Sei sulla pagina 1di 3

GALILEO

Nasce a Pisa nel 1564 da una famiglia fiorentina; il padre Vincenzo anche
musicista ( figura di spicco nella Camerata Bardi)
Studia a Pisa, dove si dedica prima alla medicina, poi alla matematica e alla
filosofia naturale; la abbandona senza aver seguito nessun corso completo, vi
rientra come docente di matematica
Continua a suoi studi a Padova -> vivace ambiente intellettuale, protetto dalla
tolleranza verso gli intellettuali, stringe rapporti con Paolo Sarpi
Scopre isocronismo de pendolo, nel 1604 inizia a formulare la legge della caduta
dei gravi ( al cui perfezionamento lavora per decenni), nel 1609 scopre il
cannocchiale
Nel 1610 scrive il Sidereus nuncius, opera alla quale affida il racconto delle
sue scoperte scientifiche -> grande fama
Scopre i 4 satelliti di Giove + macchie della Luna + fasi di Venere contraddice
la cosmologia tradizionale, MINANDONE LE FONDAMENTA evidente che il
vecchio modello delluniverso non sarebbe valso a spiegare le nuove realt
rivelate dallosservazione
Con lappoggio di Keplero ( astronomo tedesco) supera le feroci polemiche
soprattutto ad opera della Compagnia di Ges -> trasferimento a Firenze
Sceglie di scrivere in volgare in modo tale da poter essere letto da un pubblico
pi vasto possibile
1613, lettera a padre Castelli -> propone distinzione fra conoscenza scientifica
del mondo e conoscenza religiosa del mondo; soluzione a noi sembra moderata
e banale ( perch noi viviamo in un periodo dove scienza > convinzioni
fideistiche), ma -> implicava riconoscimento del diritto della scienza di
proseguire la sua esplorazione nel mondo, secondo i propri criteri
Propone INTERPRETAZIONE STORICISTICA DELLE SCRITTURE = interpretarle
tenendo presente il livello di conoscenza raggiunto, il quel dato momento
storico, dagli autori dei libri; per quanto ispirati da Dio, si erano espressi come
uomini, e quindi condizionati dalle credenze e dalle convenzioni della loro epoca
interpretare e tradurre il testo sacro -> ipotesi che la Chiesa della
Controriforma non avrebbe mai potuto accettare senza mettere in discussione i
propri principi + compromettere il controllo ideologico che era stato centrale
negli ultimi decenni
Definizione di natura come = libro scritto in caratteri matematici
corrispondenza piena e diretta fra la teoria eliocentrica ( Copernico) e la realt
naturale -> veridicit della teoria eliocentrica
1615 -> denuncia allInquisizione; 1616 -> teoria copernicana sospesa, fino a
quel momento era stata tollerata. Ammonimento del 1616 non insegnare o
diffondere la sua dottrina; ma niente lo fa desistere dallidea di dover insegnare,
convincere il mondo ad aderire alla nuova visione scientifica
Elezione al pontificato del cardinal Barberini ( suo antico estimatore, uomo di
mente aperta) > speranza. Porta a termine opera a cui lavorava da anni ->
presentasse il contrasto fra le 2 tesi opposte, in termini scientifici ma in forma
accessibile al largo pubblico Il Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo
( finito nel 1630 e pubblicato nel 1632)-> con lappoggio del papa ( purch si
mantenesse neutrale di fronte alle due tesi e le presentasse in termini astratti)

Convinto che quelle raccomandazioni fossero solo formali, rende questopera


la pi efficace, persuasiva, travolgente dimostrazione dellinsensatezza delle
posizioni tradizionali; forma dialogica -> congruente con gli atteggiamenti
metodologici innovatori e rafforzava la validit degli atteggiamenti proposti dai
personaggi che dimostravano la rivoluzionaria teoria eliocentrica di Copernico
Il papa lascia mano libera ai Gesuiti Galileo costretto a comparire davanti
allInquisizione nel 1633, abiurare le proprie tesi;
Trascorre gli ultimi anni della vita al domicilio coatto
Muore nel 1642

Galileo scrittore :
uomo che contribu alla nascita del mondo moderno, ma ha anche importanza
letteraria - sensibilit creativa e abilit nellinvenzione delle forme destinate a
comunicare al lettore i fondamenti umani; sostenitore di Ariosto massima efficacia
divulgativa e dimostrativa nella sua polemica contro gli avversari
riesce a portare in luce contraddizioni e aporie dei tradizionalisti, lincapacit di uscire
dalla sicurezza di chi cerca di sfuggire allincertezza rinchiudendosi in un sistema
chiuso di conoscenze
Il Dialogo sopra i due massimi sistemi:
Opera letterariamente pi efficace e originale
Campanella lo definisce comedia filosofica dialogo che gli permette di
sfruttare le possibilit teatrali e le varie spinte
Trasformazione del CONTRASTO IDEOLOGICO in confronto di autentici
personaggi:
- Salviati -> nobile fiorentino, portatore della teoria copernicana eliocentrica
- Simplicio -> difensore delle dottrine aristoteliche; soccombe decisamente di
fronte alla forza delle obiezioni mossegli, ma Galileo non lo rende un
personaggio comico, o una marionetta: un personaggio tragicomico , che
rivela inconsapevolmente il suo vizio: paura di affrontare lignoto, rifiuto del
rischio e della grandezza, del coraggio con cui occorre affrontare lesperienza
della via
Rifiutandosi di giungere alla grandezza tramite il coraggio = rifiuto del
progresso, annulla ogni dignit intellettuale.
Scelta di renderlo uomo limitato, ma non del tutto privo di qualit ( tanto
intelligente e leale da ammettere la propria inferiorit intellettuale)
necessit di sottolineare il merito di chi lo supera in intelligenza +
dimostrazione che la vera battaglia non fra 2 ipotesi accademiche, ma fra
due concezioni della vita, contrapposte e inconciliabili
E prova di immaturit umana, prima ancora che intellettuale -> urgenza di
TRASFORMARE ABITUDINI SECOLARI DI VITA rifare i cervelli
- Sagredo -> terzo personaggio, inserito come mezzo per sfumare
limpostazione della disputa; interlocutore neutrale, uomo animato dalla
naturale curiosit per il sapere, desideroso di una soluzione personale e
ragionata; il suo buon senso lo porta naturalmente a schierarsi verso
Salviati e a maturare atteggiamento negativo verso i tradizionalisti

Lettore portato a formarsi, sotto la guida dellautore, unopinione personale sulla


personalit; accumulo di tensione progressivo, lettore in certi momenti deve prendere
una delle due parti in modo decisivo.