scherzano. La Yamaha è Vincere con l’Aprilia è la sfida Mercedes-Benz Vito. Porta il tuo potere
Il romano: «Sono veloce quanto noi». più bella della carriera?
tornato ma Leon «Quando sono arrivato, la d’acquisto a livelli super.
Crutchlow, in gara-2, sarebbe Rsv4 era appena nata e non an-
è forte e sarà stato un’insidia? dava come adesso. In Super-
«Mi pressava e vedevo dalle se- bike non puoi cambiare molto
dura fino alla fine» gnalazioni un vantaggio inesi- ma l’ho adattata al mio modo
stente. Ad un tratto ho vi- di vedere la moto. Sono tor-
5 RIPRODUZIONE RISERVATA sto +3” e ho capito che nato e chi non credeva più
era capitato qualco- in me dovrà stare zitto an-
MONZA dLa Superbike ha in- sa. Ho messo la te- cora per un bel po’».
ventato la premiazione fai da sta giù e ho chiuso il
te: due tifosi salgono sul palco conto». Il presidente Roberto
delle interviste pubbliche e Colaninno è salito en-
consegnano a Max Biaggi il È la svolta del Mondiale? tusiasta sul podio...
premio per la 50ª vittoria tra «Siamo a tre punti da Ha- «Lui mi piace perché
Motomondiale e Superbike. slam, ma sono abituato a non è il solito manager.
«È stata la giornata perfetta. non pensare alla classifi- Conosce le corse ed è
Vincere con l’Aprilia a Monza ca, ti mette solo tensio- venuto in pista per pas-
è un sogno che si avvera». ne. E poi Leon è un tipo sione. Al contratto ci
tosto, non butta via nien- penseremo, non è il
Il razzo Rsv4 ha dato una ma- te. Dovremo fare i conti momento. Adesso la-
no. con lui fino in fondo, è un sciatemi godere».
«Andiamo forte, ma le altre pilota forte». p.g.

MONDIALE CROSS

Desalle trionfa in Portogallo


Cairoli 2˚ guida la classifica
*Esempio di leasing su Vito 109 CDI Furgone Compact. Prezzo
Clemente Desalle (Suzuki) e La terza piazza è andata al
Marvin Musquin (Ktm) hanno
vinto ad Agueda il GP del
Portogallo cross Mx1 e Mx2. Il
tedesco Nagl (Ktm), vincitore
della prima gara, seguito dal
francese Boog (Kawasaki) e da
Service Leasing con canoni da
290€
• Garanzia inclusa per quattro anni.
* netto di vendita 20.341 euro; anticipo 4.510 euro; riscatto
(a 120.000 km) 5.468 euro; durata 48 mesi; 47 canoni mensili
da 290 euro; T.A.N. 2,08%; T.A.E.G. 3,35%. Spese di istruttoria
230 euro. I valori sono IVA esclusa.
primo ha ottenuto 2 secondi David Philippaerts (Yamaha);
• Manutenzione Excellent inclusa per quattro anni. **Importo finanziato 20.000 euro, durata 36 mesi, 36 rate
posti che gli hanno permesso di solo 12˚ Davide Guarneri
• Aria condizionata. mensili da 565,50 euro, spese di istruttoria 210 euro, T.A.N. 0%,
precedere Antonio Cairoli (Honda). Per Manuel Monni T.A.E.G. 1,28%. Polizza Feel Care (inclusa) a carico del cliente.
(Ktm), leader della classifica, (Yamaha) si sospetta la In alternativa, finanziamento a tasso zero sul resto Offerte valide fino al 30/06/2010 salvo approvazione di Mercedes-
che ha compromesso il frattura di una vertebra. della gamma Vito e Sprinter.** Benz Financial Services Italia S.p.A. nelle Concessionarie aderenti.
risultato in gara 1 dove ha Spettacolo nella 250, Musquin www.mercedes-benz.it/van - 800 11 22 77
chiuso 5˚ (dopo una rimonta dal ha fatto doppietta tornando al
15˚), ma ha vinto senza vertice del Mondiale.
Tony Cairoli, 24 anni ZANZANI problemi la seconda. Massimo Zanzani

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


R
40
LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIRO D’ITALIA LA 2a TAPPA


l’analisi 1 y

Una rosa
ALE-JET
dal nostro inviato È SOLO
LUCA GIALANELLA
5 RIPRODUZIONE RISERVATA QUINTO

Farrar, il corridore divo L’arrivo

adesso punta al trono


di Utrecht:

mondiale
1. Farrar
2. Goss
AMSTERDAM Avete mai Scarponi e soprattutto Cadel 3. Sabatini
visto in tv lo spot Evans. 4. Greipel
pubblicitario di quel 5. Petacchi
ragazzone americano di 25 L’australiano si è sfilato la 6. Sutton
anni che, tra le ville di Los maglia di campione del 7. McEwen
Angeles, si diverte a girare mondo per vestire quella 8. Brown
in bicicletta con un paio di rosa. Otto anni dopo la 9. Dean

Evans brucia i tempi


occhiali speciali? Bene, è terribile cotta di Passo Coe, 10. Modolo
Tyler Farrar, il vincitore quando da leader cedette
della tappa di ieri del Giro 9’30". Su quella crisi Evans 18. Evans
d’Italia. Velocista emergente, ha costruito, grazie agli a 3"
sbocciato l’anno scorso alla allenamenti di Aldo Sassi, il 22. Scarponi

«Scusate l’anticipo
Tirreno-Adriatico quando presente da campione delle 30. Nibali
superò Cavendish, si è corse a tappe. Grande 31. Vinokourov
consacrato nella prima regolarità, due secondi posti 42. Basso
frazione in linea della corsa al Tour de France con meno 49. Garzelli
rosa. Al termine di una di 1’30" di distacco dal

non è ancora Verona»


giornata ad alta tensione, vincitore, adesso l’attacco al 79. Wiggins
riscaldata dall’applauso Giro d’Italia. La maglia rosa a 37"
infinito di almeno un potrebbe cederla oggi 115. Sastre
milione di persone, nell’impegnativa tappa di 119. Cunego
appollaiate anche sui Middelburg, con 100 122. Simoni
barconi in mezzo ai canali, e 136. Pozzovivo
infiammata da una serie di
chilometri esposti al vento
del Mare del Nord, tra stress L’iridato torna leader del Giro dopo 8 anni, nel giorno
cadute che hanno coinvolto e ventagli. Farrar è a un 190. Pozzato a
una sessantina di corridori.
Tra loro, la maglia rosa
secondo, ma Evans ha 4’19" di Farrar. Sulle cadute: «Tappa nervosa e ridicola»
confermato l’immagine da
Wiggins e quella tricolore di leader mai in affanno,
Pozzato. sempre concentrato. E,
Si sapeva che la volatona soprattutto, in due giorni ha
sarebbe stata improbabile. smo, è il contrario dell’innamo-

S
DAL NOSTRO INVIATO
guadagnato ben 57" su
L’elettricità del gruppo, con MARCO PASTONESI ramento. Adesso Cadel ha 33
Carlos Sastre, il più forte in
tutti a voler stare davanti anni, ma in bici, sulla strada, è il
anche quando non c’era salita. C’è poco da fare: lo 5 RIPRODUZIONE RISERVATA
campione del mondo: come se
spazio, si è scaricata nelle spagnolo fatica a correre un premio Nobel fosse invitato
davanti. UTRECHT (Olanda) dSi erano lascia-
stradine strette della IL BRITANNICO CADE E PERDE 37" ti otto anni fa, sul Passo Coe, in a una lezione magistrale. Il suo
campagna olandese, rese Così come da applausi è mondo è quello dei grandi giri e
tortuose da continui cambi stata la prova di Ivan Basso Wiggins cede la maglia Trentino: una crisi profonda, il
giorno che all’improvviso diven- delle classiche, delle salite e del-
e della sua Liquigas-Doimo.
di direzione. Zona di
classiche, e quindi non Il varesino ha consumato dopo un solo giorno ta notte, come un’eclisse, tanto le cronometro, della preparazio-
da non vedere più la strada. Si ne e della gestione. E in manie-
sconosciuta al gruppo. Una quintali di energie nervose ra trasparente, esemplare, valo-
per restare sempre nelle sono ritrovati ieri, in Olanda,
vittoria di tappa al Giro sotto il livello del mare: un po’ rosa. Evans è il simbolo del cicli-
d’Italia, ormai, vale quanto prime cinque posizioni del smo sano. Quando lui vince,
gruppo, ben spalleggiato da per caso e un po’ per destino,
una al Tour de France, e per passione, per vocazione, quando lui indossa una maglia
nessuno tira indietro la Agnoli, Bodnar e Vanotti. — arcobaleno, rosa, gialla — il
Questo non era il suo per istinto. Cadel Evans e la ma-
gamba. Così le frustate glia rosa: era stato così crudele ciclismo gode.
nell’avvicinamento verso terreno, ma ha pedalato
da sembrare un addio, invece
Utrecht (la città di Marco come se la maglia era solo un arrivederci. Sorpreso Così, di questo amore
Van Basten e Wesley rosa fosse sulle sue ritrovato, di questo matrimonio
Sneijder) hanno provocato spalle. E’ Metamorfosi Otto anni fa Cadel recuperato, di questo connubio
una decina di capitomboli. finalmente venuta aveva 25 anni, ma in bici, sulle annunciato, il più sorpreso è
La maglia rosa Wiggins è fuori l’esperienza strade del Giro, era un esordien- proprio Cadel: «Nel 2002 ho
finita a terra due volte: la del Tour. Ivan ha La prima caduta in te: come se un bambino delle conquistato la maglia rosa a cin-
prima a 45 km dall’arrivo, la gestito la squadra cui è rimasta elementari frequentasse l’uni- que tappe dalla fine, in una tap-
seconda ai meno 7, e come facevano coinvolta la maglia versità. Il suo mondo era quello pa di montagne, e l’ho perduta
quest’ultima caduta gli è Indurain e Armstrong. E Tyler rosa Wiggins a 45 delle ruote grasse e artigliate, la il giorno dopo, nell’ultima tap-
costata il primato. Il gruppo oggi è atteso all’esame Farrar, km dall’arrivo. Una mountain bike. Non aveva mai pa di montagne. Qui la ritrovo
si è spezzato in tre parti. di maturità nella tappa 25 anni, seconda caduta, ai visto le Alpi, non conosceva i forse troppo presto. Avevo altre
Nonostante l’inseguimento più difficile delle tre prima -7, lo ha tagliato propri confini, nello stesso tem- idee. Per esempio: conquistarla
forsennato dei suoi, il frazioni olandesi. Prima vittoria fuori dal gruppo di po e con le stesse pedalate esplo- più avanti, fosse anche l’ultimo
londinese alla fine ha ceduto del rientro in serata verso al Giro testa: ha chiuso a rava fuori e dentro di sé, finché giorno, a Verona. Non credo di
34" a Basso, Nibali, Cuneo. In aereo, AP 37" e ha perso 34" precipitò dal paradiso all’infer- tenerla da qui a Verona: piutto-
Vinokourov, Garzelli, speriamo. da Evans BETTINI no e scoprì che la cotta, nel cicli- sto, meglio a Verona».

Stampato e distribuito da NewspaperDirect


http://edicola.corriere.it supporto telefonico 02-63797510
• ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY • ORIGINAL COPY •

COPYRIGHT AND PROTECTED BY APPLICABLE LAW - © TUTTI I DIRITTI RISERVATI


LUNEDÌ 10 MAGGIO 2010
LA GAZZETTA DELLO SPORT R
41

Le piccole e medie aziende


sono il motore di un
Pianeta più Intelligente.

La y L’ALLARME VULCANO

zampata «VINO»
ADESSO
di MARIO CIPOLLINI È 3˚ A 3"
5 RIPRODUZIONE RISERVATA

Sprint atipico La classifica


dopo 2 tappe:
Ma Petacchi 1. Evans

ha dormito
2. Farrar
a 1" Il vulcano Eyjafjallajokull ANSA
3. Vinokourov
È stata una volata atipica, a 3"
quindi per capire chi è il più
forte velocista in questo Giro
4. Porte
a 3" Due piani
5. Millar
bisogna aspettare. Petacchi
ha dormito un po’. Quando
hanno lanciato la volata
a 4"
7. Nibali
contro
doveva partire, ma
d’altronde in squadra ha
a 8"
16. Scarponi
a 19"
la nube
solo un uomo che lo può
aiutare: ha perso una grande 20. Basso
Cadel Evans occasione, anche se Farrar a 21" Previsti voli charter
37. Wiggins
33 anni
OMEGA
era l’unico nel finale ad
avere due compagni a a 32" pullman o auto
fianco. 74. Sastre
a 57"
per il rientro in Italia
Sastre, invece, lo conosco
ma continuo a non capirlo. 123. Cunego DAL NOSTRO INVIATO
È impensabile che uno possa a 1’24" CIRO SCOGNAMIGLIO
correre come lui. Sta sempre
nelle posizioni in coda al
gruppo, se vi ricordate
14 ANNI UTRECHT dIl Giro d’Italia può
tirare un sospiro di sollievo. Le
capita spesso che prenda DOPO ceneri del vulcano islandese
anche le salite in fondo. Non
è mai nel cuore della corsa e
OLANO Eyafjallajokull fanno meno pa-
ura e stasera, salvo sorprese, i
Cadel Evans è il
questo gli è costato il primo atleta corridori potranno salire sui
distacco. Non sa «limare», a indossare due voli messi a disposizione
non vuole stress. E’ il suo la maglia rosa dall’organizzazione per il rien-
grande limite. da campione del tro in Italia e godersi per inte-
mondo dopo ro il giorno di riposo di doma-
Tensione tremenda Esperienza cesso proprio a lui, Evans, nel lo spagnolo ni. In ogni caso, a seconda del-
non è solo il titolo che si dà ai 2007 dietro a Contador e nel LA SCHEDA le condizioni atmosferiche, so-

O
LA CONTESTAZIONE Abraham Olano,
propri errori, ma anche a cono- 2008 dietro a Sastre. Sembrano che ci riuscì il 7 no due i piani previsti.
scenza, saggezza, intuito, intel- altri tempi. No: erano altri tem-
ligenza. «E’ stata la tappa più ri- pi. Striscione giugno 1996
Piano A Cieli sgombri e spazi
dicola, nervosa e pericolosa che Evans che dice: «Pullman o ae- anti-Berlusconi aerei aperti. Dopo l’arrivo, i
mi sia capitato di correre da an- reo, non m’importa, tanto è
CADEL EVANS
33 ANNI al traguardo
OGGI corridori andranno in bus da
ni. Non credo per colpa del per- uguale per tutti. E mi sembra Terza tappa, Middelburg all’aeroporto di
AUSTRALIANO DELLA BMC
corso. Già a 100 chilometri dal- che anche trent’anni fa al Giro Amsterdam- Ostenda, in Belgio (1 ora e 20’
l’arrivo tutti pretendevano di d’Italia ci fossero stati trasferi- Middelburg di circa). Due i voli previsti —
stare davanti, nessuna squadra menti in macchina». Evans che
Al Tour si è piazzato «Berlusconi mafioso, tutta
l’Olanda ci piglia in Giro». 224 km. Diretta 20.30 e 21 — per 346 posti to-
voleva tirare, neanche quando elogia: «La squadra, ci siamo due volte secondo Firmato: «Italiani auto-esiliati Rai 3 dalle tali: destinazione l’aeroporto
la fuga è stata ripresa. Una ten- abituati a stare davanti alla in Olanda». Era uno striscione 14.50 di Cuneo Levaldigi. I velivoli
sione tremenda: perché era la Freccia e alla Liegi, e lo faremo Cadel Evans è nato il 14 febbraio 1977 a apparso ieri tra la folla che si sono già in zona. Cena in Ita-
prima tappa in linea, perché per ancora». Evans che sospira: «Ab- Katherine, in Australia. Ha cominciato con era intrattenuta in zona-arrivo lia, poi l’arrivo in albergo.
molti è il primo grande giro, per- biamo perso Kohler, e siamo so- la mountain bike vincendo la Coppa del anche ben oltre la fine della
ché c’era tanta gente. Io ero lo al secondo giorno di corsa». Mondo nel 1998 e 1999. Pro’ dal 2001, ha seconda frazione del Giro Piano B Cieli «inceneriti» e spa-
tranquillo. E per rimanere tran- Evans che confessa: «A me inte- corso per Saeco, Mapei, Telekom, d’Italia e che naturalmente ha zi aerei chiusi. Trasferimento
quillo ho preferito correre da- ressa arrivare a Cuneo sano e T-Mobile e Silence-Lotto. Dal 2010 è alla attirato l’attenzione di turisti, in bus dell’organizzazione,
vanti, anche a costo di spendere salvo». Bmc. Vanta 25 successi, tra cui passanti e tifosi. con pernottamento in Lussem-
qualche energia in più». Evans che elenca: «Quest’anno Mondiale 2009 e Freccia Vallone 2010. burgo in hotel già opzionati.
E durante il Processo alla
ho cambiato squadra, compa- Ha vinto anche Romandia 2006, Le squadre che vorranno utiliz-
Senza un gregario Primo in clas- gni e direttori sportivi, ma Tappa condotto da zare mezzi propri potranno co-
ProTour 2007, Coppi e Bartali Alessandra De Stefano — lo
sifica, con un secondo su Far- ho tenuto quelli che mi 2008. Nelle corse a tappe è stato munque farlo, ma dovranno
rar. Evans che sorride: «Farrar stavano più vicino, cioè studio della trasmissione Rai comunicarlo alla direzione an-
secondo al Tour de France 2007
mi è attaccato, ma credo di po- il mio preparatore Sas- era stato allestito a bordo che al fine di assicurare la repe-
e 2008 e terzo alla Vuelta 2009.
terlo staccare sullo Zoncolan». si e il suo Centro ricer- Al Giro oggi vestirà la maglia strada, poco dopo la linea ribilità dei corridori per i con-
Evans che sentenzia: «Oggi si so- che Mapei». Evans rosa per la seconda volta: bianca — si sono chiaramente trolli antidoping.
no persi secondi, sulle monta- che rivela: «Ho trova- l’aveva già indossata per un solo sentite urla «italiane» di Stamattina, al raduno di par-
gne si perderanno minuti». to più equilibrio, espe- giorno nel 2002 (a sinistra nella contestazione all’indirizzo del tenza di Amsterdam (10.15),
Evans che aggiunge: «Anche se rienza, entusiasmo». foto), quando correva per la Presidente del Consiglio, nuova riunione per fare il pun-
si può