Sei sulla pagina 1di 3

Le forme dello stato moderno.

Dalla monarchia allo stato moderno.

Tra il 1474 e il 1485 quattro dinastie europee

Aragona Castiglia Francia Inghilterra


si avviarono sulla strada della costruzione di uno stato.

Monarchie 1500 Stato moderno

Machiavelli nella sua opera più nota Il Principe (1513), cerca di


costruire una teoria razionale della politica che questa si era
conquistata dall’ etica e dalla religione.

Il nuovo modo di pensare non rispecchia la modernità dello stato.

Il monopolio statale della giustizia.

I principi nel XV non potevano molti poteri nel campo del diritto
canonico poiché questo era controllato dalla chiesa. I principi inoltre
non avevano potere davanti alle materie regolate dai costumi (es.
l’eredità). Il loro potere era quello giudiziario. Questo costituiva uno
dei principali passi verso lo stato moderno.

Alta giustizia Bassa giustizia


Delitti più gravi compresa la Diritto di applicare multe e
pene di mote. pene corporali per reati minori.
Il sistema delle finanze pubbliche.

I re feudali chiedevano dei prestiti ai mercanti e ai banchieri


stranieri.
Nel XIV sec l’esercito era diventato molto costoso. I re avevano
davanti a se tre possibilità:
1. manipolazione monetaria: coniazione fraudolenta di monete
con una lega peggiore e molto più leggere;
2. introduzione di nuove imposte;
3. prestiti dei mercanti.

In Francia si scelse la seconda possibilità, quindi quella indiretta


sicuramente la più efficace.
Nel XIV sec furono introdotte le taglie che influivano su tutte le
famiglie del regno.

I sistemi militari.

I re preferivano eserciti composti di mercenari e coscritti.


L’anarchia militare perdeva il suo potere soprattutto alla comparsa
delle armi da fuoco.
La polvere da sparso arriva in Europa nel 1256. Dopo aver
scoperto la sua composizione nel XVI sec furono introdotti i
cannoni e furono presenti nella guerra dei 100 anni, I cannoni
erano di metallo fuso per rendere più veloce la loro fabbricazione. Il
loro trasporto era un problema:
richiedano dei traini molto potenti come
decine di cavalli a pezzo.
Alla comparsa delle armi da fuoco la
cavalleria tende a sparire. Alla fine del
Quattrocento avvenne l’introduzione di
una nuova tattica della fanteria
(inventata dagli svizzeri). Davanti ad
una fanteria disposta a quadrati con
lunghe picche e alabarde nessuna
cavalleria riusciva a vincere.
Il ceto degli ufficiali del re.

Gli ufficiali (comandati dal re) si occupavano dello stato con lavori
di vario genere: mantenevano l’ordine nelle province, presedevano i
tribunali, ritiravano le imposte e amministravano tutti i beni del re.

Il re viene chiamato sovrano. Questo è il vertice supremo della


gerarchia e dei rapporti di subordinazione e fedeltà. Tutti i poteri di
un sovrano dipendono solo da se stesso e non da altri come impero
e papato.

L’ufficio pubblico come possesso personale.


Nel XV sec lo stato si avvia verso la modernità grazie anche ai
cambiamenti affettatati con gli eserciti professionali alle schiere di
funzionari.

Funzionari della giurisdizione o finanza. eredità

Corpo qualificato

Le cariche
erano
comprate

Diritto Amministrazione